Views
5 years ago

siciliana

L’uomo, preda del

L’uomo, preda del prurito, e il pittore insoddisfatto della propria opera sono comparse accidentali, alle quali è però affidato un forte rilievo narrativo; dopodiché segue un’affermazione filosofica a connettere il paragone dell’innamorato con l’uomo che cade in mare. L’allusione marina serve come aggancio alla metafora immediatamente successiva: Lo vostr’ amor che m’ave/ in mare tempestoso, introducente a sua volta una nuova similitudine (vv. 49-60): 142 è sì como la nave c’a la fortuna getta ogni pesanti, e campan per lo getto di loco periglioso. Similemente eo getto a voi, bella, li mei sospiri e pianti: ché, s’eo no li gittasse parria che soffondasse (e bene soffondara) lo cor, tanto gravara in suo disio La situazione stereotipica è tuttavia salvata da un’immagine felice dal punto di vista della fantasia e a cui la similitudine sembra essere funzionale. Ad aiutare la spiegazione realistica dell’ineffabile non è, dunque, un’esigenza di chiarimento comunicativo, ma la tensione narrativa, l’urgenza di dare nobiltà alla nuova lingua poetica attraverso costruzioni testuali. L’antitesi ha, nei Siciliani, uno scopo ancora conservativo e tende a mantenere la tradizione e le sue regole. In Giacomo da Lentini il fenomeno è abbastanza frequente: «Ben m’è venuto prima cordoglienza» ai vv. 21-3 ribadisce quali sono i meccanismi del vassallaggio cortese, destinato alla gioia soltanto dopo un lungo ”tirocinio” nella sofferenza: Dunque più gente seria la gioi mia, se per soffrir l’orgoglio s’umilia e la ferezza torna in pietanza

e, ancora, ai vv. 31-2: e attento a non oltrepassare la misura: vostr’orgoglio passa sorcoitanza, che dismisura contr’a umilianza I motivi sono ampiamente ripresi altrove (vv. 1-2): Madonna mia, a voi mando in gioi li mei sospiri ai vv. 13-4 di «Per sofrenza»: e tostamente rica gioia aporta a chiunque n’è bono soferente in «Sì alta amanza» (vv. 11–3): le vostre altezze poria isbasare lo meo penar amoroso ch’è tanto, umiliare le vostre durezze Alla fine l’antitesi può servire in maniera eccellente a sottolineare gli aspetti eccessivi del rituale erotico, come ad esempio l’ineluttabile crudeltà della donna o la sua ineffabile bellezza (si veda Le lodi alla donna in Pagani 1968:309-20): E nulla donna veo c’aggia tante adornezze che […] le vostre altezze non […] bassezze, là unde innamorio «Amando lungiamente» (vv. 47–50); Ma soprattutto quelle caratteristiche che concorrono a determinare l’instabilità di amante o l’imprevedibilità di amore: tutti ingredienti di quella follia che fa anch’essa parte, tradizionalissima, del gioco: 143

La poesia siciliana sotto gli Svevi; studi e ricerche
Trovatori e poeti, studi di lirica antica. Dolce stil nuovo - L'ultimo ...
La Scuola siciliana Antologia poetica.pdf - Aiutamici.com
Aggiunta ai componimenti lirici de' più illustri poeti d'Italia
La poesia d'arte del XIII secolo
Poesie Italiane inedite di dugento autori dall'origine della lingua ...
E-book FrancoAngeli - Franco Angeli Editore
a ngelo p agano - la scuola poetica siciliana
Traduzioni poetiche nella scuola siciliana - Provincia di Padova
1 I. Introduzione La letteratura volgare si afferma in Italia nel ...
Guido delle Colonne Ancor che l'aigua per lo foco lassi - Aula Digitale
ConsulentiLavoroSes2011.pdf - Regione Siciliana
I poeti lirici nella cultura romana - Palumbo Editore
guerra del Vespro siciliano - Liber Liber
Rappresentativa Siciliana Sardegna 2012 - Coni Sicilia
I poeti decadenti e l'astronomia - Astrocultura UAI
LILIA SLOMP FERRARI poetessa di Trento + ill.pdf - Angelo Siciliano
REGINA POETARUM. POETI PER MARIA NEL ... - Adda Editore
30° CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA ... - Concorsi Letterari
La (in)cultura dei siciliani - Università degli Studi di Catania
Poesie Italiane inedite di dugento autori dall'origine della lingua ...
La scuola abbandonata - cronaca di un diritto ... - I Siciliani giovani
AUTUNNO SICILIANO - Liceo Scientifico PS Mancini
renobromuro3@tin.it il baricentro 1 A T T U A L I T A' LA ... - Poiein
Giacomo da Lentini «Meravigliosamente» CD11 - DIGILA