Progettazione e realizzazione Depliant

lavoro.pcacademy.it

Progettazione e realizzazione Depliant

Quando l’amore per la natura

diventa creatività!


2

“Crediamo che il legno

più di ogni materiale

sappia esprimere l’estro, la

sensibilità, la mano capace

di chi lo ha modellato.

Con questa convinzione

lavoriamo il legno,

valorizzandone le forme

ed i colori, affinchè possa

fare bella mostra di sé in

ogni ambiente”


CHI SIAMO

La cultura del Legno si tramanda nella casa dei balocchi da tre

generazioni.

Nella bottega del nonno, carraio per eccellenza, mio padre ha

appreso la maestria artigianale e la conoscenza della materia Legno.

Con l’avvento dell’era moderna il legno è passato in secondo

piano rispetto ai nuovi materiali.

Nella casa dei balocchi il legno è diventato oggettistica, il legno

è diventato giocattolo.

Costruire giocattoli divertenti e al tempo stesso utili per sviluppare

le capacità intellettuali e manuali delle persone, stimolando il

ragionamento e la creatività: questa è l’idea di fondo, oggi la

chiameremmo mission, che portò a fondare la casa dei balocchi.

Siamo un negozio di prestigio e siamo diventati in pochi anni

punto di riferimento per chi cerca articoli di qualità.

Il negozio è nato per creare, giochi e giocattoli, fuori

dagli schemi commerciali. La storia dei giocattoli risulta molto

interessante non solo per la specificità del tema, ma anche per

contestualizzare alcuni periodi storici e venire a conoscenza di

diversi fattori.

Non si può tracciare una storia dei giocattoli senza partire

dai materiali. I primi giocattoli furono costruiti, come i primi

utensili, con pietra, legno o argilla. Fra gli oggetti ritrovati nei siti

3


archeologici a cui si attribuisce

funzione di giocattolo,

compaiono soprattutto

rappresentazioni in miniatura

di persone, animali, o strumenti

usati dagli adulti.

Nell’Antico Egitto esistevano

bambole fatte di pietra,

porcellana con capelli finti e arti snodabili.

Sono stati ritrovati durante le spedizioni archeologiche anche i

primi yo-yo, risalenti alla Cina di 2500 anni fa, e trovati anche nella

Grecia antica.

Nel medievo, a causa della scarsa resistenza del materiale con

cui i giocattoli venivano costruiti, non ci è rimasto molto.

Nel Settecento, all’epoca dei Lumi, il giocattolo diventa non

solo oggetto ludico, ma vero e proprio strumento scientifico e

analitico per comprendere il bambino, avviando così l’aspetto

commerciale del balocco.

4


“Conquistare sempre

più persone, con un

affascinante viaggio

alla scoperta di un’arte

raffinata che abbina la

creatività e la perizia

manuale, all’amore per

il legno in tutte le sue

“venature”, a partire

dal rispetto per questa

materia così viva e

preziosa”

5


6

LAVORAZIONE

DEL LEGNO

La materia prima utilizzata nel

ciclo produttivo in questione è

il legno, definibile come il più

importante materiale organico

ricavabile dagli alberi e composto

da circa il 50% di carbonio,

45% di ossigeno e per la parte

rimanente da idrogeno e cenere.

Il ciclo produttivo del legno, dopo

che gli alberi abbattuti, lavati e

tagliati vengono stagionati ed essiccati, può essere suddiviso nelle

seguenti fasi:

- lavorazione tronco

- taglio, piallatura e trattamento del legno

- assemblaggio delle tavole e rifinizione

- verniciatura e carteggio

- essiccamento

Durante la prima fase del ciclo il tronco viene scortecciato e lavorato

allo scopo di ottenere legname tondo o quadrato da cui poi ricavare

legno riquadrato o tavolame.

Nella fase successiva il legno viene tagliato per ottenere listelli,

travicelli e tavole di misure determinate.

L’unione di legni attraverso l’incollaggio sfrutta la porosità del

materiale, favorendo la penetrazione della sostanza collante in

profondità all’interno delle fibre ed il successivo indurimento. Questo


isultato è ottenuto attraverso delle tecniche a caldo

(quando gli spessori da incollare sono molto sottili) o a freddo

(quando si devono incollare pezzi di dimensione del centimetro).

Le colle più utilizzate sono solitamente monocomponente ad acqua

o sintetiche mono o pluricomponente.

Dopo l’incollaggio i pezzi

vengono levigati per ridurre

la rugosità e favorire la

verniciatura.

La fase di piallatura è

finalizzata alla lisciatura del

pezzo.

La successiva lavorazione a

macchina o a mano ha lo scopo

di ottenere il prodotto finito

che dovrà essere sottoposto

alla fase di verniciatura; questo

trattamento ha lo scopo di formare una pellicola solida ed elastica sul

manufatto, dotata di resistenza meccanica e chimica, per proteggerlo

dagli agenti chimici e fisici presenti nell’ambiente, e conferirgli delle

diverse caratteristiche estetiche.

La verniciatura spesso richiede più applicazioni di prodotto:

- tinteggiatura: applicazione di prodotti per la colorazione del legno

in caso di finiture

trasparenti;

- applicazione di isolanti: si tratta di prodotti che favoriscono

l’aggrappaggio della vernice sul supporto da verniciare;

- stuccatura: applicazione di prodotti riempitivi molto densi,

7


applicati su truciolare e carta per chiudere la porosità del legno;

- fondo: applicazione di prodotto verniciante allo scopo di

creare la base per la vernice di finitura;

- finitura: rappresenta l’ultimo strato di vernice applicato sui

manufatti per dare l’aspetto finale e le caratteristiche meccaniche

e di resistenza chimica.

A seconda dell’aspetto che si vuole ottenere la vernice sarà:

- trasparente: permette di

apprezzare le venature e

sfumature del legno;

- pigmentata: contiene pigmenti

per conferire al manufatto il

colore desiderato;

- lucida-opaca: a seconda del

potere riflettente della vernice di

finitura si otterrà una superficie

lucida, semilucida, semiopaca,

opaca;

- poro aperto - poro chiuso: la

vernice può lasciar intravedere o meno il poro caratteristico delle

fibre naturali del legno.

Per cambiare colore al legno si applicano dei mordenti o delle

aniline, composti coloranti a base di acqua o alcool che penetrano

all’interno delle fibre ottenendo la tonalità desiderata.

Durante il ciclo di applicazione della vernice il manufatto deve

essere carteggiato allo scopo di ridurre la rugosità, ottenendo

una superficie liscia ed omogenea, e facilitando la verniciatura

8


sul pezzo grezzo e tra un’applicazione e l’altra

di vernice.

Per l’applicazione dei prodotti vernicianti

possono essere utilizzati diversi sistemi applicativi:

a pennello, rullo, velo, spatola, trafila sottovuoto,

immersione, flow coating, elettroforesi, con pistola a spruzzo con

aria, senz’aria, con sistema airmix, con pistola elettrostatica, con

sistema a bassa pressione (HVLP).

Le vernici applicate sui manufatti, per poter assolvere al compito

di protezione delle supefici, si devono presentare allo stato solido;

viceversa, il ricorso ai diversi strumenti di applicazione richiede che

vengano diluite (attraverso la miscelazione con prodotti chiamati

veicoli) per raggiungere la viscosità desiderata. Dopo aver esaurito la

propria funzione, il veicolo (solitamente il solvente) deve essere fatto

evaporare con l’aiuto del calore e di una certa velocità dell’aria (fase

di essiccazione).

L’essiccazione può essere:

-fisica: l’evaporazione dei solventi e

l’indurimento avvengono per effetto

termico mediante l’impiego di aria calda

e raggi infrarossi;

-chimica: l’indurimento viene provocato

dai catalizzatori contenuti nella vernice;

-fotochimica: i catalizzatori vengono

attivati dai raggi UV, a cui sono esposte le

superfici verniciate.

9


10

“Giocare significa

allenare la mente alla

vita. Un gioco non è

mai solo un gioco”

Stephen Littleword


I NOSTRI

PRODOTTI

ALBERO INFILABILE

Un gioco utilissimo con il quale il

bambino si divertirà a posizionare gli

animaletti sull’albero usando i lacci

colorati facendoli passare negli appositi

fori.

Il gioco incoraggia il coordinamento

mani, occhi, presa e destrezza, assicurando

divertimento allo stesso tempo.

Una risorsa educativa per tutti i bambini.

Albero e soggetti in legno.

Dimensioni: cm 24 x 36,5

BARILE CON CUBI ABC 123

40 cubi di legno colorato con lettere

e numeri in un pratico secchiello dove

riporre velocemente i cubi a gioco

terminato.

Un valido strumento per avvicinarsi al

mondo della matematica e dell’alfabeto

giocando: ogni faccia dei cubi presenta

una lettera, un numero o un segno

aritmetico.

Dimensioni Cubi: 3x3 cm

11


12

BIRILLI ARCOBALENO

L’intramontabile gioco dei birilli in una

bella versione in legno colorato. Può

essere usato in casa o all’aperto.

9 birilli di legno alti 19 cm con i

colori dell’arcobaleno e 2 biglie per

avvincenti sfide con gli amici.

Sviluppa l’abilità manuale e il

coordinamento occhio-mano.

COSTRUZIONI IN LEGNO

Un classico gioco che aiuta a

sviluppare diverse abilità del bambino,

dalla coordinazione vista-tatto

all’immaginazione. Agli “architetti in

erba” sarà possibile realizzare svariate

costruzioni: città, torri e paesaggi.

Un pratico secchiello con 50 cubi

multiforme (cubi, triangoli, quadrati,

circoli, rettangoli, ponti e semiponti).

Cubi in legno massiccio, pitturati ad

aquerelli con colori atossici. La pittura

usata è resistente alla saliva per cui

se il bimbo lo mette in bocca non si

corre il pericolo.


GIOCO CON I CHIODI

Una tavoletta di sughero su cui

creare libere composizioni con le

tessere colorate in legno, che vanno

fissate con i piccoli chiodi metallici

forniti nella confezione.

27 placchette di legno (spessore

3 mm). Base in sughero, martello

di legno, chiodi e modelli colorati

inclusi.

DAMA CINESE

Un divertente gioco di legno per

tutta la famiglia da 2 a 6 giocatori.

Gioco tradizionale per due/

sei giocatori in cui lo scopo è

attraversare la parte centrale della

tavola e occupare per primi il

triangolo opposto, procedendo

esclusivamente in diagonale un buco

alla volta oppure saltando altre

pedine in diagonale.

Un gioco in cui la strategia

è fondamentale e la fortuna

secondaria. Uno dei giochi da tavolo

più divertenti e animati specie se

giocato in molti.

13


LA CASA DEI

BALOCCHI

00200 Cosenza, Via Margherita 5

tel. 0984 557789

www.casadeibalocchi.it

info@casadeibalocchi.it

More magazines by this user
Similar magazines