02.02.2014 Views

PDF delle slides del corso 2012/13. - Omero

PDF delle slides del corso 2012/13. - Omero

PDF delle slides del corso 2012/13. - Omero

SHOW MORE
SHOW LESS

You also want an ePaper? Increase the reach of your titles

YUMPU automatically turns print PDFs into web optimized ePapers that Google loves.

Corso Istituzioni Politiche a.a.

2012/13

Alle origini dello stato unitario


L'eredità Napoleonica

- eversione dei particolarismi giuridici (con la

parziale eccezione del meridione)

- Esperienza di governo accentrata (l'esperienza

degli intendenti)

- Prime limitate esperienze costituzionali

La principale eredità è l'assorbimento dello

stile di governo “alla francese”, nonostante le

incertezze della prima restaurazione.


CARTA COSTITUZIONALE DEL 14 AGOSTO 1830

Luigi Filippo, re dei Francesi, a tutti i presenti e futuri, salve.

Abbiamo ordinato e ordiniamo che la Carta costituzionale del

1814, così come è stata emendata dalle due Camere il 7 agosto

e accettata da noi il 9, sarà di nuovo pubblicata nei termini

seguenti:

...................................

Art. 15 – La proposta delle leggi appartiene al Re, alla Camera

dei pari e alla Camera dei deputati. – Tuttavia ogni legge

d’imposta deve essere innanzitutto votata dalla Camera dei

deputati.


...

Art. 16 – Ogni legge deve essere discussa e votata liberamente

dalla maggioranza di ciascuna delle due Camere.

Art. 17 – Se una proposta di legge è stata respinta da uno dei

tre poteri, essa non potrà essere ripresentata nella medesima

sessione.

…………………..

Abbassa il censo per essere ammessi al voto. Ma lo fa con

legge ordinaria, non sta scritto nella costituzione.

E' la costituzione che più si avvicina la modello anglosassone.


Belgio 1831

• E' la base per la Costituzione del Belgio 1831:

• che ne riproduce i caratteri principali (bicameralismo,

voto per censo)14

• La Costituzione Belga ha una importanza fondamentale

per il costituzionalismo moderato ottocentesco.

• Mentre la Francia continua ad essere squassata da

rivoluzioni (1848, colpo di stato del 1852, 1870) il Belgio

mantiene una invidiata stabilità, e le sue istituzioni sono

considerate come esempio di saggio esercizio del potere

politico.


Belgio 1831

La riuscita rivoluzione belga dimostra che:

• il tema nazionale è capace di produrre mobilitazione politica e

legittimazione internazionale. La lingua comune diventa il primo

elemento di riconoscimento nazionale.(anche se è la lingua della

maggioranza francofona)

• E’ necessario muoversi in un quadro di monarchia

costituzionale. Il re costituzionale è garanzia di ordine e di

sicurezza verso le potenze europee.

• Offre il modello di una costituzione imperniata sull’equilibrio

fra re e bicameralismo.


1. Partecipazione politica

- Il Piemonte dopo il 1830 avvia un processo di

trasformazione verso una forma di “monarchia

amministrativa”

- Nel 1831 viene istituito a Torino il “Consiglio di

Stato”, organo consultivo, ma anche

giurisdizionale, cui il governo può chiedere pareri

e interpretazioni

- Esisteva già a Lucca dal 1818


Consiglio di Stato

E' un organo inventato da Napoleone.

E' un consiglio formato da personalità eminenti,

incaricato di dare pareri consultivi.

- Ma partecipa sempre più alla scrittura dei

progetti di legge (competenza tecnica)

- Ha funzioni di tipo giurisdizionale: è il “foro”

competente per dirimere controversie

interpretative delle leggi

E' uno dei tasselli della costruzione dello “stato di

diritto”


1. Partecipazione politica

- Organi consultivi sorgono negli altri stati della

penisola

- a Napoli la “legge organica” del 1824 crea la

Consulta di Stato, che nel 1848 diventa “Consiglio

di Stato”

- Unica eccezione il Lombardo-Veneto che, pur

con molta autonomia, (consulte) dipende da

Vienna


Lombardo Veneto

La sovrana patente emanata il 7 aprile 1815, dava vita

ad una “Congregazione Centrale” come organo

consultivo che affiancava il vicerè, e congregazioni

provinciali.

La congregazione Centrale con sede a Milano, era

composta da membri scelti per un terzo da deputati nobili

(uno per provincia), per un altro terzo da deputati non

nobili (anch'essi uno per provincia), e per l'ultimo terzo da

deputati eletti in rappresentanza delle città regie.

Si caratterizzerà per il suo conservatorismo. Chiusa nel

1848, fu ricostituita solo nel 1856.


2. Autonomie locali

- in tutti gli stati preunitari il potere locale è

distribuito fra gli organi di base ( i comuni) e

circoscrizioni superiori, a volte dotate di

personalità giuridica, a volte no.

- Le cariche, gratuite, sono di nomina centrale o,

in alcuni casi, si procede all'estrazione a sorte

all'interno di una lista di notabili.

Le cariche non sono particolarmente ambite


2. Autonomie locali

- Fa eccezione la Lombardia che ripudia il modello

francese e concede molta più autonomia alle città

e ai piccoli comuni.

- Applicando il modello “tedesco” i comuni sono

divisi in 3 classi. Ad ognuno corrispondono gradi

diversi di funzioni e controlli

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!