Indice

bottegasolidale.it
  • No tags were found...

Scuolidale - La Bottega Solidale

NoteLa quota richiesta per i moduli prevede l’intervento di due formatori e materialedidattico che sarà lasciato all’insegnante. Consigliamo un incontro preventivocon l’insegnante.Per favorire il raggiungimento degli obiettivi è preferibile la partecipazione di unsolo gruppo classe alla volta (o comunque circa 25 ragazzi).Siamo disponibili ad effettuare variazioni adattabili alle diverse esigenze delleclassi.È possibile far seguire al modulo didattico una visita guidata ad una Bottega delMondo.Segnalateci il vostro interesse per i moduli presentati, anche nel caso non ci fosserodisponibilità economiche da parte della scuola, in quanto talvolta lavoriamosu progetti specifici sovvenzionati dagli enti pubblici che includono anche attivitàeducative da realizzarsi nelle scuole.Per le prenotazioni o per qualsiasi informazione contattare:Responsabile Gruppo Scuola: Dott.ssa Alessia BordoTel. 010.265828 338.7952027 cultura@bottegasolidale.itIllustrazioni di Luigi Berio,www.arteprima.com4


Il commercio equo e solidaleSCUOLA ELEMENTARE, MEDIA INFERIORE E SUPERIOREOBIETTIVIRendere i bambini/ragazzi consapevoli dei meccanismi del commercio internazionale edelle conseguenze negative sui paesi in via di sviluppo. Promuovere la conoscenza delcommercio equo e solidale come alternativa possibile.METODOLOGIA E STRUMENTI■ gioco di ruolo ■ video ■ carta di Peters ■ brainstorming■ visione di prodotti del commercio equo e solidale.1° incontro:per le sc. elementari: gioco di ruolo “Il gioco delle sedie”, riflessione sullo squilibrio delladistribuzione della popolazione e della ricchezza nel pianeta;per le sc. medie e superiori: gioco di ruolo “Gli scambi commerciali”, riflessione sullo sviluppodel gioco e sulla problematica socio--economica del Sud del mondo.2° incontro: partendo dalle riflessioni del primo incontro si analizzano le alternative possibilialle complesse dinamiche del commercio internazionale: commercio equo e solidale,consumo critico, boicottaggio. Video su progetti e prodotti del commercio equo;per le sc. superiori: analisi del prezzo trasparente di un prodotto (es: caffè o cacao).TEMPIOgni incontro ha la durata di circa 2 ore.COSTIIl costo del modulo è di € 150,00 (IVA esente).La quota comprende materiale didattico che sarà lasciato all’insegnante.INFORMAZIONI AGGIUNTIVEÈ necessario avere a disposizione un videoregistratore ed un televisore.Per il gioco “Scambi commerciali” occorre materiale di cancelleria (12 matite, 6 forbici, 2compassi, 40 fogli, 5 righette, 2 squadre).5


Il viaggio del cacaoSCUOLA MATERNA , ELEMENTARE E MEDIAINFERIOREOBIETTIVIAttraverso la conoscenza del cacao come prodotto e dei metodi di coltivazione e lavorazione,si approfondiscono le dinamiche dei rapporti tra paesi produttori e consumatori, leproblematiche relative ai paesi del Sud del mondo e le alternative promosse dal commercioequo solidale.METODOLOGIA E STRUMENTI■ lettura di racconti ■ laboratorio■ fotografie e disegni ■ degustazione■ visione di prodotti del commercio equo e solidale.Vengono spiegate le varie fasi di lavorazione del cacao attraverso foto e disegni e si preparacon i bambini un semplice dolce.Degustazione guidata di diversi tipi di cioccolata attraverso i cinque sensi,per le sc. elementari e medie: “cioccolato dolce e amaro”: riflessione guidata sulle problematichelegate al commercio internazionale del cacao.TEMPIper le sc. materne: un incontro di circa 1 ora e 30;per le sc. elementari e medie: due incontri della durata di circa 2 ore.COSTIper le sc. materne: il costo dell’intero modulo è di € 75,00 (IVA esente);per le sc. elementari e medie: il costo dell’intero modulo è di € 150,00 (IVA esente).La quota comprende anche materiale didattico che sarà lasciato all’insegnante.INFORMAZIONI AGGIUNTIVESono necessarie coppette di plastica, tovagliette e tovaglioli di carta, cucchiai.6


Banane scatenateSCUOLA ELEMENTARE, MEDIA INFERIORE E SUPERIOREOBIETTIVIDenunciare la situazione di sfruttamento esistente nelle grandi piantagioni di banane diproprietà delle multinazionali e illustrare la proposta alternativa del commercio equo e solidale.METODOLOGIA E STRUMENTI■ gioco di ruolo basato su imprevisti e prove■ carta di Peters ■ video■ visione di prodotti del commercio equo e solidale.1° incontro:per le sc. elementari: gioco di ruolo per approfondire la conoscenza del viaggio della banana:dalla pianta alla nostra tavola;per le sc. medie e superiori: gioco di ruolo per sensibilizzare i ragazzi sulla condizione deilavoratori sfruttati nelle piantagioni di banane.2° incontro:per le sc. elementari: laboratorio manuale e brainstorming;per le sc. medie e superiori: gioco di ruolo “il prezzo trasparente” e brainstorming.TEMPIL’incontro ha la durata di 2 ore.COSTIIl costo del modulo è di € 150,00 (IVA esente).La quota comprende materiale didattico che sarà lasciato all’insegnante.INFORMAZIONI AGGIUNTIVEÈ necessario avere a disposizione un videoregistratore ed un televisore.7


novitàUn filo di jutaSCUOLA ELEMENTARE (SECONDO CICLO) E MEDIA INFERIOREOBIETTIVIRiflettere sui meccanismi del commercio internazionale e sugli squilibri tra Nord e Sud delmondo partendo da un materiale povero ma versatile quale è la juta.Riflettere sul concetto di ricchezza e povertà in rapporto al possesso di denaro e di materieprime dei diversi paesi.Presentazione del commercio equo e solidale come alternativa possibile.METODOLOGIA E STRUMENTI■ giochi di ruolo ■ carta di Peters ■ brainstorming■ video ■ visione di prodotti del commercio equo e solidale■ laboratorio con la juta.1° incontro: gioco di ruolo “Il gioco delle sedie”: riflessione sullo sviluppo dell’attività esulla problematica socio-economica del Sud del mondo. Brainstorming e presentazionedel commercio equo e solidale come alternativa possibile al commercio tradizionale, visionedel video “Un’altra via d’uscita”.2° incontro: gioco delle materie prime, riflessione sul concetto di “ricchezza” e sugliscambi ineguali come causa di povertà. Visione di prodotti in juta del commercio equo esolidale e approfondimento delle caratteristiche di questo materiale e della sua lavorazione,creazione di un quadretto in juta.TEMPIOgni incontro ha la durata di circa 2 ore.COSTIIl costo del modulo è di € 150,00 (IVA esente).La quota comprende materiale didattico che sarà lasciato all’insegnante.INFORMAZIONI AGGIUNTIVEÈ necessario avere a disposizione un videoregistratore ed un televisore,ogni bambino dovrà avere a disposizione una piccola quantitàdi cereali / legumi per il laboratorio.8


Il rubinetto perde!L’acqua bene dell’umanitàSCUOLA ELEMENTARE E MEDIA INFERIOREOBIETTIVIEducare i bambini e i ragazzi all’acqua come bene comune dell’umanità e diritto alla vita.Riflettere sullo sfruttamento indiscriminato di questa risorsa da parte dei paesi industrializzatia danno dei paesi del Sud del mondo. Conoscere l’interdipendenza tra Nord e Suddel mondo e i meccanismi che generano impoverimento e sottosviluppo.Acquisire consapevolezza degli abusi nei consumi domestici.METODOLOGIA E STRUMENTI■ giochi ■ discussione, brainstorming■ video ■ carta di Peters■ contratto Mondiale dell’acqua.1° incontro:per le sc. elementari: gioco di presentazione “pioggia”, gioco mimo, video, acqua come dirittocollettivo non rispettato. Regole sull’uso dell’acqua nelle attività domestiche;per le sc. medie inferiori: attività in classe sul rapporto esistente tra consumi e produzione.Uso dell’acqua nelle attività domestiche. Video.2° incontro: acqua come fonte di vita. Conoscere dati e problemi relativi alla crisi mondialedell’acqua. Questionario, presentazione del Contratto Mondiale dell’acqua.TEMPIOgni incontro ha la durata di circa 2 ore.COSTIIl costo del modulo è di € 150,00 (IVA esente).La quota comprende materiale didattico che sarà lasciato all’insegnante.INFORMAZIONI AGGIUNTIVEÈ necessario avere a disposizione un videoregistratore ed un televisore.9


novitàViaggiare ad occhi apertiIl turismo responsabileSCUOLA MEDIA INFERIORE E SUPERIOREOBIETTIVIPromuovere la conoscenza dell’impatto che il mercato del turismo ha a livello sociale,economico ed ambientale sui paesi del sud del mondo e le alternative possibili che stannonascendo grazie al turismo responsabile. I ragazzi sono gli attori che costruiscono unviaggio: i viaggiatori, i tour operators e le comunità ospitanti.METODOLOGIA E STRUMENTI■ giochi di ruolo (carte di ruolo, scheda paese) ■ carta di Peters■ discussione ■ carta dei criteri del turismo responsabile.Si divide la classe in tre gruppi (viaggiatori, tour operators, comunità ospitanti), si creanosimulazioni di incontro per l’acquisto di un viaggio “tipo” attraverso cui i viaggiatori scelgonole proposte del tour operator o della comunità ospitante da diversi punti di vista (alloggio,escursioni, cibo, trasporti,…); si costruisce il viaggio ideale e si condividono lescelte effettuate.In conclusione si inseriscono i viaggi costruiti attraverso il gioco nel contesto del mercatomondiale del turismo, approfondendo gli impatti socio-economici ed ambientali e individuandol’alternativa proposta dal turismo responsabile.TEMPIUn incontro di 2 ore.COSTIIl costo dell’intero modulo è di € 85,00 (IVA esente).La quota comprende materiale didattico che sarà lasciato all’insegnante.10


Il mondo sottosopraLa carta di PetersnovitàSCUOLA MEDIA INFERIORE E SUPERIOREOBIETTIVIAnalizzare gli squilibri Nord - Sud attraverso le diverse rappresentazioni geografiche delmondo. Presentazione della carta di Peters che, restituendo alle superfici della Terra la lorocorretta proporzione, visualizza la trasposizione grafica del rapporto Nord-Sud che più siavvicina ai valori del commercio equo e solidale.METODOLOGIA E STRUMENTI■ disegno ■ videoproiezione di carte geografiche■ carta di Peters ■ discussione, lavoro di gruppo■ brainstorming.1° incontro: “disegno il mondo”, lavoro individuale sulla visione della Terra propria e deicompagni di classe. Riflessione sul significato di una visione del mondo “ufficiale”.2° incontro: lavoro di gruppo su diverse rappresentazioni ufficiali del mondo, riflessionesul rapporto tra rappresentazione scientifica e visione personale.3° incontro: lavoro di gruppo e riflessioni su: Carta di Peters, significato dell’idea di Norde Sud, squilibri Nord-Sud, commercio equo e solidale.È possibile richiedere anche una versione ridotta del modulo che prevede due incontri di 2ore ciascuno oppure un solo intervento di circa 2 ore.TEMPIOgni incontro ha la durata di circa 2 ore.COSTIIl costo dell’intero modulo è di € 230,00 (IVA esente).Il costo della versione ridotta del modulo di due incontri è € 150.00, di un incontro è di €85,00 (IVA esente).Le quote comprendono materiale didattico che sarà lasciato all’insegnante.INFORMAZIONI AGGIUNTIVEÈ necessario avere a disposizione un supporto su cuiproiettare immagini. È sufficiente una parete bianca o unlenzuolo.11


novità“La fiaba che non c’è”Il lavoro minorileSCUOLA ELEMENTARE, MEDIA INFERIORE E SUPERIOREOBIETTIVIAttraverso un’analisi delle fiabe di ieri e di oggi, film e cartoni animati, si propone una riflessionesulla difficile condizione dei bambini in molti paesi del mondo e sul problema dello sfruttamentodel lavoro minorile, proponendo il commercio equo e solidale come garanzia della tutela dei diritti.METODOLOGIA E STRUMENTI■ gioco di ruolo ■ lettura e racconto di fiabe■ Convenzione Internazionale dei Diritti dell’Infanzia ■ carta di Peters■ video ■ discussione■ visione dei prodotti del commercio equo e solidale.1° incontro per le sc. elementari: gioco di ruolo sui diritti dei bambini e sulla differenza tradiritti e capricci;1° incontro per le sc. medie e superiori: gioco di ruolo “i sacchetti di carta”, discussione,elaborazione di un cartellone sui diritti negati e di una carta dei diritti.2° incontro: riflessione sulla presenza di lavoro minorile nella letteratura per l’infanzia.Lettura di immagini e di storie di vita. Presentazione della Convenzione Internazionale deidiritti dell’Infanzia e del commercio equo e solidale come garanzia contro lo sfruttamento.TEMPIOgni incontro ha la durata di circa 2 ore.COSTIIl costo del modulo è di € 150,00 (IVA esente).La quota comprende materiale didattico che sarà lasciato all’insegnante.INFORMAZIONI AGGIUNTIVEÈ necessario avere a disposizione un videoregistratore ed un televisore.Per il gioco “I sacchetti di carta” sono necessari giornali e colla in stick.È possibile far seguire ai due incontri la visione del film “Iqbal”.12


13“Imbarazzismi”diversità, esclusione sociale e non violenzaSCUOLAELEMENTARE, MEDIAINFERIORE E SUPERIOREOBIETTIVIRiflettere sul tema dell’ identità/diversità, giocando con le somiglianze e le differenze, perfar riflettere bambini e ragazzi sull’importanza della fiducia reciproca e della cura dell’altro.Approfondire il tema della nascita di stereotipi e discriminazioni per sensibilizzare all’educazionealla non violenza e introdurre il tema della gestione dei conflitti.METODOLOGIA E STRUMENTI■ giochi ■ Convenzione Internazionale dei Diritti dell’Infanzia■ brainstorming ■ letture ■ video.1° incontro:per le sc. elementari: gioco sull’identità “Mi presento”, giochi a coppie e in cerchio perimparare ad osservare l’altro: le diversità e le somiglianze. Lettura “Il bambino con due occhi”,presentazione della Convenzione Internazionale dei Diritti dell’Infanzia (art. 23), giochisulla fiducia reciproca;per le sc. medie inferiori e superiori: gioco sull’identità “Ti presento”, lettura, riflessionesull’appartenenza a gruppi e diverse identità.Gioco etichette/tipizzazioni, visione video/film.2° incontro:per le sc. elementari: gioco sulle etichette, lettura da “Imbarazzismi” sullo stereotipo dell’immigrato.Gioco per imparare a “mettersi nei panni dell’altro”, riflessione su un conflitto,modalità di gestione, di comportamenti ecc.;per le sc. medie inferiori e superiori: lettura da “Imbarazzismi”, gioco di ruolo, brainstorming.TEMPIOgni incontro ha la durata di circa 2 ore.COSTIIl costo del modulo è di € 150,00 (IVA esente).La quota comprende materiale didattico che sarà lasciato all’insegnante.


L’altramodaSCUOLA MEDIA INFERIORE E SUPERIOREOBIETTIVIRendere i ragazzi consapevoli dei meccanismi del commercio tessile internazionale edesplorare il mondo della moda come fenomeno culturale ed economico. Comprendere chei cittadini del Nord, per soddisfare le loro esigenze di vestiario, necessitano dell’apportodei produttori del Sud. Far assumere ai ragazzi atteggiamenti di consumo critico e renderliconsapevoli del proprio “piccolo potere” di consumatori. Acquisire coscienza rispetto aglisquilibri e alle ingiustizie degli attuali meccanismi che regolano gli scambi commerciali.METODOLOGIA E STRUMENTI■ gioco di ruolo ■ video ■ carta di Peters ■ discussione■ brainstorming ■ visione di prodotti del commercio equo e solidale.1° incontro: gioco di ruolo “Nei panni degli altri”, riflessione sullo sviluppo del gioco e sucome le relazioni commerciali influiscono sulle economie nazionali e sull’industria dell’abbigliamento.2° incontro: un questionario aiuta i ragazzi a riflettere su quali sono i criteri che essi seguonoper scegliere i loro indumenti. Attraverso lavori in gruppi si chiede ai ragazzi di analizzarela provenienza dei vestiti che indossano e il materiale di cui sono fatti. Riflessioneeco-socio-antropologica sulla “moda”. Presentazione del commercio equo e solidale comealternativa possibile allo sfruttamento.TEMPIOgni incontro ha la durata di circa 2 ore.COSTIIl costo dell’intero modulo è di € 150,00 (IVA esente).La quota comprende materiale didattico che sarà lasciato all’insegnante.INFORMAZIONI AGGIUNTIVEIl modulo si può abbinare all’allestimento della mostra: “Abiti puliti: i diritti in gioco nell’industriadell’abbigliamento”.14


novità“Barattoliamo”Giochi dal mondo e ricicloSCUOLA MATERNA (5 ANNI) ED ELEMENTAREOBIETTIVIAvvicinare i bambini a culture e realtà sociali diverse dalle nostre, in modo che l’altro diventiuno stimolo per la curiosità del bambino e gli permetta di sviluppare un rapporto positivocon le diverse realtà del mondo.METODOLOGIA E STRUMENTI■ laboratorio manuale ■ gioco ■ riflessione e discussione ■ carta di Peters■ video ■ visione di prodotti del commercio equo e solidale.1° incontro: costruzione di una palla con materiali di recupero. Gioco collettivo con le pallecostruite dai bambini. Riflessione sui diversi modi di giocare dei bambini, nel mondo enel tempo (piccola “ricerca” sui giochi dei nonni). Giochiamo con i giochi del mondo.2° incontro: partendo dalla scoperta dei giochi dei nonni si guidano i bambini nella visionedei giochi del mondo (osservandone materiali di costruzione, paese di provenienza,…).Costruzione di un giocattolo con materiali poveri e di recupero.Visione del video-cartone “Tulilem”.TEMPIOgni incontro ha la durata di circa 1 ora e 30 minuti.COSTIIl costo dell’intero modulo è di € 120,00 (IVA esente).La quota comprende anche materiale didattico che sarà lasciato all’insegnante.INFORMAZIONI AGGIUNTIVEÈ necessario avere a disposizione un videoregistratore, un televisore, materiale di recupero(fogli di giornali, calze di nylon, elastici, pennarelli, tubi dei rotoli scottex, ...)È necessario avere a disposizione uno spazio dove i ragazzi possano muoversi (palestra,aula magna).15


Fiabe dal mondoSCUOLA ELEMENTAREOBIETTIVIFavorire la conoscenza delle culture del mondo attraverso la narrazione di fiabe e favoledal mondo alla scoperta di storie, luoghi e personaggi.METODOLOGIA E STRUMENTI■ utilizzo di diverse modalità di narrazione (racconto orale, marionette, teatrino delle ombre,animazione musicale)■ laboratori manuali e disegni ■ video■ carta di Peters ■ riflessione e discussione■ visione e utilizzo di prodotti del commercio equo e solidale.1° incontro: la fiaba che non c’è: viaggio nelle fiabe europee di ieri e di oggi con unosguardo sulle problematiche sociali (lavoro minorile, abbandono, …). Racconto della fiabadell’albero del panino (visione cortometraggio realizzato dai bambini di una scuola genovesenell’ambito del modulo “Ciak si gira una fiaba”).2° incontro: fiaba dell’America Latina raccontata con la tecnica del teatrino.Costruzione di uno strumento musicale (bastone della pioggia o maracas)3° incontro: fiaba dell’India raccontata con la tecnica del teatrino delle ombre cinesi. Costruzionedel teatrino.4° incontro: fiaba dell’Africa raccontata con la tecnica dell’animazionemusicale.Realizzazione di una drammatizzazione fatta dai bambini della vita di una famiglia che vivein un villaggio africano.TEMPIOgni incontro ha la durata di 2 ore.Il modulo completo consta di 4 incontri, uno per ogni continente con cui il commercioequo e solidale è in contatto. È possibile ridurre gli incontri fino ad uno solo, scegliendoquello che si ritiene più interessante per la classe.COSTIIl costo di un singolo incontro è di € 85,00 (IVA esente).Il costo del modulo composto da 4 incontri è di € 285,00 (IVA esente).La quota comprende materiale didattico che sarà lasciato all’insegnante.INFORMAZIONI AGGIUNTIVESi richiede ad ogni alunno di mettere a disposizione materiale di recupero che verrà tempestivamentecomunicato.16


Ciak… si gira una fiaba!SCUOLA MATERNA, ELEMENTARE E MEDIA INFERIOREOBIETTIVIRealizzazione di un cortometraggio con i disegni dei bambini.Conoscenza delle diverse culture attraverso la fiaba.CONTENUTI E METODI DI REALIZZAZIONE■ Ascolto e scelta di una storia tra le quattro proposte, una per ogni continente con cui ilcommercio equo e solidale è in contatto: America Latina, Asia , Europa, Africa.■ Spiegazioni e riflessioni sulla fotografia e la tecnica di ripresa cinematografica, attraversoalcuni esempi pratici e semplici giochi.■ Spiegazioni e riflessioni sulle fasi di realizzazione di un cartone animato.■ Conoscenza delle diverse tecniche di realizzazione di film d’animazione, supportata dallavisione di cortometraggi d’autore.■ Approfondimento della conoscenza della tecnica del découpage (resa famosa da EmanueleLuzzati), supportata dalla visione di cortometraggi.■ Spiegazione della realizzazione di cortometraggi realizzati con la suddetta tecnica, applicatacon l’utilizzo del computer, supportata dalla visione di film.■ Realizzazione del cortometraggio in tutte le sue fasi ( Idea e soggetto, sceneggiatura,“storyboard”, disegno delle scenografie e dei personaggi, commento parlato, colonna sonora).■ Il lavoro si conclude con la proiezione del film e l’allestimento di una mostra con i disegnidei bambini, per documentare le fasi del lavoro.TEMPISono previsti 8 incontri, della durata di 2 ore.COSTII costi sono da concordare con gli insegnanti.INFORMAZIONI AGGIUNTIVEÈ necessario avere a disposizione un videoregistratore, un televisore, uno o più computer;fogli, matite colorate, colori a tempera e pennelli.17


Strumenti a coloriOBIETTIVIFavorire la conoscenza delle culture del mondo attraverso l’utilizzo e lacostruzione di strumenti musicali. La musica come occasione di incontro, linguaggio universalee modalità di comunicazione. Riflessioni sul valore delle differenze, la bellezza dellecontaminazioni.METODOLOGIA E STRUMENTI■ laboratori manuali ■ giochi “ritmati” ■ carta di Peters■ visione e utilizzo di strumenti musicali del commercio equo e solidale.1° incontro: visione e approccio di strumenti di diverso tipo e di diversa provenienza.Ascolto di alcuni brani di diverso genere e provenienza (Africa, America Latina, Americadel nord, Asia, Oceania, Europa). “Coloriamo i ritmi”: mentre i bambini ascoltano i brani disegnanoliberamente le loro emozioni. Riflessioni guidate.2° incontro: laboratorio manuale: invenzione e costruzione di uno strumento musicale conmateriale di recupero. Ascolto di alcuni brani musicali ed invito a riconoscere i vari strumenti.Visione del video “Un’altra via d’uscita”.3° incontro: gioco “Il direttore d’orchestra”. Ritmi dal mondo “interno”: si suona e si ballacon gli strumenti costruiti. Ritmi dal mondo “esterno”: animazione del gruppo al ritmodi alcune semplici danze provenienti dai 5 continenti. Gioco finale: il “Cerchio copione”.TEMPIOgni incontro ha la durata di circa 2 ore.SCUOLA ELEMENTARE E MEDIA INFERIORECOSTIIl costo del modulo è di € 300,00 (IVA esente).La quota comprende materiale didattico che sarà lasciato all’insegnante.INFORMAZIONI AGGIUNTIVEPortare materiali di recupero in abbondanza (rotoli di cartone, scatole, bottiglie, lattinevuote, un pacco da 100 grette, semi vari, stoffe, pezzi di legno, spago, elastici).Sono necessari ampi spazi, tavoli da lavoro, lettore cassette/cd/video.18


Popoli in festaLe feste dei popoliSCUOLA ELEMENTARE E MEDIA INFERIOREOBIETTIVIAvvicinare i ragazzi a culture, musiche, gusti diversi dai nostri attraverso la conoscenzadelle feste dei popoli come momenti rituali e di socializzazione. Riscoprire diversità e somiglianzenelle feste di tutte le culture, con particolare attenzione a quelle dei paesi delSud del mondo con cui il commercio equo e solidale è in contatto.METODOLOGIA E STRUMENTI■ riflessione e discussione ■ laboratorio manuale■ musiche e danze etniche ■ giochi■ carta di Peters ■ conoscenza di cibi o piatti tipici delle feste.1°, 2° e 3° incontro: approfondimento delle usanze di “festa” dei vari continenti (Asia,Africa, America Latina). Laboratorio manuale per costruire i costumi o gli addobbi tipici dellefeste di quei paesi. Apprendimento di semplici danze etniche relative ai vari continenti.4° incontro: facciamo FESTA! Organizziamo con i bambini una festa cercando di inseriretutti gli elementi preparati nei tre incontri precedenti: costumi, addobbi, giochi tipici, danze,musiche e cibi caratteristici di ciascun popolo.TEMPIOgni incontro ha la durata di 2 ore.COSTIIl costo del modulo composto da 4 incontri è di € 285,00 (IVA esente).La quota comprende materiale didattico che sarà lasciato all’insegnante.INFORMAZIONI AGGIUNTIVEÈ preferibile svolgere la festa finale in uno spazio aperto.19


“Giro giro mondo…”festa di inizio / fine anno (per tutta la scuola!)OBIETTIVIProporre un momento di festa conviviale - interculturale per i bambini della scuola in collaborazionecon mediatori culturali e musicisti stranieri.METODOLOGIA E STRUMENTII bambini, divisi in squadre con nomi di diversi paesi e caratterizzate dal loro tipico saluto,affronteranno un giro del mondo attraverso i cinque continenti facendo giochi tipici deipaesi ricostruiti nei costumi, nelle musiche, negli odori.TEMPILa durata della festa è di circa 2 / 2.30 ore.Nella festa si possono coinvolgere sino a 150/200 bambini.NOTEÈ possibile, nel corso della festa, coinvolgere i parenti dei bambini.È necessaria la collaborazione degli insegnanti che dovranno guidare le squadre nel percorsoludico.COSTIDa concordarsi con la scuola.20


novitàMostre interattive“Puro cioccolato”, “Banane scatenate”“Abiti puliti: i diritti in gioconell’industria dell’abbigliamento”SCUOLA ELEMENTARE, MEDIA INFERIORE E SUPERIOREOBIETTIVIProporre alla scuola un percorso coinvolgente che accompagna bambini e adulti alla scopertadella storia di un prodotto di uso comune, ma che ha fatto un lungo viaggio prima diarrivare a noi. Approfondimento su problematiche e prodotti del Sud del mondo.La mostra prevede un percorso a tappe: ogni tappa presenta un pannello colorato accompagnatoda quiz, materie prime, attività interattive.Il viaggio è studiato in modo da far vivere un’esperienza emozionale con materiale visivo etattile, con animazioni che richiedono la partecipazione attiva da parte del “pubblico”.METODOLOGIA E STRUMENTI■ cartelloni illustrati ■ animazione interattiva■ laboratori ■ giochi di ruolo ■ carta di Peters■ visione di prodotti del commercio equo e solidale.TEMPILa mostra potrà essere allestita per un minimo di tre giorni durante i quali le classi della/escuola/e saranno invitate a visitarla.A ogni classe si propone una visita guidata di circa 2 ore durante la quale si approfondirà,tramite laboratori o giochi di ruolo, la tematica in questione.COSTIDa concordare in base ai giorni di esposizione e ai numeri di laboratori che si propongono.La quota comprende materiale didattico che sarà lasciato all’insegnante.INFORMAZIONI AGGIUNTIVEÈ necessario avere a disposizione un locale abbastanza ampio dove allestire la mostra egestire i laboratori.21


Le proposte di EGA editoreper la scuolaEducazione alla convivenza civile■ ABC del cittadino, a cura di LIBERAprefazione di Luigi Ciotti, illustrazioni di Petra Probst (pp. 48 - € 10,00 - a partire dai 6 anni)Un giorno le parole dell’alfabeto hanno deciso di ribellarsi. «Basta con le parole cattive!Con le parole di guerra! Da oggi in poi vogliamo creare soltanto parole buone, da insegnareai bambini». 21 filastrocche per insegnare ai bambini un utile e divertente “alfabetodel cittadino”.Il lavoro sul libro potrà essere reso ancora più creativo grazie alla mostra correlata, costituitada 3 pannelli in forex plastificati 70x100 e da 22 pannelli 50x70 con tutte le letteredell’alfabeto e la presentazione dell’associazione LIBERA.Educazione interculturale■ Amnesty International, Il quadernone per scoprire gli altri intorno a noi(pp. 32 - € 4,00 - dai 5 ai 7 anni)Chi sono “gli altri”? Perché sono importanti? Come possiamo vivere tuttiinsieme se siamo così diversi? Un quadernone da colorare per imparareinsieme ai bambini l’importanza degli “altri”, il rispetto delle differenze, ilsegreto per vivere insieme difendendo i diritti di tutti.■ Amnesty International, Un mondo di dirittiCinque itinerari didattici sui diritti umani e la globalizzazione (pp. 64 - € 6,00 - per la scuolasecondaria di primo grado)Un approfondito percorso didattico che consente ai ragazzi di confrontarsi con alcuni nodidella globalizzazione: i popoli nativi e il diritto all’autodeterminazione; l’utilizzo dellerisorse vitali, come l’acqua, tra bisogno e diritto; la responsabilità delle imprese nelcommercio internazionale e i diritti dei lavoratori.■ collana filorosso (per la classe III media e il biennio della secondaria di secondo grado)Sigrid Baffert, Song e Naïla, lavoratori con i denti da latte (pp. 96 - € 8,00)Song e Chai lavorano in un laboratorio clandestino in Francia ai nostri giorni, Naïla inuna fabbrica di tappeti a Fez in Marocco. Le loro storie si intrecciano con la storia di Corentin,piccolo apprendista sarto di inizio Ottocento. Un viaggio nel tempo e nello spaziotra i bambini che lavorano nell’industria tessile.Per informazioni sui volumi e sulle novità del catalogo:EGA Editore, C.so Trapani 95 TorinoTel. 011.3859500e-mail ega@egalibri.it - www.egalibri.itI libri sono in vendita presso i punti vendita de La Bottega Solidale!23


CARTA D’IDENTITÀNome: La Bottega SolidaleAnno di fondazione: 1990Indirizzi • Piazza Tommaseo 42rtel. 010.3629188,e-mail: bdm.tommaseo@bottegasolidale.it• Galleria Acquario, Ponte Spinolatel. 010.2470852, e-mail: bdm.acquario@bottegasolidale.itGenova centro• Via Canepari 92rtel. 010.4694121, e-mail: bdm.certosa@bottegasolidale.itGenova Rivarolo• Via Chiappori 25rtel. 010.6047398Genova Sestri Ponente• Via Oberdan 86rtel. 010.3727198e-mail: bdm.nervi@bottegasolidale.itGenova Nervi• Uffici: Mura del molo 4rtel. 010.265828e-mail: info@bottegasolidale.itGenova centroSegni particolari: Cooperativa senza scopo di lucroAmici: 150 gruppi di produttori in 40 Paesi del sud del mondoCompagni di viaggio: 1000 soci e 120 volontariProdotti: alimentari, artigianato e prodotti editorialiProfessione: commercio equo e solidale, cooperazione internazionale,educazione allo sviluppo, turismo responsabile, finanza eticaSpecialità: prezzo equo e trasparente, coltivazione e produzione ecocompatibile,rispetto dei diritti di bambini, delle donne e diogni minoranzaSITO: www.bottegasolidale.itLa Bottega Solidale è socia del Consorzioctm

More magazines by this user
Similar magazines