Libro «Un tuffo in Ticino», estratto: Riviera

Salamander

La tua guida turistica alla scoperta di 120 luoghi spettacolari sulle rive di fiumi, laghi e pozze nel Ticino:
«Un tuffo in Ticino – Fiumi, cascate e laghi dove fare il bagno e rinfrescarsi»

Edizioni Casagrande, 2020, ISBN 978-88-7713-871-2, disponibile sul sito www.salamanderverlag.ch, CHF 39.90 (spedizione gratuita in Svizzera)

Riviera

In questa regione i fiumi hanno

scavato le gole più belle e ripide del

Ticino, una pozza si riversa

nell’altra. A fare da contrasto ci sono

alcune spiagge fluviali tranquille.

29


i

N

0

5 km

Leventina e Blenio,

vedi pag. 11

Ticino

Riviera

A2 44

Biasca

BIASCA

10. Biasca: cascate di Santa Petronilla

11. Iragna: Pozz Borgh

12. Osogna: Pozzon

13. Osogna: Boggera

14. Lodrino: Pozz Cavai

15. Moleno

16. Preonzo: laghetto di Mezzodolmo

17. Preonzo: al Ticino

18. Gnosca: spiaggetta alla Passerella

19. Castione: alla Moesa

R i v

Iragna

Lodrino

Prosito

A2

Osogna

Cresciano

Moleno

Preonzo

e

Claro

r

A2

a

Gnosca

A2

45

Bellinzona-Nord

Castione

Arbedo

A13

Moesa

Ticino

Per informazioni

Bellinzonese e Alto Ticino Turismo:

www.bellinzonese-altoticino.ch > Biasca e Riviera

tel. +41 (0)91 869 15 33

I Biasca: in Paese, accanto alla Banca BPS,

K 46.36018 8.97116, b Biasca, Municipio

Piano di Magadino,

vedi pag. 71

BELLINZONA

30


10 11 12

13 14

Riviera

15 16

17 18 19

31


BAGNO E PEDALATA

Da non perdere

Bellinzona _ Biasca (risalire la valle, pianeggiante), 2 h 30 min (26 km):

il percorso ciclabile nazionale n. 3 (percorso nord-sud, segnalato) è costituito per

lo più da strade secondarie tranquille e piste ciclabili. Con delle piccole deviazioni

si raggiungono le seguenti zone di balneazione: Bellinzona 31, 30 e 29, Castione 19,

Preonzo 16 e 17, Moleno 15, Lodrino 14, Iragna 11 e Santa Petronilla sopra Biasca 10.

Noleggio biciclette: a Bellinzona da Rentabike (tel. +41 (0)91 243 09 78)

o attraverso Velospot (per entrambe vedi anche pag. 263),

e a Biasca da Cicli Wittwer (www.cicliwittwer.ch, tel. +41 (0)91 862 15 16)

BAGNO E BUS

Passare da una zona di balneazione all’altra è un passatempo molto apprezzato: le

zone sono tutte molto differenti. Il mezzo di trasporto più comodo è il bus.

Riviera occidentale, Biasca–Bellinzona (scendere la valle), 1 giorno:

la prima destinazione di questo tour panoramico sono le pozze di Santa Petronilla

a Biasca 10. In seguito si torna in Paese a prendere il bus a b Biasca, Stazione (linea

193) in direzione di «Bellinzona» (un bus ogni ora, tempo di viaggio complessivo

fino a b Bellinzona, Piazzale Stazione: 46 min. Lungo il tragitto si può scendere

a una delle seguenti fermate per fare il bagno: b Iragna (vedi 11), b Lodrino, Paese

(vedi 14), b Moleno (vedi 15), b Preonzo, Nord (vedi 16 e 17), b Gnosca, Centro (vedi

18), b Gorduno, Alla Rivetta (vedi 30, camminare per 400 m sulla sponda destra

del riale, attraversare il bosco e proseguire fino al parcheggio, poi ancora qualche

metro nel bosco) e b Bellinzona, Bivio Galbisio (vedi 31, scendere per 150 m lungo

la strada fino al P, seguire le indicazioni di percorso). Il centro storico di Bellinzona

e i suoi tre castelli meritano una visita (vedi anche 31, suggerimento).

Riviera orientale, Bellinzona–Biasca (risalire la valle), 1–2 giorni:

un altro piacevole giro rinfrescante. Si parte in direzione di Bellinzona (vedi anche 31,

suggerimento), e si esplora la città. A b Bellinzona, Stazione, si prende un bus della

linea 191 in direzione di «Airolo» (un bus ogni ora, tempo di viaggio complessivo

fino a b Biasca, Stazione: 33 min). Per fare il bagno, si può scendere a una delle seguenti

fermate: b Arbedo, Molinazzo (vedi 29 e 30), b Castione, Stazione (vedi 19),

b Cresciano, Stazione (vedi 13), b Osogna, Paese (vedi 12) e b Biasca, Stazione (vedi

10). C’è la possibilità di pernottare a Cresciano (vedi 13, suggerimento).

Con la stessa linea del bus si può proseguire il tour in Val Leventina, scendendo

alle seguenti fermate: b Giornico, Parondino (vedi 6) e b Chiggiogna, Paese (vedi 4,

suggerimento); altre fermate a pag. 14, seconda proposta.


10. Biasca: cascate di Santa Petronilla

Aree per stendersi Nuotare Temperatura acqua Ore 10.30–19.30

Bagno pubblico di Biasca: sopra la stazione, il Ri della Froda ha scavato sette pozze tra le rocce.

Nelle calde giornate estive l’acqua raggiunge i 22 gradi, una temperatura piacevole. Sopra

la cascata, che si riversa nella pozza più grande (pozza principale, B), c’è un vecchio ponte di

pietra. Lì accanto c’è una cappella in onore di Santa Petronilla, una martire paleocristiana.

Riviera

Pozza principale delle cascate di Santa Petronilla sopra Biasca

33


Pozza alla cappella

Distribuite su un dislivello di 240 m sopra

la pozza principale ci sono altre sei pozze del

Ri della Froda:

Pozza alla cappella

(5 min sopra la pozza principale)

Pozza ai piedi di una cascata, situata all’altezza

della cappella. Molto apprezzata. Ci sono delle

lastre rocciose. Il corso d’acqua sottostante è

adatto ai bambini. Si sale fino al ponte di pietra

e poi qualche passo verso monte.

Pozza alla condotta dell'acqua

(10 min sopra la pozza principale)

Pozza di una cascata, con una storica condotta

dell’acqua in legno, situata tra imponenti rocce.

Dalla cappella si segue il sentiero di montagna

sulla sinistra. Non appena si vede la cascata alta

e stretta, si percorre la pista battuta.

Pozza terrazzata

(15 min sopra la pozza principale)

Piccola pozza ai bordi del pendio, con vista sulla

Valle Riviera. Da lì si può salire ad altre due

pozze retrostanti, ai piedi di una cascata alta circa

6 m. Si segue il sentiero di montagna sulla

sponda sinistra, all’incrocio si prosegue verso il

corso d’acqua.

Pozza alla condotta dell'acqua

Pozza terrazzata >

34


Pozza per le arrampicate

(! 20 min sopra la pozza principale)

Profonda pozza ai piedi di una cascata, riparata

dal sole e circondata da lastre rocciose. Alla curva

del sentiero di montagna, dove c’è una lastra rocciosa

alta circa 1,5 m con il simbolo rosso e bianco

di segnalazione dei sentieri di montagna, si continua

sempre dritto. Dopodiché si scende fino al

bordo della roccia, dove c’è un enorme albero con

due tronchi. Da lì si prosegue fino alla pozza.

Pozza verde smeraldo

(25 min sopra la pozza principale)

Piccola pozza ai piedi di una cascata, circondata da

rocce piatte. Si sale il pendio lungo il sentiero di

montagna per circa 20 minuti. Ai piedi di un enorme

masso (alto ca. 5 m, largo ca. 15 m), si svolta a

sinistra e si scende fino al corso d’acqua lungo la

tortuosa pista battuta.

Cascata grande

(30 min sopra la pozza principale)

Spumeggiante cascata di 100 m. Ai suoi piedi c’è

una pozza profonda fino ai fianchi. Sulle rocce ci sono

delle superfici per distendersi. Si segue il sentiero

di montagna fino alla curva verso destra, dopo l’enorme

masso (vedi pozza verde smeraldo) – da lì si

vede già la cascata. Seguire le tracce fino alla pozza.

Suggerimenti

Affreschi dai colori vivaci: poco sopra la Via

Crucis (vedi indicazioni di percorso) c’è la chiesa

dei Santi Pietro e Paolo, di origine romanica; i muri

e il soffitto sono decorati con bellissimi affreschi

risalenti al periodo tra il XIII e il XVII secolo.

Paradiso dei grotti: ai piedi del pendio, 2km a nord

dalla stazione di Biasca, all’ombra degli alberi,

c’è il quartiere della movida: r Grotto Pini

(www.igrot.ch > Termine di ricerca: Pini, tel.

+41 (0)91 862 12 21), r Grotto Lino (www.igrot.ch

> Termine di ricerca: Lino, tel. +41 (0)91 862 45 47),

r Grotto del Mulo (tel. +41 (0)91 862 14 23) e

r Grotto Petronilla (www.igrot.ch > Termine di

ricerca: Petronilla, tel. +41 (0)91 862 39 29). Dalla

stazione di Biasca, seguire la strada principale

per 1,6 km in direzione nord, svoltare a destra

verso i grotti (segnalato), P 46.36639 8.97488.

Seguire la Via Crucis fino alla chiesa (vedi sopra)

e proseguire lungo il sentiero escursionistico

(25 min). Da b Biasca, Grotti si torna diretta-

mente alla stazione.

TP > z Biasca > f 30 min

f Dirigersi verso nord fino alla Coop, attraversare

il ponte sopra la ferrovia e seguire la strada

fino al sentiero a gradini (500 m). Risalire il

pendio e, prima del ponte di pietra, scendere

fino alla pozza (senza tracciato).

a > P 46.36132 8.97158 > f 20 min

Percorrere la A2 fino all’uscita «44-Biasca»,

seguire le indicazioni per «Biasca»

fino alla rotonda nei pressi del grande

parcheggio (2 km). Proseguire sempre dritto in direzione

della chiesa (segnalata). Di fronte alla Banca

BPS, svoltare a sinistra e proseguire fino ai parcheggi

dietro il municipio (120 m). f Seguire la segnaletica

del percorso ciclabile fino alla chiesa di San

Carlo Borromeo (150 m) e percorrere la Via Crucis.

B 46.35288 8.97662

Cascata grande

36


11. Iragna: Pozz Borgh

Aree per stendersi Nuotare Temperatura acqua Ore 10.00–18.00

La pozza di paese è molto frequentata. Il Riale d’Iragna scorre attraverso una gola piena

di crepacci, molto amata anche dai canyonisti. Spesso ci sono gruppi di persone in muta al neoprene

che spuntano dalle cavità tra le rocce. Ci sono due scivoli naturali e si possono anche

fare dei tuffi. Ci si può sdraiare sui blocchi di pietra intorno alla pozza. L’accesso ai cani non

è consentito.

Riviera

Pozz Borgh a Iragna

37


Su un dislivello di 90 m sopra la pozza di paese

ci sono altre tre splendide pozze del Riale d’Iragna,

facilmente accessibili:

Cascata nascosta

(! 10 min sopra il Pozz Borgh)

Piccola pozza profonda circondata da rocce. Il

canale della cascata sembra progettato da un

architetto. Si sale lungo la pista battuta sulla

sponda destra (circa 80 m). Si attraversa una

zona rocciosa in direzione del riale e si segue il

rumore della cascata. Con l’aiuto di una corda

fissa si può scendere a riva.

Cascata nascosta

TP > b Iragna, Ponte dei ladri > f 5 min

f d

a > P 46.32779 8.96845 > f 3 min

Percorrere la A2 fino all’uscita «44-

Biasca», seguire le indicazioni per

«Bellinzona». Percorrere la strada cantonale

ovest fino alla fermata del bus. Parcheggiare

accanto al riale. f d

D Risalire il riale fino alla pozza (300 m), passando

davanti a c Osteria al Pozz.

B 46.32923 8.96559

Pozza al ponte di pietra

(10 min sopra il Pozz Borgh)

Sotto un vecchio ponticello di pietra, c’è una

pozza circondata da una grande superficie ideale

per distendersi. Si può nuotare ancora un pochino

nella gola. Si segue la pista battuta sulla

sponda destra fino al ponticello e lo si attraversa.

Si scende alla pozza camminando sui sassi.

Pozza al ponte di pietra

38


Cascata grande

(! 20 min sopra il Pozz Borgh)

Cascata alta circa 40 m. Ci sono diverse piccole

pozze profonde, circondate da rocce piatte. Al

ponte di pietra (vedi pag. 38) si prosegue qualche

passo sempre dritto fino alla strada asfaltata.

Si segue la strada per 80 m fino alla seconda

curva verso destra, stretta e con cordolo. Si sale

lungo una cengia rocciosa e nel bosco si seguono

le tracce. Alla fine si scende da alcune rocce.

Riviera

Cascata grande

Sotto la cascata grande

39

More magazines by this user