Views
1 month ago

FuoriAsse #19

Officina della cultura

La Copertina di FUOR

La Copertina di FUOR ASSE Disgregazione Domenico Luca Pannoli (Torino, 1967). Laureatosi nel 1992 in Architettura al Politecnico di Torino, nel ’95 si classifica secondo al concorso di design Segnidisegni, nel ’97 partecipa, nella sezione design, alla Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo e nel 2000 a Big Torino – biennale arte emergente. Nel 1998 vince il concorso Luci d’Artista a Torino con l’installazione L’amore non fa rumore e nello stesso anno fonda, insieme alla moglie Maria Cristina Milanese, anche lei architetto, Ondesign – studio di architettura multidisciplinare che si occupa di progettazione e ricerca nel campo del design, dell’architettura d’interni, dell’allestimento di spazi espositivi e commerciali e di comunicazione. Svolge inoltre per numerosi anni attività di docenza in computer grafica 3D presso centri di formazione post-diploma ed è docente a contratto, presso il Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, nel Corso di Laurea in Graphic and Virtual design dal 2005 al 2009. All’attività professionale affianca una personale ricerca artistica nel campo delle arti visive nella quale sono sempre presenti i rapporti realtà-finzione, segno-messaggio e identità-memoria quali emblemi della contemporaneità. È su questo versante che partecipa alle collettive ECOfficina (Torino, 2001), Path of Light (Glasgow, 2003) e, ancora a Torino, In sede 25 artisti per luoghi non comuni (2005). Nel 2004 consegue il primo premio al Concorso internazionale di idee Illuminar Madrid en Navidad e nel 2012 realizza a Torino le opere d’arte urbana partecipativa Love is a virus. Nel 2013 realizza l’installazione Circus per la Città di Salerno, l’anno successivo è invitato a Glow Festival (Eindhoven) e nel 2015, con l’opera Faces#3, è finalista al Premio Enegan- Art nella sezione pittura. Nel 2016 è tra i vincitori (con M.C. Milanese) di #Torino a Led - una frase per Torino, promosso da Città di Torino, Iren, Torino Smart City, finalista al Premio Basilio Cascella, sezione pittura, con l’opera In memoria di me (selezionata anche per Paratissima 2016 nella collettiva In Absentia) e realizza, per la Città di Salerno, l’installazione Moonlight. FUOR ASSE 10

Genesi dell’immagine della copertina sul tema della “memoria” Quando Mario Greco mi chiese di disegnare la copertina di questo numero di «FuoriAsse», che ha come tema “La memoria”, accettai subito perchè esso costituisce un elemento ricorrente nella mia ricerca artistica. In quei giorni stavo realizzando degli studi per una nuova opera pittorica e decisi che potevano essere diversamente elaborati per diventare un’illustrazione. Il lavoro, dal titolo Disgregazione, raffigura un anziano la cui immagine frantumata tenta di ricomporsi afferrando i frammenti che fluttuano alla deriva. Tale rappresentazione, nella mia intenzione, si prestava a diverse chiavi interpretative: ci racconta della perdita dell’identità, della memoria, di un individuo alla ricerca di se stesso o del proprio posto nel mondo, del deterioramento della materia e dello scorrere impietoso del tempo; in definitiva di una lotta perenne contro uno sgretolamento che definirei ontologico. «Ma chi è quell’uomo? Sei tu?», mi chiede Mario quando gli consegno l’immagine. «Io? Forse. O è il mio alter ego, l’artista in perenne ricerca di se stesso». A ben guardarlo assomiglia un po’ a Primo Levi, lo scrittore di Se questo è un uomo che indossa una maglietta riportante il motto: “Je est un autre” (Io è un altro): è la celebre frase di Rimbaud che ha illuminato con la sua poesia l’esistenza di molti. È, dunque, il poeta francese nella tesi che non sia morto a 37 anni? Anche. Oppure, più semplicemente, quell’uomo siamo noi tutti che almeno una volta nella vita ci siamo sentiti disgregati. Luca Domenico Pannoli ©Luca Domenico Pannoli Faces #3 50x70 cm olio su tela finalista al Premio EneganArt 2015 collezione privata La Copertina di FUOR ASSE 11