ondaverde-30

online.magazines

COVID-19

Mobilità urbana

LA DIMINUZIONE DEL TRAFFICO NEL MONDO SECONDO IL TOMTOM TRAFFIC INDEX

Rispettate in tutti i Paesi

le limitazioni anti-Covid-19

di Paolo Benevolo

Le città di tutto il mondo,

senza alcuna eccezione,

hanno assistito nei mesi

di marzo e aprile a una

consistente riduzione dei

volumi di traffico, in alcuni

casi anche fino all’85%, come

conseguenza delle limitazioni

imposte alle attività

commerciali e alla mobilità al

fine di contenere la pandemia

da Covid-19. Un dato di fatto

che dimostra la volontà delle

persone di rispettare lo stato

di emergenza e di rinunciare

a molti spostamenti ritenuti

non necessari, lasciando

spazio solo a quelli essenziali,

per l’approvvigionamento di

beni alimentari e farmaci o

per rifornire gli scaffali dei

supermercati e trasportare i

lavoratori indispensabili in

aziende strategiche e ospedali.

Una documentazione

oggettiva degli spostamenti

effettuati in ambito

urbano durante la fase di

Grazie al tracciamento degli spostamenti

tramite connessione ai sistemi satellitari

ricostruite le mappe della mobilità urbana

prima e durante il lockdown anti-Covid-19.

lockdown che nel pieno

della crisi pandemica ha

interessato, seppure con

differenze di tempi e di

modalità applicative, tutti

le principali città del mondo

è stata fornita dal TomTom

Traffic Index, lo strumento

messo a disposizione dal

noto produttore olandese

di navigatori satellitari per

misurare in tempo reale

i livelli della congestione

stradale.

Più in particolare, la raccolta

delle tracce GPS collegate ai

dispositivi satellitari TomTom

ha reso possibile tracciare

vere e proprie mappe dei

flussi urbani di traffico,

mettendo a confronto i dati

giornalieri rilevati nelle 24 ore

del giorno venerdì 24 gennaio

(scelto come riferimento

in quanto precedente alle

limitazioni anti-Covid-19,

ma abbastanza vicino alla

successiva fase di lockdown)

con quelli del giorno venerdì

6 aprile, quando quasi tutte

le città del mondo avevano

adottato misure di limitazione

anti-Covid-19.

UNA FOTOGRAFIA

DELLA MOBILITÀ

Le mappe così elaborate

dal TomTom Traffic Index,

in cui i soli dati sottostanti

che compaiono sono i corpi

idrici, mostrano in modo

impressionante la riduzione

dei flussi di traffico che si

è verificata a seguito del

lockdown.

Una diminuzione del traffico

che in città italiane come

Roma e Milano si stima abbia

comportato in media circa

l’85% di spostamenti in meno

rispetto alle condizioni pre-

Covid-19.

Anche negli Stati Uniti,

dove l’effetto della crisi

pandemica si è manifestato

più tardi rispetto al

continente europeo e la

reazione dei singoli Stati ha

evidenziato forti differenze,

è possibile osservare un

impatto significativo sui

livelli di traffico nelle

strade urbane: nella città di

Los Angeles, ad esempio,

il traffico ha subìto una

riduzione del 67% circa,

mentre a San Francisco

il dato stimato si attesta

intorno al 75%.

luglio-agosto 2020 3

More magazines by this user
Similar magazines