10.07.2017 Views

artisti_a_pisa_2 (1)

You also want an ePaper? Increase the reach of your titles

YUMPU automatically turns print PDFs into web optimized ePapers that Google loves.

A cura di

Fabrizio Borghini

Artisti a Pisa

2017


A cura di

Fabrizio Borghini

Artisti a Pisa

2017


COLLANA

Artisti in Toscana

26

Diretta da

FABRIZIO BORGHINI

Hanno colaborato

Claudio Caioli, Lucia Raveggi, Chiara Terreni

Il volume è realizzato da

I a edizione luglio 2017

ISBN 978-88-6039-430-9

Tutti i diritti riservati

©

Copyright Associazione Toscana Cultura

Masso delle Fate Edizioni

Masso delle Fate Edizioni

Via Cavalcanti, 9 - 50058 Signa (Fi)

www.massodellefate.it

In copertina:

Foto di copertina e grafica Ghenadie Popic


E’ con orgoglio che, come direttore della

collana Artisti in Toscana, saluto l’uscita

del ventiseiesimo volume; un impegno

editoriale importante che ci ha consentito,

con Masso delle Fate Edizioni, di

comporre quel mosaico artistico che ci

eravamo prefissi quattro anni fa.

Infatti, nei nostri intendimenti c’era

la volontà di storicizzare, agli inizi del

nuovo millennio, le risorse artistiche

della nostra regione dando spazio e visibilità

a pittori, scultori, incisori, fotografi

e maestri orafi.

Lo abbiamo fatto affiancando le pubblicazioni

con altrettante mostre che hanno

consentito agli artisti di avere un ulteriore

momento di visibilità. Ci siamo riusciti

grazie alla fattiva collaborazione di tante

amministrazioni comunali (Fiesole, Pontassieve,

Sesto Fiorentino, Pistoia, Lucca,

Signa e Lastra a Signa, Scandicci, Poppi,

Greve in Chianti), al Consiglio Regionale

della Toscana e alle associazioni di arti-

sti di Grosseto, Vicchio, Arezzo, Bagno a

Ripoli o a strutture a carattere privatistico

che ci hanno concesso generosamente i

loro prestigiosi spazi come l’Esplanade

di Viareggio, il Parco d’Arte Pazzagli e

il Centro Ippico Boccadarno che attualmente

e fino al 3 settembre ospita la

mostra Artisti a Pisa alla quale si rifà questo

libro che ne rimarrà testimonianza.

Fra le opere che vi vedrete riprodotte,

ci sono anche quelle che sono state

esposte durante il Giugno Pisano al Blu

Cafè e al Ristorante del Cuore che fanno

capo all’associazione L’Alba di Pisa con

la quale da tempo Toscana Cultura collabora

in sintonia d’intenti non solo artistici

e culturali ma anche sociali.

Un ringraziamento a tutti gli artisti che

continuano a credere nelle nostre pubblicazioni

e nel quotidiano lavoro di promozione

dell’arte che Toscana Cultura

porta avanti con i suoi soci con fatica ma

anche con grandissima gratificazione.

Fabrizio Borghini

3


ARTISTI A PISA

ALMA FRANCESCA

Dona, incisione su zinco, acquaforte e acquatinta

cm 20x35

Di origine campana, si trasferisce

in Lombardia per studi negli

anni Settanta e successivamente

in Toscana con la propria famiglia per

lavoro. Fin dalla sua prima personale

negli anni Novanta, raccoglie consensi

e approvazioni da illustri personaggi, tra

cui i grandi Silvio Loffredo e Dino Migliorini.

Le sue opere sono custodite in collezioni

pubbliche e private. Nel 1995 si

avvicina all'attività calcografica frequentando

corsi tenuti dai maestri Paolo

Ciampini, Romano Masoni e Antonio

Bobò. Partecipa a varie rassegne importanti,

tra cui Incisione Pisana del Novecento

nel 1998. Nell'anno seguente

entra a far parte dell'A.I.V. (Associazione

Incisori Veneti) e del "Repertorio degli

Incisori Italiani" nel Gabinetto stampe

antiche e moderne del Comune di

Bagnacavallo.

“...La pittrice in una figurazione densa

di significati e con un monocromatismo

che diventa linguaggio descrive

stati d'animo ... in molte opere c'è un

impasto di ambascia e di mancanza di

turbamento e allo stesso tempo traspare

il nulla dell'uomo moderno, la sua ansia,

la solitudine....”.

Alberto Michelucci

“...porta avanti il suo lavoro, direi a

occhi chiusi dal profondo del suo sogno,

i suoi colori sono in effetti semplici e

4


ARTISTI A PISA

ALMA FRANCESCA

Danza dell’anima, acquaforte su zinco, cm 30x40

raffinati.....le sue figure sono delle presenze

sognanti ad occhi aperti, una fissità

misteriosa ossessiva che sostituisce

la realtà, una realtà aperta all'assurdo e

al non senso degli eventi...”.

Silvio Loffredo

“...La grafica di Alma è un mondo a parte,

come se un sottile terrore dominasse la

volontà del procedere, domande incessanti

sul proprio essere donna. svelarsi non svelarsi,

mostrare la massima disponibilità per

poi retrocedere e ritornare alla calda intimità

di un rifugio dove solo lei è padrona,

sovrana irraggiungibile del linguaggio del

mondo. Le ombre sembrano prevalere,

ma sotto il velo si nota la forza avvolgente

della luce, una forma si rivela, un pianeta

emerge dalla geometria cosmica... fantasmi

si muovono in danze senza tempo....

....e volti ritornano dagli spazi profondi

della memoria... Luce ed ombra, ombra e

luce si alternano senza fine”.

Silvano Masacci

Cell. 340 4077974

Email: francesca.alma@tiscali.it

5


ARTISTI A PISA

GINO AMADDIO

Nebbia nella vigna, olio su tavola, cm 46x82

Livornese da tempo residente a

Cascina di Pisa in quel di San

Lorenzo alle Corti, si ispira, pittoricamente

parlando, alla migliore tradizione

toscana e specificatamente a

quella macchiaiola con una spiccata

vena impressionista. La sua ricerca,

infatti, si pone come punto fondamentale,

l'osservazione costante delle varie

luci e colori, che tutti i giorni il trascorrere

delle stagione la natura ci offre.

Hanno scritto di lui:

La pittura è interpretazione e non imitazione

e un quadro è grande quando arricchisce

la nostra esperienza e chiarifica il

nostro mondo interiore. Non si misura la

sua grandezza perché riproduce gli aspetti

del mondo che ci circonda, ma la sua grandezza

è data dall'emozione che ci crea

osservandolo. L'opera di Amaddio riesce a

trasmettere quel tipo di emozione.

Giovanni Camelo

Di questo pittore mi ha colpito la generosità

emotiva carica di passione, senza

peraltro creare disparità nella selezione dei

soggetti, che narrano di un vissuto intenso

di umanità, dal vero bisogno di sincerità

espressiva. Accenti costruiti su malinconici

ricordi. Le piane dell'Arnaccio con la bruma

mattutina, campi lavorati, vecchie mura e

antiche porte, testimoni di un passato che

fa riflettere. Il dialogo è serrato tra il soggetto

e il sentimento, sviluppandosi in una

pittura limpida e passionale

Barbara Rosati

Artista che sa cogliere il carattere delle

scene e dei componenti che inserisce

nelle sue creazioni. Garbato ma di spessore,

nei suoi dipinti evoca solitudini

nostalgiche e attaccamento alle sue

6


ARTISTI A PISA

GINO AMADDIO

Nei pressi di Villa Ginori, olio su tela, cm 80x60

radici. Non si può fare a meno di notare

le relazioni cromatiche che legano un

dipinto all’altro. Nell’osservare i suoi

dipinti si nota l’impronta, il carattere e

l’aria del momento.

F.Berti, B.Arte Gallery

Scorci di campagna, viottoli, laghi, casolari,

narrati con una dolce melanconia.

Flash di una memoria, che attraverso un

particolare, una porta, una crepa, ricostruisce

un’atmosfera di tenere nostalgie.

Maria Teresa Maioli

Il Melograno Art Gallery

Il temperamento di Amaddio ha buon

senso e ricchezza di mente.

Brunello Mannini

Smuove la memoria della grande

pittura di paesaggio del XIX secolo

portando alla ribalta l’attualità delle

atmosfere melanconiche e rallentate

della natura. L’intreccio della

pittura dell’Amaddio si scorge e si

innalza fra l’impressionismo inglese

e il vigore compositivo macchiaiolo.

Con eleganza e maestria Gino Amaddio

insegue il paesaggio toscano, le

sue variazioni di luce, le sensazioni di

terra fradicia dopo la pioggia autunnale,

spesso sfondando la prospettiva

nel punto di fuga verso l’infinito.

Elena Capone

Cell. 340 8952069

Email: amaddiogino@gmail.com

7


ARTISTI A PISA

DOMENICO ANTONACCI

Retone nudo, 4 novembre 2016, olio su tela, cm 70x50

Nato ad Avellino nel settembre

del 1969, residente da sempre

nella meravigliosa terra della

provincia di Pisa.

Amo definirmi cittadino del mondo… un

terrestre!

Da diversi anni sono appassionato di

arte, prima come fruitore poi come pittore.

Dopo una prima fase di imitazione

delle opere di pittori macchiaioli ed

impressionisti ho deciso di frequentare

corsi serali, per apprendere meglio le

tecniche. Alternando il mio tempo libero

fra lo studio dell’Universo e l’Arte cerco

di vivere al meglio le mie passioni. Sono

per me irresistibili le sensazioni delle

pennellate sfumate dei paesaggi, le

cromie e le armonie dei colori che si fondono

sulla tela a rappresentare un unico

progetto, un paesaggio che trasmetta

luce, energia, ma soprattutto emozioni.

Curioso ed affascinato anche dal disegno

della figura dal Vero, mi ha aiutato molto

nel processo di evoluzione mentale.

Consapevole di avere ancora molto da

sperimentare ed imparare cerco di dedicare

all’arte più tempo possibile, cercando

di mantenere viva la passione e la

motivazione ad esprimere le mie sensazioni

ed emozioni su una tela, con l’obiettivo

di superarmi sempre in una continua

e costante autocritica ed evoluzione.

Ho partecipato in questi anni a mostre

e manifestazioni culturali. Ricordo con

8


ARTISTI A PISA

DOMENICO ANTONACCI

Gruppo di fenicotteri febbraio 2012, acrilico su tela, cm 40x60

affetto la manifestazione Un arcobaleno

per Vernazza il 6 gennaio del 2012; iniziai

lì la mia serie sui fenicotteri. In questi anni

ho avuto la possibilità di donare opere

per scopi umanitari, di beneficenza e in

sostegno alla ricerca, un modo per rendere

l’arte uno strumento di supporto a

chi è meno fortunato di me. L’opera Vale

strappa gli scacchi vede simbolicamente

ritratto il nostro campione di motociclismo

con la sua moto che strappa la bandiera

a scacchi. Per il futuro….desidero

cieli sereni e tanti colori portatori di emozioni.

Cascina (PI) - Tel. +393 474131736

Email: domenico@domenicoantonacci.it

Web. www.DomenicoAntonacci.it

9


ARTISTI A PISA

JOANNA ASTON

Federica, olio su tela, cm 40x50

Ho visitato Firenze da bambina e

ho deciso che era il luogo dove

volevo vivere, tra le opere d'arte

e i paesaggi della Toscana. A 17 anni

sono partita per Firenze dove ho studiato

disegno per 6 mesi preso lo

studio della signorina Simi; questo

esperienza mi ha cambiato la vita e

ho deciso che volevo studiare pittura

e dopo aver guadagnato abbastanza

per pagarmi gli studi sono tornata a

Firenze e mi sono iscritta all'Accademia

di Belle Arti, diplomandomi con

il massimo dei voti e lode. Ho participato

a mostre collettive e qualche

mostra personale all’epoca, ma poi il

lavoro e la famiglia non mi hanno permesso

di fare altro che qualche ritratto.

Da poco ho cominciato a dedicarmi di

più alla pittura ad olio e alla scultura, e

ho cominciato a partecipare a mostre

e estemporanee nell’ultimo anno.

Joanna Aston

10


ARTISTI A PISA

JOANNA ASTON

La francesina, olio su tela, cm 50x70

Cell. 333 7588021

Email: joannasouthcote@gmail.com

11


ARTISTI A PISA

OLGA BAKHMATSKA

Pioggia su tela, acrilico, pigmento, cm 40x60, 2017

Artista: Free! Dakota

Sono nata Nikolaev, nel sud dell'Ucraina

dove dall'età di 7 anni incominciai

a studiare le basi dell disegno

accademico russo, pittura, scultura

in bassorilevo. Ho proseguitio gli studi in

Italia dal 2005 all'Istituto d'Arte F. Russoli

di Pisa. In questo periodo ho partecipato

a numerose esposizioni nella provincia

pisana, tra cui l'Estemporanea Brunelleschi

di Vicopisano (premio studenti),

esposizione Artedonna all'ex abbazia

di S. Zeno a Pisa. Dopo il diploma ho

frequentato il corso di Scienze dell'Architettura

all'ateneo fiorentino, poi mi

sono dedicata a esperimenti digitali

esplorando l'estetica dell'astratto; poi,

ho seguito un corso di grafica digitale

e web design, interessandomi anche

alla fotografia. Ho ripreso a esporre nel

2016, tra Pisa e Firenze. Finalista di Riarteco

2017, con esposizione a Cosenza,

Roma, Genova, Siena e Milano. Per me

l'arte è un percorso poliedrico di ricerca

tra pittura, grafica digitale, fotografia,

installazione e assemblaggi di oggetti

improbabili. Ultimamente lavoro attorno

ai grandi dubbi dell'umanità, sull'ambiente

e il sociale, e sono fermamente

convinta che l'arte sia l'unico metodo

per cambiare il mondo.

12


ARTISTI A PISA

OLGA BAKHMATSKA

Sporcare qui, 2017

tecnica: carboncino e olio su tela

dimensioni: cm 40 x100

Il concetto è elementare: una tela completamente

nera accostata ad un'altra

bianca di maggiori dimensioni. A guardarlo,

un dipinto "senza senso", un

estremità dell'estratto concettuale, non

fosse che la sua innegabile utilità - questo

assemblaggio serve a sporcarsi le

mani. E' lo spettatore a essere l'artefice

dell'opera, ed è libero di compiere delle

scelte che porteranno ad un risultato

estetico ed emotivo, oltre che ad uno

strano legame con l"assemblatore".

Serve a togliere quel fastidioso imbarazzo

della mostra d'arte per cui si vaga

senza niente da fare. Serve per compensare

tutti quegli schermi lucidi, al maniacale

minimalismo e al pulito disinfettato

che ha invaso il mondo. Serve a qualcuno

che magari un giorno ci si vorrà

sporcare, e il giorno dopo riuscirà ad

annientare i preconcetti dell'umano.

Sporcare qui, carboncino e olio su tela

cm 40x100, 2017

Email: endlessophie@gmail.com

13


ARTISTI A PISA

DANIELA BARELLINI

Abbraccia alla città, oro su tavola, cm 75x35

Arte modo di vivere.....espressione

dell’essere

Possiamo immaginare il percorso

umano e, soprattutto emotivo,

guardando i lavori di un'artista?

Vediamo simboli, mani, occhi, volti

e figure, a volte eteree, che sfidano

manualità e tecniche... ma.... guardiamo,

mai, nel cuore?

Nei miei lavori c'è, sicuramente, un

richiamo all'arte Trecentesca Senese

(doratura a sfoglia oro e laccatura) che

denota uno spontaneo quanto profondo

legame tra passato, presente e futuro

che richiede rispetto ed abnegazione.

Infatti, in un mondo così frettoloso,

optare per tecniche primitive al fine di

rappresentare le cose del mondo, non è

semplice, ma se ami il tuo lavoro e non ti

fai sconti, puoi realizzare un'opera senza

tempo, aperta a ogni soggettiva interpretazione.

Il cromatismo, spesso vivido,

delle tele, i bagliori dorati delle tavole e

la morbidezza delle laccature, tendono

ad esprimere e celare i più svariati stati

d'animo, rabbia, delusioni, sogni e …

speranza, perchè questi tempi concitati

impediscono, spesso, di vedere e,

come specchi, tutto riflettono e niente

trattengono. La mia pittura, forse, è solo

la rappresentazione di un animo sognatore,

per cui, se anche una sola persona,

osservando i miei ghirigori, i cromatismi

e le figure spesso eteree o evanescenti,

proverà delle emozioni o qual si voglia

riflessioni, la mia arte ne sarà appagata.

Daniela Barellini

14


ARTISTI A PISA

DANIELA BARELLINI

Serenità, olio su tela, cm 50x70

Nata a Sovicille (Si) e residente in Monteriggioni

(SI).

Ha frequentato l'Istituto d'Arte di Siena.

Tra le mostre principali ricordiamo:

1980 personale sede Conad

1986 personale villa università Cattolica

di Milano

1990 collettiva Convitto Butini Bourke

(beneficenza).

1992 personale Chiostro di San Cristoforo

(SI).

1999 personale Art Point Red (FI).

Più recenti:

Personale Caffè Storico Letterario

Giubbe Rosse (Fi).

Castello di Monteriggioni.

2016 - 17 Mostra Internazionale dell'Artigianato

(FI).

Auditorium al Duomo (FI) ed altre collettive

in collaborazione con Toscana Cultura.

Cell. 349 4020980

Email: danielabarellini@gmail.com

15


ARTISTI A PISA

CLAUDIO BELLARI

Qui mi perdo per ritrovarmi

(Sono le parole del pittore)

Donna Mosaico, acrilici e pennarellini su strati di carta velina,

cm 50x70

U

n mosaico di luci e ombre è lo sfondo di

questo nudo femminile ricoperto in parte

dal colore. Che qui diventa suono per far

uscire l’immagine...

L’opera sembra voler mostrare le mille

sfaccettature della donna...

È così che spiego il mosaico

La donna è qui essenza del suo mistero.

Fascino inafferrabile

L’arte non si interpreta, non si lascia interpretare

È arte ciò che si sente ciò che ti

cattura. Nelle opere dell’artista è presente

tutta l’inquietudine dell’uomo moderno

nei confronti di certezze ormai inadeguate

Ma l’atteggiamento del pittore di fronte a

questo sentire è un’energia fortissima che

muove la ricerca, il desiderio di evoluzione

e di trasformazione. L’ artista sembra stimolarci

alla riflessione spirituale e sociale

16


ARTISTI A PISA

CLAUDIO BELLARI

Non riesco a dirtelo, tecnica mista: acrilici, vecchie pagine di

agenda inchiostri cera e graffi su gesso, cm 50x 50

Un abbraccio che cerca di superare incomprensioni

e incomunicabilità Abbracciami.

Abbracciami. Senza dire niente

Non chiedermi perché

Abbracciami anche se forse non lo merito

senza la pretesa di dare risposte, senza

chiusure, ma al contrario apre domande,

domande sul fluire incessante della vita,

offrendo così qualcosa di molto più importante

di un bello estetico. Il flusso di emozioni

che arriva dalle sue opere è il tentativo

di espressione e condivisione del Sé.

È soprattutto in questo senso che la sua

pittura assume un ruolo importantissimo

soprattutto ora, in una società liquida, in

cui l’uomo sta perdendo se stesso ogni

giorno di più...

Anche la ricercatezza degli strumenti che il

pittore usa: gesso graffiato, chine, antiche

agende, vecchi vocabolari, rari pennarelli

inglesi ... spazzole, raschini antichi... Oltre a

dimostrare l’originalità indiscutibile del pittore,

dimostrano la sua profonda umiltà: la

volontà di arrivare al cuore di tutti noi.

Giada Navarro

Cell. 349 4644283

Email: bellari@comfidi.it - bellariclaudio@icloud.com

17


ARTISTI A PISA

PAOLA BERETTA

Eva ed Adamo, olio su tela, cm 80x100

Nata a La Spezia, vive a Monsummano

Terme, in provincia di

Pistoia. Nella sua vita ha combinato

l’insegnamento con la pittura, per

poi divenire autrice di un libro di narrativa,

racconti, poesie. Oltre a varie personali

ha esposto alla Biennale di Firenze,

a quella di Venezia in occasione del centenario,

a Padova, New York, Cancún,

Basel, Londra e più recentemente di

nuovo a Firenze, Roma e Napoli. E’ presente

su vari cataloghi e riviste d’arte, in

collezioni private in Italia e all’estero.

La sua produzione mostra tre differenti

aspetti. In primis il suo forte temperamento,

il suo dinamismo si manifestano

nell’uso di una vivace gamma cromatica.

Pur individualmente espresse, si riconoscono

qui influenze Fauves, del Post-cubismo,

del Futurismo.

Altrove la sensualità del suo carattere

diventa il motivo prevalente, i colori si

fanno morbidi e tenui, le figure, chiaramente

definite, si stagliano in atteggiamenti

pensosi contro sfondi ambigui. Vi

si respira un senso di tenerezza astratta,

di meditazione filosofica.

Altre volte l’autrice vuole evidenziare,

non senza ironia, contraddizioni e paradossi

della nostra società, tensioni della

vita moderna, confrontandoci con gli

eterni problemi dell’esistenza per poterli

trascendere.

Come autrice, ha pubblicato nel 2008

18


ARTISTI A PISA

PAOLA BERETTA

Nato dalla mia mano, olio su tela, cm 70x90

con A. Car Da Quanto Tempo Non

Mi Ascolti, finalista al XXVIII Premio di

Firenze e 1° Premio per la Narrativa a Tropea;

alcune sue poesie sono state inserite

nel CORO, antologia poetica pubblicata

da Luna Nera e in altre raccolte.

Email: paul_etta@hotmail.com

19


ARTISTI A PISA

FRANCESCO BERNACCHI

Il fagiano, olio su tela, cm 50x70, 2001

In memoria di Francesco Bernacchi

(1930 – 2017)

Nato a Pontedera il 6 novembre

1930, dove ha trascorso quasi

interamente tutta la sua vita. Urologo

di professione e Libero Docente in

Anatomia Chirurgica, ha svolto attività

chirurgica in ambito universitario, ospedaliero

e come libero professionista.

Fin da giovane studente si è dedicato

con passione al disegno e alla pittura

producendo, in oltre 55 anni di attività

(dal 1961 a oggi), svariate centinaia di

opere complete, tra disegni e dipinti.

Anche se la professione lo ha obbligato

a concedere solo un tempo limitato a

questa attività, l’ha portata avanti come

un gioco intelligente e garbato, che

pur non potendo presentarsi come un

lavoro legato ad una rigorosissima coerenza

stilistica, è ugualmente riuscito a

mettere insieme una notevole quantità

di opere di buon livello, alcune delle

quali eccellenti per intensità coloristica

ed equilibrio compositivo. La pittura

ha per lui rappresentato principalmente

una passione cui si dedicava con spirito

ludico nei pochi spazi liberi che la sua

professione gli consentiva, senza alcun

desiderio di rendere nota la sua attività.

La sua prima esposizione avvenne infatti

nel 1993, in occasione della Primaziale di

Pisa, quando aveva già 63 anni. Successivamente

ha intensificato l’attività espo-

20


ARTISTI A PISA

FRANCESCO BERNACCHI

Vivino, olio su cartone, cm 50x70, 2012

sitiva con numerose mostre collettive e

personali sia in Italia che all’estero (Cannes,

New York), partecipando a importanti

fiere d’arte a Venturina, Padova, Udine,

Vicenza, Firenze, Livorno, Roma, riportando

premi e giudizi favorevoli su giornali

e riviste d’arte. La sua ultima importante

esposizione fu nel 2004 nel Centro per

l’Arte Otello Cirri di Pontedera, dal titolo

Francesco Bernacchi - Una fedeltà particolare

al mondo reale, in occasione della

quale il critico Dino Carlesi scrisse:

“… Bernacchi ha seguito la sua naturale

attitudine all’osservazione realistica, arricchendola

di una sua specifica gioia nel

cogliere aspetti e attimi di serenità o di

malinconia, testimoniando una sua indiscussa

sensibilità e una partecipazione

intensa allo spettacolo del mondo così

come si presenta all’uomo”. Naturale attitudine

che lo ha accompagnato fino alla

fine, 19 febbraio 2017, testimoniata dalla

tela incompiuta rimasta sul cavalletto del

suo studio.

Email: francesca.bernacchi@cosmeticaitalia.it

21


ARTISTI A PISA

DAVIDE BERTI

Fioritura della lavanda, olio su tela, cm 30x40

Il pittore delle luci e degli spazi

Nasce a Pisa nel 1962, diplomato

Maestro d’Arte nel 1981, partecipa

a collettive sul territorio italiano.

Iscritto all’associazione Toscana

Cultura, dipinge da diversi anni esponendo

i suoi quadri in numerose mostre

collettive e circoli culturali. Manifesta il

paesaggio toscano regalando nelle sue

opere un senso di pace. Ama dipingere

a olio mantenendo i colori della natura

stessa.

22


ARTISTI A PISA

DAVIDE BERTI

Valdorcia, olio su legno, cm 40x50

Casolare senese, olio su tela, cm 30x40

Tel. 389 3152798 - Email: rambodeviz@gmail.com

Web. davideoberti.jimdo.com

FB. Artista Deviz

23


ARTISTI A PISA

VERONICA BERTOLLA

Cristo Sommo Sacerdote

Nata a Pisa il 13 giugno 1979, ed

in possesso del diploma di Maturità

Socio-Pedagogica, ha frequentato,

presso l’Istituto Superiore di

Scienze Religiose B. Niccolò Stenone di

Pisa, i tre livelli del Corso Teorico Pratico

di Iconografia tenuto dal professore

Andrea Trebbi, al termine dei quali ha

conseguito il diploma di Iconografa.

Attualmente svolge l’attività di iconografa

continuando, nel contempo,

lo studio delle regole e delle tecniche

tradizionali, per riuscire sempre più ad

affinare questa bellissima arte che è la

scrittura delle icone.

Scrivere un’icona è, innanzitutto, l’esigenza

di una profonda riflessione spirituale;

quanto più intensa è tale riflessione,

tanto più vicini ci sentiremo a Dio.

24


ARTISTI A PISA

VERONICA BERTOLLA

Cristo Triumphans

Email: giampaolo.bertolla@fastwebnet.it

25


ARTISTI A PISA

DAVID BIASINI

Woody, olio su tela, cm 30x40

Nasce a Grosseto il 2 maggio 1976,

si diploma nel 1996 con 54/60 al

liceo artistico p. Aldi di Grosseto. In

seguito frequenta l'Accademia di Belle Arti

di Firenze corso di Pittura dell prof. Roberto

Giovannelli. Dal 1999 al 2006 collabora con

lo studio di decorazioni artistiche ArteDiem

lavorando per tutta italia. Dal 2008 si trasferisce

a Pisa dove esegue vari quadri su commissione,

e vince il primo premio del concorso

piccolo formato a Firenze nel 2011.

Il suo campo d'azione è senza dubbio la

figura umana e la ritrattistica in generale,

ma si destreggia abilmente anche nell'illustrazione

fantasy e nella scenografia.

26


ARTISTI A PISA

DAVID BIASINI

Volver, olio su tela, cm 60x40

Email: biaso1@alice.it

Cell. 328 7079273

Web. www.biasinidavidedipinti.it

27


ARTISTI A PISA

GRAZIA BONINI

La tavolozza dimenticata, olio su carta, cm 50x70

Nata a Firenze dove vive e lavora

come pittrice. Dopo aver frequentato

l'Accademia delle Belle

Arti di Firenze dal 1980 ha partecipato

a varie mostre collettive e personali

(Firenze, Fiesole, Torino, Reggio Emilia

alla Fiera Immagina, Barcellona, Amsterdam

e Croazia). Nel 2016, dopo sei anni

di assenza dal mondo espositivo, ha presentato

la mostra personale Atmosfere

a Piacenza, una collettiva all'Auditorium

al Duomo di Firenze e un’altra a Jesolo

Lido di Venezia.

Dal 2 al 22 settembre presenterà una

personale nello storico Caffè delle

Giubbe Rosse a Firenze.

Note critiche:

“....è come se Grazia si fosse accorta

all'improvviso che la vera realtà non era

quella che stava dipingendo...adesso

gli orizzonti travalicano i perimetri delle

tele e si concretizzano le emozioni che

ha provato, istintualmente, nell'emisfero

destro ….”

Maurizio Vanni

28


ARTISTI A PISA

GRAZIA BONINI

Pisa, olio su carta, cm 50x70

Cell. 388 9489916

Email: graziabonini55@gmail.com

29


ARTISTI A PISA

GRAZIELLA BRACCI

Risonanza, acrilico, cm 50x70

Pittrice per passione, vive a Ponsacco,

in Toscana.

La sua particolare inclinazione

al disegno e l’attrazione per i colori a

tempera le fanno vincere il primo concorso

di pittura ad appena sei anni di

età. Pur non tralasciando mai disegno

e pittura, gli studi di stampo umanistico

la avviano, però, verso l’attività di insegnante

prima e di scrittrice poi presso

Arnoldo Mondadori editore. Ciò nonostante,

l’amore per la pittura non si sopisce

e nel 2013, su sollecitazione di un’amica,

organizza una piccola personale

a Montopoli Valdarno (PI). L’impatto è

immediato e comincia a vendere molti

dei suoi quadri.

Oggi, parallelamente all’attività di scrittrice,

dipinge con continuità, partecipa

a concorsi e manifestazioni, ottenendo

menzioni e pubblicazioni, nonché una

serie di premi speciali della critica (2013-

2014-2015-2016).

Nel febbraio 2016, a cura di Interartex,

espone i suoi lavori alla Flux Gallery di

Budapest.

A giugno 2016 presenta un suo quadro a

Pittibimbo Immagine, Firenze, come logo

di una piccola azienda artigiana toscana.

In luglio 2016 espone a Livorno c/o l’ Associazione

Toscana Arte Giovanni March.

A dicembre 2016 è presente con una

delle sue opere alla Royal Arcade Gallery

di Londra.

Il 13 e 14 maggio 2017 partecipa al

festival internazionale di arte Abstract

30


ARTISTI A PISA

GRAZIELLA BRACCI

Uno…due…tre…stella!, tecnica mista, cm 50x70

Concept, c/o il Cinema Teatro Odeon

Villa Elisa a Ponsacco, provincia di Pisa.

Graziella Bracci: Una corda d’argento

aggiunta all’arpa della luna.

Se, oltre a Il Piccolo Principe, Antoine

De Saint - Exupéry avesse scritto la

favola di una principessa seduta su una

falce di luna, avrebbe usato le immagini

di Graziella Bracci, il suo linguaggio e

la sua delicatezza espressiva. Nell’attraversarle

con gli occhi, rivedo gli universi

cinematografici di George Méliès,

inventore di quel cinema fantastico che

dette luogo agli effetti speciali. Fantasie

che attraversano i desideri e brillano con

le stelle, che esprimono una innata dolcezza

e una musicalità di note fanciulle.

Una Voce della luna e delle sue creature

consegnata ad una espansione poetica

del colore, fantasie che potrebbero

essere affidate ad un film di Federico

Fellini e accompagnate dalle musiche

di Nino Rota. Palinsesti rappresentativi

per poter volare, rischiarati dalle code

delle comete. I suoi sono quadri illuminati,

evocativi di fate e leggende.

Un sapore di tempi lontani, recuperati

nell’oggi prosaico e tecnologico che

troppo spesso dimentica di recuperare

il sogno, di farne vibrare i suoi effetti

emotivi nel reale. C’è un’educazione al

candore e all’innocenza, dove abbandonarsi

alla luce della fantasia per ritemprare

l’anima. Oltre la dicitura del colore

e dell’immagine, rimane questo suono

puro: una corda d’argento aggiunta

All’arpa della luna.

Sandra Lucarelli

Cell. 349 2148631

Email: graziellabracci@hotmail.it

31


ARTISTI A PISA

MAURO BURCHI

Veduta della Garfagnana, olio su tavola, cm 66x48

Nato a Pisa il 01/01/1941 imprenditore

del settore turistico ricettivo.

Fin dagli anni giovanili ha

svolto attività imprenditoriali nel settore

dell’edilizia. Appassionato sportivo è

stato dapprima campione italiano di

lotta e negli anni successivi dirigente

nazionale della Federazione Pugilistica.

Contemporaneamente ha coltivato, con

successo, da autodidatta, la passione per

la pittura, con una predilezione per la tecnica

ad olio. Predilige rappresentazioni

vedutistiche della campagna toscana ed

in particolare della Garfagnana.

Sue opere sono presenti in svariate collezioni

private.

Nel patrimonio dei ricordi di ogni essere

umano certe immagini vanno a creare

un ricco bagaglio dove attingere nel

momento più critico o carente sul piano

emozionale o sentimentale.

Il pittore, anche il più modesto, in genere

comunica questa capacità in altrettante

figurazioni ed opere capaci di trasferire

a chiunque emozioni, sensazioni e potenziale

appagamento. Unica condizione è

il sincero rapporto che si genera fra chi

opera e ciò che lo circonda.

Il moto istintivo di chi opera da autodidatta

è il miglior viatico per generare ed

assicurare sincerità in quanto in questa

condizione nessuno rivendica appartenenze

motivazionali improprie o astrusi

tecnicismi.

32


ARTISTI A PISA

MAURO BURCHI

Mucche al pascolo, olio su tavola, cm 50x40

La pittura di Burchi si dipana in modo

piano, al di là di quelli che possono

essere limiti tecnici, senza improprie

citazione erudite, con la sola voglia di

esserci o partecipare alla costruzione

di un album di ricordi da rileggere nei

suoi cromatismi come un magico caleidoscopio

di forme e di colori.

Marco Sereni

Via della Bigattiera (lato mare) n.24. Tirrenia (PI)

Email: mauro.1941@tiscali.it

33


ARTISTI A PISA

PAOLO BUTERA

Foulard

Nato a Catanzaro nel 1956 ma

vive da sempre a Firenze. Il suo

approccio alla pittura è genetico;

il padre dipingeva e dipinge suo figlio

Andrea. La pittura di Butera è essenzialmente,

ma non solo, astratta. Le coloratissime

tele realizzate con una tecnica

mista sono sempre diverse ma ricononoscibilissime

e l’artista in esse fa un uso

spregiudicato del colore. Negli anni ha

esposto in mostre personali e collettive

riscuotendo un notevole apprezzamento

da parte del pubblico. Recentemente ha

dato vita insieme al figlio Andrea a Buterart,

atelier di pittura ma anche associazione

culturale, studio, spazio espositivo.

Il passo dalla pittura ai foulard (ma anche

meravigliosi parei) che sono la riproduzione

dei quadri dell’artista, è stato

breve; le tele, così tanto colorate dell’artista,

sono diventate personalissime e

splendide opere d’arte in seta da indossare.

Primo della serie dei foulard è stato

Lenta visione, vera e propria tavolozza di

colori realizzato, come anche gli altri, da

una seteria di Como.

34


ARTISTI A PISA

PAOLO BUTERA

Foulard

Buterart - Via Crimea, 11 - Firenze

Cell: 338 7904926

Email: buterart@gmail.com

35


ARTISTI A PISA

MARIA LUCIA CASTRO

Il piccolo vento del nord, omaggio a Louis Welden Hawkins

Nasce ai piedi dell’Etna nel 1960,

da una famiglia di artigiani artisti,

orafi e gioiellieri da generazioni.

Si trasferisce a Livorno nel 1963. Sin da

piccola si innamora dell’arte; inizia così il

suo percorso artistico molto giovane frequentando

corsi di pittura presso famosi

maestri quali Giò Di Batte, Gino Del

Corona, March Sardelli, oltre a frequentare

l’Accademia d’Arte Trossi Uberti a

Livorno e l’Istituto d’Arte Franco Russoli

a Pisa. Nel corso degli anni lavora come

fotografa e come disegnatrice pubblicitaria,

oltre ad avere molte esperienze in

ambito artistico, che la portano nel 1989

all’apertura di un’attività per la produzione

e la vendita di prodotti artistici

da Lei realizzati, affinando con gli anni

le sue capacità di creare manufatti in

vetro, con l’attuale azienda Punto Vetro

a Cenaia (PI).

La sua arte nasce come pittrice e fotografa,

e negli anni tende a spaziare nelle

opere scultoree che la affascinano di

più, utilizzando vari tipi di materiali dai

metalli al Raku.

Già dagli anni 1976 si occupa di aiuto

alla persona sia come professionista che

come volontaria, usando l’arte come

principale mezzo di aiuto, esperienza

che la porta a specializzarsi in Arteterapia

Arte - Terapia Plastico Pittorica a indirizzo

Psicomotorio, secondo il Metodo Anne

Denner De Ajuriaguerra, presso la scuola

C.R.E.T.E. di Firenze. È iscritta al registro

professionale Arteterapeuti A.P.I.A.R.T.

n° 288. Ha scritto vari articoli nel settore

delle Artiterapie, il suo ultimo articolo si

trova nel n° 13 della rivista Le Nuove Artiterapie

anno 2011.

Dal 2007 tiene contatti di corrispondenza

per la rivista online Chiara Angels con

donne per l’inserimento nel mondo del

lavoro e problematiche sociali.

Una parte della storia sul suo percorso

imprenditoriale è presente nell libro

36


ARTISTI A PISA

MARIA LUCIA CASTRO

La Globalità dei Linguaggi, pittura a grisaille e smalti

con rilegatura Tiffany

Le Donne Artigiane si raccontano promosso

dal C.N.A. di Prato per l’aiuto

delle bambine etiopiche per la salvaguardia

dell’infibulazione (UNICEF). Nel

corso degli anni ha ottenuto premi per

l’innovazione dalla camera di commercio

di Pisa oltre a numerosi riconoscimenti

da parte di istituzioni.

Mostre

2016 - 18/09 - 3/10 Collettiva Galleria Toffee

S. Miniato

2015 - luglio 2015 Fortezza da Basso Livorno collettiva

d’arte

2014 - 13/ 21 aprile Collettiva ad Assisi A cielo aperto

2013 - Dal 8 - 16 giugno collettiva Navigando nel blu

Livorno viale Alfieri

2013 - marzo Collettiva di scultura Stazione Leopolda

Pisa.

2012 - La casa degli specchi mostra online ispirata

allo stesso soggetto.

2012 - Giardino Artistico 20-21-22 aprile Live Painting

(Pisa).

2011 - La Pomme, Le Fruit Des Fendu(e)s mostra collettiva

Marsiglia.

2010 - Fils d’Ararat mostra collettiva dedicata al

popolo armeno 2° edizione Marsiglia.

2009 - Il Natale mostra al Museo del Vetro di Altare

(Savona) dedicata al Natale.

2009 - Braille mostra dedicata all’invenzione dell’ alfabeto

per i ciechi inventato da Braille, Marsiglia.

2009 - La Casa degli Specchi, mostra collettiva Stazione

Leopolda Pisa.

2008 - I figli di Ararat mostra collettiva dedicata al

popolo armeno, Marsiglia.

2007 - Mostra Le opere del pittore A. Berti rielaborate

in vetro, Torre a Cenaia.

2005 - Mostra itinerante Metamorfosi Argento,

Rame e Vetro, Cenaia - Ponsacco.

1997 - 1998 Mostra itinerante Artigianato dei Miracoli

al Museo della Primaziale a Pisa al Museum

Expressions, al Carrousel du Louvre di Parigi e New

York e a Miami. In più ha partecipato ad altre numerose

mostre oltre a esposizioni del settore: Mostra del

Mobile Firenze, Koinè Vicenza, mostra d’arte Sacra,

Fiera di S. Luca, Pontedera, ecc.

Nel 2012 nasce a Cenaia lo spazio dedicato all’arte

e al benessere, trasformato nel 2016 in associazione

a promozione sociale Onlus, denominata THESAN

Arte X la Vita. Lo scopo della associazione è di promozione

sociale e riabilitazione all’autonomia personale

e lavorativa di ogni persona, luogo dove Maria

Lucia Castro svolge vari corsi artistici di formazione

sia hobbistica che professionale, dalla creta, al vetro,

ecc.. oltre a offrire uno spazio dedicato ai laboratori

di Arteterapia.

Cell. +393 779738335

Email: elelucy@gmail.com

37


ARTISTI A PISA

GLORIA CAULI

Cestino di albicocche, olio su tela, 25x35

Nata a Olbia, ha vissuto dalla tenera

età a Livorno, considerata dall’artista

una città meravigliosa e fonte

di ispirazione. Ha sentito ben presto l’attrazione

verso l’arte figurativa, stimolata

dal- l’educazione artistica a scuola. Ha

voluto così cimentarsi con pennelli e colori

realizzando le sue prime opere, che vendeva

a un corniciaio in via dell’Indipendenza.

Non si poteva parlare di quotazioni,

ma i limitati introiti, i primi nella vita

dell’artista, andavano a coprire le piccole

spese, soprattutto d’estate, quando con i

genitori era tradizionale la lunga vacanza

in Sardegna.

Nel 1970 ecco la prima mostra a Poggibonsi,

organizzata da un mercante d’arte

talmente abile da farle vendere quasi

tutte le opere anche se, come ricorda

l’artista, le rilevanti spese di organizzazione,

non consentirono un sia pur piccolo

guadagno. La critica tuttavia aveva

accolto il suo esordio con commenti

positivi e approfondimenti analitici che

sarebbero stati di utilità nella sua evoluzione

artistica. Da autodidatta la Cauli ha

cercato di perfezionarsi conscia dei propri

limiti. Si è così iscritta e ha frequentato

la Libera Accademia d’Arte sotto la guida

del famoso pittore Voltolino Fontani.

Il matrimonio, la nascita di due figli e il trasferimento

a Pisa ne hanno decretato l’allontanamento

da Livorno e l’hanno costretta a

relegare la pittura in secondo piano.

La passione per la pittura era solo sopita

e così nel 2013 la Cauli torna a iscriversi

all’Accademia d’Arte diretta dal professor

Bruno Pollacci, famoso artista, sotto

la cui guida, inizia un percorso per perfezionare

la pittura e lo stile, raggiungendo

in breve soddisfacenti risultati.

“Penso che l’importante sia mettersi alla

38


ARTISTI A PISA

GLORIA CAULI

Un cavaliere, olio su tela, 40x50

prova, sperimentare, osare nella contemplazione

della natura e di tutto ciò

che ci circonda - dice l’artista. Faccio

parte di un gruppo di Nordic Walking,

spesso ho l’occasione di camminare

nella prorompente natura toscana e

sono attratta moltissimo dai paesaggi

stupendi che poi cerco di rappresentare

nella tela. Sono affascinata in modo particolare

dai bellissimi fiori spontanei che

scopro nelle mie escursioni, ma ciò che

più cattura la mia attenzione, suscita il

mio interesse, è l’essere umano nella sua

interezza, l’uomo con tutti i suoi pregi e

contraddizioni. Ed è proprio quello che

vorrei imprigionare, rappresentare nella

mia pittura: l‘intima essenza dell’uomo.”

Gloria Cauli ha partecipato ad alcune mostre

collettive. Nel 2015, Toscana... Amore mio!

organizzata dall’Accademia d’Arte di Pisa,

la seconda edizione di Woman in Art a

Cascina, e Petit Piccoli Formati per Libere

Idee, ancora dell’Accademia d’Arte di Pisa;

a cavallo degli anni 2014 e 2015 Anime

Diverse a Cascina. Nel 2014 la 36’ Rassegna

dell’ Accademia d’Arte di Pisa, Woman in

Art a Cascina, e Tra il parco e il fiume, allestita

dalla stessa Accademia. Nel 2016 ai

Navicelli , una mostra dedicata all’ acqua,

una all’ Accademia d’Arte di Pisa e un’altra

alla Torre degli Upezzinghi a Calcinaia e una

al Comune di Pisa. Nel 2017 una alla Galleria

dei Navicelli sui Quattro elementi e una

all’Accademia d’Arte sull’ estate.

Email: mgcauli@yahoo.it

39


ARTISTI A PISA

ANNA CECCHETTI

Lascia la porta spalancata alla vita, olio su tela,

cm 24,5x33, 2010

40

Pittrice e scultrice. Nata a Pisa, risiede

a Firenze ed espone sin dagli anni

Sessanta le sue opere si trovano in

musei e istituzioni pubbliche e private

sia in Italia che all’estero. Di rilievo la raccolta

di 36 grandi ritratti di artisti e poeti

fiorentini passati dal suo studio in esposizione

permanente all’Ospedale Palagi

di Firenze. Oltre alla pittura, realizza sculture

in marmo a Pietrasanta e crea anche

gioielli in marmo con oro e pietre preziose.

Ha recentemente festeggiato il suo Cinquantennale

Artistico con una personale

a Forte dei Marmi (Museo Guidi e Hotel

Logos), una antologica a Firenze in

Palazzo Medici Riccardi, una personale al

LuccaMuseum - Lucca Center of Contemporary

Art., una personale nel Palazzo del

Pegaso di Firenze. Ultimo prestigioso riconoscimento

(Salone dei Cinquecento giugno

2016): Premio Caterina de’ Medici,

nell’ambito della XXXI edizione del Premio

Lorenzo il Magnifico.

Opere di Anna Cecchetti

La pittura, la grafica, i ritratti e la scultura

di Anna Cecchetti si sono sviluppate e

continuano a prodursi in una straordinaria

sete di conoscenza che stimola l’artista

ad una ricerca infinita, a inseguire sempre

nuovi aspetti delle sue invenzioni formali.

Si tratta di una irrefrenabile vitalità intesa

a esaltare i traguardi via via conseguiti e

a sottoporne gli sviluppi a continue metamorfosi;

a inserirli nel medesimo tempo in

una logica sempre attenta perché non si

distacchino dalla sottile coerenza che ne


ARTISTI A PISA

ANNA CECCHETTI

Lascia la porta spalancata alla vita, olio su tela

cm 23x28, 2010

informa l’espressione. Una coerenza che

tiene a specchio l‘uomo, la natura, le sue

forme, i suoi colori (Tommaso Paloscia).

Tutto questo lo ritroviamo anche nella serie

pittorica Lascia la porta spalancata alla

vita, ove Anna Cecchetti trasmette la sua

inquieta serenità, dipingendo il quotidiano

attraverso la metafora del suo divenire che

qui si fa mezzo di strumento e comunicazione.

Bambini che giocano, giovani che si

incontrano, animali e natura: tutti abitano il

fantastico ma anche il reale, in uno scambio

di reciproche armonie. E’ la ricerca

attenta di Anna verso una pittura che mira

a celebrare la vita, fa dell’opera la legenda

di un percorso narrativo corale che alimenta

la nostra fonte di ricchezze interiori

(Lucia Bruni). Hanno di certo ragione gli

autorevoli critici che delle opere di Anna

Cecchetti hanno parlato mettendone

in evidenza soprattutto il vitalismo. Qui

preferirei parlare di vitalità, cioè di una

passione del cuore e dell’immaginazione

che investe il reale e sostiene l’autrice nel

rappresentarlo, per poi comunicarsi anche

all’osservatore.

Pier Francesco Listri

Studio in Firenze, via Kyoto 39/41

E m a i l : a n n a . c e c c h e t t i 4 4 @ g m a i l . c o m

Web. anna.cecchetti.xoom.it

41


ARTISTI A PISA

ELIANA CHIARUGI

Nutrire il buonumore, collage su mdf, cm 50x50

Fiorentina, di formazione e professione

giuridica, da sempre percorre

le strade del disegno. Da

alcuni anni si dedica al collage con

materiali diversi vedendo, nelle carte e

nelle plastiche, isole, rocce, alghe, dune

su amati mari e montagne, spiagge e

deserti: quasi sempre protagonista, una

Natura che appare interiorizzata, filtrata

e restituita. Dal figurativo, attraverso

simboli giocando su visibile-invisibile,

superfici-trame, radici scorie, archetipi e

geometrie, sconfina nell’astratto e si confronta

con l’informale.

Fa parte del Gruppo Artistico Fiorentino

Donatello. Ha partecipato a varie mostre.

Nel 2016 ha tenuto una personale presso

la sede del Gruppo, ha partecipato alla

manifestazione L’arte è in tavola con

l’opera Nutrire il buonumore, alla XLVI

mostra all’ aperto del Gruppo Donatello,

nonché, fra le altre, alle collettive Naturalia,

Arte Totale presso la Galleria Merlino

di Firenze ove espone in continuità, alla

mostra collettiva patrocinata da Toscana

Cultura al Castello dell’Acciaiolo ed al

Premio Città di Firenze ove è risultata fra

i premiati con l’opera Inverno.

42


ARTISTI A PISA

ELIANA CHIARUGI

Stella maris, collage su mdf, cm 64x42

L’opera di Eliana Chiarugi dimostra una

volta di più che l’arte trasforma. I più,

con carte ed ordinarie plastiche di mesticheria,

fan pacchi e rivestono mobili ed

oggetti: Eliana ne fa opere d’arte.

L’arte piega la materia, anche la più

umile, all’idea. Questo è nel fare di

Eliana che con forme e colori belli

appaga l’occhio ma riesce soprattutto

con intelligenza a stimolare la mente.

Appartiene a quella famiglia di artisti

che da tanto tempo ormai, nella dico-

tomia tra figurativo ed astratto, non

si annullano, ma, sperimentando, si

espandono.

Gianni Capitani

Email: elianachiarugi@tiscali.it

43


ARTISTI A PISA

LEONARDO CIUCCI

Vista sul miracolo, olio su tavola, cm 50x70

É

un pittore che vive e opera nella provincia

pisana, diplomato alla Scuola

d’Arte, da sempre ama il disegno, la

pittura e tutto ciò che è creatività. Dopo

un periodo di inattività durante il quale

si laurea in Lettere, la pittura torna ad

essere motivo dominante nella sua vita,

percepito come un bisogno fisico ed un

esigenza quotidiana.

Ed è in quest’ottica che va letto il viaggio

intrapreso, che lo porta a rappresentare

ciò che per lui è un punto di

riferimento: la natura che lo circonda,

la vita che scorre, la città con le sue

atmosfere e i sui colori. Un viaggio

volto ad acquisire quella sicurezza

che gli permetterà, attraverso l’esperienza

ed il lavoro, di rappresentare

il moto perpetuo del suo animo.

Il lavoro intrapreso sta riscuotendo

numerosi consensi nelle personali e

collettive che lo vedono protagonista.

44


ARTISTI A PISA

LEONARDO CIUCCI

Il mercato, olio su tavola cm 50x60

Tel. 339 4354051 - Email: leo@leonardociucci.com

Web. leonardociucci.com

FB. leonardo ciucci pittore, leonardo ciucci

45


ARTISTI A PISA

MIMMO CORRADO

Preludio d’estate al Poro, tecnica spatola, olio su tavola, cm 40x50, 2014

Nato a Mileto (VV) nel 1947. Vive

e lavora a Pisa da molti anni. Ha

conseguito nel 1968 il diploma

di Maestro d’Arte e nel 1973 quello di

maturità artistica. Inizia l’attività in Argentina

nel 1962, continua poi in Calabria, a

Milano, ancora in Calabria e infine a Pisa.

Titolare dal 1975 della cattedra di Educazione

Artistica, dal 2002 al 2005 ha

insegnato presso l’Istituto Ghandi di Pontedera

(PI). Padrone delle varie tecniche

espressive, dipinge prevalentemente a

spatola i vari angoli della sua terra con

grande amore e passione. Le sue rappresentazioni

sfociano in un contesto pittorico

ricco di sottili vibrazioni, dove le forme,

tramate con delicatezza da sapienti, sicuri

e precisi colpi di spatola, ricreano forti e

sorprendenti emozioni visive. Uno stile originale

che fa emergere, nella sua pittura

spesso essenziale, decisa e immediata,

le sue eccellenti doti di sensibilità cromatica

e comunicativa. Ha esposto in Italia e

all’estero partecipando a premi, collettive,

estemporanee e personali, riscuotendo

positivi consensi di critica. Della sua attività

si sono interessati i critici: Polistena, Gambino,

Silipo, Colloca, D’Agostino, Vallone,

Muzzopappa, De Ferrari, Lucarelli, Sbrana,

Grigò, Meozzi, Bellini, Destelle, Serradifalco,

Nappa, D’Ambrosio, Marasà, Salsi,

Varone, Currà. Sue opere sono presenti in

chiese, musei, pinacoteche, collezioni pubbliche

e private.

In permanenza: presso Galleria Centro

Arte Moderna, Lungarno Mediceo 26,

56121 Pisa

Tel. 3393961536.

46


ARTISTI A PISA

MIMMO CORRADO

Verso Zambrone 2, tecnica spatola, olio su tavola,

cm 40x50

… Corrado lavora da anni, sempre con

lo stesso impegno, sempre con la stessa

onesta linearità, sempre con lo stesso

tono forte e rude dell’ uomo deciso e

che sa quel che fa. Anche nei suoi disegni,

che sono numerosi, tu ritrovi questa

Calabria Alvariana, questo senso di rude

malinconia…. Una luce stregata, magica,

imprigiona i soggetti - oggetti di Corrado,

li avvolge , li fascia e li trasfigura

pur senza renderli avulsi dall’ambiente

in cui posano. E voglio concludere con

una domanda che può apparire retorica,

ma lo è solo fino ad un certo punto:

Mimmo Corrado dipingerebbe tele così

cariche di suggestione, così grondanti

di malinconia, così colmi di lirismo pittorico

se ad ispirarlo fosse non più la Calabria,

ma una terra diversa? Questo mi

chiedo, conoscendo l’artista. Perché tra

l’anima del pittore e la terra che lo ispira

c’è chiaramente una grande comunione,

c’è l’affinità, una corrispondenza amorosa

che non è nascosta, ma può essere

letta da chiunque tanto è scritta con linguaggio

chiaro…

Sharo Gambino

Le sue opere sono un evidente richiamo

ad un realismo nel quale cerca d’imprimere

l’aspetto comunicativo della luce

come elemento decisivo delle forme,

senza però alterare la fisionomia e la

struttura plastica della composizione.

Tutto esplode così in un’esauribile e

luminosa vena cromatica caratterizzata

da una forte spiritualità di una pittura

comunicativa, dove l’organicità della

forma sostiene una palpabile tensione

visiva e psicologica.

Massimiliano Sbrana

(dir. Galleria CentroArteModerna, Pisa)

Via Carlo Cattaneo, 153 - 56125 - Pisa - Tel. 050 24748 - Cell. 333 2647425

Email: dcorrado@tiscali.it - d.corrado28@gmail.com

Web. www.mimmocorrado.com

47


ARTISTI A PISA

ROSANNA COSTA

A briglie sciolte, olio su tela, cm 70x70

Figlia d’arte, nasce a Pontedera e

vive a Ponsacco.

I genitori le trasmettono la grande

passione per il disegno e la pittura,

passione che rimane circoscritta fino

a quando decide di partecipare al suo

primo concorso, Arquitenens Lucca,

risultando vincitrice. Inizia così un brillante

percorso di concorsi ed esposizioni

in Italia e all’estero, conseguendo

premi e riconoscimenti. Allieva di Yonel

Hidalgo Pères e di Sauro Giampaia,

Accademia Trossi Uberti. Da menzionare:

agosto 2015, Premio migliore artista

esordiente Rotonda 2015 Concorso

Nazionale Arte Contemporanea Livorno.

gennaio 2017, 1° Premio Concorso Internazionale

Casa America, Genova.

maggio 2017, 1° Premio Concorso

Inferarte, Capannoli.

febbraio 2016, Budapest, Flux Gallery.

aprile 2016, mostra Busto Garolfo.

maggio 2016, 2° Premio Concorso Città

del Mobile, Ponsacco.

settembre 2016, collettiva Arte allo

Scotto, Pisa.

dicembre 2016, esposizione a Londra,

Galleria Pall Mall.

ottobre 2015, Ombre Luci Colori, personale

Galleria Melograno Livorno.

settembre 2015, 2° Premio Concorso

Nannicini, Capannoli (PI).

48


ARTISTI A PISA

ROSANNA COSTA

Love you, olio su tela, cm 50x70

Le interiezioni emozionali di Rosanna.

Là dove indagano gli occhi il cuore ha

già indagato, sospeso ad un'emozione

forte di dolori e di gioie. Occhi che parlano

un linguaggio oltre le parole; ispirano

pensieri profondi, colorati di tinte

forti ed efficaci con timbro deciso.

Il pensiero si ripiega su se stesso per

ascoltare il silenzio bianco e profondo;

un silenzio ermetico oltre il segno

dell'io narrante. Ma i colori si posano

come drappi nelle sospensioni delle

ore, rilevano presenze itineranti, desiderati

e diseredati momenti di affetti,

contrasti che ci piegano ai venti, od agli

uragani dell'esistere.

Non ci sono urla eclatanti ma solo profondità

di abissi dove la materia esplica

il suo se' senza riserve, per mostrare

tutta la sua emotività esistenziale.

Sandra Lucarelli

Pisa, novembre 2016

Cell. 328 1083575

Email: rosannacosta14@gmail.com

49


ARTISTI A PISA

ILARIA CRISPO

Occhio di bue, acrilico su legno, cm 100x100, 2013

Nata nel 1973 a Firenze, dove vive e

lavora, si diploma all'Accademia di

Belle Arti di Firenze nel 1998.

La sua pittura è ricca di rimandi al mondo

pop ma con delle trovate stilistiche assolutamente

innovative e personali. Dopo

anni di studi sulla grafica, attraverso l'esplosione

di colori, le luci mirate, e la cura

zen dei dettagli, da vita ad un equilibrio

cromatico delle forme che hanno definito

i sentieri del proprio percorso artistico.

Le sue opere non sono oggetti da osservare

a distanza, ma devono polarizzare

lo spettatore in un momento sinestetico,

durante il quale tutti i sensi vengono

coinvolti, fino ad immergerlo in un vortice

espressivo. L'uovo è la musa ispiratrice

che da vita alla maggior parte delle

sue opere, che dal pomo si dischiude

e si confonde nella realtà quotidiana,

dando vita ad un archetipo alieno,un

uovo cosmico, il così detto ovomondano.

50


ARTISTI A PISA

ILARIA CRISPO

Madonna con bambino e marshmallow, acrilico su tela, cm 50x70, 2015

Presente da migliaia di anni ovunque si

manifestino Umanità ed Arte, l'uovo

come potenzialità generatrice e completezza

di significato ricorre a simbolo

precedente anche all'umanità terrestre.

Fuori dal guscio con la sua mutabile fluidità

si trasforma in messaggio espressivo

di qual si voglia immagine, sentimento o

emozione. Affermandosi a livello nazionale

ha esposto in varie mostre personali e collettive.

Prossime esposizioni, alla Biennale

d'Arte Contemporanea della Versilia e una

collettiva al Caffè Letterario Giubbe Rosse

di Firenze.

Cell. 346 1065769

Email: ilariacrispo@gmail.com

FB. com/ilaria.crispo.56

51


46 a Mostra Mercato del Tartufo Bianco di San Miniato

ARTISTI A PISA

AURELIO CUPELLI

Aurelio Cupelli

domenica 13 novembre 2016, 15:15

gara di escavazione del tartufo, statua del tartufaio - viale XXIV maggio

Gara di escavazione del tartufo, cm 70x40

Aurelio Cupelli, 51 anni, vive a San

Miniato. Coltiva la passione per

la fotografia dall’età di 16 anni,

quando acquistò la sua prima macchina

fotografica, scambiandola con i buoni

mensa scolastici. Negli anni ha maturato

un rapporto con il suo territorio,

che lo ha portato ad una copiosa produzione

di piccole edizioni autoprodotte,

e a numerose esposizioni. Fin dall’inizio

della sua esperienza fotografica ha

incentrato il suo rapporto con l’immagine

ritratta, facendone un elemento di

una sua più ampia esigenza narrativa,

dedicandosi alla rappresentazione dal

vero, attraverso la fotografia e le parole,

del mondo che lo circonda. Dalla sua

prima esposizione del 1988, che poi

lo legherà in maniera quasi indissolubile

all’appuntamento dell’annuale

Mostra Mercato del Tartufo Bianco di

San Miniato, sono trascorsi circa trenta

anni, attraverso un percorso che lo ha

portato ad indagare presente e passato

del mondo che si muove attorno a lui.

Uscendo raramente, con le sue opere

e i suoi racconti, al di fuori dei confini

comunali di San Miniato.

Negli ultimi anni si è impegnato nel

curare una sua nuova forma di produzione

e divulgazione fotografica.

Pur continuando il suo principale percorso

di rappresentazione dal vero dei

luoghi a lui più consueti, come in una

perenne sfida nel cercare l’interesse e

l’emozione anche nel quotidiano, anche

il più ripetitivo, per più di sei anni ha

tenuto quotidianamente aggiornato

52


46 a Mostra Mercato del Tartufo Bianco di San Miniato

ARTISTI A PISA

AURELIO CUPELLI

Aurelio Cupelli

domenica 13 novembre 2016, 17:50

via Augusto Conti

Via Augusto Conti, cm 70x40

un blog. Attraverso questa finestra, ha

mostrato, ai frequentatori della rete, la

sua visione del mondo. Un diario quotidiano,

di immagini e parole, su tutto

ciò che incontrava, vedeva, conosceva e

scopriva. Dopo oltre duemila postquotidiani,

il suo blog, aurelio-vivereapierino,

è diventato un frequentato zibaldone,

ricolmo di memorie, riflessioni, appunti,

e soprattutto di immagini. Lo scorso

novembre Aurelio Cupelli è tornato a

pubblicare le sue opere. Nella sua ormai

trentennale attività di artista ecclettico,

ha scritto forse più di cento libri e libretti,

tutti caratterizzati dalla densità del racconto

come delle immagini. Nella sua

vita Cupelli ha rappresentato paesaggi,

persone, eventi, spettacoli, film, con

fotografie e racconti. Preso dall’incanto

che sempre restituisce nella descrizione.

Il diario con immagini e parole, non didascaliche

ma romanzate e concatenate, è

la formula letteraria a lui più gradita, che

nel 2006 gli valse, con il suo trenAretino,

la selezione alla finale della ventiduesima

edizione del Premio Pieve, organizzato

dall’Archivio Diaristico Nazionale di Pieve

Santo Stefano (AR).

Cell. 348 7237703

Email: aureliocupelli@tiscali.it

Web. www.aurelio - vivereapierino.blogspot.it

53


ARTISTI A PISA

PIETRO DARESTA

Idilli, tecnica mista su tela, cm 50x50

Nato a Putignano (BA) nel 1952, si

trasferisce in Toscana nel 1975

a Cerreto Guidi (FI) dove vive e

lavora. Inizia l’attività artistica giovanissimo

è per difficoltà economiche (una

famiglia numerosa 6° di 8 figli), da autodidatta.

Prosegue gli studi di disegno e

nel 1987/88 frequenta un corso di pittura,

ad Empoli, nello studio del pittore

Gino Terreni. Già dagli anni 70 partecipa

a numerose mostre di pittura collettive e

personali. I suoi primi lavori sono una rappresentazione

figurativa dell’immagine.

Ma, già in queste opere, si intravede la

necessità di voler raccontare altre storie , il

bisogno di denunciare altre verità, il desiderio

di mostrare altre sequenze.

Questa ricerca lo porta, nel tempo, ad elaborare

nuove forme e tecniche espressive

passando dal minimalismo all’informale.

Utilizzando materiali di scarto e colori

industriali realizza opere composite, su

superfici che ricordano l’affresco, mescolando

materiali recuperati, frasi e parole

tratte dai quotidiani, colori ricavati dalla

pubblicità, segni apparentemente istintivi

colmi di significati, soggetti e oggetti

antichi e contemporaneamente attuali.

Al centro della sua pittura è l’attualità

e la storia, l’uomo e le sue fragilità, il

tempo e lo spazio, la complessità della

materia e la molteplicità del nulla.

Scrive di lui la critica d’arte Pompea

Vergaro in occasione della Biennale

d’Arte di Lecce, lo staff della Galleria

Farini Concept di Bologna nelle persone

di Grazia Galdenzi, Roberto Dudine,

Azzurra Immediato e Francesca Chiarini

54


ARTISTI A PISA

PIETRO DARESTA

e il prof. Aldo Maria Pero dell’Associazione

Arte del XXI Secolo.

In permanenza presso la Galleria Accorsi

Arte di Daniela Accorsi - Via F.lli Calandra,

9 - 10100 Torino.

Mostre

1971 Putignano (BA) – Collettiva - 1978 Larciano

(PT) – premio di pittura Il Cinghiale - 1980

Empoli (FI) – Mostra sociale Circolo Amatori Arti

Figurative - 1982 Empoli (FI) – Personale Circolo

Amatori Arti Figurative - 1982 Cerreto Guidi (FI)

– Personale Pittori Palio del Cerro - 1989 Cerreto

Guidi (FI) – Personale - 1996 Trevi (PG) – Concorso

Flash Art Museum - 1998 Firenze – 1° premio

Ottone Rosai Grand Hotel Minerva - 1998

Avellino – Mostra Nazionale e Internazionale di Arti

Visive Contemporanee - 2000 Roma – I migliori

artisti del Giubileo, Galleria il Collezionista – Roma -

2011 Cerreto Guidi (FI) – 1^ Estemporanea d’Arte

Guido Santini – Contrada Caracosta - 2012 Lecce

– Castello di Carlo V – 2^ Biennale Internazionale

d’arte Moderna e Contemporanea (Premio della

Critica) - 2012 Modena – Sala del Paradisino

- Ai confini del Cosmo….. - 2012 Collepasso

(Le) - Salento silente - Galleria d’arte Stomeo –

2012 Forlì – Biennale d’Arte - 2013 Volterra (Pi)

- Volterra in Cornice, Palazzo dei Priori - 2013

Montelupo Fiorentino (Fi) - Artisti di Porta Caracosta

in mostra - 2014 Assisi (Pg) ex Pinacoteca

– Viaggio dell’arte in Europa - 2014 Volterra

(Pi) - Volterra in Cornice, Museo - 2014 Firenze

– Galleria Merlino – Dall’Astrattismo all’Informale

- 2014 Firenze – Villa Vogel – Astrattismo

d’autunno - 2014 Parigi – Art Capital Grand

Palais - 2015 Parigi – Gallery Montmartre - 2015

Spoleto - 2015 Assisi – ex Pinacoteca - Viaggio

dell’arte in Europa - 2015 Marina di Pisa - Villa

Bondi Art&Motion (Vincitore) - 2015 Piacenza

Senza titolo, tecnica mista su tela, cm 50x70

– La Spadarina - 2015 Firenze – X Biennale di

Firenze - 2015 Bologna – Galleria Farini Arte a

Palazzo 05.12.2015 - 2016 Bologna – Galleria

Farini Concept - Premio Internazionale di Pittura

e Scultura dal 30.01.2016 al 31.03.2016

- 2016 Bologna – Galleria Farini Concept - Premio

Int.le di Pittura e Scultura 19.3.2016 - 2016

Savona – XIII Gran Premio Città di Savona -

Arte del XXI secolo (2° Classificato) - Galleria

Coronari 111 Roma - Assisi Viaggio dell’arte

in Europa - Capalbio Palazzo Aldobrandeschi

Collacchioni - Torino Galleria Accorsi Arte di

Daniela Accorsi – Principato di Monaco Foire

de Monaco con la Galleria Accorsi di Torino –

Galleria Coronari 111 Londra - Londra Melia

Hotel con la Galleria Accorsi Arte di Torino

- Venezia Castello Calle Forni 2265 – Accorsi

Arte - 2017 Londra - Mostra Premiati Art&Motion

presso la Galleria Moorhause Art – Torino

Galleria Accorsi – Venezia Galleria Accorsi in via

Forni – Dubai Galleria Accorsi.

Tel. 338 1420604

Email: pidares@tin.it

55


ARTISTI A PISA

SIBERIANA DI COCCO

Liquirizia, silicone smalto, cm 100x100, 2011

Nasce e vive a Pisa. Medico con

la passione dei viaggi, consegue

negli anni Novanta il diploma

professionale di Maestro in Tecniche

Ceramiche presso lo Studio Giambo di

Firenze divenendo esperta nelle tecniche

imprunetine, producendo poi opere

originali in ceramica e vetro che espone

in collettive in Italia ed all’estero. Negli

ultimi anni scopre l’uso di multimateriali

(stoffe, resine, siliconi, cineserie) per realizzare

opere che le consentono di esprimere

una più ampia creatività.

Ha esposto:

Arezzo, Pisa , Pontedera.

In Italia: a Milano, Venezia, Ferrara, Treviso,

Piacenza, Roma, Terni, Bari, Trani,

Napoli, Palermo, Nuoro, Torino, Alessandria.

In Europa: ha Brekstad, Parigi, Bucarest,

Galati, Konstanz, Silistra.

Hanno scritto di lei:

Daniele Radini Tedeschi, Vittorio Sgarbi,

Diego Collovini, Paolo Levi, Virgilio Patarini,

Francesca Mariotti, Gianni Cerioli,

Barbara Vincenzi, Mario Micozzi.

In Toscana: a Firenze, Massa Carrara,

56


ARTISTI A PISA

SIBERIANA DI COCCO

Crema, silicone smalti, bigiotteria, cm 50x50, 2010

E’ presente nei volumi:

Tiltestetica a cura di Daniele Radini

Tedeschi - 2014 Ed. Mondadori

La via italiana all’informale a cura di Virgilio

Patarini - 2013 - Ed. Mondadori

La materia è il colore a cura di Paolo Levi e

Virgilio Patarini – Ed. Mondadori

C.A.M (Catalogo Arte Mondadori) n° 49 - 50

Creazioni a cura di Paolo Levi EA Editore

Palermo

Enciclopedia d’arte italiana Edito in proprio

2013-14-15.

Avanguardie artistiche a cura

Cap. M.Miulli, R. Chiaverini, 2012, Bari.

www.Centroartemoderna.com

www.Enciclopediadarte.eu

www.siberiana.net

Gallerie di riferimento:

GAMeC Lungarno Mediceo, 26

56127- Pisa

Email: info@centroartemoderna.com

Cell. 339 8987440

57


ARTISTI A PISA

TANIA DONATI

Ballerina, disegno con matita lapis su carta, cm 30x45

Nasce a Cascina (PI) nel 1973.

Dipinge soprattutto olio su tela, tecnica

da lei preferita.

Da un percorso di studi artistici liberi

iniziato nel 2003-2004 alla I.A.A.

di Roma - Rome University of

Fine Arts, ha proseguito con passaggio

all’Istituto Francese in Firenze nel 2005-

2006. Ha presentato le sue tele ad una

estemporanea a Livorno a Natale 2008

alla Fortezza Vecchia (LI), ha partecipato

al XXVII Premio Firenze 2009 per sezione

arti visive in Palazzo Vecchio di Firenze

del 05.12.2009, ed ha ricevuto il conferimento

del premio internazionale Galileo

Galilei al Palazzo dei Congressi di Pisa a

Gennaio 2017 ed altro.

Critica da Movimento arte del 21 secolo

per XV Gran premio Savona ottobre

2016, rif.to Aldo Maria Pero:

58


ARTISTI A PISA

TANIA DONATI

Magia di fiori, olio su tela, cm 40x50, 2008

Raramente il termine magia trova riscontro

nella realtà concreta delle tele cui viene

applicato. Non in questo caso poichè

Magia di fiori costitutisce una leggiadra

fantasia di elementi floreali che concorrono

a creare un ben armonizzato decoro

con utilizzo di un luogo comune pittorico

impiegato sin dal Seicento: il quadro nel

quadro. In questo caso nella veduta dipinta

sulla superficie del vaso in ceramica posto

in prima evidenza con le sue lievi barchette

che muovono in uno specchio d' acqua di

vaga connotazione orientallegiante.

Email: estaartemusic1@virgilio.it

59


ARTISTI A PISA

LUCIANO FAGGI

La stanza del pittore, olio su tela, cm 50x70

Quei quadri nati in garage

Luciano e l’amore per i dipinti

Peretola - Dipingere è un’arte che

spesso comincia come hobby. Cosi

è successo a Luciano Faggi, peretolino

doc che fino ad oggi conoscevamo

solo nelle sue vesti di vicepresidente

della Società di Mutuo Soccorso

di via Pratese. Nella sua casa a pochi

passi dall’Sms, invece, scopriamo la sua

passione privata. Pensionato, trascorre

buona parte delle sue giornate nel

garage, riadattato a studio di pittura. Ho

cominciato a dipingere nel 68 - ricorda -

cosi, tanto per occupare un po’ di tempo

libero. In breve ho scoperto che poteva

essere più che un’attività a perditempo.

Mi piaceva sedermi di fronte al cavalletto:

mi rilassava molto. Cominciò

cosi, insomma: un cavalletto, una manciata

di pennelli e la classica tavolozza

di colori. Nessun insegnamento, nessun

libro, nessun consiglio di nessun

maestro. Solo una forte passione e

senza dubbio, una buona mano che

dimostra subito un ottimo feeling con

la tela. All’ inizio - come la grande

parte degli esordienti - si cimenta con

i paesaggi. Scopre i colori, i riflessi

delle pietre sull’acqua, il movimento

delle fronde degli alberi. Ho sempre

dipinto senza soggetto, il mio mondo

è qui, nel mio garage - racconta - non

ho praticamente mai fatto un quadro

dal vivo. Mi basta chiudere gli occhi e i

paesaggi sono lì, nella mia mente. E ci

60


ARTISTI A PISA

LUCIANO FAGGI

Il pulcino che nasce, acrilico, cm 70x60

mostra una bellissima laguna di Venezia,

con sullo sfondo la cupola di San

Marco, dipinta qui a Peretola. Gli amici

e non solo hanno subito apprezzato le

mie opere. Col tempo, però, ho capito

che i soggetti paesaggistici erano un

po’ scontati. Così ho dato una svolta

alla mia pittura. Gli ultimi quadri,

infatti, hanno temi molto più moderni.

Tagli di luce e vernice a olio, ma anche

sfumature velate di vernice spray che

creano ritagli di colore che si compenetrano

l’uno con l’altro suscitando

emozioni diverse a seconda delle tonalità.

Nell’anno 2016 ha ricevuto come

riconoscimento il Collare Laurenziano

nel Salone dei 500 di Palazzo Vecchio

a Firenze.

Cell. 348 2267777

Email: fagluc2006@libero.it

61


ARTISTI A PISA

ALFONSO FANTUZZI

Salice piangente, olio su tela, cm 50x70

Nato a Lamporecchio dove risiede

e opera. Pittore autodidatta,

dipinge soprattutto marine, paesaggi,

figure e nature morte. Ha preso

parte a diversi concorsi e mostre collettive.

E' socio del Circolo Arti Figurative

Il Ghibellino di Empoli, della Fornace

Pasquinucci di Capraia e di Giglio Arte di

Castelfiorentino. Di recente si è discostato

dal figurativo per maturare una nuova cifra

artistica. Nelle opere di Alfonso Fantuzzi

l'osservatore sente di entrare a far parte

del mondo rappresentato dall'artista, egli

sente di esserne parte integrante, una

piccola parte di un complesso insieme di

fenomeni con i quali interagisce e comunica.

Un'espressione artistica che si esplica

in un preciso e dettagliato realismo in cui

l'artista dimostra una notevole capacità di

osservazione del dato naturale, descritto

e rappresentato con un incredibile minuzia

di particolari. Tale produzione talvolta

si alterna ad una rappresentazione meno

realistica della natura e del paesaggio in

cui le pennellate diventano scattanti ed

energiche tanto da conferire all'opera

una vitalità che coinvolge forme e colori.

Tonalità sfumate si alternano a colori forti

e accesi, pennellate morbide e delicate,

lasciano spazio all'energia della spatola

così da creare un'espressione artistica

varia e mai scontata.

Ambra Grieco

62


ARTISTI A PISA

ALFONSO FANTUZZI

Campagna, olio su tela, cm 50x70

Email: alfonsofantuzzi@gmail.com

63


ARTISTI A PISA

MARIO FERRARI

In camerino, olio su faesite, cm 61x44.

Sono nato a San Giuliano Terme,

in provincia di Pisa, nell’ormai

lontano 1947, in una famiglia di

pastori di pecore. A causa della transumanza

gran parte della mia fanciullezza

è trascorsa tra S. Giuliano T. e l’ Alta

Garfagnana, terra cui sono legatissimo.

Ho compiuto studi classici a Pisa e poi

l’università laureandomi in Medicina e

Chirurgia. Ho esercitato la professione

a Volterra fino al pensionamento (2012).

Ho sempre avuto molta passione per il

disegno fin da bambino, ma ho cominciato

a dipingere nel 1986, assolutamente

da autodidatta. Ho cercato di

di imparare tecnica e segreti della pittura

ad olio guardando e riguardando i

Maestri. Ho poi fatto anche dei corsi di

acquaforte, serigrafia e acquerello, ma

la tecnica che più mi soddisfa è l’olio.

64


ARTISTI A PISA

MARIO FERRARI

Cavalli nella neve sul Gennargentu, olio su faesite, cm 46x51

Via L. Cherubini 68, Loc. Pappiana. 56017 San Giuliano Terme (PI)

Tel. 050 862394 - Cell. 342 1843594 - Email: marioferrari47@gmail.com

65


ARTISTI A PISA

MARIA GRAZIA FUSI

Il bello, olio, cm 50x70

Nasce a Empoli (FI) il 25 gennaio

1943, vive il periodo della seconda

Guerra Mondiale frequentando

scuole elementari di campagna.

E’ in questa atmosfera puramente contadina

che, Graziellina, cosi la chiamano

sull’Aia, incomincia ad avere le prime

esperienze artistiche.

Non può permettersi studi specifici in

materia artistica; ripiega quindi su esperienze

personali di lavoro, bozze e schizzi

di varia natura.

A situazione familiare avanzata e sistemata,

si permette di seguire alcuni corsi

d’arte di ceramica e di pittura, con soddisfazione

e nuovo senso del creare.

Qui viene notata e poi seguita dal professore

Gino Terreni, noto pittore empolese,

che la incoraggia e la sostiene nell’esecuzione

delle opere di pittura. Nella sua pittura,

tramite il suo stile figurativo, Maria

Grazia si colloca nella tendenza toscana

postmacchiaiola, con alcuni stilemi che

fanno riferimento ai naif.

Spesso dipinge affrontando alcune tematiche

di pittura narrativa attingendo dal

suo vissuto di donna lavoratrice.

In alcuni quadri fra cui L’evoluzione è stupita

ed avvinta dalla sua fantasia onirica.

Talvolta nei suoi dipinti si ritrovano

alcune figure di uomini e di donne che

sembrano danzare nell’aria, quasi come

66


ARTISTI A PISA

MARIA GRAZIA FUSI

L’ evoluzione, tempera, cm 40x50

alcuni quadri di pittori russi delle avanguardie

del Primo Novecento.

Complessivamente, nei dipinti e nelle

sculture, Maria Grazia manifesta a suo

modo una visione positiva della vita e

del mondo.

Tel. 0571 920691

Cell. 333 4440464

Email: eno.graziella@gmail.com

67


ARTISTI A PISA

ANNALISA FUSILLI

Capodanno ad Acapulco, tecnica batik tradizionale 4 bagni di colore, cm 40x50, 2013

A

Pistoia, sua città natale, dove

attualmente vive e lavora, si forma

culturalmente conseguendo il

diploma di Arte Applicata (sezione tessuto),

presso l’Istituto d’Arte. L’espressività

di Annalisa si sviluppa in due campi:

quello della pittura su tavola e tela e

quello - in particolare nella sua unicità

- del Batik tradizionale (antica arte Javanese)

su cotone, lino e seta. In questi

due diversi supporti artistici emergono

sia la sua spontaneità di stile nell’utilizzo

del pennello che la padronanza tecnica

nell’uso della pipetta, con cui Annalisa

conferisce alle sue opere la leggerezza

di un viaggio interiore in terre lontane.

Questi luoghi - osservati e vissuti attraverso

la sua abile manualità si mostrano

con ... sorpresa e partecipazione dei

sensi... dopo un lungo lavoro tra colature

di cera e bagni di colore. Ciò che

contraddistingue il suo lavoro è la stesura

della cera che segue il movimento

del tessuto e dona unicità espressiva

all’opera, successivamente esaltata con

vari bagni di colore, i quali mettono in

luce le genuine profondità dei paesaggi

e dei soggetti composti da pochi elementi,

perché l’artista vuole farci immergere

nella pura essenzialità della sua

natura artistica.

Cristina Bruni

68


ARTISTI A PISA

ANNALISA FUSILLI

Porta S. Frediano, tecnica batik tradizionale 2 bagni di colore, cm 50x50, 2014

Atelier. Via delle Pappe, 1 - Pistoia - Cell. 338 9558943

Email: annalisa.fusilli@email.it

Web. www.annalisafusilli.it - FB. Annalisa Fusilli Artbatik

69


ARTISTI A PISA

MARIA DEL CARMEN GARRO

L'alba, acrilico, cm 70x50

Mari vitali ed amniotici sono quelli

di Maria del Carmen Garro che

sprigionano tutta la forza del

Sole. Il colore ci mostra l’energia della Vita,

una attrazione constante come una Overture

nautica ma senza naufragi. Calore

e dolcezza, espresse dal colore, sono la

forza di quest’artista; visioni isolane dalle

Canarie, dentro l’abbraccio dell’Oceano

Atlantico, ci portano in un mondo ideale,

incontaminato a gustare gli incanti

di favola. Ci sentiamo calati dentro alle

grandi avventure, presi dal fascino delle

esplorazioni. Un po’ Robinson Crusoe,

nell’ideale d’una isola, che c’è, che esiste

davvero in splendore e colore!

Potremmo essere anche dei Peter Pan e

sapere che la nostra ombra ci conduce a

ritrovare lo splendore di uno stesso Sole,

dentro le calde braccia della Vita.

En esplendor y Color.

Sandra Lucarelli

Mares vitales y amnióticos son aquellos

de Maria del Carmen Garro que aprisionan

toda la fuerza del Sol. Los colores

nos muestran la energía de la Vida, una

atracción constante come una Obertura

náutica ero sin naufragios. Calor dulzura,

70


ARTISTI A PISA

MARIA DEL CARMEN GARRO

Tramonto, acrilico, cm 70x50

expresadas por el color son la fuerza

de esta artista; visiones isleñas de las

Canarias dentro el abrazo del Oceano

Atlantico, nos llevan a un mundo ideal,

incontaminado a degustar encantos de

fabula. Nos sentimos tocados dentro

por una gran aventura, atrapados por

la fascinacion por las exploraciones. Un

poco Robinson Crusoe, en el ideal de

una isla que es, que existe de verdad en

esplendor u en color.!

Podemos ser también los Peter Pan y

saber que, nuestra sombra nos conduce

a encontrar el esplendor de un mismo

Sol, dentro los calidos brazos de la Vida

(Traducción libre del original, S. Garro)

Cell. +39-3466752544 - +41-786499804

Email: carmengarros@yahoo.com - carmengarros93@gmail.com

Web. www.carmengaross.com

71


ARTISTI A PISA

MARIASTELLA GAVEGLIA

Nei secoli fedeli, digital-art, cm 70x50

Nata a Pisa il 30 gennaio 1978, è

dottoressa in Lettere e Filosofia e

un’artista della Digital Art.

La sua passione si sviluppa giovanissima

inducendola a dedicarsi alla realizzazione

di soggetti paesaggistici tramite acquarello,

evolvendosi poi in opere più estrose

e astratte utilizzando colori acrilici, gessetti

colorati e tecniche alternative al pennello.

Più di recente si è specializzata nell’Arte

Digitale rielaborando al computer i propri

dipinti, modificandoli e stampandoli

su tela. In alcuni casi le immagini originali

hanno subito solo piccole variazioni nel

colore, tonalità o messa a fuoco, mentre

in altri la rielaborazione è stata più radicale

dando vita a qualcosa di completamente

nuovo. Ultimamente ha iniziato ad utilizzare

questa tecnica anche su fotografie

scattate da lei stessa.

Ogni sua opera riporta sempre una citazione,

un pensiero, un aforisma personale

o di terzi, che sarebbe inscindibile

dall’opera stessa, in quanto per l’artista

il quadro rappresenta immancabilmente

una sensazione che la riporta a un autore

e a un suo pensiero. Il tema della sua

ispirazione è Energia in Movimento.

72


ARTISTI A PISA

MARIASTELLA GAVEGLIA

Giove, digital-art, cm 55x60

Cell. 339 8861851

Email: mariastella_gaveglia@yahoo.it

Web. mste.wordpress.com

73


ARTISTI A PISA

ELENA GHERI

Tramonto sul Sinis, olio su tela, cm 40x60

Nata e residente a Firenze. L’ interesse

per il disegno e la pittura mi

ha accompagnato per tutta la vita,

ma solo negli ultimi otto anni ho avuto la

possibilità di dedicarmici a tempo pieno.

Ho frequentato la scuola di pittura del

Caricentro diretta da Antonia Fontana,

per imparare le varie tecniche: disegni con

fusaggine, sanguigna, pastelli, gessetti e

pittura con acrilico, olio, acquarello, spatola.

Ho esposto dal 2010 nelle collettive

del gruppo del Caricentro e poi, dal 2013

col gruppo de “Le Balze” di Reggello.

Nel 2014 ho vinto il primo premio (Farfalla

d’oro) al 32° Concorso di 50& Più - Premio

Città di Baveno e nel 2016 il primo

premio della Giuria nella Mostra di Pittura

Colori e Sogni organizzata dall’Anteas

alla Galleria Via Larga con il patrocinio

della città Metropolitana di Firenze

e della Regione Toscana. Ho partecipato

nel 2016 e 2017 alla mostra di Arte Sacra

organizzata dall’A.N.L.A. nel chiostro della

SS. Annunziata e alla grande collettiva

Forme e Colori del Mondo organizzata

da Toscana Cultura alla Mostra Internazionale

dell’Artigianato 2017.

74


ARTISTI A PISA

ELENA GHERI

Rose del mio giardino, olio su tavola, cm 40x40

Cell. 328 537811

Email: gherielena@libero.it

75


ARTISTI A PISA

ROBERTO GUERRI

Castiglion Fibocchi veduta del paese, acrilico su tela, cm 40x60

N

ato il 31 ottobre 1955 a Monte San

Savino (AR) e vive a Firenze. Si è

diplomato in materie tecniche e

parallelamente si è dedicato allo studio del

disegno artistico, alla grafica ed alla pittura

in tutte le sue espressioni, dall’iperrealismo

all’astratto, e con tutte le tecniche: olio,

acrilico, acquerello, affreschi ecc….

Cura l’immagine artistica di aziende industriali.

Ama la poesia e la musica, fa anche

parte del coro della Basilica di San Marco

in Firenze. Ha allestito molte mostre personali,

sia in Italia che all’estero, e partecipato

a varie collettive ed a numerosi

concorsi ottenendo ottimi risultati.

Di lui hanno scritto: “ … Artista poliedrico

che sa abbinare ad un limpido figurativo

pittorico il tratto sapiente del grafico.

L’arte di Roberto Guerri un caleidoscopio

ricco di emozioni che il valido autore

fiorentino riesce a trasmettere con il pennello

agli osservatori delle sue opere….”

Claudia Cencini

“…tende all’indipendenza fantastica

dal motivo che lo colpisce…. Insiste su

impressioni irreali, su combinazioni insolite,

questo mi sembra il suo dato caratterizzante.

Insieme all’amore e ricerca

dell’inedito, dell’inusuale in ogni tema,

dai paesaggi ai particolari, cioè il bisogno

di inventare il dato reale non di subirne

attrattiva o doverne risentire l’influsso

passivamente….”

Elvio Natali

“…Una prospettica del tutto sui generis,

ottenuta in particolar modo con tecnica acrilica

ma anche con l’olio e tramite la semplice

76


ARTISTI A PISA

ROBERTO GUERRI

La campagna di Castiglion Fibocchi (AR), acrilico su tela, cm 50x70

grafite, il segno preciso, mai eccedente,

molto evidenziato ma ben amalgamato

nella cromia, tale da conferire una gradazione

ampia e profonda, in ogni caso percepibile

a tutto tondo nelle sue opere……

campiture in estremo rilievo, naturalmente

evidenziate con pochi segni essenziali e

senza difficoltà apparente: lo studio dell’anatomia

umana, bozzetti in grafite di

muscoli e nervi ed organi allo scoperto vi ha

certamente contribuito. Fin dalle sue prime

opere, ispirate alla scuola giottesca e leonardesca,

il segno si presenta quasi scultoreo,

quasi classico, pur nella modernità dell’impianto

e del punto prospettico….”

Duccia Camiciotti

“… Roberto Guerri sente e vive con

entusiasmo questo linguaggio pittorico

donando alle proprie tele un segno

indelebile della sua personalità di uomo

e di artista….”

Fernanda Banchi

“… Roberto Guerri lavora con una generosità

di colori e di linee che fa di lui un

paesaggista corposo ed un ritrattista

che riesce a far parlare gli sguardi….”

Carmelina Rotundo

Via Pisana, 478 - 50143, Firenze

Tel. 055 713987 - Cell. 339 5019156

Email: guerri.arte@virgilio.it

77


ARTISTI A PISA

EMWAN KULPHERK

Bla Bla Bla, tecnica mista su tela, cm 60x100, 2017

Nasco e vivo la mia gioventù in una

latitudine diametralmente opposta

alla nostra attuale: la Thailandia,

estremo oriente.

La mia formazione si forgia con i rudimenti

essenziali, che questa cultura offre, mixata

alle esperienze europee, nelle loro totali

diversità: la razionalità occidentale, con la

genialità fantasiosa di un mondo onirico

con le sue leggende gioiose e seriose,

con cui si distingue l'oriente. Questo è il

mondo, che prende vita nei miei racconti

cromatici. Vivo in una famiglia dove l'arte

è dominante, un comune denominatore

che ci accomuna, oltre la parentela: due

fratelli abili nel disegno, forse sembrava

sufficiente la loro presenza, tanto che venni

indirizzata verso studi scientifici.

Come vivo la pittura? Bene è in me e con

me 24 ore su 24. Recepisce i miei intenti e

forse ancor prima del pensiero, li materializza.

La gioia, il gioco e perché no i turbamenti

così si risolvono sulle mie tele.

Il gioco dei toni, il rito dei personaggi difformi,

altro non sono che la sintesi e personificazione

di visioni liberamente interpretate,

piaceri e dolori si accaniscono in

competizione, nei racconti cromatici che

mi distinguono. Nella mia formazione scolastica

ho fatto un percorso a ritroso, contrario

ai sistemi usuali, ligia alle indicazioni

familiari, dopo aver conseguito la maturità

scientifica, si scatena in me l'esigenza artistica:

Accademia di Belle Arti di Carrara,

con relativa laurea e poi per acquisire maggiore

praticità e manualità, l'Istituto d'Arte

78


ARTISTI A PISA

EMWAN KULPHERK

Underwater, tecnica mista su tela, 70x00, 2017

di Massa. La mia ricerca non si pone limitazioni

nei materiali e neppure nelle ricerche,

vado oltre la pittura stessa, con performance

con ceramiche e terre cotte, fino

a provare esperienze orafe. Un'arte la mia

che ha inteso completare la mia immagine

o meglio, essa vive di luce riflessa, con sfaccettature

libere e sincere, portando il mio

volo su motivazioni anche coraggiose.

“La tavolozza di Emwan si tinge di colori

intensi e vivaci per narrare, attraverso l’intreccio

e la sovrapposizione d’immagini,

stati d’animo e ricordi legati all’ingenuità

dell’infanzia. Sogno e magia divengono

l’espressione di un interiore processo spirituale

che conduce a una raffigurazione lirica

e soave. Mentre il segno suggerisce insolite

scenografie, la pennellata dipinge orientali

cromie trasportando il fruitore in magiche

ambientazioni naturalistiche dove la spazialità

temporale viene annullata da audaci

proposte rappresentative che ripercorrono

le esperienze sensoriali dell’autrice. Passato,

presente e futuro si fondono all’unisono

dando origine ad atmosfere surreali e coinvolgenti.”

Enrica Frediani

Studio: Via Carbonia 14, 54100 Massa (MS)

Tel. 0585 45966 - Cell. 338 1030226

Email: emwank@yahoo.it

79


ARTISTI A PISA

GIULIANO LANDI

Volti estatici stranieri, acrilico e tempera su tela emulsionata, cm 133x82, 2005

Nato a Guardistallo (PI), dove

risiede. Ha studiato al Liceo Artistico

di Firenze. E’ stato docente di

Educazione Artistica in varie scuole medie

della provincia di Pisa ed Istituti Comprensivi.

Ha insegnato in diversi laboratori; tra

i più significativi quello di attività tecnico

- espressive, ritrattistica, arte e immagine,

arte e creazione, attività cinematografiche.

Definito dai suoi amici pittori e da

alcuni critici un poliedrico, un creativo, si

definisce un sinergico, un polimaterico e

rifiuta principalmente ogni asservimento

che riduca l’essere ad oggetto. Fondatore

del movimento contemporaneo pittorico

Lumi Art. Le sue opere si trovano sia in Italia

che all’estero e in alcune collezioni private.

Numerose sono state le premiazioni

ottenute in estemporanee e contemporanee;

vari primi premi, come, ad esempio

quello della XII Biennale di Larderello. Due

medaglie d’oro offerte da Franco Gentilini,

una nel 1968 e l’altra nel 1969. Intorno

agli anni ‘70, su invito, ha partecipato alla

Quadriennale romana. E’ stato più volte

partecipe come critico in giurie, in cui

venivano premiati diversi settori: pittura,

scultura, artigianato (a Firenze , Genova,

Livorno, Grosseto, Cecina, Vada).

La sua prima mostra personale è stata allestita

nel 1972 presso l’attuale galleria Bandini

a Cecina. Fra le sue mostre personali

più significative è da ricordare nel 2000 la

Rotonda di Ardenza, la personale a Firenze

nella galleria Centro Storico, avvenuta nel

dicembre 2001. Nell’ottobre dello stesso

anno ha ottenuto il primo premio alla

Biennale Città di Roma. Sono seguiti in

anni diversi altri vari primi premi. Nel luglio

2002 ha realizzato una targa Il nodo d’Italia,

per la premiazione di un concorso nazionale

di pittura e scultura indetto a Livorno

dall’Accademia Gli Etruschi di Vada. Sono

stati pubblicati vari suoi articoli sulle arti

figurative nella rivista Accademia. Altre

esposizioni significative: 2003: collettiva

80


ARTISTI A PISA

GIULIANO LANDI

nella galleria di Castell’Arquato. 2004:

collettiva presso la galleria Arte a Vada

con le opere di Orfeo Tamburi, Antonio

Bueno, Michele Cascella, 2005: collettiva

alla Pinacoteca di San Pietro in Palazzi;

collettiva al Cenacolo degli artisti a Guardistallo;

collettiva presso la galleria Arte a

Vada con opere dei maestri Ottone Rosai

e Giorgio De Chirico. 2006: collettiva

presso la galleria Arte a Vada con opere

in permanenza dei maestri Gianni Dova,

Giorgio De Chirico, Renato Natali. 2007:

mostra personale presso il Centro Espositivo

di Cecina, dove sono stati esposti

i saggi pittorici della nuova poetica Lumi

Art, patrocinata dall’Accademia Internazionale

Il Marzocco di Firenze, Accademia

che ha pubblicato sulla propria rivista il

manifesto per intero Lumi Art. Collettiva

presso la galleria Arte a Vada insieme alle

opere dei maestri Tamburi, Cantatore,

Schifano. 2008: esposizione personale

nella sala del Palazzo dei Priori a Volterra.

2009: collettiva presso la caserma

la Folgore di Ardenza. Una grafica per la

copertina del libro di sonetti in vernacolo

pisano Come’r core della gente di don

Carino Guidi. Personale alla galleria Punto

d’Incontro in San Pietro in Palazzi. 2010:

collettiva al Palazzo Pretorio di Campiglia

Marittima. Personale all’Hotel Esplanade

di Marina di Pietrasanta. Negli anni che

seguono, varie collettive organizzate dal

Punto d’Incontro di Cecina Arte. 2015:

mini antologica alla biblioteca comunale

di Cecina. 2016: personali nelle Filiali del

Credito Cooperativo di Castagneto Carducci

a Donoratico - Cecina - Venturina -

San Pietro in Palazzi.

Cantico, tecnica mista su tela, cm 70X80, 2013

“No. Non è un astrattista Giuliano Landi,

ma le sue opere ci portano verso una realtà

astratta divertente e irriverente in cui dominante

emerge la libertà di pensiero di una

personalità poliedrica, viva, interessante.

Landi graffia con ironia questa società così

confusa e a volte schizofrenica e il suo graffio

assai penetrante lascia il segno, il segno

di un artista particolare che ogni volta

torna a stupirci con la sua freschezza e una

fantasia giocosamente beffarda. La luce

gioca nei dipinti di Giuliano Landi un ruolo

importante se non primario. Le ambiguità

del colore - ombra e colore - luce, vengono

risolte dall’artista con sorprendente

genialità fino a far arrivare allo spettatore

una straordinaria semplificazione essenziale

delle strutture, in una suggestiva resa

cromatica. Libertà, dunque, nel felice connubio

fra manualità e tecnologie. Ecco la

grande arte di Giuliano Landi.”

Vania Partilora

Tel. 0586 655059

Cell. 334 8357330

81


ARTISTI A PISA

SERGIO LAZZERINI

Lettera, tecnica mista su tavola, cm 61,5x38, 2017

Nasce nel 1951 a Pisa dove vive

e lavora.

E’ un pittore autodidatta la cui passione

per l’arte rappresenta la costante

di una vita. Benché la sua attività artistica

inizi negli anni dell’adolescenza, la prima

personale risale agli anni 80. La pittura di

questo primo lungo periodo si concentra

sul figurativo moderno per indagare

la poesia che sta dietro alle piccole cose,

per osservare con meraviglia ciò che fa

muovere il mondo del quotidiano.

Espone a Pisa, Livorno, Viareggio, Firenze,

Venezia. Poi in Olanda e Germania.

Con il gruppo Italia Art Team espone in

collettiva in Italia e all’ estero.

Nei primi anni 2000, dopo una pausa di

riflessione, approda alla pittura astratta.

Varie le tecniche e gli stili sperimentati

da allora, fino al più recente, presente

in questa mostra, dove il puro segno

astratto si trova a dialogare con un

segno altrettanto potente, seppur diametralmente

opposto per la precisione

del significato che porta con se la parola

scritta. Sono chiazze di colore, chiazze di

parola, chiazze di emozione. Messaggi

rivelati a mezzo dove l’altra metà è una

risposta sempre diversa per ogni spettatore.

82


ARTISTI A PISA

SERGIO LAZZERINI

Lettera a Igor, tecnica mista su tavola, cm 50x70, 2017

Via Carlo Cattaneo 28, 56125 Pisa

Email: sergiolazzerini@virgilio.it

83


ARTISTI A PISA

SILVANA LIVI

É

nata a Empoli; autodidatta, ha frequentato

scuole private tra cui la

Scuola Libera del Nudo all’Accademia

di Firenze. La sua attività inizia nei

primi anni Ottanta con esposizioni collettive

e mostre personali.

La capacità espressiva e la fisicità dei

suoi nudi si affermano nella mostra personale

del 1996 al Palazzo Comunale di

Empoli. La critica segnala la freschezza

del segno, l’assenza di allegoria nelle

forme, l’intensità dei colori.

Partecipa a numerose mostre di pittura

ottenendo frequenti segnalazioni e premi.

Nel 1996 la sua ricerca costante si sofferma

nell’introspezione delle figure magrebine

e indiane. La figura di donna, costante

nella sua pittura, domina fino ad assumere

un ruolo immanente. L’approdo di questo

periodo è la mostra I fiori di Kabul che si

tiene nel 2004 a Certaldo (FI) nell’ambito

delle iniziative in favore di Emergency.

Il suo cammino prosegue sperimentando

un nuovo linguaggio pittorico, dove dinamismo

e colore scompongano la figura e

il realismo cede il posto all’intuizione.

Rappresentative di questo passaggio sono,

la mostra personale al Teatro del Cestello

84


ARTISTI A PISA

SILVANA LIVI

di Firenze nel 2011, la mostra Voli e Vele

nel 2012 a Empoli, l’antologica nello studio

galleria di Franco Marra nel 2013, la partecipazione

a Volterra in Cornice nel 2014. La

personale I percorsi dell’anima alla Fornace

Pasquinucci nel 2015, la partecipazione

espositiva nella Galleria Gadarte (Fi) 2015,

e la personale Realtà e Intuizione a Cerreto

Guidi (Fi) nel 2016.

Hanno scritto di lei: il prof. Giovanni Lombardi,

la dott. Alessandra Scappini, il

critico d’arte Enrico Dei, il dott. Michele

Miano e il giornalista Gianluca Barni.

Email: slivi190456@gmail.com

85


ARTISTI A PISA

ALBERTO LOVISI

Artista con l’opera

Nato a Casaletto Spartano (SA),

vive e opera alla Catena San

Miniato (PI), dove risiede. Ha

partecipato a mostre collettive e a

numerosi concorsi nazionali, rassegne e

manifestazioni d'arte. "Alberto Lovisi è

un giovane pieno d'entusiasmo. Ama la

natura, la sente e la dipinge con emozione

e ne sa intuire motivi manifestandoli

in una visione che sta tra il sogno

e la realtà, a volte densa di colore, a

volte rarefatta". Tra le numerose mostre

ricordiamo: 1995 mostra personale (SA),

1997 Premiato al concorso nazionale di

pittura G. Gronchi (Pontedera), 1998

Mostra personale galleria Expoartepisa,

2001 collettiva galleria La Tavolozza,

2004 mostra personale San Romano

(PI), 2005 esposizione San Miniato (PI),

2006 pubblicazioni di alcune opere sulla

rivista Bohèmien Acireale (CT), collettiva

galleria La Tavolozzan Pontedera (PI). Ha

anche esposto in contemporanea con

grandi nomi dell'arte.

Il primo Alberto Lovisi nasce come pittore

figurativo ante litteram, seguendo

l’inclinazione paesaggistica e l’idillio

naturalistico dei grandi maestri, con veri

e propri capolavori di sapore agreste, di

tenore bucolico e di spessore classico.

Le immense praterie della campagna

toscana s’inoltrano, a perdita d’occhio

ed a volo d’uccello, oltre il limite estremo

del lontano orizzonte ed oltre la linea di

demarcazione tra la terra ed il cielo, nel

profondo respiro dell’infinito. Le rade

case coloniche, le basse colline ondulate,

gli schietti alberi solitari danno una

stretta al cuore per la mestizia ambientale,

in cui sono immersi e per la carica

86


ARTISTI A PISA

ALBERTO LOVISI

La donna e l’aquila, olio su tela

cm 120x80

espressiva di paesaggi interiori, arricchiti

da fiori vari, nelle quattro stagioni.

A lungo andare, gli effetti di prospettiva,

movimento e profondità non soddisfano

più il suo spirito inquieto e ribelle, che

riesce a cogliere la scintilla d’immortalità,

oltre la corteccia di sensazioni

visive, nel senso frenetico della vita. Il là

gli viene dato dal potente impatto con i

musicisti jazz, al ritmo cadenzato di sax e

chitarra, al suono stridente di strumenti

elettronici, con la bravura di batteristi

frenetici e di virtuosi del soul, con violino,

tromba e pianoforte. Per riprodurre

l’atmosfera, l’entusiasmo e l’habitat di

un fenomeno così rivoluzionario, Alberto

Lovisi ne riproduce fedelmente lo spiritus

loci, spezzando le antiche regole e

ricorrendo al bianco e nero, con un lieve

tocco di rosso shocking. I suoi protagonisti,

come Jimi Hendrix e Jim Morrison,

L‘attesa, olio su tela

Elvis Presley e Bob Marley, B. B. King e

Luciano Pavarotti rappresentano l’anima

universale della musica antica e nuova,

romantica e contemporanea, classica e

moderna. Partendo dalla vecchia 500

Fiat, da sola e tra le colline senesi, si

arriva alle macchine ferme al semaforo,

in un traffico convulso, febbrile, caotico

e ad una corsa frenetica con la rossa Ferrari:

sogno proibito di tanti automobilisti

e sportivi. Nella moderna figurazione di

Alberto Lovisi c’è un nostalgico tuffo nel

passato, una full immersion nel presente

ed un volo ardito verso un roseo futuro,

in cui si avverano desideri ed aspirazioni,

sotto l’egida di una cifra stilistica unica

ed irripetibile, personale ed inconfondibile,

universale ed insuperabile... come

Warhol, Faccincani, Haring, Possenti,

Alinari e altri.

Gianni Latronico

Email: lovisart@virgilio.it

87


ARTISTI A PISA

MARILENA LUONGO

Al mercato, olio su tela, 50x60

É

nata in Asmara (Etiopia) e poi si è

trasferita in Italia con la sua famiglia

di origine. Attualmente vive a Pisa.

Fin da bambina ha avuto una predisposizione

per il disegno.

Ha conseguito la maturità artistica all’Istituto

Statale d’Arte di Pisa nel 1969 e

ha frequentato il Corso di Cultura e integrazione

in Storia dell’Arte sez. di Storia

dell’arte annesso alla Facoltà di Lettere

e Filosofia con il prof. Ragghianti e il

corso di restauro pittorico tenuto dalla

dottoressa Carusi con relativo attestato

di profitto nel 1970.

Presa dagli impegni della vita ha dovuto

mettere da parte quello che amava fare,

cioè dipingere ogni cosa che vedeva.

Amante della pittura, pittura a olio ha

iniziato a dipingere nel 2008 frequentando

i corsi di pittura del maestro

Bruno Pollacci e del maestro Enrico

Fornaini allievo di Pietro Annigoni. Ha

ripreso con continuità a dipingere partecipando

a varie mostre conseguendo

premi e riconoscimenti anche all’estero

fra cui:

2010 Titolo Onorifico Cavaliere dell’Arte

come riconoscimento per meriti Artistici

Pro - Loco Montenero (Livorno).

2015 Inserimento nel libro d’arte volume

2° Tuscany Contemprary Art Antologia

Artisti in Toscana.

88


ARTISTI A PISA

MARILENA LUONGO

Lungo il fiume, olio su tela, 50x60

2010, 2° Premio Ferruccio Mataresi

2010, 6° classificato al 17° Premio Tirrenia

(PI) Concorso Nazionale di Pittura Contemporanea.

2010 selezionata alla IV^ Edizione

Mostra Internazionale del piccolo formato

Venti x Venti, Napoli.

2011, 3° classificato al 19° Premio Città

di Livorno

2011, 7° classificato al 18° Premio Tirrenia

(PI) Concorso Nazionale di Pittura

2013, 7° classificato al 20° Premio Tirrenia

(PI) Concorso Nazionale di Pittura.

2014, 10° classificato 21° Premio Tirrenia

(PI) Concorso Nazionale di Pittura.

2014, 5° classificato Premio Speciale Pittura

Studio Città del Mobile Ponsacco (PI)

2015, 6° classificato Premio Speciale Pittura

Studio Città del Mobile Ponsacco (PI)

2015 Premio Concorso Artistico Letterario

Radicamenti mostra Villa Argentina - Viareggio

(PI). con catalogo opere migliori.

2015 - selezionata Group Exhibition Art

Gallery Quirinus, Koping, Stockolm.

Tel. 349 0548674

Email: mailalu39@gmail.com

89


ARTISTI A PISA

GIUSEPPINA MAESTRELLI

Quel pugno di fiori che ancora

stringo fra le dita racchiude

tutti i profumi delle stagioni.

La Primavera di margherite intrecciate

a corona fra i capelli, Estate di spighe

ricche di semi caduti e già rinati, di cieli

violetti color delle mammole dopo l'Inverno.

Ma se per assurdo, la paura del

troppo amore, ti avesse lasciato libera

la mente per amare e proteggere, se

da quelle mani libere di agire fossero

nati carezze e gesti non sarei qui ad

inventare la quinta stagione. Non sarà

il colore del sole a distinguerla dalle

altre, non sarà il frutto succoso per cui

sia valsa la pena conoscerla ma sarà la

maniera diversa di viverla, di assaporarla

a far nascere la quinta stagione. La vita

fugge, si dilata, si rarefà. Voler cogliere

l'attimo, l'effimero dell’immagine, l'istante

perfetto, il riflesso, la luce, il

colore, quante fotografie sbagliate

con la vecchia Nikon! E' quell'attimo

che voglio fissare, non quello dopo

quando tutto è già diverso, quando il

brivido dell'emozione si è dissolto in

un grido, un richiamo, un ricordo del

già vissuto. La scrittura, gli appunti

persi in un cassetto e ritrovati fra un

trasloco e l'altro hanno fatto rinascere

passioni fuori moda prima dell’

iPhone. Perché non unire quel racconto,

quella poesia interrotta all'immagine?

Così è nata l'altra passione,

90


ARTISTI A PISA

GIUSEPPINA MAESTRELLI

non chiamatela fotografia, è una

parola grande, chiamiamola ricerca

con l'obbiettivo della prospettiva più

giusta per regalare un briciolo di arte

per i più attenti, un dono per vedere

non solo guardare per i distratti. Giuseppina

Maestrelli, Peppetta, nasce

ad Empoli nel 1945 dedica pensieri ai

libri Dimmi ciao e Terra, mare e cielo e

scatti, di quest'arte moderna, per creare

ricordi. Mostre nel 2016: a Cerreto

Guidi, galleria il Cesello a Pietrasanta,

alla Stazione Leopolda e al Comune di

Pisa. Nel 2017 Auditorium Al Duomo

di Firenze, Spazio Iclab di Firenze.

Premiata con il Collare Laurenziano in

Palazzo Vecchio nel Salone dei 500 di

Firenze.

Email: superpeppetta@gmail.com

91


ARTISTI A PISA

MARCO MAFFEI

Melograni, olio su tela, cm 50x70

Ritrarre la realtà non significa soltanto

fermarne l’aspetto visibile,

ma indagarne la natura profonda.

E’ questo l’obiettivo di Marco Maffei,

la cui ricerca pittorica si serve della

nitidezza esecutiva per avvicinarsi millimetricamente

al soggetto rappresentato.

La mostra Looking Into Reality

vede esposti sia i lavori sulla figura che

le nature morte: in entrambi i casi, lo

scopo è guardare nella realtà, ovvero

calarsi sotto la pelle delle cose per

coglierne gli aspetti che solitamente

sfuggono ad una lettura superficiale. La

precisione tecnica e il verismo illusionistico

non esauriscono quindi il senso

del quadro ma, al contrario, ci permettono

di scoprire la meraviglia delle piccole

e semplici cose, di un frutto o di un

oggetto che condividono il nostro spazio

di vita e che però soltanto la pittura

è in grado di mostrarci sotto una nuova

luce. Un aspetto riscontrabile sia nei lavori

più fotografici realizzati in punta di pennello,

sia nei ritratti, alcuni pittorici, altri

a matita, in cui Maffei si confronta con le

difficoltà della pittura d’introspezione psicologica,

affidando soprattutto agli occhi

il racconto dei caratteri individuali, e con il

tema religioso, in cui il trasporto emotivo

è tale da far passare in secondo piano la

definizione dei particolari per concedere

maggiore spazio all’espressione.

Daniela Pronestì

92


ARTISTI A PISA

MARCO MAFFEI

Uva, olio su tela, cm 50x60

Tel. 0587 709382

Cell. 338 1815650

Email: maffe271096@live.it

93


ARTISTI A PISA

NICOLA MAGGI

Donnamaggi

Scalanicola

Nato a Viareggio il 16/04/1966,

diplomato al Liceo Artistico Statale

di Lucca nel 1984. Diplomato

all'Accademia di Belle Arti di Carrara nel

1992. Ho partecipato a varie collettive

di scultura e di pittura in Italia.

Ho partecipato a vari simposi di scultura

in Italia, Francia, Germania e Spagna.

Nel 2016 ho partecipato al Concorso

di Pittura Andare oltre si può al Palazzo

Ducale di Lucca, vincendo il 1° premio.

Da vari anni insegno Disegno dal Vero,

pittura e scultura presso il mio studio.

Quella di Nicola Maggi pittore è uno scolpire

la tela, non nella sua tridimensionalità,

ma nella migliore tradizione artistica

espressiva, nell’azione del gesto, oltre la

figurazione delle sue immagini. Impeto

che sprigiona quell’ucronia dell’Essere,

luoghi e genti, lì, immobili eppur in

movimento con le loro pennellate, forse

trasudate di ricordo o passione, luoghi

in cui si sente centellinare ancora voci e

suoni, silenzi nascosti, dove tutto è

mutabile, variabile, colori che si compenetrano

come i pensieri, un dialogo.

La solitudine apparente nei soggetti della

sua pittura raccoglie quell’intimità di dialogo,

il soggetto parla allo spettatore,

esterno, eppur dentro nel dialogo visivo.

Nella sua ricerca formale vuole far apparire

quel continuo mutamento ed euforia,

che insita nell’essere umano, alcune volte

utopica, altre, ucronica, un silenzio sonoro,

in cui tutto tace e tutto sente.

94


ARTISTI A PISA

NICOLA MAGGI

Sotto la doccia, pittura olio su tavola lignea, cm180x90

Cell. 393 9420780

95


ARTISTI A PISA

JACQUELINE MAGI

Marina, olio su tavola, cm 20x40

Autodidatta fin dall’età di sei anni

si è formata disegnando dal vero

tutto il mondo che la circondava.

Ha quindi iniziato a sperimentare varie

tecniche, olio, acrilico, pastello, china.

Con il tempo ha enucleato un proprio

stile, di difficile definizione per l’originalità

dello stesso, non figurativo ma nemmeno

astratto, caratterizzato dall’uso del colore

puro dato di piatto, dalla coloristica forte

e dalla tematica legata alla meditazione

trascendentale. Centrali temi come il mandala,

il cosmo, la vita. La poetica, essendo

anche fotografa, si riassume nelle parole:

la fotografia per il reale, la pittura per il

sogno, la fantasia, il trascendente.

Vittorio Sgarbi l’ha definita infatti: “colei

che dà forma ai sogni”. Ha esposto in

moltissime personali e collettive in Italia

e all’estero, fra cui l’università di Arte di

Grodno (Bielorussia), Tallinn (Estonia).

Ultime sue personali importanti nel marzo

2015 a Firenze a Le Giubbe Rosse dove

espone nuovamente ad agosto 2016.

I suoi quadri si trovano in permanenza

sia nella collezione de Le Giubbe Rosse

che al Museo Thelesium di Reggio Calabria

che al Museo del Tessuto di Prato.

Dal punto di vista professionale svolge

le funzioni di giudice penale al Tribunale

di Pistoia con applicazione anche al

settore civile; in passato le ha svolte al

96


ARTISTI A PISA

JACQUELINE MAGI

Luna, olio su tela, cm 50x35

Tribunale di Prato e a quello di Livorno.

Prima di fare il giudice era Sostituto Procuratore

della Repubblica a Pistoia e

prima ancora Avvocato. Ha scritto una

decina di libri sulla violenza di genere

oltre a due raccolte di racconti gialli per

l’editore Marco Del Bucchia di Viareggio.

Scrive, fotografa, dipinge e canta

come soprano.

Jacqueline Magi

Email: jacquelinemonica.magi@giustizia.it

97


ARTISTI A PISA

LUCIANA MANCINI

Sfoggio, olio e spatola su tela, cm 40x60

Sono nata a Genova dove ho insegnato

Inglese in vari licei; attualmente

in pensione dedico gran

parte del mio tempo alla pittura, una

passione che mi segue e che inseguo

dall’età di 10 anni quando ho iniziato a

disegnare.

Sono autodidatta, anche se, quando ho

potuto, ho frequentato qualche corso di

pittura nella mia città natale ed ora che

vivo in Toscana, frequento lo studio del

pittore Daniele Bacci, in Perignano.

Ho spesso privilegiato ritrarre sulla tela

immagini da foto scattate da me cercando

di fissare le emozioni che mi si

erano impresse negli occhi e nel cuore.

Non ho mai esposto, i miei quadri stanno

appesi alle pareti di parenti e amici.

Naturalmente sono sempre alla ricerca

di perfezionamento ed affinamento

e anche di sperimentare con tecniche e

soggetti diversi.

98


ARTISTI A PISA

LUCIANA MANCINI

Voglia di sole, olio su tela, cm 35x50

Cell. 347 9651487

Email: bilubibi@libero.it

99


ARTISTI A PISA

PAOLO MANNUCCI

Alla ricerca della saggezza, olio su tela, cm 50x70

Viaggio intorno all'uomo

Ecco l'uomo: puoi trovarla nascosta

frugando tra le sue avidità, la luce

di una pallida aurora.

Ecco l'uomo, se dunque in un grembo

violato riposa un uccello, in attesa di

riprendere il volo.

Si. Non solo di orrore ci parla Paolo

Mannucci: in un recesso di umane macerie,

sotto coltri di aberranti cacofonie, un

canto indomito, pure flebile emerge.

E qui, dimesse, appartate, sottese,

l'artista ha deposto le parole ultime

di un'ottimistica sua volontà, seppure

ragione e pessimismo si affacciano sul

qui ed ora delle tante ignominie del

mondo, sola inesorabile logica, sulla

quale sembra assisa la storia nostra.

Amoralità di fameliche brame, teatro di

posa dove l'homo technologicus, più

che mai lupo al suo prossimo, immemore

del lascito kantiano si fa mezzo, o

meglio merce, e non già fine.

Dunque è da qui lo spiegarsi di bocche

digrignanti e marce, o di sguardi senza

luce sopra volti sfatti, di statiche disumanità

in divisa, o di umane nudità in fuga

dai fetori di guerra.

Ma anche il lividore di un'aurora remota

è segno di vita, o la stasi di un uccello di

passo è tempo d'attesa per un volo a

venire, se questo è l'orizzonte degli eventi.

E non disgiunto dall'artista sta l'uomo

Paolo Mannucci, dai suoi trent'anni di

fabbrica in cui ha imparato ad odiare.

Si, odiare l' acquiescenza, l'adulazione,

la delazione dei ruffiani.

100


ARTISTI A PISA

PAOLO MANNUCCI

Mostre personali

Inno all'amore, tecnica mista olio su tela, cm 60x70

Il suo è cantare soffocato, è disperazione

di un oboe sommerso e questo lui lo sa:

ma è con il farsi di questo suo canto ai

pochi urtante, ai molti inaccessibile, è

con la solitudine dei poeti che egli ha

deciso di fare i conti, non avendo paura

con un’arte politica di apparire, o forse

di essere, antistorico.

Resistere, resistere, resistere: così l'uomo

è sopravvissuto al setaccio alienante

della fabbrica; da questa dura lezione di

vita, un’ arte integra, sfrondata di qualsiasi

compiacente edonismo, ci sollecita a

non essere vili, ma vivi: poiché se i vili, e

si sa, muoiono cento volte in un giorno,

chi non china il capo e non tace le cose,

muore una volta sola.

Marco Mannucci

Galleria d’arte Dell’angelo Montepiano

(Firenze), 1974

Galleria d’arte L’inquadratura Firenze, 1975

Galleria d’arte Ladi Casellina (Firenze), 1976

Centro Culturale La Tavolozza Livorno, 1977

Salone Cultura Palazzo Eur Roma, 1978

Galleria Centro d’arte Moderna Pisa, 1980

Giardino Kursal Montecatini (Pistoia), 1982

Associazione Arte Libera Venezia, 1983

Casa della Cultura Livorno, 1983

Casa della Cultura Livorno, 1985

Camera di Commercio Lucca, 1987

Caffe’ Grande Livorno, 1990

Accademia d’arte D. Scalabrino Montecatini

(Pistoia), 1992

Etruria Arte Venturina (Livorno), 1993

Arte Fiera Bologna, 1993

Grand Hotel Du Park e Regina Montecatini

(Pistoia), 1994

Galleria Matisse Roma, 1994

Piazzetta del Porto Punta Ala (Grosseto), 1995

Palazzo Sani Punta Ala (Grosseto), 1996

Ricrearte Agip Petroli Livorno, 1996

Castello Pasquini Castiglioncello (Livorno), 1998

Ricrearte Agip Petroli Livorno, 1999

Grande Libreria Babilonia Livorno, 2000

Grande Libreria Babilonia Livorno, 2002

Accademia Italiana del Peperoncino Prato, 2004

Expo Pisa, 2007 e 2009

Villaggio Eni Roma Lorenzana 2007

Palazzo Comunale Fauglia (Pisa), 2010

Palazzo Comunale Lorenzana (Pisa), 2011

Castello dei Vicari Lari (Pisa), 2011

Biblioteca Comunale San Vincenzo (Li), 2012

Palazzo Comunale Casciana Terme (PI), 2013

Cinema Odeon Ponsacco (Pisa), 2014

Circolo Partigiano Fucecchio (FI), 2015

Ex Frantoio San Miniato (Pisa), 2015

Via di Vallitri, 4, 56043 Crespina - Lorenzana

Tel. 050 662665 - Cell. 339 3374954

Email: paolomannucci40@gmail.com

101


ARTISTI A PISA

AIRYN MARCHIONNA

La melodia delle Colline, olio su tela, cm50x70

Mi chiamo Airyn Marchionna,

all’età di quattordici anni per

motivi di studio, mi sono trasferita

nella bella Toscana a Pisa. Fin dall’infanzia

ho sempre amato disegnare,

tanto da decidere di diplomarmi all’Istituto

Statale d’Arte F. Russoli di Pisa.

Dopo aver sperimentato varie discipline

come pittura, scultura, progettazione

architettonica, modellistica, ed altre

ancora, ho voluto approfondire le mie

conoscenze tecniche e teoriche sull’arte

iscrivendomi all’Accademia di Belle Arti

di Firenze, conseguendo nel 2012 la

laurea quadriennale a pieni voti, discutendo

la tesi sulla Fisiognomica. Successivamente

ho continuato a dipingere e

disegnare iniziando ad esporre le mie

opere dal 2015 nella città di Pisa. Ho

partecipato a varie mostre collettive al

GAMeC di Pisa tra cui ricordo gli eventi:

La creatività al femminile del 2015 e

2016, Arte sulle rive dell’Arno del 2015,

Il paesaggio dalla Macchia al Contemporaneo

e La Natura Morta del 2016.

Una mia opera è presente nel libro Cani

e Gatti d’artista. Nel maggio 2017 ho

preso parte alla mostra Vetrina d’Arte

a Firenze VI° edizione, conseguendo il

premio Alla carriera, che considero di

buon auspicio per il mio futuro artistico.

Le tecniche pittoriche che preferisco

sono la pittura ad olio su tela o tavola,

e l’acquerello; per quanto riguarda il

102


ARTISTI A PISA

AIRYN MARCHIONNA

Omaggio a Audrey Hepburn, fusaggine cm 50x70

disegno prediligo la grafite, fusaggine,

carboncini, pastelli, matita sanguigna

e seppia. Sono una grande amante

dell’arte figurativa, perciò la mia

ricerca verte su soggetti estrapolati

dal vivere quotidiano, come i bei paesaggi

toscani, i ritratti, oppure oggetti

di diverso tipo accostati tra loro che

spesso rappresentano ricordi o speranze.

Particolare attenzione pongo

nei ritratti in bianco e nero di alcune

grandi dive del cinema, come Audrey

Hepburn o Grace Kelly, icone dall’indiscutibile

carisma che non smettono

mai di affascinare nella loro eleganza

senza tempo.

Cell. 340 7717823

Email: airynmarchionna@gmail.com

103


ARTISTI A PISA

MILENA MARIANUCCI

MAE, tecnica raku, cm 25 x 25, 2016

Milena Marianucci, in arte LA

MILE, nasce a Pisa il giorno

8/8/1988, cifra che tornerà a

materializzarsi poi successivamente

nelle sue opere come concretizzazione

di armonia e continuità. Frequenta l'Istituto

d'Arte, dove approfondisce tecniche

pittoriche e storia dell'arte, concetti

concreti e astrazioni mentali, antico e

moderno; la giovane mente viene plasmata

dalla visione di quadri, opere, ma

anche dalle parole di chi nell'arte c'è vissuto

e magari ne è rimasto deluso o di

chi ne ha trovato motivo di vita.

Tutto ciò la porta ad avvicinarsi a quella

che ritiene essere una ricerca di equilibrio,

un tipo di arte che come l'8 che

ricorre nella sua vita debba in qualche

modo rappresentare un qualcosa di infinito,

ma plasmabile mentalmente da

chi la osserva, un baricentro in bilico tra

la tranquillità e l'istinto che ci fa muovere

o che ci porta a muoversi.

Tutto questo trova concretezza nell'arte

raku, dove entità si fondono in abbracci,

o si allontanano in violenti litigi,per poi

tornare unite..lo yin e lo yang, fenomeni

astrali che esplodono dando vita al cerchio

della vita, la stessa opera si reinterpreta

più volte a seconda dello stato

d'animo di chi la osserva.... gli occhi

vedono ciò che il cuore sente.

104


ARTISTI A PISA

MILENA MARIANUCCI

MISUNDERSTANDING, tecnica raku, cm 50x45

MAE

Tecnica raku, cm 25x25 precedentemente

esposta nel 2016 al Carrousel du

Louvre, Parigi.

Nell’opera MAE quello che ho cercato

di rappresentare è l’abbraccio di una

madre,che vede i suoi figli come prolungamento

di se stessa, in un perfetto equilibrio

quasi astrale, avvolto nei colori freddi

ma caldi al tempo stesso dell’amore che

nasce dalla creazione .

MISUNDERSTANDING

Tecnica raku, cm 50x45, precedentemente

esposta a Romart 2016 e alla

Mostra Internazionale dell’Artigianato di

Firenze 2017.

La statua nasce dal Malinteso interiore

che probabilmente alberga in ognuno di

noi, la rappresentazione del conflitto che

ci portiamo dentro, e di cui non possiamo

liberarci, ma solo conviverci portando

con noi l’insieme delle nostre personalità.

Il bianco come colore principale vuole

rappresentare la chiarezza necessaria per

decidere chi essere.

Email: milenamarianucci@tiscali.it

105


ARTISTI A PISA

ARNALDO MARINI

L’ultimo villaggio, olio su tela, cm 50x40

É

nato nel 1952 a Firenze dove vive

e lavora. Si è laureto in Architettura

presso l’ateneo fiorentino. Ha esposto

in mostre personali e collettive. Nel

2012 a Firenze, con la personale Prospectus

erat.

Nel 2015, a Berlino è ospite di ErsteShane

in occasione di 48 Stunden Neukölln

Das Kunstfestival con la personale Landschaften

- Paesaggi. Nel 2015 ha partecipato

alla rassegna Artisti dal mondo a

Firenze per Toscana Expo 2015.

Nel 2016 partecipa con successo a

importanti rassegne a Napoli, a Roma

presso la Galleria La Pigna, a Montepulciano,

a Sarzana alla Rassegna Premio

Ligures 2016 - Città di Sarzana

dove riceve il Premio speciale della critica,

alla rassegna Forme e colori del

mondo tenutasi alla Fortezza da Basso

di Firenze, a Forte dei Marmi presso il

Museo Ugo Guidi, a Firenze all’Auditorium

al Duomo, a Scandicci presso il

Castello dell’Acciaiolo.

Risulta finalista per la pittura al XXXIV

Premio Firenze.

Partecipa alla collettiva Fra tradizione

e innovazione, correnti artistiche a confronto,

svoltasi dal 10 al 19 dicembre

presso il Circolo Ufficiali di Napoli.

Anche nel 2016 è presente a Berlino con

la personale Dörfer - Villaggi in occasione

del 48 Stunden Neukölln Das Kunstfestival.

106


ARTISTI A PISA

ARNALDO MARINI

Villaggi Oujda Marocco, olio su tela, cm 50x40, 2016

Nel 2017 partecipa alla collettiva Contemporanea

presso l’ICLAB di Firenze;

espone nella collettiva Linee artistiche a

confronto a Torino, presso il Circolo degli

Artisti; è presente a Lerici, alla 4° edizione

del Premio Ligures, dove riceve il premio

speciale Provincia di La Spezia.

È invitato a partecipare con tre opere alla

mostra Il cammino dell’uomo tra arte

e fede tenutasi dal 1 aprile al 30 giugno

presso il Salone Donatello, nella Basilica di

San Lorenzo in Firenze.

Anche per il 2017 è presente con alcune

opere alla rassegna Forme e colori del

mondo alla Fortezza da Basso di Firenze.

Le sue opere figurano in numerosi cataloghi

a stampa e on line; sono presenti

in collezioni private in Italia ed all’estero.

Email: arnaldo.marini@gmail.com

Web. arnaldomarini.wixsite.com/arnaldomarini

107


ARTISTI A PISA

MANUELA MASI

Arno’s bird, sabbia, corteccia d’albero, cm 40x60, 2016

Nata a Firenze, dove vive e lavora da

30 anni, attraversando varie esperienze

artistiche, dall’area figurativa

a quella astratta. Diplomata in pittura

all’Accademia di Belle Arti, insegna Discipline

grafiche e Pittoriche al Liceo Artistico

di Porta Romana di Firenze. Ha allestito

mostre personali ed ha partecipato

a collettive ed altri eventi artistici in varie

gallerie e centri culturali fiorentini e non

solo. L’artista fiorentina, molto sensibile ai

temi dell’ambiente, presenta su strutture

di legno assemblaggi di vari materiali,

provenienti dalla terra: sabbia, corteggia

d’albero….e materiali prodotti dall’uomo:

plastica, ferro..... Le opere costituiscono

una sorta di percorso in mutamento, dove

i vari spazi restituiscono i segni che la

natura ed il paesaggio urbano dei nostri

tempi offro noi allo sguardo dell’artista.

Mostre

1974 - collettiva Proposte plastiche -

Centro Artisti Fiorentini - Firenze (curatore

Ciabani)

Collettiva - Spazio Art - Scandicci

1975 - collettiva - Biblioteca Comunale

di Barberino di Mugello

1990 - personale al Giardino dei ciliegi (Fi)

1993 - collettiva Polittico - Istituto Francese

- Fi (curatore della mostra A. Del

Guercio) - collettiva Interni d’artista -

Bordeline ’93 - Monteciccardo- (curatore

della mostra A. Del Guercio)

1994 - Uno, nessuno, centomila - Centro

Culturale Container - Firenze

108


ARTISTI A PISA

MANUELA MASI

Andiamo in bici, oggi piove!, tecnica mista sabbia, ferro e acrilico, cm 70x40, 2014

1995 - Collettiva - Florence Dance - Fi

1996 - Il luogo, la memoria, il quotidiano

- ex Chiesa dei Barnabiti - Firenze

1997 - Passi d’artista - percorso nel Centro

di Firenze

1998 - Manodopera in nero - Centro

Culturale Container - Firenze

- Microart - Galleria La Corte - Firenze

- Passi d’artista 2 -percorso attraverso il

Centro di Firenze

- Mani Mario - Chiostro di S. Spirito - Fi

2013 - Collettiva- I nostri amici animali -

Galleria Gadarte - Firenze

- Collettiva - Artiste oggi - Galleria Gadarte-Fi

- Collettiva - La bicicletta - Galleria

Gadarte - Firenze

2014- Personale Due sguardi due realtà

Galleria Donatello - Firenze

2015 - mostra collettiva alla Galleria

Donatello - Firenze

2016 - L’Arte in tavola - Palazzo

Bastogi - Firenze

- XLVI mostra all’aperto - Piazza Donatello

– Firenze

- Donatello ad Art Art - Impruneta -

Firenze

Cell. 348 3687539

Email: manuelamasi3@live.it

109


ARTISTI A PISA

SARA MATTII

Insieme, acrilico su tela, cm 20x80

Nasce nel 1977 a Pisa, consegue

il diploma di Maestro d’Arte nel

1994, prosegue gli studi conseguendo

nel 1997 il diploma di Architettura

e Arredamento. La passione per il disegno

si fa sentire fin da tenera età … il colore in

ogni sua sfumatura accompagna la sua

crescita. Collaborando con uno studio

di architettura e arredamento approfondisce

anche il disegno tecnico, ma le

sue mani ed il suo pensiero continuano

a farsi spazio nei colori della pittura realizzando

quadri su commissione.

Riesce a conquistare la sua vera espressione

pittorica lavorando con una ditta

di restauro e conservazione d’opere

d’arte arricchendo ed affinando tecniche

pittoriche fin dalle sue origini.

Mostre

- Galleria d’arte il Melograno Livorno

- Mostra permanente Ristoclub 900 San

Giuliano Terme.

- Partecipazione Premio Rotonda 2015

Livorno.

- Stazione Leopolda 2016 Pisa

- 80° Mostra internazionale dell’artigianato

2016 Firenze.

- Fortezza da Basso 2016 Firenze

- Centro espositivo Museale SMS Pisa

- Esposizione presso Ristorante Enoteca

Gallo Nero Pisa

- Esposizione presso negozio Corso Italia

Pisa.

110


ARTISTI A PISA

SARA MATTII

Un giorno senza rischio non è vissuto, pigmenti in polvere su tela, cm 141x200

Cell. 347 1874057

Email: smsapisa@yahoo.it

111


ARTISTI A PISA

ELENA MIGLIORINI

Paesaggio Senese, acquerello, cm 79x46

Il disegno come sua prima passione;

dopo studia altre tecniche, tra cui

l’acquerello, sotto la guida di Fiorella

Macchioni. Espone in collettiva in

Toscana ed in altre regioni italiane tra

cui: ARTPRIZE 2014, Biennale di Pittura a

Novara selezionata tra i finalisti; MaremmArtEXpò

2015, invitata alla mostra

internazionale d’Arte Contemporanea a

Sorano (GR). Si classifica quarta al Concorso

Nazionale di Pittura Premio Silver

2015 - (Empoli) FI; partecipa a: Artisti

dal Mondo a Firenze per Toscana EXPO

2015; Spoleto Festival Art 2015; Espone

a Villa Argentina a Viareggio come finalista

del Concorso Radicamenti indetto

da Mds Editori; collettiva all’Auditorium

al Duomo in via Cerretani a Firenze; Spoleto

Festival ART-Chiostro di S. Nicolò

- Spoleto; espone alla Mostra Internazionale

dell’artigianato 2016 a Firenze

Fortezza da Basso; partecipa alla collettiva

nel Museo Ugo Guidi di Viareggio;

artista selezionata per la mostra del concorso

Fuori dal tempo promosso da Mds

Editori 2016 (PI); partecipa alla Mostra

Internazionale dell’artigianato 2017 a

Firenze Fortezza da Basso.

“Dalla natura all’uomo, dal paesaggio

agreste allo scenario urbano: lo sguardo

di Elena Migliorini si posa sulla realtà per

trarne immagini di pura bellezza. Qualunque

sia il soggetto rappresentato,

il pieno dominio della tecnica dell’acquerello

le consente di dosare gli effetti

112


ARTISTI A PISA

ELENA MIGLIORINI

Paesaggio in movimento, acquerello, cm 69x43

luministici attraverso un delicato equilibrio

di velature e trasparenze…”

“…Nessun particolare sfugge al suo

occhio attento, che cattura i vari aspetti

del visibile e li fa confluire in un’armonica

sinfonia di rapporti e di sentimenti. All’accuratezza

del disegno e al rigore della

composizione si unisce una sapiente distribuzione

dei colori, che si vestono di tonalità

morbide, sfumate, poste in continuo

dialogo con il bianco della carta. L’assenza

di contrasti, la serenità espressiva e la delicatezza

cromatica rimandano ad una poesia

creatrice che non si perde dietro vuote

elucubrazioni, ma che procede seguendo

fedelmente il dettato delle emozioni…”

“…le sue realizzazioni riflettono la sensibilità

dell’artista, che influisce sia sull’originale

impaginazione del soggetto rappresentato

– si noti, ad esempio, come il

modo di tagliare l’immagine suggerisca

un’ideale continuità tra il dentro e il fuori

della rappresentazione - sia sulla scelta di

sostituire la verità dei colori naturali con

un’unica tinta data a chiaroscuro…”

Daniela Pronestì

Cell. 333 2391473

Email: elenamiglio@hotmail.it

113


ARTISTI A PISA

MARLI MONTAGNANI

Il bagnetto di Vittorio, acrilico su tela, cm 50x60

Nasce a Pisa nel 1974, passa i suoi

primi anni di vita a Montecerboli

(PI), paese poco conosciuto, ma a

pochi chilometri da Larderello rinomato per

i soffioni boraciferi e nell’anno 1981, per

motivi familiari, è costretta ancora bambina

a trasferirsi a Volterra. Qui, frequenta dalle

scuole Medie fino all’Istituto d’Arte e dopo

aver finito le scuole primarie prosegue i

suoi studi nella solita scuola, conseguendo

nel 1991 il diploma di Maestro d’Arte e nel

1994 conclude nel suddetto istituto con

la Maturità d’Arte Applicata nella Sezione

Metalli e con dei buoni voti. Conseguita la

maturità si trasferisce a Firenze per intraprendere

e proseguire la sua passione

legata all’arte ma soprattutto alla pittura e

per studiare i Grandi Maestri fra cui Leonardo

da Vinci genio che lei ammira fin da

piccola. Frequenta l’Accademia di Belle

Arti dove in tempi brevi consegue la laurea,

nella Sezione Pittura, anno 1999 e con

il massimo dei voti. All’Accademia riesce

ad imparare le tecniche della pittura, studia

l’arte e passa i suoi pomeriggi disegnando

e frequentando in maniera incessante e

con passione i corsi di pittura del prfessore

Adriano Bimbi che, forse a sua insaputa, le

insegna le tecniche più idonee per accostarsi

alla pittura e le fornisce i mezzi necessari

per esprimere ciò che ha dentro anche

attraverso delle splendide lezioni teoriche.

Il maestro, forse pure a sua insaputa, contrapponendosi

alle sue idee, al suo carattere

non sempre semplice, ma con determinata

convinzione, le infonde la grinta necessaria

per tirare fuori e con coraggio tutto ciò

che l’artista avrebbe dovuto esprimere con

114


ARTISTI A PISA

MARLI MONTAGNANI

i pennelli in mano. Da qui la troviamo in

un susseguirsi di corsi in altri campi fra cui

l’informatica, dove si specializza per la grafica

e da questo anno, possiamo iniziare a

trovare le prime tracce del suo “debutto”

nel complesso mondo dell’arte contemporanea.

Ha all’attivo mostre e concorsi, in

gran parte del territorio nazionale e oltre,

in cui spesso consegue importanti premi

e ambiti riconoscimenti. Attualmente vive

a Rosignano Solvay (LI), dove ha deciso

di rimanere e non si sa bene quale sia il

motivo ma, sicuramente, dove si sente

particolarmente legata al mare, in quella

tranquilla costa. Concludendo, oltre al suo

lavoro, di anno in anno la troviamo periodicamente

con esposizioni di quadri, dove si

può notare una continua ricerca del bello

ma con un filo conduttore, legato al suo

modo di percepire le cose, in questi tempi,

da lei definiti troppo superficiali.

Attività artistica svolta

negli ultimi due anni

- 21° Concorso di Pittura, Scultura, Grafica Donoratico.

Dal 19 dicembre al 3 gennaio 2015. Cinema Ariston

Donoratico (LI).

- XII° Concorso l’Arte nel presepe organizzato dalla

Parrocchia S. Giovanni Evangelista di Riparbella (PI)

dal 24 dicembre al 6 gennaio 2015. (Secondo Classificato

in Pittura).

- Città di Riparbella (PI) 19° Concorso Nazionale di Pittura,

Scultura, Grafica e Poesia. Dal 24 gennaio al 7.

Febbraio 2015. Presso Ristorante La Piazzetta. Via di

Piazzetta, 4 Riparbella (PI).

- Mostra Personale di Pittura Hayr Therapy presso

Parrucchieri Carelli Viale Italia 32/34 Vada (LI). Dal 18

al 25 febbraio 2015.

- I Cavalieri dell’Arte e Pro Loco di Montenero presen-

Il piccolo Capitano

acrilico su legno, cm 43x56

tano: 21° Rassegna Vetrina di Primavera 2015 presso il

Teatro Foyer Cral ENI Viale Ippolito Nievo, 38 n(LI). Dal

20 aprile al 3 maggio 2015.

- Firenze omaggia Dante. Accademia gentilizia il

Marzocco, Rassegna Memoria Ragione e Fede, ottobre

novembre 2015. Firenze.

- 23° Vetrina nell’Arte, organizzata dai Cavalieri

dell’Arte di Livorno presso Concessionario Renault-Dacia

Via Firenze 124, (LI). Dal 14 al 27 novembre 2015.

- Mostra d’Arte in omaggio a Natale Maurizio Comparoni

(libero pensatore). In collaborazione con gli

Artisti e Amici dell’ associazione Visto dalla Curva di

Vada (LI). Presso Bar il Poggetto, Via del Poggetto 9

Vada (LI). Dal 21 al 30 novembre 2015.

- 13° Concorso l’Arte nel presepe organizzato dalla parrocchia

S.Giovanni Evangelista di Riparbella (PI) dal 24

dicembre al 6 gennaio 2016 (III° Classificato in pittura).

- Premio Nazionale di Pittura Muraria e opere da

studio 2^ edizione: Loceri (OG): Scorci di memoria.

Dal 23 al 25 aprile 2016 (bozzetto selezionato dalla

giuria e creato murales in loco).

- 7° Premio Città del Mobile organizzato dal Comune

di Ponsacco in collaborazione con Galleria d’Arte

Brunetti. Dal 11 al 19 maggio 2016 presso Ente del

Mobilio Ponsacco (PI).

Cell. 339 5326270

Email: marly.montagnani@gmail.com - marlym@live.it

FB. MARLY M . ARTISTA

115


ARTISTI A PISA

DOMENICO MORABITO

Amor, ch'a nullo amato amar perdona, tecnica mista, h 63x30x25 cm, 2017

Quella dell’artista Domenico

Morabito, in queste ultime

opere, è una formula scultorea

di matrice figurativa declinata al

femminile, che si snoda, frammenta,

scompone sinuosamente nello spazio e

lascia intravedere una ricercata eufonia

estetica contrapposta alla disarmonica

costruzione della forma, figure bloccate

nell’attimo fuggente, fermo immagine

dell’azione, che possiedono il respiro

delle cose infinite, moti dell’anima

e dei sensi, masse distaccate eppur

unite, dualità di senso, si attraggono e

si respingono, un gioco molecolare, un

vivere nel Tempo.

Osservandole si scorge una suggestiva

e disarmante inquietudine, l’artista si

avvale di un figurativo rivisitato, strettamente

personale e sembra restare

sospeso dentro una dimensione atemporale.

Amore e Violazione sono le

chiavi di lettura che emergono agli occhi

di qualsiasi fruitore. L’Amore: sentimento

di elevazione e perfezione, amare

stimola una ferma volontà di annobilimento

che si tramuta in ansia metafisica

e brama d’assoluto ma non libera da

angoscia e tormento, palingenesi di una

indeprecabile violazione di sé.

Da qui il necessario bisogno di proteggere

la propria integrità, purezza

116


ARTISTI A PISA

DOMENICO MORABITO

The Protection of a Moment, tecnica mista, cm 40x28x28, 2017

dell’essere che si tramuta in eccesiva

indulgenza di sé, scadendo spesso in

inclinazioni egoistiche; in questo scenario

l’unica via di salvezza è fuggire da

qualsiasi forma di sintesi del proprio io e

l’artista ne esalta il concetto attraverso

la segmentazione dell’opera stessa permettendo

alla forma di mutare senza

mai riconoscersi, unico scopo: affermare

la propria esistenza.

Rossel Ventana

Atelier. Via Adelmo Rossi, 8, Pietrasanta (LU)

Cell. 393 4606032

Email: dome.morabito@live.it - d.morabito36@gmail.com - web. www.domenicomorabito.com

117


ARTISTI A PISA

GIUSEPPINA MORELLI

Impermanenze floreali, tecnica mista su monotipo digitale, su cartoncino, cm 40x30

Nata a Casciana Terme-Lari, dove

risiede, il 18 febbraio 1955, è

insegnante presso l’Istituto Carcerario

di Volterra (ITC Niccolini) dal 2003.

Architetto, laureata alla facoltà di Firenze

nel 1980, precedentemente diplomata

presso l’Istituto d’Arte di Cascina (Pi).

Il disegno, la pittura, la grafica di ogni

genere, hanno sempre coinvolto con passione

la vita di Giuseppina, stimolata da

tanti e forse troppi interessi culturali di

ambiti diversi; le discipline orientali dello

yoga, per esempio, la medicina naturale,

l’ecologia e le problematiche ambientali,

la progettazione del verde. La pittura è

sempre e comunque l’esplosione di un

momento magico, carico di improvvisazione,

grazie al quale la creatività offre il

mutamento artistico della vita.

Giuseppina ha ottenuto, fin dalle scuole

primarie, notevoli riconoscimenti che

l’hanno sostenuta e incoraggiata a continuare.

Fin dagli anni Settanta a Pontedera

ha partecipato a svariate manifestazioni

artistiche, fondando nel 1979 il

gruppo artistico L’Era, insieme a pittori

locali di un certo rilievo. Nel 1980, sposandosi,

abiterà a Bergamo per sedici

anni, e anche nelle città del nord Italia si

inserisce in gruppi artistici, pubblicazioni,

mostre come per esempio Artisti architetti

a Venezia A Urgnano in provincia

di Bergamo stringe una grande amicizia

con la pittrice Rina Severi, che reputa la

più grande acquarellista conosciuta al

mondo, una vera artista, purtroppo mancata

da alcuni mesi. Nel 1996 ritorna ad

abitare nella provincia di Pisa, ottenendo

il ruolo di insegnante presso l’ITC Buontalenti

di Livorno; partecipa alla mostra della

Rotonda di Livorno, entrando in contatto

con alcuni pittori livornesi Successiva-

118


ARTISTI A PISA

GIUSEPPINA MORELLI

Impermanenze, tecnica mista su monotipo digitale, su cartoncino, cm 40x30

mente ottiene l’insegnamento a Volterra

e nel 2004 organizza una mostra personale

alla Pinacoteca di via del Mandorlo.

Attualmente le sue opere si alternano con

esigenze diverse: con una potente e libera

creatività, esprimendo in modo anche violento,

spontaneo, ma con ripensamenti,

del tutto informali inizialmente oppure

evocazioni e ricordi consci o inconsci della

natura che ama, alla ricerca delle armonie

dei paesaggi naturali, cercando equilibri

e vibrazioni che si possono percepire.

I suoi quadri sono eseguiti sempre con

tecniche miste, anche digitali. Tanti lavori

di improvvisazione iniziano con la tecnica

del monotipo su vetro, successivamente

ripreso con i colori acrilici, tempere, pennarelli,

pastelli, chine e altre sperimentazioni

possibili; la creatività continua con

altre trasformazioni ottenute fotografando

e creando mutamenti con l’immagine

del quadro digitale; dalle stampe dei

nuovi quadri ottenuti, l’artista sente altre

nuove ispirazioni per trovare nuovi equilibri.

Tutto ciò che è naturale, per Giuseppina

è sacro, creazione di Dio, ma anche

la natura cambia insieme all’uomo: tutto è

impermanente. In questa impermanenza

si fonda il lavoro creativo di chi dipinge

e la pittrice sostiene di avere raggiunto

grandi svolte artistiche con l’uso di tecniche

informatiche, con gli scambi culturali

e artistici ottenuti in tutto il pianeta grazie

a internet. Infine è importante sottolineare

un altro aspetto fondamentale per questa

artista: essere ancora oggi in Toscana,

immersi in una natura dove il paesaggio

presenta delle viste così equilibrate da

credere che i mutamenti e le antropizzazioni

siano opera della natura stessa.

Via Aia, 41 - Casciana Terme Lari (PI)

Cell. 340 7741162

Email: morelligiuseppina@libero .it

119


ARTISTI A PISA

GIUSEPPE MORENA

Radici, sculture in legno, la tecnica è mista, cm 50x44x33

Nato a Reggio Calabria 28/10/1959

risiede a Pontedera dal 1987.

In un mondo ove la creatività è

spinta da elaborazioni a volte forzate

dalla necessità di appartenenza, le

opere di Pino Morena sono la dimostrazione

che la natura aiuta chi sa

interpretare il lavoro spontaneo degli

eventi, rendendo tale fatto una possibilità

espressiva, propria di artisti unici

i quali sanno approfittare di tale opportunità

per ridare nuova vita ad oggetti

ormai al declino e che nel loro aspetto

assomigliano a scarti. Una visione del

"trash" nuova e nello stesso tempo con

richiami ad opere di un periodo determinato

e collocate in uno stile senza

tempo e ne spazio.

Mostre

Mariano Tommasi

- Mostra S. Lucia 2010 / 2011, Pontedera

- Centro per l’arte Otello Cirri 2016,

Pontedera

120


ARTISTI A PISA

GIUSEPPE MORENA

L'immortalità, sculture in legno, tecnica è mista, cm 58x45x18

- Centro Arte Moderna Gamec Pisa

06/05/2016 - 15/01/2017

- Ponsacco Mostra del Mobile

05/2015/2016

- Palazzo della Regione Reggio Calabria

12/2015 - 11/2016 - 9/12/2016 -

02/052017

- Chiesa S. Giorgio Reggio Calabria

04/2016

- Palazzo della Provincia, Reggio Calabria,

09/09/2016

- Palazzo della Cultura Pasquino Crupi,

Reggio Calabria, 02/2017

- Firenze Toscana Cultura, 15/01/2017-

04/02/2017

- Mostra Internazionale dell’Artigianato

Fortezza da Basso di Firenze 02/05/2017

Cell. 340 6128424

Email: giuseppe.morena.3mng@alice.it

FB. Natura Pino Morena

121


ARTISTI A PISA

VITTORIO MOSTARDI

Irenè, olio su tela, cm 40x50

Primavera, olio su tela, cm 30x40

Che cosa posso dire di me stesso?

Non saprei, ciò che so è per

quanto riguarda la pittura come

Espressionne artistica, nel senso di esternalizzare

al di fuori di noi stessi sentimenti,

desideri, ideee quasi idealistiche

di libertà o utopistici desideri insoddisfatti,

mi riesce naturale fin dalla più

tenera età, e quando mi immergo in questo

fantastico mondo riesco a provare

grandi sensazioni di benessere, cone se

riuscissi in quei momenti ad elevarmi su

un piano quasi spirituale, pur rimanendo

in un contesto materico. E’ ciò che provo

anche ascoltando dei brani musicali o

delle poesie, o osservando sculture o

dipinti di altri artisti: tutti modi espressivi

di esaltazione di sentimenti, che

hanno secondo me quella matrice spirituale,

oserei quasi dire, divina che esalta

in noi la parte più nobile della nostra

umana natura, che ci differenzia perciò

dalle altre creature terrene. Tornando

con i piedi per terra, per restare in tema,

122


ARTISTI A PISA

VITTORIO MOSTARDI

posso dire che la mia crescita artistica ha

avuto un lento ma progressivo sviluppo,

iniziava ancor prima di andare a scuola

negli anni Sessanta e poi proseguiva,

seppur con varie interruzioni dovute alle

vicissitudini della vita fino ad oggi, in

modo più o meno autodidatta, ho sempre

cercato di esprimere ciò che mi turbava,

o al contrario momenti di gioia o

di compiacimento attraverso i miei quadri

usando il colore con il suo fascino,

più che il disegno per parlare.. usando

toni talvolta forti e decisi, altre volte

colori tenui e sfumati. A causa dei mille

problemi che nel corso della vita ho

dovuto affrontare, non ho mai il tempo

materiale per potermi esprimere al di

fuori del mio contesto, partecipando a

mostre o altre rappresentazioni, in modo

costante o deciso, forse anche per un

poco di timore, anche se non sono mancati

riconoscimenti, aprezzamenti sinceri

e incoraggiamenti in questo senso. Così

oggi ho deciso “nel mezzo del cammin

di nostra vita” di provare a farlo. Il mio

nome è Vittorio Mostardi, sono nato a

Pisa il 30 marzo 1955, e in questa amata

città, vivo e lavoro, e qualche volta

dipingo. Spero d’ora in poi di farlo più

spesso perchè la pittura è una finestra

aperta al mondo, e trovo che più approfondisco

la mia tecnica e più ignoro il

suo vasto potenziale.

Vittorio Mostardi

Nell’esperimento di musiche nostalgiche

il colore si propaga, accende la vibrazione

del dilemma, come per magia, risolve gli

enigmi scigliendo le composizioni in canto.

E’ una poesia a tutto campo quella

di Vittorio Mostardi, creazioni per un

mondo a misura d’artista, dove l’espressione

diventa espressionismo di certe

nature morte o di ritratti e personaggi

dai quali emerge il mondo del visssuto

individuale, quell’anima recondita difficilmente

individuabile. Un’anelazione

romantica, un vagheggiato desiderio di

un Eden di purezza dal lontano passato

di leggenda.

Sirene di omerica memoria in atmosfere

crepuscolari, cigni e cavalli bianchi a rievocare

le ascendenze di unicorno.

Forse la fiaba può rivivere ancora, rendere

grazie all’incredibile mondo dell’arte,

in cui contenuto e forma si connotano

nell’uno, nel tono del compendio lirico.

Da ogni raffigurazione sgorga una poesia

magma incandescente della fruizione e

del gemellaggio UT PICTURA POIESIS,

come la pittura è la poesia coabitatrice

della casa dei sogni. Mostardi dipinge il

mondo come vorrebbe che fosse, inclinando

la realtà al desiderio ed anche nella

fede la rivelazione è lampante ed il Cristo

appare nella luce di un mistero a misura

d’uomo. Le coordinate si spingono ad

una continua esplorazione dell’universo

al di là di ogni accostamento di stile,

Mostardi rimane se stesso, coerente a ciò

che è nel suo intendimento: penterare

nel cuore delle cose, estrarre la musica

dall’anima, farne spartito e sinfonia, arrivare

alla luce che riflette firmamenti infiniti

fino a connettersi col caldo raggio

dell’Eternità.

Sandra Lucarelli

Email: vittorio.mostardi1@virgilio.it

123


ARTISTI A PISA

CLARA NESI

Campo con papaveri, acquerello, cm 56x38

Nasce a Firenze, ha sempre avuto

una spiccata predilezione per il

disegno, ama la natura come si

denota anche dai suoi disegni.

La passione per la pittura viene soddisfatta

quando nel 2008 conosce la

pittrice Fiorella Macchioni e inizia con

lei un corso di acquerello.

Nel gennaio 2012 inaugura la mostra

Percezioni, nella Sala Chiostrini del

complesso di San Marco a Firenze

(locali UCAI); giugno 2012 mostra collettiva

presso l’associazione AUSER di

Scandicci; settembre 2012 espone,

in collettiva, nei locali della Pieve di

Sant’Alessandro in Giogoli a Scandicci;

novembre 2013 partecipa alla

estemporanea di pittura organizzata

dalla Pro Loco di San Vincenzo a Torri

in concomitanza con la Festa dell’Olio;

partecipa al concorso C. Banti di Montemurlo.

Nel 2015 partecipa al concorso regionale

indetto dalla Biblioteca Canova

per la realizzazione di un segnalibro

classificandosi al 2° posto nella sua

categoria.

Nel 2016 e nel 2017 espone le sue

opere alla Mostra Internazionale

dell’Artigianato a Firenze (Fortezza da

Basso); mostra Free assieme all’artista

Elena Migliorini presso Palazzo Ghibellino

Empoli; è presente con le sue

opere alla mostra collettiva presso il

124


ARTISTI A PISA

CLARA NESI

Alberi gialli, acquerello, cm 56x38

Castello dell’Acciaiuolo di Scandicci

organizzata in contemporanea con la

Fiera annuale di Scandicci.

Dal 14 al 29 gennaio mostra collettiva

Contemporanea presso Spazio ICLAB

Firenze.

Dal 18 febbraio al 18 marzo 2017

mostra Art Walk 2017 a Palazzo Zenobio

- Venezia.

Cell. 339 6438710

125


ARTISTI A PISA

IVANA NICCOLAI

La Forza, bronzo, cm 56x15x25, 2000

Nata nel luglio 1967 a Piombino

(Livorno), vive e lavora a Castellina

Marittima (Pisa). Frequenta

corsi di pittura prima alla Galleria La

Rosa dei Venti poi al Circolo Culturale

Matisse di Piombino seguita dalla pittrice

professoressa Paola Komin. Nel

1981 si iscrive all’ Istituto Statale d’Arte

di Volterra dove consegue il diploma di

Maestra d’Arte nella sezione Alabastro,

scegliendo come sua espressione artistica

la scultura. Segue la maturità artistica

all’Istituto Statale d’Arte di Porta

Romana a Firenze dove proseguirà gli

studi all’ Accademia di Belle Arti. Ha

partecipato a varie mostre collettive e

realizzato opere pubbliche e per privati.

Attualmente è docente di Discipline Plastiche

e Scultoree al Liceo Artistico F.

Russoli di Pisa e Cascina.

Tra il classico e il contemporaneo, i

bronzi e le terrecotte raffigurano donne

e cavalli: soggetti forti e resistenti, ai

quali allude l’eternità del bronzo, ma

anche fragili e sensibili, come la terra,

con cui sono plasmati.

126


ARTISTI A PISA

IVANA NICCOLAI

Desideri, bronzo, cm 15x18x50, 2005

Castellina Marittima (Pisa), Via dei Giardini, 19

Tel. 050 694013 - Cell. 338 4569903

Email: ivanicc@virgilio.it

127


ARTISTI A PISA

CHIARA NOVELLI

La lontananza, olio su tela, cm 50x70

Scrittrice, poetessa, pittrice, vive e

lavora a Firenze. Dopo aver compiuto

studi umanistici si è formata

presso l'Istituto per l'Arte e il Restauro

di Palazzo Spinelli a Firenze divenendo

esperta nelle antiche tecniche pittoriche

del Medioevo e del Rinascimento e specializzandosi

nel recupero di dipinti su

tela e su tavola.

Ha ora al suo attivo diverse mostre personali

e collettive, come ad esempio, a

Firenze, presso la Galleria Cimabue, la

Galleria Florens Art Center, Villa Vogel,

Limonaia di Villa Strozzi, Galleria Simultanea

Spazio Arte, Caffè Letterario Le

Giubbe Rosse, Gipsoteca di Pescia, Galleria

di arte Moderna e Contemporanea

di Pisa, Galleria ArteBo di Bologna, Spazio

IcLab di Firenze, ecc…

Ha pubblicato la sua prima silloge poetica:

Paradisi fragili Pagnini Editore (2012). Ha

pubblicato un libro di racconti: La precisione

dell’acqua Iena Reader-Nardini Editore

(2015). Ha pubblicato la sua seconda

silloge poetica, Il cerchio occidentale

PSEditore (dicembre 2015). Ha pubblicato

la raccolta di racconti: 25 piccole storie

perverse Porto Seguro Editore (ottobre

2016). Le atmosfere sono immerse in una

luce morbida, irreale, incantata e misteriosa

dove si cela l’espressione dell’interiore

fierezza di esistere e di confrontarsi

con la realtà. La luce non illumina del

tutto la risposta alle domande esisten-

128


ARTISTI A PISA

CHIARA NOVELLI

La luna e la notte, olio su tela, cm 70x50

ziali, allo scontro-incontro tra elementi

naturali e spirituali. Non dirige il cammino

ma suggerisce un percorso, non

chiarifica la ricerca solitaria e difficile ma

la custodisce, la cura e percuote la vita

degli uomini e delle donne nei paesaggi

falsificati dell’apparenza. E in questa luce

così avvolgente da far trasparire l’assenza,

permane un sentimento giocoso di gioia

e alleggia leggero nell’aria, sintesi ideale,

il suono magico dell’armonia.”

Anna Pagani

Email: cittadimurex@gmail.com - chiara.novelli@virgilio.it

Web: www.literary.it

129


ARTISTI A PISA

LAURA PACINI

Albero delle conchiglie, olio su tela, cm 35x50, 2006

Nata a Cantagallo (Prato) città

in cui vive e lavora. Si è diplomata

Maestro d'Arte all'Istituto

dell'Arte del Restauro di Palazzo Spinelli

di Firenze.

Ha seguito i corsi liberi di nudo, grafica

e incisione all'Accademia di Belle Arti di

Firenze, ha frequentato il laboratorio di

pittura murale a Vainella (Prato) sotto

la guida del maestro Leonetto Tintori.

Ha frequentato dal 1977 al 1985 corsi

di pittura presso lo studio del professor

Leonardo Passeri docente presso l'Opificio

delle Pietre Dure e di Restauro a

Firenze.

Franco Riccomini:

“Una pittura che, nella precisione del

segno e nel calore cromatico, nella

proprietà di collocazione dell'intero

insieme, suggerisce all'osservatore una

partecipazione emozionale”

Emanuele Bettini:

“Il tuo linguaggio, consegnato con

sapiente fervorosa cura, rileva efficacia

concretezza, secondo me nel pacato

timbro della materia, nel ritmo armonioso

delle prospettive, delle luci e delle

ombre, il suggestivo pathos che viene

diffuso.”

130


ARTISTI A PISA

LAURA PACINI

Albero della musica, olio su tela, 40x50, 2006

Cell. 328 0152413

Email: info@laurapacini.it

Web. www.laurapacini.it

131


ARTISTI A PISA

ANITA PAOLI (LEONIDA)

La vela, acrilico su tela, cm 80x40 (l’opera e' stata premiata ad Art’expò promotion - concorso Trofeo

Miramare, tenutosi a Cesenatico nel 2008, 1° premio della critica per la pittura)

Nata a Pisa il 5.12.1944. Pittrice

autodidatta di soggetti vari ad

olio, acrilico e tecniche miste

fino agli anni Ottanta ha partecipato a

varie mostre collettive in Pisa e provincia.

Ha esposto in Francia ed in Germania

nell'anno 2006, successivamente

varie mostre in Liguria, in Romagna in

Toscana, in particolare a Firenze, Pontedera,

Cascina Tirrenia, Expò Pisa e

Leopolda Pisa con l'associazione Idearte

ogni anno fino al 2015, Palazzo Blu Pisa

e varie manifestazioni della città.

Ha ricevuto premi acquisto, medaglie e

attestati di merito.

Hanno scritto di lei i critici: Luciano Nicoli,

Ludovico Geriut, Giuseppina Bardelli,

Andrea Lazzerini, Elisabetta Caporali.

132


ARTISTI A PISA

ANITA PAOLI

Notturno, Acrilico su tela, cm. 120x60, (il quadro è stato esposto nelle mostre collettive: - 'Io amo il mare'

presso Villa Coturi - Marina di Massa Carrara anno 2009 - 'Idearte Mare' a Tirrenia anno 2009, inoltre presente

in 'Pubblicazione Artistica 2008' della Galleria Alba di Ferrara)

La critica si è espressa in generale, ed

in particolare per le opere qui riportate

Notturno e la Vela, in questi termini:

Dopo aver esaminato attentamente gli

elaborati di questa pittrice (Leonida)

che comprendono studi vari, sia sulla

figura umana, paesaggi, nature morte e

composizioni fantasiose, ma comunque

sempre comprensibili all'occhio altrui,

è soprattutto negli ultimi lavori che si

colgono punti interrogativi che testimoniano

balzi di temperamento e di sensibilità

dell'artista, preparata a ridimensionare

il suo stesso lavoro. Per fare questo

si avvale di pochi poveri pigmenti (a

volte anche con meno - come un poco

di scuro sul chiaro) ci dona una visione

dell'infinito, trasforma l'ombra in spazio,

crea la prospettiva, la luce, la forma, l'aria..........inoltre

inventa per conto suo

un terzo ordine di apparenze: la linea,

che non esiste in natura.

Via Claudio Namaziano n° 1/E - 56122 San Piero a Grado (Pisa)

Cell. 338 8520511 – Tel. 050 963098

Email: anitapaoli@virgilio.it

133


ARTISTI A PISA

MAURO PAPALE

Bufera, olio su tela, cm 60x80

Dopo aver lungamente affrontato

il tema del ballo, giundendo a

soluzioni cromatico - formali di

indubbia suggestione, e ritrovato di

recente l’originaria vocazione per la pittura

di paesaggio e la rappresentazione

della figura umana, Mauro Papale vive

il suo presente artistico con rinnovata

curiosità verso qualunque aspetto del

visibile gli consenta di approfondire lo

studio del movimento e del colore. Una

conferma viene dal dipinto dove protagonista

è lo scatto furioso e potente

di quattro cavalli lanciati nella corsa, da

cui la scelta del titolo Bufera. Cimentandosi

in questo soggetto, il pittore livornese

si confronta con un grande classico

dell’immaginario pittorico ottocentesco,

con particolare attenzione alle opere

di artisti come Théodore Géricault,

Édouard Manet, Giovanni Fattori ed

Edgar Degas. La scelta di una prospettiva

obliqua determina il disporsi delle

figure lungo una diagonale che taglia la

composizione procedendo dallo sfondo

al primo piano. Cavalli e fantini occupano

la profondità della scena, suggerendo,

insieme alla tensione che anima

la sfida, lo slancio dinamico della corsa.

Un’impressione accentuata dalla stesura

sintetica del colore disposto sulla tela

con pennellate robuste, decise e prive

di contrasti chiaroscurali. Come in un’istantanea

fotografica, Papale cattura la

134


ARTISTI A PISA

MAURO PAPALE

fugacità dell’azione per consegnarla alla

visione stabile e permanente della finzione

pittorica.

Daniela Pronestì

Come nel Nuevo Tango di Astor Piazzolla,

dalla struttura musicale innovativa,

anche nelle composizioni pittoriche di

Mauro Papale emergono tradotte sulla

tela dissonanze, improvvisazioni, struggenti

e raffinate melodie, rocamboleschi

fraseggi bruscamente troncati da

dolcissime sospensioni, passioni intense

e risoluzioni appassionate. Sonorità

impetuose sulla tela, immagini in movimento

tra suggestivi accordi musicali.

Spazi mentali trattenuti in un turbinio di

corpi volteggianti scalfiti nella luce e nel

colore. La pittura è dinamica, sospesa in

forme coreografiche dall’intensità trattenuta

in sfumature cadenzate. Il colore,

protagonista assoluto della tela come

dentro la materia, si scioglie in vibrazioni

e in contrasti lirici, tutto diviene interazione

di forme in movimento visivo dalla

forte percezione sensoriale.

Cristina Olivieri

Notevole in Mauro Papale l’uso del

colore in funzione portante e strutturale

senza, all’apparenza, disegni preparatori.

All’artista premeva cogliere il furor

della passione nell’indeterminatezza

stilistica che diventa - anzi ambisce a

diventare - vivace e introspettivo Espressionismo.

Perché dipingere dei tangueros?

Perché nel tango - come in nessun

Dramma d'amore, olio su tela, cm 50x70

altro ballo - c’è l’essenza della vita come

sogno, attesa e delusione, ma c’è anche

la metafora della pittura e, per estensione,

pure della scultura data forza e

perentorietà con cui le figure di Papale

si stagliano dallo sfondo. Sovrapposizione

di piani e rimando reciproco allora

fra arte, ballo e pittura alla ricerca di una

compensazione che dal piano fisico del

ballo trapassa in quello civile e letterario

per concludersi in quello ideale e spirituale

dell’arte. Pittura come ipertesto

dunque al pari di ballo e letteratura.

Fabio Bianchi

Email: mauro.papale@libero.it

Web. www.mauropapaleartista.wixsite.com

FB. Mauro Papale

135


ARTISTI A PISA

ROBERTO PARRINI

Vita di notte, olio su tela, cm 50x70

Nato nel 1937 a Siena e risiede a

Roma dopo un prolungato soggiorno

a Firenze e a Milano. La

sua è una vita di molteplici esperienze;

ha studiato musica e pittura, sino dagli

inizi incoraggiato a dipingere da Pietro

Annigoni.

Nel 1970, nel primo anno di fondazione,

ha frequentato l’Università Internazionale

dell’Arte di Firenze diretta da Carlo Ludovico

Ragghianti. Nell’anno successivo è

stato segnalato tra i migliori giovani pittori

italiani da una ricerca dell’Unesco, per

il quale ha realizzato alcuni manifesti tra i

quali quello dedicato all’Anno Internazionale

della Donna. La tematica di Parrini

si è sviluppata cominciando dal disegno

dal vero di animali ai pubblici macelli, di

cadaveri nel deposito di medicina legale,

di diseredati nelle mense popolari e nei

pubblici dormitori, di malati di mente

negli ospedali psichiatrici. Ha effettuato

mostre in Italia e all’estero e le sue opere

figurano in diverse collezioni pubbliche e

private. Ricordiamo, fra gli altri, il Premio

Firenze Arti Visive Beato Angelico 1989;

il premio alla carriera Pantelleria 2001; il

premio Art-Expo-Gallery quadriennale

d’arte 2014. Palma d’oro; l’Oscar d’oro

per le arti visive Arti-Expo Gallery 2015;

trofeo Mercurio d’Oro 2016 Art-Expo-

Gallery e innumerevoli partecipazioni e

segnalazioni a mostre e manifestazioni,

solo per citarne qualcuna alla 1^ Biennale

della creatività 2014, alla mostra selezionata

Antonello Da Messina, alla selezione

artisti italiani contemporanei promossa da

Vittorio Sgarbi, ecc.

136


ARTISTI A PISA

ROBERTO PARRINI

Cell. 320 8147439

Email: info@robertoparrini.it

Web. www.robertoparrini.it

137


ARTISTI A PISA

LUCIA PECCHIA

La luce invade le tenebre, cm 50x70 tecnica mista

Nata a Pisa il 27/09/1955, diplomata

nel 1976 presso l’Istituto d’Arte F.

Russoli di Pisa in Arte Applicata;

ha frequentato, in maniera discontinua,

un corso di pittura all’Accademia d’Arte di

Pisa del maestro Bruno Pollacci. Dipinge,

su ordinazione, vasi in terracotta, con disegni

egizi. Si diverte a cimentarsi in varie

cose che si possono presentare come

disegnare abiti, fare vetrine, apparecchiare

tavole creative in occasioni di feste,

oggettistica ed altro. Ha illustrato un libro

storico e fatto la copertina. Ha lavorato

a Pisa in una Amministrazione Pubblica.

Attualmente vive a Cascina dove crea i

suoi lavori. Nel 2010 ha frequentato un

corso di pittura presso l’Istituto d’Arte

Russoli di Pisa.

Ha iniziato le sue esperienze espositive

dal 2002 in vari luoghi di Pisa e provincia

fino ad estendersi alla Toscana ed

oltre fino negli ultimi anni ad approdare

anche all’estero.

Tra queste esperienze sono da ricordare:

28/3-6/4 2008 20° Expo’ Pisa con l’Associazione

Ideate di Pisa

29/31 gennaio 2010 1° concorso di pittura

Comune di Porto Recanati

novembre 2010 Police Art 10 di Varsavia

(Polonia).

Diverse collettive c/o la Stazione Leopolda

di Pisa, con la Galleria Internazionale

di Viareggio e con la galleria

Centro Arte Moderna di Pisa.

Nel 2012 e 2014 ha conseguito due 4°

premio copertina del Premio Valnerina

138


ARTISTI A PISA

LUCIA PECCHIA

con l’Associazione I 2 Colli di Terni.

Ha partecipato alla 1^ Biennale di

Palermo nel febbraio 2013 ed alla 1^

Biennale della Creatività di Verona nel

2014 entrambe con la partecipazione del

prof. Vittorio Sgarbi e del prof. Paolo Levi.

Aprile 2014 collettiva a Barcellona e

poi ancora Parigi, Bruxelles, Budapest,

Roma, Pisa, ecc.

il 5 dicembre 2015 è 2° classificato con

il Fiorino d’Argento al XXXIII Premio

Firenze con esposizione del quadro nel

Salone dei 500 in Palazzo Vecchio.

Ancora diverse collettive in varie località

italiane ed estere.

Luglio 2015 Premio Castiglioncello (LI).

Ottobre 2016 partecipazione Premio

Byron di Terni e 3 dicembre conseguimento

premio presso il Salone dei 500

a Palazzo Vecchio di Firenze, con esposizione

a febbraio 2017 presso il Palazzo

Bastogi e collettiva a Londra.

Marzo 2017 G7 della Cultura presso

Spazio ICLAB di Firenze.

23/04-06/05 Collettiva al Caffè Letterario

Giubbe Rosse di Firenze.

3-14 maggio 2017 Premio Capilolium con

l’Ass. Arte in cammino di Roma e la presentazione

del prof. Vittorio Sgarbi.

“Ella ci presenta due dipinti che hanno

come tema l’eterna contrapposizione

tra la luce e le tenebre. La luce spacca le

tenebre. Chi nella propria esistenza non si

è trovato nelle tenebre con quel grande

desiderio di avere anche una piccola fessura

di luce? E non sto parlando di luce

e ombra che si trovano in natura, ma di

conflitti interiori, di stati d’animo per cui

La luce spacca le tenebre, olio su

tela, cm 50x70

si cade nella più profonda depressione. E

che dire di quegli stati in coma? Lucia Pecchia

con straordinaria padronanza del suo

mezzo espressivo ci conduce nei labirinti

oscuri del suo inconscio insegnandoci poi

come sconfiggere le tenebre per tornare

nella luce. E’ la luce simbolo di rinascita,

di nuovi sentimenti. La luce che spacca

il buio per farsi strada e dilatarsi pronta a

irradiare tutto ciò che incontra dando vita

a una nuova alba. La luce invade le tenebre

da cui emerge felicemente e radiosa la

gamma cromatica gestita con grande abilità

dall’autrice. Argomento affrontato con

apparente semplicità di trama pittorica, ma

che invece porta seco un profondo significato

esistenziale rivelando la potenzialità di

un validissimo talento”.

Anna Francesca Biondilillo

Cell. 328 0567943

Email: lucia.pecchia@virgilio.it

139


ARTISTI A PISA

LEONARDO POLI

Ritratto di Dino Campana, acrilico su tela, cm 40x60

Scultore e pittore.

Vive ed opera a Firenze, dove ha

frequentato l’Accademia di Belle

Arti, sezione Scultura e succesivamente

la scuola di restauro dipinti presso Villa

La Petraia.

Dal 2014 è socio del Centro d’Arte Modigliani,

e fa parte del suo consiglio direttivo.

Dal 4 al 12 ottobre 2014 espone la sua

prima personale di scultura, pittura e grafica,

nella Sala delle Esposizioni del Palazzo

dei Priori a Colle di Val d’Elsa (SI).

Seguono nei tre anni successivi numerose

collettive in varie località: Chiostro

e Limonaia di Villa Vogel a Firenze,

Limonaia di Villa Strozzi, spazio espositivo

Urban Center a Marradi, ex caserma

dei carabinieri di Signa.

Espone la sua seconda personale di

scultura e pittura dal 2 al 13 dicembre

2015 allo spazio espositivo di Villa Bandini

a Firenze.

Tra il 2016 e il 2017 espone in collaborazione

con Toscana Cultura presso lo Spazio

ICLAB in tre diverse collettive: Scultorea,

Contemporanea e Artisti dal mondo

in occasione del G7 della Cultura.

Partecipa con un’opera in terracotta, sempre

in collaborazione con Toscana Cultura,

a una collettiva di scultura alla Mostra

Internazionale dell’Artigianato 2017.

Il suo percorso artistico lo ha portato a

esprimersi principalmente con la terracotta,

realizzando opere in bassorilievo e

a tutto tondo. Anche se ama tutti i materiali

plastici, come il gesso o il cemento,

140


ARTISTI A PISA

LEONARDO POLI

Il profeta, tecnica pastelli a cera su carta, cm 50x70

e la materia dura come la pietra serena, il

marmo o l’alabastro. Il suo stile varia tra

il realistico e l’espressionismo evidente

soprattutto in certe sue grafiche, che

realizza prevalentemente avvalendosi di

pastelli a cera o a olio dato che apprezza

la loro incisività nell’espressione visiva.

Giumenta, pastelli a cera su carta, cm 50x44

Cell. 327 1269744

Email: polileo78@gmail.com

141


ARTISTI A PISA

LINDA PUCCI

Black soul, tecnica mista su legno, cm 55x70

Nata a Pescia il 25 settembre 1973,

vive e risiede a Cerreto Guidi. È

una pittrice autodidatta che ad

un certo punto della sua vita ha sentito

la necessità di trasformare i suoi pensieri

in forme e colori. Nei suoi quadri emerge

una rappresentazione altamente soggettiva

delle sue percezioni e del suo modo

di interagire col mondo. Ogni opera è

specifica nel suo genere e indica un modo

del tutto personale di rapportarsi con l’umanità

o la natura in un arricchirsi di dettagli

caratteristici e unici della personalità di

Linda, che si esauriscano in un esplosione

di colori talvolta caldi e intimi, altre volte

sgargianti e ironici. Estremamente importante

per l’artista è la comunicazione del

livello sensoriale che si esprime attraverso

una materia fatta di linee vorticose, ripassate

di colore che accennano a corpi, a

luci, oppure a elementi impalpabili come

respiri e aria.

“Nella libertà della creazione si può davvero

pensare a un altrove, alla metafora di

una crosta terrestre che diventa il luogo

ideale in cui vivere, un posto in cui sentire

ed esprimere con libertà le proprie emozioni

e passioni. Linda Pucci immagina così

nel quadro un mondo nuovo, una superficie

terrestre ricreata nelle luminosità del

bianco, fatta di forme immaginarie che

prendono corpo su una delicata nuance

di marrone e di rosa, colori che non a caso

rimandano alla fertilità e alla tenerezza.”

Elena Santoni

142


ARTISTI A PISA

LINDA PUCCI

Passion, tecnica mista su legno, cm 55x70

Cell: 334 8686775

Email: puccilinda@gmail.com

FB: Linda Pucci-Sodade

143


ARTISTI A PISA

LUCA PUPESCHI

Stremata, olio e resina su tela, cm 70x50

Nato a Santa Croce sull’Arno (PI),

nel 1964 artista puramente surreale,

dipinge usando tecniche

sempre più complesse. Nelle sue opere

romantiche e significative, le rose blu,

la figura femminile e gli occhi ricorrono

mutando ogni volta… La sua professione

è agente di commercio e ispettore

qualità pelletteria per una nota griffe,

vive a Castelfranco di Sotto, dipinge da

sempre da autodidatta sperimentando

supporti e materiali con resine e fibre.

Ha partecipato con successo ad iniziative

artistiche locali, aggiudicandosi 1°

classificato per ben due anni. E’ stato

alievo e assistente del professor Dilvo

Lotti mentre realizzava il murales per la

Vecchia Fornace ristorante Hotel a Santa

Croce. Fu molto importante questa

esperienza e cambiò per sempre il suo

modo di dipingere. Nel 2001 si avvicina

alla Compagnia dei Liberi Incisori; conosce

così gli artisti locali da cui apprende

la tecnica dell’acquaforte… Nel 2002

realizza il dipinto dal titolo TIME OUT

200 cm x 200 cm per l’inaugurazione del

Palasport Parenti a Santa Croce, dove

ancora oggi lo si può osservare all’interno.

Dopo vari concorsi e collettive un

altro incontro decisivo per la formazione

dello stile è stato con il professor Alvaro

Torti scultore insegnante a Cascina allora

presidente della associazione culturale

IdeArte e la poetessa Luciana Monte-

144


ARTISTI A PISA

LUCA PUPESCHI

Un attimo... solo, olio e resina su tela, cm 70x50

verdi scrittrice e critico d’arte.

Anno 1991 1° classificato all’Estemporanea

Santa Croce.

Anno 1993, 3° classificato al Estemporanea

Santa Croce.

Anno 1994, 3° classificato Estemporanea

Santa Croce.

Anno 1995, 1° classificato Estemporanea

Santa Croce.

Anno 2002 Concorso nazionale G.B.

Cromer, dopo Rassegna IdeArte Pisa -

Premiato e segnalazione della giuria.

Nello stesso anno inaugurazione Palasport

Parenti a Santa Croce con istallazione

permanente. Canale 50, Il Tirreno,

La Nazione hanno scritto dell’evento.

Anno 2003 Collettiva Pistoia.

Anno 2006 Concorso Olimpiade Torino

La Telaiaccia, premiato e segnalazione

giuria.

Anno 2008 Personale a Babette - Pisa.

Anno 2012 Personale all’Hotel Apollo -

Viareggio.

Anno 2015 Personale alla Mostra Internazionale

del Tartufo Bianco di San

Miniato (PI).

Email: luca.pupeschi@gmail.com

145


ARTISTI A PISA

PAOLO REMONDINI

Senza titolo, acrilico, cm 40x40

Nato a Massa Lombarda, nel

Ravennate, dove vive e dipinge.

Si è diplomato al Liceo Artistico

di Ravenna e quindi si è laureato alla

facoltà di Architettura dell’università di

Firenze. Ha partecipato ad alcune mostre

ottenendo un buon successo. Oggetti

d’uso quotidiano o semplici suppellettili,

che evocano posture umane, qui

diventano protagonisti della pittura e

sembrano volersi far ritrarre dentro una

natura silente, affiorando quali presenze

allusive o profili di luce dall’aspetto

monocromo e vibrante. Come silhouette

allineate, in ampie campiture di cromie a

tinta unita (rosse, blu, viola, gialle, verdi,

nere) questi vasi, brocche, bottiglie o

bicchieri espongono le loro forme con

pulsante vitalità, simili ad apparizioni

metafisiche che recitano su un palcoscenico

improvvisato. Appaiono anche con

vita autonoma, queste sagome astratte,

iscritte in figure geometriche di puro

colore e rese da Paolo Remondini simili

a soggetti concettuali che, stagliandosi

su sfondi magicamente sospesi, nell’attestare

la propria identità, raccontano il

silenzio degli esseri umani.

Paolo Levi

146


ARTISTI A PISA

PAOLO REMONDINI

Senza titolo, acrilico, cm 40x40

Tel. 0545 81006

Email: paolo_r@libero.it

Web. www.paoloremondini.com

147


ARTISTI A PISA

MARINA ROMITI

Personaggi, tecnica mista su tela, cm 80x100

La pittura di Marina Romiti, nonostante

le apparenze, non può definirsi

realista. Per lei il linguaggio

pittorico è autonomo: segno e colore,

materia e tono hanno una possibilità

espressiva autosufficiente, in grado di

provare e penetrare nel mistero che

sta dietro al vero, per mostrare la sua

comunicativa emozionale. Una pittura

non astratta e non reale tesa a stimolare

l’immaginazione e far pensare a ciò

che non vediamo. Con le figure singole

e i gruppi l’artista tende a ricomporre

il senso della propria vita, dei propri

ricordi cercando di farne un ritratto che

guardi all’universale e mascheri il suo

particolare vissuto.

Ilario Luperini

...Spicca agli occhi una certa eleganza

espressa senza ripetizioni figurali, basata

sull’essenzialità di un tratto fresco e suadente

ma è interessante pure un aspetto

scenografico che vedrei realizzato in

modo più ampio. La libertà creativa di

Marina Romiti è stata dunque costruita

su basi solide, articolate in un linguaggio

che ne precisa il volto, in una continuità

da guardare con grande attenzione...

Lodovico Gierut

Critico d’arte e scrittore l’artista propone

forme nuove che siano in grado di guardare

ai modelli classici, non inseguendo

un ideale, ma puntando piuttosto a un’espressione

semplificata, asciutta come un

affresco dove il rapporto tra l’anatomia e

148


ARTISTI A PISA

MARINA ROMITI

Figure, tecnica mista su tela, cm 80x100

il paesaggio di sfondo di sfondo danno

il senso profondo della semplice e significativa

realtà un effetto cromatico che

nasconde e sottende una segreta armonia.

Ultime esposizioni

Paolo Grigò

2016 Partecipazione L’abbraccio

dell’arte Stazione Leopolda, Pisa.

Partecipazione collettiva S. Michele

degli Scalzi, Pisa.

Forme e colori del mondo, Padiglione

Rondino, Mostra Internazionale dell’Artigianato,

Fortezza da Basso, Firenze.

Partecipazione AbbracciArti Pisa.

Partecipazione Un segno sulla triennale

Palazzo Tori Massoni, Camaiore.

Mostra personale In movimento, Montopoli

Val d’Arno (PI).

Partecipazione Asta beneficenza Salerno

per ricostruzione Casa della Cultura di

Accumuli.

Collettiva Giardini della Versilia Fra sacro

e profano.

2017 Mostra a Napoli, Castel dell’Ovo,

Sconfiggere l’ignoranza.

Collettiva Galleria Artetotale, Pietrasanta.

Cell. 348 0015762

Email: romitimarina@gmail.com

149


ARTISTI A PISA

GIULIANO SANDRONI

Siderale, tecnica mista su tela, schiuma poliuretanica, e acrilici, cm 70x100

Nato a Livorno il 5 gennaio 1967.

Nel 1981 si iscrive all’Istituto

d’Arte dove consegue il diploma

di Maestro d’Arte e la Maturità d’arte

applicata nella sezione Architettura ed

Arredo. Frequenta l’Accademia di Belle

Arti di Firenze nell’indirizzo Scenografia.

Dopo alcune esperienze artistiche nel

campo della moda e dell’estetica, frequentando

corsi con i maestri Mauro

Fontanelli, Rodolfo Battini e Letizia

Marini, scopre un nuovo interesse

per la pittura. Tra le varie esposizioni

svolte, spicca la partecipazione alle

seguenti mostre d’arte collettive:

Musica W Festival XVII - XVIII edizione

2011/2012, Castellina M.ma (Pi);

Rassegna Non solo Arte 2013, Loc. Il

Grigolo, Portoferraio, Isola d’Elba;

Mostra pittorica c/o sala espositiva La

Gran Guardia a Portoferraio, 2013;

Volterra in Cornice dal 30/04/2014

all’08/05/2014, Volterra (Pi);

Mostre in collaborazione con l’associazione

Punto di Fuga dal 2009 a Portoferraio,

c/o spazio espositivo ex Poste.

Mostre in collaborazione con l’associazione

Punto di Fuga dal 2009 a Rio

150


ARTISTI A PISA

GIULIANO SANDRONI

White dream, tecnica mista su tela, schiuma poliuretanica

e acrilici - carta, cm 70x100

Elba, Marina di Campo e Procchio.

La sua arte, seguendo un percorso

materico-espressionista, persegue sperimentazioni

con l’utilizzo di inconsueti

materiali che spaziano da quelli più

naturali come sabbia, terra e segatura

a quelli più innovativi come la schiuma

poliuretanica e l’Egg carton painting.

Cell. 338 1920585

Email: giulianosandroni1@gmail.com

151


ARTISTI A PISA

MARCO SERENI

Ed è sempre più notte, olio su tela, cm 50x40, 2008

Recensione pervenuta dalla Amsterdam

Whitney Gallery di Newyork,

marzo 2014

Dal 1972 architetto libero professionista,

vive e lavora a Pisa.

Svolge attività molteplici nei settori

culturali legati alle arti figurative,

all’architettura promuovendo e realizzando

mostre ed eventi sia nel settore

pubblico che nel privato. Amsterdam

Whitney International Fine Art si congratula

per essere stato selezionato a

far parte della nostra illustre "famiglia

di artisti“. Dopo aver esaminato con

attenzione le tue opere il Comitato […]

ti ha formalmente selezionato per partecipare

al nostro Programma di Rappresentanzione

d’elite. Il comitato è

stato colpito dalla tue superbe opere

quali Brume, che risuona con un profondo

racconto visivo mentre viene rivelato

l'invisibile nel visibile. Il percorso

artistico spirituale che ritrai in questa

opera stellare è stato toccante, è stato

un trionfo di espressione personale. La

Luna ha generato un profondo senso di

simbolismo, rispecchiando un messaggio

eterno ed universale. Ammiriamo

l’estetica coinvolgente della tua opera,

che riverbera con la sua consistenza

dinamica e le potenti forme viscerali.

Siamo rimasti affascinati dalla qualità

emotiva di Firmamento, che rispecchia il

tuo talento raffinato e la vibrante intensità

visiva. Il tuo avvincente Paesaggio

152


ARTISTI A PISA

MACO SERENI

La mia anima, tecnica mista, acrilico ed olio su cartone telato, cm 50x40, 2013

trasmette la sua visione artistica unica

di catturare l'impalpabile mentre cogli

e l'essenza dell'esperienza emotiva e

fisica. Elogiamo le tue composizioni e

la loro tavolozza di colori emozionanti e

combinazioni tonali avvincenti. La nostra

commissione elogia le tue opere con il

loro importante racconto visivo ed il loro

legame emotivo con l'esperienza umana

e artistica. Siamo compiaciuti della tua

arte meravigliosa e l'energia positiva dei

vostri composizioni stellari 2014.

Marco Sereni, nasce a Galeata (FC) il 6

aprile del 1944, pittore professionista dal

1955 al 1973. Dal 1972 architetto libero

professionista, vive e lavora a Pisa.

Svolge attività molteplici nei settori culturali

legati alle arti figurative, all’architettura promuovendo

e realizzando mostre ed eventi

sia nel settore pubblico che nel privato.

Cell. 311 5804322

Via Malagoli 12, 56124. Pisa

Email: studiosereni@gmail.com

153


ARTISTI A PISA

DAVIDE SIGILLÒ

Laguna al tramonto, tecnica mista a spatola, cm 28x43

Nato a Firenze il 14 luglio 1978 ha

iniziato a dipingere e disegnare sin

da bambino. I primi insegnanti di

educazione artistica sono stati per lui punto

di riferimento nel suo iniziale approccio alle

arti figurative. Essendo stato poi in futuro

indirizzato verso un percorso di studio

distante dall’arte del disegno, porterà con

se il bagaglio formativo dei suoi primi anni

di studi artistici. Diplomatosi nel 1997

come tecnico commerciale e perito

aziendale, dipinge inizialmente solo nel

tempo libero coltivando la passione per

le arti figurative e seguendo attentamente

lo studio degli impressionisti

francesi, rivolgendosi quindi alla produzione

di Monet, Cezanne, Gauguin,

Renoir per poi accostarsi all’espressionismo

di Van Gogh. Molti altri sono

gli artisti che lo hanno influenzato e

attratto: Vlaminck, Utrillo, Turner, Klimt,

Grimshaw, Monsted, Bocklin, per citarne

alcuni.

Dal 1999 al 2003 attraversa un periodo

di silenzio artistico che terminerà solo

successivamente quando, riprendendo

possesso della sua arte come valvola di

sfogo, utilizzerà e resterà folgorato dalla

tecnica a spatola. In quel periodo intimamente

astratto, trova in essa il mezzo

ideale per ricostruirsi attraverso lo studio

del movimento e della materia. Questa

nuova fase risente della lezione apportata

dallo studio del percorso artistico di

moderni pittori come Mario Schifano ed

altri artisti provenienti dall’area informale.

Dipinge con alcuni degli ultimi maestri

del Novecento e viene ricevuto nel 2006

dal maestro Sergio Scatizzi. L’amicizia

durata qualche anno ed il contatto con

Scatizzi saranno per lui grande stimolo

creativo e nutrimento artistico, fino a che

154


ARTISTI A PISA

DAVIDE SIGILLÒ

desideroso di trovare il proprio percorso

e la propria originale linea espressiva, si

separa dalla bottega d’arte del maestro.

Studierà quindi profondamente l’espressione

paesaggistica con la tecnica della

spatola per poi affrontare i temi classici

delle nature morte e del ritratto, spaziando

tra informale e figurativo. Parallelamente

dal 2004 al 2009 segue la sua

passione musicale per la chitarra nata

nel 1995 specializzandosi nello studio

dell’armonia musicale moderna e della

chitarra elettrica rock-blues presso l’ateneo

musicale Lizard di Fiesole. Nel 2012

intraprende studi universitari nel settore

della medicina per laurearsi poi come

Infermiere Professionale nel novembre

2015. Difatti, pur essendo la pittura la

sua vera guida sceglie, in questa fase di

vita e di crescita, di trarre nuove energie

ed ispirazioni coinvolgendosi in una

stabile esperienza lavorativa e umana.

Nel giugno 2012 dipinge in dono l’altare

della Chiesa del Corpus Domini in Firenze

con 12 tavole disposte tra altare centrale

e battesimale, opere poi spostate nel settembre

2014 in altre chiese del nord Italia.

Compie vari viaggi all’estero, alla ricerca

di nuove esperienze umane e di realtà

Mulino di Orbetello, tecnica mista a spatola,

cm 38x48x2, 2015

naturali e architettoniche tra loro diverse.

Dal giugno all’ottobre 2015 si trasferisce

per un periodo in Belgio, nelle terre fiamminghe,

dipingendo e traendo ispirazione

da queste storiche atmosfere. Successivamente

avrà modo di viaggiare e confrontarsi

con la cultura e l’arte in Russia.

L’amore per Firenze in cui è nato e cresciuto,

per la Toscana con le sue città e

le sue coste, le campagne, i cieli, i luoghi

e le persone del mondo che ha abitato,

lo hanno spinto nell’ultimo periodo a rendere

ad essi omaggio riconducendolo ad

una pittura più figurativa e tradizionale

rispetto a quella informale che lo ha caratterizzato

in passato. Ha cambiato spesso

stile, tornando talvolta ad utilizzare e a fondere

assieme pennello e spatola, tecniche

miste e nuovi colori, affinando una ricerca

che è elemento essenziale del suo divenire

espressivo. Di carattere piuttosto mite

e riservato vive attualmente a Firenze

dividendosi tra il lavoro nella medicina ed

il raccoglimento nel suo studio caratterizzato

da una feconda vena pittorica in continua

metamorfosi.

Cell. 320 9458818

Email: sigi78@libero.it

FB. Davide Sigillò Artist

155


ARTISTI A PISA

SONIA SIMONESCHI ART’S FREEDOM

Il Ventaglio, acrilico su tela, cm 40 x 70

Nasce a Pontedera (Pisa) e dall’età

scolare esprime il suo estro artistico

che sviluppa grazie al padre

e agli scambi negli anni Ottanta con il

gruppo La stradina. Ottiene numerosi

premi tra mostre personali e collettive,

non solo in territorio nazionale e internazionale.

Studia presso lo scultore

Otello Pucci da cui trae la plasticità scultorea,

una costante delle sue figure, e

ne matura uno stile personale, sia per

le tematiche che per l’uso del colore

ad olio che predilige. Senza costrizioni,

usa anche tecniche miste e materiali vari

su basi bi-crome o toni dove interviene

con eleganza decorativa, con striature e

pennellate più accese. Vesti e capelli dei

suoi personaggi femminili, avvolgono

in un vortice di fili argentei a rilievo, di

capelli o ali d’angelo, l’incisività bruna

dei contorni, spinge i loro corpi e i loro

sguardi seduttivi verso lo spettatore

(ciò rimanda ai perimetri a piombo, di

vetrate artistiche, un elemento ereditato

dal padre incisore su vetro). Le superfici

si arricchiscono di graphie, in oro

argento e Silver (quest’ultimo parte di

un titolo di una sua recente mostra), e

creano effetti dinamici e prolungamenti

di animo mistico in corpi metamorfici.

Nel suo atelier, in un vortice di passione,

lavora in assoluta libertà e cede respiro

156


ARTISTI A PISA

SONIA SIMONESCHI ART’S FREEDOM

Ingranaggi temporali, tecnica

mista, cm120x45

a creature ipermediatrici dalle narrazioni

fiabesche e surreali, senza filtrare l’istinto.

Dal Fantasy al New Gothic, la sua

originalità è solo una parte dei generi

”perché l’espressione più profonda

dell’universo femmineo, si riveste di più

aspetti: La carne, la morte e il diavolo”

(Mario Praz).

Dalle sue opere emergono però anche

variegate note dolci o acute che spaziano

dal demone al divino, dal temperamento

vampiresco alle virtù angeliche,

dalla aggressività dei buchi neri su incarnati

cadaverici alla Zoe che virano ad

un tratto alla Mater ieratica. Visi dolci,

dalle mandorle socchiuse, di iconografia

mnemonica, delle pale sacre toscane

e dalle aureole lavorate a basso rilievo,

della più alta tradizione artistica delle

madonne medievali. Gli opposti del

doppio incubo e argomento dell’uomo

di cultura decadentista e vivo ancora

nel contemporaneo. Creature delle

tenebre e della luce, dee sideree, e

streghe dalle magiche sfere, falconiere

mistiche e enigmatiche dame medievali

che vivono in architetture decorative

con stilemi gotici incorniciate da archi

ad ogiva. Figure spesso affiancate da

lupi, falchi, cavalli emblemi della forza e

libertà della donna medium di connessione

con altri mondi sacri e misterici.

Custodi di antichi templari, alicantropie

del doppio, identità inconsce, figlie di

un regno spirituale e la cui ambiguità

scenica, affiora dai regni dell’immaginario

un fantastique che supera tempo e

spazio dove oggi vive e in cui è cresciuta

ma immettendo nel suo rifugio artistico

introspezioni uniche e affascinanti, che la

portano lontano tra arte, anima e magia.

Francesca Mezzatesta

Cell. 333 5766985

Email: simoneschi.s@gmail.com

157


ARTISTI A PISA

MILVIO SODI

Percezioni, olio su tela, cm 70x50, 2017

Nato nel 1938 a Pisa dove ha effettuato

i primi studi di disegno e di

modellato con lo scultore Mario

Bertini. Dal 1967 risiede a Firenze e qui,

seguiti i corsi del pittore Sirio Salimbeni,

si è subito reso attivo nel campo dell’arte

figurativa.

La sua cartella di grafica Il senso delle

cose è stata dedicata e offerta in occasione

dell’8 marzo 1989 alle donne di

Montecitorio. L’attività espositiva di Milvio

Sodi, avviatasi alla fine degli anni Sessanta

con la partecipazione a premi e collettive,

è ricca di mostre personali in gallerie e

spazi pubblici di varie città italiane e straniere;

numerose sono anche le presenze

a importanti rassegne e fiere d’arte. Il suo

nome e le sue opere sono inseriti in varie

pubblicazioni specializzate e in raccolte

pubbliche. Ricordiamo le acqueforti per i

volumi Per inciso…quaranta testimonianze

grafiche in Toscana (esposto al MoMA di

New York nel 1992) e Hanno inciso, editi

da Il Candelaio di Firenze; la collana di

mini-monografie Compendium - Il Candelaio

Edizioni; i volumi Il quartiere degli

Artisti di Vittoria Corti e Gruppo Donatello

- sessant’anni di storia di Gianni

Oliveti; il catalogo Acquisti e donazioni

1998/2002 del Museo Nazionale del Bargello.

Sul suo lavoro sono stati pubblicati:

nel 1997 la monografia Percezioni, a cura

di Roberta Fiorini, con una presentazione

di Giorgio Segato, Il Candelaio Edizioni

di Firenze; nel 2005, per Arianna Sartori

Editore di Mantova, il volume Trenta

158


ARTISTI A PISA

MILVIO SODI

Metamorfosi, olio su tela, cm 70x50, 2016

opere su carta con una presentazione di

Giuseppe Catania; nel 2008, per Edizioni

Polistampa di Firenze, il volume Parole

e disegni a china 1985/1987 con introduzione

di Erika Bresci e presentazione

di Federico Napoli; nel 2013 il catalogo

Paesaggi interiori, a cura di Learco Zanardi

con una testimonianza di Antonio Natali,

edito da Polistampa di Firenze relativo alla

mostra personale tenuta a Villa Magnaguti

di Cerlongo di Goito per l’assegnazione

del Premio Castello - X edizione. L’ Associazione

Culturale Gruppo Donatello di

Firenze lo ha annoverato dal 1991 per venti

anni fra i soci effettivi e poi tra i membri del

Consiglio direttivo. In occasione delle edizioni

della Giornata del Contemporaneo

promossa da Amaci, nel 2014 e nel 2015 ha

aperto lo studio al pubblico per presentare,

tra le altre opere, i nuovi lavori di piccolo formato;

nel 2016 ha presentato Arte da indossare

a Fiesole presso la Botteghina Solidale

della Onlus Obiettivo Francesco. Quindici

suoi dipinti sono esposti in permanenza a

Firenze presso lo spazio Chiarantini 2 in via

Buonvicini 15.

Tel. 338 9779048

Email: milviosodi@gmail.com

159


ARTISTI A PISA

MARISA TALUCCI

In Cammino, acquerello, cm 47x35 (l’opera ci porta in un mondo lontano, un paesaggio della Birmania dove

è in risalto la figura umana in un paesaggio fluttuante e nebbioso, un connubio tra evanescenza e intensità

del colore)

Ha sempre dipinto fin da bambina,

sviluppando da subito una capacità

creativa singolare. Nel corso

degli anni ha intrapreso, anche, esperienze

nel mondo della ceramica con

creazioni di manufatti e piccole sculture,

specializzandosi nel decoro con varie

tecniche. Ma la piuttura è sempre stata

una sua costante. Negli ultimi anni è

approdata all’Accademia d’Arte della

Trossi Uberti, dove, sotto la guida di

validi insegnanti, ha potenziato la sua

passione e la sua ricerca pittorica che è

stata caratterizzata da una solida base di

disegno, dallo studio di copie dal vero e

dalle tecniche di chiaro scuro; con queste

premesse ha approfondito e perfezionato

il suo percorso artistico.

Si presenta con due opere che ci porta

in un mondo lontano, un paesaggio

della Birmania dove è in risalto la figura

umana in un paesaggio fluttuante e nebbioso,

un connubio tra evanescenza e

intensità del colore.

160


ARTISTI A PISA

MARISA TALUCCI

Pennelli, natura morta, su cartoncino, tempera, cm 50x60

Cell. 3495243103

Email: m.talucci@libero.it

161


ARTISTI A PISA

LORENZO TERRENI

Manichini (3), olio su tela, cm70x50

Nato a San Miniato nel 1943. Nei

primi anni Sessanta partecipa ad

alcuni concorsi di pittura in provincia

di Pisa. Poi la sua attività espositiva

si interrompe per quasi un ventennio

per poi ricominciare alla metà degli

anni Ottanta con la partecipazione ad

alcuni concorsi e con mostre personali

e collettive.

Da allora l’artista è costantemente presente

nel panorama artistico nazionale

con numerose esposizioni personali

nelle più importanti città italiane e partecipa

alle principali manifestazioni e fiere

artistiche. Da oltre 50 anni porta avanti il

suo personale progetto di promuovere

arte, come espressione di bellezza, non

solo estetica ma anche interiore, e di

divulgare messaggi di speranza e fiducia

nel futuro. Testimone della sua intensa

attività artistica è anche la Scuola di Pittura

EGOL’ART, creata dall’artista per

bambini e adulti, che si trova a Ponte a

Egola (Pi), dove ha il suo studio.

Terreni è conosciuto, per le sue tematiche,

come il pittore degli spaventapasseri,

simbolo della genuinità e della esaltazione

della natura; attualmente sta affrontando il

tema dei Manichini simboli emblematici

della nostra società: effimeri, fittizi e pronti

a cambiare abiti secondo le circostanze,

rappresentano l’antitesi della trasparenza

e della sincerità. Alcune importanti gallerie

d’arte curano e diffondono la sua produ-

162


ARTISTI A PISA

LORENZO TERRENI

Baci in bici, olio su tela, cm 70x50

zione artistica. Le sue opere più recenti sono

esposte presso la Saletta ER’ART a Pontedera

(Pi). Hanno scritto del suo lavoro, tra

gli altri: Matteo Amani, Salvatore Amodei,

Mauro Barbieri, Mario Barsali, Francesca

Biondolillo, Antonio Carannante, Donat

Conenna, Dino Carlesi, Riccardo Ferrucci,

Enza Foceri, Silvia Gigli, Laura Marconcini,

Mario Meozzi, Cesare Mulè, Franca Nesi,

L. Pagani, Giulio Panzani, Walter Panzino,

Simona Peselli, Bruno Pollacci, Sandro Serradifalco,

Elio Succi, Paolo Zauli. Terreni

vive a Bientina (Pi).

Email: info@lorenzoterreni.it

163


ARTISTI A PISA

MARIELLA ROSSI TONELLI

Paesaggio fantastico

Mariella Rossi Tonelli, ha trascorso

un lungo periodo in

Iran, dove lo studio dell’antiche

tecniche miniaturiste ha impresso

un’impronta forte sulla sua pittura.

Evidenti sono le conseguenze sul colore

smagliante e densi di preziosismi.

I dipinti traducono scene attinenti alla

conoscenza diretta dei luoghi e delle tradizioni

dei paesi islamici.

Di tutt’altro genere le opere realizzate con

temi occidentali; in questo caso, pittura,

forma e colore ritrovano le antiche radici,

e uno sviluppo narrativo piu vicino alla

nostra sensibilità.

Varianti espressive che non hanno

intaccato fondamentalmente la sua

pittura, che ieri, come oggi, la vedono

impegnata in una ricerca del senso

della vita e dei suoi valori universali.

Pittrice di lungo corso, Mariella Rossi

Tonelli è nata a Camaiore, dove vive e si

dedica alla pittura.

Durante le lunghe permanenze all’estero

per seguire il marito, ha frequentato

e conseguito il diploma della scuola

di Miniture Persiane a Esfahan in Iran.

Iscritta nel 1987 all’Accademia

Guglielmo Marconi e al C.E.I. (Centro

164


ARTISTI A PISA

MARIELLA ROSSI TONELLI

Mamma con bimba

Europeo Italiano della Cultura di Roma)

è socia inoltre dell’Associazione Toscana

Cultura.

Dal 1988 al 1993 è stata inserita nel

Dizionario della Pittura Italiana Contemporanea

(Quadrato). Tra le mostre

all’estero, si ricordano quelle realizzate a

Nizza, Tokio, Istanbul e in America.

Ha esposto a San Marino.

Tra il 2015 e il 2016 ha partecipato a

diverse mostre collettive in Toscana, tra

cui: Viareggio, Artisti in Versilia; Pisa,

Donne dell’arte in Toscana; Fierenze,

Auditorium al Duomo; Fortezza da

Basso, Forme e Colori del Mondo; Scandicci,

Castello dell’Acciaiolo, Scandicci

Arte; Pietrasanta, Galleria il Cesello;

Forte dei Marmi, Museo Ugo Guidi;

2017 Firenze, Fortezza da Basso, Forme

e Colori dal Mondo.

Cell. 347 3335344

Email: mariellatonelli@live.it

165


ARTISTI A PISA

LUCIA VANNOZZI

Giallo limone, acquerello su carta cotone, cm 50x70

Nasce a Pisa dove ha compiuto

tutti i propri studi, fino al conseguimento

della laurea in Scienze

Politiche. Pur non avendo mai avuto in

campo scolastico esperienze con materie

artistiche, coltiva dentro di sé la

voglia di esprimersi attraverso la pittura

ed i colori ed inizia a dipingere prima da

autodidatta (a Milano) e poi a Firenze

dietro l’esperienza acquisita seguendo i

corsi di Acquerello del maestro Luciano

Piseri e di Stefania De Ninno (Associazione

Creart) per l’uso dell’olio ed altre

tecniche di pittura.

Vivendo per ragioni lavorative, prima a

Milano e poi a Firenze (dove attualmente

fa parte dell’Associazione Mazzon, con

la quale espone in mostre collettive),

mantiene comunque stretti rapporti con

la sua città natale, dove, oltre alla madre

ed al fratello con la famiglia, vivono

parenti ed amici.

Vince il primo premio all’estemporanea

di pittura del 1 maggio 2009 a Strada in

Chianti (FI).

166


ARTISTI A PISA

LUCIA VANNOZZI

La vita è colore!, olio su carta cotone, cm 50x70

Via Unione Sovietica, 41 - 50126, Firenze

Tel. 339/4706573

Email: lu.vannozzi@gmail.com

167


ARTISTI A PISA

DANIELE VANNUCCI

Porto, olio su tela, cm 70 x 50, 2015

Nasce a Firenze, dove respira i

colori, le forme e le luci della

città. Trova però nell’ambiente

domestico gli elementi essenziali per

sviluppare una vena artistica e poetica.

Infatti, suo padre era un appassionato

collezionista di dipinti ad olio, mentre

il nonno materno era uno scrittore:

romanzi, poesie e testi di canzoni (sua

Luci sull’Arno, interpretata da Claudio

Villa). Vive parte della giovinezza a San

Miniato e lì impara ad amare la campagna,

ad apprezzare i colori e il silenzio.

Più tardi va a vivere in terra Chiantigiana,

tra Firenze e Siena. I luoghi incantati

della nuova selvaggia destinazione,

lo prendono per mano e lo conducono

attraverso nuovi percorsi, ben visibili

nelle espressioni pittoriche di quel

momento. In quel tempo, si è avvicinato

all’acquerello. La leggerezza dell’espressione

dei colori e l’indefinita linea

dei contorni erano ideali a rappresentare

l’anima dei soggetti che colpivano

la sua immaginazione. Proprio in quel

periodo comincia ad accompagnare le

sue opere pittoriche con brevi appunti,

contaminazioni dello stato d’animo che

le facevano nascere. La revisione e l’approfondimento

degli stessi ha dato vita

a molte delle poesie poi pubblicate. In

seguito, il suo lavoro lo porta a Roma.

Così decide di stabilire la propria residenza

nella vicina campagna romana, da

168


ARTISTI A PISA

DANIELE VANNUCCI

Illusione, olio su tela, cm 40x50, 2014

cui è possibile vedere la Città Eterna ad

una certa distanza, attraverso un mare

di olivi. Le dolci colline che digradano

verso la pianura del Tevere e gli struggenti

tramonti, danno un nuovo tocco

alla sua produzione. Il soggiorno romano

va avanti per una quindicina d’anni, dopodiché

si presenta l’occasione di un ritorno

verso casa: con la famiglia riesce a realizzare

un agriturismo in Chianti, nella fattoria

che per tanti anni era stata meta di

vacanze estive. Ed anche questa volta i

luoghi incantati e selvaggi della nuova

destinazione, lo prendono per mano e lo

conducono attraverso nuovi sentieri, che

ancora una volta aggiungono qualcosa di

nuovo alla sua produzione. Dopo alcuni

anni lascia il Chianti per trasferirsi a Viareggio,

dove inizia un nuovo viaggio artistico.

La città del Carnevale riesce, infatti,

a trasmettere la straordinaria essenza della

vita che aleggia in Versilia. Ed alcuni effetti

sono ben visibili nelle opere realizzate nei

primi anni della sua permanenza in Riviera.

Tel. 0584 1921530 - Cell. 389 9884171

Email: info@danieleatelier.it - Web: www.danieleatelier.it

169


ARTISTI A PISA

LAURA VENTURI

Storia di una sera, acrilico e collage su tela, cm 30x30, 2015

Nata a Pisa, dove lavora, si è diplomata

e perfezionata in affresco e

pittura murale all'Istituto A. Passaglia

di Lucca. Insegnante di materie

artistiche nelle scuole Superiori e Medie

svolge tuttora il ruolo di Responsabile

del laboratorio artistico dell'Istituto Tongiorgi

di Pisa dove tiene corsi pomeridiani

di Attività creative per i ragazzi.

Si è distinta in iniziative nazionali ed internazionali

a Roma, Napoli, Torino, Genova

e in moltissime altre città italiane. Ha

tenuto molte personali in Italia, di recente

a Milano, a Venezia, a Sorrento, prima a

Bassano del Grappa, a Modena, Piacenza

e Ferrara. In Toscana, ha esposto nella sua

città, a Pisa, in varie personali tra cui una

mostra didattica su invito del Liceo Artistico

F. Russoli e Il Giallo, Il Blu e altri

colori, istallazioni per la Festa Europea

della Musica agli Arsenali Repubblicani su

invito della Filarmonica Pisana.

Altre personali ad Altopascio, Pontedera

Montecatini Terme, Lido di Camaiore e

Calcinaia, dove è presente anche con

una stele dipinta nel Percorso d'Arte.

E’ stata invitata a Palermo nell’evento

Incontri d’Arte tra Toscana e Sicilia per

150 anni dell’Unità d’Italia, poi a Capo

d’Orlando e a Salemi, presso la Fondazione

Sgarbi. Ha partecipato, in rappresentanza

della pittura toscana contemporanea,

alla Festa dell' Europa

ad Amilly, in Francia e a quella di Vila-

170


ARTISTI A PISA

LAURA VENTURI

Mille Storie, acrilico e collage su tela, cm 30x30, 2015

nova del Cami' (Spagna). Le sue opere

sono in permanenza al Museo Magma

di Caserta e in numerosi enti pubblici,

biblioteche, gallerie e collezioni private

in Italia e all'estero.

“...compaiono stampigliate lettere dell’alfabeto,

vengono inseriti nello spazio del quadro

concreti frammenti di oggetti; affiora la

cultura artistica della pittrice: dal cubismo

alla pop, dal futurismo all’arte povera, da

Kandinsky al graffitismo, a Basquiat.

Ed è bene che sia così: appare evidente

che la sua creatività ha solide basi, non

è improvvisazione, faciloneria, dilettantismo.”

Ilario Luperini

“...vivissimi complimenti per i risultati raggiunti,

per la ricerca, varietà, espressività,

colore e composizione. Brava, sono contento

di aver visitato la mostra che mi ha

aperto ad un'artista che non conoscevo

in una così vasta panoramica. Auguri di

raggiungere il successo che meriti.”

Carlo Pepi

Studio. Via Biduino - Via Gentileschi 6, Pisa

Email: lauraventuri05@yahoo.it

171


ARTISTI A PISA

ELISA VERNIANI

Profumo di Primavera, pittura su porcellana, cm35x45

Classe 1986, lavora all'interno

della manifattura di Sesto Fiorentino

Richard Ginori ormai da più

di sette anni; si è laureata all'Accademia

di Belle Arti di Firenze nel 2011 con il

massimo dei voti, specializzandosi proprio

nell’amata decorazione, anche se la

sua abilità in campo artistico spazia dalla

pittura al disegno artistico, alla scultura,

alla fotografia fino ad arrivare alla nobile

arte dell'affresco. Ultimamente si è dedicata

con forte interesse anche allo studio

di un'arte meno tradizionale, ma molto

più grafica e innovativa frequentando la

prestigiosa scuola IED (Istituto Europeo

di Design), in modo da poter ampliare

la visione artistica unendo il sapere

manuale a quello più tecnologico.

Artista se non altro poliedrica, predilige

però sopra ogni altra cosa la tradizionale

e complicata arte della pittura su porcellana,

che oltre tener conto della tecnica,

dei materiali e della fragilità dell'oggetto

stesso su cui si dipinge, deve tenere sempre

presente i complicati metodi di cottura.

Elisa Verniani realizza in particolare

modo soggetti di vario genere, principalmente

facendo riferimento alla natura

che la circonda o alle emozioni nei confronti

di essa; non a caso le decorazioni

artistiche e floreali su porcellana realizzate

a Terzo fuoco la cui naturalezza e freschezza

sono ottenute grazie a una mano

ferma, ma gentile, donano ai vari oggetti

un forte senso di realismo, facendo sì che

il decoro stesso acquisti maggior dinamismo,

grazia ed eleganza.

Lei stessa dichiara: Il Chianti per me è linfa

172


ARTISTI A PISA

ELISA VERNIANI

Il cammino dell’anima, pittura su porcellana, cm 55x45

vitale... mi dona l'ispirazione e la forza di

esprimermi e realizzare i miei lavori in

maniera sempre nuova e creativa, senza

però lasciare da parte la tradizione e i

forti valori che mi sono stati insegnati e

che acquisto ogni giorno sia a lavoro che

durante la routine della mia vita.

Punto fisso dell’artista quindi riuscire a

concretizzare la propria vita con impegno,

tenacia e con occhio attento alla realtà

che ci circonda, senza mai abbandonare la

propria natura e soprattutto i propri sogni.

L'artista Elisa Verniani nonostante la giovane

età vanta già numerose partecipazioni

a concorsi, mostre ed estemporanee

di pittura a livello locale e nazionale; una

delle più famose si è svolta proprio l’anno

scorso, con la partecipazione e la conseguente

premiazione al concorso Premio

Firenze XXXIV edizione svoltasi nel Salone

dei Cinquecento a Firenze. Ad oggi questa

giovane e promettente artista continua

con passione e dedizione a svolgere la sua

minuziosa attività di decoratrice presso la

rinomata Richard Ginori, ma allo stesso

tempo tiene costanti le sue numerose

passioni artistiche allo scopo di sviluppare

ancor più le proprie capacità manuali e

accrescere la propria conoscenza.

Email: vernians@hotmail.it

173


ARTISTI A PISA

SIMONA VERONICA VERZICHELLI

Luci dalla città, T.m. su tela, S.V. Kelly

cm 40x60, 2016

Simona Veronica Verzichelli in

arte S.V.Kelly, artista figurativa

ed impressionista moderna, ha

al suo attivo numerose opere sempre

più apprezzate da un pubblico e critici

d’arte in costante aumento, fatto è

che diverse di queste, oggi, fanno già

parte di importanti collezioni private e

pubbliche. La sua produzione figurativo-impressionista

è virtualmente infinita,

come infiniti sono gli aspetti della

natura umana; ne coglie l’aspetto essenziale,

non lo studia, non lo elabora, ma

lo trascrive in immagini cariche di suggestione.

Le sue opere costringono ad

una lettura attenta e meticolosa, tanto

da ritenere preminente il colore e non le

linee; infatti, il colore è steso con pennellate

vigorose non convenzionali e

pertanto non riconducibili ad una semplice

illustrazione. E’ riuscita a far sua la

lezione degli impressionisti facendo del

colore macchie quasi informali ma piene

di luce.

Luigi Braghiroli

Nata a Viareggio, si è laureata in Lingue e

Letterature straniere con indirizzo artistico

presso l’Università di Pisa. Ha maturato sin

da piccola l’interesse per il disegno e per

l’arte, collaborando per diversi anni con

importanti gallerie di arte contemporanea

come Poleschi Arte. Nella sua opera

è evidente l’influenza degli impressionisti,

il suo è un viaggio pittorico alla ricerca di

174


ARTISTI A PISA

SIMONA VERONICA VERZICHELLI

atmosfere magiche, fantastiche, oniriche.

Simona Veronica Verzichelli si rivolge alla

realtà nell’intento di superarne le rappresentazioni

abitudinarie e convenzionali,

rivolgendo il suo interesse allo studio della

figura ed al paesaggio nella sua accezione

più ampia di Natura. I suoi paesaggi sono

in realtà opere di pura astrazione ed è in

questi dove mostra la conoscenza dello

schermo pittorico impressionista che,

lei lo conferma ha appreso studiando le

opere di C. Monet. Le pennellate si susseguono,

crescono, sono spazio lievitante

mai sono posate a formare piani statici.

Mostre

2017

Esposizione presso Carrara Fiere Tuttocasa

2017 Giorni d’arte Marina di

Carrara; - Trasparenze - Personale c/o

l’Autorità Portuale Marina di Carrara -

Angeli custodi opera in esposizione permanente

nella caserma dei Carabinieri

di Montignoso.

2016

Premio Internazionale Michelangelo

Buonarroti (Seravezza); - Flyer Art Gallery

Roma; - Montanelli Cafè Massa - Presentazione

romanzo Non è poi così male di

Selenya Erye - Villa Schiff Mostra personale

(Montignoso Massa); - Lo specchio

infranto Collettiva di pittura a cura di

Paolo Nerbi - Galleria Duomo (Carrara);

- L’Artistica Comelli Arte - Genova

2015

- Villa Schiff (Montignoso MS);

Inaspettatamente, T.m. su tela, S.V.Kelly

cm 50x70, 2017

- Premio Internazionale M. Buonarroti

(Seravezza).

- Temporary Art Space (Massa);

- Palazzo Nizza (Massa);

- Colore...Amore mostra personale Galleria

Il Borgo (Carrara);

- Spino Fiorito (Massa)

2014

- Spino Fiorito (Massa)

2006

- Almarosa Art Cafè (Forte dei Marmi);

-LaMarguttiana (Forte dei Marmi).

Hotel Galleria Viale E. Chiesa 2, 54100 Massa

Tel. +39 0585 42137 - Fax +39 0585 489106

Web. www.galleriahotel.it

175


INDICE

Alma Francesca 4

Gino Amaddio 6

Domenico Antonacci 8

Joanna Aston 10

Olga Bakhmatska 12

Daniela Barellini 14

Claudio Bellari 16

Paola Beretta 18

Francesco Bernacchi 20

Davide Berti 22

Veronica Bertolla 24

David Biasini 26

Grazia Bonini 28

Graziella Bracci 30

Mauro Burchi 32

Paolo Butera 34

Maria Lucia Castro 36

Gloria Cauli 38

Anna Cecchetti 40

Eliana Chiarugi 42

Leonardo Ciucci 44

Mimmo Corrado 46

Rosanna Costa 48

Ilaria Crispo 50

Aurelio Cupelli 52

Pietro Daresta 54

Siberiana Di Cocco 56

Tania Donati 58

Luciano Faggi 60

Alfonso Fantuzzi 62

Mario Ferrari 64

Maria Grazia Fusi 66

Annalisa Fusilli 68

Maria del Carmen Garro 70

Mariastella Gaveglia 72

Elena Gheri 74

Roberto Guerri 76

Emwan Kulpherk 78

Giuliano Landi 80

Sergio Lazzerini 82

Silvana Livi 84

Alberto Lovisi 86

Marilena Luongo 88

Giuseppina Maestrelli 90

Marco Maffei 92

Nicola Maggi 94

Jacqueline Magi 96

Luciana Mancini 98

Paolo Mannucci 100

Airyn Marchionna 102

Milena Marianucci 104

Arnaldo Marini 106

Manuela Masi 108

Sara Mattii 110

Elena Migliorini 112

Marli Montagnani 114

Domenico Morabito 116

Giuseppina Morelli 118

Giuseppe Morena 120

Vittorio Mostardi 122

Clara Nesi 124

Ivana Niccolai 126

Chiara Novelli 128

Laura Pacini 130

Anita Paoli (Leonida) 132

Mauro Papale 134

Roberto Parrini 136

Lucia Pecchia 138

Leonardo Poli 140

Linda Pucci 142

Luca Pupeschi 144

Paolo Remondini 146

Marina Romiti 148

Giuliano Sandroni 150

Marco Sereni 152

Davide Sigillò 154

Sonia Simoneschi 156

Milvio Sodi 158

Marisa Talucci 160

Lorenzo Terreni 162

Mariella Rossi Tonelli 164

Lucia Vannozzi 166

Daniele Vannucci 168

Laura Venturi 170

Elisa Verniani 172

Simona Veronica

Verzichelli 174

Finito di stampare nel mese di luglio 2017

presso la Nova Arti Grafiche

Via Cavalcanti, 9/D – 50058 Signa (FI)

www.novaartigrafiche.it

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!