Napoleone Al Cinema

napoleonaigle

Napoleone Al Cinema

Napoleone non sa che il giovane, imbevuto di idee giacobine, lo

considera un despota che ha tradito gli ideali rivoluzionari e ha progettato

di ucciderlo. L’attentato non viene compiuto perché Martino resta

affascinato dalla personalità, dal carisma, dalla familiarità e semplicità

dell’uomo che in vent’anni ha trasformato l’Europa. 39

Nel film si alternano episodi brillanti e boccacceschi protagonista la

baronessa Emilia (Monica Bellucci), moglie di un funzionario borbonico

e amante di Martino, con episodi di profonda intensità come nel caso

dalla visita di Napoleone al Santuario della Madonna del Monte, dal

quale scorge con commozione le coste della Corsica.

Il film mostra un Napoleone umanizzato che, partito fanciullo da

un’isola, vive un momentaneo periodo di tranquillità in una seconda

isola, ignaro che una terza isola lo attende, ultima tappa di una fantastica

esistenza.

Per concludere questa rapida escursione tra i più significativi film

napoleonici, vorrei ricordarne uno che non è mai stato prodotto ma che è

stato il sogno di un monumento della cinematografia mondiale, Stanley

Kubrick.

L’autore di Orizzonti di gloria, 2001: Odissea nello spazio, Arancia

Meccanica, Barry Lindon, è ossessionato dalla figura di Napoleone, e già

dalla metà degli anni 60 del “900, si impegna nella preparazione di un

film sulla sua vita. Vuole realizzare il più grande film mai prodotto e

propone a Jack Nicholson, reduce dal successo di Easy rider, il ruolo

principale.

Impegna centinaia di collaboratori nelle ricerche per l’ambientazione

delle riprese, consulta migliaia di opere sulla storia francese ed europea

del periodo e centinaia di biografie e saggi su Napoleone.

Purtroppo la maestosità del progetto spaventa le maggiori case di

produzione americane e il grande regista muore nel 1999 privando gli

appassionati di un’opera che sarebbe stata sicuramente di valore unico.

39 È profondamente vero ciò che comunemente viene detto: « Dopo Napoleone niente è

più come prima e ciò che è rimasto come prima appare obsoleto ».

58

Similar magazines