Views
3 months ago

CRIMINI VAT

(futura Onu) per

(futura Onu) per finanziare l’ospedale che era già in costruzione. Nell’immediato dopoguerra l’afflusso di pellegrini al convento di Santa Maria delle Grazie era aumentato a tal punto che nei dintorni di questo Il convento nei primi anni '50. sorsero numerose costruzioni, alberghi, ristoranti, negozi ed altro; padre Pio non aveva certo diminuito la sua notorietà ed appariva sempre più come un frate showman, celebrava, confessava, sermoneggiava, dispensava miracoli e spesso appariva platealmente ieratico, a volte anche iracondo e autoritario; non gli mancava nemmeno l’intolleranza specialmente verso le donne che entravano in chiesa con le gonne corte fino al ginocchio. Questo suo finto perbenismo lo rendeva estremamente ipocrita in quanto la sua vita era costellata da comportamenti nettamente contrari alla buona morale e al buon costume. Il 5 maggio 1956 fu inaugurato l’ospedale che venne denominato Casa sollievo della sofferenza ed il frate chiese ed ottenne da papa Pio 12° che tutto quanto fosse affidato alla congregazione Tof di Santa Maria delle Grazie della quale egli stesso risultava amministratore. Così poteva mano- Il grandioso ospedale di Padre Pio. vrare questo immenso patrimonio senza esserne proprietario di fatto (era così stato raggirato l’ostacolo del voto di povertà che fa ogni frate). Il nuovo ospedale divenne subito miracoloso perché portò al convento nuovo afflusso di pellegrini e con loro nuovo denaro e nuove donazioni, lasciti, contributi e offerte di ogni tipo; e padre Pio divenne sempre più famoso, venerato ed osannato. Nel 1959 venne realizzata anche una nuova e più grande chiesa di fianco a quella esistente. La vecchia chiesa (a sinistra) e la nuova. ~ 122 ~

Alla fine degli anni ´50 il frate miracoloso fu coinvolto, anche se marginalmente, in un nuovo scandalo, quello del bancarottiere Giambattista Giuffrè, per questo motivo, ed anche perché pressato dai superiori cappuccini, il 30 luglio 1960 il nuovo pontefice Giovanni 23°, che non credeva affatto nella santità del frate, mandò monsignor Carlo Maccari nel convento di Santa Maria delle Grazie per una nuova ispezione. Secondo il resoconto del prelato la situazione al convento di padre Pio era anche peggiore di quella denunciata da monsignor Bruno nel 1928: l’esterno dell’eremo aveva assunto aspetti intollerabili per platealità ed estensione, c’era un sordido commercio di pezzuole insanguinate spacciate per frammenti di bende delle stigmate del Santo (pezzetti di stoffa imbevuti di sangue di pollo), i frati andavano tutti a giro in auto ed avevano iniziato numerose e spericolate operazioni immobiliari nel circondario. All’interno del convento si combattevano continue lotte intestine, contrasti e scontri fra frati, ricatti e vendette; inoltre stazionavano perennemente gruppi di devote… Consapevole della gravità dei fatti narrati nella relazione del Maccari, padre Pio cercò di ammansire la Santa Sede e redasse un testamento dove lasciava tutti i suoi beni, compreso l’ospedale, al Vaticano; inoltre il fido Brunatto cercò di intimidire i vertici della Chiesa di Roma con minacce e ricatti, ma tutto questo non bastò, infatti il Sant’Uffizio impartì una solenne punizione all’indisciplinato frate e nel gennaio 1961 gli proibì perentoriamente di celebrare matrimoni, battesimi, avere liberi contatti con i fedeli, confessare determinate persone, intrattenersi da solo con donne nel convento, impiegare più di mezz’ora per celebrare la messa e trattenere i penitenti in confessionale per più di 3 minuti. Inoltre il convento passò alle dirette dipendenze del Sant’Uffizio, padre Pio fu estromesso da superiore e venne nominato al suo posto padre Rosario Aliminusa. Oltre a questo la Santa Sede si appropriò giuridicamente di tutti i beni del frate Padre Pio nel proprio confessionale. compreso l’ospedale; a questo punto (1962) l’avventuriero Brunatto passò al contrattacco e presentò nientemeno che all’Onu un dossier col quale denunciava che i diritti e la dignità del ~ 123 ~

Otto mesi a Roma durante il Concilio Vaticano : impressioni di un ...
Scarica la rivista - mondosalute
Di Pietro Gerardo 30 anni di cronache da Morra De Sanctis e dei ...
a_sud_europa_anno-8_n-44
Scarica il monografico - Pollicino Gnus
il convegno diocesano nel segno della fede ora di religione
maggio 2013 - I Siciliani giovani
N.6 | Anno XVI | 17 Marzo 2013 - Nero su Bianco
Numero 29 - Ricre.Org
000 : TRACCE:32:WEB - TraccEdizioni.it
000 : TRACCE:31:WEB - TraccEdizioni.it