Views
8 months ago

BEST MAGAZINE 54

- Best Moda “Gaiofatto” - BM Intervista “Gloria Giacosa” - Best Intervista “Emma Marrone” - Best Star “Dylan Frances Penn” - Best Cinema “Maria Maddalena” - BM Eventi “Massimo Ranieri” - Best Design “Cuscini d’Arredo” - BM Tecnologia “Smartphone sotto la Doccia” - BM Eventi “Miss Story” - BM Tv “Le Star su Netflix” - BM Eventi “Antonello Venditti” - Best Turismo “Tra le dune del Sahara” - Best Music “Volume 44 - Last Eden on Earth” - BM Music “Ur-Kestra” - BM Intervista “Stefania Visconti” - BM Eventi “Premiata Forneria Marconi”

Best Turismo by Chiara

Best Turismo by Chiara Musino SAHARA L’ORO DELLE DUNE SOTTO LA LUCE DELLE STELLE E’ il deserto caldo più grande del mondo e ha tanti volti e tanti aspetti. E’ un luogo in cui è facile sentirsi piccoli piccoli, come se terra e cielo vogliano prendersi tutto lo spazio che desiderano, senza compromessi o limiti di sorta. Madre Natura ci ha regalato una grande distesa di oro dove a camminarci sopra si affonda un po’ e ci si chiede se abbia una fine, mentre ci rendiamo conto di come sia lei qui la padrona assoluta, tenendoci sospesi a metà tra un manto dorato ed un’enorme coperta di stelle che la 80 BEST MAGAZINE notte bucano il nero del cielo. Qui, a contatto con noi stessi e interrotti solo dal rumore dei nostri passi, il tempo sembra non esistere finchè non arriva il buio con il suo grande sbalzo termico a ricordarci che in realtà questa era solo un’illusione. Il Sahara ha tanti volti e anche i venti che lo attraversano hanno tanti nomi (Simùn, Harmattan, Khamsin, Ghibli) e mentre corrono tra valli disseccate e fiumi fossili si divertono ad accarezzare veloci le dune di sabbia dell’Erg, il deserto di

il Sahara roccia dell’Hammada e i ciottoli del Serir, lasciandovi il proprio segno come se il paesaggio fosse della creta grande oltre 9 milioni di chilometri quadrati da modellare a seconda dei capricci del momento. Sabbia per il 20 per cento, e poi distese ciottolose, altipiani rocciosi e massicci montani disseminati di poche oasi, vasti laghi salati asciutti che brillano sotto il sole, fino ad arrivare ad un orizzonte costellato di montagne innevate. E non pensate che l’acqua non vi sia... c’è, ma è nascosta poco al di fuori della portata del nostro sguardo in pozzi artesiani e fiumi sotterranei, perciò l’unica vegetazione che resiste è quella che sopporta piogge incostanti e temperature elevate. Questa non è una terra clemente... e la sua Bellezza non è da meno, costruita da artigiani a volte invisibili che però hanno in sè una sapienza antica come il mondo. Le rose del deserto nascono solo qui, da un aggregato di cristalli di gesso che si crea in condizioni ambientali e climatiche ben precise; alla loro origine sono legate delle leggende, BEST MAGAZINE 81

BEST MAGAZINE 56
musica cinema eventi stile tv sport cultura - Concept Magazine