Passo Carrabile - Comune di Messina

comune.messina.it

Passo Carrabile - Comune di Messina

Passo Carrabile - Dip. Mobilità Urbana e Viabilità

Scritto da Administrator - Ultimo aggiornamento Giovedì 14 Febbraio 2013 16:28

Il passo carrabile è l'accesso ad un fondo privato da una via pubblica. Il canone dovuto per una

occupazione fino a 3 metri lineari è di € 240,00 per ogni anno solare, da corrispondersi entro il

31 marzo di ogni anno. Tale canone è maggiorato di € 120,00 per ogni metro o frazione di esso

in più (regolamento comunale approvato con Deliiberazione del Consiglio Comunale n.97/C del

29/12/2011).

Il tempo di riferimento è annuale e si paga lo stesso importo anche per concessioni di validi

inferiore. Il Dipartimento Mobilità Urbana provvede a rilasciare l'autorizzazione per l'apertura del

passo carrabile, mentre il contratto di concessione viene predisposto dal Dipartimento Demanio

e Patrimonio, che provvede a determinare anche il canone annuo da pagare (versamento da

effettuare sul c/c n.1002251898 intestato a: "Tesoreria Comune di Messina" sul cap.525/13 con

la causale: "Canone anno ______".

La Ditta, una volta eseguiti i lavori, dovrà consegnare al Dipartimento Mobilità Urbana e Viabilità

apposita dichiarazione di regolare esecuzione dei lavori a firma di un professionista abilitato

corredata da documentazione fotografica (formato jpeg) e inquadramento territoriale con

individuazione dell'area di intervento (formato dwg).

L'autorizzazione di Passo Carrabile è rilasciata in presenza di un locale idoneo allo

stazionamento o circolazione dei veicoli, ubicato ad una distanza non inferiore a 12 metri dalle

intersezioni stradali e, in ogni caso, visibile ad una distanza pari allo spazio di frenata risultante

dalla velocià massima consentita nella strada medesima (art.46 DPR 495/92).

L'istanza, presentata in bollo e inoltrata al Dipartimento Mobilità e Viabilità, deve contenere:

- l'indicazione delle generalità, residenza o domicilio legale e del codice fiscale o partita iva

della persona fisica o, nel caso di richiedente diverso dalla persona fisica, le generalità del

legale rappresentante o dell'amministratore anche di fatto, la denominazione o ragione

sociale, la sede legale e amministrativa, il codice fiscale;

- l'ubicazione esatta dell'area pubblica che si chiede di occupare e la relativa estensione lineare;

La domanda deve essere corredata dalla seguente documentazione:

a) Relazione illustrativa;

b) Planimetria d'insieme in scala 1:500, quotata ed orientata, estesa ad un raggio di almeno 60

1 / 2


Passo Carrabile - Dip. Mobilità Urbana e Viabilità

Scritto da Administrator - Ultimo aggiornamento Giovedì 14 Febbraio 2013 16:28

metri esterno al lotto, con indicazione della denominazione delle strade e rappresentazione

dello stato originario dei luoghi;

c) Planimetria in scala 1:100 dell'accesso carrabile con indicazione della denominazione e

larghezza delle strade adiacenti e la distanza delle relative intersezioni stradali;

d) Planimetria in scala 1:100 dell'/e area/e destinata/e a parcheggio;

e) Sezione stradale trasversale e longitudinale in corrispondenza dell'accesso carrabile in scala

minima 1:50;

f) Foto d'insieme a colori della zona interessata;

g) Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà ai sensi dell'art.47 DPR 445/2000 e s.m.i.

relativa alla destinazione d'uso comprovante l'idoneità, anche di diritto, del locale allo

stazionamento o alla circolazione dei veicoli;

h) Titolo di possesso dell'area di stazionamento dei veicoli;

i) copia della ricevuta di avvenuta presentazione della SCIA al Comando Provinciale dei Vigili

del Fuoco per autorimesse di superficie complessiva coperta compresa tra 300 m 2 e 1000 m 2

o parere di conformità del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco per autorimesse di

superficie complessiva coperta superiore a 1000 m

2

;

l) Ricevuta di versamento di € 120,00 sul c/c n.14063986 intestato a: "Tesoreria Comune di

Messina" con la causale "Spese istruttoria per autorizzazione passo carrabile".

La documentazione di cui ai punti a) b) c) d) e) ed f), redatta da tecnico abilitato all'esercizio

della professione, deve essere prodotta in 2 copie.

2 / 2

More magazines by this user
Similar magazines