NUMERO SPECIALE

maiors

Lippo

notizie

EDIZIONE

SPECIALE

marzo 2021

Notiziario a diffusione interna della A. S. D. PODISTICA LIPPO CALDERARA

Ciao

Romano!

Numero speciale in ricordo di Romano Montaguti


Numero Speciale

Hanno collaborato

a questo numero

Enzo Franchini-

Francesco Comastri

Erio Comastri

Andrea Balboni

Enrico Fiori

Giuseppe Cracchi

Archivio Foto Lippo

Erio Comastr

Federica Laghi

Cesarina Tugnoli

Impaginazione e Grafica

Claudio Cevenini

La collaborazione al notiziario

è un dovere di tutti i soci,

ogni pensiero scritto

diventa storia

“Un viaggio lungo mille

chilometri

Inizia con un piccolo

passo”

Redazione di LIPPO NOTIZIE

Via Garibaldi 6

40012 CALDERARA DI RENO

Articoli Foto e Redazionali

Sito Web:

http/www. Lippomaratona.com

GLI ARRETRATI DI

LIPPO-NOTIZIE

SONO CONSULTABILI

PRESSO LA

BIBLIOTECA COMUNALE DI

CALDERARA DI RENO

PODISTICA LIPPO CALDERARA

Associazione Sportiva Dilettantistica

Numero Speciale

marzo 2021

Ciao

Romano!


Ciao Romano!

Non è facile dover accettare questa realtà, la mancanza di

Romano Montaguti ci lascia tutti amareggiati non solo

nell’ambito sportivo ma anche nei confronti di tutti coloro che

hanno avuto l’onore di conoscerlo o ancor meglio di coloro che

Romano li riteneva suoi amici io ho avuto questa fortuna di

rientrare tra i suoi amici (perché lui mi diceva sempre questo).

Ora il destino ci ha separati, non ci vedremo per il Lippo a

passeggiare o a casa tua a parlare di camminate o di giardinaggio;

è venuta a mancare la presenza fisica ma non quella dentro alla

nostra mente e soprattutto nel nostro cuore.

Romano ha dato tanto anche alla collettività del paese perché

ne era orgoglioso di abitarci e voleva impreziosire sempre con

qualche cosa di nuovo.

Io, in quanto attuale responsabile del Gruppo Podistico Lippo Calderara avevo frequenti

contatti con lui, raccoglievo i suoi pareri/consigli su come fare questa o quella cosa, per me

avere avuto un Presidente Onorario del calibro di Romano è come avere avuto un biglietto da

visita dove tutti, “ovunque andassi”, lo conoscevano.

Ora noi dobbiamo fare in maniera di conservare tutte queste preziosità a memoria sua .

Ciao Romano

dal tuo successore Sportivo

Lino Sirti

Ho perso un amico il più importante della mia vita di uomo di sport.

Tutto il mondo podistico gli deve il riconoscimento per quello che ha fatto in questo ambito.

Io e lui abbiamo cominciare a collaborare nel 1975 creando il groppo Podistico Lippo Calderara,tante

organizzazioni si sono svolte con il suo sostegno. Tanti gli amici che sono passati dal n/s gruppo.

Voglio solo dire a questo uomo grazie Romano per essere stato di esempio a tutti noi

Giuseppe Bonfiglioli

Presidente U.P. Calderara


Ciao Romano!

Ciao Romano,

non basterebbe un libro per

parlare di te, della tua grande

anima, umanità, generosità,

della tua capacità di ascoltare

e comprendere gli altri, di

contribuire al benessere di tutti, di

“pacificare le controversie”, di fare

giocare i bambini, di essere vicino

alle persone fragili, di aspettare

gli ultimi, di credere negli ideali di

collaborazione reciproca.

Scriviamo alcuni pensieri tuttavia,

che comunque non sono sufficienti per esprimere il ringraziamento e l’affetto che noi sentiamo nei tuoi

confronti per tutto quello che ci hai dato e hai fatto.

Tu ci hai sempre aiutato ad essere più felici e a stare meglio non solo attraverso lo sport. Ci hai reso

meno soli quando organizzavi le attività del gruppo, quando ci riunivi alla Tenda, alla tua Tenda, quando

diffondevi il giornalino con il diario e il calendario degli eventi ai quali speravi che partecipassimo numerosi.

Noi siamo tutti i tuoi figli acquisiti: siamo quelli che inizialmente correvano da soli lungo le strade e che

tu invitavi ad entrare nella società e nei gruppi di allenamento affinchè potessimo condividere con altri

emozioni ed esperienze; siamo i bambini che accompagnavi a praticare sport perchè sei stato tra i primi

a comprendere il significato educativo e formativo dell’attività motoria; siamo le persone comuni alle quali

hai dato l’esempio di una vita dedicata agli altri, hai trasmesso i valori di lealtà e onestà, hai insegnato a

perseguire con speranza gli obiettivi per un mondo migliore.

La tua voce risuona ancora dentro di noi. Per anni ci ha accompagnato ovunque, incoraggiato a non

desistere, sostenuto e confortato nei momenti difficili, sottolineato con gioia

le emozioni felici. Ricordiamo il tuo impegno sociale, l’atteggiamento

positivo riguardo alla vita e il tuo sorriso accogliente.

Non sarà facile per noi continuare a realizzare i tuoi sogni e a

proseguire il percorso che avevi iniziato ma umilmente e con

molti tentativi cercheremo di organizzarci.

Siamo sicuri che tu, in un altro modo ed in un’altra dimensione,

ci aiuterai e ci sarai sempre vicino con una carezza sul viso ed

un abbraccio affettuoso.

Silvia ed Enzo


Ciao Romano!

CIAO ROMANO, ADDIO PRESIDENTE .

Nel tardo pomeriggio mi giunge la telefonata che mi

comunica la dipartita di Romano.

D’improvviso una strana sensazione attraversa il mio

corpo, una diversa tristezza mi avvolge.

Ora dovrei trovare le parole per ricordarlo. In un

enorme serbatoio di verbi e vocaboli dovrei trovare,

come in una musica, gli accordi giusti.

Non è semplice, troppo facile cedere alla retorica,

è una di quelle volte in cui le mie dita si bloccano

sulla tastiera, il pensiero non trova fluidità…come un

filo ingarbugliato di una matassa che non riesco ad

estrinsecare. Mi affido alle definizioni che altri hanno

dato su di lui…presidenti come te non ce ne sono più, persona veramente speciale, mitico speaker,

organizzatore di grande qualità, motivatore, roccia, persona di grande umanità, grande persona,

mito dei runners, indimenticabile pres., colonna storica del podismo…

Mi fermo, capisco che lista non finirebbe più.

Apprezzato non solo da noi ma da tutto il movimento

podistico bolognese e oltre confine, tanto da essere

nominato cittadino onorario di Fondo per il grande

contributo dato per il successo della Ciaspolada.

Posso aggiungere che molti di noi vedevano in lui

un secondo padre, un nonno e i più anziani e le più

anziane un fratello. Per tutti aveva sempre la parola

giusta, soprattutto nei momenti difficili.

Per quanto mi riguarda sono troppi i ricordi che dovrei

citare, mi legava a lui un’amicizia quarantennale.

Ripenso all’ultima volta che ci siamo visti, nel tardo autunno dell’anno scorso, seduti al tavolo del

giardino a casa sua, era avvolto da una strana malinconia, gli dissi che la vita è come un giorno,

a volte piovoso, a volte sereno, fatto di luce solare ma anche del buio della notte, gli ricordai che

anche dopo la notte più buia il sole sarebbe tornato a splendere.

Ecco Romano, oggi voglio immaginarti mentre corri verso il sole…

CIAO ROMANO

Attilio


Ciao Romano!

Vorrei ricordare Romano in un suo aspetto,

quello dell’organizzatore.

L’ho sempre osservato a bocca aperta, ammirato,

tanto da chiedermi da dove prendesse quella

sapienza, che però, se ci pensiamo bene, è comune

ad altre persone della sua generazione e della sua/

nostra terra.

Una sapienza direi tutta bolognese.

Romano aveva la capacità di coinvolgere, di dare a

ciascuno e far dare a ciascuno il massimo possibile,

con un tatto incredibile, con una penetrazione

psicologica acuta, mancando completamente del

narcisismo che ora è tanto di moda.

Tutto per la società, niente per lui.

Ma non per la società per la società,(era il contrario

del campanilismo) per la società coi suoi valori,

ma anche questi valori visti come inclusivi, per

coinvolgere tutti e non escludere nessuno.

Se ne è perso lo stampo?

Speriamo di no

Stefano Ugolini

Chi ha voluto conoscerlo da vicino sa che è stato un uomo unico, al di là delle cose che ha fatto per il podismo.

Molte persone hanno avuto l’onore di cogliere la sua essenza e il suo spessore. Per noi è stato una guida, una

fonte di ispirazione, una presenza costante, un esempio di vita, instancabile, generoso e disponibile con tutti.

Ho sempre pensato che le persone si dividessero in due gruppi, uno con le capacità a creare problemi e l’altro

con la capacità di risolverli; Romano faceva parte del secondo gruppo, ci metteva l’anima in ogni cosa che

affrontava. Purtroppo non avremmo mai voluto ascoltare questa notizia.

Romano lascerà un vuoto incolmabile. Per sempre nel nostro cuore....

Ornella Mauro e Alberto


Ciao Romano!

La conoscenza con il carissimo Romano risale agli anni 80. Sporadici incontri alla scuola materna

di Lippo che entrambi i nostri figli minori frequentavano. Ricordo una persona distinta: occhiali,

giacca, cravatta. Rappresentante di un’importante azienda metalmeccanica, persona benvoluta e

stimata che si prodigava per il prossimo. Con il passare degli anni, anch’io e Lino fummo assaliti

dalla febbre delle camminate domenicali (la nostra “droga buona“ come solevo chiamarla) entrammo

in questa consuetudine iscrivendoci al gruppo M.T.B. Manifattura Tabacchi Bologna. La nostra

conoscemza, sino ad allora limitata al saluto, si trasformò in amicizia (poiché alle camminate

diventiamo tutti amici) e con Romano fu molto facile: per parecchi anni incontrarci tutte le

domeniche e la sua voce pacata, competente, accompagnava e illustrava nei minimi particolari il

percorso che ognuno di noi si accingeva a percorrere o rispondeva gentilmente se gli venivano

rivolte domande. Se per un attimo chiudo gli occhi mi sembra ancora di vederlo, quando fra

gli organizzatori della camminata di Lippo, si dava da fare dirigendosi con

andatura svelta in qualsiasi punto avessero bisogno, oppure dirigersi con

trofei, coppe, prosciutti, salami al punto delle premiazioni. Ricordo con

affetto alcune gite: Trieste, Monteforte d’Alpone e la classica Ciaspolada,

dove oltre ad essere uno degli organizzatori era il nostro punto di

riferimento. La nostra amicizia si è consolidata quando Lino (dopo anni

che Romano desiderava si iscrivesse con il gruppo Lippo in quanto

cittadino del luogo) lasciò lo storico gruppo

M.T.B. ed entrò a tutti gli effetti a farne

parte dal 2001 e dal 2017 ne è diventato il

Presidente. Da questo momento gli incontri con

Romano sono diventati più assidui; per necessità sportive, semplici

telefonate di saluti o incontri amichevoli a chiacchierare. Fu proprio

in queste occasioni che abbiamo scoperto il forte attaccamento e la

passione di Romano alle cose semplici della natura: una pianta, un

fiore, un passero dal cui cinguettare riconosceva la specie e il nome,

raccontandoci curiosi aneddoti.

Era molto contento quando ci poteva offrire prodotti del suo orto,

cetrioli, pomodori ecc. Come non ricordare il graditissimo dono che

ci fece in occasione di una camminata, di una piantina di Magnolia

Tulipano, diventa un alberello che puntualmente a primavera faceva capolino nel giardino, e un

ciuffo d’erba particolare verde intenso del suo prato, che ci donò diversi anni fa e che custodiamo

scrupolosamente e con orgoglio. E che dire

ancora che non sono riuscita a rivolgerli

tutte le domande che avrei voluto, in

attesa si fosse ristabilito. L’ultimo ricordo

che ho di lui, alcuni mesi fa in compagnia

della sua accompagnatrice (sul vialone

che costeggia la nostra casa) ma non ho

fatto in tempo a salutarlo.

Ciao Romano, con gli occhi pieni di

lacrime ti terrò nel profondo del cuore

come uno dei miei ricordi più cari.

Cristina



Romano, che aveva 86 anni, abitava a Lippo di Calderara di Reno in provincia di

Bologna, e per oltre 40 anni è stato presidente (oggi onorario) della Società Podistica

Lippo di Calderara di Reno, della quale era stato fondatore. “Arrivò per la prima volta

in Val di Non nei primi anni ‘80 con un gruppetto di 10 atleti per partecipare all’allora

Marcia degli Scoiattoli, manifestazione che si svolgeva in agosto a Tret”, ricordano i

rappresentanti de La Ciaspolada. “Da lì nacque il suo amore per la Val di Non e La

Ciaspolada. Infatti già 6 mesi dopo quell’esperienza portò in valle il primo pullman

di partecipanti. La sua profonda collaborazione con la Società Podistica Novella ha

portato agli inizi degli anni 2000 la presenza a La Ciaspolada di ben 24 pullman, tutti

coordinati da lui, provenienti dalla provincia di Bologna”.

Romano Montaguti ha

svolto il ruolo di speaker

de La Ciaspolada per

diverse edizioni mettendo a

disposizione il suo bagaglio

di esperienze e la sua

professionalità. “Il rapporto

di amicizia con la Podistica

Novella si è consolidato

non solo per via de La

Ciaspolada, ma anche per

fattiva collaborazione tra

la Val di Non e Calderara

di Reno. Durante la

“Settimana Calderarese”, evento che si svolge ogni anno nella prima metà di giugno,

si è strutturata negli anni la presenza di gruppi di volontari nonesi che hanno portato

la cultura enogastronomica del Trentino in Romagna, partecipando attivamente a

ben 15 edizioni, anche con la presenza di bande e cori della Val di Non e proponendo

i propri pasti.

“La notizia della sua scomparsa – aggiungono gli amici de La Ciaspolada- ci ha

lasciato una grande tristezza. La sua presenza, la sua tenacia, la sua profonda umanità

sono state per tutti noi uno stimolo a crescere costantemente ed a fare sempre meglio.

Lui era un autentico cittadino della nostra valle, non solo per il riconoscimento ufficiale

di cittadinanza che il Comune di Fondo gli ha riconosciuto. Era uno di noi nello spirito e

nella vita. Nella sua voglia di esserci, sempre. Sono migliaia gli appassionati che grazie

a lui hanno conosciuto la Val di Non e La Ciaspolada. Romano è stato un grande uomo

nel senso più profondo della grandezza e il suo sostegno alla “Fondazione Michele e

Alessandro Bertagnolli - Il Sollievo” ne è un concreto esempio. Per questo abbiamo

deciso di aprire una sottoscrizione fra tutti coloro che desiderano ricordare Romano

per sostenere le persone in difficoltà seguite dalla Fondazione”.

fonte: www.giornaletrentino.it


Ciaspolada... che passione !!!



Romano era una persona squisita e di una gentilezza

particolare. Ti riempiva di quel sorriso contagioso

che quando lo vedevi ti faceva sentire parte della

famiglia del podismo. Ho un sacco di ricordi legati a

tante corse ma i più belli rimangono quelli di quando

passavo di corsa sotto casa sua al Lippo. Ci salutava

sempre con affetto e si vedeva dai suoi occhi che

avrebbe voluto correre con noi. Ci lasciavamo con

la promessa di rivederci per il prossimo giro. Un

grande. Un abbraccio alla famiglia

Giuliano Nervo Pontelungo

Sentite condoglianze

Polisportiva AVIS Bolognese

Gruppo Ozzano dell’Emilia

Anche il gruppo

Avis San Lazzaro

porge le condoglianze

a tutta la famiglia

Mi spiace molto per Romano!

Condoglianze alla famiglia e

al gruppo Podistico del Lippo.

Cristina Vignudelli

Sentite condoglianze alla famiglia

e al gruppo Podistico Lippo

da parte del CSI Sasso Marconi.

Sentite condoglianze alla famiglia

e al G.p. Lippo.

G.p. Pol.va Progresso

Sentite condoglianze alla famiglia da parte

mia e di tutta la Podistica

Atletico Bolognese per la perdita di una

meravigliosa persona.

Dispiace per l’amico Romano!

Porgo le condoglianze personali e del

gruppo LumegAltoreno

al gruppo Calderara e alla Sua Famiglia.

Le nostre più sentite condoglianze

alla famiglia e al gruppo podistico

G.p.amici lovoleto

Mara

Grandissima perdita.

Sentite condoglianze.

Polisportiva Circolo Dozza.

Dispiace tantissimo, un altro pezzo

di storia che se ne va.

Condoglianze alla famiglia.

Persicetana Podistica

Un altro pezzo di storia del podismo

bolognese che se ne va.

R.I.P. Romano.

Sotti, g.p. Italia nuova

Franco Raimondi e la

Polisportiva Monte San

Pietro porgono sentite

condoglianze

alla famiglia

e al gruppo del Lippo

Un saluto al suo Gruppo di appartenenza..

una bella persona sempre attivo

e presente..mancherà a molti ....

anche in Val di Non

Maurizio Elementi

Continua la perdita di pilastri nel

nostro amato podismo.

Condoglianze ai famigliari,

agli amici dell’amico Romano

da parte del gruppo Fiacca e Debolezza.

Giorgio Pres. Fiacca.

Riposa in pace carissimo amico

Romano Montaguti

Loris Venturi

Condoglianze alla famiglia

e al gruppo podistico

Raffaele Guaragna

Sentite Condoglianze.

Podistica Ozzanese

La nostra partecipazione è grande..!

Un abbraccio fortissimo alla famiglia.

GP I CAGNON

Un altro simbolo del mondo Podistico bolognese,

che viene a mancare.....

Le nostre più sentite condoglianze alla famiglia

e al gruppo Lippo Calderara.

Atletica Castenaso A.S.D.

Franco Raimondi e la Polisportiva Monte

San Pietro porgono sentite

condoglianze alla famiglia e al gruppo

del Lippo

Le più sentite condoglianze alla famiglia

e all’amici del gruppo Podistico Lippo.

Polisportiva CSI Casalecchio


Cavolo, avevo sentito suo figlio un mese fa...

Dante e Romano sono stati davvero i pilastri

del podismo bolognese...e non solo!

Non vi dimenticheremo presto, grazie!

GP Avis Sala Bolognese

Condoglianze e un abbraccio

alla famiglia...

sentimento condiviso dal

Gruppo Runners Maratoneti Berzantina..

Mamma mia! Un altro pilastro del

podismo bolognese che ci lascia...

che tristezza.

Condoglianze alla famiglia.

Chiara e tutto il Team Granarolo

Abbiamo appreso della scomparsa di

Romano Montaguti e porgiamo a nome del

Gruppo Podistico Anzolese le più sentite

condoglianze. Porteremo sempre con noi il

ricordo di Romano che tanto si è prodigato

per sostenere e sviluppare

il podismo a tutti i livelli.

Il Presidente onorario Gozzi Franco

Il Presidente in carica Barbieri Paolo

Il Consiglio del Gruppo Podistico Anzolese

Tutti gli iscritti alla Podistica Anzolese

Era un amico del GP Longara,

eravamo stati per molti anni insieme

nel Lippo. Ci dispiace moltissimo

Sentite condoglianze alla

famiglia e al G.p. Lippo.

G.p. Pol.va Progresso

Molto addolorati per il caro amico

Romano, porgiamo le più sentite

condoglianze alla famiglia, compagni

di camminate Gruppo Caserme Rosse

(EX Arci Fontana )

Il G.P.Galliera si unisce al grande

dolore e porge le più sentite

condoglianze a famiglia e

al gruppo podistico Lippo

Ancora una triste notizia per la

scomparsa di Romano.

Sentite condoglianze Sanrafel

Sentite condoglianze GP CA’BURA e

Challenge corri Unità Civolani Umberto

La ASD pod Pontelungo, appresa la triste

notizia della perdita dell’

amico ROMANO, porge alla famiglia dello

stesso, le più sentite condoglianze.

È stato una colonna del gruppo Lippo

e di tutto il movimento podistico

fin dai propri inizii.

Franco Landuzzi

Sentite condoglianze anche dell’atleta

Imola, grande perdita per i

familiari ma anche il podismo!

Condoglianze Società Victoria

Un abbraccio ai famigliari.

Sarà difficile dimenticarti.

Iside gruppo Sagittario

Sentite Condoglianze con un forte abbraccio

alla famiglia e al gruppo di Romano da tutto il

gruppo Lolli Auto Sport club, in particolare dal

presidente Bruno Lolli e da tutta la sua famiglia

Condoglianze sentite dalla pol. Centese

una grossa perdita

Sentite condoglianze, Sergi Gelsomino

Fidas Gnarro Jet Mattei

Con tanto dispiacere apprendiamo questa triste

notizia, nei primi anni di vita del nostro gruppo ,

Romano ci ha affiancato e insieme abbiamo

fatto belle iniziative che hanno incentivato

e aggregato noi podisti.

Grazie Romano, ti ricorderemo con tanto affetto,

sempre! Condoglianze alla famiglia

Carla e tutto il gruppo podistico di Monteveglio.

Dobbiamo ricordare e ringraziare sempre

Romano per quello che ha fatto

per il nostro Movimento.

Claudio Bernagozzi

Accidenti che brutta notizia

I Sssioni si stringono attorno alla famiglia

ed al gruppo del Lippo Calderara


Ciao Romano!

Ci tengo molto a fare un piccolo omaggio a questa persona, il caro Romano Montaguti, che ci ha

lasciati. Una figura veramente grande per lo sport calderarese (prima di tutto, di Lippo, ci tengo

a precisare, località che ha fatto la storia del podismo della nostra città) e bolognese. Lo conoscevo

bene da tanti anni, essendo amico dei miei genitori, che da tanti anni frequentano le camminate

podistiche.

Una persona che ha lavorato tutta la vita

per organizzare lo sport, e per farlo fare

a chiunque. Ha avuto davvero un ruolo

sociale Romano, aiutando tanti ragazzini,

bambini, a poter fare questo sport,

indipendentemente dalla loro condizione

economica, che purtroppo spesso è un

ostacolo.

Uno dei simboli più belli del podismo

bolognese. Romano, io lo immagino con il

microfono in mano, a fare da speaker in

una delle migliaia di camminate che ha commentato. In qualsiasi angolo di Bologna e provincia,

la domenica mattina, nelle mattinate gelide e in quelle torride, si sentiva la voce di Romano,

che annunciava la camminata, faceva le premiazioni (dando sempre una grande dignità a tutti i

gruppi, anche quelli più piccoli), teneva una vera e propria conduzione dello spettacolo, perché una

camminata è anche uno straordinario spettacolo sportivo, in cui tutti, letteralmente tutti, hanno

la possibilità di fare lo sport liberamente, senza ansie da prestazione, senza tempi da rispettare, o

avversari da battere.

Romano era la cornice di tutto.

Lo immagino organizzare una camminata, una manifestazione sportiva in cui lui sa tutto, in cui lui

ha tutto sotto controllo.

Chiudo con un ricordo anni 90, che ho impresso nella mente, e che dice tanto di lui.

Durante una camminata podistica a S.Agata Bolognese, che si tiene sempre il 26 dicembre (una

delle poche camminate con una gara competitiva a cui partecipano atleti) Romano stava parlando,

seriamente, con alcuni dirigenti di squadre, alcune “autorità”, diciamo, almeno del podismo e

dell’atletica. Beh, in quel momento passò, correndo, Kader, un ragazzino marocchino che lui portava

alle camminate, e che aveva convinto a praticare quello sport. Beh, interruppe la sua chiacchierata

“seria” per andare vicino alle

transenne e urlare “vai Kader, dai

Kader che sei primo”. È un aneddoto

banale, ma io me lo ricordo come

fosse ieri, anche se saranno passati

quasi 30 anni.

Me lo ricordo così, Romano. Pieno di

energia, di voglia di far fare lo sport

agli altri, e pieno di passione genuina,

quella che ha messo nei suoi quasi

50 anni di podismo, nei suoi racconti

vocali delle camminate.

Simone Lumia


Ciao Romano!

UNA BELLA STORIA

Erio Comastri

Una lunga bella storia d’amore per il podismo, come

una calamita che attira tutto il ferro hai convinto

valanghe di corridori a indossare la canotta con

l’omino sbuffante del Lippo.

Ti sei messo alla guida spericolata di una lunga serie

di auto immolate alla causa sempre più sgangherate

e fumanti, tenute in vita miracolosamente dal buon

Leonardo Tucci, ma sempre strapiene di borse e

punto di riferimento sicuro a qualsiasi camminata.

Una lunga infinita lista di impegni intrecciati da

sbrigare magari nello stesso momento e però sempre

pronto a dare una mano a tutti. Poi il tempo che passa favorisce solo la vecchia e come dice il saggio

Michele Barbieri “Le cose vanno male, tendenti al peggio”...

Giovedì, sdraiato in poltrona mi dici “non riesco più a fare niente... leggo un po’”.

Sei circondato di telefonini che suonano, sorridi alle mie battutacce, sei contento per il mega cassetto

che ho resuscitato... Poi arriva lunedì e la chiamata di nonno Montoya...

CIAO ROMANO


Ciao Romano,

sei stato un Grande, il presidente tutti noi,

sempre disponibile, sempre pronto

ad ascoltare ed aiutare tutti

Avrei voluto accompagnarti nel tuo ultimo viaggio

ma purtroppo questo terribile momento,

nemmeno questo ci ha permesso

Ora ti saluto, riposa in pace

Cesare Grazia

Per merito del sig. Romano

ho conosciuto tante amiche

che sono ancora oggi nella mia vita

Emanuela Pagan

Condoglianze e Riposa in Pace

Fabio Degli Esposti

Pensieri

Io e Angela siamo entrati

da poco nel gruppo ma il tuo viso

sorridente e le parole cordiali che ci hai

detto ci rimarranno nel cuore.

Condoglianze a tutti i tuoi cari.

Giordano Franchini e Angela Fosnea

Romano e’ nel nostro cuore

Antonio Ramunni e Barbara Wiza

Ciao grande presidente

e grande uomo ti ringrazio tantissimo

di tutti i suggerimenti e consigli che mi hai dato

sempre con il sorriso sulle labbra. Riposa in pace.

Sentite condoglianze alla famiglia Giorgio Faenza

Condoglianze alla famiglia. Grande presidente.

Raffaele Carotenuto

Ho dedicato la corsa di stasera a Romano...

credo che gli avrebbe fatto piacere!!!

Un’amore per il podismo veramente smisurato!!

Enzo Roncarati

Mi dispiace tanto tanto .....

ciao Romano ....

un abbraccio alla famiglia

Graziano Falchieri

Da sempre la bandiera del gruppo.

Grazie di tutto quello che hai fatto

e del tuo affetto. Non ti dimenticherò mai.

Riposa in pace e con quel

sorriso che ci hai sempre accolto.

Luigi Rossi

Sentite condoglianze alla famiglia

Gianluca Morgese

Sentite condoglianze !!!!

Claudio Cosenza

Sentite condoglianze da parte

della famiglia Fiori

Enrico Lillia e Figli

Ciao Romano,riposa in pace....

ci mancherai, ricordando. La tua voce,

da speaker alle camminate e i complimenti quando

arrivavamo, dicendo.... Brava Iore,

Anche oggi ce l’hai fatta, per chi no lo sa....

Iore era sua cugina,

condoglianze a Milena e Federico

Sergio Tilomelli

Insieme alla tua voce che ci ha

spesso accompagnato c’era sempre il tuo

cuore e la tua passione di stare insieme

a tante diverse persone .

Una preghiera per te Romano

e un abbraccio alla tua famiglia.

Luigi Vandelli

Ciao Romano, ci siamo conosciuti

che avevo 8 anni, quando mio padre

portava mè e i miei amici alle camminate domenicali.

Hai poi convinto anche lui a farne qualcuna,

così per passatempo, e alla fine abbiamo

corso assieme per 40 anni.

Posso solo dirti grazie, ma di vero cuore.

Ciao. Marco e Giuseppe Puglioli

Caro Romano ti ricordo

e ti conosco da quando negli anni ‘70

sei venuto nel bar dove eravamo i responsabili della

passeggiata con una statuina di Mandrake per chiederci

di spostare la nostra camminata che era in

contemporanea con la tua del Lippo i primi giugno

e da allora siamo sempre stati cari amici e non mi ricordo

ma credo che mi hai portato nel tuo grande gruppo

Lippo Calderara circa 15 anni fa. Ci mancherai

immensamente, lasci un vuoto incolmabile in tutti noi,

ciao e condoglianze alla famiglia.

Alberto Massimi


dai Lippini

Ciao Romano,

grazie di tutto,

grazie per quello che hai fatto, eri una

persona generosa, gentile ed educata.

Non ci dimenticheremo di te.

Andrea Balboni

Le più sentite condoglianze alla famiglia.

Gerardo e Lina Bontadini

Ciao Romano

Mi mancherai tantissimo

Ciao

Giordano Degli Esposti

Romano per noi sei stato

e sarai sempre il trascinatore e il

portabandiera del Lippo Calderara, tu hai saputo unire

e tenere unito un gruppo, rendendolo una grande società.

Ti dico grazie per tutto quello

che hai fatto per me e per tutti noi.

Ti ricorderemo con grande orgoglio

e stima, un abbraccio.

Francesco Massimi

Oggi siamo tutti più soli.

Non sei più vicino a noi, tu che sei stato la

nostra guida, il nostro maestro, il nostro esempio

Rimani comunque nel nostro cuore

e nei nostri ricordi più belli.

Ti vogliamo bene.

Silvia Fasulo e Enzo Franchini

Da sempre la bandiera del gruppo.

Grazie di tutto quello che hai fatto e

del tuo affetto. Non ti dimenticherò mai.

Riposa in pace e con quel

sorriso che ci hai sempre accolto.

Luigi Rossi

Non mi sembra possibile

che il nostro caro Romano non ci sia piu’.

La notizia mi ha rattristato molto.

Una grande perdita per tutti noi e per

il nostro gruppo che perde oltre che il fondatore

l’anima e lo spirito di quello che siamo stati

e continuiamo ad essere.

Sentite condoglianze alla famiglia.

Marco Zuccheri

Non abbiamo mai scambiato molte chiacchiere,

ma in quelle poche mi sei sembrato

una brava persona, condoglianze alla famiglia.

Seba Lombardo ed Erika Bernardoni

Grande perdita, grande persona,

che dispiacere.

Mirko Zanetti

È una notizia che mi ha

profondamente addolorato.

Caro Romano conservo di te un bellissimo ricordo

che risale ai tempi in cui ho iniziato a correre a 15/16

anni. Sei sempre stata una bellissima

persona con un grande cuore.

Mancherai molto a tutti noi.

Stefano Benvenuti

Ciao Romano mi mancherai tanto

mi hai fatto entrare nel gruppo e per me

eri come il mio secondo babbo.

Fabrizio Soldati

Insieme alla tua voce

che ci ha spesso accompagnato c’era sempre

il tuo cuore e la tua passione di stare insieme

a tante diverse persone.

Una preghiera per te Romano

e un abbraccio alla tua famiglia.

Luigi Vandelli

Mi dispiace molto, è stata

una buonissima e bravissima persona,

sono in questo gruppo grazie a Lui,

mi portava i pacchi gara anche a casa, ci

mancherai molto Romano,

ti abbiamo voluto bene.

Andrea Bevilacqua

CIAO ROMANO

Dopo tantissimi anni di collaborazione è

difficile immaginare il gruppo senza di te

che sei sempre stato il nostro esempio e

guida. Prima o poi ci rincontreremo.

Arrivederci.

Giuseppe e Rosanna Cracchi


Ciao Romano!

A ROMANO

Ciao Romano, sono passati pochi giorni dalla tua scomparsa. E’ vero… sapevo non stessi tanto bene ma

nonostante tutto ogni volta che ci sentivamo eri sempre tu a darmi coraggio. Sono venuto al lippo che ero

un ragazzino e tu mi hai fatto da padre. Potrei scrivere un’enciclopedia sulla tua bontà, sul tuo essere umano,

sul tuo essere sempre disponibile con tutti. Di ricordi ne avrei tanti da menzionare, da quando sei venuto

la prima volta a Soverato con tua moglie Eliana e tuo figlio Federico.. che all’epoca era ancora un bambino,

di tutti i viaggi fatti, in particolare quello in Val Di Non nel quale dormimmo assieme e dove il tuo impegno

per l’atletica ti portò non solo ad organizzare il campionato mondiale di Ciaspolada ma anche a ricevere

la cittadinanza onoraria di quel luogo meraviglioso, di

tutti gli articoli scritti per il nostro giornalino e di tutti

gli allenamenti preparati per bimbi del Calderara. Sai..

nel mio cuore conservo la tua immagine da speaker in

particolare quando nella passerella della maratona di

Borgo San Lorenzo mi annunciasti con gioia: “DALLA

CALABRIA, LAGANI COSIMO!”. Ricordo tutte le volte

che ti dicevo: “Romano, preparati che salgo” e tu

così gentile che mi preparavi la casa e pensavi a chi

dovesse accompagnarmi alle gare, poi io ti davo buca e

ti arrabbiavi, ma nonostante tutto mi aspettavi sempre

“la prossima volta”. Ho sempre detto che i ricordi sono

la nostra più grande ricchezza, e questi non ce li toglie

nessuno. In questi giorni mi sono posto mille domande, riflessioni e non ti nascondo che ho anche imprecato

sul perché della tua dipartita. Mi sono anche arrabbiato per non essere potuto salire l’ultima volta a salutarti

(Ti prego, perdonami.) Mi manca molto il tuo sorriso, la tua gentilezza, MI MANCHI TU DURACELL, ERI

IL MIGLIORE. Sulle tue qualità sono già state spese fiumi di parole, il vuoto che mi porto dentro è grande

per spingermi a dire chi eri, chi sei stato e cosa sei diventato…leggenda. Non so cos’avrai provato in quel

momento ma se è vero che prima di morire la vita ti scorra davanti come un lampo, spero che prima di

chiudere gli occhi tu abbia potuto vedere i tuoi figli, i tuoi nipoti e tutto il gruppo Lippo Calderara, che noi

porteremo sempre avanti con orgoglio, pensando a te. Voglio congedarmi pensandoti sempre accanto a

noi, per un rimprovero, per un consiglio, per un suggerimento, accompagnato sempre da quel sorriso che è

diventato un simbolo. Adesso ti immagino lassù, con tutti quelli che ti hanno preceduto (Baroncini, Tubiana,

la signora Zanella, Bosca e tutti gli altri.) Mi raccomando non farli diventare matti come ogni tanto facevi con

noi, altrimenti ti fanno scendere di qualche piano.

Ciao Duracell.

Grazie. (Cosimo Lagani)

Caro Romano, abbiamo passato assieme oltre 40 anni del podismo e tutti ti abbiamo apprezzato

per tutto quello che hai fatto per noi, per i nostri figli e per il podismo in genere.

Epica la volta che portasti il G.P.LIPPO e quelli di Bologna e altre province alla Ciaspolada in

Val di Non con 24 pullman.

Romano hai fatto tanto anche per il Lippo, come località sempre disponibile nel sociale come

rappresentante di frazione e attento ai problemi del paese.

Sei stato grande e noi tutti faremo in modo che il tuo ricordo rimanga vivo

chiedendo al sindaco l’intestazione di una strada o piazza a tuo nome.

Se ora ci scappa qualche lacrima è il vuoto di non averti più con noi ma

un domani chissà.

Guidotti Romano


Ciao Romano!

Romano insieme al cantante Gianni Morandi, grande appassionato di maratone,

presentano il giornalino Lippo Notizie di Giugno 2009

Ramon Saavedra (autore di molte fotografie pubblicate in questo numero), Giuseppe Togni (storico

maratonetabresciano) e Romano. È bello pensare che si sono ritrovati lassù !

Innumerevoli sono state le

premiazioni cui Romano

ha partecipato


Un ricordo dagli amici di sempre...

More magazines by this user
Similar magazines