Download PDF - Fermi

fermimn.gov.it

Download PDF - Fermi

dinamicità e il numero di pubblico che complessivamente ha assistito ne è

una riprova, e non era uno spettacolo per i soli amanti della musica rock: ogni

spettatore si è esaltato e divertito

subendo l’ondata di voglia di

movimento che derivava dagli

assoli di chitarre elettriche, dai

motivi travolgenti dei bassisti e

dall’energia della batteria.

Hammmersmith è una rock band

formata da quattro giovani

mantovani, tra cui Stefano

Buttarelli, che frequenta il nostro

istituto ed è un virtuoso del basso. Hanno suonato cover dei Led Zeppelin,

Jimi Hendrix ed un paio di canzoni scritte da loro, non meno cariche di

brillantezza. Già conosciuti nella provincia per le loro esibizioni, gli

Hammersmith hanno vinto anche una competizione (“Anche se il premio non

ci è mai arrivato” come afferma il cantante perplesso).

Ma non è tutto, una grande prestazione l’hanno offerta anche gli Opera

House, il cui nome deriva dal celebre teatro di Sidney. Pur peccando

dell’assenza del cantante (convalescente), per mezzo del prestito del

cantante dell’altro gruppo per qualche canzone e del bassista Riccardo

Capucci per le restanti, loro si sono

esibiti senza intoppi sotto le note di

Jimmy Hendrix, Bon Jovi, Pink Floyd e

della coppia De Gregori/Vasco

(arrangiata in chiave rock). Seppure alla

nostra domanda “Ci raccontate una

barzelletta?” abbiano risposto che Nicolò,

il loro cantante, ne è una vivente, lo

spettacolo è stato molto gradito e non si

è rimpianta la sua mancanza. E quale

dolcezza avrà avuto per loro lo scroscio di applausi fioccati alla fine di ogni

pezzo? Di sicuro c’è che il sacrificio di ogni prova in piccole cantine o garage

è stato ripagato.

Altroché miagolii sofferenti, questa sì che è buona musica!

11

Dal nostro inviato

Matteo Lucchini

More magazines by this user
Similar magazines