La Freccia Agosto 2020

online.magazines

EDITORIALE

PRENDO IL TRENO

© Clara Neri

«

Meriggiare pallido e assorto/presso un rovente

muro d’orto». Riecheggia, nella mia testa,

questo noto incipit montaliano e mi evoca

remoti pomeriggi agostani. «Andando nel sole che abbaglia»,

continuano quei versi, guardiamo verso un futuro

che è, di sua natura, come la vita, pieno di incognite: rischi

e opportunità. Per dirla con Montale, un «seguitare una

muraglia/che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia».

Nel giro di pochi mesi la vita di tutti noi ha dovuto fare i

conti con quei cocci aguzzi diventati, da metaforici dissuasori

di fughe esistenziali, un monito per sottrarci da altri

concreti pericoli. Il timore del contagio da Covid-19 non

deve ancora abbandonarci, per l’unico motivo che abbassare

la guardia ora potrebbe farci ripiombare in un’emergenza

che ci auguriamo tutti resti soltanto un doloroso,

quanto indimenticabile, ricordo. Come abbiamo detto

a luglio, FS Italiane la guardia non l’ha mai abbassata e

non lo farà certo ora, anzi. Restano le raccomandazioni,

l’attenzione estrema alle norme di profilassi. Abbiamo addirittura

iniziato a produrre in un nostro stabilimento di Bologna

mascherine protettive, il cui corretto uso è ancora

essenziale per tutelare noi stessi e gli altri. Ma dobbiamo

ripartire, muovere l’economia del Paese e le nostre passioni,

dare sfogo alla vitalità repressa nei mesi del lock-

2

More magazines by this user
Similar magazines