LA BACHECA DI MARTA

Inchiostro

Sergio Scolaro

Assistenza, vendita, noleggio PC

Realizzazione applicativi ad-hoc

Centralini telefonici

Impianti di videosorveglianza

Informatizzazione aziende

III - Maggio 2021

Sergio

Scolaro

Consulente Informatico

Loc. Giora, 7 - Capriata d’Orba

Tel. 333/33.87.999

scolaropc@gmail.com

Anche il mondo della cultura

si mobilita contro la

miniera di titanio sotto il

monte Tarinè e il monte Antenna.

Ci è giunto in redazione un

accorato appello da parte della Società

di Storia Patria di Savona,

a firma del suo presidente, Furio

Ciciliot, rivolto al Presidente della

Regione Liguria, Giovanni Toti, e

ad altre Autorità interessate, che

qui di seguito pubblichiamo interamente

Egregio Sig. Giovanni Toti (Presidente

Regione Liguria)

e, per conoscenza, Alessandro

Piana (Vicepresidente Regionale)

- Marco Scajola (Assessore

Regionale) - Daniele Buschiazzo

(Sindaco di Sassello, Presidente

Parco Beigua) - Fabrizio Antoci

(Sindaco di Urbe) - Maria Cristina

Caprioglio (Direttore Parco

Beigua)

Indagini sul monte

Tariné-monte Antenna

(Sassello e Urbe)

Il Consiglio direttivo della Società

Savonese di Storia Patria

ha appreso con preoccupazione

dell’avvenuta autorizzazione da

parte della Regione Liguria ad effettuare

un’indagine mineralogica

nell’area del monte Tariné/ monte

Antenna nel territorio dei comuni

di Urbe e Sassello (Sv), per

“effettuare indagini preliminari finalizzate

a valutare la distribuzione

(areale e superficiale), nonché

a definire le concentrazioni delle

mineralizzazioni di rutilo presenti

nell’area.”

Tale area, oltre ad offrire numerosi

pregi di natura archeologica,

quali un ricco complesso di incisioni

rupestri situato a pochissima

distanza dalla zona in oggetto,

rappresenta un’importante valenza

dal punto di vista naturalistico

e paesaggistico.

La preoccupazione è che a queste

indagini preliminari possa

seguire una fase di sfruttamento

che comprometterebbe in maniera

irreversibile l’integrità di

questi luoghi, coerentemente con

quanto affermato all’art. 2 nel

nostro statuto che annovera tra

le finalità della Società Savone-

NO ALLA MINIERA DI TITANIO

Arrivano i primi risultati

del progetto “IO,

DONNA la forza della

prevenzione” iniziato nel mese

di marzo, che ha offerto una

mammografia bilaterale gratuita

alle nate nel 1981 (e quindi

quarantenni) dei comuni del distretto

di Novi Ligure e Arquata

Scrivia.

Una collaborazione tra i Rotary

Club di Novi Ligure e Gavi Libarna,

il Distretto Rotary 2032,

la Commissione Distrettuale

Salute e la preziosa attività della

Dott.ssa Maria Grazia Pacquola,

Presidente della Sottocommissione

Prevenzione Oncologica

del Distretto Rotary 2032.

se di Storia Patria (“coltivare e

promuovere ogni studio e attività

attinente il patrimonio storico, artistico,

archeologico, urbanistico,

linguistico, naturalistico, di favorirne

in special modo la conoscenza,

la valorizzazione e la tutela”) e

considerando che le segnalazioni

e gli studi su questi materiali di

grande valore archeologico ed

I risultati finora acquisiti sono

importanti: oltre 100 donne

hanno confermato la forza della

prevenzione in senologia;

53% di loro sono novesi, poi

ci sono le donne di Arquata

Scrivia, di Serravalle, di Vignole;

30% di loro ha una storia

personale o familiare di rischio

medio-alto per il tumore al

seno; 25% sono nate lontano

dall’Italia; 2,6% ha scoperto di

avere un problema serio da affrontare

rapidamente presso le

antropologico sono iniziati nel

1971, sono tuttora in corso ed

hanno avuto esito nelle numerose

pubblicazioni che di seguito si

segnalano:

“IO DONNA. LA FORZADELLA PREVENZIONE”:

CONTINUA L’IMPEGNO CONCRETO DEL ROTARY

CONTRO IL TUMORE AL SENO

strutture sanitarie dedicate.

Questi dati iniziali dicono che

la prevenzione è possibile in

totale sicurezza anche in questo

delicato periodo di pandemia

ed è stata un’offerta di cui era

Da quanto sopra esposto, si evidenzia

come l’area in questione

sia importante e sia stata resa

nota alla comunità scientifica

internazionale, con le ricerche

tuttora in atto e con numerose

segnalazioni di ulteriori nuove e

recenti scoperte.

Il Consiglio Direttivo ritiene pertanto

di esprimere una posizione

nettamente contraria alle attività

in oggetto chiedendo alla Regione

Liguria di ritirare le autorizzazioni

rilasciate, in appoggio a

quanto richiesto anche dai comuni

interessati e dall’Ente Parco del

Beigua.

Con la speranza che di una valutazione

positiva delle nostre

richieste, con l’occasione si porgono

distinti saluti

Il presidente

Furio Ciciliot

facile approfittare: era infatti

sufficiente essere nate nel 1981

e risiedere in uno dei Comuni

del Distretto di Novi Ligure e

Arquata Scrivia. Un’occasione

preziosa offerta dal Rotary per

fermarsi un attimo ad inquadrare

la propria situazione di salute

nei confronti di una malattia

importante e seria ma curabile

e guaribile. Il test gratuito è stato

disponibile anche per tutto il

mese di maggio. Il Rotary Club

ha facilitato alle donne che hanno

compiuto 40 anni nel 2021

la partecipazione al test, attivando

una collaborazione con

lo Studio Foco di Novi Ligure

– 0143 2564 – per prenotare le

mammografie gratuite che sono

state effettuate nel mese di maggio.

L’unica cosa che serviva era,

all’atto della prestazione diagnostica,

presentarsi con la carta

d’identità che testimonia l’età e

la residenza.

Fausto Cavo

Raccogliamo qui di seguito,

in questa “Bacheca”

curata dal nostro Direttore

responsabile, Marta

Calcagno, un insieme

di notizie varie per dare

una completezza d’informazione

sulla vitalità

della zona dove noi siamo

presenti con “l’inchiostro

fresco”. Ecco qui di seguito

la terza “bacheca” di

Maggio 2021

Cari lettori...

Eccoci al nostro terzo

appuntamento dii

questa “Bacheca” che

ho sentito il desiderio di attivare

per raccogliere in un

unico spazio tutte quelle notizie

che ci giungono frammentate

dal vasto territorio, ove

noi siamo da anni presenti

con il nostro “inchiostro fresco”.

Un territorio bello, che

offre scorci imprevedibili, ma

che ha tanto bisogno di cure

perché è fragile. In tutti questi

anni ha subito molte ferite:

disboscamenti, spopolamento,

scarsa manutenzione,

sconvolgimenti dovuti alla

creazione di opere ritenute

fondamentali come quella del

Terzo Valico e altre che si profilano

all’orizzonte come la temuta

miniera del Tarinè, per

non parlare dei cambiamenti

climatici che hanno portato

alluvioni e conseguenti frane

come quelle che abbiamo al

Gnocchetto sulla strada del

Turchino e a Borgo Fornari

sulla strada dei Giovi. Noi,

di fronte a tutti questi eventi,

restiamo attoniti e perplessi

perché al cospetto della bellezza

dei nostri posti, l’Oltregiogo

e l’Alto Monferrato, non

vediamo un segnale concreto

che indichi la via per attivare

una seria tutela del territorio

e, soprattutto, non vediamo

una seria volontà per risolvere

uno dei temi più oggi pregnanti,

quello della viabilità

e della messa in sicurezza di

tutte le strade minori per garantire

alla gente il diritto alla

mobilità e contrastare lo spopolamento.

Marta Calcagno


2

l’inchiostro fresco

III - Maggio 2021

LA BACHECA di Marta Calcagno

ERA DAL 2019 CHE NON PRENDEVO

UN CAFFÈ AL BAR!

OGGI SIAMO ANDATI

A SAN LUCA

Martedì 4

m a g g i o

2021, rientrando

da Molare

(Al), dove mi ero

recato per un sevizio

TV ad un nostro inserzionista,

“Il Materassaio

di Molare”,

e andando verso la

ormai famosa “frana

del Gnocchetto” per

l’ennesimo sopralluogo,

attraversando

Ovada, ho avuto la piacevole

sorpresa di vedere ampliato e

ben sistemato il parcheggio di

fronte al Bar Corso, in Corso

Martiri della Libertà. L’ultima

Sabato 22 maggio, porte

aperte alle famiglie con

bimbi che hanno dai 13

mesi ai 3 anni, residenti in

Ovada, Belforte Monferrato,

Castelletto d’Orba, Rocca Grimalda,

Silvano: “Baby parking

per l’Ovadese UNduetre”.

Il centro “Unduetre” ha sede in

Via Novi 21, luogo in cui si svolgono

le attività, dal lunedì al venerdì,

dalle ore 7.30 alle 17.30,

da settembre a luglio. Un luogo

speciale in cui i bimbi potranno

vivere esperienze ludiche e formative

in un ambiente protetto,

adeguato alla crescita dei bambini,

in cui sarà possibile l’ac-

volta che ero passato di qui, era

tutto un disordine e parcheggiare

l’auto era un problema. Ora

invece ho trovato quest’angolino

di Ovada ben sistemato, con

gli alberelli piantumati,

le aiuole fiorite,

una bella e robusta

ringhiera e l’area sosta

(30 minuti) ben

disegnata. E allora

non ho potuto fare

a meno di fermarmi

per vedere i lavori e

già che ero lì ho deciso

di andare al Bar

Corso a prendermi il

miglior caffè di Ovada.

Un caffè che mi

è sembrato ancora più buono

perché era dal 2019 che non ne

gustavo uno al bar!!!!

Gian Battista Cassulo

AL VIA IL BABY PARKING UNDUETRE

cesso delle famiglie per scambi

e confronti orientativi.

Per effettuare l’iscrizione occorre

compilare il modulo d’iscrizione

scaricabile presso il sito

del Comune di Ovada all’indirizzo

www.comune.ovada.

al.it/it-it/home e restituirlo al

Comune di Ovada entro il 31

maggio per essere inseriti nella

lista di attesa di giugno, ed

entro il 30 novembre per essere

inseriti nella lista d’attesa di

dicembre. L’invio del modulo

può essere effettuato via mail

o previo appuntamento presso

l’ufficio Istruzione e Prestazioni

sociali agevolate del Comune di

Ovada con prenotazione telefonica

al numero 0143/836217 o

0143/836211.

Sono inoltre previsti diversi livelli

di contribuzione da parte

delle famiglie sulla base dell’Indicatore

della situazione economica

equivalente (ISEE).

I responsabili dell’iniziativa

rivolgono un sentito ringraziamento

alla Fondazione Cassa

di Risparmio di Alessandria

che con il suo contributo ha

reso possibile la prosecuzione

di tale importante iniziativa a

favore della cittadinanza.

Giada Arcieri

Come una

delle nostre

prime

“uscite” dopo il

lockdown che ci

ha costretto per

intere settimane

a rimanere nello

stretto recinto

dei nostri comuni,

domenica 2

maggio 2021, abbiamo

deciso di

andare a visitare

la piccola località

di San Luca che

è una frazione di

Molare (Al). Era

già da un po’ che

volevamo andarci,

ma visto il tempo

abbastanza sufficientemente

bello,

che, tra sole e nuvoloni,

ci lasciava

ben sperare come

gita “fuori porta”

abbiamo deciso di

andare finalmente

a vedere questo posticino da

molti nostri amici, definito “una

piccola perla”.

E così eccoci sulla strada per

Olbicella, la S.P. 207, da noi

ben conosciuta perché il 22 settembre

2014, su richiesta di un

gruppo di abitanti del posto, ci

occupammo del suo forte stato

di degrado e per richiamare

l’attenzione delle istituzioni

sulla necessità di metterla in

sicurezza ripristinando il manto

d’asfalto. Cosa che poi fu fatta

nel dicembre dello stesso anno.

Dobbiamo però dire che a distanza

di tempo questa strada

è nuovamente soggetta ad un

grave stato di abbandono, questa

volta per via delle numerose

frane che ne compromettono

la sicurezza, con massi e pietre

che rotolano a valle e con

voragini aperte sui bordi della

carreggiata. Salendo a San Luca

però il paesaggio ci appare però

più dolce e accogliente, tanto

che superati due o tre tornanti

e fatta una piccola sella su un

colle eccoci arrivati in questa

frazione di Molare

accolti da un bel

viale. Posteggiata

l’auto in un ampio

parcheggio,

qui tutto sembra

studiato per l’accoglienza

dei visitatori.

C’è un bel

punto ristoro, un

albergo, la sede

della Pro Loco,

un circolo ippico

e, accanto alla

Chiesa, la pista da

ballo e l’area picnic

con annessa

zona giochi per i

più piccini. E per

gli escursionisti,

la Pro Loco ha

fatto affiggere un

bel cartello con le

indicazioni di una

camminata panoramica

ad anello,

il percorso CAI

559, di circa 12

chilometri molto

ben segnata. Abbiamo fatto due

passi per san Luca e ci siamo affacciati

su alcuni suoi sentieri,

tanto per prendere confidenza

con l’ambiente che ci è subito

piaciuto. Abbiamo anche visto il

suo piccolo cimitero e una bella

cappelletta agreste e il nostro

intendimento sarà quello di ritornare

nuovamente a San Luca

per una bella escursione sui

sentieri che lo circondano e per

un picnic all’aria aperta.

Gianni & Giusy

Avviso ai lettori...

Nei mesi di luglio e

agosto il sito de l’inchiostro

fresco online

resterà aperto e visibile, ma

per il turn over dovuto alla

pausa estiva dei redattori non

sarà tempestivamente aggiornato

come è nostro costume

fare.

Anche alcune nostre rubriche

quali “Ruote & Motori” si

fermeranno ed anche questa

“Bacheca” andrà in ferie.

Ci rivedremo attivi più che

mai a settembre. A tutti un abbraccio

e Buone Ferie!!!

Marta Calcagno

More magazines by this user
Similar magazines