Views
1 week ago

CRIMINI VAT

che i clericali sono

che i clericali sono consapevoli di aver perso ultimamente molta credibilità da parte dei cittadini comuni, così spingono i politici affinché venga loro concessa della “pubblicità” (gratis) per cercare di riacquistare consensi. Vorrei chiedere ai dirigenti Rai e ai politici: perché almeno una volta non viene mandato in onda un documentario che metta in evidenza tutte le malefatte del clero cattolico nel corso dei secoli? Ciò viene saltuariamente fatto per i regimi dittatoriali fascisti, nazisti e comunisti, mentre il “regime” clericale vaticano, che ne ha combinate di tutti i colori, non viene mai toccato. Vi sembra giusto? Leccapiedi! ****** Uno degli istinti più forti e, nello stesso tempo, piacevoli che abbiamo, è senza dubbio quello sessuale. I preti cattolici, dovendo reprimere del tutto questo istinto, possono arrivare al punto di perdere il controllo diventando pedofili, infatti non è un caso che molti preti abusino di minori; ciò è il risultato della repressione di un istinto che non può essere eliminato, fa parte di noi, andare contro la nostra stessa natura può portare alla perdita del controllo della nostra mente e la pedofilia è una delle tante malattie che possono colpirci. Non si capisce perché la Chiesa cattolica si ostini a mantenere in vigore un regolamento così contrario alla natura. Vediamo come sono andate le cose: norme di castità sessuale furono stabilite a partire del 4° secolo, ma non per questo i preti cessarono di essere mariti, amanti e padri. Ad esempio, tra i Papi del primo millennio una dozzina erano figli di sacerdoti, e quattro addirittura erano figli di altri Papi: Innocenzo 1° era figlio di Anastasio 1°; Silverio era figlio di Ormisda e Anastasio 3° e Giovanni 11° erano figli di Sergio 3°. Le abitudini ad avere una famiglia erano tanto radicate nella Chiesa, che quando papa Gregorio 7° nel 1074 emanò un primo decreto di celibato, il clero europeo si ribellò, tuttavia la castità sessuale fu sempre ribadita dai vari Concili. Oggi la Chiesa Cattolica occidentale, mantenendo in vigore questa regola, risulta isolata da tutte le altre Chiese Cristiane, sia da quelle Protestanti, che da quelle Ortodosse e Cattoliche Orientali, le quali permettono l’ordinazione a uomini sposati. In questo modo i dirigenti vaticani, continuando a reprimere e soggiogare i giovani che si danno al sacerdozio, dimostrano di avere menti diaboliche e perverse ed altrettanto perversi sono tutti i clericali che accettano passivamente questo regolamento. ****** ~ 216 ~

Se poteste alleviare le sofferenze di tante persone, vi tirereste indietro? Spesso, quando si verifica una calamità naturale, i soccorritori si precipitano sul posto per salvare la vita e portare sollievo a tanti sconosciuti. È quindi naturale chiedersi: “cosa aspetta Dio ad eliminare il Diavolo, che causa tante sofferenze agli esseri umani?”. Eppure nella Bibbia c’è chiaramente scritto che “Dio è amore” 1° lettera di Giovanni 4/8-16). ****** Recentemente papa Benedetto 16° ha ribadito che tutto il mondo cattolico si dovrebbe mobilitare per impedire che vengano approvate leggi a favore delle unioni civili, dell’eutanasia e del testamento biologico, della clonazione umana e del congelamento embrionale, della fecondazione assistita, della diagnosi prenatale, dell’utilizzo di cellule staminali embrionali ed altro ancora. In particolare si è soffermato su un tema di attualità come l’eutanasia: “…tutta la società, mediante le sue istituzioni sanitarie e civili, è chiamata a rispettare la vita e la dignità del malato grave e del morente…”. Vediamo come stanno le cose: l’eutanasia rappresenta il diritto di scegliere per la propria vita, non esiste nulla di più umano del rispettare una scelta estrema fatta da una persona sofferente e consapevole del proprio destino. A tutti coloro che sono contrari all’eutanasia rispondiamo che è stato Dio a darci il libero arbitrio. Se Dio ci ha creati dandoci la possibilità di scegliere con la nostra testa cosa fare, limitare le scelte altrui significa andare contro il volere di quel Dio di cui loro vanno tanto fieri. Certo, chi si suicida andrà all’inferno, ma i credenti dovrebbero limitarsi a dirlo e basta, non dovrebbero limitare le scelte altrui con proclami e ingerenze sulle discussioni dei politici italiani. Se ai credenti piacciono tanto le imposizioni, che le facciano per la loro vita cominciando con l’imporsi di non mangiare carne il venerdì, non fare sesso prima del matrimonio, andare a messa tutte le domeniche, pregare appena alzati da letto, prima dei pasti, prima di coricarsi ecc. ecc. Fanno tanto i devoti quando si tratta della vita altrui, ma quando devono seguire loro le regole di Dio sono molto elastici, non è vero? Quanta ipocrisia! ****** ~ 217 ~

Mattacchine - Numero 7 - C.O.E.S. onlus - Coesonlus.it
Madrugada numero 68 - Associazione Macondo
Otto mesi a Roma durante il Concilio Vaticano : impressioni di un ...
000 TRACCE 34 WEB - TraccEdizioni.it
Scarica la rivista - mondosalute
Gennaio-Aprile - Ex-Alunni dell'Antonianum
Atipico di Novembre-Dicembre ( tasto destro->Salva ... - Atipico-online
Di Pietro Gerardo 30 anni di cronache da Morra De Sanctis e dei ...
Laura Barile (L'Indice dei libri), Elettra Aldani (D-la ... - Satisfiction
scarica il pdf - Mese Sport
scarica il pdf - Mese Sport
I libri letterari condannati dall'"Indice"; saggi con pref. di Pietro Maffi