Views
4 months ago

Ricerca sui siti UNESCO

PARCO NATURALE dei

PARCO NATURALE dei LAGONI di MERCURAGO Il Parco naturale dei Lagoni di Mercurago, noto anche semplicemente con il nome di Parco dei Lagoni, è posizionato sul versante occidentale del Lago Maggiore in una zona collinare del Piemonte, tra i comuni di Arona, Dormelletto, Comignago e Oleggio Castello. Il Parco naturale si estende su di una superficie di circa 473 ettari circa, sulle ampie colline moreniche, vecchie di oltre diecimila anni, che circondano la parte piemontese del Lago Maggiore. Tale area naturale, che si sviluppa su più comuni del novarese, è poco lontana dal centro di Arona e ha come accesso principale Mercurago (frazione di Arona). La natura, che domina incontrastata nel Parco, non è stata scalfita da quelle attività umane residuali esistenti che, pertanto, si sono integrate in maniera esemplare. Con l’istituzione, nel 1980, dell’area naturale protetta si è riusciti a preservare una flora che tutt’oggi è ancora ricca di specie vegetali più o meno rare, tipiche di alcune zone umide. Tra queste, infatti, si possono annoverare la castagna d’acqua, le tife, la mazzasorda, la cannuccia di palude, le ninfee, i carici e i mughetti. Il tutto in un contesto, quello del Parco dei Lagoni, ricco di boschi caratterizzati dalla presenza di querce, castagni, betulle, frassini, e di conifere. Nel corso degli anni il Parco dei Lagoni, protetto dalle politiche di edificazione e urbanizzazione, è riuscito a dare asilo a diverse specie di animali, tra i quali mustelidi, rapaci, roditori, anfibi (rana rossa, rana verde, raganella e rospi) e oltre 113 specie di uccelli migratori e stanziali. Accanto a questa fauna di tipo “spontaneo” sono collocati i pascoli e i maneggi allestiti, alcuni decenni fa, come centri per l’allevamento di cavalli. Il Parco dei Lagoni, inoltre, rappresenta un interessante insediamento preistorico e archeologico. Nel corso degli anni, infatti, sono stati rinvenuti diversi insediamenti, risalenti all’età del bronzo e alcune domus romane. Nel 1860, nella torbiera del Lagone, sono stati rinvenuti i resti di alcune palafitte (impalcati di legno e pali sprofondati nel limo e nella torba). Oltre alle palafitte, nel tempo, sono stati recuperati una piroga scavata in un tronco, vasi di ceramica, resti di ruote di carri agricoli e di un carro da combattimento, spilloni per capelli, pugnali, una spada e una punta di lancia in bronzo (Tavola 5). Tale analisi è stata svolta e studiata per quanto riguarda il sito UNESCO Heritage sui siti palafitticoli dell’Arco Alpino. 84

Tavola 5: Parco Naturale dei Lagoni di Mercurago 85

Ricerche e proposte per il Progetto Cultura Materiale - Provincia di ...
dr. Giorgio Andrian consulente siti UNESCO - Lettere e Filosofia
Il Patrimonio Unesco dell.docx - Mlbianchi.altervista.org
Scarica la ricerca - vol I (13,1 MB) - federcasa lombardia
Presentazione del progetto UNESCO - Provincia di Viterbo
Testo Unesco ITALIANO - Fondazione Mediterraneo
Metodologia e analisi di ricerca sulle tracce dei percorsi ... - Unesco
ANNO UNESCO DI EVLIYA ÇELEBI - Ufficio Turismo Turco
ARCHIVIO STRUMENTI DI RICERCA SITI E MICROSITI ...
sintesi della ricerca sui siti regionali e locali - Comunitazione.it
Questionario Siti scolastici ed accessibilità. Una ricerca tra le scuole ...
la ricerca sui siti delle associazioni non profit - Archivio rivista
• Territori della Cultura
Annunci e siti web per la ricerca del lavoro - Università per Stranieri ...
I SITI ARCHEOLOGICI “MINORI” - Università degli Studi del Molise
l'innovazione nella ricerca - Corso di Dottorato in Tecnologia dell ...
Padovan - Istituto di Ricerca Sociale
(Turchia). Relazione preliminare sulle ricerche archeologiche ...
Le nuove geografie. ricerche, sguardi e prospettive per descrivere iL ...
IV,2_IT_Una traccia di ricerca - Villa Vigoni
Relazione di Sintesi - Centro di Ricerca sulle Biomasse
Malara - Seminario Nazionale di Ricerca in Didattica della Matematica
Rapporto sullo stato delle foreste in liguria 2010 - Liguria Ricerche
lezione 2 - GRED - Gruppo di ricerca educativa e didattica