Testi inediti di antiche rime volgari

booksnow2.scholarsportal.info

Testi inediti di antiche rime volgari

156

LVII.

N. lACOMO.

Madonna mia auoi mando, in gioì

limiei sospiri, calungiamente amando,

nonni porea mai dire. Cornerà nostro

amante, elealmente amaua. epero chio

dottaua. nonno facea senbrante.

Tanto setalta egrande, chio uamo

pur dottando, enonso cui uomande. per-

messaggio parlando. Vndio prego la-

more, accui pregila ogni amanti, limiei

sospiri epianti, uopungano locore.

(76 a) Ben uorria sio potesse, quanti

sospiri getto, cogni sospiro auesse. spi-

rito eintelletto. Chauoi donna damare,

dimandasser pietansa. da poi cheper

dottansa. nonuo posso parlare.

Voi donna malcidete. eallegiate a-

penare. dapoi cheuoi uedete. chio uo-

dotto parlare. Perche nonmi mandate,

tutta uia confortando, cheo non desperi

amando, delauostra amistate.

ì

More magazines by this user
Similar magazines