Muratura portante in laterizio - Dipartimento di Tecnologie dell ...

web.taed.unifi.it

Muratura portante in laterizio - Dipartimento di Tecnologie dell ...

Università degli Studi di Firenze – Facoltà di Architettura

Tecnologia dell’Architettura

prof.ssa Paola Gallo e prof. Carlo Cosimo Buccolieri

Muratura portante in laterizio:

regola dell’arte e innovazione

arch. prof. Adolfo F. L. Baratta

Università degli Studi di Firenze

Firenze, 05 marzo 2012


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Struttura lineare e struttura puntiforme

La struttura in elevazione, ovvero l’insieme degli elementi costruttivi che assicurano

la stabilità delle costruzioni mediante la loro capacità di resistere ai carichi e alle

azioni esterne e di trasmetterle alle fondazioni, consente di classificare la struttura in

lineare o puntiforme: la combinazione tra le due è detta struttura mista.

Cordolo

Trave di bordo

Orditura del solaio

Muro portante

Muro di controvento

Trave principale

Pilastro

02

Struttura lineare

AA.VV. L’atlante delle murature, UTET, Torino 1998

Struttura puntiforme


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Vincoli di una struttura lineare

I criteri progettuali generali per edifici in muratura sono i

seguenti:

a. le piante delle costruzioni debbono essere quanto più

possibile compatte e simmetriche rispetto a due assi

ortogonali;

b. le murature, al lordo delle aperture, devono avere continuità

in elevazione fino alla fondazione, evitando murature in falso;

c. le strutture costituenti orizzontamenti e coperture, non

devono essere spingenti;

d. i solai devono assolvere, oltre alla funzione portante dei

carichi verticali, anche quella di ripartizione delle azioni

orizzontali tra le pareti strutturali, pertanto devono essere ben

collegati ai muri e garantire un adeguato comportamento a diaframma;

e. le strutture di fondazione devono essere realizzate in calcestruzzo armato, senza

interruzioni in corrispondenza di aperture nelle pareti soprastanti. Qualora sia

presente un piano interrato-seminterrato, i setti in calcestruzzo armato possono

essere considerate quale struttura di fondazione dei sovrastanti piani in muratura

portante.

03


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Vincoli di una struttura lineare

In zona sismica 4 sono ammesse murature realizzate con blocchi a giunto verticale ad

incastro, blocchi rettificati, blocchi con giunti orizzontali di malta interrotti.

Lo spessore minimo delle murature resistenti al

sisma deve essere di almeno 24 cm (20 cm in siti

ricadenti in zona 4).

La snellezza massima delle murature (rapporto

tra spessore della muratura e lunghezza libera di

inflessione) è pari a 15.

Nel caso di costruzioni “semplici”, ciascun muro

costituente parte del sistema resistente deve

essere intersecato da altri muri ad esso

perpendicolari ad interasse non superiore a 7,0

m (9,0 m nel caso di muratura armata).

In corrispondenza di incroci tra murature

portanti perimetrali sono prescritte, su entrambi i

lati, zone di parete muraria di lunghezza non

inferiore a 1,0 m, compreso lo spessore del muro

trasversale: per la muratura armata è possibile

derogare a tale requisito.

Classificazione sismica del territorio

nazionale [O.P.C.M. n. 3274/03]

1

2

3

4

04


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Faccia a vista: tessitura muraria

Texture di facciate in

laterizio.

05


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Il mattone

La tecnica della muratura, dal latino muris, è

caratterizzata dalla disposizione ordinata di

elementi di dimensioni più o meno piccole e

per lo più uniforme: le misure proposte

dall’UNI sono un valido riferimento

dimensionale per la progettazione delle

murature in elementi pieni.

Taglio, foglio

o piatto

Chiave, punta o testa

Lista, fascia o coltello

Mattone UNI 5628/65

Dimensioni 12,0x5,5x25,0 cm

Volume ≤ 5.500 cm 3

Massa volumica 1.600-1.800 kg/m 3

Peso

3,0 kg ca. (da 2,5 a 3,4 kg)

Reazione al fuoco classe 0

Res. compressione > 50,0 N/mm 2

06


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Faresin & Faresin

Edificio residenziale, Stradella dei Stalli (VI) 1999

07

“Per un’architettura durevole e di qualità”, Casabella, Milano, n. 806 (ottobre 2011), p. XVIII


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Classificazione degli elementi per muratura

Con i termini mattoni e blocchi di laterizio si indicano elementi per muratura portante

e non portante, distinguendo i mattoni dai blocchi in base al volume ovvero:

1. mattoni, elementi di volume non superiore a 5.500 cm 3 ;

2. blocchi, elementi di volume superiore a 5.500 cm 3 .

Nel D.M. 20.11.1987, “Norme tecniche per la progettazione, esecuzione e collaudo

degli edifici in muratura e per il loro consolidamento”, gli elementi resistenti, idonei

cioè a realizzare murature portanti, sono quelli che presentano una percentuale di

foratura φ minore (45%


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Classificazione degli elementi per muratura

Mentre la vecchia norma classificava gli elementi in laterizi per murature per volume

e percentuale di foratura, nella recente norma UNI EN 771-1 i mattoni (e i blocchi)

sono classificati in:

1. low density (LD), elementi con massa volumica asciutta lorda fino a 1.000 kg/m 3 ;

2. high density (HD), elementi con massa volumica asciutta lorda superiore a 1.000

kg/m 3 .

09


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Office dA

Padiglione Art Center, Tongxian (RC) 2003

10


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Office dA

Padiglione Art Center, Tongxiang (RC) 2003

11


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Slade Architecture

Pixel House, Paju Kyonggido (ROK) 2003

12


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Monk Architecten

Sala musicale, Wijk en Aalbung (NL) 2005

13


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Monk Architecten

Sala musicale, Wijk en Aalbung (NL) 2005

Dettagli della muratura in laterizio: si

noti il giunto di dilatazione.

Posa in opera di elementi in laterizio

su un rivestimento a cappotto.

14


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Cino Zucchi

Edificio residenziale D ex Junghans, Venezia (I) 2002

Pianta piano tipo.

15


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Cino Zucchi

Edificio residenziale D ex Junghans, Venezia (I) 2002

1

2 3 4

5

6

7

Legenda

1. Pavimentazione in cotto;

2. Malta di allettamento;

3. Massetto alleggerito;

4. Isolante acustico;

5. Trave;

6. Pignatta in laterizio;

7. Tavellone in laterizio;

8. Intonaco interno;

9. Mattone pieno in laterizio;

10. Isolante termico;

8 9 11 13 14

10 12

11. Forato in laterizio;

12. Intonaco esterno;

13. Cornice in pietra d’Istria;

14. Infisso in legno.

16


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Il blocco

Il blocco, di dimensioni maggiori rispetto a quelle del mattone, è caratterizzato da una

grande varietà morfologica: può essere a sezione parallelepipeda chiusa (rettangolare

o quadrata) o aperta (a T, a L, ecc.), con facce piane o sagomate (scanalature o

incastro), con elementi speciali per la realizzazione di particolari costruttivi (angoli,

architravi, mazzette, ecc.).

Setto interno ≥ 0,8 cm

Setto esterno ≥ 1,0 cm

Foro

Foro di presa

Dimensioni variabili

Volume > 5.500 cm 3

Massa volumica 650-1.450 kg/m 3

Peso

variabile (da 1,7 a 12,8 kg)

Reazione al fuoco classe 0

Res. compressione 15,0-50,0 N/mm 2

17

Incavo laterale

Rigatura


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Le tipologie di murature e pareti

Muratura pluristrato

Murature monostrato

Muratura a cassetta

Muratura a cassa vuota

18


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Gli incroci murari

I blocchi ad incastro sono realizzati con una dentatura di precisione nei giunti di testa

che consente un incastro un incastro fra gli elementi e allo stesso tempo elimina i

giunti di malta verticali. Così come per le murature in piccoli elementi, anche le

murature in blocchi devono prestare una particolare attenzione agli incroci murari.

19

A fori verticali

A fori orizzontali


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Il laterizio alleggerito in pasta

Il laterizio alleggerito in pasta o alveolato o porizzato è

un’innovazione degli anni Sessanta-Settanta: la novità è

favorita dalla crisi energetica di quegli anni, che permette di

ottenere degli alveoli, fra loro non comunicanti, diffusi

uniformemente nella massa di argilla. La dimensione dei

grani, che in fase di cottura vengono combusti lasciando

vuota la sede occupata, non deve essere superiore a 2,5 mm.

La densità del laterizio è

mediamente di 1.600,0-1.800,0

kg/m 3 : con l’alleggerimento tale

valore scende a 450,0-800,0 kg/m 3 .

Gli additivi maggiormente

utilizzati per la creazione di tali

alveoli sono la segatura, il

polistirolo espanso, il fango di

cartiera e le fibre di carta oltre agli

scarti di carbone.

Dimensioni variabili

Volume > 5.500 cm 3

Massa volumica 450-800 kg/m 3

Peso

variabile (da 6,6 a 13,5 kg)

Reazione al fuoco classe 0

Res. compressione 15,0-30,0 N/mm 2

20


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Giancarlo De Carlo

Edificio residenziale, Venezia (I) 1994

I colori tipici delle case

dell’isola di Burano.

21


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Giancarlo De Carlo

Edificio residenziale, Venezia (I) 1994

22


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Giancarlo De Carlo

Edificio residenziale, Venezia (I) 1994

23


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Peter Ebner e Franziska Ullmann

Residenza, Bergheim (A) 2002

24


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Peter Ebner e Franziska Ullmann

Residenza, Bergheim (A) 2002

25


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

La muratura cava

La muratura cava rappresenta una

variante della doppia parete: la differenza

risiede negli elementi resistenti trasversali

che legano il paramento esterno a quello

interno, incrementandone la rigidezza

trasversale. A seconda delle modalità di

collegamento si possono avere cavità

continue o discontinue.

La muratura a diaframma costituisce una

variante semplificata della muratura cava:

sono costituiti da due pareti di spessore

contenuto, a distanza significativa,

collegate tra loro da setti murari

trasversali. La stabilità è determinata dalla

forma: per distribuire in maniera

opportuna i carichi sulla struttura verticale

è necessario collegare i due paramenti con

un cordolo continuo di larghezza pari allo

spessore complessivo della muratura.

Muratura cava a cunicoli

Muratura cava a labirinto

Muratura a diaframma

26


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Brock Carmichael Associated

Deposito di locomotive, Preston (UK) 1986

27


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

La muratura a sacco

Il muro a sacco, conosciuto già negli ultimi secoli prima di Cristo e adottato

successivamente con risultati egregi anche dai bizantini, prevede la tripartizione del

muro, costituito da due pareti rifinite con blocchi di pietra o mattoni solo all’esterno e

dal riempimento del nucleo interno con una massa non omogenea: tale conglomerato,

costituito da terra, pietre e mattoni frantumati, detriti e altro materiale incoerente,

veniva chiamato dai Romani caementa.

Terme di Caracalla, Roma

III sec. a.C.

Muratura a sacco di ultima generazione.

28


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Massimo Carmassi

Residenze San Michele in Borgo, Pisa (I) 1998

29


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Massimo Carmassi

Residenze San Michele in Borgo, Pisa (I) 1998

Dettagli della muratura perimetrale.

30


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Massimo Carmassi

Residenze San Michele in Borgo, Pisa (I) 1998

Nuova cortina con dettaglio dello stacco

tra la vecchia e la nuova muratura.

31


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Massimo Carmassi

Residenze San Michele in Borgo, Pisa (I) 1998

32


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Innovazione nel settore dei laterizi

Prestazioni superiori (energetiche, acustiche)

Maggiore rapidità e semplicità

Sicurezza

Sostenibilità ambientale

Produzione Esecuzione Uso Post uso

Principali indicatori

33


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Qualità dell’architettura

Regola dell’arte

Manodopera non qualificata

34


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Bilancio energetico

In materia di contenimento dei consumi energetici, in Italia il D.Lgs. n. 192 del

19.08.2005 e il successivo D.Lgs. 311 del 29.12.2006 hanno dettato i criteri per

un’edilizia energeticamente consapevole: secondo studi recenti una famiglia italiana

potrebbe comunque risparmiare il 40% delle spese di riscaldamento semplicemente

con un uso più razionale dell’energia.

Guadagni

energetici

Perdite

energetiche

Impianti

Impianti

Apporti gratuiti

Sole, spessore e

massa, capacità

termica

dellinvolucro, ecc.

Rendimento energetico

Dispersioni

Trasmittanza, ponti

termici, spessori e

conduttività dei

materiali, ecc.

35


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Soluzioni efficienti

160

140

120

100

80

60

40

20

0

A B C D E

A = Edificio costruito prima dell’entrata in vigore della L. 10/91;

B = Edificio costruito dopo l’entrata in vigore della L. 10/91;

C = Standard minimo D.Lgs. 311/06;

D = Edificio passivo;

E = Edifico a consumo energetico nullo.

Limiti di consumo energetico

per riscaldamento

Danimarca

Svizzera

Austria

Germania

Italia

45 kWh/m 2 a

45 kWh/m 2 a

50 kWh/m 2 a

60 kWh/m 2 a

70 kWh/m 2 a

Consumo energetico annuo (kWh/m 2 ) necessario per il solo riscaldamento

36


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Soluzioni efficienti

37


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Soluzioni efficienti

38


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Ponte termico

Il ponte termico è una dispersione termica localizzata.

• Discontinuità materica

Quando in una chiusura è presente un materiale, con

caratteristica di continuità tra esterno ed interno, con

elevata conducibilità termica.

• Discontinuità geometrica

Quando in una chiusura è presente una discontinuità geometrica che altera la normale

trasmissione dei flussi termici tra esterno ed interno. Tale ponte termico si manifesta

in corrispondenza degli angoli delle chiusure perimetrali.

39


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Ponte termico

È indispensabile correggere il ponte termico: questo risulta corretto

quando la trasmittanza termica della parete fittizia (ovvero dove si

presenta il ponte termico) non supera oltre il 15% la trasmittanza

della parete corrente.

1. Intonaco interno;

2. Pilastro in calcestruzzo armato;

3. Isolante termico;

4. Tavella in laterizio;

5. Intonaco esterno.

L’evoluzione dei prodotti per murature ha contribuito a ridurre i

ponti termici generati per discontinuità materica.

40


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Balconi ed aggetti

L’eliminazione del ponte termico in prossimità di sbalzi o

aggetti avviene con grande difficoltà: per tale ragione

elementi in aggetto (balconi o altro) possono essere

integrati, in fase di getto, dei raccordi speciali che isolano

termicamente ma garantiscono al contempo la continuità

strutturale.

“Rivestimento” della

struttura in aggetto.

Raccordo isolante

Isolante termico

Architrave

41


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Murature portanti

Muratura armata

40,0 cm

E

30,0 cm

E

Spessore complessivo (cm) 43,0

Massa superficiale (kg/m 2 ) 340

Trasmittanza U (W/m 2 K) 0,31

Potere fonoisolante (dB) 52

Spessore complessivo (cm) 40,0

Massa superficiale (kg/m 2 ) 310

Trasmittanza U (W/m 2 K) 0,32

Potere fonoisolante (dB) 51

42


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

43

Extraspessori

Non concorrono ai fini del calcolo delle volumetrie

urbanistiche e delle superfici coperte le pareti esterne con

spessore superiore a 30 cm per un massimo di 15-25 cm.

Regione/Provincia autonoma Norma Data

Regione Lombardia Legge regionale n. 26 20 aprile 1995

Regione Veneto Legge regionale n. 21 30 luglio 1996

Regione Puglia Legge regionale n. 23 13 agosto 1998

Regione Basilicata Legge regionale n. 15 07 marzo 2000

Regione Umbria Legge regionale n. 38 20 dicembre 2000

Regione Calabria Legge regionale n. 19 16 aprile 2002

Regione Abruzzo Legge regionale n. 22 11 novembre 2002

Regione Molise Legge regionale n. 36 08 novembre 2002

Provincia di Bolzano Legge provinciale 19 febbraio 2003

Regione Lazio Legge regionale n. 15 08 novembre 2004

Regione Toscana Legge regionale n. 1 03 gennaio 2005

Regione Sicilia Legge regionale n. 4 22 aprile 2005

L’aumento dello spessore comporta anche un maggiore isolamento acustico dellinvolucro.


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Extraspessori

D.M. 30 maggio 2008, n. 115, “Attuazione della Direttiva 206/32/CE relativa

all’efficienza degli usi finali e i servizi energetici”

art. 11 – Edifici di nuova costruzione

Lo spessore delle murature esterne, delle tamponature o dei muri portanti, superiori

ai 30 centimetri, il maggior spessore dei solai e tutti i maggiori volumi e superfici

necessari ad ottenere una riduzione minima del 10 per cento dell'indice di prestazione

energetica previsto dal decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, e successive

modificazioni, certificata con le modalità di cui al medesimo decreto legislativo, non

sono considerati nei computi per la determinazioni dei volumi, delle superfici e nei

rapporti di copertura, con riferimento alla sola parte eccedente i 30 centimetri e fino

ad un massimo di ulteriori 25.

È permesso derogare a quanto previsto dalle normative nazionali, regionali o dai

regolamenti edilizi comunali, in merito alle distanze minime tra edifici e alle distanze

minime di protezione del nastro stradale.

La deroga può essere esercitata nella misura massima da entrambi gli edifici

confinanti.

44


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Inerzia termica

Attitudine di un materiale di assorbire e

accumulare calore che successivamente viene

riceduto all’ambiente.

A

Muratura ad alta inerzia termica

Mantiene il più possibile costante e vicina ai

valori di comfort la temperatura interna, anche

quando sono sensibili le variazioni della

temperatura esterna.

B

Quando l'impianto di riscaldamento è acceso la

parete accumula calore (A) mentre quando

l'impianto di riscaldamento è spento la parete

restituisce calore (B).

45


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Inerzia termica

La resistenza termica di una

parete non dipende dalla

successione dei componenti

mentre la quantità di calore

accumulato in ognuno di loro è

funzione del loro ordine.

Particolare importanza assume,

a parità di spessore, la

posizione dell’isolante termico.

M = muratura

tm = temperatura media del

volano termico

i = ambiente interno

e = ambiente esterno

46


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Involucri massivi-comfort ambientale

Il prof. Giuseppe Margani del Dipartimento di Architettura ed Urbanistica

dell’Università degli Studi di Catania, in un recente articolo dal titolo “Murature

massive e comfort sostenibile in clima mediterraneo” ha dichiarato che:

1. la capacità di accumulo delle pareti consente di stabilizzare il valore della

temperatura interna, svolgendo quindi un’utile azione termoregolatrice o di

“volano” termico;

2. in clima mediterraneo, le soluzioni

d’involucro più performanti sono

quelle monostrato in laterizio;

3. gli involucri massivi monostrato in

laterizio presentano, rispetto a

quelli leggeri, migliori prestazioni

anche in termini di durabilità e

risultano quindi particolarmente

adatti alla realizzazione di edifici

con una vita utile di almeno 100

anni.

47


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Sfasamento ed attenuazione

Lo sfasamento definisce il tempo che l’onda termica impiega per passare lato esterno

al lato interno di una parete d’ambito esterno di una costruzione.

Per le pareti esterne di fabbricati destinati a residenza sono da raccomandare i

seguenti valori:

1. Pareti esposte a est, nord-est e nord-ovest 8 ore;

2. Pareti esposte a sud e sud-est 8-10 ore;

3. Parei esposte a ovest e sud-ovest 10-12 ore.

48


Sfasamento ∆tf [h]

Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Sfasamento ed attenuazione

Calcestruzzo

Laterizio semipieno

Laterizio alleggerito

Sughero

Lana di roccia

Polistirene

Spessore s [m]

49


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Urs Burkard e Adrian Meyer

Residenze, Baden (CH) 1999-2000

Dettaglio dell’apparecchiatura muraria

50


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Urs Burkard e Adrian Meyer

Residenze, Baden (CH) 1999-2000

Sezione terra-tetto.

51


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Urs Burkard e Adrian Meyer

Residenze, Baden (CH) 1999-2000

52


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Condensa

Migrazione del vapore acqueo attraverso le strutture edilizie causato dalle differenze

di pressione tra gli ambienti interni ed esterni.

53


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Condensa

La struttura forma condensa.

La struttura non orma condensa.

Parete a cappotto

Parete monostrato

54


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Laterizio stratificato

Polistirene caricato

con grafite

Laterizio

Trasmittanza del blocco di spessore 30,0 cm ........... U = 0,33 W/m² K;

Isolamento acustico di facciata .................................. Oltre 40 dB;

Resistenza al fuoco ...................................................... REI = 180.

Notevole inerzia termica che attenua gli effetti delle escursioni termiche estive ed

invernali e riduzione dei ponti termici grazie alla presenza dei pezzi speciali. Velocità

di posa.

55


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Laterizio a isolamento diffuso

Isolante termico diffuso ed integrato

Lana di roccia

56


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Laterizio a isolamento diffuso

Spessore elemento:

Spessore giunto:

Spessore intonaco:

Trasmittanza:

Sfasamento:

35,0 mm

Malta: 1,0 cm

Collante: 1,0 mm

1,5 cm per lato

Malta: 0,30 W/m²K (0,31 W/m²K)

Malta termica: 0,27 W/m²K (0,28 W/m²K)

Rettificato: 0,23 W/m²K (0,26 W/m²K)

19 ore

57


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Laterizio a isolamento diffuso

Spessore elemento:

Spessore giunto:

Spessore intonaco:

Trasmittanza:

Sfasamento:

40,0 mm

Malta: 1,0 cm

Collante: 1,0 mm

1,5 cm per lato

Malta: 0,26 W/m²K (0,28 W/m²K)

Malta termica: 0,24 W/m²K (0,26 W/m²K)

Rettificato: 0,22 W/m²K (0,25 W/m²K)

22 ore

58


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Laterizio a isolamento diffuso

Elemento speciale

Possibile ponte termico del pilastro

Tamponamento

1. Intonaco civile per esterni (1,5 cm);

2. Blocco in laterizio alleggerito in pasta e isolante termico diffuso (35 cm);

3. Intonaco civile per esterni (1,5 cm).

59


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Laterizio a isolamento diffuso

Elementi per pareti interne di divisione e separazione,

contropareti e rivestimenti strutture in calcestruzzo armato

o metallo (pezzi speciali).

60


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Laterizio rettificato

Rapidità e semplicità di esecuzione.

61


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Laterizio rettificato

Eliminazione ponte termico

62


mattone

pieno

mattone

forato

blocco

blocco a

incastro

blocco

rettificato

Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Laterizio rettificato

100

90

80

70

60

50

40

30

20

10

0

Il consumo di malta nelle murature è in costante riduzione (litri/m 2 impiegati nella

realizzazione di murature di 38,0 cm di spessore).

63


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Laterizio rettificato

Spessore elemento: 35,0 mm

Spessore giunto:

1,0 mm

Spessore intonaco: 1,5 cm per lato

Trasmittanza:

Sfasamento:

0,27 W/m²K

22 ore

64


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Laterizio rettificato

65


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Grandi formati

66


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Grandi formati

67


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Tectone

Centro di formazione, Nivillers (F) 1999

3

1 2

Legenda

1. Tavellone in laterizio;

2. Imbotte in legno;

3. Infisso in legno.

2

1

68

3


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Laterizio armato

Muratura armata.

69


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Laterizio armato

Le murature ad armatura concentrata sono in genere del tipo intelaiato ovvero con le

armature verticali poste all’estremità dei setti murari, in corrispondenza degli innesti e

degli incroci e dei bordi liberi, e quelle orizzontali a livello dei cordoli di piano.

Armatura verticale

> 4,0 cm (2Ø16)

Una variante alle

armature intelaiate

sono le armature

concentrate posizionate

all’esterno del muro in

appositi alloggiamenti:

la tipologia muraria ha

comunque criteri

costruttivi analoghi a

quelli delle pareti

nervate.

Orizzontamento

Sovrapposizione

armatura > 60,0 cm

Armatura di ripresa

Muratura ad armatura concentrata.

70


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Laterizio armato

La tipologia di muratura armata diffusa più frequente, soprattutto nel caso di

elementi pieni in laterizio, è quella che prevede un getto continuo di conglomerato

cementizio all’interno del muro. In particolare, la tipologia più diffusa in Italia è

quella che prevede la disposizione delle armature in sedi della muratura formanti fori

verticali continui.

Armatura verticale

> 4,0 cm (2Ø16)

Malta di riempimento

Armatura orizzontale

> Ø5 mm ogni due corsi di blocchi

Malta

Blocco in laterizio ad H

Muratura ad armatura diffusa

71


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Laterizio armato

72


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Laterizio armato

73


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Laterizio armato

Schema tipo di un pannello armato.

Elemento pieno sagomato per

l’alloggiamento dell’armatura.

74


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Nihon Sekkei

Scuola, Tokyo (J) 2010

A Tokyo è stata realizzata una scuola pubblica con struttura in

muratura armata: l’edificio è in grado di resistere a

sollecitazioni sismiche particolarmente intense.

75


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Laterizio prefabbricato

76


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Marlies Rohmer

Residenze per giovani, Zootermeer (NL) 2004

Prospetto principale.

Pianta piano tipo.

77


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Marlies Rohmer

Residenze per giovani, Zootermeer (NL) 2004

Pannello prefabbricato

78


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Elementi speciali in laterizio

Alloggiamento ferri

Inserimento avvolgibile

79


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Informing architecture

Gramazio e Kohler

ETH Zurigo

L’informazione tecnica passa direttamente dal progetto

alla produzione fino alla posa.

80


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Informing architecture

81


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Bearth & Deplazes

Cantina Gantenbein, Flaesch (CH) 2006

82


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Bearth & Deplazes

Cantina Gantenbein, Flaesch (CH) 2006

83


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Vicente Serrablo

Flex Brick, Politecnico di Barcellona

84


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Vicente Serrablo

Flex Brick, Politecnico di Barcellona

85


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Vicente Serrablo

Flex Brick, Politecnico di Barcellona

86


Muratura portante in laterizio: regola dell’arte e innovazione

arch. Adolfo F. L. Baratta

Grazie

Contatti

arch. Adolfo Baratta

Università degli Studi di Firenze

Via San Niccolò, n. 93 - 50125 Firenze

tel. +39.055.2055515

e.mail adolfo.baratta@unifi.it

More magazines by this user
Similar magazines