16.05.2022 Views

LA BACHECA DI MARTA - Maggio 2022

Do you know the secret to free website traffic?

Use this trick to increase the number of new potential customers.

I - Maggio 2022

DONA IL

“5 PER MILLE”

ALLA “CASA

DEL GIOVANE”

IL FRUTTO

DELL’AMORE

È IL SERVIZIO

IL LIBRO

DI

DON LIVIO

Vittorio Daghino - pag. 2 Vittorio Daghino - pag. 2 Vittorio Daghino - pag. 3

APERTE LE ISCRIZIONI A “ESTATE RAGAZZI 2022”

A NOVI LIGURE

Creare un piacevole e costruttivo

momento di

gestione del tempo libero

che possa concretamente

svolgere un compito educativo,

offrendo ai ragazzi un positivo

momento di socializzazione da

vivere nello sport e nelle varie

attività ricreative. Questo uno dei

principali obiettivi che si propone

“Estate Ragazzi 2022”, per

cercare di dare una concreta risposta

alla precisa esigenza delle

famiglie di offrire ai figli una continuità

dell’attività dei ragazzi sia

sotto l’aspetto tecnico-sportivo

che quello più squisitamente pedagogico

ed educativo durante

l’estate. La “Comunità Pastorale

Santa Teresa di Calcutta” a Novi

Ligure (Al), ha organizzato una

serie di giornate “per stare tutti

insieme”, riservato a tutte le ragazze

e i ragazzi che frequentano

dalla prima elementare alla terza

media.

ISCRIZIONI E

PERIODI DI FREQUENZA

Il periodo è compreso dal 13 giugno

al 15 luglio presso l’oratorio

di “Don Bosco”, in via San Giovanni

Bosco 97, e dal 13 giugno

al 12 agosto presso l’oratorio di

“Santa Rita”, in via Monte Grappa

9, sempre dal lunedì al vener-

dì, dalle ore 8 alle ore 17.

È possibile iscriversi, con una

spesa di 80 euro a settimana,

comprensiva anche del servizio

mensa, e la possibilità di riduzioni

per le sorelle e i fratelli dei partecipanti,

oppure, per dimostrate

situazioni di particolare necessità

(basti pensare ad alcuni bambini

ucraini che stanno arrivando in

città!).

IL CALENDARIO

AL “DON BOSCO”

Le settimane di frequenza al

“Don Bosco” (con la possibilità di

indicare più periodi) sono:

• prima settimana 13 giugno/17

giugno;

• seconda settimana 20 giugno/24

giugno;

• terza settimana 27 giugno/1

luglio;

• quarta settimana 4 luglio/8

luglio;

• quinta settimana 11 luglio/15

luglio.

IL CALENDARIO

AL “SANTA RITA”

Invece, le settimane di frequenza

a “Santa Rita” (con la possibilità

di indicare più periodi) sono:

• prima settimana 13 giugno/17

giugno;

• seconda settimana 20 giugno/24

giugno;

• terza settimana 27 giugno/1

luglio;

• quarta settimana 4 luglio/8 luglio;

• quinta settimana 11 luglio/15

luglio;

• sesta settimana 18 luglio/22

luglio;

• settima settimana 25 luglio/29

luglio;

• ottava settimana 1 agosto/5

agosto;

• nona settimana 8 agosto/12

agosto.

È stato predisposto un modulo di

“pre-iscrizione on-line”, uno per

ogni centro, recuperabile inquadrando

il “QRcode” che si trova

sulla locandina, oppure, è possibile

utilizzare i seguenti “link”:

• per l’oratorio

Don Bosco (https://forms.gle/

YHW69ux22vJqde4j8)

• per l’oratorio di

Santa Rita (https://forms.

gle/4na7JFPMoq1pTaSh6).

Una volta terminata la “pre-iscrizione”,

che ha come termine ultimo

il 15 maggio prossimo, nel

giro di qualche giorno verranno

comunicate le istruzioni per l’iscrizione

definitiva, sino ad esaurimento

dei posti disponibili.

Vittorio Daghino

Per ulteriori informazioni

è possibile contattare i

seguenti numeri telefonici:

per il Don Bosco – suor

Loredana al 347.7376114;

per Santa Rita – Martina

al 347.1875063 (ore 15/18)

e Bledi al 392.0889471

(martedì-giovedì, ore

18/19).

Cari lettori...

Og g i

h o

l’o -

nore di ospitare

nella mia

“bacheca” una

realtà molto

importante

che a Novi Ligure è diventata

un punto di riferimento per i

giovani e le loro famiglie, ma

che è anche un luogo dove la

cultura e lo spirito comunitario

si fondono all’insegna di

una cittadinanza attiva e di

un modo di vivere creativo e

partecipativo. Vi parlo della

“Casa del Giovane” di Novi

Ligure, il cui animatore è Stefano

Gabriele che non perde

mai l’occasione per stupirci.

Stefano Gabriele infatti a breve

partirà per l’Africa per una

missione umanitaria, ma non

voglio anticiparvi più di tanto

perché la notizia è in queste

pagina. Vi dico solo che la

missione di Stefano Gabriele

è nel quadro di “Ascolta l’Africa”

una delle tante iniziative

promosse e sostenute dalla

“Casa del Giovane”, assieme

ad altre attività di grande

rilevanza sociale come l’attivazione

delle settimane di

“Estate ragazzi”, per tenere

i giovani impegnati in modo

attivo e intelligente durante

le vacanze estive, nonché ad

altre iniziative di carattere

culturale, ludico e sportivo.

Ma ecco qui di seguito, negli

articoli a firma di Vittorio

Daghino, che con grande

piacere vi propongo, quanto

vi ho brevemente anticipato

illustrato in termini più dettagliati.

A tutti buona lettura

e complimenti ancora alla

“Casa del Giovane” per la sua

preziosa presenza in città!

Marta Calcagno


2

l’inchiostro fresco

I - Maggio 2022

LA BACHECA di Marta Calcagno

DONA IL “5 PER

MILLE” ALLA “CASA

DEL GIOVANE”

IL FRUTTO DELL’AMORE

È IL SERVIZIO

Il “frutto dell’amore è il

servizio”. Con questo slogan,

nel mese di agosto l’Associazione

“Ascolta l’Africa”,

nata nel 2004 dall’idea di

un gruppo di ragazzi della

“Casa del Giovane” della

Parrocchia di San Pietro

a Novi Ligure, ritorna a

Murayi nel Burundi.

Ora è proprio arrivato

il “momento giusto”

per “aiutare chi aiuta!”

Tutti conosciamo Martin Luther

King, pastore, politico,

attivista, vincitore del “Premio

Nobel per la Pace” nel 1964 e la

sua famosa frase «I have a dream»

(«Io ho un sogno»), che è

stato il titolo del discorso tenuto

il 28 agosto 1963 davanti al

Lincoln Memorial di Washington

alla fine di una manifestazione

per i diritti civili, per il

lavoro e la libertà.

Ma non altrettanti si ricordano

di un’altra frase altrettanto

coinvolgente: ‹‹È sempre il momento

giusto per fare la cosa

giusta….››. Ora è proprio arrivato

il “momento giusto” per

“aiutare chi aiuta!!”.

Ma in che modo? La risposta

ci viene fornita dalle stesse

motivazioni dell’Associazione

Sportiva Dilettantistica

(ASD) “Casa del Giovane Virtus”,

che collabora con la “Comunità

Pastorale Santa Madre

di Calcutta” a Novi Ligure

(Al). I loro obiettivi sono: l’educazione

e la valorizzazione

dei ragazzi attraverso numerose

attività sportive e sociali; la

promozione dello sport come

strumento di maturazione

personale e impegno sociale;

l’organizzazione di Centri Estivi;

il sostegno alle famiglie in

difficoltà e disagiate, includendo

le fasce più deboli; l’avvicinamento

dei ragazzi al mondo

del volontariato.

Il nostro compito è quello di

sostenere concretamente questi

loro “progetti”, attraverso

un gesto semplice e gratuito:

sul modulo della prossima

dichiarazione dei redditi (nel

riquadro “Sostegno alle Associazioni

Sportive”), apporre

la firma per destinare, il “5 x

1000” all’ASD Casa del Giovane

Virtus, indicando il codice

fiscale 92026730066.

Poi, chi volesse ulteriormente

contribuire ad aiutare

questa Associazione, può

farlo attraverso una donazione

sul conto corrente postale:

IT82K030690960610

0000179908.

Vittorio Daghino

Per infomazioni:

335.5461997 - 0143.2526

Il discorso, iniziato tanti anni

fa, continua ed è diventato

un aiuto e un sostegno a

quelle popolazioni. Un aiuto che

“serve più a noi” che a loro per

la verità, ma che non dobbiamo

assolutamente lasciar cadere.

Il mondo è diventato piccolo e

la fame dei bambini continua a

gridare vendetta dinanzi a Dio,

quando con tanta facilità noi

buttiamo il cibo. Non essendo

più in grado di inviare “container”

ora inviamo “denaro”.

UNA MISSIONE

“IN SOLITARIA”

Uno dei “fondatori” di questa

Associazione, Stefano Gabriele,

ex-assessore nella precedente

legislatura novese, partirà da

solo dall’Italia il 9 agosto per

raggiungere Murayi nel Burundi

e ritornare il successivo 6 settembre.

Scopo di questa “missione in

solitaria” a nome di “Ascolta l’Africa”,

è cercare di portare avanti

quei “progetti” che sono stati interrotti

a causa della pandemia

da “Covid-19”, con l’impossibilità

di raggiungere quella popolazione

lo scorso anno.

LE MOTIVAZIONI

DALLA VIVA VOCE

DI STEFANO GABRIELE

“Tra i primi e più importanti

“progetti” c’è sicuramente la

manutenzione, l’ampliamento e

il potenziamento dell’acquedotto

– ha affermato Stefano - con

l’introduzione di tre nuovi “lavatoi”,

e sappiamo l’importanza

dell’acqua in quelle zone. Secondo

“progetto” è il mantenimento

della “Casa del Giovane” con il

pagamento dello stipendio degli

operai e degli educatori che vi lavorano

tutti i giorni, tutto l’anno.

Poi, cercare di sbloccare i “campi

di lavoro” che si sono interrotti

per mancanza di fondi sia l’anno

scorso sia quest’anno per l’impossibilità

di organizzare qualsiasi

iniziativa. Ma l’aspetto più doloroso

che mi ha fatto decidere a

partire - continua Stefano con

un pizzico di commozione - è

stato la mancata attuazione del

progetto denominato “Nutrizione”.

Secondo la somma dei contributi

che si riescono a raccogliere

si è nella possibilità di dare da

mangiare ai bambini tramite due

pasti al mese o uno alla settimana;

i bambini interessati sono dai

400 ai 600, tutti frequentano le

scuole gestite dalle suore. La mia

“missione” è quella di portare più

denaro possibile a questi bambini

che chiedono solo di mangiare

qualcosa…..”.

LE MODALITÀ PER

SOSTENERE L’INIZIATIVA

Le modalità per il versamento

del contributo con possibilità

di “detrazione fiscale” è il seguente:

tramite assegno bancario

intestato ad “Associazione

Ascolta l’Africa Onlus”; bonifico

bancario a Intesa Sanpaolo

su conto corrente IT71M03069

096061000 00112641 scrivendo

nella causale “Donazione per

progetti Ascolta l’Africa”.

È possibile evidentemente anche

un contributo in “contanti”,

contattando direttamente Stefano

al numero 335.5461997 o

rivolgendosi all’Ufficio Unico

parrocchiale, in via Libarna 2

(tel. 0143.2526).

Approfittiamo di questa occasione

per mettere nelle sue mani

la nostra “elemosina”, per aprirci

sulla miseria delle grandi masse

africane... non lasciamogli

mancare il nostro contributo!

Vittorio Daghino

Via Paolo Giacometti, 52 - 15067 Novi Ligure (AL)

Tel. 0143.46569 - cell. 348.8085692 - redazione@inchiostrofresco.it

• Direttore responsabile: Marta Calcagno

• Trattamento dati: Gian Battista Cassulo

• Comitato di redazione:

Matteo Clerici (editoriali)

Luca Serlenga (Valli Stura e Orba)

Marta Calcagno (Rondinaria, Novi)

Fausto Cavo (Valle Scrivia)

Samantha Brussolo (Val Borbera, Valle Spinti)

Fausto e Giacomo Piombo (Videomakers)

• Presidente e Legale rappresentante

Gian Battista Cassulo

• Consiglio Direttivo:

Marta Calcagno,

Samantha Brussolo,

Giuseppina Croazzo,

Luca Serlenga

• Rubriche:

Fabiana Rovegno (Dalla vostra parte)

• Sport: Stefano Rivara

• Grafica e impaginazione in proprio:

Anna Barisone

grafica2@inchiostrofresco.it

“l’inchiostro fresco” è registrato presso:

Reg. Stampa AL n. 322 del 31/01/1985

R.O.C. n. 11700 del 12/02/1998

Iscr. online: n. 36 del 11/01/2016

Pubblicità raccolta in proprio: 327/616.48.87

Associazione “Club Fratelli Rosselli” editrice de “l’inchiostro fresco”

• Revisore dei Conti:

Dott. ssa Stefania Eligi

Club Fratelli Rosselli

Iscritto alla C.C.I.A.A. di Alessandria

al n° 226160 il 4/10/2005

P. IVA e C.F. 02096520065

www.inchiostrofresco.it - Tel. 0143/46.569

Redazione Valle Stura

e Alta Valle dell'Orba

• Coordinatore: Fausto Piombo

• Corrispondenti per la Valle Stura:

Luca Serlenga

• Corrispondente per Tiglieto,

Urbe e Sassello:

Giacomo Piombo

• Servizio video:

Fausto Piombo

Recapiti:

Fausto Piombo: 345.8281959

fpiombo62@gmail.com

Redazione Valle SCRIVIA,

BORBERA E LEMME

• Coordinatore: GB Cassulo

• Corrispondenti

per la Valle Scrivia:

Fausto Cavo

• Corrispondente

per la Val Borbera:

Samantha Brussolo

• Servizio video:

Genny Notarianni

Recapiti:

GB Cassulo: 327.6164887

redazione@inchiostrofresco.it

• Gestione sito e piattaforma digitale de "l'inchiostro fresco":

Ilenia Procopio, Lorenzo Muscarà


LA BACHECA di Marta Calcagno

l’inchiostro fresco

I - Maggio 2022

3

Già da tempo è stato

presentato presso la

Casa del Giovane, in

via Gagliuffi a Novi Ligure, un

libro molto particolare, dal titolo

“Murayi 1971 - 2021: una

parrocchia tortonese in terra

d’Africa”, scritto da una persona

veramente speciale, don

Livio Vercesi, già missionario e

oggi parroco a San Pietro nella

“Comunità Santa Madre Teresa

di Calcutta”.

I CONTENUTI

È un libro oggi ancor più attuale,

anche alla luce della

missione che si appresta prossimamente

a compiere Stefano

Gabriele in Africa, che racconta

un’Africa non semplicemente

“conosciuta”, ma “vissuta”,

scritto con l’intento di testimoniare

quanto è avvenuto 50

anni fa in quelle terre lontane,

quando, era il 1971, mons.

Andrea Makarakiza chiese

ufficialmente al nostro vescovo

mons. Canestri di adottare

una nuova parrocchia della sua

Diocesi.

IL LIBRO DI DON LIVIO

INFO: Il libro, di 113 pagine

al prezzo di 15 euro, è

disponibile presso le librerie

e le cartolibrerie della città,

oppure online scrivendo

all’indirizzo email acquisti@

puntoacapo-editrice.com

e anche acquistato direttamente

dall’associazione

“Ascolta l’Africa”, ritirandolo

presso l’ufficio parrocchiale

di San Pietro, in via Antica

Libarna 2 a Novi Ligure, tel.

0143.2526).

Nel maggio del 1972 don Alfredo

Ferrari accettò di partire

per diventare parroco della

parrocchia di Murayi; in un

secondo momento lo raggiunsero

il compianto don Gianni

Menig e lo stesso don Livio Vercesi.

LE PAROLE

DI DON VERCESI

“Questa è la storia di un sogno,

realizzato in altri tempi, ma che

ha occupato tutta una vita, –

queste le parole introduttive di

don Livio – questo breve riepilogo

è stato concepito come sintesi di

riferimento di tutto il lavoro che

è stato fatto con tutte le donazioni

ricevute. È un piccolo omaggio al

protagonista di questa avventura

ed è stato scelto di non mettere

nomi per non rischiare di dimenticarne

troppi”.

LA PRESENTAZIONE

DEL LIBRO

ALLA CITTÀ

La presentazione del libro alla

città fu fatta dal bravissimo storico

novese Andrea Scotto, che

così commentò alcuni passi del

libro: “Si tratta del racconto della

nascita e della crescita della Missione

di Murayi, voluta in Burundi

dalla Diocesi di Tortona che in

questo modo, mi piace

ricordarlo, non si limita

a estendersi su più

regioni, ma addirittura

abbraccia due continenti.

L’autore non è

uno storico o un ricercatore

d’archivio, che

ricostruisce un passato

a cui si sente legato

per interesse intellettuale

o altre ragioni,

ma che resta “altro”

da lui, ma uno dei

protagonisti di questa

storia: don Livio Vercesi,

per anni missionario

“fidei donum”

proprio a Murayi”.

All’incontro, erano

presenti, oltre a don

Livio Vercesi autore

del libro, anche Stefano

Gabriele, volontario

di “Ascolta l’Africa” sin

dagli esordi dell’associazione,

che colse l’occasione

per illustrare

alcuni dei progetti in

corso a Murayi (da dove

è appena ritornato dopo

una vera e propria missione

in “solitaria”) e altre

persone legate a questo progetto.

La moderatrice dell’incontro era

Cristina Daglio, editrice del volume

(Puntoacapo Editrice).

“Per le copie vendute direttamente

da “Ascolta l’Africa” – ha

precisato Stefano Gabriele - il

ricavato andrà interamente devoluto

a questa associazione,

che ancora oggi opera a Murayi

grazie all’aiuto e al supporto di

numerose volontarie e volontari,

novesi e non”.

Vittorio Daghino


4

l’inchiostro fresco

I - Maggio 2022

LA BACHECA di Marta Calcagno

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!