06.04.2023 Views

2023_04-TRATTORI

- Tecno: La retro coi rimorchi a più assi non è più un problema con l’Easy Drive System di ADR - Linea verde: A marzo è già emergenza idrica. Colture tradizionali a rischio; CNH Industrial a ‘caccia’ di metano: acquisita l’inglese Bennmann - Focus: Le immatricolazioni di trattori agricoli in Europa. Paese per Paese tutti i numeri di un anno in chiaroscuro - Prove sul campo: John Deere 8R340 Autopowr, un ‘musone’ che in campo fa la voce grossa;BCS Spirit 70 Dualsteer, potenza media e dotazioni da grande. Il top nello stretto - Anteprime: La nuova gamma di telescopici Dieci Agri Max X2, in continuo con Dana

- Tecno: La retro coi rimorchi a più assi non è più un problema con l’Easy Drive System di ADR
- Linea verde: A marzo è già emergenza idrica. Colture tradizionali a rischio; CNH Industrial a ‘caccia’ di metano: acquisita l’inglese Bennmann
- Focus: Le immatricolazioni di trattori agricoli in Europa. Paese per Paese tutti i numeri di un anno in chiaroscuro
- Prove sul campo: John Deere 8R340 Autopowr, un ‘musone’ che in campo fa la voce grossa;BCS Spirit 70 Dualsteer, potenza media e dotazioni da grande. Il top nello stretto
- Anteprime: La nuova gamma di telescopici Dieci Agri Max X2, in continuo con Dana

SHOW MORE
SHOW LESS

Create successful ePaper yourself

Turn your PDF publications into a flip-book with our unique Google optimized e-Paper software.

N.4 - <strong>2023</strong> ANNO 28°<br />

APRILE<br />

VADO E TORNO EDIZIONI - www.vadoetorno.com - ISSN 1720-3503 - Poste Italiane s.p.a. - Sped. in a. p. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/20<strong>04</strong> n° 46) art. 1, comma 1, LO/ MI - EURO 3,50<br />

Forza bruta<br />

IMMATRICOLAZIONI: TUTTI I NUMERI DELL’EUROPA<br />

IN CAMPO: JOHN DEERE 8R340 AUTOPOWR E BCS SPIRIT 70 DUALSTEER


PERFORMANCE E FLESSIBILITA’<br />

SOMMARIO<br />

26<br />

40<br />

56<br />

n° 4 - <strong>2023</strong> - anno 28° - www.trattoriweb.com<br />

POTENZA PER SODDISFARE<br />

LE ATTREZZATURE PIU’ ESIGENTI<br />

Motore da 4,9 litri, alte coppie con un 4 cilindri<br />

INEGUAGLIABILE MANOVRABILITA’<br />

Leader nel proprio segmento come sterzata - 4,75m di raggio<br />

ECCEZIONALE RAPPORTO POTENZA-PESO<br />

Elevate prestazioni con 400kg in meno rispetto ad un 6 cilindri<br />

PERFETTA DISTRIBUZIONE DEI PESI<br />

Gestire attrezzi pesanti grazie ad un passo di 2,66m<br />

MASSIMA TRAZIONE, MINIMO COMPATTAMENTO<br />

Pneumatici posteriori da 42” per minima pressione al suolo<br />

è un brand globale di AGCO corporation<br />

NUOVO MF 6S I 135-200 CV<br />

UN CONCENTRATO<br />

DI ALTE<br />

PRESTAZIONI<br />

M F 6 S . M A S S E Y F E R G U S O N . C O M<br />

Tecno<br />

La retro coi rimorchi a più assi non è più un<br />

problema con l’Easy Drive System di ADR 8<br />

Linea verde<br />

A marzo è già emergenza idrica. Colture<br />

tradizionali a rischio 11<br />

CNH Industrial a ‘caccia’ di metano:<br />

acquisita l’inglese Bennmann 12<br />

Enovitis raddoppia: a giugno ‘in Campo’, a<br />

luglio in versione Extreme 14<br />

Anche Doosan passa all’idrogeno.<br />

Svelati i motori in lancio per il 2025 16<br />

Il difficile 2022 delle macchine per il<br />

garden. In crisi la fascia media 18<br />

Focus<br />

Le immatricolazioni di trattori agricoli in<br />

Europa. Paese per Paese tutti i numeri di<br />

un anno in chiaroscuro 20<br />

Sai dove è costruito il tuo trattore?<br />

Viaggio alla scoperta dei siti produttivi dei<br />

principali costruttori globali 26<br />

Prove sul campo<br />

John Deere 8R340 Autopowr, un ‘musone’<br />

che in campo fa la voce grossa 34<br />

BCS Spirit 70 Dualsteer, potenza media e<br />

dotazioni da grande. Il top nello stretto 40<br />

46<br />

Anteprime<br />

La nuova gamma di telescopici Dieci Agri<br />

Max X2, in continuo con Dana 46<br />

Inchieste<br />

Cosa aspettarsi del <strong>2023</strong>? Le prospettive<br />

del mercato secondo i protagonisti della<br />

meccanizzazione ospiti allo IAT 50<br />

Osservatorio Smart Agrifood, la crescita<br />

dell’agricoltura 4.0 passa anche dalle<br />

piattaforme di gestione e integrazione dati 52<br />

Dalle biomasse al biometano, come<br />

vincera la sfida della circolarità sfruttando<br />

agevolazioni e PNRR 56<br />

Veteran club<br />

Sulle ali della vittoria con i cingolati<br />

Itma Nike 82<br />

Rubriche<br />

Shop 4. Agri 4.0 6.<br />

Oltre il trattore 58.<br />

A tutto campo 62.<br />

Listini 64.<br />

ABBONATI<br />

SUBITO<br />

3


AGRI SHOP<br />

INTEK<br />

CONTINENTAL<br />

E luce sia<br />

istribuita da Intec,<br />

D Scangrip Connect<br />

è una gamma di luci da<br />

lavoro composta da otto<br />

lampade professionali a<br />

LED, adatte a ogni esigenza<br />

di lavoro per illuminare<br />

sia piccole superfici<br />

sia grandi spazi.<br />

Basic Connect, ultima<br />

nata della serie, è una<br />

luce da lavoro universale,<br />

piccola e compatta<br />

da 1.000 lumen dotata di<br />

testa rotante e due livelli<br />

di intensità di luce, al<br />

50% e al 100% a seconda<br />

del lavoro da svolgere.<br />

Grazie al suo design<br />

e al peso di soli 340 g<br />

(senza batteria) questa<br />

lampada si presta a molteplici<br />

usi e può essere<br />

comodamente trasportata.<br />

La base della batteria<br />

di Basic Connect può<br />

essere utilizzata come<br />

supporto così che la<br />

lampada possa<br />

essere<br />

appoggiata<br />

sulla superficie<br />

di lavoro,<br />

mentre un gancio<br />

metallico retrattile<br />

che ruota<br />

a 360° consente di<br />

sospendere la lampada<br />

in diverse posizioni. La<br />

testa della lampada Basic<br />

Connect può ruotare<br />

su due assi: di 180°<br />

dalla posizione ripiegata<br />

e chiusa, ma anche<br />

di 180° lateralmente,<br />

in modo da garantire<br />

un posizionamento<br />

estremamente versatile<br />

e poter illuminare ogni<br />

angolo di lavoro.<br />

Sopra, la<br />

lamppada<br />

a LED Basic<br />

Connect della<br />

linea Scangrip<br />

distribuita<br />

da Intec.<br />

A destra,<br />

le bianche<br />

cinghie in PU<br />

prodotte da<br />

Continental<br />

disponibili in<br />

diversi profili<br />

e lunghezze.<br />

Di bianco vestita<br />

i chiama Synchromotion la nuova<br />

S generazione Continental di cinghie<br />

dentate in poliuretano (PU) rinforzato<br />

con cavo d’acciaio adatta per azionamenti<br />

di trasporto e trasmissione di potenza in<br />

tutta la gamma di potenza. La copertura<br />

in poliuretano garantisce una trasmissione<br />

della potenza più efficiente rispetto ad altri<br />

materiali, e i numerosi profili disponibili ne<br />

consentono la sostituzione su apparecchiature<br />

esistenti. Le dimensioni sono pienamente<br />

compatibili con i prodotti presenti sul<br />

mercato e non sono necessarie modifiche.<br />

Synchromotion offre una trasmissione di<br />

potenza affidabile, materiale PU resistente<br />

all’usura, bassa manutenzione<br />

grazie all’elemento di<br />

tensione del cavo in<br />

acciaio con elevata<br />

resistenza alla<br />

trazione e<br />

idoneità per<br />

applicazioni<br />

in ambienti<br />

difficili.<br />

Si adegua perfettamente a voi.<br />

Il nuovo NEXOS.<br />

NOVITÀ<br />

La soluzione alle tue necessità<br />

PER IL TUO LAVORO<br />

LE NOSTRE MACCHINE IN PRONTA CONSEGNA<br />

Sia che si tratti di trasporto, spargimento antiparassitari o raccolta, stretto o extralargo,<br />

alto o basso, cabina o piattaforma, modello base o massimo comfort… a voi la scelta!<br />

Il risultato sarà un trattore perfettamente adatto alla vostra azienda.<br />

✔ 34 nuovi modelli<br />

✔ Da 75 a 120 CV<br />

✔ Cabinati o con arco di protezione<br />

✔ 6 versioni S/MD/M/LD/L/XL<br />

✔ Allestimenti COMFORT o TREND<br />

NEXOS COMFORT<br />

260-220 XL / L / M / S<br />

NEXOS TREND<br />

240-220 XL / L / LD / MD<br />

NEXOS TREND<br />

210 L* / L / M / S<br />

NEXOS TREND<br />

210 LD / MD<br />

* Versione con piattaforma<br />

ORZIVECCHI (BS)<br />

Cascina San Simone, 1, 25030<br />

MARMIROLO (MN)<br />

Via G. di Vittorio, 21, 46<strong>04</strong>5<br />

CAORSO (PC)<br />

Via Caorsana, 61, 29012<br />

CASTELLO D’ARGILE (BO)<br />

Via Provinciale Nord, 45/B, 40050<br />

BAGNOLO IN PIANO (RE)<br />

Via Provinciale Nord, 132A, 42011<br />

BAGNACAVALLO (RA)<br />

Via Albergone, 42, 48012<br />

claas.it |<br />

Agribertocchi<br />

agribertocchi_macchineagricole<br />

NEXOS NEW_GAMMA_<strong>04</strong>_2022


AGRI 4.0<br />

CNH INDUSTRIAL ACQUISISCE AUGMENTA<br />

Visione artificiale<br />

Un’operazione da 110 milioni di dollari.<br />

La nuova società andrà ad affiancare Raven<br />

L’espansione di<br />

CNH Industrial<br />

nel ramo dell’agricoltura<br />

4.0 e delle<br />

tecnologie di precisione<br />

procede senza sosta: il<br />

colosso agromeccanico,<br />

di cui fanno parte<br />

New Holland, Case IH<br />

e Steyr, ha annunciato<br />

l’acquisizione di un<br />

attore di primo piano<br />

in questo segmento.<br />

Si tratta di Augmenta,<br />

società specializzata<br />

nello sviluppo e nella<br />

produzione di tecnologie<br />

per la visione artificiale<br />

dei mezzi agricoli,<br />

già entrata nell’orbita<br />

di CNH due anni fa,<br />

quando venne acquisita<br />

una quota di minoranza<br />

della stessa società.<br />

Il valore dell’acquisizione<br />

è pari a 110<br />

milioni di dollari, salvo<br />

le usuali rettifiche.<br />

Come accennato, CNH<br />

Industrial deteneva già<br />

una quota minoritaria<br />

del 10,5% dell’azienda<br />

prima dell’operazione<br />

annunciata oggi, che<br />

sarà finanziata con la<br />

liquidità disponibile.<br />

La chiusura dell’acquisizione<br />

è attesa per il<br />

primo trimestre <strong>2023</strong>,<br />

una volta finalizzate le<br />

condizioni di chiusura<br />

previste e ottenute le<br />

autorizzazioni di legge.<br />

«Con questa acquisizione,<br />

la tecnologia<br />

di Augmenta accelererà<br />

lo sviluppo delle<br />

funzionalità ‘Sense &<br />

Act’ per dare valore<br />

aggiunto ai clienti»,<br />

come sottolineato da<br />

Parag Garg, Chief<br />

Digital Product Officer.<br />

Le funzionalità Sense<br />

& Act si basano sui<br />

dati rilevati dai sensori<br />

durante il processo<br />

di irrorazione, per<br />

implementare misure di<br />

protezione delle colture<br />

prima e dopo il raccolto.<br />

Questa tecnologia<br />

dota le macchine di<br />

capacità di irrorazione<br />

selettive per dirigere e<br />

regolare con precisione<br />

l’utilizzo dei volumi di<br />

prodotto.<br />

Augmenta ha inoltre<br />

sviluppato una telecamera<br />

multispettrale e<br />

un software in grado<br />

di monitorare l’ambiente<br />

operativo della<br />

macchina e di agire<br />

direttamente attraverso<br />

di essa.<br />

Il sistema aumenta la<br />

produttività dei clienti,<br />

favorisce la sostenibilità<br />

eliminando l’uso di<br />

prodotti chimici e fertilizzanti<br />

non necessari<br />

e, soprattutto, riduce<br />

i tempi, l’impegno e i<br />

costi di applicazione.<br />

La riduzione delle<br />

quantità impiegate di<br />

diserbanti, fungicidi,<br />

regolatori della crescita<br />

e fertilizzanti rappresenta<br />

il maggiore valore<br />

aggiunto di questa<br />

tecnologia.<br />

Augmenta opererà<br />

all’interno del brand<br />

Raven (già acquisito<br />

nel 2021) integrandosi<br />

al portafoglio di tecnologie<br />

di precisione.<br />

L’azienda manterrà i<br />

dipendenti e le sedi esistenti<br />

in Grecia e negli<br />

Stati Uniti.<br />

The New<br />

X6.414<br />

P6-DRIVE.<br />

PÖTTINGER HARVEST ASSIST<br />

Un’app per il foraggio<br />

Dall’azienda austriaca una nuova soluzione<br />

digitale dedicata ad agricoltori e allevatori<br />

Pöttinger ha elaborato<br />

una nuova soluzione<br />

digitale dedicata alla<br />

raccolta del foraggio. Si<br />

chiama Harvest Assist, è disponibile<br />

sia per sistemi iOS<br />

che Android e può essere<br />

installata su tutta la flotta<br />

di attrezzi, per controllare e<br />

pianificare le operazioni in<br />

azienda agricola.<br />

Harvest Assist ottimizza infatti<br />

la raccolta del foraggio<br />

tenendo conto dei volumi<br />

di raccolta, della distanza<br />

tra il campo e il silos e della<br />

6<br />

compattazione nel silos stesso,<br />

per ottenere la migliore<br />

qualità del foraggio. Inoltre,<br />

l’applicazione consente la<br />

comunicazione in tempo<br />

reale utilizzando l’hardware<br />

esistente sul trattore. L’app<br />

consente di aggiungere<br />

facilmente campi e di assegnarli<br />

a ciascuna macchina,<br />

offrendo una panoramica<br />

chiara dello stato delle aree<br />

agricole su cui dovranno<br />

essere effettuate le eventuali<br />

lavorazioni. L’algoritmo che<br />

calcola la sequenza di raccol-<br />

ta ottimale è particolarmente<br />

innovativo. I volumi di<br />

raccolta, la distanza tra ogni<br />

campo e la pinza e le prestazioni<br />

di compattazione neli<br />

silos sono sovrapposti sul<br />

display. In questo modo gli<br />

operatori ricevono informazioni<br />

sulla migliore sequenza<br />

di raccolta da effettuare per<br />

effettuare lavorazioni omogenee,<br />

senza fermi o picchi<br />

di lavoro. Inoltre, grazie<br />

alla visualizzazione intuitiva<br />

dei singoli campi presente<br />

nell’app, anche coloro che<br />

non conoscono perfettamente<br />

l’azienda agricola (come,<br />

per esempio, i contoterzisti)<br />

possono orientarsi con facilità<br />

al suo interno, tornando<br />

rapidamente al silos grazie<br />

al sistema di navigazione<br />

integrato.<br />

McCormick è un marchio di Argo Tractors S.p.A.<br />

Ready to work.<br />

McCormick X6.4 si evolve e si conferma ai vertici della categoria, tanto da<br />

aggiudicarsi il titolo di “Tractor of the year <strong>2023</strong> Best Utility”. Motori più performanti<br />

ed efficienti, cambio P6-Drive con 6 marce Powershift e nuova cabina McCormick<br />

High Visibility Cab. Un’ulteriore prova di forza, di efficienza e di qualità dei trattori<br />

McCormick.<br />

mccormick.it


TECNO<br />

Il sistema Easydrive di<br />

ADR offre i vantaggi del<br />

sistema di sterzatura<br />

libera in marcia avanti e<br />

quelli del servosterzo<br />

elettronico in retromarcia<br />

ma con complessità<br />

e costi ridotti.<br />

In retro senza problemi<br />

ADR propone un nuovo sistema di sterzo per i rimorchi agricoli a più<br />

assi che consente di guidare manualmente gli assi durante le retro<br />

migliorando la manovrabilità negli spazi ristretti<br />

I<br />

rimorchi agricoli ad assi<br />

centrali sono spesso dotati<br />

di assali autosterzanti per<br />

facilitarne la movimentazione.<br />

Gli assali autosterzanti seguono<br />

naturalmente la traiettoria<br />

in avanti, mentre in retro il<br />

meccanismo viene bloccato<br />

con cilindri di<br />

bloccaggio e le ruote<br />

vengono mantenute<br />

dritte. Ciò provoca<br />

uno slittamento delle<br />

ruote molto elevato,<br />

riducendo sensibilmente<br />

la manovrabilità<br />

della macchina<br />

in retromarcia e<br />

aumentando drasticamente<br />

le forze laterali,<br />

provocando pericolosi<br />

effetti su cerchi, assali<br />

e sospensioni, con<br />

anche grande usura<br />

degli pneumatici.<br />

Inoltre servono trattori<br />

anovrabilità del rimorchio in retromarcia: è<br />

acchina in spazi molto ristretti.<br />

ing of the trailer in reverse: it is possible to operate the<br />

s<br />

elle gomme, gli assali seguono perfettamente la<br />

a: Minore usura delle gomme<br />

axles follow perfectly the trajectory in reverse: Reduced<br />

nto in marcia avanti: gli assali autosterzanti<br />

rd motion: Self steering axles follow the trajectory<br />

i:<br />

di grande potenza per<br />

spostare il veicolo,<br />

con un relativo<br />

maggiore consumo di<br />

carburante. Sul mercato<br />

sono disponibili<br />

E / SELF-STEERING:<br />

/ Enabled at every speed<br />

free in forward<br />

l centro / Axles aligning and locking to the middle<br />

LE / MANUAL STEERING:<br />

(programmabile fino a 10 km/h)<br />

rammable up to 10 km/h)<br />

anuale degli assi di sterzare in avanti e in retromarcia.<br />

d of the axles to steer in forward and in reverse.<br />

8<br />

Sensori di<br />

velocità<br />

Speed<br />

sensors<br />

Oil out Oil in<br />

ma con costi e comsoluzioni<br />

idrauliche o elettroniche<br />

per guidare gli assali in<br />

retromarcia, ma sono complesse<br />

e costose. Il servosterzo<br />

idraulico risulta ideale solo in<br />

una gamma limitata di velocità<br />

e angoli di sterzata. In retro<br />

gli assi possono sterzare solo<br />

Pannello di<br />

controllo a<br />

bordo<br />

On-board<br />

control panel<br />

Cilindro DualFunction su<br />

ogni asse sterzante<br />

DualFunction cylinder on each<br />

steering axles<br />

Unità elettroniche e idrauliche<br />

Electronic and hydraulic units<br />

NATURALE IN AVANTI, EASY in RETROMARCIA<br />

NATURAL HANDLING IN FORWARD, EASY IN REVERSE<br />

secondo la geometria prestabilita,<br />

per cui non è possibile<br />

sterzare le ruote secondo le<br />

esigenze dell’utente, limitando<br />

la possibilità di movimento in<br />

spazi ristretti e con possibili<br />

danni ai componenti in caso<br />

di curve strette. Nel caso del<br />

servosterzo elettronico<br />

l’angolo di sterzo<br />

delle ruote è incluso: determinato<br />

dal software,<br />

IncluDeD:<br />

e in retro è possibile<br />

movimentare gli assali<br />

manualmente entran-<br />

SaFeTy:<br />

do in un apposito<br />

menu sul comando<br />

Hydraulic valve sensorized<br />

cabina che richiede un<br />

operatore con always elevata<br />

self-steering.<br />

esperienza.<br />

Il sistema Easydrive<br />

messo a punto da<br />

ADR e presentato<br />

a Eima 2022 dove<br />

ha vinto il premio<br />

‘Novità tecnica’, offre<br />

i vantaggi del sistema<br />

Sterzo<br />

di sterzatura Steering a sinistra<br />

Left libera in<br />

marcia avanti e quelli<br />

del servosterzo elettronico<br />

in Fuori olio retromarcia,<br />

Olio dentro<br />

www.adraxles.com<br />

plessità ridotti. Easydrive è un<br />

sistema di sterzo per rimorchi<br />

agricoli che sfrutta le caratteristiche<br />

degli assali autosterzanti<br />

evitando di bloccare lo<br />

sterzo delle ruote in retromarcia.<br />

Durante la marcia in<br />

avanti la sterzata degli assali<br />

è naturale grazie alla costruzione<br />

autosterzante, mentre in<br />

retromarcia gli assali possono<br />

essere guidati manualmente,<br />

in base alle esigenze dell’utente,<br />

non necessariamente in<br />

base all’angolo relativo del<br />

rimorchio del trattore, utilizzando<br />

il distributore d’olio<br />

del trattore. In questo modo<br />

migliora la manovrabilità del<br />

rimorchio in retromarcia ed è<br />

possibile muovere la macchina<br />

in spazi molto ristretti, senza<br />

nessuno slittamento delle<br />

gomme, che quindi subiscono<br />

anche una minore usura. Il<br />

sistema si basa sul cilindro<br />

Dual Function brevettato da<br />

ADR che permette di utilizzare<br />

l’autosterzatura e la<br />

funzione di comando con lo<br />

stesso collegamento delle<br />

tubazioni. Easydrive passa automaticamente<br />

alla modalità di<br />

autosterzatura ad una velocità<br />

definita minore di 10 km/h oltre<br />

la quale non può più essere<br />

comandato manualmente per<br />

motivi di sicurezza.<br />

Per il suo funzionamento sono<br />

necessari solo un semplice<br />

ECU, un cablaggio, una<br />

centralina moving idraulica innovation e comuni<br />

sensori. Il collegamento idraulico<br />

è molto semplice (solo<br />

due tubi) e non è necessaria<br />

alcuna disposizione meccanica<br />

e collegamento al trattore.<br />

Nelle limitate situaioni in cui<br />

può manifestarsi un guasto il<br />

Sterzo<br />

sistema Steering a<br />

diventa at destra<br />

right autosterzante,<br />

quindi la macchina può<br />

comunque essere utilizzata in<br />

modalità Olio dentro Olio dentro di emergenza Fuori olio con<br />

Oil in<br />

Oil in Oil out<br />

funzioni limitate.<br />

- Unità elettronica / Electronic unit<br />

- Unità idraulica / Hydraulic unit<br />

- Touch screen di bordo / On-board touch screen<br />

- assali sterzanti equipaggiati con cilindro ADR Dual Function<br />

Steering axles equipped with ADR’s Dual Function Cylinder<br />

- Sensori di velocità / Speed sensors<br />

Sicurezza:<br />

- Ridondanza dei sensori di velocità<br />

Redundancy of speed sensors<br />

- Valvola idraulica sensorizzata<br />

- In caso di mancanza di alimentazione elettrica o di<br />

guasto il sistema è sempre autosterzante.<br />

In case of loss of electric supply or failure the system is<br />

E.D.S. funziona con assali a doppia funzione<br />

E.D.S. works with Dual-Function axles<br />

Al centro: bloccato<br />

Middle: Locked<br />

Olio dentro<br />

Oil in


LA PRECISIONE<br />

SECONDO FENDT<br />

Le linee di traccia singola sono costituite<br />

da una linea di traiettoria che non viene<br />

moltiplicata per la larghezza di lavoro.<br />

Queste possono intersecarsi e non possono<br />

essere spostate.<br />

Quando si utilizzano segmenti di traccia<br />

singola, la macchina seleziona sempre la<br />

traiettoria corretta, anche con passate<br />

molto corte.<br />

I segmenti di contorno contengono diverse<br />

linee di traccia singola, ciascuna delle quali<br />

viene moltiplicata per la larghezza di lavoro.<br />

Fendt Guide e<br />

Countour Assistant<br />

In combinazione con Fendt Guide, il sistema riconosce<br />

la posizione tramite GNSS e avvia automaticamente tutti<br />

i passaggi registrati a fine campo<br />

• Risparmio di risorse<br />

• Avvio preciso dei processi<br />

• Esatta connessione di guida<br />

• Utilizzo efficace del sistema di sterzatura anche in capezzagna<br />

• Programmazione possibile da fermo e in capezzagna<br />

• Facile retrofit di questa opzione software<br />

Fendt è un marchio mondiale di AGCO.<br />

È già emergenza idrica<br />

Dopo l’inverno siccitoso l’agricoltura è già a corto di riserve<br />

idriche. A serio rischio per il <strong>2023</strong> produzioni e rese di mais<br />

La primavera è appena iniziata ma la<br />

mancanza d’acqua che ha caratterizzato<br />

tutto l’inverno rappresenta<br />

già un problema sui campi italiani. Tanto<br />

da spingere numerosi agricoltori, già<br />

ora, a cambiare le colture in previsione<br />

dell’estate, con riduzioni significative di<br />

semine ormai tradizionali, come il mais.<br />

Stando ai dati riportati da Compag (la<br />

Federazione Nazionale delle Rivendite<br />

Agrarie) sembrerebbe che in alcune<br />

zona della Lombardia la riduzione sfiori<br />

il 15 per cento, mentre in altre aree<br />

del Veneto il calo raggiunga addirittura<br />

il 30 per cento. Si tratta di stime al ribasso<br />

rispetto alle (già) cupe previsioni<br />

registrate dall’Istat a inizio anno a causa<br />

della perdurante siccità (meno 6 per<br />

cento su base nazionale).<br />

Anche Ismea prospetta una situazione<br />

critica per il <strong>2023</strong> per la produzione di<br />

granella di mais a causa della siccità,<br />

con possibili riduzioni delle rese e del<br />

livello qualitativo, legate soprattutto<br />

all’incognita del clima e delle risorse<br />

idriche a disposizione. Nel rapporto<br />

pubblicato di recente sulla filiera del<br />

mais, Ismea evidenzia che il fabbisogno<br />

nazionale di questa materia prima<br />

dipende sostanzialmente dalle importazioni:<br />

se 20 anni fa la produzione copriva<br />

quasi totalmente il fabbisogno, ora<br />

il tasso di autoapprovvigionamento è<br />

sceso al 40 per cento.<br />

Le previsioni per le semine di frumento,<br />

elaborata dal Masaf a partire dai dati rilasciati<br />

dall’Istat, prevedono un calo per<br />

il grano duro intorno all’1,6 per cento a<br />

livello nazionale a causa della riduzione<br />

del 3,2 per cento di ettari nel Sud e Isole,<br />

mentre dovrebbe crescere la superficie<br />

nelle aree settentrionali (più 11,2<br />

per cento nel Nord Ovest e più 3,8 nel<br />

Nord Est), in lieve aumento nelle zone<br />

centrali, dell’1,2 per cento. Ma qui, almeno,<br />

c’è una nota positiva: il frumento<br />

tenero dovrebbe accrescere le superfici<br />

investite del 6,2 per cento, trainato dal<br />

calo delle semine di altre colture, in particolare<br />

il mais. L’aumento interesserebbe<br />

tutto il paese, ma soprattutto il Nord<br />

dove incidono le preoccupazioni legate<br />

alla scarsità di piogge.<br />

«Il periodo invernale 2022/23 - sostiene<br />

Vittorio Ticchiati, Direttore Generale<br />

di Compag - continua a essere caratterizzato<br />

dalla mancanza di piogge con un<br />

deficit che ha interessato in particolare<br />

il Nord, dove i grandi laghi e i maggiori<br />

fiumi, compreso il Po, si trovano sotto i<br />

livelli già allarmanti dello scorso anno.<br />

I grandi laghi sono valutati ad un indice<br />

di riempimento del 30-35 per cento,<br />

con le precipitazioni nevose sull’arco<br />

alpino in calo del 56 per cento».<br />

Enzo Attori<br />

Il fiume Po è<br />

già in secca, e<br />

così i principali<br />

bacini idrici<br />

del nord Italia.<br />

Molti agricoltori<br />

scelgono di<br />

abbandonare le<br />

tipiche coltivazioni<br />

irrigue, come<br />

il mais, la cui<br />

produzione<br />

soddisfa ormai<br />

solo il 40 per<br />

cento del<br />

fabbisogno<br />

nazionale.<br />

LINEA VERDE<br />

È la Turchia il<br />

bengodi del trattore<br />

Con 67.308 trattori<br />

immatricolati nel 2022 la<br />

Turchia si conferma, per<br />

numero, il quarto mercato<br />

mondiale dopo India Cina e<br />

Stati Uniti. A livello europeo<br />

doppia i numeri dei due big<br />

Francia e Germania, anche<br />

se, a conferma del sistema<br />

agricolo ancora arretrato,<br />

il valore dell’immatricolato<br />

è circa 4 volte inferiore e<br />

il segmento di potenza più<br />

venduto è quello tra 50 e 59<br />

cavalli. Nonostante la difficile<br />

situazione economica del<br />

Paese, con un’inflazione<br />

galoppante che mina le<br />

capacità di spesa delle<br />

aziende agricole (che però<br />

d’altro canto beneficiano di<br />

prestiti a tassi agevolati),<br />

le vendite di trattori sono<br />

addirittura aumentate rispetto<br />

al 2021, già in forte crescita<br />

con 64.070 immatricolazioni.<br />

A livello di brand a farla da<br />

padrone assoluto è il gruppo<br />

CNH, con New Holland<br />

leader indiscusso a quota<br />

22.756 immatricolazioni, pari<br />

al 33,8 per cento di quota<br />

di mercato, e Case IH terzo<br />

New Holland guida la classifica dei<br />

trattori venduti in Turchia.<br />

con 5.421 unità. Seconda<br />

forza in campo è il produttore<br />

locale Tümosan distanziato<br />

a 8.267 unità immatricolate.<br />

Bene anche il gruppo SDF,<br />

che piazza 5.409 Deutz-Fahr<br />

(in quarta posizione con l’8<br />

per cento di quota di mercato)<br />

e 1.919 Same. Molto più<br />

marginale la presenza degli<br />

altri due mostri sacri John<br />

Deere, solo dodicesima forza<br />

con 1.105 immatricolazioni,<br />

e Agco, che qui punta<br />

tutto sul suo brand globale<br />

Massey Ferguson, in top ten<br />

al settimo posto con 4.511<br />

immatricolazioni. Ovviamente<br />

fanno invece numeri<br />

importanti i produttori locali<br />

Erkunt (4.636 unità), Basak<br />

(4.614) e Hattat (4.326).<br />

It’s Fendt.<br />

Perché conosciamo l’agricoltura.<br />

11


LINEA VERDE<br />

Tutto si riutilizza<br />

Cnh Industrial acquisisce Bennmann e fa un altro passo avanti<br />

verso l’utilizzo sempre più diffuso del metano, in tutte le sue<br />

forme, come combustibile alternativo e multiuso<br />

Il colosso agromeccanico CNH Industrial<br />

ha annunciato l’acquisizione<br />

della quota di maggioranza<br />

di Bennmann, realtà inglese specializzata<br />

in sistemi di raccolta, riutilizzo e<br />

stoccaggio delle emissioni fuggitive<br />

di metano per generare energia. Nel<br />

mirino ci sono lo sviluppo di soluzioni<br />

dedicate al metano e al biometano,<br />

combustibili su cui CNH sta puntando<br />

da tempo, come dimostrato dai trattori<br />

della gamma Methane Power, ovvero<br />

il T6 a metano e il T7 a LNG. L’obiettivo<br />

di CNH, tramite l’acquisizione di<br />

una società come Bennmann, che nel<br />

suo listino ha già una tecnologia in<br />

grado di raccogliere le emissioni fuggitive<br />

dai rifiuti organici provenienti<br />

dai liquami degli allevamenti per generare<br />

energia, è quello di accrescere<br />

ulteriormente la propria offerta nel<br />

settore dei carburanti alternativi, per<br />

favorire l’indipendenza energetica<br />

delle aziende agricole, in un momento<br />

storico di grande necessità, dove<br />

la volatilità dei prezzi di combustibili<br />

fossili, gas e elettricità continua ad<br />

aumentare, andando di pari passo con<br />

l’inflazione galoppante.<br />

La tecnologia sviluppata da Bennmann<br />

è già attiva in maniera sperimentale<br />

nel Regno Unito in un’azienda<br />

agricola, dove le emissioni<br />

fuggitive dai rifiuti organici provenienti<br />

dai liquami degli allevamenti<br />

vengono trasformate in biometano<br />

che poi viene a sua volta compresso<br />

o liquefatto. In entrambi i casi, il biometano<br />

ottenuto può essere utilizzato<br />

per l’alimentazione dei veicoli, per<br />

generare elettricità e persino per fornire<br />

energia elettrica per le utenze domestiche<br />

o aziendali, mentre gli scarti<br />

generati dal processo di conversione,<br />

possono essere impiegati come fertilizzanti<br />

naturali.<br />

Fino all’altro capo<br />

del mondo<br />

Per rimpolpare il proprio portafoglio<br />

prodotti Lemken è disposta ad<br />

andare in capo al mondo. Il produttore<br />

tedesco ha infatti annunciato<br />

di aver acquisito Equalizer,<br />

realtà di Città del Capo (Sudafrica)<br />

specializzata nella produzione<br />

di seminatrici e di attrezzatture<br />

votate all’agricoltura no-till. In base<br />

a quanto rilasciato da Lemken in<br />

una nota, l’ingresso di Equalizer<br />

tra le fila del gruppo non porterà a<br />

sovrapposizioni in termini di offerta.<br />

Piuttosto, colmerà alcune lacune<br />

nella gamma di prodotti. Oltre alle<br />

seminatrici di precisione fino a 36<br />

file e seminatrici con una larghezza<br />

di lavoro fino a 24 metri, Equalizer<br />

vanta infatti nel suo portafoglio la<br />

presenza di seminatrici e piantatrici<br />

anche in combinazione con i<br />

carrelli pneumatici: tecnologie non<br />

presenti tra le gamme di Lemken.<br />

Il marchio e tutto il personale locale<br />

esperto di Equalizer sarà mantenuto,<br />

e l’azienda continuerà a essere<br />

guidata come filiale indipendente<br />

dall’attuale management.<br />

Obiettivo 2,5 miliardi<br />

P<br />

ur in un contesto geopolitico<br />

e macroeconomico difficile, il<br />

costruttore di motori Deutz ha<br />

aumentato significativamente i suoi<br />

profitti nel 2022 incrementando le<br />

vendite del 16,6 per cento, mentre<br />

i ricavi sono aumentati del 20,8 per<br />

cento a 1,95 miliardi di euro. Anche<br />

la redditività è migliorata in modo<br />

significativo, con l’EBIT passato<br />

dal 2,3 al 4,6 per cento e più che<br />

raddoppiato su base annua per raggiungere<br />

89,4 milioni di euro. La<br />

strategia adottata da Deutz all’inizio<br />

di quest’anno per aumentare ulteriormente<br />

la crescita e la redditività<br />

comprende sia l’ottimizzazione del<br />

suo core business esistente nei motori<br />

a combustione interna sia lo sviluppo<br />

di nuovi prodotti a zero emissioni.<br />

L’obiettivo dichiarato della<br />

nuova strategia è di aumentare le entrate<br />

di quasi il 30 per cento a oltre<br />

2,5 miliardi di euro entro il 2025.<br />

L’importanza della<br />

formazione<br />

New Holland ha inaugurato<br />

un nuovo centro di formazione<br />

a Greater Noida, in India,<br />

per migliorare le competenze<br />

tecniche di dipendenti, team<br />

di concessionari e clienti. La<br />

struttura offre formazione tecnica<br />

e commerciale per trattori,<br />

mietitrici e presse. Attualmente<br />

è in grado di organizzare corsi<br />

formativi per 75 persone alla<br />

volta, capacità che sarà presto<br />

aumentata a 90 tirocinanti<br />

nei prossimi mesi. Il centro<br />

di formazione è dotato di uno<br />

spazio di realtà virtuale (VR) e<br />

delle più moderne tecnologie<br />

per formare gli operatori in un<br />

ambiente di apprendimento più<br />

sicuro rispetto alla formazione<br />

sul campo. La struttura offre<br />

tre diversi seminari di formazione<br />

per il montaggio e lo<br />

smontaggio di diverse serie di<br />

trattori. Inoltre dispone anche<br />

di laboratori per fare pratica<br />

su mietitrebbie, presse quadre<br />

e ranghinatori, il che lo rende<br />

una struttura unica.<br />

12


LINEA VERDE<br />

Il trattore corre...<br />

su due ruote<br />

Per il secondo anno consecutivo<br />

Case IH sarà sponsor della<br />

scuderia Aprilia per il campionato<br />

del mondo di MotoGP, la<br />

categoria regina di questo sport.<br />

La notizia del rinnovo della<br />

sponsorizzazione è stata data<br />

nel corso dell’evento dedicato<br />

ai concessionari ‘Trust the Red’<br />

organizzato Case IH a Madrid,<br />

al quale eranopresenti Mirco<br />

Romagnoli, Vice President<br />

Case IH e Steyr, Massimo<br />

Rivola, CEO di Aprilia Racing<br />

e il pilota del team Maverick<br />

Viñales. «Questa partnership<br />

di successo sta consentendo<br />

a Case IH di raggiungere un<br />

pubblico più ampio e giovane,<br />

sia in Europa che altrove», ha<br />

dichiarato Mirco Romagnoli.<br />

Fatturato su<br />

ma utili giù<br />

Il 2022 è stato un anno tra luci<br />

e ombre per Manitou, che con<br />

2.362 milioni di euro ha registrato<br />

un fatturato in aumento del 26<br />

per cento rispetto al 2021, ma<br />

ha visto calare l’utile operativo<br />

da 123,7 a 84,6 milioni di euro.<br />

Discorso simile per l’EBITDA,<br />

attestatosi nel 2022 a quota 130<br />

milioni di euro rispetto ai 167 del<br />

2021, e per l’utile netto, passato<br />

da 87 a 55 milioni. Manitou prevede<br />

per il <strong>2023</strong> una crescita dei<br />

ricavi di circa il 20 per cento sul<br />

2022, con un tasso di utile operativo<br />

ricorrente atteso nel <strong>2023</strong> in<br />

aumento di circa 100 punti base.<br />

Per ora la proposta di pagamento<br />

del dividendo si attesta sugli<br />

0,63 euro per azione.<br />

RECORD ASSOLUTO<br />

NEL TRASPORTO 1<br />

RISPARMIATE PIÙ CARBURANTE<br />

Doppio appuntamento<br />

A giugno Enovitis in campo si svolgerà a Polpenazze del Garda<br />

(BS). il 13 luglio, in Alto Adige, la versione ‘estrema’<br />

Quest’anno Enovitis in campo<br />

fa le cose in grande e…<br />

raddoppia! Nel <strong>2023</strong>, il più<br />

prestigioso appuntamento dedicato<br />

ai macchinari e alle tecnologie per<br />

il settore vitivinicolo si svolgerà in<br />

due diverse occasioni, tra giugno e<br />

luglio. la 17esima edizione di Enovitis<br />

in campo, rassegna organizzata<br />

da Unione Italiana Vini (UIV), si<br />

svolgerà il 7 e l’8 giugno a Polpenazze<br />

del Garda, sulla sponda<br />

lombarda dell’omonimo lago,<br />

nell’incantevole cornice della<br />

Cantina Bottenago, presso l’azienda<br />

agricola Erian.<br />

Poi, a luglio, spazio alla viticoltura<br />

eroica, invece, per la seconda<br />

edizione di Enovitis Extrême,<br />

‘spin-off’ di Enovitis in campo<br />

dedicato ai vigneti di montagna<br />

e in elevata pendenza, che torna<br />

con cadenza biennale dopo l’arresto<br />

costretto dalla pandemia.<br />

In calendario per il 13 luglio,<br />

Enovitis Extrême si terrà in territorio<br />

alpino, nei vigneti della Cantina Valle<br />

Isarco – Eisacktal, a Chiusa (BZ).<br />

Evento di riferimento per viticoltori<br />

‘eroici’, si propone come un approfondimento<br />

specifico sull’utilizzo di macchine<br />

operatrici e attrezzature destinate<br />

all’impiego in condizioni orografiche<br />

impervie, dove la produzione è tradizionalmente<br />

associata ad elevatissimi<br />

costi di produzione.<br />

Investimento di<br />

successo<br />

A nemmeno due settimane<br />

dalle celebrazioni per gli impianti<br />

indiani, Maschio Gaspardo si<br />

appresta a festeggiare un altro<br />

importante traguardo: la divisione<br />

romena del gruppo compie infatti<br />

20 anni. Maschio Gaspardo Romania<br />

è stata costituita a gennaio<br />

2003 con sede a Chisineu-Cris<br />

(Arad) da green field, realizzando<br />

lo stabilimento da zero. In vent’anni<br />

l’azienda ha avuto un percorso<br />

di forte sviluppo dal punto di vista<br />

organizzativo, produttivo e commerciale,<br />

e Maschio Gaspardo<br />

è diventato il primo costruttore<br />

agricolo della Romania. Oggi lo<br />

stabilimento produttivo, che si<br />

sviluppa su una superficie coperta<br />

di 26.000 mq, ha un organico<br />

di 500 dipendenti e un fatturato<br />

2022 complessivo che supera gli<br />

80 milioni di euro con un aumento<br />

del 35 per cento rispetto all’anno<br />

precedente.<br />

6R 185<br />

6R 250<br />

TEST DLG POWERMIX TRANSPORT 2.0<br />

CLASSIFICA TOP 5.<br />

N. 1: John Deere 6250R/6R 250¹<br />

N. 2: John Deere 6R 185²<br />

N. 3: Case Puma 220 MC³<br />

N. 4: Valtra T254 Versu⁴<br />

N. 5: Fendt 724 Vario⁵<br />

PUMA 220 MC<br />

348 + 16<br />

349 + 14<br />

358 + 28<br />

363 + 31<br />

371 + 15<br />

G/KWH (CARBURANTE + DEF)<br />

Diciotto misure<br />

Tre nuove misure portano a<br />

18 il totale degli pneumatici<br />

della gamma di punta Alliance<br />

Agriflex+ 372 per trattori di<br />

alta potenza. I nuovi modelli<br />

VF800/70R42, VF710/70R42<br />

CFO e VF900/60R42 vanno<br />

dunque ad aggiungersi<br />

agli altri quindici lanciati<br />

nel 2022, disponibili sia in<br />

versione VF che Very High<br />

Flexion. La costruzione<br />

con maggiore flessibilità<br />

del fianco consente allo<br />

pneumatico di trasportare<br />

fino al 40 per cento in più di<br />

carico alla stessa pressione,<br />

oppure altresi di sopportare lo<br />

stesso carico di uno pneumatico<br />

radiale convenzionale con<br />

una pressione di gonfiaggio<br />

inferiore del 40 per cento.<br />

Partenza<br />

sprint<br />

Nel primo trimestre dell’anno<br />

fiscale <strong>2023</strong> (che per John<br />

Deere si è concluso il 29<br />

gennaio) Deere & Company<br />

ha riportato un utile netto di<br />

1,959 miliardi di dollari rispetto<br />

ai 903 milioni di dollari per<br />

il trimestre conclusosi il 30<br />

gennaio 2022, mentre le<br />

vendite nette e i ricavi mondiali<br />

sono aumentati del 32 per<br />

cento, a 12,652 miliardi di<br />

dollari. «La performance del<br />

primo trimestre di Deere riflette<br />

i fondamentali di mercato<br />

favorevoli e la buona domanda<br />

per le nostre apparecchiature»<br />

- ha affermato John C. May,<br />

presidente e amministratore<br />

delegato. Deere prevede che<br />

l’utile netto per l’anno fiscale<br />

<strong>2023</strong> sarà compreso tra 8,75 e<br />

9,25 miliardi di dollari.<br />

AS13490.1ITA_IT<br />

Fin dal 2018, il trattore 6R 250 John Deere è leader nel<br />

test DLG PowerMix Transport 2.0 (applicazioni di trasporto)¹,<br />

in occasione del quale ha dimostrato di avere il consumo di<br />

carburante più basso (348 g/kWh di gasolio e 16 g/kWh di DEF)<br />

rispetto a tutti i concorrenti finora testati¹. Il 6R 250 garantisce<br />

un maggiore risparmio di carburante durante il trasporto.<br />

¹ Risultati del test Profi, test trattori "John Deere 6250R: More Vario", 06/2018; www.profi.de Test DLG PowerMix Transport 2.0<br />

(applicazioni di trasporto): pagine da 10 a 16; https://pruefberichte.dlg.org/filestorage/0618_John_Deere_6250R.pdf<br />

² Test PowerMix di DLG n. 7369; (www. dlg. org)<br />

³ Profi 09-2019 pagine da 10 a 16 (www. profi. de)<br />

⁴ Profi 08-2018 pagine da 10 a 16 (www. profi. de)<br />

⁵ Profi 11-2021 pagine da 14 a 20 (www. profi. de)<br />

14


LINEA VERDE<br />

A idrogeno dal 2025<br />

Periodo denso di novità per Hyundai<br />

Doosan Infracore: dopo l’annuncio<br />

del nuovo nome della divisione dedicata<br />

al movimento terra, che da quest’anno<br />

si chiamerà Develon, il produttore<br />

sudcoreano ha svelato nuovi dettagli sui<br />

motori a idrogeno a combustione interna<br />

che, da qui ai prossimi due anni, intende<br />

lanciare sul mercato. Mentre i primi prototipi<br />

dei nuovi sistemi propulsivi saranno<br />

già disponibili entro quest’anno, per la<br />

convalida del progetto, invece, bisognerà<br />

aspettare il 2024. Nel 2025, se tutto andrà<br />

secondo i piani, è previsto il via libera per<br />

la produzione su larga scala. Il motore a<br />

idrogeno messo a punto da Doosan è un<br />

11 litri che eroga 400 cavalli di potenza e<br />

1.700 Nm di coppia a 2.000 giri/min. Oltre<br />

alle stringenti normative Tier 5 e Stage V è<br />

in grado perfino di soddisfare le normativa<br />

Euro 7 che dovrebbe entrare in vigore tra<br />

due anni (si tratta di normative che richiedono<br />

una riduzione delle emissioni del 90<br />

per cento rispetto ai livelli attuali).<br />

GF SERIE 1003 CON OPTITEDD<br />

Più potenza meno smog<br />

VM presenta la nuova versione Stage V del 6 cilindri<br />

R756. Cresce la potenza, fino a 180 cavalli, e la coppia<br />

Con la doppia omologazione Euro<br />

6 Step E per i veicoli commerciali<br />

e Stage V per le applicazioni<br />

industriali e agricole, VM mette ufficialmente<br />

a listino la nuova versione<br />

del 6 cilindri R756. L’aggiornamento<br />

porta in dote un aumento della potenza<br />

erogata di oltre il 15 per cento e della<br />

coppia massima addirittura del 20per<br />

cento rispetto al predecessore Step<br />

16<br />

Col vento<br />

in poppa<br />

Il 2022 col vento in poppa: a livello<br />

economico potrebbe essere<br />

riassunto così l’anno appena<br />

trascorso per AMA, realtà emiliana<br />

tra le più grandi al mondo<br />

nella fornitura di componenti<br />

per Off Highway Vehicle (OHV),<br />

macchine agricole e per la cura<br />

del verde. Durante l’esercizio<br />

2022, AMA ha infatti registrato<br />

ricavi consolidati preliminari pari<br />

a 289 milioni di euro, in crescita<br />

per il terzo anno consecutivo,<br />

con un più 24 per cento rispetto<br />

C. La potenza arriva così fino a 180<br />

cavalli e i valori di coppia fino a 600<br />

Newtonmetro a 1.200 giri, ampliando<br />

le possibilità di applicazione a tutti gli<br />

ambiti che necessitano di un propulsore<br />

compatto e ad alta densità di potenza.<br />

L’unità emissionata ripropone la tradizionale<br />

configurazione da 4,5 litri<br />

e 6 cilindri in linea, con un ingombro<br />

contenuto in altezza, che favorisce di<br />

conseguenza l’alloggiamento<br />

sotto i vani motore. Lo sviluppo<br />

tecnico ha visto l’introduzione<br />

di un nuovo turbo a geometria<br />

variabile, l’adeguamento del<br />

sistema di ricircolo dei gas di<br />

scarico e l’ottimizzazione del<br />

sistema di combustione. La<br />

configurazione del propulsore<br />

mantiene l’elevata possibilità di<br />

personalizzazione e si caratterizza<br />

per l’allocazione del Dpf e<br />

dell’Scr in due moduli separati,<br />

che lo rendono quindi adattabile<br />

ad ogni tipo di installazione.<br />

all’esercizio precedente. In vista<br />

di nuovi piani di sviluppo l’azienda<br />

ha raccolto anche due finanziamenti<br />

della durata di 6 anni,<br />

per un totale di 20 milioni di euro<br />

da Unicredit e Crèdit Agricole, al<br />

fine di potenziare le unità produttive<br />

e accelerare la crescita<br />

dimensionale del Gruppo.<br />

E con questo<br />

sono sei<br />

Con l’inaugurazione del<br />

nuovo punto vendita di<br />

ricambi a Reggio Emilia,<br />

il sesto in totale, Kramp<br />

prosegue nel solco<br />

dell’ampliamento della rete<br />

commerciale tracciato a<br />

partire dal 2019, con la<br />

formula PBK, ‘Powered By<br />

Kramp’. Il nuovo centro è<br />

situato all’interno di LAM<br />

Store, di Luca e Alessia<br />

Parmigiani, che si propone<br />

nella città emiliana come<br />

Lo sprint delle<br />

mietitrebbie<br />

Continua anche a febbraio il<br />

forte trend di crescita delle<br />

mietitrebbie in nordamerica.<br />

Secondo i dati diffusi dall’AEM,<br />

le vendite nel secondo mese<br />

del <strong>2023</strong> sono cresciute del<br />

165 per cento su base annua<br />

negli Usa e del 246,7 per<br />

cento in Canada. Non così<br />

bene i trattori. Le vendite totali<br />

di trattori agricoli negli Stati<br />

Uniti per il mese sono infatti<br />

diminuite del 19,4 per cento<br />

rispetto a febbraio 2022 e del<br />

17,2 da inizio anno. Dall’inizio<br />

dell’anno i trattori in Canada<br />

sono invece diminuiti dello<br />

0,5 per cento, ma dell’8,1 a<br />

febbraio. In entrambi i Paesi il<br />

calo è dovuto però al segmento<br />

di potenza inferiore a 40 cavalli,<br />

mentre le unità 4WD e con più<br />

di 100 cavalli sono in crescita.<br />

un nuovo punto vendita<br />

per agricoltori, contoterzisti<br />

e hobbisti. Lo spazio<br />

espositivo è di 70 metri<br />

quadrati ed è rifornito con<br />

ricambi tecnici ed accessori<br />

originali e compatibili dei<br />

migliori marchi per trattori,<br />

macchine da raccolta e<br />

attrezzature. Il nuovo punto<br />

vendita di Kramp in Italia<br />

va ad affiancarsi agli altri<br />

cinque negozi sul suolo<br />

nazionale: due in Lombardia,<br />

uno in Piemonte, uno in<br />

Veneto e due in Emilia<br />

Romagna.<br />

www.kuhn.it<br />

RIVOLUZIONA LA FIENAGIONE!<br />

PERFORMANCE E RESISTENZA. A QUALSIASI CONDIZIONE.<br />

Conta su una macchina affidabile e risparmia sulla<br />

manutenzione con i voltafieno GF 1003 e GF 1003 T KUHN.<br />

Grazie al nuovo rotore OPTITEDD integrato, i voltafieno KUHN<br />

garantiscono una qualità di rivoltamento eccezionale in<br />

qualsiasi condizione di lavoro.<br />

Per ulteriori informazioni, contatta il tuo partner autorizzato KUHN.


LINEA VERDE<br />

Piccoli ma tosti<br />

Yanmar sceglie il Conexpo di Las Vegas per presentare<br />

due nuovi compatti Stage V ad alta densità di potenza<br />

Nel garden va in crisi<br />

la fascia media<br />

La persistente siccità, che<br />

ha ridotto gli interventi di<br />

manutenzione nelle aree verdi, e<br />

l’aumento dei costi di produzione<br />

e quindi dei prezzi dei listini,<br />

hanno determinato nel 2022<br />

in Italia un calo sensibile della<br />

domanda di macchinari per il<br />

garden e la manutenzione del<br />

verde.<br />

I dati - elaborati dall’associazione<br />

dei costruttori Comagarden sulla<br />

base delle informazioni fornite dal<br />

gruppo di rilevamento Morgan -<br />

indicano nel consuntivo 2022 un<br />

calo complessivo del 15,2 per<br />

cento in termini di unità vendute<br />

(1 milione e 403 mila contro 1<br />

milione e 650 mila dell’anno<br />

2021), con decrementi sensibili<br />

per quasi tutte le tipologie di<br />

mezzi. I rasaerba registrano<br />

SERIE AGILE SPRAYER<br />

Massima versatilità, sicurezza totale.<br />

Il Conexpo, la più grande fiera del<br />

Nord America per macchine edili e<br />

industriali che si è svolta dal 14 al 18<br />

marzo a Las Vegas, ha fatto da vetrina ai<br />

due nuovi motori Yanmar 4TN86CHT<br />

e 3TNV80FT conformi alle normative<br />

StageV sulle emissioni. Il 4 cilindri da 2<br />

litri 4TN86CHT, pur mantenendo le stesse<br />

dimensioni compatte, offre il 14 per cento<br />

di potenza in più rispetto ai precedenti modelli<br />

turbo intercooler di pari cilindrata. Il<br />

design compatto ne facilita l’installazione<br />

e il sistema DPF garantisce un funzionamento<br />

senza interruzioni in tutte le condizioni<br />

di lavoro con un lungo intervallo di<br />

pulizia di 6.000 ore.<br />

Il 3 cilindri 3TNV80FT da 1,3 litri è invece<br />

la soluzione perfetta per trattorini<br />

e rasaerba ride-on, così come per pale<br />

compatte e gommate. Con una potenza<br />

di 24,7 cavalli, questo motore vanta il<br />

18<br />

IL SONDAGGIO DEL MESE<br />

Avete cambiato il vostro piano<br />

colturale a causa dell’emergenza<br />

idrica?<br />

Rispondi su www.trattoriweb.com<br />

Il sondaggio non ha valore statistico, si tratta di rilevazioni non basate<br />

su un campione elaborato scientificamente<br />

sistema di alimentazione Eco Governor<br />

di Yanmar, combinazione unica di<br />

una pompa di iniezione meccanica con<br />

un regolatore elettronico controllato<br />

da una ECU. Grazie a valori di coppia<br />

maggiori rispetto ai motori della sua<br />

taglia, è ideale per impieghi pesanti su<br />

macchine professionali.<br />

«I motori diesel 3TNV80FT e<br />

4TN86CHT rappresentano un significativo<br />

balzo in avanti in termini di potenza<br />

ed efficienza, con un design compatto<br />

che rende l’installazione un gioco<br />

da ragazzi», ha affermato Ron Adams,<br />

Director Power Solutions di Yanmar<br />

America Corporation. «Questi motori<br />

offrono una maggiore potenza e un sistema<br />

proprietario di post-trattamento<br />

dei gas di scarico che garantisce un<br />

funzionamento senza problemi in tutte<br />

le condizioni di lavoro».<br />

LE RISPOSTE<br />

DI MARZO<br />

Avete difficoltà a trovare<br />

personale da assumere<br />

come trattorista?<br />

62%<br />

Sì<br />

38%<br />

No<br />

Sono state 1.403.000 le macchine<br />

per il garden vendute nel 2022.<br />

un passivo del 21,4 per cento<br />

(255 mila le unità vendute), i<br />

decespugliatori un passivo del<br />

10 per cento (273 mila), mentre il<br />

saldo negativo delle motoseghe<br />

è pari al 14,3 per cento in<br />

ragione di quasi 369 mila mezzi<br />

venduti. Le macchine tagliasiepi<br />

calano del 24,4 per cento (94<br />

mila), mentre più contenuto è<br />

il passivo per i trattorini (meno<br />

4,2 per cento in riferimento a<br />

22.700 macchine). In leggera<br />

crescita risultano i mezzi zero<br />

turn per uso hobbistico (più 0,6<br />

per cento a fronte di 1.550 unità)<br />

mentre in aumento rispetto al<br />

2021 risultano solo le potatrici ad<br />

asta (quasi 26.500) che chiudono<br />

con un attivo del 10 per cento.<br />

Dopo i forti incrementi avuti<br />

nelle due stagioni 2020 e 2021<br />

i costruttori si aspettavano una<br />

certa flessione di assestamento,<br />

ma è il forte calo della domanda<br />

nella fascia media del mercato<br />

che preoccupa, poiché rischia di<br />

polarizzare il mercato tra mezzi di<br />

fascia alta da una parte, costosi<br />

e accessibili a pochi, e prodotti<br />

economici dall’altra, spesso di<br />

bassa qualità e meno affidabili<br />

anche in termini di sicurezza.<br />

C<br />

M<br />

Y<br />

CM<br />

MY<br />

CY<br />

CMY<br />

K<br />

Con Agile Sprayer, la sintesi di agilità e potenza che caratterizza i veicoli Caron<br />

incontra le caratteristiche di versatilità e sicurezza che agricoltura e viticoltura<br />

esigono. La cabina pressurizzata categoria 4 offre la massima protezione<br />

dall’inalazione nociva di polveri e aerosol, mentre la capiente cisterna in posizione<br />

centrale (da 1000 a 2000 lt) ottimizza la resa oraria e garantisce un bilanciamento<br />

migliore rispetto al trattore tradizionale, permettendo di muoversi con facilità<br />

anche su pendii scoscesi e in spazi stretti. Ancora una volta, Agile Capacity.<br />

Macchina predisposta, attraverso il pacchetto 4.0, ai requisiti per accedere al credito d’imposta.<br />

Via A. De Gasperi n. 20/A - 36060 Pianezze (VI) - Italy<br />

Tel +39 <strong>04</strong>24 470300 - www.caron.it


MERCATO EUROPA<br />

Anno di<br />

transizione<br />

Come da previsione le vendite di trattori<br />

in Europa hanno subito una flessione nel<br />

2022 ma la domanda resta sostenuta e<br />

in alcuni casi è addirittura aumentata<br />

Vendite in calo sui<br />

principali mercato<br />

europei, ma la<br />

domanda rimane<br />

sostenuta. Tra i<br />

leader di mercato,<br />

John Deere è quello<br />

che quasi ovunque<br />

guadagna più quote,<br />

risultando il marchio<br />

più venduto in ben<br />

13 Paesi.<br />

Con la guerra alle porte,<br />

le tensioni internazionali<br />

e la conseguente<br />

crisi energetica che ha dovuto<br />

fronteggiare l’Europa<br />

il ‘miracolo’ del 2021 non si<br />

è ripetuto, e come probabilmente<br />

in molti si aspettavano,<br />

il mercato dei trattori ha rallentato<br />

visibilmente nel 2022.<br />

Complice anche un’annata<br />

complicata dal punto di vista<br />

climatico, con siccità e temperature<br />

anomale cha hanno<br />

messo a rischio le produzioni<br />

e abbassato le rese la propensione<br />

agli investimenti degli<br />

agricoltori si è ‘raffreddata’,<br />

ma nonostante ciò nel complesso<br />

la domanda è rimasta<br />

su livelli elevati.<br />

Insomma, vista la situazione<br />

contingente e dopo il boom<br />

di vendite dell’anno precedente<br />

il temuto crollo non c’è<br />

stato e in molti casi la vera<br />

causa delle mancate vendite<br />

non è stata la scarsa propensione<br />

all’acquisto, quanto le<br />

difficoltà nella catena degli<br />

approvvigionamenti, che hanno<br />

impedito alle aziende di<br />

aumentare i ritmi di produzione<br />

e di evadere gli ordini nei<br />

normali tempi previsti.<br />

Fatte le dovute stime (in<br />

alcuni Paesi i dati sulle immatricolazioni<br />

comprendono<br />

anche i trattori al di sotto dei<br />

50 cavalli, in altri no, e in alcuni<br />

casi sono contati insieme<br />

trattori, sollevatori, altre tipologie<br />

di macchine<br />

e addirittura<br />

i quad), le vendite<br />

di trattori<br />

agricoli arretrerebbero<br />

di<br />

circa l’8,3 per<br />

cento, assestandosi<br />

intorno alle<br />

162.500 unità.<br />

Ma le differenze<br />

sono vistose<br />

tra Paese<br />

e Paese, e non<br />

mancano sorprese<br />

anche in<br />

positivo. Fatta<br />

eccezione per la<br />

Polonia, in netto<br />

calo, le regioni dell’Est sembrano<br />

subire meno la crisi, e le<br />

perdite si concentrano soprattutto<br />

sulle regioni del centro<br />

sud, ahimè Italia, Germania,<br />

Spagna e Austria.<br />

Il mercato principale si<br />

conferma la Francia, che si<br />

mantiene sullo stesso livello<br />

di vendite del 2021, seguita<br />

dalla Germania, un po’ in<br />

affanno ma sempre sopra il<br />

livello delle 30mila immatricolazioni.<br />

Il terzo mercato<br />

per importanza rimane, di<br />

gran lunga, quello italiano<br />

con 20.212 immatricolazioni,<br />

davanti alla coppia Polonia e<br />

I PRINCIPALI MERCATI EUROPEI 2022/2021<br />

2022 2021 variazione %<br />

Francia 35.688 36.114 - 1,2<br />

Germania 30.344 34.472 - 12<br />

Italia 20.212 24.385 - 17,1<br />

Polonia 11.727 14.178 - 17,3<br />

UK 11.580 12.017 - 3,6<br />

Spagna 9.023 10.834 - 16,7<br />

Portogallo 5.759 5.917 - 2,7<br />

Austria 4.913 6.608 - 23,4<br />

Ungheria 3.887 3.051 21,5<br />

Paesi Bassi 3.444 3.532 - 2,5<br />

Rep.Ceca 3.375 3.362 0,4<br />

Serbia 3.137 2.285 37,3<br />

Belgio 3.080 3.467 - 11,2<br />

Norvegia 2.847 2.688 5,9<br />

Svezia 2.361 2.971 - 20,5<br />

Danimarca 1.852 1.545 19,9<br />

Svizzera 1.818 2.278 - 20,2<br />

Finlandia 1.493 1.760 - 15,2<br />

Bulgaria 1.418 1.302 8,9<br />

Slovenia 1.365 1.388 - 1,6<br />

Lituania 1.276 1.300 - 1,8<br />

Croazia 1.016 1.062 - 7<br />

Lettonia 926 679 36,4<br />

Totale 162.541 177.195 - 8,3<br />

IL PODIO PAESE PER PAESE<br />

Oro Argento Bronzo<br />

Francia John Deere 22,2 Fendt 14 New Holland 13,4<br />

Germania John Deere 21,2 Fendt 17,5 Deutz-Fahr 7,8<br />

Italia New Holland 17,8 John Deere 9,9 A. Carraro 8,6<br />

Polonia New Holland 15,7 John Deere 13,8 Kubota 9,8<br />

UK (2021) John Deere 25,3 New Holland 19,1 Massey F. 10,9<br />

Spagna John Deere 23,8 New Holland 14,3 Kubota 7,9<br />

Portogallo New Holland 12,8 Solis 12,2 Kubota 10,6<br />

Austria Steyr 17,8 New Holland 13,2 Fendt 11,8<br />

Ungheria John Deere 21,4 Solis 11 New Holland 10<br />

Olanda (2021) John Deere 19,6 New Holland 18,9 Fendt 13,6<br />

Rep.Ceca Zetor 20,4 John Deere 14,3 Solis 9,1<br />

Serbia Belarus 12,7 Armatrac 10,7 IMT 8,4<br />

Belgio John Deere 17,8 New Holland 14,7 Fendt 8,7<br />

Norvegia John Deere 23,2 Valtra 23,1 Massey F. 17,8<br />

Svezia John Deere 23,5 Valtra 19,4 Massey F. 14,4<br />

Danimarca John Deere 20,8 New Holland 18,1 Case IH 15,5<br />

Svizzera Fendt 18 John Deere 15,6 New Holland 11,9<br />

Finlandia Valtra 40 John Deere 13,3 Claas 7,2<br />

Bulgaria John Deere 19,3 Case IH 10,9 New Holland 9<br />

Slovenia New Holland 13,1 Solis 9,7 John Deere 9,2<br />

Lituania John Deere 17,2 Massey F. 13,5 Valtra 11,1<br />

Croazia Lamborghini 14 John Deere 11,9 Deutz-Fahr 8,7<br />

Lettonia John Deere 12 Valtra 12 Claas 11,9<br />

(Quota mercato dei primi tre marchi in %)<br />

Regno Unito fermi al di sotto<br />

di quota 12mila immatricolazioni.<br />

Seguono poi la Spagna, in<br />

flessione del 16,7 per cento, il<br />

Portogallo, che limita le perdite<br />

e supera l’Austria a picco<br />

del 23 per cento, e l’Ungheria,<br />

che invece cresce a ritmi<br />

sostenuti, passando da poco<br />

più di 3mila a quasi 3.900 immatricolazioni.<br />

Chiude la top<br />

ten l’Olanda, altra nazione<br />

che contiene le perdite entro i<br />

pochi punti percentuali. Tra i<br />

mercati minori crescono molto<br />

la Serbia, addirittura del<br />

37,3 per cento, che però col<br />

suo podio occupato da Belarus,<br />

Armatrac e IMT appare<br />

ancora un’entità avulsa dal<br />

resto d’Europa, la Danimarca<br />

(più 19,9 per cento), la Bulgaria<br />

(più 8,9) e la Norvegia<br />

(più 5,9). Curioso il caso della<br />

Finlandia: tenendo conto anche<br />

dei trattori con potenza<br />

inferiore ai 50 cavalli e peso<br />

inferiore a 1.800 chili sarebbe<br />

numericamente il settimo<br />

mercato europeo con 8.128<br />

immatricolazioni. I trattori<br />

immatricolati con più di 50<br />

cavalli sono invece meno di<br />

1.500.<br />

Interessante è poi analizzare<br />

l’andamento dei vari<br />

brand, tutti ovviamente alle<br />

prese con numeri negativi in<br />

termini assoluti, ma alcuni<br />

in evidente difficoltà più di<br />

altri. In generale da questa<br />

situazione esce rafforzato<br />

John Deere, che cresce in<br />

20<br />

21


MERCATO EUROPA<br />

termini di quote di mercato<br />

quasi ovunque, e si conferma<br />

leader in ben 13 Paesi, e<br />

sul podio in 20 Paesi su 23.<br />

Chi perde di più in termini di<br />

quote di mercato è New Holland,<br />

pur risultando uno dei<br />

tre marchi più venduti in ben<br />

14 Paesi. Arretra anche se<br />

meno vistosamente Fendt, col<br />

gruppo Agco che si conferma<br />

però in testa nel complesso<br />

(quindi sommando le vendite<br />

di Fendt, Massey Ferguson e<br />

Valtra) nei principali mercati<br />

di Francia e Germania.<br />

Per quanto riguarda gli altri<br />

brand italiani, anche per loro<br />

le performance non sono state<br />

esaltanti, con consenguenti<br />

perdite di quote sui principali<br />

mercati.<br />

Tra i brand che più si sono<br />

messi in luce nel 2022, c’è sicuramente<br />

l’indiano Solis, che<br />

ha bissato le ottime performance<br />

del 2021, risultando tra<br />

i trattori più venduti in molti<br />

mercati, e tenendo presente<br />

che, come detto, in molti Paesi<br />

le immatricolazioni non<br />

tengono conto delle potenze<br />

inferiori ai 50 cavalli.<br />

Di seguito, nel dettaglio,<br />

l’analisi dei principali 5 mercati<br />

escluso quello italiano<br />

(l’analisi dettagliata del mercato<br />

Italia è sul numero di<br />

Trattori di marzo).<br />

Francia<br />

Con un calo contenuto nell’1,2<br />

per cento il mercato dei cugini<br />

d’oltralpe si conferma il<br />

più importante d’Europa. Nel<br />

2022 le immatricolazioni com-<br />

plessive sono state 35.688,<br />

numero che comprende anche<br />

6.035 trattori per il garden e<br />

831 tra trattori articolati, cingolati,<br />

forestali, portattrezzi,<br />

pale gommate, scavallanti per<br />

vigneto (ben 576) e scavallanti<br />

per mais. Le vendite di<br />

trattori standard sono state in<br />

sintesi 25.071, il 2,2 per cento<br />

in più rispetto alle 24.538 del<br />

2021. Sono calate le vendite<br />

dei trattori con potenze inferiori<br />

ai 150 cavalli (in maniera<br />

più marcata al di sotto dei 100<br />

cavalli), mentre sono aumentate<br />

a doppia cifra le vendite<br />

dei trattori di potenze superiori.<br />

Calano invece del 12,1<br />

per cento, a quota 3.751 unità<br />

le immatricolazioni di trattori<br />

da frutteto e vigneto. Il totale<br />

delle due categorie, standard e<br />

frutteto/vigneto è praticamente<br />

invariato rispetto al 2021,<br />

pari a 28.822 unità.<br />

Tra i trattori standard primeggia<br />

John Deere con una quota<br />

di mercato che<br />

aumenta dal<br />

23,4 al 25,1 per<br />

cento. Seguono<br />

New Holland<br />

che cala dal 14,4<br />

al 13, 4 per cento<br />

e Fendt in discesa<br />

dal 13,2 al<br />

12,9. Il gruppo<br />

Agco si consola<br />

però con l’aumento<br />

di quote<br />

di mercato<br />

messe a segno<br />

da Massey Ferguson<br />

e Valtra,<br />

che passano rispettivamente<br />

dall’8,7 al 10,7 per cento e dal<br />

6,3 al 7,6.<br />

Tra gli specializzati invece<br />

Fendt compie il ribaltone ai<br />

danni di New Holland. Tra i filari<br />

i trattori tedeschi diventano<br />

i più venduti con una quota<br />

di mercato che balza dal 15,8<br />

al 21 per cento, mentre New<br />

Holland cala dal 20,1 al 13,7.<br />

In questa categoria si distinguono<br />

anche Kubota con una<br />

quota di mercato in aumento<br />

dal 7,9 al 9,7 per cento e Landini<br />

che si porta dal 7,9 all’8,7<br />

per cento.<br />

Pur in calo, ma rispetto a un<br />

2021 esaltante, rimane elevato<br />

FRANCIA*<br />

2022 2021 variazione<br />

%<br />

quota<br />

mercato<br />

2022<br />

- Fendt 4.022 3.913 2,8 14,0<br />

- Massey Ferguson 2.926 2.425 20,7 10,2<br />

- Valtra 1.932 1.580 22,3 6,7<br />

Gruppo Agco 8.880 7.918 12,1 30,8<br />

John Deere 6.390 5.878 8,7 22,2<br />

- New Holland 3.873 4.391 -11,8 13,4<br />

- Case IH 2.167 2.283 -5,1 7,5<br />

Gruppo Cnh 6.<strong>04</strong>0 6.674 -9,5 21,0<br />

Kubota 1.417 1.662 -14,7 4,9<br />

Claas 2.926 3.006 -2,7 10,2<br />

- Deutz-Fahr 1.311 1.531 -14,4 4,5<br />

- Same 370 476 -22,3 1,3<br />

- Lamborghini 124 172 -27,9 0,4<br />

Gruppo SDF 1.805 2.179 -17,2 6,3<br />

- Landini 402 435 -7,6 1,4<br />

- McCormick 481 597 -19,4 1,7<br />

Gruppo Argo 883 1.032 -14,4 3,1<br />

Tractors<br />

Antonio Carraro 150 158 -5,1 0,5<br />

Altri 331 296 11,8 1,1<br />

Totale 28.822 28.803 0,1 100<br />

*Solo trattori standard e frutteto/vigneto<br />

GERMANIA<br />

2022 2021 variazione quota<br />

mercato<br />

2022<br />

- Fendt 5.319 5.765 -7,7 17,5<br />

- Massey Ferguson 1.300 1.265 2,8 4,3<br />

- Valtra 1.119 993 12,7 3,7<br />

Gruppo AGCO 7.738 8.053 -3,9 25,5<br />

John Deere 6.425 6.166 4,2 21,2<br />

- Case IH - Steyr 2.138 2.362 -9,5 7,0<br />

- New Holland 1.620 2.085 -22,3 5,3<br />

Gruppo CNH 3.758 4.447 -15,5 12,4<br />

- Deutz-Fahr 2.381 2.767 -14,0 7,8<br />

- Same-Lamborghini 380 573 -33,7 1,3<br />

Gruppo SDF 2.761 3.341 -17,4 9,1<br />

Claas 1.983 2.170 -8,6 6,5<br />

Kubota 1.912 2.412 -20,7 6,3<br />

Solis 1.383 1.634 -15,4 4,6<br />

Gruppo Argo 251 348 -27,9 0,8<br />

Tractors<br />

Altri 4.133 5.901 -30,0 13,6<br />

Totale 30.344 34.472 -12,0 100<br />

il numero di trattori per gli<br />

spazi verdi venduti nel 2022,<br />

6.035. Qui domina Solis con<br />

una quota di mercato del 26,2<br />

per cento, in crescita di 2,6<br />

punti. Kubota ha immatricolato<br />

1.207 unità (20 per cento<br />

di share), cui segue Iseki con<br />

1.020, entrambi in flessione.<br />

Bene anche qui John Deere,<br />

quarta forza col 10,1 per cento<br />

di quota di mercato.<br />

Germania<br />

Anche se sulla carta i numeri<br />

hanno segno negativo, tutto<br />

sommato la Germania ha di<br />

che essere contenta. Nel suo<br />

complesso l’industria agromeccanica<br />

tedesca ha infatti<br />

messo a segno un fatturato<br />

record di oltre 12 miliardi<br />

Anno difficile per<br />

i brand CNH, e per<br />

New Holland in<br />

particolare, così<br />

come per quasi<br />

tutti gli altri marchi<br />

italiani, che perdono<br />

quote di mercato sui<br />

principali mercati,<br />

penalizzati dal calo<br />

delle vendite di<br />

specializzati e basse<br />

potenze.<br />

di euro. Gli ordini continuano<br />

ad arrivare, soprattutto<br />

dai mercati esteri, e i colli di<br />

bottiglia nell’approvvigionamento<br />

e nella logistica che<br />

hanno frenato il business si<br />

stanno gradualmente risolvendo.<br />

«Dalla fine dell’anno,<br />

la situazione è andata lentamente<br />

ma costantemente<br />

migliorando. Nel quarto trimestre,<br />

siamo riusciti a realizzare<br />

un aumento del 50%<br />

delle vendite, principalmente<br />

grazie al miglioramento della<br />

situazione dell’offerta e<br />

della logistica», ha dichiarato<br />

Tobias Ehrhard, amministratore<br />

delegato di VDMA<br />

Landtechnik.<br />

Al 31 dicembre 2022 i<br />

trattori immatricolati in Ger-<br />

22<br />

23


plesso le sue quote arrivano al<br />

17,5 per cento dal 16,7. Meno<br />

bene Deutz-Fahr, terzo marchio<br />

più venduto in Germania,<br />

che cala più della media di<br />

mercato (meno 14 per cento) e<br />

perde perciò uno 0,2 per cento<br />

di quote di mercato.<br />

Polonia<br />

Quarto mercato europeo per<br />

numero di trattori venduti, la<br />

Polonia chiude il 2022 con un<br />

netto ridimensionamento. Da<br />

quasi 14.200 trattori immatricolati<br />

nel 2021 è infatti passata<br />

a poco più di 11.700, in<br />

discesa di 17,3 punti percen-<br />

mania sono risultati 30.344,<br />

4.128 in meno rispetto al<br />

2021. Il vero tracollo si è<br />

avuto però alle basse potenze,<br />

con la fascia al di sotto<br />

dei 50 cavalli in calo del 31,9<br />

per cento (solo 6.589 unità) e<br />

la fascia da 51 a 100 cavalli<br />

giù del 15,6 per cento a quota<br />

6.874 unità. I trattori immatricolati<br />

da 101 a 150 cavalli<br />

sono stati 5.1<strong>04</strong> (meno 1,7<br />

per cento). Crescono di un<br />

2,9 per cento i trattori di potenza<br />

superiore.<br />

Per fare un raffronto con la<br />

Francia, le immatricolazioni<br />

di trattori di potenza superiore<br />

a 50 cavalli sono state 23.771<br />

contro 28.822.<br />

A livello di marchi, John<br />

Deere conferma la leadership<br />

conquistata nel 2021 e anzi<br />

aumenta ancora le sue quote<br />

di mercato arrivando al 21,2<br />

per cento. Fendt rimane il<br />

trattore più venduto al di sopra<br />

dei 200 cavalli, e nel comtuali.<br />

Come per l’Italia la buona<br />

notizia è che il livello delle<br />

vendite rimane nettamente al<br />

di sopra dei livelli del 2020<br />

e degli anni precedenti, sarà<br />

dunque il <strong>2023</strong> l’anno della<br />

verità. A gravare sulla Polonia,<br />

più che su altri Paesi europei,<br />

ci sono le conseguenze<br />

della guerra in Ucraina, con la<br />

chiusura dei mercati di Russia<br />

e Bielorussia tradizionali<br />

sbocco dei prodotti agricoli<br />

polacchi.<br />

Leader di vendite rimane<br />

New Holland, che però perde<br />

terreno nel confronto degli<br />

inseguitori. Con 1.849 trattori<br />

immatricolati, in calo del 26,3<br />

per cento, il brand azzurro<br />

detiene ora una quota di mercato<br />

del 15,7 per cento (era al<br />

17,9), incalzato da John Deere<br />

che addirittura nel 2022 ha<br />

aumentato le vendite balzando<br />

dal 10 al 13,8 per cento di<br />

quota di mercato. Scalzato dal<br />

secondo posto Kubota, altro<br />

marchio che in<br />

Polonia se l’è<br />

vista brutta perdendo<br />

il 31,4 per<br />

cento di vendite<br />

e il 2,2 per cento<br />

di quote di mercato.<br />

Oltre a John<br />

Deere, gli unici<br />

marchi che<br />

aumentano le<br />

vendite in Polonia<br />

sono Massey<br />

Ferguson e<br />

Valtra che si assestano<br />

rispettivamente<br />

al 7,5 e<br />

4,7 per cento di<br />

quote di mercato.<br />

UK<br />

Al di là della Manica le immatricolazioni<br />

si sono fermate<br />

nel 2022 a 11.580 unità contro<br />

le 12.017 del 2021, tenendo<br />

conto dei soli trattori con potenza<br />

superiore a 50 cavalli.<br />

Anche in questo caso le<br />

perdite più alte si registrano<br />

tra le potenze inferiori e nella<br />

categoria al di sopra dei 320<br />

cavalli. Tra i 140 e i 320 cavalli<br />

le vendite aumentano, però<br />

solo del 2,8 per cento, troppo<br />

poco per portare il totale in<br />

terreno positivo. Per quanto<br />

POLONIA<br />

2022 2021 variazione<br />

%<br />

quota<br />

mercato<br />

2022<br />

- New Holland 1.845 2.511 - 26,5 15,7<br />

- Case IH 911 982 - 7,2 7,8<br />

- Steyr 370 378 - 2,1 3,2<br />

Gruppo CNH 3.126 3.871 - 19,2 26,6<br />

- Massey Ferguson 885 764 15,8 7,5<br />

- Valtra 555 507 9,5 4,7<br />

- Fendt 315 364 - 13,5 2,7<br />

Gruppo AGCO 1.755 1.635 7,3 15<br />

John Deere 1.617 1.387 16,6 13,8<br />

Kubota 1.145 1.669 - 31,4 9,8<br />

Deutz-Fahr 1.071 1.312 - 18,4 9,1<br />

Zetor 825 955 - 13,6 7<br />

Inne 656 699 - 6,2 5,6<br />

Farmtrac 481 555 - 13,3 4,1<br />

Claas 469 609 - 23 4<br />

- Landini 75 91 - 17,6 0,6<br />

- McCormick 95 77 23,4 0,8<br />

Gruppo ARGO 170 168 1,2 1,4<br />

Altri 412 1.318 - 68,9 3,5<br />

Totale 11.727 14.178 - 17,3 100<br />

SPAGNA<br />

2022 2021 variazione<br />

%<br />

quota<br />

mercato<br />

2021<br />

John Deere 2.143 2.398 - 10,6 23,8<br />

- New Holland 1.286 1.618 - 20,5 14,3<br />

- Case IH 523 653 - 19,9 5,8<br />

- Steyr 31 47 - 34 0,3<br />

Gruppo CNH 1.840 2.318 - 20,6 20,4<br />

- Fendt 690 686 0,6 7,6<br />

- Massey Ferguson 373 450 - 17,1 4,1<br />

- Valtra 345 391 - 11,8 3,8<br />

Gruppo AGCO 1.408 1.527 - 7,8 15,5<br />

- Deutz-Fahr 659 870 - 24,3 7,3<br />

- Same 251 336 - 25,3 2,8<br />

- Lamborghini 114 142 - 19,7 1,3<br />

Gruppo SDF 1.024 1.348 - 24 11,4<br />

- Landini 377 548 - 31,2 4,2<br />

- McCormick 255 356 - 28,4 2,8<br />

Gruppo Argo 632 9<strong>04</strong> - 30 7<br />

Kubota 712 892 - 20,2 7,9<br />

Claas 251 341 - 26,4 2,8<br />

A. Carraro 185 199 - 7 2,1<br />

- BCS 48 75 - 36 0,5<br />

- Ferrari 72 101 - 28,7 0,8<br />

- Pasquali 83 108 - 23,1 0,9<br />

- Gruppo BCS 203 284 - 28,5 2,2<br />

Altri 625 623 0,3 6,9<br />

Totale 9.023 10.834 - 16,7 100<br />

riguarda l’andamento dei singoli<br />

brand, i dati ufficiali sono<br />

riferiti al 2021, quando John<br />

Deere deteneva il 25,3 per<br />

cento di quote di mercato davanti<br />

a New Holland col 19,1<br />

e Massey Ferguson a 10,9.<br />

Spagna<br />

Tra i principali mercato europei<br />

la Spagna è quello che<br />

appare in maggiore difficoltà.<br />

Nell’anno di grazia 2021 era<br />

stato uno di quelli a crescere<br />

di meno, e il calo del 16,7 per<br />

cento di quest’anno lo riporta<br />

ben al di sotto delle 10mila<br />

unità, ai livelli della crisi di<br />

10 anni fa. I dati ufficiali riportano<br />

il valore di 9.318, ma<br />

di questi i trattori immatricolati<br />

come agricoli sono solo<br />

In Germania<br />

Fendt si deve<br />

accontentare del<br />

secondo posto a<br />

livello di vendite<br />

totali, ma rimane<br />

leader nella fascia<br />

di potenza al di<br />

sopra dei 200<br />

cavalli. Il Fendt 724<br />

è poi in assoluto<br />

il modello più<br />

venduto.<br />

9.023. In Spagna solo Fendt<br />

può vantare nel 2022 numeri<br />

positivi ma veramente di<br />

poco: 4 trattori venduti in più<br />

rispetto al 2021.<br />

Tutti gli altri marchi sono in<br />

perdita, e dunque le variazioni<br />

di quote di mercato si hanno tra<br />

chi cala al di sopra e chi al di<br />

sotto della media. A guadagnare<br />

quote di mercato sono solo<br />

John Deere, primo al 23,8 per<br />

cento, Fendt quarto al 7,6, Valtra<br />

nono al 3,8 e Antonio Carraro<br />

al 2,1 per cento. Tutti gli<br />

altri brand calano più del 16,7<br />

per cento e dunque perdono<br />

quote di mercato. New Holland<br />

rimane il secondo marchio più<br />

venduto col 14,3 per cento di<br />

share davanti a Kubota terzo<br />

col 7,9.<br />

Sergio Bolis<br />

24<br />

25


STABILIMENTI<br />

Molti dei trattori<br />

a listino oggi<br />

in Italia sono<br />

costruiti fuori dai<br />

confini del Bel<br />

Paese. In alcuni<br />

casi provengono<br />

da stabilimenti<br />

produttivi locati<br />

in altri continenti<br />

o da accordi con<br />

altri brand.<br />

Where are<br />

you from?<br />

Siete sicuri di sapere dove è stato realizzato<br />

il vostro trattore? Ecco un approfondimento<br />

dedicato alla geografia dei siti di<br />

produzione dei principali costruttori e la<br />

verità sulla provenienza di ciascuna serie<br />

disponibile sul mercato italiano<br />

Quando cerchiamo di<br />

orientarci nel vasto<br />

ring della meccanizzazione<br />

agricola, spesso e<br />

volentieri tendiamo ad asso-<br />

ciare a un marchio di trattori<br />

una determinata bandiera che<br />

ne identifichi la nazionalità.<br />

Ma la realtà è quasi sempre<br />

più complessa di quanto il<br />

DA DOVE ARRIVANO I <strong>TRATTORI</strong><br />

Stati Uniti John Deere, New Holland, Case IH, Fendt<br />

Messico John Deere<br />

Inghilterra New Holland, Jcb<br />

Francia Massey Ferguson, Claas, Kubota<br />

Germania Fendt, John Deere, Claas, Deutz-Fahr,<br />

Lamborghini<br />

Austria Case IH, New Holland, Steyr<br />

Finlandia Valtra<br />

Turchia New Holland, Case IH, Steyr, Deutz-Fahr,<br />

Same, Lamborghini<br />

India John Deere, Deutz-Fahr, Same, Lamborghini<br />

Indonesia Massey Ferguson<br />

Giappone Kubota, Massey Ferguson<br />

Cina Massey Ferguson, Valtra<br />

Corea del Sud New Holland<br />

26<br />

27


STABILIMENTI<br />

Nello stabilimento<br />

tedesco di Mannheim<br />

(in questa foto)<br />

John Deere produce<br />

le gamme 6M e<br />

6R. Le serie 7, 8 e<br />

9 arrivano invece<br />

da Waterloo in Usa<br />

(sotto). Più a destra,<br />

il sito produttivo SDF<br />

di Lauingen, sempre<br />

in Germania, dove<br />

nascono le macchine<br />

di maggiore potenza<br />

del gruppo, mentre<br />

la maggior parte<br />

degli speciali e degli<br />

utility sono prodotti<br />

a Treviglio (in basso<br />

a destra).<br />

nostro immaginario ci porti<br />

a semplificare, soprattutto in<br />

considerazione del fatto che<br />

i principali costruttori sono<br />

gruppi multinazionali e come<br />

tali suddividono la produzione<br />

tra molteplici stabilimenti<br />

dislocati in diversi Paesi e<br />

pure in differenti Continenti.<br />

Non è quindi per niente facile<br />

avere un quadro esatto e<br />

completo in merito alla provenienza<br />

dei vari modelli.<br />

Facciamo chiarezza una<br />

volta per tutte, analizzando i<br />

passaporti dei trattori disponibili<br />

sul mercato italiano e<br />

specificando per ogni marchio<br />

la geografia delle linee di assemblaggio<br />

di ciascuna sua<br />

serie a listino. Per definire il<br />

perimetro di questo approfondimento,<br />

precisiamo che ci<br />

focalizziamo unicamente sui<br />

siti di origine dei trattori commercializzati<br />

nel nostro Paese,<br />

escludendo le fabbriche<br />

dedicate ai componenti o ad<br />

altre categorie di macchine. A<br />

scanso di equivoci, va inoltre<br />

puntualizzato che alcuni big<br />

player dispongono di ulteriori<br />

centri di produzione di trattori<br />

rispetto quelli che citeremo<br />

di seguito, ma da tali sedi non<br />

esce nessuna unità destinata<br />

alle vendite in Italia e pertanto<br />

non rientrano nella nostra analisi.<br />

Procediamo affrontando<br />

le varie Case costruttrici partendo<br />

dalle realtà più complesse,<br />

senza però seguire un<br />

preciso ordine legato a classifiche<br />

di fatturato o immatricolazioni.<br />

JOHN DEERE<br />

Iniziamo questo lungo ed arzigogolato<br />

percorso da John Deere,<br />

che in termini di ‘melting<br />

pot’ costituisce uno dei casi<br />

più emblematici.<br />

Il Cervo realizza i propri<br />

mezzi compatti per il settore<br />

gardening (Serie 1, Serie 2,<br />

Serie 3 e Serie 4) nel centro di<br />

Augusta nello stato americano<br />

della Georgia. La Serie 5E e la<br />

Serie 5M arrivano dalla fabbrica<br />

indiana di Pune attiva<br />

dall’anno 2000; la gamma di<br />

specializzati premium Serie<br />

5G è invece prodotta in Italia<br />

a Rovigo in virtù della consolidata<br />

partnership con Carraro<br />

Agritalia.<br />

La Serie 5ML ‘batte’ bandiera<br />

messicana e nasce nel<br />

polo di Saltillo a poche decine<br />

di chilometri a ovest della<br />

città di Monterrey. Salendo<br />

con i cavalli troviamo le Serie<br />

6M e Serie 6R, entrambe<br />

sfornate nelle fucine tedesche<br />

di Mannheim, ex sito dello<br />

storico marchio Heinrich<br />

Lanz AG acquisito da John<br />

Deere nell’ormai lontanissimo<br />

anno 1956.<br />

Le gamme di punta Serie<br />

7, Serie 8 e Serie 9 (e relative<br />

versioni cingolate) giungono<br />

infine dal mastodontico hub<br />

industriale statunitense di<br />

Waterloo nello stato dell’Iowa.<br />

SAME DEUTZ-FAHR<br />

Proseguiamo con il Gruppo<br />

SDF a cui fanno capo i marchi<br />

di trattori Deutz-Fahr,<br />

Same e Lamborghini. Tra le<br />

offerte di questi brand c’è<br />

una stretta corrispondenza e<br />

le rispettive gamme di ogni<br />

segmento escono dalle medesime<br />

linee di assemblaggio.<br />

È concentrata quasi tutta in<br />

Italia a Treviglio la produzione<br />

delle seguenti serie di spe-<br />

cializzati e mezzi da campo<br />

aperto di bassa e media potenza:<br />

Deutz-Fahr 3000, Deutz-<br />

Fahr 5000, Same Delfino,<br />

Same Frutteto, Same Dorado,<br />

Same Explorer, Lamborghini<br />

Sprint, Lamborghini Spire e<br />

Lamborghini Strike. Fanno<br />

però eccezione alcuni modelli<br />

appartenenti alle famiglie appena<br />

elencate. Nel dettaglio,<br />

vengono realizzati nello stabilimento<br />

indiano di Ranipet gli<br />

esemplari Deutz-Fahr 5070<br />

DF Keyline e 5080 DF Keyline,<br />

Same Frutteto 70 Natural<br />

e Frutteto 80 Natural, Lamborghini<br />

Spire F 70 Trend e<br />

Spire F 80 Trend.<br />

Nello stesso hub indiano<br />

di Rapinet sono inoltre<br />

partorite le serie<br />

Deutz-Fahr 4000, Same<br />

Argon e Lamborghini<br />

Crono. Arrivano invece<br />

dal centro di Bandirma<br />

in Turchia i modelli<br />

Deutz-Fahr dal 5070<br />

D Keyline al 5100 D<br />

Keyline e relative versioni<br />

GS, più le corrispondenti<br />

unità Same<br />

dal Dorado 70 Natural<br />

al Dorado 100 Natural<br />

e i Lamborghini dallo<br />

Spire 70 Trend allo Spire 100<br />

Trend.<br />

Tutta incentrata a Treviglio<br />

la produzione dei cingolati<br />

Deutz-Fahr 5K, Same Krypton<br />

e Lamborghini Strike C.<br />

Passando ai piani più alti<br />

dei listini, sono realizzati<br />

sempre nello stabilimento<br />

lombardo gli utility Deutz-<br />

Fahr dal 6115C al 6135C<br />

(compresi gli allestimenti<br />

RVShift e TTV), i Same dal<br />

Virtus 115 al Virtus 135 (di<br />

cui non è prevista la declinazione<br />

a variazione continua)<br />

e i Lamborghini dallo Spark<br />

R 115 allo Spark R 135.<br />

Le gamme di maggiore<br />

potenza nascono in Germania<br />

presso il sito di Lauingen, ribattezzato<br />

Deutz-Fahr Land a<br />

seguito dell’imponente ope-<br />

28<br />

29


STABILIMENTI<br />

Xxxx<br />

Qui a lato, lo<br />

stabilimento<br />

CNH Industrial di<br />

Basildon in UK e,<br />

sotto, quello di<br />

Fargo, in North<br />

Dakota. Nell’altra<br />

pagina, i tre<br />

principali poli<br />

produttivi di Agco,<br />

Marktoberdorf per<br />

Fendt, Beauvais per<br />

Massey Ferguson e<br />

Suolahti per Valtra.<br />

ra di rinnovamento celebrata<br />

nel 2017. Nel dettaglio sono<br />

costruite nel polo SDF in<br />

Baviera i trattori Deutz-Fahr<br />

dal 6130.4 RVshift al 6150.4<br />

TTV, più tutta l’intera famiglia<br />

Agrotron dal 6155.4 all’ammiraglia<br />

9340. Stessa origine<br />

per i Lamborghini dallo Spark<br />

155.4 allo Spark 230 e per la<br />

serie di punta Mach (composta<br />

dai soli due modelli Mach<br />

250 VRT e Mach 250 HD<br />

VRT). Precisiamo che nessun<br />

trattore a marchio Same viene<br />

prodotto in Germania, dato<br />

che l’offerta del brand termina<br />

col modello Virtus 135.<br />

CNH INDUSTRIAL<br />

Approcciamo ora il colosso<br />

CNH Industrial sotto il cui<br />

grande tetto convivono i marchi<br />

New Holland, Case IH e<br />

Steyr. Anche in questo caso<br />

si riscontrano corrispondenze<br />

tra le offerte dei tre marchi<br />

del gruppo, ma ci sono alcune<br />

significative differenze<br />

soprattutto sul fronte Steyr il<br />

cui listino è circoscritto a una<br />

limitata fascia di potenza.<br />

Facciamo quindi prima un<br />

parallelismo tra i due principali<br />

brand. Per il segmento di<br />

compatti da gardening, esiste<br />

per il mercato italiano solo la<br />

proposta in maglia New Holland<br />

costituita dalla serie Boomer<br />

attualmente prodotta dal<br />

partner sudcoreano LS Mtron.<br />

Arrivano dal sito italiano<br />

di Jesi le serie New Holland<br />

T4 N/V/F, T4LP, T5 Utility,<br />

T5 Electro Command, T5<br />

Dynamic Command, T5 Auto<br />

Command e i cingolati TK.<br />

Per quanto riguarda Case IH,<br />

nello stesso stabilimento marchigiano<br />

vengono realizzati<br />

i modelli Vestrum e la gamma<br />

premium della famiglia<br />

Farmall. Provengono invece<br />

dalla fabbrica turca di Erenler<br />

le serie New Holland T4 entry<br />

level, T4S, T3F/LP e T5S.<br />

Dalla Turchia giungono anche<br />

tutti i trattori Case Farmall A<br />

e Farmal C, con l’unica eccezione<br />

del segmento Advanced<br />

che come precisato prima è<br />

plasmato a Jesi.<br />

Nel centro industriale di<br />

Basildon in Inghilterra si trovano<br />

le linee di montaggio<br />

dedicate a New Holland per<br />

tutta la serie T6 (compreso<br />

il T6 Methane Power) e per<br />

i T7 SWB/LWB. Va infatti<br />

puntualizzato che i T7 Heavy<br />

Duty sono realizzati separatamente<br />

in Austria a Sankt Valentin,<br />

dove vengono prodotte<br />

le gamme Case Luxxum,<br />

Maxxum, Puma e Optum.<br />

L’altissima potenza CNH Industrial<br />

arriva dagli Stati Uniti.<br />

Esattamente giungono dalla<br />

fabbrica di Racine in Wisconsin<br />

le serie New Holland T8<br />

e Case Magnum, mentre i giganti<br />

articolati New Holland<br />

T9 e Case Quadtrac nascono<br />

nell’ex sito Steiger di Fargo<br />

(Nord Dakota).<br />

In merito al brand Steyr,<br />

provengono dalla sua storica<br />

sede austriaca di Sankt Valentin<br />

le famiglie di trattori<br />

Multi, Profi, Absolut e Terrus.<br />

Le serie Expert e Kompakt<br />

sono realizzate a Jesi, tranne<br />

la gamma Kompakt S avente<br />

invece passaporto turco.<br />

AGCO<br />

Passiamo al Gruppo Agco<br />

e affrontiamo singolarmente<br />

i brand Massey Ferguson,<br />

Fendt e Valtra. Sebbene la<br />

‘holding company’ sia americana,<br />

i tre marchi presentano<br />

una geografia produttiva abbastanza<br />

distinta e rispettivamente<br />

incentrata in Francia,<br />

Germania e Finlandia. Ma anche<br />

in questi casi, le eccezioni<br />

non mancano.<br />

La maggior parte delle<br />

gamme Massey Ferguson disponibili<br />

sul mercato italiano<br />

sono realizzate nel quartier<br />

industriale di Beauvais; precisamente<br />

arrivano dal polo<br />

francese le serie MF 5700 M<br />

Dyna-4, MF 5S, MF 6S, MF<br />

7S, MF 8700 S e MF 8S. Vengono<br />

invece sfornati nel sito<br />

cinese di Changzhou gli MF<br />

4700 M e MF 5700 M<br />

con cambio meccanico<br />

e Dyna-2. I compatti<br />

MF 1700 sono realizzati<br />

da Iseki: per l’esattezza<br />

la gamma MF<br />

1700 E in Indonesia<br />

a Surabaya, mentre la<br />

MF 1700 M a Matsuyama<br />

in Giappone. Gli<br />

specializzati MF 3 sono<br />

invece costruiti in Italia<br />

a Rovigo in collaborazione<br />

con Carraro Agritalia.<br />

Estremamente semplice la<br />

questione Fendt, poiché tutti<br />

i trattori con l’effigie del Dieselross<br />

(dai 200 V/F/P Vario<br />

fino ai 1000 Vario) sono progettati<br />

e costruiti nella sede di<br />

Marktoberdorf in Germania,<br />

tranne solo i grandi cingolati<br />

900 Vario MT e 1100 Vario<br />

MT che provengono dalle fucine<br />

di Jackson in Minnesota<br />

(da dove partivano fino a una<br />

manciata di anni fa i predecessori<br />

firmati Challenger).<br />

Valtra concentra in Finlandia<br />

a Suolahti la produzione<br />

della Serie G, Serie N, Serie T,<br />

Serie Q e Serie S. Nello stesso<br />

stabilimento vengono inoltre<br />

assemblati anche i due modelli<br />

A105 HiTech4 e A115 Hi-<br />

Tech4, mentre gli altri esemplari<br />

della Serie A giungono<br />

30<br />

31


STABILIMENTI<br />

Tutti i trattori Claas<br />

provengono da Le<br />

Mans, in Francia.<br />

Un po’ di Francia<br />

anche per Kubota<br />

(sotto) che produce<br />

a Bierne gli M7.<br />

I Fastrac di Jcb<br />

arrivano invece da<br />

Cheadle in UK. Made<br />

in Italy al 110 per<br />

cento tutti i trattori<br />

Argo Tractors,<br />

costruiti tra Fabbrico<br />

e San Martino in<br />

Rio. Nel sito di<br />

Luzzara vengono<br />

realizzati tutti i<br />

veicoli del gruppo<br />

BCS e, li vicino, a<br />

Migliarina di Carpi,<br />

prende vita l’intera<br />

gamma Goldoni.<br />

Passando al Veneto,<br />

a Campodarsego<br />

ha luogo l’intera<br />

produzione Antonio<br />

Carraro, mentre,<br />

a Rovigo, Carraro<br />

produce gli<br />

specializzati per i<br />

partner e quelli col<br />

marchio proprio Tre<br />

Cavallini.<br />

direttamente dal sito cinese di<br />

Changzhou. La realizzazione<br />

degli specializzati Serie F è<br />

affidata anche da Valtra all’eccellenza<br />

italiana di Carraro<br />

Agritalia.<br />

CLAAS<br />

Continuiamo il nostro approfondimento<br />

col costruttore<br />

tedesco Claas, che produce<br />

tutti i propri mezzi dalla gamma<br />

Arion 400 alla Axion 900<br />

nel suo centro francese di Le<br />

Mans (ex Renault). L’unica<br />

serie di trattori costruita<br />

presso la sede principale di<br />

Harsewinkel in Germania è<br />

rappresentata dall’esclusiva<br />

famiglia Xerion. Gli Elios e i<br />

Nexos hanno passaporto italiano<br />

essendo frutto della partnership<br />

con Carraro Agritalia.<br />

KUBOTA<br />

Per quanto riguarda la Casa<br />

nipponica Kubota, fatta eccezione<br />

per la produzione della<br />

serie M7 effettuata nel sito<br />

francese di Bierne inaugurato<br />

nel 2015, l’offerta di trattori<br />

‘orange’ nasce in due stabilimenti<br />

giapponesi. Le serie L,<br />

M4, M5 e M5 Narrow da Tsukuba;<br />

le serie M6, M6 Utility<br />

e i compatti LX da Sakai (da<br />

cui arrivano anche i mezzi per<br />

il segmento gardening serie B<br />

ed F).<br />

JCB<br />

A proposito del costruttore<br />

inglese JCB, possiamo sintetizzare<br />

affermando che tutti i<br />

trattori agricoli Fastrac (Serie<br />

4000 e Serie 8000) vengono<br />

sfornati nel sito di Cheadle in<br />

Inghilterra.<br />

ARGO TRACTORS<br />

Torniamo in Italia per l’ultima<br />

parte del nostro intricato<br />

tour. Il Gruppo Argo capitanato<br />

dalla famiglia Morra che<br />

comprende i marchi Landini,<br />

McCormick e Valpadana realizza<br />

tutti i modelli destinati<br />

al mercato nazionale presso<br />

i propri stabilimenti ubicati<br />

all’interno della provincia di<br />

Reggio Emilia nel cuore della<br />

Motor Valley. Precisamente,<br />

escono dalle linee di montaggio<br />

di Fabbrico (storica sede<br />

del brand Landini) le gamme<br />

di media e alta potenza, a partire<br />

dalla Serie 4 Landini fino<br />

alla Serie 7 ed equivalenti<br />

famiglie McCormick, inclusi<br />

i grandi X8 VT-Drive di cui<br />

non è prevista una corrispondente<br />

proposta in casacca azzurra.<br />

Sono invece assemblati<br />

nel centro di San Martino in<br />

Rio i Landini REX4, REX3,<br />

Mistral2 e i cingolati Trekker,<br />

più i rispettivi cugini in livrea<br />

McCormick.<br />

Sempre nel centro industriale<br />

di San Martino in Rio,<br />

ex sito del marchio Valpadana,<br />

provengono tutte le unità<br />

di questo terzo brand dedicato<br />

esclusivamente al segmento<br />

specialistico (dai modelli VP<br />

1500 fino ai VP 9000).<br />

Nell’impianto Argo Tractors<br />

di Luzzara, in cui sono<br />

prodotti assali e modelli per<br />

destinazioni extra UE, non<br />

sono ufficialmente realizzati<br />

trattori per il mercato italiano.<br />

BCS<br />

Quest’ultimo stabilimento<br />

non va confuso con l’altra<br />

importante industria di meccanizzazione<br />

agricola ubicata<br />

nella medesima cittadina<br />

reggiana, ossia la fabbrica del<br />

Gruppo BCS. Infatti, sebbene<br />

il quartier generale della realtà<br />

guidata dalla famiglia Castoldi<br />

sia ad Abbiategrasso in provincia<br />

di Milano, le linee di<br />

assemblaggio di tutti i trattori<br />

presenti nell’offerta dei tre<br />

brand Bcs, Ferrari e Pasquali<br />

sono concentrate nel proprio<br />

centro di Luzzara (originale<br />

sito del marchio Ferrari, acquisito<br />

nel 1988).<br />

GOLDONI<br />

A meno di una trentina di<br />

chilometri di distanza, a Migliarina<br />

di Carpi in provincia<br />

di Modena si trova il redivivo<br />

stabilimento Goldoni,<br />

controllato a partire dal 2021<br />

dal gruppo belga Keestrack.<br />

In tale struttura<br />

vengono realizzate tutte<br />

le gamme di trattori<br />

contemplate nell’offerta<br />

del brand; stando a<br />

quanto dichiarato dai<br />

vertici, è prevista nel<br />

sito emiliano anche la<br />

produzione in serie del<br />

full-electric denominato<br />

‘Keestrack B1e’<br />

nonostante il progetto<br />

arrivi dalla Casa elvetica Rigitrac.<br />

ANTONIO CARRARO<br />

Dall’Emilia Romagna ci<br />

spostiamo in Veneto, dove<br />

concludiamo il nostro lungo<br />

itinerario. L’intera squadra di<br />

trattori Antonio Carraro viene<br />

partorita nella sua sede produttiva<br />

di Campodarsego.<br />

CARRARO<br />

Nello stesso comune si trova<br />

anche l’headquarter dell’altro<br />

ramo della stirpe Carraro che,<br />

oltre ad essere protagonista<br />

a livello mondiale nel settore<br />

‘assali e trasmissioni’, con<br />

la divisione Agritalia realizza<br />

nello stabilimento di Rovigo<br />

sia i trattori specializzati commissionati<br />

dai molteplici partner<br />

sia le proprie serie Agricube<br />

e Compact con marchio<br />

‘Tre Cavallini’.<br />

Diego Vagnini<br />

32<br />

33


IMPRESSIONE<br />

IN CAMPO<br />

Il John Deere 8R 340<br />

con 374 cavalli di<br />

potenza massima si<br />

inserisce esattamente<br />

al centro della gamma<br />

8R. Fabbricato nello<br />

storico impianto a<br />

stelle e strisce di<br />

Waterloo, monta<br />

la trasmissione IVT<br />

AutoPowr. Il trattore<br />

in prova è stato<br />

messo a disposizione<br />

dal concessionario<br />

John Deere Casalone<br />

con sedi ad Asti,<br />

Alessandria e Pavia.<br />

Niente<br />

paura<br />

SCHEDA TECNICA<br />

VEICOLO PROVATO<br />

Il John Deere 8R 340<br />

Autopowr in prova è<br />

costruito nello stabilimento<br />

statunitense di Waterloo,<br />

nello stato dell’Iowa,<br />

ed è equipaggiato con<br />

pneumatici MIchelin<br />

VF Axiobib 2 800/70<br />

R38 posteriori e 600/70<br />

R30 anteriori. Il modello<br />

provato è allestito con<br />

assale anteriore a<br />

sospensioni indipendenti<br />

ILS, pompa doppia da<br />

321 l/min., 6 distributori a<br />

controllo elettroidraulico,<br />

Commandcenter 4600<br />

Gen 4, Autotrac, coppia di<br />

zavorre da 620 kg.<br />

DATI TECNICI<br />

Motore John Deere<br />

PowerTech PVS Stage V<br />

6 cilindri da 9 litri, 374 cv,<br />

1.592 Nm. Trasmissione<br />

a variazione continua<br />

AutoPowr (42 km/h).<br />

Capacità massima<br />

sollevatore posteriore 9.000<br />

kg, anteriore 5.200 kg.<br />

Peso 14.000 kg, peso<br />

massimo consentito<br />

18.000 kg.<br />

CONSUMO* l/h 70,6<br />

AUTONOMIA 10 ore 18’<br />

PREZZO/cv 1.160 euro<br />

Già da lontano, quando appare<br />

ancora come un puntino verde<br />

in mezzo ai campi brulli, l’8R<br />

340 si rivela unico, con quel muso ribassato<br />

e sciancrato, sviluppato con<br />

un design specifico per diminuire il<br />

raggio di sterzata (di poco superiore<br />

ai 7 metri). Colpisce subito il design<br />

spigoloso in controtendenza rispetto<br />

alle linee morbide di molti competitor<br />

così come il muso che guarda verso il<br />

basso per favorire aderenza e ripartizione<br />

di carichi. Il fatto che sia spiovente<br />

va inoltre a migliorare la visibilità<br />

dell’operatore che può tenere<br />

sotto controllo ogni parte del mezzo<br />

durante tutte le operazioni in campo.<br />

La redazione di Trattori lo ha testato<br />

in risaia nel pavese, con una livella<br />

Fontana al traino. Il modello 340 si<br />

pone esattamente al centro della gamma<br />

8R, in cui figurano anche i più<br />

potenti 370 e 410 e i fratelli minori<br />

280 e 310. Senza poi dimenticare, le<br />

gamme RT e RX, ovvero quelle che<br />

comprendono le versioni cingolate e<br />

quadricingolate. Un mezzo ideale per<br />

sopportare i carichi di lavoro assai<br />

elevati in campo aperto e che, grazie<br />

alle sospensioni indipendenti e al<br />

cambio continuo Ivt, strizza l’occhio<br />

anche ai trasferimenti su strada.<br />

© Trattori <strong>2023</strong><br />

JOHN DEERE<br />

8R 340<br />

AUTOPOWR<br />

Potente e versatile, il<br />

modello ‘medio’ degli 8R<br />

sfoggia il nuovo look delle<br />

gamme del Cervo, a ‘naso<br />

ribassato’. La trasmissione<br />

è l’AutoPowr e, a bordo,<br />

tanta tecnologia<br />

l+ l-<br />

l La ripartizione dei pesi è ideale e<br />

favorisce trazione e aderenza con grosse<br />

attrezzature<br />

l Rendimento trasmissione. Gli<br />

assorbimenti di potenza sono minimi<br />

l La cabina offre un ambiente di lavoro<br />

estremamente confortevole<br />

PREZZO EURO<br />

433.910 Iva esclusa<br />

* Desunto dalla scheda tecnica del<br />

motore in potenza massima<br />

l Marmitta laterale contenente sistema<br />

SCR di grosse dimensioni<br />

l Command Pro disponibile solo in<br />

optional. Su una macchina di tale gamma<br />

8e prezzo) dovrebbe essere standard<br />

l Il monitor del Commandcenter ha un<br />

design ormai datato meriterebbe un<br />

restiling chiave più moderna<br />

SUSTAINABILITY INDEX<br />

DRIVELINE %<br />

a a a c e 57,2<br />

COMFORT E SICUREZZA<br />

a a a a e 72,1<br />

CARATTERISTICHE DEL VEICOLO<br />

a a d e e 53,2<br />

MOBILITY REVOLUTION TRACTOR<br />

a a a c e 59,9<br />

34<br />

35


cv!<br />

395!<br />

370!<br />

345!<br />

320!<br />

295!<br />

270!<br />

245!<br />

220!<br />

195!<br />

IMPRESSIONE<br />

IN CAMPO<br />

PVS 6090<br />

kgm!<br />

179!<br />

166!<br />

154!<br />

141!<br />

129!<br />

116!<br />

1<strong>04</strong>!<br />

91!<br />

79!<br />

170!<br />

66!<br />

900! 1.300! 1.700! 2.100!<br />

giri / minuto !<br />

POTENZA CV! COPPIA KGM!<br />

Il grafico, realizzato da Trattori, è disegnato<br />

in modo che le curve di potenza e di<br />

coppia si incontrino al regime di rotazione<br />

in cui si rileva il minor consumo specifico:<br />

144 grammi per cavallo ora a 1.600 giri.<br />

MOTORE<br />

Marca e sigla PowerTech PVS 6090<br />

Alesaggio/corsa mm 118,4/136<br />

Cilindri/cc/valvole 6/8.984/24<br />

Potenza nominale cv/giri 340/2.100<br />

Potenza massima cv/giri 374/1.900<br />

Potenza max con Epm cv/giri 388/1.900<br />

Potenza specifica cv/litro 41,6<br />

Coppia kgm/giri 162,2/1.600<br />

Riserva di coppia % 39,9<br />

Rapporto di compressione 16:1<br />

Aspirazione<br />

Intercooler<br />

Iniezione<br />

Common rail<br />

Massa kg 1.096<br />

Massa specifica kg/litri 122<br />

Rendimento 0,44<br />

Cons. spec. min g/cvh/giri 144/1.600<br />

Cons. spec. pot. max litri/h 70,6<br />

Cons. spec. coppia max litri/h 64,2<br />

Autonomia in pot. max ore 10,3<br />

Indice sollecitazione 10,4<br />

Emissioni<br />

Stage V<br />

INDICE DIESEL <strong>TRATTORI</strong> 6,3<br />

Qui a fianco, il<br />

John Deere 8R 340<br />

in configurazione<br />

con una livellatrice<br />

Fontana. Sotto,<br />

le sospensioni a<br />

ruote indipendenti<br />

ILS sviluppate<br />

internamente dal<br />

Cervo, e, a destra, il<br />

serbatoio diesel/urea<br />

e i gradini (ora più<br />

ampi, per migliorare<br />

l’accesso in cabina).<br />

Poi il sollevatore<br />

posteriore da 9 mila<br />

chili di capacità<br />

massima. La macchina<br />

era inoltre allestita<br />

con 6 distributori<br />

a comando<br />

elettroidraulico. In<br />

basso, il 6 cilindri PVS<br />

da 9 litri.<br />

Cucito addosso<br />

La caratteristica principale che distingue<br />

il Powertech PVS dai modelli PSS che<br />

equipaggiano gli 8R di maggiore potenza<br />

è l’adozione di un turbocompressore<br />

a geometria variabilre anziché due<br />

turbocompressori montati in serie. Per<br />

l’abbattimento delle emissioni questo<br />

motore utilizza un Egr raffreddato, un<br />

catalizzatore ossidante diesel (DOC) e<br />

un filtro antiparticolato diesel (DPF) a<br />

rigenerazione passiva, oltre al catalizzatore<br />

SCR. L’unità di controllo del motore (ECU)<br />

gestisce sia il motore che il sistema di<br />

trattamento dei gas di scarico.<br />

La testata a 4 valvole per cilindro, il<br />

common rail ad alta pressione HPCR e<br />

l’aftercooler aria-aria concorrono a ridurre<br />

le emissioni del motore mantenendo elevati<br />

la coppia a bassa velocità, il tempo di<br />

risposta transitorio e la coppia massima.<br />

L’erogazione del carburante nel sistema<br />

HPCR è controllata da un’unità di controllo<br />

elettronico che massimizza l’efficienza<br />

del carburante regolando l’erogazione del<br />

carburante per vari carichi e velocità. Il<br />

raffreddamento diretto del top-liner riduce le<br />

temperature delle camicie fino a 130 gradi,<br />

migliora la durata dei cilindri di potenza e<br />

la durata della guarnizione della testa, e<br />

riduce il consumo di olio e le emissioni. Il<br />

collegamento di comunicazione standard<br />

SAE J1939 permette al motore di<br />

interfacciarsi con altri sistemi del veicolo:<br />

trasmissione, idraulica, azionamento degli<br />

accessori, ecc.<br />

LA MECCANICA<br />

Eleganza e potenza<br />

La progressione è sempre<br />

lineare grazie all’AutoPowr<br />

La peculiarità del design dell’8R 340<br />

a ‘naso ribassato’ - a detta del produttore<br />

- è ravvisabile proprio a partire<br />

delle dimensioni del mezzo, che ne<br />

fanno uno dei più imponenti in questo<br />

segmento: 6.640 mm di lunghezza massima<br />

(misurata dall’attacco posteriore al<br />

sollevatore anteriore), un passo di 3.050<br />

mm, altezza di 3.550 mm e larghezza di<br />

2.800 mm. Un valore, quest’ultimo, a cui<br />

hanno contribuito le dimensioni particolarmente<br />

generose degli pneumatici. Il<br />

modello che abbiamo provato montava<br />

infatti pneumatici Michelin VF Axiobib<br />

2 800/70 R38 (posteriori) e 600/70 R30<br />

(anteriori).<br />

Il motore è posizionato molto in avanti<br />

per ottimizzare la distribuzione del peso<br />

in funzione di una maggiore capacità di<br />

traino e stabilità di guida. In sostanza in<br />

tale configurazione circa il 60 per cento<br />

del carico grava sull’assale anteriore e il<br />

40 sul posteriore in modo che una volta<br />

accoppiati attrezzi all’attacco a tre punti<br />

si raggiunga il 50 e 50. Sotto al cofano<br />

il corpulento PowerTech PVS Stage V<br />

(sviluppato dalla divisione motoristica<br />

del Cervo) da 9 litri, 6 cilindri in linea,<br />

con una potenza nominale di 340 cv (a<br />

2.100 giri/min) e una massima di 374 cv<br />

(raggiungibile al picco di 1.900 cv). Un<br />

valore che può lievitare fino a 388 cv grazie<br />

ai 14 cv di boost erogabili dal sistema<br />

elettronico di gestione intelligente della<br />

potenza in trasporto e alla Pto. In campo<br />

al lavoro l’esuberanza della cilindrata si<br />

sente eccome con risposte pronte e un’erogazione<br />

fluida della potenza su tutto<br />

l’arco di giri del motore anche se va detto<br />

che le operazioni con la livella non lo<br />

hanno messo minimamente in difficoltà.<br />

La poderosa coppia massima di 1.592<br />

Nm è raggiungibile a 1.600 giri/min. Dal<br />

canto suo il sistema di post-trattamento<br />

presenta le tecnologie tipiche del segmento<br />

in questione: filtro antiparticolato<br />

(DPF) di lunga durata e che non richiede<br />

sostituzione e manutenzione, catalizzatore<br />

di ossidazione (DOC), combinati<br />

alla riduzione selettiva catalitica (SCR).<br />

Generoso il serbatoio di carburante, che<br />

misura 727 litri ed è in grado, dunque, di<br />

garantire la massima operatività su tutta<br />

la giornata lavorativa.<br />

Autopowr sinonimo di Ivt<br />

Tra le tre disponibili per la gamma 8R,<br />

la trasmissione del nostro 340 era la rodatissima<br />

AutoPowr, in grado di garantire<br />

velocità comprese tra 0,05 km/h e 42<br />

km/h (raggiungibile intorno ai 1.400 giri/<br />

min). A variazione continua, è costituita<br />

da un’unità idrostatica, composta da due<br />

elementi, e tre gamme meccaniche a cui<br />

si aggiunge il classico inversore della<br />

direzione. Per dare prevalenza alla componente<br />

meccanica e ridurre quindi gli<br />

assorbimenti, molto del ‘lavoro’ è incentrato<br />

sul gruppo epicicloidale, composto<br />

36<br />

37


IMPRESSIONE<br />

IN CAMPO<br />

CARRO<br />

Struttura portante costituita dal supporto in<br />

ghisa dell’assale anteriore a cui è staffato il<br />

basamento del motore e, a seguire, la scatola<br />

della frizione e quella del differenziale.<br />

TRAZIONE<br />

Assale anteriore ILS con sospensioni a<br />

ruote indipendenti e freni. Bloccaggio del<br />

differenziale su assale anteriore e posteriore<br />

con Valvola elettroidraulica di blocco.<br />

Modalità automatica on/off a seconda<br />

dell’angolo dello sterzo<br />

TRASMISSIONE<br />

Gruppo Autopowr IVT a variazione continua<br />

della velocità di avanzamento da<br />

zero a 40 chilometri orari. Il sistema è<br />

basato sull’utilizzo di un’unità idrostatica,<br />

tre gamme meccaniche e un epicicloidale<br />

per garantire sempre una prevalenza della<br />

componente meccanica a livello di potenza<br />

erogata.<br />

Eleganza e comfort:<br />

sono questi i due<br />

imperativi che i<br />

progettisti del Cervo<br />

hanno seguito per lo<br />

sviluppo della cabina.<br />

A lato, il sedile del<br />

conducente e del<br />

passeggero, ricoperti<br />

entrambi da tessuto<br />

durevole e regolabili<br />

sotto ogni aspetto.<br />

Sotto il quadro digitale,<br />

posto sul montante<br />

anteriore destro e la<br />

consolle con monitor<br />

touchscreen da 10,4<br />

pollici.<br />

Metro e bilancia<br />

Lunghezza mm 6.640<br />

Larghezza mm 2.800<br />

Altezza mm 3.550<br />

Passo mm 3.050<br />

Luce da terra mm 590<br />

Capacità soll.post kg 9.900<br />

Peso kg 15.520<br />

Serbatoio gasolio l 727<br />

Serbatoio AdBlue l 37.2<br />

PRESA DI FORZA<br />

Elettroidraulica indipendente, attivata tramite<br />

frizione a dischi multipli raffreddata a<br />

olio. PTO da 1.000/1.000E al regime motore<br />

di 1.995 e 1.590 giri7min.<br />

SISTEMA IDRAULICO<br />

E SOLLEVATORE<br />

Sistema PFC (a pressione e flusso compensati)<br />

a centro chiuso con rilevamento<br />

del carico. Pompa principale a pistone assiale<br />

da 85 cc con portata nominale di 227<br />

l/min. Pompa secondaria da 35 cc per una<br />

portata complessiva di 321 l/min. 6 distributori<br />

posteriori con attacchi ISO da 1/2”<br />

e uno anteriore elettroidraulici. La portata<br />

massima su un singolo distributore posteriore<br />

è di 132 l/min. Sollevatore posteriore<br />

con sensore elettroidraulico sul braccio<br />

inferiore e attacco a tre punti di cat 4N/3<br />

con capacità di sollevamento sull’intero intervallo<br />

di 9.000 chili<br />

da una corona, un ingranaggio centrale<br />

(sole) e tre o più ingranaggi che ingranano<br />

con il sole e la corona. A seconda<br />

che il moto sia trasmesso dal sole, dalla<br />

corona o da uno o più planetari, si ottengono<br />

differenti velocità che, combinate<br />

con le tre gamme meccaniche, danno una<br />

accelerazione continua da 0 alla velocità<br />

massima. Non essendovi dunque gamme<br />

da campo o strada, John Deere preferisce<br />

chiamare la sua trasmissione Ivt: tradotto,<br />

variazione di velocità infinita. Abbiamo<br />

dunque una potenza meccanica che<br />

è sempre prioritaria e va dal 60 al 100%<br />

della potenza totale. Assicurando sia un<br />

ridotto assorbimento di potenza, sia un<br />

adeguato freno-motore. L’idrostatica fungerà<br />

infine da ripartitore del moto, grazie<br />

alla variazione di portata della pompa e<br />

del motore idrostatico che agendo sull’epicicloidale<br />

aumenterà o diminuirà la velocità.<br />

All’atto pratico l’utilizzo è molto<br />

semplice visto che il tutto è controllato<br />

dall’acceleratore o da una singola leva<br />

(sulla versione che abbiamo provato era<br />

quella classica ma, volendo, è disponibile<br />

anche il joystick CommandPRO), senza<br />

richiedere l’azionamento della frizione.<br />

Stile automobilistico<br />

Tutta la potenza è trasferita alle quattro<br />

ruote motrici. Le sospensioni a ruote indipendenti<br />

(ILS) garantiscono sempre il<br />

pieno contatto con il suolo delle ruote anteriori,<br />

anche sui terreni più accidentati,<br />

trasferendo sul terreno la maggiore potenza<br />

possibile e migliorando la sterzata,<br />

anche su strada.<br />

L’impianto idraulico si avvale di due<br />

pompe, una di serie da 85 cm3 e una<br />

aggiuntiva da 35 cm3 per una portata<br />

complessiva di 321 litri al minuto. Sei i<br />

distributori ausiliari posteriori presenti, a<br />

controllo elettroidraulico che si gestiscono<br />

facilmente tramite il CommandCenter.<br />

Sempre tramite display si gestiscono le<br />

impostazioni del sollevatore che trasmette<br />

le informazioni rilevate dai sensori al<br />

modulo di comando per ottenere correzioni<br />

rapide e precise. La capacità di<br />

sollevamento sull’intero intervallo, (610<br />

millimetri dietro l’attacco) è di 9.000 kg<br />

con la possibilità di sfruttare anche i comandi<br />

esterni su parafango posteriore sinistro.<br />

In optional il sollevatore anteriore,<br />

dotato di un distributore, che alza fino a<br />

5.200 chili.<br />

LA CABINA<br />

Tutto in controllo<br />

Comoda e comfortevole, è<br />

una centrale operativa<br />

Importanti modifiche rispetto alle serie<br />

precedenti riguardano poi la cabina<br />

di guida, dotata di chicche come<br />

un sedile riscaldato, disponibile anche<br />

con rivestimento in pelle traforata, circolazione<br />

dell’aria attiva, funzione di<br />

massaggio a due zone. Rivisto anche il<br />

design interno dell’abitacolo realizzato<br />

da specialisti dello studio BMW Designworks<br />

con sede in California.<br />

Tra i plus anche il frigorifero, la cui<br />

capacità è stata aumentata a 11 litri, il<br />

sistema audio surround con 6 altoparlanti<br />

e un subwoofer e il display che<br />

può supportare anche l’Apple Car Play<br />

per ascoltare la musica durante le operazioni<br />

sul campo.<br />

Rispetto alla versione precedente è<br />

stato migliorato l’accesso grazie a gradini<br />

più ampi e all’angolo di apertura<br />

della portiera più grande. All’interno lo<br />

spazio aumenta in altezza poiché l’impianto<br />

di condizionamento è ora posto<br />

sotto al sedile.<br />

Gran seduta<br />

Il sedile del passeggero è imbottito e<br />

molto comodo e quello dell’operatore<br />

può ruotare di 40 gradi verso destra e<br />

di 25 gradi a sinistra per seguire agevolmente<br />

le operazioni con gli attrezzi<br />

posteriori. Pollice alto anche per i comodi<br />

poggiapiedi a sinistra e a destra<br />

del piantone dello sterzo per riposare<br />

le gambe quando si procede con cruise<br />

azionato..<br />

Il CommandCenter 4600 con display<br />

touchscreen da 10,4 pollici permette<br />

poi di gestire, modificare e salvare tutte<br />

le impostazioni della macchina con una<br />

logica di navigazione intuitiva e immediata,<br />

e di abilitare la gamma completa<br />

di applicazioni avanzate di agricoltura<br />

di precisione come la funzionalità per il<br />

controllo individuale fino a un massimo<br />

di 255 sezioni o la funzionalità di documentazione<br />

ISOXML georeferenziata<br />

oltre ovviamente alla guida automatica<br />

e a tutti i pacchetti 4.0 offerti dal costruttore.<br />

38<br />

39


IMPRESSIONE<br />

IN CAMPO<br />

Slalom<br />

speciale<br />

Col Dualsteer, la reversibilità<br />

e le ruote isodiametriche<br />

lo Spirit 70 consente di<br />

effettuare manovre veloci<br />

e sicure nel rispetto del<br />

terreno. L’impianto idraulico<br />

maggiorato e il sollevatore<br />

col Dual Floating System<br />

consentono la gestione delle<br />

più avanzate attrezzature<br />

e il joystick a comando<br />

elettronico sul bracciolo<br />

aumenta precisione e<br />

comfort operativo.<br />

SCHEDA TECNICA<br />

VEICOLO PROVATO<br />

Il BCS Spirit 70 Dualsteer<br />

in prova è costruito<br />

nello stabilimento BCS<br />

di Luzzara (RE) ed<br />

è equipaggiato con<br />

pneumatici BKT Agrimax<br />

280/70 R18. Il modello<br />

provato è allestito con<br />

cabina Vista Pro, impianto<br />

idraulico da 48 l/min,<br />

4 distributori a doppio<br />

effetto (totale 10 prese<br />

idrauliche), puntone e<br />

tirante del sollevatore a<br />

comando idraulico, Joystick<br />

a comando elettronico<br />

proporzionale del<br />

sollevatore e dei distributori<br />

posteriori, pto a 540/540E<br />

giri/min. e sincronizzata con<br />

l’avanzamento.<br />

DATI TECNICI<br />

Motore Kohler KDI 25<strong>04</strong><br />

TCR Stage V 4 cilindri da<br />

2,5 litri, 63 cv, 205 Nm.<br />

Trasmissione meccanica<br />

a 12 rapporti in avanti e in<br />

retro. Capacità massima<br />

Sollevatore posteriore 1.900<br />

kg. Peso 1.960 kg, peso<br />

massimo consentito 2.600<br />

kg. Passo 1.480 mm.<br />

CONSUMO* l/h 12,7<br />

AUTONOMIA 4 ore<br />

PREZZO/cv 1.141 euro<br />

L’intera gamma di specializzati<br />

BCS è stata letteralmente rivoluzionata<br />

con l’adozione delle<br />

motorizzazioni Stage V. Al di là delle<br />

nuove nomenclature e della diversa<br />

composizione delle famiglie di trattori,<br />

i modelli di questa moderna generazione<br />

crescono anche in termini di<br />

contenuti tecnologici, con più elettronica,<br />

nuove funzionalità e più comfort.<br />

Lo Spirit 70, nelle sue quattro versioni<br />

AR con articolazione centrale,<br />

RS a ruote sterzanti, MT a carreggiata<br />

larga per lo sfalcio del foraggio in<br />

zone collinari e montane e Dualsteer<br />

con l’esclusivo sistema ad articolazione<br />

centrale e ruote sterzanti, si posiziona<br />

nella fascia media della gamma,<br />

con potenza massima di 63 cavalli ma<br />

già con dotazioni idrauliche ad elevate<br />

prestazioni per impieghi professionali<br />

con tutti i tipi di attrezzature.<br />

La versione Dualsteer in prova,<br />

compatta e leggera, è sicuramente la<br />

più appropriata per gli impieghi nei<br />

moderni vigneti stretti tipici delle zone<br />

vinicole più vocate, potendo effettuare<br />

manovre con un angolo di sterzo di 60°<br />

e quindi capace di muoversi tra i filari<br />

con un’unica e semplice manovra, in<br />

sicurezza e nel rispetto del terreno.<br />

© Trattori <strong>2023</strong><br />

BCS<br />

SPIRIT 70<br />

DUALSTEER<br />

Grande agilità, dimensioni<br />

compatte, pesi ridotti, ma<br />

anche più comfort e elevate<br />

prestazioni idrauliche. Lo<br />

Spirit 70 si muove con agio e<br />

produttività proprio tra i vigneti<br />

più stretti e pregiati<br />

l+ l-<br />

l Ottima manovrabilità e grande stabilità<br />

anche su superfici sconnesse<br />

l Il Joystick elettronico consente un<br />

controllo accurato delle attrezzature<br />

l Impianto idraulico in grado di azionare<br />

attrezzature complesse<br />

l Pulsanti de-clutch su inversore e leva<br />

delle marce<br />

PREZZO EURO<br />

71.887 Iva esclusa<br />

* Desunto dalla scheda tecnica del<br />

motore in potenza massima<br />

l Leve trasmissione e tunnel centrale<br />

ingombranti<br />

l Sensazioni di guida negli spostamenti<br />

ad alta velocità<br />

l L’accesso al motore non è dei più agevoli<br />

SUSTAINABILITY INDEX<br />

DRIVELINE %<br />

a d e e e 30,2<br />

COMFORT E SICUREZZA<br />

a d e e e 39,7<br />

CARATTERISTICHE DEL VEICOLO<br />

a e e e e 9,3<br />

MOBILITY REVOLUTION TRACTOR<br />

a d e e e 27,4<br />

40<br />

41


cv!<br />

65!<br />

60!<br />

55!<br />

50!<br />

45!<br />

40!<br />

35!<br />

30!<br />

25!<br />

IMPRESSIONE<br />

IN CAMPO<br />

KDI 25<strong>04</strong> TCR<br />

kgm!<br />

25!<br />

24!<br />

23!<br />

22!<br />

21!<br />

20!<br />

19!<br />

18!<br />

17!<br />

20!<br />

16!<br />

900! 1.500! 2.100! 2.700!<br />

giri / minuto !<br />

POTENZA CV! COPPIA KGM!<br />

Il grafico, realizzato da Trattori, è disegnato<br />

in modo che le curve di potenza e di<br />

coppia si incontrino al regime di rotazione<br />

in cui si rileva il minor consumo specifico:<br />

154 grammi per cavallo ora a 1.500 giri.<br />

MOTORE<br />

Marca e sigla KOHLER KDi 25<strong>04</strong> TCR<br />

Alesaggio/corsa mm 88/102<br />

Cilindri/cc/valvole 4/2.482/16<br />

Pot. massima cv/giri 63/2.600<br />

Potenza specifica cv/litro 25,3<br />

Coppia kgm/giri 20,9/1.500<br />

Riserva di coppia % 23<br />

Rapporto di compressione 17:1<br />

Aspirazione<br />

Intercooler<br />

Iniezione<br />

Common rail<br />

Massa kg 267<br />

Massa specifica kg/litri 107,6<br />

Rendimento 0,41<br />

Cons. spec. min g/cvh/giri 154/1.500<br />

Cons.pot. max litri/h 12,7<br />

Cons.coppia max litri/h 11,6<br />

Autonomia in pot. max ore 4<br />

Indice sollecitazione 6,5<br />

Emissioni<br />

Stage V<br />

INDICE DIESEL <strong>TRATTORI</strong> 6<br />

Sotto, il sistema<br />

Dualsteer con ruote<br />

anteriori sterzanti e<br />

articolazione centrale.<br />

Più in basso il filtro<br />

dell’aria e i radiatori<br />

posti nella parte<br />

frontale per una<br />

facile manutenzione.<br />

A sinistra, le prese<br />

idrauliche: 4<br />

distributori a doppio<br />

effetto azionati<br />

da una pompa<br />

maggiorata da 48 l/<br />

min. Più a sinistra,<br />

a cofano alzato si<br />

accede al motore<br />

Kohler 4 cilindri da 2,5<br />

litri. Il sistema di post<br />

trattamento dei gas di<br />

scarico con Egr, Doc e<br />

Dpf è tutto racchiuso<br />

nel cofano.<br />

Largo all’elettronica<br />

Il Kohler KDI 25<strong>04</strong> TCR nasce dall’esigenza<br />

di combinare alte prestazioni con ingombri<br />

ridotti. Il sistema di iniezione common<br />

rail con pompa ad alta pressione da 2.000<br />

bar consente un eccellente controllo della<br />

portata del carburante durante il processo<br />

di iniezione, mentre l’intercooler garantisce<br />

la corretta temperatura di ingresso dell’aria<br />

per garantire prestazioni ottimali del motore<br />

e avere una maggiore coppia ai bassi<br />

regimi. Il design a 4 valvole per cilindro<br />

consente l’installazione degli iniettori<br />

esattamente sull’asse del cilindro e centrati<br />

rispetto alla camera di combustione per<br />

avere una nebulizzazione e distribuzione<br />

simmetrica del combustibile all’interno della<br />

camera di combustione e una miscelazione<br />

ottimale di combustibile e aria. Il design<br />

della camera di combustione<br />

stessa<br />

insieme alla sagomatura<br />

delle<br />

luci di aspirazione,<br />

sono stati<br />

sviluppati per<br />

ottimizzare<br />

il processo<br />

di combustione.<br />

EGR,<br />

DOC e DPF<br />

consentono<br />

di soddisfare<br />

i parametri<br />

Stage V.<br />

LA MECCANICA<br />

Un medio al top<br />

Soluzioni tecniche da top<br />

di gamma<br />

Caratteristica comune a tutte le versioni<br />

dello Spirit 70, e dunque anche del<br />

Dualsteer, è la guida reversibile, vero<br />

e proprio marchio di fabbrica del gruppo<br />

BCS. L’operazione per modificare il senso<br />

di guida richiede solo pochi secondi, e sullo<br />

Spirit 70 risulta ancora più facile grazie<br />

all’impiego di molle a gas che agevolano il<br />

ribaltamento del sedile.<br />

Proprio in guida retroversa si sfruttano<br />

meglio le caratteristiche dell’isodiametrico,<br />

con il motore a sbalzo che bilancia l’attrezzo<br />

portato sul sollevatore distribuendo il peso<br />

al 50 per cento tra l’assale posteriore e il<br />

posteriore. Ne guadagna anche la stabilità e<br />

la sicurezza quando si opera in pendenza, e<br />

risulta minima la pressione esercitata dalle<br />

ruote sul terreno. Ed è proprio in guida retroversa<br />

che l’abbiamo provato in accoppiamento<br />

con uno scalzatore Orizzonti.<br />

In questa configurazione già il trattore<br />

guadagna in agilità, ma grazie al sistema di<br />

sterzo Dualsteer la manovrabilità diventa<br />

eccezionale. Brevettato e ora integralmente<br />

riprogettato da BCS, questo sistema unisce<br />

e sincronizza lo snodo centrale del telaio<br />

con lo sterzo delle ruote anteriori, permettendo<br />

di effettuare manovre con un angolo<br />

di sterzo fino a 60 gradi in modo da poter<br />

entrare e uscire tra i filari in un’unica e semplice<br />

manovra.<br />

Il telaio Os-Frame, inoltre, come sugli altri<br />

modelli, permette all’avantreno un’oscillazione<br />

fino a 15 gradi rispetto al retrotreno<br />

per avere le quattro ruote motrici sempre<br />

aderenti al suolo ed in trazione anche sui<br />

terreni sconnessi.<br />

Largo all’elettronica<br />

La potenza massima è di 63 cavalli, che il 4<br />

cilindri Kohler da 2,5 litri sprigiona a 2.600<br />

giri. Grazie alla regolazione elettronica, i<br />

giri del motore possono essere impostati in<br />

modo rapido e preciso attraverso la manopola<br />

dell’acceleratore a mano presente sul<br />

cruscotto, e tramite un pulsante si può memorizzare<br />

e poi richiamare un regime motore<br />

desiderato.<br />

Alle 4 ruote motrici il moto arriva tramite<br />

una trasmissione meccanica con cambio a 3<br />

gamme e 4 marce sincronizzate per un totale<br />

di 12 rapporti in avanti e in retro. Il cambio<br />

delle marce e l’inversione possono avvenire<br />

senza premere la frizione, ma semplicemente<br />

il tasto de-cluch posto sul pomello della rispettiva<br />

leva posizionata sul tunnel centrale.<br />

La nuova centralina elettronica di gestione<br />

del veicolo ha permesso poi l’introduzione<br />

di funzionalità tecnologiche all’avanguardia<br />

come la nuova frizione Easy Plus a<br />

dischi multipli in bagno d’olio a comando<br />

idraulico, che proprio grazie a un software<br />

dedicato che filtra un eventuale cattivo uso<br />

del pedale garantisce un innesto progressivo<br />

della frizione, senza strappi e senza usura.<br />

Le ‘sgommate’ di una volta in partenza sono<br />

solo un ricordo, e con lo Smart Brake & Go,<br />

attivabile tramite un pulsante sul cruscotto,<br />

è possibile fermare e far ripartire il trattore<br />

42<br />

43


IMPRESSIONE<br />

IN CAMPO<br />

CARRO<br />

Telaio integrale oscillante (±15°) OS-FRA-<br />

ME (One Shaft Frame) con articolazione<br />

centrale e ruote sterzanti.<br />

TRASMISSIONE<br />

Cambio sincronizzato con 3 gamme, 4 marce<br />

e inversore meccanico sincronizzato per<br />

un totale di 12 rapporti in avanti e in retro.<br />

Frizione a dischi multipli in bagno d’olio con<br />

comando idraulico proporzionale a gestione<br />

elettronica. Il pulsante Power Clutch System<br />

permette l’innesto delle marce e dell’inversore<br />

senza premere il pedale della frizione.<br />

TRAZIONE<br />

Assali anteriore e posteriore con riduttori<br />

epicicloidali. Quattro ruote motrici<br />

permanenti con differenziali anteriore e<br />

posteriore con bloccaggio simultaneo a<br />

comando elettroidraulico.<br />

IMPIANTO IDRAULICO<br />

Doppio circuito con pompe indipendenti e<br />

scambiatore di calore. Una pompa per idroguida<br />

e comandi elettroidraulici da 13 l/min.,<br />

una per sollevatore e distributori con portata<br />

maggiorata da 48 l/min. 4 distributori posteriori<br />

a doppio effetto più 1 mandata continua<br />

a portata regolabile con scarico libero per un<br />

totale di 10 prese idrauliche. Sollevatore posteriore<br />

a posizione e sforzo controllato con<br />

capacità di 1.900 chili.<br />

STERZO<br />

Doppio sistema di sterzo Dualsteer a 4<br />

cilindri. La guida idrostatica agisce sulle<br />

ruote anteriori e sullo snodo centrale. Il<br />

controllo della proporzionalità d’inserimento<br />

dei due dispositivi è garantito da<br />

un circuito idraulico che interviene sui due<br />

cilindri di sterzo dell’articolazione centrale<br />

e su quelli del ponte anteriore e da un<br />

sistema di collegamento meccanico per la<br />

sincronia e la progressività di sterzo.<br />

PRESA DI FORZA<br />

Indipendente dal cambio e sincronizzata<br />

con l’avanzamento. Frizione a dischi multipli<br />

in bagno d’olio a comando elettroidraulico.<br />

Velocità di rotazione 540/540E.<br />

Qui a fianco,<br />

l’attrezzatura portata<br />

sul sollevatore da<br />

1.900 chili dotato di<br />

Dual Floating System<br />

per garantire che la<br />

posizione dell’attrezzo<br />

sia sempre parallela al<br />

terreno e permettere la<br />

regolazione del carico al<br />

suolo dell’attrezzatura,<br />

in funzione del suo<br />

peso. Sotto, le leve del<br />

cambio col pulsante del<br />

Power Clutch System e<br />

il joystick a comando<br />

elettronico per gestione<br />

di Pto e idraulica.<br />

Metro e bilancia<br />

Lunghezza mm 3.594<br />

Larghezza mm 1.339<br />

Altezza massima cabina mm 2.230<br />

Passo mm 1.480<br />

Luca da terra mm 220<br />

Capacità soll.post kg 1.900<br />

Peso kg 1.960<br />

Serbatoio gasolio l 54<br />

solo premendo il pedale del freno, senza la<br />

necessità di utilizzare la frizione.<br />

La capacità del sollevatore è stata aumentata<br />

e arriva a 1.900 chili di portata massima<br />

alle rotule che sono montate su bracci<br />

a L di categoria 2 regolabili in larghezza e<br />

lunghezza, e in grado di adattarsi alle attrezzature<br />

più complesse. I due cilindri supplementari<br />

del Dual Floating System assicurano<br />

la sospensione dell’attrezzo in modo<br />

autonomo rispetto al sollevatore garantendo<br />

che la posizione dell’attrezzo sia sempre<br />

parallela al terreno e inoltre permettono di<br />

regolare il carico al suolo dell’attrezzature in<br />

base al suo peso.<br />

I distributori posteriori sono 4 a doppio<br />

effetto con scarico libero mentre la portata<br />

della pompa arriva a 48 litri/m nella versione<br />

maggiorata.<br />

LA CABINA<br />

Sempre meglio<br />

Netto miglioramento col<br />

joystick e la pedana più lunga<br />

Anche la cabina è stata completamente<br />

riprogettata per offrire<br />

maggiore razionalità nei comandi<br />

e più comfort per l’operatore.<br />

Realizzata con telaio monoscocca a 4<br />

montanti montato su silent block, presenta<br />

un profilo conico per meglio penetrare<br />

nei filari stretti senza danneggiare<br />

la vegetazione. Le portiere sono<br />

completamente vetrate, e all’interno<br />

lo spazio a disposizione è maggiore<br />

rispetto al modello Valiant L65 con<br />

motore Kohler Stage 3B che lo Spirit<br />

70 in pratica va a sostituire all’interno<br />

della gamma BCS. In virtù del passo<br />

più lungo di 90 millimetri (sul Valiant<br />

era di 1.390 millimetri, che ora diventano<br />

1.480) e dell’adozione dei pedali<br />

sospesi la superficie della pedana è<br />

maggiore, ed è stato possibile aumentare<br />

l’escursione del sedile in modo<br />

che anche gli operatori più alti possano<br />

trovare la miglior posizione di guida.<br />

Categoria 4 e carboni attivi<br />

La cabina Vista Pro è l’opzione più<br />

accessoriata, omologata in categoria 4<br />

grazie alla pressurizzazione e ai filtri<br />

ai carboni attivi installati sul tettuccio.<br />

Di serie è dotata di riscaldamento e<br />

aria condizionata, un’autoradio USB<br />

con vivavoce e diffusori acustici, due<br />

prese USB, specchio retrovisore interno<br />

e lampada rotante led. I fari di<br />

lavoro sono a LED, dieci in totale, 4<br />

anteriori, 4 posteriori e 2 laterali.<br />

Le leve della trasmissione sono<br />

sempre posizionate davanti al sedile<br />

sul tunnel centrale, ma un netto passo<br />

avanti in termini di comfort è rappresentato<br />

dal joystick a comando elettronico<br />

integrato nel bracciolo destro del<br />

sedile. Sfruttando la tecnologia CANbus<br />

consente di gestire i distributori<br />

idraulici, l’innesto della PTO e, tramite<br />

un potenziometro, di regolare la<br />

portata idraulica. Dotato di vano porta<br />

oggetti, il nuovo bracciolo ha ingombri<br />

ridotti rispetto al passato e può essere<br />

regolato longitudinalmente.<br />

44<br />

45


DIECI<br />

Dieci più<br />

con lo zampino di Dana<br />

Nel mirino c’è anche l’ibrido. Ma nel<br />

frattempo il produttore di Montecchio<br />

Emilia completa la gamma dei<br />

sollevatori con motorizzazione<br />

tradizionale. E lo fa con una<br />

trasmissione rivoluzionaria<br />

Macchine in grado di lavorare<br />

in spazi ristretti,<br />

tipici delle aziende<br />

zootecniche ma, al contempo,<br />

dotate di efficienza e operatività<br />

tipiche di un trattore<br />

di media potenza, grazie alla<br />

presenza di un pacchetto tecnologico<br />

di tutto punto: con il<br />

lancio degli Agri Max X2 (e<br />

il completamento della gamma<br />

di sollevatori telescopici),<br />

Dieci ha voluto<br />

fare le cose<br />

in grande. A<br />

partire<br />

dall’evento organizzato per<br />

la stampa specializzata presso<br />

lo stabilimento di Montecchio<br />

Emilia, che è anche sede operativa<br />

del gruppo a livello globale.<br />

Qui, presso la struttura<br />

posta a fianco del centro prove<br />

(un’area di oltre 20.000 m 2<br />

dotata di una pista in cemento<br />

di 900 metri), è stato fatto il<br />

punto sull’ultima gamma di<br />

sollevatori telescopici di Dieci,<br />

composta da tre modelli -<br />

il 50.8, il 60.9 e il 65.8 – su<br />

cui è montata la nuovissima<br />

trasmissione HVT-1 sviluppata<br />

insieme a Dana (tra i più<br />

grandi produttori al mondo di<br />

assali e trasmissioni), dotata<br />

di un nuovo sistema Power<br />

Management. Ma andiamo<br />

con ordine.<br />

3 modelli, tante possibilità<br />

I tre modelli – in sviluppo dal<br />

2018 e presentati ufficialmente<br />

nel corso di Eima 2022 - si<br />

differenziano per la portata<br />

massima del braccio telescopico,<br />

rispettivamente di 4.999<br />

kg, 6.000 kg e 6.500 kg, e per<br />

l’altezza raggiungibile con il<br />

sollevatore, che varia da 7,7<br />

m agli 8,6 m. La massa della<br />

gamma Agri Max X2, in<br />

base al modello, oscilla dai<br />

10.870 kg agli 11.270 kg. La<br />

carreggiata (1.950 mm) e il<br />

passo (2.850 mm) sono uguali<br />

per tutti i modelli. Tuttavia,<br />

mentre 50.8 e 65.8 hanno le<br />

stesse dimensioni, il modello<br />

60.9 presenta una lunghezza<br />

maggiore (di 5.672 mm contro<br />

5.321 mm degli altri due).<br />

Modello, il 60.9, che è anche<br />

più pesante degli altri due<br />

(11.270 kg).<br />

Gli Agri Max<br />

Power X2 possono<br />

trainare rimorchi<br />

fino a 30t, a una<br />

velocità di 50km/h.<br />

Per raggiungere<br />

questo risultato i<br />

progettisti hanno<br />

lavorato su più<br />

fronti, aggiornando<br />

l’impianto frenante,<br />

sia idraulico che<br />

pneumatico e<br />

migliorando, poi, la<br />

struttura dei ganci di<br />

traino.<br />

46<br />

47


DIECI<br />

Comfort, ergonomia<br />

e migliore<br />

accessibilità: sono<br />

queste le linee<br />

guida che hanno<br />

guidato i progettisti<br />

della cabina, firmata<br />

da Giugiaro Design.<br />

Tre imperativi da<br />

garantire anche<br />

nelle fasi di lavoro<br />

più gravose,<br />

come in questa<br />

dimostrazione con<br />

forche effettuata in<br />

azienda agricola<br />

Inoltre, rispetto al modello<br />

base 50.8, gli altri due sollevatori<br />

telescopici presentano una<br />

maggiore capacità di carico<br />

(rispettivamente di 6 ton per<br />

il 60.9 e 6.5 ton per il 65.8) a<br />

cui corrispondono manovre<br />

leggermente più lente dell’entry<br />

level. La velocità di sollevamento,<br />

per esempio, è di<br />

11,1 sec contro gli 8,7 sec del<br />

modello più piccolo. Gli Agri<br />

Max X2 montano il rodatissimo<br />

motore FPT NEF45 Stage<br />

V, un 4 cilindri da 4.485 cc,<br />

dotato di turbocompressore 16<br />

valvole con aftercooler (ovviamente<br />

Common Rail) e con<br />

sistema di trattamento di gas<br />

di scarico DOC+ScroF (con<br />

Adblue). La potenza nominale<br />

è di 170 cv, raggiungibile<br />

a 2.200 giri al minuto,<br />

quella massima<br />

invece è di 174 cv a<br />

1.900 giri/min.<br />

Al di là delle differenze<br />

strutturali,<br />

l’elemento di spicco<br />

che caratterizza tutti<br />

i modelli della nuova<br />

gamma è proprio la<br />

nuovissima trasmissione<br />

a variazione<br />

continua Power Split<br />

HVT-1, in grado di<br />

combinare i migliori<br />

aspetti delle trasmissioni<br />

idrostatiche (che solitamente<br />

sovrintendono alla variazione<br />

della velocità) e delle trasmissioni<br />

meccaniche (per gli<br />

alti rendimenti). Si tratta di<br />

una trasmissione idrodinamica<br />

che, combinata al Power<br />

Management, è in grado di<br />

offrire massima manovrabilità<br />

a basse velocità e posizionamento<br />

preciso, combinati ad<br />

un’accelerazione rapida e fluida,<br />

senza interruzione della<br />

coppia fino a 50 km/h, perfino<br />

con il traino di un rimorchio<br />

(essendo il mezzo omologato<br />

proprio come trattore e quindi<br />

abilitato al trasporto su strada).<br />

4 modalità di lavoro<br />

La HVT-1 offre quattro modalità<br />

di lavoro agli operatori:<br />

‘Normal’, nel caso di utilizzo<br />

misto di trasmissione braccio;<br />

‘Loader’, quando si effettuano<br />

operazioni di carico e servono<br />

velocità più basse; ‘Eco’,<br />

quando serve risparmiare in<br />

fatto di potenza; e infine ‘Creeper’,<br />

ideale per attrezzature<br />

che richiedono grandi quantità<br />

di olio indipendentemente<br />

dalla velocità.<br />

La tecnologia della trasmissione,<br />

in sostanza, permette<br />

una gestione totalmente<br />

elettronica del mezzo in base<br />

alle diverse circostanze operative,<br />

in grado di armonizzare i<br />

lavori di motore, catena cinematica<br />

e braccio telescopico:<br />

il motore, perciò, è sempre in<br />

coppia per dare potenza dove<br />

è necessario. Ne deriva quindi<br />

una riduzione delle emissioni<br />

acustiche, una riduzione delle<br />

emissioni inquinanti combinata<br />

a minor consumo di carburante.<br />

Senza per questo andare<br />

ad intaccare il rendimento del<br />

sollevatore telescopico, che<br />

resta comunque elevato in tutte<br />

le circostanze.<br />

Sugli Agri Max Power X2,<br />

Dieci ha implementato nuovi<br />

assali speciali (con freni di<br />

servizio e di parcheggio), dotati<br />

di un pacco freni ad alte<br />

prestazioni, con quattro pacchi<br />

di dischi in carbonio a bagno<br />

d’olio, uno per ogni ramo,<br />

per migliorare la sicurezza<br />

generale. Ora la distanza tra i<br />

dischi è stata aumentata: mossa<br />

che, di fatto, ha diminuito<br />

l’attrito esercitato dall’olio,<br />

che in questo modo è soggetto<br />

a minor surriscaldamento.<br />

Sempre rimanendo in tema<br />

olio, Dieci ne ha migliorato<br />

anche la gestione del flusso:<br />

oltre alle perdite di potenza<br />

per sbattimento, è stata in-<br />

ti contemporaneamente del<br />

braccio.<br />

Eleganza e raffinatezza<br />

La cabina, minimale e raffinata,<br />

è stata sviluppata insieme a<br />

Giugiaro Design, tra gli studi<br />

più prestigiosi del settore automotive.<br />

Pensata per garantire<br />

all’operatore il massimo<br />

comfort e dotata di una visibilità<br />

a 360 grazie all’ampio<br />

parabrezza, alle portiere in vetro<br />

e al tettuccio panoramico<br />

(che permette di tenere sotto<br />

controllo le operazioni di carico),<br />

porta in dote un bracciolo<br />

regolabile in altezza, un sedile<br />

riscaldabile con tre sistemi di<br />

sospensione (meccanica, pneumatica,<br />

a bassa frequenza) e<br />

una colonna dello sterzo con<br />

doppia regolazione, sia ad angolo<br />

che telescopica.<br />

L’assorbimento delle oscillazioni<br />

è garantito, poi, dal<br />

sistema di ammortizzazione<br />

‘Zero Shock System’, unicum<br />

nel panorama dei telescopici:<br />

la sospensione idraulica, comfatti<br />

ridotta anche l’energia<br />

dissipata dall’assale (fino al<br />

50%). Completa il quadro il<br />

sistema Engine Break che, in<br />

accoppiata al motore diesel, è<br />

in grado di aumentare il potere<br />

frenante del mezzo.<br />

Dal lato dell’idraulica, gli<br />

Agri Max Power X2<br />

sono equipaggiati con<br />

una una pompa a pistoni<br />

a controllo elettronico<br />

Load Sensing<br />

da 100 cc, a una pressione<br />

di 260 bar, per<br />

la movimentazione del<br />

braccio: la portata è<br />

superiore fino al 35%<br />

rispetto alle macchine<br />

delle altre gamme di<br />

Dieci di pari potenza.<br />

Il che, tradotto, significa<br />

massima fluidità<br />

e precisione dei movimenti<br />

in fase di carico,<br />

scarico e movimentazione.<br />

Completa il<br />

quadro il distributore<br />

Flow Sharing, per effettuare<br />

più movimenbinata<br />

ai silent block anteriori<br />

e agli ammortizzatori idraulici<br />

posteriori (per un totale di<br />

quattro sostegni) riescono ad<br />

abbattere urti e scossoni provenienti<br />

da tutte le direzioni.<br />

L’interfaccia utente, con tutti<br />

i comandi a portata di mano<br />

per ottimizzare le operazioni,<br />

è stata rivista completamente.<br />

Nuovo anche il display, con<br />

una grafica ancora più chiara<br />

e intuitiva, dotato di un VDC<br />

(Vehicle Dynamic Control) apposito<br />

per gestire i parametri<br />

della macchina. Sulla destra,<br />

poi, il nuovo joystick ergonomico<br />

con cui controllare i parametri<br />

di avanzamento del mezzo<br />

e di movimento del braccio<br />

telescopico (insieme ai comandi<br />

per le prese idrauliche),<br />

che è anche dotato dell’Easy<br />

Ride System, un sistema di<br />

sospensione idro-pneumatica<br />

del braccio che riduce drasticamente<br />

le oscillazioni avvertite<br />

durante la marcia su terreni<br />

sconnessi o ad alta velocità.<br />

Stefano Eliseo<br />

48<br />

49


Pantone<br />

200 C<br />

C<br />

M<br />

Y<br />

K<br />

0<br />

100<br />

76<br />

13<br />

INNOVATION AGRI TOUR<br />

Mercato, cosa<br />

ci si aspetta per il <strong>2023</strong>?<br />

Dalla prima tappa dello IAT un avvertimento: se vogliamo davvero<br />

spendere i 400milioni di Euro stanziati bisogna cambiare le<br />

regole del PNRR. E poi attenzione al ban per i motori endotermici,<br />

potrebbe far schizzare i prezzi dei componenti e dei trattori<br />

Mercato trattori.<br />

Il futuro è tutto da scrivere<br />

2 marzo<br />

ore 15:00<br />

Studio televisivo<br />

Le vendite di gennaio stupiscono e<br />

si possono spiegare come gli ultimi<br />

effetti di un mercato fortemente<br />

sostenuto dalla 4.0 (destinata a<br />

essere indebolita con gli incentivi<br />

che passano dal 40% al 20%) o il<br />

risultato di un ritardo delle consegne<br />

e delle forniture che hanno obbligato<br />

a posticipare di alcuni mesi le<br />

immatricolazioni<br />

Partner<br />

A<br />

gennaio <strong>2023</strong> il mercato<br />

trattori europeo, secondo<br />

i dati presentati dal presidente<br />

di Federunacoma Alessandro<br />

Malavolti nella prima<br />

tappa dell’Innovation Agri Tour,<br />

va molto bene per l’Italia, che registra<br />

un +6%, Inghilterra +21%<br />

e Germania +16%, mentre a soffrire<br />

è sempre la Spagna con un<br />

-12%.<br />

Questo dopo un 2022 che in<br />

Italia, nonostante il -17% registrato<br />

rispetto a uno straordinario<br />

2021, ha presentato una performance<br />

più alta della media<br />

degli ultimi 5 anni. Le vendite di<br />

gennaio stupiscono e si possono<br />

spiegare come gli ultimi effetti<br />

di un mercato sostenuto dalla<br />

4.0 (destinata a essere indebolita<br />

con gli incentivi che passano<br />

dal 40% al 20%) o il risultato di<br />

un ritardo delle consegne e delle<br />

forniture che hanno obbligato a<br />

posticipare le immatricolazioni.<br />

Da notare come le interruzioni<br />

lungo le catene di fornitura abbiano<br />

colpito principalmente il<br />

mercato italiano, meno quello<br />

francese e inglese, e come, in<br />

ogni caso, il problema adesso<br />

rimanga quello di non riuscire a<br />

soddisfare la domanda di trattori<br />

che rimane elevata.<br />

«In generale- ha spiegato<br />

Malavolti - il <strong>2023</strong>, nonostante<br />

l’inizio interessante, si presenta<br />

come un anno difficile da decifrare,<br />

le catene di fornitura rimangono<br />

in un equilibrio complesso,<br />

soprattutto quelle legate<br />

all’elettronica, ostaggio di una<br />

geopolitica quanto meno irrisolta,<br />

i tassi di interesse non giocano<br />

a favore del mercato soprattutto<br />

per chi ormai era abituato<br />

al tasso zero, unito a questo ci<br />

sono altri fattori di incertezza:<br />

la guerra, le norme in via di<br />

definizione (si pensi ai bandi su<br />

base regionale relativi al PNRR)<br />

e la diminuzione degli incentivi,<br />

tutti fattori destinati a frenare la<br />

propensione all’acquisto.<br />

In ogni caso il biennio <strong>2023</strong>-<br />

24 a meno di prossimi cigni neri<br />

Sponsor<br />

dovrebbe essere discreto dal<br />

momento che gli introiti degli<br />

agricoltori dovrebbero essere<br />

in crescita, i prezzi del latte e<br />

dei cereali sono buoni, un po’<br />

meno quelli della frutta, ma in<br />

media l’agricoltura sta guadagnando<br />

bene».<br />

Nel corso della tavola rotonda<br />

Andrea Borio, Presidente<br />

di Federacma, e Gianni<br />

Dalla Bernardina, presidente<br />

del CAI, hanno evidenziato<br />

la preoccupazione di una situazione<br />

di incertezza che sta<br />

bloccando agricoltori e agromeccanici<br />

e sta stressando i<br />

concessionari che vedono un<br />

<strong>2023</strong> molto complicato.<br />

A parte inflazione crescente<br />

e guerra che sembra non finire<br />

mai, ci sono la riforma della PAC<br />

con le incognite sui pagamenti<br />

diretti che sono stati completamente<br />

rivisitati e diminuiti, gli<br />

ecoschemi in cui gli agricoltori<br />

devono ‘inserirsi’ e un contesto<br />

di siccità che anche quest’anno<br />

colpirà il settore con forza (acqua<br />

e gli strumenti/soluzioni per<br />

gestirla al meglio saranno al centro<br />

della seconda puntata dello<br />

IAT in onda a maggio ndr.). La<br />

diminuzione degli incentivi potrà<br />

essere in minima parte sopperita<br />

dal PNRR peccato che,<br />

come hanno evidenziato tutti i<br />

partecipanti alla nostra tavola<br />

rotonda, i 400milioni di Euro in<br />

teoria dovrebbero andare solamente<br />

a chi comprerà trattori a<br />

trazione elettrica o a biometano,<br />

una condizione a cui il mercato<br />

I magazzini che erano visti come un<br />

mero centro di costo in visione di una<br />

lean manifacturing sono diventati un<br />

‘centro di opportunità’, tutti hanno<br />

cercato di avvicinare i fornitori o di<br />

riportare in casa le lavorazioni più<br />

strategiche<br />

non sembra poter rispondere.<br />

Tanti gli spunti interessanti<br />

emersi nel corso del dibattito, i<br />

tempi di attesa per le macchine<br />

rappresentano un problema per<br />

tutti e già dal post pandemia hanno<br />

spinto le aziende a cambiare<br />

sostanzialmente non solamente<br />

nelle loro catene di fornitura. I<br />

magazzini che erano visti come<br />

un mero centro di costo in visione<br />

di una lean manifacturing<br />

sono diventati un ‘centro di opportunità’,<br />

tutti hanno cercato<br />

di avvicinare i fornitori o di riportare<br />

in casa le lavorazioni più<br />

strategiche.<br />

Una trasformazione interessante,<br />

quella del reshoring, non<br />

ancora completamente dipanata,<br />

ma che, se esasperata, come a<br />

seguito dell’Inflation Reduction<br />

Act e del Chip Act, rischiano<br />

di trasformarsi in forme di protezionismo<br />

foriere di sventure.<br />

Certo è che il tradizionale legame<br />

che univa i distretti industriali<br />

anche in questa occasione<br />

potrebbe rivelarsi un elemento<br />

di resilienza, sebbene rimanga<br />

invariata la dipendenza da input<br />

energetici e materie prime.<br />

Interessante l’allarme lanciato<br />

da Malavolti, le politiche<br />

di reshoring statunitensi, unite<br />

ai ban dei motori endotermici<br />

europei (in via di definizione)<br />

rischiano da un lato di portare<br />

fuori dall’Europa molto know<br />

how, dall’altro anche di far aumentare<br />

i prezzi dei macchinari<br />

(per via delle economia di scala<br />

della componentistica) che saranno<br />

necessariamente riversati<br />

su un aumento dei prezzi al consumatore.<br />

Ultima nota la questione<br />

delle competenze in relazione<br />

alle nuove potenzialità dei trattori<br />

e al grande lavoro svolto<br />

da un lato dagli agromeccanici,<br />

dall’altro dai concessionari. Entrambi<br />

diventano degli hub tecnologici<br />

dove si sperimentano<br />

e si mettono a terra le soluzioni<br />

più innovative, una risorsa ‘diffusa’<br />

sul territorio che rappresenta<br />

un valore per tutto il settore.<br />

A dimostrazione di questo<br />

spiccano i risultati di Fendt che,<br />

come ci ha raccontato Fabio<br />

Garavelli, Direttore vendite<br />

Sud Europa del brand, nel 2022<br />

ha guadagnato quote di mercato<br />

toccando il record del 7,6%<br />

e dei 35mila trattori venduti in<br />

occasione del 50esimo. Trattori<br />

di fascia alta e al top della tecnologia<br />

a dimostrazione che gli<br />

agricoltori sono in grado di sostenere<br />

gli investimenti quando<br />

riconoscono nel prodotto un valore<br />

adeguato.<br />

Daniele Bettini<br />

50<br />

51


AGRICOLTURA 4.0<br />

Il green è<br />

sempre più digital<br />

Nel 2022 il mercato dell’Agricoltura 4.0 ha toccato<br />

in Italia i 2,1 miliardi di euro con una crescita del<br />

31% rispetto al 2021. Protagoniste le macchine<br />

connesse ma in forte crescita anche le piattaforme<br />

di gestione e integrazione dati<br />

I macchinari<br />

connessi e i sistemi<br />

di monitoraggio di<br />

mezzi attrezzature<br />

si confermano<br />

essere le soluzioni<br />

con il maggiore<br />

peso sul mercato,<br />

complessivamente<br />

il 65%. Crescono<br />

anche i sistemi di<br />

monitoraggio di<br />

coltivazioni, terreni<br />

e infrastrutture,<br />

che registrano un<br />

incremento relativo<br />

del 15%.<br />

Il mercato dell’Agricoltura 4.0 nel<br />

suo complesso sta crescendo anche<br />

in termini di superficie coltivata con<br />

il supporto di soluzioni digitali. Il<br />

percorso vede il passaggio dal 6% del<br />

2021 all’8% del 2022. Un potenziale<br />

significativo è rappresentato dalle<br />

aziende agricole che ad oggi non hanno<br />

ancora approcciato l’agricoltura 4.0<br />

L’innovazione digitale sta emergendo<br />

come protagonista anche nel<br />

favorire l’adozione di pratiche<br />

agricole più sostenibili, come il<br />

carbon farming, le agroenergie e<br />

l’agrivoltaico, tutte nuove prospettive<br />

fortemente incentivate dal Green<br />

Deal dell’Unione Europea per il<br />

raggiungimento degli obiettivi di<br />

neutralità ambientale<br />

Nel 2022 il mercato globale<br />

dell’agricoltura<br />

4.0 ha continuato a crescere<br />

con un tasso superiore al<br />

10% e gli analisti stimano che<br />

raggiungerà un valore di circa<br />

30 miliardi entro il 2027.<br />

È quanto emerso dalla ricerca<br />

realizzata dall’Osservatorio<br />

Smart Agrifood della<br />

School of Management del<br />

Politecnico di Milano e del<br />

Laboratorio RISE (Research<br />

& Innovation for Smart Enterprises)<br />

dell’Università degli<br />

Studi di Brescia. In aumento<br />

anche le startup internazionali<br />

attive in questo comparto:<br />

il 28% delle realtà innovative<br />

che operano nell’ambito<br />

dell’innovazione digitale per<br />

l’agrifood ha una proposta<br />

dedicata ad aziende agricole<br />

e zootecniche, nella maggior<br />

parte dei casi offrendo sistemi<br />

di agricoltura o zootecnia 4.0<br />

(il 23%). Sebbene lo scorso<br />

anno il settore ha dovuto affrontare<br />

gli effetti negativi su<br />

costi e prezzi dovuti al conflitto<br />

in corso e alla siccità,<br />

l’agroalimentare europeo ha<br />

brillantemente superato la sfida<br />

con un commercio di beni<br />

agricoli e alimentari dell’Unione<br />

Europea che ha raggiunto<br />

il valore record di 36,5<br />

miliardi di euro. Anche l’Italia<br />

ha visto un aumento del 17,6<br />

per cento delle esportazioni<br />

nella prima metà del 2022 e,<br />

nonostante le complessità del<br />

momento storico, gli attori del<br />

settore continuano a mostrarsi<br />

positivi rispetto al ruolo che<br />

riveste il digitale per rendere<br />

l’agroalimentare italiano più<br />

resiliente e competitivo.<br />

Ambiente e innovazione<br />

Le tecnologie digitali in agricoltura<br />

possono aiutare infatti<br />

a gestire la scarsità e il rincaro<br />

dei costi degli input produttivi<br />

(grazie ad esempio alle soluzioni<br />

per il rateo variabile e<br />

per l’irrigazione di precisione)<br />

e dell’energia grazie ai sistemi<br />

di guida parallela. L’innovazione<br />

digitale sta inoltre emergendo<br />

come protagonista anche<br />

nel favorire l’adozione di<br />

modelli di business e pratiche<br />

agricole più sostenibili, come<br />

il carbon farming, le agroenergie<br />

e l’agrivoltaico, tutte<br />

nuove prospettive fortemente<br />

incentivate dal Green Deal<br />

dell’unione europea per il raggiungimento<br />

degli obiettivi di<br />

neutralità ambientale e per la<br />

diversificazione delle fonti di<br />

ricavo per gli agricoltori<br />

Il segno più ha riguardato<br />

anche l’Italia con il mercato<br />

4.0 che ha raggiunto nel 2022<br />

i 2,1 miliardi di euro, con un<br />

tasso di crescita del 31% rispetto<br />

all’anno precedente. Lo<br />

studio ha coinvolto circa 800<br />

realtà propriamente agricole<br />

e 370 provenienti dall’industria<br />

agroalimentare. Tra le<br />

soluzioni più utilizzate dalle<br />

aziende agricole, dopo i siste-<br />

52<br />

53


AGRICOLTURA 4.0<br />

mi gestionali, si sono distinti<br />

i sistemi di monitoraggio di<br />

macchine, attrezzature terreni<br />

e coltivazioni, che incidono<br />

sempre più sul valore complessivo<br />

del mercato. Nonostante<br />

una leggera flessione<br />

tra il 2021 e il 2022, la parte<br />

del leone continuano a farla i<br />

macchinari connessi e sistemi<br />

di monitoraggio e controllo<br />

di mezzi attrezzature che si<br />

confermano essere le soluzioni<br />

con il maggiore peso sul<br />

mercato, complessivamente il<br />

65%.<br />

Tra le aziende di<br />

trasformazione<br />

agroalimentare,<br />

l’82% ha utilizzato o<br />

sperimentato almeno<br />

una soluzione<br />

digitale. Di queste,<br />

quasi la metà ne<br />

ha implementate<br />

quattro o più in<br />

contemporanea,<br />

registrando un<br />

aumento del 30%<br />

rispetto al 2020.<br />

Il 2022 è anche l’anno che più di altri ha<br />

visto una accelerazione nel percorso di<br />

integrazione con le imprese del mondo<br />

agroalimentare. Sul “campo” più del<br />

50% delle imprese conta almeno su una<br />

soluzione di Agricoltura 4.0 con una<br />

media di tre soluzioni per ogni azienda<br />

Cresce la superficie 4.0<br />

Crescono in maniera significativa<br />

anche sistemi di monitoraggio<br />

da remoto di coltivazioni,<br />

terreni e infrastrutture,<br />

che registrano una crescita<br />

relativa del 15%. In aumento<br />

anche la superficie coltivata<br />

con soluzioni 4.0, che passa<br />

dal 6% del 2021 all’8% nel<br />

2022.<br />

È dunque evidente come<br />

vi sia ancora un potenziale significativo<br />

rappresentato dalle<br />

aziende agricole che ad oggi<br />

non hanno ancora approcciato<br />

l’agricoltura 4.0. Va inoltre<br />

considerato che i software gestionali,<br />

che rappresentano la<br />

principale soluzione adottata<br />

dalle aziende agricole nonché<br />

la priorità di investimento per<br />

i prossimi anni, non incidono<br />

sulla quota di superficie coltivata.<br />

Secondo le aziende utilizzatrici<br />

interpellate tra le soluzioni<br />

che hanno soddisfatto<br />

maggiormente i fabbisogni ci<br />

sono quelle relative ai macchinari<br />

connessi, ai sistemi di<br />

controllo di macchine e attrezzature,<br />

ai sistemi di supporto<br />

alle decisioni, e ai sistemi di<br />

monitoraggio di coltivazioni e<br />

terreni. Va poi sottolineato che<br />

più della metà delle aziende<br />

Buona parte dei fattori di analisi<br />

sull’evoluzione dell’Agricoltura Digitale<br />

mostrano il segno ‘più’, sintomo che<br />

le nuove tecnologie, grazie anche agli<br />

incentivi, siano entrate di diritto nella<br />

dinamica della gestione di tutto il<br />

comparto e della filiera<br />

agricole che adottano sistemi<br />

4.0 utilizza più di una soluzione;<br />

in media vengono adottate<br />

tre soluzioni per azienda, dato<br />

in forte crescita rispetto al<br />

2021 (più 21%).<br />

Perché le aziende agricole<br />

possano trarre il massimo<br />

beneficio dall’utilizzo delle<br />

tecnologie 4.0 è però fondamentale<br />

abilitare l’integrazione<br />

dei dati raccolti dai diversi<br />

sistemi, che siano interni<br />

o esterni. Tra le tecnologie<br />

abilitanti prevalgono infat-<br />

ti quelle destinate a gestire,<br />

raccogliere, memorizzare e<br />

analizzare i dati, ne consegue<br />

dunque che il tema dell’interoperabilità<br />

delle soluzioni sia<br />

sempre più prioritario. Ecco<br />

che da qualche anno a questa<br />

parte sta crescendo la proposta<br />

di piattaforme di integrazioni<br />

dati per l’agricoltura che per<br />

la maggior parte si rivolgono<br />

direttamente alle aziende<br />

agricole al fine di supportarle<br />

nelle decisioni chiave, usando<br />

in maniera armonica dati che<br />

provengono da fonti diverse.<br />

«L’innovazione tecnologica e<br />

digitale applicata ai processi<br />

della produzione agricola è<br />

un tema sempre più rilevante<br />

e attuale – ha affermato Andrea<br />

Bacchetti, direttore<br />

dell’Osservatorio Smart Agri-<br />

Food –. Nel contesto molto<br />

difficile che ci troviamo ad<br />

affrontare, le tecnologie digitali<br />

possono aiutare a gestire<br />

la scarsità e il rincaro dei<br />

costi, in agricoltura, degli input<br />

produttivi e dell’energia.<br />

L’agrifood ha ora di fronte a<br />

sé la sfida più grande, quella<br />

di passare dall’adozione, in<br />

continua crescita sui diversi<br />

fronti, alla reale e completa<br />

valorizzazione delle soluzioni<br />

digitali». E se in generale nel<br />

comparto agricolo si rileva un<br />

buon allineamento tra quanto<br />

offerto dal mercato e quanto<br />

richiesto dalle aziende è invece<br />

più difficile garantire il<br />

match tra domanda e offerta<br />

nell’industria agroalimentare,<br />

dove le esigenze cambiano<br />

molto in relazione allo specifico<br />

comparto e alle dimensioni<br />

delle imprese.<br />

Le diverse filiere esprimono<br />

infatti fabbisogni di innovazione<br />

differenti che vanno dal benessere<br />

degli animali nel caso<br />

delle aziende lattiero-casearie<br />

e della produzione di carne al<br />

supporto dei processi di certificazione<br />

e al miglioramento del<br />

rapporto con clienti e consumatori<br />

come per il settore del tè<br />

e del caffè, o quello olivicolo e<br />

vinicolo. Le criticità principali<br />

riscontrate nell’ambito della<br />

trasformazione continuano a<br />

essere i costi elevati, la mancanza<br />

di competenze verticali<br />

e la difficile adattabilità delle<br />

soluzioni all’effettivo contesto<br />

aziendale, soprattutto da parte<br />

delle piccole aziende. Nonostante<br />

ciò, Nel 2022 l’82% delle<br />

aziende della trasformazione<br />

ha utilizzato o sperimentato<br />

almeno una soluzione digitale;<br />

di queste, quasi la metà ne<br />

ha implementate quattro o più<br />

in contemporanea, registrando<br />

un aumento del 30% rispetto al<br />

2020.<br />

La tracciabilità ‘tira’<br />

Le aree dove le aziende stanno<br />

maggiormente innovando sono<br />

quelle relative alla tracciabilità<br />

alimentare, alla produzione,<br />

alla logistica e al controllo della<br />

qualità (sia della materia prima<br />

che del prodotto finito). La<br />

tendenza all’innovazione è<br />

confermata anche guardando<br />

all’offerta tecnologica: in Italia,<br />

il 75% delle soluzioni digitali<br />

per la tracciabilità alimentare<br />

è abilitato da tecnologie<br />

innovative e il 17% di queste<br />

è proposto da startup, che in<br />

questo ambito offrono principalmente<br />

soluzioni basate su<br />

tecnologia Blockchain.<br />

Stefano Agnellini<br />

54<br />

55


TRACTOR BIOMETANO OF THE YEAR<br />

AB di Orzinuovi,<br />

leader nelle<br />

soluzioni di<br />

sostenibilità<br />

energetica fornisce<br />

le tecnologie<br />

per coprire<br />

l’intera filiera di<br />

trasformazione del<br />

biogas in biometano<br />

liquido.<br />

si sta muovendo sui territori, a<br />

Vicenza i due impianti di Motta<br />

Energia e EBS consentono,<br />

congiuntamente, la produzione<br />

di circa 7.000 tonnellate di<br />

biometano liquido all’anno,<br />

partendo dalla valorizzazione<br />

di effluenti zootecnici (letame<br />

e liquami bovini, pollina) provenienti<br />

da 120 aziende agricole<br />

del territorio. Il bio-GNL<br />

prodotto è destinato all’alimentazione<br />

del trasporto pesante<br />

e fornisce carburante<br />

a più di 200 camion per una<br />

percorrenza totale di 100 mila<br />

chilometri all’anno. Entrambi<br />

gli impianti sono di proprietà<br />

di Iniziative Biometano: EBS<br />

è un brownfield, ovvero un<br />

impianto di biogas riconvertito,<br />

mentre Motta Energia è un<br />

greenfield costruito ex novo.<br />

Dal PNRR<br />

alla pratica<br />

Le agevolazioni per realizzare biometano<br />

da fonte agricola ci sono. Ora la grande<br />

sfida è rappresentata dalla circolarità<br />

Il decreto biometano ha<br />

sbloccato 1,7 miliardi di<br />

euro di investimenti del<br />

PNRR per sostenere la produzione<br />

di più di 2,3 miliardi<br />

di metri cubi di biometano al<br />

2026. «Accedono ai meccanismi<br />

di incentivo – ha spiegato<br />

Roberto Murano del Cib<br />

(Consorzio italiano biogas)<br />

– tutti gli impianti nuovi o<br />

riconvertiti, anche parzialmente,<br />

alimentati da matrici<br />

agricole o da Forsu (Frazione<br />

organica dei rifiuti solidi<br />

urbani), che completano la<br />

realizzazione delle opere ammesse<br />

a finanziamento entro<br />

il termine inderogabile del<br />

30 giugno 2026 e per i quali<br />

gli interventi non siano stati<br />

avviati prima della pubblicazione<br />

della graduatoria di riferimento.<br />

Anche chi è titolare<br />

delle sezioni di depurazione<br />

e raffinazione del biogas, ma<br />

non dell’impianto di digestione<br />

anaerobica. Le aziende<br />

agricole possono utilizzare<br />

una quota di rifiuti mantenendo<br />

il valore dell’incentivo per<br />

le biomasse agricole. Rientra<br />

nella definizione di biometano,<br />

destinato ad altri usi, il<br />

quantitativo utilizzato in impianti<br />

industriali per la produzione<br />

di energia elettrica e<br />

termica in cogenerazione ad<br />

alto rendimento».<br />

Il ruolo della zootecnia<br />

È questo uno dei punti di partenza<br />

che può spiegare i tanti<br />

investimenti nel settore che<br />

però devono essere ben compresi<br />

sia nell’impegno che<br />

prevedono, sia nei risultati che<br />

possono dare. «Negli anni - ci<br />

spiega Enrico Calzavacca<br />

Chief Technology Innovation<br />

Officer del Gruppo AB - ci<br />

siamo avvicinati al mondo<br />

dell’agricoltura per lo sviluppo<br />

del biogas, tutti quelli che<br />

hanno zootecnia possono po-<br />

Come funziona il nuovo<br />

meccanismo incentivante?<br />

La differenza fondamentale<br />

rispetto al decreto che<br />

conosciamo è che è prevista<br />

una doppia modalità: esiste<br />

un contributo in conto<br />

capitale una tantum che<br />

va a compensare i costi di<br />

costruzione dell’impianto con un<br />

massimale del 40% del valore<br />

dell’opera e un incentivo per la<br />

produzione di biometano della<br />

durata di 15 anni che verrà<br />

erogato sulla produzione netta<br />

immessa di biometano in rete.<br />

Le spese ammissibili in conto<br />

capitale comprendono i costi di<br />

progettazione, realizzazione ed<br />

tenzialmente produrre biogas<br />

perché questo chiude il ciclo<br />

della biomassa, permette di<br />

valorizzare i reflui trasformandoli<br />

in energia e fertiliz-<br />

A CHI SPETTANO GLI INCENTIVI?<br />

efficientamento dell’impianto,<br />

le attrezzature di monitoraggio<br />

e ossidazione del biometano<br />

e dei gas di scarico, i costi<br />

di connessione alla rete del<br />

gas naturale o dell’impianto di<br />

liquefazione e i costi relativi al<br />

compostaggio del digestato.<br />

Per quanto riguarda invece<br />

la definizione del prezzo<br />

del biometano, la tariffa di<br />

riferimento, posta a base<br />

d’asta, è unica sia nel caso il<br />

biometano venga destinato<br />

al settore dei trasporti sia<br />

che venga destinato ad altri<br />

usi diversi dai trasporti, ma<br />

è differenziata tra gli impianti<br />

alimentati da matrici agricole<br />

zante; semplificando potrebbe<br />

essere inclusa tra le pratiche<br />

di precison farming, e rappresenta<br />

a pieno titolo un’evoluzione<br />

tecnologica dell’azien-<br />

e quelli alimentati da rifiuti.<br />

Inoltre, il decreto prevede:<br />

Tariffa omnicomprensiva:<br />

per impianti fino a 250 Sm3/h<br />

(standard metro cubo / ora) di<br />

capacità produttiva connessi<br />

a una rete con obbligo di<br />

connessione terzi;<br />

Tariffa premio: per impianti<br />

al di sopra dei 250 Sm3/h di<br />

capacità produttiva connessi<br />

alla rete o di qualsiasi capacità<br />

in caso di non connessione alla<br />

rete. La tariffa viene calcolata<br />

in funzione del valore della<br />

produzione di biometano e<br />

delle garanzie di origine che il<br />

produttore detiene e valorizza<br />

sul mercato.<br />

da agricola.<br />

Il vantaggio è molteplice,<br />

da un lato si chiude un cerchio<br />

valorizzando uno scarto<br />

(che fino a pochi anni fa rappresentava<br />

un costo oltre che<br />

un problema), inoltre si costruisce<br />

un reddito alternativo<br />

all’aziende agricola o si abbattono<br />

dei costi guadagnando<br />

in autonomia energetica,<br />

il tutto a seconda delle possibilità<br />

e delle esigenze. Oggi<br />

infatti il biogas non deve più<br />

essere necessariamente trasformato<br />

in energia elettrica,<br />

ma può essere trasformato in<br />

biometano, liquido o gassoso,<br />

può essere stoccato o immesso<br />

in rete a seconda delle esigenze<br />

del momento. Inoltre la<br />

cattura della CO2 rappresenta<br />

un ulteriore vantaggio, non<br />

solo per l’ambiente, ma anche<br />

per l’azienda che si trova ad<br />

avere un altro ‘prodotto’ da<br />

vendere».<br />

La grande sfida comunque<br />

rimane la circolarità, infatti<br />

il limite maggiore è rappresentato<br />

dall’avere la biomassa<br />

della giusta per qualità e<br />

quantità, ad oggi questi impianti<br />

di trasformazione sono<br />

adatti per imprese agricole di<br />

certe dimensioni che hanno<br />

degli affluenti zootecnici sufficienti<br />

(dai 300 ai 400 capi<br />

in lattazione in su - molto di<br />

più per i suini che hanno un<br />

residuo molto liquido). Anche<br />

perché stiamo parlando di<br />

investimenti importanti. Per<br />

dare un’idea, le dimensioni di<br />

scala prevedono che con 250<br />

m 3 di biometano si possano<br />

alimentare impianti da 1MW,<br />

con investimenti di qualche<br />

milione di Euro.<br />

Per avere un’idea di quanto<br />

Gli scarti come ‘carburante’<br />

La cosa interessante è che<br />

danno vita a un modello di<br />

business interessante in cui<br />

la confluenza degli scarti<br />

viene utilizzato come ‘carburante’dell’impianto,<br />

sempre<br />

tenendo conto che spostare<br />

i reflui rappresenta un costo<br />

anche in termini di impatto<br />

ambientale.<br />

Per questo progetto la AB<br />

di Orzinuovi, leader nelle soluzioni<br />

di sostenibilità energetica<br />

(dalla cogenerazione ai<br />

biocombustibili), ha fornito<br />

le tecnologie per coprire l’intera<br />

filiera di trasformazione<br />

del biogas in biometano liquido.<br />

Questo esempio di economia<br />

circolare applicato al<br />

mondo agricolo consente una<br />

valorizzazione completa di<br />

tutti gli scarti di filiera che,<br />

oltre a diventare combustibile<br />

green prodotto a chilometro<br />

zero, generano fertilizzante.<br />

Il digestato, infatti, residuo<br />

del processo di digestione<br />

anaerobica, può essere utilizzato<br />

come concime in sostituzione<br />

dei prodotti chimici,<br />

spesso di importazione che<br />

oltre a essere di ottima qualità<br />

è in grado di arricchire il<br />

terreno di sostanza organica e<br />

nutrienti, contribuendo considerevolmente<br />

al sequestro<br />

e stoccaggio del carbonio nel<br />

suolo. Daniele Bettini<br />

56<br />

57


OLTRE IL TRATTORE<br />

Le nuove EasyCut<br />

F 400 Fold e F<br />

400 CR sono<br />

dotate di coclea<br />

convogliatrice per<br />

deporre l’andana<br />

all’interno delle<br />

ruote del trattore,<br />

anche se di grandi<br />

dimensioni.<br />

Doppia opzione<br />

Due nuove barre falcianti frontali completano la<br />

gamma Krone EasyCut per grandi superfici con e senza<br />

condizionatore. La larghezza di lavoro è di 4 metri<br />

Derivati dal modello<br />

EasyCut F 400 CV<br />

Fold introdotto nel<br />

2019, i due nuovi modelli di<br />

falciatrici a dischi frontali da<br />

quattro metri EasyCut F 400<br />

Fold, privo di condizionatore e<br />

dotato di coclea convogliatrice,<br />

e l’EasyCut F 400 CR, dotato<br />

di condizionatore a rulli,<br />

ampliano l’offerta di soluzioni<br />

Krone per la raccolta del<br />

foreggio. Entrambi i modelli<br />

sono progettati per garantire<br />

la massima efficienza e la<br />

massima sovrapposizione<br />

possibile per le combinazioni<br />

Butterfly di nastri trasportatori<br />

posteriori, ma mentre l’EasyCut<br />

F 400 Fold si presta ad essere<br />

la soluzione per coloro che<br />

tagliano erba fresca, l’EasyCut<br />

F 400 CR è più orientata alla<br />

raccolta dell’erba medica da<br />

essiccare. Il modello EasyCut<br />

F 400 Fold completa la barra<br />

ripiegabile brevettata con<br />

una coclea convogliatrice<br />

forma-andana derivata dalle<br />

soluzioni già in dotazione a<br />

BiG M ed EasyCut B 950<br />

Collect. L’ampia coclea con 45<br />

centimetri di diametro depone il<br />

prodotto falciato tra le ruote del<br />

trattore, formando un’andana<br />

di larghezza preimpostabile<br />

evitando che il trattore passi<br />

sull’andana e contamini il<br />

raccolto. La barra falciante è<br />

poi comodamente ripiegabile<br />

idraulicamente dal posto di<br />

guida tramite una scatola di<br />

rinvio garantendo una larghezza<br />

di trasporto inferiore ai 3<br />

metri. Operando all’interno di<br />

una combinazione Butterfly,<br />

i due modelli EasyCut F 400<br />

consentono agli utenti di<br />

sfruttare la massima larghezza<br />

di lavoro possibile. Ad esempio,<br />

in combinazione con l’EasyCut<br />

B 1000, è possibile ottenere<br />

una larghezza di lavoro di oltre<br />

dieci metri con sovrapposizioni<br />

di 57 centimetri su ciascun<br />

lato. Il sistema di sospensione<br />

Il telaio portattrezzi frontale PMD Vario caratterizzato<br />

dalla colonna mobile autolivellante.<br />

Il nuovo telaio porta<br />

attrezzi frontale<br />

PMD Vario, caratterizzato<br />

da una<br />

robusta colonna<br />

mobile autolivellante,<br />

è stato sviluppato<br />

da Orizzonti per proporre<br />

una macchina<br />

polifunzionale a chi<br />

deve lavorare in<br />

sesti d’impianto con<br />

larghezze anche inferiori<br />

ai 2 metri. Con<br />

un nuovo sistema di<br />

aggancio rapido per<br />

l’intercambiabilità<br />

delle varie testate di<br />

lavoro rapido e sicuro,<br />

garantito da un<br />

solido accoppiamento<br />

idraulica della barra falciante,<br />

comodamente regolabile dalla<br />

cabina del trattore, garantisce<br />

un’aderenza ottimale al terreno<br />

mentre l’eccellente qualità di<br />

taglio è assicurata dalla ben<br />

nota barra falciante EasyCut,<br />

dotata di SafeCut e SmartCut.<br />

Il modello a barra fissa EasyCut<br />

F 400 CR è dotato di serie di<br />

condizionatore a rulli profilati<br />

realizzati in poliuretano,<br />

con un diametro di 25<br />

VA NELLO STRETTO<br />

e un bloccaggio fisso<br />

tra telaio e testata di<br />

lavoro, il PMD Vario<br />

può essere predisposto<br />

con prepotatrice<br />

a dischi, cimatrice bilama<br />

monolaterale e<br />

in versione a tunnel,<br />

cimatrice a coltelli<br />

monolaterale e a<br />

tunnel e spollonatori<br />

a tunnel. Un distributore<br />

elettroidraulico è<br />

disposto nella parte<br />

bassa della macchina<br />

per garantire una<br />

più ampia visibilità<br />

all’operatore, e tutte<br />

le funzioni idrauliche<br />

sono gestibili e<br />

controllabili da un<br />

Joystick a 6 funzioni.<br />

Grazie poi al sistema<br />

di autolivellamento, il<br />

PMD Vario permette<br />

di spostare verso<br />

il lato pianta tutto il<br />

castello di lavoro per<br />

garantire una massima<br />

visibilità all’operatore<br />

e maggior sicurezza<br />

e precisione di<br />

intervento durante il<br />

lavoro. Per il corretto<br />

funzionamento di tutte<br />

le testate di lavoro<br />

il portattrezzi richiede<br />

1 distributore doppio<br />

effetto dal trattore con<br />

una portata idraulica<br />

di almeno 30/40 lt/<br />

min. Luigi Cerruti<br />

centimetri, oppure in opzione<br />

dei rulli Krone M-Rolls<br />

in robusto acciaio, per un<br />

condizionamento più intensivo<br />

ma al tempo stesso delicato.<br />

EasyCut F 400 CR è ideale<br />

per gli ampi appezzamenti<br />

di erba medica, specie se in<br />

combinazione con le falciatrici<br />

trainate EasyCut TC 400 o 500<br />

che possono essere collegate tra<br />

loro tramite il telaio EasyCut<br />

TC Connect. Enzo Attori<br />

MORO ARATRI<br />

Sicurezza non-stop<br />

Moro Aratri introduce sui propri<br />

modelli un nuovo sistema di sicurezza<br />

contro gli ostacoli nel terreno<br />

Si chiama Stone System il sistema di sicurezza<br />

idraulico non-stop che Moro Aratri ha sviluppato<br />

e introdotto su numerosi modelli della propria<br />

gamma per proteggerli da eventuali danneggiamenti<br />

all’impatto con un ostacolo nel terreno,<br />

come può avvenire quando si incappa in una grossa<br />

pietra. La pressione del sistema è regolabile per<br />

permettere la lavorazione sia in terreni tenaci che<br />

in quelli leggeri evitando l’estrazione delle pietre.<br />

Il cedimento del<br />

corpo è morbido e<br />

senza contraccolpi,<br />

con una progressiva<br />

riduzione di<br />

forza all’aumentare<br />

dell’innalzamento del<br />

corpo stesso. La speciale<br />

forma della bure<br />

garantisce un ottimale<br />

movimento di sgancio.<br />

In caso di impatto,<br />

il corpo viene<br />

guidato rapidamente<br />

all’esterno<br />

del terreno.<br />

L’utilizzo di<br />

speciali acciai<br />

elastici permette<br />

al corpo un movimento<br />

laterale in<br />

grado di assorbire<br />

tutte le sollecitazioni<br />

e garantire<br />

stabilità e durata.<br />

In sostanza,<br />

ogni corpo<br />

è dotato di<br />

una coppia di<br />

Il nuovo sistema di sicurezza<br />

Stone System montato sugli aratri<br />

Moro Aratri.<br />

martinetti oleodinamici<br />

che<br />

ne consentono<br />

l’entrata in funzione.<br />

Il fissaggio dei corpi al telaio è realizzato<br />

mediante bulloni, per evitare snodi e bielle che<br />

potrebbero pregiudicare l’affidabilità dell’aratro.<br />

Ciascun gruppo Stone System è dotato di un<br />

accumulatore di compensazione dedicato e separato<br />

dall’impianto degli altri gruppi. In caso di<br />

problemi ad un elemento è possibile proseguire il<br />

lavoro escludendo il dispositivo oleodinamico ed<br />

inserendo una coppia di bulloni di sicurezza. Oltre<br />

che sugli aratri, il sistema brevettato Stone System<br />

è disponibile anche sulla gamma di ripuntatori e<br />

coltivatori.<br />

Roberto Nesta<br />

58<br />

59


OLTRE IL TRATTORE<br />

A 6, 8, 9 o 10 file la<br />

DIretta V è progettata<br />

per seminare su<br />

sodo tra gli stretti<br />

filari dei vigneti.<br />

Isobus compatibile<br />

può essere gestita<br />

elettronicamente dal<br />

trattore.<br />

Su sodo nella vigna<br />

Maschio Gaspardo presenta ad Agriumbria una seminatrice compatta<br />

per la semina interfilare su sodo. Anche in versione Inox per concimare<br />

Protagonista nelle<br />

semine in pieno campo,<br />

Maschio Gaspardo<br />

vuole mettere la firma anche<br />

in vigneto con il modello<br />

Diretta-V. Si tratta di una<br />

seminatrice da sodo per la<br />

semina interfilare che grazie<br />

agli ingombri ridotti può<br />

operare anche su filari stretti<br />

o in terreni collinari. Un<br />

robusto telaio portato ospita<br />

due ranghi di elementi di<br />

semina dotati di molla per la<br />

60<br />

regolazione dell’assetto che<br />

assicurano una pressione<br />

al suolo fino a 160 chili.<br />

Il solco viene aperto dal<br />

lavoro combinato del disco<br />

di taglio da 475 millimetri<br />

con doppia inclinazione e<br />

dell’assolcatore a falcione,<br />

intercambiabile e dal profilo<br />

rastremato. La profondità<br />

di semina, che può arrivare<br />

fino a 50 millimetri, viene<br />

impostata con l’utilizzo<br />

di un limitatore conico in<br />

ghisa da 370 millimetri<br />

di diametro e largo 70<br />

millimetri che si applica<br />

esternamente al disco.<br />

Il sistema chiudi solco è<br />

costituito da un braccio<br />

oscillante indipendente con<br />

ruotino posteriore di forma<br />

tronco conica. Si tratta di<br />

un sistema che permette<br />

di lavorare correttamente<br />

anche su terreni non regolari<br />

o di differente tipologia<br />

grazie alla molla che varia<br />

il carico per la pressione di<br />

chiusura.<br />

La seminatrice utilizza un<br />

sistema di distribuzione con<br />

rulli dosatori volumetrici ad<br />

azionamento elettrico e trasporto<br />

pneumatico. Disponibile<br />

con capacità da 200<br />

a 500 l, la versione da 300 l<br />

è dotata di un rivestimento<br />

del sistema di distribuzione<br />

in acciaio inox, efficace per<br />

operare anche con concimi<br />

microgranulari. La gestione<br />

DA 6 A 10 FILE<br />

Modello Diretta V 200 Diretta V 500 Diretta V 300 Inox<br />

File n 6 - 8 6 - 8 - 9 - 10 6 - 8<br />

Interfila mm 200<br />

Volume tramoggia l 200 500 300<br />

Larghezza di lavoro mm 1.200 - 1.600 1.200 - 1.600 - 1.800 - 2.000 1.200 - 1.600<br />

Ingombro totale mm 1.350 - 1.610 1.350 - 1.610 - 1.880 - 2.080 1.350 - 1.610<br />

Profondità max di semina mm 50<br />

Peso kg 1.015 - 1.225 1.050 - 1.270 - 1.480 - 1.560 1.015 - 1.235<br />

Col Servo T6000 è ora possibile passare velocemente dall’aratura entro<br />

solco a quella fuori solco.<br />

Con il nuovo<br />

pacchetto<br />

On-Land,<br />

Pöttinger aggiunge<br />

un’importante opzione<br />

di equipaggiamento<br />

dell’aratro reversibile<br />

semiportato T 6000,<br />

per trattori con<br />

potenza fino a 500<br />

cavalli. L’opzione<br />

On-Land consente di<br />

passare dall’aratura<br />

entro solco all’aratura<br />

fuori solco in pochi<br />

semplici passaggi.<br />

In pratica, quando le<br />

condizioni cambiano,<br />

il passaggio<br />

dall’aratura entro a<br />

fuori solco avviene<br />

elettronica della seminatrice<br />

può essere affidata al<br />

sistema di comunicazione<br />

ISOBUS, semplificando la<br />

gestione del lavoro e riducendo<br />

gli ingombri in cabina<br />

grazie alla presenza di un<br />

unico monitor.<br />

Enzo Attori<br />

DENTRO O FUORI?<br />

rapidamente in pochi<br />

passaggi grazie a un<br />

collegamento a trave<br />

On-Land oscillante<br />

idraulico che spinge<br />

il telaio del Servo T<br />

6000 verso l’esterno<br />

in modo che l’aratro<br />

segua centralmente<br />

il trattore. Il sistema<br />

può essere utilizzato<br />

con trattori con una<br />

larghezza esterna<br />

fino a 4 metri, quindi<br />

anche con ruote<br />

gemellate e cingoli.<br />

Per garantire una<br />

guida in profondità<br />

costante durante<br />

l’aratura al di fuori<br />

del solco, una<br />

ruota di profondità<br />

opzionale fornisce<br />

supporto davanti<br />

al primo vomere<br />

dell’aratro in modo<br />

che sia guidato alla<br />

profondità di lavoro<br />

precisa. Questo è<br />

progettato come una<br />

ruota di profondità del<br />

perno salvaspazio<br />

all’interno della trave<br />

dell’aratro. Grazie<br />

all’uso intelligente<br />

dei distributori,<br />

non è necessario<br />

alcun collegamento<br />

aggiuntivo sul trattore<br />

per il meccanismo di<br />

regolazione idraulica.<br />

Luigi Cerutti<br />

CAFFINI<br />

Per tutti i gusti<br />

Le nuove irroratrici T-ONE offrono<br />

versioni adattabili a tutti i tipi di<br />

esigenze<br />

Le irroratrici trainate T-ONE possono avere cisterne da<br />

3.200 fino a 4.200 litri.<br />

La gamma di polverizzatori trainati T-ONE,<br />

presentata ufficialmente durante l’edizione<br />

2022 di EIMA International, rappresenta la risposta<br />

Caffini alle richieste sempre più esigenti<br />

degli agricoltori. Disponibili in versione base,<br />

oppure nella più riccamente accessoriata versione<br />

S, alla più tecnologica SE con computer<br />

IsoBus e valvole di servizio elettriche comandabili<br />

dalla cabina del trattore o da terra, questi<br />

polverizzatori si distinguono per il design compatto<br />

e lineare e per il baricentro molto basso<br />

con carreggiate dai 1.500 ai 2.250 millimetri che<br />

garantiscono maneggevolezza e sicurezza di utilizzo.<br />

Le cisterne possono avere volume variabile<br />

da 3.200 a 4.200 litri e sono disponibili in due<br />

diverse colorazioni, il classico giallo Caffini o<br />

l’elegante e raffinato nero della tipologia Black<br />

Edition. Equipaggiabili anche con l’assale sospeso<br />

per proteggere le barre idrauliche dalle oscillazioni<br />

e lavorare a velocità più elevate, possono<br />

viaggiare fino ad una velocità di 50 km/h, anche<br />

a pieno carico, laddove consentito. Le barre irroranti<br />

sono realizzate con acciai strutturali quali<br />

Hardox e Domex e possono avere larghezze<br />

variabili da 18 a 36 metri, con una manica d’aria<br />

che può arrivare anche ai 30 metri. Tutte le<br />

T-ONE offrono una gestione dei servizi tramite<br />

computer che, a seconda dei modelli, può essere<br />

CanBus o IsoBus ai quali si possono aggiungere<br />

accessori quali GPS, chiusura automatica delle<br />

sezioni e dei singoli getti, CurveControl per ottimizzare<br />

l’erogazione anche in fase di sterzata<br />

e Sonar per automatizzare il livellamento delle<br />

barre.<br />

Pietro Toschi<br />

61


A TUTTO CAMPO<br />

L’evento a cui<br />

ha partecipato<br />

la redazione di<br />

Trattori si è svolto<br />

negli spazi esterni<br />

di CremonaFiere.<br />

Qui i due ‘big’<br />

presenti: il<br />

7S.210 con<br />

spandiconcime, e<br />

l’8S.305, allestito<br />

con la livrea<br />

dell’edizione<br />

del 175esimo<br />

anniversario<br />

Fano, Santa Lucia di Piave,<br />

Cremona, Saluzzo:<br />

sono le città che hanno<br />

ospitato la nuova edizione del<br />

Massey Ferguson eXperience<br />

Tour, l’evento itinerante<br />

che da cinque anni porta le<br />

nuove gamme di trattori e di<br />

prodotti direttamente tra le<br />

mani degli agricoltori e dei<br />

contoterzisti, sempre ghiotti<br />

di novità agromeccaniche.<br />

La scelta delle location che<br />

tra febbraio e marzo hanno<br />

ospitato le prime tappe<br />

italiane del tour (che poi, nei<br />

prossimi mesi, si sposterà<br />

nel resto dell’Europa) non è<br />

affatto casuale: si tratta infatti<br />

di luoghi inseriti all’interno<br />

di contesti dalla forte vocazione<br />

agricola, in grado di<br />

catalizzare l’attenzione degli<br />

MASSEY FERGUSON TORNA L’EXPERIENCE TOUR<br />

A portata di mano<br />

Parte dall’Italia il ciclo di eventi con cui Massey Ferguson intende<br />

mostrare la sua intera gamma di trattori ad agricoltori e stampa<br />

specializzata. Presto il tour toccherà quasi tutte le nazioni europee.<br />

Siamo stati a Cremona per provare con mano le novità del brand<br />

operatori di settore che, in<br />

questo modo, possono essere<br />

messi direttamente a contatto<br />

con il produttore e i concessionari.<br />

Al centro dell’evento<br />

itinerante non ci sono<br />

solamente le presentazioni<br />

ma, come indica il nome del<br />

tour, l’esperienza sul campo,<br />

con i trattori di quasi tutte le<br />

gamme pronti a essere toccati<br />

e provati con mano.<br />

Dunque, rombo di motori: si<br />

parte! Alla tappa svoltasi a<br />

CremonaFiere (quella a cui<br />

ha preso parte la stampa specializzata,<br />

tra cui la redazione<br />

di Trattori) i mezzi presenti<br />

erano dodici: undici trattori,<br />

di ogni classe di potenza, e<br />

un sollevatore telescopico<br />

TH.8<strong>04</strong>3, parcheggiati in<br />

modo scenico nell’area di<br />

fronte alla tensostruttura,<br />

dove poi si sarebbero tenute<br />

le presentazioni. Dietro,<br />

invece, l’enorme piazzale<br />

dedicato alle prove, dove<br />

agricoltori e giornalisti sono<br />

sfrecciati per mettere alla fru-<br />

sta i mezzi. Oltre ai mezzi che<br />

stanno hanno scritto il successo<br />

recente del brand, Massey<br />

Ferguson ha sfoggiato anche<br />

alcune delle ultime novità. A<br />

partire dagli specializzati MF<br />

1700, disponibili nella versione<br />

M (con potenze da 35 a<br />

67 cv) e nella più economica<br />

E (con sole due potenze, 40 o<br />

55 cv), entrambe con più possibilità<br />

per quanto riguarda la<br />

trasmissione (la versione M,<br />

per esempio, può montarne<br />

una meccanica o idrostatica a<br />

variazione continua).<br />

Al loro fianco i trattori della<br />

gamma MF 3, con potenze da<br />

75 a 120 cv (con l’AdBlue a<br />

partire dagli 85 cv per legge),<br />

tra cui è presente anche il modello<br />

C, che è anche il trattore<br />

con l’assetto più basso offerto<br />

dal produttore. Di questa<br />

gamma, tra l’altro, oltre ai<br />

modelli piattaformati, sono<br />

disponibili anche i modelli<br />

cabinati, che portano in dote<br />

un motore più potente da 3.6<br />

litri e un ambiente operatore<br />

completamente rinnovato,<br />

con cabina di categoria 4 dotata<br />

anche di nuovo cruscotto,<br />

da cui è possibile gestire<br />

anche la componente elettroidraulica.<br />

Presente anche il 5S, dotato<br />

di cofano spiovente con la<br />

visibilità anteriore più ampia<br />

del mercato (la distanza da<br />

centro ruota a punto anteriore<br />

è di soli 4,5 m), ideale per<br />

le operazioni con caricatore<br />

frontale, direttamente integrato<br />

nel cofano e dotato di sistema<br />

E-Loader per monitorare i<br />

pesi ed eventualmente, gestire<br />

in modo predittivo la manutenzione.<br />

La potenza varia dai<br />

105 cv dell’entry level ai 145<br />

cv del nuovo modello proposto<br />

da Massey, le trasmissioni<br />

possono essere due, la Dyna-<br />

4 e la Dyna-6, mentre gli<br />

allestimenti sono tre, in base<br />

alla tipologia dei distributori<br />

idraulici. Non poteva non<br />

mancare, poi, il potente 8S in<br />

versione speciale per celebrare<br />

i 175 anni del marchio.<br />

Queste livree esclusive, tra<br />

l’altro, sono disponibili per<br />

tutti i trattori della gamma S,<br />

quindi anche i fratelli minori<br />

dell’8S.<br />

L’allestimento messo a punto<br />

per il tour prevedeva anche<br />

un rimorchio agricolo Valzelli<br />

Xtreme. All’evento hanno<br />

preso parte anche Trelleborg,<br />

che ha equipaggiato tutti i<br />

trattori presenti con i suoi<br />

pneumatici agricoli (e ha fatto<br />

il punto sull’ultima novità di<br />

prodotto, i TM1000), MyEasyFarm,<br />

azienda IT che offre<br />

servizi 4.0 agli agricoltori e<br />

i reparti Agco dedicati alla<br />

componentistica e alla manutenzione<br />

dei mezzi. Infine,<br />

oltre alla presentazione degli<br />

strumenti finanziari dedicati<br />

ai clienti (grazie al brand<br />

Agco Flex), sono stati puntati<br />

i riflettori anche il servizio<br />

‘Smart Check’ - attivo in 15<br />

mercati e condiviso da 700<br />

concessionari - per l’analisi<br />

e la manutenzione delle<br />

macchine agricole con più di<br />

cinque anni di lavoro sulle<br />

spalle.<br />

Stefano Eliseo<br />

62<br />

63


CAMPO APERTO<br />

CAMPO APERTO<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

Prezzi Iva esclusa aggiornati al 1 aprile<br />

<strong>2023</strong>.<br />

64<br />

Viale dell’Industria 15/17<br />

20010 Pregnana Milanese (Mi)<br />

tel. 02/93510385<br />

fax 02/9351<strong>04</strong>31<br />

www.caseih.com<br />

Farmall 55 A<br />

39.529 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; common<br />

rail; 3 cilindri; 2.931 cc; 55 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 2.880 kg; rimorchiabile<br />

11.520 kg; lungh. x largh.<br />

3.856 x 1.922 mm; passo 2.078 mm.<br />

Farmall 65 A<br />

40.393 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; common<br />

rail; 3 cilindri; 2.931 cc; 65 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 2.880 kg; rimorchiabile<br />

11.520 kg; lungh. x largh.<br />

3.856 x 1.922 mm; passo 2.078 mm.<br />

Farmall 75 A<br />

41.744 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; Turbo<br />

intercooler common rail; 3 cilindri;<br />

2.931 cc; 75 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 2.880 kg; rimorchiabile 11.520 kg;<br />

lungh. x largh. 3.856 x 1.922 mm; passo<br />

2.078 mm.<br />

Farmall 55 C<br />

50.035 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 58 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.001 x 1.922 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

Farmall 65 C<br />

51.093 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 65 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.001 x 1.922 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

Farmall 75 C<br />

52.480 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 75 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.001 x 1.922 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

Farmall 90 C<br />

60.022 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 90 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.147 x 1.923 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

Farmall 100 C<br />

63.756 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 100 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.147 x 1.923 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

Farmall 110 C<br />

70.505 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 110 cv; cambio 12/12<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

3.700 kg; rimorchiabile 14.800 kg; lungh.<br />

x largh. 4.147 x 1.923 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

Farmall 120 C<br />

73.948 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 117 cv; cambio 12/12<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

3.700 kg; rimorchiabile 14.800 kg; lungh.<br />

x largh. 4.147 x 1.923 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

Luxxum 100<br />

96.321 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 99 cv; cambio 32/32<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

4.390 kg; rimorchiabile 17.560 kg; lungh.<br />

x largh. 4.197 x 2.100 mm; passo<br />

2.420 mm.<br />

Luxxum 110<br />

98.820 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 107 cv; cambio 32/32<br />

marce con inversore idraulico;<br />

tara 4.390 kg; rimorchiabile 17.560<br />

kg; lungh. x largh. 4.197 x 2.100 mm;<br />

passo 2.420 mm.<br />

Luxxum 120<br />

102.320 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 117 cv; cambio 32/32<br />

marce con inversore idraulico;<br />

tara 4.390 kg; rimorchiabile 17.560<br />

kg; lungh. x largh. 4.197 x 2.100 mm;<br />

passo 2.420 mm.<br />

Vestrum 100 CVXDrive<br />

111.932 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 110 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 3.790 x 2.470 mm; passo<br />

2.490 mm.<br />

Vestrum 110 CVXDrive<br />

114.909 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 120 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 3.790 x 2.470 mm; passo<br />

2.490 mm.<br />

Vestrum 120 CVXDrive<br />

119.557 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 130 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 3.790 x 2.470 mm; passo<br />

2.490 mm.<br />

Vestrum 130 CVXDrive<br />

123.349 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 140 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 3.790 x 2.470 mm; passo<br />

2.490 mm.<br />

Maxxum 115<br />

109.883 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 125 cv; cambio 16/16 marce<br />

con inversore idraulico; tara 4.890<br />

kg; rimorchiabile 19.560 kg; lungh.<br />

x largh. 5.137 x 2.470 mm; passo<br />

2.642 mm.<br />

Maxxum 125<br />

113.906 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 135 cv; cambio 16/16 marce<br />

con inversore idraulico; tara 4.890<br />

kg; rimorchiabile 19.560 kg; lungh.<br />

x largh. 5.137 x 2.470 mm; passo<br />

2.642 mm.<br />

MAXXUM 125 CVXDRIVE € 148.294<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MAXXUM 125 MC € 130.170<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Maxxum 135<br />

117.927 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 145 cv; cambio 16/16 marce<br />

con inversore idraulico; tara 4.890<br />

kg; rimorchiabile 19.560 kg; lungh.<br />

x largh. 5.137 x 2.470 mm; passo<br />

2.642 mm.<br />

MAXXUM 135 CVXDRIVE € 152.396<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MAXXUM 135 MC € 134.195<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Maxxum 145<br />

120.581 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 155 cv; cambio 16/16 marce<br />

con inversore idraulico; tara 5.010<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.137 x 2.470 mm; passo<br />

2.642 mm.<br />

MAXXUM 145 CVX € 155.074<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MAXXUM 145 MC € 136.851<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Maxxum 150<br />

124.313 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728 cc;<br />

158 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.020 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.137 x 2.470 mm; passo 2.642 mm.<br />

MAXXUM 150 CVX € 159.033<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MAXXUM 150 MC € 140.772<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Puma 140<br />

127.417 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 155 cv; cambio<br />

18/6 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.980 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.719 x 2.150 mm; passo<br />

2.789 mm.<br />

Puma 150<br />

131.849 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 165 cv; cambio<br />

18/6 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.980 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.719 x 2.150 mm; passo<br />

2.789 mm.<br />

Puma 150 CVXDrive<br />

163.908 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 165 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 7.240 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.719 x 2.150 mm;<br />

passo 2.789 mm.<br />

PUMA 150 MC € 146.251<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.980 kg;<br />

Puma 165<br />

138.881 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728<br />

cc; 180 cv; cambio 19/6 marce con<br />

inversore idraulico; tara 6.980 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.719 x 2.150 mm; passo 2.789 mm.<br />

PUMA 165 CVXDRIVE € 169.613<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.240 kg;<br />

PUMA 165 MC € 152.905<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.980 kg;<br />

PUMA 175 CVXDRIVE € 176.121<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.240 kg;<br />

Puma 185 CVXDrive<br />

200.551 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 200 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 9.150 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.017 x 2.334 mm;<br />

passo 2.884 mm.<br />

PUMA 185 MC € 183.738<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico; tara 8.650 kg;<br />

Puma 200 CVXDrive<br />

206.360 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 220 cv; cambio<br />

continuo; tara 9.150 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 5.017 x<br />

2.334 mm; passo 2.884 mm.<br />

PUMA 200 MC € 189.426<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico; tara 8.650 kg;<br />

Puma 220 CVXDrive<br />

214.090 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 240 cv; cambio<br />

continuo; tara 9.150 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 5.017 x<br />

2.334 mm; passo 2.884 mm.<br />

PUMA 220 MC € 197.024<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico; tara 8.650 kg;<br />

Puma 240 CVXDrive<br />

220.457 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 260 cv; cambio<br />

continuo; tara 9.150 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 5.017 x<br />

2.334 mm; passo 2.884 mm.<br />

Optum 250 CVXDrive<br />

282.231 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 273 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.700 x 2.536 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

NUOVA GENERAZIONE<br />

SPIRIT 70<br />

NUOVA CABINA<br />

Telaio a quattro montanti per<br />

una visibilità senza ostacoli<br />

a 360°, pressurizzata e<br />

omologata in Cat. 4.<br />

Optum 270 CVXDrive<br />

292.382 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 288 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.700 x 2.536 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

Optum 300 CVXDrive<br />

307.557 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 313 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.700 x 2.536 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

Magnum 310<br />

294.068 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 347<br />

cv; cambio 19/4 marce con inversore<br />

idraulico; tara 11.450 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x<br />

largh. 6.295 x 2.550 mm; passo<br />

3.055 mm.<br />

MAGNUM 310 CVXDRIVE € 323.232<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

SISTEMA DUALSTEER ®<br />

Unico sul mercato grazie<br />

all’angolo di sterzo di 60° per una<br />

manovrabilità in spazi ristretti<br />

senza eguali.<br />

Magnum 340<br />

318.344 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 375<br />

cv; cambio 19/4 marce con inversore<br />

idraulico; tara 12.850 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x<br />

largh. 6.428 x 2.550 mm; passo<br />

3.055 mm.<br />

MAGNUM 340 CVXDRIVE € 336.911<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Magnum 380 CVX<br />

359.664 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 417<br />

cv; cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 12.850 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x<br />

largh. 6.428 x 2.550 mm; passo<br />

3.055 mm.<br />

Magnum 400<br />

340.480 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 435 cv;<br />

cambio 21/5 marce con inversore<br />

idraulico; tara 12.850 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 6.428<br />

x 2.550 mm; passo 3.055 mm.<br />

Via Torino 9/11<br />

13100 Vercelli<br />

tel. 0161/298411<br />

fax 0161/298498<br />

www.claas.com<br />

MOTORE STAGE V<br />

63 cavali di potenza pulita<br />

grazie alla nuova strategia di<br />

rigenerazione per il massimo<br />

delle performance.<br />

Elios 210<br />

46.135 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.387<br />

cc; 75 cv; cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 2.850<br />

kg; rimorchiabile 11.400 kg; lungh. x largh.<br />

3.815 x 1.650 mm; passo 2.156 mm.<br />

Elios 220<br />

55.320 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.387<br />

cc; 85 cv; cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.150<br />

kg; rimorchiabile 12.600 kg; lungh. x largh.<br />

3.815 x 1.650 mm; passo 2.156 mm.<br />

Elios 230<br />

58.225 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 92 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.150 kg; rimorchiabile 12.600 kg;<br />

lungh. x largh. 3.815 x 1.650 mm; passo<br />

2.156 mm.<br />

ELIOS 240 € 60.330<br />

Cambio 24/12 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

103 cavalli con Cpm<br />

bcsagri.com<br />

|<br />

|<br />

MADE IN ITALY


CAMPO APERTO<br />

CAMPO APERTO<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

Arion 450<br />

106.405 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 135 cv; cambio 16/16 marce<br />

con inversore idraulico; tara 5.300<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.444 x 2.100 mm; passo<br />

2.525 mm.<br />

Arion 470<br />

115.500 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

155 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.300 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.444 x 2.100 mm; passo 2.525 mm.<br />

Arion 610 CMatic<br />

160.855 euro<br />

Con cabina. Motore John Deere;<br />

turbo; 6 cilindri; 6.788 cc; 145 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 5.800 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 5.155 x<br />

2.400 mm; passo 2.820 mm.<br />

Arion 630<br />

155.505 euro<br />

Con cabina. Motore John Deere;<br />

turbo; 6 cilindri; 6.788 cc; 165 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 5.155 x<br />

2.400 mm; passo 2.820 mm.<br />

Con powerboost<br />

ARION 630 CMATIC € 175.480<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Arion 650<br />

174.065 euro<br />

Con cabina. Motore John Deere;<br />

turbo; 6 cilindri; 6.788 cc; 185 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 5.155 x<br />

2.400 mm; passo 2.820 mm.<br />

Con powerboost<br />

ARION 660 CMATIC € 200.725<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

205 cavalli con Cpm<br />

Axion 810<br />

225.170 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 215 cv; cambio<br />

24/24 marce con inversore idraulico;<br />

tara 8.500 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.260 x 2.400 mm; passo<br />

2.985 mm.<br />

66<br />

Axion 830<br />

231.655 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 235 cv; cambio<br />

24/24 marce con inversore idraulico;<br />

tara 8.500 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.260 x 2.400 mm; passo<br />

2.985 mm.<br />

AXION 830 CMATIC € 254.935<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Axion 850<br />

245.890 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 264 cv; cambio<br />

24/24 marce con inversore idraulico;<br />

tara 9.600 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.260 x 2.400 mm; passo<br />

2.985 mm.<br />

Axion 870 CMatic<br />

288.810 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 280 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 9.600 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.260 x 2.400 mm;<br />

passo 2.985 mm.<br />

Axion 930 CMatic<br />

367.560 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 355 cv;<br />

cambio continuo; tara 13.100 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.560 x 2.500 mm; passo 3.150 mm.<br />

Axion 960 CMatic<br />

406.500 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 445 cv;<br />

cambio continuo; tara 13.100 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.560 x 2.500 mm; passo 3.150 mm.<br />

Xerion 4200 Saddle Trac<br />

474.180 euro<br />

Con cabina. Motore Mercedes; 6<br />

cilindri; 10.677 cc; 462 cv; cambio<br />

continuo; tara 17.200 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 7.493 x<br />

2.490 mm; passo 3.500 mm.<br />

Cabina centrale fissa<br />

XERION 4200 TRAC € 440.800<br />

Cabina centrale fissa<br />

XERION 4200 TRAC VC € 480.290<br />

Cabina centrale fissa<br />

Xerion 4500 Trac VC<br />

523.420 euro<br />

Con cabina. Motore Mercedes; 6<br />

cilindri; 12.809 cc; 490 cv; cambio<br />

continuo; tara 17.450 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 7.493 x<br />

2.490 mm; passo 3.500 mm.<br />

Cabina girevole 180 gradi<br />

Xerion 5000 Trac VC<br />

544.905 euro<br />

Con cabina. Motore Mercedes; 6<br />

cilindri; 12.809 cc; 530 cv; cambio<br />

continuo; tara 17.450 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 7.493 x<br />

2.490 mm; passo 3.500 mm.<br />

Cabina girevole 180 gradi<br />

SDF S.p.a. V.le F. Cassani 15<br />

24<strong>04</strong>7 Treviglio (Bergamo)<br />

tel. 0363/4211<br />

www.deutz-fahr.com<br />

www.sdfgroup.com<br />

4070 E<br />

36.030 euro<br />

Senza cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 65 cv; cambio<br />

12/3 marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile<br />

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.782 mm; passo 2.100 mm.<br />

4080 E<br />

39.250 euro<br />

Senza cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio<br />

12/3 marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile<br />

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.782 mm; passo 2.100 mm.<br />

4090 E<br />

44.<strong>04</strong>0 euro<br />

Senza cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile<br />

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.782 mm; passo 2.100 mm.<br />

4100 E<br />

46.190 euro<br />

Senza cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 97 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile<br />

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.782 mm; passo 2.100 mm.<br />

5070 D Keyline<br />

43.070 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 65 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.795 mm; passo 2.100 mm.<br />

5080 D Keyline<br />

44.720 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.795 mm; passo 2.100 mm.<br />

5090 D Keyline<br />

47.700 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.882 mm; passo 2.100 mm.<br />

5100 D Keyline<br />

51.670 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 97 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.882 mm; passo 2.100 mm.<br />

5070 D Ecoline<br />

45.240 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 65 cv; cambio<br />

10/10 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.430 x<br />

1.940 mm; passo 2.100 mm.<br />

5080 D<br />

50.990 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio<br />

30/15 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.430 x<br />

1.940 mm; passo 2.100 mm.<br />

5080 D ECOLINE € 46.000<br />

Cambio 10/10 marce;<br />

5090 D<br />

54.510 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio<br />

30/15 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.430 x<br />

1.940 mm; passo 2.100 mm.<br />

5090 D ECOLINE € 49.460<br />

Cambio 10/10 marce;<br />

5090.4 D<br />

55.590 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio<br />

30/15 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.300 kg; rimorchiabile<br />

13.200 kg; lungh. x largh. 3.560 x<br />

2.005 mm; passo 2.230 mm.<br />

5090.4 D ECOLINE € 50.570<br />

Cambio 10/10 marce;<br />

5100.4 D<br />

61.190 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio<br />

30/15 marce con inversore idraulico;<br />

tara 3.300 kg; rimorchiabile 13.200 kg;<br />

lungh. x largh. 3.560 x 2.005 mm; passo<br />

2.230 mm.<br />

5090 D TTV<br />

88.420 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo; 3<br />

cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio continuo<br />

con inversore idraulico; tara 3.958<br />

kg; rimorchiabile 15.832 kg; lungh. x largh.<br />

4.638 x 1.745 mm; passo 2.141 mm.<br />

5090.4 D TTV<br />

91.710 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo; 4<br />

cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio continuo<br />

con inversore idraulico; tara 4.058<br />

kg; rimorchiabile 16.232 kg; lungh. x largh.<br />

4.768 x 1.745 mm; passo 2.271 mm.<br />

5100 D TTV<br />

90.680 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo; 3<br />

cilindri; 2.887 cc; 97 cv; cambio continuo<br />

con inversore idraulico; tara 3.958<br />

kg; rimorchiabile 15.832 kg; lungh. x largh.<br />

4.638 x 1.745 mm; passo 2.141 mm.<br />

5100.4 D TTV<br />

94.720 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo; 4<br />

cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio continuo<br />

con inversore idraulico; tara 4.058<br />

kg; rimorchiabile 16.232 kg; lungh. x largh.<br />

4.768 x 1.745 mm; passo 2.271 mm.<br />

5110.4 D TTV<br />

98.240 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo; 4<br />

cilindri; 3.850 cc; 113 cv; cambio continuo<br />

con inversore idraulico; tara 4.058<br />

kg; rimorchiabile 16.232 kg; lungh. x largh.<br />

4.768 x 1.745 mm; passo 2.271 mm.<br />

5080 G<br />

52.840 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.600 kg; rimorchiabile<br />

14.400 kg; lungh. x largh. 4.100 x<br />

2.037 mm; passo 2.295 mm.<br />

5090 G<br />

54.800 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.620 kg; rimorchiabile<br />

14.480 kg; lungh. x largh. 4.100 x<br />

2.037 mm; passo 2.295 mm.<br />

5090 G PLUS € 57.450<br />

Tara 3.800 kg; rimorchiabile 15.200<br />

kg; lungh. x largh. 4.130 x 2.065 mm;<br />

passo 2.350 mm.<br />

5090.4 G Plus<br />

59.800 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.800 kg; rimorchiabile<br />

15.200 kg; lungh. x largh. 4.130 x<br />

2.065 mm; passo 2.350 mm.<br />

5100 G<br />

60.320 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.920 kg; rimorchiabile<br />

15.680 kg; lungh. x largh. 4.260 x<br />

2.065 mm; passo 2.400 mm.<br />

5110 G Plus<br />

65.280 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 106 cv; cambio<br />

10/10 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 4.220 kg; rimorchiabile<br />

16.880 kg; lungh. x largh. 4.265 x<br />

2.209 mm; passo 2.400 mm.<br />

5110 G<br />

62.450 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 113 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico<br />

Una sarchiatrice, molte configurazioni.<br />

UNICA PVI<br />

• Struttura robusta e compatta che limita la potenza richiesta alla trattrice, per un risparmio dei consumi.<br />

• Sistema Easy-Set per il settaggio dell’interfila desiderata: più sarchiatrici in una!<br />

• Risponde ai criteri 4.0 con l’integrazione dell’innovativo sistema elettronico MiPlus.<br />

www.matermacc.it<br />

optional; tara 3.920 kg; rimorchiabile<br />

15.680 kg; lungh. x largh. 4.260 x<br />

2.065 mm; passo 2.400 mm.<br />

5120 G<br />

68.650 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 116 cv; cambio<br />

10/10 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.600 kg; rimorchiabile<br />

14.400 kg; lungh. x largh. 4.100 x<br />

2.037 mm; passo 2.300 mm.<br />

5105<br />

76.170 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 3.621 cc; 110 cv;<br />

cambio 20/20 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.150 kg; rimorchiabile<br />

16.600 kg; lungh. x largh. 4.145 x<br />

2.170 mm; passo 2.370 mm.<br />

5115<br />

80.530 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 3.621 cc; 119 cv;<br />

cambio 20/20 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.500 kg; rimorchiabile<br />

18.000 kg; lungh. x largh. 4.145 x<br />

2.170 mm; passo 2.370 mm.<br />

5125<br />

83.240 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 3.621 cc; 126 cv;<br />

cambio 20/20 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.500 kg; rimorchiabile<br />

18.000 kg; lungh. x largh. 4.145 x<br />

2.170 mm; passo 2.370 mm.<br />

6120<br />

92.750 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 126 cv; cambio<br />

30/30 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.428 x 2.374 mm; passo<br />

2.540 mm.<br />

6120 TTV € 102.090<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

6140<br />

102.810 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 3.621 cc; 136 cv;<br />

cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico; tara 5.300 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.428 x<br />

2.374 mm; passo 2.550 mm.<br />

6140 TTV € 111.700<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

6130<br />

97.900 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 136 cv; cambio<br />

30/30 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.428 x 2.374 mm; passo<br />

2.550 mm.<br />

6130 TTV € 107.030<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Agrotron 6155.4<br />

122.350 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.038 cc; 156 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.080 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.428 x<br />

2.456 mm; passo 2.453 mm.<br />

AGROTRON 6155.4 TTV € 149.280<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.540 kg; ; passo<br />

2.543 mm.<br />

Agrotron 6155<br />

127.610 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 156 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.750 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.142 x<br />

2.416 mm; passo 2.767 mm.<br />

AGROTRON 6155 TTV € 154.340<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.230 kg;<br />

Agrotron 6165.4<br />

125.620 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.038<br />

cc; 164 cv; cambio 30/15 marce con<br />

inversore idraulico; tara 7.080 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.428 x 2.456 mm; passo 2.543 mm.<br />

AGROTRON 6165.4 TTV € 152.610<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.540 kg;<br />

Agrotron 6165<br />

130.060 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 164 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.750 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.142 x<br />

2.416 mm; passo 2.767 mm.<br />

AGROTRON 6165 TTV € 158.800<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.230 kg;<br />

Agrotron 6175.4<br />

131.920 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.038<br />

cc; 171 cv; cambio 30/15 marce con<br />

inversore idraulico; tara 7.080 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.428 x 2.456 mm; passo 2.543 mm.<br />

AGROTRON 6175.4 TTV € 160.600<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.540 kg;<br />

Agrotron 6175<br />

136.340 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 176 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.530 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.317 x<br />

2.472 mm; passo 2.767 mm.<br />

AGROTRON 6175 TTV € 165.110<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.290 kg;<br />

Agrotron 6185<br />

145.930 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 188 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore


CAMPO APERTO<br />

CAMPO APERTO<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

idraulico; tara 8.105 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.317 x<br />

2.472 mm; passo 2.767 mm.<br />

AGROTRON 6185 TTV € 172.099<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.340 kg;<br />

Agrotron 6205<br />

158.090 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 207 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 8.200 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.398 x<br />

2.500 mm; passo 2.848 mm.<br />

AGROTRON 6205 TTV € 183.390<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.580 kg;<br />

Agrotron 6215<br />

163.470 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 212 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 8.200 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.398 x<br />

2.500 mm; passo 2.848 mm.<br />

AGROTRON 6215 TTV € 188.900<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.580 kg;<br />

Agrotron 7230 TTV<br />

207.630 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 226 cv;<br />

cambio continuo; tara 8.200 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.817 x 2.500 mm; passo 2.817 mm.<br />

Agrotron 7250 TTV<br />

210.080 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 246 cv;<br />

cambio continuo; tara 8.200 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.817 x 2.500 mm; passo 2.817 mm.<br />

Agrotron 8280 TTV<br />

259.920 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.057 cc; 287<br />

cv; cambio continuo; tara 9.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.100 x 2.550 mm; passo 2.918 mm.<br />

Agrotron 9290 TTV<br />

269.750 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 7.755 cc; 295 cv;<br />

cambio continuo; tara 12.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.268 x 2.550 mm; passo 3.135 mm.<br />

Agrotron 9310 TTV<br />

276.500 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 7.755 cc; 312 cv;<br />

cambio continuo; tara 12.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.268 x 2.550 mm; passo 3.135 mm.<br />

Agrotron 9340 TTV<br />

286.510 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 7.755 cc; 336 cv;<br />

cambio continuo; tara 12.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.268 x 2.550 mm; passo 3.135 mm.<br />

Via dell’Industria 63<br />

36<strong>04</strong>2 Breganze (Vi)<br />

tel. <strong>04</strong>45/385311<br />

www.fendt.com<br />

207 S Vario<br />

109.001 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3<br />

cilindri; 3.298 cc; 77 cv; cambio<br />

continuo; tara 4.100 kg; rimorchiabile<br />

16.400 kg; lungh. x largh. 4.119 x<br />

1.970 mm; passo 2.370 mm.<br />

208 S Vario<br />

111.674 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3<br />

cilindri; 3.298 cc; 84 cv; cambio<br />

continuo; tara 4.140 kg; rimorchiabile<br />

16.560 kg; lungh. x largh. 4.119 x<br />

2.170 mm; passo 2.370 mm.<br />

209 S Vario<br />

114.805 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3<br />

cilindri; 3.298 cc; 94 cv; cambio<br />

continuo; tara 4.220 kg; rimorchiabile<br />

16.880 kg; lungh. x largh. 4.119 x<br />

2.170 mm; passo 2.370 mm.<br />

210 S Vario<br />

118.549 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3<br />

cilindri; 3.298 cc; 1<strong>04</strong> cv; cambio<br />

continuo; tara 4.220 kg; rimorchiabile<br />

16.880 kg; lungh. x largh. 4.119 x<br />

2.170 mm; passo 2.370 mm.<br />

211 S Vario<br />

115.547 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3<br />

cilindri; 3.298 cc; 111 cv; cambio<br />

continuo; tara 4.010 kg; rimorchiabile<br />

16.<strong>04</strong>0 kg; lungh. x largh. 4.068 x<br />

2.186 mm; passo 2.319 mm.<br />

311 Vario<br />

142.696 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.397 cc; 113 cv; cambio<br />

Continuo marce; tara 4.850 kg;<br />

rimorchiabile 19.400 kg; lungh. x largh.<br />

4.336 x 2.220 mm; passo 2.420 mm.<br />

312 Vario<br />

147.176 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4<br />

cilindri; 4.397 cc; 123 cv; cambio<br />

continuo; tara 4.850 kg; rimorchiabile<br />

19.400 kg; lungh. x largh. 4.336 x<br />

2.220 mm; passo 2.420 mm.<br />

313 Vario<br />

151.968 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4<br />

cilindri; 4.397 cc; 133 cv; cambio<br />

continuo; tara 5.100 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.336 x<br />

2.320 mm; passo 2.420 mm.<br />

314 Vario<br />

151.950 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.397 cc; 142<br />

cv; cambio continuo; tara 5.100 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.336 x 2.320 mm; passo 2.420 mm.<br />

512 Vario<br />

178.341 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.038 cc; 131 cv;<br />

cambio continuo; tara 6.050 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.453 x 2.450 mm; passo 2.560 mm.<br />

513 Vario<br />

183.125 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.038 cc; 141 cv;<br />

cambio continuo; tara 6.050 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.453 x 2.450 mm; passo 2.560 mm.<br />

514 Vario<br />

190.674 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.038 cc; 156 cv;<br />

cambio continuo; tara 6.400 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.453 x 2.450 mm; passo 2.560 mm.<br />

516 Vario<br />

201.003 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.038 cc; 171<br />

cv; cambio continuo; tara 6.400 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.453 x 2.505 mm; passo 2.560 mm.<br />

714 Vario<br />

215.057 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; 6 cilindri;<br />

6.057 cc; 150 cv; cambio continuo;<br />

tara 7.735 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.240 x 2.550 mm;<br />

passo 2.783 mm.<br />

716 Vario<br />

224.955 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 171 cv;<br />

cambio continuo; tara 7.735 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.240 x 2.550 mm; passo 2.783 mm.<br />

718 Vario<br />

238.915 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 188 cv;<br />

cambio continuo; tara 7.790 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.240 x 2.550 mm; passo 2.783 mm.<br />

720 Vario<br />

252.855 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 209 cv;<br />

cambio continuo; tara 7.980 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.240 x 2.550 mm; passo 2.783 mm.<br />

722 Vario<br />

263.585 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 228 cv;<br />

cambio continuo; tara 7.980 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.240 x 2.550 mm; passo 2.783 mm.<br />

724 Vario<br />

276.878 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 246 cv;<br />

cambio continuo; tara 7.980 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.240 x 2.550 mm; passo 2.783 mm.<br />

720 Vario Gen 7<br />

266.248 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.527 cc; 203<br />

cv; cambio continuo; tara 9.000 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.516 x 2.570 mm; passo 2.900 mm.<br />

722 Vario Gen 7<br />

277.012 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.527 cc; 223<br />

cv; cambio continuo; tara 9.000 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.516 x 2.570 mm; passo 2.900 mm.<br />

724 Vario Gen 7<br />

290.305 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.527 cc; 243<br />

cv; cambio continuo; tara 9.000 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.516 x 2.570 mm; passo 2.900 mm.<br />

726 Vario Gen 7<br />

298.785 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.527 cc; 262<br />

cv; cambio continuo; tara 9.400 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.516 x 2.650 mm; passo 2.900 mm.<br />

728 Vario Gen 7<br />

306.417 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.527<br />

cc; 303 cv; cambio continuo; tara<br />

9.400 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.516 x 2.650 mm; passo<br />

2.900 mm.<br />

822 Vario<br />

282.394 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 226 cv;<br />

cambio continuo; tara 9.370 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.667 x 2.750 mm; passo 2.950 mm.<br />

824 Vario<br />

289.505 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 246 cv;<br />

cambio continuo; tara 9.370 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.667 x 2.750 mm; passo 2.950 mm.<br />

826 Vario<br />

295.274 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 265 cv;<br />

cambio continuo; tara 9.520 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.667 x 2.750 mm; passo 2.950 mm.<br />

828 Vario<br />

305.967 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 287 cv;<br />

cambio continuo; tara 9.520 kg; ri-<br />

morchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.667 x 2.750 mm; passo 2.950 mm.<br />

930 Vario<br />

349.089 euro<br />

Cabina optional. Motore Man; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri;<br />

9.037 cc; 296 cv; cambio continuo;<br />

tara 11.300 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.975 x 2.710 mm;<br />

passo 3.150 mm.<br />

933 Vario<br />

362.632 euro<br />

Cabina optional. Motore Man; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri;<br />

9.037 cc; 326 cv; cambio continuo;<br />

tara 11.300 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.975 x 2.710 mm;<br />

passo 3.150 mm.<br />

936 Vario<br />

373.294 euro<br />

Cabina optional. Motore Man; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri;<br />

9.037 cc; 355 cv; cambio continuo;<br />

tara 11.400 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.975 x 2.710 mm;<br />

passo 3.150 mm.<br />

939 Vario<br />

383.538 euro<br />

Cabina optional. Motore Man; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri;<br />

9.037 cc; 385 cv; cambio continuo;<br />

tara 11.400 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.975 x 2.710 mm;<br />

passo 3.150 mm.<br />

942 Vario<br />

388.257 euro<br />

Cabina optional. Motore Man; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri;<br />

9.037 cc; 415 cv; cambio continuo;<br />

tara 11.780 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.975 x 2.710 mm;<br />

passo 3.150 mm.<br />

1038 Vario<br />

395.648 euro<br />

Cabina optional. Motore Man; intercooler;<br />

6 cilindri; 12.419 cc; 396<br />

cv; cambio continuo; tara 14.000 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

6.350 x 2.750 mm; passo 3.300 mm.<br />

1<strong>04</strong>2 Vario<br />

413.658 euro<br />

Cabina optional. Motore Man; intercooler;<br />

6 cilindri; 12.419 cc; 435<br />

cv; cambio continuo; tara 14.000<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 6.350 x 2.750 mm; passo<br />

3.300 mm.<br />

1<strong>04</strong>6 Vario<br />

426.672 euro<br />

Cabina optional. Motore Man; intercooler;<br />

6 cilindri; 12.419 cc; 476<br />

cv; cambio continuo; tara 14.000 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

6.350 x 2.750 mm; passo 3.300 mm.<br />

1050 Vario<br />

437.083 euro<br />

Cabina optional. Motore Man; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri;<br />

12.419 cc; 517 cv; cambio continuo;<br />

tara 14.000 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 6.350 x 2.750 mm;<br />

passo 3.300 mm. .<br />

Via E. Fermi, 16<br />

20090 Assago (Mi)<br />

tel. 02/48866501<br />

fax 02/4880378<br />

www.jcb.com<br />

Fastrac 4160 iCon<br />

299.600 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.596 cc; 177 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 7.575 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.400 x 2.550 mm;<br />

passo 2.980 mm.<br />

Fastrac 4190 iCon<br />

328.000 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.596<br />

cc; 211 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 7.575 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.400 x 2.550 mm; passo 2.980 mm.<br />

Fastrac 4220 iCon<br />

387.200 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.596<br />

cc; 238 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 7.575 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.400 x 2.550 mm; passo 2.980 mm.<br />

Fastrac 8290 iCon<br />

440.000 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 306 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 11.250 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 5.650<br />

x 2.550 mm; passo 3.120 mm.<br />

Fastrac 8330 iCon<br />

492.000 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 348 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 11.250 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 5.650<br />

x 2.550 mm; passo 3.120 mm.<br />

Kubota Europa-Filiale Italiana:<br />

SP Nuova Rivoltana 2/A - 20090 Segrate (Milano)<br />

tel. 02/51650377<br />

fax 02/5471133<br />

www.kubota-eu.com<br />

M 4063<br />

36.734 euro<br />

Cabina optional. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.331 cc; 66 cv; cambio 18/18<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

2.570 kg; rimorchiabile 10.280 kg; lungh.<br />

x largh. 3.700 x 1.850 mm; passo<br />

2.135 mm.<br />

M 4073<br />

41.754 euro<br />

Cabina optional. Motore turbo common<br />

rail; 4 cilindri; 3.331 cc; 74 cv;<br />

cambio 18/18 marce con inversore<br />

idraulico; tara 2.570 kg; rimorchiabile<br />

10.280 kg; lungh. x largh. 3.700 x<br />

1.850 mm; passo 2.135 mm.<br />

M 5092<br />

52.983 euro<br />

Senza cabina. Motore turbo common<br />

rail; 4 cilindri; 3.770 cc; 93 cv;<br />

cambio 18/18 marce con inversore<br />

idraulico; tara 3.220 kg; rimorchiabile<br />

12.880 kg; lungh. x largh. 4.155 x<br />

2.195 mm; passo 2.250 mm.<br />

M 5092 Q<br />

64.203 euro<br />

Con cabina. Motore turbo common<br />

rail; 4 cilindri; 3.770 cc; 94 cv;<br />

cambio 36/36 marce con inversore<br />

idraulico; tara 3.420 kg; rimorchiabile<br />

13.680 kg; lungh. x largh. 4.155 x<br />

2.195 mm; passo 2.250 mm.<br />

M 5112<br />

57.423 euro<br />

Senza cabina. Motore turbo Common<br />

rail; 4 cilindri; 3.770 cc; 107 cv;<br />

cambio 18/18 marce con inversore<br />

idraulico; tara 3.220 kg; rimorchiabile<br />

12.880 kg; lungh. x largh. 4.155 x<br />

2.195 mm; passo 2.250 mm.<br />

M 5112 Q<br />

68.609 euro<br />

Con cabina. Motore turbo Common<br />

rail; 4 cilindri; 3.770 cc; 115 cv;<br />

cambio 36/36 marce con inversore<br />

idraulico; tara 3.420 kg; rimorchiabile<br />

13.680 kg; lungh. x largh. 4.155 x<br />

2.195 mm; passo 2.250 mm.<br />

M 6101<br />

86.007 euro<br />

Con cabina. Motore turbo Common<br />

rail; 4 cilindri; 3.770 cc; 102 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.300 kg; rimorchiabile<br />

17.200 kg; lungh. x largh. 4.315 x<br />

2.270 mm; passo 2.440 mm.<br />

M 6111<br />

89.714 euro<br />

Con cabina. Motore turbo Common<br />

rail; 4 cilindri; 3.770 cc; 110 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.300 kg; rimorchiabile<br />

17.200 kg; lungh. x largh. 4.315 x<br />

2.270 mm; passo 2.440 mm.<br />

M 6121<br />

96.924 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

6.124 cc; 121 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico; tara 4.845 kg;<br />

rimorchiabile 19.380 kg; lungh. x largh.<br />

4.475 x 2.330 mm; passo 2.685 mm.<br />

M 6131<br />

99.329 euro<br />

Con cabina. Motore turbo common<br />

rail; 4 cilindri; 6.124 cc; 131 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 5.560 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.475 x<br />

2.330 mm; passo 2.685 mm.<br />

M 6141<br />

103.990 euro<br />

Con cabina. Motore turbo Common<br />

rail; 4 cilindri; 6.124 cc; 141 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.845 kg; rimorchiabile<br />

19.380 kg; lungh. x largh. 4.475 x<br />

2.330 mm; passo 2.685 mm.<br />

M 6122<br />

103.646 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

6.124 cc; 123 cv; cambio 24/24<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

6.000 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.475 x 2.330 mm; passo<br />

2.690 mm.<br />

M 6132<br />

106.839 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

6.124 cc; 132 cv; cambio 24/24<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

6.000 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.475 x 2.330 mm; passo<br />

2.690 mm.<br />

M 6142<br />

110.031 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

6.124 cc; 143 cv; cambio 24/24<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

6.000 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.475 x 2.330 mm; passo<br />

2.690 mm.<br />

M 7133<br />

116.970 euro<br />

Con cabina. Motore turbo common<br />

rail; 4 cilindri; 6.124 cc; 130 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.820 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.770 x<br />

2.500 mm; passo 2.720 mm.<br />

M 7133 KVT € 145.846<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

M 7153<br />

122.4<strong>04</strong> euro<br />

Con cabina. Motore turbo common<br />

rail; 4 cilindri; 6.124 cc; 150 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.570 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.770 x<br />

2.500 mm; passo 2.720 mm.<br />

M 7153 KVT € 151.280<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

M 7173<br />

129.635 euro<br />

Con cabina. Motore turbo common<br />

rail; 4 cilindri; 6.124 cc; 170 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.570 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.770 x<br />

2.500 mm; passo 2.720 mm.<br />

M 7173 KVT € 158.511<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

68<br />

69


CAMPO APERTO<br />

CAMPO APERTO<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

SDF S.p.a. V.le F. Cassani 15<br />

24<strong>04</strong>7 Treviglio (Bergamo)<br />

tel. 0363/4211<br />

www.lamborghini-tractors.com<br />

www.sdfgroup.com<br />

Crono 70<br />

36.560 euro<br />

Senza cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 65 cv;<br />

cambio 12/3 marce; tara 3.000<br />

kg; rimorchiabile 12.000 kg; lungh.<br />

x largh. 3.860 x 1.782 mm; passo<br />

2.100 mm.<br />

Crono 80<br />

39.810 euro<br />

Senza cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv;<br />

cambio 12/3 marce; tara 3.000<br />

kg; rimorchiabile 12.000 kg; lungh.<br />

x largh. 3.860 x 1.782 mm; passo<br />

2.100 mm.<br />

Crono 90<br />

44.610 euro<br />

Senza cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv;<br />

cambio 15/15 marce; tara 3.000<br />

kg; rimorchiabile 12.000 kg; lungh.<br />

x largh. 3.860 x 1.782 mm; passo<br />

2.100 mm.<br />

Crono 100<br />

46.730 euro<br />

Senza cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 97 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile<br />

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.782 mm; passo 2.100 mm.<br />

Spire 70 Trend<br />

44.740 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 65 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.795 mm; passo 2.100 mm.<br />

Spire 80 Trend<br />

46.010 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.795 mm; passo 2.100 mm.<br />

Spire 90 Trend<br />

48.950 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv;<br />

cambio 15/15 marce; tara 3.200<br />

kg; rimorchiabile 12.800 kg; lungh.<br />

x largh. 3.860 x 1.882 mm; passo<br />

2.100 mm.<br />

Supertino srl - Via Cuneo 8 - 12037 Saluzzo (CN)<br />

Tel. +39 0175/43736 - info@supertino.it<br />

Spire 100 Trend<br />

51.560 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 97 cv;<br />

cambio 15/15 marce; tara 3.200<br />

kg; rimorchiabile 12.800 kg; lungh.<br />

x largh. 3.860 x 1.882 mm; passo<br />

2.100 mm.<br />

Spire 70 Target<br />

46.340 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 65 cv;<br />

cambio 10/10 marce; tara 3.200<br />

kg; rimorchiabile 12.800 kg; lungh.<br />

x largh. 3.430 x 1.940 mm; passo<br />

2.100 mm.<br />

Spire 80<br />

51.450 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio<br />

30/15 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.200 kg;<br />

rimorchiabile 12.800 kg; lungh. x<br />

largh. 3.430 x 1.940 mm; passo<br />

2.100 mm.<br />

SPIRE 80 TARGET € 47.120<br />

Cambio 10/10 marce;<br />

Spire 90<br />

54.940 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio<br />

30/15 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.200 kg;<br />

rimorchiabile 12.800 kg; lungh. x<br />

largh. 3.430 x 1.940 mm; passo<br />

2.100 mm.<br />

SPIRE 90 TARGET € 50.560<br />

Cambio 10/10 marce;<br />

semplicemente affidabili<br />

Spire 90.4<br />

56.060 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio<br />

30/15 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.300 kg;<br />

rimorchiabile 13.200 kg; lungh. x<br />

largh. 3.560 x 2.005 mm; passo<br />

2.230 mm.<br />

SPIRE 90.4 TARGET € 51.670<br />

Cambio 10/10 marce;<br />

Spire 100.4<br />

62.000 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio<br />

30/15 marce con inversore idraulico;<br />

tara 3.300 kg; rimorchiabile 13.200 kg;<br />

lungh. x largh. 3.560 x 2.005 mm; passo<br />

2.230 mm.<br />

Spire 90 VRT<br />

88.420 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 3.958 kg; rimorchiabile 15.832<br />

kg; lungh. x largh. 4.638 x 1.745 mm;<br />

passo 2.141 mm.<br />

Spire 90.4 VRT<br />

91.710 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 4.058 kg; rimorchiabile 16.232<br />

kg; lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;<br />

passo 2.271 mm.<br />

Spire 100 VRT<br />

90.680 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 97 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 3.958 kg; rimorchiabile 15.832<br />

kg; lungh. x largh. 4.638 x 1.745 mm;<br />

passo 2.141 mm.<br />

Spire 100.4 VRT<br />

94.720 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 4.058 kg; rimorchiabile 16.232<br />

kg; lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;<br />

passo 2.271 mm.<br />

Spire 110.4 VRT<br />

98.240 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 113 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 4.058 kg; rimorchiabile 16.232<br />

kg; lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;<br />

passo 2.271 mm.<br />

Strike 80 LD<br />

54.110 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.600 kg; rimorchiabile<br />

14.400 kg; lungh. x largh. 4.100 x<br />

2.037 mm; passo 2.300 mm.<br />

Strike 90 LD<br />

56.100 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.600 kg; rimorchiabile<br />

14.400 kg; lungh. x largh. 4.100 x<br />

2.037 mm; passo 2.300 mm.<br />

STRIKE 90 MD € 58.960<br />

Tara 3.750 kg; rimorchiabile 15.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.100 x 2.065 mm<br />

Strike 90.4 MD<br />

61.310 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.800 kg; rimorchiabile<br />

15.200 kg; lungh. x largh. 4.130 x<br />

2.065 mm; passo 2.350 mm.<br />

Strike 100 MD<br />

61.830 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.920 kg; rimorchiabile<br />

15.680 kg; lungh. x largh. 4.260 x<br />

2.065 mm; passo 2.400 mm.<br />

Strike 110 HD<br />

67.120 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 106 cv; cambio<br />

10/10 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 4.220 kg; rimorchiabile<br />

16.880 kg; lungh. x largh. 4.265 x<br />

2.209 mm; passo 2.400 mm.<br />

Strike 110 MD<br />

63.970 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 113 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.920 kg; rimorchiabile<br />

15.680 kg; lungh. x largh. 4.260 x<br />

2.065 mm; passo 2.400 mm.<br />

Strike 120 HD<br />

70.390 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 116 cv; cambio<br />

10/10 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.600 kg; rimorchiabile<br />

14.400 kg; lungh. x largh. 4.100 x<br />

2.037 mm; passo 2.300 mm.<br />

Spark 120<br />

93.190 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 116 cv; cambio<br />

30/30 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.428 x 2.374 mm; passo<br />

2.540 mm.<br />

SPARK 120 VRT € 105.060<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 5.500 kg;<br />

Spark 130<br />

100.990 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 126 cv; cambio<br />

30/30 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.600 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.428 x 2.392 mm; passo<br />

2.550 mm.<br />

SPARK 130 VRT € 110.110<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 5.800 kg;<br />

Spark 140<br />

105.350 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 136 cv; cambio<br />

30/30 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.600 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.428 x 2.423 mm; passo<br />

2.550 mm.<br />

SPARK 140 VRT € 114.310<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 5.800 kg;<br />

Spark 155.4<br />

126.980 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.038 cc; 156 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.080 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.428 x<br />

2.456 mm; passo 2.543 mm.<br />

SPARK 155.4 VRT € 150.560<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.540 kg;<br />

Spark 155<br />

132.510 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 156 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.200 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.428 x<br />

2.456 mm; passo 2.767 mm.<br />

SPARK 155 VRT € 156.180<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.830 kg;<br />

Spark 165.4<br />

130.250 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.038<br />

cc; 164 cv; cambio 30/15 marce<br />

con inversore idraulico; tara 7.080<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.428 x 2.456 mm; passo<br />

2.543 mm.<br />

SPARK 165.4 VRT € 153.890<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.540 kg;<br />

Spark 165<br />

132.920 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 164 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.200 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.428 x<br />

2.456 mm; passo 2.767 mm.<br />

SPARK 165 VRT € 158.330<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.830 kg;<br />

Spark 175.4<br />

136.550 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.038<br />

cc; 171 cv; cambio 30/15 marce con<br />

inversore idraulico; tara 7.080 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.428 x 2.456 mm; passo 2.543 mm.<br />

SPARK 175.4 VRT € 161.880<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.540 kg;<br />

Spark 175<br />

138.550 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 176 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.200 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.603 x<br />

2.486 mm; passo 2.767 mm.<br />

SPARK 175 VRT € 165.380<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.980 kg;<br />

Spark 185<br />

149.150 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 188 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.200 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.603 x<br />

2.486 mm; passo 2.767 mm.<br />

SPARK 185 VRT € 175.610<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.200 kg;<br />

Spark 205<br />

161.320 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 207 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.930 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.684 x<br />

2.486 mm; passo 2.848 mm.<br />

SPARK 205 VRT € 187.210<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.400 kg;<br />

Spark 215<br />

166.740 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 212 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.930 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.684 x<br />

2.486 mm; passo 2.848 mm.<br />

SPARK 215 VRT € 192.730<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.400 kg;<br />

Mach 230 VRT<br />

210.890 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 226 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 8.200 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.817 x 2.550 mm;<br />

passo 2.868 mm.<br />

Mach 250 VRT<br />

216.200 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 246 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 8.200 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.817 x 2.550 mm;<br />

passo 2.868 mm.<br />

Via Matteotti 7<br />

42<strong>04</strong>2 Fabbrico (Reggio Emilia)<br />

tel. 0522/656111<br />

fax 0522/656476<br />

www.la<br />

4-60<br />

50.692 euro<br />

Con cabina. Motore Kohler; Turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 2.482 cc; 61<br />

cv; cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.200<br />

kg; rimorchiabile 12.800 kg; lungh.<br />

x largh. 4.321 x 1.730 mm; passo<br />

2.230 mm.<br />

4-70<br />

51.823 euro<br />

Con cabina. Motore Kohler; Turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 2.482 cc;<br />

68 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico optional; tara<br />

3.200 kg; rimorchiabile 12.800 kg;<br />

lungh. x largh. 4.321 x 1.730 mm;<br />

passo 2.230 mm.<br />

4-80<br />

53.518 euro<br />

Con cabina. Motore Kohler; Turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 2.482 cc; 75<br />

cv; cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.200 kg;<br />

rimorchiabile 12.800 kg; lungh. x largh.<br />

4.321 x 1.730 mm; passo 2.230 mm.<br />

5-85<br />

61.116 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo intercooler<br />

common rail; 3 cilindri;<br />

2.931 cc; 75 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo<br />

2.316 mm.<br />

5-100<br />

71.029 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 95 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo<br />

2.316 mm.<br />

5-100 HC € 79.660<br />

5-110<br />

74.177 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.595<br />

www.supertino.it<br />

71


CAMPO APERTO<br />

CAMPO APERTO<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

cc; 102 cv; cambio 12/12 marce con<br />

inversore idraulico optional; tara<br />

3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg; lungh.<br />

x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo<br />

2.316 mm.<br />

5-110 HC € 82.761<br />

5-120<br />

76.822 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 114 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo<br />

2.316 mm.<br />

6-115 H<br />

71.582 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 3.621 cc; 110 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.600 kg; rimorchiabile<br />

18.400 kg; lungh. x largh. 4.176 x<br />

2.075 mm; passo 2.420 mm.<br />

6-125 H<br />

73.201 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 3.621 cc; 119<br />

cv; cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.600 kg;<br />

rimorchiabile 18.400 kg; lungh. x<br />

FAI CENTRO<br />

RISPARMIA<br />

TEMPO E ACQUA<br />

CON PIU’ SICUREZZA<br />

STENDIMANICHETTA<br />

AUTOMATIZZATA<br />

3E - 4E - 5E<br />

largh. 4.176 x 2.075 mm; passo<br />

2.420 mm.<br />

6-135 H<br />

75.289 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 3.621 cc; 126 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.600 kg; rimorchiabile<br />

18.400 kg; lungh. x largh. 4.176 x<br />

2.075 mm; passo 2.420 mm.<br />

6-125 CLS<br />

78.120 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.485 cc; 111 cv; cambio<br />

36/12 marce con inversore idraulico;<br />

tara 4.700 kg; rimorchiabile 18.800 kg;<br />

lungh. x largh. 4.400 x 2.056 mm; passo<br />

2.540 mm.<br />

6-135 CLS<br />

80.747 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

121 cv; cambio 36/12 marce con<br />

inversore idraulico; tara 4.700 kg;<br />

rimorchiabile 18.800 kg; lungh. x largh.<br />

4.400 x 2.056 mm; passo 2.540 mm.<br />

6-145 CLS<br />

82.366 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 131 cv; cambio 36/12 marce<br />

con inversore idraulico; tara 4.700<br />

kg; rimorchiabile 18.800 kg; lungh.<br />

x largh. 4.400 x 2.056 mm; passo<br />

2.540 mm.<br />

7-165 Robo Six<br />

126.517 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 155 cv; cambio 54/27 marce<br />

con inversore idraulico; tara 6.400<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.070 x 2.430 mm; passo<br />

2.600 mm.<br />

7-170 Robo Six<br />

132.466 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 155 cv; cambio<br />

54/27 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.550 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.260 x 2.430 mm; passo<br />

2.750 mm.<br />

7-175 Robo Six<br />

130.303 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

166 cv; cambio 54/27 marce con<br />

inversore idraulico; tara 6.400 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.070 x 2.430 mm; passo 2.600 mm.<br />

7-180 Robo Six<br />

136.251 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 166 cv; cambio<br />

54/27 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.550 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.260 x 2.430 mm; passo<br />

2.750 mm.<br />

7-200<br />

157.129 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728 cc;<br />

180 cv; cambio 54/27 marce con<br />

inversore idraulico; tara 7.350 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.360 x 2.430 mm; passo 2.820 mm.<br />

7-210<br />

163.129 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 200 cv; cambio<br />

54/27 marce con inversore idraulico;<br />

tara 7.350 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.360 x 2.430 mm; passo<br />

2.820 mm.<br />

7-230<br />

169.199 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 215 cv; cambio<br />

54/27 marce con inversore idraulico;<br />

tara 7.350 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.360 x 2.430 mm; passo<br />

2.820 mm.<br />

Lindner/Macchine Agricole Sanoll<br />

39<strong>04</strong>4 Egna (Bolzano)<br />

Via Isola di Sopra, 30<br />

tel <strong>04</strong>71/813355<br />

www.sanoll.it<br />

Damax srl<br />

Via Roma, 89/93<br />

25023 Gottolengo (BS)<br />

Tel.030/9517176<br />

Fax 030/9517175<br />

www.damax.it<br />

damax@damax.it<br />

Geotrac 64 EP<br />

48.875 euro<br />

Con cabina. Motore Perkins; turbo;<br />

3 cilindri; 3.299 cc; 76 cv; cambio<br />

16/8 marce; tara 2.880 kg; rimorchiabile<br />

11.520 kg; lungh. x largh. 3.201 x<br />

1.921 mm; passo 2.083 mm.<br />

Geotrac 74 EP<br />

51.450 euro<br />

Con cabina. Motore Perkins; turbo;<br />

4 cilindri; 3.387 cc; 76 cv; cambio<br />

16/8 marce; tara 2.950 kg; rimorchiabile<br />

11.800 kg; lungh. x largh. 3.283 x<br />

2.024 mm; passo 2.083 mm.<br />

Geotrac 84 Ep<br />

59.100 euro<br />

Con cabina. Motore Perkins; turbo;<br />

4 cilindri; 3.387 cc; 95 cv; cambio<br />

16/16 marce; tara 3.380 kg; rimorchiabile<br />

13.520 kg; lungh. x largh. 3.437 x<br />

2.024 mm; passo 2.237 mm.<br />

Geotrac 94 Ep<br />

66.025 euro<br />

Con cabina. Motore Perkins; turbo;<br />

4 cilindri; 3.387 cc; 102 cv; cambio<br />

16/8 marce con inversore idraulico;<br />

tara 3.950 kg; rimorchiabile 15.800 kg;<br />

lungh. x largh. 3.6<strong>04</strong> x 2.111 mm; passo<br />

2.280 mm.<br />

Geotrac 1<strong>04</strong> EP<br />

67.150 euro<br />

Con cabina. Motore Perkins; turbo;<br />

4 cilindri; 3.387 cc; 113 cv; cambio<br />

16/8 marce con inversore idraulico;<br />

tara 3.950 kg; rimorchiabile 15.800 kg;<br />

lungh. x largh. 3.6<strong>04</strong> x 2.111 mm; passo<br />

2.280 mm.<br />

Geotrac 114 Ep<br />

82.950 euro<br />

Con cabina. Motore Perkins; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.399 cc; 133 cv;<br />

cambio 32/32 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.850 kg; rimorchiabile<br />

19.400 kg; lungh. x largh. 4.230 x<br />

2.320 mm; passo 2.500 mm.<br />

Geotrac 134 Ep<br />

87.300 euro<br />

Con cabina. Motore Perkins; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.399 cc; 144 cv;<br />

cambio 32/32 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.850 kg; rimorchiabile<br />

19.400 kg; lungh. x largh. 4.230 x<br />

2.320 mm; passo 2.500 mm.<br />

Lintrac 90<br />

74.975 euro<br />

Con cabina. Motore Perkins; turbo;<br />

4 cilindri; 3.387 cc; 102 cv; cambio<br />

continuo; tara 3.750 kg; rimorchiabile<br />

15.000 kg; lungh. x largh. 3.469 x<br />

2.150 mm; passo 2.264 mm.<br />

Lintrac 110<br />

83.325 euro<br />

Con cabina. Motore Perkins; turbo;<br />

4 cilindri; 3.387 cc; 113 cv; cambio<br />

continuo; tara 4.370 kg; rimorchiabile<br />

17.480 kg; lungh. x largh. 3.530 x<br />

2.105 mm; passo 2.325 mm.<br />

Via Provinciale 39<br />

43100 San Quirico di Trecasali (Parma)<br />

tel. 0521/371901<br />

fax 0521/371920<br />

ww w.masseyferguson.com<br />

MF 4708M<br />

51.230 euro<br />

Cabina optional. Motore Sisu; turbo;<br />

3 cilindri; 3.298 cc; 82 cv; cambio<br />

12/12 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.100 kg; rimorchiabile<br />

12.400 kg; lungh. x largh. 4.454 x<br />

1.565 mm; passo 2.250 mm.<br />

MF 4709M<br />

54.390 euro<br />

Cabina optional. Motore Sisu; turbo;<br />

3 cilindri; 3.298 cc; 92 cv; cambio<br />

12/12 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.100 kg; rimorchiabile<br />

12.400 kg; lungh. x largh. 4.454 x<br />

1.565 mm; passo 2.250 mm.<br />

MF 4710M<br />

63.630 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3<br />

cilindri; 3.298 cc; 100 cv; cambio<br />

12/12 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.100 kg; rimorchiabile<br />

12.400 kg; lungh. x largh. 4.454 x<br />

1.565 mm; passo 2.250 mm.<br />

MF 5709 M Dyna 4<br />

72.070 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3<br />

cilindri; 3.298 cc; 95 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico;<br />

tara 4.300 kg; rimorchiabile 17.200<br />

kg; lungh. x largh. 4.305 x 1.820 mm;<br />

passo 2.500 mm.<br />

MF 5710 M Dyna 4<br />

74.900 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.397 cc; 100 cv;<br />

cambio 16/16 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.070 kg; rimorchiabile<br />

16.280 kg; lungh. x largh. 4.305 x<br />

1.380 mm; passo 2.430 mm.<br />

MF 5710 M<br />

70.760 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.397 cc; 105 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 4.100 kg; rimorchiabile<br />

16.400 kg; lungh. x largh.<br />

4.305 x 1.820 mm; passo 2.430 mm.<br />

MF 5711 M<br />

73.600 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.397 cc; 115 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 4.100 kg; rimorchiabile<br />

16.400 kg; lungh. x largh.<br />

4.305 x 1.820 mm; passo 2.430 mm.<br />

MF 5711 M DYNA 4 € 77.740<br />

Cambio 16/16 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.300 kg; rimorchiabile<br />

17.200 kg;<br />

MF 5712 M<br />

78.500 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4<br />

cilindri; 4.397 cc; 125 cv; cambio<br />

12/12 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 4.300 kg; rimorchiabi-<br />

le 17.200 kg; lungh. x largh. 4.305 x<br />

1.820 mm; passo 2.500 mm.<br />

MF 5713 M<br />

81.340 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4<br />

cilindri; 4.397 cc; 135 cv; cambio<br />

12/12 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 4.300 kg; rimorchiabile<br />

17.200 kg; lungh. x largh. 4.305 x<br />

1.820 mm; passo 2.500 mm.<br />

MF 5S 105 Dyna-4<br />

91.440 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.397 cc; 105 cv;<br />

cambio 16/16 marce con inversore<br />

idraulico; tara 5.300 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.331 x<br />

2.020 mm; passo 2.550 mm.<br />

MF 5S 105 DYNA-6 € 94.280<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 5S 115 Dyna-4<br />

94.280 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.397 cc; 115 cv;<br />

cambio 16/16 marce con inversore<br />

idraulico; tara 5.300 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.331 x<br />

2.020 mm; passo 2.550 mm.<br />

MF 5S 115 DYNA-6 € 97.110<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 5S 125 Dyna-4<br />

97.930 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 4.397 cc;<br />

125 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.300 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.331 x 2.020 mm; passo 2.550 mm.<br />

MF 5S 125 DYNA-6 € 100.760<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 5S 135 Dyna-4<br />

100.760 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 4.397 cc;<br />

135 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.300 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.331 x 2.020 mm; passo 2.550 mm.<br />

MF 5S 135 DYNA-6 € 103.600<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 5S 145 Dyna-4<br />

103.600 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.397<br />

cc; 145 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.300 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.331 x 2.020 mm; passo 2.550 mm.<br />

MF 5S 145 DYNA-6 € 106.430<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 6S 135 Dyna 6<br />

111.810 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 4.910 cc;<br />

135 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.700 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.700 x 2.280 mm; passo 2.670 mm.<br />

MF 6S 135 DYNA VT € 136.910<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 6S 145 Dyna 6<br />

114.640 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4<br />

cilindri; 4.910 cc; 145 cv; cambio<br />

24/24 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.700 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.700 x 2.280 mm;<br />

passo 2.670 mm.<br />

MF 6S 145 DYNA VT € 139.750<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 6S 155 Dyna 6<br />

118.740 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4<br />

cilindri; 4.910 cc; 155 cv; cambio<br />

24/24 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.700 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.700 x 2.280 mm;<br />

passo 2.670 mm.<br />

MF 6S 155 DYNA VT € 143.370<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 6S 165 Dyna 6<br />

123.190 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4<br />

cilindri; 4.910 cc; 165 cv; cambio<br />

24/24 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.700 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.700 x 2.280 mm;<br />

passo 2.670 mm.<br />

MF 6S 165 DYNA VT € 147.820<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 6S 180 Dyna 6<br />

130.600 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.910 cc;<br />

180 cv; cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 5.700 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.700 x 2.280 mm; passo 2.670 mm.<br />

MF 6S 180 DYNA VT € 152.070<br />

Cambio continuo con inversore idraulico;<br />

MF 7S 155 Dyna 6<br />

124.380 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.596 cc; 155 cv; cambio<br />

24/24 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.200 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.900 x 2.500<br />

mm; passo 2.880 mm.<br />

MF 7S 155 DYNA VT € 147.660<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 7S 165 Dyna 6<br />

128.950 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 6<br />

cilindri; 6.596 cc; 165 cv; cambio<br />

24/24 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.200 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.900 x 2.500 mm;<br />

passo 2.880 mm.<br />

MF 7S 165 DYNA VT € 152.230<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 7S 180 Dyna 6<br />

136.160 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.596 cc; 180 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.300 kg; rimorchiabi-<br />

73


CAMPO APERTO<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

le 20.000 kg; lungh. x largh. 4.900 x<br />

2.500 mm; passo 2.880 mm.<br />

MF 7S 180 DYNA VT € 159.760<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 7S 190 Dyna VT<br />

162.590 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.596<br />

cc; 190 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 6.300 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.900 x 2.500 mm; passo 2.880 mm.<br />

MF 7S 210 Dyna VT<br />

165.110 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.596<br />

cc; 210 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 6.300 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.900 x 2.500 mm; passo 2.880 mm.<br />

MF 8S 205 Dyna VT<br />

197.550 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.365 cc;<br />

205 cv; cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.700 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.375 x 2.550 mm; passo 3.050 mm.<br />

MF 8S 205 DYNA-7 € 169.510<br />

Cambio 28/28 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 8S 205 DYNA-E-POWER<br />

€ 173.370<br />

MF 8S 225 Dyna VT<br />

203.220 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.365<br />

cc; 225 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 8.700 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.375 x 2.550 mm; passo 3.050 mm.<br />

MF 8S 225 DYNA-7 € 175.180<br />

Cambio 28/28 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 8S 225 DYNA-E-POWER<br />

€ 179.<strong>04</strong>0<br />

MF 8S 245 Dyna VT<br />

208.890 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.365<br />

cc; 245 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 8.700 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.375 x 2.550 mm; passo 3.050 mm.<br />

MF 8S 245 DYNA-7 € 180.850<br />

Cambio 28/28 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 8S 245 DYNA-E-POWER<br />

€ 184.710<br />

MF 8S 265 Dyna VT<br />

214.560 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.365<br />

cc; 265 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 8.700<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.375 x 2.550 mm; passo<br />

3.050 mm.<br />

MF 8S 265 DYNA-7 € 186.520<br />

Cambio 28/28 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 8S 265 DYNA-E-POWER<br />

€ 190.380<br />

74<br />

MF 8S 285 Dyna VT<br />

220.230 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.365<br />

cc; 285 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 8.700 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.375 x 2.550 mm; passo 3.050 mm.<br />

MF 8S 285 DYNA-7 € 192.230<br />

Cambio 28/28 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 8S 285 DYNA-E-POWER<br />

€ 196.080<br />

MF 8S 305 Dyna VT<br />

222.750 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.365<br />

cc; 305 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 8.700 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.375 x 2.550 mm; passo 3.050 mm.<br />

MF 8727 S Dyna VT<br />

210.650 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 270 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; sollevatore 12.000 kg; tara<br />

10.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.670 x 2.550 mm;<br />

passo 3.100 mm.<br />

MF 8730 S Dyna VT<br />

217.740 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 295 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; sollevatore 12.000 kg; tara<br />

10.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.670 x 2.550 mm;<br />

passo 3.100 mm.<br />

MF 8732 S Dyna VT<br />

224.820 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 320 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; sollevatore 12.000 kg; tara<br />

10.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.670 x 2.550 mm;<br />

passo 3.100 mm.<br />

MF 8735 S Dyna VT<br />

236.880 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 350 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; sollevatore 12.000 kg; tara<br />

10.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.670 x 2.550 mm;<br />

passo 3.100 mm.<br />

MF 8737 S Dyna VT<br />

242.550 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 370 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; sollevatore 12.000 kg; tara<br />

10.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.670 x 2.550 mm;<br />

passo 3.100 mm.<br />

MF 8740 S Dyna VT<br />

247.110 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 400 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; sollevatore 12.000 kg; tara<br />

10.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.67<br />

Via Matteotti 7<br />

42<strong>04</strong>2 Fabbrico (Reggio Emilia)<br />

tel. 0522/656111<br />

fax 0522/656476<br />

www.mccormick.it<br />

X 4.60<br />

50.692 euro<br />

Con cabina. Motore Kohler; Turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 2.482 cc;<br />

61 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico optional; tara<br />

3.200 kg; rimorchiabile 12.800 kg;<br />

lungh. x largh. 4.321 x 1.730 mm;<br />

passo 2.110 mm.<br />

X 4.70<br />

51.823 euro<br />

Con cabina. Motore Kohler; Turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 2.482 cc;<br />

68 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico optional; tara<br />

3.200 kg; rimorchiabile 12.800 kg;<br />

lungh. x largh. 4.321 x 1.730 mm;<br />

passo 2.110 mm.<br />

X 4.80<br />

53.518 euro<br />

Con cabina. Motore Kohler; Turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 2.482 cc;<br />

75 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico optional; tara<br />

3.200 kg; rimorchiabile 12.800 kg;<br />

lungh. x largh. 4.321 x 1.730 mm;<br />

passo 2.110 mm.<br />

X 5-85<br />

61.116 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo intercooler<br />

common rail; 3 cilindri;<br />

2.931 cc; 75 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo<br />

2.316 mm.<br />

X 5-100<br />

72.205 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 95 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo<br />

2.316 mm.<br />

X 5-100 HC € 79.660<br />

X 5-110<br />

75.353 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 102 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo<br />

2.316 mm.<br />

X 5-110 HC € 82.761<br />

X 5-120<br />

77.998 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 114 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo<br />

2.316 mm.<br />

X 6.413<br />

111.700 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

125 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.500 x 2.200 mm; passo 2.560 mm.<br />

X 6.414<br />

113.894 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

135 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.500 x 2.200 mm; passo 2.560 mm.<br />

X 6.415<br />

116.706 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

145 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.500 x 2.200 mm; passo 2.560 mm.<br />

X 7.440 Premium<br />

108.787 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

141 cv; cambio 54/27 marce con<br />

inversore idraulico; tara 6.850 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.070 x 2.430 mm; passo 2.600 mm.<br />

X 7.440 VT-DRIVE € 117.335<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

X 7.450 Efficient<br />

101.352 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

150 cv; cambio 54/27 marce con<br />

inversore idraulico; tara 6.850 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.070 x 2.430 mm; passo 2.600 mm.<br />

X 7.450 PREMIUM € 111.4<strong>04</strong><br />

X 7.450 VT-DRIVE € 119.980<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

X 7.417<br />

129.671 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 155 cv; cambio 54/27 marce<br />

con inversore idraulico; tara 6.850<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.070 x 2.430 mm; passo<br />

2.600 mm.<br />

X 7.617<br />

135.620 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 155 cv; cambio<br />

54/27 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.850 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.070 x 2.430 mm; passo<br />

2.600 mm.<br />

X 7.418<br />

133.457 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 166 cv; cambio 54/27 marce<br />

SI AGGIORNA ‘LA GRANDE ENCICLOPEDIA DI <strong>TRATTORI</strong>’<br />

23 marche<br />

160 pagine<br />

400 foto<br />

‘100 ANNI DI <strong>TRATTORI</strong> IN ITALIA’<br />

29 EURO<br />

PER ACQUISTI<br />

· WWW.VADOETORNO.COM<br />

OPPURE<br />

· TELEFONA ALLO 02/55230950<br />

SCONTI<br />

PER CHI<br />

ACQUISTA SU<br />

WWW.VADOETORNO.COM


CAMPO APERTO<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

con inversore idraulico; tara 6.850<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.070 x 2.430 mm; passo<br />

2.600 mm.<br />

X 7.418 VT-DRIVE € 154.536<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

X 7.460 EFFICIENT € 103.918<br />

Cambio 54/27 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

X 7.460 PREMIUM € 113.970<br />

X 7.460 VT-DRIVE € 122.520<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

X 7.618<br />

139.405 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 166 cv; cambio<br />

54/27 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.850 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.070 x 2.430 mm; passo<br />

2.600 mm.<br />

X 7.618 VT-DRIVE € 160.484<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

X 7.620<br />

158.923 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728<br />

cc; 180 cv; cambio 54/27 marce<br />

con inversore idraulico; tara 7.010<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.260 x 2.430 mm; passo<br />

2.820 mm.<br />

X 7.621<br />

164.923 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 200 cv; cambio<br />

54/27 marce con inversore idraulico;<br />

tara 7.010 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.260 x 2.430 mm; passo<br />

2.820 mm.<br />

X 7.623<br />

170.993 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 215 cv; cambio<br />

54/27 marce con inversore idraulico;<br />

tara 7.010 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.260 x 2.430 mm; passo<br />

2.820 mm.<br />

X 7.621 VT-Drive<br />

171.946 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 200 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 8.300 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.360 x 2.550 mm;<br />

passo 2.820 mm.<br />

X 7.623 VT-Drive<br />

176.380 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 215 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 8.300 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.360 x 2.550 mm;<br />

passo 2.820 mm.<br />

X 7.624 VT-Drive<br />

180.814 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 230 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 8.300 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.360 x 2.550 mm;<br />

passo 2.820 mm.<br />

X 8.660 Premium<br />

273.956 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 264 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.800 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.150 x 2.930 mm;<br />

passo 3.000 mm.<br />

X 8.670 Premium<br />

281.141 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 286 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.800 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.150 x 2.930 mm;<br />

passo 3.000 mm.<br />

X 8.680 Premium<br />

288.326 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 310 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.800 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.150 x 2.930 mm;<br />

passo 3.000 mm.<br />

V.le delle Nazioni 55<br />

41100 Modena<br />

tel. 059/591111<br />

fax 059/591415<br />

www.newholland.com<br />

T4.55 S<br />

37.277 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; common<br />

rail; 3 cilindri; 2.931 cc; 55 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 2.630 kg; rimorchiabile<br />

10.520 kg; lungh. x largh.<br />

3.915 x 1.600 mm; passo 2.123 mm.<br />

T4.65 S<br />

38.252 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; common<br />

rail; 3 cilindri; 2.931 cc; 65 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 2.650 kg; rimorchiabile<br />

10.600 kg; lungh. x largh.<br />

3.915 x 1.600 mm; passo 2.123 mm.<br />

T4.75 S<br />

39.496 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; Iniettore<br />

meccanico; 3 cilindri; 2.931 cc; 75<br />

cv; cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 2.670 kg;<br />

rimorchiabile 10.680 kg; lungh. x largh.<br />

3.915 x 1.600 mm; passo 2.123 mm.<br />

T 4.55<br />

43.532 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 58 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 2.700 kg; rimorchiabile 10.800 kg;<br />

lungh. x largh. 3.884 x 1.756 mm; passo<br />

2.132 mm.<br />

T 4.65<br />

44.508 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 65 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 2.700 kg; rimorchiabile 10.800 kg;<br />

lungh. x largh. 3.884 x 1.938 mm; passo<br />

2.132 mm.<br />

T 4.75<br />

45.950 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 74 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 2.700 kg; rimorchiabile 10.800 kg;<br />

lungh. x largh. 3.884 x 2.008 mm; passo<br />

2.132 mm.<br />

TD 5.85<br />

46.705 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 86 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.500 kg; rimorchiabile 14.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.200 x 1.920 mm; passo<br />

2.280 mm.<br />

TD 5.95<br />

51.879 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 99 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.500 kg; rimorchiabile 14.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.200 x 1.920 mm; passo<br />

2.280 mm.<br />

TD 5.105<br />

55.783 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 107 cv; cambio 12/12<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

3.500 kg; rimorchiabile 14.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.200 x 1.920 mm; passo<br />

2.280 mm.<br />

TD 5.115<br />

58.163 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 114 cv; cambio 12/12<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

3.500 kg; rimorchiabile 14.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.200 x 1.920 mm; passo<br />

2.280 mm.<br />

T 5.75 DC<br />

59.064 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 75 cv; cambio 24/24<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

3.380 kg; rimorchiabile 13.520 kg; lungh.<br />

x largh. 4.036 x 1.953 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

T 5.75 M € 51.447<br />

Cambio 12/12 marce;<br />

T 5.75 PS € 55.346<br />

Cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 5.85 DC<br />

59.647 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 86 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico; tara 3.380 kg;<br />

rimorchiabile 13.520 kg; lungh. x largh.<br />

4.036 x 1.953 mm; passo 2.285 mm.<br />

T 5.85 M € 52.039<br />

Cambio 12/12 marce;<br />

T 5.85 PS € 55.937<br />

Cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 5.95 DC<br />

62.972 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 99 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico; tara 3.380 kg;<br />

rimorchiabile 13.520 kg; lungh. x largh.<br />

4.036 x 1.953 mm; passo 2.285 mm.<br />

T 5.95 DC HD € 62.513<br />

T 5.95 M € 55.410<br />

Cambio 12/12 marce;<br />

T 5.95 PS € 59.309<br />

Cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 5.105 DC<br />

65.321 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 107 cv; cambio 24/24<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

3.380 kg; rimorchiabile 13.520 kg; lungh.<br />

x largh. 4.036 x 1.953 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

T 5.105 DC HD € 64.863<br />

T 5.105 PS € 61.717<br />

Cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 5.115 DC<br />

68.475 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 114 cv; cambio 24/24<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

3.380 kg; rimorchiabile 13.520 kg; lungh.<br />

x largh. 4.036 x 1.953 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

T 5.115 DC HD € 68.016<br />

T 5.115 PS € 64.913<br />

Cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 5.100 EC<br />

84.220 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.387<br />

cc; 99 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.350 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.161 x 1.992 mm; passo 2.380 mm.<br />

T 5.110 EC<br />

86.695 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 107 cv; cambio 16/16<br />

marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.350 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.161 x 1.992 mm;<br />

passo 2.380 mm.<br />

visita il nuovo sito<br />

www.e-construction.org<br />

ISCRIVITI ALLA<br />

NEWSLETTER<br />

SETTIMANALE<br />

GRATUITA<br />

76


CAMPO APERTO<br />

CAMPO APERTO<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

T 5.120 EC<br />

90.395 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 117 cv; cambio 16/16<br />

marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.350 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.161 x 1.992 mm;<br />

passo 2.380 mm.<br />

T 5.110 AC<br />

103.491 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 110 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.170 x 1.888 mm; passo 2.490 mm.<br />

T 5.110 DC € 96.570<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 5.120 AC<br />

106.367 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 120 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.170 x 1.888 mm; passo 2.490 mm.<br />

T 5.120 DC € 99.198<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 5.130 AC<br />

110.754 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 130 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.170 x 1.888 mm; passo 2.490 mm.<br />

T 5.130 DC € 103.309<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 5.140 AC<br />

114.415 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 140 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.170 x 1.888 mm; passo 2.490 mm.<br />

T 5.140 DC € 106.897<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 6.145<br />

1<strong>04</strong>.412 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

125 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.430 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.189 x 2.280 mm; passo 2.642 mm.<br />

145 cavalli con EPM<br />

T 6.145 AC € 123.922<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 5.680 kg;<br />

145 cavalli con Epm<br />

T 6.145 DC € 112.743<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 5.430 kg;<br />

145 cavalli con EPM<br />

T 6.155<br />

107.607 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

135 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.430 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.189 x 2.280 mm; passo 2.642 mm.<br />

155 cavalli con EPM<br />

T 6.155 AC € 127.634<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 5.680 kg;<br />

155 cavalli con EPM<br />

T 6.155 DC € 115.842<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 5.430 kg;<br />

155 cavalli con EPM<br />

T 6.160<br />

112.778 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

145 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.740 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.189 x 2.280 mm; passo 2.642 mm.<br />

168 cavalli con EPM<br />

T 6.160 AC € 133.620<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

168 cavalli con EPM<br />

T 6.160 DC € 121.776<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

168 cavalli con EPM<br />

T 6.180<br />

107.277 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 159 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.610 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.189 x 2.280 mm; passo<br />

2.642 mm.<br />

175 cavalli con EPM<br />

T 6.180 AC € 135.822<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

175 cavalli con EPM<br />

T 6.180 DC € 124.596<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

175 cavalli con EPM<br />

T 7.175<br />

130.944 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 155 cv; cambio<br />

18/6 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.800 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.347 x 2.446 mm; passo<br />

2.734 mm.<br />

175 cavalli con EPM<br />

T 7.175 AC € 151.731<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

175 cavalli con EPM<br />

T 7.175 SW II € 138.240<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

175 cavalli con EPM<br />

T 7.165S<br />

120.970 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 165 cv; cambio<br />

18/6 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.800 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.347 x 2.446 mm; passo<br />

2.734 mm.<br />

T 7.190 € 134.605<br />

Tara 6.000 kg;<br />

190 cavalli con EPM<br />

T 7.190 AC € 154.674<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

190 cavalli con EPM<br />

T 7.190 SW II € 142.001<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

190 cavalli con EPM<br />

T 7.195 S € 157.100<br />

190 cavalli con EPM<br />

T 7.210<br />

138.960 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728<br />

cc; 180 cv; cambio 18/6 marce con<br />

inversore idraulico; tara 6.000 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.347 x 2.446 mm; passo 2.734 mm.<br />

210 cavalli con EPM<br />

T 7.210 AC € 160.166<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

210 cavalli con EPM<br />

T 7.210 SW II € 145.6<strong>04</strong><br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

210 cavalli con EPM<br />

T 7.215 S € 164.922<br />

210 cavalli con EPM<br />

T 7.225 AC<br />

165.655 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 200 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 6.000 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.347 x 2.446 mm;<br />

passo 2.734 mm.<br />

225 cavalli con EPM<br />

T 7.230 € 171.850<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.300 kg; lungh. x largh.<br />

5.773 x 2.470 mm; passo 2.884 mm.<br />

225 cavalli con EPM<br />

T 7.230 AC € 193.115<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

225 cavalli con EPM<br />

T 7.230 SW II € 179.800<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

225 cavalli con EPM<br />

T 7.245<br />

179.813 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 220 cv; cambio<br />

18/6 marce con inversore idraulico;<br />

tara 7.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.773 x 2.470 mm; passo<br />

2.884 mm.<br />

245 cavalli con EPM<br />

T 7.245 AC € 201.086<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

245 cavalli con EPM<br />

T 7.245 SW II € 187.761<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

245 cavalli con EPM<br />

T 7.260<br />

187.777 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 240 cv; cambio<br />

18/6 marce con inversore idraulico;<br />

tara 7.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.773 x 2.470 mm; passo<br />

2.884 mm.<br />

260 cavalli con EPM<br />

T 7.260 AC € 209.056<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

260 cavalli con EPM<br />

T 7.260 SW II € 195.724<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

260 cavalli con EPM<br />

T 7.270 AC<br />

217.028 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 260 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 7.300 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.773 x 2.470 mm;<br />

passo 2.884 mm.<br />

270 cavalli con EPM<br />

T 7.275 AC<br />

241.502 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 273 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.773 x 2.536 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

T 7.290 AC<br />

251.532 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 288 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.773 x 2.536 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

T 7.315 AC<br />

266.108 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 313 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.773 x 2.536 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

T 8.380 AC<br />

291.352 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 342 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 10.840 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 6.369<br />

x 2.534 mm; passo 3.450 mm.<br />

377 cavalli con EPM<br />

T 8.380 UC € 269.481<br />

Cambio 18/4 marce con inversore<br />

idraulico; tara 10.650 kg;<br />

377 cavalli con EPM<br />

T 8.410 AC<br />

303.687 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 374 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 10.915 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 6.369<br />

x 2.534 mm; passo 3.450 mm.<br />

4<strong>04</strong> cavalli con EPM<br />

T 8.410 UC € 282.336<br />

Cambio 18/4 marce con inversore<br />

idraulico; tara 10.650 kg;<br />

4<strong>04</strong> cavalli con EPM<br />

T 8.435 AC<br />

325.665 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 417 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 12.514 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 6.369<br />

x 2.534 mm; passo 3.450 mm.<br />

429 cavalli con EPM<br />

T 8.435 UC € 302.194<br />

Cambio 21/5 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

429 cavalli con EPM<br />

SDF S.p.a. V.le F. Cassani 15 24<strong>04</strong>7 Treviglio<br />

(Bergamo) tel. 0363/4211<br />

www.same-tractors.com<br />

www.sdfgroup.com<br />

Argon 70<br />

35.160 euro<br />

Senza cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 65 cv; cambio 12/3<br />

marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile<br />

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.782 mm; passo 2.100 mm.<br />

Argon 80<br />

38.330 euro<br />

Senza cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 75 cv; cambio 12/3<br />

marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile<br />

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.782 mm; passo 2.100 mm.<br />

Argon 90<br />

43.030 euro<br />

Senza cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 88 cv; cambio 15/15<br />

marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile<br />

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.782 mm; passo 2.100 mm.<br />

Argon 100<br />

45.230 euro<br />

Senza cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 97 cv; cambio 15/15<br />

marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile<br />

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.782 mm; passo 2.100 mm.<br />

Dorado 70 Natural<br />

42.650 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 65 cv; cambio 15/15 marce;<br />

tara 3.200 kg; rimorchiabile 12.800<br />

kg; lungh. x largh. 3.860 x 1.795 mm;<br />

passo 2.100 mm.<br />

Dorado 80 Natural<br />

43.680 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 75 cv; cambio 15/15 marce;<br />

tara 3.200 kg; rimorchiabile 12.800<br />

kg; lungh. x largh. 3.860 x 1.795 mm;<br />

passo 2.100 mm.<br />

Dorado 90 Natural<br />

47.340 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 88 cv; cambio 15/15 marce;<br />

tara 3.200 kg; rimorchiabile 12.800<br />

kg; lungh. x largh. 3.860 x 1.882 mm;<br />

passo 2.100 mm.<br />

Dorado 100 Natural<br />

49.950 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 97 cv; cambio 15/15 marce;<br />

tara 3.200 kg; rimorchiabile 12.800<br />

kg; lungh. x largh. 3.860 x 1.882 mm;<br />

passo 2.100 mm.<br />

Dorado 80<br />

49.880 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 75 cv; cambio 30/15 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.200 kg; rimorchiabile 12.800 kg;<br />

lungh. x largh. 3.430 x 1.940 mm; passo<br />

2.100 mm.<br />

DORADO 80 CLASSIC € 45.210<br />

Cambio 10/10 marce;<br />

Dorado 90<br />

53.400 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 88 cv; cambio 30/15 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.200 kg; rimorchiabile 12.800 kg;<br />

lungh. x largh. 3.430 x 1.940 mm; passo<br />

2.100 mm.<br />

DORADO 90 CLASSIC € 48.650<br />

Cambio 10/10 marce;<br />

Dorado 90.4<br />

54.480 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 88 cv; cambio 30/15<br />

marce con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.300 kg; rimorchiabile<br />

13.200 kg; lungh. x largh. 3.560 x<br />

2.005 mm; passo 2.230 mm.<br />

DORADO 90.4 CLASSIC € 49.780<br />

Cambio 10/10 marce;<br />

Dorado 100.4<br />

60.080 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 102 cv; cambio 30/15<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

3.300 kg; rimorchiabile 13.200 kg; lungh.<br />

x largh. 3.560 x 2.005 mm; passo<br />

2.230 mm.<br />

Dorado 90 CVT<br />

88.420 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 88 cv; cambio continuo<br />

con inversore idraulico; tara<br />

3.958 kg; rimorchiabile 15.832 kg;<br />

lungh. x largh. 4.638 x 1.745 mm;<br />

passo 2.141 mm.<br />

Dorado 90.4 CVT<br />

91.710 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 88 cv; cambio continuo<br />

con inversore idraulico; tara<br />

4.058 kg; rimorchiabile 16.232 kg;<br />

lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;<br />

passo 2.271 mm.<br />

Dorado 100 CVT<br />

90.680 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 97 cv; cambio continuo<br />

con inversore idraulico; tara<br />

3.958 kg; rimorchiabile 15.832 kg;<br />

lungh. x largh. 4.638 x 1.745 mm;<br />

passo 2.141 mm.<br />

Dorado 100.4 CVT<br />

94.720 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 102 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 4.058 kg; rimorchiabile 16.232<br />

kg; lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;<br />

passo 2.271 mm.<br />

Dorado 110.4 CVT<br />

98.240 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 113 cv; cambio continuo<br />

con inversore idraulico; tara<br />

4.058 kg; rimorchiabile 16.232 kg;<br />

lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;<br />

passo 2.271 mm.<br />

Explorer 80 LD<br />

51.290 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 75 cv; cambio 16/16 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.100 x 2.037 mm; passo<br />

2.295 mm.<br />

Explorer 90 LD<br />

53.290 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 88 cv; cambio 16/16 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.620 kg; rimorchiabile 14.480 kg;<br />

lungh. x largh. 4.100 x 2.037 mm; passo<br />

2.295 mm.<br />

EXPLORER 90 MD € 55.730<br />

Tara 3.860 kg; rimorchiabile 15.440<br />

kg; lungh. x largh. 4.130 x 2.065 mm;<br />

passo 2.350 mm.<br />

Explorer 90.4 MD<br />

58.080 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 88 cv; cambio 16/16 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.800 kg; rimorchiabile 15.200 kg;<br />

lungh. x largh. 4.130 x 2.065 mm; passo<br />

2.350 mm.<br />

Explorer 100 MD<br />

58.600 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 102 cv; cambio 16/16 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.920 kg; rimorchiabile 15.680 kg;<br />

lungh. x largh. 4.260 x 2.065 mm; passo<br />

2.400 mm.<br />

Explorer 110 HD<br />

63.430 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 106 cv; cambio 10/10 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 4.220 kg; rimorchiabile 16.880 kg;<br />

lungh. x largh. 4.265 x 2.209 mm; passo<br />

2.400 mm.<br />

Explorer 110 MD<br />

60.750 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 113 cv; cambio 16/16 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.920 kg; rimorchiabile 15.680 kg;<br />

lungh. x largh. 4.260 x 2.065 mm; passo<br />

2.400 mm.<br />

Explorer 120 HD<br />

66.710 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 116 cv; cambio 10/10 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.100 x 2.037 mm; passo<br />

2.300 mm.<br />

Virtus 120<br />

87.940 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 116 cv; cambio 30/30<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

5.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.428 x 2.374 mm; passo<br />

2.540 mm.<br />

Virtus 130<br />

95.740 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 126 cv; cambio 30/30<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

5.600 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.428 x 2.392 mm; passo<br />

2.550 mm.<br />

Virtus 140<br />

100.150 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 136 cv; cambio 30/30<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

5.600 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.428 x 2.423 mm; passo<br />

2.550 mm.<br />

Viale dell’Industria 15/17<br />

20010 Pregnana Milanese (Mi)<br />

tel. 02/93510385<br />

fax 02/9351<strong>04</strong>31<br />

www.steyr-traktoren.com<br />

Kompakt 4055 S<br />

59.373 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 58 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 2.880 kg; rimorchiabile 11.520 kg;<br />

lungh. x largh. 4.001 x 2.154 mm; passo<br />

2.102 mm.<br />

Kompakt 4065 S<br />

60.445 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 65 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 2.880 kg; rimorchiabile 11.520 kg;<br />

lungh. x largh. 4.001 x 2.154 mm; passo<br />

2.102 mm.<br />

Kompakt 4080<br />

70.321 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 80 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.036 x 1.923 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

78<br />

79


CAMPO APERTO<br />

CAMPO APERTO<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

Kompakt 4090<br />

72.759 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 90 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.036 x 1.923 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

Kompakt 4100<br />

74.018 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 100 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.036 x 1.923 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

Kompakt 4110<br />

80.969 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.595<br />

cc; 110 cv; cambio 12/12 marce con<br />

inversore idraulico; tara 3.600 kg;<br />

rimorchiabile 14.400 kg; lungh. x largh.<br />

4.036 x 1.923 mm; passo 2.285 mm.<br />

Kompakt 4120<br />

84.517 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.595<br />

cc; 117 cv; cambio 12/12 marce con<br />

inversore idraulico; tara 3.600 kg;<br />

rimorchiabile 14.400 kg; lungh. x largh.<br />

4.036 x 1.923 mm; passo 2.285 mm.<br />

Multi 4100<br />

96.709 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 102 cv; cambio 32/32<br />

marce con inversore idraulico;<br />

tara 4.450 kg; rimorchiabile 17.800<br />

kg; lungh. x largh. 4.197 x 2.100 mm;<br />

passo 2.420 mm.<br />

Multi 4110<br />

99.215 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 112 cv; cambio 32/32<br />

marce con inversore idraulico;<br />

tara 4.450 kg; rimorchiabile 17.800<br />

kg; lungh. x largh. 4.197 x 2.100 mm;<br />

passo 2.420 mm.<br />

Multi 4120<br />

102.570 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 122 cv; cambio 32/32<br />

marce con inversore idraulico;<br />

tara 4.450 kg; rimorchiabile 17.800<br />

kg; lungh. x largh. 4.197 x 2.100 mm;<br />

passo 2.420 mm.<br />

Expert 4100 CVT<br />

112.098 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 110 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 3.790 x 2.470 mm; passo<br />

2.490 mm.<br />

Expert 4110 CVT<br />

115.076 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 120 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 3.790 x 2.470 mm; passo<br />

2.490 mm.<br />

Expert 4120 CVT<br />

119.619 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 130 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 3.790 x 2.470 mm; passo<br />

2.490 mm.<br />

Expert 4130 CVT<br />

123.410 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 140 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 3.790 x 2.470 mm; passo<br />

2.490 mm.<br />

Profi 4115 CVT<br />

141.752 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 125 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 4.890<br />

kg; rimorchiabile 19.560 kg; lungh.<br />

x largh. 5.137 x 2.470 mm; passo<br />

2.642 mm.<br />

Profi 4125<br />

132.955 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 135 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico; tara 4.890<br />

kg; rimorchiabile 19.560 kg; lungh.<br />

x largh. 5.137 x 2.470 mm; passo<br />

2.642 mm.<br />

PROFI 4125 CVT € 145.856<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Profi 4135<br />

136.983 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 145 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico; tara 4.890<br />

kg; rimorchiabile 19.560 kg; lungh.<br />

x largh. 5.137 x 2.470 mm; passo<br />

2.642 mm.<br />

PROFI 4135 CVT € 150.009<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Profi 4145<br />

139.638 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 155 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico; tara 5.010<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.137 x 2.470 mm; passo<br />

2.642 mm.<br />

PROFI 4145 CVT € 152.687<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Profi 6150<br />

144.441 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728<br />

cc; 158 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico; tara 5.020<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.137 x 2.470 mm; passo<br />

2.642 mm.<br />

PROFI 6150 CVT € 157.527<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Impuls 6150 CVT<br />

171.162 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 165 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 7.240 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.719 x 2.150 mm;<br />

passo 2.789 mm.<br />

Impuls 6165 CVT<br />

176.763 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728<br />

cc; 180 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 7.240<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.719 x 2.150 mm; passo<br />

2.789 mm.<br />

IMPULS 6175 CVT € 183.274<br />

Absolut 6185 CVT<br />

206.092 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 200 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 9.150 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.017 x 2.334 mm;<br />

passo 2.884 mm.<br />

Absolut 6200 CVT<br />

211.860 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 220 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 9.150 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.017 x 2.334 mm;<br />

passo 2.884 mm.<br />

Absolut 6220 CVT<br />

219.540 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 240 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 9.150 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.017 x 2.334 mm;<br />

passo 2.884 mm.<br />

Absolut 6240 CVT<br />

227.463 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 260 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 9.150 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.017 x 2.334 mm;<br />

passo 2.884 mm.<br />

Terrus 6250<br />

289.614 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 273 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.700 x 2.536 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

Terrus 6270<br />

299.767 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 288 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.700 x 2.536 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

Terrus 6300<br />

314.941 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 313 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.700 x 2.536 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

Via dell’Industria 63<br />

36<strong>04</strong>2 Breganze (Vi)<br />

tel. <strong>04</strong>45/385311<br />

A 75<br />

48.900 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3<br />

cilindri; 3.298 cc; 75 cv; cambio<br />

12/12 marce con inversore idraulico;<br />

tara 3.700 kg; rimorchiabile 14.800<br />

kg; lungh. x largh. 4.078 x 2.195 mm;<br />

passo 2.250 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

A 85<br />

51.900 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3<br />

cilindri; 3.298 cc; 85 cv; cambio<br />

12/12 marce con inversore idraulico;<br />

tara 3.700 kg; rimorchiabile 14.800<br />

kg; lungh. x largh. 4.078 x 2.195 mm;<br />

passo 2.250 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

A 95<br />

54.900 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 3 cilindri; 3.298 cc;<br />

95 cv; cambio 12/12 marce con<br />

inversore idraulico; tara 3.700<br />

kg; rimorchiabile 14.800 kg; lungh.<br />

x largh. 4.078 x 2.195 mm; passo<br />

2.250 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

A 105<br />

58.500 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.397 cc; 105 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.305 kg; rimorchiabile<br />

17.220 kg; lungh. x largh. 4.367 x<br />

2.195 mm; passo 2.430 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

A 105 H4 € 62.500<br />

Cambio 16/16 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

A 115<br />

61.500 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.397 cc; 115 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.305 kg; rimorchiabile<br />

17.220 kg; lungh. x largh. 4.367 x<br />

2.195 mm; passo 2.430 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

A 115 H4 € 65.500<br />

Cambio 16/16 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

A 125<br />

64.500 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 4.397 cc;<br />

125 cv; cambio 12/12 marce con<br />

inversore idraulico; tara 4.540 kg;<br />

rimorchiabile 18.160 kg; lungh. x largh.<br />

4.389 x 2.195 mm; passo 2.500 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

A 135<br />

67.500 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 4.397 cc;<br />

135 cv; cambio 12/12 marce con<br />

inversore idraulico; tara 4.540 kg;<br />

rimorchiabile 18.160 kg; lungh. x largh.<br />

4.389 x 2.195 mm; passo 2.500 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

G 105 A<br />

79.660 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.397 cc; 105 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 5.140 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.452 x<br />

2.380 mm; passo 2.550 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

G 105 H € 77.520<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

G 105 V € 83.720<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

G 115 A<br />

82.400 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.397 cc; 115<br />

cv; cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 5.140 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x<br />

largh. 4.452 x 2.380 mm; passo<br />

2.550 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

G 115 H € 80.260<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

G 115 V € 86.460<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

G 125 Eco A<br />

85.140 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 4.397 cc;<br />

125 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.140 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.452 x 2.380 mm; passo 2.550 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

G 125 ECO H € 83.000<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

G 125 ECO V € 89.200<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

G 135 A<br />

87.880 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 4.397 cc;<br />

135 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.140<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.452 x 2.380 mm; passo<br />

2.550 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

G 135 H € 85.740<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

G 135 V € 91.940<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

N 135 A<br />

101.160 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4<br />

cilindri; 4.910 cc; 135 cv; cambio<br />

30/30 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.726 x 2.550 mm;<br />

passo 2.665 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

N 135 D € 114.760<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

N 135 H € 98.260<br />

Cambio 20/20 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

N 135 V € 107.060<br />

Cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

N 155 Eco A<br />

106.680 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4<br />

cilindri; 4.910 cc; 155 cv; cambio<br />

30/30 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.726 x 2.550 mm;<br />

passo 2.665 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

N 155 ECO D € 120.380<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

N 155 ECO H € 103.880<br />

Cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

N 155 ECO V € 112.680<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

N 175 A<br />

109.580 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4<br />

cilindri; 4.910 cc; 165 cv; cambio<br />

30/30 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.726 x 2.550 mm;<br />

passo 2.665 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

N 175 D € 123.280<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

N 175 H € 106.780<br />

Cambio 20/20 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

N 175 V € 115.580<br />

Cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 145 A<br />

114.250 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.596 cc; 155 cv;<br />

cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.300 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 5.800 x<br />

2.500 mm; passo 2.995 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 145 H € 110.250<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 145 V € 120.250<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 155 A<br />

118.420 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 6<br />

cilindri; 6.596 cc; 165 cv; cambio<br />

30/30 marce con inversore idraulico;<br />

tara 7.300 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.800 x 2.500 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 155 D € 133.420<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 155 H € 114.420<br />

Cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 155 V € 124.420<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 175 Eco A<br />

126.120 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.365<br />

cc; 175 cv; cambio 30/30 marce con<br />

inversore idraulico; tara 7.300 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.800 x 2.500 mm; passo 2.995 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 175 ECO D € 141.120<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 175 ECO H € 122.120<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 175 ECO V € 132.120<br />

Cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 195 A<br />

136.870 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 7.365 cc; 195 cv;<br />

cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.300 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 5.800 x<br />

2.500 mm; passo 2.995 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 195 D € 151.870<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 195 H € 132.870<br />

Cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 195 V € 142.870<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 215 A<br />

147.600 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 7.365 cc; 215 cv;<br />

cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.300 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 5.800 x<br />

2.500 mm; passo 2.995 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 215 D € 162.600<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 215 H € 143.600<br />

Cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 215 V € 153.600<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 235 D<br />

173.930 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 7.365 cc; 220 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 7.300 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.800 x 2.500 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 235 A<br />

158.930 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 7.365 cc; 235 cv;<br />

cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.300 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 5.800 x<br />

2.500 mm; passo 2.995 mm.<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 235 H € 154.930<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 235 V € 164.930<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 255 A € 170.014<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 255 H € 166.014<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

T 255 V € 176.014<br />

Prezzo senza pneumatici<br />

S 274 SmartTouch<br />

245.900 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 270 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 12.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.868<br />

x 2.550 mm; passo 3.105 mm.<br />

S 294 SmartTouch<br />

251.700 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 295 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 12.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.868<br />

x 2.550 mm; passo 3.105 mm.<br />

S 324 SmartTouch<br />

265.300 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 320 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 12.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.868<br />

x 2.550 mm; passo 3.105 mm.<br />

S 354 SmartTouch<br />

278.800 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 350 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 12.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.868<br />

x 2.550 mm; passo 3.105 mm.<br />

S 374 SmartTouch<br />

289.000 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 370 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 12.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.868<br />

x 2.550 mm; passo 3.105 mm.<br />

S 394 SmartTouch<br />

303.500 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 400 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 12.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.868<br />

x 2.550 mm; passo 3.105 mm.<br />

80<br />

81


VETERAN CLUB<br />

I cingolati Itma Nike<br />

Nike era una dea greca della vittoria, alata e in grado<br />

di muoversi ad alta velocità. La Itma scelse quel nome<br />

per la sua prima serie di cingolati<br />

Primi anni Cinquanta del<br />

secolo scorso. In Italia<br />

aumentava continuamente<br />

la richiesta di trattori, specialmente<br />

a cingoli. Tanti artigiani<br />

cominciarono a produrre carioche<br />

con materiali di recupero e<br />

anche trattori veri e propri. Tra<br />

questi spiccò Vincenzo Gallamini<br />

da Fusignano (Ravenna)<br />

che si buttò sulla produzione di<br />

piccoli cingolati. Non avendo<br />

sufficienti capacità produttive<br />

si accordò prima con la<br />

Hanomag e poi con la Same<br />

per costruire più trattori con i<br />

motori delle rispettive ditte. Le<br />

cose non andarono bene ma la<br />

Itma, acronimo di ‘Industria<br />

Trattori Macchine Agricole’,<br />

industrialmente ben strutturata,<br />

decise a sua volta di<br />

produrre dei trattori<br />

cingolati. La fabbrica<br />

era sita a Funo di<br />

Argelato (Bologna)<br />

e la progettazione<br />

fu affidata proprio<br />

a Gallamini. Nel<br />

1959 uscì il primo<br />

Itma-Gallamini, il<br />

Nike 180 spinto da<br />

un bicilindrico Slanzi<br />

da 18 cavalli.<br />

Il trattore, come i successivi,<br />

era ben concepito, agile e<br />

A lato, un Itma<br />

Nike 320 LL<br />

‘larghissimo’<br />

conservato al<br />

lavoro.<br />

In basso, il Nike<br />

350 LL.<br />

veloce e destinato primariamente<br />

ai vigneti e frutteti in<br />

collina e montagna. Seguirono<br />

i Nike 250, 320, 350<br />

e 400 per arrivare,<br />

nel 1968, al modello<br />

più potente, il 500,<br />

equipaggiato con<br />

un tre cilindri diesel<br />

VM a iniezione<br />

diretta erogante 50<br />

cavalli. I Nike erano<br />

tutti compatti, bassi e<br />

relativamente leggeri<br />

pur essendo piuttosto<br />

potenti. Erano disponibili in<br />

versione base, larga e ‘larghissima’<br />

per la montagna. Un kit<br />

permetteva di trasformarli in<br />

ruotati ma solo per i trasferimenti<br />

o i traini. Itma continuò<br />

a produrre cingolati sempre più<br />

potenti per alcuni anni, mezzi<br />

contraddistinti da una linea più<br />

moderna e squadrata. Fornì per<br />

qualche tempo trattori alla Carraro<br />

per poi capitolare nel 1990<br />

con l’ acquisizione da parte<br />

della Goldoni di Migliarina di<br />

Carpi che continuò a produrre<br />

cingolati Itma col proprio<br />

marchio.<br />

Cultura, storia, tecnica, impieghi<br />

e mercato delle macchine agricole<br />

Fondato nel 1996<br />

Direttore responsabile<br />

Stefano Agnellini<br />

In redazione<br />

Fabio Butturi, Ornella Cavalli,<br />

Fabrizio Dalle Nogare, Stefano Eliseo,<br />

Fabio Franchini, Riccardo Schiavo,<br />

Cristina Scuteri, Luca Vitali<br />

Collaboratori<br />

Daniele Bettini, Sergio Bolis,<br />

Diego Vagnini<br />

Impaginazione e grafica<br />

Marco Zanusso<br />

Tester<br />

Pio Fiocchi,<br />

Sergio Ottolini, Costantino Radis<br />

Gestione editoriale<br />

Fabio Zammaretti<br />

Stampa<br />

Industrie grafiche RGM srl, Rozzano (Mi)<br />

Fotolito<br />

Industrie grafiche RGM srl, Rozzano (Mi)<br />

Autorizzazione del tribunale<br />

di Milano n. 466 del 1° agosto 1997<br />

Poste Italiane s.p.a. - Sped. in a. p. - D.L.<br />

353/2003 (conv. in L. 27/02/20<strong>04</strong> n° 46)<br />

art. 1, comma 1, LO/MI<br />

Registro nazionale della stampa<br />

n. 4.596 del 20/<strong>04</strong>/1994<br />

n. iscrizione R.O.C. 2880 del 30-11-2001<br />

VADO E TORNO<br />

EDIZIONI<br />

via Brembo 27 - 20139 Milano<br />

tel. 02/55230950<br />

Sito Internet<br />

www.vadoetorno.com<br />

PUBBLICITÀ<br />

Direzione<br />

via Brembo 27<br />

20139 Milano<br />

tel. 02 55230950<br />

e-mail: pubblicita@vadoetornoedizioni.it<br />

Direttore commercale<br />

Luca Brusegani<br />

Agenti<br />

Maurizio Candia<br />

Angelo De Luca<br />

Emanuele Tramaglino,<br />

Roberto Menchinelli (Roma)<br />

Abbonamento annuale<br />

Italia 34 euro, estero 54 euro<br />

Abbonamento annuale via aerea<br />

64 euro<br />

Copie arretrate<br />

7 euro<br />

Versamenti<br />

c/c postale n. 50292200 intestato a<br />

Vado e Torno Edizioni srl<br />

via Brembo 27, 20139 Milano<br />

e-mail: abbonamenti@vadoetorno.com<br />

Casella postale Internet (E-Mail)<br />

trattori@vadoetornoedizioni.it<br />

© Copyright <strong>2023</strong> Vado e Torno Edizioni<br />

Comunicazione agli abbonati<br />

In relazione a quanto disposto dall’art. 13 del GDPR<br />

679/2016 i dati personali conferiti in occasione della<br />

sottoscrizione dell’abbonamento saranno trattati da<br />

VADO E TORNO EDIZIONI SRL per la gestione dei<br />

rapporti tra editore ed abbonato, secondo le finalità<br />

e modalità indicate nell’informativa disponibile e<br />

consultabile sul sito www.vadoetorno.com.<br />

82


A LONG WAY<br />

TOGETHER<br />

THE ONLY FACTOR THAT MATTERS<br />

Qualunque sia il vostro lavoro in campo, AGRIMAXFACTOR, la nuovissima serie 70 di BKT per trattori, è<br />

perfetta sia per il trasporto che per la lavorazione del terreno. L’innovativo design del battistrada e la robusta<br />

carcassa in poliestere garantiscono una straordinaria stabilità laterale e una risposta più rapida dello sterzo,<br />

anche per le operazioni ad alta velocità o per i lavori pesanti. L’area di contatto con il terreno, aumentata<br />

del 5%, riduce significativamente la percezione del rumore in cabina, il che è sinonimo di maggiore comfort.<br />

Inoltre, l’esclusivo logo “E-READY” sul fianco evidenzia l’impegno di BKT per la mobilità elettrica e rende<br />

questo prodotto adatto ai veicoli elettrici. L’eccellente maneggevolezza e stabilità, insieme alla maggiore<br />

durata, sono le caratteristiche chiave che rendono AGRIMAXFACTOR lo pneumatico giusto per la vostra<br />

sicurezza e il vostro comfort, anche in condizioni di lavoro gravose.<br />

IMPORTATORE PER L’ITALIA<br />

Via di Castelpulci, 12/C<br />

50018 Scandicci (FI)<br />

Tel: 055/73751<br />

Fax: 055/7375232<br />

agricoltura@univergomma.it<br />

www.univergomma.it