28.06.2022 Views

AO_NUMERO 01_02_2022

You also want an ePaper? Increase the reach of your titles

YUMPU automatically turns print PDFs into web optimized ePapers that Google loves.

4 L’Accademia Olimpica

RITRATTI / Dieci nuovi componenti dell’Accademia, eletti a fine 2021

Profili accademici

Classe di

LETTERE E ARTI

Accademici ordinari

Paolo Puppa

Docente in varie Università

internazionali, da Londra a

Los Angeles, da New York a

Toronto, da Middlebury a Budapest,

da Praga a Lilles, da

Parigi a Barcellona, è stato dal

2001 professore ordinario di

Storia del teatro e dello spettacolo

all’Università Ca’ Foscari

di Venezia, dove è stato inoltre

direttore di dipartimento delle

arti. Oggi è codirettore di

Archivio d’Annunzio. Conta al

suo attivo numerosi volumi di

storia dello spettacolo, sulla

regia, sul monologo, anche in

inglese, nonché monografie

su Pirandello, Ibsen, Fo, D’Annunzio,

Svevo, Rolland, Goldoni.

Ha redatto molte voci per il

Dizionario biografico degli italiani.

Autore pure di copioni

teatrali, spesso tradotti e allestiti

anche all’estero, vincitore

di premi prestigiosi (Pirandello

’96 per La collina di Euridice;

Bignami-Riccione ’99 per Zio

mio; premio Critici teatro 2006

per Parole di Giuda; Campiglia

2008 per Tim e Tom; Betti 2018

per Scosse in famiglia; Marionetta

d’argento 2019 per

l’opera critica su Rosso di San

Secondo; Carmine Giannella

2021 per l’opera complessiva

di storico e di drammaturgo).

Appena usciti La recita interrotta

e Il teatro della pandemia,

oltre alla ristampa di Venire,

a Venezia. Tra ricerca storica,

scrittura creativa e attività

performativa è oggi in Italia

l’artista-studioso più esperto

nella drammaturgia, attento ai

suoi significati, ai suoi intrecci

e sviluppi contemporanei.

Andrea Rodighiero

Formatosi come studioso

all’Università di Padova, dove

si è laureato e poi dottorato

in Filologia e Letteratura greca,

ha proseguito la carriera

all’Ateneo di Verona, presso la

quale è ordinario di Lingua e

Letteratura greca dal dicembre

2019. I suoi principali interessi

di ricerca si orientano

soprattutto verso la tragedia

attica, la poesia di Sofocle e

gli aspetti di forma, lingua,

metro e stile del dramma antico,

a cui ha dedicato saggi

e studi, abbinandoli ad altri

filoni di indagine riguardanti

la tradizione epica, la poesia

di Omero, la presenza dei lirici

nei generi teatrali del V

secolo a.C. Ha pubblicato varie

monografie, commenti e

traduzioni di tragedie greche

ed è co-editore di volumi sul

coro drammatico, sul mito e

sulla storia delle traduzioni.

Ha recentemente edito, come

responsabile dell’intero progetto

e autore, i tre volumi

di un manuale destinato agli

studenti del Liceo classico

Con parole alate. Autori, testi e

contesti della letteratura greca

(A. Rodighiero, S. Mazzoldi,

D. Piovan, Bologna, Zanichelli

2020).

Accademici corrispondenti

Jean-Jacques Marchand

È professore emerito di Letteratura

italiana all’Università

di Losanna, dove è stato ordinario

per gran parte della sua

carriera di docente. I suoi ambiti

di ricerca, sfociati in una

ventina di volumi, spaziano

dalla storiografia toscana del

XVI secolo, agli studi machiavelliani,

alla poesia delle corti

italiane del XV secolo, alla letteratura

dell’emigrazione italiana

nel mondo, per spingersi

fino all’Ottocento italiano e

alla poesia contemporanea. È

tra i protagonisti della recente

stagione di studi machiavelliani

e del Rinascimento fiorentino,

con contributi fondamentali

al “restauro” dei testi

di Machiavelli (è membro del

relativo Comitato scientifico

per l’Edizione nazionale delle

opere, nell’ambito del quale

ha pubblicato finora cinque

volumi basilari). Per valutare

appieno la ricchezza dei suoi

interessi di studioso e i suoi

legami con la cultura veneta

e vicentina, va ricordata l’attenzione

riservata ai manoscritti

letterari ottocenteschi,

in particolare quelli di Zanella

e Fogazzaro, che raccoglie e

studia. È membro dell’Accademia

della Crusca.

Maria Luisa Meneghetti

Laureata in Lettere all’Università

di Padova, allieva di Gianfranco

Folena, ha insegnato

nelle Università di Padova,

della Tuscia, di Siena e, fino al

novembre 2021, nell’Università

degli Studi di Milano. È

stata visiting professor presso

l’Université Paris IV-Sorbonne

(Chaire Dupront), l’Universidade

de Santiago de Compostela

e l’University of Illinois at

Urbana-Champaign (George

A. Miller visiting professor). È

attualmente presidente della

Società Italiana di Filologia

Romanza (SIFR). Si è occupata

di storiografia anglo-normanna,

della lirica romanza dei

primi secoli (dai trovatori provenzali

ai galego-portoghesi,

dai trovieri ai poeti siciliani e

agli stilnovisti), di epica medievale

e di iconografia letteraria.

È socio corrispondente

dell’Accademia nazionale

dei Lincei, membro effettivo

dell’Istituto Lombardo - Accademia

di Scienze e Lettere,

corresponding fellow della Medieval

Academy of America.

Codirige le riviste Critica del

Testo, Revue critique de Philologie

romane, Rivista di Studi

danteschi e Moderna; fa parte

del Comitato editoriale di Troianalexandrina,

e del Comitato

scientifico di Italia medievale

e umanistica, Perspectives

médiévales, Textus&Musica e

del Bulletin del Groupe «Questes»

(Parigi). È membro del

Scientific Committee del Corpus

des Troubadours (Union

académique Internationale

- Institut d’Estudis catalans,

Barcelona) e socio della Fondazione

«Lorenzo Valla».

Classe di

SCIENZE E TECNICA

Accademici ordinari

Gaetano Maron

Laureato in Fisica all’Università

di Padova nel 1980 con

una tesi sperimentale sull’utilizzo

di tecniche di fisica

nucleare per l’analisi dell’inquinamento

ambientale, ha

successivamente lavorato

presso aziende private di automazione

industriale. Nel

1984 è stato assunto presso

l’Istituto Nazionale di Fisica

Nucleare (INFN), Laboratori

Nazionali di Legnaro (LNL),

raggiungendo nel 1998 il livello

di dirigente tecnologo.

Collabora a vari esperimenti di

fisica nucleare e sub-nucleare

presso i LNL, al Large Hadron

Collider presso il CERN di Ginevra

e, fino al 1995, al Low

Energy Antiproton Ring sempre

al CERN. Dal 2013 al 2021

è stato direttore del CNAF di

Bologna, Centro Nazionale

per la Ricerca e lo Sviluppo

delle Tecnologie Informatiche,

che gestisce il principale computing

center di INFN. È promotore

di numerosi progetti

di trasferimento e supporto

tecnologico rivolti alla sanità

pubblica e alla ricerca biomedica,

inclusa quella riguardante

la pandemia da Covid-19.

Insegna Fisica come professore

a contratto all’Università di

Padova. È autore di oltre 250

pubblicazioni nel settore della

fisica sperimentale e della tecnologia.

Accademici corrispondenti

Xenia Chryssochoou

Laureata in Psicologia all’Università

di Atene, ha conseguito

il dottorato di ricerca in Psicologia

sociale all’Università

Descartes Paris V. Dal 1997 al

2003 è stata lecteur presso l’Università

del Surrey (UK) e dal

2003 al 2010 professore associato

presso l’Università Panteion

di Atene, dove attualmente

ricopre la posizione di

full professor e di direttrice del

laboratorio di Psicologia sociale

e politica. Oltre al greco,

parla inglese, francese e italiano.

I suoi interessi di ricerca

riguardano l’area delle relazioni

e dei conflitti tra gruppi,

con particolare attenzione

alle tematiche della costruzione

dell’identità sociale e

della partecipazione politica,

e allo studio psicosociale dei

processi di mobilità e migrazione

nelle società moderne.

È membro di diverse associazioni

scientifiche nazionali e

internazionali nel settore della

Psicologia sociale; dal 2008 al

2014 è stata componente del

Comitato esecutivo dell’European

Association of social

Psychology. Svolge funzioni

di editor e referee per riviste

scientifiche internazionali. Ha

pubblicato molti capitoli in

lavori collettanei e diversi libri,

tra cui, nel 2004, Cultural

Diversity. Its social Psychology,

tradotto in italiano da Utet.

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!