18.02.2021 Views

L'Accademia Olimpica - Dicembre 2020

Create successful ePaper yourself

Turn your PDF publications into a flip-book with our unique Google optimized e-Paper software.

1

L’Accademia

tre/quattro

2020

Olimpica

L’Accademia è al lavoro

su un libro-memoria

ADDIO 2020, UN ANNO

DA (NON) DIMENTICARE

Un libro-memoria che lasci

una testimonianza significativa

della pandemia.

È questo il progetto al quale

l’Accademia, grazie al

contributo di una trentina

di esperti, sta lavorando in

questi mesi, approfondendo

l’analisi sull’emergenza non

solo da un punto di vista

scientifico-sanitario ma in

una prospettiva multidisciplinare,

spaziando dall’economia

all’informazione, dalla

sociologia alla psicologia,

dalla storia alla filosofia e

alla teologia, dalle arti figurative

allo spettacolo, attraversando

la sfera collettiva

e individuale e con un focus

speciale dedicato a Vicenza

e al suo territorio.

L’annuncio del progetto è

stato dato dal presidente

Gaetano Thiene, in occasione

dell’edizione vicentina

della Notte della Ricerca,

svoltasi il 27 novembre.

Di alto livello la squadra

messa in campo. Come autori

sono impegnati i virologi

Andrea Crisanti e Massimo

Galli, l’immunologa

Antonella Viola, la patologa

Cristina Basso, il biologo

molecolare Mario Plebani,

il nefrologo Claudio Ronco,

lo pneumologo Andrea Vianello,

l’epidemiologo Dario

Gregori, i giornalisti Luca

Ancetti, Piero Erle e Nicoletta

Martelletto, gli economisti

Giancarlo Corò, Andrea

Lionzo, Roberto Ricciuti e

APERTURA D’ANNO

Gilberto Muraro, gli storici

dell’economia Edoardo

Demo e Giovanni Luigi Fontana,

le filologhe classiche

Maria Grazia Ciani e Daniela

Marrone, la storica Nelli Vanzan,

gli storici della medici-

INIZIATIVE

continua a pagina 2

Anno XXII - n. 3/4 - Dicembre 2020

L’ Accademia Olimpica - Largo Goethe 3 - 36100 Vicenza - tel. 0444 324376

Periodico - Alessandra Agosti, Direttore Responsabile - Autorizzazione Tribunale di

Vicenza n. 1268 del 16/04/2012 - Poste Italiane s.p.a. Spedizione in A.P. - D.L. 353/2003

(Conv. in L. 27.02.04 n. 46) art 1, comma 2, DCB Vicenza - Stampa ESCA Vicenza

La cerimonia d’avvio dell’attività

2020/2021 si è svolta in modalità

telematica. La prolusione affidata

a Massimo Galli.

A pagina 2

Una versione inconsueta per la XV

edizione di Laboratorio Olimpico,

che porterà alla realizzazione di

un audiovisivo.

A pagina 3


2

L’Accademia Olimpica

continua da pagina 1

na Maurizio Rippa Bonati,

Fabio Zampieri e Alberto

Zanatta, la storica dell’arte

Maria Elisa Avagnina, i sociologi

Giuseppe Dal Ferro

e Renato Stella, la psicologa

Chiara Volpato, l’esperto del

sistema scolastico Gianni

Zen, il segretario di Stato di

Sua Santità Pietro Parolin, il

filosofo Paolo Vidali, il filosofo

della scienza Telmo Pievani,

il biologo evoluzionista

Andrea Pilastro, oltre allo

stesso Thiene nella sua veste

di cardiopatologo.

«Con i suoi quasi cinque secoli

di vita e la sua interdisciplinarietà

- ha commentato

il presidente lanciando l’iniziativa

- credo che la nostra

Istituzione sia un punto di

osservazione ideale per

analizzare l’attualità e lasciarne

testimonianza. Per

questo motivo abbiamo fortemente

voluto il progetto

editoriale al quale stiamo

lavorando e che sarà reso

possibile grazie ai tanti studiosi

coinvolti, che ringrazio

per la loro disponibilità e

per aver compreso fin da subito

la portata e il significato

scientifico, culturale e sociale

di questo progetto».

Il lavoro si sta sviluppando

come un work in progress

in costante osservazione

dell’andamento della pandemia,

con l’obiettivo di

giungere alla pubblicazione

entro la prima metà del

2021.

In occasione della Notte della

Ricerca, intanto, gli autori

sono stati coinvolti nella realizzazione

di brevi video di

carattere divulgativo, riuniti

sotto il titolo La pandemia

Covid: non solo un problema

scientifico-sanitario e

dedicati agli argomenti affidati

a ciascuno di loro nel

libro-memoria. Le clip sono

disponibili nel canale You-

Tube dell’Accademia (nella

playlist Notte della Ricerca

2020), oltre che nel sito (nelle

sezioni Eventi e I nostri video).

La serie è stata messa

a disposizione anche delle

Scuole superiori, con segnalazione

nella sezione del sito

intitolata L’Accademia per la

scuola.

Apertura d’anno via web

con ospite Massimo Galli

È stata diffusa in streaming

attraverso il canale YouTube

e la pagina Facebook

istituzionali la cerimonia

d’inaugurazione dell’anno

di attività dell’Accademia,

svoltasi sabato 31 ottobre e

aperta, in collegamento, da

una prolusione del virologo

Massimo Galli, direttore del

reparto di malattie infettive

dell’ospedale «Luigi Sacco»

e professore ordinario

dell’Università di Milano. La

registrazione è disponibile

su YouTube.

Coordinato dal presidente

Gaetano Thiene, l’evento ha

visto anche la presentazione

ufficiale dei nuovi accademici

eletti nel dicembre

2019: la filologa classica Monica

Centanni, il musicista e

compositore Francesco Erle,

il filosofo Marcello Ghilardi

e il classicista Dino Piovan,

tutti per la Classe di Lettere

e arti; l’ingegnere aerospaziale

Stefano Debei e, come

accademico corrispondente,

il cardiologo Victor A. Ferrari

per la Classe di Scienze e

tecnica; infine, per la Classe

di Diritto economia e amministrazione,

il giornalista

e saggista Giandomenico

Cortese, l’avvocato Alberto

Dal Ferro, l’economista

Giuseppe Nardin e, come

corrispondente, il manager

attivo anche in ambito culturale

Roberto Ditri. Tre gli

accademici onorari: il filologo

classico Luciano Canfora,

il sacerdote impegnato

nel sociale Luigi Ciotti e il

ginecologo Antonio Franco

Dal Maso (i profili dei nuovi

accademici sono pubblicati a

seguire, alle pagine 4 e 5).

Premiati, infine, i vincitori

del concorso «Accademia

Olimpica» per tesi di laurea

specialistica, giunto alla sedicesima

edizione: il riconoscimento

è andato a Stefano

Mizzon per l’area umanistica

(segnalati anche i lavori di

Ilaria Peron e Monica Sanson),

a Ylenia Saretta per

quella scientifica (segnalate

Arianna Cocco e Silvia Romana

Perotto) e a Giovanni

Rizzi per quella economica

e giuridica (segnalate Chiara

Crescioli e Jessica Maddalena).

Dottorato: 3° premio Hic labor

Sono aperte fino al 15

gennaio le candidature

per il terzo premio triennale

«Hic labor», concorso

che l’Accademia riserva

alle tesi di dottorato di ricerca.

Tre i premi in palio

per ciascuna delle Classi

accademiche: Lettere e

arti, Scienze e tecnica, Diritto

economia e amministrazione.

La tesi non dovrà

essere stata discussa

prima del 1° gennaio 2017

presso Università italiane

o estere. Informazioni nella

sezione Bandi del sito.


L’Accademia Olimpica

3

Serena Sinigallia

L’acuirsi dell’emergenza

sanitaria ha costretto

a rinunciare alla formula

tradizionale del progetto.

Ma è stata trovata una

soluzione che ha permesso

di lasciare comunque

una traccia significativa.

Rinviato al 2021 nella sua

forma tradizionale a causa

dell’emergenza sanitaria,

Laboratorio Olimpico ha

comunque voluto lasciare

un segno nell’Anno Domini

2020, al quale aveva deciso

di dedicare la propria quindicesima

edizione dal titolo

Il Teatro Olimpico in tempo di

peste.

Promosso dall’Accademia

con la collaborazione del

Comune di Vicenza, il progetto

- nato da un’idea di

Cesare Galla e diretto da

Roberto Cuppone, entrambi

accademici - si è così concretizzato

quest’anno in una

registrazione video no-stop

realizzata a porte chiuse

all’Olimpico, garantendo la

massima sicurezza ad attori

e tecnici.

In essa i sono fuse due perfomance.

La prima, affidata agli attori

Piergiorgio Piccoli, Carlo Presotto,

Paolo Rozzi, Antonino

Varvarà, Anna Zago e Patricia

Zanco, è consistita nella

lettura di alcune pagine del

De peste del medico Alessandro

Massaria, il quale, tra

i fondatori dell’Accademia

Olimpica, fu un innovatore

nella gestione dell’epidemia

nel Veneto nel 1575-1577. In

un’apposita riduzione teatrale,

la sua opera è stata

affrontata nella traduzione

in italiano curata dalla studiosa

Daniela Marrone (la

pubblicazione è uscita nel

Dal Laboratorio Olimpico

una testimonianza video

2012 per i tipi delle Edizioni

Antilia, grazie ai contributi

dell’Associazione Ricerche

Cardiopatie Aritmiche - Arca

e del Dipartimento di Scienze

del Mondo Antico dell’Università

di Padova, con presentazione

e introduzione

di Gaetano Thiene ed Emilio

Pianezzola).

La seconda performance,

invece, è stata orchestrata

dalla regista Serena Sinigaglia,

nome noto della scena

italiana, tra l’altro fondatrice

dell’Associazione Teatrale

Indipendente per la Ricerca

(ATIR). A lei il compito di

guidare dodici allievi attori

del secondo anno dell’Accademia

Teatrale Veneta,

ora «Carlo Goldoni» (scuola

del Teatro Stabile del Veneto),

preparati attraverso un

laboratorio online, in una

partitura drammaturgica

inedita, elaborata dalla stessa

regista insieme a Gabriele

Scotti e costruita intorno

a testi legati al tema della

peste scritti da Sofocle, Tucidide,

Lucrezio, Virgilio, Livio,

Seneca, Boccaccio e dal

giornalista scientifico David

Quammen. Il tutto con la

collaborazione dell’attrice,

aiuto regista e vocal coach

Sandra Zoccolan.

A queste performance si

sono affiancati due particolari

momenti “virtuali”, preregistrati:

un’introduzione

da Milano di Oliviero Ponte

di Pino, giornalista da sempre

attivamente coinvolto

in Laboratorio Olimpico, che

avrebbe dovuto presentare

lo spettacolo al pubblico; e

un saluto da Giuliano Scabia,

poeta e drammaturgo,

già protagonista di Laboratorio

Olimpico nel 2010

e nel 2019, e che in questa

edizione avrebbe dovuto

presentare il volume Commedia

Olimpica, ovvero la

fine del mondo (con dinosauri),

edito dall’Accademia con

il sostegno di AIM, frutto

dell’esperienza laboratoriale

e della messa in scena dello

scorso anno all’Olimpico.

Una sintesi dei materiali filmati

– riprese dirette delle

due performance, collegamenti

esterni e backstage,

effettuati da Alberto Bombardini,

in veste di regista,

con l’assistenza di Stefano

Bodinetti, nell’arco di due

intere giornate nel Teatro

Olimpico - verrà montata in

diverse soluzioni, che verranno

decise in questi gior-

ni in base alle immagini e

alle situazioni riprodotte. Si

stanno valutando una breve

sintesi informativa, da

pubblicare su Youtube e nei

social dell’Accademia, una

versione in corto d’arte, per

partecipare ad alcuni segnalati

festival cinematografici

internazionali, e infine una

versione “integrale”, cioè una

restituzione da proiettare al

pubblico quando sarà possibile,

forse in primavera o alla

prossima edizione di Laboratorio

Olimpico, nell’autunno

del 2021.

Commedia Olimpica, il volume edito

dall’Accademia nella collana

degli Atti di Laboratorio Olimpico.


4 L’Accademia Olimpica

RITRATTI / Notizie sugli eletti 2019 presentati lo scorso ottobre, alla cerimonia di apertura dell’anno di attività 2020/2021

Profili accademici

Classe di

LETTERE E ARTI

Accademici ordinari

Monica Centanni

Filologo classico di formazione,

è professore ordinario

di Lingua e letteratura

greca all’Università Iuav di

Venezia dal 2018 e dal 2009

all’Università di Catania,

dove insegna Drammaturgia

antica, Iconologia e Tradizione

classica. Membro

dal 2002 al 2013 del Consiglio

di Amministrazione della

Fondazione INDA (Istituto

Nazionale per il Dramma

antico), è direttore dal 2006

del Centro studi classicA /

Iuav. È studiosa del teatro

antico e di storia della tradizione

classica nella cultura

artistica e letteraria dall’antico

al contemporaneo. Su

questi temi è autore di numerosi

studi (monografie,

curatele, contributi, articoli)

e ha curato mostre ed eventi

teatrali. Ha tradotto le tragedie

di Eschilo (Meridiano

Mondadori) e ha pubblicato

il volume Nemica a Ulisse

(Bollati Boringhieri). Dirige

la rivista «Engramma. La

tradizione classica nella memoria

occidentale», attiva

dal 2000.

Francesco Erle

Musicista e compositore,

si diploma in pianoforte

e successivamente (1990)

in Composizione presso il

Conservatorio di Padova.

Insegna al Conservatorio

di Venezia. Gli esordi come

compositore lo vedono impegnato

nelle forme della

musica corale, alla ricerca di

un linguaggio personale in

cui si intrecciano l’attività di

direttore di coro (Schola San

Rocco) e orchestra a quella

di revisore e che lo porta a

composizioni riguardanti

campi via via più diversificati.

Ha collaborato con direttori

d’orchestra (Andras

Schiff, Leon Spirer) e registi

(Gianfranco De Bosio, Da-

miano Micheletto) in un

progressivo avvicinamento

al teatro musicale, prima

come direttore (Chori per

l’Edippo Tiranno), poi compositore

di nuove musiche

(Gioco del Palazzo, 2003; Pigafetta,

2004; Odisseo 2006;

Elettra di Sofocle, 2007) con

lusinghieri riconoscimenti

e crescente successo. Come

revisore e direttore ha riportato

alla luce importanti

opere del periodo barocco

di autori come Albinoni e

Lotti.

Marcello Ghilardi

Laureato in Filosofia presso

l’Università di Padova, ha

completato la sua formazione

presso le Università

di Parigi e Pechino. Dal 2018

è professore associato di

Estetica presso l’Università

di Padova.

Ha partecipato a diversi

progetti di ricerca, in particolare

nell’ambito delle

“corrispondenze tra Oriente

e Occidente” e riveste numerosi

incarichi all’interno

dell’Ateneo patavino, con

contatti e ruoli di collegamento

e cooperazione con

Università straniere.

È affiliato a varie associazioni

culturali, tra cui European

Network of Japanese Philosophy,

SIE Società italiana

di Estetica, SFI Società filosofica

italiana; partecipa a

comitati editoriali di riviste

e collane del settore e svolge

attività di traduttore e

consulente per diverse Case

editrici. Ha tenuto relazioni

a convegni e seminari nazionali

e internazionali. È

autore di numerose pubblicazioni

in riviste scientifiche

e in volume.

Dino Piovan

Laureato in Lettere presso

l’Università di Padova, nel

2013 ha conseguito l’abilitazione

alla docenza universitaria

in Lingua e letteratura

greca. Insegna latino

e greco nei Licei classici e

Laboratorio di greco antico

all’Università di Verona.

Oltre a commenti ad autori

classici (Platone, Lisia, Senofonte)

destinati alla scuola

e a saggi su riviste scientifiche

e in atti di convegni, ha

pubblicato tra l’altro Lisia.

Difesa dall’accusa di attentato

alla democrazia (2009) e

Memoria e oblio della guerra

civile (2011). Ha curato alcune

edizioni de I Quaderni del

Teatro Olimpico, nell’ambito

del Ciclo di spettacoli classici

e collabora alla rassegna

Classici contro.

Classe di

SCIENZE E TECNICA

Accademici ordinari

Stefano Debei

Ingegnere meccanico laureatosi

all’Università di Padova,

dal 2017 è professore

ordinario di Misure meccaniche

e termiche nel Dipartimento

di Ingegneria industriale

dello stesso Ateneo.

Sostiene insegnamenti nei

corsi di Laurea in Ingegneria

aerospaziale e in Astronomia,

nel master in Aeronautica

e Scienze del satellite e

nel Corso di perfezionamento

di Medicina aeronautica

e spaziale. Dal 2015 è direttore

del CISAS - Centro di

Ateneo per gli studi e le attività

spaziali «G. Colombo».

Opera in progetti e missioni

aerospaziali internazionali

e ha in corso collaborazioni

con enti di ricerca e con

aziende nazionali e internazionali.

I risultati della sua

attività di ricerca sono stati

riportati in numerosi articoli

su riviste internazionali e in

atti di congressi nazionali e

internazionali.

Accademico corrispondente

Victor A. Ferrari

Di origine italiana, è dal

2009 professore ordinario

presso la Scuola di Medicina

dell’Università della Pennsylvania,

Filadelfia, dove si

è laureato in Bioingegneria

nel 1982 e in Medicina nel

1986. Ha compiuto l’intero

percorso della sua carriera

di docente presso lo stesso

Ateneo, dove è attualmente

Direttore del programma di

Risonanza magnetica cardiovascolare.

Specializzato

in Cardiologia, è famoso per

aver sviluppato l’applicazione

dell’ecografia bidimensionale

e della risonanza

magnetica nella Medicina

cardiovascolare. Autore di

pubblicazioni in riviste internazionali,

ha ricevuto

numerosi premi per la sua

attività scientifica e didattica.

È membro di numerose

società scientifiche, anche

con responsabilità di presidente,

segretario e tesoriere.

Svolge il ruolo di revisore

delle più importanti riviste

scientifiche nel settore cardiovascolare.

È un cultore

di Medicina umanistica e

ha tenuto stretti rapporti

con l’Università di Padova.

Ha guidato recentemente

la delegazione di docenti di

Medicina da Filadelfia, in visita

all’Accademia e al Teatro

Olimpico.

Classe di

DIRITTO ECONOMIA

E AMMINISTRAZIONE

Accademici ordinari

Giandomenico Cortese

Giornalista e saggista, ha

iniziato l’attività come inviato

nel Triveneto per il

quotidiano Avvenire e ha

lavorato dal 1974 a Il Gazzettino.

Dal 2008 ha svolto

il ruolo di opinionista/editorialista

per Il Corriere del

Veneto. Ha collaborato con

la RAI e l’ANSA e dal 2013

è commentatore televisivo,

con rubrica propria, per l’emittente

locale Telechiara

e presidente del Consiglio

di amministrazione della

Società editoriale La nuova

voce, che gestisce la comunicazione

della diocesi di

Vicenza. La sua vasta attività

di saggista è incentrata in

prevalenza sulla storia e le

tradizioni, anche culinarie,

del Veneto e ha ottenuto

premi e riconoscimenti. Promotore

inoltre di iniziative

culturali e impegnato nel

sociale, è dal 2014 curatore

del Museo Hemingway

e della Grande Guerra di

Villa Cà Erizzo a Bassano


L’Accademia Olimpica

del Grappa; dirige da oltre

trent’anni la rivista Rivivere

dell’AIDO. Ha ricoperto vari

ruoli politico-amministrativi

e incarichi istituzionali in

campo economico, quali la

vicepresidenza della Fondazione

Banca Popolare di

Marostica-Volksbank.

Alberto Dal Ferro

Avvocato, specializzato in

diritto dell’Unione Europea,

è socio di un importante

studio legale di Vicenza e

segue principalmente l’ufficio

di Bruxelles. Laureato

in Giurisprudenza (1982) e

in Scienze politiche, indirizzo

internazionale (1985)

all’Università di Padova,

è stato dal 1986 al 1989

agente della Corte di Giustizia

dell’Unione Europea.

Dopo l’esperienza in questa

prestigiosa Istituzione,

ha lavorato come avvocato

esterno e consulente sia in

vari organi dell’Unione Europea

(Commissione europea,

Banca europea per gli

investimenti, Comitato economico

e sociale, Agenzia

per la sicurezza alimentare

e per la ricerca), che per primarie

imprese italiane ed

estere. Ha all’attivo numerose

pubblicazioni scientifiche

e interventi in convegni

in Italia e all’estero, nonché

in corsi organizzati da diversi

Fori italiani in collaborazione

con le Università.

Giuseppe Nardin

Laureato in Economia e

commercio presso l’Università

di Modena, è professore

ordinario di Economia e gestione

delle imprese presso

l’Università di Modena e

Reggio Emilia. Dal 2012 è

direttore scientifico della Biblioteca

«S. Brusco» della Facoltà

di Economia, dal 2015

presidente del Comitato di

gestione SBA (Sistema Bibliotecario

di Ateneo) e dal

2017 delegato del rettore

per le Biblioteche. È inoltre

membro della società Italiana

di Marketing e componente

del Comitato editoriale

della rivista «Mercati e

competitività». Dal 2016 è

presidente del Consiglio di

indirizzo e presidente del

Consiglio di amministrazione

della Fondazione Monte

di Pietà di Vicenza.

Accademico corrispondente

Roberto Ditri

Laureato in Ingegneria

chimica all’Università di

Trieste, è un top manager

con vocazione alla visione

globale delle problematiche

e segue con passione

il mondo culturale. È stato

amministratore delegato e

direttore generale della Marelli

Motori di Arzignano dal

1997 al 2014, con responsabilità

dal 2002 delle sedi

estere del Gruppo (Inghilterra,

Germania, Stati Uniti,

Malesia, Sudafrica); presidente

della Fiera di Vicenza

dal 2010 al 2013 e vicepresidente

di Confindustria Vicenza,

con delega all’internazionalizzazione

dal 2008

al 2012. Membro dal 2015

del Consiglio di amministrazione

di SISMA spa, dal 2016

è consulente di CINVEN,

una delle principali società

di private equity europee.

Nel 2016 è stato nominato

presidente della Fondazione

Teatro Comunale Città di

Vicenza e fa parte del Consiglio

di Amministrazione del

CISA.

Accademici onorari

Tredici accademici

eletti nel 2020

Nell’assemblea online del 20 dicembre 2020 sono stati

eletti tredici nuovi accademici.

Per la Classe di Lettere e arti: come ordinari il musicologo

e concertista Renato Calza, lo storico Giuseppe Antonio

Muraro, il linguista Ivano Paccagnella, la scrittrice

Maria Pia Veladiano; come corrispondenti gli storici

Maurizio Bertolotti e Lucien Faggion.

Per la Classe di Scienze e tecnica: come ordinari il neuroscienziato

Giuseppe Sartori e la psicologa Chiara

Volpato; come corrispondenti il cardiologo pediatrico

Bruno Marino e l’anatomopatologo Jeffrey E. Saffitz.

Per la Classe di Diritto economia e amministrazione:

come corrispondente l’economista Patrizio Bianchi.

Due, infine, gli accademici olimpici onorari: la costituzionalista

Marta Maria Carla Cartabia e il virologo Andrea

Crisanti.

Luciano Canfora

Filologo classico di formazione,

dopo una lunga

carriera di docente presso

l’Università di Bari, è oggi

emerito di Filologia greca

e latina in quell’Ateneo

e coordinatore scientifico

della Scuola Superiore di

Studi Storici di San Marino.

È autore prolifico di filologia,

storia e politica dall’età

antica all’età contemporanea.

I suoi libri, punto di

riferimento talvolta anche

dialettico nel panorama

culturale italiano, sono stati

tradotti in USA, Francia, Inghilterra,

Germania, Grecia,

Paesi Bassi, Brasile, Spagna,

Repubblica Ceca. È membro

della Fondazione Istituto

Gramsci e del comitato

scientifico dell’Enciclopedia

Treccani, oltre che dei comitati

direttivi di diverse riviste,

sia scientifiche che di

alta divulgazione. Dirige dal

1975 la rivista «Quaderni di

storia» (Dedalo), la collana

di testi La città antica (Sellerio),

le collane Paradosis

(Dedalo) e Historos (Sandro

Teti ed.). Ha ricevuto nel

2011 il premio «Feronia-Città

di Fiano» per la sezione

della critica militante.

Luigi Ciotti

Veneto di nascita, trapiantato

dal 1950 a Torino, durante

gli anni degli studi come perito

radiotecnico segue assiduamente

i gruppi parrocchiali

della Crocetta, con cui

fonda nel 1965 un gruppo

chiamato Gioventù, con l’obiettivo

di aiutare i disadattati

e i tossicodipendenti, da

cui nasce nel 1971 il mensile

Animazione sociale. Nel

1972 viene ordinato sacerdote

e il cardinale torinese

Michele Pellegrino gli affida

come parrocchia la “strada”,

luogo di incontro con le domande

e i bisogni più profondi

della gente. Nel 1973

fonda il Centro antidroga Il

Molo 53, esperienza allora

unica e pionieristica in Italia,

a cui segue l’apertura di

altre comunità di recupero.

Nel 1974 apre un centro di

ascolto per tossicodipendenti

riqualificando un cascinale

in provincia di Alessandria

(Cascina Abele), da

cui nascerà l’associazione

Gruppo Abele, successivamente

aperta alla cooperazione

internazionale. A questa

si affiancheranno sul

piano culturale un Centro

5

studi, una Casa editrice e

l’Università della strada. Negli

anni ’90 il suo impegno

si allarga al contrasto alla

criminalità organizzata e

fonda l’associazione «Libera»,

di cui è presidente, che

lancia nel 2013 la campagna

on line Riparte il futuro.

Antonio Franco Dal Maso

Laureato in Medicina nel

1958 e specializzato in

Ostetricia e Ginecologia nel

1962, è stato primario incaricato

all’ospedale civile San

Bortolo di Vicenza e poi primario

di ruolo per ventisei

anni all’ospedale di Arzignano.

Ha complessivamente

assistito a ventimila parti ed

effettuato diciassettemila

interventi chirurgici. Molto

amato dalla popolazione

vicentina, gli è stata conferita

nel 2006 la medaglia

d’oro della città di Vicenza

per «l’attività professionale

svolta per cinquant’anni

con abnegazione e generosità».

Protagonista di

battaglie per i diritti civili,

è stato consigliere dell’Ordine

dei medici, consigliere

comunale, consigliere della

Provincia e candidato al

Senato. Autore di articoli su

riviste specialistiche e capitoli

di libro, ha organizzato

ed è stato relatore a diversi

congressi. È medico scrittore,

autore di tre raccolte di

poesie e tre opere in prosa.


6 L’Accademia Olimpica

La clip è disponibile nel sito, nel canale YouTube e nella pagina Facebook

L’Accademia per la Scuola

Successi e nuovi progetti

Oltre duecento fra docenti

e studenti si sono iscritti alla

videoconferenza online sul

tema Etica ambientale svoltasi

nel pomeriggio di giovedì

19 novembre, Giornata

internazionale della Filosofia,

e promossa dall’Accademia

Olimpica in collaborazione

con il Liceo «Quadri»

di Vicenza.

Inserita nel più ampio percorso

didattico L’Accademia

per la scuola, proposto dall’Istituzione

agli insegnanti

delle scuole superiori e agli

studenti del triennio, la videoconferenza

ha avuto

come relatori tre accademici:

Paolo Vidali (curatore

AD MEMORIAM

Ricordiamo gli accademici

scomparsi negli ultimi mesi.

Il 14 dicembre 2019, a 89

anni, si è spento Giuseppe

Brugnoli, accademico ordinario

fuori ruolo della Classe

di Diritto economia e amministrazione,

nella quale

era entrato nel 1978 come

corrispondente, divenendo

ordinario nel 1988. Giornalista,

aveva intrapreso la

professione nel 1954, fino a

dirigere Il Giornale di Vicenza

dal 1975 al 1982 e poi L’Arena,

fino al 1993.

Nel gennaio 2020, invece,

addio a due accademici

onorari: il 24 a Vincenzo Fumarola,

92 anni, eletto nel

1998, grecista e stimato insegnante,

in particolare nei

Licei vicentini «Pigafetta» e

«Quadri», dei quali era stato

anche preside; il 28 ad Alessio

Tasca, 90 anni, eletto nel

2000, maestro della ceramica

il cui stile ha lasciato un

segno profondo a livello internazionale.

dell’intero percorso con

il vicepresidente Mariano

Nardello), che ha illustrato

la storia dell’idea di natura

in Occidente; Marcello Ghilardi,

che ha sviluppato il

rapporto fra etica e ambiente

nel pensiero orientale;

e Giangiorgio Pasqualotto,

che ha affrontato l’etica ambientale

e l’ecosofia del norvegese

Arne Naess.

Venerdì 26 febbraio

si parlerà di Astronomia

Il 15 maggio, a 98 anni, è venuto

a mancare Aldo Marchi,

ordinario fuori ruolo

della Classe di Diritto economia

e amministrazione,

dove era entrato nel 1991.

Cavaliere del lavoro, è stato

protagonista di una brillante

carriera imprenditoriale,

in particolare nel settore

cartario.

A 83 anni, il 19 giugno, si è

spento Armando Balduino,

già docente di Letteratura

italiana all’Università

di Padova, accademico corrispondente

dal 1978, ordinario

dal 1988.

Dopo l’addio il 12 ottobre

Già fissato il prossimo appuntamento.

Venerdì 26

febbraio, in collaborazione

con l’ITIS «Rossi» di Vicenza,

si parlerà di Astronomia,

tecnologia e impresa: tre lati

della ricerca scientifica. Ne

saranno protagonisti gli accademici

Giulia Rodighiero,

docente di Cosmologia all’

Università di Padova, e Ugo

Galvanetto, docente di Ingegneria

aerospaziale nello

stesso ateneo, e Giovanni

Dal Lago, CEO di Officina

Stellare.

L’incontro, rivolto agli studenti

del «Rossi», sarà disponibile

in diretta on-line

a chi ne farà richiesta. Nel

sito dell’Accademia (sezione

L’Accademia per la scuola)

tutte le informazioni in merito.

all’ex presidente dell’Accademia

Luigi Franco Bottio

(ricordato nel numero

scorso), il 31 ottobre ci ha

lasciato, a 101 anni, Luigi

Massignan, illustre psichiatra,

già docente all’Università

di Padova, accademico

della Classe di Scienze e

tecnica nel 1982 come corrispondente

e nel 1988 come

ordinario. Partigiano, fu arrestato

nel 1944 e deportato

nel campo di concentramento

di Mauthausen, dal

quale fu liberato il 5 maggio

1945. Un’esperienza, quella

dell’orrore dei campi di

Nel frattempo l’Accademia

ha messo a disposizione

delle scuole anche i video

che sono stati proposti in

occasione della Notte della

Ricerca 2020, dedicati al

tema dell’emergenza sanitaria

in atto in un’ottica

non solo scientifico-sanitaria.

Le clip (ciascuna della

durata massima di circa 10

minuti) sono state affidate

agli esperti dei più diversi

settori (l’Accademia li sta

coinvolgendo in un progetto

editoriale dedicato alla

pandemia) e possono rappresentare

utili spunti di

informazione e riflessione

per studenti e docenti.

Un ricordo degli accademici defunti

Sono disponibili nel sito,

nella pagina Facebook e

nel canale YouTube dell’Accademia

i video realizzati

per sostenerne la candidatura

al Concorso Art Bonus

2020, aperto fino al 6 gennaio

2021. Il premio, di carattere

morale, è riservato a

progetti ammessi a questo

beneficio fiscale.

Per l’occasione, con il coordinamento

del vicepresidente

Mariano Nardello,

l’Accademia ha proposto

clip dedicate a personaggi,

curiosità e avvenimenti

legati alla sua storia, oltre

a un video nel quale viene

raccontata la storia secolare

della Biblioteca, nata nel

1556, appena un anno dopo

la stessa Accademia.

Si ricorda che la Bilioteca

sterminio, di cui Massignan

si fece testimone per il resto

della vita.

L’8 dicembre scorso, infine,

è deceduto all’età di 93 anni

l’accademico onorario Aldo

Pivetti, eletto nel 1989.

Alla brillante carriera condotta

nel settore bancario,

in particolare nell’ambito

della Fondazione Cariverona,

affiancò un significativo

impegno sociale. Fu tra l’altro

il primo presidente, poi

onorario, della Fondazione

Progetto Ematologia, di cui

era stato tra i soci fondatori.

Art Bonus per la Biblioteca dell’Accademia

accademica ha ottenuto

il beneficio dell’Art Bonus

nel 2018: chi lo desiderasse,

quindi, può destinare alla

sua attività donazioni liberali,

ottenendone significativi

vantaggi fiscali in sede

di dichiarazione dei redditi.

Le informazioni al riguardo

sono disponibili nel sito

istituzionale www.accademiaolimpica.it.


L’Accademia Olimpica

7

BIBLIOTECA

Pubblicazioni pervenute nel secondo semestre del 2019

In dono o per scambio da

Accademie, Enti e altre

Istituzioni:

D. Alighieri, Tomo 3: Codice

diplomatico dantesco, cur.

T. De Robertis, Roma 2016.

- Anti: archeologia, archivi,

cur. I. Favaretto, Venezia

2019. - F. Baraldi, Il pensiero

geologico nelle dissertazioni

inedite degli Accademici

mantovani del XVIII secolo,

Mantova 2018. - F. Ciciliot,

Arcaici echi: toponomastica

medievale di Savona, Savona

2019. - Comitato Giacomo

Pellizzari, Gli anni d’oro

della cultura di Arzignano:

la scuola di Antonio Pellizzari

1951-1955, cur. A. Lora, V.

Bolcato, R. Negri, Cornedo

Vicentino (VI) 2019. - Dante

e Boccaccio: lectura Dantis

Scaligera, 2004-2005, in

memoria di Vittore Branca,

cur. E. Sandal, Roma-Padova

2006. - Lectura Dantis

Scaligera 2005-2007, cur.

E. Sandal, Roma-Padova

2008. - Nel primo centenario

della battaglia di

Caporetto, cur. P.L. Ballini,

S.G. Franchini, Venezia

2018. - Niccolò Tommaseo:

popolo e nazioni. Italiani,

corsi, greci, illirici: atti del

Convegno internazionale di

studi nel bicentenario della

nascita di Niccolò Tommaseo,

Venezia, 23-25 gennaio

2003, cur. F. Bruni, Roma

2004. - C. Percoto, Racconti,

cur. A. Chemello, Roma

2011. - A. Rizzi, Il Leone di

San Marco in Dalmazia,

Venezia 2019. - T. Vallery, La

Scuola Dalmata: 1807-2013,

Venezia 2019;

da privati:

E. Beggiato, Lissa, l’ultima

vittoria della Serenissima:

20 luglio 1866, Rimini 2012.

- Bulletin of association

for the study of Kirishitan

culture, 2019. - R. Dal Lago,

A. Girardi, I Colli Berici,

Sommacampagna (VR)

2015. - A. Girardi, Terra

di passo e di confine. Una

comunità rurale veneta tra

Otto e Novecento: Caselle di

Noventa Vicentina, Sommacampagna

(VR) 2019. - Li

A Luciano Canfora

il «Giancarlo Dosi»

Il filologo classico e

storico Luciano Canfora,

accademico onorario,

è stato insignito del

premio «Giancarlo Dosi»

per la divulgazione

scientifica in Italia e all’estero,

giunto alla quarta

edizione e destinato

a divulgatori nelle più

diverse discipline.

amò sino alla fine: scritti catechetici,

omelie e riflessioni,

don P. Costa, cur. C. Rosa, R.

Zironda, S. Grotto, Piovene

Rocchette (VI) 2019. - P.

Martello, La porta del bosco:

sulle tracce delle leggende

cimbre. Percorsi sull’Altopiano

di Asiago, Vicenza 2019.

- O. Mussolin, S. Manakel

Basso, Il segreto custodito:

sulle orme dei condottieri

Magosdj, Bologna 2019. -

A.F. Patergnani, Tra politica

e diritto: Piero Calamandrei

e il Partito d’azione, Padova

2019. - M.L. Pavin, Storia

documentata dei presepi vegetali

del prof.re Mario Andreis,

membro dell’Accademia

Olimpica, cultore della

lingua veneta e della civiltà

contadina, [s.l.] 2018. - P.

Ranzato, Miscellanea tratta

da documenti ottocenteschi

su alcune opere dell’incisore

vicentino Valerio Belli

(1468-1546): pubblicato in

memoria di Maria Giovanna

Vigo, Vicenza 2019. - Id.,

Ubaldo Oppi: un artista ed

un uomo del Novecento,

2019. - A. Saccardo, Il Tretto:

la sua gente, la sua storia,

Cornedo (VI) 2019;

da Accademici:

M.E. AVAGNINA (coaut.):

A Elena Zambon

il «Premio Roma»

È andato all’accademica

Elena Zambon, imprenditrice

farmaceutica,

il «Premio Roma allo

sviluppo del Paese» per

la sezione Economia, impresa

e sociale. Premiati

anche Mario Draghi

(premio alla carriera) e

Vittorio Storaro (Scienza,

cultura e arte).

L’altare Pojana: chiesa di

San Lorenzo in Vicenza, cur.

C. Rigoni, Vicenza 2014; Il

Piviale dei pappagalli: dal

trono all’altare, Vicenza

2014. - M. BAGNARA (collab.):

A. Blandini, L. Trevisan,

G. Zorzetto, Il portale di

ingresso del Teatro Olimpico:

storia e restauro, Vicenza

2019. - C. BESCHIN (collab.):

Bollettino del Museo civico

di storia naturale di Verona.

Geologia, paleontologia,

preistoria, n. 33, 35, Verona

2009, 2011. - V. BOLCATO

(donat.): Antonio Pellizzari,

1923-1958: un uomo solo tra

musica e utopia. Antologia

di scritti e testimonianze,

cur. A. Lora, A. Dal Molin,

Arzignano 2009. - M. BRE-

GANZE (aut.): L’adeguamento

dei Comuni allo schema

di regolamento edilizio tipo

(R.E.T.) di fine anno: tra linee

guida della Regione Veneto

del 2018 e specificità territoriali

comunali, Padova

2019; La fruizione pubblica

del patrimonio culturale: origini

ed evoluzione (estr. da:

Rivista giuridica di urbanistica,

4/2018); La lunga vita

continua a pagina 8


8

L’Accademia Olimpica

della legge urbanistica del

‘42, di Marialla Zoppi e Carlo

Carbone, Firenze, 2018 [recensione]

(estr. da: Rivista

giuridica di urbanistica,

2/2019); La relazione paesaggistica

e la sua evoluzione

giuridica (estr. da: Rivista

giuridica di urbanistica,

1/2019); Sunt certi denique

fines!, Padova 2019. - G.

DALLA POZZA (donat.): D.

Bortolan, S. Corona: chiesa e

convento dei domenicani in

Vicenza. Memorie storiche,

Vicenza 1889. - G. D’AMATI

(coaut): C. Basso, Guidelines

for autopsy investigation of

sudden cardiac death: 2017

update from the Association

for european cardiovascular

pathology (estr. da: Virchow

archiv, 2017); E. Bottani,

Ttc19 plays a husbandry

role on Uqcrfs1 turnover in

the bioganesis of mitochondrial

respiratory complex

III (Estr. da: Molecular cell,

67/2017); A. Botticelli, The

sexist behaviour of immune

checkpoint inhibitors

in cancer therapy? (estr.

da: Oncoterget, 59/2017);

B. Cerbelli, Breast cancer

subtypes affect the nodal

response after neoadjuvant

chemotherapy in locally

advanced breast cancer: are

we ready to endorse axillary

conservation? (estr. da: The

Breast journal/2019); Id.,

PD-L1 expression in Tnbc:

a predictive biomarker of

response to neoadjuvant

chemotherapy? (estr. da:

BioMed research international,

2017); G. Diluvio,

Notch3 inactivation increases

triple negative breast

cancer sensitivity to gefitinib

by promoting Egfr tyrosine

dephosphorylation and its

intracellular arrest (estr.

da: Oncogenesis, 2018); O.

Leone, Cardiac pathologic

finding in 3 unusual cases

of sudden cardiac death

related to anorexiant drugs

(estr. da: Human pathology,

69/2017); L. Masuelli,

Chloroquine supplementation

increases the cytotoxic

effect of curcumin against

Her2/neu overexpressing

breast cancer cells in vitro

and in vivo in nude mice

while counteracts it in

immune competent mice

(estr. da: Oncoimmunulogy,

11/2017); A. Oliva,

Dirofilaria repens infection

mimicking lung melanoma

metastasis (estr. da: Open

forum infectious diseases:

ID images, 2019); E. Perli,

Novel compound mutations

in the mitochondrial

translation elongation

factor (TSFM) gene cause

severe cardiomyopathy

with myocardial fibro-adopose

replacement (estr. da:

Scientific reports, 2019). -

G. FAGGIN (trad.): Adwaita,

Servo Brahma e altre poesie,

cur. H. van der Heide,

Rimini 2019. - ID. (donat.):

M.T. Garutti Bellenzier, M.L.

Bertuzzo, G.A. Cisotto, A.

Lazzaretto, G. Periotto, E.

Reato, M. Storti, E. Visentini,

Il femminismo cristiano

di Elisa Salerno e le sue

prospettive, Vicenza 1988; E.

Salerno, Una penna inquieta:

lettere scelte, Padova

2002. - P. FONTANA (aut.):

The joy of bees: bees as a

model of sustainability and

beekeeping as an experience

involving nature and human

history, Verona 2019. - E.

FRANZINA (donat.): Per

allargare gli orizzonti: la

Chiesa di Bergamo in emigrazione,

Todi (PG) 2016.

- G. GAUDINI (aut.): - Verona

magnifica città di palazzi

e di prestigiosi portali: stili,

forme e linguaggi, Vago di

Lavagno (VR) 2019. - ID.

(curat.): Grafica LaneRossi,

Schio 2019. - M. KNAPTON

(curat.): Storia di Creazzo:

l’Ottocento e il Novecento,

Cornedo (VI) 2019. - A. LAZ-

ZARETTO (collab.): P. Volpe,

G. Simone, Posti liberi: leggi

razziali e sostituzione dei docenti

ebrei all’Università di

Padova, Padova 2018. - A.

MINELLI (aut.): Biodiversity,

disparity and evolvability

(estr. da: From assessing

to conserving biodiversity,

2019); Biological individuality:

a complex pattern of

distributed uniqueness (estr.

da: The extended theory of

cognitive creativity: interdisciplinary

approaches to

perfomativity, Cham 2020);

Mammalian evolution,

diversity and systematics,

F.E. Zachos, R.J. Asher [recensione]

(estr. da: Journal

of Zoological Systematics

and Evolutionary Research,

57/2019); Zoological nomina

with typus or typicus as

the specific epithet (estr. da:

Bionomina, 16/2019). - M.

NEGRI (aut.): Mansions and

historical dwellings in Val di

Non: caskets of a centuriesold

history, Romeno (TN)

2019; Palaste und herreschaftliche

ansitze im Val di

Non: schreine einer jahrhundertelangen

geschichte,

Romeno (TN) 2019; Palazzi

e dimore signorili in Val di

Non: scrigni di una storia

secolare, Romeno (TN)

2019; Sudditi tanto valorosi

che le faranno honore né

men chari saranno alla sua

patria: i gemelli Innocenzo

e Germano a Prato negli

anni universitari a Padova e

un’inedita lettera di Marco

Mantova Banavides a

Cristoforo Madruzzo (estr.

da: Studi trentini. Arta, n.

2/2018). - G. PELLIZZARI

(aut.): Hystoria Atile dicti

flagellum Dei: il libro della

nascita di Venezia. Dal manoscritto

1308 della Biblioteca

civica di Verona, con a

fronte il testo dell’incunabolo

G. 230 della Biblioteca

del Museo Correr di Venezia,

cur. E. Necchi; V. Formentin,

Baruffe muranesi: una

fonte giudiziaria medievale

tra letteratura e storia della

lingua; F. Ambrosini, Iddio è

informatissimo del caso mio:

il processo del Sant’Uffizio

di Venezia contro Giacomo

Broccardo; S. Quill, Ruskin a

Venezia: the stones revisited

[recensioni] (estr. da: Studi

veneziani, 57/2018). - S.

PEROSA (aut.): No topoi:

siamo americani (Whitman/

Dickinson) (estr. da: Metamorfosi

dei topoi nella

poesia europea dalla tradizione

alla modernità, v.

1. Figure della soggettività

e imitatio dal Romanticismo

al Decadentismo, Pisa

2018); Premonitions: Shakespeare

to James (estr. da:

From darkness to light: writers

in museum 1798-1898,

Cambridge 2019); Questo

povero Shakespeare... (estr.

da: Atti dell’Istituto veneto

di scienze, lettere ed arti,

171/2012-13); T.S. Eliot: the

annotated poems (estr. da:

The Hudson review, 69, n.

1/2016). - D. PIOVAN (aut.):

Ancient and modern democracy:

a short reappraisal

(estr. da: Philosophy and

public issue, 2/2019); Atene

o l’utopia della democrazia

(estr. da: Utopia (Europa).

Ovvero del diventare

cittadini europei, Sesto San

Giovanni (MI) 2019); Nomos

basileus o demos basileus?

Sulla democrazia ateniese

di V e IV secolo a.C. (estr. da:

Rivista di diritto ellenico,

7/2017). - G. THIENE

(donat.): Andreas Vesalius

500 years later: proceedings

of the 2nd International

Meeting on Medicine and

Pathology, working group

history of pathology of European

Society of Pathology,

Padua 2015, cur. F. Zampieri,

Padova 2019; Artista di

Dioniso: Duilio Cambellotti

e il Teatro greco di Siracusa,

1914-1948, cur. M. Centanni,

Milano 2004; Attualità di

Tito Livio: incontro di studio

in memoria di Emilio Pianezzola,

cur. A. Daniele, Padova

2019; E. Bastianello, Il

castello e il feudo dei Bissari

tra storia e mito, Costabissara

(VI) 2014; G. Cabrelle,

E. Zangrandi, Cleto Munari

jewelry, Roma 2019; M.

Centanni, Fantasmi dell’antico:

la tradizione classica

nel Rinascimento, Rimini

2017; A. Oboe, Rejoyce.

Giacomo Joyce all’Università

di Padova, Padova 2017;

A. Rozzi Marin, San Marco:

il leone e l’evangelista, Concordia

Sagittaria (VE) 2017;

Scene dal mito: iconologia

del dramma antico, cur. G.

Bordignon, Rimini 2015. - F.

TODESCAN (curat.): F. Suarez,

Trattato delle leggi e di

dio legislatore. Libro quinto,

Milano-Padova 2019.

Orario della biblioteca:

martedì e mercoledì

dalle 8.30 alle 13.00

e dalle 14.00 alle 17.30.

Il catalogo della biblioteca

è disponibile nel

sito dell’Accademia,

all’indirizzo www.accademiaolimpica.

it.

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!