RUOTE E MOTORI

Inchiostro
  • No tags were found...

2

l’inchiostro fresco

II - Aprile 2021

dal 1964

Da oggi è anche

meccanica

per qualsiasi

marca di auto

per tagliandi

e riparazioni

con conservazione

garanzia originale

della casa

Preventivi scritti e riparazioni su misura

www.carferrari.it - carferraridaniele@gmail.com

tori da ½ litro con le quali non

tardarono ad arrivare le vittorie

nelle gare più titolate dell’epoca,

proseguendo la sua crescita senza

soluzione di continuità. Negli

anni ‘30 l’evoluzione dei motori

Gilera vide la nascita dei famosi

modelli “Quattro” e “Otto Bulloni”

caratterizzati dall’adozione

delle “valvole in testa” al posto

delle comuni valvole laterali e

con grande orgoglio, pochi anni

dopo, nel 1937 il pilota italiano

Piero Taruffi accreditò alla Gilera

il nuovo record mondiale di velocità,

raggiungendo lungo l’autostrada

“Milano – Bergamo” ben

274.181 km/h.

Le competizioni regalarono alla

Gilera molte soddisfazioni e la

gamma di motociclette si arricchì

con modelli, quali la Saturno 500

e la Nettuno 250 e 125, che lasciarono

un’impronta indelebile nella

memoria non solo degli italiani

ma di tutti gli appassionati di

motociclismo del mondo. La Gilera

fu campione del mondo della

massima categoria, la 500 cc, per

ben tre anni consecutivi con Geoff

Duke nel 1953 – 1954 – 1955

e c successivamente nel 1957 con

l’italiano Libero Liberati.

Ma la Gilera può vantare una

sua grande storia fuoristradistica

avendo radici nella regolarità

datate 1930, anno in cui risultò

vincitrice nella famosissima

competizione denominata ISDE,

acronimo di International Six

Days Enduro, in cui replicò il

successo l’anno successivo. Questo

bagaglio di esperienza non

poteva non riemergere nell’epoca

in cui il fuoristrada stava per

esplodere fino a raggiungere la

sua massima popolarità di tutti

i tempi, così sul finire degli anni

‘60 la Gilera presentò un mezzo

creato appositamente per il fuoristrada

prodotto in due cilindrate,

124 e 175, con cui Gilera

raggiunse subito meritati successi

nelle competizioni più importanti.

In quello stesso periodo la

casa di Arcore dovette fare i conti

con le rivali straniere ed italiane

che iniziavano ad equipaggiare i

loro modelli da fuoristrada con i

nuovi motori a due tempi tra cui

primeggiavano indiscussi quelli

prodotti dalla Sachs. Questo momento,

non certo favorevole alla

Gilera in ambito fuoristradistico,

coincise con la sua acquisizione

da parte del Gruppo Piaggio e la

nuova realtà industriale decise

di investire molto soprattutto nel

comparto delle moto da fuoristrada.

Il momento era propizio e

la Gilera aggiornò la produzione

con il nuovo modello Trial 5V di

50 cc con il quale affrontò la concorrenza

dei marchi che in quel

periodo dominavano il mercato

delle piccole due ruote da fuoristrada

che si potevano condurre

a 14 anni senza patente quali

Fantic Motor, Aspes, Ancillotti,

Beta e altre ancora. Sulla base

del Trial 5V 50cc fu allestito il

più potente modello 7HP rivolto

ai sedicenni. La storia della Gilera

nel fuoristrada moderno era

appena incominciata e presto si

iniziò a sentir parlare del mar-

chio di Arcore anche sui campi di

motocross con le mitiche Gilera

ELMECA dotate di un motore

Gilera a disco rotante. Negli anni

‘80 lo sforzo della grande casa

italiana nel settore fuoristrada fu

massimo e dal 1977 in poi i risultati

si susseguirono arrivando

ad accarezzare nel 1980 la vittoria

in una gara del

mondiale 125, con

il grande pilota

italiano Franco

Perfini in sella ad

una avveniristica

Gilera equipaggiata

con un motore

bicilindrico

a due tempi progettato

dall’ing.

Jan Witteveen.

Successivamente,

la Gilera

proseguì il

suo impegno

nel motocross

arrivando a

rappresentare,

con le sue moto condotte da

piloti della caratura di Rinaldi e

Maddii, una vera minaccia all’egemonia

dei colossi giapponesi.

Nel 1984 la Gilera abbandonò il

fuoristrada ma lasciò un ricordo

indimenticabile nel cuore degli

appassionati.

Giacomo Piombo

GILERA 125 Cross

Pagine a cura di

di Lanza Alessandro & Enrico

CENTRO REVISIONI

MAGIRUS

SE VUOI ESSERE TUTELATO

NELLA GUIDA E ALTRO...

ALLINI

EMME

assicurazioni

Sede: Novi Ligure (AL) C.so Marenco, 85

Tel. 0143/23.04 - Fax 0143/24.44

Filiale: Busalla (GE) Via S. Giorgio, 18

Tel. 010/96.49.011 - Fax 010/96.49.011

NUOVA AUTOCARROZZERIA PINO

di Edoardo Mottin

Via Rocca Grimalda, 47

15076 Ovada (Al)

Tel. 0143/81.296

Fax 0143/832.350

Cell. 336/51.27.94

www.autocarrozzerianuovapino.it - nuovapino@libero.it

More magazines by this user
Similar magazines