tutti pazzi per carmen - Ilmese.it

ilmese.it

tutti pazzi per carmen - Ilmese.it

€ 0,50Poste italiane Spedizione in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, DCB ParmaB0640210tuttipazzi percarmenLa Consoli a Reggio con un doppio concerto:l’11 al Valli, il 12 e il 13 al Fuori Orario.E in teatro il 19 arrivano anche gli AfterhoursARTEInaugura aPalazzo Magnanila mostra diMario Raciti,pittore dell’ignotodanzaCon Bill T. Jonese Aterballettosi chiudela stagionedi danzacinemaMaratonaLars von Trieral Rosebud. Noveore ne “Il Regno”dell’horror


Concessionaria BMW e MINIParma MotorsParma - Fidenza


Il mese di Reggio Emilia n°68Aut. Tribunale di Parma n°15del 03/05/2004ISSN 1827-5966euro 0,50Direttore responsabileSimone Simonazzisimonazzi@edicta.netArt directorPietro Spagnulospagnulo@edicta.netRedazione e coordinamentoErika Varesivaresi@edicta.netHanno collaboratoValentina Bagarelli, EleonoraBellomi, Anna Bennicelli,Matteo Bianchi, ChiaraCaccialupi, Francesca Costi,Eugenio Fedolfi, GiuseppeLabellarte, Tommaso Landini,Valentina Mangia, GenzianaRazzini, Greta Ronchetti,Cecilia Salvini, Cecilia Vecchi,Alberto ZanettiPer informazioni e contattiRedazione de Il Mese diReggio Emilia c/o l’editore:Edicta p.s.c.via Torrente Termina 3/b43100 PARMAn. iscrizione ROC: 9980Tel. 0521251848Fax 0521907857e-mail:mesereggio@edicta.netwww.ilmese.itPer la pubblicitàTel. 0521 921755 - 921346Tiratura 8.000 copiei n . s o m m a r i oin sommarioprimopianop.04 I due volti di Carmen /Anche gli Aferhours a Teatrop.06 Vi presento Bill T. Jonesmusicap.08 Mozart legge Omerop.10 Classico per giovani talentip.11 Staier suona Bach / Live nei localip.12 Con Mingus a tutto jazzartep.13 PM svela Mario Racitip.14 Nostalgia a 8mmp.15 Risonanze dal Maurizianop. 16 Calendario eventil’intervistap.19 Mauro Sarzi: il fascino della marionettacinemap.20 Maratona Lars von Trierp.22 Vittime si raccontanop.23 Dalla cucina alla... lunateatrop.24 Godot, l’arte dell’aspettarep.25 Quel giullare di Paolo Rossip.26 Due donne sulla scena del Boiardoincontri&letteraturap.27 Il paesaggio che danzap.28 Metti un giorno al Museop.29 Il Protocollo di Lucarelli e Bolognesifuoriprovinciap.30 Parma: i concerti della Filarmonica Toscaniniil Mese Reggio magazine lo troviIn tutte le edicole di Reggio Emilia e provincia,e distribuito gratuitamente:- in cittàBiblioteca Panizzi, Biblioteca Rosta Nuova,Biblioteca San Pellegrino, Biblioteca SantaCroce, Circoscrizione 7, InformagiovaniComune, IAT Reggio Emilia, InformacomuneOspizio, Informacomune Pieve, La Gabella divia Roma, Palazzo Magnani, Comune - AssessoratoCultura, Officina delle Arti, SpazioGerra, Teatro Valli, Biblioteca UniversitàScienze della Comunicazione, Cinema Olimpia,Cinema Rosebud, Cinema Al Corso,Cinema Cristallo/Circolo Daunbailò, Arciprovinciale (sede), Camera di Commercio,Tosi Dischi, Disco Planet, Cin Cin Bar- nel punto vendita Lino’s Coffee Shop pressoI Petali del Giglio- in provinciaScandiano (Comune, Biblioteca, CinemaTeatro Boiardo), Poviglio (Comune e Biblioteca),Montecchio (Comune e Biblioteca),Carpi (IAT)Ritaglia il coupon,consegnalo alla tua edicolae ritira la tua copia gratuita


di matteo bianchiI due voltidi CarmenE’ iniziata la realizzazione del grande “affresco” dell’artista americano nellaBiblioteca Panizzi. Dal 22 giugno il cantiere sarà aperto al pubblicoCambia il contesto, cambiano gliingredienti musicali, cambiano lesonorità, ma, come in una dellepiù semplici proprietà matematiche, ilrisultato non cambia. Carmen Consoliarriva a Reggio Emilia con un doppio live,un originale modalità di proporsi in tour,che toccherà prima gli ori e i velluti delTeatro Valli e poi il palco fumoso del FuoriOrario, dove la cantantessa è ormai unavecchia conoscenza, per un’intensa duegiorni organizzata da Arci in collaborazionecon Fondazione I Teatri. Il prossimo11 marzo, dunque, l’artista sicilianasarà al Valli nell’ambito della rassegna“Canzone d’autore” per proporre il suorepertorio più elettro-acustico, ricco disuggestioni poetiche ed intimiste. Neglianni, la Consoli ha seguito un percorsoche l’ha portata a contaminare sempredi più il suo pop d’autorefortemente influenzatodal rock d’oltreoceano(un sound che negli anniNovanta ha sprigionatola sua onda d’urto dalsuo principale epicentro:Seattle) con le passioni ela sensibilità di una musicistacresciuta a Catania,dove gli echi europeiincontrano la tradizionemediterranea, i suoni delmedio oriente, dell’Africa(al Valli la Consoli “duetterà”in video con AngeliqueKidjio), il folklore delleradici siciliane (come sipuò ascoltare nell’ultimoalbum del 2009, “Elettra”)e, naturalmente, la poesia.La Cantantessa è fin dai suoi esordi unadelle penne più felici e meno scontatedell’italico panorama musicale, una sensibilitàtutta femminile, diretta, puntata suisentimenti, l’amore, l’amicizia, i drammidell’esistenza e del mondo. Ecco perchéil teatro è il luogo ideale per accoglierel’anima più acustica ed intimista di CarmenConsoli, che si ripeterà nelle duesere successive al Fuori Orario, per nonfar dimenticare la vena rock che l’ha fattaINTERVISTATAA tu per tu...conoscere al grande pubblico, con i suoipiù grandi successi suonati a tutto volumea colpi di Fender Jaguar, accompagnatadalla sua band elettrificata.Il costo dei biglietti per il concerto del Valliè di 46 euro per la platea, 34,50 per ipalchi e 23 euro per la galleria (compresidiritti di prevendita), mentre l’ingressoal Fuori Orario è di 20 euro (prevenditaesclusa). Ma non finisce qui: per rendereancora più interessante questa sorta diviaggio nel mondo dell’artista siciliana,la mattina del 12 marzo Carmen Consoliincontrerà gli studenti reggiani perrispondere alle loro domande (l’incontroè libero e gratuito, in luogo ancora dadestinarsi).La Cantantessa ha voglia di raccontarsi...l’artista catanese sarà intervistatail 12 marzo a mezzogiornonella sala grande del Teatro Valli daEnrico De Angelis, direttore artisticodel Premio Tenco, annuale vetrinaper talenti musicali e cantautori dicasa nostra. Sarà una chiacchierataa 360 gradi, in cui la Consoli non sisottrarrà alle domande su musica,poesia, passato, presente e futurodi un’artista che ama affrontarenella propria musica vicende privatee temi sociali.Info: www.arcire.itwww.iteatri.re.itIn primo piano CarmenConsoli; nella pagina afianco gli AfterhoursDoppio appuntamentocon la Consoli: l’11marzo al Teatro Valli perla rassegna dedicata allamusica d’autore con unset elettro-acustico e il12 e 13 al Fuori Orarioper un concerto rock atutto volume[04] - il mese marzo \2010


p r i m o p i a n oSU DISCOElettraCarmen ConsoliMadkid, 2009Il settimoalbum dellacantantessaarriva a treanni da “Evacontro Eva”.10 tracce trafolk, rock, tradizione mediterraneae suoni mediorientali.In “Marie ti amo”, laConsoli duetta con FrancoBattiato.I milanesi...AfterhoursUniversal, 2008L’ultima faticain studio dellaband di ManuelAgnellirisale a dueanni fa. Ne “Imilanesi ammazzanoil sabato” spiccanole collaborazioni di Greg Dulli,Cesare Malfatti e BrianRitchie, ex voce dei ViolentFemmes.HorsesPatty SmithArista, 1975Tr ovare unpunto di congiunzionemusicaletra CarmenConsolie Afterhoursnon è cosafacile, ma ci proviamo proponendovi“Horses”, albumd’esordio della sacerdotessadel rock alternativo. Troppoardito?Afterhours, il rock va a TeatroAnche la band di Manuel Agnelli il 19 al Valli per “Canzone d’autore”Foto Afterhours di Roberta AccettulliAl di là del fatto che siano o non sianogli alfieri del rock alternativo (qualunquecosa significhi), da almeno vent’anni gli Afterhoursrappresentano il rock di qualità inItalia ed il rock italiano all’estero. Alternandol’uso della lingua inglese all’italiano, le canzonidi Manuel Agnelli si possono ben dire “d’autore”,per l’indubbio spessore delle liriche, oltreche per l’indiscusso valore musicale (Agnelli,tra l’altro, è diventato autore per Mina).Ecco, allora, che dopo Carmen Consoli, larassegna “Canzone d’autore” al Teatro Vallipropone un altro grande appuntamento conospiti che da sempre fondono ricerca liricae sonorità rock: il 19 marzo toccherà allaband milanese portare sul palco del Valliuno spettacolo teatrale lontano dal consuetofurore elettrico. è lo stesso Manuel Agnellia spiegare che “Il Teatro degli Afterhours”(questo il titolo dello spettacolo) è “un tour inun contesto anomalo nel quale saranno presentiingredienti del tutto diversidal solito. Non sarà un tour piùquieto in quanto acustico. Anzi,sarà un mix completo tra canzoni,letteratura e teatro”.La band, che ha pubblicato il suoultimo album “I milanesi uccidonoil sabato” nel 2008, non saràsola sul palco: “Ci saranno moltiospiti – prosegue Agnelli – provenientidai più svariati ambiti,anche se l’ossatura del progettosarà, naturalmente, la musicadegli Afterhours”. Messi sottoaccusa da una parte della criticamusicale per la scelta dipartecipare all’edizione 2009del Festival di San Remo, gli Afterhoursrestano una delle realtà più significative delpanorama nazionale, che ha ben poco di“nazionale”, visti i continuiriscontri internazionali.Questo spettacolo-eventooffrirà la possibilità divedere la band sotto unanuova luce. In ogni caso,sarà la sola occasione divedere Manuel Agnelli ecompagni dal vivo finoall’estate 2010.In conclusione anticipiamoche al termine de “IlTeatro degli Aferhours”è previsto un misterioso“Aftershow” sul quale, almomento, aleggia un’auradi mistero. Un motivoin più per non mancare.la rassegna.Canzone d’autore è larassegna di Arci ReggioEmilia in collaborazionecon Fondazione I Teatrinata per portare sui palcoscenicittadini il megliodella canzone italiana.Nel corso degli anni larassegna ha ospitatonomi come Paolo Conte,Ivano Fossati, RobertoVecchioni, Lucio Dalla,C.S.I., Vinicio Capossela.Nellaretewww.carmenconsoli.it/it.wikipedia.org/wiki/Carmen_Consoliwww.myspace.com/cantantessawww.afterhours.it/www.myspace.com/weareafterhoursprimopiano


musicadi william frattiIdomeneo, re di Creta, il capolavoro di Mozartal Teatro Valli il 26 e 28 marzo per la regia diDavide Livermore. A dirigere l’Orchestra il giovanedirettore Michele Mariotti: “Un’opera intrisa diumanità e attraversata da sentimenti violenti”Il nuovo allestimento di Idomeneo,capolavoro indiscusso del genio di WolfgangAmadeus Mozart, coprodottodal Teatro Regio di Torino e dal TeatroComunale di Bologna in collaborazionecon I Teatri di Reggio Emilia, TeatroComunale di Modena, Teatro Comunaledi Ferrara e Teatro Dante Alighieri diRavenna, il 26 e 28 marzo approdasul palcoscenico del Teatro Valli. Lospettacolo firmato da Davide Livermore,con scene di Santi Centineo, costumi diGiusi Giustino e disegno luci di AndreaAnfossi, si avvale della partecipazione dialcuni interpreti provenienti dalla Scuoladell’Opera del capoluogo emiliano e saràdiretto dall’esperta bacchetta di MicheleMariotti, direttore principale del TeatroComunale di Bologna.“È un’opera emotivamente molto violenta– ci ha detto il giovane direttore urbinate– poiché parla dei sentimenti umani, dellerelazioni e degli affetti. Ogni personaggioè guidato da un amore vissuto in ciascunadelle sue sfaccettature, dalle premurepaterne di Idomeneo verso il figlio, allapurezza che unisce Ilia a Idamante, passandoattraverso la passione e la gelosiadi Elettra, inasprita dall’arrivismo che laspinge a voler diventare la nuova regina diArgo e sposa del principe cretese. Tuttala vicenda è intrisa di umanità, di orgoglioe di amore verso la patria e le proprieorigini ed è necessario esprimere questeemozioni attraverso delle scelte dinamichee dei cambi di colore, altrimenti sicorre il rischio che l’opera si fossilizzi, chediventi fredda e poco concreta, mentre iocercherò di non lasciare che resti chiusain una sfera di astrazione”.Titolo poco rappresentato fino al secondodopoguerra, Idomeneo è un primoesempio del lavoro del compositore salisburgheseverso il realismo psicologico,fulcro delle sue successive opere migliori.“C’è una notevole differenza di caratteretra i vari numeri musicali – prosegue ilMaestro Mariotti – soprattutto nei cori,durante i quali si respira una forte atmosferadi tragicità. Al contrario nelle arieMozart legge Omin cartelloneLa Vera Costanzail 3 e 5 marzoSempre al Teatro Valli il3 e 5 marzo va in scena ildramma giocoso La VeraCostanza del compositoreaustriaco Haydn vero gioiello,purtroppo poco rappresentato.Lo spettacolo,coprodotto da Teatro Realdi Madrid, Teatro Comunaledi Treviso, Ópera di St.Etienne, Opéra Royal deWallonie di Liegi, Ópera deRouen Haute-Normandie,Teatro Nacionalde Sofía, I Teatridi Reggio Emilia,è firmato da ElioDe Capitani, conscene di CarloSala, costumi diFerdinando Brunie la direzionedi José AntonioMontano sul podiodell’Orquesta-Escuela de la Sinfonicade Madrid. “È un’operatutta da scoprire, musicalmentedeliziosa, apparentementeconfusanello svolgimentodrammaturgico,ma ricca di inflessioniprotoromantiche,dove alcuniruoli sembranoscritti in manierapiù modernarispetto all’epocadella sua composizione”così FedericaCarnevale, una dellevincitrici del Concorso TodiDal Monte, dal quale è partitala scelta di rappresentarel’opera haydiana, nelbicentenario della morte,descrive la recita.A dirigere l’Orquesta-Escuela de la Sinfónicade Madrid il Direttore JoséAntonio Montaño.Un nuovo allestimento chepermetterà di scoprire eapprezzare le opere delcompositore nessuna adoggi entrata stabilmentenei repertori favoriti deiteatri.Info: www.iteatri.re.it[08] - il mese marzo \2010


occorre operare delle scelte, mettendoin evidenza l’eterogeneità delle situazionie del temperamento dei singoli personaggi,senza voler scurire i valori musicalidi Mozart, che possiedono sempre unaaspetto quasi celestiale”.A dar voce alle tragiche vicende cretesi,successive alla guerra di Troia, saranno iltenore americano Jason Collins nel ruolodel protagonista, il giovane mezzosopranopiacentino Giuseppina Bridelli nei pannidi Idamante, oltre al soprano bologneseArianna Ballotta, il soprano ascolanoValentina Corradetti e il soprano rumenoCristina Antoaneta Pasaroiu.Info: www.iteatri.re.ittel. 0522 458854In apertura Michele Mariotti, a destra lalocandina dell’IdomeneoeroLA TRAMAAmori, oracoli e rel’incontroIdomeneo, re di Creta è un opera compostada Mozart nel 1780 su libretto di GiambattistaVaresco e rappresentato per la primavolta al teatro di corte di Monaco nel 1781.Suddivisa in tre atti l’opera si apre dopo lacaduta di Troia; Idomeneo, in viaggio di ritornoa Creta colpito da una tempesta fa votoa Nettuno di sacrificargli il primo uomo cheincontrerà a terra. Nel frattempo a Creta Idamante,il figlio di Idomeneo, si trova al centrodella contesa tra l’amata Ilia, figlia di Priamo esua prigioniera di guerra, e Elettra, rifugiata aCreta e innamorata di lui. Il primo atto si chiudecon la fuga del protagonista dopo l’incontro.Michele Mariotti,dopoil successo del Nabuccodel 2008, torna aReggio con questo nuovospettacolo, l’Idomeneo diMozart. Giovane talentocapace di portare avantiuno stile d’interpretazionefresco, ma legatoalle tradizioni più insignidell’opera italiana, Mariottiincontrerà il pubblicogiovedì 25 marzo alleore 18.30 nel Ridottodel Teatro MunicipaleValli, in conversazionecon Oreste Bossini.BIGLIETTIPrima rappresentazionePlatea euro 40,00Posto palco I-II-III ord. centr. euro40,00Posto palco I-II-III ord. lat. euro30,00Posto palco IV ordine euro 25,00Galleria euro 20,00Seconda rappresentazionePlatea euro 35,00Posto palco I-II-III ord. centr. euro35,00Posto palco I-II-III ord. lat. euro28,00Posto palco IV ordine euro 23,00Galleria euro 15,00Under 18 in palchi III ordinelaterale - IV ordine e galleria euro5 fino ad esaurimento postiUnder 25 sconto 30% sul costodell’intero; over 65 sconto 15%con il figlio, primouomo incontratosullaspiaggia. Nelsecondo attoIdomeneo cercadi sottrarreIdamanteal tragico votoma Nettuno scatena una nuova tempesta edun mostro marino contro Creta i cui abitantispaventati si rifugiano dentro Sidone. Il finalesviluppato sui vari intrecci troverà soluzionecon un’incoronazione, tra cori e danze.L’OPERAIDOMENEO, RE DI CRETADramma per musica in tre attimusica di W.A. Mozartdirettore Michele Mariottiregia Davide LivermoreTeatro ValliVenerdì 26 marzo ore 20Domenica 28 marzo ore 15.30Libretto Gianbattista VarescoIdomeneo Jason Collins (recite26 e 28 marzo)Idamante Giuseppina Bridelli(26-03), Chiara Amarù (28-03)Ilia Barbara Bargnesi (26-03),Francesca Pacileo (28-03)Elettra Valentina Corradetti(26-03), Guanqun Yu (28-03)Arbace Enea Scala (26-03),Gabriele Mangione (28-03)Il gran sacerdote di NettunoPaolo Cauteruccio (26-03),Ramtin Ghazavi (28-03)La voce dell’oracolo diNettuno Michele Castagnaro,Sandro PucciOrchestra e Coro del TeatroComunale di BolognaScene Santi CentineoCostumi Giusi GiustinoMaestro del Coro Paolo VeroNuovo allestimentocoproduzione Teatro Regio diTorino e Teatro Comunale diBolognamusica


musicadi giacomo fossaClassico per giovani talentiIl 21 marzo al Teatro Valli Diego Matheuz,venticinquenne direttore d’orchestravenezuelano, e la altrettanto giovaneviolinista Angelica Olivo, daranno vita all’ottavoappuntamento della Stagione Concertistica.È un programma all’insegna dellaclassicità, nel senso stretto della parola,quello presentato da Matheuz alla guidadell’Orchestra Mozart, che si aprirà infatticon l’esecuzione della Sinfonia Classicadi Prokofiev che - ventiseienne e frescodi severi studi accademici al conservatoriodi Pietroburgo (dovefu allievo tra l’altro delgrande Rimskij-Korsakov)per i quali nutrì sempreuna certa insofferenza -si mette alla prova conl’uso e la reinterpretazionepersonale, non di rado ironica,degli stilemi e delleforme classiche, haydnianeper la precisione, caratteristicatutta particolaree sovente ricorrentein tutta la sua produzionesuccessiva. Sarà la voltapoi di una perla dellaproduzione violinistica, ilconcerto in mi min. op.64per violino e orchestradi Mendelssohn, un musicista non deltutto romantico, lontano da quell’épaterle bourgeois che contraddistingueva artisticome Byron, Liszt, Berlioz, e vicinopiuttosto a Goethe, il quale nutriva affettoe stima nei confronti del compositore.“Elegante notaio della musica” lo definì piùtardi l’acuto Debussy: come si può intuireascoltando la sua musica Mendelssohnfu padrone della forma e dell’architetturamusicale classica alla quale coniugava,ma con moderazione, il colore emozionaleromantico. La caratteristica fluidità melodicaè presente tanto nelle oasi melodiche- dalla serena eleganzaclassica - del concertoper violino quanto nell’incontroDalla strada alla musicaAntonio Abreu, economista di professionee musicista per passione, a metàdegli anni Settanta decise di gettarsiin un’impresa: fondare una rete discuole che consentisse a tutti i giovanidel Venezuela, anche ai ragazzi piùemarginati, di conoscere la musica e diimparare a suonare uno strumento. DiegoMatheuz e Angelica Oliva sono due esempidel successo di questo “sistema” Abreu.Diego Matheuz incontrerà il pubblico inconversazione con Oreste Bossinidomenica 21 marzo ore 16.30 nelRidotto del Teatro Municipale Valli.clima suggestivo dellaSinfonia Scozzese, nellaquale inserisce, così come nella SinfoniaItaliana, numerose evocazioni popolari checoabitano con grande naturalezza con laIl 21 marzo DiegoMatheuz dirigel’Orchestra Mozart,accompagnato dal violinosolista di Angelica OlivoDiego Matheuz (foto Marco Caselli Nirmal)limpida compostezza formale e timbricadella sua scrittura orchestrale.Info: www.iteatri.re.itL’Orchestre des Champs Elysees e la mittel EuropaPhilippe HerrewegheMartedì 9 marzo sempre al Teatro Valliappuntamento con un concerto dedicatointeramente al repertorio d’oltralpe, conPhilippe Herreweghe e l’Orchestre desChamps Élysées. Il programma, rigorosamentee giustamente in ordine cronologico- quasi a voler rendere percepibile ilprogresso del grande sinfonismo tedescoe mitteleuropeo in generale - cominceràcon l’Ouverture dal Coriolano tolta dallemusiche di scena di Beethoven per il drammadi Collin. Le Variazioni su un tema diHaydn sono l’approdo al sinfonismo di unBrahms ormai quarantenne che si cimentacon la scrittura orchestrale mediantela forma della variazione a lui cara e giàsperimentata più volte, sempre sfruttandotutte le sfaccettature e possibilità chel’elaborazione tematica può dare. Danon dimenticare l’implicito segno diammirazione verso Haydn (del qualesfrutta il tema del corale S.Antonii),il padre della classicità viennese, unaclassicità - con i suoi ideali di compostezza- vagheggiata da Brahms, in unperiodo che ormai risente dei turgoriromantici e dei simbolismi wagneriani.Chiuderà la serata la Sinfonia n.4 di unMahler che in questa pagina approdafelicemente alla “gaiezza” nietscheianae con l’onirico idillio del lied “La Vitaceleste” (soprano Rosemary Joshua)raggiunge livelli di intatta purezza.Info: www.iteatri.re.it[10] - il mese marzo \2010


soli deo gloriaStaier suona Bach in memoriadi Arnaldo LombardiniSe unite la leggendaria musicadi Johann Sebastian Bach conl’impareggiabile interpretazionedi Andreas Staier avrete unacombinazione unica e indimenticabile.Questo connubio saràofferto domenica 21 marzo alleore 17 a Reggio Emilia, nellacornice del Museo Diocesano(Sala Conferenze), all’internodella VI edizione della stagioneconcertistica di “Soli Deo Gloria”.Il concerto, in memoria diArnaldo Lombardini, è sostenutograzie alla generosità diun cittadino reggiano, CarloLombardini, figlio di Arnaldo,il quale vuole così ricordare lafigura del padre tramite unospettacolo eccezionale che offreall’intera cittadinanza. Staier,uno dei principali esecutoridi clavicembalo e fortepianoattivi in tutto il mondo, eseguiràin “Variazioni Goldberg (BWV988)”, un’opera per clavicembaloconsistente in un’aria contrenta variazioni composta daBach fra il 1741 e il 1745.Si esibirà proprio nel giornodella ricorrenza di nascita delcompositore tedesco, natonel 1685. Andreas Staier èindubbiamente un personaggiodi fama internazionale. Nonsi contano le sue numerosecollaborazioni con straordinariartisti, le sue tournéeconcertistiche hanno toccatoi principali paesi europei, atestimonianza della versatilitàe della ricchezza della sua vitaMusica live: i concerti nei locali reggianiDalla Notte delle Chitarre e Will White al FO a Damo Suzuki al CalamitaAnche in questo mesedi marzo il calendariodei locali Arci reggianisi presenta riccodi appuntamenti live. AlFuori Orario venerdì 5marzo, sul palco di Tanetosaliranno gli AsiloRepublic, famosa coverband di Vasco, a cui farannoda spalla i reggianiLoco Smile con il lororock pieno di energia.Venerdì 12 e sabato13 l’appuntamento cloudel mese con CarmenConsoli (vedi primo piano).Venerdì 19 andràin scena il cantautorelivornese Bobo Rondelli,mentre sabato 20 sabato 20 il consuetoappuntamento con la Notte delle chitarre:artisti della serata saranno Alberto Radius,Ricky Portera, Max Cottafavi, Cesareo diElio e le Storie Tese, accompagnati alla voceda Ettore Diliberto. Pur non essendo famosissimo,Diliberto ha un curriculum di tuttorispetto, avendo duettato con artisti del calibrodi Francesco Renga, Franco Battiato, GianlucaDamo Suzuki, ex voce dei Can sarà al Calamita21 marzo Museo Diocesanomusicale, per la quale ha vintopremi e riconoscimenti.Domenica 14 alle ore 16, inoltre,nell’ambito del ciclo curatodai Musei Il Tè delle muse,nella Galleria Parmeggiani, siterrà “Ut pictura e musica”, unGrignani, Eugenio Finardi edElio. A notte inoltrata ci sipotrà poi scatenare con il djset di Will White, figura dipunta nella storia della dancepiù recente: i suoi viagginei territori del breakbeatlo hanno portato a fondarei Propellerheads. Venerdì26 invece l’appuntamentosarà con il reggae degliAfrica Unite.Al Calamita di Cavriagoinvece sabato 6 salirannosul palco i Calibro 35,mentre sabato 13 sarà lavolta dei Il pan del diavolo.Sabato 20 Damo Suzuki,ex vocalist dei Can.Non sarà da meno neppureil circolo Tunnel di Reggio, che darà spazio giovedì4 agli L.A. Guns, storica band in cui militòanche Axl Rose, mentre venerdì 19 a ToninoCarotone, cantautore spagnolo divenuto famosoin Italia nel 2000 con il brano “Me cago en elamor”.[Tommaso Landini]Info: Fuori Orario www.arcifuori.itCalamita www.calamita.netTunnel www.arcitunnel.itAndreas Staierviaggio visivo e sonoro alla scopertadell’iconografia musicalenelle chiese e gallerie reggianetra Medioevo, Rinascimento eBarocco. [C.V.]Info: www.solideogloria.eutel. 0522 456249Mara perAlda Merini3 marzo ScandianoUn canto alla vita, un cantodella vita. Al Teatro Boiardodi Scandiano (ore 21), inoccasione della festa delladonna, la voce fluida di MaraRedeghieri, accompagnatadall’altra voce di BenedettoValdesalici e da BenedettaValdesalici al pianoforte, daràvita ai versi di Alda Merini,in un serata omaggio allapoetessa “punk”, così definitada Aldo Nove.Info: tel. 0522 764257 - 252Fisarmonicae tradizione19 marzo poviglioAl Kaleidos un ensembled’eccezione per una seratadove la protagonista indiscussasarà la fisarmonica. PaoloGandolfi e Daniele Donadelli,tra i virtuosi più autorevolisul panorama nazionale einternazionale, affiancati da altridue interpreti di spessore comeAlice Gatti e Ernesto Ugolini,daranno vita a uno spettacoloche metterà in primo piano lamusica popolare da ballo.Info: tel. 0522 969386musica


musicadi cecilia salviniCon Mingus a tutto jazzCon l’esordio previsto per il 7 marzo, èpronto a rimettersi in moto il CorreggioJazz: la rassegna, giunta alla ottava edizione,si inserisce nel più ampio progetto diCrossroads, il festival itinerante che prevedetrentatre concerti jazz, e altro, distribuitiin una ventina di città dell’Emilia Romagna,per tre mesi di spettacoli.Il Correggio Jazz ospiterà alcuni tra gli artistipiù acclamati e prestigiosi della rassegna.Di particolare interesse già l’evento di esordiodel festival: Mingus Dynasty e LydianSound Orchestra. Le due band, di diversaprovenienza e formazione, si incontrerannoper regalare al pubblico una produzione deltutto originale.La Mingus Dynasty nascenel 1979, dopo la mortedi Charles Mingus, graziead alcuni dei musicisti cheavevano collaborato col “genioarrabbiato” (così amavadefinirsi Mingus) durante lasua trentennale carriera:il nome della formazioneprende spunto dall’omonimoalbum del 1959. Nel 1988il gruppo si espande fino adiventare una vera e propriabig band, che lavora quasicostantemente a New York,fino al 1991. Attualmente esistono tre diverseformazioni: Mingus Dynasty, MingusBig Band, Mingus Orchestra.La particolarità del concerto di apertura delCorreggio Jazz risiede nella stretta collaborazionee nella condivisione delle esperienzedella Mingus Dynasty e la Lydian SoundAnche il teatro De Andrè diCasalgrande ospita alcunidei concerti previsti perla rassegna “Crossroads”.Mercoledì 3 marzo si esibiràil Duo Marcotulli, aseguire il Fabrizio MocataTrio con un originale omaggioal compositore Puccini,ospite d’eccezione il saxofonistaJohn Helliwell; gioveacasalgrandeDuo Marcotulli eFranco CerriOrchestra, fondata nel 1989 da RiccardoBrazzale, che ne è ancora il direttore.L’italiana Lydian Sound Orchestra è ispirataall’organico della storica “Tuba Band” diMiles Davis, dove sguardo alla tradizionemusicale del passato e accenti di contemporaneitàsi incontrano in un work in progressche trova la sua massima espressionenel live.La rassegna - i cui concertisi svolgerannopresso il Teatro Asioli,eccezione fatta perle due formazioni diDan Kinzelman, che siCARTA D’IDENTITÀCrossroadsè organizzato da Jazz Network incollaborazione con l’assessoratoalla Cultura della Regione Emilia-Romagna. La direzione artisticaè di Sandra Costantini con i consulentiFabio Ravaglia (CasseroJazz, Dozza Jazz); Giordano Gasparini,Alessandro Pelli, Ero Righi(Correggio Jazz); Giorgio Vignali(Casalgrande Jazz in Blu).esibiranno alla Locandadei Principi e a LaGalera Music Club - riprenderàpoi il 9 aprileper proseguire fino al 18 maggio e vedràesibirsi artisti del calibro di Arturo Sandovale Chico Freeman, passando per la Sun Radì 11 marzo, invece, saràla volta di Franco Cerri eEnrico Intra, accompagnatidal contrabbassista LucioTerzano.Info: www.teatrodenadre.itCorreggio Jazz: il calendariodomenica 7 marzo - ore 21MINGUS DYNASTY plusLYDIAN SOUND ORCHESTRAproduzione originalevenerdì 9 aprile - ore 21SUN RA ARKESTRA+ special guest GIANLUCAPETRELLAproduzione originalevenerdì 16 aprile - ore 21URI CAINE: PULSEproduzione originalesabato 17 aprileLocanda dei Principi - ore 13DAN KINZELMAN TRIO(Prenotazione obbligatoriatel.0522 632367)La Mingus Dynasty e laLydian Sound Orchestraaprono la nuova edizionedel Correggio Jazz.All’Asioli il 7 marzoMingus Dynasty (foto di Jimmy Katz)Orchestra, che per l’occasione ospiterà iltrombonista torinese Gianluca Petrella. UnCorreggio Jazz da non perdere.La Galera Cantina Music Club -ore 21.30DAN KINZELMAN QUARTET(Prenotazione obbligatoria tel.3405296348)domenica 18 aprile - ore 21CHICO FREEMAN Y GUATACAfeaturing ARTURO SANDOVALsabato 8 maggio - ore 21RENAUD GARCIA-FONS TRIOfeat. Kiko Ruiz & Rollando Pascalmartedì 18 maggio - ore 21JAVIER GIROTTO / GIANNI IORIOInfo: tel. 0522 637813info@teatroasioli.ithttp://crossroads-it.org[12] - il mese marzo \2010


artePM svelaMario RacitiE’ iniziata la realizzazione del grande “affresco” dell’artista americano nellaBiblioteca Panizzi. Dal 22 giugno il cantiere sarà aperto al pubblicoUn corposo gruppo di opere, in tuttocento dipinti, alcuni di grandeformato, compresi alcuni polittici,tornano a vivere agli occhi del pubblico.Dal 14 marzo Palazzo Magnani presentaMario Raciti - La pittura dell’ignoto, unaselezione di cinquant’anni anni di attività(1959-2009) di uno dei pittori italiani di piùintenso lirismo.Raciti è stata una delle figure più interessantidella generazione che, negli anni Sessanta,ha sviluppato una pittura basata su unuso essenziale del segno e della stesurapittorica.Nato a Milano nel 1934, nonostante lapassione per il disegno e la pittura si sianomanifestate fin dall’infanzia e dall’adolescenza,e l’artista sia stato tentato di seguirel’altro suo grande interesse, quello per lamusica, Raciti frequenta Giurisprudenza;solo dopo la laurea e due annila mostradi esercizio della professionedi avvocato, ritorna definitivamentealla pittura.Le opere dell’artista rivelanonel tempo diverse declinazioni.Negli anni Sessantas’immerge dentro un mondoincantato, di favola, in cui isegni si vanno organizzandoin immagini plastiche e allungate,spesso verso l’altoo dentro l’orizzonte (nei titoliRaciti parla di antenne, di sonde,di giostre, di teleferiche,di tunnel), sempre all’insegnadell’ironia (il pittore comunica,in alcuni titoli, che sta cercandodi catturare il volto di qualche bizzarrospiritello), che hanno una qualche parentelacon il disegno infantile. Il decennio successivo- gli anni Settanta - è all’insegna di ciò cheRaciti stesso chiama nei suoi titoli “presenzeassenze”:ripartizioni spaziali del sogno,segni sottili, eleganti che corrono sulla telacon la forza di un bisturi che scarnifica lecose, e ammassi nerastri che, alla metà deldecennio, paiono, nelle lacerate vele biancheche l’artista disegna nello spazio, evocare lamemoria e il respiro tragico di Caspar DavidFriedrich - un altrove, uno spazio “altro” daquello che noi abitualmente occupiamo nelmondo, l’eco, il riverbero di qualcosa che sene sta fuori, al di là del dipinto.Negli anni Ottanta, la complessità spazialeaumenta, si frantuma. Raciti si misuracon l’evocazione (sempre per frammenti eallusioni) del mito, rivisitando alcune dellevicende (da quella di Icaro a quella di Gioveche si fa cigno per possedere Leda), eternamentecangianti nelle modalità di esserenarrate, che se ne stanno saldamentedentro l’immaginario umano - di nuovo un“altrove” tenacemente cercato, sognato,qualcosa che non si vede e che non si manifesta,indagati e vissuti attraverso la pittura.Molte delle opere degli ultimi vent’annirecano un titolo (Mistero o Why) che bencaratterizza l’intenzione ultima di Raciti, cheora si avvale di toni piùscanditi e caldi. Nelleopere degli anni recenti,infine, rivisita il temaMARIO RACITiLa pittura dell’ignotoDove: Reggio Emilia, Palazzo Magnani(Corso Garibaldi 29)Quando:14 marzo - 2 maggio2010Orari: 10.00 - 13.00, 15.30 -19.00, chiuso il lunedìBiglietto: Euro 5 intero; Euro 4ridotto; Euro 2 studenti;Catalogo: Skira (pp. 232)Info: www.palazzomagnani.ittel. 0522 454437della Crocefissione, conmani scheletriche cheemergono dal nulla nellospazio a gridare la lorosofferenza, l’anelito auna impossibile speranza.A lato 2009 Why, 2008,Tecnica mista su tela,200 x 145 cm; in altoparticolare di 1975Presenze assenzePresenze-Assenze, 1975,Tecnica mista su tela,100 x 80 cmLa sede espositivadi corso Garibaldipresenta dal 14marzo la personale delmaestro del lirismoitaliano. Cento opereraccontano l’artista ela sua arte dal 1959al 2009


arteL’ABC degli animali: glianimali negli antichi sillabariAnche gli animali vanno a scuola, suilibri di scuola. Oltre settanta abbecedarile cui illustrazioni hanno per oggettogli animali è in mostra alla BibliotecaPanizzi fino al 9 aprile. Gli animali domesticie quelli feroci, quelli del cortilee quelli della foresta, sono riprodottinel loro ambiente naturale oppure“umanizzati”. I volumi fanno parte dellaricca raccolta di circa cinquecentosillabari pubblicati in un periodo compresotra i primi anni dell’Ottocento eil 1950 e custodita presso la Biblioteca.Un patrimonio prezioso per lararità e il pregio grafico dei volumi,e perché offre una significativa documentazionesulla storia dell’istruzione,dell’illustrazione, dell’editoria popolaree dell’immaginario infantile.Info: tel. 0522 456055Nostalgia a 8 mmAl Gerra Family i film privati dei reggiani dagli anni ‘20 agli anni ‘80Gli interni domestici, gli esternicittadini, le vacanze, le relazionifigli-genitori, sono alcuni dei temi delpercorso d’immagini, suoni e voci diFamily Il cinema di famiglia allo SpazioGerra di Reggio Emilia dal 20 marzo al2 maggio.Il progetto espositivo, promosso dal Comunedi Reggio Emilia in collaborazionecon il Dipartimento di Scienze sociali,cognitive e quantitative dell’Universitàdegli studi di Modena e Reggio Emilia,con la Mediateca della Biblioteca Universitariadi Reggio Emilia e di HomeMovies, Archivio Nazionale del Film diFamiglia, racchiude tre sezioni – una video, una musicale e una fotografica – che avvolgonoil visitatore in un viaggio poli-sensoriale e affascinante nelle immagini private dei reggianidagli anni ’20 agli anni ’80 del secolo scorso; un passato recente reso remoto dall’avventotecnologia digitale che con la sua fruibilità e immediatezza ha prodotto sostanzialimodiche sociali e cognitive.La fotocamera e la cinepresa otto millimetri erano destinati a costruire l’identità e lamemoria della famiglia nel tempo, immortalando con parsimonia le tappe raggiunte dallastessa (le nozze, i battesimi, i compleanni, l’auto nuova) e conservandole in album damostrare agli amici più cari.Il digitale ha vanificato il concetto stesso di memoria preferendo la dinamicità del momento,dello scatto quotidiano da pubblicare in rete in cartelle virtuali che prendono ancorail nome di “album”, ma che dell’album, come scrigno di ricordi familiari, conservano benpoco presentandosi, invece, come ostentazione di un sé auto compiacente e consumisticodi cui la famiglia stessa appare come accessorio. [Eloise Amadei]Info: www.spaziogerra.it; tel. 0522 456786Per la città disseminazioni di Giordano MontorsiQuattro sedi espositive per laricca mostra dedicata all’artistadi origini scandianesiDisseminario: varietas varietatumet omina varietas è il titolo completodell’imprtante mostra personale dedicataa Giordano Montorsi artista di famainternazionale originario di Scandianola cui opera si caratterizza per la forteconnotazione simbolica, enigmatica esacrale e per l’ecletticità intesa comeproduzione armonica e complessa cheapplica con maestria le varie tecnicheartistiche, tanto da valere a Montorsil’appellativo di “operaio dell’arte”, eche spazia dalla pittura all’installazionee al video.Il Comune di Reggio Emilia offre all’energiaespressiva delle opere pittorichedell’artista emiliano, la maggior partedelle quali sono state create appositamenteper l’evento, la possibilità diespandersi, dal 13 marzo al 18 aprile, inquattro prestigiosi spazi cittadini - i MuseiCivici, la Galleria Parmeggiani, l’ex Sinagogae l’Officina delle Arti - che faranno dasfondo ad un dialogo multidisciplinare acui contribuiranno le sperimentazioni musicalidi Andrea Rossi Andrea (13 marzoall’OdA in occasione dell’inaugurazione,ore 18) e le conferenze: “Disseminario”del filosofo Romano Gasparotti (10 aprile),“Montorsi e l’attualità della generazionedi mezzo del critico d’arte EdoardoDi Mauro (17 aprile) e “La divina varietà”del docente universitario Alberto GiorgioCassani (17 aprile).La pittura di Montorsi supera i limitidella bidimensionalità per divenire progettoartistico pluridimensionale; taleconcetto è sinteticamente riassuntonel titolo stesso dell’iniziativa dove “iltermine disseminario presenta”, comesottolinea Di Mauro, “una evidentefiliazione da disseminazione, che letteralmentesignifica “spargere qua e là,diffondere (…) ma anche da seminario,luogo di incontro e di confronto diidee” da cui scaturisce quella “varietàdi varietà e solo varietà” connaturataall’opera di Montorsi, ma anche, e soprattutto,all’essenza stessa della vitaumana. [E.A.]Info: tel. 0522 456477[14] - il mese marzo \2010


Risonanze dal MaurizianoNella villa dell’Ariosto apre la mostra di Clara Matelli che presenta unciclo di opere sul tema delle connessioni cromatiche e semanticheE’ iniziata la realizzazione informale, del presenta grande Ambiti “affresco” di Frequenza,dLungo e l l i ’ corridoi a r t idellas t aun ciclo d’opere aperto in riferimento alleamericano nella Biblioteca Panizzi. Dal 22 giugno ilstruttura ospedaliera,cantiere saràaperto al pubblicoRisonanza in ocra e grigio-violetto 2/2Inaugurata sabato 20 marzo la nuovamostra al Mauriziano di Clara Matelli.L’artista milanese, legata alla tradizioneDall’idea alla tela: le donne di Margherita Manzelliè Margherita Manzelli la nuova artistainvitata dalla Collezione Maramotti arealizzare mostre pensate ad hoc per lospazio ex fabbrica Max Mara. MargheritaManzelli presenta Due, titolo che introduceproprio il numero delle due tele ad olio,di uguali dimensioni, alle quali l’artistaha lavorato contemporaneamente perquesto progetto espositivo. I due dipintisono uno chiaro e uno scuro, posizionatisimmetricamente nello spazio espositivo,per conferire loro la stessa possibilità diraggiungere intensità pittorica, operandosu due toni opposti. L’artista ravennate (classe 1968) usa la pittura “pura” senzamodelle o fotografie come elemento orinario, più istintivo, per catturare le preciseimmagini che ha nella testa, conducendo l’invisibile dentro al reale del dipinto.Info: tel. 0522 382484Parte da un video per arrivare ad unamostra il progetto dei Musei CiviciMothers, una riflessione sul ruolodei musei archeologici/etnografici neldialogo interculturale. La presentazionee la relativa esposizione a partiredal 19 marzo presso i Musei Civici.Info: tel. 0522 456477connessioni semantiche che si creanocontinuamente tra lavori del presente edel passato. Una quarantina di opere sucarta, di dimensioni medie o anche piccole,quasi miniature che come descriveGiuseppe Berti, curatore dell’esposizione,“sono fatte di luce, di memoria e di spazio.Uno spazio indeterminato del quale è possibilevedere solo una parte, porzione diun Tutto che continua oltre l’ultimo bordo,oltre il confine del foglio dipinto”.Dipinti che sono variazioni di colore, tonalitàmusicali, flussi di memoria. In mostrapoi fino al 18 aprile.Info: tel. 0522 554711“Minias”, 2010 olio su lino, 195x300 cm© M. Manzelli Courtesy Margherita Manzelli/greengrassi, Ph. c. Carlo VanniniDal 5 marzo negli spazi dell’ex Chiesadei Santi Agata e Carlo di ReggioEmilia la mostra evento Flying Away.Il progetto espositivo, promosso daReggio Terzo Mondo,racconta i voltie le emozioni dei ragazzi di Salvador deBahia; fotografie di Elena Givone.Info: tel. 0522 514205in breve24 artisti a Villa Verdedal 15 marzoad andare alla finedell’anno, a rotazione,le ultime ricerche diventiquattro autoricontemporanei per lopiù legati al territorioemiliano. La prima mostra presenta lefoto di Maria Cristina Bassoli, FabrizioFontanelli e Claudio Salsi.Info: tel. 0522 554711Trame Attivefino al 24 marzoAlla Galleria 8,75le le ricerche degliartisti Giorgio Bonilauri,Attilio Braglia,Giuseppe Cacciatore,Gino Di Frenna,Giovanna Magnani,Francesco AndreaZambuto. In mostra una ventinadi dipinti ad olio diversi per stile elinguaggio.Info: tel. 0522 556806A piece of landfino al 18 aprileNella location industrialedi Dispari& Dispari projectl’esposizione di diPeter Goi, un’installazionetotale in cuipitture, sculture,disegni e materialiorganici come terra, legno, acqua efuoco giocano a scambiarsi continuamentedi ruolo.Info: www.dispariedispari.orgBerlino è in Germaniafino al 31 marzo, ParmaAll’interno del TheBox Art&Info dellaTemporary Stationdi Parma, Berlinoviene ricostruita pertasselli dagli studentidel corso di Storiadell’Architettura e delDesign. Un puzzle della memoria tracciatoin una mappa psico-geografica,imprecisa, inaffidabile, labirintica.Info: tel. 0521 936334arte


calendario eventiOcchio a...Mario RacitiDove:Palazzo MagnaniQuando: dal 14 marzoInfo: 0522 454437(vedi pag. 13)Bill T. JonesDove: Teatro Valli, Reggio EmiliaQuando: 16 e 17 marzoInfo: www.iteatri.re.it(vedi pag. 06)Andreas StaierDove: Museo Diocesano, Reggio EmiliaQuando: 21 marzoInfo: 0522 456249(vedi pag. 11)Correggio JazzDove: Teatro Asioli, CorreggioQuando: dal 7 marzoInfo: www.teatroasioli.it(vedi pag. 12)Giordano MontorsiDove: sedi varie, Reggio EmiliaQuando: dal 13 marzoInfo: 0522 456477(vedi pag. 14)Lars Von Trier - DogmaDove: Cinema Rosebud, Reggio EmiliaQuando: 8 e 15 marzoInfo: 0522 511113(vedi pag. 20)marzolunedì 1Il raggio verde / La collezionistadi Eric Rohmer - Cinema Rosebud, ReggioEmilia - ore 20.30 - Info: 0522 511113martedì 2Nel paese delle creature selvaggedi Spike JonzeCinema Eden, Puianello - ore 21.30Info: www.cinecluboeyote.itmercoledì 3A cena con... Carlo Lucarelli, Libero MancusoFuori Orario, Taneto - ore 20.30Info: www.arcifuori.itGuida alle leggende sul clima che cambiaincontro con Stefano CameriniGabella di Via Roma, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 430670La morte corre sul fiumedi Charles Laughton (v.o.s.i.)Cinema Rosebude, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 511113Piccolo teatro musicale mobileschifoso con Frankie MagellanoTeatro di Rio Saliceto - ore 21.15Info: 0522 649465Duo Marcotulli“Jazz in Blue” - Teatro De AndréCasalgrande - ore 21.15 - Info: 0522 1880040Kitty Solaris(indie pop) Berlino -La Salumeri del Rock,Arceto - Info: www.lasalumeriadelrock.comTributo ad Alda Merinicon Mara Redeghieri, Benedetto ValdesaliciBenedetta Valdesalici - Teatro “Boiardo” -Scandiano - ore 21 - Info: 0522 854355La Vera Costanzadirettore José Antonio Montañoregia Elio De Capitani - Teatro Valli, ReggioEmilia - ore 20 - Info: www.iteatri.re.itgiovedì 4Midsummer night’s dreamdi W. Shakespeare, in lingua originalePiccolo Teatro S.Francesco da Paola,Reggio Emilia - ore 21 - Info: 349 2379591Zanzare, zecche, pidocchi & C.: Così vicinie … così pericolosi?“Tra scienza e natura”. Musei Civici di PalazzoS. Francesco, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 456477Un padre in cerca della veritàIncontro con Vincenzo AgostaniGabella di Via Roma, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 430670Libero chi? Il difficile esercizio dellalibertà d’informazionecon Loris Mazzetti, Piero Ricca, PietroSpataro, modera Luca TeleseCinema Teatro Forum, Sant’Ilario - ore 21Info: 340 3456200Nel paese delle creature selvaggedi Spike JonzeCinema Eden, Puianello - ore 21.30Info: www.cinecluboeyote.itvenerdì 5Midsummer night’s dreamdi W. Shakespeare, in lingua originalePiccolo Teatro S.Francesco da Paola, ReggioEmilia - ore 21 - Info: 349 2379591Mai più solidi Stefano Benni, con Angela FinocchiaroTeatro Ariosto, Reggio Emilia - ore 20.30Info: www.iteatri.re.itTanti Salutiun progetto di teatro civile clownesco diGiuliana MussoTeatro Herberia, Rubiera - ore 21Info: 0522 621133Incontri con l’autore: presentazione dellibro di Federico Ferrari“Sub specie aeternitatis. Arte ed etica”Biblioteca delle Arti, Reggio Emilia - ore 18Info: 0522 456477Biennale del Paesaggio: presentazionenuova edizioneCinema Al Corso, Reggio Emilia - ore 18Info: www.biennaledelpaesaggio.itAlla ricerca di una rivoluzione smarritaproiezione del film documentario“Non ci basta l’8 marzo”Sala della Rocca di Montecchio - ore 15.30Info: 0522 861864La Sconosciutadi Giuseppe TornatoreGabella di Via Roma, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 430670Loco Smile / Asilo RepublicFuori Orario, Taneto - dalle ore 21.30Info: www.arcifuori.itLa Vera Costanzadirettore José Antonio Montañoregia Elio De Capitani - Teatro Valli, ReggioEmilia - ore 20 - Info: www.iteatri.re.itsabato 6Videogiocando - Viaggio all’internodella storia e cultura del videogiocoOfficina delle Arti, Reggio Emiliadalle ore 9.30 alle ore 24Info: www.videogiocando.infoMADE IN 3D Gioco quindi imparoIn mostra “il giardino meraviglia”Spazio Gerra, Reggio Emiliaore 18 - Info: 0522 456786Impropongo - Match di improvvisazioneteatrale - Modena Salaria vs ArezzoCentro CTL, Bagnolo - ore 21Info: www.impropongo.it...della radio l’usignol... Omaggio adAchille Campanile”“Gocce di Prosa” - Teatro Distillato, ReggioEmilia - ore 21 - Info: 327 3679418Mai più solidi Stefano Benni, con Angela FinocchiaroTeatro Ariosto, Reggio Emiliaore 20.30Info: www.iteatri.re.itSogno di una notte di mezza estatedi Willliam Shakespeare regia MassimoNavone - Teatro De André, Casalgrandeore 21 - Info: 0522 1880040Pali e DispariFuori Orario, Taneto - ore 21.30Info: www.arcifuori.itCovergarden(beatles ode) magic bus tourLa Salumeri del Rock, ArcetoInfo: www.lasalumeriadelrock.comIl Tempo Rock ritorna a casariapertura del rock club, GualtieriInfo: www.temporock.itCalibro 35Calamita, CavriagoInfo: www.calamita.netdomenica 7Fatti dal Mondocon Giovanni MazzoniMusei Civici, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 456477Arte, fede e devozione tra le operedel Museo“Il te delle Muse”. Museo della Basilica dellaGhiara, Reggio Emilia - ore 16Info: 0522 456477Videogiocando - Viaggio all’internodella storia e cultura del videogiocoOfficina delle Arti, Reggio Emilia - dalle ore9.30 alle ore 24 - Info: www.videogiocando.infoLa letteragruppo Levia Gravia“Non ci basta l’8 marzo”. Cortile internodella Rocca di Montecchio - ore 21Info: 0522 861864Mai più solidi Stefano Benni, con Angela FinocchiaroTeatro Ariosto, Reggio Emilia - ore 15.30Info: www.iteatri.re.itMingus Dynasty plus Lydian SoundOrchestraproduzione orioginaleCorreggio Jazz - Teatro Asioli, Correggio -ore 21 - Info: 0522 637813lunedì 8Niente più, niente al mondodi Massimo CarlottoTeatro Boairdo, Scandiano - ore 21Info: 0522 854355The Kingdom - Il Regnodi Lars von Trier - Cinema Rosebude, ReggioEmilia - ore 20 - Info: 0522 511113martedì 9Orchestre Des Champs ElyseesPhilippe Herreweghe direttoreRosemary Joshua sopranoTeatro Valli, Reggio Emilia - ore 20.30Info: www.iteatri.re.itWelcomedi Philippe Lioret - Cinema Eden, Puianello -ore 21.30 - Info: www.cinecluboeyote.itmercoledì 10A cena con... Marco TravaglioFuori Orario, Taneto - ore 20.30Info: www.arcifuori.itCantami o dj... Lezioni parecchioalternative d’italianoLibreria Infoshop Mag 6, Reggio E. - ore 21Info: 0522 430307A single mandi Tom Ford (v.o.s.i.)Cinema RosebudReggio Emilia - ore 21Info: 0522 511113giovedì 11Ermanno Cavazzoni: “Il limbo dellefantasticazioni”Libri ad Alta Voce. Centro Sociale RostaNuova, Reggio Emilia - ore 21Info: 328 7811905 - 347 4994499“Laikos? Like us” - Quasi quasi misbattezzoPresentazione con Alessandro Lise eAlberto Talami - Gabella di Via RomaReggio Emilia - ore 21Info: 0522 430670[16] - il mese marzo \2010


Welcomedi Philippe Lioret - Cinema Eden, Puianello -ore 21.30 - Info: www.cinecluboeyote.itPer colpa di Bacco …da ubriacarsi dirisate…Compagnia Donati e Olesen - Teatro di RioSaliceto - ore 21 - Info: 0522 649465Carmen Consoli“Canzone d’Autore” - Teatro Valli, ReggioEmilia - ore 21 - Info: www.arcire.itFranco Cerri & Enrico Intra Trio“Jazz in Blue” - Teatro De André, Casalgrande- ore 21.15 - Info: 0522 1880040venerdì 12Carmen Consoli intervistatada Enrico De Angelissala grande del Teatro Valli, Reggio Emilia -ore 12 - Info: 0522 392137Incontri con l’autore: presentazione dellibro di Stefano De’ Siena“Il gioco e i giocattoli nel mondo classico”All’incontro sarà presente l’autoreBiblioteca delle Arti, Reggio Emilia - ore 18Info: 0522 456477“Femminile plurale: frammentiin Chiaroscuro”: Lividi sotto pelleIncontro con Zigrini - Gabella di Via Roma,Reggio Emilia - ore 21 - Info: 0522 430670Carmen ConsoliFuori Orario, Taneto - ore 22.30Info: www.arcifuori.itElogio della speranzaTeatro L’Attesa - “Ascoltando Cielo eTerra”Teatro Re Giò, Reggio Emilia - ore 21Info: 347 930 0895Non al denaro, non all’amore ne’ al cielocon David Riondino - Teatro della Rocca,Novellara - ore 21 - Info: 334 9316533La stradaregia Massimo Venturiello, con ToscaTeatro Asioli, Correggio - ore 21Info: 0522 637813L’ebreodi Gianni Clementi, con Ornella MutiTeatro Ruggeri - Guastalla - ore 21Info: 0522 839757sabato 13Carlo Lucarelli - Marco Bolognesi:Protocolloreading presentazione del libroSpazio Gerra - Reggio Emilia - ore 17.30Info: 0522 456786Giuseppe Bellosi presenta“La fondazione” di Raffaello Baldini.a cura de L’Accalappiacani. Biblioteca delleArti - Reggio Emilia - ore 18.30Info: 0522 456786L’altra mappa – Esploratrici,viaggiatrici, geografecon Luisa Rossi “Non ci basta l’8 marzo”.Sala della Rocca di Montecchio - ore 17Info: 0522 861864Andrea Rossi Andrea in concerto“Ti ricordi dello s-metter dei baracchini?”inaugurazione mostra Giordano MontorsiOfficina delle Arti, Reggio Emilia - ore 18Info: 0522 456477Il Pan del DiavoloCalamita, Cavriago - Info: www.calamita.netCarmen ConsoliFuori Orario, Taneto - ore 22.30Info: www.arcifuori.itImpropongo - Match di improvvisazioneteatraleParma Flaminia vs Modena AppiaCentro CTL, Bagnolo - ore 21Info: www.impropongo.itElogio della speranzaTeatro L’Attesa - “Ascoltando Cielo eTerra”Teatro Re Giò, Reggio Emilia - ore 21Info: 347 930 0895domenica 14Ut pictura musica. Un viaggio visivo esonoro alla scoperta dell’iconografia musicalenelle chiese e gallerie reggiane traMedioevo, Rinascimento e Baroccocon il Coro della Cappella Musicale SanFrancesco da Paola di Reggio Emilia“Il te delle Muse”. Galleria Parmeggiani,Reggio Emilia - ore 16Info: 0522 456477Amarcord: mezzo secolo di canzoniitaliane dal 1900 al 1950Paolo Messori teatro musicalL’Altro Teatro, Cadelbosco di Sopra - ore 21Info: 0522 919339lunedì 15Lunedì del Mulino: Paolo Ferratini“La scuola di fronte ai problemi di sempre”Spazio Gerra, Reggio Emilia - ore 20.45Info: 0522 456249Menù di Quaresima - A tavola con il Vangelo“Incontri letterari”con Don Vittorio ChiariTeatro Re Giò, Reggio Emilia - ore 21Info: 347 930 0895The Kingdom - Il Regnodi Lars von TrierCinema Rosebud, Reggio Emilia - ore 20Info: 0522 511113martedì 16Giornata mondiale della lentezzaletture a lume di candela, collegamento daShangai con Bruno ContigianiInfoshop Mag 6, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 430307Bill T. Jones / Arnie Zane Dance CompanyBetween us - prima europeaTeatro Ariosto, Reggio Emilia - ore 20.30Info: www.iteatri.re.itAspettando Godotregia Lorenzo Loris, con Gigio AlbertiTeatro Cavallerizza, Reggio E. - ore 20.30Info: www.iteatri.re.itRoman e il suo cuccioloregia Alessandro GassmanTeatro Asioli, Correggio - ore 21Info: 0522 637813Homedocumentario su ambiente e cambiamentoclimatico di Yann Arthus-BertrandGabella di Via Roma, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 430670Moondi Duncan Jones - Cinema Eden, Puianello -ore 21.30 - Info: www.cinecluboeyote.itmercoledì 17A cena con... Marco LilloFuori Orario, Taneto - ore 20.30Info: www.arcifuori.itCrocifissionereading musicale con Giuseppe Berti eMaria Antonietta CentoducatiVilla Verde, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 554711Legenda per la consultazioneBill T. Jones / Arnie Zane Dance CompanySerenade/The proposition, prima europeaTeatro Valli Reggio Emilia - ore 20.30Info: www.iteatri.re.itAspettando Godotregia Lorenzo Loris, con Gigio AlbertiTeatro Cavallerizza, Reggio E. - ore 20.30Info: www.iteatri.re.itRoman e il suo cuccioloregia Alessandro GassmanTeatro Asioli, Correggio - ore 21Info: 0522 637813La badantedi Cesare LieviTeatro De André, Casalgrande - ore 21Info: 0522 1880040Vanessa Peters(folk rock) TexasLa Salumeri del Rock, ArcetoInfo: www.lasalumeriadelrock.comGiorni e nuvoledi Silvio Soldini - Gabella di Via Roma, ReggioEmilia - ore 21 - Info: 0522 430670Up in the airdi I.Reitman (v.o.s.i.)Cinema Rosebud, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 511113Appuntamentigiovedì 18Muri che parlano – oltre la dialetticadei confiniincontro con Alfonso M. Iaconofilosofo e Preside del Dipartimento di Filosofiadell’Università di PisaMuseo Cervi, Gattatico - ore 9.30Info: www.fratellicervi.itAspettando Godotregia Lorenzo Loris, con Gigio AlbertiTeatro Cavallerizza, Reggio E. - ore 20.30Info: www.iteatri.re.itObludarium - Il circo dei fratelli FormanParco Urbano, Correggio - ore 21Info: 0522 637813Moondi Duncan JonesCinema Eden, Puianello - ore 21.30Info: www.cinecluboeyote.itvenerdì 19Me Pek e BarbaShannon IRISH Pub Castelnovo Sotto - ore22.30 - Info: 0522 682164Almamediterranea / Bobo RondelliFuori Orario, Taneto - dalle ore 21.30Info: www.arcifuori.itAfterhours“Canzone d’Autore” - Teatro Valli, ReggioEmilia - ore 21 - Info: www.arcire.itPaolo Gandolfi, Daniele Donadelli, AliceGatti e Ernesto Ugolini in “La Fisarmonica!”Kaleidos, Poviglio - Info: 0522 969386Aspettando Godotregia Lorenzo Loris, con Gigio AlbertiTeatro Cavallerizza, Reggio E. - ore 20.30Info: www.iteatri.re.itObludarium - Il circo dei fratelli FormanParco Urbano, Correggio - ore 21Info: 0522 637813sabato 20Impropongo - Match di improvvisazioneteatraleCentro CTL, Bagnolo - ore 21Info: www.impropongo.itPrognosi riservata“Gocce di Prosa” - Teatro Distillato, ReggioEmilia - ore 21 - Info: 327 3679418Bet Lèhèm – Casa di Pane“Ascoltando Cielo eTerra”Chiesa di San Paolo Apostolo, Reggio Emilia- ore 21 - Info: 347 930 0895Aspettando Godotregia Lorenzo Loris, con Gigio AlbertiTeatro Cavallerizza, Reggio E. - ore 20.30Info: www.iteatri.re.itMultipolar / Notte delle ChitarreFuori Orario, Taneto dalle ore 21.30Info: www.arcifuori.itMasked Marvels(rock/commedia) - La Salumeri del Rock,Arceto - Info: www.lasalumeriadelrock.comDamo Suzuki NetworkCalamita, Cavriago - Info: www.calamita.netdomenica 21Come non l’hai mai visto: il Museo per tuttivisita guidata alla mostra Mothers,Musei Civici, Reggio Emilia - ore 16Info: 0522 456477Buon compleanno Johann Sebastian Bach!Circoscrizione Città Storica, Sala Conferenzedel Museo Diocesano, Reggio Emilia - ore 17- Info: 0522 456477Orchestra MozartDiego Matheuz direttoreAngelica Olivo violino solistaTeatro Valli, Reggio Emilia - ore 20.30Info: www.iteatri.re.itAndreas Staier clavicembaloBuon compleanno Johann Sebastian Bach!“Soli Deo Gloria”.Sala Conferenze del Museo DiocesanoReggio Emilia - ore 17 - Info: 0522 456249Obludarium - Il circo dei fratelli FormanParco Urbano, Correggio - ore 21Info: 0522 637813lunedì 22Anni difficilidi L. Zampa - Cinema Rosebud,Reggio Emilia - ore 21 - Info: 0522 511113Obludarium - Il circo dei fratelli FormanParco Urbano - Correggio - ore 21Info: 0522 637813martedì 23The Sons(psychedelic pop) Derby EnglandLa Salumeri del Rock, ArcetoInfo: www.lasalumeriadelrock.comLa Locandieradi e con Elena Bucci - Teatro Boairdo,Scandiano - ore 21 - Info: 0522 854355Obludarium - Il circo dei fratelli FormanParco Urbano, Correggio - ore 21Info: 0522 637813Trentadi e con Giobbe Covatta - Teatro di Boretto -ore 21 - Info: 0522 965287Soul kitchendi Fatih Akin - Cinema Eden, Puianello - ore21.30 - Info: www.cinecluboeyote.itmercoledì 24A cena con... Niccolò AmmanitiFuori Orario, Taneto - ore 20.30Info: www.arcifuori.itCinema Incontri Musica Teatrocalendario eventi


calendario eventi>calendario eventiPiccolo manuale di economicaGabella di Via Roma, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 430670Daniele LuttazziFuori Orario, Taneto - dalle ore 21.30Info: www.arcifuori.itLe mostre da vedereLe concertdi R. Mihaileanu (v.o.s.i.) - Cinema Rosebud,Reggio Emilia - ore 21 - Info: 0522 511113Obludarium - Il circo dei fratelli FormanParco Urbano, Correggio - ore 21Info: 0522 637813giovedì 25Andrea Ferretti: “Il sorriso maldestrodi Giulio Mariani Cobseschi”Libri ad Alta Voce. Centro Sociale RostaNuova, Reggio Emilia - ore 21Info: 328 7811905 - 347 4994499Destinazione Luna. Tra realtà efantascienza“Tra Scienza e Natura”. Musei Civici di PalazzoS. Francesco, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 456477“Laikos? Like us” - Il testamento biologicoincontro con il prof. Marco ScarpatiGabella di Via Roma, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 430670Soul kitchendi Fatih AkinCinema Eden, Puianello - ore 21.30Info: www.cinecluboeyote.itA tutto Benni... o quasiCompagnia di Prosa in Prosa - L’AltroTeatro - Cadelbosco di Sopra - ore 21Info: 334 2429041venerdì 26Aterballetto: Certe nottiTeatro Asioli, Correggio - ore 21Info: www.biennaledelpaesaggio.itAfrica UniteFuori Orario, Taneto - ore 22.30Info: www.arcifuori.itIdomeneo, Re di Cretadirettore Michele Mariottiregia Davide Livermore. Teatro Valli, ReggioEmilia - ore 20Info: www.iteatri.re.itIllusione amore e colpa - Teatro Forum- Giolli teatroGabella di Via Roma, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 430670sabato 27Curare il territorio per curare l’uomoAula Magna Università di Reggio - ore 9Info: www.biennaledelpaesaggio.itI colori girano il mondo - Laboratorioalla scoperta del Museo del Tricolore“Museo dei Ragazzi” Museo del Tricolore,Reggio Emilia - ore 16.30Info: 0522 456477Impropongo - Match di improvvisazioneteatrale: finaleCentro CTL, Bagnolo - ore 21Info: www.impropongo.itSi vive una volta. Soladi Geppi CucciariTeatro della Rocca, Novellara - ore 21Info: 334 9316533E tu chi sei?“Gocce di Prosa” - Teatro Distillato, ReggioEmilia - ore 21 - Info: 327 3679418Del Barrio en Compagnia - TangoTeatro Pedrazzoli, Fabbrico - ore 21Info:0522 667062Cappuccetto Rossodei Fratelli Grimm - Compagnia “Teatro SanProspero” - Teatro San Prospero, ReggioEmilia - ore 21 - Info: 0522 439346domenica 28Incontro con Giordano Montorsi“Il tè delle Muse”, Officina delle Arti, ReggioEmilia - ore 16 - Info: 0522 456477Cappuccetto Rossodei Fratelli Grimm - Compagnia “Teatro SanProspero”- Teatro San Prospero, ReggioEmilia - ore 16 - Info: 0522 439346Idomeneo, Re di Cretadirettore Michele Mariotti, regia DavideLivermore. Teatro Valli, Reggio Emilia - ore15.30 Info: www.iteatri.re.itlunedì 29Enciclopedia degli uomini non illustri“Incontri letterari” - Teatro Re Giò, ReggioEmilia - ore 21- Info: 347 930 0895Non ti muoveredi Sergio Castellitto - Gabella di Via Roma,Reggio Emilia - ore 21 - Info: 0522 430670Primavera in Kurdistandi S. Savona - documentarioCinema Rosebud, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 511113martedì 30Paea - Ricette per un disastrodocumentario di John WebsterGabella di Via Roma, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 430670Il maestro utopico. Scritti in onore e inmemoria di Pietro Maria ToescaLibreria Infoshop Mag 6, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 430307Aterballetto - CasanovaTeatro Ariosto, Reggio Emilia - ore 20.30Info: www.iteatri.re.itDanza di morteregia Gabriele Lavia - Teatro Asioli, Correggio- ore 21 - Info: 0522 637813mercoledì 31A cena con... Paolo Noripresenta “I malcontenti”Fuori Orario, Taneto - ore 20.30Info: www.arcifuori.itPiccolo manuale di economicaGabella di Via Roma, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 430670Niels Duffhues(pop noir) Den Bosch NederlandLa Salumeri del Rock, ArcetoInfo: www.lasalumeriadelrock.comMistero Buffodi Dario Fo, con Paolo RossiTeatro Valli, Reggio E. - ore 20.30Info: www.iteatri.re.itDanza di morteregia Gabriele LaviaTeatro Asioli, Correggio - ore 21Info: 0522 637813Vittimedi G. Gagliardo. al termine incontro con G.Gagliardo e Giovanni CatellaniCinema Rosebud, Reggio Emilia - ore 21Info: 0522 511113apronoMario Raciti - La pittura dell’ignotodal 14 marzo fino al 2 maggioPalazzo Magnani, Reggio Emiliaorari: 10-13 / 15.30-19, chiuso il lunedìInfo: 0522 454437Flying Away - Fotografie di Elena Givoneinaugurazione 5 marzo ore 18.30ex Chiesa dei Santi Agata e Carlo, ReggioEmilia - fino al 5 aprileorari: da venerdì a domenica, 10.30 -13 /17-20; aperto lunedì 5 aprileInfo: www.reggioterzomondo.orgFilippo Albertoniinaugurazione sabato 6 marzo ore 17Galleria San Francesco, Reggio Emiliafino al 28 marzoorari: tutti i pomeriggi, esclusi lunedì egiovedì, 16-19.30Info: 0522 440458Giordano Montorsi - Disseminarioinaugurazione sabato 13 marzoore 16 presso i Musei Civiciore 17 presso Galleria Parmiggiani eSinagogaore 18.30 presso Officina delle ArtiReggio Emiliaorari: Musei Civici e Galleria Parmiggiani damartedì a venerdì 9-12, sabato, domenicae festivi 10-13 / 16-19; OdA e Sinagoga dagiovedì a domenica 16-20Info: 0522 456477Maria Cristina Bassoli,Fabrizio Fontanelli, Claudio Salsidal 15 marzo fino alla fine di maggioVilla Verde, Reggio EmiliaInfo: 0522 554711Mothersinaugurazione venerdì 19 marzo ore 17Musei Civici di Palazzo S. Francesco, ReggioEmilia - Info: 0522 456477Selection 2010inaugurazione: sabato 6 marzoGalleria d’Arte 2000 & NOVECENTO,Reggio Emilia - fino al 30 aprileorari: 10 -12.30 / 16-19.30; chiuso lamattina giovedì, aperto domenica e festiviInfo: 0522 580143Kate Mccarthy - Chux Reduxinaugurazione 13 marzo ore 17CSArt Vetrina, Reggio Emiliafino al 15 aprileorari: da lunedì a venerdì ore 9-13/ 15-19Info: 0522 1970864Family - Il cinema di famigliaInaugurazione sabato 20 marzocon PerformanceSpettacolodal 21 marzo al 2 maggioSpzio Gerra, Reggio EmiliaInfo: www.spaziogerra.ittel. 0522 456786Clara Matelli - Risonanzeinaugurazione sabato 20 marzo ore 18Il Mauriziano, Reggio Emiliaorari: da martedì a sabato 9-12 / 16-19,domenica 16-19, chiuso il lunedìInfo: 0522 554711Angelo Davoli - Cantiere Morini workin progressinaugurazione sabato 27 marzo ore 18Palazzo Casotti, Reggio Emilia - fino al 25 aprileorari: venerdì, sabato e domenica 10-13 /15.30-19.30Info: www.biennaledelpaesaggio.itproseguonoMuri che parlanoOltre la dialettica del confineinstallazione museale fotografica sui murifino al 2 agostoMuseo Cervi, GattaticoInfo: www.fratellicervi.itCarlo Bisi - Sor Pampurio,il Po e tanto altrofino al 5 aprileSala Espositiva del Museo“Guareschi, il Cinema e il Territorio”,Brescelloorari: da martedì a venerdì 10-12;sabato, domenica e festivi 9.30-12.30 /16.30-18.30; chiuso lunedìInfo: 0522 482520-482511Tim Davis - Il tecnologiro dell’ornitorincoBallardini - InterlineaGalvani - Magnagallo estLaboratorio di Fotografia 5/ Tim Davisfino al 10 aprileL’Ospitale, Rubieraorario: sabato e domenica 10-13 / 15-19Info: 0522 629403Margherita Manzelli - Duefino al 2 maggioCollezione MaramottiReggio Emiliaorari: giovedì e venerdì 14.30-18.30,sabato e domenica 9.30 -12.30 / 15-18Info: www.collezionemaramotti.orgchiudonoDieci di Cuoriopere di Carlotta Balestrieri, Fiorella Bologna,Alessandra Calò, Fabrizio Fontanelli,Fosco Grisendi, Ludmila Kazinkina, GiovannaMagnani, Sonia M.L. Possentini, SoniaStrukul, Beppe Villafino al 4 marzoCSArt, Reggio Emiliaorari: da lunedì a venerdì ore 9-13 / 15-19Info: www.csart.it 0522 1970864Le vie della forma. Tre scultori fratradizione e contemporaneità.Azeglio Bertoni, Ivan Cantoni, MicheleSassifino al 7 marzoGalleria Napoleone Cacciani,Borettoorari: sabato e domenica 10-12 /16-19, il giovedì 10-12Carlo Vannini - Un Museo particolareprorogata fino al14 marzoMusei Civici, Reggio Emiliaorari: da martedì a venerdì 9-12, sabato,domenica e festivi 10-13 / 16-19Info: 0522 456477Lorenzo Lanzi - paesaggi e ritrattifino al 14 marzoVicolo ScalettaReggio Emiliaorari: sabato e domenica 10-12.30 /16-19.30Info: 339 4300903Trame AttiveOpere di Giorgio Bonilauri, Attilio Braglia,Giuseppe Cacciatore, Gino Di Frenna,Giovanna Magnani, Francesco AndreaZambutofino al 24 marzoGalleria 8,75, Reggio Emiliaorari: tutti i giorni 17-19.30Info: 0522 556806[18] - il mese marzo \2010


l’intervistaI L . P E R S O N A G G I O . D E L . M E S EStorie di famiglia e burattiniLa magia di una tradizione e il fascino della narrazione di Mauro SarziÈuna magia che nasce dal niente. In sei minutida un calzino viene fuori un personaggiocon quasi un’anima che parla ai bambini ea cui i bambini rispondono, e lo vedono crescere.Insieme alla figura del padre e, naturalmente, allamarionetta, sono proprio i bambini il ricco mondodi Mauro Sarzi. Figlio di quel genio artistico chefu Otello – una figura con la quale è pur necessariodover fare i conti – Mauro Sarzi ha saputo neglianni affinare questa tecnica mettendola al serviziodei più piccoli, per creare sempre nuove emozioniattraverso la narrazione e il gioco. Fino ad arrivaread un’azione terapeutica collaborando con il Brotzudi Cagliari e a Reggio Emilia lavorando insieme alfisiatra e neurologo Adriano Ferrari.Un burattinaio in stile Patch Adams?“Il lavoro che facciamo è diverso. Tutto ha avutoinizio con Fulvio de Nigris nella casa dei risvegli“Gli amici di Luca” a Bologna: da lì la marionettaè diventata strumento di cura. Il nostro lavoro èquello di conoscere il bambino e lavorare con lafiaba e con la storia mentre il bambino affrontadei percorsi molto difficili. Un giorno avevo appenafinito di lavorare con un bambino di nome Stefanoche aveva grossi problemi linguistici e motori.Non riusciva per esempio a dire la parola “acqua”;allora ho preso il mio burattino e facendolo parlaregli ho fatto pronunciare la parolaacqua peggio di come ladicesse Stefano. A quel puntoil bambino ha preso il suo burattinoe ha detto acqua. Misono commosso”.La narrazione e l’insegnamento.Tu hai avuto grandimaestri. Penso a Rodari…“Il primo è stato Mario Lodi che mi ha fatto vederecome ascoltare i bambini: entrare nella suaclasse mi ha fatto vedere un altro mondo. ConGianni invece ho lavorato tanto tempo. Quest’annoricorre il trentesimo anniversario della sua morte.Lui ha fatto molto per Reggio. Mi ha dato tantissimoper quanto riguarda il racconto della fiabainventata, il gioco delle parole, la trasformazionedelle parole. È un po’ quello che faceva mio padrecon gli oggetti.. anche dal sughero faceva venirefuori dei personaggi”.Otello: tu hai molta stima e ammirazione per tuopadre. Che rapporto hai con la sua memoria?“Normalmente questo può creare dei conflitti. Miopadre era amico di Vittorio De Sica. I suoi figli sonodiventati uno musicista e l’altro attore. Vittorio èstato un grandissimo attore ma anche se il figliofosse stato più bravo di lui il padre sarebbe statoMauro Sarzi, in alcuni momenti di laboratorio sullamarionetta, lo scorso mese a Palazzo Magnani(foto di Claudio Salsi)“Una volta Maria Cervi mi disseche io, avendo a che fare con ipazienti, stavo vivendo una nuovaResistenza”comunque più famoso. Io per mia fortuna non hosubito questo perché mio padre mi ha dato delletecniche straordinarie e poi ho conosciuto grandiinsegnanti che mi hanno dato un altro indirizzo. Miopadre è stato un grande anche perché cercavadi dire che il burattino non èsolo per i bambini ma ancheper gli adulti. È un discorsoespressivo totale. All’inizionon capiva il tipo di lavoro chefacevo ma quando l’ha capitol’ha apprezzato molto”.Anche tu hai figli. La storiasi ripete?“Ho due figli: Giulia ha 19 anni, studia, ma le piaceanche seguire il mio lavoro e Jacopo, che ora èa Parigi, anche lui lavora con i burattini. Non homai influenzato le loro scelte, ma sono contentoperchè loro rappresentano la quinta generazione.Giulia viene ad aiutarmi anche in clinica. Le piacelavorare con i bambini.”Torni a Reggio Emilia dopo oltre vent’anni. Qualisono ora i tuoi progetti?“Il 90% dei bambini reggiani non conosce le mascheretradizionali: non possono non conoscerla.Con Adriano Ferrari stiamo pensando di lavorareassieme per creare un percorso di lavoro conla fiaba. L’altro progetto è con l’istituto d’arte diReggio Emilia; l’idea è partita vedendo una fotodell’albero innevato di papà Celli al museo Cervi:vediamo di coinvolgere i giovani, dare loro delleidee per avvicinarli sia a dei valori ma anche alteatro di figura. Quindi lavorare con il territorio epoi cercare una casa per i burattini di mio padre,ora chiusi in tanti scatoloni”. [E.V.]l’intervista


IL PERSONAGGIOIl regista dallo spiritocontroversoGeniale, mistificatore, blasfemo, misogino...Nessun regista contemporaneosi è visto apostrofare quanto come LarsVon Trier. Il quale però, se ne infischia econtinua nel proprio cammino, conscioprobabilmente del fatto che il clamoremediatico conduce necessariamenteal successo. Nato a Copenaghen nel1956, educato in una famiglia libertariapoi rinnegata in virtù di inclinazionispiritualiste e autoritarie, Von Trier si èfatto conoscere in tutto il mondo conlo straziante “Le onde del destino” del1996 in cui si esaltavano alcune tematichedivenute poi caratteristiche: il confrontocon il dolore, la mistica del miracolo, il ruolocontraddittorio dei personaggi femminili,l’uso spregiudicato del linguaggio. È statapoi la volta di Dogma, il manifesto dell’immediatezzacinematografica che causò infinitidibattiti e si materializzò nel controverso“Idioti” (1998). Von Trier sconfessò tuttocon “Dancer in the Dark” (2000), Palmad’Oro a Cannes. I successivi “Dogville”(2003) con un cast sontuoso in cui spiccavaNicole Kidman, “Manderlay” (2005)e “Antichrist” (2009) hanno rinnovato loscandalo mentre la piccola commedia surrealee metafilmica “Il grande capo” (2007)ha mescolato ancora le carte per un autoreLars Von Trier con Williem Defoe e CharlotteGainsbourg protagonisti di Antichristinclassificabile che non ha disdegnatodi misurarsi anche con i temi alti dellastoria quali il nazismo in un film come“Europa” (1991).Passata, quasi clandestinamente in Italia inprogrammazioni notturne di canali satellitarie RAI3, le due stagioni della miniseriesaranno visibili in Lars Von Trier Dogma,due serate-maratona (dalle ore 20.00) alcinema Rosebud, quasi cinque ore per untesta a testa con una macabra poetica chefrantuma tra fauci demoniache la tipologiadel serial ospedaliero: nessun spazio peri turbamenti sentimentali del dottor Rossdi ER o per i dilemmi deontologici del DrHouse...Nel primo appuntamento dell’8 marzo sipotranno vedere i quattro episodi che compongola prima serie, in origine suddivisa insei puntate e successivamente uscita nellesale come film unico, dove la narrazioneprende le movenze dalle presunte allucinazionidi un’anziana paziente convinta disentir provenire dalla colonna dell’ascensoreil pianto di un bambina; la donna cercadi scoprire la verità affidandosi a sedutespiritiche mentre emerge la professionalitànon particolarmente spiccata del personalemedico. La seconda stagione denominataThe Kingdom 2, uscita nel 1997 e in programmaa Reggio lunedì 15, consta invecedi sei episodi e rappresenta, se possibile,un’accentuazione dei temi cosmico-orrorificicon ampie citazioni del cinema della pauradi ogni tempo e un tono generale che rimandaa suggestioni già rinvenibili nei filmd’esordio di Von Trier come “L’elemento delcrimine” ed “Epidemic”.L’ospedale di “The Kingdom” sorge nel centrodi Copenaghen... chissà cosa avrebbepensato il raffinato vate nazionale HansChristian Andersen di un simile monumentoal cattivo gusto; forse, in fondo, non glisarebbe dispiaciuto viste le malvagità e imostri con cui ha popolato l’immaginario dimilioni di piccoli lettori nel mondo intero...Omaggio al grande Eric RohmerDoppia proiezione del regista lunedì 1La morte corre sul fiumeIl 3 il film di Laughton, un culto per i cinefiliSerata speciale lunedì 1marzo al Rosebud, con unomaggio a Eric Rohmer recentementescomparso. Siinizia alle 20.30 con il RaggioVerde, vincitore del Leoned’oro alla Mostra di Veneziadel 1986, tratto da quelraggio del romanzo di JulesVerne che riesce a leggeremeglio nei propri sentimenti ein quelli degli altri. Così Delphine,la protagonista, incontrail ragazzo giusto. A seguireLa collezionista, le vacanzedel mercante d’arte Adrien all’insegna dell’inerzia,dove il vero soggetto è la luce d’estate. Primo film diRohmer distribuito in Italia. [C.V.]Mercoledì 3 marzo, alle 21,il Rosebud ospita una pellicolad’eccezione: La mortecorre sul fiume, datata1955, in versione originalesottotitolata. Un pastoreprotestante uccide alcunevedove per denaro, ma ifiglioletti di una di questegli daranno filo da torcere.Una grande fiaba orrorifica,più per atmosfera che perscene violente. Tratto dalromanzo di Davis Grubb, laregia è firmata dall’attoreCharles Laughton. Nel film, il regista dissacra lefigure femminili, e accusa il fanatismo nella religionecristiana. [C.V.]cinema


cinema>cinemaAl Rosebud il cinema èanche in lingua originaleMercoledì 10 marzo - ore 21A SINGLE MAN (2009)Regia di Tom FordL’elegantissimo film del guru della modaalla sua prima regia, tratto dal romanzodi C. Isherwood. Ambientato negli anni’60 affronta i temi della morte, dell’amiciziae dell’omosessualità. Straordinarial’interpretazione di Colin Firth.Mercoledì 17 marzo - ore 21UP IN THE AIR (2009)Regia di Jason ReitmanLa pellicola che inneggia alla libertàtramite il suo protagonista RyanBingham, fino a quando non ci saràun cambiamento. Per godersi unacommedia amara, per confrontarsicon temi delicati e per non perdersila vera voce di George Clooney.Mercoledì 24 marzo - ore 21LE CONCERT (2009)Regia di Radu MihaileanuL’avventura dell’osannato Andrei Filipov,direttore d’orchestra di Mosca,deposto dalla politica in epoca comunistae derubato della musica e dellabacchetta. Venticinque anni dopol’uomo ha l’occasione di riscattarsi.Magico e surrealista.Di alberto zanettiVittime si raccontanoLa giornalista Gagliardo presenta il suo documentario sul terrorismoRestituire la memoria ai sopravvissuti,ai familiari, alle vittime delterrorismo; fornire alle nuove generazionistrumenti per scoprire la storiadel passato e riflettere su alcune dellepagine più dure della storia recente delnostro Paese: sono questi gli obiettividel documentario Vittime realizzatodella giornalista Giovanna Gagliardo cheverrà presentato al cinema Rosebud il31 marzo in occasione della rassegna“Indovina chi incontriamo stasera”. Perl’occasione l’autrice, che può vantareGiovanna Gagliardo, al Rosebud il 31 marzo una significativa attività in ambito televisivo,incontrerà il pubblico insiemeall’assessore alla Cultura del Comune di Reggio Giovanni Catellani.Il progetto del film, prodotto tra gli altri dalla RAI, è nato su iniziativa dell’AIVITER (Associazioneitaliana vittime del terrorismo) e ideato con lo scopo di ricostruire gli annidel terrorismo che hanno avuto spaventose ripercussioni: basti ricordare i 12.770episodi di violenza terroristica, le otto grandi stragi (piazza Fontana, treno di Gioia Tauro,Peteano, Questura di Milano, piazza della Loggia, treno Italicus, stazione di Bologna,rapido 904) e il clima di paura generalizzata protrattosi per anni.“Vittime” è composto da una ventina di testimonianze che, con il supporto visivo deinotiziari d’epoca, ricostruiscono i fatti di quei giorni tragici. Madri, mogli, figli raccontanole personalità, i progetti, le idee di quegli uomini e quelle donne a cui è stata spezzatala vita; il dolore e il lutto dei parenti, la loro solitudine, e la coscienza certa che il lorodestino è un fatto che riguarda tutti i cittadini.Info: Ufficio Cinema tel. 0522 456632 - 456763;Cinema Rosebud tel. 0522 511113Filmakers al Festival di BrescelloQuest’anno il concorso presenta tre sezioni. Scadenza il 10 aprilePer chi vuole esprimere lapropria creatività, torna nuovamenteil concorso legato al Festivaldel Cinema di Brescello,in programma quest’anno dal18 al 23 giugno, alla sua settimaedizione con il ProgettoCinema. Nella terra natalee cinematografica di “DonCamillo e Peppone”, si vuolecontinuare a promuovere ea stimolare la produzione audiovisiva indipendente dando valore ai paesaggi, agliambienti, agli usi e ai ricordi insiti nella provincia, e all’influenza sociale e culturaleesercitata dall’acqua sul terreno e sulla popolazione. Inoltre, si vuole approfondireil tema dell’immigrazione che le nuove culture portano sia nella provincia italianache in altre realtà europee e mondiali. Infine, si lascia agli autori, la possibilità dicimentarsi con quelli che sono gli autentici piaceri della vita. Il Concorso del Festivalsi articolerà quindi in tre sezioni sulla base di queste tematiche. L’iscrizione ègratuita. I filmakers partecipanti possono anche inviare più di un’opera entro il10aprile. La giuria sarà composta da registi, critici e saggisti di rilevanza internazionalee al vincitore spetteranno un riconoscimento e 700 euro. [Cecilia Vecchi]Info: www.videoclub-brescello.org[22] - il mese marzo \2010


Dalla cucina alla... lunaMarzo all’Eden di Puianello spazia dalla commedia alla fantascienza.Da non perdere il 16 e 18, il campione di incassi Welcome“Soul Kitchen” di Fatih AkinFacile lasciarsi ingannare dal titolo o dagliincredibili “mostri pelosi” protagonisti,ma contrariamente a quanto si possa pensareNel paese delle creature selvaggenon è il più classico dei film per bambini.Proposto al Cinema Eden di Puianello il2 e 4 marzo, la pellicola di Spike Jonzeè un profondo viaggio nella psicologiainfantile, a tratti drammatico e violento edifficilmente adeguato al pubblico dei piùpiccoli ma ugualmente piacevole e soprattuttooriginale.Premiato dal pubblico a Berlino e campionedi incassi in Francia, Welcome di PhilippeLioret (all’Eden il 9 e 11 marzo) è invece unracconto morale che si interroga sul concettodi alterità e in cui è facile riconoscerei canoni dell’attualità. Una profonda storiad’amore e d’amicizia tra un uomo - un disincantatocinquantenne - e un ragazzo - undiciassettenne curdo - al centro di un filmdiretto e spietato, capace di influenzareil dibattito politico sull’immigrazione clandestina.Si cambia decisamente registro,il 16 e 18 marzo, con la fantascienzadell’esordiente Duncan Jones (è il figlio diDavid Bowie) e il suo Moon. Lo spazio tornaad essere non tanto un teatro d’azione eguerra, ma l’ultimo grande luogo sconosciutodove temere dei propri pensieri edove ancora si vuole rivendicare la propriaumanità. Buoni sentimenti, alta cucina emusica di prima scelta, sono invece gliingredienti dell’efficace commedia di FatihAkin Soul Kitchen (il 23 e 25 marzo).Un piccolo spaccato di vita quotidiana delgiovane Zinos, del suo ristorante e del problematicoma esilarante microuniverso chegli ruota attorno. Un film vitale, travolgentee spumeggiante, tutto da vedere e gustare![Eleonora Bellomi]in calendario all’Eden2 e 4 marzoNEL PAESE DELLECREATURE SELVAGGEdi Spike Jonze9 e 11 marzoWELCOMEdi Philippe Lioret16 e 18 marzoMOONdi Duncan Jones23 e 25 marzoSOUL KITCHENdi Fatih AkinInfo: www.cineclubpeyote.itle prime nelle saleAlice in Wonderlanddi Tim Burton, con Johnny DeppArriva la versione gotica delleavventure di Alice, in quelfantastico mondo popolatoda strani personaggi, diecianni dopo. Alice è un po’più grande e non si ricordadel coniglio bianco semprein ritardo, del cappellaiomatto, della regina biancae quella rossa... Allo spettatorela possibilità di viverel’avventura in 3D.Shutter Islanddi Martin Scorsese, con Ben Kingsley, Leonardo DiCaprioUna nuova storia poliziesca per la coppia Scorsese-Di Caprio.Nel 1954, all’apice della Guerra Fredda, il capo della polizialocale Teddy Daniels e il suo nuovo partner Chuck Aule vengonoconvocati a Shutter Island per indagare sull’inverosimile scomparsadi una pluriomicida. Dal best-seller di Dennis Lehane.L’amante inglesedi Catherine Corsini, con Bernard Blancan, Kristin Scott-ThomasIl ritratto tutto al femminile di una donna che ha deciso di prendersicon la forza una nuova vita. Suzanne vive con oppressioneil suo matrimonio e il contesto borghese in cui si ritrova. Quandonella sua quotidianità convenzionale entra Ivan la donna si sentedesiderata e viva come non le era mai accaduto.Io sono l’amoredi Luca Guadagnino, con Alba Rohrwacher, Pippo Delbono, Tilda SwintonLa grande borghesia industriale lombarda: una coppia sposatasenza amore, tra agi e ipocrisie, in una grande villa nel cuore diMilano insieme ai loro tre figli. Sarà proprio la scelta di uno di loroEdoardo e l’ingresso in scena di Antonio, giovane chef di talentoe di bassa estrazione sociale, a sovvertire equilibri e destini.cinema


teatroDi chiara caccialupiGodot, l’arte dell’aspettareIl misterioso dramma di Samuel Beckett va in scena alla Cavallerizzadifficile non banalizzare quando si parlaÈ di Aspettando Godot,l’opera più riuscitadi Samuel Beckett, pilastro del teatro novecentesco.è difficile poiché si ha di fronte untesto geniale, innovativo e quindi analizzatosotto ogni punto di vista.Emblema del “teatro dell’assurdo”, in AspettandoGodot non succede assolutamentenulla. La scena è statica ed Estragone eVladimiro, i personaggi principali, non fannoaltro che starsene all’ombra di un albero, incampagna, interrompendo l’attesa solo grazieai rari incontri con Pozzo, un proprietarioterriero e il suo servitore Lucky, e con ungiovane messaggero.Chi aspettano Estragone e Vladimiro?Godot,è ovvio. Chi sia costui e per qualimotivi abbia convocato i due non ci è datosapere,ma è proprio in questo che risiedel’unicità del testo: Godot, il protagonista assente,in realtà non esiste o meglio, esistesolo in quanto possibilità. Non possiamosapere chi è l’oggetto dell’attesa poichél’oggetto stesso, è, l’attesa.In molti hanno provato a dare lettura di untesto che, per sua stessa natura, si prestaa molte interpretazioni, riconducendolospesso ad una presunta esperienza autobiograficadell’autore, noto per i suoi dissidiinteriori.Ciò che volesse in realtà comunicaretramite quest’astrattezza è difficilmenteimmaginabile; solo una volta Beckett lasciòintravedere una spiegazione al regista RogerBlin (probabilmente per depistarlo) dicendoche Godot derivava dal francese gergale“godillot” (“stivale”) “perché i piedi hanno unagrande importanza in quest’opera”.Al di là dei vari tentativi di interpretazione,ciò che oggi resta dello stile beckettianoè senza dubbio la rivoluzione che egli fecedel teatro contemporaneo: mescolando igeneri, ribaltando la suddivisione classicadell’opera, introducendo estenuanti attesee lunghi silenzi, senza mai arrivare ad un’effettivaconclusione, con Aspettando Godot,Beckett ci regala una nuova forma teatraleche ognuno di noi potrà avere il piacere diassaporare grazie a Gigio Alberti e alla regiadi Lorenzo Loris, da martedì 16 a sabato20 marzo, al Teatro Cavallerizza di ReggioEmilia. Altro non ci resta che aspettare.Info: www.iteatri.re.itL’INCONTROOltre mezzo secolo è passato dalla primarappresentazione del testo di Beckett (era il24 gennaio 1953 a Parigi al Théâtre de Babylone,per la regia di Roger Blin) e ancora oggiil misterioso dramma di Beckett, non cessadi sedurci col suo fascino ambiguo e sempresfuggente. Difficile dire cos’è Godot, plausibiletentare delle ipotesi. Giovedì 11 marzo alle ore17.30 nella Sala degli Specchi del Teatro MunicipaleValli, Claudio Longhi cercherà di sondarequeste ipotesi nell’incontro “Aspettando Godoto il “mistero”(buffo) del corpo glorioso”.Due immagini di scena. Sotto da sinistraMario Sala e Gigio AlbertiLo strano mondo di Stefano BenniDa Saltatempo a Bar Sport,passando per i pungenti articoliscritti per importanti testateitaliane, Stefano Benni si faportavoce dei malesseri dellagente di oggi: soggetti alienatie confusi, sempre più vicini aduna realtà apparente fatta dimateria, sempre più lontanida una realtà sostanziale disensazioni e rapporti umani.è Mai più soli,nuova produzioneA.gi.di.,che ci offrirà la possibilitàdi godere di nuovo dello“humor Benniano” e dei suoigrotteschi personaggi, il 5, 6e 7 marzo al Teatro Ariosto. LaVenerdì 5 marzo alTeatro Cavallerizza alleore 17.30 Stefano Benniincontrerà e converseràcon il pubblico.brillante comicità di Angela Finocchiaro,ci regala una nuovapossibilità per riflettere sullacronaca e il costume del nostrotempo, il tutto condito daquella nota dolce-amara, cheda sempre caratterizza l’operadello scrittore bolognese.Info: www.iteatri.re.it[24] - il mese marzo \2010


Quel giullare di Paolo RossiL’attore e comico milanese è al Valli con la nuova produzione de LaCorte Ospitale “Mistero Buffo”, tratto dall’omonimo lavoro di FoDario Fo...che nella tradizione dei“A giullari medievali fustiga il poteree riabilita la dignità degli umiliati...” Fucon questa motivazione che l’AccademiaAl Regiò la rassegna dedicata ai temi del sacroAl Teatro ReGiò iprosegue la rassegna Ascoltando Cielo eTerra. Il 12 e il 13 marzo il Teatro L’Attesa mette in scenaElogio della Speranza di Daniele Castellari. Lo spettacoloporta a teatro un esempio della forza della vita che vieneavanti e che ci chiede ogni giorno di ricominciare. Tratto dalracconto di Erri De Luca “In Nome della Madre”, è inveceBet Lèhèm - Casa di Pane, per la regia di Paolo Garimberti,il 20 marzo. è la narrazione, dal punto di vista di Miriàm,della gravidanza: i mesi dell’attesa, il cambiamento del suocorpo ed il susseguirsi delle stagioni, il viaggio lungo e difficileverso Bet Lehem. Il racconto di un legame viscerale, unicoe assoluto tra madre e figlio fino al distacco dal corpo,attraverso la nascita. Gli spettacoli iniziano alle ore 21.Info: tel.347 9300895di Svezia conferì il Premio Nobel per laletteratura a Dario Fo. è con lo stessointento che Paolo Rossi mette in scenaMistero Buffo, nuova produzione de LaCorte Ospitale, al Valli mercoledì 31marzo e giovedì 1 aprile. Dissacrantee irriverente, Rossi tenterà, come alloraFo, di ricreare e attualizzare la figura delgiullare, espressione dei malumori del popolo.L’uso del “grammelot”, lingua creataad hoc nel Medioevo per essere facilmentecomprensibile da tutti, mista di suoni eazioni, ci trascinerà in un mondo lontano,rivelando il messaggio dell’autore: svegliarele coscienze per portare alla luce, eforse sovvertire, anni di abusi, ingiustiziee sofferenze. [C.C.]Info: www.iteatri.re.itin breveTeatro musicale con Messoridomenica 14, CadelboscoAll’AltroTeatro unospettacolo di amarcord.Con PaoloMessori si attraversaMezzo secolo dicanzoni italiane dal1900 al 1950. Altroappuntamento giovedì25 con la Compagnia di Prosa inProsa e lo spettacolo A tutto Benni...o quasi.Info: www.laltroteatro.itDel Barrio en Compagniasabato 27, Fabbrico - ore 21Un viaggio attraversol’America del Sud,tango compreso, conle tante contaminazionimoderne. Nellospettacolo “Viaggio inArgentina” al TeatroPedrazzoli convivonocomposizioni originali ma ancheomaggi a Caseres, Robles e al grandePiazzolla.Info: tel. 0522 667062Shakespeare secondo Navonesabato 6, Casalgrande - ore 21“Impalpabile comel’ombra, rapido comeun lampo, breve comeun sogno”: è l’amoresecondo Shakespearein Sogno di unanotte di mezza estatemesso in scena daMassimo Navone in uno spettacoloche rifugge da ogni intellettualismoper essere ‘popolare’.Info: tel. 0522 1880040Match di improvvisazione6,13,20,27 marzo, BagnoloPali e Dispari, il duo di cabaret compostoda Angelo Pisani e Marco Silvestri,popolare grazie a sette edizioni delprogramma televisivo Zelig, dove sonostati la coppia Capsula e Nucleo, arrivanoal Fuori Orario sabato 6 marzocon il nuovo spettacolo di cabaret.Info: www.arcifuori.itDaniele Luttazzi torna al Fuori Orariodi Taneto sabato 27 marzo per laprima volta nei panni del cantante,senza rinunciare al suo sarcasmo.L’occasione è il suo nuovo show Songbook- temi sociali e temi scabrosiesplorati a ritmo di musica dance.Info: www.arcifuori.itPresso il Centro CTLdi Bagnolo quattrosabato sera con ilCampionato dellaCompagnia Amatoridi improvvisazioneteatrale. Una competizioneartisticosportivafra due squadre di giocatoriattoriche si contendono la vittoria in90 minuti di “gioco”.Info: www.impropongo.itteatro


teatroin breveRiondino e Geppi Cucciari12 e 27 marzo, NovellaraDe André non smetteràmai di emozionare.All’omoniomo teatroil 12 David Riondinofarà riviere le atmosferedel quinto albundel cantautore genovesecon lo spettacoloNon al denaro, non all’amore né alcielo. Il 27, invece, Geppi Cucciari èin Si vive una volta. Sola.Info: tel. 334 9316533Casa di Bernarda2 aprile, Rubiera - ore 21Tratto e riadattato da“La casa di BernardaAlba” di F.G. Lorca,Carolina De La CalleCasanova riprende iltema originale aprendoperò uno spiraglionel finale per una soluzionealternativa. Cosa succede quandoin una casa gestita da sole donne arrivaun uomo? Spettacolo all’Herberia.Info: www.corteospitale.itGocce di Prosa6,20,27 marzo, Reggio Emilia- ore 21Tre nuovi appuntamential al PiccoloTeatro San Francescoda Paola per larassegna organizzatada Teatro Distillato.Il 6 un gustosoomaggio ad AchilleCampanile, il 20 la commedia brillantePrognosi riservata, il 27 lopsycho-thriller E tu chi sei?.Info: www.teatrodistillato.itShakespeare in lingua originale4 e 5 marzo, Reggio Emilia - ore 21Il Teatro delle Duecompagnia formatada attori di madrelinguainglese, portaal Piccolo teatro SanFrancesco da Paola AMidsummer night’sdream in lingua originaleinglese, regia John Bellomo. Trale curiosità di questa compagnia lescenografie affidate a ReMida.Info: tel. 349 2379591Due donne sulla scena del BoiardoCrescenza Guarnieri è l’interprete di “Niente più niente al mondo”di Carlotto; Elena Bucci è l’intramontabile LocandieraElena Bucci è la LocandieraDue donne protagoniste del marzo diprosa al teatro Boiardo di Scandiano.Due donne che sono personaggi complessie ricchi di simbolismo, accomunati nellaloro diversità dal ruolo di crocevia di tantestorie umane. La prima protagonista avràil volto di Crescenza Guarnieri, attrice unicadi Niente più niente al mondo, monologoscritto da Massimo Carlotto che saràin scena lunedì 8 alle ore 21. Il fallimentoe la delusione che caratterizzano questafigura femminile passano attraverso le paginedel diario della figlia, quella “bambina”che con risentimento e tenerezza si rivolgealla madre svelando l’incomunicabilità delquotidiano dramma familiare. Lo spettrodella povertà che incombe sulla classeoperaia, la paura e l’intolleranza verso lediversità dei nuovi immigrati provenientida lontano, i miti della società moderna,fra consumismo e livellamento culturale:così cresce l’angoscia della protagonista,che si avvia verso il suo inevitabile, drammaticoepilogo.Incarna invece il riscatto della figurafemminile La Locandiera, in cartellonemartedì 23 marzo alle ore 21. La celebrecommedia di Carlo Goldoni si presenteràal pubblico rivisitata in chiave moderna,pur nel rispetto di tutti quegli elementigià assolutamente attuali, dagli autoried attori Elena Bucci e Marco Sgrosso.La protagonista, Mirandolina, è punto diriferimento, figura stabile e carica di dolcezza,centro dell’universo di personaggiche popolano la locanda con le loro storiepersonali cariche di delusioni e fallimenti.All’interno di questo clima da moderno barnotturno, crocevia di storie malfamate euomini pericolosi, gli attori si muovono sulcanovaccio della Commedia dell’Arte, checon l’improvvisazione vince gli acciacchidel tempo e restituisce all’opera l’originalefreschezza. [Eugenio Fedolfi]Info: www.cinemateatroboiardo.itFellini, Strindgerg e la marionettaAll’Asioli le pièce di Venturiello, Gassman, Lavia e FormanDall’omonimo capolavoro cinematografico di FedericoFellini, nasce l’adattamento teatrale di TullioPinelli e Bernardino Zapponi La Strada. Un’opera dicommovente coinvolgimento che pur mantenendola trama e i dialoghi del film, si rinnova e diventarivoluzionariamente teatrale ritrovando un’innatadimensione poetica grazie ai due protagonisti MassimoVenturiello e Tosca. La pièce è al Teatro Asioli il12 marzo. Il 16 e il 17 è invece la volta del drammafamiliare e sociale Roman e il Suo Cucciolo, di econ Alessandro Gassman; uno sguardo neutrale enon ideologico sulla presenza degli immigrati che hacambiato la fisionomia delle città e le stesse relazioniinterpersonali. La marionetta cecoslovacca di PetrForman, Obludarium, è in cartellone nei giorni 18 e19 e dal 21 al 24 marzo (nel Parco Urbano). Chiude questo mese Danza di Mortedi August Strindberg, considerato l’archetipo di tanto teatro moderno, il 30 e il 31marzo. L’opera messa in scena da Gabriele Lavia, con Monica Guerritore, è un’analisilucida e spietata della vita di coppia, dello scontro titanico tra i sessi, accompagnatoda una riflessione sul significato della morte e della vita.Info: tel. 0522 637813[26] - il mese marzo \2010


incontri&eventiIl paesaggioche danzaUna cava, dei silos, corpi nudi che danzanoe scivolano su pietre. Inizia con l’ultimaproduzione di Aterballetto la nuova edizionedella Biennale del Paesaggio promossadalla Provincia di Reggio Emilia. Venerdì 26marzo all’Asioli di Correggio, la creazione diMauro Bigonzetti su musiche del rockerLigabue e ambientata tra gli apparati scenicidi Angelo Davoli, aprirà il ricco calendario dieventi che da marzo fino alla fine dell’annoparleranno attraverso l’arte, la musica, lagastronomia, la letteratura del paesaggio edella sua trasformazione.A fianco di Aterballetto a marzo la Biennaleporterà a Reggio Emilia e provincia anche ilFAI-Fondo Ambeinte italiano, Carlo Petrini,Ermanno Olmi, Marc Augè, Angelo Davoli,Gianni Celati, Ermanno Cavazzoni.Proprio per sostenere con il FAI di Reggiola presentazioneVenerdì 5 Al CorsoLa Biennale del Paesaggio 2010viene presentata alla città venerdì 5marzo alle ore 18, presso il Cinema“Al Corso” in Corso Garibaldi n°14 aReggio Emilia. A parlare della nuovaedizione la presidente della ProvicniaSonia Masini e l’assessore allaPianificazione territoriale e CulturaRoberto Ferrari.Emilia il progetto di riqualificazionedel “Bosco di San Francesco” adAssisi il ricavato dello spettacolodell’Aterballetto - insieme a quellodella cena che si terrà pressoVilla Rovere sempre a Correggio- sarà devoluto in beneficenza.Dell’iniziativa fanno parte anche levisite guidate a Correggio a curadel FAI che si terranno il 27 e 28marzo.Nella giornata di sabato 27 marzodue saranno gli appuntamenti ospitatia Reggio Emilia: alla mattina ilconvegno “Curare il territorio percurare l’uomo” organizzato in collaborazionecon le sezioni reggiane di Italia Nostra edell’Associazione italiana Donne medico, eal pomeriggio l’inaugurazione della mostradi Angelo Davoli “Cantiere Morini work inprogress” che resterà aperta a PalazzoCasotti fino al 25 aprile.Insomma un tentativo multidisciplinare e“popolare” - la Biennale si svilupperà intornoai temi dalla “Riqualificazione della Vald’Enza”, con spettacoli e visite a monumentistorici, ai progetti per la “Comprensionedel paesaggio” attraverso l’opera di grandifotografi, alle “Visioni e letture sul Paesaggio”con proiezioni filmiche e presentazioni di pubblicazioni,alla “Promozione del patrimoniopaesaggistico culturale” grazie a rassegnemusicali, teatro, fiere eno-gastronomiche,“Certe Notti”di Aterballettoapre la nuova edizionedella Biennale delPaesaggio. Dal 26 al28 marzo i primi eventialla “Fruizione dell’arte nel paesaggio” coninterventi di artisti e progettisti e all’importanteversante della “Educazione al paesaggio”,grazie a master e progetti - per avvicinare aldelicato tema del paesaggio anche chi non sipresenta come un addetto ai lavori.Info: www.biennaledelpaesaggio.itgli appuntamentiCerte Nottivenerdì 26, Teatro AsioliCurare il territorio...sabato 27, Università di ReggioCantiere Morinida sabato 27, Palazzo CasottiL’ultimosuccesso diAterballettoè la trasposizionesullascena di unvero e propriohappening tenutosi l’estatescorsa nella Cava Morini diMontecchio. La scenografia,artistica, è firmata da AngeloDavoli.Curare il territoriopercurare l’uomoè il titolodel convegnoche si terrà apartire dalleore 9 presso l’Aula Magnadell’Università. Moderato daMarina Foschi, offrirà gli interventidell’urbanista Vezio DeLucia e di Luca Carra.La mostra diAngelo Davolipermetteràdi conoscerenei particolaril’entusiasmanteesperienzache ha visto assiemeal lavoro nei rispettivi campitre importanti artisti comeBigonzetti, Ligabue e lo stessoDavoli. Fino al 25 aprile.incontri&eventi


incontri&eventiin breveBaobab: incontri e concorsi6, 11, 25, 26 marzoMetti un giorno al MuseoTutti gli appuntamenti ai Musei Civici di Reggio. Per grandi e ragazziBeatrice Masini(6 marzo), AnnaCerasoli (11 marzo),Francesco d’Adamo(25 marzo), RobertoPiumini (26 marzo)sono i prossimi ospitidella rassegna letterariaBaobab (pressoil Cinema Rosebud)dedicate ai ragazzidelle scuole reggiane(incontri mattutini). L’iniziativa che hacome scopo di favorire la lettura e lascrittura tra i più giovani, si presentaanche quest’anno con i suoi concorsididattici: In forma di libro-Giocaree lavorare con le parole premierà imigliori libri autoprodotti realizzati nelcorso dell’anno scolastico da studenti,o classi di studenti delle scuoledell’infanzia,primarie e secondariedi primo grado della città e dellaprovincia di Reggio. Il tema del concorsoè l’illustrazione e la narrazionedescrizionedi uno o più articoli dellaCostituzione Italiana.Info: tel. 0522 456249Donne in Gabella5, 12, 17, 29 marzoTra gli appuntamentiin calendario in Gabella,anche un ciclodi incontri dedicatoal mondo femminile,Femminile plurale:frammenti in Chiaroscuro.Quattroserate che alternanoproiezioni di film - il5 “La sconosciuta diGiuseppe Tornatore,il 17 Giorni e Nuvole di Soldini, il29 Non ti muovere di Castellitto - aincontri - il 12 Zigrini. Da segnarein agenda anche l’appuntamento del16 marzo con Home un documentariosu ambiente e cambiamentoclimatico di Yann Arthus-Bertrand,prodotto da Luc Besson, diffuso contemporaneamenteil 5 giugno 2009nelle sale cinematografiche di 50 paesi,in concomitanza con la giornatamondiale dell’ambiente. Concepitocome un reportage di viaggio, èrealizzato quasi interamente conimmagini aeree. Tutti gli incontri incalendario.Info: tel. 0522 430670Dieci appuntamenti questo mese perla rassegna di incontri Al Museo2010 promossa dal Comune di ReggioEmilia e Musei Civici.Il ciclo Scienza e Natura,che promuovele serate della SocietàReggiana di ScienzeNaturali nello spaziosuggestivo del Porticodei Marmi di PalazzoS. Francesco, proponedue temi: giovedì 4 alleore 21, esplorazionedel mondo dei parassitidal titolo “Zanzare,zecche, pidocchi & C.- Così vicini… e cosìpericolosi”, mentregiovedì 25 si parla diastri con “DestinazioneLuna. Tra realtà efantascienza” insiemeall’Associazione Scandianese di FisicaAstronomica.Per quelli che vogliono conoscere e toccarecon mano, domenica 21 alle 16con Mothers si gira tra opere e repertidei Musei Civici provenienti da mondied epoche diverse. Sempre presso iMusei Civici, domenica 7 si tiene l’ultimoincontro del ciclo “Fatti dal Mondo”,ospite Giovanni Mazzoni. Ancora vogliain ascoltoFatti dal mondodomenica 7, Musei Civici - ore 11Ultimo appuntamentodel cicloFatti dal Mondo.Ai Musei Civici,domenica 7 alleore 11, incontrocon il direttore diTeletricolore È TV.Giovanni Mazzoniparte nel 1984dall’emittente televisivaRetemiliae l’anno successivo fonda, insiemea Giovanni Girelli, Teletricolore.Dopo aver diretto per i primicinque anni le edizioni dell’Emiliadel quotidiano L’Informazione,oggi, è direttore del gruppo ÈTV, Radio Erre, Radio Modena eRadio Center Music.Info: tel. 0522 456477 – 456532di museo ma stavolta per i più piccoliquando si tratta di Museo dei Ragazzie l’incontro di sabato 27 ore 16.30 “Icolori girano il mondo”che fa tappa al Museodel Tricolore.Per gli incontri in Bibliotecadelle Arti gliappuntamenti sonovenerdì 5 marzo alle18 con la presentazionedel libro di FedericoFerrari “Sub specieaeternitatis. Arte edetica” in collaborazionecon Diabasis Editore,e venerdì 12 alle18 con Stefano de’Siena e la presentazionedel libro “Il gioco ei giocattoli del mondoclassico”.Con Il tè delle Muse, ilfilone che mescola storia arte e sapori,si parla domenica 7 di “Arte, fede edevozione tra le opere del Museo”, il 14di “Ut pictura musica. Un viaggi visivoe sonoro alla scoperta dell’iconografiamusicale nelle chiese e gallerie reggianetra Medioevo, Rinascimento e Barocco”e, infine, il 21 è previsto l’incontro conGiordano Montorsi. [Genziana Razzini]Info: www.musei.re.itFerratini ai lunedì del Mulinolunedì 15, Spazio Gerra - ore 20.45Paolo Ferratini èl’ospite del meseper il ciclo I Lunedìdel Mulino, il15 alle ore 20.45presso lo SpazioGerra, argomentodella serata “Lascuola di fronteai problemi disempre”.Ferratini è laureatoin Lettere classiche e dal 2000collabora con la prestigiosa rivistaIl Mulino.Nel periodo 2000-2005 è statocollaboratore anche del quotidiano“Il Messaggero” e dal 2005 scrivedi scuola sulle testate de “Il Sole24 Ore” e del “Corriere della Sera”.Info: tel. 0522 456477 – 456532[28] - il mese marzo \2010


Il Protocollo di Lucarelli e BolognesiI due autori incontrano il pubblico allo Spazio Gerra sabato13 marzo. Un momento di letteratura, dialetto e cybernovelin breveA cena con gli scrittori3,10,24 marzo Fuori Orario - ore 20.30Qualcuno sta dominando il mondoattraverso il controllo dei sensi?In un prossimo futuro, in un faldone - il“Protocollo” - vengono ritrovati strani ma-A Reggio Emilia occhi puntati sul “gioco”Il gioco per divertirsi, per imparare, per comunicare. Amarzo due appuntamenti per gli appassionati e per chi fadell’arte del gioco uno strumento di insegnamento. Sabato6 e domenica 7 (dalle ore 9.30 alle ore 24) all’Officinadelle Arti è Videogiocando, evento dedicato alla storia ecultura del videogioco: oltre 40 postazioni multimediali, conle maggiori console e sistemi di gioco dagli anni ’70 sinoad oggi; un ciclo di conferenze, con professori universitari,giornalisti specializzati ed esperti del settore; un concertodi musica videoludica. Sabato 6 invece allo Spazio Gerraha luogo Made in 3 D: in mostra ci sarà il serious game Ilgiardino meraviglia, progetto educativo innovativo promossoda Regione Toscana e realizzato quasi interamente aReggio Emilia. Sarà possibile giocare e ci saranno incontricon gli autori del progetto.Info: www.videogiocando.info; www.spaziogerra.itteriali, da cui parte una storia. Una storiaagghiacciante, che non avete mai visto.Donne combattenti che non sono più néumane né artificiali, un universo di febbrilepericolo e di inedita bellezza.Carlo Lucarelli e Marco Bolognesi unisconoscrittura e videoarte in un graphicnovel innovativo, Protocollo (Stile liberoExtra, p.288, 2009), che fonde i materialipiú diversi per il piacere totale dell’occhio.Lucarelli e Bolognesi sono allo SpazioGerra sabato 13 marzo (ore17.30) in unincontro che mescola dialetto e cybernovelper “Come se i libri eran motori (e chi lileggeva era un meccanico)” la rassegnadi incontri, curati dalla rivista letterarial’Accalappiacani.Info: tel. 0522 456786Donne protagoniste, ieri, oggi, domaniPer ricordare le conquiste sociali, politiche ed economichema anche denunciare le discriminazioni e le violenze cuituttora le donne sono soggette in molte parti del mondo,il Comune di Montecchio propone il ciclo di incontri Nonci basta l’8 marzo. Venerdì 5 nella Sala della Rocca, alle15.30, la proiezione del documentario Alla ricerca di unarivoluzione smarrita; introduce Mina Cilloni. Domenica 7,nel cortile interno del Castello, alle 21 sarà la volta dellospettacolo teatrale La lettera presentato dal gruppo LeviaGravia. Sabato 13, sempre nella Sala della Rocca alle 17,l’Happy Hours d’autore L’altra mappa - Esploratrici, viaggiatrici,geografe con Luisa Rossi, letture a cura di SiparioAperto. Infine, per tutto il mese di marzo si terrà un originalecorso di cucina orientale, nei giorni 4, 11 e 18 alle ore 18presso il Centro Diurno. [Cecilia Vecchi]Info: tel. 0522 861861 - 64Le cene incontro delFuori Orario questomese partono conuna serata all’insegnadel mistero: mercoledì3 ospiti saranno loscrittore Carlo Lucarellie Paolo Bolognesi.Lucarelli presenteràil libro scritto daElena Invernizzi, PaoloBolognesi e StefanoPaolocci “Ordine al Caos”, romanzoche vede l’ispettore Guendalina Berninialle prese con una nuova difficile indagine.Mercoledì 10 il giornalista piùodiato dalla politica, presenza fissa di“Anno Zero”, Marco Travaglio parlerà,come sempre senza peli sullalingua, della politica italiana e presenteràil libro “Ad Personam”. L’ultimoappuntamento, il 24, è con NiccolòAmmaniti e la sua ultima fatica “Chela festa cominci”, un romanzo ironicoe sarcastico in cui delinea un ritrattodell’Italia di oggi impietoso e a trattiscoraggiante.Info: www.arcifuori.itVivere con lentezza15 marzo Infoshop - ore 21Per coloro che pensanoche il mondogiri troppo in frettae aspirano a ritmidi vita più umanipensando ai dannieconomici, socialie ambientali di unavita votata alla solavelocità, lunedì 15marzo è in arrivo la4° giornata mondialedella lentezza quest’annodedicata al tema “Rallentare peruno sviluppo economico in armoniacon l’uomo e con l’ambiente”. Peronorare l’evento la libreria InfoshopMag6 di Reggio Emilia propone unaserata durante la quale si potrannoascoltare brani di romanzi e poesiesul tema della lentezza comodamenteseduti su tappeti e cusciniposti a terra. Evento clou dellaserata sarà il collegamento direttocon Shangai, città fulcro dell’evento,per parlare con Bruno Contigiani,il fondatore dell’associazione “L’artedel vivere con lentezza”.Info: tel. 0522 430307incontri&eventi


fuoriprovinciafondazione arturo toscaniniPer la stagione concertisticadella Filarmonica Toscanini,il 5 marzo a Parmal’inconsueto accostamentoclassico-elettrico.Alla chitarra D.J. Sparre al violino Shlomo MintzFondazione ToscaniniVicolo San Moderanno 3 - Parmatel. 0521 391320biglietteria@fondazionetoscanini.itwww.fondazionetoscanini.itD.J. SparrAtmosfere... elettricheè uno strumento che solo a sentirne il nome i musicisti classicistorcono il naso: la chitarra elettrica. Simbolo del rock,C’emblema della cacofonia dicono loro. Al massimo le si concedequalche incursione nella musica contemporanea (come ci insegnaFrank Zappa). Ma lo spirito della Filarmonica Toscanini è quellodi spaziare tra universi musicali diversi, e di lasciare stupefatti gliascoltatori di fronte alla contaminazione dei generi. Ed è propriouna chitarra elettrica solista che apre il primo appuntamentodi marzo di “Nuove Atmosfere”, la rassegna concertistica dellaFondazione Toscanini all’Auditorium Paganini di Parma. Venerdì5 D.J. Sparr, eclettico musicista americano, che più volte hagià infranto la sacralità dei brani classici inserendosi con il suostrumento amplificato in concerti di musica classica e da camera,accompagnerà Shlomo Mintz, uno tra i maggiori violinisti in attività.Dirige il francese Joachim Jousse. In platea, un ospite di assolutaeccezione: Michael Daugherty, assisterà alla prima europea delsuo Concerto per chitarra elettrica e orchestra “Gee’s Bend”.Il 12 marzo si torna invece a celebrare uno strumento più familiarenella musica classica: il violoncello, con il concerto in ricordo diMstislav Rostropovich, uno dei più grandi violoncellisti contemporanei.Lo strumento passa nelle mani di Natalia Gutman, che eraa Reggio Emilia lo scorso mese con un doppio concerto. Allievaprediletta del Maestro al Conservatorio di Mosca negli anni ’60,la Gutman sarà accompagnata dalla Filarmonica Toscanini direttada Christopher Franklin; programma della serata l’Ouverture da“Der Freischütz” (Il franco cacciatore) di Carl Maria Von Weber, ilConcerto n. 1 in Mi bemolle maggiore per violoncello e orchestra(op. 107) di Šostakovic, e la Sinfonia n. 4 in Re minore (op. 120)di Schumann.Il 26 marzo salirà invece sul podio Stéphane Denève, francesee direttore musicale dell’Orchestra Reale Nazionale Scozzese daquasi cinque anni, che guiderà la Filarmonica nel poema coreografico“La Péri” di Dukas, nella Suite dal balletto (op. 20) de “L’oiseaude feu” (L’uccello di fuoco) di Stravinskij, e nella Suite sinfonica (op.35) di “Shéhérazade” di Rimsky-Korsakov.Spazio infine al canto; al Teatro Regio venerdì 2 aprile, il Coro delteatro diretto dal maestro Martino Faggiani condividerà il palco conla Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Lawrence Foster, e contre cantanti lirici: il soprano Yolanda Auyanet, il tenore AdrianoGraziani e il baritono Roberto De Candia. In programma: il Requiem(op. 48) in Re minore di Fauré, e il Te Deum di Bizet.[Alessandro Trentadue]Il Bolero secondo Michele Pertusi e Mascia FoschiIl 16 marzo all’AuditoriumPaganini di Parma la FondazioneArturo Toscanini el’Associazione Culturale per iDue Mondi, presentano conuno straordinario concerto il cd“BOLERO, solo canzoni d’amore”,con l’Orchestra Regionaledell’Emilia Romagna, direttoreAlessandro Nidi, voce solista MichelePertusi, voce solista Mascia Foschi e lechitarre soliste “Django’s Fingers” - CorradoCaruana e Alessandro Ricci.La voce potente e vellutata delbasso-baritono Michele Pertusisi contrappone alla suadentevoce di Mascia Foschi per raccontareil mondo meraviglioso eromantico del bolero in un raffinatoprodotto discografico. Dal17 marzo, il cd sarà distribuitoin allegato alla Gazzetta di Parma.Info e biglietti: tel. 0521 391320biglietteria@fondazionetoscanini.itTermirkanov e la Filarmonicadi San Pietroburgo per HaitiAppuntamento straordinario della stagioneconcertistica del Teatro Regiomartedì 16 marzo. Alle ore 21 il grandemaestro Yuri Temirkanov sarà alla testadella prestigiosa orchestra russa de laFilarmonica di San Pietroburgo per unconcerto in favore del Comitato Parmaper Haiti (realizzato grazie al sostegnodi Wegh Group). Biglietti da 55,00 a15,00 euro. Per informazioni www.parmaperhaiti.comTel. 0521 218685[30] - il mese marzo \2010


Teatro Regio di Parmamercoledì 3 febbraio 2010, ore 20.30KREMERATA BALTICADirettore e violino solista GIDON KREMERPianoforte KHATIA BUNIATISHVILIMusiche di SERKSNYTE, MOZART, PELECIS, HAYDNTeatro Regio di Parmamercoledì 10 febbraio 2010, ore 20.30ORCHESTRA DELTEATRO REGIO DI PARMADirettore YURI TEMIRKANOVMusiche di MENDELSSOHN-BARTHOLDY, BEETHOVENTeatro Regio di Parmadomenica 14 febbraio 2010, ore 20.30Pianoforte KRYSTIAN ZIMERMANMusiche di CHOPINTeatro Regio di Parmamercoledì 3 marzo 2010, ore 20.30Violoncello DAVID GERINGASPianoforte IAN FOUNTAINMusiche di CHOPIN, SCHUMANNAuditorium Niccolò Paganinimercoledì 17 marzo 2010, ore 20.30 fuori abb.Concerto inaugurale del XII Festival della Chitarra Niccolò PaganiniChitarra PEPE ROMEROMusiche di ALBÉNIZ, TÁRREGATeatro Regio di Parmalunedì 22 marzo 2010, ore 20.30I SOLISTI DELTEATRO REGIO DI PARMAMusiche di MOZART, BEETHOVEN, BRAHMS, PUCCINITeatro Regio di Parmamercoledì 31 marzo 2010, ore 20.30ORCHESTRA DELTEATRO REGIO DI PARMADirettore MICHELE MARIOTTIMusiche di ROSSINI, SCHUBERT, MOZARTTeatro Regio di Parmamercoledì 7 aprile 2010, ore 20.30EUROPEAN UNIONYOUTH ORCHESTRADirettore VLADIMIR ASHKENAZYMusiche di STRAUSS, RESPIGHI, ČAJKOVSKIJTeatro Regio di Parmalunedì 19 aprile 2010, ore 20.30Violino VICTORIA MULLOVAMusiche di BACHTeatro Regio di Parmavenerdì 23 aprile 2010, ore 20.30 fuori abb.Pianoforte IVO POGORELICHMusiche di BEETHOVEN, BRAHMS, SCRJABIN, RACHMANINOVTeatro Regio di Parmavenerdì 30 aprile 2010, ore 20.30ORCHESTRA E CORODEL TEATRO REGIO DI PARMADirettore MICHEL PLASSONMaestro del coro MARTINO FAGGIANIMusiche di BIZETBiglietteria del Teatro Regio di ParmaTel. 0521 039399biglietteria@teatroregioparma.orgwww.teatroregioparma.orgCantadoriDesignOffice - ph Roberto Ricci


21- 23 aprile 2010dalle ore 9 alle ore 18Via Università, 12www.unipr.itCon il patrocinio di:Ministero dell’’Istruzione,dell’’Università e della RicercaIl mondo che ti aspetta

More magazines by this user
Similar magazines