NOI - frammenti di siena

extempora

Il nuovo magazine targato Extempora. Numero unico dicembre 2019

inchiodate spesso ai pareggi poco

esaltanti e aggrappate alle classifiche

di mezzo in serie C, fino ad arrivare

alla storica promozione in B

prima e in A poi, che nei primi anni

Duemila hanno scritto pagine con

inchiostro dorato, anche attraverso

salvezze che erano più di Scudetti

da mettersi al petto. Da stropicciarsi

gli occhi, quasi increduli per

chi quei campetti di cui sopra li ha

vissuti per davvero: vedere crollare

la non amata Fiorentina sotto i colpi

di Flo o Maccarone, entrare nei

settori ospiti di San Siro o dell’Olimpico

e uscirne anche vincenti,

vedere sull’erba del Rastrello Del

Piero o Ronaldo. Poco pensabile,

forse neppure immaginabile appena

qualche anno prima: frutto

del sogno di Paolo De Luca e della

sponsorizzazione del Monte dei

Paschi, ma anche della capacità di

una città di sessantamila abitanti

di vestire quella maglia bianconera

come una seconda pelle. Un sogno

accarezzato e cullato fino al 2014,

quando, dopo un tribolato anno

in serie B, il Siena è costretto a ripartire

da zero. La società in estate

non si iscrive al campionato cadetto,

riuscendo tuttavia a ripartire

dalla serie D. Torna la denominazione

Società Sportiva Robur Siena,

ma quando c’è una storia così

bella non basta una modifica del

nome a farla dimenticare nell’oblio.

Tanto che il Siena riconquista

subito il professionismo (condito

dallo Scudetto di serie D). Il resto

è attualità, fatta ancora di cuore,

passione, identità di una città. Con

la speranza che il meglio debba ancora

venire, con la consapevolezza

che quella maglia sarà sempre, per

tutti, una seconda pelle.

42

More magazines by this user
Similar magazines