RENDICONTO ESERCIZIO 2010 - Comune di Genova

comune.genova.it
  • No tags were found...

RENDICONTO ESERCIZIO 2010 - Comune di Genova

CITTA' DI GENOVAASSESSORATOPROGRAMMAZIONE E GESTIONEECONOMICO FINANZIARIA,BILANCIOPopolazione legale:Censimento 21 ottobre 2001Abitanti 610.307Popolazione residente:calcolata al 31 dicembre 2008Abitanti 611.171Superficie: ha 23.958RENDICONTO ESERCIZIO 2010Relazione della GiuntaDIREZIONE PROGRAMMAZIONE, BILANCI E PARTECIPATE


AnonimoAllegoria di un convegno navale in occasione della Sacra Lega del 1538. XVI Secolo, prima metà.Dipinto a olio su tavola. N.I.M.N. 3369.Si ringrazia il Galata Museo del Mare per aver fornito l'immagine di copertina dei documenti di rendicontazione 2010


INTRODUZIONESEZIONE 1INDICEPag. 11.1 - IL PROFILO ISTITUZIONALEPag. 21.21-2-1 - Dati DemograficiPag. 151-2-2 - Dati Economici Europei Nazionali Pag. 171-2-3 - Dati Economici della Città di Genova e Provincia Pag. 181-3 - IL DISEGNO STRATEGICO E LE POLITICHE GESTIONALI Pag. 201.4 - LE POLITICHE FISCALI Pag. 231-5 - L'ASSETTO ORGANIZZATIVOPag. 251-6 - LE PARTECIPAZIONI DELL'ENTEPag. 27SEZIONE 2 TECNICA DELLA GESTIONE2.1 ASPETTI FINANZIARI E ANDAMENTO DELLA GESTIONE2.22.1.1 - Il Risultato d'esercizioPag. 282.1.2 - Destinazione avanzo 2009 al Bilancio di parte corrente al Bilancio d'esercizio 2010Pag. 372.1.3 - La Gestione di CompetenzaPag. 382.1.4 - Le Entrate CorrentiPag. 442.1.5 - Le Spese CorrentiPag. 522.1.6 - Prelievi dal Fondo di riservaPag. 572.1.7 - La Spesa di personalePag. 582.1.8 - Il Servizio PrestitiPag. 592.1.9 - Andamento storico del residuo debitoPag. 612.1.11 - Il Conto CapitalePag. 622.1.12 - La Gestione dei residuiPag. 662.1.13 - La Gestione di cassaPag. 712.1.14 - La Gestione della LiquiditàPag. 732.1.15 - Il Patto di StabilitàPag. 762.1.16 - La Gestione delle PartecipazioniPag. 782.2.1 - Il Conto EconomicoPag. 852.2.2 - Il Conto del PatrimonioPag. 863.1 FINANZIAMENTO INVESTIMENTIPag. 883.2- LO SCENARIOLA GESTIONE ECONOMICO-PATRIMONIALESEZIONE 3DELL'IDENTITA' DELL'ENTE LOCALESTATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMICONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIRelazione della Giunta al Rendiconto 2010


INTRODUZIONE


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010INTRODUZIONEL'art. 151, comma 6, del D. Lgs. 267/2000 e successive modificazioni ed integrazioni (di seguito TUEL), prescrive che al Rendiconto delComune venga allegata una relazione illustrativa che esprima le valutazioni di efficacia dell’azione condotta sulla base dei risultati conseguiti inrapporto ai programmi e ai costi sostenuti.La presente relazione è quindi redatta per soddisfare il precetto legislativo, per fornire dati di ragguaglio sulla produzione dei servizi pubblici e perconsentire una idonea valutazione della realizzazione delle previsioni di Bilancio.La relazione al rendiconto è stata predisposta tenendo conto della struttura del Bilancio di Previsione 2010 e con preciso riferimento agliindirizzi contenuti nella Relazione Previsionale e Programmatica che vedono l’attività del Comune suddivisa in cinque programmi, in coerenza con ilprogramma di mandato della Sindaco.La relazione al rendiconto è l'anello conclusivo del processo di programmazione che ha avuto origine con l'approvazione del bilancio e con ladiscussione, in tale circostanza, delle direttive programmatiche politico/finanziarie per il periodo successivo (Delibera C.C. n. 101 del 17 dicembre2009).Sulla base del Bilancio di Previsione annuale la Giunta Comunale ha approvato il Piano Esecutivo di Gestione, affidando ai Responsabili diServizio, individuati con provvedimento della Sindaco, le risorse finanziarie, umane e strumentali per il raggiungimento degli obiettivi indicati nellaRelazione Previsionale e Programmatica e ulteriormente dettagliati nel P.E.G. (Giunta Comunale n. 50 del 25/02/2010 con cui è stato approvato ilPiano Esecutivo di Gestione 2010).La Giunta Comunale, con la ricognizione sullo stato di attuazione dei Programmi e la verifica degli equilibri ha messo al corrente il Consiglio(nella seduta del 28/09/2010 con atto n. 77 ) del grado di avanzamento degli obiettivi a suo tempo programmati.1


1.1 IL PROFILO ISTITUZIONALE


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20101.1. – IL PROFILO ISTITUZIONALENel quadro istituzionale disegnato dalla Costituzione il Comune, insieme alle Province, alle Città metropolitane, alle Regioni e allo Stato, èelemento costitutivo della Repubblica.Il legislatore costituente, in particolare, ha disposto che i Comuni, le Province, le Città metropolitane e le Regioni sono enti autonomi conpropri statuti, poteri e funzioni secondo i principi fissati dalla Costituzione.Il Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267, Testo Unico degli enti locali, individua nel Comune l’ente locale che rappresenta la propriacomunità, ne cura gli interessi e ne promuove lo sviluppo.Spettano al Comune tutte le funzioni amministrative che riguardano la popolazione e il territorio comunale, precipuamente nei settori organicidei servizi alla persona e alla comunità, dell’assetto e utilizzazione del territorio e dello sviluppo economico, salvo quanto non sia espressamenteattribuito ad altri soggetti dalla legge statale o regionale, secondo le rispettive competenze.2


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20101.1.1 – STATUTO ED I REGOLAMENTILo Statuto dell’Ente attualmente in vigore è stato approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 72 del 12/6/2000, modificato ed integrato con ledeliberazioni:- C.C. 116/13.12.2005;- C.C. 36/20.05.2008;- C.C. 10/10.02.2009;- C.C. 55/28.07.2009;Ai sensi della legge e dello Statuto sono attualmente in vigore i seguenti regolamenti interni:CULTURABiblioteca specializzata museo storia naturale G. Doria Delib. C.C. n. 10 del 16.2.1998Biblioteca storia dell’arte Delib. C.C. n. 230 del 9.12.1996Biblioteca Villa Croce Delib. C.C. n. 229 del 9.12.1996Istituzione musei del mare e della navigazione Delib. C.C. n. 15 del 19.2.2002Musei Civici Genovesi Delib. C.C. n. 8 del 18.2.2003Sistema bibliotecario urbano Delib. C.C. n. 40 del 16.6.2009DECENTRAMENTOCentri civici Delib. C.C. n.39 del 15.3.99Interventi di volontariato Delib. C.C. n. 126 del 22.11.98Assegnazione e gestione orti urbani Delib. C.C. n. 126 del 23.10.2000Istituzione municipi.Decentramento e partecipazione municipale in attuazione modifiche statutarie C.C.83/06 Delib.C.C. N. 6 del 6.2.20076


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Rottura suolo pubblico e per l’uso del sottosuolo e delle infrastrutture municipali. Delib.C.C. N. 120 del 19.12.2006IGIENETutela e benessere animali Delib. C.C. n. 111 del 10.2.2002Gestione rifiuti urbani Delib. C.C. n. 80 del 19.6.2000 –Testo integrato con del C.C. n 31del 18/05/2010Igiene industrialeDelib. Podestà n. 2245 del27.9.1930 e successiviprovvedimenti deliberativi dal1964 al 1991Igiene del suolo e dell’abitato Delib.commissario straordinario n.1286 del 19 .9.1960 e succ.provv.deliberativi dal 1962 al 1992ORGANI ISTITUZIONALIDifensore civico comunale Delib C.C .n.132 del 13.12.2000Regolamento Consiglio ComunaleDelib. C.C. n. 12 del 7.2.2006 –Modifica con delib C.C. n 19 del31/3/2009Indirizzi per le nomine del Comune di Genova negli enti di competenzaDELIBERA CC 93 DEL10.12.2009 – MODIFICA CONCC N 46 /2010MERCATI/COMMERCIO7


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Commercio e Polizia Annonaria Delib. CC n 57 del 20.07.10Attività acconciatore Delib. C.C.n. 15 del 16.3.2010Esercizio attività estetista Delib. C.C. n. 17 del 26.2.2001Mercato ingrosso prodotti ittici Delib. C.C. n. 80 del 3.10.2006Mercato ingrosso fioriORDINAMENTO UFFICI/SERVIZIC.C. 1261 del 30.9.1968 e success.provv. dal 1969 al 1983Attività contrattuale Delib. C.C. n. 19 del 1.2.1993,C.C.n.158 del 29.11.2004modificato con C.C. n.80 del4.11.2008.Contabilità Delib. C.C. n. 88 del 9.12.2008.Funzioni statistiche Delib C.C. n. 6 del 10.2.1997Ordinamento Uffici e Servizi Delib. G.C. n. 1121 del 16.7.1998e successive modifiche dal 1998 al2010Procedimento amm.vo e diritto accesso documenti Delib. C.C. n. 62 del 11.4.2007,modificato con C.C. N. 78dell’11.11.2008. modif schedeallegate con G.C 237 del 1.7/2010Interno Corpo Vigili Urbani Delib. C.C. n. 399 del 3.4.1956modif. C.C. n. 452/1956, C.C. n.210/1966Individuazione personale esonerato da sciopero G.C. 1406 del 30.12.2003Rapporto di lavoro a tempo parziale G.C. N. 405 del 6.11.2008Modificata e integrata conG.C.238 del 30.7.2009 – G.C. n401 del 5.11.2009 – G.C. 489 del23.12.20098


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010PATRIMONIO IMMOBILIAREAlienazione patrimonio immobiliare e gestione patrimonio mobiliare Comune di Genova Delib. C.C. n. 29 del 21.3.2001modif. delib. C.C. n. 83 del9.7.2001 e C.C. n. 1 del 13.1.2004Assegnazione e gestione alloggi civica proprietà Delib. C.C .n. 28 del 21.3.2001modif. delib. C.C. n. 81 del9.7.2001 e C.C. n. 1 del 13.1.2004Edilizio Delibera CC 67 del 27/07/2010Disciplina applicazione canoni ridotti in favore Enti e Associazioni che svolgono attività interesse collettivo Delib. C.C. n. 179 del 16.9.1996Criteri per la costituzione delle commissioni previste art.31 bis legge 109/2004 e succ.modifiche e integr. percorresponsione compensi ai componenti.Delib. C.C. N. 35 del 31.3.2004POLIZIAPolizia comunaleDelib. C.C. n. 958 del 22.5.1967 esuccessivi provv. deliberativi dal.1968 al 1989 , C.C. n. 69dell’11.4.2007, C.C. n. 44 del23.6.2009 e C.C. n. 102 del22.12.2009Polizia mortuaria C.C. N. 39/9.6.2009Disciplina della video sorveglianza Delibera C.C. n 89 del 09/12/2010SERVIZI SCOLASTICIIstituzione della conferenza cittadina delle istituzioni scolastiche autonome statali e paritarie dell’infanzia edel primo ciclo d’istruzione del Comune di GenovaDelibera CC 70 DEL 29/07/2010Civiche scuole vespertine Delib. C.C. n. 840 del 26.4.1982,C.C. n. 802 del 11.5.1983, C.C.n. 99 del 30.7.2001.9


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Servizi per l’infanzia del Comune di GenovaDelib C.C. n. 4 del 29.1.2001 eC.C. n. 4 del 20.1.2009SERVIZI SOCIALIAffidamento familiare a scopo educativo dei minori Delib. C.C. n. 369 del 9.3.1978Affido anziani ad associazioni volontariato Delib. C.C. n. 272 del 18.12.1995Asilo notturno Massoero Delib. C.C. n. 13 del 12.2.2002Disciplina dei criteri e delle modalità per la concessione di sovvenzioni, contributi, ausilifinanziari comunque denominati per l’attribuzione di vantaggi economici di qualunquegenere a persone ed enti pubblici e privati, nonchè per la concessione del patrocinio daparte del Comune”Delib. C.C. n. 238 del 12.12.1994ABROGATO CON CC 90 DEL23/11/2010Cooperazione sociale Delib. C.C. n. 123 del 8.10.2001Modalità e criteri per l’ammissione in strutture residenziali di anziani ed altre categorie di assistiti Delib C.C. n. 39 del 28.4.1997Modalità' e criteri ammissione strutture semi- residenziali per anziani e categorie assimilabili Delib. C.C. n. 73 del 9.4.2002Interventi di volontariatoC.C. 126 del 22.11.1999 – invigore del 27 gennaio 2000Gruppo comunale di volontari di protezione civile e antincendio boschivo denominato “Gruppo Genova Delib. C.C. N. 65 del 26.7.2005 –CC N 76 del 21/09/2010TRASPORTIServizio pubblico con autovetture da piazza (TAXI) Delib. C.C. n.46 del 27.3.2000modificato con .delib. C.C. n. 60del 15.5.2000 integrato con CC n10


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Servizi pubblici di autonoleggio con conducente30 del 18.05.2010Delib. C.C. n. 134 del 29.11.99 edelib. C.C. n. 5 del 24.1.2000SERVIZI CIMITERIALIEsercizio attività funebre Delib. C.C. n. 91 del 09.11.2010TRIBUTIIstituzione e applicazione tariffa per gestione rifiuti urbani e criteri per determinazione tariffa. (TIA) Delib. C.C. n. 21 del 28.2.2006 ,G.C. 183 del 15.5.2008 e G.C. N.155 del 14.5.2009 Modificata CC27 DEL 27/.04/2010Accertamento con adesione Delib. C.C. n. 164 del 21.12.1998Applicazione canone installazione mezzi pubblicitari Delib. C.C. n. 36 del 26.3.2001modif. con d.d. n.77 del 5.9.2001,delib. C.C. n. 20 del 27.2.2002,delib. C.C. n. 49 del 26.03.2002,d.d. n. 64 dell’1.7.2002, delib.C.C. n. 29 del 25.3.2003, delib.C.C. N. 132/16.12.2003 (nuovotesto), C.C.n.23 del 24.3.2005,C.C. N.21 del 20.3.2007(abrog.art.21)Applicazione del diritto e per effettuazione servizio pubbliche affissioni Delib. C.C. n. 35 del 26.3.2001modif. con delib. C.C. n. 21 del27.2.2002, delib. C.C. n. 5 del27.1.2004 (nuovo testo)11


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Canone occupazione spazi e aree pubblicheDelib. C.C. n.19 del 12.3.2001,delib. C.C. n. 22 del 27.2.2002,delib. C.C. n. 200 del 17.12.2002,delib. C.C. n. 7 del 27.1.2004C.C.n.42 del 31.3.04), C.C. n.22del 24.3.2005 , C.C. N. 21 del20.3.2007 (abrog.art.31), C.C. n.15 del 11.3.2008, C.C. n. 88 del24.11.2009.- delib. CC n 16 del16.3.2010(COSAP)Disciplina accesso agli spazi per propaganda indiretta per campagne elettorali e referendarie Delib. C.C. n. 41 del 2.4.2001modificato con delib. C.C. n. 55del 2.4.2002Imposta comunale sugli immobiliDelib. C.C. n. 166 del 21.12.98 e15 del 19.2.2001 modificato condelib. C.C. n. 17 del 19.2.2002,delib. C.C. n. 197 del 17.12.2002,delib. C.C. n. 48 del 27.5.2003,delib. C.C. n. 127 del 16.12.2003,C.C. n.21 del 24.3.2005, C.C. n.40del 24.5.2005, C.C.N.21/20.3.2007 (abrog.art.12 bis),C.C. n. 18 /12.3.2008 .VARIEGestione oggetti rinvenutiC.C. N.9 dell’8.2.2005Adempimenti toponomastici ed ecografici (R.A.T.E.) Delib. C.C. n. 525 del 20.3.1990 ,delib.C.C. N.171/22.6.1992, C.C.N.12 del 11.2.200512


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Consultazione referendarie in materia di esclusiva competenza locale Delib. C.C. n 134 del 6.10.1997Controllo rendimento e manutenzione degli impianti termici Delib. C.C. n. 21 del 21.2.2000,delib. C.C. n.191 del 17.12.2002,del. C.C. n. 102 dl 4.11.2003Criteri per la nomina collaudatori interni Delib. C.C. n. 9 del 5.2.2001Esercizio sale giochiDelib. C.C. n. 76 del 11.2.1988 edelib. G.C. n. 6733 del28.12.1989Impianti sportivi del Comune -concessione Delibera C.C 71 del 29.07.2010in vigore dal 28/8/2010Manifestaz. Annuali celebrative del giorno di Genova e ColomboDelib. C.C. n. 22 del 12.3.2001 edelib. C.C. n. 23 del 13.3.2003,C.C. n. 96 del 4.10.2005 e C.C. n.56 del 3.4.2007Occupazione di spazi ed aree pubbliche comunali per l’installazione di attività dello spettacolo viaggiante. Delib. C.C. n. 6 del 25.01.2005Modificato con del C.C. n 22 del07/04/2009 – ( in vigore dal13/5/2009)Vigilanza artistica sui cimiteri Delib. G.C. n. 1086 del 31.5.1946e delib. C.C. n. 725 del 21.4.1980Arte in strada Delib. C.C. n. 16 del 17.02.2004Comitato per le pari opportunità presso il Comune di Genova.Delib..C.C. n 19 del 31.3.2009 eG.C. N. 288 del 10.9.2009Regolamento Comunale del Verde DELIB. CC n 85 DEL 19/10/2010Comitato paritetico sul fenomeno del mobbing costituito ai sensi dell’art.8 del C.C.N.L. 22.1.2204 Delib. C.C. n. 96 del 31.10.2006Delib. C.C. n 7 del 25.1.200513


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Definizione dei criteri e dei parametri per il rilascio di autorizzazioni per punti non esclusivi di vendita diquotidiani o periodiciCodice di condotta contro mobbing e molestie sessuali. Delib. C.C.n. 2 del 25.1.2007Trattamento dati sensibili. Delib. C.C. n. 123 del 20.12.2005e C.C. n. 46 del 17.6.2008Conferimento incarichi professionali, consulenze e collaborazioni a esperti esterni all’amministrazione.Quantificazione e ripartizione dell’incentivo di cui all’articolo 18 della legge quadro sui lavori pubbliciDelib. G.C. n. 250 del 22.3.2007 -INTEGRATA E MODIFICATACON G.C . N 162 DEL 30/4/2008Delib. G.C. n. 370 del 29.3.2001Acquisizioni in economia di beni e servizi del Comune di Genova.Delib. C.C. n. 26 del 15.4.2008Modificato C.C. 96/2010Acquisizioni in economia di lavori del Comune di Genova. Delib. C.C. n. 27 del 15.4.2008Istituzione dell’autorità sui servizi pubblici locali del Comune di Genova e contestuale approvazione relativoregolamento.Approvazione modalità applicative per gestione prevenzione protezione dei rischi lavorativi negli appalti dilavori pubblici e serviziNuovo Palio Marinaro Genovese di San PietroDelib. C.C. n. 77 dell’11.11.2008.Delib. G.C. n. 877 del 4.6.1998Delib. C.C. n. 94 del10.12.200914


1.2. LO SCENARIO1.2.1 Dati Demografici1.2.2 Dati Economici Europei Nazionali1.2.3 Dati Economici della Città di Genova e Provincia


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20101.2 - LO SCENARIO1.2.1 - DATI DEMOGRAFICILa popolazione residente nel Comune di Genova, a fine settembre 2010, risulta di 607.709 persone (285.547 maschi e 322.162 femmine).Rispetto alla popolazione di giugno 2010 (608.998) si registra una diminuzione di 1.289 unità (-0,2%), mentre rispetto alla popolazione di settembre2009 (610.897) una diminuzione di 3.188 unità (-0,5%).Il movimento naturale della popolazione residente evidenzia una diminuzione sia delle nascite, sia dei decessi. Nel periodo gennaio-settembre 2010,rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, si registrano 3.400 nascite contro 3.512 (-112; -3,2%) e 6.191 decessi contro 6.291 (-100; -1,6%).Il saldo naturale si mantiene negativo e passa da -2.779 unità di fine settembre 2009 a -2.791 di fine settembre 2010.Per quanto riguarda il movimento migratorio si registrano 9.650 immigrazioni contro 8.481 +1.169; +13,8%) e 8.925 emigrazioni contro 6.012(+2.913; +48,5%).Il saldo migratorio è positivo e passa da +2.469 unità di fine settembre 2009 a +725 di fine settembre 2010.I dati relativi al movimento migratorio riferiti alla zona geografica di provenienza segnalano che il maggior numero di immigrati proviene dall’Estero(47,0%) seguito dai comuni della provincia di Genova (20,0%), dal Nord-Ovest d'Italia (11,1%), dalle altre province della Liguria (5,3%), dal Sud(5,1%), dal Centro Italia (4,8%), dalle Isole (3,7%) e dal Nord-Est (3,0%).I dati riferiti alla zona geografica di destinazione evidenziano che il flusso degli emigrati è diretto principalmente verso i comuni della provincia diGenova (37,8%) seguiti dal Nord- Ovest d'Italia (20,6%), dall'Estero (15,1%), dalle altre province della Liguria (7,4%), dal Centro Italia (5,6%), dalleIsole (4,7%), dal Sud e dal Nord-Est (4,4%).Il maggior numero di immigrati ed emigrati si registra nella classe di età 25-34 anni. Il saldo è positivo per le classi di età fino a 34 anni, negativoper le altre.Secondo i dati di fonte anagrafica al 30 settembre 2010 risiedono a Genova 49.033 stranieri (22.856 maschi e 26.177 femmine) pari a 8,1 ogni 100residenti. Al 30 settembre 2009 gli stranieri residenti erano 45.481 quindi, nell’arco di un anno, l’incremento è stato del 7,8% (+3.552 unità).La comunità più numerosa è quella ecuadoriana (16.347 unità), seguita dagli albanesi (5.255), dai marocchini (3.726), dai rumeni (3.616), daiperuviani (2.693), dai cinesi (1.587), dagli ucraini (1.384), dai senegalesi (1.174) e dai cingalesi (1.067).15


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010I dati relativi alla zona di abitazione sono disponibili al 31/12/2009 ed evidenziano la tendenza ad una redistribuzione più equilibrata della popolazionestraniera sul territorio del Comune con un progressivo allargamento “a corona”. Nel Municipio Centro Est risiedono 9.551 stranieri (il 20,8% del totaledegli stranieri), nel Centro Ovest 8.960 (19,6%), in Val Polcevera 6.600 (14,4%), in Bassa Val Bisagno 5.293 (11,5%), nel Medio Ponente 5.177(11,3%), in Media Val Bisagno 3.527 (7,7%), nel Medio Levante 2.595 (5,7%), nel Ponente 2.230 (4,9%) ed infine nel Levante 1.879 (4,1%). Delle trecomunità più numerose gli ecuadoriani risiedono in maggioranza a Centro Ovest (27,0%), gli albanesi in Val Polcevera (27,6%) e i marocchini aCentro Est (32,3%).16


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20101.2.2 - DATI ECONOMICI EUROPEI E NAZIONALINel terzo trimestre del 2010 il PIL dell’area euro è aumentato in termini congiunturali (cioè rispetto al trimestre precedente) dello 0,4% e intermini tendenziali (cioè rispetto al terzo trimestre 2009) dell’1,9%. In particolare le importazioni di beni e servizi sono cresciute del 4,7% e leesportazioni del 2,8% rispetto al trimestre precedente. Si registra una crescita anche dei consumi finali nazionali (0,2%) e degli investimenti fissi lordi(0,9%) dovuta principalmente agli acquisti di macchine e attrezzature che compensano la riduzione nei mezzi di trasporto.Per quanto riguarda la situazione nei vari paesi, si è registrato, sempre nel terzo trimestre 2010, un aumento congiunturale del PIL in Germania(+ 0,7%), in Italia (+ 0,3%), nel Regno Unito (0,8%) e in Francia (+ 0,4%).In termini tendenziali la situazione italiana rileva un aumento del PIL dell’1,1%. Il principale impulso a tale aumento viene dalle esportazionianche se, nel complesso, dato il contemporaneo rialzo delle importazioni, l’interscambio con l’estero ha frenato la dinamica del PIL.Dal lato della domanda, al modesto incremento dei consumi delle famiglie si è affiancata la decelerazione degli investimenti su cui ha inciso lacontrazione negli acquisti di mezzi di trasporto e il rallentamento nella spesa in macchianari e attrezzature a seguito anche dell’esaurirsi degliincentivi fiscali della Tremonti-ter; gli investimenti in costruzioni, sostenuti dal comparto non residenziale, sono aumentati dello 0,6%interrompendo una flessione che durava da diversi anni.Per quanto riguarda le imprese, nel terzo trimestre 2010 l’indice della produzione industriale è cresciuto dell’1,3% sul periodo precedente; nelsettore dei beni di consumo durevole si è protratta la flessione cominciata in primavera e dovuta all’esaurirsi degli effetti delle agevolazioni fiscali perla rottamazione delle autovetture; prosegue invece, a ritmi sostenuti, il recupero nel comparto dei beni strumentali.In dicembre la variazione sui dodici mesi dell’indice armonizzato dei prezzi al consumo è stata pari al 2,1%; nella media del 2010 essa si èattestata all’1,6% rispetto allo 0,8% del 2009. L’inflazione nel mese di dicembre si è attestata all’1,9% riflettendo in larga parte l’aumento dei prezzidei prodotti energetici e dei prezzi finali degli alimentari che risentono dei rincari dei prodotti all’origine.Nel terzo trimestre 2010, il numero di occupati si è ridotto di 57.000 unità rispetto al periodo precedente (-0,2%). La riduzione si è concentratanel Mezzogiorno e, a livello settoriale nell’industria in senso stretto.La flessione del tasso di occupazione risulta più intensa tra i giovani di età compresa tra i 15 e i 24 anni e tra i maschi. Inoltre, la riduzione delnumero di occupati si concentra nella componente italiana mentre è in crescita la componente straniera.Per effetto della crisi le imprese privilegiano le forme contrattuali flessibili rispetto agli impieghi permanenti a tempo pieno motivo per cui laflessione dell’occupazione nel terzo trimestre 2010 rispetto allo stesso periodo del 2009 ha interessato esclusivamente i lavoratori dipendenti atempo pieno e a tempo indeterminato mentre è cresciuto il numero dei lavoratori autonomi e dei dipendenti a tempo parziale e a termine.17


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20101.2.3 - DATI ECONOMICI DELLA CITTA’ DI GENOVA E DELLA PROVINCIAI dati Istat relativi al secondo trimestre 2010 fanno registrare in Liguria un tasso di occupazione del 63,5% con un lieve incremento rispettoallo stesso periodo del 2009 (63,3%). Il tasso di disoccupazione è del 5,6% mentre nello stesso periodo del 2009 era del 5,1%.Secondo i dati Unioncamere, in Liguria nel terzo trimestre 2010, le nuove imprese iscritte a registro sono state 2.283, contro 1.459cessazioni. Le imprese registrate fino al mese di settembre sono 167.446 e il saldo complessivo evidenzia circa 824 imprese in più.Il tasso di crescita nel terzo trimestre 2010 è aumentato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, passando dallo 0,25% allo 0,49%.Tale tendenza si registra anche, a livello complessivo, nelle regioni del nord-ovest dove si registra un aumento del tasso di crescita che passa dallo0,35% allo 0,44%.A livello industriale il tessuto imprenditoriale ligure è costituito da un gran numero di piccole imprese cui si affiancano pochi grandi gruppiindustriali. Questi operano sia nei settori tradizionali quali meccanica, siderurgia, petrolifero e cantieristica, sia in quelli più innovativi quali hightechnology, biomedicale, elettronica.Dall’indagine di Confindustria relativa al primo semestre 2010 risulta un aumento dei traffici portuali e della produzione industriale destinataall’esportazione. Si tratta, tuttavia, di una ripresa ancora modesta, diseguale, penalizzata dalla perdurante stagnazione dei consumi e degli investimentida parte della domanda interna e quindi non ancora sufficiente a recuperare i valori ante crisi. Rispetto al recente passato i prezzi di vendita tornano acrescere e ciò contribuisce a generare un parziale recupero dei margini operativi penalizzati dalla sfavorevole congiuntura degli ultimi semestri. Per ilsecondo semestre del 2010 si prevede il mantenimento della ripresa in atto, anche se in progressiva decelerazione.Il ricorso alle ore di cassa integrazione autorizzate nella provincia di Genova nel primo semestre 2010 non presenta variazionisignificative rispetto all’analogo periodo del 2009 (+1,4%); in particolare il ricorso alla cassa integrazione ordinaria è diminuito del 7,3%.I dati relativi all’andamento dell’industria manufatturiera indicano una significativa ripresa della produzione che però è da attribuirsiinteramente alla domanda estera ed è limitata al comparto dell’elettronica, automazioni e telecomunicazioni e a quello dell’industria siderurgica emetallurgica. Diminuiscono invece produzione, fatturato e ordini nel settore della cantieristica dove è in calo anche l’occupazione. E’ in forte crisi ilsettore delle costruzioni che risente del calo degli investimenti in lavori pubblici (-34% nel 2009).Il quadro economico industriale ligure si muove lungo direttrici diversificate di sviluppo che coinvolgono rami di attività diversi. In particolaresi può far riferimento al progetto dei distretti industriali che mirano ad integrare, in un’ottica di efficienza e competitività, risorse imprenditorialiterritorialmente concentrate.18


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Il distretto industriale di piccole e medie imprese specializzate, è un sistema di produzione integrato a livello territoriale, per fasi interconnessedi uno stesso ciclo produttivo, e si pone oggi in Liguria come importante strumento di integrazione fra le imprese e di sviluppo di sinergie competitiveatte ad affrontare i processi di internazionalizzazione a cui sono chiamate le imprese per fronteggiare la globalizzazione del mercato.Per quanto riguarda l’attività portuale, il traffico complessivo movimentato dal porto di Genova fino al mese di dicembre 2010 è stato dicirca 52 milioni di tonnellate, con un aumento del 6,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In particolare, sono stati movimentati1.758.858 unità di containers (con un aumento del 14,7%); il traffico passeggeri ha registrato un aumento complessivo del 4,4%, dovuto ad unaumento nel traffico crocieristico del 28,1% e ad una diminuzione nel traffico dei traghetti dell’1,3%.Sono in corso diverse iniziative per l’ammodernamento e la riqualificazione del Porto di Genova.Sul fronte del terziario avanzato, a Genova sta assumendo sempre maggiore rilievo il settore dell’informatica e delle tecnologie avanzate. Ilmercato informatico della Liguria conta soprattutto medie, piccole e piccolissime aziende, alcune delle quali altamente specializzate in significativisettori di nicchia. In base all’indagine di Confindustria sul primo semestre 2010 il settore registra una sofferenza sul mercato domestico per cui lemigliori performance sono realizzate dalle aziende che, per dimensioni e attività, sono in grado di mantenere rapporti commerciali con l‘estero.Il turismo nel Comune di Genova, nel corso del primo semestre del 2010, registra complessivamente un aumento sia negli arrivi (+21.327;+6,9%) sia nelle presenze (+3.719 pari a +0,6%) rispetto al primo semestre dell’anno precedente. La componente straniera risulta in aumento sia sugliarrivi (+15.094; +14,3%) sia sulle presenze (+1.457; +0,6%.). Nel periodo gennaio-giugno 2009 gli arrivi di turisti stranieri a Genova furono pari al34,3% dell'intero numero degli arrivi. Nello stesso periodo del 2010 tale valore sale al 36,6%. Le presenze di turisti stranieri rimangono stabili al35,3%.Per quanto riguarda le strutture ricettive del Comune di Genova, gli arrivi negli esercizi alberghieri aumentano del 7,7% e le presenze dello0,6%. Negli esercizi extralberghieri diminuiscono gli arrivi del 5,6% e aumentano lievemente le presenze (+0,2%). L’affluenza dei visitatoridell'Acquario di Genova nel periodo gennaio-giugno 2010 segna una contrazione di 39.800 unità (-6,4%) rispetto allo stesso periodo del 2009.19


1.3. IL DISEGNO STRATEGICO E LE POLITICHE GESTIONALI


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20101.3 - IL DISEGNO STRATEGICO E LE POLITICHE GESTIONALILe linee programmatiche relative alle azioni e ai progetti da realizzare nel corso del mandato, che definiscono l’insieme delle politichegestionali dell’Ente presentate dalla Sindaco, sono state approvate con la deliberazione consiliare del 25 settembre 2007, n. 88.I Programmi e Progetti della Relazione Previsionale e Programmatica 2010/2012 sono stati rimodulati secondo un’impostazionemaggiormente orientata ad una logica di accountability, ponendo le basi per una più efficace rendicontazione dei risultati dell’azione amministrativain relazione agli indirizzi e agli obiettivi programmati.Le linee si articolano in cinque programmi:- nuovi metodi di governo;- la città dove si vive bene;- la città creativa;- la città accessibile;- la città sostenibile.Il programma “Nuovi metodi di governo” comprende cinque obiettivi strategici:- Sviluppare il dialogo con i cittadini e gli stakeholders come metodologia di assunzione delle decisioni pubbliche;- Avvicinare l’Amministrazione comunale ai cittadini per rispondere in modo tempestivo, appropriato e specifico alle esigenze dellecomunità territoriali;- Migliorare la trasparenza, l’accessibilità e la capacità di risposta e di dialogo nei confronti dei cittadini e dei destinatari interni dell’Ente;- Orientare il sistema locale pubblico e privato a principi di responsabilità, trasparenza e sussidiarietà;- Assicurare un’equa imposizione fiscale e un sistema tariffario che tenga conto delle esigenze e delle condizioni delle persone;Gli obiettivi strategici del secondo programma “La città dove si vive bene”, sono orientati a:- Potenziare l’azione di tutela e prevenzione del territorio;- Aumentare la sicurezza reale e percepita da parte dei cittadini;- Offrire servizi di qualità e più vicini ai reali bisogni dei cittadini italiani e stranieri;20


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010- Migliorare l’autonomia delle persone fragili nel contesto familiare e di vita e sostenere le famiglie, italiane e straniere, nel lavoro di curadei minori, degli adulti e degli anziani, contrastando emarginazione e malessere;- Aumentare l’offerta del patrimonio abitativo destinato alla locazione;- Favorire la conciliazione degli impegni di lavoro con il ruolo dei genitori e offrire un ambiente che sviluppi le potenzialità dei bambini edei ragazzi;- Valorizzare le opportunità offerte dallo sport in termini di aggregazione sociale, di promozione del benessere fisico e di promozione dellacittà;Il programma “La città creativa” ha quali obiettivi strategici:- Consolidare l’dentità di Genova quale città universitaria di eccellenza e nodo strategico tra l’Europa ed il Mediterraneo;- Favorire l’aumento dei livelli di occupazione e promuovere la qualità del lavoro;- Favorire l’autonomia dei giovani come risorsa per il futuro della città;- Favorire l’insediamento e lo sviluppo delle attività produttive e commerciali in funzione dei bisogni dei cittadini dei consumatori;- Qualificare Genova tra le Capitali Europee di maggiore attrazione e coordinare l’offerta degli eventi culturali, economici, sportivi, deltempo libero, strutturando un cartellone integrato e attivando una comunicazione coordinata;- Promuovere la conoscenza e la cultura come elementi di crescita della città;- Favorire la compresenza in sinergia di attività produttive, attività culturali e risrose ambientali lungo la fascia costiera da Nervi a Vesima;Il programma “La città accessibile” si propone :- Di avvicinare i luoghi per i traffici delle merci e delle persone;- Rendere accessibili tutte le zone della città e accorciare distanze e tempi di percorrenza;- Sviluppare la Città Digitale, infrastruttura immateriale per il futuro di Genova;Il programma “La città sostenibile”, infine, si propone di:- Progettare la Genova del 2020 valorizzandone l’attività economica, produttiva, sociale e territoriale in un quadro di sostenibilità;- Aumentare la qualità urbana e la dotazione di servizi e infrastrutture nel centro storico e nei quartieri della città;- Migliorare la qualità e il grado di fruibilità del verde pubblico e degli spazi urbani in genere;- Realizzare gli obiettivi del Piano Urbano della Mobilità secondo un approccio orientato alla mobilità sostenibile;- Migliorare le condizioni di vivibilità del territorio e sviluppare politiche energetiche in un’ottica di sostenibilità ambientale;21


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Sotto il profilo della Programmazione Economico Finanziaria, come già avvenuto nel 2009, superando il criterio della spesa storica, il Bilancio2010 è stato costruito sulla base di schede progetto ed è stato definito e monitorato un sistema di obiettivi e indicatori gestionaliper ilmonitoraggio dei risultati dell’Ente;Le politiche di gestione del personale sono state volte ad implementare lo sviluppo del personale stesso attraversala valorizzazione delleprofessionalità, motivazione e merito.In ambito organizzativo nell’esercizio 2010, si è iniziato a mappare i vari profili di competenza nell’ottica di interventi mirati alla formazionedei dipendenti, mobilità interna in base alle competenze possedute;Sotto il profilo dell’informatica le politiche gestionali sono state attuate mirando : sia al potenziamento dell’infrastruttura server e di rete, siaal potenziamento delle modalità di accesso e fruizione ai Servizi demografici attivando il servizio di prenotazione on-line per la richiesta dicertificazioni anagrafiche e di stato civile;22


1.4 - LE POLITICHE FISCALI


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20101.4 - LE POLITICHE FISCALICon riferimento alla Programmazione economico-finanziaria, l’obiettivo strategico prioritario coincide con la realizzazione della stessa con glialtri livelli di governo locale ed attuare una politica coordinata a livello di ente anche con la costruzione di un sistema indicatori in sede diprogrammazione per il monitoraggio dei risultati dell’Ente.Nell’ambito dell’imposizione fiscale comunale intento dell’amministrazione è favorire l’evoluzione di un sistema più completo che permetta direalizzare il massimo grado di tutela della pretesa tributaria agevolando l’adempimento degli obblighi tributari da parte degli utenti fornendoun’informazione corretta ai cittadini e nel contempo contrastare l’evasione fiscale;Si stanno inoltre potenziando gli strumenti operativi di analisi dei dati finalizzati all’individuazione di fenomeni di evasione.Il Comune partecipa, inoltre, mediante la sottoscrizione di un protocollo d’intesa con l’Agenzia delle Entrate, alle azioni di accertamentodei tributi erariali.Per quanto riguarda il gettito fiscale ICI, che rappresenta la voce più importante tra le entrate tributarie, si fa presente che le aliquote per il2010 sono rimaste invariate rispetto all’anno precedente e che occorre quindi far riferimento alla Delibera di Consiglio Comunale n. 18 del12/03/2008.Per effetto di tale delibera è stata introdotta l’aliquota del 2 per mille per:- gli immobili situati nel centro storico, classificati nella categoria catastale C1 o C3, posseduti da soggetti che li utilizzano per attivitàartigianali o commerciali iniziate nel corso dell’anno 2008 e per un periodo di tre anni dall’iscrizione della nuova attività alla Camera diCommercio;- gli immobili locati ad organizzazioni non lucrative di utilità sociale riconosciute ai sensi del D.Lgs. 460/1997, che inizino la locazione nelcorso del 2008 e per un periodo di tre anni dalla registrazione del contratto di locazione.23


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Nella tabella seguente sono riportate le aliquote ICI attualmente in vigoreANNO 2010Prima casa 6Seconda casa 7 - 9Fabbricati produttivi 2 - 7Altro 2 -4 - 7Il Decreto Legge n. 93 del 27/05/2008 ha stabilito, a decorrere dall’anno 2008, l’esclusione dall’Ici delle unità immobiliari adibite ad abitazioneprincipale.La Legge 126/2008 ha inoltre stabilito che, fino alla definizione dei contenuti del nuovo patto di stabilità interno, in funzione della attuazione delfederalismo fiscale, è sospeso il potere delle regioni e degli enti locali di deliberare aumenti dei tributi, delle addizionali, delle aliquote ovvero dellemaggiorazioni di aliquote di tributi ad essi attribuiti con legge dello Stato.Con la medesima deliberazione C.C. n. 18 del 12 marzo 2008, è stato altresì approvato il “Regolamento per la variazione dell’aliquota dicompartecipazione dell’addizionale all’imposta sul reddito delle persone fisiche”, con il quale l’aliquota è stata portata, a partire dall’esercizio 2008,da 0,47 a 0,7 punti percentuali.24


1.5 L'ASSETTO ORGANIZZATIVO


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20101.5 - L’ASSETTO ORGANIZZATIVOSotto il profilo organizzativo, l’obiettivo strategico di adeguare il sistema organizzativo ed i principali strumenti operativi del Comune alleesigenze della governance cittadina è stato tradotto nel 2010 nella ridefinizione della macrostruttura organizzativa dell’Ente che, a seguitodelle deliberazioni della Giunta comunale nn.ri: 74/11.03.2010, 118/22.04.2010, 120/22.04.2010, 328/16.09.2010, 477/16.12.2010,503/30.12.2010, risulta rappresentata al 31.12.2010 dal seguente organigramma:25


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010In termini di consistenza numerica, il personale comunale al 31.12.2010 conta 6.362 unità, così suddivise per categorie e sesso:CATEGORIE MASCHI FEMMINE TOTALECategoria A 23 6 29Categoria B 462 699 1161Categoria C 1329 2303 3632Categoria D 557 846 1403Dirigenti 53 46 99TOTALE 2424 3900 6324PersonaleInsegnante 23 13 36Medici 2 0 2TOTALEGENERALE 2449 3913 6362- di cui n. 57 comandati c/o altri Enti26


1.6 LE PARTECIPAZIONI DELL'ENTE


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20101.6 – LE PARTECIPAZIONI DELL’ENTEDi seguito si riporta il grafico del gruppo comunale, distinguendo le società in controllate, collegate e partecipazioni minoritarie, sulla base delleinformazioni pervenute al momento di chiusura delle elaborazioni per il rendiconto dell’esercizio 2010.Comune di GenovaPPaar rrt tteecci iippaaz zi iioonniSocietà ControllateSocietà CollegateAltre partecipazioniPartecipazioni in dismissione ***ConsorziConsorzio VillaSerra 70,90%* in liquidazione con C.C 10/2008 ** in liquidazione con C.C 35/2010*** Le dismissioni sono state deliberate con le C.C 41, 49, e 116 del 2010**** Per Fidicom in data 27.12.2010 è pervenuta la comunicazione di accoglimento della richiesta di recesso.aggiornati al 31.12.2010A.M.I. S.p.A * Sportingenova S.p.A..100% **Fiera di Genova S.p.A.32%S.P.IM. S.p.A.100%A.M.I.U. S.p.A.97,03%A.S.Ter. S.p.A100%THEMIS S.r.l.69,93%Porto Antico S.p.A.51%Job Centre S.r.l.100%A.M.T. S.p.A.59%Ri.Ge.Nova S.r.l.51%A.se.F S.r.l100%Soc. per CorniglianoS.p.A.22,5%Finanziaria SviluppoUtilities S.r.lMarina Fiera di Genova S.p.A.18,90%Sistema Turistico Locale del GenovesatoSoc. consortile ar. l.12,61%S.G.M. Società Gestione Mercato S.ConsortileP.A.10%Stazioni Marittime S.p.A5%A.R.R.E.D..S.p.A2,04%.FILSE S.p.A.6,02%Banca Popolare Etica S.coop.p.a.0,06%Sviluppo Genova S.p.A.17,50%A.R.E Liguria S.p.A5%Sofincoop S.r.l.0,013%CO.AR.GE S.coop.r.l8,89%Multiservice S.p.A.20%Cooperfidi S.coop.r.l.4,30%Sviluppo Italia S.cons p.A.1,42%Finporto S.p.A.0,72%Fidicom S,coop.r.l ****0.02%Milano SerravalleMilano Tangenziali S.p.A.0,0005%Tunnel di Genova S.p.A.50%27


TECNICA DELLA GESTIONESEZIONE 2


2.1 ASPETTI FINANZIARI E ANDAMENTO DELLA GESTIONE COMPLESSIVA


2.1 ASPETTI FINANZIARI E ANDAMENTO DELLA GESTIONE COMPLESSIVA2.1.1 - Il Risultato d'esercizio2.1.2. - Destinazione Avanzo 20092.1.3 - La Gestione di Competenza2.1.4 - Le Entrate Correnti2.1.5 - Le Spese Correnti2.1.6 - Prelievi dal Fondo di riserva2.1.7 - La Spesa di Personale2.1.8 - Il Servizio Prestiti2.1.9. - Andamento storico del Residuo Debito2.1.10 - Il Conto Capitale2.1.11 - La Gestione dei Residui2.1.12 -La Gestione di Cassa2.1.13 - La Gestione della Liquidità2.1.14 - Il Patto di Stabilità2.1.15 - La Gestione delle Partecipazioni


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20102.1 – ASPETTI FINANZIARI E ANDAMENTO DELLA GESTIONE COMPLESSIVA2.1.1 – IL RISULTATO D’ESERCIZIOL’esercizio 2010 si conclude con un avanzo di € 31.553.925,57, calcolato, a’ sensi dell’ art.186 D.lgs n. 267 del 18.8.2000 ed è pari al FondoCassa finale, aumentato dei residui attivi e diminuito dei residui passivi determinati a fine esercizio.Secondo la modulistica prevista dal D.P.R 194/96, il risultato finale della gestione è di seguito rappresentato:GESTIONERESIDUI COMPETENZA TOTALEFondo di cassa al 1° gennaio ============= ============= 129.122.163,44RISCOSSIONI 316.937.835,02 859.096.499,64 1.176.034.334,66PAGAMENTI 310.388.144,53 855.645.956,14 1.166.034.100,67FONDO DI CASSA AL 31 DICEMBRE 139.122.397,43PAGAMENTI per azioni esecutive non regolarizzate al 31 dicembre 0DIFFERENZA 139.122.397,43RESIDUI ATTIVI 311.914.624,65 343.410.659,35 655.325.284,00RESIDUI PASSIVI 422.635.745,59 340.258.010,27 762.893.755,86DIFFERENZA -107.568.471,86AVANZO (+) O DISAVANZO (-) 31.553.925,57- FONDI VINCOLATI 0,00- FONDI PER FINANZIAMENTO SPESEIN CONTO CAPITALE 0,00- FONDI DI AMMORTAMENTO 0,00RISULTATO DI AMMINISTRAZIONE - FONDI NON VINCOLATI 0,0028


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Tale risultato è analizzato distintamente per la gestione di competenza e per la gestione dei residui ed è scomposto in quattro componenti(Bilancio Corrente, Bilancio di Conto Capitale, Bilancio Movimento Fondi, Bilancio dei Servizi per conto terzi), ciascuna delle quali ne analizza unaspetto;- Bilancio di Parte Corrente: risorse destinate alla gestione ordinaria dell’Ente;- Bilancio di Conto Capitale: risorse destinate a coprire le spese di conto capitale;- Bilancio Movimento Fondi: movimenti di pura natura finanziaria come le concessioni ed i rimborsi di crediti e le anticipazioni di cassa, chenon influenzano gli equilibri finanziari;- Bilancio dei servizi per conto terzi: operazioni che , al pari dei movimenti di fondi, non producono alcun effetto sull'attività economica delComune. Si tratta, infatti, di operazioni di origine finanziaria che vengono effettuate per conto di soggetti esterni all'ente.29


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010L’effettivo risultato dei diversi comparti può essere così rappresentato:RISULTATO DI COMPETENZAENTRATEUSCITEPrevisioni Previsioni Accertato Previsioni Previsioni ImpegnatoIniziali Definitive Iniziali DefinitiveTitolo 1 - Entrate Tributarie 202.418.047,00 307.028.047,00 304.432.874,65 Titolo 1 - Spese 651.272.982,00 771.326.036,00 738.580.893,84Titolo 2 - Entrate da Contributi e Trasferimenti 341.661.934,00 351.413.496,00Correnti348.165.405,37 Titolo 3 - Spese per 73.358.697,00 73.358.697,00 73.271.362,58Titolo 3 - Entrate Extratributarie 169.551.698,00 163.262.680,00Rimborso Prestiti152.653.022,20Avanzo Amministrazione 2009 applicato alla parte 3.000.000,00 6.742.023,00 0,00Corrente (+)Oneri di urbanizzazione destinati alla spesa corrente (+) 8.000.000,00 6.600.000,00 0,00Plusvalenze da alienazione beni Patrimoniali (+) 0 9.638.487,00 0,00Totale 724.631.679,00 844.684.733,00 805.251.302,22 724.631.679,00 844.684.733,00 811.852.256,42RISULTATO BILANCIO DI PARTE CORRENTE -6.600.954,20Titolo 4 - Entrate da Alienazioni, Trasferimenti. 178.698.821,00 238.195.610,00 105.273.989,76 Titolo 2 - Spese in 251.137.728,00 331.973.665,00 169.850.529,74Conto CapitaleTitolo 5 - Entrate da Accensione di Prestiti 80.438.907,00 110.016.542,00 77.780.686,76Oneri di urbanizzazione destinati alla spesa corrente (-) 8.000.000,00 6.600.000,00 0,00Plusvalenze da alienazione beni Patrimoniali (-) 0 9.638.487,00 0,00Totale 251.137.728,00 331.973.665,00 183.054.676,52 251.137.728,00 331.973.665,00 169.850.529,74RISULTATO BILANCIO DI CONTO CAPITALE 13.204.146,7830


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Previsioni Previsioni Accertato Previsioni Previsioni ImpegnatoIniziali Definitive Iniziali DefinitiveTitolo 4 - Cat. 6-Riscossione di crediti 150.964.553,00 170.964.553,00Titolo 2- Int.10 -135.032.483,60 Concessione di crediti 150.964.553,00 170.964.553,00 135.032.483,60Titolo 5 - Cat.1 - Anticipazioni di Cassa 178.189.593,00 178.189.593,00e Anticipazioni0,00Titolo 3 - Int.1 - 178.189.593,00 178.189.593,00 0,00Rimborso perTotaleAnticipazioni di Cassa329.154.146,00 349.154.146,00 135.032.483,60 329.154.146,00 349.154.146,00 135.032.483,60RISULTATO BILANCIO MOVIMENTO FONDI 0,00Titolo 6 - Entrate servizi c/terzi 140.993.000,00 142.691.000,00 79.168.696,65 Titolo 4 - Spese 140.993.000,00 142.691.000,00 79.168.696,65servizi c/terziTotale 140.993.000,00 142.691.000,00 79.168.696,65 140.993.000,00 142.691.000,00 79.168.696,65RISULTATO BILANCIO SERVIZI C/TERZI 0,00TOTALE GENERALE 1.445.916.553,00 1.668.503.544,00 1.202.507.158,00 1.445.916.553,00 1.668.503.544,00 1.195.903.966,00RISULTATO BILANCIO DI COMPETENZA 6.603.192,5831


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010RISULTATO DELLA GESTIONE RESIDUIENTRATE USCITEResidui all' Residui Maggiori/Minori Residui all' Residui passivi Minori Residui1-1-2010 Riaccertati al Accertamenti 1-1-2010 riaccertati al passivi31-12-2010 31-12-2010Titolo 1-Entrate Tributarie 106.024.185,56 96.654.353,16 -9.369.832,40 Titolo 1- Spese Correnti 275.397.749,48 243.734.413,14 31.663.336,34Titolo 2-Entrate da Contributi e 52.209.978,93 49.763.275,36 -2.446.703,57 Titolo 3- Spese per Rimborso 1.741.758,82 1.741.758,82 0,00Trasferimenti PrestitiTitolo 3- entrate Extratributarie 69.771.601,14 60.177.744,35 -9.593.856,79Totale 228.005.765,63 206.595.372,87 -21.410.392,76277.139.508,30 245.476.171,96 31.663.336,34RISULTATO GESTIONE RESIDUI BILANCIO PARTE CORRENTE 10.252.943,58Titolo 4 - Entrate da Alienazioni, 192.901.557,73 178.623.820,11 -14.277.737,62 Titolo 2 - Spese in Conto 555.051.960,82 462.735.463,74 92.316.497,08Trasferimenti.CapitaleTitolo 5 - Entrate da Accensione di Prestiti 248.406.240,04 168.102.939,76 -80.303.300,28Totale 441.307.797,77 346.726.759,87-94.581.037,90228.005.765,63 228.005.765,63 228.005.765,63RISULTATO GESTIONE RESIDUI BILANCIO CONTO CAPITALE -2.264.540,8232


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010ENTRATE USCITEResidui all' Residui Maggiori/Minori Residui all' Residui passivi Minori Residui1-1-2010 Riaccertati al Accertamenti 1-1-2010 riaccertati al passivi31-12-2010 31-12-2010ENTRATEUSCITETitolo 4 -Cat.6 -Riscossione di crediti 67.189.988,10 64.306.989,29 -2.882.998,81 Titolo 2 – Int.10 Concessioni di 10.807.906,20 8.044.526,88 2.763.379,32crediti e anticipazioniTitolo 5 -Cat.1 -Anticipazioni di Cassa 0,00 0,00Titolo 3- Int. 1-0,00 Rimborso per Anticipazioni 0,00 0,00 0,00di CassaTotale 67.189.988,10 64.306.989,29 -2.882.998,8110.807.906,20 8.044.526,88 2.763.379,32RISULTATO GESTIONE RESIDUI BILANCIO MOVIMENTO FONDI -119.619,49Titolo 6 - Entrate servizi c/terzi 11.366.603,4 11.223.337,64 -143.265,83Titolo 4 - Spese per servizi 17.724.157,78 16.767.727,54 956.430,24c-terziTotale 11.366.603,47 11.223.337,64 -143.265,83 17.724.157,78 16.767.727,54 956.430,24RISULTATO GESTIONE RESIDUI BILANCIO SERVIZI C/TERZI 813.164,41Totale Generale Entrate 747.870.154,97 628.852.459,67 -119.017.695,30860.723.533,10 733.023.890,12 127.699.642,98RISULTATO GESTIONE RESIDUI 8.681.947,6833


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Considerando le singole gestioni, si hanno pertanto i seguenti risultati:DIMOSTRAZIONE AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 2010Risultato Gestione Competenza 6.603.192,58Risultato Gestione Residui 8.681.947,68Avanzo 2009 applicato alla parte corrente 6.742.023,00Avanzo 2009 non applicato 9.526.762,31RISULTATO DI AMMINISTRAZIONE 31.553.925,5734


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Gli equilibri di competenza devono tenere conto dei seguenti fattori:- applicazione dell’avanzo 2009 per un importo pari a 6,742 milioni di euro;- il finanziamento di spese correnti con oneri di urbanizzazione, per un importo pari a € 6.600 mila euro (art.2 c.8 L. 24.12.2007 n. 244 50%finanziamenti spese correnti, 25% manutenzione ordinaria);- la destinazione del plusvalore derivante dall’alienazione di immobili (Tit.IV entrata) pari a 5,788 milioni di euro al rimborso della quotacapitale delle rate di ammortamento dei mutui (facoltà concessa dall’art.1, comma 66, legge 311/2004 (Legge Finanziaria 2005);L’effettivo risultato della gestione di competenza dei due comparti :BILANCIO COMPETENZA CORRENTE 2010BILANCIO DI PARTE CORRENTEBILANCIO DI CONTO CAPITALETitolo 1- Entrate Tributarie 304.432.874,65 Titolo 1 -Spese Correnti 738.580.893,84 Titolo 4 - Entrate da 105.273.989,76 Titolo 2 -Spese in 169.850.529,74Alienazione econto capitaleTitolo 2 -Entrate da Contributi 348.165.405,37 Titolo 3 - Spese per 73.271.362,58 Trasferimentie TrasferimentiRimborso PrestitiTitolo 5- Entrate da 77.780.686,76Titolo 3 - Entrate 152.653.022,20 Accensione di Prestiti (alExtratributarienetto Anticipazioni diOneri di urbanizzazione 6.600.000,00 Tesoreria)destinati alle spese correnti (+)Oneri di urbanizzazione 6.600.000,00Plusvalenze da alienazioni beni 5.788.486,00 destinati alle spese correnti (-)patrimoniali (+)Avanzo 2009 applicato alla 6.742.023,00 Plusvalenze da 5.788.486,00parte correntealienazioni benipatrimoniali (-)Totale 824.381.811,22 811.852.256,42 Totale 170.666.190,52 169.850.529,74RISULTATO BILANCIO DI PARTE CORRENTE 12.529.554,80 RISULTATO BILANCIO DI CONTO CAPITALE 815.660,7835


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Il risultato di amministrazione, come richiesto dall’art. 187 comma 1 del T.U.E.L., viene scomposto, ai fini del suo utilizzo o ripiano, nelleseguenti componenti:- Fondi vincolati per mantenimento Fondo rischi su crediti € 9.500.000,00 ;- Fondi vincolati di parte corrente € 481.749,15;- Fondi per il finanziamento spese in conto capitale € 815.660,78;- Fondi non vincolati € 20.756.515,64;36


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20102.1.2 – DESTINAZIONE AVANZO 2009 AL BILANCIO DI PARTE CORRENTE DELL’ESERCIZIO 2010TITOLO FUNZIONE SERVIZIO INTERVENTO DESCRIZIONEDESTINAZIONE PARTE CORRENTED.C. 101 17/12/2009 - DOCUMENTI PREVISIONALI PROGRAMMATICI 2010/20121 1 3 8 Oneri Straordinari della Gestione Corrente € 3.000.000,00D.C. 42/08.06.2010 V NOTA DI VARIAZIONE AI DOCUMENTI PREVISIONALI E PROGRAMMATICI 2010/2012Totale € 3.000.000,001 1 1 3 Prestazione di Servizi € 40.500,001 11 2 3 Prestazione di Servizi1 11 2 3 Prestazione di Servizi € 312.740,00Totale € 353.240,00D.C. 75/21.09.2010 IX NOTA DI VARIAZIONE AI DOCUMENTI PREVISIONALI E PROGRAMMATICI 2010/20121 1 2 3 Prestazione di Servizi € 244,00Totale € 244,00D.C. 102/ 23/11/2010 XIII NOTA DI VARIAZIONE AI DOCUMENTI PREVISIONALI E PROGRAMMATICI 2010/2012ASSESTAMENTO DI BILANCIO1 1 2 1 Personale € 26.445,001 1 7 3 Prestazione di Servizi € 18.825,001 1 8 3 Prestazione di Servizi € 100.000,001 3 1 3 Prestazione di Servizi € 40.000,001 10 1 3 Prestazione di Servizi € 2.050.205,001 10 4 3 Prestazione di Servizi € 589.239,001 5 2 5 Trasferimenti € 400.000,001 5 2 5 Trasferimenti € 154.731,001 10 4 5 Trasferimenti € 7.300,001 1 3 7 Imposte e Tasse € 1.794,00DESTINAZIONE PARTE CORRENTE Totale € 3.388.539,00TOTALE DESTINAZIONE AVANZO PARTE CORRENTE 2009 € 6.742.023,0037


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20102.1.3 – LA GESTIONE DI COMPETENZALe previsioni di bilancio dell'esercizio finanziario 2010, approvate con deliberazione del Consiglio Comunale n. 101 del 17 dicembre 2010, sonostate adeguate all’andamento gestionale mediante l’adozione dei seguenti provvedimenti: D.C. n.11/09.03.2010, D.C. n.12/09.03.2010, D.C. n. 14/16.03.2010, D.G. n.136/29.04.2010, D.C. n. 35/25.05.2010, D.G. n. 188/27.05.2010, D.G. n. 212/17.06.2010, D.G. n.268/30.07.2010, D.G. n. 347/30.09.2010, D.C. n. 87/19.10.2010,D.C. n. 101/23.11.2010, D.C. n. 102/23.11.2010.Le modifiche effettuate comprendono sia provvedimenti di storno che l’applicazione di maggiori entrate a beneficio di ulteriori spese;Le tabelle successive riassumono la gestione di competenza 2010 : in esse vengono evidenziate , per titolo l’andamento della previsione dal datoiniziale a quello definitivo, la consistenza di accertamenti ed impegni, nonché delle riscossioni e pagamenti, fino alla determinazione dei residui inconto competenza.I principali scostamenti rispetto alle previsioni iniziali sono dovuti :- Per la parte corrente, all’iscrizione, in sede di variazione di bilancio della Tariffa Igiene Ambientale in considerazione della sentenza della CorteCostituzionale n. 238/2009 che ne ha sancito la natura tributaria , in quanto la stessa, così come regolata dall’art. 49 del D.Lgs. n. 22/1997 e dal D.P.R.158/1999, presenta tutte le caratteristiche del tributo identificando quindi nel Comune il soggetto attivo del prelievo, per la quale sono state variate leprevisioni iniziali, sia in entrata che in uscita per 104,61 milioni di euro (D.G. 136/29.4.2010), e a maggiori entrate correnti relative a trasferimentifinalizzati;- Per il conto capitale, principalmente a varie operazioni immobiliari approvate nel corso dell’esercizio 2010 dal Consiglio Comunale e atrasferimenti di conto capitale . Per questi ultimi gli importi più significativi, con riferimento all’assestato 2010, sono rappresentati da quelliprovenienti dallo Stato per interventi diversi per eventi alluvionali del 4/10/2010 (tramite Commissario delegato con ordinanza del Consiglio deiMinistri 22/10/2010 n. 3903) (D.G. 388/2010), trasferimenti dalla Regione (Contributi per abbattimento barriere archietettoniche di cui alla L.R.15/89 e s.m.i. tra cui la L.R. 17/2007 ) e contributi per programmi locali per la casa – cosiddetti Interventi di Social Housing – D.G.R. N.39/03.02.2010);38


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010ENTRATAPREVISIONE PREVISIONE % ACCERTATO RISCOSSO RESIDUITitolo DESCRIZIONE INIZIALE DEFINITIVA SCOSTAMENTO DA RIPORTARE0 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 3.000.000,00 6.742.023,00 124,73 0,00 0,00 0,001 ENTRATE TRIBUTARIE 202.418.047,00 307.028.047,00 51,68 304.432.874,65 211.461.296,44 92.971.578,212 ENTRATE DERIVANTI DA CONTRIBUTI E 341.661.934,00 351.413.496,00 2,85 348.165.405,37 317.053.985,30 31.111.420,07TRASFERIMENTI CORRENTI DELLO STATO3 ENTRATE EXTRATRIBUTARIE 169.551.698,00 163.262.680,00 -3,71 152.653.022,20 119.535.343,39 33.117.678,814 ENTRATE DERIVANTI DA ALIENAZIONI, DA 329.663.374,00 409.160.163,00 24,11 240.306.473,36 135.834.940,35 104.471.533,015TRASFERIMENTI DI CAPITALEENTRATE DERIVANTI DA ACCENSIONI DI 258.628.500,00 288.206.135,00 11,44 77.780.686,76 595.000,00 77.185.686,76PRESTITI6 ENTRATE DA SERVIZI PER CONTO DI TERZI 140.993.000,00 142.691.000,00 1,20 79.168.696,65 74.615.934,16 4.552.762,49TOTALE 1.445.916.553,00 1.668.503.544,00 15,39 1.202.507.158,99 859.096.499,64 343.410.659,35USCITAPREVISIONE PREVISIONE % IMPEGNATO PAGATO DIFFERENZA DATitolo DESCRIZIONE INIZIALE DEFINITIVA SCOSTAMENTO RIPORTARE1 SPESE CORRENTI 651.272.982,00 771.326.036,00 18,43 738.580.893,84 574.592.659,98 163.988.233,862 SPESE IN CONTO CAPITALE 402.102.281,00 502.938.218,00 25,08 304.883.013,34 140.261.306,22 164.621.707,123 SPESE PER RIMBORSO DI PRESTITI 251.548.290,00 251.548.290,00 0,00 73.271.362,58 73.266.550,59 4.811,994 SPESE PER SERVIZI PER CONTO DI 140.993.000,00 142.691.000,00 1,20 79.168.696,65 67.525.439,35 11.643.257,30TERZITOTALE 1.445.916.553,00 1.668.503.544,00 15,39 1.195.903.966,41 855.645.956,14340.258.010,2739


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Gli stessi dati vengono analizzati con maggior dettaglio nelle tabelle successive:Entrate per titolo-categoriaTitolo Categoria Previsioni Previsioni Accertato % Riscossioni %Iniziali Definitive attendibilità realizzazione1 Entrate tributarie1 Imposte 201.243.047,00 201.243.047,00 200.248.595,39 99,51 132.556.451,52 66,202 Tasse 75.000,00 104.685.000,00 102.980.528,56 98,37 77.805.700,09 75,553 Tributi Speciali ed altre entrate tributarie proprie 1.100.000,00 1.100.000,00 1.203.750,70 109,4 1.099.144,83 91,31Totale Titolo 1 202.418.047,00 307.028.047,00 304.432.874,65 99,15 211.461.296,44 69,462 Entrate derivanti da Contributi e Trasferimenti correnti dello Stato1 Contributi e trasferimenti correnti dallo Stato 247.526.373,00 252.761.905,00 253.719.221,89 100,3 241.345.551,94 95,122 Contributi e Trasferimenti correnti dalla Regione 91.681.240,00 94.835.306,00 90.857.013,34 95,81 74.760.138,95 82,283 Contributi e Trasferimenti dalla Regione per funzioni delegate 542.651,00 542.651,00 542.651,00 100,0 272.651,00 50,244 Contributi e Trasferimenti da Organismi Comunitari e Internazionali 808.670,00 960.640,00 752.025,78 78,28 85.142,21 11,325 Contributi e Trasferimenti correnti da altri Enti del settore pubblico 1.103.000,00 2.312.994,00 2.294.493,36 99,20 590.501,20 25,743 Entrate ExtratributarieTotale Titolo 2 341.661.934,00 351.413.496,00 348.165.405,37 99,08 317.053.985,30 91,061 Proventi dei servizi pubblici 49.751.432,00 50.425.432,00 47.859.119,63 94,91 41.789.020,28 87,322 Proventi dei beni dell'Ente 32.108.504,00 33.599.926,00 35.118.386,19 104,5 29.188.042,20 83,113 Interessi su anticipazioni e crediti 2.613.700,00 2.613.700,00 2.850.164,19 109,0 2.823.847,42 99,084 Utili netti delle Aziende Speciali e Partecipate,Dividendi di Società 24.351.549,00 11.143.869,00 11.378.942,00 102,1 11.378.942,00 100,005 Proventi Diversi 60.726.513,00 65.479.753,00 55.446.410,19 84,68 34.355.491,49 61,96Totale Titolo 3 169.551.698,00 163.262.680,00 152.653.022,20 93,50 119.535.343,39 78,314 Entrate derivanti da Alienazioni,Trasferimenti di capitale eRiscossione di Crediti1 Alienazione di beni patrimoniali 9.208.667,00 50.028.532,00 16.701.195,87 33,38 3.659.720,30 21,912 Trasferimenti di capitale dallo Stato 74.822.864,00 88.802.016,00 26.910.669,80 30,30 14.949.295,24 55,553 Trasferimenti di capitale dalla Regione 52.053.663,00 55.957.533,00 44.841.041,82 80,13 6.652.822,92 14,844 Trasferimenti di capitale da altri Enti del settore Pubblico 3.015.000,00 3.352.404,00 822.716,44 24,54 326.756,78 39,725 Trasferimenti di capitale da altri soggetti 39.598.627,00 40.055.125,00 15.998.365,83 39,94 13.148.621,58 82,196 Riscossione di Crediti 150.964.553,00 170.964.553,00 135.032.483,60 78,98 97.097.723,53 71,91Totale Titolo 4 329.663.374,00 409.160.163,00 240.306.473,36 58,73 135.834.940,35 56,5340


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Titolo Categoria Previsioni Previsioni Accertato % Riscossioni %Iniziali Definitive attendibilità realizzazione5 Entrate derivanti da Accensione di Prestiti1 Anticipazioni di Cassa 178.189.593,00 178.189.593,00 0,00 0,00 0,00 100,003 Assunzione di Mutui e Prestiti 80.438.907,00 106.064.680,00 73.744.765,00 69,53 48.194,99 0,074 Emissione di Prestiti Obbligazionari 0,00 3.951.862,00 4.035.921,76 102,1 546.805,01 13,55Totale Titolo 5 258.628.500,00 288.206.135,00 77.780.686,76 26,99 595.000,00 0,766 Entrate da servizi per conto di terzi1 Ritenute previdenziali e assistenziali 28.792.000,00 28.800.000,00 21.272.377,05 73,86 21.272.377,05 100,002 Ritenute Erariali 44.000.000,00 44.000.000,00 38.497.634,54 87,49 38.467.634,54 99,923 Altre Ritenute al personale 10.145.000,00 10.389.000,00 6.228.985,67 59,96 5.944.965,31 95,444 Depositi cauzionali 900.000,00 1.150.000,00 712.630,98 61,97 680.102,83 95,445 Rimborso spese per servizi c/terzi 51.156.000,00 51.552.000,00 9.039.555,07 17,53 5.373.832,60 59,456 Rimborso per anticipazione di fondi per il servizio economato 5.000.000,00 5.000.000,00 2.430.000,00 48,60 1.889.508,49 77,767 Restituzione depositi per spese contrattuali 1.000.000,00 1.800.000,00 987.513,34 54,86 987.513,34 100,00Totale Titolo 6 140.993.000,00 142.691.000,00 79.168.696,65 55,48 74.615.934,16 94,25Totale Entrate 1.442.916.553,00 1.661.761.521,00 1.202.507.158,99 72,36 859.096.499,64 71,44Avanzo di Amministrazione 3.000.000,00 6.742.023,00Totale Generale Entrate 1.445.916.553,00 1.668.503.544,001.202.507.158,99 72,07 859.096.499,64 71,4441


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Spese per Titolo-InterventoTitolo Intervento Previsioni Previsioni Impegnato % Pagato %Iniziali Definitive attendibilità realizzazione1 Spese Correnti1 Personale 253.624.131,00 249.819.011,00 246.722.886,70 98,76 220.503.449,11 89,372 Acquisto di materie prime e/o beni di consumo 4.784.836,00 5.628.477,00 5.572.716,03 99,01 2.771.105,62 49,733 Prestazione di Servizi 160.459.570,00 285.832.782,00 281.730.515,03 98,56 201.282.076,40 71,444 Utilizzo di beni di terzi 12.339.005,00 12.530.820,00 12.349.831,97 98,56 11.442.981,92 92,665 Trasferimenti 112.662.939,00 123.627.918,00 118.389.834,29 95,76 87.001.888,80 73,496 Interessi passivi e Oneri finanziari diversi 47.919.719,00 43.262.124,00 43.239.754,56 99,95 37.458.772,63 86,637 Imposte e Tasse 28.195.920,00 28.804.346,00 22.253.681,79 77,26 13.701.364,53 61,578 Oneri straordinari della gestione corrente 20.102.132,00 14.898.372,00 8.321.673,47 55,86 431.020,97 5,189 Ammortamenti di esercizio 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,0010 Fondo svalutazione crediti 4.672.000,00 4.672.000,00 0,00 0,00 0,0011 Fondo di riserva 6.512.730,00 2.250.186,00 0,00 0,00 0,002 Spese in Conto CapitaleTotale Titolo 1 651.272.982,00 771.326.036,00 738.580.893,84 95,75 574.592.659,98 77,801 Acquisizione di beni immobili 225.812.792,00 299.631.097,00 157.778.490,47 52,66 24.402.795,49 15,472 Espropri e servitù onerose 0,00 0,00 0,00 0,005 Acquisizione di beni mobili, macchine ed attrezzature tecn./scient. 5.973.124,00 5.598.206,00 1.454.916,49 25,99 35.951,35 2,476 Incarichi Professionali esterni 376.600,00 806.600,00 636.641,35 78,93 22.365,82 3,517 Trasferimenti di capitale 17.675.212,00 23.072.762,00 8.666.982,43 37,56 2.889.971,53 33,348 Partecipazioni azionarie 1.300.000,00 2.665.000,00 1.313.499,00 49,29 0,00 0,009 Conferimenti di capitale 0,00 200.000,00 0,00 0,00 0,0010 Concessioni di crediti e anticipazioni 150.964.553,00 170.964.553,00 135.032.483,60 78,98 112.910.222,03 83,62Totale Titolo 2 402.102.281,00 502.938.218,00 304.883.013,34 60,62 140.261.306,22 46,0042


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Titolo Intervento Previsioni Previsioni Impegnato % Pagato %Iniziali Definitive attendibilità realizzazione3 Spese per rimborso di prestiti1 Rimborso per enticipazioni di cassa 178.189.593,00 178.189.593,00 0,00 0,00 0,00 0,003 Rimborso di quota capitale di mutui e prestiti 49.005.273,00 49.005.273,00 48.917.938,58 99,82 48.913.127,58 99,994 Rimborso di prestiti obbligazionari 24.353.424,00 24.353.424,00 24.353.424,00 100,00 24.353.423,01 100,00Totale Titolo 3 251.548.290,00 251.548.290,00 73.271.362,58 29,13 73.266.550,59 99,994 Spese per Servizi per conto di terzi1 Ritenute previdenziali e assistenziali al personale 28.792.000,00 28.800.000,00 21.272.377,05 73,86 18.436.881,71 86,672 Ritenute Erariali 44.000.000,00 44.000.000,00 38.497.634,54 87,49 33.691.727,42 87,523 Altre ritenute al personale per conto di terzi 10.145.000,00 10.389.000,00 6.228.985,67 59,96 5.995.534,58 96,254 Restituzione di depositi cauzionali 900.000,00 1.150.000,00 712.630,98 61,97 23.316,82 3,275 Spese per servizi per conto di terzi 51.156.000,00 51.552.000,00 9.039.555,07 17,53 6.064.731,18 67,096 Anticipazione di fondi per il servizio economato 5.000.000,00 5.000.000,00 2.430.000,00 48,60 2.430.000,00 100,007 Restituzione di depositi per spese contrattuali 1.000.000,00 1.800.000,00 987.513,34 54,86 883.247,64 89,44Totale Titolo 4 140.993.000,00 142.691.000,00 79.168.696,65 55,48 67.525.439,35 85,29Totale Generale Spese 1.445.916.553,00 1.668.503.544,00 1.195.903.966,41 71,68 855.645.956,14 71,5543


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20102.1.4 – LE ENTRATE CORRENTIDi seguito sono rappresentate le entrate che caratterizzano la gestione ordinaria dell’ente, accertate al 31.12.2010 per € 805.251.302,22:ENTRATE CORRENTIPrevisioni Accertato Scostamento su %Titolo Categoria Definitive Previsionidefinitive Scostamento1 ENTRATE TRIBUTARIE1 Imposte 201.243.047,00 200.248.595,39 -994.451,61 -0,49%2 Tasse 104.685.000,00 102.980.528,56 -1.704.471,44 -1,63%3 Tributi Speciali ed altre entrate tributarie proprie 1.100.000,00 1.203.750,70 103.750,70 9,43%Totale Titolo2 ENTRATE DERIVANTI DA CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI1 307.028.047,00 304.432.874,65 -2.595.172,35-0,85%CORRENTI DALLO STATO1 Contributi e trasferimenti correnti dallo Stato 252.761.905,00 253.719.221,89 957.316,89 0,38%2 Contributi e Trasferimenti correnti dalla Regione 94.835.306,00 90.857.013,34 -3.978.292,66 -4,19%3 Contributi e Trasferimenti dalla Regione per funzioni delegate 542.651,00 542.651,00 0,00 0,00%4 Contributi e Trasferimenti da Organismi Comunitari e Internazionali 960.640,00 752.025,78 -208.614,22 -21,72%5 Contributi e Trasferimenti correnti da altri Enti del settore pubblico 2.312.994,00 2.294.493,36 -18.500,64 -0,80%Totale Titolo 2 351.413.496,00 348.165.405,37 -3.248.090,63-0,92%3 ENTRATE EXTRATRIBUTARIE1 Proventi dei servizi pubblici 50.425.432,00 47.859.119,63 -2.566.312,37 -5,09%2 Proventi dei beni dell'Ente 33.599.926,00 35.118.386,19 1.518.460,19 4,52%3 Interessi su anticipazioni e crediti 2.613.700,00 2.850.164,19 236.464,19 9,05%4 Utili netti delle Aziende Speciali e Partecipate,Dividendi di Società 11.143.869,00 11.378.942,00 235.073,00 2,11%5 Proventi Diversi 65.479.753,00 55.446.410,19 -10.033.342,81 -15,32%Totale Titolo 3 163.262.680,00 152.653.022,20 -10.609.657,80-6,50%Importo totale 821.704.223,00 805.251.302,22 -16.452.920,78-2,00%44


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010ENTRATE TRIBUTARIE PROPRIEIl gettito fiscale ICI, rappresenta una delle voci più importanti tra le entrate tributarie, oltre alla TIA che come già detto la sentenza della CorteCostituzionale n. 238/2009 ne ha sancito la natura tributaria.Le aliquote I.C.I. per il 2010 sono rimaste invariate rispetto all’anno precedente e occorre quindi far riferimento alla Delibera di Consiglio Comunalen. 18 del 12/03/2008.Per effetto di tale delibera è stata introdotta l’aliquota del 2 per mille per:- gli immobili situati nel centro storico, classificati nella categoria catastale C1 o C3, posseduti da soggetti che li utilizzano per attivitàartigianali o commerciali iniziate nel corso dell’anno 2008 e per un periodo di tre anni dall’iscrizione della nuova attività alla Camera di Commercio;- gli immobili locati ad organizzazioni non lucrative di utilità sociale riconosciute ai sensi del D.Lgs. 460/1997, che inizino la locazione nel corsodel 2008 e per un periodo di tre anni dalla registrazione del contratto di locazione.Il recupero evasione I.C.I. ed altre imposte registrano un trend positivo, in particolare il recupero evasione I.C.I. registra 2,5 milioni di euro inpiù rispetto alla previsione assestata.45


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Infine le entrate tributarie accertate nel 2010 sono confrontate con quelle del biennio precedente:DETTAGLIO ENTRATE TRIBUTARIE - Triennio 2008-20102010Titolo Categoria AccertatoAccertatoAccertato2008 2009 20101 ENTRATE TRIBUTARIE1 ImposteAddizionale Comunale energia Elettrica 4.174.070,44 4.487.120,38 4.547.668,18Addizionale Irpef 58.907.698,88 56.800.000,00 56.800.000,00Altre Imposte 20.823,19 19.767,23 47.130,00Compartecipazione Irpef 17.052.979,47 17.843.047,73 17.861.404,70I.C.I. 111.381.611,73 109.600.000,00 110.000.000,00I.C.I. - Recupero Evasione 9.283.036,87 9.716.414,06 10.992.392,51Totale Categoria 1 200.820.220,58198.466.349,40 200.248.595,392 TasseAltre Tasse 23.449,26 5.247,91 0,00T.os.a.p. 6.682,20 3.103,53 4.510,89T.S.R.S.U - recupero evasione 122.238,33 22.538,19 376.840,70Tasse arretrate 82.851,80 14.127,56 31.064,77Tributo Igiene Ambientale 102.568.112,20Totale Categoria 2 235.221,59 45.017,19 102.980.528,563 Tributi Speciale ed altre EntrateTributarie ProprieAltri tributi propri 712,71 890,52 1.861,84Diritti Pubbliche Affissioni 1.329.422,57 1.184.128,59 1.201.888,86Totale Categoria 3 1.330.135,28 1.185.019,11 1.203.750,70TOTALE TITOLO 1 202.385.577,45 199.696.385,70 304.432.874,65TOTALE TITOLO 1 al netto T.I.A. 202.385.577,45 199.696.385,70 201.864.762,4546


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010ENTRATE DA CONTRIBUTI E TRASFERIMENTILa categoria 1 è rappresentata dai trasferimenti dello Stato per Leggi finanziarie, comprende in particolare il fondo ordinario, fondo consolidato,fondo perequativo fiscalità locale, il contributo compensativo per minori introiti ICI prima casa.Negli ultimi anni vi è stato un costante calo del trasferimento ordinario e del fondo sviluppo investimenti, quest’ultimo dovuto alla riduzione deicontributi erogati dallo Stato sui mutui a carico dell’Ente.I trasferimenti dell’esercizio 2010 sono stati determinati tenendo conto del consolidamento della quota parte di riduzione complessiva di 313 milionidi euro del fondo ordinario di cui all’articolo 2, comma 31, della legge n. 244 del 2007 per presunti risparmi a seguito della revisione dei costi dellapolitica (per il Comune di Genova la decurtazione sul fondo ordinario è di € 4,6 milioni), del consolidamento della quota parte della riduzionecomplessiva di 200 milioni di euro del fondo ordinario, come previsto dall’articolo 61, comma 11, del decreto legge 25 giugno 2008 n. 112 , convertitodalla legge n. 133 del 6 agosto 2008 pari a 3,3 milioni di euro e l’applicazione della riduzione complessiva di 12 milioni di euro del fondo ordinario,di cui all’articolo 2, comma 183, della legge 23 dicembre 2009, n. 191 (finanziaria 2010) (quantificati per il Comune di Genova 0,128 milioni dieuro).Inoltre, in ordine ai trasferimenti ordinari per minor gettito ICI fabbricati Cat. D (L.296/2006) il trasferimento è passato da 6,6 milioni dieuro a 3,9 milioni di euro.I principali trasferimenti Regionali contabilizzati sono il contributo per il trasporto pubblico locale, (75 milioni di euro), il contributo per il FondoSociale ex legge 328/2000 (accertato in circa 5,8 milioni di euro), il contributo per borse di studio di cui alla legge regionale 15/2006 art.12 comma 1per oltre 1,6 milioni di euro, contributo per il sostegno alla locazione di cui alla L.431/1998..47


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Di seguito è illustrato l’andamento nel medio periodo dei trasferimenti statali per leggi finanziarie e l’andamento complessivo dei trasferimenti:Andamento medio periodo trasferimenti statali per Leggi FinanziarieDESCRIZIONE 2006 2007 2008 2009 2010Trasferimenti dallo Stato per Oneri Mutui 13.362.857,53 11.625.180,41 8.085.825,07 6.294.230,40 4.858.785,25Trasferimenti Erariali dal Fondo Consolidato 18.956.625,60 18.956.625,60 18.956.625,60 18.956.625,60 18.956.625,60Trasferimenti Erariali dal Fondo Ordinario 25.691.378,91 112.188.910,24 122.145.518,15 116.980.954,48 113.010.224,61Trasferimento Perequativo dei Disequilibri di Fiscalità locale 13.368.176,59 13.368.176,59 13.368.176,59 13.368.176,59 13.368.176,59TOTALE 71.379.038,63 156.138.892,84 162.556.145,41 155.599.987,07 150.193.812,05Andamento medio periodo trasferimenti complessivi2006 2007 2008 2009 20101 Contributi e trasferimenti correnti dallo Stato 111.580.257,82 187.272.944,52 264.920.885,74 253.643.486,17 253.719.221,892 Contributi e Trasferimenti correnti dalla Regione 91.998.143,96 101.141.305,74 121.074.244,27 96.604.813,13 90.857.013,343 Contributi e Trasferimenti dalla Regione per funzioni delegate 2.651,00 482.651,00 542.651,00 565.951,00 542.651,004 Contributi e Trasferimenti da Organismi Comunitari e Internazionali 331.723,16 100.290,00 99.928,00 689.225,62 752.025,785 Contributi e Trasferimenti correnti da altri Enti del settore pubblico 1.249.745,65 1.138.093,33 2.140.115,73 3.031.822,69 2.294.493,36Totale Entrate da trasferimenti 205.162.521,59 290.135.284,59 388.777.824,74 354.535.298,61 348.165.405,37Si evidenzia l’incremento dei trasferimenti statali dal 2007 per effetto del meccanismo legato alla compartecipazione Irpef ed al già citatotrasferimento compensativo dei minori introiti ICI sull’abitazione principale.48


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010ENTRATE EXTRATRIBUTARIELe entrate extratributarie sono state contabilizzate nel corso del 2010 per un importo pari a € 152.653.022,20 a fronte di una previsione definitiva di €163.262.680,00.Gli utili relativi al 2009 e distribuiti nel 2010 provengono dalla Società Milano-Serravalle, dalla Società Sviluppo Utilities e dall’Azienda serviziFunebri;I maggiori scostamenti dell’accertato rispetto alla previsione definitiva derivano principalmente del minor accertamento dell’importo di circa (5milioni di euro) corrispondente recupero I.V.A.sulla metropolitana dallo Stato, del minor accertamento (-4.672 milioni di euro) corrispondente alrisarcimento dalla Prefettura per ruoli contravvenzioni al codice della strada cui corrisponde pari accantonamento sul fondo svalutazione crediti, lapossibile entrata è vincolata all’esito dell’eventuale causa in Cassazione ed ai tempi della stessa, minor accertamento Irap aree commerciali (-2 milionidi euro) cui corrisponde minor impegno di spesa corrente sulla funzione 1 servizio 3, minori introiti per Diritti di Segreteria (circa 0,6 mila euro)49


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010La successiva analisi per tipo voce economica consente di evidenziare i principali scostamenti rispetto alle previsioni.Di seguito l’andamento storico delle entrate extratributarie per voce economica:Entrate Extratributarie per tipo voce economicaTIP0 DESCRIZIONE Previsione Previsione Accertato % Riscosso %Iniziale Definitive Scostamento realizzazione6 Proventi servizi Pubblici 49.751.432,00 50.425.432,00 47.859.119,63 -5,09 41.789.020,28 87,327 Utili netti Aziende speciali e Partecipate 24.351.549,00 11.143.869,00 11.378.942,00 2,11 11.378.942,00 100,008 Proventi di beni comunali 32.067.672,00 33.559.094,00 35.077.754,61 4,53 29.147.410,62 83,099 Interessi su anticipazioni e crediti 2.613.700,00 2.613.700,00 2.850.164,19 9,05 2.823.847,42 99,0810 Concorsi rimborsi e recuperi 60.767.345,00 65.520.585,00 55.487.041,77 -15,31 34.396.123,07 61,99Totale Entrate Extratributarie 169.551.698,00 163.262.680,00 152.653.022,20-6,50119.535.343,39 78,3150


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Di seguito l’andamento storico delle entrate extratributarie per tipo voce economica:Andamento Storico Entrate Extratributarie Correnti per Tipo voce economicaTIP0 DESCRIZIONE 2008 2009 20106 Proventi servizi Pubblici40.596.419,05 41.717.753,05 47.859.119,637 Utili netti Aziende speciali e Partecipate18.020.676,05 12.753.849,00 11.378.942,008 Proventi di beni comunali33.194.207,70 35.886.052,87 35.077.754,619 Interessi su anticipazioni e crediti3.167.918,00 2.366.338,86 2.850.164,1910 Concorsi rimborsi e recuperi59.841.636,00 65.337.484,92 55.487.041,77Totale Entrate Correnti 154.820.856,80 158.061.478,70 152.653.022,2051


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20102.1.5 SPESE CORRENTINei seguenti prospetti sono riportate le spese che caratterizzano la gestione ordinaria dell’ente, prendendo in considerazione il titolo 1 ed il titolo 3,ed articolate con riferimento alla natura della spesa quindi per intervento:Spese Correnti per interventoTITOLO 1 Spese CorrentiPrevisioni Impegnato Differenza Diff. in %definitive1 Personale 249.819.011,00 246.722.886,70 -3.096.124,30 -1,24%2 Acquisto di materie prime e/o beni di consumo 5.628.477,00 5.572.716,03 -55.760,97 -0,99%3 Prestazione di Servizi 285.832.782,00 281.730.515,03 -4.102.266,97 -1,44%4 Utilizzo di beni di terzi 12.530.820,00 12.349.831,97 -180.988,03 -1,44%5 Trasferimenti 123.627.918,00 118.389.834,29 -5.238.083,71 -4,24%6 Interessi passivi e Oneri finanziari diversi 43.262.124,00 43.239.754,56 -22.369,44 -0,05%7 Imposte e Tasse 28.804.346,00 22.253.681,79 -6.550.664,21 -22,74%8 Oneri straordinari della gestione corrente 14.898.372,00 8.321.673,47 -6.576.698,53 -44,14%9 Ammortamenti di esercizio 0,00 0,00 0,00 0,00%10 Fondo svalutazione crediti 4.672.000,00 0,00 -4.672.000,00 -100,00%11 Fondo di riserva 2.250.186,00 0,00 -2.250.186,00 -100,00%TOTALE TITOLO 1 771.326.036,00 738.580.893,84 -32.745.142,16-4,25%TITOLO 3 Spese per rimborso di prestiti3 Rimborso di quota capitale di mutui e prestiti 49.005.273,00 48.917.938,58 -87.334,42 -0,18%4 Rimborso di prestiti obbligazionari 24.353.424,00 24.353.424,00 0,00 0,00%TOTALE TITOLO 3 73.358.697,00 73.271.362,58 -87.334,42-0,12%TOTALE 844.684.733,00 811.852.256,42-32.832.476,58-3,89%52


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010L’andamento della spesa corrente 2010 ha visto impegni sul titolo 1 e 3 per un importo pari a € 811.852.256,42 a fronte di una previsionedefinitiva di € 844.684.733,00Le economie rispetto alle previsioni definitive sono in linea con lo sforzo dell’Ente di conseguire una razionalizzazione delle spese interne digestione.Le spese articolate per titoli e intervento sono confrontate con quelle del triennio precedente:Andamento storico spese correntiTitolo Intervento 2008 2009 20101 Spese Correnti1 Personale 251.718.126,77 252.222.467,96 246.722.886,702 Acquisto di materie prime e/o beni di consumo 4.844.050,03 5.524.781,71 5.572.716,033 Prestazione di Servizi * 177.978.782,42 175.356.211,09 281.730.515,034 Utilizzo di beni di terzi 11.567.457,07 11.817.911,84 12.349.831,975 Trasferimenti 131.356.835,86 123.533.628,59 118.389.834,296 Interessi passivi e Oneri finanziari diversi 74.832.356,00 51.765.960,00 43.239.754,567 Imposte e Tasse 26.659.550,67 26.107.579,24 22.253.681,798 Oneri straordinari della gestione corrente 20.149.989,14 15.937.988,49 8.321.673,479 Ammortamenti di esercizio 0,00 0,00 0,0010 Fondo svalutazione crediti 0,00 0,00 0,0011 Fondo di riserva 0,00 0,00 0,00Totale titolo 1 699.107.147,96 662.266.528,92 738.580.893,843 Spese per rimborso di prestiti3 Rimborso di quota capitale di mutui e prestiti 72.195.421,89 46.107.503,10 48.917.938,584 Rimborso di prestiti obbligazionari 21.853.569,00 24.097.341,56 24.353.424,00Totale titolo 3 94.048.990,89 70.204.844,66 73.271.362,58Totale Spese Correnti 793.156.138,85 732.471.373,58 811.852.256,42*L’anno 2010 comprende la Tariffa Igiene Ambientale 0,00 0,00 102.530.000,00Totale Spese Correnti al netto Tariffa Igiene Ambientale 793.156.138,85 732.471.373,58 709.322.256,4253


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Di seguito la spesa è analizzata sotto il profilo della suddivisione funzionale e si evidenzia come , a parte la funzione 1 ( che è l’esplicitazione delleattività di staff interne all’organizzazione dell’Ente), siano predominanti la funzione funzione 9 riferibile alle spese riguardanti la cura, valorizzazione,salvaguardia del territorio e dell’ambiente, seguita dalla funzione 8 (viabilità e trasporti) riconducibile al trasporto pubblico locale dalla funzione 10(settore sociale) e 4 (istruzione pubblica):Spese Correnti - Titolo 1-3 - Per funzione1 SPESE CORRENTIPrevisione Impegnato Differenza Differenza inDefinivitiva %1 Funzioni Generali di Amministrazione, di Gestione e di controllo 230.632.834,00 204.865.450,30 -25.767.383,70 -11,172 Funzioni relative alla giustizia 6.091.289,00 6.005.064,80 -86.224,20 -1,423 Funzioni di Polizia locale 49.138.756,00 48.697.381,34 -441.374,66 -0,904 Funzioni di istruzione pubblica 80.750.016,00 78.534.208,93 -2.215.807,07 -2,745 Funzioni relative alla cultura ed ai beni culturali 28.281.890,00 28.149.429,23 -132.460,77 -0,476 Funzioni nel settore sportivo e ricreativo 3.368.687,00 3.341.147,28 -27.539,72 -0,827 Funzioni nel campo turistico 5.373.931,00 4.771.004,17 -602.926,83 -11,228 Funzioni nel campo della viabilità e dei trasporti 122.604.798,00 122.440.682,83 -164.115,17 -0,139 Funzioni riguardanti la gestione del territorio e ambiente 149.428.186,00 146.905.105,24 -2.523.080,76 -1,6910 Funzioni nel settore sociale 85.664.984,00 85.119.069,82 -545.914,18 -0,6411 Funzioni nel campo dello sviluppo economico 9.990.665,00 9.752.349,90 -238.315,10 -2,3912 Funzioni relative ai servizi produttivi 0,00 0,00 0,00 0,00TOTALE TITOLO 1 771.326.036,00 738.580.893,84 -32.745.142,-4,253 SPESE PER RIMBORSO DI PRESTITI1 Funzioni Generali di Amministrazione, di Gestione e di controllo 73.358.697,00 73.271.362,58 -87.334,42 -0,12TOTALE TITOLO 3 73.358.697,00 73.271.362,58 -87.334,42-0,12TOTALE 844.684.733,00 811.852.256,42 -32.832.476,-3,8954


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Nel prospetto seguente le spese sono articolate per tipo voce economica e riassumono i dati della gestione di competenza:Spese Correnti per tipo voce economicaTIP0 DESCRIZIONE Previsione Previsioni Impegnato % Pagato %Iniziale Definitive Scostamento Realizzazione1 Personale 253.624.131,00 249.819.011,00 246.722.886,70 -1,24 220.503.449,11 89,372 Spese Generali di funzionamento 55.293.800,00 54.659.673,00 54.161.426,11 -0,91 29.600.257,18 54,654 Ammortamenti 0,00 0,00 0,00 0,005 Trasferimenti 140.858.859,00 152.432.264,00 140.643.516,08 -7,73 100.703.253,33 71,606 Altre Spese di funzionamento 133.502.341,00 256.282.592,00 245.497.267,48 -4,21 185.895.906,76 75,727 Ammortamento prestiti 47.891.719,00 43.234.124,00 43.234.124,00 0,00 37.458.772,63 86,6410 Oneri straordinari 20.102.132,00 14.898.372,00 8.321.673,47 -44,14 431.020,97 5,18Totale Spese Correnti 651.272.982,00 771.326.036,00 738.580.893,84 -4,25574.592.659,98 77,8055


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010E confrontate con il biennio precedente:Andamento storico spese correnti per tipo voce economicaTIP0 DESCRIZIONE 2008 2009 20101 Personale 251.718.126,77 252.222.467,96 246.722.886,702 Spese Generali di funzionamento 58.023.374,84 55.853.744,28 54.161.426,114 Ammortamenti 0,00 0,00 0,005 Trasferimenti 158.016.386,53 149.641.207,83 140.643.516,086 Altre Spese di funzionamento 136.414.856,68 136.870.160,36 245.497.267,487 Ammortamento prestiti 74.784.414,00 51.740.960,00 43.234.124,0010 Oneri straordinari 20.149.989,14 15.937.988,49 8.321.673,47Totale spese correnti 699.107.147,96 662.266.528,92 738.580.893,84- di cui T.I.A. 0,00 0,00 102.530.000,00Totale Spese Correntio al netto T.I.A. 699.107.147,96 662.266.528,92 636.050.893,8456


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20102.1.6 - PRELIEVI DAL FONDO DI RISERVAFra le spese correnti è stato allocato in sede di bilancio di previsione, un fondo di riserva pari a € 6.512.730. Il fondo è stato utilizzato per l’importo di € 4.262.544,00:DELIBERA TITOLO FUNZIONE SERVIZIO INTERVENTO DESCRIZIONE IMPORTOD.G. 6/21.01.2010 - I PRELIEVO DAL FONDO DI RISERVA 1 3 1 3 Prestazione di Servizi 763.612,001 8 3 3 Prestazione di Servizi 516.457,00D.G. 59/04.03.2010 - II PRELIEVO DAL FONDI DI RISERVA 1 1 3 7 Imposte e Tasse 3.263,001 1 7 1 Personale 48.088,001 1 7 2 Acquisto Beni diversi 11.000,001 1 7 3 Prestazione di Servizi 55.000,00D.G. 76/18.03.2010 -BILANCIO 2010-2012- III PRELIEVO DAL FONDO DI RISERVA 1 1 3 7 Imposte e Tasse 446,001 1 7 1 Personale 6.733,001 1 7 2 Acquisto Beni diversi 6.800,001 1 7 3 Prestazione di Servizi 38.585,00D.G. 137/29.04.2010 -BILANCIO 2010-2012- IV PRELIEVO DAL FONDO DI RISERVA 1 1 1 3 Prestazione di Servizi 30.000,001 1 1 4 Utilizzo beni di terzi 10.000,001 1 1 5 Trasferimenti 5.000,001 1 5 2 Acquisto Beni diversi 10.000,001 1 5 3 Prestazione di Servizi 8.943,001 6 3 3 Prestazione di Servizi 40.000,001 6 3 5 Trasferimenti 40.000,001 7 1 3 Prestazione di Servizi 100.000,001 9 1 3 Prestazione di Servizi 5.200,001 10 1 3 Prestazione di Servizi 518.791,001 10 4 3 Prestazione di Servizi 753.000,001 11 4 3 Prestazione di Servizi 633.626,00D.G. 187/27.05.2010 -BILANCIO 2010-2012- V PRELIEVO DAL FONDO DI RISERVA 1 1 8 7 Imposte e Tasse 83.000,001 7 1 3 Prestazione di Servizi 40.000,00D.G. 348/30.09.2010 -BILANCIO 2010-2012- VI PRELIEVO DAL FONDO DI RISERVA 1 7 1 5 Trasferimenti 100.000,00D.G. 487/23.12.2010 -BILANCIO 2010-2012- VII PRELIEVO DAL FONDO DI RISERVA 1 1 1 3 Prestazione di Servizi 10.000,001 1 2 1 Personale 94.000,001 1 8 3 Prestazione di Servizi 200.000,001 7 1 2 Acquisto Beni diversi 480,001 7 1 3 Prestazione di Servizi 95.520,001 7 1 5 Trasferimenti 35.000,00TOTALE PRELIEVI DAL FONDO DI RISERVA 2010 4.262.544,0057


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20102.1.7. – LA SPESA DI PERSONALELa spesa di personale sostenuta nell’anno 2010 rientra nei limiti di cui all’art.1, comma 557 della legge 296/06, come risulta dal prospettodi seguito riportato:anno 2009 anno 2010spesa intervento 01 252.222.467,96 246.722.886,70spese incluse nell'int.03 3.020.182,05 3.496.034,79irap 17.046.038,00 13.024.806,30altre spese di personale inclusealtre spese di personale escluse 48.677.062,48 48.528.914,37totale spese di personale 223.611.625,53 214.714.813,4258


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20102.1.8. – IL SERVIZIO PRESTITIL’onere relativo alle quote interesse e capitale per il rimborso su mutui e BOC gravante sull’esercizio 2010, viene sinteticamente illustrato nellaseguente tabella:Servizio prestiti - per voce economicaPrevisioni Previsioni Impegnato % Pagamenti %Iniziali Definitive Attendibilità Realizzazione701 Interessi su mutui 36.235.183,00 34.935.183,00 34.935.183,00 100,00 31.163.709,45 89,20702 Interessi su prestiti 11.656.536,00 8.298.941,00 8.298.941,00 100,00 6.295.063,18 75,85704 Interessi di preammortamento 0,00 0,00 0,00 0,00750 Quota Capitale mutui 48.655.273,00 48.655.273,00 48.655.273,00 100,00 48.650.462,00 99,99751 Quota capitale prestiti 24.353.424,00 24.353.424,00 24.353.424,00 100,00 24.353.423,01 100,00752 Quota capitale debiti diversi 350.000,00 350.000,00 262.665,58 75,05 262.665,58 100,00TOTALE 121.250.416,00 116.592.821,00116.505.486,58 99,93 110.725.323,22 95,04Capacità finanziariaLa Legge finanziaria 2007 (Legge n. 296 del 27/12/2006) al comma 698 ha modificato l’art. 204 comma 1 del Testo Unico delle Leggisull’ordinamento degli enti locali - Decreto Legislativo del 18/8/2000, n. 267 e successive modificazioni - che regola la disciplina della capacità diindebitamento degli enti locali - come segue: al comma 1 del D.Lgs. 267/2000, le parole “12 per cento” (così modificate dalla Legge finanziaria 2005– comma 44), sono sostituite dalle seguenti “ non supera il 15%”.Attualmente il Comune di Genova per l’esercizio 2010, a fronte di un conto consuntivo 2008 che presenta ai primi tre titoli delle entrate un importopari a € 745.984.258,99.=, il limite di impegno del 15% è di € 111.897.638,85.=, dei quali € 35.288.672,61.= (pari al 4,74%) già impegnati. Resta,quindi una quota libera di interessi di € 76.608.966,24.= (pari al rimanente 10,26%).59


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Rinegoziazione mutui Cassa Depositi e PrestitiNel corso del 2010, il Comune di Genova ha deciso di aderire alla proposta di rinegoziazione offerta dalla Cassa Depositi e Prestiti, in base al D.L.27 ottobre 1995, n. 444 convertito, con modificazioni, dalla Legge 20 dicembre 1995, n. 539 che dà la possibilità agli Enti locali di rinegoziare ilcapitale residuo dei mutui.Attraverso la piattaforma web messa a disposizione dalla Cassa DD.PP sul proprio sito, l’Ufficio ha individuato le posizioni rinegoziabili (in basealle caratteristiche e condizioni richieste dalla Cassa DD.PP) e aggiornato le stesse mediante l’applicazione dei nuovi tassi in base all’allungamentodel piano di ammortamento ed ha predisposto tabelle ante e post rinegoziazione con l’attualizzazione delle rate.L’operazione si è poi perfezionata entro i termini fissati dalla Cassa DD.PP. con la deliberazione di Giunta Comunale n. 378 del 28 ottobre 2010che ha autorizzato la rinegoziazione delle posizioni di debito individuate dall’Ufficio e la Determinazione Dirigenziale n. 2010-165.0.0.-17 del 2novembre 2010 che ha approvato lo schema di contratto di rinegoziazione e l’Elenco dei Prestiti.La proiezione ante-post rinegoziazione ha determinato per il periodo 2011/2015 un’economia annua pari ad Euro 1.443.012,99= e ha permesso diridurre l’incidenza degli oneri di ammortamento dei mutui sul complesso delle spese previste nel bilancio del prossimo quinquennio, in un’otticadi gestione attiva e dinamica dello stock di debito e permettendo la copertura di spese correnti prioritarie, penalizzate dal taglio dei trasferimentierariali.60


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20102.1.9. – ANDAMENTO STORICO DEL RESIDUO DEBITOANNO DEBITO2000 1.358.986.317,102001 1.343.820.335,732002 1.413.973.574,062003 1.382.542.365,532004 1.403.915.531,792005 1.394.451.979,702006 1.387.883.878,442007 1.380.690.320,702008 1.347.794.952,772009 1.327.917.919,852010 1.327.310.953,3761


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20102.1.10 – IL CONTO CAPITALELe risorseNel corso del 2010 sono state accertate entrate per un totale di € 183.054.676,52.Operando un confronto tra le entrate di conto capitale 2010 e quelle 2009, si rileva un sensibile aumento degli accertamenti in conto capitale,che passano da € 127.105.611,54 a € 183.054.676,52 con un incremento nel 2010 pari a € 55.949.064,98 (+ 44,02%) rispetto al 2009.L’incremento ha interessato un po’ tutte le tipologie di entrata, come si può osservare dalla tabella seguente:- 41,94% (+57,44% rispetto al 2009) trasferimenti Comunitari, dello Stato, della Regione, di altri enti e di privati;- 18,18% (+17,40% rispetto al 2009) entrate straordinarie (Alienazioni, proventi straordinari finalizzati e non, contributi edilizi);- 39,88% (+46,01% rispetto al 2009) ricorso all’indebitamento (Boc e mutui a carico dell’Ente);L’aumento del ricorso all’indebitamento rimane comunque contenuto entro i limiti degli obiettivi stabiliti per il contenimento del costo deldebito.62


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Gli investimentiNel corso del 2010 gli impegni per investimenti ammontano ad un totale di € 169.850.529,74, finanziati con entrate in c/capitale dell’esercizio;nessuna quota dell’Avanzo di Amministrazione risultante dall’esercizio 2009 è stata applicata.Nel corso dell’esercizio 2010 quota parte delle entrate in conto capitale sono state destinate:- Per € 6.600.000,00 alla manutenzione ordinaria del patrimonio che finanzia la parte corrente ai sensi dell’art. 2 c.8 della L. 244/2007;- Per € 1.432.645,27 agli accantonamenti di legge;- Per € 5.788.486,00 alla parte corrente per rimborso quote capitali mutui.Per quanto riguarda gli scostamenti per tipo finanziamento valgono le considerazioni fatte nella parte dedicata alle risorse.La pagina seguente presenta un prospetto riepilogativo, nel quale viene dimostrata la realizzazione di un avanzo di competenza, derivante daentrate di c/capitale, pari a € 815.660,78.Le tabelle successive analizzano variamente gli investimenti impegnati nell’esercizio 2010, con particolare riferimento alle modalità difinanziamento.Nell’ultima parte viene riportato un prospetto di sintesi ed un successivo dettaglio degli investimenti per Municipi.Trasferimenti 76.631.528,56Trasferimenti comunitari 34.202.239,48POR Liguria Asse 3 "Sviluppo Urbano" 30.385.938,91POR Asse 4 Azione 4.1 3518897,45Altri interventi 297.403,12Programma "Colombiane" - Fondi ex art. 1 c. 1302 L. 266/2006 21.000.000,00Min. Ambiente - Progetto miglioram. qualità aria e potenziam. trasporto 2.267.103,00Min.pubb.Infrastr. e Trasporti - Contributo ex L. 472/99 1.648.410,29Altri interventi 2.747.309,51Contributo per acquisto prima casa - Erogazione agli aventi diritto 2.360.000,00Trasferimenti Stato 27.662.822,80 Progetti di ristrutturazione alloggi di civica propr. P.d.Z. Prà Voltri 1.240.000,00Interventi di manut. straord. su imp. sportivi, scuole, alloggi per serv. sociali 1.198.000,00Trasferimenti Regione 10.333.052,46 Strada collega. tra V. Gainotti e Borgonuovo di Crevari - I lotto 1.000.000,00Altri interventi 4.535.052,46Trasferimenti Enti diversi+Prov. 525.727,57Contributi ad A.R.TE. per interventi manutenz. straord. alloggi ERP 425.413,54Trasferimenti straord. da privati 3.907.686,25 Altri interventi 100.314,03Allestimento e adeguam. funzionale Pal. Rosso - III lotto I fase 1.000.000,00Interventi alluvione 2010 (fondi monetizzaz. aggiuntiva ex G.C. 20/2009) 870.150,08Altri interventi 2.037.536,1763


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno 2010 - Impegni/Accertamenti di c/capitale per tipo finanziamentoAccertatoTipo finanziamento Accertamenti Impegni Impegni c/capitalec/capitale c/capitale p/corrente 2010 non impegnato2010 2010 finanziati in c/cap (IN AVANZO)31 Alienazione Terreni 5.567.093,74 4.899.112,24 667.981,5032 Alienazione Fabbricati 9.716.799,80 3.928.313,80 5.788.486,00 0,0033 Alienazione Macchinari Attrezz. Imp.ti 19.651,70 19.651,70 0,0034 Alienazione Diverse 126.082,00 126.082,00 0,0044 Trasferimenti comunitari 34.202.239,48 34.202.239,48 0,0045 Trasferimenti Stato 27.665.580,26 27.662.822,80 2.757,4646 Trasferimenti Regione 10.333.052,46 10.333.052,46 0,0047 Trasferimenti Provincia 40.000,00 40.000,00 0,0048 Trasferimenti Enti diversi 485.727,57 485.727,57 0,0049 Trasferimenti stra. da privati 4.051.438,35 3.907.686,25 143.752,1087 Proventi straordinari 343.589,95 342.420,63 1.169,3288 Contributi edilizi 11.731.903,99 3.699.258,72 6.600.000,00 0,0063 di cui Accantonamenti di legge 1.432.645,2792 Mutui altri Ist. carico Comune 72.999.972,97 72.999.972,57 0,4093 Devoluzione Mutui/Boc 4.780.713,79 4.780.713,79 0,0098 Proventi straordinari finalizzati 990.830,46 990.830,46 0,00Totale Impegni c/cap 2010 169.850.529,74-Impegni c/cap. finanziati con Avanzo 2009 0,00Totali gestione competenza 2010 183.054.676,52 169.850.529,74 12.388.486,00 815.660,7864


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Tabella di confronto delle entratedi C/Capitale - Anni 2009 / 2010Tipo finanziamento Accertamenti % Accertamenti % Diff +/- Var %c/capitale su totale c/capitale su totale 2010/2009 2010/20092009 2009 2010 2010(A) (B) (C) = B - A (D) = (C*100)/A)44 Trasferimenti comunitari 1.358.614,00 1,07 34.202.239,48 18,68 32.843.625,48 2.417,4445 Trasferimenti Stato 23.145.871,71 18,21 27.665.580,26 15,11 4.519.708,55 19,5346 Trasferimenti Regione 18.975.102,98 14,93 10.333.052,46 5,64 -8.642.050,52 -45,5447 Trasferimenti Provincia 58.420,40 0,05 40.000,00 0,02 -18.420,40 -31,5348 Trasferimenti Enti diversi 1.752.715,15 1,38 485.727,57 0,27 -1.266.987,58 -72,2949 Trasferimenti stra. da privati 3.474.323,01 2,73 4.051.438,35 2,21 577.115,34 16,61Tot. Trasferimenti 48.765.047,25 38,37 76.778.038,12 41,94 28.012.990,87 57,4487 Proventi straordinari 14.199.901,59 11,17 16.764.047,65 9,16 2.564.146,06 18,0688 Contributi edilizi 13.046.369,99 10,26 11.731.903,99 6,41 -1.314.466,00 -10,0893 Devoluzione Mutui 1.099.343,00 0,86 4.780.713,79 2,61 3.681.370,79 334,87Tot. Proventi straordinari 28.345.614,58 22,30 33.276.665,43 18,18 4.931.050,85 17,4092 Mutui altri Ist. carico Comune 48.410.950,46 38,09 72.999.972,97 39,88 24.589.022,51 50,7996 Mutui Cassa carico Comune 1.583.999,25 1,25 0,00 0,00 -1.583.999,25 -100,00Tot. Indebitamento 49.994.949,71 39,33 72.999.972,97 39,88 23.005.023,26 46,01Totali entrate c/capitale 127.105.611,54 100,00 183.054.676,52 100,00 55.949.064,98 44,02Avanzo di amministrazioneapplicato 10.298.543,00 0,00Avanzo di competenza -26.760,91 -815.660,78Totale interventi finanziati 137.377.393,63 182.239.015,7465


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20102.1.11 – LA GESTIONE DEI RESIDUIIl risultato finanziario complessivo è determinato anche dalla gestione residui ed in particolare, dalle variazioni derivanti dalle operazioni diriaccertamento effettuate dai responsabili dei servizi, per la verifica della sussistenza delle condizioni, per il mantenimento dei residui stessi nelrendiconto.Residui Attivi finali al 31.12.2010Titolo Residui Attivi 2006 2007 2008 2009 2010 Residui attivi alante 2006 31.12.20101 Entrate Tributarie 3.450.367,86 3.134.748,20 0,04 0,05 0,03 92.971.578,21 99.556.694,392 Entrate derivanti da contributi e 133.051,50 236.039,58 600.119,11 1.118.604,30 3.701.613,39 31.111.420,07 36.900.847,953 Entrate extratributarie 2.761.534,57 2.814.621,36 2.403.290,05 7.038.583,00 12.887.167,98 33.117.678,81 61.022.875,774 Entrate da alienazioni, da trasferimenti di 61.775.200,55 20.768.038,85 18.445.140,60 40.605.440,93 14.331.519,67 104.471.533,01 260.396.873,615 Entrate da accensione di prestiti 73.186.352,41 2.192.801,17 14.233.276,22 3.369.349,22 19.347.032,87 77.185.686,76 189.514.498,656 Entrate da servizi per conto di terzi 1.063.036,07 856.892,82 589.565,29 235.394,27 635.842,69 4.552.762,49 7.933.493,63Residui Passivi finali al 31.12.2010Titolo Residui passivi 2006 2007 2008 2009 2010 Residui passivi alante 2006 31-12-20101 Spese Correnti 9.735.176,18 2.865.139,01 4.666.849,55 21.188.276,11 45.033.295,86 163.988.233,86 247.476.970,572 Spese in Conto Capitale 147.657.783,24 26.629.255,06 43.798.898,03 58.183.881,72 55.230.563,73 164.621.707,12 496.122.088,903 Spese per rimborso prestiti 0,00 0,00 0,00 1.146.833,15 1.663,93 4.811,99 1.153.309,074 Spese per servizi conto terzi 2.764.731,67 1.008.344,54 950.565,59 733.554,06 1.040.934,16 11.643.257,30 18.141.387,3266


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Gestione Residui Attivi per tipo voce economicaTIP0 DESCRIZIONE Residui Attivi Residui Residui da Residui da Residui Attivi FinaliRiaccertati Riscossi Residui Competenza al 31.12.20100 Servizi c/terzi 11.223.337,64 7.842.606,50 3.380.731,14 4.552.762,49 7.933.493,631 Tributi 96.654.353,16 90.069.236,98 6.585.116,18 92.971.578,21 99.556.694,392 Trasferimenti correnti dallo Stato 29.929.419,38 29.019.520,74 909.898,64 12.373.669,95 13.283.568,593 Trasferimenti correnti dalla Regione 15.687.853,71 13.355.343,67 2.332.510,04 16.366.874,39 18.699.384,434 Trasferimenti correnti da Organismi Comunitari 1.133.617,81 238.525,86 895.091,95 666.883,57 1.561.975,525 Trasferimenti da altri Enti 3.012.384,46 1.360.457,21 1.651.927,25 1.703.992,16 3.355.919,416 Proventi servizi Pubblici 9.974.543,66 5.003.312,80 4.971.230,86 6.070.099,35 11.041.330,217 Utili netti Aziende speciali e Partecipate 3.402.301,69 16.000,00 3.386.301,69 0,00 3.386.301,698 Proventi di beni comunali 18.581.301,89 10.341.918,63 8.239.383,26 5.930.343,99 14.169.727,259 Interessi su anticipazioni e crediti 985.306,84 944.647,65 40.659,19 26.316,77 66.975,9610 Concorsi rimborsi e recuperi 27.234.290,27 15.966.668,31 11.267.621,96 21.090.918,70 32.358.540,6611 Entrate in C/Capitale 346.726.759,87 113.063.067,23 233.663.692,64 143.722.459,70 377.386.152,3412 Entrate di carattere finanziario 64.306.989,29 29.716.529,44 34.590.459,85 37.934.760,07 72.525.219,92Residui Attivi Finali al 31.12.2010 628.852.459,67 316.937.835,02 311.914.624,65 343.410.659,35 655.325.284,0067


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Gestione Residui Passivi per Tipo Voce EconomicaTIP0 DESCRIZIONE Residui Passivi Pagato a Residui da Residui Passivi da Residui PassiviRiaccertati Residui Residui Competenza al 31.12.20100 Spese Servizi c/terzi 16.767.727,54 10.269.597,52 6.498.130,02 11.643.257,30 18.141.387,321 Personale 34.585.321,83 29.420.420,76 5.164.901,07 26.219.437,59 31.384.338,662 Spese Generali di funzionamento 31.988.421,22 24.411.088,68 7.577.332,54 24.561.168,93 32.138.501,475 Trasferimenti 62.524.698,28 52.878.733,91 9.645.964,37 39.940.262,75 49.586.227,126 Altre Spese di funzionamento 73.022.753,43 41.802.848,62 31.219.904,81 59.601.360,72 90.821.265,537 Ammortamento prestiti 10.601.349,11 3.851.070,69 6.750.278,42 5.780.163,36 12.530.441,788 Spese in C/capitale 462.735.463,74 134.693.637,54 328.041.826,20 142.499.445,55 470.541.271,7510 Oneri straordinari 32.753.628,09 8.474.775,51 24.278.852,58 7.890.652,50 32.169.505,0811 Spese di Carattere Finanziario 8.044.526,88 4.585.971,30 3.458.555,58 22.122.261,57 25.580.817,15Totale Residui Passivi al 31.12.2010 733.023.890,12 310.388.144,53 422.635.745,59 340.258.010,27 762.893.755,8668


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Di seguito si evidenziano le cancellazioni e le maggiori entrate per categorie economiche, secondo la loro natura:Variazioni Accertamenti a residui 2009 e retroTitolo Descrizione Maggiori Accertamenti Minori Accertamenti1 Entrate tributarie- Categoria 1 Imposte 49.688,73 60,74- Categoria 2 Tasse 520.213,87 9.939.674,26Totale titolo 569.902,609.939.735,002 Entrate da Contributi e trasferimenti correnti dallo Stato, Regione, ed altri Enti pubblici- Categoria 1 Contributi e trasferimenti correnti dallo Stato 1.020.173,59 3.429.156,00- Categoria 2 Contributi e trasferimenti correnti dalla Regione 0,20 651,47- Categoria 4 Contributi e trasferimenti da parte di Organismi Comunitari ed 568,78 0,00- Categoria 5 Contributi e Trasferimenti correnti da altri enti del settore pubblico 0,00 37.638,67Totale titolo 1.020.742,57 3.467.446,143 Entrate Extratributarie- Categoria 1 Proventi da servizi pubblici 105.226,25 141.255,88- Categoria 2 Proventi dei beni dell'Ente 125.160,87 42.112,81- Categoria 3 Interessi su anticipazioni e crediti 0,00 234.835,67- Categoria 5 Proventi diversi 131.689,48 9.537.729,03Totale titolo 362.076,60 9.955.933,394 Entrate derivanti da alienazioni, trasferimenti di capitale e da riscossione di crediti- Categoria 1 Alienazione di beni patrimoniali 0,00 4.864.293,27- Categoria 2 Trasferimenti di capitale dallo Stato 0,00 175.557,44- Categoria 3 Trasferimenti di capitale dalla Regione 0,00 1.271.104,55- Categoria 4 Trasferimenti di capitale da altri enti del settore pubblico 0,00 800.000,00- Categoria 5 Trasferimenti di capitale da altri soggetti 603,03 7.167.385,39- Categoria 6 Riscossione di crediti 0,00 2.882.998,81Totale titolo 603,03 17.161.339,465 Entrate derivanti da accensione di prestiti- Categoria 3 Assunzione di mutui e prestiti 0,00 76.267.378,51- Categoria 4 Emissione di prestiti obbligazionari 0,00 4.035.921,77Totale titolo 0,00 80.303.300,286 Entrate da servizi per conto di terzi- Categoria 2 Ritenute erariali 0,00 100.000,01- Categoria 3 Altre ritenute al personale 0,00 600,00- Categoria 4 Depositi cauzionali 0,00 500,00- Categoria 5 Rimborso spese per servizi c/terzi 0,00 42.165,82Totale titolo 0,00 143.265,83Totale 1.953.324,80 120.971.020,1069


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010La gestione dei residui espone un risultato positivo derivante dall’ordinaria attività di riaccertamento:MINORI RESIDUI ATTIVI € 120.971.020,10MAGGIORI RESIDUI ATTIVI € 1.953.324,80MINORI RESIDUI PASSIVI € 127.699.642,98SALDO GESTIONE RESIDUI € 8.681.947,6870


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20102.1.12 – LA GESTIONE DI CASSAIl fondo cassa finale dell’esercizio 2010 ammonta ad euro 139.122.397,43= in linea con un positivo trend pluriennale, di cui Euro86.050.887,27.= fondi vincolati.Per quanto riguarda il Patto di Stabilità Interno, gli obiettivi sono stati raggiunti, come risulta nelle note e nel prospetto allegati alla relazionedell’organo esecutivo.La gestione complessiva di cassa, nel 2010, in relazione alla parte corrente del bilancio, può essere analizzata anche mediante i principaliindicatori finanziari applicati alle riscossioni ed ai pagamenti, sia in conto competenza, sia in conto residui.Velocità Riscossione Entrate Riscosso (E1 + E2 +E3) X 100 814.366.256,98 80,48%Correnti Accertato (E1 + E2 + E3) 1.011.846.675,09Velocità Riscossione Entrate Riscosso (E1 + E3) X 100 453.338.424,20 73,84%proprie Accertato (E1 + E3) 613.917.994,36Velocità Riscossione Entrate Riscosso (E4 + E5) X 100 279.209.537,02 38,29%per Investimenti Accertato (E4 + E5) 729.120.909,28Velocità di Gestione Spese Pagato (U1+U3) X 100 808.698.148,74 76,49%Correnti Impegnato (U1+U3) 1.057.328.428,38Velocità Gestione Spese Pagato (U2) X 100 279.540.915,06 36,04%Investimenti Impegnato (U2) 775.663.003,9671


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Il buon andamento della gestione di cassa è evidenziato al mancato ricorso, anche per l’anno 2010, all’anticipazione di Tesoreria.Andamento del Fondo Cassa nell’ultimo triennioF.DO CASSA AL 31.12.2010 139.122.397,43F.DO CASSA AL 31.12.2009 129.122.163,44F.DO CASSA AL 31.12.2008 148.246.804,2872


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20102.1.13 – LA GESTIONE DELLA LIQUIDITA’E’ previsto un programma di gestione attiva delle giacenze di liquidità fuori Tesoreria, per migliorarne la redditività e, sfruttando leopportunità offerte dai mercati finanziari, acquisire nuove risorse utili al bilancio.La gestione attiva della liquidità prevede l’avvio di operazioni finanziarie attive compatibili con il rispetto dei vincoli di gestione connessi allanatura dell’Ente: condizione imprescindibile ad ogni impiego finanziario è la garanzia di piena restituzione del capitale, individuabile anche comeespressione della qualità del credito della controparte.La determinazione dirigenziale di impiego della liquidità dell’Ente deve pertanto correttamente individuare la quota di liquidità strutturale omarginale suscettibile di impiego, la tipologia dell’impiego che può essere scelto tra la diversa gamma degli strumenti finanziari offerti dal mercatofinanziario, definirne la durata, il regime fiscale applicato agli interessi, i costi di gestione e/o di overperformance.Le controparti saranno scelte esclusivamente tra intermediari finanziari creditizi di provata affidabilità ed esperienza nel settore, da valutarsianche in relazione alla valutazione assegnata agli intermediari creditizi medesimi dalle maggiori agenzie di rating.La Direzione Contabilità e Finanza ha intrapreso, ormai da qualche anno, una politica di gestione attiva delle giacenze fuori Tesoreria, permigliorarne la redditività e, sfruttando le opportunità offerte dai mercati finanziari, in assenza di rischi, per acquisire nuove risorse utili al bilancio.L’attività di Asset management nasce dall’esigenza di migliorare la gestione di tesoreria, massimizzando il rendimento degli impieghi a brevemediotermine senza pregiudicare il rispetto dei vincoli di gestione connessi alla natura dell’Ente:❐ grado di avversione al rischio : elevato❐ orizzonte temporale : max 18-24 mesi❐ esigenze di liquidità: compatibili alla programmazione dei flussi di spesa❐ garanzia del capitaleL’analisi dei vincoli di gestione e del profilo rischio/rendimento delle diverse politiche di impiego ha indotto a sperimentare diverse soluzioni intermini di asset allocation, coerenti con i due aspetti considerati:▲ impieghi su c/c per la liquidità marginale suscettibile di utilizzo immediato, per il pagamento degli stati avanzamento lavori;▲ impieghi a breve termine 1-2-3 mesi in operazioni in pronti contro termine;73


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010▲ impieghi a medio termine ( 18 mesi- 24 mesi) in gestioni patrimoniali affidate a diversi intermediari finanziari (banche, istituti finanziari).La gestione attiva della liquidità ha permesso di acquisire nell’anno 2010 risorse per complessivi 2,500 milioni di Euro (vedi prospetto) di cui:- Euro 529.999,04.= derivanti dalla gestione AXA Monte dei Paschi di Siena- Euro 196.174,33.= derivanti da interessi su c/c, Banca d’Italia, interessi attivi su somme depositate presso Cassa Depositi e Prestiti,retrocessione imposta sostitutiva;- Euro 1.580.668,43.= derivanti dalla gestione patrimoniale con BNP Paribas;- Euro 175.875,00.= derivanti dalla cedola annuale obbligazione Banca Aletti;- Euro 18.000,00.= derivanti dagli interessi maturati sul CTZ Euromobiliare.74


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Disponibilità liquide anno 2010 e impieghi relativiValori in migliaia di EuroFondi in Tesoreria MistaPROVENTIResidui 2009 eretroCompetenza2010 Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre DicembreFondo cassa 107.970 92.511 122.199 126.041 142.243 124.353 153.330 75.327 71.635 135.113 139.869 139.122di cui presso c/tesoriere 0 154 1.094 0 8.168 2.776 34.951 8.339 5.322 21.456 3.077 1.012di cui presso B. Italia 107.970 92.357 121.105 126.041 134.075 121.577 118.379 66.988 66.313 113.657 136.792 138.110di cui Fondi Vincolati 88.190 81.627 79.827 70.131 60.052 62.621 51.481 47.839 58.203 62.193 100.291 86.051utilizzo fondi vincolati per spese correnti 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0Fondi extra tesoreria (valori in migliaia di €)C/C MUTUI*** 43.698 12.516 3.984 7.200 6.081 5.027 5.037 5.037 15.237 12.314 7.197 6.066C/C BOC 235 549 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0Totale 43.933 13.065 3.984 7.200 6.081 5.027 5.037 5.037 15.237 12.314 7.197 6.066Impieghi (valori in migliaia di Euro)GIACENZE SU C/C 43.933 13.065 3.984 7.200 6.081 5.027 5.037 5.037 15.237 12.314 7.197 6.066P/T 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0MANDATO DI GESTIONE AL CIV.TESORIERE 15.000 15.000 15.000 15.000 15.000 15.000 15.000 15.000 0 0 0 0MANDATO DI GESTIONE BNL 22.994 22.994 22.994 22.994 22.994 22.994 22.994 22.994 22.994 22.994 22.994 22.994MANDATO CTZ BANCA EUROMOBILIARE 2.500 2.500 2.500 2.500 2.500 2.500 2.500 2.500 2.500 2.500 2.500 2.500MANDATO CONTRATTO CAPITALIZZ. MPS 2.000 27.000 27.000 12.000 12.000 12.000 12.000 12.000 12.000 12.000 12.000 12.000MANDATO BANCA ALETTI 5.000 5.000 5.000 5.000 5.000 5.000 5.000 5.000 5.000 5.000 5.000 5.000Totale liquidità extra tesoreria mista 91.427 85.559 71.478 59.694 58.575 57.521 62.531 62.531 57.731 54.808 49.691 48.560Interessi attivi (valori in Euro) Totalec/c Mutui e Boc 77.690,20 77.690,20c/c Tesoriere 34.796,66 3.840,95 4.387,33 5.866,51 20.701,87P/T 12.657,99 911,95 10.786,62 959,42Interessi su depositi mutui c/o istituti 82,25 82,25Interessi su mutui c/o C.DD.PP 14.476,28 4.769,17 9.707,11Interessi su gestioni patrimoniali (*) 1.019.737,96 2.304.764,68 175.875,00 1.580.668,43 222,21 547.999,04Varie (Banca Italia etc.) 56.248,74 0 56.244,92 3,82Totale interessi 1.019.737,96 2.500.716,80 77.690,20 9.522,07 56.244,92 15.173,95 0,00 0,00 181.741,51 0,00 959,42 1.580.754,50 30.631,19 547.999,0475


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20102.1.14 – IL PATTO DI STABILITA’Risultanze 2010 del Patto di stabilità e crescitaL’art. 28 della Legge 448/98, nel quadro del federalismo fiscale, ha introdotto il c.d. “patto di stabilità interno” tra Stato centrale ed Enti periferici. GliEnti locali da centri periferici di spesa sono diventati soggetti attivi della politica economica nazionale, che concorrono allo sforzo di risanamentofinanziario del paese impegnandosi a ridurre progressivamente il finanziamento in disavanzo delle proprie spese e a ridurre, inoltre, il rapporto tra ilproprio ammontare di debito e il prodotto interno lordo.La normativa riguardante il complesso delle disposizioni riguardanti l’obiettivo 2010 è la seguente: Leggi 133/2008, n. 203/2008, n. 33/2009,n.77/2009, n.Anche per il 2010 e il 2011, il saldo obiettivo è ottenuto sommando al saldo del 2007, espresso in termini di competenza mista, un valore pari alconcorso di ogni ente alla manovra complessiva del comparto. Per l’anno 2012, in assenza di specifiche disposizioni, viene confermato lo stessoobiettivo programmatico calcolato per l’anno 2011.Le province e i comuni devono escludere, sia dal saldo finanziario considerato quale base di riferimento sia dai saldi utili ai fini del rispetto del pattoper gli anni 2010 e 2011, le risorse provenienti, direttamente o indirettamente dall’Unione Europea, nonché le relative spese correnti ed in contocapitale. L’esclusione delle spese opera anche se esse sono effettuate in più anni, purchè la spesa complessiva non sia superiore all’ammontare dellecorrispondenti risorse assegnate.Inoltre, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha deciso che si possano escludere dal saldo rilevante ai fini del rispetto del patto di stabilitàrelativo al 2010 dai pagamenti in conto capitale risultanti al 31.12.2010, un importo non superiore allo 0,75% dell’ammontare dei residui passivi inconto capitale risultanti dal rendiconto dell’esercizio 2008 (per il Comune di Genova tale importo è di € 4.338.528,96=) a condizione di aver rispettatoil patto di stabilità interno relativo all’anno 2009 (art. 9 bis D.L. 78/2009 convertito in Legge 102/2009).In base al comma 13 dell’articolo 14 del decreto legge 78/2010, come convertito, dalle entrate accertate di competenza 2010 deve essere escluso ilcontributo attribuito ai comuni per un importo complessivo di 200 milioni: per il Comune di Genova pari ad € 2.381.065,77=Per quanto riguarda il monitoraggio del patto 2010, le province e i comuni con popolazione superiore ai 5.000 abitanti devono inviare semestralmentealla Ragioneria Generale dello Stato, entro 30 gg. dalla fine del semestre di riferimento, le informazioni sulle gestioni di competenza e cassa. Latrasmissione di tutti i dati afferenti al patto devono avvenire esclusivamente tramite il sistema Web.76


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Per il 2010 non è prevista, in base a quanto stabilito dal comma 12 dell’art. 14 del D.L. 78/2010, l’applicazione inerente l’assegnazione dellapremialità agli enti, che veniva conferita in base alle informazioni contabili degli indicatori economico/strutturali inviati con la certificazione del Patto2009.Resta invariato l’impianto sanzionatorio previsto dal comma 20 dell’articolo 77 bis, dal comma 10 dell’articolo 61 e dal comma 4 dell’articolo 76 deldecreto Legge n. 112 del 2008.La rigidità del bilancio e la drastica riduzione allo 0,75% per il 2010 della norma che consentiva di escludere dal patto di stabilità i pagamenti in contocapitale effettuati entro il 31 dicembre 2009 per un importo non superiore al 4% dell’ammontare dei residui passivi in conto capitale risultanti dalrendiconto 2007, ha determinato una forte criticità sul 2010, con particolare riferimento alla gestione di cassa in conto capitale.Per raggiungere l’obiettivo, la programmazione dei flussi monetari è stata fondamentale insieme all’implementazione di sistemi previsionali di cassa,all’applicazione di un monitoraggio sui pagamenti e le riscossioni in corso d’anno presso le aree, al coordinamento della gestione di cassa con lescelte di programmazione e le politiche di bilancio.Al 31 dicembre l’obiettivo è stato centrato, con le seguenti risultanze:OBIETTIVO 2010 legge 133/208 e successive modificazioni edintegrazionisaldo finanziario di competenza mista: 894**dati in migliaia di euroRISULTATO 2010saldo finanziario di competenza mista:1.559 *Pertanto, l’Ente non è soggetto alle sanzioni previste dalla Legge 133/2008 e successive modificazioni ed integrazioni.77


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20102.1.15 - LA GESTIONE DELLE PARTECIPAZIONIDi seguito sono evidenziate le principali operazioni societarie dell’ anno 2010.SETTORE DEL GAS, ACQUA ED ENERGIAIREN S.P.AIl 1° luglio è nata, dall’unione tra IRIDE s.p.a ed ENÌA s.p.a , IREN s.p.a multiutility quotata alla Borsa italiana.La società opera nei settori dell’energia elettrica (produzione, distribuzione e vendita), dell’energia termica per teleriscaldamento (produzione evendita), del gas (distribuzione e vendita), della gestione dei servizi idrici integrati, dei servizi ambientali (raccolta e smaltimento dei rifiuti) e deiservizi per le pubbliche amministrazioni.IREN è strutturata sul modello di una holding industriale con sede direzionale a Reggio Emilia, sedi operative a Genova, Parma, Piacenza e Torino, esocietà responsabili delle singole linee di business.Grazie ai propri importanti assets produttivi, agli investimenti realizzati, alla leadership conquistata in tutte le aree di business ed al proprioradicamento territoriale IREN è oggi il secondo Gruppo multiutility del panorama italiano.IREN è strutturata in una holding cui fanno capo le attività strategiche, di sviluppo, coordinamento e controllo e cinque società operative chegarantiscono il coordinamento e lo sviluppo delle linee di business:• IREN Acqua Gas nel ciclo idrico integrato;• IREN Energia nel settore della produzione di energia elettrica e termica e dei servizi tecnologici;• IREN Mercato nella vendita di energia elettrica, gas e teleriscaldamento;• IREN Emilia nel settore gas, nella raccolta dei rifiuti, nell’igiene ambientale e nella gestione dei servizi locali;• IREN Ambiente nella progettazione e gestione degli impianti di trattamento e smaltimento rifiuti oltre che nella gestione degli impianti diproduzione calore per il teleriscaldamento in territorio emiliano.78


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010ARE LIGURIA S.P.A.Con deliberazione del Consiglio Comunale n.32 del 18/5/2010 è stato autorizzato l’acquisto del 5% delle quote dell’Agenzia Regionale per l’energiadella Liguria – ARE SPA- da parte del Comune (pari ad una quota composta da 5.000 azioni ordinarie per nominali 5.000,00 euro). Entro fine anno èstato perfezionato l’iter d’acquisto.La società, partecipata da Filse s.p.a e dall’Università degli Studi di Genova, ha per oggetto attività di supporto tecnico alla Regione e agli Entipubblici per la pianificazione energetica e lo sviluppo di attività connesse al settore; promozione dell’uso razionale dell’energia e valorizzazione dellerisorse energetiche locali; monitoraggio energetico regionale; valutazioni di impatto socio – economico ed ambientale; disseminazione delle nuovetecnologie energetiche; formazione ed educazione nei campi dell’energia e dello sviluppo sostenibile.SETTORE DEL CICLO INTEGRATO DEI RIFIUTIGRUPPO AMIUIl Consiglio Comunale con deliberazione n. 90 del 1 dicembre 2009 prevedeva il nuovo assetto del gruppo finalizzato alla concentrazione sul corebusiness ambiente. La riduzione del capitale doveva avvenire in due distinte fasi prevedendo:- nella prima il rientro nella diretta disponibilità del Comune della partecipazione di Sportingenova;- nella seconda fase, da attuarsi in un momento successivo, e comunque entro e non oltre il 31/12/2010, su indicazione della Giunta Comunale, ilrientro nella diretta disponibilità del Comune di Bagni Marina e Farmacie.Con delibera di Giunta Comunale n. 401 dell’11.11.2010, in attuazione di quanto stabilito dalla citata deliberazione è stato deliberato di attuare lariduzione del capitale sociale di Amiu s.p.a ai sensi dell’art. 2445, consentendo il rientro nella diretta disponibilità del Comune della partecipazionein Farmacie Genovesi s.p.a e Bagni Marina Genovese s.p.a.AMIU S.P.AConsiderata la disciplina in tema di servizi pubblici locali inserita dall’art. 23 bis del decreto legge n. 112/2008 e successive modificazioni edintegrazioni, come integrata dal regolamento attuativo, d.p.r. n.168/2009, si è prevista la cessione del 40% di Amiu S.p.A. (C.C n. 124 / 2010 adoggetto “Documenti previsionali e programmatici 2011- 2013).79


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010SETTORE TRASPORTO E MOBILITA’AMI S.P.AE’ in atto il piano per la retrocessione della società Genova Parcheggi S.p.A mediante riduzione del capitale sociale di AMI.(C.C. n. 78 del 28/9/2010).L’operazione consentirà il rientro nella diretta proprietà del Comune di Genova Parcheggi.SETTORE SERVIZI FUNEBRIASEFAl fine di ottemperare ai dettami della Legge Regionale n. 24/2007 e s.m.i., che dispone che i soggetti autorizzati all’esercizio di attività funebri nonpossano gestire obitori, depositi di osservazione e camere mortuarie all’interno di strutture sanitarie nonché gestire cimiteri, è stato approvato il nuovoassetto in materia di onoranze funebri e servizi cimiteriali prevedendo la trasformazione dell’Azienda Speciale A.Se.F. in società a responsabilitàlimitata e destinazione alla società AMIU delle attività istituzionali (deliberazione del Consiglio Comunale n. 47 del 29.06.2010). Entro fine anno sonostati predisposti e conclusi tutti gli atti notarili di cessione e trasformazione di attuazione della delibera.SETTORE VALORIZZAZIONE PATRIMONIO IMMOBILIAREGRUPPO SPIMCon G.C n. 64/ 4.3.2010 è stato approvato il riordino del gruppo SPIM.Questo progetto consente di realizzare i seguenti obiettivi:− l’eliminazione di costi diretti di organizzazione e di struttura;− il miglioramento delle capacità di credito nei confronti del sistema finanziario, derivante dalla concentrazione in tre società di un patrimonioimmobiliare attualmente ripartito tra cinque società;− la semplificazione amministrativa e contabile, conseguente all’eliminazione di flussi economico-finanziari propri dei rapporti infragruppo;− il miglioramento dell’efficienza produttiva complessiva del Gruppo.La realizzazione del progetto di riordino comporta le seguenti operazioni straordinarie:80


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010− fusione per incorporazione di SCM S.c.p.a. in SPIM S.p.a.;− scissione totale di Tono Due S.p.a., con l’attribuzione, al socio SPIM, degli elementi attivi e passivi afferenti il patrimonio immobiliarestrumentale, nonché della partecipazione di controllo nella società San Bartolomeo srl e, alla società Tono, degli elementi attivi e passivi afferenti ilpatrimonio immobiliare abitativo di Tono Due;A seguito dell’attività di riorganizzazione ipotizzata, l’assetto definitivo del gruppo S.P.Im. risulterebbe essere il seguente:− la società S.P.Im. s.p.a. rimarrebbe titolare delle seguenti partecipazioni:o Tono S.p.a. (socio al 100%)o SGM S.c.p.a. (socio al 25%)o Svi S.r.l. in liquidazione (socio unico) che ha realizzato l’oggetto sociale ed è stata posta in liquidazione a fine 2007o S. Bartolomeo S.r.l. (posseduta al 55%).Grazie a questa operazione si ridurrà il numero delle società attualmente esistenti, facendo confluire in Spim S.p.a. l’intero patrimonio immobiliarestrumentale e in Tono S.p.a. l’intero patrimonio immobiliare abitativo appartenente al Gruppo, potendosi queste due società specializzare nellosvolgimento di tali importanti funzioni, con prevedibile ottenimento di migliori economie di scala e, simultaneamente, con un risparmio di costi.SETTORE ATTIVITA’ SPORTIVESPORTINGENOVA S.P.APreso atto che la società Sportingenova S.p.a ha accumulato, nel corso degli anni, perdite d’esercizio derivanti principalmente dal crescente costo dellasocialità inerente alla natura del servizio e che di conseguenza si è trovata in una situazione di crisi finanziaria, la Civica Amministrazione condeliberazione di Consiglio Comunale n. 35 del 25 maggio 2010 ha approvato le linee di indirizzo per la messa in liquidazione volontaria della società.Si è ritenuto, infatti, che lo scioglimento della società e il conseguente avvio del processo di liquidazione volontaria ai sensi dell’art. 2484 del CodiceCivile sia l’iniziativa più opportuna al fine di:− permettere all’ente di elaborare scelte strategiche coerenti con la valorizzazione delle opportunità offerte dallo sport in termini di aggregazionesociale, promozione del benessere fisico e promozione della città che costituiscono obiettivi dell’amministrazione;− sviluppare nuovi modelli gestionali secondo le linee sopra descritte;− evitare possibili ulteriori appesantimenti della situazione finanziaria.81


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Con deliberazione G.C. 243 dell’8 luglio 2010 in attuazione della C.C 35/2010, è stato approvato il riacquisto di una porzione dell’impianto StadioCarlini centro polisportivo Villa Gentile.Con deliberazione G.C n. 426 del 2.12.2010 è stato stabilito che il Comune corrisponda a Sportingenova, a titolo di compensazione dei mancatiintroiti tariffari derivanti dalle agevolazioni e dalle esenzioni previste dalla Civica Amministrazione a favore di fasce deboli, un corrispettivo per ilcosto della socialità pari a euro 1.000.000,00.SETTORE MANUTENZIONE STRADE IMPIANTI E VERDESASTERNET S.P.ACon G.C n. 369 del 14/10/2010 sono state date le linee di indirizzo ad Aster s.p.a per la cessione, entro e non oltre il 31/12/2010, del 15% dellapartecipazione azionaria di Sasternet Spa in quanto non ritenuta strategica.ALTRE SOCIETA’SVILUPPO GENOVA SPAIl Comune di Genova detiene attualmente in Sviluppo Genova s.p.a una partecipazione diretta del 17,5% ed indiretta del 2,5% tramite la controllataal 100% AMIU SpA.. Considerato che è intenzione della Civica Amministrazione consolidare il ruolo di Sviluppo Genova quale supporto all’entenella realizzazione di iniziative dirette sia alla riqualificazione ambientale della città che di riutilizzo di aree industriali dismesse o in via didismissione, contribuendo, nel concreto, alla promozione dell’intero territorio genovese, con G.C 438 del 2/12/2010 sono dati approvati gli indirizziper acquisire ulteriori quote di partecipazione in Sviluppo Genova s.p.a fino ad aumentare la propria partecipazione societaria in modo che lapartecipazione congiunta Comune di Genova - AMIU raggiunga complessivamente il 51% e sia, pertanto, acquisito il controllo di Sviluppo Genova daparte del “sistema Comune”.82


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010THEMIS S.R.LCon C.C. n. 65 del 20/7/2010 è stato approvato l’acquisto da parte del Comune di Genova della quota di Themis Srl di proprietà della Provincia diGenova portando in tal modo la partecipazione del Comune in Themis dal 52,93% al 69,93%. Entro fine anno sono stati perfezionati dal notaio gli attirelativi all’acquisto. L’ operazione, ampliando la presenza del Comune nella compagine societaria, consente allo stesso di esercitare una maggioreinfluenza sull’operatività della società rafforzando, di conseguenza, il ruolo di. THEMIS s.r.l quale supporto in un settore strategico quale laformazione e crescita professionale del personaleFIERA DI GENOVA S.P.A.Con delibera C.C. n. 59 del 20 luglio è stata approvata la modifica dello statuto della società. finalizzata a consentire che gli amministratori dellasocietà possano essere nominati per un periodo anche inferiore a tre esercizi e per una durata pari a quanto stabilito dall’assemblea all’atto dellanomina.MODELLO GOVERNANCEIn relazione al progetto di riordino è stato elaborato un nuovo modello di governance, approvato in Giunta e presentato al Consiglio Comunale alla finedel mese di luglio, che definisce le attività ed i contenuti del sistema di controllo nonché di un codice di comportamento per tutte le societàcontrollate. Il progetto prevede un’ organizzazione per filiere, la centralizzazione delle attività comuni alle diverse società, e l’acquisizione di unsoftware finalizzato allo sviluppo di una banca dati, all’analisi economico-finanziaria ed all’elaborazione di sistemi controllo qualità diretti alpotenziamento del flusso di informazioni e dati a favore dell’Amministrazione.DISMISSIONINel corso del 2010 è stato avviato il processo di dismissione delle partecipazioni non strettamente necessarie al perseguimento delle proprie finalitàistituzionali, deliberando con C.C 41 dell’ 8 giugno 2010 la dismissione delle partecipazioni detenute nelle seguenti società: Coarge, CooperfidiS.c.r.l, Bic Liguria s.c.p.a, Finporto s.p.a, Sofincoop s.p.a, Fidicom S.c.r.l, Milano Serravalle Milano Tangenziali s.p.a e con C.C 49 del 6 luglio2010 la dismissione della partecipazione in Multiservice s.p.a.In attuazione delle delibere è stato predisposto il bando di gara per la vendita di Bic Liguria Spa, Finporto Spa, Milano Serravalle Milano TangenzialiSpa e Multiservice. È stata espletata e conclusa in data 15/12/2010, la procedura di gara che è andata deserta per mancanza di offerte. Sono stati83


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010predisposti gli atti per l’offerta ai soci e in subordine, ove previsto dallo statuto, per l’esercizio del diritto di recesso. Fidicom s.c.r.l ha comunicatol’accoglimento della richiesta di recesso del Comune.DELIBERA DI RICOGNIZIONEIl Consiglio Comunale con deliberazione n.116 del 20.12.2010 ha approvato il provvedimento di ricognizione delle partecipazioni societarie inattuazione degli adempimenti previsti dall’art. 3 commi 27 e ss della legge n. 244/2007 specificando per ciascuna società le motivazioni almantenimento della partecipazione e prevedendo, oltre alle dismissioni già approvate con C.C 41 e 49 del 2010, la dismissione della società Tunnel diGenova s.p.a . Per ciascuna società è stata allegata alla delibera una scheda riepilogativa contenente i dati inerenti l’oggetto sociale, il capitale socialee la quota di partecipazione del Comune, il patrimonio netto, il numero di dipendenti e l’andamento del risultato economico dell’ultimo quadriennio.84


2.2. LA GESTIONE ECONOMICO PATRIMONIALE


2.2. LA GESTIONE ECONOMICO PATRIMONIALE2.2.1 - Il Conto economico2.2.2 - Il Conto del patrimonio


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20102.2 – LA GESTIONE ECONOMICO PATRIMONIALEIl conto economico, il conto del patrimonio e il prospetto di conciliazione relativi all’esercizio 2010 sono stati redatti in sostanziale conformità alPrincipio Contabile n. 3 - Il Rendiconto degli Enti locali approvato nella seduta del 18 novembre 2008 dall’Osservatorio per la finanza e la contabilitàdegli enti locali.Le registrazioni in contabilità generale sono state effettuate con il metodo della partita doppia a partire dalle informazioni provenienti dalla contabilitàfinanziaria , integrate con elementi rilevati extra-contabilmente, come ammortamenti, e con altre rilevazioni di natura straordinaria comesopravvenienze e insussistenze derivanti dalla gestione dei residui e da operazioni di rettifica di varia natura.2.2.1 – IL CONTO ECONOMICOIl conto economico presenta un risultato della gestione operativa pari a € 139,8 milioni di euro, in netto miglioramento rispetto al risultatodell’esercizio precedente (€ 124,8 milioni di euro) per effetto del ruslutato della gestione e comprende i costi di ammortamento dei beni mobili eimmobili .Anche nel conto economico viene evidenziata la già citata Tariffa di Igiene Ambientale per la quale la Corte Costituzionale, con sentenzan.238/2009 ne ha sancito la natura tributaria, che ritroviamo tra i proventi tributari e tra i costi nella prestazione dei servizi.Gli altri risultati intermedi del conto economico evidenziano sia una sostanziale riduzione dei costi, sia un miglioramento dei saldi relativi ai“Proventi ed oneri straordinari” ed ai “Proventi ed oneri finanziari” e si chiude con un risultato di circa 29 milioni, superiore di circa 11 milionirispetto a quello dell’esercizio precedente in gran parte riconducibile agli oneri finanziari per circa 9 milioni di euro.85


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20102.2.2 – IL CONTO DEL PATRIMONIOATTIVITA’La consistenza patrimoniale delle Immobilizzazioni materiali registra un aumento di circa 77 milioni di euro, a fronte delle risultanze inventarialie dei pagamenti per investimenti non ancora collaudati (immobilizzazioni in corso).La consistenza finale corrisponde alle risultanze inventariali deliberate, al netto dei fondi ammortamento calcolati dalle relative procedure divalorizzazione. Per i beni demaniali e del patrimonio indisponibile, la procedura di ammortamento è stata avviata dal 2007.La consistenza finale delle partecipate è stata determinata sulla base della quota di partecipazione ai patrimoni netti risultanti dagli ultimi bilanciapprovati.L’ attivo circolante è suddiviso in:- crediti, somme ancora da riscuotere a seguito di accertamenti finanziari;- disponibilità liquide, comprendenti il valore complessivo delle attività correnti che si presentano sotto forma liquida o che possono esseretrasformate in moneta entro breve termine.- Le disponibilità sono distinte in “fondo di cassa”, e “depositi bancari”, a seconda che si riferiscano a disponibilità liquide depositate presso latesoreria o al di fuori della stessa.Per quanto riguarda i crediti corrispondono sostanzialmente ai residui attivi del conto del bilancio, mentre le disponibilità liquidecorrispondono al fondo cassa al 31.12.2010.PASSIVITA’In riferimento alle voci del Patrimonio netto, si evidenzia che il netto patrimoniale viene variato in corrispondenza del risultato di esercizio eper ricondurre il netto da beni demaniali a un importo pari alla consistenza dei beni demaniali medesimi.I Conferimenti patrimoniali registrano variazioni in dipendenza delle informazioni ricavabili dalla contabilità finanziaria.E’ stato mantenuto nel passivo patrimoniale un fondo rischi su crediti pari a 9,5 milioni di euro.86


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Per quanto riguarda i Debiti, rappresentano obbligazioni a pagare una determinata somma a scadenze prestabilite. Essi sono valutati al valoreresiduo, così come stabilisce l’art. 230 del D. Lgs. 267/00:La ripartizione principale è tra debiti di finanziamento e debiti di funzionamento. I debiti di finanziamento sono quelli contratti dall’ente per ilfinanziamento degli investimenti e coincidono con le quote dei mutui ancora da restituire. I debiti di funzionamento sono le somme ancoradovute per acquisti di beni di consumo, per servizi prestati da terzi:quelli di finanziamento corrispondono alla situazione debitoria al 31 dicembre; la consistenza finale degli altri debiti corrisponde sostanzialmenteai residui passivi.I Conti d’Ordine sono riportati in calce al conto del patrimonio, sia in attivo che in passivo, e sono suddivisi in:opere da realizzare, beni conferiti in aziende speciali e beni di terzi. Non concorrono alla formazione del risultato d’esercizio né a variazioni delpatrimonio e sono finalizzati a dare una maggiore informazione sulla situazione patrimoniale dell’ente.87


STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMISEZIONE 3


3.1 FINANZIAMENTO INVESTIMENTI


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 20103.1 – FINANZIAMENTO DEGLI INVESTIMENTIDirezione Programmazione Bilanci e Partecipate - Settore Bilanci eMunicipioRendicontazione - Ufficio Investimenti e Ordinamento Contabileimporti in EuroDettaglio perAnno esercizio 2010M u n i c i p i o I Centro - Est Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 71 IMMOBILI / INTERO TERRITORIOProgetto 28 RIDUZIONE DISAGIO ABITATIVO - RECUPERO IMMOBILE VICO DEL DUCA 22 DA DESTINARE AD ALBERGO SOCIALEInv 3 LAVORI 322 70534 0,00 1.100.000,00 583.272,7045 TRASF. STATO 583.272,70Opera 90 PALAZZINA EX SATI AL LAGACCIO / LAGACCIOProgetto 1 RECUPERO E PARCHEGGIInv 1 PROGETTAZIONI 326 70565 0,00 35.000,00 35.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 35.000,00Inv 3 LAVORI 326 70564 500.000,00 465.000,00 0,00Opera 99 PALAZZO TURSI / VIA GARIBALDI, 9Progetto 23 PALAZZO ALBINI: ADEGUAMENTO ALLE NORME DI PREVENZIONE INCENDIInv 1 PROGETTAZIONI 326 70565 0,00 10.000,00 0,00Inv 3 LAVORI 326 70564 300.000,00 290.000,00 0,00Progetto 24 INTERVENTI DI RISANAMENTO PROPEDEUTICI AD IMPIANTI TECNOLOGICIInv 3 LAVORI 326 70564 300.000,00 300.000,00 182.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 182.000,00Progetto 26 PALAZZO DORIA TURSI ALBINI: REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA INTEGRATO DI SICUREZZA E VIDEO SORVEGLIANZAInv 1 PROGETTAZIONI 326 70565 0,00 30.000,00 0,00Inv 3 LAVORI 326 70562 650.000,00 620.000,00 0,0088


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o I Centro - Est Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 118 MURA DELLA MARINA / VIA MADRE DI DIO - CORSO QUADRIOProgetto 3 PARCHEGGIOInv 3 LAVORI 153 70576 0,00 386.200,00 386.107,8945 TRASF. STATO 386.107,89Opera 1100 PALAZZO DI GIUSTIZIA / PIAZZA PORTORIA, 1Progetto 16 ADEGUAMENTO A NORME PER AGIBILITA' III LOTTO FUNZIONALE - II STRALCIOInv 3 LAVORI 660 71603 6.972.168,00 6.972.168,00 0,00Progetto 17 ADEGUAMENTO A NORME DI AGIBILITA' II LOTTOInv 3 LAVORI 660 71603 0,00 322.300,00 322.300,0088 CONTRIBUTI EDILIZI 322.300,00Progetto 23 INTERVENTI DIVERSI PER SICUREZZA E IGIENEInv 3 LAVORI 660 71604 477.729,00 477.729,00 0,00Progetto 30 REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICOInv 3 LAVORI 660 71603 342.909,00 342.909,00 0,00Opera 1103 SEDI UFFICI GIUDIZIARI / INTERO TERRITORIOProgetto 4 IMPIANTI RISCALDAMENTO E CONDIZIONAMENTO VIA VARESE PER AUTORITA' GIUDIZIARIAInv 3 LAVORI 660 71603 0,00 97.350,00 97.350,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 97.350,00Opera 2122 DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 25 ACQUISTI DIRETTI ATTREZZATURE, ARREDO URBANO E AUTOMEZZI - DIV. TERRITORIALE CENTRO ESTInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 4701 79201 25.822,00 25.822,00 25.822,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 25.822,0089


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o I Centro - Est Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 2500 SCUOLA ELEMENTARE DANEO / VIA CONCEZIONEProgetto 1 MANUTENZIONE STRAORDINARIAInv 3 LAVORI 1150 72654 0,00 50.000,00 50.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 50.000,00Opera 4503 SCUOLA MEDIA BERTANI / SALITA BATTISTINE, 12Progetto 1 INTERVENTI URGENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIAInv 3 LAVORI 1200 72824 150.000,00 150.000,00 0,00Opera 8421 ACQUARIO DI GENOVA /Progetto 1 PROLUNGAMENTO DEL PONTILE "VIA DEL MARE"Inv 3 LAVORI 1500 73402 2.025.704,00 2.025.704,00 0,00Opera 8460 PALAZZO ROSSO / VIA GARIBALDI, 18Progetto 9 MANUTENZIONE STRAORDINARIA URGENTE III LOTTO ELIMINAZIONE INFILTRAZIONI E RISANAMENTOInv 3 LAVORI 1500 73404 1.200.000,00 1.200.000,00 1.200.000,0046 TRASF. REGIONE 200.000,0049 TRASF.STRAORD. DA PRIVATI 1.000.000,00Opera 8490 TEATRO CARLO FELICE / PASSO MONTALE, 4Progetto 32 TEATRO COMUNALE DELL'OPERA: INTERVENTI DIVERSI E NON PROGRAMMABILIInv 3 LAVORI 1650 73604 150.000,00 150.000,00 0,00Progetto 41 INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA ANNUALE AGLI IMPIANTI TECNOLOGICI - I ANNUALITA'Inv 3 LAVORI 1650 73604 150.000,00 150.000,00 150.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 150.000,00Progetto 46 TRASFERIMENTIInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 1651 73667 2.500.000,00 2.500.000,00 1.400.000,0088 CONTRIBUTI EDILIZI 300.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 1.100.000,0090


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o I Centro - Est Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 8520 MUSEI CITTADINI / INTERO TERRITORIOProgetto 2 PRONTO INTERVENTO EDIFICI MUSEALI ZONA CENTROInv 3 LAVORI 1500 73404 150.000,00 150.000,00 150.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 150.000,00Opera 8525 LOGGIA DELLA MERCANZIA / PIAZZA BANCHIProgetto 6 MANUTENZIONE E ALLESTIMENTO AD USO URBAN CENTERInv 3 LAVORI 326 70564 0,00 120.000,00 119.994,1092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 119.994,10Inv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 2200 75038 100.000,00 100.000,00 100.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 100.000,00Opera 10158 EDILIZIA SPERIMENTALE ZONA PRE' / CENTRO STORICOProgetto 5 ESECUZIONE INTERVENTI DI COMPLETAMENTOInv 3 LAVORI 326 70564 0,00 31.095,00 0,00Opera 25005 CENTRI INTEGRATI DI VIA (CIV) / INTERO TERRITORIOProgetto 55 C.I.V. PROGETTO CONSORZIO CASANA - VICO CASANA - LARGO PERTINIInv 3 LAVORI 2560 74002 0,00 124.507,00 0,00Progetto 56 C.I.V. PROGETTO SAN VINCENZO CENTRO - PIAZZA E VIA COLOMBOInv 3 LAVORI 2560 74002 0,00 150.000,00 0,00Opera 25018 INTERVENTI DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 1 MANUTENZIONE STRAORDINARIA D.T. 1 CENTRO ESTInv 3 LAVORI 4701 79204 281.183,00 281.183,00 281.183,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 281.183,0091


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o I Centro - Est Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 25043 INTERVENTI EX ART. 1 COMMA 1302 L. 296/2006 / INTERO TERRITORIOProgetto 3 VALORIZZAZIONE LUOGHI COLOMBIANI - VIA XX SETTEMBREInv 3 LAVORI 3400 77004 500.000,00 500.000,00 500.000,0045 TRASF. STATO 500.000,00Progetto 12 VILLE E PARCHI STORICI - PARCO ACQUASOLAInv 3 LAVORI 2800 76254 300.000,00 300.000,00 0,00Progetto 17 ACQUARIO DI GENOVA: NUOVA VASCA DEI DELFINIInv 3 LAVORI 1500 73402 250.000,00 250.000,00 250.000,0045 TRASF. STATO 250.000,00Progetto 18 GALATA - MUSEO DEL MAREInv 3 LAVORI 1500 73402 830.000,00 830.000,00 830.000,0045 TRASF. STATO 830.000,00Progetto 19 PALAZZO GRILLO "ROLLI": RISTRUTTURAZIONE E ALLESTIMENTOInv 3 LAVORI 326 70564 754.000,00 754.000,00 754.000,0045 TRASF. STATO 754.000,00Progetto 20 CHIESA DI S. TORPETE: RESTAUROInv 3 LAVORI 326 70564 646.000,00 646.000,00 646.000,0045 TRASF. STATO 646.000,00Opera 25070 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE MADDALENA (P.O.R ASSE 3) / CENTRO STORICOProgetto 12 LABORATORIO SOCIALE MADDALENAInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 3050 76807 113.600,00 381.800,00 381.800,0044 TRASF. COMUNITARI 381.800,00Progetto 13 AMMODERNAMENTO IMPIANTO ASCENSORI PUBBLICI PORTELLO-CASTELLETTOInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 3510 77701 248.000,00 286.682,00 286.682,0044 TRASF. COMUNITARI 286.682,00Progetto 14 RIFIUTI SOLIDI URBANI E RACCOLTA DIFFERENZIATA CENTRO STORICOInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 2100 75036 37.600,00 37.600,00 32.680,2744 TRASF. COMUNITARI 32.680,2792


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o I Centro - Est Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoProgetto 15 INTERVENTI DIFFUSI RIQUALIFICAZIONE PERCORSIInv 3 LAVORI 2560 74002 400.000,00 400.000,00 0,00Progetto 16 UFFICI DISTRETTO SOCIALE P.ZA POSTA VECCHIA 3 - AMPLIAMENTO E ADEGUAMENTOInv 3 LAVORI 326 70563 600.000,00 600.000,00 0,00Progetto 17 VICO SUP. PELLICCERIA 1 (EX TELECOM) RISTRUTTURAZIONE PER CENTRO CULTURALE POLIVALENTEInv 3 LAVORI 1500 73403 7.168.180,00 7.168.180,00 0,00Progetto 18 VIA DELLA MADDALENA (ANGOLO VICO ROSA) REALIZZAZIONE STRUTTURA PER INFANZIAInv 3 LAVORI 2710 76103 1.694.432,00 1.694.432,00 1.694.432,0044 TRASF. COMUNITARI 1.218.240,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 476.192,00Progetto 19 RIQUALIFICAZIONE DEI PERCORSI - II LOTTOInv 3 LAVORI 2560 74002 1.495.850,00 1.495.850,00 1.495.850,0044 TRASF. COMUNITARI 1.196.680,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 299.170,00Progetto 20 INTERVENTI MOBILITA' SOSTENIBILE - TAXI ELETTRICO, SISTEMA INFORMATIZZATO PARCHEGGIInv 3 LAVORI 3450 73162 337.320,00 337.320,00 269.856,6444 TRASF. COMUNITARI 269.856,64Opera 25075 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE VALORIZZAZIONE RISORSE CULTURALI E NATURALI (P.O.R. ASSE 4) / INTEROProgetto 2 GIARDINI E MUSEI DI STRADA NUOVA (PALAZZO BIANCO - TURSI E PALAZZO ROSSO)Inv 3 LAVORI 1500 73404 1.784.900,00 1.784.900,00 1.027.920,0044 TRASF. COMUNITARI 1.027.920,00Progetto 3 PARCO VILLETTA DI NEGRO - I LOTTOInv 3 LAVORI 2800 76254 800.000,00 800.000,00 640.000,0044 TRASF. COMUNITARI 640.000,00Progetto 5 SISTEMA DELLE MURA GENOVESI - FASE I - PLANETARIO MOBILE AL RIGHIInv 3 LAVORI 2560 74001 154.561,00 154.561,00 123.568,8044 TRASF. COMUNITARI 123.568,8093


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o I Centro - Est Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 25802 P.R.U. PORTA SOPRANA - SARZANO / CENTRO ESTProgetto 14 SCUOLA PIAZZA DELLE ERBEInv 3 LAVORI 1150 72652 600.000,00 2.000.000,00 2.000.000,0046 TRASF. REGIONE 720.600,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 1.279.400,00Opera 50116 EX DIURNO DI PIAZZA DE FERRARI / CENTRO ESTProgetto 1 PROGETTO "CAFFE' CALORE" CENTRO DI ACCOGLIENZAInv 3 LAVORI 3050 76804 400.000,00 400.000,00 0,00Opera 50117 POGAS: PROGRAMMA PER AIUTARE I GIOVANI / CARICAMENTOProgetto 1 RECUPERO EDIFICIO PIAZZA CAVOUR, CIV 11Inv 3 LAVORI 322 70534 450.000,00 450.000,00 0,00Progetto 2 RECUPERO SEDE AGENZIA CASA VIA PRE'Inv 3 LAVORI 322 70534 150.000,00 150.000,00 0,00Opera 60009 VIE DEL CENTRO STORICO / CENTROProgetto 4 MANUTENZIONE STRAORDINARIA SALITA DEL FONDACO, VICO FIASCAIEInv 3 LAVORI 3400 77004 250.000,00 250.000,00 0,00Opera 60068 VIA MURA DELLE CAPPUCCINE / PORTORIAProgetto 4 RISANAMENTO E RIFACIMENTO MARCIAPIEDI E AIUOLEInv 3 LAVORI 3400 77004 120.000,00 120.000,00 0,0094


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o I Centro - Est Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 60113 VIA DEL LAGACCIO / OREGINA - LAGACCIOProgetto 3 ALLARGAMENTO TRATTO VIA LAGACCIO A MONTE CASERMA GAVOGLIOInv 3 LAVORI 3400 77002 0,00 240.000,00 240.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 240.000,00Progetto 5 INTERVENTI DI RISANAMENTO E MANUTENZIONE NEL QUARTIERE DEL LAGACCIOInv 3 LAVORI 3400 77002 347.940,00 347.940,00 347.940,0046 TRASF. REGIONE 347.940,00Progetto 6 RIPRISTINO MURO E ALLARGAMENTO STRADALEInv 3 LAVORI 3400 77002 0,00 100.000,00 0,00Opera 60402 VIA BARTOLOMEO BIANCO / OREGINA - LAGACCIO - SAN TEODOROProgetto 4 MANUFATTO PER STRUTTURA RICREATIVA E SPORTIVAInv 3 LAVORI 2850 76352 152.060,00 152.060,00 152.060,0046 TRASF. REGIONE 152.060,00Opera 60428 VIABILITA' DEL MOLO / PRE' - MOLO - MADDALENAProgetto 9 RISANAMENTO TRATTO TRA VICO VELE E PIAZZA CAVOURInv 3 LAVORI 3400 77004 0,00 40.000,00 39.625,9292 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 39.625,92Opera 60501 VIE ZONA CENTRO / CENTRO - SAMPIERDARENAProgetto 24 PAVIMENTAZIONE SALITA OREGINAInv 3 LAVORI 3400 77004 147.360,00 147.360,00 0,00Progetto 26 RECUPERO E RISANAMENTO AREA SAN VINCENZOInv 3 LAVORI 2540 73250 1.000.000,00 1.000.000,00 0,00Progetto 27 REALIZZAZIONE MONUMENTO VITTIME TERRORISMOInv 3 LAVORI 3950 78504 130.000,00 130.000,00 0,0095


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o I Centro - Est Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera60570 VIE DI CASTELLETTO / CASTELLETTOProgetto11 RAMPA DI ACCESSO OSPEDALE EVANGELICOInv 3 LAVORI 3400 77004 95.000,00 95.000,00 0,00T o t a l e m u n i c i p i I Centro - Est 38.232.318,00 42.700.652,00 16.795.445,32 16.795.445,3296


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o II Centro - Ovest Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 2122 DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 26 ACQUISTI DIRETTI ATTREZZATURE, ARREDO URBANO E AUTOMEZZI - DIVISIONE TERRITORIALE CENTRO OVESTInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 4702 79211 25.822,00 25.822,00 25.822,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 25.822,00Opera 7813 COMPLESSO SCOLASTICO VIA SAN MARINO / CENTRO OVESTProgetto 1 RISANAMENTO PROSPETTIInv 3 LAVORI 1350 73074 200.000,00 200.000,00 0,00Opera 25018 INTERVENTI DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 2 MANUTENZIONE STRAORDINARIA D.T.2 CENTRO OVESTInv 3 LAVORI 4702 79214 281.183,00 281.183,00 281.183,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 281.183,00Opera 25043 INTERVENTI EX ART. 1 COMMA 1302 L. 296/2006 / INTERO TERRITORIOProgetto 4 VILLE E PARCHI STORICI - VILLA ROSAZZAInv 3 LAVORI 326 70564 1.050.000,00 1.050.000,00 1.050.000,0045 TRASF. STATO 1.050.000,00Opera 25072 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE SAMPIERDARENA (P.O.R ASSE 3) / CENTRO OVESTProgetto 1 RIQUALIFICAZIONE VIA BURANELLOInv 3 LAVORI 2560 74002 2.000.000,00 2.000.000,00 2.000.000,0044 TRASF. COMUNITARI 2.000.000,00Progetto 2 RIQUALIFICAZIONE VIA D'ASTEInv 3 LAVORI 2560 74002 800.000,00 800.000,00 800.000,0044 TRASF. COMUNITARI 800.000,00Progetto 3 RIQUALIFICAZIONE VIA CANTOREInv 3 LAVORI 2560 74002 600.000,00 600.000,00 600.000,0044 TRASF. COMUNITARI 600.000,0097


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o II Centro - Ovest Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoProgetto 4 PALAZZO DEL MUNICIPIO - INCREMENTO SERVIZIInv 3 LAVORI 326 70562 1.200.000,00 1.200.000,00 1.200.000,0044 TRASF. COMUNITARI 400.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 800.000,00Progetto 5 CENTRO ANZIANI EX BIBLIOTECA GALLINOInv 3 LAVORI 3050 76872 400.000,00 400.000,00 400.000,0044 TRASF. COMUNITARI 400.000,00Progetto 6 ASILO NIDO NELL'EX SCUOLA DI VIA PELLEGRINIInv 1 PROGETTAZIONI 2710 76105 70.000,00 70.000,00 70.000,0044 TRASF. COMUNITARI 70.000,00Inv 3 LAVORI 2710 76102 1.530.000,00 1.530.000,00 1.530.000,0044 TRASF. COMUNITARI 1.530.000,00Progetto 7 ASCENSORE TRA VIA CANTORE E VILLA SCASSIInv 3 LAVORI 3510 77500 4.290.700,00 4.290.700,00 3.200.000,0044 TRASF. COMUNITARI 3.200.000,00Opera 25805 P.R.U. : SOPRANIS / CENTRO OVESTProgetto 4 REALIZZAZIONE PALESTRAInv 3 LAVORI 2850 76354 800.000,00 800.000,00 674.464,3092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 674.464,30Opera 45185 BOCCIODROMO C. BOTTINO / EX DEPOSITO SALE - PIAZZA DOGANA - VIA SAMPIERDARENAProgetto 1 RISTRUTTURAZONE E MESSA A NORMAInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 326 74036 0,00 30.000,00 30.000,0046 TRASF. REGIONE 30.000,00Opera 45210 CENTRO PALA SPORTIVO DON BOSCO A SAMPIERDARENA / VIA SAN G. BOSCO 14 RProgetto 1 INTERVENTI PER OMOLOGAZIONEInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 326 74036 0,00 40.000,00 40.000,0046 TRASF. REGIONE 40.000,0098


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o II Centro - Ovest Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoT o t a l e m u n i c i p i II Centro - Ovest 13.247.705,00 13.317.705,00 11.901.469,30 11.901.469,3099


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o III Bassa Val Bisagno Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 43 SEDE C.D.C. BASSA VAL BISAGNO / PIAZZA MANZONIProgetto 3 RECUPERO EDIFICIO DI CIVICA PROPRIETA' SITO IN PIAZZA MANZONI 1Inv 3 LAVORI 293 70273 536.800,00 536.800,00 0,00Opera 79 TERZO POLO UFFICI PUBBLICI / PIAZZA G. RAGGIProgetto 4 OPERAZIONI DI RISANAMENTO E BONIFICAInv 3 LAVORI 326 70564 0,00 5.000,00 5.000,0049 TRASF.STRAORD. DA PRIVATI 5.000,00Opera 126 EX CONCERIA BOCCIARDO / MARASSIProgetto 3 PARCHEGGIO CON SOPRASTANTE SISTEMAZIONE PEDONALEInv 3 LAVORI 3410 77071 434.000,00 434.000,00 0,00Opera 1820 SCUOLA COMUNALE DELL'INFANZIA S. FRUTTUOSO / PIAZZA MANZONI, 2Progetto 1 MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLE COPERTURE E DEGLI INFISSIInv 3 LAVORI 1100 72504 400.000,00 400.000,00 0,00Opera 2122 DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 27 ACQUISTI DIRETTI ATTREZZATURE, ARREDO URBANO E AUTOMEZZI - DIVISIONE TERRITORIALE BASSA VAL BISAGNOInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 4703 79221 25.822,00 25.822,00 25.822,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 25.822,00Opera 2529 SCUOLA ELEMENTARE FONTANAROSSA / VIA GINESTRATO, 11Progetto 1 MANUTENZIONE STRAORDINARIA COPERTURE, INFISSI E PROSPETTIInv 3 LAVORI 1150 72654 350.000,00 350.000,00 0,00100


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o III Bassa Val Bisagno Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 2608 SCUOLA ELEMENTARE MARCONI / PIAZZA MARTINEZ, 2Progetto 2 MANUTENZIONE STRAORDINARIAInv 3 LAVORI 1150 72654 300.000,00 300.000,00 0,00Opera 2693 ELEMENTARE P.GIOVANNI XXIII - MEDIA LOMELLINI / PIAZZA G. FERRARISProgetto 2 ADEGUAMENTOInv 3 LAVORI 1150 72654 200.000,00 200.000,00 0,00Progetto 3 MANUTENZIONE STRAORDINARIA INFISSIInv 3 LAVORI 1150 72654 500.000,00 500.000,00 0,00Opera 7822 COMPLESSO SCOLASTICO VIA GALEAZZO / VIA GALEAZZO, 26Progetto 2 SOSTITUZIONE SERRAMENTI E INFISSIInv 3 LAVORI 1150 72654 150.000,00 150.000,00 0,00Opera 25005 CENTRI INTEGRATI DI VIA (CIV) / INTERO TERRITORIOProgetto 59 C.I.V. PROGETTO CONSORZIO STADIUM- LE VIE DI MARASSI - VIA TORTOSA - VIA MONTICELLI - CORSO DE STEFANISInv 3 LAVORI 2560 74002 0,00 150.000,00 0,00Progetto 60 C.I.V. PROGETTO CONSORZIO CORSO SARDEGNA BASSA - VIA DE PAOLI - VIA GIACOMETTI - CORSO SARDEGNAInv 3 LAVORI 2560 74002 0,00 150.000,00 0,00Opera 25018 INTERVENTI DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 3 MANUTENZIONE STRAORDINARIA D.T. 3 BASSA VAL BISAGNOInv 3 LAVORI 4703 79224 281.183,00 90.000,00 90.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 90.000,00101


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o III Bassa Val Bisagno Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoProgetto 33 MUNICIPIO III BASSA VAL BISAGNO - MANUTENZIONE E PRONTO INTERVENTO NELL'AMBITO DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE E DEMANIALEInv 3 LAVORI 4703 79224 0,00 191.183,00 191.183,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 191.183,00Opera 34175 VIA FEREGGIANO / MARASSIProgetto 2 CONSOLIDAMENTO VERSANTE TRA PARTE INFERIORE VIA FEREGGIANO E VIA GANDIN - I LOTTOInv 3 LAVORI 2223 75754 0,00 460.000,00 157.232,0592 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 157.232,05Opera 34183 RETE FOGNARIA / VAL BISAGNOProgetto 4 MANUTENZIONE FOGNATURE BASSA VAL BISAGNOInv 3 LAVORI 2223 75754 0,00 133.000,00 133.000,0045 TRASF. STATO 133.000,00Opera 45060 STADIO FERRARIS / VIA GIOVANNI DE PRA'Progetto 34 MESSA A NORMA SICUREZZA UEFAInv 3 LAVORI 2850 76354 400.000,00 400.000,00 430.000,0046 TRASF. REGIONE 430.000,00Opera 80112 MERCATI RIONALI CITTADINI / INTERO TERRITORIOProgetto 16 MERCATO TERRALBA: MANUTENZIONE STRAORDINARIAInv 3 LAVORI 3830 78164 300.000,00 300.000,00 0,00T o t a l e m u n i c i p i III Bassa Val Bisagno 3.877.805,00 4.775.805,00 1.032.237,05 1.032.237,05102


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o IV Media Val Bisagno Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 92 SEDE SOCIETA' OPERAIA DI MUTUO SOCCORSO S.O.M.S. DI BAVARI / VIA ALLA CHIESA DI SAN GIORGIO DI BAVARIProgetto 1 RIQUALIFICAZIONE SPAZI APERTI AL PUBBLICOInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 326 74036 0,00 25.000,00 25.000,0046 TRASF. REGIONE 25.000,00Opera 93 SEDE CIRCOLO ACLI SAN GIORGIO / VIA MERLANTI, 3Progetto 1 RECUPERO SPAZI E STRUTTURE SEDE ASSOCIATIVAInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 326 74036 0,00 20.000,00 20.000,0046 TRASF. REGIONE 20.000,00Opera 1818 SCUOLA CA' DEI VENTURA / MOLASSANA, VIA SAN FELICE, 19Progetto 1 MANUTENZIONEInv 3 LAVORI 1100 72504 600.000,00 600.000,00 0,00Opera 2122 DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 28 ACQUISTI DIRETTI ATTREZZATURE, ARREDO URBANO E AUTOMEZZI - DIVISIONE TERRITORIALE MEDIA VAL BISAGNOInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 4704 79231 25.822,00 25.822,00 25.822,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 25.822,00Opera 2533 SCUOLA ELEMENTARE DORIA / VIA STRUPPA, 148Progetto 1 MANUTENZIONE E RISTRUTTURAZIONE COPERTURA INFISSIInv 3 LAVORI 1150 72654 400.000,00 400.000,00 0,00Opera 2613 COMPLESSO SCOLASTICO VIA BURLANDO / VIA BURLANDOProgetto 3 MANUTENZIONE FACCIATE E SOSTITUZIONE SERRRAMENTIInv 3 LAVORI 1350 73074 250.000,00 250.000,00 0,00103


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o IV Media Val Bisagno Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 25005 CENTRI INTEGRATI DI VIA (CIV) / INTERO TERRITORIOProgetto 47 C.I.V. DI VIA DEL GOTTARDINO - RIQUALIFICAZIONE URBANA VIA PIACENZA - VIA EMILIInv 3 LAVORI 2560 74002 0,00 150.000,00 0,00Opera 25018 INTERVENTI DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 4 MANUTENZIONE STRAORDINARIA D.T. 4 MEDIA VAL BISAGNOInv 3 LAVORI 4704 79234 281.183,00 281.183,00 281.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 281.000,00Opera 25074 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE MOLASSANA (P.O.R ASSE 3) / MEDIA VAL BISAGNOProgetto 1 NUOVA VIABILITA' SPONDA DESTRA TORRENTE BISAGNOInv 3 LAVORI 3400 77002 1.620.000,00 2.257.245,00 2.257.245,6044 TRASF. COMUNITARI 2.257.245,60Progetto 2 VIA MOLASSANA - PEDONALIZZAZIONEInv 3 LAVORI 2560 74001 1.850.000,00 723.000,00 723.000,0044 TRASF. COMUNITARI 723.000,00Progetto 3 PIAZZA ANTISTANTE NUOVO EDIFICIO SERVIZI CIVICI - RIQUALIFICAZIONEInv 3 LAVORI 2560 74002 250.000,00 249.755,00 249.754,4044 TRASF. COMUNITARI 249.754,40Progetto 4 ACQUEDOTTO STORICO DELLA VALBISAGNO - RECUPEROInv 3 LAVORI 2560 74002 400.000,00 400.000,00 400.000,0044 TRASF. COMUNITARI 400.000,00Progetto 5 PARCHEGGIO INTERMODALE A MONTE PONTE FLEMINGInv 3 LAVORI 3400 77002 4.500.000,00 3.370.000,00 3.370.000,0044 TRASF. COMUNITARI 3.370.000,00Progetto 6 TORRENTE GEIRATO - RISANAMENTO IDROGEOLOGICO - II LOTTOInv 3 LAVORI 3400 77003 380.000,00 2.000.000,00 2.000.000,0044 TRASF. COMUNITARI 2.000.000,00104


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o IV Media Val Bisagno Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 25075 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE VALORIZZAZIONE RISORSE CULTURALI E NATURALI (P.O.R. ASSE 4) / INTEROProgetto 4 ACQUEDOTTO STORICO DI GENOVA - RECUPERO VALORIZZAZIONE E PROMOZIONEInv 3 LAVORI 2560 74002 400.000,00 400.000,00 320.000,0044 TRASF. COMUNITARI 320.000,00Opera 31058 CIMITERO STAGLIENO / PIAZZALE RESASCOProgetto 19 CONSOLIDAMENTO MURO DI SOSTEGNO E REGIMENTAZIONE IDRAULICA CAMPO EBRAICOInv 3 LAVORI 2450 75504 305.000,00 305.000,00 0,00Progetto 22 MANUTENZIONE STRAORDINARIA COPERTURA NUOVA CRIPTAInv 3 LAVORI 2450 75504 200.000,00 200.000,00 0,00Progetto 26 INGRESSO ISPETTORATO ED EDIFICI ANNESSI - SISTEMAZIONEInv 1 PROGETTAZIONI 2450 75505 0,00 100.000,00 100.000,0032 ALIENAZIONE FABBRICATI 100.000,00Inv 3 LAVORI 2450 75504 0,00 856.180,00 856.180,0032 ALIENAZIONE FABBRICATI 856.180,00Progetto 34 REALIZZAZIONE DEL NUOVO TEMPIO LAICOInv 3 LAVORI 2450 75502 174.000,00 174.000,00 174.000,0034 ALIENAZIONI DIVERSE 114.000,0049 TRASF.STRAORD. DA PRIVATI 60.000,00Opera 31059 CIMITERO DI MOLASSANA / VIA OLIVOProgetto 4 NUOVI COLOMBARI - REALIZZAZIONEInv 3 LAVORI 2450 75503 200.000,00 200.000,00 0,00105


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o IV Media Val Bisagno Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 45031 IMPIANTO SPORTIVO CANOVA / VIA LUIGI CANEPA - VIA COSTAProgetto 4 COMPLETAMENTO RECINZIONE E MANTO IN ERBA SINTETICAInv 3 LAVORI 2850 76354 80.000,00 98.000,00 98.000,0046 TRASF. REGIONE 80.000,0049 TRASF.STRAORD. DA PRIVATI 18.000,00Opera 45061 COMPLESSO POLISPORTIVO SCIORBA / VIA G. ADAMOLIProgetto 15 SOSTITUZIONE COPERTURA PRESSOSTATICA PISCINA ESTERNAInv 3 LAVORI 2850 76354 30.000,00 30.000,00 0,00Opera 45107 IMPIANTI SPORTIVI VALLETTA RIO SANT'ANTONINO / MEDIA VAL BISAGNOProgetto 1 REALIZZAZIONEInv 3 LAVORI 2850 76352 418.022,00 418.022,00 0,00Opera 45142 CAMPO DI CALCIO - VIA DELLE ROCCHE DI BAVARI SANT'EUSEBIO / MEDIA VAL BISAGNOProgetto 1 REALIZZAZIONE MANTO IN ERBA SINTETICAInv 3 LAVORI 2850 76352 0,00 30.000,00 30.000,0046 TRASF. REGIONE 30.000,00Opera 60034 ANTICO ACQUEDOTTO / MEDIA VAL BISAGNOProgetto 5 PROGETTO DI VALORIZZAZIONE: RESTAURO, CARTELLONISTICA, SISTEMAZIONE AREE ED ACCESSIInv 3 LAVORI 3400 75024 18.000,00 18.000,00 0,00Opera 60285 VIA LEANI / MEDIA VAL BISAGNOProgetto 1 RIPRISTINO VIABILITA' PEDONALEInv 3 LAVORI 3400 77004 200.000,00 200.000,00 200.000,0046 TRASF. REGIONE 200.000,00106


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o IV Media Val Bisagno Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 60417 VIE DI STRUPPA / STRUPPAProgetto 7 VIA ALLA CHIESA DI SAN SIRO DI STRUPPA ALLARGAMENTO E RIPRISTINOInv 3 LAVORI 3400 77004 200.000,00 200.000,00 200.000,0046 TRASF. REGIONE 200.000,00Opera 60614 VIA DELLE GAVETTE / STAGLIENOProgetto 2 REALIZZAZIONE AREA VERDEInv 3 LAVORI 2800 76252 36.000,00 36.000,00 30.000,0046 TRASF. REGIONE 30.000,00T o t a l e m u n i c i p i IV Media Val Bisagno 12.818.027,00 14.017.207,00 11.360.002,00 11.360.002,00107


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o V Val Polcevera Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 1810 SCUOLA MATERNA GARRONE / VIA SAN QUIRICOProgetto 2 RIPRISTINOInv 3 LAVORI 1100 72504 300.000,00 300.000,00 0,00Opera 2122 DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 29 ACQUISTI DIRETTI ATTREZZATURE, ARREDO URBANO E AUTOMEZZI - DIVISIONE TERRITORIALE VAL POLCEVERAInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 4705 79241 25.822,00 25.822,00 25.822,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 25.822,00Opera 2674 ELEMENTARE TEGLIA / VIA TEGLIA, 2BProgetto 3 RIFACIMENTO RETE NERA PLESSO SCOLASTICOInv 3 LAVORI 1150 72654 150.000,00 150.000,00 0,00Opera 2675 ELEMENTARE GALLINO / VIA ISOCORTE, 1Progetto 3 ADEGUAMENTO NORMATIVE INSTALLAZIONE ASCENSOREInv 3 LAVORI 1150 72652 150.000,00 150.000,00 0,00Opera 4506 SCUOLA FOSCOLO EX CAFFARO - SUCCURSALE - PASSO TORBELLA / VAL POLCEVERAProgetto 1 RIFACIMENTO E RESTAURO PROSPETTI E CORNICIONIInv 3 LAVORI 1200 72824 700.000,00 700.000,00 699.300,0093 DEVOLUZIONE MUTUI 699.300,00Opera 8504 CINEMA GILBERTO RINA GOVI (EX VERDI) / VIA PASTORINOProgetto 8 MANUTENZIONE STRAORDINARIAInv 3 LAVORI 1650 73604 0,00 80.000,00 30.000,0046 TRASF. REGIONE 30.000,00108


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o V Val Polcevera Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 25018 INTERVENTI DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 5 MANUTENZIONE STRAORDINARIA D.T. 5 VALPOLCEVERAInv 3 LAVORI 4705 79244 281.183,00 281.183,00 281.183,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 281.183,00Opera 45155 BEGATO / RIVAROLO - BOLZANETOProgetto 17 PROGRAMMA INTERVENTI DI MANUTENZIONE QUARTIERE ERP BEGATOInv 3 LAVORI 326 70563 300.000,00 300.000,00 0,00Opera 45184 SEDE SOCIETA' OPERAIA CATTOLICA N. S. GUARDIA / VIA MEIRANA, 10RProgetto 1 REALIZZAZIONE BOCCIODROMOInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 326 74036 0,00 40.000,00 40.000,0046 TRASF. REGIONE 40.000,00Opera 45196 CENTRO SPORTIVO EX LAGO FIGOI / VIA BORZOLIProgetto 4 UTILIZZO IMPIANTO SPORTIVOInv 4 ACQUISIZIONE BENI IMMOBILI 2850 76350 0,00 2.794.328,00 0,00Opera 50103 CENTRI SOCIALI COMUNALI / VAL POLCEVERAProgetto 2 RESTAURO SU EDIFICI - GIARDINI DI OZ (EX SCUOLA PRATOGAGLIARDO)Inv 3 LAVORI 3050 76804 125.000,00 125.000,00 0,00Opera 60272 VIA SAN BIAGIO DI VALPOLCEVERA / PONTEDECIMOProgetto 2 ALLARGAMENTOInv 3 LAVORI 3400 77002 700.000,00 700.000,00 700.000,0046 TRASF. REGIONE 400.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 300.000,00109


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o V Val Polcevera Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 60331 NODO VIARIO DI BOLZANETO / VAL POLCEVERAProgetto 9 CAPANNONE VIA SARDORELLAInv 3 LAVORI 326 70552 0,00 6.033.528,00 198.120,0032 ALIENAZIONE FABBRICATI 198.120,00Opera 60332 AUTOSILOS DI VIA MARITANO / VAL POLCEVERA, VIA MARITANOProgetto 2 RISTRUTTURAZIONE PER CIVICA DEPOSITERIAInv 3 LAVORI 326 70563 455.000,00 455.000,00 0,00Opera 60341 VIE DELLA VALPOLCEVERA / VAL POLCEVERAProgetto 8 MANUTENZIONE STRAORDINARIA VIA ALLA COSTIERAInv 3 LAVORI 3400 77004 500.000,00 500.000,00 0,00Opera 80110 NUOVO MERCATO DEI FIORI / BOLZANETOProgetto 5 IMPIANTO DI RISCALDAMENTO PER CENTRO ELETTORALEInv 3 LAVORI 326 70564 95.000,00 95.000,00 0,00T o t a l e m u n i c i p i V Val Polcevera 3.782.005,00 12.729.861,00 1.974.425,00 1.974.425,00110


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o VI Medio Ponente Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 41 PALAZZO FIESCHI / MEDIO PONENTEProgetto 1 MANUTENZIONE STRAORDINARIA COPERTURE E PROSPETTIInv 3 LAVORI 326 70564 150.000,00 300.000,00 280.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 280.000,00Opera 91 AREA CAMPI / CORNIGLIANOProgetto 3 ACQUISTO AREA - AMBITO COMMERCIALEInv 4 ACQUISIZIONE BENI IMMOBILI 326 70906 0,00 1.213.232,00 1.213.231,7931 ALIENAZIONE TERRENI 1.213.231,79Progetto 4 ACQUISIZIONE DIRITTI DI OPZIONE - AMBITO COMMERCIALEInv 4 ACQUISIZIONE BENI IMMOBILI 326 70906 0,00 2.543.147,00 2.543.146,8031 ALIENAZIONE TERRENI 2.543.146,80Opera 98 SEDE CIRCOLO FILIPPO MERLINO / VIA GALLIANO, 16Progetto 1 REALIZZAZIONE DI TENSOSTRUTTURAInv 3 LAVORI 326 70564 0,00 36.000,00 20.000,0046 TRASF. REGIONE 20.000,00Opera 2122 DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 30 ACQUISTI DIRETTI ATTREZZATURE, ARREDO MEDIO PONENTEInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 4706 79251 25.822,00 25.822,00 25.822,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 25.822,00Opera 4802 SCUOLA MEDIA A.VOLTA / VIA CORNIGLIANO, 9Progetto 2 MANUTENZIONE STRAORDINARIA ED ADEGUAMENTO NORMATIVEInv 3 LAVORI 1200 72824 50.000,00 70.000,00 70.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 70.000,00Opera 25018 INTERVENTI DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 6 MANUTENZIONE STRAORDINARIA D.T. 6 MEDIO PONENTEInv 3 LAVORI 4706 79254 281.183,00 281.183,00 281.183,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 281.183,00111


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o VI Medio Ponente Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoProgetto 46 MUNICIPIO VI MEDIO PONENTE - OPERE DI URBANIZZAZIONEInv 3 LAVORI 4706 79254 0,00 100.000,00 100.000,0049 TRASF.STRAORD. DA PRIVATI 100.000,00Opera 34061 VIA ROLLA / CORNIGLIANOProgetto 2 COLLEGAMENTO VIARIO TRA VIA ROLLA E VIA BAGNASCOInv 3 LAVORI 3400 77003 160.000,00 160.000,00 0,00Progetto 3 RETI FOGNARIE VIA ROLLA E VIA PASSO BUOLE - SISTEMAZIONEInv 3 LAVORI 3400 77002 250.000,00 250.000,00 0,00Opera 45042 CAMPO DI CALCIO ITALO FERRANDO / CORNIGLIANOProgetto 2 LOCALI SEDE SOCIALE "LA CORNIGLIANESE" E SERVIZIInv 3 LAVORI 2850 76352 150.000,00 150.000,00 0,00Opera 45113 VILLA CANEPA / CORNIGLIANOProgetto 2 RISTRUTTURAZIONE SEDE DELLA FILARMONICA DI CORNIGLIANOInv 3 LAVORI 326 70564 0,00 15.000,00 15.000,0046 TRASF. REGIONE 15.000,00Opera 45137 AREA VERDE DI CAMPI / CORNIGLIANOProgetto 1 COPERTURA CAMPI DA BOCCE E SISTEMAZIONE COMPLESSIVAInv 3 LAVORI 2800 76254 100.000,00 100.000,00 0,00Opera 45143 COMPLESSO SPORTIVO VIA BORZOLI, 21 / BORZOLIProgetto 2 AMPLIAMENTOInv 3 LAVORI 2540 73255 348.000,00 382.800,00 382.800,0031 ALIENAZIONE TERRENI 382.800,00112


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o VI Medio Ponente Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 45300 VIALE CANEPA / SESTRIProgetto 2 RIQUALIFICAZIONEInv 3 LAVORI 3400 77004 500.000,00 500.000,00 0,00Opera 50115 CENTRO ANZIANI SESTRI / VIA VADOProgetto 2 REALIZZAZIONE CENTRO ANZIANI EX BIBLIOTECA BRUSCHIInv 3 LAVORI 3050 76872 640.000,00 640.000,00 0,00Opera 60162 VIA PUCCINI/VIA SIFFREDI / SESTRIProgetto 4 SOTTOPASSO PEDONALE VIA PUCCINI (STAZIONE F.S.)Inv 3 LAVORI 3400 77002 0,00 412.500,00 324.430,1492 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 324.430,14Opera 60163 VIE DI SESTRI / SESTRIProgetto 17 COLLEGAMENTO PEDONALE TRA VIA PUCCINI E VIA CIBRARIOInv 3 LAVORI 3400 77004 250.000,00 250.000,00 0,00Progetto 21 PIAZZA DEI MICONI: RIQUALIFICAZIONEInv 3 LAVORI 2560 74001 400.000,00 400.000,00 0,00Progetto 22 RIQUALIFICAZIONE VIA PAGLIA E PIAZZA TAZZOLIInv 3 LAVORI 2560 74002 800.000,00 800.000,00 0,00Opera 60177 VIA SUPERIORE BRISCATA / SESTRIProgetto 2 PONTE SU TORRENTE MOLINASSI INNESTO VIA SUP. BRISCATA: MARCIAPIEDI, PARAPETTO E PIANO VIABILEInv 3 LAVORI 3400 75024 250.000,00 250.000,00 0,00113


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o VI Medio Ponente Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 60274 VIE DI CORNIGLIANO / CORNIGLIANOProgetto 14 VIE PASSO BUOLE, ROLLA E N.S. DI LOURDES NUOVI CORPI ILLUMINANTI - C. PERRONE E VIE LIMITROFE STEMAZIONE MARCIAPIEDI E SEGNALETICAInv 3 LAVORI 3400 77002 337.650,00 337.650,00 0,00Opera 60479 CREUZE DI VIA SAN GIACOMO APOSTOLO E SALITA CAMPASSO DI SAN NICOLA / SESTRI - CORNIGLIANOProgetto 1 MANUTENZIONE STRAORDINARIAInv 3 LAVORI 3400 77004 200.000,00 200.000,00 0,00Opera 60481 PROGETTI FINALIZZATI ALLA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TERRITORIALE DEGLI ORARI (PTO) / INTERO TERRITORIOProgetto 4 CONCILIAZIONE TRA LAVORO E FAMIGLIAInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 4706 79251 12.800,00 12.800,00 12.800,0046 TRASF. REGIONE 12.800,00Opera 60483 PARCHEGGIO INTERSCAMBIO GENOVA BORZOLI / BORZOLIProgetto 1 REALIZZAZIONE A CURA DI RFIInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 153 70576 0,00 371.850,00 371.849,9731 ALIENAZIONE TERRENI 371.849,97Opera 80144 NUOVA SEDE MERCATO AL MINUTO DI SESTRI / VIA FERROProgetto 4 COMPLETAMENTO POLO MERCATALE VIA DEL FERROInv 3 LAVORI 3830 78162 1.200.000,00 1.650.000,00 1.650.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 1.650.000,00T o t a l e m u n i c i p i VI Medio Ponente 6.105.455,00 11.451.984,00 7.290.263,70 7.290.263,70114


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o VII Ponente Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 604 TORRENTE VARENNA (RIO ARCHETTI) / PEGLIProgetto 14 NUOVA VIABILITA' IN SPONDA SINISTRA: 1° STRALCIO DALL'AURELIA AL PONTE FERROVIARIOInv 3 LAVORI 3400 77002 500.000,00 500.000,00 0,00Opera 2122 DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 31 ACQUISTI DIRETTI ATTREZZATURE, ARREDO URBANO E AUTOMEZZI - DIVISIONE TERRITORIALE PONENTEInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 4707 79261 25.822,00 52.822,00 52.822,0046 TRASF. REGIONE 27.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 25.822,00Opera 10125 PEGLI 3 / PRA'Progetto 13 VIA VITTORINI - ADEGUAMENTO ANTINCENDIOInv 3 LAVORI 326 70564 0,00 33.733,00 33.733,0049 TRASF.STRAORD. DA PRIVATI 33.733,00Opera 25005 CENTRI INTEGRATI DI VIA (CIV) / INTERO TERRITORIOProgetto 57 C.I.V. PROGETTO CONSORZIO RIVIERA DI PEGLI - VIA DE NICOLAYInv 3 LAVORI 2560 74002 0,00 141.601,00 0,00Opera 25018 INTERVENTI DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 7 MANUTENZIONE STRAORDINARIA D.T. 7 PONENTEInv 3 LAVORI 4707 79264 281.183,00 304.183,00 304.182,9946 TRASF. REGIONE 23.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 281.182,99Opera 25043 INTERVENTI EX ART. 1 COMMA 1302 L. 296/2006 / INTERO TERRITORIOProgetto 8 VILLE E PARCHI STORICI - VILLA DURAZZO PALLAVICINIInv 3 LAVORI 2800 76254 1.300.000,00 1.300.000,00 1.300.000,0045 TRASF. STATO 1.300.000,00115


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o VII Ponente Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoProgetto 22 VILLE E PARCHI STORICI - VILLA DUCHESSA DI GALLIERA - GIARDINI ALL'ITALIANAInv 3 LAVORI 2800 76254 600.000,00 600.000,00 600.000,0045 TRASF. STATO 600.000,00Progetto 24 VILLE E PARCHI STORICI - VILLA DE MARI - RIFACIMENTO COPERTURE E I LOTTO IMPIANTIInv 3 LAVORI 2800 76254 850.000,00 850.000,00 850.000,0045 TRASF. STATO 850.000,00Opera 25061 TORRENTI INTERO TERRITORIO / INTERO TERRITORIOProgetto 4 TORRENTE LEIRA - SOPRELEVAZIONE MURI D'ARGINE NEL TRATTO TERMINALEInv 3 LAVORI 3400 75024 300.000,00 300.000,00 0,00Opera 25071 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PRA' MARINA (P.O.R ASSE 3) / PONENTEProgetto 2 PARCO LUNGOInv 3 LAVORI 2560 74001 6.500.000,00 6.500.000,00 6.500.000,0044 TRASF. COMUNITARI 6.500.000,00Progetto 3 PIAZZA DEL MERCATO - PRODOTTI AGRICOLI LOCALIInv 3 LAVORI 2560 74001 1.500.000,00 1.500.000,00 1.500.000,0044 TRASF. COMUNITARI 1.500.000,00Progetto 4 POLO DI INTERSCAMBIO FERROVIA, TRASPORTO SU GOMMA E PUBBLICO VIA MARE (APPRODO NAVE-BUS)Inv 3 LAVORI 3400 77002 1.000.000,00 1.000.000,00 1.000.000,0044 TRASF. COMUNITARI 1.000.000,00Opera 25075 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE VALORIZZAZIONE RISORSE CULTURALI E NATURALI (P.O.R. ASSE 4) / INTEROProgetto 1 VILLA DORIA - RESTAURO DEL LAGHETTO ALESSIANOInv 3 LAVORI 2800 76254 1.000.000,00 1.000.000,00 800.000,0044 TRASF. COMUNITARI 800.000,00Progetto 7 MUSEI DELLA CULTURA MATERIALE - MUSEO ARCHEOLOGIA LIGURE NELL'AMBITO DISTRETTO CULTURALE PONENTEInv 3 LAVORI 1500 73402 625.000,00 625.000,00 500.000,0044 TRASF. COMUNITARI 500.000,00116


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o VII Ponente Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 25107 FASCIA DI RISPETTO DI PRA' / PRA'Progetto 42 IMPIANTO SPORTIVO CAMPO CALCIOInv 3 LAVORI 2850 76354 0,00 20.000,00 20.000,0046 TRASF. REGIONE 20.000,00Opera 31071 CIMITERO LEIRA / VOLTRIProgetto 4 MANUTENZIONE STRAORDINARIA COPERTURE E PROSPETTI CORPO SEPOLTURE CAMPO 1 ESTERNO GALLERIAInv 3 LAVORI 2450 75504 150.000,00 150.000,00 0,00Opera 31075 CIMITERO DI CREVARI / VIA G. CANEPAProgetto 2 RIFACIMENTO MURO STRADA D'ACCESSOInv 3 LAVORI 326 70564 600.000,00 600.000,00 0,00Opera 45052 IMPIANTI SPORTIVI VIA REGGIO / VIA REGGIOProgetto 5 RISTRUTTURAZIONE PISCINA NICO SAPIOInv 3 LAVORI 2850 76353 100.000,00 100.000,00 100.000,0046 TRASF. REGIONE 100.000,00Opera 45127 CAMPO SPORTIVO VIA UNGARETTI / PEGLIProgetto 4 MODIFICA E ADEGUAMENTO IMPIANTO SPORTIVO "RIO S. MICHELE" IN VIA UNGARETTI, 24Inv 3 LAVORI 2850 76354 0,00 40.000,00 40.000,0046 TRASF. REGIONE 40.000,00Progetto 6 OPERE PERTINENZIALI CAMPO DA RUGBYInv 3 LAVORI 2540 73255 213.000,00 213.000,00 0,00Opera 45151 PISTA DI PATTINAGGIO - AREA PIANACCI / VOLTRIProgetto 1 RIPRISTINOInv 3 LAVORI 2850 76352 120.000,00 150.000,00 110.000,0046 TRASF. REGIONE 110.000,00117


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o VII Ponente Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 45179 PISTA DI PATTINAGGIO VOLTRI - VIA PIETRA LIGURE / VOLTRIProgetto 1 RIPRISTINOInv 3 LAVORI 2850 76352 55.000,00 55.000,00 0,00Opera 45180 PARCO DI VILLA DE MARI / VIA PRA', 61Progetto 1 MANUTENZIONE MANUFATTI DA ADIBIRE A SERRA E LOCALE DI RITROVOInv 3 LAVORI 326 70564 160.000,00 160.000,00 38.296,5692 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 38.296,56Opera 50118 RESIDENZA PROTETTA ANZIANI SAN PIETRO PRA / PIAZZA SCIESAProgetto 1 TRASFERIMENTI PER COMPLETAMENTO LAVORIInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 3050 76807 0,00 180.000,00 180.000,0046 TRASF. REGIONE 180.000,00Opera 60049 PASSEGGIATA A MARE DI VOLTRI / VOLTRIProgetto 3 COMPLETAMENTO ZONA LEVANTEInv 3 LAVORI 3400 77002 0,00 523.000,00 355.386,0349 TRASF.STRAORD. DA PRIVATI 108.567,7093 DEVOLUZIONE MUTUI 246.818,33Opera 60136 VIE DI CREVARI / VOLTRIProgetto 8 STRADA DI COLLEGAMENTO TRA CAMPENAVE, BORGONUOVO E CREVARIInv 3 LAVORI 3400 77002 1.000.000,00 1.000.000,00 1.000.000,0046 TRASF. REGIONE 1.000.000,00Opera 60408 PASSEGGIATA MARE - PEGLI / PEGLIProgetto 10 COMPLETAMENTO TRATTO LARGO CALASETTA/CASTELLO VIANSONInv 1 PROGETTAZIONI 3400 77005 70.000,00 70.000,00 0,00118


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o VII Ponente Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoProgetto 11 REALIZZAZIONE SEDE SOCIALE PER BOCCIOFILAInv 3 LAVORI 2850 76352 115.000,00 155.000,00 155.000,0046 TRASF. REGIONE 155.000,00Opera 60482 TRATTO EX SEDIME SEDE FERROVIARIA PROSPICENTE FASCIA DI RISPETTO / PRAProgetto 1 PARCHEGGIO TEMPORANEO - REALIZZAZIONEInv 3 LAVORI 3400 77003 100.000,00 100.000,00 0,00Opera 60558 VIE DI PRA' / PRA'Progetto 14 VIA DELLA TORRAZZA - COMPLETAMENTO IMPIANTO DI ILLUMINAZIONEInv 3 LAVORI 3460 77032 150.000,00 150.000,00 0,00Opera 60559 VIE DI VOLTRI / VOLTRIProgetto 26 VIA SOTTO I VOLTI - PAVIMENTAZIONE -ILLUNINAZIONE - RETE BIANCAInv 3 LAVORI 3400 77003 150.000,00 150.000,00 0,00T o t a l e m u n i c i p i VII Ponente 17.465.005,00 18.523.339,00 15.439.420,58 15.439.420,58119


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o VIII Medio Levante Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 89 EDIFICIO EX ISTITUTO NAUTICO / PIAZZA PALERMOProgetto 1 RISTRUTTURAZIONEInv 3 LAVORI 326 70564 500.000,00 500.000,00 0,00Opera 111 SERVIZI DEMOGRAFICI / CORSO TORINO, 11Progetto 7 INTERVENTI SU ARCHIVIInv 3 LAVORI 200 70704 122.000,00 122.000,00 0,00Progetto 15 ASCENSOREInv 3 LAVORI 200 70704 148.355,00 148.355,00 0,00Progetto 16 DIGITALIZZAZIONE ATTI STATO CIVILEInv 3 LAVORI 200 70704 150.000,00 150.000,00 0,00Opera 2122 DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 32 ACQUISTI DIRETTI ATTREZZATURE, ARREDO URBANO E AUTOMEZZI - DIVISIONE TERRITORIALE MEDIO LEVANTEInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 4708 79271 25.822,00 25.822,00 25.822,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 25.822,00Opera 2602 SCUOLA EL. BRIGNOLE SALE E MATERNA ALBARO / VIA MONTE ZOVETTO, 7AProgetto 3 MANUTENZIONE STRAORDINARIA E ADEGUAMENTOInv 3 LAVORI 1350 73074 400.000,00 400.000,00 400.000,0046 TRASF. REGIONE 160.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 240.000,00Opera 2752 SCUOLA ELEMENTARE N.SAURO / CORSO ITALIA, 1/AProgetto 3 ASCENSOREInv 3 LAVORI 1150 72652 220.000,00 220.000,00 220.000,0046 TRASF. REGIONE 88.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 132.000,00120


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o VIII Medio Levante Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 25018 INTERVENTI DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 8 MANUTENZIONE STRAORDINARIA D.T. 8 MEDIO LEVANTEInv 3 LAVORI 4708 79274 281.183,00 281.183,00 281.183,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 281.183,00Opera 25076 PIAZZA PALERMO / MEDIO LEVANTEProgetto 1 RIQUALIFICAZIONEInv 3 LAVORI 4708 79274 0,00 250.000,00 250.000,0045 TRASF. STATO 250.000,00Opera 34161 TORRENTE BISAGNO / VAL BISAGNOProgetto 28 RIPRISTINO ARREDO URBANO E VERDE IN VIALE BRIGATE PARTIGIANEInv 3 LAVORI 2800 76254 0,00 500.000,00 500.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 500.000,00Opera 45063 STADIO CARLINI / VIA VERNAZZA, 33 - 35Progetto 11 UTILIZZO IMPIANTO SPORTIVOInv 4 ACQUISIZIONE BENI IMMOBILI 2850 76350 0,00 4.619.289,00 0,00Opera 45097 PIAZZA PAOLO DA NOVI / PIAZZA PAOLO DA NOVIProgetto 3 RIQUALIFICAZIONE II LOTTOInv 3 LAVORI 2800 76254 400.000,00 400.000,00 400.000,0093 DEVOLUZIONE MUTUI 400.000,00Opera 45118 VILLA GAMBARO / ALBAROProgetto 6 PARCO - RIQUALIFICAZONEInv 3 LAVORI 2800 76253 231.186,00 231.186,00 0,00121


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o VIII Medio Levante Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 45131 STADIO DEL NUOTO DI ALBARO / VIA DE GASPARI, 39Progetto25 RECUPERO E VALORIZZAZIONE COMPLESSO (CONCESSIONE COSTRUZIONE E GESTIONE)Inv 3 LAVORI 2540 73250 2.000.000,00 2.000.000,00 0,00T o t a l e m u n i c i p i VIII Medio Levante 4.478.546,00 9.847.835,00 2.077.005,00 2.077.005,00122


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o IX Levante Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 63 VILLA GARIBALDI SEDE MUNICIPIO IX GENOVA LEVANTE / VIA D. PINASCO 7Progetto 1 RIFACIMENTOInv 3 LAVORI 299 70334 600.000,00 600.000,00 0,00Opera 96 SEDE SOCIETA' OPERAIA DI MUTUO SOCCORSO S.O.M.S. DI NERVI / VIA DONATO SOMMA, 17Progetto 1 REALIZZAZIONE TENSOSTRUTTURAInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 326 74036 0,00 25.000,00 25.000,0046 TRASF. REGIONE 25.000,00Opera 2122 DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 33 ACQUISTI DIRETTI ATTREZZATURE, ARREDO URBANO E AUTOMEZZI - DIVISIONE TERRITORIALE LEVANTEInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 4709 79281 25.822,00 25.822,00 25.822,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 25.822,00Opera 2506 SCUOLA ELEMENTARE GIUSTINIANI / VIA BOTTINI, 43Progetto 5 ADEGUAMENTO E MANUTENZIONE STRAORDINARIAInv 3 LAVORI 1150 72654 400.000,00 400.000,00 0,00Opera 2532 SCUOLA ELEMENTARE FABRIZI / QUARTOProgetto 1 REALIZZAZIONE NUOVO CORPO DI FABBRICA PER AMPLIAMENTO REFETTORIOInv 3 LAVORI 1150 72652 400.000,00 400.000,00 0,00Opera 4501 SCUOLA MEDIA VIVALDI (DURAZZO) / VIA CASOTTI, 11Progetto 4 MANUTENZIONE STRAORDINARIA PROSPETTO SUD E PENSILINA LIBERTYInv 3 LAVORI 1200 72824 500.000,00 500.000,00 0,00123


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o IX Levante Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 7824 PALESTRA SCOLASTICA ARDITA JUVENTUS A NERVI / VIA SERRA GRPALLO, 6Progetto 1 MANUTENZIONE SPOGLIATOIInv 3 LAVORI 326 70564 0,00 20.000,00 20.000,0046 TRASF. REGIONE 20.000,00Opera 25005 CENTRI INTEGRATI DI VIA (CIV) / INTERO TERRITORIOProgetto 58 C.I.V. PROGETTO CONSORZIO NERVI 2005 - VIA OBERDAN - VIA SALAInv 3 LAVORI 2560 74002 0,00 149.702,00 149.701,3492 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 149.701,34Opera 25018 INTERVENTI DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 9 MANUTENZIONE STRAORDINARIA D.T. 9 LEVANTEInv 3 LAVORI 4709 79284 81.183,00 81.183,00 81.183,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 81.183,00Opera 25043 INTERVENTI EX ART. 1 COMMA 1302 L. 296/2006 / INTERO TERRITORIOProgetto 9 VILLE E PARCHI STORICI - PARCO E PASSEGGIATA DI NERVIInv 3 LAVORI 2800 76254 890.000,00 890.000,00 890.000,0045 TRASF. STATO 890.000,00Opera 25075 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE VALORIZZAZIONE RISORSE CULTURALI E NATURALI (P.O.R. ASSE 4) / INTEROProgetto 8 VILLA SERRA - NERVI (VIA CAPOLUNGO 3) - COLLEGAMENTO GALLERIA ARTE MODERNA E WOLFSONIANAInv 3 LAVORI 2800 76252 35.000,00 35.000,00 34.408,6544 TRASF. COMUNITARI 27.408,6592 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 7.000,00Opera 30109 GATTILE DI QUARTO / PIAZZALE CRISPI, 2 CANCELLOProgetto 1 MANUTENZIONE GATTILEInv 3 LAVORI 2410 75302 0,00 13.000,00 13.000,0046 TRASF. REGIONE 13.000,00124


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o IX Levante Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 45062 PISCINA DI NERVI / NERVIProgetto 2 COMPLETAMENTO RISTRUTTURAZINE PISCINA M. MASSAInv 3 LAVORI 2850 76354 0,00 30.000,00 30.000,0046 TRASF. REGIONE 30.000,00Opera 45064 VILLA GENTILE / VIA BRIGATA SALERNOProgetto 6 UTILIZZO IMPIANTO SPORTIVOInv 4 ACQUISIZIONE BENI IMMOBILI 2850 76350 0,00 9.046.981,00 663.000,0032 ALIENAZIONE FABBRICATI 663.000,00Progetto 7 RIFACIMENTO PISTA DI ATLETICAInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 2850 76390 0,00 110.000,00 110.000,0046 TRASF. REGIONE 40.000,0049 TRASF.STRAORD. DA PRIVATI 70.000,00Opera 45065 AREA VERDE VIA TANINI / VALLE STURLAProgetto 4 COMPLETAMENTOInv 3 LAVORI 2540 73250 394.000,00 394.000,00 0,00Opera 45183 PALESTRA SE.DI. / QUARTO, VIA G. MAGGIO 3Progetto 1 MANUTENZIONE SPOGLIATOIInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 326 74036 0,00 20.000,00 20.000,0046 TRASF. REGIONE 20.000,00Opera 45186 BOCCIODROMO DI QUARTO / VIA D. PINASCO, 1 CANCELLOProgetto 1 REALIZZAZIONE IMPIANTO DI RISCALDAMENTO A GAS METANOInv 3 LAVORI 326 70564 0,00 10.000,00 10.000,0046 TRASF. REGIONE 10.000,00125


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o IX Levante Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 60055 CORSO EUROPA / STURLA - QUARTOProgetto 14 VIABILITA' VIA M. SIMONE E C.SO EUROPAInv 3 LAVORI 3400 77002 1.544.000,00 1.544.000,00 0,00Opera 60461 VIE DI NERVI / NERVIProgetto 9 VIA QUINTO E VIA MURCAROLO, VIA OBERDAN SINO VIA EROS DA ROS - RIFACIMENTO MARCIAPIEDIInv 3 LAVORI 3400 77004 600.000,00 600.000,00 0,00Opera 60598 VIE ZONA LEVANTE / LEVANTEProgetto 21 MANUTENZIONI DIFFUSE SU SEDIMI STRADALI, MARCIAPIEDI, OPERE COLLATERALI E FOGNARIEInv 3 LAVORI 4709 79284 200.000,00 200.000,00 200.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 200.000,00T o t a l e m u n i c i p i IX Levante 5.670.005,00 15.094.688,00 2.272.114,99 2.272.114,99126


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 46 AREE TECNICHE DIVISIONALI (A.T.D.) / INTERO TERRITORIOProgetto 1 INTERVENTI DIVERSI (LAVORI)Inv 3 LAVORI 4700 79954 111.133,00 111.133,00 111.133,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 111.133,00Opera 50 AMBITO PROGRAMMA ELISA (ENTI LOCALI INNOVAZIONE DI SISTEMA - L. 296/06 art, 1 c, 893) /Progetto 3 REALIZZAZIONE DEL PROGETTO "CONCERTO"Inv 1 PROGETTAZIONI 3450 73160 0,00 150.000,00 150.000,0045 TRASF. STATO 150.000,00Opera 58 ACCANTONAMENTO EX ART. 12 DPR 554/1999 /Progetto 1 ACCANTONAMENTO 3%Inv 9 FONDO PER ACCORDI BONARI 153 70577 1.915.077,00 1.915.077,00 0,00Opera 68 SERVIZIO STATISTICO / INTERO TERRITORIOProgetto 1 ACQUISTI DIRETTI MOBILI E ATTREZZATUREInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 250 70710 15.000,00 15.000,00 15.000,0045 TRASF. STATO 15.000,00Opera 71 IMMOBILI / INTERO TERRITORIOProgetto 3 SPESE STRAORDINARIE CONDOMINIALIInv 3 LAVORI 326 70564 208.000,00 448.000,00 78.738,2049 TRASF.STRAORD. DA PRIVATI 31.031,0088 CONTRIBUTI EDILIZI 47.707,20Progetto 8 ACQUISIZIONI BONARIE E/O ESPROPRIInv 4 ACQUISIZIONE BENI IMMOBILI 326 70900 600.000,00 600.000,00 255.750,0032 ALIENAZIONE FABBRICATI 255.750,00127


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 74 ALIENAZIONE IMMOBILI EDILIZIA RES.PUB.L560/93 / INTERO TERRITORIOProgetto 7 ACCANTONAMENTO 25% AI SENSI LEGGE 560/93 PER LAVORI STRAORDINARI SU IMMOBILI E.R.P. IN CONDOMINIOInv 3 LAVORI 322 70534 750.000,00 750.000,00 425.413,5448 TRASF. ENTI DIVERSI 425.413,54Progetto 8 ACCANTONAMENTI 50% AI SENSI L.560/93 PER MANUTENZIONE IMMOBILI ERP OCCUPATI E URBANIZZAZIONIInv 3 LAVORI 322 70534 1.500.000,00 1.500.000,00 0,00Progetto 9 ACCANTONAMENTO 25% AI SENSI DELLA LEGGE 560/93 PER LAVORI STRAORDINARI SU IMMOBILI ERP VUOTIInv 3 LAVORI 322 70534 750.000,00 750.000,00 0,00Opera 78 SVILUPPO GENOVA S.P.A. /Progetto 1 ACQUISIZIONE QUOTE SOCIETARIEInv 8 PARTECIPAZIONI AZIONARIE 2300 79405 0,00 1.365.000,00 1.313.499,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 1.313.499,00Opera 84 POLITICHE INTERNE ALL'AREA SERVIZI DECENTRATI /Progetto 1 MANUTENZIONE EVOLUTIVA PROGRAMMI INFORMATICIInv 3 LAVORI 57 73079 150.000,00 150.000,00 0,00Opera 85 IMMOBILI PER IL CULTO / INTERO TERRITORIOProgetto 2 TRASFERIMENTI A CONFESSIONI RELIGIOSEInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 165 79997 100.012,00 100.012,00 100.012,0063 ACCANTONAMENTI 100.012,00Opera 112 EDIFICI CIVICI / INTERO TERRITORIOProgetto 13 ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHEInv 3 LAVORI 326 70563 952.500,00 952.500,00 842.732,5163 ACCANTONAMENTI 842.732,51128


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoProgetto 71 MAN. STR. NON PROGR.LE CIVICO PATRIMONIO IMMOBILIARE / ABITATIVO NON IMMEDIAT.E RIASSEGNABILE - I ANNUALITA'Inv 3 LAVORI 326 70564 850.000,00 885.168,00 885.167,4449 TRASF.STRAORD. DA PRIVATI 35.167,4492 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 850.000,00Progetto 76 PROGRAMMA PER LA PROMOZIONE DELL'ENERGIA SOLAREInv 3 LAVORI 326 70564 2.000.000,00 2.000.000,00 0,00Progetto 78 ACQUISTO SISTEMI DI VIDEOSORVEGLIANZAInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 326 70561 100.000,00 100.000,00 0,00Opera 146 A.S.TER / INTERO TERRITORIOProgetto 31 MANUTENZIONE STRAORDINARIA STRADE ED OPERE ACCESSORIE - I ANNUALITA'Inv 3 LAVORI 3400 77004 11.676.223,00 16.926.223,00 16.926.223,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 16.926.223,00Progetto 41 MANUTENZIONE STRAORDINARIA D'URGENZA NON PROGRAMMABILE AL VERDE CITTADINO - I ANNUALITA'Inv 3 LAVORI 2800 76254 4.814.027,00 7.564.027,00 7.564.027,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 7.564.027,00Progetto 51 SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE E DEI DISSUASORI FISSI E MOBILI - I ANNUALITA'Inv 3 LAVORI 3410 77054 1.467.362,00 1.467.362,00 1.467.362,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 1.467.362,00Progetto 61 MANUTENZIONE STRAORDINARIA IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA E TECNOLOGICI - I ANNUALITA'Inv 3 LAVORI 3460 77034 5.714.008,00 9.114.008,00 9.114.008,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 9.114.008,00Opera 706 INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI / INTERO TERRITORIOProgetto 14 ADEGUAMENTO E SVILUPPO PATRIMONIO APPLICATIVO- BENI MOBILIInv 5 ACQUISTO 95 70151 500.000,00 500.000,00 0,00129


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoProgetto 21 PROGETTI DI E-GOVERNMENTInv 3 LAVORI 95 70152 288.000,00 288.000,00 100.546,1248 TRASF. ENTI DIVERSI 30.546,1292 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 70.000,00Progetto 22 EVOLUZIONE SISTEMI INFRASTRUTTURALI ED INFORMATICIInv 3 LAVORI 95 70152 815.000,00 815.000,00 0,00Progetto 30 NUOVE MODALITA' INVIO DOCUMENTAZIONE AI CONSIGLIERIInv 3 LAVORI 95 70152 80.000,00 80.000,00 0,00Progetto 31 PUNTI INFORMATICI DECENTRATIInv 3 LAVORI 95 70152 150.000,00 150.000,00 0,00Opera 1200 POLIZIA MUNICIPALE / INTERO TERRITORIOProgetto 7 INTERVENTI DIFFUSI PRESSO LE SEDI DELLA POLIZIA MUNICIPALEInv 3 LAVORI 800 72004 300.000,00 300.000,00 300.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 300.000,00Opera 2114 SISTEMI INFORMATIVI / INTERO TERRITORIOProgetto 1 ACQUISTI DIRETTI MOBILI E ATTREZZ. SISTEMI INFORMATIVIInv 5 ACQUISTI DIRETTI 95 70151 850.000,00 850.000,00 0,00Opera 2117 POLIZIA MUNICIPALE / INTERO TERRITORIOProgetto 2 ACQUISTI DIRETTI MOBILI E ATTREZZATURE SERVIZI DI VIGILANZA URBANAInv 5 ACQUISTI DIRETTI 800 72001 80.000,00 80.000,00 0,00Progetto 5 ACQUISTO ATTREZZATURE INFORMATICHEInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 800 72001 80.000,00 80.000,00 0,00130


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoProgetto 6 SISTEMA RADIO PER SERVIZI OPERATIVIInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 800 72001 200.000,00 200.000,00 0,00Progetto 7 TECNOLOGIE PER LA SICUREZZAInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 800 72001 100.000,00 100.000,00 0,00Opera 2119 SERVIZI ALLA PERSONA / INTERO TERRITORIOProgetto 1 ACQUISTI DIRETTI MOBILI E ATTREZZATURE SCUOLE DELL'INFANZIAInv 5 ACQUISTI DIRETTI 1100 72501 136.000,00 136.000,00 0,00Progetto 2 ACQUISTI DIRETTI MOBILI E ATTREZZATURE RISTORAZIONE SCOLASTICAInv 5 ACQUISTI DIRETTI 1140 72506 20.000,00 20.000,00 20.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 20.000,00Progetto 3 ACQUISTI DIRETTI MOBILI E ATTREZZATURE SCUOLE ELEMENTARIInv 5 ACQUISTI DIRETTI 1150 72651 95.000,00 95.000,00 0,00Progetto 4 ACQUISTI DIRETTI MOBILI E ATTREZZATURE SERVIZI EDUCATIVI E INTEGRATIVIInv 5 ACQUISTI DIRETTI 1160 72810 5.000,00 5.000,00 5.000,0088 CONTRIBUTI EDILIZI 5.000,00Progetto 5 ACQUISTI DIRETTI MOBILI E ATTREZZATURE SCUOLE MEDIE STATALI I° GRADOInv 5 ACQUISTI DIRETTI 1200 72821 65.000,00 65.000,00 0,00Progetto 8 ACQUISTI DIRETTI MOBILI E ATTREZZATURE SERVIZI GENERALI PER L' EDUCAZIONEInv 5 ACQUISTI DIRETTI 1350 73071 25.000,00 25.000,00 25.000,0088 CONTRIBUTI EDILIZI 8.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 17.000,00Progetto 10 ACQUISTI DIRETTI MOBILI E ATTREZZATURE ASILI NIDO E SERVIZI PER L'INFANZIAInv 5 ACQUISTI DIRETTI 2710 76101 87.000,00 87.000,00 0,00131


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoProgetto 18 ACQUISTI DIRETTI MOBILI E ATTREZZATURE SERVIZI GENERALI PER FUNZIONI SOCIALIInv 5 ACQUISTI DIRETTI 3200 76881 50.000,00 55.000,00 5.000,0032 ALIENAZIONE FABBRICATI 5.000,00Progetto 25 RISTRUTTURAZIONE IMMOBILIInv 3 LAVORI 3200 76883 200.000,00 205.000,00 5.000,0032 ALIENAZIONE FABBRICATI 5.000,00Progetto 26 PROGETTO ANTIVIOLENZAInv 3 LAVORI 3050 76803 0,00 25.000,00 25.000,0047 TRASF. PROVINCIA 25.000,00Inv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 3050 76801 0,00 15.000,00 15.000,0047 TRASF. PROVINCIA 15.000,00Progetto 27 MANUTENZIONE EVOLUTIVA PROGRAMMI INFORMATICIInv 3 LAVORI 3050 76804 0,00 10.000,00 10.000,0032 ALIENAZIONE FABBRICATI 10.000,00Opera 2121 SERVIZI CIVICI / INTERO TERRITORIOProgetto 2 ACQUISTI DIRETTI MOBILI E ATTREZZATURE SERVIZI CIVICIInv 5 ACQUISTI DIRETTI 200 70701 80.000,00 80.000,00 0,00Progetto 13 ACQUISTI DIRETTI MOBILI E ATTREZZATURE ATTIVITA' CIMITERIALIInv 5 ACQUISTI DIRETTI 2450 75501 280.000,00 292.082,00 12.082,0034 ALIENAZIONI DIVERSE 12.082,00Opera 2132 POLITICHE DELLA CASA / INTERO TERRITORIOProgetto 2 FUNZIONI DELEGATEInv 1 PROGETTAZIONI 322 70540 21.600,00 21.600,00 11.715,2146 TRASF. REGIONE 11.715,21Inv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 322 70537 5.400,00 5.400,00 2.928,8046 TRASF. REGIONE 2.928,80132


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 2135 CITTA' SICURA / INTERO TERRITORIOProgetto 2 ACQUISTI DIRETTI ATTREZZATURE E BENI MOBILIInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 150 70480 300.000,00 200.000,00 0,00Progetto 7 SVILUPPO SOFTWARE MONITORAGGIO CENTRO STORICOInv 5 LAVORI 150 70480 50.000,00 50.000,00 0,00Progetto 8 INTERVENTI SPECIFICI DI RIQUALIFICAZIONE LEGATI ALLA SICUREZZAInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 150 70480 400.000,00 0,00 0,00Opera 2140 CITTA' DIGITALE E REDAZIONE CENTRALE WEB /Progetto 1 ACQUISTO DI BENI MOBILI DUREVOLIInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 1380 78501 165.000,00 165.000,00 0,00Opera 2150 INNOVAZIONE, MARKETING DELLA CITTA', TURISMO E RAPPORTI CON UNIVERSITA' / INTERO TERRITORIOProgetto 1 ACQUISTO DI BENI MOBILI DUREVOLIInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 1380 78501 15.000,00 15.000,00 0,00Opera 2215 LAVORI PUBBLICI E POLITICHE DELLA CASA / INTERO TERRITORIOProgetto 1 ACQUISTI DIRETTI MOBILI E ATTREZZATUREInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 153 70568 40.000,00 40.000,00 0,00Opera 3013 TRIBUTI / INTERO TERRITORIOProgetto 3 REALIZZAZIONE SOFTWAREInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 350 71001 162.000,00 162.000,00 0,00133


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 3021 SERVIZI CULTURALI / INTERO TERRITORIOProgetto 7 ATTREZZATURE PER ALLESTIMENTO SPETTACOLIInv 5 ACQUISIZIONI BENI MOBILI 1650 73601 150.000,00 150.000,00 0,00Opera 3117 POLIZIA MUNICIPALE / INTERO TERRITORIOProgetto 2 ACQUISTI DIRETTI AUTOMEZZI SERVIZI DI VIGILANZA URBANAInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 800 72001 450.000,00 450.000,00 400.000,0093 DEVOLUZIONE MUTUI 400.000,00Opera 3122 DIVISIONI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 1 ACQUISTO AUTOMEZZI E ATTREZZATURE AREE TECNICHE DIVISIONALI (A.T.D.)Inv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 4700 79950 25.822,00 25.822,00 25.822,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 25.822,00Opera 7000 FONDAZIONE "URBAN LAB GENOA INTERNATIONAL SCHOOL" F.U.L.G.I.S. (FULGIS) / INTERO TERRITORIOProgetto 1 AVVIO DELLA FONDAZIONE PER GESTIONE DELLE SCUOLE INTERNAZIONALE E CIVICHE SUPERIORIInv 6 CONFERIMENTI DI CAPITALE 1220 72837 0,00 200.000,00 0,00Opera 7808 EDIFICI SCOLASTICI CITTADINI / INTERO TERRITORIOProgetto 151 MESSA IN SICUREZZA CON ELIMINAZIONE DI GRAVI CRITICITA' CONNESSE ALL'ESODO DA ISTITUTI SCOLASTICIInv 3 LAVORI 1350 73074 2.850.000,00 2.850.000,00 2.850.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 2.850.000,00Progetto 152 INTERVENTI URGENTI DI ADEGUAMENTO IMPIANTISTICA, BARRIERE ARCHITETTONICHE E SERVIZI IGIENICO-SANITARI (PROVVEDITORATO OPERE PUBBLICHE)Inv 3 LAVORI 1350 73074 4.000.000,00 4.000.000,00 4.000.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 4.000.000,00Opera 8413 ACCADEMIA LIGUSTICA / CENTRO ESTProgetto 2 TRASFERIMENTO STRAORDINARIOInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 1600 73707 130.000,00 130.000,00 130.000,0088 CONTRIBUTI EDILIZI 130.000,00134


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 8418 BIBLIOTECHE COMUNALI / INTERO TERRITORIOProgetto 1 ACQUISIZIONE DI BENI MOBILI DUREVOLIInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 1550 73421 100.000,00 100.000,00 0,00Progetto2 AGGIORNAMENTO TECNOLOGICOInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 1550 73421 80.000,00 80.000,00 0,00Opera 8488 TEATRO STABILE / GENOVAProgetto 2 TRASFERIMENTO A TEATRO STABILE DI GENOVAInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 1651 73667 720.000,00 720.000,00 0,00Opera 8491 TEATRO MODENA / PIAZZA MODENAProgetto 9 TRASFERIMENTO A TEATRO DELL'ARCHIVOLTOInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 1651 73667 50.000,00 50.000,00 50.000,0087 PROVENTI STRAORDINARI 50.000,00Opera 8520 MUSEI CITTADINI / INTERO TERRITORIOProgetto 4 MANUTENZIONE SISTEMA MUSEALE CIVICOInv 3 LAVORI 1500 73404 100.000,00 100.000,00 0,00Opera 9007 PORTO ANTICO S.P.A. / CARICAMENTOProgetto 1 CONFERIMENTO DI CAPITALIInv 8 PARTECIPAZIONI AZIONARIE 2300 79405 1.300.000,00 1.300.000,00 0,00135


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 9014 TEATRO DELLA TOSSE / PIAZZA NEGRIProgetto 1 TRASFERIMENTOInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 1651 73667 50.000,00 50.000,00 50.000,0087 PROVENTI STRAORDINARI 50.000,00Opera 10101 URBANIZZAZIONI DIVERSE / INTERO TERRITORIOProgetto 36 URBANIZZAZIONE P.D.Z. DIVERSIInv 3 LAVORI 2010 74063 3.000.000,00 3.000.000,00 1.035.221,0848 TRASF. ENTI DIVERSI 17.418,4049 TRASF.STRAORD. DA PRIVATI 26.972,2298 PROVENTI STRAORDINARI FINALIZZATI 990.830,46Opera 10149 INTERVENTI LEGGE 13/89 / INTERO TERRITORIOProgetto 2 ELIMINAZIONE BARRIERE ARCHITETTONICHEInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 326 74036 350.000,00 0,00 0,00Opera 10173 EDILIZIA RESIDENZIALE E POLITICHE ABITATIVE / INTERO TERRITORIOProgetto 13 PQR 2008-2011 - RECUPERO ALLOGGI PER FABBBISOGNO ABITATIVOInv 3 LAVORI 322 70534 1.280.000,00 1.280.000,00 1.240.000,0046 TRASF. REGIONE 1.240.000,00Opera 10174 PROGRAMMI LOCALI PER LA CASA / INTERO TERRITORIOProgetto 1 INTERVENTI DI SOCIAL HOUSINGInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 322 70529 6.100.000,00 8.460.000,00 2.360.000,0046 TRASF. REGIONE 2.360.000,00136


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 10175 AGENZIA DELLA CASA / INTERO TERRITORIOProgetto 1 INTERVENTI DIVERSIInv 1 PROGETTAZIONI 322 70535 65.000,00 65.000,00 65.000,0046 TRASF. REGIONE 65.000,00Inv 3 LAVORI 322 70533 75.000,00 75.000,00 75.000,0046 TRASF. REGIONE 75.000,00Inv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 322 70531 510.000,00 510.000,00 353.523,6946 TRASF. REGIONE 353.523,69Opera 25013 PIANO DI RISANAMENTO ACUSTICO ED INTERVENTI DI BONIFICA / INTERO TERRITORIOProgetto 1 INTERVENTI DIVERSIInv 3 LAVORI 2210 75052 0,00 150.000,00 150.000,0046 TRASF. REGIONE 150.000,00Opera 25021 INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE / INTERO TERRITORIOProgetto 3 INTERVENTI DI MANUTENZIONEInv 3 LAVORI 153 70574 50.000,00 50.000,00 0,00Opera 25040 IMPIANTI DA FONTI RINNOVABILI / INTERO TERRITORIOProgetto 2 IMPIANTI AD ENERGIA SOLARE EDIFICI SCOLASTICIInv 3 LAVORI 153 70567 0,00 36.952,00 36.952,0045 TRASF. STATO 36.952,00Opera 25041 GRANDI PROGETTI TERRITORIALI / INTERO TERRITORIOProgetto 1 ACQUISTO MATERIALE INFORMATICOInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 2100 75030 10.000,00 10.000,00 0,00137


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 25042 PROGETTO TERRITORIO SNODO / INTERO TERRITORIOProgetto 1 REALIZZAZIONEInv 1 PROGETTAZIONI 2225 75658 0,00 205.000,00 205.000,0045 TRASF. STATO 205.000,00Opera 25043 INTERVENTI EX ART. 1 COMMA 1302 L. 296/2006 / INTERO TERRITORIOProgetto 1 INVESTIMENTI DIVERSIInv 10 INTERVENTI EX ART. 1 C. 1302 l. 296/2006 165 79996 8.830.000,00 8.830.000,00 8.830.000,0045 TRASF. STATO 8.830.000,00Progetto 10 DEPOSITO VEICOLI METROPOLITANA IN VIA B. BUOZZI COMPRENSIVO STRUTTURA PARCHEGGIO DI INTERSCAMBIOInv 3 LAVORI 3510 77400 22.872.208,00 22.872.208,00 4.500.000,0045 TRASF. STATO 4.500.000,00Opera 25068 TUTELA AMBIENTE /Progetto 1 ATTIVITA' CONNESSE ALLA TUTELA DELLE ACQUE DALL'INQUINAMENTOInv 3 LAVORI 2210 75052 0,00 35.348,00 35.347,9886 TRASFERIMENTI STRAORDINARI 35.347,98Inv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 2210 75041 10.000,00 10.000,00 10.000,0087 PROVENTI STRAORDINARI 10.000,00Opera 25075 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE VALORIZZAZIONE RISORSE CULTURALI E NATURALI (P.O.R. ASSE 4) / INTEROProgetto 6 VALORIZZAZIONE AREA PROTETTA "PARCO DELLE MURA" PER MIGLIORE UTILIZZO FORTIFICAZIONI GENOVESIInv 3 LAVORI 2560 75064 100.000,00 100.000,00 80.000,0044 TRASF. COMUNITARI 80.000,00Opera 25100 PROTEZIONE CIVILE / INTERO TERRITORIOProgetto 3 SVILUPPO TECNOLOGIE DI PREVENZIONE E GESTIONE EMERGENZEInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 155 70541 96.000,00 96.000,00 96.000,0045 TRASF. STATO 96.000,00138


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 25109 PISTE CICLABILI / INTERO TERRITORIOProgetto 5 SVILUPPO CICLABILITA' - AREE NOLEGGIO E RICARICA DI BICICLETTE A PEDALATA ASSISTITAInv 3 LAVORI 3410 77052 135.126,00 135.126,00 0,00Opera 31066 CIMITERI CITTADINI / INTERO TERRITORIOProgetto 8 PRONTI INTERVENTIInv 3 LAVORI 2450 75504 100.000,00 100.000,00 0,00Progetto 21 OPERE URGENTI NON PROGRAMMABILI MANUTENZIONE STRAORDINARIA - I ANNUALITA'Inv 3 LAVORI 2450 75504 300.000,00 300.000,00 300.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 300.000,00Opera 45088 VILLA SERRA - (VILLA VINCENZO E MARGHERITA SERRA - LOC. COMAGO) / MANESSENO - SANT'OLCESEProgetto 2 TRASFERIMENTI PER INVESTIMENTIInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 2800 76257 37.000,00 37.000,00 37.000,0088 CONTRIBUTI EDILIZI 37.000,00Opera 45094 ATTREZZATURE PER AREE GIOCHI / INTERO TERRITORIOProgetto 8 SOSTITUZIONE-INSTALLAZIONE ATTREZZATUREInv 3 LAVORI 2800 76254 350.000,00 350.000,00 0,00Opera 45190 IMPIANTI SPORTIVI CITTADINI / INTERO TERRITORIOProgetto 4 MANUTENZIONI DIFFUSEInv 3 LAVORI 2850 76354 200.000,00 200.000,00 200.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 200.000,00Opera 50112 DISTRETTI SOCIO SANITARI GENOVESI / INTERO TERRITORIOProgetto 1 TRASFERIMENTI AD ALTRI COMUNIInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 3050 76807 0,00 40.000,00 40.000,0032 ALIENAZIONE FABBRICATI 40.000,00139


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoProgetto 2 TRASFERIMENTI STRAORDINARIInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 3050 76807 0,00 13.000,00 13.000,0046 TRASF. REGIONE 13.000,00Opera 50117 POGAS: PROGRAMMA PER AIUTARE I GIOVANI / CARICAMENTOProgetto 3 ABITARE GIOVANIInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 322 70529 1.350.000,00 1.350.000,00 0,00Opera 60024 TOMBINATURE, ARGINI E BRIGLIE / INTERO TERRITORIOProgetto 11 INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA SU TOMBINATURE, ARGINI E BRIGLIE- I ANNUALITA'Inv 3 LAVORI 3400 77004 750.000,00 750.000,00 750.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 750.000,00Opera 60029 INTERVENTI MURI DI SOSTEGNO E SCARPATE / INTERO TERRITORIOProgetto 31 MANUTENZIONE STRAORDINARIA MURI DI SOSTEGNO E SCARPATE RETI DRENAGGIO - I ANNUALITA'Inv 3 LAVORI 3400 77004 750.000,00 750.000,00 750.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 750.000,00Progetto 54 LAVORI URGENTI NON PROGRAMMABILI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DI MURI DI SOSTEGNO DI CIVICA PROPRIETA' DI TIPO PATRIMONIALEInv 3 LAVORI 326 70564 1.000.000,00 1.000.000,00 1.000.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 1.000.000,00Opera 60044 VIE CITTADINE / INTERO TERRITORIOProgetto 21 INTERVENTI DIFFUSI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA MARCIAPIEDIInv 3 LAVORI 3400 77004 0,00 5.000.000,00 5.000.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 5.000.000,00Opera 60074 ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE / INTERO TERRITORIOProgetto 2 CONTRIBUTI PER ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHEInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 150 70484 0,00 1.450.000,00 659.532,5546 TRASF. REGIONE 659.532,55140


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 60095 PROGETTAZIONI / INTERO TERRITORIOProgetto 2 INCARICHI PROFESSIONALIInv 1 PROGETTAZIONI 2530 75555 0,00 50.000,00 0,00Opera 60099 SOPRAELEVATA ALDO MORO / FOCEProgetto 12 MESSA IN SICUREZZA - MANUTENZIONE BARRIERE E GIUNTIInv 3 LAVORI 3400 77004 0,00 2.700.000,00 266.180,1792 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 266.180,17Opera 60307 VI PROGRAMMA QUADRO EUROPEO / INTERO TERRITORIOProgetto 6 CIVITAS CATALIST - ESTENSIONE DELLE POLITICHE DI MOBILITA' SOSTENIBILEInv 20 INVESTIMENTI DIVERSI 3450 73163 0,00 2.586,00 2.585,3744 TRASF. COMUNITARI 2.585,37Opera 60414 OPERE MARITTIME / INTERO TERRITORIOProgetto 11 MANUTENZIONE STRAORDINARIA SU OPERE MARITTIME - I ANNUALITA'Inv 3 LAVORI 3400 77004 500.000,00 500.000,00 500.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 500.000,00Progetto 14 MANUTENZIONE LOCALI CIRCOLO ROTONDAInv 3 LAVORI 3400 77004 25.000,00 25.000,00 25.000,0046 TRASF. REGIONE 25.000,00Opera 60427 PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE / INTERO TERRITORIOProgetto 2 INTERVENTI INFRASTRUTTURALI I STRALCIO - VAL BISAGNO / LEVANTEInv 13 INTERVENTI INFRASTRUTTURALI 3450 73165 803.000,00 803.153,00 803.153,0045 TRASF. STATO 803.153,00Progetto 3 POTENZIAMENTO STRUMENTI E TECNOLOGIE PER LA SICUREZZA STRADALEInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 800 72001 263.704,00 263.704,00 70.362,0046 TRASF. REGIONE 70.362,00141


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 60444 MIGLIORAMENTO QUALITA' DELL'ARIA / INTERO TERRITORIOProgetto 2 MOBILITA' SOSTENIBILEInv 3 LAVORI 3450 73160 2.267.103,00 2.267.103,00 2.267.103,0045 TRASF. STATO 2.267.103,00Opera 60475 INTERVENTI PROGETTAZIONE CREDITI DELLA MOBILITA' / INTERO TERRITORIOProgetto 1 PROGETTO DEMOCRITOSInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 3450 73167 0,00 294.818,00 294.817,7544 TRASF. COMUNITARI 294.817,75Opera 60480 RETE DI FORZA DEDICATA AL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE / INTERO TERRITORIOProgetto 1 PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONEInv 3 LAVORI 3410 77052 11.474.167,00 11.474.167,00 0,00Opera 60481 PROGETTI FINALIZZATI ALLA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TERRITORIALE DEGLI ORARI (PTO) / INTERO TERRITORIOProgetto 1 CAR POOLINGInv 3 LAVORI 3450 73162 25.500,00 25.500,00 0,00Progetto 2 BIKE SHARINGInv 3 LAVORI 3450 73162 17.250,00 17.250,00 0,00Progetto 3 MIGLIORARE ACCESSIBILITA' E CIRCOLAZIONE VIA VERITA' E LEMERLEInv 3 LAVORI 3450 73162 25.000,00 25.000,00 25.000,0046 TRASF. REGIONE 25.000,00Progetto 5 LA CASETTA CREATIVAInv 3 LAVORI 4702 79214 15.900,00 15.900,00 15.900,0046 TRASF. REGIONE 15.900,00Progetto 6 I MUSEI PER LA CITTA' CHE VIVE ANCHE DI SERAInv 3 LAVORI 1500 73404 1.000,00 1.000,00 1.000,0046 TRASF. REGIONE 1.000,00142


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoProgetto 7 SEAP ON LINEInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 4080 78631 27.000,00 27.000,00 27.000,0046 TRASF. REGIONE 27.000,00Opera 60490 ATTRAVERSAMENTI PEDONALI AD ALTA RIFRANGENZA PER ZONE DI PARTICOLARE SENSIBILITA' / INTERO TERRITORIOProgetto 1 REALIZZAZIONEInv 3 LAVORI 3410 77054 500.000,00 500.000,00 0,00Opera 60900 PIANO URBANO DELLA MOBILITA' / INTERO TERRITORIOProgetto 1 REALIZZAZIONEInv 3 LAVORI 3450 73165 1.000.000,00 1.000.000,00 997.304,1293 DEVOLUZIONE MUTUI 997.304,12Opera 70000 METROPOLITANA / INTERO TERRITORIOProgetto 40 COMPLETAMENTO FORNITURA CON ACQUISTO SCORTE PER I VEICOLI ED ESTENSIONE VERSO PONENTE DEL DEPOSITOInv 5 ACQUISIZIONE BENI MOBILI 3510 77404 0,00 66.000,00 0,00Progetto 50 ALLESTIMENTI ESPOSITIVI PER OPERE D'ARTE NELLE STAZIONI S. AGOSTINO E DE FERRARIInv 3 LAVORI 3510 77400 700.000,00 700.000,00 0,00Progetto 53 METROPOLITANA CANEPARI - BRIGNOLE TRATTA IN VARIANTE DE FERRARI-BRIGNOLEInv 3 LAVORI 3510 77400 6.000.000,00 6.000.000,00 0,00Progetto 56 FORNITURA DI VEICOLIInv 3 LAVORI 3510 77400 19.384.899,00 19.984.899,00 7.066.000,0049 TRASF.STRAORD. DA PRIVATI 66.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 7.000.000,00Progetto 59 CANEPARI - BRIGNOLE - TRATTA BRIN CANEPARI - PROLUNGAMENTO TRONCHINO MANOVRAInv 3 LAVORI 3510 77400 1.500.000,00 900.000,00 0,00143


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoOpera 70100 AZIENDA MOBILITA' E TRASPORTI / VIA MONTALDO, 2Progetto 12 TRASFERIMENTI STRAORDINARIInv 7 TRASFERIMENTI DI CAPITALE 3500 77370 1.500.000,00 1.500.000,00 1.200.700,0088 CONTRIBUTI EDILIZI 1.200.700,00Opera 80143 MERCATI CITTADINI / INTERO TERRITORIOProgetto 2 MANUTENZIONE NON PROGRAMMABILE E ADEGUAMENTO NORMATIVOInv 3 LAVORI 3810 78144 200.000,00 200.000,00 200.000,0092 MUTUI ALTRI IST. A CARICO COMUNE 200.000,00Opera 90000 INVESTIMENTI / INTERO TERRITORIOProgetto 5 INTERVENTI DIVERSIInv 20 INVESTIMENTI DIVERSI 165 79996 1.229.336,00 8.002.961,00 7.554.655,8731 ALIENAZIONE TERRENI 388.083,6832 ALIENAZIONE FABBRICATI 1.773.763,8033 ALIENAZIONE MACCHINARI ATTREZZATURE IMPIANTI 19.651,7045 TRASF. STATO 70.347,9246 TRASF. REGIONE 30.640,5648 TRASF. ENTI DIVERSI 12.349,5149 TRASF.STRAORD. DA PRIVATI 1.333.138,6763 ACCANTONAMENTI 489.900,7687 PROVENTI STRAORDINARI 197.072,6588 CONTRIBUTI EDILIZI 1.202.415,2893 DEVOLUZIONE MUTUI 2.037.291,34Progetto 8 INTERVENTI VARI PER DANNI ALLUVIONALIInv 100 INTERV. VARI PER DANNI ALLUVIONALI 100 79989 0,00 12.233.000,00 3.070.746,2645 TRASF. STATO 1.648.410,2946 TRASF. REGIONE 123.049,6549 TRASF.STRAORD. DA PRIVATI 870.150,0888 CONTRIBUTI EDILIZI 429.136,24144


COMUNE DI GENOVA – DIREZIONE PROGRAMMAZIONE , BILANCI E PARTECIPATE Relazione al Rendiconto di gestione 2010Anno esercizio 2010M u n i c i p i o Intero territorio Centro Capitolo C.Iniziale Assestato Impegnato FinanziatoProgetto 17 INVESTIMENTI CONDONO EDILIZIOInv 1 PROGETTAZIONI 2220 75026 7.500,00 17.000,00 17.000,0088 CONTRIBUTI EDILIZI 17.000,00Progetto 32 FONDO PROGETTAZIONE EX ART 18 L109/94 E SUCC. MODIF. E INTEGR. - UFF. TECNICO LL.PP.Inv 1 PROGETTAZIONI 153 70569 150.000,00 150.000,00 149.926,1449 TRASF.STRAORD. DA PRIVATI 149.926,14Progetto 40 INTERVENTI NON RICOMPRESI ALL'INTERNO DEL PROGRAMMA TRIENNALE IN QUANTO SINGOLARMENTE INFERIORI ALLA SOGLIA DI LEGGEInv 3 LAVORI 326 70564 200.000,00 200.000,00 18.476,0045 TRASF. STATO 18.476,00Opera 90001 UTILIZZO FONDI EREDITA' / INTERO TERRITORIOProgetto 3 EREDITA' LOIInv 20 INVESTIMENTI DIVERSI 3050 76803 0,00 21.500,00 21.500,0032 ALIENAZIONE FABBRICATI 21.500,00T o t a l e m u n i c i p i Intero territorio 145.460.857,00 189.514.589,00 99.708.146,80 99.708.146,80T O T A L E 251.137.728,00 331.973.665,00 169.850.529,74169.850.529,74145


3.2 - CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE PER PROGRAMMI


INDICE STATO ATTUAZIONE PROGRAMMI RPP 2010-2012N. PROGRAMMA NOME DEL PROGRAMMA SCHEDE PROGETTO PAG.1 NUOVI METODI DI GOVERNOPartecipazione, comunicazione e trasparenza per losviluppo della città 1Municipi 4Persone competenti per un'organizzazionetrasparente, aperta, efficace ed efficiente 10L'ottimizzazione delle risorse del sistema Comune 22Fisco delle persone 282 LA CITTA' DOVE SI VIVE BENE3 LA CITTA' CREATIVA4 LA CITTA' ACCESSIBILESicurezza e legalità (1) 30Sicurezza e legalità (2) 34Politiche sociali e integrazione socio-sanitaria (1) 36Politiche sociali e integrazione socio-sanitaria (2) 39Casa 44Scuola 48Sport 52Università e innovazione nel territorio 54Qualità del lavoro e buona occupazione 59Giovani come risorsa 63Sviluppo economico e locale 66Promozione della città 68Cultura 73Rapporto città mare 78Mobilità "da" e "per" Genova 81Mobilità "in" Genova 83Città digitale 895 LA CITTA' SOSTENIBILEPianificazione dell'assetto cittadino 91Grandi Progetti Territoriali e Infrastrutturali 93Verde e spazi urbani 99Mobilità e sistemi di trasporto pubblico sostenibili 103Politiche ambientali 105


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 1 - NUOVI METODI DI GOVERNOPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE1.1.1 - PARTECIPAZIONE, COMUNICAZIONE E TRASPARENZA PER LO SVILUPPO DELLA CITTA'1.1 - Sviluppare il dialogo con i cittadini e gli stakeholders come metodologia di assunzione delle decisionipubblicheRaffaele GazzariAndrea Ranieri; Elisabetta Corda; Paolo Pissarello; Sindaco Marta VincenziFlavia Sartore; Raffaele Gazzari; Teresa SardanelliCinzia Laura Vigneri; Luigi Picena; Raffaele GazzariDirezione Affari istituzionali per lo Sviluppo della Città Metropolitana; Direzione Innovazione, Marketing della Città,Turismo e Rapporti con Università; Servizio ufficio stampa e informazione istituzionaleMotivazioni delle scelteMaturare le scelte nei processi decisionali che riguardano la città attraverso la partecipazione in modo da rendere condivisi obiettivi e scelte. Strutturare la comunicazione inmodo da rendere trasparente e sistematica migliorando l'efficienza e l'efficacia dell'azione amministrativa.Finalità da conseguire-Azioni Strategiche- Coinvolgere i cittadini nelle scelte relative alle trasformazioni urbaneResponsabile: Raffaele Gazzari Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Dato seguito al percorso di partecipazione verso il nuovo PUC con l'attuazione del piano di comunicazione definito ed il coinvolgimento degli stakehoders individuati.Implementata la sezione del sito Urbancenter del Comune di Genova: verso il nuovo PUC a tal fine ideata. Concluso il percorso di partecipazione urbanistica per lavalorizzazione e riqualificazione del Parco dell'Acquasola: elaborate le linee guida. Pubblicato on-line il nuovo portale dell'Urban Center del Comune di Genova.1


- Potenziare gli strumenti e i canali di informazione e di comunicazione rivolti agli interlocutori esterni ed interni costruendo il portale degli indicatori diefficacia sociale.Responsabile: Raffaele Gazzari Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Realizzato il Piano di Comunicazione del Comune di Genova 'Straordinaria Genova'. Comunicazione dei risultati attraverso 5 campagne di comunicazione mirate, rivoltealle attività specifiche messe in atto dal Comune di Genova. Prosecuzione nella pubblicazione delle Newsletter aziendali Comune di Genova, strumenti di informazioneinterna sulle attività del Comune di Genova. Proseguita l'attività già svolta nei Municipi Ponente, Medio Ponente, Valpolcevera, Media Valbisagno e Levante di rilevazionedelle esigenze/bisogni a livello cittadino attraverso un processo di partecipazione attiva e di ascolto che ha interessato i Municipi Bassa Valbisagno, Centro Ovest eCentro Est per la composizione del portale degli indicatori di efficacia sociale.- Sviluppare la funzione del municipio come luogo di partecipazione anche a supporto della programmazione degli interventiResponsabile: Luigi Picena Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010AZIONE CONCLUSA DAL DR. PICENA - Processi di partecipazione e confronto con la cittadinanza su numerose tematiche ed interventi territoriali quali: 1)Gronda :concluse le procedure per l'elezione dei componenti dell'Osservatorio nei 4 Municipi interessati (Centro Ovest, Valpolcevera, Medio Ponente, Ponente) e convalidate lenomine dei rappresentanti. 2)Centro Est - Mercato del Carmine e lavori di riqualificazione Piazza Carmine; 3)Centro Ovest - POR Sampierdarena ; Viadotto ferroviariodi Via Buranello. 4)Bassa Valbisagno - riqualificazione e recupero dell'area dell'ex mercato di Corso Sardegna ;5)Media Valbisagno - riqualificazione dell'ex area Boero.6)Valpolcevera - progetto Laboratorio Diamante per la riqualificazione del verde , la manutenzione e riorganizzazione urbanistica del quartiere. 7)Medio Levante -nuovo sistema di parcheggio in corso Italia. 8)Levante - protezione della costa; prevenzione incendi boschivi; riqualificazione parchi di Nervi e area monumento Quarto.- Perseguire lo sviluppo del "Porto Lungo" anche coordinando la partecipazione agli organi istituzionali e alle forme associative (SLALA)Responsabile: Raffaele Gazzari Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Supporto al coordinamento delle attività della Sindaco e del Vicesindaco anche in relazione alla partecipazione al Comitato Portuale. Creazione e aggiornamentodell'Agenda/Piani di lavoro (Sindaco, Vicesindaco, Capo di Gabinetto e Urban Lab) finalizzati alla definizione delle problematiche in ambito portuale e dei progetti, anchein attuazione dell'accordo di collaborazione fra Comune di Genova e Autorità Portuale di Genova nel campo della pianificazione urbanistica.2


- Coinvolgere gli stakeholder maggiormente rappresentativi del mondo sociale, politico ed economicoResponsabile: Cinzia Laura Vigneri Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010La serie di iniziative di maggior rilievo del primo semestre è quella correlata al 5 giugno, Giornata Internazionale dell'Ambiente (WED). Attraverso la realizzazione dinumerosi seminari e incontri, nonchè di un Convegno Internazionale in collaborazione con UNEP (Programma per l'Ambiente della Nazioni Unite), sono stati promossiconfronti e collaborazioni su importanti temi legati all'ambiente ed alla sostenibilità, con il coinvolgimento di esperti, studiosi, operatori e cittadini interessati. E' stata inoltreformalizzata l'adesione del Comune di Genova alla rete "Climate Neutral Network", comprendente Stati, Regioni, Città, Associazioni e Società da tutto il mondo chesviluppano azioni e progetti per la riduzione delle emissioni, attraverso la sottoscrizione di uno specifico Protocollo d'Intesa da parte della Sig.ra Sindaco e di Mr.GaetanoLeone, Vice Direttore Ufficio Regionale per l'Europa dell'UNEP.Realizzato il 27 ottobre 2010 il Convegno "Il ruolo dell'Aeroporto di Genova nel sistema aeroportualenord-occidentale", a cura di C.I.E.L.I. Centro Italiano d'Eccellenza sulla Logistica Integrata dell'Università di Genova che ha visto prendere parte alla discussione sullepolitiche di promozione dell'Aeroporto di Genova, e quindi della stessa Città, il Prof. R. Midoro (Cieli), Il Dr. G. Ronca (Unicredit Group), il Prof. Stefano Paleari, (DirettoreICCSAI, Rettore Università di Bergamo) il Prof. M. Arato ( Presidente Aeroporto di Genova SpA), la Prof.ssa M. Vincenzi, (Sindaco di Genova) il Dr. V. Zangrilli(European procurement manager EasyJet), il Dr. G. Pugliesi ( Amministratore Delegato ENAV) il Dr. Franco Pronzato,(Consigliere di Amministrazione ENAC) il Dr. G.Parodi (Segretario Generale Autorità Portuale di Genova).- Valorizzare ai fini programmatici le conoscenze statistiche, demografiche e del tessuto produttivo, anche in occasione dei censimenti 2010-2012Responsabile: Cinzia Laura Vigneri Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Alla data di riferimento si segnala il regolare adempimento delle attività istituzionali legate agli obblighi derivanti dall'appartenenza al Sistema Statistico Nazionale e dalladipendenza funzionale dall'Istat (rilevazioni prezzi, rilevazioni consumi famiglie e multiscopo, adempimenti demografici). L'attività di elaborazione dati in materiademografica sociale ed economica con diffusione degli stessi tramite web e appositi comunicati stampa è stata conclusa regolarmente. Sono stati terminati tutti i lavoripropedeutici all'avvio del censimento dei numeri civici (reclutamento rilevatori, formazione degli stessi, preparazione del materiale cartografico e degli elenchi necessariper la rilevazione) che hanno permesso di avviare la rilevazione sul campo.3


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 1 - NUOVI METODI DI GOVERNOPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE1.2.1 - MUNICIPI1.2 - Avvicinare l’Amministrazione Comunale ai cittadini per rispondere in modo tempestivo, appropriato e specifico alle esigFlavia SartoreAndrea Ranieri; Elisabetta Corda; Giovanni Vassallo; Mario Margini; Paolo Giuseppe Veardo; Sindaco MartaVincenziFlavia Sartore; Laura Petacchi; Teresa SardanelliCinzia Laura Vigneri; Clavio Romani; Laura Petacchi; Luigi Picenaarea Lavori Pubblici e Politiche della Casa; Direzione Affari istituzionali per lo Sviluppo della Città Metropolitana;Direzione Innovazione, Marketing della Città, Turismo e Rapporti con Università; Direzione Servizi CiviciMotivazioni delle scelteIndividuare e soddisfare i reali bisogni dei cittadini per offrire servizi più vicini alle loro esigenze e rispondere in modo adeguato alle specificità territoriali favorendo lapartecipazione attiva della comunità.Finalità da conseguire-Azioni Strategiche4


- Ampliare le competenze e i servizi in capo ai Municipi e adeguarne la disciplina di funzionamentoResponsabile: Luigi Picena Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010AZIONE CONCLUSA DAL DR. PICENA - 1)Adeguamento Statuto e Regolamento per il decentramento e la partecipazione municipale: elaborata proposta tecnica diadeguamento dei relativi testi normativi, presentata alle Commissioni consiliari comunali I Affari istituzionali e Generali e IX Decentramento e Municipalità, riunitesicongiuntamente, nelle sedute dell'11.11.2010 e 25.11.2010; AZIONI CONCLUSE DALLA DR.A CARPANELLI - 1) Nuove modalità di erogazione dei servizi e attribuzionedi nuovi servizi ai Municipi:a) Avviato nuovo modello di erogazione basato su Front Office Multiservizi Municipali e Back Office Specialistici - per il Back Office unificatoriferito ai processi afferenti agli Uffici Permessi sono state concluse le procedure di individuazione del personale;b) Servizi Demografici - avvio dal 4 ottobre 2010 dellenuove modalità di erogazione con ampliamento orario di apertura al pubblico;c) Rilascio Permessi - gestione informatizzata dei permessi rottura suolo ordinaria piccoliutenti dal 1 dicembre 2010 (procedura Monic@);d) Decentramento pratiche di edilizia - avvio sperimentale della ricezione Comunicazioni Avvio Attività presso MunicipioCentro Ovest; 2) Collaborazione con Città Digitale: Predisposto il progetto per la rete Wi_Fi presso biblioteca Bruschi e l'apertura di un'isola Wi_Fi in Via Sestri.Realizzato il portale per il Municipio Medio Ponente 'Prossima Fermata Cornigliano e Sestri' in collaborazione con le voci del territorio.3) Protezione civile: predisposto, incondivisione con il Settore Protezione Civile, il modello organizzativo per la realizzazione di 9 unità di crisi municipale. La nuova modalità organizzativa è stata attivata dal4 ottobre 2010 in occasione dell'evento alluvionale e ha proseguito a seguito delle situazioni di emergenza del dicembre 2010.- Costruire metodi efficaci di relazione e comunicazione tra Comune, Municipi e Aziende per le materie di competenza municipale e per la condivisione diprogetti comunali di interesse rilevante per i MunicipiResponsabile: Luigi Picena Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010AZIONI CONCLUSE DALLA DR.A CARPANELLI - AVVIO DI PROGETTI DI COMUNICAZIONE E CONDIVISIONE CON AZIENDE IN MATERIE DI INTERESSEMUNICIPALE QUALI: 1)Protocollo d'intesa con Aster, AMIU, Direzione Manutenzione e Verde, Direzione Ambiente per l'integrazione delle attività di manutenzione sulverde cittadino per rendere più efficaci gli interventi e maggiormente fruibili gli spazi ;2) Valorizzazione delle aree verdi municipali: a) elaborati 23 progetti diriqualificazione di giardini municipali. (conclusi i lavori in 10 aree, in corso nelle restanti 13); b)avviata la collaborazione sperimentale a titolo gratuito tra AMIU e i Municipiper la cura integrata di almeno un'area verde per Municipio (n. 10 aree);c) iniziative di partecipazione dei fruitori alla progettazione sulle aree verdi (Progetto "Giardinidel cuore" -presentati 34 progetti di cui 16 premiati e in corso di realizzazione- e "orti urbani"- 238 gli orti consegnati alla cura dei cittadini, 13 in più rispetto al 2009); 3)Sistema Informativo 'Manutenzioni : estensione ai Municipi Bassa Valbisagno e Media Valbisagno della sperimentazione relativa alle segnalazioni di manutenzioneordinaria inviate direttamente ad Aster (miglior monitoraggio sugli interventi e controllo sui tempi di risposta).5


- Favorire la valorizzazione del patrimonio assegnato ai Municipi e la responsabilizzazione nell'impiego delle risorse da parte delle strutture politiche eterritorialiResponsabile: Luigi Picena Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010AZIONI CONCLUSE DALLA DR.A CARPANELLI - PROCESSI DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO MUNICIPALE (strutture e spazi) ATTRAVERSO INTERVENTIDI RIQUALIFICAZIONE ED INIZIATIVE DI FRUIZIONE SOCIALE QUALI:1) Centro Est: Riqualificazione del Ghetto ( assegnazione degli spazi e individuazione delsoggetto gestore della Casa di Quartiere) e avvio attività di informazione,socializzazione ed educative per adolescenti e abitanti del quartiere; conclusi i lavori inerentil'area pubblica Via Sapri/Vico Chiuso 5 Santi (progetto integrato sulla sicurezza con contributo regionale) e stipulata una convenzione con l'Associazione "La FratellanzaArtigiana Genovese" per il presidio e la manutenzione dell'area; in corso la riqualificazione delle aree verdi circostanti l'istituto San Bernardino in collaborazione con Astere il "Comitato per San Bernardino"; attivate iniziative per la cura e la vigilanza di aree verde municipali e per la fruizione ludico-ricreativa di spazi e strutture municipali conl'apporto di reti associative; affido a cittadini di aree verdi incolte; 2) Centro Ovest: avvio di interventi di recupero del c.d. "Padiglione Doria" in Villa Giuseppina(cofinanziamento regionale); assegnato ad associazioni uno spazio di incontro e ristoro al Centro Civico Buranello; 3) Bassa Valbisagno: completati lavori di riordino,ristrutturazione e messa in sicurezza di spazi verdi e locali del territorio (Giardini Camaldoli, giardini e locali ex Onpi);4) Media Valbisagno: assegnazione ad associazionidel territorio dell'area ex campo calcio e bocce sita in località 'Serino'; destinazione di due immobili a funzioni socio-sanitarie (locali di Via Piacenza e locali di PiazzaleAdriatico); affidate aree verdi alla cura di associazioni e/o comitati locali ; completati i lavori di riqualificazione dei Giardini Falco;5) Valpolcevera: completata lariqualificazione Giardini di Via Mansueto;6) Medio Ponente: in fase di completamento la ristrutturazione della palazzina di Via Vado 21 (cofinanziamento della RegioneLiguria 335.000,00 euro) nella quale avrà sede il centro sociale per adolescenti che svilupperà il progetto regionale di " web radio";7) Ponente: assegnate in gestione adassociazioni due aree verdi in località Vetta di Pegli (12.000 mq.) per riqualificazione del verde e dell'arredo, realizzazione di percorsi avventura per ragazzi e di zonedestinate ad attività cinofile;8) Medio Levante : in corso il progetto di riqualificazione di Piazza Palermo ( ottenuto un finanziamento di E 300.000,00 da parte del Ministerodelle Finanze ); completata la riqualificazione di Piazza Savonarola e piazza Remondini; riqualificazione alberature Giardini di Via Galli;9) Levante: riqualificati gli immobilidi Via Copernico e di Via Majorana, entrambi sede di Centri Polivalenti per Anziani e Minori; riqualificazione del verde Passeggiata Garibaldi - Zona Castello.OTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSE E RECUPERO ENTRATE:1) Recupero evasione: attraverso il controllo sui ponteggi installati nei Municipi ( 1.245 sopra lluoghi suicantieri edili , riscontrate 367 situazioni irregolari pari al 29% circa, oltre il 25% di aumento introiti COSAP rispetto al 2009 per un importo complessivo pari a E2.887.302,97).6


- Sviluppare la rete degli sportelli del cittadino e una maggiore integrazione tra i sistemi informativi interni ed esterniResponsabile: Cinzia Laura Vigneri Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Nel primo semestre 2010 e' stato attivata, da Comuneinform@ e dalla rete degli sportelli dei cittadini, un' analisi sui bisogni informativi dei cittadini con particolareattenzione alle esigenze espresse nel territorio dei vari Municipi. Si e' implementata la Banca dati delle informazioni sui servizi maggiormente richiesti anche noncomunali, ma di pubblica utilità. E' stata espletata una ricerca funzionale in riferimento ai dati visualizzati online , attraverso la Banca Dati dello Sportello del cittadino, daparte del cittadino. A seguito di elementi evidenziati si e' proceduto ad una reingegnerizzazione della banca dati e dei contenuti per facilitare la consultazione online.E'stata rilasciata una nuova versione online dell' applicativo. Si e' allineata la Banca Dati al sistema informativo della Toponomastica. La Banca dati dello Sportello,attraverso una sinergia con i Municipi , e' diventata la 'fonte ufficiale dei dati' non solo per il sito istituzionale per le informazioni sui servizi e le procedure dell' Ente , maanche per i nuovi Siti dei Municipi per la sezione 'Servizi'. Si e' definito un protocollo operativo con la Direzione Politiche Sociali per un allargamento della redazione, unmodello organizzativo che porta alla individuazione di nuovi redattori competenti per specifici contenuti. E' stata proposta, su sollecitazione e collaborazione dell' UfficioQualità e in collaborazione con la Direzione "Coordinamento Processi e Innovazione per lo sviluppo dei Municipi", una nuova versione della Carta dei Servizi. La nuovaimpostazione aggiorna e definisce gli standard del servizio e i piani di miglioramento, particolarmente riferiti all' offerta informativa online rivolta ai cittadini degli sportelli ein generale il livello di qualità del servizio informativo offerto. In questa logica e' necessario organizzare e pianificare tutte le sinergie progettuali e attuative possibili con laDirezione "Coordinamento Processi e Innovazione per lo sviluppo dei Municipi" per la collaborazione e facilitazione del progetto denominato 'Sportello Unificato deiMunicipi'. Continua l'integrazione delle informazioni, attraverso il Sistema'Informainsieme', con gli Uffici di Relazione con il Pubblico di Regione Liguria, Provincia diGenova e Asl3 Genovese che si sostanzia nel sito www.informainsieme.it.E' stato firmato dai responsabili della Direzione Politiche Sociali, del Settore Città digitale eredazione centrale web e del Settore Coordinamento processi ed innovazione per lo Sviluppo dei Municipi un atto datoriale per l' adozione di un protocollo operativo chesancisce la collaborazione interdirezionale per la costituzione di una redazione integrata in materia "sociale" della banca dati dello sportello del cittadino.L' obiettivo dellaredazione integrata e' fornire informazione sempre più precise ed aggiornate al cittadino attraverso, anche , l' individuazione di redattori specializzati su specifichetematiche. Il protocollo definisce le funzioni e le competenze per i vari soggetti coinvolti nel protocollo e stabilisce un iniziale piano operativo che verrà verificatoannualmente.7


- Rendere gli spazi e i servizi cimiteriali più rispondenti ai mutamenti delle scelte della cittadinanza e alle rischieste dei diversi ambiti territorialiResponsabile: Clavio Romani Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 20101) ampliamento dell'offerta di sepolture nei cimiteri cittadini con: - nuove assegnazioni in concessione a vivente di n. 100 colombari presso il cimitero degli Angeli diSampierdarena. Sono state perfezionate tutte le concessioni;- nuove assegnazioni in concessione delle cappelle funerarie presenti nel cimitero di Nervi 3, a conclusionedi un intervento di razionalizzazione degli scomparti.- ricollocazione sul mercato delle tombe di famiglia retrocesse del cimitero di Staglieno. Sono state completate: leprocedure di assegnazione in concessione di 2 tombe retrocesse: - la progettazione e l'indizione di gara per l'assegnazione della fornitura e l'installazione di n. 866 nuoviossari presso i cimiteri di Apparizione, Bavari, Cesino, San Desiderio e Prà. È terminata la fase di controllo dei requisiti economici finanziari e tecnici delle dittepartecipanti e sono state inviate le comunicazioni di aggiudicazione definitiva ai controinteressati per far decorrere il termine di 35 giorni per la sottoscrizione delcontratto.2) ampliamento e diversificazione dell'offerta di luoghi dedicati al culto dei defunti con la realizzazione del Tempio Laico nel cimitero monumentale di Staglieno.Dopo l'espletamento delle procedure di gara, è stato aggiudicato il contratto di appalto e sono stati avviati i lavori l'8/11/2010 di edificazione della nuova opera(conclusione dei lavori prevista ad agosto 2011).3) riorganizzazione dei servizi cimiteriali per la costituzione e gestione di un'offerta di servizi in linea con le aspettative diqualità richieste dalla cittadinanza. Sono concluse le fasi di elaborazione del progetto che è stato presentato alle OOSS (n. 15/VR del 25/10/2010). Dichiarata chiusal'agitazione sindacale, si è aperto un tavolo tecnico per gli approfondimenti delle linee di intervento. Il tavolo, dopo una serie di incontri dedicati, ha elaborato undocumento conclusivo che è stato accolto positivamente dalle OO. SS. con le quali è stato sottoscritto il verbale di accordo n. 21/VR del 10/12/2010.4) trasformazionedell'azienda Speciale ASEF in srl con contestuale scorporo delle attività istituzionali da quelle commerciali e ricollocazione di n. 47 dipendenti ASEF in AMIU Spa. Sonoterminate le fasi di confronto sindacale con la sottoscrizione di specifico Accordo, la trasformazione dell'Azienda con elaborazione di statuto ed atto costitutivo, lasottoscrizione di specifica convenzione con l'azienda ospedaliera San Martino per la gestione delle camere mortuarie e la ricollocazione dei dipendenti ASEF senzaaggravio di spesa. E' stato altresì completato il confronto con AMIU Spa e sottoscritto il contratto di servizio per la gestione dei servizi cimiteriali e di polizia mortuaria cheha comportato già alla fine del 2010 un aumento di risorse umane dedicate. (+ 3).5) potenziamento delle azioni di contrasto all'illegalità nel settore funebre, a tutela dellalibertà del cittadino nel conferimento dell'incarico e della libera concorrenza. E' stato sottoscritto in Prefettura, l'Accordo per la trasparenza dei servizi mortuari con laRegione, la ASL 3 genovese e le Aziende Ospedaliere cittadine che prevede azioni di controllo e di monitoraggio dell'attività funebre. Altresì è stato approvato in ConsiglioComunale il nuovo regolamento di attività funebre che prevede l'istituto dell'accreditamento delle ditte di onoranze funebre con l'obbligo conseguente di adottare una cartadei servizi a tutela della legalità e qualità del servizio reso. E' stata instaurata una collaborazione permanente con la Polizia Municipale e l'Autorità dei servizi pubblici per ilcontrollo sulla libera scelta delle Imprese di onoranze funebri da parte dei cittadini, con avvio di una "Campagna di legalità" attraverso la distribuzione di depliant conriferimenti telefonici cui segnalare eventuali soprusi.8


- Consolidare l'attività di concertazione con i Municipi per l'adeguamento del Piano Annuale redatto nell'ambito della Programmazione Triennale dei LavoriPubblici prevista dal decreto legislativo 163/2006Responsabile: Laura Petacchi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Si sono tenuti numerosi incontri presso le sedi dei Municipi coinvolti nella realizzazione di interventi connessi anche al Programma Triennale e ricompresi in ProgettiIntegrati quali P.O.R. e P.R.U., C.I.V., Project Financing, Contratti di Quartiere e 'Colombiane'. Il 30/09/2010 è stato presentato all'Amministrazione lo Schema diProgramma Triennale redatto tenendo conto, per quanto possibile, delle esigenze/segnalazioni puntuali pervenute anche dai Municipi. L'Amministrazione, avendoriguardo anche all'evento alluvionale che il giorno 04/10/2010 ha interessato il ponente cittadino, ha approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 363 del14/10/2010 una rivisitazione di detto Schema, rivisitazione che è stata pubblicata dal 15/10/2010 nei modi e nelle forme previste. Con deliberazione del ConsiglioComunale n. 122 del 22,12,2010 è stato approvato il Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2011-2013 e l'Elenco Annuale 2011. Il Programma Triennale approvatoconferma sostanzialmente le previsioni del precedente Schema in quanto l'attuale situazione finanziaria degli Enti Locali rende necessaria una attenta valutazione dellivello dei servizi e degli investimenti.9


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 1 - NUOVI METODI DI GOVERNOPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE1.3.1 - PERSONE COMPETENTI PER UN' ORGANIZZAZIONE TRASPARENTE, APERTA, EFFICACE EDEFFICIENTE1.3 - Migliorare la trasparenza, l’accessibilità e la capacità di risposta e di dialogo nei confronti dei cittadini e dei destinatarMaria Angela Danzi'Andrea Ranieri; Francesco Scidone; Franco Miceli; Paolo Giuseppe Veardo; Sindaco Marta VincenziFlavia Sartore; Gianfranco Delponte; Giovanna Santi; Giuseppe Pellegrini; Maria Angela Danzi'; Raffaele GazzariClavio Romani; Edda Odone; Graziella De Nitto; Magda Marchese; Nadia Magnani; Raffaele Gazzari; RosannaGarassino; Sara Liga; Stefania Villa; Vanda PuglisiArea Gabinetto del Sindaco; Direzione Affari Generali e Gare e Contratti; Direzione Avvocatura; DirezioneContabilità e Finanza; Direzione Gestione del Personale; Direzione Organizzazione, Sviluppo Risorse Umane eStrumentali; Direzione Programmazione Bilanci e Partecipate; Direzione Segreteria Organi Istituzionali; DirezioneServizi Civici; Direzione Sistemi Informativi; Settore Sicurezza AziendaleMotivazioni delle scelteGli obiettivi sfidanti che l'Amministrazione si propone di realizzare, richiedono di attuare una profonda azione di razionalizzazione, di semplificazione e di innovazione dellamacchina comunale, valorizzando gli asset strategici: persone, tecnologie, sistemi di gestione, pianificazione economica e finanziaria. Sviluppare le risorse tecnico-giuridicheidonee a rispondere all'estrema complessità e alla continua evoluzione del quadro normativo nel cui ambito si svolge l'attività dell'Ente e a neutralizzare gli effetti in termini dicontenzioso in relazione alle scelte operate e alle decisioni assunte dalla Civica Amministrazione, in contesto caratterizzato da novità normative e da opinabilità delle questioni.Ottimizzare i procedimenti di scelta del contraente funzionali alla realizzazione degli obiettivi strategici dell'Ente. Agevolare il funzionamento degli OO.II. e accrescere latrasparenza dell'azione amministrativa. Realizzare un sistema di approvigionamenti di beni e servizi rispondente al fabbisogno dell'Ente con particolare attenzione alla qualitàed all'economicità. Rafforzare la dimensione innovativa dell'Ente e la capacità di dialogo, accoglienza ed ascolto verso i cittadini e le imprese con l'utilizzo delle tecnologiedell'ITC.Aumentare la trasparenza e facilitare la comunicazione tra gli utenti esterni e interni all'Ente sviluppando azioni e servizi on-line in materia di personale.Migliorare la risposta aibisogni dei cittadini inplementando la fase di programmazione, assicurando il rispetto dell'equilibrio di bilancio, ed adeguando le procedure di pagamento eriscossione.Migliorare l'accessibilità ai servizi, la capacità di risposta ai bisogni e il dialogo con l'utenza interna ed esterna.Organizzare un modello di sistema ed una politicadella sicurezza aziendale attualizzata e moderna, in coerenza con gli strumenti legislativi vigenti.Finalità da conseguire-Azioni Strategiche10


- Presidiare la legittimità e la regolarità dell'azione amministrativaResponsabile: Giuseppe Pellegrini Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010E' stata curata l'attività di presidio sulla legittimità e regolarità dell'azione amministrativa rivolgendo particolare attenzione alle fasi antecedenti alla redazione degli atti,nello specifico attraverso attività formative a dirigenti e funzionari (corso per Segretari dei Municipi).Approfondimenti dettagliati su argomenti di rilevante interesse sonostati predisposti in collaborazione con i Municipi, in relazione alle problematiche di volta in volta dagli stessi sottoposte. Si segnala che, successivamente alpensionamento del dott. Giuseppe Pellegrini, nel ruolo di Vice Segretario Generale Vicario è subentrata l'avv. Graziella De Nitto- Facilitare la conoscenza degli atti del Comune, l'esercizio dei diritti e delle prerogative dei cittadini e semplificare il sistema di comunicazione con gli organiistituzionali .Responsabile: Graziella De Nitto Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010E' stata determinata in via definitiva la quota dei Consiglieri aderenti al nuovo sistema di comunicazione on line, pari all'82,3 per cento del totale. Sono state definite con ilSITE le procedure di invio informatico dei documenti, con avvio di attività di formazione del personale ed informativa specifica ai Consiglieri aderenti. Sono statecompletate le valutazioni tecniche propedeutiche all'adeguamento delle dotazioni informatiche. In particolare, ai 42 Consiglieri aderenti al progetto sono stati assegnatin"32 notebook e relative PEC, mentre è tuttora in corso sia l'assegnazione delle residue PEC sia l'adeguamento delle dotazioni informatiche per gli Uffici di supporto.L'azione di adeguamento/revisione/pubblicazione sul sito istituzionale del Comune dei Regolamenti in vigore ha consentito di implementare il numero dei documentipubblicati: attualmente sono riprodotti i testi di 47 Regolamenti, oltre lo Statuto. Il processo di informatizzazione dei procedimenti ha attuato la dematerializzazione delledeterminazioni dirigenziali. Per le delibere è stata conclusa la fase di test ed avviata la simulazione propedeutica alla dematerializzazione che per questa tipologia di attinon è stata ancora introdotta (in merito si rinvia alla relazione della Direzione Sistemi Informativi).Si precisa che con la ridefinizione della macrostruttura, in data 1/10/2010la dott.ssa Puglisi è subentrata all'avv. De Nitto nel ruolo di Direttore della Segreteria Organi Istituzionali.11


- Tutelare le ragioni di pubblico interesse del Comune e consolidare la cultura della legalità dell'azione amministrativaResponsabile: Edda Odone Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010L'attività della Civica Avvocatura sia giudiziale che stragiudiziale è proseguita secondo i programmi ed in linea con gli obiettivi strategici dell'Ente. In ambito giudiziale sisono ottenuti importanti esiti favorevoli in cause relative a riserve di appalto: una introdotta da Fallimento Ecologia in relazione alla realizzazione dell'impianto didepurazione acque reflue di Genova Sestri Ponente (valore riserve E 4.500.000 oltre rivalutazioni ed interessi), l'altra relativa alla causa promossa da Cossi Costruzioni inrelazione all'appalto per la messa in sicurezza del torrente Sturla (la sentenza ha respinto tutte le riserve di Cossi ed ha accolto la domanda risarcitoria del Comune,attualmente in fase di istruttoria). In relazione alla problematica inerente le aree assegnate ad Aldo Spinelli da parte della Società per Cornigliano, accanto al contenziosopendente davanti al Tar Liguria ed al Consiglio di Stato (riguardante il contratto di comodato), è stato recentemente introdotto un nuovo giudizio in sede civile con il qualeè stato chiesto il risarcimento dei danni in relazione agli affidamenti suscitati con detto contratto di comodato (valore della domanda da 6 a 26 milioni di euro a secondadell'esito del giudizio amministrativo).Si è concluso favorevolmente per il Comune (con pronuncia di inmmissibilità del ricorso) il contenzioso proposto dal Comune diCeranesi per l'annullamento degli atti dell'ATO riguardanti l'affidamento ad IRIDE del servizio idrico integrato.Di particolare rilievo è la controversia instaurata da alcuni exdipendenti avverso i provvedimenti di revoca delle pensioni integrative in precedenza erogate (la domanda cautelare è stata respinta ed è prossima la trattazione delmerito). In materia di lavori pubblici il Tar Liguria ha giudicato inammissibili i ricorsi proposti avverso gli atti concernenti la realizzazione in project financing del parcheggiodi Piazza Dante. E' stato reso il supporto giuridico in relazione alla delicata e complessa questione del parcheggio di Spianata Acquasola, sia in sede stragiudiziale chenella gestione del contenzioso recentemente promosso dalla Società Sistema Parcheggi davanti al Tar Liguria. In ambito stragiudiziale si segnalano gli approfondimentigiuridici in corso rigurdanti questioni di notevole rilevanza quali la questione del rapporto di collaborazione con medici "aziendali del Comune", la questione dellacessazione dei contratti con psicologi al 31/12 in connessione con raggiungimento di intesa con ASL per trasferimento globale funzione, nonché l'analisi delleproblematiche inerenti le reti di telecomunicazioni. E' stata prestata assistenza giuridica nella fase di stesura del regolamento per l'attività contrattuale della CivicaAmministrazione, nonché in sede di revisione della convenzione relativa alla procedura di project riguardante l'ambito dell'ex mercato ortofrutticolo di Corso Sardegna. Aifini dell'applicazione della Tarsu è stato sancito dalla Corte di Cassazione l'importante principio dell' ultrattività dell'ultima tariffa approvata per l'ipotesi di annullamentodella delibera tariffaria relativa all'anno di riferimento. E' stata svolta adeguata assistenza nella valutazione di definizioni transattive di numerosi contenziosi. E' statoattivato il sito dell'osservatorio giuridico recante le segnalazioni normative e giurisprudenziali più significative messe a disposizione di tutte le strutture ed uffici dell'ente.- Ridurre i costi di funzionamento della macchina comunale per destinare risorse ai serviziResponsabile: Nadia Magnani Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Riduzione spese di funzionamento a seguito di razionalizzazioni sugli acquisti: 448 mila euro (ridimensionamento parco fotocopiatori, esiti nuovi appalti servizi pulizia erazionalizzazioni, manutenzione mezzi, traslochi, cancelleria, consumo informatico, buoni pasto). Riduzione spese postali: 100 mila euro. Recupero entrate da rimborsinotifiche: 210 mila euro12


- Integrare e sviluppare i sistemi informativi a supporto dell'organizzazione, della gestione e della formazione delle risorse umaneResponsabile: Vanda Puglisi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Tale azione è parte dell'obiettivo pluriennale che mira a realizzare un Sistema Informativo Integrato per la gestione economica e giuridica del personale, superando lecriticità derivanti dalla presenza di diverse piattaforme informatiche, condotte da Società diverse. Il conseguimento dell'obiettivo consentirà di realizzare risparmi in terminidi spesa e di risorse dedicate. La gara ad asta pubblica per l'individuazione della società informatica affidataria del nuovo sistema per un triennio, ha condotto ad unrisparmio di spesa nel triennio stesso pari ad almeno un milione di Euro. Una prima fase ha riguardato il sistema economico che, ad oggi, si può dire realizzato all'80%.Nelcorso del 2010, sono proseguite le fasi di completamento del Sistema Informativo Integrato relativamente ai dati giuridici del personale per consentire la totale migrazionedei dati ad un'unica base dati a garanzia dell'univocità e correttezza dei dati stessi. Si sta inoltre procedendo all'implementazione del sistema con le informazioniprevidenziali necessarie alla rilevazione dell'anzianità contributiva. Si sta procedendo alle trascodifiche dei dati di carriera e dei dati relativi ad altri eventi della vitalavorativa dei dipendenti. I dati giuridici dei dipendenti sono stati estratti e messi a disposizione di ADS. Sono in corso verifiche di allineamento dati. E' stata realizzata unaprocedura di bonifica ed implementazione della banca dati giuridica in essere in merito ai dati relativi al part-time orizzontale ante 2003 per una corretta e completamigrazione dei dati nel nuovo Sistema Informativo Integrato. Conclusa la formazione del personale delle segreterie delle direzioni che gestiscono le assenze presenze delpersonale, formazione che è stata svolta anche in tema di rivalse. Inoltre, attraverso l'attivazione degli applicativi satellite che si avvalgono della medesima base dati sisono tenuti incontri specifici per l'avvio della fase di test dei sistemi di monitoraggio delle malattie e dei piani di smaltimento delle ferie pregresse dei dipendenti.13


- Sviluppare un sistema on-line di informazione interna ed esterna riguardante i dati di interesse del personale e le informazioni relative alle assunzionidell'ente nonchè fornire servizi on-line ai dipendentiResponsabile: Vanda Puglisi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Tale azione mira ad aumentare le informazioni on-line implementando o realizzando nuovi canali di comunicazione tra la direzione Gestione del Personale e i dipendenti(clienti interni) ed i cittadini (clienti esterni), al fine di facilitare la comunicazione stessa e realizzare risparmi in termini di tempo/lavoro che gli uffici attualmente dedicanoall'attività di informazione telefonica o di front-office ovvero al perfezionamento di pratiche. Riguardo alla comunicazione interna è stata completamente rivistal'impostazione della pagina intranet della direzione, ivi compresa la parte relativa al servizio civile, articolandola per materia (assenze, L. 104/92, part-time, ecc.) al fine direndere le informazioni più facilmente reperibili ed immediate. I contenuti sono stati implementati ed aggiornati, ivi compresa la modulistica di riferimento. Inoltre è statoattivato sperimentalmente di un Punto Informativo Virtuale (VIP) relativo alla materia delle assenze, part-time e pensioni.Tale sistema fornisce all'utente le informazioni siaattraverso un collegamento alla pagina intranet di riferimento sia consultando le FAQ. Inoltre in caso di necessità di confronto con l'operatore, l'utente può inviareinformaticamente la richiesta e ricevere una risposta entro un termine stabilito, che può essere costantemente monitorato dal capo ufficio.Tra i servizi on-line per l'utenteinterno attraverso l'attivazione del Portale del Dipendente, si citano il cedolino on-line ed il CUD on-line che alla fine del mese di dicembre ha raggiunto 2800 dipendenti inservizio. All'interno del Portale dal mese di ottobre è inoltre disponibile l'accesso alle funzionalità del cartellino web (visualizzazione cartellini, richiesta ferie, permessi,ecc.). E' in fase di test presso la Direzione Gestione e Amministrazione del Personale un modulo per cambio residenza/domicilio ad uso dei dipendenti accessibile sempredal Portale stesso. Relativamente alla comunicazione rivolta all'esterno, sono state implementate e aggiornate le pagine Internet dell'Ente dedicate alle attività di ServizioCivile in funzione della normativa emanata dall'ufficio nazionale per il Servizio civile e dalla Regione Liguria, con aggiornamento del materiale utile all'accesso da partedegli utenti alle iniziative di Servizio Civile. È stata inoltre aggiornata e revisionata (in linea con la vigente normativa) la sezione Internet 'Trasparenz@, valutazione emerito' attualmente in esercizio con link dalla home page del sito del Comune di Genova, con riferimento sia ai dati dei Dirigenti e dei titolari di P.O, sia ai dati degli organipolitici comunali e municipali. E' stato realizzato inoltre un sistema di informazione all'utenza per quanto riguarda le modalità di accesso all'impiego presso l'Ente e leprocedure di assunzione attivate tramite implementazione e completa rivisitazione degli appositi spazi sul sito Internet del Comune di Genova. Con l'ultima modifica deldel Regolamento sull'Ordinamento Uffici e Servizi, si è introdotta la possibilità per i cittadini di presentare domanda di concorso tramite P.E.C.- Evolvere le infrastrutture informatiche, i sistemi informativi e le basi dati dell'Ente in un'ottica di processo per favorire una migliore affidabilità, univocità,interoperabilità, sicurezza, fruibilità e trasparenzaResponsabile: Rosanna Garassino Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010In corso interventi di evoluzione dell'infrastruttura server e dell'infrastruttura di rete (ampliamento di connettività) a garanzia della migliore affidabilità, sicurezza e fruibilitàdei sistemi. Prosegue il percorso di rinnovamento delle infrastrutture distribuite (PC, stampanti). In corso l'ammodernamento dei sistemi operativi distribuiti (progressivadiffusione di Windows 7 e dismissione di NT). Realizzato il sistema di monitoraggio dei sistemi, che consentirà il controllo del corretto funzionamento e l'ottimizzazionedelle infrastrutture.Realizzato un percorso formativo e informativo rivolto all'intero Ente sulla sicurezza informatica e sui possibili rischi di reato. Realizzati percorsi diautoapprendimento messi a disposizione di tutti i dipendenti. Rilasciato il sito sulla trasparenza ampliato secondo la normativa.14


- Favorire con adeguati supporti tecnologici l'interazione e lo scambio di informazioni e documentazione tra i dipendenti e la parte politica e gestionaleResponsabile: Rosanna Garassino Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Nell'ambito della realizzazione dei poli ove inserire il Portale del Dipendente per l'utilizzo da parte dei dipendenti privi di postazione informatica individuale, attivati 18 poli.70 persone formate e già operative. La formazione proseguirà nel 2011. Coinvolti i Consiglieri Comunali nel progetto di comunicazione delle sedute di Consiglio e inviodocumentazione a corredo attraverso casella di posta elettronica certificata (PEC). Adesione di 37 Consiglieri, a cui è stata fornita la PEC e l'attrezzatura hardwarenecessaria. Effettuati i lavori infrastrutturali necessari. Progetto in fase di estensione ad altri Consiglieri nel corso del 2011. Definita la modalità di scambio delleinformazioni. Effettuati gli interventi formativi al personale di segreteria e ai Consiglieri che l'hanno richiesta. La modalità di scambio di informazioni è pronta e disponibileda dicembre 2010. Per scelta degli Organi Istituzionali sarà in esercizio dall'inizio del 2011 per non interferire con le attività di fine anno del Consiglio.- Diffondere i servizi on line e sviluppare i sistemi applicativi e territoriali dell'EnteResponsabile: Rosanna Garassino Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010SERVIZI ON LINE: rilasciati alcuni nuovi servizi on line (richiesta Certificati Anagrafici; visura Albo Pretorio; accesso alle informazioni della banca dati dello Sportello delCittadino tramite cellulare-WAP; Rottura suolo ordinaria, in esercizio dal 22 Novembre; servizio interno di richiesta Certificato Destinazione Urbanistica). In corso larealizzazione di nuovi servizi on line (SEAP, 78 servizi testati e pronti per la messa in esercizio a gennaio; Occupazione suolo e passi carrabili; visura on line DD/Delibere;certificati anagrafici completamente on line con timbro digitale: individuata la soluzione di timbro da utilizzare); realizzata la revisione del Portale 'Servizi On Line'(Prototipo disponibile) e la progettazione della 'Nuova Intranet'. PROGETTI STRATEGICI: in via di completamento il Sistema DD/Delibere 'senza carta' (DD senza cartaavviate presso tutte le Direzioni, avviata la simulazione Delibere per una più efficace messa in esecizio nei primi mesi del 2011, realizzato il progetto del sistema diquadrature delle entrate provenienti da pagamenti on line, realizzata la gestione 'senza carta' delle pratiche edilizie per le quali è stato realizzato anche il front officedecentrato in tutti i Municipi. Predisposti i documenti di gara per l'acquisizione del nuovo servizio di archiviazione a norma, ma concordato, solo per il 2011 per la bassamole di documenti, un servizio gratuito da contratto annuale Engineering per il documentale - protocollo; la gara slitta nel 2011. Realizzato l'ampliamento del nuovosistema di Anagrafe e l'informatizzazione di nuovi procedimenti urgenti, in particolare il collegamento con i Ministeri Interni e Finanze. PERCORSI TRIBUTI - Progetto'ELISA' : in esercizio il nuovo sistema di gestione dei Tributi, chiuso il 31 dicembre il vecchio sistema su host ; attivate le sezioni Toponomastica e Catasto del sistema ACI(Anagrafe Comunale degli Immobili) - ACI installato in SERVER FARM completo del SW di gestione di tutte le sezioni, in sperimentazione da tutto il Gruppo di lavorointerdirezionale - ed i sistemi ACSOR (Soggetti Oggetti Relazioni) e Cruscotto Evasione Erariale (ACSOR e CRUSCOTTO installati in SERVER FARM ed in test con ilDSI e Direzione Tributi, favorirà in particolare, solo dal 2011 il recupero evasione erariale, a seguito dell'esigenza di verificare la corrispondenza tra i dati di tutte le banchedati alimentanti: tributi, dati catastali, dati anagrafici, utenze elettriche, dati reddituali, contratti di locazione, atti unici dei notai, ...). SISTEMA INFORMATIVOTERRITORIALE: realizzata la Carta Tematica relativa alla sicurezza urbana e i nuovi sistemi ICT per la gestione del nuovo PUC (Piano Urbanistico Comunale) e dellevarianti del PUC vigente.Nell'ambito della sicurezza informatica, messe a disposizione della Prefettura le banche dati dell'ENTE ed il Sistema Informativo Territoriale.Realizzata la carta tecnica 'leggera' derivata da quella di dettaglio 1:1000 e 1:2000 valorizzando anche i risultati del progetto Europeo GIS4EU, concluso positivamente.Parifica e georiferimento quasi completo di tutti i Civici NERI presenti sul DB Anagrafe e DB Cartografico (oltre 99,5% - ancora esclusi quelli da verificare sul campoattraverso il censimento). In corso la collaborazione con il Settore Statistica circa il censimento 2011, finalizzata anche a valorizzare e completare i DataBase attuali.15


- Migliorare l'integrazione tra diversi livelli di programmazione strategica, operativa e finanziaria, del fabbisogno di personale e dell'informaticaResponsabile: Stefania Villa Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010L'azione strategica ricomprende quattro filoni di attività, corrispondenti ad altrettanti obiettivi del Piano Esecutivo di Gestione (PEG). 1. Aumento della fruibilità dei dati dicontabilità finanziaria, analitica ed extracontabili e creazione del Sistema Indicatori di Ente: sono state riattivate le viste contabili nel DataWareHouse di Ente e, ultimati icontrolli, si sta procedendo con i Sistemi Informativi al perfezionamento delle stesse. E' stata realizzata l'archittettura del prototipo del Sistema Indicatori attraverso lacreazione e la compilazione delle tabelle di base, l'avvio delle relazioni fra le stesse, l'implementazione con una prima batteria di dati relativi a tre servizi (Asili, Viabilità eTraffico e Trasporto Pubblico locale). Si è concluso l'iter per l'assegnazione alla Ditta esterna della fornitura di moduli applicativi integrati nel sistema di supporto alledecisioni.. 2. Integrazione fra dati finanziari e obiettivi di PEG: sono stati analizzati gli obiettivi di PEG 2010 con il supporto del Settore Pianificazione e Controllo diGestione per l'attribuzione del corrispondente progetto di bilancio. Inoltre sono stati individuati gli investimenti collegabili ad una parte degli obiettivi di PEG, le informazioniraccolte sono state inserite nelle relative procedure. 3. Rilevazioni impegni per ciascun progetto di bilancio: si è proceduto all'aggiornamento del programma E-Praxi,relativo alla registrazione delle determinazioni dirigenziali, al fine di collegare i singoli impegni ai progetti di bilancio 2010. Sono stati attribuiti dalle varie strutture tutti gliimpegni assunti. 4. L'intento per il 2010 è stato quello integrare le registrazioni della contabilità economico patrimoniale (CO.GE) mediante l'utilizzo dei dati contabili edextracontabili dei diversi applicativi (Sib e/o altri), anche al fine di garantire una maggior omogeneità nel futuro processo di consolidamento. Data l'importanza nell'azioneamministrativa dell'ente locale della corretta contabilizzazione del patrimonio immobiliare e del raccordo tra contabilità finanziaria e contabilità economico patrimonialemaggior attenzione è stata data all'analisi dei movimenti finanziari che incrementano il patrimonio immobiliare dell'ente.In particolare è stata individuata lacorrispondenza di codici comuni associati sia alle rilevazioni in CO.FI. sia in Gulp ( quest'ultimo recepito nelle schede inventariali dei beni immobili) e si è procedutoall'inserimento delle stesse nei campi dei moduli Impegni-Contratti consentendo l'intersezione delle informazioni riferibili allo stesso movimento finanziario.Attraverso unExport, aggiornato delle attuali integrazioni, è possibile riepilogare a consuntivo le movimentazioni finanziarie dell'opera.- Liberare risorse attraverso oculate politiche di gestione del debitoResponsabile: Magda Marchese Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Eseguito esame e monitoraggio dell'andamento del debito e del relativo onere. Poste in essere le azioni per contenere il costo dell'indebitamento attraverso l'indizione didue gare pubbliche e la sottoscrizione dei relativi contratti quadro. Al 31.12.2010 sono state effettuate N. 2 tranches a valere sulla Gara di mutuo di Max Euro 50 ml. e N.3 tranches a valere sulla Gara mutuo di max Euro 20 ml., tutte a tasso fisso per equilibrare le componenti del debito tra fisso (35%) e variabile (65%). Il totalecomplessivo dell' indebitamento per l' anno 2010 è pari ad Euro 72.999.972,97.= Il ricorso altasso IRS ha permesso di fissare nelle varie tranches tassi fissi inferiori a quelli praticati dalla Cassa DD.PP. per mutui di pari durata. Effettuato monitoraggiosull'andamento delle gestioni per impiego liquidità derivante dalle somme rivenienti da assunzione mutui/Boc, con valutazione delle singole posizioni al fine di compierele opportune operazioni per migliorare i rendimenti. Al 31.12.2010 sono stati accertati e riscossi interessi per Euro 2.500.716,80=16


- Agevolare i cittadini e fornitori nelle procedure di pagamento e riscossioneResponsabile: Magda Marchese Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Completata l 'analisi delle proposte di sviluppo di servizi agevolativi di pagamento per le tipologie di riscossioni analizzate; inoltrate le richieste di attivazione servizi aicompetenti gestori. Gettate le basi per un organico progetto di revisione globale delle modalità di riscossione anche alla luce delle disposizioni del nuovo codice dellapubblica amministrazione digitale. In corso l 'analisi della fattibilità di sostituzione dei modelli Mav bancari per le refezioni scolastiche, CIMP/COSAP, ai bollettini diconto corrente postale. Utilizzo di modalità digitali di comunicazione con il cittadino. Semplificate le procedure di pagamento per gli amministratori condominiali, percoloro a cui è stata rimossa l'autovettura, per il pagamento di pratiche di edilizia privata, incassi presso gli iat, cimiteri, mercati.Attivate nuove modalità di riscossione per coloro a cui è stata rimossa l'autovettura, per il pagamento di pratiche di edilizia privata,incassi presso gli iat, cimiteri, mercati, polizia municipale.- Adeguare l'organizzazione dell'ente ai criteri di efficacia, efficienza, innovazione, rispetto dei tempi, trasparenza e qualità richiesti dai cittadini in unaprospettiva di benessere organizzativo e garanzia di pari opportunitàResponsabile: Sara Liga Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 20101) Realizzata la mappatura completa della matrice processi/responsabilità dell'Ente 2) Definita la prima ipotesi della Microstruttura dell'Ente con relativa pesatura dellestrutture individuate e ipotesi di regolamentazione dell'attribuzione delle indennità di responsabilità 3) Somministrazione rilevazione ed elaborazione dei dati delQuestionario su Benessere Organizzativo (Progetto Magellano) al personale di 3 Direzioni ( 5 Aree) - Redazione della relazione per la restituzione; 4)Revisione dell'organizzazione dei settori Servizi Cimiteriali e Mobilità. 5)Progetto messi 6) progetto front office - back office 7) Ampliamento dello sportello di ascolto attraverso lacosituzione di un pool di psicologi, finalizzato ad offrire ai dipendenti un percorso terapeutico di sostegno ed eventuale accompagnamento a strutture specialistiche dellaASL. Completamento della sperimentazione prevista entro il 31 dicembre.17


- Implementare un sistema di sviluppo delle persone centrato sulle competenze funzionali all'organizzazione valorizzando professionalità, motivazione emeritoResponsabile: Sara Liga Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010In ambito formativo, applicazione sistematica della rilevazione delle competenze attese: 1) nella fase di progettazione dei corsi, connessi anche a processi diriorganizzazione, che prevedono l'evoluzione o il rafforzamento del ruolo svolto dai partecipanti (es.: corsi per le segreterie di direzione, per gli operatori di PoliziaMunicipale e dei Servizi Educativi);2) nel Progetto di sviluppo delle competenze manageriali e tecnico professionali dei dirigenti di nuova nomina; 3) nei percorsi formativilegati ai progetti di pari opportunità 'OASI POssibili' e 'GOLF'. Redazione dei 36 portfoli delle competenze trasversali relativi alle partecipanti al progetto formativoG.O.L.F. 4) nell'avvio della stesura del Piano Triennale di Formazione 2011-2013. Realizzazione di iniziative di alta formazione, in collaborazione con Themis - Scuolaper la P.A. s.r.l., con il coinvolgimento dell'Università di Genova e di altri Atenei italiani, nonché attraverso la stipula di uno specifico accordo di collaborazione con l'ENA -Ecole Nationale d'Administration (26/04/2010). Finanziamento di 3 borse di studio destinate a dipendenti ammessi al MIPA - Master per l'Innovazione nella PubblicaAmministrazione dell'Università di Genova. In ambito organizzativo, si è iniziato a mappare i vari profili di competenze relativi ai diversi 'mestieri' nell'ottica di formare undatabase completo per l'intero ente che permetta,una volta definito,interventi mirati di formazione dei dipendenti, mobilità interna in base alle competenzepossedute,predisposizione di uno strumento di valutazione delle prestazioni in linea con i profili stessi.4) Nella definizione dei profili attesi per i 'mestieri ritenuti necessari'nei progetti di riorganizzazione (Servizi Cimiteriali, Mobilità, progetto messi, progetto front office - back office)- Costruire un sistema di indicatori in sede di programmazione per il monitoraggio dei risultati dell'ente sulla base di dati certi, condivisi e aggiornatiResponsabile: Sara Liga Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Definito e monitorato il sistema di obiettivi e indicatori gestionali (obiettivi aziendali) collegati ad alcuni ambiti di priorità di intervento sui quali si focalizza l'azionedell'amministrazione, allo scopo di rilevarne e controllarne lo stato di attuazione e i risultati raggiunti attraverso report periodici, condivisi da tutta la dirigenza di verticedell'ente, che integrano le attività e i contributi realizzati dalle diverse strutture organizzative del Comune secondo una logica di risultato complessivo e finale. Effettuati n.3report . Impostata la base dati del sistema indicatori, censiti e sistematizzati gli indicatori già utilizzati in riferimento ad alcune aree di indagine campione (mobilità,ambiente, servizi educativi e sociali, sicurezza,..), in fase di costruzione le schede di indicatori relative ai diversi servizi e/o aree di attività strutturate in coerenza con leprospettive della balancescorecard. Realizzato il sistema indicatori per la rilevazione del livello di attuazione dei programmi e progetti della relazione previsionale eprogrammatica. A partire dal documento di programmazione 2011-13, verranno monitorati gli indicatori per il 2009 e 2010 e definiti i valori attesi per l'esercizio 2011.18


- Potenziare, alla luce delle mutate esigenze dell'utenza, le modalità di accesso e fruizione ai servizi demografici, anche a seguito dell'entrata in funzione delnuovo sistema informativo integrato "ARCADIA"Responsabile: Clavio Romani Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 20101) E' stato attivato il servizio di prenotazione on line per la richiesta di certificazioni anagrafiche e di stato civile con il collegamento al Portale dell'Ente 'People' esuccessiva consegna a domicilio o ritiro del documento da parte del cittadino. Con la stessa piattaforma di People è altresì possibile richiedere l'iscrizione all'alboscrutatori e Presidenti di seggio, effettuare prenotazioni per le dichiarazioni di nascita, le pubblicazioni di matrimonio e le denunce di morte. Con tale sistema è statofacilitato sensibilmente l'accesso alla certificazione per i cittadini italiani residenti fuori comune o all'estero che fino ad oggi potevano richiederla solo per posta. Èattualmente conclusa la fase istruttoria di analisi delle soluzione informatiche che permetteranno la stampa del certificato direttamente dal pc del cittadino. 2) Attraverso ilnuovo sistema informativo 'Arcadia' è stato possibile abbattere sensibilmente i tempi dell'aggiornamento della banca dati anagrafica che fino ad oggi avveniva solo con latrasmissione di documentazione cartacea tra i vari uffici; inoltre è stato reso possibile l'accesso alla banca dati anagrafica via web (Anagrafe web) all''utenza internaall'Ente ad ai principali Enti pubblici ed Aziende erogatrici di pubblici servizi, i quali attraverso password certificate, possono effettuare i controlli dell'autocertificazione perle loro finalità istituzionali in tempo reale. 3) Servizio di Testamento biologico: il Comune di Genova è uno dei pochi comuni d'Italia che offre il servizio di accettazione econservazione delle volontà personali relative alle terapie salvavita, in considerazione del rilevante interesse alle tematiche dei diritti soggettivi da parte della CivicaAmministrazione. 4) Progetto di riorganizzazione dei servizi demografici: dal 4 ottobre, è stato ampliato l'orario di apertura al pubblico, in due giornate settimanali, a paritàdi risorse umane e finanziarie, passando da 25 a 29 ore settimanali per ciascun ufficio di front office. In tale giornate, l'orario è continuato e l'utenza ha la possibilità diaccedere direttamente agli sportelli o, in alcune giornate, previo appuntamento per le pratiche più complesse. La riorganizzazione ha comportato una revisione ed unaredistribuzione delle attività di back office. Sono stati potenziati i servizi a domicilio presso abitazioni, ospedali, case di cura, istituti di pena. 5) E' stata avviata l'indagine dicustomer satisfaction per la rilevazione del grado di soddisfazione dell'utenza presso gli Uffici centrali e per verificare il grado di conoscenza dei servizi on line, i cuirisultati si sono rivelati molto soddisfacenti. Tale rilevazione sarà ripetuta annualmente in modo sistematico e strutturato .- Costruire una cultura della sicurezza attraverso lo sviluppo di un modello di sicurezza aziendale nell'ambito della Civica Amministrazione, con attenzione albenessereResponsabile: Gian Paolo Porta Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010-E'stato assicurato il supporto tecnico per il miglioramento del Sistema di Gestione della Sicurezza dei 53 Datori di Lavoro.-Coordinamento Addetti al Servizio Prevenzionee Protezione delle Sedi Complesse;Terminata la fase ricognitiva nelle singole strutture complesse si è avviato lo studio degli elementi di criticità rilevati allo scopo diprodurre il piano operativo delle procedure di gestione delle emergenze.Elaborazione delle planimetrie di dettaglio degli ambienti presi in esame, queste rappresentano labase per la rappresentazione grafica dei Piani di Emergenza che costituiranno, in ogni punto strategico dell'edificio, le indicazioni visive che guideranno le personepresenti verso le uscite di sicurezza nelle fasi di emergenza.Elaborazione delle procedure per la gestione delle emergenze di ogni edificio complesso.- L'attività diFormazione ha seguito il programma previsto nel Piano Annuale di Formazione alla Sicurezza 2010 con: corsi di Primo Soccorso e Aggiornamento a cadenza mensile,corsi per Addetti Antincendio ad Alto Rischio e a Medio Rischio, corso Base e corso Specifico per la Pubblica Amministrazione di formazione degli Addetti al ServizioPrevenzione e Protezione delle Direzioni.Eventi innovativi per le ricadute e per l'impegno occorso sono stati la Campagna di sensibilizzazione alla Sicurezza sul Lavorosvolta in collaborazione con la Direzione INAIL di Genova in coincidenza con la "Settimana Europea per la Sicurezza sul Lavoro". Distribuzione di materiale informativopresso le Sedi di Palazzo Tursi, Torre Nord S.Benigno, Piazza Ortiz, C.so Torino.Incontri con i Rappresentanti delle Associazioni di tutti i Municipi di progetto, n. 8Seminari di 4 ore ciascuno su 'Sicurezza sempre, Sicurezza ovunque, Sicurezza per tutti'.-E' stata inviata e diffusa tramite i Datori di Lavoro l'informativa dedicata ailavoratori dipendenti della Civica Amministrazione.-Si è inoltre fattivamente supportata l'attività di Valutazione dei fattori di rischio a cura dei Datori di Lavoro consopralluoghi, incontri, coordinamenti, e sopratutto formazione operativa gestionale SSA (Sistema Sicurezza Aziendale) .19


- Promuovere il raccordo programmatico con gli altri soggetti istituzionali e privati che incidono sul territorio anche promuovendo e coordinando iprocedimenti concertativi (Accordi di Programma..)Responsabile: Raffaele Gazzari Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Coordinamento di procedimenti concertativi, fondamentali per l'attuazione delle strategie dell'Ente. Sono stati costruiti e ufficializzati i seguenti strumenti raccordoprogrammatico tra Enti nella realizzazione di obiettivi comuni: (in collaborazione con l'area TERRITORIO SVILUPPO URBANISTICO ED ECONOMICO), protocollo diintesa per la gestione del data base condiviso delle aree produttive potenzialmente disponibili e lo sviluppo di ulteriori iniziative per il potenziamento e la collocazione nelterritorio del Comune di genova di attività direzionali e artigianali; (in collaborazione con l'area SERVIZI DECENTRATI VERSO LA CITTA' METROPOLITANA), accordoprefettura e ufficio territoriale del Governo e Comune di Genova per un programma di manutenzione in ambito cittadino; (in collaborazione con l'area LAVORI PUBBLICI EPOLITICHE DELLA CASA e con l'area CULTURA E INNOVAZIONE), schema di protocollo di intesa tra COMUNE DI GENOVA E DIREZIONE REGIONALE BENICULTURALI E PAESAGGISTICI DELLA LIGURIA FINALIZZATO ALLA COLLABORAZIONE PER TUTTI I PROGETTI DI COMUNE INTERESSE NONCHE' PER AGLIINTERVENTI COFINANZIATI DAL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE (P.O.R.) LIGURIA 2007-2013 - ASSE 3 SVILUPPO URBANO E ASSE 4VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE NATURALI E CULTURALI; in collaborazione con l'uff. del vicesindaco e il settore ACQUISIZIONE FINANZIAMENTI E SVILUPPOPROGETTI, 'Protocollo di intesa Smart City', in collaborazione con la Prefettura 'Protocollo di legalità'. Supporto alle attività della costituita Unità di Progetto "Unità diCrisi per i lavori di riqualificazione dello scoglio di Quarto e restauro del monumento. Gestione e coordinamento delle attività per la realizzazione delle celebrazioni per il150" anniversario dell'Unità di Italia a Genova.- Promuovere la coerenza tra il sistema di pianificazione strategica e il sistema degli indicatoriResponsabile: Raffaele Gazzari Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sono stati definiti gli obiettivi della Sindaco: in fase di costruzione degli obiettivi PEG è stata svolta una Giunta (28/01/2010) mirata alla definizione del set di obiettivi perl'anno 2010 e delle relative priorità. Sulla base di questo il Gabinetto del Sindaco, in collaborazione con il Controllo di Gestione, ha impostato lo strumento di lavororiepilogativo di obiettivi, responsabili. La traccia è stata completata a cura del Controllo di Gestione mettendo in relazione gli obiettivi della Sindaco con gli obiettivi PEGammissibili dei dirigenti delle varie strutture dell'Amministrazione. Lo strumento di gestione è stato perfezionato: agli obiettivi sono stati associati gli indicatori diperformance. Attraverso Giunte monotematiche si è sviluppato il confronto tra le strutture politiche e quelle amministrative del Comune. Avviato il monitoraggio a cura delControllo di Gestione.20


- Sviluppare in relazione alle decisioni strategiche l'assetto delle partecipazioni azionarieResponsabile: Raffaele Gazzari Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Collaborazione con l'area Risorse Finanziarie nella definizione dell'assetto partecipazioni azionarie, sulla base delle linee politiche di azione definite in Giunta e inConsiglio Comunale. Creazione e aggiornamento dell'Agenda di Lavoro (Sindaco, Capo di Gabinetto, Società Partecipate), in collaborazione con l'ufficioPartecipate.Prosecuzione del supporto all'attività di coordinamento relativamente alle scadenze delle Società Partecipate e secondo gli sviluppi del progetto di riordinodelle Società PartecipateCOERENZA CON PIANO REGIONALE DISETTOREPiano di azione territoriale e-Liguria21


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 1 - NUOVI METODI DI GOVERNOPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE1.4.1 - L'OTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSE DEL SISTEMA COMUNE1.4 - Orientare il sistema locale pubblico e privato a principi di responsabilità, trasparenza e sussidiarietàGiovanna SantiFranco Miceli; Mario Margini; Sindaco Marta VincenziGiovanna Santi; Laura Petacchi; Raffaele GazzariPiera Castagnacci; Raffaele Gazzari; Stefania Villa; Walter RupaltiArea Gabinetto del Sindaco; Direzione Nuove e Grandi Opere; Direzione Politiche delle Entrate; DirezioneProgrammazione Bilanci e PartecipateMotivazioni delle scelteSensibilizzare le strutture interne e gli interlocutori esterni ad una cultura di soddisfazione del cliente/cittadino attraverso nuove forme di collaborazione tra pubblico e privato amiglior tutela dell'interesse generale.Ridisegnare il quadro complessivo delle partecipazioni del Comune in funzione delle modificate esigenze sociali/economiche nonchè dell'evoluzione normativaFinalità da conseguire-Azioni Strategiche22


- Attuare, in un ottica di efficacia ed efficienza, il disegno strategico del 'Gruppo Comune' e l'assetto delle partecipazioni azionarie completandone il riordinoe il risanamento dei bilanci, secondo le linee di indirizzo descritte nell'apposita scheda 3.2 'Obiettivi degli Organismi Gestionali dell'Ente', con particolareattenzione ai settori: 1) Acqua, Gas, Energia 2) Ciclo Integrato dei Rifiuti 3) Trasporto e Mobilità (compreso Aeroporto e Slala) 4) Manutenzione strade, impiantie verde 4) Servizi Funebri 5) Autorità Portuale, Fiera e Porto AnticoResponsabile: Stefania Villa Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Modello governance: in relazione al progetto di riordino è stato elaborato un nuovo modello di governance, approvato in Giunta e presentato al Consiglio Comunale allafine di luglio, individuando le attivita' ed i contenuti del sistema di controllo che dovrà essere attivato (organizzazione per filiere, definizione di un codice di CorporateGovernance per tutte le partecipate, centralizzazione attività comuni alle diverse società, acquisizione software con sviluppo banca dati, analisi economico-finanziaria esistema controllo qualità finalizzato al potenziamento del flusso di informazioni e dati a favore dell'Amministrazione).Settore Acqua, Gas, Energia: A.R.E. Liguria S.p.A :con delibera Consiglio Comunale n. 32 del 2010 si è stabilito di procedere all'acquisto di n. 5.000 azioni di A.R.E. Liguria S.p.A. al valore nominale, per un importocomplessivo di euro 5.000,00, pari al 5% del capitale sociale. Entro fine anno si è concluso l'iter di acquisto. Settore Ciclo Integrato dei Rifiuti: Gruppo Amiu: con deliberadi Giunta Comunale n. 401 del 2010, in attuazione di quanto stabilito dal Consiglio Comunale con deliberazione del n. 90 del 1 dicembre 2009, che prevedeva il nuovoassetto del gruppo finalizzato alla concentrazione sul core business ambiente, è stato deliberato di attuare la riduzione del capitale sociale di Amiu s.p.a ai sensi dell'art.2445, consentendo il rientro nella diretta disponibilità del Comune della partecipazione in Farmacie Genovesi s.p.a e Bagni Marina Genovese s.p.a. Amiu s.p.a:considerata la disciplina in tema di servizi pubblici locali inserita dall'art. 23 bis del decreto legge n. 112/2008 e successive modificazioni ed integrazioni, come integratadal regolamento attuativo, d.p.r. n.168/2009, sono state definite le linee guida per la cessione del 40% di Amiu S.p.A ed è in corso l'impostazione del bando di gara perla ricerca dell'advisor che supporti il Comune nel progetto di cessione parziale della quota di partecipazione in Amiu s.p.a.Settore Trasporto e Mobilità (compresoAeroporto e Slala). Ami Spa: approvata, con delibera C.C. n. 78 del 28/9/2010 ad oggetto "Riduzione del capitale sociale di Ami Spa finalizzato al rientro nella direttapartecipazione del Comune di Genova Parcheggi Spa", la retrocessione della società Genova Parcheggi. L'operazione consentirà il rientro nella diretta proprietà delComune di Genova parcheggi e l'uscita di AMI dalla liquidazione a seguito della vendita dell'area Guglielmetti. Settore Servizi Funebri: Asef: in attuazione della LeggeRegionale n. 24/2007 e s.m.i. è stato approvato il nuovo assetto in materia di onoranze funebri e servizi cimiteriali prevedendo la trasformazione dell'Azienda SpecialeA.Se.F. in società a responsabilità limitata e la destinazione alla società AMIU delle attività istituzionali (C.C n. 47 del 29.06.2010).Settore Manutenzione strade, impianti everde: Aster s.p.a : con G. C. n. 369 del 2010 sono state impartite indicazioni ad Aster s.p.a affinché ceda, entro e non oltre il 31/12/2010, il 15% delle azioni della societàSaster-Net, nel rispetto dello Statuto della società medesima e della normativa vigente.Settore Autorità Portuale, Fiera e Porto Antico: Fiera di Genova s.p.a: in data 20luglio con delibera C.C. n. 59 è stata approvata la proposta relativa alla modifica dello statuto finalizzata a consentire che gli amministratori della società possano esserenominati per un periodo anche inferiore a tre esercizi e per una durata pari a quanto stabilito dall'assemblea all'atto della nomina. Altre società: Sportingenova s.p.a :approvate le linee di indirizzo per la messa in liquidazione volontaria ex art. 2484 del codice civile della società ( C.C n. 35 del 25 maggio 2010), in attuazione, riacquistodi una porzione dell'impianto Stadio Carlini centro polisportivo Villa Gentile ( G.C. 243 dell'8 luglio 2010).Con G.C n. 426 del 2.12.2010 è stato stabilito che il Comunecorrisponda a Sportingenova, a titolo di compensazione dei mancati introiti tariffari derivanti dalle agevolazioni e dalle esenzioni previste dalla Civica Amministrazione afavore di fasce deboli, un corrispettivo per il costo della socialità pari a euro 1.000.000,00. Gruppo Spim : è stato approvato il piano riordino del gruppo (con G.C n. 64 del4 marzo 2010).Themis s.r.l: con C.C. n. 65 del 20/7/2010 è stato approvato l'acquisto da parte del Comune di Genova della quota di Themis Srl di proprietà della Provinciadi Genova, portando in tal modo la partecipazione del Comune in Themis dal 52,93% al 69,93%. Entro fine anno concluso l'iter d'acquisto. Sviluppo Genova s.p.a : ConG.C 438 del 2/12/2010 sono dati approvati gli indirizzi per acquisire ulteriori quote di partecipazione in Sviluppo Genova s.p.a fino ad aumentare la propriapartecipazione societaria in modo che la partecipazione congiunta Comune di Genova - AMIU raggiunga complessivamente il 51% e sia, pertanto, acquisito il controllo diSviluppo Genova da parte del "sistema Comune".Dismissioni: è stata autorizzata la dismissione delle partecipazioni detenute nelle seguenti società: Coarge, CooperfidiS.c.r.l, Bic Liguria s.c.p.a, Finporto s.p.a, Sofincoop s.p.a, Fidicom S.c.r.l, Milano Serravalle Milano Tangenziali s.p.a . (C.C. 41 dell' 8 giugno 2010);è stata autorizzata ladismissione della partecipazione in Multiservice (C.C. 49 del 6 luglio 2010). Predisposto bando di gara per la vendita di Bic Liguria Spa, Finporto Spa, Milano SerravalleMilano Tangenziali Spa e Multiservice. Espletata e conclusa in data 15/12/2010, la procedura di gara che è andata deserta per mancanza di offerte. Predisposti gli atti perl'offerta ai soci e in subordine, ove previsto dallo statuto, per l'esercizio del diritto di recesso. Fidicom s.c.r.l ha comunicato l'accoglimento della richiesta di recesso delComune.Delibera di ricognizione: Il Consiglio Comunale con deliberazione n.116 del 20.12.2010 ha approvato il provvedimento di ricognizione delle partecipazionisocietarie in attuazione degli adempimenti previsti dall'art. 3 commi 27 e ss della legge n. 244/2007 specificando per ciascuna società le motivazioni al mantenimento dellapartecipazione e prevedendo, oltre alle dismissioni già approvate con C.C 41 e 49 del 2010, la dismissione della società Tunnel di Genova s.p.a .Bilancio consolidato: è23


stato attuato un ciclo formativo di otto lezioni durante le quali sono stati analizzati alcuni aspetti pratici delle procedure di consolidamento e si è dato avvio ad unasperimentazione sulle società Amiu Spa, Aster Spa e Spim Spa con le quali è avvenuto un primo scambio di dati finalizzati alla riconciliazioni delle poste contabili. E' statoquindi possibile predisporre un elaborato derivante principalmente dalle seguenti operazioni: riclassificazione del Rendiconto del Comune secondo criteri civilistici;aggregazione dei bilanci delle società con quello del Comune; eliminazione del valore delle partecipazioni nelle tre società consolidate a fronte del patrimonio netto dellestesse; prima tranche di rettifiche conseguenti alle operazioni tra le società consolidate e il Comune.- Sviluppare un sistema centralizzato di acquisti, contratti e mobilità interaziendale per aumentare l'efficienza del sistema delle partecipateResponsabile: Stefania Villa Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010SISTEMA INFORMATIVO PARTECIPATE. È stata completata l'analisi preliminare per la realizzazione del nuovo sistema informatico, finalizzato al miglioramento deiflussi informativi tra Comune e Società Partecipate, e definito lo strumento e le modalità operative del programma (via web accessibile dai vari soggetti coinvolti). A regimesi avrà, oltre alla revisione delle procedure, la riduzione dei tempi per l'elaborazione del report annuale per gli organi istituzionali , per la comunicazione dei dati alMinistero della Funzione Pubblica e per i report richiesti dalla Corte dei Conti e da altri soggetti. La società ha rilasciato la parte del programma informatico relativaall'anagrafica di cui gli uffici stanno verificando la funzionalità .E' stata inoltrata la bozza di protocollo d'intesa sulla mobilità interaziendale alle Società (gennaio 2010) e aisindacati confederali (due volte, a marzo e a giugno 2010). E' stata inoltre effettuata l'operazione di trasferimento di personale da ASEF ad AMIU, nell'ambito di unacessione di ramo di azienda (accordo del 28 giugno 2010). Al 31 dicembre 2010 non è ancora pervenuto alcun riscontro alla bozza di protocollo d'intesa.24


- Aumentare la qualità e l'efficienza dei servizi di interesse generale con l'ausilio e le attività di controllo dell'Autorità dei servizi pubblici localiResponsabile: Stefania Villa Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010L'Autorità S.P.L. ha avviato nel corso dell'anno numerosi procedimenti relativi ad aziende partecipate e a strutture che forniscono servizi pubblici per conto del Comune diGenova. Tra gli obiettivi più significativi si segnala la costituzione dell'Osservatorio delle Carte dei Servizi, l'analisi delle carte dei servizi erogati direttamente dalComune,la redazione di un modello di carta dei Servizi per i servizi erogati direttamente dal Comune e discussione con la Consulta dei Consumatori e degli Utenti. Sisono inoltre conclusi alcuni importanti procedimenti con emissione di relativi provvedimenti su Asef (nuovo assetto societario), Amt (carta servizi, manutenzione ascensori,customer satisfaction), sulla clausola sociale, sul trasporto disabili; è stato concluso il procedimento relativo a Genova Parcheggi e deliberato un articolato provvedimento.Sono stati effettuati studi e ricerche sulla qualità del trasporto pubblico locale in collaborazione con Diptem - Facoltà di ingegneria, un'analisi comparativa della qualità delTpl tra il centro città e l'aeroporto in collaborazione con il Centro Go-Up della Facoltà di Economia, e un'analisi sull'efficienza delle aziende di Tpl in collaborazione con lostesso Centro della Facoltà di Economia.Ha avviato con AMIU S.p.A. ed AMT S.p.A. due progetti per il monitoraggio, con il supporto dell'Università di Genova, dei serviziresi alla cittadinanza da svolgersi in collaborazione con le Associazioni dei Consumatori iscritte alla Consulta del Comune di Genova. L'Autorità S.P.L. ha inoltre avviatouna serie di ispezioni nelle residenze destinate a degenti anziani, volte a constatare la qualità dei servizi erogati. Tali ispezioni sono state allargate agli asili nido.L'AutoritàS.P.L. ha anche avviato una serie di controlli atti a verificare la funzionalità dei meccanismi di contatto (numeri telefonici, e-mail, siti Internet) del Comune di Genova edelle Società partecipate. L'Autorità S.P.L., nell'ambito del sistema di accreditamento delle aziende di onoranze funebri di recente istituzione (deliberazione C.C.n.47/2010, ha assunto il ruolo di garante della trasparenza, della qualità ed eticità del servizi di trasporto ed onoranze funebri, nell'ambito di un sistema di accountability eresponsabilità sociale a tutela del dolente. In tal senso a garanzia dei dolenti ha approvato il modello di carta dei servizi ed il modello di contratto che le aziende peraccreditarsi dovranno assumere. Ha espresso inoltre un parere sull'esercizio dell'attività funebre. L'Autorità si è occupata, con due distinti provvedimenti degli aumentitariffari di AMT; si è espressa sui documenti contrattuali utilizzati da IREN Mercato per la stipula di contratti di utenza, e sull'astensione non autorizzata dallo straordinariodi alcuni dipendenti della Polizia Municipale in occasione della Notte Bianca 2010. L'Autorità ha inoltre avviato n. 17 procedimenti per la certificazione delle carte deiservizi erogati direttamente dal Comune.E' stato realizzato il sito web dell'Autorità che consente ai cittadini di segnalare eventuali disservizi: il sito è stato pubblicato il18/11/2011 e presentato pubblicamente nel corso del convegno del 19/11/2011, organizzato per presentare l'attività svolta dall'Autorità ad un anno dall'insediamento.Nell'adunanza del 27 ottobre 2010 l'Autorità ha infatti approvato la Relazione annuale 2009-2010 per la successiva presentazione, ai sensi del Regolamento istitutivo, alConsiglio Comunale.25


- Sviluppare le opportunità di partenariato pubblico- privato per la realizzazione di opere pubbliche in un quadro di regole che assicurino la miglior tutela dell'interesse generale, con particolare riferimento alla finanza di progettoResponsabile: Walter Rupalti Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 20101) Mercato Piazza Tre Ponti - Piscina PonteX - Piscina Nico Sapio: predisposti nei termini i tre p.e.f. e gli studi di fattibilità relativi a Tre Ponti e Nico Sapio in quanto lostudio di fattibilità di PonteX è stato redatto da professionisti esterni. In data 27 dicembre 2010 sono stati pubblicati i bandi di gara relativi al Mercato di Piazza Tre Ponti ealla Piscina di PonteX. Il permanere della problematica legata al progetto di Autostrade per la modifica dello svincolo di Genova - Pegli non ha consentito di procedere allapubblicazione del bando di gara d'impianto Nico Sapio; 2) Sopraelevata: in data 27/12/2010 è stato pubblicato l'avviso di preinformazione con scadenza marzo 2011. 3)Park Piazza Dante: avviata la Conferenza dei Servizi - E' in corso d'intesa con l'operatore e con la Fondazione Gaslini (interessata in quanto confinante l'area d'intervento)la definizione della progettazione necessaria per lo spostamento di volumi tecnici interessati dalla rampa di accesso del parcheggio; in data 15 ottobre 2010 si è svoltauna seconda riunione referente della Conferenza dei Servizi volta ad ultimare l'iter per l'approvazione del progetto definitivo; pervenuti tutti i parere degli enti esterni sulprogetto definitivo e conseguentemente è possibile ultimare l'iter per l'approvazione del progetto stesso; 4) Riqualificazione area ex mercato C.so sardegna: per quanto didiretta competenza sono state completate le analisi economiche relativamente alle ipotesi di riequilibrio avanzate dall'operatore - allo stato le azioni dell'Ufficio sonocondizionate dallo sviluppo della procedura di Conferenza Servizi avviata; in data 9 settembre 2010 è stata adottata la D.G.C. n. 322 ad oggetto indirizzi dicontrodeduzioni del Comune di Genova di parziale accoglimento delle osservazioni presentate da parte del Municipio III sul PUO. Per quanto di diretta competenza gliUffici sono chiamati a verificare in contraddittorio con il Concessionario il permanere dell'equilibrio economico finanziario dell'operazione; 5) Park piazzale Benzi: i lavorisono in corso - E' stato richiesto all'operatore di provvedere alle operazioni di frazionamento propedeutiche alla stipula del contratto di costituzione del diritto di superficie;allo stato non è pervenuta da parte dell'operatore la documentazione richiesta; Sono in corso verifiche in contraddittorio con il concessionario per maggiori costi sostenutia fronte di imprevisti.6) Campo Gastaldi: lavori in corso con previsione di ultimazione nella primavera 2011. In data 19 novembre 2010 è stata presentata una richiesta divariante al progetto esecutivo approvato.- Promuovere le relazioni con soggetti privati per l' attivazione di progetti di sponsorizzazioneResponsabile: Raffaele Gazzari Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sono stati effettuati momenti di confronto per l'individuazione di strategie di indirizzo (Giunte tematiche, Conferenze Intersettoriali,..) per la definizione dei progetti dasponsorizzare (Città dei Diritti, Biennale del Mediterraneo, Eurocities 2011,..).Sulla base dei progetti sono state gestite le relazioni interne ed esterne con gli organi delleFondazioni, con l'ufficio sponsorizzazioni e con specialisti del settore, portando a risultato i progetti in attuazione.26


- Costruire un sistema per massimizzare le sponsorizzazioniResponsabile: Piera Castagnacci Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010E' stata organizzata la cerimonia sponsor 2010 per coinvolgere e fidelizzare le aziende che già contribuiscono a presentare nuovi progetti a queste ed ad altre potenzialisponsor. La ricerca sponsor per la Biennale del Mediterraneo e per altri importanti eventi ha prodotto il risultato di oltre 580.000 euro. Sono state acquisitesponsorizzazioni totali di Euro 3.775.617.000. Si è rivista la procedura relativa alle sponsorizzazioni attraverso una analisi organizzativa dettagliata ed un confronto conrisorse e priorità27


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 1 - NUOVI METODI DI GOVERNOPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE1.5.1 - FISCO DELLE PERSONE1.5 - Assicurare un'equa imposizione fiscale e un sistema tariffario che tenga conto delle esigenze e dellecondizioni delle personeGiovanna SantiFranco MiceliGiovanna SantiPiera CastagnacciDirezione Politiche delle EntrateMotivazioni delle scelteFavorire l'evoluzione del quadro fiscale comunale verso un sistema più organico e completo che permetta di realizzare il massimo grado di tutela della pretesa tributaria e, nelcontempo, di agevolare l'adempimento degli obblighi tributari da parte degli utenti. Incremento della capacità di attivare altre fonti di finanziamento.Finalità da conseguire-Azioni Strategiche28


- Verificare la correttezza del sistema fiscale contrastando l'evasione e fornendo un'informazione corretta ai cittadiniResponsabile: Piera Castagnacci Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Nel corso del 2010 è stata portata avanti la collaborazione con l'Agenzia delle Entrate ai sensi dell'art. 1 del DL 30/09/2005 n. 203, (Misure di contrasto all'evasione fiscalee disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria, convertito con modificazioni, dalla legge 2.12.2005, n. 203, recante misure di contrasto all'evasione fiscale edisposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria). La costituzione di un gruppo di lavoro trasversale di supporto all'attività di accertamento dell'Agenzia delle Entrateha prodotto le seguenti risultanze: inviate n. 269 segnalazioni di cui n. 259 prese in carico dall' Agenzia delle Entrate e n. 44 dalla stessa elaborate.Il progetto di"informatizzazione" degli Uffici del Comune è stato realizzato con l'abilitazione ai Servizi Web di 31 dipendenti responsabili d'ufficio. E' stata avviata la formazione agliutenti abilitati in due giornate: 16 e 17 dicembre 2010.In particolare gli utenti sono stati formati sulla realizzazione della minuta di ruolo, all'accesso per la stesura e all'invio dei ruoli ad Equitalia Servizi.La richiesta fatta ad Equitalia per l'incremento della riscossione con azioni mirate ha portato un effettivo incremento dei livelli diriscossione pari a circa il 13% di incremento rispetto all'anno 2009.Per quanto riguarda la Carta dei Servizi, in collaborazione con l'Autorità dei Servizi Pubblici Locali diGenova, si è proceduto al perfezionamento della stessa per giungere alla versione definitiva da adottare. Seguirà incontro con la Consulta per addivenire all'adozione epubblicazione della stessa che avverrà nel 2011.- Attuare una politica delle entrate coordinata a livello di Ente individuando fonti di entrata legate alle esigenze dei cittadini , valorizzando il patrimonio eincrementando la capacità di esazione dei crediti e di reperimento di finanziamenti da privati o da altri livelli di governoResponsabile: Piera Castagnacci Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Anche al fine di partecipare al bando europeo previsto per il 2011, si sta procedendo, sotto la guida del Vice Sindaco, alla costruzione del progetto strategico GenovaSmart City che persegue, con forte coinvolgimento del mondo imprenditoriale, della ricerca, della finanza e delle istituzioni, lo sviluppo economico in un'ottica disalvaguardia ambientale e rispetto e superamento degli obbiettivi del protocollo di Kyoto e del Patto dei Sindaci, ossia 20% di riduzione delle emissioni di CO2, 20% diaumento delle energie rinnovabili e 20% di energie rinnovabili nel mix energetico. Dopo il lancio ufficiale si sta procedendo alla formalizzazione della partecipazione delmondo imprenditoriale ed all'organizzazione della gestione dell'iniziativa. E' stata approvata la delibera di individuazione del progetto Genova Smart City come obbiettivostrategico dell'Ente ed autorizzante la creazione dell'Associazione avvenuta il 26 novembre e si sta pianificando un intervento di formazione per assessori e dirigenti. Sista procedendo a collegare le azioni di Genova Smart City con gli strumenti programmatori di ogni livello. Si sta inoltre lavorando su dieci progetti europei e si sonoconseguiti finanziamenti per Euro 523.000 in relazione ai progetti Bampè - Antenna Europe Direct - Periphèria.29


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 2 - LA CITTA' DOVE SI VIVE BENEPROGETTO 2.1-1.1 - SICUREZZA E LEGALITA' (1)OBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE2.1-1 - Potenziare l'azione di tutela e prevenzione sul territorioGianfranco DelponteFrancesco Scidone; Mario MarginiGianfranco Delponte; Laura PetacchiEnrico Vincenzi; Maria Pia Verdona; Stefano Pinasco; Walter RupaltiDirezione Città Sicura; Direzione Manutenzione Strade, Parchi, Verde, Litorale e Piani di Bacino; Direzione Nuove e Grandi Opere; Settore Protezione Civile, Pubblica Incolumità e VolontariatoMotivazioni delle scelteMigliorare la vivibilità della città per i suoi abitanti e visitatori intervenendo sulla sicurezza e sulla sua percezione e garantendo politiche di prevenzione e comunicazionenell'ambito della sicurezza urbana, protezione civile e pubblica incolumità.Promuovere e attuare azioni di difesa e di riassetto del territorio, d'intesa con Stato, Regione e Provincia, al fine di raggiungere gli standard di sicurezza previsti dagli strumentinormativi, standard preordinati ad una piena e sicura fruizione del territorio comunale.Finalità da conseguire-Azioni Strategiche30


- Sviluppare secondo progetti un piano integrato per la sicurezza tramite il Patto Genova Sicura e il monitoraggio della percezione sui livelli di sicurezza neidiversi quartieri cittadiniResponsabile: Maria Pia Verdona Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Definita la metodologia e realizzata l'indagine sulla percezione della sicurezza nei nove Municipi cittadini; avviata l'analisi comparativa sui diversi fenomeni che incidonosul livello di sicurezza in funzione degli ambiti territoriali. Implementato il sistema di videosorveglianza cittadino ed è in via di conclusione la connessione tra centraleoperativa del Matitone e quella della Questura. Incrementato il Presidio civile sia davanti alle scuole che nei parchi e giardini. Avviati 5 progetti di educativa di strada neiquartieri di Diamante, Quezzi, Cornigliano, Campasso, Lagaccio. Aperto lo sportello di Assistenza alle vittime di reato. Realizzati gli interventi di riqualificazione a Quezzi.Aperta la sede delle Associazione dei Comitati di via al quartiere Diamante. Avviato il progetto di presa in carico minori responsabili di reato.Realizzata la sede per lemediazioni penali dei minori.Predisposto ed approvato il Regolamento per la disciplina della videosorveglianza.Approvate le linee guida in materia di sicurezza urbanaconnessa alla pianificazione urbanistica, alla progettazione ed agli interventi di riqualificazione degli spazi pubblici. Partecipato alla realizzazione della settimana per lasicurezza Stradale.- Tutelare l'assetto idrogeologico del territorio (d'intesa con Stato, Regione e Provincia)Responsabile: Stefano Pinasco Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sono stati approvati: i progetti esecutivi della messa in sicurezza dell'area in frana di Salita Brasile e di Cesino, di adeguamento idraulico del Torrente Geirato, dellasistemazione idraulica del tratto di sfocio del Torrente San Pietro a Prà; i progetti definitivi di messa in sicurezza dell'argine del Rio Pomà, della sistemazione idraulica delTorrente Leiro (tratto confluenza Torrente Gorsexio ed Acquasanta) e del Torrente Leiro tratto a monte della copertura, della sistemazione idrogeologica del torrenteFereggiano in Loc. Brignoline, e il progetto preliminare della sistemazione idraulica del torrente Varenna in Loc. San Carlo di Cese. Sono stati avviati i lavori di messa insicurezza dell'area in frana di Via Mignone, di Via Induno e di salita Brasile, i lavori del Torrente Nervi (rivestimento muri 1" lotto) e i lavori di adeguamento idraulico delRio Sant'Anna in Via Orefici.Sono regolarmente in corso gli interventi di adeguamento idraulico dei Torrenti Bisagno, Sturla e Fereggiano.31


- Mettere a norma il patrimonio istituzionale e strumentale.Responsabile: Walter Rupalti Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sulla base della schedatura relativa agli edifici speciali, completata nel corso del 2009, sono in corso sette procedimenti: 1 - Palazzo di Giustizia: lavori di realizzazione diun impianto per la produzione di energia elettrica a pannelli fotovoltaici della potenza di 39,96 kWp, da installarsi sulla copertura - progettazione definitiva assentita indata 12.08.2010 da parte della Soprintendenza ed in data 18 novembre 2010 approvata da parte del Comitato Tecnico Amministrativo presso il Provveditorato alleOO.PP.; 2 - Palazzo di Giustizia: recupero di spazi all'ottavo piano lato est da adibirsi ad uffici tramite soppalcatura delle aule site al settimo piano- progetto definitivoapprovato - con D.D. n. 2010/154.4.0/93 in data 9 dicembre 2010 è stato approvato il progetto esecutivo e sono state definite le modalità di gara; 3 - Lavori dimanutenzione straordinaria locali servizi igienici ai piani dal quarto al dodicesimo nel Palazzo di Giustizia: progetto definitivo approvato con D.G.C. n. 177 del 20/05/2010 -la Cassa Depositi e Prestiti ha rilasciato il nulla osta alla necessaria devoluzione; in fase di predisposizione la determinazione dirigenziale di approvazione del progettoesecutivo e delle modalità di gara; 4 - Palazzi Doria-Tursi-Albini: interventi di risanamento, bonifica e razionalizzazione delle intercapedini, propedeutici al rifacimento e/oristrutturazione degli impianti tecnologici - progettazione definitiva approvata con D.G. n. 376 del 28.10.2010 - con D.D. n. 2010/154.4.0/91 del 06 dicembre 2010 è statoapprovato il progetto esecutivo e sono state definite le modalità di gara. E' stata avviata la procedura di gara; 5 - Pronto intervento edifici museali anno 2010: lavoriapprovati con DD 2010/154.4.0/40 del 01/06/2010 finanziati, procedura di gara avviata; 6 - Interventi di manutenzione straordinaria annuale agli impianti tecnologici delTeatro Comunale dell'Opera "Carlo Felice" - Anno 2010 - lavori approvati con DD 2010/154.4.0/41 del 01/06/2010 finanziati, procedura di gara avviata. 7 - Restauroaffreschi 2" piano nobile di Palazzo Rosso: progetto definitivo approvato con D.G.C. n. 432 del 13/08/2010, lavori e modalità di gara approvati con D.D. n. 2010/.4.0/68del 29.09.2010, procedura di gara in fase di ultimazione.32


- Potenziare gli interventi di Protezione Civile sul territorio attraverso prevenzione e informazione anche con il volontariatoResponsabile: Enrico Vincenzi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sono stati affrontati diversi episodi emergenziali di Protezione Civile ed in particolare l' emergenza evento alluvionale del 4 ottobre 2010 che hanno visto l'attivazione dellestrutture a supporto della gestione operativa (Comitato di Protezione Civile, Aziende Partecipate, Volontariato di Protezione Civile, gruppo geologico a valenzasovracomunale appositamente attivato, ecc.). A seguito delle esigenze segnalate dal Settore, il Volontariato di Protezione Civile (gruppo comunale 'Gruppo Genova' eOrganizzazioni convenzionate) ha effettuato 42.320 ore di intervento. Sono state inoltre gestite 1279 pratiche per richiesta danni alluvionali presentate dai privati. E' stataredatta la revisione del Regolamento del gruppo comunale dei volontari di protezione civile ed antincendio boschivo denominato 'Gruppo Genova', approvata conDeliberazione di Consiglio Comunale n. 76 del 21/09/2010. A miglioramento della lotta agli incendi boschivi è stato realizzato il censimento degli idranti presenti sulterritorio cittadino ed è stato predisposto il "Piano Comunale di Emergenza: Approvazione dello Schema Operativo per la Gestione dell'Emergenza Incendi nelle Zone diInterfaccia" approvato con proposta di Giunta al Consiglio n. 00713 dell'13/01/2011. Con D.G.C. n. 173 del 20 maggio 2010 sono state approvate 'le nuove linee guida diprotezione civile per la governance dell'Ente nella gestione delle situazioni emergenziali in ambito urbano', a seguito delle quali sono state avviate diverse attivitàfinalizzate alla revisione del sistema di protezione civile comunale ed è stata approvata la proposta di Giunta al Consiglio n. 82 del 30/09/2010 "Piano Comunale diEmergenza: approvazione della ristesura con aggiornamenti e modifiche della Relazione Generale" ed è stato predisposto il "Piano Comunale di Emergenza:Approvazione dello Schema Operativo per la Gestione dell'Emergenza Sismica" approvato con proposta di Giunta al Consiglio n. 00121 dell'23/12/2010. Mirate allarealizzazione di un monitoraggio meteo di dettaglio, data la poliedricità del clima genovese, sono state concluse le attività di installazione di 24 stazioni meteorologiche nelterritorio comunale. L'Ufficio Pubblica Incolumità ha effettuato sopralluoghi di pronto intervento, verifiche di varia natura (n. 722). Ha redatto n.35 Ordinanze del Sindaco disgombero/revoca ed effettuato 165 interventi in reperibilità. Sono state effettuate 5 campagne informative realizzate tramite manifesti murali sui rischi neve, mareggiate,incendi e alluvioni tra giugno e ottobre 2010 e una campagna mediante realizzazione di calendari murali e da tavolo. Sono stati condotti 12 laboratori/incontri formativipresso le scuole dell'obbligo e Università e 22 esercitazioni di emergenza nelle diverse UOST.33


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 2 - LA CITTA' DOVE SI VIVE BENEPROGETTO 2.1-2.1 - SICUREZZA E LEGALITA' (2)OBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE2.1-2 - Aumentare la sicurezza reale e percepita da parte dei cittadiniRoberto MangiardiFrancesco Scidone; Giovanni VassalloRoberto MangiardiRoberto MangiardiCorpo di Polizia MunicipaleMotivazioni delle scelteImplementare in modo sinergico e trasversale politiche di sicurezza urbana e di contrasto a fenomeni di disvalore in un'ottica di prevenzione, legalità e vivibilità cittadina nelrispetto del Patto per Genova SicuraFinalità da conseguire-Azioni Strategiche- Rendere efficace in tutto il territorio cittadino la presenza e le attività della polizia di prossimitàResponsabile: Roberto Mangiardi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Ogni Distretto di P.M. ( territorialmente corrispondente al Municipio) al fine di rendere efficace in tutto il territorio cittadino il metodo della prossimità, soprattutto perquestioni di disagio dovuto alla viabilità, deve raccogliere le segnalazioni dei cittadini, seguirle ( per tutto il tempo necessario ) e risolverle. Ogni Distretto deve averealmeno il 10% dei casi risolti con soddisfazione del cittadino. Durante l'anno sono stati esaminati 2068 casi e si è ottenuto circa il 15% dei casi risolti con soddisfazione delcittadino34


- Prevenire e contrastare i comportamenti che pregiudicano l'incolumità pubblica nonché il buon utilizzo e il decoro degli spazi pubblici urbaniResponsabile: Roberto Mangiardi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010In tutto il territorio di Genova sono state attivate pattuglie dedicate al decoro cittadino.Al fine di contrastare comportamenti illegali sono state acquisite 10 telecameremobili per registrare l'abbandono illegale di rifiuti. Per quanto riguarda le carcasse di veicoli abbandonati durante l'anno ne sono stati rimossi 2538.- Favorire la conciliazione delle diverse esigenze espresse dai cittadini in ordine alla fruizione degli spazi urbani e locali pubbliciResponsabile: Roberto Mangiardi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sono stati definiti n. 2 tipologie patto tipo in cui i contraenti sono, da una parte il titolare/gestore locale pubblico dall'altra o l'Assessorato Città Sicura o soggetto diverso (es. privato, amministratore condominio, etc. ). Durante l'anno sono stati sottoscritti 4 patti con il relativo monitoraggio.35


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGETTO 2.2-1.1 - POLITICHE SOCIALI E INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA (1)PROGRAMMA: 2 - LA CITTA' DOVE SI VIVE BENEOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE2.2-1 - Offrire servizi di qualità e più vicini ai reali bisogni dei cittadini italiani e stranieriFlavia SartoreElisabetta Corda; Roberta PapiFlavia SartoreLuigi Picena; Maria MaimoneDirezione Affari istituzionali per lo Sviluppo della Città Metropolitana; Direzione Politiche SocialiMotivazioni delle scelteNecessità di promuovere la costruzione di un sistema locale di servizi integrati (welfare comunitario) che valorizzi la persona e sappia coglierne le effettive necessità. Ciòrichiede il rafforzamento del ruolo di programmazione strategica del Comune in campo socialeFinalità da conseguire-Azioni Strategiche- Rafforzare la programmazione strategica e potenziare i processi di governance del Terzo Settore e l'integrazione con le altre Istituzioni accreditateResponsabile: Maria Maimone Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010a) In continuità con il "Protocollo di intesa tra Comune di Genova e Forum III Settore in merito alla valorizzazione del sistema dei servizi sociali alla città di Genova" (10febbraio 2009) si è giunti all'approvazione di un accordo su "Modello condiviso di processo partecipato territoriale per la programmazione socio sanitaria". b) E' statoattivato con la Regione il confronto sulle priorità rispetto alle quali finanziare i progetti innovativi regionali 2010 (PSIR), realizzando una modalità innovativa diprogrammazione strategica che vede i Comuni protagonisti attivi. c) E' stato istituito in collaborazione con l' ASL 3 genovese il tavolo di coordinamento dei 12 Direttori diDistretto socio sanitario (personale comunale e di ASL) afferenti all'area territoriale della ASL 3 con il compito di affrontare e definire le modalità gestionali inerenti leattività di competenza. Tale confronto si è svolto anche nel Coordinamento a livello regionale istituito da ANCI-Federsanità. Come primi risultati di questo confronto sonostati la sottoscrizione, tra Comune di Genova e ASL 3 Genovese, di protocolli in relazione alle attività di accesso alle strutture residenziali extraospedaliere per personeanziane, per il trasporto delle persone disabili, e l' accordo relativo alle funzioni psicologiche in materia di tutela e protezione dei minori a rischio.36


- Sviluppare meccanismi di accreditamento e valutazione dei servizi e potenziare l'ascolto dei cittadiniResponsabile: Maria Maimone Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010a) Messo a sistema processo di valutazione dei servizi erogati con un conseguente miglioramento delle attività di controllo che sono aumentate del 22%: da 286 del 2009a 350 nell'anno 2010. b) Potenziato l'ascolto dei cittadini attraverso specifiche indagini di 'customer satisfaction' rivolte a rilevare la soddisfazione dei fruitori dei servizi ditrasporto con secondo accompagnatore e assistenza domiciliare di persone disabili gravi. Le persone ascoltate sono state circa 100 e gli esiti sono stati moltosoddisfacenti per la C.A. E' stata realizzata anche la valutazione della qualità percepita da parte delle 70 persone anziane che hanno usufruito dei soggiorni estiviregistrando anche per questa una buona valutazione del servizio offerto.- Mettere a regime il funzionamento dei Distretti Socio-sanitariResponsabile: Maria Maimone Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010E' proseguita l'azione mirata al consolidamento dei Distretti Socio Sanitari (DSS) genovesi attraverso a) impostazione degli sportelli integrati sociosanitari: avviata la primasperimentazione presso il Distretto Sociosantario 8 Ponente (via Sapello) con apertura 1 volta a settimana e con la compresenza di operatori del Comune e della ASL. Losportello fornisce ai cittadini informazioni per l'accesso ai servizi socio-sanitari, ai servizi estivi per bambini e al fondo per la non autosufficienza b)consolidamento delleUnità di valutazione integrata Comune - ASL che ha portato alla sottoscrizione, in data 3 novembre 2010, tra Comune e ASL 3 del documento di definizione del Modello dilavoro. Nel mese di dicembre è stato sottoscritto con Asl 3 genovese l' accordo relativo alle funzioni psicologiche in materia di tutela e protezione dei minori a rischio, conil quale si è proceduto ad una più appropriata ridefinizione, alla luce delle normative vigenti, delle funzioni attualmente svolte dai due Enti riguardo alla presa in caricodei minori.- Realizzare un sistema equo, trasparente e solidale in materia tariffaria per la corretta partecipazione alla spesa dei servizi e potenziare la ricerca econfluenza delle risorse privateResponsabile: Maria Maimone Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Ativati processi per l'aumento delle entrate comunali, in particolare: a) controllo sui redditi di 500 anziani ricoverati in struttura residenziale per adeguare la contribuzione econtestare morosità nei pagamenti. Ciò ha consentito, pur con numero di ricoverati in diminuzione, di mantenere inalterato il livello delle entrate.b) Sviluppata la ricerca dirisorse sia private che pubbliche (finanziamenti nazionali) attraverso la presentazione di progetti a Fondazioni (CARIGE e San Paolo) e a Ministeri in risposta a bandinazionali. Tale ricerca ha prodotto finanziamenti per un importo annuo di 3.500.000 euro a favore dei servizi sociali. A tale importo va aggiunto il recente finanziamentoministeriale di 825.641,51 euro per il triennio 2011/2013 a seguito della presentazione di progetto per l'accoglienza dei rifugiati.COERENZA CON PIANO REGIONALE DISETTORELe politiche di rafforzamento dei processi di governance cittadina e di integrazione con la Sanità e quelle di miglioramento37


degli strumenti di valutazione della qualità dei servizi erogati sono fortemente richieste dalla L.R. 12/2006 (promozione delsistema integrato di servizi sociali e sociosanitari) e dal Piano Sociale Integrato Regionale 2007/2010 conseguente,approvato con deliberazione C.R. n.35/200738


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGETTO 2.2-2.1 - POLITICHE SOCIALI E INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA (2)PROGRAMMA: 2 - LA CITTA' DOVE SI VIVE BENEOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE2.2-2 - Migliorare l'autonomia delle persone fragili nel contesto familiare e di vita e sostenere le famiglie, italiane estraniere, nel lavoro di cura dei minori, degli adulti e degli anziani, contrastando emarginazione e malessereFlavia SartoreElisabetta Corda; Roberta PapiFlavia SartoreLuigi Picena; Maria MaimoneDirezione Affari istituzionali per lo Sviluppo della Città Metropolitana; Direzione Politiche SocialiMotivazioni delle scelteL'attuazione delle politiche sociali comunali passa attraverso il rafforzamento degli interventi di sostegno alle persone e alle famiglie che presentino situazioni di disagioeconomico, sociale e psico-fisico sia attraverso i propri servizi che attraverso la promozione di una rete sussidiaria e di collaborazione tra i diversi soggetti locali.Finalità da conseguire-Azioni Strategiche39


- Favorire la permanenza a casa della persona fragile ampliando la qualità e la gamma di offerta di servizi e forme di sostegno al redditoResponsabile: Maria Maimone Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Il mantenimento a casa delle persone anziane in condizioni di fragilità è perseguito attraverso diverse azioni e interventi (assistenza domiciliare, affido a volontari, titoli diacquisto per pagamento badanti, contributi di sostegno al reddito, attività di sostegno domiciliare con volontari, soccorso sociale telefonico). Per quanto riguarda nuovemodalità di intervento si segnala: a) Fondo Regionale per la Non Autosufficienza (erogato a circa 3000 persone): avviate verifiche a domicilio presso i fruitori della misuraal fine di valutare l'adeguatezza dell'assistenza prestata alle persone non autosufficienti attraverso l'assistenza offerta direttamente dai familiari, o da personale retribuito('badanti') o da cooperative sociali. b) Elaborata e condivisa con Regione (Azienda Regionale Sanitaria, OO.SS. e Terzo Settore un'ipotesi di azione innovativa sullaqualificazione delle cd. 'badanti' denominato ' Assistenti familiari nel sistema dei servizi'. L'ipotesi è stata presentata alla Compagnia San Paolo e alla Fondazione Carigeper richiesta di adesione e finanziamento. All'intero dell'azione è stata realizzata, in collaborazione con l'Agenzia Sanitaria Regionale, una ricerca sul territorio genovesecon somministrazione di oltre 200 questionari a "badanti" e alcune interviste qualitative a testimoni privilegiati. I risultati della ricerca hanno messo in evidenza lapeculiarità della non autosufficienza del territorio genovese e le caratteristiche della mano d'opera disponibile attualmente sul mercato. In particolare il focus dell'indagineha messo in evidenza i bisogni che esprimono gli anziani non autosuffcienti, e le risposte che riescono ad ottenere dal sistema di servizi attualmente offerti nel territoriodel Comune di Genova. Gli esiti conclusivi della ricerca sono in via di pubblicazione in uno specifico "quaderno" dell'Agenzia Sanitaria Regionale. Nell'ambito dell'attività difund rising lo stesso progetto è stato presentato al Ministero dell'interno (bando U.N.R.R.A. 2010); non si conoscono ancora gli esiti. c) Ampliamento del progetto disostegno ai familiari di anziani affetti da Alzheimer, svolto da personale comunale.- Accogliere la persona fragile che non è più in grado di permanere presso la propria abitazione in un ambiente a dimensione familiare o in struttureresidenziali di qualitàResponsabile: Maria Maimone Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Un'accoglienza appropriata in strutture residenziali è perseguita attraverso diverse modalità (strutture socio-sanitarie, comunità alloggio, residenze servite, convivenze consupporto di personale comunale). Per le residenze socio-sanitarie (nelle quali il Comune inserisce circa 500 anziani), il Comune svolge una verifica costante del livello diqualità dell'accoglienza offerta ai nostri utenti (38 strutture cittadine coinvolte) oltre ad azioni di controllo mirato su segnalazione di enti, familiari.... Tale processo di verificacostante vede il coinvolgimento della ASL per il miglioramento dei parametri di valutazione. Sul tema è stato intrapreso un percorso di confronto con l'Autorità dei ServiziPubblici Locali istituita nel nostro Ente. E' stato realizzato inoltre un percorso di accreditamento provvisorio a valenza sperimentale di alloggi protetti per giovani, che hacondotto all'accreditamento provvisorio di 13 alloggi per un totale di 51 posti.40


- Sostenere l'autonomia e la mobilità delle persone con disabilità nel contesto lavorativo e socialeResponsabile: Maria Maimone Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010a) Sotto il profilo del potenziamento della risposta alle richieste dei cittadini disabili: razionalizzato il servizio di trasporto individualizzato disabili con conseguenti n. 25nuove autorizzazioni al servizio per disabili che devono recarsi sul posto di lavoro con esaurimento della lista di attesa. Ampliate dall'inizio di agosto in collaborazione conAMT le corse dei mezzi attrezzati 'Pollicino'. Questo consente agli oltre 600 disabili e anziani con problemi motori iscritti al servizio di fruire maggiormente dei mezzi pervivere meglio il proprio tempo libero. b) Sotto il profilo della verifica della soddisfazione degli utenti:1) Svolta un'indagine fra le famiglie dei 42 utenti disabili gravissimitrasportati a centri di riabilitazione per valutare la qualità percepita del servizio: la qualità percepita è ottima per il 70-80% degli intervistati, sotto il profilo della disponibilitàe capacità di comunicazione del personale, della competenza e puntualità nello svolgimento del servizio. 2) Riduzione dei reclami al numero verde da parte dei fruitoridisabili di trasporto individuale (in totale oltre 300 fruitori): dal 2006 ad oggi i reclami si sono ridotti di circa il 90% (63 nel 2006 e 7 nel 2010 ). 3) Svolta un'indagine su 55disabili e loro famiglie che fruiscono di Assistenza domiciliare: anche qui esiti altrettanto soddisfacenti per la C.A. E' stata realizzata la riorganizzazione dei Servizi diAssistenza domiciliare e di trasporto di persone disabili, a partire dalla valutazione socio sanitaria congiunta delle situazioni sia in carico sia in attesa di erogazione delservizio, finalizzata all'ottimizzazione dei servizi prestati ed all'ampliamento dell'offerta. E' stato sottoscritto il nuovo protocollo operativo fra Comune di genova e Asl 3genovese in merito al servizio di trasporto per le persone con disabilità che frequentano i centri semiresidenziali di riabilitazione- Favorire il mantenimento dei minori nella famiglia di origine o in ambiente il più possibile familiare, sviluppando l'affido e le case famigliaResponsabile: Maria Maimone Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010a) Sono state sperimentate modalità di intervento che favoriscano il rientro dei minori in famiglia e/o lo sviluppo di percorsi di autonomia di minori e giovani inseriti instrutture, con avvio significativo di dimissioni 'accompagnate' da sostegno educativo. b) su affido familiare, in particolare: 1) avviate iniziative diinformazione/sensibilizzazione della scuola, in particolare assistenti asili nido e insegnanti scuole dell'infanzia 2) sviluppo del lavoro con le comunità straniere per ilrafforzamento degli affidi omoculturali di bambini stranieri a famiglie della stessa cultura, con avvio di altri nuovi affidi; ad oggi attivi 5 affidi. L'iniziativa è stata presentata aun convegno nazionale a Milano sulla tutela dei minori ed è stata premiata come buona prassi. La totalità delle attività messe in campo ha consentito l'avvio di 63 nuovicasi di affido nel 2010 raggiungendo il numero di 332 minori in affido familiare nell'anno.- Offrire ai minori spazi e occasioni di aggregazione e di sostegno educativoResponsabile: Maria Maimone Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Oltre allo svolgimento sul territorio delle ordinarie attività dedicate ai giovani svolte in collaborazione con i soggetti locali, si segnala: a) Potenziamento delle attivitàsocioeducative nel Municipio II Centro Ovest quartiere Campasso, a fronte delle criticità emergenti nella popolazione minorile di quel territorio, in collaborazione con lerealtà del terzo settore operanti in zona. b) Sostegno alle problematiche della fascia minorile/giovane del quartiere di Cornigliano attraverso le attività del progettoeuropeo YEPP. E' stata realizzata, in collaborazione con la Direzione Cultura, la Quarta Conferenza Internazionale YEPP a Villa Bombrini in Genova Cornigliano neigiorni 12 - 15 ottobre alla quale hanno partecipato 120 delegati di cui 65 giovani, provenienti da 9 paesi europei.41


- Promuovere una rete di aiuto, anche economico, sui bisogni primari a favore di persone senza dimora o affette da dipendenzeResponsabile: Maria Maimone Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010a) Interventi di urgenza: potenziato il servizio di reperibilità notturna e festiva degli operatori sociali (n. 14 unità) che sono intervenuti a favore di 133 persone, incollegamento con la Centrale Operativa della Polizia Municipale. Gli operatori reperibili hanno collaborato attivamente alla realizzazione degli interventi messi in campo atutela delle persone in occasione dell'alluvione del 4 Ottobre 2010. b) Emergenza freddo: 2009/2010 è stato realizzato il servizio di emergenza freddo 2009/2010,conclusosi il 31 marzo 2010, che ha visto 1794 presenze nella struttura notturna "caffè caldo", 1495 presenze nella civica palestra di via delle Fontane messa adisposizione dal Municipio I centro est, 133 persone accolte nella struttura "La casetta". 2010/2011: messo a regime il Piano Inverno, approvato con DGC n. 345/2010,con allestimento di ulteriori 98 posti letto rispetto all'accoglienza "ordinaria". La totalità delle risorse messe in campo hanno permesso di rispondere, nel periodo 15novembre-31 dicembre, a 1924 richieste di accoglienza notturna. E' stata avviata anche una sperimentazione con Regione Liguria, ASL 3, Az. Ospedaliera San Martinoper l'accoglienza residenziale temporanea di persone senza dimora che, dopo un accesso al Pronto Soccorso o un ricovero ospedaliero, non possono usufruire dellecure normalmente garantite dalle reti familiari c) Aree di sosta nomadi: è stato avviato un progetto di vivibilità all'interno dell'area di sosta di Molassana, in collaborazionecon Amiu, che consiste nella pulizia delle aree comuni da parte delle famiglie dimoranti con la responsabilità del progetto in capo a Opera Nomadi. d) Rispetto al sostegnoeconomico alle fasce più fragili, si è aderito alla realizzazione del progetto cittadino "Camminiamo insieme", finanziato con Fondi Carige a Caritas-Centri Vicarialid'Ascolto che ha consentito -a costo zero per l'Amministrazione- l'erogazione di aiuti economici a famiglie segnalate dai servizi.- Contrastare forme di sfruttamento, anche lavorativo, nei confronti delle donne, con una attenzione specifica al contrasto alla prostituzione nel quartiereMaddalenaResponsabile: Maria Maimone Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010a) Partecipazione al Progetto 'Piano di sviluppo locale della Maddalena', per il quale è stato richiesto il sostegno della Compagnia di San paolo. La Compagnia ha giàfinanziato la ristrutturazione di un immobile in Vico del Duca (ristrutturazione in corso di progettazione definitiva) da destinare a Condominio Sociale Solidale, in un quadrodi riqualificazione del sestiere. b) Nell'ambito del Progetto Sunrise finalizzato al contrasto allo sfruttamento delle vittime di tratta, stipulato accordo con Il Comitato per iDiritti Civili delle Prostitute per un lavoro di ricerca, progettazione, conciliazione e ascolto del quartiere della Maddalena per arrivare alla definizione di strategie diintervento da condividere ed attuare con le Istituzioni, i residenti del quartiere e rappresentanti delle attività commerciali.- Attivare percorsi per l'autonomia abitativa e lavorativa degli adulti in difficoltà, offrendo anche un sostegno economico alle situazioni di emergenzaResponsabile: Maria Maimone Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010a) Migliorata l'attenzione alle fasce di popolazione seguite dai servizi territoriali, attraverso la collaborazione con le Politiche della casa per la definizione di criteri "sociali"da inserire nel nuovo bando per l'assegnazione alloggi e per il più efficace utilizzo del fondo regionale per le morosità incolpevoli. b) Gestita l'accoglienza temporaneapresso strutture alberghiere di 55 nuclei familiari a seguito di sgomberi per calamità o comunque di situazioni di emergenza abitativa. Ridefinite le modalità di interventocon DGC 346/2010.42


- Offrire alla popolazione anziana spazi e occasioni di aggregazione, di educazione alla salute e di formazioneResponsabile: Maria Maimone Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Il Comune di Genova è partner del progetto europeo Q Ageing ''Invecchiare con qualità nelle aree urbane''. Il progetto si realizza in sinergia con il Progetto Età Liberafinanziato dalla Fondazione CARIGE e con il progetto Passi d'argento-ASL (progetto di sorveglianza dello stato di salute degli anziani). 3 azioni pilota: 1) rinforzare esviluppare la rete cittadina di sostegno della fragilità degli anziani e soprattutto a favore dei familiari che curano gli anziani affetti da forme di demenza (Caffè Oz e CaffèAlzheimer). Azione implementata con la collaborazione della Struttura Complessa Assistenza Geriatrica della ASL 3 e con medici specialisti dei reparti U.V.A. degliospedali cittadini. Avviato un ciclo di tre incontri informativi per i familiari dei pazienti che fruiscono del Fondo Regionale per la Non Autosufficienza al fine di promuoverel'avvio di gruppi di auto aiuto sul modello dei Caffè Alzheimer ( date 21 ottobre, 11 novembre e 2 dicembre).Avviato un corso di musicoterapia per anziani fragili a cura delCaffè Oz e sarà avviato un progetto di attività motoria in collaborazione con i caffè Alzheimer cittadini. I costi saranno sostenuti dal progetto Q Ageing.2) promuovere ladiffusione e l'utilizzo della tecnologia da parte degli anziani e delle loro famiglie con l'obiettivo a) di un maggiore accesso alle informazioni relative alla rete dei servizisociosanitari. b) di facilitare la diffusione delle informazioni relative alle opportunità offerte dalla rete cittadina per l'invecchiamento attivo, attraverso la partecipazione allacostruzione dei contenuti tecnici di un sito web promosso da " Accademia Nazionale di Medicina", partner del progetto Q Ageing. 3) prevenire il deterioramento cognitivonegli anziani attivi attraverso la promozione di corsi di allenamento della memoria e l'allestimento del Memory Garden ( percorso fisico con pannelli per l'allenamento dellamemoria) in Villa Imperiale nel quartiere di San Fruttuoso. L'azione progettuale è sviluppata in collaborazione con il Progetto Età Libera di Carige, con la StrutturaComplessa Assistenza Geriatrica della ASL 3 genovese e con la Direzione Verde e Manutenzione del Comune di Genova. Nel mese di settembre il progetto Q Ageing èstato presentato nel Convegno cittadino : "nell'ombra della mente" mettendo in rilievo le azioni innovative di supporto ai Caffè Alzheimer cittadini che verranno realizzatecon i fondi europei. Nel mese di ottobre il Progetto Q Ageing è stato presentato nel convegno organizzato da Federsanità sul tema dell'invecchiamento attivo- Stimolare gli anziani alla conoscenza delle altre culture e favorire lo scambio inter-generazionaleResponsabile: Maria Maimone Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Il Comune, quale partner del progetto Età Libera finanziato dalla Fondazione Carige, ha ottenuto il finanziamento di una serie di attività rivolte al tempo libero e alle attivitàculturali della popolazione Anziana. Due filoni di attività principali: 1) ''Essere anziani competenti ed informati'' 2) '' Riconoscere e utilizzare le occasioni culturali''. Finalità:la costruzione di Patti di solidarietà territoriale tra istituzioni, terzo settore, associazionismo e altri attori sociali. E' stato firmato un protocollo tra Comune, FondazioneCarige e Associazioni Territoriali per la realizzazione di una rete permanente per l'invecchiamento attivo per ogni distretto socio sanitario. I progetti ideati dalle retiterritoriali sono stati avviati e verranno realizzati entro giugno 2011. I progetti che si stanno avviando sono pubblicizzati da Auser, capofila del progetto Età libera e dalportale web del progetto Q Ageing : http://3eta,accmed.org. Grazie al progetto Età Libera, sono state già svolte iniziative legate all'interculturalità e al confronto su temiquali il cibo, la musica e la memoria, e relative allo scambio intergenerazionale, la promozione di stili di vita sani e la sicurezza. Realizzate anche molte iniziative diturismo sociale e culturale e di laboratori manuali e creativi.COERENZA CON PIANO REGIONALE DISETTORELe politiche di sostegno alle persone e famiglie fragili anche in integrazione con la Sanità sono fortemente promosse dallaL.R. 12/2006 (promozione del sistema integrato di servizi sociali e sociosanitari) e dal Piano Sociale Integrato Regionale2007/2010 conseguente, approvato con deliberazione C.R. n.35/200743


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 2 - LA CITTA' DOVE SI VIVE BENEPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE2.3.1 - CASA2.3 - Aumentare l'offerta di patrimonio abitativo destinato alla locazioneLaura PetacchiBruno Pastorino; Mario MarginiLaura PetacchiGiorgio Gatti; Walter RupaltiDirezione Nuove e Grandi Opere; Direzione Programmi di Riqualificazione Urbana e Politiche della Casa e delLavoroMotivazioni delle scelteFronteggiare l'emergenza abitativa e sociale mediante interventi sul patrimonio pubblico esistente o di nuova acquisizione, sul patrimonio privato e con adeguamenti del PUCmirati al settore abitativo.Finalità da conseguire-Azioni Strategiche44


- Realizzare un sistema per fare fronte all'emergenza abitativa, con particolare attenzione ai soggetti socialmente svantaggiatiResponsabile: Giorgio Gatti Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 20101) E' stata avviata l'attività dell'Agenzia Sociale per la casa (delibera C.C. n" 29/2010) con l'apertura dello sportello di ricevimento di inquilini e di proprietari di abitazione.E' stato definito un piano di formazione da realizzare congiuntamente con le Associazioni degli Agenti Immobiliari rivolte agli Agenti immobiliari stessi. Sono stati realizzatibrevi momenti formativi per gli operatori. Sottoscritto protocollo di intesa con Agenzie Immobiliari per gestione comune servizio mediazione; Sono stati realizzati primimomenti formativi congiunti con le Agenzie Immobiliari .Discussa con i Comuni dell'Ambito la Convenzione per il servizio dell'Agenzia. E' stato definito un piano dicollaborazione con i Comuni dell'Ambito. Sono stati individuati i referenti dei Comuni per poi realizzare momenti formativi; definita campagna promozionale, realizzataprima fase; individuati criteri utilizzo fondo morosità incolpevole San Paolo. 2) E' stata definita una proposta di protocollo operativo per la gestione degli immobili ad usoabitativo, di proprietà comunale o privata, da destinare ad inclusione sociale o ad alloggi temporanei. E' stato avviato un confronto con le organizzazioni sindacali degliinquilini e confederali con particolare riferimento al tema dell'emergenza abitativa e dell'inclusione sociale. 3)E' stato avviato un percorso, assieme alla Direzione PoliticheSociali, con il Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze della ASL 3, di condivisione di alcune particolari problematiche gestionali inerenti il bisogno abitativo disoggetti deboli in carico ai servizi di salute mentale e dipendenze. E' stato sottoscritto tra i due Assessori di riferimento e dal Direttore del Dipartimento un documento checontiene l'impegno dei due enti a costituire un gruppo di lavoro misto con l'obiettivo di individuare azioni per il miglioramento della gestione degli inserimenti e dellapermanenza in alloggi di ERP, anche allo scopo di prevenire morosità e sgomberi, di persone con problematiche psichiatriche e di tossicodipendenza seguite da CSM eSERT. Il gruppo di lavoro si è costituito nel mese di settembre ed ha iniziato a lavorare alla redazione di un elenco condiviso tra Ufficio Casa e Dip.to S.M. e D. dinominativi di soggetti seguiti dai servizi che hanno ottenuto di recente in assegnazione un alloggio di erp o che sono in posizione utile in graduatoria per ottenerlo neiprossimi mesi. Nei mesi di ottobre e novembre il gruppo, inizialmente formato da funzionari e responsabili dei rispettivi servizi, è stato integrato da assistenti sociali deiservizi psichiatrici e collaboratrici dell'ufficio Casa, assumendo pertanto una connotazione maggiormente operativa, ed ha iniziato ad affrontare casi specifici da gestire emonitorare in accordo; in parallelo, vengono individuate via via, e "validate" sul campo, modalità procedurali di comunicazione-informazione-azione tra i servizi mirateall'integrazione delle azioni per una maggiore efficacia del risultato.45


- Riqualificare il patrimonio abitativo pubblico e recuperare gli alloggi degradati nonché alloggi privati non occupatiResponsabile: Giorgio Gatti Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Azioni per riqualificare e incrementare alloggi pubblici e per favorire il ricorso ai contratti di locazione a canoni calmierati, anche mediante provvedimenti di carattereurbanistico ed edilizio:a) Accordo di Programma 16/03/06: eseguito circa il 40% dei lavori programmati, trasmesso al Ministero e alla Regione il rapporto di monitoraggio eil primo rapporto di sperimentazione ai fini dell' erogazione della seconda rata del contributo (pari al 30% del finanziamento). In particolare concluso recupero 148 alloggidi ERP situati nei piani di zona ex lege 167/62 di Begato, Pegli, Prà e Voltri e in corso il recupero dei rimanenti 52 alloggi; in corso i lavori di recupero 50 alloggi patrimoniodisponibile, di cui 7 conclusi, suddivisi in tre lotti di lavori in diverse zone della città; concluse le procedure di aggiudicazione dei lavori per 15 alloggi patrimoniodisponibile in L.Dalmazia e piazzale Adriatico e per 4 alloggi di patrimonio disponibile in piazza Bignami; progetto in corso di 3 alloggi patrimonio disponibile in salitaOregina; affidamento esterno per la progettazione definitiva per il recupero di un edificio comunale in Vico del Duca per la realizzazione di alloggi temporanei. In corso,con il raggiungimento del 30% dei lavori, intervento privato 35 nuovi alloggi a canone moderato e 2 residenze specialistiche (scheletro Begato).b) Programmastraordinario di edilizia residenziale pubblica D.M. 18 novembre 2009 - Approvata la rimodulazione degli interventi ex D.L. 159/2007 per la manutenzione straordinaria di200 alloggi vuoti comunali (patrimonio ed ERP) di cui 44 già realizzati e il recupero di 10 alloggi in via Ariosto e in via Serro di Morego. Predisposti i nuovi elenchi erelativi QTE ed approvati i lavori relativi ai primi 127 alloggi di ERP; in corso la progettazione dei 10 alloggi di patrimonio disponibile.c) Piano Locale Casa: localizzati dallaRegione i contributi per recupero/realizzazione di alloggi di ERS; approvati gli atti di impegno dei soggetti attuatori ed approvato lo schema di accordo di programmaquadro e lo schema di convenzione relativi a: recupero 40 alloggi ERP del Comune di Genova; realizzazione 16 nuovi alloggi ERP e recupero 8 alloggi ERP di ARTE (ViaBainsizza - ex ospedale Pastorino); recupero 14 + 7 alloggi a canone moderato da parte di RI.Genova (ex seminario del Chiappeto e p.zza Virgo Potens); recupero 14alloggi a canone moderato di privati (Villa Greta Borzoli); realizzazione 67 alloggi a canone moderato di SPIM (Via Maritano); recupero dell'edificio comunale di Vico delDuca (integrazione finanziamento ex A.d.P. 16/3/2006). Sono inoltre impegnate le risorse per gli interventi comunali.d) P.O.G.A.S. (Programma ministeriale abitazioni pergiovani): firmata la Convenzione attuativa tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri "Dipartimento Gioventù" e il Comune di Genova; in corso i progetti per il recupero di26 alloggi in locazione a riscatto per giovani coppie, attuati da Arte e il progetto per la sede dell'Agenzia per la Casa. e) Piano Nazionale Edilizia Abitativa ex D.M. 8/03/10:partecipazione al Bando regionale -DGR. 1320 del 12/11/2010- per il recupero di 40 alloggi ERP di proprietà comunale f) Programma Speciale Recupero 30 alloggi ERP:recuperati 30 alloggi di ERP utilizzando di fondi comunali ex Legge 560/1993 e quota cofinanziamento regionale.g) Programma Comunale di Social Housing: approvatadeliberazione C.C. n"36 del 25/05/2010 di controdeduzioni alle osservazioni nei confronti dell'adozione di 7 varianti al PUC (proposte volte al recupero di 53 alloggi acanone concordato, 21 alloggi a canone moderato, 24 alloggi nuovi di ERP). Predisposta proposta Giunta n" 47/2010 al Consiglio per la Variante generale al PUC "settoreabitativo"; presentata alle Associazioni di categoria e ai sindacati, apportate modifiche in accoglimento delle osservazioni proposte; inoltrata la proposta riformulata aiMunicipi.46


- Contrastare le occupazioni abusive del patrimonio abitativo pubblico.Responsabile: Giorgio Gatti Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Il percorso avviato con ARTE nel corso del 2009 per affrontare congiuntamente il tema delle occupazioni abusive e "senza titolo" di alloggi di edilizia residenziale pubblicaha portato a notevoli miglioramenti nel conoscere, controllare, affrontare e prevenire il fenomeno dell'abusivismo. L'attuale disponibilità in tempo reale di informazionisistematizzate e condivise con ARTE sulle occupazioni abusive "stabili", sta inoltre portando ad una progressiva riduzione dei tempi sia di avvio delle procedure di rilascio(dalla conoscenza dell'evento all'avvio del procedimento attualmente passano mediamente 20 giorni), sia di adozione del provvedimento di rilascio (circa 60 giornidall'avvio di procedimento).Infatti, si rileva un notevole incremento percentuale degli sgomberi per occupazione abusiva sul totale: nel 2009 sono stati il 70% del totaledegli sgomberi, mentre nel 2010 sono stati oltre il 71% (a fronte di % che oscillano tra il 7% del 2005 e il 32% del 2007). Inoltre, una ulteriore riduzione dei tempi è statadeterminata da due ulteriori modifiche procedurali: la soppressione della comunicazione di avvio del procedimento motivata dall'urgenza e, nei soli casi di rioccupazione diimmobile già sgomberato, la possibilità di far valere lo stesso titolo giuridico con il quale si è proceduto al primo sgombero, senza necessità di riavviare la proceduradall'inizio.A livello di prevenzione del fenomeno, è stata concordata con ARTE una nuova procedura per l'assegnazione di alloggi con intervento manutentivo daeffettuare non superiore a tre mesi, mirata a ridurre al minimo il periodo di "sfitto" degli alloggi; alla fine del mese di ottobre ARTE ha consegnato i primi 15 alloggi, eulteriori 10 alloggi sono stati consegnati a fine anno: per 5 sono stati stipulati i contratti di locazione mentre per gli altri 20 sono state avviate le procedure perl'assegnazione. Sul fronte delle occupazioni irregolari a vario titolo, non abusive, sia in erp sia in patrimonio disponibile, è stato portato a termine il censimento dellesituazioni sia di occupazione senza titolo sia di perdita dei requisiti, e sono stati avviati contatti con la Regione mirati a proporre integrazioni e modifiche alla Legge10/2004, al fine di introdurre previsioni normative maggiormente rispondenti alle esigenze degli assegnatari di erp. La bozza, concordata con ARTE, contenente leintegrazioni e modifiche da presentare alla Regione è stata verificata dall'Avvocatura ed entro il mese di gennaio verrà inoltrata alla Regione.A fine ottobre è stata inoltreadottata una delibera di Giunta di proposta al Consiglio che dispone la sospensione dei procedimenti di contenzioso per occupazioni senza titolo in attesa dellaconclusione dell'iter normativo in Regione.Infine, sono state avviate e in alcuni casi già portate a termine le procedure stabilite in esecuzione della decisione di Giunta n.147 del 30.12.2009 mirate a regolarizzare, ove possibile, le situazioni inerenti i nuclei di Rom coinvolti nello sgombero del Campo di Via dei Pescatori e collocati in alloggidi patrimonio disponibile. E' stato firmato il primo regolare contratto di locazione, sono stati adottati i provvedimenti per la stabilizzazione di ulteriori 3 nuclei (la stipula delrelativo contratto è prevista per il mese di gennaio 2011), e sono stati rilasciati n. 3 alloggi.47


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 2 - LA CITTA' DOVE SI VIVE BENEPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE2.4.1 - SCUOLA2.4 - Favorire la conciliazione degli impegni di lavoro con il ruolo dei genitori e offrire un ambiente che sviluppi lepotenzialità dei bambini e dei ragazziFlavia SartoreMario Margini; Paolo Giuseppe VeardoFlavia Sartore; Laura Petacchi; Teresa SardanelliCinzia Laura Vigneri; Paola Vinelli; Roberto TedeschiDirezione Innovazione, Marketing della Città, Turismo e Rapporti con Università; Direzione Patrimonio Demanio eSport; Direzione Politiche EducativeMotivazioni delle scelteFavorire ed ampliare le opportunità educative offerte ai bambini in età prescolare e del primo ciclo di istruzione attraverso il consolidamento del Sistema Educativo Integrato.Mantenere i livelli qualitativi e quantitativi del servizio pubblico di istruzione sulla base del dimensionamento scolastico realizzato con specifica attenzione e salvaguardia per lesituazione territoriali disagiate o deprivate. Rispondere a complessi e diversificati bisogni dei cittadini ( educativi, formativi e sociali) con particolare attenzione alle fasce deboliin maniera integrata e condivisa per pervenire a significativi risultati in materia di apprendimenti, saperi , soglie di dispersione,sostegno agli alunni disabili.Finalità da conseguire-Azioni Strategiche- Mantenere i livelli qualitativi e quantitativi di erogazione del servizio pubblico di istruzioneResponsabile: Paola Vinelli Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Realizzato il primo incontro della Conferenza Cittadina per l'individuazione delle tematiche e delle azioni prioritarie da intraprendere nell'a.s. 2010/2011. In particolare èprevista la costituzione delle seguenti Commissioni miste di lavoro:a) servizi per alunni disabili;b) gestione procedure di emergenza in caso di calamità naturali;c) salute,sicurezza e procedure salvavita.Realizzate le prime riunioni della Commissioni miste di lavoro 'Servizi per alunni disabili' e 'Salute, sicurezza e procedure salvavita'.Predisposta bozza stesura linee guida condivisa48


- Favorire la continuità nel primo ciclo di istruzione potenziando l'offerta formativa degli istituti comprensiviResponsabile: Paola Vinelli Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010E' stata inoltrata alla Regione Liguria la richiesta formale di avvio delle procedure di Dimensionamento della rete scolastica ed è stata avviata la mappatura delle realtàscolastiche territoriali potenzialmente interessate ad iniziative di razionalizzazione.Realizzate intese, consultazioni e confronti per la statizzazione della scuola infanziacomunale di Crevari a partire dall'a.s. 2011/2012- Salvaguardare il buon funzionamento delle istituzioni scolastiche con plessi situati in zone a rischio, a forte processo migratorio e/o collinariResponsabile: Paola Vinelli Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010In applicazione delle norme contenute nel decreto legislativo 59/2004 e nel DPR 81/2009 relative alla riforma del primo ciclo di istruzione si sono sviluppati gli accordi trala Civica Amministrazione, la Regione Liguria ed il Ministero dell'Istruzione in merito all'apertura delle nuove classi ed lal distribuzione degli organici dei docenti e stata intal modo conseguita la salvaguardia di alcune sezioni ed è stata garantita l'offerta del tempo pieno in scuole primarie collocate in zone collinari ( es. Voltri/ Fabbriche) edin particolari zone con elevati indicatori di disagio sociale o forte processo migratorio ( es Garaventa, Daneo, Voltri/via Calamandrei). Complessivamente l'offerta deltempo pieno nella scuola primaria per l'anno scolastico 2010 / 2011 rimane sostanzialmente stabile ( circa 60% del totale classi).Attivate consultazioni con MIUR -Direzione Pubblica Regionale per la Liguria - Ambito Territoriale di Genova per l'individuazione delle priorità relative alla formazione delle classi per l'a.s. 2011/2012 sullescuole del I Ciclo di Istruzione- Potenziare l'offerta integrata Stato -Comune- Privati dei servizi 06 e consolidarne la qualità gestionale e pedagogicaResponsabile: Paola Vinelli Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010L'offerta complessiva di posti negli asili nido è di 2421 di cui 1911 Asili Nido, 40 Centri Bambini, 270 Primavera, 200 fruitori Centri Bambini e Famiglie.- Facilitare l'accesso ai servizi educativi per li ragazzi nella fascia di età 0-18 anniResponsabile: Paola Vinelli Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Si è evidenziato un leggero aumento degli utenti disabili che usufruiscono del servizio di trasporto (da 178 a 186), mentre sono aumentati notevolmente quelli cheusufruiscono del servizio di assistenza socio assistenziale (OSA) e socio educativo (OSE) (da 490 a 542).49


- Curare la manutenzione degli spazi per offrire un ambiente scolastico sicuroResponsabile: Paola Vinelli Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Si è concluso al 31.12 il progetto trasversale con la Direzione Patrimonio ed i Municipi tutti, finalizzato alla ricognizione dei requisiti strutturali dei 32 nidi coerente con lerichieste migliorative pervenute dalla ASL. E' stato aperto il nuovo Centro Bambini Villa Stalder, che ha accolto 20 nuovi bambini. E' stata altresì consegnata la nuovasede della Scuola Infanzia Peter Pan, oggetto di totale ristrutturazione. In tutte le altre tipologie di scuole sono proseguiti i più svariati interventi manutentivi commissionatiai Municipi ed al Patrimonio, sia programmati sia richiesti dalle scuole a seguito di eventi straordinari, a salvaguardia dell'incolumità degli alunni.- Offrire opportunità cittadine per il tempo extra scuolaResponsabile: Paola Vinelli Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Avvio tra settembre ed ottobre delle attività invernali ricomprese nei 12 Progetti LET annuali. Predisposizione della 2" edizione del Progetto 'Benvenuti ai nuovi nati'.Sonostate attivate n" 156 attività invernali ricomprese nei 12 Progetti L.E.T.Attuato progetto di "Benvenuto ai nuovi nati" - seconda edizione (2010/2011) mediantepredisposizione, con ristampe, di ulteriori n" 5000 kit (buste, cd musicali, Convenzione Diritti Infanzia, guida alle Famiglie) e il rinnovo dell'accordo con i Reparti maternitàdegli Ospedali cittadini per la distribuzione dei kit- Predisporre ed attuare azioni di messa in sicurezza ed eliminazione delle gravi criticità del patrimonio scolasticoResponsabile: Roberto Tedeschi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sono stati ultimati tutti gli interventi inizialmente previsti a cui si è aggiunta l' ultimazione di ulteriori interventi su 4 strutture richiesti dalle autorità di controllo (ASl 3strutture; VV.FF. 1 struttura, in fase di rilascio parere).Prosegue l'attività di messa a norma degli edifici scolastici sulla base del programma pluriennale di cui alla deliberaG.C. n. 644 del 15.7.2001: nel 2010 sono stati attivati 8 edifici su 12 previsti.Oltre a questi sono stati attivati ulteriori interventi di urgenza per eliminare gravi criticità pressola scuola di Crevari Via Pissapaola 48 , l'Istituto Ariosto di Rivarolo, presso la Scuola Infanzia Luzzati di Via Moresco (Marassi), la Scuola Villa Ratto a Prà, la ScuolaCenturione a Sestri Ponente.50


- Favorire l'internazionalizzazione di Genova e la promozione di attività innovative per adulti anche attraverso l'avvio e il consolidamento della Fondazione diPartecipazione 'FULGIS' come soggetto unico per la gestione della Scuola Internazionale e delle Civiche Scuole SuperioriResponsabile: Cinzia Laura Vigneri Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010In data 20.12.2010 la Prefettura di Genova ha iscritto la FULGIS nel registro prefettizio delle persone giuridiche. In seguito a ciò è stato deciso di effettuare il passaggio diramo d'azienda e il passaggio di gestione delle scuole civiche, nonché di conferire le attività gestite dalla Istituzione DIS alla FULGIS a far capo dal 1.1.2011. Al31.12.2010 il personale da trasferire alla Fondazione risulta essere composto da n. 174 unità, altri 22 dipendenti comunali rimangono distaccati alla Fondazione per seimesi.L'obiettivo di rendere operativa la Fondazione è stato pertanto raggiunto.Le scuole sono attive come sempre, il Deledda è stato coinvolto anche in un progetto digemellaggio con scuole argentine (provincia di Santa Fè, città di Rosario), con cui contiamo di svolgere una ricerca sull'immigrazione e in particolare sugli avi di origineligure. Per l'a.s. in corso sono stati avviati i corsi pomeridiani e serali di lingue per adulti, italiano per stranieri (corsi appositi per immigranti), preparazione agli esami didirigente di comunità.In generale, le scuole civiche superiori godono di ottima salute nelle loro iscrizioni, con aumento delle richieste di iscrizione in tutte le future primeche raggiungono il "numero chiuso" anche in tutti i corsi della Duchessa di Galliera. La "Deledda International School" ha ampliato considerevolmente la propria scuolasecondaria di primo grado, senza costi aggiuntivi per il Comune, passando dalla sola prima classe dell'a.s. 2009/10, a ben due prime classi, una seconda e una terza(formata con allievi provenienti da altre scuole medie) per l'a.s. 2010/11.COERENZA CON PIANO REGIONALE DISETTORELegge Regionale 15/2006; Legge Regionale 9/2009; Legge Regionale 18/2009; Piano Regionale triennale di sviluppo delsistema scolastico e formativo51


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 2 - LA CITTA' DOVE SI VIVE BENEPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE2.5.1 - SPORT2.5 - Valorizzare le opportunità offerte dallo sport in termini di aggregazione sociale, promozione del benesserefisico e promozione della cittàLaura PetacchiMario Margini; Stefano AnzaloneLaura PetacchiRoberto TedeschiDirezione Patrimonio Demanio e SportMotivazioni delle sceltePromuovere l'associazionismo sportivo quale strumento nella lotta all'emarginazione e all'esclusione; perseguire il benessere fisico della persona attraverso il miglioramentodelle condizioni dell'impiantistica sportiva e la razionalizzazione delle attività svolte negli impianti; promuovere, attraverso i grandi eventi sportivi, l'immagine della città anche inun contesto internazionale.Finalità da conseguire-Azioni Strategiche- Riqualificare gli impianti sportivi esistenti e adeguare l'offerta alle esigenze dei cittadiniResponsabile: Roberto Tedeschi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010E' stato predisposto un progetto per il recupero dell'impianto polifunzionale Campanule consistente in 5 campi da tennis, 1 campo da calcetto, 1 campo da allenamentorugby con relativi spogliatoi: è in corso di adozione da parte del Consiglio Comunale il provvedimento per l'affidamento del recupero e della gestione dell'impiantoall'Università di Genova, che si impegna convenzionalmente a garantire il 50% del tempo d'utilizzo e degli spazi alle associazioni della municipalità Levante:vedinote.Sono state predisposte e consegnate le progettazioni per il rifacimento centrali termiche dello stadio Ferraris:e' stato realizzato l'impiantino termico ad uso deglispogliatoi ed è stato installato il contatore ad uso della futura centrale termica. Nota: Relativamente al Progetto dell'impianto Campanule, la situazione è congelata inquanto l'Università non ha ancora sottoscritto il proprio assenso all'operazione.52


- Promuovere nuove modalità di gestione degli impianti sportiviResponsabile: Roberto Tedeschi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Effettuata l'analisi dei rapporti contrattuali scaduti per verificare le condizioni di prorogabilità delle concessioni dopo la scadenza del 31.12, termine entro il quale, alla lucedi quanto previsto dal regolamento per la gestione degli impianti sportivi adottato nel mese di luglio 2010, potranno essere presentati progetti di interventi manutentori daparte dei concessionari. E' stata predisposta un'apposita scheda inviata a 84 associazioni che gestiscono impianti ad esclusione degli impianti ad oggi di proprietà diSportingenova in liquidazione. Tale scheda è stata inviata a tutte le associazioni ed è stata pubblicata sul sito internet del Comune. Con determinazione dirigenziale sonostati approvati gli schemi di bandi e contratti che sono in corso di pubblicazione in via permanente sul sito Internet del Comune. In esecuzione di quanto previsto dalregolamento sugli impianti sportivi è stata predisposta una proposta di delibera per la suddivisione degli impianti sportivi a valenza municipale e cittadina. Relativamentea Sportingenova è stata avviata la procedura di liquidazione. Sono stati approvati con determinazione dirigenziale n. 3 bandi per l'affidamento della gestione degliimpianti:campo e piscina Sciorba e Lago Figoi, che sono in corso di pubblicazione sul sito internet del Comune.- Promuovere lo sport nel mondo della scuolaResponsabile: Roberto Tedeschi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Relativamente all'analisi dell'impiantistica sportiva per l'individuazione di impianti utilizzabili dalle scuole, pertinenziali e non a strutture scolastiche, è terminata la primafase riguardante il rilevamento dello stato di fatto delle concessioni in essere. E' stata ultimata la mappatura delle varie esigenze. E' stato inviato un questionario ai varidistretti scolastici relativo alla dotazione, in capo alle singole scuole, di palestre idonee e non e sulle modalità di utilizzo delle medesime in orario extrascolastico.Sullabase dei dati raccolti è stato elaborato uno schema descrittivo della situazione delle strutture sportive a disposizione di ogni istituto. E' stato predisposto uno schema diconvenzione sull'uso da parte della scuola della struttura sportiva data in concessione alla società da parte del Comune.53


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 3 - LA CITTA' CREATIVAPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE3.1.1 - UNIVERSITA' E INNOVAZIONE NEL TERRITORIO3.1 - Consolidare l'identità di Genova quale città universitaria di eccellenza e nodo strategico tra l'Europa ed ilMediterraneoTeresa SardanelliAndrea Ranieri; Bruno Pastorino; Sindaco Marta VincenziAnnita Farini; Teresa SardanelliCinzia Laura VigneriDirezione Innovazione, Marketing della Città, Turismo e Rapporti con Università; Grandi progetti territorialiMotivazioni delle scelteConsolidare il posizionamento di Genova in ambito nazionale ed internazionale e favorire l'innovazione.Finalità da conseguire-Azioni Strategiche54


- Migliorare le condizioni di vivibilità (casa, trasporto, informazioni sulla città) per ricercatori e studenti universitari, con particolare attenzione a quelli fuorisedeResponsabile: Cinzia Laura Vigneri Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Il 28 aprile, nel corso di un seminario dal titolo "Genova e il suo Ateneo: quali strategie per svilupparne l'attrattività" sono stati presentati i risultati della ricercasull'immagine dell'Ateneo genovese e della città. L'incontro ha sviluppato i temi affrontati dalla ricerca realizzata in collaborazione con Themis sull'immagine e l'appeal diGenova e della sua Università nei confronti del resto d'Italia e degli studenti stranieri. I risultati della ricerca, consultabili sul sito GenovaGiovani6Tu - sezione Studiare aGenova, sono stati utilizzati per orientare le attività di accoglienza condotte in collaborazione da Comune, Università ed ARSSU. Dopo la sottoscrizione di un Protocollod'intesa, avvenuta nel dicembre 2009, ha iniziato la propria attività presso Informagiovani - Palazzo Ducale lo sportello dedicato agli studenti universitari "Studiare aGenova". Il servizio funziona regolarmente dal dicembre 2009 presso Informagiovani. E' possibile contattarlo anche telefonicamente al n. 010-5574830 o via mailall'indirizzo studiareagenova@comune.genova.it.Presso lo Sportello, sono presenti contemporaneamente operatori degli Enti che hanno sottoscritto il Protocollo evengono fornite informazioni sui servizi presenti in città, le opportunità culturali e per il tempo libero, orientamento ai corsi universitari, consulenza e assistenza per trovarealloggio in città e informazioni per pratiche quali tessera sanitaria, residenza, contratto di locazione.Gli operatori ad esso dedicati hanno seguito un apposito percorsoformativo sulle peculiari caratteristiche, sulle funzioni ed i servizi dei tre enti che concorrono alla realizzazione di "Studiare a Genova" e sulle modalità di comunicazione daadottare nei confronti dei giovani clienti in particolare per quanto concerne i ragazzi stranieri cui è necessario offrire una panoramica complessiva delle opportunità offertedalla città, al di la della richiesta espressa. Il Servizio ha usufruito di un proprio spazio riservato presso il Salone dell'Immatricolazione dal 25 agosto al 28 settembre 2010presso il Rettorato dell'Università degli Studi di Genova ed è rimasto eccezionalmente aperto durante la " Notte Bianca di Genova" dell'11 settembre 2010. Per l'occasionesono stati predisposti, in collaborazione tra i partner: una brochure informativa sul servizio, un elenco di pensionati religiosi che offrono ospitalità a studenti, stampaticontenenti informazioni sul trasporto pubblico e costi dei titoli di viaggio AMT per studenti, il depliant "Assistenza sanitaria per gli studenti stranieri", rivolto in particolare aigiovani provenienti da paesi extracomunitari, che riepiloga, tra le altre informazioni, le strutture da contattare per le situazioni di emergenza, l'elenco dei consultori pergiovani e famiglie ad accesso diretto redatto in collaborazione con ASL 3 Genovese e dell'Ufficio Pubbliche Relazioni della ASL 3 Genovese, il depliant "Vado a vivere dasolo", che contiene informazioni sugli aspetti abitativi, con particolare riferimento alle strutture da contattare per ottenere consulenza sui contratti di affitto e sulle eventualiagevolazioni per giovani e studenti, sulle modalità per l'attivazione delle utenze, alcuni consigli in caso di trasloco, cambio di residenza, Lo Sportello Studiare a Genova èpresente su Facebook sul profilo di Informagiovani Genova. Inoltre, nel sito internet www.gg6.comune.genova.it (Genova Giovane Sei Tu) è presente una pagina dedicataal servizio; le stesse informazioni sono raggiungibili anche, tramite un link, dal sito di ARSSU Azienda Regionale Servizi Studenti Universitari. A cura di ARSSU è statorealizzato il sito "www.Studiare a Genova" con l'obiettivo di mettere in contatto l'offerta di appartamenti o stanze con studenti universitari che cercano un alloggio. Gliaspiranti locatari potranno inviare le proprie proposte impegnandosi ad applicare la tipologia di contratto prevista per gli studenti. E' previsto che le pagine di caratteregenerale siano visibili a tutti, mentre ai riferimenti per il contatto con l'aspirante locatore potranno accedere solo gli studenti dopo la registrazione attraverso il numero dimatricola assegnato dall'Università al momento dell'immatricolazione.Nel corso dei 10 mesi di attività lo Sportello ha registrato ca. 9000 contatti ( studenti fuorisede,studenti stranieri, borsisti di ricerca e studenti Erasmus) che si sono rivolti al servizio con richieste diversificate: principalmente volte alla ricerca di alloggio, ma anche adottenere informazioni su: assistenza sanitaria, opportunità per il tempo libero, possibilità di svolgere attività lavorative parallelamente allo studio. Il depliant "Assistenzasanitaria per gli studenti stranieri" è stato inserito nella collana "tascabili" di Informagiovani, con "Vado a vivere da solo" e "Vicolando". A cura di ASL 3 Genovese, saràprossimamente tradotto e pubblicato anche in inglese, spagnolo ed arabo. Hanno preso avvio attività in collaborazione tra ASL3, Comune di Genova ed Università al finedi fornire informazioni univoche rispetto all'assistenza sanitaria /richiesta di permesso di soggiorno.55


- Aumentare l'interazione tra l'Università di Genova, le piccole e medie imprese genovesi e l'Amministrazione ComunaliResponsabile: Cinzia Laura Vigneri Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Su invito del Ministero italiano degli Affari Esteri, Genova ha inaugurato a fine ottobre 2010 con un format innovativo, che combina elementi culturali con le vocazioniindustriali e tecnologiche della città, la prima edizione della Biennale del Mediterraneo. Il tema individuato per Genova, "scienza pensiero e tecnologia", ha avuto comeevento principale il Festival della scienza e numerosi eventi per la cui realizzazione è prevista la collaborazione tra Università, Comune ed il mondo economico cittadino.In particolare si stanno progettando: -il convegno dal titolo "Genova: ponte sul Mediterraneo per l'innovazione e la tecnologia" che si svolgerà a novembre a Palazzo Tursi,organizzato in collaborazione da Università degli Studi di Genova - Facoltà di Ingegneria, Comune di Genova, Assindustria Genova e Unione IndustrialiSavona;-l'inaugurazione presso il Salone del Minor Consiglio di Palazzo Ducale del Corso di Perfezionamento Universitario in economia del turismo culturale "Strategia divalorizzazione economica delle risorse culturali del Mediterraneo" - I edizione, organizzato in collaborazione con la Fondazione Edoardo Garrone e l'Università diGenova. Il Master, destinato a 20 studenti di cui 5 stranieri, sarà condotto da docenti di università di tutto il mondo e prevede momenti di stage presso aziende genovesi;-il convegno "Energia & Ambiente nelle città del Mediterraneo" che si svolgerà a novembre presso il Palazzo della Borsa. L'iniziativa è promossa in collaborazione con laCamera di Commercio di Genova e WTC Genoa, Azienda Speciale per l'Internazionalizzazione. La manifestazione ha tra i propri obiettivi di coinvolgere Egitto, Marocco,Algeria, Tunisia e Libia in un progetto di promozione delle tecnologie sviluppate dalle imprese italiane dei settori "energia, ambiente, sostenibilità". Il progetto si prefigge ladiffusione delle competenze nella formazione e ricerca economica con focus il Mediterraneo ed il sostegno a politiche ambientali innovative attraverso best pratices frasponda nord e sud del Mediterraneo;- l'avvio del master "Management Mediterraneo" edizione 2010, organizzato dalla scuola d'Impresa Arpa, diretta dall'imprenditoreGiovanni Gambardella, in collaborazione con Fondazione Ansaldo che ha selezionato 24 allievi neolaureati provenienti da Algeria, Egitto, Libia, Marocco, Tunisia, oltreche dall'Italia. Dopo il termine del corso, a gennaio 2011, gli allievi affronteranno l'esperienza imprenditoriale in aziende che vorranno scommettere su di loro.Tra gli eventidella Biennale del Mediterraneo, si è svolto a Genova dal 24 al 26 ottobre 2010 l'annuale incontro del "Med Strategy Group" della German Marshall Fund dedicato allatematica "Commercio marittimo e sicurezza nel Mediterraneo". Il Mediterranean Strategy Group, promosso dal German Marshall Found of the United States ha realizzatoanche un incontro pubblico, cui hanno partecipato i rappresentanti degli Enti Pubblici e delle imprese di commercio marittimo e dello shipping, sul tema "MarittimeHighWays and Euro-mediterranean cooperation". Il 5 novembre si è svolto il previsto convegno "Genova: ponte sul Mediterraneo per l'innovazione e la tecnologia"promosso in collaborazione da Università degli Studi di Genova - Facoltà di Ingegneria, Comune di Genova, Assindustria Genova e Unione Industriali Savona. A PalazzoDucale il 22 e 23 novembre 2010, si è tenuto Port&ShippingTec, Forum internazionale sull'innovazione tecnologica per lo sviluppo competitivo e sostenibile del sistemalogistico portuale e dello shipping. Il 1" dicembre a Palazzo Ducale è stata realizzata la sesta edizione del Convegno SOS Logistica Sostenibile con la partecipazionestraordinaria di Jean Paul Fitoussi. Dal 17 al 26 novembre è stato possibile visitare a Palazzo Ducale la mostra 888 Impianti, ossia 888 impianti siderurgici realizzati daAnsaldo Sistemi Industriali in grado di utilizzare energia da fonti rinnovabili disponibili nei paesi mediterranei.56


- Realizzare gli eventi per valorizzare il ruolo di Genova tra Europa e Mediterraneo a partire dalla Biennale del Mediterraneo 2010Responsabile: Cinzia Laura Vigneri Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Per valorizzare il ruolo della città tra Europa e Mediterraneo e per realizzare gli eventi previsti nell'ambito della Biennale sono state attivate relazioni con la città di ReggioCalabria che, nell'ambito della Biennale tratterà il tema dell'Archittettura; con riferimento al tema individuato per Genova, "scienza pensiero e tecnologia", si intendecogliere l'occasione per fare il punto su temi strategici per lo sviluppo quali l'energia, i trasporti, la sostenibilità, l'acqua, il rispetto del territorio. In collaborazione conmolteplici attori della vita scientifica e culturale genovese sono stati organizzati numerosi eventi caratterizzati dalla definizione "verso la Biennale delMediterraneo":-Genova - Mediterraneo. Carnevale dei Popoli;-C. di A. del Consorzio Euromediterraneo Tethys - rete di 31 Università;- Incontro tecnico InternationalTransport Forum - OCSE;-Giornata Internazionale della Donna - La coesistenza pacifica, la ricerca della pace nel Mediterraneo e il ruolo delle donne;-Mostra Isole maitrovate;-Il mortaio nelle cucine del Mediterraneo mostra di antichi mortai;-Liguria porta del Mediterraneo - Festival internazionale della maiolica;-La Musica e il Mare - 4incontri-concerto, 4 diverse letture del rapporto tra il suono degli strumenti e l'emozione dettata dal mare a cura della Giovane Orchesta Genovese (G.O.G.) e degli amicidell' Acquario;- Nuit des musées;-Sguardi dal Mediterraneo - Mostra di fotografie subacquee curata dall'Associazione Acquamarina di Sassari;-Corteo storico delleRepubbliche marinare;- Giornata sulla Talassemia curata dal Rotary;-Festival delle culture - Suq di Genova;- Mondo mare Festival;-Festival Internazionale di Poesia;-18"Festival musicale del Mediterraneo;Il programma della Biennale del Mediterraneo e dell'VIII edizione del Festival della Scienza è stato presentato ai partnerdell'Amministrazone Comunale il 10 settembre 2010 alla presenza del Sottosegratario del Ministero Affari Esteri, on. Stefania Craxi e del Ministro Plenipotenziario,Ambasciatore Liana Marolla. Il 26 ottobre è stata realizzata la conferenza stampa alla presenza dell' Ambasciatore Yigit Alpogan responsabile per i Trasporti e per losviluppo urbano dell'Unione per il Mediterraneo. Sono stati predisposti gli atti volti ad avviare la ricerca di mercato per la registrazione in ambito comunitario del MarchioBiennale, ideato dall'Architetto Nicola Canessa e ceduto gratuitamente al Comune di Genova, in ambito comunitario. Si sono definiti, in collaborazione con l'UfficioComunicazione Eventi, la strategia e gli strumenti per la comunicazione degli eventi: striscioni stradali, depliant, cartoline, annunci sulla stampa cittadina, campagnainformativa su giornali e riviste nazionali e televisioni. Dopo le manifestazioni caratterizzate dalla definizione "verso la Biennale del Mediterraneo" hanno preso avvio glieventi ricompresi nel programma Biennale: ciclo di conferenze "Mediterranea - voci tra le sponde" (ottobre 2010 - maggio 2011); mostra "Meditazioni Mediterraneo - inviaggio attraverso sei paesaggi instabili" (9 settembre - 7 novembre 2010); incontro del German Marshall Fund (24 - 26 ottobre) che ha scelto Genova per realizzare ilproprio incontro annuale ed ha organizzato una seduta aperta alla città a bordo della M/N Suprema sul tema delle autostrade del mare che rappresenta uno strumento dicoesione, di sviluppo economico, in un'area che condivide tradizioni, cultura, scienza, e trasferimento tecnologico; si è aperto il 29 ottobre il Festival della Scienza ed.2010 con il tema "Orrizzonti". Si sono avviati i primi contatti con l'Amministrazione comunale di Reggio Calabria al fine di ospitare in città una mostra che rappresenti incittà gli eventi calabresi della Biennale del Mediterraneo.Dal 5 al 21 novembre si è svolta al Museo di S. Agostino l'anteprima genovese della mostra 'Archittettura dellanecessità e sisma' che verrà allestita a Reggio Calabria nella primavera 2011. 20 architetti di fama internazionale, tra cui Renzo Piano, si confrontano sul tema della'catastrofe' reinterpretando la Palazzata a Mare delle città di Reggio Calabria e Messina distrutte dal sisma del 1908. Dal 9 al 17 novembre si è svolto "Il Mediterraneodelle Donne - Festival dell'Eccellenza al Femminile 2010" quest'anno dedicato ad Ipazia attraverso l'Arte, il Teatro, il Cinema. A cura dell'Accademia Italiana MarinaMercantile si è svolto presso la Provincia di Genova il 18 e 19 novembre il Convegno Crew Shortage sul tema della carenza di equipaggi qualificati e sulle possibilisoluzioni.Dal 27 novembre è aperta a Palazzo Ducale la mostra "Mediterraneo Da Courbet a Manet a Matisse", visitabile fino al 1" maggio 2011 e contenente opere diartisti tra i più celebri di sempre, da Courbet a Renoir, da Van Gogh a Monet, da Braque a Matisse. Il 13 dicembre al Teatro della Tosse è stato rappresentato lospettacolo Makkemagia prodotto da Mus-e Italia onlus, ispirato al tema dell'educazione all'integrazione e già rappresentato al Carlo Felice in occasione della visita delpresidente della Repubblica.57


- Realizzare nuovi alloggi per studenti nel Centro StoricoResponsabile: Annita Farini Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Ri.geNova S.r.l. a cui è demandata la responsabilità della realizzazione degli interventi ha completato n. 6 alloggi di cui è stato redatto il Certificato di RegolareEsecuzione.In data 14.12.2010 è stato sottoscritto l'atto aggiuntivo alla Convenzione tra Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Comune di Genova che aggiorna gliaspetti attuativi del programma.(Dal 1 Ottobre 2010 Responsabile:Giorgio Gatti).- Collaborare alla promozione del PolitecnicoResponsabile: Cinzia Laura Vigneri Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Hanno preso avvio i lavori edilizi per la realizzazione del Parco Scientifico e Tecnologico di Erzelli che si svilupperà su un'area di ca. 400.000 mq.58


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 3 - LA CITTA' CREATIVAPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE3.2.1 - QUALITA' DEL LAVORO E BUONA OCCUPAZIONE3.2 - Favorire l' aumento dei livelli di occupazione e promuovere la qualità del lavoroLaura PetacchiMario MarginiLaura PetacchiGiorgio GattiDirezione Programmi di Riqualificazione Urbana e Politiche della Casa e del LavoroMotivazioni delle scelteAttuazione di azioni mirate a sviluppare l'occupazione anche a favore di inoccupati, disoccupati e soggetti svantaggiati e promuovere la qualità del lavoroFinalità da conseguire-Azioni Strategiche59


- Tutelare i soggetti a rischio di perdita dell'occupazione .Responsabile: Giorgio Gatti Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010E' stato definito il Protocollo operativo con la Provincia di Genova che individua quattro aree tematiche:1)La crisi produttiva e il rischio di perdita di posti di lavoro (Unità dicrisi). 2)L''assistenza alle imprese nuove o già esistenti.3)Politiche del lavoro per fasce deboli 4)Orientamento al lavoro. Per ognuno di questi temi sono stati individuatiresponsabili di Provincia e Comune che hanno predisposto dei documenti di lavoro e avviati i primi incontri.E' stata assicurata presenza agli incontri con imprese eorganizzazioni sindacali per situazioni di crisi aziendali (ILVA, Fincantieri, Call & Call, Assiteca Taverna) E' stato predisposto un documento da cui è derivata unadecisione di Giunta sul tema delle risposte occupazionali ai disoccupati ultracinquantenni nell'ambito del possibile sviluppo della percentuale di appalti di beni e servizidell'Amministrazione comunale fino al 5% del budget; è stata predisposta delibera di Giunta al riguardo.Con Confindustria Genova è stato firmato l'Accordo dicollaborazione per la gestione delle crisi aziendali. E' stata assicurata la presenza agli incontri tra Impresa e OO.SS. a fronte di situazioni di crisi aziendali (Iride, Postel,Fincantieri, Ilva, Cetena). I progetti di pubblica utilità che impiegano i lavoratori ILVA provenienti dallo Stabilimento di Cornigliano percettori di trattamento straordinario diintegrazione salariale sono scaduti il 31 agosto per mancato finanziamento da parte del Governo. A seguito dell'intesa raggiunta in Prefettura il 24 agosto tra le Istituzionilocali, l'Azienda e le OO.SS., i lavori di pubblica utilità sono stati prorogati fino al 30 settembre, con finanziamento a carico della Regione. Dal 1" ottobre i lavoratori sonorientrati in Stabilimento con le modalità previste dai contratti di solidarietà. Per gran parte dei progetti si sono svolte senza sostanziali modifiche rispetto all'annoprecedente; soltanto i progetti, in carico ai Municipi, inerenti attività di manutenzione, anche del verde, e interventi straordinari nell'ambito delle azioni di riqualificazioneurbana già realizzate o previste dalla Civica Amministrazione, sono stati in parte modificati per renderli maggiormente congruenti con la programmazione delle attività del2010.- Favorire il reinserimento sociale delle fasce più deboli della popolazione attraverso progetti di avvicinamento al lavoro.Responsabile: Giorgio Gatti Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Allo stato attuale è stato mantenuto il livello di risposta degli anni precedenti in relazione ai progetti individualizzati di inserimento socio-assistenziale e lavorativo attuatiprincipalmente attraverso l'erogazione di borse lavoro per favorire percorsi di avvicinamento al mondo del lavoro per persone in disagio sociale e/o con problematichesanitarie che rendono difficile l'autonomia e l'inserimento lavorativo; infatti nel 2010 sono stati complessivamente inseriti in borsa lavoro n. 300 soggetti e sono stati seguiticirca 1000 soggetti (donne in svantaggio sociale e vittime di tratta, giovani in situazione di disagio sociale, soggetti psichiatrici, tossicodipendenti, ecc.). Tale risultato si èpotuto raggiungere nonostante l'incertezza di stanziamento di risorse sul bilancio 2011 che ha determinato nel secondo semestre dell'anno un leggero rallentamento nellapresa in carico degli utenti e quindi nell'avvio di nuove borse lavoro: ciò si è reso necessario al fine di non avviare, negli ultimi mesi dell'anno, progetti individuali cheavrebbero provocato un trascinamento dei costi sul bilancio 2011, trattandosi di attività continuative che non seguono l'andamento dell'anno finanziario. I progetti diinserimento lavorativo sono portati avanti da personale interno (5 unità) e da personale in carico a cooperative di tipo A che lavorano con l'ufficio in appalto o inconvenzione (n. 10 collaboratori): si è reso pertanto necessario avviare negli ultimi due mesi dell'anno tutte le procedure di convenzionamento o affidamento dei diversiservizi (con procedura di gara o di cottimo fiduciario) in scadenza al 31.12. Tutti i servizi sono stati affidati o convenzionati per almeno 6 mesi, fino a giugno 2011.Perquanto riguarda la gestione, in appalto a cooperative di tipo A, dei 5 Centri di Educazione al Lavoro (CEL), il livello di risposta consueto (circa n. 150 ragazzi inseriti) èstato mantenuto. Sono stati adottati tutti gli atti necessari all'indizione, da parte del Settore Gare e Contratti, della gara per l'affidamento annuale, e contestualmente èstata sancita la prosecuzione tecnica del servizio nelle more delle procedure di gara. E' stato adottato il provvedimento per la nuova convenzione (semestrale scadenza30 giugno 2011) con il Job Centre per la gestione della Città dei Mestieri, che svolge una rilevante funzione di informazione e orientamento al lavoro per persone in cercadi occupazione.60


- Promuovere il lavoro attraverso la creazione di nuove imprese ed il sostegno ad imprese esistenti in aree di degrado urbano.Responsabile: Giorgio Gatti Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Piano di Sviluppo Locale della Maddalena: Imprese esistenti: beneficiate n. 9 imprese, assegnati euro 300.000 Pubblicati 2 bandi per nuove imprese, commerciali edartigiane ai piani strada, e di servizi ai piani superiori. Pubblicato invito ai proprietari di locali ed appartamenti perché li mettano a disposizione per l'insediamento dellenuove imprese. La Commissione, appositamente costituita, ha individuato 6 locali idonei da aggiungere ai 2 di disponibilità pubblica. Intervento a Prè:Beneficiate n.2nuove attività: 1 in via Prè, 1 in P.zza Truogoli di S. Brigida. Assegnati complessivamente euro 149.310.Approvati in Giunta gli indirizzi per la pubblicazione di un nuovobando per l'insediamento di nuove attività economiche, sia in locali di civica proprietà che in quelli privati. Pubblicato invito ai proprietari di locali ed appartamenti perché limettano a disposizione per l'insediamento delle nuove imprese. Pubblicato bando per nuove imprese lungo l'asse di via Prè ed in P.zza Truogoli di S. Brigida.Proseguonole azioni di valorizzazione dell'area con l'istallazione di una specifica segnaletica che promuova il percorso turistico /culturale" Museo Galata-Commenda-Prè-S.Brigida-Balbi- Castello d'Albertis". Intervento nel centro storico di Cornigliano: Imprese esistenti: beneficiate n. 18 imprese; assegnati euro 658.751,56.Fascia diRispetto di Prà: Pubblicato bando per assegnazione, e relative agevolazioni, di un fabbricato ad uso bar e rivendita giornali, biglietti ferroviari ed AMT, sito nella zonaantistante la nuova fermata FS di Prà. Pervenute n.5 domande. Assegnato il manufatto e concesse agevolazioni pari ad euro 61.076,92, inaugurazione dell'attività il 10gennaio 2011. Adozione da parte della Giunta del provvedimento di approvazione degli indirizzi per la pubblicazione di un bando, la cui pubblicazione è prevista per il 24gennaio 2011, finalizzato a favorire l'insediamento di nuove attività economiche ed il consolidamento di quelle già operanti, nell'ambito del perimetro territoriale delneonato CIV di Prà "Le Botteghe del Borgo".Quartiere Diamante:Allo studio ipotesi di intervento sui temi del lavoro e della rivitalizzazione del tessuto economico delterritorio, fondamentali per risanare e risollevare il Quartiere dal punto di vista socio economico e non solo strutturale, ambientale e della sicurezza, nell'ambito delprocesso complessivo della sua riqualificazione. Predisposto schema di bando per l'insediamento di nuove imprese nel quartiere.Bandi regionali fondi FSE e FESR (PSLIe PSLUI):La Regione Liguria, con sua Delibera n. 629 del 4 giugno 2010, ha disposto la proroga della sospensione al 31 maggio 2011. La Regione, stante il prosieguodell'azione giudiziaria, sta valutando la possibilità di annullare i risultati dei due bandi e di pubblicarne di nuovi.Approvati gli indirizzi di Giunta per la partecipazione delComune ad Interreg IV C.61


- Partecipare alla costruzione di accordi per la lotta al precariato e l'occupazione giovanile di lunga durataResponsabile: Giorgio Gatti Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 20101) Nell'ambito del Salone Orientamenti, effettuato nei giorni 17-20 novembre, il Comune di Genova ha partecipato alla realizzazione di un vero e proprio salone deimestieri, delle professioni, delle imprese e del lavoro.Nell'ambito di questo nuovo spazio sono state individuate sei filiere produttive:1. Le nuove professioni ICT 2. Imestieri emergenti nel settore marittimo portuale3. I lavori della Green Economy 4. Le richieste professionali nel settore dell'artigianato5. Dove si lavora nel turismo6. Leprofessioni più richieste nel settore socio-educativo-sanitario.Per rendere possibile questa realizzazione il Comune si è occupato direttamente della filiera dellaGreen-Economy e di quella del mare collaborando in gran parte a quella dell'ICT.Per tutti i settori il Comune ha individuato e fatto partecipare oltre 50 testimonials.Suproposta e con contributo fattivo del Comune è stato ampliato a due giorni il cosiddetto Carier Day a cui hanno partecipato più di 50 imprese interessate o ad assumere oavviare percorsi di conoscenza di giovani laureati, diplomati e disoccupati.Sono stati realizzati oltre 1000 colloqui di giovani con le Aziende per il Carier Day e conautorevoli esponenti del mondo del lavoro e delle professioni. 2)Nell'ambito delle azioni per l'accesso al lavoro giovanile previste dal Piano Locale Giovani finanziato dalMinistero per le Politiche Giovanili e le Attività Sportive, sono stati banditi 23 tirocini formativi retribuiti (attivati 22), (di cui 5 per giovani in possesso di diploma di scuolasecondaria di secondo grado); l'avviso pubblico è stato predisposto in collaborazione con l'Ufficio Formazione del Personale, l'Università e la Provincia di Genova. Intotale i candidati sono stati 129 (73 femmine e 56 maschi) dei quali il 48,06% diplomati. Con questo bando, le risorse P. L. G. utilizzate per i tirocini ammontano al51,78% del finanziamento mentre gli stages avviati e conclusi sono 40 (femmine 57,5%, maschi 42,5%).E' stato inoltre concluso un accordo di collaborazione conl'Accademia della Marina Mercantile, il Genoa Port Center, Città Digitale e la Direzione Servizi Educativi del Comune per l'organizzazione ed attuazione di una campagnadi orientamento al lavoro giovanile ed alle opportunità di formazione legate al 'mare', rivolta principalmente alle comunità scolastiche dei ragazzi delle scuole secondariedi 1". Attualmente è in corso di realizzazione il video sulle diverse figure professionali (scaricabile dal web), mentre è stato avviato il tavolo di coordinamento per larealizzazione degli incontri di maggio-giugno 2011 con le scuole, nell'ambito della mostra itinerante "Luoghi condivisi".Inoltre, con una quota del finanziamento del PLG,sono state attivate ulteriori azioni, oltre a quelle già programmate dall'UCIL, per favorire gli inserimenti lavorativi e l'erogazione di borse lavoro a giovani donne italiane estraniere provenienti da accertate gravi situazioni di disagio sociale e familiare. Le attività per favorire tali inserimenti, sono tutt'ora in corso e dovrebbero concludersi nellaprimavera 2011.62


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 3 - LA CITTA' CREATIVAPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE3.3.1 - GIOVANI COME RISORSA3.3 - Favorire l' autonomia dei giovani come risorsa per il futuro della cittàTeresa SardanelliAndrea Ranieri; Roberta PapiTeresa SardanelliCinzia Laura VigneriDirezione Innovazione, Marketing della Città, Turismo e Rapporti con UniversitàMotivazioni delle scelteCreare le condizioni perché i giovani possano essere protagonisti della loro crescita e del loro futuro e nel contempo divenire fondamentale elemento di trasformazionericonoscendo il talento, il merito e le capacità .Finalità da conseguire-Azioni Strategiche- Favorire l'accesso alla casa, al credito e al lavoroResponsabile: Teresa Sardanelli Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sono in fase di avvio le modalità per il bando e l'erogazione dei fondi destinati all'accesso al credito dal Piano Locale Giovani, finanziato dal Ministero della Gioventù, persostenere i percorsi giovanili di studio, lavoro o ricerca abitazione. Sempre nell'ambito del Piano Locale Giovani, sono in corso circa 30 tirocini formativi retribuiti ed è statoattivato un percorso di promozione e sviluppo delle professionalità del mare (v. anche prg. 3.2.1 Qualità del lavoro e buona occupazione).63


- Sviluppare occasioni di impegno e partecipazione alla vita pubblicaResponsabile: Teresa Sardanelli Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sono attualmente in corso 4 progetti di Servizio Civile Nazionale che coinvolgono 33 volontari nei settori cultura, ambiente, comunicazione e pari opportunità. Sono statipresentati ed approvati altri 6 progetti che coinvolgeranno circa 50 volontari. A giugno sono stati conclusi i 2 progetti di Servizio Civile Regionale ed è in fase dipresentazione un nuovo progetto. E' stata realizzata, nell'ambito del progetto YEPP, la Conferenza Internazionale sulla partecipazione dei giovani alla vita pubblica. E'stata realizzata presso Palazzo Ducale insieme ai volontari di servizio civile la giornata di presentazione dei nuovi progetti con animazioni di musica e spettacolo. E' statosottoscritto l'accordo con l'Università Facoltà di Architettura, l'Accademia Ligustica di Belle Arti e il Liceo Klee-Barabino per la realizzazione con sette Municipi di interventiproposti dai giovani creativi per la riqualificazione di luoghi a bassa frequentazione quali sottopassi e giardini . E' stato inoltre predisposto un concorso di idee per larealizzazione di progetti di creatività e partecipazione giovanile da realizzarsi nei nove Municipi.- Potenziare le attività di informazione e comunicazioneResponsabile: Cinzia Laura Vigneri Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Nel primo semestre 2010 sono state potenziate le attività di informazione e comunicazione di Informagiovani. A partire dal PLG ( Piano Locale Giovani ) e dalla specificaazione "Giovani Community" sono state implementate attività quali : la creazione di una redazione web interna ad Informagiovani , la creazione di un nuovo format dellatessera Green Card , la pagina "Informagiovani Genova " su Facebook, la realizzazione di una newsletter di Informagiovani , la revisione e manutenzione costantedell'attuale sito di Informagiovani, il planning del nuovo sito di Informagiovani . La struttura dell'attività su portali e siti web è, inoltre, organizzata per lo sviluppo diinformazione e comunicazione frutto d' integrazione tra servizi diversi dell'Area Cultura ed Innovazione e di altri servizi dell' Ente dedicati a tematiche di interesse per igiovani e per la diffusione digitale. Nel periodo settembre/ottobre 2010 si e' consolidata l' organizzazione interna per portare a regime le nuove attività progettate perpotenziare l' azione comunicativa ed informativa di Informagiovani. Si e' svolta la conferenza stampa per il lancio della campagna di comunicazione della "nuova Greencard" e del nuovo portale rivolto ai giovani "Genova Giovane 6 tu". In collaborazione con il Campus di Città digitale si e' progettato un percorso formativo a supporto delleattività della redazione web di GG6 e della redazione interna Informagiovani. E' stata formalizzata con DD n.2010-138.3.0-33 la redazione del portale "Genova Giovanesei tu".Si sono avviate relazioni con Regione Liguria per attuare sinergie riferite ai portali rivolti ai giovani al fine di ottimizzare ed integrare l' offerta informativa anche suspecifiche tematiche e specifici target.Nell' ultimo periodo dell' anno e' stato completato il percorso di approvazione del testo del protocollo che formalizza la costituzionedel primo "Coordinamento Regionale degli Informagiovani". I tre soggetti coinvolti sono Comune di Genova, Regione Liguria e ANCI Liguria. La firma del protocollo e'prevista per gennaio 2011. A seguito firma il Comune di Genova, attraverso l' Informagiovani, diventa sede regionale della segreteria tecnica del Coordinamento epromotore, in collaborazione con i vari organismi previsti, di iniziative trasversali ed integrative che vedrà coinvolti tutti gli Informagiovani della regione che aderiranno alCoordinamento. In tal senso si costruirà una rete di servizi, uniti da comune missione, che condivideranno azioni, procedure, sistemi informativi integrati ed iniziative.64


- Ampliare le attività e gli spazi per lo sviluppo della creatività giovanileResponsabile: Teresa Sardanelli Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Approvata la programmazione e proseguita l'attività della Sala Dogana, inaugurata a fine 2009, presso Palazzo Ducale. Realizzate 39 iniziative di cui 19 presso la SalaDogana e 20 sul territorio che hanno visto la partecipazione di 22.096 persone e il coinvolgimento di 1.055 giovani artisti. Individuati altri spazi per la realizzazione diiniziative per lo sviluppo della creatività giovanile sia all'interno di Palazzo Ducale sia diffusi sul territorio (Laboratorio Buridda, Galata Museo del Mare, Museo Luzzati,Museo s. Agostino, Commenda di Pré, Centro Civico Buranello, Biblioteca Berio, Berio Café, Via della Maddalena, Via Balbi, Piazza della Vigne, La Claque, ...). Avviata larealizzazione di una rete di associazioni a supporto della progettazione delle attività da svolgersi presso la Sala Dogana e selezionati due giovani per supportare ecoordinare le attività di programmazione e comunicazione. Proseguite le attività nell'ambito del circuito nazionale GAI (Giovani Artisti Italiani) per la promozione pressogiovani artisti genovesi delle possibilita in relazione a partecipazione a rassegne, premi d'arte e borse di studio a livello nazionale e internazionale. Proseguite le attivitànell'ambito del circuito internazionale BJCEM finalizzate alla partecipazione di cinque artisti genovesi alla prossima Biennale che si terrà a Casablanca nel 2011.Proseguite le attività del progetto europeo 'Creative Cities'. Presentato con la Città di Monaco, capofila, il progetto SWAP nell'ambito del programma Cultura pluriennaleper lo scambio e le residenze di artista.65


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 3 - LA CITTA' CREATIVAPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE3.4.1 - SVILUPPO ECONOMICO E LOCALE3.4 - Favorire l' insediamento e lo sviluppo delle attività produttive e commerciali in funzione dei bisogni dei cittadinidei consumatori e dell'attrattività turisticaPaolo TizzoniAndrea Ranieri; Giovanni VassalloPaolo Tizzoni; Teresa SardanelliCinzia Laura Vigneri; Pier Paolo Tomiolo; Pierpaolo ChaDirezione Innovazione, Marketing della Città, Turismo e Rapporti con Università; Direzione Sviluppo Economico eCommercio; Direzione Urban Lab, Sviluppo Urbanistico del TerritorioMotivazioni delle scelteLe attività produttive e commerciali attraversano una fase di recessione, che può essere superata attivando o favorendo nuove modalità operative tali da determinare miglioriofferte di mercato, maggiore attrattività, sia per i turisti che per i residenti, nel rispetto dei diritti dei cittadini alla sicurezza, quiete pubblica e decoro urbano.Finalità da conseguire-Azioni Strategiche- Favorire l'accessibilità e la semplificazione delle procedure per la creazione e la trasformazione di impreseResponsabile: Pierpaolo Cha Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Rispetto ai tempi di avvio di impresa nel caso di nuova apertura di negozi di vicinato e di agenzie d'affari, che normativamente prevedevano almeno 30 giorni dalla DIA ocomunicazione di avvio, si sono perseguiti obiettivi di semplificazione e di agevolazione disponendo l'immediata attuazione, previa modifica delle procedure e dellemodulistiche attinenti, della direttiva europea cd. 'Bolkestein' e del Dlgs 26 marzo 2010 n. 59, che prevedono l'immediato avvio a seguito di Dichiarazione di Inizio Attività.A fronte dell'emanazione successiva del DL 78/2010 a fine luglio, che ha abrogato la DIA istituendo la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività') si sono messi apunto i meccanismi di controllo di questo ulteriore strumento di semplificazione, che sono soggetti a termini tassativi di 60 giorni, con il rischio altrimenti di avere attività diimpresa prive dei requisiti di legge e per le quali non sia più possibile agire in via inibitoria.66


- Promuovere le Cittadelle dello Sviluppo Economico come collegamento tra gli interessi del tessuto economico e quello residenzialeResponsabile: Pierpaolo Cha Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sono state promosse azioni per ampliare l'offerta commerciale nel tessuto residenziale cittadino attraverso la costituzione di nuovi mercati rionali come Sarzano, Carminee Corradi, per le quali è stato concluso il bando di assegnazione dei posteggi. E' in corso di svolgimento un lavoro istruttorio di collaborazione con gli uffici dellaprogettazione dei lavori pubblici per consentire la realizzazione dei nuovi mercati di via Ferro e di Treponti (quest'ultimo in area e con caratteristiche diverse e migliorativerispetto all'attuale sede).- Promuovere il turismo e migliorare i servizi e l'accoglienza turisticaResponsabile: Cinzia Laura Vigneri Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Si sono attivati nuovi servizi di supporto allo sviluppo del turismo, sulla base di accordi stipulati con numerosi operatori, direttamente offerti dai nostri Uffici di Informazioneed Accoglienza Turistica ( vendita di materiale, visite guidate, vendita on line delle stesse, visite turistiche su bus, biglietti "volabus", etc; prenotazioni alberghiere "lastminute") e avviamento procedura informatica per consentire la vendita di gadget attraverso un sistema di contabilità computerizzato. Si sta collaborando con StazioneMarittima per l'offerta di un servizio di supporto, guida ed orientamento per i croceristi. Si sono attivate iniziative per la promozione del turismo scolastico, in particolarenel territorio del Nord Italia. Completata la fase di progettazione del nuovo punto unificato di informazione ed accoglienza turistica a Caricamento. Definita la fase diprogettazione, si deve avviare la fase di realizzazione della nuova segnaletica turistica pedonale nell'area Stazione Marittima/Centro Città.Messo a punto e trasmesso allaRegione Liguria il Piano Operativo Comunale per la promozione turistica anno 2011. Sono state avviate le procedure per l'apertura di un ulteriore punto informativo pressola stazione ferroviaria di Brignole- Snellire, semplificare e acellerare le pratiche edilizie quale fattore di sviluppo delle attività economiche e dell'occupazioneResponsabile: Pier Paolo Tomiolo Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Con la delibera n. 67 del 27/07/10 del Consiglio Comunale è stato approvato il nuovo Regolamento Edilizio del Comune di Genova, che razionalizza i procedimentiistruttori quali misure di semplificazione per garantire la riduzione dei tempi di risposta all'utenza. Si tratta del terzo passo del programmato del processo dimodernizzazione del Settore ex Edilizia Privata, che segue quelli della riorganizzazione del medesimo Settore e del Settore Pianificazione Urbanistica con l'eliminazionedelle sovrapposizioni che determinavano i tempi lunghi dei procedimenti per il rilascio dei permessi di costruire (attuato tra la fine del 2008 e l'inizio del 2009), e quellodella costituzione dei Gruppi di Lavoro per il recupero dell'arretrato delle pratiche pendenti, iniziato a luglio 2009 e che terminerà a dicembre 2010.Il prossimo passaggionella attuazione del processo di semplificazione avverrà con la formazione del nuovo P.U.C., a dicembre 2010. E'stata definita al 13 dicembre 2010 la conclusione delleattività per la redazione del nuovo P.U.C.: in data 13 dicembre 2010 è stato infatti consegnato al Sindaco il Progetto Preliminare del nuovo P.U.C..67


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 3 - LA CITTA' CREATIVAPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE3.5.1 - PROMOZIONE DELLA CITTA'3.5 - Qualificare Genova tra le Capitali Europee di maggiore attrazione e coordinare l'offerta degli eventi culturali,economici, sportivi, del tempo libero, strutturando un cartellone integrato e attivando una comunicazione coordinataRaffaele GazzariAndrea Ranieri; Nando Dalla Chiesa (consulente); Stefano AnzaloneLaura Petacchi; Raffaele GazzariCesare Torre; Roberto TedeschiDirezione Patrimonio Demanio e Sport; Settore Promozione della città, Comunicazione ed EventiMotivazioni delle scelteAssicurare un forte coordinamento tra le istituzioni al fine di creare una strategia unitaria di valorizzazione del patrimonio culturale, di programmazione degli eventi, dipromozione e di comunicazione. Promuovere la qualificazione dell'offerta culturale quale componente della qualità della vita dei cittadini. Costruire una nuova identità attraversola realizzazione di eventi di grande respiro con ampio coinvolgimento degli operatori culturali e dello spettacolo della città. Assicurare attraverso un 'adeguata comunicazione lacomprensione delle attività di promozione della città e la loro valenza per il territorioFinalità da conseguire-Azioni Strategiche68


- Promuovere e far conoscere le eccellenze della città a livello nazionale ed internazionale (territorio, patrimonio culturale, tradizioni e prodotti tipici,università, strutture economiche e produttive)Responsabile: Cesare Torre Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Nell'ottica di un riposizionamento della città sui principali mercati turistici di riferimento al fine di promuovere Genova quale città attrattiva dal punto di vista turisticoeconomico-culturale sono stati realizzati materiali promozionali ("I week end di Genova" e "Genova una superba stagione")distribuiti in occasione della fiera Bit di Milano(Borsa internazionale del Turismo dal 18 al 20 Febbraio) e all'Ural Expo di Ekaterinburg (bacino di utenza dei Paesi dell'est dal 7 al 13 Aprile). Inoltre "Genova unasuperba stagione" è stato veicolato con "Sette" magazine del Corriere della Sera, in tutta la rete IAT ligure e negli alberghi.Nell'ambito delle reti internazionali Genova hapartecipato alle assemblee generali di Eurocities a Lione (dal 2 al 4 Febbraio) e Tampere (dal 22 al 24 Giugno). e ad European Cities Marketing a Las Palmas (dal 9 al 12giugno).Nell'ambito dei protocolli di intesa con i Paesi dell'Est si sono tenuti a Mosca (dal 15 al 18 marzo) incontri istituzionali propedeutici a scambi culturali, sportivi eturistici fra le città. La promozione di Genova si è realizzata altresì a Bergen in occasione di una mostra internazionale dedicata ai violini "Guarnieri del Gesù" all'internodella quale è stato esposto il "Cannone" e nell'occasione i maestri liutai del violino Paganini hanno ricordato ai visitatori (oltre 5000) la prossima 53^ edizione del PremioPaganini che si terrà a Genova dal 15 al 26 Settembre. Nell'ambito delle tradizioni si è svolta a Genova (2 Giugno) la 55 ^ edizione della regata delle Antiche RepubblicheMarinare" e sono state realizzate le celebrazioni per il Santo Patrono (24 Giugno) concerti, falò,mercatini. E' stata realizzata dal 16 al 26 settembre la 53^ edizione delPremio Paganini che ha visto l'ammissione di n"51 concorrenti di cui 35 presenti alle prove. La giuria era composta da 9 membri, esperti violinisti (di cui 3 vincitori delleprecedenti edizioni) e presieduta dal maestro Zakhar Bron. Le presenze di pubblico sono state stimate in oltre 5000 presenze. Dal 18 al 24 Ottobre in collaborazione conla città di Mosca è stato realizzato un incontro- scambio tra le giovanili del basket italiane e russe. Nel corso del soggiorno sono state organizzate visite guidate alla città,ai musei e a siti di pregio paesaggistico ambientale. Dal 3 al 6 novembre la Civica Amministrazione ha partecipato a Saragoza all'assemblea generale di Eurocities 2010durante la quale all'interno di uno stand espositivo creato all'uopo è stato presentato dalla Sindaco il 'brand Genova'. Sono stati distribuiti materiali promozionali della cittàe proiettati video di presentazione, anche in vista della prossima assemblea generale di novembre 2011 che si terrà a Genova. A questo proposito dal 9 al 10 dicembre aBruxelles si è tenuto un incontro con i vertici di Eurocities propedeutico alla creazione di una Task Force Meeting che si occuperà dell'edizione 2011 della quale fannoparte il dirigente della Promozione della Città e il responsabile dei progetti internazionali dell'Area Gabinetto del Sindaco.69


- Potenziare il ruolo del Tavolo di Promozione come di regia della promozione sviluppando una collaborazione continuativa con la RegioneResponsabile: Cesare Torre Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010E' stato predisposto dagli Enti aderenti il Tavolo di promozione della Città (Comune di Genova,CCIA,Provincia, Autorità Portuale) il cartellone annuale della città (circa 100eventi), condiviso altresì con i principali soggetti cittadini organizzatori di eventi (Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Fiera di Genova, Porto Antico) e vagliato conRegione Liguria . Creazione del brand "Genova spettacolare" finalizzato a promuovere la città e la sua offerta culturale e finalizzato a creare una nuova immagine dellacittà. Creazione di un sito intenet per ospitare la programmazione degli eventi della città. Affissione murale e affissione speciale nella città di Genova,nelle Riviere Liguri,nel Basso Piemonte, nelle città di Torino e Milano. Affissioni di poster nella metropolitana di Milano. Spot radiofonici e redazionali sulle principali emittenti locali dellaLiguria,Piemonte Lombardia. Pubblicazione di 3 opuscoli programma (75.000 pezzi) relativi ai mesi di Giugno, Luglio, Agosto/Settembre e realtiva diffusione nella rete IATdi Genova, Liguria,Basso Piemonte ,Torino,Milano e e nei punti di maggiore affluenza di pubblico della città di Genova. Realizzazione di striscioni stradali.Pubblicizzazione degli eventi mediante siti web, Facebook. Twitter, invio di newsletter settimanali. Per gli eventi specifici (Carnevale dei Popoli del Mediterraneo, TallShips, MTV Awards, Regata Antiche Repubbliche Marinare, Genova Talenti e Moda, Omaggio a Cechov, Caravaggio 400 anni dopo) sono state predisposte azioni dicomunicazione mirate per pubblicizzare i singoli eventi. E' stata inoltre realizzata la campagna di comunicazione relativa a Notte Bianca 2010. Affissioni murali Genova eLiguria, Basso piemonte e Milano. Realizzazione e diffusione di cartoline per annunciare l'evento. Spot pubblicitari, striscioni stradali redazione di newsletter e di testi perla comunicazione web. Conferenze stampa di annuncio a completamento programma. Pubblicizzazione dell'evento 'Mi manda Platone - 3 incontri con filosofi' mediantecomunicati stampa, newsletter e comunicazione web. In sinergia con Regione Liguria, Fiera e Ucina è stato realizzato un evento in occasione del 50" anniversario delSalone Nautico. Realizzazione di un filmato pubblicitario su Genova e sue attrattività, proiettato in contemporanea a Piazza De Ferrari e a New York in occasione del'Columbus Day' e di un carro tematico su Genova che ha sfilato durante la Parade. Coordinamento e realizzazione della campagna pubblicitaria relativa alla 'Biennale delMediterraneo' con manifesti, depliant, striscioni stradali, comunicati stampa e comunicazione web. Dall'8 al 12 dicembre con, partecipazione economica di Regione liguria,è stato realizzato 'Omaggio ad Edoardo Sanguineti'. Sono stati realizzati spettacoli teatrali, incontri con ospiti di livello nazionale che hanno reso omaggio al grande poetagenovese. I versi di Sanguineti sono stati proiettati sui muri di Via Garibaldi sino al 9 Gennaio. Le azioni di comunicazione sono state attuate attraverso azioni mirate diufficio stampa nazionale, comunicazione web, striscioni, manifesti , depliant, social network e comunicati stampa. Stesse azioni di comunicazione sono state attuateanche per la realizzazione della tre giorni dedicata ai diritti - dal 10 al 12 dicembre- . Infine per gli eventi di promozione della città nel periodo natalizio si è provveduto adazioni mirate di comunicazione via web.70


- Promuovere Genova come Città dei DirittiResponsabile: Cesare Torre Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Nell'ambito di Genova Città dei Diritti è stata realizzata dal 15 al 22 Luglio la "Settimana dei Diritti" evento eccellente che fa di Genova il punto di riferimento nazionale edinternazionale sul tema dei diritti umani Sono intervenuti oltre 100 ospiti nazionali ed internazionali (giornalisti, scrittori, Premi Nobel, artisti, magistrati) . Le presenze sonostimate circa 5.000 persone. La campagna di comunicazione è stata realizzata attraverso la distribuzione di 15.000 depliant distribuiti in 50 punti cittadini, totem, striscionistradali, affissioni murali di manifesti e affissioni speciali in tutta la città. Spot radiofonici e redazionali sulle emittenti locali e su un emittente dell'area milanese. Creazionedi un sito web e pubblicizzazione sui siti internet facebook, twitter e youtube, newsletter giornaliere. L'attività di ufficio stampa locale e nazionale ha prodotto uscite sullacarta stampata locale (86) e nazionale (13), interviste sulle emittenti radiofoniche locali (10) nazionali (2) interviste televisive locali (11) e nazionali (14). Articoli sul web(112). E' stata realizzata dal 10 al 12 dicembre la sezione invernale di 'Genova Città dei Diritti' dedicata all'editoria civile e dal titolo 'I diritti si raccontano'. Sono statipertanto presentati libri di autori nazionali , si sono tenute due conferenze-ricerca in colllaborazione con l'università sul tema dei diritti dell'infanzia e sul trattato di Lisbona.Sono stati realizzati due spettacoli teatrali ed è stato allestito a Palazzo Tursi l'Albero dei diritti . Altre iniziative sono state realizzate al Sestiere della Maddalenanell'ambito del progetto 'Libera la Maddalena'. I partecipanti alla 3 giorni dei dititti invernali sono stimati in circa 2000 presenze.- Organizzare eventi culturali in sinergia con la "Fondazione Cultura"Responsabile: Teresa Sardanelli Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sulla base del Piano Annuale di Attività 2010, previsto dalla convenzione tra Comune e Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, sono stati realizzati eventi emostre sia a Palazzo Ducale sia nei musei civici, prevalentemente orientati ai tre filoni tematici principali (150" Unità d'Italia, Biennale del Mediterraneo, Forme dell'ArteContemporanea). In particolare si segnalano: tra le mostre a Palazzo Ducale, la mostra 'Isole mai trovate' (grandi artisti contemporanei interpretano la propria isola maitrovata attraverso opere straordinarie), la mostra 'Vivere la Costituzione. Un percorso interattivo tra le parole della Democrazia', l'evento 'La Storia in Piazza' (I ed. dellarassegna che ha visto per quattro giorni a Genova storici, attori, registi e scrittori provenienti da tutta Europa e dagli Stati Uniti parlare di nazioni e identità e che si èchiusa con un gande successo di pubblico con più di 16.000 presenze), la mostra 'Meditazioni Mediterraneo' (12.379 presenze in due mesi), il ciclo di grandi incontri'Mediterranea' attualmente in corso, la mostra 'Mediterraneo. Da Courbet a Monet a Matisse' attualmente in corso e che ha al 31/12 circa 30.000 visitatori, la mostra'L'Africa delle meraviglie' inaugurata proprio il 31 dicembre; tra le 55 mostre e le 327 iniziative realizzate nei musei civici in particolare: la mostra 'Daniel Spoerri' al Museodi Arte Contemporanea di Villa Croce (5882 presenze), la mostra 'Da Fattori a Previati' alla Galleria di Arte Moderna (9128 presenze), la mostra 'Sguardi dal Mediterraneo'al Museo di Storia Naturale (7.784 presenze), 'La Nuit des Musées' (9700 presenze), 'Genova Porta del Mediterraneo' al Museo di Sant'Agostino (7.058 presenze al31/12), 'la mostra 'Animali dello zodiaco giapponese' al Museo di Arte Orientale (10.066 presenze), Il Bacio di Hayez' al Museo del Risorgimento (in corso - circa 7.478presenze al 31/12), 'Giuliano Galletta. Il museo nel caos' a Villa Croce e la mostra 'un tuffo nel Mediterraneo' in collaborazione con il Festival della Scienza al Museo diStoria Naturale (7.721 visitatori al 31/12).71


- Promuovere grandi eventi sportiviResponsabile: Roberto Tedeschi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sono state organizzate la 55" edizione della Regata delle Repubbliche Marinare, il Palio di San Pietro e si è collaborato alla promozione e realizzazione, conformementealla delibera G.C. n. 98/2010, dei seguenti grandi eventi: 1) campinato italiano di eskimo 2010 2) coppa del Sindaco di tennis 3) campionato italiano serie A di ginnasticaartistica 4) mezza maratona di Genova 5) 22" trofeo internazionale di judo Genova Città di Colombo - Grand Prix Italia 6) meeting nazionale giovanile di cannottaggio 7)galà stelle nello sport 8) skate slalom cup 9) memorial Morena 10) giro dell'Appennino 11) Karting cup 12) The R.U.N. (carruggi in cursa) 13) Trofeo Nico Sapio14)FMXMotociclismo acrobatico15) 1 triathlon internazionale Città di genova16)Kombat League17)Campionato europeo Supercross-Coppa del Mondo di Enduro18)26" Rallydella Lanterna19)Open ChallengerTennis20)Coppa Pompilio-Trofeo Basile21)Galà Giorgio Messina Savate Superstar22)XICampionato Nazionale ERG delpetrolio-ciclismo-podismo23)Partita ufficiale Italia-Serbia. Sono stati erogati 67 Contributi e 64 Patrocini e sono state effettuate 40 Partite di serie A.72


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 3 - LA CITTA' CREATIVAPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE3.6.1 - CULTURA3.6 - Promuovere la conoscenza e la cultura come elementi di crescita della cittàTeresa SardanelliAndrea Ranieri; Paolo Giuseppe VeardoTeresa SardanelliGuido Gandino; Maura CassinascoSettore Biblioteche; Settore MuseiMotivazioni delle scelteRiconoscere le risorse della cultura come elemento essenziale per una strategia di sviluppo della città promuovendo la conoscenza, l'eccellenza e i nuovi talenti e rafforzandouna strategia unitaria delle istituzioni culturali genovesi.Finalità da conseguire-Azioni Strategiche73


- Valorizzare il Sito Unesco, 'Genova e le strade nuove', Palazzo Ducale e i Musei cittadini e realizzare manifestazioni culturali anche ampliando l'integrazionecon 'Genova Palazzo Ducale' e 'Fondazione per la Cultura'Responsabile: Teresa Sardanelli Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Si è svolta la seconda edizione dei Rolli Days con un programma articolato in vari appuntamenti e iniziative che hanno coinvolto 20 dei 42 Palazzi dei Rolli, dichiaratiPatrimonio dell'Umanità Unesco. Opere di arte contemporanea, performance musicali e teatrali, animazione e visite a tema sono stati ospitati negli antichi palazzi nobiliaririscuotendo un notevole successo di pubblico con circa 25.000 presenze (oltre 7.000 nei soli Musei di Strada Nuova).E'stato inoltre approvato, sulla base dellaconvenzione quadro triennale tra il Comune di Genova e la Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura il Piano Annuale delle Attività per l'anno 2010 che haindividuato sei progetti di integrazione (1.programmazione culturale integrata, 2.promozione della creatività giovanile, 3.accesso, 4.valorizzazione del percorso integratomusei - ducale - palazzi dei rolli, 5.comunicazione, promozione e marketing e 6.riorganizzazione dei percorsi museali di arte antica). Inoltre sempre nell'ambito del PianoAnnuale è stata approvata la programmazione integrata di mostre, eventi e altre attività secondo tre filoni tematici individuati (150" Unità d'Italia, Biennale delMediterraneo, Forme dell'Arte Contemporanea). Sulla base del piano approvato sono stati realizzati 34 eventi che hanno visto la partecipazione di oltre 139.000 presenzee un indice di gradimento del pubblico rilevato tramite questionari ed interviste di oltre l'80%.- Migliorare la qualità dell'offerta del sistema museale civico, razionalizzando e ampliando le modalità di fruizione dei servizi musealiResponsabile: Guido Gandino Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Nel 2010 si è registrato un incremento dei visitatori pari al 20, 78% (da 456.596 a 551.472), l'incremento si è verificato prevalentemente presso il Galata Museo del Mare(+ 73.910), grazie all'apertura al pubblico del sommergibile, presso i i Musei di Strada Nuova (+ 5.805), presso i Musei di Nervi (+7.070) e presso il Museo delRisorgimento (+4.633) grazie alle numerose iniziative dedicate al 150" anniversario dell'Unità d'Italia. Significative sono state le azioni messe in atto per l'ampliamentodell'offerta: dal 25 giugno è stato realizzato il prolungamento dell'orario dei Musei di Strada Nuova con apertura serale, il venerdì dalle 19 alle 23; è stata aperta la sezionedidattica dei Musei di Strada Nuova a Palazzo Bianco; è stata allestita la nuova sezione permanente dedicata alla ceramica presso il Museo di Sant'Agostino. Inoltre èstata ampliata la rete dei bookshop dei musei con la nuova apertura del bookshop di Pegli (parco e musei) e con i riallestimenti dei bookshop presso la GAM e presso ilCastello D'Albertis. Si sono concluse le operazioni di gara che hanno portato all'aggiudicazione della gestione dell'ex negozio Tassio di Via del Campo dedicato alla figuradi Fabrizio De André. Sul fronte della razionalizzazione sono state adottate misure per il risparmio energetico presso il Museo del Risorgimento e presso il MuseoChiossone le cui sale espositive sono state dotate di sensori automatici di accensione-spegnimento luci, inoltre sempre al Museo Chiossone sono state installati l'impiantoantintrusione e le telecamere a circuito chiuso.74


- Valorizzare il patrimonio architettonico e monumentale cittadino e migliorare l'integrazione tra parchi e museiResponsabile: Guido Gandino Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Nell'ambito della valorizzazione del patrimonio culturale di Staglieno è stata realizzata la VII edizione della Settimana dei Cimiteri Storici Europei (visite guidate,mostra fotografica, concerti e rappresentazioni in musica). Lo scorso maggio è stato approvato dal Consiglio Europeo il progetto 'Percorso dei Cimiteri europei'(European Cemeteries Route) volto a suscitare l'interesse per i cimiteri come luoghi turistici e creare una rete culturale per realizzare iniziative e progetti comuni. A taleprogetto partecipano 37 città di 16 diversi paesi europei che rappresentano 49cimiteri storici. La Direzione ha partecipato all'Assemblea Generale di ASCE tenutasi aCagliari il 16 e 17 settembre con la presentazione del progetto 'Turismo nei Cimiteri, Scuola, Restauro e Catalogazione'. Realizzata la stampa del II" fascicolo dellacollana dedicata ai personaggi illustri sepolti nel Pantheon. Per quanto attiene il miglioramento dell'integrazione parchi/musei è stato aperto un nuovo bookshop a Pegliintegrato Parchi/musei. Inoltre sono state individuate le aree di valorizzazione commerciale in particolare presso il Castello D'Albertis.- Riconoscere e valorizzare le eccellenze culturali con particolare riferimento ai teatri, agli antichi mestieri della cultura, alla canzone d'autoreResponsabile: Teresa Sardanelli Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Oltre al sostegno al Teatro Carlo Felice e al Teatro Stabile di Genova sono stati approvati i criteri e i relativi bandi per l'erogazione di contributi a teatri e compagnieteatrali. Sono quindi stati erogati contributi a sostegno dei due teatri stabili di iniziativa privata (Teatro della Tosse e Teatro dell'Archivolto) e di altri 14 tra teatri ecompagnie teatrali di cui 2 di teatro per bambini e ragazzi e 4 di teatro dialettale.E' stato inoltre approvato il bando per l'erogazione di contributi a sostegno di progetticulturali con il quale sono stati selezionati e sostenuti 20 tra progetti, iniziative e manifestazioni intese a favorire la promozione e lo sviluppo della cultura, la diffusionedella stessa in vari ambiti quali ad esempio le arti visive, la danza, il cinema, la musica, il teatro, lo spettacolo, l'organizzazione di convegni, mostre e rassegne che attivinola partecipazione dei cittadini.Inoltre al fine di proseguire nella valorizzazione della canzone d'autore genovese si sono concluse le operazioni di gara per l'assegnazionedella nuova gestione del negozio di Via del Campo dedicato a Fabrizio De Andrè la cui inaugurazione è prevista per il 2011. Infine è stato realizzato il protale'GenovAteatro', un aggregatore web che per la prima volta in Italia mette in rete tutti i principali teatri cittadini consentendo di fornire all'utente su unico sito la possibilità diaccedere a tutte le informazioni relative agli spettacoli oltre che acquistare i biglietti on line. Al momento hanno aderito al progetto 19 teatri che rappresentanopraticamente tutta l'offerta cittadina.75


- Consolidare la qualità dei servizi erogati dal Sistema Bibliotecario Urbano e valorizzare il patrimonio antico e specializzato delle biblioteche.Responsabile: Maura Cassinasco Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Ampliamento dell'orario di apertura della biblioteca Berio in fascia serale (48 giorni di apertura in fascia serale pari a 192 ore ) con predisposizione di sistemi dimonitoraggio dei servizi e avvio campagna promozionale anche attraverso il finanziamento del progetto 'La Berio sotto le stelle', finanziato dalla Regione Liguria. Rinnovodella certificazione ISO 9001:2008 per tutti i servizi della Berio ed estensione alla De Amicis: progettazione e realizzazione di misure di qualità percepita per 3 Bibliotechedel Sistema (Cervetto, Bruschi, Campanella); Rinnovo delle dotazioni hardware (5 nuove installazioni) e software (26 adeguamenti di unità: passaggio a Windows XP)presso biblioteche del Settore Biblioteche. Ultimata la realizzazione l'informatizzazione di n. 5 processi di erogazione dei servizi di biblioteca nel Sistema BibliotecarioUrbano (integrazione nel catalogo in linea della biblioteca Museo Navale di Pegli, procedura scarichi nel Sistema Bibliotecario Urbano e sperimentazione, acquistimateriale bibliografico presso De Amicis, prenotazioni e fruizione servizi multimediali presso De Amicis, servizio prestito c/o Biblioteca Brocchi e attivazione punto prestitoValle Sturla). Progetto "Biblioteche in ogni senso": sono in fase di predisposizione un portale delle biblioteche che conterrà pagine particolarmente performanti per disabilisensoriali (in collaborazione con Città Digitale) e software da adottare presso le varie biblioteche civiche, nonché la progettazione di interventi di riduzione delle barrierearchitettoniche. Realizzazione di n. 212 eventi in Berio con 22.350 partecipanti-; In De Amicis realizzazione di n. 44 eventi con 1723 partecipanti -, di n. 175 attività congruppi strutturati (scuole) e di n. 345 attività con utenza libera in De Amicis. Realizzazione di n. 3 mostre di opere di pregio c/o Biblioteca De Amicis: 'Da Komagata alpop-up' (12-21 maggio 2010), 'I libri che hanno fatto gli italiani' (28 maggio-31 ottobre) collegata alle iniziative relative al Centocinquantenario dell'Unità d'Italia,'Mostra diperiodici e fumetti' (9 novembre-31 dicembre) e ha ospitato iniziative del Festival della Scienza. Inaugurazione dell'Archivio dei Movimenti in data 14 ottobre 2010;Realizzazione del Convegno "Biblioteche&città" il 25.10.2010: prima parte - "esperienze a confronto"; seconda parte: "ricordando Gianfranco Franchini" e sua intitolazionedella Sala Lignea della biblioteca Berio; terza parte: "incontro con gli scrittori". Progetto di razionalizzazione della raccolta dati statistici da realizzare con i professionisti del"Vivaio della Cultura". Attivazione tirocini, stage, borse lavoro e formazione lavoro finalizzati all'inserimento dei giovani nel mondo del lavoro (n' 33). Partecipazione di n.42 dipendenti a misure formative finalizzate all'accoglienza degli utenti disabili. Progetto Europeo E-pistemeTec. attualmente in corso: realizzazione del percorsoespositivo "Riflessi sul Tirreno" nell'ambito della mostra "Meditazioni Mediterraneo" (Palazzo Ducale, 10 settembre-7 novembre 2010), evento d'inaugurazione dellaBiennale del Mediterraneo; pubblicazione della descrizione del percorso espositivo "Riflessi sul Tirreno" sul n. 2/2010 della rivista "La Berio"; partecipazione al seminariosul progetto svoltosi nell'ambito del Lu.Be.C. (Lucca, 22/10/20); prosecuzione delle attività propedeutiche alla realizzazione della biblioteca digitale prevista nell'ambito delprogetto medesimo. Bonifica e riapertura dei depositi librari interrati della Biblioteca Berio (19 luglio) con conseguente disponibilità dei volumi ivi collocati (190.000 volumi)previo potenziamento impianto di climatizzazione. E' stata effettuata la ricognizione dei depositi librari del Sistema Bibliotecario Urbano da sottoporre a intervento dispolveratura con il finanziamento regionale. Sono stati realizzati gli eventi dell'ottava edizione di "Adagio e curioso". Viaggio " lento" intorno al mondo della carta, del libro,di Gutenberg per il Festival della Scienza 2010 nella Biennale del Mediterraneo, con la partecipazione di vari istituzioni culturali, tra cui Archivio Storico del Comune diGenova, Museo del Risorgimento, Università di Genova, ARMUS, Galleria di Palazzo Spinola, Fondazione Canevari: in particolare, realizzazione della mostra "Tesori incopia. Riproduzioni di antichi manoscritti tra arte e tecnologia" (Biblioteca Berio, Sezione di Conservazione, 26/10/2010-4/03/2011); alcuni degli eventi sono collegati alleiniziative per i 150 anni dell'Unità d'Italia. Pubblicazioni: 4 (n. 1/2010 rivista "La Berio" dedicata interamente a Eugenio Baroni, scultore del Monumento ai Mille, nell'ambitodelle iniziative per i 150 anni dell'Unità d'Italia; n. 2/2010 della rivista "La Berio" con un articolo dedicato ai garibaldini liguri e la descrizione del percorso espositivo"Riflessi sul Tirreno"; Guida agli eventi di "Adagio e curioso" 2010; saggio sulla collaborazione tra Biblioteca Berio e Fondazione Canevari per la valorizzazione del FondoCanevari pubblicato negli atti del convegno su Giuseppe Gallo a Palazzo Spinola). Prosecuzione dell'inserimento dei dati delle edizioni antiche nel catalogo informatizzatoda parte di ditta esterna. Acquisizione per dono di tre collezioni specializzate: (Biblioteca sulle Isole Canarie, di cui è stata conclusa la catalogazione; Fondo archivisticorelativo a Eugenio Baroni, per il quale è stato realizzato un evento di presentazione al pubblico il 19.10.2010; Fondo Berri, contenente documentazione su NiccolòPaganini raccolta dallo studioso paganiniano Pietro Berri)76


- Promuovere la fruizione dell'offerta culturale con particolare riferimento a scuole, minori, anziani, disabili e nuovi cittadiniResponsabile: Teresa Sardanelli Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Scuole: realizzate iniziative e laboratori per le scuole nei musei civici e a Palazzo Ducale alle quali hanno partecipato oltre 70000 studenti; realizzata la rassegna di teatroscuola (TEGRAS) con le scuole di ogni ordine e grado e con l'aggiunta di una nuova sezione dedicata agli studenti universitari che ha visto la partecipazione di circa10000 tra studenti e spettatori; proseguite le agevolazioni rivolte agli studenti e agli insegnanti (distribuite n. 7463 card musei per gli insegnanti e utilizzate circa 3000agevolazioni AMT da parte delle classi); redatto e pubblicato il nuovo catalogo ('Impararte') 2010-2011 delle proposte didattiche cittadine in collaborazione con GenovaPalazzo Ducale Fondazione per la Cultura.Minori: concluso il progetto per avvicinare all'offerta culturale (musei e biblioteche) i gruppi di minori dei centri estivi(partecipanti circa 4.000 ragazzi). Anziani: proseguono le attività del progetto 'Cultura 3' mirante a facilitare la fruizione dell'offerta culturale da parte di anziani incollaborazione con le maggiori associazioni della terza età alle quali hanno ad oggi partecipato oltre 6000 anziani. Pubblicato inoltre il catalogo dell'offerta culturale rivoltaagli anziani. Disabili: sottoscritto l'accordo con la Consulta Provinciale e con la Consulta Regionale Disabili, insieme alla Fondazione per la Cultura, per la realizzazione diun piano di interventi teso a rimuovere le barriere sia fisiche che culturali onde favorire l'accesso dei disabili all'offerta culturale; il piano è stato presentato ai portatori diinteresse; sono state realizzati i primi interventi sperimentali nel corso dell'evento 'La Storia in Piazza' a Palazzo Ducale e sono in corso le prime realizzazioni definite nelpiano. Nuovi cittadini: completato il progetto 'Zainetto', rivolto agli studenti stranieri e non solo delle scuole professionali, per acquisire e scambiare conoscenze sui luoghidi accoglienza e di provenienza.77


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 3 - LA CITTA' CREATIVAPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE3.7.1 - RAPPORTO CITTA' MARE3.7 - Favorire la compresenza in sinergia di attività produttive, attività culturali e risorse ambientali lungo la fasciacostiera da Nervi a VesimaPaolo TizzoniAndrea Ranieri; Mario Margini; Simone Farello; Sindaco Marta VincenziAnnita Farini; Laura Petacchi; Paolo Tizzoni; Teresa SardanelliGuido Gandino; Pier Paolo Tomiolo; Roberto TedeschiDirezione Patrimonio Demanio e Sport; Direzione Urban Lab, Sviluppo Urbanistico del Territorio; Grandi progettiterritoriali; Settore MuseiMotivazioni delle scelteRicostruire il rapporto della città con il mare promuovendo interventi che aumentino la visibilità dell'acqua, l'accessibilità, la fruibilità del lungomare attraverso la riduzione dellearee costruite, impermeabili e delle barriere visive, realizzando nuove spiagge pubbliche, accessibili attraverso percorsi ciclo-pedonali gradevoli e sicuri, valorizzando puntipanoramici (terrazze sul mare) mediante la realizzazione e la sistemazione di spazi pubblici attrezzati per la sosta e il riposoFinalità da conseguire-Azioni Strategiche78


- Definire gli elementi per l'intesa tra Città e Porto nell'approvazione del nuovo Piano Urbanistico Comunale al fine di incrementare la competitività del Portodi genova a livello europeo realizzando: 1) il nuovo Piano Regolatore Portuale secondo l'ipotesi del "porto fabbrica"; 2) la promozione di Intese finalizzate allacooperazione e alla specializzazione sia merceologica che funzionale, mediante il coordinamento delle pianificazioni portuali, per una gestione integrata deiporti liguri; 3) la promozione ed investimento nello sviluppo dei centri intermodali e delle piattaforme logistiche situate sulla direttrice del Corridoio 24Genova-Rotterdam ; 4) la riorganizzazione delle aree portuali del porto petroli; 5) l' attuazione dell'Accordo di Programma per l'Area di Intervento CantieriNavali di Sestri Ponente e per l'Area di Intervento Litorale di Multedo; 6) l'aggiornamento dell'Accordo di Programma per l'Area di Intervento 12 - Polomanifatturiero di Cornigliano.Responsabile: Pier Paolo Tomiolo Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010E' stata approvata la Convezione con l'Autorità Portuale ( DG 38 del 18.2.2010 )per la pianificazione congiunta dell'aggiornamento del Piano Regolatore Portuale ai finidell'intesa L 84/94 e s.m.i. e per la pianificazione e gli sviluppi progettuali del nuovo PUC di Genova, con particolare riguardo agli ambiti di: Darsena Nautica, Edifico ExNira, Piazzale Kennedy -Calata Gadda -Ponte Parodi -Hennebique-Multedo, Fincantieri, Porto Petroli - Ricollocazione Carmagnani e Superba -Litorale antistante Pegli-Litorale antistante Voltri, individuando come priorità: Nuovo polo di Voltri autostrade del mare-Nuova Darsena, Piazzale Kennedy -Ponte Parodi- Hennebique. Sono statiredatti ed approvati gli accordi procedimentali relativi alla Nuova Darsena ed all'edificio ex Nira (DGC.n160 del 6.5.2010 e n.161 del 6.5.2010). E' in fase di istruttoria ilprogetto unitario della Darsena Nautica redatto sulla base di tali accordi. Sono state predisposti gli elaborati cartografici e normativi per l'intesa legge 84/94 e s.m.i. relativialla suddivisone degli ambiti portuali, urbani e misti e lo schema direttore infrastrutturale (allo stato in fase di approfondimento da parte di AP quale base di riferimento peril nuovo PUC che per il PRP). Sono state predisposte le schede di pianificazione degli ambiti e dei distretti del nuovo PUC relative a Darsena Nautica,PiazzaleKennedy,Hennebique, Multedo -Fincantieri- Porto Petroli,Carmagnani e Superba,litorale Voltri; è stato approfondito lo schema direttore per il litorale di Voltri nell'ambitodella partecipazione al progetto europeo Cat Med. Nel progetto preliminare del nuovo PUC, consegnato al Sindaco in data 13 dicembre 2010, sono stati definiti, sia nellaDescrizione Fondativa che nella Struttura del Piano e nelle relative Norme di Congruenza, gli elementi necessari per la formazione dell'Intesa con l'Autorità Portuale diGenova prescritta al fine dell'adozione del Piano urbanistico e di quello portuale.Tali elementi sono specificati all'art. 12 delle Norme di Piano e sono rappresentati nellaStruttura del Piano con le indicazioni dei Distretti di Trasformazione e con l'Ambito Complesso del Litorale.- Valorizzare i litorali di levante e di ponente e del fronte urbano centrale, mediante progetti di riqualificazione: 1) Porticciolo di Pegli 2) riqualificazionestabilimenti balneari 3) darsena, Fiera e Piazzale Kennedy 4) Ponte Parodi 5) nuovi attracchi per Trasporto Pubblico via mare 6) POR Prà marina7)Multedo-Fincantieri 8) riutilizzo edificio EnnebiqueResponsabile: Pier Paolo Tomiolo Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Porticciolo di Pegli: procedimento di Conferenza di Servizi in corso; Approvato atto di indirizzo per l'assetto urbanistico del litorale di levante; Approvato AccordoProcedimentale con Autorità Portuale per assetto urbanistico nuova darsena-P.zzale Kennedy;Ponte Parodi, procedimento di approvazione del progetto definitivo incorso;POR Prà Marina, approvato progetto definitivo;Approvato accordo procedimentale con Fincantieri, in attesa attuazione;Studi in corso per riuso edificio Ennebiqued'intesa con Autorità Portuale.In assenza di sviluppi del procedimento relativo al Porticciolo di Pegli si sta provvedendo all'archiviazione dello stesso con appositaDeliberazione di presa d'atto della mancata conclusione della procedura di cui al DPR 509/1997.Il progetto preliminare del nuovo PUC, consegnato al Sindaco in data 13dicembre 2010, contiene l'assetto definitivo del litorale di ponente e di levante, attraverso le indicazioni stabilite con la disciplina del relativo Ambito Complesso, di cuiall'art.36 delle Norme di Piano, completato con le indicazioni delle porzioni comprese nei relativi Distretti di Trasformazione.79


- Procedere al riordino generale per una efficace gestione del demanio marittimo, in coerenza con le indicazioni del piano urbanistico (PUC) e gli obiettivi perla riqualificazione dei litoraliResponsabile: Roberto Tedeschi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sono stati predisposti gli elaborati tecnico/grafici di rappresentazione dello stato attuale delle concessioni demaniali nei tratti di litorale di Vesima e del Levante cittadino infunzione della redazione della variante PROUD. Relativamente alla fase progettuale si sono tenuti gli incontri con Urbanistica, Polizia Municipale e Municipi VII - VIII - IXper l'analisi delle ipotesi di nuovi utilizzi delle zone di litorale libere nel rispetto della L.R. 22/2008 e gli incontri con i Municipi per esporre l'impostazione prevista delPro.U.D. al fine di valutare le ipotesi di trasformazione di spiagge libere in attrezzate e/o la previsione di nuove concessioni per fornitura servizi di interesse pubblico. E'stata completata la redazione delle tavole grafiche e delle norme regolamentari inerenti l'occupazione o gli interventi in ambito di aree del demanio marittimo.- Realizzare un centro ludico, sportivo e commerciale a Ponte ParodiResponsabile: Annita Farini Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Con deliberazione n. 286 del 05/08/2010 la Giunta Comunale ha approvato: 'Parere favorevole del Comune di Genova alla sottoscrizione dello schema di atto integrativotra Autorità Portuale di Genova, Porto Antico S.p.A., AltaponteParodi S.p.a., con la partecipazione del Comune di Genova rispetto all'accordo di programma sottoscritto indata 4.04.2007 per la realizzazione degli interventi previsti nel Sub Settore 2 del distretto aggregato 44D del PUC Ponte Parodi.' ( Dal 1 Ottobre 2010 Responsabile PaoloTizzoni)- Valorizzare il comparto Mare attraverso l'Istituzione dei Musei del Mare e della Navigazione (MUMA)Responsabile: Guido Gandino Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Il 28 maggio è stato inaugurato il nuovo percorso museale del Galata Museo del Mare che comprende anche la visita al Sommergibile Nazario Sauro, primo sommergibilein acqua musealizzato, realizzando così un ampliamento dell'offerta turistica nell'area della Darsena. Fin dal primo giorno di apertura al pubblico del sommergibile si èregistrato un notevole incremento di visitatori pari al 47% da 155.503 a 229.41380


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 4 - LA CITTA' ACCESSIBILEPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE4.1.1 - MOBILITA' "DA" E "PER" GENOVA4.1 - Avvicinare i luoghi per i traffici delle merci e delle personePaolo TizzoniPaolo Pissarello; Sindaco Marta VincenziPaolo TizzoniPier Paolo TomioloDirezione Urban Lab, Sviluppo Urbanistico del TerritorioMotivazioni delle sceltePotenziamento delle infrastrutture di relazione Nord-Sud e Est-Ovest per portare Genova al di là dei confini comunali fino a comprendere, nelle relazioni della città, la totalitàdell'Europa ed il Mare MediterraneoFinalità da conseguire-Azioni Strategiche- Coordinare l'attuazione del Corridoio 24 con la pianificazione urbanistica comunale, specie per quanto attiene al Terzo Valico e al Nodo ferroviario diGenovaResponsabile: Pier Paolo Tomiolo Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Il nuovo P.U.C. in fase di redazione recepisce i progetti indicati.La Struttura del Piano, già delineta nel Documento degli Obiettivi sottoposto al processo di partecipazioneda settembre 2009 e già pubblicato sul sito di Urban Center ed attualmente sottoposto alla fase preliminare della V.A.S. presso la Regione Liguria, organizza i contenutidel nuovo Piano in tre livelli: quello delle relazioni internazionali, quello delle relazioni sovracomunali e di città e quello delle relazioni locali (Municipi), nella prospettiva deldecentramento delle attività di pianificazione urbanistica non strategiche a livello di città.In questo schema il tema delle infrastrutture di area vasta è collocato nel PrimoLivello del Piano, con la finalità anche di assicurare la necessaria flessibilità nella fase di redazione dei progetti definitivi per evitare il ricorso a varianti al Piano.Siconfermano al 31 dicembre 2010 le indicazioni di obiettivo sopra descritte nell'ambito del progetto Preliminare di PUC consegnato al Sindaco in data 13 dicembre 2010.81


- Coordinare la progettazione della Gronda Autostradale di Genova con la pianificazione urbanistica della città.Responsabile: Pier Paolo Tomiolo Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Il nuovo P.U.C. in fase di redazione recepisce la scelta del tracciato della Gronda Autostradale di Genova così come deliberata con Consiglio Comunale con D.C.C. n. 78del 2009. Anche in questo caso e, soprattutto in vista della fase di progettazione definitiva del tracciato prescelto, la collocazione in un adeguato quadro normativo delnuovo Piano sarà utile per garantire procedimenti di approvazione più snelli ed efficienti.Si confermano al 31 dicembre 2010 le indicazioni di obiettivo sopra descrittenell'ambito del progetto Preliminare di PUC consegnato al Sindaco in data 13 dicembre 2010.- Definire le relazioni territoriali di area vasta del Nuovo Piano Urbanistico Comunale che illustrano la collocazione della città di Genova nel contesto delMediterraneo, dell'Europa e del nord-ovest (livello 1)Responsabile: Pier Paolo Tomiolo Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Il Livello 1 del nuovo P.U.C. è stato completato. Il Documento degli Obiettivi, già oggetto di preventive consultazioni con i Municipi, le Associazioni di categoria e gli Entipubblici interessati (tra gli altri la Regione, la Provincia), ed attualmente è sottoposto alla fase preliminare dellla V.A.S. presso la Regione Liguria.In data 12 ottobre 2010 siè conclusa la fase di consultazione/scoping sulla Proposta di Progetto Preliminare del PUC del Comune di Genova, ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 4/2008, conconseguente assenso all'avvio del procedimento di adozione del Piano ai sensi dell'art. 38 della L.R. 36/1997.Il progetto preliminare di PUC è stato consegnato al Sindacoin data 13 dicembre 2011; nella Decrizione Fondativa sono definite le relazioni territoriali di area vasta.82


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 4 - LA CITTA' ACCESSIBILEPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE4.2.1 - MOBILITA' "IN" GENOVA4.2 - Rendere accessibili tutte le zone della città e accorciare distanze e tempi di percorrenzaLaura PetacchiElisabetta Corda; Francesco Scidone; Mario Margini; Paolo Pissarello; Sindaco Marta VincenziAnnita Farini; Gianfranco Delponte; Laura Petacchi; Paolo TizzoniFrancesco Benghi; Pier Paolo Tomiolo; Stefano Pinasco; Walter RupaltiDirezione Manutenzione Strade, Parchi, Verde, Litorale e Piani di Bacino; Direzione Nuove e Grandi Opere; Direzione Qualità Lavori su Spazi Pubblici Urbani; Direzione Urban Lab,Sviluppo Urbanistico del Territorio; Grandi progetti territorialiMotivazioni delle sceltePermettere a tutti i cittadini di spostarsi da e per i luoghi di lavoro, studio e svago in tempi più rapidi e in maniera più comoda e sicura, attraverso l'attivazione delle procedureper pervenire alla realizzazione di nuovi assi infrastrutturali e di sistemi di trasporto pubblico. Migliorare il grado di sicurezza, a livello di percorribilità, di strade e marciapiediFinalità da conseguire-Azioni Strategiche83


- Completare il tratto De Ferrari-Brignole della MetropolitanaResponsabile: Roberto Mangiardi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Linea De ferrari-Corvetto, completato il ripristino delle vecchie gallerie ferroviarie delle Grazie; completati i cameroni di raccordo tra le vecchie gallerie e la nuova galleria adoppio binario; completata la galleria di linea a doppio binario. Camera di ventilazione largo lanfranco, completate le strutture. Camerone d'attacco e pozzo acquasola, sistanno realizzando le pareti definitive di rivestimento delle opere provvisorie (diaframmi e tiranti) per la configurazione finale del pozzo che prevede la realizzazione di unascala in carpenteria metallica per l'uscita di sicurezza in via SS Giacomo e Filippo. Stazione Corvetto, completato il vano stazione ( a piano banchina) comprensivodell'imbocco delle discenderie dal vano mezzanino. Completata la realizzazione delle banchine di stazione Linea Corvetto-Brignole, completata la galleria di linea a doppiobinario. Camera di ventilazione piazza Brignoe, completate le strutture, pareti di rivestimento delle opere provvisorie (diaframmi e tiranti) e solaio di copertura. Stazionebrignole, sono stati completati i prolungamenti dei due sottopassi ferroviari esistenti di stazione RFI; sono in fase di ultimazione le strutture (pareti e soletta) della porzionedel nuovo sottopasso RFI sponda sx Bisagno per consentire la realizzazione del tronchino di manovra. Opere di completamento e finitura:-linea De Ferrari-Brignole si èultimata la posa in opera sia delle banchine di linea, sia della soletta di regolamento.-Camera di ventilazione Largo Lanfranco ultimate le finiture. IMPIANTI:- linea DeFerrari-Brignole. E' ultimata la posa dell'armamento ferroviario. Si stanno montando le passerelle vie cavi, l'impianto di illuminazione di galleria, l'impianto di forza motrice,la tubazione dell'impianto antincendio e l'impianto sistemi protettivi (messa a terra). NOTA: in mancanza di adeguata copertura finanziaria gli interventi in corsodovrebbero essere sospesi, al fine di evitare il presupposto per un mancato pagamento e della conseguente richiesta di interessi.CIo' comporterebbe inevitabilmente larichiesta di compensi per 'fermo attività) che dovranno essere messi in relazione con il presunto ammontare della suddetta richiesta di interessi.Ogni decisione al riguardopotrebbe essere meglio valutata in concomintanza del raggiungimento del quarto quinto del totale dei lavori affidati; da tale data, infatti potranno essere evitati i costiconnessi con il fermo attività, procedendo alla revoca, ancorchè parziale della concessione- Realizzare un sistema di trasporto pubblico su asse protetto in Val BisagnoResponsabile: Roberto Mangiardi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Si è provveduto ad affidare l'incarico per la sistemazione idraulica del Bisagno funzionale al raggiungimento dell'azione. E' in corso di approvazione il progetto direalizzazione di un asse protetto in Corso Sardegna. Sono peraltro in corso verifiche di finanziabilità dell'intervento, anche in pendenza della disponibilità di risorsederivanti dalla rimodulazione dei finanziamenti a suo tempo destinati allo sviluppo della metropolitana in Val Bisagno.84


- Realizzare gli assi portanti della viabilità cittadina: Lungomare Canepa a sei corsie, strada a mare, viabilità ValpolceveraResponsabile: Walter Rupalti Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Lungomare Canepa: progettazione a livello definitivo predisposta; è prossima l'indizione di conferenza dei servizi per il conseguimento del titolo edilizio cui seguiranno laprogettazione esecutiva e l'avvio delle procedure di gara - Strada a mare: appaltati a cura di Sviluppo Genova i lavori di realizzazione del sottopasso veicolare al pontePieragostini; in corso predisposizione variante progettuale per garantire la percorribilità del nodo viario durante il corso dei lavori - Strada di sponda destra Valpolcevera: ilavori sono terminati dallo scorso mese di giugno e la strada è aperta al traffico. NOTA: si precisa che gli interventi relativi a Lungomare Canepa non sono riconducibilialla responsabilità di Walter Rupalti- Migliorare la viabilità urbana attraverso interventi di ampliamento, adeguamento e riqualificazione di infrastrutture esistentiResponsabile: Walter Rupalti Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sottopasso via Puccini: lavori in corso; approvata variante suppletiva con determinazione dirigenziale 2010/154.2 n.32 - Ponte collegamento via Cialli via Cassanello:predisposta determinazione dirigenziale di aggiudicazione in appalto dei lavori - Strada Morego: in corso di perfezionamento l'acquisizione delle aree; opera finanziata perun primo lotto fino alla sede l'I.T.T. è stato approvato il progetto esecutivo dandosi avvio alle procedure di gara - Strada Crevari: in corso di perfezionamento l'acquisizionedelle aree necessarie alla realizzazione dell'opera - Allargamento via S. Biagio: completata progettazione per l'appalto; intervento parzialmente finanziato dalla Regionenell'ambito del P.I.C. per E 400.000,00 a fronte di un costo complessivo previsto di E 700.000,00. Finanziata la quota a carico del comune pari ad Euro 300.000; in data 2dicembre 2010 approvato il progetto esecutivo e le relative modalità di gara. NOTA: si precisa che l'intervento relativo all'allargamento di via S. Biagio non è piùriconducibile alla responsabilità di Walter Rupalti85


- Migliorare il grado di sicurezza nella percorribilità e di strade e marciapiediResponsabile: Stefano Pinasco Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010STRADE:E.5.000.000,00.Sono stati nell'anno scarificati, asfaltati, con risanamento del fondo stradale, allineamento dei tombini e rifacimento della segnaletica orizzontalemq 604.290 su 700.000 mq annuali (previsti al 28.2.2011) . Ai mq 604.290 asfaltati sono da aggiungere i 186.970 mq di lavori eseguiti dai Grandi Utenti di cui mq177.072 per asfaltature e mq. 9.898 per pavimentazioni di pregio, per un totale di mq 791.260. In particolare in Via XX Settembre si è intervenuti con una segnaleticaorizzontale che permette una migliore visibilità e durata, e Via XXV Aprile è stata realizzata con il transbit. ILLUMINAZIONE: E. 1.750.000,00. Sono stati sostituiti n. 640punti luce rispetto ai 760 previsti al 28.2.2011(media annua ordinaria 550) ed è stato effettuato il rifacimento di n. 39 impianti rispetto ai 45 previsti al 28.2.2011; impiantisemaforici: centraline n. 291 su 300 previste al 31.12.2010 (9 dei 300 impianti non sono rientrati nel programma di aggiornamento a Led in quanto oggetto di futurocompleto rinnovamento), lampade n. 11.448 su 11.448 e lanterne n. 3.816 su 3.816 previste al 31.12.2010. VERDE. E. 2.750.000,00.Sono stati effettuati n 3.078 potaturealberi, mq 66.981 di interventi di decespugliamento, n 295 reimpianti di alberature (media annuale ordinaria 200). Effettuati 125 interventi rispetto a 118 previsti al31.12.2010AIUOLA VIALE BRIGATE PARTIGIANE E. 500.000,00.I lavori si sono conclusi nei tempi previsti prima dell'inaugurazione del 50" Salone Nautico. L'opera èstata infatti realizzata entro il 30.9.2010. MARCIAPIEDI E. 5.000.000,00.Mq. 20.859 rispetto ai mq. 20.800 previsti 31/12/2010. Sono stati effettuati interventi dirisanamento fondo, riallineamento profili , allargamento, codici loges per 20.859 mq. Sono state realizzate: n.1 fermata a isola protesa in Via Innocenzo IV; n. 1allargamento di via San Giacomo e Filippo con pensilina; sono in corso:n. 2 fermate a isola protesa in Corso Firenze altezza civico 4, n.1 in Via Quinto. Sono stateinstallate/o sostituite pensiline per attesa bus in : n.2 in Via Oberdan e Via Pra; sono in corso di installazione n.2 in Via delle Gavette e via Quinto.SOPRAELEVATA.stralcio lotto funzionale per la messa in sicurezza dei frontalini sull'intero percorso (km 16). Aggiudicazione definitiva avvenuta con provvedimentoesecutivo in data 22.10.2010.La consegna non è ancora avvenuta per sopraggiunti motivi di contenzioso con l'impresa aggiudicataria.Con decisione di Giunta Comunaleè stato stabilito di affidare ad un ristretto gruppo di tecnici il compito di formulare proposte significative ed economicamente sostenibili per un aumento della sicurezza deiguard-rail della strada sopraelevata "Aldo Moro", e di procedere con l'asfaltatura del tipo "silente".- Proseguire l'abbattimento delle barriere architettoniche concordato con i MunicipiResponsabile: Stefano Pinasco Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sono stati approvati in Commissione Barriere Architettoniche, in accordo con i Municipi e con la Consulta per l'Handicap, la realizzazione di n. 14 fermate protese el'abbattimento delle barriere architettoniche su tutti i 6 lotti di interventi diffusi di manutenzione dei marcipiedi cittadini nell'ambito degli interventi di miglioramento dellasicurezza. E' stata realizzata n.1 fermata a isola protesa in Via Innocenzo IV; sono in corso di realizzazione n. 2 fermate a isola protesa in Corso Firenze altezza civico 4e n.1 in Via Quinto. E' stato creato il portale sul sito internet del Comune ed èstato attivato lo sportello on line per la gestione delle richieste da parte dell'utenza. ConDGC 314/2010 sono state approvate le linee guida per la redazione di progetti finalizzati a migliorare l'accessibilità ai soggetti diversamente abili sulle strade e negli edificipubblici.86


- Realizzare il collegamento Aereoporto -Stazione Sestri Ponente - Area ErzelliResponsabile: Annita Farini Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010In attesa della concessione del finanziamento ministeriale D.M. 16/02/09 n. 99 ex art. 2.( Dal 1 Ottobre 2010 Responsabile Paolo Tizzoni)- Definire le nuove previsioni di viabilità e infrastrutture per la mobilità in Genova nell'ambito delle relazioni urbane e intercomunali (livello 2) e delle relazionilocali (livello 3) del Piano Urbanistico ComunaleResponsabile: Pier Paolo Tomiolo Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Al 31.10.2010: il Livello 2 del P.U.C. è stato completato ed inviato alla Regione Liguria per l'avvio della fase preliminare della Valutazione Ambientale Strategica ; è incorso di redazione il Livello 3.Il Livello 3 è stato definito per 7 municipi su 9: mancano i Municipi del Levante del Ponente in corso di redazione.Al 31.12.2010: il progettopreliminare del nuovo PUC è stato consegnato al Sindaco il 13 dicembre 2010 e definisce l'assetto delle infrastrutture per la mobilità cittadina e nelle sue relazioni con iComuni di cintura; le opzioni di sviluppo sostenibile della mobilità e l'orientamento all'utilizzo dei sistemi di trasporto pubblico, hanno determinato la riduzione delleprevisioni di nuove infrastrutture viarie rispetto alle previsioni (non attuate) del vigente PUC.- Collaborare al progetto per l'uso metropolitano della tratta ferroviaria Voltri-Terralba e Pontedecimo-Principe-Brignole con incremento delle fermate urbane.Responsabile: Pier Paolo Tomiolo Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Predisposto il testo definitivo dello schema di Intesa per il Piano Direttore e inviato alla Regione Liguria, Provincia di Genova e Ferrovie per sottoscrizione.In data 8 ottobre2010, con D.G.C. n. 359 è stato approvato, per quanto di competenza del Comune, lo Schema di Piano Direttore in attuazione del Protocollo di Intesa del 3 ottobre 2008relativo al portenziamento del sistema ferroviario di Genova e il riassetto urbanistico delle aree ferroviarie.87


- Coordinare la cantieristica stradaleResponsabile: Francesco Benghi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sulla base delle attività di programmazione, gestione, coordinamento e informatizzazione (sistema Monic@) già avviate con successo nell'anno 2009, a partire dagennaio sono stati monitarati i cantieri stradali con impatto rilevante sulla viabilità, i quali sono stati oggetto di specifici interventi tecnici di rettifica, miglioramento ovariazioni di cantieri su strada allo scopo di ridurre gli impatti negativi sulla viabilità cittadina (n" medio cantieri impattanti presenti sul territorio 180 al giorno). Il territoriointeressato ha riguardato il 25% circa dello sviluppo totale delle strade cittadine (1.100 km) e oltre 4.600 permessi di occupazione e rottura suolo. Il sistema informativo,via web, di monitoraggio cantieri in tempo reale (sistema Monic@) è stato sviluppato e ampliato in collaborazione con i Municipi, la Polizia Municipale, i Grandi Utenti, iSistemi Informativi. L'abbattimento degli impatti derivanti dalle occupazioni suolo cantierate ha migliorato la percezione di sicurezza e vivibilità del territorio. Approvatoprotocollo tecnico operativo per limitare gli impatti dei cantieri stradali con Grandi Utenti88


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 4 - LA CITTA' ACCESSIBILEPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE4.3.1 - CITTA' DIGITALE4.3 - Sviluppare la Città Digitale, infrastruttura immateriale per il futuro di GenovaTeresa SardanelliAndrea RanieriTeresa SardanelliCinzia Laura VigneriDirezione Innovazione, Marketing della Città, Turismo e Rapporti con UniversitàMotivazioni delle scelteSfruttare e valorizzare le opportunità offerte dalle nuove tecnologie informatiche e di telecomunicazioni al fine di mettere in pratica un nuovo tipo di comunicazione - diffusa,continua e partecipata - che consenta di facilitare i rapporti tra gli enti del territorio genovese, le imprese, i cittadini e le altre categorie che usano la "rete"Finalità da conseguire-Azioni Strategiche- Aumentare l'accessibilità al web tramite infrastrutture wireless (sistemi di comunicazione senza fili)Responsabile: Cinzia Laura Vigneri Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Apertura isole WiFi: n.2 Porto Antico e Caricamento con accesso ad Internet (in collaborazione con la Porto Antico SPA); installate nuove isole n.7 (DeFerrari - Matteotti- Villa Croce - Via Sestri - Stazione Principe - Stazione Marittima- P.za Montano) collegate alla Intranet per l'accesso al portale "Mobility Point" come previsto dal progettoEuropeo Wimove che le ha finanziate; impostata la Gara (DD, bando, comodato d'uso e allegati) assegnazione della gestione di queste 7 isole ad un Ente/Aziendaesterna, per l'apertura ad Internet; In via di installazione ed attivazione dell'isola WiFi presso la Biblioteca Bruschi, dove replicare l'esperienza positiva della Berio del2009, predisposta e presentata ai partner EU del progetto Winnovate la realizzazione di 3 isole WiFi (piazza della Raibetta, via S. Lorenzo e piazza S. Lorenzo),predisposti progetti per isole WiFi per il parco dell'Acquedotto Storico, progettazione parte multimedia dell'Urban Center (nuova isola WiFi intorno alla Loggia di Banchi) edelle aule per alfabetizzazione informatica del POR di Sanpierdarena.Per il collegamento ad Internet delle 7 isole WIFI del progetto WIMOVE, e l'apertura dell'Isola WIFIpresso la Biblioteca Bruschi, è opportuno attendere l'esito delle verifiche Ministeriali circa il quadro normativo ed i limiti eventuali circa la proprietà di isole WIFI degli EntiPubblici, che dovrebbero concludersi entro Febbraio89


- Facilitare l'accesso alle informazioni e favorire l'interattività da parte di cittadini, professionisti, turisti,ecc. anche con una regia unitaria dei siti della retecomunaleResponsabile: Cinzia Laura Vigneri Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010La home page del sito istituzionale dell'ente è stata rivisitata ed è disponibile il nuovo prototipo - In via di rivisitazione i principali portali turistico-culturali anche con ilcontributo del progetto Europeo WINNOVATE - è stato Pubblicato il Sito "Vivere Genova", che evolverà nel 2011 verso una vera "testata on line";- Sito delle manutenzionie grandi opere "Straordinaria Genova": in esercizio dal 31.5 - Portale specifico di un municipio: realizzato il portale del Medio Ponente - Rilascio nuovo portale musei:100%, nuovo portale urban center: stato avanzamento 100%- Siti internet "dedicati" (biennale): pubblicato a Settembre- Pubblicazione del sistema WEB 2.0 "percorsigeoreferenziati": pubblicato a Settembre. Realizzata la mappatura dei Siti dell'Ente ai fini della razionalizzazione degli stessi in coerenza con le linee guida ministeriali.- Consolidare il ruolo della Consulta della Città Digitale per analizzare i bisogni e ridurre gli ostacoli all'utilizzo delle nuove tecnologieResponsabile: Cinzia Laura Vigneri Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Consolidata la collaborazione con Università, anche attraverso la formalizzazione di un accordo di cooperazione con CSITA (Centro Servizi Informatici e Telematicidell'Universita di Genova) finalizzato in particolare a :a)«aumentare l'accessibilità al web tramite infrastruttute wireless (sistemi di comunicazione senza fili)»;b)«facilitarel'accesso alle informazioni e favorire l'interattività da parte di cittadini, professionisti, turisti, ecc., anche con una regia unitaria dei siti della rete comunale»; c) «consolidareil ruolo della Consulta della Città Digitale per analizzare i bisogni e ridurre gli ostacoli all'utilizzo delle nuove tecnologie» anche attraverso una collaborazione gratuita di untecnico qualificato CSITA; Attivate collaborazioni con alcune Partecipate (SPIM, AMIU, AMT, ASTER), che hanno contribuito al finanziamento finalizzato allapredisposizione di pagine / siti WEB; in via di formalizzazione la collaborazione con Porto Antico per la gestione dell'Isola WiFi; in corso collaborazioni con gli altri attoriinteressati alla diffusione del WiFi sul territorio Genovese (Associazione Cittadini Digitali; Associazioni di Categoria; Vallicom; Poste). Avviato il progetto del "Portale deiTeatri di Genova", in collaborazione con tutti i TEATRI genovesi. Prosegue la collaborazione con il Teatro Carlo Felice per la promozione dello stesso tramite i canali diSocialNetworking, ed è in via di formalizzazione l'accordo con Regione per la realizzazione e la gestione del nuovo Portale del Teatro.90


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 5 - LA CITTA' SOSTENIBILEPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE5.1.1 - PIANIFICAZIONE DELL'ASSETTO CITTADINO5.1 - Progettare la Genova del 2020 valorizzandone l'attività economica, produttiva, sociale e territoriale in unquadro di sostenibilità.Paolo TizzoniPaolo Pissarello; Sindaco Marta VincenziPaolo Tizzoni; Raffaele Gazzari; Roberto MangiardiPier Paolo Tomiolo; Raffaele Gazzari; Roberto MangiardiArea Gabinetto del Sindaco; Direzione Mobilità; Direzione Urban Lab, Sviluppo Urbanistico del TerritorioMotivazioni delle scelteOrientare le politiche urbanistiche del prossimo decennio alla ricerca di un nuovo senso della comunità genovese, sviluppando il nuovo Piano Urbanistico, destinato a governarele trasformazioni della Città sino al 2020 e per questo concepito per resistere all'invecchiamento, sia attraverso un'attenta valutazione degli effetti sull'ambiente che medianteuna struttura organizzata per selezionare gli argomenti che riguardano i rapporti tra Genova e l'Europa, l'assetto urbanistico della città nella sua globalità e quello dei singoliMunicipi per prepararsi ad essere il Piano della Città Metropolitana di Genova quando la riforma delle autonomie locali del 1990 sarà portata a compimento.Finalità da conseguire-Azioni Strategiche91


- Elaborare il nuovo Piano Urbanistico in una visione articolata per livelli territoriali, valorizzando le identità locali e assumendo la sostenibilità ambientalecome elemento di qualificazione del piano per perseguire i seguenti obiettivi: 1)Potenziamento delle infrastrutture di relazione nord-sud ed est-ovest 2)Promozione di un sistema produttivo innovativo, diversificato e sostenibile e valorizzazione della città come meta turistica 3)Rilancio delle politiche dellacasa e dei servizi alla persona 4)Trasformazione di Genova in una città metropolitana, multipolare ed integrata 5) Rafforzamento dell'intermodalità edell'utilizzo del trasporto pubblico 6) Riequilibrio funzionale attraverso la valorizzazione delle peculiarità locali 7) Valorizzazione architettonica, paesaggisticaed ambientale degli assi di attraversamento della città 8) Rafforzamento del rapporto con il mare 9) Riqualificazione degli spazi pubblici e del verde urbano edextraurbano 10)Rilancio del territorio agrario produttivo urbanoResponsabile: Pier Paolo Tomiolo Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Al 31.10.2010: il nuovo P.U.C. in corso di redazione attua le indicazioni dell'Azione strategica.Il nuovo P.U.C. in fase di redazione recepisce i progetti indicati.La Strutturadel Piano, già delineta nel Documento degli Obiettivi sottoposto al processo di partecipazione da settembre 2009 e già pubblicato sul sito di Urban Center ed attualmentesottoposto alla fase preliminare della V.A.S. presso la Regione Liguria, organizza i contenuti del nuovo Piano in tre livelli: quello delle relazioni internazionali, quello dellerelazioni sovracomunali e di città e quello delle relazioni locali (Municipi), nella prospettiva del decentramento delle attività di pianificazione urbanistica non strategiche alivello di città.In questo schema il tema delle infrastrutture di area vasta è collocato nel Primo Livello del Piano, con la finalità anche di assicurare la necessaria flessibilitànella fase di redazione dei progetti definitivi per evitare il ricorso a varianti al Piano.A fine dicembre 2010: il progetto preliminare del nuovo PUC è stato consegnato al Sindaco in data 13 dicembre 2010 ed attua tutte le indicazioni di obiettivo sopraspecificate.- Consolidare gli strumenti atti a misurare la compatibilità tra gli obiettivi del Piano della Mobilità (PUM) e gli interventi di pianificazione della città (PUC)Responsabile: Roberto Mangiardi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Gli strumenti tecnologici sono stati operativamente impiegati e inseriti all'interno del processo di progettazione degli interventi di regolazione del traffico, verifica ex antedegli effetti prodotti e analisi comparativa delle alternative progettuali.92


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 5 - LA CITTA' SOSTENIBILEPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE5.2.1 - Grandi Progetti Territoriali e Infrastrutturali5.2 - Aumentare la qualità urbana e la dotazione di servizi e infrastrutture nel centro storico e nei quartieri della cittàPetacchi FariniBruno Pastorino; Elisabetta Corda; Francesco Scidone; Giovanni Vassallo; Mario Margini; Paolo Pissarello;Simone Farello; Sindaco Marta VincenziAnnita Farini; Flavia Sartore; Laura PetacchiGiorgio Gatti; Luigi Picena; Silvia Capurro; Walter RupaltiDirezione Affari istituzionali per lo Sviluppo della Città Metropolitana; Direzione Nuove e Grandi Opere; DirezioneProgrammi di Riqualificazione Urbana e Politiche della Casa e del Lavoro; Settore Grandi Progetti diTrasformazione UrbanaMotivazioni delle scelteGenova deve crescere su se stessa salvaguardando e migliorando l'ambiente urbano e evitando di espandere ulteriormente l'urbanistica (linea verde); pertanto diventaprioritario il processo di rigenerazione urbana dei grandi compendi abbandonati o sottoutilizzati, insediando funzioni urbane e produttive qualificate ma evitando densitàeccessive o processi meramente speculativiFinalità da conseguire-Azioni Strategiche93


- Riqualificare il quartiere del Lagaccio dal punto di vista urbanistico, edilizio e di dotazione di serviziResponsabile: Annita Farini Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Strada di Via del Lagaccio - ampliamento. I lavori risultano ultimati in data 16/11/2010. Tuttavia a seguito degli eventi alluvionali di ottobre scorso e' crollata una porzionedel muro di cinta (per circa 30 metri) della Caserma Gavoglo situata a monte del tratto allargato. Sono state effettuate le prime operazioni di messa in sicurezza erisultano in corso trattative con il Demanio al fine di ampliare la carreggiata stradale nel tratto succitato in previsione dell' allargamento successivo.Allargamentomarciapiedi.Approvato progetto definitivo (GC 150/2010). Approvato progetto esecutivo (D.D. 2010/155.1.0/33). Gara eseguita, aggiudicazione lavori in corso. Bocciofila.Intervento ultimato nella sua essenzialità. Sono in corso di esecuzione anche alcune modeste opere nell'area destinata alla realizzazione dei campi da bocce.Palazzina exSati. L'acquisizione dell'immobile si è conclusa il 30 maggio 2010. Sono in corso studi anche di natura economico-finanziaria volti ad appurare la fattibilità di realizzarel'intervento senza ricorrere a nuovo indebitamento a carico dell'Ente.Risultano comunque in corso fasi della progettazione strutturale e sono stati affidati i sondaggi allaDitta Promogeo s.r.l. . Sono stati ripresi i contatti con l'Agenzia del Demanio per formulare una proposta di variante urbanistica condivisa, sulla scorta di una nuova bozzadi ipotesi elaborata dall'ufficio.( Dal 1 Ottobre 2010 Responsabile Paolo Tizzoni)- Realizzare un complesso polifunzionale per servizi nell'area dell'ex mercato di Corso SardegnaResponsabile: Annita Farini Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 23 del 20 aprile 2010 la Civica Amministrazione ha formulato il preventivo assenso per l'approvazione del ProgettoUrbanistico Operativo (PUO) avente valore di piano di recupero secondo la programmazione di PEG.Il progetto urbanistico è stato presentato in sede di Conferenza deiServizi Referente n. 17 del 21 maggio 2010 .A seguito della pubblicazione del progetto urbanistico il Municipio III Bassa Valbisagno ha reiterato il percorso partecipativofacendosi promotore di assemblee e riunioni per una valutazione del progetto, pervenendo ad un documento di osservazioni trasmesse dal Presidente con nota prot. gen.234165 del 5/7/2010. La Civica Amministrazione ha ritenuto opportuno dettare, con Deliberazione adottata dalla Giunta Comunale 322/2010 nella seduta del 09/09/2010,richieste di modifica sostanziale del progetto urbanistico operativo al Concessionario in accoglimento parziale delle osservazioni del Municipio.Il Concessionario non haancora proceduto alla revisione del progetto urbanistico, subordinandola ad un aggiornamento del piano economico finanziario dell'intervento che include l'acquisto daparte della Regione di alcuni locali da destinarsi a servizi sanitari, per cui non è possibile riavviare il procedimento per la definitiva approvazione del progetto urbanisticoed edilizio ed il conseguente avvio del cantiere.( Dal 1 Ottobre 2010 Responsabile Paolo Tizzoni)- Riqualificare il Quartiere Diamante di BegatoResponsabile: Annita Farini Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010E' stata esperita la gara di appalto per la manutenzione e messa a norma dell'autorimessa. E' stata redatta la proposta di gestione dell'autorimessa con la formula'Autogestione degli assegnatari'. ( Dal 1 Ottobre 2010 Responsabile Paolo Tizzoni)94


- Programmare i possibili scenari per la riconversione dell'ex area MiralanzaResponsabile: Annita Farini Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010A seguito del definitivo superamento della previsione relativa all "l'ospedale di vallata" di cui all'Accordo di Pianificazione Comune-Regione dell'aprile 2003, nel corso del2009-2010 il Comune ha partecipato al Consorso Internazionale Europan proponendo lo studio dei siti ricadenti nei settori urbani "ex Mira Lanza a Teglia" e "QuartiereDiamante-Begato9".Il 29 aprile 2010 si è svolto a Genova l'evento di chiusura nazionale del Consorso con la presentazione dei progetti vincitori e lo sviluppo di un primoworkshop in cui i risultati del concorso sono stati approfonditi. La proprietà ha inoltre ulteriormente approfondito una proposta di fattibilità definita "Approfondimento deicontenuti d'intesa procedimentale per lo studio e l'attuazione della riqualificazione urbana di una porzione della zona di teglia nell'ambito Valpolcevera detta ex MiraLanza" inoltrata dalla proprietà nel luglio 2010.Detta intesa, oltre i risultati del Concorso Europan, sono stati assunti dalla Giunta Comunale con deliberazione n"280 DEL30/07/2010, che ha altresì richiesto a Regione Liguria di addivenire ad un necessario aggiornamento delle previsioni del PTC-ACL eliminando la previsione dell'ospedaledi vallata sull'area in questione.Regione Liguria non ha ancora risposto all'istanza del Comune.( Dal 1 Ottobre 2010 Responsabile Paolo Tizzoni)- Riqualificare l'area della "Maddalena - Centro Storico" dal punto di vista urbanistico, economico e culturaleResponsabile: Annita Farini Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Progetto Integrato Maddalena: Intervento 1 Centro arti e Mestieri nel palazzo Ex Telecom: proseguiti i contatti con i proprietari per l'acquisizione bonaria e avviati isopralluoghi per diversa localizzazionedell'immobile. Intervento 2 Struttura per l'infanzia Spazio Gioco in Vico Rosa: approvazione progetto esecutivo. Emissione decretoregionale di concessione del contributo. Intervento 3 Laboratorio Sociale Maddalena: i lavori sono attualmente in corso. Intervento 4 Riqualificazione dei percorsi:effettuata l'aggiudicazione dei lavori e stipulato contrato di appalto. Intervento 5 - 'Gestione parcheggi e logistica': assegnato l'appalto. Intervento n.6 AmmodernamentoImpianto ascensori pubblici di Piazza Portello - approvazione progetto esecutivo e assegnazione appalto da parte di A.M.I. S.p.A.Premialità con deliberazione di GiuntaComunale n.209 in data 11.06.2010 sono stati individuati gli interventi ammissibili a finanziamento della premialità assegnata con deliberazione di Giunta Regionalen.302/2009. Con determinazione dirigenziale n.2010-210.0.0 21 in data 12.08.2010 è stato approvato lo schema di convenzione da stipularsi con A.R.R.ED. S.p.A. perattività di supporto operativo ai fini delladefinizione della fattibilità e sostenibilità tecnico economica degli interventi. Avviata la progettazione dell'incremento dei servizi delDistretto sociale in piazza Posta Vecchia.( Dal 1 Ottobre 2010 Responsabile Giorgio Gatti)- Realizzare un centro residenziale e di servizi nell'area dell'ex stabilimento Boero a MolassanaResponsabile: Annita Farini Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Il Progetto Operativo Urbanistico dell'area ex stabilimento Boero è stato approvato dalla Conferenza dei Servizi e il provvedimento finale è stato approvato conDeterminazione Dirigenziale n. 2010/118.18/81 del 23 dicembre 2010. ( Dal 1 Ottobre 2010 Responsabile Paolo Tizzoni)95


- Avviare i lavori di insediamento dell'università nell'Area ErzelliResponsabile: Annita Farini Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Il procedimento di approvazione del Progetto Unitario è stato avviato su istanza dell'Operatore con Conferenza dei Servizi in sede Referente n" 18 in data 4/12/2009.Allostato attuale sono pervenuti 14 pareri sui 16 richiesti. Dirimente è la mancanza dell'Autorizzazione Paesaggistica, in fase di rilascio previa necessaria acquisizione delparere della competente Soprintendenza per i Beni Paesaggistici.E altresì in fase di perfezionamento la bozza di convenzione attuativa costitutiva del PU che includealtresì la tempistica attuativa dell'intervento e delle relative opere di urbanizzazione.L'approvazione del Progetto Edilizio interverrà con intesa Stato-Regione su iniziativadell'Operatore in accordo con l'Università di Genova, procedimento non ancora avviato.Si presume che le attività di competenza comunale possano essere svolte nelprimo semestre del 2011; l'approvazione del progetto edilzio essendo di competenza della Conferenza Stato-Regione su iniziativa congiunta dell'Operatore e diUniversità, previa definizione di un contratto tra le parti, è estraneo alla programmazione delle attività comunali. ( Dal 1 Ottobre 2010 Responsabile Paolo Tizzoni)- Riqualificare l'area di Cornigliano dal punto di vista urbanistico, infrastrutturale, edilizio, commercialeResponsabile: Annita Farini Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010CineportoI lavori sono iniziati nel maggio 2009 e si sono conclusi nel gennaio 2010.Il costo è stato di di circa 680.000 euro per lavori, oltre alle spese tecniche per euro100.000 circa e agli allestimenti ed arredi per euro 70.000 circa, per un totale complessivo di circa 850.000 euro, a valere sulle risorse previste dall'Accordo diProgramma.Ultimati i lavori, nel febbraio 2010 l'immobile è stato consegnato alla Fondazione Genova-Liguria Film Commission mediante apposita convenzione.DistrettoAudiovideoL'intervento non ha comportato l'esecuzione di opere edilizie, in quanto consiste nell'insediamento a Villa Bombrini ( di proprietà della Società Per Cornigliano)sia degli uffici della Film Commission, sia di alcune imprese del settore audiovisivo.A dicembre 2010 le aziende presenti sono in numero di 19.Facciate degli edificiIl 28novembre 2009 è stato pubblicato il bando indirizzato ai proprietari degli edifici ricompresi nell'ambito territoriale del Programma.La scadenza originaria era il 1 marzo2010, poi prorogata al 19 marzo 2010.Sono state presentate 50 domande e ne sono state approvate 48, su un totale di 209 edifici potenzialmente coinvolti, per 72facciate su un totale di 301. In sostanza, il 25% degli edifici e delle facciate beneficiano del contributo (pari al 40% a fondo perduto della spesa ammissibile).L'importofinanziato dalla Società Per Cornigliano è di euro 3.151.608,44. Trattandosi del 40%, ciò significa che l'importo complessivo dei lavori e delle spese tecniche ammissibiliammonta a euro 7.879.021,10. Va peraltro tenuto presente che, talora, con l'occasione, i condomini decidono di eseguire anche altri lavori, non rientranti nel programmadi contributo (es. il tetto, l'impianto di acqua diretta, etc.). Si può quindi ragionevolmente stimare in circa 10 milioni di euro l'importo attivato dal programma.A dicembre2010 sono stati praticamente avviati tutti gli interventi.Area ex gasometri - verde pubblicoNell'aprile 2010 è stata approvata dal Comune - settore Ambiente (previaConferenza di servizi) il piano di caratterizzazione ambientale dell'area, a stralcio rispetto alle aree circostanti.Nel dicembre 2010 è stata presentata l'analisi di rischio, incorso di approvazione.Nel frattempo, è stato redatto un progetto preliminare relativo alla sistemazione a verde della superficie.( Dal 1 Ottobre 2010 Responsabile GiorgioGatti)96


- Riqualificare l'ambito territoriale di Prà sotto il profilo urbanistico e della dotazione di serviziResponsabile: Giorgio Gatti Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Progetto Integrato Prà: intervento 1 'parco lungo': a seguito dello svolgimento della procedura di gara europea è stata affidata la progettazione definitiva ed esecutiva , incorso progettazione definitiva.1.5 - piazza Sciesa: approvato il progetto esecutivo dell'intervento e predisposti documenti di gara. 3- Piazza del mercato a km 0: in corsopredisposizione progettazione definitiva, coordinata con insediamento della sede della polizia municipale nella vecchia stazione ferroviaria. 4- Parcheggio di interscambio:approvazione del progetto esecutivo, gara in corso. 4b: approdo nave - bus: verificata con Capitaneria localizzazione intervento e caratteristiche tecniche. 5: riassettoidrogeologico rio S. Pietro: conclusa la progettazione esecutiva. Si sono conclusi i lavori per la realizzazione della passeggiata di ponente e del chiosco (al rustico) diservizio al capolinea AMT. A Luglio 2010 si sono perfezionate le procedure per l'acquisizione e presa in consegna delle aree RFI dell'ex sedime ferroviario e sono statieseguiti lavori sulla massicciata ferroviaria per realizzare parcheggi a servizio dei residenti in vista della riqualificazione e pedonalizzazione di piazza Sciesa. E' stataapprovata la progettazione preliminare degli interventi compresi nella premialità: Parco di ponente - spazi di mare tra sport e natura - Prà-to-sport.- Riqualificare il quartiere di Molassana sotto il profilo urbanistico e della dotazione di servizi e attuare il "contratto di quartiere"Responsabile: Giorgio Gatti Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Progetto Integrato Molassana: 1,2,6- a seguito di gara è stata affidata la progettazione definitiva ed esecutiva per la realizzazione della strada in sponda destra delBisagno la pedonalizzazione di via Molassana, il parcheggio in struttura a monte del ponte Fleming. Consegnata la progettazione definitiva. 3- Piazza antistante il centrocivico: avviata la progettazione esecutiva. 4- Centro civico: approvata la variante per adeguamento antisismico. I lavori sono in corso. 5- Acquedotto storico: approvatoprogetto esecutivo: 7_ Riassetto idrogeologico torrente Geirato: approvato progetto esecutivo. I lavori per la realizzazione del parcheggio a raso a monte della confluenzatra via Emilia e via Piacenza proseguono. L'opera è strettamente connessa agli altri interventi del POR. A seguito della definizione dell'operazione di riqualificazionedell'area Boero, il programma è stato rimodulato con l'esclusione della riqualificazione delle vie Geirato e Bernardini e la tombinatura del rivo Ca' dei Rissi, che sarannorealizzate direttamente dall'operatore privato, e con la loro sostituzione con il centro civico di Molassana, già compreso nel Contratto di Quartiere, a sostegno della quotaobbligatoria del 20% di cofinanziamento comunale. Proseguono gli interventi compresi nel Contratto di Quartiere, in particolare la scuola materna e la mensa sono stateconsegnate a settembre ai Servizi Scolastici- Riqualificare il quartiere di Sampierdarena sotto il profilo urbanistico e della dotazione di serviziResponsabile: Giorgio Gatti Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Progetto Integrato Sampierdarena: 1 - Via Buranello: svolte procedure di gara e aggiudicati provvisoriamente i lavori. 2- Via Daste: aggiudicazione definitiva e stipulacontratto di appalto. 3- Via Cantore: lavori del 1" lotto in corso, sul secondo aggiudicazione definitiva dei lavori. 4- Incremento servizi palazzo del Municipio: svolte leprocedure di gara e aggiudicati i lavori. 5 - Ex biblioteca Gallino: approvazione progetto e indizione gara. 6 - Realizzazione asilo ex scuola Pellegrini: svolgimento gara eaggiudicazione provvisoria dell'appalto. 7- Ascensore villa Scassi: aggiudicata la progettazione per i lavori, siglato il contratto e iniziata la progettazione, sopralluogo conSoprintendenza per rivedere localizzazione e caratteristiche architettoniche.97


- Completare la riqualificazione urbana degli ambiti del Centro Storico del Carmine, Darsena, San Donato e GhettoResponsabile: Giorgio Gatti Periodo: 2010/2011Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010I Programmi di Riqualificazione Urbana del Carmine, della Darsena e di Porta Soprana, assieme al Contratto di Quartiere per il Ghetto, al POR della Maddalena e alProgramma Innovativo in ambito Urbano per la zona di Prè, rappresentano i progetti integrati in corso più rilevanti per il completamento del recupero urbanistico esocio-economico del Centro Storico.- Il PRU del Carmine ha visto nel primo semestre 2010 il completamento dei lavori di restauro del mercato del Carmine, l'avvio deilavori per la pedonalizzazione della piazza connessa al mercato (che termineranno entro l'anno), l'individuazione dei vicoli da ripavimentare utilizzando i residui deifinanziamenti PRU e del Programma Innovativo (piazza della Nunziata e piazza Santa Sabina, salita Negrone Durazzo). I lavori termineranno entro dicembre 2011. PRUDarsena: sono iniziati i lavori di pavimentazione della calata De Mari davanti al Museo del Mare e il completamento dell'illuminazione pubblica. PRU di Porta Soprana-SanDonato: sono stati appaltati i lavori dell'ultimo intervento previsto dal programma, la realizzazione della nuova scuola di piazza delle Erbe.Proseguono i lavori e le azionicomprese nel Contratto di Quartiere del Ghetto secondo il seguente stato di avanzamento: a) Casa della Giovane: recupero dell'edificio con realizzazione degli alloggidestinati a giovani madri, i lavori sono giunti all'80% delle previsioni; b) Ricomposizione volumetrica nell'isolato tra vico Cavigliere, vico Adorno e vico Croce Bianca, 50%dei lavori. c) per il recupero primario e secondario degli edifici privati che hanno aderito al Contratto di Quartiere sono stati liquidati circa il 45% dei finanziamenti assegnatiai 30 edifici ammessi a contributo a seguito di selezione pubblica. d) I lavori di riqualificazione dei percorsi del quartiere (sottoutenze comprese) hanno raggiuntol'80%dell'importo contrattuale, mentre per l'insediamento di alloggi sociali e scuola materna all'interno del complesso di San si è concluso il primo lotto e) sul fronte delleazioni sociali previste nel Contratto si segnala che la 'Casa di Quartiere' è stata assegnata in gestione e ha iniziato l'attività, che comprende numerose azioni di caratteresocio-educativo (alfabetizzazione, sportello per sostegno sociale, scuola di video), l''Ambulatorio polivalente' è stato assegnato nel maggio 2010 alla ASL in sinergia con ilservizio di sostegno sociale agli immigrati da parte di AFET in vico chiuso San Filippo; la gara per l'assegnazione della gestione del 'Quartiere degli Artisti' è stata banditaa fine luglio mentre per l'insediamento dell''Impresa Sociale' è stato pubblicato invito pubblico per offerta di locali .Per quanto riguarda il programma innovativo si èconclusa la riqualificazione di via Prè e salita S. Giovanni, portando a compimento il completo riassetto della parte dell'ambito situata al di sotto della via Prè. E' stataproposta al Ministero una rimodulazione del programma in utilizzo dello stralcio di alcuni interventi non più ritenuti eseguibili e delle economie, senza modificare nél'impostazione generale né il quadro economico complessivo.- Completare la riqualificazione urbana degli ambiti del Mirto in Bassa Val Bisagno e di Piazza Sopranis nel quartiere di San TeodoroResponsabile: Walter Rupalti Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Asilo nido PRU Mirto: intervenuta l'aggiudicazione definitiva dell'appalto alla Società Ligure Consortile con D.D. 2010-154.1 n. 17 del 7.6.2010. Progetto strutturalepervenuto in data 29.07.2010. il 15.11.2010 sono stati consegnati i lavori. - Palestra PRU Piazza Sopranis: conclusa la gara d'appalto con aggiudicazione provvisoria indata 29.7.2010 - aggiudicazione definitiva all'impresa Consorzio Stabile Pedron con D.D. 2010-154.3 n. 89 del 02.09.2010 consegnati i lavori il 11.10.2010, al 31 dicembre2010 lavori in corso.98


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 5 - LA CITTA' SOSTENIBILEPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE5.3.1 - VERDE E SPAZI URBANI5.3 - Migliorare la qualità e il grado di fruibilità del verde pubblico e degli spazi urbani in genereLaura PetacchiElisabetta Corda; Francesco Scidone; Franco Miceli; Giuseppina Montanari; Sindaco Marta VincenziGianfranco Delponte; Giovanna Santi; Laura Petacchi; Paolo TizzoniFrancesco Benghi; Ornella Risso; Pier Paolo Tomiolo; Piera Castagnacci; Stefano PinascoDirezione Ambiente, Igiene, Energia; Direzione Manutenzione Strade, Parchi, Verde, Litorale e Piani di Bacino; Direzione Politiche delle Entrate; Direzione Qualità Lavori su Spazi Pubblici Urbani; Direzione Urban Lab,Sviluppo Urbanistico del TerritorioMotivazioni delle scelteNecessità di incrementare quali-quantitativamente l'offerta di spazi aperti pubblici, con particolare riguardo alle aree verdi, mediante l'adeguamento e/o la modifica dellemodalità manutentive e di riqualificazione, l'individuazione e promozione di forme gestionali innovative per i grandi parchi urbani ed interconnesse con le realizzande attività diriqualificazione degli stessi, la prosecuzione ed affinamento del progetto di sponsorizzazione delle aree verdi comunali costituenti arredo urbano, la riqualificazione di ambientinaturali degradati tramite il reperimento e il successivo impiego di fondi nell'ambito dei progetti europei, il garantire un corretto uso del verde pubblico, anche al fine di limitare gliinterventi straordinari di manutenzione, mediante specifico regolamento del verde pubblico, l'analisi degli attuali consumi idrici e riorganizzazione degli impianti e modalitàd'irrigazione pubblica al fine di recuperare le necessarie risorse economiche. Migliorare la fruizione del suolo e degli spazi pubblici, anche sotto il profilo della sicurezza e deldecoro a vantaggio di tutta la cittadinanza, mediante azioni di coordinamento e programmazione dei cantieri e delle occupazioni dello stesso e contemporaneamente, diriduzione dei vari impatti provocati dall'attività cantieristica su stradaFinalità da conseguire-Azioni Strategiche99


- Riqualificare i grandi parchi urbani e le ville storicheResponsabile: Stefano Pinasco Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sono stati approvati i progetti definitivi inerenti il restauro e/o riqualificazione e/o valorizzazione de: il Laghetto di Villa Doria, il Parco delle Mura, il Planetario nonchèl'Acquedotto Storico; il progetto esecutivo di Villa Durazzo Pallavicini , Parchi di Nervi 1" lotto, Parco di Villetta Di Negro e del Parco Acquedotto Storico.Sono in corso diesecuzione i lavori di riqualificazione di Villa Rossi e di Villa Rosazza. Sono stati aggiudicati i lavori relativi ai Luoghi Colombiani Via XX Settembre 1" lotto. Nell'ambito delprogetto di valorizzazione e miglior utilizzo dei parchi e delle ville storiche cittadine è stato adottato specifico provvedimento che ha individuato un elenco di possibiliiniziative atte a migliorare la fruizione dei parchi stessi (celebrazioni di matrimoni civili ed eventuali svolgimenti del catering). Realizzata guida ai parchi storici.Attivata lacelebrazione di matrimoni con rito civile presso Castello d'Albertis previa approvazione di apposito provvedimento di Giunta e convenzione con la Società CooperativaSociale "Solidarietà e Lavoro - ONLUS"- Approvato il provvedimento di Giunta che individua anche i locali dello stadio Luigi Ferraris per la celebrazione di matrimoni conrito civile- Riqualificare e rendere fruibili spazi verdi degradatiResponsabile: Stefano Pinasco Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sono stati aggiudicati e consegnati i lavori di miglioramento del soprassuolo forestale delle aree gerbide e orto urbano innovativo del Quartiere di Begato e i lavori diriqualificazione di Corso Torino (tratto Via Trebisonda - Via Barabino); sono stati inoltre aggiudicati i lavori di riqualificazione di P.zza Paolo da Novi.- Migliorare la qualità del verde pubblico, anche tramite la sponsorizzazione delle aree verdi comunali, e garantirne un corretto utilizzoResponsabile: Stefano Pinasco Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Predisposto studio preliminare per la redazione del Piano del Verde Comunale. Approvato con delibera Consiglio Comunale n. 85 del 19.10.2010 il Regolamento delVerde. Perfezionata sponsorizzazione area verde Via Piave (pulizia, concimazione, scerbatura, raccolta foglie e irrigazione dell'aiuola), Area verde di P.zza Sturla eScalinata Milite Ignoto, detta delle Caravelle, ( pulizia straordinaria scalinata). Sono attive le seguenti sponsorizzazioni: Corso Italia-Corso Marconi, Piazza Petrella, Nuovarotatoria Bolzaneto, Villa Doria Spinola - Quarto, Piazza Alimonda, Piazza Ponchielli, Lungomare di Pegli, Piazza della Vittoria, Scalinata Milite Ignoto per un importocomplessivo pari a E 322.200,00.100


- Procedere all'attuazione dei 'Piccoli Progetti' di riqualificazione dei quartieri d'intesa con i Municipi.Responsabile: Pier Paolo Tomiolo Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010la Struttura del Piano è concepita per Livelli e il tema dei piccoli progetti è collocato nel Livello Locale, in prospettiva affidato alla gestione diretta dei Municipi; la finalità delrepertorio dei progetti è quella, da un lato di coordinare la redazione dei piani pluriennali ed annuali dei LL. PP; dall'altro quella di determinare gli interventi da fare oggettodelle Convenzioni per l'attuazione degli interventi previsti dal P.U.C. , finalizzando le relative risorse su un programma già stabilito e valutato di effettivo interesse pubblico.Al 31.12.2010 si confermano le indicazioni sullo stato di attuazione al 31 Ottobre 2010.Nel progetto Preliminare del nuovo P.U.C., consegnato al Sindaco in data 13dicembre 2010, è contenuto il riferimento normativo al tema dei "piccoli progetti", di cui all'art. 26, Discipline di Settore e limiti all'attività edilizia, sub punto 15) Progetti diInteresse dei Municipi (piccoli progetti) delle Norme di Piano.- Contrastare l'abusivismo pubblicitario anche a tutela dell'estetica cittadinaResponsabile: Piera Castagnacci Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Sono state irrogate n. 193 sanzioni per esposizione di mezzi pubblicitari senza la prescritta autorizzazione. L'importo di tali sanzioni è di euro 110.959,00. Sono statiemessi n. 168 Avvisi di liquidazione per recupero CIMP (Canone di installazione mezzi pubblicitari) per un importo di euro 1.359.935,00. Continuano le lavorazioni distraordinaria manutenzione, riparazione e riordino di impianti destinati al servizio delle pubbliche affissioni. E' stato assegnato il servizio di manutenzione degli impianti dipubblica affissione e rimozione degli impianti pubblicitari abusivi. Nel mese di dicembre si è proceduto ad un'azione mirata alla rimozione di manifesti e locandine abusivenelle principali vie del centro.- Coordinare le occupazioni di suolo pubblico, con particolare riguardo ai cantieri stradali, e il pronto interventoResponsabile: Francesco Benghi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Con D.G.C. n. 37 del 18 febbraio 2010 sono state approvate le linee guida e la sperimentazione per l'efficientizzazione del servizio di pronto intervento stradale gestito daA.S.Ter. In attuazione di questo provvedimento dal 1/3/2010 è stato attivato, con la collaborazione di Municipi, Polizia Municipale, A.S.Ter ed altre direzioni, ilconseguente nuovo sistema di controllo e di intervento sul territorio che ha già prodotto notevoli risultati in termini di riduzione della tempistica e di miglioramento dellemodalità di intervento: casi risolti entro le 72 ore oltre 90% (circa 3.700 dal 1 marzo al 31 dicembre). In esecuzione della D.G.C. n. 233 del 2009, è stato introdotto emesso a regime il nuovo sistema di 'Governance' delle occupazioni suolo a fini edili (ponteggi) con rilevanti risultati in termini di verifiche effettuate, individuazione disituazioni di irregolarità a livello tecnico e amministrativo (oltre il 33%) e conseguente recupero di entrate (per Cosap e sanzioni sono già stati introitati più di 770.000euro). Specifici interventi di controllo sono stati altresì attivati dalla Polizia Municipale.101


- Lotta al degrado: palazzi pulitiResponsabile: Ornella Risso Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Piano Straordinario di rimozione delle scritte e imbrattamenti ed il mantenimento del decoro nelle aree cittadine di maggiore interesse turistico e culturale (dalla stazionemarittima a piazza della vittoria + Spianata Castelletto): Sottoscritto Addendum al Contratto di Servizio con AMIU ; -Ultimate le procedure di gara da parte di AMIU-Affidato l'incarico alla ditta vincitrice - Avviato il 27/09/2010 il Piano Straordinario approvato con delibera di G.C. 102/2010:>> 6085 mq di superficie imbrattata ripulita>>408 interventi effettuati - avviata la fase di mantenimento con circa 1106 mq ripuliti per 79 interventi - Sottoscritto Protocollo d'Intesa con la Sopraintendenza in data07/07/2010 con il quale sono state concordate le modalità di intervento tecnicamente coerenti con il pregio degli immobili soggetti a vincolo. Perfezionati rapporti conCuria e Questura rispettivamente in data 06/07/2010 ed in data 15/07/2010. Sottoscritto Protocollo d'intesa con Università approvato con D.D. n.2010-245.0.0-6 del28/09/2010 in data 18/11/2010 con il quale sono state concordate le modalità di rimozione delle scritte e degli imbrattamenti presenti sui beni di proprietà dell'Università.Attività ordinaria: ripuliti 6.242 mq circa per complessivi 58 interventi102


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 5 - LA CITTA' SOSTENIBILEPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE5.4.1 - MOBILITA' E SISTEMI DI TRASPORTO PUBBLICO SOSTENIBILI5.4 - realizzare gli obiettivi del Piano Urbano della Mobilità secondo un approccio orientato alla mobilità sostenibileRoberto MangiardiPaolo Pissarello; Simone FarelloPaolo Tizzoni; Roberto MangiardiPier Paolo Tomiolo; Roberto MangiardiDirezione Mobilità; Direzione Urban Lab, Sviluppo Urbanistico del TerritorioMotivazioni delle scelteOrientare tutti gli interventi per garantire il diritto alla mobilità sostenibileFinalità da conseguire-Azioni Strategiche- Incentivare l'utilizzo del trasporto pubblico localeResponsabile: Roberto Mangiardi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010A seguito dell'esame dei Municipi competenti, è in fase di progettazione l'estensione dell'area blu in bassa e media valbisagno. L'implementazione dell'intervento èprevista nel primo semestre del 2011. Occorreranno in ogni caso ulteriori confronti con i due Municipi interessati. E' stata approvata la Delibera di COnsiglio COmunalerelativa alla nuova politica tariffaria della sosta con la quale: -il territorio comunale è stato diviso in quattro fasce, corrispondenti a diversi valori di tariffazione: -è stataapprovata la nuova regolamentazione per il rilascio degli abbonamenti annuali per residenti in Blu Area, introducendo il criterio di nucleo familiare; si è stabilito che tutte lenuove convenzioni o quelle oggetto di futuro rinnovo tra la Civica Amministrazione ed i gestori privati di parcheggi dovranno adeguarsi ai limiti imposti dal nuovo pianotariffario: -si è dato mandato per la definizione di un piano di sperimentazione di tariffazione della sosta per i veicoli a due ruote; -si è dato mandato di avviare una politicadi agevolazione tariffaria della disciplina dell'interscambio prevedendo la gratuità della sosta per i possessori di abbonamenti annuali AMT. A seguito di tale provvedimentodi indirizzo, è in preparazione la revisione puntuale dell'intero piano tariffario, che si prevede sarà approvato entro la metà del mese di febbraio 2011.103


- Pianificare il sistema dei parcheggi in struttura e d'interscambioResponsabile: Pier Paolo Tomiolo Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Si tratta di un tema che è coordinato anche nel nuovo P.U.C., specie in relazione al sistema delle nuove stazioni previste con l'Intesa da sottoscriversi con le F.S. perl'attuazione del Piano Direttore delle dismissioni e delle valorizzazioni delle aree non più necessarie all'esercizio ferroviario.Con D.G.C n. 359 dell'8 ottobre 2010 è statoapprovato lo Schema del Piano Direttore. Il Progetto preliminare del nuovo PUC consegnato al Sindaco in data 13 dicembre 2010, contiene le indicazioni relative alSistema dei parcheggi in struttura e di interscambio nella Struttura del Piano, Livello Urbano di Città (Livello 2).- Incentivare le tipologie di trasporto a minore impatto ambientaleResponsabile: Roberto Mangiardi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010E' stato completato il tratto di percorso ciclopedonale tra Principe e Caricamento. E' stata altresì completata la realizzazione di un tratto di eprcorso ciclopedonale incorrispondenza di V.le Brigate Partigiane, nell'ambito dei lavori di rifacimento della copertura del torrente Bisagno.- Ridurre l'impatto del traffico privato e delle merciResponsabile: Roberto Mangiardi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Le procedure di gara per l'affidamento della fornitura di un sistema di gestione degli stalli merci liberi all'interno del centro storico sono giunte a conclusione, conl'affidamento della fornitura a TELECOM ITALIA SPA.- Rendere più fluido lo scorrimento veicolareResponsabile: Roberto Mangiardi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Il progetto preliminare relativo alla progettazione definitiva della sopraelevazione della piattaforma stradale nelle immediate vicinanze dei plessi scolastici nei seguenti siti:via Dottesio,via Cristofoli, Piazza Pallavicini è stato trasmesso ad Aster che curerà la progettazione stessa da sottoporre per l'approvazione ed il relativo finanziamentoalla Commissione Abbattimento Barriere Architettoniche.104


4.2 CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMIPROGRAMMA: 5 - LA CITTA' SOSTENIBILEPROGETTOOBIETTIVO STRATEGICORESPONSABILE DI PROGETTOASSESSORI DI RIFERIMENTOCOORDINATORI AREA COINVOLTIDIRETTORI E RESPONSABILI UO/UP COINVOLTISTRUTTURE COINVOLTE5.5.1 - POLITICHE AMBIENTALI5.5 - Migliorare le condizioni di vivibilità del territorio e sviluppare politiche energetiche in un'ottica di sostenibilitàambientalePaolo TizzoniCarlo Senesi; Giuseppina MontanariLaura Petacchi; Paolo TizzoniOrnella Risso; Roberto Tedeschi; Stefano PinascoDirezione Ambiente, Igiene, Energia; Direzione Manutenzione Strade, Parchi, Verde, Litorale e Piani di Bacino; Direzione Patrimonio Demanio e SportMotivazioni delle scelteFavorire e sviluppare la raccolta differenziata e la riduzione dei rifiuti urbani nel'ottica dell'ecosostenibilità - Migliorare le condizioni di vivibilità del territorio riducendo i fattoriinquinanti - Garantire il benessere degli animali -Finalità da conseguire-Azioni Strategiche- Sviluppare fonti energetiche ecosostenibili e rinnovabili, ridurre le emissioni inquinanti e aumentare il risparmio energetico in attuazione del Patto deiSindaci, anche tramite elaborazione di piani (Piano di Azione per l'Energia Sostenibile - Piano Energetico Comunale)Responsabile: Ornella Risso Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Finanziata la realizzazione di n. 9 impianti solari termici su impianti sportivi; Avviati alla realizzazione n. 7 impianti solari fotovoltaici in parte co-finanziati dalla RegioneLiguria a seguito partecipazione a bando di finanziamento; Avviato alla realizzazione impianto solare termico su civico canile; Approvata dal Consiglio delibera peracquisizione quote dell'Agenzia Regionale per l'Energia (ARE), al fine di avvalersi della consulenza dell'Agenzia anche mediante affidamenti diretti ed attivare una sinergiacon le politiche energetiche regionali. Approvato dal Consiglio comunale e presentato alla Comunità Europea il Piano di Azione per Sviluppo Energia Sostenibile: definitele caratteristiche tecnico/funziali del database per il monitoraggio dei consumi energetici degli edifici comunali.105


- Realizzare il nuovo impianto per il trattamento della frazione umidaResponsabile: Ornella Risso Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Concluso lo studio valutativo sulla scelta del sistema di trattamento più idoneo della frazione umida: previsto il potenziamento dell'impianto esistente mediante strutturemobili per il trattamento di maggiori quantità di fraziane umida - acquisiti da AMIU n. 2 impianti mobili di trattamento. Partecipazione alla commissione provinciale istituitaper la scelta e localizzazione impianti per il recupero frazione umida.- Portare la raccolta differenziata oltre il 45% e ridurre la produzione dei rifiuti (Piano Riduzione dei Rifiuti)Responsabile: Ornella Risso Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Estesa la raccolta differenziata della frazione umida a circa 100.000 cittadini con incremento del 6%, rispetto al 2009, della quota di raccolta differenziata (circa 30%- datostimato mese dicembre 2010). Elaborato e approvato il Piano Comunale per la riduzione dei rifiuti; Scaduto termine presentazione offerte per la progettazionedell'impianto finale di trattamento dei rifiuti; In corso il progetto di compostaggio domestico con fornitura di compostiere a titolo gratuito (consegnate n. 1550 compostiere)ed organizzati i corsi di compostaggio gratuiti.- Sviluppare una politica energetica complessiva aggregando e riorganizzando strutture e risorseResponsabile: Ornella Risso Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Stipulata convenzione con ARE per supporto alla redazione del Piano di Azione per lo sviluppo di energia sostenibile; Potenziamento supporto specialistico delLaboratorio Territoriale per l'Educazione Ambientale nella divulgazione e sensibilizzazione delle tematiche ambientali finalizzato ad un miglior coordinamento delleiniziative in campo ambientale e attivazione sportello informativo per la decrescita. Approvate dalla G.C. le' azioni per la riduzione dei gas serra: interventi per lo sviluppodelle fonti rinnovabili e per il risanamento della qualita' dell'aria'106


- Favorire l'utilizzo di combustibili a basso impatto ambientale negli immobili di proprietà comunaleResponsabile: Roberto Tedeschi Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Si è proseguito, sulla scorta del lavoro già avviato nel 2009, alla sostituzione di impianti termici a gasolio o a olio combustibile con impianti a metano sino all'esaurimentodei fondi disponibili nel contratto Comune/CAE Calore, il che ha permesso di abbattere notevolmente l'emissione di CO2. E' stato predisposto un quadro riassuntivo,nell'ambito della documentazione fornita dalla scrivente Direzione per il patto dei Sindaci, dal quale si evince che sono stati trasformati 56 impianti da oliocombustibile/gasolio a metano con un totale Kw trasformati pari a 38.444,94 e con una riduzione media di CO2/Kw ora (emissioni di scarico) del 31,37%.E' statarealizzata la metanizzazione dell'impianto scolastico di via Burlando 48 e ed è stato completato il rifacimento della centrale termica a Palazzo di Giustizia che è entrata infunzione l'1/11/2010.- Migliorare la qualità delle acque interne e costiere: completare la rete fognaria lungo le vallate e rendere efficace il sistema di depurazioneResponsabile: Stefano Pinasco Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Messa in funzione impianto di depurazione acque reflue di Ge-Quinto con contestuale regolarizzazione amministrativa dello scarico a mare dei reflui trattati. Avvenutaaggiudicazione definitiva appalto dei lavori di realizzazione dell'impianto di depurazione intercomunale a servizio dei comuni di Arenzano, Cogoleto e Genova Vesima.Predisposto aggiornamento definitivo dello studio di prefattibilità del Sistema di Depurazione dell'Area Centrale Genovese interessante le aree ex ILVA di cui all'Accordodi Programma 29.11.99. Approvato l'elenco annuale 2010 del programma pluriennale degli interventi ATO-Acqua Provincia di Genova ed avvio dei singoli appalti tramiteMediterranea delle Acque. Predisposti gli atti di responsabilità del Comune necessari alla stipula dell'Accordo di Programma regolante la cessione al Comune dei sedimiinteressati dal progetto del nuovo depuratore fognario.- Attuare politiche per il miglioramento e il benessere animale ed il contenimento delle specie criticheResponsabile: Ornella Risso Periodo: 2010/2011/2012Stato di Attuazione al 31 Dicembre 2010Approvato lo schema di Regolamento per la Tutela ed il Benessere degli Animali e concluse le consultazioni con i soggetti interessati; Conclusi gli interventi disterilizzazione dei felini urbani liberi con contestuale inserimento di microchip sottocutaneo per il successivo riconoscimento degli esemplari. In corso di esecuzioneinterventi di controllo delle specie critiche e derattizzazione su tutto il territorio comunale mediante posizionamento di erogatori di esche topicide (rat-box)COERENZA CON PIANO REGIONALE DISETTOREPIANO ENERGETICO REGIONALE - PIANO RIFIUTI REGIONALE - PIANO REGIONALE RISANAMENTO ARIA107

More magazines by this user
Similar magazines