GLAM APRILE 2018

glamitalia

La Prima Vera Rivista Rosa

ITALIA

N°17 APRILE 2018

ITALIA

SESSO

SCAPPATINA

SI O NO?

LAVORO

COME

DIVENTARE

UNA BRAVA

INFLUENCER

SEXY

OROSCOPO

APPUNTAMENTI 2.0

Modalità d’uso

e controindicazioni!

MODA

LE SCARPE DELLA

PRIMAVERA/ESTATE

2018

VIAGGI

VACANZE

ESTIVE

TEST

CAMERA DA LETTO,

DISCOTECA

O COPERTINA E FILM?

PAOLA DI BENEDETTO

SCARICA

L’APP

GLAM ITALIA

GLAM GIRLS :

Camilla Delai

Lavinia Comisan


C H A P E A U

chapeauclothing


ITALIA

Consumo combinato (km/l): 13,3 (CLS 450 4MATIC). Emissioni CO 2

(g/km): 148 (CLS 450 4MATIC).

Nuova CLS.

Una forma di seduzione.

Le linee si fanno essenziali, le proporzioni perfette. È così che un’icona di stile Mercedes-Benz torna in scena

nella sua forma migliore. Lasciati conquistare da L'Auto. o su www.lauto.mercedes-benz.it.

gitaliamagazine.it

APRILE

1


ITALIA

2 APRILE gitaliamagazine.it


Da questo mese l’evoluzione è chiara a partire dalla

copertina. Tutti avrete notato il cambiamento: siamo

passati dallo sfondo bianco ad un’esplosione cromatica.

Benvenuti nel nuovo mondo a colori Glam!

Abbiamo lavorato duramente per far sì che questa crescita

avvenisse e il nostro team, come mai prima d’ora, ha

dato tutto se stesso. Io voglio confermare a tutti i lettori

di avere dei collaboratori in continua crescita, che corrono

di pari passo con la rivista in modo da renderla ogni

mese meravigliosamente unica. Questo mese abbiamo il

piacere di avere in copertina Paola di Benedetto, una ragazza

popolare ma semplice e favolosa allo stesso tempo.

Sono stati in molti a chiederci come avessimo fatto ad arrivare

ad un traguardo così alto con una tale rapidità. La

risposta è semplice: questo traguardo non cade dal cielo,

ma è il risultato di tutto l’impegno della Glam Family che,

con costanza determinazione, coraggio e perseveranza, ha

fatto sì che un grande sogno iniziasse a mutare in realtà.

Un team variegato, al passo con tutte le novità

e con tanta voglia di crescere, questa è la chiave.

Abbiamo avuto il piacere di chiudere un contratto con

un fotografo tra i più stimati d’Italia che da dieci anni realizza

scatti per copertine di riviste importantissime e da

ormai due mesi, collabora a pieno regime anche con noi.

Glam ha la fortuna di avvalersi di un’Hairstylist e

una MUA che da molti mesi lavorano in maniera

professionale e che, grazie all’impegno e alla dedizione,

continuano a crescere inesorabilmente.

Allo stesso modo la nostra Graphic Designer, giunta

da noi agli albori, ha già dato nota di una spiccata

intelligenza artistica rendendo sempre più fresco e

dinamico questo capolavoro. Lo stesso vale per la nostra

Fashion Editor che con accurata ricerca e futuristica

visione rende ogni articolo unico e interessate.

E, come se tutto questo non bastasse, ci avvaliamo di

uno dei migliori studi fotografici il cui titolare è immerso

nel magico mondo della fotografia da più di vent’anni.

La nostra è una rivista a forma di cuore che batte ogni

giorno per regalare emozioni a tutti coloro che ci seguono.

Noi siamo Glam. La prima VERA rivista Rosa!


ITALIA

ITALIA

Shooting Marzo 2018 outfit by

Lingerie messa gentilmente a disposizione da:

4 DICEMBRE www.gitaliamagazine.it


4/5

8

9

11/30

32/34

36/37

38

40/42

44/45

46/47

48

50/51

52/53

54/56

58/59

60/61

62

64

66/68

69

70/71

72/75

76/77

78/79

Editoriale GLAM

Twiggy Lawson e la minigonna di Mary Quant

Mamma amica o mamma autoritaria?

Come utilizzare il caffè per risvegliare la bellezza

“Scappatina” si o no?

Smoothies mania

Tailleur: i trucchetti per indossarlo tutti i giorni

Attenzione che s-coppia!

Porridge: la colazione che spopola tra i “fitness addicted”

Appuntamenti 2.0 modalità d’uso e controindicazioni

Fashion Week: la collezione che ha lasciato il segno

Il brivido dell’adulterio: essere o avere l’amante?

Come diventare una brava Influencer

Allenamento funzionale: tre motivi per farlo

Le mamme più famose di Instagram

Le scarpe della Primavera/Estate 2018

Ex: “ripassino” si o “ripassino” no?

La rivincita dei giovani della musica italiana

Anni ‘90/2000 l’anno zero del fashion

Prenotare in anticipo le vacanze estive: ecco perchè

Tiramisù alle albicocche: la ricetta

82/83 Sexy Oroscopo


ITALIA


ITALIA

ITALIA

ITALIA

ITALIA

GLAM ITALIA

gitaliamagazine.it

APRILE GENNAIO

711


Ph: Mario Caponi (http://mariocaponi.tumblr.com)

Model: Paola Di Benedetto

Mua: Chiara Onorati

Hair Stylist: Katia Di Muro


Per ora mi concentro sul lavoro, ma sogno una famiglia

Vicentina, ventitré anni, capelli bruni e un sorriso che lascia

senza fiato. Paola Di Benedetto ha le idee molto chiare: il suo

obiettivo e quello di entrare nel mondo dello spettacolo televisivo

puntando non solo sul suo indiscutibile bell’aspetto, ma soprattutto

sulle sue capacità. Ama stare davanti alla telecamera,

comunicare con il pubblico e l’ha capito fin dalla prima esperienza

quando, all’età di diciassette anni, ha iniziato il suo percorso

in un canale della “piccola” realtà vicentina. Da quel momento

ha avuto ben chiaro quale fosse la sua strada e ha deciso

di puntare in alto facendo provini su provini per canali come

Rai e Mediaset che l’hanno portata a comparire come Madre

Natura a Ciao Darwin, Coloradina a Colorado fino ad arrivare

all’Isola dei famosi. Da quest’ultima esperienza si è portata

dietro un grande bagaglio pieno emozioni positive e di grandi

amicizie inaspettate. Dice che se potesse lo rifarebbe altre mille

volte, nonostante sia stata lei a dire con grande razionalità che

forse era arrivato il momento di tornare a casa. La sua autocoscienza

è un qualcosa che lascia davvero incantati ad ammirarla

con stupore perché, in quella situazione di grande stress che

inevitabilmente può portare all’irrazionalità più totale, Paola

è stata in grado di riconoscere i suoi limiti e dire «Basta, non

ce la faccio più. Se dovessi continuare emergerebbe un lato del

mio carattere che in realtà non esiste, non sarei più me stessa».

Parlando di sé, dice di essere una persona molto trasparente,

genuina, buona e disponibile con tutti, ma spesso è troppo

istintiva e ironizzando rassicura: «Tranquilli, ci sto lavorando!».

Tra qualche anno si immagina realizzata a livello professionale

e spera con tutto il cuore di poter costruire

una famiglia, cosa a cui tiene molto: già si vede mamma

di due bei maschietti a cui ogni giorno può dedicare

tutta se stessa nonostante gli impegni imposti dal suo lavoro.

L’Isola è solo l’inizio, una sorta di anno zero che ha permesso a

Paola di farsi conoscere, di iniziare una fase di rullaggio per il decollo

della sua carriera e forse anche della sua nuova “love story”!


Ph: Mario Caponi

(http://mariocaponi.tumblr.com)

Model: Paola Di Benedetto

Mua: Chiara Onorati

Hair Stylist: Katia Di Muro

Total Look: Roberto Fanella


Ph: Mario Caponi

(http://mariocaponi.tumblr.com)

Model: Paola Di Benedetto

Mua: Chiara Onorati

Hair Stylist: Katia Di Muro

Total Look: Eleonora Intimo


Ph: Mario Caponi

(http://mariocaponi.tumblr.com)

Model: Paola Di Benedetto

Mua: Chiara Onorati

Hair Stylist: Katia Di Muro

Gonna: Roberto Fanella

Top: Eleonora Intimo


ITALIA

Ph: Mario Caponi

(http://mariocaponi.tumblr.com)

Model: Paola Di Benedetto

Mua: Chiara Onorati

Hair Stylist: Katia Di Muro

Total Look: Roberto Fanella1 APRILE gitaliamagazine.it

: Roberto Fanella


ITALIA

gitaliamagazine.it

APRILE

15


Quello che conta davvero è lo “spessore” di una persona

Ventinove anni, nata a Trento e del segno dell’acquario,

Camilla è energia allo stato puro, sempre alla ricerca di

emozioni intense e esperienze che possano arricchirla in

maniera positiva. È questo uno dei motivi, insieme alla voglia

di stare vicino alla propria famiglia, che l’hanno spinta

a trasferirsi a Roma dove ora vive con la nonna e i suoi

due gatti, due delle cose più importanti della sua vita.

Ad oggi lavora come modella, ha da poco inaugurato un

brand di abbigliamento con una sua amica e, come se non

bastasse, la sua grande passione per gli animali l’ha spinta

a collaborare con associazioni di volontariato animaliste.

È un bel tipo Camilla, una vera “peperina”, sempre pronta

a fare ironia soprattutto su se stessa. Quando le chiediamo

come immagina il suo uomo ideale dice scherzando

che potrebbe accontentarsi tranquillamente di Tom Hardy

o Jeremy Meeks, ma poi torna seria e ci racconta come nel

tempo la priorità data all’aspetto fisico sia passata per lei in

secondo piano: vuole accanto a sé una persona di un certo

“spessore” e non guarderebbe minimamente un ragazzo

che, anche se bello, dimostra di essere vanitoso e innamorato

di se stesso. Il suo uomo deve avere carisma, essere

spontaneo ed intraprendente, questo è ciò che conta per lei.

Di sé dice di essere creativa e imprevedibile, cosa che talvolta

la porta a sconvolgere addirittura se stessa! Il suo difetto

più grande è senza dubbio l’essere disordinata nella vita

quotidiana, ma potete stare tranquilli perché, se nella sua

camera da letto c’è un disastro totale, nella sua testa vige rigore

ed organizzazione che la portano ad avere le idee molto

chiare sul suo futuro: realizzazione professionale con dei

progetti in cantiere che non è ancora il momento di svelare

e - chissà?- forse un giorno anche una famiglia tutta sua.


Ph: Mario Caponi

(http://mariocaponi.tumblr.com)

Model: Camilla Delai


Ph: Mario Caponi

(http://mariocaponi.tumblr.com)

Model: Camilla Delai

Mua: Mario Penna


Ph: Mario Caponi

(http://mariocaponi.tumblr.com)

Model: Camilla Delai


ITALIA

APRILE

21

Ph: Mario Caponi

(http://mariocaponi.tumblr.com)

Model: Camilla Delai


Voglio dimostrare a tutti quanto valgo

Timida e introversa, la ventiquattrenne Lavinia non è abituata

a parlare tanto e soprattutto a parlare di se stessa, ma una

volta sciolto il ghiaccio ci apre completamente il suo cuore

pieno di emozioni ed esperienze, sia belle che brutte, di cui

questa ragazza dai capelli rosso fuoco ha saputo far tesoro.

Oggi vive a Roma, dov’è arrivata all’età di quattordici anni

insieme alla madre. È lei stessa a definire il suo arrivo in

Italia come un’esperienza molto dura: «Per me è stato molto

difficile integrarmi e adattarmi, ho fatto molta fatica,

ma alla fine ci sono riuscita. Se oggi mi chiedessero dov’è

casa mia, risponderei senza alcun dubbio che è a Roma!».

Fin dai diciassette anni ha iniziato a lavorare nel campo della

moda, motivo per cui per un breve periodo ha vissuto anche

a Milano, ma non è questa la sua vera vocazione. Ha sempre

sfruttato la sua immagine per poter essere indipendente dal

punto di vista economico, ma se pensa al suo futuro lo immagina

del tutto differente e il suo sogno è quello di poter

realizzare un “business plan” personale a cui sta lavorando

da tempo per poter iniziare un percorso nel campo immobiliare.

Tutt’altro mondo rispetto alla moda, insomma! Ebbene

sì, perché Lavinia vuole dimostrare a tutti che dietro

a un corpo e a un viso perfetto c’è sempre un cervello brillante,

anche se non tutti sono in grado di vederlo. È pronta

a mettersi in gioco, è convinta che i suoi progetti possano

andare in porto e se non dovesse essere così accetterà tutto

quello che verrà senza buttarsi giù. Sarà anche timida e

riservata, ma dalle sue parole trapela perfettamente il suo

vero temperamento. Dietro a quella bellezza statuaria si cela

un “maschiaccio” - è così che si definisce ironicamente - che

prende la vita di petto e che spera di poter creare una famiglia

con l’uomo che ama da ormai dieci anni. Ora si sente

finalmente pronta per questo passo importante, ha alle spalle

molte esperienze, ha girato il mondo e visto luoghi e persone

sempre diverse. Adesso è il momento di cambiare direzione

e costruire qualcosa di concreto con i sacrifici fatti

fino ad oggi. Ma si sa, amare significa anche avere pazienza

e aspettare l’altro. E Lavinia lo sa meglio di chiunque altro!


Ph: Mario Caponi

(http://mariocaponi.tumblr.com)

Model: Lavinia Comisan


Ph: Mario Caponi

(http://mariocaponi.tumblr.com)

Model: Lavinia Comisan


Ph: Mario Caponi

(http://mariocaponi.tumblr.com)

Model: Lavinia Comisan


ITALIA

Ph: Mario Caponi

(http://mariocaponi.tumblr.com)

Model: Lavinia Comisan28

APRILE gitaliamagazine.it


ITALIA

Corso della Repubblica, 207/209 Latina

0773 283760 - info@robertofanella.it - www.robertofanella.it

gitaliamagazine.it

APRILE

29


ITALIA

30 APRILE gitaliamagazine.it

38


ITALIA

Siamo nel pieno degli anni ’60:

grandi tumulti e rivoluzioni di

ogni tipo. In questi anni Londra

è una delle maggiori capitali culturali

d’Europa e nucleo vitale delle rivolte

giovanili che hanno come obiettivo

quello di distaccarsi definitivamente

dalla generazione arcaica e conservatrice

rappresentata dai genitori. Quando

parliamo di rivoluzione non intendiamo

semplicemente scendere in piazza

a protestare. In quei magnifici anni

la rivolta era ovunque: nei tagli di

capelli, nello stile di vita, nell’istruzione

e soprattutto nell’abbigliamento.

È proprio in quest’ambito che bisogna

collocare Mary Quant e Twiggy

Lawson. La prima decide di aprire

proprio durante questi “anni bollenti”

un negozio di abbigliamento a Londra,

in King’s Road, dove vende anche le sue

personali creazioni che rispecchiano

perfettamente quel concetto di rivolta e

intransigenza nei confronti del “vecchio

ordine”. Tra i capi esposti, uno ha

particolarmente attirato l’attenzione: la

minigonna, simbolo di trasgressione

spesso erroneamente associato alla

mera sessualità femminile. Sono

stati infiniti i dibattiti riguardo alla

giusta associazione di Mary Quant al

ruolo di inventrice della minigonna.

33

APRILE 31

gitaliamagazine.it


ITALIA

Molti sostengono che l’invenzione

in se non sia sua, ma ciò che

è certo è che è stata lei a lanciarla

e a renderla un simbolo della

moda degli anni ’60 che si è protratto

fino ai nostri giorni. Ed è

qui che subentra Twiggy Lawson,

modella alquanto insolita vista la

sua eccessiva magrezza per quegli

anni in cui il canone di bellezza

veniva dettato a suon di curve. La

giovane rispecchiava molto di più

il concetto di modella moderno:

magrissima (“twiggy” significa

“ramoscello”), non molto aggraziata,

intollerante alle pose sensuali

e dall’aspetto a tratti infantile.

Un personaggio in grado di

competere tranquillamente con la

minigonna di Mary Quant perché

capace di rompere con gli schemi

dell’epoca. E cosa hanno a che vedere

Mary e questa modella agli albori?

Proprio la rivoluzionarietà:

la prima l’ha creata, l’altra l’ha

impersonificata e l’ha indossata.

Twiggy è stata la prima modella

ad indossare la minigonna

e i suoi scatti sono rimasti impressi

nella storia della moda.

Chi potrà mai dimenticare quella

giovane ragazza ribelle dallo stile

“garçonne”, con i capelli corti

tirati indietro, un make-up eccentrico

e quell’aria impacciata

con cui indossa la sua magnifica

mini? Nessuno, ne siamo certi.

La stilista britannica Mary Quant

32 APRILE gitaliamagazine.it

34


# ArtYourStyle

Dai Arte al Tuo Stile

Velando

COLORA E

RIGENERA IN UN

SOLO PASSAGGIO

THINK

DIFFERENT

HAIR SALON

BARBER SHOP

Arte Stile Largo Giovanni XXIII, 17 (LT) - Tel. 0773283329

Arte Stile Via Tucci, 26 (LT) - Tel. 0773284547


ITALIA

Essere un buon genitore è una delle cose più difficili

al mondo. Non si può imparare e forse non

si imparerà mai. Si può dire «Beh, tutto sommato

sono stato un buon genitore», ma si resta sempre con il

dubbio di non aver fatto abbastanza per i propri figli. Il

discorso si complica nel caso delle mamme che si trovano

a rapportarsi con delle figlie femmine: accompagnandole

nel percorso che porterà le loro bambine ad

essere donne avranno non poco filo da torcere. Il loro

rapporto è un continuo oscillare tra amore e “odio”, una

bomba ad orologeria pronta ed esplodere in qualsiasi

momento. Difficile sapere come comportarsi e il dubbio

perenne rimane sempre uno: fare la mamma autoritaria

o la mamma amica? In realtà, ciò che sarebbe perfetto

è il giusto compromesso tra le due cose, ma proprio le

nostre care mamme ci hanno insegnato che la perfezione

non esiste ed è proprio qui che nasce il problema.

Spesso molte madri pensano che trasformandosi

nella migliore amica della figlia si possano risolvere

moltissime tensioni che, invece, una figura genitoriale

più autoritaria andrebbe inevitabilmente a creare.

Ed è così che un semplice genitore si trasforma in

confidente, compagna di shopping e di uscite serali.

Fin qui nulla di male, ma bisogna comunque saper

36

34 APRILE gitaliamagazine.it


ITALIA

scindere una situazione dall’altra. Va bene confidarsi

con la mamma, avere con lei un rapporto sereno e

condividere tantissimi momenti divertenti, ma se

sono state create anche le amiche significa che a un

certo punto ci si ritrova davanti ad una sottile linea

che, sebbene impercettibile, separa questi due ruoli.

Troppo rigore genera un “non-rapporto” tra genitore e

figlia, questo è certo, ma vi immaginereste mai a parlare

di sesso, per esempio, con vostra madre così come ne

parlate con le amiche? Anche se la risposta fosse «Sì», bisogna

essere consapevoli che una mamma amica non è

sempre una cosa positiva, almeno non per i figli. Essere

accomodante, non dire mai di no e vivere serenamente

potrebbe essere una soluzione comoda per il genitore

che, così facendo, non investirà mai sé stesso delle responsabilità

che il suo ruolo presuppone, ma non farà

bene sicuramente alla figlia che non riuscirà mai a riconoscere

la figura genitoriale come tale. Non mancano,

addirittura, casi in cui questo rapporto d’amicizia diventa

talmente forte al punto da trasformarsi in morboso

e generare gelosia. Ve la immaginate vostra madre

che si arrabbia perché anziché andare a fare compere con

lei decidete di passare il pomeriggio con la vostra migliore

amica? Surreale, eppure succede. Così come accade

spesso che, a causa della rigidità materna, la figlia si

trasformi di riflesso in una ribelle senza alcun freno.

Si sta parlando di un qualcosa di veramente delicato e soprattutto

difficile: tutti possono avere dei figli, ma non tutti

sanno fare i genitori. Probabilmente alla domanda «Sono

stata una buona madre?» potrà rispondere in maniera positiva

soltanto colei che ha trascorso la sua vita a cercare

un equilibrio tra il suo spirito amico e quello autoritario.

«Sono stata una

buona madre?»

la risposta

sarebbe nel

raggiungere un

equilibrio

tra spirito

amico e spirito

autoritario

35

gitaliamagazine.it APRILE

37


ITALIA

Siete delle “caffeinomani”? Consumate

litri di caffè al giorno? Una

buona notizia per voi: non buttate

i fondi del caffè e utilizzateli come

trattamento di bellezza! La caffeina,

infatti, oltre a tenervi sveglie,

ha moltissimi poteri tra cui la

capacità di riattivare la circolazione

e aiutare a bruciare i grassi.

Di sotto vi proponiamo alcuni

consigli su come utilizzare

il caffè senza berlo!

Andiamo per logica. Se la

caffeina aiuta la circolazione

e a bruciare i grassi,

sarà perfetta per combattere cosa?

La cellulite ovviamente. Realizzate

un impacco con i fondi del caffè e

qualche cucchiaio di olio di mandorla

o d’oliva oppure macinate

direttamente i chicchi e diluite

il tutto con dell’acqua. Dopo aver

massaggiato con cura la zona interessata,

lasciate agire per circa 20

minuti coprendo il tutto con della

pellicola. Prima di risciacquare,

massaggiate di nuovo. Così facendo

utilizzerete il composto anche

come peeling che aiuterà a rendere

la vostra pelle morbidissima.

Torniamo al discorso sulla

circolazione. Sapevate che a

causare le occhiaie non è solo la

stanchezza o lo stress, ma anche

un problema di funzionamento

dei vasi sanguigni attorno agli

occhi? Per questo motivo il caffè

è perfetto anche per creare degli

impacchi da applicare sotto o

direttamente sugli occhi. Dopo

averlo fatto il vostro viso apparirà

meno stanco e più rilassato.

Non vi resta che provare!

38

36 APRILE gitaliamagazine.it


ITALIA

#PROVALO #GUSTALO #AMALO

Carafa caffè con esperienza nel settore da oltre 15 anni .

Nasce grazie alla visione imprenditoriale di Giulio Carafa con l intento di realizzare un ottimo prodotto.

Oggi con la stessa passione e dedizione, il figlio Manuel carafa prosegue il cammino intrapreso dal padre con successo e costante sguardo al futuro.

IL restyling del brand nasce nel 2016 processo di rinnovamento generale che ha per oggetto tutta la nuova comunicazione aziendale.

Concessionario Esclusivo del Lazio

il caffè Nobile

il caffè Nobile

gitaliamagazine.it

APRILE

37

Per info: Manuel Carafa 327.5537373 / Giulio Carafa: 389.9356220


ITALIA

38 APRILE gitaliamagazine.it


ITALIA

È un momento che non lascia scampo a nessuno, prima o poi arriva e bisogna fare una scelta.

Tutte si sono trovate davanti all’opportunità di una cosiddetta “scappatina” e la maggior parte sostiene che nella

vita bisogna buttarsi e quindi perché dire di no ad una possibilità del genere?

Come teoria non è per niente male, la vita va goduta fino in fondo e bisogna provare assolutamente tutto, ma

bisogna anche essere consapevoli delle conseguenze delle scelte che si fanno.

Per prima cosa bisogna capire

di che natura sia il vostro

rapporto perché è in base a

questo che si può stabilire se si

tratta di una “scappatina” o di

un qualcosa che va ben oltre.

Se durante una serata di svago

vi lasciate andare dopo un

incontro con qualcuno che vi

attrae fisicamente, questo può

essere considerato un’avventura,

il divertimento di una notte di cui

nessuno ricorderà nulla il giorno

dopo (soprattutto se l’alcol ci ha

messo lo zampino). In questo

caso potete stare tranquille,

non è altro che un momento di

svago. Come fare una corsetta,

ma più piacevole. Buttatevi!

Il problema subentra quando

il passatempo non si limita alla

carnalità, ma diventa un chiodo

fisso, mentalmente parlando.

Questo accade spesso quando

prima del fatidico “incontro” c’è

un flirt che lo precede: messaggini,

incontri rapidi, attenzioni

varie. Tutti segnali che lasciano

riflettere su non si sa che cosa.

Ecco, se la situazione è questa, il

dramma è dietro l’angolo pronto

ad assalirvi. Se deciderete di buttarvi

in questa incognita gigantesca,

queste sono alcune delle situazioni

che molto probabilmente

vi si proporranno. Tenetevi forte.

È il vostro modo per evadere, per sentirvi vive. Solitamente accade quando

si è da una vita con il proprio partner e la voglia di “cambiare aria” inizia

a farsi sentire. Se deciderete di buttarvi, le opzioni saranno due: capirete di

non amare più il vostro fidanzato e, nei casi più estremi, vi invaghirete del

nostro “amante” oppure capirete di aver fatto la sciocchezza più grande della

vostra vita e questo non farà altro che rafforzare la vostra storia super longeva.

gitaliamagazine.it

APRILE

39

41


ITALIA

Questa è tragedia pura. Eh, sì.

Perché di base le donne agiscono

di pancia e di cuore a differenza

degli uomini che spesso e volentieri

seguono semplicemente

il consiglio del loro fidato “amichetto”.

Il guaio sta proprio qui:

potrete buttarvi in quest’esperienza

convinte di poter gestire una

situazione di totale divertimento,

senza impegni mentali, ma

prima che ve ne rendiate conto

sarà troppo tardi e sarete ormai

troppo coinvolte per accontentarvi.

Lascerà mai tutte le sue

certezze per voi? Pensateci bene.

Potrebbe essere l’opzione

migliore e peggiore allo stesso

tempo: entrambi si divertono

e poi tornano ognuno “a casa

propria” oppure entrambi

rimangono folgorati da

quest’esperienza e chiudono con

il passato per stare insieme. Ma

se a rimanere folgorato è solo

uno dei due mentre l’altro decide

di tornare indietro lasciando

alle spalle questa piccola

defiance? Un vero disastro.

Parola d’ordine: BUTTARSI.

Niente paure, niente freni.

Lasciatevi andare perché può

succedere di tutto e la vostra

situazione sentimentale vi

consente di farlo. Ricordate:

“se son rose fioriranno”!

40 APRILE gitaliamagazine.it

42


ITALIA

ERBORISTERIA IL PUNGITOPO

gitaliamagazine.it

APRILE

VIALE CESARE AUGUSTO,9 LATINA

TEL. 0773 481636

41


ITALIA

44

42 APRILE gitaliamagazine.it


Fanno bene all’organismo,

alla pelle e anche al palato

perché sono deliziosi. Stiamo

parlando degli “smoothies”,

i drink-spuntino

più famosi del momento.

A confermarlo sono le “celebrity”

che vengono continuamente

immortalate

con il loro bicchierone

coloratissimo tra le mani

mentre passeggiano per

le strade della loro città.

Ne esistono veramente tantissime

varietà, dal drenante

all’energizzante fino ad

arrivare al bruciagrassi, e

possono essere consumati a

colazione o come spuntino

tra un pasto e un altro. In

base agli ingredienti che si

sceglie di utilizzare, il colore

varierà. Noi abbiamo

scelto per voi tre dei colori

più conosciuti e per ognuno

vi proponiamo una squisita

ricetta che potrete seguire

ogni volta che vorrete.

1 tazza di spinaci crudi

1 mela verde

succo di 1/2 limone

200 ml di acqua

2 arance

2 carote

2 cm di zenzero

succo di 1/2 limone

ghiaccio

1-2 cucchiaini di miele

2 rametti di menta

80 g di frutti di bosco

80 g di yogurt magro

Latte parzialmente

scremato quanto basta

2 cubetti di ghiaccio

zucchero q.b.


ITALIA

Elegante, pratico e mai fuori moda, il tailleur è eleganza allo stato puro ed è un ottimo sostituto del

classico abito per le occasioni importanti. La sua sobrietà fa sì che si adatti a décolleté semplici, ma anche

a scarpe col tacco più eccentriche. Ma vi siete mai chieste se è possibile indossarlo anche in contesti

diversi, magari tutti i giorni? Assolutamente sì, soprattutto ora che lo sporty chic impazza ovunque.

Il segreto per renderlo casual sta nella scelta del colore e nell’abbinarlo ad accessori più sportivi. Ecco come!

Il colore in sé aiuta molto

perché rende il tutto molto

più sbarazzino rispetto al solito

completo in nero, grigio

o blu. Potrete indossarlo per

un’uscita pomeridiana con le

amiche abbinandolo a delle

sneakers (meglio se impreziosite

da dettagli brillanti) e una

semplice t-shirt bianca. Arricchite

il tutto con una collana

girocollo e una pochette a busta

in lamé e il gioco è fatto!

44 APRILE gitaliamagazine.it


ITALIA

Magnifico per un look dal sapore che

rimanda ai paesaggi delle Cicladi e

perfetto se abbinato a delle espadrillas

color cuoio, un ampio cappello e

un top impreziosito da pizzi. Il tocco

in più sarà una maxi bag in paglia che

renderà questo outfit perfetto per una

passeggiata in una giornata di sole.

Tutt’altro che sobrio, è ideale da indossare

durante una serata in giro per locali.

Per un outfit non troppo impegnativo,

abbinatelo ad uno stivaletto nero

con tacco ampio e un body in jersey con

una scollatura profonda sulla schiena.

A fare la differenza saranno i capelli che

dovranno essere movimentati e raccolti

in maniera morbida e il make up effetto

smokey sugli occhi. La ciliegina sulla

torta saranno degli orecchini vistosi

che valorizzeranno il vostro volto e che

non vi faranno passare inosservate!

gitaliamagazine.it

APRILE

45


ITALIA

Tutti innamoratissimi: coccole, copertine, film

e cenette. Fino ad ora, però. Vi state chiedendo

perché “fino ad ora”? Beh, ci avete mai fatto caso

che con l’arrivo della primavera sembra diffondersi

nell’ambiente una strana sostanza che dà letteralmente

al cervello e fa sentire un’irrefrenabile voglia libertà?

Nell’aria si incomincia a percepire l’odore dell’estate,

o dovremmo dire “puzza” per tutte quelle coppie che

“scoppieranno” letteralmente allo sbocciare dei fiori.

I poeti cantavano questo periodo dell’anno come

il risveglio degli amori e delle emozioni, noi

pensiamo invece che risvegli più gli ormoni e che

porti un certo brio che potrebbe trasformarsi in

qualcosa di talmente frizzante da far esplodere tutto!

Inizieranno a spuntare frasi fatte come «Il problema

non sei tu, sono io», «Meriti di meglio» oppure «Ho

bisogno di stare da solo per riflettere un po’». Volete

la traduzione? Eccola qui, servita: «Voglio godermi

46 APRILE gitaliamagazine.it

l’estate volando di 52fiore in fiore come l’ape Maia!».

Il discorso è soprattutto per voi, care ragazze.

Perché solitamente quelli che cedono di più alle

tentazioni sono proprio i maschietti. Basta una

ventata di aria fresca, un profumino agrumato e

una scollatura di troppo a ridurli nella condizione

di non essere più in grado d’intendere e di volere.

Per le femminucce il discorso è quasi sempre - e

sottolineamo, cerchiamo ed evidenziamo in giallo

fluorescente “quasi sempre” - diverso, sono più

ponderate, se prendono una decisione del genere

lo fanno perché c’è dell’altro che non funziona

nella loro storia e il chiudere una relazione in primavera

potrebbe essere una semplice coincidenza.

Anche agli uomini potrebbe succedere, certamente,

ma sembrerebbe una possibilità molto più remota.

Ad ogni modo, se vi si dovesse presentare una situazione

del genere, non vi abbattete, godetevi la bella stagione,

divertitevi e cercate di vedere il lato positivo: è

sempre meglio svegliarsi single che “cervo a primavera”!


ITALIA

53

APRILE 47

gitaliamagazine.it


ITALIA

Non ha sicuramente il migliore degli aspetti ma a quanto pare è buonissimo, ipocalorico e molto nutriente. Il porridge

sta facendo impazzire letteralmente tutti, soprattutto chi tiene molto alla propria linea. Il perché è molto semplice:

è perfetto per una sana colazione che permette di arrivare fino al pranzo senza il rischio di “attacchi di fame”. È un

cosiddetto “super food”, fornisce un grande apporto energetico e crea senso di sazietà pur non contenendo molte calorie.

Scoprite insieme a noi come preparare questa colazione miracolosa!

48 APRILE gitaliamagazine.it

50


ITALIA

La prima cosa (la più importante)

è preparare il porridge stesso

che poi potrà essere arricchito

a proprio piacimento.

La base di questa “pappetta” viene

preparata nella maggior parte dei

casi utilizzando fiocchi d’avena e

latte vegetale (soia, mandorla, riso

o avena). Il procedimento è molto

semplice anche se inizialmente potrebbe

sembrare un po’ impegnativo.

Il segreto sta nel mettere in

ammollo i fiocchi d’avena nell’acqua

la sera prima di consumare

la colazione, cosicché al mattino

avrete già il vostro composto “colloso”

pronto per essere cotto nel

latte vegetale per circa 4-5 minuti.

A questo punto la vostra base sarà

pronta per essere condita a vostro

piacimento con vari ingredienti.

Come prima cosa potete aggiungere

della cannella, del miele o dello

sciroppo d’acero per insaporire il

tutto. A questo accompagnate della

frutta secca a vostra scelta come

noci, mandorle o nocciole e della

frutta fresca come banana, fragole,

frutti di bosco, mela o pera.

Una ricetta molto gustosa

potrebbe essere creata aggiungendo

fragole tagliate a spicchi,

mandorle in scaglie e miele.

49

gitaliamagazine.it APRILE 51


ITALIA

Ce ne sono di ogni tipo, da quelli più famosi a quelli sconosciuti. I siti d’incontri disponibili sono davvero infiniti.

Il dettaglio più importante? È che ne esistono alcuni che servono a trovare l’anima gemella, altri che invece

calcolano la compatibilità limitatamente al piacere e al divertimento, un rapporto senza impegno e coinvolgimento

sentimentale, insomma. Le persone che si affidano a queste macchine dell’eros sono davvero tante e non è ancora

chiaro se la cosa sia positiva o negativa. Ciò che di sicuro lascia sconcertati è il fatto che, anziché andare in un

pub alla ricerca dell’uomo o del tot-boy perfetto, ancora una volta si preferisca affidarsi a schermo e tastiera.

Fa sentire in qualche modo protetti, ma in realtà i rischi in cui si incorre in questo modo sono molti di più!

Partiamo dalle basi, dall’inizio dell’approccio. Dopo aver inserito

tutti i propri dati personali con tanto di gusti e caratteristiche che

la persona ricercata dovrebbe avere, ecco che si inizia a parlare

con qualcuno che finalmente sembra incarnare il vostro concetto

di perfezione. Ricordate una cosa però: si inizia a parlare in

chat. Non è assolutamente un dettaglio da trascurare perché la

scrittura può celare tantissimi aspetti che emergeranno soltanto

il giorno del fatidico incontro tête a tête. Tra le righe si possono

dire tantissime cose che poi soltanto il tempo e i fatti riusciranno a

confermare o a smentire. Tenetevi pronte a quest’ultima eventualità.

50 APRILE gitaliamagazine.it


Avete esaminato nel dettaglio tutte le sue foto, le avete zoommate al

punto da poter contare anche il numero di ciglia per ogni occhio,

ma attente perché, anche se i sistemi fanno accurati controlli per

evitare profili falsi, il disastro è sempre dietro l’angolo. Potreste

invaghirvi di qualcuno che caratterialmente è perfetto per voi

e, apparentemente, anche dal punto di vista estetico. Ma se al

momento dell’incontro doveste scoprire che quello nella foto non era

esattamente lui, come reagireste? In questo caso i social sono molto

d’aiuto per verificare l’autenticità del profilo della persona con cui

chattate, lì è molto più facile capire se si tratta di un “fake” oppure no.

Ultimo problema, ma non per questo meno importante. Siete su un sito di incontri

che prevede un coinvolgimento sentimentale pari a zero, solo divertimento

e sesso sfrenato durante gli incontri, ma il vostro partner erotico pian piano

sembra dimostrarvi di avere altre intenzioni. Stessa cosa al contrario: cercate

l’uomo della vostra vita ma quello che trovate era interessato al vostro aspetto

più che alla vostra persona. Questo è il più grande problema da risolvere e soprattuto

il più difficile da evitare. Nel caso dell’incontro senza impegno potreste

evitare di fornire altri tipi di contatto su cui essere rintracciate mentre, nel

secondo caso, non c’è una soluzione. Il tempo vi dirà se è quello giusto o no. Se

dovesse andare male, ricordate che le strade, i locali, i ristoranti e tanti altri luoghi

che non avreste mai considerato potrebbero custodire la vostra anima gemella!


ITALIA

52 APRILE gitaliamagazine.it

54


ITALIA

Sono passati quasi due mesi, ma se c’è

una cosa che non si può dimenticare della

Milano Fashion Week è la strepitosa sfilata

della maison Moschino. Durante lo show

ha lasciato tutti a bocca aperta e anche

adesso, a distanza di tempo, è ancora ben

impressa nella memoria di tutti i “fashion

addicted”. A questo punto è lecito chiedersi,

soprattutto tra le persone che non hanno

avuto modo o tempo di vederla, cosa

avesse di tanto speciale questa collezione.

Allora ecco tutte le caratteristiche

dello show alieno ideato dalla mente

a dir poco geniale di Jeremy Scott.

Prima di analizzare gli abiti in sé, bisogna

soffermarsi su trucco e acconciature. La

linea che viene seguita si adatta perfettamente

allo stile anni ’60, capelli vaporosi

sulla radice con punte leggermente ruotate

verso l’alto che non vanno mai oltre la

linea delle spalle. Trucco essenziale, una

base luminosa, labbra nude e eye-liner

per definire lo sguardo. Avete presente

la mammina bionda che nei film hollywoodiani

sforna una torta felice e contenta?

Ecco, lo stile è pressapoco quello.

Con l’aggiunta di un piccolo dettaglio:

molte delle modelle avevano la pelle

verde, azzurra, rosa o viola, proprio

come delle aliene. Aliene chic, sia chiaro.

55

APRILE 53

gitaliamagazine.it


ITALIA

la collezione che ha lasciato il segno

Così come il makeup, la collezione si

allinea perfettamente con lo stile Sixities.

La semplicità delle gonne a tubino e delle

giacche tagliate all’altezza del punto vita

lasciano lo spazio ai veri protagonisti

della collezione: i colori brillanti. Sulla

passerella si fanno prepotentemente largo

tonalità come l’arancio, il verde, l’azzurro

e il fucsia, colori che da un po’ di tempo

non si vedevano più, ma che riportano

perfettamente ai mitici anni del Twist.

Le ragazze di Jeremy Scott sono composte

ed esplosive allo stesso tempo, hostess

aliene con tanto di cappellino, ma

con una divisa super effervescente!

56

54 APRILE gitaliamagazine.it


ITALIA

67

APRILE 55

gitaliamagazine.it


C’è chi è nato per farlo e gli riesce anche bene. Altri

che si ostinano a provarci, ma ogni volta è un disastro

totale. Altri ancora che, o perché sanno di non essere

in grado o perché lo vedono eticamente scorretto, non

hanno mai voluto provarlo, ma poi ci si sono ritrovati

senza neanche rendersene conto. Avere un amante o

essere l’amante capita al 90% delle persone. Inutile fare

i perbenisti e puntare il dito, nella vita “mai dire mai”!

Un po’ per il brivido che il senso del proibito lascia,

un po’ per una questione molto più introspettiva

che non si può spiegare, la situazione generata

dall’adulterio attrae, altroché se attrae. Ma facciamo

un po’ d’ordine perché tra l’essere l’amante e

avere l’amante c’è una grandissima differenza.

Partiamo dalla prima categoria. Decidere di intraprendere

una relazione con una persona ufficialmente

impegnata è una scelta ardua: da una parte il lato razionale

spinge a non farlo mai e poi mai, dall’altra quel

desiderio incontenibile che porta ad agire di pancia e

che nella maggior parte dei casi l’ha vinta sul primo. Per

quanto ci si possa impegnare, è molto difficile e prima

o poi si arriva a cedere. Certo, eticamente non è una

delle cose più corrette di questo mondo, ma non si può

tentare di razionalizzare qualcosa che di razionale non

ha un bel niente. Sappiate però che chi intraprende questo

percorso entra in un tunnel senza punto di ritorno.

Si parte con «Ma sì, mi butto. Accetto tutto ciò

che verrà!», ma in realtà di ciò che verrà non

si accetterà proprio nulla, a meno che non ci

sia il minimo coinvolgimento sentimentale.


Per capire bene perché, bisogna analizzare la seconda

categoria, la più misteriosa, diabolica ed enigmatica in

assoluto. Noi vi proponiamo il punto di vista femminile

analizzando i maschietti che ne fanno parte, ma sappiate,

care ragazze, che anche le femminucce fanno queste cose!

Chi decide di intraprendere una relazione parallela

si trova in una condizione di irrazionalità molto

più di chi decide di fare l’amante. Il più delle

volte sta attraversando una fase difficile, di crisi e probabilmente

le cose non vanno molto bene con il partner

“di facciata”. Anche perché - diciamocelo chiaramente

- se si va a cercare dell’altro, è perché quello

che si ha non va più tanto bene, ma non sempre!

In questa categoria esiste un sottogruppo di furbacchioni,

attori da Premio Oscar che sanno darvela a

bere con una facilità tale che presto o tardi vi ritroverete

a chiedervi «Come ho fatto ad essere così sciocca?».

Gli esempi sono infiniti: si parte dall’uomo sposato,

che promette ogni giorno di lasciare la moglie ma

che ogni giorno trova una scusa buona per non

doversi mettere alla ricerca del coraggio per farlo,

fino ad arrivare a quello che vi fa credere che le cose

con la ragazza non vadano bene quando in realtà

vanno relativamente a gonfie vele. Rassegnatevi,

esistono persone a cui piace tradire per mantenersi

vive, solo per l’adrenalina generata dalla trasgressione

che spesso aiuta anche a riaccendere quel fuoco che

sembrava si stesse affievolendo con il partner storico.

Che siate amanti o adultere, andateci

con i piedi di piombo, fidatevi!


ITALIA

58 APRILE gitaliamagazine.it

60


ITALIA

Chiedete alle bambine di oggi cosa

vogliono fare da grandi. Provateci.

Vi risponderanno «L’influencer!»,

non sapendo neanche cosa significhi

veramente fare questo mestiere.

Molti sono convinti che sia un lavoro

semplicissimo tanto da considerarlo

spesso “ridicolo”, pensano che basti

passare la giornata a farsi foto e video in

continuazione, ma non è assolutamente

così. Dietro ogni profilo Instagram

di successo - perché è a questo social

che ci si riferisce quando si parla

di influencer - si nasconde un duro

lavoro. Dietro ad ogni pubblicazione

c’è una logica che difficilmente traspare

attraverso un click sullo schermo dello

smartphone di chi visualizza. Certo, le

influencer non andranno in miniera a

spaccare le pietre, ma state pur certe

che lavorano duramente ogni giorno

perché il loro profilo Instagram decolli.

Esistono ovviamente alcune tecniche

e trucchetti che permettono di

rendere la propria pagina molto più

interessante. Ecco tutti i passi da

seguire. Pronte a spiccare il volo?

Per prima cosa bisogna

identificare bene l’ambito

a cui ci si vuole dedicare.

Dovete crearvi una nicchia che vi

segua per un argomento in particolare.

Siete delle amanti della

moda? Puntante tutto sul fashion.

Siete atleti? Allora create un profilo

ad hoc per sport, benessere e

forma fisica. Adorate la cucina?

Divertitevi nel postare ricette sfiziose,

difficili da trovare sul web.

Specializzatevi ed evitate di fare

troppe cose contemporaneamente,

non è a questo che sono interessate

le persone che vi seguiranno.

Una volta compiuto questo primo

passo, dovrete creare un

“mood” del vostro profilo. Le foto

non si pubblicano a caso e soprattutto

i filtri utilizzati per modificare

i vari scatti devono legare bene

tra di loro. Un’altra cosa importante

a cui prestare attenzione e che

sembra riscuotere molto successo

è scegliere un colore predominante

che dovrà necessariamente essere

presente in ogni foto. Provate e vedrete

che l’impatto visivo sarà fantastico

e alle persone verrà voglia

di sfogliare tutta la vostra gallery.

Per far “viaggiare a tutta forza” i

vostri post dovrete iniziare a taggare

i brand dei capi che indossate

nelle foto (nel caso in cui foste

voi ad essere ritratte, ovviamente),

usare gli hashtag giusti che variano

di mese in mese e soprattutto

sponsorizzare i vostri nuovi post

attraverso le Stories. Se poi volete

iniziare in grande, potreste trasformare

il vostro profilo in una pagina

aziendale ed investire del denaro

per promuovere i vostri post. Così

facendo raggiungerete più persone

e sarà pioggia di like e followers.

Altre due cose da non trascurare

sono la capacità di utilizzare

photoshop e quella di scrivere:

potrete modificare da sole le vostre

foto rendendole perfette e associare

al vostro Instagram un blog

su cui poter scrivere e approfondire

gli argomenti che più si adattano

al vostro campo d’interesse.

59

gitaliamagazine.it APRILE 61


ITALIA

60 APRILE gitaliamagazine.it


ITALIA

Impazza l’allenamento funzionale e sempre

più persone lo praticano. Se anche voi vi

state chiedendo perché sia diventato così

famoso, ecco la risposta e i motivi per cui

dovreste iniziare a praticarlo.

Sviluppa le capacità motorie

dell’individuo durante le funzioni

della vita quotidiana. Non essendo

vincolato da macchinari, permette

d’incrementare la potenza, la

resistenza, l’agilità dei movimenti e

d’interagire con l’ambiente circostante,

cosa che un allenamento statico tipico

dei centri fitness non consentirebbe.

È un allenamento completo che

può essere svolto a corpo libero

(utilizzando solo il peso corporeo) o

con l’aiuto di attrezzature che lasciano

comunque grande liberà di movimento

in modo da coinvolgere il maggior

numero di gruppi muscolari possibile.

Aiuta a bruciare molte calorie e

favorisce l’aumento del metabolismo

basale. Coinvolgendo molti gruppi

muscolari contemporaneamente,

è particolarmente indicato per chi

vuole perdere molto peso in un lasso

di tempo ragionevole o per chi vuole

apprezzare i risultati del duro lavoro

già dopo qualche mese. Inoltre,

basandosi principalmente sull’esercizio

a corpo libero, garantisce - soprattutto

alle donne terrorizzate dall’idea di

diventare troppo muscolose - la

definizione naturale del muscolo.

gitaliamagazine.it

Non annoia mai perché gli esercizi

da svolgere a corpo libero sono

infiniti. Il motivo principale per cui

le persone odiano allenarsi è perché si

annoiano. Con l’aiuto di pesi, TRX ed

elastici gli esercizi potranno variare

da allenamento ad allenamento al

punto che avrete voglia di allenarvi

APRILE

tutti i giorni, 61 soprattutto quando

inizierete a vedere i primi risultati!


ITALIA

Spesso si immagina la vita da

influencer come un qualcosa

che inevitabilmente vada

ad intaccare la stabilità familiare.

Sempre in giro per il mondo, mai

un attimo libero e ogni secondo

calcolato in modo da incastrare

un impegno con l’altro. Come è

possibile riuscire ad inserire in

questa schedule anche un bel bebè?

Non si sa, ma in qualche modo si può.

La dimostrazione ce l’ha data la

bella Chiara Ferragni mettendo

al mondo il 19 marzo il suo “Baby

Raviolo”. Alla sua vita e al suo lavoro

perfetti, è riuscita ad aggiungere

una storia d’amore e un parto con

un bel lieto fine. Sì, perché come se

tutta la sua perfezione non bastasse,

la nostra cara Chiara ha dato alla

luce il suo Leone proprio il giorno

della festa del papà! Non resta che

inchinarsi davanti cotanta precisione

nell’attesa di un matrimonio

che sarà altrettanto perfetto.

Ovviamente, ad anticiparla ci sono

state altre blogger che hanno confermato

la possibilità di riuscire a

far incastrare una vita così dinamica

con quella di “semplice” mamma.

Alcuni esempi? La splendida Beatrice

Valli, già mamma dopo una

precedente relazione, ha mostrato

a tutte come si possano gestire

non uno, ma ben due figli, visto

che la scorsa estate ha regalato al

suo primogenito Alessandro una

bellissima sorellina, Bianca, nata

In alto a sinistra

Chiara ferragni

con il piccolo

Leone,

Sopra, Beatrice

Valli con la

piccola Bianca.

A fianco Emily

Skye con la figlia

Mia.

dalla sua storia con Marco Fantini.

A lei si aggiungono la blogger e

giornalista Louise Roe che tra

un salto da un red carpet all’altro

è riuscita a coronare la sua vita

da fiaba con la nascita della sua

piccola Honor e la “Fit-blogger”

Emily Skye che ha da poco avuto

la sua Mia ed è già è pronta a

tornare in forma smagliante!

Insomma, care ragazze, nulla

è impossibile. Bisogna solo

saper riconoscere le priorità

e organizzarsi. Loro questa

seconda cosa sanno e soprattutto

possono farla molto bene!

62 APRILE gitaliamagazine.it

64


ITALIA

Locale total black, aperto 7 giorni

su 7 eccetto la domenica e il lunedì

a pranzo, in cui la tradizione si

fonde con l’innovazione. Uno staff

cortese vi accompagnerà in un

vero e proprio viaggio sensoriale

attraverso la degustazione di ricette

semplici, realizzate esclusivamente

con materie prime di qualità,

che rappresentano il risultato di

un’esperienza di quindici anni.

Gianni vi invita a provare la pizza

con la “P” maiuscola, i suoi fritti

fatti in casa e i fuori menù che,

variando di giorno in giorno,

riescono a rendere innovativo un

classico della gastronomia italiana.

63

gitaliamagazine.it APRILE 69


ITALIA

Nuova stagione, nuove tendenze. E in fatto di scarpe c’è davvero l’imbarazzo della scelta: per essere al top non

sono necessari tacchi vertiginosi, basta solo saper scegliere il modello giusto per voi e per il vostro outfit.

Ecco alcune delle scarpe che saranno super gettonate durante questa stagione appena inaugurata.

Bella Hadid con le sneakers di Balenciaga

Zara

Siete amanti del comfort? Allora ciò che

fa per voi sono le Chunky sole sneakers,

quelle con la particolare suola dalla

forma spaziale in stile Balenciaga, per

intenderci. Vista la linea già di per sé

molto particolare, solitamente vengono

proposte in colorazioni semplici come

bianco, nero, grigio o beige, spesso

impreziosito con piccoli dettagli colorati.

Sono perfette per un look sporty chic

da giorno, ma non escludetele anche per

la serata. Sì, sono sneakers, ma sono così

particolari da attirare grande attenzione.

64 APRILE gitaliamagazine.it

66


ITALIA

Prada 2018

Già dall’anno scorso i sabot rasoterra hanno riscosso

grandissimo successo e sembrano inarrestabili.

Anche quest’anno le proposte variano dallo

scamosciato in tinta unita alle fantasie floreali.

In previsione dell’estate non mancano proposte

simili, ma in versione “open toe” perché, si sa,

con l’arrivo delle temperature bollenti la voglia

di scarpe aperte è irrefrenabile. L’unica cosa a

cui prestare attenzione è l’abbinamento: attente a

non incappare nell’orrore da “effetto pantofolaia”!

The Attico

65

gitaliamagazine.it APRILE 73

The Attico


ITALIA

Dolce&Gabbana

Oltre all’intramontabile scarpa a punta

con tacco a spillo, sembra “prendere

piede” sempre di più la décolleté dalla

forma che rimanda agli anni ’50-’60:

tacco doppio che si aggira attorno ai 5 cm,

punta tendente al quadrato ma stondata

lateralmente. Le proposte variano dalla

semplice décolleté fino ad arrivare

alla versione lace-up o con cinturino

alla caviglia. Ottimo compromesso se

volete essere eleganti, ma non volete

soffrire per tutta la giornata/serata!

Bershka

68

66 APRILE gitaliamagazine.it


ITALIA

No, non è quello che si fa prima di un esame. Avete presente quando rivedete un vostro ex dopo tanto tempo?

Strette allo stomaco e bei ricordi a parte, se le cose in intimità andavano a gonfie vele ,

non potrete fare a meno di pensarci.

È come quando da bambini si andava matti per una

giostra al parco giochi e non si poteva fare a meno

di salirci in continuazione. Immaginate di rivederla

dopo tanto tempo, tutto il divertimento riaffiora nella

vostra mente e non potete fare a meno di salirci un’ultima

volta per rivivere quel momento. Non si tratta

proprio di un addio, un saluto finale a ciò che un tempo

eravate. definirlo tale sarebbe del tutto sbagliato. È

solo un modo per rivivere quel piacere, quell’emozione

- definitela come più vi piace - che un tempo vi

faceva impazzire. Non è neanche un ritorno di fiamma,

piuttosto un modo per “rinfrescarsi la memoria”!

Sembrerà strano, ma le (ex) coppie che cadono

in questa tentazione sono tantissime.

Come canta Venditti «Certi amori non finiscono,

fanno dei giri immensi e poi ritornano», ma in

questo caso l’amore di cui si parla non è proprio

così platonico. Carnalità allo stato puro, insomma.

Come se ci si trasformasse in degli animali

che seguono solo il proprio istinto e, in questo

caso, è proprio l’istinto a darci un bel calcio per

farci salire sulla vecchia giostra un’ultima volta.

Dopo aver ceduto a questa tentazione, le opzioni

sono due: si realizza quanto sia stato bello, ma è tutto

passato e il giorno dopo ex come prima oppure

riaffiorano i sentimenti e quell’amore che si era convinti

di aver dimenticato torna a far battere il cuore.

Quando vi si presenterà questa possibilità, vede-

67

tela cosi: nulla avviene per caso. Salite sulla giostra,

divertitevi come matte e quel che sarà, sarà!

gitaliamagazine.it APRILE

75


ITALIA

Coez

Fedez

Sembrava ci si stesse dimenticando di quanto fosse

bella la musica italiana. Negli ultimi tempi i giovani

optavano per l’ascolto artisti stranieri oppure vecchie

canzoni che hanno segnato la storia nel panorama musicale

italiano. La musica dello “stivale” sembrava aver perso

ogni sfumatura: tipiche canzoni d’amore orecchiabili

che a lungo andare stancano. Per fortuna le cose sono

cambiate e sono spuntati artisti che, con uno stile tutto

particolare e argomenti del tutto vari, hanno stravolto

questo status quo che iniziava a starci stretto.

Ma andiamo per ordine: come è possibile aggiudicarsi

un grande successo musicale nel 2018? Prima di tutto

bisogna ammettere che rispetto a qualche anno

fa ci sono stati notevoli cambiamenti: con l’avvento

e il successo di piattaforme musicali come Spotify

e con il grande potere che YouTube ha sul pubblico,

ormai farsi notare è diventato molto più semplice.

Non importa appoggiarsi necessariamente ad una casa

discografica, la maggior parte degli artisti ad oggi emergenti

si è affidata all’autofinanziamento e alla tecnologia.

Non male come trovata! Ed è così che si inizia: pubblicando

la propria musica su YouTube seguendo in un certo

senso il consiglio che il caro e buon Fedez ha dato a

tutti gli artisti che avevano come obiettivo quello di aprire

il loro piccolo angolino di musica al mondo intero.

68 APRILE gitaliamagazine.it

70


ITALIA

Sfera Ebbasta

Lorenzo Fragola

Si muovono i primi passi con le proprie forze, si inizia

a prendere piede tra un pubblico di ascoltatori che

man mano cresce ed ecco che, quando meno te lo aspetti,

le tue canzoni passano alla radio. Certo, non mancano

colpi di fortuna e la possibilità di sfruttare le conoscenze,

quelle importanti che possono “far comodo”.

Pensate che Ghali, il rapper “un po’ italiano, un po’

tunisino” come si autodefinisce in una sua canzone,

era sconosciuto fino a qualche tempo fa quando seguiva

i tour di Fedez per muovere i primi passi. Ora

ha spiccato il volo e la sua Cara Italia è tra le canzoni

più ascoltate del momento. Un discorso simile va fatto

per Sfera Ebbasta e Coez che, allo stesso modo, sono

nel pieno “boom” della loro carriera dopo tanti sacrifici

e fatica per riuscire ad aprirsi un “siparietto” personale.

Ad occhio e croce verrebbe da dire che i giovani apprezzino

molto il rap, genere che in passato non era in

grado di raggiungere un pubblico di così larga scala.

Il discorso cambia molto per quanto riguarda il pop, genere

leggermente più chiuso alle innovazioni. I rapper

hanno sempre fatto da soli, sono abituati a sapersela cavare

per affermarsi in una società musicale che non è

abituata a questa tipologia di cose. Ma i cantanti pop

fanno molta più fatica considerando i colossi che rappresentano

questo genere: Tiziano Ferro per primo.

Così, la via più semplice per farsi notare in questo campo

sono diventati i talent che, sebbene aperti a tutti i generi

e sebbene si ripromettano in continuazione di non

cadere mai su scelte banali, inevitabilmente puntano sul

cavallo più forte, su quello che hanno la certezza possa riscuotere

maggior successo commercialmente parlando.

Insomma, se i rapper devono ringraziare sé stessi,

Tiziano Ferro bacerà a vita ogni centimetro di terra

che Mara Maionchi (grandissima discografica)

toccherà, Emma Marrone e Annalisa devono

ringraziare Maria De Filippi così come Marco

Mengoni e Lorenzo Fragola devono fare con X Factor.

Emma Marrone

Annalisa

APRILE 69 71

gitaliamagazine.it


ITALIA

La moda va e viene, si trasforma,

ma nel corso del tempo si ripropone

sempre. È inevitabile. Ci sono però dei

“ pezzi unici” che hanno letteralmente

conquistato tutti nel periodo tra

anni ’90 e inizi 2000, ma che si spera

vivamente di non dover rivedere mai

più indossati da qualcuno.

Prima di proseguire bisogna fare

una premessa: la simpatica rassegna

che state per leggere non è un’offesa,

non sentitevi sotto accusa o criticate

se anche voi avete indossato uno di

questi capi, non avete colpe, avete

semplicemente vissuto la vostra

adolescenza nel periodo peggiore in

assoluto per la moda! Non siete sole,

consolatevi e rideteci su.

70 APRILE gitaliamagazine.it

72


ITALIA

Il primo posto lo meritano

loro: l’apoteosi

dell’antifemminilità.

Spezzano la figura, ingrassano

e annullano

completamente ogni

accenno di forma presente

sul corpo. Con il

tempo abbiamo capito

che i tasconi sui pantaloni

è meglio lasciarli

agli uomini e che vedere

ragazze con gambe

che sembrano lunghe 1

cm e con il sedere che

sfiora il pavimento non

è una cosa poi così piacevole

alla vista. Ricordate

tutte i famosi jeans

della NYC, vero? Bene,

dimenticateli che probabilmente

è meglio!

73

APRILE 71

gitaliamagazine.it


ITALIA

Potremmo chiudere un

occhio sulle Zone che con

molta fantasia - ma proprio

tanta, tantissima fantasia

- potrebbero vagamente

avvicinarsi al concetto di

“platform” di oggi, ma sui

Magnum non si può transigere.

Avete letto bene:

MAGNUM. Ve li ricordate

qui fantastici stivali

con la punta talmente

resistente da distruggere

muri e pavimenti di casa

ad ogni singolo passo?

Mentre ci pensate e un leggero

brividino vi pervade,

ricordatevi che spesso

queste scarpette da fatina

accompagnavano i jeans

a vita bassa o i combat.

Serve aggiungere altro?

72 APRILE gitaliamagazine.it

74


ITALIA

Chiudiamo in bellezza con

la ciliegina sulla torta: le

cinte borchiate e quelle con

il logo gigantesco sul davanti.

Non negate, non ci

provate. Queste le hanno

indossate tutte, ma proprio

tutte, anche quelle che

negli anni ’90 non erano

adolescenti, ma sono nate.

Non cancellate così il vostro

passato. Come si fa a

dimenticare la lunga storia

d’amore tra voi e quel piccolissimo

“D&G” che decorava

la vostra cintura tanto chic?

gitaliamagazine.it

APRILE

73

75


ITALIA

I tempi d’oro del last-minute sono ufficialmente terminati. Adesso le vacanze si prenotano in largo anticipo. Basta

aspettare due settimane prima della partenza prevista per trovare il prezzo migliore! Ora ci si organizza con mesi di

anticipo e sembra che sia una soluzione molto più conveniente.

Ecco tutti i motivi che dovrebbero spingere a prenotare le vacanze almeno 3/4 mesi prima.

FERIE: la prima cosa da considerare è il “fattore

ferie”. Muoversi con il dovuto anticipo alla ricerca

della vacanza perfetta significa avere la possibilità

di considerare tutte le opzioni di prezzo in base

alle date e scegliere di richiedere le ferie proprio

nel periodo più conveniente, cosa che non sarebbe

assolutamente fattibile seguendo la linea del last-minute.

ALLOGGIO: nel dettaglio, iniziare a ricercare l’alloggio

perfetto per il vostro soggiorno qualche mese

prima vi permetterà di scegliere tra i migliori in assoluto

sia per quanto riguarda il prezzo, sia per ciò che

concerne servizi e posizione. Solitamente hotel, B&B e

appartamenti posizionati in zone strategiche sono i primi

a terminare la disponibilità e organizzandovi pron-

74 APRILE gitaliamagazine.it


ITALIA

tamente riuscirete ad ovviare

a questo problema. Se poi si

considera che molti siti danno

la possibilità di prenotare

senza alcun acconto, potrete

bloccare la vostra stanza o il

vostro monolocale senza impegno

e cancellare la prenotazione

nel caso doveste cambiare idea.

VOLO: la cosa più interessante,

però, riguarda i voli. Se per

raggiungere la vostra meta avete

bisogno di muovervi in aereo,

dovete assolutamente iniziare

la ricerca dei biglietti almeno

quattro mesi prima in modo da

poter monitorare le variazioni

dei prezzi e riuscire ad aggiudicarvi

la soluzione migliore. Alcuni

studi hanno dimostrato

che al momento del caricamento

di un volo i prezzi oscillano

all’interno di una fascia media

per poi andare a salire piano

piano. Una volta saliti notevolmente

tendono a scendere e

sembra che raggiungano la cifra

più bassa in assoluto circa dieci

giorni prima della partenza.

Ora direte: «Dieci giorni prima?

Allora conviene prenotare all’ultimo

secondo!». Non proprio, o

meglio sarebbe opportuno iniziare

le ricerche prima in modo

da rendersi conto di come il

prezzo stia variando e farlo dieci

giorni prima della partenza

sarebbe inimmaginabile. Inoltre

un altro piccolo trucchetto

è non prenotare mai durante

il weekend quando la maggior

parte delle persone lo fa e dunque,

aumentando la richiesta, i

prezzi salgono automaticamente.

Quali sono i giorni perfetti?

Il martedì e il mercoledì, giorni

in cui i server reimpostano

i prezzi “più concorrenziali”.

gitaliamagazine.it

APRILE

75 77


ITALIA

La storia della sua nascita non è ancora ben definita, tante sono le versioni che si escludono a vicenda, ma ciò che

è certo è che il Tiramisù è uno dei più gustosi dolci italiani. La sua preparazione è piuttosto semplice e sono state

ideate moltissime varianti partendo dalla versione originale che tutti conoscono. Ecco una ricetta semplice, ma che

eviterà di farvi cadere nella banalità in un’occasione speciale durante il periodo primaverile o estivo.

76 APRILE gitaliamagazine.it

78


ITALIA

Iniziate preparando la bagna per

i savoiardi lavando e pulendo per

bene le albicocche. Tagliatele a dadini,

mettetele in un mixer insieme al

latte e frullate con un mixer ad immersione.

Aggiungete lo zucchero

a velo e continuate a frullare finché

non otterrete un composto cremoso.

Riponete la bagna in frigo e dedicatevi

alla crema. Separate i tuorli dagli

albumi in due ciotole differenti.

Aggiungete lo zucchero agli albumi

e iniziate a montarli con uno sbattitore,

fino ad ottenere un composto

chiaro e spumoso. Aggiungete il

mascarpone mentre continuate a

mescolare con lo sbattitore finché

non sarà tutto ben amalgamato.

Lavate e asciugate le fruste dello sbattitore

e montate a neve gli albumi

aggiungendo gradualmente lo zucchero.

Una volta che gli albumi sono

montati perfettamente, amalgamateli

delicatamente con il resto della crema.

Lavate il resto delle albicocche e tagliatene

una parte a fettine (per la

decorazione finale) e una parte a

cubetti (da mettere nel tiramisù).

Ora componete il vostro tiramisù:

create un primo strato con la crema

di mascarpone e poi aggiungete

uno strato di savoiardi inzuppati

nella bagna che avevate riposto in

frigorifero e aggiungete un nuovo

strato di crema. Aggiungete le albicocche

a cubetti e un nuovo strato

di savoiardi inzuppati. Completate

con un altro strato di crema e decorate

con le albicocche a fettine.

Riponete i tiramisù in frigo

per 2 ore. Dopodiché sarà

pronto per essere servito.

Ingredienti

• Albicocche 600 g

• Mascarpone 500 g

• Savoiardi 400 g

• Zucchero 120 g

• Uova medie 6

• Albicocche (per la bagna) 250 g

• Latte intero 100 g

• Zucchero a velo 20 g

gitaliamagazine.it

APRILE

77

79


Sei stata invitata

ad una festa. Cosa

indossi?

a. Un look che sia al top.

Tutti gli occhi devono

essere su di te!

b. “Scollatura” è la parola

d’ordine

c. Qualcosa di semplice,

non ami strafare

Il tuo fidanzato è fuori

per il weekend.

Cosa fai?

a. Ne approfitti per passare

una serata con le amiche

b. Cogli la palla al balzo

per organizzare una

“sorpresina” al suo ritorno

c. Impossibile che parta

senza di te

Da piccola…

a. non stavi mai ferma

b. eri furbetta, ma sapevano

come tenerti a bada

c. la mamma ti chiamava

“soprammobile”


ITALIA

MAGGIORANZA A

DISCOTECA

Siete l’anima della

festa, adorate stare

in mezzo alla

gente e divertirvi.

Vi godete la vita

e trascorrete ogni

minuto come se

fosse l’ultimo.

Portate una ventata

di aria fresca

ovunque andiate.

MAGGIORANZA B

CAMERA DA

LETTO

Sensuali e

accattivanti.

Quando passate

voi le persone non

possono fare a

meno di voltarsi a

guardare. Il vostro

habitat è la camera

da letto: è lì che esce

fuori il vostro vero

spirito da pantera.

In un uomo

cerchi…

a. fascino e modi di fare

unici: è lo sguardo a

conquistarti

b. sex appeal: se non senti

l’ormone che sale alle

stelle, allora non è

quello giusto!

c. tanta dolcezza. Adori

essere coccolata

Una cosa di cui ti sei

pentita è...

a. aver bevuto troppo

durante la serata

sbagliata

b. aver iniziato a fare sesso

troppo tardi

c. non essere stata sincera

con alcune persone

Qual è il tuo sogno

erotico?

a. Sesso in un luogo

pubblico. Lo trovi super

eccitante!

b. Un Mr Grey in carne

ed ossa

c. Vasca idromassaggio,

petali di rosa e l’uomo

che ami

gitaliamagazine.it

APRILE

79

MAGGIORANZA C

COPERTINA

E FILM

Siete delle

pantofolaie, non

amate la movida

e preferite la

tranquillità di

casa. Spesso vi

definiscono noiose

o apatiche, ma

in realtà come

biasimarvi? State

bene con voi

stesse e adorate

contemplare in

solitudine la vostra

tranquillità.


ITALIA

ARIETE

21/3 - 20/4

Tigre. Siete imponenti e focose.

Se siete attratte da qualcuno

diventate delle macchine

da sesso come il Pesce tigre

nel periodo della riproduzione.

TORO

21/4 - 21/5

Neon. Calde, avvolgenti e passionali.

Sapete come dare piacere e siete

in grado di accendere letteralmente

il vostro partner così come il Pesce

neon illumina le acque in cui nuota.

GEMELLI

22/5 - 20/6

Vela. L’essenzialità per voi è la

base. Siete pratiche e rapidissime

proprio come il Pesce vela:

ma attente a non essere troppo

veloci nei momenti hot o qualcuno

non ne sarà molto felice!

CANCRO

21/6 - 22/7

Scalare. Sentimentali e romantiche,

quando vi innamorate

dedicate il vostro corpo e il piacere

esclusivamente al vostro

amore. Viaggiate sulla stessa

lunghezza d’onda dello Scalare:

“finché morte non ci separi”.

74

80 APRILE gitaliamagazine.it

LEONE

23/7 - 22/8

Combattente. Eccentriche e convinte,

siete belle e sapete di esserlo.

A letto siete aggressive e spietate

proprio come il Pesce combattente.

VERGINE

23/8 - 22/9

Chirurgo blu. Accattivanti e sfrontate,

la seduzione non vi dispiace

affatto. Amate trascorrere momenti

di estremo piacere, ma spesso

emerge la vostra contraddittorietà

che vi spinge a voler restare in

solitudine nel vostro spazio proprio

come il pesce chirurgo blu.


ITALIA

BILANCIA

23/9 - 22/10

Mandarino. Amanti della bellezza,

non potete fare a meno di

impersonificarla. Lasciate a bocca

aperta come il Pesce mandarino,

siete uniche e lo dimostrate

soprattutto di notte, tra le lenzuola.

SCORPIONE

23/10 - 22/11

Gourami. Attirate l’attenzione e

siete sensuali. Amate lasciare quel

tocco in più e chi ha la fortuna di

passare un momento d’intimità

con voi lo sa bene. Lasciate il segno

senza strafare come il Pesce

gourami che sembra un semplice

pesce rosso, ma non lo è affatto.

SAGITTARIO

21/11 - 21/12

Pagliaccio. Esploratrici e avventuriere:

nella vita, in amore e nel

sesso vi piace il rischio dell’avventura.

A letto sapete destreggiarvi

molto bene proprio come il Pesce

pagliaccio nella barriera corallina.

CAPRICORNO

22/12 - 19/1

ACQUARIO

20/1 - 18/2

PESCI

19/2 - 20/3

Rosso. A letto non amate le frivolezze,

siete pratiche e semplici come il

Pesce rosso. Ma attente perché a lungo

andare la mancanza di iniziativa

e fantasia potrebbe stancare. In fondo

è pieno di pesci rossi in giro, no?

Salmone. Futuriste e mai

scontate, amate “nuotare” contro

corrente. Nella vita quotidiana

vi piace sorprendere sempre e

nell’intimità siete una continua

e piacevole sorpresa erotica.

81

gitaliamagazine.it APRILE 75

Ventosa. Vivete in un mondo tutto

vostro, serene e pacate come

sempre. Anche nella sessualità

siete accomodanti, ci tenete che

tutto vada per il meglio, ma vi limitate

al vostro “dovere” come il Pesce

ventosa quando fa le pulizie!


ITALIA

Circa cinque mesi fa ho conosciuto un ragazzo splendido. Dopo

il primo incontro, avvenuto per caso tramite delle amicizie in

comune, abbiamo iniziato a sentirci sempre più frequentemente

finché non è arrivato il primo appuntamento e tutti i successivi.

Ad oggi, però, nulla di concreto. Non riesco a capire cosa si

aspetti da me, se sono solo un divertimento o se immagina il

nostro rapporto anche in un futuro. Il dubbio mi sorge da alcuni

suoi atteggiamenti: giorni in cui è molto presente e dolce e giorni

in cui sembra volermi sfuggire ad ogni costo. Io di riflesso mi

sento frenata perché temo che lasciandomi andare possa poi

rivelarsi una delusione e l’ultima cosa che voglio è soffrire. Cosa

posso fare?

vivi! Martellarsi il cervello con domande che non avranno mai una

risposta concreta non serve a nulla. L’unica cosa che puoi fare è

goderti il momento con la consapevolezza che potrà andare bene

come potrà andare male. Le delusioni si superano, ma il rimpianto

no, quel maledetto ti perseguiterà per sempre. Se non provi, vivrai

sempre con il dubbio e ti chiederai ogni giorno con la stessa

amarezza in bocca: «Chissà come sarebbero andate le cose se solo

avessi avuto un briciolo di paura in meno?».

Buttati! Se proprio dovessi atterrare male, ti rialzerai e con il

tempo ricorderai con piacere quel magnifico salto nel vuoto che

hai compiuto.

Scrivici a: dilloaglam@gitaliamagazine.it

Ti risponderemo dalle pagine della nostra rivista.

gitaliamagazine.it

APRILE

83


GUIDALA COME

SE TUTTI TI STESSERO

GUARDANDO.

Abituati a essere al centro dell’attenzione con Nuova Jaguar E-PACE.

Il nostro primo SUV compatto è creato per attirare ogni sguardo

con il suo look irresistibile e le sue performance da vera sportiva,

che si faranno notare in ogni condizione grazie alla trazione

integrale All Wheel Drive. Dotazioni di serie come il Parking Pack

e i fari Full Led ti garantiranno inoltre praticità e sicurezza.

Con il suo cuore sportivo e il suo design curato in ogni dettaglio,

il nostro cucciolo di giaguaro farà di ogni strada la sua passerella.

BODEMA

0773 696717

concierge.bodema@jaguardealers.it

bodema.jaguar.it

Consumi Ciclo Combinato da 4,7 a 8,0 l/100 km. Emissioni CO 2

da 124 a 181 g/km.

Scopri le soluzioni d’acquisto personalizzate di JAGUAR FINANCIAL SERVICES. Jaguar consiglia Castrol Edge Professional.

More magazines by this user
Similar magazines