30.10.2017 Views

i 100 personaggi dell'odonomastica di Brindisi che attraversano tutta la storia della città

Lo stradario di Brindisi conta più di mille, tra vie, piazze, vicoli, larghi, parchi, etc. Ebbene di quelle più di mille intitolazioni, poco più di cento sono dedicate a personaggi illustri di Brindisi: personaggi nati a Brindisi, o che a Brindisi hanno vissuto e operato significativamente, o che con Brindisi hanno avuto una qualche speciale relazione. Poche o molte, non è qui importante stabilirlo, ma certo è che quelle cento intitolazioni dello stradario cittadino, nonostante le molte ed importanti assenze, costituiscono in una qualche misura “uno specchio” della plurimillenaria ed avvincente storia della nostra città: dalla mitologia e dai gloriosi tempi della repubblica e dell'impero di Roma, alle due guerre mondiali del Novecento, e fin dentro questo Ventunesimo secolo, dopo aver percorso i secoli dell'Alto e del Basso Medioevo e quindi della Modernità e della Contemporaneità.

Lo stradario di Brindisi conta più di mille, tra vie, piazze, vicoli, larghi, parchi, etc. Ebbene di quelle più di mille intitolazioni, poco più di cento sono dedicate a personaggi illustri di Brindisi: personaggi nati a Brindisi, o che a Brindisi hanno vissuto e operato significativamente, o che con Brindisi hanno avuto una qualche speciale relazione. Poche o molte, non è qui importante stabilirlo, ma certo è che quelle cento intitolazioni dello stradario cittadino, nonostante le molte ed importanti assenze, costituiscono in una qualche misura “uno specchio” della plurimillenaria ed avvincente storia della nostra città: dalla mitologia e dai gloriosi tempi della repubblica e dell'impero di Roma, alle due guerre mondiali del Novecento, e fin dentro questo Ventunesimo secolo, dopo aver percorso i secoli dell'Alto e del Basso Medioevo e quindi della Modernità e della Contemporaneità.

SHOW MORE
SHOW LESS

You also want an ePaper? Increase the reach of your titles

YUMPU automatically turns print PDFs into web optimized ePapers that Google loves.

LENIO STRABONE<br />

(Brin<strong>di</strong>si, I Secolo a.C. – I Secolo d.C.)<br />

Fu, Marco Lenio Strabone, un cavaliere patrizio romano, <strong>che</strong> visse a Brin<strong>di</strong>si ai tempi<br />

dell’imperatore Augusto, giacché nacque intorno all’anno 60 a.C. in uno dei perio<strong>di</strong> <strong>di</strong><br />

maggiore splendore <strong>di</strong> Brin<strong>di</strong>si, già florida e <strong>di</strong>namica colonia romana e quin<strong>di</strong> <strong>città</strong> ricca e<br />

ancora strategica per il controllo orientale del novello impero.<br />

Lenio Strabone è ritenuto essere stato l’inventore delle voliere o uccelliere, le gabbie per gli<br />

uccelli, a fine ricreativo ma an<strong>che</strong> ad uso commerciale.<br />

Lo testimoniò Marco Terenzio Varrone, l’eru<strong>di</strong>to scrittore <strong>la</strong>tino <strong>che</strong> fu un giorno ospitato a<br />

Brin<strong>di</strong>si nel<strong>la</strong> casa <strong>di</strong> Strabone e vide per <strong>la</strong> prima volta, nel peristilio del<strong>la</strong> sua abitazione,<br />

una gabbia per uccelli a forma <strong>di</strong> esedra.<br />

A quell’epoca, a Roma i patrizi avevano affinato i loro gusti culinari e a tavo<strong>la</strong> ricercavano<br />

an<strong>che</strong> le carni <strong>di</strong> uccelli e per ciò, questi venivano allevati per essere rivenduti come cibo<br />

prelibato. A Brin<strong>di</strong>si, in partico<strong>la</strong>re, in quel periodo si allevarono soprattutto tor<strong>di</strong>.<br />

Strabone fu, però, an<strong>che</strong> e soprattutto l’inventore dei pa<strong>di</strong>glioni, enormi voliere con nel<br />

mezzo un recinto <strong>di</strong> reti contenenti <strong>di</strong>verse specie <strong>di</strong> uccelli cantori.<br />

Fece, infatti, costruire un grande e grazioso pa<strong>di</strong>glione in uno dei suoi poderi <strong>che</strong> possedette<br />

vicino Brin<strong>di</strong>si, per <strong>di</strong>vertimento suo e dei suoi ospiti.<br />

24

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!