Donwload PDF 9 - Valchiavenna

valchiavenna.com
  • No tags were found...

Donwload PDF 9 - Valchiavenna

Numero 9 - Gennaio 2008V alchiavenna V acanzeperiodico d’informazione turisticaConsorzio per la promozione Turistica della Valchiavenna Chiavenna (SO) - Via Consoli C., 11 - Tel. +39 0343 37485 - Fax +39 0343 37361Madesimo (SO) - Via Alle Scuole Tel. 0343 57039 - Chiavenna (SO) - C.so Vittorio Emanuele II, 2/A - Tel. e Fax +39 0343 33442www.valchiavenna.com - www.madesimo.comINVERNOemozioniin pistaWinter, snow feverSpecialeBaby Park LariciIntervista aNatalia EstradaNuove pistein Valle di Lei


Bresaola della Valtellina IGPBRESAOLE DEL ZOPPOVia delle Industrie, 223010 Buglio in Monte (SO)tel. 0342 620019 - fax 0342 620030e-mail:info@delzoppo.it


l’editorialedi FRANCO MOROPresidente ConsorzioTuristico della Valchiavenna.President of the ConsorzioTuristico ValchiavennaLa scelta di questa splendida immagine per la nostra copertina non è casuale.Con il numero invernale di ValchiavennaVacanze, che festeggia i suoi due anni di vita,ci siamo posti l’obiettivo di raccontare anche con il cuore - e non solo con le parole -l’emozione di una sciata sulle nevi della Valchiavenna. Abbiamo selezionato molte fotografieprima di trovare quella giusta. La neve, lo sapete, qui da noi non manca mai. Quest’anno siamostati tra i primi a inaugurare la stagione, aprendo gli impianti il 30 novembre e regalando nevenaturale ai nostri ospiti, che hanno molto apprezzato la qualità dei tracciati.Skiarea Valchiavenna ha concluso la fase più importante della campagna di rinnovamentodegli impianti che in questi anni ha permesso di realizzare nuove seggiovie e cabinovie, rispettandosempre l’ambiente e la montagna. Nelle prossime pagine, il presidente Luca Caniatospiega molto bene il senso e la filosofia di questo lavoro, svelando ai lettori quali sono i sogniche tutti vorremmo presto vedere realizzati per lo sviluppo del comprensorio.La strada da compiere è ancora lunga e ambiziosa, ma siamo fiduciosi.Con l’impegno di tutti, a cominciare dai nostri bravi operatori che lavorano con serietà e impegno,vi aspettiamo per spalancarvi le porte delle nostre splendide vallate per una vacanzameravigliosa.Troverete infinite proposte per godere appieno la magia della montagna immersa nellaneve.Il calendario eventi è ricco e articolato, con iniziative rivolte a grandi e piccini.Oltre allo sci su pista, la Valchiavenna propone esperienze indimenticabili lungo gli itinerarifrequentati da chi ama muoversi con le ciaspole. Ci sono poi le uscite con le guide alpine,lo scialpinismo e le scalate sulle colonne di ghiaccio. Non manca il fondo, con gli anelli diCampodolcino, Motta, Madesimo e Montespluga. Come vedete, ce n’è davvero per tutti igusti.In qualità di presidente del Consorzio turistico spero di avervi presto ospiti qui da noi!4The magnifi cent photograph on the cover was by no means a random choice.This winter’s edition of ValchiavennaVacanze means we can celebrate our second birthday, and init we’re determined to try to capture some of the thrills and excitement of a day’s skiing in Valchiavenna.Our message comes straight from the heart and – as you will have noted – not only inwords. It was no easy choice but we think we’ve got it about right!As I hope you’ll appreciate, snow’s never a problem for us. And again this year we’re one of the veryfi rst to get the season off to a flying start, with facilities opening on the 30 th November, and visitorsbeing generous in their praise of the high quality of the slopes – on natural snow of course.Skiarea Valchiavenna has now completed the most important phase of the renovation programmeof installations in the region, which has seen the improvement and creation of new ski-lifts andcabins, always with due consideration to the environment and the mountains themselves. In thisedition the President Luca Caniato paints an intriguing picture of the reasoning and philosophybehind this work, and at the same time reveals to you, the reader, the ambitions we would like tosee made real in the continuing development of our territory.Yes we know - it’s a long and ambitious journey but we remain ever-positive.Thanks to the hard work of everyone, starting with our terrifi c work-force who provide reliabilityand commitment, we’ve been able to throw open the doors to our wonderful valley, already. There’sa fantastic holiday awaiting all of you here. In Valchiavenna you’re sure to fi nd a whole range ofproposals to help you enjoy your stay to the full. A back-drop of snow-covered mountains ensuringthe magic. There’s an extensive and well-considered winter programme, with activities gearedtowards both young and old. Apart from the slopes themselves, Valchiavenna offers unforgettableopportunities for those who enjoy outings on snow-rackets. There are days out with Alpine guides,or excursions towards the summits on skis, or even ice-climbing the frozen waterfalls of the valley.Not to mention old faithfuls like cross-country skiing, with attractive circular routes of Campodolcino,Motta, Madesimo and Montespluga. Something for all tastes, wouldn’t you say…Finally as President of the Consorzio turistico, I very much hope to have the pleasure of welcomingyou as a guest of our valley in the very near future.


in questo numero8Emozioni sulla neveinverno ricco di eventiSnow fever17Arte: Cascellae Consagra in mostraMadesimo plays hostto the worksof Cascellaand ConsagraLA COPERTINAUna bella sciata in neve frescaimmortalata dal fotografoin Valle di Lei.InsertoSkiarea Valchiavennamappa e prezzi20Una stagionea tutto sportWinter all-sports!22Baby Park Larici:spazio ai più piccoliFuntime for the kids!pagina 24Settimana nazionale CaiCai: national weekpagina 29Riapreil Tèc de l’ursTèc de l’ursto re-openits doors25Valle di Lei:sognando le nuove pisteNew ski slopes in Valle di Leipagina 38A tutto ghiaccioAll eyes on the ice!5


in questo numero6pagina 44I vini di MametePrevostinipagina 52RicordandoLucianoLeonardipagina 53Blossomper sciareal toppagina 48MontesplugaparadisobiancoAn Alpine havenV alchiavenna V acanzeperiodico d’informazioneturisticaEditoreConsorzio per la promozioneturistica della ValchiavennaVia Consoli Chiavennaschi 1123022 Chiavenna (So)Tel. +39.0343.37485Fax +39.0343.37361www.valchiavenna.comwww.madesimo.comconsorzioturistico@valchiavenna.comDirettore responsabileGiovanni Luca PapaHanno collaboratoFilippo Maria Pighetti, Gloria Gerna,Manuela Iacomella, Carlotta Pighetti,Eleonora Vener, Silvia Isabella, Ray Ball.Foto diSilvio Sandonini,Stefano Gusmeroli www.gusme.itFoto Oasi Pian di SpagnaStampaPolaris tipografiaVia Vanoni 79 - 23100 SondrioPubblicazione registrataTribunale di Sondrio n. 353del 19.12.2005.30MadeParkpiù dotazionie un logo nuovoThe MadePark: New Logo!32Attività:nel silenziodella naturaWinter sports withinnature’s peaceand quiet45La Madonna d’Europacompie cinquant’anniA tribute to Europe35Vie d’acquaper l’invernoA WinterWonderland40Natalia Estrada:«Il mio amore per la montagna»Natalia Estrada talksof her love for the mountains


Emozioni sulla neve!Snow fever!!8


Sarà un invernoall’insegna del divertimentoquello che si apprestano a viveregli ospiti della Valchiavenna.There’s a fun-packed winterto look forwardto for visitors to Valchiavenna.Non manca nulla per rendere specialequesta grande stagione. La cooperazionetra gli enti locali e il Consorzio dipromozione ha consentito di definire un calendarioricco di proposte, che garantirà a tutti lapossibilità di trascorrere una vacanza di emozionie sport sulle piste della Skiarea.L’inverno non poteva iniziare senza la consuetaparentesi di Play Days. Dal 7 al 9 dicembreSpia Games propone una vacanza esclusivaa sciatori e snowboarder, accompagnata daparty, aperitivi, test degli ultimi ritrovati nel settoredell’abbigliamento e del materiale sciistico.Tre giorni da trascorrere con i propri amici, assaporandole novità della stagione, sciando e partecipandoalle attività sulla neve. Il tutto conditoda tanta musica e le grandi feste notturne neirifugi situati nel cuore del comprensorio alpino.10Per chi invece vuole essere sempre aggiornatosulle novità del “pianeta neve”, l’appuntamentoda non perdere è fissato per il 15-16 dicembrea Madesimo, dove è in programma il “Test itall”. L’occasione è imperdibile ci saranno oltre300 tra snowboard e freeski dei migliori brandin circolazione, come Amplid, Apo, Armada,Blackhole, Burton, Capita, Flow, Forum, Ftwo,K2, Nitro, Movement, Ride, Rome, Salomon,Santa Cruz, Static, Venue, Volkl, Drake, Raidene Union! Durante il mese di dicembre queste 22aziende parteciperanno ad un tour che toccheràquattro località italiane. Lo spettacolo continua il28 dicembre con Burton. Toshiba e Yamaha presentanoil prestigioso contest di rail a Madesimo,dove i migliori rider sfideranno i “professional”del team Burton per aggiudicarsi nientemenoche una spettacolare motoslitta, messa in paliodal main sponsor Yamaha, per un montepremitotale di 15 mila euro. La prova si annuncia dialtissimo livello, in una cornice unica come la


categoria, più una coppia sorteggiata durantele premiazioni, gareggeranno sulla neve dellaValle Spluga spostandosi da una buca all’altraa bordo di motoslitte. La prova prevede inoltregiornate sulle piste, dove tutti potranno testarei nuovi sci e snowboard Salomon sotto la guidaesperta di istruttori nazionali.Lo spettacolo con i funamboli della neve tornain scena il 22 marzo con il Salice Open FreeRide. Skier, snowboarder e telemarker sarannoi protagonisti delle nuove e avvincenti giornatesempre a stretto contatto con la montagna. Ilcontest di freeride si svolgerà sulle piste dellaskiarea. La gara consisterà nel percorrere, rigorosamentein fuori pista, un tracciato selezionatosul Canalone dagli esperti di freeskiing. Onorequindi a chi saprà interpretare la discesa nelmigliore dei modi e a chi riuscirà a sfruttare lamorfologia del percorso fatto di dossi e cunette,sapendo scegliere la linea più veloce. Per tuttivige la regola della massima libertà: nessunalinea predefinita, nessun tracciato, nessuna preparazionedel percorso. Solo tanta adrenalina egambe d’acciaio.A rendere speciale la vacanza in Valchiavenna cisaranno anche le infinite proposte rivolte a grandie piccini. Nell’elenco degli eventi che poteteconsultare nelle ultime pagine del magazine, cisono tutti - ma propri tutti - gli appuntamenti chevi attendono nei prossimi mesi. Si parte con ledegustazioni di vini, passando poi alle fiaccolatesulle piste da sci, senza dimenticare le uscitecon le guide alpine, le ciaspolate sotto la lunapiena, lo scialpinismo, l’arrampicata sulle cascatedi ghiaccio e molto, molto altro ancora.Sarà un inverno meraviglioso quello che ciaspetta in Valchiavenna!They’re certainly pulling out all the stops to makethis a very special winter season. Local bodies,organisations and the Consorzio di promozionehave all combined to reveal a fantastic programmeof events guaranteeing everyone a holiday full ofexcitement and sport on the slopes within theSkiarea.Winter wouldn’t be winter without its customarylaunch with a series of Play Days. From the 7 thto the 9 th December. Spia Games are proposinga holiday exclusively with skiers in mind, (throw ina few snowboarders as well of course!) with accompanyingparties, aperitivi plus the opportunityto try out all the very latest creations whether itbe clothing or sports and skiing gear. Three greatdays to enjoy along with friends, getting the feelof the new season, skiing and taking in all thefestivities too. There are big helpings of music andparties in the evenings using the refuges right atthe heart of the alpine ski territory.And there’s more. Those who wish to remain ‘inthe know’ about what’s on and where on ‘planetsnow’, should make a serious note in their diaryfor the 15 th -16 th December at Madesimo whenthe ‘Test it all’ is projected. It’s an opportunity toogood to miss as it means the chance to try outmore than 300 types of snowboard and freeski incorporatingthe very best ‘names’ around, Amplid,Apo, Armada, Blackhole, Burton, Capita, Flow,Forum, Ftwo, K2, Nitro, Movement, Ride, Rome,Salomon, santa Cruz, static, Venue, Volkl, Drake,Raiden and Union! Get the idea! December seesthese 22 companies on tour around four Italianski-resorts.The show rolls on again to the 28 th December,when it’s the turn of Burton, Toshiba and YamahaDOVE MANGIAREE SOGGIORNAREWHERE TO STAYALBERGO EUROPAL’albergo a tre stelle sitrova a Campodolcino.Il luogo è ideale per glisciatori e le famiglie,dato che dista pochimetri dalla partenzadella funicolare SkyExpress. La gestione èfamiliare e le cameresono state tutterinnovate di recente.La cucina è molto curatae il menù propone piattitipici della tradizionelocale. L’albergodispone inoltre diripostiglio riscaldato perl’attrezzatura sportiva eposti auto coperti.A three star hotel inCampodolcino. It’s awelcoming spot and aperfect base for skiers andfamilies, given that it’sonly a stroll away from theSky Express undergroundcableway. It’s a family-runhotel and all rooms havebeen recently refurbished.There’s a quality kitchentoo, offering a menuincorporating traditionaldishes typical of the area.Via Corti, 93Campodolcino (So)Tel. +39 0343 51062Fax. +39 0343 58598www.albergo-europa.comh.europa@tin.it13


14Skiarea Valchiavennaoffre ai propri ospiti circa60 chilometri di piste,tre quarti dei qualiserviti da impiantidi innevamentoprogrammato.Le strutture di risalitasono state tutterinnovate di recente:impianti veloci cheannullano le code edanno modo agli sciatoridi godersi al meglio lediscese sulle piste.Skiarea Valchiavennaboasts around 60 kilometresof ski slopes for visitors,three quarters of which areequipped with snow-makinginstallations. The transportsystems taking skiers upto the slopes have all beenrecently renovated: nowoffering speedy access tothe piste, limiting queues toan absolute minimum andgiving sports lovers all thetime in the world to enjoytheir favourite pastimes.to unveil the fascinating Rail competition in whichthe very best riders will take on the ‘professionals’of the Burton team with the top prize being nothingless than a magnificent motoslitta – put up by themain sponsor Yamaha, and with combined prizemoney of 15,000 euro overall. It’s a contest of thehighest quality, taking place within a very specifi ccontext, the Arlecchino slope which breezes rightinto the middle of the village. The event begins inthe morning with training and qualification, continuesthroughout the day with the grand fi nal programmedfor 6.00 p.m. And the public are not leftout at all, for during the day it’s possible to try outsome of the new Toshiba and Yamaha productswithin the sponsors village. Sure to be popular tooin this, the second holding of the Toshiba NightRail is the involvement in the role of media partnerof Jack who will on a monthly basis organise aphotographic competition with prizes which includesubscriptions to magazines and many items fromthe Burton Range. Trade is likely to be fast andfurious at the mulled wine stand too, particularly


as things hot up in the fi nal evening stages of thecompetitions. And of course after the presentationsthe partying moves to the local discos, winner andloser alike! The 9 th February it will be the championsof Big Air who keep spectators’ eyes gluedskywards, when they take to the Arlecchino slopefor a two-day feast battling for freestyle supremacy.A huge jump set up right in the middle of the villagewill no doubt bring the very best out of athletesgeared up to showing off their fi nest qualities. Itshould be a breathtaking couple of days. Skierand snowboarder will find themselves challengingeach other side by side on the kicker initially forselection on the opening day, followed by the moreexpert being invited to take part at night time underthe fl oodlights. All this in front of stands heavingwith spectators. And at the end of the competition,post-presentation, as ever the party headsinto the night with music, cocktails and fun, fun,fun. On the 16 th and 17 th February Valle Splugawill host the Golf Up 2008 WhiteShot. Followingits introduction at Ravallo in summer this year,Nella pagina a fiancouna bella fotografiadella Cabinovia Larici,che da Madesimo portadirettamente nel cuoredel comprensorio.Sopra, un saltospettacolare in Valle diLei a quota 3000.Questo paradiso èraggiungibile da CimaSole con la funivia checollega la valle al PizzoGroppera.On the facing page anexcellent photo of theCabinovia Larici, whichtakes skiers from Madesimoto the heart of the skiarea. Above a spectacular‘launch’ in Valle di Lei, at3000 metres. Access to thisveritable paradise is by thecable railway from CimaSole which links the valleyto Pizzo Groppera.15


the challenge is to shift the emphasis ofan essentially summer sport and accommodateit within the winter programme. Theplayers who took part in Golf Up in Ligurianow have the chance to progress furtherhere in Madesimo, in the WhiteShot. Thewinning score (gross) by a couple, and thewinning couple (by handicap), plus anothercouple plucked at random in a draw made atthe presentation will compete on the snowsof Valle Spluga moving from hole to holeby motoslitte. The contest launches furtherdays of winter sports on the slopes againwith the chance to try out all the latest inSalomon skis and snowboards, under theexpert eye of national instructors.Deep breath! The 22 nd March sees the returnof the ‘tight-rope walkers’ of the snowwith the Salice Open Free Ride. These arecertainly exciting, novel and gripping dayswith the new stars, skiers snowboardersand telemarkers remaining tied ever closerit seems to the mountains. The freeridecompetition unfolds along the slopes of theSkiarea. The contest involves covering anoff-piste section of Il Canalone, speciallyselected by expert freeskiers. It’s a rigorous,demanding challenge. The honours go tothe skier who can negotiate the descentbest by way of exploiting the shape and conformationof the track – made up of bumpsand hillocks - in order to discover the veryfastest line. Absolute freedom for everyoneis the order of the day: no determined lineto take, no track to follow, no practice runsor course preparation. Pure adrenalin. Andlegs of steel might help.There are any number of activities guaranteedto make a winter holiday in Valchiavennaa special one – for young and oldalike. For an up-to-date listing of events youmight consult the back pages of our magazine.Everyone’s genuinely invited to join ineach and every one. From the wine-tasting,to the torchlight processions on the slopes,outings with local alpine guides, ski-racketson the snow under a full moon, ski excursionsto the summits, or ice-climbing thewaterfalls. And that’s only the start.It looks like a magnifi cent winter seasonawaits in Valchiavenna!DOVE MANGIAREWHERE TO EAT16RISTORANTELA GENZIANELLAIl locale dista pochiminuti di auto daCampodolcino. È moltoapprezzato per l’ottimacucina tradizionale e perl’ambiente familiare. Ilmenù varia spesso, mavale la pena di provare ipizzoccheri bianchi dellaValchiavenna preparatisecondo la ricettaoriginale, oppure ledeliziose costine al fornoe i bocconcini di cervo alginepro. La Genzianellaè molto conosciutatra i turisti, quindi peressere sicuri di trovareposto conviene sempreprenotare. Alla fine delpasto, per concludere inbellezza, potete sceglieretra la ricca varietà digrappe morbide, seccheo aromatizzate.Only a few minutes bycar from Campodolcino,the restaurant is muchappreciatedfor itstraditional-style cuisine andfamily atmosphere. Themenu changes regularly,but it’s certainly worthtrying the ‘pizzoccheribianchi della Valchiavenna”whose preparation adheresstrictly to the originalrecipe, or alternativelythe mouth-watering spareribs from the oven, andthe venison cooked withjuniper. La Genzianella is apopular spot with visitors,so much so that it’s worthtaking the trouble to bookin advance. At the end of anenjoyable meal what betterthan to choose from a fineselection of local grappa,soft, dry or infused withmountain herbs.Via Fraciscio, 72Campodolcino (So)Tel. +39 0343 50154L’Acquarela è il punto di ritrovo naturale per tutti glisciatori di Madesimo. Quest’oasi - dotata di solariume vari posti al coperto - è situata nel bel mezzo delcomprensorio, a metà della pista Vanoni. È il postogiusto per una pausa che si può consumare restandodirettamente sugli sci. Le specialità che offre il localesono molte, a cominciare dagli ottimi panini preparatidallo staff coordinato da Roby Giovannoni, oppure lezuppe, i piatti caldi del momento e i dolci deliziosi.L’ambiente è giovane e propone sempre ottima musica.L’Acquarela dispone di una moderna struttura con tettoad ombrello, che nelle giornate di sole apre il soffittoal cielo, pur riparando dal vento gli ospiti.Se capitate da quelle parti, non dimenticate di farvi servireil leggendario “bombardino” preparato da Roby: èuna specialità che vi darà la carica giusta per affrontarele discese successive.All’Acquarela si incontrano i freerider e i telemarker, maanche chi vuole seguire qualche lezione di sci. Chiedeteal banco: vi sapranno dare tutte le informazioni di cuiavete bisogno!Acquarela,un’oasi sulle piste!Acquarela is the perfect meeting-up place for all who taketo the Madesimo slopes. Equipped with both solarium andvarious covered areas, this most fashionable of bars issituated right in the middle of the ski area itself, half-wayup the Vanoni piste. It’s a natural spot for a well-earnedbreak, where you can eat and drink without even takingall your gear off. But once there, you’ll want to hangaround a little! First there’s a whole range of specialities– starting with home-made sandwiches prepared by staffunder the guidance of Roby Giovannoni, or if you prefer,soups, hot freshly-made dishes and sumptuous desserts.The atmosphere’s young and alive with fabulous musicwhich will draw you back another time for sure. But it’sthe bar itself which will grab your attention – even fromout on the slopes. An outstanding modern structure withan umbrella-style roof which during the day opens up toreveal – nothing but sky – whilst visitors remain shelteredperfectly from any winds. And the views from within aresimply breathtaking. If you get the chance to ‘drop in’– and you really should – ask for a bombardino – a Robispecial – it’s legendary and will set you up perfectly foryour next descent!Acquarela - Skiarea di Madesimo - Telefono +39 335 258462 - E-mail acquarelagio@yahoo.it


ARTECascella e Consagra a MadesimoI due scultori in una rassegna a loro dedicata, dal 7 dicembre al 31 gennaio.Art: Madesimo plays host to the works of Cascella and Consagra17


18Fino al 31 gennaio il Comune di Madesimoregala una mostra eccezionaleai propri ospiti. In collaborazione conil gallerista milanese Mario Palmieri e con lostorico Guido Scaramellini, saranno espostele opere di due grandi esponenti della sculturaitaliana ed europea del Novecento: AndreaCascella e Pietro Consagra. Le loro sculturesaranno collocate lungo le vie del centro delpaese e nella Sala Carducci della palazzinadei servizi. La galleria all’aperto si svilupperàdalla piazza della chiesa fino alle vie Carduccie Antonio De Giacomi. Nella sala troverannoposto invece i pezzi di dimensioni più ridottee vari studi grafi ci dei due scultori.Andrea Cascella, nato nel 1920 a Pescarada una famiglia di artisti, una volta trasferitosia Roma si diede alla ceramica e alla sculturain pietra applicata all’architettura. Innumerevolile personali e le collettive, a partire dal‘45. Tra tutte va segnalata la personale allaBiennale di Venezia del ‘64, dove vinse il primopremio internazionale di scultura. Si dedicòanche all’insegnamento a Brera, della cuiaccademia divenne direttore. La stessa caricaebbe all’Accademia “Aldo Galli” di Como.Morì nel suo studio di Milano nel 1990. A lui ilCredito Valtellinese dedicò una retrospettivaal palazzo Pretorio di Sondrio nell’estate del‘99, anche come omaggio ad un artista cheamò la valle e le sue pietre, prediligendo ilgranito del Masino. Caposaldo della culturaartistica italiana del Novecento, la sua operaè legata agli incastri e ai gangli in pietra,sempre rispondente a un rigore estetico e auna rara coerenza di pensiero. Forte la caricasimbolica delle sue sculture, a cominciaredalla convinzione che non esiste un insiemese non costituito da tante parti e che le partipossono dar luogo a diversi insiemi.Anche Pietro Consagra, come Cascellanacque nel 1920, più a sud, a Mazara delVallo in provincia di Trapani, e morì a Milanoottantacinquenne nel 2005. Anch’egli sitrasferì a Roma, dove lavorò negli studi diMazzacurati e di Guttuso, dando vita nel ‘47al Manifesto del gruppo astrattista “Forma 1”.È pure firmatario della Carta di Matera circa lasalvaguardia dei centri storici. Tre anni dopo,per la ricostruzione di Gibellina realizzò la“Porta del Belice”, una stella alta 24 metri.Del ‘98 è la scultura in marmo di Giano, postaa largo Santa Susanna a Roma. Sue operesono in molte altre città italiane ed estere, acominciare ovviamente da Milano. Ha espostopiù volte alla Biennale di Venezia, dovenel ‘60 ebbe il gran premio per la scultura.Dal presidente della Repubblica Carlo AzeglioCiampi ricevette la medaglia d’oro comebenemerito della cultura e dell’arte. Consagrafu anche critico e scrittore d’arte, pubblicandonel 1980 un’opera autobiografica “Vita mia”.La sua arte, partita dalla scomposizione cubistadella realtà, è caratterizzata da notevolevigore astratto-geometrico, espresso conpadronanza dei vari materiali impiegati, dallapietra al metallo e al legno.La mostra di Madesimo, voluta dall’amministrazionecomunale guidata da Pierluigi Scaramellini,aprirà venerdì 7 dicembre, festa diSant’Ambrogio, e continuerà fi no alla fi nedi gennaio. Si rinnova così il legame tra lamontagna dello Spluga e l’arte, comeavvenne nel 2002 con la personaledi Aligi Sassu, nel 2003 con le operedi Giorgio De Chirico e l’anno successivocon la rassegna dedicata aidiciotto scultori italiani più affermatidel Novecento.Right until the end of January visitors toMadesimo have the chance to see an outstandingexhibition of artwork. The council,collaborating with the Milan-based galleryowner Mario Palmien and the historian GuidoScaramellini, have organised the display of theworks of two very fi ne exponents of Italian andeuropean sculpture of the 20 th century: namelyAndrea Cascella and Pietro Consagra. Theirsculptures will be arranged along the streetsin the centre of the town, and within the SalaCarducci of the central community building.The works within the Sala Carducci will bethe smaller sculptures alongside drawingsand designs.Andrea Cascella was born in 1920 at Pescarato a family of artists: He was to move toRome though and give himself over toceramics and sculpture in stone, alliedto architecture. He had countless exhibitionsboth solo and joint from 1945La mostra presentataa Madesimo è statacurata dal galleristamilanese Mario Palmierie dallo storico GuidoScaramellini. Le opereesposte fino al 31gennaio in paese enel centro poliservizi,provengono dallaprestigiosa CollezionePietro Rossini,presidente dell’omonimafondazione di Briosco.Hanno contribuitoinoltre, RangerArtedi Verano Brianzae l’Archivio AndreaCascella di Milano.The current exhibitionin Madesimo has beenorganised by the Milanbasedgallery ownerMario Palmeri and thelocal historian GuidoScaramellini. It remainson view in the village andthe community centreuntil the 31st January,and has had access to theprestigious Collezione PietroRossini, president of thesame Briosco Foundation.Other contributors include,RangersArte di VeranoBrianza and l’ArchivioAndrea Cascella di Milano.


onwards. Perhaps the most noteworthy of all washis individual exhibition at the Biennale di Veneziain 1964, where he claimed the InternationalSculpture Prize. He spent time teaching too, atBrera where he was to become Academy Director.He assumed the same position at the Accademia“Aldo Galli” at Como. He died at his studio in Milanin 1990. The bank, Credito Valtellinese dedicateda retrospective to him in the palazzo Pretorio inSondrio in the summer of 1999 – an appreciationof an artist who loved the valley and its stone,favouring – as he did – the granite of Masino. Akey figure within the Italian art world during the lastcentury, his work is closely connected to the focalpoint, joints and the ganglion of stone, always withdue consideration to a rigorous aesthetic. He hada formidable and rare mental cohesion. Symbolismwas a huge part of his sculpture, based onthe conviction that one didn’t exist unless madeup of many different parts and that the very sameparts, together, could equally give rise to somethingvery different.Pietro Consagra, like Cascella was born in 1920,but further south, at Mazara del Vallo in the provinceof Trapani, and he too died in Milan, aged 85,in 2005. He also moved to Rome where he workedalongside Mazzaacurati and Gattuso creating in1947 the Manifesto of the group of abstract artistsknown as “Forma 1”. He was one of the signatoriesof the Carta di Matera which aimed to preserve thehistoric centre of the town. Three years later hiscontribution to the re-building of Gibelina was hiscreation the “Porta del Belice” a huge star standing24 metres high. In 1998 another sculpture, inGiano marble was positioned in the Largo SantaSusanna in Rome. His work can be seen in manyother cities both in Italy and abroad, with naturallyMilan featuring prominently. He exhibited manytimes at the Biennale di Venezia, and was awardedthe prize for sculpture in 1960. The president ofthe Republic, Carlo Azeglio Ciampi presented himwith the gold medal, earned for his contribution toart and culture. Consagra was also a noted criticand writer, publishing his autobiographical work‘Vita mia’ in 1980. His art form had begun with thecubist breakdown of realism, and was characterisedby extraordinary abstract-geometric vigour,and demonstrated his complete mastery of all thediverse materials employed, from stone to metalto wood.The exhibition, commissioned by Pierluigi Scaramelliniof the Madesimo Local Authority, openson the 7 th December, coinciding with the festa diSant’Ambrogio and runs until the end of January.It’s yet another example of the links between themountains of Valle Spluga and art, following onfrom the exhibition of Aligi Sassu in 2002, a displayof the work of Giorgio De Chirico in 2003, and thefollowing year’s exhibition involving as many aseighteen renowned Italian sculptors at the forefrontof 20 th century art.Museo della Via Splugae della Val San GiacomoCampodolcino - Palazz piazza delle CortiTel. 0343 50628 - Cell. 392 0350903PROGRAMMA INVERNO 2007/08Da sabato 8 dicembre 2007a 28 febbraio 2008Mostra “La Val San Giacomo tra ‘800e ‘900 nelle cartoline di Giovanni Ognatipografo ed editore in Chiavenna”in collaborazione con C4 Chiavennavenerdì 28 dicembre ore 20.30“Stua granda” del Palàzz,Degustazione grappe Distilleria Francolisabato 29 dicembre ore 14“Stua Granda” del Palàzz,Proiezione video dell’Homo Selvadego,lettura antiche leggende e laboratoriocon merenda per bambini.martedì 1 gennaio ore 16“Stua Granda” del PalàzzTombola di Capodannocon intrattenimenti vari e merendagiovedì 3 gennaio ore 20.30“Stua Granda” del Palàzz,Luigi Fanetti e Felice Ghelfi in“I Grapàtt della Val San Giacomo”sabato 5 gennaio ore 20.30“Stua Granda” del Palàzz,Concerto “Poesie di Metastasio”voce soprano e chitarra classicasabato 2 febbraio ore 20.30“Stua Granda” del PalàzzPaolo Raineri e Enrica Guanella“Leggende e Creature fantastichedella Val San Giacomo”lunedì 4 febbraio ore 14 presso PalàzzCaccia al tesoro nel Museoattività ludiche per bambinisabato 9 febbraio ore 20.30“Stua Granda” del Palàzz“Tristano e Isotta” Musica e poesia nelTrecento Italiano. Recitazione, canto,flauto e arpa medievali.dal primo marzo al 30 aprileMostra “Bertacchi in Cartolina”in collaborazione con C4marzo (data da defi nirsi) sabato ore 20.30Presentazione libro “I giochi dellatradizione nella Val San Giacomo”a cura di Maura Cavallero con interventidi Ivan Fassin, Enrica Guanella e AnnaRaineridomenica ore 14 (successiva allapresentazione del libro)Laboratorio didattico sui giochi dellatradizionesabato 22 marzo ore 16 “Stua Granda”del Palàzz (da confermare)Concerto di musiche sacre medievalieseguite dai Cantoreslunedì 24 marzo ore 20.30 “Stua Granda”del Palàzz (da confermare)Andrea Azzetti, Le erbe velenose delle AlpiPaolo Raineri, Medicina popolare inValchiavenna e ValtellinaFrom Saturday 8 th December 2007to 28 th February 2008Exhibition: “La Val San Giacomo inthe 1800’s and 1900’s depicted in thepostcards of Giovanni Ogna, Chiavennaprinter and editor”in collaboration with C4 the Chiavennasociety of collectorsFriday 28 th December –20.30 in the“Stua Granda” of the Palàzz, CampodolcinoGrappa Tasting, from the DistilleriaFrancoliSaturday 29th December – 14.00 in the“Stua Granda” Video: “Homo Selvadego”.And readings of examples of ancientlegends, with a workshop alongside,afternoon snacks for childrenTuesday 1 st January-16.00 in the“Stua Granda” New Year Tombola withassorted entertainment and snacksThursday 3 rd January-20.30 in the “StuaGranda” Luigi Fanetti and Felice Ghelfi in“I grapàtt della Val San Giacomo”Saturday 5th January-20.30 in the “StuaGranda” Music in Concert “Poesia diMetastasio” for soprano and classicalguitarSaturday 2nd February-20.30 “Stua Granda”Paolo Raineri and Enrica Guanella“Legends and extraordinary creatures ofthe Val San Giacomo”Monday 4th February-14.00 in the PalàzzTreasure hunt in the Museum, games forchildrenSaturday 9 th February-20.30 in the “StuaGranda” “Tristano e Isotta” Music andpoetry from 14 th Century Italy Recital,song, flute and medieval harpFrom the 1 st March to the 30 th AprilExhibition: “Bertacchi seen throughpostcards”In collaboration with C4, the Chiavennasociety of collectorsMarch (date to be confi rmed) Saturday-20.30 Book launch “Traditional games inVal San Giacomo”Presented by Maura Cavallero withcontributions from Ivan Fassin, EnricaGuanella and Anna RaineriSunday-14.00 (following the book launch)Educational workshop on traditionalgamesSaturday 22 nd March-16.00 “Stua Granda”(to be confi rmed)Concert of medieval holy music– performed by choristersMonday 24 th March-20.30 “Stua Granda” (tobe confi rmed) Andrea Azzetti “Poisonousherbs of the Alpine region”Paolo Raineri, Popular medicine inValchiavenna and Valtellina19


SPORTUn invernoa tutto sprint!20Ecco gli appuntamentiagonistici più importantidella stagioneWinter all-sports!Check out the season’ssporting programme.Sarà un inverno ricco di gare e competizionisulla neve. Ad aprire il calendarioè il Freerider Sport Events Ski Tour2007/2008. Dal 14 al 16 dicembre l’associazionesportiva dilettantistica specializzatanell’organizzazione di attività che coinvolgonopersone disabili, farà tappa sulle piste di Madesimocon l’obiettivo di condividere la passioneper lo sport e la natura insieme alle persone chepartecipano all’evento, dimostrando in questomodo come sia possibile superare le barriereche limitano una pratica agonistica.Per chi ama lo sport e la neve, il 17 febbraio2008 va in scena il Winter Triathlon Valle Spluga,con partenza da Campodolcino. Questaspettacolare specialità - che sta raccogliendosempre maggior partecipazione - si sviluppa sutre frazioni: corsa, mountainbike e sci di fondo.Gli atleti si misureranno nelle tre discipline insuccessione, senza sosta, lungo un itinerario


massacrante in salita toccando Campodolcino,Madesimo e Motta. Il Winter Triathlon ValleSpluga è considerato ormai una tappa fissa dellastagione ed è organizzato dal gruppo sportivo“I Bocia” di Verano Brianza con la collaborazionedel TriathlonTeamBrianza di Lissone.Sempre restando in tema di campioni, il 20 e21 febbraio 2008 gli assi della Coppa Europasaranno sulle piste di Madesimo. La scorsastagione la Federazione internazionale avevaaccordato alla Valle Spluga l’onore di ospitarele fi nali maschili e femminili per lo speciale e ilgigante. Quest’anno la Fis, ha premiato l’ottimaospitalità e la perfetta organizzazione messa incampo a Madesimo, assegnando al comprensoriouna tappa del calendario maschile. LaSkiarea conferma così l’ottimo standard delleproprie strutture, ottenendo per il terzo annoconsecutivo l’onore di accogliere il circuito biancopiù importante dopo la Coppa del Mondo.Oltre a queste iniziative, non vanno dimenticatele innumerevoli gare sociali e della Fisi che vedonoprotagonista la splendida pista Montalto,tra le più apprezzate dagli atleti, tanto da ospitareogni stagione i ritiri delle squadre nazionalidi sci di molti Paesi.This winter season looks packed with racingand competitions on the snow. The programmeopens with the Freerider Sports Events Ski Tour2007/8, from the 14 th to 16 th December. The amateursporting organisation which specialises ininvolving people with disabilities will happily takethe stage on the slopes of Madesimo, bringing withthem their aim of sharing the joys of winter sportand of nature too, with absolutely everyone takingpart. It’s an event that breaks down the barriers ofsporting involvement and encourages people toovercome personal disability. Winter sports fanswill be accommodated unquestionably on the 17 thFebruary 2008 when the Winter Triathlon ValleSpluga will be based at Campodolcino. This quiteextraordinary speciality – which is becoming evermore popular – involves three separate disciplines:running, mountain-biking and cross country skiing.It’s a personal examination of all three areas forthe athletes involved, one after another without abreak in between, along an exhaustinguphill route, incorporating Campodolcino,Madesimo and Motta. TheValle Spluga leg of the Winter Triathlonseason is now a confirmed part of theannual itinerary and is organised bythe group ‘I Bocia’ from Verano Brianzaalongside the Triathlon TeamBrianzadi Lissone.Still on the subject of athletic champions,the 20 th and 21 st February 2008will see the stars of the Coppa Europareturn to the Madesimo slopes.Last season the International Federationgranted Valle Spluga the honourof hosting the fi nals of the men andwomen’s special ‘gigante’. This yearFIS, has rewarded the outstanding organisationand hospitality enjoyed in Madesimowith a further stage of the men’s ski tour.Yet again the Skiarea confi rms that it offers thehighest standards and facilities for hosting internationalcompetition. This will be third year runningthat the region will be part of the most importantskiing event outside the world cup itself.Over and above these important successes,let’s not forget the many more modest, amateurcompetitions organised by Fisi which shifts theaction to the splendid Montalto slopes, certainlyone of the most appreciated by athletes, so muchso that it’s become an annual host for trainingprogrammes for national teams from a range ofdifferent countries.Anche questa stagionela skiarea confermala propria qualitàospitando importantimanifestazioni sportive,a cominciare dallaCoppa Europa incalendario il 20 e 21febbraio 2008.Yet again this winter seasonthe skiarea can demonstrateits quality by hosting hugelyimportant sporting events,including the Coppa Europa,programmed for the 20thand 21st February 2008.21


Spazio ai bambini!Tra le novità di questa stagionec’è il nuovo parco giochi ai Larici!Helter-skelter! Funtime for the kids! Among the innovationsthis winter is the new children’s playground at the Larici!


Sono i bambini i grandi protagonistidi questa stagione sulla neve.Skiarea Valchiavenna ha allestitoun’oasi riservata ai più piccoli di fi ancoal rifugio Larici, il Baby Park Larici, raggiungibilecon la cabinovia che parte daMadesimo. Il comodo tapis roulant copertotrasporta i bambini alla partenzadei due itinerari sulla neve. Chi ha giàuna certa dimestichezza con gli sci puòcimentarsi con il facile percorso arricchitoda simpatici giochi. Per i più piccini invece,c’è la pista protetta lungo la quale sipuò scendere con le ciambelle gonfiabili.Il tutto sotto gli occhi dei genitori che assisterannoi bambini nelle loro divertentiesperienze sulla neve.La vicinanza del parco giochi al ristorodei Larici renderà ancor più allettante lavacanza delle famiglie a Madesimo. Ladisponibilità della cabinovia che in pochiminuti porta in quota anche chi è senzasci, trasformerà in una simpatica avventurail viaggio dei bimbi verso il cuore delcomprensorio. Ma il Baby Park non è lasola novità di quest’anno.Chi ha già avuto modo di frequentarela skiarea, avrà notato com’è cambiataanche la zona riservata agli ospiti nelmeraviglioso Rifugio Larici, che ha rafforzatola propria dotazione e il proprioruolo a serviziodegli sciatori.I reparti pizzeria eself-service sonostati ingranditi: l’ingresso,un tempooccupato dal bar,è diventato piùampio, potenziandonel contempoanche la ricettivitàdel magnificoterrazzo esternodove sono dislocatitavoli e pancheper chi amapranzare all’aperto,per un totale di1300 posti!Il bar - trasferito inuna zona indipendente- è statodotato di circa unasettantina di postia sedere che inprecedenza mancavano.The stars of this snowy season are destinedto be the kids. Skiarea Valchiavenna hasrecently equipped an adventure-packed havenspecially reserved for children - near therifugio Larici, and just a hop and a jump offthe cabin-way from Madesimo itself.The ever-so-convenient moving staircasetakes the little ones to where two outingson the snow begin.Those, more familiar, who already havetheir ‘ski-legs’ can consolidate their skiingtalents following easy routes with entertaininggames along the way.For the tiniest however there is the reservedslope down which the inflatable ‘doughnuts’are an attractive means of descent.The proximity of the fun and games in theplayground to the refreshments availableat the Larici make it an even more attractiveproposal for families on holiday in thearea.The accessibility is enhanced by the cabinwaywhich takes visitors from Madesimoitself in minutes and make even skis themselvesredundant if you so wish.All in all it makes for a fine adventure for children- up in the mountains at the heart of theskiarea. And the playground is by no meansthe only piece of good news this winter.Those who already know and are usedto visiting the spot, will have noted perhapseven now the changes and innovationsto the area reserved for customersat the Rifugio Larici, which has madegreat strides in reinforcing its position asa key spot for skiers along the slopes.Facilities this year are better than ever.The pizzeria and self-service restaurantshave been enlarged: the entrance, once abar, has become wider, facilitating at thesame time the maximum use of the receptionarea and splendid outside terracewhere tables and benches offer an attractiveopen air eating area: in all there’s seatingfor 1300 nowadays!The bar itself has been re-positioned andimproved, and equipped with seating foraround seventy people or so, somethingthat has always been desired.23


Cai: Sci Fondo EscursionismoNational Week for ‘Backcountry Nordic Sking’24A Chiavennadal 2 al 9 marzo 2008,si riunisce ilClub alpino italianoper la consuetasettimana dedicataallo “Sci fondoescursionismo”,una disciplina che nascecome l’evoluzionedello sci nordico.From the 2ndto the 9th March 2008,the Club Alpino Italianowill meet in Chiavennafor its customary weekdedicated to “BackcountryNordic Skiing”,one of the disciplinesemanating from traditionalNordic skiing itself.www.settimanasfe.itIl Club Alpino Italiano organizza annualmenteuna Settimana Nazionale di sci fondoescursionismo. Nel 2008, dal 2 al 9 marzo,sarà Chiavenna a ospitare questa importantemanifestazione itinerante giunta alla sua XIXedizione. La posizione strategica di Chiavenna,alla confl uenza della Valle Spluga e dellaVal Bregaglia, permette di raggiungere in breveluoghi idonei alla pratica dello “sci fondo escursionismo”.Questa disciplina rappresenta l’evoluzione dellosci nordico per effettuare gite sulla neve lungopercorsi liberi, permettendo così di continuared’inverno l’attività escursionistica. Con il suocarattere polivalente, costituisce il ritorno allosci originario quale semplice mezzo per muoversisulla neve.È libertà di movimento, per conoscere la montagnainvernale e compiere escursioni sulla neve,alla ricerca di spazi liberi immersi nelle mutevoliforme del paesaggio imbiancato. Dopo 25 annilo sci fondo escursionismo continua a rappresentare,nell’ambito dello spirito e delle fi nalitàdel CAI, una proposta quanto mai attuale perquanti sono alla ricerca di spazi ed esperienzeche, anche in inverno, consentano di scopriree di vivere la montagna in armonia, in amiciziae in allegria.One of the annual events organised by the ClubAlpino Italiano is a National week dedicated to‘Backcountry Nordic Ski’. This year early in March(2 – 9 th ) Chiavenna will host this important itinerantevent, which will represent the XIX edition. Thevery position of the town, where Valle Spluga andthe Val Bregaglia converge makes it an ideal basefrom where in no time at all you can be enjoyingthe traditional form of ‘Backcountry Nordic Ski’ insplendid settings.It’s a discipline that represents a natural evolutionfrom Nordic skiing itself, facilitating long outingson skis in wide open places, and opening up thecountryside for excursions throughout the wintertime.Its very multi-purpose nature represents agenuine return to the origins of skiing – the aimbeing simply to get about easily on the snow.This freedom of movement affords opportunities toreally get to know the mountains in the cold seasonsetting off on excursions on the snow, heading forthe open spaces, the countryside submerged in anever-changing immaculate white blanket. After 25years Backcountry Nordic Ski continues to symbolisethe values and aims of CAI, remaining close tothe heart of those who appreciate nature and theoutdoors and all that winter offers up: getting outand about in the mountains within an ambienceof harmony, friendship and fun.


26scorso Skiarea Valchiavenna- la società proprietariaL’annodegli impianti in Valle Spluga- ha concluso il suo primo decennio dilavoro. In questo lasso di tempo sono statiinvestiti oltre cento milioni di euro perrinnovare e razionalizzare le strutture dirisalita, oltre a migliorare i servizi sui 60chilometri piste. I prossimi obiettivi sonorivolti a estendere il parco dei tracciati, inun’ottica di sviluppo che sia compatibilecon l’ambiente. Nell’intervista a ValchiavennaVacanze,il presidente Luca Caniatoha defi nito le linee guida dei prossimiimpegni.In questi dieci anni avete rimesso anuovo tutto il comprensorio. AdessoSkiarea Valchiavenna potrà godersi unpo’ di riposo.Niente affatto. Dobbiamo continuare arendere competitiva la nostra offerta.Abbiamo concluso il rinnovo di tutta laskiarea: rifatto gli impianti, migliorato itracciati e realizzato la rete di innevamentoprogrammato su 40 dei 60 chilometri dipiste. Su questo versante abbiamo esauritola nostra missione. Il futuro adessoè la Valle di Lei, una valle italiana rivoltaa nord, dove tra l’altro nasce un ramodel Reno. Oggi questa zona non è raggiungibiledall’Italia in auto. D’estate ci siaccede solo percorrendo 50 chilometri distrada in Svizzera oppure a piedi valicandotre passi, mentre d’inverno è collegatadagli impianti del Groppera.Ma perché avete scelto proprio la Valledi Lei? Non esistono altre zone disponibili,più vicine, per estendere ilvostro comprensori?Questo progetto parte da lontano. Già nel1995 i piani di sviluppo defi niti della Comunitàmontana posero come obiettivoquello di realizzare un tunnel di collegamentocon la Valle di Lei. La galleria erastata pensata per favorire la zootecnia,l’escursionismo estivo, la conservazionedel territorio e contestualmente, anchelo sci.Resta da capire però, come questopassaggio scavato nella montagnapossa produrre benefici concreti agliambiti che lei ha appena citato. Prendiamoad esempio l’allevamento.Un tempo la Valle di Lei ospitava circa unmigliaio di mucche. Oggi, per le diffi coltànei collegamenti che le ho appena citato,il numero del bestiame si è ridotto apoche centinaia. Basta questo dato peravere chiara la situazione: disporre di untunnel verso i pascoli permetterebbe distimolare di nuovo la zootecnia.Lei ha parlato anche di turismo estivo.Il lago è lungo nove chilometri, mentre lavalle ne misura dodici. Si possono creareitinerari per le bici o semplicementevalorizzare i sentieri che portano versoil Pizzo Stella o agli alpeggi circostanti.Sono modalità intelligenti con le quali sirenderebbe fruibile il territorio, impegnandosicontestualmente per la sua conservazione.Dunque, per dare il via a questo processonon resta che realizzare la galleria?Il progetto è già stato condiviso dalla Comunitàmontana e dai comuni interessati.Pensiamo ad una galleria monotubo,dotata di tutti i sistemi di sicurezza, cheparta all’incirca ai piedi del Canalone edopo tre chilometri e mezzo, sbocchi inValle di Lei quasi all’altezza del lago. Ilcollegamento sarebbe fruibile d’estateper il trasporto del bestiame, per i turistie le biciclette. Mentre d’inverno verrebbeutilizzato dagli sciatori.Non c’è il pericolo che con la realizzazionedel tunnel, poi, la Valle di Leifinisca per essere danneggiata da unosviluppo incontrollato?Tutelare l’ambiente è uno dei nostri obiettiviprimari. Lo abbiamo dimostrato anchein questi dieci anni. In Valle di Lei nonsarebbe possibile circolare con mezzi amotore. L’unico modo per raggiungerlasarebbero i bus che attraversano il tunnel.La Legge Galasso vieta poi la costruzionedi nuovi edifi ci a questa quota, impedendoqualsiasi speculazione edilizia.Il tunnel ovviamente porterebbe vantaggianche per Skiarea Valchiavenna.Il nostro progetto è di realizzare nuovepiste che permettano di sciare dal Grop-


pera fi no al lago. Non abbiamo alcunaintenzione di cementifi care la montagna.Lo sviluppo che promuoviamo si è sempreispirato a modelli di compatibilità conl’ambiente e ai principi eco-sostenibili. Lefaccio un esempio: la campagna di rinnovamentodegli impianti di risalita cheabbiamo svolto in questi anni è stata studiataper ridurre il numero degli impiantiesistenti. Con l’ultima cabinovia abbiamosmantellato il tronco della funivia CimaSole e la seggiovia Larici. Il risultato complessivoè che oggi a Madesimo ci sonomeno ski-lift e seggiovie di un tempo, nonostantela capacità di carico sia aumentata.Abbiamo bonifi cato l’ambiente daitralicci e dagli impianti vecchi, sostituendolicon modelli moderni che consumanomeno energia. Anche la manutenzioneestiva del comprensorio è stata studiataper consentire il perfetto inerbimento deitracciati durante la bella stagione: non acaso sulle nostre piste ci pascolano lemucche. Il taglio degli alberi è semprestato ridotto al minimo indispensabile,concordandolo in anticipo con la Forestalee promuovendo in contemporaneala piantumazione di nuove zone. Tutti gliinterventi che abbiamo fi nanziato sonostati pensati perché avessero anche unavalenza per il turismo estivo.Torniamo alla Valle di Lei: quanti impiantiintendete costruire?Fatta la galleria procederemo subito conlo smantellamento del tronco della funiviae della vecchia seggiovia a due posti. Insostituzione intendiamo creare un’unicacabinovia a otto posti ad agganciamentoautomatico che dall’uscita del tunnel, allivello del lago, porti alla stazione intermediadove ora c’è il rifugio. Qui si potràscendere o continuare fi no al Groppera.In Valle di Lei vorremmo realizzare diecichilometri di piste in più, comprese tra i2948 metri di altezza fi no a 2100.L’idea è avvincente. Ma quanto costaquesto progetto e, soprattutto, dovepensate di prendere i soldi?La realizzazione del tunnel costa 29 milionise effettuata con metodi tradizionali,oppure 35 milioni se si decidesse di impiegarela fresa, che è molto più rapida.A questa somma si aggiungono poi circa20 milioni per la nuova cabinovia. I fondicome vede sono elevati. Inizialmentepensavamo di poter avere un aiuto dalMinistero, ma sfumata questa via ci siamorivolti agli enti locali: Regione, Provincia,Comunità montana e Comuni. Lasfi da è ambiziosa, ne sono consapevole.Sono anni che mi sto dando da fare perraggiungere questo obiettivo e credo chele condizioni per andare in porto si stianoconcretizzando. Sono ottimista.Quale beneficio avrebbe questo progettosull’economia della Valchiavenna?Si farebbe quel passo in avanti auspicatoda tutti e da tanto tempo. Oggi nellanostra vallata il turismo ha preso il postoche un tempo era dell’industria e dell’artigianato.La principale fonte economicadella realtà valchiavennasca è generatada questo settore. Skiarea Valchiavennain questi anni è diventata a tutti gli effettiil braccio operativo dello sviluppo socioeconomico-turisticolocale. Realizzare iltunnel innescherebbe molte conseguenze,stimolando investimenti da parte deglioperatori privati nella creazione di un’offertaalternativa allo sci e nel potenziamentodella dotazione di posti letto alberghieri,con la nascita di nuove strutture. Èl’occasione che non possiamo perdere.Last year Skiarea Valchiavenna reachedsomething of a milestone. It was ten solidyears ago that the company that owns andruns the ski systems in Valle Spluga beganits ambitious work. During that timemore than one hundred million euros havebeen invested with the aim of updating andcreating new transport means of reachingthe popular slopes, and to improve facilitiesranging over an area covering 60 kilometres.Plans are now afoot to extend theactual ski area itself, a development alwayswith the best interests of the environment inview. With this perspective at the forefrontthe president Luca Caniato explained theguiding principles of the latest plans, in aninterview with Valchiavenna Vacanze.Ten years have seen the total renovationof the ski area. Time for Skiarea Valchiavennato sit back and relax, perhaps?Not at all. We really must continue to makewhat we are offering even more attractive.Yes we’ve completed a total overhaul ofour skiarea: we’ve improved the transportsystem, made the slopes even better anddeveloped the snow-creating equipmentthroughout 40 of the 60 kilometres availableto skiers. On this side our project isvirtually completed. The future thereforerests with the Valle di Lei, an Italian valleyto the north where incidentally a section ofthe Rhine emerges. At the moment this regionis not reachable by car. In summer itmeans taking a 50 kilometre trip on swissroads or alternatively going on foot throughthree passes, whilst in wintertime it’s linkedby the transport system from Groppera.But why the Valle di Lei? Are there notother possibilities, nearer to home,where the ski areas can be developed?The idea goes back a long way. As longago as 1995 the Comunità Montana wereconsidering a development involving a tunnellinking the area. The link was thoughtto be a positive move with the transport oflivestock in mind, with visitors in summertoo – facilitating outings on foot, and with aview to the conservation of the region, andat the same time for skiing.Just to clarify matters, how can the excavationof such a tunnel through themountains provide genuine benefitsbearing in mind the issues you touchedon earlier. Farming for example?At one time the Valle di Lei would providesummer grazing for anything up to a thousandcows. Today, because of the problemsI’ve mentioned , the number of head hasreduced to just a few hundred. This in itselfpaints the picture: a tunnel would turn theclock back and encourage livestock to returnto the high pastures.27


28You mentioned tourism in summertimetoo.The valley boasts a lake measuring nine kilometresin length. The valley itself is twelve.It’s eminently possible to create bicyclingroutes there, or simply exploit further theexisting paths heading for Pizzo Stella orthe mountain pastures all around. Thereare creative means of taking advantage ofthe natural resources of the area, and atthe same time undertaking to conserve theregion sensibly.”So the way forward restson the actual tunnel construction?The initiative has already been considered- a joint enterprise between the ComunitàMontana and the other relevant regionalparties. We’re talking about a single tunnel,equipped with all modern safety systems,which would go from roughly the foot of IlCanalone, and emerge after around threeand a half kilometres in Valle di Lei aroundthe height of the lake itself. The link wouldbe adopted in summer for the transport ofcattle, for tourists and bicycles. Wintertimewould see the skiers take over.”Is there not a danger with the constructionof such a tunnel that the Valle diLei could become threatened by uncontrolleddevelopment?One of our primary aims has to be the protectionof the environment. It’s fair to saythat our work over the past ten years demonstratesthis perfectly well. In the Valle diLei it will not be possible to drive. The onlymeans of getting there would be by takingthe bus through the tunnel. And the LeggeGalasso prohibits the construction of newbuildings at this altitude thus preventingproperty speculation.Il lago della Valle di Leidurante la stagione estiva.In alto, il presidente di SkiareaValchiavenna, Luca Caniato.The Lake in Valle di Leiin Summertime.Above: the President of SkiareaValchiavenna, Luca Caniato.The tunnel will obviously be to the benefitof the Skiarea ValchiavennaOur aim is to create new ski slopes whichallow skiing from Groppera all the way tothe lake. We have no intention of allowingdevelopment to get out of hand. The initiativewe are putting forward is, as ever, basedon principles of environment protection andsound eco-sustainability. Let me give you anexample: The programme of renewal of thetransport systems carried out in the pastfew years has been designed to actuallyreduce the number of existing installations.The latest cabin-way has permitted the dismantlingof the section of cableway at CimaSole and the chair-lift to Larici. The overallresult is that at Madesimo today there areless ski-lifts and chair-lifts than before. Atthe same time the ‘capacity for movement’has increased. We have cleared the environmentof pylons and old installations, replacingthem with state-of-the-art systemswhich reduce energy consumption. Summermaintenance has also been designed toachieve optimum grass coverage throughoutthe area: it’s not by chance that cowsgraze on the slopes. Tree-felling has beenreduced to an absolute minimum, workinghand in hand with the Forestale and promotingreplanting schemes in new areas. All theinnovation we have undertaken have beenwell-considered with a view to enhancingthe significance and value for tourism in thesummertime.Just coming back to the Valle di Lei: howmany actual installations do you intendto construct?Once the tunnel goes ahead we’ll begin todismantle the section of cableway and oldchair-lifts in two places.We intend to replacethem with a single cabin-waywith eight placeswith automatic coupling,leaving the tunnelexit at lake-level, goingto an intermediatehalt where the refugeis situated. From hereyou can make your waydown or alternatively goon to Groppera. Whatwe’d like to do in theValle di Lei is to createa further ten kilometresof ski slopes, all withina height range between2948m and 2100m.”It certainly soundslike you’re onto a winner.But how much isit all going to cost, and the key question,where’s the money going to comefrom?The tunnel proposal is likely to cost 29 millioneuros if we decide to adopt traditionalconstruction methods, or a fi gure of 35 millionusing modern high-tec cutting equipment– the latter is far, far quicker. On topof this you have to write in around 20 millionfor the new cabin-way. As you can see– the funding required is considerable. Wedid think originally of help from the relevantMinistry, but when this came to nothing wereturned to local institutions: The Regionitself, the Province, the Comunità Montanaand the councils. We know only too wellthat it’s an ambitious concept. But we’re upfor the challenge. I’ve been itching to getthis project off the ground for years and Isense just now we’ve a good wind behindus. The conditions are good. We’re hoistingthe sails. I’m optimistic by nature!And the effect on the economy of Valchiavenna?A great step forward – and one that’s beenmuch-desired by just about everyone andfor some considerable time too. Within thevalley tourism has genuinely taken the placethat at one time industry and the small artisanoccupied. It’s in this sector that in realityValchiavenna has become economicallysound. Skiarea Valchiavenna has becomeover recent years in every sense the drivingforce of the socio-economic development oftourism within the region. Completing thetunnel project will have a kick-start effect ofsome consequence, stimulating investmentfrom the private sector with a range of proposalsnot necessarily of course involvingskiing. This will mean fulfi lling the potentialof present hotel accommodation with theinfl ux of new customers. We can’t afford tomiss out on this.


Riapre il Tèc de l’ursIl Tèc de l’urs to re-open its doorsNOVITÀL’iniziativa imprenditoriale nasce con unobiettivo preciso: garantire il servizio diristorazione per 365 giorni all’anno.Con questa fi losofi a Skiarea Valchiavenna haassunto nel 2007 la gestione del “Tèc de l’urs”,locale storico fondato da Giulio Pedroncelli, cheper molti anni è rimasto chiuso al pubblico.La sfida lanciata dalla società proprietaria degliimpianti è rivolta a garantire piatti caldi a pranzoe a cena in tutti i giorni dell’anno.Il ristorante è stato rinnovato, sia nelle sue dotazioniche nei servizi. Offre 70 posti ed è fornitoanche di un forno per le pizze.Durante l’estate sono stati svolti i lavori di ristrutturazionee alla fine di novembre il “Tèc de l’urs”ha fi nalmente riaperto le porte al pubblico.Madesimo arricchisce così la propria offertagastronomica, recuperando uno dei suoi localistorici.I piatti proposti dal “Tèc de l’urs” sono quellidella tradizione. Il ristorante, che ha volutoconservare il suo nome originario, si rivolge aduna clientela eterogenea che va dalle famiglieai gruppi di amici, ma anche agli sciatori chedurante il giorno desiderano fare uno spuntinosostanzioso tra una discesa e l’altra.It’s certainly an ambitious goal, but the word fromthe entrepreneurial initiative, couldn’t be simpler:we’ll be open each and every day – 365 out of365.Behind the promise is actually the Skiarea Valchiavennawho have taken over the running duringthe last months. Local people will remember ‘Tècde l’urs’ restaurant being opened by Giulio Pedroncelli.The challenge thrown down by the new proprietorsis that of providing a typical tourist-styleservice incorporating simple hot meals, lunch anddinner-time all the year round.The restaurant itself has been completely renovated,equipped anew and with improved facilities.It seats seventy and in addition now boastsan oven for making pizzas. Restoration work wascompleted during the summer and at the end ofNovember il ‘Tèc de l’urs’ fi nally threw open itsdoors to the public.Madesimo benefits hugely with the return of a traditionaleating place, visitors having even moreculinary choice. And the dishes that ‘Tèc di l’urs’ isoffering are traditional too, alongside pizzas sureto be popular on the menu as well. The restaurant,which had the good sense to maintain its originalname, (the bear’s den in dialect) anticipates agenuine mix of customers and welcomes familiesor groups of friends.Torna in attività lostorico ristorante diMadesimo e lo fa con unasfida ambiziosa: restareaperto tutto l’anno.Back in business!Madesimo’s historicrestaurant aims to openevery single day of theyear.29


MadeParkun logo nuovo di zecca!The MadePark: New Logo! Log On! Go for it!30


Le aspettative di chi ama le acrobaziesono rivolte alle previsioni meteo: civuole tanta neve in modo da consentirealla società Skiarea Valchiavenna di allestirealla perfezione lo snowpark di Madesimo, contutte le dotazioni possibili.Che usino la tavola o gli sci, coloro che preferisconomisurarsi sui rail o nella “pipe zone” aspettanosoltanto che ci sia la “materia prima” necessariaper sfruttare al massimo il park a loro riservato.Il progetto di potenziamento dell’area - che dallascorsa stagione è stata battezzata con il nomeMadePark - è proseguito anche quest’anno. Ladotazione prevede il superpipe da 130 metricon pareti di quattro metri, a cui si aggiungonouna mail-box, box-rail, kinkedrailwe rainbow. In più ci sonodue linee di jump, kick.Dalle indicazioni fornite dai tecnicidella Skiarea, il programmadi questa nuova stagione puntaad aggiungere un nuovo rail.L’intervento garantisce dunquepiù divertimento e più acrobazie.Per promuovere la stagione deirider, è stato rinnovato il logodel MadePark, attivando ancheun sito Internet interamentededicato ai programmi e alleiniziative che si svolgerannoa Madesimo, nell’area attrezzata.Raggiungere il MadeParkè facilissimo: basta salire sullacabinovia dei Larici a Madesimoe fare tappa al rifugio. Pocosotto la musica vi guiderà versoi rail.(www.madepark.it).The aspirations of those intent on performing theirusual acrobatics on the snow this winter, hinge asever, on the weather. Hopes are high that snowaplentywill ensure that SkiArea Valtellina can fulfil its enormous potential and set up Madesimo’ssnowpark to perfection, bringing into play everypossible piece of stunt-inducing equipment.Fans of board or ski, those who prefer to test themselveson Rail or within the Pipe Zone are hangingtheir hopes on there being an abundance of the‘crisp white stuff’ in order to exploit to the full thesnowpark – their very ‘private’ domain.The ambitious development of the area – whichlast year adopted the name MadePark – continuesapace. At the disposal of riders this year includethe superpipe itself, which runs a length of 130metres with 4 metre walls, and which incorporatesa mail-box, box-rail, kinked rail and rainbow. In additionthere are two lines for jumps and kicks. Moreexcellent news too from the technicians within theSkiArea itself, suggests that this year could wellsee the inclusion of a completely new rail. What itmeans for the riders is quite simple – more stunts,more thrills and quite possibly one or two spillsalong the way too!In order to promote the coming season for the riders,the MadePark logo has been up-dated, andan internet site incorporated, dedicated entirelyto publicise the winter programme and events ‘inthe pipeline’ for the popular snowpark just aboveMadesimo.And it couldn’t be easier to get there: climb aboardthe cable way to the Larici-getting off at the refuge/restaurant. Then just follow your ears. The Hip-Hopwill hit you from just down the hill!DOVE MANGIAREWHERE TO EATCROTTO OMBRAÉ tra i locali più rinomatie caratteristici dellazona di Pratogiano, aChiavenna.Il menù propone i piattitipici della tradizionechiavennasca, conpizzoccheri bianchi,polenta, costine everdure alla piota, oltread una vasta scelta disalumi e formaggi locali.Il tutto bagnato daottimo vino.Assolutamente davisitare il meravigliosocrotto che entra inprofondità nella roccia.It is amongst themost renowned andcharacteristic restaurantsof the Pratogiano area, inChiavenna.The menu offers typicaldishes of the Valchiavenna,with the pizzoccheribianchi, polenta, costinealla piota, as well as a vastassortment of local chessesand cold meats, all of whichmust be accompanied byexcellent wine. You mustvisit the marvellous crottothat enters deep into themountain.Viale Pratogiano n. 14Chiavenna (So)Tel. 0343.33403www.crottoombra.cominfo@crottoombra.com31


Nel silenzioATTIVITÀdella naturaWinter sports within nature’s peace and quiet - Suggestionsfor lovers of snow racket, ski excursions and cross-countryporta con sé la possibilità dipraticare molte discipline a contatto conL’invernola natura.Al di là dell’espressione più tradizionale dello scilegata agli impianti di risalita, negli ultimi anni sisono diffuse molte attività che consentono agliamanti del silenzio e della quiete, di immergersiin ambienti incontaminati, lontano dai rumori edalla folla.Una di queste discipline è l’escursione con leciaspole, le racchette da neve che si calzanoai piedi e permettono di camminare agilmentenella neve fresca. In Valle Spluga questo sportha riscosso un notevole successo, tanto checon cadenza regolare vengono organizzate gitenei luoghi più belli della zona, compiendo talvoltauscite notturne rischiarate dalla luna piena.Lo sviluppo tecnico dei materiali ha permessoalle aziende che producono le ciaspole di realizzaremodelli diversi e leggerissimi, comodida utilizzare ed estremamente funzionali. Sepreferite muovervi da soli, chiedete agli uffi ci diinformazione turistica quali itinerari si possonopraticare nella massima sicurezza.Sempre per chi cerca esperienze lontano dalrumore, ecco che c’è lo scialpinismo. Salire ipendii immacolati per poi tuffarsi a valle sciandoin neve fresca diventa un’esperienza straordinaria,che lega quasi in modo intimo lo sciatorealla montagna. In Valchiavenna sono molte leofferte di corsi e lezioni per coloro che voglionoavvicinarsi a questa attività. Oltre all’attrezzaturaspecifi ca che si può noleggiare in molti negozidella zona, serve anche possedere l’Arva,il rilevatore di posizione che viene utilizzato incaso di valanghe.Durante la stagione le guide alpine propongonoperiodicamente diverse uscite, verso metesicure che cambiano anche a seconda dellecondizioni della neve.E poi c’è il fondo: nel comune di Campodolcinosi può scegliere tra itinerari molto vari, praticabilia seconda dei propri gusti e capacità. La pistaIseli, in paese, è molto facile e si sviluppa su unpercorso pianeggiante. Questo tracciato circolaremisura all’incirca sei chilometri e parte dallafrazione Corti, estendendosi fi no a Pietra. AMotta, invece, c’è un anello di cinque chilometrimolto più tecnico, che attraversa i boschi connotevoli variazioni di pendenza. Infi ne a Fraciscio,è disponibile un circuito di tre chilometrisuggestivo e ben tenuto.Chi cerca il contattovero con il bosco e lamontagna può sceglieretra diverse alternativeallo sci tradizionale.Anyone looking forintimate and real contactwith the nature of woodand mountain mightconsider alternatives to thetraditional ski-slope. 33


34Winter affords a whole range of opportunitiesto stay in touch with nature.Away from the more traditional winter pastimeslinked to the ski slopes, recent yearshave seen the growth in popularity of alternativeactivities which permit lovers of peaceand the silence of the mountains to immersethemselves in a natural unpolluted environment,well away from noise and crowd.One such discipline is that of outings on snowrackets, which are simply worn on your feetand allow anyone to move with agility in freshsnow. In Valle Spluga the sport has made aconsiderable impression, so much so thatregular excursions are now organised tosome of the most beautiful parts of the valley,occasionally at night with a full moon lightingthe way. Modern technology and materialshave facilitated the development of snowrackets in differing styles, importantly combininga lightness, with comfort and essentially- practical to use. Of course if you prefer tohead off in the mountains on your own, askat local tourist information outlets for the bestroutes to tackle in absolute safety.Staying with those who are looking to keepwell away from noise and crowds, there’severy opportunity to try excursions on skis orscialpinismo as its known. Climbing throughthe pure, unadulterated snow of the valleysides before launching yourself downhill onthe same fresh slopes is an extraordinaryexperience, creating an intimacy, a bond almost,between skier and mountain. Withinthe valley there are any number of courses orlessons to be had for anyone who would liketo become more familiar with this fascinatingsport. Besides the actual equipment necessaryfor such outings - available for hire atmany local shops - it’s worth getting hold ofl’Arva the position indicator used in the eventof an avalanche.Alpine guides offer organised outings regularlyduring the season, heading towards thesummits and always aware of the prevailingstate of weather and snow.And then of course there’s cross-countryskiing: in the Campodolcino region you canchoose from a range of differing routes, modelledon whatever your taste and capabilityhappens to be. The Iseli run, within the localityis an easy option and takes off along asteady, level course. It’s a circular path andcovers around six kilometres, leaving theCorti district and reaching as far as Pietra.Further afi eld at Motta there’s a circuit of fi vekilometres much more technical in nature, goingthrough woodland with considerable variationsin gradient. Finally at Fraciscio there’sa picturesque 3 kilometre route invariably inexcellent condition.


Una “via d’acqua”per l’invernoA Winter ‘Wonderland’A cura di Renata Rossi - Guida alpinawww.renatarossi.it35


Il consiglio è affidarsisempre alle guide alpine.Per compiere escursionisicure bisogna tenereconto di molti fattoriconnessi al territorio.La scalata sulle cascatedi ghiaccio non faeccezione: le guide viaccompagneranno neiluoghi più suggestividove praticare questadisciplina a seconda deiperiodi dell’anno.Sound advice is to putyourself in the hands oflocal alpine guides. Gettingout and about in the winterregions in safety is basedon any number of combinedfactors. Ice-climbing thefrozen waterfalls is noexception: guides knowexactly where to find themost exhilarating climbsdepending on the state ofthe season.La nostra Valle non fi nisce mai di stupirci,riservandoci sempre nuovi terrenid’avventura e di gioco in ogni stagionedell’anno.Basta avere quel pizzico di ‘giusta’ fantasia edecco aprirsi ai nostri occhi un mondo incantato,dove roccia e acque si fondono in un unicoconfi ne, rendendoci partecipi di spettacoli dirara e selvaggia bellezza.Sto parlando delle nuove dimensioni che noi,alpinisti e arrampicatori di rocce da sempreandiamoscoprendo nelle ‘vie d’acqua’ di Valchiavenna.Come nelle belle giornate di sole d’estate viviamol’avventura del canyoning - scendendo itorrenti di Val Bodengo, Pilotera, Mengasca eCasenda -, così nelle fredde e terse ore di luceinvernali risaliamo le acque gelate, scalando lecascate di ghiaccio.Quando la pioggia scende copiosa d’estateo d’autunno sulla nostra montagna, le costedella valle sono solcate da corsi d’acqua chesgorgano dovunque. Dalle rocce, nelle valletteincassate nei boschi, sopra i pascoli alti, leacque fanno a gara per mostrarsi impetuose ecorrere verso il piano, dove poi si perdono e siconfondono nel grande fi ume.Così l’inverno, quando il gelo le blocca nellasua morsa, le vediamo - miracolo! - ferme, qualistupende sculture di ghiaccio, ‘occhieggiare’ suifi anchi della valle e fi no a quando il sole nonle consuma con i suoi sguardi, sono lassù daammirare e, per noi arrampicatori del ghiaccio,da scalare.Colate, canne d’organo, candele, stalattiti,couloirs, tanti nomi quante le forme di questomagico ghiaccio delle cascate.Sembrerebbe impossibile salire su queste fragilistrutture (…all’apparenza fragili! ) con tuttequelle punte addosso: ramponi, piccozze echiodi - senza provocarne la rottura. E invecesi sale, con un’attrezzatura adeguata ed unaspecifi ca tecnica chiamata “piolet-traction”.Si scalano questi salti d’acqua ‘pietrifi cati’ dal-36


l’incantesimo del Mago del Gelo, imparandoun poco alla volta - cascata dopo cascata - ariconoscere il ghiaccio buono da quello troppo’freddo’ e fragile, a capire quando l’attrezzotiene e quando invece scappa via, capendoanche quando rinunciare ad una salita, quandole condizioni non sono ideali e il rischio ètroppo alto.”La bava dello spettro”, “Piuma di cielo”, “Laluna nel pozzo”, “Il sogno di Mario” e ancorala Cascata di Vho, il Pidincione, la Cascata diStarleggia, la Cascata del Zernone: sono alcunidei nomi delle tante cascate sparse dovunquein Valchiavenna e che costituiscono un veroparadiso per il ghiacciatore.La scalata delle cascate di ghiaccio è unosplendido modo di apprezzare il piacere delleattività all’aria ”fredda”. È sempre un’avventuraper chi fa dell’esplorazione. È un gioco serio condelle precise e severe regole.Una “ via d’acqua” per l’inverno…Vi aspettiamo !The valley never ceases to amaze, throwing upnew and natural ‘adventure playgrounds’ andgames for every season of the year. Just giveyour imagination a little ‘tweak’ and let your fantasiesloose, while your eyes feast on an enchantedworld, where rock and water combine as a singleunit, becoming ‘players’ in scenes of a rare andwild beauty. New dimensions these – that we, themountaineers and rock-climbers of old, are discoveringin the winter ‘water-ways’ of Valchiavenna.Just like on those beautiful summer days, enjoyingthe thrills of canyoning, making your way down thetorrents of Val Bodengo, Pilotera, Mengasca andCasenda – so it is in the crisp, cold hours of winterdaylight that we climb right back up the frozenwaterfalls! When the rain buckets down in summeror autumn in the mountains, the valley sides aresuddenly streaked with coursing water, gushingdown all over the place. Dashing against rocks,fi lling the little hollows ensconced in woodlands,and above in the high pastures the water seems torace against itself, demonstrating all its impulsivepower – launching itself down towards the valleybottom – where, just as quickly, it’s swallowed up– lost within the existing river. And so to winterwhen the cold has everything within its icy grip,we pay another visit – and miracle of miracles!-Freeze! One stunning ice sculpture after anotherbeckons, taking the eye immediately on the valleysides but seemingly receiving not even a secondglance from the sun; there are things to marvel atup there, and for us ice-climbers – places to go!Sheets, organ pipes, candles, stalactites, couloirs,names to conjure with suggesting the shapes andforms within this magical frozen waterfall. You’dthink it was impossible to scale this ever-so-fragilesculpture (…or seemingly fragile anyway) speciallywith all the gear: crampons, ice-axes and nails– without something breaking or giving way. Andyet you do, you climb using suitable equipmentand a specifi c technique called ‘piolet-traction’.You climb these falls of ‘petrifi ed’ water, from thespell-binding Mago del Gelo (‘Ice Wizard’) learninga little more each time, waterfall after waterfall – torecognise ‘good ice’ as opposed to that too ‘cold’and therefore fragile, to understand when yourequipment will hold, and when and where it mightbreak away, appreciating too when to decline aninvitation, if conditions are not ideal and the riskstoo high. ‘The ghostly thread’, ‘Feather in the sky’,‘The moon in the well’, ‘Mario’s dream’, and thewaterfall at Vho, il Pidincione, the waterfall at Starleggia,and at Zernone: just some of the names ofwaterfalls spread all over Valchiavenna representinga veritable paradise for ice-climbers. Climbingfrozen waterfalls is a terrifi c way to appreciate thejoys of being out and active in the cold winter air.It’s an adventure every time – for everyone. Butit’s also a serious activity with well-defi ned andstrict rules.It’s a ‘water-way’ for Winter. It’s a wonder!Looking forward to seeing you!DOVE ACQUISTAREWHERE TO SHOPMASTAIORTOFRUTTICOLIQui si può acquistarela rinomata castagnadi Santa Croce a Piuro.Il negozio èa conduzione familiare.Si trova a Chiavenna,a Pratogiano,e ha saputo sfruttarela ventilazione naturaledei crotti perla conservazionee la vendita di fruttae verdura.Ci sono molti prodottiche si possonoacquistare per séo per gli amici.Here is possible to buy the“marroni di Santa Croce”Found in Chiavenna,at the Pratogiano,the fruit-shop exploitsthe natural ventilationof the crottifor the conservationof its fresh produce.Viale Pratogiano n. 22Chiavenna - (So)Tel. 0343.33189ENOTECA“FIASCHETTERIALA SPECOLA”La fiaschetteriapropone un’ampia sceltadi vini selezionati,Doc, Docg, distillatispumanti e confezionipersonalizzatecon prodotti tipici.Troverete ancheun valido serviziodi consulenzaper il giusto abbinamentodei vini nei vostri menùdelle grandi occasioni.Degustazioni gratuitetutti i sabati pomeriggio.Spedizioniin tutta Italia.The cellar offers a wideselection of wines,Doc, Docg, spumanti,and spirits tooin the form of grappa,but also incorporatesexcellent examplesof typical local wines.You’ll also find some qualityadvice if you’re lookingfor a wine for that specialoccasion.There’s a free wine-tastingevery Saturday afternoon.Via Garibaldi n. 13Chiavenna (So)Tel. O343.32696www.fiaschetterialaspecola.itinfo@fiaschetterialaspecola.it37


ilicA tuttoghiaccio!All eyes on the ice!Per chi ama pattinare su una pista perfettamente fresata, o godersi unaparentesi di relax nelle calde acque azzurre della piscina, la meta giustaè il Centro sportivo di Chiavenna.Lo si trova facilmente: nel centro della città, a due passi da via Pratogiano - dovehanno sede i crotti -, la struttura è servita da due ampi posteggi. Da novembrefino a primavera, si pratica il pattinaggio e tutte le discipline connesse al ghiaccio.L’impianto è stato realizzato pochi anni fa. Dotata di una copertura in legno,la pista è fruibile anche durante le giornate di pioggia o di cattivo tempo, ecostituisce una valida alternativa allo sci. Il servizio di noleggio mette adisposizione pattini nuovissimi di tutti i numeri: l’ideale per chi vuole provareil fascino di muoversi sul ghiaccio, magari prenotando un’ora di lezione congli istruttori del Centro sportivo. I corsi sono vari e si articolano nei diversimomenti della giornata. Nelle festività, poi, la direzione del Centro proponelezioni speciali per i “Primi pattini”, rivolte proprio ai più piccoli che inizianoquesta affascinante attività sportiva.Collegati al pattinaggio e alla possibilità di praticare questo sport negli orariaperti al pubblico, ci sono le attività connesse alle squadre giovanili di hockeyL.gotoninoPioVia Consoli ChiavennaschiiV i aV i a B38o ss iVia S. RosaliaVia PedrettiA l pet tVi aoPianazzolaS .Via CereriaM a rVP.zaPestalozziazz i ni aV i a MV i c ooVi a l e M a l o g g i aVia G.B.CerlettiV iV iViale Risorgimentoiaa M o l iaS a l i cPVia VanossiVia De Giambattistane t oe raa n cV afno n iiVia MuliniVia PaterinoV i a C h i a r e l l i V i aV i a Dp entino l z iP.zaBertacchioVia MatteottiP.zaMartiri LibertàuVia CastelvetroVia AgostinianeMulattiera perUschionemC a p p u c cVi aVC. V. Emanuele Ii n iVia LadranioVia Pr. AmedeoMulattiera perPianazzolaS. GIOVANNI LORETOVo lo P e r éV ia S .Via BottoneraP.zaCastelloG i o v a ne M eV i a D o l zinoiD o n G u a n eVia Garibaldia MVVia NoviVia al TiglioialeaP.zaBormettic o l i nl l aP r a t o g i a n oVicolo MarmirolaV i a P i c c h ioVniQuadrioi aVia IV NovembreS trrad aaParco ParadisoCaurgaCentroSportivoV i aRP o i a t e ne zg oPiscinaie di pattinaggio di figura. Chiavenna vantauna lunga tradizione in queste due discipline,che hanno regalato grandi soddisfazioni allerispettive società sportive.Negli ultimi anni, merito anche del successoriscosso alle Olimpiadi invernali di Torino, haavuto un certo riscontro a Chiavenna anche ilcurling, praticato da un piccolo gruppo di appassionatiche si ritrova periodicamente per farequalche lancio con gli stone.La dotazione del Centro è completata dalle duepiscine - una per gli adulti e un’altra più piccolariservata ai bimbi - dove gli ospiti praticano ilnuoto libero, oppure si rilassano al caldo, nellegelide giornate invernali.Gli amanti del tennis hanno a disposizione duecampi coperti e riscaldati, con possibilità di prenotarelezioni individuali.La vostra vacanza in Valchiavenna sarà più divertentese trascorrerete qualche ora del vostrotempo al Centro sportivo!


Lovers of skating on the smoothest of ice surfaces,or those who enjoy relaxing in heated swimmingpools, should make a note of the Centro sportivodi Chiavenna.There’s no problem fi nding it: in the centre of thetown, a stone’s throw from Pratogiano famous forits crotti, and with ample parking.From November through to spring, ice-skating andall the disciplines associated with the ice are atyour disposal. Established just a few years ago.and covered by a wooden roof it’s perfect for thosedays of rain and miserable weather, and representsan excellent alternative to skiing.There’s also a ‘for hire’ scheme for use of qualityice skates of all sizes: ideal for those who’dlike to try – perhaps for the fi rst time- the exhileratingexperience of getting about on the frozensurface; there’s also the opportunity to have anhour’s instruction from Centre staff. There are alsocourses with various levels and the hours are flexiblethroughout the day. During holiday times theCentre offers special lessons for ‘absolute beginners’,geared towards the little ones who are takingtheir fi rst steps on the ice.Tied in with the ice-skating there are other relatedactivities like the junior hockey team and fi gureskating.Chiavenna has a proud tradition in these sportsgaining considerable success in both areas. Inrecent years, partly as a result of its popularity atthe winter Olympics in Turin, curling has begun toattract the attention locally. A small group of enthusiastsmeet together to practice their precisionstone ‘launching’ from time to time.The Centre also has two swimming pools available– one for adults and a smaller one reservedfor the use of children; visitors can do as they like- swimming freely, or simply relaxing in the warmwater during the winter freeze. Two tennis courts,heated and indoor, make up the centre’s facilities,with private individual coaching available.Make the most of your Valchiavenna holiday bydropping in for an hour or two, and sample theCentre’s sporting activities for yourself!Il Centro sportivodi Chiavenna offreuna pista coperta dipattinaggio, due vascheper il nuoto e campi datennis riscaldati.Chiavenna’s sports centreincorporates a covered iceskatingrink, two swimmingpools and indoor heatedtennis courts.Centro SportivoValchiavennaLocalità Al PratoVicinanze di PratogianoChiavennaTel. 0343 35068 39


In queste pagine alcune belleimmagini di Natalia Estrada,durante il suo tempo libero.40Some rather fetchingphotographs of Natalia Estradaenjoying her time off.


Natalia Estrada:«Che amore di montagna»Natalia Estrada talks of her love for the mountainsSempre sorridente, con quel pigliolatino che la rende così affascinante,Natalia Estrada porta nelcuore una grande passione per lo sporte gli spazi aperti. Lo rivela a ValchiavennaVacanze,proponendo un’immagine disé poco nota al pubblico. Dietro a queltalento artistico che l’ha resa celebrenel mondo dello spettacolo nei panni diballerina, presentatrice e attrice, si celainfatti una personalità forte e sensibile,che ama la natura e in particolar modol’habitat alpino. Una dimensione, quest’ultima,che da qualche anno Natalia hariscoperto grazie anche alle innumerevoliattività sportive che pratica nel tempolibero, tra le quali spicca lo sci, ma soprattuttol’equitazione.«Conosco bene la Valtellina e la Valchiavenna- racconta a ValchiavennaVacanze-. Ho messo la prima volta gli sci aMadesimo ed è stato subito amore perquesto sport. Lo sci mi ha dato modo diconoscere tante località delle Alpi. Il mioex-marito (Giorgio Mastrotta, n.d.r.) è ungrande appassionato degli sport sullaneve e così, anni fa, mi ha portato con luia Madesimo per iniziare a sciare. Il primogiorno sono rimasta sul campetto deibambini. Siccome dimostravo una certafamiliarità con gli sci, il giorno successivoGiorgio ha deciso subito di farmi fare ilCanalone, che ricordo come una pistadiffi cile e molto, molto impegnativa».Dunque con lo sci c’è un certo feeling?Sì. Di solito riesco ad apprendere prestole attività sportive che mi propongono.Sciare, poi, ha molti punti in comune conla danza: bisogna avere equilibrio, un po’di passione e soprattutto non ci si develasciar spaventare dalla velocità. Tuttecose che mi attirano e che mi hannospinto a sperimentare discipline a volteanche estreme, come lo speleosub e ilparapendio.C’è uno sport che ama più di tutti?Negli ultimi anni mi sono dedicata completamenteall’equitazione. I cavalli hannooccupato gran parte del mio tempo libero.Amo fare escursioni in spazi aperti,specie in montagna, seguendo le ippovieo i sentieri praticabili in sella. Con l’equitazionela mia visione della montagna ècambiata. Ho maturato una sensibilitàper la conservazione del paesaggio enon vedo molto di buon occhio la cementificazione estrema dell’habitat alpino.La montagna, dunque, è congenialealla sua personalità, ai suo gusti. Maè stato sempre così?La regione in cui sono nata in Spagna,le Asturie, è in prevalenza montuosa. Lìvicino abbiamo un parco nazionale moltobello dove da piccola andavo a fareescursioni insieme alla mia famiglia. Partivamoda Gijon, che è la città di 250 milaabitanti in cui vivevo, e ad appena 13chilometri di auto iniziavano subito i sentierie le salite. Ricordo con molto affettoi pic-nic, le passeggiate con lo zaino, icanti e qualche volta anche gli acquazzoni.Stare all’aperto mi piace, mentre iluoghi chiusi mi rendono claustrofobica.Anche per questo amo l’equitazione.41


42Dunque, è da questa esperienza che derivala sua sensibilità per l’ambiente.Sì, ma credo che sia così per tutti coloroche amano davvero la montagna, intendonella sua essenza originale. Ho visitatomolti luoghi in cui è stato promosso unosviluppo compatibile del territorio e perquesto non sono d’accordo con le aberrazionifatte nel nome del progresso odettate semplicemente dalla necessità diospitare grandi manifestazioni sportive.Allude alle ultime Olimpiadi invernali?Recentemente sono stata in Piemontee ho sentito il dispiacere delle popolazionidelle valli sopra Bardonecchia, chehanno visto i loro spazi aperti sacrifi catiper realizzare grandi strutture che nonsono state poi riutilizzate e ora giaccionoabbandonate senza una vera utilità peril territorio. Credo che si stia perdendo ilsignifi cato reale della montagna, quellavera, sana. Oggi tendiamo a trasportareovunque le nostre abitudini cittadinesenza curarci troppo di quello che invececi circonda. Non siamo più disposti asoffrire. La montagna offre un contattocon la natura, con il passato, che valedavvero la pena di essere vissuto. Eccoperché secondo me le Alpi vanno tutelatedi più.E lei come vive questa dimensione acontatto con la natura?Grazie proprio ai cavalli. Condivido questeuscite con un gruppo di persone diversetra loro, che frequentavo molto tempo fa.Viaggiamo, organizziamo escursioni insella, ci adattiamo ai posti che troviamo,e soprattutto facciamo una vita diversa daquella che mi impegna in televisione.A proposito di televisione, adesso stalavorando alla nuova edizione della sitcom“Il mammo” con Enzo Iacchetti,dove lei interpreta il ruolo della vicinadi casa un po’ speciale. Le piace questaavventura?Sì, molto, anche perché credo che questoprodotto appartenga ad una tipologiadi programma televisivo che oggi si puòancora fare. “Il mammo” è l’unica isola felicedove mi trovo a mio agio, dove vienepassato un messaggio positivo, con unamorale. Mi dispiace dirlo, ma tutto il restoche c’è oggi in tv è spazzatura. Facciofatica a essere orgogliosa di lavorare inquesto ambiente. Credo che si sia persala dignità. Abbiamo programmi che nonfanno pensare il pubblico, dove l’unicoobiettivo è fare audience traendo sempreil massimo profi tto, senza educare. Allafi ne la gente si rintontisce davanti alloschermo e credo che tutto ciò avvengaproprio per uno scopo ben preciso.Meglio allora una bella passeggiata acavallo o una sciata in montagna.Assolutamente. Magari proprio sulle pistedi Madesimo.Smiling throughout, charming, and a greatenthusiast for sport and open spaces, NataliaEstrada talks to Valchiavenna Vacanzerevealing a side little-known to the public atlarge. Behind the artistic talent which hasbrought her fame within the world of entertainmentas dancer, compere and actress,lies a strong and yet sensitive personality. Alover of nature too and particularly it seemsthe Alpine version. And she’s managed inthe last few years to rediscover this dimension– that of the mountain environment– thanks to the countless sporting activitiesshe undertakes in any free time shehas, with skiing and horse-riding standingout as favourites.“I know Valtellina and Valchiavenna verywell,” she tells ValchiavennaVacanze, “Iskied for the very fi rst time in my life atMadesimo and I immediately loved thesport. Skiing has given me the chance toget to know so many different parts of theAlps. My ex-husband (Giorgio Mastrotto)is a great enthusiast for winter sports andhence years ago he brought me to Madesimoto learn to ski. I spent the fi rst day withthe children on the nursery slopes. But sinceI must have demonstrated a certain aptitudeon the snow, the next day Giorgio suddenlydecided to ‘invite’ me up to il Canalone. Iremember it as a very diffi cult and reallydemanding run!”So you had a natural feel for skiing?Yes, but I can usually pick up pretty quicklyany sport that I try. And skiing has a lot incommon with dance. You need balance, a


it of passion and more than anything youmustn’t let speed frighten you. Skiing is likemany of the other things that I’m attractedto having a go at, disciplines that are occasionallyeven extreme, like underwatercaving and hang-gliding.Do you have a favourite sport?In recent years I’ve committed myselfwholeheartedly to horse-riding. Horseshave taken up a vast part of my spare time.I love going out with them into the wide openspaces, especially in the mountains, followingbridle-paths and ways suitable for ridingout. Horse-riding has changed my view ofthe mountains. I’ve developed a sensitivityto the protection of the countryside and Ican’t see anything positive at all in the absurd‘concrete-type developments’ in partsof our Alpine habitat.So mountains suit your personality andtastes. Has that always been the case?The region of Spain in which I was born, Asturieis on the whole, mountainous. Nearbywas a very beautiful National Park and fromchildhood I would go with my family on tripsthere. Leaving Gijon, a city with a populationof 250,000,where I lived, and in just 13 kilometresby car we were ready to take to thepaths and hills. I remember with great fondnesspicnics, long walks with my rucksack,the songs, and occasionally the downpourstoo. Being in the open air is a great pleasurefor me whereas in confi ned spaces I feel abit claustrophobic. It’s another good reasonto clamber up on a horse!So you believe your sensitivity towardsthe environment is based on experiencesof this kind.Yes but I think it’s exactly the same foranyone who loves the mountains, I meanit’s from ones very essence. I’ve been to alot of places where, yes there have beendevelopments, but at the same time thesehave been compatible with the local area,and this is why I am so opposed to some ofthe monstrosities that have appeared in thename of either progress or simply the needto host colossal sporting events.”You’re referring to the last Winter Olympics?I went to Piemonte recently and I heard formyself the displeasure of the people wholive in the valleys above Bardonecchiawho have seen their natural open spacessacrifi ced in the desire to create vast structureswhich will never be used again; theysit, frozen over and abandoned serving nopurpose whatsoever.We seem to be losing sight of the realpoint of the mountains, that of nature anda healthy existence. Today we’re inclinedto take our city habits everywhere with us,and we forget to look after what we haveall around us. We don’t like doing withoutany more. The mountains can give us allthe contact we want with nature, with thepast, and it’s well worth taking the time toappreciate them. It’s my view that we needto protect our Alpine areas much more.And how do you personally stay in contactwith nature?It’s really down to the horses. I share theseoutings with people from many differentwalks of life, people who I’ve been aroundnow for years. Out on horseback together,relaxing - wherever we might find ourselves,but above all – it’s such a pleasure to havethe chance to enjoy a life so very, very differentto that which usually occupies me,in television.On the subject of television, at the momentyou’re working on a new series ofthe sit-com “Il mammo” alongside EnzoIacchetti, in which you play the role of arather special neighbour. Are you enjoyingyourself?Yes, very much, particularly because I thinkthat this production belongs to a type of televisionprogramme that you really can stillmake even today. “Il mammo” is a genuineoasis for me, a happy one, where I feelat ease, it’s a show with positive signals,a moral, a relevance. I don’t like to say itbut the rest of television today is prettymuch rubbish. It’s not easy to feel proudabout working in this environment. It’s anarea which has rather lost its self-esteem.We have programmes that simply do notinvite the public to think, where the singleobjective is to maintain audience-shareand maximise profi ts, with no educationalinput whatsoever. In the end the public sitnumbed in front of the screens, and I believethat’s precisely what’s intended.Okay – so a good horse-ride beats a longski in the mountains.Absolutely. But maybe on a horse along thewonderful tracks all around Madesimo.43


Cantine Mamete PrevostiniVia Don Primo Lucchinetti, 61Mese (So) - Tel. 0343.41522Mamete Prevostininell’Olimpodell’enologiaLe guide de L’Espresso e di SlowFood-Gambero Rosso consacranodue vini della cantina di Mese.Mamete Prevostini at home in the eliteworld of Italian wine-productionThe guides: L’Espresso and Slow Food-Gambero Rosso sing the praises of two finewines from the Mese cellar.44Che i vini di Mamete Prevostinifossero tra i più apprezzati dellaprovincia di Sondrio, gli addettiai lavori lo sapevano già da tempo.A consacrare l’impegno e il lavoro delproduttore valchiavennasco sono statedue tra le più autorevoli guide enologicheitaliane.Il 5 ottobre è uscita la “bibbia” deL’Espresso, “I Vini d’Italia 2008”: sucirca 20 mila bottiglie selezionate, solo159 etichette sono state inserite nell’olimpodell’enologia italiana con il titolo delle “Cinque Bottiglie”.Tra questi fi gura il Valtellina Superiore Corte di Cama 2005Prevostini Mamete.Il 29 ottobre è toccato alla “Guida ai vini d’Italia” edita da SlowFood e Gambero Rosso. I “Tre Bicchieri” assegnati dagli espertisono stati 305, tra cui anche il Valtellina Sforzato Albareda2005 Mamete Prevostini. Corte di Cama e Albareda sono vinimolto strutturati, prodotti entrambi con uve nebbiolo.La tecnica utilizzata per Corte di Cama prevede che una partedell’uva venga vinifi cata subito e una parte sia invece fattaappassire per due mesi, ammostatae aggiunta al vino precedentementeprodotto secondo l’antico metodo delRigoverno. Albareda, invece nascedall’appassimento delle uve fino agennaio, a cui segue la pigiatura e lafermentazione con 18 giorni di macerazionedelle bucce sul mosto.Per entrambi questi vini viene osservatauna maturazione di 15 mesi in fusti dilegno nuovi e il successivo affinamentodi 12 mesi in bottiglia.Those responsible for wine productionwithin the Mamete Prevostini cellar arewell aware that their products have beenamong the most appreciated within theSondrio region, for some time now.This autumn both authoritative publicationshave bestowed their personal recognitionon wines produced in our valley.On the 5 th October the ‘bible’ – “I Vinid’Italia 2008” was published by L’Espresso.Experts set themselves the task of tasting20 thousand bottles: only 159 labels havebeen incorporated within the elite of Italianwine producers by the Espresso, and given the mark “CinqueBottiglie”. Among these features the Valtellina Superiore Corte diCama 2005 Prevostini Mamete.On the 29th of October it was the turn of “Guida ai vini d’Italia”published by Slow Food and Gambero Rosso.305 labels wereawarded the “Tre Bicchieri” symbol by the experts, including theValtellina Sforzato Albareda 2005 Mamete Prevostini.Both Corte di Cama and Albareda are superbly formulated usingthe Nebbiolo grape. The technique adopted for Corte di Cama seesone part of the grape harvest used immediately for wine productionwhilst another part is allowed to wither on the vine for a further twomonths, before being pressed and joinedwith the earlier production, in accordancewith the Rogoverno method.Albareda, however, is a result of the witheringof the grape right up to January,when pressing and fermentation follows,incorporating 18 days steeping in themust of the skins.Both wines then require a 15 month maturationperiod enclosed in new woodencasks, followed by a further 12 months ofrefi nement once bottled.


La Madonna di Motta,omaggio all’EuropaLa Madonna di Motta, a tribute to the whole of EuropeA cura di Franco FontanaNelle foto in bianco e nerofornite dalla collezione G.Fanetti di Campodolcino,alcune immaginidell’inaugurazione delmonumento di ”Nostra Signorad’Europa”, come fu battezzatala grande statua da don Re,perché fosse riconosciuta datutti cristiani e non solo daicattolici.Black and white photographsfrom the G. Fanetti collectionof Campodolcino, illustratingthe inauguration of “NostraSignora d’Europa”, as the statuewas christened by Don Re, inorder that it be recognised byall Christian faiths and not onlyCatholics.45


46“Una statua di Maria sulla vetta della vicinamontagna, donde la visione delleAlpi, dei laghi, delle valli e dei piani siallarga in orizzonte, che pare trascendereogni rispetto perimetro ed offrire l’aspettovario e vasto di un mondo senza confi -ne: è realtà ? è sogno? Il promotore diquesta iniziativa ha il cuore grande e hachiamato questa visione Europa: Nomesuperbo, ma ben degno della Regina delcielo e della terra…È un’idea, un segno,un simbolo; e che sia posto ai vertici deimonti, nel silenzio delle nevi e al cantodei venti sotto le stelle e sopra le valli,è bello; e sembra pieno di poesia e dipreghiera; di ricordi del passato e di speranzedell’avvenire”Queste furono parole pronunciatedall’allora arcivescovo di Milano,il cardinal Giovanni BattistaMontini, nel giorno dell’inaugurazionedel Santuario di Nostra Signora D’Europa,posto all’alpe Serenissima di Mottaa quota 1.957, voluto da don Luigi Re,quale segno religioso per l’unità dell’interocontinente europeo.La storia del Santuario è strettamentelegata a quella della casa Alpina di Motta,costruita negli anni Venti da don Re conlo scopo di educare i giovani al piaceredella montagna e del creato, quali valorispirituali e morali del messaggio cristiano.Nel corso degli anni la struttura ebbevari ampliamenti a seguito del continuoaumento degli ospiti, sia d’estate ched’inverno. Durante la Seconda GuerraMondiale il sacerdote si attivò per salvareebrei e partigiani ospitandoli presso ilcomplesso, aiutandoli poi a raggiungerela vicina Svizzera, correndo anche parecchirischi per la propria incolumità.Fu in quel frangente che nacque l’idea diun Santuario intitolato a “Nostra Signorad’Europa” quale riconciliazione tra i popolieuropei.«Saliremo in ginocchio, chiedendo perdono,perdono dal Barbarossa a Hitler.Vincitori e Vinti. Tutti uguali, in ginocchio»,sono le parole del sacerdote.Inizialmente si pensava di posizionare ilsantuario sul Pizzo Stella quale centroidrografi co d’Europa: le acque di questacatena montuosa scendono a nord versoil Reno e quindi al Mare del Nord; a estverso il Danubio e il Mar Nero; a sud versoil Po e dunque il Mediterraneo.Successivamente, anche per ragionilogistiche e tecniche, don Re scelse dicollocarla sull’alpe Serenissima, a Motta,nel territorio di Campodolcino.Per la realizzazione di questa opera ebbel’appoggio entusiasta dell’arcivescovo diMilano e il sostegno finanziario dell’industrialeVincenzo Vismara di Casatenovo.Allo scultore Egidio Casagrande di BorgoValsugana fu affi dato l’incarico di realizzarela scultura e nel maggio 1956 tuttoera pronto: una maestosa ed imponentestatua in rame alta 15 metri, di 4 tonnellatedi peso.«Si dovrà fare un basamento in pietra chesosterrà la statua e so già come verràonorata: Nostra Signora d’Europa! E quiverranno da tutto il mondo a pregare perla pace» spiegava don Re.Utilizzando pietre della zona, su indicazionedell’architetto Piero Clerici di Comoe con l’aiuto di valligiani locali, venneeretto un basamento a forma circolarecon al centro una nicchia dove attualmenteriposa il sacerdote, come lo stessodesiderava quale sua ultima dimoraterrena. L’anno successivo, il 1957, lascultura fu sezionata e trasportata daglialpini di Casatenovo Brianza a Motta. Fueretta il 15 settembre. La statua apparvesubito troppo scura e perciò si pensò diricoprila di lamine d’oro: col sole, tra laneve d’inverno e i rododendri d’estate,fu ed è tuttora un incanto.A completamento dell’opera furono postidodici pennoni in acciaio alti circa diecimetri, posizionati sei a destra e sei a sinistradel monumento, per issarvi le dodicibandiere degli stati europei ed un tredicesimoalto qualche metro più degli altri perla bandiera del Unione Europea.L’allora segretario, onorevole Benvenuti,inviò la bandiera azzurra con dodici stelle.Quel vessillo ripeteva il simbolo scelto perla Madonna di Motta: “Una donna chesembrava vestita di sole (così appare lastatua nelle giornate di sole) con una coronadi dodici stelle in capo”.Per il giorno della benedizione del monumento,don Re sperava nella presenza diun porporato, ma non era facile trovare uncardinale disposto al lungo trasferimento.Venuto a conoscenza che l’allora patriarcadi Venezia, cardinal Angelo Roncalli, sitrovava al suo paese natale in provinciadi Bergamo per trascorrervi le vacanze,si precipitò a trovarlo con la speranza divedere saudito il suo desiderio. Il cardinalRoncalli dopo averlo ascoltato e a conoscenzadell’opera intrapresa da don Re,gli disse: «Nostra Signora d’Europa l’havoluta lei, don Re, è opera sua. Non cedaalla ricerca di prelati più o meno illustri: micreda, nessuno più di lei merita la soddisfazionedi benedire la sua creatura».Tra il 7 e il 14 settembre 1958 avvennecosì l’inaugurazione del santuario in tremomenti distinti: domenica 7 settembreci fu la benedizione da parte del vescovodi Como, monsignor Bovini; il venerdì12 arrivò il cardinal Montini, arcivescovodi Milano e grande amico di don Re;domenica 14 toccò a don Re - divenutonel frattempo monsignore - benedire lasua opera in un’atmosfera di gran giubilo.Parteciparono fedeli venuti dalla valle,da tutta la Lombardia e da oltre confi ne.Durante la cerimonia passarono a Mottaaerei dell’Aeronautica Militare mandatidal presidente della Repubblica AntonioSegni, che sorvolavano la zona.Da quel giorno iniziarono gli arrivi deipellegrini provenienti anche dalle altrenazioni europee, e numerosissime sonole personalità che vi hanno fatto visita.Indubbiamente la visita più signifi cativarimane quella del presidente della Repubblica,Pier Luigi Scalfaro il 10 settembre1995, oggi unica visita della massimaautorità della Repubblica Italiana inValchiavenna.


“A statue of the Virgin Mary stands at thetop of the nearby mountain, from where theview of the Alps, the lakes, the valleys andplains extend as far as the eye can see, thehorizon seems to transcend every boundaryand affords a perspective both diverseand far-reaching of a world that knows nobounds: is it real? A dream? The inspiredinstigator of this particular initiative hasenormous vision with a heart to match, andhas called the spectacle Europa: Superblynamed and well worthy of the Queen ofsky and earth….It’s a statement, a signal,a symbol, and that it should be situated atthe very top of the mountains, within thesilence of the snows and with the wind’ssong all around, below the stars and abovethe valleys, is magnifi cent. It’s both poetryand prayer, memories of the past and hopefor what’s to come”.These were the words proclaimed by thethen Archbishop of Milan, Cardinal GiovanniBattista Montini, on the day of the inaugurationof the Santuaria di Nostra SignoraD’Europe, situated on the Alpe Serenissimadi Motta at a height of 1957 metres, at thebehest of don Luigi Re, to mark in a religiousform the unity of the entire Europeancontinent.The history of the Sanctuary is closely tiedto that of the casa Alpina di Motta, builtin the twenties by don Re with the aimof instilling the young with the joys of themountains, and such spiritual and moralcodes encompassed by the message ofChristianity. Over the years the buildingsaw various extensions as a result of theever-increasing number of guests, both winterand summertime. During the SecondWorld War, the priest was involved in savingJews and partisans by sheltering themwithin the complex, and assisting their safepassage to nearby Switzerland., thus runningconsiderable risks for his own safety.It was during these diffi cult times that theidea of a Sanctuary named ‘Nostra Signorad’Europa’ arose, to somehow represent thereconciliation between the populace of allEurope.“We are getting on our knees, we are askingforgiveness, from Barbarossa to Hitler,a pardon for victors and vanquished alike.All equal on bended knee,” continued thewords of the priest.The original idea was to position the sanctuaryon Pizzo Stella which represents thecentral water catchment area within Europe:the waters of this particular mountainrange fl owing north towards the Rhine andthence to the North Sea, and east towardsthe Danube and thus the Black Sea; and tothe south in the direction of the Po and theMediterranean.However, subsequently, for reasons both logisticand practical, don Re chose to situateit on the Alpe Serenissima, at Motta,In order to carry out this extraordinary workhe received the enthusiastic support of theArchbishop of Milan and the financial backingof the industrialist Vincenzo Vismara ofCasatenovo. Egidio Casagrande from BorgoValsugana was entrusted with the task ofproducing the sculpture, which was dulyready in May 1956; a majestic and imposingstatue made in copper and standing 15metres high, and weighing 4 tons.“We should produce a stone base to supportthe statue, and I know already exactlyhow we should honour it: Nostra Signorad’Europa! It will become a place for peoplefrom throughout the world to come and prayfor peace” explained Don Re.Using stone from the adjacent area and underthe supervision of the architect PieroClerici from Como, with the assistance oflocal inhabitants, the basement was constructedin a circular shape, with a recess inthe middle where the priest himself now lies,in accordance with his wish that it shouldbe his final resting place. The following year,in 1957, the sculpture was cut into sectionsand transported by Alpine troops of CasatenovaBrianza to Motta.It was erected on September 15 th . It wasclear immediately though that the statueappeared too dark and it was therefore decidedto cover it in gold leaf: sun-kissed,among the snows of winter and the rhododendronof summer it was, and remainstoday, an absolute marvel.On completion of the work, twelve flagstaffsstanding around 10 metres high and madeof steel were positioned alongside – six tothe right and six to the left – and the flagsrepresenting the European states werehoisted, and a thirteenth sporting the fl agof the European Union, slightly higher thanall the rest.It was left to the secretary, the HonourableBenvenuto to despatch the blue flag bearingtwelve stars. This standard reinforced thesymbol chosen for the Madonna di Motta. “Awoman apparently dressed in sunshine (sothe statue appeared on fi ne, sunny days)with a crown of twelve stars at her head”.For the day of the blessing of the new monument,don Re had hoped to attract the presenceof a cardinal, but it didn’t prove easyto fi nd one who was disposed to make thenecessary journey. It came to his noticehowever that just at that time the Patriarchof Venice was holidaying in his native regionof the Bergamo province, and he rushedto see him in the hope that he might carryout his wishes. Cardinal Roncali, having listenedand appreciated the undertaking thatdon Re had completed, advised, “NostraSignore d’Europa was your responsibility,don Re, it’s manifestly of your making. Don’thand it over to prelates either more or lessillustrious than yourself, believe me, no-onedeserves – more than you – the satisfactionof blessing your creation”.And so between the 7 th and 14 th September1958 the inauguration of the sanctuary tookplace in three distinct phases: on Sundaythe 7 th saw the blessing on the part of theBishop of Como, monsignor Bovini; on Fridaythe 12 th Cardinal Montini, Archbishopof Milan, and a good friend of don Re, arrived;fi nally on Sunday the 14 th it was theturn of don Re – who had become in themeantime monsignore – to bless the statuein an atmosphere of sheer jubilation. Thefaithful turned up from the valley, from allover Lombardy and other regions too. Duringthe ceremony, planes representing theAeronautica Militare, despatched by thePresident of the Republic, Antonio Segni,overfl ew the area.Since then pilgrims have made the journeyto the sanctuary from all over Europe, andthere have been many notable dignitarieswho’ve made the trip too. Undoubtedlythough, the most signifi cant ‘pilgrim’ to visitremains the then President of the Republic,Pier Luigi Scalfaro on the 10 th September1995, the only time the highest authoritywithin the Republic has visited Valchiavenna.47


Montesplugaparadiso biancoMontespluga: an Alpine havenA cura di Guido ScaramelliniCentro studi storici valchiavennaschi - www.clavenna.it48


Alla scoperta della storia e del fascinodi un luogo incantato nelle Alpi.The village all on its own: full of history and a special charmUn angolo incantato, ai piedi del Passodello Spluga. Così appare d’invernoMontespluga, il borgo nel comune diMadesimo situato a 2000 metri di quota, raggiungibiledurante la stagione fredda in auto - sela neve non è troppo abbondante - o con le ciaspolelungo le piste che solcano gli Andossi.Lontano dagli impianti di sci, questo nucleo è dasempre la base ideale per chi vuole compiereescursioni di scialpinismo o con le racchette aipiedi. La sua storia ha radici lontane e si fondecon quella dei grandi passaggi che dall’epocaRomana e per tutto l’Ottocento, conducevanomercanti e viaggiatori su questa rotta internazionaleaperta tutto l’anno, per valicare leAlpi.Il lago che occupa gran parte della piana, d’invernogela e per alcuni mesi rende possibili lepasseggiate sulla sua superfi cie bianca.La Val Loga e il Suretta sono il paradiso di chiama lo scialpinismo. Mentre i “ciaspolari” si dilettanoin comode escursioni verso il valico, seguendola strada ricoperta dalla neve e chiusaalle auto. Montespluga d’inverno ha un fascinodavvero speciale.It’s a magical place, just a stone’s throw from thePasso dello Spluga. Montespluga in wintertime – atiny part of the Madesimo local authority – 2000 metreshigh, accessible by car even if the pass closes– as long as the snow itself hasn’t worked overtime.And if it has, take to your ski-rackets along the trackwhich cuts across Andossi.It’s a world away from the ski-lifts and slopes at ‘basecamp’Madesimo, and represents the perfect startingpoint for anyone who enjoys ski excursions to thesurrounding peaks, or more leisurely outings on rackets.Its historical roots go way-back, and conjure upimages of Alpine crossings from the Roman era, thenfast-forward to traders and travellers throughout the18 th century heading for the central European plains.A route undertaken, remember, all the year round.A large part of the valley plain at Montespluga istaken up by the lake; frozen for months in wintertimeit affords possibilities of gentle strolls on its snowcarpetedsurface.Val Loga and Suretta are special places in the heartsand minds of the ski-excursionist. Snow ‘racketeers’enjoy gentler outings up towards the pass, by simplyfollowing the road, once closed to traffic, and generallywith a plentiful snow-covering.. Winter in Montesplugahas a very special appeal.49


50Secondo alcuni quel Cunuaureu indicatotra Clavenna e Curia (Coira) dalla TabulaPeutingeriana, è l’attuale Montespluga.Secondo altri è il passo. Ma nei documentitardomedievali, a partire dal XIVsecolo, questa località è detta “Ca’ de lamontagna” per via dell’ospizio che oggiè l’albergo Vittoria. E così fu chiamatoper secoli fino all’Ottocento, quando, conl’arrivo nel 1822 della prima carrozzabilevoluta dagli Austriaci che da sette annidominavano in valle, gradualmente siandò imponendo il nome di Montespluga.Contemporaneamente il nome di Spluga,che aveva il paese a sud del passo, conl’annessione dei Grigioni alla Svizzeraandava tedeschizzandosi in Splügen,com’è oggi.Alla “Ca’ de la montagna” c’era il lungofabbricato dell’ospizio e della dogana,che nel Settecento apparteneva a protestantie che passò poi di proprietà di certoGiuseppe Agosti, il quale ottenne dallaSanta Sede il permesso di aprirvi unachiesetta interna. Costruita la carrozzabiledello Spluga, si pensò tre anni dopoa una nuova chiesa, che fu costruita conrivestimento in pietra a vista sul lato oppostodella strada e inaugurata nel 1832,dedicandola a san Francesco d’Assisi.Sul retro dello stabile fu ricavata la sededel cappellano e quella dei cantonieri,addetti alla manutenzione della strada.Sono gli anni del passaggio di illustriviaggiatori, alcuni dei quali immortalarononelle loro stampe il villaggio di Montespluga,altri ne fissarono le impressioninei loro appunti di viaggio. Divertente èquanto scrive Rodolphe Töppfer nel suo“Voyages en zigzag ou excursions d’unpensionnat”, pubblicato a Ginevra nel1844. Egli, parlando del rientro in Svizzeraattraverso la dogana di Montespluganel 1839, racconta del commissarioaustriaco che trovò un giovane della suacompagnia senza documenti, tenendotutti in fi la, al freddo, per tre quarti d’ora,prima di lasciarli passare. La burocraziaaustriaca era infl essibile.A Montespluga avvenne per secoli ancheil carico e scarico delle merci a curadell’associazione dei Porti, costituita trail comune unico di val San Giacomo ealtri cinque nei Grigioni fi no a Coira. Alpassaggio da un comune all’altro le mercivenivano caricate al trasportatore delcomune successivo.Si sa che gli invasi creati nel ’900 perla produzione dell’energia elettrica hannosepolto alpeggi e baite, cambiandola fi sionomia dei luoghi, ma anche seppellendopaesi interi. Questo non è fortunatamenteavvenuto a Montespluga,dove la società interregionale Cisalpinanel 1931 completò la costruzione dellosbarramento della Stuetta, allagando laconca davanti al paese.E proprio questo grande specchio d’acqua,sorto dove già esisteva uno stagnonaturale, ha contribuito a mantenere ilsapore e l’atmosfera ottocentesca che sirespira ancora oggi a Montespluga. Senzail grande lago sarebbero sorte secondecase sulle sponde e sul fondovalle,per cui – in questo caso – il “progresso”,anziché distruggere, ha salvaguardato unpaese e il suo piano.Ora Montespluga è una tappa obbligataper chi percorre a piedi la storica Via-Spluga da Thusis a Chiavenna. E il passaggiodel Cardinello, che da uno deglisbarramenti si diparte, costituisce unadelle tratte più suggestive e impressionantidell’intero itinerario italo-svizzero,intagliata com’è nella roccia a mezzacosta del versante sinistro della valle delLiro, che scende verso Isola.


Some take the view that Cunuaureu markedbetween Clavenna and Curia (Coira) in theTabula Peutingeriana, is actually Montespluga.Others maintain it’s the pass itself. Butlate-medieval documentation, from the 14 thcentury that is, records the location as ‘Càde la montagna’ (house of the mountains)noting the accommodation there – now representedby the Albergo Vittoria. But ‘Cà dela montagna’ it would remain to travellersover the centuries until the 1800’s, 1822being the year that a road suitable for vehicleswas commissioned by the Austrians,who for seven years had ruled in the valley.Somewhat gradually, Montespluga was‘christened’. At the same time the name ofSpluga, the village to the south of the pass,after the annexation of the Grigioni to theSwiss, was ‘sprinkled’ with a little German,becoming Splügen, as it remains today.‘Cà de la montagna’ was an imposing building,of some length, comprising accommodationbut also housing the customspost, and was in the hands of Protestantsduring the 17 th century before passinginto the ownership of a certain GiuseppeAgosti, who requested and received permissionfrom the ‘Santa Sede’ to create atiny church within. Once the way across thepass became suitable for road traffic, it wasonly three years before a new church wasconsidered and constructed, in stone, onthe other side of the road. The inaugurationwas in 1832 and the church dedicated toSan Francesco d’Assisi. At the rear of thebuilding were quarters for the chaplain, andalso those of the men responsible for roadmaintenance.These years saw the to-ing and fro-ing ofintrepid and noted travellers, some of whomimmortalised the place in their writings,or at the very least gave impressions ofMontespluga in personal accounts of theirjourneys. It’s certainly entertaining to readRodolphe Töppfer in his “Voyages en zigzagou excursions d’un pensionnat”, publishedin Geneva in 1844. Writing about his returnjourney to Switzerland, passing throughMontespluga and the customs point, he tellsof an Austrian official, who, discovering oneof the party without the necessary documentation,stood everyone in a line in thefreezing cold for three-quarters of an hour,before allowing anyone to proceed. Austrianbureaucracy proving formidable!For centuries Montespluga was the pointfor the loading and unloading of goods andmerchandise. It was the responsibility of the‘Associazione dei Porti’, composed of representativesof the single local authority ofVal San Giacomo and fi ve others within theGrigioni – as far as Coira. Movement fromone region to the next meant that goodshad to unloaded and then re-loaded, thusbecoming the responsibility of carriers representingthe successive authority.The arrival in the region of those of chargedwith energy production by hydro-electricmeans beginning in the 1900’s saw highpastures and shelters simply disappear,thus changing the very physical nature ofsome places, and in extremes whole villageswere buried.. Happily this was not tobe the case with Montespluga. In 1931 theinter-regional company Cisalpina completedthe construction of the dam at Stuetta,flooding the valley basin which stretched outhandsomely once you’d left the village. It’sexactly this stretch of water , just where asmall natural lake had existed before, whichhas contributed signifi cantly to maintainingthe atmosphere and the ‘feel’ of the 1800’swhich lives on in Montespluga even today.Who knows –without the impressive lakethere – we might have seen the growth of‘second homes’ on the banks and in thevalley bottom. Evidence here, if I may beso bold, of “progress” instead of destroying,actually safeguarding the future of the villageat its own level (in every sense).Today Montespluga has become one of thekey stages for walkers following the historicVia Spluga from Thusis to Chiavenna.51


RicordandoLuciano LeonardiRemembering Luciano Leonardi52Luciano Leonardi aveva un grandesogno: realizzare un impianto diarroccamento da Campodolcinoverso Motta, che facilitasse l’accesso allepiste di Madesimo.Un pallino, il suo, che si concretizzò nel1996 con la progettazione e la realizzazionedella funicolare Sky Express. Neldicembre 2007, a dieci anni dalla suascomparsa, il comune di Campodolcinoha intitolato una via del paese all’ingegnere,padre di Spluga Domani e delgrande progetto di sviluppo dell’interaskiarea. Leonardi era un uomo caparbio etenace, che seppe costruirsi una carrieraprofessionale brillante, affrontando con lesue sole forze infinite difficoltà e sacrifici,fi no a diventare amministratore delegatodella Cogefar, una tra le più grandi aziendeedili italiane.Le sue origini sono legate in modo saldoalla Valle Spluga. Nato il 9 maggio del1925 a Cureggio, in provincia di Novara,perse molto presto il padre muratoremalato di silicosi. La madre, CostantinaGuanella - nata a Fraciscio e pronipotedel beato don Luigi Guanella - dovetteaffi dare il figlio al seminario perché potessestudiare. La grande determinazionedi Leonardo gli consentì di iscriversi alPolitecnico grazie ad una borsa di studioe di ottenere in tempi ridottissimi e conimmensi sacrifi ci, la laurea in ingegneriacivile. Si sposò con Anna Vanotti, conosciutaproprio a Campodolcino, dalla qualeebbe due fi gli, Enrico e Tiziana.Entrò subito alla Cogefar, mettendosi inevidenza per le sue qualità tecniche eprofessionali. Fu nominato responsabiledei lavori ai trafori del Frejus e del GranSasso. Curò anche la realizzazione dellaboratorio di fi sica nucleare del GranSasso, oltre a tante altre commesse inItalia e all’estero, come la diga Chxoy inGuatemala, la metropolitana di Sydneyin Australia e la ferrovia che attraversail Cameroun. Con il trascorrere deglianni si fece strada in lui il desiderio diindividuare un progetto che fosse in gradodi garantire il rilancio e lo sviluppodi Campodolcino in chiave turistica. Undesiderio che si concretizzò prima conla costituzione di Spluga Domani e successivamentecon il coinvolgimento deglienti pubblici locali, delle aziende e dellebanche. Oggi, la lungimiranza di quellostudio è stata ampiamente confermatadal successo ottenuto dalla funicolare.Luciano Leonardi si spense il 18 dicembre1997, colpito da un male incurabile.Riuscì però a vedere realizzato il suo sogno,partecipando all’inaugurazione dellafunicolare, nel dicembre 1996.It was his big dream. Luciano Leonardiwas committed to the creation of a systemof transport linking Campodolcino toMotta – thus opening up the ski slopes ofMadesimo. His idea was to actually ‘take on’the mountain. And win.His almost-obsessive zeal saw things cometo fruition in 1996 with the design and creationof the Sky Express underground cableway.In December 2007 – ten years afterhis death, Campodolcino will honour theextraordinary engineer, founding father ofSpluga Domani and instigator of a host ofdevelopments within the whole of the Skiarea,by naming one of the town’s streetsafter him.A determined man – brimming with tenacity,Leonard’s brilliant professional careerwas marked by total dedication - often toattempting almost the impossible. It meantpersonal sacrifi ce and enormous strengthof character – but recognition of his talentsoon followed and he assumed the post ofManaging Director of Cogefar – the prestigiousItalian building fi rm.His background boasts very solid links tothe Valle Spluga. He was born on the 9 thMay 1925 at Cureggio, in the province ofNovara and lost his father, a builder, to silicosis,while still young. His mother, CostantinaGuanella – born at Fraciscio, thegreat-grandchild of the blessed don LuigiGuanella-entrusted her son to the seminaryto undertake his studies. Leonardi’s determinationand vigour was rewarded with abursary which ensured he could attend the‘Politecnico’ where through typical hard workand sacrifice he graduated in Civil engineeringin almost record time. He married AnnaVanotti who he met in Campodolcino itselfand the couple had two children, Enrico andTiziana.His technical expertise and professionalismwas soon recognised at Cogefar.He was therefore given the overall responsibilityfor tunnelling work at Fejus and GranSasso. He later oversaw the work on theNuclear Physics Laboratory in Gran Sasso.There were to be many other commissionsboth in Italy and abroad, the Chxoy dam inGuatemala, the Sydney Metropolitan systemin Australia and the railway crossingCameroun, being typical.As the years went by the idea began to takehold that he should undertake a projectwhich would raise the profi le of Campodolcinoand see its development as a centre oftourism. This meant first establishing SplugaDomani, then encouraging the involvementof local public organisations, businessesand banks. Today his foresight and visionhave been manifestly illustrated by the successof the underground cableway.Luciano Leonardi died of an incurable illnesson the 18 th December 1997. He didhowever live to see the realisation of hismasterpiece, and was part of the inaugurationceremony of Sky Express in Decemberthe previous year.


Blossom Skisciare al top.Sempre.Le proposte dello Skis StoreLa Sosta per la stagione:dal noleggio alla vendita.Skiing at its finest. Every time. Suggestionsfrom the Blossom Ski Store for the comingseason: either for hire or sale.Chi vuole sciare sempre con l’attrezzatura miglioreai piedi o cerca il materiale più qualificatoda noleggiare per la famiglia, il posto giustoè Blossom Skis Store La Sosta a Prata Camportaccio,lungo la Statale 36 dello Spluga. Le proposte del puntovendita più fornito della zona, sono ampie e vannodallo sci tradizionale - con scarponi e racchette -, fi noa tutto l’occorrente per il fondo e lo snowboard.Il materiale in affi tto è perfetto, con lamine e fondosempre ben fresati. Per i più piccoli poi, ci sono formuledi noleggio che consentono di avere stagione dopostagione, sci adatti all’età e all’altezza.Blossom Skis Store realizza anche un servizio personalizzatodi preparazione sci per chi disputa gare oprove agonistiche. Se volete trovare pronto lo sci piùcongeniale alla vostra giornata sulle piste, basta unatelefonata e passando dal negozio non dovrete farealtro che ritirare il modello selezionato.Blossom non è soltanto noleggio, ma produce da annisci con una cura e un’attenzione artigianale, portandoavanti la lunga tradizione valchiavennasca. Nel laboratoriodi Prata Camportaccio, Luciano Panatti - tecnicodella Valanga Azzurra negli anni Settanta - selezionapersonalmente tutti i materiali, per dare alla luce scistraordinari in cui è ancora il legno la vera anima diogni pezzo, seguito in tutte le fasi di produzione daartigiani specializzati.L’unico modo per apprezzare questo lavoro è provaregli sci Blossom: ne resterete molto sorpresi!For those who are looking for the very best in ski equipmentor who wish to hire winter sports gear for all the family, theplace to note is the Blossom Ski Store, La Sosta at PrataCamportaccio, along the statale 36 of Valle Spluga.From the point of view of purchasing it’s the most wellequippedstore in the area, full of an enormous rangeof traditional skis - alongside boots and rackets too, andwith all the most recent innovations for cross-country andsnowboarding.All the rental equipment is of the highest quality too, withblades and surfaces always in optimum condition.And for the smallest of skiers there are systems for hiringwhich permit season upon season of equipment perfectlyadapted to age and size.Blossom Skis Store also offers a highly personalised servicefor those are involved in ski racing and competition. Ifwhat you are really looking for is the ‘right ski for the righttime’ for your day out on the slopes, all you need to do istelephone prior to calling in at the shop where you’ll fi ndprecisely what you need ready for collection.Of course Blossom is by no means a mere rental service,having produced over many years a wide variety of skiswith the close attention adopted by artisans.It’s entirely in line with a long Valchiavenna tradition. Withinthe workshop in Prata Camportaccio, Luciano Panatti - thechief designer of Valanga Azzurra since the Seventies - has apersonal input in material selection, enabling the productionof the genuine article - the wood involved being tailored inevery aspect - following the specialist traditions of the artisan.The only way to be convinced however is to try them yourselves:Blossom never cease to amaze.53


Eventi Valchiavenna - Inverno 2007 -200854DicembreData da destinarsi LOCAL CONTEST al Madepark di MadesimoInfo: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel. 034353015CIASPOLATA IN PLENILUNIO Escursione gratuita conracchette da neve insieme a Guide Alpine ValchiavennaInfo: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel. 0343 53015Per tutto il mese dicembre SHOW ROOM DI NATALE perscoprire il regalo di Natale più bello tra gioia, luci ecolori. Aperto tutti i giorni presso Cantine del Palazzettodi Mese Info: Cantine del Palazzetto, Tel. 0343 41136Dal 7 dicembre MOSTRA DI SCULTURA DI ANDREA CA-SCELLA E PIETRO CONSAGRA nelle vie di Madesimo epresso Sala Carducci Info: Ufficio Turistico Madesimo,Tel. 0343 53015Fino al 16 dicembre MOSTRA DI ARREDI ANDINI PressoEx Convento dei cappuccini. Orari: da martedì avenerdì: 16.00-19.30, sabato e Festivi: 10.30-12.30,15.00-19.30 Info: www.donbosco3a.it , info@donbosco3a.itTutti i giovedì dicembre LIVE MUSIC presso Ristorante/American bar Boggia, dalle 22.30 – Gordona - Info:Ristorante/American bar Boggia, Tel. 0343 43299Tutti i venerdì dal 07/12 dicembre SERVIZIO NAVETTAPOMERIDIANA DA MADESIMO per la visita alla cittadinadi Chiavenna Info: Uffi cio Turistico Madesimo,Tel. 0343 53015Tutti i sabati dicembre DISCO ON ICE Discoteca sul ghiacciopresso Stadio del ghiaccio di Chiavenna Info: CentroSportivo Valchiavenna, Tel. 0343 35068CRAZY NIGHTS Live music presso Trattoria/Ostello AlSert, dalle 22.00 - Verceia Info: Trattoria/Ostello AlSert, Tel. 0343 62042Tutte le domeniche di dicembre GO KART SULLA NEVEPossibilità di noleggio Kart - cross anche in caso dineve e pioggia presso Pista Tibikart Valchiavenna diGordona Info: Pista Tibikart, Tel. 348 697641201 sabato dicembre LA SICILIA E I SUOI GRANDI VINIDegustazione vini azienda Duca di Salaparuta e RalloInfo: Fiaschetteria La Specola, Tel. 0343 3269602 domenica dicembre STAGE DI ARRAMPICATA INDOORpresso Palestra di Prosto – Piuro Info: G.A.: MarcoGeronimi, Tel. 339 6587167, chinogeronimi@libero.itSULLE ORME DEGLI SCALPELLINI Traversata da Montagnolaa Codera. Pranzo caldo, difficoltà media Info:Accompagnatori di media montagna “Ometto di Sasso”Tel. 333/7952632 info@omettodisasso.itPESCA E FIERA DI NATALE Dalle 14.00 alle 18.00 pressoCentro Giovanile Treneda XXL, Samolaco Info: TremendaXXL, Tel. 0343 24295INCONTRO HOCKEY CHIAVENNA – HC BERGAMO Ore19.45 presso Stadio del ghiaccio di Chiavenna - Info:Centro Sportivo Valchiavenna, Tel. 0343 3506801/02 dicembre LE BOLLICINE DI BISOL Degustazionevini presso Enoteca Marino, Chiavenna - Info: EnotecaMarino, Tel. 0343 32720Dal 7 al 30 dicembre MOSTRA “GLI ORI DEI MIGRANTI”Gioielli e memorie dell’emigrazione storica dall’altoLario e Valchiavenna Presso Palazzo Pestalozzi di Chiavenna,aperto tutti i giorni tranne i lunedì e il giorno diNatale, dalle ore 16 alle 19. Ingresso libero Info: CentroStudi Storici Valchiavennaschi, Tel. 0343 3538207 venerdì dicembre TOMBOLATA presso Biblioteca diGordona Info: Comune di Gordona, Tel. 0343 4232107/08/09 dicembre PLAYDAYS BY SPIAGAMES Grandefesta di inizio stagione a Madesimo. Divertimento esport, nuovi materiali e ultime tecnologie del mondo scie snowboard. Info: Consorzio Turistico Valchiavenna,Tel. 0343 37485 www.spiagames.it“I LEGNI DI BAT” MOSTRA PERSONALE DI RINALDOBATTAINI presso Sala Mostre di Madesimo. Orario diapertura 10.00 – 12.00 e 15.30 – 18.00 Info: Uffi cioTuristico Madesimo, Tel. 0343 5301508/09 dicembre MERCATINO DI NATALE A NOVATE MEZ-ZOLA Piazzale Chiesa e centro storico Info: Comune diNovate Mezzola, Tel. 0343 63040ARRAMPICATA IN FALESIA (Lecco) Info: G.A.: MarcoGeronimi, Tel. 339 6587167, chinogeronimi@libero.itDEGUSTAZIONE CHAMPAGNE Maison Henriot Reimspresso Enoteca Marino, Chiavenna Info: Enoteca Marino,Tel. 0343 32720Dal 8 al 28/02 dicembre LA VAL SAN GIACOMO TRA 800E 900 NELLE CARTOLINE DI GIOVANNI OGNA, TIPO-GRAFO ED EDITORE IN CHIAVENNA Mostra in collaborazionecon C4, presso Mu.Vi.S., Campodolcino.Info: Museo della Via Spluga e della Val San Giacomo,Tel. 0343 5062808 sabato dicembre I VINI MOSSI DA DESSERT Degustazionevini presso Fiaschetteria La Specola – Chiavenna.Info: Fiaschetteria La Specola, Tel. 0343 32696PRESENTAZIONE STAGIONE INVERNALE MADESIMO2007/2008 Ore 18.30 presso Sala Convegni di Madesimo.Info: Circolo Sciatori Madesimo, Tel. 034356105SORPRESE SULLA NEVE Gara a sorpresa all’Alpe Mottaorganizzata da Sci Club Campodolcino. Info: Uffi cioTuristico Campodolcino, Tel. 0343 50611FESTA DELL’IMMACOLATA A CIMAVILLA. Info: Comunedi Gordona, Tel. 0343 42321CONCERTO GOGORIS GOSPEL BAND Novate Mezzola.Info: Consorzio Turistico Valchiavenna, Tel. 034337485Dal 9 al 23 dicembre ARTE PER VOCIN Mostra pressoChiesa ex Convento dei Cappuccini di Chiavenna. Orario10.00- 12.00 e 16.00 – 19.00. Chiusa il lunedì. Info:www.wasistdas.net09 domenica dicembre INSIEME SULLA NEVE Sci ClubCampodolcino organizza lezioni gratuite all’Alpe Mottaper bambini. Info: Uffi cio Turistico Campodolcino, Tel.0343 5061110 lunedì dicembre GIOCANEVE Gratuito per bambinipartecipanti, Campodolcino. Info: Uffi cio TuristicoCampodolcino, Tel. 0343 5061112 mercoledì dicembre LETTURA CHE PASSIONE Grandiautori raccontano il loro amore per la lettura, e la letturacome iniziazione alla vita. Ore 20.30 presso Sala AssembleeComunità Montana Valchiavenna, Chiavenna.Info: Biblioteca della Valchiavenna - Tel. 0343 3282114/15/16 dicembre FREERIDERSPORT EVENTS SKI TOUR2007/2008 A MADESIMO Passione per lo sport superandole barriere, anche per gli sport sulla neve. Info:Ufficio Turistico Madesimo, Tel. 0343 5301515/16 dicembre TEST IT ALL. Per provare tutti i migliorimateriali per lo snowboard e freeski, Madesimo. Info:Ufficio Turistico Madesimo, Tel. 0343 53015DEGUSTAZIONE CHAMPAGNE Maison Duval Leroy Vertuspresso Enoteca Marino, Chiavenna. Info: EnotecaMarino, Tel. 0343 32720UN FIOCCO DI NEVE PER TUTTI 2° edizione rassegnadi scuole di danza. sabato ore 21.00 e domenica ore15.00 presso Teatro Victoria di Chiavenna. Info: DDDdanceschool, Tel. 0343 3284515 sabato dicembre MERCATINO DI NATALE A PRATACAMPORTACCIO. Info: Comune di Prata Camportaccio,Tel. 0343 32351DEGUSTAZIONE VINI AZIENDA MASTROBERARDINOpresso Fiaschetteria La Specola – Chiavenna. Info:Fiaschetteria La Specola, Tel. 0343 3269616 domenica dicembre MERCATINO E CARROZZA DIBABBO NATALE. Lungo le vie del centro storico diChiavenna con animazione per bambini. Info: ProChiavenna, Tel. 0343 35327STAGE DI SCI ALPINISMO – 1° LIVELLO. Info: G.A.:Marco Geronimi, Tel. 339 6587167, chinogeronimi@libero.it18 martedì dicembre. GIOCHI SOTTO L’ALBERO. pressoStadio del Ghiaccio di Chiavenna. Info: Centro SportivoValchiavenna, Tel. 0343 3506822/23 dicembre. TRENINO DI NATALE. Lungo le vie delcentro storico di Chiavenna. Info: Pro Chiavenna, Tel.0343 3532722 sabato dicembre. I VINI PER LE FESTE. Degustazionevini presso Fiaschetteria La Specola – Chiavenna. Info:Fiaschetteria La Specola, Tel. 0343 32696GITA FACILE DI SCI ALPINISMO Info: G.A.: Marco Geronimi,Tel. 339 6587167, chinogeronimi@libero.itCONCERTO GOGORIS GOSPEL BAND. Presso Chiesa parrocchialedi Villa di Chiavenna. Info: Consorzio TuristicoValchiavenna, Tel. 0343 3748523 domenica dicembre. MERCATINO DI NATALE A CHIA-VENNA. Lungo le vie del centro storico di Chiavennacon animazione per bambini. Info: Pro Chiavenna, Tel.0343 35327FESTA DEI BAMBINI CON BABBO NATALE. Dalle 14.00corteo lancio dei palloncini, regali e merenda per tutti ibambini presso Ristoro Pos Motta di Villa di Chiavenna.Info: Ristoro Pos Motta, Tel. 340 5476556CORI A NATALE Coro Nivalis, Corale Laurenziana e CoraleProsto in concerto. Ore 21.00 presso Chiesa Parrocchialedi Verceia. Info: Consorzio Turistico Valchiavenna,Tel. 0343 3748524 lunedì dicembre ARRIVA BABBO NATALE. Ore 21.00,Piazza della Chiesa di Fraciscio. Info: Uffi cio TuristicoCampodolcino, Tel. 0343 50611PIVA DI NATALE A SAMOLACO A cura della Banda Musicaledi Samolaco, lungo le vie di S. Pietro – Samolaco.Info: Comune di Samolaco, Tel. 0343 38003PIVA DI NATALE A GORDONA a cura della Banda Musicaledi Gordona lungo le vie di Gordona. Info: Comune diGordona, Tel. 0343 4232125/26 dicembre BABBO NATALE A CAMPODOLCINO.Lungo le vie del paese. Info: Uffi cio Turistico Campodolcino,Tel. 0343 5061125 martedì dicembre. BABBO NATALE E LA DOLCE ALCEdalle ore 15.00 nelle vie di Madesimo. Info: Uffi cioTuristico Madesimo, Tel. 0343 5301526 mercoledì dicembre. BABBO NATALE IN SLITTA itinerantea Madesimo Info: Uffi cio Turistico Madesimo,Tel. 0343 5301527 giovedì dicembre FREERIDE, SCI FUORIPISTA. Discesain neve polverosa a Madesimo partendo da CimaSole e Groppera. Info: Topcanyon, G.A. Pascal VanDuin, Tel. 335 5470126, info@topcanyon.comIL GHIACCIO E LA FORMA DELLE MONTAGNE. Serataa tema, ore 20.30 presso Stüa Granda del Palazz diCampodolcino. Info: Uffi cio Turistico Campodolcino,Tel. 0343 50611CONCERTO DELLA CORALE M. E. BOSSI DI MORBEGNO.Ore 21.00 presso Chiesa Parrocchiale di Madesimo.Info: Ufficio Turistico Madesimo, Tel. 0343 53015Dal 27 al 30 dicembre. MEETING DEI GIOVANI “VOGLIADI COCCOLE”. Incontri e discussioni su diversi temi,dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 16.00 pressocentro Giovanile Tremenda XXL, Somaggia di Samolaco.Info: Tremenda XXL, Tel. 0343 2429528 venerdì dicembre CIASPOLATA A MADESIMO Escursionegratuita con le racchette da neve insieme a GuideAlpine Valchiavenna. Info: Ufficio Turistico Madesimo,Tel. 0343 53015DEGUSTAZIONE GRAPPE DISTILLERIA FRANCOLI. Ore20.30 presso Stüa Granda del Palazz di Campodolcino.Info: Museo della Via Spluga e della Val San Giacomo,Tel. 0343 50628TOSHIBA NIGHT RAIL Gara spettacolo al Campo scuolaArlecchino, qualifi cazioni durante il giorno e fi nali innotturna a Madesimo.Info: Consorzio Turistico Valchiavenna,Tel. 0343 3748529 sabato dicembre BOLLICINE PER UNO SPUMMEG-GIANTE 2008. Degustazione vini presso FiaschetteriaLa Specola – Chiavenna. Info: Fiaschetteria La Specola,Tel. 0343 32696GITA FACILE DI SCI ALPINISMO. Info: G.A.: Marco Geronimi,Tel. 339 6587167, chinogeronimi@libero.itMERCATINO DI CAMPODOLCINO Piazza S. Antonio (in casodi maltempo rinviato a domenica 30). Info: Ufficio TuristicoCampodolcino, Tel. 0343 50611PREMIO “CIAVENASC” Cerimonia di consegna pressoSala consiliare Municipio di Chiavenna. Info: Pro Chiavenna,Tel. 0343 35327


Eventi Valchiavenna - Inverno 2007 -2008BABY FIACCOLATA CIRCOLO SCIATORI MADESIMO dall’Acquarelaall’Arlecchino, con merenda. Info: CircoloSciatori Madesimo, Tel. 0343 56105FESTA IN PIAZZA A MADESIMO Ore 17.00 in Piazzadella Chiesa, con degustazione prodotti tipici dellenostre valli. Info: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel.0343 53015CONCERTO CORO NIVALIS. Ore 21 presso Chiesa Parrocchialedi S. Giacomo Filippo. Info: Parrocchia di S.Giacomo Filippo, Tel. 0343 35598CONCERTO DEL NUOVO ANNO. Classical Musical di AndrewLloyd Webber del quintetto “Esemble Duomo”.Ore 21.00 presso Sala Convegni di Madesimo. Info:Uffi cio Turistico Madesimo, Tel. 0343 53015PROIEZIONE VIDEO DELL’HOMO SELVADEGO. Letturaantiche leggende e laboratorio con merenda perbambini. Ore 14.00 presso Stüa Granda del Palazz diCampodolcino. Info: Museo della Via Spluga e dellaVal San Giacomo, Tel. 0343 5062829/30 dicembre. CA’ DEL BOSCO: LE BOLLICINE DELLAFRANCIACORTA. Degustazione vini presso EnotecaMarino, Chiavenna. Info: Enoteca Marino, Tel. 03433272030 domenica dicembre. CIASPOLATA A MADESIMO.Escursione gratuita con le racchette da neve insiemea Guide Alpine Valchiavenna. Info: Uffi cio TuristicoMadesimo, Tel. 0343 53015SCOPRIAMO COSA CI OFFRE IL BOSCO. Per crearesemplici e simpatiche decorazioni per le feste. Attivitàricreativa per adulti e bambini con “Ometto di sasso”a Campodolcino. Info: Ufficio Turistico Campodolcino,Tel. 0343 50611FREERIDE, SCI FUORIPISTA. Discesa in neve polverosaa Madesimo partendo da Cima Sole e Groppera. Info:Topcanyon, G.A. Pascal Van Duin, Tel. 335 5470126,info@topcanyon.comCONCERTO GOSPEL “FIELDS OF JOY” Ore 17.00 pressoChiesa di Portarezza, Campodolcino. Info: Uffi cioTuristico Campodolcino, Tel. 0343 50611FIACCOLATA SCUOLA SCI MADESIMO VALLESPLUGAOre18.00 con spettacolo pirotecnico e vin brulè per tutti.Info: Ufficio Turistico Madesimo, Tel. 0343 53015CONCERTO GOSPEL “SOLQUIRE”. Ore 20.30 presso casaAlpina di Motta, Loc. Alpe Motta di Campodolcino. Info:Ufficio Turistico Campodolcino, Tel. 0343 5061131 lunedì dicembre CAPODANNO IN PIAZZA. Grandefesta in Piazza Bertacchi di Chiavenna per festeggiarel’arrivo del 2008. Musica, giochi e animazione dalle22.30 fi no alle 2.00. Info: Comune di Chiavenna, Tel.0343 220211FIACCOLATA GUALDERA – MOTTALA organizzata dagli“Amici di Fraciscio”, ore 21.00, Piazza della Chiesa diFraciscio. Info: Uffi cio Turistico Campodolcino, Tel.0343 50611GENNAIO 2008Data da destinarsi LOCAL CONTEST al Madepark di Madesimo.Info: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel. 034353015CIASPOLATA IN PLENILUNIO Escursione gratuita conracchette da neve insieme a Guide Alpine Valchiavenna.Info: Ufficio Turistico Madesimo, Tel. 0343 53015Per tutto il mese gennaio 2008. SCUOLA DELLE GUIDEALPINE CORSO DI CASCATE SU GHIACCIO CORSOSCI ALPINISMO. Info: G.A.: Marco Geronimi, Tel. 3396587167, chinogeronimi@libero.itMOSTRA DI SCULTURA DI ANDREA CASCELLA E PIE-TRO CONSAGRA. Nelle vie di Madesimo e pressoSala Carducci. Info: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel.0343 53015LA VAL SAN GIACOMO TRA 800 E 900 NELLE CARTOLI-NE DI GIOVANNI OGNA, TIPOGRAFO ED EDITORE INCHIAVENNA. Mostra in collaborazione con C4, pressoMu.Vi.S., Campodolcino. Info: Museo della Via Splugae della Val San Giacomo, Tel. 0343 50628Tutti i giovedì gennaio 2008 TROFEO SCI D’ORO (dal10/01). Gara aperta a tutti gli ospiti di Madesimo.Iscrizioni presso Scuola Sci Madesimo. Info: Uffi cioTuristico Madesimo, Tel. 0343 53015LIVE MUSIC presso Ristorante/American bar Boggia,dalle 22.30 – Gordona. Info: Ristorante/American barBoggia, Tel. 0343 43299Tutti i giovedì e venerdì dal 17 gennaio 2008 TORNEOCONTRADE VAL DI GIUST – CALCIO A 5. Ore 20.30presso palestra di Campodolcino. Info: Ufficio TuristicoCampodolcino, Tel. 0343 50611Tutti i venerdì gennaio 2008 SERVIZIO NAVETTA POME-RIDIANA DA MADESIMO per la visita alla cittadinadi Chiavenna. Info: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel.0343 53015Tutti i sabati gennaio 2008 DISCO ON ICE. Discoteca sulghiaccio presso Stadio del ghiaccio di Chiavenna. Info:Centro Sportivo Valchiavenna, Tel. 0343 35068CRAZY NIGHTS Live music presso Trattoria/Ostello AlSert, dalle 22.00 - Verceia. Info: Trattoria/Ostello AlSert, Tel. 0343 62042Tutte le domeniche gennaio 2008. GO KART SULLA NEVE.Possibilità di noleggio Kart - cross anche in caso dineve e pioggia presso Pista Tibikart Valchiavenna diGordona. Info: Pista Tibikart, Tel. 348 697641201 martedì gennaio 2008. TOMBOLA DI CAPODANNO ACAMPODOLCINO con intrattenimenti vari e merenda.Ore 16.00 presso Stüa Granda del Palazz. Info: Museodella Via Spluga e della Val San Giacomo, Tel. 034350628HAPPY 2008 CON IL CANTANTE “SIMONE”.Dalle ore21.00 Piazza della Chiesa di Madesimo. Info: Uffi cioTuristico Madesimo, Tel. 0343 5301502 mercoledì gennaio 2008. CIASPOLATA A CAMPODOL-CINO. escursione gratuita con racchette da neve insiemea Guide Alpine Valchiavenna. Info: Ufficio TuristicoCampodolcino, Tel. 0343 50611PARALLELO NOTTURNO. Pista Arlecchino, Madesimo.Info: Circolo Sciatori Madesimo, Tel. 0343 56105SERATA MUSICALE – GLI OTTOCENTO IN CONCERTO.Tributo a Fabrizio De Andrè. Ore 20.30 presso Palestradi Campodolcino. Info: Ufficio Turistico Campodolcino,Tel. 0343 5061155


Eventi Valchiavenna - Inverno 2007 -20085603 giovedì gennaio 2008. L. FANETTI E F. GHELFI IN“I GRAPATT DELLA VAL SAN GIACOMO”. Ore 20.30presso Stüa Granda del Palazz di Campodolcino. Info:Museo della Via Spluga e della Val San Giacomo, Tel.0343 50628ICE SHOW: ACROBAZIE E MINI MUSICAL SUL GHIACCIO.Ore 21.00 presso Centro Sportivo di Madesimo. Info:Uffi cio Turistico Madesimo, Tel. 0343 5301504 venerdì gennaio 2008. TROFEO DELL’AMICIZIA – SCICLUB AMICI DI MADESIMO. Slalom gigante aperto atutti gli ospiti di Madesimo, Pista Montalto. Info: UfficioTuristico Madesimo, Tel. 0343 53015ALLA SCOPERTA DEL BOSCO D’INVERNO. Attività ricreativaper adulti e bambini con “Ometto di sasso”aCampodolcino. Info: Uffi cio Turistico Campodolcino,Tel. 0343 50611FIACCOLATA IN NOTTURNA E CENA AL RIFUGIO LARICI.Info: Circolo Sciatori Madesimo, Tel. 0343 5610505/06 gennaio 2008 STAGE DI CASCATE DI GHIACCIO INVALLE SPLUGA. Info: G.A.: Gualtiero Colzada, Tel. 3332640782, gcolzada@libero.it05 sabato gennaio 2008. TRA I VECCHI MURI DI SAVO-GNO E DASILE Itinerario: Cascate dell’Acquafraggia– Savogno – Dasile. Pranzo caldo.. Info: Accompagnatoridi media montagna “Ometto di Sasso”. Tel.333/7952632 info@omettodisasso.itSCI ASLPINISMO A CAMPODOLCINO Escursione gratuitaaccompagnati da Guide Alpine Valchiavenna . Info:Uffi cio Turistico Campodolcino, Tel. 0343 50611LA SARDEGNA E I SUOI VINI Degustazione vini pressoFiaschetteria La Specola, Chiavenna . Info: FiaschetteriaLa Specola, Tel. 0343 32696CONCERTO D’INVERNO Presso Bar Tavernella – Villadi Chiavenna. Info: Complesso Bandistico di Villa diChiavenna, banda.villa@libero.itCONCERTO MUSICALE “POESIE DI METASTASIO” Vocesoprano e chitarra classica.Ore 20.30 presso StüaGranda del Palazz di Campodolcino. Info: Museo dellaVia Spluga e della Val San Giacomo, Tel. 0343 50628FIACCOLATA SCUOLA SCI MADESIMO VALLESPLUGAe animazione con la Befana, ore 18.00 presso CampoArlecchino di Madesimo. Info: Uffi cio Turistico Madesimo,Tel. 0343 5301506 domenica gennaio 2008. CIASPOLATA A MADESIMOEscursione gratuita con le racchette da neve insiemea Guide Alpine Valchiavenna. Info: Uffi cio TuristicoMadesimo, Tel. 0343 53015STAGE DI CASCATE DI GHIACCIO – 1° LIVELLO. Info:G.A.: Marco Geronimi, Tel. 339 6587167, chinogeronimi@libero.itCONCERTO BANDA MUSICALE SAMOLACO. Per festeggiareil 25° di rifondazione, presso oratorio diS. Pietro, Samolaco. Info: Comune di Samolaco, Tel.0343 3800312/13 gennaio 2008. FREERIDE, SCI FUORIPISTA. Discesain neve polverosa a Madesimo partendo da CimaSole e Groppera. Info: Topcanyon, G.A. Pascal VanDuin, Tel. 335 5470126, info@topcanyon.com12 sabato gennaio 2008. LE GRAPPE DI VALTELLINAE PIEMONTE A CONFRONTO. Degustazione pressoFiaschetteria La Specola, Chiavenna . Info: FiaschetteriaLa Specola, Tel. 0343 3269613 domenica gennaio 2008. GITA CON SCI DA TELEMARK(CIMA DI VAL LOGA). Info: G.A.: Renata Rossi, Tel. 3331905081 info@renatarossi.itSTAGE DI CASCATE DI GHIACCIO – 2° LIVELLO. Info:G.A.: Marco Geronimi, Tel. 339 6587167, chinogeronimi@libero.it14 lunedì gennaio 2008. LA GRANDE SFIDA. 1° prova,Madesimo. Info: Ufficio Turistico Madesimo, Tel. 03435301519 sabato gennaio 2008. DEGUSTAZIONE VINI. Degustazionevini Valtellina, Azienda Marsetti “Le Prudenze”.Info: Fiaschetteria La Specola, Tel. 0343 32696CONCERTO PER CENTENARIO BANDA MUSICALE GOR-DONA. con partecipazione Complesso bandistico diVilla di Chiavenna presso Oratorio di Gordona. Info:Parrocchia di Gordona, Tel. 0343 4233720 domenica gennaio 2008. TROFEO INA, CIRCUITOPROVINCIA DI SONDRIO. Slalom gigante piste Montaltoe Piani di Motta. Info: Ufficio Turistico Madesimo,Tel. 0343 53015CASCATA DEL PONTE E CASCATA BAVA DELLO SPET-TRO, VALLE SPLUGA. Info: G.A.: Marco Geronimi, Tel.339 6587167, chinogeronimi@libero.itESCURSIONE CON RACCHETTE DA NEVE IN VAL BON-DASCA. Info: G.A.: Renata Rossi, Tel. 333 1905081info@renatarossi.it23 mercoledì gennaio 2008. XXII CIRCUITO INTERREGIO-NALE MASTER OLD STARS. Gara di sci a Madesimo,pista Montalto. Info: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel.0343 5301526 sabato gennaio 2008. BONARDA, SIMBOLO DEL-L’OLTREPO’. Degustazione vini presso FiaschetteriaLa Specola, Chiavenna . Info: Fiaschetteria La Specola,Tel. 0343 3269627 domenica gennaio 2008. TROFEO ESSERE BENESSE-RE – SCI CLUB AMICI DI MADESIMO. Gara GS validaper il circuito provinciale di Milano. Info: Uffi cio TuristicoMadesimo, Tel. 0343 53015CASCATE DI GHIACCIO IN VAL FEBBRARO. Arrampicatasulle cascate di ghiaccio, percorsi per principianti..Info: Topcanyon, G.A. Pascal Van Duin, Tel. 3355470126, info@topcanyon.comESCURSIONE CON RACCHETTE DA NEVE IN VAL BRE-GAGLIA. Info: G.A.: Renata Rossi, Tel. 333 1905081info@renatarossi.it30 mercoledì gennaio 2008. SPETTACOLO DI ANIMA-ZIONE E GIOCHI PER BAMBINI. Info: Uffi cio TuristicoMadesimo, Tel. 0343 53015FEBBRAIO 2008Data da destinarsi febbraio 2008. LOCAL CONTEST alMadepark di Madesimo. Info: Uffi cio Turistico Madesimo,Tel. 0343 53015CIASPOLATA IN PLENILUNIO. Escursione gratuita conracchette da neve insieme a Guide Alpine Valchiavenna.Info: Ufficio Turistico Madesimo, Tel. 0343 53015Per tutto il mese febbraio 2008. SCUOLA DELLE GUIDEALPINE CORSO DI CASCATE SU GHIACCIO CORSOSCI ALPINISMO. Info: G.A.: Marco Geronimi, Tel. 3396587167, chinogeronimi@libero.itFino al 28 febbraio 2008. LA VAL SAN GIACOMO TRA800 E 900 NELLE CARTOLINE DI GIOVANNI OGNA,TIPOGRAFO ED EDITORE IN CHIAVENNA. Mostrain collaborazione con C4, presso Mu.Vi.S., Campodolcino.Info: Museo della Via Spluga e della Val SanGiacomo, Tel. 0343 50628Tutti i giovedì febbraio 2008. TROFEO SCI D’ORO (esclusasettimana di carnevale). Gara aperta a tutti gli ospitidi Madesimo. Iscrizioni presso Scuola Sci Madesimo.Info: Ufficio Turistico Madesimo, Tel. 0343 53015LIVE MUSIC presso Ristorante/American bar Boggia,dalle 22.30 – Gordona. Info: Ristorante/American barBoggia, Tel. 0343 43299Tutti i giovedì e venerdì febbraio 2008. TORNEO CON-TRADE VAL DI GIUST - CALCIO A 5. Ore 20.30 pressopalestra di Campodolcino. Info: Uffi cio Turistico Campodolcino,Tel. 0343 50611Tutti i venerdì febbraio 2008. SERVIZIO NAVETTA PO-MERIDIANA DA MADESIMO per la visita alla cittadinadi Chiavenna. Info: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel.0343 53015Tutti i sabati febbraio 2008. DISCO ON ICE. Discoteca sulghiaccio presso Stadio del ghiaccio di Chiavenna. Info:Centro Sportivo Valchiavenna, Tel. 0343 35068CRAZY NIGHTS. Live music presso Trattoria/Ostello AlSert, dalle 22.00 - Verceia. Info: Trattoria/Ostello AlSert, Tel. 0343 62042Tutte le domeniche febbraio 2008. GO KART SULLA NEVE.Possibilità di noleggio Kart - cross anche in caso dineve e pioggia. Presso Pista Tibikart Valchiavenna diGordona. Info: Pista Tibikart, Tel. 348 697641202 sabato febbraio 2008. LE GRAPPE D’ITALIA A CON-FRONTO. Degustazione presso Enoteca Marino, Chiavenna.Info: Enoteca Marino, Tel. 0343 32720DEGUSTAZIONE VINI DI SICILIA: FRAPPATO E NEROD’AVOLA. presso Fiaschetteria La Specola, Chiavenna .Info: Fiaschetteria La Specola, Tel. 0343 32696LEGGENDE E CREATURE FANTASTICHE DELLA VAL SANGIACOMO a cura di P. Raineri e E. Guanella. Ore 20.30presso Stüa Granda del Palazz, Campodolcino. Info:Museo della Via Spluga e della Val San Giacomo, Tel.0343 5062803 domenica febbraio 2008. GITA SCI ALPINISMO AMADESIMO. Escursione gratuita con Guide AlpineValchiavenna. Info: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel.0343 53015GITA SCI ALPINISMO. Cima di Val Loga da Montespluga,percorso semplice in alta montagna. Info: Topcanyon,G.A. Pascal Van Duin, Tel. 335 5470126, info@topcanyon.comGITA CON SCI DA TELEMARK IN ENGADINA. Info: G.A.:Renata Rossi, Tel. 333 1905081 info@renatarossi.itCASCATA DI VHO’ – DIFF. 3. Info: G.A.: Marco Geronimi,Tel. 339 6587167, chinogeronimi@libero.it04 lunedì febbraio 2008. CACCIA AL TESORO NEL MU-SEO. Attività ludiche per bambini. Ore14.00 pressoPalazz di Campodolcino. Info: Museo della Via Splugae della Val San Giacomo, Tel. 0343 5062805 martedì febbraio 2008. CARNEVALE MADESIMINO.Sfi lata per Madesimo e animazione presso CentroSportivo. Info: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel. 03435301508 venerdì febbraio 2008. SLALOM MASCHERATO INNOTTURNA. Pista Arlecchino di Madesimo. Info: CircoloSciatori Madesimo, Tel. 0343 56105AVERO: ALLA SCOPERTA DI UN ANTICO ALPEGGIO. Serataa tema con “Ometto di sasso”. Ore 20.30 pressoStüa Granda del Palazz di Campodolcino. Info: Uffi cioTuristico Campodolcino, Tel. 0343 5061109 sabato febbraio 2008. CIOCCOLATANDO A CHIAVEN-NA. Sagra del cioccolato. Piazza Bertacchi, Chiavenna.Info: Pro Chiavenna, Tel. 0343 35327… A LA TORRE DI SEGNAME... Itinerario: escursionead anello tra Gordona e S.Pietro. Pranzo al sacco..Info: Accompagnatori di media montagna “Ometto diSasso”. Tel. 333/7952632 info@omettodisasso.itESCURSIONE CON RACCHETTE DA NEVE IN VAL BO-DENGO. Info: G.A.: Renata Rossi, Tel. 333 1905081info@renatarossi.itDEGUSTAZIONE VINI VALTELLINA. Azienda Sandro Fay“Vagella” presso Fiaschetteria La Specola, Chiavenna .Info: Fiaschetteria La Specola, Tel. 0343 32696RIPERCORRENDO LA STORIA DELL’ANTICA VIA SPLU-GA. Escursione culturale con “Ometto di sasso” aCampodolcino. Info: Uffi cio Turistico Campodolcino,Tel. 0343 50611CARNEVALE AMBROSIANO. Pomeriggio di animazionea Madesimo. Info: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel.0343 53015INTERNATIONAL BIG AIR. Una giornata dedicata interamenteal freestyle, Madesimo. Info: Consorzio TuristicoValchiavenna, Tel. 0343 37485“TRISTANO E ISOTTA” – MUSICA E POESIA NEL TRE-CENTO ITALIANO. Recitazione, canto, fl auto e arpamedievali. Ore 20.30 presso Stüa Granda del Palazzdi Campodolcino. Info: Museo della Via Spluga e dellaVal San Giacomo, Tel. 0343 5062810 domenica febbraio 2008. ESCURSIONE CON RAC-CHETTE DA NEVE IN VAL BREGAGLIA. Info: G.A.:Renata Rossi, Tel. 333 1905081 info@renatarossi.itCASCATA DI BORGHETTO – DIFF.4. Info: G.A.: MarcoGeronimi, Tel. 339 6587167, chinogeronimi@libero.itTRADIZIONALE LUMINARIA. Ore 20.00 lungo le vie diProsto di Piuro. Info: Comune di Piuro, Tel. 03433232711 lunedì febbraio 2008. LA GRANDE SFIDA. 2° prova,Madesimo. Info: Skiarea Valchiavenna, Tel. 034355311


Eventi Valchiavenna - Inverno 2007 -200813 mercoledì febbraio 2008. SPETTACOLO DI ANIMA-ZIONE E GIOCHI PER BAMBINI. Info: Ufficio TuristicoMadesimo, Tel. 0343 5301516/17 febbraio 2008. GOLFUP ‘08 WHITE SHOT OPENCONTEST BY SPIAGAMES. Info: Consorzio TuristicoValchiavenna, Tel. 0343 37485TROFEO OLD FASHION – SCI CLUB AMICI DI MADESI-MO. Gara SL valida per il circuito provinciale di Milano.Info: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel. 0343 53015FREERIDE, SCI FUORIPISTA. Discesa in neve polverosaa Madesimo partendo da Cima Sole e Groppera. Info:Topcanyon, G.A. Pascal Van Duin, Tel. 335 5470126,info@topcanyon.com16 sabato febbraio 2008. CARTIZZE A CONFRONTO. Degustazionepresso Enoteca Marino, Chiavenna. Info:Enoteca Marino, Tel. 0343 32720INCONTRO CON I PRODOTTI TIPICI ACCOMPAGNATI DAVINO. Degustazione presso Fiaschetteria La Specola,Chiavenna . Info: Fiaschetteria La Specola, Tel. 03433269617 domenica febbraio 2008. 5° EDIZIONE WINTERTRIA-THLON VALLESPLUGA. Corsa + mountain bike + scida fondo, Campodolcino – Madesimo – Motta. Info:Uffi cio Turistico Madesimo, Tel. 0343 53015GITA SCI ALPINISMO AL PIZZO TAMBO’. Info: G.A.:Marco Geronimi, Tel. 339 6587167, chinogeronimi@libero.it19 martedì febbraio 2008. CIASPOLATA A MADESIMO.Escursione gratuita con le racchette da neve insiemea Guide Alpine Valchiavenna. Info: Uffi cio TuristicoMadesimo, Tel. 0343 5301520 mercoledì febbraio 2008. SPETTACOLO DI ANIMA-ZIONE E GIOCHI PER BAMBINI. Info: Ufficio TuristicoMadesimo, Tel. 0343 5301520/21 febbraio 2008. COPPA EUROPA. Semifinali, Campodolcino– Madesimo. Info: Consorzio Turistico Valchiavenna,Tel. 0343 3748522/23/24 febbraio 2008. CASCATE PER OGNI LIVELLO INALTA VAL CODERA. Info: G.A.: Gualtiero Colzada, Tel.333 2640782 gcolzada@libero.it23 sabato febbraio 2008. DEGUSTAZIONE VALPOLICELLAE BARDOLINO. Degustazione vini presso FiaschetteriaLa Specola, Chiavenna . Info: Fiaschetteria La Specola,Tel. 0343 32696ESCURSIONE CON RACCHETTE DA NEVE IN VAL BON-DASCA. Info: G.A.: Renata Rossi, Tel. 333 1905081info@renatarossi.itCIASPOLATA NOTTURNA A CAMPODOLCINO. Escursionegratuita con racchette da neve insieme a Guide AlpineValchiavenna. Info: Uffi cio Turistico Campodolcino,Tel. 0343 5061124 domenica febbraio 2008. GITA CON SCI DA TELE-MARK IN ENGADINA. Info: G.A.: Renata Rossi, Tel.333 1905081 info@renatarossi.itCASCATE DI GHIACCIO IN VAL FEBBRARO. Arrampicatasulle cascate di ghiaccio, percorsi per principianti..Info: Topcanyon, G.A. Pascal Van Duin, Tel. 3355470126, info@topcanyon.comGITA FACILE DI SCI ALPINISMO. Info: G.A.: Marco Geronimi,Tel. 339 6587167, chinogeronimi@libero.it27 mercoledì febbraio 2008. SPETTACOLO DI ANIMA-ZIONE E GIOCHI PER BAMBINI. Info: Uffi cio TuristicoMadesimo, Tel. 0343 53015MARZO 2008Data da destinarsi. LOCAL CONTEST al Madepark di Madesimo.Info: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel. 034353015CIASPOLATA IN PLENILUNIO. Escursione gratuita conracchette da neve insieme a Guide Alpine Valchiavenna.Info: Ufficio Turistico Madesimo, Tel. 0343 53015I GIOCHI DELLA TRADIZIONE NELLA VAL SAN GIACOMO.Presentazione libro a cura di M. Cavallero con interventidi I. Fassini, E. Guanella e A. Raineri. Ore 20.30presso Mu.Vi.S. di Campodolcino. Info: Museo dellaVia Spluga e della Val San Giacomo, Tel. 0343 50628LABORATORIO DIDATTICO SUI GIOCHI DELLA TRADI-ZIONE Ore 14.00 presso Mu.Vi.S. di Campodolcino.Info: Museo della Via Spluga e della Val San Giacomo,Tel. 0343 50628CONCERTO DI PASQUA. Con Banda Musicale di Samolacoe Musica Cittadina Chiavenna. Ore 21.00 presso Oratoriodi S. Pietro – Samolaco. Info: Comune di Samolaco,Tel. 0343 38003Per tutto il mese di marzo 2008. MOSTRA “BERTACCHI INCARTOLINA”. In collaborazione con C4, presso Mu.Vi.S. di Campodolcino. Info: Museo della Via Spluga edella Val San Giacomo, Tel. 0343 50628Tutti i giovedì marzo 2008. TROFEO SCI D’ORO (esclusasettimana di Pasqua). Gara aperta a tutti gli ospiti diMadesimo. Iscrizioni presso Scuola Sci Madesimo.Info: Ufficio Turistico Madesimo, Tel. 0343 53015LIVE MUSIC presso Ristorante/American bar Boggia,dalle 22.30 – Gordona. Info: Ristorante/American barBoggia, Tel. 0343 43299Tutti i venerdì marzo 2008. SERVIZIO NAVETTA POME-RIDIANA DA MADESIMO. per la visita alla cittadinadi Chiavenna. Info: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel.0343 53015Tutti i sabati dalle 22.00 marzo 2008. CRAZY NIGHTS.Live music presso Trattoria/Ostello Al Sert – Verceia. .Info: Trattoria/Ostello Al Sert, Tel. 0343 6204201 sabato marzo 2008. UN GRANDE VINO: IL PORTO.Degustazione presso Enoteca Marino, Chiavenna. Info:Enoteca Marino, Tel. 0343 32720I GRANDI VINI D’ABRUZZO: AZIENDA VILLA BIZZARRIpresso Fiaschetteria La Specola, Chiavenna . Info: FiaschetteriaLa Specola, Tel. 0343 32696Dal 2 al 9 marzo 2008. SETTIMANA NAZIONALE DI SCI DIFONDO ESCURSIONISTICO. Manifestazione itinerante,XIX edizione – Chiavenna. Info: Consorzio TuristicoValchiavenna, Tel. 0343 3748502 domenica marzo 2008. FIERA DI CHIAVENNA. LocalitàPratogiano. Info: Comune di Chiavenna, Tel. 0343220211CASCATA DURANGO – VAL MASINO, DIFF. 4+. Info: G.A.:Marco Geronimi, Tel. 339 6587167, chinogeronimi@libero.it57


Eventi Valchiavenna - Inverno 2007 -200858GITA SCI ALPINISMO. Escursione gratuita con Guide AlpineValchiavenna . Info: Uffi cio Turistico Madesimo,Tel. 0343 53015GITA CON SCI DA TELEMARK IN VALLE SPLUGA. Info:G.A.: Renata Rossi, Tel. 333 1905081 info@renatarossi.itTROFEO CITTA’ DI COLICO. Slalom Gigante aperto a tutti.Info: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel. 0343 5301505 mercoledì marzo 2008 XXI PALIO MADESIMINO. A.M.Italo Pedroncelli, Slalom Gigante a squadre. Ore 14.00pista Montalto, Madesimo. Info: Uffi cio Turistico Madesimo,Tel. 0343 53015SPETTACOLO DI ANIMAZIONE E GIOCHI PER BAMBINI.Info: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel. 0343 5301508 sabato marzo 2008. DEGUSTAZIONE VINI VALTELLI-NA. Azienda Rainoldi “Sassella” presso FiaschetteriaLa Specola, Chiavenna . Info: Fiaschetteria La Specola,Tel. 0343 3269609 domenica marzo 2008. TRA LAGO E CIELO. Itinerario:traversata in battello da Varenna a Griante con salitaal Monte S.Martino. Info: Accompagnatori di mediamontagna “Ometto di Sasso”. Tel. 333/7952632 info@omettodisasso.itTROFEO BOSISIO DARIO. Slalom Gigante aperto a tutti.Info: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel. 0343 53015CASCATA FACILE – LIVELLO BASE. Info: G.A.: MarcoGeronimi, Tel. 339 6587167, chinogeronimi@libero.itGITA CON SCI DA TELEMARK (VALLE SPLUGA – TAM-BORELLO). Info: G.A.: Renata Rossi, Tel. 333 1905081info@renatarossi.itDal 11 al 14 marzo 2008. GARE FIS SCI CLUB CAM-PODOLCINO. Info: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel.0343 5301515 sabato marzo 2008. I BIANCHI D’ALSAZIA. Degustazionevini presso Enoteca Marino, Chiavenna. Info:Enoteca Marino, Tel. 0343 32720I GRANDI VINI DELLE MARCHE “VERDICCHIO E ROSSOCONERO”. Degustazione vini presso Fiaschetteria LaSpecola, Chiavenna . Info: Fiaschetteria La Specola,Tel. 0343 32696SCI FUORI PISTA, INVITO AL TEEMARK (NEVI DI VALLESPLUGA). Info: G.A.: Renata Rossi, Tel. 333 1905081info@renatarossi.it15/16 marzo 2008. CAMPIONATI REGIONALI CITTADINI.Gare SL e GS - Sci Club Amici di Madesimo. Info:Uffi cio Turistico Madesimo, Tel. 0343 53015FREERIDE, SCI FUORIPISTA. Discesa in neve polverosaa Madesimo partendo da Cima Sole e Groppera. Info:Topcanyon, G.A. Pascal Van Duin, Tel. 335 5470126,info@topcanyon.com16 domenica marzo 2008. CASCATE DELL’ALBIGNA– DIFFICILE. Info: G.A.: Marco Geronimi, Tel. 3396587167, chinogeronimi@libero.it17 lunedì marzo 2008. LA GRANDE SFIDA. 3° Prova digimkana, Madesimo. Info: Ufficio Turistico Madesimo,Tel. 0343 53015Dal 20 al 24 marzo 2008. ARRAMPICARE A PACLENIKA,TRA MARE E MONTAGNE. Info: G.A.: Gualtiero Colzada,Tel. 333 2640782 gcolzada@libero.it21 venerdì marzo 2008. COME CI SI ORIENTA CON O SEN-ZA CARTA E BUSSOLA. Serata a tema con “Ometto disasso”. Ore 20.30 presso Palazz di Campodolcino. Info:Uffi cio Turistico Campodolcino, Tel. 0343 5061122 sabato marzo 2008. SALICE OPEN FREERIDE. lungo ilCanalone di Madesimo, una delle pareti più lunghe delcomprensorio. Info: Consorzio Turistico Valchiavenna,Tel. 0343 37485ABBINAMENTO DEL VINO NEL PRANZO DI PASQUA.Degustazione vini presso Fiaschetteria La Specola,Chiavenna . Info: Fiaschetteria La Specola, Tel. 034332696SCI ALPINISMO A CAMPODOLCINO. Escursione gratuitacon Guide Alpine Valchiavenna . Info: Uffi cio TuristicoCampodolcino, Tel. 0343 50611STORIE E GIOCHI NEL BOSCO. Attività ricreativa per adultie bambini con “Ometto di sasso” a Campodolcino. Info:Uffi cio Turistico Campodolcino, Tel. 0343 5061123 domenica marzo 2008. MEMORIAL MAESTRI DI SCI.slalom Gigante aperto a tutti, Pista Montalto, Madesimo.Info: Uffi cio Turistico Madesimo, Tel. 034353015GITA SCI ALPINISMO AL PIZZO STELLA. Gita di lunghezzamedia, possibilità di traversata con discesa aFraciscio. Info: Topcanyon, G.A. Pascal Van Duin, Tel.335 5470126, info@topcanyon.comCONCERTO DI MUSICHE SACRE MEDIEVALI eseguite daiCantores. Ore 16.00 presso Stüa Granda del Palazz diCampodolcino. Info: Museo della Via Spluga e dellaVal San Giacomo, Tel. 0343 5062824 lunedì marzo 2008. TROFEO LUIGI GADOLA: UNASCIATA PER LA VITA. Gara aperta a tutti, Pista Montalto,Madesimo. Info: Ufficio Turistico Madesimo, Tel.0343 53015CIASPOLATA A MADESIMO.Escursione gratuita con leracchette da neve insieme a Guide Alpine Valchiavenna.Info: Ufficio Turistico Madesimo, Tel. 0343 53015“LE ERBE VELENOSE DELLE ALPI” E “MEDICINA POPO-LARE IN VALCHIAVENNA E VALTELLINA”. a cura di A.Azzetti e P. Raineri. Ore 20.30 presso Stüa Granda delPalazz di Campodolcino. Info: Museo della Via Splugae della Val San Giacomo, Tel. 0343 5062829 sabato marzo 2008. I VINI DEI COLLI EUGANEI. Degustazionevini presso Fiaschetteria La Specola, Chiavenna. Info: Fiaschetteria La Specola, Tel. 0343 32696VINI DALLA SLOVENIA DI DARIO SIMC˘I. Degustazionepresso Enoteca Marino, Chiavenna. Info: Enoteca Marino,Tel. 0343 3272030 domenica marzo 2008. GARA SOCIALE CIRCOLOSCIATORI MADESIMO. Info: Circolo Sciatori Madesimo,Tel. 0343 56105CASCATA FACILE – LIVELLO BASE. Info: G.A.: MarcoGeronimi, Tel. 339 6587167, chinogeronimi@libero.itESCURSIONE IN VALCHIAVENNA. Bivacco della Forcola– Alpe Cima. Info: G.A.: Renata Rossi, Tel. 3331905081 info@renatarossi.itAPRILE 2008Data da destinarsi aprile 2008. LOCAL CONTEST al Madeparkdi Madesimo. Info: Ufficio Turistico Madesimo,Tel. 0343 53015CIASPOLATA IN PLENILUNIO. Escursione gratuita conracchette da neve insieme a Guide Alpine Valchiavenna.Info: Ufficio Turistico Madesimo, Tel. 0343 53015Per tutto il mese aprile 2008. MOSTRA “BERTACCHI INCARTOLINA”. In collaborazione con C4, presso Mu.Vi.S. di Campodolcino. Info: Museo della Via Spluga edella Val San Giacomo, Tel. 0343 50628Tutti i giovedì aprile 2008. TROFEO SCI D’ORO. Garaaperta a tutti gli ospiti di Madesimo. Iscrizioni pressoScuola Sci Madesimo. Info: Ufficio Turistico Madesimo,Tel. 0343 53015LIVE MUSIC. presso Ristorante/American bar Boggia,dalle 22.30 – Gordona. Info: Ristorante/American barBoggia, Tel. 0343 43299Tutti i venerdì fi no al 18/04 aprile 2008. SERVIZIO NA-VETTA POMERIDIANA DA MADESIMO. per la visitaalla cittadina di Chiavenna. Info: Uffi cio Turistico Madesimo,Tel. 0343 53015Tutti i sabati aprile 2008. CRAZY NIGHTS. Live musicpresso Trattoria/Ostello Al Sert – Verceia. Dalle 22.00.Info: Trattoria/Ostello Al Sert, Tel. 0343 6204205/06 aprile 2008. CORSO BASE DI ARRAMPICATA – 1°E 2° USCITA. Palestra di roccia in Valchiavenna. Info:G.A.: Renata Rossi, Tel. 333 1905081 info@renatarossi.it05 sabato aprile 2008. I VINI DELL’ALTO ADIGE. Degustazionevini presso Fiaschetteria La Specola, Chiavenna .Info: Fiaschetteria La Specola, Tel. 0343 3269606 domenica aprile 2008. GITA FACILE DI SCI ALPINI-SMO. Info: G.A.: Marco Geronimi, Tel. 339 6587167,chinogeronimi@libero.itIL TRACCIOLINO… Itinerario: traversata dalla Val dei Rattialla Val Codera lungo il Tracciolino. Info: Accompagnatoridi media montagna “Ometto di Sasso”. Tel.333/7952632 info@omettodisasso.it12/13 aprile 2008. ESCURSIONE IN VAL BREGAGLIA– SENTIERO DEL LUPO. Info: G.A.: Renata Rossi, Tel.333 1905081 info@renatarossi.it12 sabato aprile 2008. I GRANDI BIANCHI ITALIANI ACONFRONTO. Degustazione vini presso EnotecaMarino, Chiavenna. Info: Enoteca Marino, Tel. 034332720IL FRIULI ED I SUOI ROSSI. Degustazione vini pressoFiaschetteria La Specola, Chiavenna . Info: FiaschetteriaLa Specola, Tel. 0343 32696CENA SOCIALE CIRCOLO SCIATORI MADESIMO. Info:Circolo Sciatori Madesimo, Tel. 0343 5610513 domenica aprile 2008. FIERA DI CHIAVENNA. LocalitàPratogiano. Info: Comune di Chiavenna, Tel. 0343220211GITA SCI ALPINISMO A MADESIMO. Escursione gratuitacon Guide Alpine Valchiavenna. Info: Uffi cio TuristicoMadesimo, Tel. 0343 53015FESTA DELL’ARRIVEDERCI. Degustazione prodotti tipicidelle nostre valli. Info: Ufficio Turistico Madesimo, Tel.0343 5301518 venerdì aprile 2008. LA CHIESA DEL CONCILIO VA-TICANO SECONDO. Incontro con Monsignor SaverioXeres presso Chiesa di S. Fedele, Chiavenna . Info:Parrocchia di S. Fedele, Tel. 0343 3216719/20 aprile 2008. CORSO DI BASE DI ARRAMPICATA– 3° E 4° USCITA. Palestra di roccia in Valchiavenna.Info: G.A.: Renata Rossi, Tel. 333 1905081 info@renatarossi.it19 sabato aprile 2008. LA TOSCANA, IL CHIANTI E LAMAREMMA. Degustazione vini presso Fiaschetteria LaSpecola, Chiavenna . Info: Fiaschetteria La Specola,Tel. 0343 3269620 domenica aprile 2008. GITA FACILE DI SCI ALPINI-SMO. Info: G.A.: Marco Geronimi, Tel. 339 6587167,chinogeronimi@libero.itGITA SCI ALPINISMO AL PIZZO STELLA. Info: G.A.: MarcoGeronimi, Tel. 339 6587167, chinogeronimi@libero.itGITA SCI ALPINISMO AL PIZZO TAMBO’. Salita impegnativacon un tratto fi nale a piedi in cresta. Info:Topcanyon, G.A. Pascal Van Duin, Tel. 335 5470126,info@topcanyon.comDal 23 al 27 aprile 2008. TOUR DEL BERNINA IN SCI AL-PINISMO. interamente in alta quota su ghiacciaio, tra ipiù suggestivi delle Alpi Centrali. Info: Topcanyon, G.A.Pascal Van Duin, Tel. 335 5470126, info@topcanyon.com26 sabato aprile 2008. LE BOLLICINE DELLA FRANCIA-CORTA: 6 AZIENDE A CONFRONTO. Degustazionevini presso Enoteca Marino, Chiavenna. Info: EnotecaMarino, Tel. 0343 32720ESCURSIONE IN VALCHIAVENNA ANELLO DELLA TOR-RE DI SEGNAME. Info: G.A.: Renata Rossi, Tel. 3331905081 info@renatarossi.itPIANTE DI PRIMAVERA SOTTO I MONTI DI CALONES.Itinerario: escursione attraverso gli alpeggi della Valdella Forcola. Info: Accompagnatori di media montagna“Ometto di Sasso”. Tel. 333/7952632 info@omettodisasso.itDEGUSTAZIONE VINI DI VALTELLINA: PLOZZA. pressoFiaschetteria La Specola, Chiavenna . Info: FiaschetteriaLa Specola, Tel. 0343 3269627 domenica aprile 2008. ESCURSIONE IN VALCHIAVEN-NA. S. Fedelino – Sasso di Dascio. Info: G.A.: RenataRossi, Tel. 333 1905081 info@renatarossi.itIl calendario può subire delle variazioni.Per aggiornamenti e maggiori informazionicontattare il Consorzio Turistico Valchiavenna,Tel. 0343 37485consorzioturistico@valchiavenna.comwww.valchiavenna.com


Eventi Valchiavenna - Inverno 2007 -2008CINEMAVictoria Chiavenna Corso G. B. Picchi, 2 - Tel. 0343 36666La Baita Madesimo Via De Giacomi, 7 - Tel. 0343 53568FARMACIE E FISIOTERAPISTIFarmacia Greco23020 Gordona (SO) - Via Scogli, 4 - Tel. 0343 48170Farmacia Mele Dr. Anna23020 Mese (SO) - Via Roma, 10/B - Tel. 0343 41297Farmacia Dolci Dr. Michele23022 Chiavenna (SO) - Via Dolzino, 9 - Tel. 0343 32238Farmacia Cervi Dr. Lauro Omeopatia Fitoterapia Veterinaria23029 Villa Di Chiavenna (SO) - Via Roma, 9 - Tel. 0343 40608Farmacia Dr. Bottarini23022 Chiavenna (SO) - Via Dolzino, 56 - Tel. 0343 32245Farmacia Bandera Dr. Marina23028 Somaggia (SO) - Via Nazionale, 62 - Tel. 0343 24373Farmacia Dr. Corti23025 Novate Mezzola (SO) - Via Nazionale, 28 - Tel. 0343 44110Farmacia Delcuratolo Dr. Cesare23021 Campodolcino (SO) - Via Tini, 146 - Tel. 0343 50044Farmacia Roverselli Dr. Andreina23024 Madesimo (SO) - Via Antonio De Giacomi, 5 - Tel. 0343 53180Massofisioterapista Franco Faoro23023 Chiavenna (SO) - Via A. Volta, 81 - Tel. 0343 37376POSTEVilla di Chiavenna (SO) - Via Dogana, 17 - Tel. 0343 40273Piuro Prosto (SO) - Via Nazionale Prosto, 36 - Tel. 0343 36511Chiavenna (SO) - Corso Giacomo Matteotti, 3 - Tel. 0343 32747Madesimo (SO) - Via Alle Scuole, 8 - Tel. 0343 53100Campodolcino (SO) - Via Tini, 136 - Tel. 0343 50110San Giacomo Filippo (SO) - Via Centro, 52 - Tel. 0343 33424Prata Camportaccio (SO) - Via Vanoni, 4 - Tel. 0343 36521Mese (SO) - Piazza Del Curto, 7 - Tel. 0343 43211Gordona (SO) - Piazza S. Martino, 15 - Tel. 0343 42334Samolaco (SO) - Via Trivulzia, 8 - Tel. 0343 38177Novate Mezzola (SO) - Piazza Europa, 10 - Tel. 0343 63101Verceia (SO) - Via Nazionale, 64 - Tel. 0343 39621CENTRI SPORTIVIExtreme Center Videobar Madesimo - Tel. 338 3295397squash, fitness, palestra, arrampicata indoor, pattinaggio su ghiaccioCentro sportivo Chiavenna via Cerfoglia - Tel. 0343 35068piscina 25 metri, due campi tennis coperti, pattinaggio su ghiaccio copertoABBIGLIAMENTOAlle Città d´Italia - Chiavenna - +39 0343 33551Bernasconi Sport - Madesimo - +39 0343 53231Blossom Ski Store - Prata Camportaccio - +39 0343 36723Buzzetti Sport - Madesimo - +39 0343 53698Effe Tre Sport - Chiavenna - +39 0343 34619Il Faggio - Chiavenna - +39 0343 33010Olympic Sport - Madesimo - +39 0343 54330Rigamonti - Chiavenna - +39 0343 32143Stilnovo - Chiavenna - +39 0343 32840MERCERIEFilomania - Chiavenna - +39 0343 32274Triaca lane e merceria - Chiavenna - +39 0343 33775GUIDE ALPINE - ACCOMPAGNATORE MEDIA MONTAGNAAssociazione Guide alpine Valchiavenna - Tel. 380 5010018Guida alpina Pascal Van Duin - Tel. 335 5470126Gruppo Ometto di Sasso - Tel. 333 7952632UFFICI TURISTICI - IMPIANTI DI RISALITAConsorzio per la promozione Turistica della ValchiavennaChiavenna (SO) Via Consoli C., 11 - Tel. 0343 37485 - Fax 0343 37361Chiavenna (SO) C.so Vittorio Emanuele II, 2/A - Tel. e Fax 0343 33442Madesimo (SO) Via alle Scuole Tel. 0343 57039www.valchiavenna.com - www.madesimo.comUfficio turistico Madesimo - Via alle Scuole - Tel. 0343 53015Ufficio turistico Campodolcino - Via Don Ballerini n. 2 - Tel. 0343 50611Skiarea Valchiavenna Madesimo (SO) Via Per Motta, 6Tel. 0343 55311 - Fax 0343 53032 - www.skiareavalchiavenna.itEMERGENZEOspedale di Chiavenna (SO) e Pronto SoccorsoVia Della Cereria, 4 Tel. 118 - 0343 67111Carabinieri Viale Maloggia 44 Chiavenna (So) - Tel. 112Stazione di Campodolcino - Tel. 0343 50112R I F U G I OSavognoIl Rifugio Savogno sorge nell’omonimoborgo raggiungibile a piedi, partendoda Borgonuovo di Piuro e seguendo lavecchia mulattiera. L’apertura è annuale.Oltre a offrire la possibilità di trascorrerela notte, il rifugio prepara anche deliziosepietanze. Le specialità della cucina sono insalatadi frutta fresca, tagliatelle ai funghi porcini,stufato d’asino al timo selvatico e semifreddo al cioccolatoe menta. A Savogno d’inverno si possono compieremeravigliose passeggiate.Località Savogno - Piuro (So) - Tel. e Fax O343.34699 - www.savogno.it - rifugio@savogno.it59


Utilità e servizi60Compagnia di Chiavenna - Tel. 0343 32207Stazione di Novate Mezzola - Tel 0343 44103Stazione di Villa di Chiavenna - Tel. 0343 38564Posto Frontiera Villa di Chiavenna - Tel. 0343 38550Polizia Stradale Provinciale Trivulzia Mese - Tel. 113Vigili del Fuoco Provinciale Trivulzia Mese - Tel. 115Soccorso Alpino - Tel. 118TRASPORTIBus STPSChiavenna (SO) C.so Vittorio Emanuele II, 2/A - Tel. e Fax 0343 33442Autostradale Milano-MadesimoMilano - P.zza Freud - Tel. 02.637901Autonoleggio Taxi Albiniano CarmineCampodolcino (SO) - Via S. Antonio, 9 - Tel. 329 2150632Autonoleggio Taxi Bus CioccaPrata Camportaccio (SO) Via Mera, 1 Tel. 338 8332068Autonoleggio Nettuno ViaggiMadesimo (SO) Via Scalcoggia, 10 Tel. 347 6851515Trenitalia Stazione di ChiavennaP.zza Martiri della Libertà - Tel. 892021Deposito bagagliChiavenna (SO) C.so Vittorio Emanuele II, 2/A - Tel. e Fax 0343 33442BIBLIOTECHEChiavenna - Via della Marmirola, 7 - Tel. 0343.32821Campodolcino - Via Don Romeo Ballerini, 8 - Tel. 0343.50611Gordona - Piazza G.B. Mazzina, 5 - Tel. municipio 0343.42321Madesimo - Via alle Scuole, 14 - Tel. 0343.53760Mese - Piazza Don Albino del Curto, 3 - Tel. municipio 0343.41000Novate Mezzola - Piazza Europa, 1 - Tel. municipio 0343.63040Prata Camportaccio - Via Spluga, 112 - Tel. municipio 0343.32351Samolaco - Piazza E. Falcinella frazione San PietroTel. municipio 0343.38003Verceia - Piazza Europa, 3 - Tel. municipio 0343.44137Villa di Chiavenna - Via Roma - Tel. municipio 0343.40507ALBERGHI e CASE VACANZACAT. COMUNE TEL.Bucaneve * Campodolcino +39 0343 50155Cà de Val (casa vacanza) Campodolcino +39 0343 51122Casa Alpina Motta *** Campodolcino +39 0343 52011Casa Alpina S.Luigi ** Campodolcino +39 0343 51235Europa *** Campodolcino +39 0343 50022Oriental *** Campodolcino +39 0343 50014Stella Alpina ** Campodolcino +39 0343 50122Tambò *** Campodolcino +39 0343 50079Aurora *** Chiavenna +39 0343 32708Conradi *** Chiavenna +39 0343 32300Crimea *** Chiavenna +39 0343 34343Flora ** Chiavenna +39 0343 32254San Lorenzo *** Chiavenna +39 338 8846190Andossi **** Madesimo +39 0343 57000Arlecchino *** Madesimo +39 0343 53005Bel Sit ** Madesimo +39 0343 53365Capriolo *** Madesimo +39 0343 54332Emet **** Madesimo +39 0343 53395K2 ** Madesimo +39 0343 53340La Baitella (casa vacanza) Madesimo +39 335 6163815La Meridiana *** Madesimo +39 0343 53160Mangusta ** Madesimo +39 0343 53095Park Il Boscone **** Madesimo +39 0343 53628Posta Montespluga ** Madesimo +39 0343 54234Soldanella ** Madesimo +39 0343 57011Sport Hotel Alpina **** Madesimo +39 0343 56120Vittoria ** Madesimo +39 0343 54250Piuro *** Piuro +39 0343 32823La Barcaccia ** Verceia +39 0343 44164Saligari *** Verceia +39 0343 39100Alta Villa * Villa di Chiavenna +39 0343 38606BED & BREAKFAST e AFFITTACAMERECOMUNE TEL. CELL.Lo Scoiattolo Campodolcino +39 0343 50150 +39 338 3195386Portarezza Campodolcino +39 0343 50605AffittacamereLa Vecchia Corte Chiavenna +39 334 3625353Al Castello Chiavenna +39 034336830 +39 349 7203070Al Ponte Chiavenna +39 0343 32314 +39 348 2633434Arcobaleno Chiavenna +39 0343 32392 +39 347 9252418I Pioppi Chiavenna +39 0343 35670 +39 348 6988608La Sciora Oliva Chiavenna +39 0343 33041 +39 3389119063La Siesta Chiavenna +39 0343 34675 +39 338 6015064La Specola Chiavenna +39 0343 34851 +39 3495793598Le Vecchie Mura Chiavenna +39 334 3625353 +39 333 6989600Palazzo Salis Chiavenna +39 0343 32283Ploncher Chiavenna +39 328 1169196Spluga Chiavenna +39 0343 33803 +39 3391562141Sul Mera Chiavenna +39 0343 37223 +39 338 2729106AffittacamereSosta Pincee Gordona +39 0343 20440 +39 0343 43093Agrifoglio Gordona +39 333 8918819 +39 349 2939257Cimavilla Gordona +39 0343 42560 +39 328 0816802Regina Gordona +39 0343 42456/41397Baita al Mot Madesimo +39 0343 54494 +39 335 8350849Isola Madesimo +39 0343 57010 +39 333 2938683Loc. Cardinello Madesimo +39 034353058Ginepro Madesimo +39 335 8179462Giake Novate Mezzola +39 347 4187850 +39 349 2915115Luciana Novate Mezzola +39 0343 44217 +39 349 2337534La Malpensada Piuro +39 0343 32382La Rosa Piuro +39 0343 34317 +39 338 2740916Vertemate Piuro +39 0343 32521 +39 338 3606268La Gira Prata Camp. +39 0343 34520 +39 347 3517301La Stüa Prata Camp. +39 0343 20045 +39 334 8197994AffittacamereItalo-Svizzero S. Giacomo Filippo +39 034337435 +39 339 3260123Il Ciliegio S. Giacomo Filippo +39 340 7958261Summo Lacu Samolaco +39 0343 49065 +39 348 0323346Ca’ di Ravet Villa di Chiavenna +39 0343 40287 +39 348 5830041AGRITURISMI COMUNE TEL.La Campagnola Gordona +39 0343 21001Val Codera Novate Mezzola +39 333 7807686Aqua Fracta Piuro +39 0343 37336Pra l’Ottavi Prata Camportaccio +39 338 4696401La Squadra Vhò S. Giacomo Filippo +39 0343 36806RESIDENCE COMUNE CAT TEL. TIPOFior di roccia Campodolcino - +39 0343 50435 Bilo triloLarice Bianco Campodolcino - +39 0343 50255 Mono bilo triloRezia Campodolcino - +39 0343 58020 Bilo triloAlla Gran Baita Madesimo *** +39 0343 56246 Mono bilo triloDeborah Madesimo *** +39 0343 56226 Mono bilo mans.La Primula Madesimo ** +39 0343 57007 Bilo triloPark Il Boscone Madesimo **** +39 0343 53628 Mono bilo superCAMPEGGI COMUNE TEL.Campodolcino Campodolcino +39 0343 50097Acquafraggia Piuro +39 0343 36755RIFUGI e OSTELLI COMUNE TEL.Rifugio Chiavenna Campodolcino +39 0343 50490 +39 338 1257800Ostello Al Deserto Chiavenna +39 0343 48057Casa delle Nevi Madesimo +39 0343 53649Rifugio G. Bertacchi Madesimo +39 335 6817062Rifugio Mai Tardi Madesimo +39 0343 54434Osteria Alpina Novate Mezz/Val Codera +39 338 1865169Rifugio Savogno Piuro +39 0343 34699 +39 0343 34699Ostello Al Sert Verceia +39 0343 62042CROTTI E RISTORANTI COMUNE TEL.Baita del Sole Campodolcino +39 0343 50176Bucaneve Campodolcino +39 0343 50155Cà de Val Campodolcino +39 0343 51122Casa Alpina San Luigi Campodolcino +39 0343 51235Europa Campodolcino +39 0343 50022La Cantina Campodolcino +39 0343 50223La Genzianella Campodolcino +39 0343 50154Oriental Campodolcino +39 0343 50014Stella Alpina Campodolcino +39 0343 50122Tambò Campodolcino +39 0343 50079Trattoria Due Spade Campodolcino +39 0343 50158Al Cenacolo Chiavenna +39 0343 32123Aurora Chiavenna +39 0343 32708Conradi Chiavenna +39 0343 32300


Utilità e serviziCrimea Chiavenna +39 0343 34343Crotto al Prato Chiavenna +39 0343 37248Crotto Giovanantoni Chiavenna +39 0343 32398Crotto Ombra Chiavenna +39 0343 33403Crotto Refrigerio Chiavenna +39 0343 34175Crotto Torricelli Chiavenna +39 0343 36813Passerini Chiavenna +39 0343 36166Pizzeria I Beati Chiavenna +39 0343 37345Pizzeria Pasteria L’Arca Chiavenna +39 0343 34601Ristorante Pizzeria Locanda Antica Chiavenna +39 0343 36555Ristorante Pizzeria Bar San Lorenzo Chiavenna +39 338 8846190Trattoria del Mercato Chiavenna +39 0343 37267Trattoria Uomo Selvatico Chiavenna +39 0343 32197Birrificio Spluga Gordona +39 0343 41397Boggia Pub Gordona +39 0343 43299Trattoria Bar Dunadiv Gordona +39 348 4420570Bel Sit Madesimo +39 0343 53365Capriolo Pizzeria Madesimo +39 0343 54332Dal Sandalin Madesimo +39 0343 54085Dogana Vegia Madesimo +39 0343 54082Emet Madesimo +39 0343 53395Il Cantinone Madesimo +39 0343 56120K2 Madesimo +39 0343 53340La Bicocca Madesimo +39 0343 53148La Capriata Madesimo +39 0343 56046La Meridiana Madesimo +39 0343 53160La Sorgente Madesimo +39 0343 57033Locanda Cardinello Madesimo +39 0343 53058Mangusta Madesimo +39 0343 53095Osteria Vegia Madesimo +39 0343 53335Posta Madesimo +39 0343 54234Residence Park Il Boscone Madesimo +39 0343 53628Ristoro Larici Madesimo +39 0343 56293Ristoro Val di Lei Madesimo +39 0343 56293Soldanella Madesimo +39 0343 57011Vittoria Madesimo +39 0343 54250Crotasc Mese +39 0343 41003Pizzeria Da Muià Mese +39 0343 43120Crotto Belvedere Piuro +39 0343 33589Crotto Del Fuin Piuro +39 0343 36595Crotto Quartino Piuro +39 0343 35305Piuro Piuro +39 0343 32823Pizzeria Pink Panther Piuro +39 0343 32480Moreschi Prata Camport. +39 0343 20257Ristorante Pizzeria La Contea Prata Camport. +39 0343 20106Ristorante Pizzeria Valchiavenna Prata Camport. +39 0343 20356Pizzeria Daniel Samolaco +39 034338150Al Santuario S. Giacomo Filippo +39 034333565Ca’ nei Sass S. Giacomo Filippo +390343290197La Barcaccia Verceia +39 034344164Ristorante Pizzeria La Trela Verceia +39 0343 39100Trattoria Ostello Al Sert Verceia +39 034362042Posta Villa di Chiavenna +39 034340502Lanterna Verde Villa di Chiavenna +39 034338588Ristoro Pos Motta Villa di Chiavenna +393405476556PRODOTTI TIPICIBRESAOLA E SALUMI COMUNE TEL.Scaramella Macelleria Campodolcino +39 034350175Del Curto Macelleria Chiavenna +39 034332312Panatti Macelleria Chiavenna +39 034332331Tognoni Macelleria Chiavenna +39 034332314Pandini Macelleria Madesimo +39 034353018La Casa dei Sapori Prata Camportaccio +39 034320136DOLCI TIPICI COMUNE TEL.Balgera Panificio Chiavenna +39 034332436Folini Pasticceria Chiavenna +39 034332704Mastai Pasticceria Chiavenna +39 034332888Dolce Vita Madesimo +39 3475025507Stella Pasticceria Madesimo +39 034353260Del Curto Simonetta Piuro +39 034332733Moreschi Prata Camportaccio +39 034320257ALIMENTARI COMUNE TEL.Panificio Al Prestinee Campodolcino +39 034350228Bedognetti Francesco Chiavenna +39 034332606Mastai Ortofrutticoli Chiavenna +39 034333189Ratti Francesco Alimentari Chiavenna +39 034337431Valtonline Chiavenna +39 034336207Moiola Market Madesimo +39 034353536Blossom Ski Store Prata Camportaccio +39 034336723VINO IN VALCHIAVENNA COMUNE TEL.Enoteca Marino Chiavenna +39 0343 32720Fiaschetteria La Specola Chiavenna +39 0343 32696Cantine del Palazzetto Mese +39 0343 41136Mamete Prevostini Mese +39 0343 41003BIRRA ARTIGIANALE COMUNE TEL.Birrificio Spluga Gordona +39 0343 41397I FORMAGGI COMUNE TEL.Del Curto Formaggi Chiavenna +39 0343 33462IL MIELE COMUNE TEL.Azienda agricola Caligari Chiavenna +39 0343 32070De Stefani Prata Camportaccio +39 0343 33270PIZZOCCHERI E PASTA FRESCA COMUNE TEL.Pasta Fresca Punto e Pasta Chiavenna +39 0343 34330Non Solo Pasta Chiavenna +39 0343 33737PIETRA OLLARE COMUNE TEL.Roberto Lucchinetti Piuro +39 0343 35905AGENZIE IMMOBILIARI COMUNE TEL.Agenzia Immobiliare Balatti Chiavenna + 39 0343 33487Agenzia Immobiliare Borzi Chiavenna + 39 0343 36222Agenzia Immobiliare De Tanti Chiavenna +39 0343 32174Geo Service Chiavenna +39 0343 36363Mazza ing. Pierangelo Chiavenna +39 0343 32160Agenzia Immobiliare di Pedroncelli Walter Madesimo +39 0343 53239Agenzia Val di Lei Immobiliare Madesimo +39 0343 53031BAR E PASTICCERIE COMUNE TEL.Bar Povero Diavolo Chiavenna +39 0343 32275Bar Vicini Chiavenna +39 0343 35509Caffè Dolzino Chiavenna +39 0343 32112Folini Bar Pasticceria Chiavenna +39 0343 32704Mastai Pasticceria Chiavenna +39 0343 32888Extreme Centre Videobar Madesimo +39 338 3295397La Sorgente Madesimo +39 0343 57033Pasticceria La Dolce Vita Madesimo +39 347 5025507Pasticceria Stella Madesimo +39 0343 53260Sant Anton Madesimo +39 0343 55989Bar Caffè Lombardini Mese +39 0343 41231Crisa´s Bar Piuro +39 348 0341721Kiosko bar Cascate Acqua Fraggia Piuro +39 348 5644349Moreschi - Centro Bontà Prata Camportaccio +39 0343 20257DISCOTECHE E PUB COMUNE TEL.Exploit Chiavenna +39 0343 36468Boggia Gordona +39 0343 43299Caffé Cantante Madesimo +39 333 6121776Tender Madesimo +39 0343 56111Ostello Al Sert Verceia +39 0343 62042CENTRI ESTETICI ED AFFINI COMUNE TEL.Centro La Playa Chiavenna +39 0343 34309Parrucchiere Frikezen Chiavenna +39 0343 32456Centro Benessere Lady T Madesimo +39 0343 56120Parrucchiera Mariarosa Pilatti Madesimo +39 347 5708744SPORT E ATTIVITA’EQUITAZIONE COMUNE TEL.Gruppo equestre Valchiavenna Chiavenna +39 331 4810326Tremenda XXL Samolaco +39 0343 24295ESCURSIONI MTB COMUNE TEL.Deghi Domenico Madesimo +39 0343 53372Pilatti Ezio Madesimo +39 0343 56028Pinoli Milone Madesimo +39 335 5254307PESCA SPORTIVA COMUNE TEL.Rizzi Sport articoli per la pesca Chiavenna +39 0343 33787Fishing Club Madesimo Vallespluga Madesimo +39 0343 54492La Sorgente Madesimo +39 0343 57033PISCINA COMUNE TEL.Circolo Pattinatori Chiavenna Chiavenna +39 0343 35068SQUASH COMUNE TEL.Extreme Centre Videobar Madesimo +39 338 329539761


Dove siamo - Where we areCOME RAGGIUNGERCIHOW TO REACH USIn automobile by car da Milano from Milanprocedere fino a Lecco, da qui seguirela Super Strada 36 per Colico e continuareverso la Valchiavenna.Tempo di percorrenza, circa 1h 40’.go straight to Lecco, take the SS36 to Colicoand go direct to Valchiavenna. Traveling time, 1h 40’.dalla Svizzera - from Swizerlanddal Passo dello Spluga (chiuso durante l’inverno)e dal Passo del Malojafrom the Spluga and Maloja PassesIn treno by trainMilano C.le - Chiavenna (cambio a Colico) 2hSondrio - Chiavenna (cambio a Colico) 1h 30’.ValchiavennaVacanze a casa tua!Se vuoi ricevere gratuitamente i prossimi numeri di ValchiavennaVacanze direttamente a casa tua, compila questo coupone consegnalo via posta, fax o di persona agli uffici del Consorzio turistico. Ogni stagione ti invieremo il nostro magazine,informandoti sulle novità e le iniziative turistiche che riguardano la Valchiavenna.If you would like to receive future copies of ValchiavennaVacanze free of charge at home, simply complete the coupon below and remit by post, fax or inperson to an office of Consorzio Turistico. It’s a quarterly magazine and includes all news of the valley’s initiative each season.Nome-Name .............................................................................................................................................................................................................................................................................Cognome-Surname .........................................................................................................................................................................................................................................................Città-Town ................................................................................................................................................................................................................ Cap-Postcode ..............................Via-Street.................................................................................................................................................................................... Provincia-County.............................................................Nazione-Nation ...................................................................... e-mail ...............................................................................................................................................................................62Da consegnare a Consorzio di Promozione Turistica - via Consoli Chiavennaschi, 11 Chiavenna (So),telefono 0343.37485 fax 0343.37361 - e-mail: consorzioturistico@valchiavenna.com


IL NUOVO MITSUBISHI OUTLANDER INVENTA LA TUA STRADAConsumi da 6,7 a 6,9 litri/100 km ciclo medio combinato.Emissioni CO 2 da 177 a 183 g/km.SU STRADA O FUORISTRADA. PERCHÉ SCEGLIERE?Grazie all'innovativo sistema di trazione AWC (All Wheel Control) conMASC/MATC + BAS non avrai più alcun dubbio, il piacere di guida saràcomunque totale. Scegli il tuo Outlander, motore 2.0 DI-D con filtroantiparticolato, 5 o 7 posti con one touch system, Premium Audio Rockford da650W e Bluetooth. Perché percorrere la stessa strada, come tutti gli altri?Decidi il tuo percorso, inventa la tua strada.Chiedi al Concessionario informazioni sull’omologazione autocarro.64www.mitsubishi-auto.itwww.outlander.it Info 800-369463Test Drive gratuito e Scuola Ufficiale di Pilotaggio FuoristradaCiocco Centro Motori: www.mitsubishi-pilotare4x4.it - Tel. 0583719412Mitsubishi in Italia raccomandaSponsor Ufficialedella Federazione ItalianaSport EquestriFinanziamenti e leasingin collaborazione conFindomestic Banca S.p.A.Ulteriori informazionipresso i Concessionari.M.M. Automobili Italia - Società del Gruppo “Koelliker SpA”

More magazines by this user
Similar magazines