Testi inediti di antiche rime volgari

booksnow2.scholarsportal.info

Testi inediti di antiche rime volgari

edamaestri erre^^gia. laliu^rua mia in-

nasennando stolti.

{Aod) Dio dimostrando mostraro

primamente, chelibri tutti quazi in-

tutte sciense. prouando lui sono soie

cliarte quando, parlan dilui laudando, e-

testimon son soi pupuli totti. Onni lingua

onni sciatta eonni f?ente. conferman

lui destrutte altre credense. enon sol

nescienti omin saluaggi. mali più molto

emaggi, deifilozofì tutti e altri dotti.

Ecio caferman tatti, come tulio dice

enecessaro. per che sicorael dice, non

saggio alcun dio isdice. esanti apresso

incui non quazi conto, ofllozoft manti

esaggi fuoro. che conparole loro, non

solo già maper ulta eltestaro. come

donque omo caro, esaggio alcun centra

parlar pò ponto.

Dico anco accio che non uizibil cosa,

dinulla uenne enon fece sestessa. ese

luna dalautra esser dicemo. laprima

un»le diremo, ese principio dir uolem

non fusse. Tale oppinion dico odiosa,

afìlozofl manti esaggi adessa. einpos-

sibel cheflglio sia. sennon padre fu

pria, ese nullo pria chisegondo adusse.