18.02.2021 Views

L'Accademia Olimpica - Dicembre 2020

You also want an ePaper? Increase the reach of your titles

YUMPU automatically turns print PDFs into web optimized ePapers that Google loves.

1<br />

L’Accademia<br />

tre/quattro<br />

<strong>2020</strong><br />

<strong>Olimpica</strong><br />

L’Accademia è al lavoro<br />

su un libro-memoria<br />

ADDIO <strong>2020</strong>, UN ANNO<br />

DA (NON) DIMENTICARE<br />

Un libro-memoria che lasci<br />

una testimonianza significativa<br />

della pandemia.<br />

È questo il progetto al quale<br />

l’Accademia, grazie al<br />

contributo di una trentina<br />

di esperti, sta lavorando in<br />

questi mesi, approfondendo<br />

l’analisi sull’emergenza non<br />

solo da un punto di vista<br />

scientifico-sanitario ma in<br />

una prospettiva multidisciplinare,<br />

spaziando dall’economia<br />

all’informazione, dalla<br />

sociologia alla psicologia,<br />

dalla storia alla filosofia e<br />

alla teologia, dalle arti figurative<br />

allo spettacolo, attraversando<br />

la sfera collettiva<br />

e individuale e con un focus<br />

speciale dedicato a Vicenza<br />

e al suo territorio.<br />

L’annuncio del progetto è<br />

stato dato dal presidente<br />

Gaetano Thiene, in occasione<br />

dell’edizione vicentina<br />

della Notte della Ricerca,<br />

svoltasi il 27 novembre.<br />

Di alto livello la squadra<br />

messa in campo. Come autori<br />

sono impegnati i virologi<br />

Andrea Crisanti e Massimo<br />

Galli, l’immunologa<br />

Antonella Viola, la patologa<br />

Cristina Basso, il biologo<br />

molecolare Mario Plebani,<br />

il nefrologo Claudio Ronco,<br />

lo pneumologo Andrea Vianello,<br />

l’epidemiologo Dario<br />

Gregori, i giornalisti Luca<br />

Ancetti, Piero Erle e Nicoletta<br />

Martelletto, gli economisti<br />

Giancarlo Corò, Andrea<br />

Lionzo, Roberto Ricciuti e<br />

APERTURA D’ANNO<br />

Gilberto Muraro, gli storici<br />

dell’economia Edoardo<br />

Demo e Giovanni Luigi Fontana,<br />

le filologhe classiche<br />

Maria Grazia Ciani e Daniela<br />

Marrone, la storica Nelli Vanzan,<br />

gli storici della medici-<br />

INIZIATIVE<br />

continua a pagina 2<br />

Anno XXII - n. 3/4 - <strong>Dicembre</strong> <strong>2020</strong><br />

L’ Accademia <strong>Olimpica</strong> - Largo Goethe 3 - 36100 Vicenza - tel. 0444 324376<br />

Periodico - Alessandra Agosti, Direttore Responsabile - Autorizzazione Tribunale di<br />

Vicenza n. 1268 del 16/04/2012 - Poste Italiane s.p.a. Spedizione in A.P. - D.L. 353/2003<br />

(Conv. in L. 27.02.04 n. 46) art 1, comma 2, DCB Vicenza - Stampa ESCA Vicenza<br />

La cerimonia d’avvio dell’attività<br />

<strong>2020</strong>/2021 si è svolta in modalità<br />

telematica. La prolusione affidata<br />

a Massimo Galli.<br />

A pagina 2<br />

Una versione inconsueta per la XV<br />

edizione di Laboratorio Olimpico,<br />

che porterà alla realizzazione di<br />

un audiovisivo.<br />

A pagina 3


2<br />

L’Accademia <strong>Olimpica</strong><br />

continua da pagina 1<br />

na Maurizio Rippa Bonati,<br />

Fabio Zampieri e Alberto<br />

Zanatta, la storica dell’arte<br />

Maria Elisa Avagnina, i sociologi<br />

Giuseppe Dal Ferro<br />

e Renato Stella, la psicologa<br />

Chiara Volpato, l’esperto del<br />

sistema scolastico Gianni<br />

Zen, il segretario di Stato di<br />

Sua Santità Pietro Parolin, il<br />

filosofo Paolo Vidali, il filosofo<br />

della scienza Telmo Pievani,<br />

il biologo evoluzionista<br />

Andrea Pilastro, oltre allo<br />

stesso Thiene nella sua veste<br />

di cardiopatologo.<br />

«Con i suoi quasi cinque secoli<br />

di vita e la sua interdisciplinarietà<br />

- ha commentato<br />

il presidente lanciando l’iniziativa<br />

- credo che la nostra<br />

Istituzione sia un punto di<br />

osservazione ideale per<br />

analizzare l’attualità e lasciarne<br />

testimonianza. Per<br />

questo motivo abbiamo fortemente<br />

voluto il progetto<br />

editoriale al quale stiamo<br />

lavorando e che sarà reso<br />

possibile grazie ai tanti studiosi<br />

coinvolti, che ringrazio<br />

per la loro disponibilità e<br />

per aver compreso fin da subito<br />

la portata e il significato<br />

scientifico, culturale e sociale<br />

di questo progetto».<br />

Il lavoro si sta sviluppando<br />

come un work in progress<br />

in costante osservazione<br />

dell’andamento della pandemia,<br />

con l’obiettivo di<br />

giungere alla pubblicazione<br />

entro la prima metà del<br />

2021.<br />

In occasione della Notte della<br />

Ricerca, intanto, gli autori<br />

sono stati coinvolti nella realizzazione<br />

di brevi video di<br />

carattere divulgativo, riuniti<br />

sotto il titolo La pandemia<br />

Covid: non solo un problema<br />

scientifico-sanitario e<br />

dedicati agli argomenti affidati<br />

a ciascuno di loro nel<br />

libro-memoria. Le clip sono<br />

disponibili nel canale You-<br />

Tube dell’Accademia (nella<br />

playlist Notte della Ricerca<br />

<strong>2020</strong>), oltre che nel sito (nelle<br />

sezioni Eventi e I nostri video).<br />

La serie è stata messa<br />

a disposizione anche delle<br />

Scuole superiori, con segnalazione<br />

nella sezione del sito<br />

intitolata L’Accademia per la<br />

scuola.<br />

Apertura d’anno via web<br />

con ospite Massimo Galli<br />

È stata diffusa in streaming<br />

attraverso il canale YouTube<br />

e la pagina Facebook<br />

istituzionali la cerimonia<br />

d’inaugurazione dell’anno<br />

di attività dell’Accademia,<br />

svoltasi sabato 31 ottobre e<br />

aperta, in collegamento, da<br />

una prolusione del virologo<br />

Massimo Galli, direttore del<br />

reparto di malattie infettive<br />

dell’ospedale «Luigi Sacco»<br />

e professore ordinario<br />

dell’Università di Milano. La<br />

registrazione è disponibile<br />

su YouTube.<br />

Coordinato dal presidente<br />

Gaetano Thiene, l’evento ha<br />

visto anche la presentazione<br />

ufficiale dei nuovi accademici<br />

eletti nel dicembre<br />

2019: la filologa classica Monica<br />

Centanni, il musicista e<br />

compositore Francesco Erle,<br />

il filosofo Marcello Ghilardi<br />

e il classicista Dino Piovan,<br />

tutti per la Classe di Lettere<br />

e arti; l’ingegnere aerospaziale<br />

Stefano Debei e, come<br />

accademico corrispondente,<br />

il cardiologo Victor A. Ferrari<br />

per la Classe di Scienze e<br />

tecnica; infine, per la Classe<br />

di Diritto economia e amministrazione,<br />

il giornalista<br />

e saggista Giandomenico<br />

Cortese, l’avvocato Alberto<br />

Dal Ferro, l’economista<br />

Giuseppe Nardin e, come<br />

corrispondente, il manager<br />

attivo anche in ambito culturale<br />

Roberto Ditri. Tre gli<br />

accademici onorari: il filologo<br />

classico Luciano Canfora,<br />

il sacerdote impegnato<br />

nel sociale Luigi Ciotti e il<br />

ginecologo Antonio Franco<br />

Dal Maso (i profili dei nuovi<br />

accademici sono pubblicati a<br />

seguire, alle pagine 4 e 5).<br />

Premiati, infine, i vincitori<br />

del concorso «Accademia<br />

<strong>Olimpica</strong>» per tesi di laurea<br />

specialistica, giunto alla sedicesima<br />

edizione: il riconoscimento<br />

è andato a Stefano<br />

Mizzon per l’area umanistica<br />

(segnalati anche i lavori di<br />

Ilaria Peron e Monica Sanson),<br />

a Ylenia Saretta per<br />

quella scientifica (segnalate<br />

Arianna Cocco e Silvia Romana<br />

Perotto) e a Giovanni<br />

Rizzi per quella economica<br />

e giuridica (segnalate Chiara<br />

Crescioli e Jessica Maddalena).<br />

Dottorato: 3° premio Hic labor<br />

Sono aperte fino al 15<br />

gennaio le candidature<br />

per il terzo premio triennale<br />

«Hic labor», concorso<br />

che l’Accademia riserva<br />

alle tesi di dottorato di ricerca.<br />

Tre i premi in palio<br />

per ciascuna delle Classi<br />

accademiche: Lettere e<br />

arti, Scienze e tecnica, Diritto<br />

economia e amministrazione.<br />

La tesi non dovrà<br />

essere stata discussa<br />

prima del 1° gennaio 2017<br />

presso Università italiane<br />

o estere. Informazioni nella<br />

sezione Bandi del sito.


L’Accademia <strong>Olimpica</strong><br />

3<br />

Serena Sinigallia<br />

L’acuirsi dell’emergenza<br />

sanitaria ha costretto<br />

a rinunciare alla formula<br />

tradizionale del progetto.<br />

Ma è stata trovata una<br />

soluzione che ha permesso<br />

di lasciare comunque<br />

una traccia significativa.<br />

Rinviato al 2021 nella sua<br />

forma tradizionale a causa<br />

dell’emergenza sanitaria,<br />

Laboratorio Olimpico ha<br />

comunque voluto lasciare<br />

un segno nell’Anno Domini<br />

<strong>2020</strong>, al quale aveva deciso<br />

di dedicare la propria quindicesima<br />

edizione dal titolo<br />

Il Teatro Olimpico in tempo di<br />

peste.<br />

Promosso dall’Accademia<br />

con la collaborazione del<br />

Comune di Vicenza, il progetto<br />

- nato da un’idea di<br />

Cesare Galla e diretto da<br />

Roberto Cuppone, entrambi<br />

accademici - si è così concretizzato<br />

quest’anno in una<br />

registrazione video no-stop<br />

realizzata a porte chiuse<br />

all’Olimpico, garantendo la<br />

massima sicurezza ad attori<br />

e tecnici.<br />

In essa i sono fuse due perfomance.<br />

La prima, affidata agli attori<br />

Piergiorgio Piccoli, Carlo Presotto,<br />

Paolo Rozzi, Antonino<br />

Varvarà, Anna Zago e Patricia<br />

Zanco, è consistita nella<br />

lettura di alcune pagine del<br />

De peste del medico Alessandro<br />

Massaria, il quale, tra<br />

i fondatori dell’Accademia<br />

<strong>Olimpica</strong>, fu un innovatore<br />

nella gestione dell’epidemia<br />

nel Veneto nel 1575-1577. In<br />

un’apposita riduzione teatrale,<br />

la sua opera è stata<br />

affrontata nella traduzione<br />

in italiano curata dalla studiosa<br />

Daniela Marrone (la<br />

pubblicazione è uscita nel<br />

Dal Laboratorio Olimpico<br />

una testimonianza video<br />

2012 per i tipi delle Edizioni<br />

Antilia, grazie ai contributi<br />

dell’Associazione Ricerche<br />

Cardiopatie Aritmiche - Arca<br />

e del Dipartimento di Scienze<br />

del Mondo Antico dell’Università<br />

di Padova, con presentazione<br />

e introduzione<br />

di Gaetano Thiene ed Emilio<br />

Pianezzola).<br />

La seconda performance,<br />

invece, è stata orchestrata<br />

dalla regista Serena Sinigaglia,<br />

nome noto della scena<br />

italiana, tra l’altro fondatrice<br />

dell’Associazione Teatrale<br />

Indipendente per la Ricerca<br />

(ATIR). A lei il compito di<br />

guidare dodici allievi attori<br />

del secondo anno dell’Accademia<br />

Teatrale Veneta,<br />

ora «Carlo Goldoni» (scuola<br />

del Teatro Stabile del Veneto),<br />

preparati attraverso un<br />

laboratorio online, in una<br />

partitura drammaturgica<br />

inedita, elaborata dalla stessa<br />

regista insieme a Gabriele<br />

Scotti e costruita intorno<br />

a testi legati al tema della<br />

peste scritti da Sofocle, Tucidide,<br />

Lucrezio, Virgilio, Livio,<br />

Seneca, Boccaccio e dal<br />

giornalista scientifico David<br />

Quammen. Il tutto con la<br />

collaborazione dell’attrice,<br />

aiuto regista e vocal coach<br />

Sandra Zoccolan.<br />

A queste performance si<br />

sono affiancati due particolari<br />

momenti “virtuali”, preregistrati:<br />

un’introduzione<br />

da Milano di Oliviero Ponte<br />

di Pino, giornalista da sempre<br />

attivamente coinvolto<br />

in Laboratorio Olimpico, che<br />

avrebbe dovuto presentare<br />

lo spettacolo al pubblico; e<br />

un saluto da Giuliano Scabia,<br />

poeta e drammaturgo,<br />

già protagonista di Laboratorio<br />

Olimpico nel 2010<br />

e nel 2019, e che in questa<br />

edizione avrebbe dovuto<br />

presentare il volume Commedia<br />

<strong>Olimpica</strong>, ovvero la<br />

fine del mondo (con dinosauri),<br />

edito dall’Accademia con<br />

il sostegno di AIM, frutto<br />

dell’esperienza laboratoriale<br />

e della messa in scena dello<br />

scorso anno all’Olimpico.<br />

Una sintesi dei materiali filmati<br />

– riprese dirette delle<br />

due performance, collegamenti<br />

esterni e backstage,<br />

effettuati da Alberto Bombardini,<br />

in veste di regista,<br />

con l’assistenza di Stefano<br />

Bodinetti, nell’arco di due<br />

intere giornate nel Teatro<br />

Olimpico - verrà montata in<br />

diverse soluzioni, che verranno<br />

decise in questi gior-<br />

ni in base alle immagini e<br />

alle situazioni riprodotte. Si<br />

stanno valutando una breve<br />

sintesi informativa, da<br />

pubblicare su Youtube e nei<br />

social dell’Accademia, una<br />

versione in corto d’arte, per<br />

partecipare ad alcuni segnalati<br />

festival cinematografici<br />

internazionali, e infine una<br />

versione “integrale”, cioè una<br />

restituzione da proiettare al<br />

pubblico quando sarà possibile,<br />

forse in primavera o alla<br />

prossima edizione di Laboratorio<br />

Olimpico, nell’autunno<br />

del 2021.<br />

Commedia <strong>Olimpica</strong>, il volume edito<br />

dall’Accademia nella collana<br />

degli Atti di Laboratorio Olimpico.


4 L’Accademia <strong>Olimpica</strong><br />

RITRATTI / Notizie sugli eletti 2019 presentati lo scorso ottobre, alla cerimonia di apertura dell’anno di attività <strong>2020</strong>/2021<br />

Profili accademici<br />

Classe di<br />

LETTERE E ARTI<br />

Accademici ordinari<br />

Monica Centanni<br />

Filologo classico di formazione,<br />

è professore ordinario<br />

di Lingua e letteratura<br />

greca all’Università Iuav di<br />

Venezia dal 2018 e dal 2009<br />

all’Università di Catania,<br />

dove insegna Drammaturgia<br />

antica, Iconologia e Tradizione<br />

classica. Membro<br />

dal 2002 al 2013 del Consiglio<br />

di Amministrazione della<br />

Fondazione INDA (Istituto<br />

Nazionale per il Dramma<br />

antico), è direttore dal 2006<br />

del Centro studi classicA /<br />

Iuav. È studiosa del teatro<br />

antico e di storia della tradizione<br />

classica nella cultura<br />

artistica e letteraria dall’antico<br />

al contemporaneo. Su<br />

questi temi è autore di numerosi<br />

studi (monografie,<br />

curatele, contributi, articoli)<br />

e ha curato mostre ed eventi<br />

teatrali. Ha tradotto le tragedie<br />

di Eschilo (Meridiano<br />

Mondadori) e ha pubblicato<br />

il volume Nemica a Ulisse<br />

(Bollati Boringhieri). Dirige<br />

la rivista «Engramma. La<br />

tradizione classica nella memoria<br />

occidentale», attiva<br />

dal 2000.<br />

Francesco Erle<br />

Musicista e compositore,<br />

si diploma in pianoforte<br />

e successivamente (1990)<br />

in Composizione presso il<br />

Conservatorio di Padova.<br />

Insegna al Conservatorio<br />

di Venezia. Gli esordi come<br />

compositore lo vedono impegnato<br />

nelle forme della<br />

musica corale, alla ricerca di<br />

un linguaggio personale in<br />

cui si intrecciano l’attività di<br />

direttore di coro (Schola San<br />

Rocco) e orchestra a quella<br />

di revisore e che lo porta a<br />

composizioni riguardanti<br />

campi via via più diversificati.<br />

Ha collaborato con direttori<br />

d’orchestra (Andras<br />

Schiff, Leon Spirer) e registi<br />

(Gianfranco De Bosio, Da-<br />

miano Micheletto) in un<br />

progressivo avvicinamento<br />

al teatro musicale, prima<br />

come direttore (Chori per<br />

l’Edippo Tiranno), poi compositore<br />

di nuove musiche<br />

(Gioco del Palazzo, 2003; Pigafetta,<br />

2004; Odisseo 2006;<br />

Elettra di Sofocle, 2007) con<br />

lusinghieri riconoscimenti<br />

e crescente successo. Come<br />

revisore e direttore ha riportato<br />

alla luce importanti<br />

opere del periodo barocco<br />

di autori come Albinoni e<br />

Lotti.<br />

Marcello Ghilardi<br />

Laureato in Filosofia presso<br />

l’Università di Padova, ha<br />

completato la sua formazione<br />

presso le Università<br />

di Parigi e Pechino. Dal 2018<br />

è professore associato di<br />

Estetica presso l’Università<br />

di Padova.<br />

Ha partecipato a diversi<br />

progetti di ricerca, in particolare<br />

nell’ambito delle<br />

“corrispondenze tra Oriente<br />

e Occidente” e riveste numerosi<br />

incarichi all’interno<br />

dell’Ateneo patavino, con<br />

contatti e ruoli di collegamento<br />

e cooperazione con<br />

Università straniere.<br />

È affiliato a varie associazioni<br />

culturali, tra cui European<br />

Network of Japanese Philosophy,<br />

SIE Società italiana<br />

di Estetica, SFI Società filosofica<br />

italiana; partecipa a<br />

comitati editoriali di riviste<br />

e collane del settore e svolge<br />

attività di traduttore e<br />

consulente per diverse Case<br />

editrici. Ha tenuto relazioni<br />

a convegni e seminari nazionali<br />

e internazionali. È<br />

autore di numerose pubblicazioni<br />

in riviste scientifiche<br />

e in volume.<br />

Dino Piovan<br />

Laureato in Lettere presso<br />

l’Università di Padova, nel<br />

2013 ha conseguito l’abilitazione<br />

alla docenza universitaria<br />

in Lingua e letteratura<br />

greca. Insegna latino<br />

e greco nei Licei classici e<br />

Laboratorio di greco antico<br />

all’Università di Verona.<br />

Oltre a commenti ad autori<br />

classici (Platone, Lisia, Senofonte)<br />

destinati alla scuola<br />

e a saggi su riviste scientifiche<br />

e in atti di convegni, ha<br />

pubblicato tra l’altro Lisia.<br />

Difesa dall’accusa di attentato<br />

alla democrazia (2009) e<br />

Memoria e oblio della guerra<br />

civile (2011). Ha curato alcune<br />

edizioni de I Quaderni del<br />

Teatro Olimpico, nell’ambito<br />

del Ciclo di spettacoli classici<br />

e collabora alla rassegna<br />

Classici contro.<br />

Classe di<br />

SCIENZE E TECNICA<br />

Accademici ordinari<br />

Stefano Debei<br />

Ingegnere meccanico laureatosi<br />

all’Università di Padova,<br />

dal 2017 è professore<br />

ordinario di Misure meccaniche<br />

e termiche nel Dipartimento<br />

di Ingegneria industriale<br />

dello stesso Ateneo.<br />

Sostiene insegnamenti nei<br />

corsi di Laurea in Ingegneria<br />

aerospaziale e in Astronomia,<br />

nel master in Aeronautica<br />

e Scienze del satellite e<br />

nel Corso di perfezionamento<br />

di Medicina aeronautica<br />

e spaziale. Dal 2015 è direttore<br />

del CISAS - Centro di<br />

Ateneo per gli studi e le attività<br />

spaziali «G. Colombo».<br />

Opera in progetti e missioni<br />

aerospaziali internazionali<br />

e ha in corso collaborazioni<br />

con enti di ricerca e con<br />

aziende nazionali e internazionali.<br />

I risultati della sua<br />

attività di ricerca sono stati<br />

riportati in numerosi articoli<br />

su riviste internazionali e in<br />

atti di congressi nazionali e<br />

internazionali.<br />

Accademico corrispondente<br />

Victor A. Ferrari<br />

Di origine italiana, è dal<br />

2009 professore ordinario<br />

presso la Scuola di Medicina<br />

dell’Università della Pennsylvania,<br />

Filadelfia, dove si<br />

è laureato in Bioingegneria<br />

nel 1982 e in Medicina nel<br />

1986. Ha compiuto l’intero<br />

percorso della sua carriera<br />

di docente presso lo stesso<br />

Ateneo, dove è attualmente<br />

Direttore del programma di<br />

Risonanza magnetica cardiovascolare.<br />

Specializzato<br />

in Cardiologia, è famoso per<br />

aver sviluppato l’applicazione<br />

dell’ecografia bidimensionale<br />

e della risonanza<br />

magnetica nella Medicina<br />

cardiovascolare. Autore di<br />

pubblicazioni in riviste internazionali,<br />

ha ricevuto<br />

numerosi premi per la sua<br />

attività scientifica e didattica.<br />

È membro di numerose<br />

società scientifiche, anche<br />

con responsabilità di presidente,<br />

segretario e tesoriere.<br />

Svolge il ruolo di revisore<br />

delle più importanti riviste<br />

scientifiche nel settore cardiovascolare.<br />

È un cultore<br />

di Medicina umanistica e<br />

ha tenuto stretti rapporti<br />

con l’Università di Padova.<br />

Ha guidato recentemente<br />

la delegazione di docenti di<br />

Medicina da Filadelfia, in visita<br />

all’Accademia e al Teatro<br />

Olimpico.<br />

Classe di<br />

DIRITTO ECONOMIA<br />

E AMMINISTRAZIONE<br />

Accademici ordinari<br />

Giandomenico Cortese<br />

Giornalista e saggista, ha<br />

iniziato l’attività come inviato<br />

nel Triveneto per il<br />

quotidiano Avvenire e ha<br />

lavorato dal 1974 a Il Gazzettino.<br />

Dal 2008 ha svolto<br />

il ruolo di opinionista/editorialista<br />

per Il Corriere del<br />

Veneto. Ha collaborato con<br />

la RAI e l’ANSA e dal 2013<br />

è commentatore televisivo,<br />

con rubrica propria, per l’emittente<br />

locale Telechiara<br />

e presidente del Consiglio<br />

di amministrazione della<br />

Società editoriale La nuova<br />

voce, che gestisce la comunicazione<br />

della diocesi di<br />

Vicenza. La sua vasta attività<br />

di saggista è incentrata in<br />

prevalenza sulla storia e le<br />

tradizioni, anche culinarie,<br />

del Veneto e ha ottenuto<br />

premi e riconoscimenti. Promotore<br />

inoltre di iniziative<br />

culturali e impegnato nel<br />

sociale, è dal 2014 curatore<br />

del Museo Hemingway<br />

e della Grande Guerra di<br />

Villa Cà Erizzo a Bassano


L’Accademia <strong>Olimpica</strong><br />

del Grappa; dirige da oltre<br />

trent’anni la rivista Rivivere<br />

dell’AIDO. Ha ricoperto vari<br />

ruoli politico-amministrativi<br />

e incarichi istituzionali in<br />

campo economico, quali la<br />

vicepresidenza della Fondazione<br />

Banca Popolare di<br />

Marostica-Volksbank.<br />

Alberto Dal Ferro<br />

Avvocato, specializzato in<br />

diritto dell’Unione Europea,<br />

è socio di un importante<br />

studio legale di Vicenza e<br />

segue principalmente l’ufficio<br />

di Bruxelles. Laureato<br />

in Giurisprudenza (1982) e<br />

in Scienze politiche, indirizzo<br />

internazionale (1985)<br />

all’Università di Padova,<br />

è stato dal 1986 al 1989<br />

agente della Corte di Giustizia<br />

dell’Unione Europea.<br />

Dopo l’esperienza in questa<br />

prestigiosa Istituzione,<br />

ha lavorato come avvocato<br />

esterno e consulente sia in<br />

vari organi dell’Unione Europea<br />

(Commissione europea,<br />

Banca europea per gli<br />

investimenti, Comitato economico<br />

e sociale, Agenzia<br />

per la sicurezza alimentare<br />

e per la ricerca), che per primarie<br />

imprese italiane ed<br />

estere. Ha all’attivo numerose<br />

pubblicazioni scientifiche<br />

e interventi in convegni<br />

in Italia e all’estero, nonché<br />

in corsi organizzati da diversi<br />

Fori italiani in collaborazione<br />

con le Università.<br />

Giuseppe Nardin<br />

Laureato in Economia e<br />

commercio presso l’Università<br />

di Modena, è professore<br />

ordinario di Economia e gestione<br />

delle imprese presso<br />

l’Università di Modena e<br />

Reggio Emilia. Dal 2012 è<br />

direttore scientifico della Biblioteca<br />

«S. Brusco» della Facoltà<br />

di Economia, dal 2015<br />

presidente del Comitato di<br />

gestione SBA (Sistema Bibliotecario<br />

di Ateneo) e dal<br />

2017 delegato del rettore<br />

per le Biblioteche. È inoltre<br />

membro della società Italiana<br />

di Marketing e componente<br />

del Comitato editoriale<br />

della rivista «Mercati e<br />

competitività». Dal 2016 è<br />

presidente del Consiglio di<br />

indirizzo e presidente del<br />

Consiglio di amministrazione<br />

della Fondazione Monte<br />

di Pietà di Vicenza.<br />

Accademico corrispondente<br />

Roberto Ditri<br />

Laureato in Ingegneria<br />

chimica all’Università di<br />

Trieste, è un top manager<br />

con vocazione alla visione<br />

globale delle problematiche<br />

e segue con passione<br />

il mondo culturale. È stato<br />

amministratore delegato e<br />

direttore generale della Marelli<br />

Motori di Arzignano dal<br />

1997 al 2014, con responsabilità<br />

dal 2002 delle sedi<br />

estere del Gruppo (Inghilterra,<br />

Germania, Stati Uniti,<br />

Malesia, Sudafrica); presidente<br />

della Fiera di Vicenza<br />

dal 2010 al 2013 e vicepresidente<br />

di Confindustria Vicenza,<br />

con delega all’internazionalizzazione<br />

dal 2008<br />

al 2012. Membro dal 2015<br />

del Consiglio di amministrazione<br />

di SISMA spa, dal 2016<br />

è consulente di CINVEN,<br />

una delle principali società<br />

di private equity europee.<br />

Nel 2016 è stato nominato<br />

presidente della Fondazione<br />

Teatro Comunale Città di<br />

Vicenza e fa parte del Consiglio<br />

di Amministrazione del<br />

CISA.<br />

Accademici onorari<br />

Tredici accademici<br />

eletti nel <strong>2020</strong><br />

Nell’assemblea online del 20 dicembre <strong>2020</strong> sono stati<br />

eletti tredici nuovi accademici.<br />

Per la Classe di Lettere e arti: come ordinari il musicologo<br />

e concertista Renato Calza, lo storico Giuseppe Antonio<br />

Muraro, il linguista Ivano Paccagnella, la scrittrice<br />

Maria Pia Veladiano; come corrispondenti gli storici<br />

Maurizio Bertolotti e Lucien Faggion.<br />

Per la Classe di Scienze e tecnica: come ordinari il neuroscienziato<br />

Giuseppe Sartori e la psicologa Chiara<br />

Volpato; come corrispondenti il cardiologo pediatrico<br />

Bruno Marino e l’anatomopatologo Jeffrey E. Saffitz.<br />

Per la Classe di Diritto economia e amministrazione:<br />

come corrispondente l’economista Patrizio Bianchi.<br />

Due, infine, gli accademici olimpici onorari: la costituzionalista<br />

Marta Maria Carla Cartabia e il virologo Andrea<br />

Crisanti.<br />

Luciano Canfora<br />

Filologo classico di formazione,<br />

dopo una lunga<br />

carriera di docente presso<br />

l’Università di Bari, è oggi<br />

emerito di Filologia greca<br />

e latina in quell’Ateneo<br />

e coordinatore scientifico<br />

della Scuola Superiore di<br />

Studi Storici di San Marino.<br />

È autore prolifico di filologia,<br />

storia e politica dall’età<br />

antica all’età contemporanea.<br />

I suoi libri, punto di<br />

riferimento talvolta anche<br />

dialettico nel panorama<br />

culturale italiano, sono stati<br />

tradotti in USA, Francia, Inghilterra,<br />

Germania, Grecia,<br />

Paesi Bassi, Brasile, Spagna,<br />

Repubblica Ceca. È membro<br />

della Fondazione Istituto<br />

Gramsci e del comitato<br />

scientifico dell’Enciclopedia<br />

Treccani, oltre che dei comitati<br />

direttivi di diverse riviste,<br />

sia scientifiche che di<br />

alta divulgazione. Dirige dal<br />

1975 la rivista «Quaderni di<br />

storia» (Dedalo), la collana<br />

di testi La città antica (Sellerio),<br />

le collane Paradosis<br />

(Dedalo) e Historos (Sandro<br />

Teti ed.). Ha ricevuto nel<br />

2011 il premio «Feronia-Città<br />

di Fiano» per la sezione<br />

della critica militante.<br />

Luigi Ciotti<br />

Veneto di nascita, trapiantato<br />

dal 1950 a Torino, durante<br />

gli anni degli studi come perito<br />

radiotecnico segue assiduamente<br />

i gruppi parrocchiali<br />

della Crocetta, con cui<br />

fonda nel 1965 un gruppo<br />

chiamato Gioventù, con l’obiettivo<br />

di aiutare i disadattati<br />

e i tossicodipendenti, da<br />

cui nasce nel 1971 il mensile<br />

Animazione sociale. Nel<br />

1972 viene ordinato sacerdote<br />

e il cardinale torinese<br />

Michele Pellegrino gli affida<br />

come parrocchia la “strada”,<br />

luogo di incontro con le domande<br />

e i bisogni più profondi<br />

della gente. Nel 1973<br />

fonda il Centro antidroga Il<br />

Molo 53, esperienza allora<br />

unica e pionieristica in Italia,<br />

a cui segue l’apertura di<br />

altre comunità di recupero.<br />

Nel 1974 apre un centro di<br />

ascolto per tossicodipendenti<br />

riqualificando un cascinale<br />

in provincia di Alessandria<br />

(Cascina Abele), da<br />

cui nascerà l’associazione<br />

Gruppo Abele, successivamente<br />

aperta alla cooperazione<br />

internazionale. A questa<br />

si affiancheranno sul<br />

piano culturale un Centro<br />

5<br />

studi, una Casa editrice e<br />

l’Università della strada. Negli<br />

anni ’90 il suo impegno<br />

si allarga al contrasto alla<br />

criminalità organizzata e<br />

fonda l’associazione «Libera»,<br />

di cui è presidente, che<br />

lancia nel 2013 la campagna<br />

on line Riparte il futuro.<br />

Antonio Franco Dal Maso<br />

Laureato in Medicina nel<br />

1958 e specializzato in<br />

Ostetricia e Ginecologia nel<br />

1962, è stato primario incaricato<br />

all’ospedale civile San<br />

Bortolo di Vicenza e poi primario<br />

di ruolo per ventisei<br />

anni all’ospedale di Arzignano.<br />

Ha complessivamente<br />

assistito a ventimila parti ed<br />

effettuato diciassettemila<br />

interventi chirurgici. Molto<br />

amato dalla popolazione<br />

vicentina, gli è stata conferita<br />

nel 2006 la medaglia<br />

d’oro della città di Vicenza<br />

per «l’attività professionale<br />

svolta per cinquant’anni<br />

con abnegazione e generosità».<br />

Protagonista di<br />

battaglie per i diritti civili,<br />

è stato consigliere dell’Ordine<br />

dei medici, consigliere<br />

comunale, consigliere della<br />

Provincia e candidato al<br />

Senato. Autore di articoli su<br />

riviste specialistiche e capitoli<br />

di libro, ha organizzato<br />

ed è stato relatore a diversi<br />

congressi. È medico scrittore,<br />

autore di tre raccolte di<br />

poesie e tre opere in prosa.


6 L’Accademia <strong>Olimpica</strong><br />

La clip è disponibile nel sito, nel canale YouTube e nella pagina Facebook<br />

L’Accademia per la Scuola<br />

Successi e nuovi progetti<br />

Oltre duecento fra docenti<br />

e studenti si sono iscritti alla<br />

videoconferenza online sul<br />

tema Etica ambientale svoltasi<br />

nel pomeriggio di giovedì<br />

19 novembre, Giornata<br />

internazionale della Filosofia,<br />

e promossa dall’Accademia<br />

<strong>Olimpica</strong> in collaborazione<br />

con il Liceo «Quadri»<br />

di Vicenza.<br />

Inserita nel più ampio percorso<br />

didattico L’Accademia<br />

per la scuola, proposto dall’Istituzione<br />

agli insegnanti<br />

delle scuole superiori e agli<br />

studenti del triennio, la videoconferenza<br />

ha avuto<br />

come relatori tre accademici:<br />

Paolo Vidali (curatore<br />

AD MEMORIAM<br />

Ricordiamo gli accademici<br />

scomparsi negli ultimi mesi.<br />

Il 14 dicembre 2019, a 89<br />

anni, si è spento Giuseppe<br />

Brugnoli, accademico ordinario<br />

fuori ruolo della Classe<br />

di Diritto economia e amministrazione,<br />

nella quale<br />

era entrato nel 1978 come<br />

corrispondente, divenendo<br />

ordinario nel 1988. Giornalista,<br />

aveva intrapreso la<br />

professione nel 1954, fino a<br />

dirigere Il Giornale di Vicenza<br />

dal 1975 al 1982 e poi L’Arena,<br />

fino al 1993.<br />

Nel gennaio <strong>2020</strong>, invece,<br />

addio a due accademici<br />

onorari: il 24 a Vincenzo Fumarola,<br />

92 anni, eletto nel<br />

1998, grecista e stimato insegnante,<br />

in particolare nei<br />

Licei vicentini «Pigafetta» e<br />

«Quadri», dei quali era stato<br />

anche preside; il 28 ad Alessio<br />

Tasca, 90 anni, eletto nel<br />

2000, maestro della ceramica<br />

il cui stile ha lasciato un<br />

segno profondo a livello internazionale.<br />

dell’intero percorso con<br />

il vicepresidente Mariano<br />

Nardello), che ha illustrato<br />

la storia dell’idea di natura<br />

in Occidente; Marcello Ghilardi,<br />

che ha sviluppato il<br />

rapporto fra etica e ambiente<br />

nel pensiero orientale;<br />

e Giangiorgio Pasqualotto,<br />

che ha affrontato l’etica ambientale<br />

e l’ecosofia del norvegese<br />

Arne Naess.<br />

Venerdì 26 febbraio<br />

si parlerà di Astronomia<br />

Il 15 maggio, a 98 anni, è venuto<br />

a mancare Aldo Marchi,<br />

ordinario fuori ruolo<br />

della Classe di Diritto economia<br />

e amministrazione,<br />

dove era entrato nel 1991.<br />

Cavaliere del lavoro, è stato<br />

protagonista di una brillante<br />

carriera imprenditoriale,<br />

in particolare nel settore<br />

cartario.<br />

A 83 anni, il 19 giugno, si è<br />

spento Armando Balduino,<br />

già docente di Letteratura<br />

italiana all’Università<br />

di Padova, accademico corrispondente<br />

dal 1978, ordinario<br />

dal 1988.<br />

Dopo l’addio il 12 ottobre<br />

Già fissato il prossimo appuntamento.<br />

Venerdì 26<br />

febbraio, in collaborazione<br />

con l’ITIS «Rossi» di Vicenza,<br />

si parlerà di Astronomia,<br />

tecnologia e impresa: tre lati<br />

della ricerca scientifica. Ne<br />

saranno protagonisti gli accademici<br />

Giulia Rodighiero,<br />

docente di Cosmologia all’<br />

Università di Padova, e Ugo<br />

Galvanetto, docente di Ingegneria<br />

aerospaziale nello<br />

stesso ateneo, e Giovanni<br />

Dal Lago, CEO di Officina<br />

Stellare.<br />

L’incontro, rivolto agli studenti<br />

del «Rossi», sarà disponibile<br />

in diretta on-line<br />

a chi ne farà richiesta. Nel<br />

sito dell’Accademia (sezione<br />

L’Accademia per la scuola)<br />

tutte le informazioni in merito.<br />

all’ex presidente dell’Accademia<br />

Luigi Franco Bottio<br />

(ricordato nel numero<br />

scorso), il 31 ottobre ci ha<br />

lasciato, a 101 anni, Luigi<br />

Massignan, illustre psichiatra,<br />

già docente all’Università<br />

di Padova, accademico<br />

della Classe di Scienze e<br />

tecnica nel 1982 come corrispondente<br />

e nel 1988 come<br />

ordinario. Partigiano, fu arrestato<br />

nel 1944 e deportato<br />

nel campo di concentramento<br />

di Mauthausen, dal<br />

quale fu liberato il 5 maggio<br />

1945. Un’esperienza, quella<br />

dell’orrore dei campi di<br />

Nel frattempo l’Accademia<br />

ha messo a disposizione<br />

delle scuole anche i video<br />

che sono stati proposti in<br />

occasione della Notte della<br />

Ricerca <strong>2020</strong>, dedicati al<br />

tema dell’emergenza sanitaria<br />

in atto in un’ottica<br />

non solo scientifico-sanitaria.<br />

Le clip (ciascuna della<br />

durata massima di circa 10<br />

minuti) sono state affidate<br />

agli esperti dei più diversi<br />

settori (l’Accademia li sta<br />

coinvolgendo in un progetto<br />

editoriale dedicato alla<br />

pandemia) e possono rappresentare<br />

utili spunti di<br />

informazione e riflessione<br />

per studenti e docenti.<br />

Un ricordo degli accademici defunti<br />

Sono disponibili nel sito,<br />

nella pagina Facebook e<br />

nel canale YouTube dell’Accademia<br />

i video realizzati<br />

per sostenerne la candidatura<br />

al Concorso Art Bonus<br />

<strong>2020</strong>, aperto fino al 6 gennaio<br />

2021. Il premio, di carattere<br />

morale, è riservato a<br />

progetti ammessi a questo<br />

beneficio fiscale.<br />

Per l’occasione, con il coordinamento<br />

del vicepresidente<br />

Mariano Nardello,<br />

l’Accademia ha proposto<br />

clip dedicate a personaggi,<br />

curiosità e avvenimenti<br />

legati alla sua storia, oltre<br />

a un video nel quale viene<br />

raccontata la storia secolare<br />

della Biblioteca, nata nel<br />

1556, appena un anno dopo<br />

la stessa Accademia.<br />

Si ricorda che la Bilioteca<br />

sterminio, di cui Massignan<br />

si fece testimone per il resto<br />

della vita.<br />

L’8 dicembre scorso, infine,<br />

è deceduto all’età di 93 anni<br />

l’accademico onorario Aldo<br />

Pivetti, eletto nel 1989.<br />

Alla brillante carriera condotta<br />

nel settore bancario,<br />

in particolare nell’ambito<br />

della Fondazione Cariverona,<br />

affiancò un significativo<br />

impegno sociale. Fu tra l’altro<br />

il primo presidente, poi<br />

onorario, della Fondazione<br />

Progetto Ematologia, di cui<br />

era stato tra i soci fondatori.<br />

Art Bonus per la Biblioteca dell’Accademia<br />

accademica ha ottenuto<br />

il beneficio dell’Art Bonus<br />

nel 2018: chi lo desiderasse,<br />

quindi, può destinare alla<br />

sua attività donazioni liberali,<br />

ottenendone significativi<br />

vantaggi fiscali in sede<br />

di dichiarazione dei redditi.<br />

Le informazioni al riguardo<br />

sono disponibili nel sito<br />

istituzionale www.accademiaolimpica.it.


L’Accademia <strong>Olimpica</strong><br />

7<br />

BIBLIOTECA<br />

Pubblicazioni pervenute nel secondo semestre del 2019<br />

In dono o per scambio da<br />

Accademie, Enti e altre<br />

Istituzioni:<br />

D. Alighieri, Tomo 3: Codice<br />

diplomatico dantesco, cur.<br />

T. De Robertis, Roma 2016.<br />

- Anti: archeologia, archivi,<br />

cur. I. Favaretto, Venezia<br />

2019. - F. Baraldi, Il pensiero<br />

geologico nelle dissertazioni<br />

inedite degli Accademici<br />

mantovani del XVIII secolo,<br />

Mantova 2018. - F. Ciciliot,<br />

Arcaici echi: toponomastica<br />

medievale di Savona, Savona<br />

2019. - Comitato Giacomo<br />

Pellizzari, Gli anni d’oro<br />

della cultura di Arzignano:<br />

la scuola di Antonio Pellizzari<br />

1951-1955, cur. A. Lora, V.<br />

Bolcato, R. Negri, Cornedo<br />

Vicentino (VI) 2019. - Dante<br />

e Boccaccio: lectura Dantis<br />

Scaligera, 2004-2005, in<br />

memoria di Vittore Branca,<br />

cur. E. Sandal, Roma-Padova<br />

2006. - Lectura Dantis<br />

Scaligera 2005-2007, cur.<br />

E. Sandal, Roma-Padova<br />

2008. - Nel primo centenario<br />

della battaglia di<br />

Caporetto, cur. P.L. Ballini,<br />

S.G. Franchini, Venezia<br />

2018. - Niccolò Tommaseo:<br />

popolo e nazioni. Italiani,<br />

corsi, greci, illirici: atti del<br />

Convegno internazionale di<br />

studi nel bicentenario della<br />

nascita di Niccolò Tommaseo,<br />

Venezia, 23-25 gennaio<br />

2003, cur. F. Bruni, Roma<br />

2004. - C. Percoto, Racconti,<br />

cur. A. Chemello, Roma<br />

2011. - A. Rizzi, Il Leone di<br />

San Marco in Dalmazia,<br />

Venezia 2019. - T. Vallery, La<br />

Scuola Dalmata: 1807-2013,<br />

Venezia 2019;<br />

da privati:<br />

E. Beggiato, Lissa, l’ultima<br />

vittoria della Serenissima:<br />

20 luglio 1866, Rimini 2012.<br />

- Bulletin of association<br />

for the study of Kirishitan<br />

culture, 2019. - R. Dal Lago,<br />

A. Girardi, I Colli Berici,<br />

Sommacampagna (VR)<br />

2015. - A. Girardi, Terra<br />

di passo e di confine. Una<br />

comunità rurale veneta tra<br />

Otto e Novecento: Caselle di<br />

Noventa Vicentina, Sommacampagna<br />

(VR) 2019. - Li<br />

A Luciano Canfora<br />

il «Giancarlo Dosi»<br />

Il filologo classico e<br />

storico Luciano Canfora,<br />

accademico onorario,<br />

è stato insignito del<br />

premio «Giancarlo Dosi»<br />

per la divulgazione<br />

scientifica in Italia e all’estero,<br />

giunto alla quarta<br />

edizione e destinato<br />

a divulgatori nelle più<br />

diverse discipline.<br />

amò sino alla fine: scritti catechetici,<br />

omelie e riflessioni,<br />

don P. Costa, cur. C. Rosa, R.<br />

Zironda, S. Grotto, Piovene<br />

Rocchette (VI) 2019. - P.<br />

Martello, La porta del bosco:<br />

sulle tracce delle leggende<br />

cimbre. Percorsi sull’Altopiano<br />

di Asiago, Vicenza 2019.<br />

- O. Mussolin, S. Manakel<br />

Basso, Il segreto custodito:<br />

sulle orme dei condottieri<br />

Magosdj, Bologna 2019. -<br />

A.F. Patergnani, Tra politica<br />

e diritto: Piero Calamandrei<br />

e il Partito d’azione, Padova<br />

2019. - M.L. Pavin, Storia<br />

documentata dei presepi vegetali<br />

del prof.re Mario Andreis,<br />

membro dell’Accademia<br />

<strong>Olimpica</strong>, cultore della<br />

lingua veneta e della civiltà<br />

contadina, [s.l.] 2018. - P.<br />

Ranzato, Miscellanea tratta<br />

da documenti ottocenteschi<br />

su alcune opere dell’incisore<br />

vicentino Valerio Belli<br />

(1468-1546): pubblicato in<br />

memoria di Maria Giovanna<br />

Vigo, Vicenza 2019. - Id.,<br />

Ubaldo Oppi: un artista ed<br />

un uomo del Novecento,<br />

2019. - A. Saccardo, Il Tretto:<br />

la sua gente, la sua storia,<br />

Cornedo (VI) 2019;<br />

da Accademici:<br />

M.E. AVAGNINA (coaut.):<br />

A Elena Zambon<br />

il «Premio Roma»<br />

È andato all’accademica<br />

Elena Zambon, imprenditrice<br />

farmaceutica,<br />

il «Premio Roma allo<br />

sviluppo del Paese» per<br />

la sezione Economia, impresa<br />

e sociale. Premiati<br />

anche Mario Draghi<br />

(premio alla carriera) e<br />

Vittorio Storaro (Scienza,<br />

cultura e arte).<br />

L’altare Pojana: chiesa di<br />

San Lorenzo in Vicenza, cur.<br />

C. Rigoni, Vicenza 2014; Il<br />

Piviale dei pappagalli: dal<br />

trono all’altare, Vicenza<br />

2014. - M. BAGNARA (collab.):<br />

A. Blandini, L. Trevisan,<br />

G. Zorzetto, Il portale di<br />

ingresso del Teatro Olimpico:<br />

storia e restauro, Vicenza<br />

2019. - C. BESCHIN (collab.):<br />

Bollettino del Museo civico<br />

di storia naturale di Verona.<br />

Geologia, paleontologia,<br />

preistoria, n. 33, 35, Verona<br />

2009, 2011. - V. BOLCATO<br />

(donat.): Antonio Pellizzari,<br />

1923-1958: un uomo solo tra<br />

musica e utopia. Antologia<br />

di scritti e testimonianze,<br />

cur. A. Lora, A. Dal Molin,<br />

Arzignano 2009. - M. BRE-<br />

GANZE (aut.): L’adeguamento<br />

dei Comuni allo schema<br />

di regolamento edilizio tipo<br />

(R.E.T.) di fine anno: tra linee<br />

guida della Regione Veneto<br />

del 2018 e specificità territoriali<br />

comunali, Padova<br />

2019; La fruizione pubblica<br />

del patrimonio culturale: origini<br />

ed evoluzione (estr. da:<br />

Rivista giuridica di urbanistica,<br />

4/2018); La lunga vita<br />

continua a pagina 8


8<br />

L’Accademia <strong>Olimpica</strong><br />

della legge urbanistica del<br />

‘42, di Marialla Zoppi e Carlo<br />

Carbone, Firenze, 2018 [recensione]<br />

(estr. da: Rivista<br />

giuridica di urbanistica,<br />

2/2019); La relazione paesaggistica<br />

e la sua evoluzione<br />

giuridica (estr. da: Rivista<br />

giuridica di urbanistica,<br />

1/2019); Sunt certi denique<br />

fines!, Padova 2019. - G.<br />

DALLA POZZA (donat.): D.<br />

Bortolan, S. Corona: chiesa e<br />

convento dei domenicani in<br />

Vicenza. Memorie storiche,<br />

Vicenza 1889. - G. D’AMATI<br />

(coaut): C. Basso, Guidelines<br />

for autopsy investigation of<br />

sudden cardiac death: 2017<br />

update from the Association<br />

for european cardiovascular<br />

pathology (estr. da: Virchow<br />

archiv, 2017); E. Bottani,<br />

Ttc19 plays a husbandry<br />

role on Uqcrfs1 turnover in<br />

the bioganesis of mitochondrial<br />

respiratory complex<br />

III (Estr. da: Molecular cell,<br />

67/2017); A. Botticelli, The<br />

sexist behaviour of immune<br />

checkpoint inhibitors<br />

in cancer therapy? (estr.<br />

da: Oncoterget, 59/2017);<br />

B. Cerbelli, Breast cancer<br />

subtypes affect the nodal<br />

response after neoadjuvant<br />

chemotherapy in locally<br />

advanced breast cancer: are<br />

we ready to endorse axillary<br />

conservation? (estr. da: The<br />

Breast journal/2019); Id.,<br />

PD-L1 expression in Tnbc:<br />

a predictive biomarker of<br />

response to neoadjuvant<br />

chemotherapy? (estr. da:<br />

BioMed research international,<br />

2017); G. Diluvio,<br />

Notch3 inactivation increases<br />

triple negative breast<br />

cancer sensitivity to gefitinib<br />

by promoting Egfr tyrosine<br />

dephosphorylation and its<br />

intracellular arrest (estr.<br />

da: Oncogenesis, 2018); O.<br />

Leone, Cardiac pathologic<br />

finding in 3 unusual cases<br />

of sudden cardiac death<br />

related to anorexiant drugs<br />

(estr. da: Human pathology,<br />

69/2017); L. Masuelli,<br />

Chloroquine supplementation<br />

increases the cytotoxic<br />

effect of curcumin against<br />

Her2/neu overexpressing<br />

breast cancer cells in vitro<br />

and in vivo in nude mice<br />

while counteracts it in<br />

immune competent mice<br />

(estr. da: Oncoimmunulogy,<br />

11/2017); A. Oliva,<br />

Dirofilaria repens infection<br />

mimicking lung melanoma<br />

metastasis (estr. da: Open<br />

forum infectious diseases:<br />

ID images, 2019); E. Perli,<br />

Novel compound mutations<br />

in the mitochondrial<br />

translation elongation<br />

factor (TSFM) gene cause<br />

severe cardiomyopathy<br />

with myocardial fibro-adopose<br />

replacement (estr. da:<br />

Scientific reports, 2019). -<br />

G. FAGGIN (trad.): Adwaita,<br />

Servo Brahma e altre poesie,<br />

cur. H. van der Heide,<br />

Rimini 2019. - ID. (donat.):<br />

M.T. Garutti Bellenzier, M.L.<br />

Bertuzzo, G.A. Cisotto, A.<br />

Lazzaretto, G. Periotto, E.<br />

Reato, M. Storti, E. Visentini,<br />

Il femminismo cristiano<br />

di Elisa Salerno e le sue<br />

prospettive, Vicenza 1988; E.<br />

Salerno, Una penna inquieta:<br />

lettere scelte, Padova<br />

2002. - P. FONTANA (aut.):<br />

The joy of bees: bees as a<br />

model of sustainability and<br />

beekeeping as an experience<br />

involving nature and human<br />

history, Verona 2019. - E.<br />

FRANZINA (donat.): Per<br />

allargare gli orizzonti: la<br />

Chiesa di Bergamo in emigrazione,<br />

Todi (PG) 2016.<br />

- G. GAUDINI (aut.): - Verona<br />

magnifica città di palazzi<br />

e di prestigiosi portali: stili,<br />

forme e linguaggi, Vago di<br />

Lavagno (VR) 2019. - ID.<br />

(curat.): Grafica LaneRossi,<br />

Schio 2019. - M. KNAPTON<br />

(curat.): Storia di Creazzo:<br />

l’Ottocento e il Novecento,<br />

Cornedo (VI) 2019. - A. LAZ-<br />

ZARETTO (collab.): P. Volpe,<br />

G. Simone, Posti liberi: leggi<br />

razziali e sostituzione dei docenti<br />

ebrei all’Università di<br />

Padova, Padova 2018. - A.<br />

MINELLI (aut.): Biodiversity,<br />

disparity and evolvability<br />

(estr. da: From assessing<br />

to conserving biodiversity,<br />

2019); Biological individuality:<br />

a complex pattern of<br />

distributed uniqueness (estr.<br />

da: The extended theory of<br />

cognitive creativity: interdisciplinary<br />

approaches to<br />

perfomativity, Cham <strong>2020</strong>);<br />

Mammalian evolution,<br />

diversity and systematics,<br />

F.E. Zachos, R.J. Asher [recensione]<br />

(estr. da: Journal<br />

of Zoological Systematics<br />

and Evolutionary Research,<br />

57/2019); Zoological nomina<br />

with typus or typicus as<br />

the specific epithet (estr. da:<br />

Bionomina, 16/2019). - M.<br />

NEGRI (aut.): Mansions and<br />

historical dwellings in Val di<br />

Non: caskets of a centuriesold<br />

history, Romeno (TN)<br />

2019; Palaste und herreschaftliche<br />

ansitze im Val di<br />

Non: schreine einer jahrhundertelangen<br />

geschichte,<br />

Romeno (TN) 2019; Palazzi<br />

e dimore signorili in Val di<br />

Non: scrigni di una storia<br />

secolare, Romeno (TN)<br />

2019; Sudditi tanto valorosi<br />

che le faranno honore né<br />

men chari saranno alla sua<br />

patria: i gemelli Innocenzo<br />

e Germano a Prato negli<br />

anni universitari a Padova e<br />

un’inedita lettera di Marco<br />

Mantova Banavides a<br />

Cristoforo Madruzzo (estr.<br />

da: Studi trentini. Arta, n.<br />

2/2018). - G. PELLIZZARI<br />

(aut.): Hystoria Atile dicti<br />

flagellum Dei: il libro della<br />

nascita di Venezia. Dal manoscritto<br />

1308 della Biblioteca<br />

civica di Verona, con a<br />

fronte il testo dell’incunabolo<br />

G. 230 della Biblioteca<br />

del Museo Correr di Venezia,<br />

cur. E. Necchi; V. Formentin,<br />

Baruffe muranesi: una<br />

fonte giudiziaria medievale<br />

tra letteratura e storia della<br />

lingua; F. Ambrosini, Iddio è<br />

informatissimo del caso mio:<br />

il processo del Sant’Uffizio<br />

di Venezia contro Giacomo<br />

Broccardo; S. Quill, Ruskin a<br />

Venezia: the stones revisited<br />

[recensioni] (estr. da: Studi<br />

veneziani, 57/2018). - S.<br />

PEROSA (aut.): No topoi:<br />

siamo americani (Whitman/<br />

Dickinson) (estr. da: Metamorfosi<br />

dei topoi nella<br />

poesia europea dalla tradizione<br />

alla modernità, v.<br />

1. Figure della soggettività<br />

e imitatio dal Romanticismo<br />

al Decadentismo, Pisa<br />

2018); Premonitions: Shakespeare<br />

to James (estr. da:<br />

From darkness to light: writers<br />

in museum 1798-1898,<br />

Cambridge 2019); Questo<br />

povero Shakespeare... (estr.<br />

da: Atti dell’Istituto veneto<br />

di scienze, lettere ed arti,<br />

171/2012-13); T.S. Eliot: the<br />

annotated poems (estr. da:<br />

The Hudson review, 69, n.<br />

1/2016). - D. PIOVAN (aut.):<br />

Ancient and modern democracy:<br />

a short reappraisal<br />

(estr. da: Philosophy and<br />

public issue, 2/2019); Atene<br />

o l’utopia della democrazia<br />

(estr. da: Utopia (Europa).<br />

Ovvero del diventare<br />

cittadini europei, Sesto San<br />

Giovanni (MI) 2019); Nomos<br />

basileus o demos basileus?<br />

Sulla democrazia ateniese<br />

di V e IV secolo a.C. (estr. da:<br />

Rivista di diritto ellenico,<br />

7/2017). - G. THIENE<br />

(donat.): Andreas Vesalius<br />

500 years later: proceedings<br />

of the 2nd International<br />

Meeting on Medicine and<br />

Pathology, working group<br />

history of pathology of European<br />

Society of Pathology,<br />

Padua 2015, cur. F. Zampieri,<br />

Padova 2019; Artista di<br />

Dioniso: Duilio Cambellotti<br />

e il Teatro greco di Siracusa,<br />

1914-1948, cur. M. Centanni,<br />

Milano 2004; Attualità di<br />

Tito Livio: incontro di studio<br />

in memoria di Emilio Pianezzola,<br />

cur. A. Daniele, Padova<br />

2019; E. Bastianello, Il<br />

castello e il feudo dei Bissari<br />

tra storia e mito, Costabissara<br />

(VI) 2014; G. Cabrelle,<br />

E. Zangrandi, Cleto Munari<br />

jewelry, Roma 2019; M.<br />

Centanni, Fantasmi dell’antico:<br />

la tradizione classica<br />

nel Rinascimento, Rimini<br />

2017; A. Oboe, Rejoyce.<br />

Giacomo Joyce all’Università<br />

di Padova, Padova 2017;<br />

A. Rozzi Marin, San Marco:<br />

il leone e l’evangelista, Concordia<br />

Sagittaria (VE) 2017;<br />

Scene dal mito: iconologia<br />

del dramma antico, cur. G.<br />

Bordignon, Rimini 2015. - F.<br />

TODESCAN (curat.): F. Suarez,<br />

Trattato delle leggi e di<br />

dio legislatore. Libro quinto,<br />

Milano-Padova 2019.<br />

Orario della biblioteca:<br />

martedì e mercoledì<br />

dalle 8.30 alle 13.00<br />

e dalle 14.00 alle 17.30.<br />

Il catalogo della biblioteca<br />

è disponibile nel<br />

sito dell’Accademia,<br />

all’indirizzo www.accademiaolimpica.<br />

it.

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!