08.09.2022 Views

2022_9-TRATTORI

- Tecno: Sciami di piccoli trattori autonomi, la soluzione Sabanto che piace a Trimble - Linea verde:Crisi di Governo: per la prima volta Italia al voto a settembre. PNRR a rischio; Immatricolazioni: primo semestre col segno meno ma la domanda rimane alta - Focus: Pubblicati i dati del censimento ISTAT sull’agricoltura: meno aziende e più grandi, ma cala la superficie agraria utilizzata - Anteprime: La settima generazione dei Fendt Vario 700 cresce in potenza, peso e dimensioni - Prova sul campo: Carraro Agricube Pro 10.5 VL. Con l’F28 la potenza aumenta ma le dimensioni si fanno più compatte; In collina con l’autolivellante Fendt 5275 C SL, tra le certezze del passato e le nuove tecnologie Agco - Veteran 25-30 HP, all’origine dei testacalda. Il sogno di Giovanni Landini realizzato dai figli

- Tecno: Sciami di piccoli trattori autonomi, la soluzione Sabanto che piace a Trimble
- Linea verde:Crisi di Governo: per la prima volta Italia al voto a settembre. PNRR a rischio; Immatricolazioni: primo semestre col segno meno ma la domanda rimane alta
- Focus: Pubblicati i dati del censimento ISTAT sull’agricoltura: meno aziende e più grandi, ma cala la superficie agraria utilizzata
- Anteprime: La settima generazione dei Fendt Vario 700 cresce in potenza, peso e dimensioni
- Prova sul campo: Carraro Agricube Pro 10.5 VL. Con l’F28 la potenza aumenta ma le dimensioni si fanno più compatte; In collina con l’autolivellante Fendt 5275 C SL, tra le certezze del passato e le nuove tecnologie Agco
- Veteran 25-30 HP, all’origine dei testacalda. Il sogno di Giovanni Landini realizzato dai figli

SHOW MORE
SHOW LESS

You also want an ePaper? Increase the reach of your titles

YUMPU automatically turns print PDFs into web optimized ePapers that Google loves.

N.9 - 2022 ANNO 27°

SETTEMBRE

VADO E TORNO EDIZIONI - www.vadoetorno.com - ISSN 1720-3503 - Poste Italiane s.p.a. - Sped. in a. p. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 1, LO/ MI - EURO 3,50

Specialista nato

CENSIMENTO ISTAT: AZIENDE PIÙ GRANDI MA SI COLTIVA MENO

ANTEPRIMA: FENDT 700 VARIO. LA SETTIMA GENERAZIONE


SOMMARIO

è arrivato!

28

34

38

n° 9 - 2022 - anno 27° - www.trattoriweb.com

Tecno

Sciami di piccoli trattori autonomi, la

soluzione Sabanto che piace a Trimble 8

Linea verde

Crisi di Governo: per la prima volta Italia al

voto a settembre. PNRR a rischio? 11

Immatricolazioni: primo semestre col

segno meno ma la domanda rimane alta 12

Kubota compra Bieffebi e detta legge anche

tra i rasaerba a raccolta centrale 13

SDF accelera sull’automazione in vigneto

con l’acquisizione di Vitibot 14

Al via il team di lavoro AEF per la creazione

di un nuovo network di condivisione dati 15

Focus

Pubblicati i dati del censimento ISTAT

sull’agricoltura: meno aziende e più grandi,

ma cala la superficie agraria utilizzata 16

FederUnacoma fa il punto sulle prospettive

del comparto, tra guerra, costi delle

materie prime e cambiamenti climatici 20

Interviste

Carlo Alberto Sisto illustra le strategie e gli

obiettivi di CNH Industrial a pochi mesi

dallo spin-off di Iveco Group 24

Anteprime

La settima generazione dei Fendt Vario 700

cresce in potenza, peso e dimensioni 28

46

In frutteto coi nuovi John Deere 5G. Fino a 120

cavalli col 4 cilindri FPT Stage V da 3,6 litri 34

Il ritorno di Lovol. I cinesi danno di nuovo

assalto all’Europa puntando sulla qualità 36

Landini 6H. Due utility Stage V con

un’idraulica da campo aperto 38

Prova sul campo

Carraro Agricube Pro 10.5 VL. Con l’F28

la potenza aumenta ma le dimensioni si

fanno più compatte 40

In collina con l’autolivellante Fendt 5275 C

SL, tra le certezze del passato e le nuove

tecnologie Agco 46

Macchine da raccolta

Claas Lexion, nel 2023 il nuovo modello

8600 con motore MAN da 550 cavalli 52

Massey Ferguson Activa, il rinnovo passa

da testate e sistema di trebbiatura 56

Veteran

25-30 HP, all’origine dei testacalda. Il sogno

di Giovanni Landini realizzato dai figli 82

Il nuovo protagonista

degli specializzati

Rubriche

Shop 4. Agri 4.0 6.

Oltre il trattore 60.

Listini 64.

ABBONATI

SUBITO

3


AGRI SHOP

PÖTTINGER

Più facile e intuitivo

Un nuovo terminale

di controllo denominato

Select Control

è ora disponibile per le

falciatrici NOVACAT

V 10000 e per i carri

autocaricanti della serie

BOSS 3000 della gamma

Pöttinger. Il Select

Control si caratterizza

per il design intuitivo

con tasti funzione

chiaramente assegnati

e uno schermo tattile a

colori da 4,3 pollici. Il

terminale permette di

preselezionare molte

funzioni della macchina

e di azionarle utilizzando

i distributori

idraulici a distanza del

trattore o controllate

direttamente. La

luminosità del display

e della tastiera

può essere regolata

secondo necessità,

garantendo un’illuminazione

ottimale in

qualsiasi momento di

giorno o di notte.

A LONG WAY

TOGETHER

Sopra,

il nuovo

terminale

di controllo

Pöttinger

per la

Novacat

V 10000.

A destra,

il radiale

Alliance

590 per

trasporti

heavy duty.

YOKOHAMA

I sette samurai

Sono ben sette le nuove misure di

pneumatici radiali che ampliano la

gamma flotation heavy duty Alliance 590.

Sviluppati per tutti i tipi di trasporto nel

settore agricolo e edile, presentano una

struttura rinforzata con cinture in acciaio. Il

rapporto pieno/vuoto elevato del battistrada

non direzionale garantisce un’ottima trazione

e una minore

compattazione del

terreno nonché

una guida fluida

e confortevole

su strada. Al

contempo, la bassa

flessione e l’ottima

resistenza della

mescola ai tagli

e all’abrasione

assicurano una

stabilità elevata e

una lunga durata

su varie superfici.

Il disegno del

battistrada con

profondità elevata,

i canali aperti e le spalle aggressive con

un’apertura ampia contribuisce a migliorare

le caratteristiche auto-pulenti. Le nuove

misure sono: 600/55R26.5, 650/60R26.5,

650/55R26.5, 600/60R30.5, 650/65R30.5,

710/50R30.5 e 750/60R30.5.

RIDEMAX FL 699

Indipendentemente da quanto siano difficili le tue esigenze, RIDEMAX FL 699 è il tuo

miglior alleato per le applicazioni stradali con rimorchi e autocisterne. RIDEMAX FL

699 è uno pneumatico radiale All Steel che si distingue per l’elevato chilometraggio

e la notevole durabilità. Progettato per un utilizzo 90% su strada, lo pneumatico si

distingue per il tallone rinforzato assicurando eccellente stabilità ad alte velocità

nonché performance elevate.

RIDEMAX FL 699 è la risposta di BKT per le applicazioni di trasporto su strada nei

settori agricoltura, industriale e costruzioni.

IMPORTATORE PER L’ITALIA

Via di Castelpulci, 12/C

50018 Scandicci (FI)

Tel: 055/73751

Fax: 055/7375232

agricoltura@univergomma.it

www.univergomma.it

BKT

TI PREMIA!

1QUAD

KODIAK 700

SCOPRI I PREMI


AGRI 4.0

ROBOT AGRICOLI

Dall’Ateneo al campo

L’Università statale di Milano spinge sull’innovazione e

lo fa attraverso le aziende agricole con cui collabora

Le aziende agricole

didattiche che

collaborano con

l’Università degli Studi

di Milano su progetti

legati all’innovazione

e alla formazione degli

studenti, stanno portando

avanti lo sviluppo

dei robot agricoli, con

applicazioni legate sia al

campo delle coltivazioni

che della zootecnia.

A darne notizia tramite

una nota lo stesso

Ateneo milanese, che

ha ribadito i passi in

avanti fatti nel settore

dell’automazione nel

settore primario, sia

nell’agricoltura di

precisione che nella

gestione dell’alimentazione

dei bovini e alla

mungitura automatizzata.

La prima esperien-

za in fatto di robot

agricoli portata come

esempio riguarda una

delle aziende agrarie

didattiche dell’Università

Statale di Milano,

la Cascina Baciocca a

Cornaredo (MI). Qui il

dipartimento di Scienze

agrarie e ambientali

sta sperimentando un

robot per l’agricoltura

di precisione. Dopo

aver realizzato alcuni

prototipi, è iniziata la

collaborazione con

un’azienda del settore e

il robot è stato allestito

sul campo con alcuni

sensori ideati dai ricercatori:

sarà in grado di

misurare nel tempo la

risposta di piante a trattamenti

con biostimolanti,

che gli agronomi

stanno sviluppando per

aumentare la qualità

e la resa di alcune

colture, con l’obiettivo

di ridurre il fabbisogno

di fertilizzanti. Il robot

rileva e monitora la risposta

colturale, pianta

per pianta, inviando

quotidianamente i dati

acquisiti a un database

remoto, realizzato dai

ricercatori del dipartimento

di Informatica.

Anche gli impianti zootecnici

si sono adeguati

all’innovazione tecnologica:

sistemi automatici

di alimentazione e

robot di mungitura sono

strumenti all’avanguardia

che permettono di

ottimizzare le risorse.

Recentemente l’Ateneo

li ha applicati all’azienda

agricola didattica

di Landriano (PV). Il

sistema robotizzato di

alimentazione degli

animali prepara e somministra

in autonomia

le razioni alimentari:

l’allevatore stabilisce

la ‘ricetta’, il sistema

robotizzato seleziona

gli ingredienti scelti,

trincia e miscela i vari

prodotti. Infine, il robot

è autonomo anche nella

somministrazione di

quanto preparato, distribuendo

agli animali la

giusta quantità di cibo.

JOHN DEERE AUTOTRAC

Soluzione per flotte miste

Per la gioia di grandi agricoltori e contoterzisti

l’AutoTrac ‘gira’ anche sulla concorrenza

Il sistema di guida AutoTrac

sviluppato da John Deere

sarà utilizzabile su tutti i

trattori con funzionalità di sistema

di guida “automazione

trattore-attrezzo” certificata

AEF (Agricultural Electronics

Foundation).

Un annuncio, quello del Cervo,

che coglierà sicuramente

i favori degli agricoltori e dei

contoterzisti con un parco

mezzi multimarca. Il sistema

di ‘automazione trattoreattrezzo’AutoTrac

si pone

come un’offerta complementare

ai pacchetti base e totalmente

integrata, poiché non

occorrono ulteriori componenti

aggiuntivi da installare

sul volante o sull’unità di

comando. Proprio per questo

motivo, e per la sua facilità

d’uso, calza a pennello per le

esigenze di agricoltori e i contoterzisti

con flotte miste che

desiderano usare un sistema

di guida universale. Il sistema,

per funzionare, necessita

del display universale Gen4

(4240 o 4640) certificato AEF

con attivazione AutoTrac e di

un ricevitore StarFire 6000

o 7000. Sono infatti sempre

più numerosi i produttori

che dotano i propri trattori

di interfaccia Automazione

trattore-attrezzo AEF.

Utilizzando l’AutoTrac, il

sistema può essere integrato

come segue: se la macchina,

a prescindere dalla marca, è

dotata di modem JDLink, è

possibile scambiare i dati in

modalità wireless e gratuita

con il John Deere Operations

Center.

Ciò consente di configurare,

e analizzare i flussi di lavoro

in un unico portale online.

Inoltre, permette ai clienti

di utilizzare funzioni per

l’agricoltura di precisione tra

cui la creazione delle mappe

di applicazione, che possono

essere inviate direttamente

ai trattori nel campo tramite

AutoSetup John Deere.

AS10300.1ITA_IT

SU MISURA PER VOI

Abbiamo progettato la serie 5G pensando ai risultati che volete ottenere:

una raccolta impeccabile che garantisca un prodotto di alto livello.

Dal vostro trattore 5G aspettatevi potenza, versatilità e comfort di livello,

sempre e dovunque lo mettiate alla prova. A bordo di un 5G, siete pronti

per qualcosa di più.

6


TECNO

Sciami di piccoli

trattori autonomi

offerti come servizio

agli agricoltori

per effettuare la

maggior parte

delle operazioni in

campo, ininterrottamente,

senza più

manodopera. In

America, con Sabanto,

è già realtà.

Autonomi e su richiesta

Sciami di piccoli trattori intelligenti e autonomi. Su questo

investe Trimble con l’obiettivo di sopperire alla carenza di

manodopera e rivoluzionare l’agricoltura del futuro

Trimble Ventures, il fondo

di capitale di rischio

aziendale di Trimble,

ha deciso di investire nella

società di tecnologia agricola

Sabanto, con sede negli Stati

Uniti, che si concentra sui

flussi di lavoro autonomi

8

durante tutto il ciclo agricolo

offerti come Farming as a

Service (FaaS). In pratica

l’azienda americana, per

sopperire alla carenza di

manodopera, garantire operazioni

sul campo 24 ore su 24,

evitare significative spese in

conto capitale per l’acquisto

di macchine agricole, offre

agli agricoltori sciami di più

trattori di piccola taglia dotati

di una tecnologia di guida

autonoma sviluppata dalla

stessa Sabanto per eseguire

operazioni sul campo.

Sabanto è già stata in grado

di automatizzare una varietà

di operazioni sui campi di

colture a file su superfici di

terreno significative in tutto

il Midwest sfruttando una

flotta di trattori con potenze

comprese tra 60 e 90 cavalli,

che sono stati in grado di

piantare, seminare, diserbare,

e falciare autonomamente in

Illinois, Iowa, Indiana, Missouri,

Nebraska, Minnesota,

North Dakota, Wisconsin e

Texas.

La piattaforma avanzata

di controllo della missione

dell’azienda è stata fondamentale

nell’implementazione

di più sistemi per più

giorni di funzionamento

ininterrotto e nel promuovere

il concetto FaaS piantando

oltre 750 acri (circa 300

ettari) di mais e soia in una

stagione con un solo trattore

da 60 cavalli.

«Siamo concentrati sull’investimento

in società che

stanno cercando di affrontare

problemi importanti nei

mercati in linea con la missione

di Trimble di trasformare

il modo in cui funziona

il mondo», ha affermato Phil

Sawarynski, amministratore

delegato e co-responsabile

di Trimble Ventures. «Sabanto

è un pioniere della

tecnologia agricola che offre

trattori autonomi e servizi

per colture a file che possono

aumentare l’efficienza e

massimizzare la redditività

per gli agricoltori. Questa è

un’interessante opportunità

per aiutare ad accelerare

l’innovazione e offrire un

modello di business FaaS al

settore agricolo».

«Abbiamo avviato Sabanto

con l’obiettivo di affrontare

la carenza di manodopera

e di reimpostare le spese in

conto capitale per le macchine

agricole. Vediamo un

futuro di sciami di apparecchiature

autonome più

intelligenti, più piccole, più

leggere, meno costose e più

sostenibili, che sostituiscono

potenza e peso al tempo»,

ha affermato Craig Rupp,

fondatore e CEO di Sabanto.

«Abbiamo riunito un team di

ingegneri e scienziati esperti

in ag, che lavorano a fianco

degli agricoltori, dimostrando

che questo non è solo un

esercizio di pensiero. Con investitori

come Trimble Ventures,

Sabanto può accelerare

la nostra missione di rendere

l’autonomia una soluzione

conveniente, affidabile e scalabile

per tutti gli agricoltori

in tutto il mondo. Questo

capitale consentirà inoltre a

Sabanto di aumentare le sue

operazioni FaaS per raggiungere

più agricoltori, su

più raccolti, su più acri, in

più stati». Luigi Cerutti

C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K


visita il nuovo sito

www.e-construction.org

ISCRIVITI ALLA

NEWSLETTER

SETTIMANALE

GRATUITA

Questa ci mancava

Crisi di Governo ed elezioni a settembre. In Italia all’incertezza

si somma altra incertezza. Che ne sarà dei fondi PNRR?

In tutta la travagliata storia della

Repubblica Italiana non era mai

successo di andare alle elezioni politiche

nella seconda metà dell’anno.

Ma l’allegra combriccola della nostra

classe politica non vuole farci mancare

niente e dunque proveremo anche questa

esperienza.

Così, senza pensieri, come se non esistesse

più la pandemia, la guerra tra

Russia e Ucraina non ci toccasse, l’inflazione

non volasse al 10 per cento su

base annua e i ‘burocrati’ di Bruxelles

non stessero per rimpinguare di miliardi

le casse dello Stato.

Come se potessimo infischiarcene di

tutto, andremo a votare il 25 settembre,

poi forse, se ci sarà una maggioranza

ben definita, dopo i tempi tecnici per

l’insediamento delle Camere, l’elezione

dei suoi due Presidenti, le consultazioni

col Presidente della Repubblica,

l’incarico e il voto di fiducia, ci vorrà

almeno un mese prima che si formi un

nuovo governo. Dopo le ultime elezioni

del 2018 ce ne vollero tre, dal 4 marzo

al primo giugno.

Quale che sarà il prossimo governo, le

elezioni a settembre sono pura follia,

soprattutto in un momento di profonda

crisi economica come questo e nel mezzo

di tensioni internazionali che non vivevamo

dai tempi della costruzione del

muro di Berlino.

La legge finanziaria andrebbe presentata

alle Camere dal Governo entro il

15-20 ottobre per poi essere discussa e

approvata entro fine anno. Quest’anno

bisognerà correre, dato che difficilmente

si potranno iniziare i lavori prima del

mese di novembre.

Poi ci sono gli adempimenti necessari

per accedere ai fondi europei del

PNRR. Come noto, all’Italia sono stati

assegnati circa 190 miliardi di euro tra

prestiti e sovvenzioni. Fondi che tuttavia

sono tutt’altro che scontati. La loro

erogazione avviene in rate successive

ed è subordinata al rispetto di una rigida

tabella di marcia che prevede, per

ogni intervento contenuto nel Pnrr, l’espletamento

di alcuni adempimenti a

scadenza trimestrale. Per l’Italia sono

in tutto 527 gli interventi da mettere in

atto entro il 2026. Di questi, 100 sono

da completare entro il 2022.

Nel caso di gravi ritardi o inadempienze

la commissione che esamina la documentazione

può decidere di bloccare

l’erogazione delle risorse e comunque,

se uno stato non rispetta le scadenze

previste non può presentare in tempo le

richieste di finanziamento rischiando di

non riuscire ad accedere alle risorse anche

se queste sono già state assegnate.

Ce la faranno i nostri eroi? Sergio Bolis

Italia al voto il 25

settembre: non era

mai successo. Accade

ora nel bel mezzo

della più grave

crisi mondiale del

dopoguerra. Fondi

Pnrr a rischio?

LINEA VERDE

Sparito un campo

su quattro

Il dato fa riflettere: In Italia,

in poco meno di dieci anni,

la superficie coltivabile è

calata del 28 per cento. Lo

rende noto ll’ultimo Rapporto

Snpa 2022 pubblicato

dall’ISPRA, l’Istituto superiore

per la protezione e la ricerca

ambientale, che mette in luce

una situazione desolante

per l’agricoltura italiana che,

secondo la Coldiretti, è frutto

di un «modello di sviluppo

sbagliato che purtroppo non

si è ancora arrestato». Una

serie di scelte, fatte tanto

dalle amministrazioni comunali

che da quelle regionali, che

mettono «a rischio l’ambiente,

la sicurezza dei cittadini e la

sovranità alimentare del Paese

in un momento difficile»,

in cui la siccità imperversa e

gli effetti dei rincari energetici

gravano ancora su numerose

imprese

Le aree perse in Italia dal

2012 – sottolinea la Coldiretti

– avrebbero garantito la fornitura

complessiva di 4 milioni

e 150 mila quintali di prodotti

agricoli e l’infiltrazione di

oltre 360 milioni di metri cubi

di acqua di pioggia che ora,

scorrendo in superficie, non

sono più disponibili per la ricarica

delle falde e aggravano la

Dal 2012 a oggi la superficie

coltivabile in Italia è calata del 28%.

pericolosità idraulica dei nostri

territori segnati dal moltiplicarsi

di eventi estremi dalla

siccità ai violenti temporali.

Nello stesso periodo, in base

a quanto sottolineato dalla

Coldiretti sulla base del report

ISPRA, la perdita della capacità

di stoccaggio del carbonio

di queste aree (oltre tre milioni

di tonnellate) equivale, in

termini di emissione di CO2,

a quanto emetterebbero più

di un milione di autovetture

con una percorrenza media di

11.200 km l’anno tra il 2012

e il 2020: un totale di oltre 90

miliardi di chilometri percorsi,

più di 2 milioni di volte il giro

della terra.

11


LINEA VERDE

LINEA VERDE

Fin che la barca va...

Immatricolazioni giu nel primo semestre ma le vendite sono

ancora superiori rispetto alla media degli ultimi 4 anni. Frenano

il mercato le difficoltà di approvvigionamento dei costruttori

Nel primo semestre dell’anno il

mercato delle macchine agricole

si mantiene su volumi di vendita

piuttosto elevati, anche se inferiori

rispetto ai livelli record raggiunti nel

2021. I dati relativi alle immatricolazioni

ragistrate da gennaio a giugno

- forniti dal Ministero dei Trasporti ed

elaborati da FederUnacoma - indicano

infatti una flessione per le trattrici

dell’11,9 per cento, pari a un totale di

11.050 unità immatricolate, un numero

che si mantiene su valori superiori alla

media degli ultimi quattro anni, quando

le vendite relative al primo semestre

si sono sempre attestate intorno alle

10mila unità.

Stesso discorso vale anche per la altre

Mercati marginali

Russia e Ucraina sono tra i principalii

produttori mondiali di cereali,

tuttavia la guerra in atto non ha intaccato

più di tanto il business di CNH,

che nonostante l’interruzione delle attività

in Russia in seguito alle sanzioni e

alle difficoltà di una economia di guerra

in Ucraina non si aspetta quest’anno un

calo dei ricavi. I due paesi rappresentano

circa il 3 per cento delle vendite del

gruppo, e le mancate vendite in questi

mercati non influiranno sulle entrate di

tipologie di macchine, con le mietitrebbie

in calo del 5,7 per cento rispetto

allo stesso periodo del 2021, e le trattrici

con pianale di carico a meno 15 per

cento. In totale si tratta rispettivamente

di 216 e 278 unità vendute.

Più consistente la flessione dei sollevatori

telescopici ( meno 26,6 per cento in

ragione di 555 unità vendute), che però

nel nel primo semestre dello scorso

anno erano cresciuti addirittura dell’85

per cento. I rimorchi perdono il 9,2 per

cento con 4.332 unità immatricolate.

La domanda, insomma, continua ad essere

sostenuta, e la flessione del mercato

sembra, per ora, più dovuta ai problemi

che i costruttori devono affrontare nella

catena di approvvigionamento che altro.

CNH per quest’anno. Lo afferma Carlo

Alberto Sisto, capo regionale EMEA del

gruppo torinese. «Dopo che gli affari in

Ucraina sono diminuiti drasticamente

nei primi due mesi dell’invasione di Mosca,

CNH ha assistito a una forte ripresa

delle esportazioni nel Paese, sia per la

stagione della semina che della raccolta»,

ha affermato Sisto. «Non posso dire

che siamo tornati alla normalità, ma sicuramente

l’impatto sulle nostre vendite

è inferiore al 3 per cento».

Dai Paesi Bassi al

resto del mondo

Un luglio all’insegna dell’espansione

quello che sta vivendo Kubota:

dopo lo “shopping” italiano nel

ramo del gardening, il colosso

giapponese ha infatti annunciato

il potenziamento delle strategie

europee legate alla distribuzione,

con l’apertura di un nuovo

centro dedicato ad Alblasserdam,

nei Paesi Bassi. Grazie alla sua

posizione privilegiata nel porto

di Alblasserdam, direttamente

accanto al terminal dei container,

l’impianto faciliterà le attività di

importazione ed esportazione dei

prodotti provenienti da Europa,

Giappone, Stati Uniti e India e

quindi la distribuzione dei prodotti

Kubota. Denominato NEDC, il

nuovo Centro di Distribuzione Nord

Europeo impiegherà inizialmente

60 persone. Con oltre 32.000 metri

quadri di superficie e la capacità

di assemblare 3.000 unità all’anno

Il Nedc consentirà a Kubota di

snellire i processi interni e di ridurre

i costi logistici e operativi.

Il Presidente di Kubota Yuichi Kitao

inaugura il Nedc ad Alblasserdam.

In anticipo sui

tempi

Il nuovo stabilimento Yokohama

di Visakhapatnam in India ha ufficialmente

avviato la produzione

di pneumatici fuoristrada (OHT)

lo scorso 16 agosto, con ben più

di sei mesi d’anticipo sulla data

inizialmente prevista. «Siamo

entusiasti di questa struttura

all’avanguardia che offrirà nuovi

standard di riferimento per qualità

e produttività nel segmento

OHT» ha dichiarato il capo della

divisione OHT di Yokohama

Rubber Nitin Mantri durante la

cerimonia inaugurale. «Grazie

all’aumento della capacità

ridurremo i tempi di consegna

per servire meglio la nostra base

di clienti globale». Nella fase di

produzione iniziale, lo stabilimento

di Visakhapatnam avrà

una capacità giornaliera di 69

tonnellate (peso della gomma).

Tale capacità sarà aumentata

a 132 tonnellate nella seconda

fase prevista per l’inizio del primo

trimestre del 2024. Ma è già

allo studio un’ulteriore espansione

della capacità dell’impianto.

La giuria internazionale del

più antico e soprattutto del più

autorevole premio mondiale

di design, istituito nel 1954, ha

conferito il prestigioso Premio

Compasso d’Oro ADI 2022

all’eWorker, il nuovo sollevatore

telescopico full-electric della

Merlo, in commercio dalla fine

del 2021 L’eWorker è stato

uno dei 20 progetti vincitori di

quest’anno, tra una concorrenza

di 500 finalisti presenti.

Questa XXVII edizione del

Compasso d’Oro, il cui tema

Bel concetto, anche

nel design

Lo Steyr Hybrid Drivetrain

Konzept, il sistema di trasmissione

ibrido diesel-elettrico

concepito per equipaggiare

trattori leggeri e dalla potenza

elevata, si è aggiudicato il Red

Dot Design Award 2022 nella

categoria Design Concept, che

riguarda i concetti di design e i

prototipi. In qualità di vincitore

in questa categoria, l’Hybrid

Drivetrain Konzept sarà presente

nella prossima edizione

dell’Annuario del Red Dot Design

e sarà presentato nell’area

dei vincitori del sitoweb www.

red-dot.org. Questo riconoscimento

segue quello del Terrus

CVT, a cui è stato assegnato

il Red Dot Design Award nella

categoria Product Design.

portante è stato Sviluppo-

Sostenibile-Responsabile, ha

premiato «non solo la selezione

del miglior design italiano, ma

soprattutto un’idea di futuro», ha

affermato Luciano Galimberti,

presidente dell’ADI.

Buon compleanno

alla capostipite

Quest’anno John Deere festeggia

un importante anniversario.

Sono infatti 75 anni che

produce mietitrebbie semoventi,

dato che la prima in assoluto,

considerata il precursore delle

mietitrebbie odierne, fu introdotta

sul mercato nel 1947.

Si trattava del mitico Modello

55, con la sua caratteristica

posizione di guida centrale rialzata,

una testata larga 12 piedi

(3,6 metri) e le ruote posteriori

sterzanti. Già ai tempi era in

Colpo grosso

Kubota acquisisce la divisione Tosaerba Bieffebi e la consociata

Gianni Ferrari, leader del taglio frontale a raccolta centrale

Miglior design

Arriva come un fulmine a ciel

sereno la notizia che Kubota

ha raggiunto un accordo per

l’acquisizione della divisione Mower

Business del costruttore italiano Officine

Bieffebi e della sua consociata

Gianni Ferrari s.r.l., tra i leader di

mercato in Europa come pionieri delle

falciatrici a taglio frontale con raccolta

centrale (Center Collect Front

Mower).

Si tratta di una categoria di rasaerba

professionali di fascia medio-alta

per le quali la domanda è cresciuta

costantemente negli ultimi anni, che

andranno a completare ed ampliare,

integrandosi perfettamente, la già

fornitissima gamma di rasaerba professionali

prodotti e commercializzati

da Kubota.

La divisione tosaerba delle

Officine Bieffebi e della sua

filiale Gianni Ferrari saranno

incorporate in una nuova consociata

interamente controllata

da Kubota Holdings Europe

B.V., che è la filiale europea

di Kubota per il business delle

macchine agricole e industriali.

La nuova filiale si chiamerà

Kubota Gianni Ferrari s.r.l.

e avrà a disposizioni la rete

di vendita e di assistenza dei

concessionari del Gruppo.

Barometro stabile,

ancora sul bello

Nonostante tutto, dopo il forte

calo nel corso della guerra

in Ucraina, l’indice generale

del clima economico per

l’industria delle macchine

agricole in Europa (il Barometro

Cema) si è stabilizzato su

un livello positivo. Ad agosto

l’indice si mantiene infatti a 18

punti (su una scala da -100 a

+100). Ma i motivi di preoccupazione

ci sono. L’acquisizione

di ordini si è notevolmente

raffreddata negli ultimi mesi

grado di tagliare fino a 1,6 ettari

l’ora, aumentando notevolmente

l’efficienza rispetto all’impiego

delle trabbiatrici fisse del tempo

o quelle trainate dai cavalli. La

sua evoluzione fu il modello

autolivellante 55 H del 1954.

Per la gioia degli

appassionati

Una storia breve ma intensa

quella di Porsche con la meccanizzazione

agricola. Che ora

viene celebrata a Fucecchio, in

Toscana, dove la Fondazione

d’Appiano, guidata dal presidente

Giuseppe Beconcini a

progettare e costruire un museo

specificatamente dedicato ai

trattori che la Casa di Stoccarda

produsse tra il 1950 e il 1963.

Trattori diventati ormai rarissimi

e, per molti appassionati, veri e

propri oggetti di culto. All’interno

della struttura di Fucecchio

sono contenuti ben 30 veicoli

trattori Porsche, tra cui anche

un rarissimo modello P312 a

benzina (tutti gli altri erano a gasolio)

appositamente realizzato

negli anni ’50 per le piantagioni

di caffè in Brasile, recuperato

dallo stesso Beconcini – grande

appassionato dei trattori in

questione – dopo una lunga

peregrinazione in Sud America.

(da un livello però molto

elevato), e gli aumenti dei

prezzi e le strozzature dal

lato dei fornitori continuano a

sfidare il settore, sebbene sia

osservabile un certo allentamento.

Attualmente, il 34%

delle aziende sta pianificando

una sospensione temporanea

della produzione a causa

di carenze nelle prossime

quattro settimane. Tuttavia,

le prospettive generali del

mercato rimangono per il

momento solide, in particolare

per i due grandi mercati di

Germania e Francia.

12

13


LINEA VERDE

LINEA VERDE

Automazione in campo agricolo:

verrebbe da dire che il dado è tratto

in quel di Treviglio. Il Gruppo

SDF ha infatti annunciato di aver acquisito

la quota di maggioranza di VitiBot,

start-up francese che sta sviluppando e

producendo innovative soluzioni robotiche

dedicate al settore vitivinicolo. La

crescente attenzione che il settore stava

dimostrando nei confronti di queste soluzioni

robotiche è testimoniata proprio

14

Torna, ma si sposta

più a sud

Dopo la sospensione per

l’emergenza Covid anche

Eima Agrimach India, la

rassegna internazionale

della meccanica agricola da

Federunacoma in partnership

con la Federazione indiana

delle camere di commercio e

dell’industria, riapre i battenti

dall’1 al 3 settembre 2022.

La novità è che dopo sei

edizioni svolte a New Delhi

quest’anno la rassegna si

sposta a Bangalore Bangalore

Un tetto al gas

Il caro energia continua a destare allarme,

col prezzo del gas che nella giornata del 25

agosto ha raggiunto la quotazione record

di 320 euro al megawattora. «Con un prezzo

del gas così alto - spiega Luigi Scordamaglia

di Filiera Italia, associazione che riunisce

attori del mondo agricolo e agroalimentare

del Paese - tutto il comparto agroalimentare

potrebbe seriamente andare incontro a un

brusco stop». «Tutti i comparti sono importanti

ma se a fermarsi fosse la nostra filiera,

che nel complesso vale 570 miliardi di euro

In vigna col robot

SDF acquisisce Vitibot e punta a un ruolo di primo piano

nello sviluppo di veicoli a guida autonoma e zero emissioni

dalla presenza di VitiBot, con la sua macchina

operatrice autonoma scavallante

Bakus, a praticamente tutte le ultime importanti

fiere di settore che si sono svolte

tra il 2021 e il 2022, da Eima a Fieragricola,

passando per Enovitis in campo.

A giocare un ruolo cruciale nella scelta

di SDF, oltre al forte fattore innovazione

che caratterizza la start-up francese,

ha contribuito senza dubbio anche

il crescente interesse che alcuni dei

più grandi produttori di Champagne

francesi (alcuni clienti di lungo corso

della Casa di Treviglio) avevano mostrato

nei confronti di queste soluzioni.

SDF ha infatti subito precisato che gli

investitori storici dell’azienda – cioè

le Maisons de Champagne Roederer,

Martell Mumm Perrier-Jouët, Laurent-Perrier,

Piper-Heisieck e Charles

Heidsieck – continueranno l’avventura

VitiBot come azionisti e membri del

Comitato Strategico, accompagnando

in tal modo l’azienda nell’ulteriore sviluppo

del progetto.

per rispondere alla domanda

crescente di tecnologie

per le colture ortofrutticole

diffuse nelle regioni

meridionali del Paese. La

aziende italiane partecipanti

sono 15, su un totale di oltre

100.

Italia Paese del

biologico

Nell’arco di un trentennio,

il biologico in Italia è

definitivamente passato da

un modello di produzione

agricola di nicchia a un

paradigma di riferimento

per tutta l’agricoltura. Lo

si evince chiaramente dai

dati elaborati dal SINAB

(Sistema di Informazione

Nazionale sull’Agricoltura

Biologica) per il Mipaaf, e

diffusi da Ismea, secondo

i quali i terreni coltivati a

di fatturato (25% del PIL nazionale) e impiega

4 milioni di dipendenti, la situazione

diventerebbe davvero critica», ha tuonato

Scordamaglia. L’appello di Scordamaglia

è che «I partiti impegnati nella campagna

elettorale, vista la gravità e straordinarietà

della situazione, diano trasversalmente pieno

mandato al Governo ancora in carica per

fornire energia e gas ad un prezzo calmierato

alle filiere essenziali e per negoziare con

il sostegno di tutti a Bruxelles un price cap

europeo subito».

Trattori d’epoca e

tanta allegria

Giunta ormai alla 42esima

edizione la Festa dei

trattori di Groppallo si è

svolta quest’anno 21 agosto

tra il consueto stuolo di

visitatori, tra cittadini locali,

turisti e appassionati della

meccanizzazione agricola. Tra

spiedini e salamelle, gare di

tiro alla fune e prove di abilità

con i trattori, i veri protagonisti

sono stati come sempre i

trattori d’epoca. Tra i mezzi

spiccavano i Fiat 25 R, alcuni

storici testacalda Orsi, i Fiat

Agri, i Case Maxxum, qualche

Lamborghini, tanti Deutz (dagli

anni ’50 fino ai bestioni dei

tardi ’90) e alcuni intramontabili

Same Explorer, insieme a tante

altre vecchie (e nuove) glorie

trattoristiche.

biologico nel 2021 hanno

raggiunto i 2milioni e

187.570 ettari, in crescita

del 4,4 per cento rispetto

al 2020, valore che

rappresenta il 17,4 per

cento della SAU nazionale.

In nessun altro Paese Ue

l’incidenza di superficie

a biologico è così alta.

Cresce anche il numero

degli operatori bio, che si

attestano a 86.144, con un

incremento del 5 per cento

rispetto all’anno precedente

e del 78,5 per cento negli

ultimi 10 anni.

Dati condivisi per tutti

Aef annuncia la formazione di un team di lavoro per la

creazione di un nuovo network di condivisione dei dati

La partnership internazionale tra

produttori di attrezzi e di trattori

nel settore agricolo AEF (Agricultural

Industry Electronics Foundation)

ha annunciato la formazione di un team

di progetto per lo sviluppo della nuova

Agriculture Interoperability Network

(AgIN), con l’intento di semplificare la

condivisione dei dati per utenti finali,

coltivatori e operatori.

Il team che dovrà creare le linee guida

AgIN è composto da circa 60 partecipanti

provenienti da varie aziende associate

all’AEF provenienti da diversi

parti del mondo. «La capacità di gestire

l’azienda in modo più efficace -

spiega Andrew Olliver, vicepresidente

di AEF - ruota attorno alla facilità di

ottenere tutti i dati nella posizione migliore

per il reporting e l’analisi e di

ricavare informazioni dettagliate per

IL SONDAGGIO DEL MESE

La vostra attività è a rischio stop a

causa del caro energia?

Rispondi su www.trattoriweb.com

Il sondaggio non ha valore statistico, si tratta di rilevazioni non basate

su un campione elaborato scientificamente

operazioni future». «Sebbene oggi sul

mercato ci siano numerose soluzioni

che consentono a più piattaforme di

scambiare dati, non esiste ancora una

connessione standardizzata e governata

dalla comunità per il settore agricolo»

afferma Olliver.

La nuova rete sarà una rete governata

concertata e non discriminatoria che

snellisce le interfacce peer-to-peer tra

le piattaforme, ma a differenza della

moltitudine di soluzioni oggi offerte,

l’AgIN garantisce affidabilità e fiducia

dei servizi nella rete.

L’introduzione di AgIN è prevista per

l’Agritechnica di Hannover nel novembre

2023. Dopo l’introduzione, i membri

dell’AEF avranno accesso alle linee

guida per poter iniziare a costruire il

proprio software secondo questi standard.

LE RISPOSTE

DI LUGLIO/AGOSTO

Investirete nel fotovoltaico

per fronteggiare l’aumento

dei costi energetici?

75%


25%

No

Mai smettere di

investire

Il gruppo BCS «complici le

numerose crisi che si sono

susseguite nel nostro Paese,

non ultima quella politica, che

ha gettato non poche ombre

sull’effettivo rilancio del Sistema

Paese», come specifica

in una nota ufficiale, rivede

al ribasso le stime di crescita

per il 2022, ma non per

questo rinuncia ad investire

una cospicua percentuale del

suo fatturato per migliorare i

propri processi produttivi. Per

quest’anno sono previsti 10

milioni di euro di investimenti

che si concentreranno su tre

La linea di montaggio dello

stabilimento BCS di Luzzara (RE).

assi: «sviluppo dei prodotti,

tecnologia e layout degli stabilimenti

produttivi, già tecnologicamente

all’avanguardia,

al fine di garantire la massima

sicurezza e la migliore

ergonomia per i dipendenti».

«Le imprese italiane devono

affrontare molti ostacoli per

continuare a crescere, ma le

criticità non ci spaventano»,

commenta Fabrizio Castoldi,

Presidente del Gruppo BCS.

«Il Gruppo è sano e gli investimenti

hanno coinvolto tutti

e tre i nostri centri produttivi

– Abbiategrasso, Cusago e

Luzzara – e sono stati indirizzati

sia all’attività di ricerca

& sviluppo nuovi prodotti sia

alla produzione, in particolare

alla sicurezza. L’azienda è

integrata verticalmente e per

questa ragione abbiamo risentito

meno delle difficoltà che

hanno investito la catena degli

approvvigionamenti rispetto

ad altre realtà produttive. Pur

ribadendo come sia necessaria

un’accelerazione da parte

del Governo affinché siano ridotti

con coraggio gli oneri che

gravano sulle imprese italiane,

stiamo dimostrando come

anche in questa congiuntura

sfavorevole sia possibile crescere

e migliorare».

15


CENSIMENTO

La forza centripeta

dell’agricoltura

Il censimento Istat conferma il processo di

aggregazione in corso da almeno un ventennio che

ha portato una diminuzione del 50% delle aziende

agricole. Diminuiscono però del 20% e del 26% anche

la superficie agricola utilizzata e quella totale

I

dati presentati dal censimento

Istat svolto tra gennaio e

luglio 2021, con riferimento

all’annata agraria 2019-2020

sono tanti, rappresentano una

fotografia puntuale del settore

agricolo e zootecnico e offrono

una lettura approfondita che

abbraccia una pluralità di temi,

dalle caratteristiche del conduttore

all’utilizzo dei terreni e

consistenza degli allevamenti,

dai metodi di gestione aziendale

alla multifunzionalità fino alla

manodopera impiegata. Il questionario

di rilevazione (indirizzato

a quasi 1,7 milioni di unità

in base a una lista che ha utilizzato

le fonti amministrative

disponibili) ha proposto quesiti

armonizzati a livello Ue oltre

a domande

di approfondimento

su

aspetti come

l’innovazione

e gli effetti

della pandemia,

di cui si

presentano

le prime evidenze.

Il dato

principale: negli ultimi 20 anni

in Italia si è verificato un indubbio

processo di concentrazione

della proprietà agricola.

A ottobre 2020 risultavano

attive in Italia 1.133.023

aziende agricole, contro le oltre

3 milioni del 1982 e le 2,4 milioni

del 2000 con un importante

meno 50% negli ultimi 20 anni.

A segnare il processo di aggregazione

sono però i dati relativi

Superficie Agricola Utilizzata

(SAU) e la Superficie Agricola

Totale (SAT) diminuite, rispetto

al 2000 del 20,8% e del 26,4%,

mentre la dimensione media

delle aziende agricole è più che

raddoppiata sia in termini di

SAU (da 5,1 a 11,1 ettari medi)

sia di SAT (da 7,1 a 14,5 ettari

medi per azienda). In pratica se

le aziende si sono dimezzate nel

numero la superficie agricola

utilizzata è diminuita solo di un

quinto.

In linea con questi dati c’è

quello relativo alla forma proprietaria

dell’azienda: il 93,5%

delle aziende agricole è gestito

nella forma di azienda individuale

o familiare (dal 96,1 del

2010) mentre le società di capitale

passano dallo 0,5% all’1%.

Le prime pesano in termini di

SAU per il 72,7% (dal 76,1%

del 2010) mentre le società di

capitale arrivano al 3,6% (dal

2,7% del 2010) come a dire che

le aziende più strutturate, quelle

progettate per essere vere e proprie

imprese, crescono in numero

e in termini di superficie

occupata.

Nel 2000 la gestione di terreni

esclusivamente di proprietà

del conduttore rappresentava

la grande maggioranza dei casi

(85,9%) mentre nei venti anni

successivi si è molto ridotta

(-27,3 % nel 2020). Parallelamente,

si sono fortemente diffusi

i casi di affitto (l’incidenza

è passata da 2,4% a 10,1%), di

gestione a uso gratuito (da 1,3%

a 6,0%) e delle altre forme di

gestione (da 10,4% a 25,2%).

«Nel complesso - evidenzia

Istat - emerge un quadro evolutivo

caratterizzato sia dall’inevitabile

e progressivo processo di

A ottobre 2020

risultavano attive

in Italia 1.133.023

aziende agricole,

contro le oltre 3

milioni del 1982

e le 2,4 milioni

del 2000 con

un importante

meno 50% negli

ultimi 20 anni.

La dimensione

media delle

aziende è però più

che raddoppiatain

termin di SAU, da

5,1 a 11,1 ettari.

uscita dal mercato delle aziende

non più in grado di sostenere

la propria attività (prevalentemente

di piccole dimensioni

e a gestione familiare) sia dalla

crescente divaricazione tra

proprietà e gestione dei terreni

a uso agricolo, con la forte espansione

di forme di gestione

alternative, derivanti dalle crescenti

incertezze in merito alla

sostenibilità futura dell’attività

agricola».

Il processo di concentrazione

dei terreni agricoli in aziende

mediamente più grandi è anche

confermato dall’analisi per

classi dimensionali in termini

di SAU. A diminuire di più

sono le aziende più piccole,

suddividendole per classi di

SAU, diminuiscono del 51,2%

le aziende agricole con meno

di un ettaro, fanno -3,4% le

aziende con superficie tra 20 e

29,99 ettari, mentre aumentano

quelle con almeno 30 ettari

di SAU, in particolare quelle

più grandi (almeno 100 ettari,

+17,7%). Per effetto di queste

dinamiche nel 2020 solo poco

più di 2 aziende agricole su 10

hanno meno di un ettaro di SAU

contro circa 3 su 10 del 2010 e

più di 4 su 10 nel 2000. Al contempo,

l’incidenza del numero

di aziende agricole con almeno

10 ettari di SAU e meno di 100

è più che raddoppiata tra il 2000

e il 2020 (da 8,9% a 20,2%),

mentre quella delle aziende agricole

con almeno 100 ettari è

rimasta sostanzialmente invariata

(da 1,5% a 1,6%).

Sono risultati che fanno riflettere

anche pensando alla

categoria dei contoterzisti: «Nel

giro di dieci anni l’agricoltura

non solo ha vissuto un fenomeno

di contrazione di imprese,

che può essere considerato fisiologico

– evidenzia Leonardo

Bolis, presidente di Confai

Lombardia - Molto più seria è

la diminuzione di imprese guidate

da soggetti di età compresa

fra i 30 e i 44 anni, che fra

il 2010 e il 2020 perdono il 4,2

per cento. Il dato non lascia

tranquilli, perché significa un

rallentamento del ricambio generazionale,

che anche come

imprese agromeccaniche stiamo

purtroppo vivendo».

La questione dei giovani

Il dato evidenziato dal presidente

di Confai Lombardia, che è

corretto, nasce da una specifica

domanda posta dall’Istat; la figura

del capo azienda, infatti,

coincide spesso con quella

del conduttore, cioè il responsabile

giuridico ed economico

dell’azienda. Ciò si verifica soprattutto

nelle aziende familiari

16

17


CENSIMENTO

che, come già osservato, sono le

più rappresentative dell’agricoltura

italiana. Dai dati raccolti è

emersa come è ancora limitata

la presenza di capi azienda nelle

fasce di età più giovanili: nel

2020, i capi azienda fino a 44

anni sono il 13%, dal 17,6% del

2010.

La formazione

In generale, inoltre, la formazione

dei capi azienda è ancora

molto legata all’esperienza in

campo: quasi il 59% ha un titolo

di istruzione scolastica fino alla

terza media o nessun titolo e

solo il 10% è laureato. È però da

rilevare una decisa evoluzione

del livello di istruzione rispetto

al 2010, quando poco più del

6% era laureato e oltre il 70%

possedeva un titolo di studio

fino alla terza media o nessun

titolo. Inoltre, un capo azienda

su tre ha partecipato ad almeno

un corso di formazione agricola.

Cresce la digitalizzazione

Nel 2020 il 15,8% delle aziende

agricole usa computer o altre

attrezzature informatiche o digitali

per fini aziendali, una quota

oltre quattro volte superiore a

quella rilevata con il Censimento

del 2010 (3,8%).

Nel decennio, l’incremento della

digitalizzazione ha interessato

tutte le regioni italiane, contribuendo

a ridurre le disparità

regionali. Il numero di aziende

agricole digitalizzate è quasi

triplicato in media (+193,7%)

e quadruplicato in Calabria

e Sardegna. La crescita della

diffusione di attrezzature informatiche

e digitali nelle aziende

agricole è stata molto più intensa

al Sud (+247,0%), nelle

Isole (+241,9%) e nel Nord-est

(+205,5%), mentre nelle altre ripartizioni

geografiche si è mantenuta

sotto la media nazionale.

Considerando la dimensione

aziendale in termini di Unità di

Lavoro (ULA), risulta informatizzato

il 78,2% delle grandi

aziende contro appena l’8,8%

delle piccole. Nelle aziende medie

il gap è inferiore, quelle che

utilizzano attrezzature digitali

sono il 44,7%.

Nel 2020 cresce la quota di

aziende che hanno diversificato

l’offerta, dedicandosi ad altre attività

remunerative, connesse a

quelle agricole. Si tratta di poco

più di 65mila aziende, che rappresentano

il 5,7% delle aziende

agricole del 2020 (4,7% nel

2010). Questo dato assume particolare

significato se si consid-

era che l’annata agraria di riferimento

coincide in parte con

il primo periodo di diffusione

dell’epidemia da Covid-19. Nel

settore primario la pandemia ha

prodotto ripercussioni negative

proprio su alcune delle principali

attività non strettamente

agricole.

Tra le attività connesse, le più

diffuse sono l’agriturismo, praticato

dal 37,8% delle aziende

con attività connesse; le attività

agricole e non agricole per conto

terzi, che interessano il 18%,

e la produzione di energia rinnovabile

(16,8%). Mentre agriturismo

e produzione di energia

rinnovabile evidenziano una decisa

dinamica di crescita rispetto

al decennio scorso (+16% per il

primo e +198% per le seconde),

le attività di contoterzismo attivo

hanno subito un decremento

Se il calo

del numero

delle aziende

può esssere

considerato

fisiologico

e bilanciato

dalla crescita

della superficie

utilizzata per

azienda meno lo

è la diminuzione

dei giovani

imprenditori.

Le imprese

guidate da

soggetti di età

compresa fra i 30

e i 44 anni hanno

perso fra il 2010

e il 2020 il 4,2

per cento.

Il dato non

lascia tranquilli,

perché significa

un rallentamento

del ricambio

generazionale.

Cresce invece la

digitalizzazione.

Nel 2020 il 15,8%

delle aziende

agricole usa

computer o altre

attrezzature

informatiche

o digitali per

fini aziendali,

una quota oltre

quattro volte

superiore a

quella rilevata

con il Censimento

del 2010 (3,8%).

di quasi il 49%, presumibilmente

imputabile all’effetto

delle misure di limitazione degli

spostamenti adottate per il contenimento

dell’epidemia.

Su questo è intervenuto il

Presidente degli Agromeccanici

Gianni Dalla Bernardina:

«In complesso, si può affermare

come il mercato delle lavorazioni

per conto terzi abbia sostanzialmente

tenuto, nonostante le

limitazioni imposte dall’emergenza

sanitaria, ancora in corso

alla data del censimento.

Le imprese agromeccaniche

hanno dimostrato di apprezzare

gli incentivi in forma di

credito d’imposta, che premiano

le aziende che fatturano e

che pagano le tasse, e questa

è la conferma che finalmente

si è intrapresa la strada giusta

per diffondere l’innovazione.

I servizi agromeccanici svolti

come attività connessa mostrano

invece una contrazione più

marcata (49%), che testimonia

quanto rapidamente l’agricoltura

italiana stia cambiando.

Pur essendo necessari ulteriori

approfondimenti sull’immensa

mole di dati rilevati, è indubbio

che l’agricoltura stia cercando

nuovi equilibri, non solo nei settori

convenzionali: il calo delle

“connesse” ha colpito anche le

attività forestali e la manutenzione

del verde».

«Il fenomeno in contrazione

appare eccessivo e non ci sembra

sufficientemente specificata

la voce di indagine – valuta

Sandro Cappellini, coordinatore

regionale di Confai Lombardia

- resta il fatto di una scarsa

lungimiranza delle politiche

agricole, che da un lato non

controllano fenomeni di elusione

o di vera e propria evasione

da parte di imprese agricole

che escono dai confini legittimamente

consentiti dall’attività

connessa, beneficiando peraltro

di agevolazioni connesse inspiegabilmente

in via esclusiva alle

sole aziende agricole, e dall’altro

non sostengono il fenomeno

del contoterzismo professionale,

che permetterebbe di ampliare

la platea delle imprese agricole

in grado di sfruttare al meglio le

conoscenze legate all’agricoltura

digitale e ai big data».

Detto questo, in media, l’11%

delle aziende agricole ha dichiarato

di aver effettuato almeno

un investimento innovativo tra

il 2018 e il 2020. I maggiori investimenti

innovativi sono stati

rivolti alla meccanizzazione

(55,6% delle aziende che innovano),

seguono l’impianto e la

semina (23,2%), la lavorazione

del suolo (17,4%) e l’irrigazione

(16,5%). Le innovazioni nella

struttura

organizzativa e commerciale,

che presupporrebbero

una riorganizzazione aziendale

interna anche del personale,

risultano ancora poco diffuse

e coinvolgono rispettivamente

il 7,6% e il 5,5% delle aziende

che innovano. L’innovazione

delle tecniche di gestione dei

rifiuti appare residuale, riguarda

solamente l’1,8% delle aziende.

Daniele Bettini

18

19


FEDERUNACOMA

Luci e ombre

sul futuro

Federunacoma tira le somme del 2021 all’Assemlea

annuale e fa il quadro delle ricadute che la crisi militare

sta avendo sulla geografia delle produzioni e sul

mercato delle macchine agricole

L’Assemblea annuale FederUnacoma,

che si è svolta

lo scorso 28 giugno a Varignana,

in provincia di Bologna,

è stato un evento ricco

di contenuti e di riflessioni sul

presente e sul futuro della meccanizzazione

agricola italiana e

non solo.

Oltre al rinnovo di alcuni organi

federativi e all’assegnazione

delle cariche

relative

a due nuove

associazioni

che entrano

a far parte

della Federazione

(Assoidrotech,

in rappresentanza

delle

industrie costruttrici

di

sistemi per

l’irrigazione

e la gestione dell’acqua e

Agridigital per le industrie che

realizzano tecnologie informatiche

e sistemi digitali per

l’agricoltura) si è parlato della

prossima edizione di Eima,

dei risultati raggiunti dal settore

agromeccanico nel 2021,

dell’andamento del mercato e

anche di geopolitica, discutendo

con ospiti di eccezione come

l’economista Carlo Cottarelli,

l’analista geopolitico Dario

Fabbri e l’europarlamentare Paolo

De Castro delle ricadute che

la guerra in Ucraina sta avendo

sulle produzioni agricole e sul

mercato delle macchine e sui

nuovi assetti internazionali che

si stanno delineando.

Produzione al massimo

Se si guardassero solo i numeri

si potrebbe pensare di essere in

un vero e proprio periodo d’oro

per il settore. Nel 2021 – ha

illustrato il Presidente di Federunacoma

Alessandro Malavolti

nella sua relazione – il valore

della produzione italiana

di macchine per l’agricoltura,

la cura del verde e la relativa

componentistica è cresciuto

del 19 per cento attestandosi

sui 13,7 miliardi di euro.

Il valore delle esportazioni

ha superato i 6,2 miliardi di

euro, ben il 20,5 per cento in

più rispetto al 2020, e la bilancia

commerciale di settore è in

attivo di 4,4 miliardi. In Italia

le immatricolazioni di trattori

hanno raggiunto nel 2021

le 24.400 unità e la flessione

dell’11 per cento registrata nei

primi 5 mesi del 2022 appare

fisiologica, coi livelli di mercato

che restano elevati, superiori

del 13 per cento rispetto

alla media degli ultimi quattro

anni.

Una ‘flessione tecnica’, l’ha

definita Malavolti, cioè non

determinata da un reale calo

della domanda, ma piuttosto

dai ritardi nella catena di fornitura

che hanno impedito alle

case costruttrici, in presenza di

un elevato numero di ordinativi,

di rispettare i ritmi di consegna.

Il settore pare euforico anche

in base a quanto raccontato

da Simona Rapastella, direttore

generale di Federunacoma, che

presentando all’Assemblea la

prossima Eima International in

programma dal 9 al 13 novembre

ha annunciato che sono già

1.400 le case costruttrici che

hanno formalizzato la partecipazione

(950 italiane e 460

estere), a copertura di 115 mila

metri quadrati netti ai quali se

ne aggiungono circa 5.000 di

area esterna.

Il tutto in un contesto mondiale

che vede la domanda di

trattori e macchinari agricoli

crescere nel 2021 dell’8 per

cento.

Perchè non si può gioire

Tutto bene dunque? Purtroppo

no. I fattori d’incertezza e

instabilità sono tali e tanti che

non si possono dormire sonni

tranquilli.

A partire dai prezzi delle

materie prime, dell’energia e

dei servizi logistici cresciuti a

dismisura già prima dello scoppio

della guerra in Ucraina e

ovviamenti acuiti dal perdurare

del conflitto. Malavolti pensa

che «nel corso dell’anno le

aziende agricole potrebbero

avere meno margini per investire

nell’acquisto di mezzi nuovi,

e nello stesso tempo l’industria

potrebbe essere costretta a ritoccare

i listini per assorbire il

Ospiti d’eccezione

all’assemblea

Federunacoma che si

è svolta il 28 giugno

scorso a Varignana

in provincia

di Bologna.

Col presidente

dell’associazione

Alessandro Malavolti

hanno parlato degli

scenari presenti

e futuri della

meccanizzazione

agricola l’analista

geopolitico Dario

Fabbri, l’economista

Carlo Cottarelli e

l’europarlamentare

ex ministro

dell’agricoltura

Paolo De Castro.

LA MECCANIZZAZIONE AGRICOLA IN ITALIA 2021

Produzione n Var. 21/20 % Peso t Var. 21/20 % Valore* Var. 21/20 %

Trattrici agricole 58.785 22,54 198.502 22,58 2.108,4 18,74

Trattrici incomplete e ricambi - - 107.000 17,84 1.130 20,99

Macchine agricole - - 760.000 17,3 6.150 19,86

Componentistica - - - - 3.300 18,3

Macchine per la cura del verde 1.660.148 14 - - 970 14,1

Totale - - - - 13.700 19

*Milioni di euro. (Fonte: Federunacoma)

IMPORT/EXPORT IN ITALIA 2021

Importazioni Esportazioni Bilancia commerciale

Valore* Var. 21/20 % Valore* Var. 21/20 % Saldo* Var. 21/20 %

Trattrici agricole 505,8 34,72 1.468,4 20,6 962,6 14,31

Trattrici incomplete e ricambi - - 800 20,3 800 20,30

Macchine agricole 1.306 30,14 3.977,35 20,5 2.671,3 16,29

Totale 1.811,8 31,39 6.245,74 20,5 4.433,9 16,55

*Milioni di euro. (Fonte: Federunacoma su dati ISTAT)

20

21


FOCUS

LA DOMANDA NEL MONDO

2020* 2021* Var. 21/20 (%)

Trattrici agricole 46,6 51 9

Macchine agricole 59,6 66,8 12

Componenti e parti 27,6 27,1 -2

Totale 133,8 144,9 8

- Nord America 38,2 41,1 8

- America Centrale e Sud 8,7 9,1 5

- Europa Occidentale 25,3 28,7 13

- Europa Orientale 10 11,5 15

- Asia/Pacifico 46,9 49,7 6

- Africa/Medio Oriente 4,7 4,8 2

*Miliardi di euro. (Fonte: elaborazione Federunacoma su dati Freedonia Group)

consistente aumento dei propri

costi di produzione». Ma è Cottarelli

a prospettare uno scenario

generale più preoccupante

legato all’impennata dell’inflazione,

che su base annua

viaggia ormai a ritmi dell’8 per

cento, mai visti da anni, e alla

conseguente crescita dei tassi

d’interesse «rispetto alla quale

– spiega l’economista – la BCE

non ha margini illimitati giacché

una politica troppo restrittiva

potrebbe innescare spinte

politiche antieuropeiste».

DA DOVE VENGONO

Importazioni Italia

Trattrici agricole

Valore*

- Germania 203

- Francia 114,3

- Turchia 59

- Austria 26

- India 24,7

- Finlandia 24,2

- Usa 24,1

- Belgio 9,6

- Polonia 3,3

- Corea del Sud 3,1

- Altri 14,5

Totale 505,8

Macchine agricole

- Germania 281

- Cina 219,4

- Francia 171,2

- Paesi Bassi 89,3

- Belgio 83,4

- Austria 53,1

- Usa 44,2

- Spagna 40,1

- Polonia 33,5

- India 31,6

- Altri 765

Totale 1.811,8

*Milioni di euro. (Fonte: Federunacoma su dati ISTAT)

DOVE VANNO

Esportazioni Italia

Trattrici agricole

Valore*

- Francia 238,7

- Germania 163,1

- Spagna 133,6

- Usa 110,4

- Polonia 93,6

- Austria 73,6

- Grecia 53,5

- UK 50,5

- Turchia 45,3

- Svizzera 41,8

- Altri 464,3

Totale trattrici agricole 1.468,4

Macchine agricole

- Francia 523,6

- Usa 506,2

- Germania 388,8

- UK 215,5

- Austria 135,1

- Polonia 131,1

- Cile 130,7

- Spagna 127,4

- Fed. Russa 126,4

- Belgio 106,3

- Altri 1.586,2

Totale macchine agricole 3.977,35

*Milioni di euro. (Fonte: Federunacoma su dati ISTAT)

Nuove rotte commerciali

Riguardo ai nuovi assetti geopolitici,

Dario Fabbri reputa

«verosimile che la nuova geografia

dell’agricoltura porterà

le aziende agromeccaniche

italiane a cercare nuovi mercati

di destinazione per la loro

produzione». Ovviamente la

Russia sarà ‘off-limits’, mentre

in futuro ci potranno essere

buone opportunità in Ucraina,

quando si tratterà di ricostruire

con gli investimenti che saranno

finanziati da Stati Uniti

e Unione Europea.

Nel frattempo la riduzione

delle derrate che prima erano

prodotte in Ucraina e Russia

(soprattutto grano, orzo, olio di

girasole) comporterà una nuova

geografia della produzione

di cereali e di oleaginose, assegnando

probabilmente un

ruolo maggiore a Paesi come

Brasile, Australia e India, e

questo significa nuove rotte

commerciali e nuova logistica

nello scenario globale.

Ma non c’è solo la guerra

come fattore di rischio sull’economia

globale e su quella

agricola in particolare. A ricordarcelo

è Paolo De Castro, che

punta il dito sull’attuale emergenza

siccità, e più in generale

sulle emissioni gassose nell’atmosfera

e sui cambiamenti

climatici in atto, che «senza

un’inversione di tendenza, potrebbero

avere riflessi negativi

per il Pianeta ben più gravosi

del conflitto stesso». Per questo

secondo De Castro «servono

nuove tecnologie applicabili

in campo dai nostri agricoltori;

tecniche già collaudate che

devono solo essere normate e

che devono avere il sostegno

sul piano economico».

L’industria italiana della

meccanica agricola si trova

così a fronteggiare una fase

molto difficile essendo esposta

tanto alle variabili ambientali

quanto a quelle industriali.

«Le vicende belliche stanno

riportando in primo piano

l’agricoltura quale elemento

basilare di ogni sistema economico

– ha detto il Ministro

dell’Agricoltura Patuanelli

intervenendo all’Assemblea

con un video messaggio – ma

l’agricoltura significa oggi

alta tecnologia e quindi meccanizzazione

agricola». I vari

incentivi varati dal Governo in

questi anni sono volti proprio

a favorire l’acquisto di mezzi

di nuova generazione e a spingere

l’agricoltura verso la piena

transizione digitale.

Sergio Bolis

Il 2021 per la

meccanizzazione

agricola made in

Italy è stato un anno

da incorniciare.

La produzione

totale ha raggiunto

in valore i 13,7

miliardi di euro, e le

esportazioni hanno

toccato quota

6,25 miliardi, con

un saldo positivo

della bilancia

commerciale di 4,44

miliardi. In tutto

sono state prodotte

in Italia 58.785

trattrici agricole,

ben il 22,5 in più

rispetto al 2020.

22

23


CNH INDUSTRIAL

Italia al centro

delle strategie

La Region EMEA guidata da Carlo Alberto Sisto vale il

37 per cento del fatturato dell’azienda. Italia più che

mai strategica con importanti investimenti nei quattro

stabilimenti e la nascita a Torino della nuova sede europea

Carlo Albero

Sisto, attuale

presidente

EMEA di CNH

Industrial. Negli

ultimi 20 anni ha

ricoperto ruoli

di crescente

responsabilità

per promuovere

gli obiettivi

strategici e

finanziari della

Società.

La sua

esperienza nei

servizi finanziari

lo ha portato a

ricoprire incarichi

internazionali in

Nord America,

Europa, America

Latina e Asia

Pacifico.

sone impiegate. Il gruppo è il

primo costruttore di trattori in

Europa, Africa e Middle Est.

Il 37 per cento del giro d’affari

è realizzato proprio dalla

Region Emea che sfrutta 16

stabilimenti, 10 centri di ricerca

e sviluppo e il 40 per cento

dei dipendenti complessivi.

«In questo quadro – ha

commentato Sisto – l’Europa

e soprattutto l’Italia hanno un

ruolo di primaria importanza.

Dei 14 mila dipendenti in Europa

4.500 lavorano in Italia

nei nostri quattro stabilimenti

più la sede uffici di Torino.

CNH Industrial investe ogni

anno il 3 per cento del fatturato

in ricerca e sviluppo

che equivalgono a 240 milioni

solo per l’area

EMEA. Di questi,

100 sono per l’Italia

e in particolare

per il polo

di Modena, il più

grande centro di

ricerca in Europa

in tema di macchine

agricole».

«Modena non

è solo supercars,

ma anche trattori – ha ribadito

Sisto. Il sito, dove si producono

trasmissioni e assali

per i tre brand, è oggi uno dei

principali centri nevralgici

della produzione agricola di

CNH Industrial con oltre mille

dipendenti di cui 600 che si

occupano esclusivamente di

progettazione e ingegnerizzazione.

La sede emiliana vedrà

l’inaugurazione a ottobre del

Dynamic Driving Simulator,

un’apposita area test indoor

che consentirà di effettuare

tutti le prove e i controlli in

maniera virtuale senza dover

andare in campo».

Sempre nel Bel Paese CNH

Industrial sforna la bellezza

di 20 mila trattori all’anno di

Complessivamente CNH Industrial fattura

20 miliardi di dollari all’anno (il 76 per

cento derivante dall’agricolo, il 16 per

cento dal construction e l’8 per cento

dai servizi finanziari), incorpora 10

marchi e 42 siti produttivi con 37.700

persone impiegate

bassa e media potenza a Jesi,

il 70 per cento dei quali è destinato

all’export.

Novità anche per Torino

dove grazie a un investimento

tra i 5 e i 10 milioni di

euro sorgerà in Lungo Stura

Lazio la nuova sede europea

dell’azienda.

bilimenti dedicati

al movimento

terra di Lecce (che

quest’anno spegne

le 50 candeline)

in cui si producono

20 mila pezzi

all’anno e di San

Piero in Bagno

(Forlì), risultato

dell’acquisizione

di Sampierana a

«Modena non è solo supercars,

ma anche trattori. Il sito, dove si

producono trasmissioni e assali per i

tre brand, è oggi uno dei principali

centri nevralgici della produzione

agricola di CNH Industrial con oltre

mille dipendenti»

Carlo Alberto Sisto, nuovo

presidente Emea (Europa,

Africa e Middle

Est) di CNH Industrial, ha

incontrato la stampa lo scorso

29 giugno per condividere

strategie e obiettivi dell’azienda

a pochi mesi dallo spin-off

di Iveco Group. «Oggi CNH

Industrial si occupa esclusivamente

di Off-Highway, quindi

di agricoltura e construction –

ha spiegato Sisto. La principale

novità del nuovo assetto è

la creazione delle Region Corporate

a cui è affidato l’obiettivo

di individuare al meglio

requisiti e opportunità delle

differenti aree del Pianeta.

Ogni Region gestirà dunque

non solo la parte commerciale

e lo sviluppo della rete ma

supervisionerà direttamente

anche sulla qualità, sugli acquisti,

sulla produzione, sulla

supply chain, sul supporto a

concessionari e clienti e sullo

sviluppo digital».

Un colosso da 20 miliardi

Complessivamente CNH Industrial

fattura 20 miliardi di

dollari all’anno (il 76 per cento

derivante dall’agricolo, il

16 per cento dal construction

e l’8 per cento dai servizi finanziari

col brand CNH Capital),

incorpora 10 marchi e 42

siti produttivi con 37.700 per-

24

25


CNH INDUSTRIAL

fine 2021. «Quest’acquisizione

per noi è stata fondamentale

– ha precisato Sisto – poiché

ci ha consentito di entrare

nel segmento dei mini escavatori

che rappresenta il 50 per

cento delle vendite del settore

construction e di realizzare il

primo mezzo full electric a impatto

zero i cui ordini sono già

superiori alla produzione».

Sostenibilità al centro

Proprio la sostenibilità e gli

investimenti in energie rinnovabili

restano al centro della

strategia CNH Industrial che

per l’undicesimo anno consecutivo

è stata inclusa negli indici

Dow Jones Sustainability

Indices (DJSI) World and Europe.

Gran parte delle risorse

sono infatti destinate anche ai

nuovi progetti di elettrificazione

in vigneto e frutteto e,

come ben noto, allo sviluppo

di trattori a biometano.

«Il gigante dal cuore verde

– così ha soprannominato

Sisto il T6 Methane Power – è

il primo trattore al mondo in

produzione alimentato esclusivamente

a metano. È un progetto

partito nel 2013, grazie

alla collaborazione con Fpt

in cui crediamo molto perché

su misura per il concetto di

economia circolare, oltre che

assolutamente competitivo a

livello di costi e prestazioni rispetto

ai trattori tradizionali.

Contiamo nel breve periodo di

vendere 2 mila unità all’anno

in Europa».

Se sia per quanto riguarda

l’agricolo che per il construction

gli ordini viaggiano

a gonfie vele trainati anche

dagli incentivi fiscali, le preoccupazioni

riguardano inevitabilmente

la crisi delle materie

prime che causa inevitabili

ritardi sulla produzione e sulle

«Il gigante dal cuore verde è il primo

trattore al mondo in produzione

alimentato esclusivamente a metano.

È un progetto partito nel 2013, grazie

alla collaborazione con Fpt in cui

crediamo molto perché su misura per

il concetto di economia circolare»

consegne e la situazione geopolitica.

«La nostra principale preoccupazione

– ha spiegato

Sisto – è la ricerca dei componenti

per l’assemblaggio delle

macchine che ci causa dei

ritardi di produzione. Stiamo

ampliando la nostra catena di

fornitori e in quanto impresa

globale abbiamo il vantaggio

di poter operare nei quattro

continenti supportando le

aree più in difficoltà. I tempi

di attesa per i veicoli dipenderanno

comunque molto anche

dalla tipologia di mezzo e dagli

stabilimenti di provenienza.

Inevitabilmente la carenza

di componenti e l’innalzamento

dei costi di distribuzione e

produzione ci sta costringendo

a correggere verso l’alto i

listini».

Per quanto riguarda la situazione

geopolitica anche

CNH Industrial risente delle

ricadute generate dal conflitto.

«Russia e Ucraina rappresentano

circa il 3 per cento

del fatturato globale e se in

Ucraina tra molte difficolta

non abbiamo praticamente

mai interrotto la fornitura

di macchine e servizi per la

semina prima e la raccolta

adesso, in Russia abbiamo

cessato ogni attività dal 25

febbraio sia a livello di vendite

che di ricambi o assistenza.

La produzione del nostro

stabilimento di di Chelny, in

Tatarstan è in stand-by. L’azienda

ha fornito supporto ai

lavoratori ucraini trasferendo

tutte le famiglie dei dipendenti

in Polonia e non ha effettuato

alcun licenziamento in Russia,

nonostante lo stop alla produzione».

In tema acquisizioni Sisto

ha ribadito anche l’importanza

di Raven, ora a esclusivo

‘focus’ agricolo, per sviluppare

e supportare la rete in materia

di precision farming e di

Monarch per la realizzazione

di trattori a guida autonoma.

Un altro progetto in corso

è un ampio Memorandum

d’Intesa con Eni che riguarda

molti temi differenti, dai

combustibili alternativi fino

alle coltivazioni di oliacei in

Africa.

Stefano Agnellini

NON DEVI ESSERE

FAMOSO PER ESSERE

AMMIRATO.

Ciò che provi al comando di un McCormick, la più desiderabile delle sensazioni di

controllo. Significa che ogni componente fa bene il suo lavoro. Perchè non è

necessario essere famosi per costruire trattori che offrono il massimo in fatto

tecnologia, comfort e affidabilità.

McCormick è un marchio di Argo Tractors S.p.A.

mccormick.it

26


FENDT

Sua maestà

il 700 Vario

Una delle gamme più amate da farmer

e contoterzisti di tutto il mondo, la serie

700 vario di Fendt, giunge alla settima

generazione. Nuovo motore fino a 300

cavalli, trasmissione Variodrive, interfaccia

FendtOne e molto altro sui 5 modelli a listino

Era sicuramente la new

entry più attesa dell’anno.

L’ultima evoluzione,

la settima, di una gamma che

fin dall’esordio, nel lontano

1998 si è issata nel cuore di

tutti i fendisti e non solo per

prestazioni, manovrabilità,

versatilità e comfort. Stiamo

ovviamente parlando dei

nuovi 700 Vario presentati in

esclusiva alla stampa di settore

lo scorso 25 agosto a Wadenbrunn,

in Germania.

Proprio la polivalenza e la

fascia di potenza (tra i 150 e

28

Cinque nuovi

modelli nella

fascia 200 - 300

cavalli motorizzati

AgcoPower adatti

a qualsiasi tipo

di operazione

in azienda e in

campo aperto.

29


FENDT

I nuovi Fendt 700

Vario crescono

in potenza, peso

e dimensioni ma

mantengono le

caratteristiche

di polivelenza e

manovrabilità dei

predecessori. Sotto

il cofano, il nuovo

7,5 litri Agco Power

realizzato ad hoc per

questa gamma.

i 250 cavalli) assai richiesta

in Europa, hanno reso questa

gamma la più venduta del listino

Fendt nonché la più apprezzata

da farmer e contoterzisti,

poiché in grado di

eseguire con la massima

efficienza tutte

le operazioni della

grande azienda, dalle

lavorazioni in campo

a quelle di trasporto e

movimentazione, permettendo

un impiego

continuo durante tutto

l’arco dell’anno.

I nuovi 700, disponibili

in cinque tarature,

crescono in potenza

e si affiancano per ora

alla gamma precedente

in modo da garantire continuità

dai 150 ai 300 cavalli. La nuova

serie non contempla infatti

i modelli 714, 716 e 718, ma

si va a sovrapporre ai modelli

MUSCOLI E CERVELLO

720, 722 e 724 di sesta generazione

e vanta due modelli inediti

al top: il 726 e il 728, che

di fatto andranno a sostituire i

4 modelli della serie 800 Vario,

in uscita dal listino Fendt.

Sempre più polivalenti

L’ultima generazione, oltre a

essere come vedremo un po’

più muscolosa, porta in dote

gli upgrade fondamentali

delle gamme 900 e 1000 Vario

che la rendono ancora più

eclettica come l’utilizzo del

sistema operativo FendtONE

con tutte le nuove funzioni

smart e della trasmissione VarioDrive

con gestione intelligente

della trazione integrale,

oltre a offrire innovazioni specifiche

tra cui il nuovo motore

e gli inediti caricatori frontali

Fendt Cargo Profi 6.100 da oltre

4 mila chili.

Il cambio di propulsore può

essere definito storico vista la

più che ventennale partnership

Fendt/Deutz in questa

fascia di potenza. Ecco che

sotto i cofani della nuova serie

700 non scalpita più il 6 litri

Deutz, bensì il nuovo 7,5 litri

AgcoPower realizzato ad hoc

per le caratteristiche dimensionali

di questa gamma e per

integrarsi alla perfezione con

la trasmissione VarioDrive. Il

sei cilindri finlandese, è stato

progettato a partire da zero;

presenta il turbo con valvola

wastegate a controllo elettro-

Modello 720 vario 722 Vario 724 Vario 726 Vario 728 Vario

Motore

Agco Power 7,5 l

Potenza max cv/giri - Boost 203/1.700 223/1.700 243/1.700 262/1.700 283/1.700 - 303

Cilindri/cilindrata cc 6/7.500

Coppia max Nm/giri 1.090/1.300 1.150/1.300 1.220/1.300 1.318/1.300 1.450/1.300

Trasmissione

VarioDrive

Peso a vuoto kg 9.200

nico e le punterie idrauliche

esenti da manutenzione, oltre

a soddisfare ovviamente i requisiti

Stage V grazie a DOC,

DPF ed SCR senza ricircolo

dei gas di scarico.

L’impiego dell’unità Agco

Power ha consentito, come

accennato in precedenza, di

spingere la gamma alla soglia

dei 300 cavalli. Il 728 Vario

propone infatti una potenza

massima di 283 cavalli che

diventano 303 grazie all’ex-

sale anteriore e posteriore; con

questa nuova trasmissione si

ottiene una trazione integrale

variabile, in cui la coppia viene

distribuita tra i due ponti

in modo indipendente tramite

due circuiti di azionamento.

Tutti i pregi del VarioDrive

Il principio è sempre quello

della suddivisione della potenza

meccanica e idrostatica

ma la differenza sostanziale

rispetto al Vario tradizionatra

power (Fendt Dynamic

Performance) che non è legato

né alla velocità di marcia

né a specifiche di utilizzo

ma funziona in maniera

puramente dinamica, anche

a Pto disattivata. Tradotto:

quando servono i 300 cavalli

ci sono sempre!

A livello di trasmissione la

tecnologia VarioDrive ribalta

il concetto classico di trazione

integrale caratterizzata da una

coppia in rapporto fisso tra asle

sta nel fatto che la pompa

idraulica alimenta due motori

idraulici, uno per l’assale anteriore

e uno dedicato all’assale

posteriore. Il punto di forza

è rappresentato dall’interazione

tra i due assali, gestita da

una frizione a regolazione intelligente

in grado di trasferire

automaticamente la coppia

motrice in base alle esigenze.

In sintesi, la coppia viene

spostata automaticamente

sull’asse che ha maggiore

aderenza. Ad esempio, se

sulle ruote anteriori si verifica

uno slittamento, la frizione si

‘chiude’ spostando la coppia

dell’assale anteriore a quello

posteriore. E viceversa. Non

è dunque più necessario innestare

manualmente la trazione

integrale e si riscontrano

importanti benefici in termini

di trazione. Durante i trasferimenti

ad alte velocità, precisamente

al raggiungimento dei

25 chilometri orari, il motore

idraulico dell’assale anteriore,

arrivando ad angolo zero e

30

31


FENDT

In cabina cambia

tutto. Debutta

anche sui 700 Vario

l’interfaccia FendtOne

con nuova consolle

di guida e fino a tre

display digitali (due

di serie su piantone

e bracciolo) per

l’impostazione di

guida e il controllo

delle funzioni smart e

intelligenti.

non trasferendo più coppia,

viene disattivato automaticamente

evitando perdite di trascinamento.

L’azionamento indipendente

dei due assali viene inoltre

sfruttato per migliorare la manovrabilità

del trattore in curva:

sovralimentando la trazione

anteriore le ruote con funzione

sia motrice che direttrice ‘trascinano’

il mezzo attivamente,

aumentandone la sterzata. Tale

effetto, battezzato dagli ingegneri

‘pull-in turn’,

consente di ridurre il

raggio di svolta del 10

per cento. Tra i plus di

questa driveline anche

il cosiddetto principio

‘hight torque, low engine

speed’.

Tutti i componenti,

dal motore, agli ingranaggi,

all’impianto

idraulico, sono stati

progettati per raggiungere

una coppia elevata

anche ai bassi regimi,

risparmiando in carburante

e usura. Ecco che il picco di

coppia (1.450 Nm sul modello

di punta) lo si tocca a 1.300 giri

con un regime nominale di soli

1.700 giri, ed è possibile raggiungere

i 40 km/h già a 950

giri al minuto.

Segue la stessa logica il

sistema di ventilazione e raffreddamento

Concentric Air

System (CAS) anch’esso già

montato sui 1000 Vario, progettato

per garantire ingombri

ridotti, bassi regimi del motore

ed efficienza nei consumi.

Solo quando serve

Azionato da un motore idraulico,

è infatti disaccoppiato dal

regime del motore ed è controllato

in maniera flessibile

sulla base della quantità reale

d’aria che serve. A detta dei

progettisti il gruppo assorbe

fino al 40% di potenza di azionamento

in meno rispetto ai

sistemi tradizionali, regalando

più cavalli per la trazione in

campo o su strada. Il diametro

di soli 56 centimetri della ventola

garantisce inoltre un cofano

più snello e pulito che si traduce

in maggiore visibilità e in

un angolo di sterzo di 52 gradi.

La manovrabilità, così

come le dimensioni compatte

e il rapporto peso potenza, restano

dunque prerogative fondamentali

di questa gamma, la

cui stazza aumenta però sensibilmente

rispetto alla serie precedente.

Si passa infatti da un

peso a vuoto di 7.980 chili dei

700 Vario di sesta generazione

ai 9.200 chili della nuova serie.

Più lungo anche il passo, da

2.783 a 2.900 millimetri, così

come la lunghezza complessiva

che si assesta a 5.516 millimetri

contro i 5.240 della serie

precedente.

I modelli 726 e 728 Vario

montano di serie pneumatici

da 2.050 millimetri di diametro

mentre il 720, il 722 e il 724

sono a listino con coperture da

1.950 millimetri di diametro.

Per tutti è disponibile in optional

il sistema di controllo della

pressione VarioGrip completamente

integrato.

La sicurezza su strada con

rimorchio al seguito è garantita

da un freno a doppio circuito

e dai dispositivi Fendt Reaction

e Fendt Stability Control

(FSC), entrambi già collaudati

sulle gamme superiori. Al debutto

invece, anche se solo su

richiesta dal 2023, un nuovo sistema

di assistenza alla frenata

del rimorchio coadiuvato da un

sensore che misura la coppia

di spinta del trailer attraverso

il meccanismo di trasmissione.

In sostanza, se il trattore rileva

che il rimorchio spinge troppo

attiva il freno pneumatico di

quest’ultimo assicurando un

traino stabile e sicuro anche sui

terreni collinari.

L’impianto idraulico CCLS

prevede una pompa standard

da 165 litri al minuto o in optional

da 220 e una da 46 litri al

minuto per lo sterzo. Come da

matrice Fendt l’olio della trasmissione

è separato da quello

idraulico per evitare impurità ed

è possibile montare distributori

Flat-face coupling (FFC) completamente

esenti da perdite. Il

circuito offre fino a cinque attacchi

posteriori, due anteriori e

tre ventrali dedicati al caricatore

frontale. Il sollevatore posteriore

ha una capacità massima di

11.050 chili, mentre quello anteriore

arriva a 5.300 chili.

Anche categoria 4

In cabina (per la prima volta

disponibile con sistema di filtraggio

aria cat. 4) come già

avvenuto per le gamme 300,

900 e 1000 Vario la grande

rivoluzione è l’interfaccia

FendtOne in cui spiccano il

Joystick multifunzione impreziosito

con più tasti, tra cui due

comandi proporzionali per il

controllo dei distributori e la

nuova leva 3L concepita come

joystick secondario in grado

di moltiplicare le possibilità di

governo della macchina, particolarmente

apprezzabile in

caso di lavoro con caricatore

frontale.

Di serie i due display digitali:

uno da 10 pollici sulla

colonna dello sterzo che funge

anche da cruscotto e uno

da 12 pollici touch screen sul

bracciolo, con la possibilità di

montarne un terzo, sempre da

12 pollici sul tettuccio. Tutte

le funzioni intelligenti possono

essere visualizzate a seconda

delle esigenze sulle caselle assegnabili

individualmente sui

terminali.

I nuovi 700 permettono infatti

di fare incetta dei sistemi

di precision farming, dalla

guida automatica con Fendt

Guide al pacchetto ‘Agronomia’

con Fendt Task Manager

e Fendt TaskDoc, passando

per il controllo macchina Isobus

con applicazioni Section

Control, Contour Assistant,

Fendt TI (Hedland e Turn Assistant)

e Variable Rate Control

(VRC).

Stefano Agnellini

32

33


TRACTOR JOHN OF DEERE THE YEAR

te innovazioni legate all’Agricoltura

4.0, i vari modelli

possono essere equipaggiati

con sistema ISOBUS opzionale

ed essere adattati successivamente

con il modulo

telematico JDLink per la

connessione alla piattaforma

John Deere Operations

Center. Le operazioni possono

essere digitalizzate

e pianificate con maggior

semplicità perché gli strumenti

di gestione flotta

avanzati sono offerti gratuitamente

con il trattore.

Un cervo tra

i filari

Svelati i nuovi specializzati John Deere 5G Stage V,

Quattro versioni con motori da 75, 91, 105 e 120

cavalli, nuova cabina e trasmissione PowrReverser

Un totale di 19 modelli,

inseriti all’interno

di una gamma ancora

più stratificata e versatile,

declinata nelle ormai classiche

configurazioni GV

(vigneto stretto), GN (vigneto),

GF (frutteto) e GL

(ribassata): John Deere ha

annunciato l’arrivo di nuove

versioni Stage V delle

Serie 5G di trattori specializzati

per vigneto e frutteto

nati dalla ormai consolidata

partnership con Carraro

Agritalia.

Tra le new entry spicca il

5115 per la serie di modelli

GF, GN e GV che erogano

una potenza massima fino a

120 cavalli grazie al motore

a quattro cilindri FPT da

3,6 litri. Mentre la serie GV

si arricchisce di due nuove

gamme di potenza: 105 cavalli

di potenza massima per

il modello 5105GV e 120 cavalli

per il modello 5115GV,

particolarmente adatti ai filari

più stretti.

Per tutte le versioni più

potenti da 91, 105 e 120 cavalli

il motore è l’FPT da 3,6

litri. Solo per i modelli da 75

cavalli rimane il 4 cilindri

FPT da 4 litri, ma anch’esso

già in versione Stage V.

Tra le nuove caratteristiche

più importanti per le

versioni con cabina e motore

da 3,6 litri figura senza

dubbio la trasmissione

Eco PowrReverser Hi-Lo,

che come si può capire dal

nome è dotata di inversore

elettroidraulico, due marce

sotto carico e permette

di procedere a 40 km/h con

un regime motore ridotto,

rendendo i trattori più effi-

cienti dal punto di vista dei

consumi di carburante e più

confortevoli da guidare. In

totale i rapporti sono 30 in

entrambi i sensi di marcia,

grazie a 5 marce, 3 gamme

e l’Hi-Lo.

Più spazio e luci a LED

La cabina è stata completamente

ridisegnata per

migliorare l’ergonomia e

offrire maggiore spazio

per le gambe. Il cofano, nonostante

i sistemi di post

trattamento delle emissioni

ha un’altezza significativamente

ridotta e offre una visibilità

ottimale nella parte

anteriore. Come optional

è poi disponibile un nuovo

impianto di luci a LED

che rende ancora

più agevole il

lavoro nelle

ore notturne.

Il sistema di filtraggio di

categoria IV, anche questo

disponibile in optional, è integrato

nel tetto della cabina

è il nuovo display digitale

da 5 pollici integrato nel

cruscotto, che evidenzia in

modo chiaro tutte le informazioni

importanti del veiin

modo da rendere agevole

l’operazione di sostituzione

dei filtri. Un’altra caratteristica

in evidenza dei più recenti

trattori della serie 5G

colo e permette di cambiare

le impostazioni del trattore

in modo semplice e intuitivo.

Nel solco delle più recen-

Sopra e a sinistra,

gli interni della

nuova cabina, più

spaziosa, con la

leva delle marce

integrata nella

plancia destra

e il joystick per

i distributori

elettroidraulici.

Qui a fianco, il

modello GN con

larghezze esterne

da 1,25 a 1,8 metri.

Sotto e nella foto

grande al lavoro, la

versione più larga

GF, disponibile

con larghezze che

vanno da 1,3 a 1,9

metri.

Più facili da guidare

Per gestire in modo ancora

più efficace il lavoro su

pendii ripidi e filari stretti,

i trattori possono inoltre

essere dotati di alcune funzionalità

esclusive come il

Dynamic Steering e l’AutoClutch.

Il Dynamic Steering

è un dispositivo che fa

cambiare automaticamente

la resistenza alla sterzata

al variare della velocità di

avanzamento.

In pratica, alle velocità

più basse lo sforzo di sterzata

richiesto risulta significativamente

ridotto, soprattutto

durante le svolte

strette, mentre alla velocità

di trasporto, durante la guida

su strada, la coppia di sterzo

è più elevata. Condizioni

che migliorano il comfort

dell’operatore e il controllo

del trattore.

La funzione AutoClutch è

invece utile quando si effettuano

le manovre sui pendii,

poiché la frizione viene innestata

semplicemente con il

pedale del freno.

La nuova serie 5G comprende

anche versioni senza

cabina o con una cabina a

profilo ribassato per adattarsi

a quei frutteti coltivati a

pergola.

Il nuovo modello GL da

105 cavalli ha invece una

struttura ribassata per fornire

una maggiore versatilità e

possibilità di impiego anche

in zone collinari, e grazie

alle maggiori dimensioni e

a un sedile più largo offre

anche un comfort di guida

superiore. Sergio Bolis

34

35


TRACTOR LOVOL OF THE YEAR

Qui a fianco, il Lovol

P5000, chiaramente

derivato

dall’omonimo

modello lanciato

in Italia col brand

Arbos. Sotto, i più

piccoli 504 e 754

e, in basso, i più

potenti 1504 e 2024.

La Cina

si riavvicina

Dopo il turbolento biennio 2020-2021 che l’ha vista

protagonista della vicenda Goldoni-Arbos, tra concordati

liquidatori e cessioni, la Lovol è pronta a ritornare

Contro ogni aspettativa, la

Cina dei trattori è pronta

a tornare con prepotenza

nell’agone europeo del mercato

delle macchine agricole.

La tanto chiacchierata Lovol,

dopo aver ceduto Goldoni alla

belga Keestrack nel marzo

2021, starebbe infatti valutando

di tornare nel Vecchio

Continente, impegnandosi

attivamente sul mercato, partendo

proprio dalla ricerca dei

concessionari.

Ad aiutare nell’impresa ha

contribuito sicuramente anche

il nuovo assetto societario: l’azienda,

infatti, fa ora parte del

mega gruppo statale Weichai,

tra i più grandi colossi automotive

al mondo, che ne ha rilevato

il 60% all’inizio del 2021,

cambiandone anche il nome,

che ora è diventato Weichai

Lovol Heavy Industry.

Un mega gruppo dalla fortissima

vocazione internazionale,

che ha stretto numerosi

accordi con partner

occidentali, come dimostrato

per esempio

dallo sviluppo con

Bosch di

uno dei

motori

più performanti

in circolazione, in

grado di raggiungere il 50%

di efficienza (un valore senza

precedenti).

Ora si punta sulla qualità

Le strategie che vedono il ritorno

del colosso trattoristico

cinese in Europa, tra l’altro,

sono supportate da investimenti

fiume da parte del Governo

cinese che, come le

recenti cronache hanno dimostrato,

intende farla da

padrone non più solo sul lato

manifatturiero ‘quantitativo’

ma anche dal punto di visto

dell’innovazione ingegneristica

e digitale (‘qualitativa’).

Emblematico l’intento

emerso negli ultimi Congressi

Nazionali del Popolo, organizzati

dal Partito Comunista

Cinese, ovvero quello di raggiungere

la leadership tecnologica

su tutti i mercati entro

il centenario della fondazione

della Repubblica Popolare Cinese

da Mao Zedong, che cadrà

nel 2049.

Tra i campi di interesse

spicca anche quello della

meccanizzazione agricola, per

cui le istituzioni del Dragone

hanno previsto nuove misure,

come l’eliminazione del tetto

massimo negli investimenti

in Ricerca & Sviluppo. Il che

tradotto, essendo la Weichai

(di cui la Lovol Heavy Industry

fa parte) sostanzialmente

un’azienda parastatale, significa

un profluvio di quattrini

Ci sono i ‘derivati’ Arbos

Tra le gamme spiccano

anche i trattori con livrea

verde acqua P5000, ribransenza

precedenti.

Ma quello che gli strateghi

di Weichai stanno pianificando

per la Lovol non è affatto

un salto nel buio. L’azienda

con sede a Weifang ha infatti

dimostrato a più riprese di essere

un attore di primo piano

nel campo della meccanizzazione

agricola, mettendo a

segno nel 2020 un fatturato

da capogiro, di ben 74,36 miliardi

di RMB per un valore,

al cambio attuale, di oltre 1

miliardo di euro. A livello di

vendite, Lovol detiene il titolo

di primo esportatore cinese di

trattori da oltre 16 anni, e di

20 anni per il segmento delle

mietitrebbie. Cifre che, combinate

ad una rete commerciale

che può contare su oltre

3.000 rivenditori in grado di

esportare in oltre 120 paesi

(in tutti e cinque i continenti),

l’hanno fatta arrivare al 74esimo

posto nella lista dei brand

cinesi di maggior valore.

Divisi sostanzialmente in

due macrocategorie, ovvero

con motorizzazioni conformi

alla normativa Stage V

e non conformi, i trattori di

Lovol spaziano dai 25 cavalli

dell’E254 (caratterizzato

da un curioso tettuccio curvo

sopra la postazione di guida)

ai 50 cv degli specializzati

B504 (affiancati dagli E354 e

dai più potenti B754), fino ad

arrivare agli oltre 200 cv della

gamma R2004 in livrea blu,

con motorizzazione cinese (un

Shangchai SC7H210.3G2,

ante Stage V).

dizzati direttamente da modelli

Arbos, di cui seguono specifiche

e design. Sotto al cofano,

a parte il top di gamma P5140

dedicato al mercato cinese che

monta un motore Stage III A

WeichaiWP6 da 140 cavalli,

gli altri tre modelli - P5110,

P5115 e P5130 – portano in

dote sistemi propulsivi Doosan

Stage V. E forse, considerate

le caratteristiche, potrebbero

essere proprio questi

ultimi tre trattori i candidati

più appetibili per il ritorno in

pompa magna nel mercato europeo.

Modelli a cui il Lovol

P2404-7V potrebbe fare da

sparring partner d’eccezione:

si tratta infatti dell’ex Arbos

P7000, ora con una livrea totalmente

rivisitata e una nuova

trasmissione a variazione

continua CVT, di fatto la prima

di questo tipo interamente

progettata in Cina. A testimonianza

del fatto il Dragone, in

fatto di innovazioni, inizia a

fare dannatamente sul serio.

36

37


TRACTOR LANDINI OF THE YEAR

Un utility

per tutti i gusti

Dalla Casa di Fabbrico arriva una nuova gamma che, oltre

alla motorizzazione Stage V porta in dote anche l’idraulica

a circuito chiuso. Con cabina e assali che sono sospesi.

Poco dopo aver sfoggiato

le sue ultime novità

legate al mondo degli

specializzati in quel di Enovitis

in campo 2022, Landini

non lascia passare nemmeno

una decina di giorni che è già

pronta ad annunciare un’altra

new entry. Si tratta

delle Serie 6H T-Tronic,

trattoreiutility

pensati per

le attività da

campo aperto,

di fienagione

e per i tipici

impieghi

aziendali che porta con

sé una nutrita schiera di dotazioni

tecnologiche, dalla

guida satellitare di ultima generazione,

al sistema idraulico

a circuito chiuso, in grado

di migliorare la produttività

soprattutto se abbinato ai sollevatori

frontali.

Da 120 a 130 cavalli

La gamma è articolata in

due modelli, il 6-125H e il

6-135H. Entrambi con passo

di 2.420 mm e altezza massima

di 2.623 mm (misurata

con pneumatici 380/70R24

- 480/70R34), sotto il cofano

portano in dote

un propulsore 4 cilindri

FPT F36 da 3.6

litri e 16 valvole,

emissionato Stage

V, con sistema di

trattamento dei gas

di scarico DOC-DPF-SCR.

Le due versioni si differenziano

per la potenza,

che è di 119 cv per

il 6-125H, e di

127 cv per

il 6-135H.

Per entrambi

il

regime

nominale viene

raggiunto

a 2.200 giri/

min, mentre

quello di potenza

massi-

la nuova serie di

utility Landini è

composta dai due

modelli 6H T-Tronic

con 119 e 127 cavalli

di potenza. La

trasmissione ha 36

rapporti in avanti

e 12 in retro, con 3

marce innestabili

sotto carico.

ma leggermente più in basso,

a 1900 giri/min. La coppia

massima, invece, in

tutti e due i modelli

raggiunge

i 518Nm a

1.300 giri/

minuto, con

il serbatoio

del carburante

di 170 litri.

Mentre il raggio

di sterzata

arriva a misurare

4.400

mm (misura-

to con gli stessi pneumatici

utili al calcolo dell’altezza),

il peso massimo ammissibile

varia in base al tipo di assale

frontale scelto: è di 8.500

kg in caso questo sia largo,

mentre di 8.000 quando viene

scelto quello stretto.

Tre marce sotto carico

La trasmissione, dal canto

suo, sfrutta il sistema HML

(tre marce sotto carico) con

inversore idraulico (Reverse

Powershuttle con modulazione

d’innesto) e ha 36 rapporti

in avanti e 12 in retro che,

con l’ausilio del superriduttore

diventano 48 e 16, con

una velocità minima di 0,3

km/h. Senza invece è di 1,5

km/h.

Disponibile come optional

anche la funzionalità Parklock”,

ovvero un sistema di

freno con ingranaggio nella

trasmissione, per una maggiore

sicurezza quando il veicolo

non è in movimento. Sempre

dal punto di vista meccanico,

probabilmente la novità più

succosa è rappresentata dal

passaggio al già citato sistema

idraulico a circuito chiuso

(CCLS), in grado di gestire un

flusso di ben 110 litri/minuto

(sfruttabili appieno grazie al

sistema “Power Beyond”) e

38.5 litri dedicati allo sterzo.

È proprio questa soluzione

che, oltre a maggiore risparmio

di carburante e livelli di

rumorosità più bassi, permette

di raggiungere maggiori

prestazioni qualora si volesse

utilizzare il caricatore frontale

per spostare balle di fieno

o effettuare lavorazioni in

azienda. I litri di olio prelevabili

sono ben 34, più 10 extra

nel caso si decidesse di installare

un serbatoio aggiuntivo

(optional) per azionare rimorchi

ribaltabili.

I distributori posteriori posso

essere fino a tre e sono di

tipo meccanico: come optional

è possibile aggiungere

anche due distributori

elettronici. Quelli ventrali

invece sono due, il

che porta il conto totale

dei distributori a sette.

Presenti anche il

selettore di flusso che

raddoppia le uscite ed un regolatore

di flusso, per attrezzi

che richiedono portate specifiche.

La PTO posteriore è di

tipo elettroidraulico e ha quattro

velocità: 540 / 540E / 1000

/ 1000E con HML. In questo

caso, però, la velocità sincronizzata

al cambio è presente

solo come optional.

Il controllo del sollevatore

posteriore (con una capacità

massima di 6.000 kg con due

cilindri addizionali) è elettronico,

mentre l’attacco a tre

punti è a rotule fisse: opzionali

gli attacchi rapidi e i bracci

telescopici. Come optional è

disponibile anche il caricatore

frontale L30 e il sollevatore

anteriore, capace di alzare fino

a 2.250 chili, con presa di forza

anteriore.

La cabina a quattro montanti

è la Total View Slim

e poggia su sistema silent

block e due cilindri da 96mm

di corsa in grado di smorzare

le oscillazioni sul campo

e migliorare il comfort generale

dell’operatore (grazie

anche alla possibilità di

installare l’assale anteriore

sospeso con freni). La piena

visibilità è garantita dall’installazione

sotto al cofano dai

sistemi di post-trattamento: a

beneficiarne saranno soprattutto

le operazioni con caricatore

frontali, rese ancora

più versatili grazie all’installazione

di dieci nuovi fari led

da lavoro (2 frontali tetto, 4

posteriori tetto, 2 cofano, 2

maniglioni).

I due nuovi trattori saranno

inoltre dotati della guida

satellitare, grazie alla presenza

di un tris tecnologico all’avanguardia:

stiamo parlando

del Monitor touchscreen X25

da 8,4’’, dell’Antenna AGS-2

e del volante AES-35 che, insieme,

garantiscono una precisione

di lavoro di circa 2cm

all’interno dei tracciati stabiliti

all’interno della piattaforma

digitale. A dare un’ulteriore

mano contribuisce poi la

presenza del sistema Isobus,

che fa dialogare in maniera ottimale

il mezzo agricolo con i

mezzi che utilizza.

Diagnostica a distanza

In aiuto dei gestori delle flotte,

soprattutto per le aziende agricole

più grandi o per i contoterzisti,

arriva poi il Landini

Fleet & Remote Diagnostic

Management, con il quale è

possibile gestire il parco dei

macchinari, pianificando in

anticipo i parametri delle lavorazioni

e la telemetria del

mezzo, anche tramite l’utilizzo

della diagnostica da remoto

per gli aggiornamenti del software

di bordo. Dal canto loro,

riscaldamento e ventilazione

sono presenti di serie, mentre

il climatizzatore a controllo

manuale è presente solo come

optional. Così come l’infotainment,

articolato in radio

DAB mp3, con 2 altoparlanti,

bluetooth, aux-in e microfono

integrato. Stefano Eliseo

38

39


IMPRESSIONE

IN CAMPO

Fuori dal

gruppo

Una inedita colorazione

grigio metallizzata

caratterizza la nuova gamma

di trattori specializzati

Carraro Agricube Pro dell’era

Stage V. Il modello VL 10.5

in prova è il più potente

con 102 cavalli a 2.300

giri erogati dal 4 cilindri

da 2,8 litri FPT. In versione

full optional ha anche il

ponte anteriore sospeso e 4

distributori elettroidraulici

proporzionali.

SCHEDA TECNICA

VEICOLO PROVATO

Il Carraro Agricube Pro

10.5 VL in prova è costruito

nello stabilimento Carraro

Agritalia di Rovigo ed è

equipaggiato con pneumatici

BKT Agrimax 380/70 R28

posteriori e 280/70 R18

anteriori. Il modello provato

è allestito con 3 pompe

idrauliche da 60 l/min, 27 l/

min e 27 l/min, 4 distributori

posteriori elettroidraulici,

sollevatore anteriore e

posteriore a comando

elettronico, Pto anteriore,

Pto posteriore a 2 velocità

e sincronizzata, cabina con

aria condizionata, assale

anteriore sospeso.

DATI TECNICI

Motore FPT F28 Stage V

4 cilindri da 2,8 litri, 102

cv, 416 Nm. Trasmissione

meccanica con Hi-lo e

inversore idraulici. Capacità

massima Sollevatore

posteriore 2.600 kg,

anteriore 1.400 kg.

Peso 2.940 kg, peso

massimo consentito 4.400

kg. Passo 2.178 mm.

CONSUMO* l/h 20

AUTONOMIA 3 ore 48’

PREZZO/cv 1.017 euro

Col passaggio allo Stage V, che

ha imposto l’abbandono dei 3,4

litri FPT per le potenze superiori

ai 75 cavalli, Carraro ha totalmente

rivoluzionato la sua gamma di trattori,

diversificando la produzione per gli

Oem (Claas, John Deere, Massey Ferguson),

da quella a proprio marchio.

I nuovi modelli per Oem montano

ora il 4 cilindri FPT da 3,6 litri, dunque

‘maggiorato’, per raggiungere potenze

comprese tra 85 e 120 cavalli. La

nuova gamma a marchio ‘Tre Cavallini’,

rinominata Agricube Pro, adotta

invece un motore più piccolo, sempre

FPT a quattro cilindri, ma con cilindrata

di 2,8 litri e soltanto due tarature,

a 92 e 102 cavalli di potenza massima.

Per i propri clienti finali Carraro

punta così su modelli potenti ma compatti,

proposti solo nella versione con

tunnel centrale per ridurre l’altezza e

adattarsi alle esigenze di chi lavora

prevalentemente sotto chioma.

Il modello provato 10.5 VL è il

primo in assoluto a uscire dalle linee

produttive di Rovigo, una sorta di modello

dimostrativo ‘Full optional’ con

cabina, inversore idraulico, distributori

elettroidraulici, sollevatore elettronico

e ponte anteriore sospeso.

PREZZO EURO

103.730 Iva esclusa

* Desunto dalla scheda tecnica del

motore in potenza massima

SUSTAINABILITY INDEX

© Trattori 2022

CARRARO

AGRICUBE PRO

10.5 VL

Per lo Stage V Carraro sceglie il

downsizing e punta tutto sulla

compattezza. L’Agricube Pro

10.5 VL arriva a 102 cavalli di

potenza col nuovo 4 cilindri

FPT da 2,8 litri e mette Scr e

Dpf sotto al cofano

l+ l-

l Motore compatto e potente con sistema

di trattamento gas di scarico sottocofano

l Comandi distributori elettroidraulici e

sollevatore elettronico su consolle

di destra

l Inversore elettroidraulico al volante

l Sistema di sospensione dell’assale

anteriore

l Leva gamme poco intuitiva e in posizione

scomoda

l Selezione velocità Pdf tramite leva

manuale sul retro del trattore

l Il tunnel centrale permette di contenere

l’altezza del trattore ma a discapito

del comfort

DRIVELINE %

a a e e e 42,1

COMFORT E SICUREZZA

a a e e e 43,9

CARATTERISTICHE DEL VEICOLO

a d e e e 37

MOBILITY REVOLUTION TRACTOR

a a e e e 41,3

40

41


cv!

120!

110!

100!

90!

80!

70!

60!

50!

40!

IMPRESSIONE

IN CAMPO

F28

kgm!

49!

47!

45!

43!

41!

39!

37!

35!

33!

30!

31!

800! 1.400! 2.000! 2.600!

giri / minuto !

POTENZA CV! COPPIA KGM!

Il grafico, realizzato da Trattori, è disegnato

in modo che le curve di potenza e di

coppia si incontrino al regime di rotazione

in cui si rileva il minor consumo specifico:

150 grammi per cavallo ora a 1.500 giri.

MOTORE

Marca e sigla

FPT F28

Alesaggio/corsa mm 91/108

Cilindri/cc/valvole 4/2.810/8

Pot. massima cv/giri 102/2.300

Potenza specifica cv/litro 36,3

Coppia kgm/giri 42,3/1.500

Riserva di coppia % 32

Rapporto di compressione 17:1

Aspirazione

Turbo WG

Iniezione

Common rail

Massa kg 290

Massa specifica kg/litri 103,2

Rendimento 0,42

Cons. spec. min g/cvh/giri 150/1.500

Cons.pot. max litri/h 20

Cons.coppia max litri/h 18,2

Autonomia in pot. max ore 3,8

Indice sollecitazione 9,1

Emissioni

Stage V

INDICE DIESEL TRATTORI 7

L’Agricube Pro è

il primo trattore

agricolo a montare

il 4 cilindri Fpt F28.

Niente più orpelli tra

cabina e ruote, Doc,

Scr e Dpf sono tutti

in un unico modulo

posto sulla parte

superiore del motore.

Sotto, il cofano si

apre per permettere

il rabbocco del

serbatoio AdBlue,

pulire i radiatori e

sostituire il filtro

aria. I filtri dell’olio si

cambiano senza dover

smontare i fianchetti

laterali. In basso, il

sollevatore posteriore

e i 4 distributori.

A sinistra, l’assale

anteriore sospeso.

Doppia strategia

Motore FPT F36 da 3,6 litri per i modelli

costruiti per gli Oem(Claas, John Deere,

Massey Ferguson), FPT F28 da 2,8 litri

per i trattori commercializzati col proprio

marchio. Una distinzione netta che si

ripercuote anche sulle gamme. I trattori

Carraro saranno disponibili solo con

potenze di 75,92 e 102 cavalli (rispettivamente

per i modelli 8,5, 9.5 e 10.5) e non

ci saranno le versioni con piattaforma,

più alte e meno compatte. Cambia anche

design esteriore delle macchine, dato che

gli Agricube Pro di Carraro avranno tutto

il sistema di trattamento dei gas di scarico

posizionato sotto al cofano e non sul lato

anteriore destro come per la serie Agricube

TIIIB. In tutto le versioni degli Agricube

Pro saranno 6, suddivise per dimensioni e

pesi differenti. Tre ‘vigneti’ contraddistinti

dalle sigle V e VL con passo da 2.178 millimetri

più la versione ribassata VLB con

passo di 2.114 millimetri. La larghezza

minima è rispettivamente di 1.181, 1,436

e 1.336 millimetri. Passo più corto e larghezze

maggiori per le versioni ‘frutteto. I

modelli F e FL hanno passo di 2.154 millimetri

e larghezza minima rispettivamente

di 1.544 e 1.684 millimetri. Per il frutteto

basso FB il passo è di 2.105 millimetri e

la larghezza minima è di 1.532. V e VL

sono disponibili solo in versione cabinata,

F e FL anche con arco anteriore abbattibile,

mentre le versioni ribassate VLB e FB

sono commercializzate solo con arco di

protezione.

LA MECCANICA

Torna tutto sotto

Doc, Scr e Dpf sotto al

cofano e assale sospeso

La grande novità della nuova serie

Agricube Pro è il motore, che si

contraddistingue per le dimensioni

compatte, solo 2,8 litri, e per la densità

di potenza elevata, potendo raggiungere

in termini di prestazioni e coppia gli

stessi valori del precedente Fpt F34 da

3,4 litri, ma con emissioni conformi ai

parametri Stage V.

Perfetto quindi per le applicazioni

che richiedono elevate prestazioni e un

ingombro ridotto, come nel caso degli

specializzati, ha tutti i componenti del

sistema di post-trattamento dei gas di

scarico, e cioè il catalizzatore ossidante

Doc, la riduzione catalitica selettiva Scr

e il filtro antiparticolato Dpf racchiusi in

un unico modulo di forma appiattita che

trova posto sotto al cofano, senza incidere

su ingombri e visibilità. L’intervallo

di sostituzione dell’olio è di 600 ore, e

nonostante il cofano non si apra completamente,

tutti i punti di manutenzione

ordinaria sono facilmente raggiungibili

senza dover necessariamente smontare i

fianchetti laterali.

Sull’Agricube Pro 10.5 VL il piccolo

4 cilindri torinese è dotato di turbocompressore

con valvola Wastgate e common

rail da 1.800 bar per una potenza

massima di 102 cavalli che si raggiunge

a 2.300 giri e valori di coppia massima

che si attestano sul notevole picco di 415

Newtonmetri a 1.500 giri.

La trasmissione è la classica Carraro

dotata di Hi-lo e inversore elettroidraulici

che agiscono su un cambio meccanico

a 4 rapporti sincronizzati e 3 gamme lente/medie/veloci

per un totale di 24 rapporti

in avanti e 12 retro. Il pulsante per

cambiare la marcia sotto carico è sulla

leva del cambio che rimane la stessa delle

versioni precedenti.

La trazione sulle 4 ruote si innesta

automaticamente grazie a un sensore

angolare di sterzata posto sull’assale

anteriore che è impreziosito da un sistema

di sospensioni costituito da due

pistoni idraulici con escursione di 80

millimetri. Ne giova il comfort ovvia-

mente, ma anche la sicurezza e l’aderenza.

Dalla cabina è anche possibile

variare l’altezza della sospensione

adattandosi così al lavoro che si deve

compiere e facilitando le operazioni di

attacco e stacco delle attrezzature anteriori.

Tre pompe separate

L ‘impianto idraulico è costituito da

tre pompe con circuiti separati, ciascuno

col proprio filtro posto sul lato

sinistro del motore per una facile manutenzione.

La pompa principale da 60

l/min è dedicata ai quattro distributori

elettroidraulici posteriori compensati e

proporzionali, due pompe da 27 l/min

ciascuna sono per il sollevatore e l’idroguida.

42

43


IMPRESSIONE

IN CAMPO

CARRO

Struttura portante costituita dal supporto in

ghisa dell’assale anteriore a cui è staffato

il basamento del motore e, a seguire, la

scatola della frizione e quella del cambio/

differenziale.

TRASMISSIONE

Cambio meccanico a ingranaggi con profilo

elicoidale con frizione multidisco a

bagno d’olio. Cambio con 4 rapporti sincronizzati

per le marce e 3 gamme lente/

medie/veloci. Hi-lo e inversore elettroidraulici

per un totale di 24 marce in avanti

e 12 in retro, a partire dalla velocità minima

di 0,5 chilometri orari fino alla velocità

massima di 40. Pulsante de-clutch sulla

leva del cambio per cambiare marcia senza

premere il pedale della frizione.

TRAZIONE

Quattro ruote motrici con assale anteriore

sospeso a innesto elettroidraulico

e differenziale a slittamento limitato.

L’angolo di sterzo è di 55 gradi. Blocco

differenziale posteriore meccanico con

innesto elettroidraulico.

IMPIANTO IDRAULICO

Tripla pompa da 60 litri al minuto per i distributori

idraulici, 27 l/min per il sollevatore

e da 27 l/min per lo sterzo. Quattro

distributori elettroidraulici posteriori compensati

e proporzionali. La capacità massima

del sollevatore posteriore a controllo

elettronico è di 2.600 chili. I comandi alza

e abbassa sono replicati sul parafango posteriore.

STERZO

Di tipo idrostatico.

FRENI

Multidisco in bagno d’olio con azione

meccanica e idraulica integrata.

PRESA DI FORZA

Posteriore a innesto elettroidraulico a due

velocità: 540 e 540Eco e sincronizzata

al cambio. Frizione indipendente a disco

secco da 12”.

Qui a fianco, il

posto guida con

sedile a sospensione

pneumatica. Più a

sinistra, la lunga

leva per il cambio

delle marce. Sotto,

l’inversore idraulico al

volante e la consolle

di destra con Joystick

e comandi finger

tips per il controllo

dei distributori

elettroidraulici e i

comandi elettronici del

sollevatore. Qui sotto,

il volante e l’ampio

accesso alla cabina.

Metro e bilancia

Lunghezza mm 3.980

Larghezza mm 1.500

Altezza massima cabina mm 2.396

Passo mm 2.178

Luca da terra mm 210

Capacità soll.post kg 2.600

Peso kg 2.940

Serbatoio gasolio l 75

Serbatoio AdBlue l 10

Due distributori sono comandati tramite

un joystick proporzionale a due assi,

gli altri due tramite comode levette finger

tips. Ottima scelta non comune su trattori

di questa categoria.

Anche il sollevatore, che ha una capacità

massima di sollevamento di 2.600

chili, è gestito elettronicamente, e può

avvalersi, in optional, delle funzioni ‘Deport’

e del controllo elettroidraulico delle

parallele. Altro optional quasi irrinunciabile

in vigneto è il sollevatore anteriore,

qui abbinato alla presa di forza da 1.000

giri, con una capacità di sollevamento di

1.500 chili. La presa di forza, che funziona

alle due velocità 540 e 540Eco oppure

sincronizzata all’avanzamento, si innesta

elettroidraulicamente con frizione multidisco

in bagno d’olio

LA CABINA

Tutto più semplice

Meno leve e più spazio coi

comandi elettronici

Sospesa su silent block e facilmente

accessibile attraverso un’ampia

portiera vetrata, la cabina dell’Agricube

Pro VL offre un comfort più che

accettabile, soprattutto in questa versione

accessoriata con sedile a sospensione

pneumatica e aria condizionata. Ovviamente

il tunnel centrale crea un po’ di

intralcio, considerato anche che la larghezza

della cabina è di soli 1.040 millimetri,

ma lo spazio per muovere i piedi

non manca e l’altezza del trattore viene

così mantenuta al di sotto dei 2 metri e

40 centimetri.

A migliorare l’ergonomia è la consolle

sul lato destro, dove sono alloggiati tutti i

comandi principali. In posizione avanzata

ci sono il joystick proporzionale a due

assi (che comanda due distributori) e i

comandi finger tips per gli altri due distributori

elettroidraulici, proprio a portata di

dita. Poi i due pulsanti per alzare e abbassare

il sollevatore e innestare la presa di

forza. Subito dietro i comandi elettronici

dei sollevatori anteriore e posteriore.

È presente anche l’acceleratore elettronico

ed è possibile settare due regimi

di lavoro motore richiamabili con

la semplice pressione di un bottone per

semplificare le attività di lavoro e le

svolte di fine campo.

Anche sulla sinistra lo spazio è ben

organizzato, con solo la leva per selezionare

la modalità di funzionamento della

presa di forza, e un utile vano portabottiglie

oltre a una vaschetta portaoggetti.

Su misura per l’azienda media

In definitiva l’Agricube Pro VL 10.5 è

uno specializzato di concezione classica,

di facile utilizzo, con una tecnologia

affidabile e ampie possibilità di personalizzazione

che si adatta egregiamente

a un’ampia platea di medie aziende che

cercano un trattore compatto per impieghi

sottochioma ma allo stesso tempo

abbastanza potente, in grado di azionare

una vasta gamma di attrezzature portate

che necessitano di un adeguato impianto

idraulico.

44

45


PROVA

IN CAMPO

Esame

di maturità

L’autolivellante Fendt 5275 C SL è

progettata per il lavoro in collina

coniugando ottime prestazioni, versatilità

d’impiego ed affidabilità. La macchina in

prova è equipaggiata con barra di taglio

Cressoni CRX da 6 metri ripieghevole.

SCHEDA TECNICA

MACCHINA PROVATA

La Fendt 5275 C SL è

costruita nello stabilimento

Agco di Breganze (Vicenza)

ed allestita con pneumatici

Trelleborg 650/75 R32

anteriori e 460/70 R24

posteriori. Il modello in

prova è equipaggiato con

una testata Cressoni CRX

da 6 metri di larghezza

ripieghevole per la

circolazione su strada. La

configurazione comprende

trinciapaglia a 52 coltelli,

cabina Skyline con

climatizzatore automatico

e frigo sotto il sedile del

passeggero, più telecamera

supplementare visualizzabile

sul terminale touchscreen

Vario da 10,4 pollici.

DATI TECNICI

Motore Agco Power 74HD

Stage V 6 cilindri da 7,4 litri,

306 cavalli e 1280 Nm.

Trasmissione con

cambio meccanico a

quattro marce e trazione

idrostatica integrale.

Battitore da 600 millimetri

di diametro con sistema

Multi Crop Separator,

cinque scuotipaglia, crivelli

a regolazione elettrica,

serbatoio della granella

da 8.600 litri e velocità

di scarico di 105 litri al

secondo. Peso macchina

base 15.200 kg.

PREZZO EURO

390.680 Iva esclusa

Annunciata in anteprima nel 2020

e introdotta sul mercato a partire

dalla campagna 2021, la mietitrebbia

Fendt 5275 C SL costituisce l’unica

discendente (assieme alla gemella

in casacca Massey Ferguson denominata

MF Beta 7360 AL4) della gloriosa stirpe

di autolivellanti Laverda che per decenni

è stata protagonista del comparto delle

macchine da collina. Un’eredità pesante,

anzi pesantissima in considerazione del

particolare affetto di cui godeva lo storico

marchio vicentino.

L’ultimissimo esemplare del brand

Laverda che sulla linea del tempo precede

la nuova Fendt 5275 C SL risponde

al nome di AL Quattro Evo, un modello

apprezzato da agricoltori e contoterzisti

da cui derivano molte caratteristiche della

star del nostro test. Per contestualizzare

correttamente l’operatrice in prova è importante

precisare anche un paio di elementi

relativi alla sua sigla: la lettera ‘C’

indica infatti il legame con l’omonima serie

di mietitrebbie da pianura di cui vanta

la stessa cabina e la medesima postazione

di guida (sebbene la scocca sia quella

della più compatta gamma ‘L’), mentre le

ultime due lettere ‘SL’ stanno per Super

Level ossia il nome commerciale del sistema

di massima compensazione della

pendenza. Abbiamo avuto la possibilità

di lavorare con la nuova Fendt 5275 C

SL nell’entroterra marchigiano durante

la raccolta sia di cereali che di leguminose

da granella, analizzandone molteplici

aspetti in variabili condizioni.

© Trattori 2022

FENDT

5275

C SL

Severo banco di prova sulle

colline marchigiane per

l’autolivellante Fendt, che mette

in risalto tutte le virtù di una

macchina frutto del perfetto

connubio tra il know-how Laverda

e le moderne tecnologie Agco

l+ l-

l Ottima capacità produttiva e

apprezzabile qualità in termini di

pulizia ed integrità della granella

l L’apparato di compensazione della

pendenza risulta armonioso

l Cabina confortevole, silenziosa e

contraddistinta da buona visibilità

l Buona accessibilità per le operazioni di

manutenzione ordinaria

l Ridotta capacità di livellamento in

fase di discesa

l Non impeccabile il sistema di gestione

della trasmissione e il controllo delle

inversioni di marcia

l Disposizione non propriamente intuitiva

dei comandi sulla leva multifunzione

l Sbalzo posteriore del tubo di

scarico della granella

46

47


PROVA

IN CAMPO

TRASMISSIONE

E TRAZIONE

Cambio meccanico a quattro marce montato

a livello dell’assale anteriore. Trazione

integrale idrostatica. Le ruote direzionali

posteriori sono azionate in modo indipendente

tramite un apposito motore idraulico

installato su ognuna. Su strada velocità

massima di 30 chilometri orari.

Il vano motore

collocato dietro

al serbatoio

della granella è

raggiungibile tramite

una pratica scaletta in

alluminio, utilizzabile

anche per accedere

in altre zone della

macchina come ad

esempio il gruppo

laterale di cinghie. Il

sistema di livellamento

è caratterizzato

da quattro robusti

pistoni montati in

corrispondenza di

ciascuna ruota. Nella

foto sotto, il dettaglio

della parte terminale

della marmitta.

Diritto d’autore

L’autolivellante Fendt 5275 C SL protagonista

della nostra prova è abbinata a una barra

Cressoni CRX con larghezza di taglio di 6 metri.

Tale piattaforma realizzata dal costruttore di

Volta Mantovana è caratterizzata da due unità

collegate a un sistema di ripiegamento che riduce

l’ingombro complessivo della testata per i

trasferimenti stradali a soli 3,35 metri (inferiore

alla carreggiata della stessa mietitrebbia) senza

rilevanti problemi di visibilità. Ciò consente di

evitare le improduttive operazioni di sgancio e

rimontaggio, con ovvi vantaggi in termini di tempo.

Il congegno è stato progettato in modo che

lo spostamento dei due gruppi avvenga senza

provocare sbilanciamenti rispetto al corpo della

mietitrebbia; i movimenti di chiusura e riapertura

sono automatizzati tramite un’apposita centralina

di controllo azionabile da una semplice

interfaccia installata in cabina. La barra Cressoni

CRX è sviluppata come soluzione universale

per essere montata su tutte le principali mietitrebbie

disponibili sul mercato e i parametri di

funzionamento (come ad esempio l’altezza di

taglio, l’inclinazione e la reattività rispetto al profilo

del terreno, nonché il regime e la posizione

dell’aspo idraulico) sono gestiti direttamente

dalla consolle comandi di ciascuna macchina

su cui si trova installata. L’intelligente architettura

e i componenti di qualità garantiscono ottime

prestazioni in qualsiasi condizione, anche

con coltivazioni allettate o elevata presenza di

erbe infestanti. In base alle esigenze, Cressoni

realizza diversi modelli di piattaforme CRX con

larghezze fino a 7,20 metri e soluzioni tecniche

specifiche per particolari colture.

APPARATO TREBBIANTE

Gruppo Multi Crop Separator (MCS) a tre

elementi con larghezza di 1.340 millimetri:

battitore da 600 millimetri di diametro, rullo

acceleratore mediano da 380 millimetri

e tamburo separatore supplementare da

600 millimetri. Il battitore presenta 8 barre

di appesantimento; regime di rotazione da

380 a 1.100 giri al minuto. Angolo di avvolgimento

controbattitore di 106 gradi.

LA MECCANICA

Forte personalità

La sostanza che serve

quando il gioco si fa duro

La mietitrebbia monta un motore sei

cilindri Agco Power Stage V da

7,4 litri, accreditato di una potenza

massima di 306 cavalli. In campo il

propulsore ha fornito una prestazione

decisamente brillante, non mostrando

mai nessuna esitazione in occasione

delle salite più impegnative. L’autolivellante

è allestita con una piattaforma di

taglio Cressoni CRX da 6 metri di larghezza,

ma le potenzialità della Fendt

5275 C SL permettono di adottare anche

barre di dimensioni maggiori. Il gruppo

di aspirazione, il pacchetto di radiatori,

l’impianto idraulico e i bocchettoni dei

serbatoi del gasolio e AdBlue sono posizionati

in modo razionale per facilitare

le operazioni di manutenzione e rifornimento.

La trasmissione è caratterizzata

da un cambio meccanico a quattro marce

collegato a un circuito idrostatico con sistema

di trazione integrale.

L’apparato di livellamento consente

di compensare pendenze massime trasversali

del 38 per cento, longitudinali in

salita del 35 per cento e in discesa dell’8

per cento. Nell’arco dell’intera prova la

macchina ha dimostrato disinvoltura e caparbietà

su qualsiasi pendio trasmettendo

una sensazione di totale affidabilità. I pistoni

idraulici responsabili della giusta

inclinazione rispetto al profilo del terreno

e quindi della costante orizzontalità degli

organi di lavoro, sono azionati mediante

valvole proporzionali controllate da un’evoluta

centralina elettronica; i movimenti

risultano progressivi e armoniosi, quasi

impercettibili dal posto di guida. I freni

a disco installati direttamente sui riduttori

garantiscono un’adeguata sicurezza in

tutte le situazioni.

Il sistema MCS c’è e si sente

L’apparato trebbiante è contraddistinto

dal gruppo Multi Crop Separator (MCS)

che prevede un battitore principale da

600 millimetri di diametro e 1.340 di larghezza,

più rullo acceleratore e tamburo

separatore supplementare. Tale sistema

permette di aumentare la produttività e

di adattare con versatilità l’operatrice a

una vasta gamma di colture e condizioni

ambientali; a seconda delle esigenze (ad

esempio per ottimizzare la qualità del

sottoprodotto paglia) è possibile escludere

l’attività del tamburo separatore supplementare

spostando la propria griglia

tramite un apposito comando elettrico. Il

battitore può lavorare in un range compreso

tra un minimo di 380 giri al minuto

a un massimo di 1.100; il controbattitore

presenta un angolo di avvolgimento pari

a 106 gradi e può essere ordinato a richiesta

nella versione modulare a sezioni.

Il gruppo MCS è seguito dai cinque

scuotipaglia, caratterizzati da una lunghezza

di 4,3 metri e da una conformazione

a quattro gradini. La granella residua

passa sul piano preparatore a cinque

48

49


PROVA

IN CAMPO

SISTEMA DI SEPARAZIONE

E PULIZIA

Cinque scuotipaglia da 4,3 metri di lunghezza,

caratterizzati da 4 gradini con

un’altezza di 210 millimetri. Piano preparatore

a cinque sezioni e vagli ad alta

capacità (HC). Area utile complessiva dei

crivelli pari a 4,67 metri quadrati. Ventilatore

elettrico da 270 a 1.050 giri al minuto.

La consolle comandi

è caratterizzata dal

terminale Fendt Vario da

10,4 pollici; la posizione

di tale unità può essere

regolata dall’operatore

in base alle proprie

preferenze. Apprezzabile

la particolare

conformazione del

joystick, un po’ meno

la concentrazione di

pulsanti. Nella foto

sotto, il dettaglio

dell’interfaccia ausiliare

dedicata al sistema

di ripiegamento della

testata Cressoni.

Metro e bilancia

Lunghezza senza barra mm 9.130

Larghezza senza barra mm 3.950

Peso macchina base kg 15.200

Altezza mm 4.300

Livellamento trasversale 38%

Livellamento longitudinale salita 35%

Livellamento longitudinale discesa 8%

Serbatoio gasolio / AdBlue l 620 / 80

Serbatoio granella l 8600%

Lung. tubo scarico granella mm 5.000

Alt. max scarico granella mm 4.700

SERBATOIO GRANELLA

E TUBO DI SCARICO

Capacità di stoccaggio temporaneo di

8.600 litri, sistema di apertura superiore

elettrico, scaletta interna per operazioni

di ispezione e pulizia, più lunotto in corrispondenza

della cabina e bocchettone

laterale per prelievo campioni. Tubo di

scarico della granella da 5,0 metri di lunghezza;

altezza massima di 4,7 metri e

velocità di 105 litri al secondo.

sezioni e successivamente all’apparato

di pulizia dotato di serie dei vagli ad alta

capacità (HC) aventi un’area utile complessiva

di 4,67 metri quadrati, più ventilatore

radiale elettrico. Il crivello superiore

dispone di un’estensione regolabile in

modo indipendente.

Il recupero viene rimandato al battitore

attraverso un’apertura conica che distribuisce

il prodotto con omogeneità sull’intera

larghezza di lavoro. Tutti i parametri

di funzionamento dell’apparato trebbiante,

di separazione e di pulizia sono monitorabili

e gestibili dal computer di bordo;

l’interfaccia offre una rappresentazione

schematizzata dei vari organi e consente

di visualizzare i dati dei sensori di perdita,

nonché di impostare la loro sensibilità

in base alle preferenze.

Il serbatoio della granella vanta una

capacità di 8.600 litri, che in funzione del

peso specifico del raccolto si può tradurre

in un carico massimo di circa 70 quintali.

Il relativo tubo di scarico garantisce un

rapido ed agevole trasferimento su carri

o camion grazie a una velocità pari a 105

litri al secondo, una lunghezza di 5 metri

e un’altezza fino 4,7 metri.

La mietitrebbia Fendt 5275 C SL è

equipaggiata con un trinciapaglia a 52

coltelli, inseribile in pochi secondi agendo

su un’unica leva posizionata sul lato

destro. L’esemplare in prova presenta deflettori

per lo spandimento della paglia a

regolazione manuale, ma come optional è

disponibile anche un sistema di controllo

elettrico di tali elementi governabile dal

posto di guida.

LA CABINA

Eredità di famiglia

Sale in cattedra la collaudata

tecnologia Fendt

La cabina Skyline è impreziosita da una

consolle integrata al bracciolo destro

del sedile in linea con gli standard stilistici

della Casa di Marktoberdorf. Il display è

costituito dal collaudatissimo terminale touchscreen

Vario da 10,4 pollici: il moderno

software permette una navigazione semplice

ed intuitiva tra le varie schermate, compresa

quella dedicata alla telecamera ausiliare.

A richiesta è possibile implementare diverse

soluzioni di smart farming, tra cui il pacchetto

di gestione dati Fendt Connect e il sistema

di misurazione dell’umidità e della resa in

tempo reale più relativa mappatura.

Il joystick multifunzione concentra in sé

i comandi per l’avanzamento, la barra e il

tubo di scarico della granella; un po’ discutibile

la disposizione particolarmente ravvicinata

di pulsanti per funzioni differenti. La

cabina è provvista di un efficiente climatizzatore

automatico e di un pratico vano frigo

posto sotto il sedile del passeggero; apprezzabile

anche la geometria del lunotto posteriore

per osservare l’interno del serbatoio

della granella.

L’impianto di illuminazione può essere

configurato a seconda delle necessità; nella

versione in prova era arricchito con fari supplementari

previsti sia per la presenza della

piattaforma pieghevole che per migliorare il

controllo di specifiche aree.

50


CLAAS

Le prime

della classe

La Casa di Harsewinkel ha svelato gli

aggiornamenti 2023 delle mietitrebbie

Lexion. Riflettori puntanti sul lancio di nuovi

modelli e sull’introduzione di un’evoluta

cabina; importanti upgrade anche in termini

di potenza e tecnologia

In occasione del Summer

Innovations Press Event

che si è svolto nelle giornate

del 10 e 11 agosto nella

campagna tedesca a nord di

Amburgo, Claas ha presentato

in anteprima alla stampa

europea tutte le novità sviluppate

e messe a punto dai

propri ingegneri per le molteplici

categorie di macchine.

Al centro della scena la grande

famiglia di mietitrebbie

Lexion, interessata dal più

corposo pacchetto di aggiornamenti.

Cavalli che crescono

Partendo dal vertice della

serie, ossia dal segmento di

operatrici dotate di sistema

APS SynFlow Hybrid con

Roto Plus e larghezza del

canale di lavoro pari a 1.700

millimetri, si segnala innanzitutto

l’introduzione del

nuovo modello Lexion 8600

equipaggiato con motore sei

cilindri Man D26 da 12,4 e

549 cavalli. Come le sorelle

maggiori (Lexion 8900, 8800

e 8700) con cui condivide il

piano più alto dell’offerta

A partire dal

2023, la Lexion

8600, potente

macchina ibrida

con una larghezza

di canale di 1.700

mm, insieme

alla Lexion

5500 Montana

e alla lexion

7700 Montana,

completeranno la

gamma Claas.

52

53


CLAAS

Le nuove

mietitrebbie

Lexion adottano

la moderna

generazione di

cabine introdotta

per la prima volta

sulla gamma

Trion. A sinistra,

l’ampio e razionale

abitacolo con due

monitor per il

controllo accurato

di tutte le funzioni

della macchina e

il trasferimento

dei dati. Sotto, la

veduta dall’alto

permette di

apprezzare il sedile

che può essere

ruotato di 30 gradi

su entrambi i lati

per una posizione

di seduta sempre

comoda ed

ergonomica.

Claas, anche la new entry

Lexion 8600 sarà disponibile

a partire dal 2023 sia

nella versione standard con

pneumatici sia nell’allestimento

cingolato Terra Trac

(rispettivamente con serbatoio

della granella da 12.500

e 13.500 litri). Per quanto

riguarda gli altri modelli di

punta, si registrano due significativi

upgrade di potenza:

la Lexion 8700 sale fino

625 cavalli mantenendo l’unità

Mercedes-Benz OM 473

LA, mentre la Lexion 8800

raggiunge quota 700 cavalli

passando al sei cilindri Man

D42 da 16,2 litri (lo stesso

hardware montato sulla top

di gamma Lexion 8900, su

cui è confermata la taratura

da 790 cavalli).

Salto di qualità

Tutte le nuove mietitrebbie

Lexion adottano la moderna

generazione di cabine introdotta

per la prima volta sulla

gamma Trion.

Il posto di guida più spazioso

è contraddistinto anche

da una migliore visibilità

garantita dalle maggiori superfici

vetrate, dai montanti

più sottili e dal design degli

specchietti retrovisori a sbalzo.

Per un superiore livello di

comfort, la struttura può essere

impreziosita con un sedile

opzionale in pelle corredato

di sistema di rotazione fino

30 gradi su entrambi i lati;

a richiesta anche il Dynamic

Steering che ottimizza la

sensibilità del volante nelle

fasi di manovra, un vano frigo

da 30 litri ed un evoluto

pacchetto multimediale con

subwoofer e microfono.

La consolle comandi è

caratterizzata dal joystick

CMotion; il terminale Cebis

con display ad alta risoluzione

da 12 pollici è installato

mediante un apposito supporto

in modo da poter essere

regolato indipendentemente

dalla posizione del bracciolo.

L’interfaccia offre tre aree di

visualizzazione principali e

consente di sfruttare tutte le

potenzialità del sistema Cemos

dotato di tre inedite funzioni

(implementate dal 2023

sia sulle Lexion che sulle

Trion). La prima consiste in

una nuova misurazione delle

perdite basata sulla comunicazione

in Cemos Dialog finalizzata

ad una calibrazione

più accurata dei sensori.

La seconda novità sul

software di bordo è rappresentata

dall’innovativo Cemos

Connect che permette di

trasferire i dati relativi alle

impostazioni operative da

una mietitrebbia a un’altra,

oppure a un dispositivo mobile

come uno smartphone

tramite l’applicazione Telematics.

La terza nuova funzione

è denominata Cemos

Auto Header ed è focalizzata

sulla gestione automatica dei

principali parametri della testata

di taglio e in particolare

dell’aspo, sulla base delle informazioni

rilevate in continuità

dal Field Scanner montato

sul tetto della cabina.

All’interno del posto di

guida può essere installato

anche il monitor supplementare

Cemis 1200, utile

di alimentazione segmentato,

progettato per migliorare

l’omogeneità di trasferimento

del prodotto dall’unità di

trebbiatura ai due rotori assiali.

Un aggiornamento che

riguarda l’intera serie Lexion

(quindi anche le gamme a

scuotipaglia Lexion 6000

e Lexion 5000) è costituito

dall’adozione di un perfezionato

sistema di inversione

del moto del gruppo barra

(fondamentale per risolvere

eventuali ingolfamenti del

canale) provvisto della funzione

di “ripartenza lenta”

per evitare inopportuni sovraccarichi.

Claas ha inoltre aumentato

il volume del serbatoio della

granella di alcuni modelli

Lexion e sviluppato per l’estremità

dei tubi di scarico

una nuova cuffia pivottante.

Tale elemento dispone di un

sistema di regolazione continua

dell’angolo per un controllo

più preciso del flusso

in uscita, più un flap di chiuad

esempio per controllare

costantemente il sistema di

guida automatizzata con Gps

Pilot.

Per fare la differenza

Per quanto riguarda gli organi

di lavoro, sui modelli

delle due gamme ibride Lexion

8000 e Lexion 7000 è

introdotto un nuovo tamburo

sura integrato che impedisce

le indesiderate fuoriuscite di

prodotto.

Due nuove Montana

La Casa di Harsewinkel ha

annunciato l’ampliamento

della propria offerta di mietitrebbie

da collina con l’introduzione

sui listini 2023

dei due nuovi modelli Lexion

7700 Montana e Lexion 5500

Montana.

A scanso di equivoci va

precisato che si tratta di operatrici

con compensazione

parziale della pendenza del

telaio, in grado di offrire un

livellamento laterale massimo

del 18 per cento e longitudinale

del 6 per cento.

La trazione integrale Power

Trac, il bloccaggio elettrico

del differenziale dell’assale

anteriore e il sistema di pulizia

Auto Slope assicurano

ottimali performance sia in

termini di motricità che di

qualità del lavoro.

Diego Vagnini

54

55


MASSEY FERGUSON

La raccolta si Activa.

Per il grano e non solo

Rinnovamento generazionale per le trebbie

del Gruppo. Che ora montano anche le

testate Powerflow e introducono tante

novità sul sistema di trebbiatura

Un’estate all’insegna della

fienagione quella che sta

passando Massey Ferguson:

nonostante le complicazioni

del 2022 per gli operatori

di settore dovute a rincari energetici

e siccità, le novità non

mancano di certo e anzi, la casa

dei ‘tre triangoli’ rincara la dose

e, dopo aver svelato i nuovi attrezzi

agricoli dedicati proprio

a questo comparto (rotopresse,

ranghinatori, falciacondizionatrici

ecc), presenta ufficialmente

la nuova gamma di mietitrebbie

MF Activa a cinque

scuotipaglia, fiore all’occhiello

per le operazioni di raccolta di

un’ampia varietà di cereali, dal

mais al grano.

Articolata in tre modelli -

MF Activa 7344, 7343 e 7342

- con un range di potenze che

oscillano dai 185 ai 260 cv, la

nuova gamma di mietitrebbie

porta in dote un nutrito pacchetto

di novità, a partire dalle configurazioni

speciali Anti-Wear

(più resistenti e con materiali

specificatamente antiusura) e

Riso, fino ad arrivare al richiestissimo

separatore Multi-Crop,

presente su tutti i modelli e in

grado di facilitare le operazioni

di separazione, aumentandone

anche la velocità fino al 20%.

Ma andiamo con ordine.

Sotto al cofano delle MF

Activa rombano i collaudati

motori AGCO Power, rigorosamente

emissionati Stage V

(quindi con sistema di riduzione

catalitica selettiva, ovvero

l’SCR, insieme a sistemi DOC

e al catalizzatore di fuliggine) e

sviluppato per fornire valori di

Sono tre i modelli

della nuova serie di

mietitrebbie Massey

Ferguson Activa, a

5 scuotipaglia, da

185 a 260 cavall

di potenza. Nella

foto, la MF 7344,

la più potente, in

campo con la testata

Powerflow da 6,2

metri. La capacità

del serbatoio

granella è di 6.500

litri.

56

57


MASSEY FERGUSON

La cabina ha un

design semplice e

ordinato, all’insegna

dell’efficienza

operativa. Qui a

fianco, un bello

spaccato della

macchina con tutti

gli organi trebbianti

in bella mostra.

Il sistema MCS è

optional.

coppia e potenza ottimali per le

operazioni di raccolta in campo

aperto.

Mentre l’MF 7342 monta

un 4 cilindri da 4,9 litri, i due

fratelli maggiori 7343 e 7344

sono spinti da un più potente 6

cilindri da 7,4 litri. Inoltre, per

facilitare le operazioni di manutenzione

e ridurre i fermi macchina,

tutti i sistemi propulsivi

sono dotati di quattro valvole/

cilindro con regolazione idraulica

del gioco. Dal canto suo, la

nuova trasmissione idrostatica a

tre velocità introdotta è azionata

da una pompa a controllo elettronico,

che ha migliorato ulteriormente

la fluidità e la precisione

operativa, sia sul campo

che su strada, grazie all’apporto

di curve di accelerazione graduali

e ottimizzate, in base alle

specifiche esigenze.

Sul sistema di trebbiatura dei

tre modelli è invece montato un

tamburo di 600 mm di diametro

e 1.340 mm di larghezza, dotato

di otto barre raschianti. La larghezza

di taglio varia dai 4,8 m

IN TRE CON 5 SCUOTIPAGLIA

MF Activa 7342 MF Activa 7343 MF Activa 7344

Potenza massima 185 Cv 226 Cv 260 Cv

Motore AGCO Power 4-cil, 4.9 litri 6-cil, 7.4 litri 6-cil, 7.4 litri

Scuotipaglia 5 5 5

Separatore Multi Crop Optional Optional Optional

Trasmissione / marce Hydrostatic* / 3 Hydrostatic* / 3 Hydrostatic* / 3

Testata Freeflow Freeflow / Powerflow Freeflow / Powerflow

Larghezza di taglio da 4.8m a 6.0m da 4.8m a 7.6m / da

5.5m a 6.2m

da 4.8m a 7.6m da 5.5m

a 6.2m

Serbatoio grano 5,200 litri 5,200 / Opt 6,500 litri 6,500 litri

Velocità di scarico 72 litri /sec 72 / Opt 85 litri /sec 85 litri /sec

*Trasmissione controllata elettricamente

ai 6 m della MF Activa 7342,

fino ad arrivare al range 4,8 m –

7,6 m della top di gamma 7344.

Mentre la capienza del serbatoio

per il grano oscilla tra i

5.200 litri della 7342 e i 6.500

litri della 7344 (con la 7343 che

possiede entrambe le possibilità,

con quella più capiente come

optional), la velocità di scarico

è egualmente differenziata, in

base al modello: 72 litri/sec per

l’entry level, e 85 litri/sec per il

top di gamma 7344.

Sui due modelli più potenti,

inoltre, potrà essere installata

come optional la testata Powerflow,

uno strumento particolarmente

apprezzato dagli operatori

e dai contoterzisti, in grado

di ridurre significativamente le

perdite dei prodotti raccolti grazie

a un sistema che utilizza un

nastro ad alimentazione continua

e uniforme per raccogliere

in modo innovativo le colture.

Produttività su del 70%

Disponibile con larghezze comprese

tra 5,5 m a 6,2 m, in base

a quanto rilasciato da Massey

Ferguson il sistema è in grado

di incrementare la produzione

di uno stratificato numero di

colture: colza (con un aumento

del +73%), grano (+15%) e

orzo (+12%).

La MF Activa 7342 è equipaggiata

invece con la testata

Freeflow (che, all’occorrenza,

può essere montata anche sugli

altri due modelli), facilmente

installabile nella zona anteriore

del mezzo agricolo e in grado

di accoppiarsi velocemente al

Multicoupler idraulico di Massey.

In questo caso ad essere di

serie è il solo controllo automatico

dell’altezza della testata:

per la flottazione, essendo un

optional, occorrerà pagare qualcosina

di più.

Grazie al controllo elettronico

il controbattitore anteriore

e quello posteriore - entrambi

indipendenti – assicurano poi

un’ottima regolazione del flusso

di granella, che può facilmente

passare dalla sezione grande a

quella piccola (e viceversa) grazie

alla funzione sezionale della

parte in questione. A migliorare

l’operatività contribuisce anche

il già citato Separatore Multi

Crop, disponibile come optional

per tutti e tre i modelli, e in

grado di migliorare la flessibilità

delle operazioni di raccolta,

senza andare ad intaccare minimamente

la qualità della paglia,

andando perfino a ruotare a 360

gradi il controbattitore qualora

miglioramento dell’operatività

sul campo, vero traguardo a cui

ha ambito Massey Ferguson.

Senza nulla togliere al

comfort di bordo, garantito

dalla posizione rialzata della

cabina stessa e dal sedile a

sospensione pneumatica, presente

di serie su tutti i modelli

della mietitrebbia. All’interno

sono presenti anche un comodo

bracciolo, per l’occasione

completamente riprogettato e

ancora più maneggevole, e la

collaudata leva multifunzione

che, posta nella parte anteriore

dell’abitacolo, permette all’operatore

di controllare eletquesto

non fosse più necessario.

La ciliegina sulla torta è il

piatto granella modulare, già

presente sulle mietitrebbie più

grandi del marchio, e dotato di

diverse sezioni in plastica, resistenti

e facilmente removibili,

in grado di migliorare le operazioni

di pulizia, soprattutto in

condizioni di lavoro sfidanti, su

colture più complicate, come

quelle di soia e mais.

Efficienza prima di tutto

A livello di design la cabina è

piuttosto spartana ma presenta

comunque una discreta serie di

aggiunte, votate soprattutto al

tronicamente le impostazioni

della trasmissione idrostatica

nonché i settaggi della coclea

di scarico.

Sul montante destro è stato

installato il terminale Agritronic,

da cui è possibile monitorare

l’andamento del raccolto

e settare tutte le impostazioni

specifiche per ogni esigenza.

Completano il quadro un nuovo

sistema di illuminazione (interno

ed esterno), la regolazione

elettrica del setaccio, un pratico

monitor per controllare i rendimenti

della raccolta, un box

refrigerante e una telecamera

posteriore.

58

59


OLTRE IL TRATTORE

Sono quattro i

modelli della serie

di spandivoltafieno

trainati Hit HT

con larghezze di

lavoro comprese

tra 8,8 e 17

metri. In trasporto

si richiudono

idraulicamente

entro i 2,9 metri.

Lo scalzatore interceppo Arrizza Ares Top si allarga idraulicamente

per adattarsi alla larghezza dei filari.

Lo scalzatore

interceppo Ares

Top di Arrizza è un

porta attrezzi con

attacco a 3 punti

ad allargamento

laterale idraulico per

la lavorazione interfilare

o la gestione

del manto erboso,

che effettua un diserbo

meccanico a

discapito delle erbe

infestanti. Disponibile

nelle versioni

singolo e doppio,

ad azionamento

anteriore e posteriore

oppure reversibile,

ha il telaio e

le sfilate costruiti in

SI ALLARGA A PIACIMENTO

acciai di alta qualità

movimentati idraulicamente

attraverso

pistoni a doppio

effetto per adattarsi

agevolmente alle

larghezze dei filari.

La profondità di

lavoro è regolata

tramite due ruote a

registrazione meccanica

o idraulica,

mentre la speciale

valvola brevettata

Arrizza permette

di far funzionare il

sistema interceppo

senza interruzioni,

anche qualora

la rotazione del

motore idraulico

dell’utensile dovesse

arrestarsi, così

da poter preservare

integra la pianta. La

macchina può essere

gestita tramite

un joystick multifunzione

(che permette

di comandare fino a

23 funzioni) direttamente

dal posto guida

del trattore e può

essere allestita con

numerosi accessori

ed optional. Grazie

alla precisione e

alla sensibilità del

tastatore, Ares Top

può lavorare in tutta

sicurezza anche a

velocità elevate.

SEPPI

Si fa in quattro

La nuova trincia Seppi S9 multipla è

disponibile in 4 configurazioni con

larghezza di lavoro di 8 metri

La trinciatrice S9 ‘multipla’ è il nuovo robusto

modello progettato da Seppi per operare su

grandi superfici grazie a una larghezza operativa di

8 metri, misure che ne fanno una delle più larghe

trinciatrici a martelli conformi al codice trasporto

stradale sul mercato. L’utilizzo della macchina

non è limitato a prati di grandi dimensioni come

campi da golf e aeroporti, ma è indicato anche per

campi di stocchi e stoppie di mais, dove è in grado

di sminuzzare in modo rapido ed esteso anche i

I MULTIPLI DELLA S9

Modello C1 C2 C3 C4

Largh. lavoro mm 8.000

Largh. trasporto mm 2.950

Martelli n 87 60

Peso kg 4.950 4.500 3.400

Potenza richiesta cv 100 - 250

Larghi e leggeri

Con il telaio trainato, la nuova serie di spandivoltafieno

Poettinger Hit HT permette di lavorare su larghezze fino a 17

metri con trattori di bassa potenza

Le novità in casa Pöttinger

non finiscono mai.

Ora è la volta degli

spandivoltafieno Hit HT,

attrezzature a ripiegamento

orizzontale con larghezze

di lavoro comprese tra 8,60

e 17,00 metri, in grado di

essere montati anche su

trattori di piccole dimensioni.

La potenza richiesta per

funzionare è infatti molto

hanno un design completamente

rivisto e promettono

di assicurare grande qualità

di spandimento per tutti i

tipi di foraggio, grazie al

diametro ridotto del rotore,

pari a 1.42o millimetri e ai

sei bracci curvi dei denti.

Sugli Hit HT, infatti, è il

telaio del rotore che guida i

denti, mentre il rotore è suptacco

del trattore. I quattro

modelli dell’Hit HT (8680,

11100, 13120 e 17160)

bassa, grazie anche alla

modalità di traino, che non

esercita alcun carico sull’at-

TANTO LAVORO POCA POTENZA

Modello 8680 11100 13120 17160

Larghezza di lavoro mm 8.860 11.000 13.200 17.200

Larghezza di trasporto mm 2.900

Altezza di trasporto mm 2.700

Giranti n 8 10 12 16

Diametro giranti mm 1.420

Peso kg 1.750 2.095 2.375 3.850

Potenza richiesta cv 60 75 100

portato dal telaio principale.

Ciò significa che i rotori

interni non devono sopportare

alcun peso aggiuntivo

durante il funzionamento, il

peso è distribuito uniformemente

su tutte le ruote del

rotore e l’altezza di lavoro è

costante su tutta la larghezza

di lavoro. Poiché i rotori

scorrono alla giusta distanza

dal suolo, il manto erboso è

protetto e il foraggio rimane

pulito. La regolazione

dell’altezza può avvenire

per mezzo di una manovella

oppure, in optional,

idraulicamente direttamente

dal trattore. In questo caso

il sistema di preselezione

elettrica Basic Control è

di serie ed è così possibile

preselezionare la piegatura

nella posizione di trasporto,

la regolazione dell’altezza

e la sterzatura lungo i lati

del campo, coi due rotori

sul lato esterno destro che

possono essere ribaltati

idraulicamente all’indietro

con un angolo di 15 gradi.

Altra dotazione degli Hit HT

è la collaudata ed esclusiva

tecnologia di sollevamento

Liftmatic Plus che permette

di spostare i rotori in

posizione orizzontale e poi

di sollevarli evitando che i

denti raschino il terreno.

Stefano Eliseo

materiali più complessi, arrivando a sminuzzare

materiale con diametro fino a 9 centimetri. La S9

multipla è composta da 3 trinciatrici a martelli e

grazie ad una speciale disposizione dei rulli, lavora

esattamente vicino al suolo senza però toccarlo. La

macchina può essere allestita in 4 diverse configurazioni.

Nella configurazione standard, le trinciatrici

montate sul carrello sono trainate dal trattore. In

opzione si può scegliere la versione portata con

attacco a 3 punti sia per la marcia avanti che per

la marcia retroversa. In tutte queste configurazioni

l‘unità centrale S9 base può essere utilizzata singolarmente,

anche per l‘attacco frontale. Infine,

la quarta versione a ‘farfalla’ prevede una testata

trinciante indipendente nella parte anteriore e due

nella parte posteriore sempre portate con l’attacco

a 3 punti. Dotata di un robusto telaio in acciaio

S420 con piastre d’usura intercambiabili e rotori a

tripla elica con martelli SMO, la S9 multipla può

lavorare a velocità di avanzamento comprese tra 3

e 10 chilometri orari.

Luigi Cerutti

60

61


OLTRE IL TRATTORE

Più forti e compatte

La nuova versione della serie 2200 aumenta robustezza e

produttività coi componenti della sorella maggiore Ultra HD

Le presse per balle

quadre Massey

Ferguson 2200 hanno

componenti più

robusti e grazie al

nuovo assale tandem

sono più maneggevoli

e mantengono una

larghezza di trasporto

di 3 metri anche coi

pneumatici più larghi.

L’atomizzatore con ventilatore a cannone Ideal Mig

Top in azione su un campo di mais.

SENZA METTERE PIEDE IN CAMPO

L

’atomizzatore

con ventilatore

a cannone Mig Top

realizzato da Ideal

è studiato per il

trattamento su colture

di mais o altre

piantagioni analoghe.

Rappresenta

la soluzione ideale

per combattere la

piralide in modo

rapido ed efficace

senza dover entrare

in campo per

eseguire il lavoro

con il rischio di

danneggiare parte

della coltura, come

avviene effettuando

il trattamento

con polverizzatori

a barre. Di fatto, il

potente ventilatore

a cannone con

doppia aspirazione

assicura una gittata

di 45/50 metri,

mentre la rotazione

idraulica a 45

gradi dello stesso,

assieme all’estensione

idraulica e al

movimento verticale

della testata di

uscita, consentono

di posizionarlo al

meglio e raggiungere

una copertura

precisa ed estesa

senza nessun danno

alle coltivazioni.

L’equipaggiamento

standard prevede

il telaio zincato a

caldo, la pompa

a membrane e la

cisterna realizzata

in polietilene disponibile

con volume

di 600, 800 o 1.000

litri. Il peso nei tre

modelli cresce da

470 a 525 a 545

chili, mentre la

potenza minima

richiesta per il

trattore è per tutti

e tre di 90 cavalli.

L’atomizzatore è

dotato di serbatoio

lavamani, dispositivo

di risciacquo del

circuito e agitatore

idraulico.

Luigi Cerutti

KUBOTA

Intelligenti e connesse

Dotate di tecnologia H3O le nuove

irroratrici XT sono gestite tramite una

piattaforma digitale

Sono 6 i nuovi modelli di irroratori e nebulizzatori

che Kubota introduce nella sua

offerta per le colture specializzate di frutteti,

agrumeti, vigneti e oliveti. Contraddistinti

dalla sigla XT, questi irroratori sono costruiti

con componenti particolarmente robusti e possono

essere dotati di tecnologia H3O che consente

la digitalizzazione dei trattamenti e una

conseguente una riduzione della dispersione

fino al 50 per cento e dell’uso di fitofarmaci

fino al 25 per cento. La tecnologia H3O permette

di gestire le attrezzature attraverso una

piattaforma digitale di gestione agronomica

intuitiva e facile da usare, in cui i trattamenti

possono essere configurati e inviati direttamente

all’utente in campo. L’ordine di lavoro

viene facilmente visualizzato su un’interfaccia

per la regolazione automatica dell’irrorato-

Nuovi componenti

più robusti e a bassa

manutenzione ereditati

dal modello ad alta capacità

Ultra HD, un pick-up

di maggiore capacità e il

terminale con nuovo display

BaleCreate. Sono alcuni dei

miglioramenti che Massey

Ferguson ha introdotto sulle

presse quadrate di grandi dimensioni

della serie 2200 per

aumentarne la facilità d’uso,

la durata e le prestazioni.

Insieme a un nuovo sistema

di numerazione dei modelli,

che in onore della Brexit, e in

barba alla vocazione globale

del marchio, corrisponde ora

alle dimensioni delle balle...

in misure imperiali, cioè

in piedi. Ma andiamo con

ordine. A livello strutturale le

nuove presse 2200 (5 modelli

per balle da 80x90, 120x70,

120x90 e 120x130 centimetri,

nella misura comprensibile

anche a chi non è un suddito

della Regina) sono ora

dotate di un assale tandem

di ultima concezione e di un

nuovo sistema di sospensioni

che ne migliorano la maneggevolezza

mantenendo la

larghezza di trasporto a meno

di 3 metri, pur adottando

pneumatici di misura superiore

(fino a 620/50-22,5).

Cuscinetti e componenti sono

stati sostituiti con modelli più

grandi e robusti ed esenti da

manutenzione, e le cinghie

sullo scivolo a rulli per balle

sono state riprogettate, per

aumentarne la durata e ridurre

il rumore. Per aumentare le

prestazioni si è invece intervenuto

sul pick up, ora dotato

di cinque barre e 80 doppi

denti, il 25% in più rispetto

al passato, che migliorando

il flusso e l’alimentazione

del raccolto consente alla

rotopressa di lavorare più

velocemente. Ma a rendere

la vita più facile all’operatore

ci persa il nuovo display

del terminale BaleCreate,

MA QUANTO SON LUNGHI ‘STI PIEDI?

Modello 2233 2224 2234 2234 XD 2244

Larghezza balla mm 800 1.200

Altezza balla mm 900 700 900 1.300

Lunghezza balla max mm 2.740

Larghezza totale mm 3.000

Barre portadenti n 5

Legatori n 4 6

Prese idrauliche richieste n

2 o 3 a doppio effetto, a seconda della specifica

Potenza pdf richiesta cv 150 160 170 200

che un controllo elettronico

completo dell’intera sequenza

di pressatura. Compatibile

ISOBUS, il terminale offre

tre schermate di lavoro selezionabili

dove possono essere

visualizzati fino a 12 elementi

diversi, compresa anche la

nuova illuminazione a LED,

che è standard per tutte le

luci di trasporto, di lavoro e

di servizio. Tutte le nuove

presse della serie 2200 sono

dotate di serie della telemetria

MF Connect che consente ai

proprietari di monitorare la

posizione, le prestazioni e lo

stato operativo della macchina

su una pagina web sicura

o su un’applicazione mobile.

I concessionari, ovviamente

con il permesso del proprietario,

possono anche fornire assistenza

a distanza monitorando

le macchine con notifiche

di assistenza e manutenzione

per la manutenzione programmata

e preventiva. Infine, tutti

i modelli sono pienamente

compatibili con il Tractor Implement

Management (TIM),

che utilizzando i sensori

esistenti della pressa, combinati

con un apposito software,

monitora le prestazioni della

pressa e in base alle impostazioni

target accelera o rallenta

automaticamente il trattore

per ottenere risultati ottimali.

Sergio Bolis

Con la tecnologia H3O i trattamenti sono configurati al

computer e inviati direttamente alla macchina in campo.

re. Inoltre, l’operatore riceve avvisi proattivi

durante il lavoro (velocità, stato dell’ugello,

volume di applicazione...) per evitare errori.

Una volta terminato il trattamento, tutti i dati

sono disponibili sulla piattaforma digitale per

visualizzare i dettagli dell’irrorazione e fornire

una reale tracciabilità. Questi dati sono

informazioni preziose che aiutano gli utenti a

prendere decisioni agronomiche e commerciali

migliori. Le irroratrici Kubota per colture

speciali XT sono già commercializzate in Spagna

e Portogallo e saranno lanciate in Italia,

Francia e Polonia entro il 2022. Altri mercati

europei seguiranno gradualmente a partire

dal 2023.

Pietro Toschi

62

63


CAMPO APERTO

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e

Prezzi Iva esclusa aggiornati al 1 settembre

2022.

Viale dell’Industria 15/17

20010 Pregnana Milanese (Mi)

tel. 02/93510385

fax 02/93510431

www.caseih.com

Farmall 55 A

39.529 euro

Cabina optional. Motore Fpt; common

rail; 3 cilindri; 2.931 cc; 55 cv;

cambio 12/12 marce con inversore

idraulico optional; tara 2.880 kg; rimorchiabile

11.520 kg; lungh. x largh.

3.856 x 1.922 mm; passo 2.078 mm.

Farmall 65 A

40.393 euro

Cabina optional. Motore Fpt; common

rail; 3 cilindri; 2.931 cc; 65 cv;

cambio 12/12 marce con inversore

idraulico optional; tara 2.880 kg; rimorchiabile

11.520 kg; lungh. x largh.

3.856 x 1.922 mm; passo 2.078 mm.

Farmall 75 A

41.744 euro

Cabina optional. Motore Fpt; Turbo

intercooler common rail; 3 cilindri;

2.931 cc; 75 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 2.880 kg; rimorchiabile 11.520 kg;

lungh. x largh. 3.856 x 1.922 mm; passo

2.078 mm.

Farmall 55 C

50.035 euro

Cabina optional. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 58 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;

lungh. x largh. 4.001 x 1.922 mm; passo

2.285 mm.

Farmall 65 C

51.093 euro

Cabina optional. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 65 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;

lungh. x largh. 4.001 x 1.922 mm; passo

2.285 mm.

Farmall 75 C

52.480 euro

Cabina optional. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 75 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;

lungh. x largh. 4.001 x 1.922 mm; passo

2.285 mm.

Farmall 90 C

60.022 euro

Cabina optional. Motore Fpt; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.595 cc; 90 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;

lungh. x largh. 4.147 x 1.923 mm; passo

2.285 mm.

Farmall 100 C

63.756 euro

Cabina optional. Motore Fpt; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.595 cc; 100 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;

lungh. x largh. 4.147 x 1.923 mm; passo

2.285 mm.

Farmall 110 C

70.505 euro

Cabina optional. Motore Fpt; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.595 cc; 110 cv; cambio 12/12

marce con inversore idraulico; tara

3.700 kg; rimorchiabile 14.800 kg; lungh.

x largh. 4.147 x 1.923 mm; passo

2.285 mm.

Farmall 120 C

73.948 euro

Cabina optional. Motore Fpt; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.595 cc; 117 cv; cambio 12/12

marce con inversore idraulico; tara

3.700 kg; rimorchiabile 14.800 kg; lungh.

x largh. 4.147 x 1.923 mm; passo

2.285 mm.

Luxxum 100

96.321 euro

Con cabina. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 99 cv; cambio 32/32

marce con inversore idraulico; tara

4.390 kg; rimorchiabile 17.560 kg; lungh.

x largh. 4.197 x 2.100 mm; passo

2.420 mm.

Luxxum 110

98.820 euro

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 107 cv; cambio 32/32

marce con inversore idraulico;

tara 4.390 kg; rimorchiabile 17.560

kg; lungh. x largh. 4.197 x 2.100 mm;

passo 2.420 mm.

Luxxum 120

102.320 euro

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 117 cv; cambio 32/32

marce con inversore idraulico;

tara 4.390 kg; rimorchiabile 17.560

kg; lungh. x largh. 4.197 x 2.100 mm;

passo 2.420 mm.

Vestrum 100 CVXDrive

111.932 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 110 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 5.500

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 3.790 x 2.470 mm; passo

2.490 mm.

Vestrum 110 CVXDrive

114.909 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 120 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 5.500

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 3.790 x 2.470 mm; passo

2.490 mm.

Vestrum 120 CVXDrive

119.557 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 130 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 5.500

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 3.790 x 2.470 mm; passo

2.490 mm.

Vestrum 130 CVXDrive

123.349 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 140 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 5.500

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 3.790 x 2.470 mm; passo

2.490 mm.

Maxxum 115

109.883 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 125 cv; cambio 16/16 marce

con inversore idraulico; tara 4.890

kg; rimorchiabile 19.560 kg; lungh.

x largh. 5.137 x 2.470 mm; passo

2.642 mm.

Maxxum 125

113.906 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 135 cv; cambio 16/16 marce

con inversore idraulico; tara 4.890

kg; rimorchiabile 19.560 kg; lungh.

x largh. 5.137 x 2.470 mm; passo

2.642 mm.

MAXXUM 125 CVXDRIVE € 148.294

Cambio continuo con inversore

idraulico;

MAXXUM 125 MC € 130.170

Cambio 24/24 marce con inversore

idraulico;

Maxxum 135

117.927 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 145 cv; cambio 16/16 marce

con inversore idraulico; tara 4.890

kg; rimorchiabile 19.560 kg; lungh.

x largh. 5.137 x 2.470 mm; passo

2.642 mm.

MAXXUM 135 CVXDRIVE € 152.396

Cambio continuo con inversore

idraulico;

MAXXUM 135 MC € 134.195

Cambio 24/24 marce con inversore

idraulico;

Maxxum 145

120.581 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 155 cv; cambio 16/16 marce

con inversore idraulico; tara 5.010

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 5.137 x 2.470 mm; passo

2.642 mm.

MAXXUM 145 CVX € 155.074

Cambio continuo con inversore

idraulico;

MAXXUM 145 MC € 136.851

Cambio 24/24 marce con inversore

idraulico;

Maxxum 150

124.313 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

common rail; 6 cilindri; 6.728 cc;

158 cv; cambio 16/16 marce con

inversore idraulico; tara 5.020 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

5.137 x 2.470 mm; passo 2.642 mm.

MAXXUM 150 CVX € 159.033

Cambio continuo con inversore

idraulico;

MAXXUM 150 MC € 140.772

Cambio 24/24 marce con inversore

idraulico;

Puma 140

127.417 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 155 cv; cambio

18/6 marce con inversore idraulico;

tara 6.980 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 4.719 x 2.150 mm; passo

2.789 mm.

Puma 150

131.849 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 165 cv; cambio

18/6 marce con inversore idraulico;

tara 6.980 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 4.719 x 2.150 mm; passo

2.789 mm.

Puma 150 CVXDrive

163.908 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 165 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 7.240 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 4.719 x 2.150 mm;

passo 2.789 mm.

PUMA 150 MC € 146.251

Cambio 18/6 marce con inversore

idraulico; tara 6.980 kg;

Puma 165

138.881 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

common rail; 6 cilindri; 6.728

cc; 180 cv; cambio 19/6 marce con

inversore idraulico; tara 6.980 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

4.719 x 2.150 mm; passo 2.789 mm.

PUMA 165 CVXDRIVE € 169.613

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 7.240 kg;

PUMA 165 MC € 152.905

Cambio 18/6 marce con inversore

idraulico; tara 6.980 kg;

PUMA 175 CVXDRIVE € 176.121

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 7.240 kg;

Puma 185 CVXDrive

200.551 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 200 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 9.150 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.017 x 2.334 mm;

passo 2.884 mm.

PUMA 185 MC € 183.738

Cambio 18/6 marce con inversore

idraulico; tara 8.650 kg;

Puma 200 CVXDrive

206.360 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 220 cv; cambio

continuo; tara 9.150 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 5.017 x

2.334 mm; passo 2.884 mm.

PUMA 200 MC € 189.426

Cambio 18/6 marce con inversore

idraulico; tara 8.650 kg;

Puma 220 CVXDrive

214.090 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 240 cv; cambio

continuo; tara 9.150 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 5.017 x

2.334 mm; passo 2.884 mm.

PUMA 220 MC € 197.024

Cambio 18/6 marce con inversore

idraulico; tara 8.650 kg;

Puma 240 CVXDrive

220.457 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 260 cv; cambio

continuo; tara 9.150 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 5.017 x

2.334 mm; passo 2.884 mm.

Optum 250 CVXDrive

282.231 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 273 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.700 x 2.536 mm;

passo 2.995 mm.

Optum 270 CVXDrive

292.382 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 288

cv; cambio continuo con inversore

idraulico; tara 10.500 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x

largh. 5.700 x 2.536 mm; passo

2.995 mm.

Optum 300 CVXDrive

307.557 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 313 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.700 x 2.536 mm;

passo 2.995 mm.

Magnum 310

294.068 euro

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;

6 cilindri; 8.709 cc; 347

cv; cambio 19/4 marce con inversore

idraulico; tara 11.450 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x

largh. 6.295 x 2.550 mm; passo

3.055 mm.

MAGNUM 310 CVXDRIVE € 323.232

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Magnum 340

318.344 euro

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;

6 cilindri; 8.709 cc; 375

cv; cambio 19/4 marce con inversore

idraulico; tara 12.850 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x

largh. 6.428 x 2.550 mm; passo

3.055 mm.

MAGNUM 340 CVXDRIVE € 336.911

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Magnum 380 CVX

359.664 euro

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;

6 cilindri; 8.709 cc; 417

cv; cambio continuo con inversore

idraulico; tara 12.850 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x

largh. 6.428 x 2.550 mm; passo

3.055 mm.

Magnum 400

340.480 euro

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;

6 cilindri; 8.709 cc; 435

cv; cambio 21/5 marce con inversore

idraulico; tara 12.850 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x

largh. 6.428 x 2.550 mm; passo

3.055 mm.

Via Torino 9/11

13100 Vercelli

tel. 0161/298411

fax 0161/298498

www.claas.com

Elios 210

45.590 euro

Cabina optional. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 75 cv; cambio 24/24 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.310 kg; rimorchiabile 13.240 kg;

lungh. x largh. 3.815 x 1.650 mm; passo

2.156 mm.

Elios 220

47.320 euro

Cabina optional. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 85 cv; cambio 24/24 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.310 kg; rimorchiabile 13.240 kg;

lungh. x largh. 3.815 x 1.650 mm; passo

2.156 mm.

Elios 230

49.620 euro

Cabina optional. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 92 cv; cambio 24/24 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.310 kg; rimorchiabile 13.240 kg;

lungh. x largh. 3.815 x 1.650 mm; passo

2.156 mm.

ELIOS 240 € 56.350

Cambio 24/12 marce con inversore

idraulico;

103 cavalli con Cpm

Atos 220

53.655 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 76 cv; cambio

10/10 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.770 kg; rimorchiabile

15.080 kg; lungh. x largh. 4.119 x

1.950 mm; passo 2.295 mm.

Atos 230

56.525 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio

10/10 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.770 kg; rimorchiabile

15.080 kg; lungh. x largh. 4.119 x

1.950 mm; passo 2.295 mm.

Atos 330

58.635 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio

10/10 marce con inversore

idraulico optional; tara 4.180 kg;

rimorchiabile 16.720 kg; lungh. x

largh. 4.275 x 2.000 mm; passo

2.400 mm.

Atos 240

59.610 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 97 cv; cambio

10/10 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.770 kg; rimorchiabile

15.080 kg; lungh. x largh. 4.119 x

1.950 mm; passo 2.295 mm.

Atos 340

61.725 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio

10/10 marce con inversore

idraulico optional; tara 4.180 kg;

rimorchiabile 16.720 kg; lungh. x

largh. 4.275 x 2.000 mm; passo

2.400 mm.

Atos 350

63.460 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 113 cv; cambio

10/10 marce con inversore idraulico

optional; tara 4.180 kg; rimorchiabile

16.720 kg; lungh. x largh. 4.275 x

2.000 mm; passo 2.400 mm.

Arion 410 MR

79.930 euro

Con cabina. Motore Nef; 4 cilindri;

4.485 cc; 90 cv; cambio 16/16

marce con inversore idraulico; tara

4.700 kg; rimorchiabile 18.800 kg; lungh.

x largh. 4.372 x 2.100 mm; passo

2.490 mm.

Arion 420 MR

83.550 euro

Con cabina. Motore Nef; turbo; 4

cilindri; 4.485 cc; 100 cv; cambio

16/16 marce con inversore idraulico;

tara 4.800 kg; rimorchiabile 19.200

kg; lungh. x largh. 4.372 x 2.100 mm;

passo 2.490 mm.

Arion 430 MR

89.970 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

4 cilindri; 4.485 cc; 114 cv; cambio

16/16 marce con inversore idraulico;

tara 5.000 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 4.444 x 2.100 mm; passo

2.525 mm.

Arion 440 MR

91.000 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 125 cv; cambio 16/16 marce

con inversore idraulico; tara 5.000

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.444 x 2.100 mm; passo

2.525 mm.

Arion 450 MR

92.695 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 135 cv; cambio 16/16 marce

con inversore idraulico; tara 5.100

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.444 x 2.100 mm; passo

2.525 mm.

Arion 460 MR

96.935 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 145 cv; cambio 16/16 marce

con inversore idraulico; tara 5.100

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.444 x 2.100 mm; passo

2.525 mm.

Arion 470 MR

100.615 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 155 cv; cambio 16/16 marce

con inversore idraulico; tara 5.100

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.444 x 2.100 mm; passo

2.525 mm.

Arion 510 Cis

106.715 euro

Con cabina. Motore John Deere;

intercooler; 4 cilindri; 4.525 cc;

125 cv; cambio 24/24 marce con

inversore idraulico; tara 5.300

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.889 x 2.300 mm; passo

2.560 mm.

ARION 510 CMATIC € 123.170

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Arion 530 Cis

116.325 euro

Con cabina. Motore John Deere;

intercooler; 4 cilindri; 4.525 cc;

145 cv; cambio 24/24 marce con

inversore idraulico; tara 5.300

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.889 x 2.300 mm; passo

2.560 mm.

ARION 530 CMATIC € 132.780

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Arion 550 Cis

126.745 euro

Con cabina. Motore John Deere;

intercooler; 4 cilindri; 4.525 cc;

165 cv; cambio 24/24 marce con

inversore idraulico; tara 5.300

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.889 x 2.300 mm; passo

2.560 mm.

ARION 550 CMATIC € 142.850

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Arion 610 Cis

122.775 euro

Con cabina. Motore John Deere;

turbo; 6 cilindri; 6.788 cc; 145 cv;

64

65


CAMPO APERTO

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e

cambio 24/24 marce con inversore

idraulico; tara 6.000 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 5.155 x

2.400 mm; passo 2.820 mm.

Con powerboost

ARION 610 CMATIC € 140.125

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 5.800 kg;

Arion 630 Cis

135.515 euro

Con cabina. Motore John Deere;

turbo; 6 cilindri; 6.788 cc; 165 cv;

cambio 24/24 marce con inversore

idraulico; tara 6.000 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 5.155 x

2.400 mm; passo 2.820 mm.

Con powerboost

ARION 630 CMATIC € 152.865

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Arion 650 Cis

151.680 euro

Con cabina. Motore John Deere;

turbo; 6 cilindri; 6.788 cc; 185 cv;

cambio 24/24 marce con inversore

idraulico; tara 6.000 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 5.155 x

2.400 mm; passo 2.820 mm.

Con powerboost

ARION 650 CMATIC € 169.120

Cambio continuo con inversore

idraulico;

ARION 660 CMATIC € 174.845

205 cavalli con Cpm

Axion 800 Cis

187.935 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 205 cv; cambio

24/24 marce con inversore idraulico;

tara 8.500 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 5.260 x 2.400 mm; passo

2.985 mm.

Axion 810 Cis

196.155 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 215 cv; cambio

24/24 marce con inversore idraulico;

tara 8.500 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 5.260 x 2.400 mm; passo

2.985 mm.

AXION 810 CMATIC € 216.435

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Axion 830 Cis

201.805 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 235 cv; cambio

24/24 marce con inversore idraulico;

tara 8.500 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 5.260 x 2.400 mm; passo

2.985 mm.

AXION 830 CMATIC € 222.085

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Supertino srl - Via Cuneo 8 - 12037 Saluzzo (CN)

Tel. +39 0175/43736 - info@supertino.it

www.supertino.it

Axion 840 Cis

184.050 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler; 6

cilindri; 6.728 cc; 250 cv; cambio 24/24

marce con inversore idraulico; tara

9.600 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x

largh. 5.260 x 2.400 mm; passo 2.985 mm.

Axion 850 Cis

214.210 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler; 6

cilindri; 6.728 cc; 264 cv; cambio 24/24

marce con inversore idraulico; tara

9.600 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x

largh. 5.260 x 2.400 mm; passo 2.985 mm.

AXION 850 CMATIC € 240.910

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Axion 870 CMatic

251.595 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler; 6

cilindri; 6.728 cc; 280 cv; cambio continuo

con inversore idraulico; tara 9.600

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

5.260 x 2.400 mm; passo 2.985 mm.

Axion 920 CMatic

307.280 euro

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;

6 cilindri; 8.709 cc; 325 cv;

cambio continuo; tara 13.100 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh.

5.560 x 2.500 mm; passo 3.150 mm.

semplicemente affidabili

Axion 930 CMatic

318.780 euro

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;

6 cilindri; 8.709 cc; 355 cv;

cambio continuo; tara 13.100 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh.

5.560 x 2.500 mm; passo 3.150 mm.

Axion 940 CMatic

329.840 euro

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;

6 cilindri; 8.709 cc; 385 cv;

cambio continuo; tara 13.100 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh.

5.560 x 2.500 mm; passo 3.150 mm.

Axion 950 CMatic

339.460 euro

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;

6 cilindri; 8.709 cc; 410 cv;

cambio continuo; tara 13.100 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh.

5.560 x 2.500 mm; passo 3.150 mm.

Axion 960 CMatic

352.595 euro

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;

6 cilindri; 8.709 cc; 445 cv;

cambio continuo; tara 13.100 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh.

5.560 x 2.500 mm; passo 3.150 mm.

Xerion 4200 Saddle Trac

411.175 euro

Con cabina. Motore Mercedes; 6

cilindri; 10.677 cc; 462 cv; cambio

continuo; tara 17.200 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 7.493 x

2.490 mm; passo 3.500 mm.

Cabina centrale fissa

XERION 4200 TRAC VC € 437.005

Cabina centrale fissa

Xerion 4500 Trac VC

474.630 euro

Con cabina. Motore Mercedes; 6

cilindri; 12.809 cc; 490 cv; cambio

continuo; tara 17.450 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 7.493 x

2.490 mm; passo 3.500 mm.

Cabina girevole 180 gradi

Xerion 5000 Trac VC

493.875 euro

Con cabina. Motore Mercedes; 6

cilindri; 12.809 cc; 530 cv; cambio

continuo; tara 17.450 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 7.493 x

2.490 mm; passo 3.500 mm.

Cabina girevole 180 gradi

SDF S.p.a. V.le F. Cassani 15

24047 Treviglio (Bergamo)

tel. 0363/4211

www.deutz-fahr.com

www.sdfgroup.com

4070 E

36.030 euro

Senza cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 65 cv; cambio

12/3 marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.782 mm; passo 2.100 mm.

4080 E

39.250 euro

Senza cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio

12/3 marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.782 mm; passo 2.100 mm.

4090 E

44.040 euro

Senza cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio

15/15 marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.782 mm; passo 2.100 mm.

4100 E

46.190 euro

Senza cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 97 cv; cambio

15/15 marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.782 mm; passo 2.100 mm.

5070 D Keyline

43.070 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 65 cv; cambio

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.795 mm; passo 2.100 mm.

5080 D Keyline

44.720 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.795 mm; passo 2.100 mm.

5090 D Keyline

47.700 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.882 mm; passo 2.100 mm.

5100 D Keyline

51.670 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 97 cv; cambio

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.882 mm; passo 2.100 mm.

5070 D Ecoline

45.240 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 65 cv; cambio

10/10 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile

12.800 kg; lungh. x largh. 3.430 x

1.940 mm; passo 2.100 mm.

5080 D

50.990 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio

30/15 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.200 kg; rimorchiabile

12.800 kg; lungh. x largh. 3.430 x

1.940 mm; passo 2.100 mm.

5080 D ECOLINE € 46.000

Cambio 10/10 marce;

5090 D

54.510 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio

30/15 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.200 kg; rimorchiabile

12.800 kg; lungh. x largh. 3.430 x

1.940 mm; passo 2.100 mm.

5090 D ECOLINE € 49.460

Cambio 10/10 marce;

5090.4 D

55.590 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio

30/15 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.300 kg; rimorchiabile

13.200 kg; lungh. x largh. 3.560 x

2.005 mm; passo 2.230 mm.

5090.4 D ECOLINE € 50.570

Cambio 10/10 marce;

5100.4 D

61.190 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio

30/15 marce con inversore idraulico;

tara 3.300 kg; rimorchiabile 13.200 kg;

lungh. x largh. 3.560 x 2.005 mm; passo

2.230 mm.

5090 D TTV

88.420 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 3.958 kg; rimorchiabile 15.832

kg; lungh. x largh. 4.638 x 1.745 mm;

passo 2.141 mm.

5090.4 D TTV

91.710 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 4.058 kg; rimorchiabile 16.232

kg; lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;

passo 2.271 mm.

5100 D TTV

90.680 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 97 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 3.958 kg; rimorchiabile 15.832

kg; lungh. x largh. 4.638 x 1.745 mm;

passo 2.141 mm.

5100.4 D TTV

94.720 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 4.058 kg; rimorchiabile 16.232

kg; lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;

passo 2.271 mm.

5110.4 D TTV

98.240 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 113 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 4.058 kg; rimorchiabile 16.232

kg; lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;

passo 2.271 mm.

5080 G

52.840 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio

16/16 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.600 kg; rimorchiabile

14.400 kg; lungh. x largh. 4.100 x

2.037 mm; passo 2.295 mm.

5090 G

54.800 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio

16/16 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.620 kg; rimorchiabile

14.480 kg; lungh. x largh. 4.100 x

2.037 mm; passo 2.295 mm.

5090 G PLUS € 57.450

Tara 3.800 kg; rimorchiabile 15.200

kg; lungh. x largh. 4.130 x 2.065 mm;

passo 2.350 mm.

5090.4 G Plus

59.800 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio

16/16 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.800 kg; rimorchiabile

15.200 kg; lungh. x largh. 4.130 x

2.065 mm; passo 2.350 mm.

5100 G

60.320 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio

16/16 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.920 kg; rimorchiabile

15.680 kg; lungh. x largh. 4.260 x

2.065 mm; passo 2.400 mm.

5110 G Plus

65.280 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 106 cv; cambio

10/10 marce con inversore idraulico

optional; tara 4.220 kg; rimorchiabile

16.880 kg; lungh. x largh. 4.265 x

2.209 mm; passo 2.400 mm.

5110 G

62.450 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 113 cv; cambio

16/16 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.920 kg; rimorchiabile

15.680 kg; lungh. x largh. 4.260 x

2.065 mm; passo 2.400 mm.

5120 G

68.650 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 116 cv; cambio

10/10 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.600 kg; rimorchiabile

14.400 kg; lungh. x largh. 4.100 x

2.037 mm; passo 2.300 mm.

5105

76.170 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

4 cilindri; 3.621 cc; 110 cv;

cambio 20/20 marce con inversore

idraulico; tara 4.150 kg; rimorchiabile

16.600 kg; lungh. x largh. 4.145 x

2.170 mm; passo 2.370 mm.

5115

80.530 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

4 cilindri; 3.621 cc; 119 cv;

cambio 20/20 marce con inversore

idraulico; tara 4.500 kg; rimorchiabile

18.000 kg; lungh. x largh. 4.145 x

2.170 mm; passo 2.370 mm.

5125

83.240 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

4 cilindri; 3.621 cc; 126 cv;

cambio 20/20 marce con inversore

idraulico; tara 4.500 kg; rimorchiabile

18.000 kg; lungh. x largh. 4.145 x

2.170 mm; passo 2.370 mm.

6120

92.750 euro

Con cabina. Motore Same; turbo; 4

cilindri; 3.850 cc; 126 cv; cambio

30/30 marce con inversore idraulico;

tara 5.300 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.428 x

2.374 mm; passo 2.540 mm.

6120 TTV € 102.090

Cambio continuo con inversore

idraulico;

6140

102.810 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

4 cilindri; 3.621 cc; 136 cv;

cambio 30/30 marce con inversore

idraulico; tara 5.300 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.428 x

2.374 mm; passo 2.550 mm.

6140 TTV € 111.700

Cambio continuo con inversore

idraulico;

6130

97.900 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 136 cv; cambio

30/30 marce con inversore idraulico;

tara 5.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 4.428 x 2.374 mm; passo

2.550 mm.

6130 TTV € 107.030

Cambio continuo con inversore

idraulico;

67


CAMPO APERTO

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e

Agrotron 6155.4

122.350 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

4 cilindri; 4.038 cc; 156 cv;

cambio 30/15 marce con inversore

idraulico; tara 7.080 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.428 x

2.456 mm; passo 2.453 mm.

AGROTRON 6155.4 TTV € 149.280

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 7.540 kg; ; passo

2.543 mm.

Agrotron 6155

127.610 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 156 cv;

cambio 30/15 marce con inversore

idraulico; tara 6.750 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.142 x

2.416 mm; passo 2.767 mm.

AGROTRON 6155 TTV € 154.340

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 8.230 kg;

Agrotron 6165.4

125.620 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler

common rail; 4 cilindri; 4.038

cc; 164 cv; cambio 30/15 marce con

inversore idraulico; tara 7.080 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

4.428 x 2.456 mm; passo 2.543 mm.

AGROTRON 6165.4 TTV € 152.610

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 7.540 kg;

Agrotron 6165

130.060 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 164 cv;

cambio 30/15 marce con inversore

idraulico; tara 6.750 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.142 x

2.416 mm; passo 2.767 mm.

AGROTRON 6165 TTV € 158.800

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 8.230 kg;

Agrotron 6175.4

131.920 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler

common rail; 4 cilindri; 4.038

cc; 171 cv; cambio 30/15 marce con

inversore idraulico; tara 7.080 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

4.428 x 2.456 mm; passo 2.543 mm.

AGROTRON 6175.4 TTV € 160.600

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 7.540 kg;

Agrotron 6175

136.340 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 176 cv;

cambio 30/15 marce con inversore

idraulico; tara 7.530 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.317 x

2.472 mm; passo 2.767 mm.

AGROTRON 6175 TTV € 165.110

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 8.290 kg;

Agrotron 6185

145.930 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 188

cv; cambio 30/15 marce con inversore

idraulico; tara 8.105 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x

largh. 4.317 x 2.472 mm; passo

2.767 mm.

AGROTRON 6185 TTV € 172.099

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 8.340 kg;

Agrotron 6205

158.090 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 207 cv;

cambio 30/15 marce con inversore

idraulico; tara 8.200 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.398 x

2.500 mm; passo 2.848 mm.

AGROTRON 6205 TTV € 183.390

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 8.580 kg;

Agrotron 6215

163.470 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 212

cv; cambio 30/15 marce con inversore

idraulico; tara 8.200 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x

largh. 4.398 x 2.500 mm; passo

2.848 mm.

AGROTRON 6215 TTV € 188.900

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 8.580 kg;

Agrotron 7230 TTV

207.630 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 226

cv; cambio continuo; tara 8.200

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.817 x 2.500 mm; passo

2.817 mm.

Agrotron 7250 TTV

210.080 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 246

cv; cambio continuo; tara 8.200

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.817 x 2.500 mm; passo

2.817 mm.

Agrotron 8280 TTV

259.920 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler

common rail; 6 cilindri; 6.057

cc; 287 cv; cambio continuo; tara

9.500 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 5.100 x 2.550 mm; passo

2.918 mm.

Agrotron 9290 TTV

269.750 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 7.755 cc; 295 cv;

cambio continuo; tara 12.000 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh.

5.268 x 2.550 mm; passo 3.135 mm.

Agrotron 9310 TTV

276.500 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 7.755 cc; 312

cv; cambio continuo; tara 12.000

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 5.268 x 2.550 mm; passo

3.135 mm.

Agrotron 9340 TTV

286.510 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 7.755 cc; 336 cv;

cambio continuo; tara 12.000 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh.

5.268 x 2.550 mm; passo 3.135 mm.

311 Vario

132.621 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4

cilindri; 4.397 cc; 123 cv; cambio

Continuo marce; tara 4.810 kg; rimorchiabile

19.240 kg; lungh. x largh.

4.336 x 2.220 mm; passo 2.420 mm.

312 Vario

136.789 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4

cilindri; 4.397 cc; 133 cv; cambio

continuo; tara 4.970 kg; rimorchiabile

19.880 kg; lungh. x largh. 4.336 x

2.420 mm; passo 2.420 mm.

313 Vario

141.208 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler

common rail; 4 cilindri; 4.397

cc; 142 cv; cambio continuo; tara

4.970 kg; rimorchiabile 19.880 kg; lungh.

x largh. 4.336 x 2.420 mm; passo

2.420 mm.

314 VARIO € 148.010

kg; lungh. x largh. 5.240 x 2.550 mm;

passo 2.783 mm.

716 Vario

208.997 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 171 cv;

cambio continuo; tara 7.735 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh.

5.240 x 2.550 mm; passo 2.783 mm.

718 Vario

221.992 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 188 cv;

cambio continuo; tara 7.790 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh.

5.240 x 2.550 mm; passo 2.783 mm.

720 Vario

234.857 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 209 cv;

cambio continuo; tara 7.980 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh.

5.240 x 2.550 mm; passo 2.783 mm.

722 Vario

244.871 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 228 cv;

cambio continuo; tara 7.980 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh.

5.240 x 2.550 mm; passo 2.783 mm.

724 Vario

257.239 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 246 cv;

cambio continuo; tara 7.980 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh.

5.240 x 2.550 mm; passo 2.783 mm.

9.037 cc; 296 cv; cambio continuo;

tara 10.830 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.655 x 2.750 mm;

passo 3.050 mm.

933 Vario

336.851 euro

Cabina optional. Motore Man; intercooler

common rail; 6 cilindri;

9.037 cc; 326 cv; cambio continuo;

tara 10.830 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.655 x 2.750 mm;

passo 3.050 mm.

936 Vario

346.771 euro

Cabina optional. Motore Man; intercooler

common rail; 6 cilindri;

9.037 cc; 355 cv; cambio continuo;

tara 10.900 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.655 x 2.750 mm;

passo 3.050 mm.

939 Vario

356.302 euro

Cabina optional. Motore Man; intercooler

common rail; 6 cilindri;

9.037 cc; 385 cv; cambio continuo;

tara 10.900 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.655 x 2.750 mm;

passo 3.050 mm.

942 Vario

360.692 euro

Cabina optional. Motore Man; intercooler

common rail; 6 cilindri;

9.037 cc; 415 cv; cambio continuo;

tara 10.900 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.655 x 2.750 mm;

passo 3.050 mm.

Seminatrice PNL 5,00/6,00 mt.

D A M A X

Seminatrice DSG 2,50/3,00/4,00 mt.

Seminatrice DSG MQ 2,50/3,00 mt.

Semente+Concime

DAMAX srl - Via Roma, 89/93 - 25023 Gottolengo (BS)

Tel. 030/9517176 - Fax 030/9517175 - www.damax.it - damax@damax.it

Via dell’Industria 63

36042 Breganze (Vi)

tel. 0445/385311

www.fendt.com

207 S Vario

101.306 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3

cilindri; 3.298 cc; 77 cv; cambio

continuo; tara 3.830 kg; rimorchiabile

15.320 kg; lungh. x largh. 4.068 x

1.970 mm; passo 2.319 mm.

208 S Vario

103.783 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3

cilindri; 3.298 cc; 86 cv; cambio

continuo; tara 3.870 kg; rimorchiabile

15.480 kg; lungh. x largh. 4.068 x

2.170 mm; passo 2.319 mm.

209 S Vario

106.690 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3

cilindri; 3.298 cc; 96 cv; cambio

continuo; tara 3.950 kg; rimorchiabile

15.800 kg; lungh. x largh. 4.068 x

2.170 mm; passo 2.319 mm.

210 S Vario

110.173 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3

cilindri; 3.298 cc; 104 cv; cambio

continuo; tara 3.950 kg; rimorchiabile

15.800 kg; lungh. x largh. 4.068 x

2.170 mm; passo 2.319 mm.

211 S Vario

115.547 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3

cilindri; 3.298 cc; 111 cv; cambio

continuo; tara 4.010 kg; rimorchiabile

16.040 kg; lungh. x largh. 4.068 x

2.186 mm; passo 2.319 mm.

512 Vario

165.701 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

4 cilindri; 4.038 cc; 131

cv; cambio continuo; tara 6.050

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.453 x 2.501 mm; passo

2.560 mm.

513 Vario

170.152 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

4 cilindri; 4.038 cc; 141

cv; cambio continuo; tara 6.050

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.453 x 2.501 mm; passo

2.560 mm.

514 Vario

177.114 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

4 cilindri; 4.038 cc; 156

cv; cambio continuo; tara 6.400

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.453 x 2.501 mm; passo

2.560 mm.

516 Vario

186.716 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler

common rail; 4 cilindri; 4.038

cc; 171 cv; cambio continuo; tara

6.400 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.453 x 2.501 mm; passo

2.560 mm.

714 Vario

199.788 euro

Con cabina. Motore Deutz; 6 cilindri;

6.057 cc; 150 cv; cambio continuo;

tara 7.735 kg; rimorchiabile 20.000

822 Vario

262.251 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 226 cv;

cambio continuo; tara 9.370 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh.

5.274 x 2.750 mm; passo 2.950 mm.

824 Vario

268.867 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 246 cv;

cambio continuo; tara 9.370 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh.

5.274 x 2.750 mm; passo 2.950 mm.

826 Vario

274.234 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 265 cv;

cambio continuo; tara 9.520 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh.

5.274 x 2.750 mm; passo 2.950 mm.

828 Vario

284.183 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 287 cv;

cambio continuo; tara 9.520 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh.

5.274 x 2.750 mm; passo 2.950 mm.

930 Vario

324.251 euro

Cabina optional. Motore Man; intercooler

common rail; 6 cilindri;

1038 Vario

367.412 euro

Cabina optional. Motore Man; intercooler;

6 cilindri; 12.419 cc; 396

cv; cambio continuo; tara 14.000

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 6.350 x 2.750 mm; passo

3.300 mm.

1042 Vario

383.189 euro

Cabina optional. Motore Man; intercooler;

6 cilindri; 12.419 cc; 435

cv; cambio continuo; tara 14.000

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 6.350 x 2.750 mm; passo

3.300 mm.

1046 Vario

395.296 euro

Cabina optional. Motore Man; intercooler;

6 cilindri; 12.419 cc; 476

cv; cambio continuo; tara 14.000

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 6.350 x 2.750 mm; passo

3.300 mm.

1050 Vario

404.983 euro

Cabina optional. Motore Man; intercooler

common rail; 6 cilindri;

12.419 cc; 517 cv; cambio continuo;

tara 14.000 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 6.350 x 2.750 mm;

passo 3.300 mm.

Via E. Fermi, 16

20090 Assago (Mi)

tel. 02/48866501

fax 02/4880378

www.jcb.com

mezza_orizz_185x120.indd 1 06/09/19 09:09

69


CAMPO APERTO

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e

Fastrac 4160

259.800 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 6.596 cc; 177 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 7.575 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.400 x 2.550 mm;

passo 2.980 mm.

Fastrac 4190

288.600 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler

common rail; 6 cilindri; 6.596

cc; 211 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 7.575

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 5.400 x 2.550 mm; passo

2.980 mm.

Fastrac 4220

319.600 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler

common rail; 6 cilindri; 6.596

cc; 238 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 8.340

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 5.400 x 2.550 mm; passo

2.980 mm.

Fastrac 8290

386.200 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 8.419 cc; 280 cv;

cambio continuo con inversore

idraulico; tara 10.431 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 5.650

x 2.550 mm; passo 3.120 mm.

Fastrac 8330

426.400 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 8.419 cc; 340 cv;

cambio continuo con inversore

idraulico; tara 10.431 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 5.650

x 2.550 mm; passo 3.120 mm.

Kubota Europa-Filiale Italiana:

SP Nuova Rivoltana 2/A - 20090 Segrate (Milano)

tel. 02/51650377

fax 02/5471133

www.kubota-eu.com

M 4063

36.734 euro

Cabina optional. Motore turbo; 4 cilindri;

3.331 cc; 66 cv; cambio 18/18

marce con inversore idraulico; tara

2.570 kg; rimorchiabile 10.280 kg; lungh.

x largh. 3.700 x 1.850 mm; passo

2.135 mm.

70

M 4073

41.754 euro

Cabina optional. Motore turbo common

rail; 4 cilindri; 3.331 cc; 74 cv;

cambio 18/18 marce con inversore

idraulico; tara 2.570 kg; rimorchiabile

10.280 kg; lungh. x largh. 3.700 x

1.850 mm; passo 2.135 mm.

M 5092

52.983 euro

Senza cabina. Motore turbo common

rail; 4 cilindri; 3.770 cc; 93 cv;

cambio 18/18 marce con inversore

idraulico; tara 3.220 kg; rimorchiabile

12.880 kg; lungh. x largh. 4.155 x

2.195 mm; passo 2.250 mm.

M 5092 Q

64.203 euro

Con cabina. Motore turbo common

rail; 4 cilindri; 3.770 cc; 94 cv;

cambio 36/36 marce con inversore

idraulico; tara 3.420 kg; rimorchiabile

13.680 kg; lungh. x largh. 4.155 x

2.195 mm; passo 2.250 mm.

M 5112

57.423 euro

Senza cabina. Motore turbo Common

rail; 4 cilindri; 3.770 cc; 107 cv;

cambio 18/18 marce con inversore

idraulico; tara 3.220 kg; rimorchiabile

12.880 kg; lungh. x largh. 4.155 x

2.195 mm; passo 2.250 mm.

M 5112 Q

68.609 euro

Con cabina. Motore turbo Common

rail; 4 cilindri; 3.770 cc; 115 cv;

cambio 36/36 marce con inversore

idraulico; tara 3.420 kg; rimorchiabile

13.680 kg; lungh. x largh. 4.155 x

2.195 mm; passo 2.250 mm.

M 6101

86.007 euro

Con cabina. Motore turbo Common

rail; 4 cilindri; 3.770 cc; 102 cv;

cambio 24/24 marce con inversore

idraulico; tara 4.300 kg; rimorchiabile

17.200 kg; lungh. x largh. 4.315 x

2.270 mm; passo 2.440 mm.

M 6111

89.714 euro

Con cabina. Motore turbo Common

rail; 4 cilindri; 3.770 cc; 110 cv;

cambio 24/24 marce con inversore

idraulico; tara 4.300 kg; rimorchiabile

17.200 kg; lungh. x largh. 4.315 x

2.270 mm; passo 2.440 mm.

M 6121

96.924 euro

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;

6.124 cc; 121 cv; cambio 24/24

marce con inversore idraulico; tara

4.845 kg; rimorchiabile 19.380 kg; lungh.

x largh. 4.475 x 2.330 mm; passo

2.685 mm.

M 6131

99.329 euro

Con cabina. Motore turbo common

rail; 4 cilindri; 6.124 cc; 131 cv;

cambio 24/24 marce con inversore

idraulico; tara 5.560 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.475 x

2.330 mm; passo 2.685 mm.

M 6141

103.990 euro

Con cabina. Motore turbo Common

rail; 4 cilindri; 6.124 cc; 141 cv;

cambio 24/24 marce con inversore

idraulico; tara 4.845 kg; rimorchiabile

19.380 kg; lungh. x largh. 4.475 x

2.330 mm; passo 2.685 mm.

M 6122

103.646 euro

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;

6.124 cc; 123 cv; cambio 24/24

marce con inversore idraulico; tara

6.000 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.475 x 2.330 mm; passo

2.690 mm.

M 6132

106.839 euro

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;

6.124 cc; 132 cv; cambio 24/24

marce con inversore idraulico; tara

6.000 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.475 x 2.330 mm; passo

2.690 mm.

M 6142

110.031 euro

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;

6.124 cc; 143 cv; cambio 24/24 marce

con inversore idraulico; tara 6.000 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

4.475 x 2.330 mm; passo 2.690 mm.

M 7133

116.970 euro

Con cabina. Motore turbo common

rail; 4 cilindri; 6.124 cc; 130 cv;

cambio 30/15 marce con inversore

idraulico; tara 6.820 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.770 x

2.500 mm; passo 2.720 mm.

M 7133 KVT € 145.846

Cambio continuo con inversore

idraulico;

M 7153

122.404 euro

Con cabina. Motore turbo common

rail; 4 cilindri; 6.124 cc; 150 cv;

cambio 30/15 marce con inversore

idraulico; tara 6.570 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.770 x

2.500 mm; passo 2.720 mm.

M 7153 KVT € 151.280

Cambio continuo con inversore

idraulico;

M 7173

129.635 euro

Con cabina. Motore turbo common

rail; 4 cilindri; 6.124 cc; 170 cv;

cambio 30/15 marce con inversore

idraulico; tara 6.570 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.770 x

2.500 mm; passo 2.720 mm.

M 7173 KVT € 158.511

Cambio continuo con inversore

idraulico;

SDF S.p.a. V.le F. Cassani 15

24047 Treviglio (Bergamo)

tel. 0363/4211

www.lamborghini-tractors.com

www.sdfgroup.com

Crono 70

36.560 euro

Senza cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 65 cv;

cambio 12/3 marce; tara 3.000

kg; rimorchiabile 12.000 kg; lungh.

x largh. 3.860 x 1.782 mm; passo

2.100 mm.

Crono 80

39.810 euro

Senza cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio

12/3 marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.782 mm; passo 2.100 mm.

Crono 90

44.610 euro

Senza cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio

15/15 marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.782 mm; passo 2.100 mm.

Crono 100

46.730 euro

Senza cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 97 cv; cambio

15/15 marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.782 mm; passo 2.100 mm.

Spire 70 Trend

44.740 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 65 cv; cambio

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.795 mm; passo 2.100 mm.

Spire 80 Trend

46.010 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.795 mm; passo 2.100 mm.

Spire 90 Trend

48.950 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.882 mm; passo 2.100 mm.

Spire 100 Trend

51.560 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 97 cv; cambio

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.882 mm; passo 2.100 mm.

Spire 70 Target

46.340 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 65 cv; cambio

10/10 marce; tara 3.200 kg; rimorchia-

2022

Un evento che cambia, si evolve

e si sviluppa. Un bouquet che

raccoglie le sde delle transizioni

energetica e digitale. Un palco

per i protagonisti dell’agricoltura

https://www.innovationagri.it


CAMPO APERTO

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e

bile 12.800 kg; lungh. x largh. 3.430 x

1.940 mm; passo 2.100 mm.

Spire 80

51.450 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio

30/15 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.200 kg; rimorchiabile

12.800 kg; lungh. x largh. 3.430 x

1.940 mm; passo 2.100 mm.

SPIRE 80 TARGET € 47.120

Cambio 10/10 marce;

Spire 90

54.940 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio

30/15 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.200 kg; rimorchiabile

12.800 kg; lungh. x largh. 3.430 x

1.940 mm; passo 2.100 mm.

SPIRE 90 TARGET € 50.560

Cambio 10/10 marce;

Spire 90.4

56.060 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio

30/15 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.300 kg; rimorchiabile

13.200 kg; lungh. x largh. 3.560 x

2.005 mm; passo 2.230 mm.

SPIRE 90.4 TARGET € 51.670

Cambio 10/10 marce;

Spire 100.4

62.000 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio

30/15 marce con inversore idraulico;

tara 3.300 kg; rimorchiabile 13.200 kg;

lungh. x largh. 3.560 x 2.005 mm; passo

2.230 mm.

Spire 90 VRT

88.420 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 3.958 kg; rimorchiabile 15.832

kg; lungh. x largh. 4.638 x 1.745 mm;

passo 2.141 mm.

Spire 90.4 VRT

91.710 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 4.058 kg; rimorchiabile 16.232

kg; lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;

passo 2.271 mm.

Spire 100 VRT

90.680 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 97 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 3.958 kg; rimorchiabile 15.832

kg; lungh. x largh. 4.638 x 1.745 mm;

passo 2.141 mm.

Spire 100.4 VRT

94.720 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 4.058 kg; rimorchiabile 16.232

kg; lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;

passo 2.271 mm.

Spire 110.4 VRT

98.240 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 113 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 4.058 kg; rimorchiabile 16.232

72

kg; lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;

passo 2.271 mm.

Strike 80 LD

54.110 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio

16/16 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.600 kg; rimorchiabile

14.400 kg; lungh. x largh. 4.100 x

2.037 mm; passo 2.300 mm.

Strike 90 LD

56.100 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio

16/16 marce con inversore

idraulico optional; tara 3.600 kg;

rimorchiabile 14.400 kg; lungh. x

largh. 4.100 x 2.037 mm; passo

2.300 mm.

STRIKE 90 MD € 58.960

Tara 3.750 kg; rimorchiabile 15.000

kg; lungh. x largh. 4.100 x 2.065 mm

Strike 90.4 MD

61.310 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio

16/16 marce con inversore

idraulico optional; tara 3.800 kg;

rimorchiabile 15.200 kg; lungh. x

largh. 4.130 x 2.065 mm; passo

2.350 mm.

Strike 100 MD

61.830 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio

16/16 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.920 kg; rimorchiabile

15.680 kg; lungh. x largh. 4.260 x

2.065 mm; passo 2.400 mm.

Strike 110 HD

67.120 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 106 cv; cambio

10/10 marce con inversore idraulico

optional; tara 4.220 kg; rimorchiabile

16.880 kg; lungh. x largh. 4.265 x

2.209 mm; passo 2.400 mm.

Strike 110 MD

63.970 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 113 cv; cambio

16/16 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.920 kg; rimorchiabile

15.680 kg; lungh. x largh. 4.260 x

2.065 mm; passo 2.400 mm.

Strike 120 HD

70.390 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 116 cv; cambio

10/10 marce con inversore idraulico

optional; tara 3.600 kg; rimorchiabile

14.400 kg; lungh. x largh. 4.100 x

2.037 mm; passo 2.300 mm.

Spark 120

93.190 euro

Con cabina. Motore Same; turbo;

4 cilindri; 3.850 cc; 116 cv; cambio

30/30 marce con inversore idraulico;

tara 5.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 4.428 x 2.374 mm; passo

2.540 mm.

SPARK 120 VRT € 105.060

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 5.500 kg;

Spark 130

100.990 euro

Con cabina. Motore Same; turbo; 4 cilindri;

3.850 cc; 126 cv; cambio 30/30 marce

con inversore idraulico; tara 5.600

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

4.428 x 2.392 mm; passo 2.550 mm.

SPARK 130 VRT € 110.110

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 5.800 kg;

Spark 140

105.350 euro

Con cabina. Motore Same; turbo; 4 cilindri;

3.850 cc; 136 cv; cambio 30/30 marce

con inversore idraulico; tara 5.600

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

4.428 x 2.423 mm; passo 2.550 mm.

SPARK 140 VRT € 114.310

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 5.800 kg;

Spark 155.4

126.980 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

4 cilindri; 4.038 cc; 156 cv;

cambio 30/15 marce con inversore

idraulico; tara 7.080 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.428 x

2.456 mm; passo 2.543 mm.

SPARK 155.4 VRT € 150.560

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 7.540 kg;

Spark 155

132.510 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 156 cv;

cambio 30/15 marce con inversore

idraulico; tara 7.200 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.428 x

2.456 mm; passo 2.767 mm.

SPARK 155 VRT € 156.180

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 7.830 kg;

Spark 165.4

130.250 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler

common rail; 4 cilindri; 4.038

cc; 164 cv; cambio 30/15 marce con

inversore idraulico; tara 7.080 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

4.428 x 2.456 mm; passo 2.543 mm.

SPARK 165.4 VRT € 153.890

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 7.540 kg;

Spark 165

132.920 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 164 cv;

cambio 30/15 marce con inversore

idraulico; tara 7.200 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.428 x

2.456 mm; passo 2.767 mm.

SPARK 165 VRT € 158.330

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 7.830 kg;

Spark 175.4

136.550 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler

common rail; 4 cilindri; 4.038

cc; 171 cv; cambio 30/15 marce con

inversore idraulico; tara 7.080 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

4.428 x 2.456 mm; passo 2.543 mm.

SPARK 175.4 VRT € 161.880

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 7.540 kg;

Spark 175

138.550 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 176 cv;

cambio 30/15 marce con inversore

idraulico; tara 7.200 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.603 x

2.486 mm; passo 2.767 mm.

SPARK 175 VRT € 165.380

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 7.980 kg;

Spark 185

149.150 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 188 cv;

cambio 30/15 marce con inversore

idraulico; tara 7.200 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.603 x

2.486 mm; passo 2.767 mm.

SPARK 185 VRT € 175.610

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 8.200 kg;

Spark 205

161.320 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 207 cv;

cambio 30/15 marce con inversore

idraulico; tara 7.930 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.684 x

2.486 mm; passo 2.848 mm.

SPARK 205 VRT € 187.210

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 8.400 kg;

Spark 215

166.740 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 212 cv;

cambio 30/15 marce con inversore

idraulico; tara 7.930 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.684 x

2.486 mm; passo 2.848 mm.

SPARK 215 VRT € 192.730

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 8.400 kg;

Mach 230 VRT

210.890 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 226 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 8.200 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 4.817 x 2.550 mm;

passo 2.868 mm.

Mach 250 VRT

216.200 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

6 cilindri; 6.057 cc; 246 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 8.200 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 4.817 x 2.550 mm;

passo 2.868 mm.

Via Matteotti 7

42042 Fabbrico (Reggio Emilia)

tel. 0522/656111

fax 0522/656476

www.la

4-60

50.692 euro

Con cabina. Motore Kohler; Turbo

common rail; 4 cilindri; 2.482 cc; 61

cv; cambio 24/24 marce con inversore

idraulico optional; tara 3.200 kg;

rimorchiabile 12.800 kg; lungh. x largh.

4.321 x 1.730 mm; passo 2.230 mm.

4-70

51.823 euro

Con cabina. Motore Kohler; Turbo

common rail; 4 cilindri; 2.482 cc; 68

cv; cambio 24/24 marce con inversore

idraulico optional; tara 3.200 kg;

rimorchiabile 12.800 kg; lungh. x largh.

4.321 x 1.730 mm; passo 2.230 mm.

4-80

53.518 euro

Con cabina. Motore Kohler; Turbo

common rail; 4 cilindri; 2.482 cc; 75

cv; cambio 24/24 marce con inversore

idraulico optional; tara 3.200 kg;

rimorchiabile 12.800 kg; lungh. x largh.

4.321 x 1.730 mm; passo 2.230 mm.

5-85

61.116 euro

Con cabina. Motore Fpt; Turbo intercooler

common rail; 3 cilindri; 2.931

cc; 75 cv; cambio 12/12 marce con inversore

idraulico optional; tara 3.850

kg; rimorchiabile 15.400 kg; lungh. x largh.

4.263 x 2.020 mm; passo 2.316 mm.

5-100

71.029 euro

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri; 3.595

cc; 95 cv; cambio 12/12 marce con inversore

idraulico optional; tara 3.850

kg; rimorchiabile 15.400 kg; lungh. x largh.

4.263 x 2.020 mm; passo 2.316 mm.

5-100 HC € 79.660

5-110

74.177 euro

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri; 3.595

cc; 102 cv; cambio 12/12 marce con

inversore idraulico optional; tara

3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg; lungh.

x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo

2.316 mm.

5-110 HC € 82.761

5-120

76.822 euro

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri;

3.595 cc; 114 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo

2.316 mm.

6-115 H

71.582 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

4 cilindri; 3.621 cc; 110 cv;

cambio 12/12 marce con inversore

idraulico; tara 4.600 kg; rimorchiabile

18.400 kg; lungh. x largh. 4.176 x

2.075 mm; passo 2.420 mm.

6-125 H

73.201 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

4 cilindri; 3.621 cc; 119 cv;

cambio 12/12 marce con inversore

idraulico; tara 4.600 kg; rimorchiabile

18.400 kg; lungh. x largh. 4.176 x

2.075 mm; passo 2.420 mm.

6-135 H

75.289 euro

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;

4 cilindri; 3.621 cc; 126 cv;

cambio 12/12 marce con inversore

idraulico; tara 4.600 kg; rimorchiabile

18.400 kg; lungh. x largh. 4.176 x

2.075 mm; passo 2.420 mm.

6-125 CLS

78.120 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler; 4

cilindri; 4.485 cc; 111 cv; cambio 36/12

marce con inversore idraulico; tara

4.700 kg; rimorchiabile 18.800 kg; lungh. x

largh. 4.400 x 2.056 mm; passo 2.540 mm.

6-135 CLS

80.747 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;

121 cv; cambio 36/12 marce con

inversore idraulico; tara 4.700 kg;

rimorchiabile 18.800 kg; lungh. x largh.

4.400 x 2.056 mm; passo 2.540 mm.

6-145 CLS

82.366 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;

131 cv; cambio 36/12 marce con

inversore idraulico; tara 4.700 kg;

rimorchiabile 18.800 kg; lungh. x largh.

4.400 x 2.056 mm; passo 2.540 mm.

7-165 Robo Six

126.517 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;

155 cv; cambio 54/27 marce con

inversore idraulico; tara 6.400 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

5.070 x 2.430 mm; passo 2.600 mm.

7-170 Robo Six

132.466 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 155 cv; cambio

54/27 marce con inversore idraulico;

tara 6.550 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 5.260 x 2.430 mm; passo

2.750 mm.

7-175 Robo Six

130.303 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;

166 cv; cambio 54/27 marce con

inversore idraulico; tara 6.400 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

5.070 x 2.430 mm; passo 2.600 mm.

7-180 Robo Six

136.251 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 166 cv; cambio

54/27 marce con inversore idraulico;

tara 6.550 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 5.260 x 2.430 mm; passo

2.750 mm.

7-200

157.129 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

common rail; 6 cilindri; 6.728 cc;

SI AGGIORNA

‘LA GRANDE ENCICLOPEDIA DI TRATTORI

23 marche

160 pagine

400 foto

‘100 ANNI DI TRATTORI

IN ITALIA’

29 EURO

SCONTI

PER CHI

ACQUISTA SU

WWW.VADOETORNO.COM

PER ACQUISTI

· WWW.VADOETORNO.COM

· EBAY

OPPURE

TELEFONA ALLO 02/55230950


CAMPO APERTO

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e

180 cv; cambio 54/27 marce con

inversore idraulico; tara 7.350 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

5.360 x 2.430 mm; passo 2.820 mm.

7-210

163.129 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 200 cv; cambio

54/27 marce con inversore idraulico;

tara 7.350 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 5.360 x 2.430 mm; passo

2.820 mm.

7-230

169.199 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 215 cv; cambio

54/27 marce con inversore idraulico;

tara 7.350 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 5.360 x 2.430 mm; passo

2.820 mm.

Lindner/Macchine Agricole Sanoll

39044 Egna (Bolzano)

Via Isola di Sopra, 30

tel 0471/813355

www.sanoll.it

Geotrac 64 EP

48.875 euro

Con cabina. Motore Perkins; turbo;

3 cilindri; 3.299 cc; 76 cv; cambio

16/8 marce; tara 2.880 kg; rimorchiabile

11.520 kg; lungh. x largh. 3.201 x

1.921 mm; passo 2.083 mm.

Geotrac 74 EP

51.450 euro

Con cabina. Motore Perkins; turbo;

4 cilindri; 3.387 cc; 76 cv; cambio

16/8 marce; tara 2.950 kg; rimorchiabile

11.800 kg; lungh. x largh. 3.283 x

2.024 mm; passo 2.083 mm.

Geotrac 84 Ep

59.100 euro

Con cabina. Motore Perkins; turbo;

4 cilindri; 3.387 cc; 95 cv; cambio

16/16 marce; tara 3.380 kg; rimorchiabile

13.520 kg; lungh. x largh. 3.437 x

2.024 mm; passo 2.237 mm.

Geotrac 94 Ep

66.025 euro

Con cabina. Motore Perkins; turbo;

4 cilindri; 3.387 cc; 102 cv; cambio

16/8 marce con inversore idraulico;

tara 3.950 kg; rimorchiabile 15.800 kg;

lungh. x largh. 3.604 x 2.111 mm; passo

2.280 mm.

Geotrac 104 EP

67.150 euro

Con cabina. Motore Perkins; turbo;

4 cilindri; 3.387 cc; 113 cv; cambio

16/8 marce con inversore idraulico;

tara 3.950 kg; rimorchiabile 15.800 kg;

lungh. x largh. 3.604 x 2.111 mm; passo

2.280 mm.

Geotrac 114 Ep

82.950 euro

Con cabina. Motore Perkins; intercooler;

4 cilindri; 4.399 cc; 133 cv;

cambio 32/32 marce con inversore

idraulico; tara 4.850 kg; rimorchiabile

19.400 kg; lungh. x largh. 4.230 x

2.320 mm; passo 2.500 mm.

Geotrac 134 Ep

87.300 euro

Con cabina. Motore Perkins; intercooler;

4 cilindri; 4.399 cc; 144 cv;

cambio 32/32 marce con inversore

idraulico; tara 4.850 kg; rimorchiabile

19.400 kg; lungh. x largh. 4.230 x

2.320 mm; passo 2.500 mm.

Lintrac 90

74.975 euro

Con cabina. Motore Perkins; turbo;

4 cilindri; 3.387 cc; 102 cv; cambio

continuo; tara 3.750 kg; rimorchiabile

15.000 kg; lungh. x largh. 3.469 x

2.150 mm; passo 2.264 mm.

Lintrac 110

83.325 euro

Con cabina. Motore Perkins; turbo;

4 cilindri; 3.387 cc; 113 cv; cambio

continuo; tara 4.370 kg; rimorchiabile

17.480 kg; lungh. x largh. 3.530 x

2.105 mm; passo 2.325 mm.

Via Provinciale 39

43100 San Quirico di Trecasali (Parma)

tel. 0521/371901

fax 0521/371920

ww w.masseyferguson.com

MF 4708M

51.230 euro

Cabina optional. Motore Sisu; turbo; 3

cilindri; 3.298 cc; 82 cv; cambio 12/12

marce con inversore idraulico optional;

tara 3.100 kg; rimorchiabile 12.400

kg; lungh. x largh. 4.454 x 1.565

mm; passo 2.250 mm.

MF 4709M

54.390 euro

Cabina optional. Motore Sisu; turbo; 3

cilindri; 3.298 cc; 92 cv; cambio 12/12

marce con inversore idraulico optional;

tara 3.100 kg; rimorchiabile 12.400

kg; lungh. x largh. 4.454 x 1.565

mm; passo 2.250 mm.

MF 4710M

63.630 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3 cilindri;

3.298 cc; 100 cv; cambio 12/12

marce con inversore idraulico optional;

tara 3.100 kg; rimorchiabile 12.400

kg; lungh. x largh. 4.454 x 1.565

mm; passo 2.250 mm.

MF 5709 M Dyna 4

72.070 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3 cilindri;

3.298 cc; 95 cv; cambio 16/16

marce con inversore idraulico; tara

4.300 kg; rimorchiabile 17.200 kg;

lungh. x largh. 4.305 x 1.820 mm;

passo 2.500 mm.

MF 5710 M Dyna 4

74.900 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

4 cilindri; 4.397 cc; 100 cv; cambio

16/16 marce con inversore idraulico;

tara 4.070 kg; rimorchiabile 16.280

kg; lungh. x largh. 4.305 x 1.380

mm; passo 2.430 mm.

MF 5710 M

70.760 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

4 cilindri; 4.397 cc; 105 cv; cambio

12/12 marce con inversore idraulico

optional; tara 4.100 kg; rimorchiabile

16.400 kg; lungh. x largh. 4.305 x

1.820 mm; passo 2.430 mm.

MF 5711 M

73.600 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

4 cilindri; 4.397 cc; 115 cv; cambio

12/12 marce con inversore idraulico

optional; tara 4.100 kg; rimorchiabile

16.400 kg; lungh. x largh. 4.305 x

1.820 mm; passo 2.430 mm.

MF 5711 M DYNA 4 € 77.740

Cambio 16/16 marce con inversore

idraulico; tara 4.300 kg; rimorchiabile

17.200 kg;

MF 5712 M

78.500 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4 cilindri;

4.397 cc; 125 cv; cambio 12/12

marce con inversore idraulico optional;

tara 4.300 kg; rimorchiabile 17.200

kg; lungh. x largh. 4.305 x 1.820

mm; passo 2.500 mm.

MF 5713 M

81.340 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4 cilindri;

4.397 cc; 135 cv; cambio 12/12

marce con inversore idraulico optional;

tara 4.300 kg; rimorchiabile 17.200

kg; lungh. x largh. 4.305 x 1.820

mm; passo 2.500 mm.

MF 5S 105 Dyna-4

91.440 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

4 cilindri; 4.397 cc; 105 cv; cambio

16/16 marce con inversore idraulico;

tara 5.300 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 4.331 x 2.020

mm; passo 2.550 mm.

MF 5S 105 DYNA-6 € 94.280

Cambio 24/24 marce con inversore

idraulico;

MF 5S 115 Dyna-4

94.280 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

4 cilindri; 4.397 cc; 115 cv; cambio

16/16 marce con inversore idraulico;

tara 5.300 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 4.331 x 2.020

mm; passo 2.550 mm.

MF 5S 115 DYNA-6 € 97.110

Cambio 24/24 marce con inversore

idraulico;

MF 5S 125 Dyna-4

97.930 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo common

rail; 4 cilindri; 4.397 cc; 125 cv;

cambio 16/16 marce con inversore

idraulico; tara 5.300 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.331 x

2.020 mm; passo 2.550 mm.

MF 5S 125 DYNA-6 € 100.760

Cambio 24/24 marce con inversore

idraulico;

MF 5S 135 Dyna-4

100.760 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo common

rail; 4 cilindri; 4.397 cc; 135 cv;

cambio 16/16 marce con inversore

idraulico; tara 5.300 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.331 x

2.020 mm; passo 2.550 mm.

MF 5S 135 DYNA-6 € 103.600

Cambio 24/24 marce con inversore

idraulico;

MF 5S 145 Dyna-4

103.600 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler

common rail; 4 cilindri; 4.397 cc; 145

cv; cambio 16/16 marce con inversore

idraulico; tara 5.300 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.331 x

2.020 mm; passo 2.550 mm.

MF 5S 145 DYNA-6 € 106.430

Cambio 24/24 marce con inversore

idraulico;

MF 6S 135 Dyna 6

111.810 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo common

rail; 4 cilindri; 4.910 cc; 135 cv;

cambio 24/24 marce con inversore

idraulico; tara 5.700 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.700 x

2.280 mm; passo 2.670 mm.

MF 6S 135 DYNA VT € 136.910

Cambio continuo con inversore

idraulico;

MF 6S 145 Dyna 6

114.640 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4 cilindri;

4.910 cc; 145 cv; cambio 24/24

marce con inversore idraulico; tara

5.700 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 4.700 x 2.280 mm;

passo 2.670 mm.

MF 6S 145 DYNA VT € 139.750

Cambio continuo con inversore

idraulico;

MF 6S 155 Dyna 6

118.740 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4 cilindri;

4.910 cc; 155 cv; cambio 24/24

marce con inversore idraulico; tara

5.700 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 4.700 x 2.280 mm;

passo 2.670 mm.

MF 6S 155 DYNA VT € 143.370

Cambio continuo con inversore

idraulico;

MF 6S 165 Dyna 6

123.190 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4 cilindri;

4.910 cc; 165 cv; cambio 24/24

marce con inversore idraulico; tara

5.700 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 4.700 x 2.280 mm;

passo 2.670 mm.

MF 6S 165 DYNA VT € 147.820

Cambio continuo con inversore

idraulico;

MF 6S 180 Dyna 6

130.600 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo Common

rail; 4 cilindri; 4.910 cc; 180 cv;

cambio 24/24 marce con inversore

idraulico; tara 5.700 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.700 x

2.280 mm; passo 2.670 mm.

MF 6S 180 DYNA VT € 152.070

Cambio continuo con inversore

idraulico;

MF 7S 155 Dyna 6

124.380 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 6.596 cc; 155 cv; cambio

A NEW SEASON

IS ABOUT TO BEGIN

SPONSORED BY

74


CAMPO APERTO

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e

24/24 marce con inversore idraulico;

tara 6.200 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 4.900 x 2.500

mm; passo 2.880 mm.

MF 7S 155 DYNA VT € 147.660

Cambio continuo con inversore

idraulico;

MF 7S 165 Dyna 6

128.950 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 6 cilindri;

6.596 cc; 165 cv; cambio 24/24

marce con inversore idraulico; tara

6.200 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 4.900 x 2.500 mm;

passo 2.880 mm.

MF 7S 165 DYNA VT € 152.230

Cambio continuo con inversore

idraulico;

MF 7S 180 Dyna 6

136.160 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 6.596 cc; 180 cv; cambio

24/24 marce con inversore idraulico;

tara 6.300 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 4.900 x 2.500

mm; passo 2.880 mm.

MF 7S 180 DYNA VT € 159.760

Cambio continuo con inversore

idraulico;

MF 7S 190 Dyna VT

162.590 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler

common rail; 6 cilindri; 6.596 cc; 190

cv; cambio continuo con inversore

idraulico; tara 6.300 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.900 x

2.500 mm; passo 2.880 mm.

MF 7S 210 Dyna VT

165.110 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler

common rail; 6 cilindri; 6.596 cc; 210

cv; cambio continuo con inversore

idraulico; tara 6.300 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.900 x

2.500 mm; passo 2.880 mm.

MF 8S 205 Dyna VT

197.550 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler

common rail; 6 cilindri; 7.365 cc; 205

cv; cambio continuo con inversore

idraulico; tara 8.700 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 5.375 x

2.550 mm; passo 3.050 mm.

MF 8S 205 DYNA-7 € 169.510

Cambio 28/28 marce con inversore

idraulico;

MF 8S 205 DYNA-E-POWER

€ 173.370

MF 8S 225 Dyna VT

203.220 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler

common rail; 6 cilindri; 7.365 cc; 225

cv; cambio continuo con inversore

idraulico; tara 8.700 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 5.375 x

2.550 mm; passo 3.050 mm.

MF 8S 225 DYNA-7 € 175.180

Cambio 28/28 marce con inversore

idraulico;

MF 8S 225 DYNA-E-POWER

€ 179.040

MF 8S 245 Dyna VT

208.890 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler

common rail; 6 cilindri; 7.365 cc; 245

cv; cambio continuo con inversore

idraulico; tara 8.700 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 5.375 x

2.550 mm; passo 3.050 mm.

MF 8S 245 DYNA-7 € 180.850

Cambio 28/28 marce con inversore

idraulico;

MF 8S 245 DYNA-E-POWER

€ 184.710

MF 8S 265 Dyna VT

214.560 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler

common rail; 6 cilindri; 7.365

cc; 265 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 8.700 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x

largh. 5.375 x 2.550 mm; passo

3.050 mm.

MF 8S 265 DYNA-7 € 186.520

Cambio 28/28 marce con inversore

idraulico;

MF 8S 265 DYNA-E-POWER

€ 190.380

MF 8S 285 Dyna VT

220.230 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler

common rail; 6 cilindri; 7.365 cc; 285

cv; cambio continuo con inversore

idraulico; tara 8.700 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 5.375 x

2.550 mm; passo 3.050 mm.

MF 8S 285 DYNA-7 € 192.230

Cambio 28/28 marce con inversore

idraulico;

MF 8S 285 DYNA-E-POWER

€ 196.080

MF 8S 305 Dyna VT

222.750 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler

common rail; 6 cilindri; 7.365 cc; 305

cv; cambio continuo con inversore

idraulico; tara 8.700 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 5.375 x

2.550 mm; passo 3.050 mm.

MF 8727 S Dyna VT

210.650 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 8.419 cc; 270 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

sollevatore 12.000 kg; tara 10.300

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 5.670 x 2.550 mm; passo

3.100 mm.

MF 8730 S Dyna VT

217.740 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 8.419 cc; 295 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

sollevatore 12.000 kg; tara 10.300

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 5.670 x 2.550 mm; passo

3.100 mm.

MF 8732 S Dyna VT

224.820 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 8.419 cc; 320 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

sollevatore 12.000 kg; tara 10.300

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 5.670 x 2.550 mm; passo

3.100 mm.

MF 8735 S Dyna VT

236.880 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 8.419 cc; 350 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

sollevatore 12.000 kg; tara 10.300

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 5.670 x 2.550 mm; passo

3.100 mm.

MF 8737 S Dyna VT

242.550 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 8.419 cc; 370 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

sollevatore 12.000 kg; tara 10.300

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 5.670 x 2.550 mm; passo

3.100 mm.

MF 8740 S Dyna VT

247.110 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 8.419 cc; 400 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

sollevatore 12.000 kg; tara 10.300

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 5.67

Via Matteotti 7

42042 Fabbrico (Reggio Emilia)

tel. 0522/656111

fax 0522/656476

www.mccormick.it

X 4.60

50.692 euro

Con cabina. Motore Kohler; Turbo

common rail; 4 cilindri; 2.482 cc;

61 cv; cambio 24/24 marce con

inversore idraulico optional; tara

3.200 kg; rimorchiabile 12.800 kg;

lungh. x largh. 4.321 x 1.730 mm;

passo 2.110 mm.

X 4.70

51.823 euro

Con cabina. Motore Kohler; Turbo

common rail; 4 cilindri; 2.482 cc; 68

cv; cambio 24/24 marce con inversore

idraulico optional; tara 3.200 kg;

rimorchiabile 12.800 kg; lungh. x largh.

4.321 x 1.730 mm; passo 2.110 mm.

X 4.80

53.518 euro

Con cabina. Motore Kohler; Turbo

common rail; 4 cilindri; 2.482 cc; 75

cv; cambio 24/24 marce con inversore

idraulico optional; tara 3.200 kg;

rimorchiabile 12.800 kg; lungh. x largh.

4.321 x 1.730 mm; passo 2.110 mm.

X 5-85

61.116 euro

Con cabina. Motore Fpt; Turbo intercooler

common rail; 3 cilindri;

2.931 cc; 75 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo

2.316 mm.

X 5-100

72.205 euro

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri;

3.595 cc; 95 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo

2.316 mm.

X 5-100 HC € 79.660

X 5-110

75.353 euro

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri;

3.595 cc; 102 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo

2.316 mm.

X 5-110 HC € 82.761

X 5-120

77.998 euro

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri; 3.595

cc; 114 cv; cambio 12/12 marce con

inversore idraulico optional; tara 3.850

kg; rimorchiabile 15.400 kg; lungh. x largh.

4.263 x 2.020 mm; passo 2.316 mm.

X 6.413

111.700 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;

125 cv; cambio 24/24 marce con

inversore idraulico; tara 5.500 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

4.500 x 2.200 mm; passo 2.560 mm.

X 6.414

113.894 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;

135 cv; cambio 24/24 marce con

inversore idraulico; tara 5.500 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh.

4.500 x 2.200 mm; passo 2.560 mm.

X 6.415

116.706 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;

145 cv; cambio 24/24 marce con

inversore idraulico; tara 5.500 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

4.500 x 2.200 mm; passo 2.560 mm.

X 7.440 Premium

108.787 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 141 cv; cambio 54/27 marce

con inversore idraulico; tara 6.850

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 5.070 x 2.430 mm; passo

2.600 mm.

X 7.440 VT-DRIVE € 117.335

Cambio continuo con inversore

idraulico;

X 7.450 Efficient

101.352 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;

150 cv; cambio 54/27 marce con

inversore idraulico; tara 6.850 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

5.070 x 2.430 mm; passo 2.600 mm.

X 7.450 PREMIUM € 111.404

X 7.450 VT-DRIVE € 119.980

Cambio continuo con inversore

idraulico;

X 7.417

129.671 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;

155 cv; cambio 54/27 marce con

inversore idraulico; tara 6.850 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

5.070 x 2.430 mm; passo 2.600 mm.

X 7.617

135.620 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 155 cv; cambio

54/27 marce con inversore idraulico;

tara 6.850 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 5.070 x 2.430 mm; passo

2.600 mm.

X 7.418

133.457 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 166 cv; cambio 54/27 marce

con inversore idraulico; tara 6.850

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 5.070 x 2.430 mm; passo

2.600 mm.

X 7.418 VT-DRIVE € 154.536

Cambio continuo con inversore

idraulico;

X 7.460 EFFICIENT € 103.918

Cambio 54/27 marce con inversore

idraulico;

X 7.460 PREMIUM € 113.970

X 7.460 VT-DRIVE € 122.520

Cambio continuo con inversore

idraulico;

X 7.618

139.405 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 166 cv; cambio

54/27 marce con inversore idraulico;

tara 6.850 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 5.070 x 2.430 mm; passo

2.600 mm.

X 7.618 VT-DRIVE € 160.484

Cambio continuo con inversore

idraulico;

X 7.620

158.923 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

common rail; 6 cilindri; 6.728

cc; 180 cv; cambio 54/27 marce

con inversore idraulico; tara 7.010

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 5.260 x 2.430 mm; passo

2.820 mm.

X 7.621

164.923 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 200 cv; cambio

54/27 marce con inversore idraulico;

tara 7.010 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 5.260 x 2.430 mm; passo

2.820 mm.

X 7.623

170.993 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 215 cv; cambio

54/27 marce con inversore idraulico;

tara 7.010 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 5.260 x 2.430 mm; passo

2.820 mm.

X 7.621 VT-Drive

171.946 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 200 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 8.300 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.360 x 2.550 mm;

passo 2.820 mm.

X 7.623 VT-Drive

176.380 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 215 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 8.300 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.360 x 2.550 mm;

passo 2.820 mm.

X 7.624 VT-Drive

180.814 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 230 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 8.300 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.360 x 2.550 mm;

passo 2.820 mm.

X 8.660 Premium

273.956 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 264 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 10.800 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.150 x 2.930 mm;

passo 3.000 mm.

X 8.670 Premium

281.141 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 286 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 10.800 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.150 x 2.930 mm;

passo 3.000 mm.

X 8.680 Premium

288.326 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 310 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 10.800 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.150 x 2.930 mm;

passo 3.000 mm.

V.le delle Nazioni 55

41100 Modena

tel. 059/591111

fax 059/591415

www.newholland.com

T4.55 S

37.277 euro

Cabina optional. Motore Fpt; common

rail; 3 cilindri; 2.931 cc; 55

cv; cambio 12/12 marce con inversore

idraulico optional; tara 2.630

kg; rimorchiabile 10.520 kg; lungh.

x largh. 3.915 x 1.600 mm; passo

2.123 mm.

T4.65 S

38.252 euro

Cabina optional. Motore Fpt; common

rail; 3 cilindri; 2.931 cc; 65

cv; cambio 12/12 marce con inversore

idraulico optional; tara 2.650

kg; rimorchiabile 10.600 kg; lungh.

x largh. 3.915 x 1.600 mm; passo

2.123 mm.

T4.75 S

39.496 euro

Cabina optional. Motore Fpt; Iniettore

meccanico; 3 cilindri; 2.931

cc; 75 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 2.670 kg; rimorchiabile 10.680

kg; lungh. x largh. 3.915 x 1.600 mm;

passo 2.123 mm.

T 4.55

43.532 euro

Cabina optional. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 58 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 2.700 kg; rimorchiabile 10.800 kg;

lungh. x largh. 3.884 x 1.756 mm; passo

2.132 mm.

T 4.65

44.508 euro

Cabina optional. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 65 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 2.700 kg; rimorchiabile 10.800 kg;

lungh. x largh. 3.884 x 1.938 mm; passo

2.132 mm.

T 4.75

45.950 euro

Cabina optional. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 74 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 2.700 kg; rimorchiabile 10.800 kg;

lungh. x largh. 3.884 x 2.008 mm; passo

2.132 mm.

TD 5.85

46.705 euro

Cabina optional. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 86 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.500 kg; rimorchiabile 14.000 kg;

lungh. x largh. 4.200 x 1.920 mm; passo

2.280 mm.

TD 5.95

51.879 euro

Cabina optional. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 99 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.500 kg; rimorchiabile 14.000 kg;

lungh. x largh. 4.200 x 1.920 mm; passo

2.280 mm.

TD 5.105

55.783 euro

Cabina optional. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 107 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico; tara 3.500 kg;

rimorchiabile 14.000 kg; lungh. x largh.

4.200 x 1.920 mm; passo 2.280 mm.

TD 5.115

58.163 euro

Cabina optional. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 114 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico; tara 3.500 kg;

rimorchiabile 14.000 kg; lungh. x largh.

4.200 x 1.920 mm; passo 2.280 mm.

T 5.75 DC

59.064 euro

Cabina optional. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 75 cv; cambio 24/24

marce con inversore idraulico; tara

3.380 kg; rimorchiabile 13.520 kg; lungh.

x largh. 4.036 x 1.953 mm; passo

2.285 mm.

T 5.75 M € 51.447

Cambio 12/12 marce;

T 5.75 PS € 55.346

Cambio 12/12 marce con inversore

idraulico;

T 5.85 DC

59.647 euro

Cabina optional. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 86 cv; cambio 24/24

marce con inversore idraulico; tara

3.380 kg; rimorchiabile 13.520 kg; lungh.

x largh. 4.036 x 1.953 mm; passo

2.285 mm.

T 5.85 M € 52.039

Cambio 12/12 marce;

T 5.85 PS € 55.937

Cambio 12/12 marce con inversore

idraulico;

T 5.95 DC

62.972 euro

Cabina optional. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 99 cv; cambio 24/24

marce con inversore idraulico; tara

3.380 kg; rimorchiabile 13.520 kg; lungh.

x largh. 4.036 x 1.953 mm; passo

2.285 mm.

T 5.95 DC HD € 62.513

T 5.95 M € 55.410

Cambio 12/12 marce;

T 5.95 PS € 59.309

Cambio 12/12 marce con inversore

idraulico;

T 5.105 DC

65.321 euro

Cabina optional. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 107 cv; cambio 24/24

marce con inversore idraulico; tara

3.380 kg; rimorchiabile 13.520 kg; lungh.

x largh. 4.036 x 1.953 mm; passo

2.285 mm.

T 5.105 DC HD € 64.863

T 5.105 PS € 61.717

Cambio 12/12 marce con inversore

idraulico;

T 5.115 DC

68.475 euro

Cabina optional. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilin-

76

77


CAMPO APERTO

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e

dri; 3.387 cc; 114 cv; cambio 24/24

marce con inversore idraulico; tara

3.380 kg; rimorchiabile 13.520 kg; lungh.

x largh. 4.036 x 1.953 mm; passo

2.285 mm.

T 5.115 DC HD € 68.016

T 5.115 PS € 64.913

Cambio 12/12 marce con inversore

idraulico;

T 5.100 EC

84.220 euro

Con cabina. Motore Nef; Turbo

aftercooler Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 99 cv; cambio 16/16

marce con inversore idraulico; tara

5.350 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.161 x 1.992 mm; passo

2.380 mm.

T 5.110 EC

86.695 euro

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 107 cv; cambio 16/16

marce con inversore idraulico;

tara 5.350 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 4.161 x 1.992 mm;

passo 2.380 mm.

T 5.120 EC

90.395 euro

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 117 cv; cambio 16/16

marce con inversore idraulico;

tara 5.350 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 4.161 x 1.992 mm;

passo 2.380 mm.

T 5.110 AC

103.491 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 110 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 5.500

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.170 x 1.888 mm; passo

2.490 mm.

T 5.110 DC € 96.570

Cambio 24/24 marce con inversore

idraulico;

T 5.120 AC

106.367 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 120 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 5.500

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.170 x 1.888 mm; passo

2.490 mm.

T 5.120 DC € 99.198

Cambio 24/24 marce con inversore

idraulico;

T 5.130 AC

110.754 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 130 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 5.500

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.170 x 1.888 mm; passo

2.490 mm.

T 5.130 DC € 103.309

Cambio 24/24 marce con inversore

idraulico;

T 5.140 AC

114.415 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 140 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 5.500

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.170 x 1.888 mm; passo

2.490 mm.

T 5.140 DC € 106.897

Cambio 24/24 marce con inversore

idraulico;

T 6.145

104.412 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 125 cv; cambio 16/16 marce

con inversore idraulico; tara 5.430

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 5.189 x 2.280 mm; passo

2.642 mm.

145 cavalli con EPM

T 6.145 AC € 123.922

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 5.680 kg;

145 cavalli con Epm

T 6.145 DC € 112.743

Cambio 24/24 marce con inversore

idraulico; tara 5.430 kg;

145 cavalli con EPM

T 6.155

107.607 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 135 cv; cambio 16/16 marce

con inversore idraulico; tara 5.430

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 5.189 x 2.280 mm; passo

2.642 mm.

155 cavalli con EPM

T 6.155 AC € 127.634

Cambio continuo con inversore

idraulico; tara 5.680 kg;

155 cavalli con EPM

T 6.155 DC € 115.842

Cambio 24/24 marce con inversore

idraulico; tara 5.430 kg;

155 cavalli con EPM

T 6.160

112.778 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 145 cv; cambio 16/16 marce

con inversore idraulico; tara 5.740

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 5.189 x 2.280 mm; passo

2.642 mm.

168 cavalli con EPM

T 6.160 AC € 133.620

Cambio continuo con inversore

idraulico;

168 cavalli con EPM

T 6.160 DC € 121.776

Cambio 24/24 marce con inversore

idraulico;

168 cavalli con EPM

T 6.180

107.277 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 159 cv; cambio

16/16 marce con inversore idraulico;

tara 5.610 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 5.189 x 2.280 mm; passo

2.642 mm.

175 cavalli con EPM

T 6.180 AC € 135.822

Cambio continuo con inversore

idraulico;

175 cavalli con EPM

T 6.180 DC € 124.596

Cambio 24/24 marce con inversore

idraulico;

175 cavalli con EPM

T 7.175

130.944 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 155 cv; cambio

18/6 marce con inversore idraulico;

tara 5.800 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 5.347 x 2.446 mm; passo

2.734 mm.

175 cavalli con EPM

T 7.175 AC € 151.731

Cambio continuo con inversore

idraulico;

175 cavalli con EPM

T 7.175 SW II € 138.240

Cambio 18/6 marce con inversore

idraulico;

175 cavalli con EPM

T 7.165S

120.970 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 165 cv; cambio

18/6 marce con inversore idraulico;

tara 5.800 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 5.347 x 2.446 mm; passo

2.734 mm.

T 7.190 € 134.605

Tara 6.000 kg;

190 cavalli con EPM

T 7.190 AC € 154.674

Cambio continuo con inversore

idraulico;

190 cavalli con EPM

T 7.190 SW II € 142.001

Cambio 18/6 marce con inversore

idraulico;

190 cavalli con EPM

T 7.195 S € 157.100

190 cavalli con EPM

T 7.210

138.960 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

common rail; 6 cilindri; 6.728

cc; 180 cv; cambio 18/6 marce con

inversore idraulico; tara 6.000 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

5.347 x 2.446 mm; passo 2.734 mm.

210 cavalli con EPM

T 7.210 AC € 160.166

Cambio continuo con inversore

idraulico;

210 cavalli con EPM

T 7.210 SW II € 145.604

Cambio 18/6 marce con inversore

idraulico;

210 cavalli con EPM

T 7.215 S € 164.922

210 cavalli con EPM

T 7.225 AC

165.655 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 200 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 6.000 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.347 x 2.446 mm;

passo 2.734 mm.

225 cavalli con EPM

T 7.230 € 171.850

Cambio 18/6 marce con inversore

idraulico; tara 7.300 kg; lungh. x largh.

5.773 x 2.470 mm; passo 2.884 mm.

225 cavalli con EPM

T 7.230 AC € 193.115

Cambio continuo con inversore

idraulico;

225 cavalli con EPM

T 7.230 SW II € 179.800

Cambio 18/6 marce con inversore

idraulico;

225 cavalli con EPM

T 7.245

179.813 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 220 cv; cambio

18/6 marce con inversore idraulico;

tara 7.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 5.773 x 2.470 mm; passo

2.884 mm.

245 cavalli con EPM

T 7.245 AC € 201.086

Cambio continuo con inversore

idraulico;

245 cavalli con EPM

T 7.245 SW II € 187.761

Cambio 18/6 marce con inversore

idraulico;

245 cavalli con EPM

T 7.260

187.777 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 240 cv; cambio

18/6 marce con inversore idraulico;

tara 7.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;

lungh. x largh. 5.773 x 2.470 mm; passo

2.884 mm.

260 cavalli con EPM

T 7.260 AC € 209.056

Cambio continuo con inversore

idraulico;

260 cavalli con EPM

T 7.260 SW II € 195.724

Cambio 18/6 marce con inversore

idraulico;

260 cavalli con EPM

T 7.270 AC

217.028 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 260 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 7.300 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.773 x 2.470 mm;

passo 2.884 mm.

270 cavalli con EPM

T 7.275 AC

241.502 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 273 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.773 x 2.536 mm;

passo 2.995 mm.

T 7.290 AC

251.532 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 288 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.773 x 2.536 mm;

passo 2.995 mm.

T 7.315 AC

266.108 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 313 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.773 x 2.536 mm;

passo 2.995 mm.

T 8.380 AC

291.352 euro

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;

6 cilindri; 8.709 cc; 342 cv;

cambio continuo con inversore

idraulico; tara 10.840 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 6.369

x 2.534 mm; passo 3.450 mm.

377 cavalli con EPM

T 8.380 UC € 269.481

Cambio 18/4 marce con inversore

idraulico; tara 10.650 kg;

377 cavalli con EPM

T 8.410 AC

303.687 euro

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;

6 cilindri; 8.709 cc; 374 cv;

cambio continuo con inversore

idraulico; tara 10.915 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 6.369

x 2.534 mm; passo 3.450 mm.

404 cavalli con EPM

T 8.410 UC € 282.336

Cambio 18/4 marce con inversore

idraulico; tara 10.650 kg;

404 cavalli con EPM

T 8.435 AC

325.665 euro

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;

6 cilindri; 8.709 cc; 417 cv;

cambio continuo con inversore

idraulico; tara 12.514 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 6.369

x 2.534 mm; passo 3.450 mm.

429 cavalli con EPM

T 8.435 UC € 302.194

Cambio 21/5 marce con inversore

idraulico;

429 cavalli con EPM

SDF S.p.a. V.le F. Cassani 15 24047 Treviglio

(Bergamo) tel. 0363/4211

www.same-tractors.com

www.sdfgroup.com

Argon 70

35.160 euro

Senza cabina. Motore turbo; 3 cilindri;

2.887 cc; 65 cv; cambio 12/3

marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.782 mm; passo 2.100 mm.

Argon 80

38.330 euro

Senza cabina. Motore turbo; 3 cilindri;

2.887 cc; 75 cv; cambio 12/3

marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.782 mm; passo 2.100 mm.

Argon 90

43.030 euro

Senza cabina. Motore turbo; 3 cilindri;

2.887 cc; 88 cv; cambio 15/15

marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.782 mm; passo 2.100 mm.

Argon 100

45.230 euro

Senza cabina. Motore turbo; 3 cilindri;

2.887 cc; 97 cv; cambio 15/15

marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x

1.782 mm; passo 2.100 mm.

Dorado 70 Natural

42.650 euro

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;

2.887 cc; 65 cv; cambio 15/15 marce;

tara 3.200 kg; rimorchiabile 12.800

kg; lungh. x largh. 3.860 x 1.795 mm;

passo 2.100 mm.

Dorado 80 Natural

43.680 euro

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;

2.887 cc; 75 cv; cambio 15/15 marce;

tara 3.200 kg; rimorchiabile 12.800

kg; lungh. x largh. 3.860 x 1.795 mm;

passo 2.100 mm.

Dorado 90 Natural

47.340 euro

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;

2.887 cc; 88 cv; cambio 15/15 marce;

tara 3.200 kg; rimorchiabile 12.800

kg; lungh. x largh. 3.860 x 1.882 mm;

passo 2.100 mm.

Dorado 100 Natural

49.950 euro

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;

2.887 cc; 97 cv; cambio 15/15 marce;

tara 3.200 kg; rimorchiabile 12.800

kg; lungh. x largh. 3.860 x 1.882 mm;

passo 2.100 mm.

Dorado 80

49.880 euro

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;

2.887 cc; 75 cv; cambio 30/15 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.200 kg; rimorchiabile 12.800 kg;

lungh. x largh. 3.430 x 1.940 mm; passo

2.100 mm.

DORADO 80 CLASSIC € 45.210

Cambio 10/10 marce;

Dorado 90

53.400 euro

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;

2.887 cc; 88 cv; cambio 30/15 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.200 kg; rimorchiabile 12.800 kg;

lungh. x largh. 3.430 x 1.940 mm; passo

2.100 mm.

DORADO 90 CLASSIC € 48.650

Cambio 10/10 marce;

Dorado 90.4

54.480 euro

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;

3.850 cc; 88 cv; cambio 30/15 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.300 kg; rimorchiabile 13.200 kg;

lungh. x largh. 3.560 x 2.005 mm; passo

2.230 mm.

DORADO 90.4 CLASSIC € 49.780

Cambio 10/10 marce;

Dorado 100.4

60.080 euro

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;

3.850 cc; 102 cv; cambio 30/15

marce con inversore idraulico; tara

3.300 kg; rimorchiabile 13.200 kg; lungh.

x largh. 3.560 x 2.005 mm; passo

2.230 mm.

Dorado 90 CVT

88.420 euro

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;

2.887 cc; 88 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 3.958 kg; rimorchiabile

15.832 kg; lungh. x largh.

4.638 x 1.745 mm; passo 2.141 mm.

Dorado 90.4 CVT

91.710 euro

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;

3.850 cc; 88 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 4.058 kg; rimorchiabile

16.232 kg; lungh. x largh.

4.768 x 1.745 mm; passo 2.271 mm.

Dorado 100 CVT

90.680 euro

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;

2.887 cc; 97 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 3.958 kg; rimorchiabile

15.832 kg; lungh. x largh.

4.638 x 1.745 mm; passo 2.141 mm.

Dorado 100.4 CVT

94.720 euro

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;

3.850 cc; 102 cv; cambio continuo

con inversore idraulico; tara 4.058 kg;

rimorchiabile 16.232 kg; lungh. x largh.

4.768 x 1.745 mm; passo 2.271 mm.

Dorado 110.4 CVT

98.240 euro

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;

3.850 cc; 113 cv; cambio continuo

con inversore idraulico; tara

4.058 kg; rimorchiabile 16.232 kg;

lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;

passo 2.271 mm.

Explorer 80 LD

51.290 euro

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;

2.887 cc; 75 cv; cambio 16/16 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;

lungh. x largh. 4.100 x 2.037 mm; passo

2.295 mm.

Explorer 90 LD

53.290 euro

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;

2.887 cc; 88 cv; cambio 16/16 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.620 kg; rimorchiabile 14.480 kg;

lungh. x largh. 4.100 x 2.037 mm; passo

2.295 mm.

EXPLORER 90 MD € 55.730

Tara 3.860 kg; rimorchiabile 15.440

kg; lungh. x largh. 4.130 x 2.065 mm;

passo 2.350 mm.

Explorer 90.4 MD

58.080 euro

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;

3.850 cc; 88 cv; cambio 16/16 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.800 kg; rimorchiabile 15.200 kg;

lungh. x largh. 4.130 x 2.065 mm; passo

2.350 mm.

Explorer 100 MD

58.600 euro

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;

3.850 cc; 102 cv; cambio 16/16 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.920 kg; rimorchiabile 15.680 kg;

lungh. x largh. 4.260 x 2.065 mm; passo

2.400 mm.

Explorer 110 HD

63.430 euro

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;

3.850 cc; 106 cv; cambio 10/10 marce

con inversore idraulico optional;

tara 4.220 kg; rimorchiabile 16.880 kg;

lungh. x largh. 4.265 x 2.209 mm; passo

2.400 mm.

Explorer 110 MD

60.750 euro

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;

3.850 cc; 113 cv; cambio 16/16 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.920 kg; rimorchiabile 15.680 kg;

lungh. x largh. 4.260 x 2.065 mm; passo

2.400 mm.

Explorer 120 HD

66.710 euro

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;

3.850 cc; 116 cv; cambio 10/10 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;

lungh. x largh. 4.100 x 2.037 mm; passo

2.300 mm.

Virtus 120

87.940 euro

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;

3.850 cc; 116 cv; cambio 30/30

marce con inversore idraulico; tara

5.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.428 x 2.374 mm; passo

2.540 mm.

Virtus 130

95.740 euro

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;

3.850 cc; 126 cv; cambio 30/30

marce con inversore idraulico; tara

5.600 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.

x largh. 4.428 x 2.392 mm; passo

2.550 mm.

Virtus 140

100.150 euro

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;

3.850 cc; 136 cv; cambio 30/30 marce

con inversore idraulico; tara 5.600 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

4.428 x 2.423 mm; passo 2.550 mm.

Viale dell’Industria 15/17

20010 Pregnana Milanese (Mi)

tel. 02/93510385

fax 02/93510431

www.steyr-traktoren.com

Kompakt 4055 S

59.373 euro

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 58 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 2.880 kg; rimorchiabile 11.520 kg;

lungh. x largh. 4.001 x 2.154 mm; passo

2.102 mm.

Kompakt 4065 S

60.445 euro

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri;

3.387 cc; 65 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 2.880 kg; rimorchiabile 11.520 kg;

lungh. x largh. 4.001 x 2.154 mm; passo

2.102 mm.

78

79


CAMPO APERTO

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e

Kompakt 4080

70.321 euro

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri;

3.595 cc; 80 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;

lungh. x largh. 4.036 x 1.923 mm; passo

2.285 mm.

Kompakt 4090

72.759 euro

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri;

3.595 cc; 90 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;

lungh. x largh. 4.036 x 1.923 mm; passo

2.285 mm.

Kompakt 4100

74.018 euro

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri;

3.595 cc; 100 cv; cambio 12/12 marce

con inversore idraulico optional;

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;

lungh. x largh. 4.036 x 1.923 mm; passo

2.285 mm.

Kompakt 4110

80.969 euro

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri;

3.595 cc; 110 cv; cambio 12/12

marce con inversore idraulico;

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400

kg; lungh. x largh. 4.036 x 1.923 mm;

passo 2.285 mm.

Kompakt 4120

84.517 euro

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri;

3.595 cc; 117 cv; cambio 12/12

marce con inversore idraulico;

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400

kg; lungh. x largh. 4.036 x 1.923 mm;

passo 2.285 mm.

Multi 4100

96.709 euro

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri; 3.595

cc; 102 cv; cambio 32/32 marce con

inversore idraulico; tara 4.450 kg;

rimorchiabile 17.800 kg; lungh. x largh.

4.197 x 2.100 mm; passo 2.420 mm.

Multi 4110

99.215 euro

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri; 3.595

cc; 112 cv; cambio 32/32 marce con

inversore idraulico; tara 4.450 kg;

rimorchiabile 17.800 kg; lungh. x largh.

4.197 x 2.100 mm; passo 2.420 mm.

Multi 4120

102.570 euro

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler

Common rail; 4 cilindri; 3.595

cc; 122 cv; cambio 32/32 marce con

inversore idraulico; tara 4.450 kg;

rimorchiabile 17.800 kg; lungh. x largh.

4.197 x 2.100 mm; passo 2.420 mm.

Expert 4100 CVT

112.098 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 110 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 5.500 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

3.790 x 2.470 mm; passo 2.490 mm.

Expert 4110 CVT

115.076 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 120 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 5.500 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

3.790 x 2.470 mm; passo 2.490 mm.

Expert 4120 CVT

119.619 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 130 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 5.500 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

3.790 x 2.470 mm; passo 2.490 mm.

Expert 4130 CVT

123.410 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 140 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 5.500 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

3.790 x 2.470 mm; passo 2.490 mm.

Profi 4115 CVT

141.752 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485

cc; 125 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 4.890 kg;

rimorchiabile 19.560 kg; lungh. x largh.

5.137 x 2.470 mm; passo 2.642 mm.

Profi 4125

132.955 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;

135 cv; cambio 24/24 marce con

inversore idraulico; tara 4.890 kg;

rimorchiabile 19.560 kg; lungh. x largh.

5.137 x 2.470 mm; passo 2.642 mm.

PROFI 4125 CVT € 145.856

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Profi 4135

136.983 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;

145 cv; cambio 24/24 marce con

inversore idraulico; tara 4.890 kg;

rimorchiabile 19.560 kg; lungh. x largh.

5.137 x 2.470 mm; passo 2.642 mm.

PROFI 4135 CVT € 150.009

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Profi 4145

139.638 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;

155 cv; cambio 24/24 marce con

inversore idraulico; tara 5.010 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

5.137 x 2.470 mm; passo 2.642 mm.

PROFI 4145 CVT € 152.687

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Profi 6150

144.441 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

common rail; 6 cilindri; 6.728 cc;

158 cv; cambio 24/24 marce con

inversore idraulico; tara 5.020 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

5.137 x 2.470 mm; passo 2.642 mm.

PROFI 6150 CVT € 157.527

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Impuls 6150 CVT

171.162 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 165 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 7.240 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 4.719 x 2.150 mm;

passo 2.789 mm.

Impuls 6165 CVT

176.763 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler

common rail; 6 cilindri; 6.728

cc; 180 cv; cambio continuo con

inversore idraulico; tara 7.240 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

4.719 x 2.150 mm; passo 2.789 mm.

IMPULS 6175 CVT € 183.274

Absolut 6185 CVT

206.092 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 200 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 9.150 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.017 x 2.334 mm;

passo 2.884 mm.

Absolut 6200 CVT

211.860 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 220 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 9.150 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.017 x 2.334 mm;

passo 2.884 mm.

Absolut 6220 CVT

219.540 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 240 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 9.150 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.017 x 2.334 mm;

passo 2.884 mm.

Absolut 6240 CVT

227.463 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 260 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 9.150 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.017 x 2.334 mm;

passo 2.884 mm.

Terrus 6250

289.614 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 273 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.700 x 2.536 mm;

passo 2.995 mm.

Terrus 6270

299.767 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 288 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.700 x 2.536 mm;

passo 2.995 mm.

Terrus 6300

314.941 euro

Con cabina. Motore Nef; intercooler;

6 cilindri; 6.728 cc; 313 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.700 x 2.536 mm;

passo 2.995 mm.

Via dell’Industria 63

36042 Breganze (Vi)

tel. 0445/385311

A 75

48.900 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3

cilindri; 3.298 cc; 75 cv; cambio

12/12 marce con inversore idraulico;

tara 3.700 kg; rimorchiabile 14.800

kg; lungh. x largh. 4.078 x 2.195 mm;

passo 2.250 mm.

Prezzo senza pneumatici

A 85

51.900 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3

cilindri; 3.298 cc; 85 cv; cambio

12/12 marce con inversore idraulico;

tara 3.700 kg; rimorchiabile 14.800

kg; lungh. x largh. 4.078 x 2.195 mm;

passo 2.250 mm.

Prezzo senza pneumatici

A 95

54.900 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo

common rail; 3 cilindri; 3.298 cc;

95 cv; cambio 12/12 marce con

inversore idraulico; tara 3.700 kg;

rimorchiabile 14.800 kg; lungh. x largh.

4.078 x 2.195 mm; passo 2.250 mm.

Prezzo senza pneumatici

A 105

58.500 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

4 cilindri; 4.397 cc; 105 cv;

cambio 12/12 marce con inversore

idraulico; tara 4.305 kg; rimorchiabile

17.220 kg; lungh. x largh. 4.367 x

2.195 mm; passo 2.430 mm.

Prezzo senza pneumatici

A 105 H4 € 62.500

Cambio 16/16 marce con inversore

idraulico;

Prezzo senza pneumatici

A 115

61.500 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

4 cilindri; 4.397 cc; 115 cv;

cambio 12/12 marce con inversore

idraulico; tara 4.305 kg; rimorchiabile

17.220 kg; lungh. x largh. 4.367 x

2.195 mm; passo 2.430 mm.

Prezzo senza pneumatici

A 115 H4 € 65.500

Cambio 16/16 marce con inversore

idraulico;

Prezzo senza pneumatici

A 125

64.500 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo

common rail; 4 cilindri; 4.397 cc;

125 cv; cambio 12/12 marce con

inversore idraulico; tara 4.540 kg;

rimorchiabile 18.160 kg; lungh. x largh.

4.389 x 2.195 mm; passo 2.500 mm.

Prezzo senza pneumatici

A 135

67.500 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo

common rail; 4 cilindri; 4.397 cc;

135 cv; cambio 12/12 marce con

inversore idraulico; tara 4.540 kg;

rimorchiabile 18.160 kg; lungh. x largh.

4.389 x 2.195 mm; passo 2.500 mm.

Prezzo senza pneumatici

G 105 A

79.660 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

4 cilindri; 4.397 cc; 105 cv;

cambio 24/24 marce con inversore

idraulico; tara 5.140 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.452 x

2.380 mm; passo 2.550 mm.

Prezzo senza pneumatici

G 105 H € 77.520

Prezzo senza pneumatici

G 105 V € 83.720

Prezzo senza pneumatici

G 115 A

82.400 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

4 cilindri; 4.397 cc; 115 cv;

cambio 24/24 marce con inversore

idraulico; tara 5.140 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.452 x

2.380 mm; passo 2.550 mm.

Prezzo senza pneumatici

G 115 H € 80.260

Prezzo senza pneumatici

G 115 V € 86.460

Prezzo senza pneumatici

G 125 Eco A

85.140 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo

common rail; 4 cilindri; 4.397 cc;

125 cv; cambio 24/24 marce con

inversore idraulico; tara 5.140 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

4.452 x 2.380 mm; passo 2.550 mm.

Prezzo senza pneumatici

G 125 ECO H € 83.000

Prezzo senza pneumatici

G 125 ECO V € 89.200

Prezzo senza pneumatici

G 135 A

87.880 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo

common rail; 4 cilindri; 4.397 cc;

135 cv; cambio 24/24 marce con

inversore idraulico; tara 5.140 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

4.452 x 2.380 mm; passo 2.550 mm.

Prezzo senza pneumatici

G 135 H € 85.740

Prezzo senza pneumatici

G 135 V € 91.940

Prezzo senza pneumatici

N 135 A

101.160 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4

cilindri; 4.910 cc; 135 cv; cambio

30/30 marce con inversore idraulico;

tara 6.500 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 4.726 x 2.550 mm;

passo 2.665 mm.

Prezzo senza pneumatici

N 135 D € 114.760

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Prezzo senza pneumatici

N 135 H € 98.260

Cambio 20/20 marce con inversore

idraulico;

Prezzo senza pneumatici

N 135 V € 107.060

Cambio 30/30 marce con inversore

idraulico;

Prezzo senza pneumatici

N 155 Eco A

106.680 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4

cilindri; 4.910 cc; 155 cv; cambio

30/30 marce con inversore idraulico;

tara 6.500 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 4.726 x 2.550 mm;

passo 2.665 mm.

Prezzo senza pneumatici

N 155 ECO D € 120.380

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Prezzo senza pneumatici

N 155 ECO H € 103.880

Cambio 30/30 marce con inversore

idraulico;

Prezzo senza pneumatici

N 155 ECO V € 112.680

Prezzo senza pneumatici

N 175 A

109.580 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4

cilindri; 4.910 cc; 165 cv; cambio

30/30 marce con inversore idraulico;

tara 6.500 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 4.726 x 2.550 mm;

passo 2.665 mm.

Prezzo senza pneumatici

N 175 D € 123.280

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Prezzo senza pneumatici

N 175 H € 106.780

Cambio 20/20 marce con inversore

idraulico;

Prezzo senza pneumatici

N 175 V € 115.580

Cambio 30/30 marce con inversore

idraulico;

Prezzo senza pneumatici

T 145 A

114.250 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 6.596 cc; 155 cv;

cambio 30/30 marce con inversore

idraulico; tara 7.300 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 5.800 x

2.500 mm; passo 2.995 mm.

Prezzo senza pneumatici

T 145 H € 110.250

Prezzo senza pneumatici

T 145 V € 120.250

Prezzo senza pneumatici

T 155 A

118.420 euro

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 6

cilindri; 6.596 cc; 165 cv; cambio

30/30 marce con inversore idraulico;

tara 7.300 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.800 x 2.500 mm;

passo 2.995 mm.

Prezzo senza pneumatici

T 155 D € 133.420

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Prezzo senza pneumatici

T 155 H € 114.420

Cambio 30/30 marce con inversore

idraulico;

Prezzo senza pneumatici

T 155 V € 124.420

Prezzo senza pneumatici

T 175 Eco A

126.120 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler

common rail; 6 cilindri; 7.365

cc; 175 cv; cambio 30/30 marce con

inversore idraulico; tara 7.300 kg;

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.

5.800 x 2.500 mm; passo 2.995 mm.

Prezzo senza pneumatici

T 175 ECO D € 141.120

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Prezzo senza pneumatici

T 175 ECO H € 122.120

Prezzo senza pneumatici

T 175 ECO V € 132.120

Cambio 30/30 marce con inversore

idraulico;

Prezzo senza pneumatici

T 195 A

136.870 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 7.365 cc; 195 cv;

cambio 30/30 marce con inversore

idraulico; tara 7.300 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 5.800 x

2.500 mm; passo 2.995 mm.

Prezzo senza pneumatici

T 195 D € 151.870

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Prezzo senza pneumatici

T 195 H € 132.870

Cambio 30/30 marce con inversore

idraulico;

Prezzo senza pneumatici

T 195 V € 142.870

Prezzo senza pneumatici

T 215 A

147.600 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 7.365 cc; 215 cv;

cambio 30/30 marce con inversore

idraulico; tara 7.300 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 5.800 x

2.500 mm; passo 2.995 mm.

Prezzo senza pneumatici

T 215 D € 162.600

Cambio continuo con inversore

idraulico;

Prezzo senza pneumatici

T 215 H € 143.600

Cambio 30/30 marce con inversore

idraulico;

Prezzo senza pneumatici

T 215 V € 153.600

Prezzo senza pneumatici

T 235 D

173.930 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 7.365 cc; 220 cv; cambio

continuo con inversore idraulico;

tara 7.300 kg; rimorchiabile 20.000

kg; lungh. x largh. 5.800 x 2.500 mm;

passo 2.995 mm.

Prezzo senza pneumatici

T 235 A

158.930 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 7.365 cc; 235 cv;

cambio 30/30 marce con inversore

idraulico; tara 7.300 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 5.800 x

2.500 mm; passo 2.995 mm.

Prezzo senza pneumatici

T 235 H € 154.930

Prezzo senza pneumatici

T 235 V € 164.930

Prezzo senza pneumatici

T 255 A € 170.014

Prezzo senza pneumatici

T 255 H € 166.014

Prezzo senza pneumatici

T 255 V € 176.014

Prezzo senza pneumatici

S 274 SmartTouch

245.900 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 8.419 cc; 270 cv;

cambio continuo con inversore

idraulico; tara 12.000 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.868

x 2.550 mm; passo 3.105 mm.

S 294 SmartTouch

251.700 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 8.419 cc; 295 cv;

cambio continuo con inversore

idraulico; tara 12.000 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.868

x 2.550 mm; passo 3.105 mm.

S 324 SmartTouch

265.300 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 8.419 cc; 320 cv;

cambio continuo con inversore

idraulico; tara 12.000 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.868

x 2.550 mm; passo 3.105 mm.

S 354 SmartTouch

278.800 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 8.419 cc; 350 cv;

cambio continuo con inversore

idraulico; tara 12.000 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.868

x 2.550 mm; passo 3.105 mm.

S 374 SmartTouch

289.000 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 8.419 cc; 370 cv;

cambio continuo con inversore

idraulico; tara 12.000 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.868

x 2.550 mm; passo 3.105 mm.

S 394 SmartTouch

303.500 euro

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;

6 cilindri; 8.419 cc; 400 cv;

cambio continuo con inversore

idraulico; tara 12.000 kg; rimorchiabile

20.000 kg; lungh. x largh. 4.868

x 2.550 mm; passo 3.105 mm.

80

81


VETERAN CLUB

Cultura, storia, tecnica, impieghi

e mercato delle macchine agricole

Fondato nel 1996

Esemplare

perfettamente

conservato e

funzionante del Landini

25-30HP. Aveva un

passo importante che

gli conferiva stabilità e

capacità di trazione.

25-30 HP, il primo Landini

Giovanni Landini iniziò la sua attività di ‘meccanico riparatore’ già

alla fine dell’ Ottocento. Ma fu anche costruttore di macchine

enologiche, contoterzista, produttore di motori e tanto altro

Solo nei primi anni Venti

Landini cominciò a pensare

al suo primo trattore.

Non era un genio della meccanica

come Ugo Pavesi o Harry

Ferguson ma aveva un vantaggio:

era nato in campagna e

aveva duramente lavorato con

le prime macchine agricole

disponibili in quel periodo.

Fu per quello che concepì un

mezzo di una semplicità quasi

disarmante: motore monocilindrico

orizzontale testacalda

a olio pesante, benzina o nafta

senza valvole, magnete, carburatore,

ventilatore, pompa e

radiatore. Tutti i componenti

del trattore avrebbero

dovuto essere

facilmente smontati

senza toccare gli

altri, insomma un

vero inno alla semplicità

e alla praticità.

Giovanni non

ebbe però la gioia di

vedere realizzato il

suo mezzo in quanto

morì il 22 ottobre del

1924. A costruirlo ci

pensarono però tre

82

dei suoi sette figli, ovvero Aimone,

Archimede e James che

presero in mano l’ azienda. Il

primo prototipo vide la luce

nel 1925 ma la messa a punto

durò ben tre anni fino alla

entrata in produzione datata

1928. Il motore aveva una

cubatura di 11,8 litri capace

di erogare 25 cavalli già a 450

giri con potenza di picco di 30.

Il raffreddamento era a vasca

di ebollizione contenente 100

litri di acqua. Il regolatore di

giri e la pompa di lubrificazione

erano brevettati e l’oliatore

era di marca Friedmann e poi

Bosch. Semplice il cambio,

un 3 x 1 con velocità in avanti

da 2,5 a 6 km/h e di serie

la puleggia. Aveva un passo

importante, corrispondente a

1800 mm, che gli conferiva

una elevata stabilità e pesava

22 quintali con una capacità di

trazione equivalente su terreno

piano. Nel 1928 ne furono

costruiti e venduti 11 esemplari

che soddisfecero pienamente

i primi proprietari. I trattori

erano garantiti per due anni e

nel caso di inconvenienti gravi

venivano sostituiti gratuitamente

con esemplari nuovi di fabbrica.

La serietà commerciale

di Landini si evidenziò già da

allora e divenne uno

degli elementi distintivi

della Casa. Nel 1931

la potenza continuativa

salì a 30 cavalli a 500

giri e il peso aumentò

a 25 quintali. Lo stesso

anno venne presentata

la versione industriale.

Dal 1928 al 1934 ne

furono assemblati 238

esemplari, non pochi

per un costruttore agli

inizi.

Direttore responsabile

Stefano Agnellini

In redazione

Fabio Butturi, Ornella Cavalli,

Fabrizio Dalle Nogare, Stefano Eliseo,

Fabio Franchini, Riccardo Schiavo,

Cristina Scuteri, Roberto Sommariva

Collaboratori

Daniele Bettini, Sergio Bolis,

Diego Vagnini,

Impaginazione e grafica

Marco Zanusso

Tester

Pio Fiocchi,

Sergio Ottolini, Costantino Radis

Gestione editoriale

Fabio Zammaretti

Stampa

Industrie grafiche RGM srl, Rozzano (Mi)

Fotolito

Industrie grafiche RGM srl, Rozzano (Mi)

Autorizzazione del tribunale

di Milano n. 466 del 1° agosto 1997

Poste Italiane s.p.a. - Sped. in a. p. - D.L.

353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46)

art. 1, comma 1, LO/MI

Registro nazionale della stampa

n. 4.596 del 20/04/1994

n. iscrizione R.O.C. 2880 del 30-11-2001

VADO E TORNO

EDIZIONI

via Brembo 27 - 20139 Milano

tel. 02/55230950

Sito Internet

www.vadoetorno.com

PUBBLICITÀ

Direzione

via Brembo 27

20139 Milano

tel. 02 55230950

e-mail: pubblicita@vadoetornoedizioni.it

Direttore commercale

Luca Brusegani

Agenti

Maurizio Candia

Angelo De Luca

Emanuele Tramaglino,

Roberto Menchinelli (Roma)

Abbonamento annuale

Italia 34 euro, estero 54 euro

Abbonamento annuale via aerea

64 euro

Copie arretrate

7 euro

Versamenti

c/c postale n. 50292200 intestato a

Vado e Torno Edizioni srl

via Brembo 27, 20139 Milano

e-mail: abbonamenti@vadoetorno.com

Casella postale Internet (E-Mail)

trattori@vadoetornoedizioni.it

© Copyright 2022 Vado e Torno Edizioni

Comunicazione agli abbonati

In relazione a quanto disposto dall’art. 13 del GDPR

679/2016 i dati personali conferiti in occasione della

sottoscrizione dell’abbonamento saranno trattati da

VADO E TORNO EDIZIONI SRL per la gestione dei

rapporti tra editore ed abbonato, secondo le finalità

e modalità indicate nell’informativa disponibile e

consultabile sul sito www.vadoetorno.com.

MF 175° ANNIVERSARIO

LIMITED EDITION

UN DESIGN ESCLUSIVO BORN TO FARM

MF 5S, MF 6S, MF 7S, MF 8S

OFFERTA LIMITATA PRESSO I CONCESSIONARI ADERENTI

è un marchio mondiale di AGCO.

SOGGETTO A DISPONIBILITÀ. SI APPLICANO I TERMINI E CONDIZIONI.


ESPERIENZA GLOBALE

BOLOGNA 9 -13 NOVEMBRE 2022

ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE

DI MACCHINE PER L’AGRICOLTURA

E IL GIARDINAGGIO

I saloni

www.eima.it

Organizzata da

In collaborazione con

Contatti: 00159 Roma - Via Venafro, 5 - Tel. (+39) 06.432.981 - eima@federunacoma.it

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!