11.03.2024 Views

2024_3-TRATTORI

- Tecno: Anche Yamaha punta sull’elettrico. Presentato il portattrezzi e-X1 - Linea verde: C’è un futuro per i motori endotermici? La Commissione UE valuta gli e-fuel; Annunciate le date della 18esima edizione di Enovitis in Campo - Inchieste: In piazza col trattore. Agricoltori di tutta Europa unitevi! Il perché delle proteste - Anteprime: Alla scoperta del BCS e-Valiant con motore elettrico - Prova in campo: A bordo del Fendt 620 Vario, il trattore a 4 cilindri più potente e tecnologico che c’è - Veteran: Landbaumotor: un killer di zolle tra gli antenati del Lanz

- Tecno: Anche Yamaha punta sull’elettrico. Presentato il portattrezzi e-X1
- Linea verde: C’è un futuro per i motori endotermici? La Commissione UE valuta gli e-fuel; Annunciate le date della 18esima edizione di Enovitis in Campo
- Inchieste: In piazza col trattore. Agricoltori di tutta Europa unitevi! Il perché delle proteste
- Anteprime: Alla scoperta del BCS e-Valiant con motore elettrico
- Prova in campo: A bordo del Fendt 620 Vario, il trattore a 4 cilindri più potente e tecnologico che c’è
- Veteran: Landbaumotor: un killer di zolle tra gli antenati del Lanz

SHOW MORE
SHOW LESS

You also want an ePaper? Increase the reach of your titles

YUMPU automatically turns print PDFs into web optimized ePapers that Google loves.

N.3 - <strong>2024</strong> ANNO 29°<br />

MARZO<br />

VADO E TORNO EDIZIONI - www.vadoetorno.com - ISSN 1720-3503 - Poste Italiane s.p.a. - Sped. in a. p. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 1, LO/ MI - EURO 3,50<br />

sPACcatura<br />

ni<br />

PROTESTE: CRESCE LA TENSIONE. <strong>TRATTORI</strong> IN PIAZZA IN TUTTA EUROPA<br />

IN CAMPO: LE PROVE DEL FENDT 620 VARIO E DEL CLAAS AXOS 240


SOMMARIO<br />

26<br />

NOVITÀ<br />

30<br />

28<br />

n° 3 - <strong>2024</strong> - anno 29° - www.trattoriweb.com<br />

Versatile per ancora più performance.<br />

AXOS 240-230.<br />

L’AXOS 200 sarà il trattore più robusto e versatile della vostra azienda.<br />

Compatto e maneggevole in azienda, performante in campo e delicato con il terreno<br />

grazie al potente motore e ai grandi pneumatici. Tutto ciò vi aiuterà a svolgere il vostro lavoro<br />

velocemente e in modo efficiente, indipendentemente da cosa e da quanto dovrete gestire.<br />

✔ 2 modelli: 103 e 92 CV<br />

✔ Trasmissione 3 gamme e 5 marce (30A / 15R) con REVERSHIFT e TWINSHIFT<br />

✔ Capacità di sollevamento posteriore max 3,35 t<br />

✔ Gommatura posteriore fino a 34”<br />

✔ Peso totale ammesso di 6 t<br />

Tecno<br />

Anche Yamaha punta sull’elettrico.<br />

Presentato il portattrezzi e-X1 6<br />

Linea verde<br />

C’è un futuro per i motori endotermici? La<br />

Commissione UE valuta gli e-fuel 9<br />

Annunciate le date della 18esima<br />

edizione di Enovitis in Campo 10<br />

Bilancio Agco, bene il 2023 ma il quarto<br />

trimestre è in frenata 11<br />

Federunacoma porta l’Eima in India. A<br />

Bangalore l’ottava edizione di Agrimach 12<br />

35 robot in campo al World Fira per<br />

mostrarci l’agricoltura del futuro 13<br />

Inchieste<br />

In piazza col trattore. Agricoltori di tutta<br />

Europa unitevi! Il perché delle proteste 14<br />

Agrivoltaico e trattori elettrici. A Mantova<br />

nasce un progetto pilota di azienda<br />

agricola basata sull’economia circolare 20<br />

Anteprime<br />

Alla scoperta del BCS e-Valiant con<br />

motore elettrico 26<br />

36<br />

Il nuovo top di gamma Goldoni Q 110 si<br />

affida a Doosan per lo Stage V 28<br />

Prova in campo<br />

A bordo del Fendt 620 Vario, il trattore a 4<br />

cilindri più potente e tecnologico che c’è 30<br />

Semplice e pratico il Claas Axos 240<br />

strizza l’occhio alle piccole aziende 36<br />

Innovazioni<br />

Sono tutti italiani i carri trinciamiscelatori<br />

elettrici visti a Fieragricola: la panoramica 42<br />

Volentieri-Pellenc scommette sul<br />

portattrezzi autonomo Black Shire 46<br />

Fiere e saloni<br />

Myplant & Garden tinge di verde Milano. Il<br />

grande successo dell’ottava edizione 50<br />

Pneumatici<br />

Alla scoperta di GRI Tires, produttore<br />

dello Sri Lanka con il DNA green 52<br />

Veteran<br />

Landbaumotor: un killer di zolle tra gli<br />

antenati del Lanz 78<br />

info prodotto<br />

Rubriche<br />

Shop 4. Agri 4.0 5.<br />

Oltre il trattore 56.<br />

A tutto campo 60<br />

Listini 62.<br />

ABBONATI<br />

SUBITO<br />

AXOS 200_08_2023<br />

3


AGRI SHOP<br />

AGRI 4.0<br />

PETRONAS<br />

Packaging sostenibie<br />

Petronas Lubricants<br />

International ha<br />

presentato in collaborazione<br />

con CNH Industrial<br />

due soluzioni di<br />

packaging sostenibile<br />

per lubrificanti e fluidi<br />

agricoli. Le nuove Bag<br />

in Box Petronas Multitraction<br />

NH Ambra e<br />

Multi-traction Case IH<br />

Akcela sono prodotti<br />

che comportano meno<br />

emissioni di carbonio,<br />

la riduzione fino<br />

al 92% dell’utilizzo<br />

di plastica rispetto ai<br />

flaconi tradizionali, e<br />

includono materiali riciclati.<br />

Il packaging è<br />

costituito da un componente<br />

esterno, in<br />

cartone riciclabile al<br />

100%, e da una sacca<br />

interna in plastica<br />

morbida formulata per<br />

i prodotti in viscosa,<br />

che consente l’utilizzo<br />

ottimale e sicuro del<br />

prodotto. La sacca interna<br />

ha una resistenza<br />

superiore alla trazione,<br />

alla perforazione,<br />

all’allungamento e alla<br />

termosaldatura rispetto<br />

ad altri film sigillanti.<br />

Inoltre, il rubinetto integrato<br />

ed ergonomico<br />

fornisce una forte barriera<br />

aromatica, nonché<br />

un versamento senza<br />

fuoriuscite e ostruzioni.<br />

Le due soluzioni Multi-traction<br />

NH Ambra<br />

e Multi-traction Case<br />

IH Akcela saranno disponibili<br />

nel secondo<br />

trimestre del <strong>2024</strong>.<br />

A sinistra,<br />

i lubrificanti<br />

Petronas<br />

per CNH<br />

nei nuovi<br />

contenitori<br />

in materiali<br />

sostenibili<br />

e riciclabili.<br />

Sopra,<br />

le nuove<br />

motoseghe<br />

Husqvarna<br />

560 e 562 XP<br />

Mark II.<br />

Una sarchiatrice, molte configurazioni.<br />

UNICA PVI<br />

tel. +39 0434 85267<br />

www.matermacc.it<br />

HUSQVARNA<br />

Ancora più affidabili<br />

Le nuove motoseghe Husqvarna da 60cc<br />

560 XP Mark II e 562 XP Mark II sono<br />

state aggiornate per ottenere una coppia<br />

motore più potente e prestazioni affidabili.<br />

Il flusso d’aria e la filtrazione sono stati<br />

ottimizzati per raffreddare con più efficacia<br />

le parti vitali del motore mentre il nuovo<br />

design dell’ugello Air Injection consente<br />

una protezione migliore del carburatore<br />

da polvere e sporcizia, Inoltre, la nuova<br />

parete isolante protegge il carburatore dal<br />

calore generato dal cilindro. La scelta dei<br />

materiali, il posizionamento della frizione<br />

e del supporto della barra sono progettati<br />

per migliorare l’usabilità e l’affidabilità, così<br />

come il nuovo design, insieme al peso ridotto,<br />

garantisce un’eccellente maneggevolezza e<br />

riduce lo sforzo e la fatica dell’operatore.<br />

• Struttura robusta e compatta che limita la potenza richiesta alla trattrice, per un risparmio dei consumi.<br />

• Sistema Easy-Set per il settaggio dell’interfila desiderata: più sarchiatrici in una!<br />

• Se dotata di concimazione risponde ai criteri 4.0 con l’integrazione dell’innovativo sistema elettronico MiPlus.<br />

CARRARO<br />

Approccio all’IA<br />

ASK e ReFAInE: sono questi i nomi dei due progetti<br />

per snellire e ottimizzare la gestione dei dati<br />

Una forte accelerazione<br />

verso la<br />

trasformazione<br />

digitale dell’intero<br />

comparto produttivo<br />

e gestionale: è quella<br />

che il gruppo Carraro,<br />

leader mondiale<br />

nella produzione di<br />

trasmissioni per veicoli<br />

off-highway e trattori<br />

specializzati, sta<br />

imprimendo alla sua<br />

infrastruttura in questi<br />

giorni grazie all’intelligenza<br />

artificiale.<br />

Un apporto innovativo<br />

reso possibile dai<br />

finanziamenti ottenuti<br />

per due progetti attivati<br />

assieme all’Università<br />

Ca’ Foscari di Venezia.<br />

Al centro la collaborazione<br />

con il competence<br />

centre Smact<br />

– centro di competenza<br />

ed ecosistema<br />

CNH INDUSTRIAL<br />

Campagna acquisti<br />

Il Gruppo è entrato in Bem Agro, startup<br />

brasiliana specializzata in precision farming<br />

Prosegue lo slancio di<br />

CNH Industrial nel<br />

campo dell’agricoltura 4.0.<br />

L’azienda ha infatti appena<br />

finalizzato l’acquisizione di<br />

una partecipazione di minoranza<br />

in Bem Agro, startup<br />

brasiliana specializzata<br />

nello sviluppo di soluzioni<br />

con IA per l’agricoltura di<br />

precisione. Già fornitrice di<br />

CNH da diverso tempo, Bem<br />

Agro utilizza l’intelligenza<br />

artificiale per convertire<br />

qualsiasi tipo di immagine<br />

aerea dei campi – comprese<br />

di innovazione ad<br />

elevata specializzazione<br />

del Triveneto – con<br />

l’obiettivo di eliminare<br />

progressivamente le<br />

inefficienze di una<br />

gestione analogica<br />

dell’informazione e<br />

di sfruttare al meglio<br />

le potenzialità offerte<br />

dall’infrastruttura<br />

informatica.<br />

Uno dei due progetti<br />

lanciati da Carraro è<br />

il cosiddetto ‘ASK’<br />

(Ai-driven Search in<br />

Knowledge base),<br />

che ha l’obiettivo di<br />

consentire l’analisi con<br />

linguaggio naturale di<br />

tutto il patrimonio di<br />

informazioni del Gruppo,<br />

composto da documenti<br />

in condivisione,<br />

wiki aziendale, sistemi<br />

di help desk strutturati<br />

e altre fonti dati<br />

quelle scattate da macchine,<br />

droni e satelliti – in rapporti<br />

di mappatura agronomica.<br />

disponibili. Il progetto<br />

prevede la costruzione<br />

di un archivio di dati<br />

grezzi e strutturati, che<br />

possa essere interrogato<br />

e ricercato in modo<br />

intuitivo e naturale<br />

dagli utenti, senza la<br />

necessità di apprendere<br />

comandi o sintassi<br />

complesse. Il sistema<br />

sarà inoltre multilingua,<br />

supportando le varie<br />

lingue sia in fase di<br />

interrogazione che di<br />

risposta, in linea con la<br />

vocazione internazionale<br />

del Gruppo Carraro.<br />

L’altro progetto, invece,<br />

prende il nome di<br />

ReFAInE (Redesign of<br />

Factory Artificial Intelligence<br />

Environments),<br />

ed è finalizzato a far<br />

evolvere in modo più<br />

smart l’attuale MES<br />

Carraro (Manufacturing<br />

Execution System),<br />

attraverso un processo<br />

di transizione verso<br />

L’acquisizione della quota è<br />

stata fatta anche in seguito<br />

ai feedback positivi ricevuti<br />

dalla rete di concessionari<br />

e dai clienti stessi che nel<br />

corso degli ultimi anni hanno<br />

utilizzato queste soluzioni.<br />

Si tratta di tecnologie che<br />

forniscono dati vitali agli<br />

agricoltori e consentono<br />

loro di prendere decisioni<br />

un sistema di gestione<br />

digitale della fabbrica,<br />

sviluppando una soluzione<br />

basata sull’intelligenza<br />

artificiale<br />

evoluto. Il progetto<br />

prevede la riprogettazione<br />

dell’ambiente<br />

informativo di Carraro<br />

Group, in modo da<br />

permettere la creazione<br />

di una base dati uniforme<br />

e aggiornata in<br />

tempo reale, connessa<br />

alle macchine utensili<br />

e alimentata da sistemi<br />

di misura automatici,<br />

da sensori ambientali e<br />

dalle caratteristiche dei<br />

materiali.<br />

migliori sull’ottimizzazione<br />

delle operazioni sul campo,<br />

sull’allocazione delle risorse<br />

e sull’aumento della resa,<br />

migliorando le prestazioni<br />

delle macchine, aumentando<br />

la produttività e riducendo<br />

i costi di gestione. Nella raccolta<br />

di canna da zucchero,<br />

cereali e fibre, dove gli agricoltori<br />

possono trovarsi ad<br />

affrontare condizioni<br />

di scarsa visibilità,<br />

le mappe di Bem<br />

Agro forniscono linee<br />

guida per correggere<br />

la rotta e ridurre i<br />

danni alle colture. La<br />

mappatura delle erbe<br />

infestanti individua<br />

le aree specifiche da<br />

irrorare, riducendo<br />

al minimo l’uso di<br />

erbicidi.<br />

5


TECNO<br />

Misure compatte,<br />

propulsione elettrica,<br />

trazione su cingoli e<br />

controllo da remoto.<br />

Il portattrezzi Yamaha<br />

e-X1 può effettuare<br />

varie lavorazioni senza<br />

emissioni di gas serra.<br />

Allo studio anche una<br />

versione con guida<br />

autonoma.<br />

Obiettivo emissioni zero<br />

Produzione di macchine ‘green’ per la lavorazione del terreno<br />

senza emissioni di inquinanti. Il programma Green Challenger 2050<br />

di Yamaha avanza con la sperimentazione del portattrezzi e-X1<br />

Si chiama Green Challenge<br />

2050 il programma<br />

aziendale lanciato da<br />

Yanmar per abbattere gradualmente<br />

le emissioni e raggiungere<br />

la neutralità climatica<br />

entro i prossimi trent’anni. Un<br />

impegno di ricerca e sviluppo<br />

che, per quanto riguarda<br />

la divisione ‘Agribusiness’,<br />

ha portato alla progettazione<br />

del nuovo concept agricolo<br />

portattrezzi e-X1, caratteriz-<br />

zato da un sistema propulsivo<br />

elettrico e sviluppato proprio<br />

per ridurre drasticamente le<br />

emissioni nelle aziende agricole.<br />

Il nuovo concept e-X1,<br />

in sostanza, è un cingolato che<br />

unisce in un’unica soluzione<br />

efficienza operativa, silenziosità<br />

ambientale e comfort di<br />

guida, il tutto coniugato con<br />

un motore elettrico alimentato<br />

a batterie. Una soluzione<br />

sostenibile che permette di<br />

migliorare le condizioni di lavoro<br />

per l’agricoltura notturna<br />

e suburbana, ma anche per<br />

le lavorazioni specializzate,<br />

all’interno di serre o stalle.<br />

Lo Yanmar e-X1 può lavorare<br />

con l’ausilio di un’ampia<br />

gamma di attrezzi, come frese<br />

e tagliaerba, sia anteriormente<br />

che posteriormente, consentendo<br />

di svolgere attività<br />

come il diserbo, la rimozione<br />

della neve e la coltivazione.<br />

L’adozione di cingoli al posto<br />

delle ruote garantisce un funzionamento<br />

stabile su pendii e<br />

terreni irregolari. Senza posto<br />

di guida, la macchina garantisce<br />

la sicurezza dell’operatore<br />

durante le attività agricole<br />

grazie al controllo da remoto.<br />

Sono inoltre allo studio<br />

l’incorporazione di funzioni di<br />

guida autonoma. Yanmar AG<br />

prevede di avviare il monitoraggio<br />

del mercato nel 2025 e<br />

di procedere attivamente verso<br />

la produzione di massa attraverso<br />

una progettazione e una<br />

sperimentazione rigorose, con<br />

l’obiettivo di contribuire alla<br />

decarbonizzazione del settore<br />

agricolo.<br />

6


visita il nuovo sito<br />

www.e-construction.org<br />

Il futuro del diesel<br />

Bando ai motori benzina e diesel in Europa, von der Leyen<br />

ribadisce l’impegno a valutare gli e-fuel nel 2026<br />

Motori endotermici<br />

al centro della<br />

discussione in<br />

Europa. Il bando<br />

previsto per il 2035<br />

trova sempre più<br />

oppositori. Al vaglio<br />

l’opzione e-fuel<br />

come alternativa.<br />

LINEA VERDE<br />

Incentivi per i<br />

giovani<br />

Per i giovani agricoltori con<br />

meno di 40 anni sono in<br />

arrivo 200 milioni di euro. La<br />

legge sulle disposizioni per<br />

la promozione e lo sviluppo<br />

dell’imprenditoria giovanile nel<br />

settore agricolo è stata infatti<br />

definitivamente approvata<br />

in Senato, mettendo a<br />

disposizione 156 milioni dal<br />

<strong>2024</strong> al 2029 e 27,76 milioni<br />

annui dal 2030. Il testo mira<br />

alla promozione e al sostegno<br />

dell’imprenditoria giovanile nel<br />

settore agricolo, nel rilancio<br />

del sistema produttivo agricolo<br />

attraverso interventi volti a<br />

favorire l’insediamento e la<br />

permanenza dei giovani e il<br />

ricambio generazionale nel<br />

settore. In particolare, si rivolge<br />

alle aziende il cui titolare abbia<br />

tra diciotto e quarantuno anni.<br />

Viene istituito un Fondo per<br />

favorire il primo insediamento<br />

dei giovani in Agricoltura, con<br />

una dotazione di 15 milioni<br />

di euro dal <strong>2024</strong>. Ci sarà un<br />

regime fiscale agevolato per<br />

il primo insediamento delle<br />

imprese giovanili in Agricoltura,<br />

con l’aliquota del 12,5 per<br />

cento alla base imponibile<br />

ISCRIVITI ALLA<br />

NEWSLETTER<br />

SETTIMANALE<br />

GRATUITA<br />

Le prossime elezioni europee, fissate<br />

dal 6 al 9 giugno <strong>2024</strong>, arrivano<br />

in un periodo di grande instabilità.<br />

Tra tensioni internazionali, crisi geopolitiche,<br />

spinte inflazionistiche e lo spettro<br />

sempre aleggiante della recessione,<br />

le certezze e i sogni di qualche anno fa<br />

hanno lasciato il posto a dubbi e paure<br />

e la strada che l’Europa deve imboccare<br />

verso il futuro non è più così ben delineata.<br />

Uno dei principali problemi sul tavolo è<br />

il tanto e sempre più discusso stop alla<br />

vendita di auto a benzina e diesel attualmente<br />

previsto per il 2035, che come si<br />

può ben comprendere avrà grandissime<br />

ripercussioni su tutta l’industria motoristica<br />

continentale. Ne ha parlato l’attuale<br />

presidente della Commissione europea<br />

Ursula von der Leyen ufficializzando<br />

la sua ricandidatura alla presidenza per<br />

il Partito Popolare Europeo anticipando<br />

alcune importanti nuove aperture in<br />

tema di e-fuel: «Lo stato dell’arte – ricorda<br />

von der Leyen – è che abbiamo<br />

una legislazione secondo cui entro il<br />

2035 dovremo avere zero emissioni e,<br />

su proposta della Commissione, c’è un<br />

ruolo speciale per gli e-fuel. Spesso<br />

viene dimenticato, ma nel 2026 ci sarà<br />

una revisione per assicurarsi che ci sia<br />

un’apertura tecnologica. Tale revisione<br />

sarà molto importante per garantire la<br />

possibilità di scelta per i consumatori e<br />

opportunità per le imprese di decidere<br />

su cosa investire e su quale sia per loro<br />

la mobilità del futuro».<br />

Von der Leyen ribadisce quindi l’impegno<br />

preso nei mesi scorsi con la<br />

Germania che, insieme ad altri Paesi<br />

(tra cui l’Italia) rifiutava di approvare<br />

la proposta in tempi così brevi, con la<br />

motivazione che la regola avrebbe favorito<br />

solo le auto elettriche. Alla fine<br />

la Germania si è espressa in modo favorevole,<br />

a condizione che la Commissione<br />

valuti nel 2026 i progressi fatti dai<br />

carburanti sintetici, consentendone l’eventuale<br />

uso nei motori a combustione.<br />

Insomma per i motori a combustione<br />

interna sembra poter esserci ancora<br />

futuro grazie all’uso dell’e-fuel, che<br />

potrebbe consentire la potenziale riduzione<br />

fino a 400 milioni di tonnellate di<br />

CO2 in Europa tra il 2025 e il 2050.<br />

Sergio Bolis<br />

200 milioni di euro per i giovani<br />

agricoltori da qui al 2030.<br />

costituita dal reddito d’impresa<br />

prodotto nel periodo d’imposta.<br />

Arrivano anche agevolazioni<br />

in materia di compravendita<br />

di terreni agricoli, un credito<br />

d’imposta per le spese<br />

relative alla partecipazione<br />

a corsi di formazione,<br />

agevolazioni fiscali per<br />

l’ampliamento delle superfici<br />

coltivate. Viene quindi istituito<br />

l’Osservatorio nazionale per<br />

l’imprenditoria e il lavoro<br />

giovanile nell’Agricoltura.<br />

Positivo il commento delle<br />

principali associazioni di<br />

categoria Coldiretti, Cia<br />

e Confagricoltura, che<br />

sottolineano l’importanza di<br />

promuovere l’imprenditoria<br />

giovanile agricola per il futuro<br />

del settore primario.<br />

9


LINEA VERDE<br />

LINEA VERDE<br />

Uno su 4 è Vario<br />

In Germania Fendt detiene una quota di mercato del 25,6<br />

per cento al di sopra dei 50 cavalli. Bene le vendite del<br />

marchio tedesco anche in Svizzera, Italia e Spagna<br />

In Germania nel 2023 sono stati<br />

immatricolati 30.333 trattori,<br />

solo 24 unità in meno rispetto al<br />

2022. Con 6.141 trattori, è Fendt il<br />

marchio più venduto, con una quota<br />

di mercato che dunque raggiunge<br />

il 20,3 per cento. Quota di mercato<br />

che diventa del 25,6 per cento se si<br />

considera solo la categoria di trattori<br />

con potenza superiore ai 50 cavalli.<br />

Manco a dirlo, per il decimo anno<br />

consecutivo il modello in assoluto<br />

più venduto in Germania è ancora<br />

una volta il Fendt 724 Vario Gen6<br />

scelto da ben 817 agricoltori. Sui<br />

gradini più bassi del podio ci sono<br />

poi il Fendt 516 Vario con 644 unità<br />

vendute e il 314 Vario con 551.<br />

Specializzati in campo<br />

Sarà l’Emilia-Romagna ad ospitare<br />

la prossima edizione di<br />

Enovitis in Campo, la rassegna<br />

itinerante punto di riferimento in Italia<br />

per le macchine, le attrezzature e<br />

le tecnologie per la viticoltura.<br />

A darne comunicazione ufficiale<br />

sono gli organizzatori di Unione italiana<br />

vini, che danno appuntamento<br />

a tutti gli operatori del settore sulle<br />

colline di Castel San Pietro Terme<br />

(BO), presso l’azienda agricola<br />

Con 398 trattori su un totale di 1.854<br />

nuove immatricolazioni Fendt è il<br />

primo marchio anche in Svizzera,<br />

dove primeggia con il modello 211<br />

Vario (solo per lui 144 unità immatricolate),<br />

e raggiunge una quota di<br />

mercato record del 7,7 per cento in<br />

Italia, dove nella categoria di trattori<br />

al di sopra dei 60 cavalli passa da un<br />

8,7 di fine 2022 ad un 9,2 per cento<br />

di market share nel 2023.<br />

Statistiche decisamente positive anche<br />

per la Spagna, dove ottiene un<br />

altro importante record con l’8,1 per<br />

cento di quota di mercato (in aumento<br />

dello 0,7 per cento) e diventa il<br />

terzo costruttore in termini di immatricolato<br />

assoluto.<br />

Agrivar di Palazzo di Varignana. La<br />

manifestazione, giunta quest’anno<br />

alla 18esima edizione, si svolgerà i<br />

prossimi 12 e 13 giugno.<br />

L’intento è quello di bissare il successo<br />

della passata edizione, che si<br />

è svolta nelle campagne bresciane,<br />

non lontano dal lago di Garda con<br />

circa 7.000 visitatori e la presenza di<br />

oltre 150 espositori, tra produttori di<br />

trattori, attrezzatture, soluzioni tecnologiche,<br />

stampa e media.<br />

I trattoristi<br />

vedono nero<br />

L’indice generale del clima<br />

economico per l’industria delle<br />

macchine agricole in Europa,<br />

il cosiddetto barometro Cema,<br />

è nuovamente peggiorato,<br />

anche se leggermente, dopo il<br />

forte calo dei mesi precedenti.<br />

Nel mese di febbraio l’indice è<br />

infatto ulteriormente sceso da<br />

-50 a -52 punti (su una scala<br />

da -100 a +100). Mentre gli<br />

indici del clima economico per<br />

i trasporti e le attrezzature per<br />

l’allevamento sono migliorati<br />

in una certa misura su livelli<br />

meno negativi, sono proprio gli<br />

indici per i produttori di trattori<br />

e macchine da raccolta a essere<br />

scesi ai minimi storici. Nel<br />

complesso, in tutti i segmenti,<br />

ancora una volta più della metà<br />

degli intervistati ritiene sfavorevole<br />

l’attuale situazione economica<br />

e addirittura due terzi si<br />

aspettano un calo del fatturato<br />

nei prossimi sei mesi. Una graduale<br />

stabilizzazione si è potuta<br />

intravedere solo nelle aspettative<br />

sui prossimi ordini acquisiti<br />

(indicatore che non rientra nel<br />

calcolo dell’indice barometrico<br />

complessivo). Dopo che il portafoglio<br />

ordini aveva raggiunto<br />

il picco all’inizio dello scorso<br />

anno, il volume degli ordini ha<br />

subito ripetute forti riduzioni e<br />

corrisponde ora a un periodo<br />

di produzione di 3,9 mesi, che<br />

nel confronto a lungo termine è<br />

ancora relativamente elevato,<br />

ma inferiore al livello all’inizio di<br />

ogni anno negli ultimi tre anni.<br />

E luce sia, ma con<br />

l’energia del sole<br />

Al termine di un processo virtuoso<br />

di gestione efficiente dell’energia,<br />

Matermacc ha completato i lavori<br />

per la messa in opera di un sistema<br />

fotovoltaico da 400 moduli su<br />

uno dei suoi tre capannoni produttivi<br />

di San Vito al Tagliamento<br />

per una potenza complessiva di<br />

220 kWp. Il lavoro, che porterà<br />

lo stabilimento ad un’autonomia<br />

energetica stimata di circa il 70<br />

per cento, si aggiunge alla sostituzione<br />

dell’impianto luci interno che<br />

è passato da neon a led, per una<br />

riduzione del 54% nel consumo<br />

di energia elettrica per illuminazione.<br />

Ciò porterà a una riduzione<br />

di 38.06 tonnellate di petrolio equivalenti<br />

all’anno.<br />

Inizio difficile ma<br />

migliore del previsto<br />

John Deere ha pubblicato<br />

i risultati del primo trimestre<br />

<strong>2024</strong> che confermano le difficoltà<br />

del momento. Il fatturato<br />

della società è infatti diminuito<br />

nel trimestre del 3,6 per cento<br />

rispetto allo stesso periodo<br />

dell’anno scorso passando da<br />

12,65 a 12,19 miliardi di dollari.<br />

L’utile della società è stato di<br />

1,75 miliardi di dollari, pari a<br />

6,23 dollari per azione, contro<br />

gli 1,96 miliardi, o 6,55 dollari<br />

per azione, del primo trimestre<br />

Anche nel 2023 Steyr<br />

ha riaffermato la sua<br />

posizione dominante<br />

nel mercato austriaco<br />

risultando il marchio con più<br />

immatricolazioni di trattori.<br />

Con 833 trattori venduti,<br />

Steyr sfiora il 20 per<br />

cento di quota di<br />

mercato in Austria,<br />

dove nel 2023 sono<br />

stati mmatricolati in<br />

tutto 4.233 trattori,<br />

333 in meno rispetto<br />

al 2022. Il modello<br />

dell’anno scorso. Risultati che<br />

però sono stati salutati con<br />

soddisfazione da John Deere,<br />

in quanto migliori rispetto alle<br />

previsioni degli analisti, che si<br />

attendevano utili di 5,21 dollari<br />

per azione.<br />

Inizia la frenata<br />

Agco chiude l’anno tirando il freno nel quarto<br />

trimestre, ma nel 2023 cresce del 13,9 per cento<br />

Nella pubblicazione degli utili<br />

del quarto trimestre del 2023<br />

del 6 febbraio, AGCO ha riportato<br />

un fatturato netto di 3,8 miliardi di<br />

dollari, in calo del 2,5 per cento rispetto<br />

al quarto trimestre del 2022. Le vendite<br />

nette per l’intero anno 2023 sono<br />

comunque aumentate, raggiungendo<br />

i 14,4 miliardi di dollari, che rappresentano<br />

un incremento del 13,9 per<br />

cento rispetto al 2022. Circoscrivendo<br />

il bilancio alla regione Emea,<br />

che comprende cioè Europa e<br />

Medio Oriente, le vendite nette<br />

sono aumentate del 17,3% per<br />

l’intero anno 2023 rispetto al<br />

2022 grazie proprio alla buona<br />

crescita nei principali mercati<br />

europei determinata sia dall’andamento<br />

dei prezzi che dall’aumento<br />

delle vendite di trattori di<br />

fascia media e di potenza elevata,<br />

nonché di pezzi di ricambio.<br />

Il reddito operativo è aumentato<br />

di 316,5 milioni di dollari e<br />

Gioca in casa e vince<br />

i margini operativi sono migliorati di<br />

240 punti base. Per il <strong>2024</strong> si prevede<br />

che le vendite nette di AGCO saranno<br />

di circa 13,6 miliardi di dollari, con<br />

volumi di vendita inferiori, e margini<br />

operativi pari a circa l’11%, riflettendo<br />

l’impatto delle minori vendite, dei<br />

minori volumi di produzione e degli<br />

investimenti relativamente stabili per<br />

supportare l’agricoltura di precisione<br />

e le iniziative digitali.<br />

più venduto è stato il 6150<br />

Profi CVT, sei cilindri da 150<br />

cavalli con trasmissione a<br />

variazione continua, costruito<br />

come tutti i trattori Steyr nello<br />

stabilimento CNH di Sankt<br />

Valentin.<br />

Altro esempio di<br />

legge ‘all’italiana’<br />

Assecondando quanto richiesto<br />

dalle associazioni di categoria,<br />

col DL Milleproroghe <strong>2024</strong><br />

è stato prorogato al prossimo<br />

30 giugno il termine ultimo per<br />

stipulare l’assicurazione obbligatoria<br />

per trattori e macchine<br />

agricole (introdotta con il decreto<br />

legislativo 22 novembre 2023),<br />

soltanto se queste sono ‘poste<br />

in circolazione su strade di uso<br />

pubblico o su aree a queste<br />

equiparate’. Per tutti gli altri<br />

veicoli, invece, rimane l’obbli-<br />

Stop alla<br />

plastica<br />

Con un investimento nella<br />

start-up canadese Nature’s<br />

Net Wrap, con sede in<br />

Alberta, CNH sta sviluppando<br />

una versione compostabile<br />

di una rete per balle<br />

realizzata con un materiale<br />

biopolimerico progettato per<br />

resistere strutturalmente e<br />

poi decomporsi naturalmente<br />

nel terreno dopo l’utilizzo.<br />

Secondo CNH l’utilizzo<br />

dell’involucro in rete<br />

compostabile al posto dello<br />

go RCA in aree private come<br />

previsto dal decreto in questione.<br />

Non è però ancora stata<br />

fatta chiarezza sugli strumenti<br />

assicurativi da utilizzare, nè sui<br />

costi e le modalità di sottoscrizione<br />

della polizza. «Riteniamo<br />

urgente - afferma il presidente<br />

di Federacma Andrea Borio -<br />

avviare un confronto al Ministero<br />

dei Trasporti per trovare una<br />

soluzione condivisa che permetta<br />

a tutti i possessori di veicoli di<br />

comprendere come adempiere<br />

al nuovo obbligo, stante l’inesistenza<br />

di adeguati strumenti<br />

assicurativi».<br />

Nuova sede<br />

americana<br />

Lo scorso 21 febbraio Pöttinger<br />

ha inaugurato la sua nuova sede<br />

nordamericana di Valparaiso<br />

nello stato dell’Indiana. Si tratta<br />

di un edificio di circa 1.800 metri<br />

quadri costruito vicino alla sede<br />

precedente diventata ormai<br />

troppo piccola per soddisfare le<br />

aumentate esigenze. Il nuovo<br />

edificio ospita moderni uffici, uno<br />

showroom e un ampio magazzino<br />

ricambi. L’ampia area attorno<br />

all’edificio aziendale offre inoltre<br />

spazio sufficiente per dimostrazioni<br />

di macchine e corsi di<br />

formazione pratica. «Il nostro<br />

obiettivo è espandere ulteriormente<br />

la nostra fornitura di assistenza<br />

e ricambi, continuando<br />

allo stesso tempo a far crescere<br />

la nostra rete di concessionari in<br />

tutto il Nord America», ha dichiarato<br />

Andrew Brown direttore<br />

generale di Pöttinger per gli Stati<br />

Uniti e il Canada.<br />

spago e dell’involucro di<br />

plastica potrebbe ridurre i<br />

rifiuti di plastica di circa 2,5<br />

milioni di tonnellate all’anno.<br />

Nature’s Net Wrap sta<br />

utilizzando una pressa New<br />

Holland per produrre balle in<br />

fase di test, e il lancio iniziale<br />

del prodotto è previsto entro<br />

il <strong>2024</strong>.<br />

10<br />

11


LINEA VERDE<br />

LINEA VERDE<br />

Per 4 giorni, dal 29 febbraio al 3 marzo,<br />

Bangalore è diventata la capitale<br />

della meccanizzazione agricola in India.<br />

Organizzata dalla Federazione indiana<br />

delle camere di commercio e dell’industria<br />

e dall’associazione italiana dei costruttori<br />

di macchine agricole FederUnacoma si è<br />

infatti svolta a Bangalore l’ottava edizione<br />

di Eima Agrimach India, la rassegna<br />

internazionale delle macchine agricole,<br />

delle attrezzature e della relativa componentistica<br />

che con cadenza biennale offre<br />

12<br />

Dopo il sole<br />

prevista tempesta<br />

Il costruttore tedesco<br />

di macchinari agricoli e<br />

semirimorchi Krone ha<br />

chiuso il 2023 con un fatturato<br />

record di 3,2 miliardi di euro.<br />

Nonostante ciò l’azienda<br />

ha annunciato la volontà di<br />

tagliare i costi operativi per<br />

fronteggiare un periodo che si<br />

prevede alquanto complesso.<br />

Tra le principali cause la<br />

grande incertezza che stanno<br />

vivendo gli agricoltori in diversi<br />

Paesi europei, ma anche in<br />

Ricavi a due cifre<br />

Kubota ha chiuso il bilancio 2023<br />

con un aumento del fatturato del<br />

12,8 per cento rispetto al 2022,<br />

raggiungendo i 20,05 miliardi di dollari.<br />

I ricavi del segmento delle Macchine<br />

Agricole e Industriali, che include<br />

attrezzature agricole, prodotti correlati<br />

all’agricoltura, motori e macchine<br />

da costruzione, hanno rappresentato<br />

l’87,3 per cento del fatturato consolidato<br />

di Kubota, pari a 17,5 miliardi<br />

di dollari. Per il <strong>2024</strong> Kubota prevede<br />

La Fiera dei due mondi<br />

L’ottava edizione di Eima Agrimach India ospita<br />

quest’anno 130 espositori. 15 le aziende italiane<br />

un panorama delle soluzioni in grado di<br />

soddisfare la domanda di meccanizzazione<br />

del subcontinente indiano, un Paese che<br />

si estende su oltre 3,2 milioni di km2.<br />

Oltre 130 le aziende espositrici, indiane<br />

ed estere, 15 delle quali italiane, che<br />

partecipano all’evento con le proprie filiali<br />

indiane, oppure attraverso i propri<br />

distributori locali. Invariata la formula<br />

espositiva, che affianca all’esposizione<br />

statica le prove in campo dei macchinari.<br />

Numerosi nei quattro giorni anche gli<br />

incontri di approfondimento, che spaziano<br />

dal tema dell’innovazione e della<br />

sostenibilità in agricoltura a quello dei<br />

fabbisogni formativi del primario, fino<br />

al ruolo delle start-up per lo sviluppo<br />

della meccanica agricola.<br />

Presente all’inaugurazione Mariateresa<br />

Maschio, Presidente di FederUnacoma,<br />

che ha sottolineato l’importanza dell’India<br />

come «laboratorio per un nuovo<br />

modello di agricoltura, che soddisfi le<br />

necessità del presente, e garantisca le<br />

giuste risorse per il futuro»<br />

parte le aziende di trasporto,<br />

riguardo a nuovi investimenti<br />

e all’esplosione dei costi. «Il<br />

Gruppo Krone - ha dichiarato<br />

il Ceo David Frink - rimane<br />

stabile, indipendente e gestito<br />

dalla famiglia proprietaria<br />

dell’azienda, ma deve<br />

rispondere alle difficoltà<br />

emergenti. Per questo motivo,<br />

le prime aree dei siti in Bassa<br />

Sassonia sono già passate<br />

al lavoro a orario ridotto e<br />

altre parti dell’azienda stanno<br />

esaminando questa possibilità<br />

a causa della stagnazione<br />

delle aspettative di mercato».<br />

Ai primi posti<br />

per sostenibilità<br />

S&P Global, autorità leader<br />

nel campo delle informazioni<br />

e analisi finanziarie, ha<br />

classificato CNH come una<br />

delle società con le migliori<br />

performance nel suo Annuario<br />

di sostenibilità <strong>2024</strong>. Tra le<br />

oltre 9.400 aziende valutate<br />

nell’annuale S&P Global<br />

Corporate Sustainability<br />

Assessment CNH si è<br />

posizionata tra i primi 5%.<br />

Un risultato che si aggiunge<br />

al secondo posto ottenuto<br />

che il fatturato consolidato aumenterà<br />

di 194,5 milioni di dollari, raggiungendo<br />

i 20,25 miliardi di dollari. Nel<br />

mercato domestico giapponese è atteso<br />

un lieve calo dei ricavi nel settore<br />

delle Macchine Agricole e Industriali<br />

rispetto all’anno precedente a causa<br />

dell’aumento dei costi della produzione<br />

agricola, mentre sul mercato estero,<br />

Kubota prevede che le vendite di macchine<br />

e attrezzature agricole rimangano<br />

solide principalmente in India.<br />

12 per sé e<br />

24 per il Gruppo<br />

Dal 1984 l’American Society of<br />

Agricultural and Biological Engineering<br />

(ASABE) premia una volta<br />

all’anno le 50 innovazioni tecnologiche<br />

agricole più importanti.<br />

Quest’anno i premi AE50 sono<br />

stati annunciati a Louisville, nel<br />

Kentucky (USA), subito prima del<br />

National Farm Machinery Show.<br />

Due delle innovazioni premiate<br />

sono state i trattori Fendt 200 Vario<br />

e 600 Vario. Negli ultimi 4 anni<br />

diventano così 12 i premi AE50<br />

ricevuti da Fendt, che sono poi 24<br />

se si considerano anche gli altri<br />

marchi del gruppo Agco: «Agco è<br />

molto onorata dei riconoscimenti<br />

dell’ASABE, che confermano la<br />

nostra posizione di leader del<br />

settore AE50 nell’innovazione e<br />

nell’eccellenza ingegneristica», ha<br />

dichiarato Eric Hansotia, presidente<br />

e Ceo di Agco.<br />

dagli indici Dow Jones<br />

SustainabilityTM World e<br />

North America di S&P Global,<br />

con un punteggio di 78/100<br />

nella categoria Industria<br />

dei macchinari e delle<br />

apparecchiature elettriche.<br />

«Siamo tutti orgogliosi<br />

di vedere i nostri sforzi<br />

continuare a ricevere i più alti<br />

riconoscimenti da S&P Global.<br />

La gestione responsabile della<br />

sostenibilità è una priorità<br />

strategica per CNH. Questo<br />

risultato testimonia il lavoro<br />

svolto», ha affermato Scott<br />

Wine, Ceo di CNH.<br />

In campo i robot<br />

Al World Fira in Francia il meglio della robotica applicata<br />

all’agricoltura. Prove in campo con vista sul futuro<br />

Dal 6 all’8 febbraio scorsi sono<br />

stati 2.500, provenienti da oltre<br />

50 paesi, i visitatori sopraggiunti<br />

all’Agrobiopôle di Tolosa, in<br />

Francia, per prendere parte all’ottava<br />

edizione del World FIRA, evento di<br />

riferimento nel settore della robotica<br />

agricola.<br />

All’edizione di quest’anno sono stati<br />

esposti ben 35 robot, che hanno<br />

dimostrato tutto il loro potenziale in<br />

prove sul campo effettuate su 2 ettari<br />

di appezzamenti coltivati che fin da<br />

settembre sono stati lavorati per l’occasione<br />

con l’aiuto di FR Cuma Occitanie<br />

e dell’INRAE. I robot hanno<br />

così potuto essere testati su raccolti<br />

di triticale, aglio, fave e ravanelli, e<br />

anche tra filari di meli che hanno consentito<br />

dimostrazioni vicine alle condizioni<br />

di coltivazione reale.<br />

IL SONDAGGIO DEL MESE<br />

Il Governo sta facendo abbastanza<br />

per soddisfare le richieste degli<br />

agricoltori?<br />

Rispondi su www.trattoriweb.com<br />

Il sondaggio non ha valore statistico, si tratta di rilevazioni non basate<br />

su un campione elaborato scientificamente<br />

Tra le anteprime mostrate durante il<br />

press tour di mercoledì 7 febbraio<br />

spiccano il sistema STOUT Smart<br />

Cultivator presentato da New Holland<br />

France, un attrezzo trainato che<br />

utilizza la visione artificiale e l’intelligenza<br />

artificiale per il diserbo dei<br />

campi utilizzando lame meccaniche,<br />

la nuova versione del portattrezzi<br />

autonomo Robotti di Agrointelli con<br />

più elevate capacità operative, il robot<br />

raccoglitore di mele Slopehelper<br />

di PEK Automotive e i nuovi sensori<br />

SICK per l’automazione delle macchine<br />

agricole.<br />

Nell’occasione, Naïo Technologies e<br />

CAMSO, hanno annunciato una partnership<br />

di ricerca e sviluppo volta ad<br />

adattare i cingoli ai robot agricoli per<br />

una maggiore capacità di carico, accessibilità<br />

e flessibilità sul campo.<br />

LE RISPOSTE<br />

DI FEBBRAIO<br />

Riuscite a connettervi a<br />

internet da ogni punto<br />

della vostra azienda?<br />

90%<br />

Sì<br />

10%<br />

No<br />

Azienda storica di<br />

interesse nazionale<br />

Che Same sia un’azienda<br />

che ha fatto la storia della<br />

meccanizzazione agricola<br />

nessuno lo mette in dubbio. Ora<br />

il suo status di ‘marchio storico’<br />

è stato anche ufficializzato<br />

dal Ministero delle Imprese<br />

e del Made in Italy che ha<br />

iscritto Same nel Registro<br />

speciale dei Marchi Storici di<br />

interesse nazionale, istituito<br />

per valorizzare e tutelare<br />

marchi di eccellenza con una<br />

continuità operativa di oltre 50<br />

anni e storicamente collegati al<br />

territorio nazionale. La Società<br />

Accomandita Motori Endotermici<br />

nasce nel comune bergamasco di<br />

Treviglio nel 1942 ma affonda le<br />

sue radici più indietro nel tempo,<br />

quando i fratelli Francesco<br />

ed Eugenio Cassani nel 1927<br />

svilupparono la Trattrice Cassani,<br />

uno dei primi esempi al mondo di<br />

trattore dotato di motore diesel.<br />

I sollevatori francesi<br />

volano alto<br />

Il Gruppo Manitou ha chiuso<br />

l’anno 2023 con una crescita<br />

delle vendite del 22 per cento,<br />

raggiungendo un record storico<br />

di 2.871 milioni di euro. Nel<br />

dettaglio la divisione Prodotti<br />

ha registrato una crescita<br />

del 25 per cento nell’intero<br />

anno e la divisione Services &<br />

Solutions el 2 per cento. Tutti i<br />

mercati e le aree geografiche<br />

dove opera il gruppo hanno<br />

registrato un andamento<br />

positivo. In sud Europa le<br />

vendite sono aumentate del<br />

17 per cento toccando quota<br />

971 milioni, in nord Europa del<br />

22 per cento (1.048 milioni),<br />

in America del 37 per cento<br />

(599 milioni) e nel resto del<br />

mondo del 9 per cento (254<br />

milioni). Tutti i piani d’azione<br />

implementati per migliorare<br />

la redditività dell’azienda,<br />

combinati con una migliore<br />

fluidità nella catena di fornitura,<br />

hanno aumentato le aspettative<br />

di Manitou per l’utile operativo<br />

corrente per il 2023 a oltre<br />

il 7 per cento dei ricavi. Per<br />

il <strong>2024</strong>, queste dinamiche<br />

consentono di prevedere ricavi<br />

stabili rispetto al 2023.<br />

13


PROTESTA<br />

Dai campi<br />

alle piazze<br />

I cortei dei trattori hanno invaso tutta l’Europa.<br />

I motivi della protesta cambiano da Paese a<br />

Paese ma comune denominatore è la caduta<br />

del reddito. La scommessa ottimistica su una<br />

transizione ecologica ‘a basso costo’ è stata<br />

persa e gli agricoltori si sentono più ‘imputati’<br />

che protagonisti<br />

«Prezzi bassi, rese basse e costi<br />

alti il che si traduce in redditi<br />

compromessi. Su questo scenario<br />

si aggiunge l’entrata in vigore della<br />

nuova PAC (<strong>2024</strong>) che impone più<br />

impegni ambientali e vincoli agli<br />

agricoltori che lamentano aggravi<br />

amministrativi e requisiti ambientali<br />

più stringenti»<br />

Maneggiare la protesta<br />

degli agricoltori è piuttosto<br />

complesso, non<br />

solo perché rappresenta una<br />

questione delicata, ma anche<br />

perché cambia radicalmente a<br />

seconda del punto di vista da<br />

cui si osserva.<br />

Il punto di arrivo, anticipiamo<br />

il risultato di questo articolo<br />

è che non esistono risposte<br />

giuste o sbagliate, esiste solo<br />

la grande trasformazione che<br />

stiamo vivendo, che rappresenta<br />

una grande opportunità<br />

per molti, ma al contempo un<br />

enorme problema per molti<br />

altri. Un vero e proprio campo<br />

conteso nel quale tutti ci<br />

stiamo misurando ognuno con<br />

le proprie risorse e le proprie<br />

convinzioni; dallo scontro e<br />

dalla mediazione degli interessi<br />

nascerà una nuova realtà con<br />

nuovi equilibri, impossibili da<br />

prevedere oggi.<br />

E se oggi è il mondo agricolo<br />

a essere scosso, lo stesso<br />

sta accadendo, accadrà o è<br />

«La protesta, nata in Germania<br />

per l’abolizione degli incentivi<br />

sul gasolio agricolo è stata presto<br />

abbracciata dagli agricoltori europei,<br />

francesi, olandesi e belgi in primis,<br />

ognuno con proprie specifiche<br />

motivazioni. Se la causa comune è<br />

la perdita di reddito, non sembra a<br />

oggi esistere una precisa piattaforma<br />

rivendicativa»<br />

La protesta dei trattori<br />

sta interessando tutto<br />

il Vecchio Continente.<br />

Nel mirino degli<br />

agricoltori anche<br />

la Politica agricola<br />

comune (Pac) e il Green<br />

Deal che impongono<br />

vincoli ambientali più<br />

stringenti.<br />

accaduto in molti altri settori<br />

destinati a essere radicalmente<br />

trasformati, basti pensare, per<br />

restare in Italia, al settore automotive.<br />

Angelo Frascarelli presidente<br />

di Ismea fino al giugno<br />

2023 e Docente di Economia<br />

e Politica Agraria presso l’università<br />

di Perugia ha provato<br />

a delineare le ragioni delle<br />

proteste, facendo ben notare di<br />

come sia necessario: «distinguere<br />

tra motivazioni congiunturali<br />

e strutturali, tra temi che<br />

si possono affrontare nel breve<br />

periodo (basti pensare alla<br />

questione Irpef) e temi che si<br />

possono affrontare con azioni<br />

di lungo periodo» tenendo<br />

comunque presente che «l’agricoltura<br />

è sottoposta a cambiamento,<br />

l’incertezza normativa<br />

e sui mercati e la perdita<br />

di valore lungo la filiera sono<br />

i fattori che hanno scatenato la<br />

protesta».<br />

Le origini del dissenso<br />

La protesta, nata in Germania<br />

per l’abolizione degli incentivi<br />

sul gasolio agricolo, con una<br />

parziale marcia indietro del<br />

governo, è stata presto abbracciata<br />

dagli agricoltori europei,<br />

francesi, olandesi e belgi in<br />

primis, ognuno con proprie<br />

specifiche motivazioni (dalla<br />

richiesta di indennizzi più<br />

rapidi e sostanziosi in caso di<br />

calamità, all’opposizione per<br />

l’obbligo di diminuzione dei<br />

capi di allevamento, alla lotta<br />

contro l’importazione di prodotti<br />

da Paesi con standard inferiori).<br />

Se la causa comune è<br />

la perdita di reddito, non sembra<br />

a oggi esistere una precisa<br />

piattaforma rivendicativa e an-<br />

che i punti programmatici più<br />

volte pubblicati hanno diversi<br />

interlocutori.<br />

Il caso italiano in questo<br />

senso è significativo, dal momento<br />

in cui alcune questioni<br />

possono essere poste al governo<br />

(la questione Irpef) altre<br />

all’Europa (relativamente alla<br />

PAC e alla reciprocità della<br />

qualità delle produzioni), mentre<br />

alcune legate alla struttura<br />

organizzative del commercio<br />

mondiale (il valore aggiunto<br />

delle produzioni mal distribuito<br />

lungo la filiera) non hanno<br />

un interlocutore chiaro.<br />

«C’è una pressione a cui<br />

gli agricoltori sono sottoposti<br />

- spiega l’on. Paolo de Castro<br />

in una videointervista a Trattoriweb<br />

- perché il green deal, il<br />

farm to fork, tutte le decisioni<br />

della Commissione spingono<br />

verso un’accelerazione nella<br />

transizione ecologica, (rappresentano<br />

scelte compiute ndr.)<br />

nel momento più sbagliato<br />

perché noi avevamo già fatto<br />

una riforma della PAC entrata<br />

in vigore soltanto un anno<br />

fa, il 1° gennaio 2023 in cui<br />

la componente ambientale è<br />

significativamente aumentata,<br />

basti pensare agli ecoschemi.<br />

Abbiamo legato il 25% di tutti<br />

gli aiuti PAC ai comportamenti<br />

ecologici, ebbene, nel momento<br />

in cui gli agricoltori europei<br />

stanno applicando la nuova<br />

PAC con questi nuovi impegni<br />

ambientali la commissione ha<br />

messo sul tavolo almeno 4 proposte<br />

legislative che vanno ad<br />

accelerare questo percorso.»<br />

«Penso, - continua De Castro<br />

- al regolamento con il divieto<br />

di utilizzo di fitofarmaci, fino al<br />

50% di riduzione entro il 2030,<br />

penso alla direttiva emissioni<br />

industriali che aveva incluso<br />

le stalle paragonandole a<br />

una fabbrica, ma penso anche<br />

al regolamento sul ripristino<br />

della natura che ha dato una<br />

sensazione drammatica agli<br />

agricoltori - come se fino ad<br />

adesso gli agricoltori avessero<br />

distrutto la natura e quindi bisogna<br />

ripristinarla. Insomma<br />

gli agricoltori si sono sentiti<br />

sotto accusa, non protagonisti<br />

di questa transizione ecologica,<br />

ma imputati».<br />

Riassumendo il caso italiano<br />

Frascarelli propone 4 principali<br />

motivazioni che hanno<br />

portato a un calo del reddito da<br />

parte degli agricoltori e quindi<br />

alle proteste (anche se non di<br />

tutti, è bene sottolinearlo):<br />

«Il primo fattore è rappresentato<br />

dalla riduzione dei<br />

prezzi di alcuni prodotti, dei<br />

cereali e più in generale delle<br />

commodity che dipendono dal<br />

14<br />

15


PROTESTA<br />

mercato internazionale. C’è<br />

stato un crollo dei prezzi veramente<br />

importante, basti pensare<br />

che il grano tenero che nel<br />

2023 valeva 380 euro a tonnellata<br />

oggi ne vale 220».<br />

«Oltre a questo - continua<br />

Frascarelli - il 2023 ha presentato<br />

un andamento climatico<br />

pessimo con cali di rese importanti<br />

in diversi settori: cereali e<br />

altre commodity, uva per peronospora<br />

causata da eccesso di<br />

pioggia, ulivo per la mancata<br />

allegagione (sempre per eccesso<br />

di pioggia) e nella frutta per<br />

effetto gelo».<br />

«Terzo la struttura dei costi<br />

di produzione: alti all’inizio<br />

2023, abbassatisi poi nel corso<br />

dell’anno, ma molto elevati<br />

all’inizio della campagna<br />

agraria».<br />

La fotografia<br />

Le aziende agricole italiane<br />

nel 2020<br />

Età dei capi d’azienda<br />

240.691<br />

Over 75 anni<br />

409.361<br />

60-74 anni<br />

FONTE: Istat<br />

1.130.528<br />

Totale<br />

25.322<br />

Under 29 anni<br />

129.985<br />

30-44 anni<br />

328.169<br />

45-59 anni<br />

Forma giuridica<br />

Individuale o familiare<br />

Società di persone<br />

Società di capitali<br />

Cooperativa<br />

Proprietà collettiva<br />

Altra forma<br />

1.133.023<br />

Totale<br />

1.059.204<br />

54.927<br />

11.011<br />

3.160<br />

2.495<br />

2.226<br />

In Italia i cortei sono in<br />

larga parte spontanei.<br />

Le organizzazioni di<br />

categoria non solo<br />

sono tenute ai margini,<br />

ma aspramente<br />

criticate dalla piazza.<br />

I punti salienti della<br />

protesta variano a<br />

seconda dei territori,<br />

del gruppo di<br />

appartenenza, delle<br />

idee politiche del<br />

singolo agricoltore. Ma<br />

ci sono alcuni punti in<br />

comune.<br />

«È ovvio constatare come ci siano<br />

interessi contrastanti, se si finanziano<br />

le piccolissime imprese si rischiano di<br />

mantenere in vita imprese improduttive,<br />

incapaci di compiere quegli<br />

investimenti necessari a essere efficienti<br />

anche dal punto di vista ambientale»<br />

Prezzi bassi, costi alti<br />

Quindi: prezzi bassi, rese basse<br />

e costi alti il che si traduce<br />

in redditi compromessi. Su<br />

questo scenario si aggiunge<br />

l’entrata in vigore della nuova<br />

PAC (<strong>2024</strong>) che, non solo,<br />

come ogni novità comporta<br />

incertezze, ma, in particolare,<br />

impone più impegni ambientali<br />

e vincoli agli agricoltori<br />

che lamentano aggravi amministrativi<br />

e requisiti ambientali<br />

più stringenti.<br />

Quarto punto, citato da Frascarelli,<br />

l’iniqua distribuzione<br />

del valore lungo la filiera, un<br />

fattore strutturale che nasce<br />

con il moderno sistema agroalimentare<br />

con un consumatore<br />

a caccia di nuovi servizi e nuove<br />

offerte, con prodotti sempre<br />

più ricercati, ma sempre meno<br />

legati al loro valore intrinseco.<br />

Su queste considerazioni si<br />

innestano una serie di osservazioni<br />

che vale la pena riportare<br />

e che vogliono evidenziare<br />

quanto la situazione sia complessa<br />

e difficile da rappresen-<br />

«In pratica riassumendo possiamo dire<br />

di essere in mezzo a una tempesta<br />

perfetta, che vede concorrere fattori<br />

strutturali e congiunturali sullo sfondo<br />

di una trasformazione spinta delle<br />

nuove tecnologie e della questione<br />

ambientale»<br />

tare, figuriamoci da governare.<br />

Il prezzo di alcune commodities<br />

basso è un problema<br />

per alcuni, ma è uno strumento<br />

competitivo per altri (si pensi<br />

agli allevatori); la questione<br />

dei dazi si ripropone ciclicamente<br />

e va inserita in un contesto<br />

in cui l’Italia è un Paese<br />

esportatore, mentre la questione<br />

della reciprocità delle norme<br />

sociali e ambientali, secondo<br />

Frascarelli «in buona parte<br />

viene rispettato, non sempre e<br />

non ovunque, ma si è fatto e si<br />

fa molto, ma non è un fattore<br />

nuovo, così come l’iniqua distribuzione<br />

del valore aggiunto<br />

lungo la filiera… sono problemi<br />

strutturali non di facile<br />

soluzione».<br />

«Vedo - conclude - un desiderio<br />

di protestare, di esprimersi<br />

visto che i canali tradizionali<br />

non sono stati capaci di<br />

ascoltare questo disagio, molte<br />

proteste non sono rivolte verso<br />

il governo italiano, ma contro<br />

la PAC e l’UE, ma non tengono<br />

conto che quest’ultima è il risultato<br />

di una discussione che è<br />

durata dal 2017 al 2022. Mol-<br />

La tempesta perfetta<br />

In pratica riassumendo possiamo<br />

dire di essere in mezzo<br />

a una tempesta perfetta, che<br />

vede concorrere fattori strutturali<br />

e congiunturali sullo<br />

sfondo di una trasformazione<br />

spinta dalle nuove tecnologie e<br />

dalla questione ambientale.<br />

Bisogna coltivare di più e<br />

meglio consumando meno acqua,<br />

utilizzando meno fertilizzanti<br />

e meno pesticidi, producendo<br />

di più a prezzi inferiori,<br />

salvaguardando la biodiversità<br />

e rigenerando il terreno. La<br />

PAC deve proteggere i piccoli<br />

agricoltori e le produzioni<br />

originali, facendo in modo che<br />

non siano elitarie, deve prota<br />

parte della società richiede<br />

che gli agricoltori prestino più<br />

attenzione all’ambiente alle<br />

modalità di allevamento (con<br />

meno antibiotici e meno pesticidi/fertilizzanti)<br />

e la PAC rappresenta<br />

il punto di equilibrio<br />

tra le esigenze degli agricoltori<br />

e della società. Bisogna tener<br />

conto che le politiche non<br />

le scrivono solo gli agricoltori,<br />

ma insieme tutti i cittadini<br />

europei. Il green deal europeo<br />

riguarda tutti, agricoltura edilizia,<br />

energia automotive, trasporti,<br />

industria».<br />

muovere le nuove tecnologie<br />

rendendole alla portata di tutti<br />

e contemporaneamente non<br />

penalizzare i produttori extra<br />

EU. Insomma tutti vogliono<br />

tutto e nessuno vuole rinunciare<br />

a qualcosa.<br />

È ovvio constatare come ci<br />

siano interessi contrastanti, se<br />

si finanziano le piccolissime<br />

imprese si rischiano di mantenere<br />

in vita imprese improduttive,<br />

incapaci di compiere<br />

quegli investimenti necessari<br />

a essere efficienti anche dal<br />

punto di vista ambientale. Se<br />

invece non si finanziano si rischia<br />

di perdere la passione,<br />

la qualità estrema, si rischia di<br />

perdere la biodiversità cultu-<br />

16<br />

17


PROTESTA<br />

rale e colturale che caratterizza<br />

il panorama agricolo europeo<br />

e in particolare quello italiano.<br />

Questo però è solo una delle<br />

tante contraddizioni che ci<br />

troviamo ad affrontare, alcuni<br />

agricoltori lamentano la mancanza<br />

di reciprocità ambientale/<br />

sociale, questione che va al di<br />

là dell’opportunità offerta dagli<br />

OGM e che per esempio si pone<br />

nel momento in cui si tratta la<br />

questione Ucraina. Sono questioni<br />

però che vanno ben al di<br />

là dell’ambito agricolo e che di<br />

volta in volta si catalizzano su<br />

settori diversi della società.<br />

Chi lavora nella bioeconomia<br />

lamenta un forte e costante<br />

sostegno all’economia fossile,<br />

chi fa caldaie tradizionali o<br />

motori diesel ritiene di essere<br />

inutilmente penalizzato date le<br />

performance degli ultimi modelli<br />

e le prestazioni dei ‘modelli’<br />

che si trovano in giro per<br />

il Mondo. Insomma ognuno<br />

cerca di difendersi perché cambiare<br />

è faticoso e a volte non è<br />

neanche possibile, per motivi<br />

anagrafici, per mancanza di<br />

competenze o perché impossibilitati<br />

a cambiare.<br />

Questo perché ogni trasformazione<br />

comporta dei costi<br />

e questa che stiamo vivendo,<br />

in particolare, ne prevede di<br />

ingenti, forse di imprevisti e<br />

soprattutto la politica dell’UE<br />

probabilmente li ha anticipati<br />

troppo radicalmente. Quello<br />

che, infatti, viene imputato<br />

all’UE è che la spinta bottom -<br />

up sia stata troppo forte, troppo<br />

repentina. Alla politica fin’ora<br />

è, infatti, mancata la forza di<br />

portare con sé tutta la società,<br />

oltre ad alcuni errori di visione,<br />

inevitabili, è mancata la capacità<br />

di coinvolgere i cittadini e di<br />

renderli motori del cambiamento<br />

più che vittime della trasformazione<br />

in corso.<br />

Dall’altro lato però è vero<br />

«Gli agricoltori sono i protagonisti<br />

di questa transizione e non si<br />

possono ottenere grandi risultati<br />

di carattere ambientale senza<br />

coinvolgere i principali attori di questo<br />

cambiamento, quelli che gestiscono il<br />

70% del territorio europeo»<br />

le dimensioni delle aziende AGRICOLE italiane<br />

Classi di SAU (ettari) Numero di aziende (2020)<br />

fino a 0,99<br />

da 1 a 1,99<br />

da 2 a 2,99<br />

da 3 a 4,99<br />

da 5 a 9,99<br />

da 10 a 19,99<br />

da 20 a 29,99<br />

da 30 a 49,99<br />

da 50 a 99,99<br />

da 100 in poi<br />

FONTE: Istat<br />

che tecnologie e mutamenti<br />

climatici stanno correndo e<br />

non possiamo pensare che ci<br />

lascino il tempo di introiettare<br />

i cambiamenti con ‘dolcezza’.<br />

109.545<br />

45.118<br />

128.381<br />

147.320<br />

160.133<br />

240.980<br />

209.662<br />

41.167<br />

32.487<br />

TOTALE aziende<br />

18.230 1.133.023<br />

«L’Europa, - conclude con un<br />

auspicio De Castro - ha in buona<br />

parte modificato, cancellato<br />

o rinviato la gran parte delle<br />

decisioni (ndr che scaricavano<br />

LA BILANCIA DEL MAIS<br />

2021 2022 2023<br />

Prezzo al quintale (euro) 19 37 22 / 23<br />

Contributo PAC (euro per ettaro) Titoli 200 -100 green Titoli 160<br />

Costi per ettaro/anno (euro)<br />

Nutrizione 330 670 500<br />

Mezzi tecnici (sementi fitofarmaci<br />

ecc...)<br />

460 480 521<br />

Lavorazioni (trattori, carburanti ecc..) 510 600 650<br />

Irrigazione 300 600 550<br />

Essiccazione 400 650 650<br />

Affitto campo 750 750 750<br />

con troppa veemenza il Green<br />

Deal sugli agricoltori). Ricucire<br />

questo rapporto con le<br />

comunità rurali sarà il principale<br />

impegno della prossima<br />

Commissione Europea dove mi<br />

auguro ci sarà un Commissario<br />

in grado di bilanciare queste<br />

pressioni ecologiste. Nessuno<br />

mette in discussone la transizione<br />

ecologica, sappiamo che<br />

dobbiamo fare dei passi avanti<br />

e che gli agricoltori dovranno<br />

fare la loro parte; sappiamo<br />

anche che gli agricoltori sono<br />

i protagonisti di questa transi-<br />

In 15 anni, tra il 2005<br />

e il 2020, 5,3 milioni<br />

di aziende agricole in<br />

Europa hanno chiuso i<br />

battenti. Nello stesso<br />

arco di tempo in Italia<br />

le imprese del settore<br />

si sono dimezzate:<br />

nel solo 2022 sono<br />

3.623 le aziende, in<br />

gran parte piccole<br />

e piccolissime,<br />

che hanno dovuto<br />

rinunciare.<br />

zione e non si possono ottenere<br />

grandi risultati di carattere<br />

ambientale senza coinvolgere i<br />

principali attori di questo cambiamento,<br />

quelli che gestiscono<br />

il 70% del territorio europeo».<br />

I numeri degli agricoltori<br />

«I numeri parlano chiaro», si<br />

presenta così al telefono Mario<br />

Vigo, storico promotore<br />

di Combi Mais un protocollo<br />

studiato per ottimizzare la produzione<br />

di Mais rendendolo sostenibile<br />

a 360 gradi e sano dal<br />

punto di vista delle micotossine.<br />

«Prenda carta e penna e segni<br />

questi numeri: 2021, prezzo<br />

del mais 19 Euro al quintale,<br />

2022, 37 Euro, 2023 tra i 22 e<br />

i 23 Euro. Se analizziamo i costi<br />

vuol dire che un’azienda per<br />

andare in pareggio doveva produrre<br />

rispettivamente 143, 102<br />

e 170 quintali per ettaro. Tenga<br />

conto che una azienda media<br />

arriva a 120, in anni eccezionali<br />

(quali non sono stati questi,<br />

anche per colpa della siccità)<br />

e dopo importanti investimenti<br />

in tecnologia si può arrivare a<br />

150 ma sono produzioni elevatissime<br />

e certamente non alla<br />

portata di tutti».<br />

«E le dinamiche dei costi<br />

chiariscono il mio concetto, per<br />

la nutrizione ho speso rispettivamente<br />

(nel 2021 – 22 e 23)<br />

310, 670 e 520 Euro a ettaro,<br />

(per gli altri numeri guardate<br />

la tabella) insomma mantenendo<br />

costanti i costi di affitto dei<br />

«Nel mais siamo passati da una<br />

quasi autosufficienza dell’inizio<br />

degli anni 2000 all’importare il 60%<br />

del fabbisogno, per un cereale<br />

multifunzionale, non abbiamo<br />

imparato niente da quanto accaduto<br />

con il Covid»<br />

terreni e con un contributo PAC<br />

in calo le aziende agricole, per<br />

quanto strutturate e all’avanguardia<br />

stanno molto male».<br />

«E anche la politica agricola<br />

del Pese ne soffre, se pensiamo<br />

al mais, mentre le altre<br />

macroaree del mondo aumentano<br />

le produzioni l’Europa è<br />

l’unica area che le disincentiva.<br />

Nel mais siamo passati da una<br />

quasi autosufficienza dell’inizio<br />

degli anni 2000 all’importare il<br />

60% del fabbisogno, per un cereale<br />

multifunzionale (energia<br />

e alimentazione), non abbiamo<br />

imparato niente da quanto accaduto<br />

con il Covid».<br />

«Per tornare ai prezzi dei cereali,<br />

ma soprattutto ai costi che<br />

devono sostenere gli agricoltori<br />

è evidente che i costi degli input<br />

produttivi sono rimasti alti,<br />

mentre il valore della nostra<br />

produzione si è abbassato per<br />

le scelte legate ai dazi dell’Unione<br />

Europea e la situazione è<br />

diventata insostenibile».<br />

Situazione, a prescindere<br />

dalle motivazioni e dalle ragioni,<br />

preoccupante per il Paese<br />

se si pensa alla struttura delle<br />

aziende agricole italiane ben<br />

rappresentata dai dati Istat secondo<br />

i quali 450mila (circa il<br />

40% del totale) hanno meno di<br />

2 ettari di SAU e oltre il 90%<br />

sono individuali o familiari (il<br />

20% ha il capo over 75 anni),<br />

quindi presentano evidentemente<br />

grossi limiti di capitalizzazione<br />

e relativa capacità di<br />

investimento e di accesso alle<br />

nuove competenze. L’impressione<br />

è che saranno queste le realtà<br />

più colpite dalla trasformazione<br />

che stiamo vivendo e che<br />

dovranno essere accompagnate<br />

in un processo di crescita o di<br />

inevitabile uscita dal mercato.<br />

Daniele Bettini<br />

18<br />

19


TRACTOR AGRIVOLTAICO OF THE YEAR<br />

L’aria diventa<br />

elettrica<br />

A Borgo Virgilio (MN) nasce Agri Solar<br />

Demo Farm un progetto pilota che<br />

punta sull’economia circolare partendo<br />

dall’agrivoltaico e da trattori elettrici.<br />

Una partnership che coinvolge Hubfarm,<br />

New Holland, xFarm e Rem Tec<br />

La questione energetica è<br />

sempre più centrale anche<br />

per il settore agricolo,<br />

non solo per i costi e il problema<br />

dell’approvvigionamento,<br />

ma anche per le opportunità<br />

che dischiude, tanto da essere<br />

diventata un vero e proprio asset<br />

aziendale, un nuova fonte<br />

di reddito per gli agricoltori<br />

che possono ulteriormente<br />

diversificare le loro attività.<br />

La transizione ecologica e la<br />

diffusione dell’elettrificazione<br />

vanno proprio in questa direzione,<br />

così come una serie di<br />

incentivi che rendono competitivi<br />

anche vettori energetici<br />

come il biometano.<br />

Tra progetti, prototipi e<br />

sperimentazioni lo scenario<br />

è in completo movimento<br />

con tutti i player alla ricerca<br />

delle soluzioni più funzionali.<br />

Il tutto sempre partendo<br />

dal presupposto che<br />

l’Italia è priva di materie<br />

prime, è molto antropizzata<br />

e attenta alla sua bellezza, il<br />

che si traduce in un enorme<br />

richiesta di energia e poche<br />

risorse atte a soddisfare la<br />

domanda, comprendendo tra<br />

le risorse scarse lo spazio<br />

per le rinnovabili.<br />

Quindi necessità di soddisfare<br />

la richiesta di energia<br />

abbattendo contemporaneamente<br />

l’impatto<br />

ambientale e aumentando<br />

l’indipendenza energetica<br />

del Paese; questioni a cui<br />

la meccanizzazione agricola<br />

sta rispondendo con una<br />

sempre maggior efficienza<br />

dei motori tradizionali e con<br />

nuove motorizzazioni siano<br />

esse a metano, elettriche o<br />

ibride (anche con l’idrogeno).<br />

Questa però è solo una<br />

parte della risposta, che<br />

per essere più efficace e<br />

generale deve coinvolgere<br />

l’azienda agricola nel suo<br />

complesso e l’ecosistema<br />

tecnologico organizzativo<br />

che le sta intorno.<br />

Economia circolare<br />

Partendo da questi stimoli<br />

stanno nascendo una serie di<br />

progetti che, da un lato valorizzano<br />

le nuove motorizzazioni,<br />

dall’altro le inseriscono<br />

in una visione molto più<br />

ampia di economia circolare<br />

aprendo le aziende al futuro<br />

e puntando a definire nuovi<br />

asset aziendali e nuove fonti<br />

di reddito. Tra i progetti ‘in<br />

campo’, in attesa di una vera<br />

e propria killer application,<br />

che probabilmente non arriverà<br />

mai, c’è Agri Solar Demo<br />

Farm che punta a utilizzare il<br />

fotovoltaico avanzato per la<br />

produzione di energia elettrica<br />

per autoconsumo. Si inserisce<br />

nel filone dell’economia<br />

circolare che mira ad azzerare<br />

l’impronta di carbonio ‘net<br />

Zero’.<br />

A puntarci Hubfarm,<br />

New Holland, REM Tec<br />

e xFarm, quattro partner<br />

complementari che stanno<br />

facendo sistema unendo le<br />

rispettive competenze. Nello<br />

specifico, partendo dal<br />

dettaglio, c’è una piattaforma,<br />

quella di xFarm, che<br />

lavora su un DSS pensato<br />

per ottimizzare le colture;<br />

ci sono poi i pannelli solari<br />

sollevati da terra, quelli di<br />

REM Technologies, studiati<br />

non solo per seguire il sole,<br />

ma per farlo armonizzando<br />

i movimenti con quelli dei<br />

trattori e per proteggere le<br />

colture dal sole (in modo<br />

da risparmiare acqua) e anche<br />

dagli eventi climatici<br />

importanti che potrebbero<br />

danneggiare le piante. I trattori<br />

in campo sono i New<br />

Holland T4 Electric Power<br />

i primi utility al mondo alimentati<br />

al 100% da energia<br />

elettrica con potenza massima<br />

di 75 cv, alimentati, in<br />

questo caso, da energia elettrica<br />

rinnovabile, prodotta<br />

dall’impianto agrivoltaico<br />

stesso. Alla piattaforma di<br />

Hubfarm l’arduo compito<br />

di armonizzare tutte le informazioni<br />

raccolte e incrociarle.<br />

Quindi connettere le<br />

informazioni del campo con<br />

quelle dell’impianto agrivoltaico<br />

e con i trattori in<br />

modo da ottenere le migliori<br />

performance possibili non<br />

nel singolo verticale, ma nel<br />

complesso.<br />

Non solo, tutte le informazioni<br />

riunite in un’unica<br />

piattaforma daranno, infatti,<br />

vita a una sorta di digital<br />

twin dell’azienda e rappresenteranno<br />

anche la base da<br />

cui estrarre tutti i dati utili<br />

per la gestione delle prati-<br />

che burocratiche, la partecipazione<br />

a bandi, il recupero<br />

di finanziamenti e quant’altro.<br />

Sostenibilità in primis<br />

«L’obiettivo - spiega Valter<br />

Valle, agronomo promotore e<br />

coordinatore del progetto - è<br />

raggiungere un modello reale<br />

di agricoltura organica e<br />

rigenerativa del suolo agricolo.<br />

L’ Agri Solar Demo Farm<br />

sarà il palcoscenico in cui i<br />

quattro partner definiranno,<br />

in primis, sostenibilità tecnica<br />

e finanziaria dell’ecosistema<br />

agrivoltaico avanzato e sostenibile,<br />

per poi definire piani<br />

operativi di rese agricole ed<br />

energetiche che nei prossimi<br />

3 anni verranno implementate<br />

a seconda della disponibilità<br />

di tecnologia innovativa di<br />

elettrificazione, automazione<br />

e digitalizzazione».<br />

«Dopo la presentazione<br />

di novembre a Ecomondo<br />

siamo stati contattati da numerose<br />

aziende interessate<br />

Agri Solar<br />

Demo Farm è<br />

un progetto<br />

che punta a<br />

utilizzare il<br />

fotovoltaico<br />

avanzato per<br />

la produzione<br />

di energia<br />

elettrica per<br />

autoconsumo.<br />

l’iniziativa<br />

è promossa<br />

da Hubfarm,<br />

New Holland,<br />

REM Tec e<br />

xFarm, quattro<br />

partner<br />

che stanno<br />

facendo<br />

sistema<br />

unendo le<br />

rispettive<br />

competenze.<br />

al nostro modello - continua<br />

Valter Valle - e stiamo pensando<br />

di riproporre lo schema<br />

Agri Solar Demo anche<br />

in altre zone d’Italia, penso<br />

alla Puglia e alla Sicilia che<br />

potrebbero rappresentare<br />

hub mediterranei di sicuro<br />

interesse. Non a caso stiamo<br />

studiando per inserire i<br />

pannelli su agrumi, uva (per<br />

ora da tavola) e ulivi, anche<br />

se dobbiamo ancora capire<br />

come adattare le coltivazioni<br />

e i pannelli in funzione<br />

20<br />

21


TRACTOR AGRIVOLTAICO OF THE YEAR<br />

Il progetto<br />

che si<br />

sviluppa<br />

all’interno<br />

di un sito<br />

agricolo nel<br />

comune di<br />

Borgo Virgilio<br />

(Mantova) e<br />

si estende su<br />

un terreno di<br />

14 ettari con<br />

circa il 100%<br />

di superficie<br />

coltivata<br />

a colture<br />

erbacee in<br />

rotazione si<br />

avvale della<br />

consulenza<br />

agronomica<br />

dell’Università<br />

cattolica di<br />

Piacenza.<br />

della localizzazione.»<br />

«Il PNRR misura 2 e il<br />

bando ci ha dato una grossa<br />

mano e rappresenta un’opportunità<br />

con il 40% a fondo<br />

perduto e la tariffa sulla<br />

vendita dell’energia per 20<br />

anni. Non finisce qui però,<br />

a Borgo Virgilio stiamo perimentando<br />

su declinazioni<br />

agricole dell’uso di elettricità<br />

in campo, con il supporto<br />

di New Holland stiamo<br />

lavorando tra l’altro su<br />

ultrasuoni e ultravioletti per<br />

la difesa delle piante. Due<br />

ultime cose, nei prossimi tre<br />

anni lavoreremo molto sui<br />

dati che raccoglieremo nel<br />

nostro primo hub, però già<br />

da adesso possiamo dire che<br />

dal punto di vista economico<br />

il modello funziona con<br />

una azienda da 5-10 ettari.<br />

Dal 2026 saremo produttivi<br />

e l’idea è in prospettiva di<br />

costruire un consorzio, perché<br />

l’energia sia vista come<br />

un vero e proprio prodotto<br />

agricolo, in questo senso<br />

anche il concetto di Comunità<br />

energetica potrebbe<br />

riunire aziende agricole e<br />

consumatori»<br />

Agrivoltaico evoluto<br />

Il progetto, che si sviluppa<br />

all’interno di un sito agricolo<br />

nel comune di Borgo Virgilio<br />

(Mantova) e si estende su un<br />

terreno di 14 ettari con circa<br />

il 100% di superficie coltivata<br />

a colture erbacee in rotazione<br />

si avvale della consulenza<br />

dell’Università cattolica di<br />

Piacenza con cui si stanno studiando<br />

le colture più adatte.<br />

«L’agrivoltaico evoluto<br />

- evidenzia Roberta Papili,<br />

Responsabile Clima ed<br />

Energia presso Confagricoltura<br />

- non solo non ruba<br />

spazio all’agricoltura, ma<br />

al contrario la favorisce, i<br />

pannelli solari infatti, sono<br />

sollevati da terra e oltre a<br />

garantire il passaggio dei<br />

trattori proteggono le coltivazioni<br />

dal sole (fornendo<br />

ombreggiatura) e dagli<br />

eventi climatici estremi.<br />

Per questo è importante la<br />

digitalizzazione completa<br />

dell’azienda agricola per-<br />

ché bisogna capire come<br />

far dialogare al meglio le<br />

singole componenti: trattori<br />

- pannelli - sistema<br />

aziendale, come posizionare<br />

i pannelli anche in funzione<br />

degli oggetti, dei veicoli<br />

e delle attrezzature che si<br />

stanno montando e quali<br />

siano le colture più funzionali.<br />

È l’evidenza che green<br />

e digital transformation<br />

vanno di pari passo», anche<br />

se c’è ancora molto da fare<br />

dal momento che per quanto<br />

i singoli tasselli siano già<br />

pronti il metterli insieme<br />

non sia banale.<br />

Serve una ‘spinta’ politica<br />

Anche dal punto di vista<br />

della visione complessiva<br />

confrontandosi con i fondi<br />

di investimento che stanno<br />

lavorando sulle rinnovabili<br />

emerge una visione molto<br />

diversa da quella presentata<br />

dal mondo agricolo. È bene<br />

evidenziarlo per mostrare la<br />

complessità del momento<br />

che stiamo affrontando. Il<br />

Paese dal loro punto di vista<br />

ha bisogno di una politica<br />

energetica e industriale<br />

più spinta e decisa. Pensare<br />

di guadagnare autonomia<br />

energetica puntando su piccolissimi<br />

impianti distribuiti<br />

è considerata una scelta<br />

perdente dal momento che<br />

il fabbisogno energetico da<br />

coprire, se si volesse davvero<br />

decarbonizzare, sarebbe<br />

davvero molto importante,<br />

del resto la realizzazione<br />

di grandi impianti è bloccata<br />

da processi autorizzativi<br />

impossibili da portare a<br />

termine e da norme troppo<br />

restrittive. In Italia dal loro<br />

punto di vista non si riescono<br />

a sviluppare progetti<br />

importanti legati alle rinnovabili<br />

e il disperdere contributi<br />

e finanziamenti non fa<br />

che aumentare la resistenza<br />

al cambiamento. Il risultato<br />

in questo senso porterebbe a<br />

un fallimento della politica<br />

energetica legata alle rinnovabili<br />

e favorirebbe il ritorno,<br />

tra qualche anno, del<br />

nucleare.<br />

Daniele Bettini<br />

22<br />

23


TRACTOR JOHN OF DEERE THE YEAR<br />

Over<br />

the top<br />

Tre i modelli della nuova gamma, con<br />

potenze complessive che oscillano tra i 781<br />

e i 913 cv. Imponente il peso operativo, che<br />

può arrivare nel top di gamma fino a 30 t.<br />

Ecco le novità del nuovo bestione del Cervo<br />

Sono 3 i modelli che<br />

vanno a rinforzare la<br />

gamma di punta di<br />

John Deere, dedicata<br />

alle operazioni<br />

più complesse su<br />

grandi appezzamenti<br />

di terreno.<br />

Impressionanti i<br />

valori di potenza<br />

e coppia massima<br />

che, nella versione<br />

più performante,<br />

toccano<br />

rispettivamente<br />

quota 913 cv e 4.234<br />

Nm<br />

Una nuova dimensione<br />

per la potenza trattoristica<br />

a stelle e strisce.<br />

Targata, ovviamente, John<br />

Deere: il colosso americano,<br />

in occasione del Commodity<br />

Classic di quest’anno a Houston,<br />

in Texas, ha svelato al<br />

mondo l’ultima incarnazione<br />

della sua gamma oversize: la<br />

9RX. Saranno tre i nuovi modelli<br />

che andranno a rimpolpare<br />

la gamma di quadricingolati,<br />

ora più potenti che mai:<br />

stiamo parlando del 9RX 710,<br />

770 e 830, con una potenza<br />

massima monstre che nel top<br />

di gamma arriva a superare i<br />

900 cv (913 per la precisione).<br />

Con prestazioni di trazione<br />

senza precedenti, ancora più<br />

comfort per l’operatore<br />

e l’aggiunta delle<br />

più recenti funzionalità<br />

per l’agricoltura di<br />

precisione condensati<br />

in meno di 3 metri<br />

di larghezza, i nuovi<br />

modelli 9RX sono<br />

ideali per i mercati<br />

europei e del CSI (la<br />

Comunità degli Stati<br />

Indipendenti in Eurasia,<br />

che comprende le<br />

nazioni che orbitavano<br />

in quella che una volta erano i<br />

territori dell’ Unione Sovietica).<br />

Non ha paura di niente<br />

Lato motorizzazione, il Cervo<br />

si è affidato a un sistema<br />

propulsivo sviluppato in casa,<br />

ovvero il JD18X da 18 litri, declinato<br />

nei tre modelli in gamma<br />

con potenze da 781, 847 e<br />

913 cv.<br />

La coppia massima, invece,<br />

esprimibile dal motore è di<br />

3.622, 3.929 e 4.234 Nm nel<br />

modello di punta. Inoltre, qualora<br />

servisse ulteriore potenza<br />

per le lavorazioni più gravose,<br />

il sistema di gestione intelligente<br />

della potenza (IPM) è<br />

in grado di fornire un boost di<br />

ulteriori 40 cavalli, particolarmente<br />

utile qualora si stesse<br />

lavorando con attrezzi idraulici<br />

potenti, come seminatrici o<br />

erpici superiori ai 10 metri di<br />

larghezza.<br />

Numeri da capogiro insomma,<br />

a cui si affianca anche un<br />

consumo specifico di carburante<br />

ridotto rispetto alle versioni<br />

precedenti e una piena<br />

conformità allo Stage V senza<br />

necessità di additivo per emissioni<br />

diesel (DEF)/AdBlue.<br />

Nel serbatoio possono essere<br />

stoccati fino a 1.952 litri di<br />

carburante, per garantire piena<br />

autonomia anche durante le<br />

sessioni intensive. Il sistema di<br />

rifornimento rapido consente<br />

di riempirlo in meno di 4 minuti.<br />

Per quanto riguarda le trasmissioni,<br />

i nuovi 9RX potranno<br />

essere allestiti con la<br />

trasmisione full powershift e21<br />

PowerShift completamente<br />

meccanica con Efficiency Manager,<br />

oppure con la e23 totalmente<br />

automatica e adattativa.<br />

Poderosa anche lidraulica con<br />

l’opzione a tripla pompa idraulica<br />

e portate che oscillano tra i<br />

210 l/min del 9RX 710 e i 636<br />

l/min del 9RX 830.<br />

Il peso massimo con zavorre<br />

di 38.100 chili non deve<br />

spaventare, poiché il livello<br />

di pressione al suolo minimo<br />

rimane a 0,58 k per centimetro<br />

quadrati, paragonabile agli<br />

attuali modelli 9RX più piccoli.<br />

in virtù delle dimensioni<br />

maggiorate dei cingoli. La manovrabilità<br />

è inoltre agevolata<br />

dal sistema ActiveCommand<br />

Steering che (ACS) regola<br />

lo sforzo sullo sterzo in base<br />

alla velocità di avanzamento.<br />

In pratica in campo la completa<br />

sterzata si ottiene con solo<br />

tre giri e mezzo del volante<br />

mentre su strada, per maggiore<br />

sicurezza e sensibilità ne occorrono<br />

cinque.<br />

Rinnovata anche la cabina.<br />

Con la nuova CommandView<br />

4 Plus, gli operatori godranno<br />

di un comfort e di una visibilità<br />

notevolmente migliorati, oltre a<br />

un sostanziale aumento deldello<br />

spazio a bordo. La sospensione<br />

della cabina offre tre livelli di<br />

rigidità ed enfatizza la funzione<br />

del sottotelaio dedicato nel ridurre<br />

rumore e vibrazioni.<br />

Ciliegina sulla (grande)<br />

torta il sistema per l’agrioltura<br />

di precisione CommandCenter<br />

G5Plus ad alta definizione<br />

da 32,5 cm (12,8 pollici), e<br />

l’integrazione completa con<br />

i pacchetti telematici offerti<br />

della John Deere Precision Ag<br />

Technology. Stefano Eliseo<br />

I TRE NUOVI MODELLI ALLA GAMMA 9RX<br />

Modello 9RX 710 9RX 770 9RX 830<br />

Motore<br />

Deere Powertech 18X<br />

Potenza Max cv 781 847 913<br />

Coppia Nm 3.622 3.928 4.234<br />

Capacità serbatoio l 1.952<br />

Portata Pompa l/min 212/424/636<br />

Peso kg<br />

33.500 kg<br />

Peso massimo ammissibile kg 34.500 38.100<br />

Cingoli<br />

762 mm di larghezza con Camso As 3500. Come optional presente anche sistema 6500 Tracks<br />

Altezza, largh. e lungh. mm 3.774/2.997/8.829<br />

24<br />

25


TRACTOR BCS OF THE YEAR<br />

La scossa<br />

da Abbiategrasso<br />

Dopo il trattore basato su intelligenza artificiale è il<br />

momento della svolta green: anche BCS approda<br />

all’elettrico. E lo fa con un isodiametrico tutto pepe da<br />

40 kW, con autonomia compresa tra 3 e 6 ore. Corposo<br />

il pacchetto di novità a bordo<br />

L’e-Valiant, presentato<br />

a Fieragricola non<br />

sarà l’unico mezzo<br />

elettrico che entrerà<br />

nei listini di BCS: il<br />

produttore, infatti,<br />

ha annunciato che a<br />

breve arriverà anche<br />

la serie e-Vanguard<br />

caratterizzata da<br />

contenuti tecnici di alta<br />

gamma quali posto di<br />

guida con piattaforma<br />

sospesa su silentblock,<br />

disponibilità<br />

di cabina con aria<br />

condizionata, PTO<br />

posteriore a doppia<br />

velocità 540/540E.<br />

E’ ricaduta su Fieragricola<br />

la scelta di BCS per annunciare<br />

una delle sue<br />

novità più importanti degli<br />

ultimi anni: proprio durante<br />

il primo giorno della kermesse<br />

veronese, infatti, è calato<br />

il velo sul nuovo trattore specializzato,<br />

di fatto il primo<br />

con motorizzazione completamente<br />

elettrica proposto dal<br />

produttore di Abbiategrasso.<br />

Si chiama e-Valiant e, grazie<br />

alla sua livrea blu ‘elettrica’ con<br />

caratteristiche venature<br />

azzurre, è stato il<br />

vero protagonista dello<br />

stand BCS di Fieragricola,<br />

attirando<br />

l’attenzione di numerosi<br />

visitatori, anche<br />

grazie alla presenza<br />

della presa di ricarica<br />

installata dai progettisti,<br />

per rendere più<br />

interattiva l’esperienza<br />

fieristica. Si tratta,<br />

in sostanza, di un isodiametrico<br />

di 1.700<br />

kg, con posto di guida<br />

reversibile opzionale dotato di<br />

propulsore elettrico con potenza<br />

di 40 kW e perfettamente<br />

compatibile con tutte le attrezzature<br />

già esistenti, avendo in<br />

pratica le stesse dimensioni e<br />

gli stessi ingombri della versione<br />

con motore endotermico.<br />

I campi applicativi spaziano<br />

dall’ambito municipale per<br />

i lavori di manutenzione del<br />

verde e la rimozione della neve<br />

nei centri urbani a quello del<br />

settore orto-frutticolo e della<br />

zootecnia per l’utilizzo in aree<br />

chiuse quali ad esempio serre<br />

e stalle. Ma, ovviamente, anche<br />

nel settore dell’agricoltura<br />

specializzata e in tutte le applicazioni<br />

in spazi ristretti di<br />

vigneti e frutteti.<br />

Sotto al cofano sono montate<br />

batterie al litio da 48 V con<br />

capacità 30 kWh, in grado di<br />

garantire un’autonomia che<br />

oscilla da 3 a 6 ore a seconda<br />

di applicazione e condizioni di<br />

lavoro. Il tempo di ricarica dichiarato<br />

delle batterie è di circa<br />

5 ore (dal 20 al 100%) con 6<br />

kWh in ingresso.<br />

Una trasmissione tira l’altra<br />

Come accennato in apertura,<br />

l’architettura del trattore<br />

rimane invariata: la trasmissione,<br />

quindi, continua ad essere<br />

meccanica con frizione<br />

multidisco in bagno d’olio<br />

dotata di cambio a 12 velocità<br />

in marcia avanti più 12 in<br />

trazione 4WD e all’esclusivo<br />

telaio integrale OS-Frame<br />

con oscillazione di 15 gradi<br />

tra avantreno e retrotreno, garantisce<br />

la stabilità del trattore<br />

elettrico e-Valiant anche su<br />

terreni sconnessi.<br />

La serie e-Valiant è disponibile<br />

in tre differenti versioni<br />

ognuna delle quali studiata e<br />

realizzata per soddisfare le<br />

specifiche esigenze dei campi<br />

applicativi nei quali è destinata<br />

ad operare: versione ‘AR’<br />

con telaio articolato e raggi di<br />

volta estremamente contenuti,<br />

versione ‘RS’ con telaio a ruote<br />

sterzanti per l’impiego anche<br />

in zone declive, esclusiva<br />

versione ‘AR MICRO’ con telaio<br />

articolato e reversibilità di<br />

serie, carreggiata strettissima<br />

(larghezza fuori tutto di soli<br />

95 cm) e impianto idraulico<br />

Premium con pompa a portamarcia<br />

indietro e inversore<br />

sincronizzato.<br />

L’impianto idraulico è<br />

costituito da due pompe indipendenti<br />

(una dedicata<br />

all’idroguida e ai comandi<br />

elettroidraulici e l’altra al<br />

sollevatore e ai distributori)<br />

per l’allestimento fino a sette<br />

prese idrauliche posteriori, per<br />

l’utilizzo di tutte le moderne<br />

attrezzature, ed una presa di<br />

forza indipendente dal cambio<br />

e sincronizzata con l’avanzamento.<br />

Grazie alla postazione di<br />

guida reversibile è possibile<br />

sfruttare l’attrezzo montato<br />

al sollevatore posteriore ma<br />

con un utilizzo frontale a tutto<br />

vantaggio della precisione<br />

delle lavorazioni, del comfort<br />

operativo e della sicurezza. La<br />

distribuzione ottimale delle<br />

masse sui due assali, unita alla<br />

ta maggiorata, scambiatore di<br />

calore e divisore di flusso.<br />

Ma l’e-Valiant, presentato<br />

a Fieragricola non sarà l’unico<br />

mezzo elettrico che entrerà<br />

nei listini di BCS: il produttore,<br />

infatti, ha annunciato che<br />

a breve arriverà anche la serie<br />

e-Vanguard caratterizzata da<br />

contenuti tecnici di alta gamma<br />

quali posto di guida con<br />

piattaforma sospesa su silentblock,<br />

disponibilità di cabina<br />

con aria condizionata, PTO<br />

posteriore a doppia velocità<br />

540/540E, impianto idraulico<br />

con maggiore portata alle<br />

due pompe, disponibilità di<br />

joystick a comando elettronico,<br />

fanaleria full-LED. Da<br />

non sottovalutare, infine, che<br />

e-Valiant e il futuro e-Vanguard<br />

saranno pienamente in<br />

linea con i requisiti 4.0 per gli<br />

incentivi. Stefano Eliseo<br />

26<br />

27


TRACTOR GOLDONI OF THE YEAR<br />

Che coppia!<br />

Il Q 110 Stage V debutta<br />

col nuovo 4 cilindri Doosan<br />

D24 che con solo 2,4 litri di<br />

cilindrata fornisce 102 cavalli di<br />

potenza e 410 Nm di coppia<br />

Arrivato a un passo dal<br />

baratro dopo il fallimento<br />

del sogno cinese,<br />

Goldoni sta progressivamente<br />

risalendo la china con la nuova<br />

proprietà olandese Keestrack.<br />

Nel 2023, anche sull’onda di un<br />

mercato che ha premiato i trattori<br />

di più bassa potenza, è stato<br />

uno dei pochissimi brand ad<br />

aumentare le vendite in Italia, e<br />

si appresta ad affrontare le sfide<br />

attuali e future con una gamma<br />

in costante rinnovamento.<br />

Una tappa fondamentale di<br />

questo rinnovamento riguarda<br />

i motori, che gioco forza si devono<br />

adeguare, anche nella categoria<br />

degli specializzati, alle<br />

sempre più stringenti normative<br />

antinquinamento. Un percorso<br />

che Goldoni ha scelto di fare<br />

al fianco di Doosan, azienda<br />

sudcoreana con la quale ha<br />

stretto un accordo per i prossimi<br />

5 anni per la fornitura di 8mila<br />

motori Stage V.<br />

A Fieragricola ha debuttato<br />

proprio il modello di punta<br />

dell’azienda carpigiana, il Q<br />

110 Stage V che con 102 cavalli<br />

è il più potente di tutti gli specializzati<br />

Goldoni. Qui il nuovissimo<br />

Doosan D24 Power Up<br />

da 2.400 cc prende il posto del<br />

3 litri VM Stage 3B, senza dunque<br />

incidere minimamente sulle<br />

dimensioni compatte del trattore<br />

POWER UP<br />

Modello Q 110<br />

Motore<br />

Doosan D24<br />

Cilindri/cilindrata n/cc 4/2.392<br />

Potenza massima cv/giri 102/2.600<br />

Coppia massima Nm/giri 410/1.600<br />

Marce a/r n 24/12<br />

Portata pompa l/min 61<br />

Capacità sollevatore kg 2.800<br />

Lunghezza max mm 3.521<br />

Passo mm 1.925<br />

Larghezza min/max mm 1.170/1.878<br />

Peso con telaio/cab. kg 2.275/2.425<br />

che rimangono invariate.<br />

Non ancora presentato ufficialmente,<br />

il 4 cilindri sudcoreano<br />

con questa esuberante<br />

taratura fa il suo debutto su un<br />

trattore proprio col Q 110. Dotato<br />

di turbocompressore con<br />

aftercooler e sistema di iniezione<br />

common rail di Bosch, il<br />

D24 ha un’eccezionale densità<br />

di potenza e valori di coppia<br />

massima, 410 Nm, davvero<br />

straordinari per un motore di<br />

dimensioni così compatte. Privo<br />

di Egr, per il trattamento dei<br />

gas di scarico si affida a una<br />

soluzione composta da catalizzatore<br />

d’ossidazione Doc, filtro<br />

antiparticolato e sistema SCR.<br />

Il serbatoio dell’AdBlue è ben<br />

posizionato sul fianco sinistro<br />

in basso dietro alla ruota e non<br />

aperto è costituito da due pompe<br />

da 38 l/min di portata per lo<br />

sterzo e da 61 per i distributori<br />

(3 posteriori e 3 anteriori) e per<br />

il sollevatore.<br />

La capacità di sollevamento<br />

aumenta fino a 2.800 chili sul<br />

posteriore (prima era 2.500),<br />

mentre il sollevatore anteriore<br />

optional arriva a 1.200 chili.<br />

Completamente ridisegnaostacola<br />

minimamente la visuale,<br />

mentre tutti gli altri componenti<br />

trovano comodamente<br />

posto sotto al cofano.<br />

Il motore non è però la sola<br />

novità del Q110, che rispetto al<br />

precedente modello può vantare<br />

anche miglioramenti a livello<br />

di idraulica ed ergonomia dei<br />

comandi.<br />

L’impianto idraulico a centro<br />

Il Goldoni Q 110<br />

Stage V esposto alla<br />

scorsa edizione di<br />

Fieragricola. In alto<br />

a destra, la nuova<br />

disposizione delle<br />

leve di comando dei<br />

distributori. Qui a<br />

fianco, il sollevatore<br />

posteriore che<br />

ora solleva fino a<br />

2.800 chili. Nella<br />

foto grande, si<br />

nota il serbatoio<br />

dell’AdBlue ben<br />

posizionato dietro<br />

alla ruota anteriore<br />

sinistra.<br />

ta la disposizione delle leve di<br />

comando del sollevatore e dei<br />

distributori, ora ben raggruppate<br />

in una pur rudimentale<br />

console sulla destra del sedile<br />

con anche i vari pulsanti per<br />

l’innesto elettroidraulico della<br />

doppia trazione, del blocco differenziale<br />

e della Pto. Indubbiamente<br />

un passo avanti rispetto<br />

a prima non solo in termini di<br />

comfort operativo ma anche di<br />

efficienza.<br />

La trasmissione rimane invece<br />

quella con cambio meccanico<br />

sincronizzato da 24 rapporti<br />

in avanti e 12 in retro, con<br />

inversore al volante. La leva<br />

del cambio sulla destra permette<br />

l’innesto di 4 marce, le due<br />

gamme lente e veloci si selezionano<br />

con una leva sul tunnel<br />

centrale, una leva a sinistra permette<br />

di inserire le ridotte.<br />

Sergio Bolis<br />

28<br />

29


IMPRESSIONE<br />

IN CAMPO<br />

Potenza<br />

agile<br />

Il Fendt Vario 620 è il<br />

trattore con il motore 4<br />

cilindri più potente sul<br />

mercato. Il 5 litri Agco<br />

Power arriva a 224 cavalli<br />

di potenza e ha una coppia<br />

di 950 Newtonmetri. Con<br />

un peso inferiore agli 8.000<br />

chili e un peso massimo<br />

ammissibile di 13,5<br />

tonnellate il 620 Vario è un<br />

trattore con un favorevole<br />

rapporto peso/potenza per<br />

svolgere con la massima<br />

agilità tutti i lavori aziendali<br />

dal campo alla strada.<br />

SCHEDA TECNICA<br />

VEICOLO PROVATO<br />

Il Fendt 620 Vario è costruito<br />

nello stabilimento Fendt di<br />

Marktoberdorf (Germania)<br />

ed è allestito con pneumatici<br />

Trelleborg TM 800 650/65<br />

R42 posteriori e 540/65 R30<br />

anteriori. Il modello provato<br />

è in allestimento Profi Plus<br />

Setting 2, con terzo punto<br />

idraulico, sollevatore e<br />

Pto anteriore, 5 distributori<br />

posteriori FFC e due<br />

anteriori, clima automatico,<br />

sospensione pneumatica<br />

cabina, sedile super comfort,<br />

terminale 12” nel tetto, fari<br />

LED.<br />

DATI TECNICI<br />

Motore Agco Power<br />

Core50 Stage V 4 cilindri da<br />

5 litri, 224 cv, 950 Nm.<br />

Trasmissione VarioDrive TA<br />

150 a variazione continua.<br />

Impianto idraulico Load<br />

Sensing con pompa da 205<br />

l/min. Capacità massima<br />

sollevatore posteriore 9.983<br />

kg, anteriore 4.505 kg.<br />

Peso 7.740 kg, peso totale<br />

massimo ammissibile<br />

13.500 kg. Passo 2.720<br />

mm.<br />

CONSUMO* l/h 41<br />

AUTONOMIA 8 ore 30’<br />

PREZZO/cv 1.462 euro<br />

A<br />

ncora una volta Fendt anticipa i<br />

tempi e stupisce tutti osando nella<br />

classe di potenza tra 150 e 200<br />

cavalli con la nuova serie di trattori 600<br />

Vario mossi da un propulsore a 4 cilindri.<br />

Il modello 620 Vario, che di cavalli ne ha<br />

addirittura 224, diventa così il trattore a<br />

4 cilindri più potente sul mercato unendo<br />

forza e agilità per proporsi ancora una<br />

volta come la soluzione più funzionale e<br />

all’avanguardia a cui poter aspirare.<br />

Quanti lavori può svolgere in azienda<br />

un trattore da 200 e passa cavalli? praticamente<br />

tutti, specialmente se è compatto<br />

e facilmente manovrabile, con un un carico<br />

utile elevato e un favorevole rapporto<br />

peso/potenza. Questo è il nuovo Fendt<br />

620 Vario, un trattore eclettico e versatile<br />

che alle caratteristiche meccaniche unisce<br />

il non plus ultra delle tecnologie elettroniche<br />

intelligenti per essere non soltanto<br />

produttivo ma anche sostenibile. Il nuovo<br />

motore Agco Power Core 50 ha i consumi<br />

più bassi della categoria, il sistema di<br />

di controllo della pressione degli pneumatici<br />

permette di lavorare sempre nelle<br />

condizioni ottimali in campo e in trasporto<br />

e il sistema operativo FendtONE permette<br />

il perfetto controllo della macchina<br />

per effettuare con maggiore efficienza e<br />

precisione tutte le operazioni.<br />

© Trattori <strong>2024</strong><br />

FENDT<br />

620 VARIO<br />

PROFI PLUS<br />

Lo stato dell’arte della<br />

tecnologia Fendt è tutta nel<br />

rivoluzionario 620 Vario, un 4<br />

cilindri agile e leggero che con<br />

224 cavalli di potenza offre<br />

il massimo delle potenzialità<br />

operative<br />

l+ l-<br />

l L’interfaccia FendtOne permette un<br />

controllo accurato di tutte le funzioni<br />

del trattore<br />

l Il Vario Drive migliora trazione e<br />

manovrabilità, protegge il suolo e<br />

minimizza l’usura dei pneumatici<br />

l Motore con prestazioni elevate e<br />

consumi ridotti<br />

PREZZO EURO<br />

327.550 Iva esclusa<br />

* Desunto dalla scheda tecnica del<br />

motore in potenza massima<br />

l Gli elevati contenuti tecnologici fanno<br />

lievitare il costo d’acquisto<br />

l L’accesso al vano motore non è molto<br />

agevole<br />

l La visibilità sul lato destro è un po’<br />

ostacolata dalla strumentazione e dal<br />

modulo esterno della marmitta<br />

SUSTAINABILITY INDEX<br />

DRIVELINE %<br />

a a e e e 47,5<br />

COMFORT E SICUREZZA<br />

a a a a e 72,2<br />

CARATTERISTICHE DEL VEICOLO<br />

a a a c e 58,6<br />

MOBILITY REVOLUTION TRACTOR<br />

a a a b e 56,5<br />

30<br />

31


cv!<br />

235!<br />

220!<br />

205!<br />

190!<br />

175!<br />

160!<br />

145!<br />

130!<br />

115!<br />

IMPRESSIONE<br />

IN CAMPO<br />

AP CORE 50<br />

119!<br />

112!<br />

104!<br />

97!<br />

89!<br />

82!<br />

74!<br />

67!<br />

100!<br />

59!<br />

900! 1.300! 1.700! 2.100!<br />

giri / minuto !<br />

POTENZA CV! COPPIA KGM!<br />

kgm!<br />

Il grafico, realizzato da Trattori, è disegnato<br />

in modo che le curve di potenza e di<br />

coppia si incontrino al regime di rotazione<br />

in cui si rileva il minor consumo specifico:<br />

138 grammi per cavallo ora a 1.300 giri.<br />

MOTORE<br />

Marca e sigla Agco Power Core 50<br />

Alesaggio/corsa mm 101/126<br />

Cilindri/cc/valvole 4/5.017/16<br />

Potenza massima cv/giri 209/1.900<br />

Pot. massima con DF cv/giri 224/1.900<br />

Potenza specifica cv/litro 41,6<br />

Coppia kgm/giri 96,8/1.300<br />

Riserva di coppia % 31<br />

Rapporto di compressione 17:1<br />

Aspirazione<br />

Intercooler<br />

Iniezione<br />

Common rail<br />

Massa kg 490<br />

Massa specifica kg/litri 97,7<br />

Rendimento 0,45<br />

Cons. spec. min g/cvh/giri 138/1.300<br />

Cons.pot. max litri/h 41<br />

Cons.coppia max litri/h 37,3<br />

Autonomia in pot. max ore 8,5<br />

Indice sollecitazione 9,6<br />

Emissioni<br />

Stage V<br />

INDICE DIESEL <strong>TRATTORI</strong> 6,9<br />

A sinistra, il sistema<br />

di raffreddamento<br />

coi radiatori dei vari<br />

liquidi. Una ventola<br />

ad azionamento<br />

idraulico che funziona<br />

a regolazione<br />

automatica<br />

indipendentemente<br />

dai giri del motore<br />

assicura il giusto<br />

flusso d’aria in base<br />

alle effettive esigenze<br />

di raffreddamento.<br />

Sotto, i tubicini<br />

del sistema Vario<br />

Grip di gonfiaggio<br />

e sgonfiaggio dei<br />

pneumatici, gestibile<br />

dal terminale della<br />

cabina. Più in basso il<br />

sollevatore posteriore<br />

e gli attacchi idraulici<br />

a superficie piatta FFC.<br />

Il motore del futuro<br />

Con 101x126 millimetri di alesaggio e<br />

corsa, gli stessi valori del fratello maggiore<br />

a 6 cilindri che ha debuttato sui<br />

Fendt 700 gen 7, il motore Agco Power<br />

CORE50 ha una cilindrata di 5 litri e con<br />

224 cavalli di potenza massima è il più<br />

potente 4 cilindri attualmente disponibile<br />

su un trattore agricolo. Costruito con un<br />

concetto modulare, ha le stesse caratteristiche<br />

del 6 cilindri, con catalizzatore di<br />

ossidazione diesel DOC, filtro antiparticolato<br />

diesel DPF e riduzione catalitica<br />

selettiva SCR senza dover ricorrere al<br />

ricircolo dei gas di scarico<br />

EGR. Già predisposto<br />

per operare in futuro<br />

con emissioni di<br />

CO2 inferiori agli<br />

attuali standard<br />

Stage V, non<br />

solo con HVO,<br />

ma anche<br />

con etanolo,<br />

metanolo,<br />

biometano o<br />

idrogeno, il<br />

Core 50 eroga<br />

i suoi 224 cavalli<br />

già a 1.700<br />

giri, e 950 Newtonmetri<br />

di coppia<br />

a 1.300, con i<br />

minori consumi di<br />

carburante nella sua<br />

classe di potenza, pari a soli<br />

138 g/cvh.<br />

LA MECCANICA<br />

A bassi regimi<br />

Tutto funziona secondo il<br />

concetto Fendt iD<br />

Il Fendt 620 Vario che i giudici del Tractor<br />

of the Year hanno potuto provare in<br />

anteprima in Germania è la versione<br />

più sofisticata e accessoriata disponibile<br />

a listino. Si tratta dell’allestimento Profi+<br />

Setting 2, cioè con pacchetti di predisposizione<br />

per la guida automatica, di documentazione<br />

e trasferimento dati, telemetria<br />

e controllo attrezzi ISObus.<br />

Tra i vari optional, l’impianto idraulico<br />

maggiorato con pompa da 205 l/min,<br />

il sollevatore e la presa di forza anteriori,<br />

5 distributori idraulici posteriori e due<br />

anteriori tutti con accoppiatori idraulici a<br />

tenuta piatta (FFC) per eliminare le perdite<br />

e sistema di controllo della pressione<br />

degli pneumatici VarioGrip integrato.<br />

Insomma tutto quello che è possibile<br />

immaginare per sfruttare al meglio le potenzialità<br />

di un trattore che, con un peso a<br />

vuoto inferiore a 8 tonnellate e un carico<br />

utile massimo di 13.500 chili può essere<br />

opportunamente zavorrato per adattarsi<br />

agli impieghi più disparati, dal campo<br />

alla strada lavorando sempre in condizioni<br />

ottimali. Le misure compatte e il<br />

semitelaio a clessidra sul quale poggia<br />

il motore garantiscono poi un’eccellente<br />

manovrabilità, anche con pneumatici di<br />

grandi dimensioni e ampia superficie di<br />

appoggio.<br />

Il motore 4 cilindri da 5 litri di cilindrata<br />

fa parte della nuova famiglia di propulsori<br />

CORE di Agco Power che abbinato<br />

alla trasmissione VarioDrive forma<br />

una catena cinematica di straordinaria efficienza.<br />

Il motore lavora a regimi ridotti,<br />

con una coppia massima di 950 Newtonmetri<br />

già a 1.300 giri e una potenza di 209<br />

cavalli disponibile a partire da 1.700 giri.<br />

Oltre al motore, tutti i componenti, gli<br />

ingranaggi, l’impianto idraulico e il sistema<br />

di raffreddamento, sono stati progettati<br />

secondo il principio di bassa velocità<br />

Fendt iD al fine di garantire elevata forza<br />

di trazione e di accelerazione con un consumo<br />

specifico di carburante minimo e<br />

ridurre le usure.<br />

Il Dynamic Performance offre poi una<br />

potenza aggiuntiva di 15 cavalli se neces-<br />

sari indipendentemente dalla velocità di<br />

guida, cioè anche a trattore fermo e con<br />

presa di forza disattivata, portando di fatto<br />

la potenza effettivamente disponibile<br />

in ogni situazione a 224 cavalli.<br />

Sempre la giusta trazione<br />

La trasmissione VarioDrive di nuova generazione<br />

(ha debuttato sulle ultime serie di<br />

trattori Fendt di potenza superiore) è constituita<br />

da un cambio continuo monogamma<br />

con controllo indipendente dell’asse anteriore<br />

e posteriore. In pratica la trasmissione<br />

misura continuamente lo slittamento su tutte<br />

e quattro le ruote e regola l’alimentazione<br />

in modo sensibile ottimizzando la potenza<br />

di trazione per migliorare l’aderenza. In<br />

questo modo si scarica a terra la massima<br />

forza di trazione preservando il terreno e<br />

32<br />

33


IMPRESSIONE<br />

IN CAMPO<br />

CARRO<br />

Motore poggiato su un semi telaio rastremato<br />

a ‘clessidra’ sul quale è agganciato<br />

l’assale anteriore sospeso.<br />

TRASMISSIONE<br />

Cambio a variazione continua Vario Drive<br />

TA 150. I due assali anteriore e posteriore<br />

sono gestiti in modo indipendente<br />

da due motori idrostatici a pistoni assiali<br />

azionati dalla stessa pompa. Il rapporto<br />

tra gli assali non è più fisso ma variabile:<br />

una frizione a regolazione intelligente<br />

è responsabile dell’interazione tra i due<br />

assali, trasferendo automaticamente la<br />

coppia motrice in base alle esigenze,<br />

spostandola sull’asse che ha maggiore<br />

aderenza.<br />

SISTEMA IDRAUILCO<br />

E SOLLEVATORE<br />

Impianto a un circuito chiuso Load-sensing<br />

con pompa assiale a pistoni a cilindrata<br />

variabile (85 cc) con rilevamento<br />

elettrico del carico. Dotazione opzionale<br />

con flusso massimo di 205 litri al minuto. 5<br />

distributori posteriori e 2 anteriori a doppio<br />

effetto e controllo elettronico. Sollevatore<br />

posteriore da 9.983 chili di capacità massima;<br />

anteriore da 4.505 chili.<br />

STERZO<br />

Idrostatico con pistone a stelo passante<br />

nel corpo centrale dell’assale. Effetto ‘pullin<br />

turn’ grazie all’azionamento indipendente<br />

dei due assali.<br />

FRENI<br />

Multidisco in bagno d’olio a doppio circuito,<br />

con azionamento pneumatico. Freno a<br />

mano elettro-pneumatico di serie.<br />

Qui a fianco, i due sedili<br />

in pelle, quello del<br />

guidatore che si regola<br />

in automatico in base al<br />

peso del conducente.<br />

Sotto, il volante con la<br />

dashboard da 10”. In<br />

basso a sinistra, il terzo<br />

terminale da 12 “ a<br />

scomparsa nel tettuccio,<br />

con suddivisione dell’area<br />

di visualizzazione in fino<br />

a 6 riquadri, e il bracciolo<br />

con leva multifunzione<br />

e joystick 3L capace di<br />

slezionare 3 movimenti<br />

sul caricatore frontale e<br />

anche l’inversore.<br />

Metro e bilancia<br />

Lunghezza mm 5.197<br />

Larghezza mm 2.550<br />

Altezza massima cabina mm 3.145<br />

Passo mm 2.720<br />

Carreggiata post mm 1.870<br />

Carreggiata ant mm 1.950<br />

Luca da terra mm 550<br />

Capacità soll.post kg 9.983<br />

Peso kg 7.740<br />

Serbatoio gasolio/ AdBlue l 347/36<br />

PRESA DI FORZA<br />

Indipendente con frizioni multidisco in<br />

bagno d’olio ad innesto modulato dalla<br />

centralina di controllo in funzione del<br />

carico e del regime motore. Velocità di<br />

540/540E/1.000/1.000E giri/min.<br />

di sistemi di sedili innovativi per veicoli<br />

commerciali) ricoperta in pelle e con regolazione<br />

flessibile dello schienale superiore<br />

per sostenere il corpo anche quando<br />

rivolto all’indietro offre un comfort difficilmente<br />

eguagliabile. Il sedile si regola<br />

in modo completamente automatico in<br />

base al peso del conducente ed è dotato di<br />

sospensione a bassa frequenza, supporto<br />

lombare pneumatico e climatizzazione<br />

attiva. Come se non bastasse, la configurazione<br />

standard della cabina prevede un<br />

sistema di autolivellamento integrale con<br />

ammortizzatori pneumatici posteriori.<br />

La superficie vetrata totale è di 6,2 metri<br />

quadri, e due telecamere opzionali per<br />

la parte anteriore e posteriore facilitano<br />

le manovre e consentono una visibilità<br />

diretta sull’attrezzo, aumentando la sicuminimizzando<br />

le perdite di potenza e l’usura<br />

degli pneumatici.<br />

Grazie al controllo indipendente<br />

dall’asse, il cosiddetto effetto pull-in-turn<br />

trascina poi la macchina in curva riducendo<br />

il raggio di sterzo. All’interno della<br />

gamma di lavoro principale il regime motore<br />

è sempre compreso tra 1.350 e 1.800<br />

giri/min e la velocità massima di 50 km/h<br />

si tocca a soli 1.250 giri/min.<br />

L’impianto idraulico che di serie prevede<br />

una pompa Load Sensing a portata variabile<br />

da 152 litri/min è maggiorato in questo<br />

caso con una pompa da 205 litri. Il circuito<br />

alimenta 5 distributori elettroidraulici<br />

posteriori e 2 anteriori. Come sempre sui<br />

trattori Fendt i circuiti per olio del cambio e<br />

idraulico sono separati, quindi senza nessun<br />

rischio di contaminazione tra loro.<br />

LA CABINA<br />

Più che comoda<br />

Sospensioni pneumatiche e<br />

sedile super confortevole<br />

Pensato anche per impieghi col caricatore<br />

frontale (sono disponibili di<br />

fabbrica i modelli Cargo 4.85, 5.85<br />

e 5.90 per diverse altezze e capacità di<br />

sollevamento) il Fendt 620 Vario ha la<br />

cabina Visioplus con parabrezza esteso e<br />

ricurvo per offrire un angolo di visuale di<br />

77 gradi verso l’alto.<br />

Appena seduti si sente la differenza.<br />

La nuova poltroncina realizzata appositamente<br />

da Isri (azienda tedesca specializzata<br />

nello sviluppo e nella produzione<br />

rezza e il comfort di lavoro.<br />

Come in un ufficio<br />

La gestione del trattore avviene tramite il<br />

sistema operativo FendtOne che tra comandi<br />

‘onboard’ e ‘offboard’ combina soluzioni<br />

di smart farming e di gestione dell’azienda<br />

agricola per l’uso in campo e in ufficio. La<br />

piattaforma di comando ‘onboard’ comprende<br />

di serie il joystick multifunzione, la<br />

dashboard digitale da 10” al volante (che<br />

funge da cruscotto digitale) e il terminale<br />

da 12” sul bracciolo. L’allestimento Profi+<br />

Setting 2 si arricchisce poi del joystick 3L e<br />

di due coppie di bilancieri per comandare le<br />

valvole idrauliche. Il terzo monitor da 12” a<br />

scomparsa nel tettuccio è optional.<br />

Il joystick multifunzione sul bracciolo,<br />

che comanda la trasmissione, è dotato di<br />

18 tasti retroilluminati, 13 dei quali possono<br />

essere assegnati liberamente, identificabili<br />

con codici colore.<br />

Degno di una limousine anche il pacchetto<br />

infotainment con 8 microfoni integrati<br />

nel tetto per avere una qualità ottimale<br />

di ricezione e invio del vivavoce<br />

con eliminazione dei rumori di fondo e<br />

una radio dotata di 4 altoparlanti premium<br />

con subwoofer.<br />

34<br />

35


IMPRESSIONE<br />

IN CAMPO<br />

Classe<br />

compatta<br />

L’Axos 240 è il modello<br />

più ‘robusto’ della<br />

nuova generazione<br />

di light utility Claas<br />

made in Carraro<br />

Agritalia. Un macchina<br />

compatta, solida,<br />

semplice da utilizzare<br />

e ben manovrabile.<br />

Con i suoi 103 cavalli<br />

di potenza e un peso<br />

a vuoto di 4 mila<br />

chili si presta all’uso<br />

quotidiano in azienda.<br />

Nota di merito al<br />

comfort grazie al<br />

layout migliorato della<br />

cabina.<br />

SCHEDA TECNICA<br />

VEICOLO PROVATO<br />

Il Claas Axos 240 in prova è<br />

costruito nello stabilimento<br />

Carraro Agritalia di Rovigo ed<br />

è equipaggiato con pneumatici<br />

MItas AC 65 540/65 R34<br />

posteriori e 440/65 R24<br />

anteriori. Il modello provato<br />

è allestito con due memorie<br />

giri motore, dispositivo<br />

Smart Stop, tre distributori<br />

meccanici posteriori con<br />

regolatori di flusso, quattro<br />

innesti centrali idraulici, telaio<br />

caricatore frontale con E-Pilot<br />

S, sollevatore anteriore cat.<br />

2, clima manuale, sedile<br />

operatore sospeso, sedile<br />

passeggero, parabrezza<br />

apribile.<br />

DATI TECNICI<br />

Motore Fpt Industrial<br />

F36 Stage V 4 cilindri da<br />

3,6 litri, 103 cv, 406 Nm.<br />

Trasmissione Carraro<br />

T100Evo HD a 3 gamme,<br />

5 marce, Hi-Lo e inversore<br />

elettroidraulico . Capacità<br />

massima sollevatore<br />

posteriore 3.350 kg, anteriore<br />

3.230 kg. Peso 4.080 kg,<br />

peso massimo consentito<br />

6.000 kg.<br />

CONSUMO* l/h 19,6<br />

AUTONOMIA 6 ore 18’<br />

PREZZO/cv 1.011 euro<br />

Presentata nello scorso autunno<br />

assieme alla gamma Elios, la<br />

nuova serie Axos si inserisce nel<br />

segmento dei light utility del brand tedesco.<br />

Per questa fascia, come per gli<br />

specializzati, Claas ha deciso di affidarsi<br />

alla divisione Agritalia del guppo<br />

Carraro che, come noto, fornisce compatti<br />

anche per Massey Ferguson, Valtra,<br />

John Deere e da quest’anno Antonio<br />

Carraro. Tra Elios e Axos sono ben<br />

9 i ‘multipourpose’ disponibili a listino<br />

e l’Axos 240, con i suoi 103 cavalli,<br />

si piazza al vertice alto della gamma.<br />

Affidabilità, prestazioni, comfort<br />

e soprattutto versatilità alla base del<br />

progetto di una macchina destinata<br />

all’uso quotidiano in azienda, dalla<br />

movimentazione con caricatore, ai trasporti,<br />

alla fienagione e alle lavorazioni<br />

leggere in campo aperto. Mansioni<br />

che l’Axos 240 affronta senza alcun<br />

timore reverenziale grazie anche a una<br />

capacità di sollevamento che si avvicima<br />

alle 3 tonnellate e mezzo e alla<br />

possibilità di montare ruote posteriori<br />

fino a 34 pollici. Selezionato tra i finalisti<br />

del Best Utility <strong>2024</strong>, lo abbiamo<br />

testato con la giuria del Tractor of the<br />

Year nei pressi del quartier generale<br />

Claas ad Harsewinkel.<br />

© Trattori <strong>2024</strong><br />

CLAAS<br />

AXOS<br />

240<br />

Senza tanti fronzoli il<br />

light utility di Claas è un<br />

trattore ideale per l’utilizzo<br />

‘multipourpose’ con un<br />

livello di prestazioni ed<br />

ergonomia ai vertici del<br />

segmento<br />

l+ l-<br />

l Ben manovrabile e facile da usare grazie<br />

anche alla funzione Smart Stop<br />

l Ampio ventaglio di scelta per l’idraulica<br />

l Cabina spaziosa, confortevole e dotata di<br />

ottima visibilità<br />

l Manutenzione agevole e costi di eserczio<br />

ridotti<br />

PREZZO EURO<br />

104.145 Iva esclusa<br />

* Desunto dalla scheda tecnica del<br />

motore in potenza massima<br />

l La leva delle gamme è in posizione un<br />

po’ scomoda<br />

l Non c’è possibilità di allestimento con<br />

le funzioni Isobus e i pacchetti precision<br />

farming<br />

l Aria condizionata solo su richiesta<br />

SUSTAINABILITY INDEX<br />

DRIVELINE %<br />

a d e e e 33,5<br />

COMFORT E SICUREZZA<br />

a d e e e 38,5<br />

CARATTERISTICHE DEL VEICOLO<br />

a d e e e 32,6<br />

MOBILITY REVOLUTION TRACTOR<br />

a d e e e 34,5<br />

36<br />

37


cv!<br />

120!<br />

110!<br />

100!<br />

90!<br />

80!<br />

70!<br />

60!<br />

50!<br />

40!<br />

IMPRESSIONE<br />

IN CAMPO<br />

FPT F36<br />

30!<br />

30!<br />

700! 1.300! 1.900! 2.500!<br />

giri / minuto !<br />

POTENZA CV! COPPIA KGM!<br />

Il grafico, realizzato da Trattori, è disegnato<br />

in modo che le curve di potenza e di<br />

coppia si incontrino al regime di rotazione<br />

in cui si rileva il minor consumo specifico:<br />

145 grammi per cavallo ora a 1.500 giri.<br />

MOTORE<br />

kgm!<br />

48!<br />

46!<br />

44!<br />

42!<br />

40!<br />

38!<br />

36!<br />

34!<br />

32!<br />

Marca e sigla<br />

FPT F36<br />

Alesaggio/corsa mm 102/110<br />

Cilindri/cc/valvole 4/3.595/16<br />

Potenza max cv/giri 103/2.000<br />

Potenza nom cv/giri 98/2.300<br />

Potenza specifica cv/litro 28,6<br />

Coppia Nm/giri 406/1.500<br />

Riserva di coppia % 29<br />

Rapporto di compressione 17:1<br />

Aspirazione<br />

Intercooler<br />

Iniezione<br />

Common rail<br />

Massa kg 320<br />

Massa specifica kg/litro 89<br />

Rendimento 0,43<br />

Cons. spec. min. g/cvh/giri 145/1.500<br />

Consumo pot. max litri/h 19,6<br />

Consumo coppia max litri/h 17,8<br />

Autonomia in pot. max ore 6,3<br />

Indice sollecitazione 8,2<br />

Emissioni<br />

Stage V<br />

INDICE DIESEL <strong>TRATTORI</strong> 6,5<br />

Qui a fianco, l’Axos<br />

240 in prova abbinato<br />

con il trinciastocchi<br />

a denti Lemken<br />

Smaragd 9. Sotto,<br />

la predisposizione<br />

per il caricatore<br />

frontale e, più in<br />

basso, il sollevatore<br />

elettronico da 3.350<br />

chili e i 3 distributori<br />

a controllo meccanico<br />

con regolatori di<br />

portata.<br />

Al centro, il serbatoio<br />

carburante da 105 litri<br />

posizionato sotto la<br />

cabina e il 4 clindri Fpt<br />

F36 emissionato Stage<br />

V. Nella parte frontale<br />

del vano anche il<br />

piccolo serbatoio da<br />

10 litri per l’AdBlue.<br />

Un must dei campi<br />

Carraro Agritalia così come i suoi partner<br />

nella realizzazione di trattori compatti<br />

hanno già da tempo deciso di affidarsi a<br />

FPT Industrial. Il Claas Axos 240 monta<br />

il 4 cilindri F36 da 3,6 litri Stage V, che<br />

rappresenta la soluzione flessibile Fpt<br />

Industrial per applicazioni leggere e<br />

di fascia media<br />

superiori a 56 kW<br />

(75 CV), offrendo<br />

prestazioni elevate e<br />

bassi costi operativi<br />

con un layout<br />

molto compatto,<br />

fondamentale per le<br />

applicazioni su trattori<br />

di queste dimensioni.<br />

Facilità di manutenzione<br />

e bassi costi di<br />

esercizio sono assicurati<br />

dall’intervallo<br />

di cambio olio di 600<br />

ore e dalla manutenzione<br />

su un lato.<br />

Per soddisfare i requisiti sulle emissioni<br />

Stage V, F36 è dotato del sistema<br />

HI-eScr2, un ulteriore passo avanti<br />

nell’esperienza Scr a lungo termine di<br />

Fpt Industrial. Il dispositivo non richiede<br />

modifiche di layout rispetto ai precedenti<br />

modelli Stage IV / Tier 4 Final, evitando<br />

dunque l’esigenza di ripensare il design<br />

delle macchine, come nel caso dei requisiti<br />

di raffreddamento, rimasti invariati<br />

nelle varie fasi normative.<br />

LA MECCANICA<br />

Made in Italy<br />

Powertrain Carraro e<br />

‘cervello’ Fpt Inustrial<br />

Gli Axos 200 disponibili in due<br />

modelli da 93 (230) e 103 cavalli<br />

(240) si piazzano nella gamma<br />

Claas subito al di sotto degli Arion 400<br />

che rappresentano la fascia premium<br />

del segmento aziendale. Stiamo dunque<br />

parlando di macchine che se da un lato<br />

devono essere produttive e versatiliti,<br />

dall’altro richiedono maneggevolezza e<br />

un’estrema praticità di utilizzo.<br />

Con un peso a vuoto di poco più di<br />

4 tonnellate e un carico massimo ammissibile<br />

di 6 tonnellate, l’Axos 200 ha<br />

un’altezza di 2,62 metri, una larghezza di<br />

2,206 metri e un raggio di sterzata minimo<br />

di 3,79 metri, coadiuvato da un angolo<br />

di sterzo di 55 gradi.<br />

Sotto al bel cofano che ricalca le linee<br />

delle gamme superiori alloggia la classica<br />

unità a 4 cilidri Fpt F36 da 3,6 litri<br />

di cubatura con pressione di iniezione a<br />

1.800 bar, turbocompressore wastegate,<br />

intercooler e ventola viscosa, che eroga<br />

98 cavalli di potenza nominale a 2.300<br />

giri al minuto e 103 cavalli di potenza<br />

massima a 2.000 giri al minuto. La coppia<br />

massima si attesta invece sui 406 Nm<br />

a 1.500 giri.<br />

Prestazioni sicuramente di livello in<br />

questa fascia, enfatizzate da intervalli di<br />

cambio olio ogni 600 ore, consumi contenuti<br />

e dalla possibilità, grazie al controllo<br />

elettronico, di impostare e richiamare<br />

due regimi motore. Omologato Stage V, il<br />

propulsore si avvale di catalizzatore Scr,<br />

filtro antiparticolato diesel (Dpf), catalizzatore<br />

di ossidazione diesel (Doc) e ricircolo<br />

dei gas di scarico (Egr) raffreddato<br />

esternamente.<br />

Tutto sotto al cofano<br />

L’intero gruppo di post trattamento è integrato<br />

alla perfezione sotto il cofano per<br />

non compromettere la visibilità dell’operatore.<br />

Proprio davanti ai radiatori e al<br />

filtro dell’aria è piazzato il piccolo serbatoio<br />

dell’AdBlue da 10 litri, mentre quello<br />

del gasolio da 105 litri è in posizione<br />

tradizionale sotto la cabina.<br />

Al capitolo cambio la scelta cade sul<br />

modulo meccanico Carraro T100Evo<br />

HD impreziosito da comodi azionamenti<br />

elettroidraulici. Il 240 testato montava la<br />

versione più sofisticata con Hi-Lo sotto<br />

carico TwinShift e inversore idraulico<br />

ReverShift che agiscono su tre gamme<br />

e cinque marce per un totale di 30 rapporti<br />

in avanti e 15 in retro. Il pulsante<br />

declutch solleva l’operatore dal dover<br />

premere il pedale della frizione quando<br />

si cambia marcia e gli inserimenti sono<br />

morbidi e precisi grazie alla leva a corsa<br />

ridotta. Per il cambio gamma occorre invece<br />

raggiungere l’apposità leva alla base<br />

del sedile che, sebbene si utilizzi poco e<br />

sia stata migliorata negli innesti non è<br />

proprio comodissima. Molto utile invece<br />

la funzione Smart Stop, in optional, che<br />

disimpegna automaticamente la trasmis-<br />

38<br />

39


IMPRESSIONE<br />

IN CAMPO<br />

TRASMISSIONE<br />

Cambio meccanico a ingranaggi con profilo<br />

elicoidale con frizione multidisco a<br />

bagno d’olio. Cambio con 5 rapporti sincronizzati<br />

per le marce e 3 gamme lente/<br />

medie/veloci. Hi-lo e inversore elettroidraulici<br />

per un totale di 30 marce in avanti<br />

e 15 in retro, a partire dalla velocità minima<br />

di 0,5 chilometri orari fino alla velocità<br />

massima di 40. Pulsante de-clutch sulla<br />

leva del cambio per cambiare marcia senza<br />

premere il pedale della frizione.<br />

TRAZIONE<br />

Innesto trazione anteriore a comando elettroidraulico.<br />

Assale anteriore rigido, con<br />

angolo di oscillazione di 8 gradi e angolo<br />

di sterzata massimo di 55. Bloccaggio differenziale<br />

anteriore a slittamento limitato<br />

(autobloccante a dischi), e bloccaggio del<br />

differenziale posteriore al 100 per cento di<br />

tipo meccanico ad innesto elettroidraulico<br />

(sgancio automatico sopra i 14 km/h o premendo<br />

il pedale del freno).<br />

IMPIANTO IDRAULICO<br />

Due pompe indipendenti, una da 60 litri al<br />

minuto di portata per sollevatore distributori<br />

e una da 27 litri al minuto per i servizi.<br />

Tre i distributori posteriori a comando<br />

meccanico con regolatori di porata compensati<br />

a singolo e doppio effetto. Sollevatore<br />

elettronico con controllo remoto su<br />

entrambi i lati, regolazione portata e timer.<br />

Attacco a tre punti di categoria 2.<br />

STERZO<br />

Di tipo idrostatico con pompa dedicata.<br />

FRENI<br />

A 10 dischi in bagno d’olio (diametro esterno<br />

165 millimetri) con azione meccanica e<br />

idraulica integrata.<br />

PRESA DI FORZA<br />

Posteriore a innesto elettroidraulico a due<br />

velocità: 540 e 540Eco e sincronizzata al<br />

cambio. Frizione a disco secco da 12”.<br />

Comandi ben disposti,<br />

spazio abbondante,<br />

seduta confortevole e<br />

nuovo cruscotto con<br />

display digitale al centro.<br />

nell’ultima versione,<br />

l’abitacolo degli utility<br />

Claas è sicuramente un<br />

punto di forza.<br />

Metro e bilancia<br />

Lunghezza mm 4.067<br />

Larghezza mm 2.206<br />

Altezza mm 2.605<br />

Passo mm 2.286<br />

Angolo di sterzo gradi 55<br />

Capacità soll. post kg 3.350<br />

Peso kg 4.000<br />

Serbatoio gasolio/AdBlue l 105/10<br />

sione per fermare il trattore quando si<br />

preme il pedale del freno in presenza di<br />

semafori, incroci o durante il lavoro con<br />

il caricatore frontale. Il cambio si riattiva<br />

non appena viene rilasciato il freno senza<br />

intervenire sulla frizione.<br />

Gli attrezzi ringraziano<br />

A livello di idraulica il nostro Axos 240<br />

dispone di un circutito aperto a doppia<br />

pompa di cui una da 27 litri al minuto<br />

per i servizi (idroguida, freno e autoconsumo)<br />

e una da 60 per sollevatore e distributori.<br />

Su richiesta è però disponibile<br />

anche l’impianto a tripla pompa che riserva<br />

quella da 60 ai soli distributori e ne<br />

prevede un’altra da 27 litri esclusivamente<br />

dedicata al sollevatore oltre a quella di<br />

serie per i servizi. Ne deriva una mandata<br />

complessiva di 87 litri al minuto.<br />

Quest’ultima opzione prevede anche<br />

quattro distributori elettroidraulici configurabili<br />

con regolatore di flusso posteriori.<br />

Nel nostro caso sono invece tre a<br />

comando meccanico. Ottima la capacità<br />

massima di 3.350 chili del sollevatore<br />

posteriore a gestione elettronica. Su richiesta<br />

anche il sollevatore anteriore da<br />

3.230 chii e il caricatore frontale con capacità<br />

fino a 3.200 chil manovrabile con<br />

l’apposito joystick l’E-Pilot S sulla consolle<br />

di destra. In optional per i modelli<br />

con distributori elettroidraulici anche<br />

l’evoluzione Electropilot, che può essere<br />

utilizzato anche per azionare le funzioni<br />

idrauliche degli attrezzi posteriori ed<br />

è provvisto di due pulsanti per azionare<br />

l’inversore Revershift.<br />

LA CABINA<br />

Ergonomia ok<br />

Migliorata nelle finiture e<br />

nell’interfaccia<br />

Rivisitata nel look e migliorata a livello<br />

di comfort ed ergonomia, la<br />

cabina dei nuovi utility Claas presenta<br />

la piattaforma piana, l’aria condizionata,<br />

il sedile del conducente sospeso<br />

pneumaticamente, lo strapuntino ripiegabile<br />

per il passseggero e uno specchietto<br />

retrovisore aggiuntivo per l’interno<br />

dell’abitacolo. Entrambi i parabrezza,<br />

anteriore e posteriore, sono apribili con I<br />

montanti sottili con montanti sottili che<br />

garantiscono una visibilità a 360 gradi. I<br />

principali comandi sono posizionati sulla<br />

console laterale, raggruppati per funzione<br />

e tutti facilmente raggiungibili. L’accesso<br />

in cabina può avvenire anche tramite la<br />

portiera di destra.<br />

Tutto sotto controllo<br />

Le informazioni più rilevanti, come il<br />

consumo, la temperatura dell’olio della<br />

trasmissione o il livello del filtro antiparticolato<br />

diesel, possono essere visualizzate<br />

sul display a colori da 4,2 pollici al<br />

centro del cruscotto. Il monitor può anche<br />

essere utilizzato per regolare alcune<br />

funzioni come la velocità di sollevamento<br />

del terzo punto.e, per le versioni con distributori<br />

elettronici, il tempo di risposta<br />

dei distributori idraulici e la portata massima,<br />

nonché i temporizzatori.<br />

40<br />

41


CARRI MISCELATORI<br />

Carri e buoi<br />

dei paesi tuoi<br />

È completamente italiana l’offerta di carri<br />

miscelatori con motori elettrici che abbiamo<br />

visto a Fieragricola. Soluzioni dedicate al<br />

comparto zootecnico, altamente silenziose e<br />

non inquinanti, adatte a ogni tipologia di stalla<br />

L’Italia, ancora una volta,<br />

fa da apripista. In questo<br />

caso nel segmento<br />

dei carri miscelatori con motorizzazioni<br />

elettriche, l’ultima<br />

frontiera della zootecnia<br />

moderna. Che è sempre<br />

più attenta alla sostenibilità<br />

aziendale e al benessere degli<br />

animali. E sono proprio italiane<br />

le tre aziende che durante<br />

l’ultima edizione di Fieragricola,<br />

a Veronafiere, hanno<br />

mostrato al pubblico i carri<br />

miscelatori elettrici di nuova<br />

concezione. Nello specifico,<br />

stiamo parlando di Faresin,<br />

Bravo e Supertino: tre storiche<br />

realtà fortemente radicate nel<br />

territorio ma con un’anima internazionale<br />

sempre più spiccata.<br />

Ma andiamo con ordine.<br />

FARESIN<br />

La prima novità elettrica in<br />

questo segmento è il Leader<br />

PF 1.14 Full Electric. Con<br />

prestazioni non difformi dalle<br />

controparti endotermiche<br />

(anch’esse sfoggiate alla kermesse<br />

veronese), il nuovo<br />

elettrico si pone come la soluzione<br />

ideale per aziende agricole<br />

di dimensioni contenute,<br />

che dispongono di impianti<br />

alimentati da fonti rinnovabili<br />

per la produzione dell’energia<br />

elettrica.<br />

L’autonomia, sufficiente a<br />

completare almeno un’intera<br />

giornata in un’azienda agricola<br />

di medie dimensioni, è<br />

garantita da una batteria al<br />

litio-ferro-fosfato da 91 kW<br />

e 210 Ah, installata nel vano<br />

motore posteriore e integrata<br />

con telematica Farmatics per<br />

FARESIN<br />

il controllo da remoto. La<br />

sua posizione sul retrotreno<br />

permette un’ottimale distribuzione<br />

dei pesi, maggiore<br />

praticità operativa come la riduzione<br />

dello sporco nel vano<br />

e la facilità di accesso ai componenti<br />

e una serie di vantaggi<br />

durante la guida, come il<br />

comfort e la visibilità sul lato<br />

destro. La ricarica della batteria<br />

viene effettuata in assoluta<br />

flessibilità grazie al sistema<br />

Universal Charge, un’unica<br />

interfaccia plug-in per le alimentazioni<br />

220V monofase e<br />

400 V trifase.<br />

Il nuovo carro Faresin è spin-<br />

In queste pagine il<br />

Leader PF 1.14 Full<br />

Electric di Faresin.<br />

Qui sopra la prima<br />

versione svelata al<br />

pubblico durante<br />

l’evento dello<br />

scorso settembre<br />

svoltosi a Breganze<br />

per i 50 anni del<br />

brand. Sotto la<br />

spaziosa cabina<br />

del nuovo carro<br />

miscelatore. A<br />

destra, invece, il<br />

modello esposto<br />

nei padiglioni di<br />

Veronafiere durante<br />

Fieragricola <strong>2024</strong><br />

to da un motore elettrico da<br />

51 kW posizionato nell’assale<br />

posteriore. Il sistema è dotato<br />

di due marce che permettono<br />

spostamenti fino ad una<br />

velocità massima di 20 km/h.<br />

Esattamente come la controparte<br />

endotermica, il Leader<br />

PF Full Electric dispone di<br />

quattro ruote motrici sterzanti<br />

che permettono tre tipologie<br />

di sterzatura (concentrica, a<br />

granchio e solo anteriore).<br />

Presenti anche sospensioni<br />

idropneumatiche registrabili<br />

in altezza attraverso un comando<br />

presente in cabina, che<br />

consentono una guida confortevole<br />

e in piena sicurezza.<br />

Nonostante le difficoltà tecniche,<br />

Faresin è riuscito a equipaggiare<br />

il nuovo Leader PF<br />

Full Electric con una potente<br />

fresa con larghezza di 2000<br />

mm azionata da un motore<br />

elettrico da 45 kW, per consentire<br />

il carico autonomo dei<br />

vari componenti della ricetta.<br />

La cabina PF, da sempre punto<br />

di forza dei semoventi Faresin,<br />

permette all’operatore<br />

di lavorare in una posizione<br />

di assoluto controllo, grazie<br />

alle ampie superfici vetrate e<br />

all’ottima visibilità. A bordo<br />

i comandi sono disposti in<br />

modo ergonomico per gestire<br />

in modo intuitivo tutte le<br />

funzioni della macchina. Il<br />

nuovo display da ben 10” permette<br />

una facile navigazione<br />

tra tutti i comandi e permette<br />

di visualizzare in tempo reale<br />

tutti i parametri della macchina<br />

e i dati del sistema di analisi<br />

NIR integrato.<br />

BRAVO<br />

Forte di una storia che affonda<br />

le sue radici negli anni<br />

42<br />

43


CARRI MISCELATORI<br />

’70 nella provincia di Cuneo,<br />

anche Bravo ha sfoggiato<br />

la sua ultima novità di<br />

prodotto tra i padiglioni di<br />

Fieragricola: stiamo parlando<br />

di ROTOMIX-e, un carro<br />

miscelatore full-electric,<br />

sviluppato per lavorare quasi<br />

totalmente senza idraulica,<br />

grazie alla possibilità di<br />

sfruttare le potenzialità e le<br />

riserve di coppia dei motori<br />

elettrici brush-less, ovvero a<br />

corrente continua con rotore<br />

a magneti permanenti (che,<br />

a differenza di un motore a<br />

spazzole, per funzionare non<br />

ha contatti elettrici striscianti<br />

sull’albero del rotore). Tra i<br />

vantaggi del nuovo carro miscelatore<br />

- che, va ricordato,<br />

prende in prestito numerose<br />

caratteristiche operative<br />

dai modelli endotermici del<br />

brand - spicca senza dubbio la<br />

silenziosità, un parametro di<br />

fondamentale importanza, soprattutto<br />

all’interno di aziende<br />

zootecniche, che impatta<br />

positivamente sulla vita degli<br />

animali. Ma anche il risparmio<br />

energetico reso possibile<br />

dalla motorizzazione elettrica<br />

(che può essere portato alle<br />

estreme conseguenze se usato<br />

in sinergia coi pannelli solari)<br />

SUPERTINO<br />

e l’assenza di emissioni nocive<br />

all’interno degli ambienti<br />

di lavoro.<br />

Nove le possibili botti che<br />

la versione elettrica, come le<br />

controparti diesel e biometano,<br />

può portare in dote: da<br />

13,16, 20, 21, 23, 26, 30, 35<br />

e da 40 m3. Dieci, invece, i<br />

modelli totali presenti nella<br />

gamma Rotomix, che si differenziamo<br />

per ingombri e<br />

capacità operativa. In questo<br />

carro elettrico, in sostanza,<br />

c’è un motore per ogni componente<br />

meccanica: quindi<br />

per fresa, mulino, coclea di<br />

miscelazione, rotazione botte,<br />

trazione e centralina servizi.<br />

La potenza è gestita da singoli<br />

inverter che permettono<br />

impostazioni mirate e dettagliate,<br />

in base alle necessità<br />

degli operatori.<br />

SUPERTINO<br />

Per Supertino, l’approdo nel<br />

mondo green va fatto risalire<br />

al 2017, quando il costruttore<br />

di Saluzzo presentò la prima<br />

versione del carro miscelatore<br />

elettrico Electra 1, un modello<br />

ancora embrionale che<br />

però, ai tempi, rappresentò<br />

In alto, con<br />

livrea bianca e<br />

decalcomanie blu,<br />

il Supertino Electra<br />

2, la soluzione<br />

elettrica presentata<br />

a Fieragricola<br />

dal costruttore<br />

di Saluzzo. Qui<br />

sopra si nota il<br />

caratteristico vano<br />

in cui è stoccata la<br />

soluzione modulare<br />

a batterie. Qui a<br />

fianco, invece,<br />

il Rotomix-e con<br />

livrea verde.<br />

Disponibile in 10<br />

modelli, presenta<br />

caratteristiche<br />

non dissimili dalla<br />

controparte diesel.<br />

BRAVO<br />

una mezza rivoluzione per il<br />

settore. L’ultima evoluzione<br />

di questo progetto – l’Electra<br />

2 – nella versione base, monta<br />

un propulsore elettrico da 150<br />

kW di potenza<br />

(circa<br />

200 cv). La<br />

versione top<br />

di gamma,<br />

invece, porta<br />

in dote un<br />

motore maggiorato,<br />

da<br />

180 kW (245<br />

cv). I modelli<br />

disponibili<br />

sono<br />

nove: il 12,14, 16, 19, 21, 23<br />

(che rientrano nella categoria<br />

‘base’) e il 26, 28 e 30 (Electra<br />

2 MAXI), con lunghezze<br />

comprese tra 7800 e 8700 mm<br />

e larghezze che oscillano tra<br />

1100 e 1250 mm. Questa nuova<br />

incarnazione del progetto<br />

Electra garantisce l’autonomia<br />

sufficiente per due cicli<br />

di miscelazione mantenendo<br />

una rimanenza del 35% di carica.<br />

L’autonomia garantita,<br />

in sostanza, è di oltre due ore<br />

ed è ideale per fresare l’insilato<br />

ed effettuare una passata<br />

nelle stalle per ‘ricaricare’ le<br />

mangiatoie. Questo è possibile<br />

grazie alla nuova versione<br />

di pack-battery la quale,<br />

mantenendo gli ingombri,<br />

assicura più del doppio di autonomia<br />

rispetto alla versione<br />

Electra 1. Il pacco batterie è<br />

stato sviluppato seguendo<br />

una concezione modulare da<br />

16 unità, in modo da facilitare<br />

e soprattutto velocizzare le<br />

eventuali operazioni di riparazione.<br />

Il tempo di ricarica<br />

dichiarato è di circa 3 ore.<br />

Stefano Eliseo<br />

44<br />

45


BLACK SHIRE<br />

Uno Shire<br />

tanti cavalli<br />

C’è frenesia nel mondo della robotica<br />

agricola: lo rimarca un nuovo cingolato<br />

compatto prodotto dalla cuneese Black<br />

Shire. Un mezzo portattrezzi da 75 cavalli,<br />

adatto per operare su terreni e pendenze<br />

complesse, controllabile da remoto. Ma<br />

che opera anche in autonomia<br />

Raffinatezza e potenza: due<br />

aggettivi che calzano a<br />

pennello per descrivere<br />

una delle razze equine più conosciute<br />

al mondo. Lo Shire,<br />

infatti, è da secoli uno degli animali<br />

più apprezzati per il traino,<br />

nonché elegante icona di purezza,<br />

quasi senza tempo.<br />

La stessa che un piccolo ma<br />

agguerrito produttore agrimeccanico<br />

ha scelto come simbolo<br />

(e nome): la Black Shire, nata<br />

nel 2020 a Vezza d’Alba, nel<br />

cuneese. Una realtà che nel<br />

settore si è già fatta un nome<br />

e che, proprio alle ultime fiere<br />

di settore, ha messo in bella<br />

mostra le sue soluzioni e i suoi<br />

prodotti. Tra cui spicca il robot<br />

agricolo RC3075, un cingolato<br />

compatto adatto a numerose lavorazioni<br />

specializzate, tra cui<br />

la trinciatura, o le lavorazioni<br />

dell’interceppo. In sostanza,<br />

un portattrezzi multifunzione,<br />

che ha attirato l’attenzione di<br />

un produttore di primo piano<br />

come Volentieri Pellenc, che lo<br />

ha messo nella sua scuderia e<br />

attualmente lo commercializza<br />

nel nostro Paese.<br />

Tradizione Kubota<br />

Con un peso di 3.650 chili, il<br />

Black Shire RC3075 monta un<br />

Il modello Black<br />

Shire 3075 con<br />

atomizzatore. Sopra,<br />

con una trinciatrice.<br />

Sono numerose le<br />

attrezzature che<br />

il robot agricolo<br />

commercializzato<br />

da Volentieri Pellenc<br />

può utilizzare,<br />

anche su pendenze<br />

impegnative, su<br />

colline e montagne.<br />

46<br />

47


BLACK SHIRE<br />

La trazione<br />

dell’RC3075 è<br />

garantita su<br />

qualunque terreno,<br />

grazie all’anima in<br />

ferro del cingolo e<br />

al design a gradini<br />

autopulenti e<br />

una tecnologia di<br />

vulcanizzazione<br />

singola sulla<br />

mescola dello<br />

pneumatico, che<br />

uniforma l’usura.<br />

3.000 cc Kubota Stage V in<br />

grado di sprigionare 75 cv di<br />

potenza. Un sistema propulsivo<br />

che non necessita di AdBlue<br />

ed è in grado di generare anche<br />

energia elettrica (780 v) per<br />

l’alimentazione della pressione<br />

idraulica degli innesti dedicati<br />

all’agganciamento delle attrezzature.<br />

Il serbatoio del gasolio<br />

è di 85 litri, mentre il consumo<br />

orario, in base a quando dichiarato<br />

dal produttore, si attesta<br />

intorno ai 6 litri all’ora: il che,<br />

tradotto, significa che con un<br />

pieno, il robot è in grado di<br />

lavorare oltre 14 ore senza rifornimenti.<br />

Il serbatoio dell’olio,<br />

invece, è di 54 litri. Come<br />

optional è disponibile anche un<br />

ulteriore serbatoio per l’olio di<br />

raffreddamento.<br />

Il Black Shire è in grado<br />

di lavorare in due modalità:<br />

in ‘pressione’, quindi<br />

con la gestione automatica<br />

della pressione<br />

in base all’andamento<br />

del terreno. Si tratta<br />

di una modalità particolarmente<br />

utile con<br />

l’utilizzo di trinciatori<br />

e coltivatori. Oppure<br />

tramite una ‘posizione’<br />

che rimarrà fissa<br />

durante il lavoro mediante<br />

le regolazioni<br />

dei pistoni col telecomando.<br />

Anche i due<br />

sollevatori, infatti,<br />

possono operare in pressione<br />

e/o in posizione, tramite encoder<br />

e pressostati. Il circuito<br />

idraulico del sollevatore anteriore<br />

porta in dote valvole di<br />

blocco pilotate di sicurezza,<br />

mentre quello posteriore ruota<br />

su un perno e, grazie alla presenza<br />

di due cilindri basculanti,<br />

è in grado di adattarsi per<br />

favorire le manovre in capezzagna.<br />

Lo chassis del robot è un<br />

monoblocco interamente realizzato<br />

con un unico corpo di<br />

ghisa sferoidale, materiale che<br />

garantisce elevata resistenza<br />

alla trazione, un’ottima capacità<br />

di deformabilità (utile per evitare<br />

il punto di rottura nelle fasi<br />

operative più dure) e un alto coefficiente<br />

di attrito (grazie alla<br />

bassa autolubrificazione della<br />

grafite presente nel materiale).<br />

Sia lo chassis che il carter che<br />

contiene gli elementi elettronici<br />

del macchinario sono realizzati<br />

direttamente in-house da Black<br />

Shire, con saldature a laser.<br />

L’RC3075 si avvale di due<br />

pompe: una da 60 litri per i movimenti<br />

lineari della macchina,<br />

e una a ingranaggi a bassa pressione<br />

per il raffreddamento delle<br />

componenti. Sia la pressione di<br />

raffreddamento che dell’impianto<br />

idraulico di potenza sono<br />

comodamente controllabili<br />

dall’app o, sul campo, sui due<br />

manometri posizionati vicino al<br />

quadro d’accensione del mezzo.<br />

Il mezzo, dotato di un carro flot-<br />

tante, ha pale cingolate compatte<br />

che riescono a garantire una trazione<br />

eccellente su qualunque<br />

terreno, grazie all’anima in ferro<br />

del cingolo e al design a gradini<br />

autopulenti e una tecnologia<br />

di vulcanizzazione singola sulla<br />

mescola dello pneumatico, che<br />

uniforma l’usura, aumentadone<br />

la vita utile. Poi, i fermi macchina<br />

inaspettati del robot, che<br />

possono avere effetti negativi<br />

sul terreno e sulle colture, sono<br />

stati ridotti dall’introduzione di<br />

cavi in acciaio ad alta resistenza<br />

sulla struttura del cingolo. Com-<br />

pleta il quadro il sistema di tensionamento<br />

automatico dei cingoli,<br />

gestito dai pistoni integrati<br />

nel blocco in ghisa (ma anche<br />

manualmente tramite joystick).<br />

Le sospensioni, dal canto loro,<br />

presentano due modalità: quella<br />

normale, in cui lavorano in<br />

pressione o in posizione rigida; e<br />

quella intelligente che consente<br />

l’alleggerimento dalla massa sul<br />

cingolo interno in fase di manovra.<br />

Il mezzo può operare su<br />

pendenze verticali fino al 65 per<br />

cento e laterali fino al 50.<br />

Da remoto e non<br />

L’RC3075 è un mezzo autonomo<br />

ma, all’occorrenza, può<br />

essere controllato anche da<br />

remoto tramite l’ausilio di un<br />

joystick con schermo, sviluppato<br />

internamente dalla stessa<br />

Black Shire. I blocchi di cui<br />

è composto sono due: uno in<br />

basso, con una placca di plastica<br />

grigia, su cui sono presenti<br />

i pulsanti e i cursori con cui è<br />

possibile gestire i movimenti<br />

della macchina e le sue funzioni,<br />

comprese quelle legate ai<br />

sollevatori anteriori e posteriori.<br />

In alto, invece, si trova il monitor<br />

touchscreen da 13’’, con cui<br />

gli operatori possono regolare e<br />

visualizzare i parametri di lavoro<br />

del trattore e gestire le funzionalità<br />

di mappatura.<br />

Interessante la possibilità di<br />

gestire più macchine in contemporanea,<br />

grazie a un pratico<br />

sistema che permette di passare<br />

con facilità da un robot all’altro.<br />

Oltre al telecomando, l’RC3075<br />

può essere controllato anche<br />

tramite l’app per smartphone,<br />

appositamente sviluppata da<br />

Black Shire. Da entrambi gli<br />

strumenti di controllo è possibile<br />

monitorare in tempo reale lo<br />

stato e la diagnostica del trattore,<br />

attraverso pratiche notifiche<br />

che allertano gli operatori sugli<br />

eventuali problemi del mezzo.<br />

Lato sicurezza, i progettisti hanno<br />

inserito un radar in grado di<br />

rilevare corpi estranei nel raggio<br />

di nove metri e bumpers per<br />

il blocco del mezzo.<br />

Stefano Eliseo<br />

48<br />

49


MYPLANT & GARDEN<br />

Verde<br />

in città<br />

Per tre giorni, dal 21 al 23 febbraio, Myplant &<br />

Garden ha trasformato Milano nella capitale del<br />

verde attirando in fiera 768 espositori e 25mila<br />

visitatori. Non solo piante in mostra: anche tante<br />

macchine e attrezzature per la manutenzione<br />

fieristico di Milano-Rho.<br />

Evidentemente i promotori<br />

dell’evento, un consorzio di<br />

aziende rappresentative del settore,<br />

hanno saputo comprendere<br />

e interpretare le esigenze di<br />

tutta la filiera, che a Myplant &<br />

Garden è rappresentata in tutte<br />

le sue più variegate sfaccettature,<br />

dagli operatori economici a<br />

quelli professionali e istituzionali.<br />

Tutti ben rappresentati nei 9<br />

macrosettori espositivi di vasi,<br />

vivai, tecnica, servizi, macchinari<br />

(anche con area demo esterna),<br />

fiori, decorazione, sport &<br />

landscape, arredo giardino.<br />

Giunta quest’anno all’ottava<br />

edizione, la giovane<br />

manifestazione milanese<br />

Myplant & Garden si è definitivamente<br />

affermata come la più<br />

importante kermesse nazionale<br />

B2B dei settori dell’orto-florovivaismo<br />

e del giardinaggio ed<br />

è ormai un punto di riferimento<br />

anche a livello internazionale.<br />

Sono i numeri che lo certificano,<br />

in crescita costante, anno<br />

dopo anno: dai 300 espositori<br />

della prima edizione nel 2015, si<br />

è arrivati ai 768 di quest’anno,<br />

107 in più rispetto al 2023, il 21<br />

per cento dei quali provenienti<br />

dall’estero. Una crescita che va<br />

di pari passo con quella dei visitatori,<br />

che poi sono la vera cartina<br />

tornasole del successo di una<br />

manifestazione, giunti quest’anno<br />

in 25mila, superando il record<br />

di 23mila dell’anno scorso.<br />

La superficie espositiva è così<br />

passata da 45mila a 50mila metri<br />

quadri, distribuiti nei 4 padiglioni<br />

8, 12, 16 e 20 del polo<br />

In queste foto,<br />

alcuni dei<br />

tanti brand di<br />

macchine per la<br />

manutenzione<br />

del verde<br />

presenti al<br />

Myplant &<br />

Garden. In tre<br />

giorni di fiera<br />

sono stati oltre<br />

25mila operatori<br />

del settore che<br />

hanno visitato<br />

la fiera ospitata<br />

nel polo<br />

espositivo di<br />

Milano-Rho.<br />

Spazio anche alle macchine<br />

Anno dopo anno cresce anche<br />

l’area riservata alla meccanizzazione,<br />

con sempre più aziende<br />

specializzate nella produzione<br />

o nella commercializzazioni di<br />

macchine per la manutenzione<br />

professionale del verde, dai trattori<br />

compatti ai rasaerba passando<br />

per tutte le attrezzature per la<br />

potatura e la gestione delle alberature,<br />

l’irrigazione, l’impiantistica<br />

e tanto altro.<br />

Tanti anche gli eventi organizzati<br />

con partner privati<br />

e istituzionali, tra gli oltre 60<br />

convegni, i workshop coi maestri<br />

mondiali della decorazione<br />

floreale, i campi multisport di<br />

FIGC, Federcalcio e Uefa, le dimostrazioni<br />

di giardinaggio e le<br />

installazioni artistico-botaniche,<br />

fino agli spettacoli di show-cooking<br />

con gli chef dei barbecue.<br />

L’appuntamento per la prossima<br />

edizione è dal 19 al 21 febbraio<br />

del 2025. Sergio Bolis<br />

50<br />

51


GRI TIRES<br />

Si scrive GRI, si<br />

legge Green<br />

GRI lancia la nuova generazione di pneumatici agricoli<br />

Green realizzati con l’87,3 per cento di materie prime<br />

naturali o riciclate e si propone come leader della<br />

transizione verso un modello di produzione sostenibile<br />

e circolare. In Italia saranno distribuiti in esclusiva da<br />

Magri Gomme che torna così nel settore agricolo<br />

A sinistra, il fondatore<br />

e Direttore Generale<br />

di GRI Prabhash<br />

Subasinghe con la<br />

figlia Saanya, da poco<br />

entrata in azienda con<br />

le funzioni di Marketing<br />

Manager. Sotto, lo<br />

stabilimento produttivo<br />

di Badalgama dove<br />

vengono prodotti i<br />

pneumatici per uso<br />

agricolo. A fianco, il<br />

nuovo Green XLR Earth<br />

realizzato con l’87,3 per<br />

cento di materie prime<br />

sostenibili di origine<br />

naturale o riciclate.<br />

«Dalla produzione di pneumatici<br />

speciali utilizzando materiali<br />

sostenibili alla riduzione della nostra<br />

impronta di carbonio lungo tutta<br />

la catena del valore, ci sforziamo<br />

di valorizzare ed emancipare le<br />

comunità»<br />

C’è un’isola dell’oceano<br />

indiano che ha la forma<br />

di uno smeraldo. E come<br />

uno smeraldo è estremamente<br />

preziosa, così ricca di storia,<br />

bellezze naturali, luoghi mistici<br />

e cultura millenaria. Quest’isola<br />

è lo Sri Lanka, l’isola delle spezie,<br />

del tè e... della gomma.<br />

La posizione geografica unica,<br />

il clima mite, il terreno fertile<br />

e il profondo patrimonio agricolo<br />

sono infatti ideali per produrre<br />

gomma naturale di alta qualità<br />

e con circa 132.000 ettari di<br />

piantagioni, lo Sri Lanka è tra i<br />

principali produttori al mondo di<br />

gomma. Proprio qui, utilizzando<br />

questa caratteristica materia prima<br />

naturale, GRI Tires (Global<br />

Rubber Industries) ha iniziato a<br />

produrre pneumatici industriali<br />

pieni per muletti e carrelli elevatori<br />

nel 2002, per poi espandere<br />

la propria offerta ai pneumatici<br />

radiali agricoli e per l’edilizia,<br />

prodotti in un nuovo stabilimento<br />

di 20.000 metri quadri inaugurato<br />

nel 2018.<br />

Con sede in Sri Lanka ma<br />

con uffici in Europa e Stati Uniti,<br />

GRI opera come un’organiz-<br />

«La nuova generazione degli<br />

pneumatici verdi GRI sono un simbolo<br />

del nostro impegno incrollabile per<br />

la sostenibilità. Con la percentuale<br />

più alta di materiali sostenibili mai<br />

raggiunta nella nostra industria e in<br />

tutto il mondo, questi pneumatici<br />

per agricoltura e movimentazione di<br />

materiali rappresentano un faro di<br />

speranza per un domani più verde»<br />

zazione multinazionale, con un<br />

team di oltre 1.400 persone e<br />

una presenza commerciale in 50<br />

Paesi. Per emergere nel mercato<br />

globale GRI ha da subito deciso<br />

di puntare sull’innovazione e<br />

sulla sostenibilità come principio<br />

guida centrale.<br />

Così nel 2022 GRI è stato il<br />

primo produttore a proporre un<br />

pneumatico radiale ecologico realizzato<br />

con il 78,5% di materiali<br />

di origine biologica e riciclati<br />

che includono non solo gomma<br />

naturale pura, ma anche silice<br />

altamente disperdibile, il 30 per<br />

cento di nerofumo riciclato, fibre<br />

di cellulosa di origine biologica<br />

e gomma rigenerata da pneumatici<br />

usati. I prodotti a base di petrolio<br />

sono sostituiti dall’olio di<br />

soia naturale per ridurre al minimo<br />

l’impronta di carbonio.<br />

Ora GRI si spinge ancora<br />

oltre presentando la nuova generazione<br />

di pneumatici Green,<br />

pneumatici nella capitale dello<br />

Sri Lanka Colombo - sono<br />

profondamente orgoglioso dei<br />

progressi compiuti nel ridefinire<br />

i limiti di ciò che è possibile<br />

nell’industria degli pneumatici<br />

speciali. La nuova generazione<br />

degli pneumatici verdi GRI,<br />

sono più di semplici prodotti;<br />

sono un simbolo del nostro impegno<br />

incrollabile per la sostenibilità.<br />

Con la percentuale più<br />

alta di materiali sostenibili mai<br />

raggiunta nella nostra industria<br />

e in tutto il mondo, questi pneumatici<br />

per agricoltura e movimentazione<br />

di materiali rappresentano<br />

un faro di speranza<br />

per un domani più verde. Dalla<br />

loro concezione alla produzione,<br />

ogni aspetto è stato meticolosamente<br />

studiato per minimizzare<br />

l’impatto ambientale senza comdenominati<br />

Green XLR Earth<br />

65 e 65+ dove la percentuale<br />

di materie prime sostenibili e<br />

riciclate sale all’87,3 per cento.<br />

Percentuale che negli pneumatici<br />

solidi Ultimate Green XT<br />

per carrelli elevatori arriva addirittura<br />

al 93,5 per cento.<br />

«In qualità di fondatore e<br />

Direttore Generale di GRI - ha<br />

dichiarato Prabash Subasinghe<br />

durante il Green Impact <strong>2024</strong>,<br />

l’evento di lancio dei nuovi<br />

promettere le prestazioni».<br />

Sostenibilità a 360 gradi<br />

Per GRI la sostenibilità è parte<br />

integrante della mission aziendale.<br />

Obiettivo strategico dichiarato<br />

di GRI è quello di crescere<br />

in maniera sostenibile dal punto<br />

di vista ambientale ma anche sociale,<br />

supportando le comunità<br />

agricole locali e impegnandosi<br />

attivamente per migliorare la<br />

vita delle famiglie contadine,<br />

anche con programmi educativi<br />

volti a implementare pratiche<br />

sostenibili nella coltivazione e<br />

nello sfruttamento degli alberi<br />

della gomma per migliorare la<br />

produttività e i rendimenti.<br />

«Pur essendo un’azienda familiare<br />

- spiega Subasinghe<br />

- lavoriamo costantemente per<br />

dare potere alle nostre comu-<br />

52<br />

53


GRI TIRES<br />

1<br />

nità fin dalla base. Crediamo<br />

che la vera sostenibilità abbia<br />

inizio a livello locale, motivo<br />

per cui siamo profondamente<br />

impegnati nel sostenere i piccoli<br />

agricoltori - la spina dorsale<br />

della nostra industria agricola.<br />

Dalla produzione di pneumatici<br />

speciali utilizzando materiali<br />

sostenibili alla riduzione della<br />

nostra impronta di carbonio<br />

lungo tutta la catena del valore,<br />

ci sforziamo di valorizzare ed<br />

emancipare le comunità».<br />

Lo stabilimento GRI di Badalgama<br />

è un esempio di circolarità:<br />

l’energia elettrica è<br />

prodotta dai pannelli solari che<br />

ricoprono l’intera superficie dei<br />

tetti; l’acqua piovana è raccolta<br />

in un bacino e utilizzata per<br />

produrre il vapore necessario ai<br />

processi industriali tramite una<br />

caldaia a biomassa che brucia la<br />

legna proveniente dalle piantagioni<br />

a fine del ciclo produttivo.<br />

I fumi vengono filtrati così che<br />

non ci siano emissioni di polveri<br />

nell’atmosfera e le ceneri utilizzate<br />

come fertilizzante.<br />

L’impegno di GRI Tires per<br />

la tutela ambientale e la sua dedizione<br />

allo sviluppo di soluzioni<br />

per pneumatici eco-sostenibili<br />

è stato valutato e certificato<br />

da Bureau Veritas, ente leader a<br />

livello mondiale nei servizi di<br />

ispezione, verifica di conformità<br />

e certificazione, che proprio<br />

in occasione del Green Impact<br />

<strong>2024</strong> ha consegnato gli attestati<br />

di validazione dell’impronta di<br />

carbonio dei pneumatici GRI.<br />

«La certificazione del Bureau<br />

Veritas è un momento incredibilmente<br />

significativo per<br />

GRI e segna il nostro impegno<br />

continuo e comprovato verso<br />

la sostenibilità» ha dichiarato<br />

Saanya Subasinghe, Marketing<br />

Manager di GRI.<br />

In Italia con Magri Gomme<br />

In Italia gli pneumatici GRI<br />

«La strategia che abbiamo deciso<br />

di adottare in Italia è di affidarci<br />

ad un unico distributore nazionale,<br />

già strutturato con una forte rete di<br />

vendita e guidato da personale con<br />

una comprovata esperienza nel settore<br />

agricolo e construction»<br />

4<br />

2<br />

3<br />

UN PRODOTTO NATURALE<br />

La gomma naturale si ricava dal lattice, un liquido di colore<br />

biancastro e appiccicoso che viene estratto dall’albero di<br />

Hevea brasiliensis, per l’appunto comunemente chiamato<br />

albero della gomma. Originario delle foreste del Brasile,<br />

questa pianta ha trovato nello Sri Lanka un luogo ideale per<br />

la crescita, e rappresenta un’importante fonte di reddito per<br />

le popolazioni locali fin dal 1876, anno in cui ha iniziato a<br />

svilupparsi nel Paese l’industria della gomma. Attualmente<br />

in Sri Lanka sono circa 132.000 gli ettari di terreno dedicato<br />

alla coltivazione di Hevea brasiliensis, il 65% dei quali di<br />

proprietà di piccoli agricoltori locali, per una produzione<br />

annua di gomma naturale di circa 79 milioni di chilogrammi.<br />

La raccolta del lattice avviene ancora col metodo<br />

tradizionale, rimuovendo con un apposito attrezzo manuale<br />

dei sottili strati di corteccia dal tronco dal quale sgorga così il<br />

liquido che viene raccolto in piccole tazze. In seguito il lattice<br />

viene fatto coagulare e la gomma risultante, dopo essere<br />

stata pressata e affumicata, viene avviata all’industria. In<br />

seguito a un processo chiamato vulcanizzazione la gomma<br />

può quindi essere utilizzata per la produzione di pneumatici,<br />

ma anche in molti altri ambiti, come per la produzione di<br />

giocattoli, articoli sportivi, articoli per il settore medicosanitario,<br />

materiali elettrici e molto altro. Una piantagione di<br />

un acre (0,4 ettari) con circa 200 alberi ha una resa media<br />

giornaliera tra i 5 e i 10 chilogrammi di gomma.<br />

7<br />

saranno distribuiti in esclusiva<br />

da Magri Gomme, azienda<br />

di Crapenedolo (BS) attiva da<br />

anni nel settore automotive coi<br />

marchi GT Radial e Sumitomo<br />

e che recentemente ha acquisito<br />

Donati Gomme, specializzata<br />

nel commercio di pneumatici<br />

per agricoltura e nella produzione<br />

di cerchi per mezzi agricoli<br />

e speciali. «La strategia<br />

5<br />

che abbiamo deciso di adottare<br />

in Italia è di affidarci ad un<br />

unico distributore nazionale,<br />

già strutturato con una forte<br />

rete di vendita e guidato da<br />

personale con una comprovata<br />

esperienza nel settore agricolo<br />

e construction» spiega Giorgio<br />

Gramegna, direttore vendite<br />

GRI per l’Europa. «Avere un<br />

unico distributore su tutto il territorio<br />

nazionale, che in campo<br />

agricolo promuoverà esclusivamente<br />

il nostro marchio, ci<br />

permette anche di avere una<br />

politica dei prezzi omogenea,<br />

senza sovrapposizioni di aree<br />

d’influenza a tutto vantaggio<br />

dei nostri clienti». «L’obiettivo<br />

è di far breccia nel mercato<br />

dell’after sales, ma anche tra<br />

gli Oem come pneumaticidi primo<br />

equipaggiamento in un’ottica<br />

di sostenibilità. In Italia il<br />

«La certificazione del Bureau Veritas<br />

è un momento incredibilmente<br />

significativo per GRI e segna il nostro<br />

impegno continuo e comprovato<br />

verso la sostenibilità»<br />

6<br />

1) Una piantagione<br />

di Hevea brasiliensis<br />

in Sri Lanka. 2)<br />

L’incisione della<br />

corteccia. 3) Il lattice<br />

cola in tazze appese<br />

ai tronchi. 4) Il lattice<br />

viene fatto reagire<br />

con soluzioni di<br />

acidi. 5) In seguito al<br />

contatto con gli acidi<br />

il lattice si coagula. 6)<br />

Una volta coagulata,<br />

la gomma naturale<br />

viene pressata in fogli<br />

per eliminare l’acqua.<br />

7) Dopo un processo<br />

di affumicatura la<br />

gomma è pronta<br />

per le successive<br />

lavorazioni industriali.<br />

marchio GRI è già conosciuto<br />

grazie alla diffusione nel settore<br />

della movimentazione, essendo<br />

già da anni fornitore del gruppo<br />

Kion, multinazionale tedesca<br />

produttrice di attrezzature<br />

per la movimentazione dei materiali<br />

con una forte presenza<br />

sul territorio nazionale, e anche<br />

se il mercato dei pneumatici<br />

agricoli è per noi del tutto nuovo<br />

- spiega Gramegna - molti<br />

agricoltori hanno già sentito<br />

parlare dei nostri pneumatici<br />

sostenibili Green, e già stanno<br />

arrivando molte richieste, soprattutto<br />

dalle regioni del sud».<br />

La gamma agricola GRI<br />

comprende pneumatici per trattori<br />

e mietitrebbie di praticamente<br />

tutte le misure, ma anche<br />

modelli per sprayers, rimorchi e<br />

attrezzature.<br />

Sergio Bolis<br />

54<br />

55


OLTRE IL TRATTORE<br />

La sarchiatrice<br />

meccanica Unica PVI di<br />

MaterMacc può essere<br />

dotata di diversi tipi di<br />

distributori di concime<br />

per abbinare due<br />

pratiche agronomiche<br />

differenti migliorandone<br />

l’efficacia.<br />

Ballo di coppia<br />

MaterMacc propone diverse combinazioni della Unica PVI<br />

per effettuare contemporaneamente la sarchiatura per il<br />

controllo delle infestanti e la concimazione della coltura<br />

Nata come sarchiatrice<br />

meccanica, Unica PVI<br />

di Matermacc può<br />

essere dotata di distributori<br />

di concime abbinando così<br />

le due pratiche agronomiche<br />

di concimazione ed<br />

eliminazione delle infestanti<br />

per massimizzarne gli effetti.<br />

I serbatoi per la concimazione<br />

MaterMacc con il sistema<br />

Variovolumex, caratterizzati<br />

da una capacità che va da 215<br />

a 1.000 litri, hanno dosatori<br />

volumetrici che, per caduta<br />

gravitazionale o mediante<br />

trasporto pneumatico, portano<br />

ad interrare il concime<br />

granulare al di sotto delle<br />

colture. La regolazione<br />

si effettua manualmente<br />

ruotando la manopola al di<br />

sotto della tramoggia, mentre<br />

la distribuzione è comandata<br />

(di serie) da una ruota<br />

dentata a terra che aziona<br />

una trasmissione meccanica,<br />

oppure in optional da ruote<br />

gommate con controtelaio.<br />

Una versione è disponibile<br />

anche con azionamento<br />

elettrico della distribuzione<br />

mediante il sistema di<br />

controllo wireless Miplus,<br />

appositamente progettato<br />

da MaterMacc con un<br />

interfaccia grafica intuitiva<br />

per semplificarne la gestione.<br />

Nella versione Easy-Set le<br />

sarchiatrici Unica PVI sono<br />

fornite con un serbatoio MIDI<br />

in acciaio inossidabile che<br />

dispone di un sistema a flusso<br />

pneumatico per ogni fila, che<br />

agevola la trasformazione<br />

della sarchiatrice quando si<br />

cambia distanza tra e sulle file.<br />

in questo caso è sufficiente<br />

aggiungere i tubi flessibili<br />

alle teste di distribuzione e<br />

posizionare il punto di caduta<br />

del concime sulle file in<br />

lavoro. Unica PVI permette<br />

di distribuire il fertilizzante<br />

anche tramite il modello di<br />

tramoggia frontale MaterMacc<br />

La versione dello spannocchiatore Drago GT con andanatore in grado di<br />

deporre i residui in andana per la successiva raccolta.<br />

Grazie al brevetto<br />

dei piatti spannocchiatori<br />

ammortizzati<br />

e a regolazione<br />

automatica, e anche<br />

per l’esclusivo doppio<br />

trinciastocchi, lo<br />

spannocchiatore<br />

Olimac Drago GT ha<br />

già ricevuto numerosi<br />

premi in passato<br />

come novità tecnica<br />

all’EIMA di Bologna,<br />

al FIMA Saragozza e<br />

anche a Fieragricola<br />

Verona. Quest’anno<br />

ha fatto il bis a<br />

Fieragricola,dove ha<br />

ricevuto il Premio Innovazione<br />

<strong>2024</strong> e la<br />

menzione Green Innovation<br />

per la nuova<br />

versione DragoGT<br />

SVA. Si tratta di una tramoggia<br />

universale che può essere<br />

utilizzata sia per la semina<br />

dei cereali che durante la<br />

concimazione su file per la<br />

semina di precisione. Infine,<br />

INCETTA DI PREMI<br />

con Andanatore. Una<br />

versione che, grazie<br />

per l’appunto a uno<br />

speciale andanatore<br />

dotato di coclea è in<br />

grado, con la stessa<br />

passata, di raccogliere<br />

il mais e convogliare<br />

il materiale<br />

trinciato, residui e<br />

stocchi sminuzzati,<br />

in un’unica andana.<br />

Materiale può così<br />

essere facilmente<br />

raccolto tramite<br />

normali imballatrici,<br />

carri autocaricanti,<br />

raccoglitori-caricatori<br />

di foraggio, ed<br />

essere utilizzato nei<br />

digestori di impianti<br />

biogas, come lettiera<br />

per le stalle, oppure<br />

per la produzione di<br />

energia negli inceneritori.<br />

Da notare che<br />

l’Andanatore con la<br />

coclea posizionata<br />

sotto il telaio principale<br />

della testata<br />

mais, convoglia in<br />

andana i residui<br />

prima che cadano al<br />

suolo, in modo che<br />

rimangano puliti, senza<br />

contaminazione di<br />

terra e pietre. Dopo<br />

la raccolta dell’andana<br />

i residui che<br />

rimangono ancora a<br />

terra contribuiscono<br />

poi a mantenere la<br />

necessaria umidità<br />

del suolo per le lavorazioni<br />

successive.<br />

Luigi Cerutti<br />

le sarchiatrici MaterMacc<br />

permettono di distribuire il<br />

fertilizzante in forma liquida<br />

tramite serbatoio anteriore FTS<br />

da 800 litri, adatto a trattrici di<br />

piccole dimensioni. Enzo Attori<br />

MASCHIO GASPARDO<br />

Super poteri<br />

Presentata la versione Super<br />

dell’erpice rotante Aquila per grandi<br />

potenze, più robusto e affidabile<br />

All’ultima edizione di Fieragricola Maschio<br />

Gaspardo ha presentato le versioni Super dei<br />

propri erpici rotanti, in pratica una evoluzione dei<br />

precedenti con soluzioni meccaniche e strutturali<br />

che ne aumentano affidabilità e sicurezza. Il<br />

modello Aquila Super, evoluzione dello storico e<br />

rinomato Aquila, è stato notevolmente irrobustito<br />

con vasche telai che accolgono la trasmissione<br />

realizzate in acciaio alto-resistenziale e caratterizzate<br />

da una lamiera interna di spessore di 6<br />

millimetri ed esterna di 5 per garantire maggiore<br />

rigidità. Le protezioni dei cardani sono in lamiera,<br />

tutte le scatole cambio sono immerse in olio<br />

Il modello Aquila Super realizzato con acciaio<br />

altoresistenziale, protezioni in lamiera e cuscinetti Blindato.<br />

sintetico e gli ingranaggi sono temperati. Anche<br />

i rulli beneficiano di nuovi cuscinetti denominati<br />

‘Blindato’ che hanno una durata triplicata rispetto<br />

ai precedentie proteggono la meccanica interna<br />

da qualsiasi tipo di contaminazione allungando di<br />

molto gli intervalli manutentivi. Tutti accorgimenti<br />

che hanno permesso di aumentare la potenza<br />

di abbinamento con trattori fino a 350 cavalli. Le<br />

larghezze di lavoro dell’Aquila Super sono di 4,6,<br />

5 e 6 metri, con possibilità di regolare la profondità<br />

massima di affinamento fino a 280 millimetri<br />

mediante l’azionamento idraulico del rullo.<br />

Roberto Nesta<br />

ANCORA PIÙ FORTI<br />

Modello 4600 5000 6000<br />

Larghezza di lavoro mm 4.600 5.000 6.000<br />

Profondità di lavoro mm 280<br />

Coltelli n 36 40 48<br />

Larghezza di trasporto mm 2.400<br />

Diametro rullo packer mm 550<br />

Peso kg 3.325 3.725 4.485<br />

Potenza richiesta min - max cv 150 – 350 160 – 350 180 – 350<br />

56<br />

57


OLTRE IL TRATTORE<br />

Non c’è 2 senza 3<br />

La famiglia di carri miscelatori semoventi Leader PF3 a 3 coclee si allarga<br />

con il nuovo modello PF3.40 con 40 metri cubi di capacità<br />

Tre coclee e 40 metri<br />

cubi di capacità<br />

per il nuovo carro<br />

miscelatore Leader<br />

PF3.40 di Faresin.<br />

Grazie al sistema<br />

Ecotronic il carro<br />

automatizza le fasi<br />

di taglio, carico e di<br />

miscelazione in base<br />

ai parametri di ogni<br />

ingrediente.<br />

La frantumasassi FAE STCM/HP 225 in azione è capace di frantumare pietre<br />

di 30 centimetri di diametro fino a 20 centimetri di profondità.<br />

Il produttore<br />

trentino FAE<br />

sostituisce<br />

la gamma di<br />

frantumasassi STC<br />

con rotore a utensile<br />

con la nuova<br />

versione STCM,<br />

specificamente<br />

pensata per trattori<br />

con potenze variabili<br />

tra un minimo di 80<br />

e un massimo di<br />

280 cavalli potenza.<br />

Sette i nuovi modelli:<br />

l’STCM/ST 125,<br />

l’STCM 150, 175,<br />

200, 225 e i top di<br />

gamma STCM/HP<br />

200 e 225. Mentre<br />

la larghezza totale è<br />

compresa tra 1.760<br />

e i 2.740 millimetri<br />

(per un totale di<br />

cinque misure), il<br />

peso è compreso<br />

AI LAVORI FORZATI<br />

tra 1.850 e i 3.840<br />

chili. Ad eccezione<br />

del modello base<br />

125, che funziona<br />

con la presa di<br />

forza a velocità a<br />

partire 540 giri/min,<br />

tutti gli altri modelli<br />

operano con velocità<br />

di 1.000 giri/min. La<br />

larghezza di lavoro<br />

dell’intera gamma<br />

oscilla tra i 1.344<br />

e i 2.304 millimetri<br />

del top di gamma.<br />

La nuova testata<br />

STCM è adatta a<br />

frantumare sassi<br />

fino a 30 centimetri<br />

di diametro fino<br />

a una profondità<br />

di lavoro di 20<br />

centimetri, mentre la<br />

larghezza di lavoro<br />

arriva fino a 2,3<br />

metri. Rispetto alla<br />

versione precedente<br />

ha una bocca di<br />

ingresso maggiorata<br />

e la controlama<br />

regolabile idraulica<br />

per avere un<br />

miglior controllo<br />

della granulometria<br />

durante la<br />

lavorazione.<br />

L’impiego di acciai<br />

antiusura ad alta<br />

resistenza per il<br />

telaio, le protezioni<br />

interne ed esterne<br />

intercambiabili, il<br />

porta utensili in<br />

acciaio forgiato con<br />

trattamento termico,<br />

garantiscono poi<br />

una robustezza<br />

costruttiva per<br />

affrontare anche<br />

le lavorazioni più<br />

impegnative.<br />

Luigi Cerutti<br />

ORIZZONTI<br />

Rullata biologica<br />

Orizzonti propone un particolare<br />

rullo pacciamatore per la gestione<br />

del sovescio in frutteti e vigneti<br />

Il Bio Roll è un rullo pacciamatore per la lavorazione<br />

centrofilare di vigneti e frutteti prodotto dalla<br />

ditta Orizzonti di Imola. La sua azione stimola e aumenta<br />

l’efficacia produttiva delle coltivazioni poiché<br />

sue lame in hardox, con intagli unici, sono perfette<br />

per incorporare le leguminose nel terreno, migliorandone<br />

così la fertilità. La macchina è costituita<br />

da un rullo con diametro di 500 millimetri dotato di<br />

110 denti intercambiabili in acciaio Hardox a garanzia<br />

di lunga durata e affidabilià. Il diametro di 500<br />

millimetri del<br />

rullo assicura<br />

una copertura<br />

del terreno efficiente<br />

e uniforme,<br />

e può essere<br />

appesantito<br />

a piacimento<br />

riempiendolo<br />

con sabbia o<br />

acqua per regolarne<br />

il peso in<br />

base alle condizioni<br />

operative<br />

per garantire la<br />

Il Bio Roll può essere accoppiato al<br />

trattore sia sul sollevatore posteriore che<br />

su quello anteriore.<br />

perfetta aderenza al terreno. Il Bio Roll può essere<br />

utilizzato con grande versatilità in quanto è dotato di<br />

attacchi che ne permettono l’accoppiamento al trattore<br />

sia al sollevatore posteriore che a quello anteriore.<br />

L’ingombro totale della macchina è di 1.600 millimetri,<br />

con una larghezza di lavoro di 1.500, ideale<br />

per lavorazioni in filari posti a una distanza di 2.250<br />

millimetri. Il peso è di 590 chili. Pietro Toschi<br />

I<br />

carri miscelatori semoventi<br />

Faresin Leader PF3 a<br />

tre coclee per grandi<br />

allevamenti sono stati<br />

presentati all’edizione 2022<br />

di Eima International nelle<br />

due versioni con vasca di<br />

miscelazione da 30 e 36<br />

metri cubi di capacità. Ora<br />

la gamma si amplia con un<br />

modello ancora più capiente, il<br />

PF3.40 con vasca da 40 metri<br />

cubi. Mosso dal 6 cilindri<br />

FPT N67 da 290 cavalli, il<br />

nuovo modello è più alto dei<br />

precedenti e leggermente più<br />

pesante ma mantiene gli stessi<br />

ingombri in larghezza del<br />

PF3.36 (2,8 metri) e lunghezza<br />

(12 metri). Nonostante la mole<br />

ha un’ottima manovrabilità<br />

anche su strada e in ambienti<br />

IL NUOVO LEADER<br />

(relativamente) ristretti grazie<br />

ai 3 assali sterzanti dei quali<br />

due motrici a trazione integrale<br />

Modello<br />

PF3.40<br />

Motore<br />

FPT N67<br />

Cilindri/cilindrata n/cc 6/6.725<br />

Potenza cv 290<br />

Capacità tramoggia mc 40<br />

Coclee n 3<br />

Velocità coclee giri/min 5 - 10 - 15 - 20 - 25 - 30 - 40 - 50<br />

Larghezza fresa mm 2.200<br />

Altezza di fresatura mm 6.560<br />

Lunghezza totale mm 12.000<br />

Larghezza mm 2.800<br />

Peso kg 22.000<br />

Lunghezza totale mm 12.000<br />

Lunghezza totale mm 12.000<br />

permanente alimentati da una<br />

pompa da 285 l/min e con<br />

limited slip del 43 per cento.<br />

La velocità di trasferimento<br />

è di 40 chilometri orari,<br />

in sicurezza e comfort per<br />

la presenza di sospensioni<br />

pneumatiche autoregolabili in<br />

altezza a seconda del carico.<br />

Come per i due modelli<br />

precedenti, l’apparato di<br />

carico è costituito da una fresa<br />

larga 2.200 millimetri e da un<br />

mulino ad assetto variabile che<br />

garantiscono un veloce flusso<br />

verso il canale di carico. Fiore<br />

all’occhiello del nuovo carro<br />

miscelatore Leader PF3.40<br />

rimane comunque l’innovativo<br />

sistema Ecotronic che<br />

permette l’automatizzazione.<br />

di tutti i dispositivi della<br />

macchina per ottimizzare allo<br />

stesso tempo produttività,<br />

costi di servizio e benessere<br />

animale. Una volta inserita<br />

la ricetta dell’alimentarista o<br />

dal display della pesa o dal<br />

programma di gestione Farm<br />

Manager Web, è possibile<br />

gestire l’intero processo di<br />

preparazione della razione,<br />

programmando tutti gli organi<br />

della macchina a seconda delle<br />

materie prime che vengono<br />

via, via caricate. Per ogni<br />

componente della miscelata<br />

(fieni, insilati, o farine), fresa,<br />

mulino e coclee vengono<br />

regolate al fine di produrre<br />

un unifeed della migliore<br />

qualità. L’integrazione del<br />

carro miscelatore con il<br />

Polispec NIR permette inoltre<br />

di monitorare la miscelata in<br />

tempo reale e di modificare<br />

in automatico il settaggio<br />

del mulino in riferimento<br />

alle caratteristiche della<br />

fibra dell’unifeed presente<br />

all’interno della vasca di<br />

miscelazione. Il sistema<br />

indiche anche all’operatore il<br />

momento ideale per effettuare<br />

lo scarico, in base al livello<br />

omogeneità raggiunto...<br />

Enzo Attori<br />

58<br />

59


A TUTTO CAMPO<br />

Tra il 25 e il 27 aprile alla<br />

Fiera del Madonnino,<br />

Grosseto ospiterà il padiglione<br />

delle idee innovative<br />

‘Innovation Farm – Agricoltura<br />

sostenibile 5.0’, gestito<br />

da beeco, uno startup studio<br />

verticalizzato sull’Agritech, in<br />

collaborazione con Confindustria<br />

Toscana Sud. Per partecipare<br />

è stata lanciata una call<br />

call for startup. Un’iniziativa<br />

che avrà importanti sviluppi e<br />

spin off lungo tutto lo stivale,<br />

e che conferma come molto,<br />

anche in ambito agritech si stia<br />

muovendo; tanto che anche una<br />

Fiera molto ricca e piena come<br />

EIMA ha deciso di confermare<br />

e ampliare lo spazio dedicato<br />

all’innovazione più spinta.<br />

Le linee di sviluppo sono innumerevoli<br />

e toccano gli ambiti<br />

più disparati, tornano in auge<br />

blockchain e tracciabilità anche<br />

se le declinazioni più interessanti<br />

sono quelle che partendo<br />

da IoT e dalla gestione dei dati<br />

danno vita a dei DSS di nuova<br />

generazione.<br />

Va in questa direzione PlantBit,<br />

uno spin-off del CNR che ha<br />

STARTUP. BENESSERE VEGETALE<br />

Dati presi sottopelle<br />

Il mondo della tecnologia spinta entra con una certa<br />

prepotenza in agricoltura. Ne abbiamo parlato all’Innovation<br />

Agri Tour ma ci sono anche due appuntamenti da non<br />

perdere e due start up da seguire con attenzione<br />

sviluppato un biosensore vivo,<br />

integrabile nel fusto della pianta<br />

capace di leggere la composizione<br />

della linfa attraverso<br />

misurazioni elettrochimiche<br />

e produrre dati univoci sullo<br />

stato di salute della pianta.<br />

Il knowhow su questa specifica<br />

applicazione nasce proprio<br />

dalla lunga esperienza del team<br />

che da anni lavora nel settore e<br />

che ha già attivato anche attraverso<br />

il partner IMAM-CNR<br />

importanti collaborazioni.<br />

In particolare il monitoraggio<br />

diretto della linfa delle piante<br />

consente di ottenere dati sulla<br />

fisiologia della pianta, utili<br />

per ottimizzare l’irrigazione,<br />

la fertilizzazione e la diagnosi<br />

precoce delle malattie.<br />

Per dare un’idea delle performance<br />

Bioristor (questo il<br />

nome del sensore) nei pomodori<br />

è in grado di rilevare lo stress<br />

idrico entro le prime 30 ore<br />

dalla sua insorgenza. Appena<br />

l’informazione è nota Biorestor,<br />

che è collegato a un’unità<br />

di controllo IoT è in grado di<br />

trasmettere il segnale a un’app<br />

o di avvertire direttamente<br />

l’agricoltore e le macchie operatrici<br />

indicando la necessità e<br />

diminuendo in questo modo gli<br />

sprechi.<br />

I dati raccolti dall’impianto<br />

vengono continuamente elaborati<br />

e analizzati utilizzando<br />

modelli analitici matematici<br />

e algoritmi di intelligenza<br />

artificiale, come i modelli<br />

Random Forest per identificare<br />

l’effettivo stato di salute delle<br />

piante, e Recurrent Neural<br />

Networks (RNN) con Long<br />

Short-Term Memory (LSTM) )<br />

per fare previsioni fino a 24 ore<br />

in anticipo.<br />

Gli output per l’agricoltore o<br />

l’agronomo vengono trasmessi<br />

attraverso un’interfaccia<br />

grafica semplice ed efficace,<br />

che fornisce: i) indicazioni<br />

sulla corretta fornitura idrica da<br />

somministrare alle piante; ii)<br />

la tipologia e la quantità dei<br />

formulati commerciali da utilizzare<br />

per la fertilizzazione; e<br />

iii) quando e se effettuare trattamenti<br />

fitosanitari preventivi. I<br />

dati grezzi vengono archiviati<br />

in un database SQL organizzato<br />

in diverse sottotabelle basate<br />

sugli argomenti. Ciò consente<br />

al cliente di adottare strategie<br />

produttive che garantiscano<br />

la qualità e la quantità della<br />

produzione, aumentando l’efficienza<br />

delle pratiche agricole e<br />

del reddito.<br />

L’uso del Bioristor può<br />

ridurre il consumo di acqua<br />

per l’irrigazione del 40 per<br />

cento. Inoltre, il sistema ha<br />

una tempestività di intervento<br />

unica, in grado di agire<br />

quando e dove necessario,<br />

individuando le patologie che<br />

causano significative perdite<br />

di produzione.<br />

Ovviamente i DSS sono ormai<br />

molti e come sempre non<br />

saranno solo le performance<br />

a determinare il successo o<br />

meno di un’iniziativa.<br />

PLANTVOICE<br />

Plantvoice si muove in un territorio simile, ma con una<br />

filosofia diversa, la start-up di Bolzano ha infatti ideato<br />

una tecnologia sensoristica as-a-service che, combinata<br />

con un software in cloud di intelligenza artificiale,<br />

permette il monitoraggio in tempo reale dello stato<br />

di salute e stress delle piante così da migliorare la<br />

resa delle colture, ridurre lo spreco di acqua e limitare<br />

l’uso dei pesticidi. Un dispositivo fitocompatibile non<br />

invasivo viene introdotto direttamente nel fusto del<br />

vegetale garantendo un monitoraggio in tempo reale<br />

dei dati fisiologici interni della pianta. In questo caso<br />

si utilizza un approccio che prevede la sensorizzazione<br />

di una pianta rappresentativa dell’appezzamento<br />

agronomico in cui è inserita, una sorta di sentinella che<br />

veglia su una superficie di circa mezzo ettaro. Captati<br />

i dati il sensore li invia in cloud a un software di AI che<br />

utilizzando degli algoritmi<br />

personalizzati<br />

da informazioni<br />

dettagliate sulle<br />

necessità di acqua<br />

o sull’eventuale<br />

attacco di funghi<br />

o batteri. Tutti i<br />

dati raccolti inoltre<br />

possono essere<br />

condivisi con altre<br />

applicazioni e strumenti<br />

presenti in<br />

azienda in modo da riuscire a monitorare i campi con<br />

sempre maggior accuratezza.<br />

Il cerchio si chiude se si pensa che i biosensori di<br />

Plantvoice sono realizzati con materiali compostabili e<br />

biocompatibili e sono progettati per resistere all’interno<br />

della pianta per una stagione vegetativa. Le prime<br />

collaborazioni hanno visto l’intervento in campo con<br />

assistendo coltivazioni di lamponi, mele, fragole, pere<br />

e ciliegie.<br />

Sono due esperienze, a prescindere dai risultati che<br />

daranno, che dimostrano l’evoluzione del settore e<br />

l’importanza dei dati. Dai satelliti ai droni, dai trattori<br />

alle varie centraline sparse per il campo, fino ai sensori<br />

di precisione “sottopelle” ormai il campo sta diventando<br />

un vero e proprio laboratorio in continua evoluzione e<br />

la quantità di dati che si devono gestire sono davvero<br />

ingenti, ancora qualche anno e anche in questo settore<br />

l’intelligenza artificiale acquisirà delle capacità di predittività<br />

davvero sorprendenti.<br />

60<br />

61


CAMPO APERTO<br />

CAMPO APERTO<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

Prezzi Iva esclusa aggiornati al 1 marzo<br />

<strong>2024</strong>.<br />

Viale dell’Industria 15/17<br />

20010 Pregnana Milanese (Mi)<br />

tel. 02/93510385<br />

fax 02/93510431<br />

www.caseih.com<br />

Farmall 55 A<br />

45.250 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; common<br />

rail; 3 cilindri; 2.931 cc; 55 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 2.880 kg; rimorchiabile<br />

11.520 kg; lungh. x largh.<br />

3.856 x 1.922 mm; passo 2.078 mm.<br />

Farmall 65 A<br />

46.239 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; common<br />

rail; 3 cilindri; 2.931 cc; 65 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 2.880 kg; rimorchiabile<br />

11.520 kg; lungh. x largh.<br />

3.856 x 1.922 mm; passo 2.078 mm.<br />

Farmall 75 A<br />

47.785 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; Turbo<br />

intercooler common rail; 3 cilindri;<br />

2.931 cc; 75 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 2.880 kg; rimorchiabile 11.520 kg;<br />

lungh. x largh. 3.856 x 1.922 mm; passo<br />

2.078 mm.<br />

Farmall 90 A<br />

65.871 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 90 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 4.000 kg; rimorchiabile 16.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.396 x 1.910 mm; passo<br />

2.350 mm.<br />

Farmall 100 A<br />

69.371 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 101 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 4.000 kg; rimorchiabile 16.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.396 x 1.910 mm; passo<br />

2.350 mm.<br />

Farmall 55 C<br />

57.222 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 58 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.001 x 1.922 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

Farmall 65 C<br />

58.433 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 65 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.001 x 1.922 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

Farmall 75 C<br />

60.021 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 75 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.001 x 1.922 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

Farmall 90 C<br />

75.520 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 90 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.147 x 1.923 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

Farmall 100 C<br />

79.741 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.595<br />

cc; 101 cv; cambio 12/12 marce con<br />

inversore idraulico optional; tara 3.600<br />

kg; rimorchiabile 14.400 kg; lungh. x largh.<br />

4.147 x 1.923 mm; passo 2.285 mm.<br />

Farmall 110 C<br />

82.725 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 110 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico; tara 3.700 kg;<br />

rimorchiabile 14.800 kg; lungh. x largh.<br />

4.147 x 1.923 mm; passo 2.285 mm.<br />

Farmall 120 C<br />

86.726 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 117 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico; tara 3.700 kg;<br />

rimorchiabile 14.800 kg; lungh. x largh.<br />

4.147 x 1.923 mm; passo 2.285 mm.<br />

Luxxum 100<br />

96.321 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.387<br />

cc; 99 cv; cambio 32/32 marce con<br />

inversore idraulico; tara 4.390 kg;<br />

rimorchiabile 17.560 kg; lungh. x largh.<br />

4.197 x 2.100 mm; passo 2.420 mm.<br />

Luxxum 110<br />

98.820 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.387<br />

cc; 107 cv; cambio 32/32 marce con<br />

inversore idraulico; tara 4.390 kg;<br />

rimorchiabile 17.560 kg; lungh. x largh.<br />

4.197 x 2.100 mm; passo 2.420 mm.<br />

Luxxum 120<br />

102.320 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.387<br />

cc; 117 cv; cambio 32/32 marce con<br />

inversore idraulico; tara 4.390 kg;<br />

rimorchiabile 17.560 kg; lungh. x largh.<br />

4.197 x 2.100 mm; passo 2.420 mm.<br />

Vestrum 100<br />

116.743 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

110 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

3.790 x 2.470 mm; passo 2.490 mm.<br />

VESTRUM 100 CVXDRIVE € 131.072<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Vestrum 110<br />

119.943 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

120 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

3.790 x 2.470 mm; passo 2.490 mm.<br />

VESTRUM 110 CVXDRIVE € 134.446<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Vestrum 120<br />

124.243 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

130 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

3.790 x 2.470 mm; passo 2.490 mm.<br />

VESTRUM 120 CVXDRIVE € 139.713<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Vestrum 130<br />

128.043 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

140 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

3.790 x 2.470 mm; passo 2.490 mm.<br />

VESTRUM 130 CVXDRIVE € 144.010<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Maxxum 115<br />

124.520 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

125 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 4.890 kg;<br />

rimorchiabile 19.560 kg; lungh. x largh.<br />

5.137 x 2.470 mm; passo 2.642 mm.<br />

Maxxum 125<br />

129.078 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

135 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 4.890 kg;<br />

rimorchiabile 19.560 kg; lungh. x largh.<br />

5.137 x 2.470 mm; passo 2.642 mm.<br />

MAXXUM 125 CVXDRIVE € 168.585<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MAXXUM 125 MC € 147.505<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Maxxum 135<br />

133.636 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

145 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 4.890 kg;<br />

rimorchiabile 19.560 kg; lungh. x largh.<br />

5.137 x 2.470 mm; passo 2.642 mm.<br />

MAXXUM 135 CVXDRIVE € 173.233<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MAXXUM 135 MC € 152.066<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Maxxum 145<br />

136.643 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

155 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.010 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.137 x 2.470 mm; passo 2.642 mm.<br />

MAXXUM 145 CVX € 176.268<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MAXXUM 145 MC € 155.076<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Maxxum 150<br />

140.872 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728 cc;<br />

158 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.020 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.137 x 2.470 mm; passo 2.642 mm.<br />

MAXXUM 150 CVX € 180.754<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MAXXUM 150 MC € 159.517<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Puma 140<br />

144.306 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 155 cv; cambio<br />

18/6 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.980 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.719 x 2.150 mm; passo<br />

2.789 mm.<br />

Puma 150<br />

149.329 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 165 cv; cambio<br />

18/6 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.980 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.719 x 2.150 mm; passo<br />

2.789 mm.<br />

Puma 150 CVXDrive<br />

189.935 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 165 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 7.240 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.719 x 2.150 mm;<br />

passo 2.789 mm.<br />

PUMA 150 MC € 165.643<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.980 kg;<br />

Puma 165<br />

157.298 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728<br />

cc; 180 cv; cambio 19/6 marce con<br />

inversore idraulico; tara 6.980 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.719 x 2.150 mm; passo 2.789 mm.<br />

PUMA 165 CVXDRIVE € 196.400<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.240 kg;<br />

PUMA 165 MC € 173.183<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.980 kg;<br />

PUMA 175 CVXDRIVE € 203.775<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.240 kg;<br />

Puma 185 AFS<br />

237.559 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 200 cv; cambio<br />

19/6 marce con inversore idraulico;<br />

tara 8.650 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.017 x 2.334 mm; passo<br />

2.884 mm.<br />

PUMA 185 CVXDRIVE AFS<br />

€ 258.920<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

PUMA 185 MC € 209.869<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Puma 200 AFS<br />

244.004 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 220 cv; cambio<br />

19/6 marce con inversore idraulico;<br />

tara 8.650 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.017 x 2.334 mm; passo<br />

2.884 mm.<br />

PUMA 200 CVXDRIVE AFS<br />

€ 265.503<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

PUMA 200 MC € 216.314<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Puma 220 AFS<br />

252.769 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 240 cv; cambio<br />

19/6 marce con inversore idraulico;<br />

tara 8.650 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.017 x 2.334 mm; passo<br />

2.884 mm.<br />

PUMA 220 CVXDRIVE AFS<br />

€ 284.710<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

PUMA 220 MC € 225.079<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

Puma 240 CVXDrive AFS<br />

292.029 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 260 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 8.650 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.017 x 2.334 mm;<br />

passo 2.884 mm.<br />

Puma 260 CVXDrive AFS<br />

304.669 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728<br />

cc; 280 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 8.650 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.017 x 2.334 mm; passo 2.884 mm.<br />

Optum 270 CVXDrive<br />

333.312 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 288 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.700 x 2.536 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

Optum 300 CVXDrive<br />

350.715 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 313 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.700 x 2.536 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

Optum 340 CVXDrive<br />

370.715 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728<br />

cc; 340 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 10.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.700 x 2.536 mm; passo 2.995 mm.<br />

Magnum 340<br />

403.663 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 375 cv;<br />

cambio 19/4 marce con inversore<br />

idraulico; tara 12.850 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 6.428<br />

x 2.550 mm; passo 3.055 mm.<br />

MAGNUM 340 CVXDRIVE € 425.993<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Magnum 380 CVX<br />

455.909 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 417 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 12.850 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 6.428<br />

x 2.550 mm; passo 3.055 mm.<br />

Magnum 400<br />

432.167 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 435 cv;<br />

cambio 21/5 marce con inversore<br />

idraulico; tara 12.850 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 6.428<br />

x 2.550 mm; passo 3.055 mm.<br />

Via Torino 9/11<br />

13100 Vercelli<br />

tel. 0161/298411<br />

fax 0161/298498<br />

www.claas.com<br />

Elios 210<br />

46.425 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 75 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.010 kg; rimorchiabile 12.040 kg;<br />

lungh. x largh. 3.814 x 1.644 mm; passo<br />

2.186 mm.<br />

Elios 220<br />

55.420 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 85 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.550 kg; rimorchiabile 14.200 kg;<br />

lungh. x largh. 4.041 x 1.644 mm; passo<br />

2.186 mm.<br />

ELIOS 320 € 76.685<br />

Cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 3.635 kg; rimorchiabile<br />

14.540 kg; ; passo 2.286 mm.<br />

Elios 230<br />

58.325 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 92 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.550 kg; rimorchiabile 14.200 kg;<br />

lungh. x largh. 4.041 x 1.644 mm; passo<br />

2.186 mm.<br />

ELIOS 330 € 79.590<br />

Cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 3.635 kg; rimorchiabile<br />

14.540 kg; ; passo 2.286 mm.<br />

Elios 240<br />

60.430 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.595<br />

cc; 103 cv; cambio 24/12 marce con<br />

inversore idraulico; tara 3.550 kg;<br />

rimorchiabile 14.200 kg; lungh. x largh.<br />

4.041 x 1.644 mm; passo 2.186 mm.<br />

103 cavalli con Cpm<br />

ELIOS 340 € 81.525<br />

Cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 3.635 kg; rimorchiabile<br />

14.540 kg; ; passo 2.286 mm.<br />

Arion 410<br />

92.510 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; 4 cilindri;<br />

4.485 cc; 90 cv; cambio 16/16 marce<br />

con inversore idraulico; tara 4.800 kg;<br />

rimorchiabile 19.200 kg; lungh. x largh.<br />

4.372 x 2.100 mm; passo 2.489 mm.<br />

Arion 420<br />

96.665 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.485 cc; 100 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico;<br />

tara 4.800 kg; rimorchiabile 19.200 kg;<br />

lungh. x largh. 4.372 x 2.100 mm; passo<br />

2.489 mm.<br />

Arion 430<br />

104.040 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.485 cc; 114 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.200 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.444 x 2.100 mm; passo<br />

2.525 mm.<br />

Arion 440<br />

105.220 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

125 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.200 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.444 x 2.100 mm; passo 2.525 mm.<br />

Arion 450<br />

107.155 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

135 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.300 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.444 x 2.100 mm; passo 2.525 mm.<br />

Arion 460<br />

112.020 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

145 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.300 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.444 x 2.100 mm; passo 2.525 mm.<br />

Arion 470<br />

116.250 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

155 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.300 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.444 x 2.100 mm; passo 2.525 mm.<br />

Arion 510<br />

122.790 euro<br />

Con cabina. Motore John Deere;<br />

intercooler; 4 cilindri; 4.525 cc;<br />

125 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.950 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.443 x 2.400 mm; passo 2.564 mm.<br />

ARION 510 CMATIC € 141.525<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Arion 530<br />

133.825 euro<br />

Con cabina. Motore John Deere;<br />

intercooler; 4 cilindri; 4.525 cc;<br />

145 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 6.000<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.503 x 2.400 mm; passo<br />

2.564 mm.<br />

Con powerboost<br />

ARION 530 CMATIC € 152.560<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Arion 610<br />

142.680 euro<br />

Con cabina. Motore John Deere;<br />

turbo; 6 cilindri; 6.788 cc; 145 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.530 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.759 x<br />

2.400 mm; passo 2.820 mm.<br />

ARION 610 CMATIC € 162.965<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Arion 550<br />

145.785 euro<br />

Con cabina. Motore John Deere;<br />

intercooler; 4 cilindri; 4.525 cc;<br />

165 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 6.410 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.508 x 2.400 mm; passo 2.564 mm.<br />

Con powerboost<br />

ARION 550 CMATIC € 164.115<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

185 cavalli con Cpm<br />

Arion 630<br />

157.305 euro<br />

Con cabina. Motore John Deere;<br />

turbo; 6 cilindri; 6.788 cc; 165 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.740 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.764 x<br />

2.400 mm; passo 2.820 mm.<br />

ARION 630 CMATIC € 177.590<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Arion 650<br />

175.565 euro<br />

Con cabina. Motore John Deere;<br />

turbo; 6 cilindri; 6.788 cc; 185 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.980 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.818 x<br />

2.400 mm; passo 2.820 mm.<br />

ARION 650 CMATIC € 195.960<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

ARION 660 CMATIC € 202.535<br />

Tara 7.860 kg;<br />

205 cavalli con Cpm<br />

Axion 800<br />

218.250 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 205 cv; cambio<br />

24/24 marce con inversore idraulico;<br />

tara 8.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

62<br />

63


CAMPO APERTO<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

lungh. x largh. 5.428 x 2.400 mm; passo<br />

2.980 mm.<br />

Axion 810<br />

227.690 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 215 cv; cambio<br />

24/24 marce con inversore idraulico;<br />

tara 8.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.428 x 2.400 mm; passo<br />

2.980 mm.<br />

AXION 810 CMATIC € 250.970<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Axion 830<br />

234.175 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 235 cv; cambio<br />

24/24 marce con inversore idraulico;<br />

tara 8.400 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.428 x 2.400 mm; passo<br />

2.980 mm.<br />

AXION 830 CMATIC € 257.455<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Axion 850<br />

248.410 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 264 cv; cambio<br />

24/24 marce con inversore idraulico;<br />

tara 8.700 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.428 x 2.400 mm; passo<br />

2.980 mm.<br />

AXION 850 CMATIC € 279.060<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Axion 870 CMatic<br />

291.330 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 280 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 9.050 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.428 x 2.400 mm;<br />

passo 2.980 mm.<br />

Axion 920 CMatic<br />

364.360 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 325 cv;<br />

cambio continuo; tara 12.500 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.744 x 2.500 mm; passo 3.150 mm.<br />

Axion 930 CMatic<br />

377.560 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 355 cv;<br />

cambio continuo; tara 12.500 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.744 x 2.500 mm; passo 3.150 mm.<br />

Axion 940 CMatic<br />

391.860 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 385 cv;<br />

cambio continuo; tara 13.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.744 x 2.500 mm; passo 3.150 mm.<br />

Axion 950 CMatic<br />

402.900 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 410 cv;<br />

cambio continuo; tara 13.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.744 x 2.500 mm; passo 3.150 mm.<br />

Axion 960 CMatic<br />

417.980 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 445 cv;<br />

cambio continuo; tara 13.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.744 x 2.500 mm; passo 3.150 mm.<br />

Xerion 4200 Saddle Trac<br />

484.565 euro<br />

Con cabina. Motore Mercedes; 6<br />

cilindri; 10.677 cc; 462 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 15.600 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 7.884 x 2.490 mm;<br />

passo 3.600 mm.<br />

Cabina centrale fissa<br />

SDF S.p.a. V.le F. Cassani 15<br />

24047 Treviglio (Bergamo)<br />

tel. 0363/4211<br />

www.deutz-fahr.com<br />

www.sdfgroup.com<br />

4070 E<br />

36.030 euro<br />

Senza cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 65 cv;<br />

cambio 12/3 marce; tara 3.000<br />

kg; rimorchiabile 12.000 kg; lungh.<br />

x largh. 3.860 x 1.782 mm; passo<br />

2.100 mm.<br />

4080 E<br />

39.250 euro<br />

Senza cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio<br />

12/3 marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile<br />

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.782 mm; passo 2.100 mm.<br />

4090 E<br />

44.040 euro<br />

Senza cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv;<br />

cambio 15/15 marce; tara 3.000<br />

kg; rimorchiabile 12.000 kg; lungh.<br />

x largh. 3.860 x 1.782 mm; passo<br />

2.100 mm.<br />

4100 E<br />

46.190 euro<br />

Senza cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 97 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile<br />

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.782 mm; passo 2.100 mm.<br />

5070 D Keyline<br />

43.070 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 65 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.795 mm; passo 2.100 mm.<br />

5080 D Keyline<br />

44.720 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.795 mm; passo 2.100 mm.<br />

5090 D Keyline<br />

47.700 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.882 mm; passo 2.100 mm.<br />

5100 D Keyline<br />

51.670 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 97 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.882 mm; passo 2.100 mm.<br />

5070 D Ecoline<br />

45.240 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 65 cv; cambio<br />

10/10 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.430 x<br />

1.940 mm; passo 2.100 mm.<br />

5080 D<br />

50.990 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio<br />

30/15 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.430 x<br />

1.940 mm; passo 2.100 mm.<br />

5080 D ECOLINE € 46.000<br />

Cambio 10/10 marce;<br />

5090 D<br />

54.510 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio<br />

30/15 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.200 kg;<br />

rimorchiabile 12.800 kg; lungh. x<br />

largh. 3.430 x 1.940 mm; passo<br />

2.100 mm.<br />

5090 D ECOLINE € 49.460<br />

Cambio 10/10 marce;<br />

5090.4 D<br />

55.590 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio<br />

30/15 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.300 kg; rimorchiabile<br />

13.200 kg; lungh. x largh. 3.560 x<br />

2.005 mm; passo 2.230 mm.<br />

5090.4 D ECOLINE € 50.570<br />

Cambio 10/10 marce;<br />

5100.4 D<br />

61.190 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio<br />

30/15 marce con inversore idraulico;<br />

tara 3.300 kg; rimorchiabile 13.200 kg;<br />

lungh. x largh. 3.560 x 2.005 mm; passo<br />

2.230 mm.<br />

5090 D TTV<br />

88.420 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 3.958 kg; rimorchiabile 15.832<br />

kg; lungh. x largh. 4.638 x 1.745 mm;<br />

passo 2.141 mm.<br />

5090.4 D TTV<br />

91.710 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 4.058 kg; rimorchiabile 16.232<br />

kg; lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;<br />

passo 2.271 mm.<br />

5100 D TTV<br />

90.680 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 97 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 3.958 kg; rimorchiabile 15.832<br />

kg; lungh. x largh. 4.638 x 1.745 mm;<br />

passo 2.141 mm.<br />

5100.4 D TTV<br />

94.720 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 4.058 kg; rimorchiabile 16.232<br />

kg; lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;<br />

passo 2.271 mm.<br />

5110.4 D TTV<br />

98.240 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 113 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 4.058 kg; rimorchiabile 16.232<br />

kg; lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;<br />

passo 2.271 mm.<br />

5080 G<br />

52.840 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.600 kg; rimorchiabile<br />

14.400 kg; lungh. x largh. 4.100 x<br />

2.037 mm; passo 2.295 mm.<br />

5090 G<br />

54.800 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.620 kg;<br />

rimorchiabile 14.480 kg; lungh. x<br />

largh. 4.100 x 2.037 mm; passo<br />

2.295 mm.<br />

5090 G PLUS € 57.450<br />

Tara 3.800 kg; rimorchiabile 15.200<br />

kg; lungh. x largh. 4.130 x 2.065 mm;<br />

passo 2.350 mm.<br />

5090.4 G Plus<br />

59.800 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.800 kg;<br />

rimorchiabile 15.200 kg; lungh. x<br />

largh. 4.130 x 2.065 mm; passo<br />

2.350 mm.<br />

5100 G<br />

60.320 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.920 kg;<br />

rimorchiabile 15.680 kg; lungh. x<br />

largh. 4.260 x 2.065 mm; passo<br />

2.400 mm.<br />

5110 G Plus<br />

65.280 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 106 cv;<br />

cambio 10/10 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 4.220<br />

kg; rimorchiabile 16.880 kg; lungh.<br />

x largh. 4.265 x 2.209 mm; passo<br />

2.400 mm.<br />

5110 G<br />

62.450 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 113 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.920 kg; rimorchiabi-<br />

A NEW SEASON IS ABOUT TO BEGIN<br />

TOTY<br />

HighPower<br />

HighPower<br />

YEAR<br />

YEAR<br />

THE OF<br />

TRACTOR<br />

TRACTOR<br />

2025<br />

TOTY<br />

Specialized<br />

Specialized<br />

YEAR<br />

YEAR<br />

THE OF<br />

TRACTOR<br />

TRACTOR<br />

2025<br />

® ®<br />

® ®<br />

TOTY<br />

MidPower<br />

MidPower<br />

YEAR<br />

YEAR<br />

THE OF<br />

TRACTOR<br />

TRACTOR<br />

2025<br />

TOTY<br />

YEAR<br />

YEAR<br />

THE OF<br />

TRACTOR<br />

TRACTOR<br />

2025<br />

Scan the QR to follow<br />

our social media<br />

Sustainable<br />

Sustainable<br />

SPONSORED BY<br />

® ®<br />

® ®<br />

TOTY<br />

YEAR<br />

YEAR<br />

THE OF<br />

TRACTOR<br />

TRACTOR<br />

2025<br />

TOTY<br />

YEAR<br />

YEAR<br />

THE OF<br />

TRACTOR<br />

TRACTOR<br />

2025<br />

® ®<br />

Utility<br />

TotyBot<br />

® ®<br />

64


CAMPO APERTO<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

le 15.680 kg; lungh. x largh. 4.260 x<br />

2.065 mm; passo 2.400 mm.<br />

5120 G<br />

68.650 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 116 cv; cambio<br />

10/10 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.600 kg; rimorchiabile<br />

14.400 kg; lungh. x largh. 4.100 x<br />

2.037 mm; passo 2.300 mm.<br />

5105<br />

76.170 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 3.621 cc; 110 cv;<br />

cambio 20/20 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.150 kg; rimorchiabile<br />

16.600 kg; lungh. x largh. 4.145 x<br />

2.170 mm; passo 2.370 mm.<br />

5115<br />

80.530 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 3.621 cc; 119 cv;<br />

cambio 20/20 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.500 kg; rimorchiabile<br />

18.000 kg; lungh. x largh. 4.145 x<br />

2.170 mm; passo 2.370 mm.<br />

5125<br />

83.240 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 3.621 cc; 126 cv;<br />

cambio 20/20 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.500 kg; rimorchiabile<br />

18.000 kg; lungh. x largh. 4.145 x<br />

2.170 mm; passo 2.370 mm.<br />

6120<br />

92.750 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 126 cv; cambio<br />

30/30 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.428 x 2.374 mm; passo<br />

2.540 mm.<br />

6120 TTV € 102.090<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

6140<br />

102.810 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 3.621 cc; 136 cv;<br />

cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico; tara 5.300 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.428 x<br />

2.374 mm; passo 2.550 mm.<br />

6140 TTV € 111.700<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

6130<br />

97.900 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 136 cv; cambio<br />

30/30 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.428 x 2.374 mm; passo<br />

2.550 mm.<br />

6130 TTV € 107.030<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

66<br />

Agrotron 6155.4<br />

122.350 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.038 cc; 156<br />

cv; cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.080 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x<br />

largh. 4.428 x 2.456 mm; passo<br />

2.453 mm.<br />

AGROTRON 6155.4 TTV € 149.280<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.540 kg; ; passo<br />

2.543 mm.<br />

Agrotron 6155<br />

127.610 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 156<br />

cv; cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.750 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x<br />

largh. 4.142 x 2.416 mm; passo<br />

2.767 mm.<br />

AGROTRON 6155 TTV € 154.340<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.230 kg;<br />

Agrotron 6165.4<br />

125.620 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.038<br />

cc; 164 cv; cambio 30/15 marce<br />

con inversore idraulico; tara 7.080<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.428 x 2.456 mm; passo<br />

2.543 mm.<br />

AGROTRON 6165.4 TTV € 152.610<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.540 kg;<br />

Agrotron 6165<br />

130.060 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 164 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.750 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.142 x<br />

2.416 mm; passo 2.767 mm.<br />

AGROTRON 6165 TTV € 158.800<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.230 kg;<br />

Agrotron 6175.4<br />

131.920 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri;<br />

4.038 cc; 171 cv; cambio 30/15<br />

marce con inversore idraulico;<br />

tara 7.080 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.428 x 2.456<br />

mm; passo 2.543 mm.<br />

AGROTRON 6175.4 TTV € 160.600<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.540 kg;<br />

Agrotron 6175<br />

136.340 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 176<br />

cv; cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.530 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x<br />

largh. 4.317 x 2.472 mm; passo<br />

2.767 mm.<br />

AGROTRON 6175 TTV € 165.110<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.290 kg;<br />

Agrotron 6185<br />

145.930 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 188 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 8.105 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.317 x<br />

2.472 mm; passo 2.767 mm.<br />

AGROTRON 6185 TTV € 172.099<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.340 kg;<br />

Agrotron 6205<br />

158.090 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 207 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 8.200 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.398 x<br />

2.500 mm; passo 2.848 mm.<br />

AGROTRON 6205 TTV € 183.390<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.580 kg;<br />

Agrotron 6215<br />

163.470 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 212 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 8.200 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.398 x<br />

2.500 mm; passo 2.848 mm.<br />

AGROTRON 6215 TTV € 188.900<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.580 kg;<br />

Agrotron 7230 TTV<br />

207.630 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 226<br />

cv; cambio continuo; tara 8.200<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.817 x 2.500 mm; passo<br />

2.817 mm.<br />

Agrotron 7250 TTV<br />

210.080 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 246<br />

cv; cambio continuo; tara 8.200<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.817 x 2.500 mm; passo<br />

2.817 mm.<br />

Agrotron 8280 TTV<br />

259.920 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.057<br />

cc; 287 cv; cambio continuo; tara<br />

9.500 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.100 x 2.550 mm; passo<br />

2.918 mm.<br />

Agrotron 9290 TTV<br />

269.750 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 7.755 cc; 295<br />

cv; cambio continuo; tara 12.000<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.268 x 2.550 mm; passo<br />

3.135 mm.<br />

Agrotron 9310 TTV<br />

276.500 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 7.755 cc; 312<br />

cv; cambio continuo; tara 12.000<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.268 x 2.550 mm; passo<br />

3.135 mm.<br />

Agrotron 9340 TTV<br />

286.510 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 7.755 cc; 336 cv;<br />

cambio continuo; tara 12.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.268 x 2.550 mm; passo 3.135 mm.<br />

Via dell’Industria 63<br />

36042 Breganze (Vi)<br />

tel. 0445/385311<br />

www.fendt.com<br />

207 S Vario<br />

115.622 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3<br />

cilindri; 3.298 cc; 77 cv; cambio<br />

continuo; tara 4.100 kg; rimorchiabile<br />

16.400 kg; lungh. x largh. 4.119 x<br />

1.970 mm; passo 2.370 mm.<br />

208 S Vario<br />

118.450 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3<br />

cilindri; 3.298 cc; 84 cv; cambio<br />

continuo; tara 4.140 kg; rimorchiabile<br />

16.560 kg; lungh. x largh. 4.119 x<br />

2.170 mm; passo 2.370 mm.<br />

209 S Vario<br />

121.773 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3<br />

cilindri; 3.298 cc; 94 cv; cambio<br />

continuo; tara 4.220 kg; rimorchiabile<br />

16.880 kg; lungh. x largh. 4.119 x<br />

2.170 mm; passo 2.370 mm.<br />

210 S Vario<br />

125.744 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3<br />

cilindri; 3.298 cc; 104 cv; cambio<br />

continuo; tara 4.220 kg; rimorchiabile<br />

16.880 kg; lungh. x largh. 4.119 x<br />

2.170 mm; passo 2.370 mm.<br />

211 S Vario<br />

131.879 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3<br />

cilindri; 3.298 cc; 111 cv; cambio<br />

continuo; tara 4.010 kg; rimorchiabile<br />

16.040 kg; lungh. x largh. 4.068 x<br />

2.186 mm; passo 2.319 mm.<br />

311 Vario<br />

151.354 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.397 cc; 113 cv; cambio<br />

Continuo marce; tara 4.850 kg;<br />

rimorchiabile 19.400 kg; lungh. x largh.<br />

4.336 x 2.220 mm; passo 2.420 mm.<br />

SI AGGIORNA ‘LA GRANDE ENCICLOPEDIA DI <strong>TRATTORI</strong>’<br />

23 marche<br />

160 pagine<br />

400 foto<br />

‘100 ANNI DI <strong>TRATTORI</strong> IN ITALIA’<br />

29 EURO<br />

PER ACQUISTI<br />

· WWW.VADOETORNO.COM<br />

OPPURE<br />

· TELEFONA ALLO 02/55230950<br />

SCONTI<br />

PER CHI<br />

ACQUISTA SU<br />

WWW.VADOETORNO.COM


CAMPO APERTO<br />

CAMPO APERTO<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

312 Vario<br />

156.106 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4<br />

cilindri; 4.397 cc; 123 cv; cambio<br />

continuo; tara 4.850 kg; rimorchiabile<br />

19.400 kg; lungh. x largh. 4.336 x<br />

2.220 mm; passo 2.420 mm.<br />

313 Vario<br />

161.168 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4<br />

cilindri; 4.397 cc; 133 cv; cambio<br />

continuo; tara 5.100 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.336 x<br />

2.320 mm; passo 2.420 mm.<br />

314 Vario<br />

168.922 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.397<br />

cc; 142 cv; cambio continuo; tara<br />

5.100 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.336 x 2.320 mm; passo<br />

2.420 mm.<br />

512 Vario<br />

189.160 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.038 cc; 131 cv;<br />

cambio continuo; tara 6.050 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.453 x 2.450 mm; passo 2.560 mm.<br />

513 Vario<br />

194.234 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.038 cc; 141 cv;<br />

cambio continuo; tara 6.050 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.453 x 2.450 mm; passo 2.560 mm.<br />

514 Vario<br />

202.240 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.038 cc; 156 cv;<br />

cambio continuo; tara 6.400 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.453 x 2.450 mm; passo 2.560 mm.<br />

516 Vario<br />

213.196 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.038<br />

cc; 171 cv; cambio continuo; tara<br />

6.400 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.453 x 2.505 mm; passo<br />

2.560 mm.<br />

614 Vario<br />

222.621 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 5.018 cc;<br />

164 cv; cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.087 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.197 x 2.550 mm; passo 2.720 mm.<br />

616 Vario<br />

232.964 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 5.018 cc;<br />

184 cv; cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.177 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.197 x 2.550 mm; passo 2.720 mm.<br />

618 Vario<br />

247.552 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 5.018 cc;<br />

204 cv; cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.177 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.197 x 2.550 mm; passo 2.720 mm.<br />

620 Vario<br />

262.086 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 5.018 cc;<br />

224 cv; cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.300 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.197 x 2.550 mm; passo 2.720 mm.<br />

714 Vario<br />

228.102 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; 6 cilindri;<br />

6.057 cc; 150 cv; cambio continuo;<br />

tara 7.735 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.240 x 2.550 mm;<br />

passo 2.783 mm.<br />

716 Vario<br />

238.600 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 171 cv;<br />

cambio continuo; tara 7.735 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.240 x 2.550 mm; passo 2.783 mm.<br />

718 Vario<br />

253.407 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 188 cv;<br />

cambio continuo; tara 7.790 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.240 x 2.550 mm; passo 2.783 mm.<br />

720 Vario<br />

268.161 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 209 cv;<br />

cambio continuo; tara 7.980 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.240 x 2.550 mm; passo 2.783 mm.<br />

722 Vario<br />

279.576 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 228 cv;<br />

cambio continuo; tara 7.980 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.240 x 2.550 mm; passo 2.783 mm.<br />

724 Vario<br />

293.676 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 246 cv;<br />

cambio continuo; tara 7.980 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.240 x 2.550 mm; passo 2.783 mm.<br />

720 Vario Gen 7<br />

282.399 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.527<br />

cc; 203 cv; cambio continuo; tara<br />

9.000 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.516 x 2.570 mm; passo<br />

2.900 mm.<br />

722 Vario Gen 7<br />

293.815 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.527<br />

cc; 223 cv; cambio continuo; tara<br />

9.000 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.516 x 2.570 mm; passo<br />

2.900 mm.<br />

724 Vario Gen 7<br />

307.915 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.527<br />

cc; 243 cv; cambio continuo; tara<br />

9.000 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.516 x 2.570 mm; passo<br />

2.900 mm.<br />

726 Vario Gen 7<br />

316.913 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.527<br />

cc; 262 cv; cambio continuo; tara<br />

9.400 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.516 x 2.650 mm; passo<br />

2.900 mm.<br />

728 Vario Gen 7<br />

325.007 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.527<br />

cc; 303 cv; cambio continuo; tara<br />

9.400 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.516 x 2.650 mm; passo<br />

2.900 mm.<br />

930 Vario<br />

370.558 euro<br />

Cabina optional. Motore Man; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri;<br />

9.037 cc; 296 cv; cambio continuo;<br />

tara 11.300 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.975 x 2.710 mm;<br />

passo 3.150 mm.<br />

933 Vario<br />

384.922 euro<br />

Cabina optional. Motore Man; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri;<br />

9.037 cc; 326 cv; cambio continuo;<br />

tara 11.300 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.975 x 2.710 mm;<br />

passo 3.150 mm.<br />

936 Vario<br />

396.231 euro<br />

Cabina optional. Motore Man; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri;<br />

9.037 cc; 355 cv; cambio continuo;<br />

tara 11.400 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.975 x 2.710 mm;<br />

passo 3.150 mm.<br />

939 Vario<br />

407.097 euro<br />

Cabina optional. Motore Man; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri;<br />

9.037 cc; 385 cv; cambio continuo;<br />

tara 11.400 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.975 x 2.710 mm;<br />

passo 3.150 mm.<br />

942 Vario<br />

412.102 euro<br />

Cabina optional. Motore Man; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri;<br />

9.037 cc; 415 cv; cambio continuo;<br />

tara 11.780 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.975 x 2.710 mm;<br />

passo 3.150 mm.<br />

1038 Vario<br />

419.943 euro<br />

Cabina optional. Motore Man; intercooler;<br />

6 cilindri; 12.419 cc; 396<br />

cv; cambio continuo; tara 14.000 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

6.350 x 2.750 mm; passo 3.300 mm.<br />

1042 Vario<br />

439.045 euro<br />

Cabina optional. Motore Man; intercooler;<br />

6 cilindri; 12.419 cc; 435<br />

cv; cambio continuo; tara 14.000 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

6.350 x 2.750 mm; passo 3.300 mm.<br />

1046 Vario<br />

452.849 euro<br />

Cabina optional. Motore Man; intercooler;<br />

6 cilindri; 12.419 cc; 476<br />

cv; cambio continuo; tara 14.000 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

6.350 x 2.750 mm; passo 3.300 mm.<br />

1050 Vario<br />

463.892 euro<br />

Cabina optional. Motore Man; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri;<br />

12.419 cc; 517 cv; cambio continuo;<br />

tara 14.000 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 6.350 x 2.750 mm;<br />

passo 3.300 mm.<br />

Via E. Fermi, 16<br />

20090 Assago (Mi)<br />

tel. 02/48866501<br />

fax 02/4880378<br />

www.jcb.com<br />

Fastrac 4160 iCon<br />

299.600 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.596 cc; 177 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 7.575 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.400 x 2.550 mm;<br />

passo 2.980 mm.<br />

Fastrac 4190 iCon<br />

328.000 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.596<br />

cc; 211 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 7.575 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.400 x 2.550 mm; passo 2.980 mm.<br />

Fastrac 4220 iCon<br />

387.200 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.596<br />

cc; 238 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 7.575 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.400 x 2.550 mm; passo 2.980 mm.<br />

Fastrac 8290 iCon<br />

440.000 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 306 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 11.250 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 5.650<br />

x 2.550 mm; passo 3.120 mm.<br />

Fastrac 8330 iCon<br />

492.000 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 348 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 11.250 kg; rimorchia-<br />

bile 20.000 kg; lungh. x largh. 5.650<br />

x 2.550 mm; passo 3.120 mm.<br />

Kubota Europa-Filiale Italiana:<br />

SP Nuova Rivoltana 2/A - 20090 Segrate (Milano)<br />

tel. 02/51650377<br />

fax 02/5471133<br />

www.kubota-eu.com<br />

M 4063<br />

36.734 euro<br />

Cabina optional. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.331 cc; 66 cv; cambio 18/18 marce<br />

con inversore idraulico; tara 2.570<br />

kg; rimorchiabile 10.280 kg; lungh. x largh.<br />

3.700 x 1.850 mm; passo 2.135 mm.<br />

M 4073<br />

41.754 euro<br />

Cabina optional. Motore turbo common<br />

rail; 4 cilindri; 3.331 cc; 74 cv;<br />

cambio 18/18 marce con inversore<br />

idraulico; tara 2.570 kg; rimorchiabile<br />

10.280 kg; lungh. x largh. 3.700 x<br />

1.850 mm; passo 2.135 mm.<br />

M 5092<br />

52.983 euro<br />

Senza cabina. Motore turbo common<br />

rail; 4 cilindri; 3.770 cc; 93 cv;<br />

cambio 18/18 marce con inversore<br />

idraulico; tara 3.220 kg; rimorchiabile<br />

12.880 kg; lungh. x largh. 4.155 x<br />

2.195 mm; passo 2.250 mm.<br />

M 5092 Q<br />

64.203 euro<br />

Con cabina. Motore turbo common<br />

rail; 4 cilindri; 3.770 cc; 94 cv;<br />

cambio 36/36 marce con inversore<br />

idraulico; tara 3.420 kg; rimorchiabile<br />

13.680 kg; lungh. x largh. 4.155 x<br />

2.195 mm; passo 2.250 mm.<br />

M 5112<br />

57.423 euro<br />

Senza cabina. Motore turbo Common<br />

rail; 4 cilindri; 3.770 cc; 107 cv;<br />

cambio 18/18 marce con inversore<br />

idraulico; tara 3.220 kg; rimorchiabile<br />

12.880 kg; lungh. x largh. 4.155 x<br />

2.195 mm; passo 2.250 mm.<br />

M 5112 Q<br />

68.609 euro<br />

Con cabina. Motore turbo Common<br />

rail; 4 cilindri; 3.770 cc; 115 cv;<br />

cambio 36/36 marce con inversore<br />

idraulico; tara 3.420 kg; rimorchiabile<br />

13.680 kg; lungh. x largh. 4.155 x<br />

2.195 mm; passo 2.250 mm.<br />

M 6101<br />

86.007 euro<br />

Con cabina. Motore turbo Common<br />

rail; 4 cilindri; 3.770 cc; 102 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.300 kg; rimorchiabile<br />

17.200 kg; lungh. x largh. 4.315 x<br />

2.270 mm; passo 2.440 mm.<br />

M 6111<br />

89.714 euro<br />

Con cabina. Motore turbo Common<br />

rail; 4 cilindri; 3.770 cc; 110 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.300 kg; rimorchiabile<br />

17.200 kg; lungh. x largh. 4.315 x<br />

2.270 mm; passo 2.440 mm.<br />

M 6121<br />

96.924 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

6.124 cc; 121 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico; tara 4.845 kg;<br />

rimorchiabile 19.380 kg; lungh. x largh.<br />

4.475 x 2.330 mm; passo 2.685 mm.<br />

M 6131<br />

99.329 euro<br />

Con cabina. Motore turbo common<br />

rail; 4 cilindri; 6.124 cc; 131 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 5.560 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.475 x<br />

2.330 mm; passo 2.685 mm.<br />

M 6141<br />

103.990 euro<br />

Con cabina. Motore turbo Common<br />

rail; 4 cilindri; 6.124 cc; 141 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.845 kg; rimorchiabile<br />

19.380 kg; lungh. x largh. 4.475 x<br />

2.330 mm; passo 2.685 mm.<br />

M 6122<br />

103.646 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

6.124 cc; 123 cv; cambio 24/24<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

6.000 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.475 x 2.330 mm; passo<br />

2.690 mm.<br />

M 6132<br />

106.839 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

6.124 cc; 132 cv; cambio 24/24<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

6.000 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.475 x 2.330 mm; passo<br />

2.690 mm.<br />

M 6142<br />

110.031 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

6.124 cc; 143 cv; cambio 24/24<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

6.000 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.475 x 2.330 mm; passo<br />

2.690 mm.<br />

M 7133<br />

116.970 euro<br />

Con cabina. Motore turbo common<br />

rail; 4 cilindri; 6.124 cc; 130 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.820 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.770 x<br />

2.500 mm; passo 2.720 mm.<br />

M 7133 KVT € 145.846<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

M 7153<br />

122.404 euro<br />

Con cabina. Motore turbo common<br />

rail; 4 cilindri; 6.124 cc; 150 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.570 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.770 x<br />

2.500 mm; passo 2.720 mm.<br />

M 7153 KVT € 151.280<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

M 7173<br />

129.635 euro<br />

Con cabina. Motore turbo common<br />

rail; 4 cilindri; 6.124 cc; 170 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.570 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.770 x<br />

2.500 mm; passo 2.720 mm.<br />

M 7173 KVT € 158.511<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

SDF S.p.a. V.le F. Cassani 15<br />

24047 Treviglio (Bergamo)<br />

tel. 0363/4211<br />

www.lamborghini-tractors.com<br />

www.sdfgroup.com<br />

Crono 70<br />

36.560 euro<br />

Senza cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 65 cv; cambio<br />

12/3 marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile<br />

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.782 mm; passo 2.100 mm.<br />

Crono 80<br />

39.810 euro<br />

Senza cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio<br />

12/3 marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile<br />

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.782 mm; passo 2.100 mm.<br />

Crono 90<br />

44.610 euro<br />

Senza cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile<br />

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.782 mm; passo 2.100 mm.<br />

Crono 100<br />

46.730 euro<br />

Senza cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 97 cv;<br />

cambio 15/15 marce; tara 3.000<br />

kg; rimorchiabile 12.000 kg; lungh.<br />

x largh. 3.860 x 1.782 mm; passo<br />

2.100 mm.<br />

Spire 70 Trend<br />

44.740 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 65 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.795 mm; passo 2.100 mm.<br />

Spire 80 Trend<br />

46.010 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.795 mm; passo 2.100 mm.<br />

Spire 90 Trend<br />

48.950 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.882 mm; passo 2.100 mm.<br />

Spire 100 Trend<br />

51.560 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 97 cv; cambio<br />

15/15 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.882 mm; passo 2.100 mm.<br />

Spire 70 Target<br />

46.340 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 65 cv; cambio<br />

10/10 marce; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.430 x<br />

1.940 mm; passo 2.100 mm.<br />

Spire 80<br />

51.450 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio<br />

30/15 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.200 kg; rimorchiabile<br />

12.800 kg; lungh. x largh. 3.430 x<br />

1.940 mm; passo 2.100 mm.<br />

SPIRE 80 TARGET € 47.120<br />

Cambio 10/10 marce;<br />

Spire 90<br />

54.940 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio<br />

30/15 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.200 kg;<br />

rimorchiabile 12.800 kg; lungh. x<br />

largh. 3.430 x 1.940 mm; passo<br />

2.100 mm.<br />

SPIRE 90 TARGET € 50.560<br />

Cambio 10/10 marce;<br />

Spire 90.4<br />

56.060 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio<br />

30/15 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.300 kg;<br />

rimorchiabile 13.200 kg; lungh. x<br />

largh. 3.560 x 2.005 mm; passo<br />

2.230 mm.<br />

SPIRE 90.4 TARGET € 51.670<br />

Cambio 10/10 marce;<br />

Spire 100.4<br />

62.000 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio<br />

30/15 marce con inversore idraulico;<br />

tara 3.300 kg; rimorchiabile 13.200 kg;<br />

lungh. x largh. 3.560 x 2.005 mm; passo<br />

2.230 mm.<br />

Spire 90 VRT<br />

88.420 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 3.958 kg; rimorchiabile 15.832<br />

kg; lungh. x largh. 4.638 x 1.745 mm;<br />

passo 2.141 mm.<br />

68<br />

69


CAMPO APERTO<br />

CAMPO APERTO<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

Spire 90.4 VRT<br />

91.710 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 4.058 kg; rimorchiabile 16.232<br />

kg; lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;<br />

passo 2.271 mm.<br />

Spire 100 VRT<br />

90.680 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 97 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 3.958 kg; rimorchiabile 15.832<br />

kg; lungh. x largh. 4.638 x 1.745 mm;<br />

passo 2.141 mm.<br />

Spire 100.4 VRT<br />

94.720 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 4.058 kg; rimorchiabile 16.232<br />

kg; lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;<br />

passo 2.271 mm.<br />

Spire 110.4 VRT<br />

98.240 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 113 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 4.058 kg; rimorchiabile 16.232<br />

kg; lungh. x largh. 4.768 x 1.745 mm;<br />

passo 2.271 mm.<br />

Strike 80 LD<br />

54.110 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 75 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.600 kg; rimorchiabile<br />

14.400 kg; lungh. x largh. 4.100 x<br />

2.037 mm; passo 2.300 mm.<br />

Strike 90 LD<br />

56.100 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

3 cilindri; 2.887 cc; 88 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.600 kg; rimorchiabile<br />

14.400 kg; lungh. x largh. 4.100 x<br />

2.037 mm; passo 2.300 mm.<br />

STRIKE 90 MD € 58.960<br />

Tara 3.750 kg; rimorchiabile 15.000<br />

kg; l ungh. x largh. 4.100 x 2.065 mm<br />

Strike 90.4 MD<br />

61.310 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 88 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.800 kg; rimorchiabile<br />

15.200 kg; lungh. x largh. 4.130 x<br />

2.065 mm; passo 2.350 mm.<br />

Strike 100 MD<br />

61.830 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 102 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.920 kg; rimorchiabile<br />

15.680 kg; lungh. x largh. 4.260 x<br />

2.065 mm; passo 2.400 mm.<br />

Strike 110 HD<br />

67.120 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 106 cv;<br />

cambio 10/10 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 4.220<br />

kg; rimorchiabile 16.880 kg; lungh.<br />

x largh. 4.265 x 2.209 mm; passo<br />

2.400 mm.<br />

Strike 110 MD<br />

63.970 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 113 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.920 kg; rimorchiabile<br />

15.680 kg; lungh. x largh. 4.260 x<br />

2.065 mm; passo 2.400 mm.<br />

Strike 120 HD<br />

70.390 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 116 cv; cambio<br />

10/10 marce con inversore idraulico<br />

optional; tara 3.600 kg; rimorchiabile<br />

14.400 kg; lungh. x largh. 4.100 x<br />

2.037 mm; passo 2.300 mm.<br />

Spark 120<br />

93.190 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 116 cv; cambio<br />

30/30 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.428 x 2.374 mm; passo<br />

2.540 mm.<br />

SPARK 120 VRT € 105.060<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 5.500 kg;<br />

Spark 130<br />

100.990 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 126 cv; cambio<br />

30/30 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.600 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.428 x 2.392 mm; passo<br />

2.550 mm.<br />

SPARK 130 VRT € 110.110<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 5.800 kg;<br />

Spark 140<br />

105.350 euro<br />

Con cabina. Motore Same; turbo;<br />

4 cilindri; 3.850 cc; 136 cv; cambio<br />

30/30 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.600 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.428 x 2.423 mm; passo<br />

2.550 mm.<br />

SPARK 140 VRT € 114.310<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 5.800 kg;<br />

Spark 155.4<br />

126.980 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.038 cc; 156 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.080 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.428 x<br />

2.456 mm; passo 2.543 mm.<br />

SPARK 155.4 VRT € 150.560<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.540 kg;<br />

Spark 155<br />

132.510 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 156 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.200 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.428 x<br />

2.456 mm; passo 2.767 mm.<br />

SPARK 155 VRT € 156.180<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.830 kg;<br />

Spark 165.4<br />

130.250 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.038<br />

cc; 164 cv; cambio 30/15 marce<br />

con inversore idraulico; tara 7.080<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.428 x 2.456 mm; passo<br />

2.543 mm.<br />

SPARK 165.4 VRT € 153.890<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.540 kg;<br />

Spark 165<br />

132.920 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 164<br />

cv; cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.200 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x<br />

largh. 4.428 x 2.456 mm; passo<br />

2.767 mm.<br />

SPARK 165 VRT € 158.330<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.830 kg;<br />

Spark 175.4<br />

136.550 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.038<br />

cc; 171 cv; cambio 30/15 marce<br />

con inversore idraulico; tara 7.080<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.428 x 2.456 mm; passo<br />

2.543 mm.<br />

SPARK 175.4 VRT € 161.880<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.540 kg;<br />

Spark 175<br />

138.550 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 176 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.200 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.603 x<br />

2.486 mm; passo 2.767 mm.<br />

SPARK 175 VRT € 165.380<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 7.980 kg;<br />

Spark 185<br />

149.150 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 188 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.200 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.603 x<br />

2.486 mm; passo 2.767 mm.<br />

SPARK 185 VRT € 175.610<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.200 kg;<br />

Spark 205<br />

161.320 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 207<br />

cv; cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.930 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x<br />

largh. 4.684 x 2.486 mm; passo<br />

2.848 mm.<br />

SPARK 205 VRT € 187.210<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.400 kg;<br />

Spark 215<br />

166.740 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 212 cv;<br />

cambio 30/15 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.930 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.684 x<br />

2.486 mm; passo 2.848 mm.<br />

SPARK 215 VRT € 192.730<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.400 kg;<br />

Mach 230 VRT<br />

210.890 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 226 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 8.200 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.817 x 2.550 mm;<br />

passo 2.868 mm.<br />

Mach 250 VRT<br />

216.200 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.057 cc; 246 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 8.200 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.817 x 2.550 mm;<br />

passo 2.868 mm.<br />

Via Matteotti 7<br />

42042 Fabbrico (Reggio Emilia)<br />

tel. 0522/656111<br />

fax 0522/656476<br />

www.la<br />

4-60<br />

57.279 euro<br />

Con cabina. Motore Kohler; Turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 2.482 cc; 61<br />

cv; cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.200<br />

kg; rimorchiabile 12.800 kg; lungh.<br />

x largh. 4.321 x 1.730 mm; passo<br />

2.230 mm.<br />

4-70<br />

58.503 euro<br />

Con cabina. Motore Kohler; Turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 2.482 cc; 68<br />

cv; cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.200<br />

kg; rimorchiabile 12.800 kg; lungh.<br />

x largh. 4.321 x 1.730 mm; passo<br />

2.230 mm.<br />

4-80<br />

60.337 euro<br />

Con cabina. Motore Kohler; Turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 2.482 cc; 75<br />

cv; cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.200<br />

kg; rimorchiabile 12.800 kg; lungh.<br />

x largh. 4.321 x 1.730 mm; passo<br />

2.230 mm.<br />

5-85<br />

69.688 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo intercooler<br />

common rail; 3 cilindri;<br />

2.931 cc; 75 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo<br />

2.316 mm.<br />

5-100<br />

81.627 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 95 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo<br />

2.316 mm.<br />

5-100 HC € 90.252<br />

5-110<br />

85.034 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 102 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo<br />

2.316 mm.<br />

5-110 HC € 93.608<br />

5-120<br />

87.895 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 114 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo<br />

2.316 mm.<br />

6-125 H<br />

101.827 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 3.621 cc; 119 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.600 kg; rimorchiabile<br />

18.400 kg; lungh. x largh. 4.176 x<br />

2.075 mm; passo 2.420 mm.<br />

6-135 H<br />

104.750 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 3.621 cc; 126 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.600 kg; rimorchiabile<br />

18.400 kg; lungh. x largh. 4.176 x<br />

2.075 mm; passo 2.420 mm.<br />

6-135 Robo Six<br />

126.725 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

125 cv; cambio 40/40 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.360 x 2.056 mm; passo 2.560 mm.<br />

6-145 Robo Six<br />

129.098 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

135 cv; cambio 40/40 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.360 x 2.056 mm; passo 2.560 mm.<br />

6-155 Robo Six<br />

132.141 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 144 cv; cambio 40/40 marce<br />

con inversore idraulico; tara 5.500<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.360 x 2.056 mm; passo<br />

2.560 mm.<br />

7-165 Robo Six<br />

143.512 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 155 cv; cambio 54/27 marce<br />

con inversore idraulico; tara 6.400<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.070 x 2.430 mm; passo<br />

2.600 mm.<br />

7-170 Robo Six<br />

149.949 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 155 cv; cambio<br />

54/27 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.550 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.260 x 2.430 mm; passo<br />

2.750 mm.<br />

7-175 Robo Six<br />

147.608 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 166 cv; cambio 54/27 marce<br />

con inversore idraulico; tara 6.400<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.070 x 2.430 mm; passo<br />

2.600 mm.<br />

7-180 Robo Six<br />

154.045 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 166 cv; cambio<br />

54/27 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.550 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.260 x 2.430 mm; passo<br />

2.750 mm.<br />

7-200<br />

176.228 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728<br />

cc; 180 cv; cambio 54/27 marce<br />

con inversore idraulico; tara 7.350<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.360 x 2.430 mm; passo<br />

2.820 mm.<br />

7-210<br />

182.720 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 200 cv; cambio<br />

54/27 marce con inversore idraulico;<br />

tara 7.350 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.360 x 2.430 mm; passo<br />

2.820 mm.<br />

7-230<br />

189.289 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 215 cv; cambio<br />

54/27 marce con inversore idraulico;<br />

tara 7.350 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.360 x 2.430 mm; passo<br />

2.820 mm.<br />

Lindner/Macchine Agricole Sanoll<br />

39044 Egna (Bolzano)<br />

Via Isola di Sopra, 30<br />

tel 0471/813355<br />

www.sanoll.it<br />

Lintrac 75 LS<br />

86.400 euro<br />

Con cabina. Motore Perkins; turbo;<br />

4 cilindri; 3.387 cc; 76 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico;<br />

tara 3.750 kg; rimorchiabile 15.000 kg;<br />

lungh. x largh. 3.469 x 1.978 mm; passo<br />

2.304 mm.<br />

Lintrac 80 4WD<br />

119.280 euro<br />

Con cabina. Motore Perkins; turbo;<br />

4 cilindri; 3.387 cc; 102 cv; cambio<br />

continuo; tara 3.750 kg; rimorchiabile<br />

15.000 kg; lungh. x largh. 3.469 x<br />

1.978 mm; passo 2.304 mm.<br />

LINTRAC 95 LS € 107.880<br />

Cambio 16/8 marce con inversore<br />

idraulico; lungh. x largh. 3.469 x 2.194<br />

mm; passo 2.400 mm.<br />

LINTRAC 95 LS ALPIN € 108.360<br />

Lungh. x largh. 3.469 x 2.166 mm<br />

Lintrac 115 LS<br />

113.400 euro<br />

Con cabina. Motore Perkins; turbo;<br />

4 cilindri; 3.387 cc; 113 cv; cambio<br />

16/8 marce con inversore idraulico;<br />

tara 3.750 kg; rimorchiabile 15.000 kg;<br />

lungh. x largh. 3.469 x 2.194 mm; passo<br />

2.400 mm.<br />

Lintrac 100 4WD<br />

125.520 euro<br />

Con cabina. Motore Perkins; turbo;<br />

4 cilindri; 3.387 cc; 117 cv;<br />

cambio continuo; tara 3.750 kg;<br />

rimorchiabile 15.000 kg; lungh. x<br />

largh. 3.469 x 1.978 mm; passo<br />

2.375 mm.<br />

Lintrac 130 4WD<br />

136.560 euro<br />

Con cabina. Motore Perkins; turbo;<br />

4 cilindri; 3.387 cc; 136 cv;<br />

cambio continuo; tara 3.750 kg;<br />

rimorchiabile 15.000 kg; lungh. x<br />

largh. 3.469 x 2.226 mm; passo<br />

2.420 mm.<br />

Via Provinciale 39<br />

43100 San Quirico di Trecasali (Parma)<br />

tel. 0521/371901<br />

fax 0521/371920<br />

ww w.masseyferguson.com<br />

MF 4708M<br />

58.190 euro<br />

Cabina optional. Motore Sisu;<br />

turbo; 3 cilindri; 3.298 cc; 82 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.100<br />

kg; rimorchiabile 12.400 kg; lungh.<br />

x largh. 4.454 x 1.565 mm; passo<br />

2.250 mm.<br />

MF 4709M<br />

61.370 euro<br />

Cabina optional. Motore Sisu;<br />

turbo; 3 cilindri; 3.298 cc; 92 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.100<br />

kg; rimorchiabile 12.400 kg; lungh.<br />

x largh. 4.454 x 1.565 mm; passo<br />

2.250 mm.<br />

MF 4710M<br />

71.600 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo;<br />

3 cilindri; 3.298 cc; 100 cv; cambio<br />

12/12 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.100 kg;<br />

rimorchiabile 12.400 kg; lungh. x<br />

largh. 4.454 x 1.565 mm; passo<br />

2.250 mm.<br />

MF 5S 105 Dyna-4<br />

106.660 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.397 cc; 105<br />

cv; cambio 16/16 marce con inversore<br />

idraulico; tara 5.300 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x<br />

largh. 4.331 x 2.020 mm; passo<br />

2.550 mm.<br />

MF 5S 105 DYNA-6 € 109.960<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 5S 115 Dyna-4<br />

109.510 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.397 cc; 115 cv;<br />

cambio 16/16 marce con inversore<br />

idraulico; tara 5.300 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.331 x 2.020<br />

mm; passo 2.550 mm.<br />

MF 5S 115 DYNA-6 € 112.810<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 5S 125 Dyna-4<br />

113.250 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 4.397 cc;<br />

125 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.300<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.331 x 2.020 mm; passo<br />

2.550 mm.<br />

MF 5S 125 DYNA-6 € 116.550<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 5S 135 Dyna-4<br />

116.100 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 4.397 cc;<br />

135 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.300<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.331 x 2.020 mm; passo<br />

2.550 mm.<br />

MF 5S 135 DYNA-6 € 119.400<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 5S 145 Dyna-4<br />

118.950 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.397<br />

cc; 145 cv; cambio 16/16 marce<br />

con inversore idraulico; tara 5.300<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.331 x 2.020 mm; passo<br />

2.550 mm.<br />

MF 5S 145 DYNA-6 € 122.250<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 6S 135 Dyna 6<br />

131.530 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 4.910 cc;<br />

135 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.700 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.700 x 2.280 mm; passo 2.670 mm.<br />

70<br />

71


CAMPO APERTO<br />

CAMPO APERTO<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

MF 6S 135 DYNA VT € 163.760<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 6S 145 Dyna 6<br />

134.380 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4<br />

cilindri; 4.910 cc; 145 cv; cambio<br />

24/24 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.700 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.700 x 2.280 mm;<br />

passo 2.670 mm.<br />

MF 6S 145 DYNA VT € 166.610<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 6S 155 Dyna 6<br />

138.480 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4<br />

cilindri; 4.910 cc; 155 cv; cambio<br />

24/24 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.700 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.700 x 2.280 mm;<br />

passo 2.670 mm.<br />

MF 6S 155 DYNA VT € 170.260<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 6S 165 Dyna 6<br />

143.090 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4<br />

cilindri; 4.910 cc; 165 cv; cambio<br />

24/24 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.700 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.700 x 2.280 mm;<br />

passo 2.670 mm.<br />

MF 6S 165 DYNA VT € 174.870<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 6S 180 Dyna 6<br />

150.430 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.910 cc;<br />

180 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.700 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.700 x 2.280 mm; passo 2.670 mm.<br />

MF 6S 180 DYNA VT € 179.150<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 7S 155 Dyna 6<br />

145.940 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.596 cc; 155 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.200 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.900 x<br />

2.500 mm; passo 2.880 mm.<br />

MF 7S 155 DYNA VT € 176.440<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 7S 165 Dyna 6<br />

150.840 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 6<br />

cilindri; 6.596 cc; 165 cv; cambio<br />

24/24 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.200 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.900 x 2.500 mm;<br />

passo 2.880 mm.<br />

MF 7S 165 DYNA VT € 181.340<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 7S 180 Dyna 6<br />

158.920 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.596 cc; 180 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 6.300 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.900 x<br />

2.500 mm; passo 2.880 mm.<br />

MF 7S 180 DYNA VT € 189.720<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 7S 190 Dyna VT<br />

192.570 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.596<br />

cc; 190 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 6.300<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.900 x 2.500 mm; passo<br />

2.880 mm.<br />

MF 7S 210 Dyna VT<br />

195.070 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.596<br />

cc; 210 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 6.300 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x<br />

largh. 4.900 x 2.500 mm; passo<br />

2.880 mm.<br />

MF 8S 205 Dyna VT<br />

236.960 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.365<br />

cc; 205 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 8.700<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.375 x 2.550 mm; passo<br />

3.050 mm.<br />

MF 8S 205 DYNA-7 € 199.230<br />

Cambio 28/28 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 8S 205 DYNA-E-POWER<br />

€ 203.300<br />

MF 8S 225 Dyna VT<br />

242.660 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.365<br />

cc; 225 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 8.700<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.375 x 2.550 mm; passo<br />

3.050 mm.<br />

MF 8S 225 DYNA-7 € 204.930<br />

Cambio 28/28 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 8S 225 DYNA-E-POWER<br />

€ 209.000<br />

MF 8S 245 Dyna VT<br />

248.360 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.365<br />

cc; 245 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 8.700<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.375 x 2.550 mm; passo<br />

3.050 mm.<br />

MF 8S 245 DYNA-7 € 210.630<br />

Cambio 28/28 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 8S 245 DYNA-E-POWER<br />

€ 214.700<br />

MF 8S 265 Dyna VT<br />

254.060 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.365<br />

cc; 265 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 8.700<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.375 x 2.550 mm; passo<br />

3.050 mm.<br />

MF 8S 265 DYNA-7 € 216.330<br />

Cambio 28/28 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

MF 8S 265 DYNA-E-POWER<br />

€ 220.400<br />

MF 8S 285 Dyna VT<br />

259.760 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.365<br />

cc; 285 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 8.700<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.375 x 2.550 mm; passo<br />

3.050 mm.<br />

MF 8S 305 Dyna VT<br />

262.260 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.365<br />

cc; 305 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 8.700<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.375 x 2.550 mm; passo<br />

3.050 mm.<br />

MF 9S 285<br />

288.920 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 285 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; sollevatore 12.000 kg;<br />

tara 10.900 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.600 x 2.550 mm;<br />

passo 3.100 mm.<br />

MF 9S 310<br />

296.050 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 310 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; sollevatore 12.000 kg;<br />

tara 10.900 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.600 x 2.550 mm;<br />

passo 3.100 mm.<br />

MF 9S 340<br />

304.600 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 340 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

sollevatore 12.000 kg; tara 10.900<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.600 x 2.550 mm; passo<br />

3.100 mm.<br />

MF 9S 370<br />

317.960 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 370 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

sollevatore 12.000 kg; tara 10.900<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.600 x 2.550 mm; passo<br />

3.100 mm.<br />

MF 9S 400<br />

324.910 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 400 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

sollevatore 12.000 kg; tara 10.900<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.600 x 2.550 mm; passo<br />

3.100 mm.<br />

MF9S 425<br />

328.830 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 425 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico; sollevatore<br />

12.000 kg; tara 10.900 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.600 x 2.550 mm; passo 3.100 mm.<br />

Via Matteotti 7<br />

42042 Fabbrico (Reggio Emilia)<br />

tel. 0522/656111<br />

fax 0522/656476<br />

www.mccormick.it<br />

X 4.60<br />

57.279 euro<br />

Con cabina. Motore Kohler; Turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 2.482 cc;<br />

61 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico optional; tara<br />

3.200 kg; rimorchiabile 12.800 kg;<br />

lungh. x largh. 4.321 x 1.730 mm;<br />

passo 2.110 mm.<br />

X 4.70<br />

58.503 euro<br />

Con cabina. Motore Kohler; Turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 2.482 cc;<br />

68 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico optional; tara<br />

3.200 kg; rimorchiabile 12.800 kg;<br />

lungh. x largh. 4.321 x 1.730 mm;<br />

passo 2.110 mm.<br />

X 4.80<br />

60.337 euro<br />

Con cabina. Motore Kohler; Turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 2.482 cc;<br />

75 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico optional; tara<br />

3.200 kg; rimorchiabile 12.800 kg;<br />

lungh. x largh. 4.321 x 1.730 mm;<br />

passo 2.110 mm.<br />

X 5-85<<br />

69.688 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo intercooler<br />

common rail; 3 cilindri;<br />

2.931 cc; 75 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo<br />

2.316 mm.<br />

X 5-100<br />

81.627 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 95 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo<br />

2.316 mm.<br />

X 5-100 HC € 90.252<br />

X 5-110<br />

85.034 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 102 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo<br />

2.316 mm.<br />

X 5-110 HC € 93.608<br />

X 5-120<br />

87.895 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 114 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.850 kg; rimorchiabile 15.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.263 x 2.020 mm; passo<br />

2.316 mm.<br />

X 6.125<br />

101.827 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 3.621 cc; 119<br />

cv; cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.600 kg;<br />

rimorchiabile 18.400 kg; lungh. x<br />

largh. 4.176 x 2.075 mm; passo<br />

2.420 mm.<br />

X 6.135<br />

104.750 euro<br />

Con cabina. Motore Deutz; intercooler;<br />

4 cilindri; 3.621 cc; 126 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.600 kg; rimorchiabile<br />

18.400 kg; lungh. x largh. 4.176 x<br />

2.075 mm; passo 2.420 mm.<br />

X 6.413<br />

126.725 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 125 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico; tara 5.500<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.500 x 2.200 mm; passo<br />

2.560 mm.<br />

X 6.414<br />

129.098 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 135 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico; tara 5.500<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.500 x 2.200 mm; passo<br />

2.560 mm.<br />

X 6.415<br />

132.141 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 145 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico; tara 5.500<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.500 x 2.200 mm; passo<br />

2.560 mm.<br />

X 7.417<br />

145.032 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 155 cv; cambio 54/27 marce<br />

con inversore idraulico; tara 6.850<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.070 x 2.430 mm; passo<br />

2.600 mm.<br />

X 7.617<br />

151.469 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 155 cv; cambio<br />

54/27 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.850 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.070 x 2.430 mm; passo<br />

2.600 mm.<br />

X 7.418<br />

149.128 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 166 cv; cambio 54/27 marce<br />

con inversore idraulico; tara 6.850<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.070 x 2.430 mm; passo<br />

2.600 mm.<br />

X 7.418 VT-DRIVE € 171.935<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

X 7.618<br />

155.565 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 166 cv; cambio<br />

54/27 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.850 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.070 x 2.430 mm; passo<br />

2.600 mm.<br />

X 7.618 VT-DRIVE € 178.371<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

X 7.620<br />

176.228 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728<br />

cc; 180 cv; cambio 54/27 marce<br />

con inversore idraulico; tara 7.010<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.260 x 2.430 mm; passo<br />

2.820 mm.<br />

X 7.621<br />

182.720 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 200 cv; cambio<br />

54/27 marce con inversore idraulico;<br />

tara 7.010 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.260 x 2.430 mm; passo<br />

2.820 mm.<br />

X 7.623<br />

189.289 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 215 cv; cambio<br />

54/27 marce con inversore idraulico;<br />

tara 7.010 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.260 x 2.430 mm; passo<br />

2.820 mm.<br />

X 7.621 VT-Drive<br />

192.047 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 200<br />

cv; cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 8.300 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x<br />

largh. 5.360 x 2.550 mm; passo<br />

2.820 mm.<br />

X 7.623 VT-Drive<br />

196.845 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 215 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 8.300 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.360 x 2.550 mm;<br />

passo 2.820 mm.<br />

X 7.624 VT-Drive<br />

201.643 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 230 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 8.300 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.360 x 2.550 mm;<br />

passo 2.820 mm.<br />

X 8.627<br />

305.377 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 264 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.800 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.150 x 2.930 mm;<br />

passo 3.000 mm.<br />

X 8.631<br />

320.527 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 310 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.800 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.150 x 2.930 mm;<br />

passo 3.000 mm.<br />

V.le delle Nazioni 55<br />

41100 Modena<br />

tel. 059/591111<br />

fax 059/591415<br />

www.newholland.com<br />

T4.55 S<br />

37.277 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; common<br />

rail; 3 cilindri; 2.931 cc; 55 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 2.630 kg; rimorchiabile<br />

10.520 kg; lungh. x largh.<br />

3.915 x 1.600 mm; passo 2.123 mm.<br />

T4.65 S<br />

38.252 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; common<br />

rail; 3 cilindri; 2.931 cc; 65 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 2.650 kg; rimorchiabile<br />

10.600 kg; lungh. x largh.<br />

3.915 x 1.600 mm; passo 2.123 mm.<br />

T4.75 S<br />

39.496 euro<br />

Cabina optional. Motore Fpt; Iniettore<br />

meccanico; 3 cilindri; 2.931 cc; 75<br />

cv; cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 2.670 kg;<br />

rimorchiabile 10.680 kg; lungh. x largh.<br />

3.915 x 1.600 mm; passo 2.123 mm.<br />

T 4.55<br />

43.532 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 58 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 2.700 kg; rimorchiabile 10.800 kg;<br />

lungh. x largh. 3.884 x 1.756 mm; passo<br />

2.132 mm.<br />

T 4.65<br />

44.508 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 65 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 2.700 kg; rimorchiabile 10.800 kg;<br />

lungh. x largh. 3.884 x 1.938 mm; passo<br />

2.132 mm.<br />

T 4.75<br />

45.950 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 74 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 2.700 kg; rimorchiabile 10.800 kg;<br />

lungh. x largh. 3.884 x 2.008 mm; passo<br />

2.132 mm.<br />

T 5.90 S<br />

65.871 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 90 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 4.000 kg; rimorchiabile 16.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.396 x 2.180 mm; passo<br />

2.350 mm.<br />

T 5.100 S<br />

69.371 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 100 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 4.000 kg; rimorchiabile 16.000 kg;<br />

lungh. x largh. 4.396 x 2.180 mm; passo<br />

2.350 mm.<br />

T 5.75 DC<br />

59.064 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 75 cv; cambio 24/24<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

3.380 kg; rimorchiabile 13.520 kg; lungh.<br />

x largh. 4.036 x 1.953 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

T 5.75 M € 51.447<br />

Cambio 12/12 marce;<br />

T 5.75 PS € 55.346<br />

Cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 5.85 DC<br />

59.647 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 86 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico; tara 3.380 kg;<br />

rimorchiabile 13.520 kg; lungh. x largh.<br />

4.036 x 1.953 mm; passo 2.285 mm.<br />

T 5.85 M € 52.039<br />

Cambio 12/12 marce;<br />

T 5.85 PS € 55.937<br />

Cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 5.95 DC<br />

62.972 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 99 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico; tara 3.380 kg;<br />

rimorchiabile 13.520 kg; lungh. x largh.<br />

4.036 x 1.953 mm; passo 2.285 mm.<br />

T 5.95 DC HD € 62.513<br />

T 5.95 M € 55.410<br />

Cambio 12/12 marce;<br />

T 5.95 PS € 59.309<br />

Cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 5.105 DC<br />

65.321 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 107 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico; tara 3.380 kg;<br />

rimorchiabile 13.520 kg; lungh. x largh.<br />

4.036 x 1.953 mm; passo 2.285 mm.<br />

T 5.105 DC HD € 64.863<br />

T 5.105 PS € 61.717<br />

Cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 5.115 DC<br />

68.475 euro<br />

Cabina optional. Motore Nef; Turbo<br />

aftercooler Common rail; 4 cilindri;<br />

3.387 cc; 114 cv; cambio 24/24 marce<br />

con inversore idraulico; tara 3.380 kg;<br />

rimorchiabile 13.520 kg; lungh. x largh.<br />

4.036 x 1.953 mm; passo 2.285 mm.<br />

T 5.115 DC HD € 68.016<br />

72<br />

73


CAMPO APERTO<br />

CAMPO APERTO<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

T 5.115 PS € 64.913<br />

Cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 5.100 EC<br />

84.220 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.387<br />

cc; 99 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.350 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.161 x 1.992 mm; passo 2.380 mm.<br />

T 5.110 EC<br />

86.695 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.387<br />

cc; 107 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.350 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.161 x 1.992 mm; passo 2.380 mm.<br />

T 5.120 EC<br />

90.395 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.387<br />

cc; 117 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.350 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.161 x 1.992 mm; passo 2.380 mm.<br />

T 5.110 AC<br />

103.491 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 110 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.170 x 1.888 mm; passo 2.490 mm.<br />

T 5.110 DC € 96.570<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 5.120 AC<br />

106.367 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 120 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.170 x 1.888 mm; passo 2.490 mm.<br />

T 5.120 DC € 99.198<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 5.130 AC<br />

110.754 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 130 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.170 x 1.888 mm; passo 2.490 mm.<br />

T 5.130 DC € 103.309<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 5.140 AC<br />

114.415 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 140 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

4.170 x 1.888 mm; passo 2.490 mm.<br />

T 5.140 DC € 106.897<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 6.145<br />

104.412 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

125 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.430 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.189 x 2.280 mm; passo 2.642 mm.<br />

145 cavalli con EPM<br />

T 6.145 AC € 123.922<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 5.680 kg;<br />

145 cavalli con Epm<br />

T 6.145 DC € 112.743<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 5.430 kg;<br />

145 cavalli con EPM<br />

T 6.155<br />

107.607 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

135 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.430 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.189 x 2.280 mm; passo 2.642 mm.<br />

155 cavalli con EPM<br />

T 6.155 AC € 127.634<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 5.680 kg;<br />

155 cavalli con EPM<br />

T 6.155 DC € 115.842<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 5.430 kg;<br />

155 cavalli con EPM<br />

T 6.160<br />

112.778 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

145 cv; cambio 16/16 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.740 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.189 x 2.280 mm; passo 2.642 mm.<br />

168 cavalli con EPM<br />

T 6.160 AC € 133.620<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

168 cavalli con EPM<br />

T 6.160 DC € 121.776<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

168 cavalli con EPM<br />

T 6.180<br />

107.277 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 159 cv; cambio<br />

16/16 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.610 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.189 x 2.280 mm; passo<br />

2.642 mm.<br />

175 cavalli con EPM<br />

T 6.180 AC € 135.822<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

175 cavalli con EPM<br />

T 6.180 DC € 124.596<br />

Cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

175 cavalli con EPM<br />

T 7.175<br />

130.944 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 155 cv; cambio<br />

18/6 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.800 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.347 x 2.446 mm; passo<br />

2.734 mm.<br />

175 cavalli con EPM<br />

T 7.175 AC € 151.731<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

175 cavalli con EPM<br />

T 7.175 SW II € 138.240<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

175 cavalli con EPM<br />

T 7.165S<br />

120.970 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 165 cv; cambio<br />

18/6 marce con inversore idraulico;<br />

tara 5.800 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.347 x 2.446 mm; passo<br />

2.734 mm.<br />

T 7.190 € 134.605<br />

Tara 6.000 kg;<br />

190 cavalli con EPM<br />

T 7.190 AC € 154.674<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

190 cavalli con EPM<br />

T 7.190 SW II € 142.001<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

190 cavalli con EPM<br />

T 7.195 S € 157.100<br />

190 cavalli con EPM<br />

T 7.210<br />

138.960 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728<br />

cc; 180 cv; cambio 18/6 marce con<br />

inversore idraulico; tara 6.000 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.347 x 2.446 mm; passo 2.734 mm.<br />

210 cavalli con EPM<br />

T 7.210 AC € 160.166<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

210 cavalli con EPM<br />

T 7.210 SW II € 145.604<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

210 cavalli con EPM<br />

T 7.215 S € 164.922<br />

210 cavalli con EPM<br />

T 7.225 AC<br />

165.655 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 200 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 6.000 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.347 x 2.446 mm;<br />

passo 2.734 mm.<br />

225 cavalli con EPM<br />

T 7.230 € 171.850<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.300 kg; lungh. x largh.<br />

5.773 x 2.470 mm; passo 2.884 mm.<br />

225 cavalli con EPM<br />

T 7.230 AC € 193.115<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

225 cavalli con EPM<br />

T 7.230 SW II € 179.800<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

225 cavalli con EPM<br />

T 7.245<br />

179.813 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 220 cv; cambio<br />

18/6 marce con inversore idraulico;<br />

tara 7.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.773 x 2.470 mm; passo<br />

2.884 mm.<br />

245 cavalli con EPM<br />

T 7.245 AC € 201.086<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

245 cavalli con EPM<br />

T 7.245 SW II € 187.761<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

245 cavalli con EPM<br />

T 7.260<br />

187.777 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 240 cv; cambio<br />

18/6 marce con inversore idraulico;<br />

tara 7.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg;<br />

lungh. x largh. 5.773 x 2.470 mm; passo<br />

2.884 mm.<br />

260 cavalli con EPM<br />

T 7.260 AC € 209.056<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

260 cavalli con EPM<br />

T 7.260 SW II € 195.724<br />

Cambio 18/6 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

260 cavalli con EPM<br />

T 7.270 AC<br />

217.028 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 260 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 7.300 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.773 x 2.470 mm;<br />

passo 2.884 mm.<br />

270 cavalli con EPM<br />

T 7.275 AC<br />

241.502 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 273 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.773 x 2.536 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

T 7.290 AC<br />

251.532 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 288 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.773 x 2.536 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

T 7.315 AC<br />

266.108 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 313 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.773 x 2.536 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

T 8.380 AC<br />

291.352 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 342 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 10.840 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 6.369<br />

x 2.534 mm; passo 3.450 mm.<br />

377 cavalli con EPM<br />

T 8.380 UC € 269.481<br />

Cambio 18/4 marce con inversore<br />

idraulico; tara 10.650 kg;<br />

377 cavalli con EPM<br />

T 8.410 AC<br />

303.687 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 374 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 10.915 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 6.369<br />

x 2.534 mm; passo 3.450 mm.<br />

404 cavalli con EPM<br />

T 8.410 UC € 282.336<br />

Cambio 18/4 marce con inversore<br />

idraulico; tara 10.650 kg;<br />

404 cavalli con EPM<br />

T 8.435 AC<br />

325.665 euro<br />

Con cabina. Motore Iveco; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.709 cc; 417 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 12.514 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 6.369<br />

x 2.534 mm; passo 3.450 mm.<br />

429 cavalli con EPM<br />

T 8.435 UC € 302.194<br />

Cambio 21/5 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

429 cavalli con EPM<br />

SDF S.p.a. V.le F. Cassani 15 24047 Treviglio<br />

(Bergamo) tel. 0363/4211<br />

www.same-tractors.com<br />

www.sdfgroup.com<br />

Argon 70<br />

35.160 euro<br />

Senza cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 65 cv; cambio 12/3<br />

marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile<br />

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.782 mm; passo 2.100 mm.<br />

Argon 80<br />

38.330 euro<br />

Senza cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 75 cv; cambio 12/3<br />

marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile<br />

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.782 mm; passo 2.100 mm.<br />

Argon 90<br />

43.030 euro<br />

Senza cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 88 cv; cambio 15/15<br />

marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile<br />

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.782 mm; passo 2.100 mm.<br />

Argon 100<br />

45.230 euro<br />

Senza cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 97 cv; cambio 15/15<br />

marce; tara 3.000 kg; rimorchiabile<br />

12.000 kg; lungh. x largh. 3.860 x<br />

1.782 mm; passo 2.100 mm.<br />

Dorado 70 Natural<br />

42.650 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 65 cv; cambio 15/15 marce;<br />

tara 3.200 kg; rimorchiabile 12.800<br />

kg; lungh. x largh. 3.860 x 1.795 mm;<br />

passo 2.100 mm.<br />

Dorado 80 Natural<br />

43.680 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 75 cv; cambio 15/15 marce;<br />

tara 3.200 kg; rimorchiabile 12.800<br />

kg; lungh. x largh. 3.860 x 1.795 mm;<br />

passo 2.100 mm.<br />

Dorado 90 Natural<br />

47.340 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 88 cv; cambio 15/15 marce;<br />

tara 3.200 kg; rimorchiabile 12.800<br />

kg; lungh. x largh. 3.860 x 1.882 mm;<br />

passo 2.100 mm.<br />

Dorado 100 Natural<br />

49.950 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 97 cv; cambio 15/15 marce;<br />

tara 3.200 kg; rimorchiabile 12.800<br />

kg; lungh. x largh. 3.860 x 1.882 mm;<br />

passo 2.100 mm.<br />

Dorado 80<br />

49.880 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 75 cv; cambio 30/15 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.200 kg; rimorchiabile 12.800 kg;<br />

lungh. x largh. 3.430 x 1.940 mm; passo<br />

2.100 mm.<br />

DORADO 80 CLASSIC € 45.210<br />

Cambio 10/10 marce;<br />

Dorado 90<br />

53.400 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 88 cv; cambio 30/15 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.200 kg; rimorchiabile 12.800 kg;<br />

lungh. x largh. 3.430 x 1.940 mm; passo<br />

2.100 mm.<br />

DORADO 90 CLASSIC € 48.650<br />

Cambio 10/10 marce;<br />

Dorado 90.4<br />

54.480 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 88 cv; cambio 30/15<br />

marce con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.300 kg; rimorchiabile<br />

13.200 kg; lungh. x largh. 3.560 x<br />

2.005 mm; passo 2.230 mm.<br />

DORADO 90.4 CLASSIC € 49.780<br />

Cambio 10/10 marce;<br />

Dorado 100.4<br />

60.080 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 102 cv; cambio 30/15<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

3.300 kg; rimorchiabile 13.200 kg; lungh.<br />

x largh. 3.560 x 2.005 mm; passo<br />

2.230 mm.<br />

Dorado 90 CVT<br />

88.420 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 88 cv; cambio continuo<br />

con inversore idraulico; tara<br />

3.958 kg; rimorchiabile 15.832 kg;<br />

lungh. x largh. 4.638 x 1.745 mm;<br />

passo 2.141 mm.<br />

Dorado 90.4 CVT<br />

91.710 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 88 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 4.058 kg; rimorchiabile<br />

16.232 kg; lungh. x largh.<br />

4.768 x 1.745 mm; passo 2.271 mm.<br />

Dorado 100 CVT<br />

90.680 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 97 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 3.958 kg; rimorchiabile<br />

15.832 kg; lungh. x largh.<br />

4.638 x 1.745 mm; passo 2.141 mm.<br />

Dorado 100.4 CVT<br />

94.720 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 102 cv; cambio continuo<br />

con inversore idraulico; tara 4.058 kg;<br />

rimorchiabile 16.232 kg; lungh. x largh.<br />

4.768 x 1.745 mm; passo 2.271 mm.<br />

Dorado 110.4 CVT<br />

98.240 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 113 cv; cambio continuo<br />

con inversore idraulico; tara 4.058 kg;<br />

rimorchiabile 16.232 kg; lungh. x largh.<br />

4.768 x 1.745 mm; passo 2.271 mm.<br />

Explorer 80 LD<br />

51.290 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 75 cv; cambio 16/16 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.100 x 2.037 mm; passo<br />

2.295 mm.<br />

Explorer 90 LD<br />

53.290 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 3 cilindri;<br />

2.887 cc; 88 cv; cambio 16/16 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.620 kg; rimorchiabile 14.480 kg;<br />

lungh. x largh. 4.100 x 2.037 mm; passo<br />

2.295 mm.<br />

EXPLORER 90 MD € 55.730<br />

Tara 3.860 kg; rimorchiabile 15.440<br />

kg; lungh. x largh. 4.130 x 2.065 mm;<br />

passo 2.350 mm.<br />

Explorer 90.4 MD<br />

58.080 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 88 cv; cambio 16/16 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.800 kg; rimorchiabile 15.200 kg;<br />

lungh. x largh. 4.130 x 2.065 mm; passo<br />

2.350 mm.<br />

Explorer 100 MD<br />

58.600 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 102 cv; cambio 16/16 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.920 kg; rimorchiabile 15.680 kg;<br />

lungh. x largh. 4.260 x 2.065 mm; passo<br />

2.400 mm.<br />

Explorer 110 HD<br />

63.430 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 106 cv; cambio 10/10 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 4.220 kg; rimorchiabile 16.880 kg;<br />

lungh. x largh. 4.265 x 2.209 mm; passo<br />

2.400 mm.<br />

Explorer 110 MD<br />

60.750 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 113 cv; cambio 16/16 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.920 kg; rimorchiabile 15.680 kg;<br />

lungh. x largh. 4.260 x 2.065 mm; passo<br />

2.400 mm.<br />

Explorer 120 HD<br />

66.710 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 116 cv; cambio 10/10 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.100 x 2.037 mm; passo<br />

2.300 mm.<br />

Virtus 120<br />

87.940 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 116 cv; cambio 30/30<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

5.300 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.428 x 2.374 mm; passo<br />

2.540 mm.<br />

Virtus 130<br />

95.740 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 126 cv; cambio 30/30<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

5.600 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.428 x 2.392 mm; passo<br />

2.550 mm.<br />

Virtus 140<br />

100.150 euro<br />

Con cabina. Motore turbo; 4 cilindri;<br />

3.850 cc; 136 cv; cambio 30/30<br />

marce con inversore idraulico; tara<br />

5.600 kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.428 x 2.423 mm; passo<br />

2.550 mm.<br />

Viale dell’Industria 15/17<br />

20010 Pregnana Milanese (Mi)<br />

tel. 02/93510385<br />

fax 02/93510431<br />

www.steyr-traktoren.com<br />

Kompakt 4055 S<br />

67.725 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.387<br />

cc; 58 cv; cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 2.880<br />

kg; rimorchiabile 11.520 kg; lungh. x largh.<br />

4.001 x 2.154 mm; passo 2.102 mm.<br />

Kompakt 4065 S<br />

68.951 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.387<br />

cc; 65 cv; cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 2.880<br />

kg; rimorchiabile 11.520 kg; lungh. x largh.<br />

4.001 x 2.154 mm; passo 2.102 mm.<br />

Kompakt 4080<br />

80.485 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.595<br />

cc; 80 cv; cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico optional; tara 3.600<br />

kg; rimorchiabile 14.400 kg; lungh. x largh.<br />

4.036 x 1.923 mm; passo 2.285 mm.<br />

Kompakt 4090<br />

80.986 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

74<br />

75


CAMPO APERTO<br />

CAMPO APERTO<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

t r a t t o r i a d o p p i a t r a z i o n e<br />

3.595 cc; 90 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.036 x 1.923 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

Kompakt 4100<br />

84.716 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri;<br />

3.595 cc; 101 cv; cambio 12/12 marce<br />

con inversore idraulico optional;<br />

tara 3.600 kg; rimorchiabile 14.400 kg;<br />

lungh. x largh. 4.036 x 1.923 mm; passo<br />

2.285 mm.<br />

Kompakt 4110 PS<br />

92.624 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.595<br />

cc; 110 cv; cambio 12/12 marce con<br />

inversore idraulico; tara 3.600 kg;<br />

rimorchiabile 14.400 kg; lungh. x largh.<br />

4.036 x 1.923 mm; passo 2.285 mm.<br />

Kompakt 4120 PS<br />

96.685 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.595<br />

cc; 117 cv; cambio 12/12 marce con<br />

inversore idraulico; tara 3.600 kg;<br />

rimorchiabile 14.400 kg; lungh. x largh.<br />

4.036 x 1.923 mm; passo 2.285 mm.<br />

Multi 4100<br />

96.709 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.595<br />

cc; 102 cv; cambio 32/32 marce con<br />

inversore idraulico; tara 4.450 kg;<br />

rimorchiabile 17.800 kg; lungh. x largh.<br />

4.197 x 2.100 mm; passo 2.420 mm.<br />

Multi 4110<br />

99.215 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.595<br />

cc; 112 cv; cambio 32/32 marce con<br />

inversore idraulico; tara 4.450 kg;<br />

rimorchiabile 17.800 kg; lungh. x largh.<br />

4.197 x 2.100 mm; passo 2.420 mm.<br />

Multi 4120<br />

102.570 euro<br />

Con cabina. Motore Fpt; Turbo aftercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 3.595<br />

cc; 122 cv; cambio 32/32 marce con<br />

inversore idraulico; tara 4.450 kg;<br />

rimorchiabile 17.800 kg; lungh. x largh.<br />

4.197 x 2.100 mm; passo 2.420 mm.<br />

Expert 4110 CVT<br />

134.344 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 110 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

3.790 x 2.470 mm; passo 2.490 mm.<br />

Expert 4120 CVT<br />

137.717 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 120 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

3.790 x 2.470 mm; passo 2.490 mm.<br />

Expert 4130 CVT<br />

142.867 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 130 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

3.790 x 2.470 mm; passo 2.490 mm.<br />

Expert 4140 CVT<br />

147.162 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 140 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 5.500 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

3.790 x 2.470 mm; passo 2.490 mm.<br />

Profi 4115 CVT<br />

165.862 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485<br />

cc; 125 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 4.890 kg;<br />

rimorchiabile 19.560 kg; lungh. x largh.<br />

5.137 x 2.470 mm; passo 2.642 mm.<br />

Profi 4125<br />

151.788 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

135 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 4.890 kg;<br />

rimorchiabile 19.560 kg; lungh. x largh.<br />

5.137 x 2.470 mm; passo 2.642 mm.<br />

PROFI 4125 CVT € 170.512<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Profi 4135<br />

155.226 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

145 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 4.890 kg;<br />

rimorchiabile 19.560 kg; lungh. x largh.<br />

5.137 x 2.470 mm; passo 2.642 mm.<br />

PROFI 4135 CVT € 175.219<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Profi 4145<br />

158.235 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

Common rail; 4 cilindri; 4.485 cc;<br />

155 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.010 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.137 x 2.470 mm; passo 2.642 mm.<br />

PROFI 4145 CVT € 179.370<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Profi 6150<br />

162.561 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728 cc;<br />

158 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.020 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

5.137 x 2.470 mm; passo 2.642 mm.<br />

PROFI 6150 CVT € 182.621<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

Impuls 6150 CVT<br />

194.832 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 165 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 7.240 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.719 x 2.150 mm;<br />

passo 2.789 mm.<br />

Impuls 6165 CVT<br />

201.180 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728<br />

cc; 180 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 7.240<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.719 x 2.150 mm; passo<br />

2.789 mm.<br />

IMPULS 6175 CVT € 208.558<br />

Absolut 6200 CVT<br />

274.619 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 200 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 9.150 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.017 x 2.334 mm;<br />

passo 2.884 mm.<br />

Absolut 6220 CVT<br />

281.156 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 220 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 9.150 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.017 x 2.334 mm;<br />

passo 2.884 mm.<br />

Absolut 6240 CVT<br />

301.132 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 240 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 9.150 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.017 x 2.334 mm;<br />

passo 2.884 mm.<br />

Absolut 6260 CVT<br />

310.247 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 260 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 9.150 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.017 x 2.334 mm;<br />

passo 2.884 mm.<br />

Absolut 6280 CVT<br />

322.887 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728<br />

cc; 280 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 9.150<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.017 x 2.334 mm; passo<br />

2.884 mm.<br />

Terrus 6290<br />

341.887 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.728 cc; 288 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 10.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.700 x 2.536 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

Terrus 6315<br />

359.289 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728<br />

cc; 313 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 10.500<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.700 x 2.536 mm; passo<br />

2.995 mm.<br />

Terrus 6340<br />

379.289 euro<br />

Con cabina. Motore Nef; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 6.728<br />

cc; 340 cv; cambio continuo con<br />

inversore idraulico; tara 10.500<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.700 x 2.536 mm; passo<br />

2.995 mm.<br />

Via dell’Industria 63<br />

36042 Breganze (Vi)<br />

tel. 0445/385311<br />

A 75<br />

67.084 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3<br />

cilindri; 3.298 cc; 75 cv; cambio<br />

12/12 marce con inversore idraulico;<br />

tara 3.700 kg; rimorchiabile 14.800<br />

kg; lungh. x largh. 4.078 x 2.195 mm;<br />

passo 2.250 mm.<br />

A 85<br />

70.448 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 3<br />

cilindri; 3.298 cc; 85 cv; cambio<br />

12/12 marce con inversore idraulico;<br />

tara 3.700 kg; rimorchiabile 14.800<br />

kg; lungh. x largh. 4.078 x 2.195 mm;<br />

passo 2.250 mm.<br />

A 95<br />

73.448 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 3 cilindri; 3.298 cc;<br />

95 cv; cambio 12/12 marce con<br />

inversore idraulico; tara 3.700<br />

kg; rimorchiabile 14.800 kg; lungh.<br />

x largh. 4.078 x 2.195 mm; passo<br />

2.250 mm.<br />

A 105<br />

76.824 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.397 cc; 105 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.305 kg; rimorchiabile<br />

17.220 kg; lungh. x largh. 4.367 x<br />

2.195 mm; passo 2.430 mm.<br />

A 105 H4 € 80.576<br />

Cambio 16/16 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

A 115<br />

79.824 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.397 cc; 115 cv;<br />

cambio 12/12 marce con inversore<br />

idraulico; tara 4.305 kg; rimorchiabile<br />

17.220 kg; lungh. x largh. 4.367 x<br />

2.195 mm; passo 2.430 mm.<br />

A 115 H4 € 83.576<br />

Cambio 16/16 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

A 125<br />

83.856 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 4.397 cc;<br />

125 cv; cambio 12/12 marce con<br />

inversore idraulico; tara 4.540 kg;<br />

rimorchiabile 18.160 kg; lungh. x largh.<br />

4.389 x 2.195 mm; passo 2.500 mm.<br />

A 135<br />

86.856 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 4.397 cc;<br />

135 cv; cambio 12/12 marce con<br />

inversore idraulico; tara 4.540<br />

kg; rimorchiabile 18.160 kg; lungh.<br />

x largh. 4.389 x 2.195 mm; passo<br />

2.500 mm.<br />

G 105 A<br />

113.964 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.397 cc; 105 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 5.140 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.452 x<br />

2.380 mm; passo 2.550 mm.<br />

G 105 H € 111.824<br />

G 105 V € 118.670<br />

G 115 A<br />

116.704 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

4 cilindri; 4.397 cc; 115 cv;<br />

cambio 24/24 marce con inversore<br />

idraulico; tara 5.140 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.452 x<br />

2.380 mm; passo 2.550 mm.<br />

G 115 H € 114.564<br />

G 115 V € 121.410<br />

G 125 Eco A<br />

119.444 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 4.397 cc;<br />

125 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.140<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.452 x 2.380 mm; passo<br />

2.550 mm.<br />

G 125 ECO H € 117.304<br />

G 125 ECO V € 124.150<br />

G 135 A<br />

121.439 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo<br />

common rail; 4 cilindri; 4.397 cc;<br />

135 cv; cambio 24/24 marce con<br />

inversore idraulico; tara 5.140<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 4.452 x 2.380 mm; passo<br />

2.550 mm.<br />

G 135 H € 119.299<br />

G 135 V € 126.145<br />

N 135 A<br />

145.002 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4<br />

cilindri; 4.910 cc; 135 cv; cambio<br />

30/30 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.726 x 2.550 mm;<br />

passo 2.665 mm.<br />

N 135 D € 158.313<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

N 135 H € 142.926<br />

Cambio 20/20 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

N 135 V € 153.634<br />

Cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

N 155 Eco A<br />

148.218 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4<br />

cilindri; 4.910 cc; 155 cv; cambio<br />

30/30 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.726 x 2.550 mm;<br />

passo 2.665 mm.<br />

N 155 ECO D € 163.933<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

N 155 ECO H € 144.970<br />

Cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

N 155 ECO V € 156.850<br />

N 175 A<br />

152.834 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 4<br />

cilindri; 4.910 cc; 165 cv; cambio<br />

30/30 marce con inversore idraulico;<br />

tara 6.500 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 4.726 x 2.550 mm;<br />

passo 2.665 mm.<br />

N 175 D € 166.451<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

N 175 H € 150.758<br />

Cambio 20/20 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

N 175 V € 159.368<br />

Cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 145 A<br />

165.669 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 6.596 cc; 155 cv;<br />

cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.300 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 5.800 x<br />

2.500 mm; passo 2.995 mm.<br />

T 145 H € 159.268<br />

T 145 V € 170.449<br />

T 155 A<br />

169.839 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; turbo; 6<br />

cilindri; 6.596 cc; 165 cv; cambio<br />

30/30 marce con inversore idraulico;<br />

tara 7.300 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.800 x 2.500 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

T 155 D € 183.002<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

T 155 H € 163.438<br />

Cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 155 V € 174.619<br />

T 175 Eco A<br />

181.683 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.365<br />

cc; 175 cv; cambio 30/30 marce<br />

con inversore idraulico; tara 7.300<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 5.800 x 2.500 mm; passo<br />

2.995 mm.<br />

T 175 ECO D € 194.846<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

T 175 ECO H € 174.342<br />

T 175 ECO V € 186.463<br />

Cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 195 A<br />

192.051 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 7.365 cc; 195<br />

cv; cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.300 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x<br />

largh. 5.800 x 2.500 mm; passo<br />

2.995 mm.<br />

T 195 D € 205.214<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

T 195 H € 184.710<br />

Cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 195 V € 196.831<br />

T 215 A<br />

202.781 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 7.365 cc; 215<br />

cv; cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.300 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x<br />

largh. 5.800 x 2.500 mm; passo<br />

2.995 mm.<br />

T 215 D € 215.944<br />

Cambio continuo con inversore<br />

idraulico;<br />

T 215 H € 195.440<br />

Cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico;<br />

T 215 V € 207.561<br />

T 235 D<br />

227.274 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 7.365 cc; 220 cv; cambio<br />

continuo con inversore idraulico;<br />

tara 7.300 kg; rimorchiabile 20.000<br />

kg; lungh. x largh. 5.800 x 2.500 mm;<br />

passo 2.995 mm.<br />

T 235 A<br />

214.111 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 7.365 cc; 235 cv;<br />

cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico; tara 7.300 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 5.800 x<br />

2.500 mm; passo 2.995 mm.<br />

T 235 H € 206.770<br />

T 235 V € 218.891<br />

T 255 A € 225.195<br />

T 255 H € 217.854<br />

T 255 V € 229.975<br />

Q 225<br />

243.412 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 7.365 cc; 230 cv;<br />

cambio 30/30 marce con inversore<br />

idraulico; tara 10.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 6.076 x<br />

2.550 mm; passo 3.050 mm.<br />

Q 245<br />

248.962 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.365<br />

cc; 245 cv; cambio 30/30 marce<br />

con inversore idraulico; tara 10.000<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 6.076 x 2.550 mm; passo<br />

3.050 mm.<br />

Q 265<br />

256.362 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.365<br />

cc; 265 cv; cambio 30/30 marce<br />

con inversore idraulico; tara 10.000<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 6.076 x 2.550 mm; passo<br />

3.050 mm.<br />

Q 285<br />

263.762 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.365<br />

cc; 285 cv; cambio 30/30 marce<br />

con inversore idraulico; tara 10.000<br />

kg; rimorchiabile 20.000 kg; lungh.<br />

x largh. 6.076 x 2.550 mm; passo<br />

3.050 mm.<br />

Q 305<br />

271.162 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler<br />

common rail; 6 cilindri; 7.365<br />

cc; 305 cv; cambio 30/30 marce con<br />

inversore idraulico; tara 10.000 kg;<br />

rimorchiabile 20.000 kg; lungh. x largh.<br />

6.076 x 2.550 mm; passo 3.050 mm.<br />

S 274 SmartTouch<br />

299.303 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 270 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 12.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.868<br />

x 2.550 mm; passo 3.105 mm.<br />

S 294 SmartTouch<br />

305.103 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 295 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 12.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.868<br />

x 2.550 mm; passo 3.105 mm.<br />

S 324 SmartTouch<br />

320.233 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 320 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 12.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.868<br />

x 2.550 mm; passo 3.105 mm.<br />

S 354 SmartTouch<br />

333.243 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 350 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 12.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.868<br />

x 2.550 mm; passo 3.105 mm.<br />

S 374 SmartTouch<br />

339.521 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 370 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 12.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.868<br />

x 2.550 mm; passo 3.105 mm.<br />

S 394 SmartTouch<br />

339.521 euro<br />

Con cabina. Motore Sisu; intercooler;<br />

6 cilindri; 8.419 cc; 400 cv;<br />

cambio continuo con inversore<br />

idraulico; tara 12.000 kg; rimorchiabile<br />

20.000 kg; lungh. x largh. 4.868<br />

x 2.550 mm; passo 3.105 mm.<br />

76<br />

77


VETERAN CLUB<br />

Il killer delle zolle<br />

Il marchio teutonico Lanz è per lo più associato alle macchine a<br />

vapore e soprattutto ai trattori con motore testacalda. Pochi sanno<br />

che i primi trattori Lanz furono i giganteschi Landbaumotor<br />

Heinrich Lanz, classe<br />

1838, fondò la sua<br />

prima società nel<br />

1860 dopo aver svolto per<br />

anni l’attività di autotrasportatore.<br />

Produsse piccole<br />

macchine agricole e, trasferitosi<br />

a Mannheim, cominciò a<br />

importare, vendere e riparare<br />

le macchine a vapore inglesi<br />

Fowler. Dal 1879 iniziò a<br />

produrle in proprio ottenendo<br />

un successo strepitoso, la sua<br />

fabbrica ormai contava più<br />

di 2.000 dipendenti con una<br />

produzione di 1.500 macchine<br />

a vapore e 800 trebbiatrici<br />

all’anno. Al termine della<br />

prima guerra mondiale, le<br />

campagne europee necessitavano<br />

di meccanizzarsi e<br />

Lanz si accordò con il geniale<br />

ungherese Karl Koszegi che<br />

aveva inventato un efficiente<br />

frangizolle. Firmarono un<br />

contratto per accoppiare al<br />

prossimo potente trattore Lanz<br />

il frangizolle. Nel 1911, Heinrich<br />

Lanz depositò un brevetto<br />

per il Landbaumotor - ‘System<br />

Koszegi’ e, lo stesso anno,<br />

lanciò sul mercato il suo<br />

nuovo trattore a quattro ruote<br />

con fresa posteriore chiamato<br />

LB. Spinto da un motore a 4<br />

cilindri in linea a benzina da<br />

80 cavalli e pesante più di 5<br />

tonnellate, venne prodotto in<br />

due anni in 40 esemplari e la<br />

sua successiva versione, l’LC,<br />

fu assemblato in 120 unità.<br />

La macchina ottenne più<br />

successo nel settore militare<br />

che non in quello agricolo e<br />

Lanz decise, dopo il conflitto,<br />

di migliorarlo per il lavoro<br />

nei campi. Naque così nel<br />

1919 l’LD, di colore grigioblu,<br />

pesante 6.600 chili con<br />

quattro ruote in metallo che<br />

azionava un frangizolle dai<br />

denti estremamente robusti.<br />

Con i suoi 80 cavalli fu<br />

soprannominato il killer delle<br />

zolle ed era dotato di grandi<br />

cerchi dentati in metallo che<br />

si applicavano ai cerchioni per<br />

muoversi anche in terreni accidentati<br />

o cedevoli. Nonostante<br />

il suo enorme peso, lasciava<br />

dietro di sé un terreno lavorato<br />

in profondità e spianato in<br />

modo stupefacente. I modelli,<br />

costruiti a Mannheim, erano<br />

I trattori LB,<br />

LC ed LD<br />

erano dotati<br />

di un motore<br />

Lanz Koszegi LD a 4 cilindri,<br />

alimentato a benzina che sviluppava<br />

80 cavalli a 800 giri/minuto.<br />

sopra, il francobollo emesso dal<br />

governo islandese per celebrare il<br />

Landbaumotor.<br />

conosciuti sotto il nome d’origine<br />

di Lanz Bauart LD, mentre<br />

quello con gli allargamenti<br />

delle ruote per i terreni fangosi<br />

(Verbreitung fur Moor), fu<br />

chiamato LDM, abbreviazione<br />

di ‘Landbaumotor Donner<br />

Moor’. Alla fine della Grande<br />

guerra, l’Islanda, Paese popolato<br />

da soli 78.000 abitanti<br />

con un territorio inospitale<br />

e selvaggio grande come un<br />

quarto dell’Italia, acquistò<br />

dieci LDM che divennero una<br />

leggenda. Dopo aver prodotto<br />

500 trattori LD dal 1919, nel<br />

1921 la Lanz si buttò nella<br />

produzione di trattori con<br />

motore testacalda con il primo<br />

Bulldog HL 12. Ottenne<br />

un grandissimo successo<br />

con centinaia di migliaia<br />

di trattori prodotti in una<br />

quarantina di anni. Nel 1956,<br />

l’americana John Deere rilevò<br />

la maggioranza del pacchetto<br />

azionario Lanz, chiamando<br />

la nuova azienda John Deere<br />

Lanz AG. Nei primi anni<br />

sessanta del secolo scorso<br />

il glorioso marchio Lanz fu<br />

definitivamente abbandonato.<br />

Cultura, storia, tecnica, impieghi<br />

e mercato delle macchine agricole<br />

Fondato nel 1996<br />

Direttore responsabile<br />

Stefano Agnellini<br />

In redazione<br />

Fabio Butturi, Ornella Cavalli,<br />

Fabrizio Dalle Nogare, Stefano Eliseo,<br />

Fabio Franchini, Riccardo Schiavo,<br />

Cristina Scuteri, Luca Vitali<br />

Collaboratori<br />

Daniele Bettini, Sergio Bolis,<br />

Diego Vagnini<br />

Impaginazione e grafica<br />

Marco Zanusso<br />

Tester<br />

Pio Fiocchi,<br />

Sergio Ottolini, Costantino Radis<br />

Gestione editoriale<br />

Fabio Zammaretti<br />

Stampa<br />

Industrie grafiche RGM srl, Rozzano (Mi)<br />

Fotolito<br />

Industrie grafiche RGM srl, Rozzano (Mi)<br />

Autorizzazione del tribunale<br />

di Milano n. 466 del 1° agosto 1997<br />

Poste Italiane s.p.a. - Sped. in a. p. - D.L.<br />

353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46)<br />

art. 1, comma 1, LO/MI<br />

Registro nazionale della stampa<br />

n. 4.596 del 20/04/1994<br />

n. iscrizione R.O.C. 2880 del 30-11-2001<br />

VADO E TORNO<br />

EDIZIONI<br />

via Brembo 27 - 20139 Milano<br />

tel. 02/55230950<br />

Sito Internet<br />

www.vadoetorno.com<br />

PUBBLICITÀ<br />

Direzione<br />

via Brembo 27<br />

20139 Milano<br />

tel. 02 55230950<br />

e-mail: pubblicita@vadoetornoedizioni.it<br />

Direttore commerciale<br />

Luca Brusegani<br />

Agenti<br />

Maurizio Candia<br />

Angelo De Luca<br />

Emanuele Tramaglino,<br />

Roberto Menchinelli (Roma)<br />

Abbonamento annuale<br />

Italia 34 euro, estero 54 euro<br />

Abbonamento annuale via aerea<br />

64 euro<br />

Copie arretrate<br />

7 euro<br />

Versamenti<br />

c/c postale n. 50292200 intestato a<br />

Vado e Torno Edizioni srl<br />

via Brembo 27, 20139 Milano<br />

e-mail: abbonamenti@vadoetorno.com<br />

Casella postale Internet (E-Mail)<br />

trattori@vadoetornoedizioni.it<br />

© Copyright <strong>2024</strong> Vado e Torno Edizioni<br />

Comunicazione agli abbonati<br />

In relazione a quanto disposto dall’art. 13 del GDPR<br />

679/2016 i dati personali conferiti in occasione della<br />

sottoscrizione dell’abbonamento saranno trattati da<br />

VADO E TORNO EDIZIONI SRL per la gestione dei<br />

rapporti tra editore ed abbonato, secondo le finalità<br />

e modalità indicate nell’informativa disponibile e<br />

consultabile sul sito www.vadoetorno.com.<br />

1% su Fendt 516 Vario: 2.410,83 €<br />

+ 1% su Fendt Rotana 160 V Xtra: 681,69 €<br />

Un lavoro pulito, anche quando<br />

lo si deve fare in fretta!<br />

Fendt Rotana. Una macchina su cui poter contare. Elevata densità di pressatura,<br />

taglio preciso e integrazione perfetta assicurano una qualità del foraggio<br />

soddisfacente e il miglior benessere degli animali. Risparmiate ora con l'offerta<br />

Fendt 1+Deal!<br />

Scoprite altre combinazioni di risparmio e le condizioni di partecipazione su:<br />

fendt.com/1-plus-deal<br />

*Solo presso i rivenditori aderenti, esempio di calcolo basato sul prezzo di listino attuale. I prezzi di listino possono<br />

variare a seconda della data dell'ordine<br />

= sconto netto: 3.092,52 € * fendt.com | Fendt is a worldwide brand of AGCO.<br />

78 Leaders drive Fendt.


6R250<br />

“JOHN DEERE VINCE<br />

LA BATTAGLIA DEI TITANI”¹<br />

“IL MIGLIOR<br />

INTERNO CABINA” 2<br />

“MASSIMA EFFICIENZA<br />

NEI CONSUMI NELLE<br />

MISURAZIONI PRATICHE<br />

DURANTE IL TRASPORTO” 2<br />

“IL NOSTRO<br />

PREFERITO SUL<br />

CAMPO E PER<br />

IL TRASPORTO”¹<br />

“SOLUZIONI AVANZATE<br />

DI GUIDA”¹<br />

AS13560.1ITA_IT<br />

Nel suo test multiplo sui trattori più completo di sempre, TREKKER MAGAZINE<br />

(09 e 10/2023) ha messo a confronto sette trattori appartenenti alla categoria<br />

dei 300 CV: Claas Axion 870, Deutz-Fahr 8280 TTV, John Deere 6R 250, Massey<br />

Ferguson 8S.285, McCormick X8.631, New Holland T7.300 and Valtra Q285. Non solo<br />

il modello 6R 250 ha vinto, ma ha anche ricevuto molte recensioni entusiastiche.<br />

¹ TREKKER 09/2023 e 10/2023 (www.trekkermagazine.nl)<br />

² PROFI 12/2023 (www.profi.de) La rivista Profi ha riportato alcuni estratti dell’articolo<br />

di “TREKKER” riguardante il test multiplo sui trattori