Giornale dei Navigli n. 44 - 11 dicembre 2020

digitalGiDiEnne

Giornale dei Navigli n. 44 - 11 dicembre 2020

Anno 8 •numero 40 • 11 Dicembre 2020

gior naledeinavigli.it

Centro Veicoli

Commerciali e Industriali

Mercedes-Benz e Fuso

merbag.it

Le nostre sedi e i nostri orari

FARMACIA COMUNALE 1

Via Caboto 3 02.45100179

SEMPRE APERTA 365G/24H

FARMACIA COMUNALE 3

Via Cavour 94 02.4470724

LUN-VEN 8,30-12,30 15,30-19,30

SAB 8,30-12,30

FARMACIA COMUNALE 2

Via Curiel 2/H 02.4582945

LUN-VEN 8,30-12,30 15,30-19,30

FARMACIA COMUNALE 4

Via Magellano 5 02.4405148

LUN-VEN 8,30-12,30 15,30-19,30

v


2

Venerdì 11 Dicembre 2020

I NOSTRI DISPENSER

PUOI TROVARE LA TUA INFORMAZIONE SETTIMANALE A:

ASSAGO

SALUMERIA MASCHERPA

Via Duccio di Boninsegna, 11

EDICOLA

Via Matteotti

BAR CAPRICCIO

Via Matteotti, 10/A

BAR TABACCHI GERANIO

Via Duccio di Boninsegna, 11

TRATTORIA BAR F2

Via Roma, 22

BAR JOLLY

Via Roma, 29

PANIFICIO NITA

Via Roma, 17

BAR TABACCHI STORY

Via Roma, 7

KISS BAR

Via Roma, 2

BAR TRATTORIA ANNA E GIULIO

Via dei Caduti, 8

D&D PAN CAFFÈ

Via Matteotti, 10

FARMACIA SANT’AGOSTINO

Via Roma, 2

FONDAZ. PONTIROLO ONLUS

Via A. Volta, 4

BUCCINASCO

IMMOBILIARE ROSSIN

Via Vittorio Emanuele,1

CARTOLERIA MERCERIA IL BOZZOLO

P.zza Cav. di V. Veneto, 8

LA GRIGLIA SUL FUOCO

Via Lomellina, 26

CASA IDEALE

Via Emilia, 5/B

MC2 SPORTWAY

Via Aldo Moro, 1

EDICOLA LA CHIESETTA

Via Emilia, 2

EDICOLA RECCHIMUZZI

Via Romagna, 1

FARMACIA EMILIA

Via Romagna, 1

EDICOLA MILANO PIÙ

Via Aldo Moro

FARMACIA COMUNALE

Via Marzabotto, 1

BAR SODA

Via degli Alpini, 46/48

BAR SMILE

Via Vittorio Emanuele, 3

EDICOLA ROMANO BANCO

Via Vittorio Emanuele

CENTRO CIVICO ANZIANI

Via Marzabotto, 3

GYM & FUN

Via Indipendenza, 3

RISTORANTE ANSELMO’S

Via Indipendenza, 3

PANIFICIO BEDON

Via Palermo, 9

PANIFICIO BEDON

Via Emilia, 1

LA FABBRICA DEI SAPORI

Viale Lombardia, 31

PIZZERIA SAN TOMMASO

Via dei Mille, 20

FARMACIA DOTT. CARNELLI

Via Lomellina, 5

CARREFOUR EXPRESS

Via Romagna, 1

FARMACIA S. ADELE

Via Carlo Porta, 4

PORTINERIA

Villaggio Rovido

NATURALIA

Via Manzoni, 10

BAR LA CHIESETTA

Viale Lombardia, 1

SAMY’S BAR

Via Gobetti, 2

FABIOTTICO

Via dei Mille, 4

FARMACIA COMUNALE 2

Via Don Minzoni, 5

FARMACIA TRIESTE

Via Trieste, 24

FOOD HOUSE

Via Lomellina, 1

COLORIFICIO MARINI

Via Petrarca, 1

ALEXIS BAR

P.zza Cav. Vittorio Veneto

SHUN FA STORE

Via Emilia, 5/c

CENTRO SERVIZI SICUREZZA

Via Emilia, 5/c

CAFFÈ DE LA PLAZA

Via Emilia, 3/a

LAVANDERIA NORDESTWASH

Via don Minzoni, 24

BAR PIÙ

Centro Comm. Milano Più

SUPERMERCATO SIGMA

Via Lomellina, 23

NATURALMENTE GELATO

Via degli Alpini 48/b

BAR GELATERIA IL SORRISO

Via dei Gelsi 1/c

DOCTOR BUCCINASCO

Via della Resistenza, 121

L’ATTIMO FUGGENTE CAFFETTERIA

Via Don Minzoni, 10

BAR TRATTORIA IL BUCCINO

Via Roma

PALESTRA G MOVE

Via Modena, 5

CESANO BOSCONE

CINEMA TEATRO CRISTALLO

Via Mons. Pogliani

CAFÉ DE MARIE

Via Grandi, 13

ARTE E SAPONE LAVANDERIA SELF SERVICE

P.zza Mons. Moneta, 42

COMITATO DI QUARTIERE “PASUBIO VIVE”

Via Libertà, 9

MARZORATI CAMERETTE

Via B. Croce, 13

C’È UN PELO DI TROPPO

Via Turati, 22

IL BAR DEL FUTURO

Via Libertà, 22

CAFFÈ SOPHIA

Via Pasubio, 15

BAR BETULLE

Via delle Betulle, 1

FARMACIA TESSERA

Via Fratelli Rosselli, 1

EDICOLA

Via Benedetto Croce, 10

CREM

Via Milano, 5

PANIFICIO UGGERI

Via Milano 8

PANCAFFÈ

Via Repubblica, 35

PANIFICIO SAPORI DI PANE E NON SOLO...

Via Dante, 3

CIRCOLO ARCI

Via Kuliscioff,8

ASSOCIAZIONE SPIGHE D’ORO

Via Don Sturzo,8

LA SALA DELLA TRASPARENZA

Via Libertà

ASSOCIAZIONE SOCIO CULTURALE

Via Turati,18

EDICOLA

Via Libertà

FARMACIA PASUBIO

Via Pasubio,1

FARMACIA DEL GIARDINO

Via Delle Betulle, 3

CAFFETTERIA COLOMBO

Via Cristoforo Colombo

PANIFICIO L’ANGOLO DEL PANE

Via De Amicis, 16

PANIFICIO

Via Diaz

SPACCIO AGRICOLO

Via Roma, 46

FARMACIA DR. CAMERA

Via Mons. Pogliani, 16

POLIAMBULATORIO

Via Mons. Pogliani, 16

PASTICCERIA MERLINI

Via Mons. Pogliani, 56

BAR AL BUS

Via Roma 51

PANE E DOLCI

Via Libertà

EDICOLA

Via Garibaldi

FARMACIA

Via Roma, 76

FARMACIA S. SPIRITO

Via Repubblica, 2

CHOCO PAN CAFFÈ

Via Dante, 16

EDICOLA

Via Fermi ang. Via Roma

PANE DOLCI E SFIZI

Via Roma, 96

PANETTERIA ANTICHI SAPORI

Via E. Fermi, 6

PANIFICIO PASTICCERIA

Via Pasubio, 47

MAGIA BAR

P.zza Mons. Moneta, 6

PREGIATA PIZZERIA

Via Roma, 19

CARTOLERIA-MERCERIA PAILLON

Via della Repubblica, 5

CALONGHI RIPARAZIONI

Via delle Betulle, 7

UFFICI COMUNALI

Via Vespucci, 5

MORO IL FIORAIO

Via Mons. Pogliani, 42

PIZZERIA TABISCA

Via Libertà, 16

FATTORIA DEL CASARO

Via Pasubio, 61

IMPRONTE DI COLORE

Via Roma, 97

MADAME LA CREPE

Via Dante, 12

OROLOGERIA TIME OUT

Via Roma, 36

XIER3 RIS TORANTE

Via Isonzo, 26

IL CALZOLAIO

Via Roma, 73

CAFFETTERIA “STUZZICHERIA”

Via Dante, 28

BAR PRINCIPE

Via Roma, 108

CENTRO TIM

Via Pasubio, 4

SHOP BARBER

Via Betulle

CESANO RUGBY

Via Don Sturzo

CAFFETTERIA DELLE STELLE

Via Roma, 52

FRANCESCHI (MATERIALE EDILE)

Via dei Mandorli, 22

AUSER

Via Dante, 47 (Villa Marazzi)

CONDOMINIO GIRASOLE

Via Vespucci, 23

CAFFÈ TERRA

Via Mons. Pogliani, 50

AUTOSCUOLA SAN MARCO

Via Betulle, 5

ABBIGLIAMENTO BOZZATO

Via Roma, 65

EL CAFFERIN

Via Dante, 26

PANIFICIO RINALDI

Via Manzoni, 6

CORSICO

NOTO CAFÈ

Via V. Emanuele II, 23

DISTRIBUTORE ENI

Via Vigevanese

EDICOLA

P.zza Libertà, 10

BAR TABACCHI COMMERCIO

Via Cavour, 1

CSG IMPIANTI

Via Ugo Foscolo, 44

VOGLIA DI FRUTTA

Via Cavour, 8

ORTOFRUTTA DANILO

Via S. Adele, 8

SUPERMERCATO CRAI

GAGGIANO

Via Cavour, 76

EDICOLA DI TITO

RIPARO QUOTIDIANO

Via Carroccio

Via Cavour, 3

FARMACIA CAROLI

CARTOLERIA NON SOLO SCUOLA

Via Carroccio, 19

Via Copernico, 47

PANIFICIO

PIZZERIA SMERALDO

Via Carroccio, 19/c

Via Copernico, 77

PANIFICIO TARANTOLA

GESPAN

Via Roma, 36

Via Leonardo da Vinci, 19

FARMACIA D.SA ROUMELIOTOU

CARTOLIBRERIA

P.za Cav. Vittorio Veneto, 2

Via Curiel, 2

LE CARTOIDEE DI MONICA

MERCATINO DELL’USATO

Via al Cornicione, 12

P.zza Europa, 39

LA ZAMPA

PANETTERIA CURIEL

Via al Cornicione, 48

Via Curiel, 2

MACELLERIA - SALUMERIA

BAR DAMATRA’

Via Matteotti, 46

Via Vecchia Vigevanese, 7

FRUTTA VERDURA MIRACCA-CIMA

FARMACIA COMUNALE

Via Liberazione, 1

Via XXIV Maggio, 2

BAR EDEN

I MAESTRI DEL PANE

Via Gramsci, 7

Via XXIV Maggio, 2

PIZZERIA SAN GIORGIO

TREZZANO S/N

Via Ugo Foscolo, 50

CAFFÈ ROMA

SARTORIA LAVANDERIA S. GIORGIO Via Roma

Via Salma, 21

THAT’S AMORE

PANIFICIO IL FORNO DI VIA MONTI Largo Risorgimento, 12

Via Monti, 55/A

LA PIAZZETTA

FARMACIA PRATI

Largo Risorgimento, 3/5

P.zza F.lli Cervi, 8

BAR DEL CENTRO

ABC SERVICE

Via Rimembranze

P.zza F.lli Cervi, 6

LA BOUTIQUE DEL PANE

FARMACIA INTERNAZIONALE

Via E. Fermi, 34

Via Milano, 17

BAR TENCONI

BAR TABACCHI CLAYTON

Via L. da Vinci 58

Via Volta, 22

QUEEN CAFÈ

PANIFICIO IL PANE... IL DOLCE

Via Garibaldi, 20

Via Sant’Adele, 46

80 VOGLIA DI...

BAR SCOOBY DOO

P.zza San Lorenzo, 5

Via Parini, 15

PICASSO CAFFÈ

CALDO AMBIENTE

P.zza San Lorenzo, 5

Via Garibaldi, 42

ROXY BAR

FARMACIA MUTTINI

Via Leonardo da Vinci, 102

Via Copernico, 4

COSTANZA’S BAR

L’ANGOLO DEL PANE

Via Leonardo da Vinci, 154

Via Copernico, 12

MI MANDARINO

FARMACIA EUROPA

Via Leonardo da Vinci, 129

P.zza Europa, 37

PANE CIOCCOLATO

PROFUMERIA PIÙ BELLA

Via Morona, 62

Via Cavour, 43

BAR TABACCHI MORONA

PANZEROTTO MIO

Via Morona, 80

Via della Resistenza, 8

PANIFICIO FIBRE DI GRANO

TOYS CENTER

Via Indipendenza, 21

Viale Italia

FARMACIA MORONA

NEW COFFEE TIME

Via Morona, 62/A

Viale Italia, 12

FARMACIA D.SSA BORSARI

PANIFICIO

Via Toscanini, 17

Via Montello, 14/A

PANETTERIA TOSCANINI

CAFFETTERIA-BAR-TABACCHI

Via Toscanini, 19

Viale della Liberazione, 30/c

FARMACIA D.SSA GERARDIS

ERBORISTERIA SANATANA

Via Matteotti, 13

Via Roma, 9

PANETTERIA

SHUN FA STORE

Via Roma, 2

Viale Italia, 48

FARMACIA COMUNALE 1

MILANO FASHION

Viale Indipendenza, 14

Via V. Monti, 49

PANETTERIA UGGERI

Via Leonardo da Vinci, 66

CUSAGO

EDICOLA SCARAVELLA

FARMACIA DR.SSA DALMAZIO

Via Leonardo da Vinci, 209

Via IV Novembre, 8

BAR TRATTORIA TREZZANESE

PANIFICIO ANTICO FORNO

Via San Cristoforo, 50

Via Casati, 4

ARIEL CAFÉ

CAFFÈ DELLA POSTERIA

Via L. Da Vinci, 191

Via Libertà, 24

SELF-RESTAURANT ZIME’

BAR GELATERIA-OSTERIA RAVELLI

Via Leonardo da Vinci, 97

Via Libertà, 25

NAT&BIO

CENTRO SPORTIVO AQUADOLCE

Via C. Colombo, 37

Via F.lli Cervi, 5

RISTO GRILL AQUADOLCE

MILANO

Via F.lli Cervi, 5

FAUNAFOOD

RISTORANTE PIZZERIA TOURLÉ

Via Lodovico il Moro, 147

Viale Europa, 30/c10

PANCAFFÈ

IL PARADISO DEL DOLCE

Via Lodovico il Moro, 159

C/o parcheggio VIRIDEA

CARTOLIBRERIA GIOCATTOLI

RISTORANTE PIZZERIA VISCONTEA

Piazzale Negrelli, 4

Via per Bareggio

CLINICA VETERINARIA CA’ BIANCA

Via Parenzo, 2

PORTA A CASA LA TUA COPIA!

v


Venerdì 11 Dicembre 2020 LA TERZA 3

E D I TO R I A L E

Tre mesi che hanno cambiato tutto | I vuoti oltre la pandemia

CORSICO ( d a d) N o,

non sto parlando

della scorsa primavera,

quando un

virus ci ha colti alla

sprovvista e l’u ni ca

soluzione attuabile

è stata quella di

fermare tutto, staccarci

da tutti e aspettare che passasse

la marea. Mai come in questi ultimi

giorni, quando finalmente troviamo

un piccolo conforto da numeri in

deciso miglioramento (pur piangendo

ancora troppi morti) mi interrogo

sulla calma apparente di questa

estate, sulle scelte fatte da chi ci

governa ma soprattutto da ognuno

di noi, su quanto si potesse evitare

questa seconda ondata (e già molti

cominciano a parlare di una terza in

arrivo, quando ancora questa non si

è“r isolta”). Sono assolutamente certo

che molte cose si sarebbero dovute

fare meglio, come sono altrettanto

certo che una “p ausa” da tutto ciò,

con dovute cautele (spesso ignorate),

fosse necessaria. Vediamo ora una

luce da qui a qualche mese, grazie al

vaccino. Ma intanto bisogna restare

“sul fronte”, e soprattutto bisogna

pensare ad un nuovo domani. Abbiamo,

tutti, l’occasione di riscattarci

per le scelte di ieri e di oggi. Ma serve

colmare diversi vuoti, come ben raccontati

nell’articolo che vi suggeriamo

qui di seguito.

Andrea Demarchi

I vuoti oltre la pandemia

Appena pochi mesi fa, risolta, almeno

in apparenza, la crisi pandemica,

è sembrato naturale a molti

di noi abbandonarsi a un’alle gra

s m e m o ratezz a.

In sostanza: la parte più drammatica

dell’emergenza sembrava

proprio superata. Tornare il più in

fretta possibile alle abitudini e ai

comportamenti precedenti appariva

non solo desiderabile, ma addirittura

necessario e legittimo. Le

cautele e i lutti? Acqua passata.

Così, molti di noi si sono comportati

come se fare tutto esattamente

come prima servisse a cancellare

in maniera più rapida e definitiva

il trauma sociale, economico,

psicologico della pandemia. E

come se in tutto ciò ci fosse, anche,

una specie di compensazione per

l’autocontrollo e la disciplina esercitati

nei momenti più tragici e spave

nto si .

È una reazione comprensibile, almeno

a livello individuale (chi governa,

pianifica e provvede dovrebbe

invece avere uno sguardo un po’

più lucido sul futuro).

In un articolo bellissimo, uscito a

maggio 2020 e meritevole di essere

oggi riletto per intero, il ricercatore

Vittorio Pelligra delinea le caratteristiche

e i motivi di questo specifico

modo di agire. Si tratta, propriamente,

di esaurimento dell’Io

(ego deplection).

Armarsi di pazienza

È, scrive Pelligra, “un fenomeno

che determina strani comportamenti

e che ci rende, per esempio

dopo uno sforzo di volontà o di

autocontrollo, meno capaci di esercitare

le nostre capacità di giudizio e

di problem solving; ci toglie lucidità

e prontezza decisionale, ci rende più

vulnerabili alle tentazioni e più disponibili

a comportamenti contropro

ducenti”.

Pelligra aggiunge che, secondo

alcuni, questo avviene perché l’es ercizio

della pazienza è faticoso, e

perché la nostra dotazione di autocontrollo

è limitata e dopo un po’

si esaurisce. Secondo altri perché,

appunto, vogliamo compensare la

fatica dell’autocontrollo concedendoci,

appena possibile, una dose

aggiuntiva di piacere. Pelligra conclude

suggerendo che, per contrastare

l’ego deplection, è opportuno

rafforzare le strutture valorali. E “vivere

attivamente e con senso di

intraprendenza, piuttosto che pas-

伀 䐀 伀 一 吀 伀 䤀 䄀 吀 刀 䤀 䄀 ㈀

si va m e nte

con rassegnazione.

Il primo

atteggiamento

produce

senso e autostima,

il secondo

rabbia

e frustrazion

e”.

Un progetto

da coltivare

per avvicinarci

in maniera

attiva, intraprendente

(e,

aggiung o,

consapevole) a un futuro abbastanza

prossimo, in cui la fase più acuta

d e l l’emergenza ci sembrerà nuovamente

lontana, potrebbe proprio

essere questo: riuscire ad attivare

alcune strategie per non ripetere gli

errori di comportamento che abbiamo

fatto una manciata di mesi

f a.

Dovremmo, in primo luogo, ricordarci

che le crisi e le tragedie non finiscono

quando lo decidiamo noi. Ci vorrà temp

o.

Ci vorrà ancora tempo perché il

vaccino venga distribuito (e si tratterà

di un’operazione ad altissima

complessità organizzativa). Tempo

perché un numero sufficiente di

persone venga vaccinato. Ci vorrà

un tempo ulteriore per poter pensare

di riaccostarci gli uni agli altri in

sicurezza. Ci vorrà, infine, tempo

per elaborare il trauma della pandemia

se, com’è auspicabile, non

sceglieremo nuovamente la scorciatoia

di negarlo, rituffandoci

n e l l’illusione fallace del business as

u su a l .

In secondo luogo, sarebbe opportuno

prestare un’acuta, rinnovata

attenzione a tutte le debolezze e

le fragilità sistemiche che la pandemia

ha posto in evidenza. Alcuni

吀 甀 琀 攀 氀 攀 瀀 爀 攀 猀 琀 愀 稀 椀 漀 渀 椀

瀀 漀 猀 猀 漀 渀 漀 攀 猀 猀 攀 爀 攀 猀 瘀 漀 氀 琀 攀

椀 渀 愀 渀 愀 氀 最 攀 猀 椀 愀 猀 攀 搀 愀 琀 椀 瘀 愀

挀 漀 渀 洀 愀 猀 挀 栀 攀 爀 椀 渀 愀 ⸀

伀 爀 琀 漀 搀 漀 渀 稀 椀 愀 搀 椀 焀 甀 愀 氀 椀 琀

瀀 攀 爀 琀 甀 琀 攀 氀 攀 攀 琀 ⸀

䤀 䰀 䐀 刀 ⸀ 䐀 伀 䴀 䔀 一 䤀 䌀 伀 刀 䤀 一 䐀 伀 一 䔀 䔀 匀 䔀 刀 䌀 䤀 吀 䄀 䰀 䄀 匀 唀 䄀 䄀 吀 䤀 嘀 䤀 吀 쀀 䐀 䄀 儀 唀 䄀 匀 䤀 㐀 䄀 一 䤀 Ⰰ 伀 倀 䔀 刀 䄀 䤀 一 䈀 唀 䌀 䤀 一 䄀 匀 䌀 伀 䐀 䄀 䰀 㤀 㠀 Ⰰ 䠀 䄀 䐀 䤀 刀 䔀 吀 伀 ㈀ 䌀 䔀 一 吀 刀 䤀 伀 䐀 伀 一 吀 伀 䤀 䄀 吀 刀 䤀 䌀 䤀 Ⰰ 䠀 䄀 倀 刀 䔀 匀 吀 䄀 吀 伀 䰀 䄀 匀 唀 䄀 伀 倀 䔀 刀 䄀

䄀 䰀 ᤠ 䤀 匀 吀 䤀 吀 唀 吀 伀 匀 吀 伀 䴀 䄀 吀 伀 䰀 伀 䜀 䤀 䌀 伀 䤀 吀 䄀 䰀 䤀 䄀 一 伀 䔀 一 䔀 䰀 刀 䔀 倀 䄀 刀 吀 伀 䐀 䤀 伀 䐀 伀 一 吀 伀 䤀 䄀 吀 刀 䤀 䄀 䐀 䔀 䰀 ᤠ 伀 匀 倀 䔀 䐀 䄀 䰀 䔀 匀 䄀 一 倀 䄀 伀 䰀 伀 䐀 䤀 䴀 䤀 䰀 䄀 一 伀 Ⰰ 䠀 䄀 倀 䄀 刀 吀 䔀 䌀 䤀 倀 䄀 吀 伀 䄀 倀 刀 伀 䜀 刀 䄀 䴀 䴀 䤀 䐀 䤀 䄀 匀 䤀 匀 吀 䔀 一 娀 䄀

伀 䐀 伀 一 吀 伀 䤀 䄀 吀 刀 䤀 䌀 䄀 倀 䔀 刀 䈀 䔀 一 䔀 䘀 䤀 䌀 䔀 一 娀 䄀 ⸀


嘀 䤀 匀 䤀 吀 䄀 Ⰰ 倀 刀 䔀 嘀 䔀 一 吀 䤀 嘀 䤀 Ⰰ 嘀 䤀 匀 䤀 吀 䔀 䐀 䤀 䌀 伀 一 吀 刀 伀 䰀 伀 䔀 刀 䄀 䐀 䤀 伀 䜀 刀 䄀 䘀 䤀 䔀 䔀 一 䐀 伀 刀 䄀 䰀 䤀 䜀 刀 䄀 吀 唀 䤀 吀 䔀

䄀 䐀 伀 䜀 一 䤀 倀 䄀 娀 䤀 䔀 一 吀 䔀 匀 䄀 刀 쀀 䌀 伀 一 匀 䔀 䜀 一 䄀 吀 䄀 䰀 䄀 䐀 䔀 一 吀 䄀 䰀 䌀 䄀 刀 䐀 䌀 䠀 䔀 䐀 䄀 刀 쀀 䐀 䤀 刀 䤀 吀 伀 䄀 䈀 䔀 一 䔀 䘀 䤀 吀

匀 吀 唀 䐀 䤀 伀 䤀 一 䈀 唀 䌀 䤀 一 䄀 匀 䌀 伀 ⠀ 䴀 䤀 ⤀ 嘀 䤀 䄀 䔀 䴀 䤀 䰀 䤀 䄀 Ⰰ 㔀 ⴀ 吀 䔀 䰀 ⸀ ㈀ 㐀 㠀 アパート 㐀 㤀 アパート

ambiti sono ovvi: la sanità e la

prevenzione, prima di tutto. Ma anche:

cura degli anziani e tutela dei

giovani. Le disuguaglianze. E poi: la

competenza e l’affidabilità dei decisori.

Le relazioni tra Stato ed Enti

lo cali.

E la cosa più importante di tutte:

la capacità di sviluppare progetti

solidi, pensando a lungo termine.

Avendo ben chiaro il fatto che, risolta

l’emergenza pandemica, ci

toccherà disporci ad affrontare l’ancora

più complessa emergenza climatica.

Anche questo tema è impossibile

da affrontare in una logica

di business as usual.

In terzo luogo, sarebbe interessante

pensare ai molti vuoti che il

covid-19 si lascerà dietro, nel momento

in cui si trasformerà da pandemia

in affezione endemica. Proprio

come fa, terminato il nubifragio,

un enorme fiume fangoso

che rientra negli argini, lasciando

dietro di sé una scia di desolaz

i o n e.

Certo: c’è in primo luogo il vuoto

lasciato da 60mila morti (a oggi). Per

rendersi conto dell’enormità del numero,

basta ricordare che, nel nostro

paese, è stato di 153.147 il totale

delle vittime civili nel corso dell’intera

seconda guerra mondiale. Sapremo

trovare un rito, dei gesti, dei

segni adeguati?

Annamaria Testa

per internazionale.it

䐀 䔀 一 吀 䤀 匀 吀 䄀 匀 倀 䔀 䌀 䤀 䄀 䰀 䤀 匀 吀 䄀 䐀 刀 ⸀ 䐀 伀 䴀 䔀 一 䤀 䌀 伀 刀 䤀 一 䐀 伀 一 䔀

匀 倀 䔀 䌀 䤀 䄀 䰀 䤀 匀 吀 䄀 䤀 一 伀 䐀 伀 一 吀 伀 匀 吀 伀 䴀 䄀 吀 伀 䰀 伀 䜀 䤀 䄀 Ⰰ 䌀 䠀 䤀 刀 唀 刀 䜀 䤀 䄀 䴀 䄀 堀 䤀 䰀 䰀 伀 ⴀ 䘀 䄀 䌀 䌀 䤀 䄀 䰀 䔀 䔀 䐀 䔀 匀 吀 䔀 吀 䤀 䌀 䄀

嘀 䤀 匀 伀

刀 䄀 䐀 䤀 伀 䘀 刀 䔀 儀 唀 䔀 一 娀 䄀

䰀 ᤠ 攀 渀 攀 爀 最 椀 愀 搀 攀 氀 挀 愀 氀 漀 爀 攀

瀀 攀 爀 甀 渀 攀 昀 攀 琀 漀 最 椀 漀 瘀 椀 渀 攀 稀 稀 愀 ⸀

䰀 ᤠ 甀 琀 椀 氀 椀 稀 稀 漀 搀 攀 氀 愀 爀 愀 搀 椀 漀 昀 爀 攀 焀 甀 攀 渀 稀 愀

最 愀 爀 愀 渀 琀 椀 猀 挀 攀 甀 渀 愀 洀 愀 最 椀 漀 爀 攀

挀 漀 渀 猀 椀 琀 攀 渀 稀 愀 攀 甀 渀 搀 甀 爀 愀 琀 甀 爀 漀 攀 昀 攀 琀 漀

琀 攀 渀 猀 漀 爀 椀 漀 搀 攀 氀 愀 瀀 攀 氀 攀

v


4

Venerdì 11 Dicembre 2020

Per partecipare attivamente alla rubrica scrivi a: renato.comunicazione@gmail.com

CRONISTA IN LIBERTÀ

Alla mia generazione voglio urlare: “Cambiate lo sguardo

e incontrerete una generazione viva”

(rec) È una generazione che

non cerca istruttori ma educatori,

maestri di vita da seguire,

esempi da cui imparare.

Questo ho scoperto con

“Cronisti in Libertà” e questo

vi racconto. È l'incontro con

Letizia, Serena, Mariele, Xenia,

Sara, Marta, Deborah,

Marianna, Anna, Alessandra,

Michela, Paola. Le prime

dodici Croniste che si raccontano

in libertà. Un viaggio

nella generazione dei Millenials.

Saranno pronte a riconquistare

quello che i nostri

padri e nonni ci hanno lasciato

in eredità? La questione

ideale, ciò per cui vale la pena

vivere, soffrire e lottare; quell'incredibile

sete di libertà, fame

di giustizia, in un assoluto

bisogno di benessere materiale.

Tutto conquistato con

grande dignità e pronto per

essere consegnato. La strada

era spianata. "Vi lasciamo un

compito: non disperdetela, fatene

buon uso”. In questi mesi

abbiamo fatto della cronaca

una storia. La storia non parlando

di eroi, ma di una

straordinaria umanità piena

di desideri e in continua ricerca.

Abbiamo fatto nostre

parole e significati come libertà,

avventura, conquista,

dolore, allegria, ideale, famiglia,

amore, fatica, scuola,

educazione, istruzione, serenità,

anima, cuore, sentimento.

Abbiamo soltanto ascoltato,

lasciandoci conquistare

dai loro pensieri e giudizi.

Nella storia...di chi fa la storia

La nostra prima intervista

è con Letizia Proserpi (26

anni), attraverso il suo racconto

tra socialità e social,

verità e menzogna. Letizia,

con molta attenzione e preparazione,

ci ha messo in

guardia sulle Fake News che

sempre più dominano il nostro

quotidiano. "Quello che

cerco di fare io è incitare alla

consapevolezza e a porsi

sempre il dubbio in quello

che si legge o si ascolta. È

importante approfondire le

fonti da cui apprendiamo le

n o t i z i e" .

Con Serena Marchesi

(29 anni) siamo andati invece

ai confini della realtà,

tra regole e regolamenti,

con uno sguardo nuovo,

dentro e fuori la comunità

terapeutica dove lavora.

"Se potessi oggi cambiare

qualcosa, credo che partirei

da qui: ridare la possibilità

a queste persone di

reintrodursi in una società

che li vede come reietti, che

li etichetta, che li teme e non

li conosce”.

Poi abbiamo incontrato

Mariele Trimboli (32 anni).

Pronto? "Soccorso, io ci sono".

Da Buccinasco racconta

il suo essere oggi medico

chirurgo a Liverpool. "Con

questo sguardo verso l’a l t ro,

partendo dal fatto che sia la

persona che viene da me, in

ambulatorio, o la persona

che incontro sull’au to bu s,

resta una persona con un

proprio bagaglio, una propria

storia una propria difficoltà.

Per me ogni giorno

cercare di avere questo

sguardo verso l’altro, che

non sia di pregiudizio ma di

accoglienza, è già volere un

mondo diverso"!

Ed eccoci con Xenia Lops

(29 anni). Educare in Comunità

e passione artistica.

“Circa quattro anni fa, ho

trovato un altro lavoro in un

centro di accoglienza, dove

lavoro tuttora, nell’équip e

educativa che si occupa

d e l l’accoglienza delle donne,

migranti e non. In questi

anni ho conosciuto donne

provenienti da moltissimi

Paesi, ascoltato storie di vita

di incredibile coraggio, testimonianze

di viaggi disumani

attraverso la Libia o i

Balcani, violenze e torture,

ma anche storie di fede profonda,

d’amore, di intere famiglie,

madri, padri, nonne

e fratellini lasciati al Paese,

rituali, modi di dire e modi

di sentire, storie di figli piccoli

lasciati in Medio Oriente

pur di salvarsi la pelle e di

figli ricongiunti dopo anni".

Intervista completa su

giornaledeinavigli.it, cerca

sul sito: cronistainlibertà.

CronistaINLibertà

a cura di Renato Caporale

v


Venerdì 11 Dicembre 2020 C RO N AC A 5

EMERGENZA CORONAVIRUS

Prosegue la discesa. Ma sono ancora molti i casi in tutto

il sud Milano: la situazione aggiornata all’8 dicembre

SUD MILANO ( da d) S empre

più marcato il calo, e questa

è una buona notizia. Dopo

un mese di novembre davvero

difficile, dove la crescita

dei nuovi casi, anche

nei nostri Comuni, era davvero

impressionante, si assiste

ormai da un paio di

settimane ad un rallentamento

dei contagi in tutto il

sud Milano. Calano di conseguenza

anche i ricoveri,

sia ordinari che in terapia

intensiva, anche se proseguono

i giorni del lutto, del

dolore. Sono infatti numerosi

i decessi sul nostro territorio,

frutto di casi di giorni

e settimane addietro. Il

numero dei morti per coronavirus,

ormai è noto, è

l’ultimo dato a migliorare, e

solo negli ultimissimi giorni

pare frenare anche a livello

nazionale. Come di consueto

e doverosamente, porgiamo

le nostre più sentite

condoglianze a tutte le famiglie

spezzate da questa

maledetta pandemia. Ci si

avvicina al Natale: giorni di

festa, di incontri. Ed è proprio

in questo momento che

l’attenzione deve essere

mantenuta altissima: basta

davvero poco

per ripiombare

nel baratro.

Se infatti è vero

che solo un

5% circa dei

contagiati richiede

un ricovero

ospedaliero,

appare

abbastanza

lampante che

questa percentuale,

su

numeri così

grandi, metta

in seria difficoltà

il sistema sanitario.

Ecco i dati, aggiornati

a l l’ultima ora rispetto all’invio

in stampa del giornale,

ben consci che già saranno

numeri “sup erati” una volta

che il giornale finirà nelle

vostre mani.

I numeri nel sud Milano, Comune

per Comune:

Assag o: 43 positivi al domicilio,

2 ricoverati, 256

guariti e 5 decessi

Basig lio: 82 attualmente

positivi a domicilio, 6 ricoverati.

13 decessi da inizio

pa n d e m ia.

Binas co: 55 attualmente

positivi, 5 ricoverati, 7 dec

e ssi .

Buccinas co: 308 attualmente

positivi, 8 ricoveri. 30

decessi totali.

Cas arile: 18 casi accertati,

7 in quarantena domiciliare

(“stretto contatt

o”)

Cesano Boscone: 579 positivi,

19 decessi da settemb

re.

Corsic o: 430 casi attualmente

positivi, di cui 28

ricoverati e 382 in quarantena

domiciliare. Da inizio

pandemia si contano 1.776

casi totali e 1.245 guariti.

Purtroppo sono 101 i dec

e ssi .

Cusag o: 129 contagi, 108

guariti, 18 persone in quarantena

domiciliare, 2 dec

e ssi .

Gagg iano: 72 contagiati

di cui 9 ricoverati, 18 decessi

da inizio pandemia.

Lac chiarella: 187 persone

positive al domicilio, 207

guariti e 10 ricoverati.

Locate di Triulzi: 140

nuovi casi, di cui 11 ric

ove rat i

Meleg nano: 714 positivi,

di cui 34 ricoverati, 33 dimessi,

24 decessi dal 15 otto

b re.

Nov ig lio: 28 positivi, di

cui 2 ricoverati. 28 persone

in quarantena domiciliare

(“stretto contatto”).

Op era: 148 positivi in

quarantena, 5 ricoverati, 22

decessi da inizio pandem

ia.

Pieve Emanuele: 183 positivi,

24 decessi da inizio

pa n d e m ia.

Rozz ano: 408 contagiati,

336 persone guarite, 26 dimessi

dalle strutture ospedaliere,

31 ricoverati, 57 dec

e ssi .

San Donato Milanese:

409 in cura o in quarantena

al domicilio, 18 ricoverati e

59 decessi totali.

San Giuliano Milanese:

attualmente 686 casi positivi

(di cui 34 ricoverati) e 78

decessi totali.

Trezzano sul Naviglio:

718 positivi da settembre, di

cui 601 guariti, 10 ricoverati,

90 al domicilio, 17 decessi.

Zibido San Giacomo: 50

attualmente positivi, di cui 6

ricoverati e 69 in quarantena

da “stretto contatto”.

€ €29,90

SCONTO 73%

€ 7,99

al kg € 13,32

Salmone norvegese

affumicato 600 g

LE ROI FUMÈE

2.700 PEZZI*

€ €5,79

SCONTO

65%

€ 1,99

Olio extra vergine

di oliva classico 1 l

CIRIO

65.000 PEZZI*

€ €29,90

SCONTO 33%

€ 19,90

al kg

Prosciutto cotto di Alta Qualità

Gran Biscotto

ROVAGNATI

*Il numero dei pezzi si riferisce al totale complessivo disponibile in tutti gli ipermercati Iper La grande i

Per orari e indirizzi visita il sito iper.it

seguici su

v


6

CRONACA Venerdì 11 Dicembre 2020

LE MODIFICHE PER CHI ENTRERÀ IN ZONA GIALLA E GLI INASPRIMENTI DAL 21

Faq Dpcm Natale aggiornate: cosa cambia

( c es ) Muoversi liberamente

a l l’interno della Regione, senza

autocertificazione, attività

sportiva non per forza nel

proprio Comune, e poi la possibilità

di consumare colazioni

e pranzi nei bar e nei ristoranti

dalle 5 alle 18. Sono

questi i principali cambiamenti

che coinvolgeranno i

cittadini delle zone arancioni

da sabato, quando, quasi

certamente, passeranno ad

aree gialle.

Parliamo soprattutto del

Piemonte e della Lombardia:

il primo dovrebbe passare

da arancione a zona

gialla domenica 13 dicembre

2020, giorno di Santa Lucia.

La Lombardia passerà a zona

gialla venerdì 11 dicembre

o sabato 12 dicembre.

Dpcm di Natale: stretta

durante le festività

Occorre rilevare, però, che

queste misure dovranno fare

i conti con il Dpcm di Natale

che impone, proprio per il

periodo di festa, ulteriori restrizioni

nel periodo che corre

tra il 21 dicembre e il 6

gennaio. In questo lasso di

tempo sarà vietato a tutti

muoversi da una regione

a l l’altra. E il 25, 26, primo

gennaio e 6, non sarà nemmeno

possibile uscire dal

proprio Comune. Ma dal 7

torneranno attive le misure

relative alle fasce di colore.

Da arancione a giallo: ecco

cosa cambia da sabato

Se fino a venerdì, quindi,

era consentito lo spostamento

solo per comprovate

ragioni (da motivare attraverso

un’autocer tificazione),

da sabato

(o cmq il primo

giorno in cui si entrerà

in zona gialla)

chiunque potrà

muoversi all’inter -

no della propria

Regione, anzi, potrà

anche andare in

u n’altra Regione

dello stesso colore.

E cambia tutto anche per gli

amanti dello sport. Fino a

venerdì, infatti, si è potuto

fare attività sportiva solo

all’interno del proprio comune.

Ma da sabato il raggio

d’azione sarà quello dei limiti

geografici regionali.

E per quanto riguarda la

somministrazione di alimenti

sarà una vera e propria

rivoluzione. Le regioni

gialle, infatti, potranno riaprire

bar, ristoranti e gelaterie,

dalle 5 alle 18. Un po’di

sollievo per i titolari degli

esercizi commerciali, che

praticamente da novembre

si sono trovati a dover lavorare

solo sull’asporto o

sulle consegne a domicilio.

Dal 21 dicembre al 6 gennaio

Questo è il periodo di tempo

che prevede l’inaspr i-

mento delle misure di contenimento

del contagio. In

questa parentesi temporale,

infatti, saranno vietati gli

spostamenti anche da un comune

all’altro, per evitare il

rischio di assembramenti in

periodo natalizio. Poi però

tornerà tutto come prima del

21 dicembre. Ecco in sintesi

cosa si potrà tornare a fare (o

cosa sarà vietato) dal 7 di

g ennaio.

Zona gialla

Nelle Regioni “gialle”s ono

applicate le misure meno restrittive

previste dal Decret

o.

Vi e ta to

E’ vietato circolare durante

il coprifuoco (dalle 22 alle

5), salvo comprovati motivi

di lavoro, necessità e salute

che devono essere indicati

su ll’autocertificazione; recarsi

presso bar e ristoranti

dopo le ore 18, andare a

prendere cibo d’asporto dopo

le ore 22; i centri commerciali

sono chiusi nei giorni

festivi e prefestivi; i musei

e le mostre sono sempre

chiusi; le attività di sale giochi,

sale scommesse, bingo e

slot machine sono sospese

(anche nei bar e nelle tabaccherie);

piscine, palestre,

teatri, cinema restano chiusi

.

Permess o

Si può circolare liberamente

e senza autocertificazione

(negli orari che non

sono coprifuoco). Ci si può

recare ai centri commerciali

nei giorni feriali; È’ poi possibile

recarsi tutti giorni

presso farmacie, parafarmacie,

negozi di alimentari, tabaccherie

ed edicole (anche

se all’interno dei centri commerciali);

prendere i mezzi

pubblici, la cui capienza sarà

però ridotta fino al 50%; recarsi

a bar e ristoranti prima

delle ore 18, prendere cibo

d’asporto entro le 22 e ordinare

a domicilio in qualsiasi

momento; andare nei

centri sportivi; correre e fare

attività sportiva all’aper to

ma da soli. Resta la raccomandazione

di evitare incontri

non necessari, ma è

possibile far visita ai cong

i u nt i

Faq Dpcm Natale aggiornate

Sul sito del Ministero

d e l l’Interno sono in continuo

aggiornamento tutte le

FAQ, le domande e le risposte

più frequenti per sciogliere

tutti i dubbi:

Ecco le più importanti:

Quando non è consentito

fare rientro nella propria

abitazion e?

Il rientro è sempre consentito.

Chi si trova fuori dalla

Regione e dal proprio Comune

al momento dell’en -

trata in vigore dei divieti può

sempre fare ritorno a casa.

Nei giorni in cui è vietato

uscire dal Comune si può

andare da un genitore solo?

Prima del 21 dicembre è

sempre possibile. Mentre,

secondo la regola, nei giorni

di divieto (dal 21 dicembre al

6 gennaio) si può andare

fuori Regione soltanto da

persone non autosufficienti,

quindi non per motivi di

compagnia. Chi va da queste

persone deve farlo da solo,

non è consentito spostarsi

con il resto del nucleo fam

i l ia re.

Si può uscire dalla Regione

o dal Comune per assistere

un amico non auto

sufficiente?

Sì, la regola può essere applicata

anche alle persone

che non siano parenti.

Come devono comportarsi

le coppie lontane?

Il ricongiungimento per le

coppie è previsto soltanto

n e l l’abitazione dove abitualmente

si vive. Il ricongiungimento

è consentito soltanto

se si tratta di coppie conviventi,

anche se solo di fatt

o.

Le persone separate o divorziate

possono andare a

trovare i figli minorenni?

Sì. Gli spostamenti per

raggiungere i figli minorenni

presso l’altro genitore o comunque

presso l’affidatar io,

oppure –per condurli presso

di sé, sono consentiti anche

tra Comuni di aree differenti.

Tali spostamenti dovranno

in ogni caso avvenire scegliendo

il tragitto più breve e

nel rispetto di tutte le prescrizioni

di tipo sanitario

(persone in quarantena, positive,

immunodepresse

etc. ) .

Quando si può andare

nelle seconde case?

Dal 21 dicembre al 6 gennaio

è vietato trasferirsi nelle

seconde case. Ci si può andare

soltanto per motivi di

urgenza ma per il tempo necessario

a risolvere il prob

l e ma.

Sono permessi gli spostamenti

tra Comuni il 25 e 26

dicembre e il 1 gennaio?

No, nelle tre date gli spostamenti

tra Regioni, così come

tra Comuni sono vietati,

«fatta eccezione per comprovate

esigenze lavorative,

situazioni di necessità, e per

motivi di salute», o «per rientrare

nel luogo di residenza,

domicilio o abitazione».

Quali sono le sanzioni

per chi non rispetta le misure

del Dpcm di Natale?

«Sanzione amministrativa

da euro 400 a euro 3.000»,

una multa che se pagata entro

5 giorni si riduce di un

terzo. Anche mostrare

u n’autodichiarazione falsa

costituisce reato e in tal senso

il Viminale assicura che

«la veridicità delle autocertificazioni

sarà oggetto di

controlli successivi», il che –

in caso di falso – si tradurrebbe

in conseguenti denuncia

e multa.

Una persona che svolge

attività di volontariato

(Protezione civile, Croce

rossa) potrà spostarsi dal

comune in cui si trova per

prestare l’attività nell’am -

bito della gestione

dell’emerg enza?

Sì, il divieto non riguarda

coloro che svolgono attività

di volontariato nell’a mb ito

del Servizio nazionale di

protezione civile o che siano

comunque impegnati come

volontari per fronteggiare

l’emergenza sanitaria in cors

o

Ṡi può usare l’autom o-

bile portando a bordo persone

non conviventi?

Sì, purché siano rispettate

le stesse misure di precauzione

previste per il trasporto

non di linea: ossia con la

presenza del solo guidatore

nella parte anteriore della

vettura e di due passeggeri al

massimo per ciascuna ulteriore

fila di sedili posteriori,

con obbligo per tutti i passeggeri

di indossare la mascher

ina.

v


Venerdì 11 Dicembre 2020 7

XMAS EVERYDAY per ogni spesa di almeno 200 euro in un unico negozio si avrà in dono una carta del valore di 50 euro

Se fai shopping, gift card in regalo

Il direttore Pizzagalli: «È stato un anno difficile, ma i clienti ci sono sempre stati vicini. Così andiamo incontro sia a loro, sia ai negozianti»

B E RG A M O (ces)Oriocenter

riparte, oltre che

dalla riapertura di tutti i

suoi negozi (è così dal

30 novembre, con ristoranti

e bar che svolgono

invece, come da decreto,

solo attività di asporto

e delivery), anche da

u n’operazione a sostegno

delle attività e dei

clienti in occasione dello

shopping natalizio.

Inizialmente concepita

per rilanciare il centro

commerciale in occasione

del Black Friday,

che invece si è svolto in

una versione “s o ft ” a

causa della situazione

sanitaria, e delle conseguenti

prescrizioni

governative ancora in vigore

durante il periodo

di novembre tradizionalmente

destinato a

sconti e promozioni, il

mall ha deciso di non

abbandonare il progetto

di un’operazione a premi,

che si svolgerà dunque

nel periodo di preparazione

alle feste nat

alizie.

A partire dal 3 dicembre

è scattata infatti “X M AS

Ever yday”, iniziativa che

durerà fino al 24 dicembre,

week-end esclusi,

per un totale di sedici

giorni, durante i quali,

come promette la campagna

ufficiale divulgata

da Oriocenter, «sarà Natale

tutti i giorni». L’operazione

è molto semplice:

se si effettua un

acquisto da almeno

duecento euro in un unico

negozio, si ha diritto

a una gift card da cinquanta

euro spendibile

in tutti i negozi del centro

commerciale. A

fronte di un acquisto di

almeno quattrocento

euro si avrà invece diritto

a due gift card.

Alcune avvertenze di

servizio: innanzitutto, la

promozione sarà attiva,

dal lunedì al venerdì, dal

3 al 24 dicembre, a partire

dalle ore 15 e fino

alla chiusura del centro.

Inoltre, eventuali acquisti

di gift card di singoli

negozi o delle gift card

Oriocenter non concorrono

a formare l’ammontare

necessario per

ricevere la carta regalo

natalizia. Altro appunto:

ogni persona, per ogni

scontrino, potrà ricevere

al massimo due card

da cinquanta euro l’una,

a prescindere dall’ammontare

complessivo

della spesa dello stesso

(ad esempio: se lo scontrino

indica una spesa di

mille euro, il cliente riceverà

comunque due

gift card da cinquanta

euro). La promozione riguarda

tutti i negozi: sarà

possibile acquistare

ovunque avendo diritto

al premio, a eccezione

degli acquisti che verranno

effettuati all’Ipermercato,

che invece

non danno diritto alle

carte regalo.

«È un’operazione che ci

tenevamo a fare - spiega

Ruggero Pizzagalli,

ADDOBBI Diciotto chilometri di luci, il villaggio natalizio e il cavallo a dondolo

Anche al mall si respira l’aria del Natale

B E RG A M O (ces) Anche a Oriocenter

è (quasi) arrivato il Natale.

Sono stati infatti installati tutti gli

addobbi e sono state finalmente

accese tutte le luminarie.

Chilometri e chilometri di luci,

letteralmente: i punti luce totali

che vanno a comporre l’intero

allestimento della sola facciata

di Oriocenter sono ben 131.928,

prevalentemente blu e bianchi.

Per la precisione, si tratta di

2.800 filari di luci blu a led, a cui

se ne aggiungono altri 1.184 di

luci a led bianche e altri 1.184 di

luci bianche a flash.

Un esercito di led che illumina il

fabbricato storico, con altri 3.622

metri di luci che vanno a completare

le decorazioni della facciata

e altri cinque chilometri

totali di led bianchi per illuminare

le zone di prato. Sommando tutti

i filari di luci esterne, si toccano i

quattordici chilometri. Più o meno

la distanza che c’è tra Oriocenter

e Brembate.

E anche sulle decorazioni interne

non si scherza, i numeri

sono impressionanti anche in

questo caso: 49.680 punti luce,

a cui aggiungere le sfere luminose,

ormai presenza fissa

delle decorazioni interne del mall

da qualche anno, e varie decorazioni

con le forme tipicamente

natalizie più disparate,

come pacchi e “st alattiti” lu -

minose.

Nel dettaglio: le sfere sono centocinquanta,

a cui vanno ad aggiungersi

tre elementi 3D con

grafica dorata sparse in altrettanti

punti del mall. Oltre alle

sfere, ci sono pure 2.880 metri

di gomitoli di luce e 1.100 metri

di stalattiti di luci a led bianche. In

totale, tra luci interne e luci

esterne, si parla di 18 chilometri

di luci, per un Natale in stile

Times Square.

Altro pezzo forte dell’allestimen -

to natalizio di Oriocenter è il

“villaggio di Natale”: si trova

dalle parti dell’ingresso oro, di

fronte a Roadhouse e Dispensa

Emilia, ed è molto più che un

semplice presepe: si tratta di

una vera e propria installazione

in cui viene ricreato un villaggio a

tema natalizio in miniatura. Ci

sono casette, statuine di personaggi

indaffarati nelle attività

quotidiane, con piccole chicche

di meccanica che danno il senso

del tempo che scorre e dello

svolgimento dei lavori dei personaggi;

ci sono anche alberi e

greggi, come nella tradizione più

solida dei presepi, ma anche

giostre e simulazioni di fuochi

d’artificio.

Un vero e proprio gioiello che già

l’anno scorso aveva incantato

tanti bambini e radunato attorno

a sé piccole folle di curiosi che

cercavano di catturarne i dettagli

e di fare dei video alle parti

dell’installazione che colpivano

di più. Quest’anno queste folle

non saranno sicuramente consentite,

ma la magia del Natale

si riaccende per davvero in questa

installazione, e ne abbiamo

tutti un po’ bisogno.

Infine, novità di quest’anno, è

stata posizionata all’interno del

centro commerciale anche l’in -

stallazione in movimento di un

cavallo a dondolo, che sta piacendo

tantissimo, come dimostrano

le molte persone che si

fermano a fotografarlo.

direttore di Oriocenter -

e che ci permette di andare

incontro sia ai nostri

clienti, sia alle attività.

È anche un modo

per ringraziarli, considerando

tutto quello che è

successo negli ultimi

mesi. È stato un anno

molto difficile, e sappiamo

che se siamo riusciti

a resistere è grazie a

loro, ai nostri clienti che

nei momenti in cui la

situazione sanitaria ci ha

permesso di riaprire sono

sempre tornati e che

ci hanno considerato e

continuano a considerarci

un punto di riferimento

non solo per gli

acquisti, ma anche per il

tempo libero e per passare

delle giornate in

famiglia. Grazie anche

alle attività, che hanno

saputo adattarsi alle difficoltà

senza mai lamentarsi

e cercando sempre

nuove soluzioni per

resistere. Da parte nostra,

cercare di individuare

delle iniziative

che possano in qualche

modo aiutarle è fondament

ale».

Una volta effettuato

l’acquisto da almeno

duecento euro, i clienti

devono ricordarsi di

conservare lo scontrino,

che sarà necessario

presentare all’I n fo -

point per procedere al

ritiro delle gift card. Le

carte regalo potranno

essere ritirate dalle ore

9 fino alla chiusura del

centro a partire da mercoledì

9 dicembre e fino

a lunedì 28 dicembre

incluso, mostrando

lo scontrino d’acquisto

che riporterà data e ora

di emissione. Una volta

ritirate le gift card, i

clienti avranno a disposizione

dodici mesi per

usarle in tutti i negozi

del centro commerciale.

Per maggiori informazioni

è possibile prendere

visione del regolamento

completo

dell’iniziativa, disponibile

presso l’Infopoint e

sul sito di Oriocenter.

Due importanti marchi di design e moda

Arrivati Tescoma e Ynot

B E RG A M O (ces)Due new entry a Oriocenter: sono arrivati

Tescoma e Ynot. Per Tescoma, nello specifico, si tratta del secondo

monomarca aperto in Italia, nonché il primo all’interno di un centro

commerciale. Di fatto una new entry nel mercato nazionale.

Tescoma è un brand di accessori casalinghi in grado di offrire una

varietà davvero impressionante: sono oltre 1.500 i prodotti a

marchio Tescoma, valorizzate in boutique dedicate a cucina, tavola

e casa. Lo store si trova al piano terra, e si caratterizza per le ampie

vetrate e la vasta superficie di esposizione (240 mq): «Per noi è il

secondo monomarca - ha dichiarato Nicoletta Albeni, responsabile

marketing e comunicazione del brand - ed è un progetto in cui

crediamo fortemente, che abbiamo sviluppato con cura e che ora

prende vita». L’idea di fondo di Tescoma è proporre oggetti belli,

pratici e resistenti, indirizzati all’utilizzo quotidiano, trasferendo nella

vita di tutti i giorni l’eleganza delle grandi occasioni. L’apertura in

Oriocenter è un passaggio molto importante per il brand: «Un

punto vendita monomarca - ha spiegato Lorenzo Fiorani, amministratore

delegato di Tescoma - è uno strumento fondamentale

per avere un riscontro diretto e immediato del pubblico sui nostri

prodotti, per capire di cosa ha bisogno il consumatore e quali sono

le sue esigenze, oltre che per trasmettere i valori e la filosofia di

Tescoma». Ynot (che si legge “why not?”, che si traduce con

“perché no?”), è invece una boutique specializzata in borse: tra le

produzioni più iconiche del marchio ci sono le collezioni di borse con

le stampe di alcune delle città più belle del mondo. L’apertura di

Oriocenter arriva in tempo per lanciare la collezione invernale del

2020/21: «La stagione Fall/Winter 20/21 - si legge sul sito ufficiale

- si apre all’insegna della versatilità e delle nuove e innovative

tendenze della moda. Si spazia tra look esotici, come quello della

collezione “Paisley ”, ad altri più classici e sobri fino ad immergersi

nell’allure dal sapore rètro della collezione “G r a c e”.

v


8

CRONACA Venerdì 11 Dicembre 2020

ROZZANO Il terribile incidente sabato sera.

Una famiglia distrutta: tamponati e travolti sulla

Tangenziale. La dinamica dell’incidente e il ricordo

ROZZANO (dfg) Tornavano dal

centro commerciale, dove

erano andati a comprare vestiti

per i bambini, in direzione

quartiere Giambellino,

dove abitavano. Mamma,

papà, il figlio maggiore

di 16 anni e le sorelline di 12

e 10 anni, tutti a bordo della

stessa macchina.

La tragedia sabato sera

sulla Tangenziale Ovest

Una tragica fatalità originata

da un tamponamento

sulla Tangenziale Ovest, in

territorio rozzanese. Una

Bmw guidata da un 41enne

di origine cinese e residente

a Milano, Z.H. le iniziali, percorreva

la corsia centrale

quando ha

tamponato la

parte posteriore

destra

della Honda

Jazz guidata

da Benjamin

Rolando Franco

Cevallos. A

causa dell’im -

patto, la Honda

Jazz si è girata

su se stessa finendo nella

corsia di sorpasso, da dove

proveniva un altro 41enne,

M.P., italiano, della provincia

di Milano, al volante di

una Mercedes C 220.

Una collisione fatale

La Mercedes ha centrato

la fiancata destra della Honda.

Immediato il dispiegamento

di mezzi di soccorso:

il tratto della Tangenziale è

stato chiuso per ore per consentire

agli operatori sanitari

di intervenire. Per la mamma

non c’è stato nulla da

fare: troppo gravi le condizioni

dopo il violentissimo

impatto. Poche ore dopo lo

scontro, è morta anche la

figlia 12enne, portata in condizioni

disperate all’ospe dale

San Paolo. Dopo una notte

di agonia, anche il papà, portato

in codice rosso all’osp e-

dale Humanitas, non ce l’ha

f att a.

Le condizioni degli altri

due figli

Il figlio 16enne è in terapia

intensiva al Policlinico: le

condizioni sono ancora critiche.

Grave anche la più piccola,

la bambina di 10 anni,

portata all’ospedale di Bergamo.

Soccorsi anche i guidatori

delle due macchine

coinvolte nell’incidente: le

condizioni non sono critiche,

su entrambi sono stati

richiesti accertamenti su alcol

test ed esami tossicologici.

È stata inoltre disposta

l’autopsia sulle vittime del

terribile incidente.

Una famiglia distrutta

Una famiglia sempre unita,

originaria dell’Ecuador e

a Milano da quasi 20 anni.

Papà 41enne, Benjamin Rolando

Franco Cevallos, corriere

per una ditta di spedizioni,

mamma 39 anni, casalinga,

Fernanda Macas Miranda,

la figlia 12enne Melissa

Ilary, poi il ragazzo di 16

anni, che ha provato col corpo

a proteggere anche la sorellina

di 10 anni. Una vicenda

che ha scosso anche

le forze dell’ordine, i vigili

del fuoco e i soccorritori che

sotto la pioggia di sabato sera

hanno provato di tutto per

salvare la vita ai componenti

della famiglia, capitata per

caso in un brutto incidente.

Uniti, sorridenti: le serate col

karaoke in famiglia e con gli

amici, i festeggiamenti per il

compleanno della mamma,

a ottobre, con la torta e il

mazzo di fiori regalato dal

figlio, la candelina sulla torta

della piccola Melissa: anche

lei aveva compiuto gli anni

di recente. I nomi di mamma

e papà scritti sulla sabbia, al

mare, nell’ultima vacanza

trascorsa insieme. Sempre

insieme. “La mia bella famiglia

– scriveva mamma

Maria sui social –, saremo

uniti per sempre”.

v


O

k, forse smetterà di piovere. Ci siamo lasciati settimana

scorsa con la prima (e forse unica) nevicata dell’anno

e, da lì in poi, ha praticamente piovuto senza interruzione.

Dicono che smetterà, dicono. In questo periodo ci sentiamo

dire tante cose. Una certezza e una speranza c’è: che smetta…

e non solo di piovere.

Ancora tante uscite ci attendono in questo dicembre molto “copertina

e divano” e ben poco festaiolo. Rintanati nelle nostre

case stiamo (chi più e chi meno) divorando ore e ore di serie tv.

E allora buttiamoci sulle nuove uscite, che, mai come di questi

tempi, non bastano mai.

BEFOREIGNERS – stagione 1, dal 9 dicembre su Rai Play

Sbarca sullo streaming gratuito della Rai un’originale produzione

Hbo Europe che fonde dramma sociale, atmosfere crime

e fantascienza. In seguito a uno strano fenomeno, uomini e

donne di tre diverse epoche (l’età della pietra, l’epoca vichinga

e la fine dell’Ottocento) piombano nel presente e vengono

trattati alla stregua di profughi. Crimini e misteri seguono di

conseguenza.

ALICE IN BORDERLAND – stagione 1, dal 10 dicembre

su Netflix

Tre amici scapestrati si trovano catapultati all’improvviso in un

mondo apparentemente deserto, che funge da enorme scenario

Venerdì 11 Dicembre 2020 9

questo Piccolo grande schermo

Smetterà di piovere… e magari non solo quello

per un gioco in bilico fra vita e morte. Questa è brevemente

la trama dell’attesa serie originale Netflix tratta dall’acclamato

manga di Haro Aso.

DEUTSCHLAND 89 – stagione 3, dall’11 dicembre su Sky

Atlantic

Dopo Deutschland 83 e Deutschland

86, ecco la terza e ultima

stagione della produzione originale

Sky che racconta gli ultimi anni

della Guerra Fredda attraverso

le storie dei protagonisti, alle prese

con le conseguenze umane e politiche

della caduta del muro.

THE WILDS – stagione 1, dall’11

dicembre su Amazon Prime Video

È già stata definita la Lost (l’ennesima)

degli anni ’20 in salsa teen:

un gruppo di ragazze adolescenti,

ognuna con la sua vita ma tutte

ugualmente frustate dalle aspettative

che le circondano, si ritrovano naufraghe su un’isola deserta

dopo un disastro aereo. Ma qual è la vera ragione per cui sono lì?

DEPUTY – stagione 1, dall’11 dicembre su Fox

Deputy è un police procedural (detto così, lo so, spaventa. In

realtà è un filone “classico” dove una squadra di agenti indaga

e risolve i casi in modo corale) ideato da Will Beall di Castle

e Training Day. Fondendo la classica atmosfera western con

l’autenticità della vita moderna, racconta le vicende dello sceriffo

della contea di Los Angeles, sostituito all’improvviso da

Bill Hollister (Stephen Dorff), poliziotto schietto e dai modi

Per domande

e suggerimenti:

digital@keydea.net

rozzi, che è il supplente più improbabile per un ruolo così delicato.

Lo spazio si fa stretto, diamo un occhio anche ad un paio

di film in uscita.

IL PRIMO NATALE – dal 7 dicembre su Sky

Ficarra e Picone si muovono con naturalezza in un racconto

surreale che li vede scaraventati loro malgrado proprio nel

‘primo Natale’, in quell’anno zero che ha visto la nascita di

Gesù. Novelli viaggiatori temporali, al pari di Benigni e Troisi

in Non ci resta che piangere, si muovono con scaltrezza, o

almeno ci provano, in un mondo a loro sconosciuto, ricchi di

quel bagaglio di conoscenze che duemila anni di storia hanno

regalato al genere umano.

L’INCREDIBILE STORIA DELL’ISOLA DELLE ROSE

– dal 9 dicembre su Netflix

Giorgio è un ingegnere dal talento

incompreso, che sta vivendo

un momento di difficoltà.

Ha perso il lavoro, i genitori

non vogliono saperne niente di

lui, l’amore della sua vita lo

ha lasciato dopo che entrambi

sono stati arrestati per colpa sua. A questo punto mette in atto

un piano impossibile: costruire un’isola in mezzo al mare e

dichiarare, insieme a un gruppo di rivoluzionari ribelli, la sua

Repubblica dell’Isola delle Rose. Un film, con protagonista

Elio Germano, tratto da un’incredibile storia vera.

Va bene, tante parole e troppo poco spazio. Ma ci rifaremo con

una puntata doppia la prossima settimana. Buona visione!

Andrea Demarchi

v


10

Venerdì 11 Dicembre 2020

ACCADEVA OGGI...

12 DICEMBRE 1969 Orrendo attentato a Milano

È

questo il titolo con cui il quotidiano “L’Unità” a

piena pagina racconta dell’attentato avvenuto a

Milano verso le 16.30 di venerdì 12 dicembre 1969.

I titoli di tutti i quotidiani di quel giorno sono praticamente

simili e ben esprimono lo sconcerto per quanto accaduto

in Piazza Fontana, dove un ordigno di elevata potenza è

esploso nel salone centrale della Banca Nazionale dell’Agricoltura.

Lì si trovavano coltivatori, imprenditori arrivati a Milano

per il consueto mercato settimanale e che in banca stavano

effettuando le loro operazioni. Il pavimento del salone fu

squarciato, gli effetti furono devastanti per l’intero edificio;

la bomba uccise diciassette persone e altre novanta furono

ferite più o meno gravemente.

Tra le vittime anche due cittadini di Corsico: Luigi Meloni

di 57 anni e Carlo Garavaglia di 67.

La notizia della bomba in piazza Fontana a Milano riportata da “L’Unità”.

Luigi Meloni era un mediatore agricolo ben conosciuto e

stimato nell’ambiente del commercio agricolo e come ogni

venerdì era a Milano per il consueto mercato settimanale per

concludere affari.

Carlo Garavaglia, ormai in pensione, parecchie volte il venerdì

si recava al mercato, che era occasione per incontrare i

suoi vecchi amici in un bar lì vicino, ma quel giorno si trovava

nel salone della banca. Luigi Passera, genero di Carlo, fu

il primo presidente dell’“Associazione Famigliari Vittime di

Piazza Fontana”. La figlia di Carlo, Eugenia, è da poco deceduta,

mentro suo marito Luigi l’aveva preceduta; ma né loro

né gli altri famigliari di quelle vittime hanno avuto giustizia in

un processo che dopo 51 anni non ha condannato nessuno.

Forse non tutti ricordano che qualche minuto prima della

esplosione, un altro ordigno venne rinvenuto nella sede

della Banca Commerciale di piazza della Scala, sempre a

Milano. Tra le 16.55 e le 17.30, altre tre esplosioni si verificarono

a Roma: una, all’interno della Banca Nazionale del

Lavoro di via San Basilio; altre due, sull’Altare della Patria

di piazza Venezia. Questi attentati provocarono feriti e danni.

Insomma una vera e propria operazione di vasta portata che

ricorda quelle di più immediata realizzazione: gli attentati

dell’11 settembre 2001 negli Usa quando ci furono ben

quattro operazioni realizzate da suicidi coordinati e compiuti

in simultanea con un totale di 2.974 vittime. Oppure a

Parigi il 13 novembre 2015 quando ci furono una serie di

attentati con tre esplosioni nei pressi dello stadio e sei sparatorie

in diversi luoghi, tra cui la più sanguinosa è quella del

Bataclan con 90 vittime.

A cura di Noi di Corsico - Via L. Salma 37

20094 Corsico - noidicorsico@yahoo.it

Ma se gli attentati in Usa e in Francia provenivano da organizzazioni

estranee ai paesi che vennero colpiti, ben più grave

è quanto accadde in Italia quel giorno. I cinque attentati

del pomeriggio del 12 dicembre 1969 segnarono infatti l’inizio

di quel periodo della vita del nostro paese che va sotto

il nome di “Strategia della tensione”. La strage di piazza

Fontana divenne il momento più alto di un progetto eversivo

preparato attraverso altri attentati di quello stesso anno

e diretto (come emerge da sentenze processuali) a utilizzare

il disordine e la paura per sbocchi di tipo autoritario oppure

per una stabilizzazione neo centrista. Sono accertati, come

è scritto nella relazione della Commissione Stragi, «accordi

collusivi con apparati istituzionali».

Ormai quel lungo periodo che visse il nostro paese è “storia”,

ma per chi vuole approfondire è possibile accedere, attraverso

il sito per i beni culturali e le attività culturali e per

il turismo, a numerosi documenti della strage di piazza Fontana,

tra cui le schede dei deceduti e gli atti parlamentari del

12 e 13 dicembre 1969 relativi a questo fatto.

Ogni anno il 9 maggio si celebra il “Giorno della memoria

delle vittime del terrorismo e delle stragi”.

A Corsico, a ricordo di queste vittime e dei cittadini Garavaglia

e Meloni deceduti nella strage di piazza Fontana, è

esposta una targa nel municipio di via Roma alla fine della

prima rampa della scalinata con il messaggio “La memoria

come motore di ricerca della verità e della giustizia”.

Tarcisio Sanzani

吀 甀 琀 椀 椀 最 椀 漀 爀 渀 椀

攀 猀 琀 爀 愀 琀 椀

搀 椀 昀 爀 甀 琀 愀 昀 爀 攀 猀 挀 愀 Ⰰ

椀 渀 猀 愀 氀 愀 琀 攀 攀 瘀 攀 爀 搀 甀 爀 攀

瀀 爀 漀 渀 琀 攀 愀 氀 挀 漀 渀 猀 甀 洀 漀

漀 搀 愀 挀 甀 漀 挀 攀 爀 攀

嘀 椀 愀 䌀 愀 瘀 漀 甀 爀 㠀 Ⰰ㈀ 㤀 㐀 䌀 漀 爀 猀 椀 挀 漀 吀 攀 氀 ⸀ ㈀ 㐀 㐀 㜀 㐀 㤀 㜀

䌀 漀 渀 猀 攀 最 渀 愀 愀 搀 漀 洀 椀 挀 椀 氀 椀 漀

v


v

Venerdì 11 Dicembre 2020 11


12

CRONACA Venerdì 11 Dicembre 2020

Cinema Teatro CRISTALLO

dove il cinema costa meno e il prezzo è dinamico

Coronavirus,

il presidente Conte

firma il Dpcm

del 3 dicembre 2020


BUCCINASCO

Ambrogino d’Oro a Gino Vezzini:

“Grande orgoglio per Buccinasco”

BUCCINASCO (ces) “Una notizia che

riempie d’orgoglio la nostra città”,

commenta il consigliere Stefan o

Parme sani.

L’orgoglio di Buccinasco per la Civica

Benemerenza a Gino Vezzini

Il Comune di Milano ha assegnato

al cittadino di Buccinasco

Gino Vezzini l’Attestato di Civica

Benemerenza Ambrogino d’O ro.

“Siamo tutti con lui –ancora Parmesani

– e lo applaudiamo forte in

occasione di questo importante

riconoscimento. Meritatissimo,

per il presidente Amici del Loggione

del Teatro alla Scala”.

Il riconoscimento al Presidente degli

Amici del Loggione del Teatro alla

Scala

Vezzini è stato a lungo impegnato

nella promozione della cultura,

in particolare “aiutando i

giovani musicisti nel loro difficile

percorso di crescita”, aggiunge

Parmesani e prosegue: “Gino Vezzini

è stato anche presidente

d e l l’Associazione Amici di Buccinasco

che aveva la missione di

promuovere e tutelare le bellezze

del territorio. Un grande riconoscimento

a un uomo di profonda

cultura e di enorme impegno”.

Il Cinema Teatro Cristallo si attiene alle disposizioni

contenute nel nuovo Decreto della

Presidenza del Consiglio dei Ministri (datato

3 dicembre 2020), che sospende su tutto

il territorio nazionale “gli spettacoli aperti al

pubblico in sale teatrali, sale da concerto,

sale cinematografiche e in altri spazi anche

all’aperto” (art. 1 comma 10 lettera m) con

effetto da Venerdì 4 dicembre a Venerdì 15

gennaio 2021 compresi.

La misura è inserita nelle restrizioni alla circolazione

della popolazione per motivi non

legati agli impegni di lavoro, di studio e per

le primarie necessità della vita quotidiana.

Per qualsiasi informazione inviare una mail a: info@cristallo.net

PRENOTAZIONI E ACQUISTI ON LINE SUL SITO www.cristallo.net

Prenotazioni telefoniche e info:

Call Center 199 208002

tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 21.00

Via Mons. Pogliani cesano b. - Tel. 02 4580242

ASSP

azienda speciale del Comune di Abbiategrasso,

operante nell’ambito dei servizi sociali,

ricerca il proprio Direttore,

responsabile legale e gestionale.

Nel dettaglio, competenze, requisiti, durata

dell’incarico, aspetti economici, criteri di valutazione

e modalità di svolgimento della selezione sono

contenute nell’avviso pubblicato

sul sito internet www.asspabbiategrasso.it

e sul sito del comune di Abbiategrasso.

Per ASSP, il Presidente Carlo China

v


Venerdì 11 Dicembre 2020 C RO N AC A 13

presentazione rivolti solo ad Aziende no vendita prodotti, ottima

ROZZANO

Si arrampica sul ponte della tangenziale

per buttarsi giù: il salvataggio dei pompieri

ROZZANO (ces) Si è arrampicato sul

ponte della tangenziale, sopra via

Cassino Scanasio, e ha minacciato

di buttarsi giù. Un grande dispiegamento

di mezzi tra polizia, carabinieri

e vigili del fuoco: tutti sul

posto per cercare di far desistere

l’uomo che era pronto a gettarsi

dal ponte, ad alcuni metri d’a l tezz a

dal suolo.

La prontezza di un camionista

è stata provvidenziale

Si è infilato sotto il

ponte facendo sporgere

il cassonato, in

modo da creare una

sorta di rete di salvataggio

con il telone

che ricopre il mezzo

pesante. I pompieri

sono intervenuti e

sono saliti sul ponte,

cercando di parlare

a l l’uomo, sull’orlo di

buttarsi giù. Mentre

due vigili del fuoco

gli parlavano, altri si

arrampicavano da

dietro la balaustra,

www. casefunerariedomuspacis.it

per bloccarlo. Le forze dell’o rd i n e

hanno messo in sicurezza l’a rea

per consentire i soccorsi, mentre i

pompieri sono riusciti a salire con

la lunga scala in dotazione e a

convincere l’uomo a scendere dal

ponte. Soccorso dal personale medico,

è stato tratto in salvo. Ancora

da chiarire i motivi che lo hanno

spinto ad arrampicarsi, pronto per

gettarsi nel vuoto.

Impiegata amministrativa commerciale,

gestione banca cassa fatturazione,

offerte ordini clienti fornitori e relativi pagamenti,

recupero crediti, gestione personale,

gestione amministrazione stabili

offresi. Cell. 339 5042645

Docente di pianoforte offre lezioni private

a Trezzano s/N presso il proprio domicilio

o eventualmente online ad allievi

di qualsiasi livello. Cell. 328 8216061

Signora 56enne offresi come baby

sitter pomeriggio per ritiro bambini a

scuola, compiti, portarli e riprenderli in

palestra. Milano Romolo/Famagosta, Milano

Lorenteggio, Corsico, Cesano Boscone.Cell:

333 6607491

Signora referenziata offresi per

stiro al proprio domicilio. Cell. 339

5870473

Signora cerca lavoro di pulizia e stiro.

Zona Buccinasco e limitrofi. Serietà e puntualità

e competenza pluriennale. Se interessati

contattatemi Lucia, cell 3387548982

o mail sdf_79@hotmail.com

Operatore Socio Sanitario (OSS)

italiano offresi per assistenza ad anziani,

malati e disabili. Part-time o notturno,

sia a domicilio che presso strutture ospedaliere.

Massima serietà. Roberto cell.

392 5233213

Signora italiana referenziata offresi

come collaboratrice domestica. Cell.

338 2834015

Sempre tanti vestiti da stirare?

Servizio di stiro con possibilità di

ritiro e consegna a domicilio. Zone Assago,

Buccinasco, Corsico e limitrofi. Serietà

e puntualità. Competenza pluriennale

Cell.338 7548982 o mail: sdf_79@

hotmail.com

Impiegata commerciale 52enne cerca

lavoro come addetta al back office.

Esperienza ultraventennale nella gestione

ufficio acquisti, centralino, collaborazione

con ufficio tecnico. Bella presenza,

automunita, disponibilità immediata.

Cell. 331 3810837

Contabile pluriennale esperienza

banche e tesoreria, adempimenti

OFFRO LAVORO

CERCASI

assistente alla poltrona

Con esperienza, per assunzione (oppure prima esperienza con stage),

per Studio Dentistico sito a Corsico.

Tel. 02 45103419

CERCO LAVORO

Iva, Coge fino a bilancio, cerca lavoro

Corsico e comuni limitrofi. Cell 333

9457466 Amelia

Magazziniere 48enne con esperienza

gestione autonoma della logistica,

gestione lotti/scadenze, utilizzo muletto

e principali gestionali offresi. Cell.347

4332180

52 anni, ex soccorritore 118 attestati

regionali Areu Milano, Niguarda riqualificazione

urgenza emergenza, compreso

defibrillatore. Antincendio, cerco lavoro

anche notturno. Patente B, buona conoscenza

Milano e periferia. Cell 347

1410994

Ragazza 30 anni, diplomata, disponibile

da subito, esperienza pluriennale

nella GDO e addetta al call center front

end e/o Back Office cerco lavoro, Lucia

cell. 348 7967801.

Signora italiana referenziata offresi

come collaboratrice domestica. Cell.

338.2834015

50enne con referenze, lunga esperienza

coi bambini, disponibile a Buccinasco

come baby-sitter. Anche lavori domestici.

Cell. 388 1281829

Ragioniera 49 anni, bella presenza,

esperienza in segreteria contabilità

e gare appalto con Pubblica Amministrazione,

attualmente impiegata, cerca

preferibilmente part time. Cell 334

3973015 chiamare pomeriggio

Impiegata amministrativa esperienza

pluriventennale, ottima conoscenza

AS400 e Zucchetti, preventivi, recupero

crediti, banche/cassa, co/ge, offresi

come aiuto contabile zona Corsico.

Daniela cell. 339 2838548

ITALIANO 52 anni dinamico, sveglio,

serio cerca lavoro part-time o full-time

per pulizie domestiche e stiro (referenziato,

esperto e responsabile presso società),

imbianchino, lavapiatti, tuttofare.

Disponibile da subito tutti giorni al mattino

(festivi e domenica compresi). Massima

serietà e disponibilità immediata

cell. 351 5920058 - 348 1986819

Per le tue inserzioni CERCO/OFFRO LAVORO

segreteria@keydea.net

Esclusivamente per le inserzioni CERCO LAVORO il limite max è stabilito in 25 parole

Aut. Tribunale di Milano n. 478 del 14/09/2011

Fabio Fagnani

direttore responsabile

direttoresiono@hotmail.it

Condirettore

Andrea Demarchi

Direttore sviluppo

Luca Brunello

Editore

Keydea! s.r.l. Tel. 02.83553315

In compagnia della storia

di Fulvio Scova

Pubblicità Commerciale

Andrea Demarchi

cell. 392.9733588

a.demarchi@keydea.net

Stampa

Litosud

Pessano con Bornago (MI)

E’ fatto divieto a chiunque anche ai sensi della legge sul diritto d’autore,

di riprodurre - in qualsiasi modo e con qualsiasi mezzo - le opere

giornalistiche contenute e pubblicate sul presente giornale. La proprietà ed

i diritti di sfruttamento delle opere ivi contenute sono riservate all’editore.

v


14

Venerdì 11 Dicembre 2020

ENIGMISTICA E NON SOLO

1 2 3 4 5 6 7 8

10 11 12

14 15

21

9

18 19 20

16

17

13

OGNUNA DI QUESTE 12 LOCALITÀ

È BAGNATA DA UN FIUME:

SAPETE DIRE QUALE?

BELLUNO

FORNOVO

OSTIGLIA

22

23

24

25

SAN BENEDETTO

FIORENZUOLA

PONTASSIEVE

26

27

28

29

30

31

32

33

34

40

35 36

37

38

39

BASSANO

DEL GRAPPA

TREZZO D’ADDA

CITTÀ DI CASTELLO

ORIZZONTALI: 1. Legge mafiosa del silenzio - 4. Storica regione dell’Asia centrale - 9. Un big

dell’industria - 10. I confini del Galles - 12. General Motors - 13. Pubblico mezzo - 14. Scorre in Val

Moriana - 15. Antico soldato teutonico - 18. Una celebre Carica in un film di cartoni animati - 21. Rimuove

le incrostazioni delle navi - 22. Il famoso Masolino che dipinse Storie di Santa Caterina - 24.

Ufficiali dell’esercito - 25. Consonanti in palo - 26. L’argento - 27. Isole chiamate anche Lipari - 29.

Famoso cosmonauta russo - 33. Banca vaticana - 34. Il cantautore Cellamare - 35. Arrabbiato - 39.

Contengono lardo - 40. Monaco benedettino.

VERTICALI: 1. Inizio di orazioni - 2. Le iniziali di Rascel - 3. Preparare la colazione - 4. Telegiornale

- 5. Un beveraggio... sospetto - 6. Possedimenti di nobili - 7. Somma di anni - 8. Componimento

scolastico - 10. Esecuzione in legatoria - 11. Sciocche, insipide - 12. Graham, scrittore inglese - 14.

Preposizione eufonica - 16. L’isola di Ulisse - 17. Proprio... della veste dei giudici - 19. Contiene

il cervello - 20. La farina migliore - 23. Comprende pure i monaci - 25. Fu un grande giocatore di

calcio - 26. Retro botteghe - 28. Si dice puntando l’indice - 30. Una sigla esplosiva - 31. Strada - 32.

Breve capitolo - 36. Il comico Pozzetto (iniz.) - 37. In fin dei conti - 38. La bocca di Bruto.

ROVERETO

BOLZANO

PAVIA

SOLUZIONE: 1. Piave - 2. Taro - 3. Po - 4. Tronto - 5. Arda - 6. Arno - 7. Brenta - 8. Adda - 9. Tevere - 10. Adige - 11. Isarco - 12. Ticino.

1

2



3


1


2

3



1 2




12 10 9

11

13




4

5


6

7

8





12



10

11


8

9


4

5


6

7





12

13

11


9

10





3

4

5

6


7

8






14


13

14




14


DEFINIZIONI: 1. Sostenitore sportivo - 2. Veicolo

pubblico - 3. Pronunciate chiaramente - 4. Personal

Computer - 5. Tipo di società - 6. Contrario

di Off - 7. Centro dell’Arda - 8. Più in basso - 9.

La sposa di Ammon - 10. Termine di bridge - 11.

Fondò Troia - 12. Un indimenticato Paolo della

televisione (vedi foto) - 13. La pipa dei Sioux - 14.

Parte dell’auto.

DEFINIZIONI: 1. Uniti Stati d’America - 2. L’attrice

Cortese - 3. Tipo di veliero - 4. Lippi della TV

(iniz.) - 5. Noto Guevara (vedi foto) - 6. Precede il

Ministro - 7. Venuta al mondo - 8. Nega a Londra -

9. Andati (breve) - 10. Dieci... nei prefissi - 11. Fiume

della Russia - 12. Giocano a centro campo - 13.

Joseph attore di Quarto Potere - 14. Modo di fare.

DEFINIZIONI: 1. Segnano il consumo - 2. Rubò

il fuoco agli Dei - 3. Precede Secret - 4. Numero

(breve) - 5. Sigla di Torino - 6. Colpo sul tamburo -

7. Bevanda inglese - 8. Lo è il Grisou - 9. Opera di

Mascagni - 10. Antico altare - 11. Precede cognomi

scozzesi - 12. Nome di donna - 13. Cambiare spesso

- 14. Tramò con Bruto (vedi foto).

Vuoi sponsorizzare la nostra

PAGINA GIOCHI? Contattaci!

Andrea Demarchi

392 9733588 - a.demarchi@keydea.net

v


Venerdì 11 Dicembre 2020 C RO N AC A 15

TREZZANO SUL NAVIGLIO

Parcheggio Rimembranze, il sindaco: “Inter vento

necessario, abbattuti solo alberi ammalorati”

TREZZANO SUL NAVIGLIO (ces)

“Ringrazio Legambiente per

la lettera e sono a disposizione

per illustrare il percorso

avviato”.

Il sindaco Fabio Bottero

risponde alla missiva inviata

dai circoli di Legambiente

per convincere il primo cittadino

a rivedere il progetto

di realizzazione del parcheggio

in via Rimembranze. “In

questi giorni sono state diffuse

informazioni imprecise

–risponde Bottero –: il parco

di via Croce non sarà trasformato

in cemento, non

interveniamo sul parco e

non taglieremo gli alberi del

parco ma su una porzione di

area verde oggi non utilizzata

e non attrezzata su via

Treves/Rimembranze. Il tema

del consumo di suolo, a

cui teniamo molto, ai sensi

della normativa regionale

non riguarda le aree antropizzate

dove deve essere

possibile rivedere con la

massima attenzione il tessuto

urbanistico, proprio

per evitare di intaccare aree

fuori dal centro abitato”.

Sullo studio di fattibilità

Il sindaco parla anche

dello studio di fattibilità “p er

la riqualificazione e sistemazione

paesaggistica dell’a rea

di via Rimembranze, via Treves

e via Galimberti, approvato

la scorsa estate dalla

Giunta comunale nasce

dall’obiettivo di migliorare la

fruizione della zona da parte

dei cittadini e servire meglio

i diversi poli pubblici di attrazione

della zona: le vicine

scuole primaria e infanzia, il

municipio, la chiesa e l’ora -

torio, il cimitero, la stazione

ferroviaria, l’area mercatal

e”.

“Vi sono alberi ammalorati e

arrivati quasi a fine vita”

“Per quanto riguarda il

viale delle Rimembranze –

aggiunge Bottero – sono evidenti

a tutti le necessità di

intervento. Vi sono alberi

ammalorati e arrivati quasi a

fine vita, come è evidente

anche a occhio nudo, con

radici che hanno reso pressoché

impraticabili i due

marciapiedi. Andranno

quindi sostituiti.

Gli interventi green dell’Ammi -

nistrazione

In questi anni la nostra

Amministrazione ha tra le altre

cose trasformato un’a rea

edificabile di migliaia di metri

quadri in bosco dei nuovi

nati; con la variante al Pgt ha

proposto l’inserimento nei

confini del Parco Agricolo

Sud Milano di circa 100mila

metri quadri di aree fino a

ora escluse e ha piantato

centinaia di alberi arricchendo

il patrimonio verde.

Stiamo seguendo un percorso

legato proprio alla definizione

di interventi inerenti

la riduzione delle isole di calore

e di regole urbanistiche

che promuovano uno sviluppo

green. Continueremo su

questa strada e intendiamo

proseguire a rendere più

fruibili e vivibili spazi pubblici

come in questo caso,

ridisegnando percorsi, migliorando

pure l’illuminazio -

ne e valorizzando il Monumento

ai Caduti”.

TREZZANO SUL NAVIGLIO

Feste di condivisione (anche se

lontani): pranzo di Natale a domicilio

TREZZANO SUL NAVIGLIO (ces)

Uno scambio di auguri diverso,

a distanza ma pur

sempre insieme, condividendo

lo stesso pranzo natalizio,

portato a casa. È

l’iniziativa dell’A m m i n i st ra -

zione comunale “Pasto natalizio

in consegna… a casa

tu a !”, un gesto di vicinanza

e condivisione rivolto soprattutto

alle famiglie e agli

anziani che ogni anno partecipano

al tradizionale

pranzo di Natale insieme

alle associazioni e ai Comitati

di Quartiere.

pasto un po’ particolare a

costo contenuto portato a

domicilio dai volontari della

Protezione Civile e dell’Associazione

Nazionale Carabinieri

sez. Salvatore Nuvoletta

che ringrazio ancora

una volta per il sostegno alla

nostra cittadinanza dall’inizio

della pandemia”.

Informazioni

Al pranzo parteciperà anche

il sindaco Fabio Bottero

con la Giunta comunale, in

diretta Facebook dalla pagina

del Comune (facebo

ok.com/ComuneTrezza-

Il sindaco Fabio Bottero nosN) per augurare un

“Sarà un Natale diverso – Buon Natale a tutta la cittadinanza.

Per prenotare o

dichiara il sindaco Fab i o

B ottero – e molti noi dovranno

rinunciare a trascor-

entro il 14 dicembre, basta

regalare il pasto di Natale,

rerlo con i propri cari. Non scrivere una mail a: uffcultu

ra @ c o mun e. t rezz a-

possiamo purtroppo organizzare

il bel pranzo di Natale

che ogni anno ci vede tando cognome e nome –

no-sul-naviglio.mi.it ripor-

trascorrere insieme una bellissima

domenica di festa: dicando via e numero ci-

luogo della consegna (in-

siamo però vicini ai nostri vico) – numero di telefono e

cittadini e proponiamo loro email per essere ricontattati.

Pagamento tramite bo-

di mangiare lo stesso insieme,

anche se ognuno resterà

nella propria abitazio-

(costo pasto con antipasto,

nifico o bollettino postale

ne. Un gesto di condivisione primo, secondo, contorno,

e un’occasione di regalare ai frutta e panettone: 11 euro

).

nostri cari anziani soli un

Soluzionisumisuraperognitipodiativitàcommerciale

NATIVE•BANNERDISPLAY•SEO•WEBCONTENT•SOCIALAD

KEYDEA!S.r.l.

ViaV.EmanueleI,27

Corsico(MI)

v


16

Venerdì 11 Dicembre 2020

v

More magazines by this user
Similar magazines