30.05.2023 Views

Magazine Südtirol Il sole 24ore 2023

Create successful ePaper yourself

Turn your PDF publications into a flip-book with our unique Google optimized e-Paper software.

Poste Italiane S.P.A. - Sped. - A.P. - 70 % - CNS Bolzano - numero unico 0,80 € - Copie non recapitabili restituite<br />

al mittente. <strong>Il</strong> mittente si impegna a pagare le spese di spedizione. TASSA PAGATA/IMPOSTA PERCORSO.<br />

Pubblicazione speciale „Radius“ per il n. 3 del 25.05.<strong>2023</strong><br />

südtirol<br />

magazine<br />

giugno <strong>2023</strong> | mediaradius.it<br />

Falling<br />

in love<br />

with Alto Adige<br />

Vivere l’estate<br />

in montagna<br />

I must<br />

di tutto il territorio<br />

Una pubblicazione di Radius come supplemento de IL SOLE 24ORE


2 Giugno <strong>2023</strong><br />

AKTUELL<br />

Feel the Spirit of Meran<br />

<strong>Il</strong> vostro rifugio immerso nella natura<br />

All‘Hotel Chalet Mirabell di Avelengo potrete godere di un fantastico scenario: design perfettamente combinato tra innovazione e<br />

tradizione, piscine riscaldate interne ed esterne con vista mozzafiato, circondati solo dalla natura.<br />

E scorgete, a pochi passi dall’hotel, il panorama unico delle Dolomiti. Benvenuti nel paradiso dello Chalet Mirabell.<br />

www.residence-mirabell.com


Foto © IDM Alto Adige, Alex Filz<br />

FALLING IN<br />

LOVE WITH ALTO ADIGE<br />

Foto © IDM Alto Adige, Alex Filz<br />

LE PANCHE DELLE STREGHE<br />

SUL MONTE BULLACCIA<br />

4<br />

18<br />

VIVERE L’ESTATE IN MONTAGNA<br />

24<br />

SOMMARIO<br />

4 Falling in love with Alto Adige<br />

8 Le 5 attrazioni principali<br />

della Val Venosta<br />

10 I must di Merano …<br />

11 L’oasi di benessere nel<br />

cuore di Merano<br />

13 Val Passiria:<br />

Dove i sogni diventano realtà<br />

14 L’estate nelle malghe di Scena<br />

16 Emozioni d’estate:<br />

Innamorati a Tirolo<br />

18 Vivere l’estate in montagna<br />

19 Vacanze in montagna,<br />

a due passi da Bolzano<br />

21 <strong>Il</strong> vostro rifugio di<br />

benessere tra le Dolomiti<br />

23 Val d’Isarco:<br />

Un’estate di diversità uniche<br />

24 Le Panche delle<br />

Streghe sul Monte Bullaccia<br />

26 Racines: per amanti<br />

delle passeggiate e scalatori<br />

27 Lusso silenzioso<br />

nelle valli di Racines<br />

28 Cosa e dove in Alto Adige<br />

30 Val Pusteria:<br />

A piedi, in bici o a cavallo<br />

31 Una vacanza a<br />

misura di famiglia<br />

35 Alla scoperta della<br />

natura a Plan de Corones<br />

37 Vacanze esclusive a<br />

San Candido<br />

38 Un’oasi di benessere<br />

tra le Dolomiti<br />

Argomenti della<br />

copertina in corsivo<br />

EDITORIALE<br />

La rivista che state leggendo<br />

è frutto di una nuova collaborazione,<br />

avviata nel <strong>2023</strong>, tra<br />

il "Gruppo 24Ore" e la casa<br />

editrice Athesia. L'obiettivo<br />

è quello di far conoscere a<br />

tutti i lettori e agli interessati<br />

l’Alto Adige come meta<br />

turistica da sogno.<br />

Splendide montagne, laghi<br />

puliti, limpidi torrenti di montagna<br />

e cascate, luoghi magici,<br />

idilliaci paesi di montagna<br />

e città, un mix unico di arte<br />

culinaria alpina e mediterranea<br />

e un buon bicchiere di<br />

vino di pregiati vitigni… tutto<br />

questo è l’Alto Adige.<br />

Queste meraviglie sono per<br />

i nostri amici italiani vicinissime<br />

a casa. In treno o con<br />

la propria auto, da Roma<br />

bastano cinque o sei ore<br />

per raggiungere Bolzano, la<br />

porta delle Dolomiti.<br />

Buon viaggio e<br />

buona vacanza!<br />

Franz Wimmer<br />

COLOPHON<br />

Pubblicazione speciale al nr. 3 dal 25.05.<strong>2023</strong><br />

Editore e stampa: Athesia Druck srl, Bolzano Reg.<br />

Trib. Bolzano nr. 26/01, il 27.11.2001<br />

Caporedattore: Franz Wimmer<br />

Coordinamento/produzione: Magdalena Pöder<br />

Responsabile vendita: Patrick Zöschg<br />

Consulenza pubblicitaria: Michael Gartner, Wolfgang<br />

Göller, Armin De Biasio, Elisabeth Scrinzi<br />

Redazione: Dr. Nicole D. Steiner,<br />

Elisabeth Stampfer, Edith Runer<br />

Traduzione: Maurizia Prioglio, Korrelektor<br />

Amministrazione: via del Vigneto, 7, I-39100 Bolzano,<br />

tel +39 0471 081 561, www.mediaradius.it<br />

Foto: IDM <strong>Südtirol</strong>-Alto Adige, shutterstock,<br />

archivio “Dolomiten”, archivi pubblici e privati,<br />

documentazione di vendita<br />

Ideazione e realizzazione: Mediacontact, Appiano<br />

Grafica/layout: Simon Krautschneider,<br />

Elisa Wierer (Art Director)<br />

Editing: Magdalena Pöder<br />

Distribuzione: In Italia come supplemento de<br />

„IL SOLE 24ORE“, Spedizione postale in Alto Adige<br />

Tiratura: 74.500.<br />

Per il bene dell'ambiente su carta ecologica!


4 XXXXXXX<br />

Falling<br />

in love<br />

with Alto Adige<br />

Recessione, accentuazione delle differenze sociali, divisione della società in no-vax e pro-vax,<br />

nuove forme di lavoro e di vita e, non da ultimo, un nuovo modo di viaggiare. La pandemia ha lasciato<br />

tracce evidenti anche se sembra ormai lontana. Va detto però che ad influenzare le scelte di viaggio,<br />

oltre al Covid, ci sono anche i disagi legati al cambiamento climatico.


AKTUELL Giugno <strong>2023</strong> 5<br />

Foto © IDM Alto Adige, Tobias Kaser<br />

L<br />

'Italia è da sempre la meta preferita<br />

degli italiani. Spiaggia, mare<br />

e il dolce far niente, oltre ai soggiorni<br />

nelle grandi città europee, sono da<br />

sempre le destinazioni più gettonate.<br />

La prospettiva di un'altra estate<br />

all’insegna di un caldo insopportabile<br />

però fa venire voglia di montagna<br />

e apre l’orizzonte verso nord.<br />

In Alto Adige si trovano sia la frescura<br />

del clima alpino che la garanzia del<br />

<strong>sole</strong>, il tutto calato in un ambiente che<br />

ha dalla sua anche un non so che di<br />

mediterraneo. <strong>Il</strong> classico turista “montanaro”<br />

degli anni '70 e '80 esiste ancora:<br />

ospite abituale sempre della<br />

stessa pensione, affezionato alla stessa<br />

piccola Gasthaus, come usano dire a<br />

nord di Salorno, con una fame insaziabile<br />

di cime da inanellare a ripetizione.<br />

Nel frattempo però l'offerta turistica<br />

di questa piccola provincia dell’estremo<br />

nord-est italiano, affascinante e<br />

caratterizzata dalla coesistenza di due<br />

culture, quella tedesca e quella italiana,<br />

si è da tempo emancipata e aperta<br />

a 360 gradi. A garantire una vacanza<br />

superlativa ci sono 300 giorni di <strong>sole</strong><br />

all'anno in un clima influenzato sia dal<br />

fresco d’alta quota che dall’aria mite<br />

del sud, e poi pascoli alpini, tradizione<br />

montanara e una cucina che vive del<br />

sapiente mix di dieta mediterranea e<br />

ricette della tradizione austriaca, una<br />

cultura vibrante, un paesaggio unico<br />

con valli idilliache, colline coperte<br />

di vigne a fare da contrasto al profilo<br />

pallido delle Dolomiti – dichiarate<br />

Patrimonio Unesco –, i limpidi laghi di<br />

montagna e città piene di vita, infine<br />

un settore turistico che soddisfa<br />

le più svariate esigenze.<br />

Cultura e sport, natura e<br />

benessere, shopping e<br />

gastronomia, alpinismo<br />

e relax allo stato<br />

puro. C’è spazio per<br />

tutti: per chi è esigente<br />

e “sostenibile”,<br />

per coppie e famiglie,<br />

per chi si sente ancora<br />

giovane. Per persone<br />

attive e per chi è alla ricerca<br />

di relax. L'Alto Adige<br />

vale sempre un viaggio e,<br />

per molti, più di uno.<br />

Dopo la pandemia molti italiani<br />

hanno scoperto l’Alto Adige<br />

Cercare le due valigione in cantina,<br />

fare i bagagli senza perdere d’occhio<br />

la bilancia. “Troppo pesante”, togliere<br />

qualcosa e pesare di nuovo. Organizzare<br />

lo shuttle per l’aeroporto, rifornire<br />

la farmacia da viaggio, cambiare<br />

un minimo di denaro, just in case.<br />

Susanna pensa a quanto tutto questo<br />

sia stato sempre faticoso, oggi invece<br />

si rilassa. Le piace arrivare in auto in<br />

Alto Adige. Cambiare il paesaggio e<br />

l'orizzonte. Chilometro dopo chilometro.<br />

Lasciata alle spalle la Pianura<br />

Padana con il suo caldo soffocante, da<br />

Verona in poi cambia tutto. A destra<br />

e a sinistra dell'autostrada i crinali si<br />

protendono verso il cielo, che passa<br />

da un grigio-blu pallido ad un azzurro<br />

intenso, punteggiato da nuvolette<br />

bianche. Se tre anni fa qualcuno avesse<br />

detto a lei e a suo marito che sarebbero<br />

andati in vacanza in Alto Adige,<br />

avrebbe semplicemente scosso la testa.<br />

Mai. Invece sì, e più di una volta! Alto<br />

Adige – <strong>Südtirol</strong>, mon amour. Questo<br />

anche perché dopo il Covid destinazioni<br />

come Thailandia, Florida o Sudafrica<br />

erano diventate tabù. Adesso<br />

però non l’attirano neanche più. Almeno<br />

per il momento. È la terza volta<br />

che lei e il suo compagno fanno rotta<br />

verso il Brennero. Dopo Merano<br />

e la Val Pusteria, questa volta<br />

hanno scelto la Val Passiria.<br />

La seconda vacanza estiva<br />

dopo aver passato la settimana


6 Giugno <strong>2023</strong><br />

FALLING IN LOVE<br />

Foto © IDM Alto Adige, Manuel Ferrigato<br />

Al mercato delle erbe ("Obstmarkt")<br />

a Bolzano si trovano ogni giorno<br />

frutta e verdura fresca.<br />

bianca a Plan de Corones, dove hanno<br />

trovato piste di altissimo livello immerse<br />

in un paesaggio unico. Un vero<br />

colpo di fulmine, amore a prima vista:<br />

hotel e ristoranti di prima classe, accoglienza<br />

calorosa, wellness, un affascinante<br />

mix di tradizione montanara<br />

in salsa sudtirolese, il nord che sposa<br />

il sud, il perfezionismo tedesco addolcito<br />

e impreziosito dal tocco italiano.<br />

L'espresso perfetto e lo shopping. Degustazioni<br />

di vini squisiti, aperitivi e<br />

una cucina fatta di ingredienti di qualità,<br />

semplice o raffinata. E d'estate,<br />

non solo dislivelli e camminate impegnative,<br />

ma anche laghi e piscine,<br />

piste ciclabili, golf in grande stile, il<br />

tutto guarnito da un’offerta culturale<br />

capace di soddisfare anche i gusti più<br />

esigenti: festival, concerti, musei dal<br />

design moderno. Cosa si può volere<br />

di più? A fine pomeriggio, Susanna<br />

chiude gli occhi pregustandosi già la<br />

sauna e un massaggio rilassante nella<br />

spa dell’albergo, con il personale<br />

pronto poi ad accoglierli per la cena<br />

di benvenuto. A conti fatti, solo una<br />

mezza giornata per arrivare a destinazione<br />

contro una lunga serata tutta da<br />

godere. Meglio di così…!<br />

Vacanza in agriturismo<br />

Cambio di scena. “Neve”, gridano<br />

Sara e Alessandro. Poi schiacciano il<br />

naso contro il finestrino e guardano<br />

impazienti verso le vette ancora un po'<br />

spolverate di neve delle Dolomiti. Sono<br />

settimane che non parlano d’altro. Non<br />

vedono l'ora di rivedere Moidl e Luis,<br />

nel frattempo hanno persino imparato<br />

a pronunciare questi due nomi quasi<br />

senza accento, e sono contenti di rivedere<br />

le mucche e le galline. E naturalmente<br />

i cavalli Avelignesi con le loro<br />

criniere bionde. Ancora un'ora di macchina.<br />

Sono impazienti di assistere alla<br />

Foto © IDM Alto Adige, Alex Filz<br />

Foto © IDM Alto Adige, Jessica Preuhs<br />

Gli avelignesi dell'Alto Adige - i "Haflinger" -<br />

sono cavalli tranquilli con coda e crineria bionde.<br />

Lo strudel di mele è un dolce tipico altoatesino.


FALLING IN LOVE<br />

Giugno <strong>2023</strong><br />

7<br />

mungitura in stalla e di esplorare i dintorni del loro “Hof ”,<br />

come si chiamano i masi in Alto Adige. Vogliono anche ritornare<br />

al museo di Ötzi e poi mangiare gli schlutzkrapfen,<br />

lo strudel di mele e lo speck. E bere sciroppo di sambuco<br />

fatto in casa. Vacanze in agriturismo. Grazie al Covid. Sembra<br />

strano, ma non si può dire altrimenti. Prima d’estate facevano<br />

sempre rotta verso l’Adriatico. Vita da spiaggia, giochi,<br />

baby dance ma anche folla, tanta. Nell'estate del 2021, dopo<br />

lo shock della pandemia, a Francesco e Teresa una vacanza<br />

in agriturismo sembrava una soluzione più sicura. Durante<br />

le loro ricerche online si sono imbattuti nella zona dell’Alpe<br />

di Siusi. Soleggiata, con sentieri per tutti i gusti, un laghetto<br />

per cercare il fresco e non lontano dal capoluogo, Bolzano,<br />

meta ideale nelle giornate di pioggia, per un vero gelato all’italiana<br />

e per respirare l'aria di città. La prima estate è stata<br />

un successo sorprendente e quest'anno non c'era discussione,<br />

almeno non per i bambini. <strong>Il</strong> baby club è un ricordo lontano<br />

e Alessandro è così entusiasta che ha scelto il tedesco come<br />

seconda lingua straniera!<br />

Perché vagare in lungo e in largo?<br />

Qualche volta si vedono meglio le cose lontane di quelle vicine.<br />

Luisa e Andrea hanno il viaggio nel sangue. Nessuna meta<br />

è mai stata troppo lontana per questa coppia di insegnanti,<br />

curiosa di scoprire il mondo con il proprio camper. Prima<br />

con i bambini e ora da soli. Da quando sono in pensione poi,<br />

sempre più spesso e sempre più a lungo. Con la pandemia è<br />

cambiato tutto: stop alle avventure in camper. Anche oggi<br />

che tutto sembra tornato alla normalità, le destinazioni nel<br />

sud della Francia, in Portogallo o anche nell'Europa orientale<br />

sembrano ancora troppo lontane. Gli amici però avevano raccontato<br />

loro di un campeggio fantastico sul lago di Dobbiaco.<br />

Montagne, canederli, aria pura e un vino che non teme il<br />

confronto con le migliori etichette d’Italia, mercati contadini,<br />

rifugi idilliaci, ma anche città interessanti da scoprire come<br />

Brunico, Vipiteno o Bressanone. Tutto questo sapendo di andare<br />

incontro ad un clima fresco ma <strong>sole</strong>ggiato e di trovare<br />

infrastrutture perfette. Quello che un tempo non avrebbero<br />

neanche preso in considerazione, ora sembra invece allettante.<br />

Un paio di ricerche su Internet e poi la decisione: si va in<br />

Val Pusteria. Esperienza fantastica, tanto che nell'estate del<br />

<strong>2023</strong> torneranno in Alto Adige. Tre settimane di natura allo<br />

stato puro, relax, escursioni in alta montagna, bicicletta. <strong>Il</strong> festival<br />

jazz altoatesino e i giardini di Castel Trautmannsdorff.<br />

Poi ci sarà anche il tempo per altre due settimane di Liguria.<br />

Vita da pensionati…<br />

Fate un bagno<br />

nel cielo.<br />

Godetevi la tranquillità assoluta<br />

di una vacanza nella foresta.<br />

Fate un bagno nel cielo e fatevi<br />

cullare dalle cime delle Dolomiti.<br />

Le Sky Pools, la Forest Spa e<br />

il programma relax con yoga,<br />

meditazione, Shinrin-yoku,<br />

Qigong, ecc. risveglia i vostri sensi<br />

per la simbiosi arcaica tra<br />

corpo e mente.<br />

"Schlutzkrapfen" - mezzelune tirolesi<br />

Foto © IDM Alto Adige, Jessica Preuhs<br />

FREIGASSE 8, I – 39050 SAN GENESIO<br />

ALTO ADIGE, ITALIA, INFO@HOTEL-SALTUS.COM<br />

TEL. +39 0471 155 11 90, HOTEL-SALTUS.COM


8 VAL VENOSTA<br />

Le 5 attrazioni principali<br />

della Val Venosta<br />

La valle più occidentale dell’Alto Adige, la Val Venosta, si estende da Naturno,<br />

vicino a Merano, fino al Passo Resia, dove nasce il fiume Adige. La Val Venosta<br />

è una valle di contrasti: i prati di meli nel fondovalle sono circondati da cime di<br />

tremila metri coperte di neve, dove su tutte spicca il Re Ortles. Eccovi i nostri<br />

cinque consigli per trascorrere una fantastica vacanza estiva in Val Venosta.<br />

ESCURSIONI AI PIEDI<br />

DEL RE ORTLES<br />

1<br />

Circondato dalle montagne più alte<br />

della regione (l’Ortles, il Gran Zebrù,<br />

il Monte Zebrù e la Punta Beltovo di<br />

Dentro), il piccolo villaggio di Solda, a<br />

1900 metri sul livello del mare, offre<br />

quasi 115 km di sentieri escursionistici.<br />

Con il Messner Mountain Museum<br />

Ortles, la località offre inoltre<br />

un emozionante museo da scoprire.<br />

Solda si trova nel Parco Nazionale dello<br />

Stelvio, la seconda riserva naturale<br />

più grande dell’intero arco alpino. Gli<br />

alpinisti e gli escursionisti si godono la<br />

tranquillità della natura percorrendo i<br />

numerosi percorsi gratificanti, come il<br />

sentiero del ghiacciaio di Solda.<br />

Foto © IDM Alto Adige, Frieder Blickle<br />

2<br />

“L’ORO BIANCO”<br />

Sopra il piccolo villaggio di Lasa, in<br />

Val Venosta, da diversi secoli si estrae<br />

del marmo bianco purissimo. Già nel<br />

Medioevo il marmo di Lasa era molto<br />

apprezzato e ricercato. Oggi abbellisce<br />

nientemeno che la stazione della<br />

metropolitana “Ground Zero” di New<br />

York. Le visite guidate e le passeggiate<br />

nel marmo offrono interessanti spunti<br />

di riflessione sulla storia del marmo di<br />

Lasa e Covelano. Anche il festival estivo<br />

“Marmo & Albicocche” di Lasa è<br />

dedicato ai prodotti di eccellenza della<br />

regione: l’artigianato del marmo e le<br />

albicocche. Perché è anche per questo<br />

che la Val Venosta è conosciuta.


VAL VENOSTA Giugno <strong>2023</strong> 9<br />

Foto © IDM Alto Adige, Marion Lafogler<br />

3IL CAMPANILE SOMMERSO<br />

<strong>Il</strong> campanile nel lago è il simbolo della<br />

Val Venosta - e lo era ben prima del<br />

successo riscosso dalla serie Netflix<br />

“Curon”: qui, dal limpido Lago di Resia,<br />

lungo sei chilometri, si erge solitario<br />

un campanile sommerso. Ma la<br />

storia che si cela dietro il noto motivo<br />

da cartolina, il “Campanile nel lago”, è<br />

molto meno fiabesca: il campanile romanico<br />

del XIV secolo è infatti un testimone<br />

silenzioso dell’irresponsabile<br />

costruzione della diga avvenuta poco<br />

dopo la fine della Seconda Guerra<br />

Mondiale, e che causò la scomparsa di<br />

un intero villaggio. Oggi il campanile<br />

del Lago di Resia è patrimonio storico,<br />

nonché un’attrazione per i visitatori.<br />

Ma il Lago di Resia offre molto di più:<br />

grazie alle condizioni di vento ideali, il<br />

lago è anche molto popolare tra velisti,<br />

surfisti e kiter.<br />

CITTÀ MEDIEVALE<br />

DI GLORENZA<br />

Con soli 900 abitanti, Glorenza è<br />

una delle città più piccole d’Europa.<br />

Menzionata per la prima volta in un<br />

documento del 1304, la cittadina ha<br />

conservato fino ad oggi il suo centro<br />

storico medievale. Inoltre, ospita l’unica<br />

fortificazione chiusa conservata<br />

nelle Alpi, un muro circolare completamente<br />

preservato e tre pittoresche torri<br />

di accesso. Un tempo Glorenza, situata<br />

sull’importante Via Claudia Augusta,<br />

era un punto di trasbordo centrale per<br />

il commercio del sale. Oggi è possibile<br />

godersi il variopinto trambusto gustandosi<br />

un caffè nella piazza del paese.<br />

IN BICICLETTA LUNGO<br />

LA STRADA ROMANA<br />

L’antica via commerciale romana Via<br />

Claudia Augusta, la ciclopista della valle<br />

dell’Adige, lunga circa 80 km, scende<br />

Foto © IDM Alto Adige, Helmuth Rier<br />

dolcemente dal Passo di Resia fino alla<br />

città termale di Merano. Lungo il percorso,<br />

la moderata pista ciclabile passa<br />

accanto a luoghi di interesse come l’Abbazia<br />

di Monte Maria, con i suoi affreschi<br />

e il portale ad arco a tutto sesto<br />

del XII secolo. I ciclisti possono inoltre<br />

ammirare il villaggio di Malles Venosta,<br />

con le sue sette torri e le sue chiese romaniche,<br />

nonché la collina di Tarces e la<br />

città medievale di Glorenza. La ciclopista<br />

della valle dell’Adige tocca inoltre il<br />

paese del marmo di Lasa, Castelbello e<br />

la chiesetta paleocristiana di San Procolo<br />

a Naturno. Attraverso la stretta gola<br />

del Tel, la ciclopista della valle dell’Adige<br />

conduce infine alla città termale di Merano.<br />

Le biciclette possono essere noleggiate<br />

in diverse stazioni ferroviarie della<br />

Val Venosta e restituite altrove. <strong>Il</strong> periodo<br />

ideale per scoprire la Val Venosta in<br />

bicicletta va da marzo a novembre.<br />

4 5<br />

Alpin Spa Hotel Post **** S<br />

IN MONTAGNA A SOLDA | IN ALTO GODIMENTO<br />

SARÀ PER NOI UN GRAN PIACERE POTERVI DARE IL BENVENUTO A SOLDA ALL’ORTLES<br />

Venite da noi a scoprire le particolarità del mondo alpino. <strong>Il</strong> romanticismo della natura.<br />

Momenti felici per la famiglia. Aria pura ad ogni respiro, e la cima imponente dell’Ortles.<br />

Per noi dell’Hotel Post Alpin Spa, la cordialità e l’attenzione per i nostri ospiti sono fondamentali.<br />

Ed è proprio dal diretto contatto con gli ospiti e dalla nostra autentica e tradizionale ospitalità che<br />

nasce quell’inconfondibile sensazione di sentirsi a casa.<br />

Wellness Hotel Post **** s | Famiglia Wallnöfer<br />

Strada Principale 22 | 39029 Solda all’Ortles<br />

Val Venosta - Alto Adige/Italia Tel. +39 0473 613024<br />

info@hotelpost.it | www.hotelpost.it<br />

SETTIMANA ESTIVA<br />

IN MONTAGNA<br />

· Compresa la speciale pensione ¾<br />

· Colazione alpino-mediterranea<br />

· Buffet gourmet con piatti<br />

caldi e freddi per il pranzo<br />

· Buffet pomeridiano<br />

· Deliziosa cena con menu<br />

gourmet da 5 a 7 portate<br />

· Escursioni guidate nei luoghi<br />

più belli intorno a Solda e all’Ortles<br />

· Yoga e allenamento fasciale<br />

· Infusi nella sauna finlandese<br />

· Noleggio di mountain bike e biciclette<br />

06/08 – 19/08/<strong>2023</strong><br />

da € 945,– a persona<br />

I prezzi si intendono a persona e notte più la tassa<br />

locale di soggiorno pari a € 2 (a partire dai 15 anni).<br />

Altre date e categorie su richiesta.


10 Giugno <strong>2023</strong><br />

I must<br />

di Merano …<br />

1<br />

... ovvero buoni motivi per fare una vacanza a Merano: salute,<br />

fitness, shopping, cultura, buona cucina, i giardini Trautmannsdorff, dintorni interessanti.<br />

Merano è perfetta in tutte le stagioni, facile da raggiungere e con bellissimi hotel.<br />

Ma andiamo con ordine: ecco, uno dopo l’altro, i dieci ottimi motivi per<br />

cui dovresti trascorrere a Merano le tue prossime vacanze.<br />

Foto © IDM Alto Adige, Manuel Ferrigato<br />

Per la salute<br />

La passeggiata Tappeiner con<br />

la sua lieve salita, ideata dal<br />

medico meranese Franz Tappeiner,<br />

ha le caratteristiche<br />

ideali per riattivare in dolcezza<br />

la circolazione affaticata<br />

e debole. Numerose altre<br />

passeggiate, con la loro varietà<br />

botanica e l’aria profumata,<br />

aggiungono quel che ci vuole per<br />

risvegliare il tuo benessere. Durante<br />

il tuo soggiorno a Merano nulla può farti<br />

meglio di una visita alle terme. Da metà maggio a metà settembre è aperto<br />

anche il grande parco delle terme con ulteriori piscine, un lazy river, un percorso<br />

Kneipp, un bagno turco all’aperto e il meraviglioso lago delle ninfee.<br />

Scoprirai cercando l’hotel giusto per te che ci sono molte spa ultramoderne.<br />

Foto © IDM Alto Adige, Alex Filz<br />

3<br />

Un luogo,<br />

due attrattive<br />

Perché puoi<br />

fare shopping<br />

con stile<br />

2<br />

Acquisti eleganti a Merano:<br />

sotto i portici da piazza della<br />

Rena fino a piazza Parrocchia,<br />

in via delle Corse e in<br />

via Leonardo da Vinci, nella<br />

zona pedonale di corso Libertà,<br />

parallela alla nota Kurpromenade,<br />

ovunque si trovano piccole boutique<br />

raffinate con il meglio della moda tradizionale.<br />

Naturalmente si possono acquistare anche molte marche internazionali,<br />

così come ci sono ottimi negozi di sport con un vasto assortimento di attrezzatura<br />

per il trekking e gli sport di montagna.<br />

Ai giardini Trauttmansdorff ti<br />

aspettano oltre 80 paesaggi di<br />

giardini di tutto il mondo e vari<br />

punti di particolare interesse (come<br />

il Binocolo di Matteo Thun, il<br />

Giardino degli innamorati, il percorso<br />

“piccante” con innumerevoli piante di<br />

peperoncino dalle più delicate a quelle<br />

piccantissime, il Giardino Proibito, il<br />

Regno Sotterraneo delle piante e la<br />

voliera, accessibile al pubblico. Per i<br />

giardini tieniti almeno mezza giornata,<br />

non te ne pentirai. Per finire in<br />

bellezza goditi con calma il Touriseum,<br />

che mostra spaccati molto interessanti<br />

della storia del turismo.


Inserzione pubblicitaria 11<br />

L'oasi di benessere<br />

nel cuore di Merano<br />

L'unico hotel termale dell'Alto Adige si trova nel<br />

cuore di Merano ed è situato direttamente lungo la<br />

passeggiata termale, a due passi dal centro storico.<br />

È un punto di partenza ideale per una vacanza in<br />

città, in montagna, in mezzo alla natura e per il benessere.<br />

All’ultimo piano si trova l’area Spa più affascinante: è<br />

la Sky Spa (riservata a tutti maggiori di 14 anni). Qui<br />

potete osservare dall’alto lo spettacolo offerto dalla città,<br />

nuotare nell’infinity pool scoperta e riscaldata a 34 gradi,<br />

lunga 22 metri con accesso interno ed esterno, e con postazioni<br />

di micromassaggio per il massimo relax. <strong>Il</strong> tutto<br />

è circondato da palme con una vista fiabesca di 360 gradi<br />

sul parco terme e sulle montagne. Le saune e la zona relax<br />

guardano invece il centro storico della città e invitano a<br />

sdraiarsi e staccare la spina.<br />

Lasciate alle spalle la vita quotidiana<br />

Per tornare dal cielo alla terra, al pian terreno vi attende la<br />

Garden Spa. Accessibile a tutti gli ospiti (senza limiti d’età),<br />

dotata di aree relax, piscina interna ed esterna, vasca idromassaggio,<br />

sauna e bagno turco dress-on e ampio giardino<br />

privato dell’hotel dove potete rilassarvi nel verde sotto le<br />

palme e sempre con il magnifico panorama davanti a voi.<br />

Dalla Garden Spa è possibile raggiungere le piscine delle Terme<br />

di Merano su 7600m² attraversando comodamente in<br />

accappatoio il tunnel che le collega. Per tutta la bella stagione<br />

all’offerta si aggiunge il Parco delle Terme di 52.000 m² e<br />

altre 11 piscine all’aperto, inclusa la nuova Bio Nature Pool.<br />

Accanto a queste oasi di benessere, l'Hotel Terme Merano<br />

ha la sua Medical Spa guidata dal Prof. Dott. Alessandro Peracchi.<br />

La gamma di servizi si concentra sulla medicina complementare<br />

e cura preventiva olistica, che attiva i poteri di<br />

autoguarigione del corpo.<br />

Gusto moderno e tradizionale: il binomio perfetto<br />

Anche i buongustai avranno tutto quello che si possa desiderare.<br />

Chi ha prenotato il trattamento di mezza pensione può<br />

aspettarsi una ricca colazione a buffet nel ristorante Olivi e<br />

un menu serale di più portate con le migliori specialità altoatesine<br />

e piatti creativi nazionali e internazionali. <strong>Il</strong> Bistro La<br />

Piazza, aperto anche agli ospiti esterni, arricchisce l’offerta<br />

culinaria. Dopo cena, gli amanti dei cocktail e tutti coloro<br />

che cercano un’atmosfera sofisticata con un design raffinato,<br />

rimarranno a bocca aperta nel Palm Lounge. In più, ogni sabato<br />

musica dal vivo di tutti generi!<br />

4 notti nell’Hotel Terme Merano inclusi la mezza pensione e<br />

numerosi servizi da €720 a persona.<br />

Hotel Terme Merano **** s<br />

Piazza Terme 1 | 39012 Merano<br />

tel 0473 259 259<br />

info@hoteltermemerano.it | www.hoteltermemerano.it<br />

Foto © Harald Wisthaler


12 Giugno <strong>2023</strong><br />

4 5<br />

Perché i dintorni<br />

sono stupendi<br />

Scena, Tirolo, Avelengo, Lagundo, Lana, Marlengo. Che<br />

cos’hanno in comune? Sono tutti vicinissimi a Merano.<br />

Da 5 a 20 minuti è quanto serve per raggiungere le varie<br />

località, ognuna con i suoi specifici elementi d’interesse.<br />

Perché si raggiunge<br />

facilmente in autostrada<br />

Tre esempi fra gli altri: Merano è raggiungibile in tre ore<br />

e mezza da Monaco, in un’ora e mezza da Innsbruck e in<br />

quattro ore da Zurigo. Chi però non vuole prendere la<br />

macchina per evitare le code nelle ore di punta o nei giorni<br />

festivi, può scegliere il treno o l’aereo. L’aeroporto di Bolzano,<br />

con collegamenti diretti da e per Berlino, Amburgo<br />

e Düsseldorf, dista solo 30 chilometri.<br />

6<br />

Ultimo, ma non<br />

meno importante ...<br />

A Merano si trovano le migliori strutture ricettive della regione<br />

alpina. Appartamenti moderni e curati, bed & breakfast<br />

accoglienti, city hotel e loft di tendenza, meravigliosi<br />

hotel wellness a 4 stelle, incredibili hotel di lusso in città<br />

come nei dintorni … Non c’è limite al bello. Prova e vedrai!<br />

• Viaggi esperienziali<br />

• Relax nella Golden SPA<br />

• Benessere mentale<br />

• Viaggio & vino<br />

• Avventura con auto d’epoca<br />

• Cibo & cultura vinicola<br />

• Tranquillità nel giardino paradisiaco<br />

• Soggiorno ecosostenibile<br />

SCOPRIRE<br />

L’HOTEL<br />

UNICO. PARTICOLARE. Incantevole.<br />

PLANTITSCHERHOF.COM


Foto © Nicho De Biasio<br />

Inserzione pubblicitaria 13<br />

Resort Andreus,<br />

dove i sogni diventano realtà<br />

In val Passiria, nei pressi di Merano, la vacanza è<br />

un’esperienza eccezionale tra la natura, e il desiderio<br />

di trascorrere una vacanza serena, che faccia<br />

dimenticare il nostro quotidiano, è un’esigenza particolarmente<br />

sentita da tutti in questi ultimi anni.<br />

La missione dei tre Resort Andreus è proprio quella di<br />

regalare un’esperienza eccezionale nelle meravigliosa<br />

natura della val Passiria. Pressoché infinite possibilità di stare<br />

all’aria aperta praticando tennis, golf, escursioni, bike,<br />

equitazione o trascorrendo semplicemente le giornate accoccolati<br />

al <strong>sole</strong> o nuotando nell’acqua delle piscine e del<br />

laghetto balneabile.<br />

La scelta giusta per chi ha i gusti più raffinati<br />

Ma gli Andreus Resort continuano a ogni stagione a offrire<br />

sempre più qualità e spazi per le vacanze dei loro ospiti. Nel<br />

5 stelle Golf & Spa Resort ANDREUS, posizionato direttamente<br />

sul campo da golf a 18 buche e con 7000 m² di area<br />

Wellness, quest’anno nei 2000 m² Andreus Sauna World tra<br />

le 12 diverse saune Event c’è il nuovo DOME con 85 m 2 e 5<br />

metri d’altezza, con vista sul laghetto balneabile, dove vivere<br />

l’esperienza delle gettate di vapore della campionessa italiana<br />

Sarah, Helli Haller e team. Nella zona del laghetto si trova anche<br />

una nuova area relax che si sviluppa all’interno e all’esterno,<br />

che offre ancora più spazio per il riposo dopo aver sudato<br />

in una delle varie saune Event dove si tengono fino a 5 gettate<br />

show al giorno. Ed ancora, ad attendere gli ospiti ci sono poi la<br />

piscina indoor-outdoor riscaldata (34 °C), la piscina olimpionica<br />

(29 °C – 33,33 m), la fitness tower, il ristorante panoramico<br />

al 5° piano e il Miniclub per bambini. Anche per i più piccoli<br />

Foto © Benjamin Pfitscher<br />

c’è una bella e divertente novità: una vera nave dei pirati sulla<br />

Finki’s Island, dove quale trovano posto anche una piscina a<br />

misura di bambini, dondoli e tanta sabbia.<br />

GOLF LODGE<br />

Importanti novità attendono inoltre gli appassionati di golf:<br />

il 5 stelle GOLF LODGE - costituito da solo 30 Suite – adults<br />

only, è infatti dotato di un nuovo indoor golf con putting green<br />

e simulatore. L’offerta per chi sceglie il tranquillo Resort si<br />

completa con il ristorante gourmet, 4000 m² di Wellness &<br />

Spa, lago balneabile con piscina integrata di 28 metri riscaldata<br />

tutto l’anno, Infinity Sole Pool e sauna finlandese sul tetto, sala<br />

relax e giardino sulla terrazza dove è possibile anche fare colazione<br />

o cenare godendosi splendida vista sulla natura.<br />

SONNENALM<br />

<strong>Il</strong> Sonnenalm è un piccolo gioiello a 4 stelle che soddisfa le<br />

esigenze di piccoli e grandi ospiti: piscina riscaldata di 25 metri,<br />

giardino mediterraneo, Wellness House su 3 piani con sale<br />

relax e zona sauna, ristorante panoramico o sulla terrazza, 3<br />

nuovi campi da tennis, parco giochi per i bambini all’aperto e<br />

noleggio Mtb e bici elettriche.<br />

Andreus Resorts ***** Famiglia Fink<br />

via Kellerlahne, 3 A<br />

39015 San Leonardo in Passiria<br />

tel 0473 491 330<br />

info@andreus-resort.it | www.andreus-resort.it<br />

Foto © Benjamin Pfitscher


14<br />

Inserzione pubblicitaria<br />

L’estate<br />

nelle malghe<br />

di Scena<br />

I primi raggi di <strong>sole</strong> al mattino presto ci svegliano<br />

dolcemente. Guardiamo fuori dalla finestra dell'hotel e<br />

troviamo il Gruppo di Tessa a salutarci. Cielo azzurro!<br />

Tempo perfetto! Prepariamo gli zaini, indossiamo gli<br />

scarponi da trekking e... si parte!<br />

Chi non ha ancora visto Scena sopra Merano dall'alto,<br />

deve porre presto rimedio. L'area escursionistica Hirzer<br />

e il monte Scena attirano non solo con i loro sentieri panoramici,<br />

ma anche con numerose soste degne di nota.<br />

Scopri sentieri da sogno e gusta<br />

le prelibatezze dell’Alto Adige<br />

Oggi decidiamo di dedicarci a una piacevole escursione<br />

sull'Hirzer. Dal centro del paese di Scena raggiungiamo con<br />

l'autobus la funivia di Verdines, che ci porta, a sua volta, alla<br />

seggiovia Grube. Dopo 15 minuti di viaggio, il caldo <strong>sole</strong> sopra<br />

di noi, i verdi prati e boschi sotto di noi, raggiungiamo il<br />

punto di partenza dell'escursione di oggi. Per prima cosa camminiamo<br />

attraverso un ombroso bosco di larici su un sentiero<br />

in leggera salita fino alla malga Stafellalm. È un posto davvero<br />

accogliente e idilliaco, che invita a fare una lunga pausa.<br />

Ci concediamo uno sciroppo di menta fatto in casa sulla<br />

Foto © Tourismusverein Schenna - Helmuth Rier<br />

Foto © Tourismusverein Schenna - Helmuth Rier


Giugno <strong>2023</strong><br />

15<br />

Foto © Tourismusverein Schenna - Helmuth Rier<br />

grande terrazza <strong>sole</strong>ggiata: la vista panoramica sulle vicine<br />

Punta delle Laste e Ivigna toglie davvero il fiato. Troviamo la<br />

menta fresca e molte altre erbe non solo nei nostri bicchieri,<br />

ma anche sui piatti colorati dei ristoranti e nei numerosi orti<br />

di hotel e pensioni.<br />

La nostra escursione prosegue attraverso il ghiaione presso<br />

il torrente Riessbach, che richiede un passo sicuro, fino alla<br />

malga Assenhütte. Questo è senza dubbio uno dei posti più<br />

belli di Merano e dintorni. Siamo seduti su una terrazza <strong>sole</strong>ggiata<br />

al centro di un grande pascolo, circondati da dolci<br />

prati e da una vista fantastica. Chi non si era ancora calato<br />

nella magia di una vacanza in montagna, ora verrà rapito dalla<br />

bellezza che lo circonda.<br />

A proposito di meraviglie da vacanza: all'Assenhütte, prima<br />

di ritornare a valle, ci viziano con una deliziosa festa a base<br />

di prodotti regionali e dolci fatti in casa. Per scendere, e ve<br />

la consigliamo, c’è la discesa lungo la strada forestale fino<br />

a Viadacqua e alla stazione di monte della funivia Verdines.<br />

Colmi di felicità, torniamo a Scena al nostro alloggio. Questa<br />

è stata davvero un'indimenticabile giornata estiva sui<br />

monti di Scena!<br />

Ufficio turistico di Scena<br />

piazza Erzherzog Johann 1 D | 39017 Scena<br />

tel 0473 94 56 69<br />

info@schenna.com | www.schenna.com<br />

In vacanza tra montagne e vigneti<br />

<strong>Il</strong> Lagrein regala ai suoi ospiti un‘incantevole oasi di pace, con camere splendide, benessere<br />

e relax, arricchita da una vista fantastica su Merano e sulle montagne circostanti. Qui le giornate<br />

si susseguono tra panorami mozzafiato, momenti di puro relax nel giardino botanico,<br />

colazioni a buffet incantevoli e una cucina eccellente che unisce leggerezza e autenticità. La<br />

Spa offre un‘esperienza magica con massaggi e saune rigeneranti e aree relax accoglienti.<br />

Inoltre, siamo partner del Golf Club Lana.<br />

Via Scena 54, 39017 Scena, Trentino-Alto Adige<br />

info@hotellagrein.it Tel. 0473 945781<br />

www.hotellagrein.com


16 16Inserzione pubblicitaria<br />

Anzeige<br />

Foto © TV Dorf Tirol - Benjamin Pfitscher<br />

Emozioni d'estate:<br />

Innamorati a Tirolo<br />

Le giornate sembrano infinite. Le temperature a valle<br />

invitano a fare il bagno, in montagna sono piacevolmente<br />

fresche e offrono un po' di rinfresco. La natura<br />

nel Parco Naturale del Gruppo di Tessa ha raggiunto<br />

il suo apice. E anche noi umani ci lasciamo coccolare<br />

dalle tante ore di <strong>sole</strong>. Sì, l'estate ci fa decisamente<br />

innamorare! <strong>Il</strong> desiderio di esplorare qualcosa di nuovo<br />

(o di riscoprire qualcosa di conosciuto!) cresce di<br />

giorno in giorno. <strong>Il</strong> desiderio di una vacanza in<br />

montagna è enorme.<br />

Che ne dite di una piacevole vacanza<br />

sopra i tetti di Merano,<br />

o più precisamente a Tirolo? Fare<br />

escursioni e passeggiate, risalire<br />

le cime, visitare castelli, assaggiare<br />

piatti tradizionali alpini,<br />

trascorrere del tempo con la famiglia:<br />

qui avete tutte le libertà<br />

per la vostra felicità!<br />

Tirolo ha fascino...<br />

<strong>Il</strong> paese che sovrasta la città termale<br />

di Merano è un vero e proprio<br />

consiglio per tutti coloro che<br />

non ne hanno mai abbastanza di viste<br />

Foto © TV Dorf Tirol - Thomas Rötting<br />

panoramiche uniche. Per esempio, c'è la Passeggiata Falkner<br />

nel centro del paese (un luogo colorato dove rilassarsi!) o<br />

la cesta Hochmuth (piattaforma panoramica sopra Tirolo –<br />

raggiungibile in 5 minuti con la funivia!), con una vista mozzafiato.<br />

Oppure potete percorrere un tratto dell'Alta Via di<br />

Merano (una vista più panoramica è quasi impossibile!). Ma<br />

non importa dove vi troviate a Tirolo, la vista su Merano, la<br />

Val d'Adige e la Val Venosta è impareggiabile.<br />

Tirolo ha storia...<br />

<strong>Il</strong> paese di Tirolo è noto per i suoi numerosi<br />

castelli e palazzi. Tuttavia, il testimone<br />

dell’epoca più significativo è probabilmente<br />

Castel Tirolo. Oggi ospita<br />

il Museo storico-culturale della<br />

provincia di Bolzano, che offre<br />

interessanti spunti di riflessione<br />

sulla storia della regione Tirolo.<br />

Inoltre, sulla collina di Castel<br />

Tirolo ospita il Centro Recupero<br />

Avifauna (con una dimostrazione<br />

di volo al giorno!). E poi<br />

c'è Castel Trauttmansdorff (uno<br />

dei luoghi preferiti dall'imperatrice<br />

Sissi!) con i suoi impressionanti giardini<br />

tematici, a pochi minuti d'auto.


Giugno <strong>2023</strong><br />

17<br />

Foto © TV Dorf Tirol - Benjamin Pfitscher<br />

Foto © TV Dorf Tirol - Benjamin Pfitscher<br />

Tirolo ha sentieri tematici...<br />

A Tirolo ci sono molte passeggiate rilassanti e sentieri facili, ma<br />

anche più impegnativi, ma sapevate che ci sono anche due fantastici<br />

sentieri tematici? <strong>Il</strong> paese ai piedi del Gruppo di Tessa ha<br />

dedicato un sentiero tematico a ciascuno dei tesori naturali che<br />

caratterizzano il suo paesaggio: il sentiero delle mele e il sentiero<br />

del vino. In estate, un'escursione sul sentiero delle mele è<br />

come un salto nel “paradiso di Eva” (quando le mele sono belle<br />

rosse!), mentre il sentiero del vino è particolarmente bello a<br />

fine estate e in autunno, quando le viti danno i loro frutti.<br />

Foto © TV Dorf Tirol - Thomas Rötting<br />

Tirolo ha gusto...<br />

Ristoranti stellati, locande tradizionali e rifugi rustici: Tirolo<br />

non vizia solo gli occhi, ma anche il palato. Sulla terrazza<br />

panoramica sopra Merano, la diversità culinaria è una priorità<br />

e la si può assaggiare (ad ogni boccone!). Qui potrete<br />

gustare sia piatti alpini come li facevano le nonne, che<br />

innovative prelibatezze mediterranee. Anche le malghe del<br />

Parco Naturale del Gruppo Tessa sono molto consigliate,<br />

perché qui viene servita solo la "vera qualità di montagna".<br />

Buon appetito!<br />

A Tirolo ci si diverte in famiglia...<br />

Tirolo è una calamita per grandi e piccoli avventurieri.<br />

All'ingresso del paese, tra frutteti e vigneti, ad esempio, il<br />

Parco Burglehen (con laghetto delle tartarughe e cavallo di<br />

ferro "Jakob"!) invita a rilassarsi e giocare. Un'altra attrazione<br />

è il Gufyland sulla collina di Castel Tirolo: qui tutta<br />

la famiglia (sì, anche i genitori!) può osservare da vicino<br />

rapaci e gufi.<br />

... Tirolo ha tutto ciò che serve per la vostra vacanza felice a<br />

Merano e dintorni!<br />

Associazione Turistica Tirolo<br />

via Principale 31 | 39019 Tirolo<br />

tel 0473 923 314<br />

info@dorf-tirol.it | www.dorf-tirol.it


18 ESTATE IN MONTAGNA<br />

Vivere l’estate<br />

Le vacanze dovrebbero essere<br />

soprattutto una pausa dalla<br />

vita quotidiana. Probabilmente<br />

non c’è posto migliore per<br />

staccare la spina che un verde<br />

prato alpino, un bosco profumato<br />

o un punto panoramico che<br />

sovrasta una valle. L’estate in<br />

montagna in Alto Adige ha molto<br />

da offrire.<br />

Conoscete già l’estate in montagna<br />

in Alto Adige? Non ancora? Allora<br />

provate a fare un piccolo esperimento:<br />

fermatevi prima a valle, passeggiate per<br />

il paese e poi montate in macchina per<br />

salire un po’ in quota. Scendete di nuovo<br />

dall’auto e lo sentirete subito. Non solo<br />

la temperatura quassù è di diversi gradi<br />

inferiore a quella della valle, ma l’aria ha<br />

un profumo più fresco e gradevole, è più<br />

pulita e all’ombra c’è sempre una piacevole<br />

brezza.<br />

Sarà ancora più emozionante se lasciate<br />

l’auto e vi adagiate in un prato alpino.<br />

Al posto del rumore della strada e del<br />

brusio delle voci, un ronzio si diffonde<br />

nelle orecchie, interrotto al massimo da<br />

un breve suono di campanelli. <strong>Il</strong> ronzio<br />

continua a pagina 20<br />

Un’estate in<br />

montagna<br />

Un posto in montagna facilmente raggiungibile e vicino alla cittá. <strong>Il</strong> caldo d’estate è<br />

un caldo piacevole e non quello soffocante. La vista mozzafiato sulle Dolomiti ti fa<br />

rimanere a bocca aperta. Uno chef che apprezza gli ingredienti regionali e gli dintorni<br />

da favola, boschi e altipiani che invitano a fare escursioni in bici e lunghe camminate.<br />

I rumori che senti sono quelli degli uccellini e del venticello che accarezza gli alberi.<br />

Sei arrivato all’Hotel Belvedere a San Genesio!<br />

A soli 10 minuti da Bolzano. www.belvedere-hotel.it<br />

Scopri i<br />

collegamenti<br />

con le Frecce<br />

per Bolzano!


Inserzione pubblicitaria 19<br />

Vacanze in montagna,<br />

a due passi da Bolzano<br />

Foto © Günter Standl<br />

Si chiama San Genesio. Situata a 1.100 metri sul livello<br />

del mare, questa località altoatesina è come una terrazza<br />

<strong>sole</strong>ggiata che si affaccia su Bolzano, offrendo scorci<br />

da sogno.<br />

Cosa rende questo paesaggio così speciale? Da una parte il<br />

suo carattere alpino, con le piramidi di terra, le cime innevate<br />

e le ampie distese dell’altopiano del Salto a due passi;<br />

dall’altra, l’atmosfera mediterranea che si respira ammirando la<br />

valle dell’Adige, con il suo mix di vigneti, laghi e vivaci centri<br />

abitati. Ma è soprattutto in estate che San Genesio offre il meglio<br />

di sé, grazie anche alle temperature piacevolmente calde,<br />

ma mai opprimenti. Un clima mite che invita a godersi appieno<br />

le lunghe serate estive.<br />

Alla periferia di questo idilliaco paesino di montagna sorge<br />

l’Hotel Belvedere, una struttura 4*S a conduzione famigliare<br />

da tre generazioni. Accolti dalla calorosa ospitalità della famiglia<br />

Reichhalter-Leonhardy e del loro team di professionisti, gli<br />

ospiti trovano qui un luogo caratterizzato non solo da design e<br />

location straordinari, ma anche da una rigenerante tranquillità e<br />

un’atmosfera che infonde benessere.<br />

<strong>Il</strong> relax inizia già durante il viaggio, sulla strada che sale attraverso<br />

vasti boschi di larici. Arrivati in hotel, ci si sente quasi<br />

trasportare verso la terrazza panoramica, dove attende un senso<br />

di meraviglia. Da un lato, le Dolomiti… così vicine che sembra<br />

di poterle toccare. Dall’altro, la vista sconfinata sulla conca di<br />

Bolzano. Lo spettacolo è tale da ispirare sguardi sognanti, sospiri<br />

profondi, e un'esclamazione di stupore condivisa ad alta voce.<br />

Hideaway alpino<br />

Ed è proprio la vista a rappresentare il leitmotiv dell’Hotel Belvedere.<br />

La sua sapiente architettura, non a caso premiata, regala<br />

una vista quasi ininterrotta sull’esterno, che “segue” l’ospite<br />

valorizzando l’esperienza in ogni ambiente, dalle moderne suite<br />

all’ampia zona wellness e fino al ristorante.<br />

Quasi tutti gli ospiti dell’Hotel Belvedere trascorrono le giornate<br />

all’aria aperta, esplorando i magnifici itinerari escursionistici<br />

dei dintorni. L’altipiano del Salto, ad esempio, offre esperienze<br />

per tutti i gusti. In estate sono soprattutto le famiglie a trovare<br />

qui la loro fetta di paradiso, tra lunghe passeggiate sul Sentiero<br />

delle Leggende o gite sui prati alpini in fiore in sella ai cavalli<br />

avelignesi. <strong>Il</strong> Belvedere è anche una base ideale per gli appassionati<br />

di bici, che possono esplorare il paesaggio seguendo una<br />

guida oppure in autonomia, magari raccogliendo informazioni<br />

sui numerosi itinerari ciclistici direttamente in hotel. Non solo:<br />

gli ospiti dell’Hotel Belvedere hanno accesso anche ai campi da<br />

tennis davanti alla struttura.<br />

Ma per vivere esperienze rigeneranti non serve per forza uscire<br />

dall’hotel. In estate, la piscina bio e la piscina a sfioro invitano a<br />

concludere le giornate immersi nel relax, nella cornice da sogno<br />

delle vette dolomitiche. La sera, dopo un aperitivo gustato sulla<br />

terrazza panoramica, si apre il sipario sulle delizie della cucina<br />

altoatesina. A cena sono proposti piatti tipici regionali, preparati<br />

freschi con ingredienti genuini e reinterpretati con tocchi raffinati.<br />

A fare da accompagnamento, un bicchiere di ottimo vino<br />

e la vista sulle luci di Bolzano, che al calar del <strong>sole</strong> si accendono<br />

come a celebrare la fine di un’altra meravigliosa giornata.<br />

Foto © Jürg Hostettler<br />

Hotel Belvedere **** S<br />

Familie Reichhalter-Leonhardy<br />

Pichl 15 | 39050 San Genesio<br />

tel 0471 354 127<br />

info@belvedere-hotel.it | www.belvedere-hotel.it


20 Giugno <strong>2023</strong><br />

ESTATE IN MONTAGNA<br />

proviene quasi certamente dalle api o dai<br />

bombi che raccolgono il nettare nei fiori<br />

del prato, mentre i campanelli sono probabilmente<br />

appesi al collo delle mucche o<br />

delle capre che pascolano nelle vicinanze.<br />

Staccare la spina<br />

dalla vita quotidiana<br />

Estate in montagna in Alto Adige: è<br />

proprio questa l’atmosfera di cui il<br />

nostro corpo e la nostra anima hanno<br />

bisogno per staccare dalla vita quotidiana,<br />

per rilassarsi e ricaricare le batterie.<br />

Naturalmente, "montagna" non<br />

significa necessariamente cime rocciose<br />

vertiginose. Ci sono anche bellissime<br />

zone ad altezze contenute, soprattutto<br />

nei dintorni del capoluogo di provincia<br />

di Bolzano, dove è possibile fare lunghe<br />

passeggiate ed escursioni non particolarmente<br />

impegnative.<br />

Larici, cavalli e omini di pietra<br />

Facile da raggiungere e dotato di numerosi<br />

sentieri ben segnalati è il Monzoccolo,<br />

una cresta montuosa che separa la<br />

fertile Valle dell’Adige dalla rustica Val<br />

Sarentino. <strong>Il</strong> suo marchio di fabbrica è il<br />

Salto, un altopiano con prati di larici<br />

unici, dove in estate i contadini<br />

portano al pascolo i<br />

famosi cavalli Avelignesi<br />

e dove la magnifica<br />

vista sulle montagne<br />

circostanti fa battere<br />

forte il cuore. Qui<br />

si può camminare<br />

per ore e, sui percorsi<br />

principali, anche con<br />

una carrozzina sportiva.<br />

Ci sono locande e rifugi alpini<br />

dove vengono servite specialità di<br />

canederli e "Kaiserschmarren" (nell'immagine),<br />

oltre a speck e formaggio dei<br />

contadini.<br />

Per chi cerca una vacanza più sportiva,<br />

c’è una destinazione molto speciale<br />

sul Monzoccolo. Gli "Omini di pietra"<br />

si trovano a 2000 metri sul livello del<br />

mare e possono essere raggiunti in due<br />

o tre ore, a seconda del punto di partenza.<br />

Sulla cima, simile a una collina,<br />

si trovano più di 100 omini di pietra,<br />

costituiti da lastre di pietra di diverse<br />

dimensioni, che conferiscono<br />

a questo luogo<br />

leggendario un fascino<br />

del tutto particolare.<br />

Nelle giornate limpide,<br />

la croce sulla<br />

vetta offre una vista<br />

panoramica che<br />

spazia dall’Ortles alle<br />

Dolomiti, fino al Corno<br />

del Renon, il punto<br />

più alto dell’altopiano del<br />

Renon.<br />

Villeggiatura in quota<br />

A proposito: un’altra meta consigliata<br />

per le vacanze è il Renon, anch’esso<br />

una dorsale montuosa priva di imponenti<br />

picchi rocciosi, ma con una vista<br />

continua a pagina 22<br />

<strong>Il</strong> Salto, un altopiano con prati di larici unici.<br />

Al Renon porta una funivia che parte dal centro di Bolzano.<br />

Foto © IDM Alto Adige, Alex Filz


Inserzione pubblicitaria 21<br />

<strong>Il</strong> vostro rifugio di<br />

benessere tra le Dolomiti<br />

L'albergo “Aktiv- & Vitalhotel Erica” è un luogo<br />

speciale, un rifugio di benessere e relax tra le montagne<br />

delle Dolomiti, situato sull'altopiano altoatesino<br />

nella Val d'Ega. Godetevi una vacanza indimenticabile<br />

all'insegna del benessere e del piacere, circondati da<br />

panorami mozzafiato e dalla bellezza dei dintorni.<br />

L<br />

’albergo “Aktiv- & Vitalhotel Erica” offre una vasta gamma<br />

di servizi e attività per soddisfare tutte le vostre esigenze. Se<br />

siete amanti della natura, potrete esplorare i sentieri escursionistici<br />

e vivere avventure emozionanti nella natura incontaminata<br />

delle Dolomiti. Le guide esperte dell’albergo vi accompagneranno<br />

in escursioni guidate, permettendovi di scoprire i tesori<br />

nascosti di questa meravigliosa regione. Se invece preferite il<br />

ciclismo, avrete a disposizione percorsi panoramici che vi condurranno<br />

attraverso paesaggi mozzafiato. Sentirete l’adrenalina<br />

mentre pedalate su strade tortuose e ammirerete viste spettacolari<br />

lungo il percorso. Per coloro che amano il golf, il nostro<br />

hotel si trova nelle vicinanze di campi da golf di prima classe,<br />

dove potrete divertirvi e mettere alla prova le vostre abilità.<br />

La fonte del relax<br />

Dopo una giornata piena di attività, potrete rilassarvi nel<br />

centro benessere dell’albergo, dove vi attendono trattamenti<br />

rigeneranti e massaggi rilassanti. La piscina all'aperto vi offre<br />

una vista panoramica mozzafiato, consentendovi di rinfrescarvi<br />

e di ammirare la bellezza delle montagne circostanti.<br />

<strong>Il</strong> sapore giusto della vita<br />

La cucina è famosa per la sua eccellenza culinaria. Gli chef<br />

preparano piatti deliziosi utilizzando ingredienti locali freschi,<br />

garantendo una vera esperienza gastronomica durante<br />

il vostro soggiorno. Potrete degustare specialità regionali e<br />

piatti internazionali, il tutto accompagnato da una selezione<br />

di vini pregiati.<br />

L’albergo “Aktiv- & Vitalhotel Erica” è un’opzione ideale per<br />

coloro che desiderano trascorrere una vacanza sostenibile. I<br />

proprietari sono impegnati nella protezione dell’ambiente e<br />

nell'utilizzo di pratiche eco-sostenibili. Vengono offerti programmi<br />

speciali per promuovere la consapevolezza ambientale<br />

e gli ospiti sono invitati ad unirsi all’impegno dell’albergo<br />

per un futuro migliore.<br />

<strong>Il</strong> team dell’“Aktiv- & Vitalhotel Erica” vi aspetta per una<br />

vacanza indimenticabile. Scegliete di trascorrere il vostro<br />

tempo nel cuore delle Dolomiti, immergendovi nella bellezza<br />

naturale e godendo di servizi di alta qualità. Prenotate ora<br />

il vostro soggiorno e preparatevi a vivere momenti di pura<br />

felicità e relax.<br />

La fonte del relax<br />

Pura sensazione<br />

di benessere<br />

Aktiv- & Vitalhotel Erica | Famiglia Brunner | 39050 Nova Ponente | Tel. 0039 0471 61 65 17 | info@erica.it | www.erica.it<br />

OFFERTA<br />

• 4 giorni al prezzo di 3 incl. pensione ¾<br />

• Guest Pass Eggental incluso (scoprire la<br />

Val d’Ega e l’Alto Adige con i mezzi pubblici)<br />

• Escursioni guidate con le nostre<br />

guide escursionistiche<br />

• Programma attivo con stretching, ginnastica in<br />

acqua, esercizi per gli addominali e per le gambe<br />

• Momenti di benessere nella nostra oasi wellness<br />

• 2 lezioni di yoga con Sarah (mercoledì e sabato)<br />

4 = 3 giorni „Feel good“ all‘Erica“<br />

a partire da € 470,00/persona per 4 notti


22 Giugno <strong>2023</strong> ESTATE IN MONTAGNA<br />

Foto © IDM Alto Adige, Daniel Geiger<br />

magnifica. Sul versante <strong>sole</strong>ggiato del<br />

Renon si trovano diversi accoglienti<br />

villaggi.<br />

Per gli abitanti di Bolzano,<br />

il Renon è, in un<br />

certo senso, la loro<br />

montagna locale. In<br />

passato, i cittadini<br />

ricchi vi si rifugiavano<br />

per sfuggire<br />

al caldo della città,<br />

proprio perché lassù<br />

le estati sono fresche,<br />

molto più fresche che a<br />

valle. Vi salivano con la ferrovia<br />

a scartamento ridotto, che da<br />

allora è stata sostituita da una comoda<br />

funivia che parte dal centro di Bolzano.<br />

Ma una parte del patrimonio storico è<br />

stata conservata, perché quando si arriva<br />

a destinazione, a Soprabolzano, si<br />

può salire sulla "Rittner Bahnl" (Ferrovia<br />

del Renon). Questa ferrovia a scartamento<br />

ridotto è l’ultima del suo genere<br />

in Alto Adige. Dispone di bellissime automotrici<br />

storiche e di alcune più moderne.<br />

In ogni caso, il viaggio è ripagato,<br />

anche solo per la vista mozzafiato sulle<br />

Dolomiti lungo il percorso. Un’altra attrazione<br />

del Renon sono, ad esempio,<br />

le piramidi di terra nei pressi di Soprabolzano,<br />

Longomoso e Auna di Sotto. Si<br />

tratta di torri di arenaria con un "tetto di<br />

pietra" creato dall’erosione. Merita una<br />

visita anche il Museo delle api, vicino<br />

Costalovara, che illustra l’apicoltura in<br />

Alto Adige. A proposito, Costalovara è<br />

raggiungibile con la Ferrovia del Renon.<br />

Escursioni<br />

e passeggiate<br />

Come il Monzoccolo,<br />

il Renon è un<br />

paradiso per gli<br />

escursionisti che<br />

vogliono godersi<br />

la natura con tutti<br />

i sensi. <strong>Il</strong> Renon è<br />

diventato una meta<br />

popolare anche per gli<br />

amanti della mountain bike<br />

e dell’e-bike. Tuttavia, è vietato andare<br />

in bicicletta sui sentieri più stretti.<br />

<strong>Il</strong> punto più fresco e panoramico in<br />

estate è il Corno del Renon. Una funivia<br />

conduce dalla frazione di Pemmern<br />

alla Punta Lago Nero, dove inizia il bellissimo<br />

sentiero panoramico circolare,<br />

adatto ai passeggini e percorribile in<br />

circa 45 minuti. Ci sono anche tour più<br />

lunghi, uno dei quali conduce alla vetta<br />

con una vista panoramica mozzafiato.<br />

È interessante notare che sul Renon<br />

ci sono anche passeggiate sul modello<br />

della città termale di Merano. Una di<br />

queste, quella che va da Collalbo a Soprabolzano,<br />

porta addirittura il nome<br />

di Sigmund Freud. Più breve è invece<br />

la "Passeggiata Fenn" a Collalbo, mentre<br />

la "Passeggiata Villeggiatura" parte dalla<br />

stazione a monte della funivia e conduce<br />

a Santa Maria Assunta.


Inserzione pubblicitaria 23<br />

Foto © IDM <strong>Südtirol</strong> Harald Wisthaler<br />

Un’estate<br />

di diversità uniche<br />

Residenza vescovile attorno al 550, stazione doganale<br />

nel 1027 e già allora punto d’incontro tra il mondo latino<br />

e quello germanico. Tra il 1350 e il 1550 la città di Chiusa<br />

si adorna poi di ciò che le consente oggi di far parte della<br />

cerchia esclusiva dei borghi più belli d’Italia: edifici ricchi<br />

di elementi decorativi ed erker, dimore dei tanti commercianti<br />

e artigiani divenuti benestanti grazie allo sfruttamento<br />

delle miniere e ai commerci lungo la Val d’Isarco.<br />

Nel Seicento la fondazione del monastero di Sabiona e della<br />

chiesa dei Cappuccini. Nell’Ottocento città d’artisti e oggi,<br />

grazie alla sua posizione strategica, Chiusa si presenta come la<br />

località perfetta per vivere l’estate e l’autunno in tutte le sfumature<br />

possibili, oltre a essere il punto di partenza ideale per<br />

esplorare le bellezze dell’Alto Adige e trascorrere delle vacanze<br />

indimenticabili tra cime, boschi e borghi pittoreschi.<br />

Piacevoli passeggiate attraverso prati e boschi, escursioni in alta<br />

montagna, i piatti tipici della cucina altoatesina; sono questi gli<br />

ingredienti giusti da mettere insieme e da mixare per un’estate<br />

indimenticabile a Chiusa e nei paesi limitrofi: Barbiano, Velturno<br />

e Villandro, raggiungibili a piedi, in bici, in macchina o anche<br />

con i mezzi pubblici. A seconda dei gusti qui si può passare<br />

una vacanza all’insegna del relax passeggiando su pendii dolci<br />

e <strong>sole</strong>ggiati, punteggiati di vigneti e castagneti, boschi di larici<br />

e pascoli, o scoprendo a piedi un ambiente alpino vario e unico<br />

affrontando ogni giorno nuove sfide.<br />

Nelle immediate vicinanze di Chiusa si trova l’Alpe di Villandro,<br />

uno degli alpeggi più grandi e più belli d’Europa, che si<br />

estende ai piedi del monte di Villandro, la cima più meridionale<br />

della cresta orientale delle Alpi Sarentine, i cui tanti sentieri<br />

attraversano tra i 1.700 e i 2.500 metri torbiere e malghe<br />

Foto © Thomas Rötting<br />

passando per laghetti, ruscelli e acquitrini, chiesette e baite,<br />

dove è difficile non fermarsi per godersi un buon piatto di<br />

canederli, dello speck o farsi tentare da una frittata dolce<br />

dal nome Kaiserschmarrn. Lungo il Sentiero Pino Mugo si<br />

può visitare poi una distilleria e scoprire gli effetti benefici di<br />

essenze dall’aroma intenso.<br />

A passeggio tra i pendii della Valle d’Isarco<br />

Più in basso corre il Sentiero del Castagno, che collega Velturno<br />

e Barbiano attraversando bellissimi boschi di latifoglie e<br />

castagni secolari che d’estate regalano frescura, mentre d’autunno<br />

si colorano di una sinfonia di rosso, oro, giallo. Questi<br />

paesi contano migliaia di castagni e sono considerati la patria<br />

del famoso “Törggelen”. Nel periodo del vino nuovo, infatti,<br />

i vecchi masi lungo questo sentiero si trasformano in Buschenschank,<br />

ovvero punti di ristoro, aprendo le loro Stuben a questa<br />

antica tradizione alpina. Vengono preparati deliziosi piatti<br />

contadini realizzati con prodotti a “chilometro zero” e come<br />

gran finale vengono servite, come da tradizione, le caldarroste.<br />

Da Colma, frazione di Barbiano partiva l’antica strada degli<br />

imperatori che portava a Bolzano. Barbiano, è il punto di partenza<br />

per una gita a Tre Chiese, un insieme architettonico unico<br />

in Alto Adige, con le chiesette di Santa Gertrude, San Nicola<br />

e Santa Maddalena - costruite tra il XII e XV secolo – unite tra<br />

loro da un tetto fatto di scandole in legno.<br />

Per gli appassionati di vino, non può mancare una visita nelle<br />

numerose cantine del territorio tra Novacella e Chiusa. L’area<br />

vinicola più settentrionale dell’Italia sorprende per i suoi vini<br />

bianchi aromatici e pluripremiati. Ogni anno l’ultimo fine<br />

settimana di maggio, Chiusa ospita nei suoi suggestivi vicoli<br />

medioevali Sabiona, il Festival del Vino Bianco Valle Isarco.<br />

Chi ha apprezzato questo piccolo angolo di paradiso in<br />

estate o autunno non potrà non tornare anche d’inverno,<br />

coprendo come questo paesaggio possa trasformarsi e nascondersi<br />

sotto una coltre di neve, per offrire agli appassionati<br />

di sport invernali fantastiche opportunità. Ma questa è<br />

un’altra storia…<br />

Società Cooperativa Turistica Chiusa,<br />

Barbiano, Velturno e Villandro<br />

Piazza Mercato 1 | 39043 Chiusa<br />

tel 0472 847 424<br />

info@klausen.it | www.klausen.it


24 ALPE DI SIUSI<br />

Le Panche delle Streghe<br />

sul Monte Bullaccia<br />

Sull’Alpe di Siusi, le singolari formazioni di pietra, le Panche delle Streghe, raccontano<br />

una storia leggendaria. Ma le streghe hanno davvero fatto il diavolo a quattro qui?<br />

<strong>Il</strong> Bullaccia è un monte sul margine<br />

nord-occidentale dell’Alpe di Siusi,<br />

l’alpe più grande d’Europa con i suoi<br />

56 chilometri quadrati. Incorniciato<br />

dagli imponenti massicci dolomitici<br />

dello Sciliar, del Sassolungo e del Sassopiatto,<br />

l’altopiano <strong>sole</strong>ggiato è un<br />

paradiso per gli escursionisti di ogni<br />

età. Secondo la leggenda, un tempo le<br />

streghe dello Sciliar portavano scompiglio<br />

nella regione dolomitica dell’Alpe<br />

di Siusi. E lo facevano sul suggestivo<br />

monte Sciliar, considerato il simbolo<br />

dell’Alto Adige. Ma non solo: si<br />

dice che le streghe si incontrassero<br />

anche sul Monte Bullaccia. Le<br />

Panche delle Streghe ne sarebbero<br />

la testimonianza. O è solo una<br />

leggenda? Un sentiero circolare<br />

conduce alle cosiddette Panche delle<br />

Streghe sul Bullaccia: questa escursione<br />

offre una vista impressionante sui<br />

dintorni dell’Alpe di Siusi e su numerose<br />

montagne nelle immediate vicinanze<br />

e in lontananza.<br />

<strong>Il</strong> sentiero circolare<br />

del Monte Bullaccia<br />

<strong>Il</strong> punto di partenza di questo percorso<br />

è Compatsch, sull’Alpe di Siusi. <strong>Il</strong> paese<br />

è raggiungibile in funivia da Siusi in<br />

circa dodici minuti. In direzione nord,<br />

seguite il segnavia “14” e “PU” fino a<br />

circa 2000 m di altitudine. Una volta<br />

raggiunto questo punto, inizia un bellissimo<br />

sentiero relativamente pianeggiante<br />

attraverso i prati alpini del Bullaccia.<br />

A più riprese si schiude una splendida<br />

vista sui villaggi di Castelrotto e Laion<br />

nella Valle Isarco, sui pascoli di Marinzen,<br />

sulla Val Gardena e sul panorama<br />

Foto © Seiser Alm, Annemarie Obexer<br />

montano circostante. L’intero sentiero<br />

circolare è lungo circa nove chilometri e<br />

può essere percorso in tre ore. Un’attrazione<br />

speciale di questa escursione sono<br />

le leggendarie Panche delle Streghe.<br />

Dove siedono le streghe<br />

Le Panche delle Streghe sono colonne<br />

basaltiche pentagonali in porfido<br />

di augite che, per la loro forma insolita<br />

ma naturale, ricordano delle sedie<br />

pietrificate. Per questo motivo, in gergo,<br />

venivano chiamate “panche delle<br />

streghe”. Oggi, numerose leggende e<br />

miti circondano questa popolare meta<br />

escursionistica. Un cartello in legno vicino<br />

all’albergo di montagna Bullaccia<br />

alimenta l’immaginazione: si dice che<br />

la strega capo si sedesse volentieri sulle<br />

panche delle streghe e lasciasse vagare<br />

lo sguardo sul panorama. Presso<br />

le panche delle streghe, le streghe<br />

dello Sciliar si riuniscono di notte<br />

per volare con un urlo chiassoso<br />

formando un’orda unita sull’Alpe<br />

di Siusi verso lo Sciliar, il leggendario<br />

e imponente massiccio calcareo.<br />

Ogni volta che si scatena<br />

una tempesta nella zona dell’Alpe<br />

di Siusi, viene naturalmente attribuita<br />

alle streghe dello Sciliar.<br />

Luogo di culto del dio <strong>sole</strong>?<br />

È vero che nel XVI secolo – tra il 1506<br />

e il 1510 – nella regione dello Sciliar, e<br />

più precisamente nel castello di Presule,<br />

ci furono processi alle streghe storicamente<br />

documentati, in cui 30 persone<br />

furono condannate a morte. Tuttavia,<br />

questo triste capitolo della storia non<br />

ha nulla a che vedere con le Panche delle<br />

Streghe del Monte Bullaccia. Oggi si<br />

presume che sul sito delle colonne di


Giugno <strong>2023</strong><br />

25<br />

Foto © IDM Alto Adige, Harald Wisthaler<br />

basalto del Bullaccia ci fosse un antico<br />

luogo di culto, eretto in onore di un dio<br />

del <strong>sole</strong>. Ma chi è stato in montagna o<br />

sull’Alpe di Siusi durante una tempesta<br />

non avrà difficoltà a capire che attorno<br />

alle Panche delle Streghe sono nate<br />

diverse leggende. Esse si concentrano<br />

sull’impotenza dell’uomo di fronte alla<br />

forza della natura. In ogni caso, le Panche<br />

delle Streghe del Bullaccia sull’Alpe<br />

di Siusi sono un monumento naturale<br />

da vedere.


26 XXXXXXX<br />

Racines: per amanti<br />

delle passeggiate e scalatori<br />

Le quasi 30 malghe del comprensorio<br />

escursionistico di Racines possono<br />

essere la partenza, una tappa o<br />

l’arrivo di escursioni indimenticabili.<br />

Ce n’è per tutti i gusti, dalle passeggiate<br />

comode ai più impegnativi<br />

percorsi in montagna.<br />

Chi ha una buona resistenza non<br />

può lasciarsi sfuggire il rifugio<br />

Bicchiere a quota 3.195 m. È il rifugio<br />

più alto dell’Alto Adige e da lì si<br />

gode un panorama da sogno: quello<br />

dell’imponente mondo dei ghiacciai.<br />

In mezzo alla natura<br />

Ma non bisogna limitarsi all’alta montagna:<br />

il mondo montano di Racines<br />

merita assolutamente di essere esplorato<br />

anche sotto le sue vette più alte.<br />

L'impianto di risalita porta fin sopra i<br />

2.000 metri e apre le porte a un mondo<br />

straordinario, con attrattive per<br />

giovani e meno giovani. <strong>Il</strong> Percorso<br />

Mondo-Avventura porta alla scoperta<br />

del curioso mondo delle formiche e<br />

delle marmotte e insegna molte cose<br />

ai bambini, entusiasmandoli. E perché<br />

non scoprire la Val Racines con una<br />

delle numerose passeggiate a tema per<br />

famiglie?<br />

A tu per tu con la<br />

forza dell’acqua<br />

Un altro luogo da visitare assolutamente<br />

è la fragorosa gola di Stanghe.<br />

Arrivare in<br />

paradiso!<br />

Vacanze nella<br />

Val Ridanna.<br />

www.sonklarhof.com


RACINES Giugno <strong>2023</strong> 27<br />

Le Cascate di Stanghe ti regalano<br />

un'escursione tra passerelle e ponti.<br />

Castel Wolfsthurn è un castello in stile<br />

barocco situato su una collina sopra Mareta.<br />

Ponti e passerelle discendono lungo la<br />

gola del fiume Racines e fanno vivere<br />

da vicino questo scenario naturale unico.<br />

La cascata è circondata da pareti di<br />

imponente marmo bianco-verde.<br />

Visitare meraviglie<br />

Anche culturalmente Racines ha molto<br />

da offrire, per esempio castel Wolfsthurn<br />

a Mareta, con il Museo provinciale<br />

della caccia e della pesca. <strong>Il</strong><br />

castello barocco offre uno sguardo<br />

privilegiato sulla vita della famiglia<br />

nobile che un tempo lo abitava.<br />

L’avventura che vi attende nelle gallerie<br />

e negli impianti di lavorazione del<br />

Museo Provinciale Miniere Ridanna,<br />

poi, è straordinaria: il trenino della<br />

miniera vi porterà all’interno della<br />

montagna agli anni intorno al 1700.<br />

Con i suoi paesaggi mozzafiato, la<br />

sua storia e la sua cultura e le innumerevoli<br />

escursioni possibili, Racines<br />

offre più di una semplice vacanza.<br />

Con la famiglia, in coppia o<br />

da soli, rimarrete entusiasti della sua<br />

bellezza e della sua varietà.<br />

Lusso silenzioso<br />

Inserzione pubblicitaria<br />

Non basta essere migliori, bisogna essere diversi!<br />

Con questo leitmotiv, l’hotel “Jaufentalerhof” della<br />

famiglia Girtler ha in serbo per i suoi ospiti momenti di<br />

vacanza indimenticabili.<br />

cominciare dalla posizione nella più tranquilla delle<br />

A tre valli di Racines, che ha dato anche il nome all’hotel.<br />

Al riparo dal traffico e dalle roccaforti turistiche, tra<br />

boschi di conifere, prati alpini e cime montuose, gli ospiti<br />

del Jaufentalerhof possono godere di un lusso silenzioso,<br />

nel vero senso della parola, ma anche di esperienze uniche<br />

nella natura.<br />

Tra le altre, questo Wanderhotel mette a disposizione degli<br />

ospiti, per le escursioni guidate, “uno zaino pieno, dello<br />

speck e un bicchiere di vino”. O che ne dite di una partita di<br />

golf sul campo di Vipiteno?<br />

E dopo l’esercizio nella natura? <strong>Il</strong> benessere in montagna è<br />

all’ordine del giorno, ad esempio nella sauna “HornWeiß<br />

ALP” con sauna finlandese panoramica, bagno turco, biosauna<br />

e cabina a infrarossi. Con un grande appetito, ci si reca<br />

nella sala da pranzo, dove vengono servite prelibatezze regionali,<br />

molte delle quali provenienti dall’orto dell’hotel: esperienze<br />

gastronomiche con un’ospitalità genuina!<br />

Hotel Jaufenthalerhof **** Famiglia Girtler<br />

val Giovo, 53 | 39040 Racines<br />

tel +39 0472 765 030<br />

info@jaufenthalerhof.com | www.jaufenthalerhof.com<br />

Foto © Hannes Niederkofler<br />

Foto © Hannes Niederkofler


Cosa e dove in Alto Adige<br />

Passo<br />

Resia<br />

Glorenza<br />

Etsch<br />

Merano<br />

Müstair<br />

Trento/Verona<br />

Legenda<br />

Alcune Distanze<br />

Cittá<br />

linea ferroviaria<br />

autostrada<br />

Alberghi<br />

(con riferimento<br />

alla pagina)<br />

Associazioni<br />

turistiche<br />

Palermo - Bolzano 1.538 km<br />

Bari - Bolzano 952 km<br />

Napoli - Bolzano 842 km<br />

Roma - Bolzano 649 km<br />

Firenze - Bolzano 473 km<br />

Venezia - Bolzano 269 km<br />

Milano - Bolzano 275 km<br />

Verona Bolzano 159 km<br />

”Stoanerne Mandlen“ - Omini di pietra<br />

13<br />

14 C3<br />

16<br />

C3<br />

C3<br />

C3<br />

C3<br />

C3<br />

C3<br />

15<br />

12 C3<br />

C2<br />

C3 11<br />

C3<br />

C3<br />

C3<br />

9<br />

Foto © IDM Alto Adige, Marion Lafogler<br />

<strong>Il</strong> campanile sommerso<br />

Brennero<br />

26<br />

Vipiteno<br />

27<br />

Chiusa<br />

7<br />

19<br />

Bolzano<br />

C3<br />

22<br />

Laives<br />

C3<br />

21<br />

C3<br />

23<br />

Lago<br />

di Neves<br />

Lago di Anterselva<br />

Brunico<br />

Bressanone<br />

Associazioni turistiche<br />

14 Ufficio turistico di Scena<br />

16 Associazione Turistica Tirolo<br />

Società Cooperative Turistica Chiusa,<br />

23<br />

Barbiano, Velturno e Villandro<br />

Foto © Seiser Alm, Annemarie Obexer<br />

Le Panche delle Streghe<br />

29 C3<br />

32<br />

31<br />

33<br />

25<br />

Aurino<br />

Val di Riva<br />

Valle Aurina<br />

C2<br />

C3<br />

C3<br />

C3<br />

C3 C3<br />

C3<br />

C3<br />

C3<br />

C3<br />

Aurino<br />

C3<br />

C4<br />

38<br />

37<br />

Sillian<br />

Lago di Landro<br />

Cortina/Venezia<br />

Alberghi<br />

C2 Hotel Chalet Mirabell<br />

7 Hotel Saltus<br />

9 Alpin Spa Hotel Post<br />

11 Hotel Terme Merano<br />

12 Hotel Ansitz Plantitscherhof<br />

13 Andreus Resorts<br />

15 Hotel Lagrein<br />

19 Hotel Belvedere<br />

21 Aktiv- & Vitalhotel Erica<br />

22 Hotel Città<br />

25 Spa Resort Albion<br />

26 Hotel Sonklarhof<br />

27 Hotel Jaufenthalerhof<br />

29 Chalet Valsegg<br />

31 Falkensteiner Family Resort Lido<br />

32 Hotel Leitner<br />

33 Hotel Rommisa<br />

37 Post Dolomiti Resorts<br />

38 Hotel Santer<br />

C3 Belvita Hotels<br />

C4 Tratterhof Mountain Sky Hotel<br />

C2 = 2° di copertina / C3 = 2° di copertina / C4 = Ultima di copertina<br />

Lago di Anterselva


Giugno <strong>2023</strong><br />

29<br />

WWW.VALSEGG.IT<br />

Foto © Benno Prenn<br />

Foto © Helmuth Rier<br />

Foto © Hannes Niederkofler<br />

Fotos © Helmuth Rier<br />

Un luogo speciale. Tranquillo e sereno.<br />

Lontano dalla vita quotidiana, ai margini della foresta.<br />

Un vero lusso a contatto con la natura.<br />

Semplice, onesto e autentico, e soprattutto sostenibile!


30 VAL PUSTERIA<br />

A piedi,<br />

in bici o a<br />

cavallo<br />

La val Pusteria si può dividere in Bassa Pusteria, da Bressanone<br />

a Brunico, e Alta Pusteria, da Brunico al confine con l’Austria.<br />

Mentre l‘Alta Pusteria ha un carattere piuttosto alpino,<br />

in Bassa Pusteria ci sono grandi, incantevoli prati verdi e le<br />

località più <strong>sole</strong>ggiate dell’Alto Adige, come Terento.<br />

continua a pagina 22<br />

Fotos © IDM Alto Adige, Thomas Grüner


Foto © Hannes Niederkofler<br />

Inserzione pubblicitaria 31<br />

Foto © Hannes Niederkofler<br />

Una vacanza a misura di famiglia<br />

Avventura, sport e divertimento raggiungono un nuovo<br />

livello al Falkensteiner Family Resort Lido, tra parchi<br />

divertimento panoramici, lunghi scivoli coperti, architettura<br />

all’avanguardia e un’offerta gastronomica che<br />

unisce tradizione e innovazione. Un’esperienza sorprendente<br />

per bambini e adulti che regala giorni felici<br />

alle porte delle Dolomiti.<br />

Immerso tra gli incantevoli paesaggi della Val Pusteria, il<br />

Falkensteiner Family Resort Lido è un vero paradiso per<br />

le vacanze family friendly che, fedele al motto “Welcome<br />

Home”, promette giorni felici per tutta la famiglia. Tra architettura<br />

all’avanguardia e un’offerta di divertimento unica, il<br />

resort rappresenta un nuovo punto di riferimento per quanto<br />

riguarda attività ed attrazioni da vivere. Al fascino delle Dolomiti<br />

si unisce una proposta di ospitalità di livello superiore:<br />

più di 7000 m 2 tra spazi all'aperto e aree interne dedicate ai<br />

più piccoli, il nuovo concept gourmet “12 masi” e un ampio<br />

spazio benessere dove anche i genitori possono godersi una<br />

pausa rigenerante.<br />

Una nuova dimensione di divertimento e avventura<br />

L’esperienza più sorprendente è il Rooftop Sky Adventure<br />

Park, unico nel suo genere in Europa, che trasforma il tetto<br />

dell’hotel in un vero e proprio parco divertimenti. Protagonista<br />

di questo spazio è Valo Jump, una piattaforma con trampolino<br />

interattivo dove i ragazzi possono sentirsi veri supereroi<br />

saltando verso l'alto attraverso le cime degli alberi e le<br />

nuvole, grazie all’interazione con un touch wall. Sul rooftop<br />

l’avventura e l’azione superano ogni immaginazione: è possibile<br />

giocare a calcio e basket, gareggiare con le Bobby Car o<br />

Foto © Hannes Niederkofler<br />

godersi la pista da sci lunga 150 m, aperta tutto l'anno. Dal<br />

tetto si scende direttamente con lo scivolo coperto più grande<br />

dell’Alto Adige nel parco acquatico di nuova concezione, per<br />

poi riprendere le energie nella piscina a sfioro e sulle sponde<br />

dell’ampio lago naturale con spiaggia di sabbia.<br />

Oltre alle esperienze adrenaliniche, un team di animatori professionisti<br />

si prende cura dei piccoli ospiti 7 giorni su 7, proponendo<br />

un ricco programma settimanale di edutainment per<br />

tutte le età. Un’attenzione particolare è riservata ai piccolissimi<br />

per i quali è disponibile una cucina attrezzata H24 e un baby kit.<br />

Dopo aver fatto il pieno di divertimento in hotel, è tempo di<br />

partire alla scoperta dei dintorni, ricchi di bellezze naturali.<br />

Grazie ai preziosi consigli dell’Entertainment Concierge,<br />

ogni famiglia può scegliere il suo programma preferito.<br />

L’autentica cucina regionale dei 12 masi<br />

<strong>Il</strong> resort ha introdotto nuovi standard anche in cucina: qui<br />

la proposta sostenibile dell'Alto Adige diventa una raffinata<br />

esperienza di gusto, grazie alla sapiente fusione dei sapori<br />

alpino-mediterranei. <strong>Il</strong> nuovo concetto gourmet recupera<br />

un’antica tradizione della casa madre, facendo rivivere la<br />

cucina regionale dei 12 masi di un tempo. Un omaggio al<br />

territorio di cui sono protagonisti i migliori ingredienti locali,<br />

oltre naturalmente ai selezionati fornitori da cui provengono.<br />

<strong>Il</strong> classico buffet lascia il posto a stazioni di live cooking che<br />

permettono agli ospiti di partecipare alla preparazione dei<br />

piatti. Anche qui i più piccoli sono i protagonisti con l’offerta<br />

dedicata del Falky Restaurant, dove condividere il momento<br />

del pasto con i nuovi amici.<br />

La prossima vacanza, meravigliosamente accogliente<br />

Le camere e suite familiari di design, dall’atmosfera calda e<br />

accogliente, rendono ancora più confortevole il soggiorno in<br />

famiglia. Prenotare la prossima vacanza è ancora più facile<br />

con la speciale promozione “Sunshine Special -15%”!<br />

Falkensteiner Family Resort Lido **** S<br />

via Stazione, 7 | 39030 Casteldarne<br />

tel 0474 562 222<br />

reservations.lido@falkensteiner.com<br />

www.falkensteiner.com/lido


32 VAL PUSTERIA<br />

Foto © IDM Alto Adige, Alex Filz<br />

Da Terento, un sentiero adatto alle<br />

famiglie conduce alle piramidi di<br />

terra, raggiungibili in circa 40 minuti<br />

di cammino fra prati verdi e lungo un<br />

torrentello. A chi ha un po’ più di tempo<br />

consigliamo il sentiero didattico dei<br />

mulini lungo il Terner.<br />

Le passeggiate, le escursioni<br />

in alta montagna e la pista<br />

ciclabile della Val Pusteria<br />

minate e gite in montagna.<br />

Ci sono passeggiate comode<br />

che costeggiano<br />

torrenti, biotopi, laghi,<br />

ma si possono<br />

anche fare tour di<br />

più giorni in alta<br />

montagna (preferibilmente<br />

con una<br />

guida alpina).<br />

Questo è il posto<br />

giusto anche per chi al<br />

“cavallo di san Francesco”<br />

La val Pusteria e le sue valli laterali<br />

offrono numerose possibilità di campreferisce<br />

i pedali: sulla pista<br />

ciclabile della val Pusteria,<br />

lunga 105 chilometri,<br />

si possono<br />

fare molti itinerari<br />

diversi, in un paesaggio<br />

variegato.<br />

C’è di tutto, dai<br />

tracciati più comodi<br />

ai percorsi<br />

più impegnativi. Per<br />

esempio si può organizzare<br />

la gita in tre tappe: la<br />

L’estate che vorreste…<br />

Se, pensando alla vacanza perfetta, avete subito in mente la pace della natura, i paesaggi di<br />

montagna e i comfort di un hotel intimo e familiare, veniteci a trovare in Val Pusteria.<br />

-5%<br />

con il codice<br />

Summerspecial<br />

su un minimo<br />

di 4 notti<br />

HOTEL LEITNER 39037 Rio di Pusteria - Alto Adige T. 0472 849 755 info@hotel-leitner.com www.hotel-leitner.com


<strong>Il</strong> lago di Anterselva<br />

<strong>Il</strong> lago di Braies<br />

prima da Rio di Pusteria a Brunico, la<br />

seconda da Brunico a San Candido e la<br />

terza da San Candido al Tirolo dell’Est,<br />

con destinazione finale Lienz.<br />

A cavallo<br />

Con un trekking a cavallo si possono<br />

scoprire baite rustiche e malghe meravigliose.<br />

I numerosi maneggi della val<br />

Pusteria offrono di tutto sia per bambini<br />

che per adulti, dalla gita in sella<br />

a un pony alla lezione di equitazione.<br />

Gli appassionati di cavalli rimangono<br />

sempre entusiasti, in estate come in inverno.<br />

La tenda degli indiani, il tiro a<br />

segno e il falò sono un’esperienza molto<br />

speciale, soprattutto per i bambini.<br />

Nei mesi invernali la gente ama molto<br />

solcare con la slitta tirata dai cavalli il<br />

romantico, paesaggio completamente<br />

innevato.<br />

Laghi e piscine<br />

In piena estate le acque della val Pusteria<br />

hanno una temperatura piacevole e<br />

i laghi di montagna sono stupendi con<br />

la loro acqua cristallina. Laghi grandi<br />

e piccoli offrono molte possibilità: gite<br />

in barca, surf, nuoto. Si possono noleggiare<br />

imbarcazioni elettriche, a motore<br />

e pedalò; il lago di Braies e il lago di<br />

Anterselva sono perfetti anche per gli<br />

amanti del windsurf.<br />

Oltre ai laghi, vi attendono molte modernissime<br />

piscine esperienziali? e per<br />

il nuoto.<br />

La val Pusteria offre davvero tante possibilità<br />

per godersi una vacanza rigenerante!<br />

Fotos © Armin Huber<br />

Gioia e Delizia<br />

Fam. Niederwolfsgruber-Carli | Via St. Nikolaus 11 | I-39030 Vila di Sopra | Perca | Tel. +39 0474 401 202 | info@rommisa.com | www.rommisa.com


34 Giugno <strong>2023</strong><br />

AKTUELL


AKTUELL Giugno <strong>2023</strong> 35<br />

PLAN DE CORONES 35<br />

Alla scoperta<br />

della natura<br />

a Plan de Corones<br />

È la meta ideale per trascorrere le vacanze estive, godersi appieno<br />

quello che la montagna può offrire: sport estivi,<br />

romantiche passeggiate, viste mozzafiato,<br />

buona cucina e tutto il fascino del tradizionale<br />

clima altoatesino. Stiamo<br />

parlando della Regione Turistica<br />

del Plan de Corones, nel<br />

cuore della val Pusteria,<br />

in Alto Adige.<br />

Foto © IDM Alto Adige, Laurin Moser


36 Giugno <strong>2023</strong><br />

PLAN DE CORONES<br />

Rinomata per ospitare uno dei<br />

comprensori sciistici più moderni<br />

dell’arco Alpino, è una regione turistica<br />

unica, con tante proposte per tutta<br />

la famiglia, per divertirsi e rilassarsi anche<br />

nella bella stagione.<br />

Per trascorrere delle vacanze estive<br />

all’insegna delle escursioni, la verde<br />

Regione Turistica di Plan de Corones<br />

soddisfa tutti i desideri. A stretto<br />

contatto con la natura incontaminata<br />

della val Pusteria, ci si potrà cimentare<br />

in esperienze escursionistiche che<br />

vi faranno innamorare di questo territorio.<br />

Circondati dalle riserve naturali di Fanes-Senes-Braies,<br />

Puez-Odle e Vedrette<br />

di Ries-Aurina vi attendono ben tre<br />

parchi naturali il cui paesaggio non ha<br />

eguali. Ampie distese e incantevoli valli<br />

laterali, fitte foreste e vasti pascoli<br />

alpini, cime scoscese e suggestivi altopiani<br />

di montagna, fragorose cascate e<br />

laghi cristallini da sogno: l’affascinante<br />

mondo alpino delle Dolomiti invita a<br />

intraprendere attività indimenticabili<br />

lungo numerosi sentieri escursionistici<br />

ben segnalati.<br />

Tanti percorsi per camminare<br />

Un emozionante percorso adatto a<br />

tutta la famiglia è il sentiero "Cascata<br />

Egger" nella Valle Anterselva, una<br />

passeggiata di 23 minuti della distanza<br />

di 0,7 km con inizio nella località<br />

di Anterselva di Mezzo (area sportiva)<br />

e che conduce Masi Egger. Una volta<br />

raggiunto un suggestivo ponte si proseguirà<br />

lungo il ruscello Egger fino ad<br />

arrivare all’incantevole cascata che vi<br />

lascerà a bocca aperta.<br />

Per chi volesse un percorso più lungo<br />

ma sempre di bassa difficoltà, una<br />

volta arrivati ai Masi Egger, prendendo<br />

la strada a destra e proseguendo<br />

per 45 minuti si arriverà alla cascata<br />

Klammbach, sotto la Malga Berger, per<br />

una distanza totale di 1,7 km.<br />

Se volete salire in quota, il Sentiero<br />

circolare Concordia 360° fa al caso vostro.<br />

Situato a 2.275 m di altitudine,<br />

è percorribile in un’ora di cammino<br />

andata e ritorno. È un tragitto facile<br />

e alla portata di tutti (anche con il<br />

passeggino) intorno alla cima del Plan<br />

de Corones con partenza dalla campana<br />

Concordia, in cima al Plan de<br />

Corones. <strong>Il</strong> percorso circolare rende<br />

omaggio ad un panorama circostante<br />

fantastico: le Dolomiti a sud e la cresta<br />

principale delle Alpi a nord.<br />

Sarà possibile raggiungere e visitare<br />

i prestigiosi musei “Messner Mountain<br />

Museum Corones“, dedicato alle<br />

leggende dell’alpinismo, inaugurato<br />

nell’estate del 2015 dal prestigiosissimo<br />

architetto Zaha Hadid e il “Museo LU-<br />

MEN”, che ripercorre la storia della fotografia<br />

di montagna, dagli esordi fino<br />

ad oggi. Durante il cammino, lungo il<br />

sentiero si trovano inoltre diversi punti<br />

panoramici che mostrano l'insuperabile<br />

individualità del paesaggio, disegnato<br />

e abilmente messo in scena dall'artista<br />

locale Helmuth Pizzinini. Che si tratti<br />

di un’avventura tra le impressionanti<br />

pareti rocciose, o di percorrere sentieri<br />

adatti a tutta la famiglia che conducono<br />

alle tipiche malghe della val Pusteria o,<br />

ancora, andare alla scoperta dei tesori<br />

naturali e culturali di questo territorio,<br />

vi invitiamo ad immergevi nel mondo<br />

escursionistico di Plan de Corones, lasciandovi<br />

sorprendere dalla natura variopinta<br />

che ha da offrirvi!<br />

Sentiero panoramico Concordia 360°<br />

Cascata Klammbach nella Valle Anterselva


Foto © Alex Filz<br />

Foto © Hannes Niederkofler<br />

Inserzione pubblicitaria 37<br />

Vacanze esclusive ai<br />

Post Dolomiti Resorts a San Candido<br />

Nel cuore di San Candido trovate vacanze esclusive<br />

in coppia o in famiglia. Posizione unica, accoglienza e<br />

professionalità, con uno stile impeccabile. I Post Dolomiti<br />

Resorts in Alta Pusteria sanno qual è il segreto<br />

per rendere felici i propri ospiti.<br />

La struttura di design e per soli adulti Post Hotel in pieno<br />

centro a San Candido è il luogo ideale per trascorrere una<br />

vacanza di benessere e di charme da soli o in coppia, mentre<br />

a Versciaco, direttamente sulle piste e vicino ai comprensori<br />

di risalita, il Post Alpina è il primo villaggio alpino dell’Alto<br />

Adige che offre un’oasi di divertimento e relax per grandi e<br />

piccini, da vivere in appartamento o in uno degli chalet.<br />

Posizione unica e vicinanza alle piste, oltre alle migliori zone<br />

per praticare attività outdoor sia in inverno che in estate: i<br />

Post Dolomiti Resorts sono la scelta ideale per una vacanza<br />

esclusiva all’insegna del benessere e del relax in Alta Pusteria.<br />

<strong>Il</strong> gruppo, che comprende le strutture quattro stelle Superior<br />

Post Hotel e Post Alpina, permette di scegliere la soluzione più<br />

adatta sia a chi vuole regalarsi un soggiorno esclusivo da solo o<br />

in coppia, sia per chi ama le vacanze in famiglia. Ad accogliere<br />

gli ospiti, il calore e la professionalità della famiglia Wachtler,<br />

che dal 1926 è il simbolo di un’ospitalità d’eccellenza.<br />

Un’oasi di tranquillità<br />

Inaugurato nel 1926 e ristrutturato completamente nel<br />

2014, il Post Hotel – Tradition&Lifestyle, nel cuore di San<br />

Candido, è oggi una struttura di design per soli adulti in<br />

cui stile di vita moderno e tradizione si combinano alla perfezione.<br />

Da soli o in coppia, il Post Hotel è il luogo ideale<br />

per chi ama uscire e trovarsi in pieno centro, così come un<br />

ottimo rifugio per trascorrere una vacanza romantica o ritrovare<br />

sé stessi: gli interni ricchi di gusto, lo stile selezionato<br />

e un tocco di lusso e fascino creano l’ambiente adatto<br />

per abbandonarsi al relax. Dotato di 9 suite e 32 camere, la<br />

struttura offre un’area wellness composta da diverse saune,<br />

con sauna finlandese e bagno turco, doccia vitale, piscina<br />

coperta e riscaldata, 2 aree relax, spa e terrazza panoramica.<br />

Da giugno <strong>2023</strong>, il Post Hotel apre le porte ad un nuovo<br />

spazio esclusivo dedicato al relax e alla rigenerazione, il<br />

SECRET GARDEN, un luogo dallo stile unico circondato<br />

da motivi magici e da piante, dove potersi godere un aperitivo,<br />

riposare o meditare.<br />

Tempo per la famiglia<br />

A Versciaco, il Post Alpina – Family Mountain Chalets è il<br />

primo villaggio alpino dell’Alto Adige che, dal 2006, fa la<br />

felicità di grandi e piccini. Composto da un edificio principale,<br />

in cui si trovano 22 suite, il Post Alpina è circondato, da<br />

10 splendidi chalet con 33 appartamenti arredati con cura e<br />

amore, dove sentirsi a proprio agio come a casa. Miniclub e<br />

teenieclub, centro benessere con piscine e sauna per famiglie,<br />

animazione e relax per mamma e papà nella SPA “Vita Alpina”:<br />

la struttura offre tutto ciò che si può desiderare da una<br />

vacanza in famiglia, ognuno è al centro dell’attenzione, dai<br />

più piccoli ai loro genitori, passando per i teenager. <strong>Il</strong> Post Alpina,<br />

inoltre, gode di una posizione invidiabile direttamente<br />

sulle piste da sci e vicina agli impianti di risalita del comprensorio<br />

sciistico ed escursionistico 3 Cime Dolomiti.<br />

Post Dolomiti Resorts **** s Famiglia Wachtler<br />

39038 San Candido<br />

tel 0474 913 133<br />

info@posthotel.it | www.posthotel.it<br />

Foto © Alex Filz<br />

Foto © Alex Filz


38<br />

Inserzione pubblicitaria<br />

Foto © Tauderer Harald<br />

Foto © Arnold Ritter<br />

Un’oasi di benessere tra le Dolomiti<br />

Wellness Lodge ai piedi delle Tre Cime, punto di partenza<br />

per le escursioni nel patrimonio Unesco e punto<br />

di ritorno per soggiorni di grande relax, tra 3000 m²<br />

di wellness, ospitalità famigliare e cucina tipica: è il<br />

Romantik Hotel Santer a Dobbiaco nella Val Pusteria.<br />

Tra la deliziosa Dobbiaco – “La porta delle Dolomiti” – e<br />

il pittoresco Lago di Dobbiaco, sulla strada che porta alle<br />

maestose Tre Cime di Lavaredo (uno dei simboli dell’Alto<br />

Adige), sorge il Romantik Hotel Santer, un raffinato 4 stelle<br />

Adults Only votato al benessere, in tutte le sue accezioni.<br />

La passione per l'ospitalità della famiglia Santer trasforma<br />

l'atmosfera in un ambiente accogliente. Le camere e le suite,<br />

arredate con grande attenzione ai dettagli, sono invitanti.<br />

Dall'economia al lusso, ce n'è per tutti i gusti.<br />

Foto © Manuel Kottersteger<br />

Un esperienza di benessere esclusivo<br />

Fiore all’occhiello dell’hotel è la spa di 3000 m², oasi in cui rigenerarsi<br />

tra saune e zone relax, dove spiccano la piscina esterna<br />

e la nuova sauna panoramica, che offrono una vista mozzafiato<br />

sulle vette. E ancora piscina indoor, vasca idromassaggio e un<br />

mondo di saune: finlandese a 90° e a 75° C, sauna aromatica e<br />

all'abete bagno turco, hammam, “Kraxenofen”, cabina di inalazione<br />

salina, sala Swarowski con sedie a raggi infrarossi, vasche<br />

Kneipp e varie zone relax.<br />

NOVITÀ per l’estate <strong>2023</strong>…<br />

… la nuova piscina “Sole-Sport outdoor pool” – piscina esterna<br />

di 20 x 5 m riscaldata con acqua salina, con una splendida vista<br />

sulle Dolomiti. Inoltre, l’area beauty e massaggi offre numerosi<br />

pacchetti benessere e bellezza formulati secondo le esigenze di<br />

ogni ospite. L’albergo è il punto di partenza ideale per splendide<br />

gite in bici o a piedi di ogni livello, anche grazie alle tre funivie –<br />

Monte Baranci, Monte Elmo e Croda Rossa – che permettono<br />

di arrivare subito in quota. Disponibili anche escursioni guidate<br />

e Nordic walking attraverso la val di Landro o verso il lago di<br />

Braies, il famoso set naturale della fiction televisiva “Un passo<br />

dal Cielo”. A tavola, al ristorante Santer, la protagonista è la<br />

cucina tipica con ricette locali e piatti contadini a base di carne<br />

biologica – che giunge direttamente dall’allevamento di famiglia<br />

- prodotti del territorio e selvaggina del luogo (cacciata dal<br />

papà Herbert). A disposizione anche il Bistro Lounge Bar per<br />

gustare deliziosi piatti à la carte dalle ore 12 alle 17. Questo è<br />

puro relax per corpo, mente e anima...<br />

www.hotel-santer.com<br />

PRENOTA<br />

ADESSO<br />

3.000 M²<br />

WELLNESS & SPA<br />

NOVITÀ: DA LUGLIO <strong>2023</strong><br />

PISCINA ESTERNA 20 X 5 M<br />

CON ACQUA SALINA<br />

- piscina esterna riscaldata con<br />

idromassaggio “Relax”<br />

- piscina coperta<br />

- sauna finlandese, sauna con aromaterapia,<br />

bagno turco, sauna all’abete, cabina<br />

di inalazione salina, cabina a raggi<br />

infrarossi, idromassaggio, percorso Kneipp<br />

- nuova sauna panoramica<br />

- ampia scelta di trattamenti estetici<br />

e benessere<br />

Adults<br />

only<br />

12 ANNI +


AKTUELL Giugno <strong>2023</strong> 39<br />

brandnamic.com | Photo: Belvita Hotel Alpin Panorama Hotel Hubertus (Archivio)<br />

Un sogno a occhi aperti.<br />

Belvita.<br />

Scenari di infinita bellezza per momenti di sconfinato benessere. Nei 30 migliori<br />

hotel wellness in Alto Adige. Belvita Leading Wellnesshotels <strong>Südtirol</strong>.<br />

belvita.it


40 Giugno <strong>2023</strong><br />

AKTUELL<br />

La pace dei sensi.<br />

Nel cuore della natura.<br />

La sensazione di fluttuare tra le nuvole. Davanti agli occhi,<br />

le maestose Dolomiti. E all’orizzonte, una vacanza in<br />

paradiso. Ascoltate il silenzio del bosco, immergetevi nei<br />

profumi della natura e lasciatevi avvolgere dall’atmosfera<br />

del Tratterhof. Un’oasi di pace in Alto Adige dove il tempo<br />

si dissolve.<br />

Suite panoramiche tingono d’oro i vostri sogni. La Monte<br />

Silva Mountain Spa infonde leggerezza e benessere. Piatti<br />

gourmet rivelano il sapore della tradizione. Qui, a Maranza,<br />

in un paradiso da vivere. A 1 500 metri. A un passo dal cielo.<br />

brandnamic.com | Foto: Tratterhof Mountain Sky Hotel (Günter Standl, Marika Unterladstätter, archivio)<br />

Tratterhof Mountain Sky Hotel<br />

Famiglia Gruber-Hinteregger<br />

Via Großberg, 6<br />

39037 Rio di Pusteria – Maranza<br />

Alto Adige – Italia<br />

T +39 0472 520108<br />

info@tratterhof.com<br />

www.tratterhof.com

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!