pdf 18834 KB - FSNews

fsnews.it

pdf 18834 KB - FSNews

FRECCIAROSSA A/R + BIGLIETTO

5 FEBBRAIO

ITALIA vs IRLANDA

PARTENZE PER ROMA DA: MESTRE > PADOVA > MILANO > PIACE


www.trenidelrugby.it

PARTITA A SOLI 99€

26 FEBBRAIO

ITALIA vs GALLES

12 MARZO

ITALIA vs FRANCIA

BIGLIETTI IN VENDITA SU

NZA > PARMA > REGGIO EMILIA > MODENA > BOLOGNA


Vivere sicuri non è solo un desiderio.

È un diritto.

Noi di Finmeccanica crediamo che vivere liberi da ogni pericolo sia un diritto di

tutti. Ecco perché oltre 75.000 persone del nostro Gruppo lavorano ogni giorno in

tutto il mondo per realizzare i migliori sistemi di sicurezza. Grazie ad una filosofia

improntata a partnership durature e un’incessante ricerca nell’alta tecnologia,

progettiamo e costruiamo aerei, elicotteri e sistemi integrati capaci di proteggere

le reti di trasporto, le infrastrutture, i confini nazionali terrestri e marini e la vita

di tutti i giorni. Che tu sia un pilota o un passeggero, un militare o un civile, la

tua sicurezza è il nostro obiettivo. Perché oggi un mondo più sicuro è possibile.

Towards a Safer World


Et Veolia!

di Federico Fabretti

Anno nuovo, mercato nuovo, dopo la Germania arriva la Francia. Il 2011 non poteva iniziare

meglio per il Gruppo Ferrovie dello Stato, che da qualche settimana è azionista al 50% di

una nuova società insieme con Veolia Transport Rail, presente in 28 Paesi con oltre 77mila

dipendenti, un vero colosso ferroviario. Un altro colpo messo a segno da FS ad appena un

mese di distanza dall’acquisizione di Arriva Deutschland, il secondo operatore ferroviario

privato tedesco per il trasporto regionale. Nasce quindi un nuovo player, pronto a competere

sui mercati europei nel settore Alta Velocità e in quello dei servizi passeggeri di lunga distanza,

internazionali e regionali. Si parte subito, con la partecipazione alle gare in Inghilterra

per i collegamenti Intercity West Coast e per quelli regionali e Intercity in Greater Anglia

per un valore complessivo di 1,5 miliardi di Euro.

Entro l’anno saranno attivati i collegamenti notturni sulle rotte Parigi-Venezia e Parigi-Roma,

mentre si studia l’operatività sulle linee Torino-Lione, Parigi-Bruxelles e Parigi-Milano

ad Alta Velocità.

Ma non cessano le promozioni. Tutt’altro. Con la nuova offerta MINI sconti fino al 60% per

viaggiare sia in prima che seconda classe in AV e sui treni a media e lunga percorrenza. E in

più Internet gratis sul Frecciarossa fino al 28 febbraio. Promette bene il 2011, con un pieno

di offerte e servizi dedicati agli amici del treno, 20 milioni lo scorso anno su Frecciarossa

e Frecciargento.

ET VEOLIA!

BEN VENUTI A BORDO

New year, new market, with France hot on the heels of Germany. 2011 couldn’t have begun

better for Ferrovie dello Stato Group, which a few weeks ago became a 50% shareholder of

a new company in partnership with Veolia Transport Rail, present in 28 countries with more

than 77,000 employees – a real railway giant. Another bull’s-eye by FS just one month after the

acquisition of Arriva Deutschland, the second most important private regional transport operator

in Germany. So, a new player is here, ready to compete on the European markets in the High

Speed sector and in long-distance, international and regional passenger services.

We’re off straight away, participating in the public tenders in England for the

Intercity West Coast connections as well as the regional and Intercity

connections in Greater Anglia worth a total of 1.5 billion Euro.

The Paris-Venice and Paris-Rome night-time services

will be running within the year and feasibility

studies are underway on the Turin-Lyon,

Paris-Brussels and Paris-Milan

High Speed lines.

But the promotions don’t end

there. Anything but. With the new

MINI offer, discounts of up to 60%

for first and second class travel

on HS and on medium and long

distance trains. And Internet is

free on the Frecciarossa until 28

February. 2011 is looking good,

with plenty of offers and services

dedicated to friends of trains – 20

millions last year on Frecciarossa

and Frecciargento.

FEB2011 7


Accedere ai posti più esclusivi

del nuovo stadio della Juventus

costa meno di quello che pensi.

Una lounge

esclusiva,

con bevande

e fi nger food

Comode

poltrone

imbottite

Eccellente

visuale

del campo

Tutte le

partite

casalinghe

dal tuo posto

Ambiente

moderno

ed unico a tua

disposizione

Ingresso

privilegiato

allo stadio

Il Club Omar Sivori ti permette, con soli 2.500€ (equivalenti a 100€ a partita nel caso

di 25 incontri casalinghi in una stagione), di seguire la Juventus nel nuovo stadio,

un’esperienza unica mai vissuta prima in uno stadio italiano.

Affrettati, solo il 30% dei posti Juventus Premium Club

per la stagione 2011/2012 è ancora disponibile.

Per informazioni, chiama il numero 011 6563701,

vieni a trovarci direttamente a Torino in Galleria

San Federico 38 o lascia i tuoi riferimenti nell’area

contatti su www.juventuspremiumclub.com.


G usto

ashion F conomia E ‘autore D hi

B acheca

C

genda

14 A

19

24

28

33

37

41

IL MENSILE

PER I VIAGGIATORI

DI FERROVIE DELLO STATO

ANNO III

NUMERO 2

FEBBRAIO 2011

44 Dietro la maschera

Spettacolo a Venezia dal 19 febbraio all’8 marzo

con i più bei costumi ispirati all’Ottocento

e alla commedia dell’arte.

In viaggio con la tradizione scherzosa italiana,

da Viareggio a Roma, dal Friuli alla Sicilia.

54 Vulcanica Italia

Le nuove mappe di pericolosità nel Belpaese.

Da Vulcano al Vesuvio, cosa bolle in pentola

e sotto i piedi di milioni di persone.

65 Milano Prêt-à-porter

“Fashion talent scout” a Fieramilanocity

dal 25 al 28 febbraio. Largo alla creatività under 30

nelle collezioni autunno/inverno 2011-2012.

79

SOMMARIO

In questo numero

67 Sanremo talent

Sessant’anni dopo Grazie dei fior,

la new reality generation infiamma il Teatro Ariston.

Parola di Valerio Scanu, vincitore dell’edizione 2010.

Mauro Mazza racconta il Festival italiano.

75 Piano solo

Con amore, passione e un pizzico di (sana)

megalomania, l’Alien World Tour di Giovanni Allevi

mette a segno 5 premières mondiali e 19 tappe italiane.

79 Rugbista gentiluomo

Parte il 4 febbraio a bordo del Frecciarossa

l’edizione 2011 del 6 Nazioni.

Faccia a faccia con Marco e Mirco Bergamasco,

punte di diamante degli Azzurri e nuovi idoli da calendario.

85 Mezzo secolo di mezzibusti

Cinquant’anni di figurine Panini: lo Stivale raccontato

dai volti e dalle maglie dei Calciatori.

88 L’Italia s’è desta

Il secondo dopoguerra raccontato dai maestri.

A Ravenna, gli anni più vivaci del Novecento

nello sguardo di De Chirico, Guttuso, Fontana e Burri.

97 Web in Love

Nell’era di Internet, ciò che resta del sentimento

più antico del mondo e della festa che emoziona

da secoli (quasi) tutti gli innamorati.

103 1, X, 2?

Dopo Maschi contro Femmine, nelle sale dal 4 febbraio,

Femmine contro Maschi, il sequel diretto

da Fausto Brizzi. In attesa dello spareggio.

121

Appuntamenti, living, design, oroscopo e fumetto.

FEB2011 9


Accordo FS-Veolia

per competere

in Europa

Dalla partnership alla pari tra

FS e Veolia Transport Rail nasce

una nuova compagnia ferroviaria

europea. Per competere

nel settore Alta Velocità

e in quello dei servizi passeggeri

di lunga distanza, internazionali

e regionali. Entro fine

anno, collegamenti notturni

Parigi-Venezia e Parigi-Roma.

Allo studio nuovi servizi Torino-

Lione, Parigi-Bruxelles e Parigi-Milano

AV. Sarà Internet il

canale di vendita privilegiato

dalla società.

10 FEB2011

109

FSNews Radio

va a Sanremo

La web radio di Ferrovie dello

Stato arriva a Sanremo per

seguire da vicino la 61esima

edizione del Festival canoro

più amato d’Italia. A tu per tu

con Gianni Morandi, Elisabetta

Canalis, Belen Rodriguez e

le “Iene” Luca e Paolo. E poi

interviste ai Big e alle Nuove

Proposte: Patty Pravo, Anna

Tatangelo, Giusy Ferreri, Nathalie,

Emma, La Crus e tanti

altri. Canzoni storiche e nuovi

brani direttamente dal palco

dell’Ariston.

109 117

IL MENSILE PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO

ANNO III - NUMERO 2 - FEBBRAIO 2011

Foto e illustrazioni per questo numero

Alfio Amantia, Archivio fotografico Ferrovie dello Stato,

Rosario Cutuli, Dallaltostudio, Filmauro/Tullio Deorsola,

Dreamstime, Fotolia, iStockPhoto, Paolo Gepri, Richard Haughton,

Maria Marin, Andrea Samaritani, Gianluca Sarago, Studioesse

Per le immagini pubblicate si resta a disposizione

degli aventi diritto che non si siano potuti reperire.

Errata corrige

Sul sito web fsnews.it, nello spazio dedicato a La Freccia, si possono

consultare le ricette della Zuppa di lupini e del Tacchino al vapore,

pubblicate non correttamente a pag. 42 del numero di gennaio.

A pag. 56 del numero di gennaio, il riferimento corretto

a Dino De Laurentiis e Mario Monicelli è «due grandi del cinema».

EDITORE

Direzione Centrale Relazioni con i Media

e Redazione di Gruppo

Piazza della Croce Rossa, 1 - 00161 Roma

Tel. 06 44105355

www.ferroviedellostato.it

Direttore Responsabile Federico Fabretti

Capo Redattore Claudia Frattini

In Redazione Silvia Del Vecchio, Luigi Cipriani

Segreteria di Redazione Francesca Ventre

Photo Editor Vincenzo Tafuri

Contatti di Redazione Tel. 06 44105298

lafreccia@ferroviedellostato.it

Hanno collaborato a questo numero

Gaspare Baglio, Gian Paolo Collacciani, Federica Demaria,

Stefano Ebner, Emanuele Enria, Francesco Grillini,

Cecilia Morrico, Giuliano Papalini, Betti Puoti, Giuseppe Senese,

Antonio Stanga, Antonio Terlizzi, Lorenzo Terranera,

Antonino Traina, Ferruccio E. Venturoli, Gianfranco Vissani

REALIZZAZIONE E PROGETTO GRAFICO

Via A. Gramsci, 19 - 81031 Aversa (CE)

Tel. 081 8906734 - info@graficanappa.com

Coordinamento Tecnico Antonio Nappa

Coordinamento Grafico Massimiliano Santoli

Traduzioni Asap Srl

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ

Via Melzi d’Eril, 29 | 20154 Milano

Tel. 02 76318838 | Fax 02 33601695

info@emotionaladv.it | www.emotionaladv.it

Responsabile di testata Raffaella Romanenghi

Segreteria di direzione Emanuela Bottanelli

Gestione materiali Selene Merati

selenemerati@emotionaladv.it


GFCAssociati

infoline +39 0804858305

www.berwich.com


FRECCIA

CO VER

LA NUOVA DANZA È A ROMA

di Emanuele Enria

February characterised by dance. The Auditorium Parco della Musica in Rome forms the

backdrop for the seventh Equilibrio – Festival della nuova danza, the modern dance festival

whose artistic direction is in the hands of the Belgian-Moroccan choreographer Sidi

Larbi Cherkaoui. The main contemporary currents will be staged, in an explosive blend of

traditions and cultures. From the historical figures of dance to young, up-and-coming artists

who reinterpret movement. On the borderline between circus and theatre.

Febbraio a passo di note.

L’Auditorium Parco della

Musica di Roma fa da

scenario alla settima edizione di

Equilibrio – Festival della nuova

danza, con la direzione artistica

del coreografo belga-marocchino

Sidi Larbi Cherkaoui.

In cartellone le principali correnti

contemporanee, in una miscela

eclettica di tradizioni e culture.

Dalle figure più affermate a livello

internazionale ai giovani artisti

che si muovono in territori di confine

tra danza, circo e teatro.

A inaugurare la kermesse, il 2 e

3 febbraio, Play di Cherkaoui,

un intreccio di linguaggi gestuali

insieme all’incantevole ballerina

indiana Shantala Shivalingappa.

Humour circense e musiche

folcloristiche, domenica 6, con

Journey Home del collettivo Les

SlovaKs, seguito dalla tragicomica

Transaquania - Into Thin Air

firmata dalla finlandese Iceland

Dance Company. Akram Khan

porta sul palco la tradizione Sufi,

venerdì 11 e sabato 12, con lo

spettacolo Vertical Road, una meditazione

in danza per elevare il

corpo verso archetipi celesti.

Insolito il connubio tra le coreografie

dell’argentina Lisi Estaras e

il teatro danza dei belgi Les Ballet

C de la B, all’Auditorium l’8 e

il 9 con Primero – Erscht. Dedicato

alle prime volte che restano

impresse, mette in scena quei

momenti che segnano ricordi ed

emozioni. Il 18 e 19 con En Atendant

un tuffo nell’ars subtilior del

XIV secolo: Anne Teresa De Keersmaeker

costruisce un affresco

medievale in musica, quasi

una metafora del mondo attuale.

Viaggio tra Oriente e Occidente,

martedì 22, con il Jin Xing Dance

Theatre in Shanghai Beauty,

mentre i Peeping Tom raccontano

le solitudini dell’individuo attraverso

visioni oniriche e paesaggi gelidi

(26 e 27 febbraio).

All’interno del Festival, il consueto

appuntamento con il Premio

Equilibrio Roma per la danza

contemporanea, giunto alla quarta

edizione e dedicato agli italiani

emergenti.

[www.auditorium.com]

FEB2011 13


FIRENZE//24>27 FEB 2011

Il futuro della danza

A genda

Un festival imperdibile per chi ama la danza.

Alla Fortezza da Basso di Firenze, dal 24

al 27 febbraio, 65mila metri quadri, 5 palchi

e 3 piste per centinaia di eventi, spettacoli,

lezioni con maestri internazionali, gare di

ballo, campionati e incontri con ospiti famosi.

In più, un’intera area dedicata al pilates e

una zona riservata a casting e audizioni per

teatri e compagnie di tutto il mondo.

For dance enthusiasts, a must-attend festival at

Fortezza da Basso in Florence: 65 thousand square

metres, 5 stages and 3 dance floors. From 24th to

27th February, hundreds of events, shows, lessons

with international teachers, dance competitions,

championships, casting and auditions.

[www.danzainfiera.it]

FIRENZE E ROMA//4 FEB>2 APR 2011

La forza delle fiabe

Una fantasy land contro l’assenza di sogni

e valori. Come un sussurro dolce e persuasivo

prima della buonanotte, la compagnia

di Stefano Ricci e Gianni Forte utilizza la fiaba

per abbattere le frustrazioni quotidiane.

Grimmless è al Teatro della Limonaia di Sesto

Fiorentino dal 4 al 6 febbraio, e al Teatro

India di Roma dal 29 marzo al 2 aprile.

A fantasy land against the lack of values, the

strength of fairytales to conquer everyday

frustrations. Grimmless by Stefano Ricci

and Gianni Forte is performing at the

Limonaia theatre in Sesto Fiorentino from

4th to 6th February and at the India theatre in

Rome from 29th March to 2nd April.

[www.ricciforte.com]

ROMA//FINO AL 20 MAR 2011

Plus Ultra

Al MACRO Testaccio di Roma una selezione

prestigiosa di opere della Collezione Sandretto

Re Rebaudengo. Plus Ultra dà voce

a 38 artisti che hanno tracciato la storia

dell’arte contemporanea. Dalla pittura alla

scultura, dalla fotografia alle installazioni,

un percorso tra Thomas Demand, Damien

Hirst, Sarah Lucas, Diego Perrone, Patrick

Tuttofuoco e tanti altri.

At the MACRO Testaccio in Rome, until

20th ROMA//FINO AL 20 MAR 2011 LUCCA//12 FEB>15 MAG 2011

Irriverente Dubuffet

Al Lucca Center of Contemporary Art una

mostra ripercorre il legame tra Jean Dubuffet

e l’Italia. Oltre 60 opere, molte inedite,

mettono in luce il pensiero di un artista

che ha sovvertito il linguaggio del

Novecento. Irriverente e anticonvenzionale,

irritante e geniale, libero da ogni schema

prestabilito, il pittore francese esprime

l’indole selvaggia della natura umana.

At the Lucca Center of Contemporary Art, from

March, a prestigious selection of 12

works from the Sandretto Re Rebaudengo

collection. Plus Ultra presents the works of

38 artists who have marked out the story of

contemporary art.

[www.macro.roma.museum]

th February to 15th May, an exhibition that

covers Jean Dubuffet’s artistic history in Italy.

More than 60 works, many unseen, highlight

the thought of an unconventional artist who has

subverted the 20th century language.

[www.luccamuseum.com]

14 FEB2011

ITALIA//4 FEB>8 MAG 2011

Don Chisciotte in tour

Roberto Herlitzka è Don Chisciotte, Lello

Arena lo scudiero Salvo Panza, protagonisti

della pièce teatrale rivisitata da Ruggero

Cappuccio e diretta da Nadia Baldi.

La tournée parte il 4 febbraio da Città di

Castello per attraversare lo Stivale: 70 repliche

in 3 mesi, da Assisi (15 febbraio)

a Olbia (24 febbraio), da Napoli (10-13

marzo) a Moncalieri (26 marzo).

Roberto Herlitzka is Don Quixote, Lello Arena is

his squire, Salvo Panza. They are the stars of the

play revised by Ruggero Cappuccio and directed

by Nadia Baldi The tour starts on 4th February in

Città di Castello and will be travelling along the

Italian peninsula until 8th May.

[www.teatrosegreto.it]

MILANO//10 FEB>22 MAG 2011

Le Teste di Arcimboldo

I capolavori di Arcimboldo (catalogo Skira)

al Palazzo Reale di Milano dal 10 febbraio

al 22 maggio. L’artista celebrato nelle principali

corti europee del Cinquecento torna

nella sua città natale con i rinomati disegni

naturalistici copiati in tutto il mondo, le celeberrime

Teste composte e i costumi delle

feste asburgiche, le “bizzarrie” e le nature

morte riprese da Caravaggio.

Arcimboldo’s masterpieces on show at Palazzo

Reale in Milan, from 10th February to 22nd May.

The artist, renowned in the most important

European courts of the 16th century, is back

in his hometown with his famous Heads,

composed of still life drawings and costumes.

[www.mostrarcimboldo.it]


BOLOGNA//FINO AL 27 FEB 2011

La tentazione del colore

Visioni, inquietudini e sentimenti alla

Fondazione del Monte di Bologna fino

a domenica 27. Una selezione di opere

dell’ultimo decennio di attività di Sergio

Romiti: 50 dipinti, con acrilici su tela e

tempera su carta, testimoniano la fase finale

della ricerca espressiva dell’artista

bolognese. Dal rigore formale all’energia

del gesto fino all’intensa sensibilità affidata

al colore.

50 of Sergio Romiti’s paintings from his last

decade of work displayed at Fondazione del

Monte in Bologna until 27th February. In these

works, the Bologna-based artist expresses visions,

apprehension and sentiments through colour.

[www.fondazionedelmonte.it]

ITALIA//17 FEB>6 MAR 2011

Divino Tango

L’eleganza del tango argentino traspone

la passione in spettacolo raccontando

Buenos Aires. Divino Tango – Pasion

del sér urbano, con Adrián Aragon, Erica

Baglio e Pasiones Company, è al Teatro

Corso di Mestre il 17 febbraio, al Colosseo

di Torino il 23, al Politeama di Genova

venerdì 25 e sabato 26 e al Teatro della

Luna di Milano dal 3 al 6 marzo.

Divino Tango – Pasion del sér urbano, with Adrián

Aragon, Erica Boaglio and Pasiones Company,

turns passion into a show, all about Buenos Aires.

In Mestre on 17th February, in Turin on Wednesday

23rd , in Genoa Friday 25th and Saturday 26th , and

in Milan from 3rd to 6th March.

[www.ticketone.it]

ROMA//FINO AL 13 MAR 2011

Crhomo Sapiens

Quarant’anni di Pablo Echaurren in 200

opere a Palazzo Cipolla di Roma. Dalle

tele inedite dedicate alla Capitale fino ai

collage futuristi, passando per le ceramiche,

i lavori grafici e le illustrazioni. Con

un focus sugli esordi artistici ispirati alla

ricerca delle origini dell’umanità. Una panoramica

completa su un artista d’avanguardia

del villaggio globale.

Forty years of Pablo Echaurren in 200 works, at

Palazzo Cipolla in Rome until 13th March. From

the brand new canvases dedicated to Italy’s

capital to the futuristic collage, passing through

ceramics, graphic work and illustrations.

[www.fondazioneromamuseo.it]

ROMA//5 FEB 2011

Campioni sul ghiaccio

Le stelle del pattinaggio artistico internazionale

insieme al Palalottomatica di Roma. Per una

serata unica, sabato 5 febbraio, che unisce

la danza sul ghiaccio alla musica live. Protagonisti

del Golden Celebrities on Ice campioni

olimpionici e mondiali come Evan Lysacek,

Sasha Cohen e Carolina Kostner, accompagnati

dalle voci di Max Gazzè, Francesco Renga

e Matia Bazar.

International figure skating stars including Evan

Lysacek, Sasha Cohen and Carolina Kostner,

together at the Palalottomatica in Rome for

Golden Celebrities on Ice. A single evening,

Saturday 5th February, which combines figure

skating on ice with live music.

[www.goldencelebritiesonice.com]

FORLÌ//FINO AL 12 GIU 2011

L’umana bellezza

Tra Piero della Francesca e Raffello c’è Melozzo

da Forlì. Ai Musei San Domenico fino

al 12 giugno, una rassegna completa sul

maestro forlivese che ha influenzato l’intero

Rinascimento, con quasi tutte le opere

“mobili” dell’artista. Accanto ai capolavori

di Melozzo, pezzi unici di Mantegna, Bramante,

Berruguete, Perugino, Piero della

Francesca e Raffaello.

Between Piero della Francesca and Raffello

there is Melozzo da Forlì. At the San Domenico

Museum until 12th June, a complete exhibition

about the maestro from Forli whose influence

was felt throughout the Renaissance. Almost all

of the painter’s “mobile” works are on exhibition.

[www.mostramelozzo.com]

SOLIDARIETÀ

Villaggio solidale

LUCCA//17>20 FEB 2011

In occasione dell’Anno Europeo del

Volontariato, apre i battenti il Villaggio

Solidale, a Lucca dal 17 al

20 febbraio. Al centro del dibattito,

servizi e progetti per lo sviluppo

e l’uguaglianza economica e sociale

del Belpaese. In calendario convegni,

seminari, workshop e laboratori

finalizzati a promuovere spazi e

opportunità per le fasce più deboli

e svantaggiate. Al quartiere fieristico

le principali organizzazioni del terzo

settore accanto a pubbliche amministrazioni,

aziende e fondazioni impegnate

nel sociale.

The doors of the Villaggio Solidale open

for the European Year of Volunteering

in the Lucca exhibition district from

17th to 20th February. The programme

includes conventions, workshops and

laboratories to promote services and

projects for the weaker and more

disadvantaged brackets.

[www.villaggiosolidale.com]

FEB2011 15


A genda

Il clown dei clown

Ha un nome esotico e passaporto

italiano, ma la sua casa è ovunque.

David Larible, il pagliaccio più applaudito

del mondo, sbarca al Teatro

Vittoria di Roma dall’8 al 27 febbraio

per la prima nazionale dello

spettacolo Il clown dei clown. Un

the best of dei numeri che lo hanno

reso famoso nei più grandi teatri

internazionali, a partire dal Madison

Square Garden di New York.

Un po’ Charlie Chaplin, un po’

semplicemente se stesso, Larible

è un artista planetario capace

di riunire 120mila spettatori in

un solo weekend. Clown d’Oro già

nel 1999 al Festival di Montecarlo,

Il teatro volante

Da Livorno a Torino, passando per Genova e Bologna. Quattro città in un

mese, dal 12 febbraio al 13 marzo. Mozzafiato la tournée dei Sonics, compagnia

di acrobati volanti. Dopo la cerimonia di chiusura dei Giochi Olimpici

Invernali Torino 2006, torna in Italia con lo spettacolo Meraviglia: danza,

acrobazie aeree e scenografie che hanno colorato d’emozione i teatri di

tutto il mondo. Un’occasione da prendere al volo.

From Livorno to Turin, via Genoa and Bologna. Four cities in one month, from

12th February to 13th March. A breathtaking tour by the Sonics, a troupe of

flying acrobats, in Italian theatres with their show Meraviglia.

[www.sonics.it]

16 FEB2011

è un giocoliere d’emozioni che affascina

e commuove mescolando

con fantasia danza e opera lirica.

Di famiglia circense da sette generazioni,

cresciuto accanto ai grandi

Charlie Rivel e Oleg Popov, rinnova

continuamente il suo repertorio

per raccontare la vita con una leggerezza

mai banale.

Trucco soft e naso rosso, interpreta

un maldestro inserviente di teatro

che si confronta con un elegante

pagliaccio bianco in un esilarante

exploit di gag musicali. Comico,

stralunato, malinconico e misterioso.

Un uomo qualunque, con l’anima

del clown.

[www.davidlarible.it]

David

Larible

di Federica Demaria

David Larible, the most applauded clown in the world,

alights in Rome’s Teatro Vittoria from 8 th to 27 th February

for the Italian premiere of his show The clown of clowns.

A the best of that includes the skits that made him famous

in leading international theatres. David comes from

seven generations of circus performers and grew up

alongside the greats, Charlie Rivel and Oleg Popov; he

constantly renews his classic clown acts and tells the story

of life always with unpredictable lightness.


CINEMA//1

Biutiful

Regia: Alejandro González Iñárritu

Uxbal (Javier Bardem) lavora come manovale

e ha due figli per i quali desidera

un futuro migliore. Ha il cancro e gli resta

poco da vivere. Un eroe tragico in lotta

contro le avversità della vita, pronto a

sentire e condividere il dolore per riuscire

a perdonare e amare per sempre.

Uxbal (Javier Bardem) is a tragic hero

battling against life’s adversities. He has

cancer and during the time he has left he

wants to be able to pardon and love forever.

CINEMA//2

Il grinta

Regia: Joel Coen, Ethan Coen

Dopo l’assassinio del padre per mano del

pistolero Tom Chaney, l’adolescente Mattie

Ross chiede vendetta. Si affida a Reuben

J. Rooster Cogburn, lo sceriffo più duro del

West. Ritorno in grande stile per i fratelli

Coen con il remake dell’omonimo western

del ’69. Nelle sale dal 18 febbraio.

The Coen brothers are back in movie theatres

from 18 th February with a remake of

the ’69 Western, True Grit. Mattie Ross and

the toughest sheriff in the West are on a

manhunt for her father’s murderer.

Regia: Seth MacFarlane

B acheca

CINEMA//3

Cigno nero – Black Swan

Regia: Darren Aronofsky

Nina danza sulle punte il Lago dei cigni

al New York City Ballet. Sul palco affronterà

una battaglia interiore tra il suo

ruolo, il cigno bianco, e quello del cigno

nero, l’alter ego cattivo interpretato dalla

rivale immaginaria Lily. Sul grande schermo

dal 25 febbraio.

Nina is the star of the ballet Swan Lake.

On stage, she faces an inner battle between

the role of the white swan and her alter

ego, the black swan. On the big screen

from 25 th February.

FILM//TV

GRIFFIN TRILOGY

Un viaggio nello spazio dai toni irriverenti in compagnia

di Luke Skywalker (Chris), Ian Solo (Peter),

Chewbecca (Brian) e la Principessa Leia

(Lois). Ciliegina sulla torta, lo Stewie griffiniano

nei panni di Darh Wader per l’imperdibile parodia

cartoon di Star Wars.

A trip through space with irreverent tones in the company of the Family

Guy characters for an animated parody of the Star Wars saga.

FEB2011 19


B acheca

LIBRI//Focus

IL CLUB DEI SOPRAVVISSUTI

Ben Sherwood

Sperling & Kupfer, pp. 384, € 19

«Un libro da leggere assolutamente»

secondo il New York Times. È

veramente brillante il punto di vista

di Ben Sherwood sugli aspetti nascosti

della vita (e della morte). Storie

realmente accadute a chi – per

incidente o malattia, caso o delitto –

ha sfiorato la soglia del sogno eterno

ed è sopravvissuto. Una collezione

di vicende umane intrecciate a

fatti curiosi, verità difficili da intuire

e situazioni al limite del possibile,

scritte in una prosa leggera e

divulgativa. Best seller negli Stati

Uniti, arriva l’8 febbraio nelle librerie

italiane con tutte le credenziali

da nuovo caso editoriale.

«This book is a must-read» says the

New York Times. Ben Sherwood’s

point of view on the hidden aspects of

life (and death) is truly brilliant. Real

stories about people who – by accident

or through sickness, chance or crime

– touched the threshold of the eternal

dream.

20 FEB2011

LIBRI//1

Io sono febbraio

Shane Jones

Isbn edizioni, pp. 144, € 12

In una piccola cittadina americana l’inverno

sembra non finire mai. La neve avvolge

ogni cosa e gli abitanti cadono in

depressione, presi di mira da Febbraio,

un temibile spirito misterioso. Ma quando

iniziano a sparire i bambini, Thaddeus

Lowe dichiara guerra al nemico

soprannaturale.

Nightmare in an American town: winter

shows no signs of abating. The residents

fall depressed and the mysterious spirit of

February rises up against them. But when

children begin to disappear, Thaddeus

Lowe declares war on his supernatural

enemy.

LIBRI//2

The Paris Review

Autori vari

Fandango libri, pp. 320, € 22

Storie, racconti e narrazioni esisterebbero

senza i drammi personali, i conflitti

interiori, i dilemmi amorosi? La risposta

nel secondo volume antologico che raccoglie

i migliori contributi letterari pubblicati

tra il 1974 e il 2004 su The Paris

Review.

Stories, anecdotes and narrations that exist

without personal dramas, inner conflict,

romantic dilemmas? Find the answer in

the second volume of the anthology that

includes the best literary contributions

published between 1974 and 2004 in The

Paris Review.

MUSICA//1 MUSICA//2

Arriva in Italia l’8 febbraio il nuovo album

dell’artista californiana. Dopo il grande

successo negli Usa con il singolo King of

Anything, disco d’oro con 500mila copie

vendute.

Sara Beirelles’ new album out on 8th Kaleidoscope Heart

Torno a casa

a piedi

Sara Bairelles

Cristina Donà

Arriva in Italia l’8 febbraio il nuovo album Leggero ma dalle molte sfaccettature il

nuovo lavoro di Cristina Donà. Dieci tracce

che immortalano come istantanee

momenti di vita. Già in radio il singolo

Miracoli.

Light but with plenty of facets – Cristina

February. The Californian artist arrives in Donà’s new album. A whole life in 10

Italy on the heels of her success in the US

hit parade.

tracks.


LIBRI//3

Canzoni di sangue

Fatima Bhutto

Garzanti, pp. 520, € 19,80

La storia della famiglia pakistana Bhutto

sembra uscire dalle pagine di un dramma

shakespeariano. Invece è vita vissuta

dall’autrice e rivelata in un libro-realtà

che, tra violenza e corruzione, complotti

e omicidi, racconta un intricato scenario

internazionale.

The story of the Bhutto Pakistan family

seems to leap from the pages of a

Shakespearean drama. Instead, the world

that Fatima experiences is revealed in a

book that tells the story of the protagonists

of Pakistan’s political life.

MUSICA//3

LIBRI//4

Gli ebrei sotto la persecuzione...

Marco Avagliano, Marco Palmieri

Einaudi, pp. 390, € 15

...in Italia - La cronaca della persecuzione

degli ebrei in Italia tra il 1938 e il

1945. Tutti i documenti dalla propaganda

antisemita alle leggi razziali, fino alle

deportazioni e al ritorno dei sopravvissuti.

Una memoria indelebile del passato attraverso

le testimonianze di chi ne è stato

vittima.

Coverage of the persecution of Jews in Italy

between 1938 and 1945. From anti-Semitic

propaganda to deportations through to the

return of the survivors, an indelible memoir

of the past through the testimonies of its

victims.

MUSICA//4

LIBRI//5

B acheca

Giuro che non mi sposo

Elizabeth Gilbert

Rizzoli, pp. 360, € 18

Il seguito di Mangia prega ama riprende

dall’aeroporto di Dallas, dove il brasiliano

Felipe viene respinto e non può entrare

negli Usa. Per continuare a stare insieme,

Liz deve scegliere tra sposarlo o

trasferirsi nel Sudest asiatico. Qui rifletterà

sul senso del matrimonio nelle diverse

parti del mondo. A lieto fine.

Liz has to move to southeast Asia to

continue her love story with Felipe. This

stay forces her to reflect on the meaning

of marriage in different parts of the world.

Happy ending.

MUSICA//5

Love Letter

Kaleidoscopic

Arabesque

Bebo Ferra

R. Kelly

Javier Girotto

Trentaquattro milioni di copie vendute, 12 Registrato in una chiesa del ’900, su una Sonorità mediterranee, arabe e latine, te-

dischi di platino e una carriera internazio- scogliera del Dorset, l’ottavo album di nute insieme dal sax di Javier Girotto e

nale da re dell’R&B. R. Kelly ha ancora vo- PJ. Harvey. Un lavoro emozionale che ri- dalla chitarra di Bebo Ferra, si intrecciaglia

di stupire e scalare le classifiche. Il suo trae in maniera brillante e poetica la sua no con le armonie tipiche della Sardegna.

nuovo album Love Letter ha le carte in re- Inghilterra.

A tutto jazz con un duo indimenticabile.

gola per riuscirci.

An emotional album that portrays England: All jazz with the duo, Girotto and Ferra,

R. Kelly, the king of R&B, still aims to PJ. Harvey recorded all of it in a 20 weaving Mediterranean, Arab and Latin

amaze and rise up the charts. With his new

influences together. Exceptional guitar and

album, Love Letter he has what it takes to

succeed.

sax.

th Let England Shake

PJ. Harvey

Trentaquattro milioni di copie vendute, 12 Registrato in una chiesa del ’900, su una Sonorità mediterranee, arabe e latine, te

century

church on a Dorset cliffside.

FEB2011 21


MUSICA//SPECIALE IN TOUR

B acheca

A TU PER TU

CON GIANLUCA

GRIGNANI

di Luigi Cipriani

Gianluca Grignani’s Romantico Rock Show

Tour starts on 16 th February, with 22 dates

in leading Italian theatres. Guaranteed

surprises for a show-event that combines

quadraphonic sounds with all-women dancing

performances. A comeback in grand style for

the electric singer-songwriter.

22 FEB2011

Start il 16 febbraio, con 22 date

nei principali teatri d’Italia, per il

Romantico Rock Show Tour di

Gianluca Grignani. Sorprese assicurate

per uno spettacolo-evento

che mescola suoni quadrifonici

a performance danzanti tutte

al femminile. Un ritorno in grande

stile per il cantautore elettrico.

L’esordio a Sanremo nel ’95

con La mia storia tra le dita.

Quindici anni dopo, un’autobiografia

che riprende il titolo del

primo successo. Quanta storia ti

è passata tra le dita?

Molta per i miei 39 anni. Mi sono tuffato

nella vita e non ho trovato solo

acque calme. Ma la musica mi ha

tenuto a galla, così come la mia natura

istintiva, da musicista anni ’70.

Torneresti a Sanremo?

Ci tornerei ogni anno, perché lì si

fa musica davvero, e poi mi diverte.

Ma adesso che ho raggiunto

una certa maturità artistica, preferisco

camminare con le mie

gambe.

Dal rock al pop, la tua musica

ha attraversato generi diversi.

Un passo nuovo a ogni album.

Sarai mai fedele a un solo

mood?

È una questione soprattutto tecnica.

All’inizio volevo dimostrare

a me stesso che potevo cimentarmi

con più generi. Oggi invece,

grazie alle nuove tecnologie,

posso stare ore nel mio studio a

produrre ciò che più mi piace.

Cosa pensi dei talent show?

Sono un ottimo veicolo per radio

e case discografiche. Fanno bene

alla musica e combattono il download

illegale. Il rischio, però, è la

mancanza di spontaneità, e anche

che questi giovani talenti imparino

a fare spettacolo, ma non a

fare musica.

Romantico rock show tour

2011…

Quadrifonico e scenografico. Girerà

i grandi teatri per creare sensazioni

che solo il rock riesce a

dare. Casse alle spalle del pubblico

e ballerine in scena per un

vero e proprio show. Secondo me

il rock è romantico per definizione:

penso ai Beatles, ad esempio,

ai Pink Floyd o anche ai Rolling

Stones.

Hai sempre fatto parlare

di te, e non solo per la musica.

Quanto le tue vicende personali

hanno influenzato il rapporto

con il pubblico?

Al pubblico ho sempre risposto

a modo mio, cioè con la musica.

E anche quest’ultimo disco, che

sta andando bene, è una grande

soddisfazione.

Quindici anni fa, Destinazione

Paradiso. Nel 2011, destinazione?

Più terrena: il Sudamerica. Ma anche

lì non mancano dei bei paradisi

naturali. Non vedo l’ora.


The exclusive

outlet destination

for shopping top brands

at bargain prices

The Mall è un centro outlet di lusso

ideato per offrire al visitatore prodotti

deidesigner più esclusivi al mondo a prezzi

estremamente vantaggiosi.

COME ARRIVARE

AUTO

Prendere l’autostrada A1 ed uscire al casello

autostradale di “Incisa-Reggello”. Proseguire

sulla destra in direzione Pontassieve fino a

raggiungere Leccio. The Mall si trova sulla

sinistra appena superato il centro di Leccio.

TRENO

Prendere il treno dalla stazione

Santa Maria Novella di Firenze fino a Rignano

Sull’Arno. All’arrivo, continuare il viaggio

prendendo un taxi (5 minuti).

SERVIZIO NAVETTA

E TRASPORTO PUBBLICO

Servizi giornalieri collegano il centro

di Firenze a The Mall e viceversa.

Per maggiori informazioni contattare

il centro informazioni.

ORARIO DI APERTURA

Lun-Dom 10.00-19.00

www.themall.it

The Mall is a luxury outlet centre

tailored to offer the visitor products

of the world’s most exclusive designers

at the very best prices.

HOW TO GET THERE

CAR

From Rome, Florence or Milan, take the

A1 Motorway and the exit marked “Incisa-

Reggello”. Follow the road on the right towards

Pontassieve until reaching Leccio. Soon after

passing Leccio, The Mall will be on the left.

TRAIN

Take the train from Florence’s Santa

Maria Novella station to Rignano Sull’Arno.

At the arrival, continue journey by

available taxi (5 minutes).

PUBLIC TRANSPORT

& SHUTTLE BUS SERVICE

There is a daily service from Florence

to and from The Mall. For information

please contact the Information Centre.

OPENING HOURS

Mon-Sun 10.00-19.00

The Mall - Via Europa 8

50060 Leccio Reggello - Firenze, Italia

T +39 055 8657775 / F +39 055 8657801

info@themall.it

alexander mcqueen

armani jeans

balenciaga

bottega veneta

burberry

dior

ermenegildo zegna

fendi

giorgio armani

gucci

hogan

i pinco pallino

loro piana

marni

pucci

roberto cavalli

salvatore ferragamo

sergio rossi

stella mccartney

tod’s

valentino

yves saint laurent


C hi

RADIO

amore e

Verdone

di Gaspare Baglio

He makes you laugh and cry, just like life. Carlo

Verdone, in a career spanning thirty years and

more, has managed to shake off the label of

comedian. Establishing himself as the star and

author of films full of comedy and melancholy.

Unforgettable as Ruggero, the flower child in Un

sacco bello, as the meticulous Furio in Bianco

Rosso e Verdone and as the “yobbo” Ivano in

Viaggi di nozze. Passionate and nostalgic in

Compagni di scuola, Perdiamoci di vista and Ma

che colpa abbiamo noi. Directed by Giovanni

Veronesi, he’s back in cinemas on 25 th February

with Manuale d’amore 3 (Manual of love 3).

24 FEB2011

Fa ridere e piangere, come

la vita. Carlo Verdone, in

trent’anni e oltre di carriera,

è riuscito a scrollarsi di dosso l’etichetta

del comico. Affermandosi

come interprete e autore di film

densi di comicità e malinconia. Indimenticabile

nei panni di Ruggero,

il figlio dei fiori di Un sacco bello,

del meticoloso Furio di Bianco,

Rosso e Verdone e del “coatto”

Ivano di Viaggi di nozze. Appassionato

e nostalgico in Compagni

di scuola, Perdiamoci di vista e

Ma che colpa abbiamo noi.

Diretto da Giovanni Veronesi, torna

al cinema il 25 febbraio con

Manuale d’amore 3.

Il primo pensiero quando

sali in treno?

Spero di non dovermi sorbire il

solito irriducibile del cellulare

che mette al corrente tutto il vagone

dei propri affari lavorativi e

privati, come se parlasse al megafono.

Ricordo un Roma-Bologna

con un agente di borsa che

fece una cinquantina di telefonate

per spostare titoli, azioni,

appuntamenti e, dulcis in fundo,

una litigata chilometrica con

la moglie. C’è stata una fuga generale

verso il vagone ristorante.

Il tuo treno della vita?

Un Roma-Torino nell’autunno del

1978: il viaggio della mia vita. Mi

ero stabilito a Torino per registrare

No Stop, la trasmissione di cabaret

che ha cambiato il mio futuro.

Ero partito con mille paure, invece

nulla è stato più come prima.

Appena quattro mesi dopo avevo

tra le mani un contratto con Sergio

Leone per il mio primo film, Un

sacco bello. È stato un treno importante

e fortunato.

Il miglior compagno di

viaggio?

L’iPod. È veramente uno dei pochi

momenti in cui posso ascoltare

musica a occhi chiusi, per

staccare totalmente dai problemi

di lavoro.

Frecciarossa è?

Una mano santa che vola sui binari.

Andando spesso a Milano,

mi scrollo di dosso l’ansia dell’aereo,

che non prendo mai se il

tempo è brutto e turbolento. Un

giorno, un video nella carrozza avvertiva

che il treno stava viaggiando

a 300 chilometri orari sotto il

diluvio. Mi è preso un accidenti,

non mi ero accorto che andassimo

tanto veloci.

Non viaggi mai senza?

Un’opera di Lucio Anneo Seneca.

Le conosco tutte a memoria.

La sua riflessione filosofica è una

carezza per l’anima. È un ottimo

antidepressivo, le sue parole

viaggiano sempre con me.

L’ultimo pensiero prima di

scendere?

Controllo se ho preso tutto perché,

quando arrivo in hotel, mi

accorgo puntualmente di aver

dimenticato qualcosa: una volta

l’auricolare del cellulare, un’altra

gli occhiali da vista o, addirittura,

le chiavi di casa. Sono

il primo nella top ten dell’ufficio

oggetti smarriti. Spero sia la

“distrazione dell’artista” e non

una questione di rimbecillimento

prematuro!


C hi

CARLO VERDONE

LE TAPPE

1978 Si fa conoscere grazie al programma

Rai No Stop

1980 Debutta come regista in Un sacco bello

1981 Con Bianco, Rosso e Verdone i suoi personaggi

diventano un cult

1982 Premiato in Italia e all’estero per il film Borotalco.

Fa coppia con Alberto Sordi nel divertentissimo In viaggio

con papà

1987 Per Io e mia sorella vince il David di Donatello

come miglior sceneggiatura e il Premio Stampa Estera

1988 Compagni di scuola segna un nuovo corso

della sua carriera

1991 Con Maledetto il giorno che t’ho incontrato trionfa

al botteghino e fa il pieno di riconoscimenti

1994 Commuove con Asia Argento

in Perdiamoci di vista

1995 Sbanca il box office con Viaggi di nozze

1996 Stupisce con Sono pazzo di Iris Blond,

film dal respiro internazionale

1998 Al cinema con Gallo Cedrone.

Presta la voce a La Gabbianella e il Gatto

2000 Porta a casa un altro successo

con C’era un cinese in coma.

Produce Zora la vampira dei Manetti Bros

2004 Ancora un trionfo con L’amore è eterno

finché dura

2005 Recita nel primo capitolo di Manuale d’amore

di Giovanni Veronesi

2006 Boom di consensi per Il mio miglior nemico

in coppia con Silvio Muccino

2007 Prosegue la saga di Manuale d’amore recitando

nel secondo capitolo

2008 Con Grande, grosso e Verdone accontenta i fan

che reclamano i suoi personaggi

2009 È tra i protagonisti di Italians di Giovanni Veronesi

2010 Veste i panni del sacerdote in Io, loro e Lara

2011 Torna nel cast di Manuale d’amore 3

26 FEB2011

MANUALE D’AMORE 3

Il tassista Cupido è il filo conduttore del terzo capitolo di Manuale

d’amore 3 che, questa volta, mette a fuoco le diverse

età dell’idillio più antico del mondo. Nel cast di stelle anche

Robert De Niro, nei panni di un professore di storia dell’arte

in pensione che perde la testa per una splendida Monica

Bellucci. Tra gli interpreti, Riccardo Scamarcio, Laura Chiatti,

Valeria Solarino, Emanuele Propizio e Michele Placido. Nelle

sale dal 25 febbraio.

...e Chi 2

Donatella Finocchiaro

Catanese doc e attrice feticcio

della regista Roberta

Torre, Donatella Finocchiaro

incarna la bellezza e

l’intensità delle donne del sud.

Dopo un solido debutto teatrale,

incanta la macchina da presa e,

con Manuale d’amore 3, ha un

unico obiettivo: far innamorare.

Nel terzo capitolo del film

di Veronesi vesti i panni di

Eliana…

Una stalker, una pazza ossessionata

da Fabio, il personaggio interpretato

da Carlo Verdone. Insieme

mettiamo in scena una

sorta di Attrazione fatale versione

commedia.

Non la classica e innocua

innamorata, dunque…

Non è stato semplice bilanciare

realtà e finzione. La bipolarità

è una malattia diffusa e, nel film,

sono tanto docile quanto “iena”,

capace di fare cose orrende.

Perché hai accettato questo ruolo?

Per tanti motivi: un regista come

Giovanni Veronesi, un cast stimolante,

un bel copione. E poi Carlo Verdone:

avrei recitato con lui anche a

occhi chiusi.

E com’è andata?

C’è stato tutto tra noi: intesa, affetto,

stima e simpatia. Carlo è un ciclone,

improvvisa continuamente. Un exploit

di talento e creatività, non si ferma

mai: nonostante l’esperienza, cerca

ancora di migliorare. È un mito.

Prossima fermata?

Sono in tourneé con La Ciociara

di Roberta Torre. Sempre con

lei, a fine febbraio torno sul grande

schermo con I baci mai dati, in

gara al prossimo Sundance Film

Festival. E prossimamente con Terraferma,

ancora in fase di montaggio,

il nuovo lavoro di Emanuele

Crialese, girato a Linosa. Non vedo

l’ora che esca, è stata un’esperienza

indimenticabile. G . B .


Nel mondo dell’arte la matematica

può essere

un’opinione, e la somma

di 2 unità non necessariamente

diventare il doppio. Insomma, 1+1

può anche fare 1. Non si tratta di

un teorema rivoluzionario, ma della

magia visionaria scaturita dalla

creatività dei comportamenti e dei

linguaggi artistici. Ne sono prova

lampante le “coppie di fatto” che

lavorano insieme in una fusione di

personalità, con un risultato finale

non matematico ma osmotico, sinergico.

Un’addizione di soggettività

che produce l’unicità dell’opera

e non il suo duplice. Oltre alle

relazioni occasionali, nate per realizzare

un progetto o un’opera,

sono numerosi gli artisti che scelgono

di condividere in permanenza

le loro individualità. Non si tratta

di un’unione sentimentale ma

professionale, dove l’unico amore

in comune è quello per l’arte.

Nell’estate 2010, una bella mostra

a Palazzo De Sanctis di Castelbasso

ha raccontato la storia e

il lavoro di alcune tra le più celebri

coppie dell’arte contemporanea. I

curatori, Giacinto Di Pietrantonio e

Francesca Referza, hanno messo

insieme sedici abbinamenti vincenti

con un titolo azzeccato, Au

pair: Allora & Calzadilla, Bertozzi

& Casoni, Bianco-Valente, Dinos e

Jake Chapman, Cuoghi Corsello,

Gianluca e Massimiliano De Serio,

Fischli & Weiss, Gilbert & George,

Lovett/Codagnone, Lutz & Guggisberg,

Mocellin-Pellegrini, Masbedo,

Mrzyk & Moriceau, Pantani-Surace,

Pennacchio Argentato,

Vedovamazzei.

28 FEB2011

D 'autore

a cura di Giuliano Papalini

PAePA arte e comunicazione paepa2010@libero.it

In the world of art, 1+1 can add up to 1. This is not a revolutionary theorem

but the visionary magic stemming from the creativity of behaviour and of

artistic languages. Striking proof of this are the “de facto couples” who

work together to get an end result that is not mathematical but osmotic,

synergic. Apart from occasional hook-ups, created especially for a single

design or a work, many artists also choose a stable professional union,

sharing one love: art. Some of the most famous couples in contemporary

art: Allora & Calzadilla, Bertozzi & Casoni, Bianco-Valente, Dinos e Jake

Chapman, Cuoghi Corsello, Gianluca and Massimiliano De Serio, Fischli &

Weiss, Gilbert & George, Lovett/Codagnone, Lutz & Guggisberg, Mocellin-

Pellegrini, Masbedo, Mrzyk & Moriceau, Pantani-Surace, Pennacchio

Argentato, Perino and Vele, Vedovamazzei.


Vedovamazzei

Eclettica, visionaria e creativa, la

coppia Vedovamazzei si muove

con destrezza e fantasia nell’affollato

panorama internazionale della

nuova arte. Simeone Crispino e

Stella Scala si sono incontrati negli

anni Ottanta, appena diciottenni,

all’Accademia di Belle Arti

di Napoli, e dal ’91 vivono e lavorano

a Milano. Il loro lavoro abbraccia

i linguaggi della contemporaneità:

dai video alla pittura,

dall’installazione ambientale alla

scultura e alla fotografia. Il fine è

guardare oltre le apparenze. Osservare,

analizzare, scomporre,

indagare sull’origine iconografica

degli oggetti, per coglierne il reale

significato simbolico. E invitare

a riflettere sull’insensata rigidità

delle convenzioni.

Mostre personali di Vedovamazzei

sono state allestite alla GAM Torino,

al Centre d’Art Alpes-de-Haute-Provence,

alla GAMeC di Bergamo,

alla British School di Roma,

al Centre for Contemporary Photography

di Melbourne e al Madre di

Napoli. I loro lavori sono esposti in

importanti gallerie italiane ed estere

e in prestigiose collezioni pubbliche

e private. Sono stati invitati

alle Biennali di Valencia e Montreal

e alla mostra La scultura italiana

del XXI secolo in corso alla Fondazione

Pomodoro di Milano.

Gallerie di riferimento

Umberto Di Marino di Napoli, Magazzino

d’arte moderna di Roma e

Galeria Fucares di Madrid.

Prezzi

Da 4mila a oltre 50mila euro per le

grandi installazioni.

Perino e Vele

Emiliano Perino (New York, 1973)

e Luca Vele (Rotondi – AV, 1975)

lavorano insieme dal ’94. Hanno

esordito precocemente all’ottava

Biennale dei giovani artisti dell’Europa

e del Mediterraneo nel ’97 e

due anni dopo sono stati invitati

alla Biennale di Venezia.

Nome d’arte Perino e Vele, creano

sculture, disegni e installazioni

in cartapesta ricavata dai fogli dei

quotidiani, pazientemente suddivisi

per colore della carta e tipo

di inchiostro. Un materiale povero,

destinato al macero, rivalutato

nelle sue potenzialità cromatiche

e plastiche, talvolta accostato al

ferro arrugginito o zincato, talvolta

sovrapposto a un reticolo geometrico

per ricordare lo spazio cartesiano

o quello virtuale.

Una coppia contesa in Italia e

all’estero, presente nelle rassegne

Futurama – Arte in Italia del Museo

Pecci di Prato, De Gustibus al

Palazzo delle Papesse di Siena, e

La scultura italiana del XXI secolo

in corso alla Fondazione Arnaldo

Pomodoro di Milano. Autori di

un’installazione permanente per

la Metropolitana di Napoli, Perino

e Vele sono presenti in numerose

collezioni pubbliche e private,

dal Mart di Rovereto alla collezione

Unicredit.

Gallerie di riferimento

Alfonso Artiaco di Napoli, Alberto

Peola Arte Contemporanea di Torino

e Galeria Fucares di Madrid.

Prezzi

I lavori a parete variano da 3mila a

15mila euro. Le grandi installazioni

superano i 50mila euro.

In apertura

Up the Wall

(2008)

Gilbert & George

Tecnica mista

courtesy galleria

Alfonso Artiaco

Napoli

In questa pagina

da sinistra

verso destra

Milonga

(2006)

Vedomazzei

Installazione

courtesy galleria

Umberto

Di Marino Napoli

It's the right

direction

(2009)

Perino e Vele

Installazione

courtesy galleria

Alfonso Artiaco

Napoli

Teorema di

incompletezza

(2009)

Masbedo

Foto digitale

courtesy Premio

Terna

Masbedo

Un gioco di parole nato dall’acronimo

dei due cognomi: Nicolò

Massazza (Milano, 1973) e Iacopo

Bedogni (La Spezia, 1970).

Vivono a Milano e lavorano insieme

dal ’99. Attraverso il video e la

fotografia, i Masbedo scavano nei

meandri più reconditi della natura

umana. Credono nella contaminazione

tra le arti, come spiega

il critico Andrea Busto: con l’aiuto

di scrittori, attori e musicisti

come Juliette Binoche, Marlene

Kuntz ed Eugenio Finardi, attingono

dalla costruzione cinematografica

la maestria dei ritmi sincopati,

della diluizione dei tempi

lunghi e della parcellizzazione dei

nessi spaziali. Fotografia ipercurata,

colori nitidi, musiche inedite

e perturbanti sono alcuni degli

elementi delle loro “messinscene”,

girate in contesti paesaggistici

affascinanti ed estremi. Invitati

alla Biennale di Venezia nel

2009, i Masbedo sono andati in

scena anche alla Triennale Bovisa

di Milano con Timer, e al Tel

Aviv Art Museum con Mentalgrafie.

Viaggio nell’arte contemporanea

italiana. Hanno partecipato a

due edizioni del Premio Terna per

l’Arte Contemporanea e nel 2010

si sono aggiudicati il premio Cairo.

Gallerie di riferimento

Lavorano in esclusiva con la Galleria

Noire Contemporary Art di

Torino.

Prezzi

Le videoinstallazioni partono da

12mila fino a 35mila euro. Le fotografie

da 5mila a oltre 10mila euro

a seconda delle dimensioni.

FEB2011 29


D 'autore

Se Piazza Affari è in affanno,

il mercato italiano

dell’arte moderna e contemporanea

gode invece di ottima

salute. Nel 2010, le vendite

delle principali case d’asta

hanno confermato una tendenza

positiva che sembra ignorare

la crisi economica in atto. Premiata

soprattutto la qualità delle

opere e degli artisti. Burri, Fontana,

Manzoni e Morandi hanno

tirato la volata dei grandi maestri

italiani. Boetti e Castellani in costante

ascesa e Bonalumi oltre

la soglia dei 200mila euro. Nelle

aste di fine novembre, da Christie’s

Italia, sono stati totalizzati

oltre 6,5 milioni di euro, il 23%

in più rispetto a novembre 2009.

Top lot delle vendite Concetto

spaziale, attese di Lucio Fontana

(1967), aggiudicato per 366.200

euro a un compratore straniero.

Cifre importanti che confermano

il trend positivo già mostrato

nell’ultima sessione dell’Italian

Sale di Londra, che ha visto salire

l’interesse dei collezionisti internazionali

nei confronti dell’arte

italiana del XX secolo. Ottimi

risultati anche per la “sezione

futurista” che, nel centenario del

manifesto di fondazione del movimento,

ha superato i 640mila

euro, con un nuovo record per

Gerardo Dottori.

30 FEB2011

A gonfie vele anche Sotheby’s,

che nel terzo trimestre del

2010 ha visto crescere i ricavi

del 63%, a quota 73,1 milioni

di dollari. La sessione

milanese del 24 e 25 novembre

ha realizzato ricavi per oltre

8,5 milioni di euro, con la

partecipazione attiva del collezionismo

privato internazionale.

A condurre i giochi Morandi

e Fontana, acquisiti da

privati asiatici ed europei. Ottimi

prezzi per Afro, Bonalumi,

Castellani, Tancredi e Vedova.

Battuta per oltre 400mila euro

una “Sfera” di Arnaldo Pomodoro.

Tutte vendute le opere

di Burri: dal Cretto bianco del

1960 alla piccola Combustione

su carta del 1957, passata di

mano a 114.750 euro. Bene le

due opere futuriste in catalogo:

pastelli e tempera su carta

del 1918 di Balla, aggiudicata

a 216.750 euro, e Colosseo

di Renato Guttuso, proveniente

dalla Collezione Pellin, che

ha sfiorato gli 85mila euro.

Da Dorotheum a Vienna, Agostino

Bonalumi ha sfondato

ancora una volta la soglia

dei 200mila euro con Arancio,

un raffinato lavoro in cirè del

1968 proveniente dalla prestigiosa

collezione europea Peau

de Lion.

LA TOP LIST DEI MAESTRI

CONTEMPORANEI

Maurizio Cattelan

Untitled (2001)

5.500.000 euro

Sotheby’s New York

Enrico Castellani

Superficie Bianca n.32 (1966)

960.000 euro

Sotheby’s Milano

Agostino Bonalumi

Bianco (1968)

270.000 euro

Sotheby’s Londra

Piero D’Orazio

Petit Poeme de la Delusion (1961)

260.000 euro

Sotheby’s Londra

Francesco Vezzoli

Colette Embroidered Gigi (2000)

240.000 euro

Sotheby’s Londra

Jannis Kounellis

Senza titolo (1961)

185.000 euro

Sotheby’s Milano

Sandro Chia

Due pittori (1982)

140.000 euro

Sotheby’s Milano

Carla Accardi

Integrazione lunga (1958)

100.000 euro

Sotheby’s Milano

Getulio Alviani

Superficie a testura vibratile (1964)

95.000 euro

Sotheby’s Parigi

Mimmo Paladino

Untitled (1987)

80.000 euro

Christie’s Londra

Untitled

(2001)

Maurizio Cattelan

scultura in poliuretano

courtesy Sotheby's


Mercedes-Benz è un marchio Daimler. www.mercedes-amg.com

Mercedes-Benz Mercedes-Benz è un marchio è un marchio Daimler. Daimler. www.mercedes-amg.com

L’unica

L’unica

superpotenza

superpotenza

che

che

non

non

ha

ha

bisogno

bisogno

di

di

diplomazia.

diplomazia.

L’unica C 63 AMG, essere avanti superpotenza

non è un modo di dire. Motore V8, 457 CV e 600 Nm di coppia. Cambio 7G-Tronic

C Speedshift 63 AMG, AMG. essere Da avanti 0 a 100 non km/h è un modo in 4,5 di secondi. dire. Motore Potenza V8, ed 457 esclusività. CV e 600 Tutto Nm di questo coppia. è AMG. Cambio 7G-Tronic

che Speedshift non AMG. Da 0 a ha 100 km/h bisogno in 4,5 secondi. Potenza ed di esclusività. diplomazia.

Tutto questo è AMG.

C 63 AMG, essere avanti non è un modo di dire. Motore V8, 457 CV e 600 Nm di coppia. Cambio 7G-Tronic

Speedshift AMG. Da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi. Potenza ed esclusività. Tutto questo è AMG.

Consumo combinato (l/100 km): 13,7 (C 63 AMG Station Wagon) e 13,4 (C 63 AMG Berlina)

Consumo Emissioni CO2 combinato (g/km): (l/100 326 (C km): 63 13,7 AMG (C Station 63 AMG Wagon) Station e 319 Wagon) (C 63 e AMG 13,4 Berlina) (C 63 AMG Berlina)

Emissioni AMG è Classe CO2 SLK, (g/km): CLK, E, CLS, 326 S, (C CL, 63 SL, AMG ML, G. Station Wagon) e 319 (C 63 AMG Berlina)

AMG è Classe SLK, CLK, E, CLS, S, CL, SL, ML, G.

Consumo combinato (l/100 km): 13,7 (C 63 AMG Station Wagon) e 13,4 (C 63 AMG Berlina)

Emissioni CO2 (g/km): 326 (C 63 AMG Station Wagon) e 319 (C 63 AMG Berlina)

AMG è Classe SLK, CLK, E, CLS, S, CL, SL, ML, G.

Auto Auto

Concessionaria La Rotonda Ufficiale Auto di Auto Vendita S.p.A. Mercedes-Benz

Concessionaria Concessionaria Nome Città, Ufficiale Via Ufficiale Indirizzo di 00, Vendita Vendita tel. 0000 Mercedes-Benz Mercedes-Benz

000000

AMG Performance Nome Città, Center Via Indirizzo - Via Curzio 00, tel. 0000 Malaparte 000000 10 - Firenze

Via Giotto 28 - Firenze sud •

Auto

V.le

Auto

Petrarca 27/29 - Figline Valdarno (Fi)

www.autolarotondafirenze.it

Concessionaria Ufficiale di Vendita Mercedes-Benz


suite 3.it

REGALA

SAN VALENTINO!

2 NOTTI

DA 104 EURO

A PERSONA

UNA NOTTE ITALIANA

Per tutto il mese di febbraio a Milano, Firenze, Versilia, Venezia, Bologna,

Roma, Napoli, Catania, Siracusa e Bari, una speciale offerta dedicata a tutti

gli innamorati: 2 notti in camera matrimoniale, 1 cena romantica* per 2 presso

l’UNA Restaurant, 1 bottiglia di Prosecco e un omaggio esclusivo. Tutto a partire

da 104 euro a persona. Nella tariffa è incluso lo sconto del 15% riservato ai

lettori. Prenotazioni al numero verde 800 606162 citando il codice FRECCIA.

* Non prevista presso l’UNA Hotel Venezia

BARI - BENEVENTO - BERGAMO - BIELLA - BOLOGNA - BRESCIA - CATANIA - FIRENZE

LODI - MILANO - MODENA - NAPOLI - ROMA - SIRACUSA - VENEZIA - VERSILIA

2000 - 2010

www.unahotels.it

Numero verde - 800 606162


E conomia

The thirty-first BIT, the Italian Tourism Exchange is coming to Fiera Milano

from 17th to 20th milano

February. This is one of the world’s biggest trade fairs

with 5000 exhibitors from 130 different countries. Lots of innovations for

2011: the Italian Market Overview, a BIT study on the trend of the Italian

tourist market, another new entry is the “professional concierge” service,

with a pool of consultants identifying the exhibitors’ product positioning. In

addition to advice and marketing services for companies, BIT is a business BITa

platform for foreign traders and a privileged meeting place for nations in

the Mediterranean basin.

[www.bit.fieramilano.it]

La Borsa Italiana del Turismo

apre la trentunesima edizione

a Fiera Milano: 5000 espositori

provenienti da 130 paesi riuniti

dal 17 al 20 febbraio per

una delle più importanti manifestazioni

di settore. Un’edizione

all’insegna delle new entry:

prima tra tutte l’Italian Market

Overview, una ricerca sull’andamento

del mercato turistico italiano,

ma anche il “professional

concierge”, con un pool di consulenti

che individua il posizionamento

del prodotto offerto dagli

espositori. Oltre a servizi di

consulenza e marketing per le

aziende.

La BIT è anche una piattaforma

di business per gli operatori

esteri, quasi tutti in rassegna, e

luogo d’incontro privilegiato per

le nazioni del bacino del Mediterraneo,

che secondo i dati della

Banca d’Italia nel primo semestre

del 2010 si sono attestate a

un soddisfacente +4,5%. Grande

successo anche per l’Italia,

leader del turismo nell’area mediterranea,

che incassa nello

stesso periodo un bel 3,8%.

Appuntamento imperdibile per i

professionisti, la BIT riconferma

il turismo come tesoro fondamentale

per l’economia del Paese,

con un’incidenza sul PIL del

9,5%. “Crescita” resta la parola

d’ordine, perché l’industria turistica

sia volano di sviluppo per

i prossimi anni: «È un comparto

strategico, fondamentale – ha dichiarato

la Presidente di Confindustria

Emma Marcegaglia – e ci

sono grandi potenzialità. Arrivare

al 18% del PIL in dieci anni è

fattibile e questo porterebbe un

incremento di occupazione e di

crescita».

FEB2011 33


34 FEB2011

E conomia

Rimini a tutta birra

Birre artigianali, italiane o estere, speciali, di nicchia

o commerciali: sapore di malto a Rimini dal 19 al 22

febbraio. Selezione birra offre degustazioni guidate, tavole

rotonde per approfondire le esigenze del mercato

e il concorso per premiare il miglior prodotto del 2011.

Un must per appassionati e gestori di locali, ma non è

tutto: a Beverage & Co tutte le novità del buon bere.

Special, craft, Italian or foreign, niche or industrial beers.

The flavour of malt in Rimini from 19th to 22nd February

at Selezione birra, a must for beer lovers and for the

owners of public premises.

That’s not all: Beverage & Co is an area dedicated

to everything new in the world of beverages.

[www.saporerimini.it]

Pesca & subacquea

a Bologna

Alla Fiera di Bologna, dall’11 al

14 febbraio, doppio appuntamento

con gli sport “acquatici”: Fishing

Show, 100 espositori con

tutte le novità 2011 dal mondo

della pesca sportiva, e Eudishow-

Divex, punto di riferimento per gli

amanti della subacquea.

[www.fishingshow.it]

Il salone della nautica a Roma

BIG BLU, l’appuntamento con la nautica e il mondo marino, è alla

Nuova Fiera di Roma dal 19 al 27 febbraio. Meeting, convegni e spazi

dedicati agli sport acquatici, oltre al tradizionale Boat Show: in mostra

barche a vela e a motore fino a 20 metri, accessori e strumentazioni di

bordo. In rassegna anche Gommoshow, dedicato al battello pneumatico.

Tutto per chi ama il mare, anche d’inverno.

BIG BLU, the appointment for lovers of boating and the sea world, is on in

Rome from 19th to 27th February. Conferences and spaces dedicated for

water sports, as well as Boat Show: for motor boats up to 20 metres and

Gommoshow for rubber dinghies. Everything for people who love the sea –

in winter too.

[www.big-blu.it]

World Social Party

Dieci città in tutto il mondo per la seconda edizione del Festival Internazionale della Rete. Dal 7

all’11 febbraio, Social Media Week attraversa il pianeta da Roma a Hong Kong, passando da New

York, Londra, San Paolo e Istanbul. Cinque giornate-evento dedicate alla comunicazione, all’innovazione

tecnologica, a Internet e ai social network. Per scambiare idee ed esperienze, e comprendere

il ruolo dei media nella società rimanendo connessi con milioni di persone.

Il 2 febbraio Social Media Week sale sul Frecciarossa Milano-Roma delle 9.15, per comunicare

a 300 all’ora e approfondire i diversi aspetti connessi alla rete. In ogni carrozza esperti del web

2.0 a disposizione degli ospiti e dei clienti per interventi e domande sui temi della manifestazione.

Ten cities around the world at the same time in the second Social Media Week, the International

Network Festival. From 7 th to 11 th February, five days of events in Rome, Hong Kong, New York,

London, Sao Paolo and Istanbul dedicated to communication, technological innovation, the Internet

and social networks. A way to explore the growing importance of the social media’s role in

society by connecting millions of people to swap ideas and experiences.

[www.socialmediaweek.it]


Monrif Hotels

Ospitalità, eleganza

e tutto il confort

che vi meritate

GRUPPO

Hotels

NATI SOTTO IL SEGNO DELL’ACCOGLIENZA

★★★★ ★★★★ ★★★★ ★★★★

HOTEL HERMITAGE MILANO ROYAL GARDEN HOTEL MILANO ROYAL HOTEL CARLTON BOLOGNA HOTEL INTERNAZIONALE BOLOGNA

monrif.res@monrifhotels.com 800 834 033

www.monrifhotels.com

conseil.it


San Valentino

tuttigusti

Frullab

for man

Per l’eterno Peter Pan le

nuove T-Shirt Frullab (€ 33).

Stavolta, dal frullatore creativo

di Vape Classic, che mescola

tessuti e personaggi, escono gli

irriverenti protagonisti di South

Park, il cartone animato non

convenzionale per eccellenza.

Per l’uomo (e per un San

Valentino) unico.

A new creativity and fashion mix

with the Frullab T-Shirts by Vape

Classic (€ 33). For those eternal

Peter Pans, the irreverent stars of

South Park are on their way.

[www.verysimple.it]

Low budget

e so expensive.

Regali under 40

e over 1000

F ashion

Pioggia di cuori

Passionali ed eleganti, con un tocco di romantica

ironia. Per festeggiare l’amore e la giornata degli

innamorati Sermoneta gloves impreziosisce i suoi

guanti con una pioggia di “golden hearts” (€ 79).

Piccoli cuori dorati incorniciano il polso, perfetti

per la donna che ama giocare con la moda.

To celebrate love and Valentine’s day, Sermoneta

gloves embellish her gloves with a shower of golden

hearts (€ 79). Tiny golden hearts frame the wrist.

Passionate and elegant.

[www.sermonetagloves.com]

Romantico appeal

Rosso come l’amore, blu come la notte, bianco

come la neve. Da Furla, tre colori per dire ti

amo. Accessori glamour dallo spirito giovane,

perfetti per festeggiare il 14 febbraio:

pochette e clutch in vitello color cocco,

portachiavi in metallo e collane dal

gusto etnico (da € 32 a € 245).

From Furla, three colours to say

I love you: red, blue and white.

Bags and clutches in crocodile

print calfskin, metal key

holders and ethnic style

necklaces (from € 32 to

€ 245).

[www.furla.com]

FEB2011 37


F ashion

Must have

Avorio, turchese, ciclamino e corallo per

la nappa. Marrone, beige e verde per il

camoscio.

A tutto colore la nuova Desi Bag di

Blumarine: sacca a spalla morbida e

pratica dall’aspetto glamour e trendy. Per

donne grintose, la versione in pelle con

stampa animalier in colori marhmallows.

Plenty of colour for the Desi Bag by

Blumarine: a soft, practical shoulder

tote with a glamorous, trendy design.

Gutsy personality for animal prints and

marshmallow colours.

[www.blumarine.com]

38 FEB2011

Luxenter chic

Per un San Valentino fuori dalle righe,

Luxenter trasforma i “soliti” gioielli in

pezzi unici. Mille pietre naturali o trattate

in una fusione di forme e colori lucenti.

Effetto ultrachic.

Luxenter accessories, with more than 100

different natural gems, turn traditional

jewellery into one-of-a-kind pieces. For an

over-the-top Valentine’s day.

[www.luxenter.com]

Her&Him

Da Just Cavalli, per la festa degli

innamorati, i Travel Set, I Love Just Her e

I Love Just Him (€ 34). Due pratici kit

da viaggio dedicati ai giovani che amano

la spontaneità. Intrigante e sexy per lei,

brillante e cool per lui.

For Valentine’s day, Just Cavalli proposes

Travel Sets, I Love Just Her and

I Love Just Him (€ 34).

Two practical travel kits for young lovers.

[www.robertocavalli.com]

Spirito libero

C’è sempre da imparare dalle lezioni di Bear Grills ne L’ultimo

sopravissuto. Samsonite si ispira all’impavido avventuriero per la

linea Freelifer (a partire da € 79): zaini e borsoni ultra pratici e

super resistenti, adatti per la giungla urbana e le avventure fuori

porta.

Samsonite thinks of the intrepid boyfriend with the Freelifer line (from

€ 79): ultra-practical and super-resistant rucksacks and tote bags,

perfect for the urban jungle and for out-of-town adventures.

[www.samsonite.it]


Brunelleschi

fashion

Per San Valentino 1000 regali

in uno. Saldi invernali all’Hotel

Brunelleschi di Firenze, che offre

il 20% di sconto a chi prenota

online almeno 2 notti. Dietro

via de’ Calzaiuoli, all’interno di

un’antichissima e romantica

torre bizantina, il weekend degli

innamorati è all’insegna dello

shopping.

Winter sales also at the Hotel

Brunelleschi in Florence: 20%

discount on the best online rate

if you book for a minimum of

2 nights. For Valentine’s day

shopping.

[www.hotelbrunelleschi.it]

Promessa d’amore

Fawaz Gruosi & Cheryl Cole. Il fondatore

della maison svizzera di altissima gioielleria

de GRISOGONO e la super sexy cantante

britannica oggi insieme con una linea

esclusiva di preziosi. Punta di diamante

l’anello Promise (€ 920) in oro rosa e

argento annerito. Niente paura, non va

all’anulare ma al mignolo.

Fawaz Gruosi, founder of de GRISOGONO, and

the super-sexy British singer, Cheryl Cole create

the Promise line. Rose gold and blackened

silver for the little finger ring (€ 920).

[www.degrisogono.com]

Pizzi e lustrini

La solita routine? Ci pensa il

Burlesque Garden di Viareggio a

mettere un po’ di pepe nella vita

di coppia. Dal 25 febbraio, tre

serate con artiste internazionali

che strizzano l’occhio alle

atmosfere maliziose del Moulin

Rouge. Senza dimenticare l’ironia

e il divertimento delle feste

carnevalesche.

To perk up life as a couple, the

Burlesque Garden in Viareggio,

from 25 th to 27 th February. Perfect

blend of the naughty Moulin Rouge

atmosphere and carnival festivals.

[www.burlesquegarden.com]

FEB2011 39


L’arte contemporanea?

Toccala con mano.

Nasce Art in touch.

La prima applicazione per iPad ® e iPhone ® completamente

gratuita e dedicata all’arte contemporanea.

Le gallerie e i musei più vicini.

Eventi, news e opening sempre aggiornati.

E l’esclusiva web–gallery con le opere del Premio Terna 03.

www.premioterna.com

www.exibart.com

Main Sponsor Sponsor


a tavola

vissani

G usto

Carnevale

Lorigine del Carnevale risale

ai Saturnali, feste che gli

antichi Romani celebravano

tra dicembre e marzo, nel ricordo

dei tempi d’oro di Saturno in cui

«gli uomini vivevano come dei -

narra Esiodo - avendo il cuore tranquillo,

liberi da fatiche e sventure».

Da sempre il Carnevale è la festa

dell’abbondanza e del divertimento.

Fino al XVI secolo uno dei momenti

più importanti era la Cuccagna

del Porco, quando si mangiava

cibo grasso e sostanzioso. Se a

Roma dalle finestre dei nobili Colonna

veniva lanciato cibo alla folla

assiepata, a Bologna dal 1279, in

ricordo della vittoria sui Ghibellini,

si celebrava la Festa della Porchetta.

A Verona caratteristico il Venerdì

Gnoccolare, oggi Baccano del

Gnocco, con sfilate e rappresentazioni

comiche, preparazione e degustazione

di frittelle in strada.

Il Carnevale, che precede la vigilia e l’astinenza della

Quaresima, in passato era scandito da piatti regionali.

Nel centro Italia il giovedì grasso si preparavano

fave con lardo, costine salate, pezzi di salsiccia, cipolle

e finocchio selvatico. In alternativa fagioli, cucinati

con castagne e insaporiti da un soffritto. Scendendo a

sud, come piatto tipico del primo giorno si gustavano

gelatine, li pidichini, pronte dopo una lunga e singolare

lavorazione di piedi e orecchie di maiale, da provare

salate o dolci. Dappertutto regnavano sulla tavola pastasciutte

sostanziose e tagliatelle ben condite, ma le

protagoniste erano e restano le frittelle. Tra le più gradite

le chiacchiere, semplici quanto saporite, che in Friuli

chiamano grostoli, in Emilia sfrappole, in Veneto galani,

nelle Marche frappe e in Toscana cenci. La cicerchiata,

è invece una specialità apprezzata in Abruzzo, Umbria,

Marche e Lazio: piccole palline di pasta fritte, profumate

al liquore e condite con miele. Variante della

cicerchiata gli immancabili struffoli napoletani decorati

con zuccherini colorati. Se tipiche del Friuli sono le

morbide e saporite castagnole, le gustose zeppole ci riportano

nel capoluogo campano, da mangiare semplicemente

come ciambelle ricoperte di zucchero o arricchite

con crema e amarene sciroppate.

FEB2011 41


G usto

Quiche di carciofi

e provolone,

colis di arance rosse

Ingredienti per 4 persone

100 g pasta sfoglia, 4 carciofi di media grandezza,

100 g provolone, 5 arance rosse,

1 spicchio d’aglio, 3 cimette di mentuccia,

q.b. olio, sale e pepe.

Preparazione

Pulire i carciofi, tagliarli a spicchi (8 per ogni carciofo)

e saltarli in padella con olio, aglio e mentuccia in modo

che rimangano croccanti. Tagliare il provolone a mirepoix.

Spremere le arance e portarne a bollore il succo,

cuocerlo finché non si riduce della metà e aggiustare

di densità e sapore. Sistemare i carciofi su 4 stampini

imburrati del diametro di 8 cm, versare la mirepoix

di provolone e coprire con la pasta sfoglia in modo da

avvolgere i carciofi. Cuocere in forno alto finché la pasta

risulta ben dorata. Sformare le tatin e porle al centro

di un piatto piano, versare il colis di arancia a decorazione

e completare con un filo d’olio e una cimetta

di mentuccia.

Cuochi della domenica

Viaggio verso casa tra ricette e colori

Ecedizioni, pp. 128

Dalle farfalle tricolore al ciambellone della nonna,

delizie per il palato e un aiuto concreto per

chi una casa non ce l’ha. Una (gustosa) buona

azione: Cuochi della domenica è acquistabile sul

sito www.binario95.it con un’offerta libera (dai 5

ai 200 euro). Martedì 23 febbraio si possono assaggiare

le ricette al ristorante Meid in Nepols di

Roma, e il ricavato dei libri venduti finanzierà le

attività dell’associazione. La Onlus Binario 95, con

sede alla stazione Roma Termini negli spazi concessi

in comodato d’uso da FS, fa parte del progetto

Un Cuore in Stazione, nato nel 2008 dalla

collaborazione di Ferrovie dello Stato ed Enel per

sostenere le persone senza fissa dimora.

[www.ferroviedellostato.it]

42 FEB2011

Menu

ricette “grasse” e colorate

per i giorni piu divertenti

dell’anno

Quiche di carciofi e provolone, colis di arance rosse

Ravioli di ragù alla napoletana e salsiccia

con insalatina di radicchio veronese,

indivia belga, mozzarella, uovo sodo

Guanciale fresco marinato al coriandolo, cotto

alla brace con flan di patate americane,

salsa di mele smith e calvados

Castagnole morbide al rum su crema di liquirizia

e spuma di cedro

Ravioli di ragù

alla napoletana

e salsiccia

con insalatina

di radicchio

veronese, indivia

belga, mozzarella,

uovo sodo

Ingredienti per 4 persone

150 g pasta all’uovo, 300 g carne di manzo, 2 salsicce, 30 g sedano a

pezzi, 20 g carota a pezzi, 20 g cipolla a pezzi, 200 g pomodori da sugo,

1 spicchio d’aglio, 1 foglia d’alloro, 3-4 cimette di basilico,

½ bicchiere di vino rosso, 1 radicchio veronese, 2 indivia belga,

100 g mozzarella, 1 uovo sodo, q.b. olio, sale e pepe.

Preparazione

Tagliare la carne a pezzi e rosolarla in una casseruola. Aggiungere le

verdure e le salsicce, facendole rosolare insieme alla carne e bagnare

col vino rosso. Fare asciugare, aggiungere quindi aglio, alloro, basilico e

pomodoro e portare a bollore. Regolare la fiamma, cuocere il ragù per

almeno 2 ore e aggiustare di sale e pepe.

Nel frattempo, preparare l’insalata tagliando a cubetti la mozzarella e il

bianco dell’uovo sodo (il tuorlo va setacciato), usando solo le punte del

radicchio e dell’indivia. Quando il ragù sarà freddo, tagliare la carne e

la salsiccia a pezzettini, amalgamarli alla salsa di pomodoro (usando il

quantitativo necessario per legare la carne) con un po’ di grana. Con il

composto ottenuto confezionare i ravioli, da cuocere in abbondante acqua

salata, e poi saltare in padella con burro e grana. Adagiare i ravioli

su un piatto piano, poggiare a fianco l’insalata (condita prima con sale,

pepe e olio).


Ile De Cavallo Corse

20169 Bonifacio - France

Tel. +33 495 703 639

Fax +33 495 720 203

HôTEl & Spa DES pêCHEuRS

I le de cavallo | corse | france

Fuga in Paradiso

Ile de Cavallo

Siete sull’Isola di Cavallo, nella riserva naturale

delle isole Lavezzi, tra Corsica e Sardegna.

15km di spiagge, macchia mediterranea, un mare

cristallino.

Sull’isola il benessere é quotidiano: tra tennis,

golf, immersioni e l’esclusiva SPA del’Hotel des

Pcheurs, con la piscina per la talassoterapia.

info@hoteldespecheurs.com

www.hoteldespecheurs.com

Via Emilio dè Cavalieri, 12

00198 Roma - Italy

Tel. +39 06 855 1151

Fax +39 06 84 15 496


44 FEB2011

FERMATA DEL MESE


Dietro la

maschera

SPETTACOLO A VENEZIA

DAL 19 FEBBRAIO ALL’8 MARZO.

ANTICHI E PREZIOSI, CLASSICI

E TRASGRESSIVI,

I PIÙ BEI COSTUMI DELLA COMMEDIA

DELL’ARTE. CON UN OMAGGIO

ALLE EROINE ROMANTICHE

DELL’OTTOCENTO.

di Silvia Del Vecchio

Difficile tenere il broncio a

febbraio. È tempo di cambiare,

faccia e abito, lasciandosi

sedurre dalla maestra dei travestimenti:

Venezia. Da sabato 19

a martedì 8 marzo, la città lagunare

si veste a festa per mettere in

scena l’evento più atteso e seguito

d’Italia, il Carnevale. Che quest’anno

ha un’anima ottocentesca e torna

alla tradizione delle maschere a

tema. In bustino e crinoline le donne,

in redingote e cilindro gli uomini,

a guidare l’edizione 2011 è la seducente

eleganza femminile delle

eroine post-romantiche. Mentre il

150esimo anniversario dell’Unità diventa

occasione per sdrammatizzare,

in chiave popolare e giocosa, gli

scontri tra ufficiali austriaci e italiani

per l’annessione del Veneto al Regno

d’Italia. L’obiettivo è superare i

32 milioni di presenze dello scorso

anno.

La Serenissima si sposa con cittadini

e turisti nei teatri, nei musei

e lungo calli e canali, in un tête-àtête

irripetibile di concerti, spettacoli,

rappresentazioni storiche, gran

balli e proiezioni cinematografiche.

Un’esperienza sensoriale a 360 gradi,

in corsa tra i Sestieri per non perdere

gli eventi clou e i tradizionali

appuntamenti mondani. Via al divertimento!

Il “cin cin” di benvenuto

è il 19 febbraio dalle 7 alle 8 di

sera in piazza San Marco: si aprono

le danze sulle note di celebri opere

liriche, tra inchini, frac e aristocratici

bastoni da passeggio. Domenica

20 è Festa Veneziana con il corteo

acqueo lungo il Canal Grande fino a

Cannaregio, dove all’arrivo delle barche

si offrono gustose fritole e cicheti

salati.

Bando ai convenevoli, sabato 26 si

entra nel vivo della tradizione con

l’omaggio dei gioielli nuziali del Doge

a 12 fanciulle, le Marie. La damigella

più dolce e aggraziata viene

incoronata il martedì grasso, che

quest’anno cade l’8 marzo, giorno

perfetto per celebrare la donna. La

spettacolarità ha il suo momento sovrano

il 27 a mezzogiorno, quando

dal campanile di San Marco il Volo

dell’Angelo esige nasi all’insù e fiato

sospeso. Un ospite segreto con in-

FEB2011 45


FERMATA DEL MESE

46 FEB2011

32 milioni

di maschere

a Venezia.

Tra suggestioni

ottocentesche,

spettacoli

della commedia

dell’arte e balli

esclusivi.

dosso un magnifico costume si lancia

al centro della piazza, in un abbraccio

scenografico con il Doge e il

pubblico.

Il volo ha una sua parodia e l’Angelo

il suo contrario, l’Asino. A Mestre,

l’ultima domenica di Carnevale,

piazza Ferretto si riempie di

curiosi, famiglie e turisti. Tutti ad

ammirare il lancio scherzoso dalla

Torre di un musicista, che, una volta

atterrato, suona per il pubblico

circondato da asini veri, per la gioia

dei più piccoli.

Anche i bambini hanno il loro

Carnevale, parallelo a quello degli

adulti, con tanto di eventi e iniziative

speciali. Ogni pomeriggio

dal 26 febbraio all’8 marzo, Campo

San Polo si anima di colori e

maschere, storiche e di fantasia.

Una grande pista per pattinare sul

ghiaccio e un divertente bus londinese

double-decker completano

il cartellone, tra esibizioni e sorprese

costruite ad arte da saltimbanchi,

clown e burattinai.

Ma il gioco piace anche ai grandi,

e non c’è luogo più adatto del

Casinò di Venezia per trascorrere

momenti memorabili: cene

drammatizzate a tema e spettacoli

di burlesque in programma ogni

sera. Mentre il Gran Foyer di San

Marco è la vera macchina teatrale

allestita per il periodo carnevalesco

al centro della piazza. Show

coreografici, parate e teatro-circo,

sketch, concerti, balli di gruppo,

happy hour e dj set ogni giorno nel

parterre, per scatenarsi dal primo

pomeriggio a notte fonda con artisti

italiani e internazionali, aspettando

il gran finale dell’8 marzo.

La primavera non è ancora arrivata

ma la Laguna è tutta un fiorire di

proposte. Una miscellanea caleidoscopica,

tra spettacoli della commedia

dell’arte e performance di strada,

proiezioni di film muti, pellicole a

tema e documentari inediti sulla Venezia

ottocentesca. Un palinsesto di

chiese aperte in orari serali, per concerti

di musica classica e contemporanea,

e musei che accolgono i

visitatori anche dopo cena. Per gli

amanti della storia, le rievocazioni: il

26 e 27 febbraio e il 6 marzo, sem-

SUL WEB

[www.carnevale.venezia.it]

[www.carnevale.labiennale.org]

[www.ilballodeldoge.com]

[www.teatrolafenice.it]

Venezia

off

limits

Sabato 5 marzo, due grandi

party radunano gli ospiti più

esclusivi della Serenissima.

Appuntamenti fissi del Carnevale

mondano, il Ballo del

Doge e quello della Cavalchina

sono tra gli eventi glamour

più amati dal jet-set internazionale.

Because Life is Magic

recita l’onirico programma

del viaggio nel tempo ideato

dalla stilista veneziana festeAnto

nia Sautter. Dal non 1994, il per Ballo

tutti

del Doge è la festa in costu-

me più sontuosa e raffinata

del mondo. Quattrocento selezionatissimi

invitati a Palazzo

Pisani Moretta vivono la

fantasia, l’arte e il sogno del

Carnevale. Avvolti in uno scenario

unico, tra piume, paillettes,

tulle, velluti e stoffe

preziose. Un happening musicale

e teatrale durante il

quale il tempo si ferma e ogni

abito racconta di sé, con un

solo obiettivo: emozionare.

Tradizionale e imperdibile,

nello splendido e sfarzoso Teatro

La Fenice di Venezia, il

Gran Ballo della Cavalchina

trasforma la platea per una

notte all’insegna della magia.

Dalle 8 di sera alle 4 di mattina,

artisti d’eccezione si alternano

sul palco per dar vita

a uno spettacolo inimitabile.

La cena di gala è nel Foyer e

nelle sale Apollinee, mentre

dopo mezzanotte il teatro si

trasforma in regale discoteca.


pre nel cuore della città, centinaia di

costumi sfilano per far rivivere il passato,

tra drappelli, picchetti d’onore,

sbandieratori, quadriglie e valzer.

Come ogni kermesse allegorica che

si rispetti, si attende con trepidazione

la maschera più bella. Le selezioni

sono dal 3 al 5 marzo, poi domenica

6 sul palco di San Marco

salgono le migliori, tra celebrità, artisti

ed esperti pronti a votare. Un premio

anche al miglior travestimento

stile Ottocento.

Silenzio, la festa finisce. Il sipario si

abbassa alla mezzanotte di martedì

8 marzo. Chiusura in grande stile ma

senza clamore con la Vogata, una

quieta e lunga processione di gondole

e imbarcazioni a remi lungo il

Canal Grande, da Rialto al Bacino di

San Marco. A rompere l’aria, soltanto

le note di una tromba, per segnalare

la partenza del corteo sull’acqua.

All’arrivo, centinaia di piccole

mongolfiere di carta illuminate si librano

nel cielo. Il Carnevale se n’è

andato, comincia la Quaresima.

Anche la Biennale si maschera.

Dal 26 febbraio

all’8 marzo, la seconda

edizione del Carnevale dei

Ragazzi trasforma gli spazi

del padiglione centrale

nel “Giardino dei Paesi

Volanti”. Una dimensione

fantastica con scenari sospesi

tra realtà e finzione.

Dove bambini, adolescenti

e adulti si perdono nel

bosco incantato, tra dune

di sabbia colorate, praterie

di suoni, città visionarie

e oscuri abissi di creature

fluorescenti. Ricco

il programma, tra mostre,

educational per le scuole,

atelier artistici, tour

guidati, cacce al tesoro e

spettacoli.

COME ARRIVARE

Frequenti i collegamenti AV tra Venezia e le principali

città italiane: in circa 2 ore si arriva da Firenze,

in 3 ore e 45 da Roma, in 2 e 35 da Milano e

in 5 ore e mezzo da Napoli. Non solo Frecce, ma

anche Intercity ed Eurostar City collegano la città

lagunare con le località della rete tradizionale.

LE OFFERTE

Con la nuova offerta MINI si può trovare il prezzo

più vantaggioso per viaggiare in AV, Eurostar, Eurostar

City, Espressi, ICN, IC, cuccette o VL. I biglietti

di prima e seconda classe si acquistano fino alla

mezzanotte del giorno precedente la partenza, sul

sito web, nelle agenzie di viaggio, presso il call center

e alle biglietterie e self service di stazione. Il numero

di posti a disposizione è limitato e variabile a

seconda del giorno, del treno e della classe.

Un viaggio AV andata e ritorno nello stesso giorno,

da e per qualsiasi destinazione, costa 99 euro

in seconda classe e 149 in prima. In famiglia, da

3 a 5 persone con almeno un bambino sotto i 12

anni, sconti dal 50 al 20% per ragazzi e adulti.

E con il Carnet 10 Viaggi, 20% di risparmio sul

prezzo del biglietto Base per Frecciarossa, Frecciargento

ed Eurostar City.

[www.ferroviedellostato.it]

It’s hard to sulk in February.

It’s time to change face and

clothes, letting yourself be guided

and seduced by the queen of

masquerades: Venice. From

Saturday 19 th until Tuesday 8 th

March, the lagoon city will be

dressed in its best to stage the

most long-awaited and closely

followed event in Italy: Carnival.

This year it has a 19 th century

spirit and returns to the tradition

of theme fancy dress. Women

wearing bodices and crinolines,

men in frock coats and top hats –

the 2011 Carnival is guided by the

seductive feminine elegance of the

great post-Romantic heroines of the

1800s. While the 150 th anniversary

of Italy’s Unification provides the

opportunity for a popular and

playful way to play down the battles

between Austrian and Italian

officials relating to the annexation

of Veneto to the Kingdom of Italy.

With the hope that attendances

will exceed the 2010 figure of 32

million people.

FEB2011 47


FERMATA DEL MESE

48 FEB2011

Roma

Oristano

CARNEVALE

Acireale

Venezia


UN MONDO

DI CARTAPESTA

TINGE L’ITALIA

DA NORD A SUD.

IN VIAGGIO

TRA GRANDI CITTÀ

E PICCOLI CENTRI,

PER SCHERZARE

CON LE TRADIZIONI.

DA ROMA A VIAREGGIO,

DA CENTO A IVREA

LA REGOLA È

INFRANGERE

LE REGOLE.

di Francesca Ventre

TRICOLORE

Rompere l’ordine costituito e tornare al caos: a

Carnevale si può. La regola è infrangere le regole.

Lanciare arance, immergersi nella calca e divertirsi.

Succede, ma solo una volta l’anno. A febbraio

e marzo in tutt’Italia si scatena la mania dello scherzo:

dal Piemonte alla Sicilia, dalla Puglia al Friuli, in Toscana

ed Emilia si incontrano strani personaggi, come Burlamacco,

Tasi, Rölar e Kheirar.

Il desiderio di evasione fa parte dell’uomo fin dalle origini,

le stesse in cui si perdono le prime tracce del Carnevale.

Una tradizione nata addirittura nella preistoria con

riti sciamanici consumati tra volti mascherati. In Italia e

in tutto il Mediterraneo, invece, l’impronta genetica della

Grecia e dell’antica Roma fa ancora parlare di sé. Cerimonie

e riti sfrenati si celebravano già duemila anni fa in

onore di Saturno o Bacco, alias Dioniso dio del vino, bevanda

propizia al lasciarsi andare. D’altra parte occorreva

compiacere le divinità per assicurarsi che il ciclo della

natura ripetesse il suo corso regolare e la primavera non

si facesse troppo aspettare, dopo il silenzio e il freddo sterile

dell’inverno. Con l’arrivo del Cristianesimo il Carnevale

diventa il tempo che precede la Quaresima.

Un carro colorato e gigantesco. Di meglio non c’è per entrare

nel Carnevale di Viareggio, tappa obbligata del divertimento,

dove la satira e il sarcasmo la fanno da pa-

droni. La cartapesta, forgiata dalle

mani di esperti artigiani, si trasforma

in caricature e allegorie. Ce n’è per

tutti e nessuno si offenda: da Obama

nella veste di illusionista che dirige

a bacchetta le sue creature, alla

lenta lumaca della giustizia italiana.

E nel 2011 non si può non parlare

di globalizzazione, fame di potere

e mutazioni genetiche. Una risata

a denti stretti per riflettere su cosa

sta succedendo al mondo e a questa

nostra Italia sempre un po’ sorniona.

Un’Armata Brancaleone, per

dirla con Mario Monicelli, genio del

cinema e viareggino illustre che riceve

quest’anno l’omaggio dei suoi

concittadini. Carri alle griglie di partenza,

in festa per l’Unità d’Italia, sabato

19 febbraio. Arrivo al traguardo

e fine dei giochi domenica 13 marzo.

Veglioni in maschera, fuochi d’artificio,

musica e folclore nei rioni: tutti

in piazza e per le strade inondate

dall’inconfondibile spirito “toscanaccio”,

o al Museo della Cittadella per

scoprire i segreti della cartapesta.

“Gemello” di Viareggio e di San Pietroburgo

è quest’anno il Carnevale

Romano, che riprende una tradizione

immortale per la Capitale, magnificata

da versi e righe di scrittori

e poeti, da Goethe a Stendhal, da

Dickens a Dumas. Affascinati dalla

bellezza incomparabile della Città

Eterna potevano ammirare tornei e

giostre, corse di cavalli berberi, carri

allegorici, Giochi Agonali e Commedia

dell’arte. Eventi che rivivono,

oggi come ieri, nelle piazze romane

per eccellenza: Piazza Navona,

Piazza del Popolo con una scenografia

ispirata al ‘500, e Piazza Venezia.

Lungo le vie, infine, gli artisti

di strada per uno spettacolare Festival

della Giocoleria.

Una scia di coriandoli e stelle filanti

dal centro Italia arriva in Piemonte.

A Ivrea i preparativi sono iniziati

il giorno della Befana a suon di Pifferi

e Tamburi. Si parte il 20 febbraio

e si chiude il mercoledì delle Ceneri,

come vuole la tradizione, con

la distribuzione di polenta e merluzzo,

per compensare gli eccessi

ipercalorici del martedì grasso

prodigo di dolci e delizie prelibate.

Sono invece di bassa qualità, anche

se selezionati nelle dimensioni,

i 6mila quintali di agrumi della Sicilia

e della Calabria munizioni per

l’irrinunciabile Battaglia delle Arance.

In campodal 6 all’8 marzo, per

tre giorni, nove squadre a piedi contro

le “pariglie”, i tradizionali carri a

4 cavalli: simbolo della lotta contro

il potere e dell’eterno conflitto tra

classi sociali. È questa l’anima spettacolare

del Carnevale degli Eporediesi,

denominazione di origine

romana per i cittadini d’Ivrea. Il Carnevale

è animato anche dal Generale

con lo Stato Maggiore napoleonico,

dal Sostituto Gran cancelliere

e dal Podestà. Vera protagonista è

la Vezzosa Mugnaia, simbolo risorgimentale

di libertà che nell’abito richiama

il Tricolore, più che mai a

150 anni dall’Unità. E poi ancora

voglia di ribellione contro la tirannia

nel Berretto frigio, il rosso copricapo

dei rivoluzionari Giacobini. A rendere

invece unico il “più bel carnevale

di Sicilia” ad Acireale, vicino Catania,

sono i carri infiorati e i “lilliput”,

veicoli di piccole dimensioni guida-

FEB2011 49


FERMATA DEL MESE

ti da bambini, ospiti privilegiati della

festa, che invadono le strade cittadine

spesso assolate anche fuori

stagione.

Dal sole allo spazio: il Carnevale

Galattico di Cento fa vedere le stelle

dal 13 febbraio per 5 imperdibili

domeniche. Le parole d’ordine

sono trasgressione, eccesso, irriverenza

e sberleffo, personificate da

magnifiche e grandiose creature di

cartapesta, in mille colori sgargianti,

che giocano con la satira e l’ironia.

In palio il 1° Premio di Cento

Carnevale d’Europa da aggiudicarsi

a colpi di “gettito”, il tradizionale

lancio di dolciumi al pubblico. Perché

nessuno torna a casa a mani

vuote. Palloni, materassini, enormi

balene, delfini e orche di peluche

nuotano in un mare di folla, afferrati

al volo da migliaia di mani alzate

tra una pioggia di coriandoli,

caramelle e cioccolatini. Sotto la

supervisione di Re Carnevale e di

Tasi: un personaggio saltato fuori

dall’800 e che, dovendo scegliere

tra la moglie e un bicchiere di lambrusco,

non ha esitazioni. In frac e

con la sua inseparabile volpe sotto

il braccio apre ogni anno la sfilata

dei carri allegorici brindando

alla vita. Tutto finisce con il “rogo”:

la maschera in cartapesta brucia,

ma non prima che il suo legittimo

proprietario abbia lasciato un velenoso

“testamento” per mettere alla

berlina vizi e virtù dei centesi più

in vista.

Cambio di scena e ritorno al tempo

delle crociate e dei Saraceni a Oristano,

palcoscenico della spettacolare

Sartiglia, una delle tradizionali

corse all’anello che si giocano in

tutt’Italia. Ispirata alle storiche giostre

di Spagna, deve il suo nome

alla lingua castigliana o catalana

e si lega a sors, la sorte latina, ma

anche a sorticola, cioè l’anello che

in corsa bisogna infilzare con la

lancia. Rito per eccellenza è la vestizione

del cavaliere, su Cumponidori,

a cui le donne coprono il volto

con una maschera androgina, un

velo da sposa e un cilindro nero.

Da occidente a nord est il viaggi

lungo lo Stivale carnevalesco fini-

50 FEB2011

sce in Friuli nella piccola Sauris,

in compagnia di Rölar, maschera

di fuliggine che agita i sonagli

(rolelan) perché la gente prepari

il rito del travestimento, e Kheirar,

che guida il corteo delle brutte

maschere dai rozzi vestiti e di quelle

belle dagli abiti vezzosi. La festosa

processione entra nel bosco, rischiarato

da un falò, e scaccia così

il silenzio e le presenze maligne.

È la Notte delle Lanterne che illumina

con romantica allegria l’arrivederci

al prossimo anno.

SUL WEB

[www.viareggio.ilcarnevale.com]

[www.carnevale.roma.it]

[www.storicocarnevaleivrea.it]

[www.carnevaleacireale.com]

[www.ilcarnevale.com]

[www.sartiglia.info]

[www.carnia.it]

A Piazza Santa Croce maschere

di grandi e piccini colorano

i dieci giorni più golosi

dell’anno. Dal 5 febbraio appuntamento

a Firenze con

la settima edizione della Fiera

del Cioccolato, in tandem

con il Carnevale Fiorentino.

Ed ecco la più completa rassegna

di maestri cioccolatieri,

italiani e non, che espongono

le loro prelibatezze e preparano

cene con l’irresistibile cibo

degli dei. La simpatica novità

di quest’anno è un concorso

fotografico che premia il più

bel gruppo di maschere, votate

su Facebook dove sono

pubblicate in tempo reale le

immagini scattate in piazza.

Si mangia con gli occhi anche

alla mostra di storici scatti

Alinari sulla produzione del

cacao da fine ‘800 ad oggi.

[www.fieradelcioccolato.it]

A world of papier-mâché that colours Italy from

north to south. Lots of appointments in big cities

and small towns: from Rome to Tuscany, from

Cento to Sicily. The Viareggio Carnival, where satire

and sarcasm make themselves right at home,

and its Roman “twin” are an absolute must for

entertainment stopovers. On the other hand, in Ivrea

they have an orange fight and in Cento they through

a gigantic party. Lastly, dates with Italian traditions

in Sardinia and in Friuli. Because at Carnival it is

possible to break away from established order and

go back to chaos.

AL CARNEVALE IN AV

Frequenti e veloci i collegamenti tra le grandi città,

come Roma, Firenze, Bologna e Torino, da cui si

può proseguire il viaggio con IC e treni regionali per

raggiungere i centri minori. Ventidue i Frecciarossa

tra Torino e Milano, tutti con stop a Porta Susa. Diciannove,

invece, le corse tra la Mole e il Colosseo,

con 4 collegamenti che fermano a Milano Porta Garibaldi.

Da Napoli a Torino si arriva in poco più di 5

ore e mezzo, con fermata a Tiburtina, prossimo hub

AV della Capitale. Dieci i collegamenti veloci Frecciarossa

e Frecciargento tra la Capitale e Salerno.

Quarantasei i servizi giornalieri per Bologna e Firenze,

di cui 15 tra Santa Maria Novella e Bologna in

direzione Torino.

Con l’orario invernale potenziati anche i collegamenti

Frecciargento, che uniscono Roma ai grandi

centri del Nord-Est e del Sud. Due in più tra Verona

e Roma con fermata a Firenze Campo Marte,

e altrettanti che si aggiungono ai 26 già esistenti

tra Venezia e la Capitale. Tra il capoluogo scaligero

e il Colosseo si viaggia in 3 ore con 8 collegamenti

al giorno, 2 con prosecuzione su Brescia e

4 per andare e tornare in giornata da Bolzano. Infine,

verso Sud, 8 servizi veloci con la Puglia e 2

con la Calabria.

LE OFFERTE

Con la nuova offerta MINI si può trovare il prezzo

più vantaggioso per viaggiare in AV, Eurostar, Eurostar

City, Espressi, ICN, IC, cuccette o VL. I biglietti

di prima e seconda classe si acquistano fino alla

mezzanotte del giorno precedente la partenza, sul

sito web, nelle agenzie di viaggio, presso il call center

e alle biglietterie e self service di stazione. Il numero

di posti a disposizione è limitato e variabile a

seconda del giorno, del treno e della classe.

L’andata e ritorno in giornata, da e per qualsiasi

destinazione, costa 99 euro in seconda classe e

149 in prima. Invece in famiglia, da 3 a 5 persone

con almeno un bambino sotto i 12 anni, sconti

dal 50 al 20% per ragazzi e adulti. Con il Carnet

10 Viaggi, 20% di risparmio sul prezzo del biglietto

Base per viaggiare in Frecciarossa, Frecciargento

ed Eurostar City.

[www.ferroviedellostato.it]


Camera di Commercio

Latina


INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

Regala San Valentino

PER TUTTO IL MESE DI FEBBRAIO, UNA HOTELS & RESORTS DEDICA UNA

SPECIALE OFFERTA AGLI INNAMORATI. UNA ROMANTICA FUGA DA

REGALARE AL PARTNER.

Location ricche di fascino e con un’ospitalità da sogno a Milano, Firenze, Versilia, Venezia,

Bologna, Roma, Napoli, Catania, Siracusa, Bari con uno speciale sconto del 15% per

i viaggiatori Alta Velocità.

TARIFFE A PARTIRE DA 104 EURO A PERSONA PER 2 NOTTI.

Il pacchetto comprende:

► Assegnazione camera tipologia superiore (su disponibilità)

► Servizio di colazione in camera (su richiesta)

► 1 cena romantica per 2 persone presso l’UNA Restaurant*

► Early check-in e late check-out

► Kit di benvenuto

► “Pillowow” scelta della tipologia di cuscino preferita**

► Bottiglia di prosecco

► Esclusivo omaggio di San Valentino

*La cena non è prevista all’UNA Hotel Venezia. **Il servizio Pillowow non è presente presso l’UNA Hotel Regina.

Nella tariffa è incluso lo sconto del 15% riservato ai lettori.

MILANO

VERSILIA

FIRENZE

VENEZIA


BOLOGNA

NAPOLI

SIRACUSA

Per info e prenotazioni

Numero Verde 800 60 61 62

reservations@unahotels.it

www.unahotels.it

Citare il riferimento Freccia

ROMA

CATANIA

BARI

2000 - 2010


ANDATA E RITORNO

VULCANICA

ITALIA

L’ETNA SI FA SENTIRE

E SI TRACCIANO NUOVE MAPPE

DI PERICOLOSITÀ.

DA VULCANO AL VESUVIO,

COSA BOLLE IN PENTOLA

E SOTTO I PIEDI

DI MILIONI DI PERSONE.

di Gian Paolo Collacciani

54 FEB2011


FEB2011 55


ANDATA E RITORNO

È

tornato a dare spettacolo il

12 gennaio, con fontane di

lava incandescente e colate

di magma che nella notte hanno infuocato

la Valle del Bove.

Si è risvegliato così, dopo quasi un

anno, l’Etna, il vulcano più grande

d’Europa che svetta a nord di Catania

a oltre 3mila e 300 metri d’altezza,

con un diametro di 45 chilometri.

Poche ore ma molto intense,

durante le quali il pit crater, una

profonda frattura nella zona orientale

del cono, ha esploso gettate

di lava ad altezze impressionanti.

Centinaia di metri, visibili fino a Taormina.

I tremori si sono placati nel

tempo di una notte, in questo inizio

d’anno bollente, senza impedire

a migliaia di curiosi di accorrere

in massa a immortalare il suggestivo

evento.

Fascino a parte, l’Etna non è stato

sempre così clemente: eruzioni

più violente hanno lasciato il

segno. Nel 1928, il magma seppellisce

l’intero paesino di Mascali.

56 FEB2011

Nel ’50 riversa 171 milioni di metri

cubi di lava in 372 giorni consecutivi

di attività. Ma è stata quella

dell’83 la “comparsa” più pericolosa

del Gigante buono: mattiniera,

dopo un violento sciame sismico.

Da una frattura lunga 2 chilometri

a quota 2500 metri, un fiume di

magma si dirige verso i centri abitati,

devastando un po’ di tutto. Altra

eruzione degna di nota quella

del 2002: dopo quattordici mesi di

calma apparente, l’Etna torna a far

paura distruggendo con il suo torrente

infuocato la stazione sciistica

di Piano Provenzana e la pineta

Ragabo. La colata raggiunge anche

una centrale elettrica, causando

un’esplosione e diversi feriti. E il

vulcano placa la sua furia solo 95

giorni dopo. Tra il 2008 e il 2009,

un’altra evidente prova di vitalità,

lunga più di un anno: ben 418

giorni di convivenza non facile, tra

momenti di calma piatta alternati

ad attimi di alta tensione, con numerosi

danni alle zone circostanti.

Ma nonostante i continui risvegli, non

L’ETNA CONTINUA

A FAR PARLARE DI SÉ,

TRA FONTANE DI LAVA

E FIUMI DI MAGMA.


L’ETNA

FERMATO DALL’ANGELO

L’ulivo salvato dalla lava dell’Etna grazie al gesto

di un angelo è una delle immagini create dal

pennello di Enrico Benaglia. Il pittore, disegnatore,

incisore e scenografo, conosciuto dagli anni

Settanta in Italia e all’estero, torna ad esporre a

Catania dopo nove anni. Da ammirare, fino al

13 febbraio presso la sede storica della Camera

di Commercio, 23 opere raccolte nella mostra

Splendore mediterraneo. Il titolo evoca la sensibilità

dell’autore alla solare terra d’Italia, come

anche alle atmosfere notturne espresse con

un’iconografia originale e simbolica, legata a un

mondo favolistico e mitologico di personaggi “ritagliati”

e vivaci cromie. «L’esposizione - osserva

la curatrice Alida Maria Sessa - è costruita attorno

ai ricordi privati, alle occasioni segrete di una

scenografia ricca di bellezze a portata di mano.

Si celebrano la luminosità diffusa che proviene

dal mare, le atmosfere terse del cielo spazzato

dalla tramontana, la costa alta che sale, i colori

pastosi delle case, i cespugli esuberanti». F.V.

[www.enricobenaglia.com]

FEB2011 57


ANDATA E RITORNO

sempre pacifici, l’Etna è meta prediletta

per appassionati ed escursionisti.

E si conferma al primo posto nella

top ten europea dei vulcani attivi

preferiti dai turisti, anche per l’insolito

e ricco paesaggio di vigneti, frutteti

e campi coltivati. Nei mesi invernali,

poi, è regolarmente preso d’assalto

dagli amanti della neve, grazie agli impianti

adagiati su due versanti.

Il Gigante siciliano non è l’unico

sotto costante monitoraggio

dell’Istituto Nazionale di Geofisica

e Vulcanologia. A sud di Roma,

l’area montuosa dei Colli Albani

anima il cosiddetto “vulcanismo

laziale”, per fortuna dormiente da

migliaia di anni. Scendendo lungo

lo Stivale, a nord di Napoli, la zona

dei Campi Flegrei è disseminata di

crateri, alcuni dei quali divenuti laghi.

L’ultima eruzione, avvenuta nel

1538, ha dato vita al Monte Nuovo,

mentre ai giorni nostri l’attività è ridotta

a fuoriuscite di gas, solfatare,

58 FEB2011

mofete e sorgenti termali. Poco più

a sud, nella splendida cornice del

Golfo di Napoli, il famosissimo (e

temutissimo) Vesuvio sonnecchia

placidamente, ancora tristemente

celebre per la distruttiva esplosione

del 79 d.C., che seppellì Ercolano

e Pompei. L’ultima volta “da

paura” nel ’44, quando la sua lava

danneggia seriamente i paesi di

Terzigno, Scafati, Angri, Nocera,

Poggiomarino e Cava: 12mila persone

evacuate tra San Sebastiano,

Massa e Cercola, mentre i venti favorevoli

risparmiano Napoli da una

minacciosa nuvola di cenere e lapilli.

Esperienza insegna: anche

in fase di quiescenza oggi il Vesuvio

è sotto costante osservazione

dell’Istituto. Restando in zona, altro

terreno bollente è Ischia. L’isola è

la parte emersa di un rilievo vulcanico

sottomarino. Lontano nel tempo

il suo ultimo risveglio, nel 1302,

che ha portato alla formazione del

vulcano Arso.

DAL VESUVIO A VULCANO

I CRATERI ITALIANI SONO

COSTANTEMENTE MONITORATI

DALL’ISTITUTO NAZIONALE

DI GEOFISICA E VULCANOLOGIA.

It came back with a bang to provide a show on 12 th

January with fountains of red-hot lava and fiery flows of

magma that lit up the Bove valley during the night. This

is how Etna – the biggest volcano in Europe rising up

north of Catania to more than 3,300 metres high, with a

45-kilometer circumference – woke up, almost one year

down the track. A few, very intense hours, during which

the pit crater, a deep fracture in the eastern part of the

cone, spewed out jets of lava to unbelievable heights of

hundreds of metres, visible as far as Taormina.

From the violent, spectacular eruptions of the “Gentle

Giant”, travelling along the map of dangerousness of

Italian volcanoes. From the fearful Vesuvius in the Gulf

of Naples to the craters spread throughout the Aeolian

archipelago: Stromboli, one of the most active in the

world, Lipari and Vulcano. All constantly monitored by the

Italian Geophysics and Volcanology Institute.


Vi abbiamo fatto

conoscere tutti i loro LATI.

IL NOSTRO GIAPPONE, TUTTO DA VIVERE.

Non solo una meta turistica ma una squisita fonte di sorprese e sogni incantati. Soggiornare

nei ryokan, passare una notte nel tempio Monte Koya condividendo cibo vegetariano

coi monaci e meditando con loro all’alba; impugnare i pennelli per apprendere lo Shodo,

l’antica e affascinante arte giapponese della calligrafi a.

Conoscere la dimensione nascosta del Giappone, da ogni lato la vogliate osservare.


ANDATA E RITORNO

L’Italia bollente prosegue verso

sud, fino alle Eolie. A Lipari, in due

fasi diverse, sono emersi il Monte

Sant’Angelo e i crateri, mentre Vulcano

già solo dal nome non smette

di ricordare l’attività ricorrente

e potenzialmente pericolosa. Tanto

da diventare oggetto di recenti

e approfonditi studi: una nuova

mappa di pericolosità, disegnata da

un gruppo di ricercatori dell’Ingv e

dell’Università di Bari, traccia costantemente

il livello di rischio, visto

l’elevato flusso turistico, soprattutto

estivo, e il carattere esplosivo

delle eruzioni originate dal cono attivo,

la famigerata Fossa di Vulcano.

Un nome che la dice lunga, ripreso

non a caso dal dio Vulcano,

attribuito alla splendida isola e uti-

60 FEB2011

lizzato tout court per indicare i rilievi

montuosi con attività eruttiva.

Di grande fascino anche l’isola di

Stromboli, con il suo cratere perennemente

sveglio: considerato uno

dei più attivi del mondo, incanta

abitanti, visitatori e turisti con le sue

spettacolari manifestazioni esplosive

e laviche. Affiora dal mare anche

Ferdinandea, piattaforma rocciosa

nel Canale di Sicilia: la bocca di un

vulcano sommerso che si estende

per 4 chilometri e 6 metri d’altezza.

Il viaggio “si spegne” a Pantelleria,

dove l’ultima eruzione è datata

1891. Oggi l’attività del vulcano Foerstner

si limita a emissioni di gas e

anidride carbonica, sorgenti termali

e saune naturali. Come dire, non

tutto ciò che bolle, nuoce.

In apertura

e a pagina 56

L’Etna

A pagina 58

Il Vesuvio

Sopra

Le Eolie

viste dal cratere

di Vulcano

VULCANI NEL MONDO

Non tutti dormono sonni tranquilli.

L’area più turbolenta della

Terra, con più del 60% dei

vulcani attivi e oltre il 70% dei

terremoti registrati tra il 1904

e il 1952, è la fascia che circonda

per 40mila chilometri

l’oceano Pacifico. Una concentrazione

talmente elevata

da giustificare il nome di “cintura

di fuoco”. I più famosi in

quest’area sono il Mount St.

Helens negli Stati Uniti, il Tambora

e il Krakatoa in Indonesia

e il celeberrimo monte Fuji in

Giappone.

Degni di nota anche i cosiddetti

“punti caldi”: aree oceaniche

e continentali in cui si

trovano allineamenti di edifici

vulcanici in collegamento con

getti o pennacchi di materiale

caldo, in grado di risalire dalle

zone profonde del mantello

terrestre e generare in superficie

diversi crateri.

Tra Argentina e Cile svetta a

6.891 metri il Nevado Ojos del

Salado, il vulcano più alto del

mondo, attualmente silenzioso.

Mentre in Europa, fa parlare

di sé l’Islanda: dalla spettacolare

eruzione del 1963, che

ha dato origine all’isola di Surtsey,

a quella del 2010, la cui

nube di fumo ha paralizzato gli

aeroporti di mezzo mondo.


Windows ® . Life without Walls . ASUS consiglia Windows 7

ASUS - AUTOMOBILI LAMBORGHINI Eee PC VX6

Windows ® 7

Home Premium Autentico

Audio by Bang & Olufsen ICEpower ®

Processore Intel Dual Core

Grafi ca NVIDIA ION Next Generation

Da oggi la velocità ha un nuovo nome: ASUS-AUTOMOBILI LAMBORGHINI Eee PC VX6.

Compatto nelle dimensioni, aggressivo nello stile, estremo nelle prestazioni: uno

straordinario mix di lusso, tradizione e potenza proprio di una vera fuoriserie. Dotazione

al top, performance senza compromessi, per accompagnarti davvero ovunque.

ASUS-AUTOMOBILI LAMBORGHINI Eee PC VX6: lo stile viaggia veloce.

www.asus.it

Display 12.1” HD

USB 3.0 - Bluetooth 3.0

Borsa e mouse venduti separatamente


Chianciano Terme

e la Val di Chiana

Chianciano Terme e la Val di Chiana

si confermano ai primi posti del comparto

congressuale e fieristico italiano,

offrendo un “pacchetto” davvero unico,

fatto di qualità, scorci paesaggistici

unici, location adatte a ogni occasione

ed esigenza, e un territorio dalle

mille suggestioni.

La Regione Toscana e la Provincia di

Siena hanno deciso di puntare molto

sul turismo congressuale e per farlo

al meglio hanno scelto di schierare in

prima linea una delle location più affascinanti

del proprio territorio, rilanciandone

l’immagine in grande stile

mediante strumenti di comunicazione

e pianificazione articolati.

Il polo congressuale di Chianciano

Terme e Val di Chiana, nel cuore del-

Chianciano Terme e la Val di

Chiana senese si confermano

mete d’eccellenza del business

travel, offrendo un ventaglio di

location uniche, ideali per ogni

occasione. Sedi storiche, centri

congressi all’avanguardia, teatri,

palazzi suggestivi: tutto ciò nelle

Terre di Siena, un contesto unico

in quanto territorio fra i più belli ed

emozionanti della Toscana.

62 FEB2011

mete d’eccellenza del Business Travel

le Terre di Siena e garanzia assoluta di

successo, grazie alle capacità tecniche

e a un’offerta specifica estremamente

variegata, ha deciso di proporsi

in una veste aggiornata, con servizi e

prospettive arricchite di nuovi stimoli.

Nuova vita e nuovo look per questa

location accattivante per molti motivi,

che ha puntato tutto sulla creazione di

un vero e proprio sistema congressuale

coeso e in completa sinergia di

azioni. Il Convention & Visitors Bureau

Chianciano Terme Val di Chiana,

costituito all’interno dell’APT omonima,

ha realizzato un progetto di rilancio,

riqualificazione e promozione

dell’offerta congressuale del territorio.

Notevole si è dimostrato quindi lo

sforzo economico degli enti territoriali,

come la Regione Toscana e

la Provincia di Siena, per favorire la

nascita del progetto d’incremento del

sistema congressuale Chianciano

Terme Val di Chiana, soprattutto dal

punto di vista della comunicazione,

consentendo tra l’altro lo sviluppo di

un moderno e aggiornato sito internet

che contribuirà a lanciare tutta l’area

come polo fieristico e congressuale

con tutti i numeri per diventare un punto

di riferimento del settore. Grazie a

questo progetto, avranno adeguata visibilità

le tante strutture congressuali

e ricettive di prim’ordine, che possono

vantare standard di vera eccellenza,

sia in termini di funzionalità che di

accoglienza; da Chianciano Terme con

il Palamontepaschi, con i suoi 990 posti,

al Centro Congressi Excelsior, o il

nuovissimo Astoria Forum, con i suoi

oltre 200 posti inseriti in un contesto

dalle linee architettoniche assolutamente

innovative; fino alle più incantevoli

location storiche sparse su tutto

il territorio.

“Il segmento congressuale è una risorsa

importante, di gran valore, per

Chianciano Terme, sia per il numero di

strutture ricettive sia per la sua posizione

geografica, che la rende una

location facilmente raggiungibile da

nord e da sud. Il Convention Bureau

Chianciano Terme, che si è costituito

un decennio fa ed è rappresentato da

soggetti pubblici e privati, ha lavorato

molto intensamente, raggiungendo ri


sultati ottimi, con circa 100.000 presenze

annue solo su Chianciano Terme.

La costituzione della struttura tecnica

permanente all’interno dell’Apt,

voluta dalla Regione Toscana, e l’apertura

a un ambito territoriale più ampio

contribuiranno sicuramente a valorizzare

la filiera congressuale di Chianciano

Terme e della Val di Chiana in

modo da garantire un’offerta variegata,

fatta di grandi numeri, ma anche di

candidature di nicchia per un mercato

dinamico e articolato quale è quello

del MICE (Meeting Incentive Congress

& Events)”, sottolinea Grazia Torelli,

direttore dell’Apt Chianciano Terme

Val di Chiana. “Sono sicura che l’attività

che stiamo portando avanti sulla

promozione di questa destinazione e

della sua commercializzazione riuscirà

ad affermare tutto il territorio costruendo

il vero prodotto provinciale Terre di

Siena Meeting”.

Più di 15 mila posti letto offerti dalle

migliori strutture ricettive del territorio,

a Chianciano Terme e negli spendidi

borghi della Val di Chiana, strutture

congressuali all’avanguardia,

funzionali e dal fascino indiscusso,

che fanno di questa destinazione la

location ideale per i meeting di lavoro,

le conferenze, i convegni e i congressi

nazionali e internazionali. Il ventaglio

delle possibilità è ampio e variegato:

strutture alberghiere ed extralberghiere,

dimore storiche ed agriturismi,

che coniugano sapientemente la

funzione ricettiva con quella congressuale,

centri congressi, sale con-

ferenze, strutture dall’animo prettamente

“congressuale” oltre a teatri

storici perfettamente mantenuti, che

si prestano ottimamente ad incontri e

convegni, consentendo di respirare –

in un ambiente non ripetibile altrove

– la cultura più antica di questi luoghi.

In aggiunta a questo, deve essere

evidenziata la centralità geografica

del territorio, facilmente raggiungibile

con i principali mezzi di trasporto,

candidandola di diritto anche come

destinazione ideale per i “business

travel”.

Tutto questo si chiama “eccellenza

funzionale”, che si sostanzia in un

valore aggiunto all’intera area che già

vanta un ricchissimo patrimonio, peraltro

irripetibile altrove, fatto di enogastronomia,

benessere termale, ricchezza

paesaggistica, arte e cultura,

in altre parole, l’essenza più pura della

Toscana più autentica.

Per navigare virtualmente alla scoperta

della straordinaria offerta congressuale

di Chianciano Terme e della

Val di Chiana senese, si può visitare

il sito internet www.congressi.vivichiancianoterme.it.

Disponibile anche

un’applicazione per l’iPhone e

una versione mobile del sito web,

per avere questo incantevole scorcio

di Toscana sempre a portata di click,

anche dal telefono cellulare.

FEB2011 63


Refined and creative, she plays with fashion by matching

sophisticated and imaginative garments. This is the woman at

Milano Prêt-à-porter, which brings all the 2011-2012 autumn/

winter collections to Fieramilanocity from 25 th to 28 th February.

A “fashion talent scout” that gives room to under-30s imagination

and creativity. Make way for the young: 12 new talents, including

Colica, Missisdesign and Georgia Turri are the leading lights in the

design area. In the gowns section, creations by Vivetta, Francesca

Liberatore, February, Mauro Gasperi, Cristiano Burani glide down

the catwalks alongside internationally renowned designers like

Agatha Ruiz de la Prada.

di Federica Demaria

Raffinata e creativa, gioca con la moda accostando

capi ricercati e fantasiosi. È la donna

di Milano Prêt-à-porter: dal 25 al 28

febbraio a Fieramilanocity le collezioni per l’autunno/inverno

2011-2012. Un “fashion talent scout”

che dà spazio alla fantasia e all’inventiva under 30.

Largo ai giovani: 12 nuovi talenti, tra cui Colica, Missisdesign

e Georgia Turri, sono i protagonisti dell’area design,

caratterizzata dalla continua ricerca stilistica e intellettuale.

Nella sezione abiti, accanto a stilisti di fama internazionale

come Agatha Ruiz de la Prada e David Fielden,

sfilano modelli di Vivetta, Francesca Liberatore, February,

Mauro Gasperi, Cristiano Burani, Fabric Division e Matteo

Thiela. Attesissima la designer giapponese Aya Sasaki con

il progetto Hyeu: una collezione di pezzi unici, cuciti e ricamati

a mano secondo l’antica arte di Hokkaido.

[www.mimilanopretaporter.fieramilano.it]

VIAGGIARE

CO VER

FEB2011 65


Sanremo

talent

VIAGGIARE

SANREMO

SESSANT’ANNI DOPO

GRAZIE DEI FIOR,

LA MANIFESTAZIONE CANORA

PIÙ ATTESA E ASCOLTATA

DEL BELPAESE PREMIA

LA NEW REALITY GENERATION.

NE SA QUALCOSA

VALERIO SCANU,

DA CONCORRENTE DI AMICI

A VINCITORE SUL PALCO DELL’ARISTON.

E DAL 1° MARZO

IN TOUR PER L’ITALIA.

di Gaspare Baglio

FEB2011 67


VIAGGIARE

SANREMO

Sanremo 2011, 61 candeline

e un sogno nel cassetto:

bissare il successo della

kermesse made in Clerici con un

altro capitano d’eccezione, Gianni

Morandi. Uno che di musica se

ne intende, e che mastica pane e

note dai tempi di Fatti mandare

dalla mamma a prendere il latte.

In prima serata su Rai Uno, dal 15

al 19 febbraio, guida un cast per

tutti i gusti. Anche in tempi di magra

e con super ospiti a sorpresa,

all’Ariston è sempre festa grande.

Merito anche delle effervescenti

Elisabetta Canalis e Belen Rodriguez,

delle “Iene” Luca e Paolo e

degli storici habitué, da Al Bano

a Patty Pravo passando per Anna

Oxa. Outsider di questa edizione

La Crus, Davide Van De Sfroos e

big come Vecchioni e Battiato, in

team con Luca Madonia. Di casa

a Sanremo anche i tanto discussi

figli dei talent, che sembrano

aver messo l’ipoteca sui successi

festivalieri.

Un anno è passato dalla storica

sera del 20 febbraio, quando sul

palco della Città dei Fiori, tra polemiche

sul televoto e proteste

dell’orchestra, Antonella Clerici rivelava

il vincitore della 60esima

edizione: un ragazzo della Maddalena

che, vent’anni sì e no, era

già l’idolo delle teenager. Una carriera

partita in quarta per Valerio

Scanu, personaggio-rivelazione

del programma campione di audience

Amici. Segno dei tempi.

Il podio dell’Ariston non ha fatto

che confermare il deciso cambio

di rotta del più “tradizionale” dei

Festival: la seguitissima kermesse

è ormai appannaggio quasi esclusivo

dei tanto amati (e vituperati)

talent show. Tutto è iniziato nel

2009: il primo classificato a Sanremo,

sardo doc e figlio di Amici

anche stavolta, è Marco Carta,

classe 1985. E un anno dopo anche

l’autore del brano di Scanu,

Pierdavide Carone, esce dalla fucina

di talenti di Maria De Filippi.

Vendite alla mano, l’ultimo vincitore

sanremese continua ad accaparrarsi

consensi, tra applausi e

proposte allettanti. Per tutte le volte

che incassa il My Best TRL da

Mtv e il Wind Music Award, men-

68 FEB2011

tre arriva in libreria l’autobiografia

Quando parlano di me (Aliberti,

2010). Risultato: oggi Valerio Scanu

è un piccolo-grande della musica

dalle indubbie doti vocali. E

il suo nuovo album Parto da qui,

preceduto dal singolo Mio, è balzato

in un batter di ciglia al secondo

posto delle classifiche. Pronto

a partire per un nuovo tour, è già

sold out alle prime due date. Non

male quando si va in scena in uno

dei templi della musica più sognati

e temuti, il Blue Note di Milano.

Un altro goal da attaccante, segno

evidente che il Festival è al passo

coi tempi. O almeno ci prova.

Non solo talent

A onor di cronaca, nell’era dei talent show, esistono

ancora cantanti arrivati al Festival senza

passare dalle “Tv Factory”.

Nel 2002, quando cominciavano a sbocciare le

fucine televisive, l’allora quindicenne Anna Tatangelo

vinceva la kermesse sanremese nella categoria

Nuove Proposte con Doppiamente fragili,

approdando otto anni più tardi a X Factor,

ma come giudice. Nessuna corsia preferenziale

anche per i Negramaro, Premio della Critica nel

2005 con Mentre tutto scorre. Idoli delle ragazzine,

ma non per merito di un talent, i fratelli veronesi

Sonohra, nel 2008 trionfano tra i “Giovani”

con il brano L’amore, seguiti da Arisa l’anno

successivo, vera rivelazione del Festival con la

sua Sincerità. Menzione d’onore per due voci inconfondibili:

Malika Ayane, di origini marocchine,

presente alle ultime due edizioni ed entrata

di diritto nell’olimpo delle grandi interpreti della

nuova generazione. E Nina Zilli, fresca regina

del soul made in Italy che, dopo il Premio della

Critica 2010 con L’uomo che amava le donne

e il successo del brano per la colonna sonora di

Mine Vaganti, debutterà come attrice nel prossimo

film di Ferzan Ozpetek.


1951

2010

La vittoria fa 60

From 15 th to 19 th February at

the Ariston theatre in Sanremo

(and on Rai Uno) the 61 st Italian

Song Festival (Festival della

Canzone Italiana), this year

hosted by Gianni Morandi with

Belen Rodriguez, Elisabetta

Canalis, Luca and Paolo. The

goal is to keep ratings as high

as last year’s edition hosted

by Antonella Clerici, and won

by the young Valerio Scanu.

The singer came second in

the Maria De Filippi’s talent

show, Amici and he won with

the song Per tutte le volte

che… sending him on his

way to a career of successes.

His new album Parto da

qui has confirmed the love

of the general public. His

March tour will take him

onto prestigious stages like

the Blue Note in Milan and

the Auditorium Parco della

Musica in Rome.

1951 Nilla Pizzi Grazie dei fior

1952 Nilla Pizzi Vola colomba

1953 Carla Boni, Flo Sandon’s Viale d’autunno

1954 Giorgio Consolini, Gino Latilla Tutte le mamme

1955 Claudio Villa, Tullio Pane Buongiorno tristezza

1956 Franca Raimondi Aprite le finestre

1957 Claudio Villa, Nunzio Gallo Corde della mia chitarra

1958 Domenico Modugno, Johnny Dorelli Nel blu dipinto di blu

1959 Domenico Modugno, Johnny Dorelli Piove (ciao ciao bambina)

1960 Tony Dallara, Renato Rascel Romantica

1961 Betty Curtis, Luciano Tajoli Al di là

1962 Domenico Modugno, Claudio Villa Addio…addio

1963 Tony Renis, Emilio Pericoli Uno per tutte

1964 Gigliola Cinquetti, Patricia Carli Non ho l’età (per amarti)

1965 Bobby Solo, New Christy Minstrels Se piangi se ridi

1966 Domenico Modugno, Gigliola Cinquetti Dio come ti amo

1967 Claudio Villa, Iva Zanicchi Non pensare a me

1968 Sergio Endrigo, Roberto Carlos Braga Canzone per te

1969 Bobby Solo, Iva Zanicchi Zingara

1970 Adriano Celentano e Claudia Mori Chi non lavora non fa l’amore

1971 Nada, Nicola Di Bari Il cuore è uno zingaro

1972 Nicola Di Bari I giorni dell’arcobaleno

1973 Peppino Di Capri Un grande amore e niente più

1974 Iva Zanicchi Ciao cara come stai?

1975 Gilda Ragazza del sud

1976 Peppino Di Capri Non lo faccio più

1977 Homo Sapiens Bella da morire

1978 Matia Bazar …e dirsi ciao!

1979 Mino Vergnaghi Amare

1980 Toto Cutugno Solo noi

1981 Alice Per Elisa

1982 Riccardo Fogli Storie di tutti i giorni

1983 Tiziana Rivale Sarà quel che sarà

1984 Al Bano e Romina Power Ci sarà

1985 Ricchi e Poveri Se m’innamoro

1986 Eros Ramazzotti Adesso tu

1987 Gianni Morandi, Enrico Ruggeri e Umberto Tozzi Si può dare di più

1988 Massimo Ranieri Perdere l’amore

1989 Anna Oxa e Fausto Leali Ti lascerò

1990 Pooh e Dee Dee Bridgewater Uomini soli

1991 Riccardo Cocciante e Sarah Jane Morris Se stiamo insieme

1992 Luca Barbarossa Portami a ballare

1993 Enrico Ruggeri Mistero

1994 Alendro Baldi Passerà

1995 Giorgia Come saprei

1996 Ron e Tosca Vorrei incontrarti fra cent’anni

1997 Jalisse Fiumi di parole

1998 Annalisa Minetti Senza te o con te

1999 Anna Oxa Senza pietà

2000 Avion Travel Sentimento

2001 Elisa Luce (tramonti a nord est)

2002 Matia Bazar Messaggio d’amore

2003 Alexia Per dire di no

2004 Marco Masini L’uomo volante

2005 Francesco Renga Angelo

2006 Povia Vorrei avere il becco

2007 Simone Cristicchi Ti regalerò una rosa

2008 Giò Di Tonno e Lola Ponce Colpo di fulmine

2009 Marco Carta La forza mia

2010 Valerio Scanu Per tutte le volte che…

FEB2011 69


VIAGGIARE

SANREMO

Valerio

Scanu

Dodici mesi dopo la vittoria a Sanremo, un nuovo

album e un nuovo tour. Non male per un giovanissimo

della musica…

È stato un crescendo, di vendite e concerti. Ho affrontato

all’improvviso mesi intensi e difficili, costretto a fare i conti

con un mondo ancora sconosciuto e che poco alla volta

ho cercato di fare mio. Mediando tra le esigenze personali

e quelle dell’industria musicale.

L’anno scorso chi avrebbe dovuto vincere?

Naturalmente tifavo per me, e non mi sono concentrato

su nessun altro. Non credo a chi dice di andare a Sanremo

solo per partecipare! Se non ti piazzi tra i primi,

“rosichi”.

Il consiglio di Maria De Filippi prima di salire sul

palco dell’Ariston?

Restare me stesso e cantare con il cuore, sempre rivolto a

chi mi apprezza e mi vuole bene.

E dopo la vittoria?

È stata la prima telefonata che ho ricevuto. Maria era felicissima,

urlava dalla contentezza, era pazza di gioia.

Come del resto tutto il mio staff.

I ragazzi che escono dai talent show sono sempre

presi di mira dagli integralisti della musica e della tv.

Come hai vissuto la bagarre che si era creata al Festival,

con i fischi e i lanci di bacchette?

70 FEB2011

Non mi è pesato, ero molto concentrato

sulla canzone e volevo dimostrare

quello che valgo. Anche se mi

rendo conto che i pregiudizi hanno

bisogno di tempo per cadere.

Caso Scanu a parte, per arrivare

al successo è necessario passare

per un talent show?

Necessario no, ma sicuramente

oggi è una via maestra.

Quest’anno il televoto ha

un peso minore rispetto alle ultime

edizioni. Un cambiamento

positivo?

Ogni sistema ha i suoi pro e i suoi

contro e determina vincitori e vinti,

persone contente e altre deluse.

Non si scappa.

Si era parlato di un tuo ritorno

all’Ariston in duetto con Alessandra

Amoroso. Poi cosa è successo?

Pura fantascienza, solo gossip.

Insomma, Festival sì o Festival

no?

Se non lo avessi fatto l’anno scorso,

avrei provato a partecipare a questa

edizione. Per il futuro, mai dire mai.

Cosa consigli alla tua collega

di talent Emma, in gara con i

Modà?

Dare il massimo e non curarsi delle

critiche poco costruttive. Bisogna

dare importanza solo ai pareri

che fanno crescere, umanamente e

artisticamente.

Emma a parte, tra i cantanti

del Sanremo targato Morandi c’è

qualcuno che ti incuriosisce?

Anna Oxa, una grande artista tornata

alla ribalta, che stimo molto.

Tornando ad Amici, il programma

che ti ha lanciato, quest’anno

fai il tifo per…

Mi piace molto Annalisa, una ragazza

intelligente che canta con il cuore

e con la testa.

E la new entry Mara Maionchi,

storico giudice di X Factor che ti

bocciò a un passo dall’entrata al

talent di Rai Due perché ancora

minorenne?

Mara è una forte! In televisione ren-

de molto, è una vera addetta ai lavori

e ha una carica di simpatia

travolgente. Credo che ci sarà da

divertirsi.

Arriviamo a Parto da qui…

Subito dopo Sanremo, è iniziato il lavoro

di ricerca di nuovi brani e strade

originali che potessero piacere al

grande pubblico, senza perdere chi

già mi seguiva. Da marzo ad agosto

abbiamo scremato più di 300 canzoni

per arrivare alle 11 dell’album.

È stata una vera sfida musicale. Un

progetto ad ampio respiro, con brani

in inglese e novità stilistiche.

Dal mese prossimo anche un

tour…

…con concerti in location prestigiose,

scelte ad hoc per quello che

rappresentano, e non per riempire

a tutti costi una piazza. Già tutto

esaurito per il primo spettacolo, al

Blue Note di Milano. È un onore su

un palco così importante! Speriamo

di bissare all’Auditorium Parco della

Musica di Roma.

E poi?

A febbraio un live show per San Valentino

proiettato in 150 cinema di

tutta Italia.

Parto da qui è disponibile anche

in edizione limitata a prezzo speciale

e con contenuti DVD inediti:

il videoclip del brano Così distante,

la versione piano e voce

di Sentimento e le tre cover più

amate dal pubblico, Everything

I Do di Bryan Adams, Cambiare

di Alex Baroni e Always dei Bon

Jovi. Poi un video racconto track

by track sulla nascita dell’album.

Per finire, una photogallery

e un diario di “In tutti i luoghi

tour”, con tanto di racconti degli

ammiratori.


VIAGGIARE

SANREMO

Sanremo,

la musica

che unisce

29 GENNAIO 1951, ORE 22.

NASCE IL FESTIVAL,

TENUTO A BATTESIMO

DAGLI HABITUÉS DEL CASINÒ.

di Federico Fabretti

Biglietto d’ingresso 500 lire, cena e canzoni comprese.

Una sola orchestra, di Cinico Angelini, e 3

concorrenti: Nilla Pizzi, Achille Togliani e il Duo

Fasano. Presenta Nunzio Filogamo, vince Nilla Pizzi con

Grazie dei fior. Sessantuno anni dopo il Festival è ancora

la kermesse musicale più seguita d’Italia. Alla faccia

della crisi, come conferma il direttore di Rai Uno Mauro

Mazza...

Sì, anche di quella che ha travolto la tv generalista, ormai

sopraffatta dall’avvento del satellite, del digitale e dei

canali tematici. Sanremo resta l’appuntamento principe

dell’intera stagione televisiva.

La Rai si aspetta sempre grandi risultati dal

Festival…

Sempre, facendo gli scongiuri. Speriamo che quest’anno,

come nel 2010 con la Clerici, la squadra capitanata da

Morandi possa portare a casa un bel Festival.

Ti affidi alle strategie del direttore artistico del

Festival o ci metti lo zampino?

Gianmarco Mazzi è un amico vero, da quando facevo il

direttore del telegiornale. Con lui, che stimo moltissimo,

c’è un continuo scambio di idee.

Un voto alla squadra di Sanremo 2011?

Per scaramanzia non dovrei darlo, ma sulla carta è molto

assortita. Il capitano Morandi si porta dietro 3 o 4 generazioni

di fan. Le 2 ragazze più belle del momento catalizzano

il pubblico maschile e le 2 Iene quello dei giovani, che

spesso hanno snobbato il Festival.

Gli italiani cosa vogliono dal Festival?

Pensare solo a Sanremo per tutta la settimana. E ogni

anno c’è un motivo in più per farlo.

Si diceva che l’anno scorso eri un tifoso di Povia,

e quest’anno?

Mi piaceva la sua canzone perché sollevava un tema sca-

72 FEB2011

broso, la vicenda di Eluana Englaro.

Limai alcune sfumature del testo

perché non volevo che la canzone e

il Festival si schierassero. Quest’anno

sono molto contento della presenza

di Franco Battiato e intrigato

dalla coppia Barbarossa-Del

Rosario.

Polemiche in vista?

Abbiamo già iniziato con quella sulle

canzoni dei 150 anni, Bella Ciao

e Giovinezza. Ma era solo una provocazione

bonaria per lanciare il Festival.

Festeggeremo insieme l’Unità

d’Italia il giovedì, con la serata È

nata per unire. Perché la musica

ha sempre più unito che diviso.

Come giudichi i talent show?

Non amo guardarli, anche se mi

rendo conto che il successo di questi

giovani talenti, anche a Sanremo,

si deve al fatto che hanno già un

pubblico che li segue e li sponsoriz-

za. Sicuramente sono avvantaggiati

anche rispetto a chi è più famoso

o bravo.

E questo sbilancia?

Potrebbe, ma con il nuovo regolamento

il televoto è più bilanciato con

il voto dell’orchestra.

Qualche anticipazione sul

palinsesto Rai 2011?

Avanti con le commedie di Eduardo

de Filippo: Napoli milionaria è la

prossima. L’ultimo sabato di febbraio

partirà Ballando sotto le stelle,

programma di punta della stagione.

E il 16 marzo è il giorno dell’Inviato

di Pippo Baudo e Bruno Vespa

per le celebrazioni dei 150 anni.

Più alcune sorprese importanti del

venerdì…

Si parla anche di Fiorello…

Potrebbe essere l’asso della Rai da

settembre in poi.


Ingresso gratuito riservato alle aziende


«Alien è un disco

carico di energia,

denso e impetuoso

come è la vita

che dobbiamo

andarci a prendere,

e che possiamo

afferrare solo

se guardiamo

all’essenza delle cose

e ci spogliamo

dei pregiudizi».

Five world premières and

19 concerts along the Italian

peninsula. After his overseas

success, Giovanni Allevi’s Alien

World Tour will set down on 19 th

February at the Palalottomatica

in Rome, hosting a piano concert

for the first time. An intense

and emotional journey of notes,

where composing technique

highlights the expressiveness and

contemporary rhythms.

VIAGGIARE

INCONTRO

PIANO

SOLO

CINQUE PREMIÈRES MONDIALI

E 19 TAPPE LUNGO LO STIVALE.

DOPO IL SUCCESSO OLTREOCEANO,

L’ALIEN WORLD TOUR

DI GIOVANNI ALLEVI REGALA

AI FEDELISSIMI ITALIANI

LE EMOZIONI DEI GRANDI SUCCESSI

E L’IMPETO DOLCE

E APPASSIONATO DELL’ULTIMO

ALBUM DI INEDITI.

di Claudia Frattini

Non c’è trucco e non c’è inganno. Da Los Angeles

a Tokyo, da Lugano a Roma, il “filosofo del

pianoforte” fa il giro del mondo. Un viaggio di

note, denso ed emotivo, in cui la tecnica compositiva

esalta l’espressività dei ritmi contemporanei.

A come Allevi. A come Alien. C’è anche un lato B?

Niente lato B: a un artista non è concesso nascondersi.

Mi esprimo totalmente, senza filtri né limiti. Con passione,

irriverenza e un pizzico di simpatica megalomania.

Alien, lo dice la parola stessa, significa altro,

diverso da tutto. Ma nel suo modo di vedere esprime

un irrinunciabile desiderio di restare legato alla

sua essenza. Un gesto di coerenza in un mondo di

ribaltoni?

Ho deciso di essere me stesso, accettando anche la

mia fragilità in un mondo che ci vuole tutti omologati a

modelli esterni di perfezione, di normalità. Affermando

il mio essere diverso, anche da un punto di vista musicale,

ho scatenato contro di me una battaglia mediatica

senza precedenti: non mi viene perdonato di essere

uscito dall’alveo della tradizione, ma io non posso farne

a meno, perché non c’è evoluzione senza cambiamento.

Ora sono qui, felice, un po’ ansioso, con il sospetto

di aver aperto una nuova strada, e con l’idea spiritosa

che forse un giorno mi verrà dedicato il nome di una

via o di qualche conservatorio.

Giovanni Allevi è un fenomeno

sociale: se ne parla nei blog e

sui social network. Non a caso,

per l’anteprima mondiale del suo

ultimo album di inediti ha scelto

Facebook. È così che la musica

erudita diventa alla portata di

tutti?

La musica classica è sempre stata

pop, non smetterò mai di ripeterlo.

Vogliamo pensare che Mozart

o Beethoven desiderassero comunicare

solo a un’élite di eruditi? Ci

vuole forse un diploma in strumento

per godere di un concerto di

Rachmaninov? No. La musica colta

è come una cipolla: tutti possono

avvicinarsi, e certo alcuni possono

sfogliarla più in profondità. Il

cd, l’mp3, Facebook, la discografia

NON SONO LA MUSICA, ma solo

mezzi per riprodurla e diffonderla,

e non bastano per renderla accessibile

a tutti. Per questo ci vuole

fantasia, immaginazione. E anche

la forza intellettuale di imbarcarsi

in un’impresa folle: scrivere musica

nuova e bella.

FEB2011 75


VIAGGIARE

INCONTRO

Tutto è iniziato con la Turandot

di Puccini, quando aveva 6

anni. Anche se fino a 10 con il

pianoforte ha avuto solo incontri

segreti. Scale, intervalli e accordi

più nella testa che nelle dita, almeno

fino a quando…

… un’orchestra sinfonica ha iniziato

a suonare ininterrottamente

nella mia testa. E da allora non ha

più smesso. All’inizio erano brani

classici famosi; poi ho cominciato

a sfogliare, prima di addormentarmi,

le partiture di Mozart

e Brahms, e riuscivo ad ascoltarle

mentalmente, come se ci fosse

il disco. Finché, come un conato,

ho iniziato a sentire musica

nuova, la mia musica. Io non c’entro

niente: lei arriva, e più mi faccio

da parte, più si esprime liberamente.

Certo, a volte mi sembra di

impazzire: note celestiali attraversano

la mia fantasia come un fiume

impetuoso, e io non ho il tempo

di fermarlo.

Nel ‘97 l’incontro con Lorenzo

Cherubini, il suo primo album

per pianoforte solo, 13 Dita, e

l’esordio negli Stati Uniti. Da lì un

successo dietro l’altro, e un palmares

da invidia per uno che ha

appena superato i 40. Qual è, se

c’è, il lato oscuro del successo?

Eccome se c’è: la concentrazione,

le difficoltà tecniche, la paura di

suonare. Se fossi un cantante con

la sua band, mi sentirei sicuro:

saprei con certezza cosa vuole il

pubblico, e se durante il concerto

volessi riposarmi lascerei suonare

gli altri. Ma affrontare 50mila persone

con il pianoforte solo è una

vera follia, e non c’è mestiere né

esperienza che tengano. Questo è

il film della mia vita: sono sempre

all’inizio, ci sono io e una partitura

vuota che aspetta di essere attraversata

dalle note. Poi, ogni tanto,

arrivano gli applausi, caldissimi,

e mi trovo sopra un palco.

Oppure sono in viaggio, e all’autogrill

qualcuno mi riconosce e mi

offre un cappuccino. Poi leggo sul

giornale una pessima recensione

di un mio concerto. Insomma, un

film assurdo, imprevedibile. Ma

è la vita che ho scelto e non ho

rimpianti.

76 FEB2011

Allevi compositore esprime in

termini nuovi, emozionali e immediati,

un codice musicale colto e

complesso. E si definisce “puro”.

In che senso?

Niente di più semplice. Negli ultimi

cinquant’anni, o forse più, i compositori

che hanno toccato l’immaginario

collettivo hanno scritto musica

finalizzata ad altro, come il

commento alle immagini di un film.

Io ho avuto l’ardire di scrivere una

musica che non ha bisogno di altro,

che non fa da sottofondo a nulla,

anche se poi può accadere in un

secondo momento che acquisisca

questo ruolo. Ho voluto ricondurre

la musica a quell’idea di purezza

tanto cara ai romantici: un pianoforte,

un’orchestra, un pubblico

e un palco. Stop.

Qualcuno definisce la sua musica

minimalista, altri la etichettano

come fusion o jazz-rock, qualcuno

addirittura moderna o pop.

Che effetto le fa sentirsi cucite addosso

così tante etichette?

Ognuno definisce la mia musica

a seconda di come gli conviene.

Chi ne è spaventato cerca di ridimensionarla,

chi vuole presentarsi

come un mio collega cerca di inserirla

nella propria corrente. In realtà

essa sfugge a qualsiasi giudizio,

etichetta o definizione. L’unico

«Pianoforte,

orchestra,

pubblico e palco.

La mia musica

non ha bisogno

di altro».

elemento tecnico certo, per me, è l’uso contemporaneo

delle forme classiche, ma rispetto alla sostanza è come

aver detto tutto e niente.

Sotto lo stesso Cielo raccoglie contenuti teologici,

grazia e stupore cosmico per affrontare i temi dell’amicizia

e della convivenza pacifica tra i popoli. Si sente

più musicista o filosofo?

Ho davvero cercato di osservare il cielo stellato, pensando

che la volta della Via Lattea, che in particolari condizioni

si percepisce, potesse stringere in un abbraccio

cosmico i popoli della terra, finalmente in pace. Purché

si riscopra lo stupore per l’esistenza, per il diverso, per

l’altro. Non vedo l’ora di ascoltare questa Cantata Sacra

per soli coro e orchestra, che fino ad ora è soltanto

una partitura scritta che ho consegnato al Papa in Vaticano.

È stata la prima volta in cui ho ideato un testo assieme

alle note.

Nel 2006 arriva Joy, nato interamente nella testa

ed eseguito per la prima volta in studio di registrazione.

Un successo inaudito in Italia per un album di

pianoforte solo, scaturito da un eccesso di emozioni…

Era quasi necessario che prima o poi facessi i conti con


la mia fragilità. Ed è arrivato il Panico.

Da quel momento in poi tutto

per me ha acquisito un senso differente:

la musica è diventata una

missione, il desiderio di incontrare

il cuore delle persone in un dialogo

di anime. E la fragilità, elemento

costitutivo del nucleo profondo

dell’animo umano, si è tradotta in

forza. Così, l’altro da me mi è apparso

un fratello da proteggere. Ora

so che non devo mai sottovalutare

chi ho di fronte, e sforzarmi di leggere

quei lampi di poesia che a volte

l’esistenza quotidiana ci regala.

E l’esperienza da direttore

d’orchestra? Ampi consensi, premi

prestigiosi, ma anche qualche

polemica. Cosa risponde a chi

l’accusa di essere un “fenomeno

mediatico”?

È l’accusa più ricorrente tra i miei

colleghi, più o meno illustri. Capisco

che devono difendersi in qualche

modo, devono farsi una ragione

dell’incredibile affetto e attenzione

che il pubblico mi concede, ed evitare

un confronto diretto con me.

Preferisco che mi pensino come un

fenomeno mediatico, così magari si

sentono più tranquilli!

Sono passati due anni dalla

diatriba con Uto Ughi scatenata

dal concerto di Natale al Senato

nel 2008. Lei ha ribattuto con una lettera aperta a La

Stampa, e Classic Voice ne ha fatto addirittura un libro.

La casta musicale esiste davvero?

Esiste eccome, ma quello che non immaginavo è che

ha bisogno di me! Loro vogliono sapere tutto, analizzano

ogni mia parola, continuano a discuterne e si arrovellano

su quello che dico. Mi scrivono, cercano un contatto!

Molti musicisti parlano di me nelle interviste, affermano

delle assurdità nella speranza che io risponda alla loro

provocazione. In realtà mi amano, mi temono. E, forse,

non a torto: la lobby può essere più forte di me, ma non

della mia musica, né dell’affetto della gente.

Dopo Los Angeles, Giappone e Svizzera, il 19 febbraio

L’Alien World Tour sbarca al Palalottomatica di

Roma, che ospita per la prima volta un concerto di

pianoforte solo. E poi riparte per girare il mondo. Cosa

ha di diverso suonare in casa?

L’Italia è meravigliosa! Suonare qui è bellissimo, perché

il pubblico ha una “predisposizione genetica” per

la musica. Non a caso tutti i più grandi interpreti del

mondo cercano in Italia la consacrazione del proprio

successo. Al Palalottomatica sarà un evento speciale:

un palco circolare e migliaia di persone attorno ad

un pianoforte solo. Un’immagine fantascientifica, che

rende l’idea di quanta sensibilità d’animo, quanta poesia,

quanta attenzione per la musica strumentale si

respira qui da noi.

L’Allevi-pensiero in 5 parole?

Amore, tenacia, passione, purezza, (sana) megalomania.

Allevi dice «gli alieni siamo noi». Ma se un alieno,

uno di quelli con le antenne, lo incontrasse davvero,

cosa gli direbbe?

Collega, come va?

«Mi esprimo

totalmente,

con passione,

irriverenza

e un pizzico

di megalomania».

UN “ALIENO”

AL GIRO D’ITALIA

Da nord a sud, da est a ovest,

l’Alien World Tour fa il pieno

di note e di pubblico.

Diciannove concerti: pianoforte

solo, sold-out assicurato.

DATE

19/02 Roma

28/02 Napoli

2/03 Pescara

4/03 Pordenone

5/03 Padova

8/03 Alessandria

10/03 Viareggio

12/03 Ravenna

21/03 Verona

27/03 Firenze

28/03 Siena

29/03 Montecatini

1/04 Latina

3/04 Ancona

5/04 Bergamo

11/04 Ivrea

12-13/04 Bologna

18/04 Palermo

19/04 Catania

COME ARRIVARE

Con l’Alta Velocità Roma è vicina

a tutte le principali città

italiane. Un’ora e 10 da Napoli

con 42 treni al giorno, 2 ore

e 59 da Milano (2 ore e 45 tra

Tiburtina e Rogoredo) con oltre

70 servizi, poco più di 4 ore da

Torino e 3 ore e 30 da Venezia

no stop.

Non solo AV, ma anche Intercity,

Eurostar ed Eurostar City

collegano Roma alle località

italiane servite dalla rete

tradizionale.

[www.ferroviedellostato.it]

FEB2011 77


© 2009 Columbia Pictures Industries, Inc. Tutti i diritti riservati. www.he.sonypictures.it


A 140 ANNI DALLA NASCITA,

RIPARTE IL TORNEO

PIÙ VECCHIO E AFFASCINANTE

DI TUTTI I TEMPI:

IL CHAMPIONSHIP, OGGI 6 NAZIONI.

SEI SQUADRE, SEI STORIE,

SEI TRADIZIONI SI SCONTRANO

IN UNA COMPETIZIONE

CHE HA FATTO LA STORIA

DEL RUGBY.

di Ferruccio E. Venturoli

VIAGGIARE

PER SPORT

140 years after it began, the oldest

and most fascinating tournament

of all time is back: the Six Nations

Championship. It starts at the

Flaminio stadium on 5 th February

against Ireland, before heading

to London on the 12 th for a tough

match against the favourites. One

week’s rest, then Wales comes to

Rome on the 26 th . Still in Rome,

on 12 th March France will be a

real force to be reckoned. To end,

on the 19 th a trip to the legendary

Murrayfield stadium in Edinburgh

against Scotland.

Si dice che Lawrence Dallaglio,

mitico capitano dell’Inghilterra,

un giorno abbia

sentenziato: «chi è stanco del 6 Nazioni

è stanco della vita». Che sia

vero o no, di certo si tratta dell’evento

rugbistico per antonomasia. È la

sfida che si ripete, il confronto sportivo

che ingloba tutto un mondo fatto

di nobili tradizioni e rivalità, non

solo sportive.

Partiamo dal 5 Nazioni di britannica

memoria: “The Championship”,

il Campionato. Come dire, non ce ne

sono altri. E infatti dal 1871 al 1987,

anno della Prima Coppa del Mondo, ha

fatto la storia del rugby, ne ha decretato i

valori e le gerarchie, ha creato la leggenda

di uno sport non sport che è filosofia di vita,

amicizia, rispetto, onore. Nel frattempo, qualche

rara meteora a dire il vero c’è stata, ma

si è trattato solo di alcune tournée delle squadre

nazionali del Sud del mondo in Europa e

viceversa. E in questo grande crogiolo incrostato

dal sangue e dal fango di quasi 130 anni

di sfide (interrotte solo dalle due Guerre Mondiali),

dove già, molto tempo prima, erano stati

accettati, non senza riserve, anche i francesi, siamo

entrati anche noi, gli ultimi della classe. I parve-

FEB2011 79


VIAGGIARE

PER SPORT

nus, gli emergenti, i sesti incomodi,

quelli che, addirittura, hanno fatto

cambiare nome al Torneo.

E nonostante tutto, siamo entrati

alla grande. Quel febbraio del

2000, al Flaminio, per la prima

dell’Italia è arrivata la Scozia. La

grande, temibile Scozia che aveva

trionfato l’anno precedente. Chi

c’era non potrà mai scordare la gioia

e l’incredulità di vedere i “nostri”

battere gli “invincibili” campioni.

Un sogno.

Da allora non sono state solo rose e

fiori. Anzi, il risveglio da quel sogno

è stato brusco: con tante sconfitte,

qualche brutta figura, un po’ di

cucchiai di legno (il trofeo simbolico

per l’ultimo classificato), alcuni

rimpianti, ma anche sei vittorie e

un pareggio. Perso o vinto, bella o

brutta figura, l’Italia è riuscita a ritagliarsi

il suo spazio, non solo nelle

classifiche e sui tabellini, ma anche

e soprattutto nelle simpatie di

migliaia di appassionati, che all’inizio

guardavano agli Azzurri con distacco,

oggi con sempre maggiore

rispetto. E non solo al di qua delle

Alpi.

E ora si ricomincia, il rito che si tramanda

da 140 anni sta per essere

officiato di nuovo. I protagonisti

sono sempre gli stessi: Francia,

Inghilterra, Irlanda, Galles, Scozia

e Italia. Pur nel tentativo di confermare

la vittoria dello scorso anno, i

francesi sembrano ancora alla ricerca

di una vera identità, mentre l’Inghilterra,

visti i risultati degli incontri

preparatori, pare la più accreditata

a portarsi a casa il Trofeo. L’Irlanda

dalle mille sorprese, invece, vincitrice

due edizioni fa, è ormai arrivata

alla fine di un ciclo, e quindi potenzialmente

lontana dal podio. E anche

il Galles, che si è aggiudicato il

Championship più volte di tutti (35

contro le 33 dell’Inghilterra), appare

80 FEB2011

in un momento di transizione: con

molti giovani ma una fisionomia ancora

poco chiara. È invece la Scozia,

che non vince dal ’99, che molti

osservatori vedono come la possibile

sorpresa del Torneo, in virtù di

una certa maturazione del gruppo

e di alcuni risultati importanti. E

poi c’è l’Italia. I numeri di quest’anno

- due sconfitte in Sudafrica con

i Campioni del Mondo e altrettante

in Argentina e Australia, contro una

vittoria con le Isole Fiji - non hanno

certo soddisfatto appassionati e addetti

ai lavori, né sembrerebbero forieri

di un grande 6 Nazioni. Eppure

nel 2011 gli Azzurri si presentano

con qualcosa in più: la recente partecipazione

a un campionato lungo,

impegnativo e di alto livello come la

“Celtic League”, il torneo tra “franchigie”

scozzesi, gallesi e irlandesi

e, da quest’anno, anche italiane,

che dovrebbe aver regalato ai nostri

quella esperienza internazionale di

alto livello che mancava.

Si comincia al Flaminio il 5 febbraio

contro l’Irlanda: per la squadra italiana

potrebbe essere l’occasione di

un colpo a sorpresa, prima di andare

a Londra, il 12, per un match

durissimo contro i favoriti. Una settimana

di pausa e arriva, il 26, il

Galles a Roma: anche qui, seppure

l’avversario è quello delle ultime,

non esaltanti, uscite internazionali

- con un sofferto pareggio contro

le Fiji - gli Azzurri potrebbero dire

la loro. Impresa molto più difficile,

invece, è spuntarla con la Francia,

sempre nella Capitale, il 12 marzo:

i cugini d’Oltralpe, si sa, una volta

“sistemate” le incertezze dell’inizio,

sono davvero brutte gatte da pelare.

Gran finale, almeno si spera, il

19 marzo: si va a giocare nel mitico

Murryefield, a Edimburgo, contro

una Scozia, tradizionalmente nostra

rivale, che proprio nell’ultima partita

potrebbe essere a un passo da un

grande risultato finale.

AL 6 NAZIONI IN TRENO

Per partecipare alle competizioni sportive del 6

Nazioni 2011 si può viaggiare a bordo di Frecciarossa

speciali organizzati dalla Federazione Italiana

Rugby in collaborazione con FS. Nei giorni delle

partite - il 5 febbraio contro l’Irlanda, sabato 26

contro il Galles e il 12 marzo contro la Francia -

partenza da Milano per Roma con fermate a Piacenza,

Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna,

e da Venezia Mestre con stop a Padova. Andata e

ritorno in Frecciarossa a 99 euro, comprensivi del

biglietto d’ingresso alla partita.

[www.trenidelrugby.it]


The

Mauro&Mirco

Show

Intervista

ai fratelli Bergamasco

di Luigi Cipriani

L’attesa per il 6 Nazioni si fa sentire

anche in un’Italia sportivamente

dominata dal calcio. Spazio

al gioco in cui la palla è ovale,

ma il divertimento è ancora una

componente indispensabile. Mischie

in campo e allegria sugli

spalti il binomio vincente, che ha

permesso al rugby di guadagnare

consensi soprattutto presso il

gentil sesso. Ma tanto del merito

va ai giocatori, portabandiera

dei valori sani di uno sport in cui

la competizione fisica sfocia nel

terzo tempo, in campo e a tavola:

il banchetto offerto alle squadre

dal Paese ospitante, dove tra una

battuta e l’altra non si ricordano

le pinte di birra bevute in compagnia.

Andiamo a meta con i fratelli

Bergamasco…

Siete cresciuti a pane e

rugby, oggi punte di diamante

della squadra azzurra. Rugby a

parte, cosa avreste voluto fare da

grandi?

[Mirco] Da ragazzo mi affascinava

l’idea di fare il camionista. Guidare

sulle strade del mondo alla

ricerca di avventura con un bolide

per le mani. Proprio come nel

film Over the top con Sylvester

Stallone.

[Mauro] Sono uno studente universitario

e una carriera da architetto

non mi sarebbe affatto dispiaciuta.

E poi adoro il bricolage,

la cucina e anche il giardinaggio

mi aiuta a distendere i nervi.

In Andare avanti guardando

indietro raccontate il vostro

rapporto con il rugby come filosofia

di vita. Nel senso che, anche

quando salite in metropolitana,

prendete a spallate la gente?

[Mirco] Quello che faccio nella vita

di tutti i giorni lo ritrovo nel rugby.

In campo siamo 15 giocatori, tutti

con qualità diverse e mettendole

a disposizione della squadra raggiungiamo

gli obiettivi. Insomma:

tutti per uno, uno per tutti. Come

nelle famiglie dove ci si aiuta nelle

difficoltà e si superano insieme.

[Mauro] Il rugby è stato una scuola

di vita, ho appreso un’etica e

delle regole su cui ho basato le

mie relazioni fuori dal campo.

Qualcuno dice che il rugby

è sport da belve giocato da gentiluomini

e amato dalle donne…

[Mirco] Amato dalle donne perché

abbiamo un bel fisico e il loro

occhio ci cade. Infondiamo anche

una certa sicurezza. Quando

avanziamo con la palla in grembo,

il gesto richiama all’occhio femminile

un senso di protezione, come

se stringessimo un figlio.

[Mauro] Giocato da gentiluomini,

perché è nato come sport d’élite.

Belve lo diventiamo quando piove

e ci sporchiamo di fango da capo

a piedi. Questo, insieme alla virilità

dei giocatori, contribuisce a

far salire la quota ormonale delle

fan…

Per contro, se a scendere in

campo sono le donne, che sport è?

[Mirco] Ci sono squadre femminili

e a loro va un elogio particolare.

Sono normali lavoratrici che,

quando sono chiamate anche per

tornei internazionali, usano le ferie

per giocare a rugby.

[Mauro] Uno dei principi del

rugby è il divertimento. Le rugbiste

giocano con questo spirito, lo

incarnano perfettamente.

Scontri in campo e armonia

sugli spalti. Qual è la ricetta?

FEB2011 81


VIAGGIARE

PER SPORT

LO SPORT SEMPRE IN TASCA

FILM//DVD

Invictus - L’invincibile

Clint Eastwood

Nel Sudafrica devastato dall’Apartheid, solo gli Springboks

del rugby catalizzano l’attenzione del Paese.

Nelson Mandela (Morgan Freeman) punta sul capitano

François Pienaar (Matt Damon) per vincere la

Coppa del Mondo del 1995 e riunire la Nazione intorno

alla squadra. Una storia vera.

LIBRI//1

Non dite a mia mamma che faccio

il giornalista sportivo

(lei mi crede scippatore di vecchiette)

Gian Paolo Ormezzano

Lìmina, pp. 178, € 19,90

Da Cassius Clay a Valentino Mazzola passando per

Merckx e Platini. Una galleria di personaggi raccontati

dalla penna tagliente e ironica dell’autore, noto

giornalista sportivo, incontrati nella sua carriera lunga

mezzo secolo.

LIBRI//2

Andare avanti guardando indietro

Mauro e Mirco Bergamasco, Matteo Rampin

Ponte alle Grazie, pp. 192, € 14

Tutti i segreti di uno sport da belve giocato da galantuomini

nel primo libro dei fratelli Bergamasco. Scritto

a 6 mani con lo psicoterapeuta Matteo Rampin, racconta

il rugby come filosofia di vita.

LIBRI//3

Il campione

David Storey

66thand2nd, pp. 336, € 15

Arthur è un operaio del nord dell’Inghilterra che giocando

a rugby diventa l’idolo dei tifosi della cittadina

di Primstone. Ma neanche questo lo riscatta da

un’esistenza frustrata. Classico della letteratura inglese

anni ’50.

82 FEB2011

[Mirco] È uno sport nato da una

grande passione comune, in cui

non sono concepite divisioni sugli

spalti. Fin dagli albori i tifosi partecipano

a pieno alle partite: una

buona occasione per far festa,

condividere esperienze e visitare

città stupende in tutta Europa.

[Mauro] Trenta energumeni che

si scontrano in campo fanno passare

la voglia di farlo a chi è sugli

spalti. Il rugby è un gioco che dura

80 minuti, e poi c’è il terzo tempo,

in cui noi giocatori ci riuniamo per

bere una birra e fare 2 chiacchiere.

Stemperando le tensioni.

Invictus, il film di Clint Eastwood

sulla Coppa del Mondo

di Rugby del 1995, culmina con

la vittoria inaspettata del Sudafrica

devastato dall’odio razziale.

Quanto questo sport può aiutare

chi lo pratica?

[Mirco] È emblematico il titolo del

libro: Andare avanti guardando indietro.

Nella vita come nel rugby si

avanza verso la meta, però la regola

di questo sport è che la palla

è possibile passarla solo indietro.

Come uno sguardo al passato

in cui gioie e dolori fanno crescere.

Questo è l’insegnamento, oltre

al fatto che si deve dare sempre il

100%, senza rimpianti.

[Mauro] Nel rugby, che è uno

sport di squadra, è fondamentale

aiutare il compagno nelle varie

fasi di gioco, rispettare regole

e avversari. Norme di base che,

se applicate nella quotidianità, diventano

valori. E lo sport che li veicola

assume un ruolo di educatore

sociale.

L’anno scorso il 6 Nazioni

non è andato come si sperava. A

che punto è l’Italia?

[Mirco] L’obiettivo della competizione

è vincere. L’anno scorso ci

siamo riusciti in una sola partita,

ma stiamo crescendo. Occorre

far conoscere il rugby avvicinando

tante persone: tocca a noi giocatori

e anche alla Federazione.

Nel piccolo, il nostro libro spiega

in profondità molti aspetti.

[Mauro] Probabilmente al 6 Nazioni

non ci sarò per infortunio.

Comunque, stiamo formando una

squadra omogenea, in grado di

competere ad alti livelli. Ci sono

dei giovani in gamba. Oggi i risultati

non sono ottimi, però i segnali

fanno ben sperare. Prima o dopo,

con l’aiuto dei tifosi, arriveremo

agli obiettivi.

L’avversario che teme di più?

[Mirco] La Francia è sempre

mentalmente difficile da affrontare.

Sono i cugini, e questo ci mette

sotto “pressione”, perché è una

specie di derby.

[Mauro] In assoluto le squadre da

battere sono Australia e Irlanda.

Il suo rito scaramantico prima

di un incontro?

[Mirco] Non uno in particolare,

però cerco di ripartire da un episodio

che mi è capitato il giorno di

una bella prestazione. Come andare

a dormire a un’ora piuttosto

che a un’altra oppure usare un indumento

di un colore particolare.

[Mauro] Cerco di mantenere, dopo

una performance positiva mia e

della squadra, la stessa preparazione

di quella gara sperando che

sia di buon auspicio.


The fiftieth anniversary of the Panini

sticker album of Football players.

A commemorative edition of 128

pages for 738 stickers – 660 of them

paper and 78 metallic – featuring

Italian football players from Division

A, B, I and II, Lega Pro division, D and

A women’s league with some special

sections. This album is one of the many

positive symbols of Italy and has brought

joy to many generations of children who grew

up with the legendary players of football – the

Italian national sport. During its 50 years, lots of

anecdotes, like the elusive sticker of goalkeeper

Pizzaballa, have nourished a legend that has now

adapted to the times. News for 2011 is the iPad

application which, amongst its many functions,

can also be used to swap doubles and to create

your own personal sticker on the Panini website.

Ce l’ho, ce l’ho, mi manca. Sguardo

furtivo e mano lesta sotto il banco,

la maestra sta spiegando il Teorema

di Pitagora. Volta le spalle, il gesso sibila

sulla lavagna, ed ecco che inizia l’innocente

commercio: «Scambiamo i miei

Völler e Bergomi con i tuoi Baggio e

Vialli?».

Cronaca anni Novanta di un giorno

di scuola come tanti. Frammenti

di storia del Belpaese, condensati

nei mezzibusti in maglietta delle

figurine adesive Panini, che hanno

preso per mano intere generazioni

di bambini avvicinandole

al calcio e facendone oggetto di

culto. Questi magici fazzoletti di

carta si sono guadagnati un posto

d’onore nella memoria collettiva

di un’Italia che attinge al

folklore per tracciare il suo profilo

identitario. Come il rito del

giornalaio insieme a papà (il

vero irriducibile dei mezzibusti

incollabili), il sabato mattina

quando non c’è scuola,

per comprare il

nuovo pacchetto

VIAGGIARE

PER SPORT FOCUS

MEZZO

SECOLO

DI MEZZI

BUSTI

DAL PROFUMO DI COCCOINA

AL SOFTWARE IPAD: I PRIMI 50 ANNI

DEGLI ALBUM DI FIGURINE

DEI CALCIATORI FIRMATE PANINI.

di Luigi Cipriani

di figurine. Da attaccare sull’album

o scambiare con i compagni il lunedì

mattina.

2011, cambiano i tempi e anche

le abitudini dei collezionisti, ma

con lo sguardo sempre rivolto alla

tradizione. Come dimostra l’edizione

celebrativa Panini per il cinquantenario:

128 pagine per 738

figurine, di cui 660 in carta e 78

metallizzate, sui giocatori di serie

A, B, I e II divisione Lega Pro, D e

A femminile. Tra le sezioni speciali,

da non perdere quella dedicata

alla storica azienda modenese,

con 20 immagini di personaggi,

oggetti ed eventi: dalla Coccoina,

l’inconfondibile colla dal profumo

di mandorla delle prime edizioni,

fino all’introvabile Pizzaballa,

una specie di Gronchi Rosa annata

‘63-‘64 che fece impazzire i

collezionisti. Fu messa in circolazione

in ritardo perché al momento

dello scatto mancava il portiere

dell’Atalanta (ogni tanto anche gli

atleti si ammalano!) e l’inviato Panini

tornò indietro a mani vuote. Il

FEB2011 85


VIAGGIARE

PER SPORT FOCUS

tormentone è arrivato fino ai giorni

nostri, tanto che il famoso numero

1 Pizzaballa è stato invitato da Fabrizio

Frizzi tra i Soliti Ignoti di Rai

Uno e scambiato dalla concorrente

per un coltivatore di pomodori.

Figuriamoci la frustrazione di

quei milioni di (ex) bambini che

avevano passato notti insonni bramando

di portare l’album completo

in processione durante l’intervallo.

Soddisfazioni mica da poco,

come il primo bacio a stampo o la

vittoria del mondiale in una calda

sera d’estate. Storie vecchie quasi

25 miliardi di figurine, che oggi si

adeguano alla sessione invernale

del calciomercato: nell’album, anche

i giocatori trasferiti a gennaio

hanno uno spazio ad hoc e non è

poi così raro trovare lo stesso atleta

con due maglie diverse.

Novità del cinquantesimo la sezione

Calciatori 50, con le cover degli

album dal 1961 a oggi. E poi il

concorso Top Team Panini 50,

per trovare i 18 giocatori più votati

tra i campioni di tutte le collezioni.

Un vero e proprio trait d’union generazionale

con uno stesso denominatore,

l’emozione. Quella che

accomuna i bambini di tutti i tempi,

quando scoprono nel pacchetto

l’immagine del proprio idolo e la incollano

nell’apposito riquadro stando

ben attenti alle bolle d’aria sotto

la figurina.

Oggi il rituale del «ce l’ho, ce l’ho, mi

manca» si ripete nei mercatini improvvisati

via iPad e on line sul sito

della Panini, dove è possibile addirittura

farsi spedire a casa una figurina

personalizzata. La tecnologia, si sa,

ha cambiato il mondo, ma non la magia

di quel plico dei sogni che ha segnato

50 anni di storia e, a modo suo,

ha costruito un pezzetto d’Italia. Calciatori

in tour

86 FEB2011

1

Dopo il grande successo dello

scorso anno, torna l’evento itinerante

Calciatori Tour. Fino al

27 marzo, 3 diverse strutture

Panini gireranno le piazze di

40 città italiane per presentare

la nuova collezione insieme

agli album storici. E divertirsi

con giochi a premi incentrati

sulle mitiche figurine.

CE L’HO,

CE L’HO,

MI MANCA!

8

12


Il nuovo programma invernale di Air France e KLM

e le novità per la prossima estate.

Grazie ad un Network mondiale, ad

un’offerta di tariffe complementari e

voli con comode coincidenze dall’Italia,

i passeggeri di AIR FRANCE KLM possono

usufruire indifferentemente di una

andata via Parigi e di un ritorno via Amsterdam,

o viceversa , con comode coincidenze

ed al miglior prezzo.

Destinazione AFRICA: dal mese di novembre

una nuova destinazione ha arricchito

la rete di collegamenti Air France:

Bata, in Guinea Equatoriale, destinazione

che verrà collegata con due voli settimanali

da Parigi via Malabo.

Air France ha anche aumentato le proprie

frequenze verso Pointe Noire nella

Repubblica del Congo, (5 voli a settimana),

verso Libreville in Gabon con 5 frequenze

settimanali (su riserva di autorizzazione

definitiva da parte delle autorità

locali) e verso Malabo in Guinea Equatoriale

con 1 volo al giorno.

Dal 31 ottobre KLM ha lanciato un nuovo

collegamento verso Kigali, capitale del

Rwanda. I voli, operati in Airbus A300-

200, via Entebbe, operano quotidianamente,

ad esclusione del lunedì e sabato.

E per offrire ancora più opportunità di

scelta in termini di orari, sono state aumentate

le frequenze KLM a destinazione

di Dar Es Salam e Kilimandjaro, con

voli quotidiani via Amsterdam.

Destinazione ASIA: dopo le novità introdotte

con successo con il programma

estivo 2010 (Bali in Indonesia e

Hangzhou in Cina) ecco le novità di Air

France e KLM per l’orario invernale.

GIAPPONE - Con il nuovo orario invernale

Air France offre collegamenti diretti

giornalieri da Parigi CDG verso l’aeroporto

Tokyo Haneda in code-sharing con Japan

Airlines.

Già dallo scorso settembre Air France ha

inoltre iniziato ad operare un nuovo volo

giornaliero con il nuovo A380 da Parigi

CDG a Tokyo Narita in aggiunta al volo

giornaliero già operato con B777, mentre

con il nuovo orario invernale KLM passerà

da 7 a 10 voli settimanali da Amsterdam

a Tokyo Narita. Unendo le loro forze

Air France e KLM offrono quindi un

totale di 38 collegamenti settimanali con

destinazione Tokyo via Parigi CDG e Amsterdam

Schiphol.

TAILANDIA, VIETNAM, CAMBOGIA -

Con il nuovo orario invernale Air France

offre 7 collegamenti diretti giornalieri da

Parigi CDG a Bangkok. In totale, sono 14

i collegamenti settimanali di Air France e

KLM per Bangkok da Parigi CDG ed Amsterdam

Schiphol.

SAIGON - Con il nuovo orario invernale

i voli da Parigi a Saigon sono diretti senza

più stop a Bangkok. Insieme Air France

ed il partner Vietnam Airlines offono 5

voli non-stop per la capitale economica

del Vietnam con B777-200.

HANOI - Sempre con il nuovo orario invernale,

in collaborazione con Vietnam

Airlines Air France offre 5 voli settimanali

diretti da Parigi CDG ad Hanoi.

Grande novità in arrivo per la prossima

primavera: PHNOM PENH - A partire dal

27 marzo 2011, Air France opererà 3 voli

settimanali con Airbus A340-300 tra Parigi

CDG e Phnom Penh, via Bangkok.

Destinazione Nord e Sud America: A partire

dal prossimo mese di giugno 2011

Air France tornerà a collegare Lima con

5 frequenze settimanali, via Parigi-CDG,

con facili collegamenti in partenza dai

principali aeroporti italiani.

Il servizio Air France verrà effettuato con

aereo B777-200, con configurazione tri-

cabina, in classe Affaires, Premium Voyageur

e classe economica Voyageur.

Unendo le loro forze Air France e KLM

offrirano un totale di 12 collegamenti

settimanali.

ORLANDO - Sempre dal prossimo mese

di giugno 2011, Air France aggiungerà al

suo programma una nuova destinazione

verso gli Stati Uniti: Orlando.

Con tre voli non stop (il martedì, giovedì

e sabato) a bordo di un B777-300, da

472 posti, Air France offrirà ai suoi clienti

un collegamento comodo verso una delle

più famose destinazioni del divertimento

del mondo.

MIAMI - KLM riprenderà ad operare

voli diretti da Amsterdam per Miami

con il nuovo orario estivo in vigore dal

27 marzo 2011. Insieme, Air France e

KLM offriranno un totale di 11 frequenze

settimanali.

Destinazione CARAIBI e OCEANO IN-

DIANO - Air France e KLM continuano

ad investire e ad assicurare i numerosi

collegamenti settimanali verso tutte

le più famose destinazioni del mare dei

Caraibi e dell’Oceano Indiano: L’Avana,

Punta Cana, Santo Domingo, Pointe-à-

Pitre, Fort de France, Cayenne, Port au

Prince, Saint Martin, Bonaire, Curaçao,

Aruba, Paramaribo, Seychelles, Antananarivo,

La Reunion e Mauritius.

Per i passeggeri in partenza da Milano, è

da segnalare che, sfruttando i voli diretti

da Milano Linate verso Parigi Orly (quot.

escl. la domenica), è possibile usufruire di

coincidenze particolarmente comode verso

Pointe à Pitre e Fort de France.

Tutte le informazioni sui prodotti e destinazioni

di AIR FRANCE KLM sono disponibili

su: www.airfrance.it o www.klm.it

FEB2011 87


88 FEB2011

VIAGGIARE

VISIONI


IL SECONDO DOPOGUERRA

RACCONTATO DAI MAESTRI.

A RAVENNA, GLI ANNI PIÙ VIVACI

DEL NOVECENTO ITALIANO

NELLO SGUARDO DI DE CHIRICO,

GUTTUSO, FONTANA E BURRI.

di Cecilia Morrico

Qualcosa si muove. È il 1945,

e all’indomani della liberazione

un vivo fermento culturale

fa emergere dalle macerie

ancora fresche i tesori d’Italia. Nessuno

escluso: letteratura, cinema,

architettura e pittura intercettano il

desiderio di novità e sperimentazione

e imboccano percorsi inesplorati

alla ricerca di una nuova libertà

espressiva.

In occasione del 150esimo anniversario

dell’Unità, Ravenna celebra

gli anni più vivaci, magmatici e

complessi del Novecento. L’Italia s’è

desta: 1945-1953. Arte italiana del

secondo dopoguerra, da De Chirico

a Guttuso, da Fontana a Burri è al

MAR, Museo dell’Arte della città romagnola,

dal 13 febbraio al 26 giugno.

Centosettanta opere rievocano

quella preziosa manciata d’anni

che ha ridisegnato la Penisola, dalla

fine del secondo conflitto mondiale

alla grande mostra di Picasso, a

Roma e Milano nel ’53.

Forte il desiderio di voltare pagina

nel fermo immagine delle generazioni

che hanno trasformato il volto

dell’arte italiana. Un affresco dell’affannosa

e creativa ricerca della libertà

attraverso nuove suggestioni

e forme stilistiche. Dal fascino della

Guernica di Picasso all’infatuazione

Neocubista che travolge Guttuso

e Leoncillo, fino al Realismo di Peverelli

e Testori. Mentre si fa strada

l’esigenza di coalizzarsi in gruppi: il

Fronte nuovo delle Arti consacrato

alla Biennale di Venezia del ’48, il

Forma 1 di Accardi, Consagra e Turcato,

e i diversi linguaggi dell’Astrattismo,

dello Spazialismo e della Pittura

Nucleare.

La sezione introduttiva è dedicata ai

maestri, a partire da Balla e Sironi,

prima modello di riferimento per i

giovani artisti quindi landa di frontiera

nel secondo dopoguerra. Risalto

anche agli autori di ricerche personalissime,

come Burri, Carol Rama,

Spazzapan e Zoran Music. Dulcis

in fundo il cinema, altro tassello del

mosaico dell’Italia nuova: da Roma

città aperta di Rossellini, i manifesti

e le pellicole che hanno ricostruito i

linguaggi della contemporaneità.

[www.museocitta.ra.it]

FEB2011 89


VIAGGIARE

VISIONI

For the 150 th anniversary of

Italian Unity, the most lively,

disorderly and complex years in

the entire 20 th century celebrated

in Ravenna. L’Italia s’è desta (Italy

has awoken: 1945-1953. Italian

art after World War II, from De

Chirico to Guttuso, from Fontana

to Burri) at the MAR, art museum

in Ravenna, from 13 th February

to 26 th June. One hundred and

seventy works to evoke that

precious handful of years that

redesigned the Peninsula from

the end of the second world

war through to Picasso’s great

exhibition held in Rome and Milan

in 1953. A fresco of the feverish

and creative search for freedom

through new suggestions and

stylistic forms. Many movements

– New Art Front, the Forma 1

group, Nuclear Art and Abstract

Art – are represented by the most

illustrious artists: Afro, Burri,

Guttuso, Leoncillo, Perilli, De

Chirico, Vedova, Carol Rama,

Sironi and Balla.

90 FEB2011

In apertura

Composizione

(1947)

A. Sanfilippo

Olio su tela, 65 x 80 cm

Collezione Antonella Sanfilippo

Dall’alto in senso orario

Ritratto

di Benedetta Marinetti

(1951)

G. Balla

Olio su tavola, 65 x 50 cm

Francesca Barbi

La zolfara

(1953)

R. Guttuso,

Olio su tela, 201,5 x 311 cm

Museo d’Arte Moderna Mario Rimoldi

Regole d’Ampezzo

Via Manzoni

(1952)

A. Sassu

Olio su tela, 148 x 198 cm

Carate Brianza

Carlos J. Sassu Suarez

Archivio Aligi Sassu

Cavalcata

(1945-47)

M. Sironi

Olio su tela, 60 x 81 cm

Bologna, Galleria Cinquantasei


AL MAR

DI RAVENNA,

IN MOSTRA

I GIOVANI

CHE NEL SECONDO

DOPOGUERRA

HANNO CAMBIATO

IL CORSO DELL’ARTE

ITALIANA.

FEB2011 91


VIAGGIARE

VISIONI

NEL 1945

ERA FORTE

IL DESIDERIO

DI RINASCITA.

DAL NEOCUBISMO

AL NUCLEARISMO,

DOMINA LA

RICERCA DI UNA

NUOVA LIBERTÀ

ESPRESSIVA.

92 FEB2011

In alto

Gli scaricatori

(1949)

G. Turcato

Olio su tela

90 x 70 cm

Forlì, Pinacoteca

Civica, Collezione

Verzocchi

A sinistra

Marina

(1948)

C. Carrà

Olio su tela

60 x 76 x 1,5 cm

Roma, Galleria

Luigi Proietti


Fondo paritetico nazionale interprofessionale

per la formazione continua

“Formazienda 2020”

Priorità ai giovani e alle donne

A quasi un anno dall’emanazione della

Strategia per una crescita intelligente,

sostenibile e inclusiva, denominata “Europa

2020”, Formazienda sta formulando

un “Libro” che vuole essere la sintesi del

contributo che il Fondo intende offrire a

supporto degli obiettivi contenuti nella prima

stesura del Programma Nazionale di

Riforma (PNR) ed indicati nella Tabella 1.

Obiettivo Italia 2020

(PNR)

Il contributo del Fondo

agli obiettivi di crescita dell’Italia

Europa

2020

Tasso di occupazione delle persone tra 20 e 64 anni 67-69% 75%

Spesa per ricerca sul PIL 1,53% 3%

Istruzione terziaria o equivalente (laureati tra i 30 e 34 anni) 26-27% 40%

Abbandoni scolastici 15-16% 10%

Miglioramento dell’efficienza energetica +13,4% +20%

Consumo di energie rinnovabili +17% +20%

Emissioni di gas a effetto serra (rispetto al 1990) -20% -20%

Povertà

Tabella 1 - Obiettivi Italia 2020 rapportati agli Obiettivi Europa 2020

-2,2 milioni - 20 milioni

(-25%)

Nel contesto delle iniziative volte a promuovere

l’attività del Fondo abbiamo

intervistato il Direttore, Rossella Spada,

che ha illustrato le logiche di “Formazienda

2020”.

Direttore, innanzitutto che cos’è “Formazienda

2020” e a cosa si è ispirato?

Formazienda 2020 è il Piano con cui

il Fondo intende contribuire al raggiungimento

degli obiettivi proposti nel

Programma Nazionale di Riforma individuati

sulla scorta di quelli fissati

in Europa 2020. I contenuti del Piano

“Formazienda 2020” si ispirano agli indirizzi

in materia di lavoro e formazione

espressi da molteplici documenti elaborati

dal Ministero del Lavoro e delle Politiche

Sociali, tra i quali è stato fondamentale

il Libro Bianco sul futuro del

modello sociale - La vita buona nella società

attiva.

Come Formazienda intende contribuire

al raggiungimento degli obiettivi del

Programma Nazionale di Riforma?

Il Fondo contribuirà al raggiungimento

degli obiettivi promuovendo e finanziando

la formazione continua che rappresenta

il minimo comune denominatore delle

tre priorità individuate dall’UE: crescita

intelligente, crescita sostenibile e crescita

inclusiva. Per crescere, e per accelerare

tale processo, è necessario un significativo

trasferimento di competenze e di conoscenze

che si ottiene solo attraverso la

formazione.

Quali sono le “iniziative faro” del Fondo

in “Formazienda 2020”?

Tra le “iniziative faro” quelle che meritano

particolare attenzione sono quattro: l’integrazione

tra risorse pubbliche e private in

una logica virtuosa; l’occupabilità dei giovani

attraverso l’integrazione tra apprendimento

e lavoro; l’inclusione delle donne

nel mercato del lavoro anche attraverso

azioni di sistema sul gender mainstreaming;

il potenziamento del legame tra le

azioni di politiche passive e quelle di politiche

attive (integrazioni salariali a lavoratori

svantaggiati abbinate a percorsi formativi

volti al reinserimento degli stessi

nel tessuto produttivo).

Il direttore del Fondo Formazienda Rossella Spada

Quindi il Fondo Formazienda è attore

protagonista delle politiche attive nel

mercato del lavoro. Le aziende stanno

“capendo” l’importanza della formazione

quale elemento fondamentale per la

competitività delle stesse?

Sì, il numero delle aziende che aderiscono

a fondi interprofessionali è cresciuto.

Ciò significa che il valore della formazione

è condiviso. Tuttavia bisogna rilevare che

il numero delle imprese che coinvolgono

i lavoratori in percorsi formativi è ancora

troppo basso. Per favorire la partecipazione

ai corsi, Formazienda è sempre impegnato

a promuovere le adesioni ai piani

formativi dedicati ai lavoratori.

Come possono aderire le imprese al

Fondo?

Aderire al Fondo è semplice e non comporta

alcun costo aggiuntivo per le imprese.

Bisogna inserire il codice FORM

in un’apposita sezione dell’Uniemens. In

questo modo, il contributo integrativo contro

la disoccupazione involontaria (0.30%

delle retribuzioni) versato all’INPS viene

accantonato su un conto del Fondo e potrà

essere utilizzato per il finanziamento di

progetti di formazione dei dipendenti delle

imprese aderenti.

Per le modalità tecniche di adesione

al Fondo invitiamo a visitare il sito

www.formazienda.com.

FEB2011 93


VIAGGIARE

VISIONI

Da sinistra in senso orario

Grande nudo seduto

(1922 - 1929)

Henri Matisse

Bronzo, 80 x 78,5 x 35 cm

Le Cateau-Cambrésis,

Musée départemental Matisse

© Succession H. Matisse

by SIAE 2010

Photo Adam Rzepka

Nudo disteso ii

(1927)

Henri Matisse

Bronzo 28,5 x 50,2 x 15,2 cm

Minneapolis, Minneapolis Institute

of Arts.

Gift of the Dayton-Hudson

Corporation

© Succession H. Matisse

by SIAE 2010

Pianista

e giocatori di dama

(1924)

Henri Matisse

Olio su tela, 73,7 x 92,4 cm

Washington, National Gallery of Art,

Collection of Mr. and Mrs. Paul

Mellon, 1985.64.25

© Succession H. Matisse

by SIAE 2010

Image courtesy National Gallery

of Art, Washington

Busto in gesso,

bouquet di fiori

Henri Matisse,

Olio su tela, 113 x 87 cm

San Paolo, MASP, Museu de Arte

de São Paulo Assis Chateaubriand

© Succession H. Matisse

by SIAE 2010

Photo by João Musa

94 FEB2011

Matisse

e la seduzione

diMichelangelo

Centottanta opere ricompongono

il percorso di Matisse attraverso

l’essenza della forma. Un

viaggio imperdibile tra quadri,

statue, disegni, litografie e grandi

libri d’arte. Al Museo Santa

Giulia di Brescia, dall’11 febbraio

al 12 giugno, in mostra il genio

francese e la sua relazione

con l’opera di Michelangelo. Riecheggia

in Matisse la seduzione

artistica dei capolavori del maestro

toscano, in una continua ricerca

tra tensione ed equilibrio,

pittura e scultura. Una sintesi,

ancora oggi unica e insuperata,

espressa dalle celebri gouaches

découpées, in cui figura e colore,

linea e volume, superano la

tridimensionalità della materia.

Con una profondità spaziale e

monumentale di michelangiolesca

memoria.

[www.matissebrescia.it]

One hundred and eighty works cover

the Matisse’s journey towards

the essence of form. The French

genius and his relationship with Michelangelo’s

work is on exhibition at

the Santa Giulia museum in Brescia,

from 11 th February to 12 th June. In

a continuous study of painting and

sculpture, his gouaches découpées

overcome the three-dimensional nature

of the work. With a spatial and

monumental depth that brings to

mind Michelangelo.


WEB IN LOVE

AMORE CERCASI, ANCHE ON LINE.

NELL’ERA DI INTERNET,

CIÒ CHE RESTA

DEL SENTIMENTO PIÙ ANTICO

DEL MONDO E DELLA FESTA

CHE EMOZIONA DA SECOLI

(QUASI) TUTTI GLI INNAMORATI.

di Silvia Del Vecchio

VIAGGIARE

SOCIETA '

FEB2011 97


VIAGGIARE

SOCIETA '

98 FEB2011

Clic, colpo di fulmine. Gettonatissimo

e quasi démodé,

il caro e “vecchio” Internet

non ha più segreti per l’intramontabile

Cupido, che tutto freccia e cuore

colora di rosa siti e community.

Gettare l’amo e aspettare l’anima

gemella non è mai stato così facile,

e in attesa dell’ultima diavoleria

tecnologica per innamorarsi, il web

resta il più appetitoso (e comodo)

universo in cui scovare la persona

giusta. L’amore a portata di mouse:

tentar non nuoce.

A sentir parlare i giovani, la ricerca

nel cyberspazio premia i fedelissimi.

Un impegno quotidiano anche

per gli over 40, che affollano i social

network per ringiovanire restando

sempre “connessi” e chattando con

amici, colleghi o perfetti sconosciuti.

Ma in ogni mercato che si rispetti,

la concorrenza è spietata. E se

la propria descrizione con tanto di

foto selezionate non piacesse? Un

brutto colpo da mandar giù, quasi

a significare di dover restare “zitelli”

vita natural durante. E laddove,

invece, spopolasse, c’è comunque

il lato b: i profili internettiani, anche i

più simpatici e promettenti, restano

un bel terno al lotto.

Che il cyberspazio sia il prode sostituto

della tradizionale parrocchia e

del pub di quartiere? Può darsi, rispettando,

però, il romanticismo e

l’attesa «vecchio stile»: prima dell’incontro

faccia a faccia, si passano

settimane o mesi a dialogare via email

o sms, per conoscersi e scoprire

gusti in comune, studiando le

mosse dell’“avversario” senza esporsi

più di tanto. Alzi la mano chi non


Click, love at first sight. Incredibly popular and almost oldfashion,

the dear, “old” Internet holds no more secrets for the

evergreen Cupid, all arrow and heart, who paints websites

and communities pink. It’s never been this easy to cast the

line and anticipating our soul mate, and in the wait for the

latest technological devilry to fall in love, the web remains

the most appetising (and handy) universe to track down

the right person. Love a mouse click away: there’s no harm

trying. Lonely hearts are easy prey for online agencies, but

the important thing is not to make yourself sick over “virtual

love”. Parship, a partner search service, took a snapshot of

the singles in Europe: according to a 2009 survey, of the 5

million Italians looking for a partner, one single in three (one in

two at the European level) goes down the dating on line road.

Denmark and Sweden have the most faith in the Web. And

with ISTAT confirming the drop in marriages and the steep

rise in divorces, whatever happened to romanticism? From

Romeo and Juliet’s eagerly awaited balcony to love running

through the mouse, with Valentine’s day close at hand the last

minute gifts, parties and travel lord it over the rest. The how

changes but not the when. People who love each other have

celebrated Saint Valentine’s day for more than

1500 years. Each nation in its own way.

ha mai lanciato un messaggio on

line del tipo «cuore cerca cuore».

L’anima gemella, perché no, potrebbe

essere proprio quella con le dita

incollate sulla tastiera dall’altra parte

del pc. Tempo al tempo, perché

all’amore non si può mettere fretta.

La ricerca della dolce metà impazza

sul web, ma ogni rosa ha le sue spine.

I cuori solitari sono facile preda

per le agenzie on line, con tanto di

annunci, test sull’affinità di coppia e

fatturazione mensile. L’importante,

però, è non deprimersi se le cose

non si mettono bene, e non fare del

“virtual love” una malattia.

A scattare un’istantanea dei single

d’Europa è Parship, un servizio per

la ricerca del partner su Internet.

Nel 2009, tra appuntamenti, regali,

aperitivi, cene e weekend d’amore,

sono stati spesi 10,36 miliardi

di euro da ben 13mila persone in

13 paesi. Primi in classifica l’Italia

e la Francia, con poco meno di 2

miliardi. Spendaccioni anche tedeschi

e inglesi, morigerati gli svedesi,

con 169 milioni, e i danesi con

FEB2011 99


VIAGGIARE

SOCIETA '

156. All’ultimo posto l’Olanda, che

per l’amore investe solo 92 milioni.

Danimarca e Svezia i Paesi più fiduciosi

nella Rete, e su quasi 5 milioni

di italiani che cercano un partner,

un single su tre (uno su due a

livello europeo) chiede aiuto al dating

on line.

Ma che fine ha fatto il romanticismo?

Dal sospirato balcone di Romeo

e Giulietta all’amore che corre

sul mouse, ecco che a ridosso della

Festa degli innamorati i last minute

la fanno da padrone, tra regali,

party e viaggi dell’ultimora. Dal

messaggio nella bottiglia che tenta

di raggiungere la sponda amata alla

Rete adulatrice: al posto dell’arcaica

serenata, basta un clic per spedire

all’altro capo del mondo una

dichiarazione in pieno stile virtuale,

con tanto di acronimi e geroglifici

anni Duemila.

Cambia il come ma non il quando.

Da più di 1500 anni San Valentino

lo festeggia chi si ama, ogni popolo

a modo suo. Una pioggia di biglietti

(i famosi valentine) per gli americani,

fedeli alla tradizione tanto da

coinvolgere anche i più piccoli. Italiani

e tedeschi preferiscono cene a

lume di candela, mentre gli olandesi

si scambiano cuori di liquirizia e gli

inglesi anonimi omaggi floreali. Petali

bianchi in Danimarca, rose rosse

in Spagna, cioccolatini in Giappone:

ma nella terra del Sol Levante sono

le donne a regalare agli uomini dolcetti

al cacao, ricevendone altrettanti

di qualità bianca esattamente un

mese dopo, per il White Day. In Finlandia

il 14 febbraio è molto atteso

e ribattezzato “Giorno dell’amicizia”,

mentre in Brasile il Carnevale rimanda

gli innamorati al 12 giugno, il giorno

prima di Sant’Antonio, quando

per tradizione le nubili alla ricerca di

un compagno invocano il santo.

Invenzione commerciale o anniversario

del sentimento più profondo,

c’è chi ci tiene davvero e aspetta

con trepidazione il fatidico giorno.

C’è pure chi scambia la Basilica del

santo per un’agenzia matrimoniale,

inviando lettere e richieste alla diocesi

di Terni. E chi invece lotta contro

lo snaturamento della festa promuo-

100 FEB2011

vendo il recupero dell’arte epistolare.

Comunque sia c’è sempre tanto fermento

intorno a Valentino, la cui carta

d’identità non è poi così limpida. Tutti

sanno che fu vescovo della cittadina

umbra e morì martire, decapitato

nel 273 su ordine dell’imperatore

Aureliano. Che amava far riappacificare

i fidanzati e combinare matrimoni.

Ma a voler andare bene a fondo, si

scopre che i documenti ufficiali sono

pochissimi e contraddittori. Tre anni

fa ci ha provato un giovane scrittore

romano, Francesco Pacifico, pubblicando

con Fazi Editore un divertente

pamphlet sull’inganno nato intorno

al patrono degli innamorati. Ai tempi

di Internet e del bombardamento

mediatico, ha penato un anno dietro

a false piste e verità celate, prima di

sciogliere la matassa sulle origini della

ricorrenza. Fonti alla mano, le uniche

testimonianze a Terni ricordano

San Valentino per i miracoli nella cura

dell’epilessia. Quanto al resto, la leggenda

spunta sugli almanacchi inglesi

nel 1700, mentre la prima prova

scritta della festa risale a mille anni

dopo il martirio. Dulcis in fundo, pur

essendo legata a un santo italiano,

il Belpaese la celebra soltanto dagli

anni Sessanta ispirandosi ai fumetti

dei Peanuts, e in modo massiccio dal

’79 per smorzare nell’amore gli anni

di piombo.

E se il libro di Pacifico è già andato

fuori catalogo, a dimostrazione

del fatto che non possiamo

fare a meno di credere nei miracoli,

il matrimonio perde colpi e aumentano

single e divorzi. Secondo

il Rapporto Istat 2010, L’Italia in

cifre, in 37 anni le nozze si sono

quasi dimezzate: nel 1971 se ne

celebravano 7,4 ogni mille abitanti

(oltre 404mila), nel 2008 si è scesi

a 4 ogni mille (246.613). Un rito su

tre è civile, le separazioni sono oltre

84mila (+3% rispetto al 2003 e +

61% rispetto al ’95) e quasi 54mila

i divorzi (+23% e + 101%).

Forse una soluzione, regali di San

Valentino a parte, potrebbe essere

parlarsi di più. Magari interrogandosi

sull’amore, quello con la

A maiuscola, come si faceva nelle

corti medievali. O alla Bridget Jones

e Sex and the City, per restare

al passo coi tempi.

BIGLIETTO

PER DUE

La cultura, si sa, fa bene all’amore. E per San Valentino,

il Ministero per i Beni e le Attività Culturali regala

a tutti gli innamorati un fine settimana a braccetto

con l’arte. Sabato 12 e domenica 13 febbraio

in tutti i musei, monumenti e siti archeologici statali

si entra in due pagando un solo biglietto.

Di scena l’arte e l’amore, che nei secoli ha guidato

la mano dei più grandi maestri: una coppia perfetta

dall’ineguagliabile forza ispiratrice e romantica. Per

apprezzare la delicatezza del bacio tra Amore e Psiche

agli Uffizi di Firenze, la languida postura della

Danae di Tiziano al Museo di Capodimonte, l’ambiguità

dell’Amor Sacro e Amor Profano custodito nella

Galleria Borghese di Roma e la fugacità della passione

nel Bacio di Hayez alla Pinacoteca di Brera.

Eterni capolavori che, insieme a tantissimi altri, per

un weekend trasformano i luoghi d’arte in teneri rifugi.

Per le coppie che scelgono di sublimare i propri

sentimenti attraverso un viaggio nel patrimonio

culturale italiano.

[www.beniculturali.it]

Culture, as we know, is good for love. And for

Valentine’s Day, the Ministry for Cultural Heritage

and Activities is giving all sweethearts two days armin-arm

with art. On Saturday 12th and Sunday 13th February two people can enter all the government

museums, monuments and archaeological sites for

the price of one ticket.


Italia

Le parole per dire

San Valentino è da sempre l’appuntamento

con l’amore e il desiderio di condividere

una passione che nasce, le

emozioni di una vita, la percezione di un

amore eterno.

Il gesto più elegante e sincero per dichiarare

i propri sentimenti ed esternare le

proprie emozioni è universalmente legato

al mondo floreale. Il 14 febbraio, come

ogni giorno dell’anno, trova nei fiori l’alleato

perfetto per comunicare tutto il nostro

amore.

Perchè è unica

Tra i messaggeri d’amore, le rose sono

tradizionalmente il pensiero più gradito,

lo conferma Sandro Braghettoni, Presidente

di Interflora Italia SpA, l’azienda

leader nella consegna a domicilio di fiori,

piante e regali, ovunque e in pochi minuti

che ogni anno fa recapitare milioni di

rose come messaggi per gli innamorati.

L’iniziativa Fiori & Regali di Interflora che

consente di far recapitare un articolo regalo

con i fiori, scopre con San Valentino

un’alchimia naturale e un elevato gradimento

dei clienti Interflora: peluche,

champagne, cioccolatini, piccoli gioielli a

forma di cuore aggiungono una sorpresa

alla sorpresa floreale!

Inoltre, se alla sorpresa garantita, all’originalità

dell’idea e alla affidabilità di Interflora

si aggiunge la facilità di effettuare

un acquisto, Interflora è il regalo perfetto

per ogni occasione, soprattutto per San

Valentino: fare acquisti con Interflora, infatti

è semplice e immediato: accanto ai

tradizionali Punti vendita a marchio Interflora

è possibile ordinare fiori e regali

telefonando al numero ordini gratuito

800.63.88.96 o acquistando direttamente

dal sito www.interflora.it, anche da telefono

palmare, in tutta sicurezza e riservatezza

scegliendo tra i diversi metodi di

pagamento proposti.

Il web ha permesso ad Interflora di avvicinarsi

anche al pubblico dei giovanissimi,

che anche navigando in rete tra i vari

social network, hanno scoperto con Interflora

il piacere di emozionare, ed emozionarsi,

donando un fiore.

Perché, si sa, l’emozione di ricevere un

fiore non conosce epoca. Soprattutto a

San Valentino.

14 febbraio

San Valentino

www.interflora.it

FEB2011 101


After Maschi contro Femmine,

women get their own back. From

4 th February in cinemas, Fausto

Brizzi’s sequel, Femmine contro

Maschi. Waiting for the decider.

An army of Made in Italy stars

confront each other in a war of the

sexes down to the last line. The

Roman director, born in 1968,

already appreciated for Notte

prima degli esami and Ex, gives

a comic rendition of the battle of

the sexes, deploying misogynistic

males and manipulative women in

a succession of blows below the

belt and comical defects. Open

battle at the cinema, while in the

real world, the women are the

ones who, very often, have the

upper hand.

Donne alla riscossa, almeno

nelle sale. Dal 4 febbraio,

Femmine contro Maschi,

la seconda tavola del dittico diretto

da Fausto Brizzi. Un esercito di

stelle made in Italy si fronteggia in

una guerra tra sessi all’ultima gag.

Classe 1968, il regista romano, già

apprezzato in Notte prima degli

esami ed Ex, racconta in commedia

lo scontro di genere, schierando

maschi misogini e donne manipolatrici

in un susseguirsi di colpi

bassi, caricature e difetti. E se nel

mondo reale ad avere la meglio è

sempre più spesso il “gentil sesso”,

al cinema è battaglia aperta.

Si sa che giocare in casa aiuta, ma

non quando l’obiettivo è la ricerca

(impossibile) dell’uomo ideale.

Più di venti attori per un cast corale

da film comico all’italiana. Ce

n’è per tutti i gusti: Claudio Bisio,

Ficarra e Picone, Nancy Brilli

e Luciana Littizzetto accanto a

Francesca Inaudi, Serena Autieri,

Emilio Solfrizzi, Wilma De Angelis

e Hassani Shapi. Tante voci

a confronto, ma un unico protagonista:

il rapporto uomo-donna

VIAGGIARE

SPECIALE

DOPO MASCHI CONTRO FEMMINE,

LA RIVINCITA DELLE DONNE.

AL CINEMA IL SEQUEL DI FAUSTO

BRIZZI, IN ATTESA DELLO SPAREGGIO.

di Silvia Del Vecchio

in tutta la sua buffa complessità.

Morale: basterebbe accettare le

diversità dei sessi, senza cercare

a tutti i costi di plasmare il partner,

e i conflitti sparirebbero d’incanto.

Ci sono voluti nove mesi per partorire

la sceneggiatura: a scriverla

tre uomini, Brizzi, Martani e Bruno,

e una donna, Pulsatilla, tra

bollenti discussioni sulle storie da

tratteggiare. I punti di vista sono

talmente diversi che è come voler

collegare una presa usb a una

scart. Impossibile. Ma se il film

non riesce a dettare le “istruzioni

per l’uso” nella vita di coppia,

quanto meno assicura due ore

leggere tra risate intelligenti e frecciatine

dolci-amare.

Brizzi non ha dubbi, l’incompatibilità

di fondo è reale: gli uomini

tentano di applicare alle donne

un metodo di ragionamento “alieno”,

mentre le donne considerano

i compagni esseri inferiori. L’incastro

dei pezzi è improbabile. Tre storie

si intrecciano sul grande schermo.

Inedita e deflagrante la coppia

Littizzetto-Solfrizzi, l’androloga e il

benzinaio. Scimmiottando i mitici

FEB2011 103


VIAGGIARE

SPECIALE

coniugi Simpson, lei puntigliosa ed educata, lui cafone

e ignorante, i due fronteggiano da vent’anni il tran tran

matrimoniale. Finché un incidente fa perdere la memoria

a Piero, e Anna ne approfitta per riformattarlo a piacimento.

Così il marito diventa il maggiordomo-amantecuoco

ideale, sfortunatamente non per molto.

Doppia coppia nel secondo episodio: il bidello Rocco

e l’impiegato Michele, interpretati da Ficarra e Picone,

suonano in una cover band dei Beatles. Il primo

osteggiato dalla compagna (Francesca Inaudi),

il secondo di nascosto dalla moglie (Serena Autieri).

Quando Rocco, dopo l’ennesimo litigio domestico,

chiede ospitalità a Michele, la bugia rischia di essere

svelata, tra una gravidanza a sorpresa e una gara

musicale da non perdere.

Per finire, i divorziati Claudio Bisio e Nancy Brilli nei

panni di Marcello, chirurgo plastico, e Paola, impiegata.

I due fingono di stare ancora insieme solo quando

vanno a trovare la mamma di lui (Wilma De Angelis),

ottantenne e malata di cuore. Che purtroppo si aggrava

e, prima di morire, esprime un desiderio fatale: trascorrere

gli ultimi mesi accanto alla sua famiglia. Così

la finta coppia si ritrova a recitare, fianco a fianco, 24

ore su 24.

Se in campo cinematografico non è detta l’ultima parola,

nella vita reale (forse) è tutta un’altra storia. Ma

se il film comincia citando Charles Darwin, «Il maschio

scelto dalla femmina non è colui che le sembra

più attraente, ma colui che la disgusta di meno»,

la dice tutta. Parola di scienziato.

104 FEB2011

Le donne, gli

e San Valentino

intervista a Fausto Brizzi

Femmine contro maschi: 1, X, 2?

X. In attesa dello spareggio.

E nella realtà, chi vince la partita?

Le femmine, sempre!

Quali aspetti dei due generi sono sotto i riflettori?

I difetti degli uomini, eterni Peter Pan bugiardi, e quelli delle

donne, creatrici di problemi immaginari.

L’episodio più buffo e divertente?

Chiedere a un regista di scegliere tra le storie del suo film è come

chiedere a una mamma che figlio preferisce. Non rispondo neanche

sotto tortura!

Luciana Littizzetto ed Emilio Solfrizzi…

Come Marge e Homer Simpson?

Esatto. Lui birra e rutto libero, lei colta e romantica.

Il film ha stimolato il confronto tra uomini e donne del cast?

Moltissimo: ispirati dal tema, ogni cena sul set si è trasformata in

un talk-show maschi contro femmine. Dopo sei mesi non avevamo

capito ancora niente gli uni delle altre.

Un consiglio per le donne e uno per gli uomini…

Le donne sono felici se non cercano di cambiare i propri uomini.

Gli uomini lo sono se scelgono una donna e basta.

Ha mai conosciuto una donna che ragiona come un uomo,

o viceversa?

No. Sono due pianeti lontani.

San Valentino: festa da femmine?

Festa da cioccolatai! Maschi e femmine che siano.

Lei come lo festeggia?

Negli ultimi anni ho sempre avuto un film da promuovere in zona

14 febbraio. Prima ero quello da cenetta a lume di candela.

Fausto Brizzi: regia o sceneggiatura?

Sceneggiatura! È la cosa più importante in un film.

E un mestiere molto più comodo.

Prossima fermata? Qual è il treno che non vuole perdere?

Il 3D. È la nuova frontiera del cinema, e io mi sto preparando.

Frecciarossa è…

Casa, praticamente vivo sul Frecciarossa. Roma, Milano e Torino

sono le mie tratte predilette e, come se non bastasse, abito a 50

metri dalla stazione Termini. Per me l’aereo in Italia non esiste.

Ora poi, con il WiFi a bordo, mi sa che ci prendo proprio la

residenza.


The partnership on equal terms between Trenitalia

and Veolia Transport has been signed: a new player

is coming to the European railway market and is

ready to compete in long-distance, international

and regional as well as High Speed passenger

services. The Paris-Venice and Paris-Rome

night-time services will be operating within the

year. The partnership is also studying the

feasibility of starting up connections on the

traditional Turin-Lyon line and High Speed

services between Paris, Brussels and

Milan. Internet will be the preferential

place to purchase tickets of the new

Company, but they will also be

sold through all the Veolia sales

channels in France and the FS

Group sales channels in Italy,

Europe and internationally.

FOCUS ON

FS-VEOLIA

Nasce la nuova

società europea

di trasporto passeggeri

Siglata a gennaio la partnership alla pari fra Trenitalia

e Veolia Transport: arriva sul mercato ferroviario europeo

un nuovo player pronto a competere nel settore

Alta Velocità e in quello dei servizi passeggeri di lunga

distanza, internazionali e regionali. Saranno attivi entro

l’anno i treni notturni Parigi-Venezia e Parigi-Roma.

Allo studio nuovi servizi Torino-Lione, Parigi-Bruxelles e

Parigi-Milano AV. Sarà Internet il luogo privilegiato di acquisto

biglietti della nuova Società, ma la distribuzione

sarà comunque garantita anche attraverso tutti i canali

di vendita di Veolia in Francia e del Gruppo FS in Italia,

Europa e sui mercati internazionali.

FEB2011 107


PRIMA CLASSE SECONDA CLASSE

FIRST CLASS SECOND CLASS

108 FEB2011

CARATTERISTICHE TECNICHE

Velocità max: 360 km/h

Posti: 195 (prima classe) 408 (seconda classe)

Trasporto disabili: previsto


SEDUTE SEATINGS

78

SALOTTINO

PRIMA CLASSE FIRST CLASS

Tavolo

reclinabile

SECONDA CLASSE SECOND CLASS

Tavolo

reclinabile

Comando luce

individuale

Presa di

corrente

max 112°

Luce individuale

39

106

106

12

Regolazione

inclinazione

Luce individuale

39

12

Luce individuale

Regolazione

inclinazione

214

78

max 115°

75

Presa di

corrente

max 112°

Tavolo

pieghevole

12

Presa di

corrente

Tavolo pieghevole

Tavolo pieghevole

Regolazione

inclinazione

SER VIZI A BORDO ON BOARD SER VICES

IN PRIMA CLASSE ON FIRST CLASS

Welcome drink Welcome drinks

Snack dolce e salato Snacks

Quotidiano gratuito Free newspapers

PER TUTTI FOR ALL PASSENGERS

Vettura bar/ristorante, connessione WiFi, monitor informativi in ogni

vettura, spazio per bagagli di grandi dimensioni.

Wagon cafe/restaurant, WiFi, informative monitor, space for large

luggage.

POSIZIONE DEL SEDILE

In prima classe

Premere il tasto sul

bracciolo per far scorrereautomaticamente

il sedile. Mantenere

premuto il pulsante fino

al raggiungimento della

posizione desiderata.

In seconda classe

Tirare la leva posta sotto il sedile e contemporaneamente spingere

il sedile in avanti o indietro per passare dalla posizione normale

a quella relax.

LUCE DI CORTESIA

Per una migliore lettura

premere il pulsante posto

sotto il numero del

proprio posto per accendere

o spengere la

luce di cortesia.

PRESA ELETTRICA

Le prese elettriche sono

posizionate sotto il tavolino.

Possono essere

utilizzate per dispositivi

funzionanti a 220v.

FEB2011 109


PRIMA CLASSE SECONDA CLASSE

FIRST CLASS SECOND CLASS

110 FEB2011

CARATTERISTICHE TECNICHE

Velocità max: 280 km/h

Posti: 100 (prima classe) 332 (seconda classe)

Trasporto disabili: previsto


Regolazione

inclinazione

Presa di

corrente

SEDUTE SEATINGS

SALOTTINO

PRIMA CLASSE FIRST CLASS

SECONDA CLASSE SECOND CLASS

Presa di

corrente

Luce individuale

Tavolo

reclinabile

Tavolo

reclinabile

Tavolo pieghevole

83

117°

95

90

10,6

30

90°

90°

30

55

200

Regolazione

inclinazione

Regolazione

inclinazione

Presa di

corrente

Luce individuale

Tavolo pieghevole

83

Luce individuale

Tavolo pieghevole

83

117°

117°

10,6

10,6

SER VIZI A BORDO ON BOARD SER VICES

IN PRIMA CLASSE ON FIRST CLASS

Welcome drink Welcome drinks

Snack dolce e salato Snacks

Quotidiano gratuito sui treni della mattina

Free newspapers in the morning

PER TUTTI FOR ALL PASSENGERS

Vettura bar, monitor LCD touch screen nel vestibolo, monitor LCD e

monitor a LED in ogni vettura, spazio per bagagli di grandi dimensioni.

Wagon cafe, LCD touch screen monitor in every carriage, space for

large luggage.

POSIZIONE DEL SEDILE

Spingere la leva accanto

al sedile e contemporaneamente

spingere

il sedile nella posizione

desiderata. Riportare la

leva nella posizione di

partenza per bloccare lo

schienale.

LUCE DI CORTESIA

Per una migliore lettura

è possibile attivare

la luce situata fra i due

sedili adiacenti premendo

il pulsante di

accensione.

PRESA ELETTRICA

Seduto al proprio posto

è possibile utilizzare la

presa elettrica per caricare

il proprio cellulare

o PC.

FEB2011 111


RISTORAZIONE

I servizi di ristorazione a bordo delle Frecce FS sono

studiati per rispondere alle esigenze di viaggio e alle richieste

della clientela. Chi vuole fare un break veloce

ma di qualità può trovare al Bar un notevole assortimento

di prodotti: snack delle migliori marche, sfiziosa

biscotteria dolce e salata per soddisfare piccole voglie,

una gustosa linea di panini, I Freschissimi, per appagare

l’appetito in modo dinamico, e i tramezzini Le Voglie

della Negroni, sempre più genuini e originali. Il caffè

ILLY, con il suo aroma inconfondibile, regna sovrano

nella vettura Bar di tutte le Frecce. Inoltre, in ogni momento

della giornata sono disponibili le Formule Convenienza,

per avere il massimo del risparmio.

Il ristorante Gourmet delle Frecce accoglie sempre la

clientela con una proposta ricca e variegata, che soddisfa

piccoli e grandi appetiti. L’ampia scelta e la rotazione

settimanale dei menu offrono l’opportunità di

gustare ogni volta nuove prelibatezze di grande qualità.

Si possono consumare pietanze alla carta o scegliere

le proposte del menu del giorno, con piatti tipici

regionali, come i tortiglioni all’amatriciana o il manzo

alla piemontese.

Nel mese di febbraio, in prima classe con il servizio

di accoglienza, si potrà degustare un calice di vino

rosso toscano Anno Zero IGT 2007 della casa vinicola

Camperchi.

The AV catering Service on board the Frecce FS is

designed to meet all your travel needs, satisfying your

appetite at the right price. For those who want a break

without sacrifi cing quality, the bar service is available

throughout your journey. Alongside traditional delicious

pastries and filling snacks, it offers tasty sandwiches or

freshly baked croissants. At the bar too our excellent

espresso coffee is a pleasure to taste. In the restaurant

car you can take your pick from different kinds of set

meals as well as traditional dishes, accompanied by

quality wines.

In February, in first class with the welcoming service,

passengers can enjoy a glass of Toscana Anno Zero IGT

2007 red wine by the Camperchi winery.

112 FEB2011

RISTORANTE

“PASTA RICCA” € 19,00

Primo piatto, Contorno, Frutta o Dessert - First course, Side dish, Fruit or Dessert

“BUONGUSTAIO” € 22,00

Secondo piatto, Contorno, Frutta o Dessert - Main course, Side dish, Fruit or Dessert

“COMPLETO” € 32,00

Primo piatto, Secondo piatto, Contorno, Frutta o Dessert - First course, Main course, Side dish, Fruit or Dessert

cartaBAR

Buongiorno

€6 ,00

Croissant fresco, Succo di frutta,

Bevanda calda, Giornale

Fresh Croissant, Fruit juice, Hot drink, Newspaper

piattiASSORTITI

Primi piatti - First courses € 10,00

Secondi piatti con contorno - Main courses with side dish € 15,00

Piatti Freddi - Cold dish € 10,00

Insalatone - Salads € 8,00

iPANINI

Sandwich iFRESCHISSIMI € 4,00

Tramezzino fantasia - Club sandwich € 4,00

cartaCAFFÈ

Caffè espresso - Espresso € 1,50

Caffè decaffeinato - Decaffeinated coffee € 1,50

Cappuccino € 1,70

Latte macchiato - Milk and coffee € 1,60

T&B ha scelto l’eccellenza di Illy

T&B has choosen the excellence of Illy

SfizioSalato

€7 ,50

Sandwich fresco,

Bibita in lattina, Patatine

Fresh sandwich, Soft drink, Chips

bevandeCALDE

Latte - Milk € 1,50

The/Camomilla/Orzo - Tea/Camomille/Barley coffee € 1,50

Cioccolata calda - Hot Chocolate € 1,70

snackSALATI

Biscotti salati - Salty biscuits gr100 € 3,00

Pringles/Cipster € 2,00

snackDOLCI

Croissant € 1,50

Fetta di torta* - Slice of cake* € 4,00

Yogurt ml125 - Yoghurt ml125 € 1,50

Yogurt Minisnack - Minisnack Yoghurt € 2,50

Macedonia - Fruit salad € 5,00

Frutta fresca - Fresh fruit € 3,20

Ringo/KitKat/Kinder Bueno € 1,50

Biscotti dolci gr100/125 - Sweet biscuits gr100/125 € 2,60

Wafer Loacker € 1,30

Barrette Fitness - Fitness bar € 1,40

Caramelle o Chewing-gum € 2,50

Barretta cioccolato - Chocolate bar € 1,60

Tavoletta cioccolato - Chocolate tablet € 2,00

leBEVANDE

Acqua minerale cl50 - Mineral water cl50 € 1,60

Bibita in lattina cl33 - Soft drink cl33 € 2,80

Succo di frutta cl20 - Fruit juice cl20 € 3,00

Birra Moretti cl33 - Moretti beer cl33 € 3,50

Birra Heineken cl33 - Heineken beer cl33 € 4,00

Vino rosso o bianco cl37,5 - Red or white wine cl37,5 € 9,00

*il prodotto può essere surgelato in origine - the product could be frozen

i nostri menu convenienza

i nostri combo convenienza

SfizioDolce

€8 ,50

Sandwich fresco,

Fetta di Torta*, Bibita in lattina

Fresh sandwich, Slice of cake*, Soft drink

madvertising.it


FEB2011 113


SICUREZZA

IL GRUPPO FERROVIE

DELLO STATO A TUTELA

DEL PROPRIO PERSONALE

Il Gruppo Ferrovie dello Stato, attento alla sicurezza

dei clienti, è sensibile anche ai rischi di aggressione

a cui potrebbe essere esposto il proprio

personale. Per prevenire eventuali episodi di questo

genere la Protezione Aziendale FS svolge attività

di monitoraggio dei treni e degli asset critici, e

promuove campagne informative per spiegare la

posizione giuridica del personale ferroviario quando

accerta l’irregolarità del titolo.

In proposito, come espresso nella pronuncia della

prima sezione penale della Suprema Corte di

Cassazione n. 38389/2009, nell’esercizio delle

funzioni amministrative di controllo e verifica dei

biglietti, il personale ferroviario assume la qualifica

di Pubblico Ufficiale. Un comportamento illecito

nei suoi confronti implica pertanto un inasprimento

delle sanzioni. Il Gruppo Ferrovie dello

Stato garantisce inoltre la tutela legale gratuita ai

dipendenti vittime di aggressione, assicurando

loro anche il supporto di una task force di psicologi

nel percorso di reinserimento al lavoro. Le

FS, infine, attivano tutti i mezzi necessari alla persecuzione

degli aggressori e, nello stesso tempo,

alla diffusione di una cultura del rispetto dei lavoratori

e delle Istituzioni.

114 FEB2011

SUGGERIMENTI

PER UN VIAGGIO SICURO

a cura della Protezione Aziendale del Gruppo Ferrovie dello Stato

Le stazioni sono più di un luogo di passaggio, così come i treni sono

più di un semplice mezzo di trasporto. La sicurezza non è un prodotto,

ma un valore sociale: è impegno quotidiano di tutti gli operatori della

Polfer e del Gruppo FS, oltre che comportamento attento da parte

dei passeggeri.

COSA PUOI FARE TU

IN STAZIONE

Non perdere mai di vista il

bagaglio (se incustodito viene

sottoposto a controlli di polizia)

Chiudi le borse tenendo

separati denaro e documenti

Non accettare biglietti dagli

sconosciuti: acquistali solo

utilizzando i canali di vendita

ufficiali

Fai attenzione nei luoghi in

cui operano i borseggiatori (atrii,

biglietterie e aree self-service)

Non acquistare servizi

e merci da persone prive di

regolare licenza

IN TRENO

Posiziona i bagagli sulla

cappelliera sopra il tuo posto

Non lasciare incustoditi gli

oggetti di valore e tieni con te il

biglietto

Non acquistare merci da

venditori abusivi e non accettare

cibi o bevande da persone

occasionalmente conosciute in

viaggio

Per qualsiasi problema

rivolgiti al personale in servizio Security is a constant

ATTENZIONE

AI TRUCCHI

PIÙ USATI

PER DERUBARE

Urtare la vittima

Utilizzare cartoni, giornali o

indumenti per coprire il movimento

delle mani durante il borseggio

Provocare assembramento

durante la salita e la discesa dai treni

Sporcare di proposito la vittima

per poi offrirle aiuto

Chiedere informazioni per

distrarre la vittima

Raccontare storie commoventi

per elemosinare denaro

COSA FACCIAMO NOI

SECURITY

Abbiamo installato nelle

principali stazioni sistemi di

videosorveglianza e colonnine

SOS

Presenziamo stazioni e treni

con personale specializzato

Abbiamo istituito un canale

telefonico diretto tra treno e

Polfer per rapidi interventi delle

Forze dell’Ordine su tutto il

territorio a contrasto degli illeciti

Monitoriamo le transazioni

on line per impedire acquisti

con Carte di Credito frodate

Lavoriamo H 24 insieme

alla Polizia Postale per prevenire

gli attacchi informatici

Abbiamo intensificato il

controllo dei biglietti

(“no ticket no parti”)

Collaboriamo con

Protezione Civile e Ministero

dell’Interno nelle situazioni di

emergenza

commitment of all the staff

of Gruppo FS and Polfer, the

railway police. The main stations,

supervised by specialised staff,

are fitted with surveillance

systems and SOS columns. A

train-Polfer phone network makes

it possible to rapidly combat illegal

behaviour nationwide. On-line

ticket purchases are monitored

in collaboration with the Postal

Police in order to prevent IT fraud.

Group Ferrovie dello Stato

recommends contacting the

service staff and paying special

attention when purchasing

tickets, looking after luggage and

the possible presence of bag

snatchers and unlicensed sellers.


INNAMORATI A

TEMPO DI MUSICA

A febbraio “Andata e Ritorno”

speciale San Valentino. In occasione

dell’uscita del film Manuale

d’amore 3, il cast diretto da Giovanni

Veronesi terrà compagnia

ai fedelissimi di FSNews Radio

per un viaggio imperdibile ad Alta

Velocità.

10

SPECIALE

SANREMO

FSNews Radio segue

il Festival di Sanremo

con interviste ai big

della musica italiana,

protagonisti della 61°

edizione della kermesse

canora più amata

dagli Italiani: Patty Pravo,

Nathalie, Emma,

La Crus e tanti altri vip.

In più canzoni storiche

e brani nuovi direttamente

dal palco

dell’Ariston.

1 Fabri Fibra - Tranne te

2 Jovanotti - Tutto l’amore che ho

3 Ligabue - Ci sei sempre stata

4 Le Strisce - Vieni a vivere a Napoli

5 Emma - Cullami

6 Patty Pravo - Unisono

7 Nathalie - In punta di piedi

8 Subsonica - Eden

9 Gianna Nannini - Ogni tanto

10 Negramaro - Voglio molto di più

I brani più trasmessi

da FSNews Radio

RADIO

Ogni giorno, 24 ore su 24, notizie

in tempo reale sulla circolazione

ferroviaria, aggiornamenti

dall’Italia e dal mondo con i GR

Ansa Live e i grandi successi della

musica italiana. Per collegarsi

basta un clic su www.fsnews.it,

il quotidiano on line del Gruppo

Ferrovie dello Stato. La prima web

radio ferroviaria, diffusa nel circuito

Freccia Club, raggiungerà entro

fine anno più di 300 stazioni italiane.

FSNews Radio è anche consigli

per il weekend e interviste ai

tanti amici del treno, dai protagonisti

dello spettacolo e della cultura

ai campioni dello sport.

Every day, round the clock, real

time news on rail transport,

updates from Italy and the world,

the greatest hits of Italian music

and interviews with entertainment

and cultural personalities. The first

railway web radio, broadcast in

the Freccia Club circuit, will reach

more than 300 Italian stations by

the end of the year: to connect,

click on www.fsnews.it

Festival di Sanremo will be on air in

February.

Che treno fa appuntamenti giornalieri sulla circolazione ferroviaria

dalle 7.10 alle 20.50 - sabato e domenica

dalle 14.30 alle 20.50 ai minuti 10, 30 e 50

FS Flash notizie sul mondo ferroviario a rotazione

Green Flash notizie sui risparmi energetici determinati dall’uso del treno a rotazione

Focus on

interviste ai manager FS

per conoscere i fatti di Ferrovie dello Stato

a rotazione

GR Ansa Live notizie dall’Italia e dal mondo dalle 8 alle 23.40 ai minuti 00, 20 e 40

Andata/Ritorno

informazioni sul traffico ferroviario in tempo reale,

curiosità e ospiti vip

dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12

e dalle 14 alle 15

Fermata Sport notiziari sportivi e incontri con i campioni dello sport a rotazione

Ieri e Oggi in viaggio nel tempo: i fatti e i personaggi storici del giorno a rotazione

Il Salvadanaio le notizie convenienti: news e curiosità per il consumatore a rotazione

Beauty Farm salute e benessere: i consigli per un sano stile di vita a rotazione

Book & Go! un libro e parti: recensioni e consigli letterari a rotazione

Coming Soon Radio trailers cinematografici a rotazione

Jazz Night il grande jazz italiano mercoledì dalle 22 alle 24

Correva l’Anno i grandi successi musicali di ieri domenica dalle 22 alle 24

FEB2011 115


AGENDA

VIAGGI A COSTO MINI

Con la nuova offerta MINI si può trovare il prezzo più vantaggioso, con

sconti fino al 60% per viaggiare in AV, Eurostar, Eurostar City, Espressi,

ICN, IC, cuccette o VL. I biglietti di prima e seconda classe si acquistano

fino alla mezzanotte del giorno precedente la partenza, sul sito web,

nelle agenzie di viaggio, presso il call center e alle biglietterie e self service

di stazione. Il numero di posti a disposizione è limitato e variabile

a seconda del giorno, del treno e della classe.

L’andata e ritorno in giornata, da e per qualsiasi destinazione, costa 99

euro in seconda classe e 149 in prima. Invece in famiglia, da 3 a 5 persone

con almeno un bambino sotto i 12 anni, sconti dal 50 al 20% per

ragazzi e adulti. E con il Carnet 10 Viaggi, 20% di risparmio sul prezzo

del biglietto Base per Frecciarossa, Frecciargento ed Eurostar City.

Informazioni e dettagli su: [www.ferroviedellostato.it]

With the new MINI offer you can travel on HS, Eurostar, Eurostar City,

Express, ICN, IC trains and in cuccette (berths) or VL (vagoni letto –

sleeper cars) at the most advantageous price. You can buy first and

second class tickets until midnight the day before your departure, online,

at travel agencies, at call centres and at railway station ticket counters

and self-service ticket machines. There are limited places available and

they change according to the day, the train and the class. Day return

journeys to and from any destination cost 99 Euro second class and 149

first. With the book of 10 tickets, save 20% on the price of Basic ticket to

travel on Frecciarossa, Frecciargento and Eurostar City.

Information and details at: [www.ferroviedellostato.it]

116 FEB2011

L’OFFERTA AV

Settanta Frecciarossa giornalieri tra Milano e Roma,

76 il venerdì, grazie all’ulteriore potenziamento dei

collegamenti nelle ore di picco massimo. Si arriva

dalla Stazione Centrale a Termini in 2 ore e 59 minuti

(entro le 9 nelle due capitali con le prime due corse

del mattino). Da Torino a Napoli in poco più di 5

ore e mezzo, con fermata a Tiburtina, prossimo hub

AV della Capitale. Otto i servizi tra Milano e Salerno in

5 ore e 44 minuti, 10 i collegamenti veloci Frecciarossa

e Frecciargento tra la Capitale e Salerno. Ventidue

i Frecciarossa Torino-Milano, tutti con stop a Porta

Susa. Diciannove, invece, le corse tra la Mole e il Colosseo,

con 4 nuovi collegamenti che fermano a Milano

Porta Garibaldi. Quarantasei i servizi giornalieri per

Bologna e Firenze (4 in più rispetto al 2010), di cui 15

tra Santa Maria Novella e Bologna in direzione Torino.

Con l’orario invernale potenziati anche i collegamenti

Frecciargento, che uniscono Roma ai grandi centri del

Nord-Est e del Sud. Due in più tra Verona e Roma con

fermata a Firenze Campo Marte, e altrettanti che si aggiungono

ai 26 già esistenti tra Venezia e Roma. Tra il

capoluogo scaligero e la Capitale si viaggia in 3 ore con

8 collegamenti al giorno, 2 con prosecuzione su Brescia

e 4 per andare e tornare in giornata da Bolzano. E

poi un servizio diretto Venezia-Napoli in 5 ore e 10 con

stop anche a Bologna e Firenze SMN. Sulla linea Roma

- Venezia, 2 collegamenti proseguono dalla città lagunare

fino Udine. Infine, verso Sud, 8 servizi veloci con

la Puglia e 2 con la Calabria.

Seventy Frecciarossa trips a day between Milan and

Rome, 76 on Fridays during the peak hours. The trip

from Stazione Centrale in Milan to Termini in Rome takes

2 hours and 59 minutes (by 9 in each of the cities

with the first two early morning trains). From Turin to Naples

in just over 5 and a half hours, stopping in Tiburtina,

next HS hub in the capital. Double the trains between Milan

and Salerno: services between the two cities in 5 hours

and 44 minutes rise to eight and fast connections between

Rome and Salerno increase from six to ten. Twenty-two

Frecciarossa trains between Turin and Milan, all with stops

in Porta Susa. On the other hand, nineteen trains between

Turin and Rome, with four new connections stopping

in Porta Garibaldi, Milan. Forty-six daily services for Bologna

and Florence (four more than 2010), including fifteen

between Santa Maria Novella and Bologna in the Turin

direction.

The winter timetable also includes an increase in the

Frecciargento connections between Rome and the main

cities in the Northeast and South. Two more between

Verona and Rome, stopping in Florence-Campo Marte,

and the same number added to the already existing

twenty-six between Venice and Rome. Another piece of

news, a direct Venice-Naples service in about 5 hours

and 10 minutes, stopping in Bologna and Florence

SMN. 3 hours to travel between Verona and the Capital

with eight connections a day, two continuing on to

Brescia and four for the Bolzano round trip in one day.

Southwards, eight fast services with Puglia and two with

Calabria.


TRENO E AMBIENTE

BIGLIETTO

ECOLOGICO

I clienti FS possono conoscere i kg

di anidride carbonica che hanno

fatto risparmiare all’ambiente scegliendo

il treno. Per i possessori

di fidelity card ogni kg vale anche

un punto fedeltà che si aggiunge a

quelli normalmente acquisiti e che

danno diritto a ticket omaggio e altri

premi.

PIÙ PREMI CON CARTAFRECCIA

Viaggi gratis in Frecciarossa e Frecciargento e scelta tra oltre 5mila regali. Trenitalia

riserva CartaFreccia ai suoi clienti più fedeli, con un programma di raccolta punti

sempre più semplice e un catalogo premi ancora più ricco. Ogni euro speso per

viaggiare sulle Frecce AV vale un punto e si guadagna mezzo punto per ogni euro

speso su tutti gli altri treni. Un punto “verde” ogni 10 km premia la scelta ecologica

del viaggio su rotaia. La raccolta si arricchisce anche grazie ai punti cumulabili

con i partner FS e con la Trenitalia Card. Tra i premi articoli hi-tech, buoni crociera

e trattamenti benessere.

Novità anche per le esclusive CartaFreccia Oro e Platino, con promozioni dedicate

e servizi aggiuntivi come l’accesso ai 9 Freccia Club di tutte le stazioni AV. Bastano

infatti 3mila punti, acquisiti con biglietti di prima classe, per richiedere la Carta Oro, e 7mila e 500 per quella Platino. Infine chi possiede

la storica Cartaviaggio, non più valida, potrà trasformarla in CartaFreccia con un semplice clic su ferroviedellostato.it. E ricominciare

subito a raccogliere i punti 2011.

[www.ferroviedellostato.it]

FS AL FESTIVAL DELLA RETE

Dal 7 all’11 febbraio il Gruppo FS partecipa alla Social

Media Week con un Frecciarossa Milano-Roma,

un grande cruciverba a Roma Termini e una conferenza

stampa di presentazione del Festival della Rete. Sul

treno AV, 3 carrozze dedicate con esperti in materia di

comunicazione web per interventi, domande e curiosità.

E nella stazione romana, caccia alle parole giuste

con il megagioco enigmistico destinato a entrare nel

Guiness dei primati.

Il Festival della Rete è nelle metropoli di tutto il mondo

per promuovere e diffondere le potenzialità di Internet e

delle nuove piattaforme sociali.

[www.ferroviedellostato.it]

FREE PARKING

I clienti Frecciarossa e Frecciargento possono parcheggiare

l’auto a Roma Termini o a Milano Centrale

a prezzi vantaggiosi. E una volta arrivati a destinazione,

noleggiarne una con navigatore satellitare incluso.

Frecciarossa and Frecciargento customers can park

their cars at Roma Termini or Milano Centrale at

advantageous prices. Once they reach their destination,

they can then hire one with satnav included.

[www.ferroviedellostato.it]

[www.maggiore.it]

BAGAGLIO FACILE

Il servizio dedicato ai clienti Frecciarossa e Frecciargento

per spedire le valigie door to door a prezzi speciali.

Viaggiare senza pesi non è mai stato così facile

ed economico: con costi a partire da 20 euro,

i bagagli saranno ritirati dalla TNT Express Italy e

consegnati in 24-48 ore all’indirizzo indicato dal

cliente in tutte le destinazioni AV. Il servizio è attivo

dal lunedì al venerdì, anche il sabato mattina

nelle principali città. Prenotazioni al numero

verde 800.923.924.

A door-to-door luggage transport service

for Frecciarossa and Frecciargento

customers at special prices. Travelling

luggage free has never been so easy

and cheap: with prices starting at 20

euros, luggage will be collected by

TNT Express Italy and delivered

in 24-48 hours to the customer’s

address in all HS destinations. The

service is operative from Monday

to Friday, and also Saturday

morning in large cities. Bookings

at free-phone 800.923.924.

[www.ferroviedellostato.it]

[www.tnt.it]

FEB2011 117


AGENDA

TRASPORTO REGIONALE:

ACCORDO TRENITALIA-ABRUZZO

Siglato a gennaio fra Abruzzo e Trenitalia il nuovo Contratto

di Servizio per il trasporto ferroviario regionale.

L’accordo è valido fino al 2014 e rinnovabile per altri

6 anni. La Regione può scegliere i servizi sulla base di

specifiche caratteristiche e del relativo costo, in coerenza

con le risorse a sua disposizione. Per un volume

di traffico di 4,3 milioni di treni-km annui, il cui costo

complessivo è di 57,3 milioni di euro, la Regione

ne erogherà circa 44,5 l’anno. È previsto inoltre un investimento

complessivo di 32 milioni di euro, diviso a

metà tra i contraenti, per l’acquisto di 8 nuovi treni. Al

centro dell’accordo è infatti il miglioramento della qualità

del servizio, in base a un serie di standard in fatto

di puntualità, affidabilità, affollamento, pulizia, comfort,

decoro e informazione.

A FEBBRAIO

RIPARTE IL TRENO VERDE

Quasi due mesi di viaggio, 10 tappe lungo l’Italia, 40

giorni di monitoraggio scientifico degli inquinanti atmosferici

e di screening ambientale delle città. Più di

20mila visitatori e 10mila alunni coinvolti, decine di

workshop e convegni. Ecco i numeri del Treno Verde,

che parte a febbraio per promuovere la sostenibilità

ambientale lungo tutta la Penisola. La storica campagna

di Ferrovie dello Stato e Legambiente viaggia sui binari

da 21 anni con a bordo una mostra itinerante che,

con soste in più città italiane, fa toccare con mano a

bambini, adulti e amministratori i problemi ambientali.

Ma propone anche soluzioni per migliorare l’ecosistema

e la qualità di vita di tutti. Il Treno Verde infine, attraverso

l’Istituto Sperimentale di RFI, conduce un monitoraggio

scientifico sull’inquinamento atmosferico.

118 FEB2011

IL BIGLIETTO ON LINE SI PAGA

NELLE RICEVITORIE LOTTOMATICA

Completare l’acquisto del biglietto prenotato con PostoClick è sempre

più facile, in più di 30mila punti Lottomatica per un totale di oltre

76mila agenzie, sportelli bancari e ricevitorie. Chi non possiede una

carta di credito, o non volesse utilizzarla, può comodamente prenotare

il proprio viaggio, fino a 24 ore prima della partenza, chiamando

il call center Trenitalia o collegandosi a www.ferroviedellostato.it. Si

completa l’acquisto recandosi presso una delle ricevitorie Lottomatica,

distribuite in tutta Italia. E per tutto febbraio, in occasione del lancio

del servizio, non si paga l’euro e mezzo previsto per la commissione.

Con la ricevuta di pagamento il viaggiatore ritira infine il biglietto

alle self service di stazione, o sale direttamente sul treno nel caso di

acquisto in modalità ticketless.

[www.ferroviedellostato.it]

[www.lottomatica.it]

PER I CLIENTI

Acquisto biglietti e abbonamenti, informazioni su servizi e attività del Gruppo

FS dal portale www.ferroviedellostato.it.

Cambio di prenotazione ticketless, orari e notizie sul traffico ferroviario,

richieste di rimborso e bonus chiamando il numero 199.89.20.21

(06 3000 per utenze non abilitate verso i numeri 199) al costo di 9,91

cent al minuto senza scatto alla risposta da rete fissa.

Informazioni sui servizi AV, assistenza Cartaviaggio e acquisto biglietti anche

all’892021 (al costo di 30 cent per scatto alla risposta e 54 cent al

minuto da telefono fisso; dal cellulare, la tariffa dipende dal gestore di telefonia

mobile) e al numero +39 06 68475475 per chi chiama dall’estero.

Attivi tutti i giorni 24 ore su 24 i call center Trenitalia.

Information on High-Speed services, Cartaviaggio assistance and

purchase of tickets at the call center 892021, active 24/7 (at the cost of

30 eurocents on response and 54 eurocents per minute from a landline

phone; the cost from a mobile phone depends on the provider), and at

+39 06 68475475 for international callers.

STILE ITALIANO:

LA CULTURA VIAGGIA SULLE FRECCE

L’Italia e le sue eccellenze culturali raccontate nella rivista Stile italiano,

mensile che in 160 pagine ospita firme prestigiose del giornalismo nazionale

e internazionale. Una pubblicazione sulle personalità, il genio, le imprese

e la creatività che fanno grande il nostro Paese. Un ampio redazionale

del numero di febbraio è dedicato all’Alta Velocità e al Frecciarossa.

Da consultare nell’ultima settimana del mese sui treni AV e nei Freccia

Club.


TUTTE LE INFORMAZIONI

SU FSNEWS.IT

Informazioni in tempo reale sulle attività del

Gruppo FS sono disponibili ogni giorno su

FSNews.it, il quotidiano web che da ormai 3

anni tiene puntualmente aggiornati migliaia di

lettori. Oltre alle notizie di interesse nazionale

e alle “top news” dell’Ansa, il giornale dedica

spazio alle regioni. Attraverso una cartina

dell’Italia, cliccando sulla regione che interessa

si possono ottenere informazioni su eventi,

novità, modifiche agli orari di treni e biglietterie,

lavori in corso e scioperi locali. Rinnovato

di recente nell’impostazione grafica e funzionale,

FSNews è consultato ogni giorno da

15-20mila utenti, con picchi che, in occasione

di particolari avvenimenti, arrivano a toccare i

100mila navigatori.

[www.fsnews.it]

Information about FS Group activities available in real time every day on FSNews.it, the web daily that has kept thousands of readers

punctually updated every day for three years now. Apart from the latest Italian news and the top news from the ANSA news agency,

this page also has spaces for regions that can be accessed through a map of Italy.

More information on FSNews.it

ON LINE LA VENDITA DI IMMOBILI FS

Ferservizi, per conto di Ferrovie dello Stato, RFI e Sistemi

Urbani, vende immobili di varie tipologie in tutta Italia. Il catalogo

è on line su www.ferroviedellostato.it, nella sezione “Opportunità

di business/Immobili e Terreni FS”.

WIFI GRATIS SUL FRECCIAROSSA

ANCHE A FEBBRAIO

Internet gratis sul Frecciarossa fino al 28 febbraio. Ferrovie dello Stato

e Telecom Italia hanno prorogato la promozione che permette di connettersi

a bordo treno al costo simbolico di 1 centesimo. I clienti

che viaggiano in Frecciarossa tra Torino e Napoli hanno

l’intero mese a disposizione per provare le potenzialità

della connessione a 300 all’ora. Si accede al servizio

WiFi collegandosi al Portale di Treno e indicando

il proprio numero di cellulare per ricevere via SMS

le credenziali.

Frecciarossa si conferma un vero e proprio mobile

office ad Alta Velocità per navigare WiFi e UMTS

e telefonare senza interruzioni anche in galleria. 74

nodi esterni ripetono il segnale lungo i 1000 chilometri

AV, mentre l’intera flotta è attrezzata con una

nuova strumentazione radiomobile e punti di accesso

WiFi in ogni carrozza. E dall’estate prossima novità per i servizi

di informazione e intrattenimento a bordo.

Come collegarsi Anche a febbraio basta 1 centesimo per navigare in

rete a bordo dei Frecciarossa, con netbook, notebook, tablet e smartphone

equipaggiati con dispositivi WiFi 802.11 b/g:

1] selezionare la rete “WiFi Frecciarossa” dall’elenco dei network disponibili;

2] disabilitare il Proxy, se selezionato;

3] lanciare il browser digitando l’URL desiderato;

4] acquistare con carta di credito le credenziali per l’accesso, valide 24 ore.

LA POSTA

Gentile Redazione,

sono titolare di CartaFreccia e quando viaggio sul Frecciarossa

non riesco ad accumulare punti perché non ho

Cartaviaggio. È possibile richiederne una e come?

Grazie, cordiali saluti.

Sara Oreglia

Gentile Sara,

la ringraziamo per la sua lettera che ci dà l’occasione

per fare chiarezza sulle Carte Fedeltà, a beneficio di

tutti i clienti FS.

Come indicato su questo numero

a pag. 117, la Cartaviaggio

non è più valida, ma può essere

trasformata in CartaFreccia,

la carta fedeltà facile e

gratuita. Richiederla è semplicissimo,

basta andare su

ferroviedellostato.it e con

pochi clic ricevere il codice

identificativo, per accumulare

da subito tanti punti

e partecipare alla nuova raccolta

2011. Si può scegliere tra viaggi gratuiti

in Alta Velocità e interessanti premi del nuovo catalogo.

Sul sito troverà l’elenco dei prestigiosi partner

che riservano ai soci CartaFreccia benefit unici e permettono

di guadagnare punti più velocemente.

Per i dettagli e per attivare la carta consulti il sito

ferroviedellostato.it.

Inviate le vostre e-mail a

lafreccia@ferroviedellostato.it

FEB2011 119


TAPPE

DESIGN

DELL’ALTA

VELOCITÀ

Nel cuore di Firenze, alle porte dello storico quartiere di San Frediano,

è “teatro di vita” l’UNA Hotel Vittoria. Da capogiro l’ingresso, spirale

di colore dai toni viola, lilla e bianco. Preziosa l’atmosfera dei corridoi,

vere e proprie gallerie d’arte. Design estremo per stupire gli ospiti,

firmato dall’architetto Fabio Novembre.

Right in the heart of Florence, on the threshold of the historical quarter of

San Frediano, you don’t just sleep at the UNA Hotel Vittoria – you live.

Extreme design and colour by architect Fabio Novembre.

[www.unahotels.it]

FEB2011 121


APPUNTAMENTI

Stile per la casa

Tripudio Made in Italy a Immagine Italia & Co.

Dal 4 al 6 febbraio a Firenze, l’anteprima delle migliori collezioni di

biancheria per la casa, nautica, arredamento, intimo e lingerie. Circa

30mila mq per soddisfare anche i più esigenti.

Made in Italy jubilation at Immagine Italia & Co. In Florence from 4th to

6th February, a preview of the leading home linen collections.

[www.immagineitalia.org]

122 FEB2011

Antico è bello

È “Unica” la XXV edizione di Modenantiquaria, dal 12 al

20 febbraio a ModenaFiere. Manifestazione internazionale

di alto antiquariato, dipinge un affresco completo e

variegato dell’arte antica. Un carosello di eventi per

cogliere in anticipo le tendenze del gusto e stupire anche

il pubblico più raffinato.

International ranging fine antiques for the XXV edition of

Modenantiquaria, from 12th to 20th February at ModenaFiere.

A complete, variegated fresco of antique art.

[www.unicaexpo.it]

Brindisi

al Rinascimento

A Prato fino al 28 febbraio, in mostra piatti,

boccali e scodelle delle botteghe di Montelupo

del XIV e XVI secolo, accanto alle stoffe

dei più grandi centri manifatturieri italiani.

Ceramiche e Tessuti. Dialogo tra arti toscane del

Rinascimento racconta la storia delle relazioni

commerciali nei paesi del Mediterraneo.

In Prato until 28th February, Ceramiche

e Tessuti. Dialogo tra arti toscane del Rinascimento

(Ceramics and Fabrics. A Dialogue between

Tuscan arts in the Renaissance), a unique

exhibition about the small workshops and large

Italian manufacturers from the 14th to the 16th centuries.

[www.museodeltessuto.it]


143 stoviglie pulite con soli

11 centesimi.* La nostra tecnologia

viaggia su un altro binario.

Nuova ActiveWater EcoStar: risparmio energetico in Classe A+++

e asciugatura perfetta grazie al minerale naturale Zeolite.

Nuova lavastoviglie ActiveWater EcoStar di Bosch. Un nuovo record mondiale nel

risparmio energetico e d’acqua. Grazie alla Zeolite, un minerale che sprigiona calore

in modo completamente naturale, 13 coperti vengono lavati e asciugati alla perfezione

consumando solo 0,71 kWh: un risparmio energetico in Classe A+++. La tecnologia

ActiveWater garantisce inoltre un consumo d’acqua pari a 7 litri per ciclo di lavaggio e

con la speciale opzione Shine&Dry tutte le stoviglie saranno perfettamente asciutte e

brillanti. www.bosch-home.com/it

*Costo per lavaggio di 13 coperti in base al costo medio di 0,16 € per 1 kWh (secondo l’Autorità Ministeriale di Energia Elettrica).

**Consumo energetico basato su 280 lavaggi con acqua fredda: 205 kWh/Anno. Consumo d’acqua per 1 ciclo di lavaggio: 7l.

Le informazioni si riferiscono al programma Eco 50°C, indicato per il lavaggio di stoviglie normalmente sporche.


Art at home

Accostamenti insoliti nel mondo

dell’arte. Seletti punta al

movimento, provocando con

stile. Mille modi per dare gusto al

quotidiano con la linea Versailles

Fluò (€ 96,50 cad.): vasi,

centrotavola e zuppiere mixano

classico e pop.

A thousand ways to add a dash of

style to daily life with the Versailles

Fluò line (€ 96.50 each) by Seletti.

Vases, table centrepiece and soup

tureens combining classic and pop

style.

[www.seletti.com]

Valentini

Dolci e teneri, come due bambini. Per giocare

all’amore in casa, i Valentini di Alessi (€ 25), una

coppia di innamorati per la cena del 14 febbraio,

in fine porcellana da stringere al cuore.

Alessi creates i Valentini (€ 25),

for the 14th February evening.

A fine porcelain figurine of a couple in love.

[www.alessi.com]

LI VING

Cooking

Experience

Buongustai di tutto il mondo

unitevi. All’hotel Cerretani di

Firenze si soggiorna con gusto.

Per scoprire i sapori tradizionali

in lingua inglese, c’è il pacchetto

Cooking Experience. Primo step

la spesa al mercato insieme a

macellai, panettieri e agricoltori.

Poi a lezione di cucina sulle note

di un’ottima selezione di vini

Chianti.

At the hotel Cerretani in Florence

to discover traditional flavours in

English, with Cooking Experience.

Shopping and cooking lessons

included in your stay.

[www.accorshotels.com]

FEB2011 125


LI VING

Dirty

Dagli oggetti per la casa alla lingerie, la nuova “lifestyle

capsule collection” DIRTY di Waris, creata in esclusiva

per yoox.com. Giocosa e dispettosa al punto giusto,

è il modo migliore per diffondere amore tra le mura

domestiche.

DIRTY is the new lifestyle capsule collection by Waris,

created exclusively for yoox.com, to spread love through

the home. Playful and naughty to perfection.

[www.yoox.com]

126 FEB2011

Magic Box

Dalle infinite possibilità la

collezione Magic Box di Capo

d’Opera. Ultima uscita la

cassettiera multi-texture. Opaca o

lucida, con legni laccati, serigrafie,

sabbiature e incisioni, sa rendere

unica la camera da letto.

Innumerable textures for the Magic

Box tallboy by Capo d’Opera.

To make your bedroom unique.

[www.capodopera.it]

Smile, please!

Alta qualità per tutti con la nuova

fotocamera Panasonic

DMC-FS11. . Tecnologia

d’avanguardia dall’anima semplice,

per clic d’autore in in ogni occasione.

Ideale per chi ama fotografare senza

complicazioni.

complicazioni.

High quality for everyone with the new

Panasonic DMC-FS11 camera. Cutting

edge technology with a simple heart,

for fine photos photos on every occasion. occasion.

[www.panasonic.it]


OROSCOPO E FUMETTO

ARIETE TORO GEMELLI CANCRO

Siete pieni di energia

e desiderosi di rivincite.

Sappiate essere diplomatici

e pazienti, e le vostre ambizioni

saranno presto appagate.

Gli impegni quotidiani sembrano

fiaccarvi, mentre nel cuore

nutrite sogni di sentimenti

essenziali. Abbandonatevi

per viverli totalmente.

I progetti importanti

a cui tendete cominciano

a prendere forma.

Finalmente darete spazio

agli amici e agli affetti.

Per chi avrà il coraggio

di staccarsi dal passato

febbraio sarà il mese

della trasformazione, negli affetti,

ma soprattutto nel lavoro.

LEONE VERGINE BILANCIA SCORPIONE

Tappa importante quella

di febbraio: vi sentirete irritati,

assediati, ma questo vi darà

la carica necessaria per

realizzare grandi cambiamenti.

Sarete produttivi

e pieni di energia,

vi concederete un amore

vero e profondo, chiudendo

finalmente col passato.

Il vostro sentirvi disorientato

negli affetti sarà guarito

da un po’ di sana razionalità:

un dialogo schietto aiuterà

i rapporti.

Il mese dell’amore sarà

per voi un momento prezioso:

baciati da Venere sarete

pieni di fascino e più sicuri

per realizzare i vostri desideri.

SAGITTARIO CAPRICORNO ACQUARIO PESCI

Questo è il momento giusto

per fare chiarezza tra i vostri

desideri: selezionate

gli obiettivi e perseguiteli

con determinazione.

C’è tanto calore nella vita

privata, ma anche un po’

di solitudine, che dovrete

considerare un’opportunità

e non una condanna.

Siete pieni di energie:

investitele sulla crecita

professionale per essere

pronti alle sfide

dei prossimi mesi.

a cura

di

Nel mese dell’amore fioriranno

amicizie importanti: intense

negli affetti e stimolanti nelle

idee. Vere opportunità per il

rinnovamento tanto cercato.

Buon compleanno il 2 febbraio a Shakira, il 3 a Ferzan Ozpetek, il 6 ad Axl Rose, il 12 a Claudio Amendola,

il 14 a Daria Bignardi, il 15 a Matt Groening, il 16 a Valentino Rossi, il 17 a Leonardo Pieraccioni, il 18 a Roberto Baggio,

il 19 a Benicio Del Toro, il 23 a Mirco Bergamasco, il 27 ad Alessandro Gassman, il 28 a Oliviero Toscani.

128 FEB2011


Consulenza, vendita, affitto e trading immobiliare

ROMA - Centro Storico, P.zza Margana. Adiacenze. Elegante appartamento ristrutturato. Posto auto

MILANO - Brera, C.so Garibaldi. In palazzo signorile, luminoso e ristrutturato terzo piano. Box

ROMA - Pantheon, Arco della Ciambella. In antico palazzetto, affascinante appartamento con travi a volta

Pixell

ROMA MILANO LUGANO

by

Ph. +39 0669925204 Ph. +39 0276025750 Ph. +41 919139090 concept

www.bdbrealestate.com

www.bdbluxuryrooms.com

By MATTEO BASILÉ

More magazines by this user
Similar magazines