Asta_CAT_sfogliabile

virgilio65924

FIRENZE Arte &Solidarietà

mostra d’arte contemporanea e asta benefica

A cura di

Filippo Lotti


“FIRENZE Arte&Solidarietà”

mostra d’arte contemporanea e asta benefica

FIRENZE Arte &Solidarietà

mostra d’arte contemporanea e asta benefica

Auditorium Fondazione CR Firenze

28 Novembre - 2 Dicembre 2018

cura e progetto grafico

Filippo Lotti

organizzazione

FuoriLuogo - Servizi per l’Arte

coordinamento

Daniela De Lauro

foto opere

Claudio Guardi

Riccardo Vannetti

allestimento mostra

Casa d’Arte San Lorenzo, San Miniato

battitore asta

Roberto Milani

ringraziamenti

Eugenio Giani, Presidente del Consiglio regionale della Toscana

Umberto Tombari, Presidente della Fondazione CR Firenze

info

Società di San Giovanni Battista Onlus

Via Folco Portinari 11

50122 Firenze

Tel/Fax 055294174

info@sangiovannifirenze.it

www.sangiovannifirenze.it

con il patrocinio di

in collaborazione con

LUCA ALINARI • FUAD AZIZ • ENRICO BANDELLI

MASSIMO BARLETTANI • CARLO BERTOCCI • MAURIZIO BINI

MASSIMO CANTINI • GIOVANNI CECCHINI • FILIPPO CIANFANELLI

ANTONIO CICCONE • SIMONE CIONI • CLAUDIO CIONINI

ELIO DE LUCA • FRANCESCO FORCONI (“SKIM”)

FRANCO MAURO FRANCHI • MONICA GIARRÈ • GIULIANO GIUGGIOLI

ALDO GIUSTI • FABIO GRASSI • GRAZIANO GUISO • GIULIA HUOBER

PAOLA IMPOSIMATO • MASSIMO LOMI • ANTONIO LO PINTO

REMO LORENZETTI • TIZIANO LUCCHESI • RICCARDO LUCHINI

GIOVANNI MARANGHI • GIANFALCO MASINI

GIANCARLO MONTUSCHI • FRANCESCO NESI • IMPERO NIGIANI

GABRIELE NOVELLI • GABRIELE PALANDRI (“ERNO”)

CARLO ROMITI • SAMUEL ROSI (“MUZ”) • LISANDRO ROTA

FRANCESCO SAMMICHELI • MARCELLO SCARSELLI

SILVIA SERAFINI • PAOLO STACCIOLI • OLIVIERO ULIVIERI

Pubblicazione stampata dalla tipografia del

Consiglio regionale della Toscana,

quale contributo ai sensi della l.r. 4/2009

A cura di

Filippo Lotti

Tutti i diritti riservati ©Società di San Giovanni Battista Onlus

Edit Novembre duemiladiciotto.

Ogni riproduzione è vietata.

CASA D’ARTE

SAN LORENZO

1995

Battitore d’asta

Roberto Milani


Società di San Giovanni Battista:

tradizione e cultura della Città di Firenze

La Società di San Giovanni Battista Onlus, associazione eretta con Rescritto datato

29.01.1796 dal Granduca Ferdinando III di Toscana, è apolitica e ha natura di organizzazione

non lucrativa di utilità sociale, ai sensi dell’art. 10 del D. Lgs. 11 Dicembre 1997 n.

460, ha Sede legale in Firenze ed ha durata illimitata.

La Società ha lo scopo di promuovere ed incoraggiare la conservazione e lo sviluppo del patrimonio

culturale ed artistico della Città di Firenze e della Regione Toscana e di conservare

e/o ripristinare le tradizioni fiorentine e toscane, nonché di promuovere manifestazioni culturali,

artistiche e sportive, opere benefiche ed assistenziali di interesse e/o di solidarietà

sociale, ed in specie le manifestazioni e le celebrazioni patronali. In tale ambito, doverosa

evidenza viene data alle celebrazioni in onore del Santo Patrono di Firenze, dal quale la

Società deriva la propria denominazione.

La Società inoltre potrà porre in essere le attività accessorie, integrative e funzionali allo

svolgimento delle attività istituzionali.

Principali manifestazioni e iniziative:

Da ottobre a maggio dell’anno successivo - PROGRAMMA CULTURALE: un programma di

conferenze, visite e gite per conoscere luoghi e opere che caratterizzano la cultura fiorentina,

toscana e delle regioni limitrofe.

29 gennaio – PREMIO BEL SAN GIOVANNI: un premio che mette in luce talento e impegno

di soggetti che si siano distinti per meriti sociali e culturali e viene conferito con una

cerimonia tenuta in Palazzo Vecchio, nel Salone dei Cinquecento in occasione dell’anniversario

della fondazione della Società.

24 giugno – MANIFESTAZIONI IN ONORE DEL SANTO PATRONO DI FIRENZE:

- OMAGGI: al Santo Patrono in Battistero, al Sindaco in Palazzo Vecchio, al Cardinale Arcivescovo

in Cattedrale.

- FOCHI: il tradizionale spettacolo pirotecnico in onore del Santo Patrono che ogni anno

porta fiorentini e turisti a passare una bella serata a guardare in cielo sostando nel Lungarno

della Zecca Vecchia e nei Lungarni adiacenti.

- PREMIO “PRIMO NATO DI NOME GIOVANNI”

- PREMIO SPOSI DEL 24 GIUGNO

24 di ogni mese, ASPETTANDO I FOCHI, SAN GIOVANNI TUTTO L’ANNO: una serie di

eventi ognuno composto da visita di un luogo/mostra, conferenza su temi di attualità, tradizioni,

storia e cultura fiorentine e scoppio di 1 minuto di “Fochi” artificiali.

5


L’Asta per la Società di San Giovanni Battista onlus

L’arte è anche solidarietà

Con l’avvento della Cristianità i Fiorentini scelsero San Giovanni Battista quale Santo Patrono

della Città di Firenze, alla cui protezione hanno sempre fatto ricorso nei secoli e

nei cui confronti hanno sempre dedicato una grande venerazione, che, oltre che nei riti

religiosi, si traduceva nei grandi festeggiamenti tributati al Santo durante tutto il mese di

giugno, nel cui giorno 24 cade l’anniversario della Sua nascita. Dopo l’abolizione delle corporazioni

delle Arti e dei Mestieri, decretata dai Granduchi di Lorena, succeduti ai Medici

nel governo della Toscana, nessuno si occupò dei festeggiamenti del Santo Patrono fino

all’anno 1796 nel quale alcuni notabili fiorentini fecero istanza al Granduca Ferdinando III

per essere autorizzati a costituire una Associazione, denominata Società di San Giovanni

Battista (in seguito “Società”), avente lo scopo di curare i suddetti festeggiamenti in onore

del Santo Patrono, istanza che venne accolta con Rescritto Granducale rilasciato il 29

Gennaio 1796.

Nel corso dei secoli XIX e XX la “Società” ha esteso le proprie finalità alla cultura, alla conservazione

delle tradizioni, alla beneficienza e all’assistenza, mantenendo sempre la cura

dei festeggiamenti che culminano con i famosi Fochi di San Giovanni.

Purtroppo la recente crisi economica, che ha investito l’Italia e i cui effetti negativi ancora

persistono, ha ridotto le fonti di finanziamento da cui la Società traeva alimento per mantenere

in vita le proprie attività.

A questo fine è sottesa l’asta organizzata dalla “Società”, il cui successo le permetterà di

continuare ad adempiere ai propri scopi statutari di sostegno a tradizione, cultura, arte e

beneficenza, tant’è che una parte del ricavato dell’asta, sarà devoluta alla Società Cooperativa

“I Ragazzi di Sipario Onlus”, costituita per offrire opportunità di integrazione, pari

dignità e lavoro a ragazzi che vivono disabilità o fragilità mentale (www.iragazzidisipario.it).

Invocata la protezione di San Giovanni Battista, a nome della Deputazione e dei Soci tutti

della “Società” e mio personale, ringrazio gli artisti che hanno donato le loro opere, la

Fondazione CR Firenze che ci ha concesso gli spazi, i sigg.ri Filippo Lotti e Roberto Milani

incaricati dell’organizzazione e della direzione dell’asta e fin d’ora tutti coloro che accoglieranno

il nostro appello.

Avv. Franco Puccioni

Presidente Società di San Giovanni Battista

È per me motivo di orgoglio e di soddisfazione essere stato invitato a curare questa importante

iniziativa, in cui la solidarietà passa anche dalla bellezza.

In una società consumistica e fortemente indifferente al bello, dove i valori, i comportamenti

e le responsabilità vengono spesso messi in secondo piano, l’arte, nella sua accezione

più ampia, può e deve trasmettere un messaggio di altruismo, un messaggio di sostegno

e di generosità.

“L’arte è la forma più alta della speranza”, afferma l’artista tedesco Gerhard Richter. L’arte

ha un gran valore e quando si mette al servizio della solidarietà diventa ancora più preziosa.

Oltre quaranta artisti - tutti toscani! - hanno donato una loro opera alla Società Storica di

San Giovanni Battista, che promuove Firenze ed ogni attività legata alla città, promotrice

dell’asta.

Gli artisti, invitati in parte da me ed in parte dalla Società stessa, si sono messi a disposizione

dimostrando una grande umanità nel condividere con noi lo spirito e l’impegno di

questo progetto.

Una parte del ricavato sarà devoluto alla Onlus “I Ragazzi del Sipario”, che ho avuto l’opportunità

di conoscere grazie all’amico Riccardo Azzurri. “I Ragazzi del Sipario” è una

cooperativa sociale che ha come finalità quella di offrire opportunità di lavoro a persone

con disabilità intellettiva o in situazione di fragilità, favorendo l’integrazione e l’inclusione

sociale.

Un’asta di solidarietà che non solo è l’occasione per rendere merito alle opere dei donatori,

ma dà l’opportunità agli acquirenti di investire in arte, sostenendo i valori della Onlus.

In questa iniziativa, come sempre, ho voluto accanto a me come battitore Roberto Milani,

quale sinonimo di garanzia e serietà.

Mettere a disposizione la mia professionalità a favore di una causa benefica, sociale e culturale

è per me un enorme piacere, perché per me l’arte è da sempre anche questo.

L’arte, quindi, come la forma più alta della speranza. La speranza di un mondo indubbiamente

migliore, in cui ognuno di noi, lavorando insieme per il bene comune, contribuisce

per il suo piccolo “pezzettino” a donare un sorriso agli altri e, nello stesso tempo, donarlo

a noi stessi.

Ringrazio gli artisti per aver donato una loro opera a favore della causa. Ringrazio Roberto

Milani, importante e determinante compagno di viaggio, qui come in altre iniziative artistiche.

Filippo Lotti

Curatore

6 7


LUCA ALINARI

senza titolo

tecnica mista su tela - cm 40x40 - 2018

9


FUAD AZIZ

ENRICO BANDELLI

“Pace e Amore”

tecnica mista su carta - cm 76x56 - 2014

“Il guardiano del Battistero”

tecnica mista su tavola - cm 60x60

10 11


MASSIMO BARLETTANI

CARLO BERTOCCI

“Viale dei colli”

acrilico su cartone - cm 50x30 - 2018

“Festina lente”

acquaforte - cm 39x18 - 2017

12 13


MAURIZIO BINI

MASSIMO CANTINI

“Paesaggio italiano”

olio su tela - cm 35x50

“La stanza dei giochi”

olio su tela - cm 80x60

14 15


GIOVANNI CECCHINI

FILIPPO CIANFANELLI

“L’arcobaleno”

olio su tavola - cm 20x30 - 2017

“Mattino all’Olmo”

olio su tela - cm 35x50 - 2012

16 17


ANTONIO CICCONE

SIMONE CIONI

“Anselmo”

litografia - cm 66x86 - 2005

“Casa dolce casa”

olio su tavola - cm 25,5x29 - 2009

18 19


CLAUDIO CIONINI

ELIO DE LUCA

“New York”

acquarello su carta di cotone - cm 30x22 - 2018

senza titolo

pastelli a olio su carta di gelso - cm 32x28 ca. - 2016

20 21


FRANCESCO FORCONI “SKIM”

FRANCO MAURO FRANCHI

“Partire per poi ritornare?”

tecnica mista su tela - cm 40x40 - 2018

“Bagnante tra gli scogli”

acrilico su tavola - cm 25 ø - 2018

22 23


MONICA GIARRÈ

GIULIANO GIUGGIOLI

L’artista nel suo studio mentre realizza l’opera “Messaggero” (foto Pier Francesco Baglivo)

tecnica mista su tela - cm 100x50 - 2018

“Emergente a Firenze”

tecnica mista su tela - cm 40x40 - 2018

24 25


ALDO GIUSTI

FABIO GRASSI

“Il pettirosso”

acrilico su tavola - cm 40x30 - 2008

“Attesa”

matite colorate su carta - cm 31x41

26 27


GRAZIANO GUISO

GIULIA HUOBER

“Alla luce della luna”

acrilico su carta - cm 30x20 - 2018

“Altalena”

tecnica mista su carta intelata - cm 35x45

28 29


PAOLA IMPOSIMATO

MASSIMO LOMI

“San Giovanni e il corteo storico”

tempera acrilica e smalti su tela - cm 130x90

“Beauvais”

tempera su tavola - cm 17x17 - 2016

30 31


ANTONIO LO PINTO

REMO LORENZETTI

“Adolescenza”

serigrafia - cm 46x32 - 2012

“Dolci memorie”

tecnica mista su tavola - cm 29x21 - 2017

32 33


TIZIANO LUCCHESI

RICCARDO LUCHINI

senza titolo

affresco su pannello in polistilene - cm 125x125 - 2018

“Marina d’inverno”

olio su tela - cm 30x40 - 2008

34 35


GIOVANNI MARANGHI

GIANFALCO MASINI

“Veli leggeri”

kristal morbido - cm 66x55 - 2018

“Il guardiano dell’albero dai frutti rossi”

tecnica mista su tavola - cm 30x40 - 2018

36 37


GIANCARLO MONTUSCHI

FRANCESCO NESI

“Twetty’s land”

acrilico su tela - cm 35x30

“Mater Naturae”

tecnica mista su cartoncino - cm 40x26 - 2018

38 39


IMPERO NIGIANI

GABRIELE NOVELLI

“Interno”

olio su tela - cm 30x30

“Crocifissione”

acrilico su MDF - cm 77,5x57,5 - 2017

40 41


GABRIELE PALANDRI “ERNO”

CARLO ROMITI

“Aspettando che passi”

biro e acrilico su tavola - cm 50x50 - 2008

“Spagnolo”

terre su carta - cm 50,5x72 - 2010

42 43


SAMUEL ROSI “MUZ”

LISANDRO ROTA

“Santa Maria del Fiore”

spray su tela - cm 80x100 - 2018

“La moglie del cowboy”

acrilico su tela - cm 30x30 - 2014

44 45


FRANCESCO SAMMICHELI

MARCELLO SCARSELLI

“Ballerini a Firenze”

acrilico su cartone telato - cm 40x30 - 2018

“Il manichino”

tecnica mista su tavola - cm 60x54 - 2016

46 47


SILVIA SERAFINI

PAOLO STACCIOLI

“San Giovanni”

olio su tela - cm 100x70

“Dondolo”

ceramica - cm 29,5x31,5x8

48 49


OLIVIERO ULIVIERI

“Prati verdi”

chine colorate su carta - cm 35x47

50


LUCA ALINARI

FUAD AZIZ

ENRICO BANDELLI

MASSIMO BARLETTANI

CARLO BERTOCCI

MAURIZIO BINI

MASSIMO CANTINI

GIOVANNI CECCHINI

FILIPPO CIANFANELLI

ANTONIO CICCONE

SIMONE CIONI

CLAUDIO CIONINI

ELIO DE LUCA

FRANCESCO FORCONI (“SKIM”)

FRANCO MAURO FRANCHI

MONICA GIARRÈ

GIULIANO GIUGGIOLI

ALDO GIUSTI

FABIO GRASSI

GRAZIANO GUISO

GIULIA HUOBER

PAOLA IMPOSIMATO

MASSIMO LOMI

ANTONIO LO PINTO

REMO LORENZETTI

TIZIANO LUCCHESI

RICCARDO LUCHINI

GIOVANNI MARANGHI

GIANFALCO MASINI

GIANCARLO MONTUSCHI

FRANCESCO NESI

IMPERO NIGIANI

GABRIELE NOVELLI

GABRIELE PALANDRI (“ERNO”)

CARLO ROMITI

SAMUEL ROSI (“MUZ”)

LISANDRO ROTA

FRANCESCO SAMMICHELI

MARCELLO SCARSELLI

SILVIA SERAFINI

PAOLO STACCIOLI

OLIVIERO ULIVIERI