Testi inediti di antiche rime volgari

booksnow2.scholarsportal.info

Testi inediti di antiche rime volgari

99

guardando meo stato, mauea s(i)[ejpare-

fjiato. engioi damor per sua gran cor-

tezia. non già perche mertato. lauesse

aiclie peccato eperfe mia. uénir oni che-

uil sia inalto stato.

None poco il dolore, che qua ma

prezo etene. lontan ditutto bene eoue

amico. Nono nelei chefore. misolia trar

(iipene. maquanto ueggio mene epar

nemico. Più male ochi non dico, ede

nente aragione. maseo uiuo cagione, fé]

delaspene chelaue ognaltra cosa, mesi

fallita intutto, de toUermi corrutto essa

non posa, nemetter mia dogliosa alma

indesdotto.

Cosi m[e] sola amica, lamia dolcie

speransa. chefammi doloransa unque ob-

briare. che non uol già che dica, ni-

deggia auer dottansa. che possa spie-

tansa alcuna stare. Elici chanon peccare,

laten si conoscensa. comangel non

potensa. accio cuzansa enaturan lei mi-

zo. quanto più pò dibene, edonne rjon-

trar tene essa diuizo. perche perdon

promizo amende spene.

Beno del perdon fede, tanta ragion

iiiMssegna. mano locor meo degna auer

More magazines by this user
Similar magazines