Calendario Trial 2009 - Federazione Ciclistica Italiana

federciclismo.it

Calendario Trial 2009 - Federazione Ciclistica Italiana

CRONACHE DELLE GARE

Nazionale Under 23 - 14° Memorial Danilo Furlan

di Francesco Coppola

CAERANO SAN MARCO

(TV) (22/3) - Due anni fa,

quando approdò dal Team

Spercenigo al Bici Team San

Donà, Fortunato Cestaro

scommise che Nicola Boem

sarebbe diventato un grande

corridore e che dopo la naturale

maturazione tra gli under

sarebbe esploso nelle grandi

gare, in quelle che veramente

contano. Le sue parole si sono

avverate e domenica 22 marzo

il ragazzone sandonatese, in

forza da questa stagione alla

Marchiol Pasta Montegrappa-Co.Met.Fer.,

sotto la guida

dello stesso Cestaro e di Biagio

Conte, ha regalato l’ennesima

prestigiosa affermazione

di questo inizio di stagione

(la sesta per la precisione) alla

propria squadra. Si è imposto

nella classicissima nazionale

di Caerano San Marco

(Treviso) riservata agli under

23 e dedicata alla Memoria

dell’imprenditore trevigiano

Angelo Furlan, scomparso a

Verona in seguito ad un incidente

aereo.

All’appuntamento, giunto

alla 14^ edizione e valido

per la prima delle dieci tappe

del Prestigio d’Oro Fiera del

Riso-Isola della Scala e per

il 9° Gran Premio Direttori

Sportivi Feltre Traslochi con

la regia di Agostino Contin,

hanno partecipato 185 concorrenti.

Nicola Boem, che è

nato a San Donà (Venezia) il

27 settembre del 1989 e risie-

Boem irresistibile

Spettacolare progressione del corridore veneziano,

che mette alle sue spalle Modolo e il compagno di squadra Cimolai

PODIO E ARRIVO DEL MEMORIAL FURLAN (FOTO RODELLA)

de nella stessa cittadina del

fiume caro alla Patria, con una

stoccata micidiale ha messo in

riga avversari e compagni. Per

il team presieduto da Gioacchino

Francescutto, Maurizio

Bressanin, Stefano Zanatta e

Dario Mariuzzo anche la soddisfazione

di vedere altri propri

atleti, Davide Cimolai (3°)

ed Andrea Vaccher, nipote di

Moreno Agentin (8°), tra i primi

dieci della prestigiosa classifica.

Boem ha regolato il plotoncino

formatosi dopo il passaggio

sulla Forcella Mostacin e con

ampio margine precedendo il

vincitore dello scorso anno, il

trevigiano Sacha Modolo e il

compagno di squadra Cimolai.

La corsa, organizzata dalla

Ss Memorial Danilo Furlan, si

è svolta prima sul circuito del

Mercato Vecchio (da ripetere

16 volte), dove sono nati i numerosi

ed interessanti attacchi

che, però, non hanno offerto

l’esito sperato.

L’ultimo giro prevedeva il

passaggio a Cornuda prima

di dirigere verso Monfumo

e affrontare la salita di Forcella

Mostacin dal versante

Nord. Il gruppo si è presentato

compatto all’inizio della

salita. Nei tre chilometri

di ascesa, sono cominciate

le grandi manovre capaci di

dare una nuova fisionomia

Ordine di arrivo

alla gara. Ad attaccare è stato

Antonio Santoro (Marchiol)

che ha guadagnato un leggero

margine di vantaggio. Dalle

retrovie, però, si sono fatti

largo Brambilla (Zalf), Boem

(Marchiol) e Locatelli (Bergamasca).

Il terzetto ha aumentato l’andatura

in vista del Gran Premio

della Montagna. Alle loro

spalle il gruppo si è allungato

e sono stati pochi gli atleti

che hanno mantenuto la breve

distanza dagli attaccanti. La

vorticosa discesa, percorsa a

velocità sostenuta, ha consentito

ai tre battistrada di giungere

sul percorso pianeggiante

con una manciata di secondi

di vantaggio sugli immediati

inseguitori.

Nel tratto finale, lungo poco

più di 6 km, sono rientrati

Modolo, Cimolai, Busato e Alberio.

La volata quindi è stata

ristretta mentre ha perso contatto

Brambilla. Sulla leggera

curva che immette nel rettifilo

è stato Boem a lanciare la

volata. Il corridore veneziano

ha dato vita ad una spettacolare

progressione che nessuno

è stato in grado di contenere

e che gli ha regalato la prima

vittoria stagionale dopo che si

era piazzato 5° alla Coppa San

Geo.

1. Nicola Boem (Marchiol Pasta Montegrappa Co.Met.Fer.) km.

150 in 3h41’34”, media 40,60; 2. Sacha Modolo (Zalf désirée

Fior); 3. Davide Cimolai (Marchiol Pasta Montegrappa Heraclia);

4. Matteo Busato (Fausto Coppi Gazzera-Videa-Casinò di

Venezia); 5. Tomas Alberio (Bottoli Ramonda Nordelettrica); 6.

Stefano Locatelli (De Nardi Bergamasca); 7. Gianluca Brambilla

(Zalf désirée Fior) a 9”; 8. Andrea Vaccher (Marchiol Pasta

Montegrappa Co.Met.Fer.) a 12”; 9. Serghei Papok (Blelorussia

- San Marco Concrete Imet Caneva); 10° Edoardo Zardini

(Mantovani Cycling Team Rovigo) a 15”.

il Mondo del Ciclismo n.13

9

More magazines by this user
Similar magazines