14.10.2021 Views

Intervento idrico-sanitario per rispondere all’Emergenza SARS-CoV-19

  • No tags were found...

You also want an ePaper? Increase the reach of your titles

YUMPU automatically turns print PDFs into web optimized ePapers that Google loves.

Intervento idrico-sanitario per rispondere

all’Emergenza SARS-CoV-19


PROGETTO

Con questo progetto ACAV vuole realizzare 20 riabilitazioni di pozzi non più funzionanti nel

distretto di Koboko.

Il diffondersi della pandemia da SARS-CoV-2 in Uganda ha aggravato il già precario stato

igienico-sanitario del Paese. In maniera particolare, l’assenza di servizi igienici e la ridotta

disponibilità di acqua pulita possono causare un drastico aumento dei contagi.

Con l’obiettivo di prevenire e ridurre la diffusione del virus, il Distretto di Koboko ha chiesto ad

ACAV, partner affidabile presente in loco e con cui collabora positivamente da decenni, di

aiutare nello sforzo del Governo locale a migliorare la fornitura d’acqua pulita in questo

periodo storico caratterizzato dalla pandemia di SARS-Cov-2.

Dove: Africa, Uganda, Regione del West Nile, distretto di Koboko

Partner locale: Distretto di Koboko



CONTESTO

L’igiene e la disponibilità di acqua pulita sono il primo mezzo per

prevenire la diffusione del virus, attraverso il lavaggio delle mani, oltre

alla prevenzione di altre numerose malattie che complicherebbero

le condizioni di salute se venissero a verificarsi casi di Coronavirus.

Verificato che 20 comunità del Distretto sono maggiormente a rischio

per la mancanza totale di facilitazioni e punti vicini di accesso

all’acqua pulita, insieme alla consistente presenza di rifugiati

provenienti dal Sud Sudan, ACAV ed il Distretto di Koboko Governo

Locale hanno elaborato il progetto e ACAV si propone di riabilitare

20 fonti d’acqua e di fornire inoltre un’adeguata sensibilizzazione

circa i corretti comportamenti igienico-sanitari da tenere soprattutto

al giorno d’oggi.



COSA FACCIAMO

Obiettivo generale: Aumentare la disponibilità di

acqua pulita ed evitare la diffusione del Corona

Virus nel Distretto di Koboko.

Obiettivi specifici

1) Aumentare l'accesso a fonti d’acqua pulita da

parte della popolazione;

2) Sensibilizzare la popolazione in Trentino sui corretti

comportamenti igienico-sanitari.


CON CHI

Il Governo Locale ha identificato 20

comunità maggiormente a rischio, non

dotate di acqua pulita; attualmente la

popolazione di questi luoghi, è costretta a

muoversi per raggiungere la fonte

d’acqua più vicina presso altre comunità.

Beneficiari dell’intervento saranno

pertanto 20.000 persone (in maggioranza

donne e bambini) stanziati nel distretto di

Koboko, situato nella regione del West-Nile

nell’estremo angolo a confine con Sud

Sudan e Repubblica Democratica del

Congo.


ATTIVITA’

• Informazione e sensibilizzazione.

La sensibilizzazione, rivolta ai profughi ed ai residenti verterà sull’importanza del corretto uso della

nuova fonte d’acqua, a prendere coscienza delle possibilità di vita ed i miglioramenti dal punto di

vista della salute in seguito all’accesso di acqua pulita. Verrà svolta un’azione di sensibilizzazione

verso le pratiche, seppur basilari di igiene.

Contemporaneamente un’attività consapevole del corretto uso dell’acqua verrò svolta anche in

Trentino, come di ponte e collegamento tra le due realtà.

• Riabilitazione delle 20 fonti d’acqua non più funzionanti da parte del personale locale di ACAV

• Gestione delle fonti d’acqua riabilitate.

Oltre alla concreta riabilitazione eseguita dal team di perforazione ed installazione, si prevede

anche di realizzare una parte più socio-partecipativa per promuovere una buona gestione delle

fonti d’acqua riabilitate in modo che la loro durata nel tempo sia garantita e sia presa in carico dai

beneficiari.



SOSTENIBILITA’

L’obiettivo di questo progetto è di dare risposta in modo puntuale, concreto e veloce alla

situazione di emergenza da coronavirus presso le popolazioni più vulnerabili.

Lavorare insieme alle autorità locali del Distretto e dell’Autorità Governativa Locale,

rafforzandone al contempo le capacità, fornisce un meccanismo di sostenibilità integrato per il

progetto oltre la sua durata.

Infatti, insieme ai partner si è previsto che, una volta conclusa l’emergenza, le opere realizzate

potranno comunque servire le comunità locali che in questo momento non hanno fonti pulite

disponibili nelle vicinanze.

L’attività di sensibilizzazione al valore dell’acqua, attuata sia presso la popolazione beneficiaria

del distretto di Koboko che presso le scuole trentine, verterà sull’importanza del corretto uso

dell’acqua, e servirà a prendere coscienza delle possibilità di vita ed i miglioramenti dal punto

di vista della salute in seguito all’accesso di acqua pulita insieme alle buone pratiche per

prevenire il diffondersi del Corona Virus.

In questo modo è possibile sviluppare tra i destinatari competenze igienico-sanitarie di base

insieme ad una maggior consapevolezza su prendersi cura di questo bene prezioso,

instaurando al contempo relazioni e collegamenti intra-continentali.


RISORSE

50.000

43.200

ACAV

REGIONE AUTONOMA TRENTINO-ALTOADIGE

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!