Simone Spada - iPage

zonawrestlingnet1.ipage.com

Simone Spada - iPage

icetta giusta?

Difficile dirlo, perché è la prima volta che un empresa messicana decide

di “splittare” in due roster, però, considerando lo stato in cui è

attualmente la Lucha Libre, caratterizzato dalla penuria di pubblico

sugli spalti delle arene ma anche “aggravato” dalla troppa Lucha Libre

in Televisione che, per una questione monetaria, parcheggia gli

appassionati sulla poltrona di casa, è sicuramente l’opzione per fare

più soldi.. Il primo punto lo si potrebbe vedere come un incremento

degli show, che da uno ogni due settimane potrebbero passare ad

essere svolti a ritmi settimanali, con un ulteriore incremento degli

shows che lo si è già avuto con l’introduzione di Fusiòn. Portare due

rosters in tour in Messico vuol dire anche ambire ad esportare la

Lucha Libre, soprattutto verso un mercato da sempre ambito dalla

AAA, gli Stati Uniti. E ciò potrebbe accadere, grazie a Masked Repubblic,

ma verrebbe contrastata da Lucha Libre USA, che proprio a fine

aprile ha effettuato tre show di grande successo.

Si portebbe avanti una storyline in modo del tutto originale, e oltre

che essere una novità assoluta, almeno per il Messico, permette

anche di dedicare tempo e risorse a due tipi di prodotto, non solo

a livello qualitativo, ma anche riguardo alla direzione stessa che si

potrebbe dare ai due show in base al ruolo che giocheranno Joaquin

Roldàn e Dorian Roldàn e a come gestiranno i loro talenti. Due tipi di

prodotti per due pubblici messicani, il che vuol dire anche prendersi

tutta la torta a scapito principalmente della CMLL. Ma considerando

che la Lucha del 2013 non è più un mercato concorrenziale ma basa-

to sul mantenimento del proprio “core-target”, allora è probabile che

il pubblico della CMLL venga intaccato poco da questa “evoluzione”

della AAA, un evoluzione che partirà da Triplemania 21.

Norberto Dognini

23

Similar magazines