29.05.2013 Views

Notiziario n. 28 - Viaggi della pace in Israele - Rotary Milano Porta ...

Notiziario n. 28 - Viaggi della pace in Israele - Rotary Milano Porta ...

Notiziario n. 28 - Viaggi della pace in Israele - Rotary Milano Porta ...

SHOW MORE
SHOW LESS

Create successful ePaper yourself

Turn your PDF publications into a flip-book with our unique Google optimized e-Paper software.

Rotary Club

Milano - Sesto San Giovanni - Distretto 2040

Anno Rotariano 1996 -1997

Segreteria: Piazzetta Guastalla n° 3-20122 Milano- Tei 02-59903934 Fax02-55187434

Riunioni Conviviali:

1° e 3° MARTEDÌ' NON FESTIVI ORE 12,45 CIRCOLO MOZART VIA MOZART N° 9 TEL. 02- 76000709

2° e 4° MARTEDÌ' NON FESTIVI ORE 20,00 CIRCOLO MOZART VIA MOZART N° 9 TEL. 02- 76000709

Soci presenti presso altre riunioni:

Visitatori rotariani:

Ospiti di Soci:

Signore presenti:

Magri 24.02.1997 R.C. Milano Porta Vercellina

Dott. Rimassa Roberto R.C. Cinisello Balsamo

Sig.ra Goren Monti Micaela R.C. Milano Scala

Sig. Bosetti Luca Rotaract Milano M. S. S.G.

Stg.ina Cippelletti Michela Presidente Interact M.S.S.G.

Ing. Bertolini Giacomo con Signora ospiti di Beni

Bargna-Beni-Brusegani-Calastri-Cattaneo-Croce-Lambertenghi-

Leoni-Luridiana-Perani-Raco-Rebay-Stroppa-Vigano'.

CALENDARIO DELLE RIUNIONI

Riunione odierna: Prof. Franca Fabris -"Esperienza nei villaggi della pace in Israele"

1° Martedì

4 marzo ore 12,45 e/o Circolo Mozart

Generale Pelegalli

"Servizio militare oggi e domani"

2° Martedì

11 marzo ore 20,00 e/o Circolo Mozart

Prof. Tiengo

"Missione Roma"

E' gradita la presenza delle Signore

3° Martedì

GUSELLA

18 marzo ore 12,45 e/o Circolo Mozart

Dott. Gabriele Albertini

'II recente contratto dei metalmeccanici"

4° Martedì

25 marzo ore 20,00 e/o Circolo Mozart

Giornata della riconoscenza

Consegna dell Paul Harris Fellow

E' gradita la presenza delle Signore


Motto del Presidente:

"Costruisci il futuro con

azione e lungimiranza"

Motto del Distretto:

"II Rotary per l'uomo"

Rotary Club

Milano - Sesto San Giovanni - distretto 2O4O

RIUNIONE N. 28 del 25 FEBBRAIO 1997

BOLLETTINO N. 1612

ALBERTINI

AVANZINI

BARBACCIA

BARGNA

BARRANO)

BENI

BERTINI

BINASCHI

BOVATI

BRUSEGANI

CALASTRI

CALLEGARI

CATTANEO

COCCIA

COLOMBO

CONTRI

CROCE

DE BOSIO

DE SANCTIS

DEL CORNO

*

*

*

03

05

OS

16

08

18

20

20

19

11

22

18

18

01

01

02

04

01

15

15

* - Presenti alla riunione

Hanno cortesemente avvertito della loro assenza:

Sono esentati dall'obbligo di presenza a nonna

dell'alt. Vili, 3-b S.R.C.

Sono esentati dall'obbligo di presenza a norma

dell'articolo X, 2-a, i S.C.R.

Sono esentati dall'obbligo di presenza a norma

dell'articolo VII. 3-a, S.C.R.

Presiede: Marino Magri

FERRARIS

FERRINI

FRANCESCHINI

GALLI

GIUNTA

GRISOTTI

GUSELLA

GUSELLA G.

IUDICA

LAMBERTENGtH

LEONI

LURIDIANA

MAGRI

MANCIOPPI

MANGIAFICO

MANGILI

NOVELLO

PAJANI

PEDUZZI

Consiglio 1996-1997

Presidente Marino Magri

PastPrcs. Giuseppe CatUneo

Pres. Incoming Pierluigi Novello

Vice Presidente Luciano Raco

Segretario Ch'anni Gusella

Tesoriere

Armando Valsecctu

Prefetto

Vittorio Leoni

Consiglieri G. Binaschi - D. del Como

G.Ferraris Mortarino

E. Luridiana - A. Perani

T. Quattrin - D. Rebay

L. Stroppa

ISCRITTI N. 53 PRESENTI N. 3 1

Presenza odierna in percentuale 58.49 %

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

08

12

05

05

04

01

26

26

10

24

24

21

28

15

28

12

23

17

16

PERANI

PlCCIOCCffl

PREDETTI

QUATTRIN

RACO

REBAY

REGGIORI

SCULLICA

STROPPA

TRIBUNO

VALSECCffl

VIGANO'

ZAFFARONI

ZANGIACOMI

*

*

*

*

14

07

18

12

28

22

20

17

21

22

25

14

09

24

ludica-Quattrin-Novello-Predetti-Del Corno-Zaffaroni

Avanzini - Barbacela - Bazzi - Berlini - Bevati - Calastri

Lambertenghi - Luridiana - Mangili - Novello - Pajani -

Peduzzi - Piccioccchi - Reggiori - Zangiacomi.

Albertini-De Bosio


"INVESTIMENTI SOCIALI DEL ROTARY: ARIN 1997"

A CURA DI A. V1GANO'

Mano Bazzi ci ha lasciato,

oggi, alle ore 15. Credo abbia

lasciato un segno in ognuno di

noi, attimi di silenzio e di

raccoglimento. Poi c'è' il

pranzo. Alla fine della cena il

Presidente presenta gli ospiti

tra cui la Presidi-messa dello

Interact che sinteticamente

espone le iniziative in corso.

Il nostro Interact consta di 12

soci e di una decina di

aspiranti tra i 15 e i 17 anni.

L'esponente del club giovanile

ricorda l'attività svolta dai soci

di assistenza ai ciechi, nonché

la gara di golf organizzata per

il 17 maggio.

Il nostro Presidente Magri

comunica che dall'I al 12

giugno sarà presente a Milano

un gruppo di studio della South

Carolina. I membri saranno

nostri ospiti per un giorno

come già avvenne lo scorso

anno per il precedente gruppo

che ha visitato Milano.

Ricorda ancora il Presidente

che si ricercano volontarì per il

C.A.M. (rivolgersi a Calasti-!).

Dal 1° marzo la Segreteria

passerà sotto l'egida di Gianni

Gusci la.

Un vivo e sentito

ringraziamento a Perani che

con generosità ed operosità ha

gestito la Segreteria in modo

encomiabile.

Il mese di febbraio è il mese

dedicato alla "intesa tra i

popoli": cade allora proprio a

proposito il tema oggetto della

relazione della serata: Mho

sentito parlare di un sogno:

l'esperienza del villaggio della

pace in Israele1". Interviene la

Prof. Franca Fabris.

Un vivo ringraziamento

alI'Arch. Beni che ha

contattato ed invitato la

relatrice. Segue una breve

relazione del Socio Beni.

La Fabris si dice onorata di

partecipare perché conosce

l'operosità dei vari Rotary

Clubs e lo spirito che li anima.

Neve' Shalon Wahat as-Salam

è traducibile come oasi di pace

che costituisce la realtà di un

piccolissimo villaggio di 150

persone in un piccolissimo

paese (Israele). Trattasi di un

microcosmo che da circa 20

anni sta facendo, un lavoro che

la relatrice definisce molto

raffinato perché va a fondo

nella relazione tra nemici

(Israeliani-Palestinesi).

L'oggetto è la pace di cui tanto

si parla o, se si vuole, la

gestione non distruttiva del

confi ino.

Il lavoro che si fa nel villaggio,

aggiunge, aggiunge la

relatrice, ci educa e ci fa

crescere.

Il fondatore di neve Shalom è

un padre domenicano che

nasce ebreo in una famiglia

ungherese (il padre era ebreo):

Studia al Cairo, entra in

contatto con il mondo arabo,

impara la lingua italiana.

Frequenta l'università in

Francia: Ingegneria la sua

vocazione vera - dirà Padre

Bruno Russar di cui stiamo

parlando - è sempre stata

quella di fare ponti ma ponti

tra la gente.

Più volte designato al Premio

Nobel per la pace, ha sempre

rifiutato.

Mussar diventa ad un certo

punto discepolo di Gesù (non

dice egli stesso: "mi sono

convcrtito al Cristianesimo").

Non rinuncia, Padre Russar,

ad essere ebreo.

Nel villaggio si gestiscono

relazioni tra ebrei, cristiani e

musulmani. Convivono

famiglie ebree ed arabe.

Segue un breve filmato.

"un'oasi di pace".

Palestinesi ed ebrei si uniscono

per dimostrare come si può

convivere. Il villaggio è una

scuola per la pace, per tenere

sotto controllo il conflitto.

Nell'accademia di pace si

organizzano seminar! e scuole

di formazione che accolgono

circa 1500 persone all'anno.

Il conflitto è tra due popoli

diversi che convivono in

un'unica terra.

Al laboratorio per la pace si

sviluppano le capacità di

esprimersi e di capire gli altri.

E' un cammino verso la

comprensione delle necessità

reciproche.

Neve' Shalom è visitato da

persone di tutto il mondo che

vogliono vedere questo

modello.

Funziona una foresteria.

Già dall'asilo l'educazione è

bilingue (ebraica e

palestinese). Nella scuola sono

presentate le feste religiose sia

musulmane che ebraiche.

I bambini conoscono le feste

nazionali dei due popoli.

Ognuno celebra le proprie

feste ma è informato, conosce e

rispetta le feste degli altri.

I giovani ebrei sono chiamati al

servizio militare; i palestinesi

no, perché considerati un

pericolo per la sicurezza.

L'ambiente di vita a) villaggio

è piacevole ed armonioso.

Nella casa del silenzio ognuno

può pregare secondo la propria

religione e la propria fede.

II linguaggio che unisce è

unico.

Alla fine del filmato la

relatrice esprime la

convinzione che il villaggio

costituisce un modello di

esistenza per le generazioni

future. "Credo che diventerà

una grande comunità: è un

contributo allo sforzo di

convivenza tra i popoli".

Intervengono Magri, Raco,

Tribuno,Cananeo, Mancioppi,

Scullica e la Signora

Luridiana.

Alle ore 10.45 il Presidente

scioglie la conviviale.


L'ANGOLO DEL PRESIDENTE fi

Desidero riprendere le mie

riflessioni "nell'angolo del

Presidente", in occasione del

Mese di Marzo, che è quello

dedicato ai Club. E' infatti

corretto nel corso dell 'anno

rotariano fermarsi ogni tanto,

guardare ali ' interno del club

verifìcare il suo stato di "salute",

valutare il progredire dei

programmi eventualmente

stimolare i settori più carenti.

Non è questo tempo di bilanci,

ma bensì di un giudizioso

controllo sulla rotta che il Club

sta seguendo.

Delle 4 vie di azione su cui ruota

la vita del Club, quella che a mio

parere necessita un più attento

riguardo è l'azione interna,

essendo le altre 3 in piena

"salute".

Le recenti indagini statistiche

svolte con meritevole diligenza

dal nostro segretario, confermano

l'elevata età media del nostro

Club e la riduzione direi quasi

preoccupante del suo organico.

Quello che io chiamo lo "zoccolo

duro" del Club è senza dubbio

vivace e fortemente attivo, ma

abbiamo tutti il dovere di

"guardare Avanti con azione e

lungimiranza" e non possiamo

CALENDARIO

ROTARIANO

PER IL MESE DI

MARZO

Mese dei Club.

Auguri ai Soci da

parte del Club A

DEL CORNO

GRISOTTI

PERANI

STROPPA

CARTOLINE

rimanere inerti di fronte ad un

fenomeno che da un paio di anni

si è infiltrato nel Club: la crescita

Zero, cioè i nuo%4 soci che non

riescono a coprire le defezioni.

Certo il Milano Sesto S.

Giovanni è un Club prestigioso e

selettivo, il prossimo anno

festeggeremo i 40 anni di vita,

ma è nostro dovere, nel ricordare

con orgoglio il passato,

proiettarsi con entusiasmo vero i

12000 ! Luridiana con la sua

precisa analisi ha predisposto un

piano per attivare soluzioni

positive al riguardo, ma ho

l'impressione che ci sia un po' di

indifferenza sull'argomento o

perlomeno una sua non

sufficiente valorizzazione da

parte di tutti.

Il Rotary è una "Ruota" sempre

in movimento, è vita che scorre

ed ha bisogno di linfa sempre

nuova. Guai se ci crogiolassimo

nei nostri ricordi, raccolti nel

tepore di sincere amicizie e non

ci proiettassimo verso il futuro,

magari anche prendendo qualche

rischio; tradiremmo il nostro

passato e non rispetteremmo i

nostri doveri rotariani.

Tutti insieme cerchiamo quindi

di stimolare i più pigri e diamoci

LA SEGRETERIA INFORMA

03.03

20.03

29.03

20.03

Cari saluti a tutti i Soci da.

Emma e Pierluigi Novello da

Rio De Janeiro

Giuseppe Barranco. da Istambul.

DIMISSIONI

I Soci Spingardi e Coccia, ci

lasciano, le nuove responsabilità

a cui sono stati chiamati in

ambito professionale. non

consentono più di poter essere a

Milano

SEGRETERIA

Con i primi di marzo la

segreteria del Club traslocherà

dall'ufficio di Perani all'ufficio

di Gusella. Dopo praticamente

tre anni era giusto mantenere la

promessa fatta a Perani e alla

Signora Cìaudia di essere

avvicendati in tale lavoro. Vi

prego prendere nota del nuovo

numero trelefonico del Club

presso il mio ufficio:

02/59903934

A questo numero verrà messa

una segreteria telefonica con le

informazioni della prossima

riunione e con la possibiltà di

lasciare dei messaggi a

qualunque ora del giorno e della

notte, tipo le scuse per le assenze

oppure chiedendo di essere

richiamati.

AUGURI, SEMBRA IERI

Eppure sono passati ben 40

anni!!!!!!

Chi? I coniugi Luridiana hanno

festeggiato i loro primi 40 anni di

matrimonio. Auguri da tutti noi.

da fare con entusiasmo per

rinvigorire il nostro Club.

Il 25 marzo festeggeremo la

"Giornata della riconoscenza",

cioè ricorderemo la nascita del

Club; mi auguro una

partecipazione globale di tutti i

soci, perché ringraziando i 12

Past President attualmente

presenti nel Club e presentando

nuovi soci, daremo una chiara

testimonianza della Vitalità del

Club e formuleremo un sincero

augurio per un suo brillante

futuro cammino.

Per ultimo desidero ringraziare

vivamente l'amico Perani, che

con grande generosità e

signorilità ha ospitato per 3 anni

la segreteria del nostro Club, che

ora è passata nello studio del

socio Gianni Gusella. Solo chi

ha dimestichezza con le "carte

rotariane" può valutare in pieno

l'impegno che una segreteria

richiede per essere veramente

efficiente e Perani con il suo staff

(Signorina Cìaudia) ha svolto

egregiamente il compito. Sono

sicuro che il giovane Gusella farà

altrettanto bene e mi auguro che

l'informatizzazione della

segreteria con lui divenga realtà.

PREMIO ALLA

PROFESSIONALITÀ'

Istituito dal gruppo Mediolanum,

il "Premio alla Professionalità" è

un riconoscimento ad una linea

di vita improntata al lavoro e ai

suoi valori umani e sociali. Il

premio consiste in una somma di

lire 50.000.000 oltre ad una targa

d'oro. Tutti i rotariani sono

invitati a partecipare alla raccolta

delle candidature entro il

31.03.1997. II bando è a

disposizione presso la segreteria.

COPPA DEL

GOVERNATORE

DISTRETTO 2040

Torneo indoor interclub doppio

maschile. Le iscrizioni devono

pervenire entro il 6.4.97 presso la

segreteria del Tennis Junior di

Milano. Tei 7388222.

CIAO MARIO, e GRAZIE DI

TUTTO

Ciao sono "il Mario", scusa se ti

disturbo In questa frase c'è tutta

la vita di Mario. Questo primo e

nuovo bollettino lo dedico a LUI.

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!