Intimo più Mare 15 | n. 4 | 15 Luglio 2020

editorialemoda

Il magazine digitale quindicinale per comunicare con rapidità le novità delle collezioni Intimo e Mare.

intimopiumare.com

N. 4 | 15 LUGLIO 2020

15

IL QUINDICINALE DIGITALE

FOCUS

I numeri

della ripresa

INTERVISTE

Alessandra Schiavon

Sabrina Tonti

Chiara Ferraris

Danilo Campolo

BOUTIQUE E

RIPARTENZA

COLLEZIONI

NOVITÀ

ULTIME NEWS


Distribuito da Les Bas srl - Tel. 0143 323231 - antonio.fasciolo@lesbas.com


focus

di Mariacristina Righi

I numeri della

RIPRESA

Il secondo flagship italiano La Rinascente

in via del Tritone a Roma.

Gli osservatori sui

consumi di Sita Rierca

e Sistema Moda

Italia analizzano

i comportamenti

d'acquisto dei

consumatori nel primo

mese di shopping per

la stagione in corso

dopo il lockdown, ma

offrono anche una

visione generale sui

primi mesi del 2020

Continua l'indagine di Sita Ricerca Fashion

& emergenza sanitaria con i dati del mese

di giugno, a tutti gli effetti il primo mese

di shopping per la stagione in corso dopo il

lockdown.

"Il mercato fashion (abbigliamento, intimo,

accessori, calzature) in Italia, causa l’emergenza

sanitaria da Covid-19 e il conseguente lockdown,

ha bruciato ancora circa 1 miliardo di euro a

maggio 2020 portando a 4 miliardi la perdita

complessiva del comparto da gennaio -

commentano Alessandra Mengoli e Paolo Zani di

Sita Ricerca che si occupano dell'osservatorio - La

riapertura dei negozi dal 18 maggio ha portato

un rallentamento del trend negativo (- 43%)

rispetto ai mesi precedenti ma è ancora timido

il comportamento dei consumatori nel visitare i

negozi, seppur meglio del previsto".

Ecco quindi i numeri del Fashion Consumer

Panel, l’osservatorio mensile di Sita Ricerca, il,

tracking che monitora da 30 anni i consumi di

abbigliamento, intimo, accessori e calzature in

Italia.

"L'e-comerce continua a crescere anche a maggio

senza più intoppi, confermandosi così come il

primo canale di vendita e mettendo a punto

complessivamente tra gennaio e maggio una

crescita del 35% a valore - spiegano i ricercatori

4


- La performance positiva delle vendite online a

maggio è trasversale ai target e ai segmenti

merceologici, con una maggiore enfasi nel

bambino rispetto all’adulto e nell’intimo e calze

rispetto all’abbigliamento esterno. Le vendite di

beachwear a maggio sono ripartite online ma non

ancora nel canale fisico, in attesa della possibilità di

raggiungere le spiagge".

A poco più di un mese dalla riapertura, l’indice

Fashion Sentiment di Sita Ricerca arretra

leggermente ma si assesta ben al di sopra del

valore di aprile, sempre secondo l’osservatorio

Fashion & emergenza sanitaria del 26 giugno.

"L’incertezza sull’applicazione delle misure a

sostegno dell’economia raffredda un po' gli

entusiasmi ma cresce comunque l’ottimismo circa

il superamento della crisi sanitaria personale

- continuano i due ricercatori - Dopo la riapertura

del 18 maggio il 61% dei consumatori si è recato in

negozio e l’80% di questi ha effettuato acquisti:

un tasso di conversione altissimo quindi, al punto

tale che si potrebbe tranquillamente affermare

che chi entra in negozio compra ed è quasi

sparita la visita per curiosità. Il 51% dei consumatori

dichiara che nei prossimi mesi spenderà come o

più dell’anno scorso e solo il 6% che rimanderà gli

acquisti (la metà rispetto al mese scorso). Già nelle

indagini delle settimane scorse era emersa un po'

di diffidenza verso i centri commerciali: in effetti

in questo giro di indagine assistiamo a un ritorno

in primo piano del negozio in città, in particolare

della classica boutique, più sicura dal punto di vista

della gestione del traffico e dei sistemi di sicurezza.

Un fattore che potrebbe rilanciare ulteriormente

il mercato nei prossimi mesi è il posticipo

degli eventi sociali tipici della primavera come

matrimoni, cerimonie religiose, feste di laurea. Il

46% dei consumatori ha dichiarato che nei prossimi

mesi parteciperà a eventi come quelli citati e di

questi il 72% ha dichiarato che effettuerà acquisti

spendendo in media 300 euro e acquistando

soprattutto abiti e calzature".

Sistema Moda Italia, grazie al supporto del Centro

Studi di Confindustria Moda, ha elaborato una

nota aggiornata sull’andamento dei consumi di

tessile e abbigliamento in Italia che riguarda i primi

mesi dell'anno, oltre a un adeguamento dei dati

sull’utilizzo della cassa integrazione da parte delle

aziende del settore.

“I dati che emergono dagli studi odierni

evidenziano due principali fattori - dichiara Marino

Vago, presidente SMI – Il primo che dalla riapertura

gli imprenditori stanno creando tutte le condizioni

possibili per tenere saldi i mercati ed evadere gli

ordini, al fine di mantenere in vita la filiera in tutte

le sue parti. Il secondo fattore è la messa in chiaro

che le richieste d’aiuto da parte delle imprese al

governo stanno trovando un’amara conferma nei

numeri, che destano grande preoccupazione per

la tenuta del tessuto industriale italiano, fatto per la

maggior parte da piccole e medie imprese”.

I dati rilevati ed elaborati da Sita Ricerca per

conto di SMI, relativamente ai consumi di tessile e

abbigliamento in Italia evidenziano, per il bimestre

marzo-aprile 2020 una flessione del 69,3%, mentre

i primi quattro mesi del 2020 cedono il 33,7%

a valore. La situazione non è molto differente

per quanto riguarda il volume: la variazione

raggiunge un calo del 61,6% nel marzo-aprile,

mentre sui quattro mesi il calo è del 31,3%.

Questi pesanti cali riguardano in egual misura i

prodotti uomo e donna. A evitare il blocco totale

dei consumi ha contribuito solo l’e-commerce,

risultato in controtendenza (una crescita di oltre il

10%) e con la quota di e-shopper raddoppiata nei

mesi di marzo-aprile.

Nel periodo gennaio-maggio 2020, sulla base dei

dati diffusi dall'Osservatorio Statistico dell'INPS,

le ore complessivamente autorizzate (CIGO, CIGS

e deroga) per l’industria tessile-moda risultano

pari a 64.741.278. In controtendenza nel mese

di maggio le ore autorizzare totali sono state

14.044.144. Risulta quindi una decisa contrazione

del 70,1% rispetto al mese di aprile (47.024.611),

quando le ore autorizzate erano triplicate rispetto

alle ore richieste per tutto il 2019 (15.176.449).

L’aumento consistente riguarda principalmente

la cassa integrazione ordinaria, che passa da

9.474.391 ore nell’anno 2019 a 62.037.313 per il

solo periodo gennaio-maggio 2020. Come già

riscontrato nel mese di aprile, calano invece le ore

di cassa integrazione straordinaria e aumentano,

ma in modo meno considerevole, quelle in deroga.

Scomponendo il dato per settore nel solo mese di

maggio, si rileva che l'industria del tessile copre

il maggior numero di ore rispetto all'industria

dell’abbigliamento. L’incidenza di ore autorizzate

per il tessile corrisponde al 50,1% del totale

tessile-moda, mentre quella dell’abbigliamento

corrisponde al 49,9%. Le autorizzazioni nel mese

di maggio interessano in misura prevalente (65,1%

del totale tessile-moda) la manodopera operaia.

In particolare, il 34,2% delle ore sono state

autorizzate per gli operai del tessile e il 30,8% per

gli operai dell’abbigliamento. Per quanto riguarda

le ore autorizzate per gli impiegati il 15,9% riguarda

il settore tessile e il restante 19,1% l’abbigliamento.

5


strategie per ripartire

Simone Pérelè.

Secondo Alessandra

Schiavon, responsabile

vendite di Simone Pérèle

Italia, il primo mese dopo la

ripresa è stato abbastanza

positivo: "La maggior parte dei

clienti, contattati direttamente

o tramite la nostra rete

vendita, si dice piuttosto

soddisfatta, considerando che

le regole da seguire per evitare

assembramenti in negozi che

sono normalmente di metrature

limitate avrebbero potuto far

desistere le consumatrici".

Le presenze in negozio sono in

generale confortanti, quindi,

anche se fatica un po’ a decollare

la vendita delle collezioni mare.

Tuttavia, secondo Alessandra

Schiavon, la decisione di

posticipare i saldi di un mese

aiuterà certamente anche questa

merceologia. "Da parte nostra

abbiamo cercato di supportare

i clienti prima di tutto dal

punto di vista finanziario -

spiega - spostando in maniera

automatica le scadenze di

pagamento dei mesi di lockdown.

Con i negozi chiusi e incassi

zero, ci è sembrata la misura più

urgente. Oltre a ciò, abbiamo

spostato in avanti le consegne

della collezione autunno/inverno,

per dare più tempo ai clienti di

smaltire quella estiva. Come

ultimo, presenteremo delle

offerte particolari per sostenere

ALESSANDRA

SCHIAVON

LUCI E OMBRE

NELLA RIPRESA

i clienti anche nel momento dei

saldi".

Attualmente, la maggior

preoccupazione dei clienti di

Simone Pérèle Italia è quella di

riuscire a far fronte agli impegni

finanziari: "Fortunatamente i

clienti hanno confermato per la

quasi totalità gli ordini invernali,

ne stiamo anche acquisendo

alcuni che non erano ancora

stati effettuati al momento della

chiusura: siamo soddisfatti

dell’attenzione che i clienti

riservano ai nostri marchi".

Infine, e per quanto riguarda

eventuali distinzioni legate alla

posizione geografica dei clienti,

Schiavon afferma: "Sono ancora

un po’ in sofferenza le aree

particolarmente legate al turismo,

visto che ancora non c’è stata una

ripresa vera e propria da questo

punto di vista, e quelle dove il

virus ha colpito maggiormente.

Anche qui però, confidiamo che

a breve si riprenda un buon ritmo

di vendita".

Simone Pérèle Italia

aschiavon@simone-perele.it

www.simone-perele.com

6


LISANZA Spa - tel. +39 0331977221 - info1@lisanza.it - www.lisanza.it


strategie per ripartire

Pepita,

collezione

autunnoinverno

2020/21.

SABRINA TONTI

Per Sabrina Tonti, titolare e

direttrice creativa del brand

Pepita, la ripartenza è stata

meno catastrofica di quanto si

temesse. "Abbiamo consegnato

ai negozi sia il beachwear sia la

lingerie e come primo feedback

i clienti finali stanno rivalutando

i nostri negozi, dando loro il

reale valore anche in termini di

valorizzazione del territorio. Io

credo che sull'importanza del

rapporto umano si sono riaperti

nuovi scenari", afferma.

La sua azienda ha cercato di

venire incontro alle richieste dei

negozianti in difficoltà:

"Senza andare nello specifico,

credo che tutte le aziende,

compresi noi, abbiano fatto il

possibile per aiutare i negozi

ad affrontare la riapertura con

agevolazione nei pagamenti".

Secondo Sabrina Tonti, dopo

il periodo di blocco delle

produzioni ci sarà un diverso

calendario delle collezioni:

"Noi affronteremo la campagna

vendita a partire da fine luglio

AL PASSO

CON I TEMPI

avvalendoci di strumenti frutto

delle nuove tecnologie", mentre

per quanto riguarda i probabili

scenari futuri, Tonti commenta:

"Il miglior scenario è che il

consumatore trovi solo nei nostri

negozi un assortimento di qualità.

Il peggior scenario è che le

aziende e i negozi, pressati dalla

congiuntura economica negativa,

si vedano costretti a chiudere

le proprie attività. Come tutti

sanno a me la vita del negozio e

la vicinanza al consumatore finale

piace da morire e visto che in

questo momento trascorro tutti i

fine settimana da Pepita a Forte

dei Marmi posso veramente dire

che la sfida è molto ambiziosa ma

vale davvero la pena di essere

vissuta".

I clienti hanno voglia di essere

al centro dell’attenzione, hanno

bisogno di un’accoglienza

speciale e il negozio deve essere

una shopping esperienze:

"Vengono da te per il prodotto

e per quello che gli fai

sperimentare. Io, conoscendo

tanti dei nostri clienti/negozi,

sono convinta che ci sarà un

rivalutazione del loro operato.

Il lockdown ci ha anche fatto

capire che dobbiamo stare ai

tempi, la vita del negozio con i

social è anche oltre la vita del

negozio fisico. È lì LA sfida".

GRUPPO INTIMO ITALIANO

tel. +39 0573 532131

info@gruppointimoitaliano.com

www.gruppointimoitaliano.com

8


ICONIC PAJAMAS COLLECTION

PEPITASTYLE.COM

Follow us


strategie per ripartire

CHIARA FERRARIS

NUOVE OPPORTUNITÀ

di presentare le collezioni:

"Varierà per dar maggior

spazio al digitale, evitando così

assembramenti".

In merito ai possibili scenari

futuri, ipotizza dei cambiamenti

importanti già a partire

dall'inverno: "Purtroppo questa

crisi non finirà con il 2020 ma

perdurerà anche per tutto il 2021.

Quindi probabilmente chi era già

in difficoltà prima della crisi dovrà

fare delle scelte drastiche. Come

in ogni crisi ci sono opportunità

da cogliere, basta saperle

individuare".

In casa Pierre Mantoux la

ripresa sta andando meglio

del previsto, come ci racconta

Chiara Ferraris, direttore

commerciale del brand italiano

di calze e abbigliamento. "I

negozianti, come sempre, non

si perdono d'animo e affrontano

le difficoltà con grande spirito

positivo - spiega - Cerchiamo

di essere presenti risolvendo le

problematiche che i nostri clienti

affrontano".

In seguito al lockdown Pierre

Mantoux non ha sottoscritto

degli accordi specifici con i

propri clienti: "Non pensiamo

che svalorizzando il prodotto,

concedendo sconti, si possa

risolvere la situazione", afferma.

Secondo Chiara Ferraris questo

lungo periodo di blocco della

produzione e della distribuzione

inciderà sicuramente sul modo

Pierre Mantoux

Pierre Mantoux

tel. +39 0227207577

pierremantoux@pierremantoux.

com

www.pierremantoux.com

10


pierremantoux.com - ph. +39 0227207577 - mail: pierremantoux@pierremantoux.com - follow us on


strategie per ripartire

DANILO

CAMPOLO

LA FIDUCIA

DEI CLIENTI È

TUTTO

Danilo Campolo, giovane

agente per il Piemonte,

la Liguria e la Val d’Aosta

di brand come Alviero Martini 1ª

Classe Beachwear, Dsquared2

intimo e mare, Zegna, Le Foglie,

le ciabattine A-mare e gli abiti

in viscosa di Annamaria, si

dice sorpreso in positivo per

l’andamento della ripresa:

“Pensavo molto peggio. Ho

riscontrato positività e ottimismo

da parte della maggior parte

dei clienti. In generale c’è tanta

voglia di fare e di andare avanti”.

Molti dei suoi clienti hanno

fatto l’impossibile per essere

presenti e per vendere già

durante il lockdown: “Dirette

Instagram, sfilate in casa, video

su Tik Tok, promozioni, ecc. C’è

chi non ha sprecato il tempo. Il

successo dipende in gran parte

dell’impegno dei negozianti nel

fare le cose e, in generale, non

sta lavorando bene chi è restio

a usare i social e internet, che in

questo momento, a mio parere,

stanno facendo la differenza”.

Secondo Campolo, sono stati

i piccoli centri a beneficiare di

più dell’attuale situazione: “I

negozi a Torino soffrono tanto,

mentre quelli nei paesi a 40-

60 km stanno avendo un buon

riscontro. Forse perché molta

gente che lavorava in città ora è

in smart working e ha più tempo

per visitare le realtà commerciali

della loro zona”.

Le collezioni p-e 2020 sono

stata consegnate al 90%, solo

pochi clienti hanno disdetto:

“Ho interpellato azienda per

azienda e abbiamo raggiunto

sempre un accordo, anche

rapportato all’importanza

dell’ordine, con sconti oppure

con pagamenti o condizioni di

reso agevolati. Per l’Autunnoinverno

non ho avuto disdette.

Qualcuno preso dal panico l’ha

chiesto, ma li ho fatti ragionare:

aspettiamo l’autunno per vedere

come vanno le cose. Accettano

sempre i miei consigli perché si

fidano di me!”.

Attualmente, la campagna

vendita è in ritardo di un

mese circa, in particolare le

griffe, mentre altre aziende

consegneranno il campionario

a settembre. Purtroppo

altre aziende ancora non

presenteranno le collezioni

estive ma riproporranno quelle

dell’anno scorso.

“Poi sarà una corsa contro il

tempo, anche se mi sono portato

avanti fissando gli appuntamenti

da fine luglio a metà agosto”.

Sul futuro, ipotizza: “I clienti

andranno molto molto cauti, e ci

sta. Molte aziende si dovranno

struttura per avere delle merce a

disposizione sul pronto. Un’idea

sarebbe quella di fare tante

mini collezioni ogni tre mesi,

così i clienti possono acquistare

quantità più piccole e avere delle

novità più spesso. Penso anche

che i negozi che hanno iniziato a

vendere sui social e a domicilio

continueranno a farlo perché

si sono trovati bene. Sarà tutto

nuovo e ci dovremmo adattare,

ma soprattutto dobbiamo

collaborare, se la volontà di una

delle parti manca crolla tutto. È

come un dopo guerra, con tutto

da ricominciare, ma penso che

tutto cambierà in meglio e non in

peggio”.

Danilo Campolo

tel. +39 3896893649

danilo.campolo@gmail.com

Instagram: Danilo Campolo

Alviero Martini

1ª Classe

Beachwear

12


SS 2021 COLLECTIONS PREVIEW


strategie per ripartire

LA FORZA DI

RICOMINCIARE

Continuano le nostre interviste post lockdown ai punti vendita

lungo tutta la penisola per raccogliere opinioni, testimonianze

e iniziative durante questo periodo di ripartenze.

Ecco qualche pillola di quello che ci hanno raccontato

La nostra clientela è stata fidelizzata in

quasi quarant'anni di attività, durante i quali

abbiamo sempre cercato di essere al passo

con i tempi, facendo una costante ricerca di

prodotti di qualità, dove qualità non deve

significare solo prezzo alto: la professionalità

di Marzia Cestari sta pagando anche in

tempi difficili

MAURIZIO CAVALLOTTO, TITOLARE

ASSIEME A MARZIA CESTARI DELLA

BOUTIQUE UNO E UNA DI TORINO

Al momento si vendono

bene i costumi da bagno

e gli abitini freschi, ideali

per la stagione estiva. Per

agevolare la ripartenza,

qualche azienda partner,

soprattutto estera, ha

consentito di congelare gli

ordini, anche se l’80% delle

consegne era avvenuto già

a fine febbraio, ma nessuna

ci ha proposto degli sconti.

GIOVANNA VENTURA,

TITOLARE DELLA

BOUTIQUE SEGRETI

CONCEPT DI NAPOLI

14


Abbiamo allestito unicamente

un piccolo corner, ben definito,

dedicato ai capi di stagioni

precedenti su cui applichiamo

uno sconto particolare. Per il

resto, tutto va assolutamente

preservato, sia nel suo valore

intrinseco, perché ciò che noi

vendiamo rappresenta il lusso,

sia nel rispetto del lavoro

di grande professionalità e

artigianalità che sta dietro

alla produzione di ogni capo.

Riteniamo corretto che i saldi

inizino ad agosto.

ARIANNA E MONICA

BIONDANI, TITOLARI

DELLA BOUTIQUE

ARIANNA BOUTIQUE DI

VERONA

La clientela locale vive per

l'87% di turismo. Pertanto

dalla ripresa stiamo

registrando un calo tra il

70 e il 90%. Considerato

che le previsioni per

un ritorno al turismo

internazionale pre

Covid-19 sono almeno di

un paio di anni, abbiamo

deciso di trasferirci in

una zona più popolata di

residenti e accessibile al

traffico anche dai comuni

limitrofi, abbattendo di

molto i costi.

MICHELE E ANGELA

PETRONE, TITOLARI

DELLA BOUTIQUE

LINA PACE DI

SORRENTO (NA)

Le aziende fornitrici ci hanno aiutato con una

scontistica minima e dilazione di pagamento,

ma non è da escludere che si debba ancora

chiedere a fine stagione un aiuto in più, in

quanto è assolutamente impensabile poter

recuperare le perdite dei due mesi e mezzo di

chiusura.

ELENA RAVIOLA, TITOLARE DELLA

BOUTIQUE MARCHISIO INTIMO DI

TORINO

Le interviste complete su

www.intimopiumare.com

15


MARYAN MEHLHORN

LAVISH

MODE

16


Know-how

sartoriale,

materiali

di pregio e

lavorazioni

couture danno

vita a un

beachwear di

lusso, destinato

a durare nel

tempo.

Mare 2021

Maxi print floreale

dall’allure rétro per il

triangolino della serie

Liaison, impreziosito

con un dettaglio di

passamaneria dai

bagliori metallici.

Nella pagina a fianco.

Motivo floreale per

l’abitino a balze della

serie Mimosa.


MARYAN MEHLHORN

Country-look per il bikini

della serie Mimosa, con

sofisticati drappeggi e

fibbia decorativa sullo

slip. Nella pagina a

fianco. Gioco di stringhe

per l’intero della serie

Opulence, con un originale

print floreale ispirato alle

tappezzerie rinascimentali.

18


MARYAN MEHLHORN

20


Il bikini della serie Porcelain,

composto da reggiseno

a fascia e slip alto con

drappeggi e fibbia dorata,

sceglie un print bicolore

ispirato all’antica porcellana

cinese. Nella pagina a

fianco. Linee architettoniche

e tessuto con effetto

satinato per il bikini

della serie Nuda & Pura,

composto da reggiseno con

coppe a vela e culotte.

MARYAN BEACHWEAR GROUP GMBH - Murg (Germany) - tel. +49(0)7763/9201-0 - info@maryanbeachwear.de - www.maryanbeachwear.de

ITALY: Enzo Tatti - Gorla Maggiore (VA) - tel. +39 0331 611684 - e.tatti@maryanbeachwear.com


AUBADE

Beachwear

á la plage

La natura, i paesaggi marini e i profumi

dell’estate ispirano una collezione

fresca, sofisticata e sensuale. PE 2021

22


TRIANGOLO IMBOTTITO

DELLA SERIE PARFUMS

D’ETÉ, CARATTERIZZATA

DA UNA STAMPA

FLOREALE E

IMPREZIOSITA DA

ANELLI TONO SU TONO.

NELL’ALTRA PAGINA.

DELLA SERIE LA BAIE DES

VAGUES, BIKINI TINTA

UNITA CON PROFILI A

CONTRASTO E BOTTONI

DECORATIVI, COMPOSTO

DA REGGISENO A

TRIANGOLO CON

IMBOTTITURA

REMOVIBILI E BOXER.

23


AUBADE

STAMPA ANIMALIER,

CINTURA REMOVIBILE

E PROFILI IN TINTA

UNITA PER LA

TUNICA CORTA

DELLA SERIE ENTRE

DUNES ET VAGUES .

NELL’ALTRA PAGINA.

DELLA SERIE PEAU

SAUVAGE, STAMPA

MACULATA PER LA

FASCIA IMBOTTITA

CON SPALLINE

E GIROCOLLO

REMOVIBILI E LO SLIP

DI LACCETTI DOUBLE

FACE.

24


25

AUBADE PARIS - TEL. +33 1 70992000 - FTHOREL@AUBADEPRO.COM - WWW.AUBADE.COM


MICHOU ST. TROPEZ

KAFTANO CORTO

CON MIX DI RICAMI E

IPERFEMMINILI VOLANT.

NELL’ALTRA PAGINA.

MANICHE A CAMPANA

PER L’ABITO CORTO A

BALZE REALIZZATO IN

PIZZO E IMPREZIOSITO

DA UN COLORATO

RICAMO.

26


Gipsy chic

Fuori acqua dalla

vocazione esternabile

scelgono vibrazioni

boho per vestire

una femminilità

lussureggiante e

ricercata. PE 2020

27


MICHOU ST. TROPEZ

CROMIE SPEZIATE PER

L’ABITO CORTO E IL LONG

DRESS STAMPATI CON

UN MICROMOTIVO DI

ISPIRAZIONE ORIENTALE.

NELL’ALTRA PAGINA.

CROP TOP A FASCIA

CON MAXI VOLANT E

UN SONTUOSO RICAMO

E GONNA LUNGA

COORDINATA.

28


29

Michou St. Tropez - Bologna - tel. +39 335335366 - info@michoustropez.com - www.michoustropez.com


PRF

Performance,

relax e

fashion sono

i tre concetti

chiave che

racchiudono

l’essenza

del brand

maschile

di CSP

International.

Primaveraestate

2020

30


DALL’ALTO. BOXER

MARE CON STAMPA

TROPICAL E

GIACCA A VENTO IN

TESSUTO TECNICO

CON FODERA A

CONTRASTO. GIACCA

CON MICROMOTIVI

DI ISPIRAZIONE

ORIENTALE E

FODERA IN TINTA

UNITA A CONTRASTO,

SLIP MARE IN TINTA

UNITA.

NELLA PAGINA

ACCANTO. PALETTE

VITAMINICA E UNA

SUGGESTIVA STAMPA,

MIX DI PALME E

GEOMETRIE, PER IL

BOMBER IN NYLON E

IL BOXER MARE

free style

31


PRF

BOXER MARE

CON UNA

COLORATISSIMA

STAMPA DI

FOGLIE E PALME.

32


CSP INTERNATIONAL FASHION GROUP SPA - tel. +39 035319333 - info@perofil.it - www.perofil.it

SOPRA. GIACCA IN

TESSUTO TECNICO

E SLIP MARE,

ENTRAMBI IN TINTA

UNITA CON DETTAGLI

A CONTRASTO.

SOTTO. BOXER MARE

CON UN’ORIGINALE

STAMPA DI

FENICOTTERI

MULTICOLOR.

33


notizie

1. CLARA AESTAS

IN PARTNERSHIP CON MR&MRS ITALY

Il brand di beachwear di lusso CLARA AESTAS e Mr&Mrs

Italy, che ha fatto dello stile Army Urban Chic il suo punto di

forza, hanno annunciato l’inizio di una collaborazione nata

dalla condivisione di valori come l’attenzione al dettaglio, alla

qualità dei materiali e, soprattutto,l’amore per il made in Italy.

La partnership fra i due giovani brand si traduce in una capsule

di costumi interi tinta unita, contraddistinti dallo stile minimale e

dalle linee pulite esaltate dal ricamo in pregiato pizzo macramé.

I capi arrivano in una pochette dorata con il logo di Mr&Mrs Italy

nel suo iconico verde army, realizzato nel prezioso macramé di

Clara Aestas: perfetta da portare anche in spiaggia.

Clara Aestas/ Mr&Mrs Italy - www.claraestas.com - www.mmi.it

1

2

2. IKA PARIS x MAT.b

KIMONO D'AUTORE

Dall'incontro tra l'artista Mathilde Brunet, alias

Mat.b, nota per le sue creazioni figurative e naïf, e

Lola Pacchioni, fondatrice del brand di kimono IKA

PARIS, nasce una capsule di kimono molto speciale.

Si chiama Les Naiades ed è composta da due kimono

in seta, caratterizzati da un'originale stampa di

donne che oziano su uno sfondo ispirato ai giardini

marocchini e all'universo di Mat.b, con piccoli tucani

nascosti fra fasce di colori caldi e molto chic.

Ika Paris - hello@ikaparis.com

www.ikaparis.com

3. THE FRENCH KISS

SOFT TOUCH ALLA FRANCESE

La stilista parigina Agathe, fondatrice e

direttrice creativa di THE FRENCH KISS, firma

una collezione di intimo, lingerie e homewear

per uomo e donna, essenziale e di qualità.

Ogni capo è disegnato, realizzato e stampato

a mano nell'atelier del brand a Parigi, con

l'impiego di tutto il know how proprio del

migliore intimo francese. L'intera collezione è

realizzata con fibre organiche come cotone,

lino, Modal e bambù: tutti i tessuti sono infatti

certificati Oeko-Tex, ipoallergenici, eco-friendly

e morbidissimi.

The French Kiss - tel. +336 45 25 27 18

agathe@thefrenchkiss.fr - www.thefrenchkiss.fr

3

34


SWIMWEAR UP TO A K CUP

FREYASWIMWEAR.COM

PICIEMME SRL

Agente Generale in Italia - Tel: 0039 0573705254

Showroom Wacoal – Officina 14 – Via Tortona 14 Milano


notizie

1

1. MISS ROSY

SBARCA IN ITALIA CON ISM

In seguito a una trattativa rallentata dalla situazione Covid,

un nuovo brand si aggiunge al portfolio di Italian Sales

Management (ISM), noto per la distribuzione in Italia di

brand come Harmony Homewear, Kris Line, Parfait e Mora

Mora. Si tratta del marchio greco MISS ROSY, che con le

sue collezioni di corsetteria e lingerie dall’ottimo rapporto

qualità/prezzo, si inserisce in una fascia media di mercato.

I capi, basici e stagionali, impiegano materiali italiani, francesi

e spagnoli di qualità, certificati Oeko-Tex Standard100. Il

brand sarà proposto solo in alcune regioni italiane con una

rete vendita dedicata, per poi espandersi gradualmente fino

alla copertura totale del territorio nazionale.

ISM srl - marcello@italiansalesmanagement.com

www.italiansalesmanagement.com

2

2. AUBADE

RINNOVA LA LINEA UOMO

Per la stagione p-e 2021, l’intimo maschile di AUBADE presenta

una filosofia nuova, una gamma più estesa, una confezione

sostenibile e una collaborazione eccezionale. Il tatuaggio è

il fil rouge della collezione, con volute d’inchiostro e disegni

figurativi o naif affidati allo studio Sang Bleu di Zurigo, punto di

riferimento assoluto nel mondo del tatuaggio. Si rinnova anche

il packaging, ora più eco-responsabile e minimalista.

Infine, e per la prima volta nella sua storia, Aubade ha

collaborato con un personaggio di spicco per la propria linea

maschile. Si tratta del modello Baptiste Giabiconi, direttore

artistico e testimonial di una capsule collection che incarna alla

perfezione lo spirito e lo stile dell'uomo Aubade.

Aubade Paris - tel. +33 1 70992000 - fthorel@aubadepro.com

www.aubade.com

3. MAGLIFICIO RIPA

ELISABETTA BIANCO A CAPO

DELL’UFFICIO STILE

Elisabetta Bianco, ventisei anni, è la nuova responsabile

dell’ufficio stile e R&D del MAGLIFICIO RIPA. Si fa

avanti così nell'azienda di famiglia la terza generazione,

apportando nuova linfa grazie agli anni di esperienza, alla

creatività e a una formazione specifica. Elisabetta Bianco ha

conseguito infatti la laurea in Fashion Design al Politecnico

di Milano, seguita da un master in "Fashion Tech: From

active to interactive fashion, sportswear and lifestyle

design". Successivamente, ha lavorato nella ricerca tessile

presso Gucci, in Decathlon e nell’ufficio stile Missoni come

knitwear designer.

Maglificio Ripa -tel. +39 0373980090

www.maglificioripa.it

3

36


37


38


AGENTE GENERALE ITALIA

Tinki Srl - tel. 051 833954

info@tinki.it – www.tinki.it

39


cotonella.com - NUMERO VERDE 800 83 60 73

More magazines by this user
Similar magazines