Un secolo di traduzioni letterarie in esperanto - Federazione ...

esperanto.it

Un secolo di traduzioni letterarie in esperanto - Federazione ...

da un sacerdote italiano, Giacomo Bianchini 90 : Jacobus Bianchini, Cursus completus

Esperanti, tironum usui accomodatus, comparationibus cum potioribus linguis Europae,

Asiae et Africae singulis XXXVI lectionibus additis, linguarum monogenesim comprobantibus,

cum glossario esperanto-latino.

Nel 1934 compare Notte d'inverno di Carducci (tr. L. Bruno 91 ) e con il numero di dicembre

1934 appare sulla terza di copertina una pubblicità delle opere di Mussolini. L'occasione è

l'uscita, edita da Literatura Mondo come casa editrice, della traduzione di Vita di Arnaldo,

effettuata ancora dal Kalocsay. Si legge nella pubblicità:

L'opera è uscita per l'iniziativa di U. V. Pacini con l'impegno finanziario del sig. Gino Catarzi 92 e con il

cortese permesso dell'editrice italiana. Prefazione di Gino Catarzi. L'opera ci presenta il fratello del

Duce, uno dei modesti, e tuttavia assai attivi, partecipanti alla rivoluzione fascista in posizione di

guida.

Arnaldo Mussolini era morto nel 1931, era stato redattore del Popolo d'Italia dal 1922 fino

alla morte ed aveva avuto una certa influenza sul Duce, in particolar modo per quanto

riguardava i Patti Lateranensi. Accanto alla pubblicità di questa traduzione appare anche la

pubblicità della lista delle opere italiane del Duce fino al 1933, edite da Hoepli, previste in 8

volumi, e anche delle opere dello stesso Arnaldo. La pagina pubblicitaria, probabilmente

pagata dalla Hoepli, viene ripetuta anche nel numero di gennaio 1935.

In quello stesso numero esce una breve recensione di una biografia di d'Annunzio scritta da

Traversi. Nel numero di aprile compare un breve saggio su Papini, in occasione dell'uscita di

Pietra infernale, con riferimenti anche ad altre opere polemiche dello stesso autore, come Il

crepuscolo dei filosofi e Stroncature. Il saggio non è firmato, probabilmente è da attribuirsi al

Kalocsay.

Alcuni numeri di Literatura Mondo furono dedicati a culture di un singolo paese. Quello del

luglio 1934 fu dedicato alla Svezia, quello dell'ottobre alla Lettonia, paese indipendente solo

dalla fine della guerra, e del cui patrimonio letterario e culturale nel resto del mondo ben poco

si sapeva (e ben poco si sa tuttora, nonostante faccia parte dell'Unione Europea). Il numero di

luglio 1935 è totalmente dedicato alla letteratura italiana e ha, analogamente ai precedenti, la

soprascritta, in seconda di copertina, itala numero, "numero italiano". È annunciato: "Questo

numero italiano è redatto dai testi già pronti per la «Antologia italiana», su iniziativa e

impegno finanziario del sig. Gino Catarzi di Alessandria. La redazione di Literatura Mondo

90 Per il 50° della scomparsa di Don Bianchini (1875 - 1954) sono state organizzate delle manifestazioni

culminate il 18 giugno 2005 in un convegno a Cimpello, paese dove ha esercitato la sua apprezzata opera di

parroco per decenni; in quella occasione è stato pubblicato un quaderno dove è particolarmente evidenziata la sua

attività nel campo esperantista (G. Strasiotto, G. Martinez, Don Giacomo Bianchini e l'Esperanto, Litostil, s.d.).

Fu membro del Comitato Linguistico per vari anni.

91 Questo nome sembra italiano, ma non vi era nessun italiano con questo nome tra gli esperantisti dell'epoca.

Esso è molto probabilmente lo pseudonimo del poeta polacco Stanislaw Braun (che usò principalmente lo ps.

Wiktor Elski, ma anche Brunul', "il bruno"). Infatti sotto questo nome si trova la stessa traduzione nei fogli di

Kalocsay relativi ad un progetto di una antologia multilingue; tale antologia uscirà postuma con il titolo

Tutmonda sonoro (Sonorità da tutto il mondo), ma non conterrà quella poesia (la congettura è di Ada Csziszar,

curatrice della carte postume di Kalocsay). Gli pseudonimi erano assai frequenti per non mostrare che i

collaboratori erano sempre gli stessi; Kalocsay ne usò una decina.

92 Sottufficiale dell'esercito italiano, appassionato di letteratura e di critica letteraria, finanziò varie pubblicazioni,

in particolare la traduzione dell'Inferno di Dante.

30

More magazines by this user
Similar magazines