Views
7 months ago

FuoriAsse_n_22

fatti e idee. A un certo

fatti e idee. A un certo punto mi sembrava credibile trasformarla nella figura di un magistrato, magari quello che segue il caso – questo forse renderebbe meno cerebrali e più scenici i suoi interventi e toglierebbe quel livello concettuale che talvolta fa perdere tensione. Infine unica vera pecca è una certa staticità, nonostante un’ottima scelta di luci e movimenti di regia. Al di là di queste annotazioni resta un lavoro molto interessante, da seguire nei suoi sviluppi futuri, perché di certo l’ho percepito ancora in fieri, migliorabile, ma di buona fattura testuale e d’interpretazione. E torna alla mente quella frase di Don DeLillo in Mao II (romanzo profetico del 1991) quando scrive: «Quello che guadagnano i terroristi, lo perdono i romanzieri. Il potere dei terroristi di influenzare la coscienza di massa è la misura del nostro declino». ©Patrick Gonzalès FUOR ASSE 52 Teatro

Il rovescio il diritto e a cura di Sara Calderoni ©Katarzyna Olter Il Rovescio e il Diritto è il titolo di un’opera di Albert Camus, una raccolta di saggi giovanili in cui l’autore ci racconta quel mondo di «povertà e luce» che ha illuminato il suo pensiero e la sua rivolta, un mondo che lo ha salvato «dai due opposti pericoli che minacciano ogni artista, il risentimento e la soddisfazione». Perché, per una rubrica, la scelta di un nome che è anche un titolo? Perché la letteratura, in quel suo assediare con continui interrogativi la vita, in quell’incessante percorrere la distanza fra i contrari, ci mostra il rovescio e il diritto del nostro essere. La letteratura è l’esperienza che come lettori, autori, critici, possiamo vivere soltanto rovesciando ogni nostra certezza. Il rovescio e il diritto diventa così una rubrica in cui fare critica letteraria significa accettare, nel confronto con ogni autore, lo scontro di due personalità diverse, ma con identici diritti: un’avventura in cui lo scambio con l’altro da sé consente a ciò che siamo, come afferma Gombrovicz, di «acquistare peso e vita». Sara Calderoni FUOR ASSE 53 Il rovescio e il diritto