Pezzata Rossa 1 - 2011.pdf - ANAPRI - Associazione Nazionale ...

anapri.eu

Pezzata Rossa 1 - 2011.pdf - ANAPRI - Associazione Nazionale ...

Pezzata

I.P.

Vi aspettiamo

Associazione Nazionale Allevatori

Pezzata Rossa Italiana

numerosi

Rossa n.1 - 2011

IndIcI genetIcI

Pezzata Rossa ItalIana

aPRIle 2011

pag. 8

I mIglIoRI 60 allevamentI dI

Pezzata Rossa

pag. 19


29° 29° Congresso

della Federazione

Europea della

PEZZATA

ROSSA

2

A.N.A.P.R.I.

Associazione Nazionale

Allevatori bovini di razza

Pezzata Rossa Italiana

Via Ippolito Nievo, 19

33100 Udine (UD) - Italy

Tel. +39 0432.224111

Fax +39 0432.224137

info.esf2011@anapri.eu

P E Z Z A T A R O S S A P E Z Z A T A R O S S A 3

UDINE

3-7 MAGGIO 2011

Ancora una volta l’Anapri ha l’onore di organizzare

un appuntamento che vede riuniti i maggiori esponenti europei

e mondiali della razza Pezzata Rossa.

Le ragioni del successo che la nostra razza ha avuto,

non solo in Italia ma anche all’estero, sono molteplici:

primo fra tutti l’obiettivo di selezione che nella maggior parte

dei paesi europei è rimasto quello della duplice attitudine.

I lavori congressuali prevedranno alcune visite aziendali,

relazioni scientifiche che faranno il punto sulle metodologie

selettive, alla luce delle nuove acquisizioni di genetica molecolare.

Di seguito in sintesi il programma della manifestazione,

che potrete trovare in maniera dettagliata al sito internet:

www.esf2011.anapri.eu.

Martedì 3 Maggio 2011

Visita alla città di Venezia

Mercoledì 4 Maggio 2011

Mattina Direttivo Federazione Europea

Pomeriggio Direttivo Federazione Mondiale

Giovedì 5 Maggio 2011

29 a Assemblea Generale della Fed. Europea Simmental-PRI

Relazioni tecnico-scientifiche

Venerdì 6 Maggio 2011

Visite tecniche

Azienda Agricola Bianchini - Talmassons (UD)

Azienda Agricola Marianis-Volpares - Palazzolo dello Stella (UD)

Centro Reg. per la Fec. Artificiale del FVG - Moruzzo (UD)

Sabato 7 Maggio 2011

Mostra Regionale della Pezzata Rossa a Bolzano

REGIONE AUTONOMA

FRIULI VENEZIA GIULIA

In collaborazione con:

Con il patrocinio di:

ASSOCIAZIONE ALLEVATORI

DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

CENTRO DI FECONDAZIONE ARTIFICIALE - MORUZZO

con la collaborazione di:

BREEDER’S ASSOCIATION

Maggiori informazioni OF FRIULI VENEZIA GIULIA

su:

ARTIFICIAL INSEMINATION CENTER IN MORUZZO

www.esf2011.anapri.eu

ZUCHTVERBAND VON

FRIAUL JULISCH VENETIEN

BESAMUNGSSTATION MORUZZO

SOC. ALL. BOVINI

DI RAZZA SIMMENTAL

P.R. DELLA PROV. DI BOLZANO


ASSOCIAZIONE ALLEVATORI

DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

CENTRO DI FECONDAZIONE ARTIFICIALE MORUZZO

ASSOCIAZIONE ALLEVATORI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA VIA XXIX OTTOBRE 9/B - 33033 CODROIPO (UD)

Tel.+39 0432 824233 - Fax +39 0432 824251 – email : recapito@aafvg.it

editoriale

Indici genetici Pezzata Rossa Italiana - aprile 2011

Rank 90

I top 100

Pezzata Rossa Italiana: da non crederci.

I migliori 60 allevamenti di Pezzata Rossa

Foto di copertina: Timau - Carnia (UD) - Foto Menta

sommario

Pezzata n.1

dieci anni di Ida nella Pezzata Rossa Italiana: confronto tra risposta alla selezione attesa e osservata.

l'importanza degli accoppiamenti sulle madri di toro

cronaca di una esperienza negli stati Uniti.

la Pezzata Rossa Italiana: una razza ecologica

I vitelli al centro genetico anapri

tori giovani

Ro s s a

- 2011

V i a s p e t t i a m o

n u m e r o

Pezzata Rossa Italiana n.1 - 2011 Trimestrale dell’Associazione Nazionale Allevatori Bovini di Razza

Pezzata Rossa Italiana. Pubblicità inferiore al 70%. Le opinioni liberamente espresse degli autori non

responsabilizzano la Direzione. La rivista inoltre non garantisce i prodotti o i servizi pubblicizzati ed i relativi

inserti non la impegnano moralmente Direzione e Amministrazione Via Ippolito Nievo, 19 33100 Udine

tel. 0432.224111 - fax 0432.224137 - www.anapri.it - anapri@anapri.it Direttore responsabile

Tullio Luttmann. Autorizzazione del Tribunale di Udine n. 13/88 in data 6.5.1988. Stampa Arcari (Mogliano V.to)

Hanno collaborato a questo numero Lorenzo Degano, Franco Moras, Daniele Vicario. Redazione

Giacomo Menta, Loris Zanello, Sara Dal Mas Servizio abbonamenti Sara Dal Mas

GARANZIA DI RISERVATEZZA In conformità alla legge 196/03 sulla tutela dei dati personali, l’Associazione

garantisce la massima riservatezza dei dati da Lei forniti; inoltre Lei avrà sempre la possibilità di

richiederne gratuitamente la cancellazione scrivendo alla Direzione - A.N.A.P.R.I. Via Ippolito Nievo, 19

33100 Udine - Le informazioni custodite nel nostro archivio elettronico ed in quello dell’Edagricole

verranno utilizzate al solo scopo di inviarLe il nostro periodico o notizie ed altre informazioni

afferenti l’attività svolta dall’Associazione CERTIFICATO ISO 9001-2000 Reg. 281812 -01

si

7

8

12

14

16

19

24

28

29

31

34

38

Periodico associato all’USPI


Caseus

Rivista bimestrale di arte e cultura del formaggio

la rivista per chi ama...

la puzza sotto il naso

CASEUS

In ogni numero: articoli, rubriche, attualità,

appuntamenti, notiziari dell’ANFOSC e dell’ONAF, schede

di formaggi da collezionare

SOLO IN ABBONAMENTO

Arricchisci la tua cultura

casearia con la biblioteca

di CASEUS

Matilde Calandrelli - Donato Nicastro

FORMAGGIO FAI DA TE

istruzioni per produrre in casa un buon formaggio

Caseus

A me il naso cheese

o della tecnica di degustazione per appropriarsi

della chiave di lettura della qualità

dei formaggi

In questo libro l’amatore-curioso viene

accompagnato nelle varie fasi della degustazione.

Non è una guida alla degustazione,

ma un viaggio attraverso la crosta, la

pasta, la struttura, l’assaggio, il retrogusto

per appropriarci della chiave di lettura

della diversità dei formaggi.

Pagine: 117

Prezzo: 21,00 Euro

Latte e formaggio tra scienza e

curiosità

Informazioni serie e semiserie sui prodotti

lattiero-caseari

Tra le pagine di questo libro sarà possibile

trovare la descrizione delle sostanze indispensabili,

utili e sospette presenti nei prodotti

lattiero-caseari e, soprattutto, la loro funzione

nel nostro organismo. Completano il libro

preziosi consigli su come acquistare e consumare

il latte, il formaggio e lo yogurt.

Pagine: 132

Prezzo: 17,00 Euro

Il carrello dei formaggi

o dell’arte di raccontare la collezione

casearia del tuo locale.

Questo libro vuole fornire a quanti

vogliono fare del carrello un momento

importante della convivialità la chiave di

lettura per raccontare la specificità di

ciascun formaggio e le informazioni

necessarie per acquistare, scegliere, curare

e gestire questo formaggio.

Pagine: 147

Prezzo: 21,00 Euro

Formaggio fai da te

Istruzioni per produrre in casa un buon formaggio

Guida semplice ma completa per insegnarvi

a produrre in casa formaggi noti e meno

noti. Ogni fase della “caseificazione” è illustrata

con splendide foto a colori.

Pagine: 144

Prezzo: 18,00 Euro

Il formaggio

raccontato ai bambini

Fantastico viaggio alla scoperta del mondo

del formaggio: dal pascolo si arriva all’animale,

al latte, al caseificio, alle tecnologie

di produzione per giungere, infine,

al momento della degustazione, momento

in cui tutti i sensi “incontrano” ciò

che il formaggio sa dirci. Nelle ultime pagine

veri e propri giochi caseari: il cruciverba,

il labirinto, alla ricerca dei formaggi

nascosti, il fumetto.

Pagine: 96

Prezzo: 14,90 Euro

per informazioni e ordini:

Caseus Srl editore

Viale del Basento, 108 - 85100 Potenza

Tel. 0971.54661

e-mail: info@caseus.it

www.caseus.it

non è cosa di tutti i giorni ospitare

il Congresso Europeo della

Simmental, giunto ormai alla sua

29a edizione, avvenimento che coinvolgerà

in via principale ANAPRI ed

ERSA (Ente Regionale Sviluppo

Agricolo del Friuli Venezia Giulia) e che

vedrà la fattiva collaborazione dell’Associazione

Regionale Allevatori del

Friuli e della Società allevatori bovini

di razza Simmental P.R. di Bolzano.

Per l’Italia non si tratta di un prima

volta, perché già impegnata nell’organizzazione

del congresso Europeo nel ’66

a Padova, nel ’91 a Grado (GO) e nel ’95

a Verona, oltre che nel ’80 per l’organizzazione

del congresso Mondiale.

Un'occasione importante di confronto

alla vigilia di quella che, senza timore

di smentita, sarà una rivoluzione epocale

per la selezione: l’introduzione della

genomica. E su questo argomento saranno

incentrati alcuni degli interventi

previsti dal programma del congresso

e, sicuramente, sarà oggetto di discussione

e di confronto anche al di fuori

dei momenti ufficiali dell’evento.

D’altronde le questioni sul tavolo sono

molteplici e non riguardano solo

aspetti tecnici, ma anche politici dato

che sarà da capire quali potranno essere

a riguardo le possibili collaborazioni

tra i vari paesi europei. Congresso

che vede la partecipazione anche di

rappresentanti di nazioni di altri continenti,

dove la Simmental viene per lo

più allevata per la produzione di carne,

caratteristiche della carne di Pezzata

Rossa a cui sarà dedicato un intervento.

Sarà dato spazio anche alla presentazione

del lavoro fatto dal gruppo di lavoro

convegno europeo

della simmental

d I f R a n c o m o R a s

Un momento del Congresso Europeo del 2009 che si è tenuto a Siofok (Ungheria)

europeo sulla morfologia, che ha visto

fortemente impegnata anche l’ANAPRI;

un chiaro esempio di come la cooperazione

tra paesi possa dare risultati a

beneficio degli allevatori di Simmental.

Il congresso offrirà la possibilità di

mettere in mostra il risultato dell’attività

di selezione nazionale che, sebbene

attinga anche da quanto offre il mercato

estero, si distingue da quanto già visto

in altri paesi d’Europa. La rassegna che

si terrà presso l’Azienda Marianis sarà

finalizzata proprio a questo scopo,

dove farà bella mostra di se un campione

di figlie di tori Nazionali. Lo stesso dicasi

per il meeting che si terrà presso il Centro

Tori di Moruzzo dove saranno esposti i

giovani riproduttori e la mostra provinciale

in quel di Bolzano. Dall’ultimo

appuntamento internazionale in Italia

sono passati oltre 15 anni, arco di tempo

durante il quale la Pezzata Rossa ha

P E Z Z A T A R O S S A

7

subito profondi cambiamenti dovuti ad

alcune scelte selettive, come l’introduzione

accurata e controllata del sangue

Montbeliarde, oltre che alla possibilità

di operare una selezione degli animali

più ”attenta” grazie all’introduzione

dell’IDA e a quanto fatto per il miglioramento

di tutti gli strumenti a disposizione.

Una razza che ha saputo trovare

nuovi spazi e che ha progressivamente

raccolto il favore di nuovi allevatori in

tutta Italia, un successo italiano che è

un successo di tutta la Simmental europea.

Un invito a partecipare al congresso

Europeo, un'occasione importante per

approfondire la propria conoscenza

sulla Pezzata Rossa, per capire quali

saranno i possibili sviluppi della selezione

Simmental, per vedere delle belle vacche,

oltre che passare del tempo e condividere

esperienze con persone di altri paesi. z


Indici genetici Pezzata Rossa Italiana

Un'uscita

da primi della classe…

apro la posta elettronica… ecco

arrivati gli indici Interbull… apro

i l f i l e… s o g n o o s o n d e s t o? ? ?

Primo toro a IDA Waldemar, in terza

posizione Guaguancò. A parte gli

scherzi l’occasione è di quelle storiche;

solo il toro Geumont, alcuni anni

o rsono, o ccupò la p r i ma p osizione

della classifica internazionale a IDA,

toro che, a distanza di tempo, è ancora

presente nella lista dei top 100.

Il fatto che subito dietro, ad un tiro di

schioppo, vi sia un altro toro nazionale

è indice di una notevole competitività

d e l n o s t r o s c h e m a d i s e l e z i o n e i n

grado di evidenziare ottimi riproduttori

che si pongono comunque nell ’elite

della genetica Simmental per la dup

l i c e a t t i t u d i n e. S o n o d e l l e p r i m e

uscite, tutte da verificare ancora, ma

chi ben inizia è a metà dell’opera. Non

mi stancherò mai di dirlo che si tratta

di una lotta tra Davide e Golia, poiché

i giganti d’oltralpe possono contare su

un patrimonio bovino decisamente più

consistente rispetto a quello italiano

disperso su tutta la penisola, spesso

in stalle di piccole dimensioni. Ormai

siamo entrati, chi più chi meno, nell’era

della genomica. Una sfida nuova per

ANAPRI che si troverà di nuovo a competere

con le altre popolazioni europee.

Anche qui la nostra partenza sarà ad

handicap dato un numero non elevatissimo

di genotipi a disposizione. Ed ecco allora,

che per restare sulla cresta dell’onda,

d I l o R e n z o d e g a n o

sarà n ecessario i nves t ire maggiori

r i s o r s e n e l l a s c e l t a d e i p a d r i m a

soprat tut to delle madri di toro, vero

punto qualificante di uno schema di

selezione. Per chi, come noi, ha cercato

di promuovere una politica dei

tori giovani la scelta delle madri di

toro risulta fondamentale. Per ora il

lavoro fatto ha dato dei buoni risultati,

c h e s o n o s o t t o g l i o c c h i d i t u t t i;

l’asticella del salto in alto, tut tavia,

si sta pian piano alzando e, se vorremmo

a n c o r a d i r e l a n o s t r a , d o v r e m m o

prepararci a saltare ancora di più…

tori in prima uscita

Undici i tori in prima uscita a cui si

aggiungono il tedesco Westend, riproduttore

rientrante nel progetto GAIGS,

e Hodrom un Eurotest del 2007. Degli

undici ben 7 hanno un Rank superiore

a 9 0 , d i c u i d u e , W a l d e m a r e

Guaguancò, Rank 99, miglior spot

pubblicitario per i tori giovani nazionali

non poteva esserci. Cinque anni orsono

chi ha utilizzato questi riproduttori,

al lato pratico, ha utilizzato effettivamente

ben 7 miglioratori, pagandoli

poco e soprattutto utilizzandoli prima

di chi impiega esclusivamente seme di

tori provati. La politica del toro giovane,

quando il toro è figlio di quanto di

meglio si possa trovare effettivamente

nelle stalle italiane, può essere vincente.

Il segreto sta tutto in un utilizzo equi-

librato di queste giovani promesse.

Mediamente il gruppo presentava un

IDA di 628 kg, un indice lat te di 410

kg e valori genetici per i tenori di

grasso e proteine rispettivamente di

+0,04% e +0,04%. Relativamente alla

morfologia la media di gruppo era di

96 per la taglia, 94 per la muscolosità,

103 per gli arti e 108 per la mammella.

Buona la mungibilità (103), in media

l’indice cellule somatiche. Il giudizio

non può essere che positivo, in attesa

di ulteriori conferme che si avranno

quando saranno disponibili più dati.

Waldemar (Waterberg*Romel): toro

a dir poco completo; +42 kg di proteine

non è cosa di tutti i giorni, toro fortemente

positivo sia a latte kg (+903

kg) che a proteine % (+0,13%).

Relativamente alla morfologia, migliora

sensibilmente la forma della mammella

e trasmette buona mungibilità. Purtroppo,

essendo nipote di Romel, è portatore

della Aracnomelia, malformazione

congenita che si manifesta fin dalla

nascita ed è incompatibile con la vita

del vitello. Per tale motivo il regolamento

della CTC, approvato dopo la messa in

prova di Waldemar, non consente l’utilizzo

di riproduttori portatori di questa tara,

nonostante nella P.R.I. casi di vitelli

malformi sono eventualità piuttosto rara.

Guaguancò (Geumont*Masolino):

una macchina da lat te. Non ci sono

a l t r i c o m m e n t i p e r u n t o r o c h e f a

dell’attitudine lattifera la sua caratteris

tica di maggior pregio. Toro che

non migliora i titoli, ma che è positivo

a cellule. Le sue figlie sono di taglia

contenuta, di muscolosità media, con

arti e manmelle in ordine che si dimostrano

di buona mungibilità. Queste

indicazioni devono trovare ancora

conferma su una base dati più consistente,

tuttavia per chi volesse già

utilizzarlo, deve essere accoppiato

a vacche pesanti di notevole struttura,

vacche che fanno della qualità delle

produzioni il loro punto di forza.

Corinto (Safir*Romel): Ra n k 97,

m i g l i o r a l a p ro d u z i o n e d i l a t t e s i a

da un punto di vista quantitativo

che q u a l i t a t i vo, e ccet t o che p e r i l

contenuto il cellule somatiche. Le sue

figlie sono di taglia media, di muscol

o si t à m e d ia, con a r t i e mammelle

funzionali di media mungibilità. Da accoppiare

a vacche di buona muscolo-

s i t à e s t r u t t u r a , c h e s o l i t a m e n t e

presentano una conta cellulare limitata.

Reginaldo (Repuls*Randy): toro interessante,

che presenta un buona

spinta a latte (+711 kg), anche se non

abbinata ad indici favorevoli per gli

aspetti qualitativi dello stesso. Dà figlie

di taglia leggermente superiore

alla media, di normale muscolosità,

arti in ordine e mammelle (118) molto

buone. Può essere impiegato per l’inseminazione

delle manze dato un indice

di difficoltà di parto favorevole.

Gregor (Geumont*Horwart): leggermente

positivo a latte, migliora in

maniera marcata tenore di grasso e

proteine. Le sue figlie sono di statura

c o n t e n u t a , n o n m o l t o m u s c o l o s e

con arti e mammelle in ordine.

Van gogh (Waterberg*Gardian):

p osi t i v o a l a t t e e t i t o l i, t r a s m e t t e

delle mammelle in ordine dalla ottima

P E Z Z A T A R O S S A 8

P E Z Z A T A R O S S A 9

m u n g i b i l i t à . D e v e e s s e r e p r o t e t t o

riguardo alla taglia, alla muscolosità

e alla resistenza alla mastiti.

G r e a t N o r d (G e u m o n t*M o r r o r):

seppur non positivo a latte rientra comunque

nel miglior 7%, grazie al fatto

che è positivo a tenore in proteine, ma

soprattutto al fatto che trasmette alle

proprie figlie una notevole funzionalità.

Migliora fortemente gli arti, trasmette

mammelle corrette, dalla buona mungibilità

e dalla notevole resistenza alle mastiti.

Il meglio della genetica nazionale

Consistente la lista dei tori provati miglioratori

italiani, una lista dove “chi

cerca trova” nel senso che il ventaglio

di scelta è alquanto ampio ed ogni allevatore

può trovare ciò che gli serve.

Ovviamente il toro perfetto non esiste

e, sovente, i tori perfetti, dopo essere

stati ampiamente utilizzati in popolazione,

non si dimostrano tali. Il segreto


sta nell’accoppiare ad ogni vacca il toro

giusto. Il parco tori italiano annovera

tori con caratteristiche anche molto

diverse, dal riproduttore estremo

a latte a quello con una duplice attitud

i n e p i ù e q u i l i b r a t a a q u e l l o d o v e

l’attitudine carne la fa da padrone.

Oxgard (Oxalin*Gardian): si era parlato

di lui come un toro promettente con

dei dati però non ancora consolidati; il

numero di figlie è aumentato e, per

quanto riguarda l’attitudine latte, si

conferma come un forte miglioratore

delle produzioni, che però non sono abbinate

ad un adeguato livello qualitativo.

È sceso a indice mammella (108), migliora

notevolmente la mungibilità. Da accoppiare

a vacche pesanti, muscolose con arti in

ordine e dalle produzioni di qualità.

Schumi (Safir*Niort): se non fosse

per una mungibilità sot tomedia, con

ogni probabilità, sarebbe nelle primis-

sime posizioni della classifica, toro

comunque presente nella lista dei top

100 a IDA; da proteggere per quanto

r i g u a r d a l a v e l o c i t à d i m u n g i t u r a ,

consente però di migliorare tutti gli

altri trat ti: +633 kg a lat te, +0.20%

a g r a s s o, i n d i f f e r e n t e a p r o t e i n e ,

miglioratore a mor fologia. Migliora

t aglia (105), muscolosi t à (105), ma

soprattutto le forme (114) e la mammella

(111). Toro positivo anche

a cellule (108). Un toro da utilizzare,

con attenzione, ma utilizzare.

Safari (Safir*Gardian): uno dei tori

di punta usciti dallo schema di selezione

nazionale negli ultimi tempi; migliora

la produzione di latte sia da un

punto di vista quantitativo che qualitativo.

Trasmette mammelle corrette dall’ottima

mungibilità e dalla notevole resistenza

alle mastiti. Da utilizzare su bovine dalla

buona muscolosità. Da evitarne l’impiego

sulle manze e sui soggetti poco sviluppati.

Gianna IT004900225924 (Dennis * Rabino) - Hl (4) - 305 gg. 8965 Kg 3,54% gr. 3.33% pr. - Proprietario: Ferrero Armando – Cuneo (CN)

Machito (Mohair*Ezozo): conferma

i suoi indici a latte, presenta un buon

indice latte (+773 kg) ed è fortemente

posi t i vo a grasso (+0,14%), mentre

è s o t t o m e d i a p e r q u a n t a r i g u a r d a

le proteine (-0.07%) e cellule somatic

h e . L e s u e f i g l i e s o n o d i t a g l i a

media, non particolarmente muscol

o s e , c o n d e l l e m a m m e l l e p i ù c h e

f u n z i o n a l i d a l l ’o t t i m a m u n g i b i l i t à .

Deve e ssere a c c o p p i a t o a v a c c h e

m u s c o l o s e , p o s i t i v e a p r o t e i n e

senza problemi di cellule somatiche.

Salvo (Safir*Lotarry): già padre di

toro diverse uscite fa, vede i suoi indici

confermati; positivo a latte (+454

kg), migliora il grasso (+0,22%) e proteine

(+0,07). Migliora anche la conformazione

della mammella, deve essere

accoppiato a vacche muscolose,

evitando l’impiego di questo riproduttore

sulle manze. È BB a K- Caseine,

toro ideale per chi trasforma diretta-

mente o per chi vede la qualità del

latte adeguatamente premiata.

Sestriere (Safir*Morror): ha un suo

perché anche Sestriere nonostante

una mungibilità sotto media; migliora

la produzione di lat te (+477 kg) e il

tenore di grasso (+0,07%). Funzionalità

al top con un indice arti di 109, e un

indice mammella di 120. Ottimo anche

a cellule somatiche, attenzione ad utilizzarlo

su vacche veloci da mungere, di taglia

e con una sufficiente muscolosità. Può

essere impiegato anche sulle manze.

Rodrigo ET (Regio*Gardian): presenta

un buon indice latte (+641 kg)

ed è leggermente positivo a grasso.

Le sue figlie sono di taglia contenuta,

dalla muscolosità, media con arti in

ordine e buone mammelle, veloci da

mungere e resistenti alle mastiti. Deve

essere accoppiato ad animali di taglia,

con produzioni di latte che si caratte-

P E Z Z A T A R O S S A 10

P E Z Z A T A R O S S A 11

NOME

MATRICOLA

DATA NASCITA

PADRE

Nonno

Acc Latte

Figlie in Italia

Allevamenti

IDA

Rank

Latte

Gr kg

Gr %

Prot. Kg

Prot. %

Kc

IGT Carne

acc %

Ta

rizzano per un alto contenuto proteico.

Da evitarne l’impiego sulle manze.

Questi sono solo alcuni dei tori provati

presenti nella lunga lista dei riproduttori

Rank 90. Come dicevo in introduzione

quale miglio spot a tori

giovani nazionali se non la conferma

del fatto che buona parte di essi si

dimostrano miglioratori. Ecco allora

che un utilizzo corretto di questa risorsa

può dare delle risposte positive

senza un eccessivo esborso di danaro. z

Indici genetici Pezzata Rossa Italiana tori con prima valutazione in Italia - nUove UscIte - data di elaborazione: aPRIle 2011

Paese di origine DE

WESTEND

DE000000183741

HODROM

DE000000188624

28/09/2005 WEINOLD

RALBIT

28/10/2004 HODAP

MALEFIZ

0.82 111 33 309 77 -208 0 0.12 2 0.14 101 121 112 97 105 0.85 97 0.47 114 0.68 NM 92 ANAPRI-GAIGS

0.81 144 19 -764 0 -741 -28 0.02 -22 0.06 102 92 124 95 91 0.82 89 0.31 79 0.56 MM 105 EUROTEST 2007

N. tori 2 128 -228 -475 -14.0 0.07 -10.0 0.10 101.5 106.5 118.0 96.0 98.0 93.0 96.5 98.5

Paese di origine IT

REGINALDO

IT004990190951

GREGOR

IT021001413411

WALDEMAR(A)

IT021001457258

WATERPOL

IT021001458520

WEINART

IT021001467797

ROBI D'OR

IT026990155573

VAN GOGH

IT030990074657

GUAGUANCO'

IT031990006659

CORINTO

IT066990006869

KILIMANGIARO

IT093990037086

GREAT NORD

IT093990039537

08/09/2005 REPULS

RANDY

06/09/2005 GEUMONT

HORWART

26/11/2005 WATERBERG

ROMEL (A)

17/11/2005 WATERBERG

ROLO

25/12/2005 WEINOLD

HORWART

01/11/2005 ROBERTO

JOYAU D OR

10/07/2005 WATERBERG

GARDIAN

07/01/2006 GEUMONT

MASOLINO

02/10/2005 SAFIR

ROMEL (A)

26/01/2006 SAFIR

GS ZARADI

10/08/2005 GEUMONT

MORROR

0.85 47 47 727 97 711 25 -0.03 18 0.09 AA 103 0.48 104 99 103 118 0.65 102 0.54 84 0.77 MM 104 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.81 33 33 667 95 292 16 0.07 19 0.12 AA 106 0.44 78 85 102 106 0.59 99 0.49 98 0.72 NN 103 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.77 27 27 1499 99 912 34 -0.03 42 0.13 AA 102 0.46 101 99 100 114 0.61 111 0.45 93 0.68 NN 101 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.84 47 47 227 69 -319 7 0.29 -5 0.09 AB 109 0.46 102 100 96 100 0.70 112 0.55 115 0.76 NN 96 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.79 34 34 77 52 -119 1 0.09 -1 0.04 AB 103 0.45 97 100 108 108 0.43 100 0.43 105 0.68 NN 94 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.87 58 58 161 62 -63 11 0.20 5 0.11 AA 97 0.38 95 97 92 108 0.67 96 0.52 98 0.79 NN 96 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.84 44 44 637 95 485 29 0.14 25 0.11 AA 95 0.49 93 76 102 106 0.62 113 0.56 87 0.76 NN 99 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.80 32 32 1385 99 35 -0.32 43 -0.15 AA 103 0.46 89 90 114 110 0.50 106 0.43 102 0.70 NN 99 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.74 22 22 695 96 732 33 0.06 27 0.01 BB 99 0.49 98 92 105 105 0.42 99 0.43 91 0.64 NN 95 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.75 23 23 269 74 345 17 0.05 11 -0.02 AB 104 0.45 107 100 93 102 0.46 95 0.40 89 0.65 NM 93 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.82 37 37 569 93 -50 -9 -0.11 2 0.05 AA 111 0.39 87 97 121 107 0.63 104 0.51 116 0.74 NM 90 A.A.FRIULI-V.G.-UD

N. tori 11 37 628 410 18.1 0.04 16.9 0.04 102.8 95.5 94.1 103.3 107.6 103.4 98.1 97.3

Mu

A&P

Ma

Acc Morf %

Ebvms

Att%

SCS

Att%

Parti

Centro di F.A.

Att%


Indici genetici Pezzata Rossa Italiana tori con prima valutazione in Italia con RanK > 90 - data di elaborazione: aPRIle 2011

NOME

MATRICOLA

WALDEMAR(A)

IT021001457258

GUAGUANCO'

IT031990006659

ELIOS

IT093000867340

GS RAWALF

AT000845921672

OXGARD

IT093990031713

STINZL

IT021001407940

GRANADO

IT031000108030

FRUTTO

IT004903084532

SAFARI

IT093990031589

SCHUMI

IT030990032186

MARKUS

IT026000209895

GEUMONT

IT009GO013C012

EFREM

IT026000631191

MACHITO

IT031990002752

MERCURIO

IT031000105639

SANCHO PANZA

IT093000702848

SALVO

IT093990017749

SESTRIERE

IT021001371987

SANTANA

AT000866046172

MANGART

IT031000105640

GRINGO

IT057000033928

RODRIGO ET

IT093990016833

REGINALDO

IT0004990190951

NAGAR *TA

IT043000026301

ELIANTO

IT026990079718

RUBIDIO

IT093000705854

ETTORE

IT004903112016

EUCLIDE

IT030990012051

DOMINGO

DE000000192065

GREGOR

IT021001413411

DATA NASCITA

PADRE

Nonno

26/11/2005 WATERBERG

ROMEL (A)

07/01/2006 GEUMONT

MASOLINO

26/05/2000 ELECTRO

HATTEN

26/12/2003 GS RAWEIN

GS MALF

15/10/2005 OXALIN

GARDIAN

10/02/2005 SAFIR

ROMEN

01/02/2002 GARDIAN

LIHOR

17/06/2002 JOBLANDIN

FAUCON

07/01/2005 SAFIR

GARDIAN

13/12/2004 SAFIR

NIORT JB

30/01/2001 MORROR

TARTARS

18/10/1998 GARDIAN

STREIMON

22/08/2004

EILIG *TA

JERBY

18/06/2005 MOHAIR

EZOZO

15/12/2001 MORROR

RALBO

16/07/2000 SAMURAI

RALBO

10/11/2004 SAFIR

LOTARRY

15/12/2004 SAFIR

MORROR

16/04/2005 SAFIR

RENGER

16/12/2001 MORROR

GARDIAN

06/01/2002 GARDIAN

TIBERIO

14/08/2004 REGIO

GARDIAN

08/09/2005 REPULS

RANDY

07/11/2003

02/01/2005

NAAB (A)

GARDIAN

EILIG *TA

GARDIAN

27/06/2002 RUMBA

BOIS LE VIN

04/07/2003 RUMBA

LOTARRY

15/05/2004

EILIG *TA

BOIS LE VIN

07/03/2004 GS DIONIS

ROMEN

06/09/2005 GEUMONT

HORWART

Acc Latte

Figlie

Allevamenti

IDA

Rank

Latte

Gr kg

Gr %

Prot. Kg

Prot. %

Kc

IGT Carne

acc %

0.77 27 27 1499 99 912 34 -0.03 42 0.13 AA 102 0.46 101 99 100 114 0.61 111 93 68 NN 101 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.80 32 32 1385 99 1581 35 -0.32 43 -0.15 AA 103 0.46 89 90 114 110 0.50 106 102 70 NN 99 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.97 231 231 1141 99 219 33 0.35 23 0.22 AA 119 0.78 85 96 101 109 0.92 103 81 95 NN 100 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.84 165 21 955 99 223 10 0.02 7 -0.01 104 0.19 121 113 113 122 0.80 113 121 66 NN 103 EUROTEST 2006

0.87 54 54 940 99 1155 22 -0.29 33 -0.10 AB 105 0.52 82 80 93 108 0.71 117 82 80 NN 100 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.94 200 127 930 99 451 31 0.18 26 0.14 BB 101 0.33 114 98 98 111 0.91 86 114 90 NN 95 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.93 87 87 916 99 700 30 0.03 25 0.01 AA 105 0.74 97 92 96 107 0.82 106 105 89 MM 105 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.91 70 70 915 99 943 31 -0.07 34 0.01 AB 88 0.69 95 87 104 111 0.81 102 114 88 NN 102 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.90 69 69 910 99 575 40 0.23 22 0.03 AA 96 0.51 109 90 101 116 0.78 112 111 85 NM 91 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.89 64 64 906 99 633 40 0.20 22 0.00 AB 104 0.46 105 105 114 111 0.79 86 108 84 NN 102 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.93 93 93 903 99 176 25 0.26 12 0.09 AB 114 0.55 90 102 106 116 0.86 92 106 90 NN 98 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.98 421 421 885 98 535 10 -0.14 26 0.10 AA 105 0.71 84 84 117 105 0.96 97 101 98 NN 103 SEMENITALY-MO

0.87 47 47 847 98 646 29 0.05 28 0.08 AB 106 0.48 79 92 103 99 0.74 111 76 81 NN 98 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.89 67 67 841 98 773 41 0.14 22 -0.07 AA 105 0.39 100 89 104 108 0.72 113 96 83 NN 101 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.88 48 48 821 98 165 11 0.06 14 0.12 AB 107 0.51 104 108 101 109 0.75 105 104 83 NN 94 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.93 95 95 811 98 388 23 0.10 12 -0.03 AA 118 0.48 78 113 96 106 0.86 95 109 90 NN 95 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.93 104 104 809 98 454 34 0.22 21 0.07 BB 104 0.46 100 85 99 114 0.85 101 97 89 NN 95 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.92 88 88 804 98 477 25 0.09 16 -0.01 AA 105 0.46 95 97 109 120 0.84 84 111 87 MM 104 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.85 157 34 800 98 243 11 0.01 17 0.12 102 0.00 113 118 106 107 0.84 97 106 72 NN 101 EUROTEST 2007

0.89 52 52 798 98 96 7 0.04 14 0.15 AA 110 0.49 77 97 97 108 0.78 106 111 85 NN 97 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.89 53 53 783 97 639 33 0.11 32 0.12 AA 100 0.53 99 94 95 101 0.75 100 79 85 NN 95 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.82 32 32 778 97 641 27 0.02 16 -0.08 AA 103 0.50 91 101 106 112 0.68 107 103 76 NM 86 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.85 47 47 727 97 711 25 -0.03 18 -0.09 AA 103 0.48 104 99 103 118 0.65 102 84 77 MM 104 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.86 43 43 727 97 307 18 0.08 17 0.09 AB 104 0.44 99 99 106 108 0.65 102 94 81 MM 107 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.90 65 65 721 97 542 22 0.01 18 -0.01 BB 111 0.48 83 84 104 107 0.78 104 89 84 NN 94 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.92 85 85 720 96 745 5 -0.32 22 -0.05 AA 114 0.71 94 100 91 102 0.84 97 86 89 NN 99 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.93 99 99 697 96 78 23 0.29 13 0.14 112 0.50 104 114 104 97 0.86 92 110 90 NN 101 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.93 184 97 692 96 702 9 -0.24 23 -0.02 AB 108 0.58 85 106 96 95 0.88 95 105 89 MM 106 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.92 201 91 668 95 676 -2 -0.38 14 -0.12 100 0.26 109 110 101 114 0.91 111 98 89 NM 89 ANAPRI-GAIGS

0.81 33 33 667 95 292 16 0.07 19 0.12 AA 106 0.44 78 85 102 106 0.59 99 98 72 NN 103 A.A.FRIULI-V.G.-UD

Ta

Mu

A&P

Ma

Acc Morf %

Ebvms

SCS

Att%

Parti

Centro di F.A.

P E Z Z A T A R O S S A 12

P E Z Z A T A R O S S A 13

NOME

MATRICOLA

JODI

IT031000108755

SASHA

IT093990031415

REST

IT093990011712

VAN GOGH

IT030990074657

STROMA

FR002527068903

CRAJ

IT093000753297

MANDI

IT031990000845

MATAJUR

IT030990021359

DENNIS

IT029000029424

LIONEL

IT093000757366

ROLWALD

IT026000348726

FANTASTICO

IT004902113871

BOB DYLAN

ITUD000214342

RUMMEL

IT021001050214

ZIRCO

IT058VI083B011

PIRRO *TA

IT021001089292

GREAT NORD

IT093990039537

SANDRO

IT021001064006

GS MANNER

AT000249259645

FUN

IT018GO019C037

JONATAN

IT039666673644

MORFEO

IT030000320792

HAKKINEN

IT030000322080

SCOOP

FR009021483826

ALBERT

IT093990016753

BRAKY

CZ000136725589

WERNER

IT021001429202

WIGGAL

DE000000192224

WINDAL

IT021001412250

RUSSEL

IT030000628943

DATA NASCITA

PADRE

Nonno

26/12/2002 JORDAN

GARDIAN

08/07/2005 SAFIR

GARDIAN

08/11/2003 RUMBA

GARDIAN

10/07/2005 WATERBERG

GARDIAN

17/01/2002 JORQUIN

JIVAGO

19/06/1999 GARDIAN

CANTADOU

05/12/2003 MANDL

SAMURAI

01/08/2004 MANDL

GENOVA

25/01/2001 LOTARRY

CANTADOU

17/04/2000 LOTARRY

TARTARS

11/01/2003 ROLO

WASEN

03/04/2002 RUMBA

TARTARS

11/09/1996

BOIS LE VIN

PROPELLER

31/12/2001 RUMBA

HOBEL

13/11/1997 ZEFIRO

LIPPOLD

18/03/2002

ROMEL (A)

HORWEIN

10/08/2005 GEUMONT

MORROR

29/11/2001 RUMBA

ROMEN

08/12/2000 GS MALHAX

ROMEN

09/08/1998 FAUCON

ZITAT

15/09/2002 RANDY

FAUCON

17/07/2001 MORROR

FAUCON

14/08/2000 HAIKU

BOIS LE VIN

15/01/2001 GARDIAN

EZOZO

18/01/2004 MANDL

GARDIAN

14/06/2002 RANDY

JUN-619

27/06/2005 WEBAL

MORROR

06/02/2005 WATERBERG

HORB

03/06/2005 WEBAL

MORROR

23/01/2004 RUMBA

BOIS LE VIN

Acc Latte

Figlie

Allevamenti

IDA

Rank

Latte

Gr kg

Gr %

Prot. Kg

Prot. %

Kc

IGT Carne

acc %

0.89 57 57 657 95 657 22 -0.05 21 -0.03 AA 89 0.51 96 85 105 113 0.78 111 114 85 NN 103 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.91 84 84 645 95 506 20 0.00 27 0.13 AA 98 0.49 109 84 90 101 0.79 90 119 85 NN 98 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.82 31 31 645 95 89 13 0.14 14 0.16 AB 112 0.48 96 114 88 89 0.70 103 115 76 MM 104 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.84 44 44 637 95 485 29 0.14 25 0.11 AA 95 0.49 93 76 102 106 0.62 113 87 76 NN 99 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.84 151 26 629 95 195 15 0.10 19 0.17 96 0.27 108 93 105 108 0.59 102 97 73 NM 108 EUROTEST 2004

0.96 191 191 627 95 411 19 0.05 19 0.06 AA 104 0.66 100 86 88 106 0.91 112 94 94 NM 92 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.90 62 62 618 94 -72 11 0.21 1 0.05 AB 109 0.43 88 95 105 115 0.78 109 121 85 MM 110 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.89 57 57 614 94 608 17 -0.09 17 -0.05 AA 107 0.45 96 89 96 103 0.76 108 100 83 NM 91 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.92 83 83 613 94 396 14 -0.02 17 0.04 AB 99 0.53 100 115 102 101 0.85 97 109 89 NM 97 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.89 55 55 610 94 365 29 0.21 15 0.03 AA 104 0.48 76 89 105 97 0.78 104 125 85 NN 99 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.87 46 46 602 94 560 20 -0.02 17 -0.03 AA 116 0.48 104 102 80 92 0.74 96 113 82 NM 90 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.91 72 72 600 94 0 31 0.45 9 0.14 AB 111 0.49 103 108 98 111 0.81 101 67 87 NN 95 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.97 243 243 595 94 928 32 -0.06 27 -0.07 AB 97 0.59 96 87 99 100 0.94 104 96 96 NN 96 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.88 50 50 593 94 -1 1 0.01 10 0.15 AA 104 0.54 103 114 102 109 0.75 103 85 83 MM 104 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.96 160 160 574 93 -218 -3 0.08 8 0.24 AB 106 0.51 86 109 89 103 0.90 96 126 94 MM 113 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.91 183 72 572 93 -55 1 0.05 10 0.18 AA 109 0.49 88 110 96 105 0.91 86 108 88 NN 103 ANAPRI-GAIGS

0.82 37 37 569 93 -50 -9 -0.11 2 0.05 AA 111 0.39 87 97 121 107 0.63 104 116 74 NM 90 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.89 54 54 566 93 -105 -11 -0.10 1 0.06 AA 118 0.50 110 113 93 102 0.78 114 108 84 NN 98 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.96 212 160 565 93 46 27 0.36 8 0.09 101 0.25 108 91 96 112 0.93 109 120 94 NM 85 ANAPRI-GAIGS

0.94 117 117 560 92 613 9 -20 24 0.04 AB 99 0.53 98 97 92 93 0.88 104 104 92 NN 102 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.93 101 101 552 92 500 17 -0.04 20 0.03 AB 97 0.74 114 96 101 105 0.85 104 91 91 MM 108 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.92 83 83 538 92 421 9 -0.11 13 -0.02 AB 106 0.49 111 102 113 105 0.84 104 80 89 NM 92 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.97 289 289 535 91 839 5 -0.36 21 -0.11 BB 102 0.67 88 86 94 108 0.94 90 113 96 NN 102 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.85 183 38 521 91 890 50 0.20 28 -0.05 90 0.41 93 69 101 105 0.78 112 86 80 NN 99 EUROTEST 2003

0.88 52 52 515 90 304 19 0.10 12 0.02 AA 103 0.45 92 88 91 105 0.75 103 123 83 NN 100 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.85 329 23 510 90 116 13 0.13 14 0.14 97 0.33 94 94 112 107 0.79 100 98 70 NN 99 EUROTEST 2004

0.88 62 62 503 90 92 2 -0.02 5 0.03 AA 105 0.50 99 105 110 114 0.73 100 93 81 NM 85 A.A.FRIULI-V.G.-UD

0.94 213 137 497 90 632 15 -0.13 15 -0.10 102 0.00 90 99 104 103 0.91 110 92 91 NN 103 ANAPRI-GAIGS

0.91 198 92 496 90 206 9 0.01 3 -0.06 AA 106 0.44 111 91 123 118 0.90 111 86 86 NN 95 ANAPRI-GAIGS

0.88 51 51 496 90 -19 14 0.21 12 0.19 AA 108 0.48 107 105 101 96 0.73 89 104 83 NN 103 A.A.FRIULI-V.G.-UD

Ta

Mu

A&P

Ma

Acc Morf %

Ebvms

SCS

Att%

Parti

Centro di F.A.


classifica internazionale Interbull valida per l’Italia - top 100 tori per Ida

aggiornamento: aPRIle 2011 (tori con % Red-Holstein non > al 12.5% )

% RH

n.figlie / ITALIA

n. allevamenti

nascita di

Paese

Anno

N. Matricola Nome Cross IDA

1 ITA IT021001457258 WALDEMAR WATERBERG x ROMEL (A) 2005 0 27 23 27 66 912 34 -0.03 42 0.13 101 99 100 114 111 93 1499

2 FRA FR00259801228 OXALIN FAUCON x CANARI 1998 6 101 45 20851 92 1058 51 0.12 38 0.01 91 75 103 131 108 105 1492

3 ITA IT031990006659 GUAGUANCO' GEUMONT x MASOLINO 2006 5 32 24 32 70 1581 35 -0.32 43 -0.15 89 90 114 110 106 102 1385

4 DEU DE00000019187 RUREIF RUMBA x GS MOREIF 2002 4 0 0 216 77 785 28 -0.03 34 0.09 95 105 97 106 121 112 1368

5 DEU DE00000018256 WINNIPEG WESPE x ROMEN 2000 0 0 0 1380 79 887 22 -0.16 32 0.01 110 117 102 104 109 138 1357

6 DEU DE00000016613 SERANO SAFIR x HORWART 2004 3 0 0 70 72 520 35 0.21 33 0.20 101 98 107 107 106 103 1249

7 AUT AT000617783345 GS RUM RUMBA x GS MALF 2001 0 0 0 319 78 492 9 -0.14 21 0.05 110 113 100 119 101 115 1245

8 DEU DE00000016169 SAMPANO SAMPRAS x RALBIT 2005 4 0 0 101 73 638 23 -0.03 26 0.05 95 85 107 127 93 120 1205

9 DEU DE00000018510 IMPOSIUM REGIO x ROMEN 2002 3 0 0 938 79 532 52 0.42 27 0.11 94 99 103 110 109 112 1174

10 FRA FR00380251102 PALIKAO GARDIAN x EZOZO 1999 9 31 11 2531 85 893 31 -0.05 40 0.11 91 73 102 110 116 107 1173

11 AUT AT000711270407 ZOTT (A) ZOTT x ROMEL (A) 2005 0 0 0 89 72 1049 18 -0.29 27 -0.12 88 98 113 121 117 92 1173

12 DEU DE00000018882 WITZBOLD WINNIPEG x MANDL 2006 1 0 0 74 70 574 7 -0.20 24 0.06 110 103 105 118 98 127 1169

13 FRA FR00019801432 OVA GARDIAN x CANTADOU 1998 6 53 14 5275 88 842 34 0.01 30 0.01 78 72 110 125 117 110 1141

14 ITA IT093000867340 ELIOS ELECTRO x HATTEN 2000 7 231 152 231 94 219 33 0.35 23 0.22 85 96 101 109 103 81 1141

15 DEU DE00000018326 RESOLUT REMONT x STEGO 2003 5 0 0 91 74 1004 34 -0.07 29 -0.08 97 101 110 111 108 105 1139

16 FRA FR00712074339 URBANISTE MASOLINO x GARDIAN 2003 0 0 0 181 77 512 32 0.16 34 0.22 101 73 103 119 108 111 1107

17 FRA FR00712072384 UCLAIR MASOLINO x FAUCON 2003 0 0 0 260 80 378 32 0.23 25 0.17 122 79 100 129 111 123 1096

18 DEU DE00000042637 RENWART RENTAR x HORWART 2003 0 0 0 107 75 518 22 0.02 18 0.00 95 103 105 117 109 109 1095

19 DEU DE00000018870 SEKTOR SAFIR x RADAU 2005 5 0 0 186 77 734 42 0.17 29 0.04 113 90 101 107 105 119 1087

20 DEU DE00000016983 RUPTAL RUAP x REPORT 2005 5 0 0 129 75 1249 25 -0.29 30 -0.17 116 113 100 111 105 99 1083

21 DEU DE00000018565 SANDDORN SAFIR x GS DIDI 2004 2 0 0 107 75 592 36 0.17 32 0.15 103 96 95 106 101 101 1068

22 DEU DE00000042657 VANEL VANSTEIN x ROMEL (A) 2006 0 0 0 68 70 612 33 0.12 24 0.03 97 95 118 117 107 92 1066

23 DEU DE00000016619 WEBURG WEBAL x BOSS 2005 3 0 0 90 73 1087 42 -0.01 30 -0.10 93 84 103 115 114 88 1066

24 DEU DE00000016154 SAFTIG SAFIR x HUCKI 2004 2 0 0 72 72 645 25 0.00 30 0.11 110 96 105 105 97 109 1053

25 DEU DE00000017536 WONDERFULL WATERBERG x MORROR 2005 5 0 0 116 75 745 25 -0.05 24 -0.03 92 99 110 111 117 101 1052

26 DEU DE00000016151 SAFARI SAFIR x REPULS 2004 3 0 0 135 78 1019 28 -0.15 30 -0.07 99 98 111 106 117 83 1048

27 DEU DE00000019218 SEEBAER SAFIR x MORTEN 2004 2 0 0 139 76 702 19 -0.11 24 -0.01 95 108 106 109 109 109 1045

28 DEU DE00000016989 HUMBOLDT HUCKEL x RANDY 2005 4 0 0 77 71 604 27 0.04 23 0.02 86 89 112 116 107 110 1045

29 DEU DE00000019708 SALVATOR SAFIR x HUSALDO 2004 2 0 0 107 75 641 38 0.18 33 0.14 94 93 95 106 98 95 1037

30 DEU DE00000018365 SAMLAND SAMPRAS x GS MALHAX 2005 3 0 0 63 70 645 21 -0.06 20 -0.04 105 92 105 117 116 118 1034

31 AUT AT000704199307 ROMARIO ROMEO x RESS 2005 8 0 0 96 73 527 18 -0.04 16 -0.03 110 101 114 125 106 114 1025

32 DEU DE00000019201 HOLZMICHL HIPPO x SAMURAI 2003 0 0 0 84 74 1022 26 -0.17 22 -0.18 93 106 103 114 96 115 1013

33 FRA FR00399703010 NATIF JB FAUCON x ECOSSAIS 1997 0 26 13 8708 87 814 34 0.03 37 0.11 98 82 93 112 104 101 1011

34 DEU DE00000018506 RUSTICO *TA RUMBA x STEGO 2002 5 0 0 1212 81 472 19 0.01 16 -0.01 95 110 101 104 100 110 999

35 DEU DE00000016614 SMARAGD SAFIR x MORROR 2005 4 0 0 138 76 889 44 0.12 36 0.07 108 104 107 93 84 109 997

36 DEU DE00000018564 RICKI ROMELLO x RANDY 2004 2 0 0 70 72 762 49 0.25 31 0.06 94 94 101 105 101 93 991

37 FRA FR00712072012 ROBIN GARDIAN x FAUCON 2000 9 0 0 498 74 1034 46 0.08 37 0.00 99 70 101 112 112 115 985

38 DEU DE00000018512 RUEGEN RUMBA x SAMURAI 2003 3 0 0 153 77 1001 30 -0.11 26 -0.11 96 100 98 105 108 122 982

39 AUT AT000535259547 REFLEX RESS x SAMURAI 2002 0 0 0 92 75 815 14 -0.24 16 -0.17 103 112 111 119 98 140 981

40 DEU DE00000018789 ZAHNER ZAHN x HORB 2000 0 0 0 1610 79 381 26 0.15 14 0.01 97 105 122 116 102 134 980

41 DEU DE00000016583 ROOG ROGEN x REPULS 2001 2 0 0 748 79 501 38 0.26 27 0.13 92 101 97 95 107 125 978

42 FRA FR00392026032 VALFIN JB NATIF JB x IMPOSTEUR 2004 0 0 0 176 76 699 39 0.16 30 0.08 103 68 102 120 106 123 977

43 DEU DE00000016986 SAMBUCCO SAMPRAS x MALER 2 2005 3 0 0 171 75 273 27 0.23 14 0.06 114 106 107 121 97 124 971

44 DEU DE00000018832 ROUND UP RAUBLING x HOFER 2002 6 0 0 401 77 359 16 0.02 10 -0.03 111 115 110 116 107 122 970

45 DEU DE00000016974 SELADON SAFIR x RANDY 2004 5 0 0 219 79 435 25 0.11 22 0.09 102 80 114 113 102 120 969

46 FRA FR00719605600 MASOLINO EZOZO x BOIS LEVIN 1996 6 173 70 29500 95 991 39 0.00 30 -0.06 111 74 113 126 110 116 968

47 FRA FR00392263999 UWARA JB LARSEAU x FAUCON 2003 0 0 0 114 71 1108 31 -0.16 38 0.00 88 82 101 109 119 84 965

48 DEU DE00000019177 MANDELA MALEFIZ x HODACH 2001 2 0 0 9354 83 413 12 -0.06 22 0.11 115 110 130 101 99 108 962

49 DEU DE00000017683 SEGO SAFIR x STEGO 2004 2 0 0 72 72 554 22 0.01 26 0.10 109 103 93 106 98 113 959

50 DEU DE00000042647 SASPORT SAFIR x SPORT 2005 0 0 0 188 79 683 42 0.21 25 0.02 106 101 106 101 110 107 958

Figlie totali

att %

Latte kg

Grasso kg

Grasso kg %

Proteine kg

Proteine kg %

Taglia

Muscolosità

Arti & Piedi

Mammella

Mungibilità

SCS

nascita di

Paese

Anno

N. Matricola Nome Cross IDA

51 AUT AT000845921672 GS RAWALF GS RAWEIN x GS MALF 2003 0 21 17 165 84 223 10 0.02 7 -0.01 121 113 113 122 113 121 955

52 DEU DE00000016155 SEO SAFIR x REGIO 2004 4 0 0 147 76 439 30 0.18 14 -0.02 113 94 124 130 97 96 953

53 FRA FR00391351064 UTACH JB NENNI JB x INDUVI 2003 0 0 0 167 76 821 37 0.06 32 0.05 87 73 101 114 116 109 950

54 FRA FR00399703004 NENNI JB FAUCON x VERGLAS 1997 0 119 56 11433 93 1301 33 -0.22 42 -0.04 92 76 106 113 107 100 943

55 DEU DE00000018808 HUTMANN HUTNER x HODACH 2001 3 190 155 3502 94 756 18 -0.15 21 -0.08 111 102 103 119 113 99 940

56 DEU DE00000016616 HULKOR *TA HULOCK x ROMEL (A) 2005 3 0 0 78 72 540 15 -0.08 19 0.00 96 108 108 112 96 124 940

57 ITA IT093990031713 OXGARD OXALIN x GARDIAN 2005 6 54 40 54 79 1155 22 -0.29 33 -0.10 82 80 93 108 117 82 940

58 DEU DE00000019199 HUASCARAN HUMID x REPORT 2003 3 0 0 103 75 872 20 -0.18 26 -0.05 107 107 101 108 102 98 935

59 FRA FR00010401852 UDIL MICMAC x GARDIAN 2003 5 0 0 156 76 1077 37 -0.06 33 -0.06 100 67 107 117 110 116 935

60 DEU DE00000018453 SAFIR SAMURAI x HODSCHA 1998 3 461 298 7390 98 427 30 0.19 27 0.17 102 93 103 112 91 101 931

61 ITA IT021001407940 STINZL SAFIR x ROMEN 2005 2 127 102 200 91 451 31 0.18 26 0.14 114 98 98 111 86 114 930

62 FRA FR00254187282 PATINAGE GARDIAN x BOIS LEVIN 1999 12 28 11 836 83 1163 28 -0.21 42 0.02 76 58 102 107 108 97 929

63 DEU DE00000016996 WILDFANG WINNIPEG x RANDY 2006 2 0 0 77 70 451 11 -0.10 15 -0.02 107 120 117 104 109 128 928

64 DEU DE00000018567 IMKER REGIO x GS DIDI 2005 4 0 0 64 71 693 29 0.03 20 -0.05 99 93 97 117 103 118 927

65 FRA FR00380239013 TRIOMPHE LECUYER x GARDIAN 2002 4 0 0 73 69 1140 40 -0.06 35 -0.06 105 86 102 115 108 90 926

66 FRA FR00712009441 VOLAISE LINOU x GARDIAN 2004 0 0 0 72 68 927 29 -0.09 35 0.03 90 87 106 105 103 119 925

67 CZE CZ00000473705 BONJOUR JAL x VERGLAS 2002 0 0 0 73 68 1100 45 0.02 34 -0.05 0 0 0 0 100 92 921

68 AUT AT000579499611 GS DITUS GS DIDI x HAXL 1998 0 14 12 344 82 251 8 -0.02 15 0.08 103 98 112 117 103 124 919

69 CZE CZ00010802203 DEWALT ET LEVIER x BRACHY 2004 0 0 0 79 68 1086 41 -0.02 33 -0.06 0 0 0 0 100 100 917

70 ITA IT031000108030 GRANADO GARDIAN x LIHOR 2002 7 87 71 87 86 700 30 0.03 25 0.01 97 92 96 107 106 105 916

71 ITA IT004903084532 FRUTTO JOBLANDIN x FAUCON 2002 7 70 62 70 84 943 31 -0.07 34 0.01 95 87 104 111 102 114 915

72 DEU DE00000018852 MANGOPE MANDL x WESPE 2004 2 0 0 45 70 425 20 0.05 15 0.00 99 86 107 116 118 122 915

73 DEU DE00000016170 SPONTAX SAMPRAS x REGIO 2005 3 0 0 86 73 546 36 0.19 19 0.00 91 92 109 114 100 118 914

74 AUT AT000617784445 HORITO HERON x GS MALF 2001 0 0 0 611 78 6 19 0.28 5 0.07 106 106 118 128 100 122 913

75 AUT AT000645729807 GS SATRE SAFIR x ROLO 2005 0 0 0 67 72 867 43 0.12 31 0.01 99 94 95 106 96 97 912

76 DEU DE00000017251 BOREAS BONANZA *TA x 2005 4 0 0 89 72 270 20 0.13 15 0.07 117 96 121 120 89 123 912

77 ITA IT093990031589 SAFARI SAFIR x GARDIAN 2005 3 69 56 69 83 575 40 0.23 22 0.03 109 90 101 116 112 111 910

78 DEU DE00000019218 MERTIN *TA MERKUR x ROCHEN 2004 11 0 0 122 75 580 38 0.20 20 0.00 102 93 104 106 110 124 907

79 AUT AT000522525107 GS SAFRAN SAFIR x RESS 2005 0 0 0 63 71 322 9 -0.05 17 0.08 105 101 108 118 102 112 907

80 ITA IT030990032186 SCHUMI SAFIR x NIORT JB 2004 0 64 47 64 82 633 40 0.20 22 0.00 105 105 114 111 86 108 906

81 DEU DE00000017528 MAL MALEFIZ x ROMEN 2001 2 0 0 1290 79 350 19 0.08 17 0.07 102 115 108 104 110 114 906

82 FRA FR00719107110 GARDIAN TIBET x NEWLOOK 1991 12 945 345 36885 99 703 30 0.03 32 0.09 82 74 103 107 123 102 904

83 ITA IT026000209895 MARKUS MORROR x TARTARS 2001 0 93 82 93 87 176 25 0.26 12 0.09 90 102 106 116 92 106 903

84 DEU DE00000016097 RUMOR RUMBA x HUPRAD 2001 6 0 0 167 77 528 20 -0.01 24 0.08 113 109 96 104 102 107 901

85 CZE CZ00010771558 ADIAN GARDIAN x BOIS LEVIN 2001 0 0 0 99 70 964 33 -0.06 34 0.00 0 0 0 0 100 90 901

86 DEU DE00000016613 WAPULS WATERBERG x ROGEN 2005 5 0 0 100 74 580 19 -0.05 20 0.00 99 106 105 105 112 109 899

87 FRA FR00253227096 VERITABLE MASOLINO x GARDIAN 2004 0 0 0 81 69 886 28 -0.08 34 0.04 98 76 105 108 101 126 899

88 DEU DE00000016969 RIMSKI RIMILI x ROGEN 2004 3 0 0 118 75 612 28 0.05 20 -0.02 97 98 102 112 114 98 897

89 FRA FR00259502514 LINOU CANTADOU x VALIDE 1995 6 27 19 3159 85 1182 34 -0.15 39 -0.03 103 71 108 115 95 119 897

90 FRA FR00253799042 TRIMARAN JAZANA x FAUCON 2002 8 0 0 86 70 1090 40 -0.03 40 0.03 108 85 93 103 101 104 895

91 DEU DE00000016166 SAMPRO SAMPRAS x HIPPO 2005 2 0 0 105 74 859 35 0.02 19 -0.14 90 86 119 116 109 103 895

92 FRA FR00254214151 SATURNE HAMADAU x EZOZO 2001 0 0 0 148 72 817 26 -0.08 29 0.00 91 69 97 112 112 115 893

93 DEU DE00000017535 DAGO GS DIONIS x HENRY 2004 3 0 0 153 76 -275 14 0.38 3 0.20 109 116 110 123 97 133 892

94 DEU DE00000016602 RAMIG ROMELLO x ZASTER 2004 5 0 0 110 75 788 41 0.13 22 -0.07 94 92 104 100 118 120 890

95 DEU DE00000018863 SEMAL SAFIR x GS MALF 2004 3 0 0 99 74 132 40 0.50 13 0.13 112 100 109 117 106 104 889

96 FRA FR00429500923 LOGAN CANTADOU x TIBET 1995 6 48 29 4439 89 541 20 -0.02 36 0.23 95 91 94 101 94 99 887

97 DEU DE00000019108 RUAP ROMEN x HASTAN 1995 0 0 0 8160 83 466 34 0.21 14 -0.04 100 105 114 112 106 136 885

98 ITA IT009GO013C01 GEUMONT GARDIAN x STREIMON 1998 7 421 259 421 97 535 10 -0.14 26 0.10 84 84 117 105 97 101 885

99 DEU DE00000018567 SAMBA SAFIR x RUMBA 2004 3 0 0 109 75 493 19 -0.01 26 0.12 109 92 92 108 102 100 880

100 DEU DE00000017536 WATMORR WATERBERG x MORROR 2005 5 0 0 162 76 585 11 -0.17 21 0.01 96 93 103 109 118 100 879

P E Z Z A T A R O S S A 14

P E Z Z A T A R O S S A 15

% RH

*gli indici morfologici dei tori francesi sono stati convertiti sulla scala italiana, mentre quelli dei tedeschi, austriaci e italiani sono valutati geneticamente in comune

n.figlie / ITALIA

n. allevamenti

Figlie totali

att %

Latte kg

Grasso kg

Grasso kg %

Proteine kg

Proteine kg %

Taglia

Muscolosità

Arti & Piedi

Mammella

Mungibilità

SCS


Pezzata Rossa Italiana:

da non crederci

La Pezzata Rossa in Puglia sta aumentando sempre più la propria consistenza

sinceramente, non eravamo

abituati a commentare dati

del genere; negli anni passati

la razza ha incontrato sempre più il

favore di nuovi estimatori, ogni anno

qualche centinaio di capi in più e qualche

nuovo allevatore, dati comunque

importanti per una realtà come la nostra,

ma ne negli ultimi tempi le cose

sono sensibilmente cambiate con

variazioni di consistenza che si sono

fatte sempre più cospicue. Alla lettura

del bollettino dei controlli funzionali

A.I.A. che riguardavano la Pezzata

Rossa c’era da rimanere di stucco:

U f f I c I o t e c n I c o

+3.507 vacche, + 219 allevamenti

rispetto al 2009, dati ancora ufficiosi

ma che danno una più che ampia idea

della situazione. Un incremento di

tale entità, non si era mai registrato,

appena due anni fa la consistenza

della razza aveva superato le 50.000

unità, mentre oggi il traguardo dei

60.000 capi in controllo funzionale

è a portata di mano. Dati ancora non

ufficiali, ma che danno un’idea molto

precisa dell’evoluzione della razza. I

trend genetici, si sa, sono una misura

del progresso di una popolazione sottoposta

a selezione, ma non ci dicono

se la razza soddisfi o meno le esigenze

degli allevatori. In tal senso, i dati di

consistenza sono inequivocabili, il cui

aumento è indice del fatto che il tipo

di animale selezionato corrisponde a

quello desiderato, non solo, vi sono

nuovi allevatori che vedono nella

Pezzata Rossa una valida alternativa

ad altre razze. Questa, penso, sia

la più grande soddisfazione per chi

lavora con passione per la crescita

della razza, saper di star percorrendo

la strada giusta, seppur difficoltosa,

è una gratificazione importante.

la Sicilia prossima alle 4.000 unità, e

la Campania che si sta dimostrando

un possibile territorio di diffusione

della razza, soprattutto nella provincia

di Avellino dove il paesaggio appenninico

la fa da padrone. In Sardegna

i numeri iniziano a farsi interessanti;

una realtà che potrebbe essere un

possibile territorio di diffusione futura.

le Performance produttive

Negli ultimi due anni (Tabella 1) si era

osservata un riduzione delle performance

latte, sia in termini di quantità

che di tenore in grasso, segno + per le

proteine invece. Il calo della produzione

riguardava un po’ tutte le razze, a indicare

che l’ambiente giocava un ruolo

preponderante nello spiegare questo

fatto. Nel caso della Pezzata Rossa,

la nostra razza si aggiungeva un trend

genetico per il latte non propriamente

favorevole derivante dall’impiego di

riproduttori esteri che o non facevano

della spinta a latte il loro punto di forza,

o che, alla fine della fiera, avevano disatteso

le aspettative. Scelte selettive

che in termini di IDA si sono dimostrate

valide dato un trend pressoché invariato

nonostante il rallentamento del miglioramento

genetico per la produzione di latte.

Nel 2010, rispetto all’anno precedente,

si è registrata una ripresa delle performance

con un incremento della

produzione di latte di +64 kg e con un

+0.01% per il grasso, mentre è rimasto

invariato il tenore proteico. Assieme alla

razza Bruna Italiana, la Pezzata Rossa

è quella che ha registrato il maggior

P E Z Z A T A R O S S A 16

P E Z Z A T A R O S S A 17

I dati

Ma veniamo ai dati (Tabella 1); nel 2010

sono state controllate per la produzione

di latte 58.250 bovine distribuite in

5.000 allevamenti, con un incremento

del numero di vacche e di allevatori

pari rispettivamente a +3.528 (+ 6,5%)

e + 219 (+4,7%). A questo dato si devono

aggiungere le circa 5.000 vacche

controllate per la produzione di carne.

La diffusione della P.R.I. riguarda praticamente

quasi tutta l’Italia (Tabella

2), ma interessa soprattutto le aree di

montagna vedi Bolzano (+547 capi),

Trento (+339 capi) dove la razza può

esprimere al massimo le sue notevoli

potenzialità. Infatti, solitamente, nelle

stalle di montagna la produzione di

foraggi locali deve essere integrata con

l’acquisto di materie prime provenienti

dalla pianura, il cui costo non è sempre

facilmente sostenibile. Ecco allora che

animali con elevate spinte produttive

richiederebbero l’acquisto di maggior

quantità d’alimenti dalla pianura con

un conseguente notevole esborso di

danaro; nel caso contrario la mancanza

di diete al top non consentirebbe di

sfruttarne al meglio il potenziale

produttivo. Un animale a duplice attitudine,

invece, è in grado di utilizzare

adeguatamente le risorse foraggere

del posto, non richiedendo elevate

integrazioni alimentari di provenienza

extra aziendale. La minor quantità di

latte viene comunque compensata dalla

maggior qualità dello stesso, dalle

minori spese legate alla gestione degli

animali (minori costi veterinari, minore

rimonta ecc.) e dall’introito aggiuntivo

derivante dalla vendita dei vitelli

maschi e delle vacche a fine carriera.

Desta sorpresa il dato di Udine: +274

in una provincia che da anni vedeva

un continuo calo della consistenza, un

segno positivo che, in questa entità,

non era assolutamente atteso. Anche

a Pordenone, per rimanere sempre

in Friuli, il saldo alla fine dell’anno è

positivo (+83); due segnali incoraggianti

che si spera siano l’inizio di

una inversione di tendenza in quella

che è la culla d’origine della razza.

Non solo Nord Italia ma anche Sud, con

incremento produttivo. Attualmente la

produzione è di 6.530 Kg al 3,88% di

grasso e 3,44% di proteine. Una ripresa

delle perfomance latte che vorremmo

vedere confermata anche nel prossimo

anno, come ci lascia presumere un trend

genetico per il latte di nuovo in crescita.

c’è ancora molto da fare…

In sintesi dati che gratificano e danno

conferma a chi è impegnato quotidianamente

per il miglioramento di questa

razza che il lavoro fatto negli anni sta

dando il suo risultato. Rimane ancora

molto da fare, soprattutto da un punto

di vista del miglioramento di alcuni tratti

vedi la mammella. Migliorare in maniera

netta questo carattere vorrebbe dire far

fare un ulteriore salto di qualità alla razza,

favorendo la sua introduzione anche in

stalle che sinora hanno preferito non

introdurre la Pezzata Rossa proprio per

perplessità riguardo a questo carattere.

Altro punto su cui lavorare e la reperibilità

del seme. Alcuni allevatori,

soprattutto i neofiti della razza, hanno

difficoltà a reperire del materiale seminale

e a volte non sempre è il migliore

disponibile sul mercato. Ecco, lavorare

su questo vorrebbe dire favorire ulteriormente

la diffusione della razza.

Grande onore nel vedere la razza in

crescita, grande onere nel riuscire a

soddisfare le esigenze di tutti questi allevatori

che, a differenza di qualche anno

fa, ormai sono presenti in tutta Italia.

Una sfida per l’ANAPRI che si fa sempre

più interessante e onerosa, ma

che l’Associazione vuole cogliere. z


tabella 1: consistenza e produzioni della P.R.I. (Bollettino a.I.a).

Anno N° Bovine N Allev Latte Kg Grasso % Proteine %

2000 45.153 4.178 5.869 3,89 3,37

2001 45.526 4.128 5.972 3,89 3,39

2002 47.105 4.158 6.081 3,9 3,42

2003 47.591 4.189 6.173 3,88 3,42

2004 47.630 4.180 6.313 3,91 3,42

2005 47.394 4.218 6.387 3,96 3,41

2006 48.110 4.305 6.528 3,92 3,41

2007 49.191 4.461 6.640 3,9 3,41

2008 51.872 4.610 6.612 3,89 3,43

2009 54.743 4.781 6.466 3,87 3,44

2010 58.250 5.000 6.530 3,88 3,44

Dif. 2010-2009 +3.507 +219 +64 +0,01 0,00

Dif. 2010-2000 +13.097 +822 +661 -0,01 +0,07

tabella 2: consistenza regionale della P.R.I. (Bollettino a.I.a).

Bovine Allevamenti

2009 2010 Differenza 2009 2010 Differenza

Trentino A.A. 16.636 17.522 886 1.625 1.670 45

Friuli V.G. 15.006 15.354 348 513 503 -10

Veneto 5.654 5.712 58 394 410 16

Piemonte 3.877 4.105 228 198 204 6

Sicilia 3.087 3.499 412 303 318 15

Lombardia 2.480 2.745 265 494 528 34

Emilia R. 2.029 2.254 225 337 362 25

Abruzzi 1.563 1.741 178 272 271 -1

Campania 708 1.154 446 72 141 69

Molise 780 834 54 140 141 1

Puglia 635 727 92 151 153 2

Calabria 556 646 90 54 63 9

Marche 549 533 -16 30 26 -4

Basilicata 457 554 97 84 83 -1

Lazio 258 258 0 26 25 -1

Umbria 202 259 57 27 32 5

Liguria 120 121 1 38 37 -1

Toscana 102 120 18 21 26 5

Sardegna 44 111 67 2 6 4

Valle d'Aosta 0 1 1 0 1 1

Totale 54.743 58.250 3.507 4.781 5.000 219

tabella 3: consistenza nelle prime dieci province

per numero di bovine (Bollettino a.I.a).

2009 2010

Diff.

2010-2009

2009 2010

Diff.

2010-2009

Bolzano 14.033 14.580 547 1.301 1.327 26

Udine 8.493 8.767 274 334 328 -6

Pordenone 5.312 5.395 83 143 140 -3

Trento 2.603 2.942 339 324 343 19

Belluno 1.679 1.774 95 100 103 3

Torino 1.670 1.713 43 73 72 -1

Cuneo 1.383 1.424 41 64 69 5

Treviso 1.282 1.229 -53 83 86 3

Gorizia 1.137 1.128 -9 30 29 -1

Vicenza 1.020 1.003 -17 87 102 15

Asta-mercato con vendita di 200 e più capi

a San Lorenzo - Val Pusteria e a Bolzano,

il giovedì, con inizio alle ore 10.00

CALendArio ASte 2011

data Luogo

19 Maggio 2011 St. Lorenzo

23 Giugno 2011 Bolzano

21 Luglio 2011 St. Lorenzo

25 Agosto 2011 St. Lorenzo

15 Settembre 2011 Bolzano

13 ottobre 2011 St. Lorenzo

17 novembre 2011 Bolzano

29 dicembre 2011 Bolzano

I migliori 60 allevamenti

sono la prova che è possibile ottenere

performance latte di ottimo livello

senza perdere in termini di qualità

delle produzioni, resistenza alle malattie e

fertilità. Sto parlando dei migliori 60 allevamenti

per kg di proteine, principale obiettivo

di selezione della razza. Performance latte

che non vanno a discapito di quelle carne

dato che nell’elenco sono presenti numerosi

allevatori che hanno in stalla numerosi animali

dove la muscolosità è, a dir poco, evidente.

Si tratta di allevamenti dove nessun particolare

viene lasciato al caso, sia per quanto

riguarda gli aspetti legati alla genetica (vedi

scelta dei riproduttori), che quelli manageriali

alimentazione e benessere animale

in primis, allevamenti che però sovente

sono localizzati in aree montane dove è

di Pezzata Rossa

d I l o R e n z o d e g a n o

ancor più difficile raggiungere prestazioni

del genere. Potenziale produttivo che è

espresso solo in parte. Basta vedere le

medie produttive delle Pezzate Rosse nelle

province della pianura padana, performance

che superano gli 80 quintali di latte.

Parlare di solo latte è riduttivo, soprattutto

in una razza che deve i motivi del suo

successo anche e soprattutto alla notevole

rusticità e alla sua natura di animale a

duplice attitudine. È risaputo, infatti, che

in un allevamento il reddito non deriva

solo dalla vendita del latte; per questo,

da alcuni anni, nella determinazione delle

classifiche si tiene conto non solo dei kg

di proteine, che rimane sicuramente la

principale fonte di reddito, ma anche di

altri parametri, non meno importanti, quali

Treyer Michael quarto allevatore dei migliori 60 con Ilona IT021001108052 Campionessa assoluta della Mostra di Castelrotto 2009

P E Z Z A T A R O S S A 18

P E Z Z A T A R O S S A 19

intervallo parto-concepimento, longevità e

cellule somatiche; quest’anno, rispetto allo

scorso, si sono apportate ulteriori migliorie

nelle modalità di calcolo dei punteggi, poi

impiegati per la definizione delle classifiche.

Il singolo punteggio, per ognuno dei parametri

considerati (kg di proteine, intervallo

parto-concepimento, longevità e cellule

somatiche), è stato ottenuto nel seguente

modo: si è calcolata la differenza tra il

valore aziendale (ad esempio la produzione

di proteine dell’azienda) e la media dei valori

di tutte le aziende, valore che poi viene

rapportato alla deviazione standard (misura

di variabilità) del parametro di interesse. I

quattro punteggi per i caratteri di interesse

sono stati poi sommati, considerando per

ognuno di essi pesi diversi in funzione del


livello di importanza del parametro: facendo

100 il totale, importanza maggiore è stata

data ai Kg di proteine, con un peso pari

a 70, mentre agli altri tre caratteri, a pari

merito, abbiamo dato un peso pari a 10.

Questi criteri di definizione della classifica

consentono comunque di mettere in risalto

le capacità di un allevatore, il quale, pur

ricercando dalle sue vacche prestazioni di

notevole livello, è in grado di ottimizzare i

parametri di fitness indispensabili per un

corretto management di stalla. Si sono prodotte

quindi due classifiche in funzione della

dimensione aziendale definita in termini di

lattazioni chiuse: si sono definite due categorie,

una prima che comprendeva le aziende

con meno di 20 lattazioni chiuse e una

seconda con 20 ed oltre lattazioni chiuse.

La produzione media di questi 60 allevamenti

è di 9.210 kg di latte (27 quintali oltre

la media di razza) al 3,89% di grasso, ma

soprattutto al 3,55% di proteine con una

conseguente produzione media di grasso e

proteine rispettivamente di 364 Kg e 326

Kg. Sono ben 5 le aziende che superano i

100 quintali di latte. Se prendiamo le prime

dieci aziende per kg di proteine la produzione

media è superiore ai 100 quintali al 3,53% di

proteine con un parto concepimento medio

di soli 92 e un livello di cellule somatiche

di 152.000/ml. Se qualcuno dice che con

la Pezzata Rossa non si munge, è servito.

Anche quest’anno la provincia di Bolzano,

ove vi è il maggior numero di bovine

e allevatori, domina le 2 classifiche per

punteggio complesso, essendo i due podi

tutti occupati da aziende altoatesine.

La classifica degli allevamenti oltre le 20

lattazioni chiuse è guidata dall’Azienda

“Rabensteiner Konrad” di Villandro (BZ) con

ben 10.700 kg di latte, al 3,79% di grasso

e soprattutto al 3,60% di proteine (385 i kg

di proteine prodotti in media). In seconda

posizione l’azienda Gartner Jakob di San

Giacomo (BZ) che ha superato i 105 quintali

di latte, mantenendo dei livelli di qualità di



assoluta eccellenza dato tenori in grasso e

proteine rispettivamente di 4,33% e 3,54% e

una conta cellulare media di sole 145.000/

ml. Terza posizione per l’azienda Treyer

Michael che ha registrato una produzione

superiore ai 101 quintali al 3,59% di proteine.

A guidare la classifica sotto le 20 lattazioni

chiuse l’Azienda “Gebhard Josef” di Chiusa

che ha superato i 102 quintali di media al

3,57% di proteine con una conta cellulare

media di 118.000/ml cellule e un partoconcepimento

di 91 giornate. Seconda

posizione per l’azienda Grossgasteiger

Peter di Selva dei Molini (BZ) che ha

concluso il 2010 con una media di 344

kg di prodotti per bovina. Terzo gradino

del podio occupato dall’azienda Monthaler

Gebhard di Valdaora (BZ), che ha superato

i 99 quintali di media vacca, mantenendo

un intervallo parto concepimento incredibilmente

basso di soli 85 giornate.

Complimenti agli allevatori che si sono distinti

e buona Pezzata Rossa a tutti. z








allevamento top 60 per kg di proteine

P E Z Z A T A R O S S A 20

P E Z Z A T A R O S S A 21

Posizione

Provincia

Codice stalla

Allevamento Località

1 17 51128 RABENSTEINER KONRAD Villandro (BZ) 12 25 21 311 10700 3,79 406 3,60 385 29 50 93 178 2,3

2 17 77406 GARTNER JAKOB San Giacomo (BZ) 20 36 32 321 10531 4,33 456 3,54 373 28 45 83 145 2,1

3 17 52340 GEBHARD JOSEF Chiusa (BZ) 14 21 15 318 10243 3,87 396 3,57 366 31 54 91 118 2,1

4 17 72133 TREYER MICHAEL Brunico (BZ) 23 35 30 307 10146 3,85 391 3,59 364 30 52 95 77 2,1

5 17 75103 GROSSGASTEIGER PETER Selva dei Molini (BZ) 9 18 14 298 9357 3,92 367 3,68 344 34 68 92 162 1,9

6 17 85141 MONTHALER GEBHARD Valdaora (BZ) 7 11 8 308 9924 4,03 400 3,47 344 32 48 85 76 1,8

7 25 31522 QUARESIMA AZIENDA AGRICOLA Mason Vicentino (VI) 51 87 77 301 10483 3,63 381 3,33 349 27 51 105 208 1,8

8 17 32215 REITERER HUBERT Verano (BZ) 12 21 21 295 9609 3,97 381 3,47 333 29 51 69 76 1,7

9 17 71307 GRAEBER MANFRED San Lorenzo Di Sebato (BZ) 11 17 12 310 9333 3,99 372 3,61 337 30 56 103 208 1,7

10 17 87227 PLANKENSTEINER HEINRICH Monguelfo (BZ) 40 63 55 302 9683 4,10 397 3,44 333 28 58 108 270 1,6

11 93 30225 RIGUTTO NELLO & ELSO Arba (PN) 44 76 66 302 9194 3,94 362 3,60 331 27 46 84 144 1,6

12 17 77407 GRUBER FRANZ San Giacomo (BZ) 13 23 19 324 9735 3,84 374 3,44 335 28 51 113 220 1,6

13 17 50125 RABENSTEINER WERNER Barbiano (BZ) 16 22 22 312 9207 3,92 361 3,51 323 29 56 79 150 1,6

14 17 72228 KRONBICHLER ERICH Brunico (BZ) 20 39 32 308 9080 3,89 353 3,68 334 30 47 114 170 1,6

15 17 71308 AUSSERDORFER JOHANN San Lorenzo Di Sebato (BZ) 18 24 19 307 9109 4,01 365 3,58 326 32 54 85 250 1,6

16 17 49126 LANG THOMAS Laion (BZ) 6 12 13 299 9202 3,61 332 3,45 317 31 59 76 136 1,6

17 18 32680 CANAL LEONARDO Cavalese (TN) 8 10 9 310 9948 4,44 442 3,26 324 34 59 103 219 1,5

18 27 60803 DELLA SIEGA ALESSANDRO E PAOLO Codroipo (UD) 23 39 32 301 9485 3,92 372 3,54 336 24 47 93 440 1,5

19 17 87229 AMHOF EMIL Monguelfo (BZ) 7 11 11 310 8782 4,03 354 3,65 321 31 49 75 66 1,5

20 17 53130 PSAIER MARTIN Funes (BZ) 9 20 16 318 9159 3,89 356 3,58 328 30 48 97 192 1,5

21 17 91135 STROBL JOHANN Dobbiacco (BZ) 21 29 25 308 9004 3,89 350 3,61 325 29 52 108 126 1,5

22 58 40129 CIAVATTA LUIGINO Leonessa (RI) 6 8 7 320 9127 3,74 341 3,64 332 26 43 123 81 1,5

23 17 71303 MAIR THOMAS San Lorenzo Di Sebato (BZ) 20 53 39 292 9155 3,92 359 3,60 330 32 51 116 235 1,5

24 17 87253 PEINTNER VIKTOR Monguelfo (BZ) 18 26 21 306 8755 4,23 370 3,57 313 29 69 94 214 1,5

25 17 86612 SCHNEIDER EDURAD Anterselva (BZ) 16 25 20 293 8943 3,77 337 3,55 317 33 58 96 170 1,5

26 57 310 SOC. AGR. F.LLI SCAGGION S.S. Pontinia (LT) 5 16 7 293 9124 3,51 320 3,58 327 28 41 96 116 1,5

27 4 1008 CROSETTI GIOVANNI E FIGLI GIUSEPPE E MARCO Revello (CN) 98 153 109 295 9224 3,76 347 3,54 327 27 46 111 136 1,5

28 17 30120 GUFLER FRANZ Moso in Passiria (BZ) 12 23 19 309 9388 3,85 361 3,49 328 29 44 113 134 1,5

29 71 10133 SPADA PIETRINA Alberobello (BA) 9 17 10 305 9353 3,57 334 3,48 325 31 57 141 198 1,5

30 17 72111 KUENZER MARKUS Brunico (BZ) 25 39 32 316 8819 5,15 454 3,55 313 32 60 94 155 1,5

31 17 52313 TORGGLER JOHANN Chiusa (BZ) 7 19 17 303 9054 3,74 339 3,56 322 29 44 89 151 1,4

32 17 47163 PLUNGER GUENTHER Castelrotto (BZ) 16 33 26 307 9252 4,26 394 3,38 313 29 54 79 120 1,4

33 27 52280 AZ. AGR. CA' DI LENE DI ZANELLO LORIS Moruzzo (UD) 6 7 5 300 9726 3,82 372 3,29 320 28 66 171 103 1,4

34 17 89147 STABINGER ANTON Villabassa (BZ) 21 27 21 318 8880 4,00 355 3,52 313 28 57 99 117 1,4

35 17 77108 LECHNER WILFRIED Cadipietra (BZ) 16 25 24 309 8953 4,13 370 3,55 318 27 46 87 125 1,4

36 17 53131 PUNER ANTON Funes (BZ) 10 18 16 300 8674 3,82 331 3,62 314 27 52 103 43 1,4

37 18 53134 AZ.AGR.F.LLI ZANONI DI ZANONI OSCAR Levico Terme (TN) 81 88 311 9238 4,06 375 3,55 328 34 55 154 318 1,4

38 22 80419 PIN FRANCO Vittorio Veneto (TV) 44 91 73 294 9148 3,72 340 3,51 321 24 39 83 216 1,4

39 39 10506 AZ.AGRICOLA FAMIGLIA LIVERANI Savarna (RA) 33 45 35 297 8871 3,75 333 3,55 315 26 47 98 143 1,4

40 17 57129 MALFERTHEINER PETER Luson (BZ) 21 44 39 303 9136 3,43 313 3,58 327 30 45 114 439 1,4

41 17 68144 ZINGERLE JOHANN Vandoies (BZ) 21 31 22 309 8563 4,21 361 3,65 313 32 59 135 138 1,3

42 93 55547 ZANETTI GIUSEPPE Porcia (PN) 76 161 137 288 8976 3,80 341 3,58 321 26 49 121 302 1,3

43 17 53017 PRAMSTRAHLER PAULA Funes (BZ) 13 22 19 305 8972 3,92 352 3,52 316 33 48 112 145 1,3

44 24 44036 AZ. AGR. VALMASO DI FACCIO A. E F. S.S Roverè Veronese (VR) 8 14 11 299 9026 3,79 342 3,47 313 27 46 101 105 1,3

45 22 12469 FIGHERA ALFEO E DANIELE S.S Istrana (TV) 9 10 8 302 8602 3,78 325 3,67 316 28 46 120 122 1,3

46 17 77106 HOFER MICHAEL Cadipietra (BZ) 9 25 15 330 9187 4,27 392 3,61 332 31 43 182 211 1,3

47 27 81075 LA QUERCIA DI PARAVANO FRANCO Mortegliano (UD) 73 132 89 311 9200 3,74 344 3,42 315 31 48 109 233 1,3

48 19 13523 S.S. AGRICOLA F.LLI DAL MAGRO Sedico (BL) 12 17 13 326 8368 4,29 359 3,76 315 31 44 104 177 1,3

49 65 32119 SOC. AGR. VILLA MAGARO di DI FRANCESCO G. e C. Villa Magaro (TE) 6 11 7 326 9278 4,48 416 3,59 333 29 41 129 641 1,3

50 18 42331 MOCHEN LORENZO Malè (TN) 14 25 13 333 8910 3,75 334 3,52 314 31 47 127 108 1,3

51 17 71154 GRUENBACHER ANNA San Lorenzo Di Sebato (BZ) 6 31 16 293 8702 3,88 338 3,67 319 29 39 108 252 1,3

52 17 88521 TASCHLER JOHANN San Martino (BZ) 7 16 10 298 8961 4,11 368 3,51 315 32 49 131 171 1,3

53 17 13415 KNEISSL FLORIAN Senales (BZ) 7 9 6 310 8774 4,21 369 3,57 313 31 50 131 176 1,3

54 17 72146 OBERHUBER KLARA Brunico (BZ) 7 12 8 323 8507 4,19 356 3,78 322 33 51 168 254 1,3

55 27 80849 BERTOSSI ORLANDO E PAGANI ILARIA Lestizza (UD) 26 38 26 294 8739 3,95 345 3,58 313 24 56 118 430 1,3

56 17 88341 SENFTER ALOIS San Martino (BZ) 10 15 13 302 9142 3,83 350 3,49 319 29 43 146 177 1,2

57 93 55573 PASUT MICHELE Porcia (PN) 23 33 28 284 8902 3,82 340 3,56 317 27 51 143 320 1,2

58 71 31242 MARINELLI GIANFRANCO Gioia del Colle (BA) 9 13 12 276 9147 3,52 322 3,42 313 30 43 125 143 1,2

59 23 27562 SACILOTTO LUIGI Torre di Mosto (VE) 13 17 5 338 8661 3,90 338 3,63 314 31 44 110 466 1,2

60 17 44427 BAUER ERWIN Renon (BZ) 11 33 17 334 9133 4,96 453 3,55 324 32 39 220 224 1,1

Vacche presenti

Vacche controllate

Lattazioni chiuse

Mungitura eff. (gg)

Latte kg

Grasso %

Grasso Kg

Proteine %

Proteine Kg

Età primo parto (mesi)

Longevità (mesi)

Parto concepimento (g)

Cell. Som. *1000

Punteggio


allevamenti meno di 20 lattazioni chiuse

Posizione

Provincia

Codice stalla

Allevamento Località

1 17 52340 GEBHARD JOSEF Chiusa (BZ) 14 21 15 318 10243 3,87 396 3,57 366 31 54 91 118 2,1

2 17 75103 GROSSGASTEIGER PETER Selva dei Molini (BZ) 9 18 14 298 9357 3,92 367 3,68 344 34 68 92 162 1,9

3 17 85141 MONTHALER GEBHARD Valdaora (BZ) 7 11 8 308 9924 4,03 400 3,47 344 32 48 85 76 1,8

4 17 71307 GRAEBER MANFRED San Lorenzo Di Sebato (BZ) 11 17 12 310 9333 3,99 372 3,61 337 30 56 103 208 1,7

5 17 77407 GRUBER FRANZ San Giacomo (BZ) 13 23 19 324 9735 3,84 374 3,44 335 28 51 113 220 1,6

6 17 71308 AUSSERDORFER JOHANN San Lorenzo Di Sebato (BZ) 18 24 19 307 9109 4,01 365 3,58 326 32 54 85 250 1,6

7 17 49126 LANG THOMAS Laion (BZ) 6 12 13 299 9202 3,61 332 3,45 317 31 59 76 136 1,6

8 18 32680 CANAL LEONARDO Cavalese (TN) 8 10 9 310 9948 4,44 442 3,26 324 34 59 103 219 1,5

9 17 87229 AMHOF EMIL Monguelfo (BZ) 7 11 11 310 8782 4,03 354 3,65 321 31 49 75 66 1,5

10 17 53130 PSAIER MARTIN Funes (BZ) 9 20 16 318 9159 3,89 356 3,58 328 30 48 97 192 1,5

11 58 40129 CIAVATTA LUIGINO Leonessa (RI) 6 8 7 320 9127 3,74 341 3,64 332 26 43 123 81 1,5

12 57 310 SOC. AGR. F.LLI SCAGGION S.S. Pontinia (LT) 5 16 7 293 9124 3,51 320 3,58 327 28 41 96 116 1,5

13 17 30120 GUFLER FRANZ Moso in Passiria (BZ) 12 23 19 309 9388 3,85 361 3,49 328 29 44 113 134 1,5

14 71 10133 SPADA PIETRINA Alberobello (BA) 9 17 10 305 9353 3,57 334 3,48 325 31 57 141 198 1,5

15 17 52313 TORGGLER JOHANN Chiusa (BZ) 7 19 17 303 9054 3,74 339 3,56 322 29 44 89 151 1,4

16 27 52280 AZ. AGR. CA' DI LENE DI ZANELLO LORIS Moruzzo (UD) 6 7 5 300 9726 3,82 372 3,29 320 28 66 171 103 1,4

17 17 53131 PUNER ANTON Funes (BZ) 10 18 16 300 8674 3,82 331 3,62 314 27 52 103 43 1,4

18 17 53017 PRAMSTRAHLER PAULA Funes (BZ) 13 22 19 305 8972 3,92 352 3,52 316 33 48 112 145 1,3

19 24 44036 AZ. AGR. VALMASO DI FACCIO A. E F. S.S Roverè Veronese (VR) 8 14 11 299 9026 3,79 342 3,47 313 27 46 101 105 1,3

20 22 12469 FIGHERA ALFEO E DANIELE S.S Istrana (TV) 9 10 8 302 8602 3,78 325 3,67 316 28 46 120 122 1,3

21 17 77106 HOFER MICHAEL Cadipietra (BZ) 9 25 15 330 9187 4,27 392 3,61 332 31 43 182 211 1,3

22 19 13523 S.S. AGRICOLA F.LLI DAL MAGRO Sedico (BL) 12 17 13 326 8368 4,29 359 3,76 315 31 44 104 177 1,3

23 65 32119 SOC. AGR. VILLA MAGARO di DI FRANCESCO G. e C. Villa Magaro (TE) 6 11 7 326 9278 4,48 416 3,59 333 29 41 129 641 1,3

24 18 42331 MOCHEN LORENZO Malè (TN) 14 25 13 333 8910 3,75 334 3,52 314 31 47 127 108 1,3

25 17 71154 GRUENBACHER ANNA San Lorenzo Di Sebato (BZ) 6 31 16 293 8702 3,88 338 3,67 319 29 39 108 252 1,3

26 17 88521 TASCHLER JOHANN San Martino (BZ) 7 16 10 298 8961 4,11 368 3,51 315 32 49 131 171 1,3

27 17 13415 KNEISSL FLORIAN Senales (BZ) 7 9 6 310 8774 4,21 369 3,57 313 31 50 131 176 1,3

28 17 72146 OBERHUBER KLARA Brunico (BZ) 7 12 8 323 8507 4,19 356 3,78 322 33 51 168 254 1,3

29 17 88341 SENFTER ALOIS San Martino (BZ) 10 15 13 302 9142 3,83 350 3,49 319 29 43 146 177 1,2

30 71 31242 MARINELLI GIANFRANCO Gioia del Colle (BA) 9 13 12 276 9147 3,52 322 3,42 313 30 43 125 143 1,2

31 23 27562 SACILOTTO LUIGI Torre di Mosto (VE) 13 17 5 338 8661 3,90 338 3,63 314 31 44 110 466 1,2

32 17 44427 BAUER ERWIN Renon (BZ) 11 33 17 334 9133 4,96 453 3,55 324 32 39 220 224 1,1

Pasion 1

L’A.N.A.P.R.I. ha realizzato una

propria procedura per effettuare

gli accoppiamenti programmati

negli allevamenti di razza Pezzata

Rossa Italiana iscritti al Libro

Genealogico.

Il suo nome è PASION 1 che sono le

iniziali di: Procedura Accoppiamenti

programmati Simmental Italiana

Obiettivo Numero 1.

Questo nuovo strumento informa-

Vacche presenti

Vacche controllate

Lattazioni chiuse

Mungitura eff. (gg)

Latte kg

tico sarà di supporto agli esperti di

razza Pezzata Rossa, che possono

variare da obiettivi quasi esclusivamente

lattiferi a quelli esattamente

opposti di sola produzione di carne.

Oltre alla scelta dei tori provati più

adatti per ciascuna vacca, fornisce

anche un eventuale uso di tori giovani

in prova di progenie.

Inoltre, vengono fornite statistiche

dell’allevamento utili per meglio

Grasso %

Grasso Kg

Proteine %

Proteine Kg

Età primo parto (mesi)

Longevità (mesi)

Parto concepimento (g)

Cell. Som. *1000

Punteggio

decidere gli indirizzi selettivi,

come L’ANALISI DEI GENI e IL

PROGRESSO GENETICO ATTESO.

Prossimamente aggiungeremo

anche una terza statistica: IL

PROFILO GENETICO REALIZZATO.

Per richiedere questo nuovo servizio

bisogna rivolgersi alla propria

Associazione Provinciale Allevatori

(semplicemente comunicandolo al

controllore).

allevamenti con 20 ed oltre lattazioni

P E Z Z A T A R O S S A 22

P E Z Z A T A R O S S A 23

Posizione

Provincia

Codice stalla

Allevamento Località

1 17 51128 RABENSTEINER KONRAD Villandro (BZ) 12 25 21 311 10700 3,79 406 3,60 385 29 50 93 178 2,3

2 17 77406 GARTNER JAKOB San Giacomo (BZ) 20 36 32 321 10531 4,33 456 3,54 373 28 45 83 145 2,1

3 17 72133 TREYER MICHAEL Brunico (BZ) 23 35 30 307 10146 3,85 391 3,59 364 30 52 95 77 2,1

4 25 31522 QUARESIMA AZIENDA AGRICOLA Mason Vicentino (VI) 51 87 77 301 10483 3,63 381 3,33 349 27 51 105 208 1,8

5 17 32215 REITERER HUBERT Verano (BZ) 12 21 21 295 9609 3,97 381 3,47 333 29 51 69 76 1,7

6 17 87227 PLANKENSTEINER HEINRICH Monguelfo (BZ) 40 63 55 302 9683 4,10 397 3,44 333 28 58 108 270 1,6

7 93 30225 RIGUTTO NELLO & ELSO Arba (PN) 44 76 66 302 9194 3,94 362 3,60 331 27 46 84 144 1,6

8 17 50125 RABENSTEINER WERNER Barbiano (BZ) 16 22 22 312 9207 3,92 361 3,51 323 29 56 79 150 1,6

9 17 72228 KRONBICHLER ERICH Brunico (BZ) 20 39 32 308 9080 3,89 353 3,68 334 30 47 114 170 1,6

10 27 60803 DELLA SIEGA ALESSANDRO E PAOLO Codroipo (UD) 23 39 32 301 9485 3,92 372 3,54 336 24 47 93 440 1,5

11 17 91135 STROBL JOHANN Dobbiaco (BZ) 21 29 25 308 9004 3,89 350 3,61 325 29 52 108 126 1,5

12 17 71303 MAIR THOMAS San Lorenzo Di Sebato (BZ) 20 53 39 292 9155 3,92 359 3,60 330 32 51 116 235 1,5

13 17 87253 PEINTNER VIKTOR Monguelfo (BZ) 18 26 21 306 8755 4,23 370 3,57 313 29 69 94 214 1,5

14 17 86612 SCHNEIDER EDURAD Anterselva (BZ) 16 25 20 293 8943 3,77 337 3,55 317 33 58 96 170 1,5

15 4 1008 CROSETTI GIOVANNI E FIGLI GIUSEPPE E MARCO Revello (CN) 98 153 109 295 9224 3,76 347 3,54 327 27 46 111 136 1,5

16 17 72111 KUENZER MARKUS Brunico (BZ) 25 39 32 316 8819 5,15 454 3,55 313 32 60 94 155 1,5

17 17 47163 PLUNGER GUENTHER Castelrotto (BZ) 16 33 26 307 9252 4,26 394 3,38 313 29 54 79 120 1,4

18 17 89147 STABINGER ANTON Villabassa (BZ) 21 27 21 318 8880 4,00 355 3,52 313 28 57 99 117 1,4

19 17 77108 LECHNER WILFRIED Cadipietra (BZ) 16 25 24 309 8953 4,13 370 3,55 318 27 46 87 125 1,4

20 18 53134 AZ.AGR.F.LLI ZANONI DI ZANONI OSCAR Levico Terme (TN) 81 139 88 311 9238 4,06 375 3,55 328 34 55 154 318 1,4

21 22 80419 PIN FRANCO Vittorio Veneto (TV) 44 91 73 294 9148 3,72 340 3,51 321 24 39 83 216 1,4

22 39 10506 AZ.AGRICOLA FAMIGLIA LIVERANI Savarna (RA) 33 45 35 297 8871 3,75 333 3,55 315 26 47 98 143 1,4

23 17 57129 MALFERTHEINER PETER Luson (BZ) 21 44 39 303 9136 3,43 313 3,58 327 30 45 114 439 1,4

24 17 68144 ZINGERLE JOHANN Vandoies (BZ) 21 31 22 309 8563 4,21 361 3,65 313 32 59 135 138 1,3

25 93 55547 ZANETTI GIUSEPPE Porcia (PN) 76 161 137 288 8976 3,80 341 3,58 321 26 49 121 302 1,3

26 27 81075 LA QUERCIA DI PARAVANO FRANCO Mortegliano (UD) 73 132 89 311 9200 3,74 344 3,42 315 31 48 109 233 1,3

27 27 80849 BERTOSSI ORLANDO E PAGANI ILARIA Lestizza (UD) 26 38 26 294 8739 3,95 345 3,58 313 24 56 118 430 1,3

28 93 55573 PASUT MICHELE Porcia (PN) 23 33 28 284 8902 3,82 340 3,56 317 27 51 143 320 1,2

Az. 647 IT030990059950 (Jonathan * Zanda) dell'Azienda Bertossi Orlando e Pagani Ilaria di Lestizza (UD) classificata nei migliori 60 allevamenti

Vacche presenti

Vacche controllate

Lattazioni chiuse

Mungitura eff. (gg)

Latte kg

Grasso %

Grasso Kg

Proteine %

Proteine Kg

Età primo parto (mesi)

Longevità (mesi)

Parto concepimento (g)

Cell. Som. *1000

Punteggio


dieci anni di Ida nella P. R. I.:

confronto tra risposta alla selezione

attesa e osservata.

Introduzione

nel 1998 la Commissione Tecnica

Centrale ha approvato l’introduzione

dell’indice di selezione Indice

Duplice Attitudine (IDA). In precedenza le

scelte, in particolare per le madri di toro,

erano prese sulla base dell’Indice Latte

Qualità Pezzata Rossa che considerava

la produzione di proteine, grasso e latte

quest’ultimo con un peso negativo al fine

di preservarne la qualità; di seguito erano

applicate delle soglie morfologiche (7

per mammella e taglia, 6 per muscolosità

e arti). Tuttavia, questo modo di operare

limitava il progresso genetico in popolazione,

poiché animali eccellenti per un

carattere, ma sotto soglia per un altro,

erano scartati. Negli anni successivi,

l’IDA è stato oggetto di revisione, senza

che gli obiettivi selettivi stabiliti inizialmente

fossero sconvolti, al fine di introdurre

nuovi caratteri o riequilibrare il

rapporto tra quelli già considerati. La

prima versione dell’IDA (Tabella 1) combinava

l’Indice Latte Qualità Pezzata Rossa

(peso del 60%), l’Indice carne

Performance-test (20%), l’Indice mungibilità

(10%) e l’Indice longevità (10%). La

principale caratteristica del primo IDA

era il peso negativo alla produzione di

latte (-15%), il cui scopo era quello d’evitare

un peggioramento del contenuto in

grasso e proteine. Nonostante ciò, il notevole

peso dato ai Kg di proteine (43%),

data una correlazione genetica sfavorevole

con il tenore di proteine, non consentiva

d’evitare un peggioramento genetico

della qualità del latte. Inoltre, nel

primo IDA, la selezione per la carne, era

basata solo sui tori in performance test,

d I d a n I e l e v I c a R I o e l o R e n z o d e g a n o

e nessun carattere relativo alle vacche

muscolosità) era considerato, neppure

per i tori senza prova di performance

(tori esteri). Nel 2000 l’IDA venne modificato

con lo scopo di dare maggiore enfasi

alla muscolosità delle vacche, introducendo

l’indice muscolosità vacche con

un peso del 13.5%. Questo cambiamento

spostò un po’ la selezione verso la carne,

per compensare un peggioramento avuto

per questo carattere negli anni precedenti.

Dopo 5 anni, nel 2005 l’IDA fu oggetto

di ulteriore revisione con lo scopo

di eliminare dall’Indice di selezione il

peso negativo dato al latte, mai pienamente

capito dagli allevatori, sostituito

da un peso positivo al carattere percentuale

di proteine (5%). Contemporaneamente

venne introdotto il carattere cellule somatiche

con un peso del -5%, e dato un

maggior peso ai caratteri punteggio finale

mammella (12,5%) e mungibilità

(7.5%). Due anni più tardi, nel 2007, l’ultima

modifica giustificata dal fatto che

molti tori con molta carne e poco latte

tabella 1: definizione dell’Ida nel tempo.

occupavano le prime posizioni della

classifica, ma il loro utilizzo in popolazione

era limitato. Questo avveniva perché

vi era una forte e negativa correlazione

tra la produzione di latte e la muscolosità

delle vacche (-0.34). gli allevatori

chiesero di incrementare ulteriormente

il peso dato al carattere mammella,

non accettando il fatto che la muscolosità

vacche avesse lo stesso peso del

carattere mammella (12,5%). Il peso dei

caratteri carne venne diminuito dal 26%

al 24%, dando maggior importanza all’indice

performance test (18%) rispetto alla

muscolosità vacche (6%). Come precisato,

la muscolosità delle vacche mostrava

una correlazione fortemente negativa

con la produzione di latte. Inoltre il punteggio

muscolosità è solitamente rilevato

ad inizio lattazione in un periodo non favorevole,

quando il metabolismo è orientato

verso la produzione di latte e si verifica

il consumo della maggior parte delle

riserve energetiche (grasso e proteine).

IDA

2000 2005 2007

Latte Kg -13.3 0 0

Grasso Kg 1.6 0 0

Proteine Kg 38 37 37

Grasso % 0 2 2

Proteine % 0 5 5

Accrescimento giornaliero – Performance Test 5.4 5.6 7.2

Taglia – Performance Test 1.4 1.4 1.8

Musculosità – Performance Test 5.4 5.6 7.2

Arti & Piedi – Performance Test 1.4 1.4 1.8

Taglia - Vacche 0 0 0

Musculosità - Vacche 13.5 12 6

Arti & Piedi – Vacche 5 5 5

Punteggio mammella 10 12.5 14.5

Mungibilità 5 7.5 7.5

Cellule Somatiche 0 -5 -5

tabella 2: correlazioni genetiche (fuori dalla diagonale) ed ereditabilità (sulla diagonale) dei caratteri considerati nell’Ida.

materiali e metodi

Caratteri latte Caratteri carne performance test Caratteri vacche

Proteine (kg/d) Proteine (%) Scs

Per ogni versione dell’IDA si è calcolato

il responso alla selezione atteso

in 10 anni, utilizzando la metodologia

proposta da Van Vleck et al. (1993),

basata sulla teoria dell’indice di selezione.

L’applicazione di questo metodo,

rendeva necessaria la conoscenza

della matrice di Co(Va)rianza che metteva

in relazione i vari caratteri di interesse

(Tabella 2), già precedentemente

stimata in altri studi (P. Carnier, 1997,

L. Degano 2004, D.Vicario 2006).

Il progresso genetico atteso per ogni singolo

carattere era calcolato con la formula

di seguito riportata (Van Vleck, 2003):

dove:

r TI = Accuratezza Indice;

i = intensità di selezione

(proporzione dei soggetti

selezionati rispetto al totale

della popolazione);

σ a = deviazione standard genetica

del carattere;

L = intervallo di generazione (anni).

Nella selezione bovina sono quattro le

vie che possono essere considerate.

• Padri di toro (BS)

• Madri di toro (BD)

• Padri di vacche (CS)

• Madri di vacche (CD)

L’incremento genetico atteso è funzione

del responso atteso per ciascuna delle

quattro vie considerate, e può essere

calcolato con la seguente formula:

Accrescimento

giornaliero

Punteggio

Muscolosità

dove Δg e L sono rispettivamente, il

progresso genetico per generazione e

l’intervallo di generazione. Per ciascuna

delle vie, ΔG è funzione di:

• r TI Accuratezza dell’indice (per i tori

dipende dal numero di figlie);

• i (intensità di selezione): rapporto

tra soggetti selezionati e dimensione

della popolazione;

• intervallo di generazione (L), più

alto per i tori rispetto alle vacche.

In questa simulazione sono stati utilizzati

i valori riportati in tabella 3, prossimi a quelli

effettivamente osservati in popolazione.

tabella 3: Parametri influenzanti

il progresso genetico generazionale

differenziati per le quattro vie.

P E Z Z A T A R O S S A 24

P E Z Z A T A R O S S A 25

Punteggio

Muscolosità

Risultati

Punteggio

mammella

Mungibilità

0,17 -0,073 0,13 -0,05 -0,07 -0,32 0,25 0,36

0,28 0,09 0,21 0,08 0,15 -0,04 -0,09

0,08 0 0 -0,02 -0,41 0,15

0,35 0,49 0,14 -0,21 -0,21

Numero di figlie 100 50

Numero di

lattazioni

Proporzione

selezionata, %

i, in unità di

deviazione

standard

0,60 0,72 -0,44 -0,32

BS BD CS CD

2 2

2 5 5 100

2,420 2,063 2,060 0

L, anni 7 6 4 5

0,32 -0,28 -0,19

0,28 0,42

0,15

Le risposte attese sulla base delle tre

versioni dell’IDA sono state riassunte in

un'unica risposta, ponderando ognuna

in funzione del numero di anni di impiego

come criterio selettivo (Tabella

4). Il progresso genetico atteso è poi

stato comparato con quello effettivamente

realizzato, calcolato come coefficiente

di regressione lineare del trend

fenotipico registrato dal periodo 2000-

2010, moltiplicato poi per dieci (ultima

colonna Tabella 4). Prima di commentare

i risultati è necessario sottolineare

che i cambiamenti ambientali occorsi

negli ultimi dieci anni possono avere

influenzato questi risultati. In realtà, la

metodologia applicata assume che le

condizioni ambientali rimangono costanti

durante il periodo considerato,

come costanti sono considerate tutte

le variabili che influenzano il progresso

genetico (intensità di selezione, accuratezza

degli indici e intervallo di generazione).

Infine, le scelte degli allevatori

potrebbero differire molto dalla classifica

ufficiale, fatto che potrebbe essere

all’origine della differenza tra quanto

atteso e quanto osservato. Per i caratteri

latte, eccetto che per il contenuto

in grasso, il responso atteso è stato

simile a quello osservato a indicare

che, per questo gruppo di caratteri, il

progresso genetico è stato effettivo.

Nei caratteri relativi al performance

test, solo per il carattere arti e piedi il

miglioramento osservato è stato pari a

quello atteso, mentre per gli altri


quanto verificato era inferiore a quanto

atteso. L’accrescimento giornaliero potrebbe

essere considerato costante.

(-2.5 g in 10 anni). Relativamente alla

morfologia delle bovine, tre punteggi finali

mostrano una crescita positiva,

mentre per la muscolosità si è osservato

un decremento di 0,12 punti. Questo è

dovuto al fatto che la correlazione genetica

con in caratteri latte è negativa e,

per questo motivo, con l’ultima variazione

dell’IDA si è avuta una riduzione

del peso del carattere muscolosità. Per

taglia e arti e piedi quanto osservato è

superiore a quanto atteso, soprattutto

la taglia che comunque non è compresa

nell’IDA, a indicare una preferenza degli

allevatori per i riproduttori che incrementano

questo tratto. Per il punteggio

finale mammella, quanto osservato è

inferiore a quanto osservato, fatto difficile

da spiegare essendo questo carattere

molto considerato nelle scelte degli

allevatori; questo può essere ricondotto,

con ogni probabilità, ad una sovrastima

dell’indice mammella di alcuni tori che,

negli ultimi 10 anni, hanno trovato un ampio

impiego. Questo trova conferma per diversi

riproduttori che sono scesi a indice

mammella appena erano disponibili i dati

delle figlie italiane. Riguardo la mungibilità

non vi sono differenze significative tra responso

atteso e osservato, mentre per il

contenuto in cellule somatiche, ultimo carattere

inserito nell’IDA, si è verificata la

maggior differenza tra quanto atteso e

quanto osservato, fatto riconducibile alla

correlazione sfavorevole che questo carattere

ha con la produzione di latte. In

generale quanto descritto sopra è confermato

dai trend genetici (Figure 1-4).

Alcune differenze tra trend fenotipico e

genetico possono essere osservate per il

latte, il contenuto di grasso e il punteggio

mammella. In realtà, il trend genetico per

la percentuale di grasso (Figura 2) è leggermente

positivo, mentre quello fenotipico

è negativo. Per il carattere mammella

si può osservare che, da un punto di vista

genetico, si è verificato il più alto miglioramento,

fatto non confermato da un punto

di vista fenotipico. Questo può dipendere

da un possibile aggiornamento del valore

di riferimento utilizzato dai valutatori.

tabella 4: Risposta alla selezione dopo 10 anni per ciascuno dei tre Ida.

IDA

conclusioni

In generale, l’indice di selezione IDA ha

funzionato abbastanza bene poiché solo

per due caratteri (muscolosità vacche e

cellule somatiche) su un totale di 15

considerati, hanno mostrato un andamento

negativo. Il responso alla selezione

verificato per i caratteri latte, che

hanno il maggior peso all’interno

dell’IDA, è molto simile a quello atteso.

Per i caratteri rilevati in performance

non è stato osservato alcun peggioramento,

piuttosto un miglioramento per

gli arti e piedi per la taglia e la muscolosità.

Per i caratteri morfologici rilevati

sulle vacche, taglia arti e mammella

hanno mostrato un andamento positivo

eccetto che per la muscolosità, anche

se quanto osservato per la mammella

è inferiore a quanto atteso. Per una

precisa calibrazione dell’indice di

selezione è necessario monitorare

continuamente. Possibili deviazioni in

alcuni tratti dovrebbero essere eliminate

modificando la composizione dell’IDA

e informando meglio gli allevatori. z

2000 2005 2007 Media ponderata Realizato

Latte Kg Realizato gain 939 743 729

Grasso Kg 24.3 30.7 32.5 26.4 27.7

Proteine Kg 27.6 33.8 35.8 29.6 28.0

Grasso % 0.09 0.09 0.09 0.09 -0.01

Proteine % 0.06 0.04 0.04 0.05 0.05

Accrescimento giornaliero – Performance Test 37 28 34 35 -2.5

Taglia – Performance Test 0.28 0.24 0.30 0.27 +0.19

Musculosità – Performance Test 0.66 0.42 0.36 0.58 +0.14

Arti & Piedi – Performance Test 0.21 0.16 0.20 0.20 +0.25

Taglia - Vacche 0.00 0.00 0.00 0.00 +0.26

Musculosità - Vacche 0.37 0.16 0.02 0.29 -0.12

Arti & Piedi – Vacche -0.03 0.00 0.00 -0.02 +0.10

Punteggio mammella 0.26 0.37 0.43 0.30 +0.09

Mungibilità 0.11 0.16 0.16 0.12 +0.10

Cellule Somatiche* -0.02 -0.05 -0.06 -0.03 0.11

(*) il segno della crescita desiderata è negativa (l’obiettivo di selezione è la riduzione delle cellule somatiche)

figura 1: trend genetico vacche per i caratteri Ida,

e produzione di latte grasso e proteine.

figura 3: trend genetico vacche per i morfologici.

P E Z Z A T A R O S S A 26

P E Z Z A T A R O S S A 27

figura 2: trend genetico vacche per i caratteri

grasso % e proteine %.

figura 4: trend genetico vacche per i caratteri funzionali.


l'importanza degli accoppiamenti

sulle madri di toro

troppo spesso gli accoppiamenti

programmati fatti dai tecnici sulle

potenziali madri di toro vengono, per

varie ragioni, disattesi dagli allevatori.

Questa è una constatazione purtroppo

avvallata da numeri e non da impressioni.

Numerose volte ciò è dovuto a ragioni che

nulla hanno a che vedere con la mancanza di

fiducia dell'allevatore nei confronti del

tecnico quali:

a) la mancanza di quel determinato toro

indicato,

b) a dimenticanza,

c) il fatto che dal momento dell'accoppiamento

al momento del nuovo intervento fecondativo

intercorre troppo tempo, con tutto

quel che ne consegue e che è facilmente intuibile.

In altri casi invece l'allevatore fa altre scelte

dettate da suoi personali convincimenti o da

quelli di altri tecnici.

Per ovviare a tutto ciò è necessario mettere

in atto delle contromisure, ma prima di

parlarne è utile puntualizzare l'importanza

degli accoppiamenti programmati. Qualcuno

asserisce che se si accoppiano casualmente

un gruppo di una decina di padri di toro con

un nucleo di bovine potenziali madri di figli

destinati alla fecondazione artificiale quello

che è importante è che i dati medi, sia dei

maschi che delle femmine prescelte,

debbano essere i migliori possibili, dopo di

che, mediamente, il risultato non potrà che

essere buono. Questo è sicuramente vero

ma, personalmente, sono convinto che è

molto meglio cercare di realizzare un

accoppiamento che tenti di massimizzare

nel patrimonio genetico del nascituro i

caratteri positivi e che cerchi di rendere i

difetti il meno frequente possibile. A monte

di tutto ciò ci debbono essere obiettivi di

selezione chiaramente condivisi fra chi fa il

tecnico e l'allevatore perchè altrimenti è

d I g I a c o m o m e n t a

meglio che le loro strade si dividano prima

che entrambi perdano tempo e denaro.Di

fatto, come più volte enunciato, i caratteri

oggetto di selezione (latte , carne , proteine,

morfologia, etc) si comportano a livello di

trasmissibilità, in maniera molto

esemplificativa, nel seguente modo. Se

accoppio una bovina che non è una buona

produttrice di proteine % con un soggetto

che è un campione nel carattere proteine %

(ad esempio il migliore fra quei dieci prescelti)

abbiamo 3 diverse possibilità che, molto

grosso modo, possiamo così sintetizzare:

Vi è un 25% di possibilità che il nuovo nato

sia come il padre

un 25% che assomigli alla madre

un 50% che sia una via di mezzo fra uno e

l'altro

nel 75% dei casi comunque si avrà un

miglioramento rispetto alla madre.

Quanto sopra enunciato vale anche per il

contrario e per quasi tutti i caratteri che

desideriamo selezionare. Questa sopra è

una esemplificazione. In realtà le cose sono

molto più complicate perchè i caratteri presi

in considerazione nelle scelte selettive sono

molti, con pesi economici e ereditabilità

differenti Oltre a ciò va sottolineato che

come non esistono tori senza difetti così

come non esistono femmine senza punti

deboli. Importante che questi ultimi non si

sommino fra di loro. Altra rilevante

considerazione è che se vogliamo migliorare

molti caratteri contemporaneamente

avremo una risposta selettiva più lenta ma

anche più completa mentre se puntiamo su

pochi tratti abbiamo una risposta selettiva

più veloce ma rischiamo di perdere per

strada alcuni caratteri che alla lunga

potrebbero perdersi. Facciamo un altro

esempio per non essere travisati: se tutti gli

allevatori volessero migliorare principalmente

o, ancor peggio, esclusivamente la quantità

di latte e la forma della mammella senza

guardare minimamente alle percentuali di

grasso e proteine nonché alla muscolosità

sarà facile che in qualche generazione ci si

ritrovi a gestire delle bovine che non hanno

più ne muscolosità ne titoli. Quindi ci si

ritroverà fra le mani un soggetto che non ha

più niente delle caratteristiche della razza

PRI se non il colore del mantello. Se per

alcuni questo discorso può andar bene non

va bene certamente per la maggioranza che

vuole un animale equilibrato nelle diverse

funzioni così come lo desiderano i tanti

nuovi allevatori che negli ultimi anni hanno

scelto la PRI. Occorre quindi porre attenzione

alle scelte dei tecnici che propongono gli

accoppiamenti sulle madri di toro . Se il

padre consigliato sei mesi prima non è più

disponibile sul mercato non costa molto fare

una telefonata e chiedere un consiglio su un

nuovo riproduttore disponibile. Da parte

nostra dovremmo istituire un servizio di

messaggi telefonici per avvertire

tempestivamente sul momento della

fecondazione e sul ritiro del vitello quando

quest'ultimo è un maschio. Per l'insieme

degli allevatori il programma di

accoppiamento delle madri di toro è

un'occasione per partecipare attivamente

ad un progetto di miglioramento dell'intera

popolazione; per il singolo allevatore la

possibilità di costruire in azienda delle

famiglie solide con caratteri fissati che

possono fungere da sicura fonte di genetica

altamente produttiva per tutti quei caratteri

che concorrono alla redditività. L'operazione

di scelta del possibile miglior toro che il

tecnico fa nel momento dell'accoppiamento

è sempre fatta cercando l'approvazione e

l'accordo col proprietario della bovina. Non

è il caso di sprecare tempo e denaro sia per

l'allevatore sia da parte del tecnico. z

cronaca di una esperienza

negli stati Uniti

sicuramente un’ esperienza difficile

da dimenticare sia da un

punto di vista professionale che

umano. Qualche mese fa il Dr. Vicario

mi propose di passare un periodo

di due settimane negli Stati Uniti,

presso l’Università della Georgia.

A primo impatto, la proposta mi ha

preso di sorpresa. “O Dio gli Stati

Uniti… non sono proprio dietro l’angolo”.

Tant’è, mi armo e parto, destinazione

Athens in Georgia (USA), un

po’, per chi conosce la cinematografia

italiana, come Renato Pozzetto

nel film il “Ragazzo di campagna”.

A darmi “coraggio” il fatto che non

ero solo ma in compagnia di un ri-

Lorenzo Degano tra il Prof. Misztal a sinistra e il Prof. Tsuruta a destra

d I l o R e n z o d e g a n o

cercatore dell’Università di Lubiana

(Slovenia), Gregor Gorjanc, studioso

che si occupa proprio di Animal

Breeding (miglioramento genetico).

La Georgia si trova nell’estremo Sud

Est degli USA, conta poco meno di

10.000.000 abitanti di cui oltre la

metà residenti nell’area metropolitana

d’Atlanta, la capitale. Uno stato

le cui dimensioni sono più meno

metà di quelle dell’Italia, dove il 66%

del territorio è coperto da foreste,

particolarmente ricco di giacimenti

minerari. Il settore agricolo si segnala

per la coltivazione d’arachidi,

noci, cereali, tabacco, cotone,

legumi e per la silvicoltura; fiorenti

P E Z Z A T A R O S S A 28

P E Z Z A T A R O S S A 29

sono la pollicoltura e l'allevamento

di bovini.La città sede dell’Università

della Georgia, Athens, conta poco

più di 100.000 abitanti, piccola

località dove l’Università copre un

ruolo fondamentale con oltre 50.000

studenti iscritti e gran parte del

territorio comunale occupato dalle

strutture dell’Ateneo. In questo prestigioso

Ateneo, non poteva mancare

un dipartimento dedicato all’Animal

Breeding, struttura dove lavora un

importante gruppo di ricercatori,

che possiamo definire leader a livello

mondiale nella produzione di

software ad hoc per le valutazioni

genetiche, programmi che vengono


utilizzati di routine dall’ANAPRI stessa.

A dirigere il gruppo, dove trovano

posto importanti ricercatori per gran

parte provenienti da paesi esteri,

Ignacy Misztal professore polacco,

che da anni lavora negli Stati Uniti,

pluripremiato per la sua attività

di ricerca. Scopo della mia visita,

prendere contatto con le nuove procedure

di valutazione che utilizzano

non solo i dati fenotipici delle figlie

dei tori, ma anche informazioni sul

patrimonio genetico degli animali, nel

nostro caso tori. Quello che stiamo

vivendo è l’inizio di un’epoca nuova

nel mondo delle valutazioni genetiche:

l’era della Genomica. Siamo agli

inizi, di conseguenza quello che a tavolino

si è teorizzato con specifiche

simulazioni, a livello pratico, deve

essere ancora comprovato da risultati

di campo, ma in futuro prossimo

giocherà sicuramente un ruolo fondamentale.

L’approccio che possiamo

definire classico prevede due step.

La separazione della popolazione in

due gruppi, il primo di training (tori

più vecchi) e un secondo con i tori di

ultima generazione di cui vogliamo

avere una valutazione genomica. Il

primo passo prevede di stimare quegli

gli effetti delle singole porzioni

di DNA (SNP) sulla popolazione di

Training mentre il secondo passo

prevede di stimare gli EBV dei tori

giovani sulla base delle soluzioni ottenute

sulla popolazione di training.

L’approccio proposto dal gruppo del

Prof. Ignacy Mistzal prevede un unico

passaggio dove vengono analizzati

insieme simultaneamente dati fenotipici

ed informazioni genomiche, che,

per tale motivo, è definito one-step.

Dato il limitato tempo a disposizione

mi sono dedicato all’analisi dei dati

morfologici, non allargando lo studio

ad altri caratteri, vedi il latte, che

richiedevano tempi di elaborazione

Bestiame selezionato da Amstetten

• 400 soggetti selezionati

per ogni asta

• Seme • Embrioni

Associazione Allevatori

Rottenhauser Str. 30

3250 Wieselburg, Austria

Tel.: +43 7416/52203-20

Fax: +43 7416/52203-4

decisamente più lunghi. Primi risultati

che devono trovare conferma in

ulteriori ricerche dato che si è trattato

di un primo contatto con questa

nuova metodologia. L’utilizzo delle

informazioni genomiche porta ad un

incremento dell’attendibilità delle

stime dei valori genetici che però non

si discostano in maniera sostanziale

dalle valutazioni classiche ottenute

con l’analisi dei soli fenotipi. Ciò che

è emerso è la necessità di allargare

il numero di genotipi a disposizione

al fine di ottenere delle stime degli

indici genomici maggiormente affidabili.Altri

argomenti di interesse

che ho avuto modo di affrontare,

brevemente data la ristrettezza del

tempo a disposizione, lo studio di

un modello per la valutazione genetica

per il carattere “fertilità” delle

bovine e lo studio di possibili migliorie

al modello Test Day utilizzato

per la stima degli indici genetici. z

e-mail: office@noegen.at

http://www.noegenetik.at

Premessa

la Pezzata Rossa Italiana:

una razza ecologica

È

ormai a tutti noto, anche ai meno

sensibili ai temi ambientali, come

una delle cause del GLOBAL

WARMING (riscaldamento del pianeta)

sia l’emissione di gas ad effetto serra

in atmosfera. Tra questi gas, oltre alla

CO2 emessa dalle combustioni, vi è

anche il metano CH4, prodotto dalle

fermentazioni ruminali dei ruminanti,

di cui i bovini sono la componente

più importante. Molti ricorderanno

gli slogan degli ecologisti più fanatici

che invitano la gente a non mangiare

più carne bovina (il vero bersaglio

di questa campagna ecologista era

l’hamburger MC DONALD) per difendere

il pianeta dal surriscaldamento

globale. Al di là degli slogan e delle

campagne mediatiche, vi è un fondamento

di verità che va comunque

analizzato con metodologia scientifica

per non scadere nelle false demagogie.

due modelli di allevamento

bovino a confronto

La Pezzata Rossa in quanto razza a

duplice attitudine ha anche dei vantaggi

ecologici. Le emissioni di Metano, azoto

e fosforo di tutti i bovini allevati sono da

ricondurre da un punto di vista ecologico

alle loro produzioni di latte e di carne.

Le emissioni di Metano conseguenti

all'allevamento dei bovini specializzati

per la produzione di latte vanno sommate

a quelle dei bovini allevati per la sola

produzione di carne. Basandosi sulle

analisi di Flachowsky (2000), in tabella 1

vengono riportate le emissioni annuali di

metano per abitante in Germania, stimate

d I d a n I e l e v I c a R I o

(tratto da "verifica delle strategie selettive della Pezzata Rossa tedesca", lfl, munchen grub, 2004)

in base al loro consumo annuo di latte

e di carne. Per le rese in carne sono

stati presi i dati di una ricerca fatta in

Sassonia (Lippmann, 1999) in cui sono

state messe a confronto le razze Pezzata

Rossa e Holstein sotto questo aspetto.

Nel caso della DUPLICE ATTITUDINE considerando

l'attuale produzione media di latte

di circa 6.000 kg/anno per vacca e considerando

un consumo medio pro capite di

15 kg di carne, non sarebbe necessario

alcun allevamento aggiuntivo di razze da

carne per la produzione di ristalli da ingrassare.

La spiegazione è molto semplice:

1. maggior numero di vacche

allevate e di conseguenza maggior

numero di vitelli prodotti.

2. rese in carne significativamente

superiori sia delle vacche a fine

carriera che dei vitelli ingrassati.

Il modello RAZZA DA LATTE

(HOLSTEIN), con una produzione

P E Z Z A T A R O S S A 30

P E Z Z A T A R O S S A 31

media per vacca/anno di 8.000

kg comporta un minor numero di

vacche allevate e di conseguenza

vitelli, che sono poi molto peggiori

sotto l’aspetto delle rese in carne.

Questo comporta un’insufficiente

produzione di carne per soddisfare i

consumi, e pertanto va compensata

con un equivalente allevamento di

vacche da carne per la produzione di

vitelli da ingrasso. Infatti, mentre con

l’allevamento di un vacca a duplice

attitudine si soddisfa il consumo di

carne di 17 persone, con quello specializzato

da latte la corrispondente

produzione di carne basta solo per

13 persone. Questo comporta che

l’emissione di metano per abitante,

per soddisfare il fabbisogno di latte

e carne, sia di 14,1 kg pro capite con

il modello VACCA DA LATTE+VACCHE

NUTRICI, mentre con il modello DUPLICE

ATTITUDINE è di 10,9. Il modello


tabella 1: emissione di metano per la produzione

di carne e latte richiesta in base al consumo per abitante(1).

Razza

Produzione

di latte per

vacca/anno

n. di abitanti per vacca

per ciascun prodotto

a DUPLICE ATTITUDINE comporta

quindi una minore emissione di

metano in atmosfera pari al -28%.

Per lo stato federale bavarese è stato

predisposto un modello di calcolo sulle

emissioni di sostanze in ambiente,

secondo diversi modelli produttivi

(Rosenberger e Rutzmoser,2002). Ne

sono conseguite le seguenti ipotesi:

A) modello produttivo corrente con

D U P L I C E AT T I T U D I N E, L AT T E +C A R N E:

• produzione di latte 5500 kg /

vacca/anno, di cui 92% conferito

al mercato (restante

per vitelli e autoconsumo)

• produzione totale di latte 7,65 M

ton/anno (quota latte bavarese);

• produzione totale di carne

bovina 438.000 t/anno;

• tasso di rimonta annuo del

patrimonio di vacche 33%;

• ingrasso dei vitelli maschi e femmine

disponibili (vitelloni e manze)

• Patrimonio totale di vacche da

latte necessario: 1,41 Milioni capi,

senza allevamento di vacche nutrici.

B) modello produttivo con la DUPLICE

ATTITUDINE, LATTE+CARNE+

allevamento vacche nutrici

(conseguenza di un rapido miglioramento

genetico della Pezzata

Rossa per la produzione di latte):

• produzione di latte 7500 kg /

vacca/anno, di cui 92% con-

Emissioni

di metano per

Latte Carne Latte Carne Totale

Kg n. n. Kg Kg Kg

DA LATTE 8.000 22,9 13 6,0 8,1 (2) 14,1

DUPLICE

ATTITUDINE

6.000 17,1 17 7,7 3,2 10,9

(1) stime di Flachoswsky (2000): consumo medio annuo per abitante in Germania, 350 kg di latte

e 15 kg di carne bovina

(2) produzione di carne aggiuntiva per mezzo delle razze da carne, perché quella derivata dai bovini da latte

non è sufficiente.

ferito al mercato (restante

per vitelli e autoconsumo)

• produzione totale di latte

7,65 M ton/anno (quota latte

bavarese), di cui 7,13 conferiti

all’industria lattiero casearia;

• produzione totale di carne

bovina 438.000 t/anno;

• tasso di rimonta annuo del

patrimonio di vacche 35%;

• ingrasso dei vitelli maschi e femmine

disponibili (vitelloni e manze)

• Pat rimonio tot ale di vacche da lat te ne -

cessario: 1.034.000 capi + 504.000

vacche nutrici per soddisfare la

produzione di carne mancante.

C) modello produttivo con razza

monoattitudinale da LATTE +

allevamento vacche nutrici:

• produzione di latte 9000 kg /

vacca/anno, di cui 92% conferito

al mercato (restante

per vitelli e autoconsumo)

• produzione totale di latte

7,65 M ton/anno (quota latte

bavarese), di cui 7,13 conferiti

all’industria lattiero casearia;

• produzione totale di carne

bovina 438.000 t/anno;

• tasso di rimonta annuo del

patrimonio di vacche 38%;

• ingrasso dei vitelli maschi e femmine

disponibili (vitelloni e manze)

• Patrimonio totale di vacche

da latte necessario: 862.000

capi + 926.000 vacche

nutrici per soddisfare la produzione

di carne mancante.

Con il modello A corrispondono

le seguenti emissioni di sostanze

(inquinanti) in ambiente: 280.000

t Metano (CH4 ), 228.000 t di

Azoto (N) e 32.200 t Posforo (P).

Nel modello B, 297.000 t Metano,

259.000 t di Azoto e 36.300 t di

Fosforo, mentre con il modello C le

emissioni salgono rispettivamente

a 324.000 t di Metano, 300.700

t di azoto e 42.400 t di Fosforo.

Confrontando il modello C con quello

A, per produrre la stessa quantità

di latte e carne bovina, le emissioni

sono rispettivamente maggiori del

15,7% per il metano, del 31,9%

per l’azoto e 31,7% per il fosforo.

Nei bovini dunque, la DUPLICE

ATTITUDINE è ecologicamente più

vantaggiosa della MONOATTITUDINE.

conclusioni

Il vantaggio ecologico della duplice

attitudine si spiega semplicemente

con la possibilità di "ammortizzare" il

fabbisogno di mantenimento (vivere,

crescere, muoversi, respirare, ecc.)

su due produzioni anziché una sola.

Questa parte del metabolismo, e

di conseguenza le corrispondenti

emissioni in ambiente, è legata

strettamente al numero di capi bovini

totali e non alla produttività per capo. E'

pertanto banale capire che se un bovino

riesce a produrre due produzioni, ci

vogliono meno "teste" per produrre

i quantitativi necessari di prodotto.

Questo ragionamento è valido però,

se i sistemi produttivi, sia di latte

che di carne, sono integrati in un

determinato ambito. Infatti, se una

regione ha la struttura per produrre

solo latte (allevamenti, caseifici, ecc.)

e rinuncia alla produzione di carne,

allora questo ragionamento non sta

più in piedi. Anzi, se per esempio i

vitelli vengono destinati all'ingrasso

altrove (es. Veneto), è vero proprio il

contrario, se ci limitiamo alle emissioni

di azoto e fosforo nei terreni. Tuttavia,

considerando i costi e le emissioni

in ambiente legati ai trasporti,

dal bestiame vivo fino al prodotto

finito (bistecche), il tutto dovrebbe

riequilibrarsi. Quindi, bisogna stare

attenti ad applicare questi ragionamenti

fatti su misura per la Baviera o

l'Austria, ad altre regioni, dove la

struttura produttiva può essere molto

diversa e portare a risultati discordanti.

Se però ci limitiamo alle sole emissioni

di metano, l'atmosfera non ha confini

ed è di tutti, ed il ragionamento a

P E Z Z A T A R O S S A 32

P E Z Z A T A R O S S A 33

tabella 2:

Modello produttivo

5.500 kg di latte

N.vacche in

1.000

Emissioni di Metano

1000 t

Conferimento di latte

1.000 t

Emissioni di Azoto

1000 t

livello globale rimane sempre valido.

Chissà ?! Forse al prossimo protocollo

di Kyoto o G8,G20 che sia, si parlerà

anche di Pezzata Rossa… o forse è

solo deformazione professionale. z

Produzione di carne

1.000 t

Emissioni di Fosforo

1000 t

Vacche da latte 1.410 7.135 437 280 228 32,2

Vacche da carne — — — — — —

Totale 1.410 7.135 437 280 228 32,2

7.500 kg di latte

Vacche da latte 1.034 7.134 291 209 176 25,1

Vacche da carne 504 — 147 88 83 11,2

Totale 1.538 7.134 438 297 259 36,3

9.000 kg di latte

Vacche da latte 862 7.137 168 163 148,6 21,8

Vacche da carne 926 — 270 161 152,1 20,6

Totale 1.788 7.137 438 324 300,7 42,4

Vacche dell'Azienda Pacifico al pascolo al lago di Barisciano (AQ)


Risultati del performance-test dei torelli del turno: 2009-10

Allevatore Matricola Nome/nr. az Inb % Padre/Nonno mat.

Latte

kg

Grasso

%

Prot.

%

IDA Rank Peso Img

kg gr/d

Taglia Muscolosità Arti&Piedi IGT

Carne

IDAPT Rank

DESTINAZIONE: FA Numero torelli: 4

SIST EDI PN IT093990089686 HIGUAIN 0,69 HUPSOL/EILIG *TA

738 -0,15 -0,02 1180 99 456 1244 U+ 5,0 5,7 5,0 106 1192 95

REITERER HUBERT BZ IT021001732640 ILIONIG 1,53 ILION/EILIG *TA

573 -0,13 -0,05 1000 99 518 1461 U 7,7 7,0 6,0 112 1077 90

AUER FRANZ BZ IT021001726645 RISIKO 0,77 RENWART/GS DIONIS

348 0,03 0,03 930 99 540 1541 U- 8,0 7,0 6,0 110 993 82

TARGA MARINO E CLAUDIO RO IT029990026402 REBECHIN 0,44 REGIO/RANDY

608 -0,02 -0,05 923 99 513 1519 U 7,0 7,0 6,7 111 990 82

Media 567 -0,07 -0,02 1008 507 1441 6,9 6,7 5,9 110

DESTINAZIONE: FN Numero torelli: 4

LELLO ODDONE AZ.AGR. DI LELLO VE IT027990054719 78 2,79 MASOLINO/SAFIR

1073 0,08 -0,01 1162 99 467 1363 O 6,7 4,7 6,0 91 1172 93

PASUT MARINO E MICHELE PN IT093990083259 81 0,43 HADES/LOGAN

511 -0,04 0,04 813 98 525 1538 R- 6,3 6,0 5,0 101 915 71

BOTTUSSI ADRIANO GIULIANO UD IT030990155753 85 1,31 GRANADO/RUMBA

589 0,02 0,05 813 98 483 1307 R 6,0 5,7 5,7 105 911 71

FERRERO ARMANDO CN IT004990672871 172 2,94 MANITOBA/REGARD

665 -0,03 -0,05 751 97 515 1418 R 7,0 5,7 4,7 103 730 45

Media 709 0,01 0,01 884 497 1406 6,5 5,5 5,3 100

DESTINAZIONE: MAC Numero torelli: 24

ERSAGRICOLA S.P.A. (MARIANIS) UD IT093990094872 153 1,24 GRANADO/RUMBA

571 0,01 0,12 1089 99 447 1323 R 2,7 5,3 4,0 104 1138 92

LELLO ODDONE AZ.AGR. DI LELLO VE IT027990054724 118 2,79 MASOLINO/SAFIR

1073 0,08 -0,01 1061 99 400 1112 O- 3,7 2,3 4,7 85 999 83

FILIPUZZI GIUSEPPE E C. SS PN IT093990089393 107 0,87 INDER/REPULS

746 0,02 -0,06 830 98 456 1198 O+ 5,3 5,3 5,7 105 966 79

AMBROSIO CARLO "S.CATERINA" PN IT093990089860 241 0,00 HADES/RUMBA

360 0,24 0,08 900 98 506 1312 R 6,3 6,3 3,7 106 963 79

ERSAGRICOLA S.P.A. (MARIANIS) UD IT093990094871 154 1,24 GRANADO/RUMBA

571 0,01 0,12 974 99 418 1244 O+ 3,7 3,7 4,3 98 957 78

AMBROSIO CARLO "S.CATERINA" PN IT093990089859 240 0,00 HADES/RUMBA

360 0,24 0,08 891 98 550 1249 O+ 7,0 5,3 5,0 105 954 77

VORANO DANIELE UD IT030990161568 98 0,06 RUREX *TA

598 -0,01 -0,07 884 98 502 1480 R+ 5,0 6,7 6,3 109 929 74

TOFFOLUTTI ROMEO UD IT030990165605 97 7,93 JONATHAN/VANSTEIN

346 0,06 0,06 841 98 413 1270 U- 5,0 6,3 5,7 113 928 73

AMBROSIO CARLO "S.CATERINA" PN IT093990089861 222 1,76 HADES/WALBO

424 0,13 0,01 825 98 523 1281 R 8,0 5,3 6,0 103 899 69

AMBROSIO CARLO "S.CATERINA" PN IT093990089849 220 0,56 RAU/GENESIS

682 0,02 -0,04 843 98 527 1408 R+ 7,0 4,7 4,7 101 895 67

TOMMASINI VALNEO E FABIANO GO IT031990014368 84 1,81 RUBIDIO/TIRALB

605 -0,19 -0,04 687 95 519 1451 U 5,0 8,0 3,0 114 828 59

DELLA SIEGA A. E P. UD IT030990168536 117 2,32 NARR *TA/WEIPORT

324 0,04 0,12 907 98 426 1246 R 3,3 6,7 4,0 102 792 55

VORANO DANIELE UD IT030990161567 105 0,59 IMPOSIUM/BOSBO

598 0,15 -0,01 751 97 408 1213 O 4,3 3,7 5,3 99 789 53

STELLA GIANNI E CLAUDIO UD IT030990171877 131 1,34 MERCADONE/LOM

752 0,01 -0,06 721 96 475 1390 O+ 5,3 4,3 6,7 94 706 42

DE MUNARI ANGELO E LUCIANO SDF PN IT093990090913 110 0,63 PERNAN/MERKUR

603 -0,10 0,05 521 89 464 1326 O 5,0 4,3 6,0 92 604 31

MESTRONI MARIO UD IT030990162063 100 1,74 RAU/JONATAN

435 0,00 0,04 605 93 443 1204 O 4,7 4,0 4,0 93 510 24

SIST EDI PN IT093990089685 82 1,75 RUBIDIO/MERKUR

523 -0,14 -0,05 412 82 511 1400 R- 7,7 5,3 4,0 104 483 21

Allevatore Matricola Nome/nr. az Inb % Padre/Nonno mat.

Latte

kg

Grasso

%

Prot.

%

IDA Rank Peso Img

kg gr/d

Taglia Muscolosità Arti&Piedi IGT

Carne

IDAPT Rank

PASUT MARINO E MICHELE PN IT093990083263 106 0,41 FRUTTO/DOMINGO

807 -0,18 -0,07 584 92 382 1077 P- 3,3 2,7 4,0 87 473 19

AMBROSIO CARLO "S.CATERINA" PN IT093990089850 221 1,27 MANITOBA/ROCHEN

365 -0,02 0,04 595 92 440 1253 R 4,0 5,0 3,7 95 473 19

NOVELLO ALDO MAURIZIO UD IT030990144801 108 0,34 HADES/GARDIAN

487 0,07 0,01 493 88 492 1377 O- 7,3 3,3 3,0 88 423 15

STELLA GIANNI E CLAUDIO UD IT030990171876 130 1,34 MERCADONE/LOM

752 0,01 -0,06 545 90 415 1179 O 2,7 2,7 4,7 84 415 15

TARGA MARINO E CLAUDIO RO IT029990026404 126 0,56 BOSBO/DENNIS

495 0,01 -0,09 296 71 450 1297 R 5,0 5,3 4,7 98 351 12

DORIGO MARIO PN IT093990092504 77 1,21 VANSTEIN

216 0,03 -0,02 158 55 466 1316 R 6,3 4,3 4,7 98 154 3

HOFER JOHANN BZ IT021001746945 111 0,00 HUPSOL/HOBEL

155 0,04 0,02 142 53 383 1038 O 3,0 4,0 5,7 92 75 1

Media 535 0,02 0,01 689 459 1276 5,0 4,7 4,7 99

Totale vitelli testati nel turno: 32 Media 767 471 1319 5,4 5,1 4,9 100

P E Z Z A T A R O S S A 34

P E Z Z A T A R O S S A 35


Risultati del performance-test dei torelli del turno: 2009-11

Allevatore Matricola Nome/nr. az Inb % Padre/Nonno mat.

Latte

kg

Grasso

%

Prot.

%

IDA Rank Peso Img

kg gr/d

Taglia Muscolosità Arti&Piedi IGT

Carne

IDAPT Rank

DESTINAZIONE: FA Numero torelli: 2

SIST EDI PN IT093990089705 RAIMONDO 0,00 RAU/INDUVI

637 0,08 -0,01 1106 99 475 1298 U 6,3 7,0 6,3 110 1280 97

AMBROSIO CARLO "S.CATERINA" PN IT093990089872 GASTONE 0,00 GRANADO/REGIO

852 -0,07 -0,03 1091 99 454 1154 R+ 5,7 6,0 6,3 107 1218 95

Media 744 0,00 -0,02 1098 464 1226 6,0 6,5 6,3 108

DESTINAZIONE: FN Numero torelli: 5

PIN FRANCO TV IT026990276429 147 0,00 INDER/OXALIN

560 -0,05 0,00 901 99 490 1325 U 7,0 6,0 6,7 109 1071 90

FRANCO RENZO TV IT026990267586 149 0,00 SATURNE/REGIO

446 -0,04 0,00 750 97 493 1408 U 6,7 6,3 5,7 108 911 72

GANDIN NEMORINO ANTONINO GO IT031990015365 144 0,00 JONATHAN/WATERBERG

689 -0,12 0,02 822 98 445 1215 R 4,7 5,3 6,0 101 830 62

MONACO GINO UD IT030990165068 102 0,00 ALTAI/FRUTTO

549 -0,18 -0,02 682 96 548 1420 R+ 8,3 6,0 5,0 105 772 55

SALTON VITTORIO BL IT025990046667 128 0,00 GRANADO/HOFHERR

294 0,08 0,08 634 95 452 1214 U- 5,3 5,0 5,3 99 647 41

Media 507 0,06 0,02 757 485 1316 6,4 5,7 5,7 104

DESTINAZIONE: MAC Numero torelli: 11

LELLO ODDONE AZ.AGR. DI LELLO VE IT027990054725 119 0,00 MASOLINO/SAFIR

1088 0,08 -0,01 1110 99 429 1204 O+ 7,3 3,7 4,0 88 1064 89

MESTRONI MARIO UD IT030990162066 121 0,00 JONATHAN/SAFARI

578 -0,02 0,00 829 98 525 1407 R+ 7,0 6,0 4,0 106 860 66

MORETTO GRAZIANO DANIELE GIULIO PN IT093990089130 132 0,00 DIOR/

379 0,07 0,05 769 97 515 1515 R+ 7,0 5,0 4,3 108 853 66

BORTOLUZZI DIEGO BL IT025990045201 148 0,00 INDER/VANSTEIN

378 -0,02 0,01 586 94 467 1326 R 5,0 4,3 2,7 100 573 32

SIMONIT SOC.AGR.DI SIMONIT ENNIO GO IT031990013314 133 0,00 JONATHAN

323 0,03 0,06 498 90 424 1210 R+ 4,7 5,7 5,3 103 566 31

ZAMPA LUISA UD IT030990172435 156 0,00 SATURNE/HOFHERR

359 -0,11 -0,01 477 89 467 1389 O 7,0 4,7 5,3 100 557 29

BERTOSSI ORLANDO E PAGANI ILARIA UD IT030990154719 123 0,00 AVALON ET/NENNI JB

1102 -0,08 -0,03 609 94 421 1189 O 3,3 2,3 3,0 82 511 26

NOVELLO ALDO MAURIZIO UD IT030990168099 155 0,00 REDON/

463 0,01 0,00 277 75 398 1131 O+ 3,0 3,3 5,3 86 290 10

STELLA GIANNI E CLAUDIO UD IT030990171884 157 0,00 IROM/SEVERIN

257 0,01 -0,03 267 74 455 1297 O 5,0 3,7 4,3 95 276 8

LIVERANI F.LLI AZ. AGRICOLA RA IT039990022753 248 0,00 JONATHAN/MASOLINO

423 -0,12 0,02 310 78 434 1128 O+ 4,7 3,3 4,7 89 238 7

CACCIOLATTI CLAUDIO CN IT004990788859 165 0,00 PLUMITIF/LOTARRY

723 0,09 -0,06 143 61 371 929 O 2,0 3,0 5,0 82 121 4

Media 552 -0,01 0,00 534 446 1247 5,0 4,0 4,3 95

Totale vitelli testati nel turno: 18 Media 679 460 1270 5,5 4,9 4,9 100

Risultati del performance-test dei torelli del turno: 2009-12

Allevatore Matricola Nome/nr. az Inb % Padre/Nonno mat.

Latte

kg

Grasso

%

Prot.

%

IDA Rank Peso Img

kg gr/d

Taglia Muscolosità Arti&Piedi IGT

Carne

IDAPT Rank

DESTINAZIONE: FA Numero torelli: 4

SIST EDI PN IT093990096220 REMO 0,78 RENWART/WATERBERG

669 -0,05 0,02 1209 99 475 1332 U- 6,7 7,0 6,7 110 1304 98

LIVONI RENZO E C. "LI.RE.STE" UD IT030990157226 PIERGIULIO 3,22 RAU/VANSTEIN

486 0,07 0,01 1057 99 481 1353 R 6,7 6,3 6,7 108 1146 92

LELLO ODDONE AZ.AGR. DI LELLO VE IT027990054730 MANDINGO 1,16 MASOLINO/WEINOLD

918 -0,16 -0,02 1047 99 449 1212 R 5,3 6,0 5,3 97 1125 91

PICCOLI UMBERTO UD IT030990164238 INTREPIDO 0,14 INDER/EILIG *TA

534 0,04 -0,02 849 98 472 1293 R+ 6,3 6,7 5,0 107 972 80

Media 651 -0,03 -0,00 1040 469 1297 6,2 6,5 5,9 106

DESTINAZIONE: FN Numero torelli: 3

TARGA MARINO E CLAUDIO RO IT029990026419 210 0,00 HUPSOL/MERKUR

622 -0,25 -0,11 1008 99 473 1379 U 4,0 7,3 4,7 113 1122 91

DANESE CISINO PD IT028990200329 181 12,90 GAGLIARDO/SAFIR

623 0,14 0,08 1029 99 513 1453 R+ 8,0 6,0 3,3 104 1115 90

DORIGO MARIO PN IT093990092473 158 0,36 RAU/HOFHERR

349 -0,01 -0,01 856 98 466 1370 R+ 6,3 6,3 6,3 109 948 77

Media 531 -0,04 -0,01 964 484 1400 6,1 6,5 4,7 109

DESTINAZIONE: FNLC Numero torelli: 1

ZANELLO LUCIANO UD IT030990166438 163 0,80 PORZIANO/ROCHEN

185 0,09 0,03 606 94 502 1346 R 6,7 6,7 5,3 106 637 39

Media 185 0,09 0,03 606 502 1346 6,6 6,6 5,3 106

DESTINAZIONE: MAC Numero torelli: 11

TARGA MARINO E CLAUDIO RO IT029990026418 209 0,00 HUPSOL/MERKUR

622 -0,25 -0,11 906 99 416 1233 U 3,0 6,3 4,0 107 961 78

BORTOLUZZI DIEGO BL IT025990045205 150 0,74 VALDI/GONCOURT

411 -0,04 0,00 693 96 519 1461 U 8,0 7,3 3,7 113 800 59

FILIPUZZI GIUSEPPE E C. SS PN IT093990089424 178 0,03 ROUND UP/MASOLINO

803 0,06 -0,04 825 98 375 1017 O- 2,7 3,0 4,7 85 680 45

CACCIOLATTI CLAUDIO CN IT004990788865 166 2,74 TRISTANO/BOSBO

822 -0,10 -0,09 550 92 468 1348 R- 7,3 5,0 3,3 96 585 35

TARGA MARINO E CLAUDIO RO IT029990026413 207 0,00 FRUTTO/ENGADIN *TA

669 -0,03 0,02 695 96 427 1103 O+ 4,0 4,3 4,7 87 567 31

CACCIOLATTI CLAUDIO CN IT004990788867 168 2,18 RUBIDIO/REPTEIT

544 -0,03 -0,01 482 90 373 1025 R 3,3 5,3 4,7 95 447 21

ZANELLO LUCIANO UD IT025990047075 161 0,03 JODI/GS DIONIS

361 -0,07 -0,03 425 86 434 1209 O+ 4,3 5,3 5,3 94 370 14

FERIOLI GINO BO IT037990079977 182 0,96 RESS/SAMUREX

178 -0,13 0,00 406 85 457 1266 O+ 5,7 5,3 5,7 101 343 13

CACCIOLATTI CLAUDIO CN IT004990788866 167 2,56 MERCURIO/VARUS

383 -0,05 0,01 369 83 425 1289 O 5,0 4,3 5,0 97 328 11

CACCIOLATTI CLAUDIO CN IT004990788869 169 0,89 nc/ROMEL (A)

-125 0,08 0,05 234 71 483 1410 U 7,0 7,7 5,7 111 309 10

PIN FRANCO TV IT026990276438 173 0,00 nc/

0,00 0,00 0,00 -306 12 384 1050 O+ 4,0 4,0 4,3 86 -412 0

Media 424 -0,05 -0,02 479 432 1219 4,9 5,2 4,6 97

Totale vitelli testati nel turno: 19 Media 681 452 1271 5,4 5,8 4,9 101

P E Z Z A T A R O S S A 36

P E Z Z A T A R O S S A 37


Pezzata Rossa - Tori FA/FN - val. MARZO 2010

HIGUAIN

IDA 1.180 Rk% 99

Nascita

D.1 Pub.

Centro FA

12-10-2009

- -

IT093990089686

Att.% 35

INDICI INTERBULL Latte Grasso Proteine

- - Kg 738 18 24

%

-0.15 -0.02

CR +/- 349 13 10

Mungibilità

105

DIFFICOLTA' PARTO

IGT Carne

106

Taglia

105

Muscolosità

101

Arti e Piedi

111

Mammella

Cellule Somatiche

120

KCas.

It093990089686 HIgUaIn

(Hupsol*eilig ta*Jordan*lotarry*zefiro)

Un pedigree eccellente dove compaiono ben 5 padri

di toro, con la madre e la nonna materna che sono

tuttora Rank 99 e la bisnonna Rank 98. Hupsol è un

riproduttore tedesco figlio di Humid, inserito tempo

a dietro nella lista dei padri di toro soprattutto perché

in grado di migliorare sensibilmente la conformazione

della mammella e degli arti, trasmettendo comunque

alle proprie figlie taglia e muscolosità, buona velocità

di mungitura e notevole resistenza alle mastiti. L’unico

difetto i titoli, ma è stato accoppiata ad una vacca

a cui le proteine sicuramente non mancano. La

madre di Higuain infatti ha prodotto nella sua miglior

lattazione ben 101 quintali al 3,74% di proteine. Su

una media di 4 lattazioni, intervallate da interparti

inferiori all’anno, ha prodotto in media 88 quintali

di latte al 4,00% di grasso e 3,80% di proteine. Una

bovina di buona morfologia essendo stata valutata 7

per tutti i 4 tratti oggetto di rilevazione. Vacca longeva

anche la nonna materna che ha chiuso la carriera

dopo 5 lattazioni all’attivo e una miglior lattazione di

114 quintali di latte al 3,68% di proteine e anche la

bisnonna che è uscita dalla stalla dopo 5 lattazioni.

Da evitare l’utilizzo di questo toro sulle figlie di Hupsol ed

Eilig (Enea, Eilirex, Fausto, Euclide, Efrem, Ebrus Elianto).

B Latt.

STANDARDIZZAZIONE

Latte Kg

Grasso Kg

Proteine Kg

PERFORMANCE TEST

IGT Carne

Incremento g/d

Taglia

Muscolosità

Arti e Piedi

It021001732640 IlIonIg

(Ilion*eilig ta*morror*Horwein*mosaik)

Un toro interessante con un pedigree di tutto rispetto

dove figurano riproduttori che a livello internazionale

hanno trovato ampio impiego. Ilion, un figlio di Regio, è

un toro che fa della funzionalità il suo fiore all’occhiello.

Miglioratore della produzione di latte, le sue figlie si

presentano di taglia alta, con una muscolosità media

e con mammelle e arti in ordine. Le mammelle sono

facili da mungere e particolarmente resistenti alle

mastiti. La madre è una vacca eccellente che ha appena

partorito per la quinta volta, parti intervallati da soli

11 mesi. La notevole fertilità non ha pregiudicato le

performance latte che durante la carriera di questa

bovina hanno superato la soglia dei 100 quintali; nella

miglior lattazione sono stati 11.240 i kg di latte prodotti

al 3,50% di proteine. Una vacca di eccellente qualità

morfologica essendo stata valutata 8 nella taglia, 7

nella muscolosità e nelle forme e 8 nella mammella.

Di 1.461 l’incremento medio giornaliero di questo

giovane toro che è stato valutato 7 nella taglia e

nella muscolosità e 6 nelle forme. Da evitare l’utilizzo

di questo toro su vacche che presentano nel loro

pedigree i tori Regio (vedi figlie di Regolo, Rodrigo,

Inder, Ilion, Imposium, Remigio, Iq, Irmen) ed Eilig

(Enea, Eilirex, Fausto, Euclide, Efrem, Ebrus Elianto).

HUPSOL = HUMID X ROMEN

AZ 382

738

18

24

Valori

1244

5.00

5.67

5.00

Peso Kg 456

Altezza Garrese cm 126

Altezza Sacro cm

130

Circ.Toracica cm

184

Prof.Toracica

65

Pelle Spessore

1.40

Coscia Spirale

.00

EILIG *TA

IT093000889304






JORDAN

-3 -2 -1 0 1 2 3

64 76 88 100 112 124 136






-3 -2 -1 0 1 2 3




IGT

Stampato il 30-11-2010

106

103

101

110

108

D.S.

-0.31

-0.53

-0.26

-1.40

-0.39

0.00

It021001726645 RIsIKo

(Renwart*dionis*Hofer)

Gli indici di pedigree parlano di Risiko come di un

toro che dovrebbe trasmettere una morfologia

di primo livello, con animali equilibrati tra le due

attitudini latte e carne con delle ottime mammelle.

Renwart è un toro tedesco positivo a latte e grasso,

in grado di migliorare muscolosità arti e piedi e

mammella. Le sue figlie presentano una mungibilità

superiore alla media e allo stesso tempo sono resistenti

alle mastiti. La madre di Risiko, attualmente al quinto

parto, ha prodotto in terza lattazione 9.172 kg di latte

al 3,50% di proteine, una vacca con un'ottima fertilità,

dato un interparto medio inferiore all’anno. Vacca di

notevole taglia, è stata valutata 7 nella muscolosità e

nella conformazione della mammella, confermando,

in sostanza, la morfologia della nonna materna.

Da evitarne l’utilizzo sulle figlie di Renwart, di Dionis

e dei suoi figli (DJ, Domingo, Diadora, Dodi, Dirk).

Pezzata Rossa - Tori FA/FN - val. MARZO 2010

P E Z Z A T A R O S S A 38

P E Z Z A T A R O S S A 39

ILIONIG

IDA 1.000 Rk% 99

Nascita

D.1 Pub.

Centro FA

20-10-2009

- -

IT021001732640

Att.% 34

INDICI INTERBULL Latte Grasso Proteine

- - Kg 573 12 16

%

-0.13 -0.05

CR +/- 352 13 11

Mungibilità

105

DIFFICOLTA' PARTO

IGT Carne

112

Taglia

113

Muscolosità

102

Arti e Piedi

112

Mammella

Cellule Somatiche

RISIKO

IDA 930 Rk% 99

113

Pezzata Rossa - Tori FA/FN - val. MARZO 2010

Nascita

D.1 Pub.

Centro FA

05-10-2009

- -

KCas.

IT021001726645

INDICI INTERBULL Latte Grasso Proteine

- - Kg 348 16 13

%

0.03 0.03

CR +/- 349 13 10

Mungibilità

108

DIFFICOLTA' PARTO

IGT Carne

110

Taglia 99

Muscolosità

105

Arti e Piedi

105

Mammella

Cellule Somatiche

Att.% 35

116

KCas.

B Latt.

B Latt.

STANDARDIZZAZIONE

Latte Kg

Grasso Kg

Proteine Kg

PERFORMANCE TEST

IGT Carne

Incremento g/d

Taglia

Muscolosità

Arti e Piedi

ILION = REGIO X ERFURT *TA

DORA

573

12

16

Valori

1461

7.67

7.00

6.00

Peso Kg 518

Altezza Garrese cm 133

Altezza Sacro cm

138

Circ.Toracica cm

194

Prof.Toracica

71

Pelle Spessore

1.60

Coscia Spirale

.00

STANDARDIZZAZIONE

Latte Kg

Grasso Kg

Proteine Kg

PERFORMANCE TEST

IGT Carne

Incremento g/d

Taglia

Muscolosità

Arti e Piedi

EILIG *TA

IT021000863337






MORROR

-3 -2 -1 0 1 2 3

64 76 88 100 112 124 136




-3 -2 -1 0 1 2 3








IGT

Stampato il 30-11-2010

RENWART = RENTAR X HORWART

RICKOLA

348

16

13

Valori

1541

8.00

7.00

6.00

Peso Kg 540

Altezza Garrese cm 133

Altezza Sacro cm

138

Circ.Toracica cm

194

Prof.Toracica

72

Pelle Spessore

1.50

Coscia Spirale

.00

GS DIONIS

IT021000793735




HOFER

-3 -2 -1 0 1 2 3

64 76 88 100 112 124 136




-3 -2 -1 0 1 2 3





112

109

106

116

115

D.S.

Stampato il 30-11-2010

1.49

1.48

1.09

0.66

0.46

0.00

IGT

110

110

109

111

111

D.S.

1.49

1.48

1.09

1.00

0.04

0.00


Pezzata Rossa - Tori FA/FN - val. MARZO 2010

REBECHIN

IDA 923 Rk% 99

Nascita

D.1 Pub.

Centro FA

20-10-2009

- -

IT029990026402

Att.% 40

INDICI INTERBULL Latte Grasso Proteine

- - Kg 608 23 18

%

-0.02 -0.05

CR +/- 335 12 10

Mungibilità

90

DIFFICOLTA' PARTO

IGT Carne

111

Taglia

101

Muscolosità

102

Arti e Piedi

108

Mammella

Cellule Somatiche

116

KCas.

It029990026402 ReBecHIn

(Regio*Randy*samuray*faucon)

Un pedigree di tutto rispetto quello di Rebechin.

Il padre Regio, seppur toro non più giovanissimo,

mantiene ancora degli indici di assoluto livello; riproduttore

ancora positivo a latte e grasso migliora la

taglia, muscolosità, ma soprattutto forme e mammella.

Un toro che ha dato origine figli interessanti sia in Italia,

vedi Regolo o Rodrigo, che all’estero, vedi Inder, Ilion,

Imposium. La madre, attualmente alla sesta lattazione,

è una buona lattifera con una miglior performance

che supera i 90 quintali di latte al 3,60% di proteine.

Presenta interparti che mediamente si aggirano intorno

agli 11 mesi, quindi un animale dall’eccellente fertilità.

Una famiglia di vacche dalla buona longevità poiché

la nonna materna ha concluso la carriera dopo 4 lattazioni,

la bisnonna dopo 10 la trisnonna dopo 4.

Eccellente il performance di Rebechin, che ha chiuso

con un incremento medio giornaliero di 1.519 g/d e

una valutazione di 7 per tutti i tre caratteri in esame.

Da evitarne l’impiego sulle figlie di Regio e dei suoi figli

(Regolo, Rodrigo, Inder, Ilion, Imposium, Remigio, Iq,

Irmen) e sui soggetti appartenenti alla linea Ralbo.

B Latt.

STANDARDIZZAZIONE

Latte Kg

Grasso Kg

Proteine Kg

PERFORMANCE TEST

IGT Carne

Incremento g/d

Taglia

Muscolosità

Arti e Piedi

It093990089705) RaImondo

(Rau*Induvi*Horst*Herzog*Winkel)

Rau è uno dei tori più interessanti presenti nel panorama

internazionale. Migliora la produzione di latte ma

soprattutto la conformazione della mammella, obiettivo

di selezione di primaria importanza senza peraltro

pregiudicare la muscolosità. Alle spalle troviamo Induvi

toro che, a distanza di anni, è tuttora positivo a latte,

a titoli e a mammella. La madre di Raimondo, ancora

presente in stalla, attualmente è al quinto parto ed ha

registrato una media produttiva di oltre 85 quintali di

latte al 4,237% di grasso e 3,57% di proteine. Nella

sua miglior lattazione ha sfiorato i 100 quintali di latte.

Buona la fertilità di questo soggetto dato un interparto

medio di poco superiore all’anno. Di ben nove lattazioni

la durata della carriera produttiva della nonna materna,

vacca che ha segnato una performance di ben 10.111

kg di latte al 3,43% di proteine. In questo caso si

tratta di un soggetto molto fertile dato un interparto

medio addirittura inferiore all’anno. Raimondo ha

segnato un incremento medio giornaliero di 1.298

g/d, ed è stato valutato 6 per taglia e forme e 7

per la muscolosità. Da evitarne l’utilizzo su soggetti

appartenenti alla linea Rumba, sulle figlie di Indugust.

REGIO = RENGER X PONIT

DULCOLAX

608

23

18

Valori

1519

7.00

7.00

6.67

Peso Kg 513

Altezza Garrese cm 128

Altezza Sacro cm

133

Circ.Toracica cm

195

Prof.Toracica

72

Pelle Spessore

1.50

Coscia Spirale

.00

RANDY

IT029000019840






SAMURAI

-3 -2 -1 0 1 2 3

64 76 88 100 112 124 136




-3 -2 -1 0 1 2 3





IGT

Stampato il 30-11-2010

111

110

106

113

111

D.S.

0.20

0.22

1.22

1.00

0.04

0.00

It093990089872 gastone

(granado*Regio*eilig*Rumba*zefiro)

Nel pedigree di Gastone troviamo ben 5 padri di

toro a conferma della bontà di questo giovane toro.

Granado è uno dei tori nazionali più interessanti degli

ultimi tempi, mentre Regio, seppur toro non più

giovanissimo, mantiene ancora degli indici di assoluto

livello, come molti sono i suoi figli che hanno avuto

valutazioni positive sia in Italia che all’estero. A ulteriore

conferma della bontà del toro, madre e nonna materna

sono entrambe Rank 99, animali cha hanno saputo

distinguersi in una mandria numerosa. La madre ha

prodotto in prima lattazione oltre i 96 quintali, mentre

alla successiva, distanziata di soli 12 mesi, si sono

superati i 115 quintali di latte. Vacca longeva la nonna

materna, attualmente prossima al quinto parto, ha

avuto una produzione media in carriera di ben 9.756

kg al 3,59% di proteine. Buona la qualità morfologica

delle mammelle della madre e della nonna materna

di Gastone entrambe valutate con il 7. Gastone ha

concluso il performance con una valutazione di 6 in

tutti e tre i tratti oggetto di rilevazione. Da evitarne

l’impiego su soggetti appartenenti alle linee Gardian

e sulle figlie di Regio e dei suoi figli (Regolo, Rodrigo,

Inder, Ilion, Imposium, Remigio, Iq, Irmen etc).

Pezzata Rossa - Tori FA/FN - val. MARZO 2010

RAIMONDO

IDA 1.118 Rk% 99

08-11-2009

- -

IT093990089705

P E Z Z A T A R O S S A 40

P E Z Z A T A R O S S A 41

Nascita

D.1 Pub.

Centro FA

Att.% 36

INDICI INTERBULL Latte Grasso Proteine

- - Kg 637 31 22

%

0.00 0.00

CR +/- 346 13 10

Mungibilità

97

DIFFICOLTA' PARTO

IGT Carne

111

Taglia

102

Muscolosità 95

Arti e Piedi 96

Mammella

Cellule Somatiche

GASTONE

IDA 1.091 Rk% 99

118

Pezzata Rossa - Tori FA/FN - val. MARZO 2010

Nascita

D.1 Pub.

Centro FA

19-11-2009

- -

IT093990089872

INDICI INTERBULL Latte Grasso Proteine

- - Kg 852 28 27

%

0.00 0.00

CR +/- 341 13 10

Mungibilità

105

DIFFICOLTA' PARTO

IGT Carne

107

Taglia

106

Muscolosità 97

Arti e Piedi 99

Mammella

Cellule Somatiche

Att.% 38

111

KCas.

KCas.

B Latt.

B Latt.

STANDARDIZZAZIONE

Latte Kg

Grasso Kg

Proteine Kg

PERFORMANCE TEST

IGT Carne

Incremento g/d

Taglia

Muscolosità

Arti e Piedi

GS RAU = RUMBA X GS MALF

AZ 310

637

31

22

Valori

1298

6.00

7.00

6.00

Peso Kg 475

Altezza Garrese cm 128

Altezza Sacro cm

133

Circ.Toracica cm

193

Prof.Toracica

70

Pelle Spessore

1.00

Coscia Spirale

.00

STANDARDIZZAZIONE

Latte Kg

Grasso Kg

Proteine Kg

PERFORMANCE TEST

IGT Carne

Incremento g/d

Taglia

Muscolosità

Arti e Piedi

INDUVI

AZ 415






HORST

-3 -2 -1 0 1 2 3

64 76 88 100 112 124 136




-3 -2 -1 0 1 2 3



IGT

Stampato il 10-03-2011

GRANADO = GARDIAN X LIHOR

AZ 376

852

28

27

Valori

1154

5.00

6.00

6.00

Peso Kg 454

Altezza Garrese cm 128

Altezza Sacro cm

133

Circ.Toracica cm

192

Prof.Toracica

71

Pelle Spessore

1.00

Coscia Spirale

.00

REGIO

AZ 230

EILIG *TA

-3 -2 -1 0 1 2 3




64 76 88 100 112 124 136




-3 -2 -1 0 1 2 3

Stampato il 10-03-2011

111

111

108

112

113

D.S.

0.00

0.00

0.00

0.00

0.00

0.00

IGT

107

103

102

110

112

D.S.

0.00

0.00

0.00

0.00

0.00

0.00


Pezzata Rossa - Tori FA/FN - val. MARZO 2010

REMO

IDA 1.209 Rk% 99

Nascita

D.1 Pub.

Centro FA

23-12-2009

- -

IT093990096220

Att.% 34

INDICI INTERBULL Latte Grasso Proteine

- - Kg 669 22 25

%

0.00 0.00

CR +/- 352 13 11

Mungibilità

111

DIFFICOLTA' PARTO

IGT Carne

110

Taglia

100

Muscolosità 98

Arti e Piedi

107

Mammella

Cellule Somatiche

114

KCas.

It093990096220 Remo

(Renwart*Waterberg*Jordan*lotarry*zefiro*Blv)

Un pedigree prestigioso quello di Remo, che può contare

addirittura sei padri di toro, a garanzia di un notevole

livello genetico di questo giovane riproduttore, che gli

indici classificano come possibile miglioratore della

produzione di latte sia da un punto di vista quantitativo

che qualitativo, che dovrebbe essere in grado di

migliorare la taglia forme e mammella. Renwart è

un toro tedesco positivo a latte e grasso, in grado di

migliorare muscolosità arti e piedi e mammella.

Le sue figlie presentano una mungibilità superiore alla

media e allo stesso tempo sono resistenti alle mastiti.

La madre attualmente al terzo parto ha prodotto in

prima lattazione circa 75 quintali di latte al 3.67% di

proteine in soli 275 giornate di lattazione. Undici mesi

più tardi ha partorito per la seconda volta chiudendo

la lattazione con oltre 97 quintali di latte al 3,59% di

proteine. Animale interessante anche la nonna materna

che ha chiuso la carriera dopo 5 parti, separati da

intervalli prossimi all’anno, e una miglior performance

che ha superato i 114 quintali al 3,68% di proteine.

Remo ha terminato il performance con un incremento

medio giornaliero di 1.332 g/d, ed è stato valutato

7 per tutti e tre i tratti di interesse. Da evitarne

l’utilizzo sulle figlie di Waterberg e dei suoi figli

(Waldemar, Wowart, Wau, Walem, Washinghton).

B Latt.

STANDARDIZZAZIONE

Latte Kg

Grasso Kg

Proteine Kg

PERFORMANCE TEST

IGT Carne

Incremento g/d

Taglia

Muscolosità

Arti e Piedi

It030990157226 PIeRgIUlIo

(Rau*vanstein*safir*flipper*samurai)

Cinque i padri di toro presenti nel pedigree di Piergiulio; il

padre Rau migliora la produzione di latte, ma soprattutto

trasmette mammelle decisamente sopra la media.

Dietro troviamo Vanstein e Safir, riproduttori che in

Italia, come all’estero, hanno avuto un ampio utilizzo. La

madre di Piergiulio ha partorito a 24 mesi per la prima

volta, prima lattazione chiusa con 74 quintali di latte

al 4,00% di grasso e 3,50% di proteine. Esattamente

un anno dopo ha ripartorito chiudendo la seconda

lattazione con 8.049 kg di latte al 4,34% di grasso e

3,67% di proteine. Una vacca di taglia e muscolosità

nella media, valutata sia negli arti che nella mammella

col punteggio 7. Buon animale anche la nonna materna

con una prima lattazione superiore ai 79 quintali al

3,49% di proteine, ma soprattutto la bisnonna che ha

terminato la propria carriera produttiva dopo 8 lattazioni

con dei picchi produttivi che hanno superato i 100

quintali e interparti sempre inferiori all’anno. Piergiulio

ha terminato il performance con un incremento medio

giornaliero di 1.353 g/d, ed è stato valutato 7 per taglia e

muscolosità e 6 negli arti. Da evitarne l’utilizzo su soggetti

appartenenti alla linea Ralbo, già abbondantemente

presente nel pedigree di questo giovane riproduttore.

RENWART = RENTAR X HORWART

AZ 523

669

22

25

Valori

1332

6.00

7.00

6.00

Peso Kg 502

Altezza Garrese cm 130

Altezza Sacro cm

134

Circ.Toracica cm

186

Prof.Toracica

71

Pelle Spessore

1.00

Coscia Spirale

.00

WATERBERG

IT093000889304






JORDAN

-3 -2 -1 0 1 2 3

64 76 88 100 112 124 136




-3 -2 -1 0 1 2 3


IGT

Stampato il 10-03-2011

110

106

108

114

112

D.S.

0.00

0.00

0.00

0.00

1.00

0.00

It027990054730 mandIngo

(masolino*Weinold*gouncurt*embrun)

Masolino è un toro che ha i suoi anni, ma che ha distanza

di tempo si mantiene nei quartieri alti della classifica

a IDA. Toro che migliora fortemente la produzione di

latte, trasmette taglia, arti, e ottime mammelle dalla

buona velocità di mungitura e dalla notevole resistenza

alle mastiti. La madre di Mandingo attualmente al

quarto parto ad appena 5 anni di età ha prodotto in

prima lattazione quasi 90 quintali di latte al 3,62%

di proteine, performance latte abbondantemente

superata nella lattazione successiva chiusa con oltre

101 quintali di latte. Vacca di notevole longevità sia

la nonna che la bisnonna materna che hanno chiuso

la loro carriera produttiva rispettivamente dopo 6 e

7 lattazioni. Mandingo ha concluso il performance

con un incremento medio giornaliero di 1.212 g/d.

Da non utilizzare sulle figlie di Masolino e sulle

figlie dei numerosi discendenti di Weinold (Westend,

William, Wislo, Toni, Wippo, Weier, Wladimir,

Wegar, Weinart Mister Day, Wegelius, Weirum).

.

Pezzata Rossa - Tori FA/FN - val. MARZO 2010

PIERGIULIO

IDA 1.057 Rk% 99

09-12-2009

- -

IT030990157226

P E Z Z A T A R O S S A 42

P E Z Z A T A R O S S A 43

Nascita

D.1 Pub.

Centro FA

Att.% 35

INDICI INTERBULL Latte Grasso Proteine

- - Kg 486 24 18

%

0.00 0.00

CR +/- 349 13 10

Mungibilità

98

DIFFICOLTA' PARTO

IGT Carne

108

Taglia

103

Muscolosità 97

Arti e Piedi

101

Mammella

Cellule Somatiche

MANDINGO

IDA 1.047 Rk% 99

124

Pezzata Rossa - Tori FA/FN - val. MARZO 2010

Nascita

D.1 Pub.

Centro FA

28-12-2009

- -

IT027990054730

INDICI INTERBULL Latte Grasso Proteine

- - Kg 918 24 31

%

0.00 0.00

CR +/- 338 12 10

Mungibilità

106

DIFFICOLTA' PARTO

IGT Carne

97

Taglia

103

Muscolosità 79

Arti e Piedi

110

Mammella

Cellule Somatiche

Att.% 39

117

KCas.

KCas.

B Latt.

B Latt.

STANDARDIZZAZIONE

Latte Kg

Grasso Kg

Proteine Kg

PERFORMANCE TEST

IGT Carne

Incremento g/d

Taglia

Muscolosità

Arti e Piedi

GS RAU = RUMBA X GS MALF

422

486

24

18

Valori

1353

6.00

6.00

6.00

Peso Kg 526

Altezza Garrese cm 129

Altezza Sacro cm

133

Circ.Toracica cm

197

Prof.Toracica

74

Pelle Spessore

1.00

Coscia Spirale

.00

STANDARDIZZAZIONE

Latte Kg

Grasso Kg

Proteine Kg

PERFORMANCE TEST

IGT Carne

Incremento g/d

Taglia

Muscolosità

Arti e Piedi

VANSTEIN



AZ 366




SAFIR

-3 -2 -1 0 1 2 3

64 76 88 100 112 124 136




-3 -2 -1 0 1 2 3





IGT

Stampato il 10-03-2011

MASOLINO = EZOZO X BOIS LE VIN

AUSTRIA

918

24

31

Valori

1212

5.00

6.00

5.00

Peso Kg 464

Altezza Garrese cm 127

Altezza Sacro cm

132

Circ.Toracica cm

185

Prof.Toracica

69

Pelle Spessore

1.00

Coscia Spirale

.00

WEINOLD

IT027000010032

GONCOURT

-3 -2 -1 0 1 2 3






64 76 88 100 112 124 136


-3 -2 -1 0 1 2 3

108

113

112

103

105

D.S.

Stampato il 10-03-2011

0.00

0.00

1.00

1.00

0.00

0.00

IGT

97

96

106

93

104

D.S.

0.00

0.00

0.00

0.00

0.00

0.00


Pezzata Rossa - Tori FA/FN - val. MARZO 2010

INTREPIDO

IDA 849 Rk% 98

Nascita

D.1 Pub.

Centro FA

05-12-2009

- -

IT030990164238

Att.% 34

INDICI INTERBULL Latte Grasso Proteine

- - Kg 534 24 17

%

0.00 0.00

CR +/- 352 13 11

Mungibilità

105

DIFFICOLTA' PARTO

IGT Carne

107

Taglia 96

Muscolosità 97

Arti e Piedi

101

Mammella

Cellule Somatiche

113

KCas.

It030990164238 IntRePIdo

(Inder*eilig*lotarry)

Inder è uno dei tori esteri più interessanti degli ultimi

tempi, migliora la produzione di latte, la forma delle

mammelle oltre che la mungibilità. Eilig, anni orsono,

è stato uno dei tori maggiormente impiegati a livello

europeo, Italia compresa. La madre attualmente al

terzo parto, ha registrato una miglior lattazione che

ha superato i 97 quintali, al 4,45% di grasso e 3,44% di

proteine. Esce da una famiglia di vacche longeve poiché

la nonna materna ha concluso la propria carriera al

sesto parto, mentre la bisnonna al quinto parto, nonna

che ha segnato una miglior performance di oltre 95

quintali al 4,61% di grasso e 3,47%. Durante la prova

di performance ha registrato un incremento medio di

1.293 g/d ed è stato valutato 6 nella taglia e 7 nella

muscolosità. Da evitarne l’impiego sulle figlie di Inder, sui

soggetti che hanno nel proprio pedigree Regio (figlie dei

tori Regolo, Rodrigo, Remigio, Recanati, Imposium, IQ).

B Latt.

STANDARDIZZAZIONE

Latte Kg

Grasso Kg

Proteine Kg

PERFORMANCE TEST

IGT Carne

Incremento g/d

Taglia

Muscolosità

Arti e Piedi

It093990078079 HeRnanes

(Hutmann*dionis*Bobdylan*zitat)

Hutmann è uno dei tori più interessanti presenti sul

panorama internazionale, riproduttore che ha già

un significativo numero di figlie in Italia che hanno

confermato quanto ci si aspettava da lui. Migliora la

taglia, è positivo a muscolosità e forme, trasmette

mammelle di qualità dalla notevole facilità di mungitura.

Interessante la parte femminile del pedigree di questo

giovane toro. La madre, Rank 99, ha prodotto in prima

lattazione, a 2 anni di età, oltre 78 quintali al 3,62%

di proteine, performance che sono successivamente

incrementate a 95 e 103 quintali rispettivamente in

seconda e terza lattazione. Attualmente è al quarto

parto. Vacca produttiva e longeva la nonna materna che

ha chiuso la sua carriera dopo 7 lattazioni all’attivo e

una produzione in carriera di oltre 706 quintali di latte al

3,61% di proteine. Hernanes ha concluso il performance

test con una valutazione di 7 per taglia e muscolosità

e un accrescimento medio giornaliero di 1.405 g/d.

Da non utilizzare sulle figlie di Hutmann e sulle figlie di

Dionis oltre che dei suoi figli (Domingo, Dj, Diadora).

INDER = REGIO X DIRTECK

AZ 89

534

24

17

Valori

1293

6.00

6.00

5.00

Peso Kg 514

Altezza Garrese cm 128

Altezza Sacro cm

132

Circ.Toracica cm

192

Prof.Toracica

71

Pelle Spessore

1.00

Coscia Spirale

.00

EILIG *TA

IT030000477281






LOTARRY

-3 -2 -1 0 1 2 3

64 76 88 100 112 124 136



-3 -2 -1 0 1 2 3

IGT

Stampato il 10-03-2011

107

103

100

112

113

D.S.

0.00

0.00

0.00

0.00

0.00

0.00

Mangimi Blasizza

Linea completa

di alimenti

per i bovini.

Binomio vincente

• Economicità della razione

• Formule personalizzate

34070 Farra d’Isonzo (GO)

Via dei Campi, 13

Tel. 0481.888028

Fax 0481.888596

Pezzata Rossa - Tori FA/FN - val. MARZO 2010

HERNANES

IDA 957 Rk% 99

01-07-2009

- -

IT093990078079

P E Z Z A T A R O S S A 44

P E Z Z A T A R O S S A 45

Nascita

D.1 Pub.

Centro FA

Att.% 37

INDICI INTERBULL Latte Grasso Proteine

- - Kg 633 17 23

%

-0.12 0.01

CR +/- 344 13 10

Mungibilità

115

DIFFICOLTA' PARTO

IGT Carne

101

Taglia

106

Muscolosità

102

Arti e Piedi

103

Mammella

Cellule Somatiche

113

KCas.

B Latt.

STANDARDIZZAZIONE

Latte Kg

Grasso Kg

Proteine Kg

PERFORMANCE TEST

IGT Carne

Incremento g/d

Taglia

Muscolosità

Arti e Piedi

HUTMANN = HUTNER X HODACH

AZ 290

633

17

23

1405

6.67

6.67

5.33

Peso Kg 0

Altezza Garrese cm 130

Altezza Sacro cm

135

Circ.Toracica cm

191

Prof.Toracica

71

Pelle Spessore

1.50

Coscia Spirale

.00

GS DIONIS


IT093000700481





BOB DYLAN

-3 -2 -1 0 1 2 3

64 76 88 100 112 124 136




-3 -2 -1 0 1 2 3





IGT

Stampato il 30-11-2010

torelli di alto valore riproduttivo

in vendita al centro genetico

Al Centro Genetico della Pezzata Rossa Italiana sono

in vendita, durante tuttoi il periodo dell’anno, torelli

di 13/14 mesi, figli delle migliori bovine della razza e

dei migliori riproduttori europei, nati dagli accoppiamenti

programmati. Solo chi supera il performancetest

può essere venduto, mentre una severa selezione

destina al macello il 50% dei torelli presenti.

Tutti i soggetti del Centro Genetico sono testati per

certificare l’esatta paternità e maternità

Massima

sicurezza

sanitaria!

Indenni da TBC, BRC, IBR, Leucosi, Tricomoniasi.

Per chi fosse interessato all’acquisto

contattare A.N.A.P.R.I. (Udine) tel. 0432 224111

Valori

101

99

102

103

95

D.S.

0.49

0.53

-0.09

0.22

-0.18

0.00


allevatore, prenota

la tua insegna!!!

modUlo dI PRenotazIone "Insegna azIendale"

Il sottoscritto................................................ nella sua veste di...................................

dell’Allevamento.........................................................................................................

con sede in Via..........................................................................................................

Città............................................................ CAP............................ Prov...................

Codice Fiscale.............................................. Partita IVA.............................................

Con la presente prenota n. 01 insegna aziendale con:

impianto a bandiera impianto a terra

impianto a stendardo pannello senza supporto

Il costo dell’insegna con supporrto è di Euro 165,00 IVA esclusa. Il costo del solo pannello, senza

supporto, è di Euro 95,00, sempre IVA esclusa.

A tale scopo versa un acconto di Euro 50,00 (Euro Cinquanta/00) e il saldo sarà a consegna

effettuata con emissione della relativa fattura. A retro caratteristiche e dimensioni dell’insegna.

Data ...................................................... TIMBRO E FIRMA PER ACCETTAZIONE

...........................................................

GARANZIA DI RISERVATEZZA: In conformità alla legge 675/96 sulla tutela dei dati personali, l’Associazione garantisce

la massima riservatezza dei dati forniti; inoltre è possibile gratuitamente richiedere la cancellazione scrivendo alla

Direzione - A.N.A.P.R.I. - Via Ippolito Nievo, 19 - 33100 UDINE (UD). Le informazioni custodite nel nostro archivio

elettronico verranno utilizzate al solo scopo di garantire il servizio qui descritto in modo funzionale e conforme alle

aspettative del richiedente il servizio stesso.

Scrivere l’esatta dicitura che si vuole apporre sull’insegna:

.................................................................................................................................

.................................................................................................................................

.................................................................................................................................

(Per informazioni contattare il p.a. Loris Zanello)

NOTE TECNICHE:

- Dimensioni: Larghezza cm 75

Altezza cm 65

- Pannello in alluminio

- Immagine serigrafata

- Supporti in tubolare zincato sovraverniciato

con vernice a due componenti

- Testo personalizzato con intestazione

Aziendale a carattere standardizzato

Spazio riservato all’intestazione aziendale

P E Z Z A T A R O S S A 46

P E Z Z A T A R O S S A 47

Impianto a bandiera

Impianto a stendardo

Impianto a terra

ASSOCIAZIONE NAZIONALE ALLEVATORI

BOVINI DI RAZZA PEZZATA ROSSA ITALIANA

www.anapri.it

e-mail: anapri@anapri.it

Via Ippolito Nievo, 19 - 33100 UDINE

Tel. 0432.224111

(Ente Morale D.P.R. n. 147 del 12-2-1964)

Codice fiscale 80009310303


I.P.

More magazines by this user
Similar magazines