Scaricare - File PDF

file.pdf.it

Scaricare - File PDF

REDAZIONE DI MILANO VIA SOLFERINO 28 TEL. 0262821 REDAZIONE DI ROMA PIAZZA VENEZIA 5 TEL. 06688281www.gazzetta.it martedì 17 settembre 2013 1,30 € POSTE ITALIANE SPED. IN A.P. D.L. 353/2003 CONV. L. 46/2004 ART. 1, C1, DCB MILANO Anno117 anno117­Numero219ITALIAESCLUSIVO3 Luca Cordero di Montezemolo, 66 anniMontezemolo:«Kimi è al topricorda Lauda»IlpresidenteFerrari:«AlonsosempreinformatosuRaikkonen.Oraungranfinale»diPINOALLIEVIALLEPAGINE24­25EUROBASKETEuforia ItaliaSpagna k.o.E giovedìla LituaniaL’Italiavaall’inferno­15,rimontaebatteibicampionid’Europaall’overtime86­81.Gentile,ilpiùgiovaneinCICLISMONibali e Pozzatoleader azzurriper FirenzeGialloHorner:saltauncontrolloanzino,el’UsadasiscusaGIALANELLA,GHISALBERTIESCOGNAMIGLIOALLEPAG.23E27ILROMPIPALLONEDI GENE GNOCCHINuovi sospetti di dopingsu Usain Bolt: ieri hasuperato il provino perentrare negli Avengers.campo,decisivocon25punti3 Alessandro Gentile, 20 anni CIAMILLO­CASTORIACANFORA,CHIABOTTIALLEPAGINE28­29wVIAALLACHAMPIONSASSALTOAPACHECominciastaseral’avventuraeuropea,laJuve(20.45)partedaCopenaghen,haunTevezinpiùdaspendereeselagiocadaoutsider.Conte:«Senonfacessiturnoversareiunpazzo»CarlitosTevez,argentino,29anniBRAMARDO,GRAZIANO,OLIVEROALLEPAGINE2­3EXTRATIMETUTTOSULLACOPPAPIQUÉ:«BALOENAPOLILESORPRESE»ROMAPrima soffrepoi dilaga (3­1)e torna in vettaFlorenzi,Totti(228golinA)eStrootmanreplicanoalParma:NapoliraggiuntoCECCHINI,CECERE,PUGLIESEPAGINE14­15MILANLacrime Kakàfuori un mese«Non pagatemi»«Nonvogliouneurofinchénonrientro».Infortuni:domanicolCeltic4PrimaveraBOCCI,DELLAVALLE,PASOTTOPAGINE8­9NAPOLIAdesso l’oro è doppioHiguain&Callejonper il mostro BorussiaL’argentino:«SuperoMaradonainEuropa»DeLaurentiis:«DomaniBenitezsacosafare»MALFITANO,G.MONTIAPAGINA5FIORENTINAGOMEZOUT6­7SETTIMANEViola, la rabbia non si placa«Vogliamo regole per tutti»CALAMAI,SARDELLIAPAGINA17INTER ILMONDIALESPINGELARIVELAZIONEIcardi si è messo in testadi fare coppia con MessiBRAMARDO,DALLAVITE,DIFEO,TAIDELLIPAG169 771120 50600030 917>


Tevezciprovaco2LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013CHAMPIONS GRUPPO BConteinDanimarca«QuilamiaJuvehagiàpenato...»«InChampionsLeaguesiamodeglioutsiderSenonfacessidelturnover,sareiunpazzo»DAL NOSTRO INVIATOMIRKO GRAZIANOCOPENAGHEN (Danimarca)IDANESIMossatatticaJorgensenpresseràPirloCOPENAGHENGuardando laclassifica del campionatodanese, il Copenaghen nonsembra irresistibile: decimoposto (su 12 squadre), unavittoria, quattro pareggi, tresconfitte. Però il tecnicoSolbakken cerca ditrasmettere fiducia:«Sappiamo di avere moltiproblemi, soprattutto in difesa.Ma speriamo di fare una buonafigura e sorprendere la Juve».Solbakken dovrebbe mettereJorgensen (ex compagno diVidal al Bayer Leverkusen)sulle tracce di Pirlo. Uno deileader è Olof Mellberg, allaJuventus nel 2008 09:«Adesso il gruppo è piùgiovane, ci sono un altromodulo e un’altra mentalità.Tevez l’ho affrontato in PremierLeague tanti anni fa, è moltoforte e difficile da controllare».gb.o.«Sabato è iniziato un ciclodi sette gare in 22 giorni,sarei un pazzo a non programmareuna turnazione».Antonio Conte cambierà almenodue giocatori rispettoall’undici di San Siro. Esconodalla panchina Ogbonna eQuagliarella, riposo per Barzaglie Vucinic. Un altro piccolodubbio riguarda la fasciadestra, con il ballottaggio Lichtsteiner­Isla:favorito losvizzero, ma a livello di energiequi cambierebbe davveropoco, visto che i due a Milanohanno giocato un tempo a testa.L’ingresso in formazionedi Ogbonna comporta unapiccola modifica a livello didisposizione: Bonucci traslocainfatti sul centro­destra,con l’ex granata in mezzo eChiellini sempre padrone dellazona mancina. «Ora miaspetto le giuste risposte dall’interarosa ­ continua Conte­, ma non ho dubbi: sarannotutte positive. Ci sono giocatoriun po’ stanchi e altri chehanno bisogno di allenarsibene almeno per una settimanadi fila. Pirlo? No, lui gioca».«Realisti, ma pericolosi» Legrandi corazzate europeehanno speso l’impossibile, comesempre. La Juve, sul mercato,si è difesa con intelligenza.Armi impari in ogni modo,ma Conte non tira indietro lagamba: «Affrontiamo questacompetizione da outsider pericolosa».Petto in fuori, «perchél’ultima Champions ci haconsegnato in dote il rispettointernazionale. Detto questo,dobbiamo sempre restare coipiedi ben piantati per terra. Ilnostro percorso in Europanon è per nulla completato, civuole realismo nel fare i pronostici.Insomma, non ci poniamolimiti, ma allo stessotempo non perdiamo mai divista chi siamo oggi».Parole da leader Accanto aConte c’è Buffon: «Dopo due«VincerelaChampionsLeagueè qualcosadi anormaleGIGI BUFFONPORTIERE DELLA JUVENTUSCOSÌINCAMPOALLE20.4521WILANDanni così importanti e unmercato oculato e intelligenteda parte della società ­ dice ilcapitano bianconero ­, dovremmosicuramente esseremigliori. Ma le conferme le dàsolo il campo. È lì che si dimostraogni cosa. Sarà decisivala nostra voglia di continuarea stupire, e l’entusiasmo mostratofinora non dovrà calaredi un millimetro».Partenza sprint Serve unapartenza sprint, tre punti oggi,altrettanti fra due settimanecon il Galatasaray, perchél’obiettivo è quello di metterefuori gioco i turchi prima dellatrasferta di Istanbul. «Saràun girone bello e affascinante­ spiega Conte ­. Il Real Madridè strafavorito, insegue ildecimo trionfo nel massimotorneo europeo e anche questaestate ha investito tantissimo.Noi ci giocheremo il secondoposto con il Galatasaray.Però, occhio al Copenaghen,ci deve servire diesperienza l’1­1 dell’annoscorso qui, contro il Nordsjaelland,un risultato che ci stavacostando la qualificazioneagli ottavi. Antenne dritte,nella fase a gironi ci sono solo3BENGTSSON5MELLBERG17SIGURDSSON2JACOBSEN9VETOKELE16KRISTENSEN6CLAUDEMIR30BOLANOSsei gare, e non c’è tempo perrecuperare». Chiude Buffon:«La Champions League non èun’ossessione personale, maun sogno da condividere contutto il mondo Juve. Alla resadei conti, vincere la Championsè qualcosa di anormale:alla Juve e a tantissime altresquadre non è capitato cosìspesso. Sarebbe quindi unagrandissima soddisfazionenon personale ma di gruppo».© RIPRODUZIONE RISERVATASTADIO Parken 38.076 spettatori METEO Nuvoloso temperatura 13°JORGENSENdovrà sdoppiarsi:sarà attaccantee anche primocontrollore di Pirloper rallentare l'azionedella Juve23 1912 27 VIDAL BONUCCIADI QUAGLIARELLA18JORGENSENLICHTSTEINER15BUFFONOGBONNAAntonio Conte, 44anni, con GigiBuffon, 35, ieri inconferenza LAPRESSECOPENAGHEN 4-4-2 JUVENTUS 3-5-226ALLENATORE SolbakkenPANCHINA: 1 Christensen, 15 Margreitter, 25 Remmer, 19 Gislason,11 Cesar Santin, 24 Toutouh, 22 BraatenSQUALIFICATI: nessuno DIFFIDATI: nessunoINDISPONIBILI: nessunoPOGBAARBITRO Bebek (Croazia) GUARDALINEE Petrovic, Grgic ARBITRI DI PORTA Vuckov, Gabrilo QUARTO UOMO Dalibor ConjarTV Sky Sport 1 HD, Sky Calcio 1, Premium Calcio INTERNET www.gazzetta.it10TEVEZ21PIRLO6223CHIELLINIPIRLOVerrà marcato auomo a tutto campo,Andrea è comesempre la chiavedel gioco bianconeroASAMOAHALLENATORE ContePANCHINA: 30 Storari, 15 Barzagli, 13 Peluso, 33 Isla, 9 Vucinic,12 Giovinco, 14 LlorenteSQUALIFICATI: nessuno DIFFIDATI: nessunoINDISPONIBILI: Marchisio (3 giorni), Caceres (un mese), Pepe (3settimane) Rubinho (un mese)GDS


4MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT3nlaSirenettaL’ApacheperspezzareilsortilegioChampionsConPirlo,CacereseStorarièunodeipochiadaverconquistatolaCoppaHA VINTOIN TUTTO IL MONDO115Titoli nazionaliCoppe nazionaliChampions L.Mondiale per clubC. LibertadoresIntercontinentaleC. Sudamericana111DAL NOSTRO INVIATOG.B.OLIVEROCOPENAGHEN (Danimarca)Sirene o Sirenetta, in fondo,cambia poco. Oggi inizia ilviaggio europeo della Juve eAntonio Conte si sentirà un po’come Ulisse. Nell’Odissea l’eroedi Omero, dopo dieci anni passatia Troia, si rimise in mareper tornare a Itaca: nel suo percorsodovette superare milleostacoli, tra cui le sirene, mapoi arrivò a destinazione. La Juve,dieci anni dopo l’ultima finale(Manchester 2003), riparteda Copenaghen cercandol’approdo più desiderato: il portodi Lisbona. E la Sirenetta,simbolo della città, è la primatrappola da affrontare in unviaggio che sarà lungo, pieno diinsidie, ma anche di speranze.Avventura da Apache Questaè la Juve, dirà oggi Conte ai suoiragazzi. E Carlitos Tevez, anchese è appena arrivato, sa cosa vuoldire. L’Apache ha il carattere dell’eroe:è coraggioso, trascinante,esperto. Se Conte come Ulisse sifacesse legare a un albero persentire la voce della Sirenettasenza cadere in tentazione, Carlitossi comporterebbe allo stessomodo: non si tapperebbe leorecchie e andrebbe all’attacco.Durante il viaggioverso Copenaghen Tevezsi è seduto accantoa Pogba e haschiacciato un pisolino:sarannos t a t i s o g n id’oro, magari,rivivendo iltrionfo del2008 quandov i n s e l aChampionscon lo United.La finalec o n t r o i lChelsea si risolseai rigorie lui, Carlitos,volle battere ilprimo. Un messaggioalla squadra:tranquilli, vifaccio vedere comesi fa. Tevez avevai capelli lunghi, unciuffo improbabile e lasolita faccia sportivamentecattiva. Prese la rincorsada fuori area, calciò rasoterraa destra mandando Cech dallaparte opposta. L’argentino è insiemea Pirlo (Milan 2003 e 2007:nel secondo caso Storari era il terzoportiere rossonero) e Caceres(Barcellona 2009) l’unico giocatoredella rosa ad aver già vinto laChampions. Buffon ha alzato laUefa, tutti gli altri inseguono ancorail primo trofeo internazionaledi club. Ecco perché Carlitos èdavvero un valore aggiunto, al dilà della classe e della facilità conla quale si è calato nel gioco.Come Michel ProbabilmenteTevez sa che la storia europea dellaJuve è bella e strana. Sette finalidi Coppa Campioni o Champions,2 vittorie e un destino beffardo:in queste 7 sfide, giocatenell’arco di trent’anni e con tutti igrandi campioni della storiabianconera in campo (con l’eccezionedi Sivori, Boniperti e Charles),la Juve ha segnato appena 3gol di cui uno su rigore (1985:Platini al Liverpool), uno dalla lineadi fondo (1996: Ravanelli all’Ajax)e uno di tacco col piede teoricamentesbagliato (1997: DelPiero al Borussia Dortmund). Unsortilegio, quasi. Come se gli deidel calcio si rivoltassero contro laJuve nel momento più atteso.L’Apache può essere l’uomo giustoper cambiare la storia, conquella faccia da guerriero, conquell’espressione fiera di chi neha viste tante. Il bilancio della Juvenei debutti europei è buono:15 vittorie, 8 pareggi, 4 sconfitte.Oggi il successo è obbligatorioper non complicare il camminoverso gli ottavi. Contro le danesiin Coppa Campioni la Juve hagiocato solo due volte: una vittoriae un pareggio sia contro il Hvidovre(1982­83) sia contro il Nordsjaelland(2012­13). Sembra dibuon auspicio che il debutto europeodi Tevez con la maglia bianconeranumero 10 avvenga nellastessa città dell’esordio di Platini.Era il 15 settembre 1982, a Copenaghenil francese sbloccò la partitacon il Hvidovre al 44’. Poi laJuve vinse 4­1 e quell’anno andòin finale.Leggenda Le tappe del ritornodi Ulisse da Troia a Itaca furonododici. Le tappe che la Juve deveaffrontare per arrivare a Lisbonasono 12: sei partite nel girone, 6partite a eliminazione diretta. Latredicesima sfida sarebbe la finale.Ulisse, rallentato da Poseidone,ci mise 10 anni per arrivare acasa. Conte, Tevez e tutta la Juveproveranno a tagliare il traguardoin 8 mesi. Se ci riuscissero, farebberoun’impresa leggendaria.Roba che Omero ci scriverebbeun altro poema.© RIPRODUZIONE RISERVATASLa statuadellaSirenettaLa Sirenetta èuna sculturabronzea di 1,25metri e 175 kg:ha 100 anni edè ispirata allaprotagonistadella fiaba diHans ChristianAndersen. Sitrova davantial porto diCopenaghen, dicui è un simbolo4INUMERI5I campionativinti da Tevez.Parte dalClausura 2003,con il Boca. Siripete in Brasilecol Corinthians,prima disbarcare inInghilterra dovecolleziona trePremier: duevolte campionecol ManchesterUnited, la terzacon il City4Le Coppenazionalidi Carlitos, tutteinglesi. Con iRed Devils haalzato al cieloCommunityShield e Coppadi Lega, con iCitizens una FACup e un altroCommunityShield2I trofei conla Selecciònargentina havinto ilSudamericano«Under 20» el’oro olimpico adAtene 2004PARLAILDIRIGENTENedvedcicrede«NoitralebigECarlitosègiàunleader»DAL NOSTRO INVIATOFRANCESCO BRAMARDOFIANO (To)Partita a golf con gli amiciVialli e Mauro con lo spiritodi chi non può tradire un impegnodecennale a scopo benefico,poi in volo verso Copenaghen.Il consigliere di amministrazionePavel Nedved ha leidee chiare: «Siamo concentratiper il debutto contro i danesi,sarà una partita dura, anchel’anno scorso col Nordsjeallandin trasferta abbiamofaticato e pareggiato.Dobbiamo partire col piedegiusto. Saranno decisivi i risultaticontro il Copenaghen e incasa contro il Galatasaray. All’ultimagiornata a casa deiturchi in caso di qualificazionein ballo ci sarà un clima infuocatoma ci siamo abituati. Dallasfida con il Real può uscirequalsiasi risultato. La Juve si èrinforzata, in Europa ci sonosquadre migliori ma non semprevince il più forte, quindi cisaremo anche noi».Tevez leader Un giocatoreCarlos Tevez, 29 anni, esulta.Ha già segnato 3 gol in 4 partitecon la Juve LAPRESSEdell’esperienza e qualità di Tevezverrà utile. «È un giocatoreche fa sempre la cosa giusta,tiene la palla quando serve,contro l’Inter ha sbagliato unsolo passaggio, corre dietroagli avversari. È un campionestraordinario ­ aggiunge Pavel­ uno che lavora tanto per lasquadra e parla poco, ma è unleader e per essere un leaderbasta l’esempio». Il dirigentebianconero ringrazia Mancini.«Ho parlato un anno fa di Tevezcon Mancini e mi ha detto“vai tranquillo è un grande”, eMancio con lui ne ha passate,hanno anche litigato ma litigarese è costruttivo è un bene. Sisono dette tante falsità su Tevez.Llorrente? Bisogna soloaspettarlo, lui e Ogbonna sarannomolto utili. Il campionato?Abbiamo perso la vetta dellaclassifica, ma avevamo unPavel Nedved, 41 anni, bandierabianconera e oggi dirigente ANSAcalendario molto impegnativo,possiamo dare di più”. Infinesulla possibilità di allenare lanazionale della Repubblica Ceca:«Sarebbe un onore, mi piacerebbema non so cosa ha inmente la federazione. Non sarebbecompatibile con la caricaalla Juve, dovrei scegliere».© RIPRODUZIONE RISERVATA


4LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013


MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT5CHAMPIONS DOMANI GLI AZZURRICoppiad’oroHiguain&Callejon«Napoli,orasivola»L’argentino:«InEuropavogliosuperareMaradona»Lospagnolo:«Siamodascudetto,segneròaraffica»MIMMO MALFITANONAPOLINono piano: la terrazzadell’hotel sul lungomare apread uno dei panorami più belliin assoluto. Se lo godono, GonzaloHiguain e José Callejon: illoro sguardo è di stupore dinanzia questa meraviglia. Ilsalottino è pronto per la chiacchieratacongiunta, una novitàintrodotta da Nicola Lombardo,il direttore della comunicazione.Mancano poche ore all’esordioin Champions Leaguee Napoli freme, ha già fatto ilpieno di passione, pronta a farlaesplodere domani sera. IlBorussia Dortmund è sicuramentel’avversario giusto perrendere speciale la notte europea:il collettivo di Klopp comandala Bundesliga, così comeil Napoli è in testa alla SerieA. «Questa partita è importanteper noi, vogliamo cominciarebene. Il Borussia sta facendograndi cose, lo scorso anno èarrivato in finale e per noi saràun esame molto importante: sedovessimo vincere potremmoessere protagonisti in questaChampions. Ma sappiamo chenon sarà facile», ammette Higuain.Carica La questione è intrigante.Al punto tale da accenderel’entusiasmo di José Callejonche in questa manifestazionevanta un rendimento dagrande talento: col Real Madridha collezionato 9 presenzee 7 reti. «La Champions è sempreuna competizione bella dagiocare, ovviamente è moltoimportante per il Napoli che laritorna a disputare. Speriamodi arrivare il più avanti possibile.Magari la vincessimo, sarebbebellissimo riuscire a fareciò che non ha fatto neppureMaradona. La competizione èdura. Ci vorrà una partenza allagrande, con una vittoria importante.Per me è davveroun’emozione speciale», svelal’ex esterno madridista.l’intervistadoppiaJosé MariaCallejon, 26anni, eGonzaloHiguain, 25,ex compagnial RealNEWFOTOSUDNapoli mondiale L’internazionalizzazionedel prodotto Napolinon è soltanto una fissa diAurelio De Laurentiis. La questioneè stata sostenuta anchedai due talenti sui quali il presidenteha voluto investire 50milioni di euro: il suo intuito èstato ancora una volta premiato.«Il gruppo è importante,abbiamo un grande allenatoree la mia idea è quellache qui si potrà vincere qualcosad’importante. Io voglioentrare nella storia del Napolidedicando a questa gente untrofeo prestigioso. Sono statocomprato per questo, per faregol, vincere e portare il club alivello internazionale. Inoltre,voglio migliorare il mio scorein Champions che, finora, è di48 presenze e 8 reti», dice il Pipita.Dimensione mondiale,dunque. Intanto, però, in attesadi domani sera e dell’esordioin Champions League, JoséCallejon è più che mai convintoche lo scudetto è alla portata diquesto Napoli. «In campionatosiamo partiti bene, ho già realizzato3 reti in altrettante partite.Io ho due obiettivi: segnarepiù di 10 gol e vincere il titolo».Niente rimpianti Nemmeno aparlarne. Loro due sono felicidella scelta fatta a differenzadella critica madridista che haattaccato Florentino Perez peraverli ceduti. «Ora siamo qui eci stiamo alla grande. Il passatoè alle spalle, il nostro intentoè solo quello di portareil Napoli più in alto possibile.La nostra è una sfida,una grandissima scommessache abbiamo condivisocon Albiol. Al Real Madridauguriamo il meglio».Perché Napoli li ha rapiti, nonostantele difficoltà quotidiane.«Cosa mi piace diquesta città? Che si può guidaretranquilli», dice con un pizzicod’ironia Gonzalo Higuain.«Scherzi a parte, mipiace il mare, la gente ti fa sentirespeciale. So che qui c’è statoMaradona, un idolo assolutoper Napoli e per noi argentini.Io voglio entrare nella storiacome lui, fare qui quello che hafatto lui».© RIPRODUZIONE RISERVATAdHANNODETTOSHiguain«Il Borussia stafacendo grandicose e per noi èun esameimportante: sedovessimovincerepotremmoessereprotagonisti inquestaChampions.Cosa mi piacedi più di Napoli?Che si puòguidaretranquilli...»SCallejonLa Champions èdura, ci vorràuna partenzaalla grande.Speriamo diarrivare il piùavanti possibile,magari lavincessimo... IlReal? È allespalle, l’intentomio e di Gonzaloè di portare ilNapoli in alto. Èuna scommessacondivisa conAlbiolLASFIDACOITEDESCHIILNUMEROUNOARUOTALIBERAIl presidente Aurelio De Laurentiis, 64 anni, con Rafa Benitez, 53 LAPRESSEEccoDeLaurentiis:«IlBorussiaècomeunmostroa3teste»Ilpresidente:«SperocheBenitezriescaconl’esperienzaaimbrigliareKlopp,malorosonorodati»GIANLUCA MONTINAPOLIMattatore, come solo luisa essere. Aurelio De Laurentiispartecipa via telefono all’intervistadi Higuain e Callejon,dispensa battute a raffica esforna domande da giornalistanavigato, ma regala anche tanterisposte interessanti. Il Napoliè in vetta alla classifica,però il presidente non si illude:«Sono contento di questo avviodi stagione, speriamo che ilBorussia non sia la matrigna ola sorellastra di Cenerentola».Il Napoli è una realtà, altro chefavola: «Per nove anni ho dovutorinunciare a fare film internazionali– spiega De Lauirentiis–. Allora, ho detto bastae ho scelto Benitez. Avevo valutatoVillas Boas e Pellegrini,ma lui ha vinto di più e poi haun grande senso della famiglia.Visto che il Napoli lo considerouna famiglia, ho pensatofosse l’uomo giusto per noi».Mazzarri, invece, sembra l’uomogiusto per l’Inter: «Sonocontento che in queste primegiornate, grazie a lui, sisia creato in casa nerazzurraun bellissimo ambiente.Io sono amico diMoratti e mi auguro chequesto gli serva per resisterealla tentazione di cederela società. In tal senso, sonoitalianista. Speriamo che a Morattistia tornando la solita vogliadi calcio».Avversaria modello De Laurentiise la sua Napoli («Unapepita avvolta nel catrame»,dice) vogliono fare lo sgambettoal Borussia domani sera: «Ilgirone Champions è tostissimo.Stavolta giochiamo controun mostro a tre teste: i tedeschihanno un allenatore che li guidada anni, si sono rinforzaticon Aubameyang, che io avevoseguito a febbraio, e lancianotanti giovani». Il Borussia è unmodello da seguire, ma ancheun’avversaria da battere: «Noidobbiamo migliorare ancoramentre loro sono rodati. Però,essendo il Borussia spregiudicato,spero che Benitez con lasua esperienza riesca a mettereKlopp in difficoltà».Esperienza Del resto, il tecnicospagnolo ha tra le mani unNapoli altamente competitivo:«Abbiamo preso gente conesperienza internazionale, chearriva da club come il Real Madrid.Crediamo che tutti glielementi siano funzionali alprogetto. Benitez sa gestire benei molti stranieri che abbiamoanche perché parla tantelingue. Ad esempio, Vargas ancheper ragioni linguistichenon è riuscito ad integrarsi».Callejon e Higuain l’hanno fattosubito. De Laurentiis puntasu di loro per la sfida al Borussia:«Accendete la passione delSan Paolo», dice prima di riattaccareil telefono. L’emozionecorre sul filo.© RIPRODUZIONE RISERVATALOTTOMATICA SCOMMESSE S.R.L. - CONC. AAMS N. 4032 del 28/03/2007TUTTI I NUMERIPER GIOCARE IN ATTACCO.CHAMPIONS LEAGUEMartedì 17 settembre ore 20.45 1 X 2MANCHESTER UTD - BAYER LEVERKUSEN 1.70 3.65 4.75GALATASARAY - REAL MADRID 5.75 4.00 1.55FC COPENHAGEN - JUVENTUS 9.00 4.75 1.33OLYMPIACOS - PSG 3.65 3.35 2.00BAYERN MONACO - CSKA MOSCA 1.15 7.25 15.00VIKTORIA PLZEN - MANCHESTER CITY 5.00 3.75 1.65Mercoledì 18 settembre ore 20.45MARSIGLIA - ARSENAL 2.90 3.30 2.35NAPOLI - BORUSSIA DORTMUND 2.65 3.40 2.50MILAN - CELTIC GLASGOW 1.40 4.25 8.00BARCELLONA - AJAX 1.13 8.00 17.00La pianificazione degli eventi live potrebbe variare secondo il Programma Uffi ciale Aams.BONUS DEL 50%SULLA PRIMA RICARICA CONTOFINO A 50 EUROSCARICA LA NUOVA APP BETTERPER iPhone ® E ANDROID ®E SCOMMETTI DOVE VUOISU TUTTI GLI SPORT.Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco sui siti www.aams.gov.it e www.lottomatica.it e presso i punti venditale quote potrebbero subire variazioni


6LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013CHAMPIONS IL TEMATifiamo per Marco, Federicoe Giulio. Da staseranon avremo solo occhi perJuventus, Napoli e Milan.Nell’olimpo ci sono ancheVerratti, Piovaccari e Donati.Li abbiamo snobbati, li ritroviamoin Champions. Se perVerratti la grande vetrina èl’avvio di un progetto che lodeve portare al top, le storiedi Piovaccari e Donati sonodiverse e con un elemento incomune: lo scorso anno soffrivanoa Grosseto tra le iredel presidente Camilli. E sonoretrocessi in Prima Divisione.Sembrava la fine. E, invece,Piovaccari, a 29 anni, ha presomoglie e figli, ha accettatola Romania, dove un tempoprendevamo stelle, e si è ritrovatoprotagonista alla SteauaBucarest. Il terzino Donatiera dell’Inter che non se l’èmai filato. Ma Devis Mangial’ha sempre convocato in Under21 dove giocava poco.Quando ha avutol’occasionel’ha sfruttata con un Europeoda favola e una partita pazzescacontro l’Olanda. Gli osservatoritedeschi, in massain Israele, hanno segnato ilsuo nome. E in pochi giorni èstato ribattezzato «Donati aldente» dalla stampa di Germania.Immortalato a Coloniacon un piatto di spaghetti.Oggi debutta in Champions.Altri argenti europei,snobbati da noi, Caldirola eRossi, Trotta e Rozzi, inseguonoil sogno all’estero,imparano le lingue, crescono.E soprattutto giocano.fr.vell.© RIPRODUZIONE RISERVATAItalianidaChampionsvidentiKit&CARRIERAMARCOVERRATTINato il05/11/1992aPescaraRuoloCentrocampistaAltezza165 cmPeso65 kgLe suesquadrePescara2008-201274 presenze2 golPsg201231 presenzeL’ideadiVerratti:«FinaleJuve­PsgNoninvidioPogba»«Cavanicidàpiùforza,conThiagoMottanonc’èconcorrenza.HoscopertoBlanc,grandetecnico»ALESSANDRO GRANDESSO@ calciofrancesePARIGIL’anno scorso non lo conoscevanessuno, ma lui si èfatto un nome anche in ChampionsLeague. Quest’anno,Marco Verratti deve confermarele attese mostrando quantodi buono, anzi di ottimo, hafatto finora.Favorite?«Le solite big, ma quest’annovedo una Champions ancorapiù spettacolare».Perché?«Negli ultimi anni sono venutefuori outsider che nessunosi aspettava come il Dortmundche alzano il livello didifficoltà della competizione».Tra le outsider chi vede?«Il mio Paris Saint Germain.L’anno scorso siamo usciti aiquarti a testa alta. Ma la direzioneha investito tanto e bene.Cavani ci dà più forza, comeMarquinhos e Digne».Quindi Psg come Borussia?«La finale non è mai scontataper nessuno. Dipende da comesi esce dal girone, dai sorteggi,dagli infortuni. Ma possiamocrederci pure noi».Altre outsider?«Le italiane. Juve e Napoli sisono rinforzate con intelligenza.Il Milan ha Balotelli e bisognavedere cosa farà Kakà nonappena torna in forma».L’ATTACCANTEDELLASTEAUABUCARESTIlboomdiPiovaccari«L’ItaliamihascartatoQuimisentoalMilan»GIULIO DI FEO@fantedipicchePiovaccari, ci dice com’è finito allaSteaua?«Un’esperienza all’estero volevo farla.Qui c’era la possibilità di fare laChampions, e appena è arrivata l’offertaho detto sì. Poi abbiamo giocato laSupercoppa, mi sono ritrovato davanti50mila persone mi sono reso conto cheè come essere finito all’Inter o al Milan.In una big, insomma».Il livello com’è?«Non come la A, ovvio. Ma le prime3­4 di Romania da noi ci possono staresenza problemi».La vostra forza?«Un gruppo di ferro che giocainsieme da 2­3 anni, io sono statol’unico innesto tra i titolari. Poiaggressività, corsa, possessopalla...».Si sente un po’ in creditocon l’Italia?«Le dico questo: bisognaemigrare. Da noi i club nonhanno voglia di aspettare.Alla Samp ho giocato 6 mesi,poi mi hanno praticamentescartato e prestato ovunque.Ora tutti mi chiamano, ma sonosempre lo stesso. E qui allo Steauala prima cosa che mi hannomostrato è questa: mi volevano».La spirale di prestiti e comproprietàalla fine soffoca i talenti, insomma.«Si, quello è un problema. Ma leracconto questa: a Varsavia siamo andatisul 2­0 e i tifosi locali facevanopiù tifo di prima, e poi nonostantel’eliminazione hanno applaudito comeuna vittoria. Roba che in Italia nonsi vedrebbe mai. In A il calcio non sivive più con lo spirito giusto. Alla Steauaprima di ogni partita andiamo alcinema, col mister. È così che si crea ilgruppo. In Italia se dici a un allenatoreche il giorno prima di una gara importantetutta la squadra va al cinemati ammazza».TorniamoallaChampions.Lepiaceilgirone?«Non andremo a fare i turisti, proveremoa giocarcela ovunque. E se pensoche potevamo beccare un gruppo conJuve e Real direi che il nostro è persinofacile. Siamo concentrati sulloSchalke: il nostro allenatore è tedesco,ci sta preparando a puntino.Le maglie che vorrei?Messi, Ronaldo, Rooneye Ribery. Io a loro se capitala chiedo, non so sevorranno la mia in cambio…».PerilrestocomesistaaBucarest?«Benissimo, sono qui con miamoglie e i bimbi, sto imparando ilromeno. E poi i tifosi: cori e coreografieincredibili, un calore e un incitamentocostanti. Vivono di calcio.E da quando ho fatto l’esultanza delpifferaio la prima volta ora me lachiedono sempre».© RIPRODUZIONE RISERVATAvVale di più la crescita dellaJuve di Conte o l’esperienza diBenitez per il Napoli?«Entrambi. Conte dimostradi essere un grandissimo allenatoree la Juve ora ha Tevezche ha talento da vendere. DelNapoli sento il giusto entusiasmo.Gente come Higuain ticambia la vita e le partite».Però Conte dice che il divariocon le big europee resta.«E fa bene a rimanere con ipiedi per terra, ma sa di avereuna squadra competitiva».Che ha tentato di portarla aTorino prima e dopo la firmaconilPsg.C’èrammaricovistoil percorso di Pogba?«Sto bene a Parigi. La miascelta è stata frutto di un determinatoperiodo di mercatoe sono soddisfatto di come sonoandate le cose finora».Quindi non invidia Pogba?«Pogba è un campione cheunisce fisico impressionante aqualità tecniche fuori dal comune.Quando lo vedo con laJuve non posso che provarepiacere»Oltre a Pogba, quali talentipotrebbero mettersi in luce inquesta Champions?«Ogni squadra ha giovaniinteressanti».Balelivale100milionidieuro?«Il montante lo stabilisce ilmercato, ma se il Real ha decisodi investire così vuol direche le sue qualità tecniche sonofuori discussione».Come sarà la ChampionsdiMarcoVerratti?«A disposizione dell’allenatore».Cheperòperoralausaconil contagocce, preferendoThiago Motta.«Ma con Thiago non c’èconcorrenza. Anzi, mi dà consiglipreziosi, è una personastupenda. Alla fine decidonole prestazioni in campo e l’allenatore».Blanc meglio di Ancelottiche l’ha lanciata?«Con Blanc abbiamo scopertoun ottimo allenatore. Ad Ancelottidevo molto e ha fattouna scelta da rispettare».Finale Champions ideale?«Psg contro Juventus».Il suo presente contro ilsuo futuro?«Per ora conta il presente».© RIPRODUZIONE RISERVATASMarcoVerratti,20 anni,centrocampistadel Psg e dellaNazionale.Ha esordito congli azzurria 19 anni,nell’amichevoleItalia­Inghilterra,il 15 agosto2012LIVERANIidentiKit&CARRIERAFEDERICOPIOVACCARIATTACCANTENato il01/09/1984aGallarate (Varese)Altezza181 cmPeso78 kgLe suesquadreCastellettese2002-200317 p. - 6 golInter2003-2004Vittoria2004-200525/10San Marino2005-200629/11Triestina2006-2007. 37/5Treviso2007-2009. 40/4Ravenna2009-2010. 34/14Cittadella2010-2011. 38/23Sampdoria2011-2012. 17/2Brescia2012. 17/4Novara2012-2013. 10/0Grosseto2013. 17/7SteauaBucarestdal 2013. 3/2ILDIFENSOREDELBAYERLEVERKUSENDonati,sognierealtà«GrazieaMangialamiavitaècambiata»FRANCESCO VELLUZZI«Arrivano papà, mamma, il procuratoreSilvio Pagliari e, soprattuttomio zio Giuseppe. Dico soprattuttoperché lui è quello che più mi segue. Ègià venuto a Leverkusen. Papà non èancora riuscito perché fa il bagnino aPoveromo (accanto al bagno dei Buffon,ndr),vicino a Massa, e l’estate nonè finita». Ma sta finendo e a una settimanadall’autunno Giulio Donati, ilterzino rivelazione dell’Europeo Under21, debutta a Manchester, controlo United, in Champions League dopoaver giocato 5 partite in Bundesligacon la «26» del Bayer Leverkusen.Donati, manca qualcuno?«Sì, la mia ragazza e Devis Mangia,l’ex c.t. dell’Under. Se sono arrivatoin un club del genere ed è cambiatala mia vita il meritomaggiore è suo. Mi hadato fiducia e mi hafatto sentire importante.Bella personee grande allenatore».Al Bayer come la fanno sentire?«Importante, finora ho sempregiocato. L’allenatore Hyypia parla intedesco ma lo psicologo parla italianoe mi aiuta tanto. Comunque, sto prendendolezioni».Com’è l’organizzazione del club?«Perfetta. Stadio sempre pieno perle partite, tifosi civili e molto carini.Gli allenamenti sono a porte aperte inun super centro sportivo, c’è meno tattica.Si fa colazione lì e si mangia dopol’allenamento, che è sempre al mattino.Il livello è alto, c’è più intensità rispettoall’Italia, si corre molto e a mepiace. L’allenatore mi dice di spingerecome un dannato, sto spesso sulla lineadegli attaccanti. Se perdiamo pallanoi esterni difensivi sono i centrocampistiche coprono subito. I tifosi sonosuper, ma c’è la mania delle maglie comein Italia. Le sto scambiando tutte».Cosa l’ha colpita?«Una sala che si chiama Ice Lab, la“stanza del freddo”. Ci viene anche KobeBryant. Si va a ­30, ­60 e ­110 gradi.Si entra in calzini e ti mettono un cappellino.È utile per il recupero».Come si trova?«Bene. Il d.s. Voeller e la sua famigliami aiutano. I compagni sonogiovani e umili. Per esempioKessling, capocannoniere inBundesliga, va via per ultimoportando dentro la saccadei palloni. Io vivo a Colonia,piena di italiani.Città stupenda. E inmacchina vado a Leverkusen,sono 18 chilometri».Macchina del club?«C’è un accordo con la Bundesliga.Abbiamo una Mercedes.La teniamo 6 mesipagando l’1 per cento delvalore e poi te la cambiano.Bello».© RIPRODUZIONE RISERVATAvidentiKit&CARRIERAGIULIODONATIDIFENSORENato il05/03/1990aPietrasanta(Lucca)Altezza178 cmPeso78 kgLe suesquadreInter2009-10Lecce2010-1114 presenzePadova2011-1228 presenzeGrosseto2012-201328 presenzeBayerLeverkusen20135 presenze


MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT7


8LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013CHAMPIONS DOMANI I ROSSONERIQUASIUN’INTERASQUADRAININFERMERIADE SCIGLIO4-3-1-2POLIEL SHAARAWYBONERAAbateLesioneadduttore cosciasinistra: potrebberientraredomenicaBoneraFratturacomposta rotuladestra: fuoriancora tresettimaneDe SciglioLesionemenisco medialeginocchiosinistro: fuoriun meseEl ShaarawyLesione bicipitefemorale destro:tempidi recuperoda valutareKakàLesioneadduttorecoscia sinistra:fuori 3­4settimaneMontolivoLesione albicipitefemoralesinistro: fuori15­20 giorniPazziniOperatoal ginocchiodestro,rientrerà entrofine ottobrePoliEmatoma alquadricipitedestro: potrebbefarcela perdomenicaSilvestreMeniscomedialeginocchiodestro: fuori tresettimaneSILVESTREABATEMONTOLIVOKAKÀPAZZINIGDSIlMilaneKakàapezziIlbrasilianoinlacrimefuoriunmese«Nondatemilostipendio»Lacaviglianonhaproblemi,mac’èunalesioneall’adduttoresinistro.«Oravogliosoloilvostroaffetto»ALESSANDRA BOCCIMILANOAterra.Levocichefiltravanol’altra sera dalla Spagnanon erano malignità, ma raccontavanopiù o meno lo statodei fatti: appena rientrato,Kakà è già fuori. La cavigliacontusa in Torino­Milan in effettiè a posto, però una lesionemuscolare all’adduttore sinistrolo terrà fermo per unmese. «Tra una decina di giorni,il calciatore effettuerà altriesami per stabilire meglio laprognosi», ha comunicato ilMilanconunanotasulsito.Intantoil giocatore ha deciso disospendersi lo stipendio.Stop ai soldi Se tutto andràbene, ma proprio bene, il brasilianotornerà a disposizionedi Allegri fra tre settimane.«Ho deciso di autosospendermilo stipendio in questo periodo,perché dal Milan vogliosolo il sostegno e l’affetto perguarire presto», ha detto Ricardoin un video pubblicatosu acmilan.com. «Ho iniziatolecure.Ilvostroaffettoinquestigiorni mi dà la carica e mimotiva a tornare prima possibile.E’ un momento duro edifficile. Spero di essere incampo al più presto». A giudicareda siti e blog spagnoli, ilsuogestononèstatomoltoapprezzatodaicultoridelmadridismo.Ma si sa, la casa di Ricardoè a Milano, non al Bernabeu.Anche se l’autosospensionedellostipendioèun’ideacopiata da un altro ex madridistasubito infortunato a Milanello,Fernando Redondo,chefuacquistatonel2000,maper oltre due anni (per la precisione28mesi)nonfuingradodi giocare. Redondo nonvolle lo stipendio e provò per­Ricardo Kakà, 31 anni, è arrivato a fine agosto dal Real Madrid IPPfino,narralaleggenda,aresti­tuire la macchina aziendale.Lasciò il calcio nel 2004, propriomentre la stella di Kakàcominciava a splendere. Di luiresta l’immagine malinconicadi un cavaliere che, giocandopochissimo, con il Milan vinseChampions e scudetto. Masenza gloria.AffettoAlMilanovviamentedanno per scontato che l’assenzadi Kakà sarà molto piùnormale e la storia bis felicequanto la prima. «L’ho sentitovenerdì quando era sul pullmanper andare a Torino, eracontento come un ragazzino»,ha raccontato l’amministratoredelegato Galliani. Domenicapomeriggio, l’umore eracambiato.«Erainlacrimeemiha detto: ”Voglio sentire l’affettodel Milan. Da quando sonoarrivato mi avete dato tanto,voglio ripagarvi di tutto enonvogliounsoloeurofinchénon tornerò a giocare”. Questospiega perché c’è un rapportostraordinario con lui.Kakàèunragazzomeraviglioso».Un ragazzo che l’altro ieriera colpito e sorpreso dagliesiti dei primi test. Dopo lapartita di Torino Kakà si sentivamoderatamente soddisfatto,ottimistaperilfuturo.«Devomigliorare tanto, ma sonotornato e sono felice», dicevaagliamici.Passatalanotte,sonoarrivati i guai in forma diadduttoreaturbareunrientroche sembrava una favola. InveceKakàèripiombatoaterrae dovrà lottare più di primaper ritrovarsi. «Non mi aspettavoun infortunio così». Civorràtantaforzapertirarsisu,persuperareilproblemafisicoe lo scetticismo che aumenta.Ma i fuoriclasse sono fatti perquesto: per stupire.© RIPRODUZIONE RISERVATA4INUMERI64i minutigiocati daKakà incampionato:Ricky hadebuttatoufficialmente datitolare contro ilTorino ed èstato sostituitoal 19’ delsecondo tempoda Birsa4milioni dieuro l’anno: èla cifra cheguadagna Kakàda quando ètornato al Milan.Il brasiliano si èlegato airossoneri per 2stagioni19presenzenella scorsastagione in Ligacon il RealMadrid, per untotale di 972partite; 3 i golrealizzati10milioni dieuro l’anno:era lo stipendiodi Kakà al Real.Ha accettato diridurlo pertornare al MilanDOPOLEPOLEMICHEDISABATOGallianialTorino«Solol’arbitrofermailgioco»FABIANA DELLA VALLE@FabDellaValleMILANOLa sede è quella giusta. Il giorno in cuiKakà annuncia di volersi ridurre lo stipendio,Adriano Galliani si ritrova in pieno centro aMilano, nella sede della Banca Popolare, nuovosponsordelMilan,apresentare«Rossoneroper sempre», il nuovo conto corrente dedicatoai tifosi milanisti. Galliani ha superato la nottata,forselapresenzaincontemporaneadiFilippoInzaghi, Franco Baresi e Daniele Massaroe dei trofei rossoneri esposti per la VogueFashion’s Night Out (in programma stasera)ha contribuito a restituirgli il buonumore.NellemanidiAllegri«Sonofeliceperchéperilquinto anno di seguito siamo in ChampionsLeague, a differenza di altre squadre italiane.Nove giocatori fuori causa sono tanti, però gliindisponibilipianopianoguariranno,nelfrattempoin qualche modo faremo». Il ritorno diKakà aveva portato anche al cambio di modulo:dal 4­3­3 al 4­3­1­2. Ora la sua assenza potrebbecostringere Allegri a tornare all’antico.«Non lo so, mercoledì in Champions mancherannosia Ricky sia Saponara (fuori dalla listaUefa, ndr), vediamo che cosa tirerà fuori dalcilindro Allegri. In ogni caso il trequartistanon è un dogma, bisogna fare di necessità virtù».Decidel’arbitroGallianièsinteticoanchesullepolemiche scatenate dal Torino: «Cairo restasempre mio amico, non voglio parlare difair play, la regola dice che è l’arbitro a doverinterrompereilgiocoenoil’abbiamorispettata».Infine l’ennesimo rigore trasformato daBalotelli:«Temevolosbagliasse,nellospogliatoiogli ho detto: “Mario, a cosa hai pensato inquei tre minuti?”. Lui mi ha risposto: “Erotranquillissimo, potevo aspettare anche mezzora”.MeglioBalotellioVanBastensurigore?Mario è freddissimo, 21 su 21 è una cosa pazzesca».© RIPRODUZIONE RISERVATA


MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT9InnoveaiboxAllegri,chelottaconl’emergenzaControilCelticuominicontati:convocatiquattroPrimavera,ipotesiBirsatrequartistaMARCO PASOTTOMILANOSe è vero che a volte finiscecol piovere sul bagnato, lastrada che porta a Milanelloormai è diventata un torrentefuoridagliargini.Allegricontinuaa perdere pezzi e l’ultimodellalistaportailnomeillustrediKakà.Questa,vadasé,èunapessima notizia per Allegri, aprescindere dallo stato di formaancora assolutamente lacunosodi Ricky. Qui, in vistadella prima sfida del girone diChampions in programma domani,sitrattapropriodiundiscorsostrettamente numerico:Kakà è l’infortunato numeronove,ilchesignificachealtecnicorossonero contro il Celticrimangono – escludendo i portierieigiocatoriinlistaB–trediciuomini.Primavera saccheggiata Lasorte ha suddiviso i malati colpendoduroinognireparto:sonofuori quattro difensori(Abate,Bonera,DeSciglio,Silvestre),due centrocampisti(Montolivo, Poli) e tre attaccanti(El Shaarawy, Kakà, Pazzini).Significa che nei convocatiodierni di Allegri figurerannoquattro o cinque Primavera,tre dei quali andranno inpanchina.PerfortunaaSanSirononarrivailBarcellona,vieneda dire, ma la consolazioneè molto relativa: con un’infermeriacosì numerosa ovviamentele alternative all’undicititolare sono pochissime, equindi qualsiasi avversariopresentaunaltocoefficientedirischio.EstatepessimaPerilMilansitratta di un ritorno a un passatoche pareva chiuso e risolto.La scorsa stagione, infatti, lepatologie erano state inferioribendellametàrispettoaquellaprecedente.Quest’annoinveceèstatounpiantofindall’estate.BastacitareAbate(k.o.inConfederations),Saponara, Bonera,Robinho, De Sciglio. Orasiamoaquotanove,eperesserea inizio stagione si tratta diuna novità inquietante. Va peròsottolineato che, rispetto alpassato, di questi soltantoquattro sono di natura muscolare(Abate,ElShaarawy,Montolivo,Kakà),eintrecasiiguaisi sono verificati in Nazionale(Abate)oalrientrodagliimpegniazzurri (El Shaarawy,Montolivo). Resta comunqueun quadro poco confortanteper lo staff medico, e ovviamentenascono i punti interrogativisull’incidenza della preparazioneestiva. Domande acui non esiste una risposta certa:in questi casi di solito èun’insieme di fattori.Dubbi I punti di domandapiù grossi in realtà adesso li haAllegri. Per domenica col Napolitornerà Niang e magariSaponara, potrebbe recuperareAbate e c’è la speranza diriuscirci anche con Poli, ma iproblemi veri sono in vista didomani. Al posto di Kakà potrebbeesserci Birsa (se giocasseRobinho in panca non ci sarebbenemmeno un attaccante),mentre è difficile pensareun ritorno al 4­3­3 che, conMatri, costringerebbe Balotelliin fascia tutta la partita.© RIPRODUZIONE RISERVATAMassimiliano Allegri, 46 anni, ha una rosa piena di guai BOZZANITORINOPERRIDURRELAFRATTURAALPIEDEOggiLarrondosottoiferri:tornatra2mesiTORINOMancava solol’ufficialità, è arrivata nellaserata di ieri. Marcelo Larrondoquesta mattina sarà operato aRoma presso la clinica VillaStuart per ridurre la frattura delquinto metatarso del piededestro. L’intervento, previsto inun primo tempo per giovedìprossimo, è stato anticipato diun paio di giorni e verràeseguito con la tecnicachirurgica di osteosintesi peraccelerare la guarigione dellazona interessata e stabilizzarel’osso fratturato. L’attaccanteargentino del Torino si erainfortunato nel finale concitatodi Torino Milan, uno scontro cheha costretto Larrondo alasciare il terreno di gioco inbarella. Difficile il ritorno incampo con i granata prima didue mesi.Francesco Bramardo© RIPRODUZIONE RISERVATAGLIAVVERSARILustigcaricailCeltic«FermeremoBalotelli»IlCelticarrivaoggiaMilanocon l’idea di poterselagiocareancheaSanSiro,doveper l’occasione saranno presenti60milapersone.Gliscozzesisaranno alcune migliaia,ma vivaci abbastanza da sostenerela squadra anche lontanodal mitico Celtic Park.«Speriamo di poterci ripeteredopo la passata stagione, cheè stata incredibile», ha detto ildifensore svedese Mikael Lustig(nella foto Epa). «Lo scorsoannoabbiamofattobenissimonella fase a gironi. Matri èun buon attaccante, ma Balotelliè un top player e può faretutto. L’ho affrontato una voltae mi fece gol, ma siamo riuscitia fermare alcuni ottimicalciatoriloscorsoanno.Eperquanto Balotelli sia forte, noidobbiamo concentrarci sullanostra partita. Non saremmofelici di andare a San Siro etornare senza punti. Lo scorsoanno nessuno credeva in noimentre oggi c’è maggiore autostimae abbiamo anche unorganico migliore».© RIPRODUZIONE RISERVATA


10LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013CHAMPIONS LA GUIDA ALLA PRIMA GIORNATAStaffettaRealAncelottideciso«IkerinEuropaLopezinLiga»CarlettosfidailGalatasaraydiTerimespiazzatutti:«CasillassaràilportiereinChampions,Diegoincampionato»MANCHESTERUTD (4­2­3­1)LEVERKUSEN (4­3­3)GRUPPOAOre20.4527Son6Rolfes17Boenisch5Van Persie11Kiessling5Spahic13ReinartzDe Gea15Rafael Ferdinand Vidic162325ValenciaCarrick30Cleverley10Rooney21Toprak1 LenoARBITRO Skomina (Slo)3EvraGiggs18Sam118L. Bender26DonatiREALSOCIEDAD (4­2­3­1)SHAKHTAR (4­3­3)GRUPPOAOre20.45229L.Adriano629A.Teixeira24Stepanenko Grechyshkin33Srna3441 Bravo6Estrada M.González I.Martínez De La Bella517M.Bergara Zurutuza10117X.Prieto28Taison20D.CostaRakitskiy Kucher Kobin32 KanibolotskiyARBITRO Hategam (Rom)524Vela Griezmann8 Seferovic14GALATASARAY (4­3­1­2)REALMADRID (4­4­2)GRUPPOBOre20.4527Eboue Chedjou4Altintop23Isco18Nacho721Yilmaz7Ronaldo6Khedira425 Muslera13Nounkeu Balta38F. Melo10SneijderDrogba9Benzema19Modric311S. Ramos Pepe1 CasillasARBITRO Clattenburg (Ing)Inan2211Bale17ArbeloaCOPENAGHEN (4­4­2)JUVENTUS (3­5­2)GRUPPOBOre20.452Jacobsen30Bolanos22Asamoah3Chiellini21 WilandSigurdsson1756Claudemir18Jorgensen10TevezPogba6Pirlo5OgbonnaARBITRO Bebek (Cro)Mellberg16Adi271 BuffonBengtsson3Kristensen Vetokele129QuagliarellaVidal21 23 26Lichtsteiner19BonucciMANCHESTER UNITEDPanchina 13 Lindegaard, 22 Fabio,12 Smalling, 8 Anderson, 31 Fellaini,17 Nani, 14 Hernandez.Allenatore Moyes.Squalificati nessuno.Diffidati nessuno.Indisponibili Kagawa.REAL SOCIEDADPanchina 13 Zubikarai, 20 Jose Angel,4 Elustondo, 25 Granero, 18 Castro,14 Pardo, 9 Aguirretxe.Allenatore Arrasate.Squalificati nessuno.Diffidati nessuno.Indisponibili Carlos Martinez.GALATASARAYPanchina 67 Iscan, 5 Zan, 26 Kaya,6 Gulselam, 54 Amrabat, 19 Bulut,20 Bruma.Allenatore Terim.Squalificati nessuno.Diffidati nessuno.Indisponibili nessuno.COPENAGHENPanchina 1 Christensen, 15 Margreitter,25 Remmer, 19 Gislason, 11 CesarSantin, 24 Toutouh, 22 Braaten.Allenatore Solbakken.Squalificati nessuno.Diffidati nessuno.Indisponibili nessuno.Iker Casillas, 32 anni, si allena con la Spagna: qui è lui il titolare EPABAYER LEVERKUSENPanchina 25 Palop, 2 Stafylidis,4 Wollscheid, 10 Can, 14 Hilbert,9 Derdiyok, 23 Kruse.Allenatore Hyypia.Squalificati nessuno.Diffidati nessuno.Indisponibili Castro, Hegeler, Lomb.TV Sky Calcio 5 HD.SHAKHTARPanchina 30 Pyatov, 27 Chygrynskiy,3 Hubschmann, 10 Bernard, 8 Fred,19 Facundo Ferreyra, 77 Ilsinho.Allenatore Lucescu.Squalificati nessuno.Diffidati nessuno.Indisponibili Wellington Nem.TV Sky Calcio 8 HD.REAL MADRIDPanchina 25 D. Lopez, 15 Carvajal,32 Casado, 16 Casemiro, 22 Di Maria,24 Illarramendi, 21 Morata.Allenatore Ancelotti.Squalificati nessuno.Diffidati nessuno.Indisponibili Marcelo, Coentrao,Varane, Xabi Alonso.TV Sky Sport 3 HD e Calcio 2 HD;Premium Calcio 1.JUVENTUSPanchina 30 Storari, 15 Barzagli,13 Peluso, 33 Isla, 9 Vucinic,12 Giovinco, 14 Llorente.Allenatore Conte.Squalificati nessuno.Diffidati nessuno.Indisponibili Marchisio, Caceres, Pepe,Rubinho.TV Sky Sport 1 HD e Calcio 1 HD;Premium Calcio.ALBERTO CERRUTIISTANBUL (Turchia)Il16settembre1979CarloAncelottidebuttavainSerieA con la maglia della Roma,contro il suo futuro Milan.Trentaquattro anni esatti dopo,alla vigilia di un nuovo debutto,alla guida del Real Madridin Champions League,scopre di avere molti giornalistiattorno in più. Stasera affronteràilGalatasaraydiFatihTerim, che proprio lui sostituìsulla panchina rossonera nel2001, ma i pensieri vanno oltrequesta sfida. C’è la granaCasillas da chiarire e Ancelotti,con la sua solita aria tranquilla,riesce a sorprendereancora tutti, ufficializzandounanuovaeclamorosastaffetta.«Abbiamo due ottimi portierieseillororendimentosaràbuono, ho deciso che Casillasgiocherà in Champions eDiego Lopez in campionatoper tutta la stagione». Bum. Igiornali e le radio spagnoleimpazziscono. C’è chi cerca,invano, Franco Tancredi, noncomeexcompagnodiAncelottinella Roma da scudetto ditrent’anni fa, ma come ex preparatoredei due portieri altempo di Fabio Capello. DiegoLopezhasalvatoilMadridnell’ultimapartita pareggiata sulcampodelVillarreal,maCasillasè il capitano dei campionidel mondo e d’Europa. E poiunastaffettadiportieri,aquestolivello,nonsieramaivista.Ancelotti, però, non si scompone,preferendo pensare allasquadra: «Dobbiamo trovarepiùequilibriopersubiremenogol, ma questo non dipendedai portieri che vanno in campo.E non mi preoccupa né lapartenzadiOzil,néledifficoltàdiBenzema,perchéprimaopoi segnerà».Drogba e Sneijder Dall’altraparte troverà Drogba che conoscebene e l’ex madridistaSneijder sempre avvelenato.Ma stasera i riflettori dellanuova Arena dei turchi sarannopuntati soprattutto su Casillas,checercheràunadoppiarivincitaneiconfrontidiDiegoLopez. Perché forse nemmenoAncelotti sa che tutti e duehannogiàpreso3gol,perdendosempre 3­2 sul campo delGalatasaray: Casillas il 3 aprile2001,DiegoLopezil9aprilescorso.InentrambeleoccasioniilRealMadridsièpoiqualificatoper le semifinali. Maquesto è un altro discorso.© RIPRODUZIONE RISERVATALEGGIil calendario Champions suET&BENFICA (4­2­3­1)ANDERLECHT (4­4­2)GRUPPOCOre20.451418Bruno6De Zeeuw4M.Pereira Luisão535Enzo PerezFejsaCardozo9Suarez24Gillet716KouyateARBITRO Grafe (Ger)1Artur24Garay Siqueira21Matic50Markovic45Mitrovic19Kljestan22Mbemba1 Proto1611Lima8Milivojevic2N’sakalaBENFICAPanchina 13 Paulo Lopes, 33 Jardel,34 André Almeida, 8 Sulejmani,10 Djurici, 19 Rodrigo, 15 Ola John.Allenatore Jorge Jesus.Squalificati nessuno.Diffidati nessuno.Indisponibili Sílvio, Ruben Amorim,Gaitan, Salvio.ANDERLECHTPanchina 26 Kaminski, 4 Nuytink,10 Praet, 17 Acheampong,48 Wellington, 32 Dendoncker,15 Cyriac.Allenatore Van den Brom.Squalificati nessuno.Diffidati nessuno.Indisponibili nessunoTV Sky Calcio 7 HD.OLYMPIACOS (3­5­2)PSG (4­3­3)GRUPPOCOre20.4517Maxwell9Cavani14MatuidiT.Silva216 Roberto242122Manolas Papadopoulos MedjaniFusterMachado20 19 2 5 79HolebasManiatis911Saviola10Ibrahimovic8T.MottaARBITRO Brych (Ger)Mitroglou5Marquinhos30 Sirigu29LucasWeiss24VerrattiVan Der Wiel23OLYMPIACOSPanchina 42 Megyeri, 88 Bong,14 Samaris, 23 Siovas, 60 Yatabare,35 Dominguez, 99 Olaitan.Allenatore Michel.Squalificati nessuno.Diffidati nessuno.Indisponibili Salino.PSGPanchina 1 Douchez, 6 Camara,21 Digne, 25 Rabiot, 7 Menez,22 Lavezzi, 35 Ongenda.Allenatore Blanc.Squalificati nessuno.Diffidati nessuno.Indisponibili Pastore, Alex.TV Sky Calcio 4 HD; Premium Calcio 3.BAYERN (4­1­4­1)CSKAMOSCA (4­2­3­1)GRUPPODOre20.4521Lahm10Robben31VitinhoJ. Boateng171 Neuer4Dante31SchweinsteigerT. Müller25 399 KroosMandzukic187 MusaHonda19Cauna3Wernbloom42Ignashevich4 24Nababkin14Schennikov V. BerezutskyARBITRO Rocchi (Ita)35 AkinfeevAlaba27Ribery78ZuberBAYERNPanchina 22 Starke, 5 Van Buyten,13 Rafinha, 15 Kirchhoff, 26 Contento,11 Shaqiri, 14 Pizarro.Allenatore Guardiola.Squalificati nessuno.Diffidati nessuno.Indisponibili Badstuber, Gotze,Alcantara, Martinez.CSKA MOSCAPanchina 1 Chepchugov, 5 Vasin,21 Tosic, 25 Rahimicic, 23 Milanov,71 Bazelyuk, 88 Doumbia.Allenatore Slutski.Squalificati nessuno.Diffidati nessuno.Indisponibili Gonzalez, Fernandez,Dzagoev, Elm.TV Sky Calcio 3 HD; Premium Calcio 2.VIKTORIAPLZEN (4­2­3­1)MANCHESTERCITY (4­3­3)GRUPPODOre20.4521Prochazka11Petrzela35Jovetic42Yaya Touré22Clichy825FernandinhoLescott61Limbersky26Kolar10Horvath10DzekoKozacik4Kompany1 Hart2Hejda7Horava23 BakosARBITRO Tagliavento (Ita)27Rajtoral19Kovarik21Silva7MilnerZabaleta5VIKTORIA PLZENPanchina 33 Pavlik, 14 Reznik,4 Hubnik, 5 Hanousek, 9 Tecl, 12 Duris,15 Wagner.Allenatore Vrba.Squalificati nessuno.Diffidati nessuno.Indisponibili Cisovsky.MANCHESTER CITYPanchina 30 Pantilimon, 13 Kolarov,33 Nastasic, 14 Garcia, 8 Nasri,15 Navas, 16 Aguero.Allenatore Pellegrini.Squalificati nessuno.Diffidati nessuno.Indisponibili Demichelis.TV Sky Calcio 6 HD.CONILCSKAGUARDIOLA:«QUIPARLANOTUTTI....»IlBayerncampionefapolemicaIdirigentinonsonosoddisfattiMONACO DI BAVIERA (Ger)(p.f.a.) Troppo forti etroppo ricchi, da sempre: quindial Bayern hanno una decennaletradizione di polemiche internee finte guerre con polveronisimulati per tenere svegli igiocatori. Lo specialista è FranzBeckenbauer, che tiene unarubrica sul giornale più venduto.Uli Hoeness lo ha seguito davicino nel passato con sfoghiirosi e retromarce sorridenti.Ora i due boss vogliono strillaredi meno, mandano avanti il piùgiovane e poi si divertono.Sabato, dopo il 2 0 all’Hannover,il d.s Matthias Sammer avevaparlato di «calcio senzaemozione, letargico, niente aldi là del compitino». Il motivo: igiocatori sanno che l’attenzioneè tutta su Guardiola, la prendonocomoda tanto le colpe sarannosue. Hoeness si è infuriato(davvero?) e ha redarguitoSammer: «Sembra che siamo indisgrazia, ma siamo a soli 2 puntidal Borussia». E Beckenbauer:«Sammer ha ragione, ha messo ildito nella piaga, però non ce nesono molte». Spettatoreinteressato Pep, probabilmented’accordo col d.s.: «In Germaniac’è una cultura diversa, tuttiesprimono le opinioni inpubblico. In Spagna sarebbe unproblema…». Per dimostrare diandare oltre il compitino, si devevincere entusiasmando con ilCska Mosca: rivale non facile(anche senza Dzagoev e Elm),primo in campionato e campionerusso in carica.© RIPRODUZIONE RISERVATAlepartitedidomani(ore20.45)GRUPPO ESCHALKE­STEAUA BUCARESTSCHALKE (4­2­3­1) 34 Hildebrand;22 Uchida, 4 Höwedes, 32 Matip, 15Aogo; 33 Neustädter, 12 Höger; 17Farfan, 9 K. Boateng, 10 Draxler; 28Szalai. (36 Unnerstall, 2 Hoogland, 11Clemens, 7 Goretzka, 5 Santana, 23Fuchs, 8 Meyer). All. Keller. Squal. Jones.STEAUA (4­2­3­1) 12 Tatatarusanu; 17Georgievski, 4 Szukala, 6 Gardos, 14Latovlevici; 5 Pintilii, 55 Bourceanu; 77Adi Popa, 23 Stanciu, 10 Tanase; 25Piovaccari. (1 Nita, 33 Varela, 11Prepelita, 8 Filip, 19 Cristea, 80 Iancu, 35Kapetanos). All. Reghecampf.CHELSEA­BASILEACHELSEA (4­2­3­1) 1 Cech; 2 Ivanovic,24 Cahill, 26 Terry, 3 Cole; 12 Mikel, 8Lampard; 15 De Bruyne, 11 Oscar, 17Hazard; 29 Eto’o. (23 Schwarzer, 4 Luiz,28 Azpilicueta, 10 Mata, 14 Schurrle, 9Ba, 11 Torres). All. Mourinho.BASILEA (4­1­4­1) 1 Sommer; 15 Voser,16 Schär, 13 Ivanov, 19 Safari; 20 F. Frei;30 Sio, 34 Xhaka, 21 Diaz, 14 Stocker; 9Streller. (18 Vailati, 4 P. Degen, 5 Ajeti, 10Delgado, 28 Andrist, 7 D. Degen, 22Salah). All. Yakin.GRUPPO FMARSIGLIA­ARSENALMARSIGLIA (4­2­3­1) 30 Mandanda; 24Fanni, 3 N’Koulou, 4 Mendes, 15 Morel; 20Romao, 25 Imbula; 17 Payet, 28 Valbuena,10 A. Ayew; 9 Gignac. (16 Samba, 2Abdallah, 13 Lemina, 7 Cheyrou, 29Khalifa, 14 Thauvin, 11 J. Ayew). All. Baup.ARSENAL (4­2­3­1) 1 Szczesny; 3Sagna, 4 Mertesacker, 6 Koscielny, 28Gibbs; 10 Wilshere, 20 Flamini; 14Walcott, 11 Ozil, 16 Ramsey; 12 Giroud. (21Fabiasnki, 25 Jenkinson, 5 Vermaelen,Frimpong, 44 Gnabry, 17 Monreal, 31Miyaichi). All. Wenger.NAPOLI­BORUSSIA DORTMUNDNAPOLI (4­2­3­1) 25 Reina; 11 Maggio,33 Albiol, 5 Britos, 18 Zuniga; 85 Behrami,88 Inler; 7 Callejon, 17 Hamsik, 19 Pandev;9 Higuain. (1 Rafael, 28 Cannavaro, 27Armero, 16 Mesto, 14 Mertens, 20Dzemaili, 24 Insigne). All. Benitez.BORUSSIA DORTMUND (4­2­3­1)1 Weidenfeller; 29 Schmelzer, 4 Subotic,15 Hummels, 21 Kirch; 5 Kehl, 6 S.Bender; 19 Grosskreutz, 10 Mkhitaryan,11 Reus; 9 Lewandowski. (20 Langerak,37 Durm, 25 Papastathopoulos, 16Błaszczykowski, 18 Sahin, 7 Hofmann, 17Aubameyang). All. Klopp.GRUPPO GAUSTRIA VIENNA­PORTOAUSTRIA VIENNA (4­1­4­1) 13 Lindner;30 Koch, 4 Rogulj, 14 Ortlechner, 29 Suttner;25 Holland; 28 Royer, 17 Mader, 19Stankovic, 11 Jun; 16 Hosiner. (1 P. Grünwald,15 Ramsebner, 22 Leovac, 8 Simkovic, 5Rotpuller, 24 Kienast, 9 Okotie). All. Bjelica.PORTO (4­4­2) 1 Helton; 2 Danilo, 30Otamendi, 22 Mangala, 26 Alex Sandro; 25Fernando, 3 Lucho González, 16 Herrera,19 Licá; 9 Martinez, 17 Varela. (24 Fabiano,5 Jorge Fucile, 8 Josué, 10 Juan Qintero, 21Ricardo Pereira, 23 Abdoulaye Ba, 11 NabilGhilas). All. Fonseca. Squalificato Defour.ATLETICO MADRID­ZENITATLETICO MADRID (4­1­4­1) 13Courtois; 20 Juanfran, 2 Godin, 23 Miranda,3 Filipe Luis; 4 M. Suarez; 10 Arda Turan, 14Gabi, 6 Koke, 7 Adrian; 9 Villa. (1 Aranzubia,12 Alderweireld, 22 Insua, 5 Tiago, 8 RaulGarcia, 11 Cristian Rodriguez, 21 LeoBaptistao). All. Simeone. Squalificato DiegoCosta.ZENIT (4­2­3­1) 1 Lodygin; 22 Anyukov,14 Hubocan, 6 Lombaerts, 19 Smolnikov;18 Zyryanov, 28 Witsel; 23 Arshavin,15 Shirokov, 10 Danny; 11 Kerzhakov.(71 Baburin, 13 Luís Neto, 24 Lukovic,20 Fayzulin, 44 Tymoshchuk, 34 Bystrov,7 Hulk). All. Spalletti.GRUPPO HMILAN­CELTICMILAN (4­3­1­2) 32 Abbiati; 81Zaccardo, 17 Zapata, 5 Mexes, 28Emanuelson; 23 Nocerino, 34 De Jong, 4Muntari; 14 Birsa; 45 Balotelli, 9 Matri.(1 Amelia, 36 Iotti, 21 Constant, Modic,Pedone, 24 Cristante, 7 Robinho). All.Allegri.CELTIC (4­4­2) 1 Forster; 23 Lustig, 4Ambrose, 21 Mulgrew, 3 Izaguirre; 2Matthews, 8 Brown, 15 Commons, 16Ledley; 9 Samaras, 10 Stokes. (24Zaluska, 5 Van Dijk, 11 Boerrigter, 17Balde, 18 Rogic, 33 Kayal, 20 Pukki). All.Lennon.BARCELLONA­AJAXBARCELLONA (4­3­3) 1 Valdes; 22 D.Alves, 3 Piqué, 14 Mascherano, 21Adriano; 4 Fabregas, 16 Busquest, 8Iniesta; 9 Sanchez, 10 Messi, 11 Neymar.(13 Pinto, 2 Montoya, 15 Bartra, 17 Song,6 Xavi, 7 Pedro, 20 Tello), All. Martino.AJAX (4­3­3) 1 Vermeer; 2 Van Rhijn, 4Moisander, 24 Denswil, 15 Boilesen; 8Duarte, 5 Poulsen, 25 Serero; 11 Bojan, 9Sigthorsson, 7 Fischer. (22 Cillessen, 17Blind, 6 Van der Hoorn, 20 Schone, 10De Jong, 19 Sana, 23 Hoesen). All. DeBoer.


MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT11


12LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013MAGIC +3 CHAMPIONSGIOCATESUWWW.GAZZETTA.IT/MAGICPIU3CHAMPIONSConGiroudilgolèlowcostIlfrancesedell’ArsenalèilcapocannoniereinPremierecosta«appena»22MagicmilioniPORTIERINomeSquadra CostoABBIATI MIL 9AKINFEEV CSK 7AMELIA MIL 1ARANZUBIA ATL 1ARTUR BEN 9BRAVO RSOC 7BUFFON JUV 13CASILLAS RMAD 3CECH CHE 14COURTOIS ATL 9DE GEA MUTD 13DIEGO LOPEZ RMAD 11DOUCHEZ PSG 1FORSTER CEL 6HART MCITY 13HELTON POR 9HILDEBRAND SCH 10KANIBOLOTSKIY SHAD 6KOZACIK VIK 3LANGERACK BORD 1LENO BLEV 7LINDEGAARD MUTD 1LINDNER AUS 3LODYGIN ZEN 2MALAFEEV ZEN 8MANDANDA MAR 8MUSLERA GAL 8NEUER BAY 15PALOP BLEV 2PANTILIMON MCITY 1PINTO BAR 1PROTO AND 4PYATOV SHAD 2RAFAEL NAP 2REINA NAP 9ROBERTO OLY 6SCHWARZER CHE 1SIRIGU PSG 13SOMMER BAS 5STARKE BAY 1STORARI JUV 1SZCZESNY ARS 10TATARUSANU STE 4UNNERSTALL SCH 1VALDES BAR 14VERMEER AJAX 6VIVIANO ARS 2WEIDENFELLER BORD 12WILAND COP 2DIFENSORINomeSquadra CostoABATE MIL 6ADRIANO BAR 5ALABA BAY 11ALBIOL NAP 6ALDERWEIRELD ATL 7ALEX PSG 7ALEX SANDRO POR 6AMBROSE CEL 3ANSALDI ZEN 6ANSOTEGI RSOC 3ANYUKOV ZEN 4AOGO SCH 4ARBELOA RMAD 6ARMERO NAP 5AZPILICUETA CHE 4BARTRA BAR 3BARZAGLI JUV 9BENGTSSON COP 3BEREZUTSKI A. CSK 3BEREZUTSKI V. CSK 5BERTRAND CHE 3BLIND AJAX 3BOATENG BAY 9BOENISCH BLEV 6BOILESEN AJAX 3BONERA MIL 2BONG OLY 5BONUCCI JUV 8BRITOS NAP 5BUTTNER MUTD 2CACERES JUV 3CADAMURO RSOC 2CAHILL CHE 7CAMARA PSG 2CANNAVARO NAP 5CARVAJAL RMAD 2CHEDJOU GAL 6CHIELLINI JUV 8CHYGRYNSKIY SHAD 2CLICHY MCITY 6COENTRAO RMAD 4COLE CHE 9CONSTANT MIL 4CONTENTO BAY 3CRISCITO ZEN 4DANI ALVES BAR 14DANILO POR 6DANTE BAY 8DANY GAL 3DAVID LUIZ CHE 10DE CEGLIE JUV 2DE LA BELLA RSOC 4DE SCIGLIO MIL 7DEGEN BAS 4DEMICHELIS MCITY 4DENSWIL AJAX 2DESCHACHT AND 4DIAWARA MAR 5DIGNE PSG 2DILAVER AUS 4DONATI BLEV 4DURM BORD 1EBOUE' GAL 5ESTRADA RSOC 3EVANS MUTD 4EVRA MUTD 9FABIO MUTD 2FANNI MAR 5FELIPE SANTANA SCH 7FERDINAND MUTD 8FERNANDES CSK 2FERNANDEZ NAP 2FILIPE ATL 6FUCHS SCH 5FUCILE POR 3GARAY BEN 7GARDOS STE 2GEORGIEVSKI STE 3GIBBS ARS 5GILLET AND 6GODIN ATL 8GONZALEZ RSOC 3HAKAN BALTA GAL 4HILBERT BLEV 2HOLEBAS OLY 4HOOGLAND SCH 2HOWEDES SCH 6HUBNIK VIK 3HUBOCAN ZEN 3HUMMELS BORD 10IGNASEVICH CSK 5IÑIGO MARTINEZ RSOC 6INSUA ATL 3IVANOV BAS 2IVANOVIC CHE 12IZAGUIRRE CEL 4JACOBSEN COP 3JALLET PSG 4JARDEL BEN 1JENKINSON ARS 4JONES MUTD 6JORDI ALBA BAR 13JUANFRAN ATL 5KAYA GAL 3KOLAROV MCITY 5KOMPANY MCITY 9KOSCIELNY ARS 7KOUYATE' AND 3KRYVTSOV SHAD 3KUCHER SHAD 4LAHM BAY 14LATOVLEVICI STE 4LEANDRO SALINO OLY 3LESCOTT MCITY 6LICHTSTEINER JUV 11LIMBERSKY VIK 4LOMBAERTS ZEN 5LUCAS MENDES MAR 2LUISAO BEN 7LUSTIG CEL 4MAGGIO NAP 7MAICON POR 4MANGALA POR 5MANOLAS OLY 4MARCELO RMAD 10MARQUINHOS PSG 8MARTINEZ RSOC 4MASCHERANO BAR 9MATIP SCH 4MATTHEWS CEL 5MAXI PEREIRA BEN 8MAXWELL PSG 7MBEMBA AND 1MELLBERG COP 4MENDY MAR 3MERTESACKER ARS 6MESTO NAP 2MEXES MIL 6MIRANDA ATL 6MOISANDER AJAX 6MONREAL ARS 4MONTOYA BAR 2MOREL MAR 4MULGREW CEL 5NABABKIN CSK 4NACHO RMAD 1NASTASIC MCITY 3NETO ZEN 6N'KOULOU MAR 7NUYTINCK AND 2OGBONNA JUV 5ORTLECHNER AUS 3OTAMENDI POR 7PAPADOPOULOS OLY 3PAPADOPOULOS SCH 4PAPASTATHOPOULOS BORD 5PELUSO JUV 4PEPE RMAD 6PIQUE BAR 11PISZCZEK BORD 6PROCHAZKA VIK 3PUYOL BAR 6RAFAEL MUTD 7RAFINHA BAY 4RAKITSKIY SHAD 5REZNIK VIK 2RICHARDS MCITY 2ROGULJ AUS 2SAFARI BAS 4SAGNA ARS 6SARIOGLU GAL 2SCHAR BAS 3SCHENNIKOV CSK 7SCHMELZER BORD 7SERGIO RAMOS RMAD 11SHEVCHUK SHAD 3SIGURDSSON COP 2SILVESTRE MIL 3SILVIO BEN 2SIOVAS OLY 3SIQUEIRA BEN 6SMALLING MUTD 3SPAHIC BLEV 5SRNA SHAD 9STADSGAARD COP 2SUBOTIC BORD 8SUTTNER AUS 4SZUKALA STE 3TERRY CHE 7THIAGO SILVA PSG 13TOPRAK BLEV 4UCHIDA SCH 6UVINI NAP 1VAN BUYTEN BAY 5VAN DER WIEL PSG 5VAN RHIJN AJAX 5VARANE RMAD 7VARELA STE 2VERMAELEN ARS 8VIDIC MUTD 10WOLLSCHEID BLEV 3ZABALETA MCITY 7ZACCARDO MIL 2ZAN GAL 2ZAPATA MIL 5ZUNIGA NAP 7CENTROCAMPISTINomeSquadra CostoAFELLAY BAR 3ALEX TEIXEIRA SHAD 12ALTINTOP GAL 4AMORIM BEN 3AMRABAT GAL 4ANDERSON MUTD 4ARDA TURAN ATL 11ARTETA ARS 6ASAMOAH JUV 7AYEW A. MAR 11BALE RMAD 23BEHRAMI NAP 6BENDER BORD 5BENDER BLEV 6BERGARA RSOC 4BERNARD SHAD 11BIRSA MIL 1BLASZCZYKOWSKI BORD 8BOATENG SCH 10BOLAÑOS COP 3BOURCEANU STE 2BROWN CEL 6BRUMA GAL 2BUSQUETS BAR 8BYSTROV ZEN 3CARRICK MUTD 8CASEMIRO RMAD 4CASTRO BLEV 8CASTRO RSOC 7CAZORLA ARS 12CHEYROU MAR 5CHIPCIU STE 3CLAUDEMIR COP 4CLEMENS SCH 4CLEVERLEY MUTD 5COMMONS CEL 7CRISTANTE MIL 2DANNY ZEN 13DAVID SILVA MCITY 16DE BRUYNE CHE 8DE JONG MIL 6DE JONG AJAX 8DE ZEEUW AND 3DEFOUR POR 4DELANEY COP 3DELGADO BAS 3DI MARIA RMAD 10DJURICIC BEN 6DOMINGUEZ OLY 7DOS SANTOS BAR 3DOUGLAS COSTA SHAD 9DRAXLER SCH 12DUARTE AJAX 2DZAGOEV CSK 10DZEMAILI NAP 5ELM CSK 5EMANUELSON MIL 3EMRE CAN BLEV 3EMRE COLAK GAL 3ENOH AJAX 3FABREGAS BAR 16FAYZULIN ZEN 6FELIPE MELO GAL 6FELLAINI MUTD 14FERNANDINHO MCITY 9FERNANDO POR 5FERNANDO SHAD 5FLAMINI ARS 5FORREST CEL 5FRED SHAD 7FREI BAS 4FUSTER OLY 6GABI ATL 6GAITAN BEN 8GIGGS MUTD 7GISLASON COP 3GONZALEZ CSK 3GORETZKA SCH 3GORGON AUS 3GOTZE BAY 13GRANERO RSOC 6GRECHYSHKIN SHAD 5GRIEZMANN RSOC 12GROSSKREUTZ BORD 6GRUNWALD AUS 6GUILAVOGUI ATL 2GUNDOGAN BORD 14HAMSIK NAP 18HAZARD CHE 18HERRERA POR 2HOFMANN BORD 2HOGER SCH 5HOLLAND AUS 4HONDA CSK 9HORAVA VIK 2HORVATH VIK 3HUBSCHMAN SHAD 2ILLARRAMENDI RMAD 5ILSINHO SHAD 4IMBULA MAR 4INAN GAL 5INIESTA BAR 18INLER NAP 8ISCO RMAD 18ISLA JUV 4IZMAILOV POR 3JAVI GARCIA MCITY 5JESUS NAVAS MCITY 12JONES SCH 5JOSUE' POR 4KAGAWA MUTD 6KAKA' MIL 13KAYAL CEL 3KEHL BORD 4KHEDIRA RMAD 7KLJESTAN AND 7KOKE ATL 8KOLAR VIK 5KRISTENSEN COP 2KROOS BAY 12LAMPARD CHE 17LEDLEY CEL 6LICA' POR 6LUCAS PSG 12LUCHO GONZALEZ POR 6MADER AUS 2MANIATIS OLY 4MARCHISIO JUV 9MARTINEZ BAY 7MATIC BEN 5MATUIDI PSG 6MENEZ PSG 7MEYER SCH 2MIKEL CHE 5MILIVOJEVIC AND 3MILNER MCITY 5MODRIC RMAD 13MONTOLIVO MIL 9MULLER BAY 18MUNTARI MIL 4NANI MUTD 9NASRI MCITY 12NDINGA OLY 2NEUSTADTER SCH 4NOCERINO MIL 3OSCAR CHE 13OXLADE­CHAMBERLAIN ARS 8OZIL ARS 16PADOIN JUV 3PARDO RSOC 3PASTORE PSG 13PEPE JUV 2PEREZ BEN 6PETRZELA VIK 3PINTILII STE 2PIRLO JUV 13POGBA JUV 13POLI MIL 6POPA STE 4POULSEN AJAX 4PRAET AND 5QUINTERO POR 7RABIOT PSG 2RADOSEVIC NAP 1RAJTORAL VIK 4RAMIRES CHE 9RAMSEY ARS 6RAUL GARCIA ATL 4REINARTZ BLEV 6REUS BORD 18RIBERY BAY 21RIERA GAL 3ROBBEN BAY 20RODRIGUEZ ATL 5RODWELL MCITY 3ROLFES BLEV 4ROMAO MAR 3ROSICKY ARS 7SAHIN BORD 7SALAH BAS 6SAM BLEV 10SAMARIS OLY 3SCHONE AJAX 5SCHURRLE CHE 10SCHWEINSTEIGER BAY 14SERERO AJAX 4SERGI ROBERTO BAR 3SHAQIRI BAY 6SHIROKOV ZEN 12SMOLNIKOV ZEN 2SNEIJDER GAL 13SONG BAR 5STANCIU STE 3STEPANENKO SHAD 4STOCKER BAS 3SUAREZ ATL 6SULEJMANI BEN 4TANASE STE 5THAUVIN MAR 9THIAGO BAY 8THIAGO MOTTA PSG 5TIAGO ATL 3TOSIC CSK 5TYMOSHCHUK ZEN 5VALBUENA MAR 7VALENCIA MUTD 7VAN GINKEL CHE 4VERRATTI PSG 6VIDAL JUV 17WEISS OLY 8WERNBLOOM CSK 4WILLIAN CHE 16WILSHERE ARS 8WITSEL ZEN 8XABI ALONSO RMAD 6XABI PRIETO RSOC 8XAVI BAR 15XHAKA BAS 5YATABARE' OLY 4YAYA TOURE' MCITY 17YOUNG MUTD 7ZUBER CSK 5ZURUTUZA RSOC 5ZYRYANOV ZEN 4ATTACCANTINomeSquadra CostoACHEAMPONG AND 9ADI COP 5ADRIAN ATL 11AGIRRETXE RSOC 12AGUERO MCITY 23ARSHAVIN ZEN 12ASAMOAH SCH 10AUBAMEYANG BORD 15AYEW J. MAR 9BA CHE 12BAKOS VIK 6BALDE' CEL 6BALOTELLI MIL 25BAPTISTAO ATL 8BENDTNER ARS 5BENZEMA RMAD 23BOERRIGTER CEL 9BOJAN AJAX 12BRAATEN COP 3BRUNO AND 12BUKHAROV ZEN 11BULUT GAL 11CALLEJON NAP 17CAMPBELL OLY 13CARDOZO BEN 15CAVANI PSG 28CUENCA BAR 4DERDIYOK BLEV 8DIEGO COSTA ATL 14DOUMBIA CSK 17DROGBA GAL 23DZEKO MCITY 19EDUARDO SHAD 11EL SHAARAWY MIL 16ETO'O CHE 27FARFAN SCH 16FERREYRA SHAD 10FISCHER AJAX 5GHILAS POR 11GIGNAC MAR 17GIOVINCO JUV 12GIROUD ARS 22HERNANDEZ MUTD 15HEUNG­MIN BLEV 13HIGUAIN NAP 25HOSINER AUS 7HULK ZEN 17HUNTELAAR SCH 24IBRAHIMOVIC PSG 30INSIGNE NAP 15JESE' RMAD 9JORGENSEN COP 6JOVETIC MCITY 16JUN AUS 6KAPETANOS STE 6KERZHAKOV ZEN 15KIESSLING BLEV 19KRUSE BLEV 7LAVEZZI PSG 17LEWANDOWSKI BORD 30LIMA BEN 13LLORENTE JUV 14LUIZ ADRIANO SHAD 17MANDZUKIC BAY 24MARKOVIC BEN 11MARTINEZ POR 20MATA CHE 15MATRI MIL 15MERTENS NAP 13MESSI BAR 35MITROGLOU OLY 12MKHITARYAN BORD 19MORATA RMAD 8MUSA CSK 15NEGREDO MCITY 15NEYMAR BAR 25OKOTIE AUS 4OLA JOHN BEN 10PANDEV NAP 14PAYET MAR 14PAZZINI MIL 11PEDRO BAR 17PIOVACCARI STE 8PIZARRO BAY 9PODOLSKI ARS 13PUKKI CEL 10QUAGLIARELLA JUV 13ROBINHO MIL 14RODRIGO BEN 12RONALDO RMAD 33ROONEY MUTD 25SAMARAS CEL 12SANA AJAX 8SANCHEZ BAR 15SANOGO ARS 8SAVIOLA OLY 12SCHIEBER BORD 7SEFEROVIC RSOC 13SIGHTORSSON AJAX 13SIO BAS 9STANKOVIC AUS 10STOKES CEL 11STRELLER BAS 11SUAREZ AND 15SZALAI SCH 14TAISON SHAD 13TECL VIK 7TELLO BAR 7TEVEZ JUV 25TORRES CHE 22VAN PERSIE MUTD 31VARELA POR 13VELA RSOC 15VETOKELE COP 4VILLA ATL 20VITINHO CSK 10VUCINIC JUV 18WALCOTT ARS 18WELBECK MUTD 17YILMAZ GAL 19ZAPATA NAP 8


MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT13SCONTO60 %10anni diassistenzagarantitaeuroal mese*-62,50%A PARTIRE DA599€IVA INCLUSANon vendiamocara la pelle!è una promozione validasolo fi no al 22 settembree fi no ad esaurimento scorte10 anni diassistenza garantitasui prodottiChateau d’Axe sulla tua casaFinanziamentocon comode ratea partire da 10€al mese*


14LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013SERIE A IL POSTICIPO DELLA 3 a GIORNATAlePagelleDI MASSIMO CECCHINICASSANO DÀTANTA QUALITÀPJANIC BRILLALJAJIC STECCAPARMA 5,5MIRANTE 6 Comincia un duelloprivato con Totti, a cui neutralizzatre tiri fino a capitolare nellaripresa. Poi frena Pjanic senzabrillare.CASSANI 6 Dopo averdisinnescato Ljajic si prende illusso di fare l’assist a Biabiany. Ilfallo su Gervinho però chiude ilmatch.LUCARELLI 6 Capitano ringhiantee solido.FELIPE 6 Un paio di amnesie,ma anche concretezza.GOBBI 5,5 Fronteggia bene ilFrecciarossa Maicon, ma lamancata salita sul gol di Tottiindirizza il match. (Mesbah s.v.)hIL MIGLIORE7 BIABIANYFa breccia in ogni discesa e, dopoaver fallito da 5 metri, si faperdonare con un gol bellissimo.Esce per stanchezza.(Sansone s.v.)GARGANO 5,5 Stordito dallatrasferta transoceanica alternatanta corsa a tanti tocchi infelici.MARCHIONNI 6 Prova a far girarepalla in mediana senza demeritare.PAROLO 6 Tiene la fascia eappoggia l’azione quando può.AMAURI 5,5 Serrato tra i gigantidella Roma, tenta di tenere pallacon poca fortuna.OKAKA 5 Cuore da ex, non labecca quasi mai.CASSANO 7 I tifosi romanisti glidedicano cori poco allegri, luirisponde con una prova di granqualità.ALL. DONADONI 6 Condannato daerrori dei singoli, la sua squadradimostra idee.ROMA 7DE SANCTIS 6 Crollato il murodell’imbattibilità, si dimostra bravosu Amauri e attento su tutto.MAICON 6 Nello stadio in cui, dainterista, strappò uno scudettoalla Roma, galoppa con venaalterna ma sempre da temere.BENATIA 6,5 Usa il fisico controAmauri e lo addomestica.CASTAN 6 Il peccato di lasciarsisfuggire Biabiany sul gol, nellaripresa viene emendato da un paiodi belle chiusure.BALZARETTI 5,5 La volontà c’è,ma dal suo lato si balla e lui nonriesce quasi mai a spegnere lamusica gialloblù.PJANIC 7 L’ispirazione forse èincostante, però ha tocchi deliziosi(vedi l’assist per Florenzi) epiazzati pericolosi.DE ROSSI 6 Non in versioneextralarge, però solido quantobasta (anche nello stoppare ilpenalty di Borriello).STROOTMAN 7 Ormai ha il passodel diesel: suo l’assist per Totti e ilbolide dal dischetto che mandanoin archivio la partita.FLORENZI 6,5 Un tempo di corsaanestetizzata, poi il gran gol loravviva fino all’uscita.MARQUINHO 6 Utile soprattuttoper tenere le fasce.hIL MIGLIORE7 TOTTIGli serve un tempo per aprire laporta di Fort Mirante, nelfrattempo lavora anche per glialtri. (Borriello s.v. Chiede dibattere il rigore, ma Garcia glielonega).LJAJIC 5 Davanti al c.t. Mihajlovicregala una prova incolore.GERVINHO 6 Gran confusionario,ma prezioso nel procurarsi ilrigore.ALL. GARCIA 7 Italiano nellaconcretezza, francese nel gustoestetico: il mix è giusto.GLI ARBITRIGUIDA 6,5 Dirige beneuna gara non facile,anche se i cartellininon paiono sempre uniformi.Costanzo 6­La Rocca 6;Russo 6­Giacomelli 6DAL NOSTRO INVIATONICOLA CECEREPARMAFrancesco Totti, l’eternocapitano della città eterna, siaggiudica la sfida stellare conl’amico di un tempo AntonioCassano e porta in orbita la Romacosì da festeggiare al comandoil già annunciato prolungamentodel suo contratto.Giallorossi primi a punteggiopieno: era dalla stagione 2007­08chenonriuscivailfilottoinizialedei nove punti in tre gare.Esiccomeincimac’èpureilNapoli,giusto sottolineare comequesto avvio stia esaltando lerinnovate ambizioni del Centro­Sud:per il campionato è unelemento di interesse in più. Inuovi padroni vincono in rimontagrazie a una ripresa nellaquale il Parma, passato invantaggio con una prodezza intorsione aerea di Biabiany, nonriesce più a impensierire DeSanctis: nemmeno un tiro, nonostanteCassano dispensi suggerimentid’alta scuola. I rimpianti,quindi, stanno a zero.Classe e bombe Le reti chescandisconol’autoritarioelimpidosuccesso romanista sonofrutto della classe di Pjanic,che spalanca al bombardiereFlorenzi(labottaincontrobalzoè micidiale) un’autostradaverso Mirante; di una intuizionea centrocampo di Strootman,lesto a lanciare verticalmenteil suo capitano, tenutoingiocodaGobbi(questionedicentimetri):edavantiallaportaunocomeTottinonpuòsbagliare.Mentre il sigillo finalearriva da una folle cavalcata diGervinho,opportunamenteinseritoal posto dello spentoLjajic. Folle perché l’ivoriano,scattato in contropiede, avrebbepotuto, con comodo tocco,mandare in buca l’arrembanteilprotagonistaFRANCESCOTOTTIE’RomacapocciaUnTottiinfinitoNapoliagganciatoAlderbyintestaIlParmadura45’.Risolvonoilnumero10,FlorenzieStrootman.Domenicac’èlaLazioLesfidedelcapitanoScudetto,contrattoePiolaall’orizzonteGolnumero228inA,a­46dalrecord:«Credodipotersegnareancoramolto.Onoreròlamagliagiallorossapersempre.Iltitolo?Questasquadrapuòlasciareilsegno»DAL NOSTRO INVIATOANDREA PUGLIESEPARMAHa iniziato con un abbracciolunghissimo a Cassanonegli spogliatoi, quasi come aibei tempi. Niente a che vederecon il doppio bacio degli annid’oro, intendiamoci, ma comunquelostessounbelportafortuna.Tanto che alla fineFrancesco Totti non solo è tornatoalgol(intrasfertanonsegnavaaddirittura dal 31 ottobre2012), ma ha anche messoil marchio decisivo sulla terzavittoria consecutiva della suaRoma,trascinandolainvetta,abraccettodelNapoli.Delresto,che il Parma fosse la sua vittimapreferita si sapeva (quellodiierièil19°golaigialloblù,il228° in Serie A e 282° ufficialecon la Roma). «È vero, è unasquadra che mi porta fortuna ­PARMA 1 ROMA 3PRIMO TEMPO 1­0MARCATORI Biabiany (P) al 39’ p.t.; Florenzi (R) al 2’, Totti (R) al 25’, Strootman (R) su rigoreal 40’ s.t.(4­4­2)Mirante; Cassani, Lucarelli, Felipe, Gobbi(dal 44’ s.t. Mesbah); Biabiany (dal 32’ s.t.Sansone), Gargano, Marchionni, Parolo;Amauri (dal 24’ s.t. Okaka), Cassano.PANCHINA Pavarini, Pajza, Valdes, Palladino,Mendes, Munari, Benalouane, Acquah,Rosi.ALLENATORE Donadoni.CAMBI DI SISTEMA nessuno.BARICENTRO ALTO 54,6 metriESPULSI nessuno.AMMONITILucarelli,Cassani,Garganopergioco scorretto, Cassano per proteste.diceallafineilcapitanogiallorosso­. Ma adesso spero di segnareanche alle altre, anchese l’importante è soprattuttoche la squadra vinca».(4­3­3)DeSanctis;Maicon,Benatia,Castan,Balzaretti;Pjanic, De Rossi, Strootman; Florenzi(dal 24’ s.t. Marquinho), Totti (dal 31’s.t. Borriello), Ljajic (dal 9’ s.t. Gervinho).PANCHINA Dodò, Skorupski, Taddei, Caprari,Burdisso, Jedvaj, Torosidis, Romagnoli,Ricci.ALLENATORE Garcia.CAMBI DI SISTEMA nessuno.BARICENTRO MEDIO 51,3 metriESPULSI nessuno.AMMONITI nessuno.ARBITRO Guida di Torre Annunziata.NOTE paganti 4.017 per un incasso di euro 86.740,20; abbonati 9.101 per una quota di euro72.021,95.Tiriinporta2­8.Tirifuori4­1­Angoli5­3.Infuorigioco1­3.Recuperi:0’p.t.,3’s.t.Derby e contratto Totti, dunque,lanciacosìlasuasfidaallaLazio per il derby di domenicaprossima (e a Silvio Piola, ovviamente,ora a ­46), dandoanche il benvenuto a Pallotta,il presidente, che in settimanasbarcherà a Roma pure persuggellare il suo rinnovo contrattualecon una firma e unhappening degni di nota. «Hosempre desiderato indossareun’unica maglia, perché èquella che tifo e quella cheamo ­ continua Totti ­. L’hosempre rispettata e la onoreròfinchépotrò».Saràalmenoperaltri due anni e mezzo, fino agiugno 2016, la scadenza delnuovo contratto. «Siamo vicinissimi,c’èancoraqualcosadasistemare ­ aveva detto primadella partita il d.g. Mauro Baldissoni­.LapresenzadiPallotta?Sefaremointempocisarà,manonènecessarioilsuoarrivo».Chemanchidavveropoco,poi,loconfermaancheFrancesco,che però Pallotta lo aspettaeccome: «Siamo ai minimidettagli, aspettiamo il presidente».Anche perché alle portec’è proprio un evento unicocomeilderby,chedevealleviarequalcheferitaancoraapertadal 26 maggio scorso. «Maquello è un capitolo chiuso,pensiamo al presente ­ diceTotti­.Arriviamoconlospiritogiusto al derby, questi 9 puntisono una buona medicina.Sappiamocheèunapartitadiversapertuttalacittà,maselaaffrontiamobenesaràunabellapartita e faremo bella figura».e solitario Borriello e inveceobbedendo al cieco istinto degliattaccanti ha proseguitoverso la porta una percussioneche pareva ormai priva di verapericolosità(sieradecentrato)fino a quando il recupero affannosodi Cassani non gli hapermesso, in extremis, di conquistareil rigore della sicurezza.Con Totti a quel punto richiamatoin panca, toccava aStrootman (e non a Borriello)la trasformazione. Altra bottatremenda, più forte della cannonatadi Florenzi. Come direParma preso a sberle.IlParmaEppurelasquadradiDonadoni non ha giocato male,anzi nel primo tempo si è fattaEnpleinEranoseiannichelaRoma non partiva così bene,contrevittorieconsecutive.«Èvero,eratantissimotempochenon facevamo tre su tre all’iniziodel campionato ­ chiudeFrancesco­Marimaniamoconi piedi per terra, il campionatoè lungo. Però con questo spiritopossiamodirelanostra,giocandocosì possiamo togliercitante soddisfazioni. Abbiamoun collettivo che può fare ladifferenza, siamo compatti epossiamoribaltarelapartitainqualsiasi momento». Come èsuccesso ieri, dove la Roma hadato una dimostrazione di caratteree personalità. Il primogolstagionalediTottidimostracome il capitano abbia ancoral’argento vivo addosso. All’orizzontec’è il derby, un contrattodafesteggiareePiolanelmirino.© RIPRODUZIONE RISERVATALa festa per il 3­1 di KevinStrootman, 23 anni RAMELLApreferire per la linearità dellamanovrasuunaRomaguardingae compassata. Sorniona, bisognaaggiungere visto l’esito,ma pure in difficoltà sulle fascequandoBiabianylasciavalaposizionedi quarto centrocampistaper indossare i panni dellaterzapunta.Inunaprimacircostanzailfrancesinosièdivoratoil gol da cinque metri, nella seconda(crossdiCassani)haeseguitomeravigliosamente lostacco in anticipo su Strootmaninfilando la sfera sul primo palo.Esecuzione stupenda.CheclasseLapartitaharegalatoagli appassionati altre perlealivellotecnico.Comelostopdi Totti sul lancio di StrootmanSopra il gol di Francesco Totti, 36 anni, e sotto l’esultanza PEGASO­MANCINIL’A.D.DEGLIEMILIANILeonardinoncista«Lasecondareteeradaannullare»PARMA (s.p.) Nonparlano i giocatori del Parma.Davanti ai microfoni soloDonadoni e l’a.d. Leonardi. Nonè piaciuta la direzione di garadi Guida e soprattutto c’è unaltro episodio giudicatodubbio. «Il secondo goldella Roma è irregolare e leimmagini proposte dalle tv nonmi sembrano le migliori percapirlo», ha ribadito più volteLeonardi. Mentre Donadoni hasottolineato: «Una sconfittaingiusta, il risultato non dice laverità. Ma contro la Roma nondevi concedere nulla».


MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT15per esempio; l’assist di Pjanicper l’1­1 (un tocco di prima ascavalcare l’avversario con pallonedai giri contati sul destrodi Florenzi) oppure quello scodellatoda Cassano a Biabianysul finire del primo tempo (poisprecato a lato). Se la Roma haconcesso qualcosa sulle corsielaterali (più in difficoltà Balzarettidi Maicon comunque),centralmente è stata messa indifficoltà soltanto dai guizzi diBiabiany, che lasciava la posizioneesterna per infilarsi nelmezzo senza trovare un uomodeputato al suo controllo.Purghe Ma i tre giallorossidelcentrocampo,scambiandosianche spesso di posizione,hanno comunque formato unoscudodifficilmentesuperabile,nonostante la buona predisposizionedi Marchionni al fraseggiorasoterra e le puntualiavanzate di Parolo, Gobbi eCassani a supporto di una manovrasempre fluida quandopassava fra i piedi di Fantantonio.Il Parma, insomma, pocopuò rimproverarsi e ancor menopuò lamentarsi: ha trovatoun avversario più forte. E unTottichequandovedeibiancocrociatisi esalta: siamo al diciannovesimogol. Eh già, ilParmaèlasquadrapiù«purgata»dall’ex Pupone, applauditoin tribuna anche da Mancini,Mihajlovic e Prandelli.© RIPRODUZIONE RISERVATARigoreContesoBorrielloaDeRossi:«Lasciatirareme»MacalciaStrootmanGervinho steso in area:rigore. Borriello chiede aDe Rossi di batterlo (FOTO SKY),ma alla fine dal dischettova Strootman che fa 3­1.laMoviolaDI M.PIE.Totti,golvalidoNettoilpenaltyL’unico vero errore al 32’s.t. (sul 2 1 per la Roma),quando Borriello viene fermatoper un fuorigioco inesistente,segnalato da Costanzo aGuida. Per il resto buonadirezione dell’arbitro. Regolareil gol di Totti (tenuto in gioco daGobbi), scattato sul filo delfuorigioco. Netto il rigore per ilfallo di Cassani su Gervinho.GARCIAEBENITEZCOMEHERIBERTOHERRERAEPESAOLAInvetta2tecnicistranieri:l’ultimavolta44annifaDAL NOSTRO INVIATOPARMAL’ultima volta fu 44 annifa, era il 1969­70, quando invetta alla classifica dopo tregiornate c’erano la Fiorentinadell’argentino (poi naturalizzato)Bruno Pesaola e l’Inter delparaguaiano Heriberto Herrera.Daalloramaipiùfinoaoggi,quandoaguidarelaAcisonodinuovo due stranieri, entrambiarrivati quest’anno dall’estero:Rafa Benitez col Napoli e RudiGarcia, che ieri ha agganciatolo spagnolo con la Roma. Nel1969­70loscudettoandòalCagliaricon 45 punti (la vittoriane valeva ancora due), l’Interarrivòseconda(41)elaFiorentinaquarta(36).BenitezeGarciaincuorlorosperanochestavoltavada diversamente.Grande vittoria «La cosa piùimportante sono i 9 punti, laclassifica all’inizio non conta ­dice Garcia ­ Ai ragazzi nell’intervalloho detto: “Se vinciamoin trasferta dopo essere statisotto,saràunagrandevittoria”.La loro reazione mi è piaciuta,la squadra ha saputo soffrire,restando serena. Il gol di Florenziè stato importante, doposiamo riusciti finalmente asfruttare la profondità». Già,maintantolaRomaèlassùeripensandoalle sofferenze deiI4ALLENATORI1 231 Rudi Garcia, 49 anni; 2 RafaBenitez, 50 anni; 3 HeribertoHerrera, scomparso nel 1996;4 Bruno Pesaola, 88 annidue anni precedenti, è già unbel traguardo. «A me interessachelasquadravadaalmassimocomegioco­insisteilfrancese­Il Parma ha grandi giocatori,non era facile vincere qui». Achiudere i giochi, il rigore cheBorriello voleva battere (dopoaver rimproverato Gervinhopernonaverglidatoilpalloneaporta vuota), richiesta cui DeRossi ha detto no. «Ci sono delleregole­chiudeGarcia­Sec’èTotti batte lui, altrimenti c’èuna lista: Strootman è il vice eha calciato molto bene». E alloravia sul derby: «Abbiamo 6giorniperlavorarci,siamotranquilli».pug4© RIPRODUZIONE RISERVATACLASSIFICASQUADREPARTITE RETIPUNTIG V N P F SNAPOLI 9 3 3 0 0 9 2ROMA 9 3 3 0 0 8 1INTER 7 3 2 1 0 6 1FIORENTINA 7 3 2 1 0 8 4JUVENTUS 7 3 2 1 0 6 2LIVORNO 6 3 2 0 1 6 3LAZIO 6 3 2 0 1 6 5VERONA 6 3 2 0 1 4 4MILAN 4 3 1 1 1 6 5UDINESE 4 3 1 1 1 5 4TORINO 4 3 1 1 1 4 4CAGLIARI 4 3 1 1 1 4 5ATALANTA 3 3 1 0 2 3 4GENOA 3 3 1 0 2 5 7BOLOGNA 2 3 0 2 1 3 6PARMA 1 3 0 1 2 2 6SAMPDORIA 1 3 0 1 2 2 6CHIEVO 1 3 0 1 2 2 7CATANIA 0 3 0 0 3 1 7SASSUOLO 0 3 0 0 3 1 8UCHAMPIONS UPRELIMINARI CHAMPIONSUEUROPA LEAGUE URETROCESSIONEPROSSIMO TURNOsabato21settembreCAGLIARI­SAMPDORIA ore 18CHIEVO­UDINESE ore 18GENOA­LIVORNO ore 20.45domenica22settembre,ore15SASSUOLO­INTER ore 12.30ATALANTA­FIORENTINABOLOGNA­TORINOCATANIA­PARMAJUVENTUS­VERONAROMA­LAZIOMILAN­NAPOLI ore 20.45MARCATORI4RETI: Hamsik (Napoli)3RETI: Rossi (Fiorentina); Vidal(Juventus); Paulinho (Livorno);Callejon (Napoli).2RETI: Stendardo (Atalanta);Paloschi (Chievo); Gomez (1,Fiorentina); Lodi (1, Genoa);Nagatomo e Palacio (Inter); Tevez(Juventus); Candreva (1, Lazio);Balotelli (1, Milan); Higuain (Napoli);Florenzi (Roma); Cerci (Torino);Muriel (1, Udinese); Toni (Verona).


16LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013SERIE AilRetroscenaLUCA TAIDELLILucaTaidelliMILANOLa stretta finale. Proprionei giorni in cui le prime paginetorna a prendersele la squadracapace di giocare alla paricon la Juve e spunta una cordatacinese che di recente avrebbecontrollato i conti nerazzurri,scatta la settimana in cui potrebbefinalmente chiudersi latenelovela dell’estate. Quellache porterà Erick Thohir ad acquistareil 70% delle quote interistein una partnership conMassimo Moratti i cui contornioperativi vanno ancora delineati.E anzi sono alla base delcontinuo rinvio delle firme suun accordo che di fatto era apparecchiatoda luglio. Oltre aMorattiall’esteroperlefirme?No,maèunpuntodinonritornoquestioni tecniche legate atempi e formule di pagamento,va definito il ruolo che manterràla famiglia in società (dueposti in un Cda che verrà ridottorispetto agli attuali 14 componenti),con relativo poteredi veto sulle questioni legatealla politica finanziaria.Scomparso dai radar Morattiè più che mai sotto i riflettori.Ma ieri è scomparso dai radar.Era all’estero. Pare per questionilegate alla Saras, ma il fattoche il terzo e decisivo faccia afaccia con Thohir quasi sicuramentesi svolgerà lontano daMilano ha insospettito tutti. Ilpetroliere oggi è annunciato incittà, anche per presenziare adun evento Pirelli, ma resta lasostanza che a brevissimo laverità dovrà venire a galla. Morattinegli ultimi giorni ha rilasciatodichiarazioni sibilline:«I cinesi? Voci senza consistenza.Thohir? Nessuna voglia divendere, ma se ci sono delleopportunità...». Eppure la sostanzanon cambia. Malgradogli effetti rigeneranti della curaMazzarri e tutti i dubbi emotividopo una vita dedicata all’Inter,il presidente si è convintoche vendere è un passodoloroso quantonecessario.Entro fine mese Ancheperché oramai la trattativa ètroppo avanzata. Un puntodi non ritorno con una scadenzaben precisa. L’assembleadei soci che nell’ultimasettimana di ottobre dovràMassimoMoratti,68 anniLAPRESSEInter,l’amuletoIcardihaunnuovoobiettivo:giocareconMessiPuntaallanazionaleargentina,ilc.t.SabellalosegueQuandosegnalui,lasuasquadranonperdemaiMATTEO DALLA VITEGIULIO DI FEOMILANOSe segna, porta bene. Cisono ben undici prove, mica dueo tre. Tutti i gol che Mauro “cinquecellulari”Icardi ha infilatoin serie A dicono la stessa cosa:vittoria o “x”. Mai una sconfitta.E’ successo con la Sampdoria (euna volta anche in B) e pure sabatoscorso contro la Juve, che èpoi stata l’unica volta in cui unsuo gol non ha contribuito aportare 3 punti. Per il resto,jackpot.Allievo di Diego e RodrigoEscono frasi a lui attribuite sufacebook ­ magari sue davvero ­tipo «imparo da Milito e Palacioe so che devo migliorare», maresta il fatto che la botta alla Juve(l’ennesima) rimarrà scolpitanella memoria degli interisti. Ein attesa del cambio d’attacco diMazzarri (2 punte reali, o anche3), val la pena ricordare quei 10precedenti di Icardi­gol: l’annoscorso, in maglia­Samp, ne feceuno al Genoa, due alla Juve, 4 alPescara e poi uno a Roma, Parmae un altro ancora alla Juve. Emai un kappaò.Cercatissimo Icardi non èmai passato inosservato all’occhiodei vari c.t. La prima a farsiviva fu la Spagna, quando aveva15 anni. Lui che segnava a rafficanelle giovanili del Vecindario,alle Canarie. E poi arrivòl’Italia: Evani l’aveva visto segnarea raffica nella Primavera11IgoldiMauroinAPer l’argentino, 10 reti con lamaglia della Samp l’annoscorso e uno con l’InterMauro Icardi, 21 anni, primo anno all’Inter ANSAratificare la ricapitalizzazioneda 60/80 milioni. Entro quelgiorno le quote dovranno esserepassate a Thohir, ma perchéciò avvenga servono almeno20/25 dopo le firme per trasferireda un protagonista all’altrole garanzie da centinaia dimilioni che attualmente fannocapo a Moratti. Ecco perchéanche se l’affare non si chiuderàentro la settimana, nonsi potrà andare oltre laprossima.Cinesi Quando verràsvelato anche il misterocinese. Perché nessungruppo al mondo entrerebbein una società inperdita con una quota diminoranza.© RIPRODUZIONE RISERVATAdella Samp e nell’aprile del2012, tre settimane prima delsuo esordio con gol in B, lo convocòper l’Under 19. Icardi perògià allora aveva le idee chiarissime:«Non mi sento né italianoné spagnolo. Il mio sogno è l’Argentina»,diceva alla Gazzetta. Einfatti disse no agli azzurrini. Ein estate arrivò la chiamata dell’albicelesteUnder 20 allenatadal c.t. Trobbiani. Un’amichevolee un torneo giovanile, 5 partitee 3 gol, e appuntamento all’invernoper la consacrazione:il sudamericano sub20. Ma pocoprima che partisse la Sampcambiò ds e allenatore: e vennebloccato. Maurito accolse il no adenti stretti, ripagato poi da unavetrina straordinaria. Prandellil’avrebbe voluto nel gruppo, finchénon mette un’altra magliatecnicamente ci sono ancorasperanze, ma lui ha declinatoringraziando: si sente argentino.In amichevole? E l’Argentinalo segue: il c.t. Sabella lo monitoracostantemente tramite lasua rete di osservatori, nellascorsa primavera è stato personalmentea Genova per conoscerloe parlargli. «Lo tengo inconsiderazione, mi interessa,dipenderà dal suo rendimento edai nostri impegni, vedremoquando sarà il momento» disseall’epoca. Ragionamento buonoanche ora: conferma all’Interquanto di buono fatto in blucerchiato,e le porte sono aperte.Prossimi impegni fra circa unmese (per le qualificazioni) controPerù e Uruguay, ma sarà dura.Poi si va a inizio marzo, amichevolein Romania: se Mauro ciarriva alla grande, forse si può.© RIPRODUZIONE RISERVATA4INUMERI4i golsegnati daMauro Icardiin tre partitecontro laJuventus. Leprima tre inmagliaSampdoria:doppietta nel2­1 alloStadium del 6gennaioscorso, rete nel3­2 del 18maggio. Poiquella di sabatoscorso che hailluso l’Interprima del l’1­1definitivo diVidal‘17l’annodi scadenza delcontratto chelega il bomberargentinoall’Inter: il clubnerazzurro loha acquistatodallaSampdoria1milioneL’ingaggioannuale, asalire, chepercepisceMauro IcardiL’INTERVENTODELC.T.Prandelli:«NerazzurriaiverticiconMazzarri»Prandelli ieri con Cruijff ANSADAL NOSTRO INVIATOFRANCESCO BRAMARDOFIANO (Torino)Cesare Prandelli è infortunato,niente golf per il c.t.della Nazionale del pallone,qualche minuto in più per parlaredi calcio sul green dei «Roveri»,sede della decima edizionedella Pro Am «Vialli e MauroGolf Cup», manifestazione ascopo benefico.La mano di Mazzarri SabatoPrandelli ha seguito con attenzioneInter­Juventus, domenicasarà a San Siro per Milan­Napoli. Dopo tre giornate ilcampionato ha dato dei segnaliimportanti, qualche novità rispettoalla stagione scorsa?«Soprattutto la sfida di San Sirodi sabato scorso – il commentodi Prandelli –. Inter­Juveè stata una risposta al lavoroestivo dei nerazzurri, si vedebene la mano di Mazzarri. L’Interha qualità, fisicità, è unasquadra ordinata in campo, èsulla strada giusta e può lottarecon la Juve fino alla fine per ilvertice. In generale il campionatoè iniziato bene, moltesquadre stanno proponendoun buon calcio, con la scelta dipuntare sulla qualità del gioco,con questo tipo di mentalità saràun campionato interessantefino alla fine». Il commissariotecnico ha parlato anche del futurodella panchina azzurradopo il Mondiale in Brasile.Sempre che Prandelli decida diabbandonare. «Al momento c’èsolo una certezza, in primaverami incontrerò con i dirigenti eparleremo. Di quello che ho decisodi fare la prossima stagionenon ho detto nulla a nessuno,posso solo dire che in Brasilesi conoscerà già il mio futuro.Resterò? Ne parliamo concalma». E a proposito del vicePirlo, elogi a Lodi ma…: «Lascelta l’ho fatta da tempo e hodeciso di puntare su Verratti».© RIPRODUZIONE RISERVATASABATOASANSIROUNGRUPPODIINTERISTIHAAGGREDITOUNSOLITARIOULTRÀBIANCONEROVenticontrouno:quellocheleimmagininondiconoUntestimoneoculare:«IltifosodellaJuvehaprovocatoepicchiatoperprimo»SEBASTIANO VERNAZZA@GazzaVernazzaVenti contro uno. E’ successosabato sera a San Siro.Venti tifosi interisti contro unojuventino, sul secondo anello,al confine tra la curva Nord,dove ci sono gli ultras dell’Inter,e la tribuna arancione. Uncliccatissimo video su internetdocumenta il riprovevole fattaccio.Nicola Scarfone, collaboratoredel blog Bauscia Cafécon lo pseudonimo di Nk3, haraccontato quel che è successoprima.Parolacce e gestacci «Ero alsettore 255, un paio di file sopraal “povero” juventino pestatoa sangue. Il settore erapieno di tifosi juventini, tuttiabbastanza discreti, tutti abbastanzacomposti. Per fare unesempio, ne avevo seduti duealla mia sinistra e mi sono accortoche erano juventini soltantoal momento del gol di Vidal.C’era qualche bambinocon sciarpetta o cappellinodella Juventus, un ragazzo venetoinsieme ad un amico interista.Era tutto tranquillissimoe non c’era il minimo problema.Tutti civilissimi. Tutti tranneuno. Un povero cretino fra i40 e i 50 anni che, camicia nerae macchina fotografica alcollo, seduto a due metri di distanzadalla Nord, al gol di Vidalnon trovava niente di meglioda fare che saltare in piedie iniziare ad esultare come unassatanato, fra parole che vi lascioimmaginare e gestacci.Una scena talmente indegnache alcune persone lì intornogli hanno urlato di star sedutoe hanno iniziato a insultarlo.Figuriamoci cosa poteva scatenaretra i ragazzi della curva,Un momento della rissache erano a due metri da lì.Due di questi lo hanno visto ehanno cominciato a insultarloviolentemente. Gli dicevanoche se ne doveva andare a casae tutto questo genere di cose.Uno dei due si è arrampicatofin sopra il plexiglass, si è sportoe gli ha sputato addosso, seguitodall’altro. Il genio ­ lo juventino­ gli è andato di fronte,con il plexiglass in mezzo, perdirgli qualcosa, poi è tornato asedersi».Spintoni «Passati pochi minuti,dalle scale è arrivata unapersona, probabilmente dallacurva. Si è avvicinata allo juventinoe gli ha detto, con toniche potete facilmente immaginare,ma senza violenza, chedoveva andarsene, che quellonon era il posto suo. E’ volataqualche piccola spinta, quandoall’improvviso lo juventinosi è alzato e ha spinto l’interistacontro il plexiglass mettendogliuna mano intorno al collo estringendolo contro la barriera.E’ arrivato un altro interistaa “difendere” lo juventino, chein realtà in quel momento nonsembrava proprio aver bisognodi alcuna difesa. L’interistaarrivato dalla curva è statoscaraventato a terra, è rotolatolungo le scale ed finito giù allimite della balaustra. Lo juventinogli si è fiondato addossoe lo ha preso calci senza darel’idea di volersi fermare. E’soltanto a questo punto che glialtri ragazzi della curva hannoiniziato a scavalcare, ed è soltantoa questo punto che iniziail video che avete visto tutti».© RIPRODUZIONE RISERVATA


MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT17SERIE AViolaneriFiorentinaetifosicolmaldipancia«Regolepertutti»La volata Champions persa col Milan è unaferitaaperta.EilclubcercaalleanzeinLegaILFINALECOLCAGLIARIRIGORENONDATO,ESPULSIONEEPOLEMICHE1 Pizarro protesta con l’arbitro De Marco e rimedia il rossodiretto; 2 Il contatto Murru­Rossi non viene giudicato da rigore;3 Montella discute con De Marco alla fine di Fiorentina­CagliariLUCA CALAMAIFIRENZEIl giorno dopo è anchepeggio. Perché Firenze si guardaintorno e trova solo problemi.Il rigore non dato per il fallosu Pepito Rossi, l’espulsionedi Pizarro, l’infortunio gravedi Gomez e quello meno gravema fastidioso di Cuadrado rischianodi minare l’ambiziosoprogetto disegnato in estatedalla famiglia Della Valle. Unaraffica di cattive notizie che haalimentato il mal di pancia di«Certigiocatoriinsultanoplatealmentegli arbitri e nonaccade nullaVINCENZO MONTELLATECNICO FIORENTINAuna tifoseria che, da tempo, sisente oggetto di una vera epropria persecuzione da partedel Palazzo e dei poteri forti,quelli che all’ombra del PonteVecchio si riconoscono perchéhanno la maglia «a strisce». Lavolata Champions League dellaprimavera scorsa, con la vittoriaall’ultima curva del Milana Siena, è una ferita chebrucia ancora in ogni angolodel pianeta Fiorentina. Che,rubando l’idea ai rivali dellaJuventus, ha riscritto con questeparole la classifica dell’ultimocampionato: «Noi, terzi sulcampo».Equità La famiglia Della Valleieri ha cercato di mettere ordinea una domenica piena dimessaggi strani. La prima decisioneè stata di non rimarcareil rigore non dato. «Un errore,può capitare». Un segnaledi distensione anche se la societàviola terrà gli occhi bene1L’A.D.ROSSONEROGallianirispondeaMontella:«Baloprotestòepresedueturnidistop»MILANO (f.d.v.) Dice dinon voler rispondere alleprovocazioni, ma poi non riescea trattenersi. «La Champions èmeglio giocarla con tantiinfortunati piuttosto che nondisputarla affatto». AdrianoGalliani ridacchia, la frase suonacome una frecciatina in direzionedi Firenze. Poi arriva il resto:«Montella ha detto che Balotellipuò insultare l’arbitro senza chegli succeda niente? Non vogliorispondere, dico solo che aFirenze Balotelli protestò per unrigore non concesso e prese duegiornate di squalifica».© RIPRODUZIONE RISERVATA23aperti sul fronte arbitrale.Quello che invece gli azionistidi maggioranza pretendono èche le regole siano uguali pertutti. L’espulsione di Pizarro èfiglia di un’interpretazione rigidadel regolamento. Perchécon altri giocatori non è statotenuto lo stesso metro? Montellalunedì scorso a Milanonell’incontro avuto (insiemecon i capitani e gli allenatoridelle altre squadre) con il designatoreBraschi e il gruppodegli arbitri aveva affrontatoproprio questo tema. Avevaanche fatto degli esempi. IndicandoBalotelli, il suo amicoTotti, un altro suo grande amicocome De Rossi e altri giocatori.Non solo Supermario.Perché il problema per Montella(e quindi per la Fiorentina)non erano né Balotelli néil Milan, ma questo stranorapporto tra gli arbitri e i giocatori.Ad alcuni è permessol’uso incondizionato del vocabolario,con altri basta unaparola per beccarsi il rosso diretto.Strategie Anche il Palazzonon spaventa la società violache, dopo un periodo di polemicaassenza, è tornata a fare«politica» creando alleanzeimportanti. L’idea resta quellapresentata a suo tempo daDiego Della Valle e cioè quelladi creare una Consob del calcioche sia al di sopra delleparti. E che difenda tutti i clubdi Serie A allo stesso modo. Civorrà tempo. Ma il presidenteoperativo viola Cognigni stastringendo rapporti ad alto livelloproprio per provare acambiare l’attuale Lega di A.Preoccupazione La vera preoccupazionedi Andrea DellaValle è, in questo momento,l’infortunio di Mario Gomez.La stella del mercato, il campionetedesco che in pratica èsenza sostituti. Il patron dellaFiorentina ha chiesto ai suoiuomini mercato se c’era qualchesvincolato (Rocchi e il romenoMarica i nomi valutatiper qualche ora) da ingaggiarecon un contratto a gettone.Alla fine la Fiorentina ha decisodi andare avanti così. Gomezper l’infortunio torneràin campo tra un mese e mezzo.Il tempo che servirebbeper far entrare in forma qualcheattaccante a un passo dallapensione. Come sostituirenel frattempo il campione tedesco?La speranza di DellaValle e Montella è che GiuseppeRossi si dimentichi di esserestato fermo due anni e delletre operazioni al ginocchio eche continui a giocare e a segnaregol. In questo settembredi cattive notizie la rinascitadi Pepito è la parte mezzo pienadel bicchiere viola.© RIPRODUZIONE RISERVATAILCASOFACCIAAFACCIAIERISERAALTARDINIDIPARMAMontella­Braschièscontrocontinuo:«Cercavopropriote»«Stendiamounvelo»Iltecnicoancorainfuriato,ildesignatorecensurailcomportamentodidomenicadHANNODETTOSMarcelloNicchi«L’espulsione diPizarro non èpiaciuta aMontella? Iltecnico è unapersonaperbene, un mitoper i suoicomportamenti,ma sulle protestesbaglia. Se uncalciatore sirivolge in modonon consono neiconfronti di unarbitro deveessereallontanato»SGiancarloAbete«La Fiorentinavuole maggioreuniformità? Èopportuno chece ne siasempre di più enon solo nellevalutazioni dinatura tecnica.Ma questo nonvuol dire chedevono esseredecise sanzioniin manieraautomatica: vavalutato semprecaso per caso»FRANCESCO CENITIC’eravamo tanto amati? Forse. Il rapporto traVincenzo Montella e il mondo arbitrale sembra in crisi.Solo qualche mese fa il tecnico della Fiorentina rispondeva«picche» a chi cercava di trascinarlo in polemichedomenicali: «Mi dispiace, non commento» erail leit motiv dell’ex Aereoplanino anche quando la suasquadra era stata penalizzata. Qualcosa si è spezzatonell’ultima giornata dello scorso campionato, con laChampions sfumata per un rigore molto, ma moltogeneroso (per usare un eufemismo) concesso al Milan.Domenica scorsa sono bastati un penalty non dato,ma soprattutto l’espulsione di Pizarro (uno cheaveva alzato i toni anche durante l’estate) per mandarein bestia Montella. E a fine gara ha chiesto spiegazioniall’arbitro De Marco in modo vigoroso. Forsetroppo vigoroso: oggi il giudice sportivo potrebbesqualificarlo. Molto dipenderà dal referto. E non finiscequi: l’allusione alla disparità di trattamento (giàfatta durante l’ultima riunione con i fischietti) non sonopiaciute ai vertici arbitrali. Così ieri sera a Parma,nel prepartita del posticipo di campionato Parma­Roma,il tecnico della Fiorentina, Montella, al Tardini haincrociato Braschi e gli ha detto: «Ciao Braschi, cercavoproprio te...». E Braschi ha replicato netto: «Stendiamoun velo pietoso sul tuo comportamento di ieri».Montella ha cercato di avvicinarsi al designatore perchiarire ma Braschi ha fatto intendere con un cenno dinon aver voglia di parlare col tecnico viola. A partel’episodio del Tardini, ieri Stefano Braschi (che ha giudicatonon da rigore l’intervento di Murru su Rossi) èrimasto in silenzio e a parlare ci ha pensato MarcelloNicchi, presidente dell’Aia. «Polemiche arbitrali a Firenze?Non mi interessano. Da persona di sport faccioun grande in bocca al lupo a Mario Gomez di prontaguarigione. L’espulsione di Pizarro non è piaciuta aMontella? Il tecnico è una persona perbene, un mitoper i suoi comportamenti, ma sulle proteste sbaglia.Le disposizioni date agli arbitri sono ferree: se un calciatoresi rivolge in modo non consono deve essereallontanato. E la parole di Pizarro meritavano il rosso.A mio parere De Marco ha diretto in modo positivo,ma sugli aspetti tecnici sarà Braschi a dare una valutazione».E il designatore la pensa come Nicchi: arbitraggiodiscreto e giuste la scelte di non dare rigore edespellere Pizarro.L’invitodiAbete Sull’argomento è intervenuto ancheGiancarlo Abete, presidente della Figc: «Complessivamentel’operato degli arbitri in questo inizio distagione lo reputo positivo, qualche errore c’è stato,ma ci sono state anche molte scelte di qualità. E’ naturaleche possano esserci delle critiche e delle protestesul versante tecnico e riguardo la sensibilità nella gestionedella gara, ma ciò non deve mettere in discussionela correttezza del campionato. Montella ha invocatomaggior omogeneità? È opportuno che ce ne siasempre di più: non solo nelle valutazioni di natura tecnica,ma anche nella gestione delle gare, a livello comportamentalee del rapporto fra giocatori e arbitri».© RIPRODUZIONE RISERVATAGIOVEDÌL‘EUROPALEAGUELARISONANZAMAGNETICAHACONFERMATOLOSTOPDI6­7SETTIMANEPERILTEDESCOGomeztornaafineottobre,Cuadradofermo20giorniIlclubnontorneràsulmercatodeglisvincolati:lasocietàsmentiscevocisuRocchiGIOVANNI SARDELLIFIRENZEDoppia botta. E dire chepoteva andare peggio. La Fiorentinaperde in un colpo solomezzo attacco ed è persino costrettaa tirare un sospiro disollievo. La risonanza magneticaal ginocchio destro del tedescoha escluso ipotesi peggiori,confermando una lesionedistrattiva di 2° grado al legamentocollaterale mediale.L’attaccante dovrà portare untutore specifico per due settimane,eseguendo nel frattemposedute fisioterapiche, ultrasuonied elettrostimolazioniper mantenere il tono musc o l a r e . To r n e r à adisposizione di Montella tra6­7 settimane.Big match Calendario allamano, Gomez salterà sicuramentele sfide con Paços, Atalanta,Inter, Parma, Dnipro,Lazio, Juventus e Panduri.Provando a rientrare col Chievo(27 ottobre) per essere poiin forma contro Napoli e Milan.Il timore di uno stop piùlungo aveva portato la Fiorentinaa pensare anche agli svincolati,su tutti Tommaso Rocchi,ipotesi smentita dal clubviola. «Grazie a tutti per il supporto»ha detto ieri Super Marioa esami conclusi.Guaiesoluzioni Quella di ieriè stata una giornata importanteanche per Cuadrado. Gli accertamentihanno confermatouna lussazione acromion­clavearedi 2° grado con sollecitazionedella capsula articolare.Il colombiano probabilmenteporterà per alcuni giorni unbendaggio che tenga fermal’articolazione: tornerà entro3 settimane. Anche Ilicic non èMario Gomez, 28 anni, urla di dolore dopo l’infortunio di domenica ANSAal massimo (caviglia) ed è indubbio per giovedì nella sfidache darà il via all’Europa League.Così senza Gomez e Cuadrado,il tecnico pensa ad unaretroguardia a 4. Davanti alladifesa Pizarro (quando rientreràdalla squalifica) con Ambrosinied Aquilani interni eBorja Valero finto trequartista.Assente il cileno, Ambrosiniscalerà in regia e Mati Fernandezgiocherà da interno.Davanti Pepito Rossi puntofermo ed Ilicic prima sceltaper affiancarlo. Accanto a Pepitopotranno alternarsi ancheIakovenko, Joaquin ed ilgiovane Rebic (solo in campionato).© RIPRODUZIONE RISERVATA


18LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013SERIE A L’INTERVISTA«Ilsuccesso nelderby è il fruttodel lavoro nellasosta. Quic’è tanta qualitàSUL 3­0 DI DOMENICA7,5«Da13 anni devodimostrarequalcosa. Ma leparole se le portavia il ventoSULLA SUA CARRIERA«Forsei genovesisaranno pocoespansivi, mache tifo controla Sampdoria...SUL CLIMA DERBYGilasenzalimiti«Genoa,misentogiovaneFammimeritareilBrasile»L’attaccante 31enne: «Il derby è stato il nostro crocevia. Io pensoa Klose, Totti, Di Natale: a 35 anni voglio segnare proprio come loro»FILIPPO GRIMALDIGENOVAConcertoperviolino.Sulpalco c’è sempre lui, AlbertoGilardino.PrimaharaggiuntoBettega in azzurro, mettendoRossi (a quota 20 gol) nel mirino.Pois’èpreso(conunmixperfetto di forza e classe) ilderby della Lanterna numerocentosette.Il voto di Alberto Gilardino nelderby, migliore in campo controla Samp senza andare a segnoMettiamola sull’ironia. Nonle sembra di esagerare?«Loconfesso.E’statouniniziodistagionesemplicementeentusiasmante. Il successocontrolaSampdoriaèunavittoriadel gruppo. Siamo partitiin campionato contro duesquadreforticomeIntereFiorentina,faticando un po’. Magrazie al lavoro svolto con Liveraninelle due settimane distopdelcampionato,abbiamodimostrato che il nostro gruppo,oltrechemoltounito,possiedeanche tanta qualità».Gilauomoovunque,nelderby.Apartel’azioneperildueazerodiCalaiò,ilsuocapolavoroè stato forse il movimentocheinavviodigarahaportatoalla rete di Antonini.«Le dico la verità. Sono statedette tante cose prima chefinisse il mercato sul mio contoecitenevo,esoprattuttonelderby, a dimostrare che sonoun grande professionista».L’ultimissimo triangolo dimercatoipotizzavailsuopassaggioalla Juve.«Invece sono rimasto qui alGenoa, e con mia grande soddisfazione».Leisostienedipotermigliorareancora.«Dopo il gol alla Bulgariaavevo fatto un tweet dicendoche mi sentivo un giovane ditrentuno anni. Sto molto benefisicamente e mentalmente, esono convinto che uno nonsmetta mai di crescere. GuardiamoKlose, Totti, o Di Natale:campioni di 35­36 anni.Voglio arrivare alla loro etàcontinuando a fare gol».La strada per Brasile 2014passa da Genova.«Com’è normale che accada.Se andrò al Mondiale saràLETREPERLESTAGIONALI121 Gilardino segna contro lo Spezia in CoppaItalia TANOPRESS2 ll destro al volo a Marassi ANSA3 Il gol di testa vincente con la Bulgaria REUTERS3merito del lavoro fatto con lasquadra. Un passo alla volta,pensiamo al Genoa».C’era Prandelli al Ferraris.«Credo che il c.t. mi conoscameglio di chiunque altro.Sono contento che sia venuto,ci ha portato fortuna».Il derby come una svolta?«Un crocevia. Ce l’eravamoripetuto più volte prima dellapartita. Questa gara pesavaanche perché metteva in paliopernoiiprimipuntielaprimavittoria stagionale. Se faremobeneconilLivorno,vorràdireche la strada è quella giusta».LeiinserieAhasegnatopiùdi Riva, Vieri, Montella e Inzaghi,eppureèsemprelìadoverdimostrare qualcosa. Una situazioneparadossale.«Uno strano scetticismo neimiei confronti mi ha sempreaccompagnato in queste mietredici­quattordici stagioni diserieA.Mahosemprepensatosolo a lavorare, per dimostrareche le parole vengono portatevia dal vento».Il Genoa l’ha fatta sentireimportante.«Il presidente Preziosi hainvestito moltissimo su di me.Quando arrivai, un anno emezzofa,lasituazioneeracriticae non riuscimmo a farequellocheavremmovoluto.Ioho bisogno di un contesto disquadraingradodiesaltarelemie caratteristiche, come avvienequest’anno».Dicevano: Gila non ringhia.Invece, contro la Samp...«Stomigliorandomoltosottoil profilo mentale grazie auna persona che mi segue dacinque mesi. Non è uno psicologosportivo, né un mentalcoach, ma collaboriamo e mista dando un grande aiuto».Liverani debuttante in panchina:cosa ne pensa?«Bravo Preziosi a prenderlo.Pochi in Italia hanno datospazio a un allenatore emergente.E’ preparato, dateglitempo».Messaggi dopo il derby?«Mio padre era dispiaciutoper non essere venuto. Gli hodetto: “Vieni al ritorno, vogliamofare un’altra festa”».I genovesi le assomigliano.«Intende dire che non sonoespansivi? Sarà anche vero,manelderbymièsembratodigiocare in casa...».La Juve resta favorita?«E’ attrezzata per ripetersi.Poi vedo bene Inter e Napoli,che potranno lottare per il titolosino alla fine».© RIPRODUZIONE RISERVATAvidentiKit& CARRIERAALBERTOGILARDINONato il5/7/1982a BiellaRuoloattaccanteAltezza184 cmPeso79 kgLe suesquadrePiacenza1999-2000Presenze 17Gol 3Verona2000-2002Presenze 39Gol 5Parma2002-2005Presenze 96Gol 50Milan2005-2008Presenze 94Gol 36Fiorentina2008-2012Presenze 118Gol 48Genoagen. 2012Presenze 14Gol 4Bologna2012-2013Presenze 36Gol 13Genoa2013Presenze 3Gol 1GLISCONFITTI LA REAZIONE DEL PRESIDENTE DOPO LA BATOSTA DI DOMENICA: «TUTTI COLPEVOLI»FuriaGarrone:«Samp,cheumiliazione»«Squadra senzaspina dorsale,parlerò conRossi».Eder k.o.:un mese di stopALESSIO DA RONCHBOGLIASCO (Genova)La notizia dell’infortuniodi Eder, lesione al collateraleesterno del ginocchio sinistro,frutto di uno scontro di gioconel derby, che gli costerà 15giornidiriposoeloterràlontanodal campo quasi un mese, èlacilieginaamarapostasuunatorta indigeribile. EdoardoGarrone ne prende atto e nonbasta certo l’atmosfera delVialli e Mauro golf cup a Fianotorinese per distrarlo e renderlomeno duro. Il presidentedella Sampdoria annuncia unastrigliata alla squadra, in programmaall’allenamentodidomani(quello di ieri, programmatoalpomeriggio,èstatoanticipatoal mattino proprio comesegnaleaigiocatori),elofaattraverso i microfoni di Sky.Garrone lancia accuse precise,apartiredalmodoincuièarrivatala sconfitta nel derby, machehannobasibenpiùprofonde.Garrone domenica sera èrimasto a lungo seduto al suoposto in tribuna dopo il fischiofinale. Un tifoso genoano hacercato di provocarlo, ma lui,forse, non se ne è neppure accorto,assorto nei suoi pensiericom’era.Malessere Dietro il 3 a 0 c’èdi più. C’è un avvio di stagionesenza squilli, che va ad agganciarsial finale della scorsa stagione,con una sola vittorianelle ultime dieci partite. Dentrola Samp, insomma, il malesseresiregistradatempo:«E’stata ­ dichiara il presidenteblucerchiato cercando con attenzionele parole ­ un’umiliazione.I nostri tifosi non la meritavano.E’scesaincampounasquadra senza carattere, i giocatoridevonofarsiunesamediEdoardoGarrone, 51 ANSAcoscienza. Sono molto arrabbiatoe avrò modo di parlarneconiltecnico,perchécredocheanche lui abbia responsabilità.L’inesperienzanonc’entra,nonabbiamo proprio giocato. Miaspettavo una reazione veemente,invece siamo stati piatti,sia nel gioco che nello spirito.L’atteggiamentomolleèstatotenutopertuttalapartita,inuna sfida così sentita. Se lasquadra gioca così male qualcheragionecideveessere.Pretendofin da subito una reazioneedunatteggiamentobendiversorispettoaquellodidomenicasera,perchéilrisultatodelderby è per grandissima partedemerito della Sampdoria».© RIPRODUZIONE RISERVATATaccuinoVIVEVA IN ITALIA DAL 1966Morto Oliva, medico di MaradonaÈ morto a Milano Ruben Oliva, ex medico di Maradona, che curò dopo l’infortunio al Barcellona. Aveva 90 anni edal 1966 viveva e lavorava in Italia. Fu medico dell’Argentinanel ’78 e ’82. «A febbraio dice il figlio Ruben era stato malee l’avevano chiamato Diego, Valdano, Passarella e Menotti».IN PRESTITO DAL MANCHESTER UNITEDMacheda al Doncaster, B ingleseFederico Macheda, in scadenza con il ManchesterUnited, in prestito un mese al Doncaster, B inglese.UNDER 21 IL 15 NOVEMBRECon l’Irlanda Nord a Reggio EmiliaItalia Irlanda del Nord, qualificazioni Euro Under 21,fissata il 15 novembre al Mapei Stadium di Reggio Emilia.NUOVO RECORD DEL MONDOCubano palleggia 3 ore e 10 minuti(r.r.) Il 47enne cubano Erick Hernandez ha miglioratoa il record mondiale di palleggio in 3h10’03” (era 3h08’02).


MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT19SERIE ASalvezzaallabrasilianaScattoLivorno­VeronaAlterzotentativoPaulinhoscoprediessereunveroleaderLaconfermadiMartinhoelasorpresaRomuloperMandorliniGUGLIELMO LONGHISalvezza alla brasiliana.Livorno e Verona, salite a 6punti,scopronol’importanzadiavere gente come Paulinho,Martino e Romulo. Un gol a testae tanta voglia di stupire.La creatura di Spinelli Ungiorno ha detto: «Ero arrivatotroppo presto in A, non eropronto,dovevoconoscereilcalcioitaliano». I dubbi di Paulinhodovrebbero essere statispazzati via: tre partite, tre retiNon poteva immaginarsi unrientro migliore, lui che la Al’aveva già conosciuta e assaggiatain modi e tempi diversi.Sempre a Livorno. Era l’aprile2005: debutto con Donadoni.In totale gioca in due stagioni emezzo35partitesegnandosolodue reti, ma davanti ha due intoccabilicome Igor Protti e CristianoLucarelli. Torna nel2008­2009, in serie B e le cosevanno,sepossibile,ancorapeggio.Si ripresenta per la terzavolta nell’estate 2011 dopo duestrepitosi anni a Sorrento: lametamorfosi è completata.Tanti cercavano Paulo SergioBettanin, per tutti Paulinho (ilcognome tradisce le origini venete:aBentoGonçalves,doveènato, in tanti si chiamano così)einveceèrimasto,perlafelicitàdi Davide Nicola. E’ stato AndreaBagnoli, ex attaccante delLivornoepoisuoprocuratore,ascoprirlo e a portarlo in Italia.Spinelli rivela: «Nelle ultimeore del mercato mi è arrivataun’offerta di 10 milioni (era costato600 mila dollari, ndr), mahodecisodirifiutarla.Paulinhoètroppoimportante,senonhaichi la mette dentro rischi di retrocedere».Unafavolosadomenicadaseipuntiperilpresidente,primail2­0alCatania,poiilderby vinto dal suo amato Genoae visto in Tv: «Ero troppostanco per andare allo stadio. EPaulinho27 anni, attaccante, nellascorsa B ha trascinato ilLivorno alla promozione:19 reti più 3 nei playoff ANSApoi non volevo fare torti a nessuno...».Ancora su Paulinho:«Otto anni fa era immaturo.Ora è diventato un leader e hamolto tempo per confermarlo(ilsuocontrattoscadenel2018,ndr). Ha tutto per diventare ungrande come Lucarelli».La coppia dell’Hellas Dopo lapartita, a Martinho, che comeSpinelli: «PerPaulinho ho dettono a 10 milioni.Diventerà grandecome Lucarelli»Martinho26 anni, centrocampista, già in Acon Catania (2010­11) e Cesena(2011­12). Poi al Verona: 10 gol inB LAPRESSEJorginhohaancheilpassaportoitaliano, è stato chiesto di unapossibileconvocazionediPrandelli,in tribuna al Bentegodi:«Non si sa mai nella vita. Oggipensoafarbenepermestessoeper la squadra. È il mio primogol in serie A, una gioia grandissima.L’obiettivo è ripetere i10 gol dello scorso anno». Rispostadiplomatica, come dacopione.Inestateavevaspiegato:«Ho deciso di tenere il 6, ilnumero che avevo in BrasileprimadivenireinItalia.Miportabene e io sono un po’ scaramantico».Temeva dunque il ritornoinAcheavevaconosciutonel 2010 al Catania (che l’ha incomproprietà col Verona): a 22anni,scovatonellaDbrasiliana,Romulo26 anni, centrocampista,proviene dalla Fiorentina:con i viola 30 partite e 2 golin due campionati LAPRESSEsuscitava qualche dubbio. Invecele sue qualità si sono notatesubito: scatto, agilità, corsa. IlgolalSassuolo,dedicatoaDioealla famiglia, è stato un capolavorodi coordinazione e velocità.Poic’èunbrasilianoincercadi rivincite. Romulo era consideratouno volenteroso mascarsodipiedi.«Hodecisodilasciarela Fiorentina per trovareuna squadra che mi potesse darepiù possibilità», ha detto allapresentazione. Un brasilianopolifunzionale: terzino nel 4­3­3 e nel 4­4­4, poi ha fattol’esterno nel 3­5­2. Con Mandorliniha cambiato un’altravolta: mezz’ala nel 4­3­3. Ed èstato il migliore.© RIPRODUZIONE RISERVATALAZIOTUMULATALASALMADELCAMPIONE.EUROPALEAGUE,ARBITRAJAKOBSSONChinagliaètornatoacasaRiposaaccantoaMaestrelliSTEFANO CIERIROMALa partecipazione dei tifosi ai funerali romani di Chinaglia LAPRESSEDinuovoinsieme,40annidopo. Da ieri la salma di GiorgioChinaglia riposa accanto aquella di Tommaso Maestrellinel cimitero romano di PrimaPorta. Il bomber e l’allenatoredel primo scudetto laziale ancorauno vicino all’altro. «E’ illietofinediunastoriatriste.Pochepersonesisonovolutebenecome loro», ha commentatoMassimo Maestrelli, figlio dell’allenatorelaziale. La salma diChinaglia è stata tumulata nellacappella di famiglia, dove riposanoancheifratellidiMassimo,MaurizioePatrizia,prematuramentescomparsi. Struggentel’abbraccio tra lo stessoMassimo e i figli di Chinaglia,George jr, Stephany e Cynthia,prima della cerimonia nellaChiesa del Cristo Re. C’era ancheConnie, prima moglie diChinaglia e madre dei tre ragazzi.Tutti felici che il loroGiorgiosiadinuovoaRoma,vicinoaitifosipercuièancoraunsimbolo.Siete impagabili Ce n’eranotantiieri.AringraziarlihaprovvedutoGeorge jr: «Siete impagabili».La stessa frase che, 30annifa,ilpadrefecescriveresuuno striscione quando divennepresidentedellaLazio.«Cel’abbiamofatta», ha commentatoPinoWilson.E’statograziealuie agli altri eroi del ’74, da Oddia Pulici, da Giordano a D’Amico,daMartiniaSulfaroeFaccocheèstatopossibileriportarelasalma del campione in Italia.SonostatiloroieriadaccompagnareilferetrodiChinaglia.Mac’era pure la Lazio di oggi ­ chegiovedìinEuropaLeaguesfideràil Legia, arbitro l’islandeseJakobsson ­ rappresentata dalcapitano Ledesma e dal t.m.Manzini. E c’era anche DinoZoff,compagnodiNazionalediChinaglia.© RIPRODUZIONE RISERVATACALCIOSCOMMESSELaCortefederalegiovedìaspettaMauri­Zamperini(cen. gal.) La Corte digiustizia federale (Cgf) asezioni unite ha ripreso aesaminare il caso Mauri.Giovedì sono stati convocatiAlessandro Zamperini eStefano Mauri, ma è probabileche prima di loro sia ascoltatoanche Carlo Gervasoni. Gli 11giudici (presidente GerardoMastrandrea) hanno deciso didare in tempi rapidi ladecisione sulle posizioni diMauri e della Lazio che il 16agosto erano state «sospese»per ulteriori approfondimenti.Si era parlato nel dispositivo diassicurare il «contraddittorio»,ma i legali di Mauri e Zamperini«escludono» che siano previsticonfronti, soprattutto con illoro principale accusatore,Gervasoni, che sarà sentitodirettamente dai giudici, mapreliminarmente. Qualunquesia la decisione finale (Mauriera stato squalificato 6 mesiper omessa denuncia dallaDisciplinare), il caso approderàsicuramente al Tnas del Coni.


20LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013


MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT21SERIE B IL POSTICIPO DELLA 4 a GIORNATAGiampaoloeilBrescialafestaèdoppiaIltecnicononvincevada1.002giorni.LaTernanavainvantaggio,madeludeTERNANA 1BRESCIA 2PRIMO TEMPO 1­1MARCATORIAntenucci(T)surigoreal36’,Mitrovic(B) al 47’ p.t.; Di Cesare (T) al 4’ s.t.TERNANA (3­5­2)Brignoli5;Fazio5,5,Masi6,5,Lauro6(dal35’s.t. Nolè s.v.); Rispoli 6, Falletti 5 (dal 20’ s.t.Avenatti 5), Viola 6, Maiello 5, Bernardi 5,5;Antenucci 5, Litteri 5 (dal 14’ s.t. Ceravolo 5).PANCHINA Sala, Miglietta, Carcuro, Meccariello,Ferronetti, Paparusso. ALLENATOREToscano 5.BRESCIA (4­3­3)Cragno 7; Lasik 6, Di Cesare 7, Freddi 6,5 (dal31’ s.t. Camigliano 6), Kukoc 7; Finazzi 6 (dal39’s.t.Benalis.v.),Budel7,5,Coletti6,5;Scaglia6,5 (dal 1’ s.t. Grossi 6,5), Caracciolo 6,Mitrovic 5. PANCHINA Arcari, Saba, Sodinha,Mandorlini,JuanAntonio,Diouf. ALLENATOREGiampaolo 7.ARBITRO Pairetto di Nichelino 6,5.GUARDALINEE Di Iorio 6,5 – Borzomì 6,5.AMMONITI Scaglia (B), Freddi (B) e Bernardi(T)pergiocoscorr.;Mitrovic(B)perproteste.NOTE paganti 4.146, incasso di 50,919 euro;abbonati 2.421, quota non comunicata. Tiri inporta3­10.Tirifuori2­1.Infuorigioco0­1.Angoli5­7. Recuperi: p.t. 2’, s.t. 4’.h7,5Budel il miglioreBRESCIAIl piccolo Pirlo ricamagiocate e vince il duelloa distanza con ViolaDAL NOSTRO INVIATONICOLA BINDATERNIMarco Giampaolo non selo ricordava più il sapore dellavittoria.L’ultimavoltaerastatoil 19 dicembre 2010, quandocon il Catania sconfisse proprioil Brescia. Da allora sonopassati 1.002 giorni, ma soltanto16 partite: il tecnico daquel giorno, tra esonero (a Cesena)e inattività, ha fatto 8sconfitte e 7 pareggi, gli ultimitreinquestastagione.C’èvolutala trasferta di Terni persbloccarsi. E tutta la panchina,al fischio finale, è andata proprioad abbracciare lui.Primo gol con il Brescia per Valerio Di Cesare, 30 anni D’ANNIBALEFesta rovinata Era la partitanumero 3.000 della Ternana,cifra ricordata anche sulle maglie:quella numero 1.000 fucontro l’Elpidiense (4­0) nel1963­64 con promozione dallaD alla C, quella numero 2.000contro San Marino (1­0) nel1988­89 con promozione dallaC2allaC1.Stavoltalaricorrenzaècoincisaconunasconfitta,e chissà come andrà il campionato.Giocando così però laTernana uscirà dal lotto per lefavorite. Perché non ha creatogioco e occasioni, è poco dinamicae davanti ha i cecchinifuori fase. La trasferta per ilBrescia era cominciata male,con l’aereo perso domenicacausa incidente sulla A4 e l’arrivoa Terni solo in serata. Unsegnale che sembrava premonitore.Giampaolo ha tenuto idueesternid’attaccomoltolarghiper costringere i lateralidellaTernanaadabbassarsi;inquesto modo il Brescia ha presoil pallino del gioco e Budels’è esaltato. Eppure è stata laTernana a passare in vantaggio,quando Mitrovic ha commessola prima topica della seratascalciandodatergoRispoliinarea:ilBresciahaprotestato,perché il fallo parevaassurdo, ma quando rivedrannole immagini in tv gli uominidiGiampaolosiconvincerannoche Pairetto ha visto bene. Daldischetto, gol di Antenucci.Il protagonista Mitrovic hafatto l’unica cosa giusta nel recupero,quando è entrato inarea dopo uno scambio conScaglia, ha bruciato Fazio ecolpitoinmodosporcoilpallone,che s’è infilato in rete malgradoil doppio intervento inscivolata di Masi e Caracciolo.Il serbo­svedese nella ripresane stava combinando un’altra,con un secondo fallo da rigore(suAvenatti),cheperòPairetto(unica storta della serata) nons’è sentito di fischiare. La garaa quel punto aveva già svoltatoinfavoredelBrescia,andatoinvantaggio 6’ prima grazie a uncolpoditestadiDiCesarefavoritodalla papera di Brignoli,che davanti a Di Biagio non hacerto fatto una bella figura (leparate nel finale riscatterannoin parte l’errore). A risultatocapovolto è mancata la reazionedella Ternana, che solo nelrecuperohaimpegnatoCragnocon Maiello. Sarebbe stata unabeffaperilBrescia,chehaavutoalmenocinqueoccasioniperfareiltris,malosciaguratoMitrovicle ha fallite tutte: ancheuna con Brignoli fuori porta(ha salvato Masi sulla linea).TensioneIlgemellaggiotraletifoserie di Ternana e Atalantafaceva temere incidenti con gliultrà in arrivo da Brescia, e lascintillaèscoccatadopoilrigore:le due fazioni hanno cercatola carica e meno male che ladoppia barriera divisoria le hatenuteadistanza.Pureincampo,nell’intervallo, c’è statoqualche screzio tra giocatori etecnici.© RIPRODUZIONE RISERVATACLASSIFICASQUADREPARTITE RETIPUNTIG V N P F SEMPOLI 10 4 3 1 0 8 3TRAPANI 8 4 2 2 0 9 3LANCIANO 8 4 2 2 0 5 3PALERMO 7 4 2 1 1 7 4VARESE 7 4 2 1 1 7 4NOVARA 7 4 2 1 1 5 4AVELLINO 7 4 2 1 1 4 3BRESCIA 6 4 1 3 0 5 4CESENA 6 4 2 0 2 4 4PESCARA 5 4 1 2 1 9 7MODENA 5 4 1 2 1 4 3REGGINA 5 4 1 2 1 4 6SIENA (­3) 4 4 2 1 1 11 8TERNANA 4 4 1 1 2 4 5SPEZIA 4 4 1 1 2 2 4CROTONE 4 4 1 1 2 6 9CARPI 3 3 1 0 2 2 3CITTADELLA 3 4 0 3 1 2 4BARI (­3) 2 4 1 2 1 3 3LATINA 2 4 0 2 2 2 7JUVE STABIA 1 4 0 1 3 4 10PADOVA 0 3 0 0 3 0 6UPROMOSSE UPLAYOFF UPLAYOUT URETROCESSEPROSSIMO TURNOVenerdì 20settembreLATINA­LANCIANO ore 19SPEZIA­PALERMO ore 21Sabato21settembre,ore15AVELLINO­VARESEBRESCIA­CROTONECESENA­CARPICITTADELLA­JUVE STABIAEMPOLI­PADOVAMODENA­TRAPANIPESCARA­BARIREGGINA­NOVARASIENA­TERNANATaccuinoSIENANuovo deferimentoSIENA Probabile nuovo deferimento (e penalizzazione di unpunto)perilSiena.Ieri,allascadenzaperilpagamentodeglistipendidimaggioegiugno,lasocietàavrebbeeffettuato bonifici sugli emolumenti,manonquellirelativiaicontributi.CARPIDenuncia sul blackoutCARPIIlCarpihapresentatoieri denuncia querela alla Procuradi Modena contro ignoti per la manomissione dell’impianto elettricodello stadio Braglia di Modena, inrelazioneallasospensionedellagaraconilPadova.Unattodovutocheanticipa di qualche giorno il sopralluogodellaProcurafederalecheindaga sulle cause del blackout.INIZIATIVAPERICLUBArbitro­amicoperchiariretuttiidubbiCOVERCIANO (Fi) Unarbitro amico in aiuto aciascuna società: è la novitàemersa dall’incontro di ieri aCoverciano tra i direttori digara, i dirigenti, gli allenatori e icapitani delle 22 società di B.Da quest’anno ogni squadraavrà un arbitro di riferimento alquale chiedere, se necessario,un incontro per delucidazioni dicarattere regolamentare: «E’un’idea nata in collaborazionecon la Lega e l’Assocalciatori –ha spiegato il designatoreDomenico Messina . Se un clublo riterrà necessario, un arbitroandrà al loro campo e farà unariunione sul regolamento». Si èparlato molto del fuorigioco, maanche dei rapporti in campo. Ilclima nelle prime giornate «èsicuramente positivo, c’è statoun miglioramento notevole negliultimi anni – ha continuatoMessina –. Ai tecnici abbiamodetto che cercheremo di usarenei loro confronti un po’ dibuonsenso, ma questo dovràesserci anche da parte loro».Messina ha voluto che allariunione gli arbitri si sedesseromischiati ai dirigenti, agliallenatori e ai giocatori, «pernon creare dualismo fra lediverse componenti perché noisiamo il rovescio della stessamedaglia, non siamo gliantagonisti, tutti stiamo dallaparte del calcio».Assemblea Fabio Corioni,presidente del settore giovaniledel Brescia, diventa consigliereal posto dell’ex a.d. del Padova,Gianluca Sottovia. «C’è statala richiesta di cercare distabilizzare il più possibile irapporti economici con la Legadi Serie A, anche nell’ambitodell’applicazione del decretoMelandri – ha detto il presidenteAbodi – perché viviamo ancoradi precarietà». A giorni, infine,verrano chiusi gli accordi connuovi sponsor.© RIPRODUZIONE RISERVATAPRIMA DIVISIONE PANCHINA A RISCHIOLecce:nodiGautierieDionigiMorieroresta,madaprecarioGIUSEPPE CALVILECCESulla panchina dei suoisogni è destinato a vivere ormaiquasi da precario. CheccoMoriero resta alla guida delLeccesoltantoperchélasocietànon ha ancora trovato l’alternativagiusta. Il presidenteSavino Tesoro e suo figlio Antonio,responsabile dell’areatecnica, avevano puntato suCarmine Gautieri e su DavideDionigi. Entrambi, però, hannodeclinato la proposta delclub salentino, che così lasceràchesiaMoriero,oggipomeriggio,adirigerelaripresadegliallenamenti sul campo diSquinzano.Gautieri e Dionigi Incassatala terza sconfitta consecutivain campionato, ieri mattinal’allenatore è stato convocatoinsededalpresidente,assentealla disfatta a Benevento e decisoa chiedere spiegazionisulla crisi di gioco e di risultati.Magari sarà stata l’occasioneancheperverificarequantoMoriero sia effettivamenteFrancesco Moriero, 44 anni LEZZIFabrizio Miccoli, 34 anni LEZZIsoddisfattodelleoperazionidimercato. Al termine dell’incontro,Tesoro senior ha comunicatoal tecnico che si sarebberiservato di contattarealtri allenatori. E in effetti,conilfiglio,rientratodaBenevento,ilmassimodirigentehapuntato dritto su Dionigi, dopoaver incassato il «no, grazie:preferisco aspettare qualchealtra proposta» di Gautieri,chenonacasoavevaresisti­to la scorsa settimana pure alcorteggiamento del Latina.Anche Dionigi, peraltro ancoravincolato alla Reggina sinoal giugno 2014, non se l’è sentitadi accomodarsi sulla panchinadelLecce.Iltecnicoemilianoha valutato le soluzionitattiche nell’attuale organicogiallorosso per lo sviluppo del3­4­3odel3­5­2,isuoimodulidi riferimento, e con garbonon ha accettato.Miccoli e Bogliacino I Tesorohanno tentato anche un aggancioconSerseCosmi,cheinserata ha assistito a Parma­Roma. L’ex allenatore del Lecce,però, non ha risposto allatelefonata del presidente. Nelpomeriggio, nella loro villa almare a Torre Lapillo, padre efiglio hanno invitato FabrizioMiccoli e Mariano Bogliacino,i giocatori più carismatici dellarosa, per «sondare» unospogliatoio nel quale evidentementeè mancato sin qui ancheun vero leader, capace diguidare i compagni sulla stradadel riscatto. Moriero non èstatoabbandonatodallasquadrae,perquantoormaiavvertasulla pelle la sfiducia nelrapporto con la proprietà, oggipomeriggio avvierà la preparazioneinvistadelladelicatasfida di domenica pomeriggiocontroilCatanzaro.Perluinon sarà certo gratificante riproporsiallasquadrada«allenatorea termine» ma Moriero,magariconunarivisitazionetattica, ha ancora la possibilitàdi tirare il suo Leccefuori dal tunnel.© RIPRODUZIONE RISERVATALASITUAZIONESabatoderbytraVeneziaeVicenzaLa situazione in Primadivisione dopo la 3 a giornata.Girone A Pro Vercelli edEntella p. 9; AlbinoLeffe eCremonese 7; Vicenza 6; AltoAdige e Reggiana 4; Carrarese,Lumezzane, Venezia, Savona,Como, Feralpi Salò, Pavia e SanMarino 3; Pro Patria 0. Cosìsabato, ore 20.30: VeneziaVicenza. Domenica, ore 15:Carrarese Reggiana; ComoAlto Adige; Cremonese Savona;Lumezzane Entella; Pavia SanMarino; Pro Patria AlbinoLeffe;Pro Vercelli Feralpi Salò.Girone B Pontedera,Benevento e Pisa p. 7; Prato eCatanzaro 5; Perugia*,Salernitana*, Frosinone eL’Aquila 4; Nocerina, Viareggioe Ascoli ( 1) 3; Grosseto 2;Gubbio* e Barletta 1; Paganesee Lecce 0. Così domenica, ore15: Ascoli L’Aquila; FrosinoneBarletta; Grosseto Perugia;Lecce Catanzaro; PisaNocerina; Prato Gubbio;Salernitana Pontedera;Viareggio Paganese; riposaBenevento.(* hanno già riposato).SECONDADIVISIONECasertana:viaCapuanoc’èUgolottiCASERTA Capuanolascia la panchina dellaCasertana a Guido Ugolotti.Con un giorno di ritardo èarrivata la notizia ufficialedell’esonero di EziolinoCapuano. Un punto in trepartite, poco feeling con icalciatori e il modulo 3­5­2non gradito al presidenteGiovanni Lombardi, che haatteso che si riunisse ierisera il consiglio diamministrazione del club perannunciare l’esonero el’ingaggio del nuovoallenatore, Guido Ugolotti,che oggi pomeriggio dirigeràil suo primo allenamento dellasquadra che domenicaaffronterà in casa il Martina.Che le ore di Capuanofossero contate lo si era giàintuito domenica: durante lapartita, dalla tribuna, ilpresidente Lombardi avevainfatti urlato: «Capuano, tornia piedi». E il tecnico a finegara aveva detto: «Mivergogno di essere unallenatore, ma non mollo».Lucio Bernardo


22LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013


MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT23ilCiclismodi LUCA GIALANELLAC.T. BETTINI SCEGLIE NIBALI E POZZATOMA IL MONDIALE CHIARIRÀ IL SUO FUTUROnizia a sentire la tensione. Eh sì, si vede. Pensateche cosa avrebbe dato Paolo Bettini per cor­Irere un Mondiale a Firenze, nella sua Toscana,sulle strade dove si allenava da juniores. Il c.t. cheha preso in mano l’Italia dopo la tragedia di Ballerininel 2010 è alla quarta Nazionale. Ma sa benissimodi essere al bivio: sul circuito di Fiesole sigioca non soltanto il Mondiale, ma il suo futuro dacommissario tecnico e da uomo­immagine dellaFederciclismo.Le scelte sono corrette. A questa Italia manca soltantoMoreno Moser, reduce da una stagione­no.Vincenzo Nibali, re del Giro e fantastico secondoalla Vuelta alle spalle di nonno Horner, è il corridorepiù rappresentativo al mondo neigrandi giri, alla pari di Froome (1° alTour). Filippo Pozzato (a fianco, foto Bettini)è la logica alternativa che l’Italia deve avere.Nibali può fare selezione di forza in salita,infiammare il Mondiale con coraggio e fantasia,ma può restargli attaccato qualche atleta veloce:Gilbert, o Sagan, o Cancellara. Paolini e Ulissi simuoveranno con lui per proteggerlo: Santaromita,Nocentini, Scarponi, Vanotti sono la spinadorsale. Ma, soprattutto, il Mondiale dirà qualesarà il futuro di Bettini. Il c.t. ha vissuto un annodi rapporti tormentati con la Federazione: laprogrammazione a singhiozzo, il caso Sciandri, ilcontratto da firmare, lo scontro (aspro, in estate)con il presidente Di Rocco. Bettini chiede certezzeper lavorare, la Federciclo sa che non puòperdere l’unico vero simbolo da spendereall’esterno. Senza sicurezze, solo con la suapassione, Bettini ha posto le basi per unastruttura moderna: interscambi efficacicon gli altri tecnici, raduni continui,esperienze interdisciplinari. Il clima si èrasserenato perché il Mondiale di Firenzeè troppo importante. La medaglia sarebbela giusta medicina per ripartirecome si deve.© RIPRODUZIONE RISERVATATempiSupplementariA CURA DI ALBERTO CERRUTIFax: 0262827917. Email: acerruti@rcs.itMilan,colpedadistribuireContro il Torino si è rivista l’incapacitàdiAllegrinelleggerelapartita,inparticolareinoccasionedelsecondogolsubito.Inmezzo al campo nel primo tempo il giocoeratroppolentoelezioso.Ottopassaggiinlinea,lihocontati,dimostranopocamobilitàdavanti e questo deve insegnarlo Allegri,invece di voltarsi quando si battono irigori, come fa un tifoso, non un allenatore.Pernonparlaredell’opacoKakà,alpostodel quale sarebbe servito di più DiamantiRoberto Martini Biot. (Francia)La brutta partita col Torino ha riaperto i rubinettidelle critiche al Milan, in particolare nei confrontidell’allenatore che in ogni squadra rimane il bersagliopreferito. In realtà, prima di concentrarsisulle responsabilità di Allegri, bisogna parlare dellacampagna acquisti, perché salvo rare eccezioninon è mai il tecnico a decidere chi comperare, soprattuttoin quest’ultimo Milan «low cost» che nonspende se prima non vende. Mentre la Juventus hapermesso a Conte di lavorare fin dal primo giornocon i nuovi Tevez, Ogbonna e Llorente, e persinol’Inter in fase di passaggio tra Moratti e Thohir hafatto altrettanto con Mazzarri, mettendogli a disposizionegià a Pinzolo Campagnaro, Icardi e Belfodil,prima di aggiungere Taider, il Milan ha traccheggiatosu Honda, Ljajic e Astori consegnandoad Allegri i giovani Saponara e Poli, seguiti negliultimi giorni da Matri e Kakà, dopo l’improvvisapartenza di Boateng.L’alibi di una preparazione a tappe esiste, manon basta per spiegare la quarta partenza falsa diAllegri in altrettanti campionati rossoneri. E giàche ci siamo, sorvoliamo sulla scaramanzia perchéun anno fa il Milan della grande rimonta dopo tregiornate aveva un punto in meno e una sconfitta inpiù, ma soprattutto nella stagione dello scudetto2011 a questo punto era a quota 4 come adesso. Laverità, come ricordava Capello che ha vinto piùscudetti di tutti (4) con Berlusconi, i punti presiall’inizio sono «fieno in cascina» determinanti allafine. E allora, proprio perché ormai conosce lasquadra, che non è stata sventrata come l’annoscorso, se il Milan perde male a Verona pareggiamalissimo a Torino, Allegri deve assumersi le proprieresponsabilità, al di là dei troppi infortuni, chenon si possono addebitare soltanto alla sfortuna.La concentrazione, la rabbia, la velocità e le ideedevono essere trasmesse dall’allenatore, prima chei giocatori provino a trasformare la teoria in pratica.E poi ci sono le scelte prima e durante le partite.Insistere su Robinho non ci pare una buona idea seè arrivato Matri, a grande richiesta di Allegri, chepuò liberare spazi per Balotelli.Il modulo spesso è un falso problema, perchécontano le qualità degli interpreti, ma se si decide diaccontentare Berlusconi, puntando sul trequartistaalle spalle di due punte, poi non si può tornare indietroal 4­3­3 come è già successo. E qui spunta il discorsosu Kakà che si è rotto subito, moltiplicando idubbi sulla sua integrità fisica che proprio MilanLab aveva messo in discussione avallando la sua cessione4 anni fa. L’augurio è che torni prima del previsto,ma se fosse stato ancora in grado di fare la differenzaAncelotti non lo avrebbe lasciato partire e FlorentinoPerez non lo avrebbe ceduto gratuitamente.In ogni caso è vero, come sostiene il signor Martini,che Diamanti, pur avendo soltanto un anno meno diKakà, avrebbe garantito più freschezza e velocità.Morale: se il Milan spende soltanto per gli attaccanti,invece di prendere buoni o grandi difensori comeseppe fare quando scovò Thiago Silva, la colpa non èdi Allegri. Se però, con quel poco o tanto di cui disponeAllegri, non si vede una squadra ma soltantoimprovvisazione, sperando che ci pensi Balotelli,con o senza rigori, la colpa non è della società.© RIPRODUZIONE RISERVATAilSondaggione Ogni settimana l’opinione degli italianidi LUDOVICO MANNHEIMERsu temi e protagonisti dello sportOlimpiade:piaceal71%Sì alla candidatura dell’Italia per il 2024, meglio Roma di MilanoI RISULTATI JUVE E NAPOLI ALLA PARI TRA LE SQUADRE CHE HANNO COLPITO DI PIÙ15Qual è la squadra che ha impressionatodi più nelle prime tre giornatedi campionato?JuventusNapoliInterMilanRomaVeronaFiorentinaLazioTorinoGenoaAltre35322226814Qual è la squadra favoritaper lo scudetto?JuventusNapoli17Inter12Milan 8Roma 1Altre75Qual è stato il nuovo acquistoche ha inciso di più?35 32 27 231511Higuain Tevez Kaka GomezQual è la squadra favoritaper la Champions?Real MadridBarcellonaJuventusBayernMilanManchester Utd.Manchester CityAltredati in %655TwitTwitIL CINGUETTIO DEL GIORNO1116152828577Icardi2121246Qual è la squadra che ha delusodi più nelle prime tre giornatedi campionato?MilanCataniaSassuoloJuventusInterSampdoriaLazioBolognaChievoUdineseAltreQuale allenatore ha incisodi più finora?ConteMazzarriBenitezAllegriMontellaGarciaQuale delle tre italiane faràpiù strada in Champions?50 5925119242223 18Juventus Milan NapoliSondaggio ISPO per La Gazzetta dello Sport - Campione rappresentativo popolazione adulta residente inItalia - Estensione territoriale: nazionale - Metodo: CAWI - Data di rilevazione: 16 settembre 2013 -Margine di approssimazione: 4%. La documentazione completa è disponibile sul sito www.agcom.itELISA DI FRANCISCACampionessa di schermaMa allora esistedavvero... daFacebookal giardino... silegge la Gazzettaalla rovescia@ElisaLovesJesi8943335877712163029La Ferrari ha fatto bene asostituire Massa con Raikkonen?Sì75%5025 48 27 255025Sì Si, ma con un altro pilota NoL’Italia dovrebbe candidarsi adorganizzare l’Olimpiade del 2024?45 26 29Sì, con Roma Sì, con Milano NoERIC SHANTEAU @SHANTEAUNuotatore statunitenseSì71%LA GAZZETTA DELLO SPORTUn giorno che ho aspettato a lungo per, laremissione è ufficiale, 5 anni di cancro libero!@ShanteauFABIO SCOZZOLIAzzurro di nuotoOperato e operativo!L’intervento è andatobene, crociato emenischi nuovi!! acasa da 2 giorniinfernali, ma va meglio@FScozzoliopo tre giornate di campionato, Napoli eD Juve sono in vetta. Non solo in classificama anche nelle opinioni degli appassionati. Sonoquelle che hanno più impressionato in questoinizio di Serie A, seguite a distanza dallarinnovata Inter di Mazzarri. Molto al di sottodelle attese, invece, il Milan, giudicato la piùgrande delusione da quasi tre italiani su 10. Ese da una parte è vero che le squadre di Allegripartono sempre piano, i continui infortuni nonpossono lasciare tranquilli i milanisti. Alle spalledei rossoneri, nella classifica delle delusioni,c’è il Catania, squadra rivelazione dell’annoscorso ancora a 0 punti dopo tre partite.Guardando più avanti gli italiani hanno pochissimidubbi: per più di metà sarà la Juve avincere lo scudetto. Qualche speranza è lasciataal Napoli, mentre per le altre ci sono solo lebriciole. È da notare però che l’Inter è vista megliodel Milan. Gran parte del merito del rinnovatoottimismo sui nerazzurri è da attribuire aMazzarri, non a caso considerato il secondotecnico che più ha inciso, alle spalle di Conte eprima di Benitez.Tra i nuovi acquisti prevale invece Higuain:la punta del Napoli è considerato il miglior innestodella stagione, più del colpo bianconeroTevez. Segue Kakà, nonostante l’infortunio, epoi Gomez e Icardi.Ripartito il campionato, stasera torna anchela Champions, con tre italiane ai nastri di partenza.Delle tre è la Juve quella che, secondo lamaggioranza degli intervistati, farà più stradanella competizione. Con forse troppo ottimismo,gli italiani vedono Buffon e compagni anchenel novero delle pretendenti alla vittoriafinale, addirittura prima del Bayern campionein carica. Grandissime favorite di quest’annosono, però, Real e Barcellona, indicate dal 21%ciascuna.A proposito di Spagna, è lì che c’è stato ilgrande colpo dell’estate: l’acquisto di Bale daparte del Real Madrid per più di 100 milioni dieuro. Cifra altissima e, per il 90% degli italiani,esagerata. Così come sembra esagerato il faraonicostipendio garantito a Cristiano Ronaldo:18 milioni di euro a stagione sono troppi perl’86% degli intervistati.Sempre in ambito di mercato, ma cambiandosport, tre quarti degli italiani approvano ilcambio Massa­Raikkonen. Mentre per l’Olimpiade2024 il 71% approva la candidatura italiana:meglio con Roma (il 46%), ritenuta piùadatta di Milano (il 26%) ad ospitare la manifestazione.CAROLINA KOSTNERCampionessa di Ghiaccio© RIPRODUZIONE RISERVATACarolina Kostner ha deciso di mettere all’asta unodei suoi pattini con autografo.@msKOSTNERFERNANDO ALONSOPilota di F.1 con la FerrariTutte le mie macchineF1’s saranno esposte aMadrid...e naturalmentele due con le quali hovinto il mondiale..! ))@alo oficial


24LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013FORMULA 1 INTERVISTA ESCLUSIVA«PINO ALLIEVII giochi sono fatti. LaFerrari del 2014 è da urlo, lasquadra si è rinforzata con tecnicidi grido, i piloti sono probabilmentei più forti, le strutturesono state rinnovate. Già,ma siamo ancora nel 2013 eparlare dell’anno prossimoequivale a una mezza ammissionedi fallimento. Che non ècosì, ancora. Perché mancano7 GP e Fernando Alonso, malgradola superiorità Red Bull,ci proverà. Ma è un Alonsodavvero soddisfatto quelloche a Monza perorava la causadi Felipe Massa e 4 giorni dopoha scoperto che dovrà coesisterecon Kimi Raikkonen? Esu che basi la Ferrari, per l’ennesimavolta ricostruita, dovrebbesentirsi diversa daquella che nel 2013 ha cominciatoil campionato con lamacchina migliore e poi è scivolataindietro? Il presidenteLuca di Montezemolo non sisottrae a questi quesiti. Anzi,si esprime con un entusiasmoche non sentivamo da tempo.Come se finalmente si fossescrollato dalle spalle un grossopeso: quello di una Ferraristatica, ripetitiva, con prospettiveincerte e troppo spessoavvolte nelle nebbie.LasceltaFerrariMontezemolo«RaikkonenrigeneratocomeLauda»«AlonsosempreinformatosuKimieMassaloaiuteràperilMondiale.Domenicalimaistatoindubbio»Numero1Il presidentedella FerrariLuca diMontezemolo,66 anni. Nellafoto a fiancocon KimiRaikkonen, 33,nel 2007 EPA­APPresidente, affrontiamo iltemapiùurgente:comelaFerraripuòribaltareilpronosticoche è tutto per Vettel e la RedBull?«Mi attendo sviluppi cheportino miglioramenti. Ricordiamociche c’è una sola RedBull che fa risultati…La squadrasosterrà Alonso sino all’ultimometro e poi abbiamoMassa dal quale mi attendo ungrande finale di stagione. Felipeè un ragazzo eccezionale euna persona splendida. Diconoche non aiuterà Fernando?Macché! Lo farà sicuramente,dando una mano a noi per ilMondiale costruttori e adAlonso per quello piloti».Ma è un Massa scottatodall’allontanamento. Si aspettavala non­conferma?«Il rapporto era chiaro. A luiservivano risultati, a noi pure.Ci sono stati ma con incostanza,ha disputato belle gare masenza ripetitività. Nel 2012 sonomancati i suoi punti nel costruttori.Gli farà bene cambiarearia».E Alonso si aspettava di ritrovarein rosso Raikkonen?«Non siamo così masochistida ingaggiare un pilota senzainformare Alonso. Fernando èsempre stato al corrente dellascelta di Raikkonen, ancheperché l’alternativa di un giovane,in un Mondiale complessocome il 2014, non ci davacertezze. Oggi Raikkonen èil più forte di tutti, con Alonso,Vettel e Hamilton. E Alonso èil primo a essere soddisfattodel suo arrivo».Sarà. Ma da certe sue recentidichiarazioni è emersoinvece un Alonso tignoso, insoddisfattodella macchina epure,avolte,delteam,decisonel mettere il dito sulla piagadi alcune carenze. Tanto chelei è intervenuto...«Il primo a capire il suo scoramentosono io. Diciamo chela sua mi è sembrata l’arrabbiaturadi un giocatore richiamatoin panchina che manda aquel paese tutti. Io preferiscoun carattere così piuttosto cheun pappamolla!».SPECIALEGAZZETTADomani16paginecontuttelenovitàdiFrancoforteParliamodiKimi:suchebasifu allontanato a fine 2009,pagandogli un anno purchéstessefermo?Esuchebasisiè cambiata ora idea su di lui?«Quello di Raikkonen è uncaso identico a quello di Lauda.Anche Niki a un certo puntodisse basta perché non nepoteva più. Io parlai di fratellogemello di Kimi perché quelloche correva con noi non era lostesso che avevamo ingaggiato.La sosta gli ha fatto bene, ètornato alla grande, ha vinto,ha concluso tante gare. Volevoun pilota che non mi facesserimpiangere Massa: eccolo. ARaikkonen chiedo vittorie, regolaritàdi rendimento, podi.Alonso sarà il primo a beneficiarne.Sono felice che sia tornatotra noi, i dipendenti Ferrarihanno accolto con entusiasmola notizia perché avevalasciato un buon ricordo. Tornandoa Lauda, quando rientròcon un’energia diversa,vinse il titolo battendoProst…».Ha già incontrato Kimi?«Gli ho parlato al telefono».Domani in edicola con laGazzetta un inserto di 16pagine sulle novità del Salonedi Francoforte, aperto sino adomenica: in vetrina la Ferrari458 Speciale, l’Audi Nanuk, laCitroën Cactus e la MercedesClasse S che... si guida da sola.In che momento della stagioneè stato contattato?«Dieci giorni prima del GPd’Italia».Ècostatopiùdiquantoavevapreso per non correre?Grande risata: «Mi mette indifficoltà…diciamo che speromi sia costato meno di quelloche ci aspettiamo ci facciaguadagnare coi risultati. In F.1non c’è nulla che costi poco».La Ferrari fa molte pubblicherelazioni.EilmutoRaikkonennon sembra l’ideale…«Il discorso delle pr è semprepiù telematico. Spero chele sue relazioni pubbliche sianole vittorie, oltre al contributoper la squadra e a una suapresenza assidua a Maranello.Il lavoro non può ricadere solosulle spalle di Alonso».In chiave di risultati, Dome­


MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT25MOTOGP TEST A MISANO«A«Allison«MiKimi lo stop hafatto bene. E’tornato al topcome Niki, chepoi vinse il titologarantiràquella creativitàche ci mancava.Cambierà ilmodo di lavorareattendo ungran finale distagione: il teamsosterrà Alonsosino all’ultimonicali è mai stato messo in discussione?«Mai, ci mancherebbe. È ilprimo fautore della scelta diKimi. Ha lavorato bene per ilfuturo, ora mi aspetto che cidia risultati sul presente. Manegli ultimi tre anni abbiamoperso due Mondiali all’ultimagara e non per colpa sua».Eleisièmaisentitoresponsabiledel fatto che la Ferrarinon vinca il titolo dal 2007?«Io vengo da lontano. Dagli11annicheseparavanolaFerraridal titolo di Surtees. Poi,da presidente, con Schumachere la triade Todt­Brawn­Byrne abbiamo segnatoun’epoca e ora la squadra èpronta a tornare ai successi. Ilvuoto tra l’era Schumi e questaè stato causato dai ritardisulle simulazioni, sull’aerodinamica.Però, salvo credo treoccasioni, la Ferrari ha semprelottato per il titolo sino all’ultimagara».Quando parla di nuova era,si riferisce al nuovo direttoretecnico James Allison?«Sì, è un uomo su cui contomolto. Con lui è arrivato ancheilcapoaerodinamicodellaLotus, ci sono altre forze fresche.Finalmente avremoquellacreativitàchemancava.Allisonconosceilteam,gliuomini,parlaitaliano.Lovolevanoaltri, ha preferito noi. Conlui cambierà anche il modo dilavorare in tanti settori. PatFry si occuperà della crescitadelleoperazioniinpista,dellemetodologie e del simulatore».Negliultimi5anniicostidellaF.1 sono davvero diminuiti?«Non si sono ridotti. Si è ridottainvece la crescita, masiamo sempre a livelli troppoalti.BisognerebbetornareallaF.1 meno sofisticata di metàanni ’90, riprendendo a faretest per provare i giovani, perchéoggi la GP2 fa ridere, nonha peso. E i pochi collaudi chesi programmano, li fanno giustamentei piloti titolari».Enzo Ferrari gli ultimi annirivelò che la Fiat versava 500milioniastagioneperlecorse.Qual è oggi il contributo di Torinoalla Gestione Sportiva?«Zero. Non c’è supportoeconomico, la Ferrari vive deglisponsor, dei premi, dellevetture che vende».E se in futuro non dovesseesserci più Ecclestone?«Bisognerebbe ripensare iltutto con una struttura chepreveda un responsabile amministrativo­finanziario,undirettore commerciale, un numero1 per le questioni tecniche.Illavorononverrebbepiùaccentrato su un solo uomo».Fosseungiocatored’azzardoche percentuale di vittoriadarebbe alla Ferrari nel Mondiale?«Non parlo di percentuali,ma punterei sulla Ferrari pervinceremoltisoldi,vistocheèdata sfavorita. Parlando del2014ledicoinvecechenonneposso più di essere protagonistadi sconfitte al fotofinish.Non vedo l’ora che si torni avincere: è ora, mi creda…».4GARAALLE14Domenicasul circuitocittadino diMarina Bay(5.065 m)si corre il GPSingapore,13 a tappa (su 19)del Mondiale.Previsti61 giri per308,828 km. Èl’unica garain notturnaQuesti gli orariitaliani (­6 ore)SVenerdìLibere 1:12­13.30.Libere 2:15.30­17.Diretta su SkySport F1 HD esu Rai Sport 1.Sintesi suRai Sport 1alle 22.30SSabatoLibere 3:12­13. Direttasu Sky e RaiSport 1.Qualifiche alle15. Diretta suSky e Rai 2SDomenicaGara alle 14.Diretta suSky e Rai 1SGazzetta.itSul nostro sitoil tempo realedella gara, oltrea notizie,risultati, fotoe curiositàSClassifichePiloti1. Vettel222 punti2. Alonso1693. Hamilton1414. Raikkonen© RIPRODUZIONE RISERVATA 1345. Webber1307. Massa79Costruttori1. Red Bull352 punti2. Ferrari2483. Mercedes»245AncoraMarquezGiàdavantiatutticonlaHonda2014Marcsiesalta,Pedrosalabocciadopo4giriRossi3°:«Lamotonuovaentrabeneincurva»Nella foto grande Marquez sulla Honda 2014. Nelle foto piccole, Lorenzo e Rossi sulla M1 2014 MILAGRODAL NOSTRO INVIATOFILIPPO FALSAPERLAMISANO ADRIATICO (Rimini)Era solo un test, ma sembravauna gara. Marc Marquezpiazza il colpaccio e ValentinoRossi dice che lo deve ringraziareperché gli ha dato il traino.«Ma io ero a due secondi emezzo, il tempo l’ho fatto dasolo», tiene a precisare lo spagnolo.Che promuove la nuovaHonda2014,portatainEuropaper la seconda volta, mentre ilsuo compagno Pedrosa la metteda parte quasi sdegnato: «Ciho fatto solo 4 giri, non misembracheicambiamentifattirispettoallaprimauscitasianonellagiustadirezione».Esattamenteil contrario del ragazzinoterribile, che ci ha fatto ilmiglior tempo. «Ad Aragonpregi e difetti pareggiavano,mentre adesso i punti positivisono prevalenti».RisateEpureincasaYamahac’è qualche divergenza di idee,che poi, in effetti, convergono:quasituttoèpromosso.Ilvincitoredi domenica Jorge Lorenzosivedestrapparepropriosulfinale il miglior tempo per pocopiù di 2 decimi, però è soddisfattoe ottimista per il futuro.«Io lo sono sempre, anchese a volte la mia faccia sembrascocciata o scontenta». Inveceieri ha riso di gusto, grazie anchea un tifoso (speciale) unpo’ invadente. «Il motore nuovosembra avere dei lati positivi,ma va verificato con la telemetria.Per il resto abbiamofattopiccolecosedisetting,manon si sono visti grandi cambiamenti».Sulla moto nuovasvicola, ma perché ha montatoil nuovo motore sulla ciclisticaattuale. Purtroppo, per lui, èchiaro sulle aspettative per leILTESTERDUCATIMiglioraLaMarraSaràtrasferitoinriabilitazioneEddi La Marra, vittima diun incidente a Misano duranteun test Ducati ad agosto, èancora ricoverato al«Bufalini» di Cesena ma «stareagendo positivamente e, agiorni, verrà trasferito pressoun centro riabilitativo».È quanto riferisce viaFacebook la sua squadra, ilBarni Racing Team. Il pilotalaziale è fidanzato con AlessiaPolita, che è rimastaparalizzata in un altroincidente proprio a Misano.prossimegare.«Al100percentonon arriverà nulla di nuovo.SappiamocheMarcèforte,maci aspettiamo comunque di potervincere altre gare».ConfessioneValentinoRossi,preso alla sprovvista, e forsesollevato da un terzo tempo«concreto», è più chiaro sultest. «Non ho parlato coi giapponesie non so cosa posso dire.Però mi pare che la moto2014 ci faccia fare un bel saltoin avanti. La prima sensazioneèstataunpo’strana,mapoihocontinuato a usarla fino a fareil mio miglior tempo. L’attualemoto è molto carica davanti,questasembrapiùneutraemiglioral’entrataincurva.Abbiamoprovato alcune cose anchesulla moto con cui corriamo esono certo che nei prossimi GPsaremo più competitivi». Buonenotizie anche dalla nuovagomma posteriore dura portatadalla Bridgestone (non provatadaipilotiHonda).«Iofaticoconlamorbida,questaèmiglioredi quella che abbiamooggi, che è praticamente inutilizzabile».Per Ducati, infine,nessuna novità, se non dettagli,maDovizioso(8°)èandatovia con un piccolo sorriso: «Almenoho girato di passo un po’più veloce».© RIPRODUZIONE RISERVATA4DOVIZIOSOOTTAVOI tempidi Misano(4 226 m)S1. M.Marquez(Spa/Honda)1’33”2642. Lorenzo(Spa/Yamaha)1’33”5023. V.Rossi(Ita/Yamaha)1’33”6604. Crutchlow(GB/Yamaha)1’33”7805. Bautista(Spa/Honda)1’33”8776. Pedrosa(Spa/Honda)1’33”8927. Bradl(Ger/Honda)1’34”0158. Dovizioso(Ita/Ducati)1’34”1189. Hayden(Usa/Ducati)1’34”25210. Iannone(Ita/Ducati)1’34”37811. B.Smith(GB/Yamaha)1’34”41412. Pirro(Ita/Ducati)1’34”65213. De Puniet(Fra/Suzuki)1’35”09714. Aoyama(Gia/Ftr)1’35”50115. Petrucci(Ita/Ioda­Suter)1’35”67116. Hernandez(Col/Ducati)1’36”27717. Barbera(Spa/Ftr)1’36”34818. Edwards(Usa/Ftr­Kawasaki)1’36”40219. Corti(Ita/Ftr­Kawasaki)1’36”54020. M.Laverty(GB/Pbm)1’37”69921. Magnoni(Ita/Ioda­Suter)1’39”107SRecorddella pista1’32”915M.Marquez2013


26LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013


MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT27CICLISMO DOMENICA SCATTA IN TOSCANA LA RASSEGNA IRIDATABettini:«EmozionepuraEdèl’oradifarerisultato»MondialediFirenze,la4 a Nazionaledelc.t.:Nibalileader,Pozzatoalternativa,dentroPonzi.«Hosceltouominichedannosicurezza»CIRO SCOGNAMIGLIO@cirogazzettaMILANOSarà il Mondiale di casa edegli affetti. Paolo Bettini èbravissimo a spiegarlo. «Mia figliaVeronica è nata a Firenze eio stesso, livornese, ci ho passatodei periodi. A Montecatini,dove faremo base, mi allenavoda junior e corteggiavo anchequalche ragazzina. Sul percorso,dalla macchina, vedrò lefacce del pubblico e ne riconosceròuna su tre. E poi questo èil Mondiale di Franco Ballerinie Alfredo Martini. Sarà emozionepura. Noi saremo imprevedibili,ed è ora di portare acasa il risultato».Strategia Alla presentazionedi Milano della spedizione italiana,è il c.t. azzurro l’«osservatospeciale». C’è anche un po’di clima olimpico, con l’assessoreallo sport della RegioneLombardia Antonio Rossi e ilpresidente del Coni lombardoPierluigi Marzorati. Sia Bettinisia il presidente federale RenatoDi Rocco salutano AlfredoMartini, che sta recuperandodopo un intervento chirurgico.Poi, la squadra: gli annunciatiAdriano Malori e Marco Pinottiper la crono del 25, e confermatadi fatto per la prova in lineadi domenica 29 la squadraanticipata dalla Gazzetta: Nibali,Vanotti, Paolini, Pozzato,Ulissi, Scarponi, Santaromita,Nocentini, Giampaolo Caruso,Visconti e Ponzi. Quest’ultimo,grazie all’ottimo secondo postoGuaio Visconti:cade in GranBretagna, batte ilginocchio destro,si ritira. E ora?di domenica a Montreal, si èguadagnato la convocazione,sorpassando Damiano Caruso.Da stabilire le due riserve.«Nibali è uscito bene dallaVuelta — riflette Bettini —. Hatrovato un Horner superlativo,ma uno che è in calo non scattain quel modo sull’Angliru. Vincenzoè il leader assoluto delnostro movimento, ma non èveloce in caso di arrivo di ungruppetto su un percorso duro,ma non durissimo. Dunque,abbiamo bisogno di alternativeveloci come Pozzato e Paolini,contro avversari del calibro diSagan, Cancellara e Gilbert...».Anni Si ragiona anche sull’etàmedia piuttosto alta (29,9anni), in controtendenza conquella delle ultime Nazionali,al punto che si chiede a Bettinise non si riveda nel c.t. del calcioCesare Prandelli. «Ulissi ePonzi sono giovani. Ma Firenzeè un traguardo importante e hoscelto uomini che su una distanzacosì lunga possono darmisicurezza. Poi dipende dalleilcaso ILREDELLAVUELTAVincenzoNibali, 28 anni,leaderazzurro,pedala sulcircuito diFirenze (puntichiave: salitadi Fiesole e ViaSalviati) conil commissariotecnicoazzurroPaolo Bettini,39 anniBETTINIstagioni: lo scorso anno c’eraMoser, che quest’anno si èchiamato fuori».Avvicinamento Sabato, al GpCosta degli Etruschi di Donoratico,con gli under 23 di Amadoricorreranno Santaromita eNocentini; Nibali, Pozzato,Scarponi, Ulissi e Vanotti sarannoal via con le squadre diclub. A Prato, il giorno dopo (incontemporanea con le cronosquadreper team che aprirannoi Mondiali), ci saranno Paolinie G. Caruso. Da valutare intantole condizioni di GiovanniVisconti, ieri caduto e ritiratoal Giro di Gran Bretagna (tappaa Ciolek), la corsa in cui ilc.t. Bettini si aspettava qualchesegnale importante da lui.«Una disdetta — racconta il toscano—. Pioveva, sono cadutoe ho battuto il ginocchio destro.All’inizio ho temuto il peggio.E’ una forte contusione,rientro in Italia e vediamo». Lepossibilità della panchina, odella sostituzione nel caso chele condizioni fisiche non dianogaranzia, sono sul tappeto.Raduno La Nazionale si ritroveràdomenica sera a MontecatiniTerme. E’ la quarta, ai Mondiali,di c.t. Bettini. Il migliorrisultato è stato il 4° posto diPozzato a Geelong 2010. Nonesiste posto al mondo miglioredi Firenze per fare meglio.LEGGIILCOMMENTOdi Luca Gialanellaapagina23© RIPRODUZIONE RISERVATA&4GLIUNDICIPERIL29SEtà media:29,9 anniBettini è c.t.dal 2010Gli 11 convocatida Bettini per laprova in linea didomenica 29settembre (272km da Lucca aFirenze):GiampaoloCaruso(Katusha);VincenzoNibali(Astana); RinaldoNocentini(Ag2r); LucaPaolini(Katusha);Simone Ponzi(Astana); FilippoPozzato (nellafoto: Lampre­Merida); IvanSantaromita(Bmc); MicheleScarponi(Lampre­Merida); DiegoUlissi(Lampre­Merida);AlessandroVanotti(Astana);GiovanniVisconti(Movistar).CronometroAdriano Malori(Lampre­Merida); MarcoPinotti (Bmc)AzzurriDONNEGuderzo­BronziniLongoBorghiniokEcco le donne del c.t. DinoSalvoldi per la prova IN LINEA disabato 28: Giorgia Bronzini, NoemiCantele, Francesca Cauz, TatianaGuderzo, Valentina Scandolara,Susanna Zorzi, Elisa LongoBorghini e Rossella Ratto. Perqueste ultime due, impegno anchenella CRONO del 24. Riserve:Elena Cecchini, Dalia Muccioli.Giorgia Bronzini, oro 2010 e 2011UNDER23LeambizionidiVillella­ZordanGli Under 23 per la provaIN LINEA del 27/9: Alberto Bettiol,Davide Formolo, MicheleScartezzini, Davide Villella,Andrea Zordan. Riserve: NiccoloBonifazio, Daniele Dall’Oste,Manuel Senni.CRONO (23/9): Simone Antonini,Davide Martinelli. Riserve: SimoneSterbini, Mattia Frapporti.JUNIORESAriannaFidanzatraledonneUOMINI Crono: Affini,Chesi, Ganna e Plebani (24/9, 2riserve). In linea (28/9, 2 riserve):Andreoletti, Colonna, Fabbro,Fortunato, Fedeli, Lizde, Rota,Rupiani, Velasco. DONNECrono: Maltese, Pattaro (23/9).Linea (27/9, 1 riserva): Bonimi, DalSanto, Fidanza, Franchi e Maffeis.ControlloasorpresaL’UsadacercaHornerSbagliahotel,siscusaL’Agenziaantidopingèandatanell’albergodellasquadra,maluiavevacomunicatoilcambiamentoDAL NOSTRO INVIATOCLAUDIO GHISALBERTISPAGNAPensavano di avere segnato un bellissimogol, invece è diventato un clamoroso autogol. Ilprimo giorno dopo Vuelta è stato elettrico, quasinevrastenico. Il «caso Horner» esplode moltopresto, alle 6.25, quando due ispettori dell’Agenziaspagnola antidoping si recano all’hotelPrincesa di Alcorcon, periferia sud­ovest diMadrid, dove è alloggiata RadioShack, alla ricercadella maglia rossa. Agiscono su delegadell’Usada, l’agenzia antidoping statunitense,sì, quella che ha incastrato Armstrong. ma nellacamera di Horner c’è un’altra persona. Vienechiamato Luca Guercilena, il team manager,che spiega che all’una di notte, dopo la festa perla vittoria con la squadra, il corridore ha raggiuntola moglie in un altro hotel della zona.Dice di sapere solo che la moglie di Horner hadetto che era vicino, all’uscita precedente dell’autostrada.Guercilena invita i due ispettori acontrollare gli «slot» dell’Adams per verificaredove si trova realmente Horner. I due rispondonoche hanno la certezza che il corridore dovrebbetrovarsi lì. A quel punto il manager italianoprova a contattare il suo corridore e lamoglie al cellulare, ma entrambi i telefoni sonospenti. Nello stesso momento, uno dei dueispettori avvisa del fatto un noto giornalistaspagnolo. Inizia la bufera.Esplosione Il primo a parlare dimancata reperibilità di Horner al controlloè il sito del quotidiano spagnolo As.La notizia esplode a livello mondiale. Dov’erarealmente Horner? Alcune mail chiarisconola faccenda. Domenica mattina il corridorecomunica all’Usada il cambio di hotelper il giorno seguente. Avvisa che la sua finestradi reperibilità, dalle 6 alle 7, sarà all’hotelCiudad de Mostoles, a 6 chilometri, una decinadi minuti, dai compagni. Allega indirizzo e telefonodell’hotel, più numero di camera, la 314.Comunica anche che poi volerà a Bend, in Oregon,dove vive. Horner si muove nella completalegalità perché il cambio può essere comunicatovia telematica o sms, fino a un minuto prima.Ieri sera, alle 20.30 italiane, è l’Usada stessacon un comunicato a chiarire che non si trattadi «mancato controllo». In sostanza, si leggeche «Mr Horner ha correttamente, e nei tempiChris Horner,41 anni, il piùanziano redi un grandegiro: Nibali è2° a 37” BETTINIgiusti, compilato il modulo di reperibilità, male informazioni ricevute negli Stati Uniti nonsono state girate agli ispettori in Spagna primadi arrivare in hotel». Succede perché solo il responsabiledell’agenzia ha accesso ai dati. Gliispettori, invece, ricevono un incarico. Se l’incaricoè antecedente al cambio e gli ispettorinon vengono avvisati dal responsabile dell’agenzia,in questo caso l’Usada, ecco che ilviaggio va a vuoto.Un altro punto che è bene chiarire: tempie i modi d’intervento dell’Usada. Duranteuna corsa, quindi fino a domenica alle 23,i controlli vengono considerati «in competizione»,quindi possono essere effettuatisolo da Uci e Wada. Eventualmente, inquesto caso, dal Comitato olimpico spagnolo,ma solo su atleti spagnoli. Dalle 23alle 6, poi, per regolamento i corridorihanno diritto di non essere disturbati. Eccoquindi che l’Usada si è mossa appenapossibile. C’è da dire però che le varieagenzie nazionali non hanno acceso a indiscrezionisui test effettuati in corsa. Ovvero,se anche ci fosse un risultato dubbio osospetto di Horner durante la Vuelta, l’Usadanon lo sa. O, meglio, non lo potrebbe sapere.Resta da chiedersi, a questo punto: achi ha telefonato quell’ispettore? E perché?© RIPRODUZIONE RISERVATALoscambiodiemailelaconfermadell’agenziaUsaLe due email chechiariscono il caso di ChrisHorner. Qui sopra, lacomunicazione che il vincitoredella Vuelta invia alle 10.01’22”di domenica mattina all’Usada:indica l’Hotel Ciudad deMostoles per la notte, lafinestra oraria 6­7 del mattinoper la reperibilità, il piano divolo per raggiungere la suacasa a Bend, in Oregon.A sinistra, la rispostaautomatica dell’Usada(l’agenzia antidopingamericana) che arriva 8" dopola comunicazione di Horner. Silegge: «Your update has beenreceived» (Il vostroaggiornamento è statoricevuto), e un codice (ME...)che corrisponde al numerodella pratica di Horner nel fileUsada. Ma in Spagna nessunoè stato mai informato


28LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013BASKET EUROPEO IN SLOVENIAAzzurrichecolpo!Rimontanoda­15laSpagnareginaSognaresipuòSensazionale:l’Italiabattealsupplementareibicampioni.GiovedìilquartoconlaLituaniaDAL NOSTRO INVIATOLUCA CHIABOTTILUBIANA (Slovenia)Da quanto tempo nonbattevamo la Spagna... Quattordicianni dopo ce l’abbiamofatta, per un decimo. Mancanomeno di 3” alla fine, per completarel’ennesima rimonta da­15 all’Italia i conti non tornanoper soli due punti. Sulla rimessaabbiamoquattrotiratoriin campo, il gioco prevede unblocco per liberare Marco Belinellida tre, un altro per l’unocontro uno di Alessandro Gentile:gli spagnoli li anticipano,Gigi Datome legge la situazionecome un libro che conoscegià,sibuttadentro,dribbla,segna:pareggio. Sono almeno 8’che gli azzurri hanno in manola partita dopo i problemi deiduequarticentralipersi44­21,non se la lasciano portar viaanche se non c’è più il grandecapo dell’area Marco Cusinfuori per falli. Nicolò Melli siimmola su Marc Gasol, Gentilerealizza otto punti nell’overtime,16 considerando anchel’ultimo quarto.laguidaGreciaeliminataTrinchieri:«Futuro?Neparleremo»Greciafuoridalleprimeotto:nonsuccedevadall’edizione del 2001. Ieri, la squadradi Trinchieri doveva prima battere laCroaziaepoi,perpassareaiquarti,sperarenelsuccessoazzurrocontrolaSpagna.Hainvecesalutatol’Europeoprima,al termine di due supplementari di unagara sempre punto a punto, con i greciche dopo aver a lungo inseguito non sonoriuscitiapiazzareilcolpodelk.o.,dovendopure rinunciare a Spanoulis perfallinelprimosupplementare.Lapanchinadi Trinchieri non sembra così saldanonostante i due anni di contratto. «NonèunrisultatochecisoddisfamaallafinelasquadracontrolaCroaziahadatotutto—spiegailcoach—nellasecondafasesiamostatipuresfortunatiperaverpersoMavrokefalidis, compagno ideale diSpanoulisperinostrigiochi.Lamiaposizione?È presto, c’è tanto stress, ci siederemoa tavolino e discuteremo con lamassima serenità».GIRONE F Ieri Croazia­Grecia 92­88d2ts (Bogdanovic 22, Tomic 15, Ukic 14;Bourousis 21, Spanoulis 18, Zisis e Kaimokoglou14); ITALIA­Spagna 86­81 dts;Slovenia­Finlandia 92­76 (Lee 17; Nachbar15).Classifica: 1. Croazia* 4 vinte 1 persa; 2.Slovenia* 3­2, 3. ITALIA 3­2*; 4. Spagna2­3, 5. Finlandia 2­3; Grecia 1­4.(In caso di arrivo in parità decide loscontro diretto)GIRONEE1Serbia, 2. Lituania* 4 vinte 1persa; 3. Francia* 3­2; 4. Ucraina* 2­3;Belgio, Lettonia 1­4.CALENDARIO Quarti domani e giovedì,semifinali venerdì, finali per il 3 o posto eper il titolo domenica. Le squadre battuteaiquartigiocherannodagiovedìlesfideper il 5 o e 8 o posto.MONDIALE 2014 Le prime 6 dell’Europeosi qualificano per il Mondiale 2014.SelaSpagna,Paeseorganizzatore,arrivassetra le prime 6, si qualificherà anchela 7 a .Giovane Prestazione pazzescadopo il buio croato: è il piùgiovaneincampo,insegnapallacanestroe freddezza. Subisceun contatto terminale daGasol,cadesugomitoefianco,si rialza e ricomincia comeniente fosse. Gli spagnoli sonovisibilmente scossi, credevanodi aver già battuto la piccolaItalia dando un po’ di gas dopoun inizio orribile e non ce lafannopiùarientrare,mostrandotutti i loro limiti attuali digioco,cheinrealtànonhanno.Vannodoveliportanolegiocateindividuali delle loro stelleche sono potenti, ma non hannoun piano B. Troviamo la Lituanianeiquarti,esoloilnomefa impressione, vederli in campopoi, con 5 giocatori sopra i2.10 e l’ala, il più forte, Kleizache sembra l’armadio dove riporreDatome, qualche settimanafaciavrebbefattoapporreil timbro «impossibile» allasfida. Ma con questa squadranonabbiamopauradiniente,tifa andare su e giù come il punteggiodella partita, ma sai chedellorocaratteretipuoifidare.Segnali «Abbiamo solo unmodo di giocare a pallacanestro— dice Simone Pianigiani— e non abbiamo alternative.Ancora una volta i ragazzi cihanno creduto fino alla fine rimontandocomeconSloveniaeCroazia. E’ arrivata una vittoriadigrandeprestigio,hovistosegnali importanti come la rimessadelpareggio,lafreddezzaai liberi quando contava eun paio di difese nel supplementare.Hoconcessolaserataliberaairagazzi,selasonomeritata».LaSpagnaèqualificatadalla precedente vittoria dellaCroazia, dorme sugli allori,vienetravoltadaBelinellimentre,dovendo scegliere un centroperlapropriasquadra,tuttiprenderebbero Cusin, e nonGasol, che chiude l’area alleentrateavversarie.Lesuestoppatecifannosentiresupereroi,Orenga mette tutti i titolari asedere,evinceluigrazieaSergioRodriguez contro il nostrosecondo quintetto. I bicampionid’Europa rientrano, Aradorie Datome ci tengono davantima Gasol adesso è quello vero.E nel terzo quarto, dal 43­42,subiamoun12­0in7’disiccità,contro la zonetta della Spagnainanelliamo uno 0/3 da tre etre perse. Mancano 8’, siamosottodi15.LaSpagnafaunpo’il fenomeno, Gentile e AradoriMarco Cusin, 28 anni, 2.11, ferma MarcGasol, 28 anni, 2.16, che ha segnato32 punti con 10 rimbalzi CIAM­CASTl’azzannano. Pensano di controllarci,ma isoliamo Marc anchequandoormaisiamosenzaCusin, e i due azzurri non sbaglianopiù,nelmigliormomentodi Cinciarini e con un Belinellipreciso anche in difesafacciamosaltareanchelazona.Pareggiamo con Datome, andiamovia a braccia alzate nelsupplementare. Vedere comegli azzurri hanno distrutto leguardie spagnole, orripilanteRubio,maleCalderon,modestigli altri, e parametrare il datosu quelle lituane, il punto deboledei prossimi avversari, cifa venire l’acquolina in bocca.Ormai crediamo che tutto siadavvero possibile.© RIPRODUZIONE RISERVATAILTABELLONEDOMANIIPRIMIDUEQUARTIQUARTIQUARTImercoledì 18 giovedì 19SERBIASPAGNASLOVENIAFRANCIASEMIFINALIvenerdì 20FINALEdomenica 22CROAZIAUCRAINALITUANIAITALIAGDSITALIA86GIOCATORE MIN TIRI DAL CAMPO TIRO DA 2 TIRO DA 3 TIRI LIBERI RIMBALZI FALLIASS PER REC STOPS/T % S/T % S/T % S/T % O D TOT C S+/­ PUNTI4 ARADORI* 37:31 1/7 50.0 7/11 63.6 0/3 0.0 3/5 60.0 1 3 4 3 2 0 0 1 3 10 175 GENTILE 28:56 6/11 54.5 4/6 66.7 2/5 40.0 11/11 100.0 1 6 7 1 2 0 0 2 7 0 256 ROSSELLI 03:06 0/0 0.0 0/0 0.0 0/0 0.0 0/0 0.0 0 1 1 0 0 0 0 3 1 ­2 07 VITALI 08:25 1/4 25.0 0/2 0.0 1/2 50.0 0/0 0.0 0 0 0 0 0 1 0 1 1 ­1 38 POETA 02:25 0/0 0.0 0/0 0.0 0/0 0.0 0/0 0.0 0 1 1 0 0 0 0 1 0 1 09 MELLI 16:49 1/2 50.0 1/2 50.0 0/0 0.0 0/2 0.0 2 2 4 2 1 0 0 2 1 ­4 210 BELINELLI* 34:45 1/6 42.9 4/6 66.7 2/8 25.0 2/4 50.0 2 6 8 0 2 0 0 5 3 14 1611 DIENER 11:07 0/3 0.0 0/1 0.0 0/2 0.0 0/0 0.0 0 0 0 0 1 0 0 0 1 ­22 012 CUSIN* 28:09 1/2 50.0 1/2 50.0 0/0 0.0 2/2 100.0 2 9 11 0 3 1 3 5 2 7 413 DATOME 22:20 4/9 44.4 3/4 75.0 1/5 20.0 2/2 100.0 0 4 4 1 4 0 1 3 3 ­4 1114 MAGRO N.E.15 CINCIARINI* 31:27 4/8 50.0 4/7 57.1 0/1 0.0 0/0 0.0 1 1 2 2 2 1 0 2 1 26 8TEAM 1 5 6 0 0TOTAL 30/67 44.8 24/41 58.5 6/26 23.1 20/26 76.9 10 38 48 9 17 3 4 25 23 86ARBITRI: lottermoser (Ger), Rocha (por), Mogulkoc (Tur). Spettatori: 3000.SPAGNA81DTS(24­12,37­37;45­56,70­70)GIOCATORE MIN TIRI DAL CAMPO TIRO DA 2 TIRO DA 3 TIRI LIBERI RIMBALZI FALLIASS PER REC STOPS/T % S/T % S/T % S/T % O D TOT C S+/­ PUNTI4 AGUILAR N.E.5 FERNANDEZ* 21:55 2/8 25.0 2/6 33.3 0/2 0.0 0/0 0.0 1 1 2 2 0 2 0 2 2 ­4 46 RODRIGUEZ 24:05 7/12 58.3 5/8 62.5 2/4 50.0 2/4 50.0 0 3 3 6 0 1 0 1 3 6 187 REY 08:03 1/1 100.0 1/1 100.0 0/0 0.0 0/0 0.0 0 2 2 0 0 0 0 3 1 14 28 CALDERON* 23:55 2/10 20.0 1/6 16.7 1/4 25.0 0/0 0.0 0 0 0 2 2 1 0 2 3 ­10 59 RUBIO* 16:17 1/4 25.0 1/3 33.3 0/1 0.0 0/0 0.0 0 1 1 1 1 0 0 1 0 ­2 210 CLAVER 18:00 2/4 50.0 1/3 33.3 1/1 100.0 0/2 0.0 3 3 6 0 1 1 1 2 2 7 511 SAN EMETERIO 27:05 2/6 33.3 2/2 100.0 0/4 0.0 0/0 0.0 1 2 3 0 0 0 0 3 1 ­3 412 LLULL 21:43 2/6 33.3 2/3 66.7 0/3 0.0 1/2 50.0 0 4 4 1 2 1 0 3 2 ­2 513 GASOL* 36:57 1/11 57.9 1/10 58.8 1/2 50.0 9/12 75.0 2 8 10 0 2 1 0 4 11 ­19 3214 GABRIEL N.E.15 MOMBRU 27:00 2/7 28.6 2/3 66.7 0/4 0.0 0/0 0.0 1 4 5 0 1 0 0 3 0 ­12 4TEAM 2 0 2 0 0TOTAL 32/77 41.6 27/52 51.9 5/25 20.0 12/20 60.0 10 28 38 12 9 7 1 24 25 81NOTE ­ Progressione: 5’ 10­5, 15’ 24­24, 25’ 43­42, 35’ 53­64. Usciti per 5 falli: Cusin 37’58” (62­66), Belinelli 43’13” (80­72).


MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT29lePagelleITALIA7STAVOLTALA RISALITAE’ COMPLETAPer 32’ un film già visto aLubiana, da +12 a ­15. Ma larimonta è stata fantastica estavolta non s’è fermatanonostante Gasol.7BELINELLIPrimo quartostrepitoso (10punti), i duecentrali conproblemi al tiro(1/6), poi bene,esce per 5 falliquando ormaisiamo a +8. Simangia leguardieavversarie arimbalzo.7CUSINCi dà unimmensocoraggio con lestoppate delprimo quarto(totale 3), poisoffre Gasolcome è giustoche sia, ma nonarretra di unmillimetro finoall’uscita per 5falli.h8GENTILE il miglioreL’uomo della svolta,anche quando è impiegatoda ala forte. Record dipunti in Nazionale dopo i20 realizzati sempre inquesto Europeo con laTurchia, solido a rimbalzo,segna 8 punti nelsupplementare, 4/4 ailiberi negli ultimi 20”, dopoil passaggio a vuoto conla Croazia. Fa sceltegiuste ed è l’unico che vabene anche quando ilresto della squadra nonfunziona.5DIENERPartita difficile,zero punti in 11’,­22 di plusminus.Soprattutto noncapisce checontroRodriguez devefare il solitoDiener, per unavolta che nonpatiscefisicamente.GLIITALIANISUIPROSSIMIAVVERSARI«LaLituania?Tantotalentoetantilunghi»I gemelli Lavrinovic, Darius e Ksistof, 33 anni ANSALUBIANA«I ragazzi ci proveranno, come sempre.La Lituania ha tanto talento. Noi siamo arrivatia sei vittorie in otto gare, un bel ruolino dimarcia: pensiamo a vincerne una delle prossimetre, significherebbe andare al Mondiale,tanta roba»: Simone Pianigiani ha il volto disteso,si gode il bel momento di un’Italia chenon molla di un centimetro, proprio com’erala sua Siena quando dominava in Italia senzaguardare in faccia a nessuno. «Giocheremocontro pronostico — continua il tecnico — laLituania ha in squadra tanti lunghi, il loroproblema semmai è di farli giocare un po’ tutti...».Testa alta Gigi Datome, l’autore del canestroche ha portato all’overtime, prosegue lasua magica stagione. Adesso si gioca giovedì,un giorno di riposo in più. «Non cambia niente,davvero — attacca l’ala dei Pistons — ormaisiamo carichi. Sarà una partita difficile,bella, che questo gruppo merita di giocare. Lofaremo a testa alta, sappiamo l’importanzadella posta in palio. La Lituania è sicuramenteabituata più di noi a questo tipo di gare secche,però abbiamo già battuto Russia, Turchia,Grecia, Spagna. E metteremo in difficoltàanche i lituani». Ha giocato con i soliti antidolorificie antinfiammatori. «Lo faccio da unpo’ — continua — la caviglia continua a darmifastidio dall’inizio dell’Europeo. Convivocol dolore. Con la Spagna non c’è motivo perchénon dovessi giocare». Marco Belinelli si èpreso tante responsabilità in attacco («Con ilituani sarà una battaglia»), Andrea Cinciariniha gli occhi lucidi. Dedica la vittoria all’amicoMatteo Bertolazzi, scomparso prematuramentee suo compagno di squadra a Pistoia.«È stata una notizia che mi ha sconvolto,abbiamo ottenuto assieme una promozione inLegaDue: sono doppiamente contento di averbattuto la Spagna, da lassù ci avrà dato unamano anche lui. La Lituania? Sono dei giganti.Ma l’Italia non si batte facilmente».canf.© RIPRODUZIONE RISERVATA7MELLIIl primopassaggio incampo è quellodel recuperospagnolo. Poi èbravo, anzidecisivo:giochiamo gliultimi 7’ senzaCusin e concedesolo 4 punti aGasol. Come hafatto?7DATOMEAndavacentellinatoperché lacaviglia ha deiproblemi e coltempo ha fattosempre piùfatica tirandofuori, però, dalcilindro ilcanestro a 1/10dalla fine per ilsupplementare.7CINCIARINIInizia maluccio,ma fa le cosemigliori nellastriscia decisivacon canestri escelteimportanti. Nonè un caso, perquello chevalgono le cifre,che i quintetticon lui hannovinto di...26.6VITALIInizia benissimoda ala forte contripla erecupero, poi fafatica efisicamente nonpuò competerecon chi è moltopiù grosso di lui.Ma sono 8’ spesibene.7.5ARADORINove puntinell’ultimoquarto durantela rimonta.Quando segna ilprimo canestroitaliano contro lazona a 2’45”dalla fine, lapartita cambiacompletamentee infiliamo laSpagna.N.G.POETAROSSELLIIl primo gioca 2’quando Dienernon funziona,ma non lascia ilsegno. Ilsecondo Prendeun rimbalzo in 3’.Ci voleva unopiù pericoloso inattacco.IlcentroritrovatoMARCOCUSIN«GranfortunaaverpotutodifenderecontroGasol»L’azzurroèunadellerivelazioni:«ACantùhopensatodinonesserepiùcapacedigiocare.CoachDalmontemihaaiutato»L. Datome, 25, A. Gentile, 20, M. Cusin, 28, A. Cinciarini, 27 CIAMILLODAL NOSTRO INVIATOMARIO CANFORALUBIANANo, non è la solita storiadi chi un giorno sogna di giocarecontro i grandi campionidella Nba, davvero vistisoltanto in televisione. Italia­Spagna, nello starting five lasfida dei centri è tra MarcoCusin e Marc Gasol. Curiosità:i due, dal nome comune,hanno una differenza d’etàdi appena 30 giorni. Lo spagnoloè nato a Barcellona il29 gennaio 1985, «Cuso» il28 febbraio a Pordenone. Ilpalmares del colosso catalanodi 2.16 è di primissimo livello:due argenti olimpici,un oro al Mondiale, due oriall’Europeo con la canottierarossa. E poi, col Barcellona,una Liga Acb, una Supercoppaspagnola e l’Eurocup colGirona. Ma probabilmenteper il giocatore dei MemphisGrizzlies il riconoscimentopiù importante arriva nell’ultimastagione, quando vienenominato miglior difensoredella Nba.DI CHIABOSPAGNA6SUBITA LARIMONTA, NONCAMBIA PASSODopo un inizio orribile,pensava di averci steso esulla nostra rimonta non hacambiato passo pensando dibatterci comunque.FERNANDEZ 5.5 Voli fenomenali,meno concretezza stavoltaRODRIGUEZ 7.5 Il giocatore.decisivo, più di Gasol: non sparisceREY 6 Otto minuti in cui la Spagnarecupera, lui fa poco però.CALDERON 5 Un disastro anche altiro, maluccio in difesa.RUBIO 4 Gioca 16’ di nulla.CLAVER 6 L’arma per batterci, fapoco o nulla per riuscirci.SAN EMETERIO 6 Ci mette energiama non gli entra il tiro.LLULL 6 Idem come San Emeterio:in due 0/7 da tre.GASOL 7.5 Dominante, immarcabilema che atteggiamento...MUMBRU 5 Tatticamente sarebbel’uomo chiave. Sarebbe.Re della difesa Ci sarebbeda non dormire la notte, per«Cuso». Che invece sin dallapalla a due fa tutt’altro che lacomparsa, a confronto col redella difesa. Sgomita, saltacome non mai, è di una reattivitàpazzesca. Nessuna sorpresa,in verità. Perchè stadisputando un Europeo super,da incorniciare. Dopo ladelusione in Lituania di dueanni fa, la voglia di riscatto èaltissima. E contro gli spagnoliimbattibili, vincitoridella manifestazione europeanel 2009 e nel 2011,Marco si esalta. Parte con trestoppate nei primi 6’30”, nell’ordinesu Fernandez, Calderone Mumbru. I tantissimiitaliani presenti alla StoziceArena applaudono (il tifospagnolo è in minoranza), loincitano, gli dedicano un«Cusin, Cusin». Continua,mette giù rimbalzi (saranno11), si becca i «cinque» altidei compagni. Il tabellinonon gli rende giustizia, nelsenso che chi non ha visto lapartita non può capire cosac’è dietro i 28 minuti passatisul parquet.Fenomeno «Marc ha fattouna partita stratosferica —racconta — però abbiamovinto noi ed è la cosa più importante.È un fenomeno, hagiocato alla grande, segnandopure da tre. Ho cercato difare del mio meglio, sonocontento di aver avuto la fortunadi giocarci contro. Chebello far parte di quest’Italiache non molla mai e poi mai.Contro la Craozia e la Sloveniadovevamo essere più lucidiin alcune occasioni digioco, stavolta ci è andatabene. Continuiamo così, conla tranquillità e l’umilità disempre». Quanto basta percontinuare a dare spazio aisogni. «Alla Lituania ci pensiamotra qualche ora, ormaitutte meritano rispetto», specificaCusin, arrivato in ritironon al massimo della condizionee col morale un po’ sottoi tacchi. «C’è stato un periododella stagione a Cantù incui ho creduto di non esserepiù capace di giocare abasket — ha rivelato neigiorni scorsi —, ero sfiduciato.Mi ha dato una grandemano Dalmonte, che avevoavuto come tecnico a Pesaroe mi conosceva bene. Lavorandoin Nazionale, senzapensare più al passato, con lamassima concentrazione, siè rivelato importante per ritrovarela fiducia». Tutto bene,insomma. Arriva pure ilpremio: ieri Pianigiani haconcesso la serata libera, gliazzurri hanno potuto apprezzarele bellezze di Lubianadi notte. E il sogno continua.© RIPRODUZIONE RISERVATA4INUMERI10Anni dall’ultimoquartoL’ultima voltache l’Italia haraggiunto iquarti di finaleall’Europeo èstata nel 2003in Svezia. Alloral’Italia diRecalcati battèla Grecia 62­59con 14 punti diGalanda.Sconfitta dallaSpagna insemifinale, poila Nazionalechiuse al terzoposto.3Ori dellaLituaniaL’avversariadegli azzurri aiquarti ha vintogli Europei 1937(in finale conl’Italia), 1939 e,dopo la finedell’UnioneSovietica, nel2003 quandobattè in finalela Spagna.9Anni dallasemifinaleAll’Olimpiade2004, l’Italiabattè laLituaniacampioned’Europa incarica insemifinale. Finì100­91 con 31punti diGianluca Basileche chiuse conunostraordinario 7su 11 da trepunti. Poi l’Italiavenne battutain finaledall’Argentina.Quell’argento èl’ultimamedagliaazzurra in unagrandemanifestazioneinternazionale.5I lituanialti 2.10La squadralituana haun’altezzamedia di 2.03(Italia 1.98). Duesono 2.10, l’exsenese Ksistof.Lavrinovic eValanciunas,Javtokas è 2.11,DariusLavrinovic 2.12e l’ex trevigianoMotiejunas 2.13.L’ADDIOÈMORTO33ANNIAzzurriconilluttoinricordodiBertolazzi(chiabo) Quando sichiedeva che tipo di giocatorefosse Matteo Bertolazzi,ogni scouting report, sa farequesto, è bravo in quest’altro,iniziava o terminava semprecosì: «E’ una persona splendida,gli vogliono tutti bene».La curiosità, per questo giocatorecon tanti chilometritra LegaDue e Lega nazionalea Forlì, Pistoia, Vigevano, Casalpusterlengo,Omegna, nascevaanche dall’essere figliod’arte, il padre Gianni che dapiù di 30 anni impersona ilbasket femminile di Parma,tanto che Matteo mosse i primipassi sotto la guida dellastella americana Cynthia Cooper,la mamma Cristina, exgiocatrice. Anche la sorellaGiulia giocava, ma non eracosì forte. Una famiglia appassionata.Matteo è mortoieri, a 35 anni, dopo un annodi malattia, di lotta accanita,di illusioni. Un dramma ches’è manifestato la scorsa estate,dopo le amichevoli estivea Omegna. Giocatore intelligente,in altri tempi avrebbepotuto puntare a una carrieradignitosa in serie A rimasta a1 punto in 1’ con la Virtus Bologna,nel cui vivaio era cresciuto.Offerte ne aveva avuteanche di recente, ma Matteosi divertiva giocando epreferiva farlo, da protagonistadi due promozioni in LegaDue,nelle serie minoripiuttosto che guardare dauna panchina più prestigiosa.La malattia di Matteo hacolpito la pallacanestro: tantistriscioni, cori, magliette anchenei palazzetti fuori casadurante tutta la scorsa stagionetestimoniavano anchela stima e l’affetto anche degliavversari, non solo l’amoredi chi lo conosceva. Ieri, all’Europeo,l’Italia ha portatoil lutto, il pensiero degli azzurri,di Datome, Cinciarinidopo la vittoria è stato perlui. Durante l’inno di Mameli,un cartello sullo sfondo dellanostra Nazionale schieratadiceva: «Tutti pazzi per Bertolazzi».E’ il tributo di unmondo a cui mancherà nonun campione ma un buongiocatore, che tutti preferivanodefinire una personasplendida.© RIPRODUZIONE RISERVATASERIEALaVirtuschiudelasquadraconillungoJordan(l.z.) La Virtus Bolognacompleta la squadra conJerome Jordan, 27enne, 2.13,giamaicano (quindi Cotonou edequiparato a un comunitario), 2 ascelta di Milwaukee nel 2010.Jordan ha giocato in Europacon Krka Nove Mesto eHemofarm Vrsac, 21 presenzenei Knicks e una lungaesperienza in D League.Avellino ha ufficializzato l’arrivodi Jarvis James Hayes.


30LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013


MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT31TIRO A VOLO SCATTATI I MONDIALI IN PERU’«Sognounregaloperlamiabimba»LaSpadasigiocatuttalastagioneinungiorno,quellodelprimocompleannodellafigliaMARIO SALVINIUn anno fa esatto nascevaGinevra. Che oggi non spegneràla candelina con lamamma. Niente di drammatico,lafestaèsolorimandata.Epotrebbe valerne la pena. Ilfatto è che la mamma ha troppipiattellidarompereeunpo’di tempo da recuperare. Perun’atletaprofessionistaavoltei calendari diventano una tortura.E se siamo abituati a papàdituttiglisportchemandanogli auguri a figli rimasti acasa a compiere gli anni o farela prima comunione, quandocapita a una mamma ­ non ègiusto,manonc’ènulladafare­ suona ancora strano. «Sembramolto strano, anzi brutto,anche a me», dice la mammadi Ginevra, Katiuscia Spada,dall’ «Altra parte del Mondo».Da Lima, dove ieri notte è cominciatoil Mondiale.DUEANNIFAUNADELLEEDIZIONIPIU’POVEREMACONL’ORODIFABBRIZINEL 2011 UNA SOLA MEDAGLIA61989 1990 1991 1993 1995 1995 1997 1998 1999 2001 2002 2003 2005 2006 2007 2009 2010 2011MontecatiniMosca5Perth3 3BarcellonaFagnano ONicosiaRitorno in famiglia Eppure lacoincidenza è troppo bella pernonessereanchesignificativa.E’ come se oggi la carriera diKatiuscia ricominciasse, nelladata più importante della suavita.Adirelaveritàeragiàtornata,all’Europeo di un mese emezzofainGermania,vincendol’oro a squadre. Ma era ancoraunpo’indietro,peresserecompetitiva come è abituata.Anchesenonhamaiveramentesmesso del tutto di sparare.«Dopo il terzo mese – spiega –a me, diversamente da quelche è successo a Chiara (Cainero,ndr), i medici avevanosconsigliato di allenarmi. Peròfino all’ultimo, fino al nonomese,unaserieognitantol’hosparata. Ginevra protestava,scalciando». Ugualmenteadesso c’è del tempo da recuperare.Perché: «Non è faciletornare ai livelli di prima – diceKatiuscia – bisogna riorganizzarei propri obiettivi conuna priorità principale che èquella di crescere un figlio. Civuole un aiuto forte da partedella tua famiglia». E cioè delmarito Simone, a sua volta tiratore.E dalla mamma, ovviamente,la signora Nadia. Unachedev’essereabituataaregolarele cose di casa su ritmi eesigenze del tiro. Suo maritoVeniero, papà di Kati, ha una41Lima52Barcellona3TampereSolo le 5 discipline olimpiche individuali: fossa olimpicauomini e donne, double trap uomini, skeet uomini e donneOro Argento Bronzo0Cairo2 2LahtiNicosiaCOPPADELMONDO2010Katiuscia Spada, poliziotta, 32enne di Fabro (Tr): ha vinto laCoppa del Mondo 2010, ai Mondiali ha un argento e un bronzoLonato52Zagabria3NicosiaMaribor5Monaco21BelgradoGDSsfilza di titoli italiani di sporting.Specialità di cui l’altro figlioMichael è campione delMondo a squadre. Anche Katiusciaviene da lì, solo che eratroppo grossa la voglia di andareall’Olimpiade. Così perprovarcièpassataalloskeet.Ilproblemaècheperledonnediposti ai Giochi ce n’è solo uno,eseseiinnazionaleconlaCaineroè dura. «Il fatto che Chiaranon sia qui ci indeboliscenella gara a squadre», tagliacortolaSpada.Chepoimagarisarà contenta perché al postodella Cainero (in dolce attesa)c’è Simona Scocchetti: «la miamigliore amica. La cosa piùbella che mi hanno dato tuttiquesti anni di nazionale».Per Ginevra Katiuscia Spadaai Mondiali ha un argento (Nicosia2003) e un bronzo (Maribor2009): «Non ho nessuncruccioenonsentoparticolaripressioni», mette in chiaro.«Quistofaticandomoltoadassorbireil fuso. E in generaleper me questo è stato un annoparticolare: programmarticon una bimba piccola è difficile.Pianifichi tutto e poi l’allenamentosalta. Penso chel’anno in cui sarò al top sarà ilprossimo». E proprio per questo,senza pressioni che altrevolte le han giocato contro,questo Mondiale in Perù puòfruttare di più di quel che leistessaosasperare.Chissà,magarianche una bella storia daraccontare tra qualche anno aGinevra.© RIPRODUZIONE RISERVATASITUAZIONEL’azzurraèa24L’eternoFalcoèintesta:50/50Dopo la prima serieKatiuscia Spada è a 24/25. Intesta, con 25 ci sono 5 tiratrici,tra le quali le altre due azzurre:Diana Bacosi e SimonaScocchetti. Le altre a 25 sonoWenzel (Ger), Allen (Gb) ePanarina (Rus). Nella notte laseconda serie. Nel maschilesono state sparate 2 serie, con 3tiratori «Pieni» (50/50). Tra loroEnnio Falco, al 15° Mondiale chenon ha mai vinto (ha 4 argenti e 3ori). Gli altri a 50 sono Korte(Ger) e Kucharovic (Slk). Azzurriche sono in Perù senza il c.t.Andrea Benelli, rimasto in Italiaper controlli medici. Con loro c’èFrancesco Fazi, medico federale,nonché ex c.t. dello skeet.PROGRAMMA Oggi ultimi 25piattelli per le donne e alle 16.30(23.30 in Italia) la finale. Gliuomini sparano altre due serie,con l’ultima e la finale domani.ALTRI AZZURRI Double Trap(finale venerdi’) Barillà, Di Spigno,Gasparini. : Fossa: uomini (finaleil 24) Fabbrizi (campione incarica), Grazini, Pellielo; donne(finale il 23) Caporuscio, Rossi,Stanco.NEL 1997 Nel precedente aLima: 2 ori Pellielo e Gelisio(double trap); un argento diFalco; 2 bronzi di Scalzone eCenci.MOTONAUTICA IL TRAGICO INCIDENTE ALL’IDROSCALO4IMORTIINGARASDa Caimi aCasiraghi1982Guido Caimi nelGP d’Italia di F1proprioall’Idroscalo e nelgiorno dei 42anni1984Luigi Valdano, 35anni, il 27­5 inOlanda, aHertogenbosch,(F1): sbalzato alloscafo che glicade addosso;Saverio Robertoin prova il 3agosto sempre inF1 a Boretto Po1987L’ex pilota dellaFerrari, ilfrancese DidierPironi il 23agosto al largodell’isola di Wight.1990Il 3 ottobre 1990a Montecarlo, loscafo offshore diStefanoCasiraghi, 30anni, marito dellaPrincipessaCarolina diMonaco, sirovescia ad altavelocità e il pilotamuoreZantelli,iltemasicurezzaIndagatoilpilotaingleseSTEFANO ARCOBELLILamortediPaoloZantelli,domenica all’Idroscalo nell’EuropeodiFormula2,scuotela motonautica e lo sport italiano(unminutodisilenziosaràfatto osservare per tutta lasettimana dal Coni, la LegaAmbiente ha chiesto di vietarelegaresullagoMaggiore)eriproponeil tema della sicurezza,mentre prosegue il lavorodel pm Grazia Pradella. Nellasua inchiesta per omicidio colposoè stato iscritto da indagatoJelf Owen, il pilota inglesecheguidavaloscafodellacollisionecon quello di Zantelli.Interrogati Il magistrato hadisposto l’autopsia e il sequestrodelle due imbarcazioni edei filmati di gara: in attesa dinuove perizie. I carabinierihanno interrogato gli organizzatoridella Woodstock Racingche hanno consegnato ai commissaritutteledocumentazioni,il presidente della federazioneitaliana motonautica,Vincenzo Iaconianni, e il responsabiledella commissionecircuito della Fim, GiacomoBordonovi, nonché la mogliedel campione Milena Clerici,ex pilota, e il fratello Dino chefa parte del team, la MotonauticaParmense di Zantelli. I familiarisperavanodiottenereilnulla osta per portare la salmaa Colorno ed allestire la cameraardente ma tutto è slittatoPaolo Zantelll,48 anni, vienesoccorsodopol’incidente: isoccorsidell’idroscalosi attiverannodopo 12” IPPforse ad oggi. Secondo le ultimericostruzioni lo scafo diZantelli nel rettilineo di partenzaha toccato l’imbarcazionedi Owen (anch’egli interrogato)impennandosi e ribaltandosi.Nell’impatto e capovolgendosi,Zantelli è rimastosotto l’acqua privo di sensi, eda nulla è servito l’interventodei soccorritori, arrivati dopo12”. Sembra che lo scafo diZantelli per recuperare, abbialeggermente deviato dalla suatraiettoria, con una manovraun po’ rischiosa, per poi colpirela barca inglese. Non si dovrebberoprofilare responsabilitàpenali ed anche le misuredi sicurezza e i soccorsi hannofunzionato: ma le indagini sonopureincentratesulperchéilcupolino si sia staccato e gliairbagabbianoprivatoilpilotadella possibilità di evitare oquanto meno limitare l’impattocon l’acqua.Anomalia L’anomalia dell’incidenterende prudenti gliesperti.«Nonèunadifesad’ufficio— dice Iaconianni — manon ci capacitiamo di comepossa essere successo un incidentetra gli 80 e 100 km/hquando si può arrivare a 200.Due ore prima ce n’era statouno identico nella dinamica eadunavelocitàmaggiore,finitosenza conseguenze». Il pilotaFrancesco Cantando osserva:«E’successounimprevisto,questo genere di incidenti nonprovocaconseguenzeestreme:bisognaaspettarelaconclusionedelleindagini.UnasettimanafaaNottinghamcisonostati9 incidenti e nessun pilota èuscito con un graffio. La casisticaè davvero bassa ancheperché la capsula di sicurezzaè una garanzia da tempo».ILVOLODOPOLACOLLISIONEL’incidente didomenicaall’Idroscalo:nel rettilineodi partenzadell’EuropeoF2, lo scafo diZantelli va incollisione conquello inglesedi Owen Jelf es’impenna:l’impatto conl’acqua èfatale perl’emiliano IPPLezione L’ex pilota e promoterdi F1, Fabrizio Bocca: «Lasicurezza non è mai totale maabbiamo fatto passi enormi inquesti ultimi 12 anni come lecinture a 6 punti e l’airbag enel caso di Zantelli si può parlaredi evento anomalo, unacombinazionedifattorisfortunatitutti da analizzare. Un incidentedavveroparticolaresuicuicomunquebisogneràriflettereperché per migliorare glistandard: questa tragedia servaper analizzare e modificarequalcosaperilfuturo».RenatoMolinari, 18 titoli iridati, commenta:«E’ incredibile, è successoqualcosadentrolabarca,non si capisce perché un cascosi rompa a metà. Zantelli avervacorso ovunque». RinaldoOsculati,unodegliattualipilotidi F1: «Per volare via in quelmodo dev’esserci stato uncambiamento d’assetto particolare,altrimenti un volo delgenere non avrebbe dovutoavere queste conseguenze: èsuccesso qualcosa fuori dallanorma: il pilota è protetto dacrash box, pannelli, cellule disopravvivenze.Epoilabarcaèintegra,isoccorsisonoarrivativeloci per Paolo. Resto incredulo:non l’ha ucciso la motonautica».E allora che cosa?(hanno collaborato LucaBergamin e Marco Lottaroli)© RIPRODUZIONE RISERVATA4IMORTIINGARASPolli ad AbuDhabi1992Il milaneseAlessadroBalestrieri il 7dicembre muorein prova a Mardel Plata (F2)2002Il 20 dicembread Abu Dhabiper la F1 inshoreVincenzo Polli,37 anni. In quelcircuito semprenel 1993 eranomorti anche ilpluridecoratoJohn Fill e nel2001 il lituanoVictor Kunitchdopo 9 giorni2007SergioCarpentieri nelGP di Germania(MondialePowerboat P1)2009A Dubai Class 1J.M.Sanchez(Fra) e AlMehairi (E.Ar).Sempre nel2009 a LagoHavasu(Arizona) per lemoto d’acqua il17­11 il pilotaCesare Vismara


32LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013


MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT33PALLAVOLO DA VENERDÌ L’EUROPEO IN DANIMARCA200198196194192190188186184182180178200195190 189,6185180ALTEZZA MEDIA DEGLI AZZURRI AGLI EUROPEI189,6189,3189194,5191,8193,8194,6194,1195,3196,9Introduzionedel libero197,61971 1975 1977 1979 1981 1983 1985 1987 1989 1991 1993 1995 1997 1999 2001 2003 2005 2007 2009 2011 2013197,3197,3197,3196,8197,4196,4195,6196196,9200198196194192190188186184182180178D’ARCOMuriecentimetriazzurriinEuropamaicosìaltiBerruto:«Colmatoilgapancheinquesto»Bonitta:«Primadimollareun2metri...»GIAN LUCA PASINIMARISA POLILa statura conta. Ne èconvinto Mauro Berruto che inDanimarca si porterà la nazionalepiù alta di sempre. «Aiutavederechegliavversarinonsonopoifisicamentecosìdistanti,tifapensarechecelapuoifare,che puoi colmare anche le altredifferenze» dice il c.t. azzurroreducedalledueorediamichevoleconlaGermania.«Negliultimidueanniabbiamoridottoilgapchedalpuntodivistafisicoci divideva dalle squadre piùgrandi del mondo, Brasile eRussia. Le semifinali olimpicheeinWorldLeaguehannodimostratoche abbiamo ancora dafare, ma intanto siamo semprelì». Le difficoltà, spiega Berruto,arrivano dal diverso bacinodi reclutamento: «Perché nonpossiamo scegliere tra i numeristraordinari di Brasile o Russia,ma intanto sia questo gruppoche la juniores che ha vinto ilbronzo ai Mondiali non ha certoproblemi di altezza».Fisicamente La tendenza è lastessa di tutti gli altri sport,spiega il tecnico che da fine2010 è sulla panchina azzurra:«La pallavolo è coerente conl’orientamento generale: ormainello sport la fisicità è fondamentale.Noi in più abbiamoanche una grande cultura dellapallavolo, possiamo contaresullaqualitàtecnica».Atletipiùalti vuol dire cambiare tipo diallenamenti: «Abbiamo rivistolastrutturaecambiatolaclassicaroutine, abbiamo capito chece n’era bisogno se volevamoraggiungerecertirisultati».Esel’obiettivo per l’Europeo restaquello di «arrivare all’ultimogiorno come è successo nelleultime manifestazioni, per giocarcile medaglie, poi il colorenondipendesolodanoimaanchedaunaseriediparticolariefatti che non puoi controllare»,Berrutoapplaudeleduequalitànon fisiche che ama della suasquadra:«Ilcuore,venutofuoriin tutte le manifestazioni, sempreabbiamo avuto grandi momentididifficoltàesiamosempreandati oltre. L’omogeneità:questo gruppo condivide tantecose, dall’età, alle ambizioni,alla volontà e la voglia di arrivare».Ancheinaltaquota:«Noiperò continuiamo ad avere unmodello di atleta molto elegante,con capacità atletiche unitea quelle acrobatiche. Il gestotecnico resta molto complicato,molto difficile da insegnare. Eanche in questo la pallavolo insegna:difficilmente in altrisport c’è spazio per un giocatoredi taglia diversa come succedeper noi con il libero. Grandeintuizione di Acosta».AzzurriniE se i seniores sonoalti nelle Nazionali giovanili ilvolley non è da meno: «Abbiamofatto una scelta precisa disettore—spiegaMarcoBonittaallenatore della Juniores campioned’Europa e bronzo mondialequest’anno —. Per la miasquadrahopresoragazzipiùaltidi quelli che ho lasciato a casa.Ringrazio ciascuno di quelliche non ho portato perché cihanno dato tanto, ma per l’altolivello ci vogliono i centimetri.Quandohoiniziatoafarel’allenatoredei giovani i ragazzi comeBovolenta, 202, eranoun’eccezione. Adesso cerchiamoatleti sempre sopra i duemetri». Non una scelta. «Gli altrifanno lo stesso, noi non possiamoesimerci, essere lunghi èuna richiesta. cerchiamo dipuntare su gente alta e di prospettiva:con la Cadetti di quest’annoabbiamo fatto questascelta precisa». Il volley ha unsegreto? «Io penso che con il3x3siamoandatiavedereatletidi 13 anni, mentre prima guardavamoquelli di 14. Quindi cimettiamo in pista ancora prima.Poi nel volley quando troviamoun ragazzo di due metriprimadi“mollarlo”ciproviamofino all’ultimo a portarlo al primolivello».© RIPRODUZIONE RISERVATAIl c.t. Mauro Berruto tra Birarelli (a sinistra) e Beretta TARANTINILAGUIDAVenerdìidanesi(a.a.) Venerdì scatta inDanimarca l’Europeo per lasquadra di Berruto: primoavversario (20.45) i padroni dicasa, poi a seguire laBielorussia e quindi il Belgio,domenica. Con dirette su RaiSport. Come nel femminile leprime tre di ogni girone siqualificano alla fasesuccessiva a eliminazione.clicGLIJUNIORESERANOPIU’ALTI:2METRI(a.a.)L’ItaliajrlaureatasibronzoaiMondialiinTurchiasottolaguidadiBonittaeralapiùaltafraleazzurre:duemetridimedia(unrecord).Grazieai210diNelli;ai207diPicco;ai204diDiamantini,RiccieMilan.ILTESTINGERMANIAAzzurrikocontroitedeschiL’’Italia è stata sconfittaal tie­break dalla Germanianella prima amichevole. Unaprova con alti e bassi, ma condiverse indicazioni a meno diuna settimana dagli Europei.Gli azzurri hanno sofferto nelprimosetgliattacchidiFrommeGrozer.Conilpassaredeiminutiperò hanno giocato meglio:Savani e Zaytsev hannomesso in seria difficoltà i tedeschiconilservizio,lapuntualitàa muro è andata via via migliorando.Ricambio Vettori subentra aZaytsev nella fase conclusiva.Nel tie­break Savani e compagnisono partiti bene e si sonoportati avanti, ma con il passaredei minuti i tedeschi si sonorifattisottoegradualmentesonoriusciti prima a pareggiare(8­8) e successivamente a lasciareindietrol’Italiachehafinitoper cedere 15­13 dopo essereriuscita anche ad annullareun match ball. Questa seraseconda partita amichevolecontro i tedeschi, venerdìl’esordio nell’Europeo controal Danimarca.ITALIA­GERMANIA 2­3(18­25, 25­21, 24­26, 25­20, 13­15)ITALIA: Birarelli 10, Zaytsev 19, Savani19,Piano3,Travica6,Parodi6,Rossini(L).Vettori7,Beretta1,Kovar2,Mazzone1, Giovi, Saitta, Lanza. All. BerrutoGERMANIA: Fromm 15, Tischer 2, Kaliberda17, Bohme 8, Grozer 13, Fischer3,Tille(L).SteuerwaldM,Collin8,Hohne,Broshog 5, Schwarz 9, Kampa 4.Ne: Schops. All. HeynenARBITRI: Gurthoff, HenkeNOTE Durata set: 27’, 26’, 29’, 25’, 15’ ;totale 122’. Italia: battute sbagliate 12 ,vincenti10,muri8,errori23;Germania:battutesbagliate17,vincenti9,muri14,errori 32.


34LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013Gli annunci si ricevono tutti igiorni su:www.piccoliannunci.rcs.itagenzia.solferino@rcs.itoppure nei giorni feriali pressol’agenzia:Milano Via Solferino, 22tel.02/6282.7555 -02/6282.7422,fax 02/6552.436Si precisa che aisensi dell’Art. 1, Legge 903 del9/12/1977 leinserzioni di ricerca di personaleinserite in queste pagine devono sempre intendersirivolte ad entrambi isessi ed in osservanzadella Legge sulla privacy (L.196/03).SVIZZERAMendrisioVilla con piscina. Oltre 300 mq.Terrenodi1.800 mq. Edificabile.Trattative riservate.Info: cp@arsbox.comA ditta offresi addetto contabilità, esperienzainglese, bolle, fatture, reg. ufficio.Disponibilità immediata, anchealtre mansioni. Cell. 333.20.91.529IMPIEGATA valuta lavoro con uso linguainglese, part/full-time, Milano.338.69.27.080MILANO -Saronno, impiegata mobilitàpluriennale esperienza amministrativaanche tribunale, competente,seria. 347.12.84.595PROGETTISTA disegnatore carpenteriemetalliche pesanti eleggere autonomooffresi per lunghi ebrevi periodi.02.25.62.541 -338.84.33.920RAGIONIERE pluriennale esperienzarecupero crediti, contabilità clienti,banche, pacchetto office. Offresi.340.12.74.939RESPONSABILE amministrativo: esperienzaaziende plurisettore analisicontrollo finanza bilanci personaleestero. 347.63.67.628RESPONSABILE commerciale Italia -export, ingegnere elettrotecnico, inglese,francese, spagnolo, tedesco,portoghese. 334.78.16.019AUTISTA di fiducia con esperienza ventennaleereferenziato serio offresi anchepart-time. Cell: 333.95.76.523AUTISTA operaio patente de adr classicisterne radioattivi, cqc, cerca lavoro.348.06.24.604ESPERIENZA negozio, cassa, magazzinovetrine evarie disposto aviaggiareoffresi. 347.25.71.429RAGAZZO srilankese offresi come domestico,stiro, pulize generali. Giornata/part-time. 380.75.17.219SIGNORA laureata lingue, referenziataoffre compagnia persone anzianeper lettura, shopping, cinema, visite.348.85.44.287SIGNORA peruviana 42enne esperta,referenziata, disposta trasferimenti,offresi badante fisso/giornata.393.06.64.610D.L. ARTE S.P.A ricerca per Milano impiegataaddetta al telemarketing, offresiinquadramento di legge. Per informazioni02.55.18.56.63.ATTICO Repubblica. Mq. 140. Terrazzo.CE: F - IPE: 101 kWh/mqa.335.68.94.589CAIROLI edificio epoca ristrutturato,salone doppia altezza, cucina, 3camere,3servizi, balconi. Box. CE: C-IPE: 74,36 kWh/mqa. 02.89.09.36.75FAUCHÈ -nuova costruzione bilocaleeuro 195.000. CE: B-IPE: 44,00 kWh/mqa. 02.34.93.39.47FIERA /Plutarco cinque locali, biservizi,giardino CE: G-IPE: 514,49 kWh/mqa. 02.48.10.19.42MM ROVERETO nuovi bilocali, trilocali,varie metrature, da euro/mq.2.760,00 box. CE: B-IPE: 33 kWh/mq/a 02.88.08.31MONOLOCALE nuovo 120.000 -VillaLitta. Storica corte. Finiture pregiate.CE: D - IPE: 111,1 kWh/mqa02.66.20.76.46REPUBBLICA trilocale, servizi, libero.Euro 387.000 CE: da G-IPE: 187,5kWh/mqa 02.67.07.53.08VIA QUADRONNO attico: ingressosoggiorno, cucina, triservizi, 3camere,terrazzi, serra. Box, posto auto. CE:G - IPE: 231,96 kWh/mqa02.88.08.31CUSAGO Milano Visconti. Piscina, campida tennis, palestra, vigilanza 24hstupendo appartamento su due livellidi mq. 230 ca., box triplo ecantina.CE: D - IPE: 116 kWh/mqa.02.33.51.21.20SOCIETÀ d'investimento internazionaleacquista direttamente appartamentiestabili in Milano. 02.46.27.03DE AMICIS adiacenze -monolocale arredato,ottime condizioni, ultimo piano,terrazzino. CE: G-IPE: da 288,6kWh/mqa a 323,9 kWh/mqa02.88.08.31BANCHE multinazionali necessitano diappartamenti ouffici. Milano eprovincia02.29.52.99.43.INGEGNERE referenziato cerca ampiobilocale in Milano zona servita.02.67.47.96.25LEOPARDI palazzo epoca salone cucinaabitabile due camere doppi servizi.Rifinitissimo euro 34.000,00 areferenziati.CE: G-IPE: 183 kWh/mqa02.48.19.38.65AFFARE collina Salice Terme, posizionedominante casa totalmente ristrutturata,2000 mq giardino, 2camere letto,salone, cucina. Euro 185.000,00 -338.73.85.413ALBISSOLA nuova piccola costruzione.Finiture alta qualità, terrazzi, giardino,posto auto, CE: A. Vendo direttamenteultimi bi-trilocali.347.97.10.387MONTECARLO View Beausoleil, confineMonaco, lussuosi appartamentinuovi, piscina, vista mozzafiato mare/Monaco, varie metrature, da Euro179.000. italgestgroup.com0184.05.55.50SARDEGNA Golfo Aranci Sos Aranzos,sul mare riservata villetta quadrilocaleeuro 380.000. CE: C. 0789.66575www.euroinvest-immobiliare.comAnnunci L’appuntamento “IN EVIDENZA”quotidiano 7GIORNI SU 7SpettacoliSaldiShopEventiLAVOROCASARistorantiCorsiMostreViaggiOgni giorno oltre 8MILIONI DILETTORI con l’abbinata Corrieredella Sera eGazzetta dello Sportnelle edizioni stampa edigitalwww.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.itwww.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.itACCURSIO vendesi laboratorio, magazzino,145 mq passo carraio. Euro76.500 CE: F-IPE: 59,73 kWh/mca.02.88.08.31CAPANNONE nuovo, Lonate Pozzolo(Va) - Via Magenta, 29 - vicinanzeMalpensa - vendesi/affittasi, 2.680mq. +450 mq. uffici arredati, 2campateh. 12 mt, 1campata h. 8.50 mt,completo di tutti gli impianti tecnici ecabina 630 Kw, CE D, 41,26 kWh/mc.Tel. 335.20.75.86.CAPANNONI 1000 -2000 mq, affittansiSamarate (Va), vicinanze Malpensa,uso industriale, con carri ponte.CE-EPH Classe D, 32,08 kWh/mca.Tel. 335.20.75.86.CITTÀ STUDI privato vende palazzinamq 1200 circa composta da 16 appartamenti,mansarda, box, cortile daristrutturare completamente. Inintermediari.immobiliare.med@libero.itMAGENTA /Morigi. Vendesi ufficio -149 mq. CE: F-IPE: 61,79 kWh/mcanno 02.88.08.31MM S. AMBROGIO palazzo Liberty, affittiamouffici rappresentanza.02.88.08.31 CE: D-IPE: 37,95 kWh/mca.MONTEROSA 13. Privato libero prestigiosoufficio-abitazione primo piano,mq 120, cinque locali, doppi servizi,posto auto. No agenzie. Euro690.000,00 CE: E-IPE: 50,78 kWh/mqa. burronid@msn.com349.86.04.756REPUBBLICA /V.Veneto uffici -affittasi-1000 mq su tre piani, divisibili, ingressoindipendente, posti auto. CE:F-IPE: 61,21 kWh/mca 02.88.08.31SARPI vendiamo negozio angolare, 7luci, sottonegozio avolta. Ristrutturato.CE: C - IPE: 61,79 kWh/mca.02.34.93.07.53SODERINI /Bande Nere vendesi ufficio/laboratorio157 mq. Ideale palestra/studiomedico. CE: G-IPE: 83,91kWh/mca 02.88.08.31VITTOR PISANI -Cappellini vendiamoliberi negozi una/sette luci, magazzini,carico/scarico, canne fumarie CE:G - IPE: 187,5 kWh/mca02.67.07.53.08PIETRA LIGURE albergo Principe confortevoleofferta settembre/autunnopensione completa euro 290,00 settimanali.Tel: 019.61.59.02RIMINI Hotel Leoni tre stelle. Tel.0541.38.06.43. Direttamente mare.Gratis spiaggia. Piscina, sauna, idromassaggio.Palestra, bagno turco.Parcheggio, biciclette, bevande ai pasti.Sceltà menù, colazione buffet. Settembre34,00. www.hotelleoni.itVENDIAMOhotel a Milano/zona StazioneCentrale. Numero 30 camere,no perdi tempo. Chiamare dalleore 15 alle 18. Tel:392.21.18.842CEDESI urgentemente studio dentisticoin Milano causa maternita'. Prezzomodico. Inviare sms: 333.98.87.106ACQUISTIAMOArgento, Oro,Monete, Diamanti.QUOTAZIONI:•ORO USATO: Euro 21,25/gr.•ARGENTO USATO :Euro 295,00/kg.•GIOIELLERIA CURTINIvia Unione 6 - 02.72.02.27.36335.64.82.765MM Duomo-MissoriCollezionista Milanese•ACQUISTA DIPINTI SCULTUREDISEGNI dei più importanti artisti.Massima riservatezza. No perditempo.339.20.07.707PUNTO D'OROcompriamo contanti, supervalutazionegioielli antichi, moderni,orologi, oro, diamanti.Sabotino 14 - Milano.02.58.30.40.26ACQUISTIAMOautomobili efuoristrada, qualsiasicilindrata, pagamentocontanti. Autogiolli, Milano.02.89504133 -02.89511114.ABBANDONATI atrattamenti benessereda euro 40. www.body-spring.it02.91.43.76.86.MANZONI benessere elegantissimocentro italiano massaggi olistici, ayurvedici,ambiente confortevole, raffinato.02.39.68.00.71ABBANDONATI adonne unicamenteper te! Troverai quella giusta!899.996.101 da 32 centesimi/minuto.VM18 MCI.CERCHI nuovi incontri? Evasioni intriganti?Semplice, veloce, economico.Chiama 899.996.101 da 32 centesimi/minuto.VM18 MCI.PADRONA autorevolissima899.842.473. Viziosa 899.842.411.Euro 1,30min/ivato. VM18. FuturaMadama31 Torino.Il Corriere della Sera e La Gazzettadello Sport con le edizioni stampa edigital offrono quotidianamente agliinserzionisti una audience di oltre 8milioni di lettori, con una penetrazionesul territorio che nessun altromedia èingrado di ottenere.La nostra Agenzia di Milano èadisposizioneper proporvi offerte dedicate asoddisfare le vostre esigenze erendereefficace la vostra comunicazione.TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSARubriche in abbinata obbligatoria:Corriere della Sera - Gazzettadello Sport: n. 0: € 4,00; n. 1: €2,08; n. 2, 3, 14: € 7,92; n. 5, 6, 7,8, 9, 12, 20: € 4,67; n. 10: € 2,92; n.1: € 3,25; n. 13: € 9,17; n. 15: €4,17; n. 17: € 4,58; n. 18, 19: €3,33; n. 21: € 5,00; n. 24: € 5,42.Rubriche in abbinata facoltativa:n. 4: Corriere della Sera € 4,42;Gazzetta dello Sport € 1,67;abbinata € 5,00.n. 16: Corriere della Sera € 1,67;Gazzetta dello Sport € 0,83;abbinata € 2,08.n. 23: Corriere della Sera € 4,08;Gazzetta dello Sport € 2,92;abbinata € 5,00.


MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT35TUTTENOTIZIE & RISULTATITennisPOSITIVOAMAGGIODoping:bastasilenziCilic,èstopdi9mesiFinalmente, anche la Itfha ufficializzato la positivitàdi Marin Cilic da tempo stranamenteassente dalle gareper un fantomatico infortunioal ginocchio concordatoa Wimbledon con la stessa federazionemondiale. Il croato,positivo alla coramina,uno stimolante vietato dallaWada (l’agenzia mondialeantidoping), durante il torneodi Monaco di Baviera del29 aprile, è stato sospeso per9 mesi, fino al 31 gennaio2014, con la condanna a restituirepunti Atp e premiguadagnati dall’1 maggio.L’ex numero 9 del mondo(nel febbraio 2010) che si è alungo allenato in Italia, aSanremo, col coach australianoBob Brett, aveva negatoqualsiasi addebito sostenendodi aver ingerito una zollettadi glucosio mischiata aduna sostanza non ammessa,che era stata acquistata dallamadre. Come da riscontro diuna scatola identica in unafarmacia di Montecarlo.Un’attenuante che, per il tribunaleindipendente investitodella sentenza, vale la riduzionedello stop.Dopo il test in Germania, Cilicha giocato Madrid, Romae Parigi, è arrivato in finale alQueen’s. E, appena ha saputodall’Itf della positività aMonaco, dopo il primo turnovinto con Baghdatis a Wimbledon,si è autosospeso, dafine giugno, rinunciando almatch con DeSchepper.Marin Cilic, 25 anni, croato EPAResta la perplessità sul comportamentodella Itf, troppoattenta alla privacy — e alleeventuali cause in tribunale— degli atleti, e troppo misteriosa.Quante altre voltein passato ha già concordatoautosospensioni con i giocatori?RISCHIO DAVIS Domani a Londra ilsorteggio del World Group di coppaDavis 2014. L’Italia, nona nella classificaItf e quindi esclusa dalle 8 teste diserie, rischia grosso già al 1° turnoperché sarà accoppiata il 27 gennaiocon Repubblica Ceca, Serbia, Spagna,Francia, Canada, Stati Uniti (incasa), Argentina (in trasferta) o Kazakistan(per sorteggio per definire lasede). Le altre 7 nazioni del WorldGroup sono Olanda, Gran Bretagna,Svizzera, Germania, Australia, Giapponee Belgio.Coni OGGIAROMAInGiuntalequestioninuotoeGarciaMAURIZIO GALDIDovrà essere breve perdoveri «istituzionali» (alle 12arriva il ministro Delrio per lapresentazione dei Mondiali diciclismo), ma la Giunta di oggisi annuncia ricca di contenuti.Dopo la pausa estiva cisarà l’esame dei risultati sportivicon particolare attenzioneper atletica e nuoto. Mamentre per la prima già con lariunione del Consiglio sabatoa Formia si è «programmato»il futuro ( vi hanno partecipatoanche il segretario generaledel Coni Roberto Fabbricinie il vice, con supervisione allapreparazione olimpica, CarloMornati), per il nuoto siamoancora all’inizio.Paolo Barelli, presidente FinL’esposto E intanto sul tavolodella Giunta è arrivato ancheun esposto firmato da 14 società(la Swimming di Palermo,la Gifa di Palermo, la Piscina90, la Forum Julii,laNuoto Club Liguria, la PallanuotoTreviglio, la San FrancescoHistonium, la Sport ManagementLombardia, laSport Management, l’AdriatikaNuoto, la Due Ponti, laJolly, la Villa Aurelia e la ForumSport Center) che in sintesichiedono il commissariamentodella Federazione. Sitratta dell’ennesima puntatadopo le accuse mosse alla gestionedei contributi da partedi Federica Pellegrini, prima,e del Recco poi. A questo si sonosusseguite repliche di altresocietà a favore della Fin, mail chiacchiericcio non è graditoed è probabile che già domanisi arrivi a stabilire (vistaanche la presenza di PaoloBarelli in Giunta) un percorsoper arrivare a fare chiarezza ea dare certezza anche nelladistribuzione dei contributi.Domani i commissari deglisport equestri e del pentathlonfaranno una relazionesul lavoro svolto. Tra i comitatiregionali della Fise c’è malcontentodopo che il commissarioRavà ha provveduto abloccare i fondi, ma si parleràanche della vicenda di Garcia,un atleta sotto inchiesta convocatoper i recenti Europei.© RIPRODUZIONE RISERVATAIppicaNOVITA’PERLAPISTAMILANESEASanSirotornanolecorsesullesiepiRinverdire i fasti, valorizzarel’identità storica e riscoprirele migliori tradizioni.Questi gli obiettivi del«new deal» targato GiorgioSandi, con cui Snai sta lavorandoal rilancio dell’ippodromodel galoppo di San Siro,per farne, come un temponeanche poi così lontano, ilfiore all’occhiello della Milanosportiva, per fascino, classee charme.Siepi Proprio in questa direzionesembra andare l’iniziativadi ripristinare il tracciatoad ostacoli, dismesso alla finedel 2008, per far riviverelo spettacolo unico delle corsein siepi. Al momento sitratta più che altro però diuna corsa contro il tempo.Tutti i necessari incartamentisono già stati infatti inoltratiall’ufficio competente delMipaaf, da cui sarebbe giuntoun più che ufficioso avallo,insieme alla rassicurazionedi una congrua dotazione,resasi disponibile dal quasicerto annullamento dellariunione ad ostacoli delle Capannelleper i lavori di realizzazionedella pista di trotto.Di bassissimo impatto quellinecessari invece a S. Siro perriaccendere la magia degliostacoli dal 16 ottobre prossimo,partendo naturalmentedal recupero delle siepi,che saranno mobili e artificiali.Tornano così a sognaretutti gli appassionati della disciplina,che, esattamenteAuronzo ha vinto l’ultimoBerlingieri, nel 2008 DE NARDINcinque anni fa, hanno potutoassistere alle ultime edizionidelle due classicissime milanesi:il Premio Prato riservatoagli anziani, vinto da Mideros,ed il Giulio Berlingieri,per i tre anni, siglato daAuronzo ed intitolato allamemoria del mitico Barone,che proprio a S. Siro neglianni Trenta impiantò unadelle scuderie più gloriosedell’ostacolismo italiano.Enrico LandoniBETTING ARC Il giapponese Orfevre(a segno domenica nel Foy) è diventatoil favorito (7/2) per l’Arc de Triomphedel 6 ottobre a Parigi, di pochissimodavanti a Treve (4/1) che sempre domenicaha vinto il Vermeille conFrankie Dettori. A 7/1 l’altro giapponeseKizuna, a segno nel Prix Niel.Vela COPPA AMERICANewZealandvaperlaCoppaSAN FRANCISCO Tornanoin acqua, per la 7 a giornatadella Coppa America, lo sfidanteEmirates Team New Zealande il difensore Oracle. Conil primo in vantaggio per 7 a 1 equindi a 2 punti dalla conquistadel trofeo che viene assegnatoal primo a raggiungere 9successi. Le previsioni meteoparlano ancora di vento vicinoal limite consentito (20 nodipiù una correzione dovuta allacorrente che varia di giorno ingiorno) il che consente ancoraqualche residua speranza, nonostantela classifica, a Oracle(timoniere Spithill) che ha mostratorecenti significativi progressial punto di essere ormaipiù veloce nelle condizioniestreme. Sono previste due regate,a partire dalle 13.15 oralocale (22.15 italiane). Domaniriposo, il calendario riprendegiovedì. Se necessario, cioèse New Zealand (timoniereDean Barker) non conquistassei 2 punti che le mancano, sicontinuerebbe poi, dopo un’altrasosta, sabato e domenica.LucaBontempelliStasera 7 a giornata di CoppaVarie LA LISTA DI FORBESTraipiùricchi32patrondisportOlimpiadi ALLARME PER I RITARDIPutin:taskforcepersalvareSochiIl presidente russo VladimirPutin ha ordinato all’organizzazionedell’Olimpiade diSochi di «accelerare rapidamentei tempi». La strigliataarriva a cinque mesi dall’inaugurazioneed è dettata dal fattoche ci sono numerosi «lavoriin corso». Per questo il n.1 delCremlino ha deciso di inviareuna task force per valutare lostato dei lavori e sollecitaretempi certi. «Nonostante lagrande quantità di lavoro fatto— ha detto Putin — ci sono ancoraPhil Anschutz, azionista Kingsguasti e ritardi in corso. E’necessario e obbligatorio lavorareNEW YORK (m.l.p.) Unoin modo molto più effica­degli sfizi che vanno per la ce». Per Putin i Giochi invernalimaggiore fra i Paperoni Usa èdevono mostrare al mondoassicurarsi una franchigia di ciò che la Russia è in grado diuno sport professionistico. Almenorealizzare. Il costo dei Giochisecondo la classifica an­al momento si è attestato a cir­nuale dei 400 più ricchi ca 50 miliardi di dollari. Perd’America pubblicata da Forbes.rendere chiaro il messaggio,Risulta che 32 di questi Putin ha detto: «Ci aspettiamomiliardari (sì, il patrimonio di che sia un’Olimpiade perfetta».questi signorotti supera sempreIntanto il comitato orga­abbondantemente il miliardonizzatore ha stabilito che dopodi dollari) sono proprie­il 19 novembre per nessun atnizzatoretari di una squadra: football leta straniero sarà possibile allenarsiNfl(14), basket Nba (12), hockeynegli impianti olimpici.Nhl (4), baseball Mlb (2),ma anche soccer. In verità, ilpiù ricco fra gli sportivi è PhilKnight, presidente di Nike,con un patrimonio di 16.3 miliardi,numero 24 del ranking.Poi c’è il proprietario di Microsoft,Paul Allen, con interessinei Seattle Seahawks di footballe i Portland Trail Blazersdi basket (26° assoluto), seguitoda Phil Anschutz di Aegin parte proprietario deiLakers (basket) e Kings (hockey)e uno dei padri fondatoridella Major League Soccer(38° assoluto). Vladimir Putin, 60 anni REUTERSAtleticaMeeting a Milano(si.g.) Oggi (ore 18.30) meeting Athletic Eliteal XXV Aprile di Milano con Danesini (400),Haidane e Polli (1500), Fofana (110 hs), Giupponi(5 km marcia) e tra le donne Milani eBonfanti (100) e Balduchelli (100 hs). A Milano.Donne. 200 (+0.1): Tomasini 24”59. ABressanone (Bz). Uomini. 3000: Y. Crippa(’96) 8’26”98.ATerni.Uomini. Martello: Falloni69.69. A Bari. Uomini. Asta: Sinno (j) 5.20.AGorizia.Uomini. Alto: Biaggi 2.12.Donne. Alto:Rossit (j) 1.75. Lungo: Cecolin 5.97 (­0.1).Disco: 2. Apostolico (esordio 2013) 40.72.ALLIEVI TRICOLORI A Olgiate Olona (Va)Societari allievi di prove multiple a Trevisatletica(uomini) e Atletica Lugo (donne). APompei (Na) titoli dei 10 km su strada a PietroRiva (31’59”1) e Reina (36’22”5).SPOTAKOVA (si.g.) Barbora Spotakova,primatista mondiale e olimpionica del giavellotto,da fine maggio mamma di Janek, aDomazlice (R.Ceca) è rientrata con 62.33.Uomini. Peso: Prasil 21.09. Giavellotto:Frydrych 82.39.BoxeADASSISI Oggi al Centro nazionale di SantaMaria degli Angeli (Pg) si ritroveranno peril Boxing Open Day le nazionali di Norvegia,Svezia, Finlandia, Brasile, Kazakistan,Ucraina, Nigeria e Usa, per degli incontri, apartire dalle 10, con gli Elite azzurri in vistadei Mondiali (11­27 ottobre ad Almaty, Kazakistan).GhiaccioPISTA LUNGA La Nazionale di pista lungadei neo c.t. Stefano Donagrandi e GiorgioBaroni, concluso il raduno di Heerenveen(Ola), da oggi a domenica è al lavoro a Inzell(Ger). Fanno parte del gruppo Matteo Anesi,Davide Bosa, Marco Cignini, Jan Daldossi,Andrea Giovannini, Ermanno Ioriatti, MirkoNenzi, Andrea e Luca Stefani, FrancescaBettrone, Yvonne Daldossi, Francesca Lollobrigidae Paola SimionatoFIGURA Così a Salt Lake City (Utah, Usa)nell’International Figure Skating Classic(prova Isu). Uomini: 1. (1.1.) Aaron (Usa)239.21; 2. (2.2.) Carriere (Usa) 225.54. Donne:1. (3.1.) Hicks (Usa) 171.88; 2. (1.3.) Gold(Usa) 164.68. Coppie: 1. (1.1.) Moore Towers­Moscovitch (Can) 201.30; 2. (3.2.) Denney­Coughlin (Usa) 188.47. Danza: 1. (1.1.) Davis­White (Usa) 183.69; 2. (2.2.) Weaver­Poje(Can) 161.99.HockeyghiaccioQUIMILANO (m.l.) Domenica all’Agorà, nell’esordiostagionale, Milano sconfitto 2­1 dalValpellice. In prova per un mese, il 26enneitalocanadese Marcello Ranallo (dall’Angers,Fra). L’entrata del club lombardo equella dei polacchi del Danzica in Khl è statadefinita «improbabile» dal vicepresidentecommerciale e per la comunicazione dellalega Ilya Kochevrin, che ha elogiato il MedvescakZagabria che ha portato a compimentoil progetto.EBEL (m.l.) Il Bolzano guida l’Ebel a punteggiopieno dopo 4 giornate. E l’attaccantebiancorosso Mark Santorelli (25enne italocanadese,fratello di Mike che gioca in Nhl)comanda con 8 punti (2 gol + 6 assist) lagraduatoria marcatori. Al Palaonda il prossimodoppio impegno ravvicinato: venerdì(19.15) col Dornbirner e sabato (17.30) ilFehervar. Classifica: Bolzano* 8; Villach 6;Fehervar, Linz, Graz 4; Znojmo 3; Dornbirner,Vienna, Salisburgo, Innsbruck 2; Klagenfurt1; Lubiana** 0 (* una in più, **una inmeno).HockeypistaGLI AZZURRI PER I MONDIALI (m.nan)Fatta la nazionale per il Mondiale in Angolada domenica. Il c.t. Mariotti ha scelto: Barozzie Gnata, Davide Motaran e Nicoletti,Cocco e Illuzzi, De Oro, Ambrosio, Festa eNicolas.IppicaModena: 15­12­6­1­87ª corsa ­ m 1600: 1 Neruda Trio (M. Stefani)1.14.4; 2 Obama di Celo; 3 Odysseus Ovi; 4Oxian Bi; 5 Niagara Roc; Tot.: 30,87; 5,96,6,08, 2,79 (596,04). Quinté: n.v. Quarté: n.v.Tris: 3.432,87.OGGIQUINTÉASANGIOVANNI (inizio convegnoalle 15.30) scegliamo PadrepadronePar (12), Pearl Jam (16), Pericle (7), RicardoZamora (13), Rio de Janeiro (14) e Paride Ans(15).SI CORRE ANCHE Galoppo: Roma (15.10).Trotto: Trieste (15.20).LottaMondiali a BudapestSono 4 gli azzurri ai Mondiali cominciati ieria Budapest: 3 donne e un uomo per unasquadra che nel primo appuntamento iridatopost olimpico si presenta in formazioneridotta e senza atleti nella libera. Nella femminilegareggeranno Silvia Felice nei 48 kg,Maria Diana nei 63 e Dalma Caneva nei 67;Daigoro Timoncini unico rappresentanteper la greco­romana gareggerà nei 96 kg.Per le azzurre si inizierà domani, chiude Timoncinisabato. I risultati di ieri. Libera, kg55: 1. Rahimi (Iran); 2. Kumar (India); 3. Akgul(Tur) e Israpilov (Rus); 66: 1. Safarian (Arm);2. Lopez (Cuba); 3. Kurbanaliev (Rus)e Ganzorig(Mong); 96: 1. Yazdani (Iran); 2. Gazyumov(Aze); 3. Boltukaev (Rus) e Oliinyk (Ucr).NuotoLa Nesti con Di MitoAlice Nesti si trasferisce a San Marino perallenarsi con Max Di Mito, che già allena Ali­ce Mizzau. Luca Marin si sposta da Roma(Aniene) a Milano per stare vicino alla fidanzataGuendalina: si allenerà con Alan Ginteralla Nuotatori Milanesi che segue SamuelPizzetti.RugbyCITTADINI CITATO (i.m.) Il pilone di TrevisoLorenzo Cittadini è stato citato per aver colpitoun avversario al 20’ del match con gliScarlets.DUPLESSISRIABILITATO Il tallonatore delSudafrica Bismark Du Plessis si è visto annullaredall’International Board il rosso rimediatosabato contro la Nuova Zelanda.Per ammissione dell’arbitro, Romain Poite(Fra), il primo dei due gialli — per il placcaggiosu Dan Carter — è stato un errore.ScialpinoCURTONI STOP Un mese di stop per ElenaCurtoni. Alla valtellinese, rientrata dal Sudamericaper un problema al ginocchio sinistro,è stato diagnosticato una trauma distorsivocon interessamento di primo gradodel legamento collaterale mediale.TennisNUOVI NUMERI Immutate le prime 10 donnedella classifica, Serena Williams, Azarenka,Sharapova, Radwanska, Li, Errani(6), Bartoli (che però si è ritirata ed è virtualmentefuori gioco), Wozniacki, Kerber eJankovic; le altre italiane: 12. Vinci; 31. Pennetta;52 (49) Knapp; 56. (54) Schiavone;80. (79) Giorgi; 148. (172) Burnett; 201. (203)Camerin; 238. (239) Dentoni; 258. (228)Brianti; 260. (261) Gatto­Monticone. Fra itop ten, 203 (+1). Fra i top ten, invariati i primi5, Djokovic, Nadal (a 260 punti), Murray,Ferrer e Federer, Berdych è 6° al posto diDel Potro (7°),quindi Gasquet e Warrinka; gliitaliani: 17. Fognini; 22. Seppi; 83. (88) Lorenzi;91. (99) Volandri; 134. (129) Viola; 170.(167) Fabbiano; 178.(183) Cipolla; 185. (182)Cecchinato; 191. Starace; 194. (193) Bolelli.VelaCLASSIOLIMPICHE (r.ra) Si sono conclusia Marina di Loano i Campionati Italiani ClassiOlimpiche. Questi i vincitori del titolo nellerispettive classi 470 M: Capurro­Puppo,470 F: Komatar­Carraro, Laser Radial: Zennaro,Standard: Marrai, Finn: Poggi, RS:X M:Camboni, RS:X F: Maggetti, 2,4: Squizzato.Il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, il Segretario Generale, Roberto Fabbricini, la GiuntaeilConsiglio Nazionale profondamente colpitidalla tragica scomparsa diPaolo Zantellipartecipano commossi all'immenso dolore dellafamiglia edella motonautica nazionale einternazionale, esprimendo anome dello sport italiano isentimenti di sentito cordoglio esincera commozione. -Roma, 16 settembre 2013.


36LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013IlfattodelgiornoDIGIORGIO DELL'ARTIgda@gazzetta.itAcquapompataall’internoTirantiAcquaespulsaNavetrainataLarotazione1 I cassoni riempiti d’acqua eagganciati ai tiranti fissati sulfondale hanno fatto ruotare lanave 2 Lo scafo poggia su unapiattaforma e si sollevasvuotando casse­galleggianti3 Si può trainare la ConcordiaLaConcordiariemersaMaquestaimpresariscattal’Italia?Operazioniduratetuttalanotte,solooggisicapiràselarotazioneèstataunverosuccessoLe operazioni di recuperodella Costa Concordia ­ ossia«rotazione» oppure «parbuckling»­ sono cominciate contre ore di ritardo e quando questogiornale sarà in edicola probabilmentenonsarannoancorafinite.1È l’ennesima prova che noiitalianisiamodeicialtroni?Dovevanocominciare alle sei dimattinadiieriefinireinunadecina,massimo una dozzina diore.No, i ritardi sono prova disaggezza. L’altra notte c’è statoun tempo assai brutto e questoha consigliato di aspettare. Cipensibene:nonhaimportanzaquanto tempo ci mettono, mache l’operazione vada a buonfine. Devono procedere centimetropercentimetro,anzigradopergrado,controllandotuttodalla piccola chiatta Polluceche ospita la sala operativa,una sala operativa molto tecnologicama anche molto semplice,alla fine, dotata di appenaotto schermi. A guidare gliundici tecnici della sala di controlloè un australiano, NicholasSloane,cheda27annisioccupadel salvataggio e della rimozionedi relitti in tutto ilmondo. Ogni tanto si devonofermare per rimettere i cavi intensione.Stanotteiltempononè stato troppo favorevole, ma itecnici hanno detto che nonavevaimportanza:«Unmetroemezzo d’onda e venti nodi sonoaccettabili, non ci aspettiamoparticolariproblemidaldeterioramentodelle condizionimeteo, che stiamo comunquetenendo sotto continuo monitoraggio»ha detto Franco Porcellacchia,responsabile delprogetto rimozione. Voglio comunquedirle che questa suaprima domanda non mi è piaciuta:stanno lì tutti pronti asaltare addosso a quelli chestanno facendo l’operazione,sembra quasi che la stampanon aspetti altro che il disastroper sbranarci una seconda volta.France Press ieri ha addiritturamesso in rete un serviziodedicato al «redressement del’epave, une chance pour l’Italieencrisedesauversareputation»(il recupero del relitto,una chance per l’Italia in crisiper salvare la sua reputazione).La cosa, francamente, miha stancato.Le fasi della rotazione della Concordia:nella prima immagine in alto come apparivaieri mattina, nell’ultima intorno alle 18.Nella foto grande, la nave ieri notte AP/ANSA2Ha detto qualcosa del genereanche Gabrielli.Sì, Gabrielli in conferenzastampaauncertopuntoèsbottatocontro noi giornalisti: «Invecedi dirci bravi, siete venutiad accusarci di non aver calcolatola sfiga». Io gli do ragione.3Veniamo ai dettagli tecnici?Niente, al momento in cuiquestogiornalechiude,lanaveè ruotata di un 15°. Si vede lastriscia di ruggine, molto brutta.Non ci sono stati particolariproblemi. Le televisioni hannoaccelerato i fotogrammi perfarci vedere il movimento. InaltezzalaConcordiaharecuperatoalmeno quattro metri equando tutto sarà finito la parteemersarisulteràdiventimetri,cioèsporgeràmenodiadesso.Aquelpuntolanavepoggeràsulfalsofondaleacircatrentametri di profondità. Perruotare la Concordia i tecnicihanno posizionato sei piattaformemarine, di cui le tremaggiori misurano 15 metriper cinque, sorrette da 21 palidi1.6metrididiametro,fissatiallarocciaadunaprofonditàdi9 metri, che assieme ai sacchidi una speciale malta cementizia(da recuperare ad operazioniultimate) saranno il nuovolettodellanave.Imartinetti30levittimedell’incidenteL’incidente del 13 gennaio 2012ha provocato 30 mortie 2 dispersi, oltre a 110 feriti450imilioniperilrecuperoIl recupero costa quasi 450milioni di euro, più o meno ilvalore della Costa Concordiaidraulicicollegatiallecatenediacciaiosonoutilizzatiper«tirare»lo scafo da due lati.4Cos’èlastoriadeicavidatenerein tensione?Nel tardo pomeriggio l’operazionesi è fermata e si sonovisti i tecnici arrampicarsi suicassoni, non ancora riempitid’acqua, per far scorrere quattrocavi non più in tensione. LaConcordia è imbragata con 36cavi di acciaio con un tiro inizialedi 60 tonnellate. Ogni incrementodi tiro equivale a circa10 tonnellate. Ogni movimentoè monitorato con le apparecchiaturee per mezzo ditelecamere subacquee. Per riportarein piedi lo scafo i cavidevono essere tirati di circa 21metri,3,5metriperogniorainmodo da effettuare un’azionecostantemanonpericolosaperla struttura della nave.5L’inquinamento?S’è parlato di uno sversamento,cioè a un certo puntos’è vista una chiazza, ma nonproveniva dalla Concordia. Perilresto,finoranientedasegnalare,l’acquaèpulita.Potrebberoperò ancora esserci dellefuoriuscite di materiali inquinanti(detergenti,saponi,combustibile,oli). Oltre ai rilevamentidallacostasonoincorso,poi, altri monitoraggi a circacento metri dallo scafo e incondizioni di sottovento, mentrelanaveoceanograficaPoseidonsi occupa dell’acqua al largo.Secondo il ministro perl’Ambiente Andrea Orlando cisono tutte le premesse perchiedere alla Costa il risarcimentodei danni ambientali. Icorpi di Maria Grazie Trecarichi(salita sulla Concordia colmarito, sopravvissuto, per festeggiarei 50 anni) e di RusselRebello, impiegato a bordo comecameriere, non sono ancorastati recuperati.ASSALTOALL’ISOLACENTINAIADIGIORNALISTISTANNOSEGUENDOLASTORICAMANOVRA.GLIABITANTIINCROCIANOLEDITAESORRIDONOIlGiglioaspetta,trapreghiereesperanze«Èlafinediunincubo,oracambiatutto»ELISABETTA ESPOSITO«QuiPeroltreunannoemezzo,da quella infinita notte di urla egelo del 13 gennaio 2012, hannovisto il gigante di ferro accasciatosul fianco. Ma non ci sisono mai abituati. Ogni mattina,quando lo sguardo che cercavala profondità del mare sischiantava sulla Costa Concordia,hanno sperato che quel panoramacambiasse. Guardare ilrelitto voleva dire ricordare ildisastro, 32 morti, panico e ricerche.Da ieri gli abitanti delGiglio hanno negli occhi la speranzache qualcosa stia cambiandodavvero. Girano fiericon il loro pass appeso al bavero:«Residente».Esorridono,finalmente.«Speravamo che bastasseun giorno a raddrizzarla— confessa Giovanni Andolfi,gigliese da una serie infinita digenerazioni — ma la sensazio­è comeun intervento acuore aperto: cheimporta quantotempo serve?ANDREA ORLANDOMINISTRO DELL’AMBIENTEneècomunquediimmensafeli­cità.Èl’iniziodeltrasferimento.Per noi è davvero la fine di unincubo, ora cambierà tutto».Al centro del mondo L’isola èstracolma di giornalisti. Questaoperazione mai tentata, visti«Stiamoriscattandodavanti al mondol’immagineapprossimativa ecialtrona del PaeseGREGORIO DE FALCOL’UOMO DEL «VADA A BORDO»pure i tanti stranieri coinvoltinel naufragio, viene raccontatada televisioni, siti e giornali ditutto il mondo e in molti trasmettonol’intera rotazione indiretta.Arrivaancheilministrodell’ambiente Andrea Orlando:«È come fare un interventoa cuore aperto, bisogna fare inmodochetuttovadabene.Cosaimporta se dura un’ora in più ouna in meno?». Poi spiega megliola situazione: «La fiancatasommersadellanaveèincondizionipeggiori di quanto ci siaspettasse». Meglio quindi procederecon la massima cautela.Dalla sala operativa di Livorno,esattamente come 20 mesi fa, ilcapitano Gregorio De Falco(l’uomodel«vadaabordoc...»)seguetutteleoperazioni:«Questadimostrazione di capacitàtecnica ed organizzativa riscattadavanti alla pubblica opinionemondiale l’immagine diun’Italia approssimativa e cialtrona.Sonoorgoglioso».EmentredonLorenzo,parrocodiGiglioPorto, prega «perché tuttovada bene», la Concordia iniziaa mostrare al mondo il suo latooscuro,amarocomelaruggine.© RIPRODUZIONE RISERVATAL’UDIENZAÈIL23SchettinochiusoincasastudiaperilprocessoHa seguito tutto dalla suacasa di Meta di Sorrento. Ilcomandante della ConcordiaFrancesco Schettino da giorninon si fa vedere in firo per ilpaese. Con lui ci sono i suoilegali per studiare le carte invista dell’udienza in programmail 23 settembre del processoche lo vede imputato aGrosseto per il naufragio dellanave. Schettino non risponde alcitofono e anche il sindaco diMeta, che lo ha sempre difeso,confessa che «sono mesi chenon lo sento. Non mi chiama,non si è fatto più sentire». Ilcomandante, unico imputatodopo il patteggiamento di altri 5,rischia fino a 20 anni di carcere.


MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT37ALTRI MONDIL’A.D.DELLAFIATASSICURAMarchionne:«L’Alfamaifuoridall’Italia»La Fiat si appresta a consegnare alla Sec i documenti perla quotazione di Chrysler a WallStreet, mentre l’a.d. SergioMarchionne (nella foto) assicura:«finché ci sarò io l’Alfa Romeo nonsi produrrà mai fuori dall’Italia».E, nella stessa intervista rilasciataal Financial Times, altre parolesu Mirafiori: «Tutte le personeche lavorano nello stabilimentosaranno riassorbite», ha garantitoil manager del Lingotto,LAVORERÀNELLAMODALaReggianièliberaUcciseGuccinel‘95È tornata libera PatriziaReggiani, condannata a 26 anniper l’omicidio del marito MaurizioGucci, ucciso nel ‘95. Arrestata nel1997, la Reggiani (che ha 64 anni)ha chiesto di scontare fuori dalcarcere gli ultimi 3 anni, lavorando presso un marchio dellamoda a Milano. Il giudice, inattesa di decidere, ha sospeso lapena. Nel 2011 la donna avevarinunciato alla semilibertà, perché non se la sentiva di lavorare.Pochi minuti dopo la sparatoria alla Navy Yard di Washington, c’è chi assiste un uomo a terra ferito APWashingtonSparatoriaallaMarina13levittimeUccisoilkiller,eraunimpiegato:loavrebbeaiutatouncompliceNonsarebbeunattoditerrorismoFRANCESCO RIZZOImpiegati con le mani alzateper rassicurare le forzedell’ordine,ivoltisconvolti.Intorno,soldatiinassettodabattagliae luci blu e rosse dellapolizia. Scene di ordinario terroreieri mattina alla NavyYard, il «cuore pulsante» dellaMarinamilitare,nellazonasuddiWashington.Unuomodicolore,Aaron Alexis, 34 anni,texano,dapocoassuntoconuncontratto per il personale civile,è entrato nella base con lacartadiidentitàdiun’altrapersona,nascondendo un fucileshockaRomaCade la prima testa per lamorte di Gloria Ascia, 2 anni,bimba siciliana di Gela malatadileucemiaespentasimercoledìal Policlinico di Tor Vergatadi Roma, dopo un interventopreparatorio a un trapianto dimidollo osseo (donatore, il fratellinodi 6 anni). Il direttoredel Policlinico,EnricoBollero,haannunciatoierilasospensionedell’anestesista coinvoltonell’intervento, pur descrittocome «un professionista esperto».«Un primo provvedimentoin attesa di ulteriori accertamenti»,ha spiegato Bollero.L’ipotesi, in corso di verifica, èche la squadra che ha sottopostola piccola al delicato interventoabbia commesso unaL’uomo è entratonella base militarecon un documentofalso. Obama:«Atto di codardia»d’assaltoeunapistola9mmsemiautomaticae ha ucciso 12 o13 persone, tra cui la guardiadi servizio e causato numerosiferiti,3gravi.Poièstatouccisodagli agenti. Aveva almeno uncomplice: si cerca un afroamericanosui 50 anni. L’assalitoreera stato arrestato nel 2010.Non si conosce il suo movente.Obiettivo Il sindaco diWashington, Vincent Gray, seioredopolastrage,haspiegato:«Non c’è nessuna indicazionechesitrattidiunattoditerrorismo».Ma solo venerdì Aymanal­Zawahiri, erede di Bin Ladenalla guida di Al Qaeda,aveva minacciato gli Usa e ilterrorismo anti­States non èsolo islamico. Il Naval Yard èun obiettivo sensibile e simbolico,il più importante centrotecnico della marina militareamericana (oltre che il suo piùantico arsenale), 3000 dipendentiche progettano e costruiscononaviesottomarini.Inzonaci sono gli alloggi dell’ammiraglioJonathan Greenert,Capo delle Operazioni Navali.Alcuni testimoni della sparatoriaraccontano di aver visto unuomoaprireilfuocodalquartopiano di un edificio, puntandol’arma verso le persone in unbaralpianoterra.Maaltririferisconochequalcunohasparatoin un corridoio al terzo piano.Da qui l’incertezza sul numerodei killer. «Ha puntatoverso alto e ci ha mancati. Nonha detto niente. Appena abbiamorealizzato che stava sparando,ci siamo detti “Usciamo!”»,racconta una donna.«Unattodicodardiachehacolpitomilitari e civili qui, in casanostra», ha commentato il presidenteamericano, BarackObama. Chiusi gli edifici delSenato, bloccati trenta voli daWashington, annullata la partitadi baseball dei Nationals.Indaga il team che ha lavoratosull’attentato alla maratona diBoston, in aprile.© RIPRODUZIONE RISERVATAPIOVEDASEIGIORNINell’alluvioneinColorado1200dispersiÈ salito a 1.254 ilnumero dei dispersi inColorado, devastato dallealluvioni, ma il bilancio,continuamente aggiornato,parla anche di sei morti, 19mila abitazioni distrutte epersino 15 membri dellaGuardia Nazionale rimastibloccati sui monti vicino alvillaggio di Lyons. Solo nellacontea di Boulder i danniammontano a 150 milioni didollari. Le inondazioni sonocominciate nella notte dimercoledì, scatenate da unaserie di tempeste di fineestate insolitamente violente:negli ultimi giorni è caduta piùacqua di quanto, di norma, necada in un anno intero. Lasituazione è particolarmentecritica nelle aree della capitaleDenver, a Colorado Spring eFort Collins e si teme per idispersi in un’area di oltre11 mila metri quadrati, unasuperficie pari a quasi la metàdella Sicilia. Le operazioni dievacuazione continuano adintermittenza, disturbate dallapioggia: si tratta dellamissione di salvataggio aereopiù vasta organizzata daltragico uragano Katrina del2005, in Louisiana. Obama hafirmato il documento per lostato di emergenza.Due immagini dell’alluvione APLabimbamortaperuncatetereAnestesistasospesodalservizioLa bara della piccola GloriaAscia, morta a 2 anni a Roma«manovra errata», nell’impiantodiuncateterevenoso,iltubicinoin gomma o lattice che favorisceil drenaggio e che, secondol’autopsia,avrebbelesionatol’atrio del cuore e la venacava. Il direttore ha detto di esserepronto a consegnare allaRegione e alla magistratura,che conducono parallelamentealtre indagini, i risultati dellarelazione della direzione sanitaria:dal dossier emergerebbe,tral’altro,unparticolareche,seconfermato, smentirebbe le vocisecondo cui sarebbe statousato un catetere da adulto,troppo grande rispetto alla piccolavena della bambina «Mi èstato certificato che era pediatrico»,ha chiarito Bollero, intenzionatocomunque a «noncoprire nessuno».Ritardo Proprio su questo catetere,subito sequestrato daNas, si stanno concentrando leindagini: sono indagati in 7 tramedici e infermieri per omicidiocolposo.Restacosìdacapirecosa sia accaduto l’11 settembre.Quando, secondo i genitoridi Gloria, l’inserimento del catetereèduratopiùdei30minutiprevisti,mentreimedicisisarebberoaccorti dell’emorragiain grave ritardo. «Mia figlia èstata assassinata», ha accusatodi nuovo Sara Avenia, la madredi Gloria, di nuovo incinta.f.riz.© RIPRODUZIONE RISERVATAAMELODICOINCELLASArrestatoZuccherino,cantantedei clanAvrebbepartecipato auna sparatoriadomenica nottea Pagani(Salerno).E così, con leaccusedi detenzionee porto illegaledi armie resistenza apubblicoufficiale, è statoarrestatoil cantanteneomelodicoZuccherino, alsecolo AlfonsoManzella,25 anni.Cliccatissimo suYouTube,Zuccherinoè celebre peralcune canzoni(come «Nu maluguaglione») incui inneggiaalla camorra.Manzella, che sidifende («Sonostatoaggredito»),è già stato incarcere altrevolte, la primanel 2008notizieTascabiliIlrapportodegliispettoriL’Onu:«InSirialanciatirazzicongassarin»Il segretario dell‘Onu Ban Ki­moon ha illustratoal Consiglio di sicurezza i contenuti del rapporto degliispettori inviati in Siria per verificare l’uso di armichimiche. «I campioni raccolti forniscono prove chiaree convincenti che sono stati utilizzati razzi terra terracontenenti gas sarin. È stato commesso un crimine diguerra. Si tratta del più grave attacco con il gascontro civili dal 1998, quando Saddam Hussein lo usòad Halabja”. Secondo le anticipazioni della Cnn, sonostati 350 i litri di sarin scaricati su Ghouta. Alcunefonti del Palazzo di Vetro parla di un 85% dei campionidi sangue analizzati positivo al test per il gas.Nell’attacco del 21 agosto sono morte 1.400 persone.IlpremierchiederesponsabilitàLetta:«IoeNapolitanononpossiamoesseregliuniciparafulmini»La foto dell’acqua di Lourdes postata ieri da LettaDue giorni prima del voto della Giunta delSenato sulla decadenza di Berlusconi, ilpremier Enrico Letta va a «Porta a Porta» adire la sua: «Io e il presidente Napolitano nonpossiamo essere gli unici parafulmini. Occorreda parte di tutti una partecipazione allaresponsabilità. Il futuro non dipende solo da ciòche farà Berlusconi ma da molti altri fattori:con l’instabilità politica il nostro Paese èancora in bilico». In mattinata il premier avevatwittato ironico: «Questo è il regalo che unamico mi ha portato stamani.... », postando lafoto di una bottiglietta di acqua di Lourdes.InchiestapergliappaltidellaTavUmbria,exgovernatriceagliarrestidomiciliariLa presidente di Italferr ed ex governatricedell’Umbria (Pd), Maria Rita Lorenzetti, è agli arrestidomiciliari da ieri mattina, con l’accusa di corruzionee associazione per delinquere. Il provvedimento èstato preso a seguito di un’inchiesta dei pm di Firenzesui lavori della Tav in Toscana. L’ordinanza di custodiacautelare è stata motivata con il rischio direiterazione del reato: secondo i magistrati laLorenzetti avrebbe spinto per far sì che venisseropagate due società impegnate nei lavori della Tav. Incambio l’ex governatrice avrebbe ricevuto favoriprofessionali per il marito. L’esponente Pd ha sempresostenuto la correttezza del proprio operato.Torino,romenaestorce350milaeuroFasessoconunpreteeloricatta:inmanettePer quasi due anni lo ha costretto a versarledenaro. Bonifici, assegni e contanti in cambio delsilenzio sui loro incontri sessuali. Un ricatto da circa350 mila euro interrotto ad agosto quando lui,parroco in pensione di 77 anni, si è rivolto aicarabinieri. Lei, bella romena di 32 anni, è finita cosìin manette, accusata di estorsione. I due si eranoconosciuti in confessionale, in una chiesa del centrodi Torino: la donna aveva problemi economici e il prete si era offerto di aiutarla. Nel 2009 gli incontri eranodiventati intimi, ma solo nell’ottobre 2011 il parroco hatroncato la storia. A quel punto le minaccia della donna di diffondere inesistenti foto e video degli incontri.


38 LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 NONERAMAISUCCESSOALTRI MONDIMissAmericaèNinaevienedall’IndiaSi chiama Nina Davuluri, ha24 anni e domenica notte èdiventata la prima Miss Americadi origini indiane della storia delconcorso. «Sono davvero feliceche gli organizzatori abbianoabbracciato la diversità» ha dettoincredula la ragazza, già elettaMiss New York. «Sono grata checi siano bambine che finalmentepossono sentirsi rappresentateda Miss America» ha aggiunto, malei sogna ancora di fare il medico.IPRECANDIDATIITALIANISorrentinoelaGolinonellacorsaall’OscarSette film italiani si sonoiscritti alla selezione perconcorrere all’Oscar come migliorfilm straniero. Fra loro «La grandebellezza» di Sorrentino, «Miele»della Golino, «Viva la libertà», diAndò e «Midway tra la vita e lamorte», horror indipendente. Lacommissione italiana sceglierà ilcandidato il 25 settembre; il 16gennaio si conosceranno i 5 filmda tutto il mondo che il 2 marzosi contenderanno l’Oscar.atuttolibriRisateeriflessionisullanostracrisielaGuerraFreddaJONATHANCOEEXPO58È una storia ironica aitempi della Guerra Fredda,durante l’Expo del ‘58SILVIAAVALLONEMARINABELLEZZAProtagonista la storiadi un amore infinitoai tempi della crisiDAVIDFOSTERWALLACEDICARNEEDINULLARaccolta la «non fiction»inedita dell’autoredi culto morto nel 2008DaAvalloneaTabucchiQuest’autunnosilegge!Tranovitàegrandiritorni,iniziaunastagionericcadibestsellerAttesaperl’autricedi“Acciaio”eperilnuovoromanzodiVoloFILIPPO CONTICELLOPacchi e pacchi di manoscrittiabitano già i tavoli Rai,ma serve pazienza per capirese l’esperimento funzionerà:Masterpiece, primo talent peraspiranti scrittori, va in ondasuRai3solodal10novembre.Ai giudici (e all’auditel) l’arduasentenza, ma il romanzovincitoresarà comunque pubblicatoda Bompiani (in coedizioneconRaiEri)epresentatoal Salone di Torino. Nell’attesa,un giro in libreria restal’abitudine più sana, visto ched’autunnoarrivailsolitobastimentocarico di libri. Già sbarcatoun pezzo grosso d’Inghilterra:il nuovo Jonathan Coe,Expo 58 (Feltrinelli), storia diGuerra Fredda e umorismonella Bruxelles del 1958, hagià scalato la classifica. Einaudi,invece, lucida L’eroe discretodi Mario Vargas Llosa, Nobelper la letteratura nel 2010,mentre chi ha recentementericordato David Foster Wallacea 5 anni dalla morte puòconsolarsi con una gemmapreziosa: l’alluvionale «nonfiction»ineditaèraccoltainDicarne e di nulla.Coe e VargasLlosa due garanzieSellerio punteràsulla coppiaMalvaldi­CamilleriUnbastimentoIn casa nostrail meglio deve ancora venire etanto ci si aspetta da SilviaAvallone, dopo che nel 2010Acciaio si è meritato traduzioniin 22 lingue: il nuovo MarinaBellezza (Rizzoli) esce domanie intreccia l’amore aitempi della crisi e il tema sempreverdedel ritorno alle origini.Qualche futurologo vede ilprossimoFrancescoPiccolo(Il desiderio titolo provvisorioperEinaudi)giàinpoleper lo Strega 2014, manon è difficile azzardarevaticini per Fabio Volo:comunque si chiami, ilsuo nuovo romanzo Mondadoriin uscita entrol’anno detterà legge.Certo, farà la vocegrossapureSelleriocon i suoi due topplayer: MarcoMalvaldi torneràconlacomme­diashakespeariana Argento vivoe Andrea Camilleri con Labanda Sacco, storiaccia di mafiaambientata negli anni Venti.Per il momento, occhio aGianrico Carofiglio (Il bordovertiginosodellecose,Rizzoli)ea Roberto Cotroneo che sorprendecon Betty (Bompiani),giallo in cui capita che SimenonsiimprovvisiMaigret.ErriDe Luca nel poetico Storia diIrene(Feltrinelli)sceglie,invece,il mare come vero protagonista.El’assosipescail9ottobre:il romanzo postumo dell’eternoAntonio Tabucchi,morto nel 2012, lo aspettanoin mezzo mondo. Si chiamaPerIsabel.Unmandala(Feltrinelli),èstatoconcepitonegli anni Novanta ed ècircondato ancora da mistero.Pare che al centroci sia una donna inquieta,mentre nel nuovo libro­inchiestaMarcoTravaglio (Chiarelettere)siconcentrasuunuomo: tale GiorgioNapolitano.© RIPRODUZIONE RISERVATALA«FASHION’SNIGHT»STASERALAQUARTAEDIZIONEDELLAFORTUNATAINIZIATIVA.APERTIOLTRE500NEGOZIUna delle t­shirt in vendita da Pirelli PZero, gli occhiali di Web Eyewear, il portachiavi a forma di cuore da Hogan e le cuffie di IcebergAMilanolanotteèriccadimodaedeventiDecinedioggettiinedizionelimitata:MusicadaStroilieOvs,l’Interfirmat­shirtdaPirelliFABRIZIO SCLAVIAl via stasera a Milano laVogue Fashion’s Night. Apertifinoallanottepiùdi500negozidel quadrilatero della moda,diBrera,dicorsoGenovaecorsoComo. È la quarta volta cheSilvia Avallone,29 anni ANSAMilanoapreinegoziperquestagrande festa notturna a tutti icuriosieachivuolbereunbicchiereascoltandolamusicadeidj più trendy , sbirciando tra leultime tendenze di moda ecomprando oggetti in edizionelimitata. Un’occasione perla capitale dello stile, di avvicinarsial pubblico con una formulaaccessibile e amichevolea un mondo spesso percepitolontano ed esclusivo. Allestimenticreativi, luci e gadget etante idee. Da Just Cavalli(corso Matteotti) in vendita t­shirt ispirate a David Bowie. Ilnegozio di Bikkemberg (piazzaCavour) si trasformerà inuna grande palestra attrezzataTecnogym,dovetuttipotrannoallenarsi.DaTimberland(corsoMatteotti) si potrà parteciparea un vero gioco della memoriaconpremipersonabizzabilisul momento. Da StroiliGioielli (corso Vittorio Emanuele)potrai incontrare Fedeze Elisabetta Canalis. Ospiti daBoggi (piazza San Babila) gliatletidellapallanuotoeinvenditauncappellinoilcuiricavatosarà destinato al finanziamentoper riqualificare e aprireairagazzidiQuartoOggiaroilcamposportivodellaZona8.Da OVS di via Torino, a tuttamusicaconidjLaPinaeDiego,special guest Skin. Musica ecocktail anche da StoneIsland. I We Are PresidentS siesibirannodaJohnRichmond(via Bigli). Per gli amanti deimotori e del calcio appuntamentoda Pirelli PZero (corsoVenezia) dove saranno messein vendita magliette in limitededitionconstampatecoloratissimepin up e quelle del tourestivo“InterAmerica”autografatedai campioni nerazzurri.Per costanti aggiornamenti èattivoilsitovfno2013.vogue.it.© RIPRODUZIONE RISERVATAAPINKSTARSBillboardla scegliecome donnadell’annoPink è la donnadell’anno perBillboard. Larivista musicaleha annunciatoieri di averassegnatol’onoreficenzaalla cantante,che la ritireràdurante l’evento«BillboardWomenin Music»,il 10 dicembrea New York. Ilriconoscimentoè l’ultimasoddisfazionein un anno d’oroper la 34ennecantante americana,al secoloAlecia Moore.Il suo sesto album,«The TruthAbout Love»,è arrivatoal primo postonella classificastatunitense edha venduto 1,7milioni di copie,lanciando4 singoli al topALVIASULA5«THECHEF»SULDIGITALEOldani­LaMantiaSifaincoppiailtalentdicucinaGli chef Filippo La Mantia (a sin.) e Davide OldaniGABRIELLA MANCINIMILANOAttentiaqueidue:glichefFilippoLaMantiae Davide Oldani da questa sera saranno protagonistidi The Chef ­ Scelgo e Creo in cucina,in onda su La5 alle 21.10. Il primo siciliano,estroverso, si definisce «un oste e un cuoco», ilsecondolombardoetecnico,hainventatolacucinapopriccadicontrasti.Sarannoloroigiudicideltalentshowchescattastaseraconlapreselezionedi 50 concorrenti, che si ridurranno a 14dallasecondapuntata.Poisidividerannoinduesquadre e saranno accompagnati da due coach,lafoodbloggerChiaraMacielochefAlessioAlgherini.La selezione è stata dura: erano partitiin 5mila inviando le videoricette sul web, allafine sono stati scelti quelli che oltre alla passionehanno dimostrato più tecnica, non a caso trai concorrenti ci sono anche cuochi fatti e finiti.Duello La Mantia e Oldani non si limiterannoa giudicare i piatti, ma dispenseranno ancheconsiglipraticiepiccolisegreti.Insiemesonounbel mix. «Lavorare con Oldani è stata un’esperienzamisticaperme,autodidattadellacucina.Fossi stato un concorrente sono certo che miavrebbe buttato fuori — ha detto La Mantia —.Io come il bottegaio di Ballarò e lui perfetto conle iniziali pure sui calzini». E Oldani: «Pensatecome ho passato questi giorni con lui....».DiversamenteaffabileDIARIODIUN’INVALIDALEGGERMENTEARRABIATADI FIAMMA SATTA*© RIPRODUZIONE RISERVATA)Soddisfazioneè...scalareunasediaHovistosuYouTubeilvideodiuncagnolinoche,dopounaserieditenerissimitentativi,riesceasuperareunpiccologradino.Unabellasoddisfazioneancheperchiguarda.Chebellaparola,«soddisfazione»,vero?Anchementrelascrivosorridocontenta.Recentementeancheiohoprovatounagrandesoddisfazione.Èstatoquandosonoriuscitaasedermisuunosgabelloaltodellacucinaperfarecolazione.Misembravadidominareilmondo.Peròquellamia«soddisfazione»èdurataassaipocoperchémentremettevolozuccheronelcaffè,unavicinadicasamihaavvisatochedurantelanottequalcunoavevasradicatodall’asfaltoilcartellostradaledellamiaconcessioneinvalidiestrappatounospecchiettoeuntergiscristallodellamiaauto.Eranocertamenteabilioniubriachichenonhannotoccatoaltricartelliomacchine,madavigliacchihannosceltoconcuralaloropersonale«soddisfazione»…Ps:l’abilioneèunindividuoabileconsapevolmenteincivile,assaipiùpericolosodell’abiliota,incivilemaincosapevole.*seguiteFiammasulblogdiversamenteaffabile.it


MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013 LA GAZZETTA DELLO SPORT39ALTRI MONDIOroscopoLE PAGELLEDI ANTONIO CAPITANI24/8­22/9Vergine 6,5La Luna pone inevidenza la vostralaboriosità. Utile asgrossare, definire erifinire. L’amor vidiverte e v’appaga,con suinità light.23/9­22/10Bilancia 8IL MIGLIORE.Grinta e stilepersonale vi fannoapprezzare. E voiconseguitesoddisfazioniconcreterrime. Sexsapido. Yum.MATTEOMORANDIIl ginnasta italiano ènato l’8 ottobre 1981.Ha vinto il bronzonegli anelli a Londra2012 e altri quattrobronzi ai Mondialifra il 2002 e il 201021/3­20/4Ariete 7Obblighi e fetentucolipuntano la fiammaossidrica sui vostrizebedei. Ma staff,clienti e amiciagevolano il successo.Furbizie suine.23/10­22/11Scorpione 5,5L’umore ballonzola,voi siete di una noiamortale. Però brillateper strafighezza. Unpo’ meno perefficienza suina.Lavoro incagliato.21/4­20/5Toro 6 ­La fortuna visorveglia. Ma oggisiete una palla. Cosìrischiate di perdereposizioni, chance efaccia. Fumata nera asud dell’ombelico.23/11­21/12Sagittario 7 +Giornata idonea aviaggiare, sostenerecolloqui, inviarecurricula. Le vostrerichieste vengonobene accolte, i corpialtrui vi cercano.21/5­21/6Gemelli 7,5Le scelte sono giuste.E voi riceveteconsensi, non solo dilavoro, anche daluoghi e individuilontani. Esondazionisuine vi fan gioire.22/12­20/1Capricorno 7 +Il pragmatismo è ilvostro forte. E se siandasse alle elezioniper i più suini, voi liasfaltereste tutti, glialtri segni. Soldi arischio, tuttavia.22/6­22/7Cancro 6,5Certe mosseeconomiche fannoquasi la vostra fortuna.E il lavoro appaga. Manon siate sfigocupi,anche perché oggi...forse si fornica.21/1­19/2Acquario 7La Luna fa partire colpiede giusto ogniimpegno e rendefulgida la vostraimmagine. L’intuito vi èalleato, il sudombelicomeno, purtroppo.23/7­23/8Leone 5,5Luna opposta,giornata di rotture.Soprattutto perché chivi sta attorno visembra che abbia il QId’una platessa.Sudombelico indeciso.20/2­20/3Pesci 6La stanchezza vi fa afette come unagalantina di pollo:riposate. E ricordateche da soli farete dipiù e meglio. Ormoniincostanti.Lo Sport in tv: in chiaro, sul satellite e sul digitale terrestreIN DIRETTACALCIO16.30 MANCHESTERUNITED -BAYERLEVERKUSENUefa Youth LeagueEurosport20.45 BAYERNMONACO -CSKA MOSCAChampions LeagueSky Calcio 3, MP Calcio 220.45 BENFICA -ANDERLECHTChampions LeagueSky Calcio 720.45 COPENAGHEN -JUVENTUSChampions LeagueSky Sport 1, Sky Calcio 1,MP Calcio20.45 GALATASARAY -REAL MADRIDChampions LeagueSky Sport 3, Sky Calcio 2, MPCalcio 120.45 OLYMPIACOS -PARIS SAINTGERMAINChampions LeagueSky Calcio 4, MP Calcio 320.45 MANCHESTERUNITED -BAYERLEVERKUSENChampions LeagueSky Calcio 520.45 REAL SOCIEDAD -SHAKHTARDONETSKChampions LeagueSky Calcio 820.45 VICTORIA PLZEN -MANCHESTER CITYChampions LeagueSky Calcio 6BILIARDO8.30 SNOOKER:SHANGHAI MASTERSDalla CinaEurosport 29.15 SNOOKER:SHANGHAI MASTERSDalla CinaEurosport13.30 SNOOKER:SHANGHAI MASTERSDalla CinaEurosportCICLISMO13.30 GIRODI GRAN BRETAGNAEurosport 2CRICKET16.30 CHAMPIONS LEAGUETWENTY20Dall'IndiaEurosport 2TENNIS16.00 ATP METZSuperTennisSKY SPORT 19.00 CALCIO:PARMA - ROMASerie A10.45 CALCIO:TORINO - MILANSerie A. Highlights11.00 CALCIO:FIORENTINA -CAGLIARISerie A. Highlights11.30 CALCIO:NAPOLI - ATALANTASerie A. Highlights12.00 CALCIO:INTER - JUVENTUSSerie A. Highlights14.30 CALCIO:BORUSSIADORTMUND -AMBURGOBundesliga16.15 CALCIO:LAZIO - CHIEVOSerie A. Highlights16.30 CALCIO:FIORENTINA -CAGLIARISerie A. Highlights17.00 CALCIO:NAPOLI -ATALANTASerie A. Highlights17.30 CALCIO:PARMA - ROMASerie A. Highlights18.00 CALCIO:INTER -JUVENTUSSerie A. Highlights18.30 CALCIO:TORINO - MILANSerie A. Highlights01.15 CALCIO:COPENAGHEN -JUVENTUSChampions LeagueSKY SPORT 27.30 GOLF:THE KLM OPENPGA European Tour.Da Zandvoort, Olanda10.30 AUTOMOBILISMO:INDYCARDa Detroit, Stati Uniti11.30 RUGBY:NUOVAZELANDA -SUDAFRICAQuattro NazioniGazzetta.itSONDAGGIOKakàelostipendio«autosospeso»...Chenepensate?Kakà, dopo l'infortunio aTorino, al suo secondodebutto milanista, decidedi sospendersi lostipendio finché nonguarisce dal fastidiomuscolare. Che nepensate? Finora lamaggioranza di voi loritiene un gesto positivo.Ma c’è anche chi pensasia solo una operazione diimmagine. Votate!www.gazzetta.itVIDEOLadisinibitaultràdelBroendbyfelicein...toplessÈ capitato in Danimarca,sugli spalti dello stadio:una tifosa del Broendby,per celebrare un gol, si èmessa in topless. Inrealtà, più che unaesibizionista, la tifosaappare disinibita, perchési toglie la maglietta perfarla roteare come unasciarpa, seguendo il gestodegli altri tifosi. Guardatequesto curioso video.GazzaMeteoIerimin maxOggiDomaniDopodomaniA CURA DI ALGHERO16 24Ultime piogge sul Friuli dove migliora. Piogge Cieli in prevalenza poco o parzialmente nuvolosi Al Nord parzialmente nuvoloso con nubi suiANCONA15 24anche tra Romagna e Marche e poi, in serata sulla gran parte delle nostre regioni. Molte nuvole confini alpini e con qualche pioggia. Al Centroanche sul Molise, Gargano. Insistono ancora molte con associate piogge, generalmente deboli, qualche pioggia sull'alta Toscana ed entro seraAOSTA11 18Trentonubi sulle coste tirreniche di Campania e Calabria saranno presenti su tutte le Alpi e ancora sulle sugli Appennini fin verso le coste delle Marche.BARI18 2614 23AostaTriestecon piogge per quasi tutto il giorno. coste tirreniche di Campania e Calabria.Al Sud piovaschi su coste campane e calabresi.LegendaBOLOGNA16Milano2510 18Venezia 17 2014 2116 22CIELOVENTICAGLIARI18 26Torino12 20BolognaSoleDeboliCAMPOBASSO 13 22Genova17 2418 24AnconaNuvoloModeratiCATANIA19 2918 23Firenze PerugiaFIRENZE15 2518 24 13 22RovesciFortiGENOVA17 23L’AquilaCopertoMolto fortiL'AQUILA13 2113 20MILANO12 21PioggiaROMA CampobassoMARI17 26NAPOLI19 2513 22 Bari17 29TemporaliCalmiPALERMO22 28Napoli Potenza20 26 13 19NeveMossiPERUGIA13 22POTENZA13 20NebbiaAgitatiREGGIO CALABRIA 20 27Cagliari19 26CatanzaroROMA16 2519 23Il sole oggiIl sole domaniLa lunaTORINO10 20Palermo Reggio CalabriaMILANO ROMA21 2821 29TRENTO11MILANO ROMANuova Primo quarto Piena Ultimo quarto26CataniaSorge Tramonta Sorge Tramonta TRIESTE16 2322 29Sorge Tramonta Sorge Tramonta7:02 19:31 6:50 19:17 VENEZIA14 247:03 19:29 6:51 19:15 5 set. 12 set. 20 set. 27 set.DIRETTORE RESPONSABILEANDREA MONTIandrea.monti@gazzetta.itVICEDIRETTORE VICARIOGianni Valentigvalenti@gazzetta.itVICEDIRETTORIFranco Arturifarturi@gazzetta.itStefano Cazzettascazzetta@gazzetta.itRuggiero Palomborpalombo@gazzetta.itUmberto Zapelloniuzapelloni@gazzetta.itTestata di proprietà de “La Gazzettadello Sport s.r.l.” ­ A. Bonacossa © 2013PRESIDENTEAngelo ProvasoliVICE PRESIDENTERoland BergerCONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONEAMMINISTRATORE DELEGATOPietro Scott JovaneCONSIGLIERIFulvio Conti,Luca Garavoglia,Piergaetano Marchetti,Laura Mengoni,Carlo PesentiDIRETTORE GENERALE DIVISIONE QUOTIDIANIAlessandro BompieriRCS MediaGroup S.p.A. Divisione QuotidianiSede Legale: Via A. Rizzoli, 8 ­ MilanoResponsabile del trattamento dati (D. Lgs.196/2003): Andrea Montiprivacy.gasport@rcs.it ­ fax 02.62051000© COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A.DIVISIONE QUOTIDIANITutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questoquotidiano può essere riprodotta con mezzigrafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazionesarà perseguita a norma di leggeDIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIAVia Solferino, 28 ­ 20121 Milano ­ Tel. 02.62821DISTRIBUZIONEm­dis Distribuzione Media S.p.A.Via Cazzaniga, 19 ­ 20132 MilanoTel. 02.25821 ­ Fax 02.25825306SERVIZIO CLIENTICasella Postale 10601 ­ 20110 Milano CP IsolaTel. 02.63798511 ­ email: gazzetta.it@rcsdigital.itPUBBLICITÀRCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE PUBBLICITÀVia A. Rizzoli, 8 ­ 20132 MilanoTel. 02.25841 ­ Fax 02.25846848EDIZIONI TELETRASMESSETipografia Divisione Quotidiani RCS MEDIAGROUP S.p.A.­Via R. Luxemburg ­ 20060 PESSANO CON BORNAGO (MI) ­Tel. 02.95743585 S RCS PRODUZIONI S.p.A. ­ Via Ciamarra351/353 ­ 00169 ROMA ­ Tel. 06.68828917 S Seregni Padovas.r.l. ­ Corso Stati Uniti, 23 ­ 35100 PADOVA ­ Tel.049.8700073 S Editrice La Stampa SpA ­ Via Giordano Bruno,84 ­ 10134 Torino S Tipografia SEDIT ­ Servizi EditorialiS.r.l. ­ Via delle Orchidee, 1 Z.I. ­ 70026 MODUGNO (BA) ­ Tel.080.5857439 S Società Tipografica Siciliana S.p.A. ­ ZonaIndustriale Strada 5ª n. 35 ­ 95030 CATANIA ­ Tel.095.591303 S L’Unione Sarda S.p.A. ­ Centro Stampa ViaOmodeo ­ 09034 ELMAS (CA) ­ Tel. 070.60131 S BEA printingsprl ­16rueduBosquet­1400NIVELLES(Belgio)SSpeedimpexUSA, Inc. ­ 38­38 9th Street Long Island City, NY 11101,USA S CTC Coslada ­ Avenida de Alemania, 12 ­ 28820 CO­SLADA (MADRID) S La Nación ­ Bouchard 557 ­ 1106 BUE­NOS AIRES S Taiga Gráfica e Editora Ltda ­ Av. Dr. AlbertoJackson Byington n. 1808 ­ OSASCO ­ SÃO PAULO ­ Brasile.S Miller Distributor Limited ­ Miller House, Airport Way,Tarxien Road ­ Luqa LQA 1814 ­ Malta S Hellenic DistributionAgency (CY) Ltd ­ 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia ­1300 Nicosia ­ CyprusSFPS Fernost Presse Service Co. Ltd­ 44/10 Soi Sukhumvit, 62 Sukhumvit Road, Bang Chark,Phra­Khanong ­ BANGKOK 10260 ­ Thailandia S Iris PrintingS.A. ­ 20° km. Lavriou Av. ­ Koropi/Atene ­ GreciaPREZZI D’ABBONAMENTOC/C Postale n. 4267 intestato a: RCSMEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANIITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeriAnno: d 389 e 339 s 259Per i prezzi degli abbonamenti all’esterotelefonare all’Ufficio Abbonamenti 02.63798520INFO PRODOTTI COLLATERALI EPROMOZIONITel. 02.63798511 ­ email: linea.aperta@rcs.itTestata registrata presso iltribunale di Milano n. 419dell’1 settembre 1948ISSN 1120­5067CERTIFICATO ADS N. 7334 DEL 14­12­2011La tiratura di lunedì 16 settembreè stata di 394.773 copieCOLLATERALI*con libro Lauda vs Hunt d 14,29 ­ con DVD Kenil Guerriero N. 3 d 3,29 ­ con Ferrari Build Up N.3 d 4,29 ­ con DVD Benigni Cult N. 5 d 11,29 ­ conI Classici dell’Avventura N. 8 d 8,20 ­ con LuckyLuke N. 9 d 5,29 ­ con DVD Pokemon N. 17 d11,29 ­ con Lamborghini Collection N. 11 d 6,29 ­con Pesca Magazine N. 7 d 5,29 ­ con PassioneRally N. 23 d 14,29 ­ con i mitici Bud Spencer &Terence Hill N. 38 d 11,29 ­ con Michel Vaillant N.41 d 4,29 ­ con I Love Travel N. 49 d 5,29 ­ conSportWeek d 3,10PROMOZIONIARRETRATIRichiedeteli al vostro edicolante oppure ad A.S.E.Agenzia Servizi Editoriali ­ Tel. 02.99049970 ­ c/c p. n.36248201. Il costo di un arretrato è pari al doppio delprezzo di copertina per l’Italia; il triplo per l’estero.PREZZIALL’ESTERO: Albania E2,00; Argentina$9,00; Austria E2,00; Belgio E2,00; BrasileR$7,00; CanadaCAD3,50; CzCzk.64; Cipro E2,00; CroaziaHrk15; Egitto E2,00; Francia E2,00; Germania E2,00; Grecia E2,00; Irlanda E2,00; Lux E2,00; Malta E1,85; MonacoP. E2,00; Olanda E2,00; PoloniaPln.9,10; Portogallo/Isole E2,00; SK Slov. E2,20; Slovenia E2,00; Spagna/Isole E2,00; SvizzeraFr.3,00; Svizzera Tic.Fr.3,00; Hong KongHK$45; ThailandiaTHB190; UngheriaHuf.600; UKLg.1,80; U.S.A.USD4,00.


40LA GAZZETTA DELLO SPORT MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2013

More magazines by this user
Similar magazines