Views
3 months ago

FuoriAsse #19

Officina della cultura

FUOR ASSE LA MEMOR A

FUOR ASSE LA MEMOR A ©Cathy Osztab Borie FUOR ASSE 2

FUOR ASSE Editor ale La forza della verità «Il vero eroe, il vero argomento, il centro dell’Iliade, è la forza. La forza adoperata dagli uomini, la forza che sottomette gli uomini, la forza davanti alla quale la carne degli uomini si ritrae. L’animo umano appare di continuo modificato dal suo rapporto con la forza: è travolto, accecato dalla forza di cui crede disporre, piegato sotto il giogo della forza che subisce» 1 . È davvero una bella impresa condensare in poche righe pensieri che si accatastano nella mente quotidianamente e che sono il frutto di una costante ricerca nella e della realtà. Per questa ragione discernere sul senso e sul significato della parola memoria può risultare un esercizio difficile, ancora più difficile se non si è in grado di fare i conti con il mondo che viviamo. I tempi che gli esseri umani vivono non sono mai semplici, per questo si cerca di interpretarli attraverso le letture degli autori di oggi o del passato. Simone Weil, per esempio, negli anni Trenta cercava di capire la realtà leggendo testi antichi come l’Iliade. Anche Jack London seppe guardare con occhi estremamente lucidi il mondo, prima affidandosi al vigore della gioventù, poi ponendo una netta distinzione tra forza muscolare e forza intellettuale. Una qualità esistenziale che si palesa non solo nei suoi scritti politici, ma anche in romanzi quali Martin Eden o La strada. Nell’introduzione di Mario Maffei alla raccolta di saggi e di racconti di Jack London, Il senso della vita (secondo me), volume pubblicato dalla casa editrice Chiarelettere, nell’ottobre del 2016, a proposito della comprensione di London di quelli che sono stati gli sviluppi sociali tra Otto e Novecento, si legge: «Non a caso la figlia Joan ricordò a ragione nella biografia del padre […] come sia impossibile comprendere Jack senza fare riferimento al complesso, traumatico, vorticoso periodo in cui visse» 2 . È evidente come i grandi personaggi del passato abbiano sempre saputo fondere con letture predilette gli stimoli provenienti dal complesso momento storico in cui vivevano. E quanto questo sia chiaro in Jack London risulta sin dalle righe iniziali del primo saggio incluso nella raccolta Il senso della vita (secondo me), in cui si 1 Simone Weil, Il libro del potere. Introduzione di Mauro Bonazzi, Milano, Chiarelettere, 2016, p. 3. 2 Jack London, Il senso della vita (secondo me). Introduzione di Mario Maffi, Milano, Chiarelettere, 2016, p. 20. FUOR ASSE 3