Al SIAB confronto e voglia di cambiare - Avenue media

avenuemedia.eu

Al SIAB confronto e voglia di cambiare - Avenue media

Seconda ed ultima parte delle interviste ai molini presenti alla manifestazione

Al SIAB confronto e voglia di cambiare

a fotografia che illustra

questa seconda parte di

interviste agli operatori

del settore molitorio evidenzia un

1 GIUGNO 2004 1

GIUGNO GIUGNO 2004

di Dora Carapellese

Comparison and wish to change at SIAB

comune denominatore: l’utilizzo

di questa vetrina per proporre nuovi

prodotti, più in linea con l’evoluzione

e le tendenze del mercato.

2ªPARTE

Uno dei principali indicatori di

questo cambiamento è il mutamento

dello stile di vita del consumatore

finale.

MOLINO ALIMONTI

Silvano Fazlic • Responsabile Vendite centro/sud e isole

“Il SIAB è stata l’occasione per presentare le nostre novità che spaziano dalla

gamma di prodotti per la pasticceria, alle farine speciali, fino ai prodotti per

la pizzeria. L’azienda ha inoltre presentato un nuovo packaging, più vicino

alla nostra attuale strategia di mercato. Il prodotto che abbiamo lanciato al

SIAB è un semilavorato: si tratta di una farina arricchita con germe di grano

tostato e crusca tostata, preparato con lievito naturale. Abbiamo ripreso in

parte un procedimento tradizionale di preparazione del pane. Il risultato finale

permette di ottenere un pane con una freschezza di maggior durata.

Il SIAB è stato anche un momento per allacciare nuove relazioni con il mercato estero, per noi molto importante. Infatti

siamo già presenti in Sud Africa, Sud America, America del Nord, Nord Europa e Paesi arabi. Il mercato cinese è una piazza

molto interessante; abbiamo avuto dei contatti in tal senso che speriamo possano concretizzarsi.

Il giudizio finale sula manifestazione è molto positivo, anche in virtù della realizzazione di nuovi contratti”.

MOLINO A. CAPUTO

Antimo Caputo • Titolare

“La specializzazione del pubblico quest’anno al SIAB è stata

notevole. Abbiamo presentato tutta la nostra gamma di prodotti,

ma abbiamo voluto puntare soprattutto sulla cultura

della pizza napoletana. Infatti, la farina ‘00’ per la verace pizza

doc è il risultato dell’intreccio tra l’arte degli antichi mugnai

napoletani e le moderne tecniche di macinazione.

Ascoltando le singole esigenze dei pizzaioli e collaborando

con le varie associazioni, abbiamo calibrato una farina per

impasti morbidi ed estensibili che può essere facilmente manipolata.

Inoltre la particolare qualità ed elasticità del glutine

consente di ottenere impasti con buona tenuta ed uno straordinario sapore. A suggello della nostra napoletanità abbiamo

allestito lo stand come una pizzeria dove tutti hanno potuto assaggiare le specialità della nostra città come la montanara

e la pizza fritta. Essere presenti al SIAB per noi è molto importante, anche per presentare agli operatori stranieri

l’immagine della nostra azienda.


MOLINO GRASSI

Antonio Pavanelli • Responsabile Vendite

“La partecipazione è stata notevole ed il pubblico si è rivelato

molto specializzato. Abbiamo allestito una parte dello

stand per fare dimostrazioni pratiche sui nostri prodotti fra i

quali, quello di punta, è un pane preparato con un tipo di

semola di grano duro. La materia prima è un grano che arriva

dall’estero e di cui siamo importatori esclusivisti. Tutto

il raccolto viene da noi ritirato e macinato. Questo grano da

seme coltivato in Italia migliora di molto la resa qualitativa

sia dal punto di vista del colore che della tenacità del glutine.

La ragione può essere attribuita alla particolare condizione

climatica del nostro Paese.

Il feedback su questo pane è stato positivo; i panettieri che lo hanno assaggiato lo hanno definito diverso dagli altri per

fragranza, sapore e profumo. Nel corso della manifestazione abbiamo avuto modo di incontrare i nostri maggiori clienti,

dagli artigiani panettieri all’industria. Un momento prezioso per rafforzare le nostre relazioni. Siamo soddisfatti anche

dalla presenza e dall’interesse mostrato dalle delegazioni straniere che ci hanno visitato”.

Stefano Magri • Titolare

“Il SIAB è un luogo dove incontriamo i nostri abituali clienti e con loro ci confrontiamo per

consolidare le nostre relazioni. La scelta dell’allestimento dello stand non è stata casuale; è

un modo per accogliere e creare una situazione informale con chi è venuto a visitarci.

Il prodotto su cui abbiamo puntato è la linea di nuclei per la panificazione. Il nucleo dà la

possibilità di regolare la concentrazione del gusto e quindi la gestione del costo del prodotto

finito. In più, utilizzando un “prodotto concentrato”, si ottiene anche un risparmio in

termini di spazio. Siamo soddisfatti del riscontro ottenuto. Abbiamo incominciato ad occuparci

dei nuclei dal gennaio scorso e inizialmente abbiamo riscontrato una certa resistenza,

come capita per la maggior parte delle novità, ma con l’intensa attività informativa che

stiamo svolgendo pare che gli addetti ai lavori siano sempre più propensi a coglierne le potenzialità.

Il nostro mercato è per lo più concentrato in Italia, siamo però pronti ad affrontare

il mercato estero dove abbiamo peraltro già delle piccole presenze in Danimarca, Inghilterra, Olanda e Spagna”.

MOLINO MVM

MOLINO MAGRI

2ªPARTE

Bernardo Mottana • Titolare

“Abbiamo utilizzato questa vetrina per ufficializzare una partnership con

un’azienda che produce semilavorati, nello specifico nuclei per la panificazione

che rispetto ad altri semilavorati sono più concentrati. Abbiamo

pensato di differenziare il nostro prodotto per incontrare le nuove tendenze

del mercato. Il nostro maggiore impegno è rivolto a soddisfare le richieste

del cliente ma anche ad assisterlo e stimolarlo con proposte innovative.

Naturalmente non poteva mancare al SIAB la nostra linea tradizionale

di farine per la panificazione, pasticceria e pizzeria, che, ci tengo a sottolineare, sono il risultato di una costante ricerca

nella creazione di miscele sempre nuove per garantirne una qualità costante. Nonostante un leggero calo di visitatori, il

SIAB ha soddisfatto comunque le nostre aspettative perché abbiamo incontrato la maggior parte dei nostri clienti e ho ragione

di ritenere di aver seminanto nuove occasioni di business. Il nostro allestimento rispecchia la nostra politica

aziendale, ossia il connubio tra la tecnologia e la tradizione pluricentenaria del nostro molino”.

3 GIUGNO 2004

GIUGNO 2004 3

3


MOLINO PASINI

2ªPARTE

Silvano Cavallari • Amministratore Delegato

“Il SIAB ha avuto un flusso di visitatori interessante di cui ho avuto modo di apprezzare

l’alta specializzazione. Molte le presenze di operatori del comparto industriale,

che rappresenta il settore con cui noi lavoriamo abitualmente. Vari i prodotti

che abbiamo presentato: dalle farine per pane dolce e pasta alle farine di cereali

da agricoltura biologica.

Il SIAB per noi significa dare visibilità alla nostra realtà aziendale e l’allestimento

del nostro stand vuole rispecchiare la nostra mission aziendale: completa apertura

a qualsiasi mercato e la volontà di cambiare se è necessario per andare incontro ai

desideri dei clienti. Infatti uno dei nostri obiettivi principali è produrre farine come

il cliente richiede. Recentemente abbiamo rinnovato il nostro impianto: maggiore

tecnologia per garantire gli standards richiesti alle farine. I processi sono completamente

automatizzati, gestiti al computer e realizzati nel rispetto delle norme sull’igiene,

secondo un adeguato piano HACCP.”

Gianluca Pasini • Titolare

“È importante essere presenti al SIAB perché è possibile incontrare tutte le componenti

che ruotano intorno al settore molitorio. Oltre che un momento di confronto è

anche un modo per dialogare con il nostro cliente, l’artigiano, con il quale, nella

maggior parte dei casi, il rapporto viene penalizzato dagli intensi ritmi lavorativi. In

questa occasione abbiamo presentato una novità dal nome Genial; si tratta di un prodotto

naturale a base di patate che permette di ottenere maggiore sofficità nella pizza

e nel pane. Abbiamo naturalmente tutta la nostra gamma tradizionale di farine per

la panificazione, il catering, il biologico, la ristorazione e i semilavorati.

La nostra politica produttiva è accompagnata da sempre da una particolare attenzione

alla qualità. La selezione della materia prima cade innanzitutto su grani pregiati,

valutati grazie ad un moderno laboratorio di analisi che ci consente un preciso

controllo delle farine prodotte”.

5 GIUGNO 2004 5

GIUGNO 2004

MULINO PADANO

F.LLI PIANTONI - MOLINO DI CHIARI

Claudia e Glauco Jr. Piantoni • Titolari

“Il SIAB è stata indubbiamente una bella vetrina, anche se il flusso

dei visitatori è stato forse penalizzato dalla concomitanza con

il Cibus. Abbiamo ricevuto visite di delegazioni straniere, incuriosite

soprattutto dai nostri semilavorati come l’MK3000 Semilavorato

per la produzione di pane speciale e pasticceria, che

permette di ottenere un migliore sviluppo del pane, una lievitazione

rapida e costante e una migliore qualità dell’alveolatura.

Il mercato estero è un’opportunità che stiamo già in parte sperimentando

poiché siamo presenti in Germania e in Inghilterra.

Siamo interessati ad allargare questo bacino e, nel corso della

manifestazione, abbiamo realizzato nuovi contatti con operatori

provenienti dall’Ungheria e dalla Francia, a cui abbiamo espresso

tutta la nostra disponibilità a diversificare il prodotto per

andare incontro alle loro esigenze”.


2ªPARTE

MOLINO QUAGLIA

Chiara Quaglia • Titolare

“La nostra continua ricerca per mettere a punto nuovi prodotti, si è tradotta nella presentazione

in questa fiera di due nuove linee: Moretto e Glutinò. Il primo è una miscela per pane

ad alto contenuto di fibra e basso valore calorico, ideale come complemento per una

dieta mediterranea; il secondo è una miscela di farina speciale senza glutine che racchiude

al suo interno la linea per dolci, pane e pizza, idonea per il consumatore che soffre di

celiachia. Con questi nuovi prodotti abbiamo voluto rispecchiare i nuovi stili di vita del

consumatore, più attento ad un’alimentazione salutistica. Il riscontro è stato molto positiva

sia tra i nostri abituali clienti che tra i nuovi.

Particolarmente apprezzato è stato Moretto che rispetto ad altri pani integrali ha un sapore

più gustoso. Il SIAB quest’anno ci ha dato molte soddisfazioni in quanto abbiamo realizzato

nuovi contatti anche in aree geografiche in cui eravamo poco presenti come Piemonte,

Emilia Romagna e Lombardia. Gli interessati sono per lo più panificatori che hanno deciso

di inserirsi in un segmento di nicchia come quello dei prodotti dietetici.”

MOLINI PIVETTI

Gianluca Pivetti • Titolare

“Il SIAB è una fiera importante in quanto possiamo confrontarci con le altre realtà molitorie,

scoprire le novità e le tendenze e capire come migliorarci. Abbiamo incontrato

tutti i nostri clienti, collaboratori e agenti e con loro ci siamo relazionati al di fuori di un

contesto meramente lavorativo, che ci ha consentito di curare i nostri rapporti e consolidarli.

Nello stesso tempo abbiamo presentato l’azienda a nuovi protenziali clienti;

certo in fiera è difficile fare new business, ma è possibile realizzare nuovi contatti.

Con la sobrietà del nostro allestimento, abbiamo voluto metter in rilievo la gamma dei

nostri prodotti: dalle farine classiche alle farine biologiche come Bio Fiore, una farina

di grano tenero proveniente da agricolture e coltivazioni rigorosamente biologiche.

La linearità della nostra immagine ha voluto riflettere anche la nostra professionalità. Il SIAB è stato molto completo anche

sotto il profilo dell’informazione; sarebbe stato utile però qualche convegno su problematiche attuali come gli OGM”.

Annito Quaglia

SOCIETA’ DI MACINAZIONE

Gianpaolo Zuzzi • Titolare

“Per questa edizione del SIAB abbiamo allestito un forno per presentare la nostra

novità: semilavorati per la panificazione. Abbiamo un impianto specifico

che produce semilavorati per la produzione di pani speciali racchiusi in una linea

di prodotti dal nome Pane e Fantasia a cui quest’anno abbiamo aggiunto

il Pane al gusto di patata, il Pane al riso e il Sapore di grano che i visitatori hanno

molto apprezzato. I nostri maggiori clienti sono i panettieri artigiani e questo

è stato un punto d’incontro che ci ha permesso di fare informazione sulle

nostre novità. Noi offriamo un prodotto di qualità accompagnato da un servizio diretto ad agevolare il lavoro del panettiere.

Per esempio, la consegna deve essere sempre rapida e puntuale perché sappiamo che i nostri panettieri non hanno

un magazzino in grado di ospitare grossi quantitativi di farina. Vogliamo ampliare il nostro mercato estero, soprattutto

verso la Slovenia in virtù della vicinanza geografica, ma siamo aperti anche ad altri Paesi: infatti abbiamo avuto contatti

con inglesi, russi e croati che abbiamo trovato molto interessati ai semilavorati. Ritengo il SIAB un evento fondamentale

perché racchiude il settore dell’Arte Bianca in tutte le sue sfaccettature. Un settore che ha una sua storia e una

tradizione intramontabile, e che un vecchio detto friulano sintetizza così: al mulinar la storia, al fornar la gloria”.

6 GIUGNO 2004

GIUGNO 2004

6

More magazines by this user
Similar magazines